Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Personalizzazione stampe con strumento Fincati"

Transcript

1 Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa predefinite 4. Impostazioni avanzate con filtri e ordinamenti personalizzati 5. Note finali Assistenza tecnica Gestionale / /

2 Introduzione Il presente documento contiene le specifiche tecniche relative alla personalizzazione delle stampe standard presenti nell applicativo tramite lo strumento Fincati. Le stampe standard attualmente personalizzabili tramite Fincati sono: Stampa Anagrafica Articoli (per i formati Prezzi di vendita, Anagrafica articoli estesa, ecc ) Stampa Listini di Vendita (per i formati Listini per articolo, Listini per cliente, ecc ) Stampa Listini di Acquisto (per i formati Listini per articolo, Listini per fornitore, ecc ) Stampa Fatturato (per i formati Stampa fatturato clienti per agente, Stampa fatturato fornitori senza raggruppamenti, ecc ) Stampa Scadenzario (per i formati Scadenzario pagamenti, Scadenzario partite aperte, ecc ) Per ciascuna di queste stampe, è possibile: creare all interno di Fincati uno o più modelli personalizzati, da utilizzare al posto del modello di stampa previsto automaticamente dalla procedura (modello automatico); creare semplicemente un nuovo layout di stampa personalizzato (caratteri, linee, colori, ecc ) da utilizzare al posto del layout previsto automaticamente dalla procedura (layout automatico); impostare il modello personalizzato o il layout personalizzato come predefinito per il formato di stampa desiderato; creare filtri e ordinamenti personalizzati da utilizzare nella form di esecuzione della stampa, in aggiunta a quelli già previsti dalla procedura; per i più esperti, personalizzare i modelli di stampa avvalendosi di applicativi esterni diversi da Fincati, come ad esempio ZREP o Crystal report. N.B. I manuali contenenti le specifiche tecniche sulla realizzazione delle stampe personalizzate tramite ZRep e/o Crystal Report è richiedibile al proprio supporto tecnico di riferimento telefonicamente o tramite . Nelle pagine seguenti riportiamo i paragrafi relativi alle funzionalità sopra elencate

3 1 Creazione modelli di stampa personalizzati con strumento Fincati All interno dello strumento Fincati (menù Strumenti \ Fincati ) è stata aggiunta la scheda Modelli di stampa ; tramite questa scheda è possibile selezionare ed eventualmente modificare i modelli personalizzati precedentemente creati, oppure è possibile creare un nuovo modello di stampa personalizzato tramite il pulsante Nuovo (Figura 1). Figura 1 Selezionando il pulsante Nuovo si apre una finestra, in cui è necessario assegnare una descrizione al modello che si sta per creare e soprattutto occorre definire da quale Categoria, Tipologia e Formato di stampa si vuol partire per realizzare il nuovo modello (Figura 2). Figura 2-3 -

4 Per quanto riguarda la scelta del Formato di stampa di partenza, oltre alla possibilità di selezionare effettivamente un formato specifico sul quale intervenire in modifica per realizzare il nuovo modello personalizzato, è possibile selezionare anche un formato <Vuoto>. Il formato <Vuoto> offre la stessa scelta di campi di database dell altro, ma comporta l apertura di un foglio bianco; questo secondo formato è consigliato a chi desidera realizzare un modello che si differenzia molto dal formato di partenza e quindi risulta più comodo, perché consente di inserire liberamente campi ed elementi grafici su un foglio bianco, evitando di dover intervenire in modifica sugli elementi che verrebbero proposti partendo da uno specifico formato. Qualora si scelga invece uno specifico formato di stampa (ad esempio, Anagrafica Articoli: prezzi di vendita ), è possibile scegliere un layout di partenza (Figura 3): layout di stampa <automatico>, che consente di creare un modello di stampa partendo dal layout previsto per lo specifico formato di stampa selezionato; layout di stampa personalizzato, che consente di creare un modello di stampa partendo da un layout di stampa personalizzato (ad esempio, layout <righe a colori alterni (b\n)> ). Figura 3 N.B. Alcune tipologie di stampa prevedono più formati di stampa, di conseguenza il modello di stampa personalizzato creato sulla base di uno specifico formato di partenza, potrà essere utilizzato anche in fase di stampa di un formato differente, purché quest altro formato appartenga alla stessa Tipologia

5 dato che la Tipologia Articoli prevede i formati Costi ed Estesa, il modello personalizzato creato partendo dal formato Costi potrà essere utilizzato anche in fase di stampa del formato Estesa (Figura 4). Figura 4 L informazione relativa ai formati di stampa compatibili con il modello personalizzato che si sta creando è visibile in basso a sinistra della finestra Formato modello di stampa (Figura 5). Figura Caratteristiche dello strumento Fincati Una volta selezionato il formato di stampa di partenza e il relativo layout di partenza, selezionando il pulsante OK presente nella finestra Formato modello di stampa, si apre il foglio di lavoro dove l utente può realizzare il modello di stampa personalizzato, modificando il formato di partenza selezionato. Supponendo di aver scelto come formato di partenza Anagrafica Articoli: prezzi di vendita e come layout di partenza il relativo layout di stampa <automatico>, viene elaborato il seguente foglio di lavoro (Figura 6). Figura 6-5 -

6 Le principali operazioni che si possono eseguire con lo strumento Fincati, al fine di personalizzare il proprio modello di stampa, sono le seguenti: Inserire le regioni (menù Inserisci \ Regione ): le regioni sono porzioni di foglio nelle quali posizionare i campi di database previsti per la regione di una determinata tipologia di stampa; nell esempio della Figura 6 sono visibili la regione Articolo (regione principale) e la regione Codici a barre multipli (regione secondaria). Inserire dei campi di database e calcolati (menù Inserisci \ Campi di database ): i campi di database sono i campi predisposti negli archivi dalla procedura, mentre i campi calcolati sono quelli creati appositamente dall utente in base alle proprie esigenze. I campi, per maggiore chiarezza, sono suddivisi nelle diverse regioni e sotto-categorie, al fine di posizionarli correttamente sul foglio di lavoro. Modificare la grandezza, la posizione o le caratteristiche di un campo: per spostare un campo cliccare e, tenendo premuto il mouse, trascinarlo alla posizione desiderata; per cancellare un campo premere il tasto CANC; per ridimensionare un campo cliccare su uno dei quadrati che appaiono sul contorno del campo e, tenendo premuto, ridimensionare il campo secondo le proprie esigenze. Attribuire a ogni campo di database e calcolato (tramite la finestra Campo di database che si apre con doppio clic sul campo stesso oppure selezionando le opzioni presenti nel menù a tendina che si apre tramite tasto destro sul campo stesso) diverse caratteristiche riferite al carattere, allo stile, all allineamento, alla dimensione e le seguenti opzioni (Figura 7): Figura 7 o Estensibile in verticale, che permette di estendere il testo in verticale con il criterio A capo automatico se la dimensione del campo non consente la stampa del testo su una sola riga; - 6 -

7 Nella stampa Prezzi di vendita dell anagrafica articoli sul campo relativo alla descrizione dell articolo si può abilitare l opzione Estensibile in verticale per visualizzare interamente il contenuto in caso di descrizioni molto lunghe. o Ripeti se posizionato in una sotto-regione, che permette di riportare il campo di una regione principale per ogni dettaglio presente nella regione secondaria; Nella stampa Prezzi di vendita dell anagrafica articoli, la struttura prevede due regioni Articoli (regione principale) e Codici a barre multipli (sotto-regione). Se si vuole riportare il codice articolo con relativa descrizione per ogni codice a barre multiplo, al fine di avere semplicemente un elenco dei codici a barre multipli, è possibile esporre i campi del codice dell articolo e della relativa descrizione con l opzione Ripeti se posizionato in una sotto-regione selezionata. o Mostra solo nella prima pagina, che permette di riportare il campo solo nella prima pagina; Se sul modello di stampa vengono esposti i campi relativi ai filtri standard, su questi campi si può abilitare l opzione Mostra solo nella prima pagina per non visualizzarli su tutte le pagine. o Mostra solo nell ultima pagina, che permette di riportare il campo solo nell ultima pagina. Se sul modello di stampa vengono esposte delle note aggiuntive relative al Copyright, su questi campi di testo si può abilitare l opzione Mostra solo nell ultima pagina per non visualizzarli su tutte le pagine. Inserire dei campi testo (menù Inserisci \ Testo ): i campi di testo sono tutti quegli elementi descrittivi o quelle informazioni che non sono rintracciabili nei valori memorizzati nei campi di database. Inserire codici a barre (menù Inserisci \ Codice a barre ): i codici a barre possono contenere valori fissi oppure campi di database previsti per la tipologia di stampa selezionata, ad esempio è possibile selezionare il codice a barre dell articolo. Inserire immagini: le immagini possono essere inserite selezionando un file di immagine (.bmp,.jpg, ecc.) presente sul disco fisso del computer (menù Inserisci \ Immagine ), oppure creando dei campi calcolati di tipo immagine, grazie all utilizzo di nuove funzioni relative alle variabili d ambiente con la combinazione di campi di database

8 N.B. Per l utilizzo delle funzioni relative alle variabili d ambiente contattare il proprio supporto tecnico di riferimento tramite . Se il modello di stampa viene utilizzato da più aziende e su questo si vuole esporre il logo che è un elemento variabile, in quanto ogni azienda ha il suo logo, è possibile prevedere sul disco fisso, ad esempio nella directory dell utente di sistema corrente, diverse immagini il cui nome è il codice dell azienda (001.jpg, 100.jpg, 200.jpg, ecc.) e reperirle attraverso un campo calcolato di tipo immagine contenente la seguente espressione: GETDIR_USER()+HEADER.CODAZI+".jpg" Inserire elementi grafici (funzioni del menù Inserisci oppure pulsanti presenti nelle barre degli strumenti): gli elementi grafici possono essere delle linee, linee ortogonali, rettangoli, ecc. che servono per migliorare l aspetto grafico del modello di stampa. Inserire delle interruzioni di sezione (menù Inserisci \ Interruzione \ Sezione ): queste sono interruzioni che segnano la fine delle sezioni. Ogni regione può essere composta da più sezioni in base al numero di interruzioni previste, pertanto la sezione è una parte della regione nella quale sono contenuti dei dati che si possono sviluppare su più righe in maniera variabile. La sezione ha delle proprie caratteristiche che permettono al contenuto presente in essa di estendersi in verticale, di comprimersi oppure di dividersi su più pagine. Inoltre, il contenuto di una sezione può essere visualizzato in determinate condizioni (Figura 8). Figura 8 Nella stampa Prezzi di vendita dell anagrafica articoli, è possibile visualizzare il campo di database relativo alle note dell articolo e relativo campo di testo Note, solo se il campo di database ARTICOLO.MEMOART è valorizzato (Figura 8)

9 Se all interno di una regione sono presenti più sezioni e si adottano dei layout per modelli di stampa automatici che permettono di esporre il dato in una tabella oppure con righe con colori alterni, sul modello di stampa le linee verticali della tabella e gli sfondi colorati per l alternanza delle righe devono essere presenti tante volte quante sono le sezioni. Inserire l interruzione di pagina (menù Inserisci \ Interruzione \ Pagina ): questa, dove posizionata, permette di riportare il testo nella pagina successiva. Nella stampa Prezzi di vendita dell anagrafica articoli, che riporta per ogni articolo l elenco dei codici a barre multipli, se si vuole stampare una pagina per ogni articolo è possibile posizionare l interruzione di pagina prima della fine della regione Articoli, così da avere un salto pagina per Articolo. Gestire la sezione di fine stampa (icona presente nella barra degli strumenti): questa funzione consente di inserire degli elementi da visualizzare nella parte finale dell'ultima pagina della stampa effettuata. Sulla stampa Prezzi di vendita dell anagrafica articoli, per visualizzare la dicitura Fine stampa, al fine di indicare che l intero contenuto è stato stampato, è possibile selezionare il pulsante Sezione di fine stampa e nel foglio di lavoro creare un campo di testo con all interno la dicitura Fine stampa. 1.2 Salvataggio modello di stampa personalizzato Una volta terminato il lavoro di personalizzazione, occorre salvare il modello di stampa selezionando la scelta File \ Salva con nome, fornendogli un nome che sia lungo al massimo 20 caratteri. Il modello di stampa viene salvato con estensione.g1f nella cartella PrintFinc che si trova nella cartella dati di Gestionale 1 (ad esempio, C:\AZW32\DB\PrintFinc), pertanto in caso di installazione in rete il modello di stampa viene visualizzato da tutte le postazioni di lavoro attive. 1.3 Stampa utilizzando un modello di stampa personalizzato Una volta salvato il modello di stampa personalizzato sarà possibile selezionarlo direttamente in fase di stampa dei formati di stampa ad esso compatibili (Figura 9), oppure potrà essere impostato di default per i formati di stampa compatibili tramite la scelta Impostazioni di stampa predefinite (vedere paragrafo 3 Impostazioni di stampa predefinite )

10 Figura Definizione proprietà del modello per distribuzione a utente finale Nel realizzare stampe personalizzate per conto terzi può essere importante assicurarsi che l'utilizzatore finale non possa modificare il modello di stampa e che il prodotto finito non possa essere ridistribuito a terze parti senza il consenso di chi ha realizzato il modello di stampa. Lo strumento Fincati fornisce entrambe queste possibilità tramite la scelta File \ Proprietà modello (Figura 10). N.B. questa funzionalità è stata prevista anche per i modelli di stampa relativi ai documenti (Fattura, D.d.T., Ordine, ecc.) e alle etichette. Figura

11 Per ogni modello di stampa modificabile, cioè visibile tramite la scelta Strumenti \ Fincati \ scheda Modelli di stampa, è possibile decidere se creare il file non modificabile e/o di consentire l esecuzione della stampa al solo destinatario. A questo proposito sono state previste le seguenti opzioni (Figura 10): Crea file non modificabile (con estensione.g1o ), che consente di generare in automatico il modello di stampa non modificabile da distribuire agli utilizzatori finali; Consenti l esecuzione della stampa con il file non modificabile al solo destinatario, che permette di indicare i dati dell utilizzatore finale (numero di serie della procedura/codice dell intestatario della procedura e ragione sociale) abilitato per l utilizzo del modello di stampa. Quindi, nella realizzazione dei modelli di stampa è bene: conservare il file con estensione.g1f per eventuali successivi interventi, modifiche o integrazioni; distribuire il file con estensione.g1o all'utente finale per evitare che possa essere modificato. Inoltre, ogni modello di stampa è caratterizzato da informazioni che possono essere visualizzate, indipendentemente dal fatto che il modello sia modificabile o meno, quando si esegue l anteprima di stampa tramite il menù? \ Informazioni su. Le informazioni che possono essere visualizzate sono: il titolo e l autore che ha realizzato il modello con i relativi dati di creazione (Figura 11). Figura Installazione modello di stampa personalizzato presso utente finale Per distribuire il modello di stampa all'utente finale è sufficiente copiarlo nella cartella PrintFinc che si trova nella cartella dati di Gestionale 1 (ad esempio, C:\AZW32\DB\PrintFinc)

12 Una volta copiato il modello di stampa personalizzato sarà possibile selezionarlo direttamente in fase di stampa dei formati di stampa ad esso compatibili (vedere Figura 9 paragrafo 1.3 Stampa utilizzando un modello di stampa personalizzato ), oppure potrà essere impostato di default per i formati di stampa compatibili tramite la scelta Impostazioni di stampa predefinite (vedere paragrafo 3 Impostazioni di stampa predefinite ). 2 Layout per modelli di stampa automatici Per coloro che desiderano personalizzare esclusivamente l aspetto grafico delle stampe (es. caratteri, linee, colori ecc.), è possibile definire dei layout di stampa personalizzati, che possono essere utilizzati in abbinamento ai modelli di stampa automatici. Se si desidera semplicemente migliorare la leggibilità delle righe esposte sulla stampa Prezzi di vendita dell anagrafica articoli, è possibile creare un layout che prevede l evidenziazione delle righe a colori alterni. I layout di stampa personalizzati vengono definiti tramite la scelta Layout per modelli di stampa automatici (menù Strumenti \ Configurazione stampe ) e vengono utilizzati in abbinamento al modello di stampa automatico previsto per il formato selezionato in fase di stampa. Questa funzione permette di definire i caratteri utilizzati per le diverse sezioni di stampa (titolo, elementi di primo livello, elementi dei sottolivelli, ecc.), la posizione delle informazioni di intestazione e piede pagina, le informazioni riguardanti gli elementi tabellari (tracciare le linee e indicare i colori delle righe) e altre informazioni supplementari relative al layout (Figura 12). Figura

13 2.1 Caratteristiche Layout per modelli di stampa automatici Le principali operazioni che si possono eseguire, al fine di creare un layout di stampa personalizzato, sono le seguenti: Definire un nome e una descrizione estesa (scheda Generali ) per il layout personalizzato, con il quale sarà visualizzato in fase di stampa e nella scelta Impostazioni di stampa predefinite ; Personalizzare le impostazioni relative ai caratteri (scheda Caratteri ), deselezionando l opzione Utilizza impostazioni specifiche per la stampa presente nella sotto-scheda Tutti i caratteri. Nella configurazione è possibile scegliere se attribuire lo stesso carattere a tutti gli elementi della stampa oppure se personalizzare il carattere a livello di singola sezione di intestazione pagina e/o per singolo livello di dati (Figura 13, Figura 14 e Figura 15). Attribuendo lo stesso carattere a tutti gli elementi delle stampa è possibile scegliere di preservare comunque lo stile, le dimensioni e/o il colore correnti selezionando le apposite opzioni previste (Figura 13). Per ogni livello dei dati è possibile decidere di prevedere il carattere e/o il colore impostati per il livello precedente selezionando l opzione Come livello precedente dove prevista per le intestazioni, il corpo e il piede oppure selezionando il pulsante Sottolivelli come il corrente dopo aver selezionato il livello personalizzato (Figura 15). Inoltre, è possibile ripristinare le impostazioni predefinite dalla procedura selezionando gli appositi pulsanti Ripristina predefiniti (tutti i caratteri ), Ripristina predefiniti (livello X) e Ripristina predefiniti (tutti i livelli) (Figura 13, Figura 14 e Figura 15); Figura 13 Figura

14 Figura 15 Scegliere la posizione delle informazioni di intestazione e piede pagina (scheda Intestazione di pagina ), selezionando il pulsante apposito per singola informazione; Definire il formato della pagina (scheda Formato Pagina ), indicando le dimensioni, i margini e l orientamento del foglio; Personalizzare le impostazioni relative agli elementi tabellari (scheda Elementi Tabellari ), impostando un colore di sfondo e/o la traccia delle linee per singolo livello dei dati. Selezionando l opzione Utilizza impostazioni specifiche per la stampa è possibile personalizzare solo il colore di sfondo delle intestazioni del livello 1, del corpo dei livelli dei dati del piede del livello di fine stampa. Deselezionando l opzione è possibile selezionare per ogni livello dati le opzioni relative alla traccia delle linee orizzontali e/o verticali. Per ogni livello dei dati, inoltre, è possibile decidere di prevedere gli elementi tabellari impostati per il livello precedente selezionando l opzione Come livello precedente dove prevista per il corpo e il piede oppure selezionando il pulsante Sottolivelli come il corrente dopo aver selezionato il livello personalizzato. Inoltre, è possibile ripristinare le impostazioni predefinite dalla procedura selezionando gli appositi pulsanti Ripristina predefiniti (livello X) e Ripristina predefiniti (tutti i livelli) (Figura 16); Figura 16 Definire altre impostazioni relative al layout di stampa (scheda Altre impostazioni ), indicando l interlinea del testo e selezionando l impostazione per mostrare la linea e/o il testo di fine stampa

15 2.2 Salvataggio layout per modelli di stampa automatici Il layout per modelli di stampa automatici viene salvato con estensione.g1g nella cartella PrintFincGenPreset che si trova nella cartella dati di Gestionale 1 (ad esempio, C:\AZW32\DB\PrintFincGenPreset), pertanto in caso di installazione in rete il layout di stampa viene visualizzato da tutte le postazioni di lavoro attive. 2.3 Stampa utilizzando un layout personalizzato Una volta salvato il layout personalizzato sarà possibile selezionarlo direttamente in fase di stampa dei formati di stampa ad esso compatibili (Figura 17), oppure potrà essere impostato di default per i formati di stampa compatibili tramite la scelta Impostazioni di stampa predefinite (vedere paragrafo 3 Impostazioni di stampa predefinite ). Figura Installazione layout per modelli di stampa automatici presso utente finale Il layout per modelli di stampa automatici può essere distribuito all utente finale ed è sufficiente copiarlo nella cartella PrintFincGenPreset che si trova nella cartella dati di Gestionale 1 (ad esempio, C:\AZW32\DB\PrintFincGenPreset). Una volta copiato il modello di stampa personalizzato sarà possibile selezionarlo direttamente in fase di stampa dei formati di stampa ad esso compatibili (vedere Figura 17 paragrafo 2.3 Stampa utilizzando un layout personalizzato ), oppure potrà essere impostato di default per i formati di

16 stampa compatibili tramite la scelta Impostazioni di stampa predefinite (vedere paragrafo 3 Impostazioni di stampa predefinite ). 3 Impostazioni di stampa predefinite Una volta realizzati i modelli di stampa tramite lo strumento Fincati (o eventualmente tramite applicativi esterni) e gli eventuali layout per modelli di stampa automatici, è possibile definire le impostazioni predefinite di stampa, che possono essere comuni per tutti gli operatori o differenziate per ciascun operatore, tramite la scelta Impostazioni di stampa predefinite (menù Strumenti \ Configurazione stampe ). Figura 18 La funzione consente di stabilire per ciascun formato di stampa quale impostazione deve essere proposta di default in fase di stampa. Selezionando, ad esempio, il formato di stampa Anagrafica Articoli: prezzi di vendita è possibile scegliere se: Utilizzare il modello di stampa automatico con relativo layout di stampa <automatico> (opzione prevista come default dalla procedura) (Figura 19); Figura

17 Utilizzare il modello di stampa automatico con relativo layout di stampa personalizzato realizzato tramite la scelta Layout per modelli di stampa automatici, ad esempio <righe a colori alterni (b/n)> (Figura 20); Figura 20 Deselezionare l opzione Utilizzare il modello di automatico, al fine di utilizzare il modello di stampa personalizzato realizzato con lo strumento Fincati per il formato di stampa ad esso compatibile (Figura 21). Figura 21 Salvando le impostazioni predefinite il formato di stampa cambia di colore per identificare che sono presenti delle configurazioni personalizzate comuni per tutti gli operatori (colore verde) e/o differenziate per singolo operatore (colore blu) (Figura 22). Figura 22 Qualora si siano realizzati dei modelli di stampa tramite applicativi esterni, selezionando la modalità di stampa Eseguibile esterno, è possibile impostare di default i parametri per l esecuzione della stampa da applicativo esterno (Figura 23). Se per lo stesso formato di stampa sono stati realizzati diversi report tramite software esterni all applicativo, è possibile creare diversi Preset, uno per ogni report creato. Figura

18 N.B. I manuali contenenti le specifiche tecniche sulla realizzazione delle stampe personalizzati tramite ZRep e/o Crystal Report è richiedibile al proprio supporto tecnico di riferimento telefonicamente o tramite . Inoltre, è prevista una funzione di importazione (pulsante Importa ) che consente di rendere disponibili all'operatore corrente le configurazioni comuni o le configurazioni di un altro operatore. Se l utente desidera velocemente riportare i valori di partenza per le configurazioni comuni o riferite all operatore corrente, è possibile selezionare il pulsante Ripristina che permette di impostare come default il modello di stampa automatico con relativo layout automatico. 4 Impostazioni avanzate con filtri e ordinamenti personalizzati In fase di stampa, accanto alle impostazioni principali con i relativi filtri standard è stata prevista una nuova scheda Avanzate, che permette all utente di scegliere e applicare filtri e ordinamenti personalizzati in base alla tipologia di stampa abbinata al formato di stampa selezionato (Figura 24). Figura 24 È possibile utilizzare delle impostazioni (preset) di filtri e ordinamenti specifiche, in base alla tipologia di stampa; tali filtri integrano quelli standard eventualmente impostati nelle altre schede, mentre l'ordinamento sostituisce quello impostato di default dalla procedura oppure quello selezionato nelle altre schede in fase di stampa. I preset possono essere creati tramite la funzione Personalizzazione impostazioni avanzate richiamabile dal pulsante Impostazioni. La scelta della tipologia di stampa stabilisce la corrispondente struttura dei campi di database disponibili per la stampa e, quindi, i filtri e l'ordinamento che possono essere impostati

19 Quando viene applicato un preset per una tipologia di stampa, la scheda Avanzate viene evidenziata con un asterisco (*). Inoltre, è possibile impostare come predefinito uno dei preset creati in precedenza in modo che venga sempre proposto per la relativa tipologia di stampa. 5 Note finali Le opzioni di stampa impostate nelle schede Caratteri e Opzioni della scelta Strumenti \ Opzioni \ scheda Stampa non sono valide per le stampe personalizzabili; pertanto, per modificare il carattere, occorre creare un nuovo layout tramite la scelta Layout per modelli di stampa automatici e nella scheda Caratteri scegliere l opzione Tutte le sezioni impostando il carattere desiderato. Se si desidera eseguire le stampe personalizzabili utilizzando il carattere Arial Normale 6 punti, occorre creare un Layout per modelli di stampa automatici impostando nella scheda Caratteri l opzione Tutte le sezioni e tramite il pulsante Carattere impostare Arial Normale 6 punti; questo perché la scelta Strumenti \ Opzioni non viene considerata. In fase di stampa, selezionando il modello di stampa personalizzato realizzato con lo strumento Fincati, alcune opzioni di stampa, relative alla visibilità delle informazioni, potrebbero non essere disponibili. In fase di stampa, selezionando la stampa con applicativo esterno, alcune opzioni di stampa, relative agli ordinamenti e alla visibilità delle informazioni, potrebbero non essere disponibili. Eseguendo la stampa dell Anagrafica articoli estesa, tra le impostazioni di stampa è presente l opzione Includi note articolo. Questa opzione non viene più considerata utilizzando il modello di stampa realizzato con lo strumento Fincati, in quanto è direttamente sul modello che viene inserito o meno il campo relativo alle note articolo. I modelli di stampa, relativi a documenti (Fattura, D.d.T., Ordine, ecc.) ed etichette realizzati precedentemente alla release 4.8.0, ma salvati con tale versione o una successiva, non potranno più essere utilizzati con versioni precedenti alla 4.8.0; pertanto, in caso di installazione in rete, l applicativo deve essere aggiornato su tutte le postazioni di lavoro. Copyright Zucchetti S.p.A. Tutti i diritti sono riservati, è vietata la distribuzione senza il consenso della Zucchetti S.p.A. Il presente documento ha una funzione esclusivamente di supporto tecnico; è vietata la riproduzione per scopi commerciali

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina: orientamento È possibile modificare le

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access sergiopinna@tiscali.it Seconda Parte: Ms Access (lezione #2) CONTENUTI LEZIONE Query Ordinamento Avanzato Maschere Report Query (interrogazioni) Gli strumenti

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

Fondamenti di informatica. Word Elaborazione di testi

Fondamenti di informatica. Word Elaborazione di testi Fondamenti di informatica Word Elaborazione di testi INTRODUZIONE Cos è Word? u Word è un word processor WYSIWYG (What You See Is What You Get) u Supporta l utente nelle operazioni di: Disposizione del

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

3.6 Preparazione stampa

3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina Le impostazioni del documento utili ai

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli Prerequisiti Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli L opzione Varianti articolo è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro e include tre funzionalità distinte: 1. Gestione

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo . Laboratorio di Informatica Facoltà di Economia Università di Foggia Prof. Crescenzio Gallo Word è un programma di elaborazione testi che consente di creare, modificare e formattare documenti in modo

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra:

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra: Capitolo 9 I GRAFICI Si apra il Foglio3 e lo si rinomini Grafici. Si crei la tabella seguente: Figura 104. Tabella grafico Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico.

Dettagli

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie Facoltà di Scienze Motorie CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO Una tabella che contiene parole e numeri che possono essere elaborati applicando formule matematiche e funzioni statistiche. Esame di Informatica

Dettagli

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi FONDAMENTI DI INFORMATICA 3 Elaborazione testi Microsoft office word Concetti generali Operazioni principali Formattazione Oggetti Stampa unione Preparazione della stampa Schermata iniziale di Word Come

Dettagli

Gestione della vendita al banco

Gestione della vendita al banco Indice degli argomenti Introduzione Operazioni preliminari Inserimento operazioni di vendita al banco Riepiloghi generali Contabilizzazione scontrini Assistenza tecnica Gestionale 1 0371 / 594.2705 loges1@zucchetti.it

Dettagli

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Il programma Gestione Negozi permette la gestione del materiale presso i clienti Benetton tramite le sue funzionalità di gestione anagrafica

Dettagli

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage Gestione home page egovernment L home page del portale Halley egovernment permette all Amministrazione di pubblicare contenuti e informazioni e di organizzarle in blocchi. Questa struttura per argomenti

Dettagli

REOL-Services Quick Reference Ver. 1.1 Contabilità [Base] Tecno Press Srl. 1

REOL-Services Quick Reference Ver. 1.1 Contabilità [Base] Tecno Press Srl. 1 In questa semplice guida sono riportate tutte le informazioni relative al prodotto Contabilità che vi permette, nella versione base, di gestire le anagrafiche dei clienti e dei fornitori, l emissione e

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Base offre la possibilità di creare database strutturati in termini di oggetti, quali tabelle, formulari, ricerche e rapporti, di visualizzarli e utilizzarli in diverse modalità.

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 Esistono molte versioni di Microsoft Word, dalle più vecchie ( Word 97, Word 2000, Word 2003 e infine Word 2010 ). Creazione di documenti Avvio di Word 1. Fare clic sul

Dettagli

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI 5.6 STAMPA In alcune circostanze può essere necessario riprodurre su carta i dati di tabelle o il risultato di ricerche; altre volte, invece, occorre esportare il risultato di una ricerca, o i dati memorizzati

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di Windows Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 IL DESKTOP Quando si avvia il computer, si apre la seguente schermata che viene

Dettagli

per immagini guida avanzata Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Una tabella Pivot usa dati a due dimensioni per creare una tabella a tre dimensioni, cioè una tabella

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del testo... 6 Selezione attraverso il mouse... 6 Selezione

Dettagli

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial &RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD Microsoft Word Tutorial Sommario Introduzione Formattazione del documento Formattazione della pagina Layout di pagina particolari Personalizzazione del documento Integrazione

Dettagli

Quaderni di formazione Nuova Informatica

Quaderni di formazione Nuova Informatica Quaderni di formazione Nuova Informatica Airone versione 6 - Funzioni di Utilità e di Impostazione Copyright 1995,2001 Nuova Informatica S.r.l. - Corso del Popolo 411 - Rovigo Introduzione Airone Versione

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di FrontPage Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo1 CREARE UN NUOVO SITO INTERNET Aprire Microsoft FrontPage facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

Database Modulo 2. Le operazioni di base

Database Modulo 2. Le operazioni di base Database Modulo 2 Le operazioni di base L architettura concettuale dei dati ha lo scopo di astrarre dal mondo reale ciò che in questo è concettuale, cioè statico. 2 In altri termini gli oggetti del mondo

Dettagli

Personalizza. Page 1 of 33

Personalizza. Page 1 of 33 Personalizza Aprendo la scheda Personalizza, puoi aggiungere, riposizionare e regolare la grandezza del testo, inserire immagini e forme, creare una stampa unione e molto altro. Page 1 of 33 Clicca su

Dettagli

Corsi ECDL 2008 2009 Fabio Naponiello

Corsi ECDL 2008 2009 Fabio Naponiello Chi inizia un'attività di ufficio con l ausilio di strumenti informatici, si imbatte subito nei comuni e ricorrenti lavori di videoscrittura. Redigere lettere, comunicati, piccole relazioni ecc, sono tipiche

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D

www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D M www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D SOMMARIO INTRODUZIONE...3 I comandi di base...5 I comandi di base...6 Avvio...7 Gestione Clienti...7 Gestione Fornitori...8 Gestione Prodotti...9 Help...10

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata.

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata. Microsoft Word 2007 Microsoft Office Word è il programma di elaborazione testi di Microsoft all interno del pacchetto Office. Oggi Word ha un enorme diffusione, tanto da diventare l editor di testi più

Dettagli

Word Elaborazione testi

Word Elaborazione testi I seguenti appunti sono tratti da : Consiglio Nazionale delle ricerche ECDL Test Center modulo 3 Syllabus 5.0 Roberto Albiero Dispense di MS Word 2003 a cura di Paolo PAVAN - pavan@netlink.it Word Elaborazione

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax 1 INDICE Capitolo 0: Per iniziare Configurazione. 3 Struttura del software.. 4 Utilizzo del software 5 Capitolo 1: Tabelle di base Clienti 6 Consulenti

Dettagli

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo Creazione di moduli Creazione di moduli Che cos'è un modulo? Un elenco di domande accompagnato da aree in cui è possibile scrivere le risposte, selezionare opzioni. Il modulo di un sito Web viene utilizzato

Dettagli

Capitolo 31: Modulo di offertistica - Stampa offerta

Capitolo 31: Modulo di offertistica - Stampa offerta Capitolo 31: Modulo di offertistica - Stampa offerta Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 3 Cortina d Ampezzo, 4 dicembre 2008 ELABORAZIONE TESTI Grazie all impiego di programmi per l elaborazione dei testi, oggi è possibile creare documenti dall aspetto

Dettagli

File/Salva File/Salva con nome. Strumenti/Opzioni/Dati utente Strumenti/Opzioni/Percorsi. ?/Guida di OpenOffice.org, F1, Maius+F1.

File/Salva File/Salva con nome. Strumenti/Opzioni/Dati utente Strumenti/Opzioni/Percorsi. ?/Guida di OpenOffice.org, F1, Maius+F1. Modulo 3 Elaborazione testi (Syllabus 5.0 OOo Writer) Le versioni per Linux e Windows sono praticamente identiche. I pochi casi di difformità nei comandi sono segnalati. Ricordarsi di utilizzare, dove

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli

Start/Tutti i programmi/ Microsoft Office/Word File/Chiudi Pulsante Chiudi File/Nuovo/Documento vuoto Modelli presenti. File/Salva File/Salva con nome

Start/Tutti i programmi/ Microsoft Office/Word File/Chiudi Pulsante Chiudi File/Nuovo/Documento vuoto Modelli presenti. File/Salva File/Salva con nome Nuova ECDL Word Processing Versione per Word 2010-2013 Nuovi elementi dell interfaccia utente Barra di accesso rapido (pulsanti Salva, Annulla, Ripeti/Ripristina) Pulsante Office Backstage (FILE) Barra

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

Open Office Writer - Elaborazione testi

Open Office Writer - Elaborazione testi Open Office Writer - Elaborazione testi Ricordarsi di utilizzare, dove possibile, i diversi tipi di tecniche per svolgere i compiti richiesti: 1. comandi della barra dei menu (con la tastiera e con il

Dettagli

CORSO PRATICO WinWord

CORSO PRATICO WinWord CORSO PRATICO WinWord AUTORE: Renato Avato 1. Strumenti Principali di Word Il piano di lavoro di Word comprende: La Barra del Titolo, dove sono posizionate le icone di ridimensionamento: riduci finestra

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0 Pagina I EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0 Modulo 3 Elaborazione testi Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 3, Elaborazione testi, e fornisce i fondamenti per il test di tipo

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole

Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole Prerequisiti Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole L opzione Lotti e matricole è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione Generale

Dettagli

Guida OpenOffice.org Writer

Guida OpenOffice.org Writer Guida OpenOffice.org Writer Le visualizzazioni di Writer Writer permette di visualizzare un documento in diverse maniere tramite: Visualizza->Schermo intero: permette di visualizzare il documento Writer

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

File/Salva con nome/ Casella Tipo file

File/Salva con nome/ Casella Tipo file Modulo 3 Elaborazione testi (Syllabus 5.0 Word XP) Ricordarsi di utilizzare, dove possibile, i diversi tipi di tecniche per svolgere i compiti richiesti: 1. comandi della barra dei menu (con la tastiera

Dettagli

Microsoft PowerPoint

Microsoft PowerPoint Microsoft introduzione a E' un programma che si utilizza per creare presentazioni grafiche con estrema semplicità e rapidità. Si possono realizzare presentazioni aziendali diapositive per riunioni di marketing

Dettagli

Aladino (Gestionale per Hotel)

Aladino (Gestionale per Hotel) Aladino (Gestionale per Hotel) Indice: 1 - Introduzione 2 - Configurazione - 2.1 Configurazione tipologie camere - 2.2 Configurazione Camere - 2.3 Configurazione Listino Camere - 2.4 Configurazione Listino

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file.

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file. Archivia Modulo per l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni Il modulo Archivia permette l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni (siano esse un immagine,

Dettagli

Concetti Fondamentali

Concetti Fondamentali EXCEL Modulo 1 Concetti Fondamentali Excel è un applicazione che si può utilizzare per: Creare un foglio elettronico; costruire database; Disegnare grafici; Cos è un Foglio Elettronico? Un enorme foglio

Dettagli

HORIZON SQL CARTELLA ANAGRAFICA

HORIZON SQL CARTELLA ANAGRAFICA 1-1/12 HORIZON SQL CARTELLA ANAGRAFICA 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni generali... 1-2 2 FUNZIONI SULLE ANAGRAFICHE... 2-3 Nuova Anagrafica... 2-3 Scelta del file... 2-3 Controllo Omonimia... 2-4

Dettagli

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza I grafici in Excel... 1 Creazione di grafici con i dati di un foglio di lavoro... 1 Ricerca del tipo di grafico più adatto... 3 Modifica del grafico...

Dettagli

Microsoft Word Nozioni di base

Microsoft Word Nozioni di base Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Word Nozioni di base Esercitatore: Fabio Palopoli SOMMARIO Esercitazione n. 1 Introduzione L interfaccia di Word Gli strumenti di Microsoft Draw La guida

Dettagli

Scrutinio Argo Software s.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

Scrutinio Argo Software s.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 INDICE INDICE...2 PREMESSA...3 MENÙ PRINCIPALE...4 ICONE UTILIZZATE PER ACCEDERE ALLE PROCEDURE PIÙ FREQUENTEMENTE USATE...5 ICONE UTILIZZATE NELLE PROCEDURE DI STAMPA...6 SISTEMA...7 SCRUTINI...7 CARICAMENTO

Dettagli

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera WORD per WINDOWS95 1.Introduzione Un word processor e` come una macchina da scrivere ma con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera ed appare sullo schermo. Per scrivere delle maiuscole

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen Prerequisiti Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen L opzione Touch è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro; per sfruttarne al meglio

Dettagli

[Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel

[Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel [Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel Aperta in Excel una nuova cartella (un nuovo file), salviamo con nome in una precisa nostra cartella. Cominciamo con la Formattazione del foglio di lavoro.

Dettagli

Appunti di: MICROSOFT EXCEL

Appunti di: MICROSOFT EXCEL Appunti di: MICROSOFT EXCEL INDICE PARTE I: IL FOGLIO ELETTRONICO E I SUOI DATI Paragrafo 1.1: Introduzione. 3 Paragrafo 1.2: Inserimento dei Dati....4 Paragrafo 1.3: Ordinamenti e Filtri... 6 PARTE II:

Dettagli

DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT

DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT La App Documentale (detta anche Docuvision) permette di attivare il modulo tramite il quale si possono acquisire direttamente i documenti prodotti da Mexal Express

Dettagli

9 Word terza lezione 1

9 Word terza lezione 1 9 Word terza lezione 1 Elenchi puntati È possibile inserire elenchi puntati tramite un icona sulla barra di formattazione o tramite il menu formato Elenchi puntati e numerati 2 Elenchi numerati Il procedimento

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

Operazioni fondamentali

Operazioni fondamentali Elaborazione testi Le seguenti indicazioni valgono per Word 2007, ma le procedure per Word 2010 sono molto simile. In alcuni casi (per esempio, Pulsante Office /File) ci sono indicazioni entrambe le versioni.

Dettagli

MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008

MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008 MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008 Tutti i nominativi riportati in questo documento sono inventati e non riconducibili a nessuna persona realmente esistente (in ottemperanza

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (48 ORE)

PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (48 ORE) PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (48 ORE) Il programma del corso Office Base è costituito da 5 moduli (Word, Excel, PowerPoint, Access, Internet, Posta elettronica, Teoria e sistemi operativi) di cui elenchiamo

Dettagli

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE 6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE Le funzionalità di Impress permettono di realizzare presentazioni che possono essere arricchite con effetti speciali animando gli oggetti o l entrata delle diapositive.

Dettagli

Traccia delle lezioni svolte in laboratorio Excel 2003. Excel 2003 Excel 2010

Traccia delle lezioni svolte in laboratorio Excel 2003. Excel 2003 Excel 2010 Traccia delle lezioni svolte in laboratorio Excel 2003 Excel 2003 Excel 2010 INTRODUZIONE A EXCEL EXCEL è un programma di Microsoft Office che permette di analizzare grandi quantità di dati (database)

Dettagli

STRUMENTI. Impostare una presentazione I programmi di presentazione

STRUMENTI. Impostare una presentazione I programmi di presentazione STRUMENTI Impostare una presentazione I programmi di presentazione I programmi per la creazione di documenti multimediali basati su diapositive (o lucidi) consentono di presentare, a un pubblico più o

Dettagli

Piccola guida a Microsoft Word 2003

Piccola guida a Microsoft Word 2003 Pagina 1 di 8 Indice Piccola guida a Microsoft Word 2003 ELEMENTI DI CARATTERE GENERALE I. Per visualizzare le barre degli strumenti II. Per inserire un intestazione o un piè di pagina III. Per modificare

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli

EasyRun-Light 3.5. Supervisore PC-DMIS e TutoRun

EasyRun-Light 3.5. Supervisore PC-DMIS e TutoRun EasyRun-Light 3.5 Supervisore PC-DMIS e TutoRun 1. Descrizione del programma * Permette di eseguire programmi PC-DMIS o Tutor utilizzando interfaccia semplificata. * Permette di eseguire le misure su pallet

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

SCRIVERE TESTI CON WORD

SCRIVERE TESTI CON WORD SCRIVERE TESTI CON WORD Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello occorre un programma di elaborazione testo. Queste lezioni fanno riferimento al programma più conosciuto: Microsoft

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

Formattazione e Stampa

Formattazione e Stampa Formattazione e Stampa Formattazione Formattazione dei numeri Formattazione del testo Veste grafica delle celle Formattazione automatica & Stili Formattazione dei numeri Selezionare le celle, poi menu:

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 4.9.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli