Economia e Politica agroalimentare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Economia e Politica agroalimentare"

Transcript

1 Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Facoltà di Agraria Economia e Politica agroalimentare Corso di Laurea: Scienze e Tecnologie Alimentari

2 E-Commerce New economy Il concetto di "New Economy" è stato coniato sul finire degli anni 90. In linea di massima, con il termine "New Economy"si indicano le attività, le aziende e gli investimenti basati sulle nuove tecnologie informatiche e telematiche gestibili su Internet, tant è che si può parlare anche di Net Economy. La differenza tra la New Economy e la Old Economy perchè offre la possibilità di operare in un mercato globale abbattendo i costi di gestione e di non essere vincolati a uno spazio definito quale può essere la sede fisica di una società o di un esercizio commerciale. Alcune caratteristiche restano però uguali: business plan ben redatti, risorse finanziarie adeguate, buone strategie di marketing. Fondamentale risulta la capacità di stringere accordi e relazioni proficue con molteplici attori anche esterni alla realtà aziendale. Definizione di commercio elettronico Esistono modi diversi per riferirsi all unico concetto di Commercio Elettronico: alcuni parlano di Commercio via Internet, altri di commercio digitale, altri ancora delle stesse cose utilizzando analoghe parole inglesi (come di e-business, e-commerce e altro). Il comune denominatore delle diverse definizioni di Commercio Elettronico sta nel fatto che tutte queste attività vengono svolte sulla rete Internet. La definizione di e- commerce data dalla Commissione Europea è la seguente: Qualsiasi forma di transazione economica nella quale le parti, avvalendosi di reti di telecomunicazione, interagiscono elettronicamente piuttosto che attraverso un diretto contatto fisico (Commissione Europea, Information Society Promotion Office). Il Ministero dell'industria, del Commercio e dell'artigianato lo definisce in questo modo: L'E-Commerce * + consiste nello svolgimento di attività commerciali e di transazioni per via elettronica e comprende attività diverse quali: la commercializzazione di beni e servizi per via elettronica, la distribuzione on-line di contenuti digitali, l'effettuazione per via elettronica di operazioni finanziarie e di borsa, gli appalti pubblici per via elettronica ed altre procedure di tipo transattivo della pubblica Amministrazione. Un ulteriore definire può essere quella che definisce il Commercio Elettronico come un insieme di scambi, mediati dalla tecnologia, tra soggetti (individui, organizzazioni o individui e organizzazioni), e delle attività intra o interorganizzative a base elettronica che li facilitano (Rayport, Jaworsky, 2002). In sostanza non è strettamente necessario arrivare a vendere un bene via Internet per fare commercio elettronico; si può fare commercio elettronico anche semplicemente per migliorare in qualche misura un attività commerciale. Tipologie di e-commerce, vantaggi e svantaggi Il commercio elettronico può coinvolgere fondamentalmente tre attori: le aziende, i consumatori e la pubblica amministrazione. Amministra-zione Pubblica Aziende Consu-matori Amministrazione pubblica G2G (coordinamento tra enti) G2B (informazione) G2C (informazione) Aziende B2G (approvvigionamento) B2B (commercio elettronico) B2C (commercio elettronico)

3 Consumatori C2G (fisco on line) C2B (comparazione prezzi) C2C (aste on line) Possono quindi essere distinte quattro forme di commercio elettronico: Intra-business: trasferimento di informazioni e documenti commerciali in un formato elettronico; molto importante nelle industrie in cui circolano volumi molto elevati di scorte (come le industrie alimentari e automobilistiche); B2B (business to business): transazioni commerciali tra aziende; coinvolge un numero limitato di soggetti; gli importi sono mediamente elevati e generalmente sono gestiti off line; B2C (business to consumer): acquisto di beni e servizi da parte del consumatore finale; C2C (consumer to consumer): compratori e venditori si incontrano in rete per prendere parte ad un asta che può riguardare qualsiasi tipo di prodotto; solitamente si scambia un sono articolo per volta. E possibile inoltre individuare quattro applicazioni fondamentali per cui si può comporre una soluzione concreta di commercio elettronico: 1. migliorare l efficacia della comunicazione aziendale verso l esterno, a fini di marketing o per ottenere una maggiore reattività; 2. agire sulla qualità del servizio al cliente, migliorando la cura e l assistenza di pre e post vendita; 3. ridefinire internamente i processi aziendali, utilizzando la Rete per integrare su un unico supporto i flussi di lavoro con l obiettivo di aumentare i vantaggi (efficienza, riduzione dei costi); 4. utilizzare la Rete come vero e proprio canale di vendita, sul quale sia possibile individuare i prodotti di interesse ed effettuare la transazione economica. Esistono numerosi vantaggi derivanti da questo nuovo modo di fare business, sia per il consumatore che per le imprese: Vantaggi per il consumatore: o Maggiore ampiezza di scelta; o Possibilità di accesso ad un numero illimitato di informazioni commerciali, servizi e prodotti; o Personalizzazione dei prodotti e dei servizi; o Contrazione dei tempi di risposta alla domanda; o Riduzione dei prezzi alla domanda finale; Vantaggi per le imprese: o Abbattimento di qualsiasi barriera geografica e raggiungimento di un numero maggiore di consumatori; o Aumento del profitto; o Abbattimento delle barriere di entrata sul mercato, specialmente per le aziende di piccola dimensione; o Personalizzazione dell offerta; o Riduzione dei costi di gestione delle offerte, delle forniture e del magazzino.

4 In pratica, il motivo basilare che spinge un impresa a fare commercio elettronico sta nel fatto che la rete Internet è ormai non solo un mezzo attraverso il quale promuovere e vendere i prodotti, ma anche uno strumento attraverso il quale poter interagire direttamente con il consumatore. Tutto ciò finisce con influenzare tutto il processo di marketing e quindi anche lo studio dei potenziali di domanda, dei comportamenti d acquisto e la ricerca di informazioni sul mercato. Di conseguenza, l e-commerce rende necessarie all interno dell azienda alcune modifiche di ordine produttivo, distributivo, organizzativo, commerciale e di marketing che dovranno essere spinte da una nuova mentalità in perfetta corrispondenza con i nuovi bisogni di comunicazione dell uomo e delle imprese stesse. D altro canto, esistono alcuni limiti all e-commerce: Tecnologie disponibili insufficienti; Limitata diffusione di strumenti informatici presso le famiglie; Ridotta alfabetizzazione degli addetti; Cultura del consumo; Timore verso modalità di pagamento elettroniche e diffidenza verso i sistemi di consegna; Aspetti istituzionali; Uno degli errori classici è che molte aziende si sono catapultate nel mondo del Web senza avere un idea di come muoversi o semplicemente trasponendo lo stile organizzativo dell offline nell e-business. Al contrario occorre rivedere tutta l attività commerciale e la cultura dell azienda. Sicurezza e aspetti normativi Il problema della sicurezza è il principale freno allo sviluppo dell e-commerce; in particolar modo, la garanzia nelle transazione online è uno degli aspetti fondamentali e che più preoccupano il consumatore. Esistono forme ibride di commercio elettronico, che prevedono il pagamento off line (contrassegno, vaglia postale o tramite bonifico bancario); nella forma pura di commercio elettronico la transazione viene completata online (carta di credito). Per vincere lo scetticismo dei consumatori e aumentare la fiducia nei negozi virtuali si stanno studiando nuovi mezzi di pagamento alternativi alla tipica carta di credito (carta prepagata). Un altro sistema di pagamento utilizzato solitamente nel B2B è il Telepay, un insieme di servizi di pagamento sicuri basati su protocolli di sicurezza, ideato dalla SSB (Società per i Servizi Bancari). Per quel che riguarda gli aspetti normativi, in linea generale ogni attività economica di Commercio Elettronico presuppone il rispetto delle stesse regole previste per le attività esercitate in maniera tradizionale. Dal punto di vista fiscale il Commercio Elettronico prevede tutte le principali forme impositive: dazi doganali, IVA e imposte sul reddito. Quindi chi decide di svolgere un attività di Commercio Elettronico dovrà pianificare le proprie scelte analizzando attentamente i vantaggi e gli svantaggi di carattere fiscale. Per quel che riguarda la regolamentazione internazionale, l Unione Europea ha stabilito una serie di norme: Direttiva 2000/31/CE del Parlamento europeo e del Consiglio dell'8 giugno 2000 ("Direttiva sul commercio elettronico"); Direttiva 97/7/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 maggio 1997, in materia di contratti a distanza; Direttiva 1999/93/CE del Parlamento e del Consiglio del 13 dicembre 1999, relativa alle firme elettroniche; Comunicazione COM (2001) 11 sulle frodi nel quadro delle norme comunitarie relative ai mezzi di pagamento elettronici; Piano d'azione per la criminalità informatica COM (2000) 890;

5 Direttiva 97/66/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, sul trattamento dei dati personali e sulla tutela della vita personale nel settore delle telecomunicazioni. A livello nazionale sono state invece emanante le seguenti norme: Articolo 15, comma 2, della legge 15 marzo 1997, n. 59 (legge Basanini-1), sugli atti, i dati e i documenti formati dalla Pubblica Amministrazione e dai privati con strumenti informatici o telematici; D.lgs. 31 marzo 1998 n Riforma della disciplina relativa al settore del commercio elettronico. L'art. 18 del decreto disciplina la "vendita per corrispondenza, televisione o altri sistemi di comunicazione", comprendendo quindi tutte le ipotesi di vendita al dettaglio attraverso un sito Internet; D.Lgs. 22 maggio 1999 n. 185: Attuazione della direttiva 97/7/CE relativa alla protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza (o negoziati mediante l'uso di strumenti informatici e telematici); Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, sulla disciplina della privacy. Situazione mondiale e italiana Nonostante la crisi economica internazionale, i dati del commercio elettronico sono in costante crescita. E stato stimato infatti come entro il 2014, l e-commerce dovrebbe beneficiare di una crescita annua dell 11% nell Europa occidentale e del 10% negli Stati Uniti. Nel Vecchio Continente, lo shopping online dovrebbe totalizzare 114 miliardi di euro nel 2014 (40 miliardi di euro nel Regno Unito, 27 miliardi in Germania e 17 miliardi in Francia), contro i 68 miliardi del Negli Stati Uniti, dovrebbe raggiungere i 248,7 miliardi di dollari nel 2014 (182,4 miliardi di euro) contro i 155,2 miliardi di dollari (182,4 miliardi di euro) dello scorso anno. Il fatturato complessivo dell e-commerce in Italia nel 2009 è stato di circa 10 miliardi di euro. I settori che trainano l e-commerce nel nostro paese sono l intrattenimento, che rappresenta il 42,2% del mercato e che è costuito soprattutto dal settore dei giochi e delle scommesse online, il turismo, che costituisce il 35% del mercato, e l elettronica di consumo, con l 8,7 del totale delle vendite online. Anche nel 2009, nonostante la crisi, l e-commerce in Italia ha fatto registrare un tasso di crescita del tutto rispettabile, pari al 58% sul 2008, una crescita più alta del 30,7% registrata l anno precedente. Se si vanno invece ad esaminare i dati dell'e-commerce solo B2C in Italia il fatturato del 2009 è stato di 5,6 miliardi di euro, -2% rispetto al Secondo questi dati, il 51% del valore dell e-commerce B2C è rappresentato dal turismo, mentre sono cresciute le vendite online di abbigliamento e editoria. Per quanto riguarda la tipologia di beni e servizi che possono essere commercializzati in rete, ai primi posti rimangono costantemente i settori dell informatica e del turismo. In entrambi i casi le ragioni del successo vanno ricercate nella possibilità di confrontare listini, offerte o le caratteristiche tecniche dei modelli senza dover entrare in decine di negozi, di tagliare i costi, di provare un programma per un periodo di tempo limitato (nel caso di acquisto di software) prima di effettuare l'acquisto o nella facilità di prenotazione. Il ritardo dell Italia è dovuto a una serie differente di fattori: limitata presenza on-line degli operatori della Grande Distribuzione, che è invece è stata un fattore determinante nello sviluppo del commercio elettronico in altri paesi (come ad esempio negli Stati Uniti);

6 complessità intrinseca nella vendita on-line di alcune categorie di prodotto che sono alla base della produzione italiana (ad esempio, i prodotti agroalimentari) e limitata quantità di prodotti disponibili; scarsa capacità di innovazione, non supportata da investimenti adeguati e da un costante impegno nella ricerca; mancanza di conoscenza delle tecnologie, soprattutto rispetto all'argomento sicurezza; tempi di consegna lunghi e costi elevati; scarsa informazione da parte dei venditori; processi burocratici piuttosto complessi. E-commerce agroalimentare Lo sviluppo dell e-commerce nel campo agroalimentare presenta innanzitutto dei vincoli intrinseci alla sua stessa natura: deperibilità del prodotto; valore del contatto fisico; basso valore unitario. Questi fattori possono far sì che la pratica dell acquisto via internet dei generi alimentari possa essere fortemente frenata dallo scetticismo dei consumatori. Accanto agli eventuali problemi tecnici e logistici, a frenare lo sviluppo dell e-commerce agroalimentare si aggiungono poi le possibili difficoltà nei trasporti, che fanno lievitare di molto i costi, oltre all abitudine che hanno in molti di fare la spesa personalmente, nel negozio prima e ora nei supermercati. Tra le altre cause vi è lo spauracchio delle truffe, delle imitazioni e delle contraffazioni, nonché il pericolo connesso alla salubrità, con le eventuali manipolazioni delle scadenze dei prodotti proposti alla vendita. D altro canto l e-commerce agroalimentare garantisce significative opportunità a chi vuole intraprendere una attività di questo genere: raggiungimento di nuovi clienti, non facilmente raggiungibili attraverso gli strumenti convenzionali, possibile grazie all abbattimento di quelle barriere all ingresso che per molto tempo hanno reso difficile i rapporti con i mercati esteri; nuovi livelli di efficienza lungo la filiera agricola, industriale e commerciale; esclusione del problema del traffico e delle lunghe attese alla cassa; riempimento del carrello con un semplice click e possibilità di fare la spesa 24 ore al giorno; consegna a domicilio evitando consumi di benzina ed inutili code nelle strade più trafficate; acquisto di beni ingombranti (difficoltà logistica) e non usuali. In special modo, l e-commerce agroalimentare può rappresentare una particolare opportunità per la valorizzazione dei prodotti tipici. Il prodotto tipico, che presenta una fattura artigianale e una scarsa reperibilità sul mercato tradizionale, se presente in rete con la giusta strategia di web-marketing permette la collocazione delle imprese italiane in quei comparti del mercato virtuale che dimostrano crescente interesse per questa tipologia di offerta e quindi permette alle imprese di raggiungere un più vasto numero di potenziali clienti, che prima non erano abbordabili. Può essere quindi particolarmente utile per quelle aziende che vendono prodotti di alta qualità e che si rivolgono ad una nicchia di mercato ben definita. Il fattore di maggiore successo è che questi prodotti si rivolgono ad un target di persone che sono disposte a spendere anche di più, anche online, a patto di ricevere un prodotto di fascia alta. Per effettuare una buona attività di e-commerce nel settore alimentare e dei prodotti tipici bisognerebbe quindi:

7 avere prodotti di elevata qualità; fornire nel proprio sito una adeguata descrizione dei prodotti, cercando di soffermarsi su quei particolari che spiegano l unicità del prodotto; gestire le spedizioni dei prodotti con puntualità; gestire bene il post-vendita. I vantaggi delle tecnologie digitali possono essere sfruttate soprattutto dalle piccole imprese che, sia per il limitato costo di investimento richiesto per lo sviluppo e la gestione del sito, sia per l eliminazione delle barriere all entrata, possono in questo modo entrare in competizione con le grandi aziende collocando sul mercato quei prodotti di carattere locale e fortemente radicati al territorio (di nicchia) dei quali è molto ricco il nostro paese ma che, fino ad adesso, risultano molte volte presenti solamente su piccoli mercati a diffusione locale. L utilizzo del canale di vendita virtuale è importante anche perché attraverso esso si può giungere ad una cambiamento della struttura della catena distributiva alimentare. In questo modo le piccole imprese possono instaurare un rapporto diretto con il consumatore, in modo tale da poter evitare la tradizionale forma di intermediazione e, di conseguenza, appropriarsi di una porzione del valore che solitamente si perde perché va a finire agli intermediari. Tipologie di siti I generazione: communication mix (trasferimento dei contenuti propri della comunicazione di massa cartacei); flusso informativo unidirezionale (siti informativi-istituzionali e promozionali); II generazione: primo livello di interattività con il navigatore, attraverso lo strumento dell (considerato un mezzo del customer service); III generazione: elevato livello di interattività e personalizzazione: flusso informativo bidirezionale (acquisizione di informazioni utili per disegnare strategie di webmarketing) Organizzazione del sito L efficacia di qualsiasi attività commerciale si basa sulla capacità di catalizzare l attenzione del potenziale acquirente e di convincerlo ad acquistare i prodotti e i servizi offerti. Il primo aspetto per invogliare l utente all acquisto è quello di operare sull usabilità del sito: Le due macroaree del sito su cui intervenire sono: Tecnologia; Marketing; Comunicazione; presentazione dell azienda; informazione e servizi Web Marketing Il Web Marketing è l'insieme di tutte le azioni di marketing che hanno come mezzo di attuazione il web; serve a dare risalto a un sito, ad una promozione, ad una marca; permette di trovare nuovi clienti, fidelizzare quelli acquisiti, pubblicizzare prodotti e servizi. In pratica si tratta di una attività di marketing applicato al web. L obiettivo principale di una campagna di Web Marketing è garantire una eccellente

8 visibilità ai siti web dei clienti. Effettuare una campagna di Web Marketing significa valutare e utilizzare al meglio le peculiarità della rete Internet: Interazione: comunicazione istantanea, flessibile e reticolare; Personalizzazione: rapporto diretto col cliente; Misurabilità: delle interazioni attraverso file di log, impression, conversion rate. Principale obiettivo del WM risulta lo sviluppo del traffico online attraverso due componenti essenziali: gli strumenti: affiliazioni, motori, digital couponing (strumenti pull); pubblicità vera e propria: banner, pop-up, shutter, skyscraper, sponsorizzazioni (strumenti push). Sostanzialmente il Web Marketing Può essere definito come una forma di direct marketing, che deriva dall interazione delle teorie di marketing con le tecnologie delle reti, attraverso cui l impresa può avviare interattività con il cliente (interactive marketing), contando su un numero crescente di possibilità di contatto dovuti alla presenza di nuovi canali tra cui Internet. La promozione di un sito Web può prevedere i seguenti momenti: 1. comunicazione attraverso gli strumenti dell azienda o con comunicati stampa ad hoc; 2. pubblicità sui canali tradizionali; 3. pubblicità sui siti della Rete; 4. segnalazione nei motori di ricerca della Rete; 5. scambio di link con altri siti. Il Web Marketing si basa sulle cosiddette 7C, ovvero i 7 strumenti attraverso cui l azienda può operare una strategia web. Essi sono: 1. Contenuto: tutte le forme di contenuti web, dai testi alle immagini ai video, che servono a definire l ampiezza del sito, la sua qualità grafica e la frequenza di aggiornamento; 2. Comfort (Design): è costituito dalla grafica delle pagine web, che determinano l accessibilità e la navigabilità del sito; una buona progettazione permette una migliore percezione di qualità; 3. Customer Service and Support: tutte quelle operazioni di supporto al cliente, quali servizio di informazione sui prodotti, tracciabilità, servizi offerti ai clienti, sicurezza transazioni, ma motori di comparazione prezzi e la ricerca in loco o geolocalizzazione (in siti web e portali): fondamentale è anche avere il sito in più lingue (di solito almeno l inglese); 4. Context: riguarda la tipologia del sito e la sua funzione; 5. Community: gli strumenti attraverso cui l impresa conosce i suoi clienti; ciò include i sistemi di gestione dei contatti e tutti quegli strumenti attraverso cui i clienti esistenti e potenziali interagiscono con il sito web; 6. Choice: riguarda i prodotti offerti, la tipologia, la gamma e la caratterizzazione dell offerta; 7. Convenience: riguarda l incidenza sui costi di spedizione.

Progetto Analisi del fenomeno della precoce mortalità delle imprese e del passaggio generazionale

Progetto Analisi del fenomeno della precoce mortalità delle imprese e del passaggio generazionale Progetto Analisi del fenomeno della precoce mortalità delle imprese e del passaggio generazionale progetto realizzato con il contributo Segreteria organizzativa Adeguarsi al cambiamento E-commerce e organizzazione

Dettagli

ecommerce Un nuovo modello di business per un mercato che cambia

ecommerce Un nuovo modello di business per un mercato che cambia Torino, 25 novembre 2011 ecommerce Un nuovo modello di business per un mercato che cambia Dr. Alessandro Aldrovandi Private & Consulting S.p.A. Definizione Per commercio elettronico (ecommerce)) si intende

Dettagli

Store.Valtellina.it. Descrizione iniziativa

Store.Valtellina.it. Descrizione iniziativa Store.Valtellina.it Descrizione iniziativa Sondrio, 28 Maggio 2010 1 STORE.VALTELLINA.IT - INFORMATIVA ALLE IMPRESE 1.1 Introduzione Store.Valtellina.it nasce per promuovere i prodotti di eccellenza del

Dettagli

L'E-COMMERCE FA BENE ALL'IMPRESA

L'E-COMMERCE FA BENE ALL'IMPRESA L'E-COMMERCE FA BENE ALL'IMPRESA Workshop di CNA Unione Comunicazione Grosseto Relatori Dott. Carlo Vivarelli www.bit-runners.it Dott. Achille Ferraro www.bit-runners.it COSA SIGNIFICA? E-commerce, in

Dettagli

BIBLIOGRAFIA. A. Mandelli, Internet Marketing, Mc Graw-Hill, 1998. P. Seybold, R. Marshak, Customers.com, Business International, 1998

BIBLIOGRAFIA. A. Mandelli, Internet Marketing, Mc Graw-Hill, 1998. P. Seybold, R. Marshak, Customers.com, Business International, 1998 BIBLIOGRAFIA A. Mandelli, Internet Marketing, Mc Graw-Hill, 1998 P. Seybold, R. Marshak, Customers.com, Business International, 1998 D. Peppers, M. Rogers, B. Dorf, Marketing One To One, Il Sole 24 Ore,

Dettagli

Il commercio elettronico: quali passi compiere per aprire la propria vetrina sul web

Il commercio elettronico: quali passi compiere per aprire la propria vetrina sul web 2012 Il commercio elettronico: quali passi compiere per aprire la propria vetrina sul web Progetto finanziato da Reggio Emilia 1 Sommario Le tipologie di e-commerce Gli strumenti per l allestimento di

Dettagli

Il Commercio Elettronico

Il Commercio Elettronico Il Commercio Elettronico Ringraziamenti prof. Francesco Dalla Libera Corso di Commercio Elettronico, Dipartimento di Informatica, Università Ca' Foscari di Venezia. Moreno Marzolla INFN Sezione di Padova

Dettagli

L attività tipica è la vendita attraverso negozi on-line (amazon, cdnow) e-mall o cybermall aste elettroniche (ebay) (B2C) (B2B)

L attività tipica è la vendita attraverso negozi on-line (amazon, cdnow) e-mall o cybermall aste elettroniche (ebay) (B2C) (B2B) Conoscere l e-commerce Fare e-commerce significa condurre affari su Internet Fra le attività principali vendita di prodotti e servizi marketing on-line collaborazione con aziende esterne gestione della

Dettagli

L azienda di fronte all e-business

L azienda di fronte all e-business L azienda di fronte all e-business Opportunità per le imprese Il cambiamento portato dalla Rete produce opportunità e benefici: ma l ottenimento dei risultati positivi è frutto di una revisione degli stili

Dettagli

Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti. (Bob Phibbs)

Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti. (Bob Phibbs) 1 Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti (Bob Phibbs) 2 Via della Conciliazione 3 Via della Conciliazione 4 Negozi vuoti per la contrazione dei consumi Le lunghe code per comprare

Dettagli

RINCONVERSIONE DEL BUSINESS, GLOBALIZZAZIONE DELL OFFERTA E NUOVE TECNOLOGIE DI RIFERIMENTO: IL CASO DI WWW.PCXSOFT.COM

RINCONVERSIONE DEL BUSINESS, GLOBALIZZAZIONE DELL OFFERTA E NUOVE TECNOLOGIE DI RIFERIMENTO: IL CASO DI WWW.PCXSOFT.COM RINCONVERSIONE DEL BUSINESS, GLOBALIZZAZIONE DELL OFFERTA E NUOVE TECNOLOGIE DI RIFERIMENTO: IL CASO DI WWW.PCXSOFT.COM Emilio Spera 4/11/2001 e.spera@tiscalinet.it IL PIANO DI MARKETING ON LINE di PCX

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Applicazioni Business to Consumer

Applicazioni Business to Consumer Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi A3_1 V1.4 Applicazioni Business to Consumer Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per

Dettagli

Web Communication Strategies

Web Communication Strategies Web Communication Strategies The internet is becoming the town square for the global village of tomorrow. Bill Gates 1 ottobre 2013 Camera di Commercio di Torino Barbara Monacelli barbara.monacelli@polito.it

Dettagli

Marketing nel commercio elettronico Parte 1

Marketing nel commercio elettronico Parte 1 Marketing nel commercio elettronico Parte 1 Dr. Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Marketing Marketing: insieme

Dettagli

Plurimpresa/e-commerce. soluzione di commercio elettronico

Plurimpresa/e-commerce. soluzione di commercio elettronico Plurimpresa/e-commerce soluzione di commercio elettronico Plurimpresa/e-commerce Plurimpresa/e commerce è la soluzione di Commercio Elettronico di Plurima Software utilizzabile, sia dal cliente consumer

Dettagli

E-Commerce. Commerce, vendere sul web. Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano. stefano.mainetti@polimi.it. Trento, 4 marzo 2010

E-Commerce. Commerce, vendere sul web. Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano. stefano.mainetti@polimi.it. Trento, 4 marzo 2010 E-Commerce Commerce, vendere sul web Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano stefano.mainetti@polimi.it Trento, 4 marzo 2010 E-Commerce Commerce: una definizione Il termine e-commerce indica

Dettagli

AMMINISTRAZIONE AZIENDALE E-COMMERCE

AMMINISTRAZIONE AZIENDALE E-COMMERCE ` This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO TECA DEL MEDITERRANEO

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO TECA DEL MEDITERRANEO Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO TECA DEL MEDITERRANEO Cap.12 Raggiungere nuovi clienti attraverso il marketing digitale

Dettagli

Questionario per i commercianti

Questionario per i commercianti Questionario per i commercianti Paese * : Sesso: Uomo Donna Età: 20-35 36-50 51-65 più di 65 In quale di questi settori si colloca la sua attività commerciale? Agricoltura, attività in campo forestale,

Dettagli

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS in collaborazione con FACEBOOK PER IL BUSINESS MODULO BASE A giugno 2014 Facebook festeggia 30 milioni di piccole imprese attive con una pagina aziendale sui propri canali.

Dettagli

Arredoufficio On line S.a.s.

Arredoufficio On line S.a.s. ARREDOUFFICIO ON LINE S.A.S. 1. PROFILO DELLA SOCIETÀ La società nasce nel 1999 da un idea imprenditoriale di Gianfranco Comelli, che, forte di una lunga esperienza nel settore dell arredamento d interni,

Dettagli

Commercio elettronico

Commercio elettronico Commercio elettronico Definizione di un nuovo modo di commerciare La scoperta di un nuovo mondo Internet rappresenta un fenomeno raro nella storia della civiltà: crescita continua per oltre due decenni

Dettagli

VENDERE IN RETE GUIDA AL COMMERCIO ELETTRONICO PER LA VOSTRA AZIENDA

VENDERE IN RETE GUIDA AL COMMERCIO ELETTRONICO PER LA VOSTRA AZIENDA VENDERE IN RETE GUIDA AL COMMERCIO ELETTRONICO PER LA VOSTRA AZIENDA VENDERE IN RETE GUIDA AL COMMERCIO ELETTRONICO PER LA VOSTRA AZIENDA GUIDA ALL E-COMMERCE Questo volume rientra nelle attività dell

Dettagli

Business Consumer Solution. Il compagno ideale

Business Consumer Solution. Il compagno ideale Business Consumer Solution Il compagno ideale per l e-business è la soluzione per l E-Business sviluppata da Treenet per la gestione del commercio elettronico dell'impresa. soddisfa le esigenze di aziende

Dettagli

Giovanni Mocci Cosimo Turrisi Dottore Commercialista, Revisori contabili

Giovanni Mocci Cosimo Turrisi Dottore Commercialista, Revisori contabili Giovanni Mocci Cosimo Turrisi Dottore Commercialista, Revisori contabili ~ E COMMERCE TRANSAZIONI COMMERCIALI VIA INTERNET ASPETTI GESTIONALI ED OPERATIVI DI TIPO CIVILISTICO E FISCALE Versione aggiornata

Dettagli

2L E-COMMERCE FA PER TE?

2L E-COMMERCE FA PER TE? 2L E-COMMERCE FA PER TE? 2 L e-commerce fa per te?... 11 2.1 Chi può vendere e che cosa vendere on line?... 12 2.2 Alle aziende fa bene... 20 2.3 e al cliente piace... 24 2.4 In Rete c è posto: il mercato

Dettagli

ICT e Sistemi informativi Aziendali. ICT e Sistemi informativi Aziendali. Sommario. Materiale di supporto alla didattica

ICT e Sistemi informativi Aziendali. ICT e Sistemi informativi Aziendali. Sommario. Materiale di supporto alla didattica ICT e Sistemi informativi Aziendali Materiale di supporto alla didattica ICT e Sistemi informativi Aziendali Capitolo III Business digitale Sommario Business Digitale E-commerce Sistemi di pagamento Rete

Dettagli

Alcuni Dati. Alcuni Dati Nostre elaborazioni su dati ISTAT - CIS (2001) Settore agroalimentare locale

Alcuni Dati. Alcuni Dati Nostre elaborazioni su dati ISTAT - CIS (2001) Settore agroalimentare locale Alcuni Dati Nostre elaborazioni su dati ISTAT - CIS (2001) La valorizzazione dei prodotti agroalimentari locali nella Grande Distribuzione Imprese agroalimentari sul totale delle imprese censite Addetti

Dettagli

ecommerce B2c Riccardo Mangiaracina Politecnico di Milano riccardo.mangiaracina@polimi.it

ecommerce B2c Riccardo Mangiaracina Politecnico di Milano riccardo.mangiaracina@polimi.it ecommerce B2c Riccardo Mangiaracina Politecnico di Milano riccardo.mangiaracina@polimi.it ecommerce B2c - Definizione Con il termine ecommerce B2c si fa riferimento a: le vendite di prodotti e servizi

Dettagli

Premessa... pg.4. Imprese ed E-Commerce: gli aspetti legali del contratto telematico. 1. LE DOT-COM E L E-COMMERCE.8. 1.1. Le Dot-Com..

Premessa... pg.4. Imprese ed E-Commerce: gli aspetti legali del contratto telematico. 1. LE DOT-COM E L E-COMMERCE.8. 1.1. Le Dot-Com.. SOMMARIO Premessa..... pg.4 SEZIONE I: Imprese ed E-Commerce: gli aspetti legali del contratto telematico. 1. LE DOT-COM E L E-COMMERCE.8 1.1. Le Dot-Com..8 1.2. L e-commerce: definizione, classificazione

Dettagli

COMPANY PROFILE KATE BUSINESS

COMPANY PROFILE KATE BUSINESS COMPANY PROFILE SERVIZI. Orientamento e Consulenza per l Avvio di Impresa - Online. Per chi ha intenzione di avviare un attività in proprio. L idea viene analizzata e sviluppata e vengono fornite informazioni

Dettagli

E-COMMERCE INTRODUZIONE GENERALE CAPITOLO 06 TIPOLOGIE DI COMMERCIO ELETTRONICO

E-COMMERCE INTRODUZIONE GENERALE CAPITOLO 06 TIPOLOGIE DI COMMERCIO ELETTRONICO This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Ecommerce. di Gianluca Diegoli. 1. Alcune leggende da sfatare

Ecommerce. di Gianluca Diegoli. 1. Alcune leggende da sfatare 7 Ecommerce di Gianluca Diegoli 1. Alcune leggende da sfatare Si pensa spesso, da parte di un imprenditore, all ecommerce come a una panacea per un fatturato stagnante, o peggio come un arma magica che

Dettagli

L e-business. Electronic Business. Metodi dell e-business. E-commerce. qualsiasi processo di business che si basa su un sistema informativo

L e-business. Electronic Business. Metodi dell e-business. E-commerce. qualsiasi processo di business che si basa su un sistema informativo L e-business Electronic Business Claudio Fornaro ver. 1.3 Definito genericamente come: qualsiasi processo di business che si basa su un sistema informativo In genere si fa e-business per mezzo del Web:

Dettagli

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato Le relazioni con il mercato 1 IL SISTEMA CLIENTE E IL PRESIDIO DELLA RELAZIONE CONSULENZIALE Nella situazione attuale, il venditore deve fornire un servizio sempre più di qualità, trasformandosi nel gestore

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI

COMMERCIO ELETTRONICO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI COMMERCIO ELETTRONICO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI 1 INTRODUZIONE L'avvento e la diffusione di Internet e dei suoi servizi hanno rappresentato una vera e propria rivoluzione in grado di generare un impatto

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.12 Raggiungere

Dettagli

Le scelte nella rete di distribuzione. La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente

Le scelte nella rete di distribuzione. La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente Distribuzione Le scelte nella rete di distribuzione La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente Le scelte nella rete di distribuzione Dove vogliamo

Dettagli

e-commerce nel settore agro-alimentar Lecce, 14 giugno 2003

e-commerce nel settore agro-alimentar Lecce, 14 giugno 2003 e-commerce nel settore agro-alimentar Lecce, 14 giugno 2003 6^modulo Avv. Fulvio Sarzana di S.Ippolito (Studio legale Sarzana & Parthners) I profili giuridici dell E-Commerce nel settore agro-alimentare.

Dettagli

SCHEDA TECNICA COMMERCIALE e-commerce La soluzione impresa per la gestione delle vendite con internet

SCHEDA TECNICA COMMERCIALE e-commerce La soluzione impresa per la gestione delle vendite con internet SCHEDA TECNICA COMMERCIALE e-commerce La soluzione impresa per la gestione delle vendite con internet PERCHE E-COMMERCE? Vendere sulla rete non è solo avere un sito con un catalogo e la possibilità di

Dettagli

Marketing Agroalimentare Marketing mix

Marketing Agroalimentare Marketing mix Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari Corso di Valutazione qualitativa e promozione dei prodotti agroalimentari Marketing Agroalimentare Marketing mix Prof.ssa Agata Nicolosi Dott. Marco Strazzulla

Dettagli

Marketing. Lezione 16 Marketing relazionale e Internet. Università degli Studi di Padova A.A. 2009-2010 Dott.ssa Silvia Iacuzzi

Marketing. Lezione 16 Marketing relazionale e Internet. Università degli Studi di Padova A.A. 2009-2010 Dott.ssa Silvia Iacuzzi Marketing Lezione 16 Marketing relazionale e Internet Università degli Studi di Padova A.A. 2009-2010 Dott.ssa Silvia Iacuzzi Marketing nel 21mo secolo La new economy si basa sulla rivoluzione digitale

Dettagli

La vendita online b2c

La vendita online b2c La vendita online b2c PROBLEMATICHE (I) 1. Le caratteristiche del prodotto è adatto alla vendita online? 2. Il mercato in cui si opera come avviene la vendita tradizionale? quali concorrenti (tradizionali

Dettagli

Introduzione al Commercio elettronico

Introduzione al Commercio elettronico Introduzione al Commercio elettronico Dr. Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Cos'è il commercio elettronico

Dettagli

Marketing Definizioni e Declinazioni

Marketing Definizioni e Declinazioni 1 Marketing Definizioni e Declinazioni Corso di Laurea in Scienze di Internet Università di Bologna Docente Andrea De Marco Bologna 01-10-2008 2 Obiettivi del Corso I fondamentali strumenti concettuali

Dettagli

Commercio elettronico Tutela del consumatore Forme di pagamento online Telelavoro. Ricci Sara 5^ Mercurio

Commercio elettronico Tutela del consumatore Forme di pagamento online Telelavoro. Ricci Sara 5^ Mercurio Commercio elettronico Tutela del consumatore Forme di pagamento online Telelavoro Ricci Sara 5^ Mercurio COMMERCIO ELETTRONICO L'espressione commercio elettronicoviene utilizzata per indicare l'insieme

Dettagli

Vendere online nel 2015

Vendere online nel 2015 Vendere online nel 2015 Il mercato e i numeri La strategia Le regole del gioco L acquisizione del cliente La persuasione all acquisto La fidelizzazione Il mercato e i numeri In Italia ci sono più di 30

Dettagli

E-COMMERCE CONSUMER BEHAVIOUR REPORT 2012

E-COMMERCE CONSUMER BEHAVIOUR REPORT 2012 E-COMMERCE CONSUMER BEHAVIOUR REPORT 2012 PERCHÈ UNA RICERCA SULL E-COMMERCE? GLI OBIETTIVI DELL INDAGINE Perché gli utenti decidono di acquistare online? Che cosa acquistano? Attraverso quali canali?

Dettagli

Indice. Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore XIII XV XIX

Indice. Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore XIII XV XIX Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore XIII XV XIX Capitolo 1 Il marketing nell economia e nella gestione d impresa 1 1.1 Il concetto e le caratteristiche del marketing 2 1.2 L evoluzione del pensiero

Dettagli

Rag. Silvano Nieri. Commercialista, Revisore Contabile, Curatore Fallimentare

Rag. Silvano Nieri. Commercialista, Revisore Contabile, Curatore Fallimentare Regime IVA del commercio elettronico REGIME IVA COMMERCIO ELETTRONICO INDIRETTO COMMERCIO ELETTRONICO DIRETTO PRESTAZIONI RESE A PRIVATI ITALIANI DA PARTE DI SOGGETTI EXTRA-UE PRESTAZIONI RESE A PRIVATI

Dettagli

articolo http://www.helpconsumatori.it/acquisti/format-confcommercio-il-web-cambia-gli-acquistianche-quelli-tradizionali/85671

articolo http://www.helpconsumatori.it/acquisti/format-confcommercio-il-web-cambia-gli-acquistianche-quelli-tradizionali/85671 Format-Confcommercio: il web cambia gli acquisti, anche quelli tradizionali Il web chiama al cambiamento anche i negozi tradizionali, che dovranno imparare a coinvolgere i clienti creando una esperienza

Dettagli

Diritto dei mezzi di comunicazione. Indice

Diritto dei mezzi di comunicazione. Indice INSEGNAMENTO DI DIRITTO DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE LEZIONE VII IL COMMERCIO ELETTRONICO PROF. SIMONE OREFICE Indice 1 IL COMMERCIO ELETTRONICO ---------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Z-Web 3.0. www.z-lab.it

Z-Web 3.0. www.z-lab.it Z-Web 3.0 DWS Dynamic Web Site Z-Web DWS consente la creazione rapida e la gestione dinamica del sito internet dell azienda,/organizzazione, abilitando le seguenti sezioni: predefinite: Azienda/Organizzazione

Dettagli

CARTO PLUS 2008 FEDERCARTOLAI. Le iniziative della. a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1

CARTO PLUS 2008 FEDERCARTOLAI. Le iniziative della. a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1 CARTO PLUS 2008 Le iniziative della FEDERCARTOLAI a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1 IQS Innovazione Qualità Servizi È l organismo operativo di Federcartolai delegato a :

Dettagli

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Un azienda è caratterizzata da: 1. Persone legate tra loro da

Dettagli

CI SONO MODI MIGLIORI PER FARSI NOTARE ADV BOSCOLO advertising & promotion service Partiamo da una vostra idea per creare un mondo di soluzioni! La nostra missione è creare, sviluppare e attivare campagne

Dettagli

Strumenti e metodi per comunicare, promuovere e vendere nell era del web 2.0

Strumenti e metodi per comunicare, promuovere e vendere nell era del web 2.0 L'Artigiano del XXI secolo 14 novembre 2012 - Villa Fabbricotti, Firenze Strumenti e metodi per comunicare, promuovere e vendere nell era del web 2.0 Simona Bonciani Consulente e docente esperta in comunicazione

Dettagli

E-COMMERCE NEW ECONOMY. Finanza on line Commercio elettronico Internet Banking Home Banking

E-COMMERCE NEW ECONOMY. Finanza on line Commercio elettronico Internet Banking Home Banking E-COMMERCE NEW ECONOMY Finanza on line Commercio elettronico Internet Banking Home Banking Lo Stato e Internet Il Governo Italiano comincia a prestare attenzione ad Internet nel 1999, molto più tardi delle

Dettagli

Manuale per i venditori online

Manuale per i venditori online Aiuti pratici e testi campione Manuale per i venditori online Giugno 2014 Elisa Ceciliati Aiuti pratici e testi campione per i venditori online TRUSTED SHOPS GmbH Subbelrather Str. 15c 50823 Colonia Germania

Dettagli

Strategie di web-marketing

Strategie di web-marketing Strategie di web-marketing Prima di iniziare il web-marketing Prima di iniziare una strategia di web-marketing, è necessario comprendere se questo possa essere veramente utile alla propria azienda: Cosa

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE

DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Temi in preparazione alla maturità DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE

Dettagli

Internet marketing lez 2: domanda di mercato

Internet marketing lez 2: domanda di mercato Università di Pisa Master OS a.a. 2005/2006 Internet marketing lez 2: domanda di mercato Dott. Roberto Cucco cucco@ec.unipi.it Domanda di mercato Quantità di beni e servizi richiesti in un determinato

Dettagli

bee2b Il marketplace dei regali aziendali

bee2b Il marketplace dei regali aziendali bee2b Il marketplace dei regali aziendali È iniziata la corsa al regalo aziendale: migliaia di imprenditori, segretarie e assistenti sono già alla ricerca delle migliori soluzioni. In questo momento, per

Dettagli

Teoria della Long Tail

Teoria della Long Tail Il web Definizioni 2/8 Web = un mezzo/strumento per comunicare, informare, raccontare, socializzare, condividere, promuovere, insegnare, apprendere, acquistare, vendere, lavorare, fare business, marketing,

Dettagli

PROVINCIA DI MASSA-CARRARA Area Programmazione delle Risorse Interne ed Esterne Allegato A alla Determinazione n 3538 del 11/10/2013

PROVINCIA DI MASSA-CARRARA Area Programmazione delle Risorse Interne ed Esterne Allegato A alla Determinazione n 3538 del 11/10/2013 PROVINCIA DI MASSA-CARRARA Area Programmazione delle Risorse Interne ed Esterne Allegato A alla Determinazione n AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DEI PARTECIPANTI AL SEMINARIO SULL E-COMMERCE E WEB MARKETING

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA e CASSA DI RISPARMIO DI PARMA e PIACENZA INTESA QUADRO PER LA NET ECONOMY

PROVINCIA DI PIACENZA e CASSA DI RISPARMIO DI PARMA e PIACENZA INTESA QUADRO PER LA NET ECONOMY PROVINCIA DI PIACENZA e CASSA DI RISPARMIO DI PARMA e PIACENZA INTESA QUADRO PER LA NET ECONOMY Premesso che: l Amministrazione Provinciale di Piacenza si è dotata di un Programma Telematico locale per

Dettagli

L evoluzione dell e-commerce per la Moda. web: www.cesaweb.it. www.evofashion.it

L evoluzione dell e-commerce per la Moda. web: www.cesaweb.it. www.evofashion.it 1 L evoluzione dell e-commerce per la Moda web: www.cesaweb.it www.evofashion.it Che cos è l E-Commerce? 2 L e-commerce è prima di ogni cosa : COMMERCIO Conoscenza del mercato: fornitori, prodotti e clienti

Dettagli

Portali interattivi per l efficienza aziendale

Portali interattivi per l efficienza aziendale Portali interattivi per l efficienza aziendale Il contesto Aumento esponenziale dei dati e delle informazioni da gestire Difficoltà nel cercare informazioni Difficoltà nel prendere decisioni Web 2.0 e

Dettagli

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale Un gruppo compatto e professionale, un esperienza pluriennale, un approfondita conoscenza del mondo della comunicazione in tutte le sue sfaccettature,

Dettagli

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001 Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco 19 Novembre 2001 Valutare la trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto, misurando lo stato attuale di maturità

Dettagli

Indice generale. Parte I Il negozio... 1. Introduzione...xv. Capitolo 1 L e-commerce... 3

Indice generale. Parte I Il negozio... 1. Introduzione...xv. Capitolo 1 L e-commerce... 3 Introduzione...xv A chi può essere utile...xv A cosa può servire...xv Tredici capitoli e altrettanti buoni motivi per leggere questo libro...xvi Parte I Il negozio...xvi Parte II Il marketing...xvi Ringraziamenti...xvii

Dettagli

Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione.

Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione. Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione. Scegliere i settori su cui sia opportuno investire fondi pubblici a fini promozionali, non è sempre

Dettagli

Digital marketing: scenari

Digital marketing: scenari Università Degli Studi Di Napoli Federico II Dipartimento di Scienze Sociali - Corso di Laurea in Culture Digitali e Della Comunicazione Digital marketing: scenari Dall Internet Marketing a Digital Marketing.

Dettagli

Definizioni e Differenze

Definizioni e Differenze Introduzione al Web Marketing e Social Networking Relatore:Andrea Baioni abaioni@andreabaioni.it Definizioni e Differenze 2 Marketing tradizionale Il marketing è buon senso applicato sistematicamente (A.Galgano)

Dettagli

Vantaggi Commercio Elettronico!

Vantaggi Commercio Elettronico! Progetto E-Commerce! B2C! business to consumer! La tendenza di mercato sempre più diffusa è quella di vendere direttamente ai consumatori finali, bypassando le catene di distribuzione. Un esempio classico

Dettagli

La User Experience nell e-commerce: Report 2014

La User Experience nell e-commerce: Report 2014 Milano, maggio 2014 2 EDIZIONE La User Experience nell e-commerce: Report 2014 Fabio Pirrotta - @Fabiopirrotta General Manager PrimeWeb Nicola Cappricci - @NicolaCappricci Senior Project Manager Analisi

Dettagli

NEWS LETTER n 1. Piano Formativo Alimentare i Valori. E-commerce: una nuova prospettiva. In passato. Ad oggi

NEWS LETTER n 1. Piano Formativo Alimentare i Valori. E-commerce: una nuova prospettiva. In passato. Ad oggi Piano Formativo Alimentare i Valori NEWS LETTER n 1 E-commerce: una nuova prospettiva A cura di Guido Pomato Qualche spunto normativo In passato Circolare n. 3487/c del 1 giugno 2000 : Ministero dell industria,

Dettagli

e-commerce approfondimento B2C

e-commerce approfondimento B2C e-commerce approfondimento B2C Revisione 01 Anno 2013 A chi si rivolge Vendere sulla rete non è solo avere un sito con un catalogo e la possibilità di pagare online, richiede un progetto aziendale a tutto

Dettagli

INTERNET CONSULTING COMPANY WEB APPLICATION E MARKETING TRIDIMENSIONALE

INTERNET CONSULTING COMPANY WEB APPLICATION E MARKETING TRIDIMENSIONALE web applications e marketing tridimensionale COMPANY PROFILE INTERNET CONSULTING COMPANY WEB APPLICATION E MARKETING TRIDIMENSIONALE Il successo non è un obiettivo programmabile bensì la conseguenza delle

Dettagli

Mercati elettronici. Dr. Stefano Burigat. Dipartimento di Matematica e Informatica. Università di Udine

Mercati elettronici. Dr. Stefano Burigat. Dipartimento di Matematica e Informatica. Università di Udine Mercati elettronici Dr. Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Ruolo dei mercati Un mercato ha tre funzioni principali:

Dettagli

X-Pay. Il POS Virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

X-Pay. Il POS Virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il POS Virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi Il mercato e-commerce di CartaSi I vantaggi I vantaggi offerti da CartaSi I vantaggi offerti da X-Pay

Dettagli

Questo meraviglioso mondo chiamato. Ecommerce

Questo meraviglioso mondo chiamato. Ecommerce Questo meraviglioso mondo chiamato Ecommerce LO SCENARIO La clientela esiste? SHOPPING ONLINE: diamo i numeri - la crescita degli acquisti online in Italia Crescita acquisti online in Italia: anno 2011

Dettagli

Percorso Formativo. indirizzo. M a r k e t i n g. E - C o m m e r c e

Percorso Formativo. indirizzo. M a r k e t i n g. E - C o m m e r c e Percorso Formativo Tecnici della Gestione Aziendale indirizzo M a r k e t i n g and E - C o m m e r c e DESCRIZIONE DELL INDIRIZZO L'Istituto forma Tecnici della Gestione Aziendale, dotati di conoscenze

Dettagli

AL FISCO 7ATTENZIONE

AL FISCO 7ATTENZIONE 7ATTENZIONE AL FISCO 7 Attenzione al fisco... 117 7.1 Consegna a domicilio... 118 7.2 Consegna in Rete... 120 7.3 L IVA nelle vendite all estero... 122 ATTENZIONE AL FISCO 7 7. Attenzione al fisco Dal

Dettagli

Valore vendite online in Italia da siti italiani ed esteri in mln

Valore vendite online in Italia da siti italiani ed esteri in mln 30.000 20.000 10.000 0 Valore vendite online in Italia da siti italiani ed esteri in mln 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 Da siti esteri Da siti italiani miliardi di dollari è il valore del

Dettagli

Obiettivi della lezione

Obiettivi della lezione E-Commerce Obiettivi della lezione E-commerce in Italia Le tipologie di e-commerce Un confronto tra imprese tradizionali e pure player Le strategie bricks and clicks attraverso l analisi di alcuni casi

Dettagli

E completamente personalizzabile potrete variare colori, i Vs. dati i riferimenti per i contatti, i prodotti in tempo reale.

E completamente personalizzabile potrete variare colori, i Vs. dati i riferimenti per i contatti, i prodotti in tempo reale. e.commerce dinamico sul Web multilingua, consente di gestire un e.commerce anche ad utenti poco esperti grazie alla semplicità d'uso del pannello amministratore che permette la gestione dei clienti, abilitarli

Dettagli

VENDERE STAMPA ONLINE PER VIRTÙ E NON PER NECESSITÀ! Caratteristiche e dinamiche della vendita online

VENDERE STAMPA ONLINE PER VIRTÙ E NON PER NECESSITÀ! Caratteristiche e dinamiche della vendita online VENDERE STAMPA ONLINE PER VIRTÙ E NON PER NECESSITÀ! Caratteristiche e dinamiche della vendita online Hotel Novotel Milano Nord Ca' Granda - 19 maggio 2014 Carloalberto Baroni 38 anni - Web Project Manager

Dettagli

Caso di Studio Turismo on-line

Caso di Studio Turismo on-line Caso di Studio Turismo on-line Il sistema SITOVIVO.COM, mi ha dato sicurezza sul reale effetto del messaggio sul cliente finale. Per merito loro ho ottimizzato la mia attività di Marketing Elisabetta Damiani

Dettagli

La pubblicità 1. Le strategie di comunicazione 1. Le strategie di comunicazione 2

La pubblicità 1. Le strategie di comunicazione 1. Le strategie di comunicazione 2 Le strategie di comunicazione 1 Pubblicità Promozione delle vendite Forza vendita Azioni x notorietà marca (advertising) (promotion) (sale force) (publicity) Ricerca del promotion mix per garantire immediata

Dettagli

Parte Quinta Le Strategie Cliente

Parte Quinta Le Strategie Cliente Parte Quinta Le Strategie Cliente Con il simbolo ^ le slide che non sono state discusse in aula C è una sola definizione valida dello scopo del business: creare un cliente. Sarà quest ultimo che determinerà

Dettagli

LA NUOVA TERRITORIALITA IVA DELLE PRESTAZIONI DI E-COMMERCE

LA NUOVA TERRITORIALITA IVA DELLE PRESTAZIONI DI E-COMMERCE Circolare N. 70 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 8 ottobre 2010 LA NUOVA TERRITORIALITA IVA DELLE PRESTAZIONI DI E-COMMERCE Per commercio elettronico diretto sono da intendersi le operazioni

Dettagli

INEA - Istituto Nazionale di Economia Agraria Rete Nazionale per lo sviluppo rurale

INEA - Istituto Nazionale di Economia Agraria Rete Nazionale per lo sviluppo rurale alcune definizioni contenute nella Direttiva 97/7/CE riguardante la protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza: VENDITE A DISTANZA UN SISTEMA DI VENDITA O DI PRESTAZIONE DI SERVIZI CHE

Dettagli

GSG International S.p.a.

GSG International S.p.a. GSG INTERNATIONAL S.P.A. 1. PROFILO DELLA SOCIETÀ Giesse, marchio principale di Giesse Gruppo Industriale, è dal 1965 leader europeo nella produzione di meccanismi ed accessori per serramenti in alluminio.

Dettagli

Introduzione al Web Marketing e Social Networking

Introduzione al Web Marketing e Social Networking Introduzione al Web Marketing e Social Networking Relatore: Andrea Baioni www.andreabaioni.it abaioni@andreabaioni.it DEFINIZIONI E DIFFERENZE Marketing tradizionale un sistema integrato di attività, organizzato

Dettagli

Costruendo valore per il turismo in Lombardia

Costruendo valore per il turismo in Lombardia Costruendo valore per il turismo in Lombardia Chi siamo Explora S.C.p.A. ha il compito di promuovere la Lombardia e Milano sul mercato turistico nazionale ed internazionale. La società opera esattamente

Dettagli

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015 L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015 Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano L Osservatorio ecommerce B2c L Osservatorio ecommerce B2c nasce

Dettagli