WORKING PAPER SERIES

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WORKING PAPER SERIES"

Transcript

1 DEPARTMENT OF ECONOMICS UNIVERSITY OF MILAN - BICOCCA WORKING PAPER SERIES Prce Cap e recpero d prodttvtà: sggerment dalla regolazone del settore Gas Massmo Beccarello No March 1998 Dpartmento d Economa Poltca Unverstà degl Std d Mlano - Bcocca

2 Prce Cap e recpero d prodttvtà sggerment dalla regolazone del settore Gas Massmo Beccarello 1. Introdzone Con l'sttzone dell'athorty per l'energa la regolazone de servz pbblc talan trova n esplcto modello d rfermento nel meccansmo d Prce Cap 1. Dversamente dalle altre pblc tltes talane, l settore del Gas Natrale ed n partcolare la dstrbzone del metano all'tenza cvle, pò essere consderato a ttt gl effett n precrsore nell'applcazone delle regole d cappng nella regolazone dnamca delle tarffe. A partre dal 1993 l settore della dstrbzone gas ha applcato n meccansmo d regolazone brdo adegando le tarffe pratcate all'tenza cvle con n procedmento msto: alcne component della tarffa Gas hanno mantento la loro natra d component d costo recperate a ''pè d lsta''; altre component, nvece, sono state adegate medante n meccansmo d ndczzazone smle al Prce Cap. In Itala, la dstrbzone fnale del gas metano presenta delle peclartà sttzonal dovta al gran nmero d operator (qas 750) che operano n modo capllare s ttto l terrtoro nazonale. Alcn operator hanno natra pbblca (azende mncpalzzate e geston comnal), altr sono prvat: n entramb cas, s tratta d monopolst che nell'area geografca d competenza operano n regme d concessone. Le tarffe che qest operator pratcano all'tente fnale sono state regolate medante la sedmentazone d ttta na sere d provvedment legslatv del CIP e pù recentemente 2 del Mnstero dell'indstra. Dal 1993 l'adegamento delle tarffe è determnato medante n meccansmo che dvde l rcavo consentto all'azenda (costo standard) n tre component, rspettvamente: 1. qota matera prma: l'mpresa pò rvalers sll'tente fnale per l recpero de cost del metano acqstato dalla SNAM slla base d n contratto perodcamente regolato per ttte le azende d dstrbzone 3 ; 2. na qota nvestment medante la qale l'mpresa pò n parte recperare l'ammortamento fnanzaro per la propra dotazone; 1 Art. 3 della legge n. 481 del 9 novembre A partre dal Il contratto tra la SNAM e le azende d dstrbzone è standardzzato al fne d evtare dscrmnazon tra dstrbtor fnal.

3 3. la terza componente è la qota gestone, coè la componente tarffara che dovrebbe consentre all'mpresa la copertra de cost d eserczo e degl oner general. Gl element d costo che rappresentano la qota gestone sono n prevalenza cost del lavoro. La dnamca d qeste component vene dversamente regolata. La prma pò consderars a ttt gl effett na componente tarffara pass throgh, nel senso che l costo della matera prma vene trasferto totalmente al consmatore. La seconda componente vene adegata slla base del grado d svlppo, ovvero slla base del rapporto tra qanttà vendta e nmero d tent dell'mpresa. L'ltma componente, che costtrà l'oggetto della nostra anals, vene regolata medante l Prce Cap. Nonostante l'ampa letteratra che s è recentemente svlppata slle pblc tltes, solo n rar cas sono stat affrontat problem metodologc relatv alla stma del recpero d prodttvtà nel Prce Cap 4. Anche n paes qal l Regno Unto, le modaltà analtche con le qal le Atortà d regolazone determnano l fattore X rmangono sconoscte. L'obettvo del paper è qello d valtare l lvello d effcenza nell'mpego del fattore lavoro nel tentatvo d costrre n ndcatore d ''recpero prodttvtà'' per l'applcazone del meccansmo d Prce Cap. Lo strmento d anals tlzzato è stato la stma econometrca d frontere d effcenza stocastche medante Panel Data: rsltat ottent sono stat mpegat per stmare n ndcatore d effcenza del tpo Battese-Coell (1988). I dat sono stat res dsponbl dal Mnstero dell'indstra s n campone rappresentatvo d 115 esercz d dstrbzone relatvo a n nseme d 80 azende. Il campone è sddvso n 46 mprese Mncpalzzate e 32 mprese prvate (che con n totale d 69 esercz d dstrbzone). Il lavoro è sddvso come sege: nel secondo paragrafo sarà analzzato l modello teorco d rfermento; nel terzo parte, analzzando l meccansmo d Prce Cap nella tarffa Gas, vene proposta la costrzone d n ndcatore d effcenza relatvo; l qarto paragrafo presenta l modello d stma, dat tlzzat e rsltat. Il qnto paragrafo conclde. 2. Il modello teorco d anals Come antcpato nell'ntrodzone ogn dstrbtore locale d gas metano opera n condzon d monopolo. In tal cas la teora economca c sggersce che, n eqlbro, l'otpt dell'mpresa deve egaglare la fnzone d domanda del servzo, ovvero: [1] Y = f ( p) 4 S veda ad esempo P.Brns e T. Weyman-Jones (1994).

4 dove con Y ndchamo l'otpt dell'mpresa e con f(p) la domanda d mercato come fnzone del prezzo p. L'mpresa svolgerà la propra attvtà prodttva tlzzando prncpalmente de npt, captale e lavoro: [2] Y = F( K, L) Se nvertamo la fnzone d prodzone possamo faclmente dervare le fnzon d domanda de fattor prodttv, rspettvamente: [3] e: L L L K Y = + p Y K Y p [4] K p K L L Y = + Y K Y p In entrambe le fnzon l secondo termne tra parentes non rslta a pror determnato nel segno: tttava, potzzando coeffcent d prodzone fss assmerà valore nllo. Il prmo termne delle fnzon d domanda, ovvero le varazon de fattor mpegat rspetto alla varazone dell'otpt, rmane comnqe postvo. Date qeste potes possamo rscrvere le eqazon [3] e [4] nel modo segente: [5] [6] L = L'( Y ) f '( p) 0 p K = L'( K) f '( p) 0 p Oggetto della nostra anals è la domanda del fattore lavoro [5]. Tale fnzone costtrà l pnto d partenza della nostra ndagne nel tentatvo d nferre n merto all'effcenza delle azende d dstrbzone nell'mpego del fattore lavoro. Dervando le condzon d ottmo n n contesto stocastco possamo rscrvere la [5] per la -esma mpresa al tempo t come sege:

5 * [7] L = L' ( Y ) f '( p ) e t t t t e t dove L t è la qanttà d fattore lavoro tlzzata per prodrre Y t ovvero l'otpt domandato e prodotto dall'mpresa al prezzo p t. Il termne d errore ε t pò essere lterormente decomposto n ε t v t = al fne d consderare l'(n)effcenza specfca dell'-esma mpresa. In partcolare, assmeremo che v t assmeremo semplcemente 5 sa normalmente dstrbto con N(0,σ 2 ), mentre per la seconda componente 0 per. Date qeste potes possamo rscrvere la [7] come sege: * vt [8] L = L' ( Y ) f '( p ) e e t t t t Nella [8], l'mpresa s trova d fronte a de possbl font d errore nella scelta del fattore lavoro, ognna delle qal è assocata a na specfca casa d neffcenza: 1. na casa d neffcenza esogena, v t,, che è al d for del controllo dell'mpresa (ad esempo no shock dell'offerta che colpsce l'ntero settore); 2. na casa d neffcenza endogena,, che rleva l'neffcenza della -esma mpresa nell'adegare l'npt d lavoro alle se specfche esgenze d prodzone. 3. Il Prce Cap nella tarffa Gas Il meccansmo d Prce Cap vene applcato alla tarffa Gas con rfermento alla componente ''Qota Gestone'' (d'ora n po Qg) la qale comprende ''... cost d gestone (personale, d eserczo, general etc)'' 6. La formla d ndczzazone applcata è la segente: [9] Qg = Qg ( + ( I cp )) t 93 1 dove I è l tasso d nflazone e cp è l coeffcente d ''recpero prodttvtà'' dell'-esma mpresa, meglo noto nella letteratra come ''X -Factor''. Qg 93, è la qota gestone predetermnata slla base del provvedmento CIP 24/88: costtsce la base d applcazone del meccansmo d Prce Cap. 5 S veda ad esempo Agner et al. (1977). 6 Come da delbera CIPE del pbblcata nella G.U. del

6 L'oggetto della nostra anals sono le modaltà con le qal l coeffcente cp vene fssato. Secondo l'ltmo adegamento tarffaro, rportato nel D.m. 19 novembre 96 del MICA G.U , l recpero d prodttvtà dpende dal valore della Qg calcolata ''per tente'' nel perodo precedente: Qg t [10] cp = f Utentt I valor prevst sono qattro secondo la tabella 7 1: Tabella 1 - Recpero d prodttvtà Qg Recpero d prodttvtà Qg/Qt n lre 0,25 fno a oltre L'ndczzazone dnamca della qota gestone è na fnzone essenzalmente d tre varabl: 1 1 Qg t = Qg t Qg I f 93 Qg t ovvero, è na fnzone postva rspettvamente della qota gestone precedentemente determnata e del tasso d nflazone. Rslta, nvece, na fnzone negatva del rapporto tra qota d gestone e nmero d tent. L'nca varable che l'azenda pò effettvamente controllare è qest'ltma: qanto mnore è l costo d gestone per tente tanto pù elevato sarà l recpero n termn tarffar assocato qota gestone. In generale, la solzone adottata sgnfca parametrare l recpero d prodttvtà alle sole econome d denstà, coè alla relazone che lega cost d gestone al nmero degl tent servt dall'azenda. Rmangono esclse evental econome d scala assocate alle varazon de volm d vendta e/o ad altre component assocate ad element d ''varazone tecnologca'' dell'azenda qal, ad esempo, gl nvestment effettat dall'azenda. La componente prncpale d Qg sono scramente gl oner del personale. Nella nostra anals, rtenamo che sa plasble potzzare na forte correlazone tra l valore d Qg ed l nmero de dpendent (che chameremo L), ovvero: [11] Qg L 7 Inoltre, l recpero d prodttvtà vene modlato con nterpolazone lneare per valor ntermed della qota gestone per tente.

7 Qesta relazone c consente d rscrvere la [10] come sege: [12] cp L = Utent Slla base della [12], le condzon d effcenza vengono essenzalmente a dpendere dalle capactà d ottmzzare l'mpego del fattore lavoro da parte dell'mpresa. E' evdente che qesta specfcazone c mpedsce d consderare ttte le varazon d costo d gestone non drettamente mptabl al personale. Tttava, l nostro obettvo è qello d pervenre ad n modello analtco d stma dell'effcenza relatva dell'-esma mpresa slla base del qale nferre n recpero d prodttvtà che non tenga conto delle sole econome d denstà. E' possble qnd costrre n coeffcente d recpero prodttvtà slla base della domanda d lavoro meda del settore, cp m sosttendo la [8] nella [12]: [13] cp ' L ( Y ) f '( p ) e ε = Utent t t t m t dove a nmeratore trovamo la domanda d fattore lavoro stmata. A qesto pnto possamo faclmente ottenere n ndcatore d effcenza ''relatva'' confrontando l recpero d prodttvtà dell'-esma mpresa con l valore medo del settore. Ovvero, dal rapporto tra la [12] e la [13] ottenamo: [14] cp ' t L ( Y ) f '( p ) e ε = = I L t t t m e. r. In qesto modo l recpero d prodttvtà non vene pù ad essere determnato n modo assolto. Infatt, I e. r. consente d valtare l'effcenza dell'-esma azenda rspetto alla stazone ''meda'' elmnando qalsas a pror che non tenga conto dell'evolzone tecnologca specfca del settore. 3.1 L'effcenza tecnca nell'mpego del fattore lavoro

8 Le conclson proposte dalla [14] rsltano d facle nterpretazone sl pano emprco n termn d effcenza tecnologca. Possamo nfatt calcolare l'effcenza relatva dell'-esmo eserczo d dstrbzone stmando l coeffcente d Battese-Coell (1988). Defnamo l'effcenza tecnologca relatva all'mpego del fattore lavoro, l rapporto tra la qanttà meda d fattore lavoro che l'mpresa avrebbe tlzzato n condzon d scelta effcent, ovvero, =0, e la qanttà d fattore lavoro effettvamente mpegato dall'mpresa -esma. In qesto modo, l'effcenza tecnologca della -esma mpresa, I, rslta: e. r. * E( L Y t = 0, t ) [15] I e. r. = * E( Lt, Yt ) * dove L t è la domanda d fattore lavoro per -esma mpresa altempo t, Y è l'otpt vendto e consdera l'neffcenza dell'mpresa secondo qanto abbamo vsto per la [8]. Per costrzone I assme de valor compres tra zero ed e. r. no8. Se I e r.. assme ad esempo n valore par a 0.90, n meda, sgnfca che l'mpresa -esma tlzza n qanttà d fattore lavoro sperore a qella effcente, ovvero qando =0. Qesto rsltato ha delle mportant consegenze n termn d welfare: calcolare l coeffcente d recpero prodttvtà nel modo segente sgnfca rompere la dpendenza dretta tra le varazon della tarffa e la specfca strttra de cost dell'mpresa. Il prezzo fnale dpenderà (almeno per qanto rgarda la qota gestone) contestalmente anche dalle performance delle altre mprese d settore che concorrono a determnare la frontera d prodzone, rspetto alla qale, abbamo stmato l'neffcenza dell' -esma mpresa. In altr termn, cò consentrà d creare n meccansmo cost redcng d tpo Yardstck Competton 9. Poché ogn mpresa ha n forte ncentvo ad ottmzzare la domanda d fattore lavoro (ovvero 0) per ottenere n ncremento d tarffa pù elevato, nel lngo perodo a lvello d sstema consegrà n mgloramento della frontera d prodzone d ttto l settore. E' evdente che le conclson possono essere generalzzate anche nel caso d na valtazone d effcenza che consdera na gamma pù ampa d element d costo slla base delle nformazon dsponbl per l regolatore. 4. Dat, metodologa d anals, rsltat. 8 Infatt, a nmeratore trovamo la qanttà d fattore lavoro che sarebbe stata mpegata n condzon d prodzone mede effcent, mentre, denomnatore, trovamo la qanttà d fattore lavoro effettvamente mpegata dall'mpresa. 9 S veda A. Shlefer (1985).

9 4.1 Dat I dat tlzzat nella nostra anals sono stat fornt dal Mnstero dell'indstra. Il perodo d rfermento è stato Qeste varabl rgardano n campone d 114 esercz d dstrbzone raggrppat n de categore: 1 46 esercz d dstrbzone mncpalzzat; 2 69 esercz d dstrbzone prvat. Per ogn eserczo d dstrbzone sono state tlzzate le segent varabl: 1. VEN, vendte n Mcal d Gas Natrale per ogn eserczo; 2. DIP, nmero de dpendent; 3. UT, tent total; 4. INV, nvestment effettat. Le font d qest dat sono le schede tarffare complate dalle azende d dstrbzone e presentate perodcamente al MICA. 4.2 L'anals emprca Il pnto d partenza dell'anals statstca è stata la stma del modello teorco sggerto nel paragrafo 2. Abbamo nnanzttto stmato la fnzone d domanda d lavoro slla base dell'eqazone [7] : [16] LDIP = β + β LVEN + β LUT + β LINVR + ε t 0 1 t 2 t 3 t = 1,..., p t t= 1,..., T Come sggerto nell'eqazone [8] l termne d errore pò essere a sa volta decomposto come sege: [17] ε t = + v t dove è na varable casale dentcamente e ndpendentemente dstrbta con D( a ),σ α 2, e ndpendente da v t. Il parametro a è la meda d :: l so sgnfcato economco è qello d proxy del lvello medo d neffcenza tecnologca. La msra dell' effcenza d na partcolare ntà s basa

10 slla stma della varable - relatvamente alle altre osservazon del campone. Per qanto rgarda le propretà statstche delle frontere d effcenza s rnva all'appendce A. Ttte le varabl sono state consderate n logartm natral. La varable dpendente è l nmero d dpendent LDIP per l'-esma azenda al tempo t. Tra le varabl esplcatve abbamo rspettvamente consderato l volme complessvo delle vendte LVEN, l nmero d tent LUT e, qale varable tecnologco-dmensonale, l valore degl nvestment effettat nell'anno LINV 10. Nella nostra potes, abbamo tento separat nella fnzone d prodzone meda stmata gl effett slla prodttvtà legat al volme complessvo d otpt da qell che sono gl effett legat al nmero degl tent. Utlzzare come varable dpendente l lvello del personale è coerente con n'mpresa d pbblc servz. Essa nfatt, n qanto obblgata a prestare l servzo agl tent che ne fanno rchesta, non scegle d fatto n lvello prodttvo ma dato l' otpt rchesto dovrà adegare fattor prodttv mpegat. La decsone d valtare la prodttvtà del fattore lavoro n senso tecnco, permette d elmnare ttte le dstorson assocate al costo monetaro dffclmente comparabl qal ad esempo, l'anzantà d servzo de dpendent, l costo degl straordnar etc. Date le osservazon dsponbl, abbamo stmato le frontere d effcenza con Panel Data. L'tlzzo della tecnca Panel consente d sperare no degl element d crtca prncpal dell'anals n termn d frontere: l'tlzzo della dmensone temporale nell'anals cross secton permette d coglere le varazon tecnologche del campone osservato. Poché non s dsponeva dello stesso nmero d osservazon s ttt gl esercz d dstrbzone è stato tlzzato n modello Panel nbalanced 11. I rsltat ottent dalla frontera d effcenza sono stat sccessvamente mpegat per stmare l'eqazone [15]. 4.3 Rsltat Medante la stma dell'eqazone [16] è stato possble valtare le varazon d domanda del fattore lavoro nelle dverse azende a partre dal L'tlzzo delle tre varabl esplcatve c consente d separare gl effett slle econome d scala relatve all'mpego del fattore lavoro, consderando separatamente gl effett assocat al volme d vendte, gl effett d denstà assocat al nmero d tent servt ed, nfne, gl effett tecnologc e d svlppo degl esercz rlevat dagl nvestment annalmente effettat. Inoltre, le varabl esplcatve tlzzate consentono ndrettamente d rlevare ttta n sere d caratterstche specfche legate alla collocazone geografca dell'eserczo qal ad esempo denstà rbana del terrtoro n c l'eserczo opera, 10 Il valore monetaro degl nvestment ann è stato consderato n termn real tlzzando l deflattore del PIL anno base 1990.

11 tpologa d tent dell'area terrtorale, ed nfne la senescenza ed l tasso d crescta della rete d dstrbzone. La tabella 2 rporta rsltat delle stme effettate: Tabella 2 - Panel Azende d dstrbzone Anno 1986/93 Nmero d osserevazon 936 Varable dpendente Nmero depndent (LDIP) Varabl esplcatve Coeffcent T-stat Costante -3,7495-9,726 Vendte Total (LVEN) 0,024 2,257 Nmero Utent (LUT) 1,035 45,219 Investment (LINVR) σ 9,39 2,841 σ v σ + σ v 0, ,342 σ 0,159 σ v 0,019 R 2 OLS 0,975 Std. Res. OLS 0,96 Coeffcente d scala 0.98 La stma ha rgardato 114 esercz d dstrbzone per n nmero complessvo d 936 osservazon. I rsltat rportat nella tavola 2 sggerscono rspettvamente: 1. esstono delle fort econome d scala nella domanda del fattore lavoro rspetto all'otpt totale: nfatt, l'elastctà parzale sggersce che a fronte d n amento percentale ntaro del volme d vendte sffcente n ncremento del fattore lavoro mpegato del %; 2. dversamente, l'elastctà parzale rspetto al nmero d tent, sggersce che a fronte d n amento percentale ntaro del nmero d tent l'amento del fattore lavoro è par al %. I rsltat stmat sembrano non confermare la presenza d econome d denstà che s tradcono n na dmnzone del fattore lavoro all'amentare del nmero d tent; 3. nfne, l'ltmo coeffcente sggersce che a fronte d n amento percentale ntaro negl nvestment la varazone del fattore lavoro è dello %. Ttt coeffcent rsltano statstcamente sgnfcatv (lvello d sgnfcatvtà del 5%). Dall'eqazone stmata possamo trarre n prma conclsone: l'applcazone d n Prce Cap scalato con n recpero d prodttvtà basato slle econome d denstà, almeno per la componente d qota gestone assocata al costo del personale, appare non confermato sl pano emprco. In meda la ''scelta tecnca stmata'' degl operator del nostro campone sembra sggerre n comportamento tale per c, n segto ad na varazone percentale del nmero d tent, consege n adegamento pù che proporzonale del nmero d dpendent. In secondo logo, la verfca emprca evdenza fort 11 S veda, ad esempo, J. Seale (1990).

12 econome d scala rspetto all'otpt sggerendo na rformlazone analtca del recpero d prodttvtà con n metodo scalato che prvleg l rfermento ad econome d scala rspetto al volme complessvo d vendte. Sccessvamente, slla base de rsltat ottent stmando la frontera d domanda del fattore lavoro, abbamo calcolato l'effcenza relatva degl esercz d dstrbzone con l coeffcente d Battese- Coell come sggerto dalla [15]. La tabella 3 presenta rsltat stmat classfcando per class valor assnt dal coeffcente. Poché valor sono compres da 0<I e. r. <1, abbamo dvso le freqenze del coeffcente n dec class d ampezza 0,1. Nella tabella 3, le class d valore assnte dal coeffcente sono rappresentate lngo la prma colonna. La seconda e la terza colonna rportano l nmero d freqenze nelle dverse class rspettvamente degl esercz pbblc e d qell prvat: Tabella 3 - Coeffcente d effcenza relatva Class Esercz pbblc Esercz prvat Totale 0-0, ,1-0, ,2-0, ,3-0, ,4-0, ,5-0, ,6-0, ,7-0, ,8-0, , Val. mn. 0,019 0,015 Val. max 0,96 0,75 Val. Medo 0,37 0,36 Val. medano 0,35 0,015 I rsltat della tabella 3 sembrano sggerre n lvello d neffcenza nell'mpego del fattore lavoro pttosto consstente. La maggor parte delle azende complessvamente consderate presentano n ndcatore I e. r. <0.5. In partcolare, sono gl esercz prvat a presentare delle performance leggermente nferor rspetto agl esercz d dstrbzone mncpalzzat. Infatt, l valore medo del coeffcente stmato per le mprese pbblche è d 0,37 contro lo 0,36 degl esercz prvat, ed l valore medano rpropone n valore d 0,35 nelle mprese pbblche contro no 0,33 n qelle prvate. I valor pù effcent sono rspettvamente 0,96 per le mprese pbblche e 0,75 per qelle prvate; valor meno effcent sono 0,019 per le mprese pbblche e 0,015 per qelle prvate. Qest ltm presentano na dstrbzone pù nforme nelle dverse class d neffcenza. Gl esercz d dstrbzone prvat mostrano na maggore concentrazone nelle class d neffcenza

13 pù elevata. Nell'appendce B sono rportat rsltat con relatv valor per le dverse azende del campone. Lo scarto esstente tra valor mnm e massm de coeffcent d effcenza relatva, nonché la dstrbzone de var esercz nelle dvers class, sggersce che n meccansmo d ''recpero prodttvtà'' come qello proposto dalla normatva (tabella 1), rslta dffclmente n grado d coglere l dfferenzale d prodttvtà esstente negl esercz del campone. Il metodo d stma proposto consente d valtare le dverse class d effcenza con n dretto rfermento alla stazone meda d settore. Il regolatore potrebbe qnd determnare n lvello massmo d ''recpero prodttvtà'' consentto e, sccessvamente, attrbre a ogn sngolo operatore n valore scalato slla base del lvello d effcenza stmato. L'adozone d n meccansmo d recpero prodttvtà defnto n termn relatv consentrebbe ndrettamente d recperare de meccansm d ncentvo d tpo Yardstck: nfatt, l'effcenza (e qnd l recpero d prodttvtà d ogn sngola mpresa verrebbe a essere calcolata confrontando le performance della stessa con le performance delle altre azende che condvdono na tecnologa d prodzone smle. 5. Conclson Il vantaggo prncpale dell'mpego delle frontere d prodzone consste nel rscre a tener conto n manera adegata del legame fnzonale esstente tra fattor mpegat n na realtà prodttva e la prodzone realzzata, separando l fenomeno dell'effcenza prodttva da fenomen, che rsltano collegat ne conset ndcator d prodttvtà, del progresso tecnco e de rendment d scala. Slla base de rsltat ottent con le frontere d effcenza abbamo proposto l'tlzzo del coeffcente d Battese-Coell qale possble stma del ''recpero prodttvtà'' assocato al meccansmo d dnamca tarffara Prce Cap. L'anals emprca effettata s n campone d azende del settore Gas c ha consentto d verfcare sl pano emprco la consstenza dell'attale meccansmo d calcolo basato sl rapporto ''Qota Gestone/Utent''. Possamo rassmere brevemente le prncpal conclson come sege: 1. la stma della fnzone d domanda d lavoro per l campone d mprese pbblche e prvate non sembra sggerre la presenza d econome d scala rspetto al nmero d tent. Poché gl oner d

14 gestone (cost varabl) sono n prevalenza costtt da cost del personale, non sembra emprcamente fondato parametrare l recpero d prodttvtà slle sole econome d denstà; 2. n alternatva, abbamo proposto n recpero d prodttvtà basato s n concetto d effcenza tecnca che, accanto alle econome d denstà, consder le econome d scala assocate al volme d otpt vendto nonché ad altre varabl tecnologche qal ad esempo nvestment nella strttra d rete. Slla base de rsltat ottent abbamo costrto la frontera d effcenza del settore e, tlzzando l coeffcente d Battese-Coell abbamo msrato le performance delle dverse azende d dstrbzone; 3. dopo aver valtato l campone d mprese pbblche e prvate, gl ndcator d prodttvtà sggerscono n lvello d neffcenza pttosto consstente. Per determnare l recpero d prodttvtà l regolatore potrebbe adottare na procedra a de stad: n na prma fase fssare n performance mede d settore; sccessvamente, scalare l coeffcente rconoscto slla base del grado d effcenza d ogn sngola mpresa; 4. l rsltato pù nteressante d qesta metodologa è che possamo valtare la prodttvtà d n mpresa relatvamente a qella delle altre che operano nel settore. In pratca, l'adegamento tarffaro vene a dpendere contestalmente anche dalle performance delle altre mprese. Elmnando (n parte) la dretta dpendenza tra cost ntern ed X-factor, l recpero d prodttvtà così calcolato consente d ntrodrre de meccansm d cost redcng sml a qell che sarebbero ottent n n contesto d Yardstck Competton. Il modello pò essere faclmente esteso per valtare l'effcenza anche da n pnto d vsta economco-tecnco. Infatt, a mano a mano che lteror nformazon slle msrazon monetare de cost d prodzone saranno dsponbl al regolatore, la valtazone dell'effcenza relatva pò essere faclmente estesa alle fnzon d costo e/o prodzone senza alcna perdta d generaltà. Rferment bblografc: Agner D.J., S.F. Ch (1968). ''On Estmatng the Indstry Prodcton Fncton''. Amercan Economc Revew, vol. 54, n. 4. Agner D.J., Lovell C.A.K. e Scmdt P. (1977). ''Formlaton and Estmaton of Stochastc Fronter Prodcton Fncton Models''. Jornal of Econometrcs, vol. 6. Battese G. E., e T.J. Coell (1988). ''Prodcton of FrmLevel Techncal Effcences wth a Generalzed Fronter Prodcton Fncton''. Jornal of Econometrcs, 38, pag Brns P. e T.W. Weyman Jones (1994) ''Cost Drvers and Cost Effcency n Electrcty Dstrbton: a Stochastc Fronter Approach''. Techncal Paper 2 CRI, London.

15 Cornwell, C., P. Schmdt e R.C. Sckels (1990). Prodcton Fronters wth Cross Sectonal andtme-seres Varaton n Effcency. Jornal of Econometrcs, 46, oag Fare R. e Lovell C.A.K. (1978). ''Measrng the Tecncal Effcency of Prodcton''. Jornal of Economc Theory, vol. 19. Farrel M.J. (1957). ''The Measrement of Prodcton Effcency''. Jornal of Royal Statstcal Socety, vol Greene W. (1980). ''Maxmm Lkelhood Estmaton of Econometrcs Fronter Fncton''. Jornal of Econometrcs, 13. Greene W. (1996). Econometrc Analyss. Prentce Hall. Schmdt P., (1976). ''On the Statstcal Estmaton of Parametrc Fronter Prodcton Fncton''. Revew of Economc Stdes, 58. \bbtem{se} Seale J.L. (1990). ''Estmatng Stochastc Fronter System wth Unbalanced Panel Data: the Case of Floor Tle Manfactores n Egypt'' Jornal of Appled Econometrcs, vol. 5, pag Shlefer A. (1985). ''A theory of Yardstck Competton''. Rand Jornal of Economcs, Vol. 16, no. 3, Atmn Appendce A L applcazone de Panel Data nella stma d frontere d effcenza é stata proposta n orgne da Schmtd (1976) e da Cornwell, Schmtd e Sckels (1990). Utlzzando la procedra d stma OLS per la [16], come sggerto da Greene (1980), possamo ottenere no stmatore d β consstente. In concetto d effcenza relatva emerge nel momento n c lo stmatore β 0 è ottento con no spostamento ad hoc del termne costante. In tal modo resd della stma OLS rsltano ttt negatv, ovvero: [18] ~ β = β$ + max ε 0, t t dove ε t sono resd OLS dell eqazone [16]. A qesto pnto samo n grado d determnare l effcenza d ogn [19] eff t = exp ε t max ε t, t Per separare gl effett legat alla specfca mpresa o gl effett d tpo temporale nelle varazon del lvello d effcenza s pò faclmente tlzzare n metodo ANOVA. La stma dell effcenza della esma mpresa pò essere ottenta come meda temporale. Il lmte prncpale del metodo determnstco consste nel fatto che ttte le osservazon s trovano da na parte della frontera: n pratca le stme rsentono ancora delle osservazon otlers e nello stesso tempo non sono consderat evental shock casal attorno alla fnzone d prodzone meda.

16 Poché le osservazon sll nseme degl esercz d dstrbzone, sa pbblc che prvat, consderava n perodo d nove ann, abbamo stmato la nostra frontera d effcenza medante n Panel Random Effect. Tttava, pochè non ttt gl esercz presentavano lo stesso nmero d osservazon è stato necessaro tlzzare n Panel Unbalanced. Data la strttra de dat, l eqazone [16] pò essere faclmente specfcata nel modo segente: ' yt = β 0 + xt β + vt = 1,..., p [20] t = 1,..., T dove ( ) D a,σ 2. é na varable casale dentcamente e ndpendentemente dstrbta, ndpendente da v t con La componente stocastca è n qesto caso data da: [21] ε t = + v t Il parametro a é la meda d qeste varabl e rappresenta na sorta d approssmazone del lvello d neffcenza tecnologca. La msra dell effcenza d na partcolare ntà s basa, n qesto caso, slla stma della varable casale - relatvamente alle altre osservazon del campone. In termn matrcal, consderando T osservazon per ogn mpresa, ottenamo: (11) y = [ x pt X ] β 0 + ε β Il termne d errore, n qesto caso, rslta strttrato come sege: t ε1 ε 2 [22] ε = M ε p con ogn: [23] ε = T + v = 1,..., p Il c valore atteso: [24] E( ) ε = a pt Nel caso specfco la matrce varanze-covaranze non è pù no scalare e la procedra d stma OLS non rslta statstcamente effcente. La strttra della matrce è data dalla segente: σ + σ v σ K σ ' 2 σ σ + σ v K σ [25] = σ + = = v TT σ v I T A M M K M σ σ K σ + σ v Infne, tlzzando l prodotto d Kronecker ottenamo per ttte le ntà osservate:

17 A O K O O A K O [26] = I = v p A M M K M O O K A La matrce nversa d A è data dalla segente: 2 (15) A 1 I T = σ ' TT σ v ( σ v + Tσ ) σ v Per ottenere no stmatore GLS d β e β dobbamo tlzzare l metodo de mnm qadrat generalzzat. Innanzttto possamo ottenere degl stmator consstent d σ 0 e σ 2 2 ε α da resd OLS ottent dalla stma dell eqazone [20] 12. In tal modo possamo ottenere lo stmatore GLS con la segente espressone:applcat alla segente eqazone: β β X X X y v v [28] = [ ] [ ] [ ] n ' n n ' In realtà qesto calcolo pò essere evtato poché é noto che gl stmator GLS d β de semplc OLS s dat cos trasformat: 0 e β possono essere ottent con [29] y = y cy t t x = x cx t t dove c è l parametro che rappresenta la d qas-devanza ottento da: [30] c = 1 σ 2 σ Tσ Applcando gl OLS slla qas-devanza de resd ottenamo delle stme consstent de parametr β: 12 Gl stmator consstent d σ e σ 2 2 ε α (a) E ( vt v ) = p( T 1) s ottengono medante la decomposzone della varaza de resd come sege:, t 2 2 σ ε (b) E ( v v ) = ( p 1)( σε + Tσα ), t

18 [31] ( ) yt = β 1 c + β ' 0 xt + v p t = 1,..., t = 1,..., T Lo stmatore d β 0 vene spostato ad hoc al fne d ottenere delle stme postve d Infne per stmare le (n)effcenze é necessaro procedere partendo dalle stme d α. Il pnto d partenza é costtto da resd v t che sono stat rcalcolat al fne d consderare le stme d β pù effcent ottente con I GLS. La relazone tra ε t e ε t é data da: c [32] ε = ε + ε 1 c Poché E( ε ) t t = 0 e = v ε, gl stmator natral d α, sono dat semplcemente da: t t t [33] = max ε j ε j dove l valore massmo é consderato al fne d ottenere valor postv per.. Lo stmatore OLS d β 0 s ottene medante l solto spostamento della frontera: ~ [34] β β $ max 0 = 0 v j j per avere na msra globale s potrebbe ad esempo consderare na meda d ttt gl.. Appendce B Tabella A - Coeffcente Battese-Coell stmato per 46 esercz d dstrbzone pbblc. Tabella B - Coeffcente d Battese-Coell stmato per 69 esercz d dstrbzone prvat

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz LEZIONE e 3 La teora della selezone d portafoglo d Markowtz Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa () È puttosto frequente osservare come gl nvesttor tendano a non

Dettagli

Antonio Boezio Alessandro Lanave Meep. Teoria, sintassi ed esercizi progettuali

Antonio Boezio Alessandro Lanave Meep. Teoria, sintassi ed esercizi progettuali A09 Antono Boezo Alessandro Lanave Meep Teora, sntass ed esercz progettal Copyrght MMXIV ARACNE edtrce nt.le S.r.l. www.aracneedtrce.t nfo@aracneedtrce.t va Qarto Negron, 15 00040 Arcca RM 06 9781065

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS Captolo 7 1. Il modello IS-LM La «sntes neoclassca» e l modello IS-LM Defnzone: ndvdua tutte le combnazon d reddto e saggo d nteresse per le qual l mercato de ben (curva IS) e l mercato della moneta (curva

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

EFFICIENZA DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI ED EFFICIENZA DEL SISTEMA ECONOMICO: UNA NOTA PROPEDEUTICA ALLA RICERCA EMPIRICA

EFFICIENZA DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI ED EFFICIENZA DEL SISTEMA ECONOMICO: UNA NOTA PROPEDEUTICA ALLA RICERCA EMPIRICA WORKING PAPER No 592 Jne 2007 EFFICIENZA DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI ED EFFICIENZA DEL SISTEMA ECONOMICO: UNA NOTA PROPEDEUTICA ALLA RICERCA EMPIRICA ALESSANDRO PETRETTO JEL Classfcaton Nmbers: L51, D11,

Dettagli

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing Unverstà degl Stud d RomaTre - Facoltà d Economa Corso d Rcerche d Marketng Il patrmono nformatvo azendale come supporto alle attvtà d marketng ng. Stefano Cazzella stefano.cazzella@datamat.t Agenda La

Dettagli

Il modello markoviano per la rappresentazione del Sistema Bonus Malus. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. Materiale e Riferimenti

Il modello markoviano per la rappresentazione del Sistema Bonus Malus. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. Materiale e Riferimenti Il modello marovano per la rappresentazone del Sstema Bonus Malus rof. Cercara Rocco Roberto Materale e Rferment. Lucd dstrbut n aula. Lemare 995 (pag.6- e pag. 74-78 3. Galatoto G. 4 (tt del VI Congresso

Dettagli

La contabilità analitica nelle aziende agrarie

La contabilità analitica nelle aziende agrarie 2 La contabltà analtca nelle azende agrare Estmo rurale ed element d contabltà (analtca) S. Menghn Corso d Laurea n Scenze e tecnologe agrare Percorso Economa ed Estmo Contabltà generale e cont. ndustrale

Dettagli

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari Captolo 3 Covaranza, correlazone, bestft lnear e non lnear ) Covaranza e correlazone Ad un problema s assoca spesso pù d una varable quanttatva (es.: d una persona possamo determnare peso e altezza, oppure

Dettagli

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model Rcerca Operatva e Logstca Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentl Modell per la Logstca: Sngle Flow One Level Model Mult Flow Two Level Model Modell d localzzazone nel dscreto Modell a Prodotto Sngolo e a Un

Dettagli

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca Eserctazon del corso d Relazon tra varabl Gancarlo Manz Facoltà d Socologa Unverstà degl Stud d Mlano-Bcocca e-mal: gancarlo.manz@statstca.unmb.t Terza eserctazone Mlano, 8 febbrao 7 SOMMARIO TERZA ESERCITAZIONE

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri Scelta dell Ubcazone d un Impanto Industrale Corso d Progettazone Impant Industral Prof. Sergo Cavaler I fattor ubcazonal Cost d Caratterstche del Mercato Costruzone Energe Manodopera Trasport Matere Prme

Dettagli

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria 2 Modello IS-LM 2. Gl e ett della poltca monetara S consderun modello IS-LM senzastatocon seguent datc = 0:8, I = 00( ), L d = 0:5 500, M s = 00 e P =. ) S calcolno valor d equlbro del reddto e del tasso

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

1. Una panoramica sui metodi valutativi

1. Una panoramica sui metodi valutativi . Una panoramca su metod valutatv La dottrna azendalstca rconosce l esstenza d var metod att a determnare l valore del captale economco d un mpresa. In partcolare, è possble ndvduare tre macro-tpologe

Dettagli

Introduzione al Machine Learning

Introduzione al Machine Learning Introduzone al Machne Learnng Note dal corso d Machne Learnng Corso d Laurea Magstrale n Informatca aa 2010-2011 Prof Gorgo Gambos Unverstà degl Stud d Roma Tor Vergata 2 Queste note dervano da una selezone

Dettagli

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO 4. SCHMI ALTRNATIVI DI FINANZIAMNTO DLLA SPSA PUBBLICA. Se l Governo decde d aumentare la Spesa Pubblca G (o Trasferment TR), allora deve anche reperre fond necessar per fnanzare questa sua maggore spesa.

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. 5 REGRESSIONE LINEARE

STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. 5 REGRESSIONE LINEARE Matematca e statstca: da dat a modell alle scelte www.dma.unge/pls_statstca Responsabl scentfc M.P. Rogantn e E. Sasso (Dpartmento d Matematca Unverstà d Genova) STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. REGRESSIONE

Dettagli

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto CRESME Scenar d frenata per l comparto elettrco: l nodo della valorzzazone del prodotto Il mercato elettrco rappresenta uno de pù nteressant compart economc del nostro paese, caratterzzato da profonde

Dettagli

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM)

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM) Identfcazone: SIT/Tec-012/05 Revsone: 0 Data 2005-06-06 Pagna 1 d 7 Annotazon: Il presente documento fornsce comment e lnee guda sull applcazone della ISO 7500-1 COPIA CONTROLLATA N CONSEGNATA A: COPIA

Dettagli

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1 APAT Agenza per la Protezone dell Ambente e per Servz Tecnc Dpartmento Dfesa del Suolo / Servzo Geologco D Itala Servzo Tecnologe del sto e St Contamnat * * * Nota nerente l calcolo della concentrazone

Dettagli

Tutti gli strumenti vanno tarati

Tutti gli strumenti vanno tarati L'INCERTEZZA DI MISURA Anta Calcatell I.N.RI.M S eseguono e producono msure per prendere delle decson sulla base del rsultato ottenuto, come per esempo se bloccare l traffco n funzone d msure d lvello

Dettagli

... ... ... DI GIOIOSA MAREA (ME) PORTO TURISTICO NELLA FRAZIONE SAN GIORGIO DEL COMUNE. 3. RICAVI E COSTI DI GESTIONE... l

... ... ... DI GIOIOSA MAREA (ME) PORTO TURISTICO NELLA FRAZIONE SAN GIORGIO DEL COMUNE. 3. RICAVI E COSTI DI GESTIONE... l PORTO TURSTCO NELLA FRAZONE SAN GORGO DEL COMUNE D GOOSA MAREA (ME) PROGETTO PRELMNARE PANO ECOVOb'TCO E FNANZAF0 NDCE 1. PREMESSA...,.l 2. COSTO DELL'NTERVENTO...,...,...,..,,.,...,,.,,~...,.,.,.,,...l

Dettagli

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui:

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui: I IDACATI E LA COTRATTAZIOE COLLETTIVA Il ruolo economco del sndacato n concorrenza mperfetta, n cu: a) le mprese fssano prezz de ben n contest d concorrenza monopolstca (con extra-proftt); b) lavorator

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi Regressone Multpla e Regressone Logstca: concett ntroduttv ed esemp I Edzone ottobre 014 Vncenzo Paolo Senese vncenzopaolo.senese@unna.t Indce Note prelmnar alla I edzone 1 Regressone semplce e multpla

Dettagli

Variabili statistiche - Sommario

Variabili statistiche - Sommario Varabl statstche - Sommaro Defnzon prelmnar Statstca descrttva Msure della tendenza centrale e della dspersone d un campone Introduzone La varable statstca rappresenta rsultat d un anals effettuata su

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia Unverstà degl Stud d Urbno Facoltà d Economa Lezon d Statstca Descrttva svolte durante la prma parte del corso d corso d Statstca / Statstca I A.A. 004/05 a cura d: F. Bartolucc Lez. 8/0/04 Statstca descrttva

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

Modelli di base per la politica economica

Modelli di base per la politica economica Marcella Mulno Modell d base per la poltca economca Corso d Poltca economca a.a. 22-23 Captolo 2 Modello - e poltche scal e monetare In questo captolo rchamamo brevemente l modello macroeconomco a prezz

Dettagli

Concetti principale della lezione precedente

Concetti principale della lezione precedente Corso d Statstca medca e applcata 6 a Lezone Dott.ssa Donatella Cocca Concett prncpale della lezone precedente I concett prncpal che sono stat presentat sono: I fenomen probablstc RR OR ROC-curve Varabl

Dettagli

Norma UNI CEI ENV 13005: Guida all'espressione dell'incertezza di misura

Norma UNI CEI ENV 13005: Guida all'espressione dell'incertezza di misura orma UI CEI EV 3005: Guda all'espressone dell'ncertezza d msura L obettvo d una msurazone è quello d determnare l valore del msurando, n altre parole della grandezza da msurare. In generale, però, l rsultato

Dettagli

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes.

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes. EH SmartVew Servz Onlne d Euler Hermes Una SmartVew su rsch e sulle opportuntà Servzo d montoraggo dell asscurazone del credto www.eulerhermes.t Cos è EH SmartVew? EH SmartVew è l servzo d Euler Hermes

Dettagli

Analisi di mercurio in matrici solide mediante spettrometria di assorbimento atomico a vapori freddi

Analisi di mercurio in matrici solide mediante spettrometria di assorbimento atomico a vapori freddi ESEMPIO N. Anals d mercuro n matrc solde medante spettrometra d assorbmento atomco a vapor fredd 0 Introduzone La determnazone del mercuro n matrc solde è effettuata medante trattamento termco del campone

Dettagli

Appunti ed Esercizi di Fisica Tecnica e Macchine Termiche. Cap.6. Le macchine termiche semplici e l analisi di disponibilità

Appunti ed Esercizi di Fisica Tecnica e Macchine Termiche. Cap.6. Le macchine termiche semplici e l analisi di disponibilità Appnt ed Esercz d Fsca ecnca e Macchne ermche Cap.6. Le macchne termche semplc e l anals d dsponbltà Paolo D Marco Versone 26.1 19.12.6. La presente dspensa è redatta ad esclsvo so ddattco per gl allev

Dettagli

MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI

MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI CONTROLLI AUTOMATICI Ingegnera Gestonale http://www.automazone.ngre.unmore.t/pages/cors/controllautomatcgestonale.htm MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI Ing. Federca Gross Tel. 059 2056333 e-mal: federca.gross@unmore.t

Dettagli

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione Captolo 6 Rsultat pag. 468 a) Osmannoro b) Case Passern c) Ponte d Maccone Fgura 6.189. Confronto termovalorzzatore-sorgent dffuse per l PM 10. Il contrbuto del termovalorzzatore alle concentrazon d PM

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

Prof. Giulio Cainelli. appunti di Giovanni Gentile

Prof. Giulio Cainelli. appunti di Giovanni Gentile ECONOMIA POLITICA Macroeconoma Prof. Gulo Canell LA CONTABILITA NAZIONALE E LE VARIABILI MACROECONOMICHE La macroeconoma s occupa del comportamento aggregato del sstema economco, de meccansm d funzonamento

Dettagli

Risoluzione quesiti I esonero 2011

Risoluzione quesiti I esonero 2011 Rsoluzone quest I esonero 011 1) Compto 1 Q3 Un azenda a a dsposzone due progett d nvestmento tra d loro alternatv. Il prmo prevede l pagamento d un mporto par a 100 all epoca 0 e fluss par a 60 all epoca

Dettagli

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard Corso d Statstca (canale P-Z) A.A. 2009/0 Prof.ssa P. Vcard VALORI MEDI Introduzone Con le dstrbuzon e le rappresentazon grafche abbamo effettuato le prme sntes de dat. E propro osservando degl stogramm

Dettagli

La regressione. La Regressione. La Regressione. min. min. Var X. X Variabile indipendente (data) Y Variabile dipendente

La regressione. La Regressione. La Regressione. min. min. Var X. X Variabile indipendente (data) Y Variabile dipendente Unverstà d Macerata Facoltà d Scenze Poltche - Anno accademco - La Regressone Varable ndpendente (data) Varable dpendente Dpendenza funzonale (o determnstca): f ; Da un punto d vsta analtco, valor della

Dettagli

La retroazione negli amplificatori

La retroazione negli amplificatori La retroazone negl amplfcator P etroazonare un amplfcatore () sgnfca sottrarre (o sommare) al segnale d ngresso (S ) l segnale d retroazone (S r ) ottenuto dal segnale d uscta (S u ) medante un quadrpolo

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca Fnanzara aa 2012-2013 Eserctazone: 4 aprle 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/41? Aula "Ranzan B" 255 post 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Dettagli

Investimento in R&S e produttività nell agricoltura italiana (1963-91): un approccio econometrico mediante una funzione di costo variabile

Investimento in R&S e produttività nell agricoltura italiana (1963-91): un approccio econometrico mediante una funzione di costo variabile Investmento n R&S e produttvtà nell agrcoltura talana (1963-91): un approcco econometrco medante una funzone d costo varable Roberto Espost e Perpaolo Peran * Sommaro (J.E.L.: Q16) Il ruolo della spesa

Dettagli

VA TIR - TA - TAEG Introduzione

VA TIR - TA - TAEG Introduzione VA TIR - TA - TAEG Introduzone La presente trattazone s pone come obettvo d analzzare due prncpal crter d scelta degl nvestment e fnanzament per valutare la convenenza tra due o pù operazon fnanzare. S

Dettagli

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI UT D MPEGO DE DOD addrzzare ad na seonda. l crcto pù seplce, che pega l dodo coe raddrzzatore d na tensone alternata, è rappresentato n Fg.. n esso n generatore deale d tensone alternata l c valore stantaneo

Dettagli

Economia del Lavoro. Argomenti del corso

Economia del Lavoro. Argomenti del corso Economa del Lavoro Argoment del corso Studo del funzonamento del mercato del lavoro. In partcolare, l anals economca nerente l comportamento d: a) lavorator, b) mprese, c) sttuzon nel processo d determnazone

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia PROT. N 53897 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: DESTINATARI: DATA DECORRENZA: CIRCOLARE N. 9 DC Cartografa, Catasto e Pubblctà Immoblare, d ntesa con l Uffco del Consglere Scentfco e la DC Osservatoro del Mercato

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

Analisi dei flussi 182

Analisi dei flussi 182 Programmazone e Controllo Anals de fluss Clent SERVIZIO Uscta Quanto al massmo produce l mo sstema produttvo? Quanto al massmo produce la ma macchna? Anals de fluss 82 Programmazone e Controllo Teora delle

Dettagli

NOTE DALLE LEZIONI DI STATISTICA MEDICA ED ESERCIZI CONFRONTO DI PIU MEDIE IL METODO DI ANALISI DELLA VARIANZA

NOTE DALLE LEZIONI DI STATISTICA MEDICA ED ESERCIZI CONFRONTO DI PIU MEDIE IL METODO DI ANALISI DELLA VARIANZA NOTE DALLE LEZIONI DI STATISTICA MEDICA ED ESERCIZI CONFRONTO DI PIU MEDIE IL METODO DI ANALISI DELLA VARIANZA IL PROBLEMA Supponamo d voler studare l effetto d 4 dverse dete su un campone casuale d 4

Dettagli

Newsletter "Lean Production" Autore: Dott. Silvio Marzo

Newsletter Lean Production Autore: Dott. Silvio Marzo Il concetto d "Produzone Snella" (Lean Producton) s sta rapdamente mponendo come uno degl strument pù modern ed effcac per garantre alle azende la flessbltà e la compettvtà che l moderno mercato rchede.

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11 Caso Copyrght 2005 The Companes srl Stma d un area fabbrcable n zona ndustrale nella cttà d Ferrara. La stma è effettuata con crter della comparazone e quello del valore d trasformazone. Indce Confermento

Dettagli

La taratura degli strumenti di misura

La taratura degli strumenti di misura La taratura degl strument d msura L mportanza dell operazone d taratura nasce dall esgenza d rendere l rsultato d una msura rferble a campon nazonal od nternazonal del msurando n questone affnché pù msure

Dettagli

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Relazone Verfca d effcaca d un Sstema d Gestone d Scurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Gl nfortun sul lavoro e le malatte professonal sono ad ogg uno de prncpal problem che afflggono l Itala e

Dettagli

SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE

SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE Statstca Applcata Vol. 17, n. 3, 2005 377 SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE Gan Pero Cervellera Poste Italane, Dvsone Rete Terrtorale, Drezone Operazon, Svluppo Process Ducco

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE Mnstero dell Ambente e della Tutela del Terrtoro e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1. I RIFERIMENTI NORMATIVI 1.2. GLI OBIETTIVI

Dettagli

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014 Dpartmento d Economa Azendale e Stud Gusprvatstc Unverstà degl Stud d Bar Aldo Moro Corso d Macroeconoma 2014 1.Consderate l seguente grafco: LM Partà de tass d nteresse LM B A IS IS Y E E E Immagnate

Dettagli

Calibrazione. Lo strumento idealizzato

Calibrazione. Lo strumento idealizzato Calbrazone Come possamo fdarc d uno strumento? Abbamo bsogno d dentfcare l suo funzonamento n condzon controllate. L dentfcazone deve essere razonalmente organzzata e condvsa n termn procedural: s tratta

Dettagli

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB Edfc a basso consumo energetco: tra ZEB e NZEB Prof. Ing. Percarlo Romagnon Dpartmento d Progettazone e Panfcazone n Ambent Compless Unverstà IUAV d Veneza Dorsoduro 2206 30123 Veneza perca@uav.t Modell

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements Torna al programma Sstema per la garanza della qualtà ne sstem automatc d msura alle emsson: applcazone del progetto d norma pren 14181:2003. Rsultat dell esperenza n campo presso due mpant plota. Cprano

Dettagli

7. Redditività industriale e redditività dei mezzi propri. RO ROI Redditività industriale K RN MP ROE

7. Redditività industriale e redditività dei mezzi propri. RO ROI Redditività industriale K RN MP ROE Prof. Antono Renz Economa e gestone delle mprese Parte tredcesma Struttura fnanzara e reddtvtà 7. Reddtvtà ndustrale e reddtvtà de mezz propr RN = reddto netto RO = reddto operatvo OF = oner fnanzar OT

Dettagli

Soluzione esercizio Mountbatten

Soluzione esercizio Mountbatten Soluzone eserczo Mountbatten I dat fornt nel testo fanno desumere che la Mountbatten utlzz un sstema d Actvty Based Costng. 1. Calcolo del costo peno ndustrale de tre prodott Per calcolare l costo peno

Dettagli

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA La rforma del sstema pensonstco talano: le queston aperte e le prospettve d svluppo della componente a captalzzazone Carlo Mazzaferro

Dettagli

Condensatori e resistenze

Condensatori e resistenze Condensator e resstenze Lucano attaa Versone del 22 febbrao 2007 Indce In questa nota presento uno schema replogatvo relatvo a condensator e alle resstenze, con partcolare rguardo a collegament n sere

Dettagli

Macchine. 5 Esercitazione 5

Macchine. 5 Esercitazione 5 ESERCITAZIONE 5 Lavoro nterno d una turbomacchna. Il lavoro nterno massco d una turbomacchna può essere determnato not trangol d veloctà che s realzzano all'ngresso e all'uscta della macchna stessa. Infatt

Dettagli

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26 CAPITOLO 3 Incertezza d msura Pagna 6 CAPITOLO 3 INCERTEZZA DI MISURA Le operazon d msurazone sono tutte nevtablmente affette da ncertezza e coè da un grado d ndetermnazone con l quale l processo d msurazone

Dettagli

Aritmetica e architetture

Aritmetica e architetture Unverstà degl stud d Parma Dpartmento d Ingegnera dell Informazone Poltecnco d Mlano Artmetca e archtetture Sommator Rpple Carry e CLA Bozza da completare del 7 nov 03 La rappresentazone de numer Rappresentazone

Dettagli

Test delle ipotesi Parte 2

Test delle ipotesi Parte 2 Test delle potes arte Test delle potes sulla dstrbuzone: Introduzone Test χ sulla dstrbuzone b Test χ sulla dstrbuzone: Eserczo Test delle potes sulla dstrbuzone Molte concluson tratte nell nferenza parametrca

Dettagli

Fondamenti di Visione Artificiale (Seconda Parte) Corso di Robotica Prof.ssa Giuseppina Gini Anno Acc.. 2006/2007

Fondamenti di Visione Artificiale (Seconda Parte) Corso di Robotica Prof.ssa Giuseppina Gini Anno Acc.. 2006/2007 Fondament d Vsone Artfcale (Seconda Parte PhD. Ing. Mchele Folgherater Corso d Robotca Prof.ssa Guseppna Gn Anno Acc.. 006/007 Caso Bdmensonale el caso bdmensonale, per ndvduare punt d contorno degl oggett

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

Strategie multi-prodotto nei servizi di pubblica utilità: effetti della diversificazione e della densità dell utenza

Strategie multi-prodotto nei servizi di pubblica utilità: effetti della diversificazione e della densità dell utenza Stratege mult-prodotto ne servz d pubblca utltà: effett della dversfcazone e della denstà dell utenza Govann FRAQUELLI, Massmlano PIACENZA, Davde VANNONI Workng Paper 2, 2003 Hermes Real Collego Carlo

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL ORIENTAMENTI PER LA RIFORMA DELLE INTEGRAZIONI TARIFFARIE PER LE IMPRESE ELETTRICHE MINORI NON INTERCONNESSE Documento per la consultazone per la formazone

Dettagli

3. Esercitazioni di Teoria delle code

3. Esercitazioni di Teoria delle code 3. Eserctazon d Teora delle code Poltecnco d Torno Pagna d 33 Prevsone degl effett d una decsone S ndvduano due tpologe d problem: statc: l problema non vara nel breve perodo dnamc: l problema vara Come

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ECONOMIA AZIENDALE A.S.: 2015/2016 Prof Pnzzotto Dana classe 5 b afm Obtv educatv OBTV ddattc trasversal Acqusre

Dettagli

Regolazione incentivante per i servizi di trasporto locale *

Regolazione incentivante per i servizi di trasporto locale * Regolazone ncentvante per servz d trasporto locale * d Andrea Botan e Carlo Cambn # Abstract La recente rforma de trasport pubblc local ha fssato un lmte superore a trasferment erogabl alle azende da parte

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DELLA SANITÀ IN ITALIA: FINANZA AUTONOMA O DERIVATA?

IL FINANZIAMENTO DELLA SANITÀ IN ITALIA: FINANZA AUTONOMA O DERIVATA? WORKIG PAPER o 68 febbrao 2009 IL FIAZIAMETO DELLA SAITÀ I ITALIA: FIAZA AUTOOMA O DERIVATA? AGESE SACCHI JEL Classfcaton: H5, H75, H77 Keywords: Sstema santaro nazonale Federalsmo fscale socetà talana

Dettagli

Induzione elettromagnetica

Induzione elettromagnetica Induzone elettromagnetca L esperenza d Faraday L'effetto d produzone d corrente elettrca n un crcuto prvo d generatore d tensone fu scoperto dal fsco nglese Mchael Faraday nel 83. Egl studò la relazone

Dettagli

TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE

TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE IPOTESI SOTTOSTANTE: TECNICHE LINEARI (COEFFICIENTI FISSI DI PRODUZIONE) PREVISIONI (vendte, prezz de ben e de fattor) medante tecnche estrapolatve, econometrche e d mercato

Dettagli

Programmazione e Controllo della Produzione. Analisi dei flussi

Programmazione e Controllo della Produzione. Analisi dei flussi Programmazone e Controllo della Produzone Anals de fluss Clent SERVIZIO Uscta Quanto al massmo produce l mo sstema produttvo? Quanto al massmo produce la ma macchna? Lo rsolvo con la smulazone? Sarebbe

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica finanziaria aa 2012-2013 lezione 13: 24 aprile 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica finanziaria aa 2012-2013 lezione 13: 24 aprile 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca fnanzara aa 2012-2013 lezone 13: 24 aprle 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/23? reammortamento uò accadere che, dopo l erogazone

Dettagli

Statistica e calcolo delle Probabilità. Allievi INF

Statistica e calcolo delle Probabilità. Allievi INF Statstca e calcolo delle Probabltà. Allev INF Proff. L. Ladell e G. Posta 06.09.10 I drtt d autore sono rservat. Ogn sfruttamento commercale non autorzzato sarà perseguto. Cognome e Nome: Matrcola: Docente:

Dettagli

Appunti di Econometria

Appunti di Econometria Appunt d Econometra ARGOMENTO [4]: VARIABILI DIPENDENTI BINARIE Mara Lusa Mancus Unverstà Boccon Novembre 200 Introduzone Ne modell econometrc studat fno ad ora la varable dpendente, y, è sempre stata

Dettagli

1 La domanda di moneta

1 La domanda di moneta La domanda d moneta Eserczo.4 (a) Keynes elenca tre motv per detenere moneta: Scopo transattvo Scopo precauzonale Scopo speculatvo Il modello d domanda d moneta a scopo speculatvo d Keynes consdera la

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

Verifica termoigrometrica delle pareti

Verifica termoigrometrica delle pareti Unverstà Medterranea d Reggo Calabra Facoltà d Archtettura Corso d Tecnca del Controllo Ambentale A.A. 2009-200 Verfca termogrometrca delle paret Prof. Marna Mstretta ANALISI IGROTERMICA DEGLI ELEMENTI

Dettagli

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006 Smulazone seconda prova Tema assegnato all esame d stato per l'abltazone alla professone d geometra, 006 roposte per lo svolgmento pubblcate sul ollettno SIFET (Socetà Italana d Fotogrammetra e Topografa)

Dettagli

Dispense di IDRAULICA (2007)

Dispense di IDRAULICA (2007) Gorgo Qerzol Dspense d IDRAULICA (7) Unverstà degl Std d Caglar Facoltà d Ingegnera Dpartmento d Ingegnera del Terrtoro ... Infne c'è n problema fsco comne a molt camp, molto antco e non ancora rsolto.

Dettagli

6.1. Moody s KMV Credit Portfolio Manager

6.1. Moody s KMV Credit Portfolio Manager 6.. Moody s MV Credt Portfolo Manager 6... La struttura del modello L mpanto d Moody s MV (MMV) è costtuto dal modello d Merton e da un approcco d tpo fattorale per la stma delle correlazon. Attualmente,

Dettagli

Adattamento di una relazione funzionale ai dati sperimentali

Adattamento di una relazione funzionale ai dati sperimentali Adattamento d una relazone 1 funzonale a dat spermental Sno ad ora abbamo vsto come può essere stmato, con un certo lvello d confdenza, l valore vero d una grandezza fsca (dretta o dervata) con l suo ntervallo

Dettagli

Modello idraulico - Rapporto tecnico. (Rev. 0b)

Modello idraulico - Rapporto tecnico. (Rev. 0b) ASAP LIFE06/ENV/IT/000255 ASAP_D4-3_ModelloIdraulcoRappTecnco_IT_0b 1/20 LIFE06/ENV/IT/255 A.S.A.P. Actons for Systemc Aqufer Protecton The ASAP proect s partally funded by the European Unon LIFE Programme

Dettagli

Il diagramma PSICROMETRICO

Il diagramma PSICROMETRICO Il dagramma PSICROMETRICO I dagramm pscrometrc vengono molto utlzzat nel dmensonamento degl mpant d condzonamento dell ara, n quanto consentono d determnare n modo facle e rapdo le grandezze d stato dell

Dettagli

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L.

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L. MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura d L.Bernard) 3.3. Dsegn d camponamento d Lorenzo Bernard 3.3.1. Una defnzone per ntrodurre

Dettagli

31/03/2012. Collusione (Cabral cap.8 PRN capp. 13-14) Il modello standard. Collusione nel modello di Bertrand. Collusione nel modello di Bertrand

31/03/2012. Collusione (Cabral cap.8 PRN capp. 13-14) Il modello standard. Collusione nel modello di Bertrand. Collusione nel modello di Bertrand Collusone (Cabral cap.8 PRN capp. 13-14) Accord tact o esplct per aumentare l potere d mercato e pratcare prezz pù elevat rspetto all equlbro non cooperatvo corrspondente Esste un vantaggo dalla collusone

Dettagli