REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA"

Transcript

1 Dirzion Gnral REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AGENTZIA REGIONALE PRO S AMPARU DE S AMBIENTE DE SARDIGNA AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS DETERMINAZIONE N. 141 DEL Oggtto: Consuntivo dll attività Rlazion dlla Prformanc VISTA VISTA CONSIDERATO VISTO VISTO VISTI RECEPITO ACQUISITO ACCERTATO la Lgg 61/1994 istitutiva dll Agnzia nazional dll Agnzi rgionali provinciali pr la protzion dll ambint la Lgg Rgional n. 6/2006 istitutiva dll ARPAS; la Dlibrazion di Giunta Rgional n. 37/6 dl , divnuta scutiva con DPGR n. 111 dl , con la qual il sottoscritto ing. Alssandro Sanna è stato nominato Dirttor Gnral dll ARPAS; l art. 10, comma 5, ltt. d) dlla L.R. n. 6 dl ch prvd ch il Dirttor Gnral prdisponga pr la prsntazion al comitato rgional di coordinamnto una rlazion sull attività svolt, i risultati consguiti l criticità mrs nll anno prcdnt; l articolo 10 dl D.Lgs. n. 150 dl ch prvd, pr ciascun srcizio, l adozion dlla Rlazion sulla prformanc ch vidnzi, a consuntivo, con rifrimnto all anno prcdnt, i risultati raggiunti risptto agli obittivi programmati gli vntuali scostamnti; l articolo 14 dl D.Lgs. n. 150 dl ch prvd ch la Rlazion sulla Prformanc sia validata dall Organismo Indipndnt di Valutazion; gli articoli 3, 6, 7, dl Rgolamnto gnral di organizzazion dll ARPAS; il Vrbal dl dll Organismo Indipndnt di Valutazion ARPAS, nominato con Dtrminazion dl Dirttor Gnral n. 59 dl 22/05/2015, rcant lin di indirizzo critri mtodologici funzionali alla misurazion dlla prformanc dll Agnzia pr l srcizio 2014; con Prot dl il documnto di validazion dlla Rlazion sulla prformanc 2014 trasmsso dall Organismo Indipndnt di Valutazion; ch i risultati dlla vrifica misurazion dlla prformanc organizzativa individual - part intgrant dl ciclo dlla prformanc - comportano l attribuzion dlla rtribuzion di risultato al dipndnt, in applicazion di sistma prmiant di cui ai CCIA dlla Dirignza dl Comparto; Dtrminazion n. 141 dl /2

2 Dirzion Gnral REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AGENTZIA REGIONALE PRO S AMPARU DE S AMBIENTE DE SARDIGNA AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS VISTI i parri sprssi in calc dal Dittor dll Ara amministrativa dal Dirttor dll Ara -scintifica; DETERMINA 1. di approvar il Consuntivo dll attività Rlazion dlla Prformanc 2014 ch si allga alla prsnt Dtrminazion pr farn part intgrant; 2. di trasmttr la Dtrminazion al comitato rgional di coordinamnto; 3. di dar mandato ai comptnti Srvizi d Uffici di provvdr agli admpimnti ncssari alla liquidazion dll comptnz 2014, rlativ alla rtribuzion di risultato in applicazion di vignti CCIA pr la Dirignza d il Comparto; La prsnt Dtrminazion è trasmssa all Ufficio Comunicazion pr gli admpimnti di pubblicazion nll Albo Prtorio on-lin dl sito istituzional dll ARPAS. Il Dirttor dll Ara amministrativa f.to Nicoltta Vannina Ornano Il Dirttor dll Ara -scintifica f.to Piro Italo Prsod Il Dirttor Gnral f.to Alssandro Sanna s.to P.Longoni/Rsp.Ufficio Pianificazion, controllo gstion, valutazion Dtrminazion n. 141 dl /2

3 REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AGENTZIA REGIONALE PRO S AMPARU DE S AMBIENTE DE SARDIGNA AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS Dirzion Gnral CONSUNTIVO DELLE ATTIVITA RELAZIONE DELLA PERFORMANCE 2014 Sttmbr 2015

4 Approvazion dl Dirttor Gnral dll ARPA Sardgna con Dtrminazion n. 141 dl 28/09/2015 Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 2

5 Indic 1. QUADRO INFORMATIVO GENERALE DI INTERESSE PER I CITTADINI E GLI ALTRI STAKEHOLDERS Il contsto oprativo gnral di rifrimnto L idntità la mission dll ARPA Sardgna L ORGANIZZAZIONE LE RISORSE FINANZIARIE I MANDATI DI LEGGE COSTITUENTI IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER IL I SERVIZI ED I PRODOTTI EROGATI LA FORZA LAVORO LA FORMAZIONE LE CRITICITA E LE OPPORTUNITA I RISULTATI RAGGIUNTI I critri di misurazion I risultati IL RISULTATO OPERATIVO GLOBALE AGENZIALE I RISULTATI CORRELATI AGLI OBIETTIVI SPECIFICI DI MIGLIORAMENTO L APPORTO INDIVIDUALE QUADRO ANALITICO DEI RISULTATI: ESITI E SCOSTAMENTI L Albro dlla prformanc Obittivi stratgici Obittivi oprativi 30 Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 3

6 1. QUADRO INFORMATIVO GENERALE DI INTERESSE PER I CITTADINI E GLI ALTRI STAKEHOLDERS 1.1. Il contsto oprativo gnral di rifrimnto L attività dll ARPA Sardgna si svolg nll ambito di un contsto rgional carattrizzato da fattori di prssion strmamnt divrsificati, rivninti in manira significativa da fonti antropich dirtt attiv, così com da attività produttiv in ssr o dismss, nonché da fattori di rischio natural. I km 2 sono popolati da abitanti rsidnti, ch divngono oltr ni msi stivi, pr la maggior part concntrati lungo i km di trritori lungo la costa, pari ad oltr il 10% dll intro primtro nazional, ch fanno dlla Sardgna la prima rgion pr stnsion costira. Considrata dunqu la rilvanza dl valor ambint non solo qual prsupposto pr garantir la salut dll popolazioni, ma anch qual fattor cardin di un conomia a vocazion turistica con una fort componnt agro-pastoral, l Amministrazion Rgional Sarda monitora costantmnt lo stato di qualità ambintal attravrso i sgunti principali indicatori, intgrati poi da qulli dirttamnt riconducibili agli fftti di fattori di rischio ambintal sulla salut umana, quali qulli connssi all amianto, da qulli corrlati ai flussi informativi tcnici rlativi agli intrvnti di protzion civil: Acqua: stato cologico chimico acqu suprficiali sottrran; stato qualitativo acqu di balnazion; insdiamnti dotati di impianti di dpurazion; acqu rflu potnzialmnt dstinabili al riutilizzo Aria: concntrazioni di SO2 PM10; missioni di mtalli psanti; supramnti di limiti di lgg di paramtri di qualità dll aria; popolazion rsidnt in comuni con zonizzazion acustica Suolo: intrvnti pr mssa in sicurzza rischio idraulico rischio frana Biodivrsità ar naturali: ar prottt nazionali rgionali; SIC ZPS; ar di rilvant intrss naturalistico (RIN): Monumnti naturali; oasi di Protzion Faunistica Pasaggio bni culturali: PUC PUP adguati al PPR Bonifica siti inquinati: siti in cui è stato attivata la progttazion di bonifica; siti bonificati Rifiuti: quantità di rifiuti diffrnziati pr frazion; quantità di frazion umida trattata in impianti di compostaggio; quantità di rifiuti biodgradabili pro-capit collocati in discarica; produzion rifiuti spciali Enrgia: nrgia da fonti rinnovabili Produzioni agricol clima Agnti fisicid nrgia da fonti rinnovabili Ar industriali Siti contaminati rifiuti Impiantidi dpurazion Rt rgional corpi idirici Rt rgional monitoraggio qualità dll'aria Gologia uso dl suolo Rischio mtorologico idrogologico Salut Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 4

7 1.2. L idntità la mission dll ARPA Sardgna L'ARPA Sardgna è un'agnzia rgional dotata di prsonalità giuridica di diritto pubblico, autonomia amministrativa, tcnica, contabil patrimonial, istituita con la Lgg Rgional n. 6 dl 18 maggio Fa part dlla rt nazional dll agnzi ambintali prsnti in tutt l rgioni italian, ch intragiscono fra loro con scambi di sprinz volt a sviluppar mtodologi comuni pr la tutla dll ambint. MISSIONE: L'ARPA Sardgna ha compiti di monitoraggio controllo ambintal fornisc all Autorità comptnti in matria di programmazion, autorizzazion sanzioni in campo ambintal, a tutti i livlli di govrno dl trritorio. Prsidia il controllo dll fonti di prssion ambintal dtrminat dall attività uman ch, prlvando risors d intragndo con l ambint circostant, producono dgli impatti sull'ambint (scarichi, missioni, rifiuti, sfruttamnto dl suolo, radiazioni, cc.). Effttua il monitoraggio dllo stato dll ambint dtrminato dal livllo di qualità dll divrs matrici, quali acqua, aria, suolo. Ha il compito di provvdr alla laborazion promozion di programmi di informazion d ducazion ambintal alla promozion diffusion dlla cultura ambintal dlla ricrca su tcnologi funzionali ad innovar la sostnibilità ambintal nl sttor produttivo L organizzazion Nl 2014 l'arpas ha svolto la propria attività in tutto il trritorio rgional attravrso struttur dcntrat (i Dipartimnti), coordinati da una Struttura cntral composta dalla Dirzion Gnral, Dirzion Amministrativa Dirzion Tcnico-Scintifica, tutti organizzati in Srvizi d Uffici. La Struttura Cntral, ubicata a Cagliari, ha ffttuato il coordinamnto; il prsidio informatico tcnologico è stato rso dai poli di Cagliari Sassari. L attività oprativ sono stat assicurat attravrso i Dipartimnti con: - prsidi tcnici trritoriali prposti al monitoraggio, al controllo in campo alla valutazion ambintal (Cagliari, Portoscuso, Oristano, Nuoro, Sassari); nrgia (Cagliari); - una rt laboratoristica costituita da 5 laboratori chimico-biologici (Cagliari, Portoscuso, Oristano, Nuoro, Sassari), 1 laboratorio go-ptrografico (Cagliari), 2 cntri laboratoristici rgionali pr l analisi di amianto lgionlla (Oristano); - 2 poli tcnologici, uno pr l attività agromtoclimatologich (Sassari) uno pr la cartografia gologica tmatica l idrogologia (Cagliari). Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 5

8 Principali flussi di cooprazion intrdipartimntal attivi nll ambito dlla rt agnzial ARPAS spcializzazioni trritoriali ar tcnich SS/GL: impianti di dpurazion, impianti industriali, rifiuti SS/GL: monitoraggio acqu Mto: agromtclimatologia SS/GL: siti contaminati Gallura OR: rifiuti Agromtocli matologia Sassari: Dip. Trritorial Sassari/Gallura Dip. Mtoclimatico Amianto Lgionlla NU: Rifiuti VIA-VAS Gologia OR: Impianti di dpurazion Lgionlla Analisi chimicobiologichcotossicologich Nuoro: Dip. Trritorial Nuoro NU: Impianti industriali Amianto Analisi chimico- VIA-VAS biologichcotossicologich NU: Monitoraggio acqu OR: monitoraggio acqu Oristano: Dip. Trritorial Oristano Gologia NU: Siti contaminati Agnti fisici Agnti fisici SL: siti contaminati VIA-VAS SL: impianti industriali Portoscuso: Dip. Trritorial Sulcis Agnti fisici Analisi chimicobiologichcotossicologich Gologia Cagliari: Dir. Gn./Amm./Tcn. Dip. Trritorial Cagliari Dip. Gologico NU: Impianti di dpurazion GEO: Ptrografia SL: monitoraggio acqu Carlit GEO: Gologia SL CA: Rifiuti SL CA: impianti di dpurazion CA: siti contaminati CA: impianti industriali Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 6 CA: monitoraggio acqu

9 L risors finanziari 2014 Alla ralizzazion dl Programma 2014 hanno contribuito l risors finanziari individuat nl conto consuntivo approvato pr il mdsimo arco tmporal al qual si rinvia ai fini dll analisi dll valutazioni contabili spcifich. Con rifrimnto all sol ntrat corrnti, pari a oltr circa , si vidnzia ch la prvalnza costituita contributo funzionamnto RAS. è dal di La prvalnza dll sps corrnti, pari all ntrat, è stata dstinata al coprir Provnti prstazioni istituzionali ,29 2,2% Provnti prstazioni non istituzionali ,76 0,6% Consuntivo ntrat (ntrat corrnti) Altro ,64 1,1% Trasfrimnto corrnt RAS ,00 96,1% l impgno gnrato dal, sguito dall sps di manutnzion gstion dll sdi. Sono inoltr stat ffttuat sps di invstimnto pr circa a valr sull avanzo di amministrazion, rlativ ad intrvnti sull sdi all acquisto di strumntazioni tcnologi. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 7

10 I mandati di Lgg costitunti il quadro di rifrimnto pr il 2014 L articolo 2 dlla LR n. 6 dl 18 maggio 2006 s.m.i. attribuisc all Agnzia l sgunti funzioni, intgrat da qull ch l drivano dall norm di sttor in matria ambintal di salut pubblica, nonché da altr attività in ambiti individuati dalla Rgion Sardgna. a) Studio, analisi controllo di fattori fisici, chimici biologici rilvanti ai fini dlla prvnzion, dlla riduzion o dlla liminazion dll inquinamnto (acustico, aria, acqu, suolo, lttromagntico, radioattivo, da rifiuti solidi liquidi, di rischi di incidnti rilvanti). b) Studio, analisi controllo: sull igin dll ambint; di fattori gologici, mtorologici, idrologici, nivologici sismici; di procssi di trasformazion antropica, ai fini dlla prvision prvnzion di rischi naturali dlla tutla dll ambint. Organizzazion ralizzazion dlla cartografia gologica di stato. c) Supporto alla gstion implmntazion dl sistma informativo ambintal rgional (SIRA), sotto il coordinamnto dlla Rgion. d) Ralizzazion, in coordinamnto con la Rgion, gstion dll rti di monitoraggio di altri sistmi di indagin, anch ai fini dlla valutazion dl rapporto tra ambint salut dll popolazioni. ) Supporto -scintifico agli Enti comptnti in matria: ambintal, trritorial, agricola, industrial, infrastruttural nll altr attività conomich sociali ch producono un impatto con l ambint; di prvnzion di protzion civil, pr l laborazion di normativ, piani, programmi, rlazioni, parri, provvdimnti amministrativi d intrvnti, anch di mrgnza, pr il rilascio dll autorizzazioni in matria ambintal sanitaria. f) Supporto -scintifico agli uffici comptnti pr l attività istruttori rlativ a: studi di Valutazion di Impatto Ambintal (VIA); Valutazion Ambintal Stratgica (VAS); rilascio dll autorizzazioni di cui al D.Lgs. 59/2005 (IPPC); dtrminazion dl danno ambintal. g) Promozion d sviluppo dlla ricrca di bas applicata: agli lmnti dll ambint fisico; ai fnomni di inquinamnto; ai fnomni atmosfrici intnsi potnzialmnt dannosi pr l ambint; all condizioni gnrali di rischio; al corrtto utilizzo dll risors naturali; all form di tutla dgli cosistmi naturali; alla gstion sostnibil di sistmi agricoli; al monitoraggio tutla dlla biodivrsità dlla Carta dlla natura. h) Studio, analisi, promozion diffusion: dll tcnologi di sistmi di gstion ambintalmnt compatibili; di prodotti a ridotto impatto ambintal; di sistmi di produzion a ridotto impatto ambintal; di sistmi dll tcnologi di rcupro bonifica ambintal. i) Vrifica controllo di progtti di intrvnti sull ambint. Formulazion agli nti pubblici di propost sugli asptti ambintali riguardanti: la produzion nrgtica; la cognrazion; il risparmio nrgtico; form altrnativ di produzion nrgtica. m) Elaborazion promozion di programmi di informazion, ducazion ambintal, formazion aggiornamnto dl dgli nti d organismi pubblici opranti in campo ambintal. n) Collaborazion con ISPRA; Agnzia uropa dll ambint (AEA); nti d istituzioni nazionali, comunitari intrnazionali opranti nl sttor dlla prvnzion collttiva dl controllo ambintal. o) Collaborazioni con cntri di ricrca d ccllnza, univrsitari non. p) Collaborazion con gli organi comptnti pr gli intrvnti di protzion civil ambintal. (q) Funzioni di Cntro di a dll opratività dl Cntro funzional rgional dlla protzion civil. r) Sgnalazion dll violazioni in matria ambintal all autorità comptnti. s) Rdazion di un rapporto annual sullo stato dll ambint in Sardgna. u) Esrcizio dll comptnz dl Srvizio gologico rgional. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 8

11 I srvizi d i prodotti rogati I compiti istituzionali assgnati all ARPA Sardgna hanno comportato l individuazion attivazion di 6 macro-ambiti di attività, spsso all intrno di ndoprocdimnti in capo ad altr Amministrazioni: controlli finalizzati alla vrifica di conformità monitoraggi vrifich ispzioni valutazion ambintal autorizzazioni studi di bas progtti spcifici attività analitica su iniziativa autonoma, spcifica richista/mandato, mrgnza ambintal Ciascuno di qusti macro-ambiti ha comportato sotto-articolazioni di tipo matricial tmatico: Aria Acqua Enrgia agnti fisici Suolo Gologia Idrogologia Rifiuti Ambint salut Agromtoclimatologia Rischio industrial Comunicazion, formazion, informazion ambintal In ciascun macro-ambito l attività è stata svolta attravrso l ffttuazion/rilascio di: prlivi campionamnti misur sopralluoghi parri propost cartografia bollttini studi, ricrch indagini rlazioni tcnich smplici complss analisi validazioni organizzazioni di dati Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 9

12 La forza lavoro Risptto all 571 unità dlla dotazion organica approvata, l attività 2014 è stata portata avanti da 362,9 unità mdi, pari a circa il 60% dl quantificato ncssario pr assolvr ai mandati. Il prdurar dl blocco dll assunzioni d il limitatissimo turn ovr - hanno impdito all'agnzia di soddisfar, almno in part, l'signza di acquisir profssionalità adguat pr vari sttori di attività. L nuov disposizioni sul turn ovr, dttat dall art. 3, c. 5, lgg 114/2014, hanno stabilito ch possono ssr dstinat a nuov assunzioni l risors conomich rifrit all cssazioni dal srvizio avvnut ngli anni 2013, nlla misura dl 60% dlla spsa rlativa al di ruolo cssato in ciascun anno. Ngli ultimi msi dl 2014 si è manifstata l signza di procdr quanto prima ad una rimodulazion dlla dotazion attsa con rifrimnto alla distribuzion fra l divrs catgori ni divrsi profili profssionali, sia pr potr dar attuazion, pr la part di di ARPAS, alla dlibrazion dlla Giunta Rgional n. 44/24 dl rlativa all opratività dl Cntro Funzional Dcntrato dlla Protzion Civil Rgional, a cui l'arpas partcipa pr la part mtorologica, sia pr far front ad altr signz connss con l attività dll Agnzia dclinat nlla Lgg istitutiva. Nl 2014, a front di 8 cssazioni, sono stat rgistrat 3 sol assunzioni, tutt rlativ a fisici mtorologi pr il Cntro Funzional Dcntrato, rclutati dall graduatori in vigor dlla slzion pubblica ffttuata nl Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 10

13 L risors uman ch hanno partcipato alla ralizzazion dll attività 2014 sono risultat costituit pr il 12% da dirignti pr l 88% da dl comparto. Organico consistnza Dirignza* Comparto su un di 362,9 unità Dirignti 44,3 12% Comparto 318,5 88% Organico distribuzion Dirignza* Comparto su un di 362,9 unità 90,0 80,0 70,0 60,0 50,0 40,0 30,0 20,0 10,0 0,0 71,0 12,5 61,3 49,8 47,0 27,3 18,8 27,5 16,0 5,1 4,0 5,2 6,4 6,2 3,0 2,0 Comparto Dirignti *inclusi il Dirttor Tcnico il Dirttor Amministrativo, pr il priodo di incarico (fino al 20/06/2014) Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 11

14 All intrno dl Comparto, la composizion di profili contrattuali in organico è rimasta sotanzialmnt qulla prsnt al momnto dlla costituzion dll Agnzia, nlla qual sono transitati profili Sanitari Tcnici dai PMP ASL profili Tcnici d Amministrativi da altri Enti, con l immission di alcun profssionalità tcnich ngli anni intrcorsi fra la costituizion dll ARPAS l ntrata in vigor di vincoli assunzionali tutt ora in ssr Consistnza catgori contrattuali Comparto su un di 318,5 unità Consistnza catgori contrattuali Comparto su un di 318,5 unità Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 12

15 Risptto ai titoli di studio prsnti nll ara Comparto è rimasta invariata, risptto agli anni prcdnti, la prvalnza, con il 63%, di unità diplomat, contro appna il 26% di laurato. La carnza di sia ch amministrativo con spcializzazion univrsitaria rapprsnta da smpr una grav criticità, ch condiziona fortmnt l opratività dll Agnzia, situazion ancor più vidnt s si considra ch nll analogh raltà ARPA il rapporto è mdiamnt invrtito, con ntta prvalnza dll profssionalità laurat Consistnza titoli di studio Comparto su un di 318,5 unità Consistnza titoli di studio Comparto su un di 318,5 unità Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 13

16 La formazion 2014 Nl 2014 l attività rlativa alla formazion dl è stata svolta sulla scorta dll ultimo Piano di formazion adottato in rifrimnto al trinnio sbbn non aggiornato - frutto comunqu, all poca, di una accurata ricognizion dll signz, suddivis in cicli ar di intrvnto. Al fin di ottimizzar l forz disponibili, è stato dato corso ad una squnza di prcorsi formativi rivolti all più urgnti ncssità sia nll ambito -scintifico, ch in qullo amministrativo-contabil, avndo cura di non crar disomognità tra i du ambiti, anch nll quilibrato utilizzo dll risors invstit. La disponibilità finanziaria pr gli vnti formativi dll anno 2014 è stata pari a uro, quantificata in bas al 50% dlla spsa sostnuta nl 2009; l importo è stato ripartito in ,51 uro dstinati alla formazion indrogabil in bas a vincoli di lgg in ,49 uro ddicati ad intrvnti comunqu urgnti, in funzion dlla programmazion oprativa annual plurinnal. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 14

17 Non sono mancati nll anno altri appuntamnti formativi rogati attravrso contatti dirtti con istituzioni strn, comunqu collgati ad ARPAS spsso anch pr attività condivis. Si è trattato di vnti non comportanti spsa spcifica, com qulli rlativi all giornat di attività formativa sulla buona pratica in laboratorio organizzat dall ISPRA o di corsi rogati dirttamnt da appaltatori conomici in quanto ricomprsi nll ambito di fornitur tcnich spcialistich di nuova acquisizion. Formazion rogata pr gnr ambito oprativo Donn Appuntamnti importanti si sono avuti con i vari Corsi organizzati attravrso la Rt di Rfrnti dlla Formazion Rgional, fra cui alcuni Corsi Excl bas d avanzato, un Workshop su Formazion d Innovazion, d un corso dstinato ai Dirignti di tutta la Rgion, insrito in un Piano Trinnal di prvnzion dlla Corruzion. Uomini Ancora, l ARPAS ha ospitato un tirocinio formativo in ambito amministrativo. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 15

18 Evnti formativi rogati Formazion in matria di Lgg Anticorruzion Tsto Unico sulla Trasparnza - La Lgg Anticorruzion. Nomina compiti dl Rsponsabil dlla prvnzion dlla corruzion. Piano Anticorruzion. Attività a rischio. Conflitto d intrssi. Codic di comportamnto. Rgolamnto. Incarichi profssionali ad strni. Attività di formazion pr corsi Microsoft MOC 6427 MOC 6419 Configuring and Troublshooting Intrnt Srvic (Win2008) - Codic Microsoft MOC Configuring Managing and Maintaining Windows srvr 2008 Srvrs - Codic Microsoft MOC 6419 Formazion rlativa al Corso Pratico su Saggi Ecotossicologici in kit - Acquisizion dlla part oprativa di saggi, aggiornamnto tcnologico scondo l normativ lin guida di rifrimnto conoscnza di nuovi kit industrializzati /o innovativi. Confronto dll sprinz tra tcnici di nti pubblici di azind privat. Corso Spcialistico pr Rsponsabili Rfrnti dlla Prvnzion dlla Corruzion Azioni da attuar da programmar riportar nl Piano Trinnal di Prvnzion dlla Corruzion; gli standard l guid intrnazionali in matria di risk managmnt; il pacchtto anticorruzion; il ruolo l rsponsabilità dgli attori; la mappatura dl rischio corrlativi modlli organizzativi; l ricadut in tma di rsponsabilità pnal; i modlli tcnich di idntificazion, analisi valutazion dl rischio; l applicazion dll misur obbligatori; la idntificazion dll misur facoltativ; la misurazion valutazion dll'fficacia dll'impatto dll misur di prvnzion; l analisi dll ar di rischio obbligatori. Formazion avanzata sui Softwar HEC - Conoscnz di bas pr l utilizzo dl softwar. Mtodologia pratica d applicativa. Analisi di casi concrti. Formazion Dploying Cisco ASA VPN Solutions (VPN) CI VPN 5 - Th Cisco ASA Adaptiv Scurity Applianc VPN Architctur and Common Componnts. Cisco ASA Adaptiv Scurity Applianc Clintlss Rmot Accss SSL VPN Solutions. Cisco AnyConnct Rmot Accss SSL Solutions. Cisco ASA Adaptiv Scurity Applianc Rmot Accss IPsc VPNs. Cisco ASA Adaptiv Scurity Applianc Sit-to-Sit IPsc VPN Solutions. Endpoint Scurity and High Availability for Cisco ASA VPNs. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 16

19 Guida al rilvamnto alla dscrizion dgli habitat fluviali - Il Mtodo Caravaggio: zon di intrvnto, critri di dlimitazion, carattristich di rosion, la schda di campo, il potnzial applicativo dl mtodo, numros srcitazioni su campo sam di risultati. Il Biologo nlla Riqualificazion Fluvial - Riqualificazion fluvial nll applicazion dll Dirttiv Europ di sttor. Nozioni di idrologia, gomorfologia d cologia fluvial. Dgrado dlla qualità di corsi d acqua lin d azion pr ridurn gli fftti. Gli attrzzi dl biologo nlla casstta di riqualificazion fluvial. Srvizio di aggiornamnto in matria di sicurzza sui luoghi di lavoro prvnzion dai rischi spcifici - Spcifico addstramnto sull utilizzo di Dispositivi di Protzion Individual (appartnnti alla trza catgoria) d aggiornamnto sull sposizion a rischi spcifici. Formazion aggiornamnto obbligatorio dll figur profssionali di Coordinator in matria di salut sicurzza durant la ralizzazion dll opra - Formazion pr Coordinator in matria di sicurzza di salut durant la progttazion dll opra (Coordinator pr la progttazion); Coordinator in matria di sicurzza salut durant la ralizzazion dll opra (Coordinator pr l scuzion di lavori). Mastr in Contrattualistica Pubblica - Procdimnto contrattual ordinario: principi gnrali, fonti normativ quadro sistmatico. Gli appalti pubblici di lavori. Gli appalti pubblici di srvizi fornitur. L figur altrnativ al procdimnto ordinario ad vidnza pubblica. Il partnariato pubblico privato. Contnzioso, disciplina antimafia rsponsabilità. I sttori spciali. Gli appalti di lavori concrnnti i bni culturali. Aggiornamnti finali. Mastr in Appalti Pubblici - Modulo spcialistico appalti di lavori - Programmazion progttazion ngli appalti pubblici di lavori. Qualificazion ni lavori pubblici profili pculiari dlla gara lavori. Gstion dlla fas scutiva dl contratto Procssi di dpurazion dll acqu rflu implicazioni iginico-sanitari - Normativa comunitaria nazional dl sttor. Principi di cologia sviluppo sostnibil dl trritorio. Inquinamnto d autodpurazion. Procssi biologici. Classificazion dll acqu rflu. Microbiologia d cologia dll acqu rflu.procssi di dpurazion chimico-fisica/biologica. Procssi di dpurazion natural: lagunaggio, fitodpurazion, spandimnto, subirrigazion. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 17

20 L Aggiornamnto dlla valutazion dl rischio da agnti chimici, cancrogni mutagni - Rapporti tra la lgislazion in matria di sicurzza obblighi comunitari di REACH CPL. Prcorso di accrditamnto con vrifica final pr il consguimnto dl titolo di Auditor intrno dl sistma di qualità di un Laboratorio - Audit ni Laboratori: formazion dgli Auditor. Valutazion dgli Auditor. Corso di Formazion aggiornamnto in Arobiologia promosso dall AIA - Immunologia. Monitoraggio arobiologico pr il controllo dll pollinosi. Microspia di bas. Controllo di qualità. Elmnti di statistica. Softwar gstionali. Mtorologia. Fnologia. Morfologia pollinica. Norm, mtodich di dtrminazion, campionamnto, lttura di pollini dll spor. Aggiornamnto, pr il addtto, in matria di salvamnto primo soccorso di gstion dll mrgnza - Tcnich di comunicazion con il sistma di mrgnza S.S.N., di primo soccorso nlla sindrom rspiratoria acuta, di rianimazion cardiopolmonar, di tamponamnto morragico, di sollvamnto trasporto traumatizzato di primo soccorso in casi di sposizion accidntal ad agnti chimici biologici. La Pnsion dl Pubblico Dipndnt aggiornata la I cambiamnti dl sistma prvidnzial. L armonizzazion dl trattamnto di quiscnza. L abolizion dll finstr. La massima anzianità contributiva. I mtodi di liquidazion di trattamnti pnsionistici. Pnsioni di inabilità. Spnding Rviw. Novità dlla Lgg 228/2012 l insrimnto dlla nuova lgg di stabilità dl Trattamnti in srvizio risoluzion unilatral: D.L. 24 giugno 2014 convrtito il Lgg n. 114/2014. L novità pr i sostituti d imposta introdott dal Dcrto sulla Smplificazion Fiscal la Dichiarazion di Rdditi prcompilata (D.lgs n. 175/2014) - La Dichiarazion di Rdditi prcompilata. I compiti dl CAF di sostituti d imposta. Il nuovo Crtificato Unico. Scadnz, controlli dll Amministrazion Finanziaria, nuov rgol sull compnsazioni dl sostituto d imposta, modifich in matria di addizionali comunali rgionali all IRPEF. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 18

21 2. LE CRITICITA E LE OPPORTUNITA L srcizio 2014 è stato carattrizzato da un quadro nl qual l criticità hanno prvalso sull opportunità di crscita l opportunità. [Tsto] Assnza di indirizzi priorità stratgich da part dlla Giunta Rgional, funzionali all'orintamnto dl Programma di attività pr l'srcizio 2014 pr il trinnio Approvazion dl Bilancio finanziario a fin maggio 2014 con una contrazion di cinqu msi sull'arco tmporal di spsa consgunti criticità in rlazion allo svolgimnto di procdimnti corrlati, con particolar rifrimnto all gar di appalto complss. [Tsto] Prdurar, in continutà con gli anni prcdnti, di gravi carnz sulla dotazion organica, numricamnt pari al 60% di qulla ncssaria pr lo svolgimnto dll attività ancor più fortmnt sottodimnsionata dal punto di vista dll comptnz -scintifich spcialistich, con appna il 26% di laurati nll'ara oprativa, ossia un trzo di qullo mdiamnt in disponibilità dll altr ARPA. [Tsto] Capacità assunzional strttamnt ridotta condizionata dal turn-ovr ch, su una popolazion di lavoratori con una tà mdia di 51 anni, ha consntito l'immission di sol tr nuov unità, con l'aggravant di vicolo normativo di dstinazion sclusiva all attività a dlla Protzion Civil Rgional. Discontinuità gstional, dtrminatasi con la cssazion dl Dirttor Gnral ( di Dirttori di Ara Dipartimnto) il 20 giugno, ossia a mtà dll'srcizio, Commissariamnto Straordinario pr circa quattro msi insdimanto dl nuovo Dirttor Gnral solamnt il 7 ottobr, ad srcizio ch volgva prssochè al trmin. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 19

22 3. I RISULTATI RAGGIUNTI 3.1. I critri di misurazion Sulla bas dll lin di indirizzo dttat dall O.I.V., i critri applicati pr la misurazion dlla prformanc 2014 sono contstualizzati nll ambito dll spcifich dinamich carattrizzanti l srcizio: con la dlibrazion n. 17/30 dl 13 maggio 2014 la Giunta Rgional rinviava l approvazion dlla proposta programmatica ARPAS all acquisizion di lmnti intgrativi, da fornirsi corntmnt con l prvisioni normativ di cui alla L.R. 6/2006..anch al fin di consntir una puntual valutazion dll attività con rifrimnto ai singoli cntri di rsponsabilità. All atto dl commissariamnto straordinario dll Agnzia, intrvnuto in data 20 giugno, la situazion risultava invariata la cronologia dgli vnti da lì in poi succdutisi, con il commissariamnto protrattosi pr divrsi msi fino all insdiamnto di una nuova Dirzion Gnral il 7 ottobr 2014, quasi dunqu al volgr dl trmin dll srcizio, dtrminavano di fatto il mancato prfzionamnto dll itr di adozion d approvazion dlla nuova d intgrata proposta programmatica. In tal scnario il ciclo di attività 2014 vniva comunqu portato avanti con rifrimnto alla allora vignt programmazion plurinnal al quadro gnral di mandati agnziali, nll ottica dlla garanzia dlla soglia di prsìdio dlla ralizzazion dl piano di obittivi spcifici di miglioramnto assgnati ai cntri di rsponsabilità. La concorrnza di tali du lmnti ha commisurato l opratività global agnzial, rapprsntata nl prsnt consuntivo annual. Al riguardo si vidnzia ch i paramtri di rifrimnto assunti pr dtrminar il livllo di opratività di mantnimnto rapprsntano il punto di convrgnza tra la finalità di individuar una soglia di prsidio dll attività adguata all risors assorbit, anch in trmini finanziari, l significativ criticità corrlat alla ridotta forza lavoro di cui ha potuto disporr l Agnzia. Prtanto, frmi rstando gli admpimnti inludibili d incomprimibili, i targt associati agli indicatori di attività di cui alla succssiva apposita szion - risultano pr divrsi ambiti tmatici al di sotto dll obittivo di coprtura dl di mandati attribuiti ad ARPAS su scala rgional, dunqu con una prospttiva di risultato allinata all risors assgnat disponibili pr l anno Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 20

23 3.2. I risultati Il risultato oprativo global agnzial Smpr in sintonia con i critri indicati dall O.I.V., il contributo dato al risultato ARPAS pr l anno 2014 dal piano di obittivi spcifici di miglioramnto è stato individuato - considratn l divrs componnti - nlla misura dl 20% dl piano oprativo complssivo, l 80% dl qual è invc sprssion di attività corrlat ai prsìdi di mantnimnto. Il risultato global agnzial è stato dtrminato proporzionalmnt all risultanz di tali piani: - il risultato vrificato in rifrimnto agli obittivi spcifici di miglioramnto assgnati ai cntri di rsponsabilità si è attstato complssivamnt al 91%; - Il risultato dll attività corrlat ai prsìdi di mantnimnto si è attstato complssivamnt a 77%. Da tal quadro driva ch il risultato oprativo global ARPAS pr l anno 2014 è stato consguito nlla misura dll 80% dl risultato attso in rifrimnto allo spcifico ciclo di attività. Qual lmnto informativo complmntar, comunqu di scondo piano risptto all finalità dl prsnt consuntivo, è mrso ch il risultato oprativo 2014, riproporzionato sulla scala dl di mandati rgionali rifriti all tmatich individuat, si è attstato su un grado di coprtura intorno al 60%, in gnral cornt con l risors assgnat. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 21

24 I risultati corrlati agli obittivi spcifici di miglioramnto Com già richiamato nlla prmssa dl prsnt capitolo, nll ambito dll attivazion dgli strumnti funzionali a migliorar il srvizio ch l Agnzia è chiamata ad rogar nl quadro di un più fficint utilizzo dll risors, sono stati individuati obittivi spcifici quali lmnti concorrnti alla dfinizion dlla Prformanc 2014 dll'arpas, nonché all'applicazion dgli istituti conomici di cui ai Contratti Collttivi Intgrativi Azindali ch rgolamntano il Sistma di misurazion valutazion dlla Prformanc dl dipndnt dlla Dirignza dl Comparto. I Cntri di Rsponsabilità assgnatari dgli obittivi spcifici hanno oprato su moltplici tmatich: il monitoraggio dll acqu suprficiali, in particolar, i corpi idrici intrssati da alluvion dl trritorio di Nuoro, l acqu di transizion l acqu marino costir di cui al programma rgional, sia pr la part di campionamnto, ch con rifrimnto a qulla analitica; gli intrvnti di controllo sugli impianti con Autorizzazion Intgrata Ambintal; l attività di validazion sui siti contaminati l attività analitica pr l ISPRA su sdimnti di ar marin costir; la tmpistica di rstituzion dl risultato analitico sui campioni di amianto lgionlla; l applicazion dl nuovo protocollo oprativo RAS pr il controllo dgli impianti di dpurazion; l informazion ambintal, in rifrimnto alla qual è stato rdatto il primo rapporto sullo stato dll ambint in formato di annuario rifrito ai dati 2013; sono stati prodotti consuntivi storici quinqunnali sull attività analitica di Cntri di Rifrimnto Rgional pr l Amianto la Lgionlla, l attività analitica spcialistica in matria di cotossicologia, il campionamnto dll indic CARLIT nll acqu suprficiali: l attività propdutich all accrditamnto ISO/IEC dlla lina analitica acqu a uso umano; l implmntazion dl prsìdio dll attività di controllo valutazion in matria di agnti fisici di ndoprocdimnti SUAP la vrifica il monitoraggio dll applicazion nll struttur oprativ di lin guida su norm di significativa rilvanza nlla tutla ambintal; il monitoraggio arobiologico fnologico; il alla Protzion Civil Rgional sul prsidio di fattori di rischio mtorologici; la ralizzazion dlla Carta Graniti dlla Sardgna 1: dlla Carta Gologica 1:50.000; l avvio dl monitoraggio dlla spsa dl in rapporto all attività svolt l aggiornamnto di rgolamnti intrni in sintonia con il mutato quadro normativo; l fficinza funzionalità dgli apparati informatici tcnologici agnziali dll sdi; gli admpimnti in matria di prvnzion dlla corruzion prvnzion protzion; l attività propdutich all attuazion dll innovazioni normativ in rifrimnto alla fatturazion lttronica nlla PA alla riclassificazion dl Bilancio in applicazion dl D.Lgs.118/2011; l attività propdutich all applicazion dll norm sugli acquisti vrdi nlla PA. Gli obittivi spcifici sono stati oggtto di vrifica tcnica con attribuzion dlla prcntual di risultato raggiunto in rifrimnto a ciascun indicator, a cascata, da ciascun CdR, com ripilogato nlla tablla sgunt. Al riguardo, l O.I.V. avndo idntificato qual paramtro di rifrimnto primario il risultato consguito dll Agnzia, attstatosi all 80% dl quadro oprativo gnral, ha indicato di riproporzionar riallinar il risultati dtrminati a sguito dlla suddtta vrifica tcnica al livllo di risultato complssivo dll ARPAS, individuando in tal soglia l ffttivo grado di soddisfacimnto dl fabbisogno dgli stakholdrs, sintsi dl contributo di tutti i Cntri di Rsponsabilità. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 22

25 Dirzion Gnral Dirzion Amministrativa Dirzion Tcnico- Scintifica CdR Dirzion* 96% 77% CdR Informatico 80% CdR Prvnzion corruzion 83% 67% CdR Prvnzion protzion 67% 53% CdR Dirzion* 80% CdR Provvditorato 93% 75% CdR Amministrativo 93% 75% CdR Prsonal 93% 75% CdR Srvizi Gnrali Tcnici 93% 75% CdR Dirzion* 98% 78% CdR Monitoraggio 95% 76% CdR Laboratorio 98% 78% CdR Valutazion 80% CdR Dirzion 96% 76% CdR Monitoraggio 98% 78% Dipartimnto Cagliari CdR Laboratorio 97% 78% Dipartimnto Sulcis Dipartimnto Oristano Dipartimnto Nuoro Dipartimnto Sassari Dipartimnto Gallura Dipartimnto Mtoclimatico Cntro di Rsponsabilità Risultato vrificato Risultato riallinato al risultato global Agnzial in cornza con gli indirizzi OIV CdR Valutazion 97% 77% CdR Enrgia 80% CdR Dirzion 90% 72% CdR Monitoraggio 80% CdR Laboratorio 97% 78% CdR Valutazion 80% CdR Dirzion 97% 78% CdR Monitoraggio 88% 70% CdR Laboratorio 99% 79% CRR Amianto 90% 72% CRR Lgionlla 90% 72% CdR Valutazion 98% 79% CdR Dirzion 98% 78% CdR Monitoraggio 98% 78% CdR Laboratorio 84% 67% CdR Valutazion 80% CdR Dirzion 96% 77% CdR Monitoraggio 96% 77% CdR Laboratorio 91% 73% CdR Valutazion 80% CdR Dirzion 97% 77% CdR Monitoraggio 98% 78% CdR Valutazion 90% 72% CdR Dirzion 80% CdR Mtorologico 80% CdR Tcnologico 80% CdR Cntro di Comptnza 80% CdR Dirzion 93% 74% Dipartimnto CdR Gologia 80% Gologico CdR Idrogologia 70% 56% * Risultato non applicabil ai Dirignti xtra dotazion organica (Dirttor Gnral, Dirttori di Ara) Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 23

26 Analogo critrio è staro applicato ai fini dlla vrifica di Piani di obittivi spcifici corrlati ad incarichi dirignziali profssionali. Dirzion Tcnico- Scintifica Dipartimnto Cagliari Coordinamnto DTS/Srvizi Dipartimnti 90% 72% Ispttorato ambintal ARPAS 80% Monitoraggio Rgional CARLIT 80% Microbiologia ambintal Cagliari 70% 56% Dipartimnto Sulcis Microbiologia/cotossicologia Sulcis 80% Dipartimnto Nuoro Incarico dirignzial Ecotossicologia Nuoro 95% 76% Classificazion monitoraggio ambintal Nuoro Risultato vrificato Risultato riallinato al risultato global Agnzial in cornza con gli indirizzi OIV 80% Microbiologia ambintal Nuoro 90% 72% Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 24

27 3.2.3 L apporto individual L apporto individual dl alla prformanc agnzial è stato misurato attravrso l applicazion dgli spcifici CCIA ch coniugano l norm contrattuali lgislativ pr la dfinizion di un risultato proporzional all sito dll oprato dl CdR di appartnnza all prstazioni rs dal singolo dipndnt. In cornza con gli indirizzi dll O.I.V., pr il dirignt i critri di misurazion dl risultato sono stati intgrati scondo i principi di cui alla L.R. 24/2014 succssiv lin di indirizzo dlla Rgion Sardgna, volt a rafforzar i mccanismi di contrasto dgli automatismi nll applicazion dgli istituti conomici, nl risptto di critri di mrito slttività. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 25

28 4. QUADRO ANALITICO DEI RISULTATI: ESITI E SCOSTAMENTI 4.1 L Albro dlla prformanc L ARPA Sardgna strinsca la propria azion su du macro dirttrici: una affrnt al Sistma dll Agnzi pr l ambint ch oprano, con modalità omogn, in applicazion dlla lgislazion manata dagli organi di Govrno di rango nazional, una affrnt al Sistma Rgion Sardgna, dl qual l Agnzia è part intgrant risptto al qual rispond di spcifici ultriori mandati. Con rifrimnto a tal scnario, la configurazion logica tracciata fra la mission istituzional, l stratgi d il livllo oprativo ha portato a dfinir, partndo dal mandato agnzial di tutla ambintal cinqu ar stratgich: - Conoscnza dllo stato dll ambint, indirizzata all analisi dllo stato dlla dinamica dll matrici ambintali. - Valutazion controllo dll prssioni sull ambint, rlativi all srcizio dll attività istruttoria di controllo prvntivo, concomitant in mrgnza, nll ambito di procdimnti d ndoprocdimnti autorizzativi. - Promozion ricrca sullo sviluppo sostnibil, qual dimnsion di maggior consapvolzza dl valor ambint risptto all signz di sviluppo conomico valorizzazion utilizzo dll risors - Salut pubblica, rlativa al all autorità comptnti in campo sanitario attravrso prstazioni analitich di laboratorio, monitoraggi controlli sull intro trritorio rgional. - Funzionamnto dll Amministrazion, qual ara di raccordo all intrno dlla qual sprimr la capacità di rcpir con flssibilità tmpstività l stratgi gli indirizzi dfiniti dalla Giunta Rgional, laborando stratgi di sviluppo, piani di azion asstti organizzativi funzionali al raggiungimnto dlla mission agnzial. Tutla ambintal Ar stratgich Conoscnza dllo stato dll ambint Valutazion controllo dll prssioni sull ambint Promozion ricrca sullo sviluppo sostnibil Salut pubblica Funzionamnto dll Amministra zion I lgami tra mandato istituzional, ar stratgich, obittivi tmatici stratgici obittivi oprativi sono rapprsntati nlla mappa logica ch prnd il nom di albro dlla prformanc. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 26

29 Albro dlla Prformanc Mission TUTELA AMBIENTALE Ar stratgich Conoscnza dllo stato dll ambint Valutazion controllo dll prssioni sull ambint Promozion ricrca sviluppo sostnibil Salut pubblica Funzionamnto dll Amministrazion Obittivi tmatici stratgici Acqu Ar di particolar intrss ambint. Aria Fnomni atmosfrici loro impatti Suolo sottosuolo Intrvnti in mrgnza Sistmi autorizzativi Siti contaminati d ar vulnrabili Valutazion controllo prssioni sull ambint Cooprazion con altri soggtti Informazion ambintal Promozion ricrca Controlli sanitari Sistmi di alla gstion Sistmi di all oprati vità- Obittivi oprativi Sistma acqu intrn sottrran Ar di intrss natural Qualità dll aria Agromtorologia mtorologi a ambint. Cartografia gologica Intrvnti in mrgnza pr rischi naturali antrop. Autorizzazion Intgrata Ambintal Siti contaminati Acustica Ambintal Enti Pubblici Stato dll Ambint Progtti Acqu Comunicazion, trasparnza, antocorruzion Attività gnrali Sistma acqu intrn suprficial i Climatologia Idrogologia Procdimnti autorizzativi divrsi Zon vulnrabili Amianto altri minrali cancrogni Acqu di balnazion Pianificazion controllo Acquisiz. gstion bni srvizi Sistma acqu di transizion Mtorologia Valutazion Ambintal Stratgica Elttromagntismo Lgionlla Sistmi di gstion/ Sicurzza Sistmi tcnologi informatich Sistma marino - costiro Valutazion di Impatto Ambintal Emissioni in atmosfra Sistmi di contabilità Radioattività Gstion sviluppo profss. Rifiuti Scarichi civili industriali Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 27

30 Ara stratgica Cod. Obittivo stratgico 4.2 Obittivi stratgici 11 Acqu Assicurar il monitoraggio quantitativo-qualitativo dll acqu sul trritorio Rgional, in funzion dlla tutla intgrata dlla risorsa idrica 12 Ar di particolar intrss ambintal Monitorar i procssi di cambiamnto di spcifici siti rilvanti dal punto di vista dll impatto ambintal in trmini di rischio sanitario d cologico contribuir al monitoraggio dlla biodivrsità. 1. Conoscnza dllo stato dll'ambint Outcom: ambinti monitorati valutati in rlazion allo stato alla dinamica dll principali matrici ambintali, in applicazion dll norm vignti 13 Aria Garantir, in coordinamnto con la Rgion Sardgna, il monitoraggio di fattori condizionanti la matric aria, anch ai fini dlla valutazion dl rapporto tra ambint salut dll popolazioni. 14 Fnomni atmosfrici loro impatti Fornir all'amministrazion Rgional all popolazioni strumnti di conoscnza prsidi oprativi pr migliorar l ricadut dll'impatto di fnomni mtoclimatologici sul trritorio, anch in funzion dlla gstion sostnibil di sitmi agricoli. 15 Suolo sottosuolo Prsidiar l attività finalizzat alla conoscnza dlla bas gologica dl trritorio anch in funzion dlla dfinizion di strumnti di valutazion, monitoraggio prvnzion dl rischio gologico idrogologico. 21 Intrvnti in mrgnza Garantir il pronto intrvnto nll attività funzionali alla prvnzion gstion dll mrgnz ambintali 2. Valutazion controllo dll prssioni sull'ambint Outcom: fonti di prssion antropica con ricadut sull'ambint ntro i limiti prscritti dalla lgislazion applicata 22 Sistmi autorizzativi 23 Siti contaminati ar vulnrabili Garantir all Autorità comptnti il nll attività prvist dll norm sui sistmi autorizzativi, contribunto a migliorar il livllo di protzion dll ambint attravrso il rafforzamnto dll approccio intgrato dl controllo sull matrici ambintali coinvolt nll attività industrial. Assicurar il all Autorità comptnti nll attività di indagin, controllo monitoraggio in applicazion dll norm sui siti contaminati al fin di contribuir a prvnir contnr gli fftti dll prssioni sull matrici ambintali, ov possibil, rstituir il trritorio all popolazioni pr utilizzi di sviluppo cocompatibil. 24 Valutazion controllo dll prssioni sull'ambint Assicurar l'attività di controllo sui divrsi fattori di prssion ambintal possibil causa di danno pr l ambint in una o più dll su componnti (aria, acqua, suolo). 31 Cooprazion con altri soggtti Promuovr la cooprazion con altri soggtti istituzionali 3. Promozion ricrca sviluppo sostnibil Outcom: accrscimnto dlla consapvolzza di cittadini dll istituzioni sul valor "ambint" nl contsto socio-conomico 32 Informazion ambintal Promuovr la diffusion dll informazion sullo stato dll matrici ambintali nl trritorio Rgional, orintando l sclt dll popolazioni vrso una crscntr consapvolazza dl valor ambint. 33 Promozion ricrca Promuovr lo sviluppo sostnibil la ricrca di bas d applicata in campo ambintal attravrso partcipazion a progtti promossi finanziati a livllo rgional, nazional intrnazional. 4. Salut pubblica. Outcom: consolidamnto dl quadro conoscitivo di indagin ad uso dll Autorità Sanitari sull tmatich ambintali a valnza sanitaria 41 Controlli sanitari Garantir il laboratoristico all Autorità agli Enti comptnti, con particolar rifrimnto all ASL, nll attività di prvnzion controllo in ambito sanitario 5. Funzionamnto dll'amministrazion Outcom: grado di fficinza di procdimnti prsidiati 51 Sistmi di al govrno dll'agnzia 52 Sistmi di all'opratività dll'agnzia Garantir l assolvimnto dgli admpimnti lgislativi funzionali al govrno dll Agnzia scondo critri di traparnza, fficacia, fficinza d conomicità, attuando politich di prvnzion dlla corruzion di progrssiva ottimizzazion di procssi oprativi attravrso il monitoraggio l'analisi dll dinamich oprativ gstionali intrn. Garantir l assolvimnto dgli admpimnti lgislativi funzionali alla gstion di procssi amministrativi tcnici di, attuando politich di progrssiva ottimizzazion dgli invstimnti strumntali, dll sps gstionali dll impigo dll risors uman. Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 28

31 Quadro dll risors uman finanziari assorbit nl 2014 pr il consguimnto dgli obittivi stratgici Obittivi stratgici ARPAS pr (, matriali, bni, srvizi) Dirzioni (DG, DS, DT) Cagliari Sulcis Oristano Nuoro Sassari Gallura pr (, matriali, bni, srvizi) pr (, matriali, bni, srvizi) pr (, matriali, bni, srvizi) pr (, matriali, bni, srvizi) pr (, matriali, bni, srvizi) pr (, matriali, bni, srvizi) Mtoclimatico pr (, matriali, bni, srvizi) Gologico pr (, matriali, bni, srvizi) 1 CONOSCENZA DELLO STATO DELL AMBIENTE 75, , , , , , , , , Acqu 43, , , , , , , , , Ar di particolar intrss ambintal 0, , ,4 0, , , , , , , , , Aria 3, , , , , , , , , Fnomni atmosfrici loro impatti 19, , , , , , , , , Suolo sottosuolo 8, , , , , ,9 0, , , , , ,0 2 CONTROLLO E VALUTAZIONE DELLE PRESSIONI SULL'AMBIENTE 103, , , , , , , , , Intrvnti in mrgnza 4, , ,7 0, , ,0 0, , ,3 0, , ,2 0, , ,2 1, , ,1 0, , , , , ,4 22 Sistmi autorizzativi 17, , ,7 2, , ,3 2, , ,3 4, , ,6 1, , ,3 1, , ,9 3, , , , , ,8 23 Siti contaminati d ar vulnrabili 35, , ,9 1, , ,6 7, , ,8 12, , ,9 4, , ,6 1, , ,4 6, , , , , , Valutazion controllo dll prssioni sull'ambint PROMOZIONE RICERCA SVILUPPO SOSTENIBILE 46, , ,0 2, , ,6 18, , ,0 6, , ,6 5, , ,8 3, , ,6 10, , , , , ,4 6, , , , , , , , , Cooprazion con altri soggtti 1, , ,9 0, , ,1 1, , , , , ,3 0, , ,5 0, , ,7 32 Informazion ambintal 3, , ,0 1, , ,7 0, , ,1 0,0 982,6 992,1 0, , ,2 0, , ,5 0, , ,1 0, , ,8 0, , ,3 33 Promozion ricrca 0, , , , , , , , , SALUTE PUBBLICA 24, , , , , , , , , Controlli sanitari 24, , , , , ,0 4, , ,0 5, , ,2 2, , ,2 5, , , FUNZIONAMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE Sistmi di al govrno dll'agnzia Sistmi di all'opratività dll'agnzia 125, , , , , , , , , , , ,6 10, , ,7 2, , ,0 1, , ,0 1, , ,2 2, , ,7 3, , ,0 1, , ,0 0, , ,0 102, , ,3 54, , ,4 9, , ,1 9, , ,6 5, , ,9 6, , ,1 8, , ,3 6, , ,7 2, , ,1 Spasa pr invstimnti , , , , ,26 0, , , ,09 pr risors uman non impigabili pr il prsidio dll attività (assnz prmssi rtribuiti, al ntto dll fri) 28, , , , , , , , , TOTALE 362, , , , , , , , , Agnzia Rgional pr la Protzion dll Ambint dlla Sardgna - ARPAS 29

CONSUNTIVO DELLE ATTIVITA RELAZIONE DELLA PERFORMANCE 2014

CONSUNTIVO DELLE ATTIVITA RELAZIONE DELLA PERFORMANCE 2014 REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AGENTZIA REGIONALE PRO S AMPARU DE S AMBIENTE DE SARDIGNA AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS Dirzion Gnral

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE

RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ASSEGNAZIONE TEMPORANEA AI SENSI DELL ART. 39 C. 1 LR 31/1998 PRESSO L ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA Esnt dall imposta di bollo ai snsi dll art. 16 dlla tablla allgato B) al D.P.R. 26/10/1972 N. 642 succ. modif. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM Corso di Alta Formazion/Spcialist Lad Auditor Sistmi di Gstion pr la Sicurzza (ISO 19011:2012 - ) (40 or) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Corso riconosciuto 40 or Augusto di Prima Porta (particolar

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Pag. 1 di 7. 26 ore. SDA Bocconi. 26 ore F.S.G.M. Docente responsabile. Il concetto di CSR e i suoi impatti sulla governance aziendale.

Pag. 1 di 7. 26 ore. SDA Bocconi. 26 ore F.S.G.M. Docente responsabile. Il concetto di CSR e i suoi impatti sulla governance aziendale. Il conctto di CSR i suoi impatti sulla govrnanc azindal. 25-27 Ottobr 2012 conctti, principi strumnti di gstion in Italia nlla UE Gioacchino D Anglo I livlli di adozion gli strumnti dlla CSR. La gstion

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

CURRICULUM VITAE ING. Piero Francesco Farfalla

CURRICULUM VITAE ING. Piero Francesco Farfalla CURRICULUM VITAE ING. Piro Francsco Farfalla Nom: Piro Francsco Informazioni prsonali Esprinz lavorativ Cognom: Farfalla Nato a: Corigliano il: 03 dicmbr 1976 C.F. FPFPFR76T03D005T -mail - pfarfalla@provincia.cs.it

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A AREA PERSONALE Ufficio Prsonal tcnico amministrativo Macrata, li 30.10.2008 Prot. N. 11694 IPP/29 d Ai Magnifici Rttori dll Univrsità Ai Dirttori

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UN IVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Rgional Vill Vnt VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE PROTOCOLLO D'INTESA TRA l'ufficio Scolastico Rgional pr il Vnto l' A~sociazion pr l

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA. Anno scolastico 2015/2016. Allegato al Piano dell Offerta Formativa

PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA. Anno scolastico 2015/2016. Allegato al Piano dell Offerta Formativa PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA Anno scolastico 2015/ Allgato al Piano dll Offrta Formativa Dlibra dl Consiglio di Istituto n.4 dl 14/10/2015 PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brscia AREA DEMOGRAFICA, COMMERCIO, SPORTIVA E INFORMATICA DETERMINAZIONE N. 350 R.G. DEL 16-12-11 N. 41 Rg. Int. UFFICI COMUNALI, BIBLIOTECA COMUNALE, SCUOLA STATALE

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

POR Calabria 2014-2020

POR Calabria 2014-2020 POR Calabria 20142020 Obittivo Tmatico 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE Priorità 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

Il Dirigente Scolastico

Il Dirigente Scolastico Prot. N. 1305 Bari, 21 fbbraio 2014 PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2007-2013 COMPETENZE PER LO SVILUPPO Union Europa - Fondo Social Europo Con l Europa, invstiamo nl vostro futuro Il Dirignt Scolastico

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012 Comitato Tcnico Scintifico Attività 2012 fdback sul 2011 Roma, 15 fbbraio 2012 Fdback 2011 ITS national rports ITS Commit mting 15.12.2011 Stakholdrs platform ITSAdvisoryGroup Lgg comunitaria i 2011 2

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW PREMESSA 1. La spnding rviw, ch trova appoggio su numros sprinz intrnazionali, è una procdura di govrno lgata all dcisioni, alla gstion al controllo dlla spsa pubblica ch

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

Caccia Programmazione e controllo nelle aziende sanitarie

Caccia Programmazione e controllo nelle aziende sanitarie Caccia Programmazion controllo nll azind sanitari approccio tradizional:stratgia posta all'strno di P & C formulazion di budgt STRATEGIE programmazion svolgimnto attività rporting valutazion approccio

Dettagli

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali Dcrto Lgislativo n. 81/08 Miglioramnto sut sicurzza di lavoratori Dvrto Lgislativo N 106/09 Attuazion dll articolo 1 lgg 3 agosto 2007 n 123 in matria di tutla sut sicurzzani luoghi di lavoro Dirttiva

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

ACCORDO DI COLLABORAZIONE ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA EXPO 2015 S.p.A. Rgion Lombardia il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Ufficio Scolastico Rgional pr la Lombardia in accordo con ANCI Lombardia Rgion Ecclsiastica

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna Oggtto: Convnzion intratno pr la ralizzazion dl mastr di I livllo in Global managmnt for China (GMC) dizion anno accadmico 2015/2016 N. o.d.g.: 05.1 C.d.A. 30.10.2015 Vrbal n. 9/2015 UOR: Ara affari gnrali

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA: L ORGANIZZAZIONE AZIENDALE I PRINCIPI 1. L Azinda Ospdalira S. Maria dgli Angli di Pordnon 1.1 Dnominazion, natura giuridica, sdi pag. 5 1.2 Logo azindal pag. 6 1.3 Mission pag. 6 1.4

Dettagli

dossier a cura di Alessandro Massari

dossier a cura di Alessandro Massari I REFERENDUM REGIONALI ABROGATIVI, CONSULTIVI, PROPOSITIVI dossir a cura di Alssandro Massari PREMESSA... 2 1. RIMBORSI SPESE... 2 2. REFERENDUM PREVISTI NELLE DISPOSIZIONI STATUTARIE DELLE REGIONI A STATUTO

Dettagli

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli.

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli. VERSO LA COSTRUZIONE CONDIVISA DEL PIANO DIDATTICO DI SCUOLA 21 s. Istituto Tcnico Commrcial L'obittivo dl prsnt documnto è qullo di smplificar la compilazion dl Piano Didattico di Scuola 21 ch è riportato

Dettagli

Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati della provincia di Bergamo

Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati della provincia di Bergamo Corso: Crtificatori Enrgtici dgli difici La crtificazion nrgtica in accordo con l procdur dlla rgion Lombardia Corso in fas di accrditamnto CENED Sriat (BG) maggio/giugno 2015 Corso organizzato da: In

Dettagli

Zerouno Executive Dinner

Zerouno Executive Dinner Zrouno Excutiv Dinnr Outsourcing stratgico Flssibilizzar l IT snza prdrn il controllo Annamaria Di Ruscio ruscio@ntconsulting.it Milano, 2 Dicmbr 2010 L priorità businss stanno cambiando: non più solo

Dettagli

progetto obiettivo resp codice obiettivo gestionale indicatori e target

progetto obiettivo resp codice obiettivo gestionale indicatori e target progtto obittivo rsp codic obittivo gstional indicatori targt azioni a sostgno dlla famiglia Collla/Bru sati 3.01.01 accsso a finanziamnti rgionali pr l'attivazion di misur contro la violnza di gnr spltamnto

Dettagli

Approvato con Det. Dir. N. 541 del 21/04/2009 pubblicato sul BURPuglia n. 62 suppl. del 23/4/2009

Approvato con Det. Dir. N. 541 del 21/04/2009 pubblicato sul BURPuglia n. 62 suppl. del 23/4/2009 C.I.F.I.R. Istituto Antoniano Maschil Via A. Manzoni, 3-72024 ORIA (BR) 0831 848178 0831 846252 E-mail: cfp.oria@cifir.it C.F. / P.Iva: 02486990720 Schda Progtto Corso Oprator Socio Sanitario Cod. Corso

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Piano di Comunicazione Aziendale 2015

Piano di Comunicazione Aziendale 2015 Piano di Comunicazion Azindal 2015 Ai snsi dll Lin Guida contnut nl dcrto 2511/2013 dll Assssor alla Salut dlla Rgion Siciliana Mtodologia rifrimnti Qusto Piano di comunicazion è stato rdatto in ossrvanza

Dettagli

Riepilogo Generale delle Spese - Anno 2007 TITOLO I - SPESE CORRENTI. beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammort.

Riepilogo Generale delle Spese - Anno 2007 TITOLO I - SPESE CORRENTI. beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammort. 1 TITOLO I - SPESE CORRENTI Intrvnti Srvizi organi istituzionali, partcipazion dcntramnto sgrtria gnral, prsonal organizzazion gstion conomica, finanziaria, programmazion, gstion dll ntrat tributari srvizi

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 Srvizi di informatica Procsso Sviluppo gstion di prodotti srvizi informatici Squnza di procsso Gstion

Dettagli

Tra. di seguito le Parti

Tra. di seguito le Parti Protocollo di intsa SERVIRE CON LODE Tra il Politcnico di Torino C.F. n. 00518460019, con sd lgal in Torino, Corso Duca dgli Abruzzi, 24, rapprsntato dal Vic Rttor pr la Didattica Prof.ssa Anita Tabacco

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

Il Dirigente Scolastico

Il Dirigente Scolastico Prot. N. 1176 Bari, 15 fbbraio 2014 PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2007-2013 COMPETENZE PER LO SVILUPPO Union Europa - Fondo Social Europo Con l Europa, invstiamo nl vostro futuro Il Dirignt Scolastico

Dettagli

COMUNE DI VALDASTICO

COMUNE DI VALDASTICO COPIA COMUNE DI VALDASTICO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 27 Ltto, confrmato sottoscritto IL PRESIDENTE F.to GUGLIELMI CLAUDIO IL SEGRETARIO COMUNALE F.to DOTT. LAVEDINI GIUSEPPE REFERTO

Dettagli

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro 1 Task Forc dlgh al trritorio Scondo incontro Roma 03 novmbr 2008 2 Immobili acquisti Esignz rilvat Strumnti gstionali Stratgia intrvnto Attività di gruppi lavoro trritoriali Prossimi Ambiti Analisi: S&S

Dettagli

LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI

LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI INNOVAZIONE E ACCOUNTABILITY NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE Polo Multifunzional RGS Sala Confrnz Roma 22 april 2008 LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI Onna Gabrovc

Dettagli

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9"-* "/4

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9-* /4 UNIONE EUROPEA lnlzìitlrva n J:ì\,)ra dr 1 ()al::tii,..ìtìrì,rf iì,{ìy,ì,r,lrì! 0rltJ(ì Sr)(jrilÌr ì)jlrír..) # A.N.AC. Autó.it! N.rrronalr tutlcorrurron. Ona-*,*,1*". **-,a; ",1,/9",*,*o-'6*,Jàr*Z w,r#h.'úr*h,*,

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA

COMUNE DI CIVITAVECCHIA COMUNE DI CIVITAVECCHIA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO O DI SERVIZIO 2013-2015 1 Prmssa pag. 4 1 Sps

Dettagli

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Univrsità dgli Studi di Firnz Dipartimnto di Inggnria Civil d Ambintal TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI IN CONTO TERZI (Approvato dal Consiglio di Dipartimnto dl 24/01/2002) ATTIVITÀ E SERVIZI OFFERTI PROVE

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

AZIONE DI SISTEMA 2 MOBILITAZIONE DEGLI OPERATORI E DELLA POPOLAZIONE LOCALE ATTRAVERSO EVENTI SINTESI DEL PROGETTO 1

AZIONE DI SISTEMA 2 MOBILITAZIONE DEGLI OPERATORI E DELLA POPOLAZIONE LOCALE ATTRAVERSO EVENTI SINTESI DEL PROGETTO 1 AZIONE DI SISTEMA 2 MOBILITAZIONE DEGLI OPERATORI E DELLA POPOLAZIONE LOCALE ATTRAVERSO EVENTI SINTESI DEL PROGETTO 1 Il Programma di Sviluppo Rural (PSR) 2007-2013 dlla Sardgna prvd ch i Gruppi di Azion

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE E.

LICEO SCIENTIFICO STATALE E. LICEO SCIENTIFICO STATALE E. Frmi Vial Europa - 97100 Ragusa tl. 0932.251136/fax 0932.252830 -mail: rgps01000r@istruzion.it - cod. mcc. RGPS01000R Amministrazion/Ufficio Lico Scintifico Statal E. Frmi

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

DOSSIER DELL INSEGNANTE PER LA VALORIZZAZIONE DEL MERITO

DOSSIER DELL INSEGNANTE PER LA VALORIZZAZIONE DEL MERITO DOSSIER DELL INSEGNANTE PER LA VALORIZZAZIONE DEL MERITO NOME COGNOME ANNO SCOLASTICO 05/06 a) PRIMO AMBITO QUALITA DELL INSEGNAMENTO E DEL CONTRIBUTO AL MIGLIORAMENTO DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA, NONCHÉ

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. fra. Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione (di seguito MIUR)

PROTOCOLLO D INTESA. fra. Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione (di seguito MIUR) PROTOCOLLO D INTESA fra Il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr l Istruzion (di sguito MIUR) Il Ministro pr i Bni l Attività Culturali Dirzion Gnral pr lo Spttacolo dal Vivo

Dettagli

ENTE PARCO NATURALE REGIONALE DEI MONTI LUCRETILI

ENTE PARCO NATURALE REGIONALE DEI MONTI LUCRETILI ENTE PARCO NATURALE REGIONALE DEI MONTI LUCRETILI DEL IBERAZIONE DEL COMM ISSA IUO STRAORDINARIO N. J. i DEL,1.1, I 06 / ~A Ù OGGETTO: POR FESR LAZIO 2007-2013 INTERVENTO DENOMINATO " DA r.'tonte r.'iat

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN PIANO DI LAVORO DELLA DISCIPLINA: ESTIMO SPECIALE CLASSI: V, sz A CORSO: Costruzioni, Ambint, Trritorio AS 2015-2016 Moduli Libro Di Tsto Comptnz bas Abilità Conoscnz Disciplina Concorrnti Tmpi Critri,

Dettagli

Tipologie di controllo a cui sono assoggettate le imprese di competenza dell'amministrazione comunale (art. 25 comma 1 lettera a) DLgs 33/2013)

Tipologie di controllo a cui sono assoggettate le imprese di competenza dell'amministrazione comunale (art. 25 comma 1 lettera a) DLgs 33/2013) Attività d'imprsa Titolo ncssario pr l'avvio dll'attività d'imprsa Tipologi di controllo a cui sono assoggttat l imprs di comptnza dll'amministrazion comunal (art. 25 comma 1 lttra a) DLgs Elnco dgli obblighi

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vita Europass Informazioni prsonali Cognom(i/)/No m(i) Indirizzo(i) Tlfono(i) Fax E-mail Cittadinanza Data di nascita Ssso Vcchi Cinzia PEC: Italiana Fmmina Mobil Esprinza profssional Avvocato

Dettagli

Accordo quadro fra. l Azienda USL di Bologna e il CEA Coordinamento Enti Ausiliari della Provincia di Bologna

Accordo quadro fra. l Azienda USL di Bologna e il CEA Coordinamento Enti Ausiliari della Provincia di Bologna Accordo quadro fra l Azinda USL di Bologna il CEA Coordinamnto Enti Ausiliari dlla Provincia di Bologna La Comunità Papa Giovanni XXIII coop. s.r.l. di Rimini Prmssa L parti prndono atto dl buon livllo

Dettagli

INDICE. Introduzione p. 3. Struttura del Piano delle performance p. 4. Indicatori sensibili: costo del processo e gradimento p. 6

INDICE. Introduzione p. 3. Struttura del Piano delle performance p. 4. Indicatori sensibili: costo del processo e gradimento p. 6 INDICE Introduzion p. 3 Struttura dl Piano dll prformanc p. 4 Unità di analisi: i procssi p. 5 Indicatori snsibili: costo dl procsso gradimnto p. 6 Attuazion dll Stratgi p. 7 Il Contsto: Carattristich

Dettagli

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo La libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Dal 1 o gnnaio 2011 è in vigor la dirttiva uropa pr la libralizzazion di srvizi postali. Già dal 1997 il lgislator uropo ha cominciato a dlinar un gradual

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale

Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale Progtto dll Provinc (PSU-00003) maggio 203, abstract Istruzion formazion/ istruzion comptnz TEMA Rl Con il Comptnz + Livllo di comptnza numrica dgli studnti Nom indicator Formula Livllo Trritorial disponibil

Dettagli

COMUNE DI MONTERIGGIONI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI INTERFERENTI STANDARD PARTE II SEZIONE IDENTIFICATIVA DEI RISCHI SPECIFICI DELL AMBIENTE E MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

termine intercorso tra l'inizio e la fine del procedimento (F) D.P.R. 483/1997 - D.P.R. 220/2001, entro 6 mesi dalla prova scritta

termine intercorso tra l'inizio e la fine del procedimento (F) D.P.R. 483/1997 - D.P.R. 220/2001, entro 6 mesi dalla prova scritta N procdimnto: brv dscizion (A) unità organizzativa rsponsabil dll'istruttoria (B) rsponsabil dl procdimnto -tl mail, (C) art. 35 Obblighi di pubblicazion rlativi ai procdimnti amministrativi ai controlli

Dettagli

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO Comun di Frossasco Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE BENEFICIARIO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A COPERTURA DELLE SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE E DOCUMENTATE,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (ROMA) IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ ANNO ACCADEMICO 2006/2007 Mastr Univrsitario

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. Elettronica ed Elettrotecnica-Informatica e Telecomunicazioni-Trasporti e Logistica PIANO DI MATERIA

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. Elettronica ed Elettrotecnica-Informatica e Telecomunicazioni-Trasporti e Logistica PIANO DI MATERIA 1. Dati gnrali ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chsotti PIANO DI MATERIA Indirizzo lttronica Matria Rligion Cattolica o att. alt. Class quinta Anno scolastico: 2015/2016 2. : Sulla bas dll Indicazioni

Dettagli

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE CADUTA NEVE-FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO Roma, 02/2015 Rv.06/annual Pagina 1 di 6 Sd lgal Circonvallazion Gianicolns 87-00152 Roma A.Orlli. Tl. 3387 PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

Dettagli

"PREMIO BEST PRACTICE PATRIMONI PUBBLICI 2010" MIMUV: Monitoraggio Interventi Manutenzione Urbana Venezia

PREMIO BEST PRACTICE PATRIMONI PUBBLICI 2010 MIMUV: Monitoraggio Interventi Manutenzione Urbana Venezia "PREMIO BEST PRACTICE PATRIMOI PUBBLICI 2010" MIMUV Monitoraggio Intrvnti Manutnzion Urbana Vnzia MIMUV: Monitoraggio Intrvnti Manutnzion Urbana Vnzia Contsto patrimonial quo ant "PREMIO BEST PRACTICE

Dettagli

Prot. 30 /14D Fondazione IMC Centro Marino Internazionale ONLUS PIANO DELLE ATTIVITA ISTITUZIONALI ANNUALITA 2014

Prot. 30 /14D Fondazione IMC Centro Marino Internazionale ONLUS PIANO DELLE ATTIVITA ISTITUZIONALI ANNUALITA 2014 Prot. 30 /14D Fondazion IMC Cntro Marino Intrnazional ONLUS PIANO DELLE ATTIVITA ISTITUZIONALI ANNUALITA 2014 Torrgrand, 25/02/2014 L attività istituzionali dlla Fondazion IMC pr l anno 2014 possono ssr

Dettagli

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE ANALISI PROGRAMMA ANNUALE VERBALE N. 2015/001 Prsso l'istituto I.I.S. "CASSATA - GATTAPONE" di GUBBIO, l'anno 2015 il giorno 12, dl ms di marzo, all or 11:00, si sono riuniti i Rvisori di Conti dll'ambito

Dettagli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DIDATTICI NEI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE PER L ANNO ACCADEMICO

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli