UNOFFICIAL UBUNTU START GUIDE (versione /02/2008)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNOFFICIAL UBUNTU START GUIDE (versione 6.02.08 06/02/2008)"

Transcript

1 UNOFFICIAL UBUNTU START GUIDE (versione /02/2008) Guida valida per Ubuntu 7.10 Gutsy Gibbon A cura di Marco Papi Questa vuole essere una breve e semplice guida per chi si appresta a fare primo uso di una distribuzione Linux, nella fattispecie di Ubuntu, una delle distribuzioni più adatte a chi inizia. La guida vuole avere due scopi: il primo è quello di fornire al neofita alcune conoscenze di base dell'ambiente Linux, il secondo è quello di aiutarlo a rendere totalmente operativo il proprio nuovo sistema. Iniziamo dunque! Importante: Questa guida, ed il suo contenuto, può (e deve) essere liberamente copiata e diffusa, a patto di dichiararne sempre la fonte. L'autore non si assume la responsabilità di eventuali danni al software e all'hardware derivanti dall'utilizzo, improprio o meno, della presente guida. in QUESTO colore sono indicati i comandi da lanciare, ed i nomi dei pacchetti da installare. Potete dunque fare copia incolla con essi. INDICE capitolo A: La procedura di installazione. capitolo B: Le cose essenziali. capitolo C: La sicurezza. capitolo D: Configurare la scheda video. capitolo E: Multimedialità e programmi. Appendice 1: Come far funzionare la connessione wireless (Di Nicola De Quattro) Appendice 2: Come far funzionare le tavolette grafiche wacom (anche le nuove Bamboo e Bamboo Fun) Appendice 3: Eliminazione sicura dati e recupero file persi Pagina 1 di 31

2 CAPITOLO A LA PROCEDURA DI INSTALLAZIONE Scaricare dal sito il sistema operativo Ubuntu 7.10 Gutsy Gibbon nella versione adatta all'architettura hardware del vostro computer. Per i comuni pc la versione da prelevare è quella per l' architettura x86. Se possedete un nuovo processore a 64 bit consiglio di scaricare comunque la x86, a causa di alcuni problemi che sorgono nell'utilizzo del sistema a 64 bit. Oltre la Server (che non serve ad un comune utente), sono due le varianti disponibili, la Desktop e la Alternate. Si consiglia sempre la Desktop, mentre l'uso della Alternate è da preferire quando si necessita di installare Ubuntu su sistemi antiquati, con meno di 192 Mb di memoria RAM. Il download mediante file.torrent si rivela in genere assai più veloce che il download diretto del file.iso. Una volta ottenuto il file.iso (file immagine) bisogna masterizzare tale immagine su di un cd vergine. Potete fare uso di qualsiasi programma di masterizzazione desideriate, ma l'importante è sempre utilizzare la funzione di masterizzazione immagine. Ovviamente troverete termini leggermente diversi, ed in diversi menù, a seconda del programma che userete per creare il cd. L'importante è non copiare così com'è il file.iso sul cd vergine, altrimenti il cd non risulterà avviabile. Nel frattempo dovete ridimensionare la partizione del vecchio sistema operativo, per liberare spazio sul disco fisso, spazio che sarà poi destinato alle partizioni Linux. Per fare questo potete utilizzare programmi quali Partition Magic (a pagamento), oppure altri software gratuiti (come Ranish Partition Manager). Segnalo inoltre la possibilità di compiere tali operazioni facendo uso del SystemRescueCD, reperibile all'indirizzo: Questo utile cd contiene anche altri numerosi programmi, che potrebbero tornarvi utili per preparare/riparare il sistema. Tutte le informazioni sul sito segnalato. Suggerimento importante: prima di procedere al partizionamento della partizione Windows si consiglia di eseguire un defrag ed uno scandisk della suddetta partizione! Liberare circa 20 Giga di spazio è ampiamente sufficiente, (se avete un hard disk piccolo comunque cercate di non scendere sotto gli 8 giga). Una volta liberato spazio e creato il cd, dovete riavviare il computer, ed inserire subito all'avvio il cd di Ubuntu. Il computer non caricherà il vecchio sistema operativo, bensì farà l'avvio (il boot) da cd. Se questo non dovesse avvenire si deve agire nel BIOS della macchina, e posizionare, nel menù avvio, la voce CD ROM prima della voce relativa all'hard disk (di solito HDA). Salvare e uscire dal BIOS, e poi ritentare l'avvio da cd. Se tutto va per il meglio dovrebbe comparirvi una schermata con delle voci. Selezionate quella relativa all'installazione del sistema operativo. A questo punto Ubuntu verrà caricata sulla vostra macchina, senza che nessun dato venga scritto sul disco fisso. Pagina 2 di 31

3 All'apparire del desktop dovrete cliccare sull'icona di installazione del sistema operativo, che trovate in alto a sinistra sulla scrivania. A questo punto non resta che seguire la procedura di installazione. Allo step di selezione delle partizioni potete scegliere di operare in manuale, e creare da voi le partizioni. E' necessario creare almeno due partizioni: Una partizione di tipo ext3, di non meno 8 10 giga (possibilmente). Punto di mount: / Una partizione di tipo swap. In genere bastano Mb. Se possedete un disco molto piccolo vale in genere la regola dell'avere uno spazio di swap pari almeno al doppio della memoria RAM. Terminata l'installazione riavviate il sistema. Pagina 3 di 31

4 CAPITOLO B LE COSE ESSENZIALI 1. Aggiornamento del sistema Appena terminata l'installazione è buona cosa aggiornare subito il sistema, mediante il gestore automatico degli aggiornamenti ( Sistema > Amministrazione > gestore aggiornamenti ). 2. Installazione dei programmi L'installazione di un qualsiasi programma, sotto le nuove distribuzioni avviene scaricando in automatico il pacchetto del programma dai server della distribuzione. Il gestore usato nelle distribuzioni basate su Debian è apt. Per scaricare ed installare un programma si può quindi avviare la versione grafica (GUI) dell'installatore, da Applicazioni > Aggiungi/Rimuovi. Altrimenti è possibile fare uso di apt anche da linea di comando. Spesso ciò risulta assai più veloce. Per qualsiasi comando manualmente bisogna fare apparire la shell, raggiungibile da Applicazioni > Accessori > Terminale. A questo punto è possibile lanciare il comando apt, con la seguente sintassi: apt get install [nome pacchetto]. Siccome l'installazione va eseguita con i privilegi di amministratore, bisognerebbe prima fare il login come tale. Ubuntu semplifica la procedura mediante il concetto di super user. In sostanza, anteponendo la parola "sudo" al comando che si vuole lanciare, viene richiesta la password di root (amministratore). Se la password digitata è corretta allora il comando voluto verrà lanciato con i poteri dell'amministratore. Quindi per installare un programma qualsiasi bisogna lanciare il comando (senza le quadre): sudo apt get install [nome pacchetto] Ovviamente bisogna conoscere il nome preciso del pacchetto desiderato! Per fare ricerche tra i software disponibili si può usare un altro manager, ovvero Synaptic, raggiungibile da Sistema > amministrazione > Gestori pacchetti Synaptic. 3. Accedere ai poteri dell'amministratore Comunque sia, per accedere ai poteri dell'amministratore si può lanciare da shell il comando "su", e poi immettere la password. Attenzione a ciò che fate in questa condizione, a volte è anche possibile danneggiare seriamente il sistema. Una cosa importante da conoscere è che Ubuntu di base, per questioni di sicurezza, crea random la password di root ad ogni avvio del sistema. Ma senza conoscere tale password non potrete usare il comando su! Per impostare una password di root fissa dovete andare nel pannello: Sistema > Amministrazione > Utenti e gruppi Pagina 4 di 31

5 Selezionare dunque l'utente root e premere il bottone "proprietà". Nella scheda "Account", in fondo, impostate la password desiderata. 4. Installare programmi con i nuovi pacchetti auto installanti Da un po' di tempo stanno comparendo sul web programmi per linux offerti in pacchetti auto installanti. Questo semplifica di molto la vita di chi arriva da windows. Ricordate che prima di lanciare questi pacchetti è necessario renderli "avviabili". Quindi è sufficiente fare tasto destro su questi pacchetti, e sotto la voce Proprietà > permessi barrare la casella "rendere avviabile". Se il processo di installazione dei suddetti pacchetti dovesse interrompersi per la mancanza di alcune librerie (di solito le Tk e Tcl) allora potete fare una ricerca delle suddette librerie richieste con Synaptic. Ricordatevi sempre però che un tempo tutto ciò non esisteva! Molti anni fa i programmi venivano rilasciati come codice sorgente, ed andavano poi da compilati dall'utente finale, sulla sua macchina. Ancora oggi qualche programma (sopratutto quelli scientifici e/o particolari) vengono rilasciati in questa modalità. Sappiate comunque che il compilatore per linux più comunemente usato è "gcc", e che per poter compilare del codice è necessario installare il pacchetto "build essential". 5. Sorgenti del software Se quando tentate di installare un pacchetto vi viene richiesto di inserire il cd di Linux è solo perché nel file di configurazione che contiene gli indirizzi dei diversi repository software c'è attiva ancora la voce relativa al cd. Bene, per renderla inattiva dovete selezionare l'opzione Sorgenti software, che trovate sotto il menù Sistema > Preferenze. In questo pannello potrete selezionare quali fonti software attivare e/o disattivare. Consiglio la disattivazione appunto della voce riguardante il cd, mentre vanno attivate tutte le voci presenti nella tab Software di terze parti Volendo smanettare un po', sappiate che il file di testo che contiene le impostazioni relative ai repository si trova in etc/apt/sources.list, ed è editabile mediante l'editor di testo di default (gedit). Pre rendere una voce inattiva è sufficiente apporre un # davanti alla voce interessata. Importante, sources.list è un file di sistema, e come semplici utenti non potete modificarlo! Per poterlo fare dovete lanciare nautilus (l'equivalente per linux del gestione risorse di windows) con i privilegi di super utente. Per ottenere ciò potete lanciare da shell il comando: sudo nautilus 6. Configurazione (e backup) del sistema video Al primo avvio di Ubuntu è altamente possibile che il sistema riconosca in automatico la vostra scheda video, magari permettendovi anche di fare uso degli effetti grafici avanzati del desktop. Comunque per godere appieno delle potenzialità della vostra scheda video è consigliabile fare uso dei Restricted Drivers della vostra scheda video. Pagina 5 di 31

6 Per far ciò è sufficiente selezionare la voce Sistema > Amministrazione > Gestione driver con restrizioni. Attivandoli il sistema scaricherà in automatico i driver proprietari per la vostra scheda video, permettendovi di fare un uso completo delle sue potenzialità. Ad installazione conclusa il sistema necessita di essere riavviato. Questi driver sono driver proprietari, nel senso che vengono forniti dalla ditta produttrice della scheda video, e non godono del supporto del team di Ubuntu. Il file di configurazione del sistema video non è per niente criptico o astruso, in quanto Linux registra le impostazioni sotto forma di file di testo. Quindi modificare e fare il backup di tali file è cosa assai semplice. Ma attenzione a quello che fate quando avete i privilegi di amministratore, potete fare anche seri danni! Comunque sia, se il vostro sistema funziona graficamente bene, e funziona in modo adeguato anche l'accelerazione 3D allora potete copiare in luogo sicuro il file "xorg.conf", che trovate in etc/x11/ Importante: se per qualche motivo le configurazioni presenti all'interno del file xorg.conf non dovessero più essere funzionanti o se tale file fosse danneggiato è possibile che all'avvio del sistema l'interfaccia grafica desktop non venga caricata, lasciandovi di fronte ad un melanconico login testuale. Per risolvere il problema dovete eseguire lo stesso il login, dall'interfaccia testuale,e poi lanciare il seguente comando: sudo dpkg reconfigure phigh xserver xorg In questo modo accederete ad un menu che vi permetterà di reinpostare un sistema grafico base funzionante. A questo punto potete ripristinare il file xorg.conf, con la vostra copia di backup (l'avete fatta, vero?) 7. Effetti grafici avanzati per il desktop Ubuntu 7.10 rende disponibili avanzati affascinanti effetti grafici, attivabili dal pannello di impostazione dello sfondo del desktop, sotto la voce effetti visivi (fare tasto destro sul dekstop, selezionando imposta sfondo scrivania). Nel caso questi effetti non fossero attivabili (un errore comune è The composite extension is not available) allora potete agire lanciando i seguenti comandi: sudo apt get install xserver xgl sudo apt get install compizconfig settings manager compiz compiz core compiz fusion plugins main compiz fusion plugins extra compiz gnome compiz plugins libcompizconfig backend gconf libcompizconfig0 L'installazione del pacchetto "compizconfig settings manager" creerà l'opzione Sistema > Preferenze > Advanced Desktop Effect Setting, dal quale potrete impostare in modo minuzioso tutti gli effetti grafici avanzati Pagina 6 di 31

7 Attenzione, questi effetti grafici (trasparenze e desktop 3D) richiedono la presenza di buone e recenti grafiche. Su sistemi molto vecchi potrebbero non funzionare affatto. Se comunque notate forti rallentamenti o problemi grafici non esitate a disattivarli, anche perchè il loro uso tende comunque a provocare un rallentamento della macchina. Rallentamento che dipende poi ovviamente dalle prestazioni complessive del sistema in generale. 8. Impostazione e settaggio del sonoro Il sonoro in Ubuntu viene gestito da ALSA (Advanced Linux Sound Architecture). Comunque dal pannello Sistema > Preferenze > Audio è possibile impostare e testare il funzionamento dell'audio. Nel caso dovessero capitare all'improvviso dei problemi di mutismo del sistema potete lanciare da shell il comando alsamixer, e provare a vedere se qualche canale risulta disattivato, o se il volume dello stesso si trova a zero. 9. Configurazione avanzata del desktop Per accedere ad opzioni di configurazione avanzate del desktop potete fare uso dell' Editor della configurazione. Tale editor non è di base visibile, e va attivato in Sistema > Preferenze > Main Menu: cliccate poi sulla voce Strumenti di sistema e spuntate la casellina accanto alla voce Editor della configurazione. A questo punto troverete questo editor nel menu principale, ovvero in Applicazioni > Sistema. Se ad esempio voleste impostare le icone base visibili sul dekstop all'avvio (come i dischi, la rete, il computer), potete lanciare questo editor, ed impostare i valori voluti sotto le voci Apps > nautilus > desktop. 10. Uso applicazioni KDE sotto GNOME Spesso per far uso delle applicazioni progettate per KDE, sotto l'interfaccia grafica Gnome, è necessario installare mediante Synaptic le librerie KDE. Le trovate cercando termini quali kdelib oppure kdelibs. Una volta installati i programmi, all'avvio degli stessi possono verificarsi dei problemi, con apparizione di messaggi di errore come: There was an error setting up inter process communications for KDE. The message returned by the system was: Could not read network connection list. /home/david/.dcopserver_ubuntu_0 Please check that the "dcopserver" program is running! In questo caso, per risolvere il problema, lanciate da shell il seguente comando: sudo chown myusername:myusername R /home/myusername/.* Pagina 7 di 31

8 Dove al posto di myusername (le parole sottolineate) dovete sostituire il vostro nome utente, quello con il quale in pratica effettuate il login (accesso) al sistema. 11. Abilitare la scrittura sulle partizioni Windows NTFS Di base Ubuntu è in grado di leggere un eventuale partizione NTFS presente nel sistema, presentandovi l'icona della suddetta partizione sul desktop. Per poter abilitare anche la scrittura su questo tipo di partizione è necessario installare il pacchetto ntfs config. Una volta fatto ciò troverete il tool sotto Applicazioni > Strumenti di sistema > Tool di configurazione NTFS. Lanciate l'utility ed abilitate la scrittura per le partizioni NTFS. Attenzione: se windows non viene chiuso in modo corretto è possibile che la partizione ntfs non sia leggibile da Linux, sopratutto quando si è attivata la possibilità di scrittura. 12. Thumbnails e guadagno di spazio Nautilus (il programma che vi permette di navigare tra le vostre cartelle e file) vi permette di visualizzare un'anteprima delle immagini direttamente nella finestra di navigazione. Per motivi validi queste anteprime vengono anche salvate nella cartella.thumbnails, che trovate dentro home. Come avrete notato dal punto, tale cartella è nascosta, e per visualizzarla è necessario selezionare l'opzione mostra file nascosti nel menù visualizza di Nautilus. Sfortunatamente il programma non fissa un limite alle dimensioni di questa cartella e delle anteprime salvate, quindi dopo molto tempo è possibile che tale cartella diventi di dimensioni ragguardevoli (anche alcune centinaia di Mb). Per liberare spazio dunque è possibile procedere alla cancellazione della suddetta cartella. Senza problema alcuno, visto che tale cartella verrà ricreata in automatico al successivo utilizzo di Nautilus. Se non desiderate che tutto ciò avvenga, per motivi di spazio e/o privacy, l'unica soluzione attualmente è quella di disabilitare la visualizzazione delle anteprime delle immagini di Nautilus, oppure bloccare la cartella assegnandone l'accesso solo all'utente root (Lanciando sudo nautilus, e modificando le proprietà della cartella. Soluzione comunque non molto elegante). Si spera in un miglioramento in questo senso nelle prossime versioni di questo valido file manager! Pagina 8 di 31

9 CAPITOLO C SICUREZZA 1. Installazione e configurazione del firewall Ubuntu monta di default il classico firewall iptables. Questo ottimo firewall però può essere di base solo configurabile attraverso linea di comando. Per rendere agevole queste operazioni è consigliato installare l'applicazione firestarter. In sostanza si tratta di una interfaccia grafica per configurare il firewall. Esistono altre interfacce comunque. Una molto utilizzata è GuardDog, ma ne sconsiglio vivamente l'installazione. Questo perchè potrebbero verificarsi dei problemi che possono portare al blocco della rete del sistema. Tutto ciò è risolvibile, ma comporta l'effettuare operazioni troppo complesse per chi inizia. Quindi attenzione. Pagina 9 di 31

10 CAPITOLO D CONFIGURARE LA SCHEDA VIDEO Attenzione: la guida che segue andrebbe utilizzata nel caso Ubuntu non riuscisse a far funzionare la vostra scheda video, nemmeno facendo uso dei Restricted Drivers! 1. Verifica funzionamento accelerazione 3D Potete fare una ulteriore verifica del funzionamento dell'accelerazione 3D hardware lanciando il seguente comando da shell: glxinfo grep rendering Se l'accelerazione funziona, la risposta del sistema sarà: direct rendering: Yes Se l'accelerazione dovesse risultare invece non funzionante potrebbe essere necessario provvedere all'installazione degli opportuni driver. Qui di seguito altre info a seconda della marca della vostra sheda video: SCHEDE NVIDIA Se si possiedono vecchie schede TNT, TNT2, TNT Ultra, GeForce1 or GeForce2 allora bisogna installare i due pacchetti nvidia glx legacy e nvidia settings, dal repository Restricted. Attenzione che quest'ultima procedura non garantisce il 100% di successo, come spesso sperimentato. Nel caso di schede grafiche più recenti allora bisogna provvedere all'installazione del pacchetto: nvidia glx Per abilitare dunque i driver è necessario lanciare il seguente comando: sudo nvidia glx config enable Si consiglia poi di riavviare il sistema. A volte è necessario configurare i driver lanciando il comando nvidia settings SCHEDE ATI Le schede Ati generalmente funzionano bene di default sotto Ubuntu. Se così non dovesse essere allora bisogna installare il pacchetto: xorg driver fglrx Dopo l'installazione del suddetto pacchetto è necessario lanciare da shell il comando: sudo dpkg reconfigure xserver xorg Quando appare il dialogo che vi chiede re rilevare automaticamente il video scegliere SI Mentre alla richiesta di selezionare un driver, scegliete: fglrx Seguire le istruzioni successive ed infine riavviare il sistema. Pagina 10 di 31

11 2. Installazione driver aggiornati schede video NVIDIA Nel caso il pacchetto nvidia glx non dovesse risultare funzionante sarà necessario installare i driver aggiornati proprietari, rilasciati dal produttore. Potete trovare tali driver attualmente alla pagina: Alla voce Linux IA32, oppure IA64 per chi possedesse un processore a 64 bit. Scaricate i driver, che si trovano nella forma generica: NVIDIA Linux x86 xxx.xx.xx pkg1.run Ove al posto delle x troverete i numeri che ne definiscono la versione. Scaricate ovviamente la più recente. Salvate il file in una posizione nota e facile da raggiungere (es. Desktop), fate tasto destro sul file, e nelle proprietà relative ai permessi spuntate la casella che ne permette l'esecuzione. Il file è uno script che prevede all'installazione automatica dei driver, ed alla configurazione del file Xorg.conf. Prima di procedere è necessario soddisfare alcune dipendenze, con i seguenti comandi: sudo apt get install build essential sudo apt get install linux headers $(uname r) sudo apt get install xserver xorg dev Se apt vi informerà che tali pacchetti sono già installati nessun problema, proseguite con la procedura. Per lanciare lo script di installazione dei driver terminare il funzionamento di Xorg. Abbandonate la modalità grafica e passate alla linea di comando, con la combinazione di tasti Ctrl + Alt + F1. Vi verrà chiesto ora di rieffettuare il login, inserite dunque nome utente e password, poi lanciate il seguente comando: sudo /etc/init.d/gdm stop (nel caso usiate Kubuntu potrebbe essere necessario usare kdm al posto di gdm). Ora spostatevi nella posizione ove avete precedentemente salvato il file.run (ricordo che da Home, per entrare nella cartella Desktop dovete usare il comando cd Desktop, senza dimenticarvi la D maiuscola!),mentre per tornare al livello precedente usate il comando cd.. ). Ora lanciate un comando simile al seguente: sudo sh NVIDIA Linux x pkg1.run Una volta partita la procedura automatica accettate la licenza e scegliete di NON scaricare nulla dalla rete, attendete che il driver venga compilato, e scegliete SI quando vi verrà chiesto se attivare o meno i driver nel vostro sistema. Fatto ciò la procedura dovrebbe essere terminata. Tornati alla linea di comando riavviate il sistema premendo Ctrl + Alt + Canc. Quando al riavvio Xorg verrà attivato, se tutto è andato a buon fine dovrebbe comparire per un attimo una schermata con l'immagine del logo Nvidia. Se a Desktop avviato doveste notare il malfunzionamento del sistema video è possibile che dobbiate Pagina 11 di 31

12 modificare il file /etc/default/linux restricted modules common, accertandovi che il modulo nv sia disabilitato, che quindi compaia una scritta simile a DISABLED_MODULES="nv". Se dopo il riavvio il sistema non dovesse ancora funzionare correttamente ritentate la procedura di installazione dei driver appena descritta. Pagina 12 di 31

13 CAPITOLO D MULTIMEDIALITA' E PROGRAMMI 1. Aprire gli archivi.rar Di base ubuntu può creare ed aprire diversi formati compressi, ma non i file.rar. Per far questo è necessario installare i seguenti pacchetti: sudo apt get install unrar sudo apt get install rar 2. Ascoltare la musica e vedere i video Per quanto riguarda la musica, se Rhytmbox (il lettore audio di default) non dovesse aprire in modo corretto i file.mp3 (come dovrebbe essere) allora potete seguire due vie. Una prevede l'installazione di XMMS, un leggero clone di winamp, con il comando sudo apt get install xmms. Sappiate però che XXMS è un progetto ormai vecchio, e non più supportato da Ubuntu. Consiglio dunque di seguire attentamente la guida relativa ai formati proprietari ed ai repository medibuntu, disponibile all'indirizzo: it.org/formatiproprietari it.org/repository/medibuntu (L'indirizzo di queste guide potrebbe cambiare nel tempo. In tal caso è sufficiente fare una ricerca in Google con ad esempio i termini Ubuntu wiki it medibuntu ) Installando dunque il pacchetto ubuntu restricted extra, mediante il comando: sudo apt get install ubuntu restricted extras si dovrebbe essere in grado di poter leggere adeguatamente tutti i diversi formati proprietari. Per i file video ci potrebbero essere più problemi, perchè per questioni (corrette) di filosofia che stanno alla base di Ubuntu, di default non potrebbero esser letti formati proprietari. Se dunque totem non vi legge file.avi o.mpeg installate il lettore vlc, che dovrebbe leggervi tutto senza problema alcuno. Per poter infine leggere senza problemi anche i file video.wmv di Microsoft (!) è necessario installare particolari pacchetti. Tali pacchetti si ottengono da fonti online (repository) che vanno prima aggiunti, seguendo la guida MediBuntu. Nella guida troverete le istruzioni per installare anche il pacchetto "w32codecs". 3. Leggere adeguatamente i DVD Per poter leggere i dvd criptati (la maggior parte dunque) è necessario installare al solito modo la libreria "libdvdcss2", dopo aver svolto le istruzioni della guida Medibuntu. Se totem riesce a leggere i dvd, ma non riesce ad accedere ai menu interattivi degli stessi, allora si può provare ad installare le librerie xine per totem: Pagina 13 di 31

14 sudo apt get install totem xine 4. Programmi per masterizzare Per masterizzare cd/dvd esistono diversi programmi. Consiglio di scaricare ed installarne due, "gnomebaker" e "brasero". Quando uno dei due vi darà problemi (si spera mai) potrete fare affidamento all'altro software. Mediante la guida Medibuntu dovreste anche essere in grado di dare in pasto file.mp3 ai due programmi menzionati sopra, per la creazione di cd audiose invece dovessero stranamente risultare dei problemi, a causa della richiesta di plugin mancanti, allora potete provare ad installare alcuni pacchetti, con i seguenti comandi: sudo apt get install gstreamer0.10 plugins ugly sudo apt get install gstreamer0.8 misc sudo apt get install gstreamer0.8 mad Se quest'ultima procedura non dovesse funzionare ancora allora potete aggirare il problema, e convertire i file.mp3 nel formato libero.ogg. GnomeBaker e brasero accetteranno senza problemi i file convertiti. Per convertire i file consiglio l'installazione del programma Sound Converter, pacchetto soundconverter. In rete è possibile molto probabilmente trovare altre guide che spieghino quali pacchetti scaricare per masterizzare direttamente cd audio facendo uso di file.mp3 e gnomebaker. 5. Download dei file.torrent e p2p Per il download dei file.torrent esistono anche qui molte possibilità. La più classica è quella di installare "azureus", il downloader per torrent probabilmente più conosciuto ed usato; anche se non affatto snello, presenta molte funzioni. Siccome può capitare che di punto in bianco Azureus smetta di funzionare potete pensare di installare altri programmi più leggeri, come freeloader ad esempio. Attualmente è disponibile in rete un ottimo programma per tali scopi, si tratta di Deluge: effettuate una ricerca su Google e scaricate il pacchetto.deb del programma. Per il file sharing tramite p2p esiste il clone di emule per linux. Installare dunque il programma "amule". 6. Chattare con Messenger Per chi vuole accedere alla rete MSN può fare uso di PidGin, già installato in Ubuntu, e molto valido. Altrimenti è possibile utilizzare un clone di Messenger per Linux. Andare su questo sito: project.net. Scaricare dunque la versione per Linux, e lanciare l'installatore. Pagina 14 di 31

15 Vi sconsiglio di scaricare amsn dai repository con apt, perchè attualmente vi installerebbe una versione alquanto vecchia. Attenzione: per poter far uso di amsn è necessario avere installate sul sistema le librerie Tk e Tcl. Cercate con Synaptic questi due termini, ed installate le versioni più recenti. 7. Supporto lettore flash per Firefox Per attivare il supporto flash per Firefox è necessario andare a questo indirizzo: Scaricate la versione per Linux, nella fattispecie il pacchetto compresso (.tar.gz) e seguite le istruzioni riportate a fondo pagina. Non ho verificato ma potrebbe essere possibile l'installazione del flash player per Firefox anche mediante Synaptic, facendo una ricerca con opportuni termini. Personalmente non ho mai avuto modo di verificare. 8. Gestione posta elettronica Per la posta elettronica un ottimo programma si rivela ovviamente ThunderBird, della suite Mozilla. Ma di base non è installato, installate qunque il pacchetto "mozilla thunderbird" Altrimenti è possibile fare uso del mail reader di default, ovvero Evolution. 9. Chattare nelle reti IRC Per chattare nelle reti mondiali IRC consiglio l'ottimo e gratuito (ovviamente) xchat. Installate semplicemente con apt il pacchetto "xchat". 10. Programmi planetari Se desiderate installare sul vostro sistema un planetario astronomico, nei repository è presente l'ottimo stellarium, nonché kstars (quest'ultimo comunque richiede l'installazione delle kdelibs, che verranno comunque ricercate ed installate in automatico). 11. Chiavette e lettori mp3 USB Quando vengono collegati al computer dispositivi USB, quali chiavette dati, lettori MP3, fotocamere digitali, nella maggior parte dei casi essi vengono riconosciuti in automatico, ed una icona relativa a questi apparecchi comparirà sul desktop. Cliccandoci sopra è possibile vederne il contenuto, e compiere le usuali operazioni sui file. E' possibile che quando si tenti di scrivere dati sul dispositivo USB (copiare, aggiungere, cancellare...) capiti che la periferica si sconnetta in automatico, non permettendovi di compiere le operazione richieste. Questo ad esempio accade quando si collegano ad Ubuntu dispositivi mp3 che fanno uso del Rock chip usb. Pagina 15 di 31

16 Il problema spesso deriva dalla velocità di scrittura dei dati. Per far funzionare la periferica si può tentare di limitare tale velocità a 64KB, quando la periferica è stata montata. E' dunque necessario acquistare i privilegi di amministratore, sempre mediante il comando su, e poi lanciare questo comando: echo 128 >/sys/block/sda/device/max_sectors Se la vostra periferica usb si monta come dispositivo sdb allora il comando che va lanciato è il seguente: echo 128 >/sys/block/sdb/device/max_sectors Nel dubbio potete lanciare entrambi i comandi. Per verificare il cambiamento è possibile fare uso di questo comando: cat /sys/block/sda/device/max_sectors (con sdb nel caso il dispositivo sia montato come tale). Ricordatevi che il numero utilizzabile (nel nostro caso 128 settori) dev'essere un numero positivo multiplo di 8. La procedura va ripetuta ogni volta che si collega il dispositivo usb al sistema. In futuro potrebbe essere presente su questa guida la procedura per automatizzare il tutto. 12. Editing video e audio Per effettuare le comuni operazioni di video editing è possibile installare dai repository online il programma avidemux, semplice leggero e abbastanza potente. Per effettuare del serio (per uso casalingo) montaggio video potete installare l'ottimo programma Kdenlive, presente normalmente nei repository di Ubuntu. Per un uso ancora più avanzato esiste Cinelerra: cercate informazioni in rete, ne troverete moltissime. Mentre per l'editing audio il programma che consiglio è audacity. Per installare le versioni più recenti possibili è buona cosa consultare i siti online di questi due progetti software: Pagina 16 di 31

17 APPENDICE 1 COME FAR FUNZIONARE LA CONNESSIONE WIRELESS A cura di Nicola De Quattro Una delle prime cose da fare per aggiornare Ubuntu è ovviamente collegarsi alla rete. Purtroppo questo non è sempre possibile, se avete bisogno di una connessione WiFi e siete sfortunati possessori di schede che utilizzano un Chipset Broadcom, potreste non avere vita facile. L'azienda ha infatti fornito solamente driver proprietari per Windows e non ha diffuso le informazioni per svilupparne per Linux. Pertanto qualcuno ha dovuto lavorare sodo. Sul sito sono reperibili i driver bcm43xx, nativi del kernel dalla versione rc2 ottenuti con un pesante lavoro di reverse engineering. Nonostante i loro sforzi, però, come potete vedere dalla lista delle schede supportate, alcune schede non vogliono saperne di funzionare. Potrete controllare se è il vostro caso digitando il comando lspci grep Broadcom dove lspci sta per list PCI e restituisce la lista delle schede pci installate, grep occorre per limitare l'output ai soli campi contenenti il nome Broadcom. Che dire... vedetela così: è un primo modo per smanettare sulla vostra distribuzione Linux :) Il mio consiglio è questo: poichè tutti i router wireless hanno almeno un ingresso LAN per la configurazione, collegatevi con il cavo ethernet ad esso (la connessione non dovrebbe presentare particolari problemi poiché la maggior parte dei router odierni utilizza DHCP per la LAN) in modo da poter consultare le guide online, scaricare i pacchetti che vi occorrono, senza dover saltare continuamente da Linux a Windows. Per tali schede i procedimenti sono principalmente due: 1) Utilizzo dei driver nativi con fwcutter Questo procedimento dipende dalla versione di Ubuntu che state utilizzando. Sulla rete si trovano delle ottime guide al riguardo, in particolare https://help.ubuntu.com/community/wifidocs/driver/bcm43xx. E' da notare che, nonostante il driver funzioni al meglio, esso non implementa per bene lo standard IEEE 802.g (a 54 o 108Mbps) ma solo il IEEE 802.b (11Mbps). Evidentemente, per un utilizzo desktop, questa velocità ci dovrebbe soddisfare, ma non è detto lo sia per tutti gli utenti. Inoltre, come detto, non si nasce tutti con la camicia. Esiste, per fortuna, una strada alternativa. Pagina 17 di 31

18 2) Utilizzo di ndiswrapper Ndiswrapper è un tool che permette letteralmente di "scartare" il driver della scheda per Windows per farlo funzionare sotto Linux. Non è una soluzione elegante dal punto di vista informatico né troppo leggera (ndiswrapper preleva molte risorse, rispetto a bcm43xx) ed il primo metodo è in ogni caso da preferire. Se esso però, come accade per le schede con chipset 4318 (il mio), fallisce o la velocità non vi soddisfa, ndiswrapper vi permette comunque di usare la vostra scheda; è da notare inoltre che, a differenza del primo, questo metodo permette di utilizzare la vostra scheda al massimo della velocità, e cioè 54Mbps o, più raramente, 108Mbps, poiché effettivamente questo tool permette di utilizzare la scheda come se funzionasse sotto il sistema operativo per il quale è stata progettata. Le operazioni da effetture sarebbero molte. Qualcuno, però, ci può dare una mano. Se infatti andate alla pagina: in fondo al post principale ci sono dei file compressi da scaricare. Sono degli script che permettono di installare e configurare automaticamente ndiswrapper. Vediamo come usarli. Per prima cosa è necessario sapere se avete scaricato la versione di Ubuntu a 64 o 32 bit. Nel primo caso, scaricate il file bcm4318x64.tar.gz altrimenti il primo. Il terzo e quarto file sono una replica dei primi che installano l'applet Network Manager (i due monitor vicino all'orologio, per capirci). Se lo avete già, non vi occorrono. L'ultimo file dovrebbe includere ambedue le versioni, ma pare avere dei problemi di sintassi, almeno sulla mia macchina. Attenzione! Per la versione a 64 bit c'è da correggere il nome del file.sys. Accedete al file compresso, poi al file wifidrivers.tar.gz, entrate nella cartella driver, click con il tasto destro sul file bcmwl564.sys e rinominatelo in bcmwl5.sys per evitare un errore nello script. Fatto questo, decomprimiamo il file nella cartella che vogliamo (nel mio esempio, sul desktop). Chi vuole può farlo con il mouse, io consiglio di lavorare a riga di comando. ; ) Mettete il file nella cartella Desktop, aprite il terminale (Applicazioni > Accessori > Terminal) e posizionatevi nella cartella Desktop $ cd Desktop e digitate il comando $ tar xf bcm*.tar.gz dove tar è il comando per gestire i file compressi, l'opzione x sta per extract, f per file (estraiamo un archivio). Lanciando il comando $ ls dovreste avere i file ndiswrapper_setup, ndiswrapper.deb, wifidrivers.tar.gz. Lo script è il file Pagina 18 di 31

19 ndiswrapper_setup. Eseguiamolo. $ sudo sh ndiswrapper_setup dove sh ordina alla shell di eseguire uno script. Aspettate alcuni secondi e la vostra scheda *dovrebbe* essere installata e funzionante. Ora però, poiché siete utenti Linux, non potete ammettere di avviare uno script senza sapere cosa sta combinando! ;) Vediamo allora, per curiosità cosa fa questo script (così da poter capire eventuali errori). Per leggerlo (è ben commentato) digitate $ gedit ndiswrapper_setup Il codice, come vedete, è abbastanza intuitivo, a parte qualche comando che non si conosce, nel qual caso consiglio di utilizzare, dalla shell $ man <nomecomando> che vi fa accedere al manuale di <nomecomando>. Ora gli elementi li abbiamo tutti. Leggiamo il codice e vediamo, per sommi capi, come opera. Per prima cosa installa ndiswrapper dal pacchetto.deb con dpkg (dpkg i nomepacchetto.deb) se non è già installato; decomprime i file come abbiamo fatto noi prima, elimina quelli compressi, cambia i permessi (con chmod) affinché sia possibile eseguire le operazioni successive; rimuove eventuali residui di installazioni precedenti dalla lista dei moduli del kernel (rmmod ndiswrapper) e da ndiswrapper stesso, eliminando precedenti driver installati (ndiswrapper e nomedriver); fa "diswrappare" i driver ad ndiswrapper (ndiswrapper i nomefile.inf), poi rimuove dal kernel il driver nativo bcm43xx (rmmod bcm43xx) che può andare in conflitto ed aggiunge il modulo ndiswrapper al kernel (ndiswrapper m); fatto questo mette bcm43xx in blacklist, così che non possa essere ricaricato, aggiungendo la riga blacklist bcm43xx al file /etc/modprobe.d/blacklist (blacklist bcm43xx >> /etc/modprobe.d/blacklist) e aggiunge ndiswrapper alla lista dei moduli da caricare all'avvio in modo che non si debba ripetere la procedura (ndiswrapper >> /etc/modules). Et voilà. Non era difficile in fondo, vero? Fatto questo, la scheda dovrebbe essere accesa, la connessione attiva. Perché allora Firefox non vi fa connettere alla home page? Anche Gaim non funziona! Andiamo con ordine. Per prima cosa vediamo di mandare un ping (un pacchetto che viene inviato ad un indirizzo che serve a sapere se una connessione è attiva. Se il destinatario riceve un ping, quindi è raggiungibile, risponde inviando al mittente del ping un pong ). Pagina 19 di 31

20 $ ping Se siete fortunati, tutto ok. Se siete sfortunati, come me, dovete andare avanti e fare qualche prova. Nel seguito, impareremo come configurare la connessione per una rete non protetta, poi imposteremo la connessione. Siate quindi certi che, per questi 5 minuti, il vostro router non utilizzi chiavi criptate. Controlliamo se la periferica wireless è stata riconosciuta dal sistema col comando $ iwconfig Dovrete avere un output di questo tipo: lo no wireless connection eth0 no wireless connection eth1 unassociated ESSID:off/any Mode:Managed Channel=0 Access Point: 00:00:00:00:00:00 Bit Rate=0 kb/s Tx Power:off Retry:on RTS thr:off Fragment thr:off Power Management:off Link Quality:0 Signal level:0 Noise level:0 Rx invalid nwid:0 Rx invalid crypt:0 Rx invalid frag:0 Tx excessive retries:0 Invalid misc:0 Missed beacon:0 La scheda, nel nostro caso eth1 (può essere anche wlan0 o altro), è riconosciuta Come vediamo l0 e eth0, non essendo schede wireless, non sono riconosciute da questo comando. Dobbiamo configurare la rete. Per prima cosa attiviamo la scheda, nel caso non lo sia (dovrebbe esserlo, ma non costa nulla :) ) $ sudo ifconfig eth1 up Ora con il comando $ iwlist scan si fa uno scan delle reti WiFi a distanza di rilevamento. Tra queste dovrebbe esserci la vostra. Dovreste avere un output di questo tipo: lo Interface doesn't support scanning. eth0 Interface doesn't support scanning. eth1 Scan completed : Pagina 20 di 31

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Guida alla migrazione da Windows XP a Linux

Guida alla migrazione da Windows XP a Linux 2014/04/13 20:48 1/12 Guida alla migrazione da Windows XP a Linux Guida alla migrazione da Windows XP a Linux Introduzione Il prossimo 8 aprile, Microsoft cesserà il supporto e gli aggiornamenti per Windows

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D Se avete un tablet android, ma non avete la minima idea di come accenderlo, usarlo e avviarlo, seguite queste nostre indicazioni 1. ATTIVAZIONE

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti APRS su Linux con Xastir Installazione dai sorgenti L installazione di Xastir Per installare Xastir non è richiesto essere un guru di Linux, anche se una conoscenza minima della piattaforma è necessaria.

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft

Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft Informazione Navigare in Internet in siti di social network oppure in siti web che consentono la condivisione di video è una delle forme più accattivanti

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Disabilitare lo User Account Control

Disabilitare lo User Account Control Disabilitare lo User Account Control Come ottenere i privilegi di sistema su Windows 7 1s 2s 1. Cenni Generali Disabilitare il Controllo Account Utente (UAC) Win 7 1.1 Dove può essere applicato questo

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD 1.1 Premessa Il presente documento è una guida rapida che può aiutare i clienti nella corretta configurazione del software MOZILLA THUNDERBIRD

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Guida dell'utente di Norton Save and Restore

Guida dell'utente di Norton Save and Restore Guida dell'utente Guida dell'utente di Norton Save and Restore Il software descritto in questo manuale viene fornito con contratto di licenza e può essere utilizzato solo in conformità con i termini del

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX 1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX Configurazione di Atlas con client Linux DESCRIZIONE Di seguito sono descritte le operazioni da effettuare per configurare correttamente

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Informazioni generali Questo manuale fornisce informazioni e istruzioni per l ascolto e la creazione

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli