UNOFFICIAL UBUNTU START GUIDE (versione /02/2008)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNOFFICIAL UBUNTU START GUIDE (versione 6.02.08 06/02/2008)"

Transcript

1 UNOFFICIAL UBUNTU START GUIDE (versione /02/2008) Guida valida per Ubuntu 7.10 Gutsy Gibbon A cura di Marco Papi Questa vuole essere una breve e semplice guida per chi si appresta a fare primo uso di una distribuzione Linux, nella fattispecie di Ubuntu, una delle distribuzioni più adatte a chi inizia. La guida vuole avere due scopi: il primo è quello di fornire al neofita alcune conoscenze di base dell'ambiente Linux, il secondo è quello di aiutarlo a rendere totalmente operativo il proprio nuovo sistema. Iniziamo dunque! Importante: Questa guida, ed il suo contenuto, può (e deve) essere liberamente copiata e diffusa, a patto di dichiararne sempre la fonte. L'autore non si assume la responsabilità di eventuali danni al software e all'hardware derivanti dall'utilizzo, improprio o meno, della presente guida. in QUESTO colore sono indicati i comandi da lanciare, ed i nomi dei pacchetti da installare. Potete dunque fare copia incolla con essi. INDICE capitolo A: La procedura di installazione. capitolo B: Le cose essenziali. capitolo C: La sicurezza. capitolo D: Configurare la scheda video. capitolo E: Multimedialità e programmi. Appendice 1: Come far funzionare la connessione wireless (Di Nicola De Quattro) Appendice 2: Come far funzionare le tavolette grafiche wacom (anche le nuove Bamboo e Bamboo Fun) Appendice 3: Eliminazione sicura dati e recupero file persi Pagina 1 di 31

2 CAPITOLO A LA PROCEDURA DI INSTALLAZIONE Scaricare dal sito il sistema operativo Ubuntu 7.10 Gutsy Gibbon nella versione adatta all'architettura hardware del vostro computer. Per i comuni pc la versione da prelevare è quella per l' architettura x86. Se possedete un nuovo processore a 64 bit consiglio di scaricare comunque la x86, a causa di alcuni problemi che sorgono nell'utilizzo del sistema a 64 bit. Oltre la Server (che non serve ad un comune utente), sono due le varianti disponibili, la Desktop e la Alternate. Si consiglia sempre la Desktop, mentre l'uso della Alternate è da preferire quando si necessita di installare Ubuntu su sistemi antiquati, con meno di 192 Mb di memoria RAM. Il download mediante file.torrent si rivela in genere assai più veloce che il download diretto del file.iso. Una volta ottenuto il file.iso (file immagine) bisogna masterizzare tale immagine su di un cd vergine. Potete fare uso di qualsiasi programma di masterizzazione desideriate, ma l'importante è sempre utilizzare la funzione di masterizzazione immagine. Ovviamente troverete termini leggermente diversi, ed in diversi menù, a seconda del programma che userete per creare il cd. L'importante è non copiare così com'è il file.iso sul cd vergine, altrimenti il cd non risulterà avviabile. Nel frattempo dovete ridimensionare la partizione del vecchio sistema operativo, per liberare spazio sul disco fisso, spazio che sarà poi destinato alle partizioni Linux. Per fare questo potete utilizzare programmi quali Partition Magic (a pagamento), oppure altri software gratuiti (come Ranish Partition Manager). Segnalo inoltre la possibilità di compiere tali operazioni facendo uso del SystemRescueCD, reperibile all'indirizzo: Questo utile cd contiene anche altri numerosi programmi, che potrebbero tornarvi utili per preparare/riparare il sistema. Tutte le informazioni sul sito segnalato. Suggerimento importante: prima di procedere al partizionamento della partizione Windows si consiglia di eseguire un defrag ed uno scandisk della suddetta partizione! Liberare circa 20 Giga di spazio è ampiamente sufficiente, (se avete un hard disk piccolo comunque cercate di non scendere sotto gli 8 giga). Una volta liberato spazio e creato il cd, dovete riavviare il computer, ed inserire subito all'avvio il cd di Ubuntu. Il computer non caricherà il vecchio sistema operativo, bensì farà l'avvio (il boot) da cd. Se questo non dovesse avvenire si deve agire nel BIOS della macchina, e posizionare, nel menù avvio, la voce CD ROM prima della voce relativa all'hard disk (di solito HDA). Salvare e uscire dal BIOS, e poi ritentare l'avvio da cd. Se tutto va per il meglio dovrebbe comparirvi una schermata con delle voci. Selezionate quella relativa all'installazione del sistema operativo. A questo punto Ubuntu verrà caricata sulla vostra macchina, senza che nessun dato venga scritto sul disco fisso. Pagina 2 di 31

3 All'apparire del desktop dovrete cliccare sull'icona di installazione del sistema operativo, che trovate in alto a sinistra sulla scrivania. A questo punto non resta che seguire la procedura di installazione. Allo step di selezione delle partizioni potete scegliere di operare in manuale, e creare da voi le partizioni. E' necessario creare almeno due partizioni: Una partizione di tipo ext3, di non meno 8 10 giga (possibilmente). Punto di mount: / Una partizione di tipo swap. In genere bastano Mb. Se possedete un disco molto piccolo vale in genere la regola dell'avere uno spazio di swap pari almeno al doppio della memoria RAM. Terminata l'installazione riavviate il sistema. Pagina 3 di 31

4 CAPITOLO B LE COSE ESSENZIALI 1. Aggiornamento del sistema Appena terminata l'installazione è buona cosa aggiornare subito il sistema, mediante il gestore automatico degli aggiornamenti ( Sistema > Amministrazione > gestore aggiornamenti ). 2. Installazione dei programmi L'installazione di un qualsiasi programma, sotto le nuove distribuzioni avviene scaricando in automatico il pacchetto del programma dai server della distribuzione. Il gestore usato nelle distribuzioni basate su Debian è apt. Per scaricare ed installare un programma si può quindi avviare la versione grafica (GUI) dell'installatore, da Applicazioni > Aggiungi/Rimuovi. Altrimenti è possibile fare uso di apt anche da linea di comando. Spesso ciò risulta assai più veloce. Per qualsiasi comando manualmente bisogna fare apparire la shell, raggiungibile da Applicazioni > Accessori > Terminale. A questo punto è possibile lanciare il comando apt, con la seguente sintassi: apt get install [nome pacchetto]. Siccome l'installazione va eseguita con i privilegi di amministratore, bisognerebbe prima fare il login come tale. Ubuntu semplifica la procedura mediante il concetto di super user. In sostanza, anteponendo la parola "sudo" al comando che si vuole lanciare, viene richiesta la password di root (amministratore). Se la password digitata è corretta allora il comando voluto verrà lanciato con i poteri dell'amministratore. Quindi per installare un programma qualsiasi bisogna lanciare il comando (senza le quadre): sudo apt get install [nome pacchetto] Ovviamente bisogna conoscere il nome preciso del pacchetto desiderato! Per fare ricerche tra i software disponibili si può usare un altro manager, ovvero Synaptic, raggiungibile da Sistema > amministrazione > Gestori pacchetti Synaptic. 3. Accedere ai poteri dell'amministratore Comunque sia, per accedere ai poteri dell'amministratore si può lanciare da shell il comando "su", e poi immettere la password. Attenzione a ciò che fate in questa condizione, a volte è anche possibile danneggiare seriamente il sistema. Una cosa importante da conoscere è che Ubuntu di base, per questioni di sicurezza, crea random la password di root ad ogni avvio del sistema. Ma senza conoscere tale password non potrete usare il comando su! Per impostare una password di root fissa dovete andare nel pannello: Sistema > Amministrazione > Utenti e gruppi Pagina 4 di 31

5 Selezionare dunque l'utente root e premere il bottone "proprietà". Nella scheda "Account", in fondo, impostate la password desiderata. 4. Installare programmi con i nuovi pacchetti auto installanti Da un po' di tempo stanno comparendo sul web programmi per linux offerti in pacchetti auto installanti. Questo semplifica di molto la vita di chi arriva da windows. Ricordate che prima di lanciare questi pacchetti è necessario renderli "avviabili". Quindi è sufficiente fare tasto destro su questi pacchetti, e sotto la voce Proprietà > permessi barrare la casella "rendere avviabile". Se il processo di installazione dei suddetti pacchetti dovesse interrompersi per la mancanza di alcune librerie (di solito le Tk e Tcl) allora potete fare una ricerca delle suddette librerie richieste con Synaptic. Ricordatevi sempre però che un tempo tutto ciò non esisteva! Molti anni fa i programmi venivano rilasciati come codice sorgente, ed andavano poi da compilati dall'utente finale, sulla sua macchina. Ancora oggi qualche programma (sopratutto quelli scientifici e/o particolari) vengono rilasciati in questa modalità. Sappiate comunque che il compilatore per linux più comunemente usato è "gcc", e che per poter compilare del codice è necessario installare il pacchetto "build essential". 5. Sorgenti del software Se quando tentate di installare un pacchetto vi viene richiesto di inserire il cd di Linux è solo perché nel file di configurazione che contiene gli indirizzi dei diversi repository software c'è attiva ancora la voce relativa al cd. Bene, per renderla inattiva dovete selezionare l'opzione Sorgenti software, che trovate sotto il menù Sistema > Preferenze. In questo pannello potrete selezionare quali fonti software attivare e/o disattivare. Consiglio la disattivazione appunto della voce riguardante il cd, mentre vanno attivate tutte le voci presenti nella tab Software di terze parti Volendo smanettare un po', sappiate che il file di testo che contiene le impostazioni relative ai repository si trova in etc/apt/sources.list, ed è editabile mediante l'editor di testo di default (gedit). Pre rendere una voce inattiva è sufficiente apporre un # davanti alla voce interessata. Importante, sources.list è un file di sistema, e come semplici utenti non potete modificarlo! Per poterlo fare dovete lanciare nautilus (l'equivalente per linux del gestione risorse di windows) con i privilegi di super utente. Per ottenere ciò potete lanciare da shell il comando: sudo nautilus 6. Configurazione (e backup) del sistema video Al primo avvio di Ubuntu è altamente possibile che il sistema riconosca in automatico la vostra scheda video, magari permettendovi anche di fare uso degli effetti grafici avanzati del desktop. Comunque per godere appieno delle potenzialità della vostra scheda video è consigliabile fare uso dei Restricted Drivers della vostra scheda video. Pagina 5 di 31

6 Per far ciò è sufficiente selezionare la voce Sistema > Amministrazione > Gestione driver con restrizioni. Attivandoli il sistema scaricherà in automatico i driver proprietari per la vostra scheda video, permettendovi di fare un uso completo delle sue potenzialità. Ad installazione conclusa il sistema necessita di essere riavviato. Questi driver sono driver proprietari, nel senso che vengono forniti dalla ditta produttrice della scheda video, e non godono del supporto del team di Ubuntu. Il file di configurazione del sistema video non è per niente criptico o astruso, in quanto Linux registra le impostazioni sotto forma di file di testo. Quindi modificare e fare il backup di tali file è cosa assai semplice. Ma attenzione a quello che fate quando avete i privilegi di amministratore, potete fare anche seri danni! Comunque sia, se il vostro sistema funziona graficamente bene, e funziona in modo adeguato anche l'accelerazione 3D allora potete copiare in luogo sicuro il file "xorg.conf", che trovate in etc/x11/ Importante: se per qualche motivo le configurazioni presenti all'interno del file xorg.conf non dovessero più essere funzionanti o se tale file fosse danneggiato è possibile che all'avvio del sistema l'interfaccia grafica desktop non venga caricata, lasciandovi di fronte ad un melanconico login testuale. Per risolvere il problema dovete eseguire lo stesso il login, dall'interfaccia testuale,e poi lanciare il seguente comando: sudo dpkg reconfigure phigh xserver xorg In questo modo accederete ad un menu che vi permetterà di reinpostare un sistema grafico base funzionante. A questo punto potete ripristinare il file xorg.conf, con la vostra copia di backup (l'avete fatta, vero?) 7. Effetti grafici avanzati per il desktop Ubuntu 7.10 rende disponibili avanzati affascinanti effetti grafici, attivabili dal pannello di impostazione dello sfondo del desktop, sotto la voce effetti visivi (fare tasto destro sul dekstop, selezionando imposta sfondo scrivania). Nel caso questi effetti non fossero attivabili (un errore comune è The composite extension is not available) allora potete agire lanciando i seguenti comandi: sudo apt get install xserver xgl sudo apt get install compizconfig settings manager compiz compiz core compiz fusion plugins main compiz fusion plugins extra compiz gnome compiz plugins libcompizconfig backend gconf libcompizconfig0 L'installazione del pacchetto "compizconfig settings manager" creerà l'opzione Sistema > Preferenze > Advanced Desktop Effect Setting, dal quale potrete impostare in modo minuzioso tutti gli effetti grafici avanzati Pagina 6 di 31

7 Attenzione, questi effetti grafici (trasparenze e desktop 3D) richiedono la presenza di buone e recenti grafiche. Su sistemi molto vecchi potrebbero non funzionare affatto. Se comunque notate forti rallentamenti o problemi grafici non esitate a disattivarli, anche perchè il loro uso tende comunque a provocare un rallentamento della macchina. Rallentamento che dipende poi ovviamente dalle prestazioni complessive del sistema in generale. 8. Impostazione e settaggio del sonoro Il sonoro in Ubuntu viene gestito da ALSA (Advanced Linux Sound Architecture). Comunque dal pannello Sistema > Preferenze > Audio è possibile impostare e testare il funzionamento dell'audio. Nel caso dovessero capitare all'improvviso dei problemi di mutismo del sistema potete lanciare da shell il comando alsamixer, e provare a vedere se qualche canale risulta disattivato, o se il volume dello stesso si trova a zero. 9. Configurazione avanzata del desktop Per accedere ad opzioni di configurazione avanzate del desktop potete fare uso dell' Editor della configurazione. Tale editor non è di base visibile, e va attivato in Sistema > Preferenze > Main Menu: cliccate poi sulla voce Strumenti di sistema e spuntate la casellina accanto alla voce Editor della configurazione. A questo punto troverete questo editor nel menu principale, ovvero in Applicazioni > Sistema. Se ad esempio voleste impostare le icone base visibili sul dekstop all'avvio (come i dischi, la rete, il computer), potete lanciare questo editor, ed impostare i valori voluti sotto le voci Apps > nautilus > desktop. 10. Uso applicazioni KDE sotto GNOME Spesso per far uso delle applicazioni progettate per KDE, sotto l'interfaccia grafica Gnome, è necessario installare mediante Synaptic le librerie KDE. Le trovate cercando termini quali kdelib oppure kdelibs. Una volta installati i programmi, all'avvio degli stessi possono verificarsi dei problemi, con apparizione di messaggi di errore come: There was an error setting up inter process communications for KDE. The message returned by the system was: Could not read network connection list. /home/david/.dcopserver_ubuntu_0 Please check that the "dcopserver" program is running! In questo caso, per risolvere il problema, lanciate da shell il seguente comando: sudo chown myusername:myusername R /home/myusername/.* Pagina 7 di 31

8 Dove al posto di myusername (le parole sottolineate) dovete sostituire il vostro nome utente, quello con il quale in pratica effettuate il login (accesso) al sistema. 11. Abilitare la scrittura sulle partizioni Windows NTFS Di base Ubuntu è in grado di leggere un eventuale partizione NTFS presente nel sistema, presentandovi l'icona della suddetta partizione sul desktop. Per poter abilitare anche la scrittura su questo tipo di partizione è necessario installare il pacchetto ntfs config. Una volta fatto ciò troverete il tool sotto Applicazioni > Strumenti di sistema > Tool di configurazione NTFS. Lanciate l'utility ed abilitate la scrittura per le partizioni NTFS. Attenzione: se windows non viene chiuso in modo corretto è possibile che la partizione ntfs non sia leggibile da Linux, sopratutto quando si è attivata la possibilità di scrittura. 12. Thumbnails e guadagno di spazio Nautilus (il programma che vi permette di navigare tra le vostre cartelle e file) vi permette di visualizzare un'anteprima delle immagini direttamente nella finestra di navigazione. Per motivi validi queste anteprime vengono anche salvate nella cartella.thumbnails, che trovate dentro home. Come avrete notato dal punto, tale cartella è nascosta, e per visualizzarla è necessario selezionare l'opzione mostra file nascosti nel menù visualizza di Nautilus. Sfortunatamente il programma non fissa un limite alle dimensioni di questa cartella e delle anteprime salvate, quindi dopo molto tempo è possibile che tale cartella diventi di dimensioni ragguardevoli (anche alcune centinaia di Mb). Per liberare spazio dunque è possibile procedere alla cancellazione della suddetta cartella. Senza problema alcuno, visto che tale cartella verrà ricreata in automatico al successivo utilizzo di Nautilus. Se non desiderate che tutto ciò avvenga, per motivi di spazio e/o privacy, l'unica soluzione attualmente è quella di disabilitare la visualizzazione delle anteprime delle immagini di Nautilus, oppure bloccare la cartella assegnandone l'accesso solo all'utente root (Lanciando sudo nautilus, e modificando le proprietà della cartella. Soluzione comunque non molto elegante). Si spera in un miglioramento in questo senso nelle prossime versioni di questo valido file manager! Pagina 8 di 31

9 CAPITOLO C SICUREZZA 1. Installazione e configurazione del firewall Ubuntu monta di default il classico firewall iptables. Questo ottimo firewall però può essere di base solo configurabile attraverso linea di comando. Per rendere agevole queste operazioni è consigliato installare l'applicazione firestarter. In sostanza si tratta di una interfaccia grafica per configurare il firewall. Esistono altre interfacce comunque. Una molto utilizzata è GuardDog, ma ne sconsiglio vivamente l'installazione. Questo perchè potrebbero verificarsi dei problemi che possono portare al blocco della rete del sistema. Tutto ciò è risolvibile, ma comporta l'effettuare operazioni troppo complesse per chi inizia. Quindi attenzione. Pagina 9 di 31

10 CAPITOLO D CONFIGURARE LA SCHEDA VIDEO Attenzione: la guida che segue andrebbe utilizzata nel caso Ubuntu non riuscisse a far funzionare la vostra scheda video, nemmeno facendo uso dei Restricted Drivers! 1. Verifica funzionamento accelerazione 3D Potete fare una ulteriore verifica del funzionamento dell'accelerazione 3D hardware lanciando il seguente comando da shell: glxinfo grep rendering Se l'accelerazione funziona, la risposta del sistema sarà: direct rendering: Yes Se l'accelerazione dovesse risultare invece non funzionante potrebbe essere necessario provvedere all'installazione degli opportuni driver. Qui di seguito altre info a seconda della marca della vostra sheda video: SCHEDE NVIDIA Se si possiedono vecchie schede TNT, TNT2, TNT Ultra, GeForce1 or GeForce2 allora bisogna installare i due pacchetti nvidia glx legacy e nvidia settings, dal repository Restricted. Attenzione che quest'ultima procedura non garantisce il 100% di successo, come spesso sperimentato. Nel caso di schede grafiche più recenti allora bisogna provvedere all'installazione del pacchetto: nvidia glx Per abilitare dunque i driver è necessario lanciare il seguente comando: sudo nvidia glx config enable Si consiglia poi di riavviare il sistema. A volte è necessario configurare i driver lanciando il comando nvidia settings SCHEDE ATI Le schede Ati generalmente funzionano bene di default sotto Ubuntu. Se così non dovesse essere allora bisogna installare il pacchetto: xorg driver fglrx Dopo l'installazione del suddetto pacchetto è necessario lanciare da shell il comando: sudo dpkg reconfigure xserver xorg Quando appare il dialogo che vi chiede re rilevare automaticamente il video scegliere SI Mentre alla richiesta di selezionare un driver, scegliete: fglrx Seguire le istruzioni successive ed infine riavviare il sistema. Pagina 10 di 31

11 2. Installazione driver aggiornati schede video NVIDIA Nel caso il pacchetto nvidia glx non dovesse risultare funzionante sarà necessario installare i driver aggiornati proprietari, rilasciati dal produttore. Potete trovare tali driver attualmente alla pagina: Alla voce Linux IA32, oppure IA64 per chi possedesse un processore a 64 bit. Scaricate i driver, che si trovano nella forma generica: NVIDIA Linux x86 xxx.xx.xx pkg1.run Ove al posto delle x troverete i numeri che ne definiscono la versione. Scaricate ovviamente la più recente. Salvate il file in una posizione nota e facile da raggiungere (es. Desktop), fate tasto destro sul file, e nelle proprietà relative ai permessi spuntate la casella che ne permette l'esecuzione. Il file è uno script che prevede all'installazione automatica dei driver, ed alla configurazione del file Xorg.conf. Prima di procedere è necessario soddisfare alcune dipendenze, con i seguenti comandi: sudo apt get install build essential sudo apt get install linux headers $(uname r) sudo apt get install xserver xorg dev Se apt vi informerà che tali pacchetti sono già installati nessun problema, proseguite con la procedura. Per lanciare lo script di installazione dei driver terminare il funzionamento di Xorg. Abbandonate la modalità grafica e passate alla linea di comando, con la combinazione di tasti Ctrl + Alt + F1. Vi verrà chiesto ora di rieffettuare il login, inserite dunque nome utente e password, poi lanciate il seguente comando: sudo /etc/init.d/gdm stop (nel caso usiate Kubuntu potrebbe essere necessario usare kdm al posto di gdm). Ora spostatevi nella posizione ove avete precedentemente salvato il file.run (ricordo che da Home, per entrare nella cartella Desktop dovete usare il comando cd Desktop, senza dimenticarvi la D maiuscola!),mentre per tornare al livello precedente usate il comando cd.. ). Ora lanciate un comando simile al seguente: sudo sh NVIDIA Linux x pkg1.run Una volta partita la procedura automatica accettate la licenza e scegliete di NON scaricare nulla dalla rete, attendete che il driver venga compilato, e scegliete SI quando vi verrà chiesto se attivare o meno i driver nel vostro sistema. Fatto ciò la procedura dovrebbe essere terminata. Tornati alla linea di comando riavviate il sistema premendo Ctrl + Alt + Canc. Quando al riavvio Xorg verrà attivato, se tutto è andato a buon fine dovrebbe comparire per un attimo una schermata con l'immagine del logo Nvidia. Se a Desktop avviato doveste notare il malfunzionamento del sistema video è possibile che dobbiate Pagina 11 di 31

12 modificare il file /etc/default/linux restricted modules common, accertandovi che il modulo nv sia disabilitato, che quindi compaia una scritta simile a DISABLED_MODULES="nv". Se dopo il riavvio il sistema non dovesse ancora funzionare correttamente ritentate la procedura di installazione dei driver appena descritta. Pagina 12 di 31

13 CAPITOLO D MULTIMEDIALITA' E PROGRAMMI 1. Aprire gli archivi.rar Di base ubuntu può creare ed aprire diversi formati compressi, ma non i file.rar. Per far questo è necessario installare i seguenti pacchetti: sudo apt get install unrar sudo apt get install rar 2. Ascoltare la musica e vedere i video Per quanto riguarda la musica, se Rhytmbox (il lettore audio di default) non dovesse aprire in modo corretto i file.mp3 (come dovrebbe essere) allora potete seguire due vie. Una prevede l'installazione di XMMS, un leggero clone di winamp, con il comando sudo apt get install xmms. Sappiate però che XXMS è un progetto ormai vecchio, e non più supportato da Ubuntu. Consiglio dunque di seguire attentamente la guida relativa ai formati proprietari ed ai repository medibuntu, disponibile all'indirizzo: it.org/formatiproprietari it.org/repository/medibuntu (L'indirizzo di queste guide potrebbe cambiare nel tempo. In tal caso è sufficiente fare una ricerca in Google con ad esempio i termini Ubuntu wiki it medibuntu ) Installando dunque il pacchetto ubuntu restricted extra, mediante il comando: sudo apt get install ubuntu restricted extras si dovrebbe essere in grado di poter leggere adeguatamente tutti i diversi formati proprietari. Per i file video ci potrebbero essere più problemi, perchè per questioni (corrette) di filosofia che stanno alla base di Ubuntu, di default non potrebbero esser letti formati proprietari. Se dunque totem non vi legge file.avi o.mpeg installate il lettore vlc, che dovrebbe leggervi tutto senza problema alcuno. Per poter infine leggere senza problemi anche i file video.wmv di Microsoft (!) è necessario installare particolari pacchetti. Tali pacchetti si ottengono da fonti online (repository) che vanno prima aggiunti, seguendo la guida MediBuntu. Nella guida troverete le istruzioni per installare anche il pacchetto "w32codecs". 3. Leggere adeguatamente i DVD Per poter leggere i dvd criptati (la maggior parte dunque) è necessario installare al solito modo la libreria "libdvdcss2", dopo aver svolto le istruzioni della guida Medibuntu. Se totem riesce a leggere i dvd, ma non riesce ad accedere ai menu interattivi degli stessi, allora si può provare ad installare le librerie xine per totem: Pagina 13 di 31

14 sudo apt get install totem xine 4. Programmi per masterizzare Per masterizzare cd/dvd esistono diversi programmi. Consiglio di scaricare ed installarne due, "gnomebaker" e "brasero". Quando uno dei due vi darà problemi (si spera mai) potrete fare affidamento all'altro software. Mediante la guida Medibuntu dovreste anche essere in grado di dare in pasto file.mp3 ai due programmi menzionati sopra, per la creazione di cd audiose invece dovessero stranamente risultare dei problemi, a causa della richiesta di plugin mancanti, allora potete provare ad installare alcuni pacchetti, con i seguenti comandi: sudo apt get install gstreamer0.10 plugins ugly sudo apt get install gstreamer0.8 misc sudo apt get install gstreamer0.8 mad Se quest'ultima procedura non dovesse funzionare ancora allora potete aggirare il problema, e convertire i file.mp3 nel formato libero.ogg. GnomeBaker e brasero accetteranno senza problemi i file convertiti. Per convertire i file consiglio l'installazione del programma Sound Converter, pacchetto soundconverter. In rete è possibile molto probabilmente trovare altre guide che spieghino quali pacchetti scaricare per masterizzare direttamente cd audio facendo uso di file.mp3 e gnomebaker. 5. Download dei file.torrent e p2p Per il download dei file.torrent esistono anche qui molte possibilità. La più classica è quella di installare "azureus", il downloader per torrent probabilmente più conosciuto ed usato; anche se non affatto snello, presenta molte funzioni. Siccome può capitare che di punto in bianco Azureus smetta di funzionare potete pensare di installare altri programmi più leggeri, come freeloader ad esempio. Attualmente è disponibile in rete un ottimo programma per tali scopi, si tratta di Deluge: effettuate una ricerca su Google e scaricate il pacchetto.deb del programma. Per il file sharing tramite p2p esiste il clone di emule per linux. Installare dunque il programma "amule". 6. Chattare con Messenger Per chi vuole accedere alla rete MSN può fare uso di PidGin, già installato in Ubuntu, e molto valido. Altrimenti è possibile utilizzare un clone di Messenger per Linux. Andare su questo sito: project.net. Scaricare dunque la versione per Linux, e lanciare l'installatore. Pagina 14 di 31

15 Vi sconsiglio di scaricare amsn dai repository con apt, perchè attualmente vi installerebbe una versione alquanto vecchia. Attenzione: per poter far uso di amsn è necessario avere installate sul sistema le librerie Tk e Tcl. Cercate con Synaptic questi due termini, ed installate le versioni più recenti. 7. Supporto lettore flash per Firefox Per attivare il supporto flash per Firefox è necessario andare a questo indirizzo: Scaricate la versione per Linux, nella fattispecie il pacchetto compresso (.tar.gz) e seguite le istruzioni riportate a fondo pagina. Non ho verificato ma potrebbe essere possibile l'installazione del flash player per Firefox anche mediante Synaptic, facendo una ricerca con opportuni termini. Personalmente non ho mai avuto modo di verificare. 8. Gestione posta elettronica Per la posta elettronica un ottimo programma si rivela ovviamente ThunderBird, della suite Mozilla. Ma di base non è installato, installate qunque il pacchetto "mozilla thunderbird" Altrimenti è possibile fare uso del mail reader di default, ovvero Evolution. 9. Chattare nelle reti IRC Per chattare nelle reti mondiali IRC consiglio l'ottimo e gratuito (ovviamente) xchat. Installate semplicemente con apt il pacchetto "xchat". 10. Programmi planetari Se desiderate installare sul vostro sistema un planetario astronomico, nei repository è presente l'ottimo stellarium, nonché kstars (quest'ultimo comunque richiede l'installazione delle kdelibs, che verranno comunque ricercate ed installate in automatico). 11. Chiavette e lettori mp3 USB Quando vengono collegati al computer dispositivi USB, quali chiavette dati, lettori MP3, fotocamere digitali, nella maggior parte dei casi essi vengono riconosciuti in automatico, ed una icona relativa a questi apparecchi comparirà sul desktop. Cliccandoci sopra è possibile vederne il contenuto, e compiere le usuali operazioni sui file. E' possibile che quando si tenti di scrivere dati sul dispositivo USB (copiare, aggiungere, cancellare...) capiti che la periferica si sconnetta in automatico, non permettendovi di compiere le operazione richieste. Questo ad esempio accade quando si collegano ad Ubuntu dispositivi mp3 che fanno uso del Rock chip usb. Pagina 15 di 31

16 Il problema spesso deriva dalla velocità di scrittura dei dati. Per far funzionare la periferica si può tentare di limitare tale velocità a 64KB, quando la periferica è stata montata. E' dunque necessario acquistare i privilegi di amministratore, sempre mediante il comando su, e poi lanciare questo comando: echo 128 >/sys/block/sda/device/max_sectors Se la vostra periferica usb si monta come dispositivo sdb allora il comando che va lanciato è il seguente: echo 128 >/sys/block/sdb/device/max_sectors Nel dubbio potete lanciare entrambi i comandi. Per verificare il cambiamento è possibile fare uso di questo comando: cat /sys/block/sda/device/max_sectors (con sdb nel caso il dispositivo sia montato come tale). Ricordatevi che il numero utilizzabile (nel nostro caso 128 settori) dev'essere un numero positivo multiplo di 8. La procedura va ripetuta ogni volta che si collega il dispositivo usb al sistema. In futuro potrebbe essere presente su questa guida la procedura per automatizzare il tutto. 12. Editing video e audio Per effettuare le comuni operazioni di video editing è possibile installare dai repository online il programma avidemux, semplice leggero e abbastanza potente. Per effettuare del serio (per uso casalingo) montaggio video potete installare l'ottimo programma Kdenlive, presente normalmente nei repository di Ubuntu. Per un uso ancora più avanzato esiste Cinelerra: cercate informazioni in rete, ne troverete moltissime. Mentre per l'editing audio il programma che consiglio è audacity. Per installare le versioni più recenti possibili è buona cosa consultare i siti online di questi due progetti software: Pagina 16 di 31

17 APPENDICE 1 COME FAR FUNZIONARE LA CONNESSIONE WIRELESS A cura di Nicola De Quattro Una delle prime cose da fare per aggiornare Ubuntu è ovviamente collegarsi alla rete. Purtroppo questo non è sempre possibile, se avete bisogno di una connessione WiFi e siete sfortunati possessori di schede che utilizzano un Chipset Broadcom, potreste non avere vita facile. L'azienda ha infatti fornito solamente driver proprietari per Windows e non ha diffuso le informazioni per svilupparne per Linux. Pertanto qualcuno ha dovuto lavorare sodo. Sul sito sono reperibili i driver bcm43xx, nativi del kernel dalla versione rc2 ottenuti con un pesante lavoro di reverse engineering. Nonostante i loro sforzi, però, come potete vedere dalla lista delle schede supportate, alcune schede non vogliono saperne di funzionare. Potrete controllare se è il vostro caso digitando il comando lspci grep Broadcom dove lspci sta per list PCI e restituisce la lista delle schede pci installate, grep occorre per limitare l'output ai soli campi contenenti il nome Broadcom. Che dire... vedetela così: è un primo modo per smanettare sulla vostra distribuzione Linux :) Il mio consiglio è questo: poichè tutti i router wireless hanno almeno un ingresso LAN per la configurazione, collegatevi con il cavo ethernet ad esso (la connessione non dovrebbe presentare particolari problemi poiché la maggior parte dei router odierni utilizza DHCP per la LAN) in modo da poter consultare le guide online, scaricare i pacchetti che vi occorrono, senza dover saltare continuamente da Linux a Windows. Per tali schede i procedimenti sono principalmente due: 1) Utilizzo dei driver nativi con fwcutter Questo procedimento dipende dalla versione di Ubuntu che state utilizzando. Sulla rete si trovano delle ottime guide al riguardo, in particolare https://help.ubuntu.com/community/wifidocs/driver/bcm43xx. E' da notare che, nonostante il driver funzioni al meglio, esso non implementa per bene lo standard IEEE 802.g (a 54 o 108Mbps) ma solo il IEEE 802.b (11Mbps). Evidentemente, per un utilizzo desktop, questa velocità ci dovrebbe soddisfare, ma non è detto lo sia per tutti gli utenti. Inoltre, come detto, non si nasce tutti con la camicia. Esiste, per fortuna, una strada alternativa. Pagina 17 di 31

18 2) Utilizzo di ndiswrapper Ndiswrapper è un tool che permette letteralmente di "scartare" il driver della scheda per Windows per farlo funzionare sotto Linux. Non è una soluzione elegante dal punto di vista informatico né troppo leggera (ndiswrapper preleva molte risorse, rispetto a bcm43xx) ed il primo metodo è in ogni caso da preferire. Se esso però, come accade per le schede con chipset 4318 (il mio), fallisce o la velocità non vi soddisfa, ndiswrapper vi permette comunque di usare la vostra scheda; è da notare inoltre che, a differenza del primo, questo metodo permette di utilizzare la vostra scheda al massimo della velocità, e cioè 54Mbps o, più raramente, 108Mbps, poiché effettivamente questo tool permette di utilizzare la scheda come se funzionasse sotto il sistema operativo per il quale è stata progettata. Le operazioni da effetture sarebbero molte. Qualcuno, però, ci può dare una mano. Se infatti andate alla pagina: in fondo al post principale ci sono dei file compressi da scaricare. Sono degli script che permettono di installare e configurare automaticamente ndiswrapper. Vediamo come usarli. Per prima cosa è necessario sapere se avete scaricato la versione di Ubuntu a 64 o 32 bit. Nel primo caso, scaricate il file bcm4318x64.tar.gz altrimenti il primo. Il terzo e quarto file sono una replica dei primi che installano l'applet Network Manager (i due monitor vicino all'orologio, per capirci). Se lo avete già, non vi occorrono. L'ultimo file dovrebbe includere ambedue le versioni, ma pare avere dei problemi di sintassi, almeno sulla mia macchina. Attenzione! Per la versione a 64 bit c'è da correggere il nome del file.sys. Accedete al file compresso, poi al file wifidrivers.tar.gz, entrate nella cartella driver, click con il tasto destro sul file bcmwl564.sys e rinominatelo in bcmwl5.sys per evitare un errore nello script. Fatto questo, decomprimiamo il file nella cartella che vogliamo (nel mio esempio, sul desktop). Chi vuole può farlo con il mouse, io consiglio di lavorare a riga di comando. ; ) Mettete il file nella cartella Desktop, aprite il terminale (Applicazioni > Accessori > Terminal) e posizionatevi nella cartella Desktop $ cd Desktop e digitate il comando $ tar xf bcm*.tar.gz dove tar è il comando per gestire i file compressi, l'opzione x sta per extract, f per file (estraiamo un archivio). Lanciando il comando $ ls dovreste avere i file ndiswrapper_setup, ndiswrapper.deb, wifidrivers.tar.gz. Lo script è il file Pagina 18 di 31

19 ndiswrapper_setup. Eseguiamolo. $ sudo sh ndiswrapper_setup dove sh ordina alla shell di eseguire uno script. Aspettate alcuni secondi e la vostra scheda *dovrebbe* essere installata e funzionante. Ora però, poiché siete utenti Linux, non potete ammettere di avviare uno script senza sapere cosa sta combinando! ;) Vediamo allora, per curiosità cosa fa questo script (così da poter capire eventuali errori). Per leggerlo (è ben commentato) digitate $ gedit ndiswrapper_setup Il codice, come vedete, è abbastanza intuitivo, a parte qualche comando che non si conosce, nel qual caso consiglio di utilizzare, dalla shell $ man <nomecomando> che vi fa accedere al manuale di <nomecomando>. Ora gli elementi li abbiamo tutti. Leggiamo il codice e vediamo, per sommi capi, come opera. Per prima cosa installa ndiswrapper dal pacchetto.deb con dpkg (dpkg i nomepacchetto.deb) se non è già installato; decomprime i file come abbiamo fatto noi prima, elimina quelli compressi, cambia i permessi (con chmod) affinché sia possibile eseguire le operazioni successive; rimuove eventuali residui di installazioni precedenti dalla lista dei moduli del kernel (rmmod ndiswrapper) e da ndiswrapper stesso, eliminando precedenti driver installati (ndiswrapper e nomedriver); fa "diswrappare" i driver ad ndiswrapper (ndiswrapper i nomefile.inf), poi rimuove dal kernel il driver nativo bcm43xx (rmmod bcm43xx) che può andare in conflitto ed aggiunge il modulo ndiswrapper al kernel (ndiswrapper m); fatto questo mette bcm43xx in blacklist, così che non possa essere ricaricato, aggiungendo la riga blacklist bcm43xx al file /etc/modprobe.d/blacklist (blacklist bcm43xx >> /etc/modprobe.d/blacklist) e aggiunge ndiswrapper alla lista dei moduli da caricare all'avvio in modo che non si debba ripetere la procedura (ndiswrapper >> /etc/modules). Et voilà. Non era difficile in fondo, vero? Fatto questo, la scheda dovrebbe essere accesa, la connessione attiva. Perché allora Firefox non vi fa connettere alla home page? Anche Gaim non funziona! Andiamo con ordine. Per prima cosa vediamo di mandare un ping (un pacchetto che viene inviato ad un indirizzo che serve a sapere se una connessione è attiva. Se il destinatario riceve un ping, quindi è raggiungibile, risponde inviando al mittente del ping un pong ). Pagina 19 di 31

20 $ ping Se siete fortunati, tutto ok. Se siete sfortunati, come me, dovete andare avanti e fare qualche prova. Nel seguito, impareremo come configurare la connessione per una rete non protetta, poi imposteremo la connessione. Siate quindi certi che, per questi 5 minuti, il vostro router non utilizzi chiavi criptate. Controlliamo se la periferica wireless è stata riconosciuta dal sistema col comando $ iwconfig Dovrete avere un output di questo tipo: lo no wireless connection eth0 no wireless connection eth1 unassociated ESSID:off/any Mode:Managed Channel=0 Access Point: 00:00:00:00:00:00 Bit Rate=0 kb/s Tx Power:off Retry:on RTS thr:off Fragment thr:off Power Management:off Link Quality:0 Signal level:0 Noise level:0 Rx invalid nwid:0 Rx invalid crypt:0 Rx invalid frag:0 Tx excessive retries:0 Invalid misc:0 Missed beacon:0 La scheda, nel nostro caso eth1 (può essere anche wlan0 o altro), è riconosciuta Come vediamo l0 e eth0, non essendo schede wireless, non sono riconosciute da questo comando. Dobbiamo configurare la rete. Per prima cosa attiviamo la scheda, nel caso non lo sia (dovrebbe esserlo, ma non costa nulla :) ) $ sudo ifconfig eth1 up Ora con il comando $ iwlist scan si fa uno scan delle reti WiFi a distanza di rilevamento. Tra queste dovrebbe esserci la vostra. Dovreste avere un output di questo tipo: lo Interface doesn't support scanning. eth0 Interface doesn't support scanning. eth1 Scan completed : Pagina 20 di 31

Quaderni per l'uso di computer

Quaderni per l'uso di computer Quaderni per l'uso di computer con sistemi operativi Linux Ubuntu 0- a cura di Marco Marchetta Aprile 2014 1 HARDWARE MASTERIZZATORE CONNESSIONE INTERNET CD - DVD Chiavetta USB o Router ADSL (*) COMPONENTI

Dettagli

Configurazione di una connessione wireless -... Configurazione di una connessione

Configurazione di una connessione wireless -... Configurazione di una connessione Configurazione di una connessione wireless Da Guide@Debianizzati.Org. Indice 1 Configurazione di una connessione wireless 1.1 Rete Wireless protetta con WEP 1.2 Rete Wireless protetta con WPA VERSIONI

Dettagli

DUAL BOOT WINDOWS-LINUX.

DUAL BOOT WINDOWS-LINUX. DUAL BOOT WINDOWS-LINUX. Realizzato da Jona Lelmi Nickname PyLinx Iniziato il giorno 5 Luglio 2010 - terminato il giorno 8 Luglio 2010 email autore: jona.jona@ymail.com Canale Youtube http://www.youtube.com/user/pylinx

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Aggiornamento da Windows XP a Windows 7

Aggiornamento da Windows XP a Windows 7 Aggiornamento da Windows XP a Windows 7 Se si aggiorna il PC da Windows XP a Windows 7 è necessario eseguire un'installazione personalizzata che non conserva programmi, file o impostazioni. Per questo

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

INCOMPATIBILITÀ VODAFONE MOBILE BROADBAND E WLAN IN WINDOWS 8.1 1

INCOMPATIBILITÀ VODAFONE MOBILE BROADBAND E WLAN IN WINDOWS 8.1 1 Gianluca ZG (ZG84) INCOMPATIBILITÀ VODAFONE MOBILE BROADBAND E WLAN IN WINDOWS 8.1 19 February 2014 Introduzione Questo articolo nasce dalla necessità di poter usufruire di una connessione internet, tramite

Dettagli

Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP

Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP http://www.aprescindere.com Pag. 1 di 12 Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP Perché avere una memory stick bootable

Dettagli

l'installazione del sistema operativo Ubuntu Linux

l'installazione del sistema operativo Ubuntu Linux corso introduttivo di informatica libera l'installazione del sistema operativo Ubuntu Linux Manuele Rampazzo Associazione di Promozione Sociale Faber Libertatis - http://faberlibertatis.org/

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

OUTLOOK EXPRESS CORSO AVANZATO

OUTLOOK EXPRESS CORSO AVANZATO Pagina 1 di 9 OUTLOOK EXPRESS CORSO AVANZATO Prima di tutto non fatevi spaventare dalla parola avanzato, non c è nulla di complicato in express e in ogni caso vedremo solo le cose più importanti. Le cose

Dettagli

INSTALLAZIONE DI KUBUNTU

INSTALLAZIONE DI KUBUNTU INSTALLAZIONE DI KUBUNTU Tutorial passo-passo per l'installazione di Kubuntu 6.06 per sistemi x86 32bit. La distro-live distribuita dal FoLUG al LINUX-DAY 2006. Per le informazioni su Kubuntu si rimanda

Dettagli

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d'uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE...3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

> Gestione Invalidi Civili <

> Gestione Invalidi Civili < > Gestione Invalidi Civili < GUIDA RAPIDA ALL'UTILIZZO DEL PRODOTTO (rev. 1.3) INSTALLAZIONE, ATTIVAZIONE E CONFIGURAZIONE INIZIALE ESECUZIONE DEL SOFTWARE INSERIMENTO ANAGRAFICA RICERCA ANAGRAFICA INSERIMENTO

Dettagli

Manuale Utente. Linux Fedora, Debian e Ubuntu

Manuale Utente. Linux Fedora, Debian e Ubuntu Manuale Utente Linux Fedora, Debian e Ubuntu Chiavet ta Internet MDC525UPA Via Del Lavoro 9 1 1 Sommario Introduzione... 3 Requisiti minimi... 3 Contenuto del CD-ROM... 3 1. Installazione Driver e Software

Dettagli

hottimo procedura di installazione

hottimo procedura di installazione hottimo procedura di installazione LATO SERVER Per un corretto funzionamento di hottimo è necessario in primis installare all interno del server, Microsoft Sql Server 2008 (Versione minima Express Edition)

Dettagli

Corso di Informatica Modulo L2 2-Installazione

Corso di Informatica Modulo L2 2-Installazione Corso di Informatica Modulo L2 2-Installazione 1 Prerequisiti Uso pratico elementare di un sistema operativo Concetto di macchina virtuale Scaricare e installare software 2 1 Introduzione Sebbene le istruzioni

Dettagli

3. Come realizzare un Web Server

3. Come realizzare un Web Server 3. Come realizzare un Web Server 3.1 Che cos'è un web server Il web server, è un programma che ha come scopo principale quello di ospitare delle pagine web che possono essere consultate da un qualsiasi

Dettagli

RIPETITORE WIRELESS N 300MBPS

RIPETITORE WIRELESS N 300MBPS RIPETITORE WIRELESS N 300MBPS Guida rapida all'installazione DN-70181 Introduzione: DN-70181 e un ripetitore Wi-Fi con una combinazione dispositivo di connessione di rete cablato/wireless progettato specificamente

Dettagli

Guida Installazione Windows 7

Guida Installazione Windows 7 Guida Installazione Windows 7 Cos è Windows 7? Windows 7 è il nuovo Sistema Operativo di casa Microsoft nonchè successore di Windows Vista. Si presenta come uno dei Miglior Sistemi Operativi Microsoft

Dettagli

EM4454 - Wireless USB Adapter

EM4454 - Wireless USB Adapter E EM4454 - Wireless USB Adapter 2 ITALIANO EM4454 - Wireless USB adapter Attenzione In base a leggi, direttive e regolamenti stabilite dall Unione Europea questo dispositivo può essere soggetto a limitazioni

Dettagli

SELEZIONE DELLA PRIORITA' DI BOOT

SELEZIONE DELLA PRIORITA' DI BOOT In questa piccola guida esamineremo l'installazione di un sistema Windows XP Professional, ma tali operazioni sono del tutto simili se non identiche anche su sistemi Windows 2000 Professional. SELEZIONE

Dettagli

FreeNAS non è un semplice sistema operativo specializzato nell'archiviazione dati, come questo ad esempio.

FreeNAS non è un semplice sistema operativo specializzato nell'archiviazione dati, come questo ad esempio. FreeNAS guida FreeNAS FreeNAS non è un semplice sistema operativo specializzato nell'archiviazione dati, come questo ad esempio. Supporta molti protocolli di comunicazione, fornisce servizi multimediali

Dettagli

Configurazione Zeroshell 3.0.0 nel mio caso aziendale

Configurazione Zeroshell 3.0.0 nel mio caso aziendale Configurazione Zeroshell 3.0.0 nel mio caso aziendale Quello che so di Zeroshell l ho scritto in questa guida. Chiedo scusa in anticipo... non sono assolutamente un esperto!!! I miei complimenti e ringraziamenti

Dettagli

su LiveCD suggerimenti per l'utilizzo di un LiveCD

su LiveCD suggerimenti per l'utilizzo di un LiveCD prof. Nunzio Brugaletta su LiveCD pag. 1 su LiveCD suggerimenti per l'utilizzo di un LiveCD 2012.09 Indice Che cos'è un LiveCD...2 Avvio di un computer...3 Modifica drive di boot...3 Sessioni live...4

Dettagli

Breve guida a Linux Mint

Breve guida a Linux Mint Breve guida a Linux Mint Il Desktop. Il "desktop" (scrivania) è la parte del sistema operativo che è responsabile per gli elementi che appaiono sul desktop: il Pannello, lo sfondo, il Centro di Controllo,

Dettagli

Manuale utente di Avigilon Control Center Server. Versione 5.6

Manuale utente di Avigilon Control Center Server. Versione 5.6 Manuale utente di Avigilon Control Center Server Versione 5.6 2006-2015 Avigilon Corporation. Tutti i diritti riservati. Salvo quando espressamente concesso per iscritto, nessuna licenza viene concessa

Dettagli

Questa versione permette di stampare la configurazione dell impianto e risolve alcuni problemi riscontrati nelle versioni precedenti.

Questa versione permette di stampare la configurazione dell impianto e risolve alcuni problemi riscontrati nelle versioni precedenti. SOFTWARE PER CENTRALI FENICE Software_Fenice_1.2.0 12/09/2012 Questo Software permette all'installatore di programmare le centrali della serie Fenice, di aggiornare i firmware dei vari componenti del sistema

Dettagli

Per questo motivo le distribuzioni Live richiedono la presenza di un maggior quantitativo di RAM rispetto ad una installazione tradizionale.

Per questo motivo le distribuzioni Live richiedono la presenza di un maggior quantitativo di RAM rispetto ad una installazione tradizionale. LiveCD LiveCD è un termine generico utilizzato per indicare una distribuzione di un sistema operativo in grado di essere avviato ed eseguito senza richiedere una preventiva installazione su hard disk.

Dettagli

Guida rapida - rete casalinga (con router) Configurazione schede di rete con PC

Guida rapida - rete casalinga (con router) Configurazione schede di rete con PC Guida rapida - rete casalinga (con router) Questa breve guida, si pone come obiettivo la creazione di una piccola rete ad uso domestico per la navigazione in internet e la condivisione di files e cartelle.

Dettagli

PC Crash Course: OBIETTIVI

PC Crash Course: OBIETTIVI PC Crash Course: OBIETTIVI 1. PC: uno strumento 2. Microsoft Windows XP: alcuni concetti chiave della interfaccia grafica 3. File System: file, direttori, link, 4. Il prompt dei comandi 5. Un occhiata

Dettagli

Quaderni per l'uso di computer

Quaderni per l'uso di computer Quaderni per l'uso di computer con sistemi operativi Linux Ubuntu 0- INSTALLAZIONE a cura di Marco Marchetta Aprile 2013 1 HARDWARE MASTERIZZATORE CD - DVD (*) (*) Requisiti minimi richiesti da da Ubuntu

Dettagli

Guida dettagliata all'aggiornamento a Windows 8 CONFIDENZIALE 1/53

Guida dettagliata all'aggiornamento a Windows 8 CONFIDENZIALE 1/53 Guida dettagliata al a Windows 8 CONFIDENZIALE 1/53 Indice 1. 1. Processo di di Windows 8 2. Requisiti di sistema 3. Preparazioni 2. 3. 4. 5. Installazione pulita 6. 1. Personalizza 2. Wireless 3. Impostazioni

Dettagli

Per aprire Calcolatrice, fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori e quindi Calcolatrice.

Per aprire Calcolatrice, fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori e quindi Calcolatrice. LA CALCOLATRICE La Calcolatrice consente di eseguire addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni e divisioni. Dispone inoltre delle funzionalità avanzate delle calcolatrici scientifiche e statistiche. È possibile

Dettagli

LACIE PRIVATE/PUBLIC GUÍDA UTENTE

LACIE PRIVATE/PUBLIC GUÍDA UTENTE LACIE PRIVATE/PUBLIC GUÍDA UTENTE FARE CLIC QUI PER ACCEDERE ALLA VERSIONE IN LINEA PIÙ AGGIORNATA di questo documento, sia in termini di contenuto che di funzioni disponibili, come ad esempio illustrazioni

Dettagli

Mussida Musica Editore Guida all installazione e autorizzazione del software

Mussida Musica Editore Guida all installazione e autorizzazione del software Mussida Musica Editore Guida all installazione e autorizzazione del software Risposte alle domande e ai problemi più comuni Enciclopedie Didattiche in DVD Guida all installazione e autorizzazione del software

Dettagli

L installazione Fritz!Box Fon WLAN 7050

L installazione Fritz!Box Fon WLAN 7050 L installazione Fritz!Box Fon WLAN 7050 Contenuto 1 Descrizione...3 2 Impostazione di Fritz!Box Fon WLAN per collegamento a internet4 2.1 Configurazione di Fritz!Box Fon WLAN 7050 con cavo USB...4 2.2

Dettagli

While Loops Studio VELOCIZZARE IL VOSTRO COMPUTER

While Loops Studio VELOCIZZARE IL VOSTRO COMPUTER While Loops Studio VELOCIZZARE IL VOSTRO COMPUTER In questo PDF vediamo alcuni aspetti che migliorano la velocità del computer. Seguendo questi passaggi si ridurrà il carico di lavoro del pc in modo da

Dettagli

Come configurare Alice ADSL su Windows Vista dal sito http://aiuto.alice.it/

Come configurare Alice ADSL su Windows Vista dal sito http://aiuto.alice.it/ e Come configurare Alice ADSL su Windows Vista dal sito http://aiuto.alice.it/ recensito da Paolo Latella Attenzione: Se sei un cliente che utilizza un dispositivo ADSL fornito da Telecom Italia, ti informiamo

Dettagli

Manca un programma importante

Manca un programma importante Manca un programma importante Finalmente, dopo tutte le volte che si è notato che un programma che vorremmo usare manca, impareremo ad installare nuovi pacchetti in modo molto semplice. Si è già detto

Dettagli

Informatica di base. Lucio Bianchi. 2 aprile 2011. Lezione 3

Informatica di base. Lucio Bianchi. 2 aprile 2011. Lezione 3 Informatica di base Lezione 3 Lucio Bianchi 2 aprile 2011 1 Sommario Indice 1 Primi passi con Ubuntu 1 1.1 Il LiveCD............................... 1 1.2 Esplorare il desktop......................... 3

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Guida rapida - rete casalinga (con router)

Guida rapida - rete casalinga (con router) Guida rapida - rete casalinga (con router) Questa breve guida, si pone come obiettivo la creazione di una piccola rete ad uso domestico per la navigazione in internet e la condivisione di files e cartelle.

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

Intego Guida Per iniziare

Intego Guida Per iniziare Intego Guida Per iniziare Guida Per iniziare di Intego Pagina 1 Guida Per iniziare di Intego 2008 Intego. Tutti i diritti riservati Intego www.intego.com Questa guida è stata scritta per essere usata con

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

17.2. Configurazione di un server di Samba

17.2. Configurazione di un server di Samba 17.2. Configurazione di un server di Samba Il file di configurazione di default (/etc/samba/smb.conf) consente agli utenti di visualizzare le proprie home directory di Red Hat Linux come una condivisione

Dettagli

Nota: E' necessario che il sistema possa fare il boot da CD per effettuare l'installazione.

Nota: E' necessario che il sistema possa fare il boot da CD per effettuare l'installazione. Questa guida mostra come convertire un normale PC in un server Untangle utilizzando un CD di installazione Untangle. Che cosa sa fare il Server Untangle? Il server Untangle offre un modo semplice per proteggere,

Dettagli

unità di misura usata in informatica

unità di misura usata in informatica APPUNTI PER UTILIZZARE WINDOWS SENZA PROBLEMI a cura del direttore amm.vo dott. Nicola Basile glossario minimo : terminologia significato Bit unità di misura usata in informatica byte Otto bit Kilobyte

Dettagli

Manuale d uso Mercurio

Manuale d uso Mercurio Manuale d uso Mercurio SOMMARIO Pagina Capitolo 1 Caratteristiche e Funzionamento Capitolo 2 Vantaggi 3 3 Capitolo 3 Cosa Occorre Capitolo 4 Prerequisiti Hardware e Software Prerequisiti hardware Prerequisiti

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file 2.1 L AMBIENTE DEL COMPUTER 1 2 Primi passi col computer Avviare il computer Spegnere correttamente il computer Riavviare il computer Uso del mouse Caratteristiche

Dettagli

EM4556 - Adattatore 300Mbps USB Wireless

EM4556 - Adattatore 300Mbps USB Wireless E EM4556 - Adattatore 300Mbps USB Wireless 2 ITALIANO EM4556 - Adattatore 300Mbps USB Wireless Avvertenze In base alle leggi, direttive e regolamenti stabiliti dal Parlamento Europeo, il presente dispositivo

Dettagli

Teorema New. Teorema New & Next. Gestione aziendale e dello studio. Come fare per... Office Data System. Office Data System

Teorema New. Teorema New & Next. Gestione aziendale e dello studio. Come fare per... Office Data System. Office Data System Teorema New & Next Gestione aziendale e dello studio Come fare per... 1 Come fare per... Gestire la tabella delle licenze software Attivare Teorema 3 8 Gestire le licenze dei contratti di assistenza Teorema

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

L installer di Torinux

L installer di Torinux L installer di Torinux Installazione nel Disco Per un installazione normale si raccomanda usare ext3 o reiserfs. Prima di procedere con l installazione per favore rimuova tutti i dispositivi USB, tipo

Dettagli

Internet: Connettività. conoscerlo al meglio per usarlo meglio. 2011 Gabriele Riva - Arci Barzanò

Internet: Connettività. conoscerlo al meglio per usarlo meglio. 2011 Gabriele Riva - Arci Barzanò Internet: conoscerlo al meglio per usarlo meglio Connettività Lezione 3 (connettività): Adsl, Router, Hub, Switch, Wi-Fi Modem GSM - Edge Umts Hsdpa Hsupa Reti Il file di hosts Adsl (Asymmetric Digital

Dettagli

Come creare una rete domestica con Windows XP

Come creare una rete domestica con Windows XP Lunedì 13 Aprile 2009 - ore: 12:49 Pagina Reti www.google.it www.virgilio.it www.tim.it www.omnitel.it Come creare una rete domestica con Windows XP Introduzione Una rete locale (LAN,

Dettagli

PREMESSA. Procedure di protezione che, ovviamente, dovranno essere riabilitate al termine dell'installazione.

PREMESSA. Procedure di protezione che, ovviamente, dovranno essere riabilitate al termine dell'installazione. PREMESSA E' buona e comune regola che, accingendosi a installare programmi che abbiano origine certa, si proceda preliminarmente alla disattivazione di Firewall e Antivirus. Procedure di protezione che,

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Installare Windows Xp Guida scritta da CroX

Installare Windows Xp Guida scritta da CroX Installare Windows Xp Guida scritta da CroX INTRODUZIONE: 2 PREPARAZIONE 2 BOOT DA CD 2 BIOS 3 PASSAGGI FONDAMENTALI 4 SCEGLIERE COSA FARE TRA RIPRISTINO O INSTALLARE UNA NUOVA COPIA 5 ACCETTARE CONTRATTO

Dettagli

Corso Linux per Principianti

Corso Linux per Principianti Corso Linux per Principianti In questa lezione vedremo come installare l'ultima versione di Ubuntu al momento disponibile, la 8.04, nome in codice Hardy Heron. Oltre ad essere l'ultima versione scaricabile

Dettagli

New Team Up in English Flip-Book Guida all uso

New Team Up in English Flip-Book Guida all uso New Team Up in English Flip-Book Indice 1 Introduzione p. 3 2 Procedura d avvio p. 4 2. 1 Procedura per PC WIN p. 4 2. 2 Procedura per Mac p. 4 2. 3 Procedura per Linux p. 4 3 Creazione del profilo p.

Dettagli

Il mio primo giorno in Laboratorio di Calcolo...

Il mio primo giorno in Laboratorio di Calcolo... Il mio primo giorno in Laboratorio di Calcolo... Disclaimer: alcune delle istruzioni che seguono potrebbero ledere la dignità di qualche lettore. Tuttavia l'esperienza acquisita negli anni passati ci ha

Dettagli

Guida installazione Winasped 4 Data ultima revisione della guida: 12-05-2014

Guida installazione Winasped 4 Data ultima revisione della guida: 12-05-2014 Guida installazione Winasped 4 Data ultima revisione della guida: 12-05-2014 Winasped è un'applicazione di tipo client - server pertando è composta da due parti: un programma client e uno server. Di seguito

Dettagli

SIEMENS GIGASET SX763 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

SIEMENS GIGASET SX763 GUIDA ALL INSTALLAZIONE SIEMENS GIGASET SX763 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Siemens Gigaset SX763 Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE COSA E IL SIEMENS SX763...3 IL CONTENUTO DELLA SCATOLA DEL SIEMENS SX763...4

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DI ZONE ALARM PERSONAL FIREWALL

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DI ZONE ALARM PERSONAL FIREWALL GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DI ZONE ALAR M PERSONAL FIREWALL 6.1 Zone Alarm personal Firewall è la versione gratuita, per uso personale, del più completo Zone Alarm Pro, firewall prodotto da Zone Labs. Questa

Dettagli

Monitor Wall 4.0. Manuale d'installazione ed operativo

Monitor Wall 4.0. Manuale d'installazione ed operativo Monitor Wall 4.0 it Manuale d'installazione ed operativo Monitor Wall 4.0 Sommario it 3 Sommario 1 Introduzione 4 1.1 Informazioni sul manuale 4 1.2 Convenzioni utilizzate nel manuale 4 1.3 Requisiti

Dettagli

jt - joetex - percorsi didattici

jt - joetex - percorsi didattici jt - joetex - percorsi didattici Primi passi con linux Avvio della macchina Spegnere (o riavviare) il Computer Installare su HD il programma Linux EduKnoppix a. Avvio della macchina Una volta spento il

Dettagli

Guida a CoinBeez v1.1 (da leggere TUTTA, almeno 3 volte)

Guida a CoinBeez v1.1 (da leggere TUTTA, almeno 3 volte) Guida a CoinBeez v1.1 (da leggere TUTTA, almeno 3 volte) Per utilizzare correttamente CoinBeez bisogna seguire una serie di passaggi, da farsi in sequenza uno dopo l altro. E altamente consigliato l utilizzo

Dettagli

Networking Wireless con Windows XP

Networking Wireless con Windows XP Networking Wireless con Windows XP Creare una rete wireless AD HOC Clic destro su Risorse del computer e quindi su Proprietà Clic sulla scheda Nome computer e quindi sul pulsante Cambia Digitare il nome

Dettagli

Wireless Network Broadband Modem/router WL-108. Guida rapida all'installazione

Wireless Network Broadband Modem/router WL-108. Guida rapida all'installazione Wireless Network Broadband Modem/router WL-108 Guida rapida all'installazione La presente guida illustra solo le situazioni più comuni. Fare riferimento al manuale utente presente sul CD-ROM in dotazione

Dettagli

Migrazione di HRD da un computer ad un altro

Migrazione di HRD da un computer ad un altro HRD : MIGRAZIONE DA UN VECCHIO PC A QUELLO NUOVO By Rick iw1awh Speso la situazione è la seguente : Ho passato diverso tempo a impostare HRD e a personalizzare i comandi verso la radio, le frequenze preferite,

Dettagli

> P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni

> P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni > P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni Guida rapida all utilizzo del software (rev. 1.4 - lunedì 29 ottobre 2012) INSTALLAZIONE, ATTIVAZIONE E CONFIGURAZIONE INIZIALE ESECUZIONE DEL SOFTWARE DATI

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE HARDWARE E SOFTWARE PER L USO DELLA FIRMA DIGITALE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE HARDWARE E SOFTWARE PER L USO DELLA FIRMA DIGITALE FIPAV Comitato Provinciale di Milano GUIDA ALL INSTALLAZIONE HARDWARE E SOFTWARE PER L USO DELLA FIRMA DIGITALE 2005 FIPAV Comitato Provinciale di Milano 1/15 INDICE DEI CONTENUTI INTRODUZIONE Pag. 3 PRE

Dettagli

Manuale dell'utente di Avigilon Control Center Server

Manuale dell'utente di Avigilon Control Center Server Manuale dell'utente di Avigilon Control Center Server Versione 4.10 PDF-SERVER-D-Rev1_IT Copyright 2011 Avigilon. Tutti i diritti riservati. Le informazioni qui presenti sono soggette a modifiche senza

Dettagli

www.istitutomajorana.it

www.istitutomajorana.it EFFETTI 3D COMPIZ ISTRUZIONI PAG. 1 DI 10 Passo 1 Installare i Driver Per ottenere gli effetti grafici 3D è necessario installare i driver della scheda video. La prima cosa da fare è di controllare se

Dettagli

MODULE 4 BASIC IT SKILLS

MODULE 4 BASIC IT SKILLS MODULE 4 BASIC IT SKILLS Nel modulo 4 abbiamo preparato una guida per le competenze informatiche di base che condurrà passo dopo passo i principianti che vogliono imparare a usare Word e Internet o da

Dettagli

Guida alla migrazione da Windows XP a Linux

Guida alla migrazione da Windows XP a Linux 2014/03/23 14:18 1/10 Guida alla migrazione da Windows XP a Linux Guida alla migrazione da Windows XP a Linux Introduzione Il prossimo 8 aprile, Microsoft cesserà il supporto e gli aggiornamenti per Windows

Dettagli

Windows XP Istruzioni rete wired per portatili v1.0

Windows XP Istruzioni rete wired per portatili v1.0 Istruzioni rete wired per portatili v1.0 Pagina 1 di 13 Istruzioni rete wired per portatili v1.0 Istruzioni per 1 Introduzione Per seguire le istruzioni qui proposte è necessario utilizzare le utility

Dettagli

Procedura di installazione e configurazione per l'applicazione. SchedeCet

Procedura di installazione e configurazione per l'applicazione. SchedeCet Procedura di installazione e configurazione per l'applicazione SchedeCet usata per l'immissione delle schede utenti dei Centri Ascolto Caritas della Toscana. Questo documento è destinato agli operatori

Dettagli

Note operative per Windows XP

Note operative per Windows XP Note operative per Windows XP AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

Guida alla copia dei backup dei giochi xbox360

Guida alla copia dei backup dei giochi xbox360 Guida alla copia dei backup dei giochi xbox360 Questa guida spiega solo come copiare i backup dei giochi, magari perché il gioco non va bene, si blocca e quindi volete ri-copiarlo su un'altra qualità di

Dettagli

Guida rapida all installazione

Guida rapida all installazione www.dmail.it Idee Utili e Introvabili Cod. 314471 DMedia Commerce S.p.A. Via Aretina 25 50065 Sieci (FI) ITALY Tel. +39 055 8363040 Fax +39 055 8363057 Assist. Tecnica: assistenza.dmail@dmc.it VIdeoCAMera

Dettagli

su Windows XP con schede D-Link DWL 650+

su Windows XP con schede D-Link DWL 650+ su Windows XP con schede D-Link DWL 650+ WIFE è il servizio gratuito per l'accesso wireless a Internet. Tutti gli studenti in possesso di un computer portatile possono accedere alla rete Internet mediante

Dettagli

Piccolo how to sulla compilazione ed installazione dei drivers per il modem Urmet (FastRate Usb 100) per le distribuzioni Linux

Piccolo how to sulla compilazione ed installazione dei drivers per il modem Urmet (FastRate Usb 100) per le distribuzioni Linux Piccolo how to sulla compilazione ed installazione dei drivers per il modem Urmet (FastRate Usb 100) per le distribuzioni Linux Autore: Simone Caschili Introduzione Il modem adsl usb dell'urmet assieme

Dettagli

DEBELLARE IL VIRUS GUARDIA DI FINANZA, POLIZIA

DEBELLARE IL VIRUS GUARDIA DI FINANZA, POLIZIA DEBELLARE IL VIRUS GUARDIA DI FINANZA, POLIZIA Ultimamente è molto diffuso un virus relativo ad un falso annuncio della Guardia di Finanza o della Polizia. Dopo avere preso l'infezione, avviando il computer

Dettagli

Configurazione WAN (accesso internet)

Configurazione WAN (accesso internet) D-Link G624T Per entrare nella configurazione del Router è necessario collegarlo tramite porta Ethernet (di rete). Nelle opzioni di configurazione della scheda di rete, in Protocollo TCP/IP lasciare l

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1 Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Avviare il pc Il tasto da premere per avviare il computer è frequentemente contraddistinto dall etichetta Power ed è comunque il più grande posto sul case.

Dettagli

Alice Gate 2 Plus Wi-Fi (senza VoIP) con smartcard, porte USB e SENZA VoIP

Alice Gate 2 Plus Wi-Fi (senza VoIP) con smartcard, porte USB e SENZA VoIP Nel router Alice Gate VoIP 2 Plus Wi-Fi è presente un Pannello di controllo avanzato "nascosto" in cui gli smanettoni potranno effettuare modifiche varie :) Badate bene che mi sto riferendo al router fornito

Dettagli

GB informazioni e freeware

GB informazioni e freeware GB informazioni e freeware Informazioni per PC, internet, software, freeware e tutorial Home Programmi Informazioni Passatempo Siti utili Aggiornamenti sito News Posizione nel sito : Home >> Informazioni

Dettagli

Introduzione a VMware Fusion

Introduzione a VMware Fusion Introduzione a VMware Fusion VMware Fusion per Mac OS X 2008 2012 IT-000933-01 2 Introduzione a VMware Fusion È possibile consultare la documentazione tecnica più aggiornata sul sito Web di VMware all'indirizzo:

Dettagli

Acer erecovery Management

Acer erecovery Management 1 Acer erecovery Management Sviluppato dal team software Acer, Acer erecovery Management è uno strumento in grado di offrire funzionalità semplici, affidabili e sicure per il ripristino del computer allo

Dettagli

MODEM USB MDC525UP Guida Rapida LINUX

MODEM USB MDC525UP Guida Rapida LINUX MODEM USB MDC525UP Guida Rapida LINUX Sommario Introduzione... 2 Requisiti minimi... 2 Contenuto del CD-ROM... 2 Procedura di installazione per Driver e Software di connessione... 3 Installazione/rimozione

Dettagli

Windows Live OneCare Introduzione e installazione

Windows Live OneCare Introduzione e installazione Windows Live OneCare Introduzione e installazione La sicurezza e la manutenzione del proprio computer è di fondamentale importanza per tenerlo sempre efficiente e al riparo dalle minacce provenienti dalla

Dettagli

Password di Administrator in Windows 2000, XP e NT

Password di Administrator in Windows 2000, XP e NT Password di Administrator in Windows 2000, XP e NT In questa guida impareremo a ottenere la password di Administrator in un sistema basato su Windows 2000 o XP. Materiale: PC vittima con Win 2000 o Xp

Dettagli

Con accesso remoto s'intende la possibilità di accedere ad uno o più Personal Computer con un modem ed una linea telefonica.

Con accesso remoto s'intende la possibilità di accedere ad uno o più Personal Computer con un modem ed una linea telefonica. Tecnologie informatiche ACCESSO REMOTO CON WINDOWS Con accesso remoto s'intende la possibilità di accedere ad uno o più Personal Computer con un modem ed una linea telefonica. Un esempio di tale servizio

Dettagli

Introduzione ai servizi di Linux

Introduzione ai servizi di Linux Introduzione ai servizi di Linux Premessa Adios è un interessante sistema operativo Linux basato sulla distribuzione Fedora Core 6 (ex Red Hat) distribuito come Live CD (con la possibilità di essere anche

Dettagli

EyeOS - intranet desktop mini howto

EyeOS - intranet desktop mini howto EyeOS - intranet desktop mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 Agosto 2008 PREAMBOLO EyeOS è un Web Operating System (Sistema Operativo Web) e ambiente collaborativo disegnato

Dettagli