Guida all uso dei Sistemi Operativi per PC

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida all uso dei Sistemi Operativi per PC"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Guida all uso dei Sistemi Operativi per PC A cura degli studenti ILEANA MANERA MIRKO MANFANETTI LUCA ZEFFIRI 1

2 2

3 1 IL SISTEMA OPERATIVO I calcolatori utilizzano per la gestione delle loro risorse un particolare software detto sistema operativo. Si tratta di un insieme di programmi capaci di operare direttamente sulla macchina. Questi infatti combinano le poche istruzioni elementari che la macchina è in grado di comprendere ed eseguire, per creare funzioni più complesse e di più alto livello che vengono messe a disposizione di un cliente (tipicamente l utente, oppure un altro programma). In sostanza quindi al sistema operativo è affidato il compito di colloquiare da una parte con la macchina, dall altra con l utilizzatore. Questo servizio è di particolare utilità perché rende il calcolatore più semplice da usare e dispensa il beneficiario dal conoscere a fondo i meccanismi di governo dei dispositivi che costituiscono l elaboratore. Un altra importante funzione del sistema operativo è quella di concedere agli utenti l utilizzo di una certa risorsa ( CPU, memoria, dispositivi di ingresso/uscita dati ecc.) in modo da evitare conflitti. Quando due o più clienti si trovano ad utilizzare contemporaneamente la macchina, il sistema operativo nasconde a ciascuno la presenza degli altri dando l impressione che l intero sistema sia loro dedicato. Una parte dei programmi che costituiscono il sistema operativo viene caricata in memoria all avvio della macchina, oppure dopo un reset, durante la fase chiamata bootstrap 1. 1 Il termine bootstrap significa letteralmente alzarsi in piedi tirandosi su per gli stivali e fa riferimento alla capacità della macchina, una volta avviata, di predisporsi da sola all utilizzo senza intervento dell utente. In realtà questo comportamento non ha niente di miracoloso: una parte della memoria centrale contiene un programma scritto permanentemente su un apposito circuito integrato di tipo ROM, il BIOS (Basic Input/Output System). Subito dopo il 3

4 1.1 Funzioni del sistema operativo Il sistema operativo è costituito da un certo numero di programmi che si appoggiano l uno sull altro (cioè l uno utilizza le funzionalità messe a disposizione dall altro) con un architettura detta a buccia di cipolla. Si possono distinguere cinque livelli o strati funzionali (Figura 1-1). Figura 1: Struttura a buccia di cipolla del sistema operativo. Il nucleo comunica direttamente con il calcolatore, gli altri strati offrono funzioni per i livelli superiori e possono usufruire di quelle di tutti i livelli inferiori. L utente non colloquia con la macchina, ma con il sistema operativo. Di seguito sono descritte le funzioni dei vari strati. Nucleo (o gestore dei processi): è responsabile dell esecuzione dei programmi da parte della CPU. Decide a quali programmi assegnare l uso dell unità di elaborazione e reagisce a segnali che provengono da dispositivi esterni. Gestore della memoria: tiene un registro della memoria libera e di quella in uso (allocazione della memoria) e distribuisce la memoria tra i programmi che la richiedono. reset il processore esegue l istruzione che si trova all inizio della memoria che è proprio l indirizzo della prima istruzione del BIOS. E il BIOS che cerca il sistema operativo sulle unità a disco presenti e, se lo trova, provvede a caricarlo in memoria centrale e farlo eseguire. 4

5 Gestore delle periferiche: governa le operazioni di I/O (ingresso / uscita) da e verso i dispositivi esterni (detti anche unità periferiche o semplicemente periferiche). Offre all utilizzatore una visione semplificata del dispositivo, mascherandone le caratteristiche costruttive e operative. File system: si occupa della gestione dei file 2 nelle memorie di massa (particolari memorie di notevole capacità ma molto più lente rispetto alla memoria centrale), come i dischi, le unità a nastro ecc. La sua funzione è quella di catalogare le informazioni che vengono riversate sui dischi (o su altre unità equivalenti) e mostrarle tramite i file ed i contenitori di file (directory). Il file system offre all utente un insieme di funzioni ad alto livello facendosi carico della serie di operazioni che è necessario effettuare per accedere alle memorie di massa in lettura o scrittura. Interprete dei comandi: consente all utente di dare comandi e di mandare in esecuzione i programmi mediante alcune operazioni tipiche: a) Segnala di essere pronto ad accettare un comando; b) Accetta un comando impartito tramite una periferica (es. tastiera); c) Esegue il comando (o il programma) o invia un messaggio di errore. Nel prossimo paragrafi vengono descritti brevemente le funzioni offerte dal File system di un generico sistema operativo mentre nel capitolo 2 vengono presentati i principali comandi che l intreprete del sistema operativo MS DOS mette a disposizione dell utente. Il capitolo 3 presenta l ambiente grafico WINDOWS 3.X mentre il capitolo 4 descrive brevemente il sistema operativo WINDOWS 95 dal punto di vista del suo utilizzo da parte dell utente. 1.2 Gestione dei file Un file è un insieme di informazioni dello stesso tipo a cui viene dato un nome. In alcuni sistemi operativi (DOS, UNIX, WIN9X/NT, ecc.) il nome è costituito da due campi alfanumerici 3, separai da un carattere.. Il campo a sinistra del separatore rappresenta il nome vero e proprio del file, quello a destra indica il tipo di file (o estensione). Esempio: Tetris.exe Nell esempio precedente il file ha nome Tetris che richiama chiaramente il gioco del Tetris, ed estensione exe, abbreviazione di executable che indica il fatto che il file contiene un programma eseguibile. Il carattere. è il separatore. Alcune delle operazioni sui file messe a disposizione dal sistema operativo sono le seguenti: 2 Per la definizione di file vdr. Più avanti al paragrafo 1.2 Gestione dei file. 3 Un campo alfanumerico è una sequenza di caratteri che possono essere lettere dell alfabeto, simboli o cifre. 5

6 - Creazione di un file vuoto; - Scrittura di dati su un file; - Visualizzazione del contenuto di un file (sullo schermo, sulla stampante ecc.) - Creazione di un file di contenuto identico ad un altro file (copia di un file); - Assegnamento di un nuovo nome ad un file; - Cancellazione di un file; - Esecuzione di un file. Per una migliore archiviazione delle informazioni i file vengono inclusi all interno di contenitori detti, a seconda del particolare sistema operativo, directory, cartelle, oppure cataloghi,. In questo modo, per esempio, possono essere raggruppati file dello stesso tipo. Una directory ha nome, ma non estensione e può contenere indifferentemente file o altre directory, che in questo caso si chiamano sottodirectory. Per ovvie ragioni di univocità tutti i file che si trovano in una stessa cartella devono avere nome completo (nome.estensione) differente, mentre due file appartenenti a due cartelle diverse possono avere lo stesso nome. Figura 2 - Esempio di file system. L insieme di tutti i file e di tutte le directory presenti su un disco costituisce il file system (si usa la parola file system per indicare sia l insieme di tutti i file sia la parte del sistema operativo che si occupa della gestione dei file). Stante la caratteristica delle directory di poter essere annidate l una dentro l altra, il file system viene ad assumere la tipica struttura ad albero. C è una directory principale o root 4 (in MS DOS è individuata da una barra rovesciata \ ) da cui si dipartono tutte le altre directory. L esempio riportato in Figura 2 mostra la struttura del file system per un floppy disk, con grafica ripresa dal sistema operativo MS Windows. La cartella aperta in alto è la directory (cartella nel linguaggio di Windows) root (\) dell unità A: e contiene le tre sottodirectory cprog, document, giochi e sistema. Le prime due contengono ulteriori directory. Per mettere in risalto la struttura ad albero, in questo esempio sono stati nascosti i file. Si ricordi comunque che ogni cartella contiene, in genere, dei file. 4 Dall inglese radice. 6

7 2 COMANDI DEL DOS In questo capitolo vengono descritti i principali comandi che l'interprete dei comandi del DOS mette a disposizione dell'utente per operare sulle directory, sui file e sulle unità disco. Dopo il caricamento, il sistema operativo MS DOS visualizza il seguente segnale, detto prompt, la cui comparsa serve a segnalare all utente che il calcolatore è pronto a ricevere un comando: C:\>_ Il prompt è formato da una lettera che rappresenta l'unità disco corrente seguita dai due punti (:), da una barra rovesciata (\) che rappresenta la directory radice del file system all interno dell unità disco corrente, dal simbolo di maggiore (>) e da un cursore lampeggiante che mostra dove verrà visualizzato il comando da digitare. Durante la digitazione del comando si può cancellare e riscrivere a piacere perché l interprete dei comandi lo esamina solo e soltanto dopo che si è premuto il tasto INVIO. Questo significa che nessun comando digitato viene eseguito finché non si preme INVIO. Nel seguito ciò sarà spesso dato per scontato. A scanso di equivoci, inoltre, si precisa che l interprete dei comandi non distingue le maiuscole dalle minuscole e quindi, per esempio le scritture prova.txt, PROVA.txt, prova.txt, PROVA.TXT, prova.txt, ecc. si riferiscono tutte ad uno stesso file. 7

8 Un elenco completo dei comandi MS DOS, della loro sintassi, delle possibili opzioni che non abbiamo ritenuto opportuno esaminare in questa sede, si ottiene tramite il comando help. 2.1 Comandi per operare sui dischi Formattazione di un disco La procedura che permette di preparare un disco al suo utilizzo si chiama formattazione. Per eseguire la formattazione di un disco si utilizza il comando format seguito dal nome dell unità che deve essere preparata all utilizzo. Esempio: C:\>format a: Questo comando permette la formattazione del disco nell unità A:. IMPORTANTE: la formattazione si può applicare ad un disco già formattato. In questo caso però l intero contenuto del disco viene cancellato. Copia di un disco Il comando diskcopy permette di fare la copia di un intero disco. Questo comando esegue anche la formattazione del disco di destinazione, se questo non è stato precedentemente formattato. La sintassi da seguire è la seguente: diskcopy <unità sorgente> <unità destinazione> Esempio: C:\> diskcopy A: B: Questo comando copia il disco dell unità A: nel disco dell unità B:, purché i due dischi siano di eguale capacità. Cambio di unità Per effettuare il cambio di unità, cioè per passare dall unità C: (da cui viene tipicamente caricato il sistema operativo) ad un'altra unità, (floppy disk, cd-rom ecc..) si digita il nome dell unità a cui si deve accedere, il carattere due punti (:), quindi il tasto di INVIO. A questo punto il passaggio è immediato e il nuovo segnale di prompt sarà, ad esempio,: A:\> 8

9 2.2 Comandi per operare sulle directory Visualizzazione del contenuto di una directory Per visualizzare il contenuto di una directory bisogna digitare dir 5 al prompt dei comandi. Esempio: supponiamo che la directory corrente sia \GIOCHI, del disco C. Il segnale di prompt sarà allora il seguente: C:\GIOCHI>_ Se viene dato il comando dir, si ottiene per esempio la seguente schermata: C:\GIOCHI>dir Il volume nell'unità C è PRINCIPALE Numero di serie del volume: 341A-1405 Directory di C:\GIOCHI. <DIR> 20/10/ <DIR> 20/10/ MYPROG <DIR> 10/12/ TETRIS COM /01/ TETRIS RES /10/ STRING CC 9 10/12/ file byte 3 dir byte disponibili C:\GIOCHI>_ Questo rappresenta l'elenco delle directory e dei file contenuti nella directory C:\GIOCHI>. Nell'elenco le directory si distinguono dai file per la presenza del suffisso DIR racchiuso tra i simboli di maggiore e di minore. Le due sottodirectory. e.. sono presenti in ciascuna directory e indicano rispettivamente la directory corrente (. ) e la directory padre nell albero del file system (..). I file sono caratterizzati dal nome, dall'estensione e dallo spazio occupato da ciascuno di essi sul disco. Sia le directory che i file sono affiancati dalla data e dall'ora della loro creazione. La penultima voce dell'elenco specifica il numero dei file contenuti nella directory e lo spazio su disco occupato in totale; nell'ultimo campo invece viene specificato il numero delle sottodirectory e lo spazio su disco ancora disponibile. Cambio di directory E' possibile passare da una directory ad un'altra utilizzando il comando cd 6 la cui sintassi è cd <nome directory> 5 Abbreviazione di directory. 6 Acronimo di Change Directory. 9

10 Esempio: se siamo nella directory C:\GIOCHI> e viene dato il comando: C:\GIOCHI>cd myprog il prompt dei comandi cambia ed assume il seguente aspetto: C:\GIOCHI\MYPROG>_ ad indicare che la directory corrente è ora myprog che si trova all interno di giochi. Per tornare alla directory precedente (giochi ) si utilizza il comando C:\GIOCHI\MYPROG>cd.. 7 mentre per tornare alla root si utilizza il comando C:\GIOCHI\MYPROG>cd \ Creazione di una directory Per creare una directory si utilizza il comando md 8. Al prompt dei comandi digitare md <nome directory> come nel seguente esempio: C:\>md pippo Se si vuole verificare che la directory è stata effettivamente creata si può dare il comando dir che visualizza l elenco delle directory e dei file. Se si desidera lavorare all interno della nuova directory si utilizza il comando cd. La sequenza di comandi è dunque: C:\>md pippo C:\>cd pippo Quindi il nuovo segnale di prompt sarà il seguente: C:\PIPPO>_ Eliminazione di una directory Se una directory non serve più, la si può eliminare. Per eliminare una directory si utilizza il comando rd 9 digitando rd <nome directory> al prompt dei comandi. Con questo comando possono essere eliminate solo le directory vuote e non è possibile eliminare la directory nella quale si sta lavorando. Esempio: C:\PIPPO\>cd.. C:\>rd pippo Dall interno della directory appena creata (pippo) ci spostiamo alla directory padre (in questo caso la root). Tramite il comando rd si cancella la directory pippo. Per verificare l avvenuta rimozione si può utilizzare il comando dir. 7.. indica la directory padre, cioè giochi. 8 Acronimo di Make Directory. 9 Acronimo di Remove Directory. 10

11 2.3 Comandi sui file Copia di file Per creare un file identico per contenuto ad un altro già esistente (copia di un file) si utilizza il comando copy la cui sintassi è: copy <origine> <destinazione> Il primo parametro (origine) specifica il percorso ed il nome del file che si desidera copiare mentre il secondo (destinazione), specifica il percorso ed il nome del file copia. Esempio: per copiare il file PIPPO.TXT dalla directory \PIPPO alla directory \MIA, cambiando il nome del file in COPIA.TXT si utilizza il seguente comando: C:\> copy c:\pippo\pippo.txt c:\mia\copia.txt Per copiare invece un gruppo di file vengono utilizzati i caratteri jolly. Tra questi ci sono i due caratteri * e?. sostituisce qualunque sequenza di caratteri, di qualunque lunghezza;? sostituisce un carattere qualsiasi, ma uno solo. Esempio: il comando C:\> copy c:\pino\*.* c:\pippo copia qualunque file che si trovi in \PINO nella directory \PIPPO lasciando inalterato il nome. Invece, il comando C:\> copy c:\pino\?ino.txt c:\pippo Copia nella directory \PIPPO tutti i file con nome di 4 caratteri che terminano per ino e hanno estensione txt, conservando ciascuno il nome. Viene copiato per esempio pino.txt, gino.txt ma non aladino.txt. Nota: i caratteri jolly si possono usare con qualsiasi comando. Eliminazione di un file Per eliminare un file si utilizza il comando del 10 Esempio C:\> del pino.txt Questo comando elimina il file di nome pino ed estensione txt dalla directory \. Per eliminare gruppi di file si ricorre ai caratteri jolly. Leggere il contenuto di un file Per visualizzare il contenuto di un file sullo schermo si utilizza il comando type seguito dal nome del file di cui si vuol leggere il contenuto. Esempio: il comando C:\>type pino.txt 10 Abbreviazione di delete. 11

12 Visualizza sullo schermo il contenuto del file pino.txt della directory corrente. 2.4 Configurazione del sistema La maggior parte delle informazioni relative alla configurazione del sistema è memorizzata in due file nella directory principale del disco di avvio (quello dal quale viene caricato il sistema operativo): Il file CONFIG.SYS è un file di testo contenente dei comandi che informano il sistema operativo dei componenti hardware presenti, quali la memoria, la tastiera, il mouse, la stampante e così via e specificano le modalità di comunicazione tra questi e la CPU. Quando MS DOS viene avviato, esegue innanzitutto i comandi contenuti nel file CONFIG.SYS. Il file AUTOEXEC.BAT è un file di testo che MS DOS esegue dopo CONFIG.SYS. Esso può contenere qualsiasi comando MS DOS valido. Vi vengono in genere inseriti i nomi di programmi che devono essere caricati in memoria per il corretto funzionamento di alcuni dispositivi (come il mouse o il lettore CD-ROM). In questo modo tali programmi vengono avviati automaticamente senza intervento dell utente. E possibile, ad esempio, inserire come ultima riga del file il comando win. In questo modo, se Windows 3.X è installato, verrà caricato automaticamente all avvio del computer. Quando si installa MS DOS, il programma crea una configurazione base del sistema valida per la maggior parte dei computer. Tuttavia è possibile modificare tale configurazione modificando i file CONFIG.SYS e AUTOEXEC.BAT con qualsiasi editor (ad esempio il programma EDIT di MS DOS). 12

13 3 WINDOWS 3.X Windows 3.X non è un sistema operativo ma semplicemente un ambiente grafico che si appoggia su MS DOS (Figura 3) e permette di gestire il calcolatore in modo più semplice rispetto all interprete dei comandi DOS. Nel tempo ne sono state presentate varie versioni e questo capitolo si riferisce a quelle dalla 3.0 in poi. Per avviare Windows basta digitare win dal prompt di MS DOS. In quest ambiente la novità per noi più interessante è l interfaccia grafica. Figura 3: L'ambiente Windows 3.X colloquia da una parte con il DOS, dall'altra con l'utente facendo da intermediario. La sua interfaccia gradevole ed intuitiva rende la macchina più semplice da utilizzare. Windows si avvale del mouse come strumento di comunicazione tra l utente e la macchina, sostituendolo in larga parte alla tastiera nello svolgimento delle comuni operazioni. Si tratta di una periferica che rileva gli spostamenti sul piano e li trasmette al calcolatore. Esso possiede due pulsanti (quelli dell'ultima generazione ne possono avere tre) ed è in grado di comunicarne al calcolatore lo stato, istante per istante (ovvero se siano premuti o rilasciati). Una freccia al centro dello schermo riproduce i movimenti del mouse e si chiama puntatore del mouse, o semplicemente puntatore. Il suo nome deriva dal fatto che può essere spostato sopra un qualsiasi elemento dello schermo, indicando a Windows che l oggetto cui ci riferiamo è proprio quello. Oltre allo spostamento sono previste altre tre operazioni con il mouse: Clic: ci si porta sopra ad un oggetto quindi si preme e si rilascia il tasto sinistro del mouse; Doppio clic: ci si porta sopra ad un oggetto, quindi si preme e si rilascia il tasto due volte in rapida successione; 13

14 Trascinamento: ci si porta sopra ad un oggetto. Tenendo premuto il tasto sinistro, si sposta il mouse in un altro punto dello schermo, quindi si rilascia il pulsante. Il tasto destro del mouse non è utilizzato da Windows, ma serve ad alcune applicazioni per impieghi particolari. 3.1 L interfaccia grafica di Windows. Abbiamo visto come MS DOS si riferisca ai file attraverso il loro nome completo (percorso, nome del file ed estensione), ad esempio C:\mia\cprog\prova.cc Figura 4: Questo è un esempio di finestra così come appare sullo schermo del calcolatore quando si utilizza Windows 3.X. Segue una tabella descrittiva delle varie parti. 14

15 A B C D E F G H I Barra del Titolo: contiene il nome della finestra. Barra dei Menù: contiene voci di menù, delle etichette di testo (File, Opzioni, Finestra,? in questo esempio) che tramite selezione con il mouse si srotolano in un elenco di opzioni come sarà meglio chiarito più avanti. Pulsante del Menù di controllo: quando si attiva il pulsante compare un menù di opzioni che consentono di chiudere la finestra, spostarla, ridimensionarla ecc. Pulsante di Ingrandimento: Espande la finestra. Se questa è visualizzata a schermo intero si trasforma nel pulsante di ripristino che serve per riportare la finestra alle dimensioni assunte prima dell ultimo ingrandimento. Pulsante di Riduzione: Contrae la finestra. Se la finestra è già ridotta al massimo 11, ovviamente non compare. Freccia di scorrimento su: fa scorrere gli oggetti all interno della finestra. Tutte le righe vengono spostate di una posizione più in basso e l ultima scompare. Casella di scorrimento: viene trascinata con il mouse verso l alto, comportandosi come la freccia di scorrimento su, oppure verso il basso comportandosi come la freccia di scorrimento giù. Barra di scorrimento: comprende le due frecce, la casella di scorrimento e la guida su cui quest ultima si muove. Se la finestra è sufficientemente grande per mostrare tutti gli elementi al suo interno, non viene visualizzata. Freccia di scorrimento giù: fa scorrere gli oggetti all interno della finestra. Tutte le righe vengono spostate di una posizione più in alto e la prima scompare. Tabella 3-1 Gli elementi che costituiscono una finestra: nome e loro impiego. In generale quindi i comandi possono avere un elevato numero di caratteri, il che porta facilmente ad errori. Inoltre non è possibile avere una visione d insieme del file system, quindi se per esempio vogliamo lavorare su un file di cui non ricordiamo il percorso, non possiamo far altro che spostarci da una directory all altra con gli opportuni comandi e visualizzarne il contenuto finché non l abbiamo trovato. Per ovviare a questi e ad altri problemi Windows si avvale di un interfaccia grafica (Figura 4 e Tabella 3-1). Non si tratta di una novità in assoluto, anzi è identica nella sostanza a quella del sistema operativo MAC OS dei sistemi Macintosh. Gli oggetti grafici di Windows sono di tre tipi: icone: piccoli simboli grafici che rappresentano applicazioni o file; finestre: le aree rettangolari dello schermo in cui vengono eseguite le operazioni o visualizzate le icone; desktop: lo sfondo sul quale vengono visualizzate le finestre e le icone. 11 Un applicazione può essere ridotta, per successivi ridimensionamenti, ad icona in esecuzione: in questo stato non viene visualizzata la finestra con i suoi elementi, ma una icona. L applicazione però non viene chiusa, quindi tutto il contenuto della finestra originaria rimane in memoria. Si può tornare alla visualizzazione normale tramite il doppio clic. 15

16 3.2 L applicazione Program Manager Program Manager è l applicazione fondamentale di Windows, viene eseguito all interno di una finestra ogni volta che si avvia Windows e rimane in esecuzione fino all uscita. Esso permette all utente di: avviare le applicazioni; organizzare le applicazioni in gruppi per facilitarne l accesso; uscire da Windows. Figura 5: La finestra del Program Manager come appare all'avvio di Windows. All avvio di Windows Program Manager visualizza il contenuto del gruppo Principale. Un gruppo è un insieme di programmi che svolgono funzioni assimilabili o di file dello stesso tipo, che vengono per questo accorpati. Le icone delle applicazioni ed i loro nomi appaiono nella finestra di gruppo. Il desktop (letteralmente scrivania) può contenere un numero teoricamente infinito di finestre (Figura 6). L utente può interagire con una sola finestra alla volta, che prende il nome di finestra attiva e si trova sempre in primo piano rispetto alle altre. Se sono presenti più finestre aperte, si riconosce quella attiva dalla barra del titolo che appare illuminata. Come già visto, le finestre sono caratterizzate da un certo numero di elementi, che possono essere presenti in blocco oppure in parte. 16

17 Figura 6: In questo esempio ci sono due finestre aperte contemporaneamente. La finestra "Principale", che ha la barra del titolo in colore, è quella attualmente attiva. La finestra "Giochi" è aperta ma non interagisce con l'utente. Selezione delle icone con il mouse La finestra del Program Manager contiene delle icone. Si può, ad esempio, fare clic sull icona con il nome principale (vedi Figura 7) che ha un disegno particolare e rappresenta un gruppo (tutte le icone con lo stesso disegno, sono oggetti dello stesso tipo). Figura 7: Esempio di selezione. Dopo il clic sull'icona "Principale" lo schermo appare così. L icona cambia colore ed appare visualizzata in negativo. Si dice che questa è selezionata e, da ora in poi, Windows assumerà che l operazione successiva sia riferita a 17

18 quel particolare oggetto. E possibile inoltre utilizzare la tecnica del trascinamento per spostare l icona in un altro punto del desktop. Uso dei menù Figura 8: Tramite clic del mouse il menu File si apre e compaiono le voci di menù. Queste si illuminano una ad una quando il puntatore del mouse le indica. La voce che ci interessa si seleziona con un clic. Immediatamente sotto la barra del titolo si trova la bara dei menù. Si può provare a fare clic sulla voce File: si apre un elenco di opzioni che possono essere selezionate a loro volta mediante il mouse. Ciascuna voce di menù esegue una particolare comando. Selezionando la voce Apri compare una nuova finestra (Figura 8). Windows ha infatti assunto che il comando apri fosse riferito all icona attualmente selezionata, cioè Principale. Questa è stata espansa ed il suo contenuto compare all interno della nuova finestra, che infatti porta lo stesso nome. Facciamo ora doppio clic su File Manager: si apre una nuova finestra che non contiene più icone. Fare doppio clic equivale dunque al comando Apri del menu File (File Apri). Esecuzione dei programmi All interno dei gruppi ci sono le icone di programma, che rappresentano applicazioni o documenti. Tramite il doppio clic si avvia la relativa applicazione o si apre il documento. È infatti possibile istruire Windows ad aprire certi documenti con una particolare applicazione. Per esempio i documenti di testo, quelli cioè che sono salvati su file con estensione txt, vengono aperti con l applicazione Blocco Note. Per eseguire un programma è quindi sufficiente assegnargli definitivamente un icona e posizionarla all interno di un gruppo in modo che sia agevole ricercarla, quindi usare il comando File Apri oppure fare doppio clic sull icona. Peraltro, per la maggior parte dei programmi per Windows l assegnazione della icona al programma viene fatta automaticamente. Finora abbiamo visto come Windows organizzi i file presenti sul disco in gruppi all interno del Program Manager in modo da renderli più facilmente accessibili. Il collegamento tra gli oggetti sullo schermo ed i file è realizzato mediante le icone, che 18

19 possono essere facilmente manipolate. Tuttavia non c è corrispondenza tra l organizzazione dei file sullo schermo e quella all interno del file system. Le operazioni che coinvolgono i file del disco sono completamente distinte da quelle dei relativi collegamenti sul desktop. Per accedere ai file veri e propri Windows mette a disposizione una applicazione chiamata File Manager. 3.3 L applicazione File Manager File Manager si avvia con le tecniche già viste dal gruppo Principale. Al suo avvio compare una particolare finestra, la finestra di directory. Questa è divisa in due parti (Figura 9). La parte sinistra visualizza la struttura ad albero del file system dell unità corrente. Inizia dalla directory principale (o root) e si estende a tutte le altre directory. La parte destra mostra l elenco dei file e delle sottodirectory della directory corrente. Figura 9: Questa è la finestra di File Manager, l'applicazione Windows che consente di lavorare direttamente sui file del disco. Sotto la barra del titolo della finestra di directory ci sono alcuni pulsanti che rappresentano le unità a disco. L unità corrente appare incorniciata con un rettangolo (C:\ nell esempio). È possibile cambiare l unità corrente con un clic del mouse sul relativo pulsante. Le directory che contengono sottodirectory possono essere espanse e compresse tramite il doppio clic. Si può spostare un file da una directory ad un altra con la tecnica del trascinamento. Il menù File dell applicazione consente di rinominare, cancellare, copiare, spostare, eliminare i file selezionati. È anche possibile selezionare più di un file alla volta: questo si ottiene tenendo premuto il tasto <Ctrl> durante la selezione. È bene tener presente però che, questa volta, le operazioni fatte sugli oggetti si ripercuotono sulla struttura del disco. In altre parole, mentre cancellando un icona dal Program Manager si cancella solo un collegamento, questa azione sul File Manager 19

20 porta alla rimozione fisica del file dal disco. Tutte le operazioni di gestione file messe a disposizione da MS DOS sono disponibili anche in File Manager. 20

21 4 WINDOWS 95 Al contrario di Windows 3.X, Windows 95 non è una applicazione di potenziamento del DOS, ma un sistema operativo vero e proprio che, come tale, colloquia direttamente con la macchina fisica. Ciononostante tale sistema è largamente compatibile con la maggior parte dei programmi sviluppati per MS DOS. Al pari degli altri sistemi operativi esso viene caricato in memoria all avvio del computer. 4.1 Il desktop Quando si accende il computer si è accolti da uno schermo chiamato desktop (Figura 10). Figura 10: Desktop di Windows 95. In basso la barra delle applicazioni. Al suo interno sono disposte alcune icone mentre in basso troviamo una striscia chiamata barra delle applicazioni. Le tre icone fondamentali del desktop sono: 21

22 Risorse del computer. Tramite questa icona è possibile accedere alle risorse presenti sul computer quali programmi, documenti, file di dati e dispositivi vari; Risorse di rete. Questa icona serve ad esplorare le risorse disponibili sulla rete. E presente solo se è possibile connettere il computer ad una rete di calcolatori; Cestino. Questa icona serve per eliminare file non più utili e consente di ripristinare quelli eliminati per errore. A sinistra della barra delle applicazioni è posto il pulsante Avvio. Selezionando con il mouse il pulsante Avvio si apre il menù principale che ci permette di accedere alle funzioni fondamentali del sistema e di avviare i programmi (Figura 11). Gli elementi del menù Avvio possono variare in base alla configurazione del computer. Figura 11: La pressione del pulsante Avvio fa comparire il menù Avvio che si articola in voci e sottomenù. La barra delle applicazioni La barra delle applicazioni ci permette di spostarci facilmente tra i documenti ed i programmi che si stanno eseguendo contemporaneamente. Tutte le volte che si avvia un programma o si apre un file appare il relativo pulsante sulla barra delle applicazioni e resta lì finché non si esce dal programma o non si chiude il file. Si può passare da una finestra all altra dei programmi o dei documenti aperti facendo clic sui corrispondenti pulsanti sulla barra delle applicazioni. La barra delle applicazioni è un oggetto mobile perciò la sua posizione sullo schermo può essere cambiata tramite trascinamento con il mouse. E possibile rendere sempre visibile la barra delle applicazioni o utilizzare l opzione speciale nascondi 22

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file Sommario Uso del computer e gestione dei file... 3 Sistema Operativo Windows... 3 Avvio di Windows... 3 Desktop... 3 Il mouse... 4 Spostare le icone... 4 Barra delle

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

Note operative per Windows XP

Note operative per Windows XP Note operative per Windows XP AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file 2.1 L AMBIENTE DEL COMPUTER 1 2 Primi passi col computer Avviare il computer Spegnere correttamente il computer Riavviare il computer Uso del mouse Caratteristiche

Dettagli

Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS. Esercitatore: Francesco Folino

Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS. Esercitatore: Francesco Folino Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS Esercitatore: Francesco Folino IL SISTEMA OPERATIVO Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware).

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi 1 Modulo 2 - ECDL Uso del computer e gestione dei file 2 Chiudere la sessione di lavoro 1.Fare Clic sul pulsante START 2.Cliccare sul comando SPEGNI COMPUTER 3.Selezionare una delle opzioni STANDBY: Serve

Dettagli

Il Desktop. Gli elementi del Desktop. Icona Risorse del computer. Icona Cestino. Icona Risorse di rete. Lezione 3 piccolo manuale di Windows

Il Desktop. Gli elementi del Desktop. Icona Risorse del computer. Icona Cestino. Icona Risorse di rete. Lezione 3 piccolo manuale di Windows Ing. Irina Trubitsyna Ing. Ester Zumpano Università degli Studi della Calabria Anno Accademico 2003-2004 2004 Lezione 3 piccolo manuale di Windows Il Desktop Il desktop è ciò che viene visualizzato sullo

Dettagli

marco.falda@unipd.it 1. la coordinazione delle diverse componenti hardware (e software) del computer 2. l esecuzione e la coordinazione dei processi

marco.falda@unipd.it 1. la coordinazione delle diverse componenti hardware (e software) del computer 2. l esecuzione e la coordinazione dei processi Windows Il Sistema Operativo marco.falda@unipd.it Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware) È fornito in genere con l elaboratore, e ne consente il funzionamento

Dettagli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS Esercitatore: Fabio Palopoli IL SISTEMA OPERATIVO Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware). Il S.O.

Dettagli

Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file

Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file Scopo: Windows, creare cartelle, creare e modificare file di testo, usare il cestino, spostare e copiare file, creare collegamenti. A

Dettagli

Cos'è un Sistema Operativo

Cos'è un Sistema Operativo Cos'è un Sistema Operativo... pag. 02 Introduzione a Windows XP... pag. 04 I File... pag. 04 La barra delle applicazioni e le utilità di Windows XP... pag. 06 Le Finestre... pag. 08 Come visualizzare tutte

Dettagli

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL 'LVSHQVD 'L :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL ',63(16$',:,1'2:6,QWURGX]LRQH Windows 95/98 è un sistema operativo con interfaccia grafica GUI (Graphics User Interface), a 32 bit, multitasking preempitive. Sistema

Dettagli

IL SISTEMA OPERATIVO IL SISTEMA OPERATIVO INTERFACCE TESTUALI INTERFACCE TESTUALI FUNZIONI DEL SISTEMA OPERATIVO INTERFACCE GRAFICHE

IL SISTEMA OPERATIVO IL SISTEMA OPERATIVO INTERFACCE TESTUALI INTERFACCE TESTUALI FUNZIONI DEL SISTEMA OPERATIVO INTERFACCE GRAFICHE IL SISTEMA OPERATIVO Insieme di programmi che opera al di sopra della macchina fisica, mascherandone le caratteristiche e fornendo agli utenti funzionalità di alto livello. PROGRAMMI UTENTE INTERPRETE

Dettagli

L interfaccia. La barra delle applicazioni. MS Windows Barra delle Applicazioni

L interfaccia. La barra delle applicazioni. MS Windows Barra delle Applicazioni Windows XP In questa sezione, si desidero evidenziare le caratteristiche principali di Windows cercando possibilmente di suggerire, per quanto possibile, le strategie migliori per lavorare velocemente

Dettagli

Windows. marco.falda@unipd.it

Windows. marco.falda@unipd.it Windows marco.falda@unipd.it Il Sistema Operativo 1.la Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware) 2.l esecuzione componenti computer coordinazione hardware(e

Dettagli

SOMMARIO IL SISTEMA OPERATIVO WINDOWS... 1 LE FINESTRE... 3

SOMMARIO IL SISTEMA OPERATIVO WINDOWS... 1 LE FINESTRE... 3 Corso per iill conseguiimento delllla ECDL ((Paatteenttee Eurropeeaa dii Guiidaa deell Computteerr)) Modullo 2 Geessttiionee ffiillee ee ccaarrtteellllee Diisspenssa diidattttiica A curra dell ssiig..

Dettagli

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 Microsoft Windows Funzionalità di un S.O. Gestione dei file Gestione dei dispositivi di ingresso/uscita Comandi per l attivazione e la gestione di programmi

Dettagli

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP Desktop (scrivania) Il Desktop è la prima schermata che appare all accensione del computer. icone Barra delle applicazioni Le piccole immagini che appaiono

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1 Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Avviare il pc Il tasto da premere per avviare il computer è frequentemente contraddistinto dall etichetta Power ed è comunque il più grande posto sul case.

Dettagli

Il Personal Computer. Il Software. Il Software. Il Software. Il Software. Hardware

Il Personal Computer. Il Software. Il Software. Il Software. Il Software. Hardware Università degli Studi della Calabria Anno Accademico 2003-2004 2004 Il Personal Computer Hardware Ing. Irina Trubitsyna Ing. Ester Zumpano Lezione 2 Software Sistemi operativi Software feb. 04 Fondamenti

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Desktop All avvio del computer compare il Desktop. Sul Desktop sono presenti le Icone. Ciascuna icona identifica un oggetto differente che può essere un file,

Dettagli

ECDL Modulo 2. Contenuto del modulo. Uso del computer e gestione dei file

ECDL Modulo 2. Contenuto del modulo. Uso del computer e gestione dei file ECDL Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Contenuto del modulo Per iniziare Il desktop Organizzare i file Semplice editing Gestione della stampa Esercitazioni 1 Per iniziare (1) Per iniziare a

Dettagli

Note operative per Windows 7

Note operative per Windows 7 Note operative per Windows 7 AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows www.informarsi.net Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows Sistema operativo Il sistema operativo, abbreviato in SO (in inglese OS, "operating system") è un particolare software, installato su un sistema

Dettagli

INTERAZIONE CON L UTENTEL

INTERAZIONE CON L UTENTEL IL SISTEMA OPERATIVO Insieme di programmi che opera al di sopra della macchina fisica, mascherandone le caratteristiche e fornendo agli utenti funzionalità di alto livello. PROGRAMMI UTENTE INTERPRETE

Dettagli

ECDL Mod.2. Uso del computer e gestione dei file. novembre 2003 CRIAD - ECDL Mod. 2 1

ECDL Mod.2. Uso del computer e gestione dei file. novembre 2003 CRIAD - ECDL Mod. 2 1 ECDL Mod.2 Uso del computer e gestione dei file novembre 2003 CRIAD - ECDL Mod. 2 1 2.1 L ambiente del computer novembre 2003 CRIAD - ECDL Mod. 2 2 Primi passi col computer Avviare il computer Spegnere

Dettagli

Concetti chiave. Corso di Archivistica e gestione documentale. Breve storia di Windows - 1. Definizione di Sistema Operativo

Concetti chiave. Corso di Archivistica e gestione documentale. Breve storia di Windows - 1. Definizione di Sistema Operativo Corso di Archivistica e gestione documentale Prima Parte - Area Informatica Concetti chiave Lezione 3 Windows XP Definizione di Sistema Operativo È un insieme di programmi e di funzioni in grado di gestire

Dettagli

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/ MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http:///ecdl/powerpoint/ INTERFACCIA UTENTE TIPICA DI UN SOFTWARE DI PRESENTAZIONE APERTURA E SALVATAGGIO DI UNA PRESENTAZIONE

Dettagli

Informatica di base. Lucio Bianchi. 2 aprile 2011. Lezione 3

Informatica di base. Lucio Bianchi. 2 aprile 2011. Lezione 3 Informatica di base Lezione 3 Lucio Bianchi 2 aprile 2011 1 Sommario Indice 1 Primi passi con Ubuntu 1 1.1 Il LiveCD............................... 1 1.2 Esplorare il desktop......................... 3

Dettagli

MODULO 2. Gestione dei File. Concetti base. Muoversi tra il menù dei programmi installati

MODULO 2. Gestione dei File. Concetti base. Muoversi tra il menù dei programmi installati MODULO 2 Gestione dei File MODULO 2 - GESTIONE DEI FILE 1 Concetti base Avviare e spegnere il computer Muoversi tra il menù dei programmi installati Di che risorse disponiamo? Pannello di controllo - Sistema

Dettagli

4 Windows 98: AMBIENTE E GESTIONE DEI FILES

4 Windows 98: AMBIENTE E GESTIONE DEI FILES 4 Windows 98: AMBIENTE E GESTIONE DEI FILES 4.1 Introduzione 4.1.1 Descrizione dell'ambiente e operazioni preliminari Microsoft Windows è il sistema operativo più diffuso nel settore dei Personal Computer.

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica. Corso propedeutico di Matematica e Informatica

Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica. Corso propedeutico di Matematica e Informatica Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica a.a. 2008/2009 Docente Ing. Andrea Ghedi IL DESKTOP Lezione 2 Il Desktop Tipi di icone Cartelle. Una

Dettagli

unità di misura usata in informatica

unità di misura usata in informatica APPUNTI PER UTILIZZARE WINDOWS SENZA PROBLEMI a cura del direttore amm.vo dott. Nicola Basile glossario minimo : terminologia significato Bit unità di misura usata in informatica byte Otto bit Kilobyte

Dettagli

Sistemi operativi: interfacce

Sistemi operativi: interfacce Sistemi operativi: interfacce I sistemi operativi offrono le risorse della macchina a soggetti diversi: alle applicazioni, tramite chiamate di procedure da inserire nel codice all utente, tramite interfaccia

Dettagli

Organizzare i file. 1. Le cartelle e i file

Organizzare i file. 1. Le cartelle e i file Guida n 2 Organizzare i file Le cartelle e i file Copiare, cancellare, spostare file e cartelle Cercare file e cartelle Windows funziona come un "archivio virtuale" particolarmente ordinato. Al suo interno,

Dettagli

Introduzione al DOS. 2 P. Gallo F. Salerno Task 1 Il sistema operativo DOS

Introduzione al DOS. 2 P. Gallo F. Salerno Task 1 Il sistema operativo DOS il libro si estende sul web LEZIONE Introduzione al DOS MS-DOS è un sistema operativo monoutente monotasking (cioè capace di far girare un solo programma alla volta). Alcune versioni del sistema operativo

Dettagli

USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 1. AMBIENTE DEL COMPUTER

USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 1. AMBIENTE DEL COMPUTER USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 1. AMBIENTE DEL COMPUTER 1.1 AVVIARE IL COMPUTER Avviare il computer è un operazione estremamente semplice, nonostante ciò coloro che scelgono di frequentare un corso

Dettagli

SOFTWARE L ACCENSIONE DEL COMPUTER

SOFTWARE L ACCENSIONE DEL COMPUTER SOFTWARE Con software si intende l insieme delle istruzioni che permettono il funzionamento dell hardware; il concetto di software, o programma che dir si voglia, è un concetto generale ed ampio: si distingue,

Dettagli

Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (TIC) IPSIA San Benedetto del Tronto (AP)

Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (TIC) IPSIA San Benedetto del Tronto (AP) Le diverse componenti HARDWARE, pur opportunamente connesse ed alimentate dalla corrette elettrica, non sono in grado, di per sé, di elaborare, trasformare e trasmettere le informazioni. Per il funzionamento

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

Word per iniziare: aprire il programma

Word per iniziare: aprire il programma Word Lezione 1 Word per iniziare: aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per lavorare su uno già esistente occorre avviare il programma di gestione testi. In ambiente Windows, esistono

Dettagli

DeskTop o Scrivania virtuale

DeskTop o Scrivania virtuale ARGOMENTI DELLA 2 LEZIONE Introduzione ai sistemi operativi. Introduzione a Windows 95/ 98/XP Accendere e spegnere un PC (Ctrl Alt Canc) Il desktop Le icone (di sistema, collegamenti, il cestino) - proprietà

Dettagli

USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE. I.I.S. B. PINCHETTI TIRANO (SO) pag. 1 di 16

USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE. I.I.S. B. PINCHETTI TIRANO (SO) pag. 1 di 16 USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE I.I.S. B. PINCHETTI TIRANO (SO) pag. 1 di 16 SOMMARIO PREMESSA...3 L AMBIENTE OPERATIVO WINDOWS...3 CARRELLATA DEGLI ELEMENTI PRESENTI SUL DESKTOP...3 PULSANTE AVVIO...4

Dettagli

Uso del Computer e Gestione dei File. Uso del Computer e Gestione dei File. Federica Ricca

Uso del Computer e Gestione dei File. Uso del Computer e Gestione dei File. Federica Ricca Uso del Computer e Gestione dei File Uso del Computer e Gestione dei File Federica Ricca Il Software Sistema Operativo Programmi: Utilità di sistema Programmi compressione dati Antivirus Grafica Text Editor

Dettagli

IL DESKTOP Lezione 2

IL DESKTOP Lezione 2 Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica a.a. 2006/2007 Docente Ing. Andrea Ghedi IL DESKTOP Lezione 2 1 Il Desktop Tipi di icone Cartelle. Una

Dettagli

SOFTWARE L ACCENSIONE DEL COMPUTER

SOFTWARE L ACCENSIONE DEL COMPUTER SOFTWARE Con software si intende l insieme delle istruzioni che permettono il funzionamento dell hardware; il concetto di software, o programma che dir si voglia, è un concetto generale ed ampio: si distingue,

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di Windows Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 IL DESKTOP Quando si avvia il computer, si apre la seguente schermata che viene

Dettagli

Laboratorio informatico di base

Laboratorio informatico di base Laboratorio informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche (DISCAG) Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it) Sito Web del corso: www.griadlearn.unical.it/labinf

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file (Sistema operativo Linux)

Uso del computer e gestione dei file (Sistema operativo Linux) Modulo Uso del computer e gestione dei file (Sistema operativo Linux) Modulo - Uso del computer e gestione dei file, richiede che il candidato dimostri di possedere conoscenza e competenza nell uso delle

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 2 Uso del Computer e Gestione dei file ( Windows XP ) A cura di Mimmo Corrado MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2 FINALITÁ Il Modulo 2, Uso del computer

Dettagli

Sistemi operativi e Microsoft Windows

Sistemi operativi e Microsoft Windows Sistemi operativi e Microsoft Windows Sistemi operativi e Microsoft Windows...1 Definizioni di carattere generale...2 Interfaccia...2 Interfaccia Utente...2 Sistema operativo...2 CPU (Central Processing

Dettagli

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO Capittol lo 5 File 5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO In Word è possibile creare documenti completamente nuovi oppure risparmiare tempo utilizzando autocomposizioni o modelli, che consentono di creare

Dettagli

MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 38

MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 38 MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 38 Osservazione La finestra di Risorse del Computer può visualizzare i file e le cartelle come la finestra di Gestione Risorse, basta selezionare il menu

Dettagli

Capitolo 2. Esplorare l interfaccia tra uomo e computer

Capitolo 2. Esplorare l interfaccia tra uomo e computer Capitolo 2 Esplorare l interfaccia tra uomo e computer Imparare la tecnologia Gli esseri umani non hanno abilità tecnologiche innate La nostra precedente esperienza nell uso di dispositivi simili, incluse

Dettagli

PROGRAMMI UTENTE INTERPRETE COMANDI FILE SYSTEM GESTIONE DELLE PERIFERICHE GESTIONE DELLA MEMORIA GESTIONE DEI PROCESSI (NUCLEO) HARDWARE

PROGRAMMI UTENTE INTERPRETE COMANDI FILE SYSTEM GESTIONE DELLE PERIFERICHE GESTIONE DELLA MEMORIA GESTIONE DEI PROCESSI (NUCLEO) HARDWARE IL SISTEMA OPERATIVO Insieme di programmi che opera al di sopra della macchina fisica, mascherandone le caratteristiche e fornendo agli utenti funzionalità di alto livello. PROGRAMMI UTENTE INTERPRETE

Dettagli

3. Modalità operative per l uso di Linux con interfaccia grafica

3. Modalità operative per l uso di Linux con interfaccia grafica Il computer 3. Modalità operative per l uso di Linux con interfaccia grafica Identificazione con nome utente e password Premere il pulsante di accensione del computer e attendere il caricamento del sistema

Dettagli

MODULO 2 - Uso del computer e gestione dei file

MODULO 2 - Uso del computer e gestione dei file MODULO 2 - Uso del computer e gestione dei file 1 U.D. 1 - PER INIZIARE Avviare il computer Ogni computer per funzionare ha bisogno di un sistema operativo, come Windows 98 della Microsoft. Un sistema

Dettagli

INTRODUZIONE A WINDOWS

INTRODUZIONE A WINDOWS INTRODUZIONE A WINDOWS Introduzione a Windows Il Desktop Desktop, icone e finestre Il desktop è una scrivania virtuale in cui si trovano: Icone: piccole immagini su cui cliccare per eseguire comandi o

Dettagli

Modulo 2: Sistema Operativo e gestione dei file

Modulo 2: Sistema Operativo e gestione dei file 1 Modulo 2: Sistema Operativo e gestione dei file Modulo 2: Sistema Operativo e gestione dei file...1 2.1 Primi passi col computer...2 2.2 Desktop...2 Riassunto delle operazioni fondamentali sulle finestre...5

Dettagli

USO DEL COMPUTER e GESTIONE DEI FILE

USO DEL COMPUTER e GESTIONE DEI FILE USO DEL COMPUTER e GESTIONE DEI FILE Inizio di una sessione di lavoro Il Desktop Le proprietà delle finestre I file e le cartelle Inizio di una sessione di lavoro Avvio e spegnimento del computer Avvio

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Spegnere e riavviare il computer

Spegnere e riavviare il computer Spegnere e riavviare il computer Cliccare sul pulsante Start Disconnetti: chiudi o disconnetti l attuale sessione utente e vieni ridirezionato alla schermata di scelta dell account Modalità standby Salva

Dettagli

PC Crash Course: OBIETTIVI

PC Crash Course: OBIETTIVI PC Crash Course: OBIETTIVI 1. PC: uno strumento 2. Microsoft Windows XP: alcuni concetti chiave della interfaccia grafica 3. File System: file, direttori, link, 4. Il prompt dei comandi 5. Un occhiata

Dettagli

CORSO D INFORMATICA BASE: I FILE. a cura di Ing. Alejandro Diaz

CORSO D INFORMATICA BASE: I FILE. a cura di Ing. Alejandro Diaz CORSO D INFORMATICA BASE: I FILE a cura di Ing. Alejandro Diaz FILE E CARTELLE I FILE Un file contiene una raccolta di informazioni. I file memorizzati in un computer includono documenti di testo, fogli

Dettagli

IFTS anno formativo 2012-2103 Tecnico superiore per il monitoraggio e la gestione del territorio e dell ambiente

IFTS anno formativo 2012-2103 Tecnico superiore per il monitoraggio e la gestione del territorio e dell ambiente IFTS anno formativo 2012-2103 Tecnico superiore per il monitoraggio e la gestione del territorio e dell ambiente PREPARAZIONE ECDL Modulo 2 : Usare il computer e gestire file Esperto: Salvatore Maggio

Dettagli

Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Windows

Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Windows Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Windows Test 2.1 1 Attiva la funzione risorse del computer utilizzando il menu START. 2 Apri la cartella Patente 2.1, contenuta nella cartella Modulo2A. 3

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Il Sistema Operativo Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela Fogli Cos

Dettagli

2.2. 2.2.1. 2.2.2. 2.3. 2.4. 2.4.1. 2.4.2. 2.5. 2.5.1. 2.6. 2.6.1. 2.7. 2.7.1. 2.7.2. 2.8. 2.8.1. 2.8.2. 2.8.3. 2.8.4. 2.8.5. 2.9. 3.1. 3.1.1.

2.2. 2.2.1. 2.2.2. 2.3. 2.4. 2.4.1. 2.4.2. 2.5. 2.5.1. 2.6. 2.6.1. 2.7. 2.7.1. 2.7.2. 2.8. 2.8.1. 2.8.2. 2.8.3. 2.8.4. 2.8.5. 2.9. 3.1. 3.1.1. Informatica di Base. INDICE ANALITICO: - DOS E WINDOWS 1.1 IL DOS 1.1.1 L'organizzazione del disco. 1.1.2 Comandi fondamentali DOS per le directory 1.1.3 Comandi fondamentali DOS per i file. 1.2 nozioni

Dettagli

SCRIVERE TESTO BLOCCO NOTE WORDPAD WORD IL PIU' DIFFUSO APRIRE WORD

SCRIVERE TESTO BLOCCO NOTE WORDPAD WORD IL PIU' DIFFUSO APRIRE WORD SCRIVERE TESTO Per scrivere del semplice testo con il computer, si può tranquillamente usare i programmi che vengono installati insieme al sistema operativo. Su Windows troviamo BLOCCO NOTE e WORDPAD.

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Elaborazione testi Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello

Dettagli

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi Parte V & Reti Sistema operativo: insieme di programmi che gestiscono l hardware Hardware: CPU Memoria RAM Memoria di massa (Hard Disk) Dispositivi di I/O Il sistema operativo rende disponibile anche il

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Maria Maddalena Fornari Aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per

Dettagli

Il sistema operativo

Il sistema operativo Il sistema operativo Il sistema operativo è il programma fondamentale di ogni PC. Costituisce l interfaccia fra l utente ed i componenti fisici del calcolatore. Il sistema operativo comunica con tutti

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA 1

CORSO DI INFORMATICA 1 CORSO DI INFORMATICA 1 All interno del computer ci sono dei dispositivi che permettono di memorizzare i lavori che vengono creati. Questi dispositivi sono l HARD-DISK (o DISCO FISSO) e il LETTORE E MASTERIZZATORE

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Gestione di file e uso delle applicazioni

Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Gestione di file e uso delle applicazioni Conoscere gli elementi principali dell interfaccia di Windows Gestire file e cartelle Aprire salvare e chiudere un file Lavorare con le finestre

Dettagli

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a: Lab 2.1 Guida e assistente LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE In questa lezione imparerete a: Descrivere la Guida in linea e l'assistente Office, Descrivere gli strumenti della Guida in linea di Windows XP,Utilizzare

Dettagli

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 3 Cortina d Ampezzo, 4 dicembre 2008 ELABORAZIONE TESTI Grazie all impiego di programmi per l elaborazione dei testi, oggi è possibile creare documenti dall aspetto

Dettagli

Concetti base. Avviare e spegnere il computer. Muoversi tra il menù dei programmi installati

Concetti base. Avviare e spegnere il computer. Muoversi tra il menù dei programmi installati Concetti base Avviare e spegnere il computer Muoversi tra il menù dei programmi installati Di che risorse disponiamo? Pannello di controllo - Sistema (RAM, Processore, Sistema Operativo) Risorse del computer

Dettagli

Introduzione a Word. Prima di iniziare. Competenze che saranno acquisite. Requisiti. Tempo stimato per il completamento:

Introduzione a Word. Prima di iniziare. Competenze che saranno acquisite. Requisiti. Tempo stimato per il completamento: Introduzione a Word Word è una potente applicazione di elaborazione testi e layout, ma per utilizzarla nel modo più efficace è necessario comprenderne gli elementi di base. Questa esercitazione illustra

Dettagli

I simboli Nel menu sono proposti i simboli più comuni. Se il simbolo che vuoi inserire non è visualizzato nell'elenco, fai clic su Altri simboli.

I simboli Nel menu sono proposti i simboli più comuni. Se il simbolo che vuoi inserire non è visualizzato nell'elenco, fai clic su Altri simboli. G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 21 I simboli Nel menu sono proposti i simboli più comuni. Se il simbolo che vuoi inserire non è visualizzato nell'elenco, fai clic su Altri simboli. Altri simboli In questa

Dettagli

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel Il Foglio Elettronico 1 Parte I Concetti generali Celle e fogli di lavoro.xls Inserimento dati e tipi di dati Importazione di dati Modifica e formattazione di fogli di lavoro FOGLIO ELETTRONICO. I fogli

Dettagli

Il sistema operativo Windows

Il sistema operativo Windows Il software Termine con il quale si indicano le componenti non fisiche di un elaboratore, come i programmi, i file e il sistema operativo Il software fornisce i programmi, le istruzioni che regolano il

Dettagli

1. Avviare il computer

1. Avviare il computer Guida n 1 1. Avviare il computer 2. Spegnere correttamente il computer 3. Riavviare il computer 4. Verificare le caratteristiche di base del computer 5. Verificare le impostazioni del desktop 6. Formattare

Dettagli

La struttura interna di un calcolatore elettronico è fondamentalmente quella rappresentata nel seguente schema: Dispositivi di ingresso-uscita (I/O)

La struttura interna di un calcolatore elettronico è fondamentalmente quella rappresentata nel seguente schema: Dispositivi di ingresso-uscita (I/O) INTRODUZIONE Hardware e SO Luca Casotti Come è fatto un computer La struttura interna di un calcolatore elettronico è fondamentalmente quella rappresentata nel seguente schema: Processore (CPU) Memoria

Dettagli

Come avviare un computer. Password Come spegnere il computer. Desktop. Le proprietà del computer. Uso del PC e gestione dei file

Come avviare un computer. Password Come spegnere il computer. Desktop. Le proprietà del computer. Uso del PC e gestione dei file Progetto IUVARE Codice progetto CIP: 2007.IT.051.PO.003/II/D/F/9.2.1/0299 Corso Operatore/trice socio assistenziale MODULO "INFORMATICA DI BASE" Docente: Arch. Tommaso Campanile Come avviare un computer

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

IL SISTEMA OPERATIVO

IL SISTEMA OPERATIVO IL SISTEMA OPERATIVO Windows è il programma che coordina l'utilizzo di tutte le componenti hardware che costituiscono il computer (ad esempio la tastiera e il mouse) e che consente di utilizzare applicazioni

Dettagli

INTRODUZIONE A WINDOWS XP

INTRODUZIONE A WINDOWS XP INTRODUZIONE A WINDOWS XP 1. ALCUNI TERMINI UTILI 2. L AMBIENTE WINDOWS 3. USO DEL MOUSE 4. USO DELLA TASTIERA 5. IL DESKTOP 6. IL MULTITASKING E IL PLUG AND PLAY 7. IL PULSANTE START 8. PERSONALIZZAZIONE

Dettagli

Microsoft Word Nozioni di base

Microsoft Word Nozioni di base Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Word Nozioni di base Esercitatore: Fabio Palopoli SOMMARIO Esercitazione n. 1 Introduzione L interfaccia di Word Gli strumenti di Microsoft Draw La guida

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

MODULO 1 Uso del computer e gestione dei file

MODULO 1 Uso del computer e gestione dei file MODULO 1 Uso del computer e gestione dei file I contenuti del modulo Lo scopo di questo modulo è di verificare la conoscenza pratica delle principali funzioni di base di un personal computer e del suo

Dettagli

SPOSTARE UN FILE USANDO I COMANDI TAGLIA ED INCOLLA

SPOSTARE UN FILE USANDO I COMANDI TAGLIA ED INCOLLA SPOSTARE UN FILE USANDO IL MOUSE Dopo aver creato una cartella può nascere l'esigenza di spostare un file all'interno della nuova cartella creata. 1 - Posiziona il puntatore sopra il file da spostare 2

Dettagli

Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file

Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file 2.1.1.1 Primi passi col computer Avviare il computer Windows è il sistema operativo più diffuso per la gestione dei personal computer, facile e amichevole

Dettagli

Gestione di file e uso delle applicazioni

Gestione di file e uso delle applicazioni Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Conoscere gli elementi principali dell-interfaccia di Windows Conoscere le differenze tra file di dati e di programmi Impostare la stampa di

Dettagli