Assemblee elettorali per l elezione del Senato Accademico, mandato

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Assemblee elettorali per l elezione del Senato Accademico, mandato"

Transcript

1 Assemblee elettorali per l elezione del Senato Accademico, mandato giugno

2 Agenda Calendario elettorale Senato Accademico: il quadro normativo Senato Accademico: ruolo Senato Accademico: composizione Senato Accademico: fasce e categorie Elezioni: quando e dove si vota Presentazione delle candidature 2

3 Calendario elettorale DATA ORARIO SALA FASCIA/CATEGORIA ASSEMBLEE PRE-ELETTORALI Martedì 19 giugno ore 11:00 Aula Magna Direttori di Dipartimento Martedì 19 giugno ore 15:00 Sala Consiglio di Facoltà Professori di I fascia Mercoledì 20 giugno ore 11:00 Aula Magna Personale tecnico-amministrativo Mercoledì 20 giugno ore 15:00 Sala Consiglio di Facoltà Professori di II fascia Giovedì 21 giugno ore 10:00 Sala Consiglio di Facoltà Ricercatori tempo indeterminato confermati Giovedì 21 giugno ore 13:00 Sala Consiglio di Facoltà Ricercatori tempo indeterminato non confermati e ricercatori tempo determinato Giovedì 21 giugno ore 15:00 Sala Consiglio di Facoltà Assegnisti di ricerca PRIMO TURNO DI VOTAZIONE Mercoledì 11 Luglio ore 9:00-18:30 Sala Consiglio di Facoltà Ingegneria, sedi decentrate Saletta Elezioni Architettura EVENTUALE SECONDO TURNO DI VOTAZIONE Lunedì 16 luglio ore 9:00-16:00 Sala Consiglio di Facoltà Solo la/le categoria/e che non ha/hanno raggiunto il Quorum 3

4 Senato Accademico: quadro Normativo In Italia la composizione e le funzioni del Senato Accademico sono disciplinati dallo statuto delle singole università, profondamente rinnovati dai principi stabiliti dall art. 2 della legge 30 dicembre 2010, n Ruolo e composizione del Senato Accademico del Politecnico di Torino sono normati dall art. 11 dello Statuto e dal Titolo II del Regolamento Generale di Ateneo. Altri elementi relativi alla formazione del Senato Accademico sono compresi nel Regolamento per le Elezioni emanato l 11 giugno Lo Statuto e il Regolamento generale sono accessibili da il Regolamento per le Elezioni all indirizzo 4

5 Senato Accademico: ruolo 1/2 Stralcio dello Statuto, Articolo 11: 1. Il Senato Accademico rappresenta la comunità costituita dal personale e dagli studenti del Politecnico. 2. Il Senato Accademico promuove sedi di discussione e confronto scientifico e culturale dell Ateneo e contribuisce a delineare la strategia di medio e lungo periodo per la ricerca e per la formazione. In particolare, tra gli altri: approva, previo parere favorevole del Consiglio di Amministrazione, lo Statuto, il Regolamento Generale di Ateneo, i regolamenti di Ateneo in materia di didattica e di ricerca, compresi quelli di competenza dei Dipartimenti, il Codice Etico di Ateneo e decide, sulle relative violazioni, qualora non ricadano sotto la competenza del Collegio di Disciplina. svolge una funzione di coordinamento e di raccordo tra le strutture didattiche e di ricerca Può proporre mozione di sfiducia del Rettore da sottoporre al corpo elettorale. La mozione è approvata in apposita seduta presieduta dal Decano, richiesta da almeno 7 componenti con diritto di voto, con il voto favorevole di due terzi dei componenti e non può essere proposta prima di due anni dall inizio del mandato. 5

6 Senato Accademico: ruolo 2/2 Stralcio dello Statuto, Articolo 11: Formula proposte ed esprime pareri obbligatori: in materia di didattica, di ricerca e di servizi agli studenti; in merito al documento di programmazione triennale di Ateneo; in merito al piano strategico di Ateneo; sull attivazione, modifica o soppressione di corsi, sedi, Dipartimenti e altre eventuali strutture didattiche e di ricerca; sul bilancio di previsione annuale e triennale e sul conto consuntivo di Ateneo; in merito alla proposta di conferimento dell incarico di Direttore Generale. Designa: - il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti - i componenti del Consiglio di Amministrazione non appartenenti ai ruoli dell Ateneo; esprime pareri su tutte le altre materie ad esso sottoposte dal Rettore; esercita tutte le altre attribuzioni che gli sono demandate da norme generali e dal Regolamento Generale di Ateneo. 6

7 Stralcio dello Statuto, Articolo 11 comma 4 Il Senato Accademico è composto da: a) il Rettore, con funzione di presidente; Senato Accademico: Composizione b) diciotto docenti di ruolo eletti tenendo in considerazione le aree scientificodisciplinari presenti in ateneo, di cui: - nove rappresentanti dei professori e ricercatori a tempo indeterminato confermati; - nove direttori di Dipartimento; c) due rappresentanti del personale tecnico-amministrativo; d) un rappresentante dei ricercatori a tempo determinato e dei ricercatori a tempo indeterminato non confermati; e) un rappresentante dei titolari di assegno di ricerca in possesso del titolo di dottore di ricerca; f) cinque rappresentanti degli studenti, di cui uno iscritto al dottorato di ricerca. 7

8 Direttori di dipartimento Stralcio dello Statuto, Articolo 11 comma 6 Per l elezione dei direttori di dipartimento di cui al comma 4 lettera b) l elettorato attivo è costituito da tutti i professori e ricercatori a tempo indeterminato del Politecnico. L elettorato passivo è costituito da tutti i direttori di Dipartimento. Stralcio del Regolamento Generale di Ateneo: Titolo II Articolo 4 Ai fini dell'elezione dei Direttori di Dipartimento in Senato Accademico, sulla base dell'art. 11, comma 4, lettera b) dello Statuto, sono definite tre Aree: Ingegneria Industriale; Ingegneria Civile e Architettura; Ingegneria dell'informazione, Ingegneria Gestionale, Matematica. Ciascun Dipartimento è associato ad una sola Area, sulla base della missione del Dipartimento e dell'appartenenza prevalente dei suoi membri ai Settori concorsuali che caratterizzano l Area. All'entrata in vigore del presente Regolamento i Dipartimenti attivati sono associati alle tre Aree, sentiti i Direttori dei Dipartimenti. La numerosità di ciascuna Area è determinata dal numero totale di elettori attivi afferenti ai Dipartimenti associati all'area e appartenenti ai ruoli del Politecnico. 8

9 Associazione dei Dipartimenti alle Aree * * Numerosità riferite al 6 giugno, data di deliberazione del Senato Accademico 9

10 Direttori di Dipartimento Stralcio del Regolamento Generale di Ateneo: Titolo II Articolo 4 Ogni elettore esprime il proprio voto indicando al più tre preferenze, senza vincoli di Area. Per ciascuna Area, vengono eletti in Senato Accademico i due Direttori dei Dipartimenti associati all'area che hanno ottenuto più preferenze; a parità di preferenze, prevale il Direttore con maggiore anzianità in ruolo come professore e, in caso di stessa anzianità in ruolo, prevale il Direttore con maggiore anzianità anagrafica. L individuazione degli ulteriori Direttori è effettuata in base al quoziente tra il numero di preferenze ottenute e la numerosità dell'area cui sono associati i rispettivi Dipartimenti. Vengono eletti in Senato Accademico i tre Direttori che hanno ottenuto il quoziente più alto; a parità di quozienti, prevalgono i Direttori con maggiore anzianità in ruolo come professori e, in caso di stessa anzianità in ruolo, prevalgono i Direttori con maggiore anzianità anagrafica. 10

11 Professori di prima fascia, professori di seconda fascia, ricercatori a tempo indeterminato confermati Stralcio del Regolamento Generale di Ateneo, Titolo II articolo 5 L'elettorato attivo per ciascuna fascia è costituito rispettivamente dai professori di prima fascia, dai professori di seconda fascia e dai ricercatori a tempo indeterminato confermati candidati in servizio alla data di svolgimento delle votazioni. Ogni elettore ha diritto a esprimere un numero di preferenze pari a un terzo arrotondato all intero superiore dei rappresentanti di fascia da eleggere. I rappresentanti dei professori e ricercatori a tempo indeterminato confermati in Senato Accademico sono eletti per fasce. Il numero di rappresentanti per fascia è proporzionale al peso che la fascia ha sul complesso dei professori e ricercatori. La numerosità per fascia viene ricalcolata a ogni rinnovo del Senato Accademico. Le posizioni vengono assegnate prima per quozienti pieni e poi secondo i resti, cominciando dal maggiore. In caso di parità dei resti, la posizione viene attribuita alla fascia avente minore numerosità, e in caso di ulteriore parità nella numerosità, alla fascia avente la maggiore anzianità media in ruolo. Risultano eletti i candidati che abbiano ottenuto il maggior numero di preferenze; a parità di preferenze, prevale il candidato con maggiore anzianità in ruolo e, in caso di stessa anzianità in ruolo, prevale il candidato con maggiore anzianità anagrafica. 11

12 Determinazione della numerosità degli elettorati passivi e del numero di preferenze esprimibili. Categoria Numero da eleggere Numero preferenze esprimibili Direttori di dipartimento 9 3 Professori di prima fascia 3 1 Professori di seconda fascia 3 1 Ricercatori a tempo indeterminato 3 1 Personale tecnico ed amministrativo 2 1 Ricercatori a tempo determinato 1 1 Titolari di assegno di ricerca con titolo di dottore di ricerca Studenti 4+1(*)(**) 1 1 (*) Riferimenti: Regolamento Generale di Ateneo. Art. 35 comma 1: Qualora le elezioni studentesche non si possano svolgere nei tempi richiesti ad assicurare il rinnovo delle rappresentanze in concomitanza al rinnovo degli organi, sono prorogati i mandati dei rappresentanti degli studenti in carica. (**) quattro studenti di L e LM e uno studente del dottorato di ricerca 12

13 Determinazione della numerosità degli elettorati passivi e del numero di preferenze esprimibili NUMEROSITA' DEL PERSONALE All' 11/06/2012, data di indizione delle elezioni Ruolo Tipologia T.I. T.D Totale Docenti 1ª Fascia Docenti 2ª Fascia Docenti Ricercatori TI confermati Docenti Ricercatori TI non confermati Docenti Ricercatori TD 2 2 Personale TA Tutte Assegnisti di Ricerca Assegnisti di Ricerca con titolo di DR TOTALE

14 Personale Tecnico Amministrativo Stralcio del Regolamento Generale di Ateneo, Titolo II articolo 6 Lo Statuto prevede l elezione di due rappresentanti del Personale Tecnico Amministrativo. L'elettorato passivo è composto da tutto il personale tecnico-amministrativo a tempo indeterminato candidato; l'elettorato attivo è composto da tutto il personale tecnico-amministrativo a tempo indeterminato e da quello a tempo determinato titolare di rapporti contrattuali di durata complessiva almeno triennale. Risultano eletti i candidati che abbiano ottenuto il maggior numero di preferenze; a parità di preferenze, prevale il candidato con maggiore anzianità di servizio e, in caso di stessa anzianità di servizio, il candidato con maggiore anzianità anagrafica. 14

15 Ricercatori a tempo determinato e ricercatori a tempo indeterminato non confermati Stralcio del Regolamento Generale di Ateneo, Titolo II articolo 7 Lo Statuto prevede l elezione di un rappresentante del ricercatori a tempo determinato e dei ricercatori a tempo indeterminato non confermati. L'elettorato attivo e passivo è costituito da tutti i ricercatori a tempo determinato e da tutti i ricercatori a tempo indeterminato non confermati in servizio alla data di svolgimento delle votazioni candidati. Risulta eletto il candidato che abbia ottenuto il maggior numero di preferenze; a parità di preferenze, prevale il candidato con maggiore anzianità di servizio e, in caso di stessa anzianità di servizio, il candidato con maggiore anzianità anagrafica. 15

16 Titolari di assegno di ricerca in possesso del titolo di dottore di ricerca Stralcio del Regolamento Generale di Ateneo, Titolo II articolo 8 Lo Statuto prevede l elezione di un rappresentante dei titolari di assegno di ricerca in possesso del titolo di dottore di ricerca. L'elettorato attivo è costituito da tutti i titolari di assegno di ricerca in possesso del titolo di dottore di ricerca il cui assegno è attivo alla data di svolgimento delle votazioni candidati. L elettorato passivo fa riferimento ai candidati dello stesso insieme. Risulta eletto il candidato che abbia ottenuto il maggior numero di preferenze; a parità di preferenze, prevale il candidato con maggiore anzianità di servizio e, in caso di stessa anzianità di servizio, il candidato con maggiore anzianità anagrafica. 16

17 Elezioni: quando e dove si vota Seggio 1: Sala del Consiglio di Facoltà, Elettori il cui cognome inizia con A-L in servizio presso la sede di C.so Duca degli Abruzzi 24 e le sedi decentrate Seggio 2: Sala del Consiglio di Facoltà Elettori il cui cognome inizia con M-Z in servizio presso la sede di C.so Duca degli Abruzzi 24 e le sedi decentrate Seggio 3: Saletta piano terra (accanto Sala Colonne), Viale Mattioli 39 Tutti gli elettori in servizio presso il Castello del Valentino Mercoledì 11 luglio dalle 9:00 alle 18:30 17

18 Validità delle Elezioni La votazioni, nell'ambito di ciascuna rappresentanza di categoria, è valida al primo turno se la partecipazione al voto supera il 50% degli aventi diritto. In caso di mancato raggiungimento del quorum per la validità della votazione essa è ripetuta, per la sola categoria che non ha raggiunto il quorum, e risulta valida indipendentemente dal numero dei votanti. L eventuale secondo turno si terrà, con la costituzione di un unico seggio presso la Sala del Consiglio di Facoltà: Lunedì 16 luglio dalle 9:00 alle 16:00 18

19 Presentazione delle candidature Le candidature devono essere presentate per iscritto al Presidente della Commissione Elettorale Centrale, entro il settimo giorno antecedente la data delle votazioni - 4 luglio da un minimo di 5 a un massimo di 10 proponenti appartenenti alla fascia o categoria; la proposta di candidatura deve essere corredata: dalla dichiarazione di accettazione del candidato e da un suo curriculum vitae per le fasce della docenza la candidatura dovrà essere corredata dall'eventuale opzione di tempo pieno, da far valere in caso di nomina. Ogni elettore può sottoscrivere una sola presentazione di candidatura. Il numero minimo di candidati per ciascun genere è pari a due per le fasce della docenza e per il PTA, pari a uno negli altri casi. Qualora alla chiusura dei termini per la presentazione delle candidature, non si raggiunga il numero minimo previsto i termini di cui sopra saranno riaperti per una sola volta, con chiusura definitiva il 6 luglio. Le candidature sono depositate presso il Servizio Supporti istituzionali - Elezioni - e rese pubbliche sul sito web dell'ateneo. 19

20 Grazie per l attenzione Questa presentazione e tutto il materiale relativo alle Elezioni del Senato Accademico sono pubblicati sul sito: 20

POLITECNICO DI TORINO

POLITECNICO DI TORINO D.R. 162 Elezioni suppletive di due membri del Comitato Paritetico per la Didattica (Quadriennio 2005/09) IL R E T T O R E Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168; Visto lo Statuto del, emanato con D.R. 537

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2014/3047 del 17/09/2014 Firmatari: MARRELLI Massimo

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2014/3047 del 17/09/2014 Firmatari: MARRELLI Massimo DR/2014/3047 del 17/09/2014 Firmatari: MARRELLI Massimo Regolamento elettorale della Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria Art. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento disciplina le procedure

Dettagli

Regolamento Generale di Ateneo. del Politecnico di Torino

Regolamento Generale di Ateneo. del Politecnico di Torino Regolamento Generale di Ateneo del Politecnico di Torino Redazione in bozza aggiornata al 23 aprile 2012 versione definita alla luce delle indicazioni del Senato del 4 aprile e delle considerazioni della

Dettagli

d) durata della carica di rettore per un unico mandato di sei anni, non rinnovabile;

d) durata della carica di rettore per un unico mandato di sei anni, non rinnovabile; LEGGE Norme in materia di organizzazione delle universita`, di personale accademico e reclutamento, nonche delega al Governo per incentivare la qualita` e l efficienza del sistema universitario ORGANI

Dettagli

TITOLO II ORGANI DEL DIPARTIMENTO. Art. 5 (Organi del Dipartimento) Art. 6 (Direttore di Dipartimento Attribuzioni)

TITOLO II ORGANI DEL DIPARTIMENTO. Art. 5 (Organi del Dipartimento) Art. 6 (Direttore di Dipartimento Attribuzioni) TITOLO II ORGANI DEL DIPARTIMENTO 1. Sono Organi del Dipartimento: a) il Direttore; b) il Consiglio; c) la Giunta; d) la Commissione paritetica docenti-studenti. Art. 5 (Organi del Dipartimento) Art. 6

Dettagli

Regolamento Generale di Ateneo. del Politecnico di Torino

Regolamento Generale di Ateneo. del Politecnico di Torino Regolamento Generale di Ateneo del Politecnico di Torino Approvato dal Senato Accademico del 4 ottobre 2012 Emanato con Decreto Rettorale 261 del 15 novembre 2012 Pubblicato nel sito internet del Politecnico

Dettagli

IL RETTORE. - RILEVATO che occorre procedere al rinnovo del membri elettivo del Senato Accademico per il periodo ;

IL RETTORE. - RILEVATO che occorre procedere al rinnovo del membri elettivo del Senato Accademico per il periodo ; Area Affari Generali e Legali Unità di Processo Affari Generali e Istituzionali Decreto n. 770 Prot. n. 125939 Anno 2017 IL RETTORE - VISTA la Legge n. 240 del 30 Dicembre 2010; - VISTO lo Statuto dell

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE STRUTTURE DIDATTICHE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMOLECOLARI (DISB)

REGOLAMENTO DELLE STRUTTURE DIDATTICHE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMOLECOLARI (DISB) REGOLAMENTO DELLE STRUTTURE DIDATTICHE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMOLECOLARI (DISB) (emanato con Decreto Rettorale n.17/2016 del 20 gennaio 2016) in vigore dal 21 gennaio 2016 INDICE Articolo 1 - Principi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA Prot. n. 7692-I/13 Rep.253-2012 Foggia, 20/03/2012 IL RETTORE ATTESO che, dal 18 gennaio u.s., è entrato in vigore il nuovo Statuto di Ateneo, elaborato in recepimento

Dettagli

NORMATIVA dell Ateneo RIGUARDANTE LE ELEZIONI DEI RAPPRESENTANTI DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO NEL SENATO ACCADEMICO

NORMATIVA dell Ateneo RIGUARDANTE LE ELEZIONI DEI RAPPRESENTANTI DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO NEL SENATO ACCADEMICO NORMATIVA dell Ateneo RIGUARDANTE LE ELEZIONI DEI RAPPRESENTANTI DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO NEL SENATO ACCADEMICO Statuto dell'università degli Studi di Trieste Art. 11 - Composizione del Senato

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AREA DIDATTICA DELLA MATEMATICA

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AREA DIDATTICA DELLA MATEMATICA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA" FACOLTA' DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AREA DIDATTICA DELLA MATEMATICA Regolamento del Consiglio di Area Didattica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO DIREZIONE PROGRAMMAZIONE, QUALITÀ E VALUTAZIONE Ufficio Supporto al Senato Accademico MS/SP Tit. Ifl 3 Decreto Rettorale n. 1639/2015 del 8/05/2015 Oggetto: "Regolamento per l'elezione del Comitato di

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO GENERALE DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO GENERALE DEGLI STUDENTI REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO GENERALE DEGLI STUDENTI Emanato con Decreto 15 giugno 2016, n. 439 Entrato in vigore il 1 luglio 2016 UFFICIO AFFARI GENERALI, ORGANI E RAPPORTI SSN Via Ravasi, 2 21100 Varese

Dettagli

Regolamento Consigli di Facoltà

Regolamento Consigli di Facoltà Regolamento Consigli di Facoltà (Approvato dal Senato Accademico nelle seduta dell 1.06.1998 B/2 e 14.09.1998 B/1) Norme Generali Lo Statuto dell Università degli Studi di Palermo (Art. 17 comma 3 punto

Dettagli

Decreto n prot LA RETTRICE

Decreto n prot LA RETTRICE Decreto n. 283.15 prot. 7777 LA RETTRICE - Viste le Leggi sull istruzione Universitaria; - Vista la Legge 9.051989 n. 168; - Vista la Legge 30 dicembre 2010, n. 240 recante Norme in materia di organizzazione

Dettagli

Documento per l elezione dei Direttori di Scuola di Specializzazione

Documento per l elezione dei Direttori di Scuola di Specializzazione Documento per l elezione dei Direttori di Scuola di Il Regolamento in materia di Scuole di è consultabile alla seguente pagina di NormAteneo: http://www.normateneo.unibo.it/normateneo/regolamento_scuole_.htm

Dettagli

SCUOLA DELLE SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICO-SOCIALI PRESIDENZA

SCUOLA DELLE SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICO-SOCIALI PRESIDENZA Elezione del Coordinatore del Corso di Studio Interclasse Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale (L-37) e Cooperazione e Sviluppo (LM-81) A.A. 2016/17-2018/19 Il Presidente della Visto lo Statuto

Dettagli

lo Statuto di Ateneo, emanato con D.R. n del e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 157 del

lo Statuto di Ateneo, emanato con D.R. n del e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 157 del Decreto n. 5513 IL RETTORE VISTO VISTA VISTO VISTO lo Statuto di Ateneo, emanato con D.R. n. 2959 del 14.06.2012 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 157 del 07.07.2012; la delibera

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEI MEMBRI DELLA GIUNTA DEL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI

Dettagli

SETTORE AFFARI ISTITUZIONALI UFFICIO ELETTORARE E STRUTTURE ISTITUZIONALI ISTRUZIONI PER L ELEZIONE DEI COORDINATORI DI CONSIGLIO DEI CORSI DI STUDIO

SETTORE AFFARI ISTITUZIONALI UFFICIO ELETTORARE E STRUTTURE ISTITUZIONALI ISTRUZIONI PER L ELEZIONE DEI COORDINATORI DI CONSIGLIO DEI CORSI DI STUDIO ISTRUZIONI PER L ELEZIONE DEI COORDINATORI DI CONSIGLIO DEI CORSI DI STUDIO A. Chi deve attivare il procedimento elettorale Attiva il procedimento elettorale il Decano del Consiglio del Corso di Studio.

Dettagli

REGOLAMENTO DI DIPARTIMENTO

REGOLAMENTO DI DIPARTIMENTO REGOLAMENTO DI DIPARTIMENTO TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 FINALITA DEL DIPARTIMENTO 1. Il presente Regolamento, previsto dall art. 5 c. 5, Statuto dell Università degli Studi di Trieste (di seguito

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA CONSIGLIO DEL CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA CONSIGLIO DEL CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA CONSIGLIO DEL CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA (DIPARTIMENTO DICCA) IL COORDINATORE DEL CORSO/DEI CORSI DI STUDIO la Legge 9.5.1989, n. 168; V i s t o V

Dettagli

Regolamento di Dipartimento di Ingegneria Chimica e Alimentare

Regolamento di Dipartimento di Ingegneria Chimica e Alimentare Regolamento di Dipartimento di Ingegneria Chimica e Alimentare ARTICOLO 1 (Ambito di applicazione) Il presente Regolamento, predisposto ai sensi dell articolo 18 dello Statuto e in conformità alle norme

Dettagli

Regolamento Generale di Ateneo del Politecnico di Torino

Regolamento Generale di Ateneo del Politecnico di Torino Regolamento Generale di Ateneo del Politecnico di Torino Redazione in bozza aggiornata al 30 marzo 2012 Adottato dal Senato Accademico del Emanato con Decreto Rettorale Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

Regolamento del DIPARTIMENTO di SCIENZE POLITICHE

Regolamento del DIPARTIMENTO di SCIENZE POLITICHE Regolamento del DIPARTIMENTO di SCIENZE POLITICHE D.R. 14 ottobre 2013, n. 35980 - Emanazione Articolo 1 - Finalità del Dipartimento 1. Il Dipartimento di Scienze politiche (d ora in avanti: Dipartimento):

Dettagli

REGOLAMENTO ELETTORALE DI ATENEO del POLITECNICO DI BARI

REGOLAMENTO ELETTORALE DI ATENEO del POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO ELETTORALE DI ATENEO del POLITECNICO DI BARI Decreto di emanazione D.R. n. 245 del 20.06.2012 Decreto di modifica D.R. n. 396 del 02.10.2012 1 INDICE Art. 1 Norme generali Art. 2 Ufficio Elettorale

Dettagli

Regolamento per l elezione dei rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio dell Università, al Senato accademico, al Comitato regionale di

Regolamento per l elezione dei rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio dell Università, al Senato accademico, al Comitato regionale di Regolamento per l elezione dei rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio dell Università, al Senato accademico, al Comitato regionale di coordinamento e ai Consigli di Dipartimento CAPO 1 AMBITO

Dettagli

AMMINISTRAZIONE AREA AFFARI GENERALI SETTORE STRUTTURE ISTITUZIONALI

AMMINISTRAZIONE AREA AFFARI GENERALI SETTORE STRUTTURE ISTITUZIONALI Testo coordinato del Regolamento di funzionamento dei Dipartimenti (emanato con D.R. n. 371/16611 del 05/04/2012 e successivamente modificato con D.R. n. 347/19244 del 02/05/2013 e D.R. n. 378/25769 del

Dettagli

IL RETTORE. la Legge 30/12/2010 n. 240 ed, in particolare, l art. 2 comma 2 lett. a) e b);

IL RETTORE. la Legge 30/12/2010 n. 240 ed, in particolare, l art. 2 comma 2 lett. a) e b); U.S.R. DR/2013/102 del 11/01/2013 Firmatari: MASSIMO MARRELLI IL RETTORE la Legge 30/12/2010 n. 240 ed, in particolare, l art. 2 comma 2 lett. a) e b); lo Statuto dell Ateneo emanato con Decreto Rettorale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO INGEGNERIA CIVILE E ARCHITETTURA (DICAR) (art. 15, comma 12, dello Statuto di Ateneo)

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO INGEGNERIA CIVILE E ARCHITETTURA (DICAR) (art. 15, comma 12, dello Statuto di Ateneo) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO INGEGNERIA CIVILE E ARCHITETTURA (DICAR) (art. 15, comma 12, dello Statuto di Ateneo) Art. 1 Oggetto, denominazione e sede Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN GIURISPRUDENZA

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN GIURISPRUDENZA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN GIURISPRUDENZA Art. 1 Istituzione 1. È istituita la Scuola di Dottorato di Ricerca in Giurisprudenza, proposta dal Dipartimento di Storia e Filosofia

Dettagli

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI SOCIOLOGIA E RICERCA SOCIALE

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI SOCIOLOGIA E RICERCA SOCIALE REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI SOCIOLOGIA E RICERCA SOCIALE Emanato con D.R. n. 112 del 13 febbraio 2013 INDICE TITOLO I - PREMESSA... 2 ART. 1 FINALITÀ... 2 ART. 2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 2 ART. 3

Dettagli

La nuova governance: questioni aperte e punti critici

La nuova governance: questioni aperte e punti critici Roma, 4 maggio 2011 Atenei: costruire le nuove identità Stefano PALEARI Segretario Generale CRUI Riforma e obiettivi della CRUI Passaggio dalla fase di discussione a quella di attuazione della Riforma:

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE, SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE, SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE, SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE E INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE Indice degli articoli: Art. 1 Oggetto e finalità. pag. 2 Art. 2 Natura e

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MESSINA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MESSINA MODALITA PER L ELEZIONE DEL DIRETTORE DI DIPARTIMENTO Chi deve convocare il corpo elettorale Il Decano o, in caso di sua assenza o impedimento, il professore ordinario che immediatamente segue per anzianità

Dettagli

P O L I T E C N I C O D I M I L A N O

P O L I T E C N I C O D I M I L A N O Rep. n. 417 Prot. n. 7519 Data 02 febbraio 2016 Titolo I Classe 3 UOR SAGNI P O L I T E C N I C O D I M I L A N O I L R E T T O R E VISTO il D.P.R. 11.07.1980, n. 382 Riordinamento della docenza universitaria,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI MEDICINA DELL UNIVERSITA DI PISA

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI MEDICINA DELL UNIVERSITA DI PISA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI MEDICINA DELL UNIVERSITA DI PISA D.R. 19 ottobre 2016, n. 51420 - Emanazione Art. 1 (Finalità e Aree culturali) 1. La Scuola di Medicina dell Università di Pisa (nel seguito:

Dettagli

AMMINISTRAZIONE AREA AFFARI GENERALI SETTORE STRUTTURE ISTITUZIONALI

AMMINISTRAZIONE AREA AFFARI GENERALI SETTORE STRUTTURE ISTITUZIONALI Testo Coordinato del Regolamento di funzionamento del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (emanato con D.R. n. 851/31278 del 05/07/2012 e successivamente modificato con D.R. n. 1387/51438 del 09/11/2012)

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI, STRUTTURE E STAFF D AREA UFFICIO STRUTTURE ISTITUZIONALI

SETTORE AFFARI GENERALI, STRUTTURE E STAFF D AREA UFFICIO STRUTTURE ISTITUZIONALI Testo Coordinato del Regolamento di funzionamento del Dipartimento di Fisica e Astronomia (emanato con D.R. n. 851/31278 del 05/07/2012 e successivamente modificato con D.R. n. 1387/51438 del 09/11/2012

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA VALUTAZIONE COMPARATIVA PER L ASSEGNAZIONE DI INCENTIVI ECONOMICI UNA TANTUM PER L ANNO 2011 A PROFESSORI DI SECONDA FASCIA SECONDO CRITERI DI MERITO ACCADEMICO E SCIENTIFICO IN ATTUAZIONE DELL ART. 29

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DELL'ART. 18 DELLA L. 240/2010

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DELL'ART. 18 DELLA L. 240/2010 REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DELL'ART. 18 DELLA L. 240/2010 INDICE Art. 1 Finalità del regolamento...2 Art. 2 Programmazione e copertura finanziaria...2

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIREZIONE LEGALE, AFFARI ISTITUZIONALI E GENERALI AREA LEGALE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIREZIONE LEGALE, AFFARI ISTITUZIONALI E GENERALI AREA LEGALE Modena, li 21.12.2012 Prot. N 21182 allegato/i_3 Tit. cl. fasc. Ai Direttori di Dipartimento di Area Medica e, p.c. segrpres@unimore.it e, p.c. Alla Prof.ssa Gabriella Aggazzotti Decano dei Professori

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA PARTE GENERALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA PARTE GENERALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA PARTE GENERALE Articolo 1 (Oggetto del Regolamento) 1. Il presente Regolamento concerne l assetto organizzativo e il funzionamento del Dipartimento

Dettagli

IL DIRETTORE. il Regolamento Elettorale emanato con D.R. n. 229 del 12/03/2012 e modificato con DD.RR. n. 447/12, n. 659/12 e n.

IL DIRETTORE. il Regolamento Elettorale emanato con D.R. n. 229 del 12/03/2012 e modificato con DD.RR. n. 447/12, n. 659/12 e n. Dipartimento di Giurisprudenza DD n. 19 del 11/02/2013 IL DIRETTORE Visti lo Statuto di Autonomia della Seconda Università degli Studi di Napoli, emanato con D.R. n. 171 del 24/0212012 pubblicato in G.U.

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEI DIPARTIMENTI

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEI DIPARTIMENTI Testo coordinato del REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEI DIPARTIMENTI (emanato con D.R. n. 371/16611 del 05/04/2012 e successivamente modificato con D.R. n. 347/19244 del 02/05/2013 e D.R. n. 378/25769 del

Dettagli

Statuto. del Politecnico di Torino

Statuto. del Politecnico di Torino Statuto del Politecnico di Torino Adottato dal Senato Accademico del 22 novembre 2011 ai sensi dell art. 6 comma 9 e 10 della Legge 168/1989 e dell art. 2 comma 5 della Legge 240/2010 Titolo I - Principi

Dettagli

REGOLAMENTO DEI COLLEGI DEI CORSI DI STUDIO

REGOLAMENTO DEI COLLEGI DEI CORSI DI STUDIO POLITECNICO DI TORINO REGOLAMENTO DEI COLLEGI DEI CORSI DI STUDIO emanato con D.R. n. 186 del 9 maggio 2016 Pag. 1 di 8 SOMMARIO TITOLO 1 AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONE... 3 ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE...

Dettagli

ART. 1: Funzioni. 2. Il Polo è centro (di responsabilità) dell Ateneo con autonomia di bilancio, organizzativa, contrattuale e di spesa.

ART. 1: Funzioni. 2. Il Polo è centro (di responsabilità) dell Ateneo con autonomia di bilancio, organizzativa, contrattuale e di spesa. REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL POLO SCIENTIFICO - DIDATTICO DI TERNI (Emanato con D.R. n. 894 del 17.9.2002, modificato con D.R. n. 1408 del 2.8.2004, con D.R. n. 2167 del 3.10.2005 e con D.R. n. 2563

Dettagli

FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI IL PRESIDE

FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI IL PRESIDE Dispositivo n. 12/2014 FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI IL PRESIDE VISTA la Legge n. 168 del 9.5.1989; VISTO VISTO VISTA lo Statuto dell Università degli Studi di Roma La Sapienza emanato

Dettagli

Scuola di Psicologia IL PRESIDENTE. DECRETA Art. 1

Scuola di Psicologia IL PRESIDENTE. DECRETA Art. 1 REP. n. 1071/2015 prot. 21311 - I/13.5 del 19/02/2015 Scuola di Psicologia IL PRESIDENTE VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Firenze, emanato con Decreto Rettorale n.329- prot. N. 25730, del

Dettagli

REGOLAMENTO N. 2/2017

REGOLAMENTO N. 2/2017 REGOLAMENTO N. 2/2017 REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL COORDINATORE DI CIASCUNA DELLE UNITÀ DEL DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA, STUDÎ POLITICI E INTERNAZIONALI DELL UNIVERSITÀ DI PARMA Articolo 1 Indizione

Dettagli

Emanato con D.R. n del Pubblicato all Albo Ufficiale dell Ateneo il 28 maggio 2012 In vigore dal 29 maggio 2012

Emanato con D.R. n del Pubblicato all Albo Ufficiale dell Ateneo il 28 maggio 2012 In vigore dal 29 maggio 2012 MODIFICA AL REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI RUOLO DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT. 18 E 24 DELLA LEGGE 240/2010 Emanato con D.R. n. 12001 del 21.5.2012

Dettagli

Regolamento del Dipartimento di Matematica e Informatica. Art. 1 Oggetto

Regolamento del Dipartimento di Matematica e Informatica. Art. 1 Oggetto Regolamento del Dipartimento di Matematica e Informatica Art. 1 Oggetto Il presente regolamento concerne attribuzioni, gestione e funzionamento del Dipartimento di Matematica e Informatica dell'università

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara IL RETTORE Rep. n 1222/2014 Prot. n. 25244 del 3 ottobre 2014 Tit. I Cl. 13 VISTA la L. n. 240/2010, ed in particolare l art. 2 comma 2 lett. h) il quale prevede che la rappresentanza elettiva degli studenti

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA ACCADEMIA DI BELLE ARTI REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLA CONSULTA DEGLI STUDENTI. per il triennio

COMUNE DI RAVENNA ACCADEMIA DI BELLE ARTI REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLA CONSULTA DEGLI STUDENTI. per il triennio REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLA CONSULTA DEGLI STUDENTI per il triennio 2013 2016 Art.1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento disciplina le elezioni della Consulta degli Studenti. 2. La Consulta

Dettagli

Consiglio Nazionale delle Ricerche

Consiglio Nazionale delle Ricerche Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Neuroscienze (IN) di Pisa: conferma e sostituzione dell atto costitutivo. Provvedimento n. IL PRESIDENTE VISTO il provvedimento ordinamentale del Presidente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO DIREZIONE GENERALE SERVIZIO SUPPORTO AGLI ORGANI COLLEGIALI Decreto Rettorale n. ';;'(;31 del ).J, 0

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CONGRESSI PROVINCIALI E DELLE GRANDI CITTA

REGOLAMENTO DEI CONGRESSI PROVINCIALI E DELLE GRANDI CITTA REGOLAMENTO DEI CONGRESSI PROVINCIALI E DELLE GRANDI CITTA Art. 1 - Il corpo elettorale esercizio dei diritti associativi Potranno partecipare ai congressi, secondo le norme statutarie, gli associati e

Dettagli

Regolamento Elettorale dei circoli, delle Unioni cittadine e provinciali.

Regolamento Elettorale dei circoli, delle Unioni cittadine e provinciali. Regolamento Elettorale dei circoli, delle Unioni cittadine e provinciali. (Approvato dall Assemblea Costituente Regionale riunita lunedì 02 marzo 2009, ai sensi dell art. 39 comma 4. dello Statuto Regionale)

Dettagli

Alma Mater Studiorum-Università di Bologna NormAteneo sito di documentazione sulla normativa di Ateneo vigente presso l Università di Bologna

Alma Mater Studiorum-Università di Bologna NormAteneo sito di documentazione sulla normativa di Ateneo vigente presso l Università di Bologna REGOLAMENTO DI ATENEO PER L ATTRIBUZIONE DEGLI INCENTIVI AI PROFESSORI E RICERCATORI A TEMPO INDETERMINATO AI SENSI DELL ART. 29, COMMA 19, DELLA LEGGE N. 240/2010 (emanato con DR n. 84409 del 19.12.2014

Dettagli

Entrata in vigore: 22 novembre 2017

Entrata in vigore: 22 novembre 2017 REGOLAMENTO DEI CENTRI DI ATENEO Senato Accademico 8 novembre 2017 Consiglio di Amministrazione 8 novembre 2017 Decreto Rettorale di emanazione Entrata in vigore: 22 novembre 2017 Rep. n. 1615/2017, prot.

Dettagli

Rinnovo della Componente Studentesca nei Consigli di Classe e nel Consiglio D Istituto Rinnovo della Componente Genitori nei Consigli di Classe.

Rinnovo della Componente Studentesca nei Consigli di Classe e nel Consiglio D Istituto Rinnovo della Componente Genitori nei Consigli di Classe. Circ. n 14 a.s. 2014/2015 Reggio Calabria 01/10/2014 Al D.S.G.A. Ai Docenti Agli Alunni All Albo Alla Commissione Elettorale Al sito della Scuola SEDE - SEDE STACCATA OGGETTO: ELEZIONI SCOLASTICHE 2014/

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA AREA LEGALE E GENERALE - SERVIZIO AFFARI GENERALI Settore procedimenti elettorali e privacy

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA AREA LEGALE E GENERALE - SERVIZIO AFFARI GENERALI Settore procedimenti elettorali e privacy UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA AREA LEGALE E GENERALE - SERVIZIO AFFARI GENERALI Settore procedimenti elettorali e privacy Pubblicato in Albo web il 27.1.2017 Decreto n. 255 I L R E T T O R E V i s t

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA Prot. n. 684 I/1 Rep. D.R. n. 212-2012 Foggia, 12.0.2012 IL RETTORE ATTESO che, dal 18 gennaio u.s., è entrato in vigore il nuovo Statuto di Ateneo, elaborato in recepimento

Dettagli

Processi Elezioni studentesche. Claudio Caso

Processi Elezioni studentesche. Claudio Caso Processi Elezioni studentesche Claudio Caso Elezioni studentesche Agenda della presentazione: 1. I processi della gestione delle elezioni 2. Dal regolamento alla gestione degli elettorati 3. La gestione

Dettagli

Scuola di Scienze Politiche Cesare Alfieri IL PRESIDENTE

Scuola di Scienze Politiche Cesare Alfieri IL PRESIDENTE Scuola di Scienze Politiche Cesare Alfieri IL PRESIDENTE Decreto del Presidente Repertorio n. 1429/2017 Prot. n. 19530 del 09/02/2017 VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Firenze, emanato con

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara SENATO ACCADEMICO 13 dicembre 2017 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 29 novembre 2017 DECRETO RETTORALE DI EMANAZIONE Repertorio n. 6/2018 Prot n. 270 del 02/01/2018 STRUTTURA COMPETENTE Ripartizione biblioteche

Dettagli

AREA ORGANI COLLEGIALI E COORDINAMENTO REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO_DI DIFESA DEL SUOLO V. MARONE. Testo aggiornato al D. R. n del 5 giugno 2008

AREA ORGANI COLLEGIALI E COORDINAMENTO REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO_DI DIFESA DEL SUOLO V. MARONE. Testo aggiornato al D. R. n del 5 giugno 2008 AREA ORGANI COLLEGIALI E COORDINAMENTO REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO_DI DIFESA DEL SUOLO V. MARONE Testo aggiornato al D. R. n. 1578 del 5 giugno 2008 ARTICOLO 1 FUNZIONI DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento

Dettagli

Alma Mater Studiorum Università di Bologna Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione

Alma Mater Studiorum Università di Bologna Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA DI LINGUE E LETTERATURE, TRADUZIONE E INTERPRETAZIONE PARTE I ELEMENTI GENERALI Art. 1 (Oggetto del regolamento) 1. Il presente regolamento disciplina l assetto

Dettagli

COMUNE DI TERRANOVA DI POLLINO

COMUNE DI TERRANOVA DI POLLINO COMUNE DI TERRANOVA DI POLLINO PROV. DI POTENZA SETTORE AFFARI GENERALI-AMMINISTRATIVO ECONOMICO-FINANZIARIO Telef. 097393009-Fax 097393247 e-mail : genovese.giuseppe55@gmail.com C.F. 82000430767 P.I.

Dettagli

Statuto. del Politecnico di Torino

Statuto. del Politecnico di Torino Statuto del Politecnico di Torino Adottato dal Senato Accademico del 5 ottobre 2011 ai sensi dell art. 6 della L. 168/89 e dell art. 2 comma 5 della L 240/10 e integrato con le osservazioni MiUR di cui

Dettagli

Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli

Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE DI CHIAMATA DEI PROFESSORI DI I E II FASCIA AI SENSI DEGLI ARTT.18 E 24 DELLA LEGGE 240/2010 Il presente Regolamento, emanato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MESSINA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MESSINA Prot. n. 0089141 del 01/12/2017 - [UOR: SI000961 - Classif. II/8] UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MESSINA IL RETTORE VISTA VISTA VISTO VISTO VISTO VISTA TENUTO CONTO PRESO ATTO CONSIDERATO la legge n. 168 del

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE SUPERFICI ED INTERFASI NANOSTRUTTURATE (NIS) DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Art. 1.

REGOLAMENTO DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE SUPERFICI ED INTERFASI NANOSTRUTTURATE (NIS) DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Art. 1. REGOLAMENTO DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE SUPERFICI ED INTERFASI NANOSTRUTTURATE (NIS) DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Art. 1. Istituzione E' istituito, ai sensi dell'art. 20 del vigente Statuto

Dettagli

Via Donzi, Modena Tel. 059/ ; FAX. 059/

Via Donzi, Modena Tel. 059/ ; FAX. 059/ Codice pratica: Decreto Rettorale n. 57 IL RETTORE VISTA la legge 9 maggio 1989, nr. 168; VISTA la legge 30 dicembre 2010, n. 240 (Norme in materia di organizzazione delle università, di personale accademico

Dettagli

REGOLAMENTO DI ASSOCIAZIONE AL CENTRO FERMI AI SENSI DELL ARTICOLO 13 DEL REGOLAMENTO DEL PERSONALE

REGOLAMENTO DI ASSOCIAZIONE AL CENTRO FERMI AI SENSI DELL ARTICOLO 13 DEL REGOLAMENTO DEL PERSONALE REGOLAMENTO DI ASSOCIAZIONE AL CENTRO FERMI AI SENSI DELL ARTICOLO 13 DEL REGOLAMENTO DEL PERSONALE Deliberazione Consiglio di Amministrazione 50(16) in data 22 giugno 2016 Il presente regolamento sostituisce

Dettagli

Università degli Studi di Messina

Università degli Studi di Messina Università degli Studi di Messina REGOLAMENTO RELATIVO ALLA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA Ultima modifica: D.R. n. 2009 del 22 luglio 2014 Titolo I Disposizioni generali Art. 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO ELETTORALE

REGOLAMENTO ELETTORALE REGOLAMENTO ELETTORALE I N D I C E TITOLO I ASSEMBLEA DEI DELEGATI Art. 1 - Convocazione delle elezioni dei Delegati all Assemblea Art. 2 - Ufficio Elettorale Istituzione Art. 3 - Ufficio Elettorale Competenze

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI ( emanato con D.R. n. 371/16611 del 05/04/2012 e successivamente modificato con D.R. n. 347/19244 del 02/05/2013 e D.R. n. 378/25769 del

Dettagli

11~1111~ ~

11~1111~ ~ AMMCNT CNR - Amministrazione Cen Tit:. Cl: F: N. 0078383 / 21/10/2014 11~1111~1111111111111~1111111111111111111111111111111111111111 Consiglio Nazionale delle Ricerche Atto costitutivo dell'istituto di

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L ATTIVAZIONE DELLE FIGURE DI PROFESSORE/RICERCATORE CON DOPPIA APPARTENENZA, DI RESEARCH FELLOW E DI "VISITING PROFESSOR"

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L ATTIVAZIONE DELLE FIGURE DI PROFESSORE/RICERCATORE CON DOPPIA APPARTENENZA, DI RESEARCH FELLOW E DI VISITING PROFESSOR REGOLAMENTO DI ATENEO PER L ATTIVAZIONE DELLE FIGURE DI PROFESSORE/RICERCATORE CON DOPPIA APPARTENENZA, DI RESEARCH FELLOW E DI "VISITING PROFESSOR" INDICE Art. 1 Finalità del regolamento... 2 Capo I:

Dettagli

IL PRESIDENTE DECRETA. Art.1

IL PRESIDENTE DECRETA. Art.1 IL PRESIDENTE - VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Firenze, emanato con Decreto Rettorale n.329-prot. N. 25730, del 6 aprile 2012; - VISTO il Regolamento di Ateneo delle Scuole, emanato con

Dettagli

(emanato con D.R. n. 17 dell ) INDICE. Art. 3 - Procedura di trasferimento dei ricercatori a tempo indeterminato 2

(emanato con D.R. n. 17 dell ) INDICE. Art. 3 - Procedura di trasferimento dei ricercatori a tempo indeterminato 2 REGOLAMENTO RECANTE NORME IN MATERIA DI TRASFERIMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO INDETERMINATO E DI MOBILITÀ INTERUNIVERSITARIA DEI PROFESSORI E DEI RICERCATORI UNIVERSITARI (emanato con D.R. n. 17 dell 11.1.2017)

Dettagli

CONSERVATORIO DI MUSICA S. Giacomantonio

CONSERVATORIO DI MUSICA S. Giacomantonio CONSERVATORIO DI MUSICA S. Giacomantonio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica COSENZA REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE ELETTORALI PER IL

Dettagli

Alma Mater Studiorum Università di Bologna

Alma Mater Studiorum Università di Bologna 1 REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE COMPONENTI DEI DIRETTORI DI DIPARTIMENTO E DEL PERSONALE DOCENTE, RICERCATORE E TECNICO AMMINISTRATIVO NEL SENATO ACCADEMICO (emanato con D. R. n. 117/2012 del 9.2.2012)

Dettagli

AMMINISTRAZIONE AREA AFFARI GENERALI SETTORE STRUTTURE ISTITUZIONALI

AMMINISTRAZIONE AREA AFFARI GENERALI SETTORE STRUTTURE ISTITUZIONALI ALLEGATO N. 8 al DR n. 344/19026 del 30/04/2013 Regolamento di funzionamento della Scuola di Medicina e Chirurgia PARTE I ELEMENTI GENERALI Art. 1 (Oggetto del Regolamento, denominazione, sedi) 1. Il presente

Dettagli

I L R E T T O R E D E C R E T A

I L R E T T O R E D E C R E T A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI MOBILITA INTERNA DEL PERSONALE DOCENTE DEL POLITECNICO DI BARI E DI TRESFERIMENTO AD ALTRO ATENEO Politecnico di Bari Decreto di emanazione D.R.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CENTRO INTERATENEO DI INTERESSE REGIONALE PER LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI SECONDARI. Art. 1 Istituzione

REGOLAMENTO DEL CENTRO INTERATENEO DI INTERESSE REGIONALE PER LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI SECONDARI. Art. 1 Istituzione REGOLAMENTO DEL CENTRO INTERATENEO DI INTERESSE REGIONALE PER LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI SECONDARI Art. 1 Istituzione È istituito, ai sensi dell art. 20 del vigente Statuto dell Università degli Studi

Dettagli

IL RETTORE. VISTO il vigente Statuto ed, in particolare, l art. 35;

IL RETTORE. VISTO il vigente Statuto ed, in particolare, l art. 35; DR/2017/3015 del 06/09/2017 Firmatari: MANFREDI Gaetano U.S.R. IL RETTORE VISTO il vigente Statuto ed, in particolare, l art. 35; VISTO VISTO il D.R. n. 4238 del 31/12/2001 con il quale è stato istituito

Dettagli

DISCIPLINA ELELTTORALE (REGOLAMENTO GENERALE DI ATENEO)

DISCIPLINA ELELTTORALE (REGOLAMENTO GENERALE DI ATENEO) DISCIPLINA ELELTTORALE (REGOLAMENTO GENERALE DI ATENEO) TITOLO II DISCIPLINA ELETTORALE CAPO I Norme comuni Articolo 3 Indizione delle elezioni 1. Le elezioni di cui al presente Titolo sono indette con

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA. BOLLETTINO UFFICIALE ANNO ACCADEMICO 2017/2018. SUPPLEMENTO STRAORDINARIO n. 114 del 30 Novembre 2017

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA. BOLLETTINO UFFICIALE ANNO ACCADEMICO 2017/2018. SUPPLEMENTO STRAORDINARIO n. 114 del 30 Novembre 2017 ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA. BOLLETTINO UFFICIALE ANNO ACCADEMICO 2017/2018 SUPPLEMENTO STRAORDINARIO n. 114 del 30 Novembre 2017 Pubblicazione a diffusione esclusiva nell ambito dell Università

Dettagli

REGOLAMENTO N. 4/2017

REGOLAMENTO N. 4/2017 REGOLAMENTO N. 4/2017 REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DI UN RAPPRESENTANTE DEGLI ISCRITTI ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE, DI COMPETENZA DEL DIPARTIMENTO, NEL CONSIGLIO DEL DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA, STUDÎ

Dettagli

Disciplina per le elezioni del rettore. Articolo 1 Oggetto e sistema elettorale

Disciplina per le elezioni del rettore. Articolo 1 Oggetto e sistema elettorale Disciplina per le elezioni del rettore Articolo 1 Oggetto e sistema elettorale 1. Ai sensi dell art. 12, comma 16, dello Statuto, il presente Capo disciplina le elezioni del rettore. 2. La procedura per

Dettagli

IL DIRETTORE DECRETA. ART.1 Finalità. ART.2 Elezione dei rappresentanti

IL DIRETTORE DECRETA. ART.1 Finalità. ART.2 Elezione dei rappresentanti Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale ACCADEMIA DI BELLE ARTI C.DA PAIERADI, SNC 89843 STEFANACONI (VV) Tel. 0963262962, Fax 0963262015 P.IVA E

Dettagli

ASSEMBLEA PERIFERICA

ASSEMBLEA PERIFERICA Settore Organizzazione Periferica ASSEMBLEA PERIFERICA C.R. C.T. DI ORDINARIA STRAORDINARIA ELETTIVA VERBALE COMMISSIONE VERIFICA POTERI 1) DATI ASSEMBLEA SEDE ASSEMBLEA DATA DI CELEBRAZIONE ORA 1^ CONVOCAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DI DIPARTIMENTO. Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia, Psicologia Applicata (FISPPA)

REGOLAMENTO DI DIPARTIMENTO. Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia, Psicologia Applicata (FISPPA) DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA, SOCIOLOGIA, PEDAGOGIA e PSICOLOGIA APPLICATA (FISPPA) REGOLAMENTO DI DIPARTIMENTO Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia, Psicologia Applicata (FISPPA) Approvato dal

Dettagli

Regolamento elettorale di Ateneo

Regolamento elettorale di Ateneo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Titolo I Principi generali Articolo 1 Contenuto del regolamento 1. Il regolamento elettorale di Ateneo disciplina le procedure di elezione degli organi e delle cariche

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA DESIGN E URBANISTICA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA DESIGN E URBANISTICA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA DESIGN E URBANISTICA Articolo 1 Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento disciplina l organizzazione e il funzionamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ELEZIONI CON VOTO ELETTRONICO DEI RAPPRESENTANTI DEL NEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

REGOLAMENTO PER LE ELEZIONI CON VOTO ELETTRONICO DEI RAPPRESENTANTI DEL NEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REGOLAMENTO PER LE ELEZIONI CON VOTO ELETTRONICO DEI RAPPRESENTANTI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO NEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CENTRO SCUOLA DI STUDI INTERNAZIONALI

REGOLAMENTO DEL CENTRO SCUOLA DI STUDI INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DEL CENTRO SCUOLA DI STUDI INTERNAZIONALI Emanato con D.R. N. 113 del 13 febbraio 2013 INDICE Titolo I Premessa... 2 Art. 1 - Istituzione, natura e obiettivi della Scuola di Studi Internazionali...

Dettagli