DISPENSE DI INFORMATICA A.A. 2010/2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DISPENSE DI INFORMATICA A.A. 2010/2011"

Transcript

1 DISPENSE DI INFORMATICA A.A. 2010/2011 NOTA: Le presenti dispense hanno una funzione integrativa delle lezioni e dell ulteriore materiale didattico consigliato dal docente.

2 2 CAP.I... 4 COSTITUZIONE DEL COMPUTER INTRODUZIONE TIPI DI COMPUTERS SEQUENZA DEL TRATTAMENTO DEI DATI L'HARDWARE SOFTWARE CAP. II UNITA PERIFERICHE LO SCHERMO LA STAMPANTE IL MODEM LA TASTIERA Il MOUSE LO SCANNER IL JOYSTIC CAP.III UNITÀ DI ELABORAZIONE La CPU LE MEMORIE L'HARD DISK LETTORI CD E DVD LE SCHEDE LE SCHEDE VIDEO (CGA, EGA, VGA, SVGA) ALTRE SCHEDE PRESENTI NORMALMENTE SUL COMPUTER IL SOFTWARE TIPOLOGIA DEGLI APPLICATIVI BREVE DESCRIZIONE SULLA COSTRUZIONE DEI PROGRAMMI E SUI LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE I SISTEMI OPERATIVI CAP.V MS WINDOWS MS-WINDOWS E L'INTERFACCIA GRAFICA L'USO DEL MOUSE LA MULTIELABORAZIONE IN WINDOWS WINDOWS ED I COMANDI DOS I PULSANTI FONDAMENTALI DELLE FINESTRE L'USO DEL MOUSE IN MS-WINDOWS I COMANDI ATTIVI E NON ATTIVI CHE COSA SONO LE ICONE (ICONA DA EIKON = IMMAGINE) IL DESKTOP COME SCRIVANIA VIRTUALE IL PULSANTE AVVIO L'OPZIONE TRASCINAMENTO IL MULTITASKING COLLEGAMENTI SUL DESKTOP CAP.VI OFFICE IL PACCHETTO OFFICE E LE SUE POSSIBILITÀ FONDAMENTALI LA VIDEOSCRITTURA CON MICROSOFT WORD FORMATTAZIONE DEL CARATTERE FORMATTAZIONE DEL PARAGRAFO SALVATAGGIO CON NOME CONTROLLO ORTOGRAFIA COME SI INSERISCE UN OGGETTO IN UN TESTO MICROSOFT EXCEL COME CREARE E FORMATTARE LE TABELLE... 37

3 3 INTRODURRE LE FORMULE NELLE CELLE RICAVARE UN GRAFICO DA UNA TABELLA STAMPARE LA PROCEDURA DI STAMPA E L ANTEPRIMA DI STAMPA CAP.VII INTERNET BREVI CENNI STORICI I SERVIZI DI INTERNET DEFINIZIONI LA NAVIGAZIONE LA POSTA ELETTRONICA DIZIONARIO INFORMATICO... 46

4 CAP.I COSTITUZIONE DEL COMPUTER 1. INTRODUZIONE Tra le invenzioni che nel corso di questo secolo hanno scandito il passaggio all'era moderna un posto di rilievo spetta certamente al computer. La sua ragione di esistere sta nella capacità di ripetere infinite volte e con enorme velocità compiti ripetitivi affrancandoci da essi e permettendoci di dedicarci a qualcosa di più creativo e produttivo. Tutto ciò tale oggetto lo fa con grande efficacia. Questo è il motivo della sua enorme diffusione nei più disparati campi del lavoro e non. Si può tranquillamente affermare che non vi è campo nel quale non lavori un computer, tanto che è oramai entrato a far parte dei cosiddetto "elettrodomestici", cioè di quei dispositivi, come la lavatrice o il forno a microonde, che rendono decisamente più facile la nostra vita. Imparare ad utilizzarlo è dunque divenuto fondamentale. Quindi un computer ci permette di compiere delle operazioni in maniera più rapida del passato. Facciamo un paragone con lo scrivere un documento con una macchina da scrivere o con un programma di videoscrittura: è intuitivo che con il programma di videoscrittura il compito è maggiormente facilitato. Ma questo è solo un esempio, pensiamo infatti alle capacità grafiche o di calcolo di un computer. C'è però da sottolineare il fatto che il computer è una macchina stupida, perché non è in grado di pensare come l'uomo. Esegue molto bene i suoi compiti, e con rapidità, ma ha sempre bisogno di istruzioni da parte dell'uomo. 2. TIPI DI COMPUTERS Il personal computer (PC) è il computer nella sua forma attualmente più comune, con il case materialmente distinto dalle periferiche: può essere utilizzato da un

5 5 solo utente alla volta ed è dotato di tutto il necessario per caricare programmi, acquisire, elaborare, fornire e salvare dati. Il PC è multimediale quando è dotato dell hardware necessario per consentire la riproduzione simultanea di audio, immagini e filmati. I computer portatili (laptop) hanno dimensioni e peso limitati, ma sono altrettanto potenti e dotati e possono essere eventualmente collegati ad un video e ad una tastiera di dimensioni standard. I palmari sono computers che differiscono per il peso e le dimensioni ancora più limitate e per non possedere un disco rigido ma una memoria stabile che permette comunque di svolgere molte funzioni. I mainframes e i minicomputers sono apparecchi di grandi dimensioni, assai costosi e sofisticati, che possono essere utilizzati da più utenti simultaneamente mediante opportuni terminali che sono detti stupidi (se affidano direttamente i calcoli a un potente calcolatore centrale) o intelligenti (se sono in grado di svolgere localmente certe funzioni): vi fanno ricorso grandi oraganizzazioni che devono elaborare enormi quantità di dati. Oggi possono essere sostituiti dalle reti locali. Il network computer è un terminale di rete intelligente, con elevate capacità di calcolo, ma sprovvisto di qualsiasi memoria di massa in quanto condivide e utilizza tutte le risorse disponibili (sistema operativo, programmi, dati, archivi) della rete a cui è collegato.

6 3. SEQUENZA DEL TRATTAMENTO DEI DATI Quello che segue è uno schema semplificato ma valido del funzionamento del computer. Ritroveremo le varie parti di esso più in là nel corso. COMPUTER Memorie INPUT OUTPUT ALU LE PARTI FONDAMENTALI SONO: 1) un input dei dati, ingresso; 2) un output dei dati, uscita; 3) una memoria dove immagazzinare i dati temporaneamente o definitivamente; 4) una unità di elaborazione delle informazioni (ALU -Aritmetic logic unit=unità logico aritmetica); 5) una unità di controllo delle operazioni e decisionali; I dati avranno quindi il seguente percorso: verranno immessi nel computer (Input dei dati) ad esempio tramite tastiera; verrà decisa la loro sorte da parte delle unità di controllo ed eventualmente elaborati o memorizzati; infine verranno emessi in forma utilizzabile ad esempio sullo schermo.

7 7 INPUT ELABORAZIONE O MEMORIZZAZIONE OUTPUT 4. L'HARDWARE. È una parola che deriva dall'inglese Hard, solido e Ware, componente. Letteralmente significa ferramenta. È costituito da tutte le componenti fisiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche che costituiscono il computer. All'interno dell'hardware possiamo distinguere: l'unità di elaborazione, le unità periferiche di input e output e le memorie di massa. L'unità di elaborazione è divisibile in varie parti, tra cui una unità logico matematica (ALU) che esegue le operazioni aritmetiche, di confronto e di trasformazione delle informazioni, le memorie, e le schede. Queste ultime si occupano della gestione di un tipo di dato quali suoni (scheda audio), immagini (scheda video).

8 8 Le memorie sono invece gli elementi destinati ad immagazzinare i dati che il computer riceve ed elabora. Sono di due tipi: fisse e volatili. Le prime esistono anche dopo lo spegnimento del computer, le seconde solo quando quest'ultimo è acceso. Le periferiche fanno parte dell'hardware, e sono praticamente gli strumenti mediante i quali l'uomo "dialoga" con il computer, perchè gli permettono di introdurre dati (periferiche di input) e di riceverne (periferiche di output). PERIFERICHE DI INPUT Tastiera Lettore di CD Mouse Lettore di DVD Scanner Modem Microfono PERIFERICHE DI OUTPUT Monitor Casse audio Masterizzatore Stampante Schermo Modem Plotter 5. SOFTWARE. Con il termine software (dall'inglese soft, morbido, e ware, componente) si indica genericamente l'insieme dei programmi, dei linguaggi di programmazione e di tutti gli altri elementi logici che permettono un'efficiente utilizzazione del computer. Può essere suddiviso in: 1) Software di sistema (per es. MS-DOS, Windows, Linux); 2) Software applicativi (per es. Office, Open Office); 3) Altri tipi di software (per es. Utilities, Drivers).

9 9

10 10 CAP. II UNITA PERIFERICHE 1. LO SCHERMO. Il monitor è la periferica di output che insieme alla tastiera ci permette di "dialogare" con il computer. È costituito da una superficie di vetro nella cui parte interna sono depositati gruppi di elementi elettrosensibili detti fosfori. Colpiti da elettroni essi emettono impulsi luminosi. Ha dimensioni variabili tra i 12 e i 21 pollici (1 pollice equivale a 2,54 cm), e riceve i segnali dal computer attraverso un cavo e un apposito circuito. L'unità principale di illuminamento del video è chiamata "pixel". Il controllo delle immagini avviene dividendo in un reticolo di righe per colonne il video. Si ottengono delle unità elementari di illuminamento di numero variabile secondo la modalità. Gli schermi video per computer possono funzionare in modalità grafica o in modalità testo. Quando il video è sotto modalità testo lo schermo è suddiviso in 24 righe per 80 colonne, il computer dialoga con noi attraverso testo e non può dunque emettere disegni o immagini. Infatti lo schermo è suddiviso in elementi rettangolari elementari troppo grandi e poco numerosi per ottenere un disegno o una fotografia, ma sufficienti a tracciare del testo. La memoria impegnata dal computer in questa modalità è perciò bassa. Il sistema operativo MS-DOS funziona in questa modalità. Quando invece siamo in modalità grafica i pixels sono molto più numerosi. Esistono diverse modalità grafiche, si va dalla 480 x 640 (480 righe per 640 colonne) fino alla 1200 x 1256 e oltre. Dato che occorre un po di memoria del computer per ogni pixel, il video in modo testo impegna poca memoria. Infatti, in tale modo, sono presenti sullo schermo solo 25 x 80 = 2000 pixels. Nella minore modalità grafica sono invece presenti 480 x 640 = pixels. È chiaro che la quantità di memoria impegnata per far funzionare il video in tale modalità è molto alta. Windows ad esempio funziona in modalità grafica.

11 11 I monitors possono essere con schermo CRT (con Tubo a Raggi Catodici), cioè tecnologicamente simili a un comune televisore, oppure LCD (con Display a Cristalli Liquidi): questi ultimi sono molto più leggeri e piatti, ma attualmente anche più costosi. 2. LA STAMPANTE. Le stampanti sono le periferiche addette alla stampa. Il loro software riceve dal programma di videoscrittura un flusso di dati che converte in stampe di forma identica a ciò che è mostrato in video. Esistono differenti tipi di stampanti: Tipo di stampante Funzionamento Ad impatto (o ad aghi) A getto di inchiostro Laser Termiche Funziona come la macchina da scrivere meccanica, con la differenza che i caratteri sono ottenuti da una matrice di aghi. Sfruttano l impatto di una matrice ad aghi contro in nastro inchiostrato, trasferendo l inchiostro sulla carta; oggi sono poco impiegate perché rumorose, e con qualità di stampa scadente. I caratteri e le immagini sono ottenuti da un becco che spara delle minuscole goccioline di inchiostro direttamente sulla carta. Funzionano come le fotocopiatrici. Il Toner è depositato e sciolto solo nei punti prestabiliti da una fonte di calore. Generano l immagine attraverso il deposito di particelle di toner sulle aree della carta che hanno cariche elettrostatiche; sono silenziose e danno stampe di alta qualità. Generano l immagine bruciando i punti su una carta pretrattata chimicamente; l immagine scolorisce però nel

12 12 A sublimazione di colore Plotter tempo; sono quelle utilizzate comunemente nei registratori di cassa. Piuttosto costose, sono usate principalmente nelle aziende e danno stampe di qualità fotografica. È un particolare tipo di stampante che lavora su grandi formati di carta come l'a1 o l'a0; impiegata per il disegno tecnico e industriale, generalmente con applicazioni CAD (Computer Aided Design); la testina di stampa è costituita da pennini di diversi colori. 3. IL MODEM. I computer possono dialogare tra loro attraverso un collegamento che li unisce. Il modem (MOdulatore-DEModulatore) è un dispositivo in grado di trasformare i segnali digitali provenienti da un qualsiasi computer, in segnali analogici in grado di viaggiare su una linea telefonica. Due modem, ai due capi di una linea, sono così in grado di mettere in comunicazione due computer come se fossero nello stesso ufficio collegati direttamente da una cavo. Il modem viene collegato direttamente alla linea telefonica. Appositi programmi di compressione dei dati consentono di sveltire la trasmissione e altri programmi di correzione automatica degli errori dovuti ai disturbi della linea telefonica consentono un'ottima qualità della trasmissione. 4. LA TASTIERA. La tastiera è la periferica di input principale per il computer. Essa è nata con l'intento di renderci in grado di dialogare attraverso serie di caratteri. il suo funzionamento è molto semplice ed efficace, tanto che il principio di funzionamento è rimasto invariato. La tastiera può essere suddivisa in 3 parti:

13 13 Tastiera alfanumerica: è la parte centrale, varia da paese a paese, e comprende i tasti per inserire i 26 caratteri dell alfabeto anglosassone (secondo lo standard internazionale QWERTY) - i caratteri numerici da 0 a 9 - i simboli di punteggiatura - gli altri caratteri tipici di ogni alfabeto nazionale - la barra spaziatrice - i tasti particolari: SHIFT ( ) e BLOC MAI (CAPS LOCK) per immettere i caratteri in maiuscolo o per attivare le seconde funzioni TAB per spostamenti prestabiliti del cursore CTRL e ALT (e ALT GR) da utilizzare in combinazione con altri tasti, per funzioni che dipendono dal contesto BACKSPACE ( ) per cancellare a sinistra CANC per cancellare a destra ESC per ritornare a situazioni precedenti quella in esecuzione INVIO o RETURN per mandare in esecuzione le azioni indicate con le immissioni precedenti TASTIERINO NUMERICO: sulla destra, consente l immissione veloce di dati numerici e simboli aritmetici, in alternativa all uso della tastiera alfanumerica. TASTIERA FUNZIONALE: contiene i tasti di spostamento, inserimento, cancellazione, i tasti Print screen, Scroll lock e Pause, oltre ai tasti contrassegnati con F1 F12 impiegati per funzioni particolari di un programma o del sistema operativo

14 14 5. Il MOUSE Il mouse è un dispositivo di input nato dalla necessità di rendere intuitiva la nostra aziona nel computer. Fare ad esempio "click" su un pulsante disegnato nello schermo vuole essere emulativo del farlo realmente. Spostare un oggetto sul video vuole essere simile allo spostarlo nella realtà con la propria mano. Il suo successo sta proprio nel fatto che non occorre ricordare un determinato comando per eseguire un'operazione, basta farla! Il tipico mouse possiede due pulsanti destinati ad attivare differenti funzionalità nel software del computer. Il movimento viene trasmesso da una sferetta posta sotto il mouse. L'hardware del mouse converte le rotazioni in spostamenti nel video. 6. LO SCANNER Lo scanner (analizzatore d'immagine) è una periferica di input che permette di fornire al computer la rappresentazione grafica digitale di un documento, generalmente cartaceo. È simile a una piccola fotocopiatrice, sul cui piano d'appoggio trasparente viene collocato il documento da far "leggere" al computer. L'immagine percepita viene fotografata e quindi tradotta in una serie di codici comprensibili al computer. L'immagine digitale così ottenuta può quindi essere utilizzata, direttamente o modificata, nella composizione di nuovi testi o documenti. Lo scanner viene gestito da un programma che può anche disporre di funzioni particolari in grado di riconoscere i singoli caratteri di testi dattiloscritti o stampati (non mano scritti) e quindi di renderli utilizzabili nei comuni programmi di trattamento testi. 7. IL JOYSTIC È un dispositivo costituito da una manopola o levetta, dotata o meno di un pulsante, in grado di muoversi nelle vaie direzioni e di comandare, analogamente a quanto avviene per il mouse, una freccia (cursore) sullo schermo. L'impiego del joystic è limitato sostanzialmente ai giochi.

15 15 CAP.III UNITÀ DI ELABORAZIONE. L'unità di elaborazione del computer, che provvede al trattamento dei dati, è costituita dalla CPU (Central Processing Unit) e dalla memoria centrale. 1. La CPU La CPU è costituita a sua volta da un microprocessore che esegue le funzioni logico matematiche e di controllo elaborando le istruzioni. Dal punto di vista funzionale si può considerare suddivisa in: 1) Unità logico matematica (ALU, Arithmetic and Logic Unit); 2) Unità di controllo (CU, Control Unit); L'unità logico matematica (ALU) esegue le operazioni aritmetiche, di confronto e di trasformazione delle informazioni. L'unità di controllo (CU) coordina e governa il funzionamento del computer, in quanto è collegata a tutte le parti della CPU e alle altre unità. Particolare importanza rivestono i Bus, che sono dei canali attraverso i quali i componenti del computer comunicano. I bus trasportano le informazioni da un'unità del sistema all'altra e possono essere suddivisi in: Bus interni, che mettono in comunicazione tutti gli elementi interni al microprocessore; Bus esterni, che mettono in comunicazione il microprocessore con gli altri dispositivi collegati. 2. LE MEMORIE Dovendo trattare dei dati il computer necessita di luoghi in cui stoccarle più o meno a lungo. Questi luoghi sono le memorie. Possono essere interne o esterne.

16 16 Alle memorie esterne appartengono tutti quei dispositivi che prevedono l'asportazione fisica della memoria. Alle memorie interne appartengono la memoria dell HARD DISK, la RAM e la ROM. La RAM (Random Access Memory, memoria di accesso casuale) è una memoria detta "volatile", perché perde tutte le informazioni quando viene interrotta l'alimentazione elettrica. Questa consente di sfruttare al meglio le capacità di elaborazione del microprocessore, perché i dati sono facilmente accessibili. La ROM (Read Only Memory, memoria di sola lettura) è una memoria di tipo "non volatile" perché il suo contenuto è sempre disponibile e non viene alterato quando si interrompe l'alimentazione. Le istruzioni contenute nella Rom possono essere eseguite ma non modificate, e le dimensioni e il contenuto variano in funzione della configurazione del computer. Tra i programmi principali contenuti nella ROM troviamo il programma di autotest, attivato all'accensione, che effettua controlli di presenza e di efficienza delle unità periferiche collegate: se un dispositivo non funziona viene emesso un messaggio di errore.; un programma che permette il funzionamento delle unità periferiche e un o programma che permette il caricamento iniziali da disco del programmi che costituiscono il sistema operativo. 3. L'HARD DISK L'HARD DISK (disco rigido) permette di memorizzare e di accedere a una elevata quantità di dati. Non può essere estratto dall'unità di lettura/scrittura. Ha capacità maggiori di quelle dei floppy disk, tempi di accesso ridottissimi ed è molto più affidabile: è contenuto infatti in un drive sigillato, che permette di eliminare l'azione di agenti estranei, quali la polvere, e di ottenere maggiore precisione e densità di registrazione delle

17 17 informazioni, in quanto la testina si avvicina a pochi centesimi di millimetro dalla superficie del disco.

18 18 CAP.IV LE MEMORIE ESTERNE Alle memorie esterne appartengono tutti quei dispositivi che prevedono l asportazione fisica della memoria. 1. LETTORI CD E DVD I lettori CD e DVD sono di recente diffusione. CD-ROM: è rimovibile, come il floppy disk, ma può contenere una quantità di dati molto maggiore (~ 700MB). Però il comune driver per CD è solo un lettore: per potere anche scrivere su un CD è necessario dotarsi di un masterizzatore, un dispositivo in grado di incidere su CD-W (scrivibili solo una volta) e CD-RW (riscrivibili). Il CD-ROM è tecnologicamente simile al CD audio: in entrambi, i dati sono incisi con metodi ottici. DVD (digital versatile disk): è simile al CD ma ha una capacità 25 volte superiore: sono usati principalmente come supporto per filmati in alta risoluzione e richiedono un apposito lettore (che legge anche i CD). 2. LE SCHEDE Il computer non dialoga direttamente con le periferiche. A parte la tastiera, la stampante ed il mouse tutte le periferiche hanno bisogno di un interprete che traduca il loro linguaggio nel linguaggio del computer e viceversa. Tali traduttori sono le schede. Esiste dunque una scheda video per comunicare con lo schermo, una scheda audio per comunicare con le casse, una scheda di rete per comunicare con il MODEM. Le schede sono presenti per motivi pratici all interno del contenitore-computer e sono delle semplici piastre piene di componenti hardware alloggiate in una zona della macchina predisposta.

19 19 3. LE SCHEDE VIDEO (CGA, EGA, VGA, SVGA). Sono le schede destinate a dialogare con il computer per ottenere immagini sul video. A parte i circuiti integrati e i coprocessori delle immagini tali schede contengono una particolare memoria, la memoria video (detta RAM video o VRAM), destinata a supportare le immagini. La sua presenza, unita a quella del coprocessore video, solleva il computer dal compito di visualizzarle e dunque maggiore è la sua dimensione maggiore è la velocità di presentazione delle immagini sul video. Le schede video più diffuse sono le seguenti: CGA, EGA, VGA, SVGA. 4. ALTRE SCHEDE PRESENTI NORMALMENTE SUL COMPUTER Altre schede presenti normalmente sul computer sono: - la scheda audio dedicata al trattamento ed elaborazione de i dati sonori. È l'equivalente della scheda grafica ma per i suoni. Nella parte esterna normalmente presenta tre innesti per spinotti di cui uno per le casse audio, uno per le cuffie ed uno per il microfono. - La scheda di rete collega modem e computer interpretandone nel contempo i dati. È facilmente individuabile per la presenza dello spinotto di collegamento indentico a quello telefonico. Spesso il modem è interno al computer. In tal caso la scheda di rete contiene anche il modem. 5. IL SOFTWARE Abbiamo affermato che, se l'hardware è la parte fisica del computer, il software è l'insieme dei comandi che permettono al computer di eseguire i compiti richiesti. Sin dai primordi il software si è suddiviso: 1) software di sistema (compreso il BIOS); 2) software applicativo;

20 20 Tale necessità nasce dal fatto che di per sé l'hardware va gestito al meglio per ottenerne le migliori prestazioni. Un eventuale software applicativo dovrebbe altrimenti gestire tutte le capacità del sistema e contemporaneamente occuparsi del suo reale compito. Per questioni prettamente organizzative il primo compito è stato riservato ad un particolare software detto per l'appunto di sistema. Il compito del software applicativo è allora risolvere i problemi cui è destinato. Questa settorializzazione del software rende più veloce ed efficiente l'azione della CPU ed in generale permette un migliore sfruttamento delle caratteristiche dell'hardware. Il software di sistema in definitiva è quel software preposto al controllo ed all'ottimizzazione dell'hardware del computer e delle periferiche a lui collegate. Un esempio tipico è quello della stampa. Il software di sistema riceve la richiesta di stampa del documento indirizzata alla stampante e fa si che il documento sia inviato alla stampa attivando la stampante. Sotto questo punto di vista è sia gestore che vigile nell'hardware. Un particolare software di sistema, risiedente in una memoria ROM, è il BIOS (Basic Input/Output Software= Software di Input/Output di base). Esso è il software preposto al corretto avviamento del computer ed alle comunicazioni elementari fra le componenti principali dell'hardware. Viene richiamato dal software di sistema sia al momento dell'accensione che durante le singole operazioni elementari. È posto dal costruttore delle schede madri in una memoria ROM (quindi non modificabile). 6. TIPOLOGIA DEGLI APPLICATIVI La seguente suddivisione è sufficientemente completa da comprendere la massima parte dei programmi attualmente in commercio: - sistemi operativi: MS-DOS, MS-Windows. - Le banche dati: software, come le enciclopedie elettroniche, preposti a fornire informazioni di qualunque natura;

21 21 - I programmi di grafica: software preposto alle manipolazioni di immagini, al disegno e a tutto ciò che riguarda la grafica; - I fogli elettronici: software preposto alla manipolazione di massicce quantità di dati intabellati; - I programmi di videoscrittura: software preposti alla manipolazione di testi; - I programmi di supporto: che facilitano il lavoro del software applicativo. Da ricordare i database. Sono dei software la cui funzione è semplificare la ricerca e l'organizzazione dei dati sia nelle banche dati che nei fogli elettronici. Con l'evoluzione dei linguaggi di programmazione sono stati costruiti e messi sul mercato software per la risoluzione di ogni tipo di problema possibile. 7. BREVE DESCRIZIONE SULLA COSTRUZIONE DEI PROGRAMMI E SUI LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE. I programmatori sono coloro che si preoccupano di costruire i programmi cioè il software. Infatti il computer parla un linguaggio tutto suo, il linguaggio macchina, che è a noi incomprensibile. I software sono allora insiemi di linguaggi semplici che ci fanno da interpreti dei comandi verso il computer e dal computer a noi. Dato che il computer esegue solo operazioni semplici, un software dovrà innanzitutto spezzare i problemi da noi posti in sottoproblemi semplici, tradurli in linguaggio macchina ed inviarli all'hardware. Solo in tal modo possiamo sfruttare le enormi capacità dell'elaborazione automatizzata. Non facendo parte del corso si evita ogni riferimento a tali linguaggi. Si sappia però che sia MS-Windows che MS-DOS sono costruiti in linguaggio "C".

22 22 8. I SISTEMI OPERATIVI Per diffusione e prezzo i sistemi operativi presenti nella maggior parte dei personal computer del mondo sono MS-DOS e MS-Windows. Essi sono presenti sul 90% dei computer. I compiti principali dei sistemi operativi sono raggruppabili in questi insiemi di gestioni: - gestione delle unità periferiche; - gestione delle unità di memoria; - gestione e predisposizione dei comandi essenziali;

23 23 CAP.V MS WINDOWS 1. MS-WINDOWS E L'INTERFACCIA GRAFICA Nei primi anni '70 una azienda, la Logitech, propose per la prima volta sul mercato uno strumento del tutto sconosciuto fino ad allora, il mouse. Questi trasformava i movimenti della mano in movimenti identici sullo schermo. Sul mouse era presente un pulsante la cui funzione era quella di attivare la porzione di schermo su cui si faceva click. Ossia si stabiliva, con apposito software, che se andavo col mouse su una determinata zona del video e facevo click sopra riuscivo ad attivare il programma associato a tale area. Questo permetteva di evitare di battere le parole chiave da tastiera e rendeva perciò intuitivo e più veloce l'uso dei programmi. Fu allora che la Microsoft, già leader del software con il sistema operativo MS-DOS, propose, anche se non primo nel campo, MS-Windows un sistema operativo in cui tutti i comandi presenti nel DOS erano attivabili anche con il mouse. Tale intuitività nell'uso e l'accattivante aspetto delle immagini sul video resero MS- WINDOWS talmente popolare da soppiantare in breve l'uso del DOS. LA novità insita in windows stava nel rapporto diretto fra mouse e schermo in modalità grafica. I motivi di tale potenzialità stanno nell'intuitività dell'ambiente grafico. Quando si sposta con il mouse un documento sul desktop è come se lo si facesse realmente e fisicamente sulla scrivania di lavoro. Il principio base di windows era dunque di cercare di ricreare sullo schermo la scrivania di lavoro eliminando nel contempo i difetti di un tale modo di lavorare. Si ricorderà che il video può lavorare in modalità testo e in modalità grafica. WINDOWS lavora esclusivamente in modalità grafica e dunque necessita di memoria RAM molto maggiore che per il DOS. Viene chiamata interfaccia grafica o GUI (grafic user interface) l'immagine che un programma quale WINDOWS mostra e che interagisce con noi tramite mouse o

24 24 comandi via tastiera. L'interfaccia grafica di WINDOWS è molto ben studiata e garantisce perciò un approccio alle funzionalità del computer ed ai programmi quasi elementare. 2. L'USO DEL MOUSE Il mouse è la periferica destinata a trasformare i movimenti reali della nostra mano in movimenti virtuali sullo schermo. Guardando la parte sottostante del mouse notiamo che è presente una sferetta pesante ricoperta si materiale gommoso. All'interno del mouse sono presenti due alberelli, posti perpendicolarmente fra loro, che convertono la rotazione della sferetta in movimenti lineari sullo schermo. Dalla composizione di tali movimenti nasce il percorso sul video. L'uso del mouse è del tutto intuitivo. Occorre afferrarlo a palmo pieno e facendo perno sul polso spostarlo come un qualunque oggetto. Il movimento del puntatore del mouse, la freccetta che si vede sul video, ci dice dove ci troviamo. Per rendere esecutivo un programma occorre andare sopra il pulsante o l'oggetto che lo rappresenta e premere il pulsante sinistro del mouse. Questo movimento equivale a dare il nome del file eseguibile nel DOS. 3. LA MULTIELABORAZIONE IN WINDOWS Il sistema operativo MS-DOS permetteva l'uso di un programma alla volta. Avendo la necessità di usare un secondo programma si doveva chiudere il primo per avviare il secondo. WINDOWS invece permette di sospendere momentaneamente l'uso del programma senza doverlo necessariamente chiudere per poi riprenderlo quando più comodo. Tale funzionalità è detta multitasking o multielaborazione. La comodità di tale opzione è visibile maggiormente quando si lavora contemporaneamente su grossi programmi di scrittura ed elaborazione dati. Chiuderli o aprirli comporterebbe un notevole spreco di tempo. Il multitasking ci evita tutto ciò semplicemente congelando un programma in favore di un altro.

25 25 4. WINDOWS ED I COMANDI DOS Windows è un miglioramento di MS - DOS e dunque ne conserva le potenzialità migliorandole in ambiente grafico. Ad esempio sostituisce le parole di comando con azioni equivalenti. Per copiare un file da una directory ad un'altra basta andare in gestione risorse sopra il nome che rappresenta il file, premere e tener premuto il tasto sinistro del mouse e "trascinare" il file dentro la directory di destinazione. Il tutto come se si stesse prendendo un oggetto da un cassetto per spostarlo in un altro. Ragion per cui tutti i comandi del DOS (ed anche altri nuovi) sono presenti sotto diversa forma in WINDOWS. 5. I PULSANTI FONDAMENTALI DELLE FINESTRE MS-WINDOWS presenta delle finestre. Non abbiamo uno schermo nero come nel DOS ma una serie di finestre colorate in cui sono presenti numerosi elementi che sono comuni tra loro nelle diverse finestre. Il nome WINDOWS in inglese significa proprio "finestre". Se prendiamo una tipica finestra di MS-WINDOWS possiamo notare: - un gruppo di tre pulsanti in alto a destra; - una piccola icona in alto a sinistra; - una barra con titolo; - una barra con i menù del programma; - gli scrollbar; - una barra in basso; A - Il gruppo di tre pulsanti a destra è uno degli elementi tipici del logo WINDOWS.

INFORMATICA e TECNOLOGIA MULTIMEDIALE A.F. 2012/2013

INFORMATICA e TECNOLOGIA MULTIMEDIALE A.F. 2012/2013 INFORMATICA e TECNOLOGIA MULTIMEDIALE A.F. 2012/2013 Docente: Antonio Cannuli Pag. 1 Programma L Hardware ed il Software Tipi di Computer Componenti base di un personal computer Hardware Unità centrale

Dettagli

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer MONIA MONTANARI Appunti di Trattamento Testi Capitolo 1 Il Computer 1. Introduzione La parola informatica indica la scienza che rileva ed elabora l informazione, infatti : Informatica Informazione Automatica

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo . Laboratorio di Informatica Facoltà di Economia Università di Foggia Prof. Crescenzio Gallo Word è un programma di elaborazione testi che consente di creare, modificare e formattare documenti in modo

Dettagli

WINDOWS: HARDWARE - SOFTWARE

WINDOWS: HARDWARE - SOFTWARE WINDOWS: HARDWARE - SOFTWARE WINDOWS XP - VISTA (OGGETTO RIGIDO) TUTTI I COMPONENTI FISICI DEL PC OGGETTO MORBIDO WORD - PAINT- ECC. SISTEMA OPERATIVO * Software che permette di gestire direttamente l

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file Sommario Uso del computer e gestione dei file... 3 Sistema Operativo Windows... 3 Avvio di Windows... 3 Desktop... 3 Il mouse... 4 Spostare le icone... 4 Barra delle

Dettagli

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi 1 Modulo 2 - ECDL Uso del computer e gestione dei file 2 Chiudere la sessione di lavoro 1.Fare Clic sul pulsante START 2.Cliccare sul comando SPEGNI COMPUTER 3.Selezionare una delle opzioni STANDBY: Serve

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA. Docente. Stefania Melillo

CORSO DI INFORMATICA. Docente. Stefania Melillo CORSO DI INFORMATICA Docente Stefania Melillo Cosa significa informatica? Il termine nasce dalla fusione di due parole, INFORMazione e automatica le informazioni vengono immesse, in un calcolatore capace

Dettagli

Termini che è necessario capire:

Termini che è necessario capire: Per iniziare 1........................................ Termini che è necessario capire: Hardware Software Information Technology (IT) Mainframe Laptop computer Unità centrale di elaborazione (CPU) Hard

Dettagli

Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi

Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi Argomenti: Il modello logico funzionale i componenti dell'elaboratore; i bus; Relazione svolta dall'alunno/a : GARUFI CARLA della 3 B progr 2011/2012.

Dettagli

Calcolatori e interfacce grafiche

Calcolatori e interfacce grafiche Calcolatori e interfacce grafiche COMPONENTI DI UN COMPUTER Hardware Tutti gli elementi fisici che compongono un calcolatore Software Comandi, istruzioni, programmi che consentono al calcolatore di utilizzare

Dettagli

MODULO 01. Come è fatto un computer

MODULO 01. Come è fatto un computer MODULO 01 Come è fatto un computer MODULO 01 Unità didattica 03 Conosciamo i tipi di computer e le periferiche In questa lezione impareremo: a conoscere le periferiche di input e di output, cioè gli strumenti

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file 2.1 L AMBIENTE DEL COMPUTER 1 2 Primi passi col computer Avviare il computer Spegnere correttamente il computer Riavviare il computer Uso del mouse Caratteristiche

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014 Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO BASE DI INFORMATICA Il corso di base è indicato per i principianti e per gli autodidatti che vogliono

Dettagli

INFORMATICA, IT e ICT

INFORMATICA, IT e ICT INFORMATICA, IT e ICT Informatica Informazione automatica IT Information Technology ICT Information and Communication Technology Computer Mini Computer Mainframe Super Computer Palmare Laptop o Portatile

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

MODULO 01. MODULO 01 Unità didattica 3. In questa lezione impareremo: Come è fatto un computer. Periferiche e tipi di computer

MODULO 01. MODULO 01 Unità didattica 3. In questa lezione impareremo: Come è fatto un computer. Periferiche e tipi di computer MODULO 01 Come è fatto un computer MODULO 01 Unità didattica 3 Periferiche e tipi di computer In questa lezione impareremo: a conoscere le periferiche di input e di output, cioè gli strumenti che permettono

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

Un primo approccio ai concetti di informatica di base

Un primo approccio ai concetti di informatica di base Un primo approccio ai concetti di informatica di base CORSO DI INFORMATICA DI BASE CONCETTI DI BASE DELLA TECNOLOGIA DELL INFORMAZIONE Hardware e software. Tipi di computer. Componenti essenziali di un

Dettagli

unità di misura usata in informatica

unità di misura usata in informatica APPUNTI PER UTILIZZARE WINDOWS SENZA PROBLEMI a cura del direttore amm.vo dott. Nicola Basile glossario minimo : terminologia significato Bit unità di misura usata in informatica byte Otto bit Kilobyte

Dettagli

SOMMARIO IL SISTEMA OPERATIVO WINDOWS... 1 LE FINESTRE... 3

SOMMARIO IL SISTEMA OPERATIVO WINDOWS... 1 LE FINESTRE... 3 Corso per iill conseguiimento delllla ECDL ((Paatteenttee Eurropeeaa dii Guiidaa deell Computteerr)) Modullo 2 Geessttiionee ffiillee ee ccaarrtteellllee Diisspenssa diidattttiica A curra dell ssiig..

Dettagli

APPUNTI CONCETTI DI BASE

APPUNTI CONCETTI DI BASE www.informarsi.net APPUNTI CONCETTI DI BASE Struttura di un elaboratore Un computer è paragonabile a una grande scatola in cui sono immessi dei dati, i quali, una volta immagazzinati, elaborati e processati,

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1 Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Avviare il pc Il tasto da premere per avviare il computer è frequentemente contraddistinto dall etichetta Power ed è comunque il più grande posto sul case.

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Elaborazione testi Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello

Dettagli

Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (TIC) IPSIA San Benedetto del Tronto (AP)

Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (TIC) IPSIA San Benedetto del Tronto (AP) Le diverse componenti HARDWARE, pur opportunamente connesse ed alimentate dalla corrette elettrica, non sono in grado, di per sé, di elaborare, trasformare e trasmettere le informazioni. Per il funzionamento

Dettagli

1. Aprire Microsoft Word

1. Aprire Microsoft Word Guida n 3 Realizzare, impaginare e stampare un documento (volantino) con Microsoft Word 1. Avviare Word e Creare un nuovo documento 2. Digitare un testo 3. Il comando annulla 4. Salvare un documento 5.

Dettagli

Note operative per Windows XP

Note operative per Windows XP Note operative per Windows XP AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

Cos'è un Sistema Operativo

Cos'è un Sistema Operativo Cos'è un Sistema Operativo... pag. 02 Introduzione a Windows XP... pag. 04 I File... pag. 04 La barra delle applicazioni e le utilità di Windows XP... pag. 06 Le Finestre... pag. 08 Come visualizzare tutte

Dettagli

MODULE 4 BASIC IT SKILLS

MODULE 4 BASIC IT SKILLS MODULE 4 BASIC IT SKILLS Nel modulo 4 abbiamo preparato una guida per le competenze informatiche di base che condurrà passo dopo passo i principianti che vogliono imparare a usare Word e Internet o da

Dettagli

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione Conoscenze Informatiche 51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione 52) Un provider è: A) un ente che fornisce a terzi l accesso a Internet B) un protocollo di connessione

Dettagli

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di:

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: Il Computer Cos'è il computer? Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: INFORMATICA = INFORmazione automatica E' la scienza che si occupa del trattamento automatico delle informazioni.

Dettagli

Word Elaborazione testi

Word Elaborazione testi I seguenti appunti sono tratti da : Consiglio Nazionale delle ricerche ECDL Test Center modulo 3 Syllabus 5.0 Roberto Albiero Dispense di MS Word 2003 a cura di Paolo PAVAN - pavan@netlink.it Word Elaborazione

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

roberto.albiero@cnr.it

roberto.albiero@cnr.it 2.2 Gestione dei file 2.2.1 Concetti fondamentali Un file (termine inglese che significa archivio) è un insieme di informazioni codificate ed organizzate come una sequenza di byte; queste informazioni

Dettagli

1. Avviare il computer

1. Avviare il computer Guida n 1 1. Avviare il computer 2. Spegnere correttamente il computer 3. Riavviare il computer 4. Verificare le caratteristiche di base del computer 5. Verificare le impostazioni del desktop 6. Formattare

Dettagli

Gestione di file e uso delle applicazioni

Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Gestione di file e uso delle applicazioni Conoscere gli elementi principali dell interfaccia di Windows Gestire file e cartelle Aprire salvare e chiudere un file Lavorare con le finestre

Dettagli

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows www.informarsi.net Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows Sistema operativo Il sistema operativo, abbreviato in SO (in inglese OS, "operating system") è un particolare software, installato su un sistema

Dettagli

Sistemi operativi e Microsoft Windows

Sistemi operativi e Microsoft Windows Sistemi operativi e Microsoft Windows Sistemi operativi e Microsoft Windows...1 Definizioni di carattere generale...2 Interfaccia...2 Interfaccia Utente...2 Sistema operativo...2 CPU (Central Processing

Dettagli

Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base

Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base Prof. Orlando De Pietro Programma L' hardware Computer multiutente e personal computer Architettura convenzionale di un calcolatore L unità centrale

Dettagli

Modulo 4 Elaborazione dati con il foglio elettronico Microsoft Excel. Modulo 5 La presentazione di un elaborato con Microsoft PowerPoint

Modulo 4 Elaborazione dati con il foglio elettronico Microsoft Excel. Modulo 5 La presentazione di un elaborato con Microsoft PowerPoint Programma del corso di: Laboratorio di Informatica Docente: Dott. Paolo Porto N CFU: 3 Anno Accademico: 2009-2010 Propedeuticità: nessuna Frequenza: consigliata Modalità di svolgimento dell esame: orale

Dettagli

ECDL Modulo 2. Contenuto del modulo. Uso del computer e gestione dei file

ECDL Modulo 2. Contenuto del modulo. Uso del computer e gestione dei file ECDL Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Contenuto del modulo Per iniziare Il desktop Organizzare i file Semplice editing Gestione della stampa Esercitazioni 1 Per iniziare (1) Per iniziare a

Dettagli

Spegnere e riavviare il computer

Spegnere e riavviare il computer Spegnere e riavviare il computer Cliccare sul pulsante Start Disconnetti: chiudi o disconnetti l attuale sessione utente e vieni ridirezionato alla schermata di scelta dell account Modalità standby Salva

Dettagli

Programma Didattico Completo

Programma Didattico Completo Programma Didattico Completo Modulo 1: CONCETTI DI BASE DELL' INFORMATION TECHNOLOGY Il personal computer e i suoi componenti Unità di informazione e misura: bit byte L'architettura di un elaboratore L'unità

Dettagli

Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C.

Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C. Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C. Hardware: parte fisica, cioè l insieme di tutte le componenti fisiche, meccaniche, elettriche e ottiche, necessarie

Dettagli

Operazioni di base per l inserimento del testo

Operazioni di base per l inserimento del testo Office automation dispensa n.2 su Word Pagina 1 di 13 Operazioni di base per l inserimento del testo Usando un elaboratore di testi è consigliabile seguire alcune regole di scrittura che permettono di

Dettagli

MEMORIE DI MASSA E PERIFERICHE

MEMORIE DI MASSA E PERIFERICHE MEMORIE DI MASSA E PERIFERICHE Tecnologie Informatiche 1 Il computer» È una macchina elettronica con lo scopo di elaborare dati in modo automatico, veloce, sicuro ed efficiente.» E formato dall hardware

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

TEST: Hardware e Software

TEST: Hardware e Software TEST: Hardware e Software 1. Che tipo di computer è il notebook? A. da tavolo B. generico C. non è un computer D. Portatile 2. Come è composto il computer? A. Software e Freeware B. Freeware e Antivirus

Dettagli

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Cenni preliminari... 1 Elementi sullo schermo... 2 Creazione di una cartella di lavoro... 3 Utilizzo di celle e intervalli... 3 Gestione della cartella

Dettagli

MODULO 2. Gestione dei File. Concetti base. Muoversi tra il menù dei programmi installati

MODULO 2. Gestione dei File. Concetti base. Muoversi tra il menù dei programmi installati MODULO 2 Gestione dei File MODULO 2 - GESTIONE DEI FILE 1 Concetti base Avviare e spegnere il computer Muoversi tra il menù dei programmi installati Di che risorse disponiamo? Pannello di controllo - Sistema

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

Informatica 1 Lezione 1

Informatica 1 Lezione 1 Informatica 1 Lezione 1 Concetti base: Hardware È l insieme delle parti fisiche, elettroniche e meccaniche che compongono il computer, quali il chip, il mouse, il lettore CDROM, il monitor, le schede,

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

ECDL Mod.2. Uso del computer e gestione dei file. novembre 2003 CRIAD - ECDL Mod. 2 1

ECDL Mod.2. Uso del computer e gestione dei file. novembre 2003 CRIAD - ECDL Mod. 2 1 ECDL Mod.2 Uso del computer e gestione dei file novembre 2003 CRIAD - ECDL Mod. 2 1 2.1 L ambiente del computer novembre 2003 CRIAD - ECDL Mod. 2 2 Primi passi col computer Avviare il computer Spegnere

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Introduzione a PowerPoint

Introduzione a PowerPoint Office automation - Dispensa su PowerPoint Pagina 1 di 11 Introduzione a PowerPoint Premessa Uno strumento di presentazione abbastanza noto è la lavagna luminosa. Questo strumento, piuttosto semplice,

Dettagli

INTRODUZIONE A WINDOWS

INTRODUZIONE A WINDOWS INTRODUZIONE A WINDOWS Introduzione a Windows Il Desktop Desktop, icone e finestre Il desktop è una scrivania virtuale in cui si trovano: Icone: piccole immagini su cui cliccare per eseguire comandi o

Dettagli

Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS. Esercitatore: Francesco Folino

Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS. Esercitatore: Francesco Folino Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS Esercitatore: Francesco Folino IL SISTEMA OPERATIVO Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware).

Dettagli

PROGRAMMA FINALE SVOLTO CLASSE 1 BT A.S. 2014/15

PROGRAMMA FINALE SVOLTO CLASSE 1 BT A.S. 2014/15 Istituto di Istruzione Superiore V. Bachelet Istituto Tecnico Commerciale - Liceo Linguistico Liceo Scientifico Liceo Scienze Umane Via Stignani, 63/65 20081 Abbiategrasso Mi PROGRAMMA FINALE SVOLTO CLASSE

Dettagli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS Esercitatore: Fabio Palopoli IL SISTEMA OPERATIVO Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware). Il S.O.

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 38

MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 38 MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 38 Osservazione La finestra di Risorse del Computer può visualizzare i file e le cartelle come la finestra di Gestione Risorse, basta selezionare il menu

Dettagli

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale MODULO 1 1.1 Il personal computer ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale 1.1 Il personal computer Il PC Hardware e software Classificazioni del software Relazione tra

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di Windows Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 IL DESKTOP Quando si avvia il computer, si apre la seguente schermata che viene

Dettagli

Note operative per Windows 7

Note operative per Windows 7 Note operative per Windows 7 AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE. I.I.S. B. PINCHETTI TIRANO (SO) pag. 1 di 16

USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE. I.I.S. B. PINCHETTI TIRANO (SO) pag. 1 di 16 USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE I.I.S. B. PINCHETTI TIRANO (SO) pag. 1 di 16 SOMMARIO PREMESSA...3 L AMBIENTE OPERATIVO WINDOWS...3 CARRELLATA DEGLI ELEMENTI PRESENTI SUL DESKTOP...3 PULSANTE AVVIO...4

Dettagli

SOFTWARE L ACCENSIONE DEL COMPUTER

SOFTWARE L ACCENSIONE DEL COMPUTER SOFTWARE Con software si intende l insieme delle istruzioni che permettono il funzionamento dell hardware; il concetto di software, o programma che dir si voglia, è un concetto generale ed ampio: si distingue,

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 21 dicembre 2001 tema A

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 21 dicembre 2001 tema A PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 21 dicembre 2001 tema A 1) Le funzioni dell'unità di controllo di un processore sono: A) Verificare che le periferiche funzionino correttamente.

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

Pratica guidata 2. Usare mouse e tastiera

Pratica guidata 2. Usare mouse e tastiera Pratica guidata 2 Usare mouse e tastiera Mouse: Clic sinistro, doppio clic, clic destro, Drag and drop, Forme del puntatore Tastiera: tasti principali e combinazioni Centro Servizi Regionale Pane e Internet

Dettagli

Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono.

Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono. Lezione 3 Hardware Hardware Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono. Esistono vari tipi di computer: Notebook: sono i computer portatili. Mainframe:

Dettagli

MODULO 1 Uso del computer e gestione dei file

MODULO 1 Uso del computer e gestione dei file MODULO 1 Uso del computer e gestione dei file I contenuti del modulo Lo scopo di questo modulo è di verificare la conoscenza pratica delle principali funzioni di base di un personal computer e del suo

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 1. AMBIENTE DEL COMPUTER

USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 1. AMBIENTE DEL COMPUTER USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 1. AMBIENTE DEL COMPUTER 1.1 AVVIARE IL COMPUTER Avviare il computer è un operazione estremamente semplice, nonostante ciò coloro che scelgono di frequentare un corso

Dettagli

Sistemi operativi I: Windows. Lezione I

Sistemi operativi I: Windows. Lezione I Sistemi operativi I: Windows Lezione I Scopo della lezione Richiamare le principali funzionalità di un sistema operativo Esemplificarle descrivendo la loro implementazione in Windows Introdurre alcuni

Dettagli

SCRIVERE TESTI CON WORD

SCRIVERE TESTI CON WORD SCRIVERE TESTI CON WORD Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello occorre un programma di elaborazione testo. Queste lezioni fanno riferimento al programma più conosciuto: Microsoft

Dettagli

Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica. Corso propedeutico di Matematica e Informatica

Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica. Corso propedeutico di Matematica e Informatica Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica a.a. 2008/2009 Docente Ing. Andrea Ghedi IL DESKTOP Lezione 2 Il Desktop Tipi di icone Cartelle. Una

Dettagli

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 COS È L INFORMATICA? Il termine informatica proviene dalla lingua francese, esattamente da INFORmation electronique ou automatique ; tale termine intende che

Dettagli

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio. Foglio elettronico Foglio elettronico EXCEL Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Il foglio elettronico è un programma interattivo, che mette a disposizione dell utente una matrice di righe

Dettagli

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni.

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Book 1 Conoscere i computer Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara

Dettagli

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del testo... 6 Selezione attraverso il mouse... 6 Selezione

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE

1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE Software 1.2 1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE Il computer non è in grado di svolgere alcun compito autonomamente Esso può eseguire svariati compiti soltanto se viene opportunamente istruito Ciò avviene

Dettagli

INFORMATION TECNOLOGY

INFORMATION TECNOLOGY PROGETTAZIONE CLASSI PRIMA A E B CONCETTI DI BASE INFORMATION TECNOLOGY SIGNIFICATO DI INFORMATION TECNOLOGY il sistema informatico La classificazione dei computer in base all uso Principali componenti

Dettagli

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL 'LVSHQVD 'L :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL ',63(16$',:,1'2:6,QWURGX]LRQH Windows 95/98 è un sistema operativo con interfaccia grafica GUI (Graphics User Interface), a 32 bit, multitasking preempitive. Sistema

Dettagli

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP Desktop (scrivania) Il Desktop è la prima schermata che appare all accensione del computer. icone Barra delle applicazioni Le piccole immagini che appaiono

Dettagli

Gestione di file e uso delle applicazioni

Gestione di file e uso delle applicazioni Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Conoscere gli elementi principali dell-interfaccia di Windows Conoscere le differenze tra file di dati e di programmi Impostare la stampa di

Dettagli

L interfaccia. La barra delle applicazioni. MS Windows Barra delle Applicazioni

L interfaccia. La barra delle applicazioni. MS Windows Barra delle Applicazioni Windows XP In questa sezione, si desidero evidenziare le caratteristiche principali di Windows cercando possibilmente di suggerire, per quanto possibile, le strategie migliori per lavorare velocemente

Dettagli

WINDOWS: uso della tastiera e del mouse

WINDOWS: uso della tastiera e del mouse WINDOWS: uso della tastiera e del mouse a cura di: Francesca Chiarelli ultimo aggiornamento: settembre 2015 http://internet.fchiarelli.it La tastiera FUNZIONE DI EDIZIONE TAST. NUMERICO Tasti principali

Dettagli