I conti correnti postali dedicati alla riscossione delle entrate in concessione sono i seguenti:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I conti correnti postali dedicati alla riscossione delle entrate in concessione sono i seguenti:"

Transcript

1 Imposta Comunale sulla Pubblicità Comune di Bologna L imposta è disciplinata dal D.Lgs. n. 507/93 e dal Regolamento Comunale vigente. PRESUPPOSTO DELL IMPOSTA: sono tutti i messaggi pubblicitari diffusi nell esercizio di una attività economica allo scopo di promuovere la domanda di beni e servizi, ovvero finalizzati a migliorare l immagine del soggetto pubblicizzato. SOGGETTO PASSIVO: è colui che dispone a qualunque titolo del mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario viene diffuso. Sono solidalmente obbligati il pubblicizzante (proprietario del mezzo) ed il pubblicizzato (colui che produce o vende la merce o fornisce i servizi oggetto della pubblicità). MODALITÀ DI APPLICAZIONE: l imposta sulla pubblicità si determina in base alla superficie della minima figura piana geometrica in cui è circoscritto il mezzo pubblicitario. La superficie minima tassabile è il metro quadrato e le frazioni di esso, oltre il primo, devono essere arrotondate al mezzo metro quarto successivo. Non si applica l imposta per superfici inferiori ai 300 centimetri quadrati. L imposta è calcolata ad anno solare per le forme pubblicitarie permanenti, mentre per ogni mese o frazione per le forme pubblicitarie di carattere temporaneo che non superino i tre mesi di esposizione nel corso dell anno. MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO: è necessario presentare a: R.T. I. AIPA S.p.a. ICA S.r.l. - Bologna Piazza Liber Paradisus, Bologna Tel Fax indirizzo mail: - - la denuncia su apposito modulo prestampato, in forma anticipata o concomitante con l inizio della relativa esposizione. Sulla denuncia è necessario dichiarare: dati anagrafici del richiedente o delegato; ragione sociale della ditta/ente/associazione per conto della quale/del quale si inoltra la denuncia; numero, formato e caratteristiche della forma pubblicitaria (locandine, striscioni, pannelli ecc.); localizzazione della pubblicità (indirizzo); estremi del versamento dell imposta (se pagata mediante c/c postale); se pubblicità su autovetture: caratteristiche del mezzo con pubblicità esposta (tipo, targa, portata max). In caso di locandine o cartelli pubblicitari è necessario che la Concessionaria apponga il timbro riportante la scadenza dell imposta. Il timbro va apposto anche nel caso in cui la forma pubblicitaria sia esente dal pagamento.

2 COME SI EFFETTUA IL PAGAMENTO: I conti correnti postali dedicati alla riscossione delle entrate in concessione sono i seguenti: IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA (ICP): conto n intestato a: AIPA SPA RTI ICA SRL CONC.COMUNE BOLOGNA IMPOSTA PUBBLICITA' - IBAN: IT-95-Z CONTO CORRENTE BANCARIO: UNICREDIT BANCA conto n IBAN : IT49Q Per la pubblicità di carattere temporaneo, il versamento può essere eseguito anche presso lo sportello. Il pagamento annuale deve essere effettuato entro il 31 gennaio di ogni anno; la Concessionaria provvede a recapitare, direttamente a tutti gli utenti, i bollettini postali di versamento precompilati a mezzo posta o a mezzo pec Le denunce di cessazione devono essere presentate obbligatoriamente entro il 31 gennaio dell anno di riferimento. TARIFFE: le tariffe variano sulla base delle caratteristiche della forma pubblicitaria. Le principali fattispecie sono riportate nel tariffario di cui alle pagine successive. RIDUZIONI AGEVOLAZIONI La tariffa dell imposta è ridotta alla metà: per la pubblicità effettuata da comitati, associazioni ed ogni altro ente che non abbia scopo di lucro; per la pubblicità relativa a manifestazioni politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose, da chiunque realizzate, con il patrocinio o la partecipazione degli enti territoriali (Comune, Provincia, Regione); per la pubblicità relativa a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficienza. ESENZIONI Sono esenti le insegne di esercizio che contraddistinguono la sede ove si svolge l attività cui si riferiscono di superficie complessiva fino a cinque metri quadrati. Per le insegne di esercizio di superficie complessiva superiore ai 5 metri quadrati l imposta è dovuta per l intera superficie. Insegna di esercizio, si definisce tale la scritta in caratteri alfanumerici, completata eventualmente da simboli o da marchi, realizzata e supportata con materiali di qualsiasi natura, installata nella sede dell attività a cui si riferisce o nelle pertinenze accessorie alla stessa avente la funzione di indicare al pubblico il luogo di svolgimento dell attività economica. Il trattamento agevolato in questione si rende applicabile ai soli mezzi pubblicitari che possono definirsi insegne di esercizio vale a dire alle

3 scritte contenenti l indicazione, del nome del soggetto o della denominazione dell impresa che svolge l attività, della tipologia dell attività esercitata e del marchio del prodotto commercializzato o del servizio offerto. Occorre precisare che la presenza, nell ambito dello stesso mezzo pubblicitario, delle indicazioni relative al marchio del prodotto venduto, non fa in alcun modo venire meno la natura di insegna di esercizio, in quanto l imposta sulla pubblicità si determina in base alla superficie della minima figura piana geometrica in cui è circoscritto il mezzo pubblicitario indipendentemente dal numero dei messaggi in esso contenuti. Al riguardo si sottolinea che rientrano nell agevolazione in esame esclusivamente le insegne che sono comunque finalizzate a contraddistinguere il luogo ove si svolge l attività economica, ciò si realizza attraverso: la generica indicazione della tipologia dell esercizio commerciale (ad es., con la semplice scritta bar o alimentari ); la precisa individuazione dell esercizio commerciale (ad es. bar Bianchi o alimentari Azzurri ); la generica individuazione dell esercizio commerciale realizzata con l indicazione del nominativo del titolare (ad es., la semplice scritta da Giovanni ); l indicazione precisa o generica della tipologia dell esercizio commerciale accompagnata nel contesto dello stesso mezzo pubblicitario, da simboli o marchi relativi a prodotti in vendita (ad es., bar alfa caffè Illy ); l indicazione del solo marchio o dei prodotti in vendita (ad es., caffè Lavazza illy coca cola ecc.), senza aver riportato la propria ragione sociale, è pubblicità per conto terzi e quindi non è idonea da considerarsi insegna d esercizio. Devono essere ricomprese tra la fattispecie che godono del beneficio in questione: le insegne delle società petrolifere che contraddistinguono le stazioni di servizio dei distributori di carburanti; i mezzi esposti dai professionisti (medici, avvocati, commercialisti, architetti, ingegneri, ecc.) in quanto assolvono al compito di individuare la sede dove si svolge un attività economica; CARTELLI DI CANTIERE: Presso i cantieri edili vi è l obbligo di esposizione di un cartello con gli estremi dell autorizzazione ai lavori, del titolare dell autorizzazione, impresa costruttrice, ecc., che è esente nella misura di cinque metri quadrati, e a patto che non vi siano riportati messaggi pubblicitari di qualsiasi genere. ) Non possono essere definite insegne di esercizio le scritte relative al marchio del prodotto venduto (Lavazza) e quelle relative ai prodotti in vendita (FOCACCIA DI RECCO PANE DI TERNI MOBILI LAVORATI A MANO - ECC... ) od i servizi offerti (FAX FOTOCOPIE ECC.), nel caso in cui siano contenute in un distinto mezzo pubblicitario, che viene, cioè, esposto in aggiunta ad una insegna di esercizio, poiché questa circostanza manifesta chiaramente l esclusivo intento di pubblicizzare i prodotti in vendita.

4 Sono esenti i listini-prezzi e gli orari, obbligatori per legge o regolamento, a prescindere dalle dimensioni. Non saranno assoggettati da imposta a condizione che l eventuale indicazione dell attività (azienda) non superi i 300cmq. Sono esenti i listini-prezzi e gli orari, non obbligatori per legge o regolamento, in quanto non avvisi obbligatori di legge non saranno assoggettati da imposta a condizione che la dimensione massima di ciascun mezzo sia di mezzo metro quadrato e che l eventuale indicazione dell attività (azienda) non superi i 300cmq. Sono esenti l esposizione di avvisi come carte di credito, buoni pasto, atc, carta sociale e simili adesivi.(fino A 300 CMQ) Sono esenti le insegne e le targhe e simili apposte per l individuazione delle sedi di comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non persegua scopo di lucro indipendentemente dal numero e dalle dimensioni Sono esenti le insegne le targhe e simili la cui esposizione sia obbligatoria per disposizione di legge o di regolamento sempre che le dimensioni del mezzo usato, qualora non espressamente stabilite, non superino il mezzo metro quadrato di superficie. Sono esenti dall imposta: la pubblicità realizzata all interno dei locali adibiti alla vendita o alla prestazione di servizi quando si riferisca all attività negli stessi esercitata nonché la pubblicità del prodotto venduto (es. marchio o qualità del prodotto) e del servizio offerto, escluse le insegne di esercizio, esposta nelle vetrine e sulle porte di ingresso dei locali medesimi purché siano attinenti all attività negli stessi esercitata e non superino, nel loro insieme, la superficie di mezzo metro quadrato per ciascuna vetrina o ingresso. TASSABILE SUPERIORE A ½ MQ. ESENTE INFERIORE A ½ MQ. PER VETRINA Sono esenti gli avvisi al pubblico relativi all attività svolta (saldi, vendita straordinaria,), esposti nelle vetrine o sulle porte di ingresso dei locali, che non superino la superficie di mezzo metro quadrato; gli avvisi riguardanti le locazioni o la compravendita degli immobili affissi sugli stessi, di superficie non superiore al quarto di metro quadrato;

5 ESENTE avviso al pubblico con marchio inferiore ai 300 centimetri quadrati ESENTE TASSABILE Per gli avvisi delle agenzie di viaggio e delle agenzie immobiliari dovrà essere fatta la distinzione tra gli avvisi che contengono indicazioni dell attività (azienda) e quelli che ne sono privi. I primi dovranno rispettare i limiti previsti dalla normativa, superficie complessiva non superiore a ½ mq. per vetrina, i secondi saranno esclusi dall imposta poiché rappresentano il prodotto venduto che non è in ogni caso tassabile. Per prodotto venduto delle agenzie di viaggio si intende la descrizione del viaggio con il nome dell operatore purché inferiore a 300 cmq AUTOMEZZI Il comma 4 dell art. 13 D.Lgs. 507/93 statuisce che i veicoli di proprietà di qualsivoglia impresa, nonché quelli adibiti a trasporto per suo conto, non debbano corrispondere l imposta per la sola indicazione del marchio, della ragione sociale e dell indirizzo dell impresa purchè sia apposta non più di due volte e ciascuna iscrizione non sia superiore al mezzo metro quadrato. 4-bis. L'imposta non è dovuta altresì per l'indicazione, sui veicoli utilizzati per il trasporto, della ditta e dell'indirizzo dell'impresa che effettua l'attività di trasporto, anche per conto terzi, limitatamente alla sola superficie utile occupata da tali indicazioni. (1) (in questo comma rientrano colori i quali SONO iscritti all albo degli autotrasportatori) 5. È fatto obbligo di conservare l'attestazione dell'avvenuto pagamento dell'imposta e di esibirla a richiesta degli agenti autorizzati.

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA. In concessione a I.C.A. srl

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA. In concessione a I.C.A. srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA In concessione a I.C.A. srl Imposta comunale sulla pubblicità Contribuenti interessati L imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione

Dettagli

Contribuenti interessati. Esenzione dell imposta. Imposta comunale sulla pubblicità

Contribuenti interessati. Esenzione dell imposta. Imposta comunale sulla pubblicità Imposta comunale sulla pubblicità Contribuenti interessati L imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari, attraverso forme di comunicazione

Dettagli

Comune di Pesaro Gestione I.C.A. srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

Comune di Pesaro Gestione I.C.A. srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Comune di Pesaro Gestione I.C.A. srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Contribuenti interessati L'imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari,

Dettagli

f) la pubblicità esposta all'interno delle vetture ferroviarie, degli aerei e delle navi, ad eccezione dei battelli di cui all'art.

f) la pubblicità esposta all'interno delle vetture ferroviarie, degli aerei e delle navi, ad eccezione dei battelli di cui all'art. Contribuenti interessati L'imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari, attraverso forme di comunicazione visive e/o acustiche diverse da quelle

Dettagli

VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA DECRETO LEGISLATIVO N. 507/93

VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA DECRETO LEGISLATIVO N. 507/93 COMUNE DI CRESCENTINO VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA DECRETO LEGISLATIVO N. 507/93 Presupposto dell imposta ( art. 5 D.Lgs. 507/93 ) 1. La diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso

Dettagli

Ufficio Ragioneria e Tributi Via Roma, 69-36030 tel. 0445/333329 - fax n. 0445/330029 e-mail : tributi@comune.zugliano.vi.it www.comune.zugliano.vi.

Ufficio Ragioneria e Tributi Via Roma, 69-36030 tel. 0445/333329 - fax n. 0445/330029 e-mail : tributi@comune.zugliano.vi.it www.comune.zugliano.vi. Ufficio Ragioneria e Tributi Via Roma, 69-36030 tel. 0445/333329 - fax n. 0445/330029 e-mail : tributi@comune.zugliano.vi.it www.comune.zugliano.vi.it IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ Prima di iniziare

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE DI PUBBLICITA. D. Lgs. 507/1993 Capo I artt. 1-17

IMPOSTA COMUNALE DI PUBBLICITA. D. Lgs. 507/1993 Capo I artt. 1-17 IMPOSTA COMUNALE DI PUBBLICITA D. Lgs. 507/1993 Capo I artt. 1-17 OGGETTO DELL IMPOSTA È oggetto dell imposta la diffusione di messaggi pubblicitari effettuata con forme di comunicazione visive e acustiche

Dettagli

COMUNE DI MONTEMURLO Provincia di Prato

COMUNE DI MONTEMURLO Provincia di Prato COMUNE DI MONTEMURLO Provincia di Prato IMPOSTA DI PUBBLICITÀ E DIRITTO DI PUBBLICHE AFFISSIONI IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ D.Lgs n.507/93 art. 12 - Categoria normale - Pubblicità ordinaria (insegne,

Dettagli

Contribuenti interessati. Esenzione dell imposta. Imposta comunale sulla pubblicità

Contribuenti interessati. Esenzione dell imposta. Imposta comunale sulla pubblicità Contribuenti interessati L imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari, attraverso forme di comunicazione visive e/o acustiche diverse da quelle

Dettagli

Comune di Giulianova VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

Comune di Giulianova VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Contribuenti interessati Comune di Giulianova VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA L'imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari, attraverso

Dettagli

Imposta comunale sulla pubblicità

Imposta comunale sulla pubblicità Città di Trevi Provincia di Perugia Imposta comunale sulla pubblicità PG TRIB 006 Rev 00 11-04-13 UFFICIO TRIBUTI Dove rivolgersi Ufficio Tributi- Piazza Mazzini 21 Tel. 0742/332233 Fax 0742332237 Orario

Dettagli

Imposta comunale sulla pubblicità

Imposta comunale sulla pubblicità Imposta comunale sulla pubblicità Contribuenti interessati L imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari, attraverso forme di comunicazione

Dettagli

COMUNE DI TIGLIETO PROVINCIA DI GENOVA

COMUNE DI TIGLIETO PROVINCIA DI GENOVA IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI DECRETO LEGISLATIVO 15 novembre 1993, n. 507 Tariffe vigenti a decorrere dal 1 gennaio 2002 A) IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ art.12 Pubblicità ordinaria

Dettagli

INFORMATIVA IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

INFORMATIVA IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA CITTA DI SAMARATE Provincia di Varese INFORMATIVA IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Contribuenti interessati L'imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Oggetto dell imposta L imposta sulla pubblicità si applica alla diffusione di messaggi pubblicitari, attraverso forme di comunicazione visive e/o acustiche diverse da

Dettagli

Comune di MODENA Servizio Tributi Gestione I.C.A. Srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

Comune di MODENA Servizio Tributi Gestione I.C.A. Srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Comune di MODENA Servizio Tributi Gestione I.C.A. Srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Contribuenti interessati L'imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi

Dettagli

D I M O N D A I N O REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ

D I M O N D A I N O REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ C O M U N E D I M O N D A I N O REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Ambito di applicazione. 1. La pubblicità esterna effettuata nell ambito del Comune

Dettagli

4. ESPOSIZIONE DELLE LOCANDINE

4. ESPOSIZIONE DELLE LOCANDINE Imposta Comunale Pubblicità e Diritto Pubbliche Affissioni Comune di Cesano Maderno (MB) Gestore: ASSP S.p.A. Via Garibaldi n. 20 Cesano Maderno (MB) Telefono 0362/6445205 Fax 0362/553963 e-mail: affissioni@assp.it

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA. Comune di FERRARA. In concessione ad I.C.A. srl

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA. Comune di FERRARA. In concessione ad I.C.A. srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Comune di FERRARA In concessione ad I.C.A. srl Contribuenti interessati L imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari,

Dettagli

IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI NOTA INFORMATIVA

IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI NOTA INFORMATIVA IL SOGGETTO PASSIVO Il soggetto passivo dell imposta sulla pubblicità, ovvero colui che è tenuto al pagamento, è la persona fisica o giuridica che dispone a qualsiasi titolo del mezzo attraverso il quale

Dettagli

IMPOSTA SULLA PUBBLICITA'

IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' (+ %) PUBBLICITA' ORDINARIA ( Art 12; per 1 mq.) - Annuale: da mq 5,5 a mq 8,5 13,634 20,451 27,268 - Non superiore a 3 mesi, per ogni mese o frazione: da mq 5,5 a mq 8,5 1,363

Dettagli

Circolare N. 153 del 20 Novembre 2014

Circolare N. 153 del 20 Novembre 2014 Circolare N. 153 del 20 Novembre 2014 Gli annunci immobiliari, anche se esposti sulla vetrina dell agenzia, scontano l imposta sulla pubblicita Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che,

Dettagli

Imposta comunale sulla pubblicità

Imposta comunale sulla pubblicità Imposta comunale sulla pubblicità Oggetto dell'imposta e soggetti passivi Presupposto per l'applicazione dell'imposta comunale sulla pubblicità è la diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 38 del 11.09.2014 COMUNE DI SISSA TRECASALI Provincia di Parma REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE

Dettagli

1) TARIFFA PER LA PUBBLICITA ORDINARIA (art.12).

1) TARIFFA PER LA PUBBLICITA ORDINARIA (art.12). TARIFFE VIGENTI PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ Avvertenze: l importo finale da corrispondere al comune deve essere arrotondato all euro, per difetto, se la è inferiore o uguale

Dettagli

Comune di Castenaso dell URP. Informazioni utili sull imposta di pubblicità

Comune di Castenaso dell URP. Informazioni utili sull imposta di pubblicità Comune di Castenaso Le guide dell URP Informazioni utili sull imposta di pubblicità 1 COS È È una imposta che si applica sulle esposizioni pubblicitarie, visive o acustiche, nell ambito del territorio

Dettagli

Vademecum Imposta comunale sulla pubblicità

Vademecum Imposta comunale sulla pubblicità Vademecum Imposta comunale sulla pubblicità Contribuenti interessati Esenzione dell'imposta Soggetti passivi Modalità di applicazione dell'imposta Insegna Pubblicità su automezzi Dichiarazione di inizio

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ D.Lgs. 15/11/1993, n. 507 Chiarimenti riguardo ai dubbi più frequenti

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ D.Lgs. 15/11/1993, n. 507 Chiarimenti riguardo ai dubbi più frequenti IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ D.Lgs. 15/11/1993, n. 507 Chiarimenti riguardo ai dubbi più frequenti Che cos è l imposta sulla pubblicità? Come l occupazione di suolo pubblico, l ICI o la tassa sui

Dettagli

PUBBLICITA ANNUALE CLASSE 3 (30.001-100.000 ab.)

PUBBLICITA ANNUALE CLASSE 3 (30.001-100.000 ab.) PUBBLICITA ANNUALE CLASSE 3 (30.001-100.000 ab.) In questa categoria sono comprese tutte le esposizioni di durata superiore a tre mesi, ad eccezione degli automezzi di proprietà dell impresa per i quali

Dettagli

Regolamento per l applicazione dell imposta comunale sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni

Regolamento per l applicazione dell imposta comunale sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI (Provincia di Livorno) Regolamento per l applicazione dell imposta comunale sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N.

Dettagli

Imposta comunale sulla pubblicità

Imposta comunale sulla pubblicità Imposta comunale sulla pubblicità Contribuenti interessati L imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari, attraverso forme di comunicazione

Dettagli

COMUNE DI GAMBETTOLA Provincia di Forlì Cesena

COMUNE DI GAMBETTOLA Provincia di Forlì Cesena COMUNE DI GAMBETTOLA Provincia di Forlì Cesena REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI 1 I N D I C E TITOLO I

Dettagli

C I T T A D I M O R T A R A (Provincia di Pavia)

C I T T A D I M O R T A R A (Provincia di Pavia) C I T T A D I M O R T A R A (Provincia di Pavia) AREA TRIBUTI PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Imposta Comunale sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni. Tariffe per

Dettagli

COMUNE DI CASTELLUCCIO DEI SAURI (Provincia di Foggia)

COMUNE DI CASTELLUCCIO DEI SAURI (Provincia di Foggia) COMUNE DI CASTELLUCCIO DEI SAURI (Provincia di Foggia) REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI (delibera C.C. n. 17 del 5 maggio 2008)

Dettagli

COMUNE DI VILLIMPENTA (Provincia di Mantova)

COMUNE DI VILLIMPENTA (Provincia di Mantova) ---------------- OMISSIS ------------------ PARTE I - TARIFFA DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' 1. PUBBLICITA' ORDINARIA (artt.12 c. 2 e art. 7, c. 6 e 7) 1.1 Pubblicità ordinaria effettuata mediante

Dettagli

RISOLUZIONE N. 2/DF. Roma, 24 aprile 2009 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE. prot. 4678/2009

RISOLUZIONE N. 2/DF. Roma, 24 aprile 2009 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE. prot. 4678/2009 RISOLUZIONE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 24 aprile 2009 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE prot. 4678/2009 OGGETTO: Imposta comunale sulla pubblicità e diritto

Dettagli

CONCESSIONARIO IMPOSTA COMUNALE PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI PONZANO VENETO

CONCESSIONARIO IMPOSTA COMUNALE PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI PONZANO VENETO CONCESSIONARIO IMPOSTA COMUNALE PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI PONZANO VENETO L Imposta Comunale sulla Pubblicità e i Diritti sulle Pubbliche Affissioni Di seguito riportiamo un sintetico

Dettagli

CONCESSIONARIO IMPOSTA COMUNALE PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE

CONCESSIONARIO IMPOSTA COMUNALE PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE CONCESSIONARIO IMPOSTA COMUNALE PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE L Imposta Comunale sulla Pubblicità e i Diritti sulle Pubbliche Affissioni Di seguito riportiamo un sintetico

Dettagli

Il soggetto attivo è il comune nel cui territorio si effettua la diffusione di messaggi pubblicitari come definiti dall'art. 5.

Il soggetto attivo è il comune nel cui territorio si effettua la diffusione di messaggi pubblicitari come definiti dall'art. 5. IMPOSTA PUBBLICITA' Presupposto oggettivo - (Dlgs n. 507/1993, art. 5) L'imposta comunale sulla pubblicità (brevemente ICP) grava sulla pubblicità esterna definita come diffusione di messaggi pubblicitari,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 33 DEL 13.05.1994

Dettagli

Ai COMUNI. All Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) ROMA. e, p.c.: All Agenzia delle Entrate CIRCOLARE N.3 /DPF. Roma, 3 maggio 2002

Ai COMUNI. All Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) ROMA. e, p.c.: All Agenzia delle Entrate CIRCOLARE N.3 /DPF. Roma, 3 maggio 2002 CIRCOLARE N.3 /DPF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Roma, 3 maggio 2002 DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE FISCALI UFFICIO FEDERALISMO FISCALE Area I Reparto V Prot. 14725 /2002/DPF/UFF Ai COMUNI LORO

Dettagli

COMUNE DI PAULARO Provincia di Udine

COMUNE DI PAULARO Provincia di Udine COMUNE DI PAULARO Provincia di Udine approvato con deliberazione CC. n. 36 dd.09.11.2002 (aggiornato con emendamenti) S O M M A R I O CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Oggetto del Regolamento Art.

Dettagli

Regolamento per l applicazione dell imposta sulla pubblicità e per l effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni

Regolamento per l applicazione dell imposta sulla pubblicità e per l effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni COMUNE DI MORTEGLIANO PROVINCIA DI UDINE C.A.P.: 33050 PIAZZA G. VERDI, 10 FAX 0432/761778 TEL. 0432/826842 C.F. 80006650305 P.IVA 00677260309 Email: tributi@com-mortegliano.regione.fvg.it Internet: http://www.comune.mortegliano.ud.it/

Dettagli

COMUNE DI MONTELABBATE Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI MONTELABBATE Provincia di Pesaro e Urbino / COMUNE DI MONTELABBATE Provincia di Pesaro e Urbino CLASSE V REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI. ( Decreto

Dettagli

COMUNE DI CERVIGNANO DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE UFFICIO TRIBUTI

COMUNE DI CERVIGNANO DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE UFFICIO TRIBUTI Vedi D. Giuntale n. 252/2001 COMUNE DI CERVIGNANO DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE UFFICIO TRIBUTI TARIFFE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI PARTE I - TARIFFA DELL'IMPOSTA

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA D.Lgs. 15/11/1993, n. 507 Madalità di applicazione ed esenzioni

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA D.Lgs. 15/11/1993, n. 507 Madalità di applicazione ed esenzioni Icpchiarimenti IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA D.Lgs. 15/11/1993, n. 507 Madalità di applicazione ed esenzioni Le modalità di applicazione del imposta sula pubblicità e le relative esenzioni sono stabilite

Dettagli

COMUNE DI VALGUARNERA CAROPEPE PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

COMUNE DI VALGUARNERA CAROPEPE PROVINCIA REGIONALE DI ENNA COMUNE DI VALGUARNERA CAROPEPE PROVINCIA REGIONALE DI ENNA Regolamento APPLICAZIONE dell'imposta COMUNALE sulla PUBBLICITÀ e per l'effettuazione del SERVIZIO delle PUBBLICHE AFFISSIONI S O M M A R I O

Dettagli

I N D I C E 1. PREMESSA... 2 2. IL RAPPORTO CON IL CONTRIBUENTE... 2 3. COME SI CALCOLA L IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA. 3

I N D I C E 1. PREMESSA... 2 2. IL RAPPORTO CON IL CONTRIBUENTE... 2 3. COME SI CALCOLA L IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA. 3 Pagina: 1 di 25 ENTE COMUNE DI SAN BIAGIO DI CALLALTA (TV) DESCRIZIONE SERVIZIO DATA Febbraio 2007 I N D I C E 1. PREMESSA... 2 2. IL RAPPORTO CON IL CONTRIBUENTE.... 2 3. COME SI CALCOLA L IMPOSTA COMUNALE

Dettagli

TRIBUTI LOCALI: IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ E LE ESENZIONI PER LE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

TRIBUTI LOCALI: IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ E LE ESENZIONI PER LE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE TRIBUTI LOCALI: IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ E LE ESENZIONI PER LE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE - a cura Federico Gavioli - Prima di inoltrarsi nell analisi relativa alle esenzioni dal pagamento

Dettagli

Comune di REANA DEL ROJALE IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI D.Lgs. 15/11/1993, n. 507

Comune di REANA DEL ROJALE IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI D.Lgs. 15/11/1993, n. 507 Comune di REANA DEL ROJALE IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI D.Lgs. 15/11/1993, n. 507 L'imposta comunale sulla pubblicità ed il diritto sulle pubbliche affissioni

Dettagli

TARIFFE PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2012

TARIFFE PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2012 TARIFFE PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2012 1 - PUBBLICITA' ORDINARIA PARTE I - TARIFFE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA'

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE D E L I B E R A

LA GIUNTA COMUNALE D E L I B E R A LA GIUNTA COMUNALE Premesso che il servizio di accertamento e riscossione dell'imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni è affidato in concessione, per quattro anni e fino

Dettagli

Comune di Castelvenere. Regolamento imposta pubblicitàe diritto affissioni

Comune di Castelvenere. Regolamento imposta pubblicitàe diritto affissioni Comune di Castelvenere Regolamento imposta pubblicitàe diritto affissioni 0 CAPITOLO DISPOSIZIONI GENERALI PRIMO Art. 1 Oggetto del regolamento p.2 Art. 2 Classificazione del comune p.2 Art. 3 Categoria

Dettagli

TRE ESSE ITALIA SRL COMUNE DI LENTATE SUL SEVESO PRESENTA LA CARTA DEI SERVIZI

TRE ESSE ITALIA SRL COMUNE DI LENTATE SUL SEVESO PRESENTA LA CARTA DEI SERVIZI TRE ESSE ITALIA SRL In qualità di Concessionaria per l Imposta Comunale sulla Pubblicità ed i Diritti sulle Pubbliche Affissioni per il COMUNE DI LENTATE SUL SEVESO PRESENTA LA CARTA DEI SERVIZI 1 INDICE

Dettagli

COMUNE DI GUASTALLA Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI GUASTALLA Provincia di Reggio Emilia TARIFFE DELL'IMPOSTA DI PUBBLICITA E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI PER I COMUNI DI CLASSE IV in vigore dal 01.01.2007 PARTE I - TARIFFA DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBB LICITÀ 1 PUBBLICITÀ ORDINARIA

Dettagli

CITTÀ DI CERIGNOLA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Atto N.295 In data 15-11-2013

CITTÀ DI CERIGNOLA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Atto N.295 In data 15-11-2013 CITTÀ DI CERIGNOLA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Atto N.295 In data 15-11-2013 OGGETTO: Approvazione tariffe Imposta sulla Pubblicita' e Diritti sulle Pubbliche Affissioni. - Anno 2013.

Dettagli

COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE (Provincia di Pistoia) REGOLAMENTO IMPOSTA PUBBLICITA E DIRITTO PUBBLICHE AFFISSIONI

COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE (Provincia di Pistoia) REGOLAMENTO IMPOSTA PUBBLICITA E DIRITTO PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE (Provincia di Pistoia) REGOLAMENTO IMPOSTA PUBBLICITA E DIRITTO PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione Consiglio Comunale n. 47 del 28/07/1995 Modificato con delibera

Dettagli

Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 36 del 14/03/2014 PARTE I - TARIFFA DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA'

Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 36 del 14/03/2014 PARTE I - TARIFFA DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 36 del 14/03/2014 PARTE I - TARIFFA DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' IN VIGORE NELL'ANNO 2014 1.PUBBLICITA' ORDINARIA ( artt. 12 e 7, c.2,6 e

Dettagli

Servizio Pubbliche Affissioni (Affissione, a cura del Comune, di manifesti su appositi impianti a ciò destinati)

Servizio Pubbliche Affissioni (Affissione, a cura del Comune, di manifesti su appositi impianti a ciò destinati) Comune di Triggiano SCHEDA INFORMATIVA Servizio Pubbliche Affissioni (Affissione, a cura del Comune, di manifesti su appositi impianti a ciò destinati) Riferimenti normativi e regolamentari D.Lgs. 507/93:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione consiliare n. 53 del 18.12.2003.

Dettagli

**************************

************************** COMUNE DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI. ************************** S

Dettagli

COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO TRIBUTI PUBBLICITA E AFFISSIONI PRONTUARIO A CURA DI GRAZIA DI FRESCO

COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO TRIBUTI PUBBLICITA E AFFISSIONI PRONTUARIO A CURA DI GRAZIA DI FRESCO COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO TRIBUTI PUBBLICITA E AFFISSIONI PRONTUARIO A CURA DI GRAZIA DI FRESCO COS È L IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ ESTRATTO DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 507 DEL 15.11.1993 L Imposta

Dettagli

COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI (Approvato con Deliberazione

Dettagli

imposta comunale sulla pubblicità Diritti pubbliche affissioni

imposta comunale sulla pubblicità Diritti pubbliche affissioni Con questa guida il Comune di Bertinoro e la Società AIPA S.p.A., concessionaria per la riscossione dell, vogliono offrire ai cittadini uno strumento di chiarezza che li agevoli nel corretto adempimento

Dettagli

TARIFFA IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Comune di Classe IV^ PARTE I TARIFFA DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

TARIFFA IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Comune di Classe IV^ PARTE I TARIFFA DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Allegato A) TARIFFA IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Comune di Classe IV^ PARTE I TARIFFA DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA 1. PUBBLICITA ORDINARIA 1.1 Pubblicità ordinaria

Dettagli

COMUNE DI MONTIGNOSO (Provincia di Massa-Carrara) REGOLAMENTO PER L IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

COMUNE DI MONTIGNOSO (Provincia di Massa-Carrara) REGOLAMENTO PER L IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI MONTIGNOSO (Provincia di Massa-Carrara) REGOLAMENTO PER L IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI ADOZIONE: Deliberazione consiliare N. 22 del 26.03.2007 1 INDICE GENERALE

Dettagli

TARIFFE IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ

TARIFFE IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ Comune di Milano Settore Pubblicità Settore Finanze e Oneri Tributari TARIFFE IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ Deliberazione di Giunta Comunale n.859 del 31 marzo 2006 PUBBLICITÀ ORDINARIA (art. 12, comma

Dettagli

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI...3 Articolo 1 Oggetto del Regolamento...3 Articolo 3 Disciplina generale...3 Articolo 4 Divieti di installazione ed

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI...3 Articolo 1 Oggetto del Regolamento...3 Articolo 3 Disciplina generale...3 Articolo 4 Divieti di installazione ed TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI...3 Articolo 1 Oggetto del Regolamento...3 Articolo 3 Disciplina generale...3 Articolo 4 Divieti di installazione ed effettuazione di pubblicità...3 Articolo 5 Autorizzazioni...4

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO GUIDA ALL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO GUIDA ALL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO GUIDA ALL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Con questa guida il Comune di Pavullo nel Frignano e la Società I.C.A., concessionaria per la riscossione dell imposta comunale

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI INDICE Capo Primo DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Ambito e scopo del Regolamento Pag. 4 Art. 2 Classificazione del Comune Pag. 4 Art. 3 Modalità di gestione dell imposta e del servizio di pubblica affissione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.23 DEL 28/6/94 REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA CAPO I -DISPOSIZIONI GENERALI ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1.

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE PROVINCIA DI MILANO. Allegato alla delibera di C.C. n 48 del 16.11.2011

COMUNE DI PREGNANA MILANESE PROVINCIA DI MILANO. Allegato alla delibera di C.C. n 48 del 16.11.2011 COMUNE DI PREGNANA MILANESE PROVINCIA DI MILANO Allegato alla delibera di C.C. n 48 del 16.11.2011 Articolo 1 Affissione diretta 1. Ai sensi dell articolo 20 del Decreto Legislativo n. 507/1993, Comune

Dettagli

GUIDA ALL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

GUIDA ALL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA COMUNE DI IMPRUNETA GUIDA ALL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Con questa guida il Comune di Impruneta e la Società I.C.A. S.r.l. concessionaria per la riscossione dell imposta comunale sulla pubblicità,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E PER L'EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E PER L'EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E PER L'EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 27.2.2006

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI CASIER (Provincia di Treviso) REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI FORMIGNANA Provincia di Ferrara REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

Regolamento per l'applicazione dell'imposta comunale sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni

Regolamento per l'applicazione dell'imposta comunale sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni COMUNE DI FARA GERA D ADDA Regolamento per l'applicazione dell'imposta comunale sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni Approvato con deliberazione consiliare n. 8 del 25/02/05 Modificato

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA diritto sulle pubbliche affissioni

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA diritto sulle pubbliche affissioni COMUNE DI CASSANO D'ADDA Provincia di Milano IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA diritto sulle pubbliche affissioni Decreto Legislativo 15 novembre 1993, n. 507 Classificazione dei comuni Tariffe Classificazione

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO. Allegato A TARIFFA DEL CANONE PER L OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE ANNO 2015

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO. Allegato A TARIFFA DEL CANONE PER L OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE ANNO 2015 Allegato A TARIFFA DEL CANONE PER L OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE ANNO 2015 PARTE I OCCUPAZIONI PERMANENTI O TEMPORANEE CRITERI DI DISTINZIONE GRADUAZIONE E DETERMINAZIONE DELLA TARIFFA - SUPERFICIE

Dettagli

REGOLAMENTO IMPOSTA PUBBLICITÀ E DIRITTO AFFISSIONI

REGOLAMENTO IMPOSTA PUBBLICITÀ E DIRITTO AFFISSIONI COMUNE DI POVEGLIANO P r o v i n c i a D i T r e v i s o REGOLAMENTO IMPOSTA PUBBLICITÀ E DIRITTO AFFISSIONI (approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 42 del 29/11/2011) 1 SOMMARIO Capo Primo

Dettagli

Regolamento per l applicazione dell Imposta Comunale sulla Pubblicità e del diritto sulle pubbliche Affissioni

Regolamento per l applicazione dell Imposta Comunale sulla Pubblicità e del diritto sulle pubbliche Affissioni Regolamento per l applicazione dell Imposta Comunale sulla Pubblicità e del diritto sulle pubbliche Affissioni Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 61 del 29/102007 In vigore dal 1/1/2008

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI E PER

REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI E PER COMUNE DI SACCOLONGO PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI E PER L'EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI TARIFFE ANNO 2006

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI TARIFFE ANNO 2006 All.to A) alla Deliberazione di G.C. n 2 del 4/0 2/2006 IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI TARIFFE ANNO 2006 *********** PARTE I^ TARIFFA DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI. OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente

Dettagli

COMUNE di CASELETTE Provincia di TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

COMUNE di CASELETTE Provincia di TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE di CASELETTE Provincia di TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI CAPO I NORME GENERALI ART. 1 ISTITUZIONE DEL SERVIZIO 1. E istituito, in tutto il

Dettagli

INDICE. CAPO IV - SANZIONI TRIBUTARIE ED AMMINISTRATIVE Articolo 28 Sanzioni tributarie Articolo 29 Sanzioni amministrative

INDICE. CAPO IV - SANZIONI TRIBUTARIE ED AMMINISTRATIVE Articolo 28 Sanzioni tributarie Articolo 29 Sanzioni amministrative COMUNE DI FABRIANO Provincia di Ancona Regolamento per l applicazione dell imposta comunale sulla pubblicità e per l effettuazione del servizio delle pubbliche affissi INDICE CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

REGOLAMENTO IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO SERVIZIO TRIBUTI REGOLAMENTO IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 24 del 30 marzo 1999 Modificato con

Dettagli

C I T T À D I L U C E R A

C I T T À D I L U C E R A C I T T À D I L U C E R A PROVINCIA DI FOGGIA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI PUBBLICITÀ E DEI DIRITTI DI PUBBLICA AFFISSIONE Approvato con: deliberazione consiliare n. 52 del 29

Dettagli

COMUNE DI COURMAYEUR

COMUNE DI COURMAYEUR COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI (Decreto Legislativo 15 novembre 1993, n. 507) Approvato con Deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO AFFISSIONI

REGOLAMENTO AFFISSIONI Pagina 1 di 6 Documento PER L APPLICAZIONE DEL DIRITTO SULLE AFFISSIONI PUBBLICHE Rev. Data Oggetto della revisione 1 2 3 25.08.1994 13.02.2006 22.09.2012 1a emissione - Approvato con deliberazione C.C.

Dettagli

Comune di Castelvecchio Subequo Settore Urbanistica

Comune di Castelvecchio Subequo Settore Urbanistica Comune di Castelvecchio Subequo Settore Urbanistica Regolamento per l Imposta sulla Pubblicità e i Diritti sulle Pubbliche Affissioni Decreto Legislativo 15 novembre 1993 n. 507 e successive modifiche

Dettagli

COMUNE DI VILLAFALLETTO

COMUNE DI VILLAFALLETTO COMUNE DI VILLAFALLETTO PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI CAPO I D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507 Testo coordinato del regolamento approvato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO PER PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO PER PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI MUGNANO DEL CARDINALE (Provincia di Avellino) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO PER PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione commissariale

Dettagli

REGOLAMENTO IMPOSTA PUBBLICITÀ E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO IMPOSTA PUBBLICITÀ E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO IMPOSTA PUBBLICITÀ E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Modificato con Delibera di Consiglio Comunale n. 38 del 29.04.2010 INDICE CAPO I: DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1: Oggetto del regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI (Approvato con deliberazione di C.C. n.17 del 30.03.2005) 1 ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

OGGETTO: Imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni. Problemi applicativi del D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507. Quesito.

OGGETTO: Imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni. Problemi applicativi del D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507. Quesito. MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE FISCALI Roma, 19 marzo 2007 UFFICIO FEDERALISMO FISCALE AREA I REPARTO V Prot. 11159/2006/DPF/UFF Alla Società XY OGGETTO: Imposta

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE AFFISSIONI DIRETTE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI

REGOLAMENTO PER LE AFFISSIONI DIRETTE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI COMUNE DI TAVAGNACCO PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LE AFFISSIONI DIRETTE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 25 del 25.05.2005 IL SEGRETARIO GENERALE (dott.

Dettagli

Comune di Alessandria VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI

Comune di Alessandria VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI Comune di Alessandria VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI A norma del DECRETO LEGISLATIVO 15 novembre 1993, n. 507 (art. 5) è soggetta all'imposta sulla pubblicità

Dettagli

COMUNE DI ALBINEA. Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI ALBINEA. Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI ALBINEA Provincia di Reggio Emilia NUOVO REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE D.L. 507/93 DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E PER L'EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI Adottato

Dettagli