COSMETICA E PACKAGING

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COSMETICA E PACKAGING"

Transcript

1 COSMETICA E PACKAGING

2 Solari Capelli Igiene Profumi Bagno e doccia Cosmetica Bellezza Mercato Rasatura ed epilazione Make-up Normativa Analisi del packaging Aziende Punti vendita Analisi dello smontaggio Concorrenza Evoluzione storica Comunicazione LINEE GUIDA Target 1.Packaging 2.Prodotto 3.Informazione 4.Distribuzione G.D F

3 Cosa sono i cosmetici? Legge 713/86 Art.1 [...] le sostanze e le preparazioni, diverse dai medicinali, destinate a essere applicate sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero e capelli, unghie, labbra, organi genitali esterni) oppure sui denti e sulle mucose della bocca allo scopo, esclusivo o prevalente, di pulirli, profumarli, modificarne l aspetto, correggere gli odori corporei, proteggerli o mantenerli in buono stato. Categorizzazione stabilita dalla legge - Prodotti d igiene - Prodotti di bellezza - Prodotti per i capelli - Prodotti per il trucco - Profumi - Prodotti solari - Prodotti per la rasatura ed epilazione - Prodotti per il bagno e doccia ndy Salutiste

4 La normativa Cosmetici La direttiva 2003/15/CE impone il bando dei prodotti cosmetici testati su animali qualora esistano metodi alternativi di sperimentazione delle sostanze impiegate. Le sostanze ammesse e vietate nella composizione di un prodotto cosmetico sono stabilite dalla Legge 713/1986 la quale, recependo la Direttiva comunitaria, ne fornisce una dettagliata classificazione. Il REGOLAMENTO 1223/2009 va a sostituzione della Direttiva 76/768/CEE. Obiettivo: creazione di un testo unico per ragioni di chiarezza. Etichettatura L etichetta rappresenta uno degli strumenti più importanti che i consumatori hanno a disposizione per tutelarsi. La correttezza delle indicazioni e la chiarezza dei contenuti rappresentano i primi indicatori della serietà del produttore e, quindi, dell affidabilità del cosmetico acquistato. Nello specifico l etichettatura dei prodotti cosmetici è disciplinata dalla Direttiva Ce 76/768/CEE recepita in Italia dalla Legge 11 ottobre 1986 n Con il Decreto legislativo n.74/92 si tutela dalla pubblicità ingannevole e comparativa e dalle sue conseguenze sleali.

5 Il mercato Igiene corpo 14,0% Corpo 16,7% Igiene orale 8,6% Linea uomo 2,7% Viso 15,5% Make-up 13,9% Capelli 15,1% Confezioni regalo 1,3% Profumi donna 7,4% Profumi uomo 4,7% Da uno studio elaborato da Ermeneia per Unipro e condotto su un campione composto da imprese e consumatori, emerge che il 70% degli italiani, malgrado la crisi economica e le maggiori difficoltà finanziarie, considera i prodotti di bellezza una spesa irrinunciabile, seconda solo ad alimentari e farmaci. Sul fronte della produzione, si registra una ripresa significativa dei fatturati, + 4,7% con un valore che sale a mil. Importante il contributo delle esportazioni cresciute intorno al 15% per un valore di circa mil. I dati confermano il trend degli ultimi anni che vede un aumento dei consumi da parte di un target sempre più ampio e meno attento ai prodotti di più raro utilizzo, diretti invece ad un pubblico più esigente e preparato. La contrazione della disponibilità media per la spesa delle famiglie ha condizionato gli atteggiamenti di consumo di cosmetici; probabilmente il settore del make-up risulta per il pubblico quello a cui più facilmente si può rinunciare. Fid Salutiste

6 Profumerie Inversione di tendenza - La pur mantenendo il primato in termini di volumi monetari (4.100 mil ), ha subito una netta diminuzione del fatturato (-1,7%); - La vendita per corrispondenza risulta essere il canale in maggiore crescita (+20%) nonostante un fatturato di soli 61 mil Farmacia Spa Porta a porta Corrispondenza Maggiore comodità Maggiore disponibilità di prodotto Maggiore informazione e autonomia

7 Legenda Vendita per Vendita porta corrispondenza a porta Scelta indotta Fiduciose Remissive E-commerce Narcisisti Salutisti Profumeria in franchising Fiduciosi Trendy Salutiste Donne mature Uomini Remissivi Farmacia Grande distribuzione organizzata Scelta spontanea Fiduciose Trendy Giovanissimi Donne giovani Centro estetico Narcisiste Narcisisti Trendy Salutiste Profumeria di nicchia I luoghi d acquisto - Profumerie in franchising - Profumerie di nicchia - Farmacia - Centri estetici - - Vendita per corrispondenza - Vendita porta a porta - E-commerce Rem

8 Salutiste PREFIGURAZIONE DEL CICLO DI VITA Silvia Barbero Donne mature L utenza Trendy Giovanissimi Narcisisti - prodotti liberamente accessibili - grandi quantita di prodotti a prezzo contenuto Giovanissimi - fattore di moda e aggregazione sociale - attenti all originalità e alle novità delle proposte Trendy sempre al passo con la moda Franchising - luogo di ricorrenti iniziative promozionali - integrazione del tradizionale assortimento con merceologie per la bellezza tipiche del mass market - grande impatto visivo e ampia scelta Narcisi Salu

9 ndy Uomini PREFIGURAZIONE DEL CICLO DI VITA Silvia Barbero Remissivi Donne giovani Fiduciose Narcisiste Trendy Salutiste E-commerce Donne giovani - preoccupate al loro benessere psicofisico - prediligono le essenze naturali Farmacia - praticità, comodità e ampia scelta - informazione autonoma - elevato grado di comunicazione - aspetto salutare ed igienico dei prodotti Centri benessere - prodotti specifici e altamente tecnologici - consigli e suggerimenti professionali Salutiste - bisogno di curare il proprio corpo - acquisti abitudinari Narcisiste - sempre al massimo della forma

10 Donne mature - interessate ai trattamenti di mantenimento - prodotti ricercati ed eleganti - modello espositivo fisso - personale specializzato - la cura dedicata ai clienti ripaga fortemente in termini di fidelizzazione - elevato coinvolgimento della sfera emotiva - proposte innovative - vendita via telefono, tv, posta - possibilità di scegliere se recarsi nel punto vendita o farsi spedire comodamente i prodotti a casa Remissive - costrette a rivolgersi alla cosmesi Fiduciose - soluzione al proprio lassismo Porta a porta Corrispondenza Profumeria di nicchia Fiduciose Remissive Salutiste Donne mature

11 Narcisisti Uomini - spinti dal desiderio di piacere e piacersi - prodotti apparentemente invisibili Da 20 a 50 anni - sperimentazione di mascara, fondotinta e smalti - cura del proprio aspetto fisico - sentirsi meglio sopratutto sul piano psicologico Over 50 - generalmente benestanti - cura del proprio aspetto fisico - scelta di lozioni e creme anti-età Narcisisti Salutisti Fiduciosi Uomini Trendy Remissivi

12 cisiste PREFIGURAZIONE DEL CICLO DI VITA Silvia Barbero Trendy Salutiste Profilo ad alta sensibilità ambientale - donne mature e giovani, principali fruitrici del mercato cosmetico, attente al ventaglio di prodotti offerti, alle loro componenti e in generale alle problematiche legate alla sostenibilità. - le personalità maggiormente influenzate risultano le salutiste per la particolare cura nella scelta di prodotti sia efficaci che funzionali, ma soprattutto non nocivi per se stesse e per gli altri - i canali che risultano più sensibili sono le farmacie, la vendita porta a porta, per corrispondenza e l e-commerce, canali che hanno sicuramente in comune un elevato grado di comunicazione Profilo a media sensibilità ambientale - uomini e donne giovani, target caratterizzato da una vita frenetica, per cui il tempo a disposizione deve essere ottimizzato - continuo condizionamento sociale e talvolta approccio per lo più casuale a tematiche ambientali - il dove dipende da fattori esterni all atto dell acquistare quali la comodità, il passaparola,... Profilo a bassa sensibilità ambientale - la fetta più grande di mercato è rappresentato dai giovanissimi che concentrano l attenzione quasi esclusivamente sull impatto visivo dei prodotti e dei packaging - un acquisto frenetico e basato principalmente sulla quantità piuttosto che sulla qualità - un interazione sensoriale forte con il prodotto, alla ricerca di esperienza-conoscenza prima ancora che di soddisfacimento di veri bisogni; per questo motivo l acquisto avviene nella e nelle profumerie in franchising

13 dy PREFIGURAZIONE DEL CICLO DI VITA Silvia Barbero Remissivi Fiduciose rcisiste Lusso Settori critici Caratteristiche che influenzano la maggior parte dei consumatori Moda Bisogno Senso! Natura Moda/Natura Sensibile Originalità Accattivante Forma Moderna Casuale Umanità Sociale Valore Cosmesi Funzionale Culturale Convenienza Tecnologia Innovativo Innovativo/Funzionale Economia Comodità Aggregazione Funzione Piacersi Piacere

14 Le forme del packaging Artefatto complesso: - Oggetto d uso - Dispositivo comunicativo Packaging primario A, la cui funzione è principalmente quella di contenere il prodotto, oltre che disporre del meccanismo per poterne usufruire. Packaging primario B, che risulta essere la confezione del packaging primario A nonchè del prodotto stesso, con una funzione comunicativa, protettiva e di stoccaggio. Shopping bag, utile ai fini di trasporto.

15 Packaging primario A Tubetto Botticino Cofanetto Roll-on Barattolo Rossetto Matita con tappo Carta Busta A bijoux Palette Blister PELLE LABBRA MANI OCCHI Forme standard Correttori Fondotinta Creme colorate Correttori Fondotinta Fard e Terra Creme colorate Correttori Fondotinta Fard, Terra e Cipria Creme colorate Correttori Fondotinta Correttori Fondotinta Cipria Creme colorate Correttori Fondotinta Fondotinta Lucidalabbra Rossetti Basi incolore Protettivi Lucidalabbra Rossetti Basi incolore Protettivi Lucidalabbra Rossetti Basi incolore Protettivi Lucidalabbra Basi incolore Protettivi Lucidalabbra Basi incolore Protettivi Lucidalabbra Rossetti Basi incolore Protettivi Matita labbra Lucidalabbra Rossetti Smalti Eyeliner Mascara Trousse Ombretti Ombretti Ombretti Kajal Forme standard identificative di una categoria Lucidalabbra Rossetto Matita unghie Matita occhi e sopracciglia Forme ad hoc Ombretti Ombretti Ombretti Packaging primario B Shopping bag Scatola Blister Pellicola Foglio Borsa Correttori Fondotinta Fard, Terra e Cipria Creme colorate Correttori Fondotinta Fard, Terra e Cipria Creme colorate Correttori Fondotinta Creme colorate Correttori Fondotinta Creme colorate Lucidalabbra Rossetti Basi incolore Protettivi Delineatori Lucidalabbra Rossetti Basi incolore Protettivi Delineatori Lucidalabbra Rossetti Basi incolore Lucidalabbra Basi incolore Protettivi Fidu Smalti Smalti Trendy PELLE LABBRA MANI OCCHI Trousse Ombretti Mascara Delineatori Ombretti Delineatori Mascara Ombretti Delineatori Mascara Delineatori Ombretti PELLE LABBRA MANI OCCHI La shopping bag è presente in tutte le categorie in quanto viene fornita al momento dell acquisto di un prodotto dal punto vendita Remissivi

16 cisiste PREFIGURAZIONE DEL CICLO DI VITA Silvia Barbero Le funzioni comunicative - Funzione appellativa, o di allerta e attrazione - affidata all area primaria - identificazione del nome, del marchio, raffigurazione del prodotto, specifche, ecc. - linguaggio prevalentemente iconico, il processo di comunicazione è breve e accelerato - Funzione persuasiva - affidata all area primaria - la scelta è fortemente condizionata dalla relazione prossemica utente/prodotto - Funzione identificativa, o associativa - rendere riconoscibile e distinguibile il prodotto in modo immediato - rappresentativa in alcuni casi di intere categorie - Funzione informativa - elemento discriminante ai fini della conoscenza - informazione divisa in primaria, secondaria e accessoria - Funzione prescrittiva - Suddivisione in esplicite (istruzioni per l uso) o implicite (inviti alla gestualità) - Collocate dell area secondaria - Funzione comunicativa extra prodotto - Capacità del packaging di veicolare contenuti comunicativi altri (sponsorizzazioni, iniziative culturali, ecc.) - dinamiche volte aumentare le vendite del prodotto

17

18 - - Esploso assonometrico Considerazioni PRO/CONTRO Tabella dei PESI Istruzioni Carta Imbottitura Carta Packaging PRIMARIO A Packaging PRIMARIO B Tubetto Tappo Scatola Cartoncino plastificato Buona stoccabilità del packaging primario B data dalla forma rettangolare, quindi facilmente impilabile e inseribile in scatoloni più grandi per facilitarne il trasporto e in fase di esposizione nel punto vendita. Il packaging primario A presenta una forma irregolare che poco si presta a una sistemazione ottimale. Conservazione adeguata grazie alla cartotecnica in cartoncino plastificato, al sistema di incastro interno, all imbottitura e alla chiusura del tubicino che non permettono la fuoriuscita e la dispersione del prodotto; tuttavia il materiale del tubetto si ammacca facilmente. Facilità di apertura e chiusura sia per il packaging primario A (scatola), sia per quello B (tubetto con tappo a vite). Prodotto venduto all interno di un packaging primario A indispensabile per il contenimento del prodotto liquido/cremoso, e un packaging primario B, cartotecnica con funzione protettiva, informativa, comunicativa ed estetica. Il packaging primario A è eterocomposto, facilmente separabile per quanto riguarda tappo e contenitore, il tubetto composto da poliaccoppiato risulta invece di difficile scissione. Il packaging primario B è monomaterico. La confezione primaria A risulta molto proporzionata e perfettamente dimensionata per la quantità di fondotinta che deve contenere. L imballaggio primario B al contrario risulta sovradimensionato al punto di necessitare di un imbottiura interna per meglio tener fermo il prodotto. Rapporto PIENO/VUOTO Vista Frontale A B Vista Laterale in Sezione A-B 45% 98% Vista dall Alto Scala 1:2 Misure in mm Pieno cartotecnica Vuoto cartotecnica Pieno contenitore fondotinta Vuoto contenitore fondotinta Punto colla Tappo Tubetto Istruzioni Comunicazione/Informazione Marchiature 12M COMPONENTE MATERIALE PESO Cartotecnica Imbottitura PE alluminio verniciato cartoncino plastificato carta carta TOTALE <1 g 23 g 11 g <1 g <1 g 83 g Comunicazione 25% Informazione 35% Spazio vuoto 40%

19 Botticini Tubetti Barattoli Cofanetti Busta Funzionalità SEPHORA LAUDER PUPA BENEFIT VICHY BOTTEGA VERDE KIKO LUSH ARDEN THE BODY SHOP DEBORAH AVON CARGO Pack A Pack B Pack A Pack B Pack A Pack B Ottimizzazione degli spazi - Packaging primari A caratterizzati da forme irregolari e materiali fragili; - La categoria più critica risulta quella dei tubetti; - I prodotti dalle forme più regolari sono solo quattro; - Packaging primari B generalmente regolari; - Casi particolari: pellicole aderenti al packaging A Protezione e conservazione del prodotto - In linea di massima la questione circa la protezione e conservazione del prodotto viene affrontata in modo similare da tutte le aziende, registrando risultati positivi; - Solo tre prodotti hanno presentato lievi criticità relative alla composizione materica o ai meccanismi di chiusura Praticità di utilizzo del packaging - Al giorno d oggi le caratteristiche di praticità (peso, dimensione, ecc.) sono codificate e consolidate, in generale i risultati si attestano su livelli medio/alti

20 Botticini Tubetti Barattoli Cofanetti Busta Sostenibilità SEPHORA LAUDER PUPA BENEFIT VICHY BOTTEGA VERDE KIKO LUSH ARDEN THE BODY SHOP DEBORAH AVON CARGO Pack A Pack B Pack A Pack B Pack A Pack B Funzionalità del packaging - In generale si nota come questo aspetto venga ben affrontato da tutte le Aziende per ogni principale funzione del packaging (contenimento, protezione, suddivisione, utilizzabili comunicabilità, estetica); - Casi particolari: le pellicole (con la sola funzione protettiva) che una volta aperte perdono completa mente la loro funzionalità Composizione e materiali - Aspetto particolarmente problematico è la composizione materica dei packaging primari A; - Le categorie meno prestanti a causa della loro eterogeneità e difficoltà di smontaggio e separabilità delle parti sono i botticini, i barattoli e i cofanetti; - I tubetti sono tendenzialmente monomaterici e caratterizzati da una elevata facilità di smontaggio Rapporto peso/volume pack-prodotto - Diffusa sovrabbondanza di imballaggio; - La categoria con il miglior rapporto pack/prodotto è quella dei tubetti perchè più conformi ad ottimizzare lo spazio; - Overpackaging dell imballaggio B tale da necessitare di un ulteriore imbottitura interna

21 Botticini Tubetti Barattoli Cofanetti Busta SEPHORA LAUDER PUPA BENEFIT VICHY BOTTEGA VERDE KIKO LUSH ARDEN THE BODY SHOP DEBORAH AVON CARGO Pack A Pack B 70% 110% 75% 85% 55% 55% 98% 45% 85% 65% 85% -- 35% 65% 85% 50% 25% 20% 15% 90% -- n.d. 120% -- 95% 90% - La categoria dei cofanetti è la più problematica presentando un pessimo rapporto pieno/vuoto a livello di packaging A; - I packaging più prestanti in questo senso risultano i tubetti e la busta dell Azienda Cargo; - Casi particolari: le pellicole non ricoprono interamente il prodotto perciò la percentuale supera il 100%; - Ci sono casi in cui Aziende adottano un packaging primario A ottimo, ma al contrario un imballaggio B sovradimensionato che necessita di ulteriore imbottitura; - Alcuni casi commercializzano confezioni molto accattivanti a livello estetico ma mezze vuote ; - Ai fini della sostenibilità circa il rapporto pieno/vuoto su entrambe i livelli di packaging, la soluzione migliore è quella proprosta da Cargo

22 Busta Cofanetti Barattoli Tubetti Botticini SEPHORA LAUDER PUPA BENEFIT VICHY BOTTEGA VERDE KIKO LUSH ARDEN THE BODY SHOP DEBORAH AVON CARGO Pack A Pack B Totale Prodotto Totale Rapporto 41 g 85 g 105 g 24 g 12 g 16 g 61 g 40 g 222 g 61 g 56,5 g <1 g 6 g 22 g 12 g 11 g -- 8 g -- n.d. <1 g g 6 g 8 g 3 g = 41 g+ = 91 g+ = 127 g+ = 36 g+ = 23 g+ = 16 g+ = 69 g+ = 40 g+ = 222 g+ = 61 g+ = 56,5 g+ = 62 g+ = 11 g+ 35 g 30 g 30 g 50 g 30 g 30 g 10,5 g 20 g 30 g 11,5 g 11 g 10 g 40 g = 76 g = 121 g = 157 g = = = 86 g 53 g 46 g = 79,5 g = 60 g = 252 g = 72,5 g = 67,5 g = 72 g = 51 g 1,17 2,83 3,50 0,48 0,40 0,53 5,81 2,00 7,40 5,30 5,14 5,60 0,20 - La categoria meno prestante è nuovamente quella dei cofanetti, anche in virtù del fatto che sono tutti generalmente dotati di applicatore, specchio e scocca; - La tipologia con il miglior rapporto peso/contenuto è quella dei tubetti grazie ai materiali e alla forma impiegata; - Il risultato in assoluto migliore è ancora una volta Cargo con un packaging particolarmente leggero (soli 8 g) a fronte di un contenuto 5 volte superiore; - La confezione con il peggior rapporto è il barattolo dell Azienda Elizabeth Arden in cui il contenitore è circa 7,5 volte superiore al contenuto

23 Busta Cofanetti Barattoli Tubetti Botticini SEPHORA LAUDER PUPA BENEFIT VICHY BOTTEGA VERDE KIKO LUSH ARDEN THE BODY SHOP DEBORAH AVON CARGO COMUNICAZIONE INFORMAZIONE SPAZIO VUOTO Pack A Pack B Pack A Pack B Pack A Pack B 10% 10% 2% Rappresentativoe 40% r 2% p 5% 10% 25% Comunicativo Comunicativo t 25% 30% 8% 40% 5% 75% 60% 35% 65% 60% 90% 20% Estetico 93% 20% 30% 40% 10% 15% Altamente 60% Informativo 80% 30% 5% Identificabile 3% -- 60% -- 37% -- 3% 5% 7% 45% 90% 50% Identificabile Minimale 25% -- Complesso 60% -- 15% -- 5% n.d. 2% n.d. 93% n.d. 4% Trasparente 0% 6% 2% 90% Minimale 98% ae 10% -- 35% -- 55% -- Essenziale 25% 20% 25% 30% 55% 50% 50% 30% 20% 40% 30% 30% - L aspetto della comunicazione sia su packaging A che B è ampiamente trascurato; eccezion fatta da alcuni prodotti la media non supera il 6%; - Ampio spazio alla comunicazione viene dato esclusivamente da due prodotti sui quali vi è un accentuamento del brand (Cargo e Benefit); - Percentuali medio-alte per quanto riguarda l informazione su entrambi i packaging; - Non mancano tuttavia casi particolarmente critici come Pupa, Kiko, Arden, The Body Shop soprattutto per i packaging A; - Come deducibile la percentuale di spazio vuoto è mediamente molto alta;

24 Botticini Tubetti Barattoli Cofanetti Busta SEPHORA LAUDER PUPA BENEFIT VICHY BOTTEGA VERDE KIKO LUSH ARDEN THE BODY SHOP DEBORAH AVON CARGO Pack A/B Durata espressa per esteso PAP HDPE - Per quanto riguarda le prime tre colonne, che indicano rispettivamente la durata minima, l adesione ai consorzi previsti dalla legge per l organizzazione del recupero e del riciclaggio degli imballaggi e il simbolo sulla conformità alla normativa comunitaria in materia di metrologia, tutte le aziende presentano i simboli obbligatori e in linea di massima quelli facoltativi; - Il capitolo sulle marchiature è in assoluto il più problematico in quanto la quasi totalitàdei packaging risulta carente di indicazioni o pittogrammi (la legge comunitaria e nazionale non prescrive alcun obbligo in merito) che invitano il consumatore ad una gestione ecologicamente corretta del contenitore al fine di facilitare la raccolta, il riutilizzo e il suo riciclaggio; - La sola Vichy ha adottato il maggior numero di simbologie al fine di facilitare il compito all utente una volta terminato il prodotto; - Sephora è l unica Azienda analizzata ad aver creato una propria simbologia per i prodotti, indicante la zona di applicazione interessata.

25 Packaging Prodotto Comunicazione Distribuzione Linee guida PREFIGURAZIONE DEL CICLO DI VITA Silvia Barbero

26 Il packaging sostenibile multifunzionalità e multisensorialità Atemporalità progettazione di prodotti porosi in grado di assorbire informazioni, sensazioni, stimoli, segnali, ecc. Capacità di trasmettere cultura ruolo centrale della semiotica per la creazione di valore sociale e la trasformazione dei messaggi in segni Efficienza prestazionale nella coerenza tra le parti, nelle materie prime e nell affidabilità nel tempo deve fare riferimento alla componente materiale e a quella immateriale Armonia del ciclo vita ridurre l impatto in ogni fase del suo ciclo vita Stimolazione sensoriale La confezione comunica come totalità significante

27 Il prodotto sostenibile gli ingredienti dei cosmetici Incommensurabilità del prezzo equivalenza tra valore economico versato e valore d uso procurato. Autenticità attenzione alla salute dell uomo e di rispetto della natura e degli animali. Minimizzazione degli sprechi ridurre al minimo lo spreco d acqua ed in generale di tutte le materie prime; sarebbe quindi preferibile puntare ad una nuova gestualità quotidiana con formule a dosaggio pre-impostato e proporre la diffusione di prodotti in soluzione concentrata con funzioni ambivalenti.

28 La comunicazione sostenibile informazione integrata all estetica Capacità di trasmettere cultura I contenuti devono essere selezionati, codificati e organizzati affinchè il destinatario possa raggiungere il risultato atteso,con efficacia e soddisfazione. Cura del dettaglio L accesso ai contenuti informativi devono essere veicolati in modo chiaro, diretto, trasparente, appropriato e coerente. Informare per identificare Un altra direttrice per il miglioramento dell accessibilità delle informazioni da parte dell utente, è costituita da ciò che viene definito cross-fertilization, ovvero l opportunità di trasferire i risultati teorici e progettuali della ricerca del packaging design della comunicazione Intelleggibilità Si rende necessario dare all informazione una nuova centralità (area primaria) rispetto alle componenti seduttive

29 La distribuzione sostenibile Snellimento delle procedure di distribuzione Comodità L utente possiede di base una sempre maggiore quantità di informazioni sulle merci offerte, sia di tipo propagandistico che di tipo tecnico-prestazionale. Per questo, lo scenario futuro è rappresentato dal volere/potere decidere che tempo darsi, connettersi ovunque con chiunque, muovendosi riducendo il fattore distanza attraverso il fattore velocità. Informazione autonoma e mirata le informazioni vengono ricercate e le decisioni ridotte e mirate grazie ad una precisa segmentazione per tipo di prodotto, di target, di prezzo, ecc. Implementazione della risorsa e-commerce Indubbiamente il punto vendita nel settore cosmetico non può essere sostituito dal web ma potrebbe trasformarsi in una esperienza intensa più che in un mero scambio di materiali.

30

POSIZIONAMENTO BRAND. prezzo. linee glamour. linee basiche. prezzo. prezzo

POSIZIONAMENTO BRAND. prezzo. linee glamour. linee basiche. prezzo. prezzo CHI SIAMO It Style è un marchio italiano di make up e cosmetica professionale che appartiene ad It Style International srl. Con il marchio It Style viene offerta la gamma di prodotti interamente realizzata

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Facoltà di Farmacia. CORSO DI LAUREA IN FARMACIA 1 Semestre 6 CFU

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Facoltà di Farmacia. CORSO DI LAUREA IN FARMACIA 1 Semestre 6 CFU UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Facoltà di Farmacia CORSO DI LAUREA IN FARMACIA 1 Semestre 6 CFU Docente: Prof.ssa Anna Maria Maccioni E-mail: macciom@unica.it Acquisire le conoscenze che permettono

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero Italian Embassy Trade & Promotion Section APRILE 2011

Istituto nazionale per il Commercio Estero Italian Embassy Trade & Promotion Section APRILE 2011 1 APRILE 2011 2 3 Introduzione Il comparto iraniano della profumeria e dei cosmetici, con una popolazione di oltre 70 milioni di abitanti - in prevalenza giovani tra i 15 e i 45 anni - rappresenta, dopo

Dettagli

Gli scenari dell industria cosmetica

Gli scenari dell industria cosmetica L industria cosmetica chiude il 2010 con dinamiche sostenute grazie alla robusta ripresa delle esportazioni, ai trend dei consumi del canale farmacia e alla crescita superiore alla media del canale erboristeria.

Dettagli

Educazione e Sviluppo Cosmetico un organizzazione indipendente per il miglioramento del benessere della persona

Educazione e Sviluppo Cosmetico un organizzazione indipendente per il miglioramento del benessere della persona SOCIETA ITALIANA DI CHIMICA E SCIENZE COSMETOLOGICHE Educazione e Sviluppo Cosmetico un organizzazione indipendente per il miglioramento del benessere della persona E. Mignini Garanzie a tutela del consumatore:

Dettagli

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO!

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! MONDO GRAFICA 7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! IL MATTONE di ogni comunicazione Grafica La pubblicità è quella forma di comunicazione che raggruppa la diffusione di messaggi

Dettagli

LA STORIA NEL FUTURO Cosmesi italiana: Competere nel mercato internazionale

LA STORIA NEL FUTURO Cosmesi italiana: Competere nel mercato internazionale LA STORIA NEL FUTURO Cosmesi italiana: Competere nel mercato internazionale Relatore: Dott. Alberto Pollini- Direttore Commerciale e Marketing Mirato S.p.A. CHI E MIRATO Mirato è uno dei principali protagonisti

Dettagli

Concetti di marketing turistico

Concetti di marketing turistico Concetti di marketing turistico Introduzione Un impresa, per individuare la linea d azione che ha la maggior probabilità di portare al successo il proprio prodotto, cerca di anticipare i bisogni dei consumatori,

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

Il mercato della cosmesi

Il mercato della cosmesi Milano, 23 gennaio 2013 Gian Andrea Positano Responsabile Unipro Lo scenario macroeconomico Nuove opportunità nei paesi BRICS, Stati Uniti e paesi arabi; difficile ripresa in Europa La crisi economico-finanziaria

Dettagli

Evoluzione industria e mercato della cosmetica in Italia. Relatore: Fabio Franchina Presidente Unipro

Evoluzione industria e mercato della cosmetica in Italia. Relatore: Fabio Franchina Presidente Unipro Evoluzione industria e mercato della cosmetica in Italia Relatore: Fabio Franchina Presidente Unipro UNIPRO Associazione Italiana Industrie cosmetiche 500 Aziende associate (di cui 95% PMI) Addetti settore:

Dettagli

INDAGINE SU FARMACIE E PRODOTTI COSMETICI

INDAGINE SU FARMACIE E PRODOTTI COSMETICI Via Alessandro Torlonia, 15/A 00161 Roma Tel. (+39) 06 44292365 Telefax (+39) 06 44260414 06 44240030 e-mail: ermeneia@tin.it UNIPRO Beauty Report/2012 INDAGINE SU FARMACIE E PRODOTTI COSMETICI - Questionario

Dettagli

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Bologna 19 Febbraio 2003 1 Il mercato Internet Il numero totale degli utenti varia a seconda delle fonti ma è stimabile intorno a 9/10 milioni di persone.

Dettagli

Generalità sui prodotti cosmetici, Breve rassegna sulla normativa di riferimento, Cenni sulla composizione dei cosmetici e loro principali alterazioni

Generalità sui prodotti cosmetici, Breve rassegna sulla normativa di riferimento, Cenni sulla composizione dei cosmetici e loro principali alterazioni Generalità sui prodotti cosmetici, Breve rassegna sulla normativa di riferimento, Cenni sulla composizione dei cosmetici e loro principali alterazioni a cura di Sergio Carasi (Responsabile SISP ASL Brescia)

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Brochure per fornitori e partner

Brochure per fornitori e partner La grande catena di negozi per tutta la famiglia Brochure per fornitori e partner SOMMARIO Sommario... 3 Il Gruppo CIA Diffusione Abbigliamento... 4 La Rete dei Punti Vendita... 4 I motivi di un successo...

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Ripresa sostenuta dei consumi cosmetici nel 2010 nonostante le tensioni sulle propensioni d acquisto di larghe fasce di consumatori.

Dettagli

ElEmEnti di grafica EditorialE - layout E impaginazione 2

ElEmEnti di grafica EditorialE - layout E impaginazione 2 Gabbie La gabbia ad una colonna viene utilizzata principalmente nell impaginazione di libri di saggistica, narrativa ecc. di formato non eccessivamente grande (15x21, 17x24...) 1 2 La gabbia a due colonne

Dettagli

ANALISI DI TARGETING: GLI ACQUIRENTI DI PRODOTTI COSMETICI NEI PRINCIPALI CANALI D ACQUISTO

ANALISI DI TARGETING: GLI ACQUIRENTI DI PRODOTTI COSMETICI NEI PRINCIPALI CANALI D ACQUISTO GFK EURISKO PER UNIPRO ANALISI DI TARGETING: GLI ACQUIRENTI DI PRODOTTI COSMETICI NEI PRINCIPALI CANALI D ACQUISTO SINOTTICA trend 2009/2 2012/2 COSMOPROF, Bologna 8 Marzo 2013 LA CURA DI SÉ E IL BENESSERE:

Dettagli

Survey Internazionale sulla Bellezza Risultati italiani

Survey Internazionale sulla Bellezza Risultati italiani Survey Internazionale sulla Bellezza Risultati italiani L indagine Obiettivo Indagare il rapporto delle utenti di alfemminile con la bellezza e i diversi prodotti cosmetici. Date 3 17 maggio 2010 Numero

Dettagli

EVOLUZIONE Il Marketing Integrato

EVOLUZIONE Il Marketing Integrato EVOLUZIONE Il Marketing Integrato IL NUOVO CHE AVANZA Tutto si trasforma. Anche il mercato. Industria, distribuzione, consumi: gli attori sono sempre gli stessi ma evolvono i rapporti di forza, i ruoli,

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare M. Bettucci R. Secchi V. Veronesi Unit Produzione e Tecnologia Il libro è frutto del lavoro di ricerca svolto con il Gruppo

Dettagli

Abbigliamento e accessori per motociclisti

Abbigliamento e accessori per motociclisti ITALIA Abbigliamento e accessori per motociclisti Potenzialità del mercato e comportamenti d acquisto. Lo studio si concentra sui due canali di vendita preferiti: negozi specializzati e concessionari.

Dettagli

7. QUALITa DEL PRODOTTO

7. QUALITa DEL PRODOTTO 7. QUALITa DEL PRODOTTO 7. Qualità del prodotto Per Altromercato un prodotto deve essere costituito da materie prime di alta qualità, il più possibile sostenibile nel suo ciclo di produzione, consumo e

Dettagli

Sommario. Introduzione. Capitolo 1. La cura della pelle Amici e nemici della pelle. Capitolo 2. La base Il fondotinta 57

Sommario. Introduzione. Capitolo 1. La cura della pelle Amici e nemici della pelle. Capitolo 2. La base Il fondotinta 57 Sommario Introduzione 6 Capitolo 1. La cura della pelle Amici e nemici della pelle La cura quotidiana della pelle I rimedi della nonna Ricettario di bellezza al naturale I pennelli Altri accessori utili

Dettagli

CONVEGNO TECNICO BOLOGNA -COSMOPROF Bologna, 8 marzo 2013. AVV. SONIA SELLETTI - Studio Legale Astolfi e Associati - Milano

CONVEGNO TECNICO BOLOGNA -COSMOPROF Bologna, 8 marzo 2013. AVV. SONIA SELLETTI - Studio Legale Astolfi e Associati - Milano UNIPRO CONVEGNO TECNICO BOLOGNA -COSMOPROF Bologna, 8 marzo 2013 Avv. Sonia Selletti Studio Legale Astolfi e Associati, Milano L ambito della tutela Il bene tutelato dal Regolamento è la salute umana (sicurezza

Dettagli

Soluzioni ZANASI di codifica e marcatura per il settore Vinicolo

Soluzioni ZANASI di codifica e marcatura per il settore Vinicolo Soluzioni ZANASI di codifica e marcatura per il settore Vinicolo RIDUZIONE DEI COSTI DI GESTIONE ALTE PRESTAZIONI E FACILITA DI INTEGRAZIONE TECNOLOGIA AVANZATA E AGGIORNABILE TECNOLOGIA APERTA: SEMPLICITA

Dettagli

DIRETTIVA 2009/127/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

DIRETTIVA 2009/127/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO 25.11.2009 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 310/29 DIRETTIVE DIRETTIVA 2009/127/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 21 ottobre 2009 che modifica la direttiva 2006/42/CE relativa alle

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VM35U ATTIVITÀ 47.75.20 ERBORISTERIE Aprile 2011 Documento non definitivo PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore UM35U Erboristerie, è stata condotta analizzando i modelli per

Dettagli

[www.bovo-bags.com] 12 14 16 18 PRODUZIONE

[www.bovo-bags.com] 12 14 16 18 PRODUZIONE BOVO BAGS 2 Indice 3 BOVO Bags fa la differenza un partner affidabile per imballaggi di alta qualità. Una vasta conoscenza dei processi produttivi, delle materie prime, dei mercati e dei prodotti di riferimento

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM05U ATTIVITÀ 52.42.1 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ATTIVITÀ 52.42.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI

STUDIO DI SETTORE UM05U ATTIVITÀ 52.42.1 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ATTIVITÀ 52.42.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI STUDIO DI SETTORE UM05U ATTIVITÀ 52.42.1 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI CONFEZIONI PER ADULTI ATTIVITÀ 52.42.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI CONFEZIONI PER BAMBINI E NEONATI ATTIVITÀ 52.42.3 COMMERCIO AL DETTAGLIO

Dettagli

La funzione Marketing e Vendite

La funzione Marketing e Vendite Lezione 14 La funzione Marketing e Vendite prof. ssa Clara Bassano Corso di Economia e Gestione delle Imprese A.A. 2005-2006 .. una traiettoria evolutiva fase dell orientamento alla produzione D > O (artigianalità

Dettagli

Analisi settoriale - Fai da te

Analisi settoriale - Fai da te Analisi settoriale - Fai da te Acquisto razionale innanzitutto Per tre consumatori europei su cinque fare gli acquisti del fai da te è una necessità mentre è un piacere solo per una persona su quattro.

Dettagli

Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Parte A.C. - Appendice Settore Cosmesi

Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Parte A.C. - Appendice Settore Cosmesi Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Parte A.C. - Appendice Settore Cosmesi Pagina 1 di 5 APPENDICE SETTORE COSMESI 1 - Obiettivo Il presente documento

Dettagli

Il processo di certificazione di bilancio***

Il processo di certificazione di bilancio*** Corso di Analisi di bilancio. A. A. 2012/2012 Ricerca personale Il processo di certificazione di bilancio*** Caterina Cavallone Francesco Palermo Fabio Dimilta **Il Docente non interviene nell elaborazione

Dettagli

PARTNER FOR YOUR BUSINESS SISTEMI E SOLUZIONI PER LA RACCOLTA

PARTNER FOR YOUR BUSINESS SISTEMI E SOLUZIONI PER LA RACCOLTA PARTNER FOR YOUR BUSINESS SISTEMI E SOLUZIONI PER LA RACCOLTA AUTOMATICA DEGLI IMBALLAGGI PER BEVANDE Tecnologia Greeny Eurocompact EC1/EC2/EC3 Postazione automatica compatta per la raccolta degli imballaggi

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

PROFILE. La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione:

PROFILE. La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione: PROFILE La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione: La Kick Off Group nasce con la prospettiva di offrire al mercato il proprio know how, basandosi sull esperienza

Dettagli

FOOD & BEVERAGE. Soluzioni per l industria alimentare. www.allwell.it. pavimenti in resina pavimenti resilienti pareti vetrate e rivestimenti murali

FOOD & BEVERAGE. Soluzioni per l industria alimentare. www.allwell.it. pavimenti in resina pavimenti resilienti pareti vetrate e rivestimenti murali pavimenti in resina pavimenti resilienti pareti vetrate e rivestimenti murali scaffalature controsoffitti illuminazione pavimenti in resina La resina si può applicare su tutti i tipi di pavimenti e rivestimenti

Dettagli

You are the one. DNA Research - via Locatelli, 2-20124 Milano - Tel. +39 02 66988652 www.dnaresearch.it

You are the one. DNA Research - via Locatelli, 2-20124 Milano - Tel. +39 02 66988652 www.dnaresearch.it folderagenti_21x29,7 16-12-2008 12:55 Pagina 1 c o s m e t i c s c i e n c e You are the one DNA Research - via Locatelli, 2-20124 Milano - Tel. +39 02 66988652 www.dnaresearch.it folderagenti_21x29,7

Dettagli

INDUSTRIA COSMETICA: PRODUZIONE, MERCATO E COMMERCIO ESTERO. mercato cosmetico italiano produzione di cosmetici nel 2015 +2,2% 10.

INDUSTRIA COSMETICA: PRODUZIONE, MERCATO E COMMERCIO ESTERO. mercato cosmetico italiano produzione di cosmetici nel 2015 +2,2% 10. INDUSTRIA COSMETICA: PRODUZIONE, MERCATO E COMMERCIO ESTERO La pubblicazione dei Numeri della Cosmetica viene presentata, come tradizione, in occasione del Cosmoprof di Bologna, dal 18 al 21 marzo 2016,

Dettagli

Sostenibilità. I Vantaggi degli Imballaggi Metallici. Associazione Nazionale fra i Fabbricanti Imballaggi Metallici ed Affini

Sostenibilità. I Vantaggi degli Imballaggi Metallici. Associazione Nazionale fra i Fabbricanti Imballaggi Metallici ed Affini Sostenibilità I Vantaggi degli Imballaggi Metallici Associazione Nazionale fra i Fabbricanti Imballaggi Metallici ed Affini La Sostenibilità è definita come Andare incontro alle necessità delle generazioni

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ED AGROINDUSTRIALI

TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ED AGROINDUSTRIALI SETTORE AGRICOLTURA TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ED AGROINDUSTRIALI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE

Dettagli

METODOLOGIA DELL ASSESSMENT

METODOLOGIA DELL ASSESSMENT METODOLOGIA DELL ASSESSMENT Chi siamo HR RiPsi nasce come divisione specializzata di Studio RiPsi grazie alla collaborazione di Psicologi e Direttori del Personale che hanno maturato consolidata esperienza

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TG33U ATTIVITÀ 93.02.B SERVIZI DEGLI ISTITUTI DI BELLEZZA

STUDIO DI SETTORE TG33U ATTIVITÀ 93.02.B SERVIZI DEGLI ISTITUTI DI BELLEZZA STUDIO DI SETTORE TG33U ATTIVITÀ 93.02.B SERVIZI DEGLI ISTITUTI DI BELLEZZA Marzo 2005 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore SG33U Servizi degli istituti di bellezza è stata condotta analizzando

Dettagli

DATI DI SCENARIO trend 2009/2 2012/2

DATI DI SCENARIO trend 2009/2 2012/2 GFK EURISKO PER UNIPRO Analisi di targeting: gli acquirenti di prodotti cosmetici nei principali canali d acquisto. Focus Profumeria SINOTTICA trend 2009/2 2012/2 25 06 2013 LA CURA DI SÉ E IL BENESSERE:

Dettagli

HANDICAP FISICI. Sotto argomento 2.1

HANDICAP FISICI. Sotto argomento 2.1 HANDICAP FISICI Sotto argomento 2.1 Le principali disabilità fisiche riguardano: A. Il movimento delle persone B. Gli occhi devono avere occhiali o usare il Braille C. Orecchie A. Handicap motorio Le persone

Dettagli

Ivers-Lee. Confezionato Intelligentemente.

Ivers-Lee. Confezionato Intelligentemente. Ivers-Lee. Confezionato Intelligentemente. La natura presa a modello: l involucro secondo principi ben strutturati. Ivers-Lee. La forza dell azienda sta nel suo nucleo. Ivers-Lee. Il partner esperto per

Dettagli

Cos e un disegno o un modello?

Cos e un disegno o un modello? Disegni e modelli La forte propensione all innovazione ed i repentini mutamenti di scenario, che caratterizzano il contesto economico attuale, rendono gli interventi di tutela e valorizzazione della Proprietà

Dettagli

Contenuti di un sito web alcune considerazioni

Contenuti di un sito web alcune considerazioni Contenuti di un sito web alcune considerazioni Contenuti unici, interessanti e di qualità Il principale problema che tutti i siti devono affrontare riguarda l aere contenuti unici, interessanti e di qualità.

Dettagli

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELAZIONALI DEL PERSONALE INTERNO A CONTATTO CON IL CLIENTE

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELAZIONALI DEL PERSONALE INTERNO A CONTATTO CON IL CLIENTE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELAZIONALI DEL PERSONALE INTERNO A CONTATTO CON IL CLIENTE La qualità del servizio passa attraverso la qualità delle persone 1. Lo scenario In presenza di una concorrenza

Dettagli

Da Sempre è Fonte di Piacere

Da Sempre è Fonte di Piacere Fonte di Piacere Da Sempre è Fonte di Piacere L Acqua di Nepi, Fonte di Piacere, sgorga dalle sorgenti dei monti Cimini nei pressi del paese che le ha dato il nome, un luogo dalla natura protetta e incontaminata.

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

Gloss confezione trucco - cod. GM10001. Prezzo al pubblico 11,80. Confezione trucco contenente: 6 ombretti, 2 lip gloss, 1 pennello e 1 rossetto.

Gloss confezione trucco - cod. GM10001. Prezzo al pubblico 11,80. Confezione trucco contenente: 6 ombretti, 2 lip gloss, 1 pennello e 1 rossetto. Tutti i prodotti sono corredati di certificazione a norma CEE al fine di garantire la massima sicurezza. Gloss confezione trucco - cod. GM10001. Prezzo al pubblico 11,80. Confezione trucco contenente:

Dettagli

Marketing. La segmentazione del mercato

Marketing. La segmentazione del mercato Marketing La segmentazione del mercato 1 Fase analitica e conoscitiva Analisi di settore e comportamenti concorrenziali Definizione del mercato e analisi della domanda Comportamento del consumatore Struttura

Dettagli

Chi siamo. La normativa ESOMAR (European Society For Opinion And Marketing Research), della quale istituzione Quaeris ha un membro associato.

Chi siamo. La normativa ESOMAR (European Society For Opinion And Marketing Research), della quale istituzione Quaeris ha un membro associato. Chi siamo Quaeris è un istituto di ricerca specializzato nel settore del marketing research e dei sondaggi. Nato a Treviso nel 1996 opera a livello nazionale ed internazionale. Quaeris fornisce servizi

Dettagli

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%).

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI CREDITO DA PARTE DELLE FAMIGLIE Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). Le evidenze

Dettagli

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE - LINEE GENERALI Al termine del percorso liceale lo studente deve aver acquisito la consapevolezza della propria corporeità intesa come conoscenza, padronanza e rispetto del

Dettagli

1 Programmazione didattica

1 Programmazione didattica TURISTICO ALBERGHIERO RISTORAZIONE 1 Programmazione didattica PIANO DELLE ATTIVITÀ CLASSE PRIMA Conoscere le principali tecniche di comunicazione e accoglienza al front office. Finalità educative Gli argomenti

Dettagli

Le collezioni si caratterizzano per una spiccata vocazione alla sperimentazione e alla ricerca. Sono ricche di dettagli che combinano un design

Le collezioni si caratterizzano per una spiccata vocazione alla sperimentazione e alla ricerca. Sono ricche di dettagli che combinano un design IL BRAND Il marchio GAZZARRINI nasce nel 1993 dall iniziativa e dall esperienza trentennale nel mondo della moda. Fin dall inizio, si distingue subito per un approccio innovativo al prodotto, tanto da

Dettagli

LOGICA è l alternativa più avanzata nell ambito del condizionamento delle sale server

LOGICA è l alternativa più avanzata nell ambito del condizionamento delle sale server SYSTEM LOGICA è l alternativa più avanzata nell ambito del condizionamento delle sale server MONTAIR è il marchio che rappresenta l eccellenza sul mercato per la produzione di prodotti per applicazioni

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 COMITATO TECNICO CONSULTIVO PER LA POLIZIA LOCALE REGIONE BASILICATA

Dettagli

Porta alzante scorrevole S 9000 S 9000. + + efficiente + + di design + + versatile + + risparmio energetico INNOVAZIONE CON SISTEMA

Porta alzante scorrevole S 9000 S 9000. + + efficiente + + di design + + versatile + + risparmio energetico INNOVAZIONE CON SISTEMA Porta alzante scorrevole S 9000 + + efficiente + + di design + + versatile + + risparmio energetico S 9000 INNOVAZIONE CON SISTEMA A tuttotondo Estetica moderna senza limitazioni Serramenti scorrevoli

Dettagli

Marketing, vendite e servizi post-vendita

Marketing, vendite e servizi post-vendita Marketing, vendite e servizi post-vendita L attività di marketing include: a) tutte le azioni che spingono il consumatore ad acquistare un dato prodotto Marca, pubblicità, promozione (servizi di assistenza

Dettagli

Beauty Book. by Carla Puchetti make-up artist

Beauty Book. by Carla Puchetti make-up artist Beauty Book by Carla Puchetti make-up artist Il primo step per realizzare un trucco perfetto è l applicazione del fondotinta sulla pelle pulita e idratata Mettere una dose di fondotinta sul dorso della

Dettagli

ANALISI E PREVISIONE DELLA PRODUZIONE. nei settori dell industria grafica, della cartotecnica e trasformazione di carta e cartone

ANALISI E PREVISIONE DELLA PRODUZIONE. nei settori dell industria grafica, della cartotecnica e trasformazione di carta e cartone ANALISI E PREVISIONE DELLA PRODUZIONE ISTITUTO DI AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO (IAFC) UNIVERSITA L. BOCCONI per nei settori dell industria grafica, della cartotecnica e trasformazione di carta e

Dettagli

Il Decreto legislativo 626 del 1994 stabilisce delle misure generati di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.

Il Decreto legislativo 626 del 1994 stabilisce delle misure generati di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. INTRODUZIONE Il Decreto legislativo 626 del 1994 stabilisce delle misure generati di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Fra queste misure l'uso dei SEGNALI DI AVVERTIMENTO E SICUREZZA

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

Il Marketing Strategico

Il Marketing Strategico Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia Marketing Vitivinicolo A.A. 2014/2015 Il Marketing Strategico Nicola Marinelli nicola.marinelli@unifi.it Cosa vuol dire strategia aziendale? Determinazione dei

Dettagli

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Rapporto di ricerca Ottobre 2011 (Rif. 1810v111) Indice 2 Capitolo I - La situazione attuale dei dealer e le previsioni per il prossimo futuro

Dettagli

3 DECALOGO DELLA QUALITÀ

3 DECALOGO DELLA QUALITÀ GENERALITÀ 1 / 10 Sommario Generalità 1 Politica della Qualità 3 DECALOGO DELLA QUALITÀ 4 Politica Ambientale PREVENZIONE 7 FORMAZIONE CULTURA ED ATTEGGIAMENTO 8 COMUNICAZIONE 8 COLLABORAZIONE CON FORNITORI

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

F. IL SISTEMA OLIVICOLO DELLA SABINA E LA GESTIONE DELLA DOP

F. IL SISTEMA OLIVICOLO DELLA SABINA E LA GESTIONE DELLA DOP F. IL SISTEMA OLIVICOLO DELLA SABINA E LA GESTIONE DELLA DOP a cura di Stefano Petrucci, Arnaldo Peroni La filiera dell olio nel territorio sabino si è evoluta notevolmente dopo l ottenimento, nel 1996,

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

8.2.1.2 Descrizione della Misura, inclusa la logica di intervento ed il contributo alle FA ed agli obiettivi trasversali

8.2.1.2 Descrizione della Misura, inclusa la logica di intervento ed il contributo alle FA ed agli obiettivi trasversali 8.2 Descrizione della Misura 8.2.1 Codice e titolo della Misura Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari. Cod. Misura 3. 8.2.1.1 Basi giuridiche Base giuridica della Misura 3 è l Art. 16 del

Dettagli

Introduzione al Retail

Introduzione al Retail Introduzione al Retail Lezione 14.03.13 Pio Zito MARKETING RELAZIONALE FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI Il Retail etailè un sistema di vendita evoluto composto da una rete di punti caratterizzati da: SPECIALIZZAZIONE

Dettagli

Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms. Leonardo Casini

Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms. Leonardo Casini Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms Leonardo Casini Questo è probabilmente l ettaro di terra più costoso del mondo: Burgundy, Vigneto Romanée Conti:

Dettagli

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati Lexis Ricerche per Faschim FASCHIM Indagine Associati 1 Metodo e campione Ricerca quantitativa sul target iscritti Faschim. Disegno campionario: 1000 interviste telefoniche a iscritti al fondo Faschim;

Dettagli

Introduzione al Marketing Mix

Introduzione al Marketing Mix Introduzione al Marketing Mix Relatore: Andrea Baioni (abaioni@andreabaioni.it) Il Marketing Mix Le 4 P Product Price Promotion Place È la combinazione delle variabili controllabili di marketing che l

Dettagli

La tecnologia cloud computing a supporto della gestione delle risorse umane

La tecnologia cloud computing a supporto della gestione delle risorse umane La tecnologia cloud computing a supporto della gestione delle risorse umane L importanza delle risorse umane per il successo delle strategie aziendali Il mondo delle imprese in questi ultimi anni sta rivolgendo

Dettagli

Obiettivo Prevenzione L ecosostenibilità degli imballaggi nel settore alimentare

Obiettivo Prevenzione L ecosostenibilità degli imballaggi nel settore alimentare Obiettivo Prevenzione L ecosostenibilità degli imballaggi nel settore alimentare Simona Fontana Responsabile Centro Studi Area Prevenzione CONAI 27 febbraio 2015 Il Sistema CONAI, Consorzio Nazionale Imballaggi

Dettagli

TRONY. Profilo dell insegna

TRONY. Profilo dell insegna TRONY Profilo dell insegna Chi è Trony La mission L offerta sul punto vendita E-Commerce e CRM Trony e i fattori di successo Il nuovo modello di vendita L importanza del personale di vendita La comunicazione

Dettagli

Decreto Legislativo 152/2006 e Direttiva 94/62/CE, requisiti essenziali degli imballaggi in acciaio

Decreto Legislativo 152/2006 e Direttiva 94/62/CE, requisiti essenziali degli imballaggi in acciaio Decreto Legislativo 152/2006 e Direttiva 94/62/CE, requisiti essenziali degli imballaggi in acciaio Simona Fontana Responsabile Centro Studi - Area Prevenzione Rimini, 5 novembre 2014 Il Sistema CONAI,

Dettagli

L Affidabilità nella filiera produttiva del settore cosmetico

L Affidabilità nella filiera produttiva del settore cosmetico Polo Teclogico della Cosmesi Crema L Affidabilità nella filiera produttiva del settore cosmetico Valori in milioni di Euro AFFIDABILITÀ Capacità dimostrabile di un azienda di poter comprendere e soddisfare

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 Le Reti d Impresa POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 1 Introduzione L esigenza di fare rete riguarda tutte le imprese ma è ancora più importante

Dettagli

Le problematiche dei rifiuti in azienda e la nuova classificazione

Le problematiche dei rifiuti in azienda e la nuova classificazione Associazione Piccole e Medie industrie delle Provincie di Novara, VCO e Vercelli Le problematiche dei rifiuti in azienda e la nuova classificazione Alessandria, 08/07/15 Sportelli API SPORTELLO AMBIENTE

Dettagli

Principi di marketing

Principi di marketing Principi di marketing Corso di Gestione e Marketing delle Imprese Editoriali (A Z) Prof.ssa Fabiola Sfodera Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione Anno Accademico 2013/2014 1 L utilità

Dettagli

IL TRUCCO DELLA BELLEZZA Creme, compresse e trattamenti: viaggio tra gli inganni pubblicitari

IL TRUCCO DELLA BELLEZZA Creme, compresse e trattamenti: viaggio tra gli inganni pubblicitari il trucco della bellezzaant4.qxd 14-01-2009 14:51 Pagina 3 Laura Bruzzaniti IL TRUCCO DELLA BELLEZZA Creme, compresse e trattamenti: viaggio tra gli inganni pubblicitari il trucco della bellezzaant4.qxd

Dettagli

Ricerchiamo sempre l' atteggiamento mentale positivo, perché noi crediamo che solo con la fiducia in se stessi e negli altri, oltre che con la

Ricerchiamo sempre l' atteggiamento mentale positivo, perché noi crediamo che solo con la fiducia in se stessi e negli altri, oltre che con la Ricerchiamo sempre l' atteggiamento mentale positivo, perché noi crediamo che solo con la fiducia in se stessi e negli altri, oltre che con la determinazione giusta, si possono raggiungere gli obiettivi

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Corso di Marketing Industriale Prof. Ferruccio Piazzoni L analisi di attrattività dei segmenti I Mktg-L05 L ANALISI DI ATTRATTIVITA In ciascuna

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato B alla delibera n. 380/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a) l ambito dell intervento regolamentare proposto, con particolare

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Tenuta del consumo di prodotti per la cura del corpo e per il benessere personale. Anche nel periodo a cavallo tra il 2009 e i primi

Dettagli

SOLAREXPO, 5 MAGGIO 2010 14.30-17.00 Sala Puccini. Vincenzo SCOTTI Vice Presidente Fondazione REEF -1-

SOLAREXPO, 5 MAGGIO 2010 14.30-17.00 Sala Puccini. Vincenzo SCOTTI Vice Presidente Fondazione REEF -1- Piano di azione per lo sviluppo delle fonti rinnovabili bl : l Italia l e l imminente attuazione della direttiva 2009/28 CE Il contributo tibt di dei centri ti studi tdi SOLAREXPO, 5 MAGGIO 2010 14.30-17.00

Dettagli

LANCAR GROUP UN MONDO DI SERVIZI PER AZIENDE SEMPRE EFFICIENTI GROUP

LANCAR GROUP UN MONDO DI SERVIZI PER AZIENDE SEMPRE EFFICIENTI GROUP LANCAR GROUP UN MONDO DI SERVIZI PER AZIENDE SEMPRE EFFICIENTI GROUP LANCAR GROUP DOVE L AZIENDA TROVA IL SUO SERVIZIO GLOBALE Pensate a tutti i servizi che devono essere attivati per assicurare alla vostra

Dettagli

Pratiche socialmente responsabili

Pratiche socialmente responsabili Pratiche socialmente responsabili I risultati di un indagine tra 28 multinazionali europee Milano, 3 dicembre 2003 EUROPEAN UNION European Social Fund Article 6 Innovative Measures Prime evidenze dalla

Dettagli

Gli studi e le indagini quantitative effettuate

Gli studi e le indagini quantitative effettuate Gli studi e le indagini quantitative effettuate 1. Indagine sui turisti Incoming (attrattività e competitività) attrattività e competitività del Sistema di offerta 2. Indagine sui residenti/turisti Interni

Dettagli