La Redazione dell URP. URP MULTIENTE Cosa fare in caso di morte di un congiunto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Redazione dell URP. URP MULTIENTE Cosa fare in caso di morte di un congiunto"

Transcript

1 Cosa fare in caso di MORTE DI UN CONGIUNTO 4 quadern UADERNiuTIL TILi

2 2 Il quaderno fornisce indicazioni su come e dove fare la denuncia di morte e a chi rivolgersi per chiedere un supporto sulle pratiche relative alla sepoltura, al trasporto della salma e altro. Dopo la morte di una persona occorre effettuare la comunicazione all ufficio tributi, alla banca, all Agenzia delle Entrate e altri soggetti interessati alla fornitura di servizi. La Redazione dell URP

3 SOMMARIO 04 Come fare la denuncia 07 Dove fare la denuncia 09 Spese funebri persone indigenti 10 La cremazione 14 Come tenere in casa le ceneri dei defunti 18 Trasporto della salma 21 Sepoltura 24 La pensione 25 Dichiarazione dei redditi 26 Variazione IMU 28 Variazione TIA 30 Variazione tassa automobilistica 31 Telefono 32 Abbonamento Rai 33 Banca 34 Pratiche di successione 3

4 COME FARE LA DENUNCIA DI MORTE 4 La denuncia di morte deve essere fatta da un familiare o da una persona incaricata, entro 24 ore, all Ufficio di Stato Civile. Le pubbliche assistenze e le agenzie di pompe funebri, su richiesta del cittadino, possono occuparsi di tutte le pratiche dalla denuncia di morte al funerale. Nel caso in cui i parenti della persona deceduta non intendano affidarsi a una impresa funebre devono seguire le seguenti procedure in base al luogo in cui è avvenuto il decesso: Morte avvenuta in casa Immediatamente dopo il decesso i parenti devono: avvisare il medico curante che dovrà compilare il certificato ISTAT; avvisare l Ufficio Igiene e Sanità Pubblica e l Azienda USL o i Distretti Socio-Sanitari, che provvederanno ad inviare il medico necroscopo o altro medico incaricato dall ASL. Il medico dovrà accertare il decesso non prima della 15^ ora e non dopo 30 ore dalla morte; denunciare la morte presso l Ufficio di Stato Civile del Comune dove è avvenuto il decesso.

5 COME FARE LA DENUNCIA DI MORTE 5 Morte avvenuta in ospedale o casa di cura Dopo il necessario periodo di osservazione della salma, i parenti devono: ritirare presso l Ufficio di Anatomia Patologica il certificato necroscopico e la denuncia di morte completa di scheda ISTAT; consegnare la documentazione all Ufficio di Stato Civile del Comune dove è avvenuto il decesso per la redazione dell atto di morte. Morte avvenuta all estero I parenti devono comunicare immediatamente l avvenuto decesso al Consolato Generale o all Ambasciata Italiana, per ottenere il nulla osta del rimpatrio della salma. I parenti possono interpellare anche una pubblica assistenza o una impresa di pompe funebri del Comune dove si intende trasportare la salma, per consulenza sulle pratiche da svolgere in Italia e sull eventuale trasporto per il rimpatrio della salma (via aerea, per mezzo di auto funebre, via mare).

6 COME FARE LA DENUNCIA DI MORTE ATTENZIONE In caso di morte violenta o dubbia occorre informare tempestivamente l Autorità Giudiziaria, che rilascerà il nulla osta per la sepoltura o la cremazione dopo i dovuti accertamenti medico-legali. Documenti da presentare: documento di identità valido della persona che fa denuncia di morte; se il decesso è avvenuto in casa, il certificato necroscopico e la scheda ISTAT rilasciati dal medico che ha constatato la morte; se il decesso è avvenuto in ospedale, la denuncia di morte rilasciata dall ospedale. 6

7 DOVE FARE LA DENUNCIA 7 A chi rivolgersi? Arciconfraternita della Misericordia Via Galcianese, 15 - Prato Telefono (24 ore su 24) Telefono (24 ore su 24) Fax sito web: Croce d oro Via Niccoli, 2 - Prato Telefono (24 ore su 24) sito web: Pubblica Assistenza L Avvenire Via S. Jacopo, 34 - Prato Telefono (centralino) Telefono (dal Lunedì alla Domenica dalle 7.30 alle 19.30) (solo per servizi funebri - 24 ore su 24) sito web: Ufficio di Stato Civile Piazza C. Niccolò, 13 - Prato Centralino Orario: dal Lunedì al Sabato ore

8 Uffici di Stato Civile nella Provincia di Prato: DOVE FARE LA DENUNCIA 8 Comune di Cantagallo Via S. Lorenzo, 14 - Usella Telefono Comune di Carmignano Piazza Matteotti, 1 Telefono Comune di Montemurlo Via A. Toscanini, 1 Telefono Comune di Poggio a Caiano Via Cancellieri, 4 Telefono Comune di Vaiano Piazza del Comune, 4 Telefono Comune di Vernio Piazza del Comune, 20 Telefono

9 SPESE FUNEBRI PERSONE INDIGENTI 9 Aiuto spese servizi funebri persone indigenti L ufficio Servizi Sociali del Comune di Prato provvede direttamente al pagamento delle spese funebri (limitatamente all acquisto della cassa e alle spese di trasporto e inumazione) nel caso si verifichi il decesso di una persona in condizioni di grave disagio economico e senza nessun parente in grado di provvedere al funerale. Il servizio è rivolto sia a cittadini residenti nel Comune di Prato che a persone che non hanno nessuna residenza ma deceduti sul territorio comunale. Per gli altri comuni della provincia contattare direttamente gli uffici dei servizi sociali. A chi rivolgersi? Servizi Sociali e Sanità Via Roma, 101 (Ex casa di riposo) Prato Centralino Fax Orario: Lunedì e Giovedì e

10 La cremazione della salma è concessa in presenza di una delle seguenti condizioni: la persona deceduta aveva espresso la volontà di essere cremata; la persona deceduta era iscritta a un associazione che ha fra i suoi fini anche la cremazione; il coniuge o i parenti prossimi dichiarano la propria volontà che la persona deceduta sia cremata con un atto scritto. LA CREMAZIONE 10 I familiari del defunto possono rivolgersi ad una delle imprese funebri di Prato che provvederà ad istruire la pratica per la cremazione e ad acquisire tutta la documentazione necessaria. L autorizzazione alla cremazione deve essere rilasciata dal Sindaco del Comune in cui è avvenuto il decesso. I familiari devono recarsi all ufficio di Stato Civile per richiedere l autorizzazione alla cremazione. Per quanto riguarda il trasporto: le urne cinerarie possono essere trasportate con mezzo proprio. Se il trasporto è fuori dal territorio del comune occorre l autorizzazione dell ufficio di Stato Civile. Documenti da presentare: Per l autorizzazione a cremare le salme: se la persona deceduta aveva espresso la volontà di essere cremata occorre presentare all ufficio la dichiarazione della volontà della persona deceduta;

11 LA CREMAZIONE 11 se il deceduto era iscritto ad un associazione che ha fra i suoi fini la cremazione occorre che la dichiarazione di volontà sia convalidata dal presidente dell associazione; la dichiarazione, del coniuge o dei parenti prossimi, della volontà del defunto ad essere cremato (i moduli si trovano presso l ufficio di Stato Civile, le associazioni di cremazione o scaricabili dal sito del Comune di Prato). Per l autorizzazione a cremare le salme non decomposte: domanda in bollo al Sindaco su modulo disponibile presso l ufficio di Stato Civile; permesso di sepoltura originale; richiesta di trasporto al luogo di cremazione in carta libera (con marca da bollo). Per maggiori informazioni: > Canali tematici > Identità e cittadinanza > Morte > Cremazione A chi rivolgersi? Gestore dei cimiteri comunali Via Montalese, 314 (a destra dell ingresso del Cimitero di Chiesanuova) - Prato Telefono Fax Orario invernale (da Ottobre a Marzo): da Lunedì a Sabato e Orario estivo (da Aprile a Settembre): da Lunedì a Sabato e

12 Ufficio di Stato Civile Piazza C. Niccolò, 13 - Prato Centralino: Orario: dal Lunedì al Sabato ore Uffici di Stato Civile nella Provincia di Prato: LA CREMAZIONE 12 Comune di Cantagallo Via S. Lorenzo, 14 - Usella Telefono Comune di Carmignano Piazza Matteotti, 1 Telefono Comune di Montemurlo Via A. Toscanini, 1 Telefono Comune di Poggio a Caiano Via Cancellieri, 4 Telefono Comune di Vaiano Piazza del Comune, 4 Telefono Comune di Vernio Piazza del Comune, 20 Telefono

13 Per iscrizione e informazione sul servizio di cremazione è possibile rivolgersi a: Società per la cremazione dei cadaveri Federazione Nazionale delle SOCREM (Società per la Cremazione), Via Gobetti, 74 - Prato Telefono e Fax sito web: LA CREMAZIONE 13 Inoltre è possibile ricevere informazioni sulla cremazione da: Arciconfraternita della Misericordia Via Galcianese, 15 Prato Telefono (24 ore su 24) Telefono (24 ore su 24) Fax sito web: Croce d oro Via Niccoli, 2 - Prato Telefono (24 ore su 24) crocedoroprato1905.org sito web: Pubblica Assistenza L Avvenire Via S. Jacopo, 34 - Prato Telefono (centralino) Telefono (da Lunedì a Domenica dalle 7.30 alle 19.30) (solo per servizi funebri - 24 ore su 24) sito web:

14 COME TENERE IN CASA LE CENERI DEI DEFUNTI E COME DISPERDERLE 14 I comuni della provincia di Prato, ad eccezione del Comune di Cantagallo, hanno provveduto a legittimare l affidamento, la conservazione e la dispersione delle ceneri derivanti da cremazione dei defunti ai familiari o aventi diritto che ne facciano richiesta. La tariffa per l affidamento, la conservazione e la dispersione delle ceneri è di euro 122,00. Il nuovo Regolamento di Polizia mortuaria del Comune di Prato dell aprile 2008 prevede la possibilità di disperdere le ceneri dei defunti nelle seguenti aree, purché la distanza dai centri abitati sia di 200 metri: all interno dei cimiteri in luoghi appositamente individuati dai Comuni; in luoghi naturali (montagna, fiumi e monti); in aree private con il consenso del proprietario e senza fini di lucro. In alcuni cimiteri verrà apposta una targa con i dati anagrafici della persona defunta le cui ceneri sono state disperse o affidate a casa dei congiunti. Cosa fare per richiederle? Le ceneri cremate vengono raccolte in un urna sigillata e identificata tramite targhetta metallica con indicati i dati anagrafici della persona defunta. La richiesta di affidamento e conservazione delle ceneri deve essere presentata al gestore dei Servizi Cimiteriali presso il cimitero di Chiesanuova in via Montalese, 314.

15 COME TENERE IN CASA LE CENERI DEI DEFUNTI 15 Una volta accolta la domanda i richiedenti verranno contattati dai Servizi Cimiteriali per la consegna dell urna cineraria. Nell occasione verrà loro consegnato un verbale nel quale verranno indicate le modalità e le garanzie di conservazione delle ceneri. La richiesta per la dispersione delle ceneri deve essere presentata all ufficio dello Stato Civile. Tale richiesta deve essere corredata o dall evidenza dell iscrizione ad una Società di cremazione oppure dall espressa volontà del medesimo. Documenti da presentare - Marca bollo da 14,62 euro; - Modulo di richiesta di affidamento e conservazione delle ceneri con indicati i seguenti dati: dati anagrafici e residenza del richiedente; luogo di conservazione dell urna cineraria; dichiarazione di responsabilità per la custodia delle ceneri; dichiarazione di consenso all effettuazione di controlli periodici da parte dell Amministrazione Comunale sull effettiva collocazione delle ceneri nel luogo indicato; obbligo di informare l Amministrazione Comunale di eventuali variazioni di quest ultimo.

16 COME TENERE IN CASA LE CENERI DEI DEFUNTI E COME DISPERDERLE 16 A chi rivolgersi? Gestore dei cimiteri comunali Via Montalese, 314 (a destra dell ingresso del Cimitero di Chiesanuova) - Prato Telefono Fax Orario invernale (da Ottobre a Marzo): da Lunedì a Sabato e Orario estivo (da Aprile a Settembre): da Lunedì a Sabato e Società per la cremazione dei cadaveri Federazione Nazionale delle SOCREM (Società per la Cremazione), Via Gobetti, 74 - Prato Telefono e Fax sito web: Arciconfraternita della Misericordia Via Galcianese, 15 Prato Telefono (24 ore su 24) Telefono (24 ore su 24) Fax sito web: Croce d oro Via Niccoli, 2 - Prato Telefono (24 ore su 24) crocedoroprato1905.org sito web:

17 COME TENERE IN CASA LE CENERI DEI DEFUNTI 17 Pubblica Assistenza L Avvenire Via S. Jacopo, 34 - Prato Telefono (centralino) Telefono (da Lunedì a Domenica dalle 7.30 alle 19.30) (solo per servizi funebri - 24 ore su 24) sito web: Uffici servizi cimiteriali competenti nei comuni della Provincia di Prato: Comune di Cantagallo Via G. Verdi, 24 (Frazione Luicciana) Telefono Comune di Carmignano Piazza Matteotti, 1 Telefono Comune di Montemurlo Via A. Toscanini, 1 Telefono Comune di Poggio a Caiano Via Cancellieri, 4 Telefono Comune di Vaiano Piazza del Comune Telefono Comune di Vernio Piazza del Comune, 20 Telefono

18 Trasporto all interno del Comune Il servizio è gestito dalle imprese di pompe funebri incaricata dai parenti del defunto. TRASPORTO DELLA SALMA 18 Trasporto fuori dal territorio del Comune E necessario chiedere l autorizzazione al Comune. I parenti della persona defunta possono affidare all impresa funebre l incarico di gestire la pratica. I parenti che preferiscono seguire autonomamente la pratica devono rivolgersi all Ufficio di Stato Civile per il ritiro e la presentazione della documentazione necessaria. Documenti da presentare: domanda al Sindaco del Comune (su un modulo disponibile presso l ufficio); 2 marche da bollo da Euro14,62; certificato di accertamento di morte; certificato dell Ufficio Anatomia Patologica che attesti il trattamento antiputrefattivo, per il trasporto della salma fuori dal territorio della Provincia nel periodo estivo (dal 1 Aprile al 31 Ottobre).

19 TRASPORTO DELLA SALMA 19 Trasporto all estero Se la salma deve essere trasportata all estero è necessario ottenere il Passaporto Mortuario che viene rilasciato dal Sindaco. I moduli per la richiesta del passaporto sono disponibili presso l Ufficio di Stato Civile di Prato o le imprese di onoranze funebri. Documenti da presentare: domanda al Sindaco del Comune; certificato dell Azienda USL che attesta che il feretro è conforme alle leggi sanitarie vigenti e non ha contratto malattie; certificato dell Ufficio Anatomia Patologica che attesti il trattamento antiputrefattivo, per il trasporto della salma fuori dal territorio della Provincia nel periodo estivo (1 Aprile - 31 Ottobre); 2 estratti di morte rilasciati dallo Stato Civile; autorizzazione all espatrio rilasciata dallo Stato Civile; nulla osta dell ambasciata (solo per i paesi non aderenti all accordo di Berlino). A chi rivolgersi? Ufficio di Stato Civile Piazza C. Niccolò, 13 - Prato Centralino Fax Orario: dal Lunedì al Sabato ore

20 Uffici di Stato civile nella Provincia di Prato: TRASPORTO DELLA SALMA 20 Comune di Cantagallo Via S. Lorenzo, 14 - Usella Telefono Comune di Carmignano Piazza Matteotti, 1 Telefono Comune di Montemurlo Via A. Toscanini, 1 Telefono Comune di Poggio a Caiano Via Cancellieri, 4 Telefono Comune di Vaiano Piazza del Comune Telefono Comune di Vernio Piazza del Comune, 20 Telefono

21 La sepoltura in uno dei comuni della provincia di Prato è concessa alle persone residenti o decedute nel comune e, su autorizzazione del Sindaco, a defunti di familiari residenti o sepolti nel Comune. Su richiesta della famiglia e in base alle disponibilità esistenti, i defunti possono avere due tipi di sepoltura: SEPOLTURA 21 SEPOLTURA IN TERRA (inumazione): consiste nella sepoltura della salma in una fossa scavata nella terra ed è garantita a tutti i defunti che in vita risiedevano nel comune o che sono deceduti nel territorio comunale. SEPOLTURA IN POSTO DISTINTO: il colombaro consiste nella deposizione della bara in un loculo (di galleria o in tombe o cappelle private). I colombari possono essere concessi solo a persone decedute (non è possibile acquistarli in vita) per un periodo di 40 anni, trascorsi i quali la concessione potrà essere rinnovata, con il pagamento della relativa tariffa. La richiesta di rinnovo deve essere presentata almeno 3 mesi prima della scadenza.

22 Il familiare può fare richiesta di lampada votiva sia nel caso di sepoltura a terra che in quella di posto distinto (colombaro). Il costo del servizio comprende una quota per l allacciamento e una quota per il consumo dell energia elettrica. Se l allacciamento è fatto nei mesi successivi a gennaio, il costo del servizio sarà dato dal costo dell allacciamento e la quota spettante in relazione al numero dei mesi di consumo. SEPOLTURA 22 Per maggiori informazioni sui servizi cimiteriali del Comune di Prato: > Canali tematici > Identità e cittadinanza > Morte > Sepoltura defunti > Tariffe e servizi cimiteriali A chi rivolgersi? Gestore dei cimiteri comunali Via Montalese, 314 (accanto all ingresso del Cimitero di Chiesanuova, sulla destra) Prato Telefono Fax Orario: orario invernale (da Ottobre a Marzo): da Lunedì a Sabato e Orario estivo (da Aprile a Settembre): dalunedì a Sabato e

23 SEPOLTURA 23 Uffici dei servizi cimiteriali nella provincia di Prato: Comune di Cantagallo (Frazione Luicciana) Via G. Verdi, 24 Telefono Comune di Carmignano Piazza Matteotti, 1 Telefono Comune di Montemurlo Servizi cimiteriali gestiti: ASM Spa - Ambiente Servizi Mobilità Via Paronese, Prato Centralino Telefono addetto-custode del Cimitero Orario: da Lunedì a Venerdì ore sito Internet: Comune di Poggio a Caiano Via Cancellieri, 4 Telefono Comune di Vaiano Piazza del Comune, 4 Telefono Comune di Vernio San Quirico di Vernio Piazza del Comune, 20 Telefono

24 In caso di decesso di un familiare titolare di pensione INPS occorre: comunicare l evento alla Sede INPS tramite autocertificazione e restituire il libretto di pensione; presentare domanda di pensione di reversibilità nel caso in cui il superstite è un familiare avente diritto e se la pensione della persona deceduta è reversibile; presentare domanda di rate maturate e non riscosse (es. rateo di 13^) negli altri casi. LA PENSIONE 24 A chi rivolgersi? INPS (Istituto Nazionale Previdenza Sociale) Via Valentini 1/B Prato Telefono Call Center Fax Orario: da Lunedì a Venerdì ; Giovedì pomeriggio sito web:

25 DICHIARAZIONE DEI REDDITI La dichiarazione dei redditi percepiti dalla persona deceduta deve essere presentata da uno degli eredi. La denuncia, intestata al defunto, deve riportare nel riquadro dedicato, i dati dell erede che presenta materialmente il documento. Il termine per la presentazione della dichiarazione cambia a seconda della data del decesso del contribuente. A chi rivolgersi? Agenzia delle Entrate Via Rimini, 17 (Lam blu, direzione Nenni) Telefono Orario: dal Lunedì al Venerdì ore Martedì e Giovedì Sito internet: 25

26 La variazione ICI, denominata variazione IMU dal gennaio 2012, non deve essere presentata per gli immobili inclusi in denunce di successione. Rimane l obbligo della dichiarazione IMU nei casi in cui non è prevista la denuncia di successione. Dal giorno di apertura della successione i pagamenti dell IMU verranno effettuati con modalità differenziate a seconda che si tratti di coniuge superstite, con diritto abitativo, o dei familiari eredi. VARIAZIONE IMU 26 A chi rivolgersi? Tributi (SoRi - Società Risorse SpA) per conto del Comune di Prato, Carmignano e Montemurlo Via Panziera, 18 - Prato Centralino Fax Orario: Lunedì, Martedì e Mercoledì , Giovedì CHIUSO, Venerdì , il Martedì l ufficio è aperto anche dalle alle 16.30; Sito web: Ufficio Tributi - Comune di Cantagallo Via Verdi, 24 (Luicciana) Telefono Fax Orario: Mercoledì, Venerdì e Sabato sito web:

27 Ufficio Tributi Comune Poggio a Caiano Via Cancellieri, 4 (Palazzo comunale - primo piano) Telefono Fax Orario: Lunedì, Giovedì e Sabato sito web: VARIAZIONE IMU 27 Ufficio Tributi - Comune di Vaiano Piazza del Comune, 4 Telefono Fax Orario: Lunedì, Martedì e Venerdì Giovedì sito web: Ufficio Tributi - Comune di Vernio Piazza del Comune, 20 Telefono Orario: da Martedì a Venerdì Martedì e Giovedì anche Sabato e pomeriggi su appuntamento sito web:

28 In caso di decesso dell intestatario della TIA è necessario comunicare le variazioni. VARIAZIONE TIA (TASSA IGIENE AMBIENTALE) 28 A chi rivolgersi? Tributi (SoRi - Società Risorse SpA) per conto del Comune di Prato, Carmignano e Montemurlo Via Panziera, 18 - Prato Centralino Fax Orario: Lunedì, Martedì e Mercoledì , Giovedì CHIUSO, Venerdì , il Martedì l ufficio è aperto anche dalle alle 16.30; Sito web: Ufficio tributi - Comune di Cantagallo (per variazione TARSU) Via Verdi, 24 (Luicciana) Telefono Fax Orario: Mercoledì, Venerdì e Sabato sito web:

29 VARIAZIONE TIA (TASSA IGIENE AMBIENTALE) 29 Ufficio Tributi Comune Poggio a Caiano Via Cancellieri, 4 (Palazzo comunale - primo piano) Telefono Fax Orario: Lunedì, Giovedì e Sabato sito web: Sportello TIA del Comune di Vaiano Piazza del Comune, 4 Telefono Orario: Lunedì ore Giovedì ore sito web: Ufficio tributi - Comune di Vernio (per variazione TARSU) Piazza del Comune, 20 Telefono Orario: da Martedì a Venerdì Martedì e Giovedì Sabato e pomeriggi su appuntamento sito web:

30 VARIAZIONE TASSA AUTOMOBILISTICA 30 Gli eredi che hanno deciso di accettare un veicolo in eredità, devono provvedere a trascrivere l accettazione di eredità e ad aggiornare la carta di circolazione. Il termine per la presentazione, per non incorrere in sanzioni, è di 60 giorni dalla data dell autentica della firma sulla dichiarazione di accettazione dell eredità. In caso di più eredi, se solo uno di essi desidera intestarsi il veicolo, è necessario effettuare due successivi passaggi: prima si iscrive il mezzo a nome di tutti gli eredi e poi si trascrive a favore dell unico erede che intende risultare intestatario del veicolo. E peraltro possibile allegare un unico atto di accettazione di eredità da parte di tutti gli eredi con contestuale vendita pro quota a favore dell erede che chiede l intestazione del veicolo. La registrazione è soggetta al pagamento dell Imposta Provinciale di Trascrizione che varia a seconda del veicolo e della provincia di residenza. Per maggiori informazioni: > Al servizio del cittadino > Guide pratiche auto > Ereditare un veicolo A chi rivolgersi? Pubblico Registro Automobilistico - PRA Via dei Fossi, 14/C - Prato Telefono Fax Orario: Lunedì, Martedì, Mercoledì e Venerdì Giovedì

31 Nel caso di contratto intestato a persona deceduta, gli eredi possono subentrare gratuitamente o cessare la linea inutilizzata. Per ogni informazione telefonare all ufficio commerciale della propria compagnia telefonica. A chi rivolgersi? CONSIAG Telefono TELEFONO 31 FAST WEB Telefono INFOSTRADA Telefono 155 TELECOM ITALIA Telefono 187 TELETU Numero verde TISCALI Telefono 130

32 ABBONAMENTO RAI 32 L abbonamento è strettamente personale e non può essere ceduto. Gli eredi possono disdire l abbonamento intestato a persona deceduta o variare il nominativo dell intestatario, utilizzando l apposito modulo del libretto di abbonamento dell intestatario e inviandolo all indirizzo indicato. In caso di morte del titolare, l erede non abbonato deve richiedere l intestazione a proprio nome dell abbonamento intestato al defunto, inviando una lettera al seguente indirizzo. Agenzia delle Entrate - Ufficio Torino 1 S.A.T. Sportello Abbonamenti TV Casella postale Torino Nel caso in cui l erede sia già abbonato deve richiedere l annullamento dell abbonamento intestato al defunto comunicando la data e il luogo di decesso dell intestatario. In ogni caso l erede è obbligato a pagare eventuali arretrati dovuti dall abbonato deceduto. A chi rivolgersi? RAI - Radiotelevisione Italiana Largo de Gasperi, 1 Firenze Telefono Call center sito web:

33 Gli eredi devono prendere contatto con l Istituto di credito di riferimento per tutti gli adempimenti bancari del defunto (conti correnti, depositi, cassette di sicurezza, titoli, domiciliazioni di pagamenti). A chi rivolgersi? Propria banca BANCA 33

34 La denuncia di successione deve essere presentata entro un anno dal decesso presso l Agenzia delle Entrate competente per territorio (la competenza è legata all ultima residenza del defunto). PRATICHE DI SUCCESSIONE 34 Le tasse da pagare in autoliquidazione (ipotecaria e catastale) corrispondono al 3% dell imponibile dichiarato. Nel caso in cui l erede chieda il passaggio di proprietà a titolo di prima casa tali imposte sono dovute in misura fissa. Le imposte devono essere pagate presso un qualsiasi sportello bancario, postale o esattoriale con l apposito modello F23. La ricevuta dell avvenuto pagamento deve essere presentata insieme alla pratica di successione all ufficio delle Entrate. A chi rivolgersi? Agenzia delle Entrate Via Rimini, 17 (Lam blu, direzione Nenni) Telefono Orario: da Lunedì a Venerdì ore Martedì e Giovedì Sito internet:

35 ANNOTAZIONI

36

37 quadern UADERNiuTIL TILi Quaderno n. 04 a cura di Ufficio Relazioni con il Pubblico Comune, Provincia, Prefettura e Azienda USL4 di Prato Lunedì e Giovedì: ore / Martedì, Mercoledì, Venerdì: ore Corso Mazzoni, Prato Tel Fax Numero Verde

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Articolo 7 Articolo 8 Articolo 9 Articolo 10 Articolo 11 Articolo 12 Articolo 13 Articolo 14 Articolo

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Cosa é utile sapere, cosa si deve fare.

Cosa é utile sapere, cosa si deve fare. T Y e rte unebre ovescala GUIDA AGLI ADEMPIMENTI IN CASO DI DECESSO Cosa é utile sapere, cosa si deve fare. I nostri uffici di CAVA MANARA I nostri uffici di PAVIA Via Riviera TrteYunebre eovescala le

Dettagli

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto)

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) Comune di Soave Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) ALLEGATO A) OPERE CIMITERIALI OPERAZIONI

Dettagli

818.61. Ordinanza. 1 Campo d applicazione e definizioni. del 17 giugno 1974

818.61. Ordinanza. 1 Campo d applicazione e definizioni. del 17 giugno 1974 Ordinanza concernente il trasporto e la sepoltura di cadaveri presentanti pericolo di contagio come anche il trasporto di cadaveri in provenienza dall estero e a destinazione di quest ultimo 818.61 del

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Chi deve pagare la Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani? Tutti coloro che occupano,utilizzano o dispongono di locali e di aree scoperte a qualsiasi

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

Regolamento di Polizia Mortuaria

Regolamento di Polizia Mortuaria Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con delibera n. 56 del 29.09.2006 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI CAPO I NORME PRELIMINARI ARTICOLO 1 Riferimenti Normativi Il presente Regolamento è formulato

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA SOGGIORNI A TEMA IN ITALIA SOGGIORNI STUDIO ALL ESTERO STAGIONE 2015 in favore dei figli o orfani ed equiparati - dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione

Dettagli

Capo III -DISCIPLINA DELL ACCESSO DEI VISITATORI AGLI IMPIANTI CIMITERIALI Pag. 10. Capo IV -PREVISIONI TECNICHE E PIANI CIMITERIALI Pag.

Capo III -DISCIPLINA DELL ACCESSO DEI VISITATORI AGLI IMPIANTI CIMITERIALI Pag. 10. Capo IV -PREVISIONI TECNICHE E PIANI CIMITERIALI Pag. TESTO EMENDATO NUOVO REGOLAMENTO DEI SEVIZI CIMITERIALI DEL COMNE DI PALERMO SOMMARIO Capo I - PREMESSA Pag. 2 Capo II - DISPOSIZIONI GENERALI SUL SERVIZIO DEI CIMITERI Pag. 2 - Sez. I -Disposizioni generali

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7 Istituto Nazionale Previdenza Sociale PR O TOC OL L O COD. P23 maturati e non riscossi - 1/7 Questi moduli vanno utilizzati da tutti gli eredi di un pensionato, in assenza del coniuge. Se esistono più

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

Domanda di concessione dell assegno integrativo

Domanda di concessione dell assegno integrativo mod. Ass. integrativo COD. SR91 Domanda di concessione dell assegno integrativo (Art. 9, comma 5, della legge n. 223/1991) La presente domanda deve essere presentata per la concessione dell assegno integrativo.

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

Italia Iscrizione e ricerca di un testamento

Italia Iscrizione e ricerca di un testamento Iscrizione e ricerca di un testamento Quali sono le principali forme di testamento in Italia? * il testamento autentico, redatto da un notaio. * il testamento olografo, scritto, datato e firmato di pugno

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI Descrizione : L apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento della Funzione Pubblica Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE Certificati addio: dal 7 marzo le amministrazioni

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE - SERVIZIO NUCLEI SPECIALI PRONTUARIO AL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE. Riferimento normativo

CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE - SERVIZIO NUCLEI SPECIALI PRONTUARIO AL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE. Riferimento normativo Piazza del Comune n. 2-59100 Prato Telefono (+39) 0574 18361 - www.comune.prato.it Codice Fiscale 84006890481 Partita IVA 00337360978 CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE - SERVIZIO NUCLEI SPECIALI PRONTUARIO AL

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

C.L. Tecniche della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Polo di Rieti. Calendario Lezioni 3 anno 2 Semestre - A.A.

C.L. Tecniche della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Polo di Rieti. Calendario Lezioni 3 anno 2 Semestre - A.A. I Settiman 2-6 Ore Lunedi 2 Martedi 3 Mercoledi 4 Giovedì 5 Venerdì 6 II 09-13 Ore Lunedì 9 Martedì 10 Mercoledì 11 Giovedì 12 Venerdì 13 III 16-20 Ore Lunedì 16 Martedì 17 Mercoledì 18 Giovedì 19 Venerdì

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere BANDO DI CONCORSO Soggiorni e Itinerari Ben-Essere 2015 Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali per i pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, i loro coniugi e figli conviventi

Dettagli

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime.

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime. 1 2 3 Preso atto, inoltre, che la I Commissione consiliare permanente - Affari Generali e Istituzionali con verbale del 29 settembre 2011, qui allegato, ha espresso parere favorevole, sulla proposta in

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI

MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI (Da inviare ad Arca SGR S.p.A. in originale, per posta, unitamente a copia dei documenti di identità dell Iscritto e dei beneficiari) Spett.le ARCA SGR S.p.A.

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 CODICE FISCALE/TESSERA SANITARIA/PARTITA IVA CONTRATTI DI LOCAZIONE ACQUISTO PRIMA CASA SUCCESSIONI RIMBORSI COMUNICAZIONI DI IRREGOLARITÀ E CARTELLE DI PAGAMENTO GUIDA

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI EDIZIONE MARZO 015 ABBONARSI AI MEZZI ATM 1 ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull acquisto

Dettagli

ENTRATE DI ROMA CAPITALE: dai tributi alle contravvenzioni

ENTRATE DI ROMA CAPITALE: dai tributi alle contravvenzioni ENTRATE DI ROMA CAPITALE: dai tributi alle contravvenzioni CARTA DEI SERVIZI Dipartimento Economiche Aequa Roma S.p.A. 1 CONSIGLI AI CITTADINI 1. Se si desidera ottenere informazioni e chiarimenti, è sempre

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*GGMMAAAAHH:MM Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' ATTIVITA' DI ASILO

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA COMUNE DI MASER (TV) ESENTE da Marca da bollo COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA Il/La sottoscritto/a: DA COMPILARSI IN CASO DI PERSONA

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo VA : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro subordinato ai sensi degli artt. 14 comma 6 e 39 comma 9 del DPR. n. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni Informazioni

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.)

Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 29 del 09.06.2014 I 20099 Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza,

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 RAI-Radiotelevisione italiana dall 8 settembre 2014 al 29 maggio 2015 realizza un programma televisivo dal titolo A CONTI FATTI diffuso da RAIUNO tutti i giorni, dal lunedì

Dettagli

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa Affitti in nero: convenienza ZERO Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa A cura del Comando Provinciale Guardia di Finanza Studia e vivi Roma Studia e vivi Roma è una guida di

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli