Manuale operativo Revisione v del 07/01/2013 Tekno tekno Manuale operativo Pag.1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.topcantiere.it Manuale operativo Revisione v. 8.2.0 del 07/01/2013 Tekno tekno Manuale operativo Pag.1"

Transcript

1 Manuale operativo Revisione v del 07/01/2013 Tekno tekno Manuale operativo Pag.1

2 INDICE Capitolo 1 - Licenza d uso Introduzione Benvenuti LICENZA D'USO DEL SOFTWARE ITALSOFT GROUP SpA DIVISIONE PROFESSIONISTI (Mdoc-Licenza PRO rev. 0 del ) Licenza d'uso. Questa Licenza d'uso da' diritto a: Durata della licenza Corrispettivo Limitazioni Divieti Controllo e sospensione del servizio Risoluzione Responsabilità penali Rispetto della normativa sull'esportazione Limitazione di garanzia Limitazione dei Rimedi e dei Danni Politiche di aggiornamento ed assistenza COPYRIGHT Foro Competente Capitolo 2 Informazioni sul software Requisiti Hardware e Software Istruzioni per l installazione programmi, protezione e aggiornamento FASE 1 : ISTRUZIONI PER L'ABILITAZIONE DELLA VERSIONE FASE 2 : COME AGGIORNARE NUOVE VERSIONI PRODOTTI SERVIZI DI ASSISTENZA Funzioni e utili "scorciatoie" comuni a tutti i moduli del programma Immissione dati: il tasto TAB Caratteristiche comuni a tutte le liste del programma Tecnica del Drag and Drop Aggiornamento degli archivi di lavoro Conversione di un lavoro da Lire a Euro Live Update Capitolo 3 - Apertura del programma e impostazioni generali Apertura del programma - Creazione di un nuovo lavoro o apertura di un archivio esistente L'utilità del comando "Salva col nome..." Attivazione di controlli automatici in fase di apertura di un file di lavoro Il comando "Chiudi" Dati lavoro: impostazione dei dati generali Estremi appalto Tempi di lavorazione Importi/Somme Interessi legali e di mora Categorie Opere tekno Manuale operativo Pag.2

3 Atti Riepilogo lavori Impostazione personalizzata dei Settaggi Lavoro Parametri Lingua e Valuta Numero decimali e separatori Variabili Formulario Lista Categorie Opere Calendario e Orologio Importa Capitolo 4 Servizio Cloud Introduzione installazione SkyDrive Funzionalità Cloud Tekno on the Cloud Impostazioni iniziali Gestione del Cloud Uso del Cloud Cartella online di SkyDrive Requisiti minimi: SkyDrive: domande frequenti Qual è la funzione della cartella SkyDrive? È possibile scegliere altre cartelle oltre alla cartella SkyDrive per la sincronizzazione? È possibile modificare il nome o il percorso della cartella SkyDrive dopo la creazione? È possibile scegliere cartelle su SkyDrive da escludere dalla sincronizzazione sul PC? È possibile cambiare l'account utilizzato con SkyDrive? È possibile recuperare cartelle o file eliminati? Alcuni elementi nella cartella SkyDrive non vengono sincronizzati con SkyDrive. Come è possibile visualizzare ulteriori informazioni sul problema? Come è possibile disinstallare l'app SkyDrive? Capitolo 5 - Elenco Prezzi Creazione e gestione di un Elenco Prezzi Impostazione dei Parametri per la gestione dei codici di Elenco Prezzi Immissione raggruppamenti e articoli di Elenco Prezzi Come inserire il titolo di un nuovo raggruppamento Definizione delle unità di misura Cambia U.M Come inserire un articolo Come inserire articoli "padre" e articoli "figlio" (o sub o articolo variante) Il controllo ortografico Duplicazione di una voce dell'elenco prezzi Selezione e deselezione delle voci di elenco prezzi e dei raggruppamenti Trasferimento di articoli da un elenco prezzi tekno Manuale operativo Pag.3

4 Trasferimento articoli utilizzando la funzione "Importa voci con Drag and Drop" Trasferimento articoli utilizzando la funzione "esporta le voci in un altro lavoro" Importazione ed esportazione di listini prezzi personalizzabili Importazione di listini prezzi con appositi filtri Lista delle immissioni dell'elenco Prezzi Ricerca voci dell'elenco prezzi Cancellazione di immissioni dell'elenco prezzi Rinumerazione voci dell'elenco prezzi Variazione dei prezzi Associare una voce o un raggruppamento di Elenco Prezzi a una categoria di opere generali o specializzate Percentuali di incidenza per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera Inserimento di una voce dell'elenco prezzi durante la fase di computo metrico, di perizia o di libretto delle misure Inserimento di una voce nell'elenco prezzi durante l'immissione dell'analisi prezzi Assegnazione del ribasso d'asta per singola voce di elenco prezzi Capitolo 6 -Analisi dei Prezzi Introduzione all'analisi dei prezzi Inserimento di una analisi dei prezzi Calcolo automatico delle quantita' dei componenti di una analisi con prezzo imposto Ricerca di una voce con analisi Capitolo 7 - Computo Metrico Gestione di un Computo Metrico Impostazione dei Parametri per la gestione del Computo Metrico Immissioni nel Computo Metrico Principali caratteristiche del computo metrico Come inserire un gruppo o un capitolo di computo metrico Duplicazione di un raggruppamento del Computo Metrico Come copiare i raggruppamenti dell'elenco Prezzi nel Computo Metrico Come inserire un'immissione libera nel computo metrico Come inserire un'immissione del computo metrico con il Drag and Drop Ricerca su campi multipli di un articolo dell'elenco prezzi da computare Importazioni di sviluppi misure nel Computo Metrico Inserimento, cancellazione e duplicazione delle righe di sviluppo delle misure nel Computo Metrico Importazione nel Computo Metrico delle misure da un file DXF o DWG Utilizzo della funzione cerca e cambia lavorazione nel computo metrico Gestione di piu' elenchi prezzi nelle immissioni di computo metrico Gestione delle maggiorazioni e delle assistenze murarie nel computo metrico Importazione del Computo Metrico da files di testo Esportazione del computo metrico Trasferimento immissioni del computo metrico Lista del Computo Metrico Gestione dei lavori a corpo o a percentuale Modifica delle immissioni del Computo Metrico Ricerca di immissioni del Computo Metrico Cancellazione di immissioni nel Computo Metrico tekno Manuale operativo Pag.4

5 Ordinamento degli articoli di elenco prezzi utilizzati nel Computo Metrico Sposta raggruppamenti e sposta immissioni nel Computo Metrico Quadro Economico del Computo Metrico e creazione di altri Raggruppamenti generali Controllo somme a disposizione nel Computo Metrico Calcolo del fabbisogno del Computo Metrico Collegamento delle immissioni del computo con le lavorazioni di sikuro Ricerca di una lavorazione della sicurezza da associare ad un'immissione del computo metrico Come associare una categoria di Opere Generali o Specializzate a un'immissione del Computo Metrico Determinazione dell'incidenza percentuale della manodopera Aggancio del Computo Metrico con il modulo di pianificazione dei tempi di lavorazione Come importare gruppi e capitoli dal computo metrico di un altro lavoro Come importare gli altri raggruppamenti generali di computo metrico da un altro lavoro Attribuzione automatica del primo codice disponibile in un raggruppamento del Computo Inserimento di un gruppo in un computo metrico composto da soli capitoli Funzionalità approfondite del Computo metrico Importazione per calcolo costi della sicurezza Capitolo 8- Costi Sicurezza Costi Sicurezza Capitolo 9 Perizie Inserimento e gestione di una perizia Creazione di una perizia Cancellazione di una perizia Copiare nella perizia il contenuto di un altro elaborato Immissioni nella Perizia Principali caratteristiche della perizia Come inserire un gruppo o un capitolo della perizia Come copiare i raggruppamenti dell'elenco Prezzi nella Perizia Duplicazione di un raggruppamento della Perizia Come inserire un'immissione libera della perizia Come inserire un'immissione della perizia con il Drag and Drop Inserimento di note, disegni e filmati nella perizia Importazioni di sviluppi misure nelle Perizie Inserimento, cancellazione e duplicazione delle righe di sviluppo delle misure nelle Perizie Importazione nella perizia delle misure da un file DXF o DWG Utilizzo della funzione cerca e cambia nella Perizia Gestione di più elenchi prezzi nelle immissioni della perizia Gestione delle maggiorazioni e delle assistenze murarie nella perizia Lista delle immissioni della Perizia Gestione dei lavori a corpo o a percentuale nelle perizie Modifica delle immissioni della Perizia Ricerca di immissioni della Perizia Cancellazione di immissioni nella Perizia Sposta raggruppamenti e sposta immissioni nelle Perizie Quadro Economico della Perizia e creazione di altri Raggruppamenti generali tekno Manuale operativo Pag.5

6 Prospetto riassuntivo Controllo somme a disposizione nella Perizia Calcolo del fabbisogno delle Perizie Attribuzione automatica del primo codice disponibile in un raggruppamento della Perizia Inserimento di un gruppo in una perizia composta da soli capitoli Funzionalità approfondite delle Perizie Copia perizie da altri lavori Capitolo 10 Raffronti Realizzazione dei raffronti tra i diversi elaborati Cancellazione di un raffronto Lista dei Raffronti Capitolo 11 - Pianificazione dei tempi di lavorazione (Cronoprogramma) Introduzione alla pianificazione dei tempi di lavorazione Accesso al modulo di Pianificazione dei lavori Come funziona il modulo di "Pianificazione dei tempi di lavorazione" Impostazione dei settaggi Definizione del Calendario Rappresentazione delle Attività Inserimento e modifica dei dati relativi ad un'attività Aggiornamento dei dati di una pianificazione Determinazione delle date di previsione degli Stati di Avanzamento Lavori (S.A.L.) Generazione del diagramma di Gantt Interazione con il diagramma di Gantt Modifica dei settaggi del diagramma di Gantt Stampa del diagramma di Gantt Proiezione dei tempi di lavorazione La gestione della produttività Il collegamento con Microsoft Project Capitolo 12 - Libretto delle Misure Realizzazione e gestione del Libretto delle Misure Creazione di un libretto delle misure Cancellazione di un libretto delle misure Ricerca di un libretto delle misure Recupero dei dati di un libretto delle misure Copiare nel Libretto delle Misure il contenuto di un Computo Metrico o di una Perizia Importazione delle immissioni di libretto da altri lavori Immissioni nel Libretto delle Misure Principali caratteristiche del libretto delle misure Come inserire un'immissione libera nel libretto delle misure Come inserire un'immissione del libretto delle misure con il drag and drop La contabilità dal preventivo Immissione dei lavori a corpo nel libretto delle misure Immissioni a misura per lavori a corpo nel libretto delle misure tekno Manuale operativo Pag.6

7 Immissione dei lavori in economia nel libretto delle misure Ricerca su campi multipli di una voce da inserire nel libretto delle misure Inserimento di note e disegni nel libretto delle misure Inserimento, cancellazione e duplicazione delle righe di sviluppo delle misure nei Libretti Gestione delle partite provvisorie nei libretti Importazione nel Libretto delle misure da un file DXF o DWG Gestione di più elenchi prezzi nelle immissioni del libretto delle misure Gestione delle maggiorazioni e delle assistenze murarie nel libretto delle misure Lista delle registrazioni del libretto misure Sospensione di una registrazione del Libretto in attesa di un nuovo prezzo Ricerca di immissioni del Libretto delle Misure Cancellazione di immissioni nel Libretto delle Misure Sposta immissioni nel libretto delle misure Controllo somme a disposizione nel Libretto delle Misure Lista delle associazioni delle immissioni del Libretto delle Misure al Computo Metrico Lista delle associazioni delle immissioni del Libretto delle Misure alle attività pianificate Accesso ai moduli Raffronti, S.A.L. e Certificati direttamente dal menu Libretti Misure Funzionalità approfondite del Libretto delle Misure Capitolo 13- Lavori in Economia Gestione dei lavori in economia Lista delle ore in economia Inserimento e gestione delle Qualifiche/Mezzi d'opera Immissione di nuove qualifiche Modifica delle qualifiche Cancellazione delle qualifiche Creazione o scelta della Lista delle Ore in Economia Creazione di una nuova lista delle ore in economia Cancellazione di una lista delle ore in economia Accesso al modulo stato d'avanzamento lavori direttamente dalle liste delle ore in economia Immissioni nella Lista delle Ore in Economia Cancellazione delle immissioni della Lista delle Ore in Economia Riepilogo della Lista delle Ore in Economia Gestione dell'immissione delle piccole provviste Liste in economia per contabilizzare lavori in economia previsti Capitolo 14 - Liste delle Provviste Liste delle Provviste e dei noli Creazione di una lista delle provviste Cancellazione di una lista delle provviste Accesso al modulo stato d'avanzamento lavori direttamente dalle liste delle provviste Immissione nella lista delle provviste Principali caratteristiche della lista delle provviste Come inserire un gruppo o un capitolo della lista delle provviste Come inserire un'immissione libera della lista provviste Come inserire un'immissione della lista delle provviste con il Drag and Drop tekno Manuale operativo Pag.7

8 Attribuzione automatica del primo codice disponibile in un raggruppamento delle provviste Ricerca su campi multipli di una voce da inserire nelle provviste Inserimento di note, disegni e filmati nella lista delle provviste Inserimento, cancellazione e importazione di uno sviluppo misure nelle provviste Importazione nella lista delle provviste delle misure da un file DXF o DWG Gestione di più elenchi prezzi nelle immissioni della lista delle provviste Gestione delle maggiorazioni e delle assistenze murarie nella lista delle provviste Inserimento di un gruppo in una lista delle provviste composta da soli capitoli Lista delle immissioni della Lista delle Provviste Modifica delle immissioni della Lista delle Provviste Ricerca di immissioni della Lista delle Provviste Cancellazione di immissioni nella Lista delle Provviste Quadro Economico della Lista delle Provviste Funzionalità approfondite delle Liste delle Provviste Capitolo 15 - Libretto dei Ferri Utilizzo del Libretto dei Ferri I diametri nella tabella dei pesi Inserimento di un nuovo diametro Modifica di un diametro Cancellazione di un diametro Importazione della tabella dei pesi da un altro lavoro Creazione o scelta del Libretto dei ferri Creazione di un nuovo libretto dei ferri Scelta di un libretto già presente in archivio Cancellazione di un libretto dei ferri Immissione nel Libretto dei Ferri Modifica delle immissioni del Libretto dei Ferri Inserimento di una nuova riga nell'elenco delle immissioni del Libretto dei Ferri Cancellazione delle immissioni del Libretto dei Ferri Riepilogo del Libretto dei Ferri Capitolo 16 Funzioni Comuni ai vari elaborati Operatori e funzioni accettati nelle espressioni algebriche Copia misure da altre immissioni Legami tra le misure Importazione in una immissione degli sviluppi misure da un file di testo Editor rapido delle misure Importare i Livelli-Corpi-Mappali da un altro lavoro La gestione dei Centri di Costo Importare i Centri di Costo da un altro lavoro Rinumerazione immissioni di Computo, di Perizia, delle Provviste Capitolo 17 - Stato d'avanzamento Lavori Realizzazione di uno Stato d'avanzamento Lavori (S.A.L.) Creazione di uno stato finale tekno Manuale operativo Pag.8

9 Accesso ai moduli liste provviste e dei noli e liste in economia Lista degli Stati d'avanzamento Lavori Modifica di uno Stato d'avanzamento Lavori Ricerca degli Stati d'avanzamento Lavori Cancellazione di uno Stato d'avanzamento Lavori (S.A.L.) Quadro Riassuntivo (dal menu S.A.L.) Capitolo 18 - Certificato di Pagamento e Svincolo Trattenute Realizzazione e gestione dei Certificati di Pagamento Creazione di un Certificato Inserimento di un certificato di anticipazione Inserimento di un certificato di pagamento Inserimento di un certificato a garanzia Inserimento di un certificato per infortuni Calcolo dell'iva sull'importo del certificato Aggiornamento automatico dei calcoli in caso di modifiche ai certificati di pagamento Lista dei Certificati di Pagamento Modifica di un Certificato Cancellazione di un Certificato Quadro Riassuntivo (dal menu Certificati) Inserimento delle fatture relative a un certificato Inserimento dei pagamenti relativi alle fatture di un certificato Capitolo 19 - Le stampe Impostazione della pagina di stampa Il problema dei registri bollati La sottoscrizione dei documenti contabili Gestione delle stampe Impostazione della copertina degli elaborati e delle firme Copertina elaborati Firme nel S.A.L Firme nel Certificato Firme nel Registro di Contabilità Ufficiale Firme negli altri elaborati Opzioni stampa Margini di stampa Font di stampa Larghezza della colonna del codice articolo Intestazione delle stampe Piè di pagina delle stampe Stampa della Storia del Cantiere Stampa dell'elenco Prezzi Stampa dell'analisi Prezzi Stampa dell'analisi delle voci computate Le stampe del Computo Metrico Stampa del Computo Metrico tekno Manuale operativo Pag.9

10 Stampa del sommario del computo Stampa delle Categorie per Bandi e Capitolati Incidenza percentuale della quantità di manodopera Le stampe delle Perizie Stampa delle Perizie Stampa del sommario della Perizia Stampa del Libretto delle misure e del Registro di contabilità Preparazione registro contabilità Stampa del Libretto delle misure Stampa del registro di contabilità Stampa del sommario del registro di contabilità Stampa dello Stato d'avanzamento Stampa del Certificato di Pagamento Stampa degli interessi legali e di mora Stampa delle Lista Provviste Stampa del sommario della lista delle provviste Stampa della Lista delle Ore in Economia Stampa della lista degli operai Stampa del Libretto dei Ferri Stampa dei Raffronti Stampa delle attività della pianificazione Stampa del Diagramma Finanziario Il cartiglio di qualità nelle stampe Stampa degli elaborati del modulo Documenti Stampa del Diagramma di Gantt Elaborati Personalizzati Capitolo 20 - Le stampe in Excel Elaborati che possono essere stampati in Excel Requisiti per eseguire le stampe in Excel in ambiente Windows Requisiti per eseguire le stampe in Excel in ambiente Macintosh Capitolo 21 - Importare i lavori da altri programmi Note generali di importazione ed esportazione Importa/Esporta in formato Primus (PWE) Importa Listino in formato STR Capitolo 22 - Preferenze Preferenze Funzioni di Utilità Nomi files liste ed elaborati Importa/Esporta Capitolo 23 - Input Grafico Utilizzo del Cad per l'input grafico delle misure Importazione delle misure da CAD in fase d immissione del computo metrico Importazione delle misure da CAD in fase d immissione della perizia tekno Manuale operativo Pag.10

11 Importazione delle misure da CAD in fase d immissione del libretto delle misure Importazione delle misure da CAD in fase d immissione delle liste delle provviste Impostazione delle unità di misura tra Tekno E ComputaCAD Capitolo 24 - Project Management I vantaggi del collegamento con Microsoft Project Capitolo 25 - La gestione dei costi della sicurezza Capitolo 26 - Indice analitico tekno Manuale operativo Pag.11

12 Capitolo 1 - Licenza d uso tekno Manuale operativo Pag.12

13 Introduzione Benvenuti Benvenuti nella guida di tekno. La presente guida vi aiuterà nella comprensione e nell'utilizzo del programma tekno LICENZA D'USO DEL SOFTWARE ITALSOFT GROUP SpA DIVISIONE PROFESSIONISTI (Mdoc-Licenza PRO rev. 0 del ) I(l) programmi(a) per computer (qui di seguito il "Software") oggetto del presente accordo e nella sola versione indicata nel modulo d ordine Vi vengono(viene) concessi(o) in uso non esclusivo, non venduti(o), dalla ITALSOFT GROUP SPA srl per essere usati esclusivamente secondo quanto stabilito da questa Licenza d'uso e ITALSOFT GROUP SPA si riserva ogni diritto non espressamente concessovi. Voi siete proprietari del supporto sul quale il Software è registrato o fissato, ma ITALSOFT GROUP SPA e i suoi danti causa conservano la titolarità del Software stesso. La licenza d uso è esclusivamente personale, limitata per il numero di licenze di utilizzo (posti di lavoro in grado di utilizzare il programma senza lo spostamento del sistema di protezione) espressamente indicato nella fattura di acquisto e per i moduli software riportati in fattura che costituisce prova dell avvenuto acquisto delle licenze d uso. La possibilità di accesso multiplo sullo stesso file da più posti di lavoro è indicato nella fattura di acquisto e non potrà essere superiore al numero di licenze di utilizzo indicato nella fattura di acquisto relative ai database multiutente, esentando ITALSOFT GROUP SPA da ogni e qualsiasi responsabilità in merito a prodotti non riportati nella fattura di acquisto. Eventuali difformità tra ordine e fattura di acquisto dovranno essere segnalate per iscritto entro e non oltre 7 giorni dal ricevimento fattura pena la perdita di ogni diritto di reclamo. 1. Licenza d'uso. Questa Licenza d'uso da' diritto a: (a) Con l utilizzo della licenza d uso con protezione software potrete installare il programma su un solo computer per ogni licenza acquistata (vedi per la licenza con protezione software il punto 4. limitazioni). tekno Manuale operativo Pag.13

14 "Installare" il Software significa caricarlo o installarlo nella memoria permanente di un computer (cioè sull'hard disk, etc.) abilitandolo con la protezione software. (b) Fare una copia dell intero hard disk per la protezione software. Come espressa condizione della presente Licenza, si fa obbligo di riprodurre su ogni copia ogni avviso riguardante i diritti di autore e altri eventuali diritti di proprietà riportati sulla copia originale fornita da ITALSOFT GROUP SPA. (c) Indipendentemente da quant'altro indicato nella presente Licenza, se il Software viene concesso in uso come nuova versione del programma o come programma di aggiornamento (update), è consentito utilizzare il Software unicamente per sostituire le versioni del medesimo software che siano state in precedenza validamente concesse in licenza d'uso. Voi riconoscete che la nuova versione del programma o il programma di aggiornamento (update) non costituisce concessione di una seconda licenza d'uso del Software (vale a dire, Voi non potete utilizzare la nuova versione del programma o il programma di aggiornamento in aggiunta al programma che esso sostituisce, né potete trasferire ad un terzo il software che viene sostituito). 2. Durata della licenza La presente licenza d uso è pattuita per la durata di mesi 3 e potrà essere rinnovata a scelta del cliente a condizione che il cliente provveda a pagare il prezzo del rinnovo indicato per il periodo scelto dal cliente prima della scadenza. Solo per i clienti che abbiano sottoscritto separato e specifico contratto di aggiornamento avente ad oggetto la licenza d uso concessa, la durata della licenza è pari alla durata del medesimo contratto di aggiornamento e assistenza cui è collegata. 3. Corrispettivo Il prezzo della licenza d uso è espressamente indicato nel modulo d ordine che sottoscritto dalle parti forma parte integrante della presente. Se il cliente intende rinnovare dovrà sottoscrivere un nuovo modulo d ordine. 4. Limitazioni L acquisto del programma con il dispositivo di protezione software implica, in caso di danneggiamento del disco rigido, la perdita della licenza di utilizzo ed il conseguente riacquisto della stessa. L utilizzo del programma è personale e, in particolare nel caso di associazioni di categoria o società ad esse assimilabili che svolgono attività per conto dei loro associati, le medesime dovranno usare la licenza d uso solo ed esclusivamente in nome proprio, cosicché ogni documento elaborato dal programma dovrà riportare come soggetto utilizzatore e predisponente l associazione di categoria essendo fin d ora inibito ed espressamente vietato all associazione di consentire ai singoli associati di fare uso improprio del prodotto per scopi meramente personali, ovvero per redigere qualsivoglia documentazione che non porti il nome dell associazione ma dell associato, costituendo ciò grave illecito civile e penale ed uso contra ius del prodotto. Le associazioni o enti di categoria non potranno erogare servizi che comportano l uso del software di ITALSOFT GROUP SpA in nome e per conto dei loro associati se non in presenza di specifici accordi sottoscritti con ITALSOFT GROUP SpA. 5. Divieti Il presente Software contiene segreti industriali e, al fine di proteggerli, viene fatto divieto di EFFETTUARE REVERSE ENGINEERING, DECOMPILARE, DISASSEMBLARE O COMUNQUE RIDURRE IL SOFTWARE IN FORMA PERCEPIBILE ALL'UOMO SALVO QUANTO PREVISTO DALLA LEGGE APPLICABILE. VIENE tekno Manuale operativo Pag.14

15 FATTO DIVIETO DI MODIFICARE, ADATTARE, TRADURRE, AFFITTARE, NOLEGGIARE, PRESTARE O CREARE PRODOTTI DERIVATI BASATI SUL SOFTWARE O SU PARTI DI ESSO. Non potete trasferire o cedere in qualunque modo, in tutto o in parte, i diritti a Voi concessi dalla presente Licenza a terzi senza il preventivo consenso scritto di ITALSOFT GROUP SPA. Indipendentemente da quant'altro indicato nella presente Licenza, non potete usare il Software con un client o un guest che sostanzialmente elimini le limitazioni inserite con la protezione software. 6. Controllo e sospensione del servizio (d) ITALSOFT GROUP SPA si riserva la facoltà di inserire un controllo di abilitazione del software ulteriore a tempo a prescindere dal sistema di protezione. Tale sistema consentirà ad ITALSOFT GROUP SPA un controllo sulle licenze utilizzate. Tale protezione a tempo, se impiegata, potrà essere utilizzata da ITALSOFT GROUP SPA per tutta la durata prevista dal periodo di aggiornamento ed assistenza e dovrà essere rimossa al termine naturale del contratto. Si fa presente che in caso di inadempimento totale o anche parziale agli obblighi del cliente relativamente al pagamento dei corrispettivi delle forniture ITALSOFT GROUP SPA di qualsiasi natura prodotto o servizio dovesse trattare anche non oggetto del presente accordo, ivi comprese ovviamente anche quelle relative ai rinnovi taciti, il Fornitore si riserva la possibilità di sospendere la licenza di utilizzo ed eventualmente l effettuazione dei servizi previsti dall eventuale contratto di aggiornamento ed assistenza fino al pagamento dell intera somma dovuta unita alle eventuali spese per il recupero del credito e degli interessi; il periodo di sospensione del servizio non potrà essere recuperato. 7. Risoluzione. La presente Licenza d uso è in vigore per il tempo iniziale di tre mesi e si rinnoverà ad ogni rinnovo del cliente mediante modulo d ordine. Nel caso in cui la licenza sia oggetto di separato contratto di aggiornamento ed assistenza, la medesima si risolve unitamente alla risoluzione per qualsiasi causa del contratto di aggiornamento ed assistenza senza necessità di preavviso da parte di ITALSOFT GROUP SpA, né di pronuncia giudiziale alla scadenza del contratto. 8. Responsabilità penali Si fa espresso avvertimento che essendo la licenza d uso esclusivamente personale concerne esclusivamente la versione indicata nel modulo d ordine che fa parte integrante della presente, essa è utilizzabile da un solo utente attraverso l ausilio di un solo pc. Qualsiasi ulteriore uso o l uso contrario alle clausole di cui alla presente scrittura di concessione, è contrario a norma di legge ed implicherà responsabilità civile e penali per l utente. 9. Rispetto della normativa sull'esportazione Il Software non può essere utilizzato, o altrimenti esportato o riesportato, se non nelle modalità consentite dalle leggi italiane e dalle leggi della giurisdizione nella quale il Software e' stato ottenuto. 10. Limitazione di garanzia ITALSOFT GROUP SPA garantisce per un periodo di sessanta (60) giorni dalla data d acquisto (tale limite è prorogato se la licenza di utilizzo è coperta dal contratto di assistenza e aggiornamento fino alla decorrenza tekno Manuale operativo Pag.15

16 dello stesso) che (i) il supporto nel quale e' incorporato il Software, se esistente, e' privo di difetti sia dal punto di vista dei materiali usati che della fabbricazione, in condizioni d'uso normale, e che (i) il Software cosi' come fornito da ITALSOFT GROUP SPA è stato sottoposto a dei test di funzionalità in conformità con i piani di Qualità previsti dal Sistema di Qualità ISO 9001 certificato utilizzato in azienda. Eventuali difformità di funzionamento verificate sul prodotto rispetto a quanto riportato dalla guida utente dovranno essere segnalate all ufficio assistenza, meglio se per iscritto, unitamente dalle indicazioni necessarie per riprodurre l'errore. ITALSOFT GROUP SPA garantisce per i periodi sopra indicati dalla data del documento di trasporto, che per ogni eventuale anomalia a noi segnalata e da noi verificata, si farà con la massima diligenza ogni tentativo possibile per rimuoverla o per fornire una soluzione alternativa che possa risultare utile e risolvere anche se in modo parziale il problema nel minor tempo possibile. ITALSOFT GROUP SPA non potrà essere ritenuta responsabile del deterioramento dei supporti dopo l'installazione del prodotto. I supporti informatici, scaduto il periodo di garanzia, non saranno sostituibili; il dispositivo di protezione hardware, fuori dal periodo di garanzia, potrà essere sostituito in caso di malfunzionamento alle condizioni riportate al listino ITALSOFT GROUP SPA vigente al momento della richiesta, previa spedizione del dispositivo difettoso. Il cliente fuori dal periodo di garanzia che si trovasse con un supporto magnetico difettoso o con altri difetti o malfunzionamenti, sarà costretto a procedere con un update oneroso del software e con il relativo contratto di aggiornamento per disporre nuovamente del supporto magnetico aggiornato alla nuova release. LA PRESENTE GARANZIA LIMITATA E' LA SOLA GARANZIA FORNITA DA ITALSOFT GROUP SPA E ITALSOFT GROUP SPA E I SUOI DANTI CAUSA ESCLUDONO ESPRESSAMENTE OGNI ALTRA GARANZIA E/O CONDIZIONE, IMPLICITA O ESPLICITA, INCLUSE LE GARANZIE IMPLICITE DI COMMERCIABILITA', QUALITA' SODDISFACENTE E IDONEITA' AD UN PARTICOLARE SCOPO, RELATIVAMENTE AL SOFTWARE E A TUTTO IL MATERIALE SCRITTO ALLEGATO. DAL MOMENTO CHE ALCUNE GIURISDIZIONI NON CONSENTONO L'ESCLUSIONE O LA LIMITAZIONE DELLE GARANZIE IMPLICITE, LA SUDDETTA LIMITAZIONE POTREBBE NON APPLICARSI AL CASO SPECIFICO. Il programma viene concesso nella versione prevista nel contratto così come visionato dal cliente. Eventuali proposte di miglioria inserite nell accordo faranno riferimento ad un apposito capitolato che ne indichi nel dettaglio le funzionalità e le modalità di collaudo. 11. Limitazione dei Rimedi e dei Danni In nessun caso ITALSOFT GROUP SPA, o le società che controllano ITALSOFT GROUP SPA o da essa controllate, o ciascuno dei loro danti causa, dei loro amministratori, dirigenti, funzionari, impiegati o collaboratori saranno ritenuti responsabili nei Vostri confronti per qualunque danno consequenziale, incidentale, indiretto o speciale di qualunque natura (compresi, per esempio, i danni per perdita di profitto, interruzione di rapporti commerciali, perdita di informazioni commerciali e simili), prevedibili o meno, derivati dall'uso o dall'impossibilità d'uso del Software o del materiale scritto allegato. 12. Politiche di aggiornamento ed assistenza Ogni attività di assistenza e di aggiornamento apportato al programma verrà indirizzato solo ed esclusivamente ai clienti che avranno stipulato apposito contratto di assistenza e/o aggiornamento software secondo le condizioni lì riportate e per le sole licenze ivi indicate. Tale contratto di assistenza nelle sue diverse forme se non riportato nel contratto di acquisto delle licenze può essere richiesto ad ITALSOFT GROUP SPA ai costi riportati nel listino ufficiale ITALSOFT GROUP SPA (Tel ). 13. COPYRIGHT Il "Software" ed il contenuto del manuale, è di proprietà della ITALSOFT GROUP SPA ed è tutelato dalle leggi sul copyright dalle disposizioni dei trattati internazionali e da tutte le leggi nazionali applicabili. Di conseguenza, l'utente è tenuto a trattare il "Software" come ogni altro materiale coperto da copyright (per es. tekno Manuale operativo Pag.16

17 un libro o un disco di musica) e da diritto d'autore. Ogni utilizzo non autorizzato da ITALSOFT GROUP SPA verrà perseguito secondo le leggi vigenti. I marchi citati non espressamente attribuiti ad ITALSOFT GROUP SPA sono registrati a favore degli aventi diritto. 14. Foro Competente Il presente contratto è in ottemperanza alle leggi in vigore nella Repubblica Italiana, in base al quale deve essere interpretato. Per qualsiasi controversia dovesse insorgere tra le parti in relazione al presente contratto, sarà competente in via esclusiva il foro di Padova. Potrà inoltre disporre di altre informazioni consultando il nostro sito all'indirizzo: tekno Manuale operativo Pag.17

18 Capitolo 2 Informazioni sul software tekno Manuale operativo Pag.18

19 Il programma illustrato in questo manuale è un software per la gestione della preventivazione e della contabilità dei lavori edili; utilizza le esperienze maturate in diversi anni di commercializzazione dei programmi di preventivazione e contabilità di TOPCANTIERE. Questo programma rappresenta il prodotto di punta delle nostre produzioni in ambiente Windows e Macintosh. Pur affrontando ogni particolarità del lavoro del preventivista e del contabilizzatore, anche le situazioni meno comuni, il programma può essere utilizzato da chiunque anche se non ha esperienze di settore. I professionisti più esperti troveranno grandi soddisfazioni nell utilizzo del programma: man mano che approfondiranno le problematiche troveranno precise soluzioni ad ogni problema riscontrando una flessibilità di utilizzo fuori dal comune. Potrete utilizzare i menu tipici dei programmi Windows e Macintosh o utilizzare i bottoni-funzione disponibili nella barra degli strumenti: verificherete l estrema semplicità e la logica intuitiva che guida l utilizzo di tutta la procedura. Requisiti Hardware e Software Windows Server 2003 SP1 Windows XP SP2 Windows Vista (eseguire i programmi TOPCANTIERE con privilegi di amministratore) Windows 7 (eseguire i programmi TOPCANTIERE con privilegi di amministratore) Macintosh OS X dalla versione alla versione 10.5, 10.6 e 10.7 (Leopard, Snow Leopard e Lion) Configurazione hardware consigliata: Windows: Pentium IV, o superiore, o processore equivalente, 1 GB RAM (2GB consigliati), DVD-ROM drive Macintosh OS X: Intel o processore PPC G3 o G4 da 200 MHZ o sup.: 512 MB RAM (minima) 1GB (consigliata) Stampanti: stampanti compatibili Windows o OS Macintosh. Si consiglia l'utilizzo di stampanti aventi velocità di almeno 6 pagine al minuto (laser o a getto di inchiostro). NB: Alcuni driver di stampa possono generare lievi imperfezioni, generalmente risolvibili attraverso l'aggiornamento od il settaggio dei driver di stampa. Vi consigliamo di effettuare dei test all'arrivo del programma. TOPCANTIERE non garantisce che il suo software possa adattarsi a qualsiasi driver della vostra stampante. Attenzione: La stampa in formato A1 non è compatibile con i plotter HP tekno Manuale operativo Pag.19

20 Attenzione: La rilevazione delle misure da file DXF o DWG con il programma tekno richiede AUTOCAD o AUTOCAD LT (dalla versione 2000 in poi) Istruzioni per l installazione programmi, protezione e aggiornamento N.B. Se siete già possessori del programma e dovete aggiornare il software passate alla FASE 2 FASE 1 : ISTRUZIONI PER L'ABILITAZIONE DELLA VERSIONE INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI: è possibile installare i programmi (tranne korretto ) ad uso dimostrativo per un periodo limitato. SISTEMA DI PROTEZIONE DEI PROGRAMMI CONTRO LA" PIRATERIA" DEL SOFTWARE: Qualora vogliate procedere con l'abilitazione della protezione del programma è necessario registrare la copia del prodotto da voi posseduta. Sarà necessaria la registrazione della copia del Software da Voi acquistata attraverso l abilitazione (Via Internet attraverso procedura automatica o Call Center chiamando ). Al primo avvio il software visualizzerà la seguente finestra che permetterà l attivazione del software o l utilizzo del software in modalità dimostrativa che avrà come unico limite, quello dei 30 giorni dopodiché il software smetterà di funzionare.. tekno Manuale operativo Pag.20

21 Selezionando il pulsante Attiva servizio il software visualizzerà una finestra, dove verranno richiesti i dati identificativi della licenza che e possibile reperire sulla fattura di acquisto o contattando il servizio assistenza Italsoft Group S.p.a.. I dati richiesti sono: Codice cliente Codice licenza Una volta immessi questi dati e cliccato sul pulsante Attiva il software si collegherà al server per il controllo dei dati immessi e la successiva attivazione del software. Se tale procedura non dovesse funzionare per mancanza di una connessione internet, o perché il non e riuscito a stabilire una connessione con il server, il software automaticamente visualizzerà la finestra seguente.. tekno Manuale operativo Pag.21

22 Nella finestra visualizzata sarà possibile selezionare il link descritto (Per ogni problema..) in grassetto sottolineato, avviando così la procedura di attivazione telefonica. La procedura di attivazione telefonica consisterà nel comunicare al servizio di assistenza tecnica Italsoft al numero di telefono 0425/ Il codice di richiesta visualizzato nell apposita finestra che visualizzata dal software; ed il servizio tecnico provvederà attraverso tale dato a fornire il codice di abilitazione del prodotto che andrà immesso nel campo Codice di Abilitazione.. Immesso il codice di abilitazione fornito dal servizio di assistenza e selezionato il pulsante Attiva il software risulterà regolarmente abilitato. Nel caso di aggiornamento via internet (live-update) è necessaria quindi una connessione internet attiva per verificare il contratto ITALSOFT. Nel caso la connessione non sia disponibile oppure ci siano FIREWALL o PROTEZIONI attive (bloccheranno la verifica del contratto), contattare ITALSOFT per procedere via Call Center. Nel caso di utilizzo di proxy/firewall hardware per proteggere il collegamento ad internet, è consigliabile sbloccare i seguenti indirizzi IP per l abilitazione del software: che corrisponde a FASE 2 : COME AGGIORNARE NUOVE VERSIONI PRODOTTI COME RESTARE INFORMATI SUL RILASCIO DELLE NUOVE RELEASE E COME AGGIORNARE IL SOFTWARE tekno Manuale operativo Pag.22

23 Per essere sempre informati sulla disponibilità delle nuove versioni dei programmi verificate di essere iscritti alle nostre mail-list o iscrivetevi accedendo all'area utenti direttamente dalla home page del nostro sito (www.topcantiere.it). E possibile anche controllare le ultime versioni disponibili accedendo alla sezione Download dell area riservata presente nel sito. Ad ogni rilascio di una nuova versione una mail vi avvertirà di ogni nuova disponibilità con le informazioni relative alle novità apportate. SERVIZI DI ASSISTENZA Gli aggiornamenti ed il servizio assistenza sono inclusi gratuitamente per i primi 60 giorni dalla data di consegna. Il servizio di assistenza è a vostra disposizione tutti i con i seguenti orari: dalle ore 09:00 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00 ai seguenti numeri Tel.: , Fax: o all'indirizzo internet ad eccezione dei giorni prefestivi e festivi, del mese di Agosto, dal 23 Dicembre al 2 Gennaio. Ogni vostra richiesta di assistenza verrà gestita con un proprio numero e verrà affidata ad un singolo responsabile. Saremo sempre in grado di rintracciare il vostro "caso", il suo esito, i tempi di risoluzione. Il servizio di assistenza e di aggiornamento viene effettuato esclusivamente ai sottoscrittori di un apposito contratto. Per ogni informazione potrete contattare il nostro ufficio commerciale. Funzioni e utili "scorciatoie" comuni a tutti i moduli del programma Immissione dati: il tasto TAB La toolbar dei pulsanti Navigare tra le schede Richiamare le principali funzioni degli elaborati con il "menu contestuale" Caratteristiche comuni a tutte le liste del programma La tecnica del Drag and Drop Immissione dati: il tasto TAB L immissione dei dati nelle varie finestre richiede, come prima verifica del dato inserito, l utilizzo del tasto di tabulazione (il tasto TAB). Il tasto di tabulazione o TAB in Windows è rappresentato dal tasto su cui sono presenti sia una freccia a sinistra che una freccia a destra situato a sinistra della tastiera in alto. tekno Manuale operativo Pag.23

24 In Macintosh è rappresentato dal tasto situato in alto a sinistra su cui sono presenti una freccia rivolta verso destra ed una barra verticale. Premendo questo tasto, infatti, il cursore passerà al campo successivo solo se il dato è stato inserito correttamente dal punto di vista del formato: se, per esempio, venissero inserite delle lettere in un campo relativo al prezzo, il TAB non permetterebbe di proseguire il lavoro. All'interno delle finestre che richiedono l'immissione di dati (ad esempio il codice articolo di elenco prezzi) spesso troverete dei campi preceduti dal simbolo. Questo simbolo indica che a quel campo è associata una tabella riassuntiva dei valori disponibili per l'inserimento nel campo richiamabile con il tasto di tabulazione (il tasto TAB). In tutti i moduli del programma troverete dei campi contrassegnati dal simbolo + che segue il nome del campo (ad esempio : sono campi in cui è previsto l'inserimento di un codice alfanumerico progressivo. Nei campi contrassegnati dal simbolo potrete attivare un'attribuzione automatica del primo codice disponibile per l'immissione di una voce in un raggruppamento. Qui di seguito prendiamo in considerazione, a titolo d'esempio, l'attivazione di questa funzione in fase d'immissione di un articolo di elenco prezzi. Supponiamo di essere in fase d'immissione di un nuovo articolo di elenco prezzi che vogliamo inserire nel raggruppamento N. 1 e di aver appena inserito un articolo che appartiene al raggruppamento n.9. Nel campo Codice articolo elenco prezzi il programma propone una nuova immissione con un codice appartenente al raggruppamento N. 9: ma, come abbiamo, già detto noi vogliamo inserire questo nuovo articolo nel raggruppamento N. 1. Posizioniamo allora il cursore nel campo Codice articolo E.P. e cancelliamo il contenuto del campo. Premiamo il tasto TAB in moda da visualizzare la finestra in cui il programma propone l'elenco dei raggruppamenti presenti nell'elenco prezzi. e selezioniamo con un doppio click del mouse il raggruppamento in cui vogliamo inserire il nuovo articolo (nel nostro caso il raggruppamento N. 1). Il programma ritorna nella finestra d'immissione dell'articolo e inserisce nel campo Codice articolo E.P. il codice del raggruppamento seguito dal simbolo +. Premiamo nuovamente il tasto TAB: automaticamente il programma proporrà nel campo Codice articolo E.P. il primo codice disponibile del raggruppamento N. 1. Confermiamo e proseguiamo nell'immissione dei dati dell'articolo di elenco prezzi. tekno Manuale operativo Pag.24

25 Nella stessa maniera potrete operare in fase di attribuzione di un codice progressivo del computo metrico, della perizia, ecc. L immissione di un nuovo articolo in un Elenco Prezzi o l inserimento di nuove misure in un Computo Metrico verranno salvate all interno del file di lavoro semplicemente premendo con il mouse il tasto, mentre con l utilizzo del tasto le informazioni inserite non verranno salvate. Non è necessario quindi salvare il file a intervalli regolari perché le immissioni vengono memorizzate e salvate di volta in volta. L utilizzo del tasto Enter o Invio o Return non ha significato. Caratteristiche comuni a tutte le liste del programma E' importante sottolineare alcune caratteristiche relative alla gestione delle liste di tutti i moduli del programma. Innanzitutto avremo una rinumerazione automatica degli elementi della lista in caso di spostamento, modifica o immissione di nuove voci tra due esistenti. Potremo, ad esempio, spostare un'immissione (o più immissioni selezionate contemporaneamente) da un capitolo ad un altro della lista o in una posizione diversa del capitolo (spostandolo con la tecnica del drag and drop) per attivare la procedura di rinumerazione automatica. Naturalmente nello spostamento si dovrà fare attenzione alla posizione in cui si inserisce l'immissione: l'inserimento e la conseguente rinumerazione terranno conto di questa posizione. Questa caratteristica del programma è particolarmente interessante perchè evita tutte le difficoltà che possono derivare da inserimenti e spostamenti che modificano l'ordine dei codici inseriti e che richiedono poi un intervento "manuale" di rinumerazione. Altra caratteristica delle liste è la possibilità di spostare le linee di separazione tra i campi in modo da poterli allargare o restringere a seconda delle proprie esigenze. Potremo, ad esempio, selezionare con un click del mouse la linea verticale che definisce lo spazio occupato dal codice e, sempre tenendo premuto il pulsante del mouse, trascinarla verso destra o verso sinistra a seconda che si voglia allargare o stringere lo spazio a disposizione del codice. Tecnica del Drag and Drop Consigliamo a tutti gli utenti non esperti del mondo informatico di leggere queste poche righe al fine di lavorare con il programma in maniera proficua ed ottimale. Più di una operazione all'interno dell'applicazione si basa su questa tecnica; ciò comporta intuitività ed immediatezza nella realizzazione della maggior parte delle funzioni del programma. tekno Manuale operativo Pag.25

26 I dati presenti nelle liste a video del programma vengono trattati come se fossero "oggetti" e come tali vengono spostati trascinandoli con l'aiuto del mouse. Vediamo come esempio esplicativo di questa tecnica l inserimento di una voce di elenco prezzi nel computo metrico. Dopo essere entrati nella finestra d immissione del computo metrico selezionate con il mouse la voce dell'elenco prezzi (le voci di elenco prezzi sono presenti nella lista della parte bassa della finestra) che desiderate inserire nel computo metrico. Cliccate nuovamente con il mouse sulla voce precedentemente selezionata mantenendo premuto il tasto del mouse: il puntatore del mouse assumerà l'aspetto di un mano che vi permetterà di trascinare la voce dalla lista dell'elenco prezzi verso la lista della parte alta della finestra in cui compaiono le immissioni del computo metrico. L'operazione di prelevamento e trascinamento del dato (drag and drop) a questo punto si conclude con l'apertura della finestra di immissione delle misure. Aggiornamento degli archivi di lavoro Dopo aver effettuato l aggiornamento è importante procedere sempre al RIALLINEAMENTO dei files di archivio realizzati con la versione precedente del programma. La mancata riorganizzazione dei dati può provocare gravi problemi negli archivi di lavoro utilizzati. Vediamo qui di seguito come eseguire la riorganizzazione e verifica dei vecchi dati con la funzione Aggiorna archivio. Assicuratevi di disporre di una copia di salvataggio di tutti i vostri files di lavoro: se tale copia non fosse sufficientemente recente, fatene una duplicando i files in questione. Scegliete dal menu Settaggi, e dal sottomenu Utilità la funzione Aggiorna archivio. Il programma propone un messaggio che avvisa della necessità di avere una copia dell'archivio prima di procedere con l'aggiornamento dei dati, rispondete OK e proseguite. Il programma inizierà l'operazione di controllo dei dati e di riorganizzazione automatica dei vecchi dati. Verrà fatto anche il controllo e l aggiornamento dei parametri e richiederà con appositi messaggi la conferma per l'aggiornamento di analisi, computo, perizie e provviste. A questo punto il programma propone la possibilità di aggiornare le voci di elenco prezzi secondo il criterio di parametrizzazione rilevato durante il controllo dell'archivio. Il programma propone una finestra in cui segnala il nuovo parametro impostato e consente di continuare con l'operazione di adeguamento automatico dei codici al nuovo parametro oppure consente di uscire senza attivare questa fase (questo adeguamento è necessario se l elenco risorse è stato elaborato con una versione del programma precedente al 1996, in tutti gli altri casi evitate tale adeguamento facendo click sul pulsante "Esci"). Il programma a questo punto procederà con l aggiornamento dell archivio. Nota: l operazione potrebbe durare qualche minuto. tekno Manuale operativo Pag.26

27 Ripetete queste operazioni per tutti gli altri files di lavoro. SUGGERIMENTO: ABILITAZIONE AUTOMATICA DEI CONTROLLI IN FASE DI APERTURA DI UN ARCHIVIO Nel caso in cui abbiate diversi lavori da convertire alla nuova versione del programma vi consigliamo di settare il programma in modo che l'aggiornamento dell'archivio venga eseguito automaticamente dal programma ogni volta che viene aperto un archivio di lavoro, evitandovi di dover ricordare ogni volta di lanciare la funzione Aggiorna Archivio. Vediamo ora le semplici operazioni da eseguire per abilitare i controlli automatici degli archivi. Scegliete dal menu Settaggi, Opzioni di controllo dati. Nella finestra "Opzioni di controllo dei dati" avrete la possibilità di attivare permanentemente i seguenti controlli in fase di apertura di ogni archivio: Controllo aggiornamento dizionario dei dati. E' una procedura di controllo ed aggiornamento dei dati dell'archivio utilizzata per l'appunto nella fase di apertura di un file fatto con una versione precedente del programma. Controllo riorganizzazione dei dati. E' una procedura di riorganizzazione dei dati dell'archivio utilizzata nella fase di apertura di un file fatto con una versione precedente del programma. Dopo aver individuato uno o più controlli automatici da abilitare selezionerete il check-box corrispondente e premerete il pulsante "Conferma" per registrare le impostazioni effettuate. Le impostazioni verranno attivate immediatamente in fase di apertura di un archivio. Conversione di un lavoro da Lire a Euro A partire dal 1 Gennaio 2002 tutti i nuovi lavori creati con il programma avranno come valuta principale l Euro, invece per i vecchi lavori iniziati in Lire si dovrà effettuare una conversione nella nuova moneta. Per fare questo, una volta aperto il lavoro fatto in Lire, si dovrà aprire la finestra "Lingua e Valuta" dal menu Lavoro - Lingua e Valuta" e premere il pulsante "Conv. Val." presente nella toolbar della finestra stessa. A seguito di questa operazione si aprirà la finestra denominata "Conversione Valute" tekno Manuale operativo Pag.27

28 Per ogni prezzo da convertire (ogni linea della tabella rappresenta un prezzo delle voci di Elenco Prezzi) si dovrà indicare nella colonna "Nuova Valuta" il nome della nuova valuta in cui convertire il relativo prezzo, e nelle colonne "Cambio Attuale" e "Nuovo Cambio" i fattori di conversione. Facciamo un esempio e supponiamo di volere convertire da Lire a Euro (con lo stesso procedimento che andiamo a spiegare è possibile convertire da lire (o altra valuta) in qualsiasi altra valuta: Valuta attuale = Lire Nuova Valuta = (oppure Euro) Cambio Attuale = 1936,27 Nuovo Cambio = 1 In questo caso andiamo a indicare al programma che 1936,27 Lire corrispondono a 1 In alternativa è possibile scrivere: Valuta attuale = Lire Nuova Valuta = (oppure Euro) Cambio Attuale = 1 Nuovo Cambio = 0, In questo caso andiamo a indicare al programma che 1 Lira corrisponde a 0, , in questo modo però gli arrotondamenti dovuti alla conversione sarebbero maggiori perciò è consigliabile utilizzare il primo metodo. Prima di procedere alla conversione tramite il pulsante "Conferma" posto sulla toolbar della finestra, è indispensabile scegliere il tipo di arrotondamento che si desidera venga effettuato dalla procedura di conversione. tekno Manuale operativo Pag.28

29 a) Con due decimali; in questo caso tutti i prezzi delle voci di elenco, vengono convertiti e arrotondati a 2 decimali. Questo comporta che prezzi molto piccoli, ad esempio espressi in unità di lire, subiscano un notevole incremento dovuto al fatto che il risultato della conversione è di 0,01 Euro che è il minimo rappresentabile con 2 cifre decimali. b) Automatica; in questo caso vengono applicate le regole di arrotondamento dei calcoli intermedi contenute nell art.3 del decreto legislativo n. 213 del 24 Giugno Più precisamente: 1. Quando un importo in lire contenuto in strumenti giuridici diversi dalle norme vigenti non costituisce autonomo importo monetario da contabilizzare o da pagare ed occorre convertirlo in euro, l'importo convertito, salvo diverso accordo, va utilizzato con almeno: a) cinque cifre decimali per gli importi originariamente espressi in unità di lire; b) quattro cifre decimali per gli importi originariamente espressi in decine di lire; c) tre cifre decimali per gli importi originariamente espressi in centinaia di lire; d) due cifre decimali per gli importi originariamente espressi in migliaia di lire; 2. Quando un importo in euro non costituisce autonomo importo monetario da contabilizzare o da pagare è possibile trattarlo, anche elettronicamente, con un numero di cifre decimali a piacere. Nei casi indicati al comma 1 il numero di cifre decimali non può comunque essere inferiore a quello minimo richiesto dalle lettere da a) a d). Premendo sull immagine rappresentata dalla lettera "i" cerchiata di blu posta a fianco di questa opzione, è possibile visualizzare il testo dell articolo 3 descritto sopra. Una volta impostatati i settaggi di conversione, premere il pulsante "Conferma" per procedere. Premendo invece il pulsante "Esci" verrà chiusa la finestra senza effettuare nessuna conversione. Se è stato scelto di convertire anche il prezzo contrassegnato dal simbolo "*" cioè il prezzo relativo alla valuta utilizzata nella fasi di inserimento dei dati contrattuali, il programma procederà a convertire anche quest ultimi, compresi Computo, Perizie, Stati Avanzamento Lavori, Certificati di pagamento, Liste, Registri e Sommari oltre ovviamente all Elenco prezzi e a eventuali Analisi. In questo caso però, prima di procedere alla conversione del lavoro, il programma chiederà di fare una copia del file, se non si accetta di fare la copia, tekno Manuale operativo Pag.29

30 nessuna conversione verrà effettuata. Dopo aver accettato di fare la copia verrà visualizzata una finestra nel quale indicare il nome e la destinazione della copia. In seguito il programma procederà alla conversione del lavoro. Terminata la conversione, la finestra si chiuderà automaticamente e si ritornerà alla finestra principale denominata "Lingua e Valuta", chiudere tale finestra premendo "Esci" se invece, si sono apportate delle modifiche anche ai dati presenti in tale finestra, premere il pulsante "Conferma". Live Update È stata predisposta anche un a procedura di verifica automatica e di aggiornamento rapido dal nostro sito Internet. Si tratta di una procedura che a intervalli temporali prefissati o su richiesta dell utente verificherà la presenza di versioni aggiornate del programma. NOTA BENE: Una nuova versione del programma potrebbe richiedere un nuovo numero di serie. Prima di effettuare l aggiornamento, quindi, verificate di essere in possesso del nuovo numero di serie. Per ottenerlo è sufficiente essere in regola con il contratto di Assistenza e Aggiornamento e richiederlo telefonicamente all Assistenza Tecnica o al centralino Topcantiere o via mail all indirizzo Abilitazione del controllo automatico degli aggiornamenti Dal menù Settaggi (è necessario aprire un qualsiasi lavoro per abilitare tutte le funzioni di menù), quindi Preferenze, e la relativa linguetta Aggiornamenti. tekno Manuale operativo Pag.30

31 In questa finestra per abilitare il controllo automatico della presenza di aggiornamenti è sufficiente abilitare il Check box che abilita gli aggiornamenti e impostare ogni quanto tempo eseguire codesto controllo (si consiglia un periodo non inferiore ai 30 gg). In questa finestra è possibile verificare quando è stato effettuata l ultima verifica ed eventualmente lanciare manualmente la verifica. Allo scadere dei termini, oppure al lancio della procedura "Verifica Aggiornamenti" partirà la procedura descritta al capoverso successivo. Verifica della presenza di nuovi aggiornamenti Allo scadere del termine previsto nelle impostazioni del controllo automatico, oppure al lancio della procedura "Verifica adesso", oppure infine ciccando sul pulsante Live Update presente nella toolbar principale del tekno Manuale operativo Pag.31

32 programma,comparirà una finestra che richiederà se effettuare la verifica della presenza di aggiornamenti del programma. Cliccando sul tasto Avanti, il programma verrà chiuso per eseguire la procedura di verifica e di aggiornamento. Al termine della verifica e dell aggiornamento, potrebbe essere necessario riavviare manualmente il programma. Una volta chiuso il programma, partirà la procedura di aggiornamento automatico tramite questa finestra Procedendo con il pulsante avanti sulla finestra, potrebbero presentarsi tre possibilità: la procedura rileva problemi di connessione dovuti alla disattivazione o alla mancanza di un collegamento ad Internet (tenete presente che il processo di download avviene tramite collegamento ftp); la procedura rileva la presenza di nuove versioni e continuando con il pulsante Avanti, partirà l aggiornamento del programma la procedura rileva che la versione attualmente in uso è la più recente per cui non è necessario eseguire aggiornamenti. Al termine della procedura il programma si avvierà automaticamente (su piattaforma Macintosh potrebbe essere necessario riavviarlo manualmente). tekno Manuale operativo Pag.32

33 Capitolo 3 - Apertura del programma e impostazioni generali tekno Manuale operativo Pag.33

34 Apertura del programma - Creazione di un nuovo lavoro o apertura di un archivio esistente Questa sezione ha lo scopo di consentire l apprendimento rapido delle operazioni di base del programma. Sarà quindi importante seguire le poche, ma al tempo stesso fondamentali, fasi per la realizzazione degli elaborati principali della preventivazione, della contabilità dei lavori edili, della perizia e delle liste. Per gli utenti Windows: selezionate dal menu Avvio il programma (se vi siete creati un collegamento sul desktop o sulla barra delle applicazioni potete lanciare dal collegamento stesso) CREARE UN NUOVO LAVORO Dalla barra dei menu selezionate dal menu Home la funzione Nuovo. Nella finestra di dialogo che appare il programma propone di default la cartella del programma. Consigliamo di creare una cartella apposita nella quale andrete a conservare tutti i lavori di tekno. Potete posizionare la cartella dei vostri lavori in qualunque posizione lo desideriate. Sarà possibile impostare la cartella dei vostri lavori come destinazione preferenziale per gli stessi. Digitate nel campo Nome file il nome che intendete assegnare al nuovo archivio (nel nostro caso Esempio.df1) e selezionate il pulsante "Salva". Automaticamente il programma crea, nella directory/cartella che lo contiene, il file Esempio.df1. Alla conferma della registrazione del nuovo archivio, viene visualizzata la barra dei menu dell applicazione. Il menu Visualizza consente il passaggio tra i vari moduli del programma (Prezzi, Computi Metrici, Perizie e Lib. Misure ecc.). APRIRE UN LAVORO GIA' ESISTENTE Dalla barra dei menu selezionate dal menu Home la funzione Apri. Nella finestra di dialogo che appare il programma si posiziona di default nella cartella che contiene il programma o nell ultima cartella di Windows che è stata aperta. Selezionate con un click del mouse il lavoro che desiderate aprire e premete il pulsante "Apri". Il programma a questo punto è pronto per lavorare sull'archivio selezionato. Sia nel caso di creazione di un nuovo archivio che nel caso di apertura di un lavoro già esistente la barra dei menu dell applicazione viene attivata e tutte le sue funzioni rese disponibili. Per gli utenti Macintosh: selezionate con un doppio-click del mouse l'icona del programma (all'interno della cartella creata durante l'installazione del programma) ed aprite il programma. tekno Manuale operativo Pag.34

35 L'utilità del comando "Salva col nome..." La funzione Salva col nome... del menu Home viene utilizzata per registrare una copia dell'archivio corrente attribuendole un nome diverso da quello in uso (ad esempio "CopiaEsempio.df1"). ATTENZIONE! Il programma non prevede l'uso di un comando "Salva" per poter registrare il lavoro eseguito poiché il salvataggio dei dati immessi viene effettuato automaticamente quando si attiva il pulsante "Conferma", presente in tutte le finestre d'immissione dati. Di conseguenza il comando "Salva col nome..." non deve essere confuso con la possibilità di salvare con un nome diverso un archivio a cui sono state apportate modifiche che si desidera far risultare solo nella copia e non nell'originale. Attivazione di controlli automatici in fase di apertura di un file di lavoro Il programma permette di attivare una serie di controlli che, se abilitati, vengono eseguiti automaticamente ogni volta che viene aperto un file di lavoro. Chiaramente questa verifica rallenta l'apertura degli archivi: consigliamo pertanto di valutare caso per caso l'utilità di attivare queste opzioni. In linea generale consigliamo a tutti gli utenti che hanno lavori realizzati con versioni del programma antecedenti a quella in uso (a meno che non si tratti di archivi realizzati con una versione del programma antecedente al 1995, per i quali deve essere utilizzata l'apposita opzione di seguito segnalata) di selezionare le opzioni Controllo aggiornamento dizionario dei dati e Controllo riorganizzazione dei dati. Questo accorgimento permette di lavorare con tranquillità perché il programma, qualora ne verifichi la necessità, eseguirà tutte le operazioni di riorganizzazione dei dati necessarie in caso di un aggiornamento di versione del programma in uso. Nella barra Settaggi - Opzioni di controllo dati: la selezione di questa funzione richiama a video la finestra tramite la quale è possibile abilitare o disabilitare una serie di controlli che il programma può eseguire in fase di apertura del file di lavoro. Le opzioni attivabili sono le seguenti: Controllo aggiornamento dizionario dei dati (utile quando si riceve un aggiornamento del programma) E' una procedura di controllo ed aggiornamento dei dati dell'archivio utilizzata per l'appunto nella fase di apertura di un file con una versione aggiornata del programma. Controllo riorganizzazione dei dati (utile quando si riceve un aggiornamento del programma) tekno Manuale operativo Pag.35

36 All'apertura dell'archivio di lavoro il programma eseguirà i controlli in base all'opzione scelta e, qualora il controllo dia esito negativo, invita ad effettuare l'operazione segnalata. Il comando "Chiudi" La selezione del comando Chiudi del menu Home permette di chiudere l'archivio in uso senza uscire dal programma. Dati lavoro: impostazione dei dati generali Prima di iniziare a lavorare sul nostro archivio dovremo procedere al settaggio di alcuni dati di carattere generale, quali l'intestazione, i parametri, gli estremi del lavoro, ecc.. Estremi appalto Selezioniamo Estremi Appalto dal menu Lavoro. Inseriamo, nell'ordine, i dati richiesti: Committente, Lavori (una descrizione del lavoro), Codice o nome della commessa (di default viene proposto il nome del file senza l estensione DF1), Indirizzo del cantiere, Impresa (ditta che esegue il lavoro: nell apposito tasto è possibile inserire tutti i dati dettagliati dell Impresa esecutrice), Contratto in data, Note sul contratto, N Repertorio, Data Registrazione, N Reg./Serie/Volume, Registrato a, Polizza INAIL e Decorrenza, Progettista, Responsabile dei lavori dell impresa esecutrice, Responsabile del procedimento, Direttore dei lavori, Coordinatore alla progettazione del piano di sicurezza, Coordinatore all esecuzione del piano di sicurezza, eventuali note, l indicazione della penale, del finanziamento, l eventuale verbale dei Nuovi prezzi, l eventuale polizza fidejussoria per contratto. Questi dati verranno riportati automaticamente nelle varie stampe, in particolare, il riepilogo di questi dati si trova nella stampa della Storia del Cantiere. tekno Manuale operativo Pag.36

37 Tempi di lavorazione Selezioniamo Tempi di lavorazione entriamo nella finestra in cui è possibile inserire i dati relativi ai giorni di lavorazione. Inseriamo la Data offerta, la Data inizio lavori, il Tempo utile ed il programma provvede a calcolare la Scadenza. Nella tabella centrale avremo la possibilità di inserire eventuali Proroghe o Sospensioni (se il check-box è selezionato si tratta di una proroga, in caso contrario si tratta di una sospensione): per ogni riga dovremo specificare la data di inizio e la data di termine della sospensione/proroga per consentire al programma di calcolare il numero complessivo di giorni di sospensione/proroga. In base a questi dati verrà aggiornato il campo Nuova Scadenza. Nel caso della proroga è possibile inserire direttamente il numero dei giorni anzichè le date. Nel campo Data ultimazione inseriremo successivamente la data di ultimazione del lavoro: il programma ci indicherà automaticamente se, rispetto alla data di prevista ultimazione sono stati necessari giorni in più o giorni in meno (indicando il numero esatto nei relativi campi Giorni + e Giorni -). Potremmo poi completare i dati inserendo la data prevista di collaudo o rilascio CRE e successivamente a collaudo avvenuto la data effettiva (necessaria per un calcolo corretto degli interessi legali e di mora). tekno Manuale operativo Pag.37

38 E possibile inserire la data d inizio di una sospensione senza l obbligo d inserimento della data di fine sospensione. La normativa indica comunque il limite di 1/4 della durata del lavoro ed un periodo massimo di sei mesi continuativi dopo i quali l impresa può chiedere la chiusura anticipata del contratto. E' possibile eseguire un S.A.L. durante il periodo compreso in una sospensione. ATTENZIONE: La normativa prevede inoltre la possibilità di effettuare una sospensione che automaticamente si comporta anche come una proroga, ossia, la durata della sospensione comporterà automaticamente una proroga della data di ultimazione dei lavori. Per ottenere questo risultato selezionate il check-box in modo da far apparire la scritta Proroga e correggete (è editabile) il testo digitando Sospensione. Importi/Somme Permette l'inserimento dei dati contrattuali (Importo del contratto, Offerta a prezzi unitari o Ribasso/Aumento, Importo netto, Somme a disposizione, Totale somma stanziata) e permette inoltre di ottenere un controllo delle voci di spesa principali del lavoro, sia per la fase di preventivazione che per quella contabile. Questa finestra può essere richiamata a video anche selezionando il comando Controllo Somme a Disposizione disponibile nel menu Perizie & Quadri. tekno Manuale operativo Pag.38

39 I dati sono tutti modificabili o integrabili manualmente, dopo aver bloccato la variazione automatica chiudendo il lucchetto ed editato il valore automatico, e vengono registrati esclusivamente se si preme il pulsante "Conferma". In caso contrario vengono riproposti i valori precedenti. Se invece viene mantenuto il lucchetto aperto la finestra viene aggiornata in base alle modifiche che intervengono nel lavoro. La finestra contiene i seguenti campi così suddivisi: a) Importo totale dei lavori (dal Computo Metrico): visualizza l'importo progressivo del computo fino all'ultima immissione inserita comprensivo anche delle spese della sicurezza speciali (non incluse nei prezzi unitari di capitolato). Questo importo può essere modificato (e così pure tutti gli altri importi che riportano il lucchetto sulla destra) rispetto al valore che il programma propone automaticamente: è sufficiente portare il lucchetto dalla posizione aperta ( ) alla posizione chiusa ( ) con un click del mouse e quindi editare l importo. b) Spese complessive della sicurezza (SCS) (dal computo metrico): viene inserito l ammontare dei costi per la sicurezza (I costi diretti quelli cioè inclusi nei prezzi di capitolato e i costi speciali da computarsi a parte). Il costo della sicurezza introdotto dal Dlgs 494/96 e dalla "Merloni Ter" obbliga le stazioni appaltanti ad esporre esplicitamente in sede di gara l ammontare del costo della sicurezza. Tale onere, non è soggetto al ribasso d asta. Pertanto l importo dell appalto al netto del ribasso dovrà tenere conto di questo importo non riducibile. L importo della sicurezza riportato in questo campo deriva dal quadro economico del computo metrico. L'importo relativo ai costi della sicurezza determinato dal coordinatore alla progettazione della sicurezza nel piano di sicurezza è suddiviso tra i tekno Manuale operativo Pag.39

40 lavori a misura, i lavori a corpo ed i lavori in economia. Per ciascuna di queste tre sezioni in base al D.M. 145 ed alla determina dell'autorità di Vigilanza dei Lavori Pubblici sopra citata, i costi della sicurezza sono suddivisi in due parti: i costi diretti (inclusi nell'elenco dei prezzi unitari, anche se in alcuni casi è necessario considerarli esclusi) ed i costi speciali valutati a parte. Nella sezione "Costi Sicur." del Quadro economico del computo metrico potrete inserire nelle rispettive sezioni tali oneri. Tale importo viene riportato automaticamente nel suddetto campo. Per visualizzare in dettaglio l importo del costo della sicurezza diretto e speciale è sufficiente fare un click sul pulsante posto a fianco dell importo complessivo. L opzione nella parte bassa della finestra permette di scegliere se i costi speciali della sicurezza vengano considerati (e se considerati, calcolati in percentuale sull avanzamento lavori) o meno nel calcolo dei SAL. I costi diretti, invece, verranno sempre considerati nel SAL e calcolati in proporzione all avanzamento lavori. L' importo dei costi della sicurezza speciali facenti parte dei costi della sicurezza, ma non inclusi nei prezzi unitari da utilizzarsi ad esempio per le offerte relative a lavori a corpo o misti, vanno inseriti nell'apposito campo (in ogni caso andranno a sommarsi con i costi diretti della sicurezza non soggetti a ribasso). c) Somme a disposizione per varie ed eventuali (da quadro economico C. M.): il programma propone l'importo delle somme a disposizione inserite nel quadro economico del computo metrico. È possibile inserire le somme o modificare quelle inserite accedendo alla lista con un click del mouse l'apposito pulsante che precede il nome del campo (sulla sinistra). Nella lista delle somme a disposizione aperta con il pulsante, avrete a disposizione una colonna in cui inserire la descrizione delle somma (Descrizione della somma), mentre gli importi possono essere inseriti nella colonna Importo Euro oppure possono essere inseriti come percentuale da calcolare su di un certo importo (inserendo la percentuale nella colonna % e l'importo su cui il programma deve calcolare la percentuale nella colonna su Euro...). Per registrare gli importi relativi alle somme a disposizione dovete premere il pulsante "Conferma". Il programma trasferirà l'importo totale delle somme inserite nella lista all'interno del campo Somme a disposizione per varie ed eventuali (da quadro economico C. M.). Naturalmente sia le descrizioni che gli importi possono essere modificati o integrati dall'utente secondo necessità. Nel quadro economico nella zona relativa alle somme a disposizione vengono proposte una serie di descrizioni tipo così come previsto dall art. 16 del DPR 207/2010. Si ricorda che le descrizioni con importo nullo non verranno mai riportate nelle stampe (Si veda: Quadro Economico di tekno e creazione di altri Raggruppamenti generali) d) Importo totale del progetto: Il programma riporta l'importo di spesa complessivo necessario per far fronte all'intero intervento, ovvero l'importo del computo metrico (campo a) sommato all'importo delle tekno Manuale operativo Pag.40

41 somme a disposizione inserite nel computo metrico (campo c). Per modificare questo importo è sufficiente chiudere il lucchetto e poi modificare l importo. e) Importo a base d'asta: corrisponde all'importo a base d'asta che viene appaltato. f) Maggiorazione sui prezzi del: in alcune regioni, dove si stanno eseguendo degli interventi particolari (zone terremotate), si eseguono lavori facendo riferimento a prezzi degli anni 80. Per decreto si stabiliscono dei coefficienti di adeguamento che portano gli importi dei lavori a livello dei prezzi attuali. Non inserendo alcun coefficiente il campo verrà trascurato dal programma. g) Importo a base d'asta su cui calcolare il ribasso/aumento: solitamente è uguale al contenuto dell'importo a base d'asta sottratto dell importo complessivo degli oneri della sicurezza. Tuttavia, a seguito dell'inserimento di un coefficiente di aggiornamento prezzi, il contenuto può essere diverso. Se si chiude il lucchetto posto a destra del campo è possibile modificare l importo a piacere. La modifica all importo viene registrata nel momento in cui si preme il pulsante "Conferma". h) Vengono proposte tre possibilità: Offerta a prezzi unitari: i prezzi di capitolato rappresentano i prezzi di offerta effettivi per le singole lavorazioni. Questa opzione, così come previsto dall art. 119 del DPR 207/2010, è possibile per appalti esclusivamente a corpo o esclusivamente a misura ed obbligatoria per appalti misti. Ribasso o di aumento: l'utente utilizza questo campo per l'inserimento percentuale del ribasso (facendo precedere la cifra dal segno meno) o dell'aumento a base d'asta (il campo accetta 3 interi e 4 decimali). La percentuale dovrà essere inserita nell'apposito spazio posizionato tra il simbolo % e la fiancata della colonna. Il programma calcolerà l'importo del ribasso/aumento e lo inserirà nello spazio corrispondente della colonna Importo Euro. Vari ribassi/aumenti d asta: nel caso in cui si hanno più ribassi o aumenti definiti con percentuali diverse articolo per articolo, o in base agli importi definibili nella finestra cui si accede con il tasto Rib/Aum in alto a destra (si veda pù avanti la gestione di vari ribassi/aumenti), si dovrà selezionare questa opzione. Il programma calcolerà l'importo totale dei ribassi/aumenti e lo inserirà nello spazio corrispondente della colonna Importo Euro. i) Importo dei lavori aggiudicati: in questo campo il programma inserisce l'importo a base d'asta al netto di eventuali ribassi/aumenti. l) Somme a disposizione per la fase di contabilità: sono le somme a disposizione che verranno riportate nel frontespizio di un SAL. Come abbiamo già visto in precedenza, le somme a disposizione vengono inserite in un'apposita lista a cui si accede premendo con un click del mouse l'apposito pulsante che precede il nome del campo (sulla sinistra). tekno Manuale operativo Pag.41

42 m) Totale della somma stanziata: è la somma dell'importo del contratto al netto del ribasso/aumento e delle somme a disposizione per varie ed eventuali inserite per la fase di contabilizzazione (riga l). Anche questo importo può essere modificato manualmente dall'utente. n) Importo contabilizzato nei S.A.L.: Il programma prende l'importo dell'ultimo Stato di avanzamento al netto (comprensivo anche di eventuali liste aggiuntive). n ) Importo registrazioni L.M. fuori S.A.L.: questo importo vuole essere una indicazione approssimativa di quanto la contabilità dei lavori è avanzata rispetto all ultimo SAL. L importo viene riportato al netto di eventuali ribassi e comprensivo dei costi della sicurezza (calcolati proporzionalmente). Proprio per questo motivo, soprattutto nei casi in cui nei SAL l importo della sicurezza è stato editato manualmente, questo importo potrebbe essere non nullo anche se è appena stato calcolato un SAL. o) Altre Somme a disposizione non comprese nei S.A.L. (inserimento manuale): permette di inserire manualmente gli importi utilizzati, fra quelli delle somme a disposizione, che non sono stati automaticamente calcolati nei SAL. fanno parte di questa voce ad esempio le spese per i rilievi, o l allacciamento ai pubblici servizi. Quando queste somme vengono utilizzate, l inserimento degli importi nella tabella, che si richiama con l icona a fianco, permette di ricavare dalla riga successiva "Restano a disposizione", l effettivo importo che ancora si dispone dell intero importo stanziato. tekno Manuale operativo Pag.42

43 p) Restano a disposizione: ripropone l'importo dei lavori aggiudicati (o dell importo del contratto al netto più eventuali atti di sottomissione) sommato all importo delle somme a disposizione e ridotto dell importo contabilizzato e delle somme a disposizione utilizzate non considerate nei S.A.L. r) Di cui ancora da contabilizzare al netto: riporta l importo netto dei lavori ancora da contabilizzare. Questo importo tiene conto di eventuali perizie che tramite gli atti di sottomissione modificano l importo iniziale dei lavori aggiudicati. E' possibile gestire più ribassi o aumenti d'asta. Per accedere alla finestra che permette di impostare i dati necessari dovrete premere il pulsante in basso Inserimento opzioni per calcolo aumento/ribasso d asta.tramite questo pulsante entriamo nella finestra in cui notiamo subito la possibilità di impostare i ribassi/aumenti in base alle immissioni (scegliendo il check-box In base ai ribassi/aumenti associati alle immissioni dei libretti) oppure in base agli importi (scegliendo il check-box In base agli importi). Nel primo caso dovrete poi inserire la percentuale di ribasso/aumento d'asta nei campi aggiuntivi (fino ad un massimo di 5) ed eventuali note nei campi predisposti (Nota sul rib./aum. 2,...). Nel secondo caso dovrete inserire gli importi entro i quali applicare l'aumento/ribasso specificato negli appositi campi (sempre con un massimo di 5). Una volta terminato l'inserimento dei dati registrerete premendo il pulsante "Salva e Chiudi". Con il tasto percentuale spese e utili. Per il calcolo dell incidenza percentuale degli oneri della Sicurezza (IS) è possibile intervenire sulle percentuali delle Spese Generali e dell Utile d Impresa. Il tekno Manuale operativo Pag.43

44 programma propone automaticamente una percentuale del 14% per le Spese e del 10% per l Utile. Questi valori sono comunque editabili e quindi modificabili. Una volta terminato l'inserimento dei dati registrerete premendo il pulsante Interessi legali e di mora Selezionando interessi legali e di mora sempre dal menù LAVORO, entriamo nella finestra che ci permette di visualizzare, inserire o modificare i settaggi utilizzati per il calcolo e le tabelle delle percentuali di applicazione per gli interessi legali e di mora. tekno Manuale operativo Pag.44

45 Nel primo box denominato "Settaggi per il calcolo degli interessi legali e di mora" si dovranno indicare: Numero di giorni che devono intercorrere tra la data dei lavori eseguiti e la data di emissione dello Stato Avanzamento Lavori. Numero giorni che devono intercorrere tra l emissione del SAL e quella del certificato. Numero giorni che devono intercorrere tra l emissione del certificato e la data del pagamento. Numero giorni che devono intercorrere tra il termine dei lavori e la data del collaudo. Numero giorni che devono intercorrere tra la data del collaudo e la data di saldo dei lavori. Numero di giorni di applicazione degli interessi legali (dopo questo numero di giorni si applicano gli interessi di mora). Numero di giorni di un anno da considera per il calcolo degli interessi. Nel secondo box denominato "Settaggio per il recupero degli interessi e/o capitale" si dovrà indicare cosa si desidera recuperare a partire dai pagamenti riscossi successivi al primo. Le opzioni possibili sono: Recupero della sola quota degli interessi legali e di mora maturati. Recupero della sola quota capitale rimasta da riscuotere. Recupero della quota capitale ed eventualmente della quota di interessi. Recupero della quota di interessi maturati ed eventualmente della quota capitale. Nessun recupero. Nella tabella di sinistra sono riportate le percentuali di applicazione per gli interessi legali, per inserire,modificare o cancellare delle righe, è sufficiente fare un click con il tasto destro del mouse (CTRL+Click per utenti Macintosh) e selezionare la funzione "Edita la lista delle percentuali per Int. Legali" per aggiungere o modificare delle righe, e la funzione "Elimina percentuali" se invece si desidera cancellare le righe selezionate. Nella tabella di destra sono riportate le percentuali di applicazione per gli interessi di mora, per inserire,modificare o cancellare delle righe, è sufficiente fare un click con il tasto destro del mouse (CTRL+Click per utenti Macintosh) e selezionare la funzione "Edita la lista delle percentuali per Int. Di mora" per aggiungere o modificare delle righe, e la funzione "Elimina percentuali" se invece si desidera cancellare le righe selezionate. tekno Manuale operativo Pag.45

46 Categorie Opere Selezioniamo Categorie Opere (oppure richiamiamo dal menu Lavoro, la funzione omonima) ed entriamo nella finestra che ci permette di visualizzare, la categoria di opere generali o specializzate prevalente. Il programma, una volta effettuata l associazione per le immissioni del computo metrico effettua il calcolo di quali sono tutte le categorie presenti nell appalto. Verrà così determinata una categoria prevalente, ovvero la categoria di opere che maggiormente incide sull appalto, le categorie scorporabili o subappaltabili, purché con un incidenza maggiore o uguale al 10% o di importo superiore ai 150'000, e le categorie "minori". Le categorie scorporabili o subappaltabili sono riconoscibile dalla simbolo "x" posta nel box a sinistra di ogni categoria: nel caso in cui il progettista ritenga utile (oppure sia indispensabile a causa di norme particolari) la specifica qualificazione per una categoria di piccolo importo, sarà sufficiente spuntare il relativo box a sinistra. In caso contrario le categorie "minori" verranno inglobate nella categoria prevalente. Per tutte le categorie è editabile il campo delle note in cui sono state riportate le indicazioni dell Autorità di Vigilanza (le note potranno essere escluse dalla stampa); inoltre è editabile (con l unica eccezione della categoria prevalente) il campo della natura della categoria. L individuazione delle categorie di lavori ai fini delle redazioni di bandi e capitolati e le relative note seguono questo schema: Questa è l appartenenza di ogni categoria allo specifico gruppo così come modificate dal DPR 207/2010: Gruppo (a) Lavori generali a qualificazione obbligatoria OG 1 Edifici civili e industriali OG 2 Restauro e manutenzione dei beni immobili sottoposti a tutela OG 3 Strade, autostrade, ponti, viadotti, ferrovie, metropolitane OG 4 Opere d arte nel sottosuolo OG 5 Dighe OG 6 Acquedotti, gasdotti, oleodotti, opere di irrigazione e di evacuazione OG 7 Opere marittime e lavori di dragaggio OG 8 Opere fluviali, di difesa, di sistemazione idraulica e di bonifica OG 9 Impianti per la produzione di energia elettrica OG 10 Impianti per la trasformazione alta/media tensione e per la distribuzione di energia elettrica in corrente alternata e continua OG 13 Opere di ingegneria naturalistica tekno Manuale operativo Pag.46

47 Gruppo (b1) - Lavori e opere speciali OG 11 Impianti tecnologici OG 12 Opere e impianti di bonifica e protezione ambientale OS 2-a Superfici decorate di beni immobili del patrimonio culturale OS 2-b Beni culturali mobili di interesse archivistico e librario OS 3 Impianti idrico-sanitario, cucine, lavanderie OS 4 Impianti elettromeccanici trasportatori OS 5 Impianti pneumatici e antintrusione OS 11 Apparecchiature strutturali speciali OS 13 Strutture prefabbricate in cemento armato OS 14 Impianti di smaltimento e recupero rifiuti OS 16 Impianti centrali elettriche OS 17 Linee telefoniche OS 18-a Componenti strutturali in acciaio OS 18-b Componenti per facciate continue OS 19 Reti telecomunicazione OS 20 Rilevamenti topografici OS 21 Opere strutturali speciali OS 22 Impianti di potabilizzazione e depurazione OS 27 Impianti per la trazione elettrica OS 28 Impianti termici e di condizionamento OS 29 Armamento ferroviario OS 30 Impianti interni elettrici, telefonici, radiotelefonici OS 33 Coperture speciali OS 35 Interventi a basso impatto ambientale tekno Manuale operativo Pag.47

48 Gruppo (b2-1) - Lavori a qualificazione NON obbligatoria OS 1 Lavori in terra OS 6 Finiture... in materiali lignei, plastici, metallici OS 7 Finiture di opere generali di natura edile e tecnica OS 8 Opere di impermeabilizzazione OS 12-a Barriere stradali di sicurezza OS 12-a Barriere paramassi, fermaneve e simili OS 23 Demolizioni di opere OS 26 Pavimentazioni e sovrastrutture speciali OS 32 Strutture in legno OS 34 Sistemi antirumore per mobilità Gruppo (b2-2) - Lavori a qualificazione obbligatoria OS 9 Impianti per la segnaletica luminosa e la sicurezza del traffico OS 10 Segnaletica stradale non luminosa OS 15 Pulizia di acque marine, lacustri, fluviali OS 24 Verde e arredo urbano OS 25 Scavi archeologici OS 31 Impianti per la mobilità sospesa Vedere anche: Lista Categorie Opere presente in questo capitolo Stampa delle Categorie per Bandi e Capitolati nel capitolo dedicato alla stampe Atti Selezioniamo Atti (oppure richiamiamo la funzione Lavoro dal menu, la funzione omonima) ed entriamo nella finestra che ci permette di inserire gli eventuali Atti aggiuntivi e/o sottomissione con la Descrizione, l'importo dell'atto, i costi della sicurezza inclusi nei prezzi di capitolato, i costi della sicurezza speciali (esclusi dai prezzi di capitolato), la percentuale di Ribasso/Aumento d asta, la data di stipula, il luogo di registrazione, il N. Repertorio e la Data di Repertorio. tekno Manuale operativo Pag.48

49 La somma totale degli atti viene aggiunta all'importo del contratto al netto (a) (a riportare dalla finestra Importi/somme) ed inserita nel campo Totale somma impegnata (q) = (a) + (c). Naturalmente la funzione Atti verrà utilizzata non in fase di inizio lavori, ma solamente in un secondo momento, dopo che il lavoro è stato appaltato. Riepilogo lavori Selezioniamo Riep. Lavori (oppure richiamiamo la funzione Lavoro dal menu) ed entriamo nella finestra in cui abbiamo il Riepilogo avanzamento lavori da cui possiamo verificare la situazione del lavoro in tempo reale. Nel riepilogo vengono riportati i dati riguardanti gli Stati d'avanzamento Lavori effettuati e i dati dei certificati emessi. Di conseguenza il programma presenta il Totale dei lavori eseguiti (A) (totale dei SAL), il Totale dei Certificati emessi (B) (comprensivo dell'eventuale anticipazione, svincoli o altro), il Credito Impresa (C) (differenza tra le due precedenti somme), il Residuo Anticipazione a credito committente (D), il Residuo fondo a garanzia a credito impresa (E), il Residuo fondo infortuni a credito impresa dopo collaudo (F), e il Residuo Costo della sicurezza non soggetto al ribasso (G). Il programma esegue una verifica per controllare che la somma di E+F-D dia un risultato pari a C: in caso contrario avvisa delle presenza di probabili errori e quindi dell'opportunità di controllare i dati relativi alle trattenute a garanzia e per infortuni e la situazione dell'emissione dei certificati di pagamento. Questo controllo ha il solo scopo di aiutare a scoprire eventuali irregolarità, poiché nella maggior parte dei casi lo svolgimento dei lavori avviene in modo che il valore del campo Credito Impresa (C) sia pari alla somma dell'importo del campo Residuo fondo a garanzia a credito impresa (E) e dell'importo del campo Residuo fondo infortuni a credito impresa dopo collaudo (F) a cui viene detratto l'importo del campo Residuo Anticipazione a credito committente (D). Possono comunque presentarsi situazioni in cui la tekno Manuale operativo Pag.49

50 verifica non viene soddisfatta nonostante non ci siano irregolarità (ad esempio se non è ancora stato emesso il certificato di pagamento relativo all'ultimo SAL registrato). Come abbiamo già accennato all'inizio, la funzione di riepilogo dei lavori viene utilizzata solo dopo che nel lavoro sono stati registrati dei SAL e dei Certificati di pagamento. Impostazione personalizzata dei Settaggi Lavoro La selezione della sezione Lavoro ci permette di accedere ad alcune sottofunzioni tramite le quali possiamo personalizzare le impostazioni proposte di default dal programma per quanto riguarda i parametri utilizzati per gestire i codici degli elaborati, la valuta, la lingua, i decimali ed i separatori. È consigliabile consultare queste sezioni una volta che si è preso confidenza con il programma. Vedere: Parametri Lingua e valuta Numero decimali e separatori Variabili Formulario Preferenze Funzioni di utilita' Importa Help Bar Calendario e Orologio Parametri Questa funzione permette di impostare il parametro del codice di elenco prezzi e del computo metrico e viene esaminata nel dettaglio nel capitolo dedicato alla Gestione di un Elenco Prezzi ed in quello dedicato alla Gestione di tekno. Lingua e Valuta Tramite questo settaggio, è possibile dare un indicazione specifica alle due descrizioni possibili per ogni voce di Elenco Prezzi e indicare la valuta dei quattro prezzi. Selezionate Lingua e valuta dal menu Lavoro. tekno Manuale operativo Pag.50

51 Nella finestra che compare è possibile variare la denominazione attribuita di default alle due descrizioni previste dal programma (Descrizione 1 = descrizione estesa e Descrizione 2 = descrizione sintetica) per tutti gli articoli di elenco prezzi. Questa opportunità permette, ad esempio, di utilizzare la descrizione bilingue, impostando la Descrizione 1 come Descrizione italiana e la Descrizione 2 come Descrizione inglese. Per variare la denominazione è sufficiente posizionare il cursore del mouse all'interno del campo relativo alla descrizione da modificare (Descrizione 1 o Descrizione 2), cancellare il contenuto del campo e digitare la nuova descrizione. Una delle opzioni che è possibile attivare in questa finestra è rappresentata dalla scelta della descrizione che il programma deve utilizzare nelle funzioni di ricerca e lista: per rendere attiva la scelta basta selezionare la descrizione con un click del mouse nel menu a pop-up. All'interno di questa finestra è possibile stabilire quale dei prezzi dell'articolo (prezzo 1, prezzo 2, prezzo 3, prezzo 4) e in particolare quale valuta dovrà essere utilizzata dal programma nella fase d'immissione delle misure di computo, libretto, ecc., nonché gli importi dei dati contrattuali. Selezionate con un click del mouse il contenuto del campo Nelle fasi di immissione dei dati contrattuali usa il prezzo (e valuta)... e con un click del mouse nel menu a pop-up scegliete quale dei quattro prezzi e relative valute volete utilizzare. E' possibile gestire in maniera personalizzata i quattro prezzi che il programma prevede per gli articoli di elenco prezzi. Per inserire le valute relative ad ogni prezzo, si deve inserire nel campo Valuta la descrizione corrispondente alla valuta utilizzata e nel campo Cambio il valore del rapporto di cambio in base al quale il tekno Manuale operativo Pag.51

52 programma può effettuare la conversione del prezzo. Per i calcoli di conversione, il rapporto di cambio fa sempre riferimento alla valuta del prezzo selezionata per la fase di inserimento (la valuta indicata nel campo denominato: Nelle fasi di immissione dei dati contrattuali usa il prezzo... ). Il programma attribuisce di default la denominazione dei quattro prezzi: Offerta, Capitolato, Varie, Varie. Posizionando il cursore all'interno del campo Denominazione prezzo si può cancellare e quindi modificare a piacere la denominazione attribuita di default. Nella Toolbar della finestra è presente anche il pulsante denominato "Conv. Val." che permette la conversione dei prezzi e dei dati contrattuali in valute diverse (es. Lire -> Euro). Per maggiori informazioni circa la procedura di conversione si veda il paragrafo "Conversione di un lavoro da Lire a Euro" presente nel capitolo "Informazioni essenziali per cominciare". Sempre nella toolbar, il pulsante "Default" permette di impostare un settaggio di valuta prefissato per tutti i prossimi lavori. Al termine delle operazioni di personalizzazione si registrano le modifiche apportate premendo il pulsante "Conferma". In tutte le finestre di stampa degli elaborati è disponibile un check-box che, se abilitato, permette di stampare gli elaborati con gli importi espressi in due valute diverse. Commenteremo questa possibilità nel capitolo dedicato alle stampe. Numero decimali e separatori Selezionate N. decimali e separatori dal menu Lavoro. Nella finestra che compare è possibile indicare al programma quale tipo di separatore dei decimali o delle migliaia dovrà essere utilizzato nel lavoro. Per la separazione dei decimali si può scegliere se utilizzare il punto o la virgola, mentre per la separazione delle migliaia si può scegliere se utilizzare il punto, la virgola, l'apice o lo spazio. Ovviamente i separatori non potranno essere uguali. Ovviamente in fase di immissione non sarà necessario inserire il separatore delle migliaia in quanto il programma lo farà automaticamente. tekno Manuale operativo Pag.52

53 Nella sezione "Numero di decimali" si possono definire i decimali che verranno utilizzati nei vari elaborati del programma (per un massimo di 4 decimali per l analisi prezzi e per un massimo di 3 decimali per gli altri elaborati). Per effettuare l operazione di definizione dei decimali basta semplicemente aggiungere o togliere gli zero posti dopo il punto separatore dei decimali per determinare quanti decimali devono comparire nei vari documenti. Lo stesso vale per i numeri con valore negativo (preceduti dalla scritta RED). Si ricorda che queste impostazioni (ad eccezione delle analisi prezzi) hanno effetto per quelle unità di misura per le quali non è stato definito il numero di decimali da utilizzare. Si veda a tal proposito Definizione delle unita' di misura. Le modifiche eseguite in corrispondenza della prima riga della tabella si riferiscono a computo metrico, perizia, libretti, provviste. La seconda riga della tabella accoglie le modifiche al numero dei decimali riferiti all analisi prezzi. Per quanto riguarda le indicazioni con i cancelletti, si tratta di opzioni di visualizzazione relative alle cifre. Si consiglia di non modificare le impostazioni o eventualmente solo con la guida diretta dell Assistenza Tecnica TOPCANTIERE. Nel momento in cui si conferma una variazione ai decimali il programma propone un messaggio in cui avvisa che, per evitare problemi sugli arrotondamenti, può essere attivato il ricalcolo automatico dei totali delle tekno Manuale operativo Pag.53

54 misure del Computo Metrico, Perizie, Libretti delle misure e Liste delle provviste. Per procedere al ricalcolo automatico si preme il pulsante "Si". Per rinunciare a questa opportunità si preme il pulsante "No". ATTENZIONE: il programma NON RICALCOLA S.A.L. E CERTIFICATI DI PAGAMENTO: questa operazione dovrà eventualmente essere eseguita manualmente. Per uscire e registrare le modifiche apportate premeremo il pulsante "Conferma". Il programma esegue un controllo all apertura per verificare se i separatori utilizzati nell archivio di lavoro e quelli impostati nel programma sono diversi. Premendo il pulsante "Uniforma" verrà attivata la procedura di modifica del separatore utilizzato nell'archivio di lavoro per renderlo uniforme al separatore impostato nel programma. Nel caso in cui si desideri modificare il separatore impostato nel programma in modo da renderlo compatibile con quello utilizzato nell'archivio di lavoro dovrà essere utilizzato il pulsante "Annulla". Variabili La sezione relativa alle variabili permette di utilizzare, nelle immissioni delle misure di tekno, delle variabili alle quali, tramite questa finestra, è possibile assegnare un valore e aggiornare automaticamente i calcoli. Questa funzione è molto utile poiché esistono alcune tipologie di lavori, ad esempio gli scavi, in cui capita spesso che la profondità media di uno scavo sia oggetto di contrattazione con la direzione dei lavori. Selezionate Variabili dal menu Lavoro. Nella finestra che si presenta a video abbiamo la possibilità di inserire delle variabili attribuendo a ciascuna un nome, un valore corrispondente ed una descrizione. Tramite il pulsante avremo la possibilità di aggiornare il computo metrico nel caso in cui il valore della variabile venga cambiato. In fase d immissione, in un fattore o in una espressione algebrica, potremo inserire ad esempio 2*3*A*2 dove A rappresenta la variabile che assumerà valori diversi che a loro volta determineranno totali del computo diversi. Se la procedura attivata dal pulsante "Aggiorna elaborati" trova un errore di sintassi nel calcolo delle tekno Manuale operativo Pag.54

55 espressioni lo comunica all operatore che potrà così effettuare una verifica. E ovvio che prima d inserire una variabile in un fattore o in una espressione bisogna averla precedentemente registrata nella finestra delle variabili. Formulario Il formulario permette di visualizzare, modificare ed inserire nuove formule che possono essere utilizzate nelle espressioni delle misure di computo, di perizia, di libretto delle misure. Questa funzione permette quindi di inserire un espressione matematica, magari complessa, utilizzando gli appositi operatori solo una volta, in quanto durante l utilizzo della formula verranno richiesti solo i valori delle variabili. Tramite il tasto verrà abilitata una nuova riga che permette di inserire: il Nome Formula: il campo è completamente editabile le Descrizioni Variabili: sono i nomi delle variabili che verranno richieste all atto di utilizzo della formula; a disposizione ci sono 5 variabili: si possono inserire quindi formule che utilizzano al massimo 5 variabili il campo Formula: richiede l inserimento della formula utilizzando gli appositi operatori e, al posto dei valori, le variabili sottoforma di lettera. Per l utilizzo del formulario nelle immissioni delle misure di Computo o di Perizia o di Libretto delle Misure si veda il paragrafo Utilizzo del formulario in una immissione nel capitolo delle funzioni comuni ai vari elaborati. tekno Manuale operativo Pag.55

56 Lista Categorie Opere Selezionate Lista Categorie Opere dal menu Settaggi. Nella finestra che si presenta a video viene visualizzata la lista delle categorie delle opere generali e specializzate precaricate dal programma ed eventualmente integrate con altre categorie inserite manualmente. Queste categorie vengono poi richiamate al momento di fare l associazione con le immissioni del computo metrico o delle voci di elenco prezzi. Queste associazioni serviranno poi a determinare la categoria prevalente, ovvero la categoria di opere che maggiormente incide sull appalto, le categorie scorporabili o subappaltabili, purché con un incidenza maggiore o uguale al 10% o di importo superiore ai 150'000, e le categorie "minori". Per inserire una nuova categoria, premere il pulsante e posizionarsi sull ultima riga vuota della tabella ed inserire le informazioni necessarie. Se invece si vuole modificare una categoria già presente, dopo aver premuto il medesimo pulsante, posizionarsi sulla riga corrispondente alla categoria da modificare. Le percentuali di incidenza inserite per ogni categoria, sono le percentuali per il calcolo dell incidenza della manodopera che verranno considerate nel calcolo delle suddette incidenze solo nel caso in cui per le varie lavorazioni di computo associate ad una categoria non siano state associate nessuna incidenza percentuale. tekno Manuale operativo Pag.56

57 Per confermare la modifiche apportate premere il pulsante. Per cancellare una o più categorie, selezionare le righe corrispondenti e premere il pulsante Calendario e Orologio Selezionando questa funzione potrete avere sempre in primo piano l orologio e il calendario. Importa Permette l'accesso a diverse funzioni: Importa/Esporta in formato SIX (XML) Importa/Esporta in formato Primus (PWE) Importa/Esporta in formato Primus (XPWE) Importa/Esporta per addkad Importa/Esporta lavoro in formato STR Linea 32 Importa Listino in formato STR Importa dati da MacEdil IV v.2.8 Per la spiegazione dettagliata di queste funzioni si veda l apposito argomento nel capitolo Importare i lavori da altri programmi. tekno Manuale operativo Pag.57

58 Capitolo 4 Servizio Cloud tekno Manuale operativo Pag.58

59 Introduzione Novità importante della versione di Tekno è l introduzione della funzionalità Cloud al programma. In informatica con il termine inglese cloud computing si indica un insieme di tecnologie che permettono, tipicamente sotto forma di un servizio offerto da un provider al cliente, di memorizzare/archiviare e/o elaborare dati (tramite CPU o software) grazie all'utilizzo di risorse hardware/software distribuite e virtualizzate in Rete. Per topcantiere il servizio di archiviazione dati avviene tramite il programma SkyDrive di Microsoft, mentre l elaborazione dei dati avviene tramite i nostri software di punta: Tekno Computi metrici e Contabilità Sikuro Sicurezza cantieri Termiko Termotecnica e Certificazione Energetica Tramite questa nuova funzione si avrà la possibilità di disporre dei propri lavori su tutti i computer e inoltre di aver garantito un sistema di backup automatico. installazione SkyDrive Se nel proprio pc si ha già installato SkyDrive si può saltare questo passaggio, altrimenti alla conclusione dell installazione di Tekno viene proposta l installazione di SkyDrive. Vediamo nella pagine seguenti, come avviene l installazione di SkyDrive passo a passo, su piattaforma Windows e Mac OSX: tekno Manuale operativo Pag.59

60 WINDOWS MAC OSX Installazione: Rispondere affermativamente Benvenuto: Alla fine dell installazione, il programma fornisce i dati del contratto d uso e le regole per la privacy, tekno Manuale operativo Pag.60

61 procedere premendo il tasto Inizia Login: Se si è già in possesso di un account Windows Live ID si può procedere direttamente al login del proprio account. Sono compatibili tutti i tipi di account Microsoft: hotmail.it, hotmail.com, live.it e live.com. Altrimenti è possibile eseguire una nuova registrazione. Iscriviti: tekno Manuale operativo Pag.61

62 Compilando i dati richiesti, in pochi minuti si avrà il proprio account creato e pronto all uso. tekno Manuale operativo Pag.62

63 Scelta cartella: Il sistema SkyDrive prevede la creazione di una cartella speciale di sincronizzazione. I file e cartelle contenute all interno di questa saranno disponibili su tutti i pc in cui utilizzo questo sistema. La posizione di questa cartella viene proposta dentro il percorso standard dell utente, ma nulla vieta di posizionarla dove si preferisce. In Tekno dovrò indicare la posizione di questa cartella, in modo che il programma gestisca i lavori in questa. Conclusione: tekno Manuale operativo Pag.63

64 In questa finestra conclusiva posso decidere se rendere accessibili i file di questo computer da remoto tramite il portale di SkyDrive (opzionale) Funzionalità Cloud Tekno on the Cloud Abbiamo visto la procedura di installazione di SkyDrive, vediamo ora come utilizzare la nuova funzionalità del nostro software Tekno. Ricordiamo che per poter utilizzare questo servizio è fondamentale avere installato correttamente l applicazione SkyDrive di Microsoft configurata specificando un account di liveid e la posizione della cartella di sincronizzazione. La cartella di sincronizzazione sarà la stessa per tutti i nostri software, quindi se ho già indicato a sikuro la posizione della cartella di sincronizzazione, tekno non me lo chiederà perché già definita. tekno Manuale operativo Pag.64

65 Impostazioni iniziali All avvio del programma qualora non sia già stato indicato, appare la seguente finestra: La cartella di sincronizzazione coincide con la cartella SkyDrive creata durante l installazione di SkyDrive di Microsoft. Premendo sfoglia, devo semplicemente selezionare SkyDrive da esplora risorse di windows nella posizione in cui è stata creata, di default all interno della cartella dell utente C:\user\ nome utente \skydrive\ tekno Manuale operativo Pag.65

66 Se l utente sceglie il percorso, nel momento in cui viene chiusa la finestra verrà salvato il percorso della cartella. Se l utente chiude la finestra senza aver inserito il percorso, comunque non gli verrà più richiesto di farlo esplicitamente in modo automatico, ma potrà sempre richiamare la funzione dall apposito menu Tekno on the Cloud comando Cartella di Sincronizzazione All interno della cartella di sincronizzazione posso gestire delle sottocartelle, quindi creare una cartella per i lavori di Sikuro, per i lavori di Tekno ecc. Posso anche inserire delle sottocartelle per suddividere i lavori per commessa o per fase della progettazione, direttamente dall esplora risorse di windows. tekno Manuale operativo Pag.66

67 Se voglio che i lavori che ho già creato, siano inseriti all interno del Cloud, posso spostare direttamente la mia cartella di lavoro all interno della cartella di sincronizzazione. ATTENZIONE: questa procedura deve essere effettuata con attenzione, prima và creata la cartella di sincronizzazione di SkyDrive, poi posso spostare all interno le cartelle con miei lavori, il pc và lasciato acceso e connesso fino a sincronizzazione completata. I file di lavoro invece sono immediatamente disponibili per l uso. Nella barra delle notifiche di sistema l icona di SkyDrive appare con una barra verde scorrevole se la sincronizzazione è in corso, in quel caso il computer e la connessione non vanno spenti. Barra delle notifiche di windows Barra delle notifiche di mac (la barra è nera) tekno Manuale operativo Pag.67

68 Nel caso in cui il pc venga spento prima della conclusione della sincronizzazione, il file non sarà disponibile nelle altre macchine o nella cartella in linea di SkyDrive ; la sincronizzazione ripartirà automaticamente una volta riacceso il computer. Gestione del Cloud La gestione delle funzioni Cloud avvengono nella nuova barra comandi Tekno on the Cloud Sarà possibile attivare o disattivare in qualsiasi momento la funzionalità Cloud, di default il Cloud sarà attivato. Con il Cloud attivo, Tekno andrà a gestire i lavori presenti all interno della cartella di sincronizzazione. Se ho necessità di aprire un file non presente posso procedere nei seguenti modi: 1- disattivo il Cloud con l apposito comando ed opero come prima. In questo caso il file sarà salvato negli archivi dell utente e non presente nei computer collegati in Cloud. tekno Manuale operativo Pag.68

69 2- direttamente con l esplora risorse di Windows (o Finder di macosx) vado a copiare ( o spostare) il file di lavoro, dall archivio del cliente all interno della cartella di sincronizzazione di SkyDrive eventualmente con la propria cartella e sottocartella. In questo caso il file diventerà disponibile nei computer in Cloud. 3- dalla finestra di gestione lavori del Cloud procedo all importazione del lavoro direttamente dalla nuova finestra di gestione dei lavori. Se per qualsiasi motivo, ho esigenza si spostare la cartella di sincronia di SkyDrive con l apposito comando Cartella di Sincronizzazione indicherò anche a Tekno la nuova posizione. Uso del Cloud Nel momento in cui viene attivato il Cloud, cambia la forma di gestione dei file, l utente non sarà più in grado di navigare per il proprio disco alla ricerca dei propri lavori, ma potrà creare o aprire solo quelli archiviati nella cartella di sincronizzazione. Nella barra dei comandi Home quando il Cloud viene attivato, i classici pulsanti di Nuovo o Apri vengono sostituiti con il pulsante Gestisci File tekno Manuale operativo Pag.69

70 Vediamo nel dettaglio il nuovo gestore dei lavori: Il comando Nuovo Lavoro permette la creazione di un nuovo file direttamente nella cartella di sincronizzazione tekno Manuale operativo Pag.70

71 I nuovi file vengono sempre creati all interno della cartella di sincronizzazione, non è possibile crearli all interno di una sottocartella. Una volta chiuso il file creato, lo andrò a spostare nella cartella desiderata (sempre all interno di SkyDrive ). Il file diventerà disponibile nelle altre postazione dopo il termine della procedura di sincronizzazione, quest ultima parte in automatico ogni volta che il file viene chiuso dal programma. Il comando Apri Lavoro apre il file selezionato nella lista, equivale al doppio click direttamente nella lista. Aggiorna Elenco Lavori esegue un refresh della lista, rileggendo i file presenti nella cartella di SkyDrive e relative sottocartelle. tekno Manuale operativo Pag.71

72 La cartella di sincronizzazione SkyDrive permette la creazione di sottocartelle in cui posizionare i miei lavori. Questi saranno automaticamente caricati sul Cloud e quindi disponibili sui vari pc. Mentre la creazione del nuovo lavoro dalla Gestione dei Lavori viene eseguita sempre nella cartella radice. Risulta più comodo organizzare il proprio archivio dei lavori direttamente da esplora risorse di windows, con il comando Aggiorna Elenco Lavori, tutte le eventuali modifiche fatte nelle cartelle e sottocartelle di SkyDrive vengono rilevate e la lista ricostruita con tutti i lavori presenti. Vediamo in dettaglio il comando Importa Lavori La lista dei file viene costruita automaticamente andando a verificare quali lavori sono presenti nella cartella di sincronizzazione e nelle sotto cartelle, come abbiamo già visto. Il programma permette l importazione dei lavori dagli archivi dell utente alla Gestione dei Lavori Sarà possibile importare singolo file, oppure tutti quelli contenuti in una cartella specifica: tekno Manuale operativo Pag.72

73 Singolo file o intera cartella La procedura è analoga, alla pressione del comando si aprirà l esplora risorse di Windows (o finder di MAC) dove andare a selezionare il file o la cartella che si intende caricare all interno dello spazio Cloud. tekno Manuale operativo Pag.73

74 In questa fase è possibile decidere se far eseguire una copia dei file che si importano oppure uno spostamento; di default viene eseguito uno sposta. La visualizzazione della lista, non suddivide in cartelle, ma è possibile controllare il percorso dei file tramite la colonna Percorso Lavoro ; sarà anche possibile ordinare la lista cliccando sulla colonna per cui si vuol fare l ordinamento. Come già detto, la cartella di sincronizzazione è in comune con tutti i programmi topcantiere, quindi all interno ci sono sia file di Tekno che di Sikuro, la lista viene automaticamente filtrata per estensione, quindi Tekno visualizza solo i file i lavori estensione df1. tekno Manuale operativo Pag.74

75 Per facilitare la ricerca dei lavori, in presenza di molti file, si può eseguire una ricerca inserendo nell apposito campo di ricerca il nome, o parte di esso, del file da cercare. Cartella online di SkyDrive I dati presenti nella cartella di sincronizzazione, sono disponibili nei computer dove ho installato il sistema ma anche nella cartella online di SkyDrive, da questa possono essere gestiti i file da qualsiasi computer, tablet o smartphone. Quindi se sono fuori ufficio posso tranquillamente scaricarmi un lavoro e magari spedirlo ad un collega o cliente. Vediamo come procedere. L accesso avviene direttamente da browser internet inserendo l indirizzo https://skydrive.live.com/ effettuando il login, oppure sul pc dove SkyDrive è installato facendo tasto destro da icona sulla traybar e selezionando Vai a SkyDrive.com. La pagina che si apre tekno Manuale operativo Pag.75

76 Permette di operare come un normale manager dei lavori, permettendo di scaricare o caricare i vari file di lavoro. Esistono inoltre programmi di gestione appositi per tablet e smartphone sia con OS Windows mobile che Android di Google che ios di Apple. Approfondimenti : https://apps.live.com/skydrive Requisiti minimi: Piattaforma Apple: Mac OSX 10.7 Lion o superiore. Piattaforma WIN: Windows Vista SP2 o superiore, Windows Server 2008 R2 o superiore. tekno Manuale operativo Pag.76

77 SkyDrive: domande frequenti Qual è la funzione della cartella SkyDrive? Quando l'app SkyDrive viene installata, una copia dei propri dati già caricati nella cartella online di SkyDrive viene scaricata sul PC e inserita nella cartella online di SkyDrive. Se ho già configurato un computer con Tekno e Skydrive e sincronizzato tutti i miei lavori, nella cartella online saranno già presenti. Nella configurazione della seconda postazione di lavoro di Tekno, il caricamento dei dati della cartella di sincronizzazione di quel computer avverrà in maniera automatica (può richiedere diversi minuti a seconda della velocità della connessione internet). La cartella viene mantenuta sincronizzata con SkyDrive. Se si aggiunge, si modifica o si elimina un file o una cartella su SkyDrive.com, la stessa operazione viene eseguita nella cartella SkyDrive e viceversa. Questo vale per tutte le postazioni dove avrò installato il sistema. Per caricare automaticamente file in SkyDrive, è sufficiente copiarli o spostarli nella cartella SkyDrive utilizzando Esplora file o salvarli nella cartella SkyDrive da un programma. In questo modo è possibile caricare file fino a una dimensione massima di 2 GB. Se l'app SkyDrive è stata installata in altri computer, i file verranno automaticamente aggiunti alle cartelle SkyDrive anche su tali computer. È inoltre possibile utilizzare Esplora file per rinominare ed eliminare file, creare nuove cartelle e spostare file all'interno della cartella SkyDrive. Le stesse modifiche verranno automaticamente apportate in SkyDrive e negli altri computer in cui l'app SkyDrive è installata. Viene visualizzato un messaggio che indica che è impossibile eseguire SkyDrive con i diritti di amministratore completi. Come precedere? Se si utilizza un account utente amministratore su un PC con Windows Vista, assicurarsi che la funzione Controllo dell'account utente sia attivata. In alternativa, utilizzare SkyDrive con un account utente standard. tekno Manuale operativo Pag.77

78 È possibile scegliere altre cartelle oltre alla cartella SkyDrive per la sincronizzazione? Non è possibile scegliere altre cartelle per la sincronizzazione, ma è possibile reindirizzare determinare cartelle, quali il Desktop e le cartelle di raccolte, alla cartella SkyDrive. Questa procedura non è immediata, né necessaria per l uso con Tekno. Si consiglia di spostare all interno della cartella di sincronizzazione SkyDrive tutte le sottocartelle con i lavori di Tekno che si vuole gestire nel nuovo sistema. È possibile modificare il nome o il percorso della cartella SkyDrive dopo la creazione? No. Se si utilizza Esplora file per rinominare e spostare la cartella SkyDrive, SkyDrive non funzionerà più. È possibile scegliere cartelle su SkyDrive da escludere dalla sincronizzazione sul PC? Sì. Alla prima configurazione di SkyDrive, fare clic su Scegli cartelle da sincronizzare. È possibile cambiare l'account utilizzato con SkyDrive? È possibile cambiare l'account utilizzato con SkyDrive, ma non è possibile utilizzare la cartella con più account allo stesso tempo. Per cambiare l'account utilizzato con SkyDrive, fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona SkyDrive (Icona SkyDrive) nell'area di notifica nella parte più a destra della barra delle applicazioni, quindi fare clic su Impostazioni. Nella scheda Impostazioni fare clic su Scollega SkyDrive. Riavviare SkyDrive e accedere con l'account desiderato. Sarà necessario selezionare nuovamente il percorso della cartella SkyDrive. Se si seleziona lo stesso percorso, le cartelle dei due account verranno unite. Se si accede a Windows 8 con un account Microsoft, non è possibile modificare l'account utilizzato con SkyDrive. È possibile recuperare cartelle o file eliminati? tekno Manuale operativo Pag.78

79 Accedere al computer utilizzato per eliminare file o cartelle e controllare il Cestino o controllare il Cestino in SkyDrive.com facendo clic sul link nell'angolo in basso a sinistra. Alcuni elementi nella cartella SkyDrive non vengono sincronizzati con SkyDrive. Come è possibile visualizzare ulteriori informazioni sul problema? Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona SkyDrive (Icona SkyDrive) nell'area di notifica nella parte più a destra della barra delle applicazioni, quindi fare clic su Visualizza problemi di sincronizzazione. Come è possibile disinstallare l'app SkyDrive? Se si disinstalla l'app SkyDrive dal PC, non verrà più eseguita la sincronizzazione con la cartella SkyDrive. La cartella SkyDrive e i file presenti su SkyDrive.com non verranno eliminati. Fare clic sul pulsante Start Pulsante Start. Nella casella di ricerca digitare Programmi, quindi fare clic su Programmi e funzionalità nell'elenco dei risultati. Fare clic su Microsoft SkyDrive, quindi su Disinstalla. Se richiesto, fornire una password amministratore o una conferma. tekno Manuale operativo Pag.79

80 Capitolo 5 - Elenco Prezzi tekno Manuale operativo Pag.80

81 Creazione e gestione di un Elenco Prezzi La normativa per le opere pubbliche si attiene ai principi della Contabilità Generale dello Stato, che esige trasparenza e chiarezza assoluta. La redazione dei documenti che costituiscono parte integrante nella definizione del contratto di appalto di un'opera (descrizione dell'opera, capitolati tecnici, disegni di progetto, elenco prezzi unitari) un tempo richiedeva lunghi tempi di compilazione e impiego di notevoli risorse; oggi, con l'ausilio del computer e di programmi adeguati, possono essere redatti in tempi brevi e con l'impiego di limitate risorse umane. Analizziamo tutti i documenti che possono essere elaborati e quindi stampati con l'ausilio di un computer. Primo fra tutti il PREZZARIO o TARIFFA DEI PREZZI UNITARI che elenca tutti gli articoli di lavoro, con il relativo prezzo unitario, di cui il progettista ha previsto l'impiego nell'opera appaltata. La sua acquisizione, indispensabile per la procedura di contabilizzazione al computer, può avvenire in tre modi distinti, ma equivalenti nel risultato: Immissione di articoli e titoli tramite input da tastiera. Importazione automatica di titoli e articoli prelevati da un prezzario generale. In modo automatico, durante la fase di compilazione del computo metrico. L archivio che abbiamo creato ("Esempio.df1") naturalmente non contiene alcun dato: dobbiamo pertanto effettuare l immissione delle voci di elenco prezzi. Questa operazione, come vedremo in seguito, non dovrà essere eseguita ogni volta perchè, nel caso in cui si abbia a disposizione un elenco prezzi già digitato o acquistato appositamente in un formato compatibile con il programma di TOPCANTIERE, lo si può duplicare, anche parzialmente, modificare ecc., in modo da renderlo di volta in volta adatto al lavoro che si deve svolgere. Iniziamo quindi con le operazioni preliminari che ci permetteranno di inserire gli articoli di elenco prezzi. In seguito analizzeremo tutte le funzioni eseguibili con I comandi del menù Elenco Prezzi. Impostazione dei Parametri per la gestione dei codici di Elenco Prezzi Prima di scendere nei dettagli è doveroso e indispensabile soffermarsi sull'impostazione del codice che contraddistingue ogni articolo. Ogni articolo di elenco prezzi è contraddistinto da un codice unico: il programma consente l utilizzo di un codice avente una lunghezza massima di 20 caratteri alfanumerici e simboli di suddivisione. L utente deve indicare al programma prima di iniziare il lavoro con che tipo di codice vorrà lavorare (quanti caratteri tekno Manuale operativo Pag.81

82 alfanumerici e quanti simboli di suddivisione): potremo utilizzare un codice numerico progressivo che permetta una struttura di elenco prezzi in cui gli articoli non possono essere raggruppati in capitoli o gruppi (quindi senza suddivisioni), oppure un codice che permetta il raggruppamento in capitoli che a loro volta raccolgano le immissioni di articoli (quindi avremo un codice diviso in due parti da un punto dove a sinistra del punto inseriremo il codice del capitolo e a destra del punto il codice progressivo dell articolo), oppure ancora un codice suddiviso in gruppi, capitoli ed articoli quindi suddiviso in tre parti con due punti di suddivisione (dove a sinistra del primo punto inseriremo il codice del gruppo, a destra del primo punto il codice progressivo del capitolo e a destra del secondo punto il codice progressivo dell articolo). Nel nostro esempio utilizzeremo i parametri forniti di default, che suddividono il codice in quattro gruppi: A A A A. A A A A. A A A A A. A A A A Sarà possibile memorizzare alcuni tipi differenti di parametrizzazione distinguendoli con un nome, in modo da poterli automaticamente richiamare semplicemente selezionando il nome attribuito dalla lista delle parametrizzazioni disponibili. Vediamo ora con quali funzioni ed in quale maniera possiamo settare i parametri del nostro lavoro. Selezionate Parametri dal menu Lavoro. Nel campo Scegli tra abbiamo la possibilità di vedere i diversi tipi di parametrizzazioni disponibili (CCIAA MILANO, ESEMPIO.DF1,...) e di crearne una nuova selezionando con un click del mouse la riga con la descrizione Nuovo... tekno Manuale operativo Pag.82

83 Nella finestra che appare andremo a compilare il campo Descrizione parametro inserendo una descrizione identificativa del nuovo parametro e Codifica parametro posizionando i punti di suddivisione del codice cliccando con il mouse sul quadratino corrispondente. Il pulsante "Conferma" permette di registrare la nuova immissione. Sempre nel campo Scegli tra abbiamo la possibilità di copiare un parametro da un precedente lavoro archiviato selezionando la riga con la descrizione Copia da... che permette di scegliere con un doppio click del mouse il file di lavoro da cui copiare i parametri di elenco prezzi. Questi parametri verranno trascritti automaticamente nella lista con il nome del file di lavoro da cui provengono. IMPORTANTE Con il tipo di codifica utilizzato dal programma sarà necessario suddividere con un punto gli articoli figli che fanno riferimento ad un articolo padre per un corretto incolonnamento dei codici (ricordiamo che gli articoli figlio sono articoli che hanno parte della descrizione in comune con l'articolo padre e quindi ad esso fanno riferimento). Ad esempio: abbiamo un codice padre 1.1 e due codici figli A e B che dovranno essere inseriti nel programma con il codice, rispettivamente, 1.1.A e 1.1.B. E' importante che non vengano inseriti i codici figli nel formato 1.1A E 1.1B poichè il programma, qualora si arrivasse ad avere il codice 1.10A, incolonnerebbe gli articoli mettendo prima il codice 1.10A e poi 1.1A. E' possibile eliminare una parametrizzazione registrata nella lista disponibile nel campo Scegli tra... selezionandola e premendo il pulsante "Elimina". Prima di eseguire la cancellazione il programma propone un messaggio di conferma. Grazie alla codifica che utilizza caratteri alfanumerici è estremamente semplice impostare il tipo di parametro adatto all'archivio di lavoro che dobbiamo creare. Non dovremo indicare al programma quali caselle dei parametri possono contenere solo caratteri numerici e quali solo caratteri alfabetici (con il rischio di sbagliare e non avere un parametro compatibile con alcuni articoli) visto che ogni casella potrà contenere tekno Manuale operativo Pag.83

84 indifferentemente sia lettere che numeri (con esclusione di quelle utilizzate per inserire il punto di suddivisione). N.B. Il codice "inizia" da sinistra verso destra e all'interno di ogni gruppo l'allineamento è a destra. Immissione raggruppamenti e articoli di Elenco Prezzi Vediamo ora come procedere all immissione dei dati che ci permetteranno di avere a disposizione un elenco prezzi strutturato in raggruppamenti ed articoli. Inizialmente vedremo l immissione di articoli e raggruppamenti utilizzando l apposita funzione Immissione accessibile dal menù Elenco Prezzi. Come inserire il titolo di un nuovo raggruppamento Definizione delle unita' di misura Cancellazione di immissioni dell'elenco prezzi Come inserire articoli "padre" e articoli "figlio" (o sub o articolo variante) Rappresentazione grafica degli elementi inseriti nell'elenco prezzi Come inserire il titolo di un nuovo raggruppamento Selezionate il comando Inserimento dal menu Prezzi. La finestra che compare è suddivisa verticalmente in due parti. Nella parte di sinistra avremo tutti i raggruppamenti (cartelline), mentre nella parte di destra vedremo gli articoli contenuti nella cartellina selezionata. Nella finestra che appare selezionate con un click del mouse il pulsante tekno Manuale operativo Pag.84

85 Non appena rilascerete il tasto del mouse il programma aprirà la finestra d'immissione del nuovo raggruppamento. Nella finestra che appare il programma segnala che si tratta di un Raggruppamento nell apposito spazio e propone in automatico il codice attribuito (ad esempio 1) nel campo Codice Articolo Elenco Prezzi. Nel campo Data aggiornamento scheda il programma propone in automatico la data odierna, che può comunque essere modificata. tekno Manuale operativo Pag.85

86 Con un click del mouse, o meglio con il tasto TAB, posizionatevi nel campo Descrizione del raggruppamento ed inserite il titolo (ad esempio: -Manodopera). Al successivo TAB, la descrizione inserita viene ricopiata nella parte sottostante, ovvero in quella che di default è la Descrizione Sintetica (visualizzata in blu), mentre la parte superiore contiene la Descrizione Estesa (visualizzata in nero). La descrizione sintetica, che viene copiata automaticamente quando il campo è vuoto, può contenere una descrizione gestita in modo completamente indipendente da quella estesa: si potrà scegliere in fase di stampa quale descrizione utilizzare. Il pulsante permette di aprire una finestra in cui è possibile inserire un commento che comparirà in fase di stampa subito dopo il titolo del raggruppamento e prima dell'inizio della descrizione del primo articolo riferito al titolo stesso. Selezionate il pulsante per registrare l immissione ed uscire dalla finestra. Definizione delle unità di misura Prima di iniziare con l immissione di un articolo esaminiamo la gestione delle unità di misura utilizzate dal programma. Selezionate la voce Definizione Unità di misura dal menu Prezzi. All interno della finestra che appare, selezionate con un click del mouse l opzione che si trova a fianco della scritta Nell'inserimento delle voci di elenco prezzi controlla se l'unità di misura è stata inserita. La selezione di questo controllo permette al programma di richiamare a video automaticamente la finestra con la tekno Manuale operativo Pag.86

87 lista di tutte le unità di misura e le loro caratteristiche qualora venga utilizzata un'unità di misura non presente nella lista. In questa maniera si potrà procedere all'inserimento dell'unità di misura non presente nella lista. In caso non si voglia abilitare questo controllo sarà necessario scegliere la seconda opzione disponibile, Nell'inserimento delle voci di elenco prezzi "non fare" il controllo sull'unità di misura. Premendo il pulsante "Nuova U.M." viene abilitata una nuova riga della lista in cui inseriremo, nell'ordine, i seguenti campi: Descrizione sintetica (ad es. Kg.), Descrizione estesa (ad es. Chilogrammo), N. Decim. vale a dire il numero di decimali (al massimo tre) che si desidera utilizzare con l unità di misura (pertanto il numero di decimali con cui viene rappresentata la quantità relativa ad una voce di elenco prezzi dipende dall unità di misura utilizzata), Fattori da abilitare automaticamente (Lunghezza, Larghezza, H-P-S). L'abilitazione dei fattori indicato in questa finestra viene riconosciuto dal programma in fase di immissione del computo metrico, permettendo l'inserimento delle sole misure abilitate (H-P-S identifica l'inserimento di un'altezza, di un peso o di una superficie o misura singola). NOTA BENE: La modifica dei decimali di una o più unità di misura definite durante il lavoro richiede il ricalcalo degli sviluppi delle immissioni relative. Esiste una particolare funzione che permette il ricalcalo automatico per singolo elaborato: si veda Funzioni di Utilità al capitolo Preferenze ed Utilità. Premendo il pulsante "Importazione..." si apre la finestra che ci permette selezionare con un doppio click del mouse un differente archivio di lavoro da cui importare le unità di misura registrate. Funzione di estrema utilità che evita all'utilizzatore di reinserire le unità di misura quando questo lavoro di immissione è già stato effettuato per un precedente lavoro. E' possibile definire come unità di misura anche il simbolo %. L'utilizzo del simbolo % quale unità di misura permette di determinare il calcolo di un valore percentuale rispetto all'articolo a cui si applica. Tipico è il caso delle maggiorazioni e delle assistenze murarie che esamineremo nel corso della nostra spiegazione. ATTENZIONE: bisogna fare attenzione a non confondere l unità di misura % con l unità di misura "punti percentuali" che vengono utilizzati per la contabilità dei lavori a corpo. In particolare l uso di due o tre decimali nei punti percentuali può dare adito a diversi risultati nella contabilità dei lavori a corpo. tekno Manuale operativo Pag.87

88 Cambia U.M. Questa funzione, generalmente molto utilizzata nei programmi di trattamento testi, serve a trovare ed a sostituire nell elenco prezzi una unità di misura con un altra. Selezionate la funzione Cambia U.M. nel menu Prezzi. Nella finestra che appare inserite il nome dell unità di misura da sostituire nel campo "Cerca U.M." ed il nome dell unità di misura in sostituzione nel campo "Cambia con U.M.". In quest ultimo campo è possibile selezionare l unità di misura facendo un doppio click sulla linea corrispondente della lista che appare a seguito di un TAB a campo vuoto. Premere il pulsante Premere il pulsante per procedere alla sostituzione dell unità di misura. per chiudere la finestra. Come inserire un articolo Selezionate il comando Inserimento dal menu Prezzi, nella finestra che appare selezionate con un click del mouse il pulsante per aggiungere una voce. tekno Manuale operativo Pag.88

89 Nella finestra d'immissione il programma segnala che si tratta di un Articolo nell apposito spazio. All'interno del campo Codice articolo elenco prezzi possiamo digitare il codice dell'articolo da inserire (ad esempio 15.1), sovrascrivendolo al codice proposto automaticamente dal programma se non coincide (il programma proporrà il primo codice libero dell ultimo raggruppamento presente in archivio). Il programma offre 3 interessanti possibilità in fase d'inserimento del codice di un articolo: Premendo a campo vuoto il tasto TAB (tasto di tabulazione: in Windows è rappresentato dal tasto su cui sono presenti sia una freccia a sinistra che una freccia a destra situato a sinistra della tastiera in alto. In Macintosh è rappresentato dal tasto situato in alto a sinistra su cui sono presenti una freccia rivolta verso destra ed una barra verticale) il programma propone la lista dei raggruppamenti inseriti: con un doppio click del mouse si può scegliere il raggruppamento nel quale si desidera effettuare l'immissione dell'articolo. Automaticamente il programma si riposiziona all'interno del campo Codice articolo elenco prezzi della finestra d'immissione dell'articolo scrivendo il codice del raggruppamento seguito dal simbolo "+" (ad esempio 15+). Se all'interno del campo Codice articolo elenco prezzi viene digitato il codice del raggruppamento seguito dal simbolo "+" e viene premuto il tasto TAB, il programma effettua una ricerca per proporre il primo codice disponibile all'interno del raggruppamento. Se, ad esempio, nel raggruppamento 15 sono già presenti gli articoli 15.1, 15.2 e 15.3 Il programma proporrà automaticamente il codice articolo 15.4, consentendo un notevole risparmio di tempo. La terza alternativa è costituita dal tasto destro del mouse (Ctrl + click su piattaforma Macintosh): posizionandosi all interno di un raggruppamento e selezionando l ultima voce, con un click del tasto destro apparirà il menù contestuale dove sceglieremo "Nuova Voce". Verrà proposta la finestra di immissione con il codice successivo alla voce selezionata. Questa funzione è molto utile soprattutto quando si vuole inserire una nuova voce "in mezzo" ad altre: in questo caso il programma avviserà che tekno Manuale operativo Pag.89

90 il codice che si sta inserendo esiste già e se si vuole rinumerare l esistente per permettere l inserimento della nuova voce. Passiamo nel campo Raggruppamento di appartenenza in cui il programma trascrive il titolo del raggruppamento a cui appartiene l'articolo che viene inserito. Si vuole far notare che il nome del raggruppamento di appartenenza è il nome del raggruppamento il cui codice costituisce la prima parte del codice dell articolo stesso. Premete il tasto TAB per passare al campo Descrizione della voce; in questo spazio in realtà sono presente diverse linguette: la prima contiene la Descrizione Estesa, la seconda contiene la Descrizione sintetica, la terza contiene la Descrizione Succinta, la quarta la Descrizione Breve. Una volta terminato l inserimento del testo si preme il tasto "Salva" per confermare e passare al campo Descrizione Sintetica con un clic sull apposita linguetta: il programma copia automaticamente tutta la Descrizione Estesa nel campo Descrizione Sintetica. Qualora in un secondo momento vengano apportate modifiche alla descrizione estesa sarà possibile sostituire la vecchia descrizione sintetica con la nuova descrizione estesa (e poi apportare nuovamente i tagli che la rendono sintetica). Per eseguire questa operazione ci si deve posizionare sulla linguetta del campo Descrizione Sintetica e premere il tasto destro del mouse in ambiente Windows e CTRL+CLICK in ambiente Macintosh. Appare un menu da cui è possibile selezionare la funzione Copia la Desc. Estesa, grazie alla quale il contenuto del campo Descrizione Estesa viene sostituito al contenuto del campo Descrizione Sintetica, e così via per gli altri campi. tekno Manuale operativo Pag.90

91 Utilizzando sempre il pulsante TAB passate al campo Unità di Misura, inserite l unità di misura e premete il tasto TAB. A questo punto possono presentarsi diverse possibilità: L unità di misura è stata inserita correttamente e con il tasto TAB, il cursore passa direttamente ai prezzi. L unità di misura non è stata inserita correttamente e, grazie alla selezione del controllo unità di misura fatto precedentemente, appare automaticamente la finestra "Unità di misura" dove sono visibili le unità di misura predefinite ed i relativi campi Lunghezza, Larghezza e H-P-S abilitati per l inserimento delle misure in fase di immissione del computo metrico. Da questa finestra è possibile scegliere con un doppio click un unità di misura tra quelle create. Pur accedendo alla finestra delle unità di misura, quella necessaria non esiste. Selezionate il pulsante "Nuova U.M." e procedete all inserimento della nuova unità di misura (come abbiamo appena spiegato nel paragrafo dedicato all'inserimento delle unità di misura). Con un doppio click selezioneremo quindi l unità di misura appena creata. Se non si sa o non si vuole digitare la sigla dell unità di misura, è possibile accedere direttamente alla finestra delle unità di misura con un TAB a campo vuoto. Scegliamo, con un doppio click come nei casi precedenti, l unità di misura desiderata. Ritornati alla finestra di immissione il cursore si è già posizionato nel campo Prezzo 1. Inserite il valore numerico senza simboli di divisione delle migliaia (vengono inseriti automaticamente dal programma). Sempre con il tasto TAB spostate il cursore nei successivi campi prezzo: così facendo il programma ripropone automaticamente il valore corrispondente al primo prezzo inserito. E comunque possibile digitare all interno di ogni campo un valore diverso per ogni campo prezzo. Nel campo Ribasso/Aumento è possibile indicare un ribasso o un aumento d asta specifico per l articolo diverso da quello eventualmente inserito dei dati contrattuali ed evidenziato dall indicazione "Contratto". Per indicare un ribasso/aumento diverso da quello contrattuale (proposto per default), selezionare nel popup (facendo un click sulla freccia posta alla destra) l opzione "Articolo" e indicare nel campo specifico il ribasso o aumento da applicare al prezzo dell articolo. Se invece si vuole applicare all articolo di elenco prezzi il ribasso/aumento contrattuale, lasciare indicato nel suddetto popup l opzione "Contratto". Dal pulsante mostra o inserisci Nota.. si entra nella finestra in cui è possibile inserire un commento che comparirà in fase di stampa subito dopo la descrizione dell'articolo a cui fa riferimento. tekno Manuale operativo Pag.91

92 Con il pulsante "mostra o crea Analisi voce" è possibile inserire un analisi prezzi per la voce in esame. Premendo questo tasto comparirà una finestra per l inserimento di un analisi prezzi. L immissione da questa posizione è identica all immissione dal modulo analisi. Si rimanda l inserimento dell analisi al paragrafo Inserimento di una analisi dei prezzi. Se l immissione è stata registrata potrete visualizzarla in modo sintetico nella finestra di immissione all interno del raggruppamento. Facendo un click sul raggruppamento, nella parte di destra vedremo tutte le voci in esso contenute. Nella sezione relativa alla rappresentazione grafica, capiremo il significato dei simboli e dei colori. Per tornare a visualizzare quanto inserito, è sufficiente fare un doppio click sulla riga dell articolo o un click con il tasto destro (Ctrl + click su piattaforma Macintosh) e selezionare modifica. A proposito dell immissione, vi segnaliamo la possibilità d inserimento di un articolo nell elenco prezzi con un codice esattamente uguale ad uno già presente. In questo caso, dopo aver digitato il codice nel campo Codice articolo elenco prezzi ed aver premuto il tasto TAB, apparirà il seguente messaggio: "Questo codice è già utilizzato vuoi rinumerare dopo l immissione?". Rispondendo affermativamente il programma vi consentirà di terminare l immissione dell articolo e, dopo la conferma finale, provvederà alla rinumerazione di tutti gli articoli con codice successivo. Come inserire articoli "padre" e articoli "figlio" (o sub o articolo variante) Gli articoli padre sono quegli articoli che hanno una descrizione generica e tutta una serie di varianti chiamati figli. Questa struttura, tipica di tutti i principali prezzari in uso, può essere riprodotta in questo modo. Selezionate il comando Inserimento dal menu Prezzi. Nella finestra che appare fate un click sul pulsante "Nuovo Art.". In alternativa fate un click con il tasto destro del mouse (CTRL+click in ambiente Macintosh) dopo aver selezionato il raggruppamento nel quale fare l inserimento ( ad esempio 5.02 MOVIMENTI TERRA), e selezionate la funzione "Nuova Voce" (nel caso in cui siano già presenti altre immissioni nel raggruppamento dovrete posizionarvi in corrispondenza della riga dopo la quale effettuare l inserimento). Nella finestra d'immissione, all'interno del campo Codice articolo elenco prezzi, possiamo digitare il codice dell'articolo "padre" da inserire ( ), se non già proposto automaticamente dal programma. Inserite la descrizione estesa del padre (per esempio: Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici in terreno di qualsiasi natura e consistenza, escluso la roccia, compreso eventuali demolizioni di vecchie murature e trovanti di dimensioni non superiori a mc 0.50, lo spianamento e la configurazione del fondo, anche se a gradoni, l'eventuale profilatura di pareti, scarpate e cigli, il paleggio ad uno o più sbracci, il tiro in alto, il trasporto del materiale di risulta a riempimento o in rilevato fino alla distanza media di m 100 e la sua sistemazione nei siti di deposito, oppure il trasporto fino al sito di carico sui mezzi di trasporto entro gli tekno Manuale operativo Pag.92

93 stessi limiti di distanza), con un TAB passate alla descrizione sintetica e poi premete il pulsante "Conferma" per registrare l'immissione. Abbiamo volutamente omesso l'unità di misura e il prezzo: questi dati verranno inseriti solamente negli articoli "figlio". Restate nella finestra di immissione articoli ed inserite un nuovo articolo, il "figlio" (o "sub" o "articolo variante") cui daremo il codice A per esempio. Premete il tasto TAB per passare al campo Cod. Rif. per la descrizione, inserite il codice dell'articolo "padre" ( ) e premete TAB (Cod.Rif. per la descrizione è l abbreviazione di codice articolo di riferimento; il codice articolo di riferimento per un articolo "figlio" è sempre l articolo "padre): automaticamente il programma aggiunge nella finestra d'inserimento la parte di descrizione dell'articolo "padre" di riferimento. Posizionate il cursore nel campo Descrizione dell'articolo ed inserite la descrizione di completamento rispetto a quanto inserito nella voce padre (per esempio: di profondità fino a m 2.00). In fase di stampa ogni elaborato che richiama il codice "figlio" ( A) conterrà la descrizione del "padre" ( ) unita alla descrizione del "figlio" ( A). Proseguendo nello stesso modo potremmo inserire ulteriori articoli figli dello stesso padre (esempio B: di profondità fino da m 2.01 a m 4.00; C: di profondità maggiore di m 4.00). tekno Manuale operativo Pag.93

94 Il controllo ortografico In fase di inserimento o di modifica di una voce di Elenco Prezzi, avremo sempre a disposizione l Editor con Controllo Ortografico, facendo doppio click. Per attivare le soluzioni proposte dal Correttore Ortografico basterà selezionare la parola che verrà sottolineata in rosso, tasto destro, per scegliere la voce opportuna. Vediamo tutte le opzioni della finestra. Ignora: Permette di ignorare la parola evidenziata quando, pur essendo ortograficamente corretta, non è contenuta nel dizionario aperto e non si desidera aggiungerla in un dizionario personalizzato. Ignora tutto: Permette di ignorare tutte le ricorrenze della parola evidenziata. Aggiungi: Permette di aggiungere la parola evidenziata al dizionario personalizzato se la parola è ortograficamente corretta e si desidera riutilizzarla in futuro. Prima di selezionare Aggiungi, controllate il dizionario nel quale la state inserendo (si consiglia di utilizzare il dizionario TOPCANTIERE.TLX, proposto di default che viene periodicamente aggiornato con i maggiori prezzari nazionali). Duplicazione di una voce dell'elenco prezzi Il programma permette di duplicare le voci dell'elenco prezzi utilizzando il pulsante Duplica Voce. Selezionate la riga corrispondente all articolo da duplicare. tekno Manuale operativo Pag.94

95 Premete il bottone con un click del mouse: il programma provvederà all'immediata duplicazione dell articolo selezionato Questa funzione permette di velocizzare il lavoro in caso di immissione di articoli simili, per i quali è più semplice e veloce creare un duplicato ed apportare una modifica. Nel caso in cui la voce duplicata abbia delle analisi associate il programma propone un messaggio in cui viene data la possibilità di duplicare anche le analisi. Selezione e deselezione delle voci di elenco prezzi e dei raggruppamenti Alcune operazioni (variazione prezzi, trasferimento, stampa, ecc.) possono essere eseguite su un gruppo di voci dell'elenco prezzi che debbono essere individuate e contrassegnate con un simbolo di selezione. Il pulsante Selezione e deselezione Voci, permette di selezionare o, se sono già stati selezionati, deselezionare gli elementi presenti nella lista dell'elenco prezzi richiamata con la funzione Inserimento dal menu Prezzi. Per selezionare o deselezionare un articolo nella lista dell'elenco prezzi dovremo evidenziarlo con un click del mouse e premere il pulsante "Seleziona/Deseleziona Voci". A seconda che si tratti di una selezione o di una deselezione comparirà o scomparirà la lettera "s" all interno della colonna Stato. tekno Manuale operativo Pag.95

96 Il pulsante "Desel.tutto", permette invece di deselezionare automaticamente tutti gli articoli precedentemente selezionati nella lista. Per selezionare o deselezionare un raggruppamento lo si evidenzia e si preme il tasto destro del mouse in Windows o CTRL+CLICK in Macintosh per far comparire il menu contestuale da cui si può scegliere la funzione "Seleziona/Deselezione Voce Raggruppamento". Il programma propone il messaggio per chiedere conferma se la selezione/deselezione deve automaticamente essere attivata su tutte le voci comprese nel raggruppamento. Rispondendo affermativamente il programma selezionerà/deselezionerà tutte le voci, evitando di doverlo fare manualmente. La selezione di un raggruppamento viene evidenziata dal programma aggiungendo la lettera "s" al nome del raggruppamento. Trasferimento di articoli da un elenco prezzi Il programma offre la possibilità di trasferire uno o più articoli da un prezzario ad un altro, in modo da poter arricchire prezzari di nuova creazione (o anche vecchi prezzari) di nuove voci senza dover procedere ad inserimenti ex-novo da tastiera. Vediamo come si ottiene un trasferimento degli articoli utilizzando le funzioni Imp./Esp. Voci dal menu Prezzi. Importa voci con Drag and Drop e Esporta le voci in un altro lavoro che, rispettivamente, permettono di importare gli articoli da un lavoro diverso da quello in uso all'interno di quest'ultimo oppure permettono di trasferire articoli dell'archivio in uso verso un altro archivio del programma registrato nel disco rigido. Vediamo la procedura da seguire in entrambi i casi. Trasferimento articoli utilizzando la funzione "Importa voci con Drag and Drop" Trasferimento articoli utilizzando la funzione "esporta le voci in un altro lavoro" Trasferimento articoli utilizzando la funzione "Importa voci con Drag and Drop" Selezioniamo la funzione Importa voci con Drag and Drop nella metà superiore della finestra di trasferimento che si apre viene visualizzato l'elenco prezzi dell'archivio in uso. tekno Manuale operativo Pag.96

97 Selezioniamo la scritta "Fare un click per selezionare l archivio da cui importare..." e, nella finestra che appare, scegliamo l'archivio di lavoro da cui desideriamo prelevare degli articoli di elenco prezzi. Dopo qualche attimo nella metà inferiore della finestra viene visualizzato il contenuto dell'archivio di lavoro che abbiamo scelto. tekno Manuale operativo Pag.97

98 IMPORTANTE: Qualora i l elenco prezzi del lavoro corrente e l elenco prezzi del lavoro dal quale si vuole importare abbiano valute diverse, comparirà il messaggio, che avvisa sulla non corrispondenza delle valute e chiede se si desidera proseguire ugualmente. In caso di risposta affermativa, si potrà proseguire ugualmente nel trasferimento di voci, tenendo presente però che i prezzi che si trasferiranno prenderanno la valuta del lavoro corrente senza effettuare nessun cambio. Si consiglia pertanto di controllare le valute dei prezzi del lavoro corrente e del lavoro dal quale si vuole importare prima di procedere al trasferimento. Questa operazione è particolarmente importante se state importando da vecchi lavori in Lire. Per ulteriori informazioni sulle valute si vedano i paragrafi Conversione di un lavoro da Lire a Euro Lingua e Valuta Prima di attivare l'importazione possiamo abilitare delle opzioni che consentono di "personalizzare" l'operazione d'importazione. Selezionate il pulsante "Imposta settaggi di Importazione" per richiamare a video la finestra che permette di selezionare le seguenti opzioni: Trasferisci mantenendo il codice di origine, Trasferisci le analisi delle voci selezionate e Mantieni il riferimento al codice originale. Selezionando il check-box Trasferisci mantenendo il codice d'origine è possibile mantenere il codice originale di un articolo trasferito; selezionando il check-box Trasferisci le analisi delle voci selezionate, è possibile trasferire automaticamente l analisi prezzi degli articoli trasferiti; infine la selezione del check-box Mantieni il riferimento al codice originale permette di mantenere il riferimento al codice che l'articolo aveva nel prezzario d'origine. Il riferimento al codice originale viene inserito in coda alla descrizione dell'articolo, racchiuso tra parentesi quadrate. tekno Manuale operativo Pag.98

99 IMPORTANTE: Se si vuole trasferire mantenendo il codice di origine, qualora siano già presenti voci con il medesimo codice, le voci presenti verranno rinumerate. Questo significa che se si importa un articolo di codice 3.4, per esempio, e l articolo 3.4 esiste già, il nuovo articolo avrà il codice 3.4, mentre quello preesistente verrà rinumerato al 3.5. Un caso particolare si ha quando si importa un articolo padre con un articolo figlio e successivamente, o meglio in un secondo tempo, un altro articolo figlio dello stesso padre. Supponiamo il caso di avere nel prezzario di origine i seguenti articoli: Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici 1.4.A (Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici) di profondità fino a m B (Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici) di profondità da m 2.01 a m 4.00 che riportiamo nei classici colori del programma dove, fra parentesi, sono state riportate nei figli le descrizioni dei padri, e supponiamo per semplicità che l elenco prezzi dell archivio di destinazione sia vuoto. Decidiamo ora di importare l articolo 1.4.A: sia che trasciniamo solo l articolo 1.4.A, sia che trasciniamo gli articoli 1.4 e 1.4.A (cioè solo il figlio o il figlio assieme al padre), il risultato nell Elenco Prezzi di destinazione (che al momento abbiamo supposto vuoto) sarà: Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici 1.4.A (Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici) di profondità fino a m 2.00 Ora, dopo aver fatto questa importazione, decidiamo di importare il figlio 1.4.B: dal momento che l importazione di un figlio corrisponde ad associare anche l importazione del padre, mantenendo il codice di origine significa importare l articolo 1.4 e 1.4.B. A questo punto entra in gioco il settaggio di destra della finestra che chiede come si deve comportare il programma in caso di voce già esistente ed uguale per codice e descrizione. Infatti con il settaggio "Non importare e utilizza la voce presente" otterremo questo risultato: Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici 1.4.A (Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici) di profondità fino a m B (Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici) di profondità da m 2.01 a m 4.00 mentre con il settaggio "Importa ugualmente e rinumera la voce presente" il risultato finale sarà: Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici 1.4.B (Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici) di profondità da m 2.01 a m 4.00 tekno Manuale operativo Pag.99

100 1.5 - Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici 1.5.A (Scavo a sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici) di profondità fino a m 2.00 A questo punto possiamo effettuare il trasferimento prelevando uno o più articoli nella lista inferiore e trasportandoli con la tecnica del drag and drop nella parte superiore ovvero nell Elenco Prezzi corrente. Se non stiamo importando mantenendo il codice di origine, è importante selezionare l'esatta posizione in cui desideriamo effettuare l'inserimento nell'elenco prezzi della metà superiore della finestra (l'archivio in uso). È necessario infatti rilasciare le voci che si stanno trasferendo sopra alla voce che precederà le nuove inserite. ATTENZIONE: se si desidera che le voci che si stanno spostando vengano rinumerate a partire dal codice 3.3, dovranno essere rilasciate sopra il codice precedente, ovvero il codice 3.2 e non sopra il codice 3.2.C in quanto il codice successivo sarebbe 3.2.D Il programma proporrà la finestra con la proposta del nuovo codice che, in caso di necessità, può essere modificato a piacere. Premendo il pulsante "Esci" viene interrotta l importazione. Nel caso in cui il codice importato esista già nel listino di destinazione il programma propone di proseguire l importazione eseguendo una rinumerazione. Premendo il pulsante "No" viene interrotta l importazione. Se selezionate un raggruppamento per il trasferimento è possibile scegliere se trasferire anche tutte le voci che ne fanno parte rispondendo affermativamente alla richiesta proposta dal programma. Rispondendo negativamente si autorizzerà il trasferimento del solo raggruppamento, privo di voci. Questa opportunità è molto utile quando si desidera importare la struttura del prezzario ma solo alcune voci di ogni raggruppamento. E possibile importare un intero listino o una parte di esso con una sola operazione utilizzando il pulsante rapido dalla finestra. Per fare questo, però, è necessario che l elenco prezzi dell archivio in cui si intende importare sia vuoto in quanto eventuali voci già presenti verranno cancellate. Con questo sistema, i settaggi effettuati tramite l apposito pulsante, sono ininfluenti e le voci vengono importate con il codice originale. E possibile cancellare le voci o i raggruppamenti selezionati utilizzando l apposita funzione inserita nel menu contestuale che compare premendo il tasto destro del mouse in Windows e CTRL+CLICK in Macintosh in corrispondenza dei raggruppamenti o delle voci del listino. La funzione Seleziona tutte le voci permette di selezionare tutte le voci e poi eseguirne la cancellazione contemporanea. tekno Manuale operativo Pag.100

101 Trasferimento articoli utilizzando la funzione "esporta le voci in un altro lavoro" Selezioniamo funzione Esporta le voci in un altro lavoro dal menu PREZZI Nella finestra che si apre abbiamo la possibilità di trasferire gli articoli dell'archivio in uso in base a diverse opzioni. L opzione Articoli E. P. selezionati nella Lista prende in considerazione gli articoli che sono stati selezionati (marcati con il simbolo "s" nella colonna stato) nella lista articoli. E possibile, tramite il pulsante "Lista Elenco Prezzi", accedere alla lista articoli per selezionare/deselezionare gli articoli senza uscire dalla finestra "Trasferimento articoli nel lavoro". In alternativa è possibile identificare il gruppo di voci da trasferire digitando il primo codice nel campo Dall articolo e l ultimo codice nel campo...all Articolo. In questo caso è possibile digitare manualmente il primo e l ultimo codice da trasferire, oppure, con un TAB a campo vuoto, si accederà alla lista articoli per selezionare ora il primo, ora l ultimo codice da trasferire. Sono disponibili due interessanti opzioni: Trasferisci anche le relative analisi prezzi se presenti e Trasferisci anche il titolo se non è compreso che, rispettivamente, permettono di effettuare automaticamente il trasferimento dell analisi prezzi degli articoli ed il trasferimento del titolo del raggruppamento di riferimento dell articolo (anche se il titolo non fa parte della selezione). A questo punto andremo a segnalare al programma in quale archivio desideriamo trasferire gli articoli selezionati premendo il pulsante "Trasferisci articoli nel lavoro" che troviamo nella finestra di trasferimento. Il nuovo archivio dovrà essere stato predisposto in precedenza per poterlo selezionare. Nella parte inferiore della finestra sono presenti alcune opzioni che permettono la gestione degli articoli sub e dei codici uguali durante la fase di trasferimento. tekno Manuale operativo Pag.101

102 La funzione Trasferisci padre consente di trasferire automaticamente, oltre agli eventuali articoli sub selezionati, anche gli articoli padre ai quali sono collegati, pur non avendo selezionato questi ultimi (marcandoli con il simbolo "s"). La funzione Copia in Articoli Sub consente, in alternativa a "Trasferisci padre", di trasferire gli articoli sub selezionati e di aggiungere ai medesimi la descrizione degli articoli padre a cui fanno riferimento, senza che questi ultimi vengano anch essi trasferiti. La funzione Se il codice è già presente... consente di indicare al programma come comportarsi nel caso in cui durante il trasferimento si presenti il caso di importazione di un articolo con il codice uguale ad un articolo già presente. Il programma propone tre alternative: 1. Proponi nuovo codice: selezionando questa opzione il programma automaticamente attribuirà all articolo il primo codice disponibile. 2. Non trasferire: in questo caso chiaramente si indica al programma di saltare il trasferimento degli articoli con codice già esistente nell archivio di destinazione. 3. Aggiungi carattere: quest ultima opzione consente, durante il trasferimento, di individuare gli articoli eventualmente già presenti nell archivio di destinazione che hanno il codice uguale agli articoli da trasferire. In tal caso il programma provvede a marcare gli articoli automaticamente. Il simbolo può essere impostato dall operatore nel campo situato alla destra di Aggiungi carattere (il carattere proposto di default dal programma è l asterisco *). Questo tipo di impostazione è particolarmente utile quando gli articoli da trasferire sono molti e si vuole evitare un controllo continuo da parte dell operatore. Gli articoli così trasferiti vengono posti in coda alla lista di destinazione. Questa operazione permette di individuare e manipolare rapidamente gli articoli appena trasferiti. Dovrete, in questo caso, ricordarvi di modificare o rinumerare tali codici prima di utilizzarli. Il programma offre la possibilità di scegliere se dopo l operazione di trasferimento il programma debba aprire automaticamente l archivio di destinazione oppure debba restare all interno dell archivio di origine tramite la selezione rispettivamente dell'opzione Apri archivio... o dell'opzione Rimani in.... Dopo aver settato le opzioni proposte dal programma premeremo il pulsante Conferma per dare inizio all'operazione di trasferimento. tekno Manuale operativo Pag.102

103 Importazione ed esportazione di listini prezzi personalizzabili Il programma consente di importare o esportare dei listini prezzi in modo personalizzabile in formato testo separato da qualsiasi separatore. Considereremo in questo paragrafo solo l importazione, dal momento che l esportazione è molto più rapida benchè segua le medesime regole. Nota Bene: Il formato txt separato da un qualsiasi separatore (il più comune è il TAB, ovvero la tabulazione) è un formato tipico di un database in cui tutte le informazioni relative ad un articolo sono "messe in fila" e tutte le informazioni per tutti gli articoli sono pubblicate secondo il medesimo ordine ben definito. Ne consegue che un file proveniente da un database (Acces, dbf, ecc) che può essere esportato in txt (o in qualsiasi altro formato di solo testo) con un determinato separatore, può essere importato direttamente nel programma (al massimo richiede di essere ripulito da informazioni non necessarie). Un discorso particolare meritano i files di Excel. I files di Excel, infatti, possono essere gestiti in molti modi diversi. Affinchè un file di Excel con un prezzario possa essere importato automaticamente in tekno, devono essere rispettate alcune condizioni: Le informazioni relative ad un articolo devono trovarsi tutte sulla stessa riga In particolar modo la descrizione non deve essere spezzata in più celle Non esiste nessun articolo sprovvisto di Codice Se il file di Excel rispetta queste condizioni, o è riconducibile alle medesime con poche operazioni direttamente sul file di Excel (non ha importanza se vi sono righe bianche o l intestazione), allora il file in formato testo separato da tabulazione, che si ottiene su Excel dal "Salva con nome" (selezionando nel Tipo file "testo separato da tabulazione"), può essere importato in tekno. Allo stesso modo vanno trattati i files di Word o di qualsiasi altro editor di testi: sarà sempre necessario riportarli ad un file di Excel che presenti le caratteristiche appena descritte per poi poter procedere all importazione. Generalmente quindi questa operazione è possibile solo quando il file di Word è in formato tabella, o la funzione "Converti il testo in tabella" del menù Tabella dà risultati soddisfacenti. Selezioniamo la funzione... personalizzabile da Conversione listini... dal Menu PREZZI. Nella finestra proposta dal programma selezionate il radio-button corrispondente all'opzione Importa articoli di elenco prezzi. Per gestire l'importazione di articoli di elenco prezzi con lo stesso codice avrete la possibilità di scegliere tra due differenti comportamenti selezionando l'opzione Se il codice è già presente aggiorna il record oppure l'opzione Se il codice è già presente non importare. tekno Manuale operativo Pag.103

104 Con il cursore del mouse selezionate il simbolo posto a fianco del campo con menu a pop-up Formati di import/export disponibili: questa operazione permette di visualizzare i diversi formati di importazione disponibili (Formato testo delimitato da TAB, Formato testo delimitato da virgole, Formato testo delimitato da altro delimitatore). Con un click del mouse selezionate il formato corrispondente a quello del file da cui effettuerete l'importazione (nel caso in cui scegliate il formato testo separato da altro delimitatore, sarà necessario indicare lo specifico delimitatore come il punto e virgola per i files di tipo csv). A questo punto resta da definire la lista ordinata dei campi dell'elenco prezzi che dovranno essere importati. Selezionate con un doppio click del mouse i campi presenti nella Lista dei campi disponibili, in modo da trasferirli automaticamente nella Lista dei campi selezionati. Vediamo, uno a uno, i campi disponibili: Codice Articolo: è il codice dell articolo di elenco prezzi Codice Articolo di riferimento (padre): per gli articoli figli, la cui descrizione non comprende la descrizione del padre, è il codice di riferimento del padre al quale collegarlo per avere la descrizione completa. Unità di misura Descrizione Estesa: è la descrizione completa dell articolo Descrizione sintetica: è l eventuale seconda descrizione dell articolo Prezzo 1, 2, 3, 4: sono i prezzi che si possono importare/esportare Flag Titolo/Articolo (1/0): questa informazione permette di distinguere un raggruppamento da un articolo; per un raggruppamento il valore sarà 1, per l articolo il valore sarà 0 o vuoto; questa funzione è tekno Manuale operativo Pag.104

105 utile per importare direttamente i raggruppamenti degli articoli; se si sta importando da Excel è molto rapido inserire questa informazione (solo per i raggruppamenti) su una colonna aggiuntiva. Jolly 1, 2: campi che non interessano durante l importazione. La lista dei campi selezionati deve rispecchiare l ordine delle informazioni del file txt. Per questo motivo, è possibile scegliere dalla Lista dei campi disponibili solo i campi necessari e nell ordine che si desidera (NB: se si sta importando da Excel, l ordine delle informazioni è l ordine delle colonne) Se desiderate rimuovere uno dei campi inseriti nella Lista dei campi selezionati potrete selezionarlo con un doppio click del mouse, ottenendo il suo trasferimento automatico nella lista di provenienza (Lista dei campi disponibili). Una volta definite tutte le informazioni necessarie al programma per eseguire l'importazione premete il pulsante Conferma. Il programma vi propone la finestra "Select import file" nella quale dovete selezionare con un click del mouse il file da cui importare i dati del listino prezzi e premere il pulsante "OK" (in alternativa selezionate il file con un doppio click del mouse). Questa operazione attiva l'importazione dei dati nell'elenco prezzi dell'archivio corrente del programma. Nella finestra successiva proposta dal programma ("Importazione elenco prezzi") viene presentato l'ordine di importazione del primo record del listino In base a quanto visualizzato è possibile effettuare quattro differenti scelte: Selezionare il pulsante "Importa tutto" per attivare l'importazione di tutti i record; Selezionate il pulsante "Interrompi" per bloccare l'importazione ed annullare l'operazione; Selezionare il pulsante "Salta record" per indicare al programma di saltare durante l'importazione il record così contrassegnato. Dopo aver "saltato" uno o più record consecutivi è comunque possibile attivare l'importazione automatica di tutti gli altri record del listino premendo il pulsante "Importa tutto". Selezionare il pulsante "Importa record" per effettuare l'importazione singola del record visualizzato nella finestra "Importazione elenco prezzi". Pertanto, utilizzando i pulsanti "Salta record" e "Importa record" potrete effettuare l'importazione "manuale" dei record, visualizzandoli nella finestra "Importazione elenco prezzi" e decidendo di volta in volta se importarli o saltarli. È consigliabile provare l importazione manuale per i primi record (saltandoli dove è necessario) per vedere se tutto procede correttamente. Al termine dell'importazione potrete selezionare Lista E.P. dal menu Prezzi, per verificare la presenza nell'elenco prezzi delle voci del listino importate. tekno Manuale operativo Pag.105

106 Per effettuare l esportazione dell Elenco Prezzi di questo lavoro in un file txt selezionate il radio-button corrispondente all'opzione Esporta articoli di elenco prezzi e selezionate, dalla Lista dei campi disponibili, le informazioni da esportare e il loro ordine. Alla conferma, il programma vi propone la finestra "Nome del file di esportazione" nella quale dovete indicare la cartella di destinazione e il nome del file (si consiglia di indicare un suffisso di tipo.txt per poterlo identificare rapidamente in seguito). Questa operazione attiva l'importazione dei dati nell'elenco prezzi dell'archivio corrente del programma. TIPICI INCONVENIENTI DI IMPORTAZIONE E RELATIVA SOLUZIONE Nel file txt, esportato da Excel, i codici degli articoli non rispecchiano più i codici originali. Probabilmente, il formato celle della colonna dei codici articoli era settato come "Generale", mentre è necessario che sia in formato "Testo". L importazione è avvenuta correttamente per le descrizioni ma non per i prezzi. Probabilmente nel file di Excel originario, c era il simbolo della valuta accanto al prezzo che deve essere eliminato agendo sempre sul formato celle della colonna o delle colonne di excel interessate. Oppure, il file txt utilizza un separatore decimale diverso da quello impostato su tekno ed è quindi necessario modificarlo. Durante l importazione una o più volte compare il messaggio "il codice xxxxxx è incompatibile con la parametrizzazione in corso. È necessario andare a modificare i Parametri di Elenco Prezzi per permettere anche l importazione di questi codici incompatibili. Si ricorda che il codice di elenco prezzi si compila partendo dal gruppo più a sinistra riempiendolo da destra. Importazione di listini prezzi con appositi filtri Il programma offre agli utenti la possibilità di avere a disposizione diversi filtri che permettono di lanciare una procedura d'importazione automatica di elenchi prezzi creati da altri programmi di preventivazione. Il caso tipico è dato dai vari prezzari nazionali in uso. Vediamo ora la procedura da seguire per utilizzare i filtri d'importazione. Selezioniamo la funzione... utilizzando filtri dedicati da Conversione listini... del menu Prezzi. Nella finestra che appare premiamo il pulsante Aggiungi un nuovo filtro d importazione nella lista per poter memorizzare all'interno del programma il percorso che il programma dovrà seguire per trovare il filtro ogni volta che verrà utilizzato (per comodità tutti i filtri potrebbero essere raccolti in una cartella/directory chiamata FILTRI PREZZARI). Nella finestra che appare andiamo a cercare la cartella/directory che contiene il filtro che desideriamo utilizzare e confermiamo la nostra scelta del filtro con un doppio click del mouse. tekno Manuale operativo Pag.106

107 Il programma riporterà nella finestra precedente ("Filtri d'importazione") dove inserirà nella lista Elenco dei filtri d'importazione disponibili il percorso che Il programma seguirà per attivare il filtro da noi scelto (ad esempio: C:\WINDOWS\Desktop\tekno\Prezzari\CCIAA_MI.lbs). Nel campo Descrizione del filtro d'importazione abbiamo la possibilità di inserire una descrizione associata al filtro che compare in elenco. Per registrare il filtro nella lista (e non doverlo cercare tutte le volte) premeremo il pulsante "Salva". Una volta registrato in elenco il filtro possiamo passare alla fase di importazione vera e propria. Selezioniamo con un click del mouse la riga corrispondente al filtro d'importazione che desideriamo utilizzare e premiamo il pulsante "Attiva" (in alternativa selezioniamo con un doppio click del mouse il filtro dalla lista). A questo punto il programma proporrà una finestra che riporta le istruzioni da eseguire per effettuare l'importazione. Questa finestra, per ragioni ovvie, riporta istruzioni diverse in base al tipo di filtro utilizzato. La selezione del pulsante "Conferma" avvia il procedimento d'importazione. Nella finestra dei filtri d'importazione abbiamo la possibilità di cancellare i filtri registrati premendo il pulsante "Elimina" dopo aver selezionato la riga corrispondente al filtro che vogliamo cancellare. L eliminazione non cancellerà il filtro, ma la registrazione del suo percorso all interno del programma. Per eventuali informazioni sui filtri a disposizione, rivolgetevi all Ufficio Commerciale di TOPCANTIERE al numero Lista delle immissioni dell'elenco Prezzi Richiamando la funzione Lista E.P. dal menu Prezzi potete consultare i titoli e i relativi articoli registrati nell elenco dei prezzi. Vediamo innanzi tutto la rappresentazione grafica: = Titolo di Raggruppamento di Elenco Prezzi tekno Manuale operativo Pag.107

108 = Titolo di Raggruppamento di Elenco Prezzi "aperto" (sono visualizzati gli articoli che ne fanno parte) = Voce normale, rappresentata graficamente da questa icona di colore blu. = Voce padre, rappresentata graficamente dalla stessa icona della precedente ma di colore verde. = Voce figlia (o sub-articolo) rappresentata dalla stessa icona delle precedenti ma di colore rosso. La finestra che si apre dopo la selezione del comando Lista E.P. presenta tutti i titoli di raggruppamenti (visualizzati graficamente da una "cartella") con il codice e la descrizione attribuiti in fase d'immissione. Un click del mouse sulla riga corrispondente al raggruppamento permette di visualizzare la lista degli articoli in esso contenuti, con la descrizione, l'unità di misura, i prezzi e lo stato (selezionato, analizzato, ). Un doppio click del mouse sulla riga corrispondente ad una voce permette di entrare nella finestra d'immissione per eventualmente modificarla. Un click del tasto destro del mouse (versione Windows) o un click del mouse tenendo premuto contemporaneamente il tasto CTRL della tastiera (versione Macintosh) sulla riga corrispondente al raggruppamento permette di visualizzare un menu contestuale contenente le seguenti funzioni: Nuovo Raggruppamento, Modifica Raggruppamento, Cancella Raggruppamento, Sel./Desel. Raggruppamento, Sposta Raggruppamento, Associa e annulla Associazione alle Categorie Lavori e Incidenza, Assegna Ribasso/Aumento e Aggiorna Lista delle Voci. Un click del tasto destro del mouse (versione Windows) o un click del mouse tenendo premuto contemporaneamente il tasto CTRL della tastiera (versione Macintosh) nella parte di finestra in cui sono visualizzate le voci di elenco prezzi permette di visualizzare un menu contestuale contenente le seguenti funzioni: Nuova Voce, Modifica Voce, Cancella Voce/i, Duplica Voce, Sposta Voci, Ricerca Voci, Associa e annulla Associazione alle Categorie Lavori e Incidenza, Assegna Ribasso/Aumento e Aggiorna Lista delle Voci. ORDINE DI VISUALIZZAZIONE DEGLI ARTICOLI E' possibile visualizzare la lista ordinata in base al codice dell'articolo (crescente o decrescente) oppure ordinata in base alla descrizione dell'articolo (crescente o decrescente). Per scegliere una di queste due opzioni dovete semplicemente selezionare con un click del mouse l etichetta della colonna Cod. Art. oppure Descrizione. Ad ogni click del mouse l ordine di visualizzazione varia da crescente a decrescente e viceversa. tekno Manuale operativo Pag.108

109 Nella parte bassa della finestra incontriamo un campo modificabile che riporta un valore numerico e due bottoni contrassegnati da due frecce rivolte rispettivamente a sinistra e a destra. Nel campo possiamo digitare un valore che definisce il numero massimo di elementi visualizzabili nella lista: per confermare si deve premere il tasto TAB, chiudere la lista e riaprirla. Se, ad esempio, scriviamo 3 potremo vedere nella finestra della lista solamente tre elementi dell'elenco prezzi. Per poter visualizzare il resto dell'elenco, sempre suddiviso in tre elementi per volta, dovremo utilizzare i bottoni con le frecce. Naturalmente se nel campo numerico scriviamo un valore superiore agli elementi che abbiamo a disposizione nella lista potremo scorrerla solamente utilizzando la scroll-bar e non i bottoni con le frecce. Nella barra posta nella parte inferiore della finestra di visualizzazione della lista dell'elenco prezzi vengono riepilogate una serie di notizie. Innanzitutto viene indicato il numero che corrisponde al totale delle immissioni (raggruppamenti e voci) effettuate nell elenco prezzi; di seguito viene riportato il numero massimo di articoli visualizzati. Nella parte finale è inserita una legenda che spiega i simboli utilizzati per contraddistinguere lo stato degli articoli: una "s" distingue i raggruppamenti e le voci che sono state selezionate con l apposita funzione, mentre la "a" indica che la voce è analizzata. Modifica delle immissioni dell'elenco prezzi tekno Manuale operativo Pag.109

110 Selezionate la funzione Lista E.P. o Inserimento dal menu Prezzi. Se dovete modificare una voce selezionatela con un doppio click del mouse nella lista oppure selezionatela con un click del tasto destro del mouse per la versione Windows o CTRL+CLICK per la versione Macintosh. Viene proposto il menu contestuale in cui è disponibile la funzione "Modifica Voce". In alternativa è possibile fare un doppio click sulla riga dell immissione. Se dovete modificare un raggruppamento selezionato con un click del tasto del mouse per la versione Windows o CTRL+CLICK per la versione Macintosh. Viene proposto il menu contestuale in cui è disponibile la funzione Modifica Raggruppamento. tekno Manuale operativo Pag.110

111 Ricerca voci dell'elenco prezzi Selezionando la funzione Ricerca Articoli dal menu Prezzi (oppure selezionando la lista dell elenco prezzi in corrispondenza delle voci con un click del tasto destro del mouse per la versione Windows o CTRL+CLICK per la versione Macintosh dove è disponibile la funzione "Ricerca Voci") si apre una finestra che permette di effettuare la ricerca di un articolo in base al codice di elenco prezzi o in base ad altri criteri che possono essere combinati tra loro. Scegliendo il radio-button Codice articolo E.P. si attiva la ricerca in base al codice di elenco prezzi inserito nel campo a fianco del check-box selezionato. Selezionando il radio-button Altre condizioni di ricerca... si può impostare una ricerca in base alle seguenti condizioni di ricerca (selezionabili sia singolarmente che in maniera multipla): Contenente la descrizione... (è consentito un massimo di 75 caratteri); Con l'unità di misura uguale a...; Con il prezzo 1 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; Con il prezzo 2 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; Con il prezzo 3 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; Con il prezzo 4 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; Contenente la nota... (è consentito un massimo di 75 caratteri). tekno Manuale operativo Pag.111

112 Premendo il pulsante Ricerca il programma provvede a ricercare l'articolo all'interno dell'elenco prezzi proponendo la finestra d'immissione contenente i dati dell'articolo o eventualmente una lista degli articoli che soddisfano ai criteri di ricerca impostati. In quest ultimo caso si dovrà selezionare nella lista con un doppio click l articolo che si desidera caricare. Gli articoli padre sono contraddistinti nella lista dal simbolo"+" posto a fianco del codice; pertanto per poter visualizzare i sub-articoli si dovrà fare un click con il tasto destro del mouse (CTRL+Click per gli utenti Macintosh) sulla voce padre e selezionare Carica tutti i sub-articoli della voce. Per tornare a visualizzare solo l articolo padre, procedere nello stesso modo descritto sopra e selezionare Nascondi tutti i sub-articoli della voce. Se la voce ricercata non è presente nel listino nel quale è stata effettuata la ricerca, è possibile effettuare una ricerca avanzata all interno di più listini contemporaneamente premendo il pulsante "Avanzata ". Cancellazione di immissioni dell'elenco prezzi Selezionando la funzione Cancellazione dal menu Prezzi entriamo nella finestra che ci permette di cancellare raggruppamenti e voci, singolarmente oppure facendo una selezione multipla. Per cancellare una singola voce o una selezione multipla di voci potremo selezionare nella lista con un click del mouse e premere il pulsante rapido Elimina voce. Il programma chiederà di confermare la cancellazione degli elementi selezionati: una volta ottenuta la conferma completerà l'operazione rimuovendoli dalla lista. Nel caso in qui le voci da cancellare siano state utilizzate in almeno un elaborato (Computo metrico, Libretto misure, Perizia ecc.), il programma prima di procedere con l eliminazione, visualizzerà un apposito messaggio di avvertimento. tekno Manuale operativo Pag.112

113 La funzione di cancellazione, al pari di altre principali funzioni, è disponibile nel menu contestuale attivato selezionando le voci della lista di elenco prezzi con un click del tasto destro del mouse per la versione Windows o CTRL+CLICK per la versione Macintosh. Rinumerazione voci dell'elenco prezzi Sceglieremo la funzione di Inserimento dal menu Prezzi per inserire il nuovo raggruppamento (ad esempio 1.1). Naturalmente esiste già un articolo con tale codice pertanto il programma chiede se deve procedere alla rinumerazione. Dopo aver confermato avremo una situazione che vede la presenza di un primo raggruppamento con un titolo con codice 1, un secondo raggruppamento con un titolo con codice 1.1 e quelli che dovrebbero essere gli articoli che fanno parte del secondo raggruppamento con codice che parte da 1.2. In realtà gli articoli dovrebbero avere un codice che ne indichi l'appartenenza ai precedenti due raggruppamenti (a partire da 1.1.1). Selezionando la riga corrispondente al titolo 1.1 e premendo il bottone "Rinumera" il programma provvederà automaticamente a modificare in tal senso tutti gli articoli che dovranno far parte del titolo 1.1. La rinumerazione viene effettuata su un singolo codice o un gruppo di codici. La scelta degli articoli da rinumerare avviene semplicemente selezionando con un doppio click del mouse nella lista che appare sotto alla scritta Dal Codice E.P. il primo articolo che vogliamo rinumerare mentre nella lista che appare sotto alla scritta Al Codice E.P. selezioneremo con un doppio click del mouse l'ultimo articolo della serie da rinumerare. Al termine di questa operazione comparirà automaticamente la lista contenente tutti gli articoli scelti per la rinumerazione sotto alla scritta Lista dei codici da rinumerare. Alla fine si può verificare la rinumerazione ottenuta richiamando la lista articoli a video. Variazione dei prezzi Vediamo ora la possibilità di effettuare una variazione dei prezzi richiamando la funzione Variazione prezzi dal menu Prezzi, il programma aprirà una finestra che vi permette di impostare i dati necessari per poter avviare una procedura automatica di variazione dei prezzi delle voci dell elenco prezzi in uso. Innanzitutto abbiamo la possibilità di scegliere se effettuare la variazione su tutte le voci dell elenco prezzi (selezionando il radio button di tutte le voci), solamente sulle voci selezionate (per attivarla basterà selezionare il radio-button solo delle voci selezionate) oppure solamente su una parte di esse (selezionando il radio button delle voci comprese tra il codice e il codice). tekno Manuale operativo Pag.113

114 Qualora venga scelta l'opzione di variazione dei prezzi solo degli articoli selezionati sarà possibile premere il pulsante "Lista Art." per entrare nella finestra "Lista Articoli" e controllare o selezionare/deselezionare gli articoli nella lista. Nella terza ipotesi dovremo posizionare il cursore all interno del campo delle voci comprese tra il codice premere il tasto TAB in modo da far apparire la lista degli articoli presenti nell elenco prezzi e scegliere con un doppio click del mouse la voce iniziale dell intervallo che ci interessa. Successivamente ripetiamo la stessa operazione con il cursore posizionato all interno del campo e il codice per scegliere la voce che chiude l intervallo di codici prescelti. Ora dobbiamo impostare la variazione prezzi che intendiamo applicare. Abbiamo la possibilità di scegliere tra tre alternative: 1. La selezione del radio-button variazione percentuale del con la digitazione nel relativo campo del valore percentuale della variazione prezzi (il valore può essere anche negativo). Successivamente andiamo a scegliere su quale dei quattro prezzi dovrà essere applicata la variazione prezzi selezionando il check-box posto accanto ai prezzi che desideriamo variare (Prezzo 1, Prezzo 2, Prezzo 3, Prezzo 4). 2. La seconda possibilità (Oppure copia) prevede la scelta di uno dei quattro prezzi in modo da poterlo copiare nel campo che contiene il prezzo 2, il prezzo 3 oppure il prezzo 4 (nei prezzi 2, 3, 4), eventualmente variato di una percentuale da indicare nel campo apposito (variato del). 3. La selezione del radio button Oppure ricalcola il prezzo delle analisi in base alle variazioni di prezzo dei componenti, che varia il prezzo degli articoli che possiedono un analisi in base alle variazioni dei prezzi degli articoli elementari che li compongono. Per poter essere utilizzata questa opzione nell'analisi prezzi deve essere stato selezionato il check-box Aggiorna il prezzo (Prezzo 1, Prezzo 2, Prezzo 3, Prezzo 4); Se il lavoro è in Euro: Il programma consente l arrotondamento automatico a seconda del prezzo in base ai seguenti criteri: 1 - Prezzo inferiore a 10 Euro: Arrotondamento al centesimo 2 - Prezzo inferiore a 100 Euro: Arrotondamento a 10 centesimi 3 - Prezzo inferiore a 1000 Euro: Arrotondamento a 1 Euro 4 - Prezzo inferiore a Euro: Arrotondamento a 10 Euro 5 - Prezzo uguale o superiore Euro: Arrotondamento a 100 Euro tekno Manuale operativo Pag.114

115 Volendo è possibile scegliere di non eseguire alcun arrotondamento, scegliendo l opzione Nessun Arrotondamento. Se il lavoro è in Lire: Il programma offre la possibilità di arrotondare il risultato della variazione alla 10, alla 100, alle 1000 oppure con un arrotondamento automatico stabilito in base ad una formula che consente l arrotondamento automatico alle 10, alle 100, alle 1000, alle , alle a seconda se il prezzo è, rispettivamente, in decine, centinaia, migliaia, decine di migliaia, centinaia di migliaia o milioni di lire. Volendo è possibile scegliere di non eseguire alcun arrotondamento, scegliendo l opzione Nessun Arrotondamento. Associare una voce o un raggruppamento di Elenco Prezzi a una categoria di opere generali o specializzate E' possibile scegliere di associare a una voce o a un raggruppamento di Elenco Prezzi una categoria di opere generali o specializzate fra quelle precaricate dal programma o inserite manualmente. Questa funzione potrà essere eseguita anche dal Computo Metrico per le solo voci di EP che entrano in gioco nel Computo. Selezionate la funzione Inserimento dal menu Prezzi. Il programma propone la lista dei raggruppamenti e degli articoli. Scegliete con un click del mouse il raggruppamento e successivamente la voce o una selezione multipla di voci di elenco prezzi alle quali associare una medesima categoria; fate poi un click con il tasto destro (CTRL+CLICK per gli utenti Macintosh) a seguito del quale si aprirà un menu a tendina con diverse funzioni tra le quali le due che adesso andiamo ad illustrare. Associa Categoria Lavori e Incid. Questa apre la lista delle categorie delle Opere Generali e Specializzate: tramite un doppio click è possibile scegliere la categoria da associare alle voci di elenco prezzi precedentemente selezionate. Dopo aver fatto l associazione nella lista delle voci in corrispondenza della colonna "Categoria" verrà riportato il codice della categoria associata. Oltre a scegliere la categoria è possibile, tramite la medesima finestra, indicare anche le percentuali di incidenza per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera delle voci selezionate, digitando negli appositi campi le percentuali corrispondenti. Se non si è a conoscenza delle percentuali di incidenza, ci si può aiutare ricercandole nella lista delle tabelle revisionali riportate nella medesima finestra e, una volta trovata la tabella interessata, fare un doppio click sulla linea corrispondente che permetterà di riportare le percentuali nei relativi campi. Le percentuali indicate vengono poi riportate nella lista delle voci in corrispondenza della colonna "% M/N/T/MO". tekno Manuale operativo Pag.115

116 Annulla Ass. Categoria Lavori Se è stata fatta un associazione tra una voce di elenco prezzi e una categoria, è possibile eliminare tale associazione selezionando questa funzione. N.B. questa funzione non azzera le percentuali di incidenza per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera. Se si vuole azzerare tali percentuali si deve procedere come per una normale assegnazione, riportando però il valore 0 (zero) nei campi corrispondenti. Vediamo ora come è possibile fare l associazione per tutte le voci di elenco prezzi contenute in un raggruppamento: Argomenti correlati: Percentuali di incidenza per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera Assegnazione percentuali di incidenza ai componenti delle analisi Come associare una categoria di Opere Generali o Specializzate a un'immissione del Computo Metrico Determinazione dell'incidenza percentuale della manodopera: associazioni dal Computo Metrico Stampa delle Categorie per Bandi e Capitolati Stampa dell'incidenza percentuale della quantità di manodopera Percentuali di incidenza per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera Confermata anche dal nuovo Regolamento di Attuazione del codice dei contratti 163/2006 è l obbligo di redigere il quadro dell incidenza percentuale della quantità di manodopera per le diverse categorie di cui si compone l Opera o il lavoro come documento componente il progetto esecutivo. La redazione obbligatoria di questo documento è sancita dall articolo 32 del D.P.R. 207/2010. Per realizzare il calcolo è pertanto necessario attribuire ad ogni voce componente il lavoro le percentuali di incidenza per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera. Per fare questo si deve procedere nel modo seguente: Selezionate la funzione Inserimento dal menu Prezzi. Il programma propone la lista dei raggruppamenti e degli articoli. Scegliete con un click del mouse il raggruppamento e successivamente la voce o una selezione multipla di voci di elenco prezzi alle quali attribuire le medesime percentuali di incidenza; fate poi un click con il tasto destro (CTRL+CLICK per gli utenti Macintosh) a seguito del quale si aprirà un menu a tendina con diverse funzioni tra le quali "Associa Categoria Lavori e Incid." che permette di aprire la seguente finestra: Negli appositi campi "Assegna le percentuali di incidenza" è possibile digitare le percentuali di incidenza per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera delle voci selezionate. Se non si è a conoscenza delle percentuali tekno Manuale operativo Pag.116

117 di incidenza, ci si può aiutare ricercandole nella lista delle tabelle revisionali riportate nella medesima finestra e, una volta trovata la tabella interessata, fare un doppio click sulla linea corrispondente che permetterà di riportare le percentuali nei relativi campi. Le percentuali indicate vengono poi riportate nella lista delle voci in corrispondenza della colonna "% M/N/T/MO". Se si vuole azzerare tali percentuali si deve procedere come per una normale assegnazione, riportando però il valore 0 (zero) nei campi corrispondenti. Vedere anche: Associare una voce o un raggruppamento di Elenco Prezzi a una categoria di opere generali o specializzate Assegnazione percentuali di incidenza ai componenti delle analisi Determinazione dell'incidenza percentuale della manodopera: associazioni dal Computo Metrico Stampa dell'incidenza percentuale della quantità di manodopera Inserimento di una voce dell'elenco prezzi durante la fase di computo metrico, di perizia o di libretto delle misure Il programma permette di effettuare un nuovo inserimento all'interno dell'elenco prezzi durante la fase di immissione del computo metrico, di perizia o di libretto delle misure. Vediamo l applicazione nel computo metrico: negli altri elaborati le operazioni sono analoghe. Selezionate la funzione Inserimento dal menu Computo Metrico. Per entrare nella scheda di immissione del computo, potete premere il pulsante Nuova immissione C.M. non verrà proposto alcun codice articolo e nessuna descrizione. L'articolo che vogliamo utilizzare per l'immissione non esiste ancora nel nostro elenco prezzi: digitiamo un codice inesistente all'interno del campo Cod. Elenco Prezzi, sovrascrivendolo a quello proposto in automatico nel caso di immiss. con la tecnica del drag and drop. Se l immissione del codice inesistente viene inserito in un immissione libera, il programma proporrà un messaggio con il quale avvisa che la voce ricercata non esiste. Premendo il tasto OK, verrà aperta la lista di Elenco prezzi dove è possibile fare dei nuovi inserimenti. Se invece il nuovo codice inesistente viene sovrascritto ad uno precedentemente selezionato con la tecnica del Drag & Drop, il programma propone un messaggio grazie al quale è possibile scegliere se effettivamente modificare il codice di elenco prezzi (premendo il pulsante "Modifica"), se entrare in modalità ricerca di tekno Manuale operativo Pag.117

118 un'altra lavorazione con quel codice presente in archivio (premendo il pulsante "Cerca") o se chiudere la finestra ripristinando il codice di elenco prezzi precedente (premendo il pulsante "Annulla"). Premete il pulsante "c" in modo da far comparire la lista delle voci di elenco prezzi ed un messaggio che ci avvisa dell'inesistenza del codice e chiede se desideriamo inserire un nuovo articolo di elenco prezzi. Dopo aver premuto il pulsante "OK" verrà visualizzata la lista delle voci di elenco prezzi dalla quale potete scegliere un articolo esistente oppure procedere alla creazione di nuove voci e raggruppamenti. Per inserire una o più nuove voci di elenco prezzi ed eventuali nuovi titoli utilizzate i pulsanti Nuovo gruppo C.M. e Nuovo Capitolo C.M.. Una volta inserito il nuovo articolo, sarà necessario selezionarlo con un doppio click sulla lista per riportarlo nella finestra di immissione del Computo Metrico e proseguire quindi con l immissione delle misure. Un altra strada possibile per la creazione di un nuovo articolo di Elenco Prezzi direttamente dal Computo Metrico è quello di fare un immissione libera di Computo dove, nel campo descrizione, andremo a digitare la descrizione del nuovo articolo. Alla pressione del tasto TAB verrà proposto il solito messaggio relativo al fatto che la voce non è stata trovata. (Nel caso in cui esista una o più voci con la descrizione identica nell Elenco prezzi, comparirà invece una finestra con l esito della ricerca: è questa la funzione di ricerca nell Elenco prezzi per descrizione). Passando quindi alla lista di Elenco Prezzi, andremo ad inserire il nuovo articolo: la finestra di immissione dell articolo proporrà la descrizione appena inserita nel Computo metrico. Inserimento di una voce nell'elenco prezzi durante l'immissione dell'analisi prezzi Il programma permette di effettuare un nuovo inserimento all'interno dell'elenco prezzi durante la fase di immissione dell'analisi prezzi. Selezionare la funzione Inserimento dal menu Prezzi nella funzione Analisi prezzi. Nella finestra che compare a video selezionate il pulsante Nuova analisi dei prezzi, con un click del mouse. Il programma propone la finestra d'inserimento dell'analisi priva di qualsiasi dato, fatta eccezione per il codice progressivo di analisi proposto in automatico. Premendo il tasto TAB il cursore si posiziona all'interno del campo Descrizione lavorazione: saltiamo il campo premendo nuovamente il tasto TAB in modo da posizionare il cursore all'interno del campo Codice lavorazione. tekno Manuale operativo Pag.118

119 Inserite in questo campo un codice di elenco prezzi inesistente: il programma propone un messaggio grazie al quale segnala che la voce non è presente e che è possibile ricercarla nella lista dell elenco prezzi oppure effettuare un nuovo inserimento. Premendo il tasto OK, verrà aperta la lista di Elenco prezzi dove è possibile fare dei nuovi inserimenti. Assegnazione del ribasso d'asta per singola voce di elenco prezzi E possibile gestire il ribasso o l aumento d asta anche per singolo articolo di elenco prezzi. La procedura da seguire per assegnare il ribasso d asta per singolo articolo di elenco prezzi è la seguente: Entrare nel menù "Elenco Prezzi Inserimento" Si apre in tal modo la finestra di inserimento dell elenco prezzi. Selezionare (è possibile utilizzare sia il metodo della selezione continua che discontinua) una o più voci di elenco prezzi per le quali si desidera assegnare un ribasso "personalizzato" di articolo. Effettuare un click con il tasto destro del mouse si apre in tal modo il seguente menù contestuale: Da questo menù si deve scegliere la voce "Assegna Ribasso/Aumento": Si apre in tal modo la seguente finestra: Selezionare dal menù a pop-up la voce "Articolo" si attiva in tal modo il campo a destra da cui è possibile indicare la percentuale da assegnare quale ribasso o aumento d asta. Cliccare sul pulsante "Salva e chiudi" per confermare l operazione. tekno Manuale operativo Pag.119

120 Capitolo 6 -Analisi dei Prezzi tekno Manuale operativo Pag.120

121 Introduzione all'analisi dei prezzi Il modulo di Analisi Prezzi viene utilizzato per eseguire l'analisi di opere compiute contenute nell'elenco prezzi. Prima di esaminare in dettaglio le funzioni del modulo Analisi Prezzi desideriamo dedicare qualche riga d'introduzione. Particolare attenzione deve essere dedicata alla compilazione delle analisi dei prezzi unitari che richiedono una puntuale e corretta esecuzione al fine di ottenere esatte previsioni sulla validità effettiva del progetto. Il programma, tramite i comandi del menu Analisi Prezzi, permette la completa gestione di questa fase di computo analitico dei prezzi. Prelevando le voci dall'elenco prezzi di progetto (gli articoli dei materiali sul luogo di acquisto, quelli delle giornate degli operai e quelli dei vari mezzi di trasporto) o da un prezzario generale, è possibile riunire più voci per ottenere una particolare specie di lavoro composto, tenendo ovviamente conto delle quantità parziali che si richiedono per ciascun elemento. Ai prezzi unitari così formati della mano d'opera, dei mezzi di trasporto, dei materiali e di quanto altro occorre alla formazione del costo delle singole categorie di opere, è possibile aggiungere una percentuale variabile per spese generali che l'art. 14 della legge 10 dicembre 1981 n. 741 stabilisce nella misura variabile dal 13% al 15%, a seconda della natura e importanza del lavoro. Inoltre, nel caso di lavoro che deve essere appaltato, è possibile aggiungere un 10% a beneficio dell'impresa per spese generali. L articolo 21 della Legge Quadro 11 Febbraio 1994, n 109, al comma 1bis riporta inoltre: Nei casi di aggiudicazione di lavori di importo pari o superiore a 5 milioni di ECU.. (omissis) Le offerte debbono essere corredate, fin dalla loro presentazione, da giustificazioni relativamente alle voci di prezzo più significative, indicate nel bando di gara o nella lettera d'invito, che concorrono a formare un importo non inferiore al 75 per cento di quello posto a base d'asta. Risulta quindi importante determinare quali sono le voci di prezzo più significative, ovvero quelle più rilevanti in termini di importo (almeno fino al raggiungimento del 75% dell importo totale dei lavori) e predisporre quindi un elaborato di analisi delle stesse. Si veda a tal proposito: Stampa del sommario del computo e Stampa dell'analisi delle voci computate. Inserimento di una analisi dei prezzi Per inserire un'analisi prezzi dovremo seguire la procedura di seguito descritta. Il programma consente di effettuare l'immissione di una analisi in due differenti maniere: nel primo caso viene proposta la finestra d'analisi in bianco, mentre nel secondo caso il programma propone automaticamente nella finestra dell'analisi i dati dell'articolo selezionato. Vediamo di esaminare entrambe le ipotesi. tekno Manuale operativo Pag.121

122 1 CASO Selezionare la funzione Inserimento da Analisi Prezzi. Nella finestra che compare a video selezionate il pulsante Nuova analisi dei prezzi. Il programma proporrà la finestra d'inserimento dell'analisi priva di qualsiasi dato, fatta eccezione per il codice progressivo di analisi proposto in automatico. Premendo il tasto TAB il cursore si posizione all'interno del campo Descrizione lavorazione: digitando parte della descrizione della lavorazione e premendo nuovamente il tasto TAB attiverete la ricerca di tutte le voci di elenco prezzi che soddisfano la condizione di ricerca impostata. Un semplice doppio click del mouse sulla voce prescelta permette di trasferire nella scheda d'immissione dell'analisi i dati dell'articolo nei campi Descrizione lavorazione, Cod. lavorazione, U.M., Prezzo. Se si preferisce eseguire la ricerca dell'articolo da analizzare in base al codice articolo è possibile saltare il campo Descrizione lavorazione premendo il tasto TAB e posizionare il cursore all'interno del campo Codice lavorazione. In questo campo inseriremo il codice di elenco prezzi dell'articolo da analizzare (se non lo ricordiamo a memoria possiamo premere il tasto TAB a campo vuoto in modo da far comparire la lista dell'elenco prezzi da cui selezionare l'articolo con un doppio click del mouse). A questo punto proseguiamo inserendo nel campo Q.tà an. la quantità su cui effettuare l'analisi (di default viene proposta la quantità 1; è molto importante inserire la quantità da analizzare perché permette di inserire quantità corrette di componenti: è molto più semplice inserire per esempio la quantità di intonaco realizzata da un operaio in 8 ore di lavoro per avere immediatamente a disposizione la quantità di manodopera e materiali necessari). Di seguito inseriremo la data dell'analisi nel campo Data analisi (il programma propone di default la data di sistema) ed eventualmente qualche annotazione nell'apposito campo Nota sulla lavorazione analizzata (molto utile nel caso in cui una stessa lavorazione disponga di più analisi. Nei diversi elaborati sarà più facile distinguere le diverse analisi proprio dai primi caratteri di descrizione inseriti). Per quanto riguarda la data dell analisi, in caso di modifica della stessa, alla conferma dell analisi comparirà un messaggio (che potrà essere disabilitato per il futuro) che chiederà se si desidera aggiornare o no la data dell analisi. In corrispondenza del campo Analisi a prezzo... troviamo un campo "a discesa" che ci permette di scegliere tra diverse opzioni (riferite al prezzo, naturalmente): Variabile, Prezzo 1, Prezzo 2, Prezzo 3, Prezzo 4. Come settaggio di default il programma propone Variabile. Vedremo al termine dell'operazione d'inserimento dell'analisi la possibilità d'impiego di questa opzione nel paragrafo 'CALCOLO AUTOMATICO DEL PREZZO DI ANALISI IN PRESENZA DI UN PREZZO IMPOSTO'. Posizioniamo il cursore nel campo Descrizione articolo elementare e, come abbiamo già fatto per la voce da analizzare, digitiamo parte della descrizione dell'articolo elementare. Premendo nuovamente il tekno Manuale operativo Pag.122

123 tasto TAB viene attivata la ricerca di tutte le voci di elenco prezzi che soddisfano la condizione di ricerca impostata. Il programma propone la finestra contenente al lista delle voci ricercate: un semplice doppio click del mouse sulla voce prescelta permette di trasferire automaticamente nella scheda d'immissione dell'analisi i dati nei campi Cod. Art. elementare, U.M. e Prezzo. I componenti dell'analisi possono essere importati sia dall'archivio corrente che da altri lavori. Nel campo Importa i componenti da potete selezionare il lavoro da cui importare i componenti (di default il programma propone l'archivio corrente). Per selezionare un componente è molto semplice digitare una parola chiave nel campo Descrizione articolo elementare (per esempio "Operaio"): alla pressione del TAB, il programma eseguirà una ricerca, nell Elenco prezzi indicato per i componenti, di tutte le descrizioni contenenti la parola chiave indicata. Dalla finestra dell esito della ricerca, con un doppio click si selezionerà il componente che si desidera faccia parte dell analisi. Se si preferisce eseguire la ricerca dell'articolo da analizzare in base al codice articolo è possibile saltare il campo Descrizione articolo elementare premendo il tasto TAB e posizionare il cursore all'interno del campo Cod. Art. elementare. In questo campo inseriremo il codice di elenco prezzi dell'articolo elementare (se non lo ricordiamo a memoria possiamo premere il tasto TAB a campo vuoto in modo da far comparire la lista dell'elenco prezzi da cui selezionare l'articolo con un doppio click del mouse). Inseriamo ora la quantità nel campo omonimo e premiamo il tasto TAB per dare modo al programma di calcolare l'importo da inserire nel campo Totale e predisporsi per un nuovo inserimento di componente. Nel campo Impiego del componente possiamo inserire un commento relativo al componente inserito, utile per giustificare ad altri tecnici che osservano l'analisi l'utilizzo di quel componente. Per inserire gli altri componenti dell'analisi si ripeteranno le operazioni appena eseguite. Una volta completato l'inserimento dei componenti si inserirà la percentuale relativa agli sfridi (parte di materiale non più utilizzabile), costo della sicurezza, spese generali e utile d'impresa. A fianco di ciascun campo viene sempre riportato il totale progressivo dell'analisi. Nel campo Arrotondamento potremo definire l'eventuale correzione per arrotondare l'importo totale dell'analisi. Il programma propone automaticamente il Totale complessivo analisi. Nell ultimo campo "Di cui per costo della sicurezza" viene indicato l importo relativo al costo della sicurezza. Il pulsante presente a fianco della percentuale del costo della sicurezza, permette di accedere a una tabella che fornisce un indicazione della percentuale da utilizzare per le diverse tipologie di lavori. Tramite il pulsante salva e chiudi si registra l'analisi ed il programma si predispone per un nuovo inserimento. tekno Manuale operativo Pag.123

124 2 CASO Selezionare la funzione Inserimento da Analisi Prezzi. Nella finestra che compare a video andiamo a individuare l articolo del quale si desidera inserire un analisi. Una volta identificato l articolo, con un click con il tasto destro (Ctrl+click del mouse per utenti Macintosh) selezioniamo la voce Nuova Analisi per la voce selezionata. Rispondendo affermativamente al messaggio successivo che chiede se si desidera inserire una nuova analisi per l articolo selezionato, il programma proporrà la finestra d'inserimento dell'analisi riportando già automaticamente tutti i dati dell articolo (Descrizione, Codice, U.M, Q.tà analizzata, proposta di default a 1, Data analisi, proposta alla data di sistema), preparandosi già per l inserimento dei componenti che seguirà lo stesso iter del caso precedente. Soprattutto nel caso in cui si stia inserendo un analisi aggiuntiva per un articolo già analizzato, è estremamente importante riportare qualche annotazione nell'apposito campo Nota sulla lavorazione analizzata: nei diversi elaborati sarà più facile distinguere le diverse analisi proprio dai primi caratteri di descrizione inseriti. Si veda anche: Calcolo automatico delle quantita' dei componenti di una analisi con prezzo imposto Calcolo automatico delle quantita' dei componenti di una analisi con prezzo imposto Nel caso in cui il prezzo dell'articolo da analizzare non sia definito come variabile ma sia imposto dall'utente (scegliendo il prezzo imposto tra i prezzi 1, 2,3 o 4) nel pop up "Analisi a prezzo ", il risultato dell'analisi dovrà coincidere con il prezzo imposto. Per far in modo di ottenere questo risultato vediamo di seguito la sequenza delle operazioni da eseguire. Selezionare la funzione Immissione dal menu Analisi Prezzi. Nella finestra che il programma ci propone selezioniamo la voce da analizzare con un click del mouse e premiamo il pulsante "Nuova An.". Come abbiamo visto precedentemente il programma inserirà automaticamente il numero progressivo di analisi e tutti i dati della voce da analizzare. Nel campo Q.tà an. inseriamo la quantità su cui effettuare l'analisi (1, 10, 100, ecc.) e la data dell'analisi nel campo Data analisi. Nel campo a discesa posto sotto al campo Analisi a prezzo... scegliamo l'opzione del prezzo imposto (ad esempio Prezzo 1). tekno Manuale operativo Pag.124

125 Procediamo posizionando il cursore nel campo Descrizione articolo elementare e, come abbiamo già fatto per la voce da analizzare, digitiamo parte della descrizione dell'articolo elementare. Premendo nuovamente il tasto TAB viene attivata la ricerca di tutte le voci di elenco prezzi che soddisfano la condizione di ricerca impostata. Il programma propone la finestra contenente al lista degli articoli ricercati: un semplice doppio click del mouse sull'articolo prescelto permette di trasferire automaticamente nella scheda d'immissione dell'analisi i dati nei campi Cod. Art. elementare, U.M. e Prezzo. Inseriamo ora la quantità nel campo omonimo e premiamo il tasto TAB per dare modo al programma di calcolare l'importo da inserire nel campo Totale e predisporsi per un nuovo inserimento di componente. Nel campo Impiego componente possiamo inserire un commento relativo al componente inserito. Per inserire gli altri componenti dell'analisi si ripeteranno le operazioni appena eseguite. Una volta completato l'inserimento dei componenti si inserirà la percentuale relativa ai seguenti campi: sfridi (parte di materiale che non viene utilizzata e va persa), spese generali e utile d'impresa. A fianco di ciascun campo viene sempre riportato il totale progressivo dell'analisi. A questo punto supponiamo di aver ottenuto un totale dell'analisi che si discosta rispetto al prezzo imposto all'inizio. Per effettuare la modifica automatica delle quantità ricorreremo al pulsante Rettifica le quantità delle componenti dell analisi, questo pulsante attiverà un processo di modifica delle quantità dei componenti impiegati proporzionale all'incidenza delle diverse quantità sul prezzo di analisi. Sarà possibile dover attivare più volte questa procedura finché la cifra che compare nel campo Arrotondamento sarà inferiore all'1% del totale dell'analisi. Prima di attivare la rettifica dovremo selezionare i componenti di cui vogliamo modificare la quantità: con un click sulla riga del componente che vogliamo selezionare con il tasto destro del mouse per la versione Windows e con CTRL+CLICK nella versione Macintosh viene proposto un menu contestuale che rende disponibile la funzione Seleziona/Desel. Componente. Grazie a questo comando la riga del componente viene selezionata (o, se era già selezionata, viene deselezionata). Ovviamente la rettifica va effettuata sui componenti produttivi e non sui componenti materiali (è già capitato il caso di in un analisi in cui venivano piantate 0,8 piante di Ortensia!) Le altre funzioni disponibili nel menu contestuale, Inser. riga e Cancella riga, servono, rispettivamente, per inserire una nuova riga di componente (magari im mezzo ad altre righe) e per cancellare una riga di componente. L'uso del comando Assegna le percentuali di incidenza verrà preso in considerazione in seguito. tekno Manuale operativo Pag.125

126 Dopo aver selezionato le righe dei componenti di cui vogliamo modificare le quantità premiamo il pulsante "Rettifica " come descritto nel punto precedente. Naturalmente, prima di premere nuovamente il pulsante Rettifica, potremo cambiare i componenti su cui deve essere ricalcolata l'analisi. Tramite il pulsante si registra l'analisi ed il programma si predispone per un nuovo inserimento. Nella finestra d'inserimento sono presenti due check-box ed una serie di bottoni non ancora utilizzati che ora esaminiamo. Duplica Analisi: La selezione di questo check-box permette la duplicazione dell'analisi prezzi con un nuovo codice. L'utilità di questa funzione è evidente in caso di analisi di articoli simili tra di loro: la duplicazione velocizza l'operazione consentendo di effettuare semplicemente delle modifiche all'analisi duplicata. Aggiorna Prezzo: La selezione di questo check-box permette di effettuare l'aggiornamento di uno dei quattro prezzi della voce analizzata in base al risultato dell'analisi (una volta confermata l'analisi). Desc.Est.: Questo pulsante permette di vedere la descrizione estesa del componente dell'analisi prezzi evidenziato con un click del mouse. Ver. Ricors.: La gestione delle analisi prezzi è impostata in maniera tale per cui ogni voce può disporre di più analisi ed ogni voce analizzata può essere considerata un componente di un'altra analisi. Per verificare se l'analisi presenta una procedura ricorsiva, ossia se il codice dell'articolo da analizzare è presente anche come codice articolo componente in una delle analisi allegate ad un componente. Ricerca di una voce con analisi Tramite la selezione del comando Ricerca l analisi di una lavorazione da Analisi Prezzi. RICERCA IN BASE AL CODICE LAVORAZIONE ANALIZZATA Selezionate il radio-button Codice della lavorazione ed inserite il codice della lavorazione nel campo apposito. Premete il pulsante CERCA in modo da attivare la procedura di ricerca. Al termine il programma propone la finestra con i dati dell'analisi della voce che risponde al criterio di ricerca impostato. tekno Manuale operativo Pag.126

127 RICERCA IN BASE AD ALTRE CONDIZIONI Selezionate il radio-button Altre condizioni di ricerca: selezionando gli appositi check-box potete scegliere se effettuare la ricerca in base alla Descrizione della lavorazione, in base alla Nota dell'analisi o a entrambe. Premete il pulsante "Conferma" in modo da attivare la procedura di ricerca. Al termine il programma propone la finestra con i dati dell'analisi della lavorazione che risponde al criterio di ricerca impostato. Se più di una lavorazione risponde ai criteri di ricerca il programma ne propone la lista. Nel caso la voce ricercata non possieda analisi il programma vi avvisa presentando un messaggio a video. tekno Manuale operativo Pag.127

128 Capitolo 7 - Computo Metrico tekno Manuale operativo Pag.128

129 Gestione di un Computo Metrico Il Computo Metrico assume fondamentale importanza poichè esso fornisce una chiara dimostrazione delle singole previsioni quantitative, riferite alle misure metriche tradizionali, di ciascuna categoria di opere e lavori che compongono l'intervento da realizzare. Nella compilazione del computo è buona regola procedere tenendo conto di eventuali fatti che possono verificarsi nel corso dei lavori (imprevisti di progettazione) per cui il processo di calcolo deve essere sviluppato con ordine, in modo che tutte le opere, anche quelle di minima importanza, siano stimate e nessuna venga omessa. Il computo metrico, pur essendo un documento unitario, è di norma ripartito in diverse sezioni, secondo le varie categorie dei lavori e seguendo l'ordine della loro esecuzione (scavi, fondazioni, opere in c.a., murature, coperture, ecc.). Ricordiamo inoltre che le quantità di ogni singolo articolo devono essere arrotondate per eccesso e mai per difetto. La compilazione del computo con questo programma non richiede la preventiva compilazione dell'elenco degli articoli di lavoro (elenco prezzi) o l'apertura di un prezzario generale da cui in genere si prelevano gli articoli. Il programma permette, come vedremo più avanti, di inserire gli articoli direttamente nella fase di computo. Dopo quanto detto risulta abbastanza chiaro che il programma non considera computo metrico e stima dei lavori due documenti distinti: sarà poi in fase di stampa che l'utente potrà scegliere se stampare l'uno o l'altro dei documenti (senza e con i prezzi). Prima di passare all'uso del modulo vogliamo fare ancora qualche considerazione sulla stima dei lavori, documento destinato a far conoscere l'importo dell'opera dopo l'applicazione dei prezzi unitari determinati dalle relative analisi alle quantità risultanti dai computi. Il decreto del Presidente della Repubblica 5 Ottobre 2010 n. 207 Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante «Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE». (G.U. n. 288 del 10 dicembre 2010) e successive modificazioni, all articolo 32 (Stima sommaria dell intervento e delle espropriazioni del progetto definitivo) riporta: 1. Il computo metrico estimativo viene redatto applicando alle quantità delle lavorazioni i prezzi unitari riportati nell elaborato elenco dei prezzi unitari. Tali prezzi sono dedotti dai vigenti prezzari della stazione appaltante nel rispetto di quanto disposto dall articolo 133, comma 8, del codice, o, in mancanza della corrispondente voce nei prezzari, dai listini ufficiali vigenti nell area interessata. 2. (omissis) tekno Manuale operativo Pag.129

130 3. In relazione alle specifiche caratteristiche dell intervento il computo metrico estimativo può prevedere le somme da accantonare per eventuali lavorazioni in economia, da prevedere nel contratto d appalto o da inserire nel quadro economico tra quelle a disposizione della stazione appaltante. 4. (omissis) 5. L elaborazione della stima sommaria dell intervento può essere effettuata anche attraverso programmi di gestione informatizzata; (omissis) 6. Il risultato del computo metrico estimativo e delle espropriazioni confluisce in un quadro economico redatto secondo lo schema di cui all'articolo 16. All articolo 16 (Quadri economici) riporta: 1. I quadri economici degli interventi sono predisposti con progressivo approfondimento in rapporto al livello di progettazione al quale sono riferiti e con le necessarie variazioni in relazione alla specifica tipologia e categoria dell intervento stesso e prevedono la seguente articolazione del costo complessivo: a.1) lavori a misura, a corpo, in economia; a.2) oneri della sicurezza, non soggetti a ribasso d asta; somme a disposizione della stazione appaltante per: 1- lavori in economia, previsti in progetto ed esclusi dall appalto, ivi inclusi i rimborsi previa fattura; 2- rilievi, accertamenti e indagini; 3- allacciamenti ai pubblici servizi; 4- imprevisti; 5- acquisizione aree o immobili e pertinenti indennizzi; 6- accantonamento di cui all articolo 133, commi 3 e 4, del codice; 7- spese di cui agli articoli 90, comma 5, e 92, comma 7-bis, del codice, spese tecniche relative alla progettazione, alle necessarie attività preliminari, al coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, alle conferenze di servizi, alla direzione lavori e al coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, all assistenza giornaliera e contabilità, l importo relativo all incentivo di cui all articolo 92, comma 5, del codice, nella misura corrispondente alle prestazioni che dovranno essere svolte dal personale dipendente; 8- spese per attività tecnico amministrative connesse alla progettazione, di supporto al responsabile del procedimento, e di verifica e validazione; tekno Manuale operativo Pag.130

131 9- eventuali spese per commissioni giudicatrici; 10- spese per pubblicità e, ove previsto, per opere artistiche; 11- spese per accertamenti di laboratorio e verifiche tecniche previste dal capitolato speciale d appalto, collaudo tecnico amministrativo, collaudo statico ed altri eventuali collaudi specialistici; 12- I.V.A., eventuali altre imposte e contributi dovuti per legge. 2. L importo dei lavori a misura, a corpo ed in economia deve essere suddiviso in importo per l esecuzione delle lavorazioni ed importo per l attuazione dei piani di sicurezza. All articolo 42 (Computo metrico-estimativo definitivo e quadro economico) riporta: 1. Il computo metrico estimativo del progetto esecutivo costituisce l'integrazione e l aggiornamento del computo metrico estimativo redatto in sede di progetto definitivo, nel rispetto degli stessi criteri e delle stesse indicazioni precisati all'articolo 41. Passiamo ora all'inserimento di voci del computo metrico e vedremo come rispettare queste indicazioni. Impostazione dei Parametri per la gestione del Computo Metrico Come abbiamo già visto per l'elenco prezzi, anche il codice del computo metrico viene settato attraverso la selezione di Parametri del menu Lavoro. Ogni immissione di computo metrico è contraddistinta da un codice unico (indipendente dal codice degli articoli di elenco prezzi): il programma consente l'utilizzo di un codice avente una lunghezza massima di 10 caratteri alfanumerici e simboli di suddivisione. A A. A A A. A A A Questo codice proposto di default garantisce al tecnico la possibilità di utilizzare un codice progressivo di Computo Metrico con: - 99 gruppi, 999 capitoli e 999 immissioni; - 99 capitoli e 999 immissioni, senza gruppi; - 99 immissioni senza gruppi e capitoli. Naturalmente l'utente può modificare il parametro per ottenere una suddivisione diversa. tekno Manuale operativo Pag.131

132 Immissioni nel Computo Metrico Vediamo ora come procedere all immissione dei dati che ci permetteranno di avere a disposizione un computo metrico strutturato in gruppi, capitoli ed immissioni. = Gruppo di Computo Metrico = Gruppo di Computo Metrico "aperto" (sono visualizzati i capitoli che ne fanno parte) = Capitolo di Computo Metrico contenente lavori a misura = Capitolo di Computo Metrico contenente lavori a corpo = Capitolo di Computo Metrico contenente lavori in economia = Capitolo di Computo Metrico (nei diversi colori a indicare la tipologia dei lavori) "aperto" (sono visualizzate le immissioni che ne fanno parte) = Immissione di Computo Metrico = Immissione di computo con associata una nota oppure un disegno, un messaggio audio o un filmato La finestra che si apre dopo la selezione del comando Inserimento presenta tutti i gruppi o capitoli (visualizzati graficamente da una "cartella") con il codice e la descrizione attribuiti in fase d'immissione. Un click del mouse sulla riga corrispondente al gruppo o capitolo permette di visualizzare, rispettivamente, la lista dei capitoli e delle immissioni in esso contenute, con il numero progressivo di computo, il codice di elenco prezzi, la descrizione, l'unità di misura, la quantità, il prezzo scelto, il totale dell'immissione e lo stato dell immissione (selezionata e/o analizzata). Un doppio click del mouse sulla riga corrispondente ad un'immissione permette di entrare nella finestra d'inserimento/modifica. Nella lista in basso sono presenti le immissioni dell'elenco prezzi del lavoro corrente. La visualizzazione dell'elenco prezzi è sempre gerarchica. Come vedremo in seguito, utilizzando il campo posto sotto alla lista delle immissioni di elenco prezzi potremo aprire elenchi prezzi appartenenti ad altri lavori o listini. Principali caratteristiche del computo metrico E' importante sottolineare alcune caratteristiche relative alla gestione delle liste della finestra d'immissione del computo metrico. Innanzitutto, grazie alla struttura del codice di immissione del programma, avremo una rinumerazione automatica degli elementi della lista in caso di spostamento, modifica o immissione di nuove voci tra due tekno Manuale operativo Pag.132

133 esistenti. Potremo, ad esempio, spostare un'immissione (o più immissioni selezionate contemporaneamente) da un capitolo ad un altro della lista o in una posizione diversa del capitolo (spostandolo con la tecnica del drag and drop dopo aver selezionato la funzione Sposta immissioni o Sposta Raggruppamenti dal menu contestuale richiamato premendo il tasto destro del mouse per la versione Windows o CTRL+CLICK per Macintosh) per attivare la procedura di rinumerazione automatica del computo metrico. Naturalmente nello spostamento si dovrà fare attenzione alla posizione in cui si inserisce l'immissione: l'inserimento e la conseguente rinumerazione terranno conto di questa posizione. Questa caratteristica del programma è particolarmente interessante perchè evita tutte le difficoltà che possono derivare da inserimenti e spostamenti che modificano l'ordine dei codici inseriti e che richiedono poi un intervento "manuale" di rinumerazione. L'altra caratteristica della lista del computo (caratteristica comune all'elenco prezzi) è la possibilità di spostare le linee di separazione tra i campi in modo da poter allargare o restringere i campi a seconda delle proprie esigenze. Potremo, ad esempio, selezionare con un click del mouse la linea verticale che definisce lo spazio occupato dal codice e, sempre tenendo premuto il pulsante del mouse, trascinarla verso destra o verso sinistra a seconda che si voglia allargare o stringere lo spazio a disposizione del codice. Infine, lo spazio a disposizione delle due liste può essere mutato a favore dell'una o dell'altra ridimensionando la lunghezza della lista superiore tramite la selezione ed il trascinamento con il mouse della linea di separazione tra le due liste. Il cursore, al momento del posizionamento in corrispondenza della linea di separazione, assume la forma di croce. L'effetto finale è un ridimensionamento dello spazio dedicato ad una delle due liste a favore dell'altra. Come inserire un gruppo o un capitolo di computo metrico Selezionate il comando Inserimento dal menu Computo Metrico. Si apre una finestra che ci presenta due liste: la prima lista corrisponde alle immissioni del computo, mentre la seconda lista ci presenta titoli ed articoli presenti nell elenco prezzi. Nella stessa finestra troviamo anche alcuni bottoni che già conosciamo ed abbiamo utilizzato nella lista dell'elenco prezzi ("Desc. Estesa" e "Canc. Imm.") ed alcuni bottoni nuovi che inizieremo subito ad utilizzare. I pulsanti "Nuovo Gruppo" e "Nuovo Capitolo" servono, rispettivamente, a creare un gruppo di computo metrico o un capitolo di computo metrico. Il funzionamento è perfettamente identico in entrambi i casi: si seleziona con un click del mouse il pulsante e nella finestra d'immissione il programma proporrà il codice del primo raggruppamento libero. tekno Manuale operativo Pag.133

134 IMPORTANTE: generalmente una struttura con capitoli ed immissioni è più che sufficiente. Per semplificare il lavoro vi consigliamo di utilizzare questa suddivisione. E' comunque possibile passare da una struttura del computo a due livelli (Capitoli - 99; Immissioni - 999) ad una struttura a tre livelli (Gruppi - 99; Capitoli - 999; Immissioni - 999) seguendo le indicazioni che trovate nel paragrafo "Inserimento di un gruppo in un computo metrico composto da soli capitoli" di questo Capitolo. E sconsigliato utilizzare la suddivisione Gruppi - Immissioni saltando quindi il livello intermedio rappresentato dai capitoli. Nella finestra d'immissione viene settato automaticamente dal programma di che tipo d'immissione si tratta (immissione misure, immissione capitolo di C.M., immissione gruppo di C.M.). Nel campo Nome del raggruppamento dovremo inserire il nome del gruppo o capitolo che stiamo inserendo. Se si tratta di un capitolo (e non di un gruppo) è possibile indicare la tipologia dei lavori che andrà a contenere. Le scelte possibili sono: Lavori a misura, Lavori a corpo o Lavori in economia. Utilizzando il pulsante Note avremo la possibilità di inserire un commento o un disegno che verrà riportato nella stampa del computo metrico. Per registrare l'inserimento effettuato premiamo il pulsante Salva. Nella finestra d'immissione dei gruppi e dei capitoli esiste la possibilità di inserire un riferimento a gruppo e capitolo del centro di costo. In alternativa è possibile creare i raggruppamenti del computo metrico con la stessa descrizione di quelli dell elenco prezzi, selezionando il raggruppamento dalla lista di elenco prezzi e trascinandolo con la tecnica del Drag&Drop sulla lista dei raggruppamenti del computo metrico nella posizione in cui inserire. A questo punto si aprirà la finestra sopra descritta nella quale sarà riportata automaticamente la descrizione del raggruppamento. Duplicazione di un raggruppamento del Computo Metrico Il programma permette la duplicazione di un gruppo o capitolo del computo metrico ed eventualmente anche del relativo contenuto vediamo come: Selezionare la funzione "Inserimento" dal menu "Computo Metrico". Posizionarsi sul raggruppamento da duplicare facendo un click del mouse su di esso Fare un click con il tasto destro del mouse (CTRL+CLICK per gli utenti Macintosh) in modo da visualizzare il menu a tendina Selezionare la funzione "Duplica Raggruppamento". A seguito di questa operazione il programma prima di procedere alla duplicazione del raggruppamento prescelto, visualizza un messaggio nel quale è possibile scegliere di duplicare o meno il contenuto del raggruppamento. Una risposta affermativa a tekno Manuale operativo Pag.134

135 tale richiesta permette di duplicare tutti i capitoli e le immissioni nel caso il raggruppamento da duplicare sia un gruppo, oppure tutte le immissioni se invece il raggruppamento da duplicare è un capitolo. Una risposta negativa permette invece di duplicare solamente il gruppo o capitolo e non il suo contenuto. Come copiare i raggruppamenti dell'elenco Prezzi nel Computo Metrico Selezionate il comando Immissione dal menu Computo Metrico. Fate un click con il tasto destro del mouse (CTRL+CLICK per gli utenti Macintosh) sulla lista dei raggruppamenti del computo metrico in modo da far apparire il menu a tendina. Selezionate la funzione "Copia tutti i Raggruppamenti dell Elenco Prezzi". A questo punto il programma chiederà, tramite un messaggio di confermare l operazione, rispondendo affermativamente si procederà alla creazione dei raggruppamenti del computo metrico con le stesse descrizioni di quelli dell Elenco Prezzi accodandoli a quelli eventualmente già presenti. Rispondendo invece negativamente, l operazione verrà annullata. Se invece desiderate riportare solo alcuni dei raggruppamenti di Elenco prezzi, sarà possibile trascinarli con la tecnica del Drag & Drop dalla zona inferiore alla sezione superiore riservata ai raggruppamenti di Computo. In questo modo verranno creati dei raggruppamenti con il medesimo titolo. Come inserire un'immissione libera nel computo metrico Per inserire le immissioni nel computo Metrico, si possono utilizzare due possibilità: l immissione libera, che tratteremo in questo paragrafo, e l immissione con la tecnica del Drag & Drop. Per inserire un immissione libera seguiamo i seguenti passi. Selezionate il comando Inserimento dal menu Computo Metrico. Dopo aver aperto il capitolo nel quale volete inserire la nuova immissione, selezionate il pulsante "Nuova immissione", in modo da far apparire a video la finestra d immissione priva di qualsiasi valore, fatta eccezione per il numero progressivo d'immissione del computo e il raggruppamento di computo metrico a cui appartiene l'immissione. In alternativa è possibile fare un click con il tasto destro (Ctrl + Click per utenti Macintosh) nella zona delle immissioni e selezionare nuova voce Nella scheda d'immissione inserite parte della descrizione della voce di elenco prezzi nel campo Descrizione lavorazione di riferimento e premete il tasto TAB per attivare la ricerca di tutte le voci di elenco prezzi che soddisfano il criterio di ricerca impostato. Qualora il programma ne trovi più di una presenta la lista delle voci trovate, da cui è possibile selezionare quella desiderata con un doppio click tekno Manuale operativo Pag.135

136 del mouse. Nel caso in cui il programma non trovi nessuna voce corrispondente alla stringa di testo ricercata, avviserà con il messaggi premendo il tasto OK, si accederà alla lista di Elenco Prezzi per selezionare una voce o effettuare l inserimento nuovo. E possibile estendere la ricerca su più listini contemporaneamente utilizzando il pulsante Ricerca (per maggiori informazioni vedere il paragrafo Ricerca di una voce di Elenco Prezzi nel capitolo dedicato all Elenco Prezzi) In alternativa potrete digitare il codice della voce di elenco prezzi nel campo Cod. Elenco Prezzi (o prelevarla con un doppio click del mouse dalla lista richiamata a video premendo il tasto TAB a campo vuoto). In entrambi i casi, dopo aver scelto la voce di elenco prezzi utilizzata nell'immissione del computo, il programma propone automaticamente il codice della voce di elenco prezzi, la descrizione, l'unità di misura ed il prezzo. Cliccando con il mouse sul campo Prezzo unit. di listino avremo la possibilità di scegliere quale prezzo sarà utilizzato: Prezzo 1, 2, 3, 4 o Prezzo Analisi (scelta possibile solo se la voce di elenco prezzi utilizzata possiede almeno un'analisi). Il programma propone di default il prezzo settato nell'apposito campo presente nella finestra richiamata con la funzione Lingua e valuta dal menu Lavoro (di default si tratta del prezzo 1). Nel campo Scegli Analisi, se l'articolo possiede analisi, potremo selezionare uno dei prezzi disponibili: questo prezzo verrà utilizzato per il computo qualora nel campo Prezzo un. di listino sia stata scelta l'opzione Prezzo Analisi, mentre potrà essere utilizzato ai fini del calcolo dei fabbisogni (calcolo delle sole quantità) se nel campo Prezzo un. di listino è stato selezionato un prezzo differente da quello di analisi. Nel campo "Rib./Aum. %" è possibile indicare il ribasso o aumento da applicare al prezzo dell articolo selezionandolo tra i sei ribassi/aumenti disponibili nell apposita lista a tendina. Tra i sei diversi ribassi/aumenti, cinque sono quelli contrattuali (identificati dalla lettera "c" c1..c5) mentre il sesto è specifico della voce di elenco prezzi (identificato dalla lettera "v"). Se si desidera modificare o inserire il ribasso/aumento specifico per la voce, è sufficiente selezionare la linea contraddistinta dalla lettera "(v)" e inserire il ribasso (valore negativo) o aumento (valore positivo) desiderato. NOTA BENE: nelle situazioni più comuni, si avrà un solo ribasso per tutto il lavoro (tale ribasso è indicato alla riga h degli "Importi e somme "). Automaticamente, anche se il ribasso verrà inserito una volta terminato il Computo Metrico, se non sono state apportate modifiche nella scelta del ribasso, verrà proposto il ribasso contrattuale). Vediamo ora l inserimento delle righe di sviluppo delle misure: tekno Manuale operativo Pag.136

137 Digitate nel campo Commento una descrizione relativa alla riga di sviluppo che inseriremo. Premete TAB per passare al campo Espressione in cui potrete inserire un'espressione algebrica. In alternativa, nei campi sottostanti, potrete inserire i valori corrispondenti a NPS (numero parti simili), Larg. (larghezza), Lung. (lunghezza) e H-P-S (altezza-peso-superficie). E' importante sottolineare che i campi NPS, Largh., Lungh. e H-P-S possono accettare anche l'inserimento di una espressione algebrica che il programma provvederà a calcolare automaticamente. Ritornando con il cursore nei campi NPS, Larg., Lungh. e HPS dopo aver inserito un'espressione anzichè un valore numerico totale, viene visualizzata l'espressione. In fase di stampa del computo (ad esclusione del caso in cui venga scelta l'opzione di stampa "per fattori") le espressioni inserite nei campi fattori verranno stampate tra parentesi e moltiplicate per il fattore successivo. A seconda dell unità di misura della voce specificatamente utilizzata nel computo, potrebbero essere disabilitati uno o più di questi campi fattore. Per effettuare delle modifiche a tal scopo, si veda il paragrafo Definizione delle unita' di misura. Premendo il tasto TAB dopo aver digitato il valore nell ultimo campo (H-P-S) si attiva il calcolo del totale parziale di quella riga; il programma ne inserisce i valori nella lista sottostante, mentre il cursore si posiziona nuovamente nel campo Commento. L'inserimento delle altre righe di questa immissione del computo verranno effettuate seguendo le stesse modalità. Selezionate il pulsante "Salva" per registrare l immissione. L inserimento degli sviluppi delle misure nel campo espressione può avvenire anche tramite l uso di formule predefinite: si veda a tal proposito il paragrafo Utilizzo del formulario in una immissione nel capitolo relativo alle funzioni comuni dei vari elaborati. Come inserire un'immissione del computo metrico con il Drag and Drop Per inserire un immissione nel Computo con la tecnica del Drag & Drop, è necessario seguire questi passaggi: Selezionate il comando Inserimento dal menu Computo Metrico. Nella finestra superiore, aprite con un click, il capitolo nel quale desiderate inserire l immissione. Selezionate nella finestra inferiore, dove viene esposta la lista di Elenco prezzi, la voce che desiderate inserire nel Computo: trascinatela con la tecnica del drag and drop nella finestra superiore. Apparirà la finestra d immissione con il codice di computo metrico proposto dal programma. ATTENZIONE: il codice di computo proposto dal programma, dipende dalla posizione in cui la voce di Elenco Prezzi viene rilasciata. Il codice proposto dal programma sarà immediatamente successivo al codice della voce sulla quale viene rilasciata la voce dell Elenco Prezzi. Facendo degli esempi pratici, se la voce viene rilasciata nel campo bianco o sopra l ultima delle voci già inserite, che supponiamo abbia il tekno Manuale operativo Pag.137

138 codice 5.33, verrà proposto per la nuova voce il codice successivo, cioè Se però la voce verrà rilasciata sopra la 5.30, ma esistono già delle voci successive, per la nuova voce verrà proposto il codice 5.31 avvisando che per fare questo inserimento sarà necessario rinumerare le voci seguenti. Nella scheda d'immissione del computo metrico che appare dopo aver effettuato la scelta della voce di elenco prezzi il programma visualizza automaticamente anche il numero progressivo d'immissione del computo, il raggruppamento di computo metrico a cui appartiene l'immissione, il codice della voce di elenco prezzi, la descrizione, l'unità di misura ed il prezzo della voce selezionata. Cliccando con il mouse sul campo Prezzo un. di listino avremo la possibilità di scegliere quale prezzo sarà utilizzato per il computo: Prezzo 1, 2, 3, 4 o Prezzo Analisi (scelta possibile solo se l'articolo di elenco prezzi utilizzato possiede almeno un'analisi). Il programma propone di default il prezzo settato nell'apposito campo presente nella finestra richiamata con la funzione Lingua e valuta nel menu Lavoro(di default si tratta del prezzo 1). Nel campo Scegli Analisi, se l'articolo possiede analisi, potremo selezionare uno dei prezzi disponibili: questo prezzo verrà utilizzato per il computo qualora nel campo Prezzo unit. di listino sia stata scelta l'opzione Prezzo Analisi, mentre potrà essere utilizzato ai fini del calcolo dei fabbisogni (calcolo delle sole quantità) se nel campo Prezzo un. di listino è stato selezionato un prezzo differente da quello di analisi. Nel campo "Rib./Aum. %" è possibile indicare il ribasso o aumento da applicare al prezzo dell articolo selezionandolo tra i sei ribassi/aumenti disponibili nell apposita lista a tendina. Tra i sei diversi ribassi/aumenti, cinque sono quelli contrattuali (identificati dalla lettera "c" c1..c5) mentre il sesto è specifico della voce di elenco prezzi (identificato dalla lettera "v"). Se si desidera modificare o inserire il ribasso/aumento specifico per la voce, è sufficiente selezionare la linea contraddistinta dalla lettera "(v)" e inserire il ribasso (valore negativo) o aumento (valore positivo) desiderato. NOTA BENE: nelle situazioni più comuni, si avrà un solo ribasso per tutto il lavoro (tale ribasso è indicato alla riga h degli "Importi e somme "). Automaticamente, anche se il ribasso verrà inserito una volta terminato il Computo Metrico, se non sono state apportate modifiche nella scelta del ribasso, verrà proposto il ribasso contrattuale). Vediamo ora l inserimento delle righe di sviluppo delle misure: Digitate nel campo Commento una descrizione relativa alla riga di sviluppo che inseriremo. Premete TAB per passare al campo Espressione in cui potrete inserire un'espressione algebrica. In alternativa, nei campi sottostanti, potrete inserire i valori corrispondenti a NPS (numero parti simili), Larg. (larghezza), Lung. (lunghezza) e H-P-S (altezza-peso-superficie). tekno Manuale operativo Pag.138

139 E' importante sottolineare che i campi NPS, Largh., Lungh. e H-P-S possono accettare anche l'inserimento di una espressione algebrica che il programma provvederà a calcolare automaticamente. Ritornando con il cursore nei campi NPS, Larg., Lungh. e HPS dopo aver inserito un'espressione anzichè un valore numerico totale, viene visualizzata l'espressione. In fase di stampa del computo (ad esclusione del caso in cui venga scelta l'opzione di stampa "per fattori") le espressioni inserite nei campi fattori verranno stampate tra parentesi e moltiplicate per il fattore successivo. A seconda dell unità di misura della voce specificatamente utilizzata nel computo, potrebbero essere disabilitati uno o più di questi campi fattore. Per effettuare delle modifiche a tal scopo, si veda il paragrafo Definizione delle unita' di misura. Premendo il tasto TAB dopo aver digitato il valore nell ultimo campo (H-P-S) si attiva il calcolo del totale parziale di quella riga; il programma ne inserisce i valori nella lista sottostante, mentre il cursore si posiziona nuovamente nel campo Commento. L'inserimento delle altre righe di questa immissione del computo verranno effettuate seguendo le stesse modalità. Selezionate il pulsante Salva per registrare l immissione. L inserimento degli sviluppi delle misure nel campo espressione può avvenire anche tramite l uso di formule predefinite: si veda a tal proposito il paragrafo Utilizzo del formulario in una immissione nel capitolo relativo alle funzioni comuni dei vari elaborati. Ricerca su campi multipli di un articolo dell'elenco prezzi da computare All interno della finestra di inserimento, il programma consente di lanciare la funzione di ricerca di una articolo dell'elenco prezzi in base a diverse condizioni di ricerca (riproponendo parzialmente la finestra che viene richiamata lanciando la funzione Ricerca dal menu Prezzi della casella elenco prezzi). Selezionate il pulsante "Ricerca Art." che trovate nella finestra d'inserimento delle misure del computo metrico. Nella finestra "Ricerca.." avete la possibilità di seguire la ricerca in base alle seguenti condizioni (selezionando i check-box relativi, sia singolarmente che in maniera multipla): Contenente la descrizione... (è consentito un massimo di 75 caratteri); Con l'unità di misura uguale a...; Con il prezzo 1 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; Con il prezzo 2 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; Con il prezzo 3 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; Con il prezzo 4 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; tekno Manuale operativo Pag.139

140 Contenente la nota... (è consentito un massimo di 75 caratteri). Premendo il pulsante Ricerca il programma provvede a ricercare l'articolo all'interno dell'elenco prezzi proponendo la lista degli articoli di elenco prezzi che soddisfano le condizioni di ricerca impostate. Selezionando l'articolo prescelto dalla lista con un doppio click del mouse otterrete il trasferimento automatico dei dati all'interno della finestra d'immissione del computo metrico. E anche possibile estendere la ricerca su più listini contemporaneamente utilizzando il pulsante "Avanzata" presente nella suddetta finestra (per maggiori informazioni vedere il paragrafo Ricerca di una voce di Elenco Prezzi all'interno di più listini "Ricerca " nel capitolo dedicato all Elenco Prezzi) Vediamo di seguito come operare per inserire un disegno nel campo oggetto (l'oggetto inserito nel campo deve avere dimensioni massime di 7,4x5,26, pari al 25% del formato A4). Dopo aver creato il vostro disegno con una applicazione specifica (ad esempio Paint per utenti Windows o Photoshop per utenti Macintosh), sarà sufficiente utilizzare le funzioni standard di copia e incolla per copiare e poi incollare nel campo Oggetto il disegno desiderato, oppure se avete precedentemente salvato il vostro disegno in un file, potete utilizzare il comando Incolla dal file... del menu Modifica e selezionare il file contenente il disegno desiderato. Registriamo l inserimento con il pulsante Salva. Il disegno potrà essere inserito nella stampa del computo come se fosse un "Post-it". Il secondo pannello invece denominato "Audio/Video" contiene un campo per l inserimento di un messaggio audio e uno per l inserimento di un filmato. Vediamo di seguito come operare per inserire un filmato o un oggetto audio. N.B. solo per i sistemi Windows Fate un click nel campo in cui volete inserire Selezionate il comando Inserisci oggetto OLE del menu Modifica. Nella lista che appare attivando questo comando potrete scegliere con quale delle applicazioni disponibili aprire o generare il messaggio audio o il filmato (le modalità di creazione e di apertura dipendono dall applicazione scelta). Automaticamente si aprirà il file scelto e alla chiusura dell applicazione utilizzata verrà inserito nel campo precedentemente selezionato. Registriamo l inserimento con il pulsante Salva. tekno Manuale operativo Pag.140

141 In seguito per visualizzare il filmato o ascoltare il commento audio, sarà sufficiente fare un doppio click sul campo corrispondente. L inserimento e la visualizzazione delle NOTE può essere effettuato anche direttamente dalla finestra di Gestione del Computo utilizzando il tasto destro del mouse(ctrl + click per utenti Macintosh) selezionando l opzione Apri Disegno/Note. Importazioni di sviluppi misure nel Computo Metrico Se nel corso di un computo metrico è necessario recuperare lo sviluppo delle misure di un immissione inserita precedentemente (si pensi alle misure dell intonaco e successivamente delle pitture) potrete utilizzare questa funzione, che vi consente un prezioso risparmio di tempo. Selezionando con un doppio click una riga di sviluppo dalla lista d immissione delle misure, aprirete una apposita finestra Per il funzionamento delle suddette funzioni si vedano i paragrafi Copia misure da altre immissioni e Legami tra le misure del capitolo Funzioni comuni ai vari elaborati. Inserimento, cancellazione e duplicazione delle righe di sviluppo delle misure nel Computo Metrico Sono possibili diverse operazioni con le righe di sviluppo delle misure di un immissione di Computo. Se su una riga di sviluppo facciamo un click del tasto destro del mouse (versione per Windows) o con un click del mouse tenendo premuto il pulsante CTRL (versione per Macintosh), il programma ci proporrà un menù contestuale con diverse possibilità. Analizziamo i vari comandi: Inserisci una riga: per inserire una riga vuota sopra alla riga selezionata. Cancella gli sviluppi selezionati: per ottenere la cancellazione di una o più righe di sviluppo selezionate. Duplica la riga selezionata: per duplicare completamente una riga di misure. Assegna le stesse misure: questa funzione ci permette di attribuire a un gruppo di righe di sviluppo una medesima misura (NPS, lunghezza, larghezza, altezza), un commento oppure un espressione algebrica. Sarà sufficiente selezionare con il mouse il gruppo di righe (anche selezione multipla discontinua) e attivare la funzione: avremo a disposizione la seguente finestra tekno Manuale operativo Pag.141

142 Sarà sufficiente selezionare il campo o i campi che si vogliono modificare spuntando con un click del mouse i rettangolini posti sulla sinistra del nome e digitare il valore da attribuire. Successivamente premere il pulsante Salva e chiudi per assegnare i valori inseriti al gruppo di righe di sviluppi selezionati, oppure il pulsante Annulla per non procedere all assegnazione. Mostra le misure nel Cad: se è stata fatta un importazione di misure da un file DXF o DWG utilizzando la funzione Cad è possibile evidenziare nel disegno le entità corrispondenti alle misure delle righe di sviluppo selezionate. Evidenzia le righe selezionate: permette di utilizzare l evidenziatore su una riga. Questa funzione permetterà di eseguire delle ricerche relativamente agli sviluppi selezionati. Togli evidenziazione delle righe selezionate: permette di eliminare l evidenziazione degli sviluppi selezionati una volta decaduto il motivo dell evidenziazione. Elimina il legame delle misure selezionate: per le misure legate (si veda il paragrafo Legami tra le misure del capitolo relativo alle funzioni comuni ai vari elaborati) elimina il legame con la misura legante. Importazione nel Computo Metrico delle misure da un file DXF o DWG Tramite una qualsiasi versione di AutoCad dalla 2000 in poi è possibile selezionare gli elementi necessari e trasferirli nella lista degli sviluppi delle misure della lavorazione del computo metrico. Per maggiori informazioni sull utilizzo di questa funzione si veda l apposito paragrafo Utilizzo del Cad per l'input grafico delle misure e Collegamento del Cad con la preventivazione e contabilità dei lavori edili nel capitolo "Input Grafico". Utilizzo della funzione cerca e cambia lavorazione nel computo metrico Questa funzione, generalmente molto utilizzata nei programmi di trattamento testi, serve a trovare ed a sostituire nel computo metrico una lavorazione con un altra. Selezionate la funzione Cerca e Cambia nel menu Computo Metrico. Nella finestra che appare inserite il codice dell'articolo da sostituire ed il codice della voce in sostituzione. Il programma propone una finestra in cui sono elencate tutte le immissioni del computo che utilizzano l'articolo da sostituire. Nella parte bassa della finestra vengono segnalati i codici degli articoli oggetto della sostituzione ed è possibile scegliere quale dei prezzi disponibili (Prezzo 1, Prezzo 2, Prezzo 3, tekno Manuale operativo Pag.142

143 Prezzo 4, Prezzo Analisi) si desidera attribuire al nuovo articolo. In caso si scelga Prezzo Analisi potremo specificare quale dei prezzi di analisi dovrà essere utilizzato. Dopo aver effettuato la scelta del prezzo potremo ottenere una visualizzazione delle variazioni conseguenti alla sostituzione. Selezioniamo il pulsante "Sel./Des.": vedremo cambiare gli importi presenti nei campi Importo di valutazione e Differenza. Nel primo campo verrà visualizzato il totale del computo dopo la sostituzione di tutti gli articoli che abbiamo nella lista, mentre nel campo Differenza verrà evidenziata la differenza in più o in meno rispetto alla cifra presente nel campo Tot. Computo. In seguito di questa "anteprima" potremo decidere eventuali modifiche alla sostituzione da effettuare. Premendo il pulsante viene effettuata la sostituzione dell'immissione selezionata nella lista con un click del mouse oppure, se prima è stato utilizzato il pulsante "Sel./Des.", vengono sostituiti gli articoli in tutte le immissioni presenti nella lista. Gestione di piu' elenchi prezzi nelle immissioni di computo metrico Il programma permette di compilare un computo metrico prelevando gli articoli non solo dall'elenco prezzi del lavoro in uso, ma anche da altri listini collegati contemporaneamente all'archivio in uso. Nella finestra d immissione del computo troviamo il campo nel quale viene indicato il nome dell'elenco prezzi attivo. Selezionando la freccia posta a fianco del campo si apre il menu a pop-up che segnala il nome dei prezzari collegati all archivio del programma in uso (è disponibile una scroll-bar per evidenziare i nomi di tutti i listini collegati qualora lo spazio dedicato alla visualizzazione dei nomi non basti). Scegliendo l'opzione Altro... si apre la finestra tramite la quale possiamo scegliere un nuovo prezzario, o comunque un altro file di tekno, da cui attingere gli articoli per comporre il computo metrico. Durante la redazione del computo potremo indifferentemente prendere le voci dall uno o dall altro prezzario semplicemente selezionando nel suddetto campo il prezzario attivo. Le modalità di inserimento di un'immissione del computo che utilizza una voce proveniente da un listino prezzi diverso da quello del lavoro corrente sono esattamente le stesse esaminate in precedenza. IMPORTANTE: è necessario di indicare al programma come comportarsi durante il trasferimento dell'articolo all'interno dell'elenco prezzi del lavoro in uso. Per inserire queste informazioni dovrete premere il pulsante settaggi d?importazione che il programma rende attivo nel momento in cui il listino prezzi selezionato non corrisponde a quello del lavoro corrente. Nella finestra "Settaggi di importazione" abbiamo la possibilità di attivare l'importazione delle eventuali analisi collegate alla voce di elenco prezzi tekno Manuale operativo Pag.143

144 e/o di importare il raggruppamento di cui fa parte l'articolo di elenco prezzi proveniente da un altro prezzario. Per attivare queste importazione basterà selezionare il check-box posto a fianco, rispettivamente, dei campi Importa le analisi e Importa i raggruppamenti degli articoli. Nel caso in cui venga attivata l'importazione delle analisi e/o dei raggruppamenti degli articoli, il programma effettua un controllo sul codice per verificare se la voce è già presente: se il codice non esiste il programma importa la voce mantenendo il codice originale. Se esiste già un codice identico nell'elenco prezzi del lavoro corrente la voce non viene importata e per l'immissione del computo si utilizza quella con lo stesso codice presente nel prezzario del lavoro in uso, indipendentemente dalla descrizione. Nel caso in cui non sia attivata l'importazione di analisi e/o raggruppamenti il programma propone una finestra con la lista delle immissioni presenti nel listino del lavoro in uso e con un campo grazie al quale viene attribuito il nuovo codice alla voce importata. Inserite nel campo Codice da attribuire... il codice che desiderate assegnare alla voce importata. Selezionando il check-box Mantieni nella descrizione il riferimento al codice originale avete la possibilità di mantenere nella descrizione la traccia del codice originario della voce importata. Una volta impostati i settaggi desiderati potete attivare l'importazione della voce nella finestra d'immissione del computo premendo il pulsante "Conferma". Gestione delle maggiorazioni e delle assistenze murarie nel computo metrico Nei lavori edili spesso capita di dover computare delle lavorazioni realizzate in condizioni particolari o lavorazioni particolari come le assistenze murarie (si pensi allo scavo in presenza d acqua). Per questo tipo di lavorazioni avremo come voci di Elenco prezzi, delle voci con Unità di misura "%", dette appunto maggiorazioni e sovrapprezzi. Nell'elenco prezzi avrete un articolo, ad esempio un sovrapprezzo, con l'unità di misura definita come percentuale (%) e nel campo prezzo l'indicazione del valore di percentuale. Quando effettuerete un'immissione del computo metrico utilizzando l'articolo che ha come unità di misura il valore percentuale (%) il programma automaticamente adatterà la maschera d immissione per permettervi di scegliere il codice dell immissione del computo su cui dovrà essere calcolata la maggiorazione, da digitare nel campo Cod. Imm. C.M.. Premete il tasto TAB in modo da permettere al programma di agganciare l'immissione del computo su cui deve essere calcolato il sovrapprezzo. Nel campo Importo viene riportata la cifra su cui viene calcolato il sovrapprezzo, nel campo Sovrapprezzo la percentuale di sovrapprezzo selezionata nel tekno Manuale operativo Pag.144

145 campo Prezzo tra le possibilità offerte (Prezzo 1, 2, 3, 4) e nel campo Totale viene visualizzato il calcolo del totale del sovrapprezzo. Per gestire le assistenze murarie opererete analogamente: infatti anche le assistenze verranno codificate con il simbolo % e con il prezzo unitario pari alla percentuale. Nel caso in cui la percentuale debba essere calcolata su un importo che non corrisponde al prezzo di un immissione di c.m. (ad esempio l ammontare dei lavori dell impiantista su cui dovete calcolare l importo delle assistenze murarie) potrete saltare il campo Cod. Imm. C.M. ed inserire nel campo Importo l ammontare dei lavori dell impiantista su cui il programma calcolerà l importo delle assistenze murarie. Saltando il campo Cod. Imm. C.M. avremo a disposizione anche il campo commento per eventuali specificazioni dell Importo. Potrete utilizzare questa tecnica anche per calcolare i sovrapprezzi senza dover selezionare un'immissione. Importazione del Computo Metrico da files di testo Analizziamo la possibilità di importare il Computo metrico da files di testo separati da tabulazione o da qualsiasi altro separatore, con Import/Export Computo Metrico, importazione del Computo, creerà automaticamente anche l elenco prezzi corrispondente alle voci di Computo. Nota Bene: Il formato txt separato da un qualsiasi separatore (il più comune è il TAB, ovvero la tabulazione) è un formato tipico di un database in cui tutte le informazioni relative ad un articolo sono "messe in fila" e tutte le informazioni per tutti gli articoli sono pubblicate secondo il medesimo ordine ben definito. Ne consegue che un file proveniente da un database (Acces, dbf, ecc) che può essere esportato in txt (o in qualsiasi altro formato di solo testo) con un determinato separatore, può essere importato direttamente nel programma (al massimo richiede di essere ripulito da informazioni non necessarie). Un discorso particolare meritano i files di Excel. I files di Excel, infatti, possono essere gestiti in molti modi diversi. Affinchè un file di Excel con un Computo Metrico possa essere importato automaticamente in tekno, devono essere rispettate alcune condizioni: Le informazioni relative ad un articolo devono trovarsi tutte sulla stessa riga In particolar modo la descrizione non deve essere spezzata in più celle Non esiste nessun articolo sprovvisto di Codice tekno Manuale operativo Pag.145

146 Se il file di Excel rispetta queste condizioni, o è riconducibile alle medesime con poche operazioni direttamente sul file di Excel (non ha importanza se vi sono righe bianche o l intestazione), allora il file in formato testo separato da tabulazione, che si ottiene su Excel dal "Salva con nome" (selezionando nel Tipo file "testo separato da tabulazione"), può essere importato in tekno. Allo stesso modo vanno trattati i files di Word o di qualsiasi altro editor di testi: sarà sempre necessario riportarli ad un file di Excel che presenti le caratteristiche appena descritte per poi poter procedere all importazione. Generalmente quindi questa operazione è possibile solo quando il file di Word è in formato tabella, o la funzione "Converti il testo in tabella" del menù Tabella dà risultati soddisfacenti. Per gestire l'importazione di voci di Computo con lo stesso codice avrete la possibilità di scegliere tra tre differenti comportamenti selezionando l'opzione Se il codice del computo è uguale aggiungi in coda oppure l'opzione Se il codice del computo è uguale non importare o infine la possibilità Se il codice del computo è uguale aggiorna. Con il cursore del mouse selezionate il simbolo posto a fianco del campo con menu a pop-up Formati di import/export disponibili: questa operazione permette di visualizzare i diversi formati di importazione disponibili (Formato testo delimitato da TAB, Formato testo delimitato da virgole, Formato testo delimitato da altro delimitatore, Computo da Excel (solo per importazione)). Con un click del mouse selezionate il formato corrispondente a quello del file da cui effettuerete l'importazione (nel caso in cui scegliate il formato testo separato da altro delimitatore, sarà necessario indicare lo specifico delimitatore come il punto e virgola per i files di tipo csv). A questo punto resta da definire la lista ordinata dei campi del Computo Metrico che dovranno essere importati. Selezionate con un doppio click del mouse i campi presenti nella Lista dei campi disponibili, in modo da trasferirli automaticamente nella Lista dei campi selezionati. Vediamo, uno a uno, i campi disponibili: Codice Computo: è il codice della voce di Computo Codice Articolo: è il codice dell articolo di elenco prezzi Descrizione Articolo: è la descrizione dell articolo di Elenco Prezzi Espressione delle misure: l eventuale sviluppo delle misure per la voce di Computo Unità di misura Quantità: è il totale della quantità per la voce di computo Prezzo: è il prezzo utilizzato nel computo Jolly 1, 2: campi che non interessano durante l importazione. tekno Manuale operativo Pag.146

147 La lista dei campi selezionati deve rispecchiare l ordine delle informazioni del file txt. Per questo motivo, è possibile scegliere dalla Lista dei campi disponibili solo i campi necessari e nell ordine che si desidera (NB: se si sta importando da Excel, l ordine delle informazioni è l ordine delle colonne) Se desiderate rimuovere uno dei campi inseriti nella Lista dei campi selezionati potrete selezionarlo con un doppio click del mouse, ottenendo il suo trasferimento automatico nella lista di provenienza (Lista dei campi disponibili). Una volta definite tutte le informazioni necessarie al programma per eseguire l'importazione premete il pulsante "Conferma". Il programma vi propone la finestra "Select import file" nella quale dovete selezionare con un click del mouse il file da cui importare i dati Computo Metrico e premere il pulsante "Apri" (in alternativa selezionate il file con un doppio click del mouse). Questa operazione attiva l'importazione dei dati nel Computo Metrico dell'archivio corrente del programma. Nella finestra successiva proposta dal programma ("Importazione elenco prezzi") viene presentato l'ordine di importazione del primo record del listino. In base a quanto visualizzato è possibile effettuare quattro differenti scelte: Selezionare il pulsante "Importa tutto" per attivare l'importazione di tutti i record; Selezionate il pulsante "Interrompi" per bloccare l'importazione ed annullare l'operazione; Selezionare il pulsante "Salta record" per indicare al programma di saltare durante l'importazione il record così contrassegnato. Dopo aver "saltato" uno o più record consecutivi è comunque possibile attivare l'importazione automatica di tutti gli altri record del listino premendo il pulsante "Importa tutto". Selezionare il pulsante "Importa record" per effettuare l'importazione singola del record visualizzato nella finestra "Importazione elenco prezzi". Pertanto, utilizzando i pulsanti "Salta record" e "Importa record" potrete effettuare l'importazione "manuale" dei record, visualizzandoli nella finestra "Importazione Computo Metrico" e decidendo di volta in volta se importarli o saltarli. È consigliabile provare l importazione manuale per i primi record (saltandoli dove è necessario) per vedere se tutto procede correttamente. Al termine dell'importazione potrete selezionare Inserimento dal menu Computo Metrico per verificare la presenza nel Computo delle voci importate. L importazione dal formato "Computo da Excel" permette di importare il computo metrico dal formato Excel generato esclusivamente dalla stampa in formato Excel del Computo di tekno. Dopo averlo generato in Excel utilizzando la funzione di stampa "Formato Excel", sarà necessario salvarlo in "Formato testo delimitato da tabulazione" per poi procedere all importazione. tekno Manuale operativo Pag.147

148 Esportazione del computo metrico L esportazione del computo metrico è possibile nel formato testo separato da tabulazione o da qualsiasi altro separatore. Selezioniamo la funzione Import/Export Computo Metrico da Importa Esporta C.M. del menu Computo Metrico. Selezioneremo a destra l opzione di Esportazione. Le regole di esportazione seguiranno esattamente quanto dettagliatamente spiegato al paragrafo Importazione del Computo Metrico da files di testo. È possibile anche l esportazione del Computo in formato Excel dalle funzioni di stampa del Computo Metrico. Trasferimento immissioni del computo metrico Il programma offre la possibilità di trasferire una o più immissioni da un computo metrico ad un altro senza dover procedere ad inserimenti ex-novo. Questa funzione in particolare permette di importare gli articoli da un lavoro diverso da quello in uso all'interno di quest'ultimo. Selezioniamo la sotto-funzione Importa computo metrico con Drag and Drop dal menu Computo Metrico. Premiamo il bottone "Importa dal lavoro..." e, nella finestra che appare, scegliamo l'archivio di lavoro da cui desideriamo prelevare delle immissioni di computo metrico. Dopo qualche attimo nella metà inferiore della finestra verrà visualizzato il contenuto dell'archivio di lavoro che abbiamo scelto (il nome dell'archivio viene trascritto accanto al bottone "Importa dal lavoro..."). A questo punto possiamo effettuare il trasferimento prelevando una o più immissioni nella lista inferiore e trasportandoli con la tecnica del drag and drop nell'esatta posizione in cui desideriamo effettuare l'inserimento nel computo metrico della metà superiore della finestra (l'archivio in uso). Prima di attivare l'importazione possiamo abilitare delle opzioni che consentono di "personalizzare" l'operazione d'importazione. Selezionate il pulsante Imposta Settaggi d importazione per richiamare a video la finestra che permette di selezionare le seguenti opzioni: Importa i Raggruppamenti delle voci di Elenco Prezzi, Importa le analisi delle voci di elenco prezzi, Importa gli sviluppi delle misure e Importa il Computo mantenendo il codice d'origine. Selezionando il check-box Importa il Computo mantenendo il codice d'origine è possibile mantenere il codice originale di un'immissione trasferita; selezionando il check-box Importa le analisi delle voci di elenco prezzi, è possibile trasferire automaticamente l analisi prezzi degli articoli tekno Manuale operativo Pag.148

149 utilizzati nel computo; selezionando il check-box Importa gli sviluppi delle misure otterrete l'importazione anche degli sviluppi misure del computo metrico; infine la selezione del check-box Importa i Raggruppamenti delle voci di Elenco Prezzi permette di importare i raggruppamenti delle voci di elenco prezzi utilizzate nel computo metrico. Se selezionate un capitolo (o più capitoli) per il trasferimento, è possibile scegliere se trasferire anche tutte le immissioni che ne fanno parte rispondendo affermativamente al messaggio a video che compare. Nel caso in cui siano selezionati più capitoli il pulsante "Si Tutti" consente di indicare al programma che la risposta affermativa vale per tutti i capitoli trasferiti. Il programma, in base al posizionamento scelto, propone il codice da cui iniziare la rinumerazione delle immissioni che vengono trasferite (fatta eccezione per il caso in cui sia stata selezionata l'opzione Importa il Computo mantenendo il codice d'origine). Naturalmente possiamo variare a nostro piacere il codice proposto automaticamente dal programma. Premiamo il pulsante Salva e Chiudi per dare inizio all'operazione di trasferimento e di rinumerazione automatica dei codici importati. Al termine del trasferimento troveremo le immissioni di computo metrico selezionate regolarmente posizionate nell'archivio di destinazione. Per uscire dalla finestra di trasferimento premeremo il pulsante Annulla. Lista del Computo Metrico Per avere un esposizione chiara delle immissioni fatte nel Computo Metrico selezionate dal menu Computo Metrico il comando Lista e quindi Lista Computo oppure dal pulsante dal Riquadro Attività. La finestra che appare mostra la lista dei capitoli inseriti, l importo totale del computo e il numero totale di immissioni. Un click del mouse sulla riga corrispondente ad un capitolo permette di visualizzare la lista delle immissioni che ne fanno parte. Le singole righe riportano il codice d immissione del computo, il codice dell articolo, la descrizione troncata, la quantità, il prezzo utilizzato per il computo, l importo totale e lo stato (voce analizzata o voce selezionata). Un doppio click del mouse sulla riga corrispondente ad un'immissione ci permetterà di entrare nella finestra d'immissione. Entrando in un immissione del computo dalla lista è possibile posizionare il cursore all interno del campo Cod. Elenco Prezzi e modificare il codice attribuito all articolo di elenco prezzi. L'operazione di rinumerazione può essere utilizzata in diversi casi. Riportiamo i più frequenti: 1 - IN CASO DI SPOSTAMENTO DI UNA IMMISSIONE ALL'INTERNO DI UNO STESSO TITOLO O DA UN TITOLO AD UN ALTRO tekno Manuale operativo Pag.149

150 Se spostiamo, ad esempio, l'immissione 1.2 in modo che si posizioni prima dell'immissione 1.5 il programma provvederà a rinumerare automaticamente le voci in modo che la 1.2 diventi la 1.5 e quelle successive scalino di una posizione in avanti. Resterà però un "buco" tra la 1.1 e la 1.3: effettuando la rinumerazione il programma provvede a ristabilire la numerazione progressiva all'interno del titolo. 2 - IN CASO DI CREAZIONE DI UN NUOVO LIVELLO DI RAGGRUPPAMENTO DEL COMPUTO Se nel corso dell'immissione in un computo strutturato in gruppi ed immissioni sorge la necessità di creare un nuovo livello di raggruppamento (capitoli) si renderebbe necessaria la rinumerazione. Non procediamo nella descrizione poichè si tratta di un caso puramente ipotetico visto che la creazione di un computo composto da gruppi e immissioni senza la presenza intermedia dei capitoli non ha alcun senso. LISTA CON 4 PREZZI Selezionando dal menu Computo Metrico il comando Lista e quindi Lista con 4 prezzi, è possibile visualizzare tutte le immissioni inserite nel computo ognuna con i quattro prezzi ed i relativi quattro importi calcolati. Aprendo ogni raggruppamento è possibile vedere la distinta delle immissioni con quantità, prezzo scelto (con il numero relativo al prezzo indicato fra parentesi) e il totale del raggruppamento (oltre al totale di computo) relativo ad ogni prezzo. Se si stanno per esempio valutando le offerte di più imprese, è possibile operare una modifica rapida dei prezzi editandoli direttamente sulla lista: tutti i prezzi sono infatti direttamente editabili. Inoltre, spuntando l apposita casella spostarsi al successivo prezzo di destra o a quello di sotto., è possibile scegliere se il cursore dovrà Una volta scelto il prezzo da utilizzare, con l apposito tasto Cambia il prezzo scelto è possibile modificare il prezzo scelto in tutte le immissioni di Computo Metrico contemporaneamente. Se invece si desidera cambiare il prezzo scelto a selezioni multiple discontinue di immissioni di computo, si dovrà agire dalla finestra di immissione. Effettuando una selezione di immissioni e facendo un click con il tasto destro (Ctrl + click su Mac) si potrà operare per la selezione il cambio del prezzo scelto. Scegliendo questa funzione, accederemo ad una finestra che ci permetterà di scegliere quale prezzo attribuire alle immissioni selezionate. tekno Manuale operativo Pag.150

151 Una volta scelto il prezzo, rispondendo affermativamente alla domanda di conferma del cambio del prezzo, alle immissioni selezionate verrà attribuito il nuovo prezzo desiderato. Gestione dei lavori a corpo o a percentuale Per alcuni lavori particolari spesso si esegue una contabilità delle opere a corpo (o forfetaria) e non a misura. Nei capitoli relativi ad alcune lavorazioni, si pensi ad esempio alle strutture fuori terra, agli impianti, ai serramenti, ai pavimenti ed ai rivestimenti (tutte le opere ben definite in sede di computo metrico che non possono variare, escludendo solitamente le opere di fondazione), vengono forfetizzati gli importi che sono perciò pagati in punti percentuali. Vediamo com'è possibile gestire il lavori a corpo (o forfetari) con questo programma. All atto dell immissione di un capitolo di Computo Metrico, o anche in sede di modifica dopo averlo elaborato completamente, è possibile definire un capitolo come corpo d opera. In questo modo, nella lista delle immissioni di computo, verrà visualizzato con il simbolo e sarà possibile individuarli fra i vari capitoli. Inoltre, nella finestra di immissione del capitolo, è presente un campo per l inserimento dell eventuale importo totale del corpo d opera, qualora l importo offerto per il corpo, sia diverso dal totale ottenuto con i prezzi delle singola lavorazioni in esso inserite. Selezionate la funzione Lista lavori a corpo presente nel menu Computo Metrico. La finestra che appare visualizza i capitoli del computo metrico estimativo. Se la selezione dei capitoli relativi ai lavori a corpo non è stata fatta in sede di immissione del computo è possibile farlo in questa finestra utilizzando il pulsante "Sel. /Desel." dopo avere selezionato le righe corrispondenti ai capitoli che si desidera contabilizzare a corpo. I capitoli a corpo verranno identificati da un asterisco. Dopo aver effettuato questa operazione vedremo visualizzato nel campo Totale lavori a corpo il totale dei lavori da contabilizzare forfetariamente (corrispondente alla somma dei totali dei capitoli selezionati). Per la contabilizzazione dei lavori a corpo, sarà necessario attribuire ai capitoli a corpo una percentuale e il valore di ogni punto percentuale. Selezionate, nell apposito popup-menu, il metodo di assegnazione dei punti tra i due possibili: Metodo di assegnazione relativo (Ass. punti relativo): con questo metodo il valore di ogni punto è la centesima parte della somma totale dei lavori a corpo (la somma dei punti assegnati a tutti i capitoli a corpo farà 100). Metodo di assegnazione assoluto (Ass. punti assoluto): con questo metodo il valore di ogni punto è la centesima parte dell importo di ogni singolo capitolo (ad ogni capitolo vengono assegnati 100 punti) tekno Manuale operativo Pag.151

152 A seconda del metodo scelto, nella colonna Punti verranno automaticamente assegnati i punti attribuiti a ciascun capitolo. La colonna Punti riporta quindi il valore di ogni capitolo, in centesimi, e la colonna Valore del punto, l importo di ciascun punto. NOTA BENE: L utilizzo dell assegnazione dei punti assoluti o relativi ha degli effetti nella contabilità dei lavori. Infatti si devono tener presente diverse condizioni al contorno. Innanzi tutto, quanti decimali si vogliono utilizzare nella contabilità dei lavori per i punti percentuali (si può scegliere tra 2 o 3decimali), inoltre bisogna considerare gli importi dei corpi d opera. Infatti, se i corpi d opera hanno gli importi all incirca dello stesso ordine di grandezza, l uso dei metodi è pressoché indifferente e l uso di 3 decimali anziché 2 può dare solo minori arrotondamenti durante i SAL intermedi(arrotondamenti che poi tenderanno a zero al tendere dei lavori alla fine). Se invece i corpi d opera hanno importi non confrontabili tra loro, il metodo utilizzato e i decimali hanno un influenza molto rilevante. Se per esempio abbiamo un corpo d opera che vale 200 e il punto percentuale col metodo relativo vale è ovvio che si devono utilizzare il massimo numero dei decimali per ottenere un risultato in contabilità con meno arrotondamenti possibili. In questo caso, per esempio si consiglia l uso del metodo assoluto (i decimali in questo caso possono dare solo una minore o maggiore precisione). In fase di contabilizzazione delle opere nel libretto delle misure, selezionerete l immissione dei lavori a corpo utilizzando l apposito popup-menu e digiterete il codice del capitolo del computo metrico (attenzione, non dell'elenco prezzi) all'interno del campo Cod. Cap. C.M. a corpo. Automaticamente apparirà nel campo di descrizione il titolo del capitolo di computo metrico e nel campo Tot. punti rimasti il residuo dei punti a disposizione per il capitolo indicato per evitare che ne possiate utilizzare più di quanti sono effettivamente disponibili. Comunque il programma attiva una procedura di controllo e, nel caso in cui vengano utilizzati più punti rispetto a quelli effettivamente disponibili, appare un messaggio di avvertimento che segnala la disponibilità massima di punti. Nel registro di contabilità e nel SAL i punti verranno ovviamente tradotti in importi. Per la contabilità dei lavori a corpo, si veda più dettagliatamente Immissione dei lavori a corpo nel libretto delle misure. Modifica delle immissioni del Computo Metrico Per apportare una modifica ad una delle immissioni inserite nel computo metrico dovrete richiamare a video la scheda contenente i dati dell'immissione. Selezionate la funzione Inserimento. tekno Manuale operativo Pag.152

153 Aprite, selezionandolo con un click del mouse, il raggruppamento in cui è inserita l'immissione e selezionate con un doppio click del mouse la riga corrispondente all'immissione da modificare. Se dovete apportare la modifica ad un raggruppamento posizionate il cursore in corrispondenza del nome del raggruppamento, premete il tasto destro del mouse (per gli utenti Windows) o CTRL+ CLICK (per gli utenti Macintosh) e selezionate la funzione Modifica Raggruppamento nel menu contestuale richiamato a video. Entrambe le operazioni permettono di visualizzare la scheda contenente i dati relativi all'immissione del computo metrico o al raggruppamento: posizionate il cursore in corrispondenza del dato da modificare, variatelo, premete il tasto TAB per confermare la variazione e premete il pulsante "Conferma" per registrare le modifiche apportate. Per modificare i valori relativi ad uno sviluppo delle misure (commento, espressioni o singole misure) dovrete selezionate con un click del mouse la riga dello sviluppo nell'elenco riassuntivo posto al centro della finestra: automaticamente il programma dispone i valori nei campi posti sopra all'elenco delle misure per permetterne la modifica. Si veda inoltre l argomento Editor rapido delle misure nel capitolo relativo alle funzionalità comuni. Ricerca di immissioni del Computo Metrico Selezionando la funzione Ricerca dal menu Computo Metrico si apre una finestra che permette di effettuare la ricerca di un'immissione in base al codice di immissione del computo, in base al codice dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione, in base alle note o al commento inseriti nell'immissione. Premendo il pulsante il programma provvede a ricercare l'immissione all'interno del computo proponendo la finestra d'immissione contenente i dati relativi. Nel caso più di un' immissione corrisponda ai criteri di ricerca impostati, il programma propone la lista delle immissioni trovate. Cancellazione di immissioni nel Computo Metrico Selezionando la funzione Cancellazione dal menu Computo Metrico entriamo nella finestra che ci permette di cancellare le immissioni del computo. tekno Manuale operativo Pag.153

154 Per cancellare una singola immissione o un singolo capitolo o un raggruppamento (eventualmente con tutte le immissioni che comprende) potremo selezionarlo dalla lista con un click del mouse e premere il "Canc. Imm.". E' possibile selezionare più immissioni da cancellare contemporaneamente utilizzando il pulsante "Sel./Desel.". Utilizzando poi il pulsante "Canc.( c)" potrete cancellare le sole immissioni precedentemente selezionate. Tramite il pulsante "Rinumera" potremo intervenire per rinumerare automaticamente un capitolo in cui è stata effettuata una cancellazione e si è quindi persa la sequenza progressiva dei codici delle immissioni. Basterà selezionare con un click del mouse il capitolo nella lista e premere il pulsante "Rinumera". Premendo il pulsante "Desc. estesa" è possibile visualizzare la descrizione estesa dell'articolo utilizzato nell'immissione del computo, in modo da effettuare un controllo prima di procedere alla cancellazione irreversibile dell'immissione. Prima di effettuare la cancellazione, visto il carattere irreversibile dell'operazione, il programma propone un messaggio di conferma: rispondendo affermativamente si attiva la cancellazione definitiva dell'immissione, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Nota Bene: La cancellazione di una o più immissioni di Computo metrico o di un capitolo, può essere effettuata grazie al menù contestuale presente nella finestra di Immissione del Computo. Per cancellare una immissione (o una selezione multipla delle stesse) sarà sufficiente selezionare le voci interessate, fare un click con il tasto destro (Ctrl + click del mouse su piattaforma Macintosh) sulle voci selezionate e scegliere Cancella Immissioni. Per cancellare un raggruppamento (sia esso un capitolo o un gruppo) sarà sufficiente fare un click con il tasto destro (Ctrl + click del mouse su piattaforma Macintosh) sul raggruppamento selezionato e scegliere Cancella Raggruppamento. Prima di effettuare la cancellazione, in entrambe le situazioni proposte, visto il carattere irreversibile dell'operazione, il programma propone un messaggio di conferma: rispondendo affermativamente si attiva la cancellazione definitiva dell'immissione, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. tekno Manuale operativo Pag.154

155 Ordinamento degli articoli di elenco prezzi utilizzati nel Computo Metrico Selezionando la funzione Ordinamento dal menu Computo Metrico, si apre una finestra che visualizza la lista degli articoli di elenco prezzi utilizzati nelle immissioni di computo metrico. Questa funzione permette di rinumerare l'elenco prezzi di un lavoro in ordine progressivo in base alla sequenza di utilizzo delle voci di elenco prezzi nelle immissioni del computo metrico. Ad esempio, se nella prima immissione del C.M. è stata utilizzata la voce di E.P. 5.7 e nella seconda immissione l'articolo 3.2, si potrà rinumerare l'elenco prezzi in modo che l'articolo 5.7 e l'articolo 3.2 diventino rispettivamente la voce 1 e 2 dell'elenco prezzi. Non vi consigliamo di utilizzare questa funzione, anche se è disponibile perché richiesta da alcuni professionisti: non è richiesto da alcuna normativa e non è nemmeno prassi comune che vi sia una corrispondenza tra il codice progressivo delle voci di elenco prezzi ed il loro ordine di utilizzo nel computo metrico. Come potete notare nella figura sopra riportata è prevista la rinumerazione (bottone "Rinumera") per consentire l'ordinamento dei codici degli articoli del computo metrico. Tale rinumerazione influisce contemporaneamente sui codici delle voci utilizzate nel computo metrico e sulle medesime voci presenti nell'elenco di prezzi di progetto. Inserite nel campo Primo codice il codice di partenza per la rinumerazione, nel campo Gruppo il gruppo che verrà incrementato progressivamente e nel campo Incremento il valore numerico di incremento del gruppo prescelto. L'incremento può variare da 0 a n, dove n rappresenta un numero intero. Premete il pulsante "Rinumera": il programma provvederà alla rinumerazione automatica di tutte le voci. In caso il risultato della rinumerazione non sia quello desiderato potete annullarla premendo il pulsante "Annulla". Per confermare la rinumerazione dovete premere il pulsante "Conferma". Una volta premuto il pulsante "Conferma" non sarà più possibile annullare la rinumerazione. Tramite il pulsante "Desc. Est." è possibile visualizzare la descrizione estesa della voce selezionata nella lista. La selezione del pulsante "Esci" permette di chiudere la finestra dell'ordinamento. Nella finestra di ordinamento, approfittando del fatto che la lista presenta tutti gli articoli di elenco prezzi utilizzati nel computo metrico, possiamo selezionare con il pulsante "Sel./Desel." gli articoli che desideriamo selezionare per gli usi consentiti ai soli articoli selezionati Sposta raggruppamenti e sposta immissioni nel Computo Metrico tekno Manuale operativo Pag.155

156 Per effettuare spostamenti di immissioni da un raggruppamento ad un altro, siano essi gruppi o capitoli, o per modificare l ordine di immissioni o di interi raggruppamenti, è disponibile la funzione di "Sposta Raggruppamenti" o "Sposta Immissioni" nel menù contestuale attivabile con il tasto destro del mouse (Ctrl + click su piattaforma Macintosh) dalla finestra di Immissione del menù Computo metrico. Richiamando questa funzione, sia che si scelga lo Sposta Raggruppamenti o lo Sposta Immissioni ci si ritroverà in una finestra divisa orizzontalmente in due parti che vede il Computo Metrico sia sopra, sia sotto. La visualizzazione in basso è destinata alla selezione delle immissioni o del raggruppamento da spostare, mentre nella parte superiore andremo ad indicare la destinazione delle voci da spostare. Se vogliamo spostare un intero raggruppamento, dovremo selezionare il raggruppamento nella finestra inferiore e trascinarlo, con il metodo del Drag & Drop, nella parte superiore sopra al raggruppamento che desideriamo preceda quello che stiamo spostando. Quando rilasceremo il raggruppamento comparirà un messaggio che chiederà la conferma dello spostamento del raggruppamento dopo quello selezionato. La risposta negativa annullerà lo spostamento. La risposta affermativa proporrà invece un ulteriore messaggio se il raggruppamento che volevamo spostare contiene delle voci. Il messaggio successivo chiederà se si desidera spostare anche le voci contenute nel raggruppamento. Rispondendo di sì, le voci contenute nel raggruppamento seguiranno il raggruppamento, mentre rispondendo di no verrà spostato solo il raggruppamento vuoto. L effetto di questo spostamento sarà la rinumerazione del codice del raggruppamento come codice successivo al raggruppamento di destinazione e la rinumerazione delle voci contenute in esso se si è scelto di trascinarle nello spostamento. Ovviamente se il nuovo codice del raggruppamento esiste già, comparirà un messaggio che chiede se rinumerare le voci esistenti o interrompere lo spostamento. ATTENZIONE: se si sta effettuando lo spostamento di un capitolo in una struttura dove sono presenti anche dei Gruppi, lo spostamento, in caso di selezione di un gruppo come destinazione, proporrà un messaggio,che chiederà se spostare il raggruppamento dopo il raggruppamento indicato, al suo interno o di annullare lo spostamento. Lo spostamento di una immissione o di una selezione di immissioni, segue il medesimo procedimento solo che questa volta sarà necessario selezionare l immissione o il gruppo di immissioni (con le classiche selezioni multiple) nella finestra in basso, e per quanto riguarda la destinazione nella parte superiore dovremo selezionare l immissione il cui codice si desidera essere il precedente alle voci che si stanno per spostare. tekno Manuale operativo Pag.156

157 La risposta affermativa a questo messaggio proseguirà nello spostamento, mentre la risposta negativa lo interromperà. Ovviamente anche con lo spostamento di immissioni o di selezioni delle stesse, se esistono immissioni con il codice identico nella posizione in cui si sta spostando, comparirà un messaggio che richiede se eseguire la rinumerazione delle immissioni esistenti o interrompere lo spostamento. Quadro Economico del Computo Metrico e creazione di altri Raggruppamenti generali Selezionate il comando Quadro Economico dal menu Computo Metrico. La finestra che appare, visualizza l importo e l incidenza di ciascun capitolo e/o gruppo, inoltre, se è stata fatta una suddivisione dei lavori tra lavori a misura, a corpo e in economia, consente di avere il totale di ciascuna tipologia di lavori (come richiesto nel decreto di attuazione della Merloni Ter art. 17). Il programma calcola automaticamente l importo totale dei lavori. Per quanto riguarda l importo necessario all attuazione dei sikuro è necessario indicare nella linguetta sottostante, relativa ai costi per la sicurezza, l importo relativo ai lavori a misura, ai lavori a corpo e ai lavori in economia. Tali importi possono essere inseriti o modificati facendo un click all interno del relativo campo e digitando il valore desiderato. NOTA: La Determinazione 10/2001 dell Autorità di Vigilanza dei Lavori Pubblici riporta:"... La stima complessiva delle spese di sicurezza si compone di due parti, una parte compresa nel prezzo unitario delle singole lavorazioni (Decreto del Ministero dei lavori pubblici del 19 aprile 2000, n.145, art.5 comma 1, lett. i) e una parte di spese c.d. speciali non incluse nei prezzi (Decreto del Ministero dei lavori pubblici del 19 aprile 2000, n.145, art.5, comma 1, lett.a). La loro somma rappresenta il costo della sicurezza non soggetto a ribasso. Sia la parte degli oneri di sicurezza inclusa nei prezzi che quella afferente agli oneri c.d. speciali (la presenza in cantiere dell'ambulanza e del medico, le riunioni mensili degli operai, ecc.) deve essere determinata dal progettista. Nel caso degli oneri inclusi nei prezzi, il progettista determina analiticamente la quota di detti oneri. Nel caso di oneri c.d. speciali, il progettista procede ad un computo metrico degli stessi...." L'importo complessivo delle spese della sicurezza determinato e comunicato dal Coordinatore alla Progettazione della Sicurezza dall'apposito piano (determinato da un importo incluso nell'elenco dei prezzi unitari ed eventualmente da un importo aggiuntivo relativo ai costi speciali ) va indicato nella sua somma totale, eventualmente suddiviso per tipologia di lavori (a misura, corpo, in economia), nell'apposita sezione tekno Manuale operativo Pag.157

158 "Costi Sic." presente nel quadro economico del Computo Metrico o dell'eventuale Perizia. Tale importo viene riportato automaticamente nella sezione Importi e somme del lavoro. Ne consegue che l'importo del computo metrico al fine del calcolo dell'importo totale dei lavori includa ovviamente gli oneri della sicurezza pur indicandone esplicitamente la quota parte che non è soggetta ad un eventuale ribasso. L'inserimento delle "spese della sicurezza speciali" incluse nei costi della sicurezza, da computarsi in un apposito computo metrico estimativo della sicurezza da parte del coordinatore dovranno essere poi riportate tra le somme a disposizione e contabilizzate o in quota parte rispetto l avanzamento dei lavori o in un'apposita lista aggiuntiva da allegare al SAL. La quota parte della sicurezza incluso nei prezzi unitari nella contabilità dei lavori andrà contabilizzata in modo direttamente proporzionale alla percentuale di avanzamento di ogni SAL. Tale onere non è soggetto ad eventuale ribasso d asta. Inoltre, con il Comunicato Gazzetta Ufficiale n. 206 del 04/09/2000, l Autorità di Vigilanza ha dichiarato che nel caso di offerte a prezzi unitari, può essere richiesto che i prezzi offerti siano al netto di TUTTI gli oneri della Sicurezza: in questo caso, quindi, sia i COSTI DIRETTI che i COSTI SPECIALI saranno esclusi dai prezzi e il loro totale dovrà essere AGGIUNTO al totale dei lavori per ottenere il totale dell Appalto. Premendo la linguetta Costi Sicur. viene visualizzata la suddivisione dei costi per l attuazione dei sikuro in base alla tipologia dei lavori. In questa finestra i costi della sicurezza, oltre ad essere divisi per lavori a misura, lavori a corpo e lavori in economia, devono essere suddivisi tra costi diretti e costi speciali. Mentre gli speciali saranno sempre esclusi dai prezzi di capitolato (e quindi costituiranno un importo da aggiungere al totale di computo), i costi diretti potrebbero essere compresi o esclusi dai prezzi. Il settaggio della finestra "Considera i costi diretti inclusi esclusi dai prezzi di capitolato" permette di effettuare questa scelta. Secondo la normativa i costi diretti saranno sempre compresi nei prezzi ad eccezione delle offerte a prezzi unitari, ma il programma permette di gestirli esclusi anche negli altri casi per esempio per i lavori privati). Tutti gli oneri saranno sempre esclusi dal calcolo di eventuali ribassi. Nel campo Spese per l attuazione dei piani della sicurezza verrà riportato il totale dei suddetti oneri, mentre nel totale complessivo dei lavori si avrà la somma del totale del Computo Metrico e dei soli oneri della sicurezza esclusi dai prezzi di capitolato (quindi degli oneri speciali e dei diretti solo se esclusi dai prezzi di capitolato). Nella parte bassa della finestra è possibile inserire delle spese aggiuntive importi (ad esempio: Spese di progettazione, IVA al 20%, Direzione tecnica con IVA e cassa prev.). Il programma propone in automatico una lista di spese alle quali associare un importo. E possibile comunque aggiungerne altre senza tekno Manuale operativo Pag.158

159 necessariamente cancellare quelle inserite per default dal programma, infatti, le somme avente importo nullo non vengono inserite nella stampa. L'importo può essere digitato direttamente all'interno della colonna Importo Euro oppure può essere inserita una percentuale nella colonna % e l'importo su cui effettuare il calcolo automatico della percentuale nella colonna su Euro... il programma provvede ad inserire nella colonna Importo Euro il valore calcolato. Nel quadro economico è possibile apportare un arrotondamento al Totale Generale, inserendolo nel sottostante campo Si arrotonda a... Quando viene richiamato a video un quadro economico in cui è stato arrotondato il Totale Generale il programma presenta un messaggio in cui chiede se si desidera aggiornare il valore del campo Si arrotonda a... In caso di risposta affermativa il valore presente nel campo Totale Generale viene automaticamente trascritto all'interno del campo Si arrotonda a... La ragione della comparsa di questo messaggio è semplice: il programma compie questa verifica perché è possibile che le due cifre differiscano a causa di modifiche apportate alle immissioni del computo dopo la registrazione del quadro economico. Pertanto in questo caso, rispondendo affermativamente, potrete aggiornare la cifra del campo Si arrotonda a... a quella reale. Selezionate il pulsante Salva e Chiudi per registrare i dati inseriti. Il pulsante Richiama Calcolatrice o dal pulsante rapido, permette di aprire la calcolatrice standard del proprio sistema operativo. Per effettuare la Stampa selezionare il pulsante stampa in basso. Se desiderate ottenere la visualizzazione del Grafico dei capitoli, finora inseriti è necessario selezionare nuovamente il comando Quadro economico dal menu Computo Metrico e quindi il pulsante Grafico per capitoli in basso, questo pulsante permette di visualizzare un grafico tridimensionale nella cui ascissa vengono riportati tutti i capitoli inseriti indipendentemente dai gruppi a cui eventualmente appartengono. In altezza viene riportata l'incidenza che l'importo di ogni capitolo ha sul totale complessivo del computo. Il pulsante Grafico per gruppi, riporta nell'ascissa i nomi di tutti i gruppi inseriti, mentre in altezza viene riportata l'incidenza che l'importo di ogni gruppo ha sul totale complessivo del computo. Infine il pulsante Grafico per gruppi selezionati del.selezionando il nome di un gruppo, riporta in ascissa il nome dei capitoli in esso contenuti ed in altezza l'incidenza che l'importo di ogni capitolo ha sul totale parziale del gruppo selezionato. La stampa del grafico viene effettuata selezionando il pulsante Stampa. tekno Manuale operativo Pag.159

160 Nel quadro economico del computo è possibile importare i Gruppi e Capitoli del computo da un altro archivio di lavoro del programma: questa funzione permette di inserire automaticamente i gruppi e i capitoli in un nuovo file di lavoro, risparmiando il tempo necessario al reinserimento manuale. Premendo il pulsante Importa gruppi/capitoli viene attivata una finestra in cui è selezionata l'operazione Importa Gruppi e Capitoli. Premete il pulsante Sfoglia per accedere alla finestra in cui selezionare il file corrispondente all'archivio da cui il programma deve importare i dati e selezionate il file con un doppio click del mouse (oppure selezionatelo con un click del mouse e premete il pulsante "Apri"). Il programma trascrive nel campo Importa dal lavoro... il nome dell'archivio da cui effettuerà l'importazione. Premete il pulsante "Conferma" per attivare l'importazione di gruppi e capitoli di computo metrico. E' possibile attivare l'importazione anche dei Centri di Costo, dei Livelli-Corpi-Mappali e dei Raggruppamenti selezionando i corrispondenti check-box. Controllo somme a disposizione nel Computo Metrico Il programma permette di effettuare un veloce e semplice controllo sulle somme stanziate, impiegate, contabilizzate e sul residuo disponibile sia dal modulo Computo Metrico che dal modulo Perizie. Selezionate la funzione Controllo Somme a Disposizione dal menu Computo Metrico. Nella finestra proposta dal programma viene riassunta la situazione delle somme dedicate al progetto e la situazione contabile del lavoro. Riassumiamo qui di seguito il significato dei campi presenti nella finestra. La medesima finestra può essere richiamata direttamente dal menù Lavoro, Importi/Somme Il significato dei campi presenti nella finestra è già stato ampiamente dettagliato nel paragrafo Importi/Somme del capitolo sull apertura del programma e impostazioni generali. Calcolo del fabbisogno del Computo Metrico Se sono state effettuate delle analisi prezzi sulle varie voci di Elenco Prezzi, e quindi ad ogni immissione del Computo Metrico corrisponderà un dettaglio dei componenti elementari necessari, sarà possibile esplodere i vari componenti e calcolare quindi il fabbisogno, ovvero la "lista della spesa" del Computo Metrico. Selezionate la funzione Calcolo del Fabbisogno dal menu Computo Metrico. Con un click del mouse nel menu a pop-up disponibile nella finestra "Calcolo del fabbisogno del computo", avete la possibilità di impostare il calcolo in base ai Centri di Costo, alle Immissioni, ai Capitoli, ai Gruppi e Generale. Scegliamo di calcolare il fabbisogno per Immissione. tekno Manuale operativo Pag.160

161 Dopo aver scelto la modalità in base a cui calcolare il fabbisogno potete attivare il calcolo premendo il pulsante Conferma Al termine dell'elaborazione il programma propone la finestra in cui viene proposta la lista del fabbisogno del computo in base al criterio impostato ovvero per immissione. Cliccando sulle varie cartelline, sarà possibile visualizzare l esplosione dei suoi articoli contenuti all interno, le relative quantità, il prezzo e gli importi. Di ciascuna voce della lista è possibile visualizzare la descrizione estesa utilizzando il pulsante Visualizza la descrizione estesa della voce. La generazione del fabbisogno può essere effettuata nello stesso identico modo per capitoli o gruppi di computo, per Centri di Costo o per Livelli-Corpi-Mappali (se avete gestito queste associazioni): in questo caso le cartelline rappresenteranno il raggruppamento indicato. Il calcolo del fabbisogno generale è invece una singola lista. Dalla stampa del computo metrico, sarà possibile generare le stampe ei fabbisogni. Collegamento delle immissioni del computo con le lavorazioni di sikuro Prima di descrivere le operazioni che consentono di collegare le voci del listino di tekno con le lavorazioni di sikuro è importante sottolineare che tale associazione si basa sulla descrizione delle voci del listino di tekno e non sul codice di Elenco Prezzi. Questa scelta è stata fatta in considerazione del fatto che il codice potrebbe subire una rinumerazione e che la lavorazione di sikuro, restando legata al codice, perderebbe il legame. Comunque è indispensabile non modificare in alcun modo la descrizione della voce di tekno perchè, analogamente a quanto succede per il codice, l'associazione con la lavorazione di sikuro viene persa. Selezionate la funzione Inserimento dal menu Computo Metrico. Nella finestra proposta dal programma potete entrare con un doppio click in un'immissione del computo precedentemente registrata oppure, solo nel caso di utilizzo della funzione Inserimento, procedere all'inserimento di una nuova immissione del computo metrico. Nella finestra d'immissione o modifica del computo metrico noterete la presenza del pulsante Scheda della Sicurezza è grazie a questo pulsante che potremo associare una lavorazione della banca dati di sikuro all'immissione del computo metrico correntemente visualizzata. Selezionate il pulsante Scheda della Sicurezza in modo da entrare nella finestra in cui scegliere la banca dati di sikuro che volete utilizzare per eseguire l'associazione tra le immissioni del computo metrico e le lavorazioni. Premete il pulsante di selezione della banca dati di sikuro e, nella finestra proposta dal programma, individuate la banca dati che desiderate utilizzare per le associazioni selezionandola con un doppio click del mouse. tekno Manuale operativo Pag.161

162 A seguito della selezione compare l'elenco delle lavorazioni disponibili nella banca dati di sikuro, eventualmente raggruppate in capitoli. Selezionate con un click del mouse la lavorazione che desiderate associare all'immissione del computo metrico selezionate inizialmente e premete il pulsante Associa lavorazione. Prima di eseguire l'associazione il programma chiede conferma per le modalità di associazione che possono essere abilitate: Sostituisci la Descrizione Riporta il codice dell'articolo nella descrizione Riporta la quantità dell'immissione Riporta l'importo dell'immissione. Il pulsante, consente di vedere l'elenco delle lavorazioni della banca dati associate all'immissione di computo metrico; il pulsante "Tutte" consente di tornare all'elenco completo della lavorazioni della banca dati; infine il pulsante "Canc. ass." permette di cancellare tutte le associazioni esistenti riferite all'immissione del computo metrico. Ricerca di una lavorazione della sicurezza da associare ad un'immissione del computo metrico All interno di un Inserimento del Computo metrico sia essa un nuovo inserimento o una precedentemente inserita, premendo il pulsante "Sicurezza" entreremo nella finestra per l associazione ad una lavorazione di una banca dati di sikuro. Nella finestra proposta dal programma selezionate con un click del mouse il pulsante Cerca dal Riquadro Attività. Nella finestra di ricerca digitate il testo chiave in base a cui individuare la lavorazione da associare all'inserimento di tekno e premete il pulsante Cerca Il programma propone l'elenco delle lavorazioni che soddisfano il criterio di ricerca impostato: selezionate una o più lavorazioni che desiderate associare alla voce del computo metrico di tekno precedentemente individuata e premete il pulsante Associa Lavorazioni.. Confermare tramite il pulsante Salva e Chiudi. Al termine dell'operazione chiuderete la finestra utilizzando il pulsante Annulla. tekno Manuale operativo Pag.162

163 Per delucidazione con l associazione a sikuro si veda Collegamento delle immissioni del computo con le lavorazioni di sikuro Come associare una categoria di Opere Generali o Specializzate a un'immissione del Computo Metrico Nel paragrafo Come associare una voce o un raggruppamento di Elenco Prezzi a una categoria di opere generali o specializzate del capitolo Prezzi è stato spiegato come si può associare una categoria di opere generali o specializzate a una voce di elenco prezzi. La stessa cosa può essere fatta per le immissioni di computo metrico vediamo come: Selezionate la funzione Inserimento dal menu Computo Metrico. Il programma propone la lista dei raggruppamenti. Scegliete con un click del mouse il raggruppamento e successivamente le immissioni di computo metrico alle quali associare una medesima categoria; fate poi un click con il tasto destro del mouse (CTRL+CLICK per gli utenti Macintosh) a seguito del quale si aprirà un menu a tendina con diverse funzioni tra le quali le due che adesso andiamo ad illustrare. ASSOCIAZIONE PER CAPITOLO DI RAGGRUPPAMENTO: ASSOCIAZIONE PER IMMISSIONE DI ARTICOLO: Associa Categoria Lavori e Incid. Questa apre la lista delle categorie delle Opere Generali e Specializzate,tramite un doppio click è possibile scegliere la categoria da associare alle immissione del computo metrico precedentemente selezionate. Dopo aver fatto l associazione nella lista delle immissioni di computo in corrispondenza della colonna "Categoria" verrà riportato il codice della categoria associata. Oltre a scegliere la categoria è possibile, tramite la medesima finestra, indicare anche le percentuali di incidenza per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera delle voci selezionate, digitando negli appositi campi le percentuali corrispondenti. Se non si è a conoscenza delle percentuali di incidenza, ci si può aiutare ricercandole nella lista delle tabelle revisionali riportate nella medesima finestra e, una volta trovata la tabella interessata, fare un doppio click sulla linea corrispondente che permetterà di riportare le percentuali nei relativi campi. Si veda Determinazione dell'incidenza percentuale della manodopera. Annulla Ass. Categoria Lavori Se è stata fatta un associazione tra una immissione di Computo Metrico e una categoria, è possibile eliminare tale associazione selezionando questa funzione. tekno Manuale operativo Pag.163

164 L associazione della categoria di opere per le lavorazioni del computo metrico, è indispensabile per la determinazione della categoria prevalente e delle categorie scorporabili o subappaltabili. Saranno scorporabili o subappaltabili le categorie con importo maggiore al 10% dell importo totale dei lavori o comunque maggiore di 150'000 Euro. Il calcolo della categoria prevalente si ottiene nella sezione Categorie Opere, in menu Lavoro. Si veda Categorie Opere. N.B. Nel caso si associ una categoria a un inserimento di Computo metrico la cui voce di Elenco Prezzi è stata precedentemente associata a un categoria diversa, avrà priorità quella associata all inserimento di Computo Metrico. Inoltre, nel caso sia stata effettuata l associazione alle percentuali di incidenza nelle analisi prezzi (si veda Assegnazione percentuali di incidenza ai componenti delle analisi), l associazione nelle analisi avrà priorità su quanto assegnato in computo metrico, che a sua volta ha priorità sull assegnazione di Elenco prezzi. Ulteriori argomenti correlati: Percentuali di incidenza per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera Stampa delle Categorie per Bandi e Capitolati Stampa dell'incidenza percentuale della quantità di manodopera Determinazione dell'incidenza percentuale della manodopera L associazione delle categorie generali o specializzate nel Computo Metrico (Come associare una categoria di Opere Generali o Specializzate a un'inserimento del Computo Metrico), ottenibile grazie alla funzione del menù contestuale richiamabile con il tasto destro (ctrl + Click per utenti Macintosh) Associa Categoria Lavori e Incid. permette di associare alla lavorazione una percentuali per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera, così da poter procedere al calcolo dell incidenza percentuale della manodopera così come proposto dalle linee guida della determinazione n. 37 del 2000 dell Autorità di Vigilanza dei Lavori Pubblici Per l assegnazione delle percentuali di Incidenza sono possibili tre strade riportate di seguito in ordine di priorità in caso di presenza contemporanea di più assegnazioni. Assegnazione delle percentuali di incidenza nell Analisi Prezzi: è possibile associare ai vari componenti la propria percentuale di incidenza, in modo da determinare l incidenza della lavorazione tekno Manuale operativo Pag.164

165 alla quantità del componente inserito nell analisi Prezzi (Assegnazione percentuali di incidenza ai componenti delle analisi) Assegnazioni delle percentuali di incidenza nel Computo Metrico: contestualmente all assegnazione della categoria per una lavorazione (o per una selezione di esse) sarà possibile inserire manualmente le percentuali di incidenza per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera editando i campi appositi, oppure riportare negli stessi quelli delle vecchie tabelle revisionali riportati in basso; con un doppio click sulla tabella, verranno riportati i dati nei campi manuali. Le tabelle derivano dal Decreto Ministeriale 11 Dicembre 1978 Assegnazione delle percentuali di incidenza nell Elenco Prezzi: richiamando la funzione di associazione all interno della finestra di immissione di Elenco Prezzi, sarà possibile fare l assegnazione delle percentuali in modo analogo al caso dell assegnazione del Computo Metrico (Percentuali di incidenza per Materiali, Noli, Trasporti e Manodopera). Una volta effettuate le assegnazioni di categorie e incidenze, sarà possibile ottenere il calcolo dell incidenza percentuale della manodopera: Stampa dell'incidenza percentuale della quantità di manodopera. Ulteriori argomenti correlati: Associare una voce o un raggruppamento di Elenco Prezzi a una categoria di opere generali o specializzate Determinazione dell'incidenza percentuale della manodopera: associazioni dal Computo Metrico Stampa delle Categorie per Bandi e Capitolati Aggancio del Computo Metrico con il modulo di pianificazione dei tempi di lavorazione Il programma consente di effettuare un collegamento con il modulo di pianificazione dei tempi di lavorazione dalla scheda d'immissione delle misure del computo metrico. Per attivare il collegamento dovrete selezionare il menu Cronoprogramma. Il tasto permetterà il passaggio diretto alla sezione della pianificazione dei lavori dove sarà possibile pianificare i tempi di lavorazione delle lavorazioni del Computo metrico, relazioni tra attività del progetto, vincoli e differimenti. Naturalmente questa possibilità è disponibile solamente per gli utenti che hanno l abilitazione per il modulo Pianificazione dei tempi di lavorazione. tekno Manuale operativo Pag.165

166 Il programma può generare il diagramma di Gantt con la previsione dei S.A.L. ed il diagramma degli importi progressivi mensili. In base ai dati della contabilità è possibile rielaborare il diagramma di Gantt per la proiezione dei tempi a finire. Per ogni spiegazione circa l'utilizzo del modulo Pianificazione dei tempi di lavorazione rimandiamo al paragrafo Introduzione alla pianificazione dei tempi di lavorazione. Come importare gruppi e capitoli dal computo metrico di un altro lavoro Il programma consente di importare in un nuovo file di lavoro i gruppi e i capitoli già utilizzati in un precedente lavoro, risparmiando il tempo necessario al reinserimento manuale. Per poter eseguire l'importazione dovrete richiamare la funzione Quadro Economico dal menu Computo Metrico. Selezionate la funzione Quadro economico dal menu Computo Metrico. Premete il pulsante Importa Gruppi e Capitol viene attivata la finestra "Importa la struttura del computo Metrico" in cui dovete selezionare il check-box corrispondente all'operazione Importa Gruppi e Capitoli. Premete il pulsante "Sfoglia" per accedere alla finestra in cui selezionare il file corrispondente all'archivio da cui il programma deve importare i dati e selezionare il file con un doppio click del mouse (oppure selezionatelo con un click del mouse e premete il pulsante "Apri". Il programma trascrive nel campo Importa dal lavoro... il nome dell'archivio da cui effettuerà l'importazione. Premete il pulsante Conferma per attivare l'importazione dei gruppi e capitoli del computo metrico. Al termine dell'importazione potrete proseguire effettuando le immissioni del computo metrico. Come importare gli altri raggruppamenti generali di computo metrico da un altro lavoro Il programma consente di importare in un nuovo file di lavoro i raggruppamenti generali del computo metrico (raggruppamenti di più capitoli del computo metrico indipendentemente dalla loro appartenenza ai gruppi e capitoli in cui è strutturato il computo) utilizzati in un precedente lavoro, risparmiando il tempo necessario al reinserimento manuale. Nella finestra che appare selezionando la funzione Quadro economico premete il pulsante "Importa". Viene attivata la finestra "Importa la struttura del Computo Metrico" in cui dovete selezionare il checkbox corrispondente all'operazione Importa Raggruppamenti. tekno Manuale operativo Pag.166

167 Premete il pulsante Sfoglia per accedere alla finestra in cui selezionare il file corrispondente all'archivio da cui il programma deve importare i dati e selezionate il file con un doppio click del mouse (oppure selezionatelo con un click del mouse e premete il pulsante "Apri"). Il programma trascrive nel campo Importa dal lavoro... il nome dell'archivio da cui effettuerà l'importazione. Premete il pulsante Conferma per attivare l'importazione dei raggruppamenti generali. E' possibile importare anche i Gruppi e Capitoli del computo, i Centri di Costo e i Livelli-Corpi-Mappali selezionando i corrispondenti check-box. La stampa dei totali relativi ai raggruppamenti generali sono inseriti in una sezione della stampa del quadro economico (attivabile premendo il pulsante Stampa. Attribuzione automatica del primo codice disponibile in un raggruppamento del Computo Come avrete notato, il campo Codice Prog. C.M. questo simbolo indica che è possibile attivare un'attribuzione automatica del primo codice disponibile per una nuova immissione in un raggruppamento (o di un nuovo Gruppo o Capitolo nel Computo Metrico). Qui di seguito prendiamo in considerazione, a titolo d'esempio, l'attivazione di questa funzione per una nuova immissione del Computo Metrico. Supponiamo di essere in inserimento di un nuovo inserimento del Computo Metrico che vogliamo inserire nel raggruppamento N. 1 e di aver appena effettuato un'immissione che appartiene al raggruppamento n.9. Nel campo Codice Prog. C.M. il programma propone una nuova immissione con un codice appartenente al raggruppamento N. 9: ma, come abbiamo, già detto noi vogliamo inserire questa immissione nel raggruppamento N. 1. Posizioniamo allora il cursore nel campo Codice Prog. C.M. e cancelliamo il contenuto del campo. Premiamo il tasto TAB in modo da visualizzare la finestra in cui il programma propone l'elenco dei raggruppamenti presenti nel computo e selezioniamo con un doppio click del mouse il raggruppamento in cui vogliamo inserire la nuova immissione (nel nostro caso il raggruppamento N. 1). Il programma ritorna nella finestra d'immissione nel computo e inserisce nel campo Codice Prog. C.M. il codice del raggruppamento seguito dal simbolo +. Premiamo nuovamente il tasto TAB: automaticamente il programma proporrà nel campo Codice Prog. C.M. il primo codice disponibile del raggruppamento N. 1. Confermiamo e proseguiamo con i dati dell'immissione del computo metrico. tekno Manuale operativo Pag.167

168 Nella stessa maniera potrete operare in fase d'inserimento di un nuovo gruppo o capitolo del computo metrico. Inserimento di un gruppo in un computo metrico composto da soli capitoli Vediamo le operazioni da eseguire nel caso in cui si desideri creare un gruppo dopo che il computo metrico è già stato strutturato in capitoli ed immissioni. Selezionate la funzione Inserimento dal menu Computo Metrico. Nella finestra di immissione utilizzate il pulsante "Gruppo". La finestra d'immissione vi proporrà l'inserimento di un gruppo del computo (controllare che sia selezionata questa opzione e non l'immissione di un capitolo) con un numero progressivo successivo all'ultimo capitolo del computo metrico. Entrate nel campo Cod. Prog. C.M. e variate il codice proposto inserendo quello da voi desiderato (ad esempio 1). Premete il tasto TAB per passare all'inserimento del nome del raggruppamento: il programma vi chiederà se, a fronte di questo nuovo inserimento, volete procedere alla rinumerazione dei capitoli successivi. Date conferma e passate al campo Nome del raggruppamento per inserire il nome attribuito al gruppo. Premete il pulsante "Conferma" per registrare nel computo il nuovo gruppo. A questo punto posizionatevi con il cursore nell area corrispondente alla lista dei raggruppamenti del computo metrico e con un click del tasto destro del mouse per gli utenti Windows e CTRL+CLICK per gli utenti Macintosh richiamate a video il menu contestuale da cui selezionerete la funzione Sposta Raggruppamenti. Nella finestra proposta dal programma selezionate con il mouse il primo capitolo dalla lista presente nella metà inferiore della finestra e trascinatelo in corrispondenza della cartella che simboleggia il gruppo appena creato, nella lista presente nella parte superiore della finestra. Il programma propone una finestra in cui dovrete scegliere dove spostare il raggruppamento: la prima opzione permette di spostare il raggruppamento dopo quello indicato; la seconda opzione permette di inserirlo all interno del raggruppamento indicato; la terza opzione consente di annullare l operazione di spostamento. Scegliamo la seconda opzione: il programma, dopo aver chiesto se si desidera eseguire il trasferimento anche di tutto il contenuto del raggruppamento, provvederà a rinumerare il capitolo e le immissioni in modo che possano essere riconosciute come facenti parte del gruppo (ad esempio: il capitolo 1 contenente l'immissione 1.1, trasportati all'interno del gruppo 1, diventeranno capitolo 1.1 e immissione 1.1.1). tekno Manuale operativo Pag.168

169 Per rinumerare i capitoli successivi basterà trascinarli dalla lista presente nella metà inferiore della finestra sulla riga della lista presente nella parte superiore della finestra corrispondente all'ultimo capitolo che fa parte del gruppo in cui desideriamo inserirli (ad esempio il capitolo 2 dovrà essere trascinato sul capitolo 1.1 in modo da rinumerarlo come 1.2). Funzionalità approfondite del Computo metrico Nell esposizione delle funzioni del Computo Metrico, sono state volutamente tralasciate delle funzionalità di livello avanzato per non distogliere l attenzione dall argomento principale. Si tratta comunque di funzionalità comuni a diversi elaborati. Si vedano pertanto nel capitolo relativo alle Funzioni comuni ai vari elaborati: Utilizzo del formulario in una immissione Copia misure da altre immissioni Legami tra le misure Importazione in una immissione degli sviluppi misure da un file di testo Editor rapido delle misure Creazione di nuovi articoli di elenco prezzi durante l'immissione di computo, perizie, libretti Modifica del codice dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione Modifica della descrizione dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione La gestione dei Livelli-Corpi-Mappali Importare i Livelli-Corpi-Mappali da un altro lavoro La gestione dei Centri di Costo Importare i Centri di Costo da un altro lavoro Rinumerazione immissioni di Computo, di Perizia, delle Provviste Importazione per calcolo costi della sicurezza Il programma consente di importare le fasi, i gruppi o le lavorazioni dal programma sikuro per poter realizzare un computo metrico estimativo per la determinazione del costo della sicurezza utilizzando un apposito listino fornito con il medesimo programma. Selezioniamo la funzione da Importazione per calcolo costi della sicurezza da Importa/Esporta C.M. dal menu Computo Metrico. tekno Manuale operativo Pag.169

170 Nella finestra proposta dal programma premete sul pulsante Sfoglia e selezionate il file precedentemente creato con la funzione Esportazione per calcolo costi su C.M. estimativo di sikuro Premete il pulsante Salva e Chiudi per avviare l importazione. Al termine dell importazione le fasi, gruppi o lavorazioni della sicurezza corrisponderanno ad altrettanti capitoli del Computo Metrico. Potete quindi procedere alla stesura del computo, utilizzando il listino della sicurezza fornito con il programma sikuro (il listino viene installato nella cartella ListinoSicurezza di sikuro). tekno Manuale operativo Pag.170

171 Capitolo 8- Costi Sicurezza tekno Manuale operativo Pag.171

172 Costi Sicurezza Considerato l art. 7 Stima dei costi della sicurezza del Decreto del Presidente della Repubblica 3 luglio 2003, n. 222 e l uscita di elenchi prezzi regionali in cui è già stata eseguita l analisi dei costi della sicurezza e quindi è stata indicata la percentuale che ne scaturisce nel listino, abbiamo modificato la gestione degli elenchi prezzi e dei costi della sicurezza per dare la possibilità sia di eseguire direttamente sull elenco prezzi una analisi dei costi della sicurezza sia di poter utilizzare quelle dei listini prezzi in cui è già stata fatta. Vediamo in particolare come si procede alla stima dei costi della sicurezza: Gestione in Elenco Prezzi Nella scheda di elenco prezzi oltre al prezzo unitario della lavorazione (comprensiva dei costi diretti della sicurezza) sezione Prezzi, possiamo visualizzare altre due sezioni: Inc. costo sicurezza dove potremo inserire la % del costo diretto della sicurezza al netto dell utile d impresa e delle spese generali; la sezione Incidenza manodopera dove potremo inserire la % utile per il calcolo in base alla determina 37 dell Autorità di vigilanza dei Lavori Pubblici. Tali % potranno essere ottenuto automaticamente dei nuovi listini prezzi che li determinano preventivamente (ad esempio Regione Campania). Come detto abbiamo due possibilità: 1) L elenco prezzi che stiamo utilizzando possiede già un analisi dei costi diretti della sicurezza; in questo caso possiamo utilizzare normalmente la voce in computo metrico il programma pur visualizzando il normale importo della lavorazione calcolerà il costo diretto della sicurezza moltiplicando il costo unitario diretto della sicurezza (incluso nel prezzo della lavorazione ma specificato nella voce di elenco prezzi) per la quantità computata. In questo modo il costo della sicurezza sarà direttamente proporzionale alla quantità preventivata, suddivisa per lavori a misura a corpo ed in economia. 2) L elenco prezzi non possiede un analisi dei costi della sicurezza, in questo caso per poter sfruttare poi la determinazione automatica dei costi della sicurezza dobbiamo creare un analisi dell articolo suddivisa per analisi dei componenti della lavorazione e componenti dei costi della sicurezza. Il programma determinerà qual'è l incidenza della sicurezza sul prezzo totale e scorporerà l utile e le spese generali quindi determinerà l Importo della Sicurezza per la quantità analizzata. Sarà questo importo che determinerà in computo o perizia l importo totale dei costi diretti della sicurezza. tekno Manuale operativo Pag.172

173 Gestione in Computo Metrico e Perizia L Importo della Sicurezza determinato sulla singola voce di elenco prezzi verrà moltiplicato per la quantità per determinare l importo dei costi diretti della sicurezza. Se per particolari condizioni in cui si svolge la lavorazione ci sono dei costi aggiuntivi per la sicurezza, nella maschera di immissione delle misure troviamo il pulsante costi speciali in cui potremo inserirli. Come detto in precedenza i costi speciali della sicurezza sono suddivisi secondo i macro raggruppamenti indicate nell art. 7 del DPR 222/03 che sono: -APPRESTAMENTI -COORDINAMENTO -DPC(dispositivi di protezione collettiva) -IMPIANTI -INTERFERENZA -INTERVENTI -PROCEDURE -ALTRO (non indicato nell art.7 ma aggiunto da noi per varie ed eventuali) Ognuno di essi a sua volta si suddivide in lavori a misura a corpo ed in economia. I costi speciali potranno essere associati alla lavorazione o essere generici da imputare alla totalità dell opera attraverso il pulsante destro del mouse (ctrl+click per Mac). Gestione Quadro Economico di Computo Metrico o Perizia E nel quadro economico che troviamo l opzione per gestire in modo analitico i costi della sicurezza. Nella sezione Costi della sicurezza selezionando l opzione metodo analitico attiviamo il calcolo automatico del costo della sicurezza con la relativa nuova stampe "Stima dei costi della sicurezza" in cui si evince il costo unitario della sicurezza per voci (stampa che deve produrre il coordinatore alla progettazione della sicurezza). Con il calcolo automatico non ci dobbiamo preoccupare di adeguare il costo della sicurezza a seguito di variazioni di quantità del computo essendo il programma che vi provvede in base al costo unitario. Attenzione: lasciando il metodo forfettario non sarà possibile avere ne la stampa della stima dei costi ne il calcolo analitico negli Stati di Avanzamento dei Lavori. Nel quadro economico è inoltre possibile inserire i costi della sicurezza speciali non attribuibili ad alcuna specifica lavorazione (costi speciali generali) del cantiere, facendo click su un apposito pulsante. tekno Manuale operativo Pag.173

174 Gestione nel calcolo dei SAL Nella maschera di inserimento dei nuovi SAL troviamo un nuovo pulsante "Settaggi". Facendo click su settaggi si aprirà la finestra in cui possiamo scegliere come contabilizzare i costi della sicurezza: 1)Selezionando metodo proporzionale il calcolo procederà come consuetudine prima delle nuove implementazioni, ossia calcolerà la quota parte dei costi della sicurezza in base alla percentuale di avanzamento dei lavori ed in base a questa percentuale calcolerà i costi diretti della sicurezza sulla base della stessa percentuale applicata al totale dei costi diretti della sicurezza 2)Selezionando il metodo analitico il costo della sicurezza sarà effettivamente la somma dei costi della sicurezza delle voci effettivamente contabilizzate. Nota1: questa opzione sarà attiva solo se nel quadro economico è selezionato il metodo analitico. Nota2: I costi della sicurezza speciali saranno calcolati sempre in modo percentuale perché possono essere legati o non legati alle singole lavorazioni. Nota3: Sarà sempre possibile modificare l importo della sicurezza calcolato in automatico nello Stato di Avanzamento dei Lavori a condizione di NON superare l importo totale della sicurezza così come indicato nel quadro economico ovvero suddiviso secondo costi diretti e costi speciali per lavori a misura a corpo e in economia. tekno Manuale operativo Pag.174

175 Capitolo 9 Perizie tekno Manuale operativo Pag.175

176 Inserimento e gestione di una perizia Selezionate il comando Perizie dal menu Moduli (oppure selezionate nell'apposito campo della barra degli strumenti la voce Perizie): automaticamente il programma installa il menu Perizie. Le funzioni del menu Perizie sono disabilitate ad eccezione di Scelta Perizia: le altre funzioni vengono abilitate successivamente all'operazione di scelta della perizia su cui si desidera lavorare. Nel caso sia presente una sola perizia il programma abilita automaticamente tutte le funzioni del menu Perizie anche senza eseguire la scelta con il comando Scelta Perizia. Creazione di una perizia Per scegliere o creare una nuova perizia su cui operare selezionate il comando Scelta Perizia dal menu Perizie & Quadri. La finestra che appare presenta la lista delle perizie già registrate: per ciascuna perizia viene riportata la descrizione e l importo ed appositi pulsanti permettono di aprire, cancellare e registrare le perizie. Vediamo come creare una nuova perizia. Selezionate il pulsante Aggiungi Perizia, ed inserite nel campo Descrizione il nome che volete attribuirle (il programma di default propone il nome "Perizia n. x"). Premete il pulsante "Salva e Chiudi per registrare la nuova perizia. Il programma uscirà dalla finestra di 'Scelta Perizia' e sarà pronto per accettare le immissioni nella nuova perizia. Analogamente, se dobbiamo entrare in una perizia già presente in lista, selezioneremo la riga della lista corrispondente alla perizia e premeremo il pulsante "Salva e Chiudi. Il programma si posizionerà all'interno della perizia nella quale si intende lavorare. In alternativa per selezionare una Perizia e confermare, sarà sufficiente fare un doppio click sulla riga della Perizia selezionata. Noterete subito che i comandi del menu Perizie & Quadri (tranne Scelta Perizia appena descritto, Copia da ) sono uguali a quelli presenti nel menu Computo Metrico e vanno pertanto utilizzati allo stesso modo. Questo anche perchè la perizia è un elaborato analogo al computo e può essere di due tipologie: suppletiva o di variante. E' suppletiva se integra le immissioni del computo oppure è di variante se varia le immissioni del computo. tekno Manuale operativo Pag.176

177 Cancellazione di una perizia Selezionate il comando Scelta Perizia dal menu Perizie & Quadri. Selezionate una perizia dalla lista con un click del mouse e premete il pulsante Elimina perizia dal Riquadro Attività. Un messaggio a video chiederà conferma prima di procedere alla cancellazione definitiva. Rispondendo affermativamente il programma eliminerà completamente la perizia, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Copiare nella perizia il contenuto di un altro elaborato Questo comando consente di copiare totalmente o parzialmente il contenuto del computo metrico, dei libretti o di altre perizie all interno della perizia in uso. L'uso di questa funzione permette di evitare un inutile lavoro di reinserimento di immissioni (ad esempio di immissioni che devono essere modificate, come nel caso di una perizia di variante) già presenti in altri elaborati. Selezionate dal menu Perizia & Quadri la funzione Copia da... Nella finestra che appare dovremo selezionare l'elaborato da cui intendiamo copiare le immissioni con un click del mouse e premere il pulsante "Conferma" (oppure semplicemente selezionare l'elaborato con un doppio click del mouse). Nella finestra "Importa da..." che viene proposta avete la possibilità di importare tutte le immissioni dell'elaborato scelto (selezionando il radio button Tutte le immissioni) oppure potrete indicare i codici iniziale e finale relativi all intervallo di immissioni che vi interessano. Naturalmente, se non vi ricordate i codici, potrete posizionare il cursore all'interno di uno dei due campi vuoti, premere il tasto TAB per visualizzare la lista delle immissioni dell'elaborato ed effettuare la scelta dell'immissione prescelta con un doppio click del mouse. Premete il pulsante Conferma per attivare l'importazione delle immissioni nella Perizia. Se si sta copiando completamente il Computo metrico, al termine verrà proposto un messaggio che propone di copiare anche il quadro economico. Rispondendo affermativamente, verranno riportate le somme a disposizione e i costi della sicurezza così com erano stati inseriti nel quadro economico del computo. In questo modo saranno pronti per le opportune modifiche. Rispondendo di no, il quadro economico della perizia rimarrà bianco. A questo punto non vi rimane altro che modificare le immissioni da variare aprendole con un doppio click del mouse dalla lista (ricordate di confermare con l'apposito pulsante la correzione). Potrete cancellare gli sviluppi o le immissioni che non vi interessano oppure inserirne alcune nuove. Le modalità di modifica e cancellazione vengono esaminate in dettaglio negli appositi paragrafi di questo capitolo. tekno Manuale operativo Pag.177

178 Immissioni nella Perizia Vediamo ora come procedere all immissione dei dati che ci permetteranno di avere a disposizione una perizia che, come il computo metrico, può essere strutturata in gruppi, capitoli ed immissioni. = Gruppo di Perizia = Gruppo di Perizia "aperto" (sono visualizzati i capitoli che ne fanno parte) = Capitolo di Perizia contenente lavori a misura = Capitolo di Perizia contenente lavori a corpo = Capitolo di Perizia contenente lavori in economia = Capitolo di Perizia (nei diversi colori a indicare la tipologia dei lavori) "aperto" (sono visualizzate le immissioni che ne fanno parte) = Immissione di Perizia = Immissione di Perizia con associata una nota oppure un disegno, un messaggio audio o un filmato La finestra che si apre dopo la selezione del comando Inserimento presenta tutti i gruppi o capitoli (visualizzati graficamente da una "cartella") con il codice e la descrizione attribuiti in fase d'immissione. Un click del mouse sulla riga corrispondente al gruppo o capitolo permette di visualizzare, rispettivamente, la lista dei capitoli e delle immissioni in esso contenute, con il numero progressivo di computo, il codice di elenco prezzi, la descrizione, l'unità di misura, la quantità, il prezzo scelto, il totale dell'immissione e lo stato dell immissione (selezionata e/o analizzata). Un doppio click del mouse sulla riga corrispondente ad un'immissione permette di entrare nella finestra d'inserimento/modifica. Nella lista in basso sono presenti le immissioni dell'elenco prezzi del lavoro corrente. La visualizzazione dell'elenco prezzi è sempre gerarchica. Come vedremo in seguito, utilizzando il campo posto sotto alla lista delle immissioni di elenco prezzi potremo aprire elenchi prezzi appartenenti ad altri lavori o listini. Principali caratteristiche della perizia Come inserire un gruppo o un capitolo della perizia Come inserire un'immissione libera Come inserire un'immissione con il drag and drop Attribuzione automatica del primo codice di perizia di un raggruppamento Ricerca su campi multipli di un articolo dell'e.p. da inserire nella perizia Inserimento di note, disegni e filmati nella perizia tekno Manuale operativo Pag.178

179 Importazioni di sviluppi misure nelle Perizie Inserimento, cancellazione e duplicazione delle righe di sviluppo delle misure nelle Perizie Utilizzo della funzione cerca e cambia Gestione di più elenchi prezzi nelle immissioni della perizia Gestione della assistenze murarie e delle maggiorazioni nelle perizie Inserimento di un gruppo in una perizia composta di soli capitoli Principali caratteristiche della perizia E' importante sottolineare alcune caratteristiche relative alla gestione delle liste della finestra d'immissione della Perizia. Innanzitutto, grazie alla struttura del codice di immissione del programma, avremo una rinumerazione automatica degli elementi della lista in caso di spostamento, modifica o immissione di nuove voci tra due esistenti. Potremo, ad esempio, spostare un'immissione (o più immissioni selezionate contemporaneamente) da un capitolo ad un altro della lista o in una posizione diversa del capitolo (spostandolo con la tecnica del drag and drop dopo aver selezionato la funzione Sposta immissioni o Sposta Raggruppamenti dal menu contestuale richiamato premendo il tasto destro del mouse per la versione Windows o CTRL+CLICK per Macintosh) per attivare la procedura di rinumerazione automatica del computo metrico. Naturalmente nello spostamento si dovrà fare attenzione alla posizione in cui si inserisce l'immissione: l'inserimento e la conseguente rinumerazione terranno conto di questa posizione. Questa caratteristica del programma è particolarmente interessante perchè evita tutte le difficoltà che possono derivare da inserimenti e spostamenti che modificano l'ordine dei codici inseriti e che richiedono poi un intervento "manuale" di rinumerazione. L'altra caratteristica della lista della Perizia (caratteristica comune all'elenco prezzi) è la possibilità di spostare le linee di separazione tra i campi in modo da poter allargare o restringere i campi a seconda delle proprie esigenze. Potremo, ad esempio, selezionare con un click del mouse la linea verticale che definisce lo spazio occupato dal codice e, sempre tenendo premuto il pulsante del mouse, trascinarla verso destra o verso sinistra a seconda che si voglia allargare o stringere lo spazio a disposizione del codice. Infine, lo spazio a disposizione delle due liste può essere mutato a favore dell'una o dell'altra ridimensionando la lunghezza della lista superiore tramite la selezione ed il trascinamento con il mouse della linea di separazione tra le due liste. Il cursore, al momento del posizionamento in corrispondenza della linea di separazione. L'effetto finale è un ridimensionamento dello spazio dedicato ad una delle due liste a favore dell'altra. tekno Manuale operativo Pag.179

180 Come inserire un gruppo o un capitolo della perizia Selezionate il comando Inserimento dal menu Perizie & Quadri. Si apre una finestra che ci presenta due liste: la prima lista corrisponde alle immissioni della Perizia, mentre la seconda lista ci presenta titoli ed articoli presenti nell elenco prezzi. Nella stessa finestra troviamo anche alcuni bottoni che già conosciamo ed abbiamo utilizzato nella lista dell'elenco prezzi ("Desc. Estesa" e "Canc. Imm.") ed alcuni bottoni nuovi che inizieremo subito ad utilizzare. I pulsanti Nuovo Groppo e Nuovo Capitolo, servono, rispettivamente, a creare un gruppo della Perizia o un capitolo della Perizia. Il funzionamento è perfettamente identico in entrambi i casi: si seleziona con un click del mouse il pulsante e nella finestra d'immissione il programma proporrà il codice del primo raggruppamento libero. IMPORTANTE: generalmente una struttura con capitoli ed immissioni è più che sufficiente. Per semplificare il lavoro vi consigliamo di utilizzare questa suddivisione. E' comunque possibile passare da una struttura del computo a due livelli (Capitoli - 99; Immissioni - 999) ad una struttura a tre livelli (Gruppi - 99; Capitoli - 999; Immissioni - 999) seguendo le indicazioni che trovate nel paragrafo "Inserimento di un gruppo in un computo metrico composto da soli capitoli" del capitolo relativo al Computo Metrico. Non utilizzare mai la suddivisione Gruppi - Immissioni saltando quindi il livello intermedio rappresentato dai capitoli, perché genera problemi nel quadro economico e nella successione immissione nei libretti della contabilità. Nella finestra d'immissione viene settato automaticamente dal programma di che tipo d'immissione si tratta (immissione misure, immissione capitolo di C.M., immissione gruppo di C.M.). Nel campo Nome del raggruppamento dovremo inserire il nome del gruppo o capitolo che stiamo inserendo. Se si tratta di un capitolo (e non di un gruppo) è possibile indicare la tipologia dei lavori che andrà a contenere. Le scelte possibili sono: Lavori a misura, Lavori a corpo o Lavori in economia. Utilizzando il pulsante Inserimento di una nota.. avremo la possibilità di inserire un commento o un disegno che verrà riportato nella stampa del computo metrico. Per registrare l'inserimento effettuato premiamo il pulsante Salva e Chiudi. Nella finestra d'immissione dei gruppi e dei capitoli esiste la possibilità di inserire un riferimento a gruppo e capitolo del centro di costo. Vedremo in seguito, parlando dei centri di costo, l'utilità di questa relazione. In alternativa è possibile creare i raggruppamenti della Perizia con la stessa descrizione di quelli dell elenco prezzi, selezionando il raggruppamento dalla lista di elenco prezzi e trascinandolo con la tecnica del Drag & Drop sulla lista dei raggruppamenti del computo metrico nella posizione in cui inserire. A questo punto si tekno Manuale operativo Pag.180

181 aprirà la finestra sopra descritta nella quale sarà riportata automaticamente la descrizione del raggruppamento. Si veda come copiare i raggruppamenti dell'elenco Prezzi nella Perizia Come copiare i raggruppamenti dell'elenco Prezzi nella Perizia Selezionate il comando Immissione dal menu Perizie. Fate un click con il tasto destro del mouse (CTRL+CLICK per gli utenti Macintosh) sulla lista dei raggruppamenti della Perizia in modo da far apparire il menu a tendina. Selezionate la funzione "Copia tutti i Raggruppamenti dell Elenco Prezzi". A questo punto il programma chiederà, tramite un messaggio di confermare l operazione, rispondendo affermativamente si procederà alla creazione dei raggruppamenti della Perizia con le stesse descrizioni di quelli dell Elenco Prezzi accodandoli a quelli eventualmente già presenti. Rispondendo invece negativamente, l operazione verrà annullata. Se invece desiderate riportare solo alcuni dei raggruppamenti di Elenco prezzi, sarà possibile trascinarli con la tecnica del Drag & Drop dalla zona inferiore alla sezione superiore riservata ai raggruppamenti della Perizia. In questo modo verranno creati dei raggruppamenti con il medesimo titolo. Duplicazione di un raggruppamento della Perizia Il programma permette la duplicazione di un gruppo o capitolo della Perizia ed eventualmente anche del relativo contenuto vediamo come: Selezionare la funzione "Inserimento" dal menu "Perizie & Quadri". Posizionarsi sul raggruppamento da duplicare facendo un click del mouse su di esso Fare un click con il tasto destro del mouse (CTRL+CLICK per gli utenti Macintosh) in modo da visualizzare il seguente menu a tendina: Selezionare la funzione "Duplica Raggruppamento". A seguito di questa operazione il programma prima di procedere alla duplicazione del raggruppamento prescelto, visualizza un messaggio nel quale è possibile scegliere di duplicare o meno il contenuto del raggruppamento. Una risposta affermativa a tale richiesta permette di duplicare tutti i capitoli e le immissioni nel caso il raggruppamento da duplicare sia un gruppo, oppure tutte le immissioni se invece il raggruppamento da duplicare è un capitolo. Una risposta negativa permette invece di duplicare solamente il gruppo o capitolo e non il suo contenuto. Come inserire un'immissione libera della perizia tekno Manuale operativo Pag.181

182 Per inserire le immissioni nella Perizia, si possono utilizzare due possibilità: l immissione libera, che tratteremo in questo paragrafo, e l immissione con la tecnica del Drag & Drop. Per inserire un immissione libera seguiamo i seguenti passi. Selezionate il comando Inserimento dal menu Perizie & Quadri. Dopo aver aperto il capitolo nel quale volete inserire la nuova immissione, selezionate il pulsante "Inser..", in modo da far apparire a video la finestra d immissione priva di qualsiasi valore, fatta eccezione per il numero progressivo d'immissione della Perizia e il raggruppamento della Perizia a cui appartiene l'immissione. In alternativa è possibile fare un click con il tasto destro (Ctrl + Click per utenti Macintosh) nella zona delle immissioni e selezionare nuova voce Nella scheda d'immissione inserite parte della descrizione della voce di elenco prezzi nel campo Descrizione lavorazione di riferimento e premete il tasto TAB per attivare la ricerca di tutte le voci di elenco prezzi che soddisfano il criterio di ricerca impostato. Qualora il programma ne trovi più di una presenta la lista delle voci trovate, da cui è possibile selezionare quella desiderata con un doppio click del mouse. Nel caso in cui il programma non trovi nessuna voce corrispondente alla stringa di testo ricercata, avviserà con il messaggio: Premendo il tasto OK, si accederà alla lista di Elenco Prezzi per selezionare una voce o effettuare l inserimento nuovo. E possibile estendere la ricerca su più listini contemporaneamente utilizzando il pulsante "Ricerca" (per maggiori informazioni vedere il paragrafo Ricerca di una voce di Elenco Prezzi all'interno di più listini "Ricerca Avanzata" nel capitolo dedicato all Elenco Prezzi) In alternativa potrete digitare il codice della voce di elenco prezzi nel campo Cod. Elenco Prezzi (o prelevarla con un doppio click del mouse dalla lista richiamata a video premendo il tasto TAB a campo vuoto). In entrambi i casi, dopo aver scelto la voce di elenco prezzi utilizzata nell'immissione del computo, il programma propone automaticamente il codice della voce di elenco prezzi, la descrizione, l'unità di misura ed il prezzo. Cliccando con il mouse sul campo Prezzo unit. di listino avremo la possibilità di scegliere quale prezzo sarà utilizzato: Prezzo 1, 2, 3, 4 o Prezzo Analisi (scelta possibile solo se la voce di elenco prezzi utilizzata possiede almeno un'analisi). Il programma propone di default il prezzo settato nell'apposito campo presente nella finestra richiamata con la funzione Lingua e valuta dal menu Lavoro (di default si tratta del prezzo 1). Nel campo Scegli Analisi, se l'articolo possiede analisi, potremo selezionare uno dei prezzi disponibili: questo prezzo verrà utilizzato per la Perizia qualora nel campo Prezzo un. di listino sia stata scelta l'opzione Prezzo Analisi, mentre potrà essere utilizzato ai fini del calcolo dei fabbisogni (calcolo delle tekno Manuale operativo Pag.182

183 sole quantità) se nel campo Prezzo un. di listino è stato selezionato un prezzo differente da quello di analisi. Nel campo "Rib./Aum. %" è possibile indicare il ribasso o aumento da applicare al prezzo dell articolo selezionandolo tra i sei ribassi/aumenti disponibili nell apposita lista a tendina. Tra i sei diversi ribassi/aumenti, cinque sono quelli contrattuali (identificati dalla lettera "c" c1..c5) mentre il sesto è specifico della voce di elenco prezzi (identificato dalla lettera "v"). Se si desidera modificare o inserire il ribasso/aumento specifico per la voce, è sufficiente selezionare la linea contraddistinta dalla lettera "(v)" e inserire il ribasso (valore negativo) o aumento (valore positivo) desiderato. NOTA BENE: nelle situazioni più comuni, si avrà un solo ribasso per tutto il lavoro (tale ribasso è indicato alla riga h degli "Importi e somme "). Automaticamente, anche se il ribasso verrà inserito una volta terminata la Perizia, se non sono state apportate modifiche nella scelta del ribasso, verrà proposto il ribasso contrattuale). Vediamo ora l inserimento delle righe di sviluppo delle misure: Digitate nel campo Commento una descrizione relativa alla riga di sviluppo che inseriremo. Premete TAB per passare al campo Espressione in cui potrete inserire un'espressione algebrica. In alternativa, nei campi sottostanti, potrete inserire i valori corrispondenti a NPS (numero parti simili), Larg. (larghezza), Lung. (lunghezza) e H-P-S (altezza-peso-superficie). E' importante sottolineare che i campi NPS, Largh., Lungh. e H-P-S possono accettare anche l'inserimento di una espressione algebrica che il programma provvederà a calcolare automaticamente. Ritornando con il cursore nei campi NPS, Larg., Lungh. e HPS dopo aver inserito un'espressione anzichè un valore numerico totale, viene visualizzata l'espressione. In fase di stampa della Perizia (ad esclusione del caso in cui venga scelta l'opzione di stampa "per fattori") le espressioni inserite nei campi fattori verranno stampate tra parentesi e moltiplicate per il fattore successivo. A seconda dell unità di misura della voce specificatamente utilizzata nella perizia, potrebbero essere disabilitati uno o più di questi campi fattore. Per effettuare delle modifiche a tal scopo, si veda il paragrafo Definizione delle unita' di misura. Premendo il tasto TAB dopo aver digitato il valore nell ultimo campo (H-P-S) si attiva il calcolo del totale parziale di quella riga; il programma ne inserisce i valori nella lista sottostante, mentre il cursore si posiziona nuovamente nel campo Commento. L'inserimento delle altre righe di questa immissione del computo verranno effettuate seguendo le stesse modalità. Selezionate il pulsante Salva e chiudi per registrare l immissione. L inserimento degli sviluppi delle misure nel campo espressione può avvenire anche tramite l uso di formule predefinite: si veda a tal proposito il paragrafo Utilizzo del formulario in una immissione nel capitolo relativo alle funzioni comuni dei vari elaborati. Come inserire un'immissione della perizia con il Drag and Drop tekno Manuale operativo Pag.183

184 Per inserire un immissione nella Perizia con la tecnica del Drag & Drop, è necessario seguire questi passaggi: Selezionate il comando Inserimento dal menu Perizie & Quadri. Nella finestra sueriore, aprite con un click, il capitolo nel quale desiderate inserire l immissione. Selezionate nella finestra inferiore, dove viene esposta la lista di Elenco prezzi, la voce che desiderate inserire nella perizia: trascinatela con la tecnica del drag and drop nella finestra superiore. Apparirà la finestra d immissione con il codice della Perizia proposto dal programma. ATTENZIONE: il codice della Perizia proposto dal programma, dipende dalla posizione in cui la voce di Elenco Prezzi viene rilasciata. Il codice proposto dal programma sarà immediatamente successivo al codice della voce sulla quale viene rilasciata la voce dell Elenco Prezzi. Facendo degli esempi pratici, se la voce viene rilasciata nel campo bianco o sopra l ultima delle voci già inserite, che supponiamo abbia il codice 5.33, verrà proposto per la nuova voce il codice successivo, cioè Se però la voce verrà rilasciata sopra la 5.30, ma esistono già delle voci successive, per la nuova voce verrà proposto il codice 5.31 avvisando che per fare questo inserimento sarà necessario rinumerare le voci seguenti. Nella scheda d'immissione della Perizia che appare dopo aver effettuato la scelta della voce di elenco prezzi il programma visualizza automaticamente anche il numero progressivo d'immissione della Perizia, il raggruppamento della Perizia a cui appartiene l'immissione, il codice della voce di elenco prezzi, la descrizione, l'unità di misura ed il prezzo della voce selezionata. Cliccando con il mouse sul campo Prezzo un. di listino avremo la possibilità di scegliere quale prezzo sarà utilizzato per il computo: Prezzo 1, 2, 3, 4 o Prezzo Analisi (scelta possibile solo se l'articolo di elenco prezzi utilizzato possiede almeno un'analisi). Il programma propone di default il prezzo settato nell'apposito campo presente nella finestra richiamata con la funzione Lingua e valuta dal menu Lavoro (di default si tratta del prezzo 1). Nel campo Scegli Analisi, se l'articolo possiede analisi, potremo selezionare uno dei prezzi disponibili: questo prezzo verrà utilizzato per la Perizia qualora nel campo Prezzo unit. di listino sia stata scelta l'opzione Prezzo Analisi, mentre potrà essere utilizzato ai fini del calcolo dei fabbisogni (calcolo delle sole quantità) se nel campo Prezzo un. di listino è stato selezionato un prezzo differente da quello di analisi. Nel campo "Rib./Aum. %" è possibile indicare il ribasso o aumento da applicare al prezzo dell articolo selezionandolo tra i sei ribassi/aumenti disponibili nell apposita lista a tendina. Tra i sei diversi ribassi/aumenti, cinque sono quelli contrattuali (identificati dalla lettera "c" c1..c5) mentre il sesto è specifico della voce di elenco prezzi (identificato dalla lettera "v"). Se si desidera modificare o inserire il ribasso/aumento specifico per la voce, è sufficiente selezionare la linea contraddistinta dalla lettera "(v)" e inserire il ribasso (valore negativo) o aumento (valore positivo) desiderato. NOTA BENE: nelle tekno Manuale operativo Pag.184

185 situazioni più comuni, si avrà un solo ribasso per tutto il lavoro (tale ribasso è indicato alla riga h degli "Importi e somme "). Automaticamente, anche se il ribasso verrà inserito una volta terminato la Perizia, se non sono state apportate modifiche nella scelta del ribasso, verrà proposto il ribasso contrattuale). Vediamo ora l inserimento delle righe di sviluppo delle misure: Digitate nel campo Commento una descrizione relativa alla riga di sviluppo che inseriremo. Premete TAB per passare al campo Espressione in cui potrete inserire un'espressione algebrica. In alternativa, nei campi sottostanti, potrete inserire i valori corrispondenti a NPS (numero parti simili), Larg. (larghezza), Lung. (lunghezza) e H-P-S (altezza-peso-superficie). E' importante sottolineare che i campi NPS, Largh., Lungh. e H-P-S possono accettare anche l'inserimento di una espressione algebrica che il programma provvederà a calcolare automaticamente. Ritornando con il cursore nei campi NPS, Larg., Lungh. e HPS dopo aver inserito un'espressione anzichè un valore numerico totale, viene visualizzata l'espressione. In fase di stampa della Perizia (ad esclusione del caso in cui venga scelta l'opzione di stampa Estesa, quindi "per fattori") le espressioni inserite nei campi fattori verranno stampate tra parentesi e moltiplicate per il fattore successivo. A seconda dell unità di misura della voce specificatamente utilizzata nel computo, potrebbero essere disabilitati uno o più di questi campi fattore. Per effettuare delle modifiche a tal scopo, si veda il paragrafo Definizione delle unita' di misura. Premendo il tasto TAB dopo aver digitato il valore nell ultimo campo (H-P-S) si attiva il calcolo del totale parziale di quella riga; il programma ne inserisce i valori nella lista sottostante, mentre il cursore si posiziona nuovamente nel campo Commento. L'inserimento delle altre righe di questa immissione della Perizia verranno effettuate seguendo le stesse modalità. Selezionate il pulsante Salva e chiudi per registrare l immissione. L inserimento degli sviluppi delle misure nel campo espressione può avvenire anche tramite l uso di formule predefinite: si veda a tal proposito il paragrafo Utilizzo del formulario in una immissione nel capitolo relativo alle funzioni comuni dei vari elaborati. Inserimento di note, disegni e filmati nella perizia Il pulsante Inserimento di una nota o di un oggetto, permette di aprire una finestra divisa in due pannelli. Il primo pannello denominato "Disegno e Note" contiene un campo per incollare un disegno ed un altro per digitare una annotazione. Vediamo di seguito come operare per inserire un disegno nel campo oggetto (l'oggetto inserito nel campo deve avere dimensioni massime di 7,4x5,26, pari al 25% del formato A4). tekno Manuale operativo Pag.185

186 Dopo aver creato il vostro disegno con una applicazione specifica (ad esempio Paint per utenti Windows o Photoshop per utenti Macintosh), sarà sufficiente utilizzare le funzioni standard di copia e incolla per copiare e poi incollare nel campo Oggetto il disegno desiderato, oppure se avete precedentemente salvato il vostro disegno in un file, potete utilizzare il comando Incolla dal file... del menu Modifica e selezionare il file contenente il disegno desiderato. Registriamo l inserimento con il pulsante Salva. Il disegno potrà essere inserito nella stampa della Perizia come se fosse un "Post-it". Il secondo pannello invece denominato "Audio/Video" contiene un campo per l inserimento di un messaggio audio e uno per l inserimento di un filmato. Vediamo di seguito come operare per inserire un filmato o un oggetto audio. N.B. solo per i sistemi Windows Fate un click nel campo in cui volete inserire Selezionate il comando Inserisci oggetto OLE del menu Modifica. Nella lista che appare attivando questo comando potrete scegliere con quale delle applicazioni disponibili aprire o generare il messaggio audio o il filmato (le modalità di creazione e di apertura dipendono dall applicazione scelta). Automaticamente si aprirà il file scelto e alla chiusura dell applicazione utilizzata verrà inserito nel campo precedentemente selezionato. Registriamo l inserimento con il pulsante Salva In seguito per visualizzare il filmato o ascoltare il commento audio, sarà sufficiente fare un doppio click sul campo corrispondente. L inserimento e la visualizzazione delle NOTE può essere effettuato anche direttamente dalla lista della Perizia utilizzando il tasto destro del mouse(ctrl + click per utenti Macintosh) selezionando l opzione Apri Disegno/Note. Importazioni di sviluppi misure nelle Perizie Se nel corso di una perizia vi è necessario recuperare lo sviluppo delle misure di un immissione inserita precedentemente (si pensi alle misure dell intonaco e successivamente delle pitture) potrete utilizzare questa funzione, che vi consente un prezioso risparmio di tempo. Selezionando una riga di sviluppo dalla lista d immissione delle misure, con il tasto destro o control+clic del mouse per utenti Mac, aprirete una apposita finestra. tekno Manuale operativo Pag.186

187 Per il funzionamento delle suddette funzioni si vedano i paragrafi Copia misure da altre immissioni e Legami tra le misure del capitolo Funzioni comuni ai vari elaborati. Inserimento, cancellazione e duplicazione delle righe di sviluppo delle misure nelle Perizie Sono possibili diverse operazioni con le righe di sviluppo delle misure di un inserimentovdi Perizia. Se su una riga di sviluppo facciamo un click del tasto destro del mouse (versione per Windows) o con un click del mouse tenendo premuto il pulsante CTRL (versione per Macintosh), il programma ci proporrà un menù contestuale con diverse possibilità. Analizziamo i vari comandi: Inserisci una riga: per inserire una riga vuota sopra alla riga selezionata. Cancella gli sviluppi selezionati: per ottenere la cancellazione di una o più righe di sviluppo selezionate. Duplica la riga selezionata: per duplicare completamente una riga di misure. Assegna le stesse misure: questa funzione ci permette di attribuire a un gruppo di righe di sviluppo una medesima misura (NPS, lunghezza, larghezza, altezza), un commento oppure un espressione algebrica. Sarà sufficiente selezionare con il mouse il gruppo di righe (anche selezione multipla discontinua) e attivare la funzione: avremo a disposizione la seguente finestra Sarà sufficiente selezionare il campo o i campi che si vogliono modificare spuntando con un click del mouse i rettangolini posti sulla sinistra del nome e digitare il valore da attribuire. Successivamente premere il pulsante Conferma per assegnare i valori inseriti al gruppo di righe di sviluppi selezionati, oppure il pulsante "Esci" per non procedere all assegnazione. Mostra le misure nel Cad: se è stata fatta un importazione di misure da un file DXF o DWG utilizzando il Cad è possibile evidenziare nel disegno le entità corrispondenti alle misure delle righe di sviluppo selezionate Evidenzia le righe selezionate: permette di utilizzare l evidenziatore su una riga. Questa funzione permetterà di eseguire delle ricerche relativamente agli sviluppi selezionati. Si veda Ricerca di immissioni della Perizia. Togli evidenziazione delle righe selezionate: permette di eliminare l evidenziazione degli sviluppi selezionati una volta decaduto il motivo dell evidenziazione. tekno Manuale operativo Pag.187

188 Elimina il legame delle misure selezionate: per le misure legate (si veda il paragrafo Legami tra le misure del capitolo relativo alle funzioni comuni ai vari elaborati) elimina il legame con la misura legante. Importazione nella perizia delle misure da un file DXF o DWG Tramite una versione qualsiasi di AutoCad dalla versione 2000 in poi è possibile selezionare gli elementi necessari e trasferirli nella lista degli sviluppi delle misure della lavorazione della perizia. Per maggiori informazioni sull utilizzo di questa funzione si veda l apposito paragrafo Utilizzo del Cad per l'input grafico delle misure e Utilizzo del Cad per l'input grafico delle misure nel capitolo "Input Grafico". Utilizzo della funzione cerca e cambia nella Perizia Questa funzione, generalmente molto utilizzata nei programmi di trattamento testi, serve a trovare ed a sostituire nella Perizia una lavorazione con un altra. Selezionate la funzione. Nella finestra che appare inserite il codice dell'articolo da sostituire ed il codice della voce in sostituzione. Premete il pulsante per attivare la ricerca e la conseguente sostituzione. Il programma propone una finestra in cui sono elencate tutte le immissioni della Perizia che utilizzano l'articolo da sostituire. Nella parte bassa della finestra vengono segnalati i codici degli articoli oggetto della sostituzione ed è possibile scegliere quale dei prezzi disponibili (Prezzo 1, Prezzo 2, Prezzo 3, Prezzo 4, Prezzo Analisi) si desidera attribuire al nuovo articolo. In caso si scelga Prezzo Analisi potremo specificare quale dei prezzi di analisi dovrà essere utilizzato. Dopo aver effettuato la scelta del prezzo potremo ottenere una visualizzazione delle variazioni conseguenti alla sostituzione. Selezioniamo il pulsante "Sel./Des.": vedremo cambiare gli importi presenti nei campi Importo di valutazione e Differenza. Nel primo campo verrà visualizzato il totale del computo dopo la sostituzione di tutti gli articoli che abbiamo nella lista, mentre nel campo Differenza verrà evidenziata la differenza in più o in meno rispetto alla cifra presente nel campo Tot. della Perizia. In seguito di questa "anteprima" potremo decidere eventuali modifiche alla sostituzione da effettuare. Premendo il pulsante viene effettuata la sostituzione dell'immissione selezionata nella lista con un click del mouse oppure, se prima è stato utilizzato il pulsante Seleziona/Deselezione tutto, vengono sostituiti gli articoli in tutte le immissioni presenti nella lista. tekno Manuale operativo Pag.188

189 Gestione di più elenchi prezzi nelle immissioni della perizia Il programma permette di compilare una perizia prelevando gli articoli non solo dall'elenco prezzi del lavoro in uso, ma anche da altri listini collegati contemporaneamente all'archivio in uso. Nella finestra d immissione della perizia troviamo il campo nel quale viene indicato il nome dell'elenco prezzi attivo. Selezionando la freccia posta a fianco del campo si apre il menu a pop-up che segnala il nome dei prezzari collegati all archivio del programma in uso (è disponibile una scroll-bar per evidenziare i nomi di tutti i listini collegati qualora lo spazio dedicato alla visualizzazione dei nomi non basti). Scegliendo l'opzione Altro... si apre la finestra tramite la quale possiamo scegliere un nuovo prezzario, o comunque un altro file di tekno, da cui attingere gli articoli per comporre la perizia. Durante la redazione della perizia potremo indifferentemente prendere le voci dall uno o dall altro prezzario semplicemente selezionando nel suddetto campo il prezzario attivo. Le modalità di inserimento di un'immissione della Perizia che utilizza una voce proveniente da un listino prezzi diverso da quello del lavoro corrente sono esattamente le stesse esaminate in precedenza. IMPORTANTE: è necessario di indicare al programma come comportarsi durante il trasferimento dell'articolo all'interno dell'elenco prezzi del lavoro in uso. Per inserire queste informazioni dovrete premere il pulsante "Settaggi di importazione voce" che il programma rende attivo nel momento in cui il listino prezzi selezionato non corrisponde a quello del lavoro corrente, abbiamo la possibilità di attivare l'importazione delle eventuali analisi collegate alla voce di elenco prezzi e/o di importare il raggruppamento di cui fa parte l'articolo di elenco prezzi proveniente da un altro prezzario. Per attivare queste importazione basterà selezionare il check-box posto a fianco, rispettivamente, dei campi Importa le analisi e Importa i raggruppamenti degli articoli. Nel caso in cui venga attivata l'importazione delle analisi e/o dei raggruppamenti degli articoli, il programma effettua un controllo sul codice per verificare se la voce è già presente: se il codice non esiste il programma importa la voce mantenendo il codice originale. Se esiste già un codice identico nell'elenco prezzi del lavoro corrente la voce non viene importata e per l'immissione del computo si utilizza quella con lo stesso codice presente nel prezzario del lavoro in uso, indipendentemente dalla descrizione. Nel caso in cui non sia attivata l'importazione di analisi e/o raggruppamenti il programma propone una finestra con la lista delle immissioni presenti nel listino del lavoro in uso e con un campo grazie al quale viene attribuito il nuovo codice alla voce importata. Inserite nel campo Codice da attribuire... il codice che desiderate assegnare alla voce importata. Selezionando il check-box Mantieni nella descrizione il riferimento al codice originale avete la possibilità di mantenere nella descrizione la traccia del codice originario della voce importata. Una volta tekno Manuale operativo Pag.189

190 impostati i settaggi desiderati potete attivare l'importazione della voce nella finestra d'immissione del computo premendo il pulsante Gestione delle maggiorazioni e delle assistenze murarie nella perizia Nei lavori edili spesso capita di dover computare delle lavorazioni realizzate in condizioni particolari o lavorazioni particolari come le assistenze murarie (si pensi allo scavo in presenza d acqua). Per questo tipo di lavorazioni avremo come voci di Elenco prezzi, delle voci con Unità di misura "%", dette appunto maggiorazioni e sovrapprezzi. Vediamo come si può procedere. Nell'elenco prezzi avrete un articolo, ad esempio un sovrapprezzo, con l'unità di misura definita come percentuale (%) e nel campo prezzo l'indicazione del valore di percentuale. Quando effettuerete un'immissione della Perizia utilizzando l'articolo che ha come unità di misura il valore percentuale (%) il programma automaticamente adatterà la maschera d immissione per permettervi di scegliere il codice dell immissione della perizia su cui dovrà essere calcolata la maggiorazione, da digitare nel campo Cod. Imm. per.. Premete il tasto TAB in modo da permettere al programma di agganciare l'immissione della Perizia su cui deve essere calcolato il sovrapprezzo. Nel campo Importo viene riportata la cifra su cui viene calcolato il sovrapprezzo, nel campo Sovrapprezzo la percentuale di sovrapprezzo selezionata nel campo Prezzo tra le possibilità offerte (Prezzo 1, 2, 3, 4) e nel campo Totale viene visualizzato il calcolo del totale del sovrapprezzo. Per gestire le assistenze murarie opererete analogamente: infatti anche le assistenze verranno codificate con il simbolo % e con il prezzo unitario pari alla percentuale. Nel caso in cui la percentuale debba essere calcolata su un importo che non corrisponde al prezzo di un immissione di perizia (ad esempio l ammontare dei lavori dell impiantista su cui dovete calcolare l importo delle assistenze murarie) potrete saltare il campo Cod. Imm. per. ed inserire nel campo Importo l ammontare dei lavori dell impiantista su cui il programma calcolerà l importo delle assistenze murarie. Saltando il campo Cod. Imm. per. avremo a disposizione anche il campo commento per eventuali specificazioni dell Importo. Potrete utilizzare questa tecnica anche per calcolare i sovrapprezzi senza dover selezionare un'immissione. Lista delle immissioni della Perizia Per avere un esposizione chiara delle immissioni fatte nella Perizia selezionate dal menu Perizie & Quadri il comando Lista Immissioni Perizia tekno Manuale operativo Pag.190

191 La finestra che appare mostra la lista dei capitoli inseriti, l importo totale della perizia e il numero totale di immissioni. Un click del mouse sulla riga corrispondente ad un capitolo permette di visualizzare la lista delle immissioni che ne fanno parte. Le singole righe riportano il codice d immissione della perizia, il codice dell articolo, la descrizione troncata, la quantità, il prezzo utilizzato per la perizia, l importo totale e lo stato (voce analizzata o voce selezionata). Un doppio click del mouse sulla riga corrispondente ad un'immissione ci permetterà di entrare nella finestra d'immissione. Entrando in un immissione della perizia dalla lista è possibile posizionare il cursore all interno del campo Cod. Elenco Prezzi e modificare il codice attribuito all articolo di elenco prezzi ) Attivando il pulsante delle rinumerazione dopo aver selezionato la riga corrispondente ad un capitolo o gruppo della perizia si apre una finestra che chiede conferma per procedere alla rinumerazione di tutte le immissioni contenute nel titolo. Per procedere alla rinumerazione si dovrà premere il pulsante "Si", per bloccare l'operazione si sceglierà l'opzione "No". L'operazione di rinumerazione può essere utilizzata in diversi casi. Riportiamo i più frequenti: 1 - IN CASO DI SPOSTAMENTO DI UNA IMMISSIONE ALL'INTERNO DI UNO STESSO TITOLO O DA UN TITOLO AD UN ALTRO Se spostiamo, ad esempio, l'immissione 1.2 in modo che si posizioni prima dell'immissione 1.5 il programma provvederà a rinumerare automaticamente le voci in modo che la 1.2 diventi la 1.5 e quelle successive scalino di una posizione in avanti. Resterà però un "buco" tra la 1.1 e la 1.3: effettuando la rinumerazione il programma provvede a ristabilire la numerazione progressiva all'interno del titolo. 2 - IN CASO DI CREAZIONE DI UN NUOVO LIVELLO DI RAGGRUPPAMENTO DELLA PERIZIA Se nel corso dell'immissione in una perizia strutturata in gruppi ed immissioni sorge la necessità di creare un nuovo livello di raggruppamento (capitoli) si renderebbe necessaria la rinumerazione. Non procediamo nella descrizione poichè si tratta di un caso puramente ipotetico visto che la creazione di una perizia composto da gruppi e immissioni senza la presenza intermedia dei capitoli non ha alcun senso. Utilizzando il bottone "Desc. Estesa" potrete visualizzare la descrizione estesa dell immissione selezionata. In alternativa, con la tecnica del drag and drop, potrete trascinare la riga di immissione sopra il bottone "Descr. Estesa", ottenendo lo stesso risultato. tekno Manuale operativo Pag.191

192 Il bottone" Analisi art." permette di visualizzare l eventuale analisi associata all articolo selezionato nella lista o, in caso l articolo non abbia un analisi associata, permette inserimento dell analisi in questa fase. Gestione dei lavori a corpo o a percentuale nelle perizie Per alcuni lavori particolari spesso si esegue una contabilità delle opere a corpo (o forfetaria) e non a misura. Vediamo com'è possibile gestire il lavori a corpo (o forfetari) con questo programma. IMPORTANTE: In una perizia, generalmente non ha senso che vengano modificati i corpi d opera esposti nel Computo Metrico in quanto, essendo questi gruppi di lavorazioni a prezzo chiuso, perderebbero il loro significato primario all atto della modifica. Sarebbe buona cosa, quindi, che eventuali modifiche a lavorazioni dei corpi d opera, venissero inserite nella perizia in ulteriori raggruppamenti a misura. Tuttavia, il programma permette di ridefinire nelle perizie i corpi d opera e addirittura di crearne di nuovi. Si tratta quindi di ridefinire l assegnazione dei punti secondo i nuovi importi e di apportare le dovute correzioni alla contabilità dei lavori finora effettuata. Infatti, in caso di modifica ai corpi d opera o più in generale all assegnazione dei punti, sarà necessario stornare tutte le immissioni di libretto delle misure effettuate per lavori a corpo secondo le assegnazioni inizialmente fatte nel computo, e contabilizzarle nuovamente secondo le nuove assegnazioni dei punti effettuate nella Perizia. All atto dell inserimento di un capitolo di una Perizia, o anche in sede di modifica dopo averlo elaborato completamente, è possibile definire un capitolo come corpo d opera. In questo modo, nella lista delle immissioni della Perizia, e sarà possibile individuarli fra i vari capitoli. Inoltre, nella finestra di immissione del capitolo, è presente un campo per l inserimento dell eventuale importo totale del corpo d opera, qualora l importo offerto per il corpo, sia diverso dal totale ottenuto con i prezzi delle singola lavorazioni in esso inserite. Selezionate la funzione Lista lavori a corpo Perizia presente nel menu Perizie & Quadri. La finestra che appare visualizza i capitoli della perizia. Se la selezione dei capitoli relativi ai lavori a corpo non è stata fatta in sede di immissione della perizia è possibile farlo in questa finestra utilizzando il pulsante "Sel. /Desel." dopo avere selezionato le righe corrispondenti ai capitoli che si desidera contabilizzare a corpo. I capitoli a corpo verranno identificati da un asterisco. Dopo aver effettuato questa operazione vedremo visualizzato nel campo Totale lavori tekno Manuale operativo Pag.192

193 a corpo il totale dei lavori da contabilizzare forfetariamente (corrispondente alla somma dei totali dei capitoli selezionati). Per la contabilizzazione dei lavori a corpo, sarà necessario attribuire ai capitoli a corpo una percentuale e il valore di ogni punto percentuale. Selezionate, nell apposito popup-menu, il metodo di assegnazione dei punti tra i due possibili: Metodo di assegnazione relativo (Ass. punti relativo): con questo metodo il valore di ogni punto è la centesima parte della somma totale dei lavori a corpo (la somma dei punti assegnati a tutti i capitoli a corpo farà 100). Metodo di assegnazione assoluto (Ass. punti assoluto): con questo metodo il valore di ogni punto è la centesima parte dell importo di ogni singolo capitolo (ad ogni capitolo vengono assegnati 100 punti) A seconda del metodo scelto, nella colonna Punti verranno automaticamente assegnati i punti attribuiti a ciascun capitolo. La colonna Punti riporta quindi il valore di ogni capitolo, in centesimi, e la colonna Valore del punto, l importo di ciascun punto. NOTA BENE: L utilizzo dell assegnazione dei punti assoluti o relativi ha degli effetti nella contabilità dei lavori. Infatti si devono tener presente diverse condizioni al contorno. Innanzi tutto, quanti decimali si vogliono utilizzare nella contabilità dei lavori per i punti percentuali (si può scegliere tra 2 o 3decimali), inoltre bisogna considerare gli importi dei corpi d opera. Infatti, se i corpi d opera hanno gli importi all incirca dello stesso ordine di grandezza, l uso dei metodi è pressoché indifferente e l uso di 3 decimali anziché 2 può dare solo minori arrotondamenti durante i SAL intermedi(arrotondamenti che poi tenderanno a zero al tendere dei lavori alla fine). Se invece i corpi d opera hanno importi non confrontabili tra loro, il metodo utilizzato e i decimali hanno un influenza molto rilevante. Se per esempio abbiamo un corpo d opera che vale 200 e il punto percentuale col metodo relativo vale è ovvio che si devono utilizzare il massimo numero dei decimali per ottenere un risultato in contabilità con meno arrotondamenti possibili. In questo caso, per esempio si consiglia l uso del metodo assoluto (i decimali in questo caso possono dare solo una minore o maggiore precisione). Nel caso delle Perizie bisogna anche tenere presente la preesistente assegnazione di punti effettuata nel Computo Metrico per mantenere la medesima linea di lavoro. Per l assegnazione dei decimali ai punti si veda Definizione delle unita' di misura nel capitolo di Elenco Prezzi. In fase di contabilizzazione delle opere nel libretto delle misure, selezionerete l immissione dei lavori a corpo utilizzando l apposito popup-menu, sceglierete i lavori a corpo della perizia nella parte bassa e digiterete il codice del capitolo della perizia (attenzione, non dell'elenco prezzi) all'interno del campo Cod. Cap. a tekno Manuale operativo Pag.193

194 corpo. Automaticamente apparirà nel campo di descrizione il titolo del capitolo della perizia e nel campo Tot. punti rimasti il residuo dei punti a disposizione per il capitolo indicato per evitare che ne possiate utilizzare più di quanti sono effettivamente disponibili. Comunque il programma attiva una procedura di controllo e, nel caso in cui vengano utilizzati più punti rispetto a quelli effettivamente disponibili, appare un messaggio di avvertimento che segnala la disponibilità massima di punti. Nel registro di contabilità e nel SAL i punti verranno ovviamente tradotti in importi. Prima di iniziare la contabilizzazione dei lavori a corpo della perizia, se sono state effettuate delle immissioni a corpo relative al computo metrico o a una perizia precedente, è necessario effettuare lo storno delle immissioni contabilizzate in funzione del Computo o della precedente perizia per poi procedere alla successiva ricontabilizzazione in funzione della nuova assegnazione dei punti attivata nella perizia in essere. Per la contabilità dei lavori a corpo, si veda più dettagliatamente Immissione dei lavori a corpo nel libretto delle misure. Modifica delle immissioni della Perizia Per apportare una modifica ad una delle immissioni inserite nella perizia dovrete richiamare a video la scheda contenente i dati dell'immissione. Selezionate la funzione immissioni Perizia dal menu Perizia & Quadri. Aprite, selezionandolo con un click del mouse, il raggruppamento in cui è inserita l'immissione e selezionate con un doppio click del mouse la riga corrispondente all'immissione da modificare. Se dovete apportare la modifica ad un raggruppamento posizionate il cursore in corrispondenza del nome del raggruppamento, premete il tasto destro del mouse (per gli utenti Windows) o CTRL+ CLICK (per gli utenti Macintosh) e selezionate la funzione Modifica Raggruppamento nel menu contestuale richiamato a video. Entrambe le operazioni permettono di visualizzare la scheda contenente i dati relativi all'immissione della perizia o al raggruppamento: posizionate il cursore in corrispondenza del dato da modificare, variatelo, premete il tasto TAB per confermare la variazione e premete il pulsante "Conferma" per registrare le modifiche apportate. Per modificare i valori relativi ad uno sviluppo delle misure (commento, espressioni o singole misure) dovrete selezionate con un click del mouse la riga dello sviluppo nell'elenco riassuntivo posto al centro della finestra: automaticamente il programma dispone i valori nei campi posti sopra all'elenco delle misure per permetterne la modifica. tekno Manuale operativo Pag.194

195 Per modificare il codice dell articolo di elenco prezzi, si veda il paragrafo Modifica del codice dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione nel capitolo delle Funzioni Comuni. Se dovete apportare altre modifiche ad altre immissioni della perizia, grazie ai pulsanti a forma di freccia Precedente, Successivo potrete spostarvi nella scheda riferita all'immissione precedente o successiva a quella visualizzata. Utilizzando i pulsanti Primo e Ultimo potrete spostarvi, rispettivamente, nella scheda riferita alla prima immissione della perizia oppure all'ultima immissione presente nella perizia. Si veda inoltre il paragrafo Editor rapido delle misure nel capitolo relativo alle funzionalità comuni. Ricerca di immissioni della Perizia Selezionando la funzione Ricerca dal menu Perizie & Quadri si apre una finestra che permette di effettuare la ricerca di un'immissione in base al codice di immissione della Perizia, in base al codice dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione, in base alle note o al commento inseriti nell'immissione. Premendo il pulsante "Cerca" il programma provvede a ricercare l'immissione all'interno della perizia proponendo la finestra d'immissione contenente i dati relativi. Nel caso più di un' immissione corrisponda ai criteri di ricerca impostati, il programma propone la lista delle immissioni trovate Cancellazione di immissioni nella Perizia Selezionando la funzione della Perizia. dal menu Perizie & Quadri, ci permette di cancellare le immissioni Per cancellare una singola immissione o un singolo capitolo o un raggruppamento (eventualmente con tutte le immissioni che comprende) potremo selezionarlo dalla lista con un click del mouse e premere Cancellazione. E' possibile selezionare più immissioni da cancellare contemporaneamente utilizzando il pulsante Seleziona o Deseleziona Utilizzando poi il pulsante Cancella potrete cancellare le sole immissioni precedentemente selezionate. Tramite il pulsante potremo intervenire per rinumerare automaticamente un capitolo in cui è stata effettuata una cancellazione e si è quindi persa la sequenza progressiva dei codici delle immissioni. Basterà selezionare con un click del mouse il capitolo nella lista e premere il pulsante "Rinumera le immissioni". tekno Manuale operativo Pag.195

196 Premendo il pulsante è possibile visualizzare la descrizione estesa dell'articolo utilizzato nell'immissione della Perizia, in modo da effettuare un controllo prima di procedere alla cancellazione irreversibile dell'immissione. Prima di effettuare la cancellazione, visto il carattere irreversibile dell'operazione, il programma propone un messaggio di conferma: rispondendo affermativamente si attiva la cancellazione definitiva dell'immissione, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Nota Bene: La cancellazione di una o più immissioni della Perizia o di un capitolo, può essere effettuata grazie al menù contestuale presente nella finestra di Imminsione della Perizia. Per cancellare una immissione (o una selezione multipla delle stesse) sarà sufficiente selezionare le voci interessate, fare un click con il tasto destro (Ctrl + click del mouse su piattaforma Macintosh) sulle voci selezionate e scegliere Cancella Immissioni. Per cancellare un raggruppamento (sia esso un capitolo o un gruppo) sarà sufficiente fare un click con il tasto destro (Ctrl + click del mouse su piattaforma Macintosh) sul raggruppamento selezionato e scegliere Cancella Raggruppamento. Prima di effettuare la cancellazione, in entrambe le situazioni proposte, visto il carattere irreversibile dell'operazione, il programma propone un messaggio di conferma: rispondendo affermativamente si attiva la cancellazione definitiva dell'immissione, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Sposta raggruppamenti e sposta immissioni nelle Perizie Per effettuare spostamenti di immissioni da un raggruppamento ad un altro, siano essi gruppi o capitoli, o per modificare l ordine di immissioni o di interi raggruppamenti, è disponibile la funzione di "Sposta Raggruppamenti" o "Sposta Immissioni" nel menù contestuale attivabile con il tasto destro del mouse (Ctrl + click su piattaforma Macintosh) dalla finestra di Inserimento del menù Perizie & Quadri. Richiamando questa funzione, sia che si scelga lo Sposta Raggruppamenti o lo Sposta Immissioni ci si ritroverà in una finestra divisa orizzontalmente in due parti che vede la Perizia sia sopra, sia sotto. La visualizzazione in basso è destinata alla selezione delle immissioni o del raggruppamento da spostare, mentre nella parte superiore andremo ad indicare la destinazione delle voci da spostare. Se vogliamo spostare un intero raggruppamento, dovremo selezionare il raggruppamento nella finestra inferiore e trascinarlo, con il metodo del Drag & Drop, nella parte superiore sopra al raggruppamento che tekno Manuale operativo Pag.196

197 desideriamo preceda quello che stiamo spostando. Quando rilasceremo il raggruppamento comparirà un messaggio che chiederà la conferma dello spostamento del raggruppamento dopo quello selezionato. La risposta negativa annullerà lo spostamento. La risposta affermativa proporrà invece un ulteriore messaggio se il raggruppamento che volevamo spostare contiene delle voci. Il messaggio successivo chiederà se si desidera spostare anche le voci contenute nel raggruppamento. Rispondendo di sì, le voci contenute nel raggruppamento seguiranno il raggruppamento, mentre rispondendo di no verrà spostato solo il raggruppamento vuoto. L effetto di questo spostamento sarà la rinumerazione del codice del raggruppamento come codice successivo al raggruppamento di destinazione e la rinumerazione delle voci contenute in esso se si è scelto di trascinarle nello spostamento. Ovviamente se il nuovo codice del raggruppamento esiste già, comparirà un messaggio che chiede se rinumerare le voci esistenti o interrompere lo spostamento. ATTENZIONE: se si sta effettuando lo spostamento di un capitolo in una struttura dove sono presenti anche dei Gruppi, lo spostamento, in caso di selezione di un gruppo come destinazione, proporrà il seguente messaggio che chiederà se spostare il raggruppamento dopo il raggruppamento indicato, al suo interno o di annullare lo spostamento. Lo spostamento di una immissione o di una selezione di immissioni, segue il medesimo procedimento solo che questa volta sarà necessario selezionare l immissione o il gruppo di immissioni (con le classiche selezioni multiple) nella finestra in basso, e per quanto riguarda la destinazione nella parte superiore dovremo selezionare l immissione il cui codice si desidera essere il precedente alle voci che si stanno per spostare. La risposta affermativa a questo messaggio proseguirà nello spostamento, mentre la risposta negativa lo interromperà. Ovviamente anche con lo spostamento di immissioni o di selezioni delle stesse, se esistono immissioni con il codice identico nella posizione in cui si sta spostando, comparirà un messaggio che richiede se eseguire la rinumerazione delle immissioni esistenti o interrompere lo spostamento. Nella barra dei pulsanti della finestra sono presenti i pulsanti Rinumerazione delle Immissioni del raggruppamento selezionato e Visualizza la descrizione estesa della voce. Il primo permette di rinumerare il raggruppamento selezionato, magari in seguito a degli spostamenti che hanno lasciato dei buchi nella numerazione delle immissioni al suo interno, il secondo permette di tenere tekno Manuale operativo Pag.197

198 sempre in primo piano una piccola finestra per visualizzare la descrizione completa dell articolo selezionato in quel momento. Quadro Economico della Perizia e creazione di altri Raggruppamenti generali Selezionate il comando Quadro economico dal menu Perizie & Quadri. La finestra che appare, visualizza l importo e l incidenza di ciascun capitolo e/o gruppo, inoltre, se è stata fatta una suddivisione dei lavori tra lavori a misura, a corpo e in economia, consente di avere il totale di ciascuna tipologia di lavori (come richiesto nel decreto di attuazione della Merloni Ter art. 17). Il programma calcola automaticamente l importo totale dei lavori. Al lato sinistro dell importo dei lavori è presente un box con il valore dell eventuale ribasso per poter visualizzare l importo ribassato della perizia nel campo Totale complessivo netto. Per quanto riguarda l importo necessario all attuazione dei piani di sicurezza è necessario indicare nella linguetta sottostante, relativa ai costi per la sicurezza, l importo relativo ai lavori a misura, ai lavori a corpo e ai lavori in economia. Tali importi possono essere inseriti o modificati facendo un click all interno del relativo campo e digitando il valore desiderato. NOTA: La Determinazione 10/2001 dell Autorità di Vigilanza dei Lavori Pubblici riporta:"... La stima complessiva delle spese di sicurezza si compone di due parti, una parte compresa nel prezzo unitario delle singole lavorazioni (Decreto del Ministero dei lavori pubblici del 19 aprile 2000, n.145, art.5 comma 1, lett. i) e una parte di spese c.d. speciali non incluse nei prezzi (Decreto del Ministero dei lavori pubblici del 19 aprile 2000, n.145, art.5, comma 1, lett.a). La loro somma rappresenta il costo della sicurezza non soggetto a ribasso. Sia la parte degli oneri di sicurezza inclusa nei prezzi che quella afferente agli oneri c.d. speciali (la presenza in cantiere dell'ambulanza e del medico, le riunioni mensili degli operai, ecc.) deve essere determinata dal progettista. Nel caso degli oneri inclusi nei prezzi, il progettista determina analiticamente la quota di detti oneri. Nel caso di oneri c.d. speciali, il progettista procede ad un computo metrico degli stessi...." L'importo complessivo delle spese della sicurezza determinato e comunicato dal Coordinatore alla Progettazione della Sicurezza dall'apposito piano (determinato da un importo incluso nell'elenco dei prezzi unitari ed eventualmente da un importo aggiuntivo relativo ai costi speciali ) va indicato nella sua somma totale, eventualmente suddiviso per tipologia di lavori (a misura, corpo, in economia), nell'apposita sezione "Costi Sic." presente nel quadro economico del Computo Metrico o dell'eventuale Perizia. Tale importo viene riportato automaticamente nella sezione Importi e somme del lavoro. Ne consegue che l'importo del computo tekno Manuale operativo Pag.198

199 metrico al fine del calcolo dell'importo totale dei lavori includa ovviamente gli oneri della sicurezza pur indicandone esplicitamente la quota parte che non è soggetta ad un eventuale ribasso. L'inserimento delle "spese della sicurezza speciali" incluse nei costi della sicurezza, da computarsi in un apposito computo metrico estimativo della sicurezza da parte del coordinatore dovranno essere poi riportate tra le somme a disposizione e contabilizzate o in quota parte rispetto l avanzamento dei lavori o in un'apposita lista aggiuntiva da allegare al SAL. La quota parte della sicurezza incluso nei prezzi unitari nella contabilità dei lavori andrà contabilizzata in modo direttamente proporzionale alla percentuale di avanzamento di ogni SAL. Tale onere non è soggetto ad eventuale ribasso d asta. Inoltre, con il Comunicato Gazzetta Ufficiale n. 206 del 04/09/2000, l Autorità di Vigilanza ha dichiarato che nel caso di offerte a prezzi unitari, può essere richiesto che i prezzi offerti siano al netto di TUTTI gli oneri della Sicurezza: in questo caso, quindi, sia i COSTI DIRETTI che i COSTI SPECIALI saranno esclusi dai prezzi e il loro totale dovrà essere AGGIUNTO al totale dei lavori per ottenere il totale dell Appalto. Premendo la linguetta Costi Sicur. viene visualizzata la suddivisione dei costi per l attuazione dei piani di sicurezza in base alla tipologia dei lavori. Se la perizia deriva dall aver copiato il computo metrico (o la precedente perizia) e si è scelto di copiare anche il quadro economico, troveremo, nei campi dei costi della sicurezza e delle successive somme a disposizione, gli importi del precedente elaborato. In questa finestra i costi della sicurezza, oltre ad essere divisi per lavori a misura, lavori a corpo e lavori in economia, devono essere suddivisi tra costi diretti e costi speciali. Mentre gli speciali saranno sempre esclusi dai prezzi di capitolato (e quindi costituiranno un importo da aggiungere al totale di perizia), i costi diretti potrebbero essere compresi o esclusi dai prezzi. Il settaggio della finestra "Considera i costi diretti inclusi esclusi dai prezzi di capitolato" permette di effettuare questa scelta (ATTENZIONE: questa scelta può essere effettuata solo nel quadro economico di Computo perché si presume che nella perizia ci si comporti nello stesse modalità previste all inizio dei lavori). Secondo la normativa i costi diretti saranno sempre compresi nei prezzi ad eccezione delle offerte a prezzi unitari, ma il programma permette di gestirli esclusi anche negli altri casi per esempio per i lavori privati). Tutti gli oneri saranno sempre esclusi dal calcolo di eventuali ribassi. Nel campo Spese per l attuazione dei piani della sicurezza verrà riportato il totale dei suddetti oneri, mentre nel totale complessivo dei lavori si avrà la somma del totale del Computo Metrico e dei soli oneri della tekno Manuale operativo Pag.199

200 sicurezza esclusi dai prezzi di capitolato (quindi degli oneri speciali e dei diretti solo se esclusi dai prezzi di capitolato). Nella parte bassa della finestra è possibile inserire delle spese aggiuntive importi (ad esempio: Spese di progettazione, IVA al 20%, Direzione tecnica con IVA e cassa prev.). Il programma propone in automatico una lista di spese alle quali associare un importo. E possibile comunque aggiungerne altre senza necessariamente cancellare quelle inserite per default dal programma, infatti, le somme avente importo nullo non vengono inserite nella stampa. L'importo può essere digitato direttamente all'interno della colonna Importo Euro oppure può essere inserita una percentuale nella colonna % e l'importo su cui effettuare il calcolo automatico della percentuale nella colonna su Euro... il programma provvede ad inserire nella colonna Importo Euro il valore calcolato. Per riportare nelle stampe del SAL le somme a disposizione del quadro economico di perizia, si veda la riga l) della finestra degli Importi e Somme dell appalto (si veda il paragrafo Importi/Somme del capitolo sull apertura del programma e impostazioni generali). Nel quadro economico è possibile apportare un arrotondamento al Totale Generale, inserendolo nel sottostante campo Si arrotonda a... Quando viene richiamato a video un quadro economico in cui è stato arrotondato il Totale Generale il programma presenta un messaggio in cui chiede se si desidera aggiornare il valore del campo Si arrotonda a... In caso di risposta affermativa il valore presente nel campo Totale Generale viene automaticamente trascritto all'interno del campo Si arrotonda a... La ragione della comparsa di questo messaggio è semplice: il programma compie questa verifica perché è possibile che le due cifre differiscano a causa di modifiche apportate alle immissioni del computo dopo la registrazione del quadro economico. Pertanto in questo caso, rispondendo affermativamente, potrete aggiornare la cifra del campo Si arrotonda a... a quella reale. Selezionate il pulsante per registrare i dati inseriti. Alla conferma dei dati, se sono variati gli importi dei lavori e/o degli oneri della sicurezza, il programma chiederà se si dera registrare l atto aggiuntivo o di sottomissione. Alla risposta affermativa, verrà aperta la finestra degli atti (vedi Atti) e compilati gli importi dei lavori come differenza tra il totale della perizia e del computo metrico (o della perizia precedente) riportando anche le variazioni degli oneri della sicurezza. Tramite il pulsante Stampa potrete effettuare una stampa del quadro economico del computo metrico. Nella parte centrale, un quadratino permette di attivare il ribasso di contratto sull importo di perizia per visualizzare l importo netto e riportarlo nella stampa del quadro economico. Si vuole precisare che tale check tekno Manuale operativo Pag.200

201 box attiva esclusivamente il ribasso di contratto e non tiene assolutamente in considerazione il fatto che possano esserci ribassi differenziati sugli articoli. Se desiderate ottenere la visualizzazione del grafico dei capitoli finora inseriti è necessario selezionare nuovamente il comando Quadro economico dal menu Perizie & Quadri e quindi il pulsante grafico per "Capitolo" (o "Gruppo" o "Sottogruppo"). Il pulsante grafico per "Capitolo" permette di visualizzare un grafico tridimensionale nella cui ascissa vengono riportati tutti i capitoli inseriti indipendentemente dai gruppi a cui eventualmente appartengono. In altezza viene riportata l'incidenza che l'importo di ogni capitolo ha sul totale complessivo del computo. Il pulsante grafico per "Gruppo" riporta nell'ascissa i nomi di tutti i gruppi inseriti, mentre in altezza viene riportata l'incidenza che l'importo di ogni gruppo ha sul totale complessivo del computo. Infine il pulsante grafico per "Sottogruppo", selezionando il nome di un gruppo, riporta in ascissa il nome dei capitoli in esso contenuti ed in altezza l'incidenza che l'importo di ogni capitolo ha sul totale parziale del gruppo selezionato. La stampa del grafico viene effettuata selezionando il pulsante "Stampa". Tramite il pulsante (Raggruppamenti Generali) è possibile creare dei raggruppamenti di più capitoli della perizia indipendentemente dalla loro appartenenza ai gruppi e capitoli in cui è strutturata la perizia. Questo permette di calcolare i totali relativi ai nuovi raggruppamenti. Posizionate il cursore nella prima riga del campo Descrizione del raggruppamento e digitate la denominazione prescelta (ad es. OPERE INTERNE); passate con il tasto TAB al campo Cod. iniziale e digitate il codice dell'immissione del capitolo della Perizia che rappresenta il valore iniziale dell'intervallo d'immissioni del raggruppamento; nel campo Cod. finale inserite il valore finale dell'intervallo d'immissioni della perizia che faranno parte del raggruppamento. In questa maniera potrete creare anche altri raggruppamenti. Premendo il pulsante "Calcola" il programma provvede a calcolare la valorizzazione dei raggruppamenti inserendola nella colonna Totale raggruppamento. Prospetto riassuntivo E' possibile aggiungere alla stampa del quadro economico della perizia un prospetto riassuntivo in cui volutamente i campi disponibili sono compilati manualmente dall'utente, per lasciare libertà nell'inserimento degli importi in base al risultato desiderato. Selezionate il pulsante dal Riquadro Attività o dal pulsante rapido nella finestra del quadro economico se il Riquadro Attività è chiuso. Il programma entra in una finestra in cui potete inserire gli importi desiderati nei campi Sommano i lavori di contratto compresi quelli di perizia e A detrarre lavori di contratto e Di cui per oneri della sicurezza. tekno Manuale operativo Pag.201

202 Il programma automaticamente calcola gli importi che vengono inseriti nei campi Restano lavori di perizia al lordo, Ribasso d'asta del...% (calcolato in base al ribasso d'asta inserito nei dati generali del lavoro) e Importo atto di sottomissione dei lavori di perizia. Registrate i dati inseriti con il pulsante. A seguito del comando di stampa del Quadro economico si attiverà automaticamente la stampa del prospetto riassuntivo. Controllo somme a disposizione nella Perizia Il programma permette di effettuare un veloce e semplice controllo sulle somme stanziate, impiegate, contabilizzate e sul residuo disponibile sia dal modulo Computo Metrico che dal modulo Perizie. Selezionate la funzione dal menu Perizie & Quadri. Nella finestra proposta dal programma viene riassunta la situazione delle somme dedicate al progetto e la situazione contabile del lavoro. Riassumiamo qui di seguito il significato dei campi presenti nella finestra. Calcolo del fabbisogno delle Perizie Se sono state effettuate delle analisi prezzi sulle varie voci di Elenco Prezzi, e quindi ad ogni immissione della Perizia corrisponderà un dettaglio dei componenti elementari necessari, sarà possibile esplodere i vari componenti e calcolare quindi il fabbisogno, ovvero la "lista della spesa" della Perizie. Selezionate la funzione dal menu Perizie & Quadri. Nella finestra proposta dal programma Con un click del mouse nel menu a pop-up disponibile nella finestra "Calcolo del fabbisogno della Perizia", avete la possibilità di impostare il calcolo in base ai Centri di Costo, alle Immissioni, ai Capitoli, ai Gruppi e Generale. Scegliamo di calcolare il fabbisogno per Immissione. Dopo aver scelto la modalità in base a cui calcolare il fabbisogno potete attivare il calcolo premendo il pulsante. Al termine dell'elaborazione il programma propone la finestra in cui viene proposta la lista del fabbisogno del computo in base al criterio impostato ovvero per immissione. Cliccando sulle varie cartelline, sarà possibile visualizzare l esplosione dei suoi articoli contenuti all interno, le relative quantità, il prezzo e gli importi. tekno Manuale operativo Pag.202

203 Di ciascuna voce della lista è possibile visualizzare la descrizione estesa utilizzando il pulsante. La generazione del fabbisogno può essere effettuata nello stesso identico modo per capitoli o gruppi di perizia, per Centri di Costo o per Livelli-Corpi-Mappali (se avete gestito queste associazioni): in questo caso le cartelline rappresenteranno il raggruppamento indicato. Il calcolo del fabbisogno generale è invece una singola lista. Dalla stampa della Perizia, sarà possibile generare le stampe dei fabbisogni. Attribuzione automatica del primo codice disponibile in un raggruppamento della Perizia Come avrete notato, il campo Codice Prog. Perizia: questo indica che è possibile attivare un'attribuzione automatica del primo codice disponibile per una nuova immissione in un raggruppamento (o di un nuovo Gruppo o Capitolo nella Perizia). Qui di seguito prendiamo in considerazione, a titolo d'esempio, l'attivazione di questa funzione per una nuova immissione della Perizia. Supponiamo di essere in inserimento di una nuova immissione della Perizia che vogliamo inserire nel raggruppamento N. 1 e di aver appena effettuato un'immissione che appartiene al raggruppamento n.9. Nel campo Codice Prog. Perizia il programma propone una nuova immissione con un codice appartenente al raggruppamento N. 9: ma, come abbiamo, già detto noi vogliamo inserire questa immissione nel raggruppamento N. 1. Posizioniamo allora il cursore nel campo Codice Prog. Perizia e cancelliamo il contenuto del campo. Premiamo il tasto TAB in modo da visualizzare la finestra in cui il programma propone l'elenco dei raggruppamenti presenti nella Perizia e selezioniamo con un doppio click del mouse il raggruppamento in cui vogliamo inserire la nuova immissione (nel nostro caso il raggruppamento N. 1). Il programma ritorna nella finestra d'immissione nel computo e inserisce nel campo Codice Prog. Perizia il codice del raggruppamento seguito dal simbolo +. Premiamo nuovamente il tasto TAB: automaticamente il programma proporrà nel campo Codice Prog. Perizia il primo codice disponibile del raggruppamento N. 1. Confermiamo e proseguiamo con i dati dell'immissione della Perizia. Nella stessa maniera potrete operare in fase d'inserimento di un nuovo gruppo o capitolo della Perizia. tekno Manuale operativo Pag.203

204 Inserimento di un gruppo in una perizia composta da soli capitoli Vediamo le operazioni da eseguire nel caso in cui si desideri creare un gruppo dopo che la perizia è già stata strutturata in capitoli ed immissioni. Selezionate la funzione Inserimento dal menu Perizie & Quadri. Nella finestra di immissione utilizzate il pulsante "Gruppo". La finestra d'immissione vi proporrà l'inserimento di un gruppo della perizia (controllare che sia selezionata questa opzione e non l'immissione di un capitolo) con un numero progressivo successivo all'ultimo capitolo della perizia. Entrate nel campo Codice Perizia e variate il codice proposto inserendo quello da voi desiderato (ad esempio 1). Premete il tasto TAB per passare all'inserimento del nome del raggruppamento: il programma vi chiederà se, a fronte di questo nuovo inserimento, volete procedere alla rinumerazione dei capitoli successivi. Date conferma e passate al campo Nome del raggruppamento per inserire il nome attribuito al gruppo. Premete il pulsante per registrare nella Perizia il nuovo gruppo. A questo punto posizionatevi con il cursore nell area corrispondente alla lista dei raggruppamenti della perizia e con un click del tasto destro del mouse per gli utenti Windows e CTRL+CLICK per gli utenti Macintosh richiamate a video il menu contestuale da cui selezionerete la funzione Sposta Raggruppamenti. Nella finestra proposta dal programma selezionate con il mouse il primo capitolo dalla lista presente nella metà inferiore della finestra e trascinatelo in corrispondenza della cartella che simboleggia il gruppo appena creato, nella lista presente nella parte superiore della finestra. Il programma propone una finestra in cui dovrete scegliere dove spostare il raggruppamento: la prima opzione permette di spostare il raggruppamento dopo quello indicato; la seconda opzione permette di inserirlo all interno del raggruppamento indicato; la terza opzione consente di annullare l operazione di spostamento. Scegliamo la seconda opzione: il programma, dopo aver chiesto se si desidera eseguire il trasferimento anche di tutto il contenuto del raggruppamento, provvederà a rinumerare il capitolo e le immissioni in modo che possano essere riconosciute come facenti parte del gruppo (ad esempio: il capitolo 1 contenente l'immissione 1.1, trasportati all'interno del gruppo 1, diventeranno capitolo 1.1 e immissione 1.1.1). Per rinumerare i capitoli successivi basterà trascinarli dalla lista presente nella metà inferiore della finestra sulla riga della lista presente nella parte superiore della finestra corrispondente all'ultimo tekno Manuale operativo Pag.204

205 capitolo che fa parte del gruppo in cui desideriamo inserirli (ad esempio il capitolo 2 dovrà essere trascinato sul capitolo 1.1 in modo da rinumerarlo come 1.2). Funzionalità approfondite delle Perizie Nell esposizione delle funzioni delle Perizie, sono state volutamente tralasciate delle funzionalità di livello avanzato per non distogliere l attenzione dall argomento principale. Si tratta comunque di funzionalità comuni a diversi elaborati. Si vedano pertanto nel capitolo relativo alle Funzioni comuni ai vari elaborati: Utilizzo del formulario in una immissione Copia misure da altre immissioni Legami tra le misure Importazione in una immissione degli sviluppi misure da un file di testo Editor rapido delle misure Creazione di nuovi articoli di elenco prezzi durante l'immissione di computo, perizie, libretti Modifica del codice dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione Modifica della descrizione dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione La gestione dei Livelli-Corpi-Mappali Importare i Livelli-Corpi-Mappali da un altro lavoro La gestione dei Centri di Costo Importare i Centri di Costo da un altro lavoro Rinumerazione immissioni di Computo, di Perizia, delle Provviste Copia perizie da altri lavori Il programma offre la possibilità di trasferire una o più immissioni da una perizia di un lavoro ad un'altra perizia di un altro lavoro senza dover procedere ad inserimenti ex-novo. Questa funzione in particolare permette di importare gli articoli da un lavoro diverso da quello in uso all'interno di quest'ultimo. Selezioniamo Copia da dalla funzione. Selezionare il comando "Perizia di un altro lavoro" e quindi conferma per accedere alla funzione. Ora selezionando il comando "dal lavoro..." nella finestra che appare, scegliamo l'archivio di lavoro da cui desideriamo prelevare delle immissioni di perizia. Dopo qualche attimo nella metà inferiore della finestra verrà visualizzato il contenuto dell'archivio di lavoro che abbiamo scelto (il nome dell'archivio viene trascritto accanto al bottone "dal lavoro..."). tekno Manuale operativo Pag.205

206 Nel riquadro di destra viene visualizzato l elenco delle perizie presenti nell archivio di lavoro da cui possiamo scegliere quella di nostro interesse: A questo punto possiamo effettuare il trasferimento prelevando una o più immissioni nella lista inferiore e trasportandoli con la tecnica del drag and drop nell'esatta posizione in cui desideriamo effettuare l'inserimento nella perizia di destinazione della metà superiore della finestra (l'archivio in uso). Prima di attivare l'importazione possiamo abilitare delle opzioni che consentono di "personalizzare" l'operazione d'importazione. Selezionate il pulsante Settaggi d importazione per richiamare a video la finestra che permette di selezionare le seguenti opzioni: Importa i Raggruppamenti delle voci di Elenco Prezzi, Importa le analisi delle voci di elenco prezzi, Importa gli sviluppi delle misure e Importa la perizia mantenendo il codice d'origine. Selezionando il check-box Importa la perizia mantenendo il codice d'origine è possibile mantenere il codice originale di un'immissione trasferita; selezionando il check-box Importa le analisi delle voci di elenco prezzi, è possibile trasferire automaticamente l analisi prezzi degli articoli utilizzati nella perizia; selezionando il check-box Importa gli sviluppi delle misure otterrete l'importazione anche degli sviluppi misure della perizia; infine la selezione del check-box Importa i Raggruppamenti delle voci di Elenco Prezzi permette di importare i raggruppamenti delle voci di elenco prezzi utilizzate nel computo metrico. Se selezionate un capitolo (o più capitoli) per il trasferimento, è possibile scegliere se trasferire anche tutte le immissioni che ne fanno parte rispondendo affermativamente al messaggio a video che compare. Nel caso in cui siano selezionati più capitoli il pulsante "Si Tutti" consente di indicare al programma che la risposta affermativa vale per tutti i capitoli trasferiti. Il programma, in base al posizionamento scelto, propone il codice da cui iniziare la rinumerazione delle immissioni che vengono trasferite (fatta eccezione per il caso in cui sia stata selezionata l'opzione Importa la perizia mantenendo il codice d'origine). Naturalmente possiamo variare a nostro piacere il codice proposto automaticamente dal programma. Premiamo il pulsante per dare inizio all'operazione di trasferimento e di rinumerazione automatica dei codici importati. Al termine del trasferimento troveremo le immissioni di perizia selezionate regolarmente posizionate nell'archivio di destinazione. Per uscire dalla finestra di trasferimento premeremo il pulsante. tekno Manuale operativo Pag.206

207 Capitolo 10 Raffronti tekno Manuale operativo Pag.207

208 Realizzazione dei raffronti tra i diversi elaborati Questo menu viene installato a seguito della selezione del modulo Quadri di Raffronto nel menu Perizie & Quadri. Avvalendoci del comando Quadro di Raffronto, potremo effettuare dei raffronti tra diversi elaborati dell'archivio di lavoro in uso. Il programma consente di eseguire raffronti tra elaborati provenienti da diversi lavori. Vediamo le operazioni da eseguire per creare un quadro di raffronto. Nella finestra che appare dopo la selezione del comando Quadro di Raffronto possiamo definire tra quali elaborati desideriamo effettuare il confronto, indicare al programma se il raffronto deve essere eseguito per gruppi, per capitoli o per lavorazioni, selezionare il prezzo da utilizzare nel raffronto ed eventualmente selezionare l'elaborato di un altro lavoro realizzato con il programma. Cliccando sul popup-menu posto alla destra e alla sinistra della sezione denominata "Tra i seguenti elaborati..." appare la lista di elaborati tra cui scegliere, con un click del mouse, i due da confrontare (Computo Metrico, Contabilità, Perizie). Nel campo Esegui il raffronto per... possiamo stabilire se il raffronto deve essere eseguito per Gruppi, per Capitoli o per Lavorazioni. Per entrambi gli elaborati è possibile selezionare con un click del mouse il prezzo di raffronto tra quelli proposti nella lista aperta selezionando il rettangolino grigio con freccia verso il basso posto sulla sinistra del campo Utilizza il prezzo... Nel caso in cui sia nostra intenzione raffrontare un elaborato del lavoro corrente con un elaborato di un altro lavoro potremo selezionare la freccia posta a fianco del campo Esegui il raffronto con il lavoro...: nella lista proposta vengono evidenziati i nomi dei lavori collegati all archivio in uso (è disponibile una scroll-bar per evidenziare i nomi di tutti i lavori collegati qualora lo spazio dedicato alla visualizzazione dei nomi non basti). Scegliendo l'opzione Altro... si apre la finestra tramite la quale possiamo collegare un nuovo lavoro. Al termine di questa operazione il programma segnalerà sopra il campo e: il nome del lavoro a cui appartiene l'elaborato selezionato per il raffronto (Lavoro: xxxx). NOTA Per poter eseguire un raffronto tra due elaborati appartenenti a due diversi archivi è indispensabile che ci sia una corrispondenza tra gli articoli di elenco prezzi dei due lavori. Il programma eseguirà questa operazione in base ai codici di elenco prezzi dell'archivio del lavoro corrente: quelli in più eventualmente presenti nell'elaborato appartenente ad un altro lavoro verranno trascurati. Sarà necessario quindi eseguire il raffronto dal lavoro, fra i due raffrontati, che contiene l elenco prezzi più tekno Manuale operativo Pag.208

209 grande. Attenzione inoltre perchè il programma non può distinguere se i due codici sono uguali ma appartengono a due articoli di diverso tipo e procede ugualmente al raffronto. Una volta impostati tutti i dati necessari per eseguire il raffronto premete il pulsante : il programma provvede a presentare il quadro di raffronto tra i due elaborati selezionati. Nella finestra "Raffronto" vengono messe in evidenza le variazioni riscontrate in termini di quantità, importo e percentuale tra i due elaborati definiti in precedenza. Nel campo relativo al costo della sicurezza diretto e speciale il programma inserisce l intero importo inserito negli estremi dell appalto quando si tratta del computo e della perizia, mentre per la contabilità viene inserito l importo calcolato in proporzione all avanzamento dei lavori. Entrambi i campi sono, comunque, modificabili. I campi relativi alle Somme a disposizione dell'amministrazione (sia i campi descrizione che i campi importo) sono editabili e quindi modificabili. L'importo può essere digitato direttamente all'interno del campo posto nella colonna Importo oppure può essere inserita una percentuale nel campo % e l'importo su cui effettuare il calcolo automatico della percentuale nel campo su. Il programma provvede ad inserire nel campo posto nella colonna Importo il valore calcolato. Anche il campo relativo al ribasso d'asta è editabile, in modo da poter eventualmente cancellare i dati per eseguire un raffronto senza il ribasso d'asta. Selezionate il pulsante Salva se volte registrare il raffronto in modo da mantenere uno storico (non è necessario registrare il raffronto ai fini della stampa poiché essa si base sempre sul raffronto visualizzato a video). NOTA BENE: per eseguire la stampa di un raffronto, è necessario averlo elaborato a video per poter lanciare il comando di stampa. ATTENZIONE: se si desidera eseguire un raffronto tra due elaborati che considerano lavori a corpo, ma si desidera evidenziare tutte le voci a misura che compongono il corpo d opera, è necessario calcolare il raffronto per capitoli e utilizzare in stampa la funzione che permette di esplodere le voci di ogni capitolo. Ovviamente se uno degli elaborati di codesto raffronto per capitoli è la contabilità dei lavori, ovvero i libretti delle misure, è necessario che in ogni immissione di libretto sia presente l indicazione del capitolo di Computo/Perizia per eseguire il raffronto. Nella finestra del quadro di raffronto sono presenti due pulsanti che non abbiamo ancora utilizzato. Il pulsante Visualizza la descrizione estesa della voce, permette di visualizzare la descrizione estesa dell'articolo selezionato nella lista presente nel quadro di raffronto. Premendo il pulsante grafico raffronto, viene presentato il grafico relativo al raffronto eseguito. Nel grafico verranno visualizzati i soli articoli che presentano delle variazioni. tekno Manuale operativo Pag.209

210 La stampa del grafico viene effettuata selezionando il pulsante Stampa. Cancellazione di un raffronto Selezionate la funzione Lista Raffronti dal menu Perizie & Quadri, selezionate con un click del mouse il raffronto da cancellare e premete il pulsante Cancella il raffronto. Prima di eseguire la cancellazione, visto il carattere irreversibile dell'operazione, il programma propone un messaggio di conferma: rispondendo affermativamente viene eseguita la cancellazione, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Lista dei Raffronti Richiamando la funzione o pulsante Lista Raffronti, appare la finestra in cui vengono elencati i raffronti registrati. Per ciascuno di essi vengono segnalati i due elaborati confrontati e la data della registrazione. Selezionando con un doppio click del mouse uno dei raffronti potrete entrare nella finestra contenete tutti i dati del raffronto. Come abbiamo già visto, grazie al pulsante Cancella il raffronto potete eliminare il raffronto selezionato. tekno Manuale operativo Pag.210

211 Capitolo 11 - Pianificazione dei tempi di lavorazione (Cronoprogramma) tekno Manuale operativo Pag.211

212 Introduzione alla pianificazione dei tempi di lavorazione L obbligo della presentazione della pianificazione dei tempi di lavorazione è sancito dal d.p.r. 5 ottobre 2010, n. 207 Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante «Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE». Il DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (aggiornato al decreto legislativo 3 agosto 2009, n. 106) sulla gestione dei piani di sicurezza dei cantieri richiedono espressamente la valutazione obbligatoria dei rischi comuni alle attività contemporanee svolte nel cantiere da imprese e lavoratori diversi. Senza il modulo di pianificazione dei tempi di lavorazione (Gantt) questa valutazione è impossibile. Anche il settore privato ha manifestato l esigenza di programmare e di prevedere i tempi di lavorazione, al fine di poter programmare i pagamenti necessari per far fronte ai lavori e per evitare che ritardi di alcune attività possano comportare maggiori costi nell esecuzione delle opere. Anche le imprese edili, a livello organizzativo, possono trarre un enorme vantaggio dalla pianificazione dei tempi di lavorazione nella programmazione degli acquisti e nella pianificazione degli interventi di muratori, elettricisti, idraulici, fabbri, falegnami, pavimentisti e nell ottimizzazione dell impiego di attrezzature particolarmente costose. Enorme vantaggio traggono inoltre dalle previsione dei S.A.L. e soprattutto dalla proiezione dei tempi delle attività a seguito di ritardi o anticipi delle diverse attività. Spesso i buoni propositi e le buone intenzioni si scontrano con l enorme mole di lavoro necessaria alla realizzazione e all adeguamento dei diagrammi ed al controllo delle conseguenze che il ritardo di una attività può comportare. Le tecniche di pianificazione sono nate alla NASA, originariamente pensate per il controllo e la pianificazione delle imprese spaziali. La pianificazione di un opera edile, per quanto complessa, è sicuramente un attività più semplice da programmare e pianificare rispetto ad un impresa spaziale: noi di TOPCANTIERE ci siamo posti l obbiettivo di consentire a chiunque di effettuare questa utilissima attività con facilità e in pochissimo tempo. Senza un elaboratore elettronico ed un software di facile impiego questo risultato risulterebbe estremamente difficile da ottenere. La maggior parte dei programmi di pianificazione disponibili in Italia sono in lingua inglese oppure basano l attività di pianificazione sulle risorse. Questo significa che aggiungendo un certo numero di risorse ad una data lavorazione si dovrebbe ottenere una riduzione più o meno proporzionale dei tempi di lavorazione. Per semplificare il vostro lavoro TOPCANTIERE ha pensato di offrire, in questa fase, uno strumento in grado di effettuare una completa pianificazione delle opere edili con la generazione del diagramma di Gantt partendo dai dati già inseriti nel programma di preventivazione e di contabilità dei lavori edili. In questo modo tekno Manuale operativo Pag.212

213 non sarà necessario ri-digitare i codici delle attività, le descrizioni e gli importi perché il programma ricava automaticamente i dati necessari dal vostro archivio di lavoro. Inoltre per dare la possibilità di avere a disposizione tutta una serie di strumenti atti a migliorare e velocizzare il lavoro del tecnico, è stato predisposta la possibilità di un collegamento e trasferimento dati verso e da Ms Project. La nostra pianificazione, in questa fase, è assolutamente indipendente dalle risorse necessarie per svolgere il lavoro: i progettisti ed i direttori lavori non possono conoscere l organizzazione delle imprese che effettueranno le lavorazioni e, ai fini dei costi (non per la sicurezza del cantiere), sono totalmente disinteressati rispetto alle risorse che si renderanno necessarie per realizzarli. In questa fase del lavoro si preoccupano, giustamente, delle conseguenze di eventuali ritardi. Per questo sono alla ricerca di un programma in grado di poter verificare in qualsiasi momento in corso d opera se le date di realizzazione previste sono in linea con l attuale andamento delle lavorazioni. Con il modulo di pianificazione questi dati sono rilevati automaticamente dalle registrazioni contabili, senza che l utente debba ridigitare alcun dato. L attività di gestione delle risorse proposta dalla maggior parte dei programmi di pianificazione richiede livelli di competenza e l utilizzo di una mole di dati estremamente onerosa ed impegnativa: la pianificazione in base alle attività è estremamente più semplice (rapporto 1 a 10) ed in termini di risultati offre il 90% di ciò che risulterebbe possibile con una pianificazione per risorse. Accesso al modulo di Pianificazione dei lavori Il modulo Pianificazione dei lavori è attivabile dal menu Cronoprogramma. Selezionate la funzione Cronoprogramma (Pianificazione dei lavori). Nella barra dei menu viene installato il menu Pianificazione dei Lavori, attraverso il quale potrete accedere a tutte le funzioni necessarie per effettuare la pianificazione. Come funziona il modulo di "Pianificazione dei tempi di lavorazione" Le voci di una pianificazione vengono chiamate Attività o WBS. Inizialmente l utente deve impostare l'oggetto della pianificazione tramite l'apposita funzione Settaggi: può scegliere se le attività della pianificazione devono essere le stesse lavorazioni oppure i raggruppamenti del computo metrico (Gruppi o Capitoli del computo, Livelli-Corpi-Mappali, Gruppi o Capitoli dei Centri di Costo). NOTA BENE E evidente che se si decide di utilizzare come Attività un raggruppamento (indipendentemente sia esso un gruppo o un capitolo del computo metrico o dei centri di costo o i livelli-corpi-mappali) le tekno Manuale operativo Pag.213

214 immissioni del preventivo e, come vedremo in seguito, le immissioni della contabilità dei lavori dovranno necessariamente essere associate sempre a quel tipo di raggruppamento. Nei settaggi è possibile stabilire il metodo di determinazione delle durate, importi e date inizio-fine reali, in base a due criteri: Dalle registrazioni effettuate nel libretto delle misure, scegliendo l opzione Dalle immissioni dei libretti delle misure; Manualmente: le date, durate e importi vengono inseriti manualmente per ogni attività (scegliendo l opzione Inserimento manuale). Nei settaggi viene definito anche il criterio per il calcolo degli Stati di Avanzamento lavori (acconti da dare all impresa) in base all importo giornaliero prodotto da ogni Attività (calcolato automaticamente dividendo l importo dell attività per la durata). L utente può scegliere d impostare il calcolo delle date degli Stati di Avanzamento in base al raggiungimento di una percentuale sull ammontare del computo metrico (scelta proposta dal programma di default al 10%); in base ad un importo raggiunto. in modo libero in base a scelte completamente libere. Successivamente, scegliendo Calendario dal menù Pianificazione dei lavori si dovrà indicare nel Calendario la durata della settimana lavorativa (una durata di 5 giorni considera il sabato e la domenica non lavorativi) ed eventualmente altre festività e/o periodi di ferie. Una volta impostati i settaggi, entrando nel menù Rappresentazione delle attività (Gantt), del menù Pianificazione dei lavori, il programma propone la lista delle Attività ricavate automaticamente dagli archivi del lavoro corrente: attraverso questa lista sarà possibile effettuare la vera e propria pianificazione. Nella lista, oltre alla descrizione, viene fornito anche l importo previsto nel preventivo per l Attività. A queste informazioni l'utente aggiunge una serie di dati quali durata, data di inizio e/o data di fine. Successivamente si passa al calcolo delle date di scadenza degli Stati di Avanzamento teorici ed alla loro registrazione (se è già stata iniziata la contabilità verranno visualizzati anche gli stati di avanzamento effettivi) tramite la funzione Lista dei S.A.L.. A questo punto si genera e si stampa il diagramma di Gantt, chiamato anche diagramma a barre, che potrà essere aggiornato e stampato ad ogni variazione del programma dei lavori. L utente potrà scegliere l unita di tekno Manuale operativo Pag.214

215 tempo principale e secondaria da rappresentare, la larghezza di ogni cella, lo spessore ed il colore delle barre, se visualizzare per date reali o progressive. Il programma, disponendo dell importo di ogni attività proveniente dalla preventivazione e l importo e le date delle registrazioni provenienti della contabilità (o inserite manualmente), determina l avanzamento percentuale di ciascuna attività. Grazie ad un'importantissima funzione, denominata Proiezione, il programma è in grado di prevedere le date degli stati di avanzamento dei lavori in relazione ai tempi di lavorazione fino a qui registrati ed un ricalcolo automatico delle date di fine delle attività ancora in svolgimento. Vedremo nei singoli paragrafi, l utilizzo di tutte le funzionalità qui elencate. Impostazione dei settaggi Definizione del Calendario Rappresentazione delle Attività Inserimento e modifica dei dati relativi ad un'attività Aggiornamento dei dati di una pianificazione Determinazione delle date di previsione degli Stati di Avanzamento Lavori (S.A.L.) Generazione del diagramma di Gantt Interazione con il diagramma di Gantt Modifica dei settaggi del diagramma di Gantt Stampa del diagramma di Gantt Proiezione dei tempi di lavorazione Il collegamento con Microsoft Project Impostazione dei settaggi Per impostare i settaggi del modulo, selezionate la funzione Settaggi. Nella finestra proposta dal programma avrete la possibilità di impostare alcune scelte riguardanti le modalità di lavoro del modulo di pianificazione. Innanzi tutto bisogna impostare l'attività da visualizzare e considerare nella pianificazione del lavoro: selezionando con un click del mouse il contenuto del campo Tipo di attività si apre il menu a pop-up grazie al quale potremo scegliere con un click del mouse quale delle possibili voci impostare come Attività. La scelta può essere effettuata tra le seguenti voci: Gruppi del Computo Metrico, Capitoli del Computo Metrico, Lavorazioni, Livelli-Corpi-Mappali, Gruppi dei Centri di Costo, Capitoli dei Centri di Costo. tekno Manuale operativo Pag.215

216 Naturalmente per i Gruppi o i Capitoli del Computo Metrico, per i Livelli-Corpi-Mappali e per i Gruppi o i Capitoli dei Centri di Costo è necessario che l utente abbia eseguito la relativa associazione nelle immissioni del computo e dei libretti misure. Inoltre dovremo scegliere quale elaborato pianificare; generalmente il primo cronoprogramma verrà effettuato sul Computo Metrico, ma con il procedere dei lavori, potrebbe nascere la necessità di pianificare una Perizia. Nel campo, Numero giorni lavorativi settimanali, consente di definire il numero di giorni della settimana che il programma deve considerare lavorativi. Di default viene proposta la settimana di cinque giorni lavorativi; il programma consente comunque d'impostare i giorni come naturali e consecutivi, non prendendo in considerazione i giorni festivi e prefestivi. Una volta effettuata la scelta i dati presenti nell archivio di lavoro corrente vengono recepiti dal modulo Pianificazione dei lavori e successivamente, grazie alla funzione. Nel campo successivo si inserisce l Importo dei lavori. Se desiderate che il programma esegua un controllo confrontando l importo inserito nei settaggi con l importo totale delle attività che vengono inserite, dovete selezionare il check-box Controlla variazione importo. Il programma permette di stabilire la modalità di determinazione delle date, durate e importi reali. Se si desidera che le date, durate e importi reali vengano determinati automaticamente dalla contabilità dei lavori (libretto delle misure) selezionate l opzione Dalle immissioni dei libretti delle misure, se invece non intendete effettuare la contabilità dei lavori selezionate l opzione Inserimento manuale. In quest ultimo caso dovrete inserire, per ogni attività, date, durata e importo reale (se volete avere un riscontro tra previsione e realtà). Il programma consente il calcolo degli Stati di Avanzamento teorici: in pratica calcola la data di scadenza degli stati di avanzamento dei lavori (acconti) in base all importo giornaliero prodotto da ogni Attività (calcolato automaticamente dividendo l importo dell attività per la durata). Lo stato di avanzamento può essere calcolato in base ad una percentuale sull ammontare dei lavori o in base ad un importo fisso. Vi è anche la possibilità di scegliere in modo completamente libero la previsione di scadenza dei SAL. Selezionando il radio-button posto a fianco della scritta Percentuale del attiveremo il calcolo in base alla percentuale definita nell'apposito campo (di default il programma propone una percentuale del 10%); nel caso in cui si desideri effettuare il calcolo in base ad un importo fisso si dovrà selezionare il radio-button posto a fianco della scritta Importo di ed inserire l'importo nel campo sulla destra del radio-button. Se si seleziona la scelta Libero sarà possibile fare l impostazione della previsione dei SAL dalla funzione ed è consigliabile farla dopo aver pianificato la previsione delle attività. tekno Manuale operativo Pag.216

217 Come vedremo successivamente, per calcolare e registrare gli stati di avanzamento teorici è necessario utilizzare la funzione e registrare il calcolo. Una volta impostati i settaggi chiuderemo la finestra premendo il pulsante, in moda da registrare le scelte effettuate. Nel caso in cui la finestra venga chiusa utilizzando il pulsante nessuna delle scelte effettuate verrà registrata. Definizione del Calendario Grazie alla funzione, è possibile visualizzare un calendario mensile che consente di definire eventuali periodi di ferie o eventuali giorni festivi aggiuntivi oltre a quelli previsti di default in base all'impostazione inserita nelle Preferenze (ad esempio, nel caso in cui sia stata impostata una settimana lavorativa di 5 giorni, il calendario considera i sabati e le domeniche giorni festivi). Il programma propone una finestra in cui è disponibile un calendario mensile in cui i giorni di riposo settimanale (definiti tramite i settaggi) sono evidenziati da uno sfondo della cella di colore rosso, mentre i giorni feriali sono distinti da uno sfondo di colore bianco. Per visualizzare il calendario relativo allo stesso mese di anni precedenti o successivi a quello corrente dovrete utilizzare le frecce di scorrimento poste a fianco della casella indicativa dell'anno corrente. Per poter visualizzare il calendario relativo ai mesi precedenti o successivi a quello corrente dovrete selezionare con un click del mouse il contenuto del campo (o la freccia posta a fianco del campo) e scegliere il mese desiderato nel menu a pop-up con un click del mouse. In alternativa potrete spostarvi nei mesi precedenti o successivi a quello visualizzato utilizzando le frecce di scorrimento poste a fianco della barra indicatrice del mese visualizzato Nel calendario vengono automaticamente segnalati i giorni di riposo settimanale, mentre gli eventuali giorni di ferie o giorni festivi dovranno essere inseriti manualmente. Per farlo basterà semplicemente selezionare la cella del giorno da definire come festivo con un doppio click del mouse: il colore della cella da bianco diventa verde, in modo da poter distinguere visivamente il giorno festivo dal riposo settimanale (contraddistinto dal colore rosso). Una legenda, opportunamente posta a fianco del calendario, riassume il significato della colorazione delle celle dei giorni. Per ciascun giorno presente nel calendario è possibile inserire delle annotazioni. Per farlo dovrete selezionare con un click del mouse la cella del giorno a cui desiderate associare l'annotazione, posizionare il cursore del mouse all'interno del campo Nota del giorno, digitare il testo e premere il tasto di tabulazione (TAB) per confermare. tekno Manuale operativo Pag.217

218 Per poter visualizzare l'annotazione nel campo Nota del giorno dovrete selezionare con un click del mouse la cella del giorno a cui in precedenza avete associato l'annotazione. Una volta impostato il calendario chiuderemo la finestra premendo il pulsante registrare le scelte effettuate., in moda da Rappresentazione delle Attività La funzione, permette di visualizzare in una lista le Attività che l utente ha scelto di rappresentare tramite la funzione Settaggi. Per ogni Attività vengono riportati i seguenti dati, opportunamente incolonnati: Codice Attività (fra parentesi il codice di Computo Metrico se state pianificando per Lavorazioni), Descrizione Attività, Durata (in giorni), Data inizio prevista, Data fine prevista, Data inizio cons., Data fine cons., Ritardo/Anticipo (in giorni), Avanzamento (in %),Importo Prev. Attività (al netto di eventuali ribassi) (proposto dal programma in base alle registrazioni della preventivazione), e Importo cons. (al netto di eventuali ribassi) (proposto dal programma in base alle registrazione della contabilità oppure inserito manualmente). Una scroll-bar orizzontale posta nella parte bassa della finestra consente di far scorrere il contenuto della finestra in modo da poter visualizzare tutte le colonne presenti nella finestra. Per l intervallo di tempo definito dalla pianificazione è possibile generare un grafico delle attività parziale o progressivo con il raffronto tra ricavi previsti e ricavi a consuntivo. I valori numerici andranno invece a compilare un prospetto riepilogativo dei ricavi per l anno corrente. Se state pianificando per lavorazioni del computo metrico, sarà anche possibile visualizzare una lista ad albero delle attività in base ai raggruppamenti del Computo o per Centri di Costo. Agendo sul menù a pop-up evidenziato, sarà possibile scegliere tra la lista normale e Lista per Raggruppamenti di Computo/Perizia e Lista per centri di Costo. Inserimento e modifica dei dati relativi ad un'attività La funzione, permette di visualizzare la lista delle Attività che l utente ha definito nei Settaggi. Un doppio click del mouse in corrispondenza della descrizione di un'attività consente di entrare nella scheda in cui potrete inserire i dati relativi all importo, alle date d inizio e fine e durata (o comunque di modificare i dati inseriti). Selezionate con un doppio click del mouse una delle Attività presenti nella finestra "Lista delle attività" e, nella finestra "Dati attività" proposta dal programma, modificate, se necessario, il contenuto dei vari campi. tekno Manuale operativo Pag.218

219 Se nei settaggi avete scelto l opzione Inserimento manuale dei dati reali, potete inserire nei campi Importo reale, Quantità reale, Durata reale, Data inizio reale e Data fine reale i valori in vostro possesso. Il programma automaticamente calcolerà ed inserirà nel campo Avanz. % la percentuale di avanzamento dei lavori in base ai dati appena inseriti. I pulsanti di navigazione consentono di visualizzare le schede delle Attività precedenti e successive a quella corrente. I pulsanti Precedente successivo consentono di sfogliare le schede delle Attività una di seguito all'altra; il pulsante primo visualizza la prima Attività presente in archivio, mentre il pulsante Ultimo consente di evidenziare la scheda dell'ultima Attività presente in archivio. Grazie a questi pulsanti potrete spostarvi all'interno delle schede delle Attività senza dover necessariamente tornare alla lista delle attività. E possibile attribuire una medesima data di inizio prevista, o una fine o una durata o anticipare/posticipare una o più attività contemporaneamente. Per fare questo, si devono selezionare tutte le attività a cui attribuire la stessa data di inizio e con un click del tasto destro del mouse (CTRL + Click in ambiente Macintosh) selezionare la funzione Modifica la data di inizio/fine prevista, Durata, Anticipa/posticipa. A seguito di quest ultima operazione si aprirà una finestra nella quale si indicherà quale dato inserire alla conferma, il programma calcolerà automaticamente la data di fine prevista per le attività selezionate. Nella finestra dei dati dell attività da rappresentare è possibile dare indicazioni sulla Produttività. Il programma propone di default la produttività "lineare", in altre parole per ogni giorno della lavorazione viene prodotta la stessa quantità. Se invece si sceglie l opzione "non lineare" è possibile tramite il tasto Dettagli indicare qual è l effettiva produzione giornaliera sia in termini di quantità che di importo, partendo da una produttività lineare. La lista è infatti completamente editabile nei campi della quantità, dell importo e delle note. Con il tasto tabulatore si passa da un campo all altro. L aggiornamento delle quantità o importi ancora da suddividere rispetto a quelli da produrre (o prodotti in fase consuntiva) sarà automatico. Le indicazioni sulle quantità o importi della fase preventiva, possono essere indicate anche in fase consuntiva, ovviamente dopo aver inserito le date reali dell attività da rappresentare. Si può quindi ottenere il grafico delle produttività previste e reali, cliccando sul pulsante visualizzare il grafico sia per quantità che per importo. grafico a linee: Agendo sul menù a tendina è possibile Per ogni attività è possibile prevedere la suddivisione in fasi: con il tasto destro del mouse (CTRL + Click in ambiente Macintosh) si può attivare la funzione Fasi previste per attività: è possibile inserire il numero di parti in cui suddividere l attività perché essa verrà eseguita per parti e in periodi diversi. Per ognuna di queste fasi possibile indicare (passando da un campo all altro con il tasto di tabulazione) la quantità o l importo prodotto, le date previste di esecuzione e la produttività lineare o non lineare (in questa finestra si può indicare solo la produttività prevista; per la produttività reale è necessario fare un doppio click sulla riga corrispondente alla singola fase nella lista delle attività). Una volta confermata la suddivisione in fasi, tekno Manuale operativo Pag.219

220 ognuna di queste verrà riportata nella lista delle attività e sarà possibile modificarla come se si trattasse di un attività singola. L attività corrente viene visualizzata in questa lista dalla lettera "C". Nella lista delle attività le varie fasi di una attività verranno visualizzate con l aggiunta di (n/tot) che rappresenta il numero della fase e il numero totale di suddivisioni. Le stessa fasi, sul diagramma di Gantt verranno riprodotte su righe diverse e collegate tramite relazioni di fine-inizio se si risponde affermativamente alla richiesta della loro generazione. A questo punto possiamo premere il pulsante Salva per registrare le modifiche effettuate; in caso si desideri uscire senza confermare i dati inseriti dovrete premere il pulsante Annulla. NOTA: Gestendo la produttività, sia nel caso di una singola lavorazione o di suddivisione in fasi è possibile inserire la quantità giornaliera solo se le attività da rappresentare sono "lavorazioni" di Computo Metrico. Se si tratta di altre attività rappresentate si dovranno riportare importi. Si veda l approfondimento al paragrafo La gestione della produttività all interno di questo capitolo. Aggiornamento dei dati di una pianificazione Ogni qualvolta si modifica il calendario, introducendo o eliminando festività, oppure si modifica il numero dei giorni lavorativi settimanali oppure si inseriscono o cancellano attività, è necessario aggiornare la pianificazione. Per poter visualizzare la situazione aggiornata è indispensabile eseguire la procedura di aggiornamento dei dati della pianificazione secondo la sequenza di operazioni di seguito riportata: Aprire la lista delle attività utilizzando la funzione Rappresentazione delle attività Premere il pulsante posto in basso della finestra à. Questo pulsante consente di aggiornare i dati di una pianificazione dopo aver effettuato delle modifiche come sopra descritto. Il programma inizia ad elaborare i dati presenti in archivio. L'aggiornamento comporta un controllo dei dati di tutte le Attività presenti in archivio, con un conseguente tempo necessario ad eseguire l'aggiornamento che è direttamente proporzionale al numero delle Attività. tekno Manuale operativo Pag.220

221 Determinazione delle date di previsione degli Stati di Avanzamento Lavori (S.A.L.) Il programma consente di calcolare le date di previsione degli Stati di Avanzamento dei lavori (S.A.L.) in relazione alle scelte impostate in precedenza con la funzione Settaggi. Selezionate la funzione. Il programma propone la finestra "Lista dei S.A.L." in cui vengono presentati sia i S.A.L. previsti che quelli reali, effettivamente registrati in contabilità. Per ogni Stato d'avanzamento Lavori vengono segnalati il numero progressivo attribuito, la data e l'importo. Gli Stati di Avanzamento previsti proposti dal programma sono determinati attraverso il calcolo della produzione giornaliera (importo delle Attività diviso la durata delle Attività in relazione alla pianificazione delle Attività. Nella parte destra della lista sono presenti gli eventuali Stati d Avanzamento lavori effettivi registrati nella Contabilità. Se nei Settaggi avevate impostato l inserimento manuali dei dati reali, dovete inserire gli eventuali Stati d avanzamento Lavori effettivi. Per fare questo dovete premere il pulsante Aggiungi SAL, e inserire direttamente nella lista dei S.A.L. reali il Numero progressivo, la data e l importo del S.A.L. Per modificare un SAL reale inserito manualmente dovete fare un doppio click sulla linea della lista relativa al SAL da modificare e procedere con la modifica. Per cancellare un SAL reale inserito manualmente dovete fare un click con il tasto destro del mouse (gli utenti Macintosh devono fare un click tenendo premuto il tasto CTRL) sulla linea relativa al SAL da eliminare e selezionare la funzione Cancella S.A.L. reale presente nel menu a tendina che si aprirà a seguito di questa operazione. Il check-box consente di visualizzare i S.A.L. in base a due criteri diversi: se il check-box è selezionato il programma visualizza gli Stati d'avanzamento Lavori seguendo l'ordine d'inserimento di quelli effettivi e, per quelli successivi all'ultimo effettivo, seguendo l'ordine impostato nella proiezione della pianificazione; se il check-box non è selezionato il programma propone i S.A.L. ordinandoli in base alla pianificazione dei lavori. Il programma propone di default il check-box crociato se sono presenti dei S.A.L. registrati in contabilità o inseriti manualmente. Quando vengono inseriti dei nuovi SAL reali manualmente si attiva il pulsante Aggiorna proiezione per aggiornare l ordine dei SAL previsti in base alla proiezione. tekno Manuale operativo Pag.221

222 Per registrare i S.A.L. dovrete premere il pulsante Salva : al termine della registrazione il programma chiude automaticamente la finestra "Lista dei S.A.L.". In caso desideriate uscire dalla finestra "Lista dei S.A.L." senza registrare dovrete utilizzare il pulsante. Nel caso in cui si sia scelto di calcolare in modo libero i S.A.L.: dal menù principale Pianificazione dei lavori, nella barra dei pulsanti comparirà un pulsante Tabella criterio di calcolo dei SAL che permette di accedere alla finestra che permette di definire i vari criteri di calcolo dei SAL. Ogni SAL può essere previsto, in base alla percentuale totale di avanzamento lavori, in base al raggiungimento di un determinato importo, ad una determinata data, in base ad una percentuale di raggiungimento di una determinata attività, alla fine dei valori. Per ogni SAL previsto è possibile scegliere un criterio diverso. Generazione del diagramma di Gantt Selezionate la funzione, poi Controlla e modifica la visualizzazione del diagramma di Gantt. Il pulsante fa apparire direttamente il diagramma di Gantt. La prima volta, sarebbe opportuno scegliere quali sono i settaggi del diagramma: effettuiamo pertanto un click sul pulsante Grafico tenendo premuto il tasto CTRL (tasto Mela su Mac). Nella finestra che appare vengono riportati i settaggi di rappresentazione del diagramma. Vedremo successivamente come è possibile richiamare gli stessi direttamente dal diagramma di Gantt. Nella sezione Periodo da considerare vengono definiti i limiti temporali del diagramma di Gantt. Per modificare la modalità di visualizzazione del diagramma di Gantt premete il pulsante Settaggi Gantt dalla linguetta a scomparsa a sinistra della finestra. Selezionate il pulsante. Il tempo impiegato dal programma per l'elaborazione dei dati necessari alla generazione del diagramma dipende dall'estensione della pianificazione, dal numero di attività ed, ovviamente, dal tipo di computer impiegato. Il diagramma di Gantt si presenta sotto forma di una lista scrollabile sia in senso verticale che in senso orizzontale. Nella parte alta vengono riportati i seguenti dati: l unità di tempo principale (ad es. Mese), l unità di tempo secondaria (ad es. Giorno), l importo di attività prodotto nell unità di tempo secondaria, l importo progressivo prodotto nell unità di tempo secondaria, l elenco delle Attività della pianificazione con codice, descrizione e le barre della pianificazione. tekno Manuale operativo Pag.222

223 Selezionando con il cursore una delle barre del diagramma di Gantt, il programma visualizza sulla status-bar la descrizione completa dell attività, l indicazione dell importo dell attività, la data di inizio e la durata. Per ogni attività è possibile visualizzare 3 barre che la rappresentano: La barra principale in colore pieno con le date i previsione dell attività La barra posta sotto alla principale con un retino tratteggiato che rappresenta le date reali dell attività La barra verde sulla barra dei dati reali che rappresenta l avanzamento dell attività rispetto alle previsioni. L avanzamento viene determinato dalla lunghezza della barra dell avanzamento rispetto alla lunghezza della barra delle date reali. Si veda inoltre Interazione con il diagramma di Gantt. Interazione con il diagramma di Gantt Il diagramma di Gantt, solo se generato con la barra temporale secondaria impostata a giorni e l opzione "Modifica delle attività pianificate" (si veda la gestione del diagramma nel paragrafo Modifica dei settaggi del diagramma di Gantt di questo capitolo), può essere modificato allungando o accorciando le durate delle attività ed eventualmente spostandole da un periodo ad un altro periodo. Esaminiamo in dettaglio come è possibile modificare i dati delle attività che appaiono nel diagramma. tekno Manuale operativo Pag.223

224 Come spostare un attività nel tempo Fare un click al centro del rettangolo che rappresenta l attività desiderata. Il puntatore del mouse si trasformerà in una manina e si potrà, a questo punto, trascinare a destra o a sinistra la barra che rappresenta l attività. Se si rilascia il rettangolo in corrispondenza di una festività, di una sospensione o di una proroga la lunghezza della barra verrà modificata automaticamente per far si che vi sia un esatta corrispondenza con il calendario dei lavori. Come modificare la durata di un attività Fare un click in corrispondenza dell inizio o della fine del rettangolo colorato che rappresenta l attività. Il puntatore del mouse si trasformerà in una doppia freccia e sarà possibile in questo momento allungare o accorciare la barra. Se la barra verrà allungata, si aggiungeranno giorni alla durata dell attività, viceversa se verrà accorciata i giorni varranno tolti. Nel caso il rettangolo venga rilasciato in corrispondenza di una festività, proroga o sospensione, la lunghezza della barra verrà modificata automaticamente per far si che vi sia un esatta corrispondenza con il calendario dei lavori. Come modificare la scheda o le fasi di una attività Posizionandosi su una barra del diagramma e cliccando con il tasto destro del mouse (CTRL + Click del mouse per utenti Macintosh) comparirà un menù contestuale che permette la modifica della scheda dell attività o la suddivisione della attività in più fasi (quest ultima solo se le attività rappresentate sono Lavorazioni di Computo Metrico). Attivando una di queste funzioni si ritornerà alle finestre di modifica dei dati di un'attività. tekno Manuale operativo Pag.224

225 Come visualizzare la barra di un attività in modo rapido Posizionandosi sulla descrizione di una attività nella parte sinistra del diagramma di Gantt e facendo un tasto destro (Ctrl + click su Mac), comparirà il seguente menù contestuale Selezionando questo comando, il diagramma si sposterà nel tempo (quindi a destra o a sinistra) in modo automatico per visualizzare la barra dell attività. Come effettuare una selezione multipla delle attività Può essere utile, talvolta, modificare in un "colpo solo" le durate o le date di inizio di una serie di attività. E possibile in questo caso, selezionare più rettangoli del diagramma di Gantt. Le selezioni possono essere continue o discontinue. Innanzi tutto, per eseguire la selezione di un attività, ovvero di una barra, sarà necessario posizionarsi all interno di essa e fare un click del mouse tenendo premuto il tasto CTRL (Command in ambiente Macintosh). Per realizzare una selezione continua di più attività, premere anche il tasto Shift, detto anche tasto delle maiuscole, e fare un click con il mouse sulla prima lavorazione da selezionare; mantenendo premuto il suddetto tasto, fare un click sull ultima attività da selezionare. Noterete che le attività selezionate e quelle intermedie a queste, assumono un colore grigio. Questo sta ad indicare che la selezione multipla è riuscita. A questo punto con le normali operazione viste precedentemente, si potranno modificare i valori di durata e di inizio/fine delle attività. Per effettuare una selezione discontinua invece, premere il tasto Ctrl (in ambiente Windows) o Command (in ambiente Macintosh; questo tasto è noto anche come tasto mela) e fare un click in corrispondenza delle attività desiderate. Come collegare due attività Posizionandosi sulla barra vincolante, fare un click tenendo premuto il tasto "Alt" e trascinare verso la barra della attività che sarà vincolata: comparirà un icona a forma di catenella che, se rilasciata sull attività da vincolare, genererà un vincolo di fine-inizio segnalato da una freccia rossa. Si possono creare I vincoli anche in modo diverso selezionando le due attività come descritto nel paragrafo precedente (utilizzando cioè il tasto CTRL) e poi cliccando sul pulsante per generare un vincolo fine- tekno Manuale operativo Pag.225

226 inizio, o il pulsante per generare un vincolo inizio-inizio. I vincoli faranno in modo che spostamenti dell attività vincolante generino uguali spostamenti alle vincolate. Le attività vincolate non possono essere spostate. Per rimuovere un vincolo, sarà sufficiente selezionare (con il tasto CTRL) l attività vincolata per poi cliccare sul pulsante. Limitazioni Non è possibile modificare la durata o le date di inizio/fine delle attività, quando si è scelto di visualizzare le attività tramite la struttura ad albero (vedere il paragrafo Modifica dei settaggi del diagramma di Gantt). Non è possibile intervenire sulle date e durate delle attività che risultano collegate con dei vincoli (inizio-fine/inizioinizio) ad altre. In questo caso, per modificare le date e durate, è necessario rimuovere i vincoli. Il pannello con i valori nel diagramma di Gantt Nella posizione in basso della finestra del Gantt vengono indicate importanti informazioni aggiuntive; l'importo (in milioni di Lire o in migliaia di Euro) di attività prodotto nell'unità di tempo secondaria (previsto e reale), l'importo progressivo prodotto (in milioni di Lire o in migliaia di Euro) nell'unità di tempo secondaria (previsto e reale).il calcolo dei suddetti importi, soprattutto nel caso di diagramma esteso nel tempo e per numero di attività pianificate, potrebbe rallentare la generazione del diagramma stesso (la velocità è direttamente proporzionale alla potenza del computer). Per questo motivo, nelle opzioni del diagramma è possibile escludere questo calcolo. Questa opzione risulta molto utile soprattutto in fase di studio e di modifica del diagramma. Modifica dei settaggi del diagramma di Gantt Quando si preme il pulsante e poi opzioni del diagramma, si apre la finestra di riepilogo che mostra i settaggi attribuiti al diagramma. tekno Manuale operativo Pag.226

227 Analizziamo nel dettaglio le possibilità offerte da questa finestra: Barra temporale primaria: il diagramma di Gantt può essere espresso in anni, mesi, settimane Barra temporale secondaria: all interno della barra primaria i periodi possono essere espressi nel seguente modo: Se barra primaria = Settimane; Barra secondaria = Giorni Se barra primaria = Mesi; Barra secondaria = Settimane o giorni Se barra primaria = Anni; Barra secondaria = Mesi, settimane o giorni Modalità di visualizzazione date: Date reali; le date vengono rappresentate nello stesso modo in cui sono state inserite Date progressive; le date vengono rappresentate sotto forma numerica, se ad esempio il cantiere ha la durata di un anno, le date sono rappresentate da dei numeri che vanno da 1 a 365. Colore lavorazioni: Automatico; il colore della barra di ciascuna attività viene assegnato automaticamente durante la generazione del diagramma di Gantt. Grigio; la barra di ciascuna attività viene colorata con una tonalità di grigio. tekno Manuale operativo Pag.227

228 Colore festività: è possibile scegliere come evidenziare le festività selezionando un colore tra quelli messi a disposizione nel box corrispondente. Colore proroghe/sospensioni: è possibile scegliere come evidenziare le proroghe e le sospensioni selezionando un colore tra quelli messi a disposizione nel box corrispondente. Colore S.A.L.: è possibile scegliere come evidenziare gli stati d avanzamento lavori selezionando un colore tra quelli messi a disposizione nel box corrispondente. Larghezza barra: in questo campo viene impostata la larghezza in pixel della colonna relativa al singolo dato nell unità di tempo stabilita dalla barra temporale secondaria. Distanza tra le righe: in questo campo viene inserita l altezza in pixel della riga rappresentata. Altezza barra: in questo campo viene impostata l altezza in pixel della barra di previsione e reale. Griglia: permette di scegliere la visualizzazione di una griglia verticale e/o orizzontale sul diagramma per facilitare la lettura della corrispondenza dell attività e del periodo relativo. In caso di generazione lenta del diagramma, la disabilitazione della griglia renderà più agevole il lavoro. Non calcolare gli importi: questa opzione permette di non calcolare gli importi nella parte bassa del diagramma. In caso di generazione lenta del diagramma, l abilitazione di questa opzione renderà più veloce la generazione. Modalità Gantt: Modifica delle attività pianificate; permette la modifica delle attività pianificate direttamente dal diagramma (solo se barra secondaria è impostata a giorni) Visualizzazione della struttura ad albero; permette la visualizzazione delle attività utilizzando una struttura ad albero. Prima di uscire dalla finestra dei settaggi del diagramma dovrete premere il pulsante "Salva e Chiudi" per registrare le variazioni di impostazioni effettuate. Uscendo dalla finestra dei settaggi con il pulsante "Annullai" perderete le eventuali modifiche dei settaggi effettuate. Stampa del diagramma di Gantt Si veda il paragrafo Stampa del diagramma di Gantt del capitolo Le stampe tekno Manuale operativo Pag.228

229 Proiezione dei tempi di lavorazione Dalla finestra "Lista delle attività di Computo Metrico" potrete notare il pulsante Proiezione dalla funzione a tendina a destra della finestra, permette di effettuare una previsione sul termine delle attività e sulle delle date di scadenza degli Stati di Avanzamento successivi rispetto a quelli eventualmente già realizzati in base alle impostazioni inserite nei Settaggi, agli importi delle Attività, alla loro durata ed alla pianificazione delle Attività. Esempio Per capire l utilità pratica di questa funzione si consideri di dover eseguire un lavoro per un importo pari a in un tempo definito in 100 giorni. Al momento attuale sono trascorsi 50 giorni ed il lavoro eseguito ammonta a (e non come avrebbe dovuto in base alle previsioni impostate). Utilizzando la funzione di proiezione dei tempi di lavorazione il programma, utilizzando questi dati certi, esegue una proiezione del tempo necessario ad arrivare al termine del lavoro. Nel nostro caso saranno necessari altri 100 giorni. Dopo aver premuto il pulsante Proiezione il programma sostituisce temporaneamente le date di previsione di inizio e di fine Attività con le date di inizio effettive delle Attività che sono già iniziate e con quelle di fine se le Attività sono state anche ultimate. Se una Attività è in corso di esecuzione il programma calcola la produzione effettiva media giornaliera registrata fino ad ora e calcola la proiezione della fine dell Attività in relazione all importo residuo che ancora tekno Manuale operativo Pag.229

230 deve essere realizzato. La proiezione ricalcola anche gli Stati di Avanzamento previsti che ancora devono essere registrati prendendo come base di partenza l ultimo che è stato effettivamente eseguito. L utente può sostituire definitivamente le date previste nella proiezione con le date inserite nella pianificazione con il pulsante Salva. Il pulsante Ripristina pianificazine che si trova sempre nella tendina, permette di ripristinare le date della pianificazione precedente. ATTENZIONE Nel caso vogliate disporre di entrambe le versioni (prima e dopo la sostituzione) dovrete registrare una copia del lavoro prima di effettuare la proiezione, registrandola con un nome diverso. Sull'altra copia del lavoro potrete tranquillamente attivare il pulsante Proiezione ed effettuare la sostituzione dei dati con il pulsante "Sostituzione". A questo punto possiamo premere il pulsante Salva per registrare le modifiche effettuate e chiudere la finestra; in caso si desideri uscire senza confermare le scelte effettuate dovrete premere il pulsante. La gestione della produttività Nel caso in cui si volesse gestire la produttività delle attività pianificate per analizzare l andamento della produzione di una attività all interno del periodo di pianificazione, è possibile (come già visto al paragrafo Inserimento e modifica dei dati relativi ad un'attività di questo capitolo) definire giorno per giorno quanto sarà la produzione della suddetta attività. Ovviamente, soprattutto nel caso di periodi lunghi, risulta oneroso l inserimento della produzione giornaliera prevista. Per questo motivo, nella finestra di assegnazione dei valori di produttività non lineare che di default è editabile giorno per giorno, è possibile assegnare una quantità o importo o una percentuale da attribuire uniformemente in una selezione di giorni di lavoro. Per fare questo, è sufficiente selezionare i giorni, ai quali si desidera assegnare determinati valori di produzione, fare un click con il tasto destro del mouse (Ctrl + click su Mac) e selezionare "assegna valore alla produzione". tekno Manuale operativo Pag.230

231 Assegnando un valore di produzione in termini di quantità (possibile esclusivamente nel caso di pianificazione per lavorazioni) o in termini di importo o di percentuale sul totale, la produzione assegnata verrà uniformemente distribuita nei giorni selezionati. Come già visto, la produttività può essere assegnata anche alle fasi di ogni attività e produrrà il grafico che abbiamo già visto. NOTA BENE: In caso di spostamenti dell attività pianificata, la produttività non lineare verrà mantenuta. In caso di invece di modifica della durata, il programma avviserà con un messaggio che permetterà di scegliere l operazione da effettuare: Modifica la produttività giornaliera: farà accedere alla finestra di assegnazione della produttività Rendi la produttività lineare: "raddrizzerà" la curva di produttività distribuendo la produzione uniformemente nel periodo tekno Manuale operativo Pag.231

232 Annulla: manterrà la produttività originaria, ponendo a zero la produzione negli eventuali giorni di aumento di durata, o raggruppando la produzione prevista nei giorni di diminuzione di durata al primo giorno di lavoro previsto. È ovvio che a questa scelta dovrà seguire un intervento manuale di modifica della produttività. Il collegamento con Microsoft Project Nella Lista delle Attività, è presente il pulsate Export/Import attività della pianificazione da Project, che permette, se siete abilitati al modulo opzionale, di colloquiare con Microsoft Project con trasferimento di dati in entrambe le direzioni. Sulle specifiche del trasferimento, si rimanda all apposita sezione I vantaggi del collegamento con Microsoft Project. tekno Manuale operativo Pag.232

233 Capitolo 12 - Libretto delle Misure tekno Manuale operativo Pag.233

234 Realizzazione e gestione del Libretto delle Misure Selezionate il comando Libretti Misure dal menu. Le funzioni del menu Libretti Misure sono disabilitate ad eccezione di Scelta Libretto: le altre funzioni vengono abilitate successivamente all'operazione di scelta del libretto su cui si desidera lavorare. Creazione di un Libretto delle Misure Cancellazione di un Libretto delle Misure Ricerca di un Libretto delle Misure Recupero dei dati di un Libretto delle Misure Creazione di un libretto delle misure Per scegliere o creare un libretto delle misure su cui operare selezionate il comando dal menu. La finestra che appare presenta la lista dei libretti già registrati: per ciascun libretto viene riportato il numero di libretto (attribuito in maniera automatica e progressiva dal programma) e la descrizione. Appositi pulsanti permettono di aprire, cancellare e registrare i libretti. Vediamo come creare un nuovo libretto delle misure. Selezionate il pulsante Crea un nuovo libretto delle misure, ed inserite nel campo Descrizione il nome che volete attribuire al libretto (il programma di default propone il nome "Libretto n. x"). tekno Manuale operativo Pag.234

235 Premete il pulsante per registrare il nuovo libretto. Il programma uscirà dalla finestra 'Scelta Libretto delle misure', abiliterà tutti i comandi disponibili nel menu Libretto Misure e sarà pronto per accettare le immissioni nel nuovo libretto. Analogamente, se dobbiamo entrare in un libretto già presente in lista, selezioneremo la riga della lista corrispondente al libretto e premeremo il pulsante Salva. Il programma si posizionerà all'interno del libretto nel quale si intende lavorare. Per uscire dalla finestra di ' Scelta Libretto delle misure ' premeremo il pulsante. Cancellazione di un libretto delle misure Selezionate il comando Scelta Libretto dal menu. Selezionate un libretto dalla lista con un click del mouse e poi premete il pulsante Cancella. Un messaggio a video chiederà conferma prima di procedere alla cancellazione definitiva. Rispondendo affermativamente il programma eliminerà completamente il libretto, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Ricerca di un libretto delle misure Selezionate il comando Scelta Libretto dal menu. Selezionate il pulsante Cerca un libretto : il programma propone una finestra in cui è possibile ricercare un libretto in base al numero progressivo oppure in base al nome del libretto. tekno Manuale operativo Pag.235

236 Selezionate il radio-button posto a fianco del campo Numero libretto ed inserite il numero del libretto ricercato; in alternativa potete selezionare il radio-button a fianco del campo Nome libretto e digitare il nome del libretto da trovare. Una volta impostata la ricerca desiderata premete il pulsante. Al termine della ricerca il programma selezionerà la riga corrispondente al libretto trovato nella finestra "Libretti delle misure". Recupero dei dati di un libretto delle misure Nella finestra "Libretti delle misure" è presente il pulsante per recuperare eventuali immissioni non attribuite a nessun libretto, grazie al quale è possibile riorganizzare i dati di un libretto in caso si manifestino problemi dovuti ad eventuali immissioni non attribuite a nessun libretto (o per creare un libretto dopo un'importazione da MacEdil IV). Per eseguire l'operazione di recupero è sufficiente selezionare con un click del mouse il pulsante. Copiare nel Libretto delle Misure il contenuto di un Computo Metrico o di una Perizia Questo comando consente di copiare totalmente o parzialmente il contenuto del computo metrico o di una perizia o da un libretto misura di un altro lavoro nel libretto delle misure in uso. L'uso di questa funzione permette di evitare un inutile lavoro di reinserimento di immissioni già presenti in altri elaborati. Selezionate dal menu Libretti Misure la funzione. Nella finestra che appare dovremo selezionare l'elaborato da cui intendiamo copiare le immissioni con un click del mouse e premere il pulsante con un doppio click del mouse). (oppure semplicemente selezionare l'elaborato Nella finestra "Importa da..." che viene proposta avete la possibilità di importare tutte le immissioni dell'elaborato scelto (selezionando il radio button Tutte le immissioni) oppure potrete indicare i codici iniziale e finale relativi all intervallo di immissioni che vi interessano. Naturalmente, se non vi ricordate i codici, potrete posizionare il cursore all'interno di uno dei due campi vuoti, premere il tasto TAB per visualizzare la lista delle immissioni dell'elaborato ed effettuare la scelta dell'immissione prescelta con un doppio click del mouse.. Nel campo con data... il programma propone la data odierna: se desiderate attribuire alle immissioni del libretto una data diversa posizionate il cursore nel campo e tekno Manuale operativo Pag.236

237 modificatela. Se si sta copiando dal Computo Metrico, un box richiede l associazione alle immissioni di computo. Questa opzione risulterà utile se si eseguiranno raffronti per capitoli di Computo o se la pianificazione verrà gestita, per quanto riguarda le date e le durate reali, in modo automatico dai libretti delle misure (si veda Impostazione dei settaggi della pianificazione). Premete il pulsante per attivare l'importazione delle immissioni nella Perizia. Al termine dell'operazione selezionate dal menu Libretti Misure il comando Lista per controllare le immissioni importate. Se volete copiare le misure da un altro lavoro, si rimanda all apposita sezione Importazione delle immissioni di libretto da altri lavori. A questo punto non vi rimane altro che modificare le immissioni da variare aprendole con un doppio click del mouse dalla lista (ricordate di confermare con l'apposito pulsante la correzione). Potrete cancellare gli sviluppi o le immissioni che non vi interessano oppure inserirne alcune nuove. Le modalità di modifica e cancellazione vengono esaminate in dettaglio negli appositi paragrafi di questo capitolo. Importazione delle immissioni di libretto da altri lavori Il programma offre la possibilità di trasferire una o più immissioni da un libretto delle misure di un altro lavoro senza dover procedere ad inserimenti ex-novo. Selezioniamo la funzione dal menù Libretti Misure quindi l opzione Libretto Misure di un altro lavoro. Nella metà superiore della finestra di trasferimento che si apre viene visualizzato il libretto sul quale stiamo lavorando dell'archivio in uso. Premiamo il pulsante libretto Misure da un altro lavoro e nella finestra che appare, scegliamo l'archivio di lavoro da cui desideriamo prelevare delle immissioni di computo metrico. tekno Manuale operativo Pag.237

238 Dopo qualche attimo nella metà inferiore della finestra verrà visualizzato il primo libretto delle misure dell'archivio di lavoro che abbiamo scelto (il nome dell'archivio viene trascritto accanto al bottone "dal lavoro..."). Nel menù a pop up a destra potremo selezionare il libretto dal quale importare. A questo punto possiamo effettuare il trasferimento prelevando una o più immissioni nella lista inferiore e trasportandoli con la tecnica del drag and drop nell'esatta posizione in cui desideriamo effettuare l'inserimento nel libretto della metà superiore della finestra (l'archivio in uso). Prima di attivare l'importazione possiamo abilitare delle opzioni che consentono di "personalizzare" l'operazione d'importazione. Selezionate il pulsante Importa Settaggi, per richiamare a video la finestra che permette di selezionare le seguenti opzioni: Importa i Raggruppamenti delle voci di Elenco Prezzi, Importa le analisi delle voci di elenco prezzi e Importa gli sviluppi delle. Selezionando il check-box Importa le analisi delle voci di elenco prezzi, è possibile trasferire automaticamente l analisi prezzi degli articoli utilizzati nel computo; selezionando il check-box Importa gli sviluppi delle misure otterrete l'importazione anche degli sviluppi misure del computo metrico; infine la selezione del check-box Importa i Raggruppamenti delle voci di Elenco Prezzi permette di importare i raggruppamenti delle voci di elenco prezzi utilizzate nel computo metrico. tekno Manuale operativo Pag.238

239 Selezioniamo nella finestra inferiore le immissioni da trasferire. Trasciniamole, con la tecnica del Drag & Drop nella finestra superiore. Comparirà un messaggio che chiederà l attribuzione della data di registrazione. Le opzioni possibili saranno il mantenimento della data originale, o l attribuzione di una nuova data che di default viene proposta uguale alla data di sistema Il programma posizionerà le nuove voci importate in coda gli inserimenti già effettuati. Eventuali rinumerazioni potranno essere effettuate tramite la funzione di Sposta Immissioni attivabile dall immissione di libretto con il menù contestuale (tasto destro del mouse o CTRL + click su piattaforma Macintosh). In caso di importazione errate, potremo sempre cancellare le immissioni con l apposito tasto. Il tasto Descrizione Estesa, ci aiuterà per visualizzare l intera descrizione della voce selezionata. ATTENZIONE: l importazione di immissioni di libretto da altri lavori avviene correttamente solo se si stanno importando immissioni a misura o in economia. Le immissioni a corpo, infatti, non possono essere importate in quanto le immissioni a corpo dipendono direttamente dai corpi d opera previsti in computo e/o perizia. Si può pensare allora di trasformare preventivamente le immissioni a corpo in immissioni a misura nel lavoro dal quale si vuole attingere, effettuare il trasferimento e quindi ritrasformarle a corpo nel lavoro di destinazione. Immissioni nel Libretto delle Misure Vediamo ora come procedere all'immissione dei dati nel libretto delle misure. Nella finestra che si apre sono presenti due liste: nella prima vengono inserite le immissioni del libretto delle misure, mentre nella seconda vengono riportate le immissioni dell'elenco prezzi del lavoro corrente o i lavori a corpo (selezione effettuabile nel campo posizionato in alto a sinistra). Le registrazioni del libretto vengono rappresentate con un colore diverso a seconda se queste sono state contabilizzate in un SAL (colore nero) oppure se devono ancora essere contabilizzate (colore blu). Come vedremo in seguito, potremo aprire elenchi prezzi appartenenti ad altri lavori o listini grazie ad un apposito campo. Il prezzo serve per il Registro di Contabilità, il Sommario del Registro e per lo Stato d'avanzamento dei lavori. Naturalmente il prezzo scelto sarà sempre per tutte le immissioni il prezzo 1, il prezzo 2, il prezzo 3, o il prezzo 4 essendo i prezzi vincolati dal contratto. Vedi anche: Principali caratteristiche del Libretto delle Misure Come inserire un'immissione libera tekno Manuale operativo Pag.239

240 Come inserire un'immissione con il drag and drop Immissione dei lavori a corpo nel libretto delle misure Immissioni a misura per lavori a corpo nel libretto delle misure Immissione dei lavori in economia nel libretto delle misure Ricerca su campi multipli di un articolo di E.P. da inserire nel Libretto Inserimento di note e disegni nel Libretto delle Misure Importazioni di sviluppi misure nei Libretti Inserimento, cancellazione e duplicazione delle righe di sviluppo delle misure nei Libretti Importazione nel Libretto delle misure da un file DXF o DWG Gestione di piu' E.P. nell'immissione del Libretto Gestione delle assistenze murarie e delle maggiorazioni nel Libretto Lista delle registrazioni del libretto misure Sospensione di una registrazione del Libretto in attesa di un nuovo prezzo Modifica delle immissioni del Libretto delle Misure Ricerca di immissioni del Libretto delle Misure Cancellazione di immissioni nel Libretto delle Misure Controllo somme a disposizione nel Libretto delle Misure Lista delle associazioni delle immissioni del Libretto delle Misure al Computo Metrico Aggancio del Libretto delle Misure con il modulo di pianificazione dei tempi di lavorazione Accesso ai moduli Raffronti, S.A.L. e Certificati direttamente dal menu Libretti Misure Principali caratteristiche del libretto delle misure Prima di procedere sottolineiamo alcune caratteristiche relative alla gestione delle liste della finestra d'immissione del libretto delle misure. Innanzitutto, come già abbiamo visto per le altre liste delle finestre d'immissione, avremo una rinumerazione automatica degli elementi della lista in caso di modifica o immissione di nuovi elementi che vanno a cambiare l'ordine dei codici. Potremo, ad esempio, spostare un'immissione da un punto ad un altro della lista (spostandola con la funzione Sposta immissioni: tekno Manuale operativo Pag.240

241 selezionabile dal menu contestuale richiamato a video premendo il pulsante destro del mouse per la versione Windows o CTRL-CLICK per la versione Macintosh) per attivare la procedura di rinumerazione automatica del libretto. Naturalmente nello spostamento si dovrà fare attenzione alla posizione in cui si inserisce l'immissione: l'inserimento e la conseguente rinumerazione terranno conto di questa posizione. Naturalmente non potremo spostare o cancellare immissioni del libretto che fanno parte di uno stato d'avanzamento lavori. Per poterlo fare dovremo prima cancellare il S.A.L. (che potrà ovviamente essere ricalcolato dopo le modifiche). Questa caratteristica del programma è particolarmente interessante perchè evita tutte le difficoltà che possono derivare da inserimenti e spostamenti che modificano in qualche modo l'ordine dei codici inseriti e che richiedono poi l'intervento "manuale" di rinumerazione. confermando comparirà questa ulteriore finestra di avviso: L'altra caratteristica della finestra d'immissione del libretto (caratteristica comune a tutte le finestre d'immissione con liste) è la possibilità di spostare le linee di separazione tra i campi in modo da poter allargare o restringere i campi a seconda delle proprie esigenze. Potremo, ad esempio, selezionare con un click del mouse la linea verticale che definisce lo spazio occupato dal codice e, sempre tenendo premuto il pulsante del mouse, trascinarla verso destro a verso sinistra a seconda che si voglia allargare o stringere lo spazio a disposizione del codice. Questa operazione può essere eseguita sulle linee di separazioni verticali. Lo spazio a disposizione delle due liste può essere mutato a favore dell'una o dell'altra ridimensionando la lunghezza della lista superiore tramite la selezione ed il trascinamento con il mouse della linea i demarcazione tra le due liste. tekno Manuale operativo Pag.241

242 Il cursore, al momento del posizionamento sulla linea di separazione, assume la seguente forma finale è un ridimensionamento dello spazio dedicato ad una delle due liste a favore dell'altra.. L'effetto Il programma può caricare e visualizzare fino a cento immissioni del libretto per volta, pertanto nel momento in cui le immissioni del libretto eccedono le cento compare automaticamente il campo con le frecce di scorrimento Tramite il campo è possibile definire il numero massimo di immissioni del libretto visualizzabili nella lista. Per confermare si deve premere il tasto TAB. Se, ad esempio, scriviamo 3 potremo vedere nella finestra della lista solamente tre immissioni del libretto delle misure. Per poter visualizzare il resto dell'elenco, sempre suddiviso in tre elementi per volta, dovremo utilizzare i bottoni con le frecce. Naturalmente se nel campo numerico scriviamo un valore superiore agli elementi che abbiamo a disposizione nella lista potremo scorrerla solamente utilizzando la scroll-bar e non i bottoni con le frecce. L'importo inserito nel campo Totale Libretto riporta il totale complessivo di tutte le immissioni del libretto. Per aggiornare il totale dopo variazioni o inserimenti dovrete premere il pulsante di calcolo posto a fianco del campo Totale Libretto. Nel campo posizionato in basso a destra nella lista delle voci di elenco prezzi possiamo digitare un valore che definisce il numero massimo di elementi visualizzabili nella lista: per confermare si deve premere il tasto TAB. Se, ad esempio, scriviamo 3 potremo vedere nella finestra della lista solamente tre elementi dell'elenco prezzi. Per poter visualizzare il resto dell'elenco, sempre suddiviso in tre elementi per volta, dovremo utilizzare i bottoni con le frecce. Naturalmente se nel campo numerico scriviamo un valore superiore agli elementi che abbiamo a disposizione nella lista potremo scorrerla solamente utilizzando la scroll-bar e non i bottoni con le frecce. Come inserire un'immissione libera nel libretto delle misure Per inserire le immissioni nella Perizia, si possono utilizzare due possibilità: l immissione libera, che tratteremo in questo paragrafo, e l immissione con la tecnica del Drag & Drop. Per inserire un immissione libera seguiamo i seguenti passi. Selezionate il comando dal menu Libretti Misure. In modo da far apparire a video la finestra d immissione priva di qualsiasi valore, fatta eccezione per il numero progressivo d'immissione del libretto e la data di registrazione. In alternativa è possibile fare un click con il tasto destro (Ctrl + Click per utenti Macintosh) nella zona delle immissioni e selezionare nuova voce tekno Manuale operativo Pag.242

243 E' possibile scegliere tra tre tipologie di Lavori: Lavori a misura, Lavori a corpo e Lavori in economia. Per selezionare una tipologia diversa da quella proposta dal programma, fate un click sul popup-menu presente nella finestra di immissione del libretto finestra e selezionate con un click la tipologia desiderata. Per effettuare la contabilità dei lavori a corpo, è comunque più agevole utilizzare la contabilità dal preventivo (si veda il paragrafo La contabilità dal preventivo di questo capitolo) Nella scheda d'immissione inserite parte della descrizione della voce di elenco prezzi nel campo Descrizione lavorazione di riferimento e premete il tasto TAB per attivare la ricerca di tutte le voci di elenco prezzi che soddisfano il criterio di ricerca impostato. Qualora il programma ne trovi più di una presenta la lista delle voci trovate, da cui è possibile selezionare quella desiderata con un doppio click del mouse. Nel caso in cui il programma non trovi nessuna voce corrispondente alla stringa di testo ricercata, avviserà con il messaggio: Premendo il tasto OK, si accederà alla lista di Elenco Prezzi per selezionare una voce o effettuare l inserimento nuovo. In alternativa potrete digitare il codice della voce di elenco prezzi nel campo Cod. Elenco Prezzi (o prelevarla con un doppio click del mouse dalla lista richiamata a video premendo il tasto TAB a campo vuoto). In entrambi i casi, dopo aver scelto la voce di elenco prezzi utilizzata nell'immissione del computo, il programma propone automaticamente il codice della voce di elenco prezzi, la descrizione, l'unità di misura ed il prezzo. Nel caso in cui sia stato abilitato il check-box Gestisci l'associazione dei raggruppamenti del Computo Metrico (abilitazione che viene effettuata nella finestra richiamata con Lista associazioni attività Pianificati dal menu Libretti Misure) il programma propone il campo relativo al raggruppamento del computo metrico a cui si desidera associare l'immissione. Per le immissioni successive il programma propone di default tekno Manuale operativo Pag.243

244 il raggruppamento indicato nell'immissione precedente (ulteriori informazioni al proposito sono riportate nel paragrafo Lista dell'associazione delle immissioni del Libretto delle misure ai raggruppamenti del Computo Metrico di questo capitolo). Cliccando con il mouse sul campo Prezzo unit. di listino avremo la possibilità di scegliere quale prezzo sarà utilizzato: Prezzo 1, 2, 3, 4 o Prezzo Analisi (scelta possibile solo se la voce di elenco prezzi utilizzata possiede almeno un'analisi). Il programma propone di default il prezzo settato nell'apposito campo presente nella finestra richiamata con la funzione Lingua e valuta dal menu Settaggi (di default si tratta del prezzo 1). Nel campo "Rib./Aum. %" è possibile indicare il ribasso o aumento da applicare al prezzo dell articolo selezionandolo tra i sei ribassi/aumenti disponibili nell apposita lista a tendina. Tra i sei diversi ribassi/aumenti, cinque sono quelli contrattuali (identificati dalla lettera "c" c1..c5) mentre il sesto è specifico della voce di elenco prezzi (identificato dalla lettera "v"). Se si desidera modificare o inserire il ribasso/aumento specifico per la voce, è sufficiente selezionare la linea contraddistinta dalla lettera "(v)" e inserire il ribasso (valore negativo) o aumento (valore positivo) desiderato. NOTA BENE: nelle situazioni più comuni, si avrà un solo ribasso per tutto il lavoro (tale ribasso è indicato alla riga h degli "Importi e somme "). Automaticamente, anche se il ribasso verrà inserito una volta terminata il libretto, se non sono state apportate modifiche nella scelta del ribasso, verrà proposto il ribasso contrattuale). Vediamo ora l inserimento delle righe di sviluppo delle misure: Digitate nel campo Commento una descrizione relativa alla riga di sviluppo che inseriremo. Premete TAB per passare al campo Espressione in cui potrete inserire un'espressione algebrica. In alternativa, nei campi sottostanti, potrete inserire i valori corrispondenti a NPS (numero parti simili), Larg. (larghezza), Lung. (lunghezza) e H-P-S (altezza-peso-superficie). E' importante sottolineare che i campi NPS, Largh., Lungh. e H-P-S possono accettare anche l'inserimento di una espressione algebrica che il programma provvederà a calcolare automaticamente. Ritornando con il cursore nei campi NPS, Larg., Lungh. e HPS dopo aver inserito un'espressione anzichè un valore numerico totale, viene visualizzata l'espressione.. In fase di stampa del libretto (ad esclusione del caso in cui venga scelta l'opzione di stampa "per fattori") le espressioni inserite nei campi fattori verranno stampate tra parentesi e moltiplicate per il fattore successivo. A seconda dell unità di misura della voce specificatamente utilizzata nel libretto, potrebbero essere disabilitati uno o più di questi campi fattore. Per effettuare delle modifiche a tal scopo, si veda il paragrafo Definizione delle unita' di misura. Premendo il tasto TAB dopo aver digitato il valore nell ultimo campo (H-P-S) si attiva il calcolo del totale parziale di quella riga; il programma ne inserisce i valori nella lista sottostante, mentre il cursore si posiziona nuovamente nel campo Commento. L'inserimento delle altre righe di questa immissione del computo verranno effettuate seguendo le stesse modalità. tekno Manuale operativo Pag.244

245 Selezionate il pulsante per registrare l immissione. NOTA BENE: Per quanto riguarda la data di registrazione delle immissioni, il programma propone la data di sistema, se il libretto è vergine, oppure la data dell ultima immissione della lista. Questa funzione prmette quindi di eseguire delle registrazioni con data precedente a quella odierna senza dover modificare il campo per ogni immissione. Praticamente fino a quando non si esegue una modifica della data, il programma continuerà a registrare sempre alla stessa data. Come inserire un'immissione del libretto delle misure con il drag and drop Per inserire un immissione nel libretto con la tecnica del Drag & Drop, è necessario seguire questi passaggi: Selezionate il comando Immissione dal menu Libretto delle Misure. Selezionate nella finestra inferiore, dove viene esposta la lista di Elenco prezzi, la voce che desiderate inserire nel libretto: trascinatela con la tecnica del drag and drop nella finestra superiore. Apparirà la finestra d immissione con il codice del Libretto proposto dal programma. ATTENZIONE: il codice del Libretto proposto dal programma, dipende dalla posizione in cui la voce di Elenco Prezzi viene rilasciata. Il codice proposto dal programma sarà immediatamente successivo al codice della voce sulla quale viene rilasciata la voce dell Elenco Prezzi. Facendo degli esempi pratici, se la voce viene rilasciata nel campo bianco o sopra l ultima tekno Manuale operativo Pag.245

246 delle voci già inserite, che supponiamo abbia il codice 45, verrà proposto per la nuova voce il codice successivo, 46. Se però la voce verrà rilasciata sopra la 35, ma esistono già delle voci successive, per la nuova voce verrà proposto il codice 36 avvisando che per fare questo inserimento sarà necessario rinumerare le voci seguenti. Se le immissioni che dovrebbero essere rinumerate sono già state contabilizzate in un SAL, verrete avvisati dal messaggio seguente. Sottolineiamo che la lista che appare nella parte inferiore della finestra d'immissione può riguardare le voci di elenco prezzi oppure i capitoli del computo metrico dichiarati come lavori a corpo. La visualizzazione dipende dall'opzione scelta nel popup-menu, dove troviamo la possibilità di selezionare tra tre diverse tipologie d lavori: Lavori a misura (viene visualizzata la lista delle voci di elenco prezzi), Lavori a corpo (viene visualizzata la lista dei capitoli del computo o nelle Perizie dichiarati come lavori a corpo) e Lavori in economia (viene visualizzata la lista delle voci di elenco prezzi). Nella scheda d'immissione del Libretto che appare dopo aver effettuato la scelta della voce di elenco prezzi il programma visualizza automaticamente anche il numero progressivo d'immissione del Libretto, la data di registrazione, il codice della voce di elenco prezzi, la descrizione, l'unità di misura ed il prezzo della voce selezionata (o il valore del punto nel caso di lavori a corpo). Cliccando con il mouse sul campo Prezzo un. di listino (per lavori a misura o in economia) avremo la possibilità di scegliere quale prezzo sarà utilizzato per il computo: Prezzo 1, 2, 3, 4 o Prezzo Analisi (scelta possibile solo se l'articolo di elenco prezzi utilizzato possiede almeno un'analisi). Il programma propone di default il prezzo settato nell'apposito campo presente nella finestra richiamata con la funzione Lingua e valuta dal menu Settaggi (di default si tratta del prezzo 1). Nel campo "Rib./Aum. %" è possibile indicare il ribasso o aumento da applicare al prezzo dell articolo selezionandolo tra i sei ribassi/aumenti disponibili nell apposita lista a tendina. Tra i sei diversi ribassi/aumenti, cinque sono quelli contrattuali (identificati dalla lettera "c" c1..c5) mentre il sesto è specifico della voce di elenco prezzi (identificato dalla lettera "v"). Se si desidera modificare o inserire il ribasso/aumento specifico per la voce, è sufficiente selezionare la linea contraddistinta dalla lettera "(v)" e inserire il ribasso (valore negativo) o aumento (valore positivo) desiderato. NOTA BENE: nelle situazioni più comuni, si avrà un solo ribasso per tutto il lavoro (tale ribasso è indicato alla riga h degli "Importi e somme "). Automaticamente, anche se il ribasso verrà inserito una volta terminato il Libretto, se non sono state apportate modifiche nella scelta del ribasso, verrà proposto il ribasso contrattuale). Vediamo ora l inserimento delle righe di sviluppo delle misure: Digitate nel campo Commento una descrizione relativa alla riga di sviluppo che inseriremo. Premete TAB per passare al campo Espressione in cui potrete inserire un'espressione algebrica. In alternativa, nei campi sottostanti, potrete inserire i valori corrispondenti a NPS (numero parti simili), Larg. (larghezza), Lung. (lunghezza) e H-P-S (altezza-peso-superficie). tekno Manuale operativo Pag.246

247 E' importante sottolineare che i campi NPS, Largh., Lungh. e H-P-S possono accettare anche l'inserimento di una espressione algebrica che il programma provvederà a calcolare automaticamente. Ritornando con il cursore nei campi NPS, Larg., Lungh. e HPS dopo aver inserito un'espressione anzichè un valore numerico totale, viene visualizzata l'espressione. In fase di stampa del libretto le espressioni inserite nei campi fattori verranno stampate tra parentesi e moltiplicate per il fattore successivo. A seconda dell unità di misura della voce specificatamente utilizzata nel computo, potrebbero essere disabilitati uno o più di questi campi fattore. Per effettuare delle modifiche a tal scopo, si veda il paragrafo Definizione delle unita' di misura. Premendo il tasto TAB dopo aver digitato il valore nell ultimo campo (H-P-S) si attiva il calcolo del totale parziale di quella riga; il programma ne inserisce i valori nella lista sottostante, mentre il cursore si posiziona nuovamente nel campo Commento. L'inserimento delle altre righe di questa immissione del Libretto verranno effettuate seguendo le stesse modalità. Selezionate il pulsante Conferma per registrare l immissione. L inserimento degli sviluppi delle misure nel campo espressione può avvenire anche tramite l uso di formule predefinite: si veda a tal proposito il paragrafo Utilizzo del formulario in una immissione nel capitolo relativo alle funzioni comuni dei vari elaborati. NOTA BENE: Per quanto riguarda la data di registrazione delle immissioni, il programma propone la data di sistema, se il libretto è vergine, oppure la data dell ultima immissione della lista. Questa funzione permette quindi di eseguire delle registrazioni con data precedente a quella odierna senza dover modificare il campo per ogni immissione. Praticamente fino a quando non si esegue una modifica della data, il programma continuerà a registrare sempre alla stessa data. La contabilità dal preventivo Nella finestra di immissione del libretto delle misure, vedrete nella parte centrale la linguetta Elenco Prezzi che permette di effettuare le immissioni secondo quanto indicato nel paragrafo Come inserire un'immissione del libretto delle misure con il drag and drop. Cliccate sulla linguetta a fianco che riporta il nome di Preventivo. tekno Manuale operativo Pag.247

248 Verranno proposte tre linguette riguardanti i lavori a misura, i lavori a corpo e i lavori in economia previsti nel Computo Metrico. Occupiamoci dei lavori a misura lasciando i lavori a corpo e i lavori in economia ai paragrafi successivi (Immissione dei lavori a corpo nel libretto delle misure e Immissione dei lavori in economia nel libretto delle misure). Possiamo innanzi tutto vedere a sinistra i capitoli del computo definiti come lavori a misura. Facendo un click su uno di questi capitoli, vedremo nella parte destra le immissioni facenti parte del capitolo con l indicazione, della quantità prevista, oltre a prezzo e importo dell immissione. Con la tecnica del Drag &Drop, trasciniamo una di queste immissioni di computo direttamente nel libretto e contabilizziamo le quantità relative. Alla conferma dell immissione vedremo quanto segue: Di fianco alla quantità prevista, vedremo immediatamente la quantità contabilizzata relativamente a quella voce di preventivo. Ovviamente la quantità contabilizzata andrà aumentando man mano che continueremo ad effettuare immissioni di libretto relativamente a quella voce. In questo modo avrete sempre sott occhio le quantità previste e le quantità finora contabilizzate. Nel caso in cui sopraggiungano una o più perizie, per modificare l elaborato dal quale "pescare" le voci con la tecnica del Drag & Drop, è sufficiente fare un clic nella parte bassa della finestra e selezionare il preventivo di riferimento. tekno Manuale operativo Pag.248

249 Se andiamo a selezionare per esempio la perizia, troveremo le nuove quantità previste e le quantità finora contabilizzate. Si vuole infine sottolineare che nella lista di libretto, l immissione a misura viene identificata con questa icona. ATTENZIONE: in caso di presenza di lavori a corpo il programma richiederà se effettuare lo storno e il riaccredito automatico. Si veda questa procedura nel paragrafo Immissione dei lavori a corpo nel libretto delle misure. Immissione dei lavori a corpo nel libretto delle misure Per alcuni lavori particolari si esegue una contabilità delle opere a corpo e non a misura. Nei capitoli relativi ad alcune lavorazioni, si pensi ad esempio alle strutture fuori terra, ai serramenti, agli impianti, ai pavimenti ed ai rivestimenti (tutte le opere ben definite in sede di computo metrico che non possono variare, escludendo pertanto generalmente le opere di fondazione), vengono forfetizzati gli importi che vengono pagati in punti percentuali. Vediamo come contabilizzare le opere in questo caso. Ovviamente è sottinteso che nel computo metrico dovranno essere state definiti i corpi d opera. ATTENZIONE: I corpi d opera non sono voci di computo con unità di misura "a corpo" (che invece sono opere a misura) ma raggruppamenti di lavorazioni a misura che verranno contabilizzati in punti percentuali. Si veda il paragrafo Gestione dei lavori a corpo o a percentuale nel capitolo del Computo Metrico. Selezionate la funzione Inserimento dal menu Libretti Misure. Selezionate con un click del mouse la linguetta per vedere il Preventivo e quindi la sezione dei Lavori a corpo in modo da avere a disposizione nella lista della parte inferiore sinistra della finestra i capitoli definiti come lavori a corpo in sede di computo metrico, con l indicazione per ogni capitolo dei punti assegnati, dei punti rimanenti, ovvero ancora da contabilizzare, e del valore del punto. Selezionate un capitolo del computo e trascinatelo con la tecnica del Drag & Drop nella parte superiore nella posizione in cui desiderate inserirla tekno Manuale operativo Pag.249

250 Si aprirà la scheda di immissione del libretto in cui noterete alcune differenze: nel campo che definisce la tipologia dell'immissione, è selezionata l'opzione Lavori a corpo e di conseguenza il campo Cod. Art. E.P. prende il nome di Cod. Cap. C.M.. All'interno di questo campo viene riportato il codice del capitolo forfetario che abbiamo utilizzato per l'immissione. A fianco compare la Descrizione del capitolo a corpo di riferimento ed il Tot. punti rimasti, campo in cui vengono indicati i punti ancora a disposizione per quel capitolo di lavori a corpo. Nel caso in cui vengano utilizzati più punti rispetto a quelli effettivamente disponibili, appare un messaggio di avvertimento che segnala la disponibilità massima di punti. Nel registro di contabilità e nel SAL i punti verranno ovviamente tradotti in importi. Naturalmente in questa scheda d'immissione non compaiono i campi relativi ai prezzi. Nel campo "Rib./Aum. %" è possibile indicare il ribasso o aumento da applicare all'immissione, selezionandolo tra i cinque ribassi/aumenti contrattuali disponibili nell'apposita lista a tendina. I cinque ribassi/aumenti contrattuali sono identificati dalla lettera "c" (c1..c5). Continueremo l'immissione come di consueto inserendo però i punti percentuali da contabilizzare relativi però al corpo d opera e registrando con il pulsante. Nel caso in cui una o più perizie siano sopravvenute al Computo metrico, quando nel libretto si tenterà di contabilizzare un corpo d opera definito nel computo comparirà il seguente messaggio: tekno Manuale operativo Pag.250

251 Si potrà procedere ugualmente o annullare. Per poter scegliere quindi di selezionare i corpi d opera da quelli definiti nelle perizie, sarà sufficiente fare un click sulla barra che richiama i lavori a corpo del computo per poter effettuare il cambiamento. IMPORTANTE: In una perizia, generalmente non ha senso che vengano modificati i corpi d opera esposti nel Computo Metrico in quanto, essendo questi gruppi di lavorazioni a prezzo chiuso, perderebbero il loro significato primario all atto della modifica. Sarebbe buona cosa, quindi, che eventuali modifiche a lavorazioni dei corpi d opera, venissero inserite nella perizia in ulteriori raggruppamenti a misura. Tuttavia, il programma permette di ridefinire nelle perizie i corpi d opera e addirittura di crearne di nuovi. Si tratta quindi di ridefinire l assegnazione dei punti secondo i nuovi importi e di apportare le dovute correzioni alla contabilità dei lavori finora effettuata. Infatti, in caso di modifica ai corpi d opera o più in generale all assegnazione dei punti, sarà necessario stornare tutte le immissioni di libretto delle misure effettuate per lavori a corpo secondo le assegnazioni inizialmente fatte nel computo, e contabilizzarle nuovamente secondo le nuove assegnazioni dei punti effettuate nella Perizia Si veda inoltre Immissioni a misura per lavori a corpo nel libretto delle misure. tekno Manuale operativo Pag.251

252 Immissioni a misura per lavori a corpo nel libretto delle misure Abbiamo visto nel paragrafo Immissione dei lavori a corpo nel libretto delle misure come effettuare la contabilità dei lavori a corpo. Vedremo ora come è possibile fare in modo che il programma determini automaticamente i punti percentuali relativi ad una immissione dall inserimento delle misure della voce. Selezionate la funzione Inserimento dal menu Libretti Misure. Selezionate con un click del mouse la linguetta per vedere il Preventivo e quindi la sezione dei Lavori a corpo in modo da avere a disposizione nella lista della parte inferiore sinistra della finestra i capitoli definiti come lavori a corpo in sede di computo metrico. Facendo un click sul corpo d opera, potremo visualizzare nella parte di destra le lavorazioni a misura in esso inserito in fase di Computo metrico. Seguiamo ora le operazioni per poter eseguire la contabilità: Selezioniamo la lavorazione da dover contabilizzare e la trasciniamo nel libretto come se si trattasse di un immissione a misura. Nella finestra di immissione dove vediamo riportati i dati del Capitolo a corpo e della specifica lavorazione, andiamo ad inserire direttamente le misure da contabilizzare. Il programma trasformerà le misure appena inserite in punti percentuali. tekno Manuale operativo Pag.252

253 Confermiamo l immissione e la vedremo riportata nella lista con un icona che ricorda contemporaneamente l immissione a misura e l immissione a Corpo. Anche sulla lista, se ci spostiamo a destra, avremo la visualizzazione delle indicazione in punti percentuali dell immissione. Nella stampa del Libretto delle misure e del Registro di contabilità, avremo la possibilità opzionale i riportare una nota sulle contabilità eseguite in questo modo che riporterà la lavorazione contabilizzata oltre al corpo d opera. Si veda a tal proposito Stampa del Libretto delle misure e Stampa del registro di contabilità. Nel caso in cui una o più perizie siano sopravvenute al Computo metrico, quando nel libretto si tenterà di contabilizzare un corpo d opera definito nel computo comparirà il seguente messaggio: Si potrà procedere ugualmente o annullare. Per poter scegliere quindi di selezionare i corpi d opera da quelli definiti nelle perizie, sarà sufficiente fare un click sulla barra che richiama i lavori a corpo del computo per poter effettuare il cambiamento. tekno Manuale operativo Pag.253

254 IMPORTANTE: In una perizia, generalmente non ha senso che vengano modificati i corpi d opera esposti nel Computo Metrico in quanto, essendo questi gruppi di lavorazioni a prezzo chiuso, perderebbero il loro significato primario all atto della modifica. Sarebbe buona cosa, quindi, che eventuali modifiche a lavorazioni dei corpi d opera, venissero inserite nella perizia in ulteriori raggruppamenti a misura. Tuttavia, il programma permette di ridefinire nelle perizie i corpi d opera e addirittura di crearne di nuovi. Si tratta quindi di ridefinire l assegnazione dei punti secondo i nuovi importi e di apportare le dovute correzioni alla contabilità dei lavori finora effettuata. Infatti, in caso di modifica ai corpi d opera o più in generale all assegnazione dei punti, sarà necessario stornare tutte le immissioni di libretto delle misure effettuate per lavori a corpo secondo le assegnazioni inizialmente fatte nel computo, e contabilizzarle nuovamente secondo le nuove assegnazioni dei punti effettuate nella Perizia. Il programma, nel momento in cui si cambia il preventivo di riferimento, avviserà con il seguente messaggio: Se si risponde affermativamente, il programma effettuerà automaticamente una immissione di storno dei punti contabilizzati per ogni capitolo a corpo contabilizzato rispetto al computo, per poi effettuare una immissione di riaccredito in funzione dei punti della perizia. Se si preferisce rispondere di no, la funzione di storno e riaccredito automatico potrà essere richiamata in qualsiasi momento con un tasto destro del mouse (Ctrl + click su Mac). Ovviamente la funzione è analoga se state passando dalla perizia 1 alla perizia 2 e così via. In base a quanto visto nel paragrafo La contabilità dal preventivo, anche per i lavori a corpo, se contabilizziamo attraverso le misure, avremo sempre sott occhio le quantità previste e le quantità contabilizzate. tekno Manuale operativo Pag.254

255 Si vuole infine sottolineare che nella lista di libretto, l immissione corpo attraverso l immissione delle misure viene identificata con l icona a forma di mattoncini di colore rosso sovrastata dalla cartellina blu tipica del lavoro a corpo. ATTENZIONE: nel caso in cui si superi il 100 % del corpo d opera (o i punti assegnati col metodo relativo) il programma non valorizzerà, pur considerandole, nel Registro e nel SAL le immissioni che determinano il superamento. Fate attenzione che in caso di storno delle suddette immissioni si potrebbero ottenere delle differenze tra importo calcolato nel SAL e nel registro di contabilità in quanto mentre il primo lavora come un sommario di quantità (per cui considera la somma delle quantità per poi applicare il prezzo) il secondo valorizza immissione per immissione. Nel caso in cui si desideri effettuare un immissione libera di lavori a corpo, si opererà in questo modo: Selezionate il comando Inserimento dal menu Libretti Misure. Selezionate il pulsante "Inser.", in modo da far apparire a video la finestra d immissione priva di qualsiasi valore, fatta eccezione per il numero progressivo d'immissione del libretto e la data di registrazione. In alternativa è possibile fare un click con il tasto destro (Ctrl + Click per utenti Macintosh) nella zona delle immissioni e selezionare nuova voce Scegliete tra le tre tipologie di Lavori: Lavori a misura, Lavori a corpo e Lavori in economia la tipologia dei lavori a corpo. La finestra verrà così modificata presentando la richiesta di descrizione e codice del capitolo a corpo e non più della voce di elenco prezzi. tekno Manuale operativo Pag.255

256 Effettuando un tab a campo vuoto nel campo del codice del capitolo a corpo, comparirà la seguente finestra riportante la lista dei capitoli a corpo previsti Con un doppio click sul corpo d opera, sceglieremo il corpo e ci riportiamo nella situazione delle immissioni a corpo dove inserire direttamente come quantità i punti percentuali relativi all immissione Se invece effettuiamo un solo click sul capitolo a corpo per visualizzarne le corrispondenti voci a misura e facciamo un doppio click sulla voce a misura interna al capitolo a corpo ecco che ci riporteremo questa volta nella situazione dell immissione a misura per I lavori a corpo dove inserire come quantità le misure e il programma determinerà la corrispondenza in punti percentuali. tekno Manuale operativo Pag.256

257 Immissione dei lavori in economia nel libretto delle misure Per inserire i lavori in economia nel libretto delle misure, si procede nello stesso modo visto per la contabilità dal preventivo dei lavori a misura. Selezionate la funzione Inserimento dal menu Libretti Misure. Selezionate con un click del mouse la linguetta per vedere il Preventivo e quindi la sezione dei Lavori in economia in modo da avere a disposizione nella lista della parte inferiore sinistra della finestra i capitoli definiti come lavori in economia in sede di computo metrico. Facendo un click sul capitolo, potremo visualizzare nella parte di destra le voci in esso inserito in fase di Computo metrico. Possiamo innanzi tutto vedere a sinistra i capitoli del computo definiti come lavori in economia. Facendo un click su uno di questi capitoli, vedremo nella parte destra le immissioni facenti parte del capitolo con l indicazione, della quantità prevista, oltre a prezzo e importo dell immissione. Con la tecnica del Drag &Drop, trasciniamo una di queste immissioni di computo direttamente nel libretto e contabilizziamo le quantità relative come se si trattasse di un lavoro a misura. Di fianco alla quantità prevista, vedremo immediatamente la quantità contabilizzata relativamente a quella voce di preventivo. Ovviamente la quantità contabilizzata andrà aumentando man mano che continueremo ad effettuare immissioni di libretto relativamente a quella voce. In questo modo avrete sempre sott occhio le quantità previste e le quantità finora contabilizzate. Se vogliamo eseguire un immissione libera, eseguiremo le solite operazioni facendo attenzione a quanto segue. tekno Manuale operativo Pag.257

258 Nel popup-menu, dove troviamo la possibilità di selezionare tra tre diverse tipologie d lavori scegliamo Lavori in economia. Nella scheda d'immissione del Libretto che appare dopo aver effettuato la scelta della voce di elenco prezzi il programma visualizza automaticamente anche il numero progressivo d'immissione del Libretto, la data di registrazione, il codice della voce di elenco prezzi, la descrizione, l'unità di misura ed il prezzo della voce selezionata. Cliccando con il mouse sul campo Prezzo un. di listino avremo la possibilità di scegliere quale prezzo sarà utilizzato per il computo: Prezzo 1, 2, 3, 4 o Prezzo Analisi (scelta possibile solo se l'articolo di elenco prezzi utilizzato possiede almeno un'analisi). Si vuole infine sottolineare che nella lista di libretto, l immissione in economia viene identificata con l icona a forma di mattoncini di colore verde. Talvolta capita che venga richiesta la contabilità dei lavori in economia previsti nel computo tramite una lista ma che la stessa concorra al calcolo degli oneri della sicurezza nel SAL: si veda a tal proposito il paragrafo Liste in economia per contabilizzare lavori in economia previsti del capitolo relativo ai Lavori in Economia. Ricerca su campi multipli di una voce da inserire nel libretto delle misure All interno della finestra di immissione, il programma consente di lanciare la funzione di ricerca di una articolo dell'elenco prezzi in base a diverse condizioni di ricerca (riproponendo parzialmente la finestra che viene richiamata lanciando la funzione Ricerca dal menu Prezzi). Selezionate il pulsante che trovate nella finestra d'immissione delle misure del Libretto. Nella finestra "Ricerca articolo di Elenco Prezzi" avete la possibilità di seguire la ricerca in base alle seguenti condizioni (selezionando i check-box relativi, sia singolarmente che in maniera multipla): Contenente la descrizione... (è consentito un massimo di 75 caratteri); Con l'unità di misura uguale a...; Con il prezzo 1 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; Con il prezzo 2 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; Con il prezzo 3 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; Con il prezzo 4 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; Contenente la nota... (è consentito un massimo di 75 caratteri). tekno Manuale operativo Pag.258

259 Premendo il pulsante il programma provvede a ricercare l'articolo all'interno dell'elenco prezzi proponendo la lista degli articoli di elenco prezzi che soddisfano le condizioni di ricerca impostate. Selezionando l'articolo prescelto dalla lista con un doppio click del mouse otterrete il trasferimento automatico dei dati all'interno della finestra d'immissione del Libretto. E anche possibile estendere la ricerca su più listini contemporaneamente utilizzando il pulsante "Avanzata" presente nella suddetta finestra (per maggiori informazioni vedere il paragrafo Ricerca di una voce di Elenco Prezzi all'interno di più listini "Ricerca Avanzata" nel capitolo dedicato all Elenco Prezzi) Inserimento di note e disegni nel libretto delle misure Avrete notato che nella finestra in cui effettuiamo l immissione delle misure c è il tasto Nota, premendo questo bottone appare una finestra divisa in due pannelli. Il primo pannello denominato "Disegno e Note" contiene un campo per incollare un disegno ed un altro per digitare una annotazione. Vediamo di seguito come operare per inserire un disegno nel campo oggetto (l'oggetto inserito nel campo deve avere dimensioni massime di 7,4x5,26, pari al 25% del formato A4). Dopo aver creato il vostro disegno con una applicazione specifica (ad esempio Paint per utenti Windows o Photoshop per utenti Macintosh), sarà sufficiente utilizzare le funzioni standard di copia e incolla per copiare e poi incollare nel campo Oggetto il disegno desiderato. Registriamo l inserimento con il pulsante. tekno Manuale operativo Pag.259

260 Una volta inserita la nota, affinchè questa possa essere poi stampata, è necessario spuntare il check-box Seleziona la nota per la stampa. Il disegno potrà essere inserito nella stampa del Libretto come se fosse un "Post-it". Il secondo pannello invece denominato "Audio/Video" contiene un campo per l inserimento di un messaggio audio e uno per l inserimento di un filmato. Vediamo di seguito come operare per inserire un filmato o un oggetto audio. N.B. solo per i sistemi Windows Fate un click nel campo in cui volete inserire Selezionate il comando Inserisci oggetto OLE del menu Modifica. Nella lista che appare attivando questo comando potrete scegliere con quale delle applicazioni disponibili aprire o generare il messaggio audio o il filmato (le modalità di creazione e di apertura dipendono dall applicazione scelta). Automaticamente si aprirà il file scelto e alla chiusura dell applicazione utilizzata verrà inserito nel campo precedentemente selezionato. Registriamo l inserimento con il pulsante. In seguito per visualizzare il filmato o ascoltare il commento audio, sarà sufficiente fare un doppio click sul campo corrispondente. L inserimento e la visualizzazione delle NOTE può essere effettuato anche direttamente dalla lista del Libretto utilizzando il tasto destro del mouse(ctrl + click per utenti Macintosh) selezionando l opzione Apri Disegno/Note. tekno Manuale operativo Pag.260

261 Inserimento, cancellazione e duplicazione delle righe di sviluppo delle misure nei Libretti Sono possibili diverse operazioni con le righe di sviluppo delle misure di un immissione di Libretto. Se su una riga di sviluppo facciamo un click del tasto destro del mouse (versione per Windows) o con un click del mouse tenendo premuto il pulsante CTRL (versione per Macintosh), il programma ci proporrà un menù contestuale con diverse possibilità. Analizziamo i vari comandi: Inserisci una riga: per inserire una riga vuota sopra alla riga selezionata. Cancella gli sviluppi selezionati: per ottenere la cancellazione di una o più righe di sviluppo selezionate. Duplica la riga selezionata: per duplicare completamente una riga di misure. Assegna le stesse misure: questa funzione ci permette di attribuire a un gruppo di righe di sviluppo una medesima misura (NPS, lunghezza, larghezza, altezza), un commento oppure un espressione algebrica. Sarà sufficiente selezionare con il mouse il gruppo di righe (anche selezione multipla discontinua) e attivare la funzione: avremo a disposizione la seguente finestra Sarà sufficiente selezionare il campo o i campi che si vogliono modificare spuntando con un click del mouse i rettangolini posti sulla sinistra del nome e digitare il valore da attribuire. Successivamente premere il pulsante per assegnare i valori inseriti al gruppo di righe di sviluppi selezionati, oppure il pulsante per non procedere all assegnazione. tekno Manuale operativo Pag.261

262 Mostra le misure nel Cad: se è stata fatta un importazione di misure da un file DXF o DWG utilizzando il Cad è possibile evidenziare nel disegno le entità corrispondenti alle misure delle righe di sviluppo Partita Provvisoria/Non provvisoria: permette di gestire in automatico lo storno delle partite provvisorie in caso si vostra abitudine effettuare la contabilità in questo modo. Si veda il paragrafo Gestione delle partite provvisorie nei libretti di questo capitolo. Evidenzia le righe selezionate: permette di utilizzare l evidenziatore su una riga. Questa funzione permetterà di eseguire delle ricerche relativamente agli sviluppi selezionati. Generalmente viene utilizzata per le partite provvisorie. Si veda Ricerca di immissioni del Libretto delle Misure. Togli evidenziazione delle righe selezionate: permette di eliminare l evidenziazione degli sviluppi selezionati una volta decaduto il motivo dell evidenziazione. Gestione delle partite provvisorie nei libretti Se è vostra abitudine effettuare la contabilità dei lavori in Partita Provvisoria (oppure ne nasce la necessità in particolari situazioni), il programma permette caratterizzare queste misure con un segno particolare di modo che, una volta giunti alla situazione in cui è necessario stornare le misure in partita provvisoria per accreditare invece le misure reali, possa automaticamente riconoscerle. Vediamo le operazioni da eseguire. Supponiamo di aver inserito una o più righe di misure di una immissione di libretto relativamente ad un articolo. Selezioniamo, con selezione multipla discontinua le misure che vogliamo trattare in partita provvisoria ed effettuiamo un click con il tasto destro del mouse (Ctrl + Click su Mac) sulla selezione e selezioniamo la caratteristica di partita provvisoria. tekno Manuale operativo Pag.262

263 Il programma segnerà queste righe di misure con la dicitura "Prov" rossa e concatenerà all eventuale commento inserito la stringa di testo "(Partita Provvisoria)". La stessa funzione nominata prima per l indicazione al programma della partita provvisoria servirà anche per togliere la caratteristica in caso di errore. Supponiamo ora di essere arrivati al momento in cui è necessario stornare le partite provvisorie per la voce in esame e di dover riaccreditare le quantità realmente misurate. Effettuiamo quindi nello stesso libretto o in un qualsiasi altro libretto un immissione dello stesso articolo e facciamo tasto destro sulla prima riga di sviluppo misure e selezioniamo Copia misure da : comparirà la possibilità di copiare le misure dove sceglieremo la funzione di storno delle partite provvisorie. Schiacciando questo tasto, il programma proporrà la lista delle misure inserite per quell articolo come partita provvisoria, come si può vedere, nella lista vengono riportate tutte le misure inserite per quell articolo in tekno Manuale operativo Pag.263

264 partita provvisoria con l indicazione di numero di libretto e di registrazione, data di registrazione, commento e quantità. Selezionando le misure che si vogliono stornare e cliccando sul tasto, le stesse verranno riportate nell immissione di libretto con segno opposto e un commento del tipo "Storno Partita Provvisoria: Lib. n XX Imm. n YY". A questo punto avremo azzerato le partite provvisorie (nelle misure caratterizzate da questo settaggio sarà scomparsa la sigla "Prov" rossa) e potremo inserire le misure reali sia nella stessa immissione di libretto contenente lo storno o in una successiva secondo quanto ci fa più comodo. Importazione nel Libretto delle misure da un file DXF o DWG Tramite una qualsiasi versione di Autocad dalle 2000 in poi, è possibile selezionare gli elementi necessari e trasferirli nella lista degli sviluppi delle misure della lavorazione del libretto delle misure. Per maggiori informazioni sull utilizzo di questa funzione si veda l apposito paragrafo Utilizzo del Cad per l'input grafico delle misure e Collegamento del Cad con la preventivazione e contabilità dei lavori edili nel capitolo "Input Grafico". Gestione di più elenchi prezzi nelle immissioni del libretto delle misure Il programma permette di compilare un libretto delle misure prelevando gli articoli non solo dall'elenco prezzi del lavoro in uso, ma anche da altri listini collegati contemporaneamente all'archivio in uso. Nella finestra d immissione del Libretto troviamo il campo nel quale viene indicato il nome dell'elenco prezzi attivo. Selezionando la freccia posta a fianco del campo si apre il menu a pop-up che segnala il nome dei prezzari collegati all archivio del programma in uso (è disponibile una scroll-bar per evidenziare i nomi di tutti i listini collegati qualora lo spazio dedicato alla visualizzazione dei nomi non basti). Durante la redazione del Libretto potremo indifferentemente prendere le voci dall uno o dall altro prezzario semplicemente selezionando nel suddetto campo il prezzario attivo. Le modalità di inserimento di un'immissione del Libretto che utilizza una voce proveniente da un listino prezzi diverso da quello del lavoro corrente sono esattamente le stesse esaminate in precedenza. IMPORTANTE: è necessario di indicare al programma come comportarsi durante il trasferimento dell'articolo all'interno dell'elenco prezzi del lavoro in uso. Per inserire queste informazioni dovrete premere il pulsante "Settaggi" che il programma rende attivo nel momento in cui il listino prezzi selezionato non corrisponde a quello del lavoro corrente. Nella finestra "Settaggi di importazione" abbiamo la tekno Manuale operativo Pag.264

265 possibilità di attivare l'importazione delle eventuali analisi collegate alla voce di elenco prezzi e/o di importare il raggruppamento di cui fa parte l'articolo di elenco prezzi proveniente da un altro prezzario. Per attivare queste importazione basterà selezionare il check-box posto a fianco, rispettivamente, dei campi Importa le analisi e Importa i raggruppamenti degli articoli. Nel caso in cui venga attivata l'importazione delle analisi e/o dei raggruppamenti degli articoli, il programma effettua un controllo sul codice per verificare se la voce è già presente: se il codice non esiste il programma importa la voce mantenendo il codice originale. Se esiste già un codice identico nell'elenco prezzi del lavoro corrente la voce non viene importata e per l'immissione del computo si utilizza quella con lo stesso codice presente nel prezzario del lavoro in uso, indipendentemente dalla descrizione. Nel caso in cui non sia attivata l'importazione di analisi e/o raggruppamenti il programma propone una finestra con la lista delle immissioni presenti nel listino del lavoro in uso e con un campo grazie al quale viene attribuito il nuovo codice alla voce importata. Inserite nel campo Codice da attribuire... il codice che desiderate assegnare alla voce importata. Selezionando il check-box Mantieni nella descrizione il riferimento al codice originale avete la possibilità di mantenere nella descrizione la traccia del codice originario della voce importata. Una volta impostati i settaggi desiderati potete attivare l'importazione della voce nella finestra d'immissione del computo premendo il pulsante "Conferma". Gestione delle maggiorazioni e delle assistenze murarie nel libretto delle misure Nei lavori edili spesso capita di dover contabilizzare delle lavorazioni realizzate in condizioni particolari o lavorazioni particolari come le assistenze murarie (si pensi allo scavo in presenza d acqua). Per questo tipo di lavorazioni avremo come voci di Elenco prezzi, delle voci con Unità di misura "%", dette appunto maggiorazioni e sovrapprezzi. Vediamo come si può procedere. Nell'elenco prezzi avrete un articolo, ad esempio un sovrapprezzo, con l'unità di misura definita come percentuale (%) e nel campo prezzo l'indicazione del valore di percentuale. Quando effettuerete un'immissione nel Libretto utilizzando l'articolo che ha come unità di misura il valore percentuale (%) il programma automaticamente adatterà la maschera d immissione per permettervi di scegliere il codice dell immissione del Libretto su cui dovrà essere calcolata la maggiorazione, da digitare nel campo Cod. Imm. Lib.. tekno Manuale operativo Pag.265

266 Premete il tasto TAB in modo da permettere al programma di agganciare l'immissione del Libretto su cui deve essere calcolato il sovrapprezzo. Nel campo Importo viene riportata la cifra su cui viene calcolato il sovrapprezzo, nel campo Sovrapprezzo la percentuale di sovrapprezzo selezionata nel campo Prezzo tra le possibilità offerte (Prezzo 1, 2, 3, 4) e nel campo Totale viene visualizzato il calcolo del totale del sovrapprezzo. Per gestire le assistenze murarie opererete analogamente: infatti anche le assistenze verranno codificate con il simbolo % e con il prezzo unitario pari alla percentuale. Nel caso in cui la percentuale debba essere calcolata su un importo che non corrisponde al prezzo di un immissione di libretto (ad esempio l ammontare dei lavori dell impiantista su cui dovete calcolare l importo delle assistenze murarie) potrete saltare il campo Cod. Imm. per. ed inserire nel campo Importo l ammontare dei lavori dell impiantista su cui il programma calcolerà l importo delle assistenze murarie. Saltando il campo Cod. Imm. Lib. avremo a disposizione anche il campo commento per eventuali specificazioni dell Importo. Potrete utilizzare questa tecnica anche per calcolare i sovrapprezzi senza dover selezionare un'immissione. Lista delle registrazioni del libretto misure Per avere un'esposizione chiara delle immissioni fatte nel libretto selezionate dal menu Libretti Misure il comando Lista. La finestra che si apre presenta tutte le immissioni con il numero progressivo di immissione, la data, il codice dell'articolo utilizzato, la descrizione, l'unità di misura, la quantità, l'importo di ogni immissione ed il totale del libretto. Un doppio click del mouse sulla riga corrispondente ad un'immissione permette di entrare nella scheda contenete i dati inseriti nella fase d'immissione. Il prezzo serve per il Registro di Contabilità, il Sommario del Registro e per lo Stato d'avanzamento dei lavori. Naturalmente il prezzo scelto sarà sempre per tutte le immissioni il prezzo 1, il prezzo 2, il prezzo 3, o il prezzo 4 essendo i prezzi vincolati dal contratto. Entrando in un'immissione del Libretto delle misure dalla lista è possibile posizionare il cursore all'interno del campo Cod. Elenco Prezzi e modificare il codice attribuito all'articolo di elenco prezzi (vedi paragrafo Modifica del codice dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione nel capitolo delle funzionalità comuni). Vediamo ora l'uso dei pulsanti presenti nella lista del libretto. Se li totale del libretto non compare a video dovrete premere questo pulsante, posto a fianco del campo Totale Libretto. tekno Manuale operativo Pag.266

267 Rinumera Immissioni: attivando questo pulsante si apre una finestra che chiede conferma per procedere alla rinumerazione di tutte le immissioni. Per procedere alla rinumerazione si dovrà premere il pulsante "Si", per bloccare l'operazione si sceglierà l'opzione "No". L'operazione di rinumerazione all'interno della lista viene impiegata nel caso in cui si siano creati dei "buchi" nella rinumerazione. Questi "buchi" si possono creare, ad esempio, se si sceglie di inserire una nuova immissione tra due già esistenti. Il programma provvede a rinumerare automaticamente le registrazioni per far posto alla nuova immissione e propone la scheda d'immissione. Se a questo punto rinunciamo ad effettuare l'immissione e premiamo il pulsante "Esci" il programma lascerà un "buco" corrispondente all'immissione non effettuata: andremo a correggere questo "buco" nella lista con il pulsante "Rinumera". La funzione non permette di rinumerare immissioni vincolate da S.A.L.. Per poter rinumerare queste immissioni è necessario cancellare il S.A.L. che le vincola. Descrizione estesa voce: utilizzando il bottone "Descrizione estesa voce" potrete visualizzare la descrizione estesa dell immissione selezionata. In alternativa, con la tecnica del drag and drop, potrete trascinare la riga di immissione sopra il bottone "Descrizione estesa voce", ottenendo lo stesso risultato. Analisi:il bottone" Analisi" permette di visualizzare l eventuale analisi associata all articolo selezionato nella lista o, in caso l articolo non abbia un analisi associata, permette inserimento dell analisi in questa fase. Sospendi l immissione: questo pulsante permette di ottenere una sospensione delle immissioni dal Registro di Contabilità. Nel paragrafo Sospensione di una registrazione del Libretto in attesa di un nuovo prezzo tratteremo per esteso questo argomento. Sospensione di una registrazione del Libretto in attesa di un nuovo prezzo Può accadere durante le opere di contabilizzazione di un lavoro che una certa lavorazione venga riportata nel libretto delle misure anche se il suo prezzo non è stato ancora ufficialmente concordato. Tale prassi è corretta in quanto il contabilizzatore deve segnalare nel libretto tutte le lavorazione realizzate ad una certa data. Successivamente si presenterebbe però una irregolarità nella compilazione del registro di contabilità e nello stato di avanzamento, in quanto il prezzo ufficialmente non è stato ancora approvato. tekno Manuale operativo Pag.267

268 Selezionate la funzione Lista dal menu Libretto Misure. Selezionate con un click del mouse l'immissione che contiene il prezzo non ancora concordato ed attivare il pulsante "Sosp. R. C.". L'asterisco che compare accanto all'immissione ricorderà all'operatore la sospensione di quella immissione che non verrà riportata nel registro e nello stato di avanzamento. Una volta concordato ufficialmente il prezzo si potrà riselezionare l'immissione del libretto dalla lista attivando nuovamente il pulsante, l'immissione verrà così riportata nel registro e nello stato di avanzamento successivo con la data del nuovo stato di avanzamento e con il suo numero progressivo come prevede la normativa vigente. Se nel frattempo è stato emesso un SAL, verrà richiesta la data di attivazione delle immissioni sospese in modo da attribuire loro una data di "riabilitazione". Ricerca di immissioni del Libretto delle Misure Selezionando la funzione dal menu Libretti Misure si apre una finestra che permette di effettuare la ricerca di un'immissione in base al codice di immissione del libretto, in base al codice dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione, in base alle note o al commento inseriti nell'immissione. Premendo il pulsante il programma provvede a ricercare l'immissione all'interno del libretto proponendo la finestra d'immissione contenente i dati relativi. Nel caso più di un' immissione corrisponda ai criteri di ricerca impostati, il programma propone la lista delle immissioni trovate tekno Manuale operativo Pag.268

269 Cancellazione di immissioni nel Libretto delle Misure Selezionando la funzione Cancellazione dal menu Libretti Misure entriamo nella finestra che ci permette di cancellare le immissioni del Libretto. Per cancellare una singola immissione potremo selezionarla dalla lista con un click del mouse e premere il tasto. E' possibile cancellare un'immissione del libretto anche se questa è stata contabilizzata in un S.A.L.: ovviamente il programma visualizzerà un messaggio in cui si evidenzia la necessità successiva di ricalcolare lo Stato di Avanzamento. Prima di effettuare la cancellazione, visto il carattere irreversibile dell'operazione, il programma propone un messaggio di conferma: rispondendo affermativamente si attiva la cancellazione definitiva dell'immissione, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Nota Bene: La cancellazione di una o più immissioni del libretto, può essere effettuata grazie al menù contestuale presente nella finestra di Immissione del libretto. Per cancellare una immissione (o una selezione multipla delle stesse) sarà sufficiente selezionare le voci interessate, fare un click con il tasto destro (Ctrl + click del mouse su piattaforma Macintosh) sulle voci selezionate e scegliere. tekno Manuale operativo Pag.269

270 Anche in questo caso, prima di effettuare la cancellazione, visto il carattere irreversibile dell'operazione, il programma propone un messaggio di conferma: rispondendo affermativamente si attiva la cancellazione definitiva dell'immissione, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Inoltre verrà visualizzato un messaggio se le immissioni che si stanno cancellando sono già state contabilizzate in un SAL. Sposta immissioni nel libretto delle misure Per effettuare spostamenti di immissioni da una posizione ad un altra all interno di un libretto delle misure, è disponibile la funzione di "Sposta immissioni" nel menù contestuale attivabile con il tasto destro del mouse (Ctrl + click su piattaforma Macintosh) dalla finestra di Immissione del menù Libretti misure. Il programma chiederà se lo spostamento deve avvenire all interno dello stesso libretto o in altri libretti. Selezionando all interno dello stesso libretto, ci si ritroverà in una finestra che riporta una lista particolare delle immissioni di libretto. Se vogliamo spostare un immissione o una selezione multipla delle stesse, dovremo selezionare le immissioni da spostare, e trascinarle fino a quando ci troviamo sopra l immissione che desideriamo preceda quello che stiamo spostando. La risposta negativa annullerà lo spostamento. La risposta affermativa eseguirà lo spostamento. L effetto di questo spostamento sarà la rinumerazione del codice di libretto delle immissioni spostate a partire dal codice successivo all immissione selezionata come destinazione e la rinumerazione delle voci già presenti con il medesimo codice. Se invece si sceglierà di effettuare lo spostamento in un altro libretto indicando quale lo spostamento delle immissioni selezionate (con la classica selezione multipla discontinua) verrà effettuato posizionando le immissioni in coda al libretto scelto (si potranno poi eventualmente fare spostamenti all interno del libretto di destinazione) mantenendo la stessa data di registrazione o attribuendo una data alle immissioni che si stanno spostando. tekno Manuale operativo Pag.270

271 Se le immissioni che si stanno spostando sono state contabilizzate in un SAL comparirà un messaggio di avviso che, pur non bloccando l importazione, avvisa della necessità di rielaborare SAL e registri se si desidera proseguire nello spostamento. Controllo somme a disposizione nel Libretto delle Misure Il programma permette di effettuare un veloce e semplice controllo sulle somme stanziate, impiegate, contabilizzate e sul residuo disponibile dal modulo Libretti delle Misure, oltre che, come abbiamo già visto, dal modulo Computo Metrico e dal modulo Perizie. Selezionate la funzione Controllo Somme a Disposizione dal menu Libretti Misure. Nella finestra proposta dal programma viene riassunta la situazione delle somme dedicate al progetto e la situazione contabile del lavoro. La medesima finestra può essere richiamata direttamente dal menù Archivio, Dati lavoro, Importi/Somme Il significato dei campi presenti nella finestra è già stato ampiamente dettagliato nel paragrafo Importi/Somme del capitolo sull apertura del programma e impostazioni generali. tekno Manuale operativo Pag.271

272 Lista delle associazioni delle immissioni del Libretto delle Misure al Computo Metrico L associazione al raggruppamento di Computo/Perizia è utile per: effettuare raffronti per capitoli tra Computo/Perizia e contabilità elaborare stampe dei SAL suddivisi per raggruppamenti di Computo/Perizia NOTA BENE: questo campo è automaticamente compilato se si esegue la contabilità dal preventivo (si veda il paragrafo La contabilità dal preventivo di questo capitolo) Con un click del mouse all interno del campo comparirà una finestra che riporta i capitoli del preventivo in essere e con un doppio click sul raggruppamento scelto, verrà riportata l indicazione nella finestra di immissione di libretto. Lista delle associazioni delle immissioni del Libretto delle Misure alle attività pianificate Il programma consente di associare le immissioni del libretto delle misure ai raggruppamenti del computo metrico e di visualizzare la situazione in una finestra richiamata a video con la funzione menù principale Libretti Misure. dalla voce dal Riquadro Attività o dal tekno Manuale operativo Pag.272

273 Selezionate Lista associazioni raggruppamenti C.M. dalla funzione Struttura del menu Libretti Misure. Nella finestra che si apre possiamo abilitare il check-box "Per la gestione del consuntivo delle attività pianificate permetti l associazione alle seguenti attività del Computo/Perizia", grazie al quale potremo associare ogni immissione del libretto delle misure ad una attività pianificata in modo da restituire nella pianificazione il dato reale di realizzazione direttamente dall immissione di libretto. Richiamando questa funzione in seguito, dopo che sono state effettuate le immissioni del libretto delle misure, viene presentato l'elenco dei raggruppamenti del computo metrico che sono stati utilizzati nel libretto. La selezione con un click del mouse di uno dei raggruppamenti permette di visualizzare l'elenco delle immissioni del libretto delle misure che sono state associate al raggruppamento. Per ciascuna immissione del libretto viene segnalata la data dell'immissione, il codice dell'articolo di elenco prezzi utilizzato, la descrizione, la quantità ed il prezzo. Selezionando con un click del mouse una delle immissioni del libretto delle misure e premendo il pulsante descrizione estesa dell'articolo utilizzato nell'immissione. Descrizione estesa potremo visualizzare la Nel campo Tot. immissioni associate viene inserita la cifra ottenuta dal calcolo eseguito da programma a seguito della selezione del pulsante. tekno Manuale operativo Pag.273

274 Accesso ai moduli Raffronti, S.A.L. e Certificati direttamente dal menu Libretti Misure Il programma consente di accedere alle funzioni di utilizzo dei moduli Raffronti, Stati d'avanzamento e Certificati di Pagamento direttamente dal menu Libretti Misure evitando di dover cambiare il modulo nella barra degli strumenti. Nel menu Libretti Misure troverete le voci Raffronti, Stati d'avanzamento e Certificati di pagamento: la selezione di ciascuna di queste voci permette di accedere alle funzioni di immissione, ricerca, ecc. tipiche di ciascun modulo (per il commento delle quali si rimanda alle apposite sezioni del manuale). Funzionalità approfondite del Libretto delle Misure Nell esposizione delle funzioni dei Libretti delle Misure, sono state volutamente tralasciate delle funzionalità di livello avanzato per non distogliere l attenzione dall argomento principale. Si tratta comunque di funzionalità comuni a diversi elaborati. Si vedano pertanto nel capitolo relativo alle Funzioni comuni ai vari elaborati: Utilizzo del formulario in una immissione Copia misure da altre immissioni Legami tra le misure Importazione in una immissione degli sviluppi misure da un file di testo Editor rapido delle misure Creazione di nuovi articoli di elenco prezzi durante l'immissione di computo, perizie, libretti Modifica del codice dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione Modifica della descrizione dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione La gestione dei Livelli-Corpi-Mappali Importare i Livelli-Corpi-Mappali da un altro lavoro La gestione dei Centri di Costo Importare i Centri di Costo da un altro lavoro Rinumerazione immissioni di Computo, di Perizia, delle Provviste tekno Manuale operativo Pag.274

275 Capitolo 13- Lavori in Economia tekno Manuale operativo Pag.275

276 Gestione dei lavori in economia Per la realizzazione dei lavori, oltre al sistema dell appalto, vi è un sistema che da diverso tempo ha applicazione molto diffusa anche se dovrebbe essere utilizzato solamente in casi straordinari. Attraverso questo sistema l amministrazione provvede direttamente all esecuzione di una determinata opera, senza ricorrere ad un imprenditore ed al normale procedimento di appalto, oppure interviene in maniera penetrante tramite un suo funzionario cui la norma attribuisce particolare autonomia e responsabilità diretta. Questo sistema dei lavori viene detto in economia. Il programma dispone del modulo Lavori in Economia/Provviste proprio per soddisfare le esigenze degli operatori che intendono gestire la lista delle provviste e degli operai. Non vi sono limiti specifici per il numero delle liste. Tutte verranno associate allo stato di avanzamento e l importo relativo verrà aggiunto all importo netto maturato dalle contabilizzazioni del libretto delle misure. In alcune situazioni, viene richiesto che la contabilità dei lavori in economia previsti vengano gestiti attraverso delle liste (in economia appunto): in questo caso, le liste in economia concorreranno al calcolo degli oneri della sicurezza nel SAL (essendo lavori in economia previsti si presume che agli stessi corrisponda un importo di oneri della sicurezza) e dovranno essere quindi considerate nel SAL prima del totale. Vedremo quindi come sarà possibile effettuare questa scelta. Lista delle ore in economia E buona norma, prima di accedere alla finestra che permette di creare una nuova lista operai, inserire l elenco degli operai e relative qualifiche nonché i prezzi/ora. Inserimento e gestione delle Qualifiche/Mezzi d'opera Immissione di nuove qualifiche Modifica delle qualifiche Cancellazione delle qualifiche Immissione di nuove qualifiche Selezionate il comando d opera dal menu Liste Economia. tekno Manuale operativo Pag.276

277 Nella finestra che appare selezionate il pulsante Aggiungi qualifica o mezzo d opera, completate i campi Nome Operaio o Descrizione Mezzo, Qualifica Tipo Mezzo, Prezzo Unitario orario passando dal un campo all altro con il tasto TAB. Sempre con il TAB o nuovamente con il tasto Nuovo, sarà possibile accedere ad una nuova riga dove inserire un nuovo operaio o mezzo. Con il tasto Elimina Qualifica o mezzo d opera, sarà possibile cancellare la riga corrispondente alla sola qualifica identificata dalla posizione del cursore. L eliminazione verrà preceduta da un messaggio di conferma. NOTA BENE: La qualifica dell operaio o il tipo di mezzo e i relativi prezzi, sono campi che possono essere digitati manualmente. Tuttavia gli stessi possono essere copiati dall elenco prezzi qualora questi dati siano in esso inseriti. Cliccando sul pulsante Lista Elenco Prezzi, infatti si accede alla lista di elenco prezzi dove è possibile selezionare con un doppio click la voce che interessa e trasferirne la descrizione e prezzo rispettivamente nei campi Qualifica e Prezzo Un. dove eventualmente potranno essere modificati. Si vuole sottolineare il fatto che questi dati vengono solamente copiati dall elenco prezzi, e quindi, a differenza di tutti gli altri elaborati, l eventuale modifica delle voci nell elenco prezzi non comporterà nessuna variazione di quanto inserito nelle qualifiche. Chiudete la finestra premendo il pulsante "Conferma" per salvare gli inserimenti effettuati, oppure con "Esci" per non salvarli. Modifica delle qualifiche Selezionate il comando Qualifiche/Mezzi d opera dal menu Liste in Economia. Posizionate il cursore in corrispondenza del dato da modificare, selezionate il testo da variare, digitate il nuovo testo e premete il tasto TAB per confermare la modifica apportata al campo. Chiudete la finestra premendo il pulsante per salvare le modifiche effettuate, oppure con per non salvarle. tekno Manuale operativo Pag.277

278 Cancellazione delle qualifiche Selezionate il comando Qualifiche/Mezzi d opera dal menu Liste in Economia. Selezionate una qualifica dalla lista con un click del mouse e premete il pulsante Elimina qualifica o mezzo d opera Un messaggio a video chiederà conferma prima di procedere alla cancellazione definitiva. Rispondendo affermativamente il programma eliminerà completamente la qualifica, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Creazione o scelta della Lista delle Ore in Economia Le funzioni del menu Liste in Economia sono disabilitate ad eccezione di Scelta Lista: le altre funzioni vengono abilitate successivamente all'operazione di scelta della lista su cui si desidera lavorare. Per creare o scegliere la lista nella quale operare selezionate il comando Economia/Provviste. dal menu Liste in La finestra che appare permette di aprire, cancellare e registrare le liste delle ore in economia. Creazione di una nuova Lista delle Ore in Economia Scelta di una Lista gia' presente in archivio Cancellazione di una Lista delle Ore in Economia Accesso al modulo S.A.L. dalla Lista delle Ore in economia Creazione di una nuova lista delle ore in economia Selezionate il pulsante "Nuova" per creare una lista delle ore in economia: nel campo Nome lista il programma propone di default come descrizione 'Lista Ore economia n. x' con un numero progressivo attribuito automaticamente. Nel campo Dal viene proposta la data odierna come data iniziale della lista e, premendo il tasto TAB, nel campo al il programma inserirà la data calcolata sommando al termine iniziale 15 giorni: il valore di 15 giorni viene inserito di default ma è possibile gestire le lista della durata desiderata fino ad un massimo di 31 giorni. Inserite nel campo S.A.L. N. il numero dello stato di avanzamento lavori a cui si riferisce la lista (è possibile farlo anche successivamente). Selezionate il pulsante per registrare: il programma esce automaticamente dalla finestra "Scelta Lista Ore Economia" e abilita i comandi del menu Liste in Economia. tekno Manuale operativo Pag.278

279 Cancellazione di una lista delle ore in economia Selezionate il comando dal menu Liste in Economia. E' possibile cancellare una delle liste presenti nella finestra di scelta della lista selezionandola con un click del mouse e premendo il pulsante. Un messaggio a video chiederà conferma prima di procedere alla cancellazione definitiva. Rispondendo affermativamente il programma eliminerà completamente la lista, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Accesso al modulo stato d'avanzamento lavori direttamente dalle liste delle ore in economia Il programma permette di accedere al modulo Stato d'avanzamento Lavori dalla finestra "Scelta Lista in Economia": come abbiamo già visto nel capitolo dedicato ai S.A.L. questa possibilità viene utilizzata per poter effettuare eventuali controlli o nuovi inserimenti non previste che devono essere inseriti nei S.A.L.. Dal menu Liste in Economia/Provviste scegliamo la funzione Scelta Lista. Nella finestra "Scelta Lista in Economia" abbiamo a disposizione il pulsante Apre il SAL... Premendo il pulsante dopo aver selezionato con un click del mouse una delle liste delle ore in economia si attiva la visualizzazione della finestra "Stato d'avanzamento" relativa al S.A.L. associato alla lista in economia selezionata. Contemporaneamente il menu S.A.L. si installa nella barra dei menu per permettere di effettuare le operazioni desiderate nello stato d'avanzamento. Immissioni nella Lista delle Ore in Economia Selezionate il comando dal menu Liste in Economia/Provviste. Posizionate il cursore in corrispondenza del primo campo vuoto nella colonna Denominazione Qualifica e premete il tasto TAB a campo vuoto, in modo da richiamare a video la lista delle qualifiche inserite in archivio. Scegliete con un doppio click del mouse una delle qualifiche per riportarne automaticamente i dati nella lista delle ore in economia. tekno Manuale operativo Pag.279

280 Premete il tasto TAB per confermare e passare all inserimento delle ore negli appositi spazi disponibili nella lista. Nella parte sinistra sarà sempre visibile il totale delle ore dell operaio o del mezzo inserito nella lista. Ricordate che la registrazione dei dati inseriti avviene automaticamente solo nel momento in cui si conferma l inserimento del dato con il tasto. Quando premete il tasto TAB per confermare l inserimento nell ultimo campo della lista, automaticamente il programma si predispone per un nuovo inserimento. Se vengono effettuati gli inserimenti giornalieri, potrebbe essere utile fare in modo che il cursore, alla pressione del tasto TAB, scenda in basso anziché a sinistra: è possibile scegliere la direzione del cursore dopo il tab direttamente dalla testata della finestra. Chiudete la finestra premendo il pulsante per salvare gli inserimenti o il pulsante per non salvarli. Cancellazione delle immissioni della Lista delle Ore in Economia Selezionate il comando dal menu Liste in Economia/Provviste. E' possibile cancellare la riga delle ore attribuite ad un operaio o a un mezzo d'opera selezionandola con un click del mouse premendo il pulsante Canc. Un messaggio a video chiederà conferma prima di procedere alla cancellazione definitiva. tekno Manuale operativo Pag.280

281 Rispondendo affermativamente il programma eliminerà completamente le ore relative all'operaio o al mezzo d'opera selezionato, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Riepilogo della Lista delle Ore in Economia Selezionate il comando dal menu Lista Economia/Provviste. La finestra che appare visualizza le ore impiegate degli operai o dai mezzi d'opera, i relativi prezzi ed importi riepilogati per qualifiche. Il campo Impiego del personale o mezzi d opera è a disposizione per inserire una descrizione che verrà stampata in calce all elaborato "Lista ore Economia n.x" a differenza di quanto inserito nel campo Descrizione della finestra "Scelta Liste Ore Economia", stampato nella pagina di Intestazione. Nella parte bassa della medesima finestra sono disponibili opzioni che tengono conto delle diverse necessità di studi tecnici, enti pubblici ed imprese edili. Nel campo Per spese generali inserite un valore percentuale e premete il tasto TAB: automaticamente viene calcolata la percentuale sul valore presente nel campo Importo Ore. Nel campo Utile d'impresa inserite un valore percentuale e premete TAB: questa volta viene calcolata la percentuale sull importo complessivo dei campi Importo ore + Per spese generali. Procedete inserendo anche nei campi Aggiornamento prezzi del e Ribasso/Aumento del un valore percentuale e premete il tasto TAB (se esiste per il lavoro un ribasso d asta, verrà riproposto tale valore). Selezionando i quadratini posti alla destra dei campi Importo ore Lire, Per spese generali e Utile d'impresa e incolonnati alla sinistra del carattere R potete scegliere e determinare su quale importo calcolare l aumento o il ribasso precedentemente inserito nel campo Ribasso/Aumento del. Il calcolo viene effettuato sulla somma degli importi dei campi marcati. La selezione del quadratino posto alla sinistra del carattere A permette di aggiornare il campo Totale in base al valore inserito nel campo Aggiornamenti prezzi del in riferimento a particolari disposizioni di legge che interessano alcune aree del nostro territorio nazionale. Nel campo relativo al Totale netto piccole provviste verrà riportato il totale dell eventuale lista delle piccole provviste inserita a corredo della lista in economia. Selezionate il pulsante per registrare i dati inseriti e per registrare l'importo che verrà aggiunto nel S.A.L. all'importo al netto del ribasso/aumento d'asta. Tramite il pulsante potrete uscire dalla finestra del riepilogo senza registrare immissioni o modifiche. Dal riepilogo della Lista delle ore in Economia, è presente un Check box che permette di far partecipare la lista delle ore in economia al calcolo dei costi della sicurezza nel SAL. Ovviamente nel quadro economico del computo, dovranno essere presenti dei costi della sicurezza per lavori in economia. tekno Manuale operativo Pag.281

282 Selezionando questo box, la lista in economia verrà riportata nel libretto delle misure (sarà possibile scegliere il libretto e la data di registrazione) con il suo importo totale non tenendo conto di eventuali percentuali aggiuntive associate. In questo modo la lista in economia e l eventuale lista delle piccole provviste non verranno sommate in coda al SAL ma ne faranno parte integrante in quanto saranno una voce di libretto il cui dettaglio è dato proprio dalla lista stessa. NOTA BENE: Le percentuali aggiunte per le spese generali e per l utile e l eventuale applicazione del ribasso (sia nel riepilogo delle ore che nel riepilogo delle piccole provviste) non hanno effetto (ed infatti verranno cancellate) qualora la lista in economia concorra al calcolo degli oneri della sicurezza nel SAL. Gestione dell'immissione delle piccole provviste Il programma permette di gestire in maniera semplice e veloce l'inserimento di provviste riguardanti cifre irrisorie, evitando di dover ricorrere all'iter di creazione ed inserimento dei dati in una lista delle provviste (come peraltro la normativa prevede debba essere fatto). Questa "scorciatoia" può essere utilizzata solo in caso di lavori tra privati. Selezionate la funzione Inserimento piccole provviste dal menu Liste in Economia. Nella finestra proposta dal programma avrete a disposizione la Lista delle piccole provviste in cui inserire i dati relativi alle provviste. Posizionate il cursore nella prima riga della colonna Descrizione ed inserite una breve descrizione relativa alla provvista; premete il tasto TAB e passate ad inserire il dati dei successivi campi Unità di Misura, Quantità, Prezzo. Premendo il tasto TAB per confermare l'inserimento della quantità si attiva il calcolo automatico dell'importo che il programma inserisce nel campo Importo. Al termine il programma si posiziona automaticamente in una nuova riga per permettere di effettuare una nuova immissione. NOTA BENE: La descrizione e il prezzo della provvista, sono campi che possono essere digitati manualmente. Tuttavia gli stessi possono essere copiati dall elenco prezzi qualora questi dati siano in esso inseriti. Cliccando sul pulsante "Lista EP", infatti si accede alla lista di elenco prezzi dove è possibile selezionare con un doppio click la voce che interessa e trasferirne la descrizione e prezzo nella lista delle piccole provviste dove eventualmente potranno essere modificati. Si vuole sottolineare il fatto che questi dati vengono solamente copiati dall elenco prezzi, e quindi, a differenza di tutti gli altri elaborati, l eventuale modifica delle voci nell elenco prezzi non comporterà nessuna variazione di quanto inserito nelle piccole provviste. tekno Manuale operativo Pag.282

283 Una volta esaurite le immissioni completate i dati necessari al programma per creare la lista delle piccole provviste. Nella parte bassa della medesima finestra sono disponibili opzioni che tengono conto delle diverse necessità di studi tecnici, enti pubblici ed imprese edili. Nel campo Per spese generali inserite un valore percentuale e premete il tasto TAB: automaticamente viene calcolata la percentuale sul valore presente nel campo Totale Lordo piccole provviste. Nel campo Utile d'impresa inserite un valore percentuale e premete TAB: questa volta viene calcolata la percentuale sull importo complessivo dei campi Totale Lordo piccole provviste + Per spese generali sulla somma degli importi dei campi marcati. La selezione del quadratino posto sotto il carattere A permette di aggiornare il campo Totale in base al valore inserito nel campo Aggiornamento prezzi del in riferimento a particolari disposizioni di legge che interessano alcune aree del nostro territorio nazionale. Selezionate il pulsante registrare i dati inseriti e per registrare l'importo netto delle piccole provviste che verrà aggiunto nel riepilogo della Lista delle ore in economia. Tramite il pulsante potrete uscire dalla finestra del riepilogo senza registrare immissioni o modifiche. NOTA BENE: Le percentuali aggiunte per le spese generali e per l utile e l eventuale applicazione del ribasso (sia nel riepilogo delle ore che nel riepilogo delle piccole provviste) non hanno effetto (ed infatti verranno cancellate) qualora la lista in economia concorra al calcolo degli oneri della sicurezza nel SAL. Liste in economia per contabilizzare lavori in economia previsti Qualora si vogliano utilizzare le liste in economia per dettagliare la contabilità dei lavori in economia previsti nel computo metrico, le liste in economia concorreranno al calcolo degli oneri della sicurezza previsti nel computo per i lavori in economia dovranno quindi essere inserite nel SAL prima del calcolo del totale. In questo caso, è possibile gestire la lista in economia normalmente per poi riportarne il totale direttamente nel libretto delle misure. Dal riepilogo della Lista delle ore in Economia, è presente infatti un Check box che permette di far partecipare la lista delle ore in economia al calcolo dei costi della sicurezza nel SAL. Ovviamente nel quadro economico del computo, dovranno essere presenti dei costi della sicurezza per lavori in economia. L uso di questo box rende ininfluente l eventuale indicazione del SAL di riferimento nella finestra di scelta lista. tekno Manuale operativo Pag.283

284 Riepilogo Qualifiche Liste in economia: Selezionando questo box, la lista in economia verrà riportata nel libretto delle misure (sarà possibile scegliere il libretto e la data di registrazione) con il suo importo totale non tenendo conto di eventuali percentuali aggiuntive associate. In questo modo la lista in economia e l eventuale lista delle piccole provviste non verranno sommate in coda al SAL ma ne faranno parte integrante in quanto saranno una voce di libretto il cui dettaglio è dato proprio dalla lista stessa. NOTA BENE: Le percentuali aggiunte per le spese generali e per l utile e l eventuale applicazione del ribasso (sia nel riepilogo delle ore che nel riepilogo delle piccole provviste) non hanno effetto (ed infatti verranno cancellate) qualora la lista in economia concorra al calcolo degli oneri della sicurezza nel SAL. Nel libretto delle misure indicato, accessibile anche tramite il tasto Lib.Mis., presente nel riepilogo della lista, troveremo una registrazione che riporterà l importo lordo della lista in economia. Facendo un doppio click sulla immissione di libretto corrispondente alla lista, torneremo al riepilogo della lista stessa. tekno Manuale operativo Pag.284

285 Capitolo 14 - Liste delle Provviste tekno Manuale operativo Pag.285

286 Liste delle Provviste e dei noli Le funzioni del menu Liste Economia/Provviste sono disabilitate ad eccezione di : le altre funzioni vengono abilitate successivamente all'operazione di scelta della lista su cui si desidera lavorare. Nel caso in cui in archivio sia registrata un unica lista tutte le funzioni del menu sono abilitate poiché è chiaro che ogni operazione può essere riferita all unica lista disponibile. La finestra che appare permette di creare, registrare o cancellare le liste delle provviste. Creazione di una Lista delle provviste Cancellazione di una Lista delle provviste Accesso al modulo S.A.L. dalle Liste delle provviste Creazione di una lista delle provviste - Selezionate il pulsante Aggiungi lista delle provviste per creare una lista delle provviste: il programma propone di default come descrizione "Lista Provviste n. x" con un numero progressivo attribuito dal programma. Inserite nel campo S.A.L. N. il numero dello stato di avanzamento lavori a cui si riferisce la lista (è possibile farlo anche successivamente). - Selezionate il pulsante. per registrare: il programma esce automaticamente dalla finestra "Scelta Lista Provviste" e abilita i comandi del menu Liste Economia/Provviste. - Per entrare in una lista delle provviste già esistente la si seleziona dall'elenco con un click del mouse e si preme il pulsante. N.B. L'importo della lista verrà registrato automaticamente dal programma confermando la finestra aperta con la selezione della funzione. Cancellazione di una lista delle provviste - Selezionate il comando Scelta Lista. - Selezionate una lista delle provviste dalla lista con un click del mouse e poi premete il pulsante Elimina la lista. - Un messaggio a video chiederà conferma prima di procedere alla cancellazione definitiva. In caso di risposta affermativa il programma eliminerà completamente la lista delle provviste, mentre in caso di risposta negativa verrà annullata l'operazione. tekno Manuale operativo Pag.286

287 Accesso al modulo stato d'avanzamento lavori direttamente dalle liste delle provviste Il programma permette di accedere al modulo Stato d'avanzamento Lavori dalla finestra "Scelta Lista Provviste": come abbiamo già visto nel capitolo dedicato ai S.A.L. questa possibilità viene utilizzata per poter effettuare eventuali controlli o nuovi inserimenti relativi a lavorazioni non previste che devono essere inserite nei S.A.L.. - Dal menu Liste Economia/Provviste scegliamo la funzione. - Nella finestra "Scelta Lista Provviste" abbiamo a disposizione il pulsante Apri S.A.L.. Premendo il pulsante dopo aver selezionato con un click del mouse una delle liste delle provviste si attiva la visualizzazione della finestra "Stato d'avanzamento" relativa al S.A.L. associato alla lista delle provviste selezionata. Contemporaneamente il menu S.A.L. si installa nella barra dei menu per permettere di effettuare le operazioni desiderate nello stato d'avanzamento. - Per tornare nella scheda delle Liste delle Provviste e ripristinare il menu Liste Provviste nella barra dei menu dovrete premere il pulsante Liste delle provviste. - Immissione nella lista delle provviste Vediamo ora come procedere all immissione dei dati che ci permetteranno di avere a disposizione una lista delle provviste strutturata in gruppi, capitoli ed immissioni. = Gruppo di Lista Provviste = Gruppo di Lista Provviste "aperto" (sono visualizzati i capitoli che ne fanno parte) = Capitolo di Lista Provviste = Capitolo di Lista Provviste "aperto" (sono visualizzate le immissioni che ne fanno parte) = Immissione di Lista Provviste =Inserimento di Lista Provviste con associata una nota oppure un disegno, un messaggio audio o un filmato La finestra che si apre dopo la selezione del comando Inserimento presenta tutti i gruppi o capitoli (visualizzati graficamente da una "cartella") con il codice e la descrizione attribuiti in fase d'immissione. Un click del mouse sulla riga corrispondente al gruppo o capitolo permette di visualizzare, rispettivamente, la lista dei capitoli e delle immissioni in esso contenute, con il numero progressivo di immissione nella lista provviste, il codice di elenco prezzi, la descrizione, la quantità, il prezzo scelto ed il totale dell'immissione. tekno Manuale operativo Pag.287

288 Un doppio click del mouse sulla riga corrispondente ad un'immissione permette di entrare nella finestra contenente i dati registrati in fase d'immissione. Nella lista in basso sono presenti le voci dell'elenco prezzi del lavoro corrente. La visualizzazione dell'elenco prezzi è sempre gerarchica. Come vedremo in seguito, utilizzando il campo posto sotto alla lista delle immissioni di elenco prezzi potremo aprire elenchi prezzi appartenenti ad altri lavori o listini. Principali caratteristiche della Lista delle provviste Come inserire un gruppo o un capitolo della Lista delle provviste Come inserire un'immissione libera Come inserire un'immissione con il drag and drop Attribuzione del primo codice della Lista disponibile in un raggruppamento Ricerca su campi multipli di un articolo di E.P. da inserire nella Lista Inserimento di note, disegni e filmati nella lista delle provviste Gestione di piu' Elenchi Prezzi nelle immissioni della Lista Provviste Gestione delle maggiorazioni e delle assistenze murarie nella Lista Provviste Inserimento di un gruppo in una lista composta di soli capitoli Principali caratteristiche della lista delle provviste Come abbiamo già visto nelle precedenti finestre d'immissione del programma anche nella lista delle provviste, grazie all'innovativa struttura del codice di immissione del programma, avremo una rinumerazione automatica degli elementi della lista in caso di modifica o immissione di nuovi elementi che vanno a cambiare l'ordine dei codici. Potremo, ad esempio, spostare un'immissione (o più immissioni selezionate contemporaneamente) da un capitolo ad un altro della lista o in una posizione diversa del capitolo (spostandolo con la tecnica del drag and drop dopo aver selezionato la funzione Sposta immissioni o Sposta Raggruppamenti dal menu contestuale richiamato premendo il tasto destro del mouse per la versione Windows o CTRL+CLICK per Macintosh) per attivare la procedura di rinumerazione automatica della lista delle provviste. Questa caratteristica del programma è particolarmente interessante perchè evita tutte le difficoltà che possono derivare da inserimenti e spostamenti che modificano in qualche modo l'ordine dei codici inseriti e che richiedono poi l'intervento "manuale" di rinumerazione. tekno Manuale operativo Pag.288

289 Altra caratteristica della lista è la possibilità di spostare le linee di separazione tra i campi in modo da poter allargare o restringere i campi a seconda delle proprie esigenze. Potremo, ad esempio, selezionare con un click del mouse la linea verticale che definisce lo spazio occupato dal codice e, sempre tenendo premuto il pulsante del mouse, trascinarla verso destro a verso sinistra a seconda che si voglia allargare o stringere lo spazio a disposizione del codice. Lo spazio a disposizione delle due liste può essere mutato a favore dell'una o dell'altra ridimensionando la lunghezza della lista superiore tramite la selezione ed il trascinamento con il mouse della linea di demarcazione tra le due liste. Il cursore, al momento del posizionamento sulla linea di separazione, assume la seguente forma favore dell'altra.. L'effetto finale è un ridimensionamento dello spazio dedicato ad una delle due liste a Come inserire un gruppo o un capitolo della lista delle provviste - Selezionate il comando dal menu Liste Economia/Provviste. Si apre una finestra che ci presenta due liste: la prima lista corrisponde alle immissioni della lista delle provviste, mentre la seconda lista ci presenta titoli ed articoli presenti nell elenco prezzi. I pulsanti Aggiungi Gruppo e Aggiungi Capitolo servono rispettivamente a creare un gruppo della lista delle provviste o un capitolo della lista delle provviste. Il funzionamento è perfettamente identico in entrambi i casi: si seleziona con un click del mouse i pulsanti "Gruppo" e "Capitolo". Il programma propone la finestra d'immissione inserendo automaticamente il codice del primo raggruppamento libero. - Nella finestra d'immissione viene settato automaticamente dal programma di che tipo d'immissione si tratta (immissione misure, immissione capitolo Provviste., immissione gruppo Provviste). Nel campo Cod. Provvista il programma propone un codice numerico progressivo che possiamo eventualmente modificare, mentre nel campo Nome del raggruppamento dovremo inserire il nome del gruppo o capitolo che stiamo inserendo. Per registrare l'immissione premiamo il pulsante. NOTA: generalmente una struttura con capitoli ed immissioni è più che sufficiente. Per semplificare il lavoro vi consigliamo di utilizzare questa suddivisione. E' comunque possibile passare da una struttura della lista delle provviste a due livelli (Capitoli - 99; Immissioni - 999) ad una struttura a tre livelli (Gruppi - 99; Capitoli - 999; Immissioni - 999) seguendo le indicazioni che trovate nel paragrafo "Inserimento di un gruppo in una lista delle provviste composta da soli capitoli" di questo Capitolo. tekno Manuale operativo Pag.289

290 - Nella finestra d'immissione dei gruppi e dei capitoli esiste la possibilità di inserire un riferimento a gruppo e capitolo del centro di costo. Vedremo in seguito, parlando dei centri di costo, l'utilità di questa relazione. Come inserire un'immissione libera della lista provviste - Selezionate il comando Inserimento dal menu Liste Economia/Provviste. - Selezionate il pulsante "Inserimento", in modo da far apparire a video la finestra d immissione priva di qualsiasi valore, fatta eccezione per il numero progressivo d'immissione della lista provviste e il raggruppamento della lista provviste a cui appartiene l'immissione. - Nella scheda d'immissione inserite parte della descrizione della voce di elenco prezzi nel campo Descrizione lavorazione di riferimento e premete il tasto TAB per attivare la ricerca di tutti gli articoli di elenco prezzi che soddisfano il criterio di ricerca impostato. Qualora il programma ne trovi più di uno presenta la lista degli articoli trovati, da cui è possibile selezionare quello desiderato con un doppio click del mouse. In alternativa potrete digitare il codice della voce di elenco prezzi nel campo Cod. Elenco Prezzi (o prelevarlo con un doppio click del mouse dalla lista richiamata a video premendo il tasto TAB a campo vuoto). - In entrambi i casi, dopo aver scelto l'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione della lista provviste, il programma propone automaticamente il codice della voce di elenco prezzi, la descrizione, l'unità di misura ed il prezzo 1 dell'articolo selezionato. Cliccando con il mouse sul campo Prezzo unit. di listino avremo la possibilità di scegliere quale prezzo sarà utilizzato: Prezzo 1, 2, 3, 4 o Prezzo Analisi (scelta possibile solo se l'articolo di elenco prezzi utilizzato possiede almeno un'analisi). Il programma propone di default il prezzo settato nell'apposito campo presente nella finestra richiamata con la funzione Lingua e valuta dal menu Settaggi. Nel campo Prezzo Analisi, se l'articolo possiede analisi, potremo selezionare uno dei prezzi disponibili: questo prezzo verrà utilizzato per la lista provviste qualora nel campo Prezzo un. di listino sia stata scelta l'opzione Prezzo Analisi, mentre potrà essere utilizzato ai fini del calcolo dei fabbisogni (calcolo delle sole quantità) se nel campo Prezzo un. di listino è stato selezionato un prezzo differente da quello di analisi. tekno Manuale operativo Pag.290

291 - Digitate nel campo Commento una descrizione relativa alla riga di sviluppo che inseriremo. Premete TAB per passare al campo Espressione in cui potrete inserire un'espressione algebrica. In alternativa, nei campi sottostanti, potrete inserire i valori corrispondenti a NPS (numero parti simili), Larg. (larghezza), Lung. (lunghezza) e H-P-S (altezza-peso-superficie). E' importante sottolineare che i campi NPS, Largh., Lungh. e H-P-S possono accettare anche l'inserimento di una espressione algebrica che il programma provvederà a calcolare automaticamente. Ritornando con il cursore nei campi NPS, Larg., Lungh. e HPS dopo aver inserito un'espressione anzichè un valore numerico totale, viene visualizzata l'espressione. In fase di stampa della lista provviste (ad esclusione del caso in cui venga scelta l'opzione di stampa "per fattori") le espressioni inserite nei campi fattori verranno stampate tra parentesi e moltiplicate per il fattore successivo. Premendo il tasto TAB dopo aver digitato il valore nell ultimo campo (H-P-S) si attiva il calcolo del totale parziale di quella riga; il programma ne inserisce i valori nella lista sottostante, mentre il cursore si posiziona nuovamente nel campo Commento. L'inserimento delle altre righe di questa immissione della lista provviste verranno effettuate seguendo le stesse modalità. - Selezionate il pulsante per registrare l immissione. Come inserire un'immissione della lista delle provviste con il Drag and Drop - Selezionate il comando Inserimento dal menu Liste Economia/Provviste. - Prelevate con la tecnica del drag and drop uno degli articoli di elenco prezzi disponibili nella lista inferiore della finestra, trascinatelo fino all'immissione della lista provviste precedente a quella che volete inserire e lasciate il tasto del mouse. Apparirà la finestra d immissione con il codice della lista provviste proposto dal programma. - Nella scheda d'immissione delle provviste che appare dopo aver effettuato la scelta della voce di elenco prezzi il programma visualizza automaticamente anche il codice della voce di elenco prezzi, la descrizione, l unità di misura ed il prezzo 1 dell articolo selezionato. Cliccando con il mouse sul campo Prezzo un. di listino avremo la possibilità di scegliere quale prezzo sarà utilizzato: Prezzo 1, 2, 3, 4 o Prezzo Analisi (scelta possibile solo se l'articolo di elenco prezzi utilizzato possiede almeno un'analisi). tekno Manuale operativo Pag.291

292 Nel campo Prezzo Analisi, se l'articolo possiede analisi, potremo selezionare uno dei prezzi disponibili: questo prezzo verrà utilizzato per il computo qualora nel campo Prezzo un. di listino sia stata scelta l'opzione Prezzo Analisi, mentre potrà essere utilizzato ai fini del calcolo dei fabbisogni (calcolo delle sole quantità) se nel campo Prezzo un. di listino è stato selezionato un prezzo differente da quello di analisi. - Digitate nel campo Commento una descrizione relativa alla riga di sviluppo che inseriremo. Premete TAB per passare al campo Espressione in cui potrete inserire un'espressione algebrica. In alternativa, nei campi sottostanti, potrete inserire i valori corrispondenti a NPS (numero parti simili), Larg. (larghezza), Lung. (lunghezza) e H-P-S (altezza-peso-superficie). E' importante sottolineare che i campi NPS, Largh., Lungh. e H-P-S possono accettare anche l'inserimento di una espressione algebrica che il programma provvederà a calcolare automaticamente. Ritornando con il cursore nei campi NPS, Larg., Lungh. e HPS dopo aver inserito un'espressione anzichè un valore numerico totale, viene visualizzata l'espressione. In fase di stampa (ad esclusione del caso in cui venga scelta l'opzione di stampa "per fattori") le espressioni inserite nei campi fattori verranno stampate tra parentesi e moltiplicate per il fattore successivo. Il TAB nell ultimo campo (H-P-S) determina il calcolo del totale parziale di quella riga e ne inserisce i valori nella lista sottostante, mentre il cursore si posiziona nuovamente nel campo Commento. L'inserimento delle altre righe di questa immissione della lista delle provviste verranno effettuate seguendo le stesse modalità. - Selezionate il pulsante Conferma per registrare l immissione. tekno Manuale operativo Pag.292

293 Attribuzione automatica del primo codice disponibile in un raggruppamento delle provviste Come avrete notato, il campo Codice Provvista è contrassegnato dal simbolo (): questo simbolo indica che è possibile attivare un'attribuzione automatica del primo codice disponibile per una nuova immissione in un raggruppamento (o di un nuovo Gruppo o Capitolo nella Lista delle Provviste). Qui di seguito prendiamo in considerazione, a titolo d'esempio, l'attivazione di questa funzione per una nuova immissione della Lista delle Provviste. - Supponiamo di essere in inserimento di una nuova immissione della Lista delle Provviste che vogliamo inserire nel raggruppamento N. 1 e di aver appena effettuato un'immissione che appartiene al raggruppamento n.9. - Nel campo Codice Provvista il programma propone una nuova immissione con un codice appartenente al raggruppamento N. 9: ma, come abbiamo, già detto noi vogliamo inserire questa immissione nel raggruppamento N. 1. Posizioniamo allora il cursore nel campo Codice Provvista e cancelliamo il contenuto del campo. - Premiamo il tasto TAB in moda da visualizzare la finestra in cui il programma propone l'elenco dei raggruppamenti presenti nella Lista delle Provviste e selezioniamo con un doppio click del mouse il raggruppamento in cui vogliamo inserire la nuova immissione (nel nostro caso il raggruppamento N. 1). - Il programma ritorna nella finestra d'immissione nella lista delle provviste e inserisce nel campo Codice Provvista il codice del raggruppamento seguito dal simbolo +. - Premiamo nuovamente il tasto TAB: automaticamente il programma proporrà nel campo Codice Provvista il primo codice disponibile del raggruppamento N. 1. Confermiamo e proseguiamo con i dati dell'immissione della Lista delle Provviste. - Nella stessa maniera potrete operare in fase d'inserimento di un nuovo gruppo o capitolo della Lista delle Provviste. tekno Manuale operativo Pag.293

294 Ricerca su campi multipli di una voce da inserire nelle provviste Il programma consente di lanciare la funzione di ricerca di una articolo dell'elenco prezzi in base a diverse condizioni di ricerca (riproponendo parzialmente la finestra che viene richiamata lanciando la funzione Ricerca dal menu Elenco Prezzi). - Selezionate il pulsante "Cerca Art." che trovate nella finestra d'immissione delle misure della lista provviste. - Nella finestra "Ricerca articolo di Elenco Prezzi" avete la possibilità di seguire la ricerca in base alle seguenti condizioni (selezionando i check-box relativi, sia singolarmente che in maniera multipla): - Contenente la descrizione... (è consentito un massimo di 75 caratteri); - Con l'unità di misura uguale a...; - Con il prezzo 1 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; - Con il prezzo 2 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; - Con il prezzo 3 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; - Con il prezzo 4 uguale a - maggiore di - minore di - compreso tra; - Contenente la nota... (è consentito un massimo di 75 caratteri). - Premendo il pulsante Cerca il programma provvede a ricercare l'articolo all'interno dell'elenco prezzi proponendo la lista degli articoli di elenco prezzi che soddisfano le condizioni di ricerca impostate. - Selezionando l'articolo prescelto dalla lista con un doppio click del mouse otterrete il trasferimento automatico dei dati all'interno della finestra d'immissione della lista provviste. - E anche possibile estendere la ricerca su più listini contemporaneamente utilizzando il pulsante "Avanzata " presente nella suddetta finestra (per maggiori informazioni vedere il paragrafo Ricerca di una voce di Elenco Prezzi all'interno di più listini "Ricerca Avanzata" nel capitolo dedicato all Elenco Prezzi) Inserimento di note, disegni e filmati nella lista delle provviste Avrete notato che nella finestra in cui effettuiamo l immissione delle misure, dei gruppi e dei capitoli c è il bottone Nota, premendo questo bottone appare una finestra divisa in due pannelli. Il primo pannello denominato "Disegno e Note" contiene un campo per incollare un disegno ed un altro per digitare una annotazione. tekno Manuale operativo Pag.294

295 Vediamo di seguito come operare per inserire un disegno nel campo oggetto (l'oggetto inserito nel campo deve avere dimensioni massime di 7,4x5,26, pari al 25% del formato A4). - Dopo aver creato il vostro disegno con una applicazione specifica (ad esempio Paint per utenti Windows o Photoshop per utenti Macintosh), sarà sufficiente utilizzare le funzioni standard di copia e incolla per copiare e poi incollare nel campo Oggetto il disegno desiderato oppure se avete precedentemente salvato il vostro disegno in un file, potete utilizzare il comando Incolla dal file... del menu Composizione e selezionare il file contenente il disegno desiderato. - Registriamo l inserimento con il pulsante - Il disegno potrà essere inserito nella stampa della lista delle provviste come se fosse un "Post-it". Il secondo pannello invece denominato "Audio/Video" contiene un campo per l inserimento di un messaggio audio e uno per l inserimento di un filmato. Vediamo di seguito come operare per inserire un filmato o un oggetto audio. N.B. solo per i sistemi Windows - Fate un click nel campo in cui volete inserire - Selezionate il comando Inserisci oggetto del menu Composizione. Nella lista che appare attivando questo comando potrete scegliere con quale delle applicazioni disponibili aprire o generare il messaggio audio o il filmato (le modalità di creazione e di apertura dipendono dall applicazione scelta). - Automaticamente si aprirà il file scelto e alla chiusura dell applicazione utilizzata verrà inserito nel campo precedentemente selezionato. - Registriamo l inserimento con il pulsante. - In seguito per visualizzare il filmato o ascoltare il commento audio, sarà sufficiente fare un doppio click sul campo corrispondente. Inserimento, cancellazione e importazione di uno sviluppo misure nelle provviste Se nel corso di una lista provviste vi è necessario recuperare lo sviluppo delle misure di un immissione inserita precedentemente potrete utilizzare questa funzione, che vi consente un prezioso risparmio di tempo. Selezionando con un doppio click una riga di sviluppo dalla lista d immissione delle misure, aprirete una apposita finestra dove sono stati inseriti alcuni bottoni che ora esamineremo. Per il funzionamento delle suddette funzioni si vedano i paragrafi Copia misure da altre immissioni e Legami tra le misure del capitolo Funzioni comuni ai vari elaborati. tekno Manuale operativo Pag.295

296 - Per inserire una nuova riga di sviluppo vuota selezionate la riga precedente rispetto alla posizione in cui volete inserirla con un click del tasto destro del mouse (versione per Windows) o con un click del mouse tenendo premuto il pulsante Option (versione per Macintosh). Il programma propone un menu in cui è possibile selezionare il comando Inserisci una riga. - Analogamente otterrete la cancellazione di una o più righe di sviluppo selezionate nella finestra d'immissione della lista delle provviste. Premete il tasto destro del mouse (versione per Windows) oppure premete il mouse tenendo selezionato il pulsante CTRL (versione per Macintosh). Il programma propone un menu in cui è possibile selezionare il comando Cancella gli sviluppi selezionati. - Per duplicare una riga di sviluppo la dovete selezionare e premere il tasto destro del mouse (versione per Windows) oppure premere il mouse tenendo selezionato il pulsante CTRL (versione per Macintosh). Il programma propone un menu in cui è possibile selezionare il comando Duplica la riga selezionata. - Se si desidera attribuire a un gruppo di righe di sviluppo una medesima misura (NPS, lunghezza, larghezza, altezza), un commento oppure un espressione algebrica è sufficiente selezionare con il mouse il gruppo di righe (anche selezione multipla discontinua) e attivare la funzione Assegna le stesse misure. A seguito di questa operazione si aprirà la seguente finestra: Selezionare il campo che si vuole modificare spuntando con un click del mouse il rettangolino posto sulla sinistra del nome e digitare il valore da attribuire. Successivamente premere il pulsante Salva e Chiudi tekno Manuale operativo Pag.296

297 per assegnare i valori inseriti al gruppo di righe di sviluppi selezionati oppure il pulsante Annulla non procedere all assegnazione. per - Se si è fatto un importazione di misure da un file DXF o DWG utilizzando il Cad è possibile evidenziare nel disegno le entità corrispondenti alle misure delle righe di sviluppo selezionate utilizzando la funzione Mostra le misure nel Cad. - Sempre lo stesso menu permette di evidenziare o di togliere l evidenziazione alle righe di sviluppo del computo metrico grazie ai comandi Evidenzia le righe selezionate e Togli evidenziazione delle righe selezionate. Importazione nella lista delle provviste delle misure da un file DXF o DWG Tramite una qualsiasi versione di AutoCad dalla 2000 in poi,è possibile selezionare gli elementi necessari e trasferirli nella lista degli sviluppi delle misure della lavorazione della lista delle provviste. Per maggiori informazioni sull utilizzo di questa funzione si veda l apposito paragrafo Utilizzo del Cad per l'input grafico delle misure e Collegamento del Cad con la preventivazione e contabilità dei lavori edili nel capitolo "Input Grafico". Gestione di più elenchi prezzi nelle immissioni della lista delle provviste Il programma permette di compilare una lista provviste prelevando gli articoli non solo dall'elenco prezzi del lavoro in uso, ma anche da altri listini collegati contemporaneamente all'archivio in uso. - Nella finestra d immissione della lista provviste troviamo il campo Scegli il prezzario nel quale viene indicato il nome dell'elenco prezzi attivo. Selezionando la freccia posta a fianco del campo si apre il menu a pop-up che segnala il nome dei prezzari collegati all archivio in uso (è disponibile una scroll-bar per evidenziare i nomi di tutti i listini collegati qualora lo spazio dedicato alla visualizzazione dei nomi non basti). Scegliendo l'opzione Altro... si apre la finestra tramite la quale possiamo scegliere un nuovo prezzario da cui attingere gli articoli per comporre la lista provviste. - Durante la redazione della lista provviste potremo indifferentemente prendere gli articoli dall uno o dall altro prezzario semplicemente selezionando nel campo Scegli il prezzario il prezzario attivo. - Le modalità di inserimento di un'immissione della lista provviste che utilizza un articolo proveniente da un listino prezzi diverso da quello del lavoro corrente sono esattamente le stesse esaminate in precedenza (immissione con drag and drop o immissione libera). L'unica differenza è rappresentata dalla necessità di indicare al programma come comportarsi durante il trasferimento dell'articolo all'interno dell'elenco prezzi del lavoro in uso. tekno Manuale operativo Pag.297

298 - Per inserire queste informazioni dovrete premere il pulsante "Settaggi" che il programma inserisce nella finestra "Immissione Lista Provviste n. xx" nel momento in cui il listino prezzi selezionato nel campo Scegli il prezzario non corrisponde a quello del lavoro corrente. - Nella finestra "Settaggi di importazione" abbiamo la possibilità di attivare l'importazione delle eventuali analisi collegate all'articolo di elenco prezzi e/o di importare il raggruppamento di cui fa parte l'articolo di elenco prezzi proveniente da un altro prezzario. Per attivare queste importazione basterà selezionare il check-box posto a fianco, rispettivamente, dei campi Importa le analisi e Importa i raggruppamenti degli articoli. - Nel caso in cui venga attivata l'importazione delle analisi e/o dei raggruppamenti degli articoli il programma effettua un controllo sul codice per verificare se la voce è già presente: se il codice non esiste il programma importa la voce mantenendo il codice originale. Se esiste già un codice identico nell'elenco prezzi del lavoro corrente la voce non viene importata e per l'immissione del computo si utilizza quella con lo stesso codice presente nel prezzario del lavoro in uso, indipendentemente dalla descrizione. - Nel caso in cui non sia attivata l'importazione di analisi e/o raggruppamenti il programma propone una finestra con la lista delle immissioni presenti nel listino del lavoro in uso e con un campo grazie al quale viene attribuito il nuovo codice alla voce importata. Inserite nel campo Codice da attribuire... il codice che desiderate assegnare alla voce importata. Selezionando il check-box Mantieni nella descrizione il riferimento al codice originale avete la possibilità di mantenere nella descrizione la traccia del codice originario della voce importata. Una volta impostati i settaggi desiderati potete attivare l'importazione della voce nella finestra d'immissione della lista delle provviste premendo il pulsante Gestione delle maggiorazioni e delle assistenze murarie nella lista delle provviste Nei lavori edili spesso capita di dover computare delle lavorazioni realizzate in condizioni particolari o lavorazioni particolari come le assistenze murarie (si pensi allo scavo in presenza d acqua): vediamo come si può procedere in entrambi i casi. - Nell'elenco prezzi avrete un articolo, ad esempio un sovrapprezzo, con l'unità di misura definita come percentuale (%) e nel campo prezzo l'indicazione del valore di percentuale. - Quando effettuerete un'immissione della lista provviste utilizzando l'articolo che ha come unità di misura il valore percentuale (%) il programma automaticamente adatterà la maschera d immissione per permettervi di scegliere il codice dell immissione della lista provviste su cui dovrà essere calcolata la maggiorazione, da digitare nel campo Cod. Imm. Provv.. tekno Manuale operativo Pag.298

299 - Premete il tasto TAB in modo da permettere al programma di agganciare l'immissione della lista provviste su cui deve essere calcolato il sovrapprezzo. Nel campo Importo viene riportata la cifra su cui viene calcolato il sovrapprezzo, nel campo Sovrapprezzo la percentuale di sovrapprezzo selezionata nel campo Prezzo tra le possibilità offerte (Prezzo 1, 2, 3, 4) e nel campo Totale viene visualizzato il calcolo del totale del sovrapprezzo. - Per gestire le assistenze murarie opererete analogamente: infatti anche le assistenze verranno codificate con il simbolo % e con il prezzo unitario pari alla percentuale. - Nel caso in cui la percentuale debba essere calcolata su un importo che non corrisponde al prezzo di un articolo di elenco prezzi (ad esempio l ammontare dei lavori dell impiantista su cui dovete calcolare l importo delle assistenze murarie) potrete saltare il campo Cod. Imm. Provv. ed inserire nel campo Importo l ammontare dei lavori dell impiantista su cui il programma calcolerà l importo delle assistenze murarie. Potrete utilizzare questa tecnica anche per calcolare i sovrapprezzi senza dover selezionare un'immissione. Inserimento di un gruppo in una lista delle provviste composta da soli capitoli Vediamo le operazioni da eseguire nel caso in cui si desideri creare un gruppo dopo che la Lista delle provviste è già stata strutturata in capitoli ed immissioni. - Selezionate la funzione Inserimento dal menu Lista Economia/Provviste. Nella finestra di immissione premete il pulsante "Gruppo". - La finestra d'immissione vi proporrà l'inserimento di un gruppo della lista provviste (controllare che sia selezionata questa opzione e non l'immissione di un capitolo) con un numero progressivo successivo all'ultimo capitolo della lista delle provviste. - Entrate nel campo Cod. Provv. e variate il codice proposto inserendo quello da voi desiderato (ad esempio 1). Premete il tasto TAB per passare all'inserimento del nome del raggruppamento: il programma vi chiederà se, a fronte di questo nuovo inserimento, volete procedere alla rinumerazione dei capitoli successivi. Date conferma e passate al campo Nome del raggruppamento per inserire il nome attribuito al gruppo. Premete il pulsante "Conferma" per registrare nella lista provviste il nuovo gruppo. A questo punto posizionatevi con il cursore nell area corrispondente alla lista dei raggruppamenti della lista provviste con un click del tasto destro del mouse per gli utenti Windows e CTRL+CLICK per gli utenti Macintosh richiamate a video il menu contestuale da cui selezionerete la funzione Sposta Raggruppamenti. tekno Manuale operativo Pag.299

300 Nella finestra proposta dal programma selezionate con il mouse il primo capitolo dalla lista presente nella metà inferiore della finestra e trascinatelo in corrispondenza della cartella che simboleggia il gruppo appena creato, nella lista presente nella parte superiore della finestra. - l programma propone una finestra in cui dovrete scegliere dove spostare il raggruppamento: la prima opzione permette di spostare il raggruppamento dopo quello indicato; la seconda opzione permette di inserirlo all interno del raggruppamento indicato; la terza opzione consente di annullare l operazione di spostamento. - Scegliamo la seconda opzione: il programma, dopo aver chiesto se si desidera eseguire il trasferimento anche di tutto il contenuto del raggruppamento, provvederà a rinumerare il capitolo e le immissioni in modo che possano essere riconosciute come facenti parte del gruppo (ad esempio: il capitolo 1 contenente l'immissione 1.1, trasportati all'interno del gruppo 1, diventeranno capitolo 1.1 e immissione 1.1.1). - Per rinumerare i capitoli successivi basterà trascinarli dalla lista presente nella metà inferiore della finestra sulla riga della lista presente nella parte superiore della finestra corrispondente all'ultimo capitolo che fa parte del gruppo in cui desideriamo inserirli (ad esempio il capitolo 2 dovrà essere trascinato sul capitolo 1.1 in modo da rinumerarlo come 1.2). Lista delle immissioni della Lista delle Provviste Per avere un'esposizione chiara delle immissioni fatte nella lista provviste selezionate dal menu Lista Economia/Provviste il comando Lista. La finestra che appare mostra la lista dei capitoli inseriti e l importo totale della lista provviste. Un click del mouse sulla riga corrispondente ad un capitolo permette di visualizzare la lista delle immissioni che ne fanno parte. Le singole righe riportano il codice d immissione della lista delle provviste, il codice dell articolo, la descrizione troncata, l'unità di misura, la quantità, il prezzo utilizzato e l importo totale. Un doppio click del mouse sulla riga corrispondente ad un'immissione ci permetterà di entrare nella scheda in cui sono registrati i dati immessi nella fase d'inserimento. tekno Manuale operativo Pag.300

301 Un click con il tasto destro del mouse (per la versione Windows) o un click del mouse tenendo premuto il tasto CTRL della tastiera (per la versione Macintosh) in corrispondenza di un gruppo o capitolo della lista consente di disporre di un menu contestuale con la funzione Modifica Raggruppamento. Modifica delle immissioni della Lista delle Provviste Per apportare una modifica ad una delle immissioni inserite nella lista provviste dovrete richiamare a video la scheda contenente i dati dell'immissione. - Selezionate la funzione nel menu Liste Economia/Provviste. - Aprite, selezionandolo con un click del mouse, il raggruppamento in cui è inserita l'immissione: selezionate con un doppio click del mouse la riga corrispondente all'immissione da modificare. Se dovete apportare la modifica ad un raggruppamento posizionate il cursore in corrispondenza del nome del raggruppamento, premete il tasto destro del mouse (per gli utenti Windows) o CTRL+ CLICK (per gli utenti Macintosh) e selezionate la funzione Modifica Raggruppamento nel menu contestuale richiamato a video. - Questa operazione permette di visualizzare la scheda contenente i dati inseriti in fase d'immissione della lista provviste: posizionate il cursore in corrispondenza del dato da modificare, variatelo, premete il tasto TAB per confermare la variazione e premete il pulsante "Conferma" per registrare le modifiche apportate. - Per modificare i valori relativi allo sviluppo delle misure (commento, espressioni o singole misure) dovrete selezionate con un click del mouse la riga dello sviluppo nell'elenco riassuntivo posto al centro della finestra: automaticamente il programma dispone i valori nei campi posti sopra all'elenco delle misure per permetterne la modifica. - Se dovete apportare altre modifiche alle immissioni della lista provviste, grazie ai pulsanti a forma di freccia successiva a quella visualizzata. potete spostarvi nella scheda riferita all'immissione precedente o Utilizzando i pulsanti potrete spostarvi, rispettivamente, nella scheda riferita alla prima immissione della lista provviste oppure all'ultima immissione presente nella lista provviste. Ricerca di immissioni della Lista delle Provviste tekno Manuale operativo Pag.301

302 Selezionando la funzione Ricerca dal menu Liste Economia/Provviste si apre una finestra che permette di effettuare la ricerca di un'immissione in base al codice di immissione nella lista delle provviste, in base al codice dell'articolo utilizzato nell'immissione, in base alle note o al commento inseriti nell'immissione. Premendo il pulsante contenente i dati relativi. il programma provvede a ricercare l'immissione proponendo la finestra Cancellazione di immissioni nella Lista delle Provviste Selezionando la funzione dal menu Liste Economia/Provviste entriamo nella finestra che ci permette di cancellare le immissioni della lista provviste. - Per cancellare una singola immissione potremo selezionarla dalla lista con un click del mouse e premere il pulsante Cancella le immissioni selezionate - E' possibile selezionare più immissioni da cancellare contemporaneamente utilizzando il pulsante Sel/Desel. Immissione Utilizzando poi il pulsante Cancella le immissioni selezionate potrete cancellare le sole immissioni precedentemente selezionate. - Tramite il pulsante Rinumera le immissioni potremo intervenire per rinumerare automaticamente un capitolo in cui è stata effettuata una cancellazione e si è quindi persa la sequenza progressiva dei codici delle immissioni. Basterà selezionare con un click del mouse il capitolo nella lista e premere il pulsante Rinumera le immissioni - Premendo il pulsante Descrizione estesa voce è possibile visualizzare la descrizione estesa dell'articolo utilizzato nell'immissione della lista provviste, in modo da effettuare un controllo prima di procedere alla cancellazione irreversibile dell'immissione. tekno Manuale operativo Pag.302

303 - Prima di effettuare la cancellazione, visto il carattere irreversibile dell'operazione, il programma propone un messaggio di conferma: rispondendo affermativamente si attiva la cancellazione definitiva dell'immissione, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Quadro Economico della Lista delle Provviste Selezionate il comando dal menu Liste Economia/Provviste. La finestra che appare, oltre a visualizzare i capitoli (o gruppi) della lista delle provviste, i relativi importi e la percentuale d'incidenza sulla lista, consente di inserire le spese varie ed eventuali. Posizionatevi con un click del mouse nella prima riga del campo Inserimento delle spese varie ed eventuali ed inserite le varie spese con i relativi importi (ad esempio: Imprevisti 5 %, IVA al 19 %, Direzione tecnica con IVA e cassa prev.). L'importo può essere digitato direttamente all'interno della colonna Importo Lire oppure può essere inserita una percentuale nella colonna % e l'importo su cui effettuare il calcolo automatico della percentuale nella colonna su Lire... Il programma provvede ad inserire nella colonna Importo Lire il valore calcolato. Nella parte bassa della medesima finestra sono disponibili opzioni che tengono conto delle diverse necessità di studi tecnici ed imprese edili. Nel campo Per spese generali inserite un valore percentuale e premete il tasto TAB: automaticamente viene calcolata la percentuale sul valore presente nel campo Totale Lista Provviste. Nel campo Utile impresa inserite un valore percentuale e premete TAB: questa volta viene calcolata la percentuale sull importo complessivo dei campi Totale Lista Provviste + Per spese generali. Procedete inserendo anche nei campi Aggiornamenti prezzi del e Ribasso/Aumento del un valore percentuale e premete il tasto TAB. Selezionando i quadratini posti alla destra dei campi Totale Lista Provviste, Per spese generali e Utile impresa e incolonnati sotto il carattere R potete determinare su quale importo calcolare l aumento precedentemente inserito nel campo Aumento del. Il calcolo viene effettuato sulla somma degli importi dei campi marcati. La selezione del quadratino posto sotto il carattere A permette di aggiornare il campo Totale Lista Provviste in base al valore inserito nel campo Aggiornamenti prezzi del in riferimento a particolari disposizioni di legge che interessano alcune aree del nostro territorio nazionale. Nel quadro economico è possibile apportare un arrotondamento al Totale Generale, inserendolo nel sottostante campo Si arrotonda a... Selezionate il pulsante per registrare i dati inseriti e per registrare l'importo della lista nel S.A.L. associato. Tramite il pulsante "Stampa" potrete effettuare una stampa del quadro economico della lista tekno Manuale operativo Pag.303

304 delle provviste. Il comando di stampa dovrà essere lanciato quando la finestra del quadro economico è presente a video. Qualora la lista delle provviste venga utilizzata per contabilizzare delle particolari opere in economia e/o la stessa concorra nel SAL al calcolo degli oneri della sicurezza, è possibile selezionare il box in alto e indicare il libretto delle misure e la data di registrazione nel libretto per l intera lista. Con questa modalità, l importo della lista lordo (cioè non avranno effetto i ribassi applicati in basso) arriverà direttamente in libretto delle misure contabilizzata come un lavoro in economia. Funzionalità approfondite delle Liste delle Provviste Nell esposizione delle funzioni delle Liste delle Provviste, sono state volutamente tralasciate delle funzionalità di livello avanzato per non distogliere l attenzione dall argomento principale. Si tratta comunque di funzionalità comuni a diversi elaborati. Si vedano pertanto nel capitolo relativo alle Funzioni comuni ai vari elaborati: Utilizzo del formulario in una immissione Copia misure da altre immissioni Legami tra le misure Importazione in una immissione degli sviluppi misure da un file di testo Editor rapido delle misure Creazione di nuovi articoli di elenco prezzi durante l'immissione di computo, perizie, libretti Modifica del codice dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione Modifica della descrizione dell'articolo di elenco prezzi utilizzato nell'immissione La gestione dei Livelli-Corpi-Mappali Importare i Livelli-Corpi-Mappali da un altro lavoro La gestione dei Centri di Costo Importare i Centri di Costo da un altro lavoro Rinumerazione immissioni di Computo, di Perizia, delle Provviste tekno Manuale operativo Pag.304

305 Capitolo 15 - Libretto dei Ferri tekno Manuale operativo Pag.305

306 Utilizzo del Libretto dei Ferri Per accedere al menu che permette di gestire i libretti dei ferri selezionate il menu Libretti dei Ferri per il c.a. I diametri nella tabella dei pesi E buona norma, prima di accedere alla finestra che permette di creare un nuovo libretto o aprirne uno precedentemente registrato, inserire il diametro dei ferri ed i relativi pesi. Inserimento di un nuovo diametro Modifica di un diametro Cancellazione di un diametro Importazione della tabella dei pesi da un altro lavoro Inserimento di un nuovo diametro - Selezionate il comando dal menu Libretti dei Ferri. Nella finestra che appare selezionate il pulsante "Nuovo": il programma predispone una nuova riga vuota nella Lista dei diametri. - Inserite i valori numerici nel campo Diametro e nel campo Peso. - Premete il tasto per registrare l'immissione e chiudete la finestra usando il pulsante. tekno Manuale operativo Pag.306

307 Modifica di un diametro - Selezionate il comando dal menu Libretti dei Ferri. - Nella finestra che appare selezionate nella Lista dei diametri il diametro o il peso che desiderate modificare, cancellatelo ed inserite il nuovo valore numerico. - Premete il tasto per registrare la modifica e chiudete la finestra usando il pulsante. Cancellazione di un diametro - Selezionate il comando dal menu Libretti dei Ferri. - Nella finestra che appare selezionate il con un click del mouse la riga del diametro da cancellare nella Lista dei diametri e premete il pulsante - Prima di eseguire la definitiva cancellazione il programma chiede conferma: rispondendo affermativamente si attiverà la cancellazione del diametro selezionato, mentre rispondendo negativamente verrà annullata l'operazione. - Selezionate il pulsante per chiudere la finestra. Importazione della tabella dei pesi da un altro lavoro Per semplificare l'inserimento dei dati in un nuovo archivio, il programma consente di importare la tabella dei pesi da un altro archivio di lavoro (evitando così di dover reinserire i diametri ex-novo). - Selezionate il comando Importa Tabella Pesi dal menu Libretti dei Ferri. Il programma propone un messaggio di avvertimento tramite il quale, prima di proseguire con l'importazione, avverte che gli eventuali pesi già presenti nell'archivio del lavoro corrente verranno cancellati e sostituiti da quelli che saranno importati. Rispondendo affermativamente si proseguirà con l'importazione, mentre rispondendo negativamente si annullerà l'operazione. - Nella finestra che appare si selezionerà con un doppio click del mouse l'archivio da cui si desidera importare la tabella dei pesi: il programma provvederà automaticamente all'importazione. - Al termine dell'operazione potrete selezionare il comando Tabella Pesi per verificare i dati importati dal programma. tekno Manuale operativo Pag.307

308 Creazione o scelta del Libretto dei ferri Le funzioni del menu Libretti dei Ferri sono disabilitate ad eccezione di : le altre funzioni vengono abilitate successivamente all'operazione di scelta del libretto su cui si desidera lavorare. Per creare o scegliere il libretto dei ferri in cui operare selezionate il comando Scelta Lista dal menu Libretti dei Ferri. La finestra che appare permette di aprire, cancellare e registrare i libretti dei ferri. Creazione di un nuovo Libretto dei ferri Scelta di un libretto gia' presente in archivio Cancellazione di un Libretto dei ferri Creazione di un nuovo libretto dei ferri - Selezionate il pulsante per creare un nuovo libretto dei ferri: il programma propone di default 'Libretto dei Ferri n. x' con un numero progressivo attribuito automaticamente. Nel campo Descrizione viene inserita una descrizione relativa al libretto che sarà riportata in fase di stampa nella pagina dell'intestazione. - Selezionate il pulsante per registrare: il programma esce automaticamente dalla finestra "Seleziona il Libretto dei Ferri" e abilita i comandi del menu Libretto dei Ferri. Scelta di un libretto già presente in archivio - Nel caso in cui si debbano fare delle immissioni in un libretto dei ferri già presente in archivio lo si dovrà selezionare dall'elenco di quelli già presenti in archivio. - Selezionate il comando Scelta Libretto dal menu Libretti dei Ferri. Per entrare in un libretto già esistente lo si seleziona dall'elenco con un click del mouse e si preme il pulsante "Conferma". In alternativa è possibile selezionarlo semplicemente con un doppio click del mouse. - In entrambi i casi il programma chiude la finestra di "Seleziona il Libretto dei Ferri" ed abilita tutte le funzioni del menu Libretto dei Ferri. Cancellazione di un libretto dei ferri - Selezionate il comando Scelta Libretto dal menu Libretti dei Ferri. - E' possibile cancellare uno dei libretti elencati nella finestra di scelta del libretto selezionandolo con un click del mouse e premendo il pulsante "Cancella". tekno Manuale operativo Pag.308

309 - Un messaggio a video chiederà conferma prima di procedere alla cancellazione definitiva. Rispondendo affermativamente il programma eliminerà completamente il libretto dei ferri, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Immissione nel Libretto dei Ferri - Selezionate il comando Inserimento dal menu Libretti dei Ferri. - Nella finestra che appare il programma propone numero d'inserimento progressivo. Accettatelo e passate con il tasto TAB nel campo Commento, in cui inserirete una descrizione relativa all'immissione del libretto dei ferri. - Sempre utilizzando il tasto TAB passate al campo Diametro. A questo punto, premendo nuovamente il tasto TAB a campo vuoto, appare la tabella dei pesi da cui prelevare, con un doppio click del mouse, uno dei diametri. - Completate l immissione inserendo i valori numerici rispettivamente nel campo Lungh. (lunghezza), nel campo N. ferri ug. (numero di ferri uguali) e nel campo Nps (numero parti simili). Premendo il tasto TAB il programma calcolerà il peso inserendolo nel campo Totale Kg. e riporterà le misure appena digitate nella lista posizionata al centro della finestra. Se lo desiderate potete anche inserire una riga in cui è stato completato il solo campo di commento. - - Selezionate il pulsante "Conferma" per registrare le immissioni o il pulsante "Esci" per chiudere la finestra. Premendo il pulsante "Esci" senza aver prima confermato non verranno registrate le immissioni effettuate. Modifica delle immissioni del Libretto dei Ferri - Selezionate il comando Inserimento dal menu Libretti dei Ferri. - Selezionate con un click del mouse nell'elenco delle immissioni la riga a cui volete apportare la modifica. Automaticamente il programma ne trasferisce i dati all'interno dei campi posti sopra alla lista. - Posizionate il cursore in corrispondenza del dato da modificare, selezionate il testo o i valori numerici da variare, digitate i nuovi dati e premete il tasto TAB per confermare la modifica apportata. - Selezionate il pulsante per registrare le modifiche apportate o il pulsante per chiudere la finestra senza registrare. tekno Manuale operativo Pag.309

310 Inserimento di una nuova riga nell'elenco delle immissioni del Libretto dei Ferri - Selezionate il comando Immissione dal menu Libretti dei Ferri - Selezionate con un doppio click del mouse nell'elenco delle immissioni la riga prima della quale desiderate posizionare il nuovo inserimento. - Il programma propone una finestra contenente il pulsante "Inserisci riga": premete il pulsante per attivare l'inserimento di una nuova riga vuota prima di quella selezionata in precedenza. In questo modo potrete inserire un'immissione del libretto dei ferri tra due già esistenti seguendo le modalità d'inserimento già viste. - Selezionate il pulsante Salva per registrare l'inserimento della nuova riga o il pulsante "Esci" per chiudere la finestra. Premendo il pulsante Annulla senza aver prima confermato non verranno registrate le immissioni effettuate. Cancellazione delle immissioni del Libretto dei Ferri - Selezionate il comando Inserimento dal menu Libretti dei Ferri. - Selezionate con un doppio click del mouse nell'elenco delle immissioni la riga che desiderate eliminare. - Il programma propone una finestra contenente il pulsante "Cancella riga": premete il pulsante per attivare la cancellazione dell'immissione del libretto dei ferri. - Visto il carattere irreversibile dell'operazione il programma chiede conferma prima di procedere: in caso di risposta affermativa l'immissione del libretto viene cancellata, mentre in caso di risposta negativa l'operazione viene annullata. tekno Manuale operativo Pag.310

311 - Selezionate il pulsante per chiudere la finestra. Riepilogo del Libretto dei Ferri - Selezionate il comando Riepilogo dal menu Libretti dei Ferri. La finestra che appare visualizza, per ogni diametro, il peso specifico, la lunghezza totale inserita in m e il peso totale in kg.. Il campo in basso a destra riporta il peso complessivo di tutti i diametri inseriti. - Selezionando il pulsante il programma chiude la finestra del riepilogo e provvede ad aggiornare il campo Totale della finestra di scelta del libretto in base al campo Tot. Libretto dei Ferri n. X qui visualizzato. tekno Manuale operativo Pag.311

312 Capitolo 16 Funzioni Comuni ai vari elaborati tekno Manuale operativo Pag.312

313 Operatori e funzioni accettati nelle espressioni algebriche Vi segnaliamo che il campo Espressione accetta i caratteri: ( ); gli operatori + - * /; le funzioni: Descrizione Sintassi (esempio) Risultato radice quad. SQR(25) 5 seno SIN(45) 0,707 coseno COS(45) 0,707 tangente TAN(45) 1 arcoseno ASIN(0,5) 30 arcocoseno ACOS(0,5) 60 arcotangente ATAN(1) 45 logaritmo nat. LN(100) 4,605 log. base dieci LOG(100) 2 valore assoluto ABS(-2) 2 fattoriale FACT(5) 120 intero INT(1,23) 1 potenza PWR(2,2) 4 La funzione di elevamento a potenza PWR (x,y) può essere inserita nel campo espressione alle seguenti condizioni: - se il separatore decimale è un punto (.) PWR (x,y); - se il separatore decimale è una virgola (,) PWR (x.y); - in tutti gli altri casi PWR (x,y). E possibile quindi introdurre quantità intere o decimali ed espressioni algebriche (i caratteri * e / rappresentano rispettivamente la moltiplicazione e la divisione) senza limiti di parentesi. Se l impostazione non è sintatticamente corretta viene visualizzato un messaggio d errore. Per poter proseguire nell immissione è tekno Manuale operativo Pag.313

314 necessario correggere l errore. Nel caso di espressioni molto lunghe il ritorno a capo viene eseguito automaticamente dal programma. Nel calcolo delle espressioni viene rispettata la convenzione algebrica sulla priorità delle operazioni. Copia misure da altre immissioni Se nel corso di un computo metrico o di una perizia o di un libretto delle misure è necessario recuperare lo sviluppo delle misure di un immissione inserita precedentemente (si pensi alle misure dell intonaco e successivamente delle pitture) anche su elaborati precedenti (si pensi di copiare nel libretto tutti o parte degli gli sviluppi di una immissione sviluppata molto dettagliatamente nel computo) potrete utilizzare questa funzione, che vi consente un prezioso risparmio di tempo. Selezionando con un doppio click una riga di sviluppo dalla lista d immissione delle misure, aprirete una apposita finestra che proporrà diverse opzioni. Analizzeremo ora la funzionalità di ciascuno di questi pulsanti. Cliccando la funzione di Copia misure da Computo, verrà visualizzata la lista delle immissioni del Computo Metrico. Selezioniamo con un doppio click l immissione prescelta e comparirà la finestra dei relativi sviluppi delle misure. Volendo copiare solamente un parziale di quell immissione o comunque tutti gli sviluppi delle misure, dovrete selezionare una delle righe di sviluppo importandone il contenuto nel vostro elaborato di partenza. Sarà così possibile ricopiare le misure di alcune righe saltandone altre. Gli sviluppi copiati riporteranno il simbolo "C". Tramite il pulsante Copia tutte le righe, riporteremo tutti gli sviluppi delle misure dell immissione. Per tornare all immissione di Computo dovremo uscire con il tasto lista di Computo. dalla finestra degli sviluppi e uscire dalla Se invece vogliamo importare solo il totale delle misure senza gli sviluppi, potremo selezionare con un solo click del mouse l immissione prescelta nella lista e, premendo di seguito il pulsante Copia le q.tà totale, copierete nella vostra immissione il totale di quella immissione di computo metrico. Prima di effettuare la scelta delle misure da copiare è possibile attribuire un segno algebrico agli sviluppi copiati. L opzione di copia la misura con segno permette infatti la scelta del segno algebrico. tekno Manuale operativo Pag.314

315 Cliccando la funzione di Copia misure da Libretti, verrà visualizzata la lista dei libretti e, una volta scelto il libretto con un doppio click, la relativa lista delle immissioni. Selezioniamo con un doppio click l immissione prescelta e comparirà la finestra dei relativi sviluppi delle misure del tutto analoga alla finestra riportata sopra per gli sviluppi del computo metrico. Volendo copiare solamente un parziale di quell immissione o comunque tutti gli sviluppi delle misure, dovrete selezionare una delle righe di sviluppo importandone il contenuto nel vostro elaborato di partenza. Sarà così possibile ricopiare le misure di alcune righe saltandone altre. Gli sviluppi copiati riporteranno il simbolo "C". Tramite il pulsante Copia tutte le righe riporteremo tutti gli sviluppi delle misure dell immissione. Per tornare all immissione di Computo dovremo uscire con il tasto dalla finestra degli sviluppi. Se invece vogliamo importare solo il totale delle misure senza gli sviluppi, potremo selezionare con un solo click del mouse l immissione prescelta nella lista (dopo aver scelto il libretto) e, premendo di seguito il pulsante Copia la q.tà totale, copierete nella vostra immissione il totale di quella immissione di Libretto. Dalla lista dei libretti, inoltre, con il pulsante Importa da un altro lavoro, potremo aprire i libretti delle misure contenuti in un altro file che andremo a selezionare con la consueta finestra del sistema operativo. Prima di effettuare la scelta delle misure da copiare è possibile attribuire un segno algebrico agli sviluppi copiati. L opzione di copia la misura con segno permette infatti la scelta del segno algebrico. Cliccando la funzione di Copia misure da Perizie, tekno Manuale operativo Pag.315

316 verrà visualizzata la lista delle Perizie e, una volta scelta la perizia con un doppio click, la relativa lista delle immissioni. Selezioniamo con un doppio click l immissione prescelta e comparirà la finestra dei relativi sviluppi delle misure del tutto analoga alla finestra riportata sopra per gli sviluppi del computo metrico. Volendo copiare solamente un parziale di quell immissione o comunque tutti gli sviluppi delle misure, dovrete selezionare una delle righe di sviluppo importandone il contenuto nel vostro elaborato di partenza. Sarà così possibile ricopiare le misure di alcune righe saltandone altre. Gli sviluppi copiati riporteranno il simbolo "C". Tramite il pulsante Copia tutte le righe riporteremo tutti gli sviluppi delle misure dell immissione. Per tornare all immissione di Computo dovremo uscire con il tasto dalla finestra degli sviluppi e uscire dalla lista della Perizia. Se invece vogliamo importare solo il totale delle misure senza gli sviluppi, potremo selezionare con un solo click del mouse l immissione prescelta nella lista (dopo aver scelto la Perizia) e, premendo di seguito il pulsante copia la q.tà totale (in alto a sinistra nella finestra della lista), copierete nella vostra immissione il totale di quella immissione selezionata della Perizia. Prima di effettuare la scelta delle misure da copiare è possibile attribuire un segno algebrico agli sviluppi copiati. L opzione di copia la misura con segno permette infatti la scelta del segno algebrico. Cliccando la funzione Copia misure da Lib. Dei Ferri, verrà visualizzata la lista dei libretti dei ferri. Selezionando con un click del mouse il libretto prescelto e premendo di seguito il pulsante Copia tutte le righe, copierete nel vostro elaborato il totale del libretto. La funzione di Storno partite Provv., attivo solo nel libretto delle misure, permette di gestire automaticamente lo storno delle partite provvisorie. Si veda la sua funzionalità nel paragrafo Gestione delle partite provvisorie nei libretti nel capitolo del libretto delle misure. tekno Manuale operativo Pag.316

317 Cliccando la funzione Importa misure da file, è possibile l importazione delle misure da un file di tipo testo separato da TAB o da altro delimitatore. Si rimanda l esposizione delle operazioni da eseguire al paragrafo Importazione in una immissione degli sviluppi misure da un file di testo di questo capitolo. Legami tra le misure Qualora si intenda copiare alcuni sviluppi delle misure tra immissioni appartenenti allo stesso elaborato (si pensi ad esempio alle immissioni relative alle pitture i cui sviluppi potrebbero essere identici a quelli dell intonaco), si potrebbe pensare a mantenere un legame tra le misure in previsione di successive modifiche. In questo modo infatti la modifica della misura legante può determinare l aggiornamento delle misure legate. NOTA BENE: il legame avviene tra singoli sviluppi delle misure e non quindi tra intere immissioni. Supponiamo, per esempio, di voler copiare e mantenere un legame tra misure del computo (la funzione è analoga se stiamo lavorando nelle perizie o nei libretti delle misure, purché si voglia copiare all interno dello stesso elaborato e cioè computo da computo, perizie da perizie e libretti da libretti). Dopo aver selezionato l articolo delle pitture, per esempio, facciamo un doppio click sulla una riga di sviluppo delle misure. tekno Manuale operativo Pag.317

318 Selezionando di voler copiare da Computo, il programma, come di consueto mostrerà la lista delle immissioni di Computo per poter scegliere quella da cui vogliamo copiare le misure. Una volta selezionata l immissione degli intonaci, per esempio, comparirà la finestra che mostra i relativi sviluppi di misure inseriti. Possiamo notare nelle opzioni di copiatura, la possibilità di mantenere un legame con le misure. Spuntiamo il box prima di eseguire la copia delle misure che desideriamo. Vediamo il risultato che otteniamo nell immissione relativa alle pitture: Una freccetta rossa a destra della misura ci indica che si tratta di una misura legata all immissione indicata dal codice riportato. Analogamente, una freccetta blu a destra ci indica che si tratta di una misura legata. Se infatti andassimo ora a modificare una o più misure degli intonaci tra le misure leganti, alla conferma delle modifiche, il programma ci avviserà con un messaggio: Cliccando sul pulsante Aggiorna, il programma aggiornerà le misure. Cliccando sul pulsante Mostra, il programma ci farà vedere le misure legate e l esito che potrebbe avere l aggiornamento Sarà necessario selezionare le misure che si desiderano aggiornare. Come si può notare, è possibile nuovamente intervenire sul segno della misura legata. tekno Manuale operativo Pag.318

319 Se invece non si desidera procedere con l aggiornamento, utilizzeremo il tasto Importazione in una immissione degli sviluppi misure da un file di testo Il programma consente di importare gli sviluppi delle misure da un file in formato testo separato da tabulazione o da altro delimitatore. Selezionando con un doppio click una riga di sviluppo dalla lista d immissione delle misure, aprirete un'apposita finestra dove, tra gli altri pulsanti, è disponibile il pulsante Importa/Esporta Computo Metrico, come già visto al paragrafo Copia misure da altre immissioni. Nota Bene: Il formato txt separato da un qualsiasi separatore (il più comune è il TAB, ovvero la tabulazione) è un formato tipico di un database in cui tutte le informazioni relative ad un articolo sono "messe in fila" e tutte le informazioni sono pubblicate secondo il medesimo ordine ben definito. Ne consegue che un file proveniente da un database (Acces, dbf, ecc) che può essere esportato in txt (o in qualsiasi altro formato di solo testo) con un determinato separatore, può essere importato direttamente nel programma (al massimo richiede di essere ripulito da informazioni non necessarie). Un discorso particolare meritano i files di Excel. I files di Excel, infatti, possono essere gestiti in molti modi diversi. Affinchè un file di Excel possa essere importato automaticamente in tekno, devono essere rispettate alcune condizioni: Le informazioni relative ad una singola riga di sviluppo delle misure devono trovarsi tutte sulla stessa riga In particolar modo l eventuale commento non deve essere spezzata in più celle Se il file di Excel rispetta queste condizioni, o è riconducibile alle medesime con poche operazioni direttamente sul file di Excel (non ha importanza se vi sono righe bianche o l intestazione), allora il file in formato testo separato da tabulazione, che si ottiene su Excel dal "Salva con nome" (selezionando nel Tipo file "testo separato da tabulazione"), può essere importato in tekno. Allo stesso modo vanno trattati i files di Word o di qualsiasi altro editor di testi: sarà sempre necessario riportarli ad un file di Excel che presenti le caratteristiche appena descritte per poi poter procedere all importazione. Generalmente quindi questa operazione è possibile solo quando il file di Word è in formato tabella, o la funzione "Converti il testo in tabella" del menù Tabella dà risultati soddisfacenti. tekno Manuale operativo Pag.319

320 Selezionate con un click del mouse il pulsante Importa/Esporta Computo Metrico per entrare nella finestra che permette di settare il formato del file da cui dobbiamo importare lo sviluppo misure e la lista dei campi da importare. Con il cursore del mouse selezionate il simbolo posto a fianco del campo con menu a pop-up Formati di importazione disponibili: questa operazione permette di visualizzare i diversi formati di importazione disponibili. Con un click del mouse selezionate il formato corrispondente a quello del file da cui effettuerete l'importazione. A questo punto resta da definire la lista ordinata dei campi che dovranno essere importati. Selezionate con un doppio click del mouse i campi presenti nella Lista dei campi disponibili, in modo da trasferirli automaticamente nella Lista dei campi selezionati. Vediamo, uno a uno, i campi disponibili: Commento: è l eventuale specificazione testuale dello sviluppo di misure. Lunghezza: se la misura è espressa come prodotto di fattori, è il numero o l espressione di misure che specifica la lunghezza. Larghezza: se la misura è espressa come prodotto di fattori, è il numero o l espressione di misure che specifica la larghezza. Alt.-Peso-Superf. (HPS): se la misura è espressa come prodotto di fattori, è il numero o l espressione di misure che specifica l altezza, il peso, la superficie, o comunque la terza dimensione. tekno Manuale operativo Pag.320

321 Espressione: campo che rappresenta l intera espressione delle misure; ovviamente per tutti gli sviluppi di misure, deve essere alternativo l uso dei fattori o dell espressione. Codice Livello-Corpo-Mappale: indicazione della partizione di riferimento; per la definizione dei Livelli si rimanda al paragrafo La gestione dei Livelli-Corpi-Mappali. Descrizione Livello-Corpo-Mappale: descrizione della partizione di riferimento; per la definizione dei Livelli si rimanda al paragrafo La gestione dei Livelli-Corpi-Mappali. Jolly 1, 2: campi che non interessano durante l importazione. La lista dei campi selezionati deve rispecchiare l ordine delle informazioni del file txt. Per questo motivo, è possibile scegliere dalla Lista dei campi disponibili solo i campi necessari e nell ordine che si desidera (NB: se si sta importando da Excel, l ordine delle informazioni è l ordine delle colonne) Se desiderate rimuovere uno dei campi inseriti nella Lista dei campi selezionati potrete selezionarlo con un doppio click del mouse, ottenendo il suo trasferimento automatico nella lista di provenienza (Lista dei campi disponibili). Una volta definite tutte le informazioni necessarie al programma per eseguire l'importazione premete il pulsante Il programma vi propone la finestra "Select import file" nella quale dovete selezionare con un click del mouse il file da cui importare i dati del listino prezzi e premere il pulsante "Apri" (in alternativa selezionate il file con un doppio click del mouse). Questa operazione attiva l'importazione dei dati nell'elenco prezzi dell'archivio corrente del programma. Nella finestra successiva proposta dal programma ("Importazione degli sviluppi delle misure") viene presentato l'ordine di importazione del primo record del listino che potrete gestire dai pulsanti dal Riquadro Attività o dai relativi pulsanti rapidi se il Riquadro è chiuso. In base a quanto visualizzato è possibile effettuare quattro differenti scelte: Selezionare il pulsante "Importa tutto" per attivare l'importazione di tutti i record; Selezionate il pulsante "Interrompi" per bloccare l'importazione ed annullare l'operazione; Selezionare il pulsante "Salta record" per indicare al programma di saltare durante l'importazione il record così contrassegnato. Dopo aver "saltato" uno o più record consecutivi è comunque possibile attivare l'importazione automatica di tutti gli altri record del listino premendo il pulsante "Importa tutto". Selezionare il pulsante "Importa record" per effettuare l'importazione singola del record visualizzato nella finestra "Importazione degli sviluppi delle misure". Pertanto, utilizzando i pulsanti "Salta record" e "Importa record" potrete effettuare l'importazione "manuale" dei record, visualizzandoli nella finestra "Importazione degli sviluppi delle misure" e decidendo di volta in volta se importarli o saltarli. tekno Manuale operativo Pag.321

322 È consigliabile provare l importazione manuale per i primi record (saltandoli dove è necessario) per vedere se tutto procede correttamente. Al termine dell'importazione potrete verificare la presenza nell immissione degli sviluppi delle misure importati. Editor rapido delle misure Dalla finestra di Inserimento del Computo Metrico o delle Perizie, o del Libretto delle misure, o delle Liste Economia/Provviste è possibile visualizzare ed editare gli sviluppi delle misure dell immissione selezionata senza dover aprire l immissione stessa. Vediamo la funzione nel Computo: negli altri elaborati le funzioni sono analoghe. Selezionate Inserimento dal menù Computo Metrico Selezionate con un solo click l immissione di cui volete visualizzare ed editare gli sviluppi delle misure Schiacciate la linguetta Edita misure evidenziata dal cerchietto rosso: vi permetterà di accedere direttamente agli sviluppi delle misure dell immissione selezionata. Sarete già in fase di modifica e potrete editare qualsiasi dato inserito nelle varie righe, dal commento, all espressione, ai campi fattore. Muovetevi con il tasto TAB nelle singole righe per editare i vari campi. Inoltre, se si sta utilizzando la gestione dei Livelli Corpi Mappali per le righe di sviluppo delle misure (si veda La gestione dei Livelli-Corpi-Mappali nel capitolo delle Funzionalità comuni) sarà possibile modificare, inserire o richiamarne con il TAB a campo vuoto la lista, il livello associato alla riga di misure. La presenza del pulsante Prop. Mis. schiacciato (di default viene proposto in questa situazione) in ogni riga successiva verrà proposto il valore inserito nel corrispondente campo (sia esso commento, tekno Manuale operativo Pag.322

323 espressione o fattore) della riga precedente. Per inserire un valore diverso, non è necessario cancellare il dato proposto ma sarà sufficiente scrivere direttamente. Con il tasto TAB invece accetteremo il valore proposto. Una volta effettuate le modifiche potremo utilizzare il tasto Conferma salveremo le modifiche effettuate nell immissione. Con il pulsante Annulla, invece, annulleremo le modifiche effettuate. Per visualizzare le righe di sviluppo di altre immissioni, non sarà necessario tornare alla lista di Elenco prezzi, ma sarà sufficiente evidenziare nella finestra superiore un altra immissione. Se dalla fase di modifica si tenterà di uscire senza l annullamento o la conferma delle modifiche, il programma avviserà con un messaggio che chiederà il destino delle modifiche effettuate. La gestione dei Livelli-Corpi-Mappali La funzione Livelli-Corpi-Mappali, inserita come sotto-voce di Struttura (dal menu Computo Metrico, o Perizie, o Libretti delle Misure, o Lista delle Provviste), permette di inserire un ulteriore livello di raggruppamento dell elaborato in esame: ad ogni riga di sviluppo misure di una immissione potremo associare uno dei livelli creati con questa funzione. I raggruppamenti potranno far riferimento a livelli (piano terra, primo piano, ecc.), a corpi (Corpo A del fabbricato - uffici, Corpo B del fabbricato - reparto produzione, ecc.) o mappali (fase 1 - opere murarie, fase 2 - opere impiantistiche, ecc.). Vediamo la loro creazione nel Computo metrico: dagli altri elaborati le funzionalità sono analoghe. Nella finestra che appare selezionando la funzione Livelli-Corpi-Mappali selezionate il pulsante "Nuovo" : il programma attribuisce automaticamente un numero progressivo al nuovo livello-corpomappale (nella colonna Cod.), mentre il cursore si posiziona nella colonna Descrizione dove digiterete la descrizione del raggruppamento creato. Per registrare l immissione dovrete premere il pulsante "Conferma". tekno Manuale operativo Pag.323

324 Grazie a due check-box potete scegliere se rendere attivo l'uso dei livelli-corpi-mappali nelle immissioni di computo metrico, nelle perizie, nelle liste delle provviste e nel libretto delle misure: selezionate il check-box Computo-Perizie-Provviste e/o il check-box Libretto delle misure. In questo modo, in fase d immissione di computo-perizie-liste provviste e/o nell'immissione del libretto delle misure, apparirà il campo Livelli-Corpi-Mappali. Posizionando il cursore nel campo Livelli-Corpi-Mappali presente nella finestra d'immissione delle misure del computo (solo se nella finestra della struttura è stato spuntato l apposito bax) e premendo il tasto TAB a campo vuoto apparirà la lista dei livelli-corpi-mappali inseriti in archivio, da cui selezionerete quello desiderato con un doppio click del mouse. Nelle immissioni degli sviluppi delle misure successive il programma proporrà di default l'associazione al livello-corpo-mappale inserita nell'immissione precedente. Per modificarla si dovrà entrare con il cursore nel campo Livelli-Corpi-Mappali, cancellare il contenuto ed inserire un nuovo codice di livellocorpo-mappale che si desidera associare all'immissione, oppure fare un TAB a campo vuoto per richiamare nuovamente la lista. Nelle stampe dei vari elaborati potremo avere la stampa suddivisa per Livelli-Corpi-Mappali selezionando l opzione Livelli-Corpi-Mappali all interno della finestra di settaggio della stampa. Importare i Livelli-Corpi-Mappali da un altro lavoro tekno Manuale operativo Pag.324

325 Il programma consente di importare in un nuovo file di lavoro i livelli-corpi-mappali utilizzati in un precedente lavoro, risparmiando il tempo necessario al reinserimento manuale. Nella finestra che appare selezionando la funzione Livelli-Corpi-Mappali (da Struttura nel menu Computo Metrico, o Perizie, o Libretti delle Misure, o Lista Provviste) premete il pulsante "Importa". Viene attivata la finestra "Importa la struttura del.." in cui dovete selezionare il check-box corrispondente all operazione Importa Livelli-Corpi-Mappali. Premete il pulsante "Sfoglia" per accedere alla finestra in cui selezionare il file corrispondente all'archivio da cui il programma deve importare i dati e selezionate il file con un doppio click del mouse (oppure selezionatelo con un click del mouse e premete il pulsante "Apri"). Il programma trascrive nel campo Importa dal lavoro... il nome dell'archivio da cui effettuerà l'importazione. Premete il pulsante "Conferma" per attivare l importazione dei livelli-corpi-mappali. La gestione dei Centri di Costo E possibile l inserimento e la gestione dei centri di costo nel computo metrico, nelle perizie, nei Libretti delle misure e nelle Liste delle Provviste. Possiamo trattare i centri di costo, sia come capitoli di spesa cui imputare le varie opere, sia come ulteriori raggruppamenti cui far confluire in modo diverso le varie immissioni. Analizziamo la situazione nel Computo Metrico: nelle altre situazioni le funzioni sono analoghe. Selezionate Centri di Costo dal menu Computo Metrico. Nella finestra che si apre possiamo creare i gruppi ed i capitoli riferiti ai centri di costo. tekno Manuale operativo Pag.325

326 Per creare un gruppo premete il pulsante creazione di un nuovo gruppo. Appare una finestra in cui viene proposto un numero di codice progressivo (che può essere composto al massimo da tre cifre) ed il campo Nome del gruppo in cui inserire la descrizione del gruppo. Premendo il pulsante si registra la creazione del gruppo nella lista "Gruppi Centri di Costo Analogamente creeremo i capitoli che fanno parte del gruppo. In questo caso premeremo il pulsante Creazione nuovo capitolo (dopo aver selezionato il gruppo di cui il capitolo deve far parte). Anche in questo caso il programma propone un codice progressivo (che può essere composto al massimo da tre cifre) ed il campo Nome del capitolo in cui inseriremo la descrizione del capitolo che verrà registrato nella lista "Capitoli Centri di Costo". Potremo modificare i nomi di gruppi e capitoli selezionandoli con un click del mouse e premendo, rispettivamente, il pulsante Modifica Gruppo e il pulsante (ricordando di premere sempre il pulsante per registrare la modifica). Il pulsante "Cancella" permette di eliminare i centri di costo (selezionandoli con il mouse e premendo il pulsante). Grazie a due check-box potete scegliere se rendere attivo l'uso dei centri di costo nelle immissioni di computo metrico, nelle perizie, nelle liste delle provviste e nel libretto delle misure: selezionate il checkbox Gestisci i Centri di Costo nel Computo-Perizie-Provviste e/o il check-box Gestisci i Centri di Costo nel Libretto delle misure. In questo modo, in fase d immissione di computo-perizie-liste provviste oppure nell'immissione del libretto delle misure, apparirà il campo Raggruppamento del centro di costo. Per rendere attiva la gestione dei centri di costo nel computo metrico selezionate il check-box Gestisci i Centri di Costo nel Computo Metrico-Perizie-Provviste. A ciascun Capitolo o Gruppo del computo delle perizie o delle provviste potremo associare un centro di costo. Tutte le immissioni che fanno parte del capitolo verranno automaticamente associate di default allo stesso gruppo e capitolo del centro di costo (visualizzato nel campo Raggruppamento del Centro tekno Manuale operativo Pag.326

327 di Costo della scheda di immissione delle misure). L associazione potrà essere effettuata anche nella scheda d'immissione delle misure cancellando il gruppo ed il capitolo del centro di costo proposti di default ed inserendo i codici del gruppo e del capitolo che si desidera associare all'immissione. Entrando nella scheda d immissione del capitolo o del gruppo del computo, posizionando il cursore all interno del campo Gruppo e Capitolo del centro di costo e premendo il tasto TAB, potremo far comparire la lista dei gruppi e dei capitoli dei centri di costo. Selezionando con un doppio click del mouse il gruppo e il capitolo il programma riporterà codice e descrizione nella scheda d immissione del capitolo o del gruppo del computo. Se ricordate a memoria i codici di gruppo e capitolo naturalmente li potete digitare direttamente nella scheda d immissione senza dover richiamare la lista. È possibile assegnare anche successivamente i centri di costo ad una selezione multipla discontinua di immissioni: dopo aver selezionato le immissioni che si vogliono attribuire ad un determinato centro di costo, con un click del tasto destro (Ctrl + click su piattaforma Mac) si accederà al menù contestuale delle immissioni per selezionare "Attribuzione Centro di Costo". Nel modo classico, sceglieremo il centro di costo da attribuire. Alla conferma, le immissioni selezionate saranno attribuite al centro di costo che viene anche messo in evidenza nella lista in una colonna a destra. Nei libretti delle misure, infine, all interno della finestra dei centri di costo, richiamabile dal sottomenù della struttura, è possibile verificare l importo contabilizzato al netto, fino a quel momento, in quel libretto delle misure, relativamente al centro di costo selezionato. Sarà sufficiente, infatti, cliccare sul tasto Calcola. tekno Manuale operativo Pag.327

328 In fase di stampa del computo, delle perizie, delle provviste, dei libretti e dei SAL è possibile stampare con la suddivisione per centri di costo selezionando l opzione Per Centri di Costo. Importare i Centri di Costo da un altro lavoro Il programma consente di importare in un nuovo file di lavoro i centri di costo utilizzati in un precedente lavoro, risparmiando il tempo necessario al reinserimento manuale. Nella finestra che appare selezionando la funzione Centri di Costo premete il pulsante Importa i centri di costo da un altro. Viene attivata la finestra "Importa la struttura del Computo Metrico" in cui dovete selezionare il checkbox corrispondente all operazione Importa Centri di Costo. tekno Manuale operativo Pag.328

329 Premete il pulsante "Sfoglia" per accedere alla finestra in cui selezionare il file corrispondente all'archivio da cui il programma deve importare i dati e selezionate il file con un doppio click del mouse (oppure selezionatelo con un click del mouse e premete il pulsante "Apri"). Il programma trascrive nel campo Lavoro da cui eseguire l Import, il nome dell'archivio da cui effettuerà l'importazione. Premete il pulsante "Esegui Import" per attivare l importazione dei centri di costo. Rinumerazione immissioni di Computo, di Perizia, delle Provviste E' stata mantenuta la possibilità di effettuare la rinumerazione utilizzando questo comando a beneficio degli utenti abituati ad usare questo strumento. Consigliamo di effettuare la rinumerazione in maniera automatica utilizzando le metodologie che abbiamo esaminato nei paragrafi di Lista del Computo, Lista della Perizia, Lista delle Provviste. Inoltre anche con i comandi di Sposta voci e Sposta raggruppamenti si ottengono risultati di rinumerazione a volte più soddisfacenti. Per completezza d'informazione vediamo il funzionamento della rinumerazione "manuale". Vediamo la funzionalità nel Computo Metrico: negli altri elaborati le funzioni sono analoghe. Il comando Rinumerazione Codici C.M. apre una finestra che consente di effettuare la rinumerazione dei codici delle immissioni del computo. Possiamo considerare la finestra divisa in due zone: la prima zona permette di definire quali codici presenti nella lista devono essere rinumerati, mentre la seconda zona riserva la possibilità di impostare i dati per la rinumerazione. La parte bassa della finestra visualizza i Parametri codice impostati con il comando Parametri, molto importanti per una corretta interpretazione della rinumerazione. La rinumerazione viene effettuata su un singolo codice o un gruppo di codici. Vediamo i passi da seguire per effettuare la rinumerazione. La scelta delle immissioni da rinumerare avviene semplicemente selezionando con un doppio click del mouse nella lista che appare sotto alla scritta Dal codice C.M. la prima immissione che vogliamo rinumerare mentre nella lista che appare sotto alla scritta Al codice C.M. selezioneremo con un doppio click del mouse l'ultima immissione della serie da rinumerare. Al termine di questa operazione comparirà automaticamente la lista contenente tutte le immissioni scelte per la rinumerazione sotto alla scritta Lista dei codici da rinumerare. Se la lista è corretta selezionate il pulsante "Conferma lista", in caso contrario selezionate il pulsante "Cancella lista" per impostare un nuovo gruppo di codici da rinumerare. tekno Manuale operativo Pag.329

330 Posizionate il cursore nel campo Primo codice, situato nella seconda zona della finestra, ed inserite il codice che andrà a sostituire il primo della lista e da cui partirà la rinumerazione. Nel campo Gruppo n.: inserite il numero del gruppo che la procedura andrà ad incrementare durante la rinumerazione. La definizione di gruppo si riferisce ai raggruppamenti che si formano all interno del parametro. Ad esempio, nel parametro di default "AA.AAA.AAA" noi possiamo contare tre gruppi, partendo sempre a contare da sinistra verso destra (AA primo gruppo, AAA secondo gruppo, AAA terzo gruppo). Nel campo Incrementa di: inserite il valore numerico di incremento del gruppo scelto. L incremento può variare da 0 a n, dove n rappresenta un numero intero: ad esempio, inserendo il valore d incremento 1 la procedura incrementerà di una unità il gruppo precedentemente indicato nei codici selezionati. Il check-box annulla i sottogruppi, se selezionato, annulla la parte di codice (se esiste) corrispondente ai gruppi successivi a quello incrementato. Il check-box usa il primo codice, se selezionato, indica al programma che la rinumerazione deve partire utilizzando il codice inserito nel campo Primo codice, qualsiasi esso sia. Ad esempio, possiamo utilizzare questa funzione per rinumerare i codici da 4.1 a 4.3 inserendo nel campo primo codice il valore 1.1, definendo il gruppo 2 quale gruppo da incrementare ed il valore uno quale incremento. Il programma avrebbe rinumerato il codice 4.1 trasformandolo in 1.1, il codice 4.2 in 1.2, ecc. tekno Manuale operativo Pag.330

331 Una volta impostati tutti i dati necessari premete il pulsante "Rinumera", che consente di dare il via alla procedura di rinumerazione e di verificare a video la lista delle immissioni rinumerate. In caso il risultato ottenuto non corrisponda a quanto desiderato si preme il pulsante "Cancella rinumera" che offre la possibilità di annullare l operazione di rinumerazione non ancora confermata. Il programma offre la possibilità di aggiungere una rinumerazione alla rinumerazione fatta selezionando il pulsante "Aggiungi Rinumera". Il campo lista in basso a destra viene cancellato e il suo contenuto viene copiato nel campo lista in alto a destra. A questo punto potete riprendere la procedura di rinumerazione partendo dalla lista di codici ottenuta con la prima rinumerazione fino ad arrivare alla codifica desiderata. Per sostituire agli originali i codici così ottenuti selezionate il pulsante "Conferma". Solo a questo punto la sostituzione avviene effettivamente. Selezionando invece il pulsante "Esci" la rinumerazione non viene effettuata. tekno Manuale operativo Pag.331

332 Capitolo 17 - Stato d'avanzamento Lavori tekno Manuale operativo Pag.332

333 Realizzazione di uno Stato d'avanzamento Lavori (S.A.L.) Prima di illustrare i passi necessari per la redazione di un S.A.L. ci pare opportuno segnalare che un S.A.L. può essere calcolato più volte poichè la registrazione definitiva avviene solamente premendo il pulsante "Conferma". Inoltre il pulsante "Calcola l importo S.A.L. permette di ricalcolare un S.A.L. registrato in precedenza dopo che sono state apportate modifiche ad immissioni del Libretto delle misure. Tutto questo fa intendere che la registrazione di un S.A.L. è definitiva solo ai fini del calcolo del relativo certificato. Selezioniamo Stati di Avanzamento per poter compilare uno stato d'avanzamento lavori. Dal menu S.A.L. scegliamo la funzione Inserimento/Lista. Si aprirà una lista in cui sono elencati gli stati d'avanzamento lavori realizzati in precedenza. Per poter creare un nuovo S.A.L. premete il pulsante Nuovo S.A.L. Il programma visualizza la finestra d'inserimento dati in cui propone di default un numero progressivo che contraddistingue lo stato d avanzamento. A questo punto abbiamo tre possibilità di cui si consiglia la prima per usi ufficiali, mentre si lasciano le altre ue per usi interni: tekno Manuale operativo Pag.333

334 impostare lo stato d'avanzamento lavori in modo che comprenda tutte le immissioni effettuate fino ad una certa data. In questo caso inseriremo la data nel campo dei lavori eseguiti a tutto il (opzione consigliata e proposta di default dal programma); selezionare le immissioni di uno o più libretti delle misure che faranno parte del S.A.L.. Nel campo dall'immissione scriviamo il numero progressivo del libretto di cui fanno parte le immissioni, premiamo il tasto TAB in modo da far comparire di seguito la descrizione attribuita al libretto e passiamo al campo successivo con un TAB. Premiamo di nuovo il tasto TAB a campo vuoto in modo da visualizzare la lista delle immissioni del libretto e prelevare con un doppio click del mouse la prima immissione che ci interessa. Passiamo al campo successivo in cui, con lo stesso sistema, preleveremo dalla lista che appare l'immissione che chiude l'intervallo delle registrazioni di quel libretto che vogliamo inserire nel S.A.L.. Concludiamo premendo il tasto TAB per confermare le indicazioni impostate: i riferimenti al libretto ed alle immissioni selezionate vengono trascritti nella lista sottostante i campi compilati. Se vogliamo inserire nel S.A.L. altre immissioni appartenenti ad altri libretti dovremo posizionare nuovamente il cursore nel campo che permette di indicare il numero di libretto delle misure, dopo aver selezionato con un click del mouse nella lista la riga sottostante a quella appena compilata dal programma, e ripetere le operazioni appena eseguite; la terza possibilità offerta consiste nell'impostare un S.A.L. che comprenda le registrazioni effettuate in un certo intervallo di tempo. Inseriremo nel campo dalla data la data da cui vogliamo far partire la selezione delle immissioni e nel campo alla data la data che chiude l'intervallo. Dopo aver impostato i dati che definiscono quali immissioni dei libretti delle misure dovranno far parte del S.A.L. premiamo il pulsante Calcola Importo S.A.L... Automaticamente il programma calcola l importo lordo dello stato d avanzamento, l'eventuale aggiornamento prezzi ed aumento/ribasso specificati con la funzione Lavoro o per la voce di Elenco Prezzi, l importo del costo della sicurezza calcolato in maniera proporzionale rispetto all importo totale dei lavori e le liste realizzate. A questo punto vale la pena spiegare il criterio seguito da tekno per ricavare nei singoli SAL l importo del costo della sicurezza da escludere dal calcolo del ribasso. Pur essendo pubblicato il regolamento di attuazione relativo alla Merloni Ter non essendo stato precisato, né nella legge né nel decreto, il criterio di ripartizione dei costi della sicurezza nei SAL, è stato deciso di adottare un criterio di proporzionalità dettagliato nelle seguenti formule: Posto: L 1 = Importo (non ribassato) Lavori a Misura (da Computo Metrico) tekno Manuale operativo Pag.334

335 L 2 = Importo (non ribassato) Lavori a Corpo (da Computo Metrico) L 3 = Importo (non ribassato) Lavori in Economia (da Computo Metrico) L = Importo totale dei lavori (non ribassato) = 3 L 1 i S d = importo totale del Costo Diretto della Sicurezza = 3 S 1 con le omologhe indicazioni per i = 1, 2, 3 rispettivamente per Lavori a Misura, a Corpo, in Economia di S s = importo totale del Costo Speciale della Sicurezza = 3 S 1 si s di = incidenza percentuale del Costo Diretto della Sicurezza sull Importo dei Lavori omologo = s si = incidenza percentuale del Costo Speciale della Sicurezza sull Importo dei Lavori omologo = r = percentuale di ribasso. I 1 = Importo lordo di Lavori a Misura contabilizzati nel SAL I 2 = Importo lordo di Lavori a Corpo contabilizzati nel SAL I 3 = Importo lordo di Lavori in Economia contabilizzati nel SAL I = importo lordo del SAL = 3 I 1 i In = importo netto del SAL Quindi: In I r 100 s 100 s di 3 si * Ii Ii * Ii * 1 S L di i *100 S si *100 L Facciamo un esempio: sia l importo lavori di ,00 costituito da ,00 di lavori a misura e ,00 di lavori a corpo, il ribasso d asta sia del 10%, il costo della sicurezza sia di ,00 (suddiviso per lavori a misura: ,00 diretti e 5.000,00 speciali; per lavori a corpo: ,00 diretti e ,00 speciali). Al primo SAL in cui è stato realizzato il 20% dei lavori a misura e il 20% dei lavori a corpo avremo che l importo del primo SAL è di ,00 lordo, l importo netto del SAL è di pari a ,00 ( , ,00) * 10% - ( , ,00) * 10% , ,00 = ,00. i tekno Manuale operativo Pag.335

336 Resta inteso che qualora il tecnico ritenga corretto lo scorporo di un diverso importo potrà correggere manualmente quanto proposto dal programma nella finestra del SAL (ovviamente lo scorporo progressivo non potrà risultare inferiore allo scorporo di un SAL precedente). In questo caso sarà sufficiente fare un click nel campo del calcolo degli oneri della sicurezza calcolati nel SAL per accedere alla finestra e modificare manualmente gli importi calcolati in automatico dal programma. Per quanto riguarda il costo della sicurezza speciale, nel caso in cui si sia scelto di contabilizzarlo in quota parte (si veda le opzioni nei dettagli degli Importi e Somme), verrà sommato all importo netto del SAL in misura proporzionale all avanzamento dei lavori. Si vuole precisare che i costi della sicurezza diretti potrebbero essere esclusi dai prezzi da capitolato a seconda di quanto indicato nel quadro economico di Computo. In questo caso il programma li aggiungerà al totale del SAL. Creazione di uno Stato Finale Accesso ai moduli Liste Provviste e dei noli e Liste in economia Creazione di uno stato finale Per creare uno Stato finale si devono seguire esattamente le stesse indicazioni necessarie per la realizzazione di uno Stato d'avanzamento Lavori. Per indicare al programma che si tratta di uno stato finale dovrà essere selezionato il check-box Stato Finale posto a fianco del numero attribuito al S.A.L.. Nel S.A.L. definito come stato finale vengono elencati e portati in detrazione gli importi di tutti i certificati di pagamento realizzati. tekno Manuale operativo Pag.336

337 Accesso ai moduli liste provviste e dei noli e liste in economia Il programma permette di accedere ai moduli Liste provviste e dei noli o al modulo Liste in Economia durante la redazione dello Stato d'avanzamento Lavori: questa possibilità sarà utilizzata per poter effettuare eventuali controlli o nuovi inserimenti relativi a lavorazioni non previste che devono essere inserite nei S.A.L.. Dal menu S.A.L. scegliamo la funzione Inserimento e con un doppio click del mouse entriamo nella scheda relativa ad un S.A.L.. Alla stessa finestra accediamo selezionando il pulsante "Nuovo" presente nella lista richiamata a video con la selezione della funzione Inserimento. Nella finestra "Stato d'avanzamento" abbiamo a disposizione i pulsanti "Liste provv." e "Liste econ.". Premiamo uno dei due pulsanti, in modo da visualizzare la finestra "Scelta Lista Provviste (o Economia)" e disporre del menu Liste Economia/Provviste. Potremo entrare nelle liste già presenti ed effettuare modifiche o inserire nuove liste (per ogni informazione al proposito fate riferimento alle spiegazioni inserite nei capitoli del manuale dedicati alle Liste). Per tornare nella scheda dello Stato d'avanzamento Lavori e ripristinare il menu S.A.L. nella barra dei menu dovrete premere il pulsante "Vai al S.A.L." presente nella finestra "Scelta Lista Provviste (o Economia)". Lista degli Stati d'avanzamento Lavori La selezione della funzione Inserimento/Lista dal menu S.A.L. permette di visualizzare una lista in cui appaiono il numero attribuito al S.A.L., la data, l importo lordo, l importo netto, l importo netto delle liste ed il totale complessivo. tekno Manuale operativo Pag.337

338 Una volta identificato il S.A.L. desiderato lo potremo aprire selezionandolo con un doppio click del mouse per poter apportare modifiche oppure eseguire una cancellazione. Il programma prevede la possibilità di spostare le linee di separazione tra i campi in modo da poterli allargare o restringere a seconda delle proprie esigenze. Potremo, ad esempio, selezionare con un click del mouse la linea verticale che definisce lo spazio occupato dalla data e, sempre tenendo premuto il pulsante del mouse, trascinarla verso destra o verso sinistra a seconda che si voglia allargare o stringere lo spazio a disposizione della data. Il pulsante ci permette di uscire dalla finestra della lista. Modifica di uno Stato d'avanzamento Lavori Per apportare una modifica ad uno Stato d'avanzamento Lavori dovrete richiamare a video la scheda contenente i dati del S.A.L.. Selezionate la funzione Inserimento/Lista nel menu S.A.L.. Selezionate con un doppio click del mouse la riga della lista corrispondente al S.A.L. da modificare. Questa operazione permette di visualizzare la scheda contenente i dati relativi al S.A.L.: posizionate il cursore in corrispondenza del dato da modificare, variatelo, premete il tasto TAB per confermare la variazione e premete il pulsante "Calcola" per ricalcolare il S.A.L.. tekno Manuale operativo Pag.338

339 Registrate le modifiche apportate premete il pulsante. Il programma consente di "navigare" tra le schede dei S.A.L. presenti in archivio passando direttamente nella finestra relativa alle schede dei S.A.L. precedenti o successivi a quello visualizzato. Il pulsante Precedente, Successivo, permette di spostarsi nella scheda del S.A.L. immediatamente precedente (freccia a sinistra) o immediatamente successivo (freccia a destra) a quello visualizzato. I pulsanti Primo e Ultimo, consentono invece di andare direttamente al primo S.A.L. presente in archivio (freccia a sinistra) oppure direttamente all'ultimo S.A.L. registrato in archivio (freccia a destra). Ricerca degli Stati d'avanzamento Lavori La selezione della funzione Inserimento/Lista dal menu S.A.L., permette di visualizzare una lista in cui appaiono il numero attribuito al S.A.L., la data, l importo lordo, l importo netto, l importo netto delle liste ed il totale complessivo. tekno Manuale operativo Pag.339

340 Una volta identificato il S.A.L. desiderato lo potremo aprire selezionandolo con un doppio click del mouse. Il programma prevede la possibilità di spostare le linee di separazione tra i campi in modo da poterli allargare o restringere a seconda delle proprie esigenze. Potremo, ad esempio, selezionare con un click del mouse la linea verticale che definisce lo spazio occupato dalla data e, sempre tenendo premuto il pulsante del mouse, trascinarla verso destra o verso sinistra a seconda che si voglia allargare o stringere lo spazio a disposizione della data. Il pulsante "Esci" ci permette di uscire dalla finestra della lista. Cancellazione di uno Stato d'avanzamento Lavori (S.A.L.) Il programma permette di effettuare la cancellazione degli Stati d'avanzamento Lavori da sia dalla lista degli Stati d'avanzamento Lavori che dalla finestra contenente i dati del S.A.L.. 1. CASO Selezionate la funzione Inserimento/Lista dal menu S.A.L.. Per cancellare un singolo S.A.L. potremo selezionarlo dalla lista con un click del mouse e premere il pulsante E' possibile selezionare più S.A.L. da cancellare contemporaneamente: se sono uno di seguito all'altro basterà "toccarli" con il cursore mentre si tiene il tasto del mouse premuto. Nel caso in cui non siano di seguito dovrete selezionarli con un click del mouse tenendo premuto il tasto "Ctrl" (versione per Windows) o "Command - Option" (versione per Macintosh). Prima di effettuare la cancellazione, visto il carattere irreversibile dell'operazione, il programma propone un messaggio di conferma: rispondendo affermativamente si attiva la cancellazione definitiva del S.A.L., mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. 2. CASO tekno Manuale operativo Pag.340

341 Selezionate la funzione Inserimento/Lista dal menu S.A.L.. Nella lista che appare a video selezionate con un doppio click del mouse uno dei S.A.L., in modo da entrare nella finestra contenente i dati relativi al S.A.L.. Premete il pulsante "Elimina sal": prima di effettuare la cancellazione, visto il carattere irreversibile dell'operazione, il programma propone un messaggio di conferma. Rispondendo affermativamente si attiva la cancellazione definitiva del S.A.L. visualizzato, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Quadro Riassuntivo (dal menu S.A.L.) Selezionando il comando Quadro Riassuntivo dal menu S.A.L. richiamiamo a video la finestra che ci presenta la situazione contabile relativa agli stati d avanzamento lavori eseguiti ed i certificati di pagamento emessi. Nel quadro riassuntivo vengono riportati il numero progressivo, la data e l importo sia dei S.A.L. che dei certificati di pagamento. Nella parte bassa della finestra viene riportato il calcolo che porta a determinare il credito dell'impresa. Esaminiamo in dettaglio i dati inseriti nel riepilogo. Nel riepilogo vengono riportati i dati riguardanti gli Stati d'avanzamento Lavori effettuati e i dati dei certificati emessi. Di conseguenza il programma presenta il Totale lavori eseguiti (A) (totale dei SAL), il Totale Certif. emessi (B) (comprensivo dell'eventuale anticipazione, svincoli o altro), il Credito Impresa (C) (differenza tra le due precedenti somme), il Residuo Anticipazione a credito committente (D), il Residuo fondo a garanzia a credito impresa (E) ed il Residuo fondo infortuni a credito impresa dopo collaudo (F), e il Res. Costo della sicurezza non soggetto al ribasso (G). Quest ultimo campo contiene il residuo del costo della sicurezza che non è soggetto al ribasso d asta. Pertanto l importo dell appalto al netto del ribasso dovrà tenere conto di questo importo non riducibile (vedi esempio di seguito riportato). Ogni qualvolta si fa il calcolo tekno Manuale operativo Pag.341

342 di un SAL, prima di applicare il ribasso/aumento d asta all importo lordo, viene proposta la detrazione del costo della sicurezza inserito nel suddetto campo in maniera proporzionale. Il calcolo dell importo netto del SAL sarà: Importo Lordo SAL (Importo Lordo SAL Quota proporzionale costo della sicurezza rispetto all avanzamento percentuale dei lavori) x %Rib.. Il programma esegue una verifica per controllare che la somma di E+F-D dia un risultato pari a C: in caso contrario avvisa delle presenza di probabili errori e quindi dell'opportunità di controllare i dati relativi alle trattenute a garanzia e per infortuni e la situazione dell'emissione dei certificati di pagamento. Questo controllo ha il solo scopo di aiutare a scoprire eventuali irregolarità, poichè nella maggior parte dei casi lo svolgimento dei lavori avviene in modo che il valore del campo Credito Impresa (C) sia pari alla somma dell'importo del campo Residuo fondo a garanzia a credito impresa (E) e dell'importo del campo Residuo fondo infortuni a credito impresa dopo collaudo (F) a cui viene detratto l'importo del campo Residuo Anticipazione a credito committente (D). Possono comunque presentarsi situazioni in cui la verifica non viene soddisfatta nonostante non ci siano irregolarità (ad esempio se non è ancora stato emesso il certificato di pagamento relativo all'ultimo SAL registrato). Come abbiamo già accennato all'inizio, la funzione di riepilogo dei lavori viene utilizzata solo dopo che nel lavoro sono stati registrati dei SAL e dei Certificati di pagamento. Tramite il pulsante "Stampa" è possibile stampare questo documento. tekno Manuale operativo Pag.342

343 Capitolo 18 - Certificato di Pagamento e Svincolo Trattenute tekno Manuale operativo Pag.343

344 Realizzazione e gestione dei Certificati di Pagamento Una volta terminato lo stato d avanzamento passiamo a creare un certificato di pagamento. Nella contabilità dei lavori si gestiscono i pagamenti effettuati all'impresa per le anticipazioni, per il pagamento dei S.A.L., per liquidare le somme vincolate da trattenute contrattuali svincolabili dietro presentazione di idonee garanzie bancarie o assicurative (fidejussioni). Tali somme vengono gestite da tekno tramite i certificati di pagamento. Oltre ai certificati relativi ai normali stati d'avanzamento il programma gestisce i certificati relativi alle anticipazioni ed agli svincoli dei decimi a garanzia con il relativo conteggio. Creazione di un Certificato Dal menu Certificati o dal Riquadro Attività scegliamo la funzione Inserimento/Lista. Si aprirà una lista in cui sono elencati i certificati realizzati in precedenza, cliccando due volte si aprirà una finestra. Per poter creare un nuovo certificato premete il pulsante Crea nuovo Certificato di pagamento. Nella finestra che appare scegliete nel campo Tipo certificato quale tipo di certificato compilare: certificato di pagamento (proposto di default dal programma), certificato di anticipazione, certificato a garanzia o certificato per infortuni. tekno Manuale operativo Pag.344

345 Inserimento di un Certificato di anticipazione Inserimento di un Certificato di pagamento Inserimento di un Certificato a garanzia Inserimento di un Certificato per infortuni Calcolo dell'iva sull'importo del Certificato Aggiornamento dei calcoli in caso di modifiche ai Certificati di pagamento Inserimento di un certificato di anticipazione Il certificato di anticipazione viene compilato per registrare il pagamento di un anticipo e, una volta selezionata questa opzione, la finestra d'inserimento viene modificata per predisporsi alla registrazione dell'anticipazione. Il certificato di anticipazione non possiede un numero progressivo attribuito dal programma, naturalmente non fa riferimento ad alcun S.A.L. e non ha riferimenti ad importi dei lavori eseguiti. Per queste ragioni la maschera d'inserimento non presenta i campi Certificato N., Riferito al S.A.L. N. e Importo dei lavori eseguiti. Sono però richiesti dei dati aggiuntivi da inserire nei campi N. polizza fidejussoria a copertura dell'anticipazione e Importo polizza. Il programma provvede inoltre a proporre la descrizione 'per anticipazione' a fianco del campo in cui inseriremo l'importo dell'anticipazione: di default viene proposto un importo calcolato nella misura di 1/10 dell importo a base d asta. Nel campo Residuo Anticipazione compare l'importo dell'anticipazione da cui verranno detratte le somme recuperate nei successivi certificati di pagamento. tekno Manuale operativo Pag.345

346 Per registrare l'inserimento effettuato dovrete premere il pulsante "Salva". Inserimento di un certificato di pagamento Accettate il numero del certificato proposto automaticamente dal programma e, premendo il tasto TAB, passate al campo Emesso in data dove viene proposta la data odierna. Inserite nel campo Riferito al S.A.L. N. il n. dello stato di avanzamento a cui il certificato fa riferimento. Premendo il tasto TAB a campo vuoto, il programma propone la lista dei SAL disponibili da cui potete sceglierne uno con un doppio click del mouse. Nel campo Art. Capitolato/Legge che autorizza il pagamento (o l'anticipazione o la garanzia) inseriremo il numero di riferimento della legge o dell'articolo del capitolato che regolano i pagamenti. A questo punto premete il pulsante "Calcola" per dare modo al programma di calcolare l importo del certificato riferito al S.A.L. precedentemente indicato. Il programma calcola gli importi dei campi Importo dei lavori eseguiti (se ci sono aggiunge l'importo relativo a Liste operai/provviste), Sommano, Risulta a credito dell impresa, Importo Certificato. Il cursore si posiziona all interno del campo a destra della scritta per recupero anticipazione dove andremo ad inserire il valore percentuale del recupero dell anticipazione (precedentemente registrata con l'apposito certificato, solitamente pari al 10%). Ripetete la stessa operazione nei due campi successivi a garanzia e per infortuni inserendo anche in questo caso il valore percentuale di recupero e confermando con il tasto TAB in modo che il programma proceda al calcolo automatico degli importi (solitamente pari, rispettivamente, al 5% e 0,5%. Questi importi andranno in detrazione di quelli presentati nei campi Residuo Anticipazione, Fondo a garanzia e Residuo infortuni. Una procedura effettua un controllo affinché l'importo recuperato non superi tekno Manuale operativo Pag.346

347 l'ammontare del residuo. E possibile escludere l importo dei costi della sicurezza dal calcolo di queste detrazioni, "crociando" le caselle poste a fianco delle percentuali (garanzia e infortuni). Nel riquadro Riepilogo fondi e residui vengono inseriti i dati riassuntivi riferiti alle seguenti somme: campo Fondo infortuni viene riportato il totale maturato fino a quel momento e non ancora svincolato. Il campo Svincolo per infort. riporta la somma del fondo infortuni che è stato svincolato (con la compilazione dei certificati per infortuni) ed il campo a fianco visualizza il saldo per differenza tra i due importi. campo Fondo a garanzia viene riportato il totale dei decimi a garanzia maturato fino a quel momento e non ancora svincolato. Il campo Svincolo a garanzia riporta la somma del fondo a garanzia che è stato svincolato (con la compilazione dei certificati a garanzia) ed il campo a fianco visualizza il saldo per differenza tra i due importi. nel campo Residuo anticipazione viene indicato il residuo dell anticipazione. Premete il pulsante per registrare il certificato. tekno Manuale operativo Pag.347

348 Nei prossimi certificati che verranno emessi troverete una riga, sottostante la lista delle somme recuperate dall anticipazione, a garanzia e per infortuni, in cui verrà segnalato l ammontare dei precedenti certificati di pagamento emessi. Inserimento di un certificato a garanzia Il certificato di garanzia viene compilato per registrare il recupero dei decimi a garanzia. Compiliamo un certificato di garanzia in maniera analoga a quanto già fatto per il certificato di anticipazione. Accettate il numero del certificato proposto automaticamente dal programma (Nel caso del certificato a garanzia il programma permette l'inserimento di un codice alfanumerico, tipo 3 bis) e, premendo il tasto TAB, passate al campo Emesso in data dove viene proposta la data odierna. Inserite nel campo Riferito al S.A.L. N. il n. dello stato di avanzamento a cui il certificato fa riferimento. Premendo il tasto TAB a campo vuoto, il programma propone la lista dei SAL disponibili da cui potete sceglierne uno con un doppio click del mouse. Proseguite inserendo i dati nei campi Compagnia e Agenzia (in cui potete specificare il nome della compagnia assicuratrice e l'agenzia presso cui è stata stipulata la fidejussione), N. polizza fidejussoria a copertura dello svincolo e Importo polizza. Il programma provvede inoltre a proporre la descrizione 'a garanzia' a fianco del campo in cui inseriremo l'importo della garanzia. Nel riquadro Riepilogo fondi e residui vengono inseriti i dati riassuntivi riferiti alle seguenti somme: campo Fondo infortuni viene riportato il totale maturato fino a quel momento e non ancora svincolato. Il campo Svincolo per infort. riporta la somma del fondo infortuni che è stato svincolato (con la tekno Manuale operativo Pag.348

349 compilazione dei certificati per infortuni) ed il campo a fianco visualizza il saldo per differenza tra i due importi. campo Fondo a garanzia viene riportato il totale dei decimi a garanzia maturato fino a quel momento e non ancora svincolato. Il campo Svincolo a garanzia riporta la somma del fondo a garanzia che è stato svincolato (con la compilazione dei certificati a garanzia) ed il campo a fianco visualizza il saldo per differenza tra i due importi. nel campo Residuo anticipazione viene indicato il residuo dell anticipazione. Per registrare l'inserimento effettuato dovrete premere il pulsante. Inserimento di un certificato per infortuni Il certificato per infortuni viene compilato per registrare/svincolare le somme accantonate nel fondo infortuni. Compiliamo un certificato per infortuni in maniera analoga a quanto già fatto per il certificato di anticipazione e garanzia. Accettate il numero del certificato proposto automaticamente dal programma (nel caso del certificato per infortuni il programma permette l'inserimento di un codice alfanumerico, tipo 3 bis) e, premendo il tasto TAB, passate al campo Emesso in data dove viene proposta la data odierna. Inserite nel campo Riferito al S.A.L. N. il n. dello stato di avanzamento a cui il certificato fa riferimento. Premendo il tasto TAB a campo vuoto, il programma propone la lista dei SAL disponibili da cui potete sceglierne uno con un doppio click del mouse. tekno Manuale operativo Pag.349

350 Analogamente al certificato di anticipazione e di garanzia richiede l'inserimento dei dati nei campi Compagnia e Agenzia (in cui potete specificare il nome della compagnia assicuratrice e l'agenzia presso cui è stata stipulata la fidejussione), N. polizza fidejussoria a copertura dello svincolo e Importo polizza. Il programma provvede inoltre a proporre la descrizione 'per infortuni' a fianco del campo in cui inseriremo l'importo del certificato. Nel riquadro Riepilogo fondi e residui vengono inseriti i dati riassuntivi riferiti alle seguenti somme: campo Fondo infortuni viene riportato il totale maturato fino a quel momento e non ancora svincolato. Il campo Svincolo per infort. riporta la somma del fondo infortuni che è stato svincolato (con la compilazione dei certificati per infortuni) ed il campo a fianco visualizza il saldo per differenza tra i due importi. campo Fondo a garanzia viene riportato il totale dei decimi a garanzia maturato fino a quel momento e non ancora svincolato. Il campo Svincolo a garanzia riporta la somma del fondo a garanzia che è stato svincolato (con la compilazione dei certificati a garanzia) ed il campo a fianco visualizza il saldo per differenza tra i due importi. nel campo Residuo anticipazione viene indicato il residuo dell anticipazione. Per registrare l'inserimento effettuato dovrete premere il pulsante "Conferma". Calcolo dell'iva sull'importo del certificato Dalla tendina a scomparsa c è il pulsante, questo pulsante permette di gestire il calcolo dell'iva sull'importo del certificato. Il calcolo non è previsto ai fini delle norme che regolano la contabilità dei lavori ed è stato inserito a seguito delle richieste di alcuni professionisti. La finestra che si apre propone il totale del certificato di pagamento e consente di gestire un numero massimo di due aliquote IVA. A seguito dell'inserimento dell'aliquota, calcola in automatico il totale del certificato comprensivo di IVA. tekno Manuale operativo Pag.350

351 Una volta effettuato il calcolo lo registreremo con il pulsante in modo da poterlo richiamare a video premendo il pulsante "IVA". Aggiornamento automatico dei calcoli in caso di modifiche ai certificati di pagamento All'interno della finestra d'inserimento di un certificato sono presenti i pulsanti rapidi di navigazione veloce tra un certificato e l altro Precedente, Successivo, Primo e Ultimo. Viene utilizzato nel caso in cui siano apportate modifiche dalla lista ad uno o più certificati di pagamento. Nel momento in cui si andrà ad emettere un nuovo certificato, prima di effettuare la registrazione, è bene selezionare questo pulsante che attiva un controllo automatico in modo che tutti i calcoli siano aggiornati in base alle modifiche effettuate. Il programma comunque detrarrà automaticamente i certificati di pagamento precedenti ad un S.A.L.. Lista dei Certificati di Pagamento La selezione della funzione dal menu Certificati permette di visualizzare una lista in cui appaiono il numero attribuito al Certificato, la data, il S.A.L. a cui fa riferimento, l importo del certificato e l importo arrotondato. I certificati di anticipazione, non avendo un numero progressivo e non contenendo riferimento ad alcun S.A.L., vengono inseriti nella lista con la scritta 'anticipazione' nel campo N e una lettera 'A' nel campo Riferito al SAL N.. Una volta identificato il Certificato desiderato lo potremo aprire selezionandolo con un doppio click del mouse per poter apportare modifiche oppure eseguire una cancellazione. tekno Manuale operativo Pag.351

352 Il programma prevede la possibilità di spostare le linee di separazione tra i campi in modo da poterli allargare o restringere a seconda delle proprie esigenze. Potremo, ad esempio, selezionare con un click del mouse la linea verticale che definisce lo spazio occupato dalla data e, sempre tenendo premuto il pulsante del mouse, trascinarla verso destra o verso sinistra a seconda che si voglia allargare o stringere lo spazio a disposizione della data. Il pulsante ci permette di uscire dalla finestra della lista. Modifica di un Certificato Per apportare una modifica ad un Certificato dovrete richiamare a video la scheda contenente i dati del certificato. Selezionate la funzione Lista (o la funzione Ricerca o la funzione Immissione) nel menu Certificati. Selezionate con un doppio click del mouse la riga della lista corrispondente al Certificato da modificare. Questa operazione permette di visualizzare la scheda contenente i dati relativi al certificato: posizionate il cursore in corrispondenza del dato da modificare, variatelo, premete il tasto TAB per confermare la variazione e premete il pulsante "Calcola" per ricalcolare il Certificato. Registrate le modifiche apportate premete il pulsante. Il programma consente di "navigare" tra le schede dei certificati presenti in archivio passando direttamente nella finestra relativa alle schede di quelli precedenti o successivi a quello visualizzato. I pulsanti Precedente, Successivo, permettono di spostarsi nella scheda del certificato immediatamente precedente (freccia a sinistra) o immediatamente successivo (freccia a destra) a quello visualizzato. pulsanti Primo e Ultimo. consentono invece di andare direttamente al primo certificato presente in archivio (freccia a sinistra) oppure direttamente all'ultimo certificato registrato in archivio (freccia a destra). tekno Manuale operativo Pag.352

353 Cancellazione di un Certificato Il programma permette di effettuare la cancellazione dei certificati sia dalla lista che dalla finestra contenente i dati del certificato. Selezionate la funzione dal menu Certificati. Per cancellare un singolo certificato potremo selezionarlo dalla lista con un click del mouse e premere il pulsante. E' possibile selezionare più certificati da cancellare contemporaneamente: se sono uno di seguito all'altro basterà "toccarli" con il cursore mentre si tiene il tasto del mouse premuto. Nel caso in cui non siano di seguito dovrete selezionarli con un click del mouse tenendo premuto il tasto "Ctrl" (versione per Windows) o "Command - Option" (versione per Macintosh). Prima di effettuare la cancellazione, visto il carattere irreversibile dell'operazione, il programma propone un messaggio di conferma: rispondendo affermativamente si attiva la cancellazione definitiva del certificato, mentre rispondendo negativamente viene annullata l'operazione. Quadro Riassuntivo (dal menu Certificati) Selezionando il comando dal menu Certificati richiamiamo a video la finestra che ci presenta la situazione contabile relativa agli stati d avanzamento lavori eseguiti ed i certificati di pagamento emessi. Nel quadro riassuntivo vengono riportati il numero progressivo, la data e l importo sia dei S.A.L. che dei certificati di pagamento. Nella parte bassa della finestra viene riportato il calcolo che porta a determinare il credito dell'impresa. Esaminiamo in dettaglio i dati inseriti nel riepilogo. tekno Manuale operativo Pag.353

354 Nel riepilogo vengono riportati i dati riguardanti gli Stati d'avanzamento Lavori effettuati e i dati dei certificati emessi. Di conseguenza il programma presenta il Totale dei lavori eseguiti (A) (totale dei SAL), il Totale dei Certificati emessi (B) (comprensivo dell'eventuale anticipazione, svincoli o altro), il Credito Impresa (C) (differenza tra le due precedenti somme), il Residuo Anticipazione a credito committente (D), il Residuo fondo a garanzia a credito impresa (E) ed il Residuo fondo infortuni a credito impresa dopo collaudo (F) ed il Residuo fondo infortuni a credito impresa dopo collaudo (F), e il Res. Costo della sicurezza non soggetto al ribasso (G). Quest ultimo campo contiene il residuo del costo della sicurezza che non è soggetto al ribasso d asta (ricordiamo che l importo dell appalto al netto del ribasso deve tenere conto di questo importo non riducibile. Ogni qualvolta si fa il calcolo di un SAL, prima di applicare il ribasso/aumento d asta all importo lordo, viene proposta la detrazione del costo della sicurezza inserito nel suddetto campo in maniera proporzionale. Il calcolo dell importo netto del SAL sarà: Importo Lordo SAL (Importo Lordo SAL Quota proporzionale costo della sicurezza rispetto all avanzamento percentuale dei lavori) x %Rib.). Il programma esegue una verifica per controllare che la somma di E+F-D dia un risultato pari a C: in caso contrario avvisa delle presenza di probabili errori e quindi dell'opportunità di controllare i dati relativi alle trattenute a garanzia e per infortuni e la situazione dell'emissione dei certificati di pagamento. Questo controllo ha il solo scopo di aiutare a scoprire eventuali irregolarità, poichè nella maggior parte dei casi lo svolgimento dei lavori avviene in modo che il valore del campo Credito Impresa (C) sia pari tekno Manuale operativo Pag.354

355 alla somma dell'importo del campo Residuo fondo a garanzia a credito impresa (E) e dell'importo del campo Residuo fondo infortuni a credito impresa dopo collaudo (F) a cui viene detratto l'importo del campo Residuo Anticipazione a credito committente (D). Possono comunque presentarsi situazioni in cui la verifica non viene soddisfatta nonostante non ci siano irregolarità (ad esempio se non è ancora stato emesso il certificato di pagamento relativo all'ultimo SAL registrato). Come abbiamo già accennato all'inizio, la funzione di riepilogo dei lavori viene utilizzata solo dopo che nel lavoro sono stati registrati dei SAL e dei Certificati di pagamento. Tramite il bottone "Stampa" è possibile stampare questo documento. Inserimento delle fatture relative a un certificato Selezionate Certificati di Pagamento dal menu e scegliamo la funzione. Si aprirà una lista in cui sono elencati i certificati di pagamento realizzati in precedenza. Selezionate con un click del mouse il certificato di pagamento di cui volete inserire le fatture emesse e successivamente fate un click con il tasto destro del mouse (CTRL+ Click per gli utenti Macintosh). A seguito di questa operazione apparirà il seguente menu a tendina: Selezionate la funzione "Fatture" e si aprirà la seguente finestra: tekno Manuale operativo Pag.355

356 Nella prima colonna viene automaticamente riportato il numero del certificato selezionato. Nel campo N Fatt. dovrà essere indicato il numero della fattura emessa; digitare nel campo Data Fatt. la data della fattura, nel campo Imponibile Fatt. l importo della fattura su cui applicare l I.V.A. e nel campo Importo IVA Fatt. l importo dell I.V.A., il programma calcolerà il totale della fattura sommando all imponibile il totale dell IVA. Procedete quindi ad inserire eventuali altre fatture emesse per lo stesso certificato. Nella parte inferiore della finestra verrà aggiornato il campo relativo al residuo da fatturare, sottraendo dall importo del certificato (I.V.A. compresa), il totale complessivo delle fatture emesse. Al termine premete il pulsante per registrare la lista delle fatture. Premendo il pulsante registrare eventuali inserimenti o modifiche apportate. verrà chiusa la finestra senza Inserimento dei pagamenti relativi alle fatture di un certificato Dal menu Certificati scegliamo la funzione Inserimento. Si aprirà una lista in cui sono elencati i certificati di pagamento realizzati in precedenza. Selezionate con un click del mouse il certificato di pagamento di cui volete inserire le fatture emesse e successivamente fate un click con il tasto destro del mouse (CTRL+ Click per gli utenti Macintosh). A seguito di questa operazione apparirà il seguente menu a tendina: Selezionate la funzione "Pagamenti" e si aprirà la seguente finestra: tekno Manuale operativo Pag.356

357 Nella prima colonna viene automaticamente riportato il numero del certificato selezionato. Nel campo N Fatt. dovrà essere indicato il numero della fattura a cui si riferisce il pagamento; è possibile avere la lista delle fatture emesse per il certificato, facendo un TAB a campo vuoto e successivamente scegliere la fattura con un doppio click sulla linea corrispondente. Dopo aver indicato il numero della fattura, il campo Tot. Fattura verrà automaticamente compilato con l importo complessivo della fattura stessa. Digitare nel campo Rif. Pag. il numero di riferimento del pagamento, nel campo Data Pag. la data del pagamento e nel campo Importo Pag. l importo del pagamento. Procedete quindi ad inserire tutti i pagamenti riscossi relativi alle fatture emesse per lo stesso certificato. Nella parte inferiore della finestra verrà aggiornato il campo relativo al residuo da riscuotere sulle fatturare, sottraendo dall importo complessivo delle fatture emesse per il certificato, il totale complessivo dei pagamenti riscossi. Al termine premete il pulsante per registrare la lista dei pagamenti. Premendo il pulsante registrare eventuali inserimenti o modifiche apportate. verrà chiusa la finestra senza tekno Manuale operativo Pag.357

358 Capitolo 19 - Le stampe tekno Manuale operativo Pag.358

359 Il programma di default è settato per l'uscita su stampante, ma potrà essere scelta l'opzione Anteprima nel caso in cui si desideri effettuare la stampa su video che automaticamente genererà una stampa in formato PDF. Tra le altre opzioni Preview permette di fare un'anteprima di stampa, File di indirizzare la stampa in modo da creare un file, RTF consente di creare un documento in formato RTF, Disk permette di salvare la stampa su un file che potrà essere mandato in stampa senza bisogno del supporto di alcun programma, Clipboard consente di salvare la stampa nell'archivio appunti, Port di indirizzare la stampa su una porta e HTML di salvare il documento in formato HTML, Word permette di creare un file di Microsoft Word che grazie ad un applicativo aggiuntivo permette la conversione dalla stampa in Anteprima in formato PDF direttamente in formato di Microsoft Word. Fra le opzioni possibili, le più utilizzate e utili per il vostro lavoro sono: Stampante: per stampare direttamente su carta Anteprima: esegue in automatico la stampa in formato PDF con tutti i servizi forniti dal programma Acrobat in quanto permette di visualizzare a video in forma leggibile un anteprima di stampa (tenete presente che spesso una stampa è composta da diversi report distinti che dovranno essere chiusi uno dopo l altro per visualizzare il successivo. Dalla stampa a screen è possibile inviare la stampa anche di una sola pagina ad una qualsiasi stampante installata. tekno Manuale operativo Pag.359

360 Preview: anteprima di stampa che a differenza della precedente non è leggibile ma visualizza l impostazione di pagina. HTML: all interno della cartella di installazione del programma, all interno della cartella STAMPE HTML verrà creata una cartella con il nome del vostro lavoro nel quale verranno salvati i files in formato html che rappresentano la stampa selezionata. Questa stampa risulta molto simile alla stampa su carta e può essere utile per esempio per l invio elettronico delle stampe. Le stampe HTML possono essere editate e modificate con un editor di pagine HTML. RTF: all interno della cartella di installazione del programma, all interno della cartella STAMPE RTF verrà creata una cartella con il nome del vostro lavoro nel quale verranno salvati i files in formato rtf che rappresentano la stampa selezionata. Il formato RTF è un formato di testo semplice non formattato che può essere letto da qualsiasi editor di testi. La sua particolarità è data dal fatto che è completamente editabile ma essendo povero di formattazione richiede un notevole rimaneggiamento per essere utilizzato. Impostazione della pagina di stampa Scegliendo il comando proprietà di Stampa viene presentata la finestra che permette di settare diverse opzioni di stampa tipo l'orientamento del foglio, la dimensione del foglio, il tipo di stampante, ecc.. Le opzioni disponibili variano in relazione al driver della stampante. Generalmente non è necessario impostare l orientamento del foglio diversamente dal verticale, in quanto, quando alcuni report di stampa richiedono l orientamento del foglio in orizzontale, il foglio verrà automaticamente direzionato correttamente. tekno Manuale operativo Pag.360

361 Il problema dei registri bollati La preventiva bollatura degli elaborati, soprattutto del registro di contabilità, imposta dal Regolamento e quindi di conseguenza dalle Amministrazioni, potrebbe far nascere il dubbio che la contabilità svolta con l'ausilio del computer non sia del tutto regolare. Concretamente il problema non sussiste in quanto nessun articolo vieta, prima dell'avvio delle operazioni di stampa, di portare all'ufficio del Registro un sufficiente numero di fogli precedentemente numerati e firmati per ottenerne la bollatura. La stessa operazione può essere effettuata presso un notaio. Successivamente, prima della stampa "ufficiale" del registro, si dovranno inserire i fogli bollati nella stampante. Terminata la stampa dei fogli fin dove necessario si avrà cura di lasciare qualche pagina in bianco per l'inserimento di possibili riserve; in assenza di riserve queste ultime pagine devono essere barrate e non staccate. Il programma disattiva la numerazione automatica e progressiva delle pagine in caso di richiesta di stampa ufficiale. La sottoscrizione dei documenti contabili Per completezza di informazione riportiamo qui di seguito una tabella da cui risulta a chi compete la firma dei documenti contabili. Documento per l'amministrazione per l'impresa Libretto delle misure Responsabile del procedimento Direttore lavori o persona che agisce sotto la sua responsabilità Rappresentante legale Registro di Contabilità Responsabile del procedimento Direttore lavori Rappresentante legale tekno Manuale operativo Pag.361

362 Sommario (documento non richiesto) Stato di Avanzamento Responsabile del procedimento Direttore lavori Rappresentante legale Certificato di pagamento Responsabile del procedimento con visto Direttore lavori per la parte assicurativa previdenziale Rappresentante legale Gestione delle stampe Selezionando il comando Stampa si possono gestire tutti gli elaborati previsti dal programma e di personalizzare alcuni aspetti della stampa. Impostazione della copertina degli elaborati e delle firme Copertina e Firme abbiamo a disposizione la scelta di diverse funzioni: Copertina elaborati Firme S.A.L. Firme Certificato Firme Reg. Cont. Ufficiale Firme altri elaborati tekno Manuale operativo Pag.362

363 Copertina elaborati Nella finestra che viene visualizzata possiamo inserire i dati generali per la realizzazione del frontespizio di quasi tutti gli elaborati di un lavoro. Le impostazioni qui definite non si debbono intendere riferite al solo lavoro aperto, ma a tutti i lavori che vengono aperti da tekno. Infatti per ogni nuovo lavoro, verrà riproposta la copertina del lavoro precedentemente elaborato. Sarà comunque possibile settare per ogni file di lavoro una definizione diversa della copertina. Per modificare i campi previsti nella copertina, è necessario cliccare all interno dei campi. Il contorno rosso sul campo farà capire che le modifiche saranno inserite sul campo in esame. Esaminiamo ora i vari campi. Il primo campo in alto corrisponde all'intestazione della prima pagina: il suo contenuto verrà stampato centrato rispetto ai margini del foglio. In questo campo è possibile inserire un logo che viene poi stampato nell'intestazione. Per inserire un logo è sufficiente fare un copia incolla da una qualsiasi immagine tramite le scorciatoia di tastiera. Le dimensioni massime del logo sono di 520x123 pixel (si consiglia di utilizzare un semplice editor di immagini dove costruire un rettangolo di codeste dimensioni per poi applicare nella posizione desiderata il logo del vostro studio o azienda). Per far si che il logo tekno Manuale operativo Pag.363

364 venga stampato nelle copertine, dovete effettuare un click con il tasto destro (Ctrl + click su Mac) sul logo stesso e selezionare l opzione Stampa il logo. I 5 campi sottostanti sono campi di testo dove è possibile impostare le formattazioni desiderate secondo quanto scelto nelle opzioni in basso. Di default vengono proposti dei dati ripresi direttamente dagli Estremi dell appalto qualora fossero presenti. Per la compilazione di questi campi è possibile attingere anche manualmente agli estremi dell appalto per trascinare i dati con la tecnica del Drag&Drop. Sarà sufficiente cliccare il pulsante Estremi per visualizzare i dati disponibili. Il campo con l indicazione "Nome Elaborato" può essere modificato solo come formattazione agendo sulle possibilità in basso, in quanto il testo inserito dipenderà dall elaborato scelto per la stampa. L immagine del mondo proposta in filigrana può essere modificata effettuando un click con il tasto destro (Ctrl + click su Mac) sull immagine e scegliere l opzione preferita: Logo di default stamperà il mondo, Altro logo permetterà di incollare un immagine a vostra scelta con le stesse modalità del logo dell intestazione (le dimensioni massime possibili sono di 187x152 pixel), Nessun logo infine non stamperà nulla. Nell ultimo campo è possibile inserire ulteriori informazioni con la formattazione che desiderate secondo le vostre scelte. In questo particolare campo possono essere inserite tre informazioni particolari ricavate automaticamente: il nome del file di lavoro, la località e la data di stampa. Per inserire automaticamente una o tutte queste informazioni è necessario usare la seguente sintassi: [FILE] per inserire il nome del file di lavoro [LUOGO] per riportare la località [DATA] per riportare la data di stampa Località e data vedremo che verranno inserite direttamente nella finestra di stampa di ogni elaborato. Nella parte bassa, infine, uno spazio dedicato al cartiglio di qualità che vedremo in seguito. Una volta impostata la copertina, ciccate sul pulsante per salvare le modifiche. Nella finestra è presente anche il pulsante "Anteprima" che consente di visualizzare l'intera pagina così come verrà stampata. Generalmente viene utilizzato per controllare accuratamente l'impaginazione dei dati inseriti prima di stampare il documento su supporto cartaceo. E' possibile passare alle altre funzioni previste dal sottomenu Personalizzazione Copertina e Firme anche grazie alla selezione delle "linguette" con testo a colori poste nella parte superiore della finestra. tekno Manuale operativo Pag.364

365 Firme nel S.A.L. Selezioniamo la linguetta Firme S.A.L. oppure Firme S.A.L. dal sottomenu Personalizzazione Copertina e Firme. Nella finestra che si presenta a video abbiamo la possibilità di inserire le firme che compariranno nella stampa del S.A.L.. Utilizzando il pulsante "Firme" apriamo una finestra contenente una lista delle possibili firme che preleveremo con la tecnica del drag and drop fino a trascinarle in corrispondenza del campo FIRMA da compilare. Quando rilascerete il tasto del mouse verrà automaticamente trascritta la firma scelta all'interno del campo. Premendo il pulsante usciremo dalla finestra registrando le modifiche apportate. I campi relativi alle firme possono essere completamente editati: potrete infatti modificare le descrizioni trascinate con il Drag & Drop o digitare direttamente quello che volete riportare. Firme nel Certificato Selezioniamo la linguetta Firme Certificato oppure Firme Certificato dal sottomenu Personalizzazione Copertina e Firme. In questa videata dovremo inserire le firme che compariranno nel certificato, operando analogamente a quanto abbiamo già visto per le firme del S.A.L.. Premiamo il pulsante "Firme" e preleviamo, con la tecnica del drag and drop, la firma che desideriamo inserire rilasciando il mouse in corrispondenza del campo FIRME che deve essere compilato. tekno Manuale operativo Pag.365

366 Premendo il pulsante usciremo dalla finestra registrando le modifiche apportate. I campi relativi alle firme possono essere completamente editati: potrete infatti modificare le descrizioni trascinate con il Drag & Drop o digitare direttamente quello che volete riportare. E' stata inserita la possibilità di personalizzare parte della scritta "che a termine dell'art. XX del capitolato speciale," (si può personalizzare la parte di scritta evidenziata nel campo: il numero dell articolo verrà scritto direttamente nella finestra di calcolo del certificato). Firme nel Registro di Contabilità Ufficiale Selezioniamo la linguetta Firme Reg. Uff. oppure Firme Reg. Uff. dal sottomenu Personalizzazione Copertina e Firme. In questa videata dovremo inserire le firme che compariranno nel Registro di Contabilità Ufficiale, operando analogamente a quanto abbiamo già visto per le firme del S.A.L e del Certificato. Premiamo il pulsante "Firme" e preleviamo, con la tecnica del drag and drop, la firma che desideriamo inserire rilasciando il mouse in corrispondenza del campo FIRME che deve essere compilato. tekno Manuale operativo Pag.366

367 I campi relativi alle firme possono essere completamente editati: potrete infatti modificare le descrizioni trascinate con il Drag & Drop o digitare direttamente quello che volete riportare. Premendo il pulsante usciremo dalla finestra registrando le modifiche apportate. Firme negli altri elaborati Selezioniamo la linguetta Firme altri elab. oppure Firme altri elab. dal sottomenu Personalizzazione Copertina e Firme. In questa videata dovremo inserire le firme che compariranno negli altri documenti, operando analogamente a quanto abbiamo già visto in precedenza. Premiamo il pulsante "Firme" e preleviamo, con la tecnica del drag and drop, la firma che desideriamo inserire rilasciando il mouse in corrispondenza del campo FIRME che deve essere compilato. tekno Manuale operativo Pag.367

368 I campi relativi alle firme possono essere completamente editati: potrete infatti modificare le descrizioni trascinate con il Drag & Drop o digitare direttamente quello che volete riportare. I campi lasciati in bianco non verranno assolutamente riportati in stampa. Premendo il pulsante usciremo dalla finestra registrando le modifiche apportate. Opzioni stampa All'interno abbiamo a disposizione la scelta di cinque diverse funzioni: Margini Font Larghezza colonna codice articolo Piè di pagina Margini di stampa Nella finestra che si apre alla selezione di questa funzione abbiamo la possibilità di modificare i margini di stampa del programma. I margini modificabili sono quello superiore, sinistro e inferiore, sia in orizzontale che in verticale. Il margine impostato è visualizzato da una doppia riga nera che indica visivamente la porzione di foglio che la stampa occuperà. Le linee rosse stanno ad evidenziare il margine massimo gestibile in fase di stampa. Per modificare uno dei margini si dovrà premere una delle due frecce poste accanto al valore numerico del margine. Questa operazione modificherà immediatamente sia il valore numerico visibile nel campo che la posizione sul foglio tekno Manuale operativo Pag.368

369 della doppia linea che identifica il margine. Una volta impostate le modifiche si dovrà procedere alla registrazione premendo il pulsante "Salva". Font di stampa Nella finestra che si presenta a video possiamo scegliere di modificare il tipo di font di stampa utilizzato dal programma per tutti i lavori che vengono aperti. Questo significa che i font impostati in questa finestra non sono riferiti al solo lavoro aperto, ma a tutti i lavori che vengono aperti da tekno. Avrete la possibilità di impostare sia un settaggio proposto di default che un settaggio personalizzato: la selezione di queste due opzioni viene effettuata nel campo Tipo di settaggio. Dopo aver selezionato la funzione Font il programma propone l'impostazione della stampa per l'opzione Default, proposta automaticamente all'interno del campo Tipo di settaggio. Basterà selezionare con un click del mouse il campo Modifica dei font proposti e scegliere uno dei font disponibili con un doppio click del mouse. Nel campo accanto si opera nella stessa maniera per impostare la dimensione del font all'interno del campo Dim.. All interno del programma è possibile utilizzare per le stampe fino ad un massimo di 9 font. Per scegliere i 9 font da utilizzare diversi da quelli impostati di default, è sufficiente cliccare sul pulsante Tab. Font. per scegliere i nove font da utilizzare. ATTENZIONE: tutti i campi di stampa (ad eccezione delle copertine già viste) sono impostate prevedendo un altezza di font misurata sul carattere ARIAL di dimensione a 7 a 10. Scegliendo font e dimensioni diverse, è consigliabile effettuare delle prove di stampa. Nel campo Esempio viene visualizzata un'anteprima del risultato della stampa utilizzando le impostazioni Font e dimensioni correnti. tekno Manuale operativo Pag.369

370 Il pulsante "Salva" permette di uscire dalla finestra registrando le modifiche apportate. Se vogliamo impostare un settaggio di stampa personalizzato procediamo nella seguente maniera. Dopo aver selezionato la funzione Font e selezioniamo con un click del mouse il campo Tipo di settaggio e scegliamo l'opzione Personalizza stile e font per i singoli elaborati. Il programma propone automaticamente il pulsante "Personalizza". Selezionate il pulsante "Pers. Elab.": il programma propone la finestra "Personalizza la stampa dell'elenco prezzi" in cui possiamo impostare font, dimensione, stile e allineamento dei quattro box corrispondenti rispettivamente, al titolo del capitolo di elenco prezzi, alla descrizione dell'articolo dell'elenco prezzi, alla nota riferita all'articolo di elenco prezzi ed al prezzo in lettere. Gli altri campi, per i quali non è possibile impostare un font personalizzato, prenderanno quello impostato nel settaggio generale della precedente finestra. Per quanto riguarda l'allineamento del testo desideriamo sottolineare che per alcuni box le funzioni sono disabilitate in quanto non sono applicabili. Per modificare le impostazioni di stampa di ciascun box di testo lo dovrete selezionare con un click del mouse 8il campo verrà contornato di rosso) e selezionare nei campi Carattere, Stile, Dimensione e Allineamento le caratteristiche di stampa che desiderate attribuire a quella parte di testo. Premendo il pulsante "Altro" potrete passare alla personalizzazione della stampa del computo metrico, del libretto delle misure, delle perizie e della lista delle provviste. Le modalità di attribuzione del carattere, dello stile, della dimensione e dell'allineamento sono esattamente le stesse previste per l'elenco prezzi. Il pulsante permette di uscire dalla finestra registrando le modifiche apportate, mentre il pulsante consente di uscire senza registrare le modifiche. Larghezza della colonna del codice articolo In questa finestra è possibile modificare lo spazio in cm. riservato in fase di stampa alla colonna del codice articolo. Questo permette di evitare uno spreco di spazio in fase di stampa nel caso in cui un codice sia decisamente più corto rispetto allo spazio disponibile. Per modificare la larghezza della colonna Cod. Art. si dovrà premere una delle due frecce poste accanto al valore numerico della larghezza. Questa operazione modificherà immediatamente sia il valore numerico all'interno del campo che la posizione sul foglio della linea verticale che identifica il margine destro della colonna. tekno Manuale operativo Pag.370

371 Se si imposta la larghezza del codice con un valore superiore al massimo disponibile il programma avvisa con un messaggio l'impossibilità di utilizzare quel valore ed imposta automaticamente il valore massimo possibile. Una volta impostate le modifiche si dovrà procedere alla registrazione premendo il pulsante. Il pulsante consente di chiudere la finestra senza registrare le eventuali modifiche apportate. Se si desidera salvare le immissioni fatte passando da un documento all'altro tramite il sistema di selezione delle "linguette" si dovrà premere il pulsante "Conferma" nell'ultima finestra richiamata a video. Intestazione delle stampe In questa finestra è possibile inserire del testo che il programma utilizzerà inserendolo in testa a tutti i fogli degli elaborati stampati dal programma. Il pulsante permette di uscire dalla finestra salvando gli inserimenti effettuati. Il pulsante, al contrario, permette di uscire dalla finestra senza salvare le immissioni o le modifiche. Piè di pagina delle stampe In questa finestra è possibile inserire del testo che il programma utilizzerà inserendolo in coda a tutti i fogli degli elaborati stampati dal programma. tekno Manuale operativo Pag.371

372 Il pulsante permette di uscire dalla finestra salvando gli inserimenti effettuati. Il pulsante, al contrario, permette di uscire dalla finestra senza salvare le immissioni o le modifiche. Stampa della Storia del Cantiere Questa funzione permette di riepilogare in un unica stampa tutti i dati generali di un cantiere/commessa riportando: Dati contrattuali (Importo dei lavori, data e numero del contratto, data ultimazione prevista ecc..) Eventuali Proroghe e/o sospensioni Atti aggiuntivi e/o di sottomissione Polizze fidejussorie Lista dei S.A.L. emessi Lista dei certificati (comprese anticipazioni, e svincoli) Fatture emesse e pagamenti riscossi Riepilogo dei crediti (crediti per lavori fuori SAL, crediti per lavori in SAL rimasti da fatturare, crediti per interessi legali e di mora, crediti per contenzioso aperto). tekno Manuale operativo Pag.372

373 Nel box denominato "Importi Manuali" viene riportato l importo dei crediti per interessi legali e di mora con eventualmente la possibilità di eseguire il ricalcolo premendo il pulsante posto alla destra del campo e raffigurante la calcolatrice, e il campo nel quale indicare manualmente l eventuale credito per contenzioso aperto. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data; il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina, basterà cliccare il pulsante rapido di destinazione di stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su Premendo il pulsante si procede alla stampa, premendo si chiude la finestra senza eseguire la stampa. Stampa dell'elenco Prezzi La selezione del sottomenu Elenco Prezzi apre la finestra che consente di stampare l'elenco dei prezzi tramite le impostazioni standard oppure secondo la configurazione impostata dall'operatore. La configurazione impostata dall operatore, se generata a stampa (anche solo a video) verrà mantenuta per le prossime stampe di questo elaborato di questo file di lavoro. Vediamo ora il significato delle opzioni disponibili. tekno Manuale operativo Pag.373

374 La prima sezione dalla linguetta Settaggi generali raccoglie le opzioni riguardanti gli articoli che dovranno essere stampati. Il primo box raccoglie le opzioni riguardanti gli articoli che dovranno essere stampati. L'opzione Tutti consente di ottenere la stampa di tutti gli articoli inseriti in elenco prezzi; Selezionati nella lista permette di stampare solo gli articoli precedentemente selezionati nella lista; Utilizzati in Computo Metrico attiva la stampa dei soli articoli utilizzati nel computo (questa stampa riporterà l articolo padre su ogni figlio); Utilizzati nel libretto quelli relativi al libretto delle misure (questa stampa riporterà l articolo padre su ogni figlio); Compresi tra... e... permette la stampa degli articoli compresi tra due codici, iniziale e finale, che rappresentano l'intervallo di stampa. Il codice iniziale deve essere inserito nel primo campo e quello finale nel secondo. Il secondo box contiene le indicazioni di stampa relative al posizionamento dei gruppi e capitoli nelle pagine. L'opzione Salto pagina con nuovo raggruppamento inizia un nuovo raggruppamento in una nuova pagina qualunque sia stata l'impostazione assegnata in fase d'immissione; Raggruppamenti di seguito stampa le immissioni dell'elenco prezzi in sequenza, senza particolari condizioni per il salto pagina. tekno Manuale operativo Pag.374

375 Stampa in formato per Excel per generare un documento direttamente gestibile con Excel. Nella seconda sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Nel primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. Le opzioni Prezzo indicano al programma quale prezzo utilizzare nella stampa; Per offerta indica al programma di predisporre una stampa in cui la colonna del prezzo resta vuota; Senza Prezzi (elenco voci) consente di omettere la colonna dei prezzi e quindi di stampare soltanto il codice, la descrizione e l'unità di misura di ogni articolo; Tutti i prezzi permette di stampare utilizzando tutti i prezzi disponibili; Prezzo utilizzato in C.M. consente di stampare l'elenco prezzi con il prezzo utilizzato nel computo metrico. Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave tekno Manuale operativo Pag.375

376 Nella terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; selezionando L'indice otterremo la stampa dell'indice dei titoli delle voci con il codice del titolo e la descrizione; Le fincature è l opzione che permette di generare le stampe con righe verticali di riquadratura Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Numero totale di pagine permette di ottenere l indicazione del numero di pagina nel formato "pag XX di YY"; per ottenere correttamente un risultato corretto è necessario effettuare preventivamente alla stampa su carta, una stampa a screen per permettere la memorizzazione del numero totale di pagine; Le Note consente di stampare le eventuali note riguardanti i diversi inserimenti dell'elenco prezzi; Il prezzo in lettere consente inserire nella stampa dell'elenco prezzi il prezzo degli articoli in lettere (che viene inserito nella colonna della descrizione in corrispondenza della riga in cui viene riportato il prezzo in cifre); Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. tekno Manuale operativo Pag.376

377 Il codice dei Raggruppamenti permette di inserire nella stampa il codice dei raggruppamenti. Il codice dei Raggruppamenti permette di inserire nella stampa il codice dei raggruppamenti. L'opzione Il cartiglio qualità (ISO 9000) consente di aprire una finestra in cui si possono inserire i dati destinati a generare il cartiglio qualità, in osservanza della normativa ISO I dati che inseriremo sono i seguenti: Titolo elaborato, Denominazione del progetto, Numero di revisione e data dell'elaborato, Numero di pagine dell'elaborato, Preparato e verificato da, Approvato da Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Se si utilizza questa funzione bisogna controllare con quale codice di elenco prezzi far partire la stampa. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stampa dell'elenco prezzi: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina. La località inserita nella prima stampa verrà sempre riproposta,basterà cliccare il pulsante di stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante "Annulla" consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa dell'analisi Prezzi La stampa dell Analisi dei Prezzi permette due scelte: la stampa delle analisi effettuate nell elenco prezzi, che analizzeremo di seguito, e la stampa delle Analisi delle voci Computate che vedremo nel paragrafo successivo. La finestra che appare permette di stampare l'analisi dei prezzi tramite le impostazioni standard oppure secondo la configurazione impostata dall'operatore. La configurazione impostata dall operatore, se generata a stampa (anche solo a video) verrà mantenuta per le prossime stampe di questo elaborato di questo file di lavoro. tekno Manuale operativo Pag.377

378 Come potete notare le funzioni configurabili nella finestra "Stampa Analisi" riproducono in parte quelle presenti nella finestra "Elenco Prezzi". Vediamo nel dettaglio le opzioni di stampa disponibili. Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali scegliere quali analisi stampare. Nel primo box possiamo scegliere quali analisi stampare. L'opzione Tutte, stampa tutte le analisi disponibili in ordine di codice di elenco prezzi (e non in ordine del codice dell'analisi); Comprese tra i codici permette di definire un intervallo di articoli in base al codice dell'elenco prezzi, definito da un articolo iniziale ed un articolo finale. Nel caso venga selezionato il check-box Comprese tra i numeri: la stampa verrà impostata in base al numero d'immissione attribuito alla perizia. E' importante notare che la selezione degli articoli da stampare, effettuata con l'opzione Comprese tra i codici: e Comprese tra i numeri:, segue una diversa procedura rispetto a quella della finestra di stampa dell'elenco prezzi. I codici degli articoli analizzati sono direttamente visualizzati all'interno dei due campi che stanno alla destra dei radio-button. La selezione del codice iniziale nel primo campo e del codice finale nel secondo campo, tramite un doppio click del mouse, determina l'intervallo di stampa. tekno Manuale operativo Pag.378

379 Nella seconda sezione dalla linguetta Prezzi e descrizione possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Il primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. L'opzione Prezzo Scelto permette di stampare con il prezzo scelto tra quelli disponibili; le opzioni Prezzo indicano al programma quale dei quattro prezzi utilizzare nella stampa. Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave tekno Manuale operativo Pag.379

380 La terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive contiene le indicazioni di stampa relative al posizionamento dei gruppi e capitoli nelle pagine. Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. L'opzione La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; selezionando L'indice otterremo la stampa dell'indice dei titoli delle voci con il codice del titolo e la descrizione; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra per riportare il rapporto di cambio tra le valute necessarie. Nel secondo box contiene le indicazioni di stampa relative al posizionamento dei gruppi e capitoli nelle pagine. L'opzione Salto pagina con nuova analisi inizia una nuova pagina per ogni nuova analisi; Di seguito stampa le analisi in sequenza, senza particolari condizioni per il salto pagina. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. tekno Manuale operativo Pag.380

381 Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Se si utilizza questa funzione bisogna controllare con quale codice far partire la stampa. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura dell'analisi: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina. Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa dell'analisi delle voci computate Questa opzione permette di avere una stampa ristretta ai soli articoli che sono stati utilizzati nel computo metrico. Le opzioni di stampa sono parzialmente uguali a quelle già viste nella stampa dell'analisi prezzi "generale". La configurazione impostata dall operatore, se generata a stampa (anche solo a video) verrà mantenuta per le prossime stampe di questo elaborato di questo file di lavoro. tekno Manuale operativo Pag.381

382 Nel primo box possiamo scegliere quali analisi delle voci computate stampare. L'opzione Tutte le analisi, stampa tutte le analisi computate disponibili; Comprese tra i codici permette di definire un intervallo di articoli in base al codice dell'elenco prezzi, definito da un articolo iniziale ed un articolo finale. Nel caso venga selezionato il check-box Comprese tra i numeri: la stampa verrà impostata in base al numero d'immissione attribuito alla perizia. E' importante notare che la selezione degli articoli da stampare, effettuata con l'opzione Comprese tra i codici: e Comprese tra i numeri:, segue una diversa procedura rispetto a quella della finestra di stampa dell'elenco prezzi. I codici degli articoli analizzati sono direttamente visualizzati all'interno dei due campi che stanno alla destra dei radio-button. La selezione del codice iniziale nel primo campo e del codice finale nel secondo campo, tramite un doppio click del mouse, determina l'intervallo di stampa. tekno Manuale operativo Pag.382

383 Nella seconda sezione dalla linguetta Descrizioni possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Nel primo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave tekno Manuale operativo Pag.383

384 Nella terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. L'opzione La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; selezionando L'indice otterremo la stampa dell'indice dei titoli delle voci con il codice del titolo e la descrizione Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Dicitura Art. 21 L. 109/94 consente di inserire nell intestazione della stampa la seguente dicitura: "Analisi dei prezzi più significativi dell'appalto ai sensi dell'art. 21 comma 1 bis della Legge 109/94" necessaria qualora si voglia stampare le analisi dei prezzi più significativi dell appalto ; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Nei campi Titolo del lavoro e Sottotitolo possiamo inserire una descrizione che definisca rispettivamente il titolo ed il sottotitolo che compariranno nella stampa dell'elaborato. tekno Manuale operativo Pag.384

385 Il campo Scheda n. permette di definire un numero identificativo della scheda stampata. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Primo n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Se si utilizza questa funzione bisogna controllare con quale codice far partire la stampa. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura dell'analisi: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina,basterà cliccare il pulsante di stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Le stampe del Computo Metrico Selezionando Stampa del Computo Metrico, avremo a disposizione quattro possibilità: Abbiamo a disposizione: Stampa del Computo Metrico Stampa del sommario del computo Stampa delle Categorie per Bandi e Capitolati Incidenza percentuale della quantità di manodopera Analizziamole una per una. tekno Manuale operativo Pag.385

386 Stampa del Computo Metrico La selezione di questa funzione visualizza la finestra "Stampa Computo Metrico" che permette all'operatore di impostare la configurazione di stampa desiderata. La configurazione impostata dall operatore, se generata a stampa (anche solo a video) verrà mantenuta per le prossime stampe di questo elaborato di questo file di lavoro. Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali possiamo scegliere quali immissioni stampare. Nel primo box possiamo scegliere quali immissioni stampare. L'opzione Tutte stampa tutte le immissioni disponibili; è possibile stampare un computo metrico riferito alle sole voci selezionate scegliendo nel riquadro "Stampa delle immissioni:" l'opzione Le immissioni riguardanti voci selezionate nell'elenco prezzi. Comprese tra permette di definire un intervallo di articoli definito da un articolo iniziale ed un articolo finale. La selezione degli articoli da stampare, effettuata con il bottone Comprese tra, viene effettuata selezionando con un doppio click del mouse i codici degli articoli analizzati visualizzati all'interno dei due campi che stanno alla destra del pulsante Compresi tra. La selezione del codice iniziale nel primo campo e del codice finale nel secondo campo determina l'intervallo di stampa. tekno Manuale operativo Pag.386

387 Nel secondo box contiene le indicazioni di stampa relative al formato del documento. L'opzione Normale stampa un documento in cui compaiono il codice di elenco prezzi, la designazione dei lavori con lo sviluppo delle misure, la quantità, il prezzo unitario e l'importo totale; Svil. per fattori stampa il computo metrico (in formato A4 verticale) con lo sviluppo colonnare in cui compaiono il codice del computo metrico, il codice di elenco prezzi, la designazione dei lavori che contiene il prezzo unitario, le dimensioni (quindi il risultato numerico che compare nei campi Nps, Lungh., Largh., h-p-s), la quantità e l'importo; Svil. per fattori esteso stampa un documento (con formato A4 orizzontale) con lo sviluppo colonnare esteso (per consentire una lettura più completa dei dati) in cui compaiono il codice del computo metrico, il codice di elenco prezzi, la descrizione, i campi Nps, Lungh., Largh., h-p-s, la quantità totale, il prezzo unitario e l'importo; Sudd.per titpologia lavori stampa il computo metrico in formato A4 verticale suddividendo le immissioni in Lavori a misura, Lavori a corpo e Lavori in economia; Per offerta a prezzi unitari permette la stampa di un elaborato in attuazione di quanto previsto dall'art. 119 del DPR 207/2010 con 7 colonne che riportano rispettivamente il numero d ordine e il codice di elenco prezzi, la descrizione, l unità di misura, la quantità, il prezzo unitario in cifre, il prezzo unitario in lettere e l'importo (queste ultime tre colonne sono vuote e dovranno essere compilate dall'utente); per i lavori a corpo è possibile scegliere se stampare il dettaglio delle voci inserite nei corpi: in questo caso di dovrà selezionare l opzione Le voci dei lavori a corpo dal box di destra, disponibile solo scegliendo questa stampa; Quattro (4) prezzi - Importi permette di stampare il computo metrico con tutti e quattro i prezzi ed i relativi importi; Per Livelli-Corpi-Mappali permette di stampare il computo secondo la suddivisione impostata con la funzione Livelli-Corpi-Mappali; Per Centri di Costo permette di stampare il computo secondo la suddivisione impostata con la funzione Centri di Costo; Fabbisogno x imm. permette la stampa di un elaborato che segnala i fabbisogni per ogni immissione, con il codice del computo metrico, il codice di elenco prezzi, la descrizione, la quantità, il prezzo unitario, l'importo, l'importo parziale dei raggruppamenti e gli importi totali secondo i diversi prezzi selezionati (scelto, 1, 2, 3, 4); tekno Manuale operativo Pag.387

388 Fabbisogno x Cap. permette la stampa di un elaborato simile al precedente, ma che segnala i fabbisogni raggruppati per capitolo; Fabbisogno x Gruppi permette la stampa di un elaborato identico al precedente, ma che segnala i fabbisogni raggruppati per gruppo; Fabbisogno totale consente la stampa del fabbisogno complessivo senza alcuna suddivisione; Fabbisogno per C.C. consente la stampa del fabbisogno suddiviso per centri di costo. Stampa in formato per Excel permette di generare un documento direttamente gestibile con Excel. In quest'ultimo caso affinché i valori delle quantità e degli importi scritti in Excel siano corretti è indispensabile che il separatore dei decimali utilizzato da Excel sia lo stesso impostato per il programma tekno. O.P.U. in Excel permette di generare un documento direttamente gestibile con Excel relativo all offerta a prezzi unitari completo delle descrizioni delle voci di computo con le relative quantità. Il campo prezzo risulta essere vuoto e compilabile dall utente con il calcolo in automatico del prezzo in lettere. In quest'ultimo caso affinché i valori delle quantità e degli importi scritti in Excel siano corretti è indispensabile che il separatore dei decimali utilizzato da Excel sia lo stesso impostato per il programma tekno. Nella seconda sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. tekno Manuale operativo Pag.388

389 Il primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. L'opzione Prezzo Scelto permette di stampare con il prezzo scelto tra quelli disponibili; le opzioni Prezzo indicano al programma quale dei quattro prezzi utilizzare nella stampa; Senza prezzi propone una stampa priva del prezzo. Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave La terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. L'opzione La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; tekno Manuale operativo Pag.389

390 selezionando L'indice otterremo la stampa dell'indice dei raggruppamenti delle voci con il codice del raggruppamento e la descrizione; Il Numero totale delle pagine consente di stampare su ogni pagina il numero della stessa nel formato "pag x di xx"; Le fincature consente un impaginazione con le fincature laterali; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Le Note consente di stampare le eventuali note riguardanti i diversi inserimenti (nelle note si intendono anche le immagini agganciate alle immissioni di Computo; Desc. Voce padre solo 1 figlio permette di ottenere un risultato più sintetico in quanto riporterà la descrizione della voce padre di più articoli figli consecutivi solo sul primo; Gli sviluppi delle misure consente, se deselezionato, di ottenere una stampa del computo priva degli sviluppi misure; Il riporto dalla prima voce C.M. è attivo se si seleziona la stampa delle immissioni comprese tra e permette di scegliere se avere una stampa col totale del solo intervallo richiesto o con i riporti di tutto il computo; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Selezionando Il Quadro economico otterremo la stampa del documento che riepiloga i capitoli con il codice, la descrizione, l'importo e le somme a disposizione; con questa opzione è attivo il box Escludi rif. normativo per escludere dalla stampa il riferimento all art. 17 della merloni ter Riepilogo per Rib./Aum. riporterà al termine della stampa del Computo un riepilogo con l applicazione del ribasso sull importo al netto dei costi della sicurezza. Le voci dei lavori a corpo disponibile solo per la stampa Per offerta a prezzi unitari per riportare il dettaglio delle voci a misura contenute nei corpi; Codici di gruppo/capitolo consente di inserire il codice del gruppo/capitolo nella colonna dei codici; Simboli di gruppo/capitolo permette di effettuare una stampa in cui, a fianco dei gruppi/capitoli, compare il simbolo grafico che li contraddistingue; l'opzione Spaziatura tra le misure, se selezionata, permette di spaziare maggiormente i commenti; tekno Manuale operativo Pag.390

391 Simbolo voce analizzata (+) permette di aggiungere in stampa il simbolo + per contrassegnare le voci che possiedono un'analisi. Simbolo voce riesaminata (R) permette di aggiungere in stampa il simbolo R per contrassegnare le voci che sono state riesaminate con un apposito Flag all interno dell immissioni. Nel secondo box troviamo una serie di opzioni che regolano il salto pagina. L'opzione di seguito stampa le immissioni del computo metrico in sequenza senza particolari condizioni per il salto pagina; per capitolo stampa le immissioni del computo metrico e forza il salto pagina ad ogni nuovo titolo di capitolo; per gruppo stampa le immissioni del computo metrico e forza il salto pagina ad ogni nuovo titolo di gruppo. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Se si utilizza questa funzione bisogna controllare con quale codice far partire la stampa. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stampa dell'elenco prezzi: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina, basterà cliccare il pulsante di stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. tekno Manuale operativo Pag.391

392 Stampa del sommario del computo Il sommario del computo consente di raggruppare tutte le immissioni del computo secondo il codice dell'articolo (riferito all'elenco prezzi). Se, ad esempio, un tipo di calcestruzzo è stato impiegato in più immissioni del computo, queste, con i relativi sviluppi, verranno stampate raggruppate. Ovviamente il numero progressivo relativo all'immissione del computo verrà automaticamente ricreato. La configurazione impostata dall operatore, se generata a stampa (anche solo a video) verrà mantenuta per le prossime stampe di questo elaborato di questo file di lavoro. Questa stampa può essere molto utile per valutare le quote di incidenza delle lavorazioni all'interno del lavoro; il programma propone, in fase di stampa, la percentuale di incidenza delle varie voci sul totale complessivo. Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali possiamo indicare al programma quali voci inserire nel sommario. Nel primo box possiamo indicare al programma quali voci inserire nel sommario. L'opzione Tutte indica, chiaramente, che il sommario comprenderà tutte le voci disponibili; Dal codice... e al codice... permette di definire un intervallo di articoli in base al codice dell'elenco prezzi, definito da un articolo iniziale ed un articolo finale. Nel secondo box possiamo scegliere quale tipo di sommario stampare. tekno Manuale operativo Pag.392

393 L'opzione Senza suddivisioni permette una stampa standard del sommario (in cui le immissioni di computo metrico che utilizzano la stessa voce di elenco prezzi vengono sommate in un'unica immissione); l opzione Con Sudd.per titpologia lavori stampa il sommario in formato A4 verticale suddividendo le immissioni in Lavori a misura, Lavori a corpo e Lavori in economia; Con riepilogo per Gruppo e Capitolo consente la stampa del sommario con le stesse modalità dell'opzione precedente, ma con l'aggiunta, alla fine di ciascuna voce di elenco prezzi, delle quantità riepilogate per ogni gruppo e capitolo di computo metrico; Per offerta a prezzi unitari permette la stampa di un elaborato in attuazione di quanto previsto dall'art. 119 del DPR 207/2010 con 7 colonne che riportano rispettivamente il numero d ordine e il codice di elenco prezzi, la descrizione, l unità di misura, la quantità, il prezzo unitario in cifre, il prezzo unitario in lettere e l'importo (queste ultime tre colonne sono vuote e dovranno essere compilate dall'utente); Determinazione prezzi più significativi permette la stampa di un elaborato in attuazione di quanto previsto dall art. 21 comma 1 bis della legge 109/94; All'interno di ogni gruppo e capitolo consente di stampare il sommario non effettuato su tutto il computo, ma per gruppo e capitolo; Senza suddivisioni con 4 prezzi e importi permette di stampare un sommario standard in cui compaiono anche i quattro prezzi e gli importi. Con riepilogo per Livelli-Corpi-Mappali consente la stampa del sommario con le stesse modalità dell'opzione precedente, ma con le quantità riepilogate per ogni livello-corpo-mappale di computo metrico; Stampa in formato per Excel per generare un documento direttamente gestibile con Excel. In quest'ultimo caso affinché i valori delle quantità e degli importi scritti in Excel siano corretti è indispensabile che il separatore dei decimali utilizzato da Excel sia lo stesso impostato per il programma tekno. Nella seconda sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Il primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. L'opzione Prezzo Scelto permette di stampare con il prezzo scelto tra quelli disponibili; le opzioni Prezzo indicano al programma quale dei quattro prezzi utilizzare nella stampa; tekno Manuale operativo Pag.393

394 Senza prezzi propone una stampa priva del prezzo. Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave La terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. L'opzione La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; selezionando L'indice otterremo la stampa dell'indice dei raggruppamenti delle voci con il codice del raggruppamento e la descrizione solo per le stampe che prevedono una suddivisione; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Gli sviluppi delle misure consente di stampare gli sviluppi delle misure; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Selezionando Il Quadro economico otterremo la stampa del documento che riepiloga i capitoli con il codice, la descrizione, l'importo e le somme a disposizione (nella stampa del quadro economico non è disponibile l'opzione Stampa in formato per Excel); Riepilogo per Rib./Aum. riporterà al termine della stampa del Sommario un riepilogo con l applicazione del ribasso sull importo al netto dei costi della sicurezza. Spaziatura tra le misure consente di spaziare maggiormente gli sviluppi delle misure in stampa. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Se si utilizza questa funzione bisogna controllare con quale codice far partire la stampa. tekno Manuale operativo Pag.394

395 Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura del sommario: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina, basterà cliccare su stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma.La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa delle Categorie per Bandi e Capitolati Questa funzione permette di stampare, la categoria di opere generali o specializzate prevalente e le categorie scorporabili o subappaltabili, purché con un incidenza maggiore o uguale al 10% o di importo superiore ai 150'000. tekno Manuale operativo Pag.395

396 Nella finestra che appare abbiamo la possibilità di scegliere la destinazione della stampa: e di visualizzare la lista delle categorie ed eventualmente di apportare delle modifiche premendo il pulsante "Categorie". Nel riquadro denominato "Inserisci nella stampa..." abbiamo le seguenti opzioni: La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; Le note consente di stampare le eventuali note in cui sono state riportate le indicazioni dell Autorità di Vigilanza; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data; il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina. Premendo il pulsante Conferma si procede alla stampa, premendo Esci si chiude la finestra senza eseguire la stampa. tekno Manuale operativo Pag.396

397 Incidenza percentuale della quantità di manodopera Novità sostanziale apportata dal nuovo Regolamento di Attuazione è l obbligo di redigere il quadro dell incidenza percentuale della quantità di manodopera per le diverse categorie di cui si compone l Opera o il lavoro come documento componente il progetto esecutivo. La redazione obbligatoria di questo documento è sancita dall articolo 32 del D.P.R. 207/2010. Per realizzare il calcolo ed il documento richiesto dalla normativa, l autorità per la vigilanza sui lavori pubblici, con determinazione n.37/2000, ha emanato le linee-guida, con uno schema metodologico atto ad agevolare il lavoro dei tecnici impegnati nella predisposizione del nuovo allegato progettuale. La stampa che ne risulta da queste linee guida è quella che viene prodotta da questa funzione di stampa (la suddetta stampa è meglio nota come "Stampa delle sette colonne"), basterà cliccare il pulsante di stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su è possibile di indicare se stampare o meno la copertina (check-box "La copertina") e il cartiglio qualità (check-box "Il cartiglio qualità (ISO 9000)"). tekno Manuale operativo Pag.397

398 Premendo il pulsante Stampa si procede alla stampa, premendo stampa. si chiude la finestra senza eseguire la Le stampe delle Perizie Selezionando Stampa Perizie, avremo a disposizione due possibilità: Stampa delle Perizie Stampa del sommario della Perizia Stampa delle Perizie Dalla prima sezione di stampa della Perizia dalla linguetta Scelta Perizia si apre la finestra che consente di stampare la perizia in uso secondo la configurazione impostata dall'operatore. La configurazione impostata dall operatore, se generata a stampa (anche solo a video) verrà mantenuta per le prossime stampe di questo elaborato di questo file di lavoro. tekno Manuale operativo Pag.398

399 Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali possiamo scegliere quali immissioni stampare. Nel secondo box possiamo scegliere quali immissioni stampare L'opzione Tutte, stampa tutte le immissioni; Comprese tra permette di definire un intervallo di immissioni definito da un'immissione iniziale ed un'immissione finale. La procedura di selezione degli articoli da stampare è identica a quella della "Stampa Analisi": due click-mouse su un codice (iniziale) del primo campo e due click-mouse su un codice (finale) del secondo campo. Il terzo box contiene le indicazioni di stampa relative al formato del documento. L'opzione Normale stampa un documento in cui compaiono il codice della perizia, il codice di elenco prezzi, la descrizione con lo sviluppo delle misure, la quantità, il prezzo unitario e l'importo totale; Esteso stampa un documento (con formato A4 orizzontale) con lo sviluppo colonnare esteso (per consentire una lettura più completa dei dati) in cui compaiono il codice della perizia, il codice di elenco prezzi, la descrizione, i campi Nps, Lungh., Largh., h-p-s, la quantità totale, il prezzo unitario e l'importo; Quattro (4) prezzi - Importi permette di stampare il computo metrico con tutti e quattro i prezzi ed i relativi importi; tekno Manuale operativo Pag.399

400 Sudd.per tipologia lavori stampa la perizia in formato A4 verticale suddividendo le immissioni in Lavori a misura, Lavori a corpo e Lavori in economia; Per Livelli-Corpi-Mappali permette di stampare un elaborato in cui le immissioni sono raggruppate per livelli-corpi-mappali; L opzione Formato Excel permette di generare un documento direttamente gestibile con Excel. In quest'ultimo caso affinché i valori delle quantità e degli importi scritti in Excel siano corretti è indispensabile che il separatore dei decimali utilizzato da Excel sia lo stesso impostato per il programma tekno. Fabbisogno x imm. permette la stampa di un elaborato che segnala i fabbisogni per ogni immissione, con il codice della perizia, il codice di elenco prezzi, la descrizione, la quantità, il prezzo unitario, l'importo, l'importo parziale dei raggruppamenti e gli importi totali secondo i diversi prezzi selezionati (scelto, 1, 2, 3, 4); Fabbisogno x Cap. permette la stampa di un elaborato simile al precedente, ma che segnala i fabbisogni raggruppati per capitolo; Fabbisogno x Gruppi permette la stampa di un elaborato identico al precedente, ma che segnala i fabbisogni raggruppati per gruppo; Fabbisogno totale consente la stampa del fabbisogno complessivo senza alcuna suddivisione; Fabbisogno x C.C. permette la stampa di un elaborato identico ai precedenti, ma che segnala i fabbisogni raggruppati per centri di costo. Nella terza sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Il primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. L'opzione Prezzo Scelto permette di stampare con il prezzo scelto tra quelli disponibili; le opzioni Prezzo indicano al programma quale dei quattro prezzi utilizzare nella stampa; Senza prezzi propone una stampa priva del prezzo. Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; tekno Manuale operativo Pag.400

401 Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave Nella quarta sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa L'opzione La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; selezionando L'indice otterremo la stampa dell'indice dei raggruppamenti delle voci con il codice del raggruppamento e la descrizione; Le fincature consente un impaginazione con le fincature laterali; Il Numero totale delle pagine consente di stampare su ogni pagina il numero della stessa nel formato "pag x di xx"; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Le Note consente di stampare le eventuali note riguardanti i diversi inserimenti; Il riporto dalla prima voce è attivo se si seleziona la stampa delle immissioni comprese tra e permette di scegliere se avere una stampa col totale del solo intervallo richiesto o con i riporti di tutta la perizia; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Selezionando Quadro economico otterremo la stampa del riepilogo dei capitoli con il codice, la descrizione, l'importo e le somme a disposizione; con questa opzione è attivo il box Escludi rif. normativo per escludere dalla stampa il riferimento all art. 17 della merloni ter Riepilogo per Rib./Aum. riporterà al termine della stampa del Computo un riepilogo con l applicazione del ribasso sull importo al netto dei costi della sicurezza. Codici di gruppo/capitolo consente di inserire il codice del gruppo/capitolo nella colonna dei codici; Simboli di gruppo/capitolo permette di effettuare una stampa in cui, a fianco dei gruppi/capitoli, compare il simbolo grafico che li contraddistingue; tekno Manuale operativo Pag.401

402 l'opzione Spaziatura tra le misure, se selezionata, permette di spaziare maggiormente gli sviluppi delle misure; Prospetto Riassuntivo consente di inserire nella stampa il prospetto riassuntivo. Nel secondo box troviamo una serie di opzioni che regolano il salto pagina. L'opzione di seguito stampa le immissioni della perizia in sequenza senza particolari condizioni per il salto pagina; per capitolo stampa le immissioni forzando il salto pagina ad ogni nuovo titolo di capitolo; per gruppo stampa le immissioni forzando il salto pagina ad ogni nuovo titolo di gruppo. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Se si utilizza questa funzione bisogna controllare con quale codice far partire la stampa. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura della perizia: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina, basterà cliccare il pulsante di stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma.La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa del sommario della Perizia La finestra che appare permette di stampare il sommario della perizia tramite le impostazioni standard oppure secondo la configurazione impostata dall'operatore. La configurazione impostata dall operatore, se generata a stampa (anche solo a video) verrà mantenuta per le prossime stampe di questo elaborato di questo file di lavoro. tekno Manuale operativo Pag.402

403 Il sommario consente di raggruppare tutte le immissioni della perizia secondo il codice dell'articolo (riferito all'elenco prezzi). Se ad esempio un tipo di calcestruzzo è stato impiegato in più immissioni, queste, con le relative righe di sviluppo, verranno stampate assieme. Ovviamente in questa stampa il numero progressivo relativo all'immissione della perizia verrà automaticamente ricreato e non verranno rispettate le suddivisioni in capitoli. Questa stampa può essere molto utile per valutare le quote di incidenza delle lavorazioni all'interno del lavoro; il programma propone, in fase di stampa, la percentuale di incidenza delle varie voci sul totale complessivo. Come potete notare il numero di opzioni disponibili è minore rispetto alle finestre di stampa precedenti. Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali possiamo scegliere quale tipo di sommario stampare. L'opzione Generale della perizia senza suddivisioni consente una stampa senza alcun tipo di raggruppamento o divisione; tekno Manuale operativo Pag.403

404 All'interno di ogni gruppo e capitolo consente la stampa del sommario suddiviso per capitoli e gruppi. Formato per Excel consente di creare il file in formato Microsoft Excel stampabile dallo stesso applicativo. Nella seconda sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. Il primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. L'opzione Prezzo Scelto permette di stampare con il prezzo scelto tra quelli disponibili; le opzioni Prezzo indicano al programma quale dei quattro prezzi utilizzare nella stampa; Senza prezzi propone una stampa priva del prezzo. Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave Nella terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa L'opzione La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; selezionando L'indice otterremo la stampa dell'indice dei raggruppamenti delle voci con il codice del raggruppamento e la descrizione solo per le stampe che prevedono una suddivisione; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Gli sviluppi delle misure consente di stampare gli sviluppi delle misure; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di tekno Manuale operativo Pag.404

405 cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. selezionando Il Quadro Economico otterremo la stampa del riepilogo dei capitoli con il codice, la descrizione, l'importo e le somme a disposizione; Riepilogo per Rib./Aum. riporterà al termine della stampa del Sommario un riepilogo con l applicazione del ribasso sull importo al netto dei costi della sicurezza. l'opzione Spaziatura tra le misure, se selezionata, permette di spaziare maggiormente gli sviluppi delle misure Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Se si utilizza questa funzione bisogna controllare con quale codice far partire la stampa. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura del sommario: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina, basterà cliccare Stampa su Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma.La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa del Libretto delle misure e del Registro di contabilità Dalla finestra di Stampa del Libretto Misure è possibile scegliere tra le seguenti opzioni: Preparazione Registro Contabilita' Stampa del Libretto delle Misure tekno Manuale operativo Pag.405

406 Stampa del Registro di Contabilita' Stampa del sommario del Registro di Contabilita' Preparazione registro contabilità La selezione di questo comando apre la finestra in cui è possibile inserire il numero di Registro e il numero delle pagine da stampare in bianco. E' possibile scegliere il formato del documento nell'apposito box: l'opzione Normale stampa il registro di contabilità in un foglio A4 verticale; selezionando Esteso la stampa verrà destinata ad un formato di pagina A4 orizzontale poichè viene aumentato il numero di colonne che compongono il registro (il numero d'ordine, il codice di elenco prezzi e la data sono suddivisi in tre colonne, mentre nel formato Normale sono raggruppati in un'unica colonna). Ogni foglio verrà stampato con relativo numero di pagina posto in basso a destra, le firme impostate nelle opzioni per le firme del registro ufficiale e la nota a piè pagina impostata. Nella copertina viene indicato anche la descrizione dei lavori oggetto dell appalto e indicati nei dati del lavoro. Ogni pagina così ottenuta, bollata a norma di legge e firmata dall'ingegnere capo e dall'appaltatore, verrà quindi inserita nella stampante prima della stampa ufficiale del Registro di Contabilità,basterà cliccare il pulsante stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su tekno Manuale operativo Pag.406

407 Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma.La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa del Libretto delle misure Le opzioni di stampa contenute in questa finestra consentono di settare opportunamente la stampa dei libretti delle misure. La configurazione impostata dall operatore, se generata a stampa (anche solo a video) verrà mantenuta per le prossime stampe di questo elaborato di questo file di lavoro. Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali: tekno Manuale operativo Pag.407

408 Nel primo box possiamo definire quali libretti stampare. L'opzione Tutti permette di stampare tutti i libretti; Solo il libretto n. permette di specificare il numero di libretto da stampare. L opzione UFFICIALE permette al programma di memorizzare correttamente il numero di pagina del libretto in cui viene stampata ogni registrazione per la corretta registrazione nel registro di contabilità. Tale memorizzazione rimarrà inalterata fino ad una successiva stampa ufficiale. Nel secondo box possiamo scegliere quali delle registrazioni dei libretti stampare. L'opzione Tutte indica chiaramente che tutte le registrazioni del libretto dovranno essere stampate; selezionando Dal n. al dovremo indicare al programma da quale numero di registrazione fino a quale numero di registrazione stampare; E' possibile scegliere di effettuare la stampa delle registrazioni dei libretti comprese in un intervallo di S.A.L.. Per farlo basterà selezionare il radio-button Da S.A.L. - a S.A.L. ed inserire i numeri dei S.A.L. negli appositi spazi. Fino alla data indica al programma una data limite oltre la quale non verranno stampate le registrazioni del libretto. Solo immissioni sospese per stampare un riepilogo delle immissioni sospese dal registro di contabilità. Il terzo box permette di scegliere il formato del documento. L'opzione Normale stampa il libretto in un foglio A4 verticale; selezionando Esteso la stampa verrà destinata ad un formato di pagina A4 orizzontale poichè viene dedicato maggiore spazio alle colonne che compongono il libretto; Con le Figure permette di avere una stampa in cui vengono inserite anche le eventuali figure inserite; Per Livelli-Copri-Mappali consente di stampare l'elaborato raggruppando le immissioni in base ai livelli-corpi-mappali. Per Centri di Costo permette di stampare il computo secondo la suddivisione impostata con la funzione Centri di Costo; L opzione Formato Excel permette di generare un documento direttamente gestibile con Excel. In quest'ultimo caso affinché i valori delle quantità e degli importi scritti in Excel siano corretti è indispensabile che il separatore dei decimali utilizzato da Excel sia lo stesso impostato per il programma tekno. Nella seconda sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni tekno Manuale operativo Pag.408

409 Il primo box permette di scegliere se stampare con o senza prezzo, selezionando o meno il check-box posto a fianco della scritta Con prezzo. Se il check-box è selezionato potremo definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. L'opzione Prezzo Scelto permette di stampare con il prezzo scelto tra quelli disponibili; le opzioni Prezzo indicano al programma quale dei quattro prezzi utilizzare nella stampa. Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave Nella terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive. Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. L'opzione La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; selezionando L'indice otterremo la stampa dell'indice dei libretti e la descrizione; Le fincature consente un impaginazione con le fincature laterali; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Le note selezionate consente la stampa delle note inserite nelle immissioni del libretto delle misure per le quali è stato attivato il check-box di selezione; Le espressioni dei fattori permette di ottenere una stampa in cui vengono evidenziate le espressioni eventualmente utilizzate per i fattori; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. tekno Manuale operativo Pag.409

410 L'opzione Spaziatura tra le misure, se selezionata, permette di spaziare maggiormente gli sviluppi delle misure. Nota su contab. a misura lav. corpo permette di avere la descrizione della voce a misura e della relativa quantità contabilizzata come se si trattasse di una nota per le immissioni a corpo contabilizzate attraverso voci a misura Simbolo di immissione sospesa (S) permette di aggiungere in stampa il simbolo S per contrassegnare le immssioni che sono state sospese dal registro di contabilità. con Pagine Bianche n. potremo stampare un numero specificato di pagine bianche per eventuali riserve; Dicitura "BOZZA" permette di stampare avendo nello sfondo delle pagine la dicitura Bozza; Gli sviluppi dei lavori a corpo permette di riportare i singoli sviluppi delle misure anche per i lavori a corpi inseriti a misura. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Se si utilizza questa funzione bisogna controllare con quale codice far partire la stampa. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura del libretto: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina,basterà cliccare il pulsante di stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. tekno Manuale operativo Pag.410

411 Stampa del registro di contabilità Le opzioni contenute all'interno di questa finestra consentono di impostare i parametri necessari per la stampa del registro di contabilità. La configurazione impostata dall operatore, se generata a stampa (anche solo a video) verrà mantenuta per le prossime stampe di questo elaborato di questo file di lavoro. Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali. Nel primo box dovremo specificare quali immissioni dovranno essere comprese nella stampa del registro. L'opzione Tutti consente la stampa di tutte le immissioni effettuate nei libretti; Alla data del consente la stampa delle immissioni antecedenti la data specificata; Da S.A.L. al S.A.L. considera tutte le immissioni appartenenti agli Stati d'avanzamento i cui numeri vengono inseriti nei relativi campi. L'opzione UFFICIALE indica al programma che la stampa che si esegue è ufficiale (in questo caso verranno utilizzati i fogli precedentemente firmati e bollati). Il secondo box permette di scegliere il formato del documento. L'opzione Normale stampa il libretto in un foglio A4 verticale; tekno Manuale operativo Pag.411

412 selezionando Estesa la stampa verrà destinata ad un formato di pagina A4 orizzontale poiché viene aumentato il numero di colonne che compongono il registro (il numero d'ordine, il codice di elenco prezzi e la data sono suddivisi in tre colonne, mentre nel formato Normale sono raggruppati in un'unica colonna). L opzione Formato Excel permette di generare un documento direttamente gestibile con Excel. In quest'ultimo caso affinché i valori delle quantità e degli importi scritti in Excel siano corretti è indispensabile che il separatore dei decimali utilizzato da Excel sia lo stesso impostato per il programma tekno. Nel terzo box possiamo definire l ordine di stampa dei lavori: possiamo ordinare infatti se verranno stampati prima i Lavori a misura, poi i Lavori a corpo e quindi Lavori in economia o modificare l ordine. Nella seconda sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni Il primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. L'opzione Prezzo Scelto permette di stampare con il prezzo scelto tra quelli disponibili; le opzioni Prezzo indicano al programma quale dei quattro prezzi utilizzare nella stampa; Senza prezzi propone una stampa priva del prezzo. Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave Nella terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive Il primo box racchiude informazioni circa la stampa. L'opzione La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; Le fincature consente un impaginazione con le fincature laterali; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; tekno Manuale operativo Pag.412

413 Le note selezionate consente la stampa delle note inserite nelle immissioni del libretto delle misure per le quali è stato attivato il check-box di selezione; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Stampa importi liste aggiuntive permette di stampare anche gli importi delle eventuali liste aggiuntive (con un massimo di circa 900 liste stampabili); Salto pagina quando cambia il libretto indica al programma di impostare il salto pagina quando cambia il libretto. Nota su contab. a misura lav. corpo permette di avere la descrizione della voce a misura e della relativa quantità contabilizzata come se si trattasse di una nota per le immissioni a corpo contabilizzate attraverso voci a misura. Nel campo Parti dal N. ordine viene inserito il numero d'ordine che il programma dovrà attribuire alla prima registrazione del registro. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Se si utilizza questa funzione bisogna controllare con quale codice far partire la stampa. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura del registro: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina, basterà cliccare il pulsante di destinazione di stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su tekno Manuale operativo Pag.413

414 Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante "Conferma". La selezione del pulsante "Esci" consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa del sommario del registro di contabilità La finestra contiene una serie di opzioni per la stampa di questo documento non ufficiale ma spesso molto utile. Per stampare un sommario del registro di contabilità deve prima essere stato stampato il registro: il programma avvisa l'utilizzatore con una nota. Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali. Nel primo box viene definito il formato della stampa. L'opzione Normale permette una stampa nel formato A4 verticale; Esteso genera una stampa in formato A4 orizzontale. L opzione Formato Excel permette di generare un documento direttamente gestibile con Excel. In quest'ultimo caso affinché i valori delle quantità e degli importi scritti in Excel siano corretti è tekno Manuale operativo Pag.414

415 indispensabile che il separatore dei decimali utilizzato da Excel sia lo stesso impostato per il programma tekno. Nel secondo box possiamo definire l ordine di stampa dei lavori: possiamo ordinare infatti se verranno stampati prima i Lavori a misura, poi i Lavori a corpo e quindi Lavori in economia o modificare l ordine. Nella seconda sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni. Il primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. L'opzione Prezzo Scelto permette di stampare con il prezzo scelto tra quelli disponibili; le opzioni Prezzo indicano al programma quale dei quattro prezzi utilizzare nella stampa; Senza prezzi propone una stampa priva del prezzo. Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave Nella terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive Il primo box racchiude informazioni circa la stampa. L'opzione La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; Le fincature consente un impaginazione con le fincature laterali; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. I riporti in ogni pagina consente di avere in ogni pagina i riporti dalla pagina precedente. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. tekno Manuale operativo Pag.415

416 Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura del sommario: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina è sempre possibile eseguire la destinazione di stampa: Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa dello Stato d'avanzamento La finestra aperta a seguito della selezione di questo comando contiene la lista di tutti i SAL precedentemente registrati ed alcune opzioni per settare la stampa del S.A.L.. Per indicare al programma il S.A.L. da stampare basterà selezionarlo con un click del mouse nella lista che compare nella parte destra della finestra. Automaticamente il numero del S.A.L. da stampare comparirà nel campo Stampa S.A.L. N. Se il S.A.L. selezionato per la stampa è uno stato finale il programma inserirà al termine della stampa i dati della polizza INAIL di assicurazione degli operai (dati reperiti dal programma nei Dati generali del lavoro). tekno Manuale operativo Pag.416

417 Nel primo box possiamo impostare il tipo di stampa. Selezionando l'opzione Normale vengono stampate tutte le immissioni dei libretti che interessano il S.A.L.; Imp. Parz,/imp.prog. genera una stampa in formato orizzontale che visualizza voce per voce le quantità e gli importi al periodo (ovvero tra il SAL precedente e il SAL attuale), quantità e importi al SAL precedente e quantità e importi al SAL attuale. Per Centri di Costo, se selezionato, permette di stampare solo le immissioni attribuite ai centri di costo; Per Raggruppamenti C.M./Per. permette di ottenere la stampa del S.A.L. ordinata in base ai raggruppamenti del computo metrico (se associati alle immissioni del libretto) o perizia; Per Livelli-Corpi-Mappali permette di ottenere la stampa del S.A.L. ordinata in base ai livelli-corpimappali. Per Libretti permette di ottenere la stampa del SAL ordinata per libretti delle misure L opzione Formato Excel permette di generare un documento direttamente gestibile con Excel. In quest'ultimo caso affinché i valori delle quantità e degli importi scritti in Excel siano corretti è indispensabile che il separatore dei decimali utilizzato da Excel sia lo stesso impostato per il programma tekno. tekno Manuale operativo Pag.417

418 A partire dalla versione 4.3 del 28/10/2005 la stampa del SAL riporta anche la copertina del SAL stesso. Il sistema permette anche di memorizzare vari modelli di SAL in relazione al tipo di lavoro e alle richieste del committente. Nella sezione "Opzioni aggiuntive" infatti c è la possibilità di settare il percorso del modello di excel da utilizzare per la stampa del certificato in formato MS Excel. Per una corretta gestione dei modelli in Excel i modelli devono essere salvati con formato ".xls", il nome dell elaborato invece può essere modificato a piacere. La metodologia da utilizzare per la costruzione del modello personalizzato richiede l utilizzo delle cosiddette "Variabili" di Excel che vengono memorizzate tutte all interno di un foglio di lavoro denominato "Topcantiere" che nel modello di default utilizzato dal sistema è nascosto. Per la gestione di come impostare le variabili all interno di Excel consultare la guida in linea del programma Excel stesso. Nel secondo box possiamo definire l ordine di stampa dei lavori: possiamo ordinare infatti se verranno stampati: prima i Lavori a misura, poi i Lavori a corpo e quindi Lavori in economia o modificare l ordine. Nella seconda sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni Il primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. L'opzione Prezzo Scelto permette di stampare con il prezzo scelto tra quelli disponibili; le opzioni Prezzo indicano al programma quale dei quattro prezzi utilizzare nella stampa. Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave Nella terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive Nel primo box potete selezionare: tekno Manuale operativo Pag.418

419 Il logo per ottenere l'inserimento del logo inserito nella copertina (selezionando il comando Personalizzazione copertina e firme da Stampa nel menu Archivio); Le fincature consente un impaginazione con le fincature laterali; Il Numero totale delle pagine consente di stampare su ogni pagina il numero della stessa nel formato "pag x di xx"; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Selezionando Calcolo del Fabbisogno verrà aggiunto un report con l indicazione del fabbisogno delle quantità contabilizzate in relazione alle analisi prezzi legate alle relative voci di elenco prezzi; Riepilogo per Rib./Aum. consente di stampare le immissioni raggruppate per ribasso o aumento d'asta qualora sia stato applicato più di un ribasso/aumento; Riepilogo per C.C. (opzione che compare quando si attiva Centri di Costo) permette di stampare un riepilogo dei centri di costo con i totali; Riepilogo per Raggruppamenti C.M. (opzione che compare quando si attiva Raggruppamenti C.M.) permette di stampare un riepilogo dei raggruppamenti di computo metrico con i totali; Nota su oneri relativi al costo sicur. Permette di inserire le eventuali annotazioni riferite ad oneri dovuti al costo della sicurezza. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura del S.A.L.: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina. tekno Manuale operativo Pag.419

420 Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa del Certificato di Pagamento La finestra aperta a seguito della selezione di questo comando visualizza la lista di tutti i Certificati registrati. Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali. Il formato "Normale" permette di stampare il certificato di pagamento nel formato normale predisposto da Topcantiere. tekno Manuale operativo Pag.420

421 Il formato "Excel" permette di ottenere la stampa del certificato di pagamento in formato Microsoft Excel. Il modello di base utilizzato dal programma è altresì personalizzabile da parte dell utente. In quest'ultimo caso affinché i valori delle quantità e degli importi scritti in Excel siano corretti è indispensabile che il separatore dei decimali utilizzato da Excel sia lo stesso impostato per il programma tekno. Il sistema permette anche di memorizzare vari modelli di certificato in relazione al tipo di lavoro e alle richieste del committente. Nella sezione "Opzioni aggiuntive" infatti c è la possibilità di settare il percorso del modello di excel da utilizzare per la stampa del certificato in formato MS Excel. Per una corretta gestione dei modelli in Excel i modelli devono essere salvati con formato ".xls", il nome dell elaborato invece può essere modificato a piacere. La metodologia da utilizzare per la costruzione del modello personalizzato richiede l utilizzo delle cosiddette "Variabili" di Excel che vengono memorizzate tutte all interno di un foglio di lavoro denominato "Topcantiere" che nel modello di default utilizzato dal sistema è nascosto. Per la gestione di come impostare le variabili all interno di Excel consultare la guida in linea del programma Excel stesso. Per indicare al programma il certificato da stampare basterà selezionarlo con un doppio click del mouse nella lista che compare nella parte destra della finestra. Automaticamente il numero del certificato da stampare comparirà nel campo Stampa del Certificato N.. Nella seconda sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive. Se selezionate l'opzione Il logo verrà inserito nella stampa il logo presente nell'intestazione. Viceversa il logo non viene stampato. Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lira: è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura del S.A.L.: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina. E' stata inserita la possibilità di svincolare le trattenute a garanzia all'interno di un normale certificato di pagamento. Nella redazione del certificato non viene effettuata la trattenuta a garanzia ed in stampa viene inserita l'opzione "Esenzione ritenuta garantita con fidejussione (L n. 8)". tekno Manuale operativo Pag.421

422 Vediamo in dettaglio come attivare questa opzione nella finestra d'impostazione della stampa. Premiamo il pulsante che troviamo all'interno della finestra di stampa. Nella finestra che si apre dopo aver premuto il pulsante dovrete selezionare l'opzione "Esenzione ritenuta garantita con fidejussione (L n. 8)" ed inserire i dati relativi alla compagnia di assicurazione, all'agenzia, al numero di polizza fidejussoria e l importo della polizza. L importo della polizza può essere inserito manualmente o calcolato in percentuale sull importo lordo del certificato, inserendo la percentuale nell apposito campo. Registrate quanto inserito con il pulsante "Conferma" e procedete come di consueto alla stampa. Se nel certificato per il quale avete abilitato l esenzione della ritenuta avevate già effettuato una ritenuta a garanzia, essa verrà annullata e l importo del certificato verrà ricalcolato. Eventuali certificati successivi dovranno essere ricalcolati manualmente. Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa degli interessi legali e di mora Questa funzione permette di eseguire la stampa degli interessi legali e di mora a una determinata data. Il calcolo viene fatto in base ai settaggi impostati nella finestra "interessi legali e di mora" apribile dal menu " Lavoro Interessi Legali e Mora". Per maggiori informazioni vedere il paragrafo "Interessi legali e di mora " del capitolo Apertura del programma e impostazioni generali. tekno Manuale operativo Pag.422

423 Cliccare il pulsante di destinazione di stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su Nel riquadro denominato "Calcola gli interessi maturati al..." dovrà essere indicata la data di calcolo; Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data; il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina. Premendo il pulsante Conferma si procede alla stampa, premendo stampa. si chiude la finestra senza eseguire la tekno Manuale operativo Pag.423

424 Stampa delle Lista Provviste Dalla prima sezione di stampa della Lista Provviste dalla linguetta Scelta lista provviste è possibile scegliere la lista da stampare selezionandola con un doppio click del mouse nella finestra proposta dal programma. Nella seconda sezione dalla linguetta Settaggi generali Nel primo box possiamo scegliere quali immissioni stampare. L'opzione Tutte, stampa tutte le immissioni; Comprese tra permette di definire un intervallo di immissioni definito da un'immissione iniziale ed un'immissione finale. La procedura di selezione delle immissioni da stampare prevede un doppio click-mouse su un codice (iniziale) del primo campo e due click-mouse su un codice (finale) del secondo campo. Il secondo box permette di scegliere il formato del documento. L'opzione Normale stampa il libretto in un foglio A4 verticale; selezionando Esteso la stampa verrà destinata ad un formato di pagina A4 orizzontale con sviluppo colonnare esteso per consentire una lettura più completa dei dati; Per Livelli-Corpi-Mappali consente di stampare un elaborato ordinato in base ai livelli-corpi-mappali. Nella terza sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni Il primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. tekno Manuale operativo Pag.424

425 L'opzione Prezzo Scelto permette di stampare con il prezzo scelto tra quelli disponibili; le opzioni Prezzo indicano al programma quale dei quattro prezzi utilizzare nella stampa; Senza prezzi propone una stampa priva del prezzo (e quindi di stampare soltanto i codici, le descrizioni degli articoli ed il loro computo). - Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave Nella quarta sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive - Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. L'opzione La Copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; selezionando L'indice otterremo la stampa dell'indice dei raggruppamenti delle voci con il codice del raggruppamento e la descrizione; Le Note consente di stampare le eventuali note riguardanti i diversi inserimenti; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Selezionando Il Quadro economico otterremo la stampa del riepilogo delle immissioni con i rispettivi totali parziali e complessivo; Codici di gruppo/capitolo permette di effettuare una stampa in cui, a fianco dei gruppi/capitoli, compare il codice che li contraddistingue; Simboli di gruppo/capitolo permette di effettuare una stampa in cui, a fianco dei gruppi/capitoli, compare il simbolo grafico che li contraddistingue; l'opzione Spaziatura tra le misure, se selezionata, permette di spaziare maggiormente gli sviluppi delle misure. Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; - Nel campo Copie n potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Se si utilizza questa funzione bisogna controllare con quale codice far partire la stampa. tekno Manuale operativo Pag.425

426 Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura della lista: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina, clicca il pulsante di stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione stampa su Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma, invece la selezione del pulsante Annulla consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa del sommario della lista delle provviste La finestra contiene una serie di opzioni per la stampa di questo documento. Per poter effettuare la stampa è necessario aver prima selezionato la lista delle provviste di cui si desidera il sommario. Il programma avvisa comunque l'utente nel caso in cui tenti di lanciare la stampa senza aver effettuato la selezione della lista. tekno Manuale operativo Pag.426

427 Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali. Nel primo box possiamo scegliere quale tipo di sommario stampare. L'opzione Generale delle provviste consente una stampa senza alcun tipo di raggruppamento o divisione; All'interno di ogni gruppo e capitolo consente la stampa del sommario suddiviso per capitoli e gruppi. Nella seconda sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni. Il primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa. L'opzione Prezzo Scelto permette di stampare con il prezzo scelto tra quelli disponibili; le opzioni Prezzo indicano al programma quale dei quattro prezzi utilizzare nella stampa; Senza prezzi propone una stampa priva del prezzo (e quindi di stampare soltanto i codici, le descrizioni degli articoli ed il loro computo). Nel secondo box possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. tekno Manuale operativo Pag.427

428 Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave Nella terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive. Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. L'opzione La Copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; Gli sviluppi delle misure consente, se deselezionato, di ottenere una stampa del sommario priva degli sviluppi misure; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Selezionando Il quadro economico otterremo la stampa del riepilogo delle immissioni con i rispettivi totali parziali e complessivo; Spaziatura tra le misure consente di spaziare maggiormente gli sviluppi delle misure in stampa. Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; - Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura della lista: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina, basterà cliccare il pulsante rapido di destinazione di stampa per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare stampa su tekno Manuale operativo Pag.428

429 Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante Annulla consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa della Lista delle Ore in Economia Dalla prima sezione di stampa della Liste in Economia dalla linguetta Settaggi generali: Nel primo box possiamo scegliere quale lista stampare: Il programma propone la finestra in cui, dopo aver selezionato la lista da stampare, si possono accettare le impostazioni standard di stampa oppure personalizzarle secondo la configurazione preferita. Nel secondo box la tipologia di stampa: Per la stampa della lista delle piccole provviste è possibile scegliere il formato del documento nel secondo box. L'opzione Normale stampa la lista in un foglio A4 verticale; selezionando Estesa la stampa verrà destinata ad un formato di pagina A4 orizzontale con sviluppo colonnare esteso per consentire una lettura più completa dei dati. Nel terzo box possiamo due opzioni che permettono di abilitare la stampa della Lista delle ore degli operai e dei mezzi d'opera o la Lista delle piccole provviste. tekno Manuale operativo Pag.429

430 Nella seconda sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive. Nella finestra di stampa è possibile selezionare l'opzione La copertina per stampare la copertina dell'elaborato; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Nel campo Copie n potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura della lista: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina. cliccare il pulsante rapido stampa su per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione di stampa Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante Annulla consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa della lista degli operai Dalla prima sezione di stampa della Liste degli operai dalla linguetta Settaggi generali Dopo aver scelto di quale lista in economia si desidera stampare gli operai tekno Manuale operativo Pag.430

431 Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura della lista: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina. Nella seconda sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive: Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. L'opzione La Copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; selezionando L'indice otterremo la stampa dell'indice dei raggruppamenti delle voci con il codice del raggruppamento e la descrizione; Le Note consente di stampare le eventuali note riguardanti i diversi inserimenti; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Per stampar, basterà cliccare stampa su per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione di stampa tekno Manuale operativo Pag.431

432 Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma La selezione del pulsante Annulla consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa del Libretto dei Ferri Dalla prima sezione di stampa della Liste dei Ferri dalla linguetta Settaggi generali Nel primo box è permesso selezionare il libretto dei ferri: Apre la finestra che permette di scegliere il libretto dei ferri da stampare. tekno Manuale operativo Pag.432

433 Nella finestra proposta a seguito della scelta del libretto possiamo accettare le impostazioni standard previste per la stampa oppure possiamo modificarle personalizzando la stampa. Il secondo box permette di scegliere il formato del documento: La selezione dell'opzione Normale consente di ottenere la stampa del libretti dei ferri in un foglio A4 verticale, con i soli diametri utilizzati; selezionando Esteso la stampa comprenderà tutti i diametri e verrà destinata ad un formato di pagina A4 orizzontale. Nella seconda sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive: Nella finestra di stampa è possibile selezionare l'opzione La copertina per stampare la copertina dell'elaborato. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura del libretto: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina, cliccare stampa su per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione di stampa Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante Annulla consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. Stampa dei Raffronti Dalla prima sezione di stampa dei Raffronti dalla linguetta Settaggi generali È possibile selezionare con un doppio click del mouse il raffronto da stampare. tekno Manuale operativo Pag.433

434 Dal secondo box permette di scegliere il formato del documento. Tipo di stampa permette di scegliere la modalità di stampa. Normale (esteso) permette l uscita stampa su una delle destinazioni possibili (Stampante, Video ecc.), mentre selezionando Formato Excel è possibile generare un documento direttamente gestibile con Excel. In quest'ultimo caso affinché i valori delle quantità e degli importi scritti in Excel siano corretti è indispensabile che il separatore dei decimali utilizzato da Excel sia lo stesso impostato per il programma tekno. Nella seconda sezione dalla linguetta Prezzi e descrizioni: Il primo box permette di definire quali prezzi dovranno essere utilizzati nella stampa L'opzione Prezzo utilizzato nel raffronto (Prezzo Scelto) permette di stampare con il prezzo scelto nel raffronto tra quelli disponibili; Senza prezzi propone una stampa priva del prezzo (e quindi di stampare soltanto i codici, le descrizioni degli articoli ed il loro computo). Nel secondo box Descrizione da stampare possiamo definire come dovrà essere stampata la descrizione. Desc. Estesa consente di stampare la descrizione dell'articolo per esteso; Desc. Sintetica indica al programma di stampare la descrizione sintetica dell'articolo; Desc. Succinta permette di ottenere una stampa limitata alla prima riga della descrizione estesa. tekno Manuale operativo Pag.434

435 Desc. Breve permette di ottenere una stampa con una descrizione breve per un riferimento concettuale o parola chiave Nella terza sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive Il primo box racchiude informazioni circa l'inserimento di alcuni elementi nella stampa. L'opzione La copertina consente di stampare la copertina dell'elaborato; Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. L opzione Le lavorazioni di ogni raggruppamento viene resa disponibile quando si esegui un raffronto per gruppi o capitoli e permette di stampare le lavorazioni di ogni raggruppamento. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Se si utilizza questa funzione bisogna controllare con quale codice far partire la stampa. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data della stesura della lista: il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina,quindi cliccare stampa su per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione di stampa Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante Annulla consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. tekno Manuale operativo Pag.435

436 Stampa delle attività della pianificazione Questa funzione permette di eseguire la stampa della lista delle attività della pianificazione con i seguenti valori: Durata prevista, espressa in giorni, dell attività Data inizio prevista Data fine prevista Durata reale, espressa in giorni, dell attività Dana inizio reale Data fine reale Ritardo o anticipo rispetto alla previsione (espresso in giorni) Percentuale di avanzamento dell attività Importo netto previsto dell attività Importo netto conseguito dell attività Nella finestra che appare abbiamo la possibilità di scegliere la destinazione della stampa. Nella prima sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive tekno Manuale operativo Pag.436

437 Nel primo box sarà possibile inserire: Nel riquadro denominato "Inserisci nella stampa..." è possibile scegliere di stampare anche la copertina dell elaborato abilitando l opzione "La copertina" e, se è stata fatta una pianificazione per lavorazioni, è possibile stampare la descrizione estesa delle eventuali voci di riferimento (voce padre) abilitando l opzione "Desc. Estesa voce rif."; Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data; il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina. Cliccare stampa su per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione di stampa Premendo il pulsante Conferma si procede alla stampa, premendo Annulla si chiude la finestra senza eseguire la stampa. Stampa del Diagramma Finanziario La stampa del diagramma Finanziario viene lanciata selezionando Diagramma Finanziario dalla Stampe del Cronoprogramma di tekno. tekno Manuale operativo Pag.437

438 Il diagramma finanziario risponde ai requisiti richiesti nel regolamento della merloni Ter. Ripropone la pianificazione dei lavori esclusivamente dal punto di vista finanziario di produzione. Avremo a disposizione due scelte: Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali Il primo box permette scegliere l esecuzione di stampa tra: Diagramma finanziario: in relazione al raggruppamento scelto per le attività (Capitoli del preventivo o Gruppi del Preventivo) troveremo i vari raggruppamenti con l indicazione mensile di produzione. Oltre agli importi totali mensili vedremo anche un grafico dei suddetti importi. Lista delle attività: in relazione al raggruppamento scelto per le attività (Capitoli del preventivo o Gruppi del Preventivo) troveremo per i vari raggruppamenti, gli importi e l incidenza, date e durate. Il secondo box permette di scegliere il Raggruppamento delle attività: Capitoli del preventivo Gruppi del preventivo Nella seconda sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive Il primo box indica l possibilità di inserire: "La copertina" e, se è stata fatta una pianificazione per lavorazioni, è possibile stampare la descrizione estesa delle eventuali voci di riferimento (voce padre) abilitando l opzione "Desc. Estesa voce rif."; tekno Manuale operativo Pag.438

439 Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Località e data è un campo modificabile nel quale si può introdurre il luogo e la data; il testo verrà stampato alla fine dell'ultima pagina. Cliccare il pulsante stampa su per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione di stampa Il cartiglio di qualità nelle stampe L'opzione Il cartiglio qualità (ISO 9000) consente di aprire una finestra in cui si possono inserire i dati destinati a generare il cartiglio qualità, in osservanza della normativa ISO I dati che inseriremo sono i seguenti: Titolo elaborato, Denominazione del progetto, Numero di revisione e data dell'elaborato, Numero di pagine dell'elaborato, Preparato e verificato da, Approvato da Tutti questi dati verranno riportati nella copertina dell'elaborato. In testa alle restanti pagine dell'elaborato il programma inserisce una dicitura, inserita nell'apposito campo Cartiglio da inserire in tutte le pagine dell'elaborato, grazie alla quale verrà segnalato il modello, il nome, il numero e la data di revisione dell'elaborato stesso. Stampa degli elaborati del modulo Documenti Gli elaborati gestiti attraverso il modulo Documenti vengono stampati selezionando la funzione Documenti da Altro nel sottomenu Stampa. tekno Manuale operativo Pag.439

440 Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali Il primo box permette di definire quali dei documenti disponibili debbono essere stampati. I documenti sono i seguenti: Verbali. Nel secondo box possiamo definire quali immissioni dovranno essere stampate. L'opzione Tutti indica chiaramente che tutte le registrazioni del documento selezionato dovranno essere stampate; scegliendo l'opzione Dalla data... e alla data... potremo inserire due date che indicano l'intervallo di tempo che il programma deve prendere in considerazione per selezionare le immissioni. Nella seconda sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive Il primo box permette di definire quali elementi includere nella stampa. L'opzione L'Intestazione consente di stampare la prima pagina di intestazione; Le Fincature permette di inserire le fincature per separare i diversi campi. Nel campo Copie n. potremo indicare al programma quante copie dell'elaborato desideriamo stampare. Il campo Parti dal n. di pagina permette di indicare il numero da attribuire alla prima pagina da stampare. Completata la configurazione è possibile lanciare la stampa selezionando il pulsante Conferma. La selezione del pulsante consente di uscire dalla finestra senza effettuare la stampa. tekno Manuale operativo Pag.440

441 Stampa del Diagramma di Gantt La stampa del diagramma di Gantt viene lanciata selezionando Cronoprogramma dal menu Stampe di tekno. Selezionare la voce Diagramma di Gantt dalla finestra di stampa. Nella prima sezione dalla linguetta Settaggi generali: Il primo box contiene il Riepilogo settaggi per il Diagramma gestibili dal pulsante rapido Impostazioni si aprirà la finestra delle Opzioni per il Diagramma d Gantt. Selezionando il pulsante Opzioni è possibile modificare i settaggi del diagramma, in particolare è possibile stabilire se stampare il diagramma a schede singole o per Collage e il formato di stampa (A4, A3, A2, A1 ridotto e personalizzato). Nella finestra proposta dal programma potete scegliere come impostare la stampa del diagramma di Gantt A schede singole. Questa modalità permette di eseguire la stampa su un formato A4 riportando in ogni pagina la lista delle attività e numerando le pagine progressivamente. Collage. Selezionando questa modalità la stampa viene eseguita spezzando il diagramma in diversi fogli. Immaginiamo di dover stampare un diagramma di quindici pagine in formato A4 composto da tekno Manuale operativo Pag.441

442 cinque fogli A4, posti necessariamente in orizzontale per tre colonne (dimensione H63 cm x 148,5 cm). Questa modalità permette di eseguire la stampa su un formato A4 elencando le attività solamente nella prima pagina e numerando le pagine seguenti nel modo indicato graficamente Formato di stampa Formato A4 Dimensioni di stampa relative al formato A4 Formato A3 Dimensioni di stampa relative al formato A3 Formato A2 Dimensioni di stampa relative al formato A2 Formato A1 (ridotto) Dimensioni leggermente inferiori al formato A1 75 cm x 53 cm Personalizzato Dimensioni libere del formato di stampa fino a un massimo di 75 cm x 53 cm Un altra opportunità offerta è quella di generare il diagramma con un livello gerarchico ovvero quale sarà l attività di riepilogo da rappresentare e qual è l attività secondaria. Ovviamente il risultato che si ottiene dipende direttamente dall attività che si è scelto di rappresentare nella pianificazione. Per le altre opzioni si veda il paragrafo "Modifica dei settaggi del diagramma di Gantt " nel capitolo Pianificazione dei tempi di lavorazione Nella seconda sezione dalla linguetta Opzioni aggiuntive Grazie al check-box Inserisci la copertina potrete scegliere se inserire nella stampa la copertina dell'elaborato o meno. Il cartiglio qualità (ISO 9000) permette di inserire nella stampa il cartiglio come indicato al paragrafo Il cartiglio di qualità nelle stampe di questo capitolo; Seconda valuta (xxx) consente inserire nella stampa i prezzi espressi in un altra valuta (esempio Lire). Selezionando questa opzione viene proposta automaticamente la finestra in cui è inserito il rapporto di cambio tra Euro e Lire; è comunque possibile modificare il nome della valuta e di conseguenza anche il rapporto di cambio. Per aprire la finestra in cui sarà possibile selezionare la destinazione di stampa, selezionare Stampa su tekno Manuale operativo Pag.442

443 Dopo aver selezionato la scelta di stampa premete il pulsante per confermare. A questo punto tutto è pronto per inviare la stampa al supporto prescelto (stampante, video, ecc.): premete quindi il pulsante per ottenere la stampa del diagramma di Gantt. Elaborati Personalizzati La selezione di questa sottofunzione permette di creare i collegamenti di percorso e registrare delle librerie di stampe personalizzate realizzate da TOPCANTIERE su richiesta dell'utente. Nella finestra che si apre abbiamo l'elenco delle stampe personalizzate disponibili con la segnalazione del percorso della libreria e la descrizione identificativa del tipo di stampa. Tramite il pulsante potremo procedere all'inserimento di una nuova stampa personalizzata. Innanzitutto, a seguito della richiesta dell'utente, TOPCANTIERE provvede ad inviare un file corrispondente alla libreria di stampa personalizzata (riconoscibile dall'estensione. lbs). Nella finestra che si presenta a video selezionando il pulsante click del mouse la libreria di stampa. andremo ad identificare con un doppio Il programma provvederà a trascrivere nella lista della finestra 'Stampe Personalizzabili' il percorso della libreria di stampa. Nel campo Descrizione della stampa personalizzata andremo a digitare una descrizione che ci permetta di identificare la stampa e premiamo il tasto TAB in modo che il programma trascriva la descrizione nella lista. A questo punto premiamo il pulsante personalizzata. per registrare percorso e descrizione della libreria di stampa tekno Manuale operativo Pag.443

444 Per stampare l'elaborato personalizzato si dovrà entrare nella finestra "Stampe personalizzate", selezionare con un click del mouse la stampa che si intende lanciare e premere il pulsante "Attiva". Il programma proporrà la finestra di stampa con le opzioni da settare prima di confermare l'esecuzione della stampa. Le opzioni varieranno in base al tipo di stampa. Al momento dell'invio della libreria di stampa personalizzata verranno allegate delle istruzioni specifiche. Il pulsante permette di selezionare dall'elenco la registrazione di una libreria di stampa e cancellarla trascinandola in corrispondenza del cestino, utilizzando la tecnica del drag and drop. Il pulsante permette di uscire dalla finestra delle stampe personalizzate. tekno Manuale operativo Pag.444

445 Capitolo 20 - Le stampe in Excel tekno Manuale operativo Pag.445

446 Elaborati che possono essere stampati in Excel Gli elaborati che possono essere stampati in formato Excel sono i seguenti: - Elenco Prezzi (si veda Stampa dell'elenco Prezzi nel capitolo Le Stampe) - Computo Metrico (si veda Stampa del computo metrico nel capitolo Le Stampe) - Quadro economico - Stampa dell offerta a prezzi unitari (si veda Stampa del computo metrico nel capitolo Le Stampe) - Sommario del Computo Metrico (si veda Stampa del sommario del computo Le stampe) - Perizia (si veda Stampa delle Perizie nel capitolo Le stampe) - Libretto delle Misure (si veda Stampa del Libretto delle misure e del Registro di contabilità nel capitolo Le stampe) - Quadro di raffronto (si veda Stampa dei Raffronti nel capitolo Le stampe) - Stato Avanzamento Lavori (si veda Stampa dello Stato d'avanzamento nel capitolo Le stampe) - Registro di contabilità (si veda Stampa del Libretto delle misure e del Registro di contabilità nel capitolo Le stampe) - Sommario del registro di contabilità (si veda Stampa del sommario del registro di contabilità nel capitolo Le stampe) - Stampa del certificato di pagamento Per eseguire queste stampe si veda la spiegazione il capitolo "Le stampe" Vedere anche: Requisiti per eseguire le stampe in Excel in ambiente Windows Requisiti per eseguire le stampe in Excel in ambiente Macintosh tekno Manuale operativo Pag.446

447 Requisiti per eseguire le stampe in Excel in ambiente Windows In ambiente Windows 95/98/Me/NT/2000 per poter eseguire correttamente le stampe in Excel degli elaborati predisposti è necessario aver installato una delle seguenti versioni di Excel: - Excel 97 di Office 97 - Excel 2000 di Office Excel 2002 di Office Excel 2003 di Office Excel 2007 di Office Excel 2010 di Office 2010 Nei settaggi per la protezione delle macro, le medesime devono essere attivate. Con versioni precedenti di Excel le stampe NON possono essere eseguite. Requisiti per eseguire le stampe in Excel in ambiente Macintosh In ambiente Macintosh per poter eseguire correttamente le stampe in Excel degli elaborati predisposti è necessario aver installato una delle seguenti versioni di Excel: - Excel 2004 di Office 2004 per mac - Excel 2011 di Office 2011 per mac Nei settaggi per la protezione delle macro, le medesime devono essere attivate. Versioni di Office non compatibili: - Excel 2008 di Office 2008 per mac tekno Manuale operativo Pag.447

448 Capitolo 21 - Importare i lavori da altri programmi tekno Manuale operativo Pag.448

449 Note generali di importazione ed esportazione L import export di lavori da altri programmi è possibile con i seguenti programmi: Primus (Acca) Str Vision Altri programmi che utilizzano i formati di interscambio xpwe o six (xml) Se si desidera eseguire un importazione è consigliabile eseguirla su un lavoro vuoto creato appositamente per l importazione: l inserimento del lavoro completo, o di parti di esso in un lavoro già eseguito sarà possibile in seguito con le classiche funzioni di importazione di EP, di Computo, di perizie o di libretto. Di seguito riportate le indicazioni per le importazioni o esportazioni elencate ad eccezione dell importazione esportazione. L import export con Str linea 32 è possibile con il formato SIX su entrambe le piattaforme. L import export con Primus (Acca) permette anche l import Export verso altri programmi che utilizzano il formato PWE o XPWE come formato di interscambio dati. Per accedere alle funzioni di Import Export è possibile selezionare dal menu Import/Export Importa/Esporta in formato SIX (Str TopcantiereXML) Topcantiere e Str hanno configurato insieme un tracciato di esportazione dei lavori per poter trasferire tranquillamente dati da un software all altro. Tale tracciato viaggia su linguaggio XML. La procedura per l importazione e l esportazione è molto semplice e funziona in modo identico su piattaforma Windows e Macintosh. Nella successiva finestra dovremo selezionare tramite il pulsante Sfoglia, il file in formato XML da importare tekno Manuale operativo Pag.449

450 Nella procedura di esportazione l operazione è analoga solo che questa volta dovremo creare il file di export. NOTA BENE: l unica accortezza nell effettuare import ed export è di non salvare il file con nomi che contengono lettere accentate e fare in modo che sia per l import che per l export non si trovino in un percorso (cartelle) che contiene lettere accentate. Importa/Esporta in formato Primus (PWE) Questa funzione permette di importare o esportare i files in formato PWE, il formato utilizzato dal programma Primus di Acca Software. Questo formato, utilizzato anche da altri software per il trasferimento dati, permette quindi di colloquiare con tutti i software che permettono l import export dal formato PWE Dal menù di Import Export, selezioniamo Importa\Esporta in formato Primus (PWE) Scegliendo questa opzione, accederemo ad una procedura guidata per l import/export. tekno Manuale operativo Pag.450

451 Selezioniamo Importazione di un lavoro in formato PWE Nella finestra successiva andiamo a selezionare tramite il pulsante Sfoglia, il file in formato PWE. Andiamo quindi ad indicare gli elaborati che vogliamo importare: sarà sempre necessario indicare l importazione dell Elenco Prezzi associato ad uno degli altri elaborati (Computo, Perizie, Libretti). Nel caso si scelga Perizie o Libretti comparirà una finestrella per scegliere quale perizia o quale libretto. Risulta evidente quindi, che per importare più elaborati all interno dello stesso file, sarà necessario eseguire più importazioni successive selezionando sempre l Elenco prezzi perché si andrà ad aggiornare, volta per volta, con i vari articoli dei vari elaborati. tekno Manuale operativo Pag.451

452 Sarà quindi necessario, infine la selezione del codice da assegnare gli articoli: Codice di Tariffa o Codice dell articolo. Codice di Tariff: selezionando questa opzione, viene assegnato il valore del codice Tariffa di Primus al codice articolo di tekno. Codice dell articolo: selezionando questa opzione, viene assegnato il valore del codice articolo di Primus al codice articolo di tekno. A questo punto, verrà eseguita l importazione dei dati selezionati. Potrebbe capitare che durante l importazione compaia una o più volte il messaggio: "Il codice XXXXX.XXXX è incompatibile con la parametrizzazione in corso" In questo caso sarà necessario, modificare la parametrizzazione di Elenco Prezzi o di Computo metrico, a seconda della situazione in cui compare il messaggio per per adattarlo ai nuovi codici. La procedura è in questi casi iterativa e richiede magari di trovare per tentativi qual è la parametrizzazione che si adatta ai codici degli articoli importati. Ovviamente, se già si conoscono i codici degli articoli, si potrà adeguare preventivamente la parametrizzazione dei codici. Per le modifiche sulla parametrizzazione dei codici, si veda il paragrafo Parametri. Selezioniamo Esportazione di un lavoro in formato PWE Nella finestra successiva, andremo a creare, con il pulsante Crea, il file di destinazione dei dati (è necessario ricordarsi di inserire nel nome l estensione.pwe anche su piattaforma Macintosh) tekno Manuale operativo Pag.452

453 Nella finestra successiva andremo a selezionare gli elaborati che vogliamo esportare: sarà sempre necessario indicare lìesportazione dell Elenco Prezzi associato ad uno degli altri elaborati (Computo, Perizie, Libretti). Nel caso si scelga Perizie o Libretti comparirà una finestrella per scegliere quale perizia o quale libretto. Risulta evidente quindi, che per esportare più elaborati dello stesso file, sarà necessario eseguire più esportazioni successive creando quindi diversi file di tipo PWE selezionando sempre l Elenco prezzi e l elaborato da esportare volta per volta. Nella finestra di indicazione degli elaborati da esportare vedremo solo gli elaborati disponibili. Al termine dell esportazione potremo utilizzare il file che si è generato. Per eventuali controlli del file (generalmente di dimensioni molto ridotte) è possibile aprirlo con qualsiasi editor di testi. Importa Listino in formato STR I listini in formato STR vengono distribuiti tramite il formato di SIX (xml) e quindi importabili tramite quest ultimo tekno Manuale operativo Pag.453

454 Capitolo 22 - Preferenze tekno Manuale operativo Pag.454

455 Preferenze Il menu Settaggi permette di accedere ai seguenti comandi: - Settaggi generali - Opzioni di controllo dati - Imposta percorso lavori Vediamo di capire in quali casi è opportuno utilizzare questi comandi. Settaggi generali: la selezione di questa funzione apre una finestra con una serie di opzioni selezionabili con un click del mouse. Esaminiamo le opzioni disponibili. Traduci input/output Attivando questa opzione si converte il testo esportato in un formato esteso ASCII e il testo importato in ANSI. Pertanto l'opzione viene abilitata in fase di importazione di testo (ad esempio, le librerie di importazione dei prezzari, se necessario, abilitano automaticamente l'opzione), mentre deve necessariamente essere disabilitata in fase di stampa (se resta abilitata le stampe non interpreteranno correttamente i caratteri accentati). tekno Manuale operativo Pag.455

456 Opzioni di controllo dati: la selezione di questa funzione richiama a video la finestra tramite la quale è possibile abilitare o disabilitare una serie di controlli che il programma può eseguire in fase di apertura del file di lavoro. Le opzioni attivabili sono le seguenti: - Controllo aggiornamento dizionario dei dati (utile quando si riceve un aggiornamento del programma) E' una procedura di controllo ed aggiornamento dei dati dell'archivio utilizzata per l'appunto nella fase di apertura di un file con una versione aggiornata del programma. - Controllo riorganizzazione dei dati (utile quando si riceve un aggiornamento del programma) E' una procedura di riorganizzazione dei dati dell'archivio utilizzata nella fase di apertura di un file con una versione aggiornata del programma. All'apertura dell'archivio di lavoro il programma eseguirà i controlli in base all'opzione scelta e, qualora il controllo dia esito negativo, invita ad effettuare l'operazione segnalata. Imposta percorso lavori: Permette di impostare un percorso predefinito per la creazione dei nuovi lavori. Qualora venga indicato un percorso nell apposito campo, ogniqualvolta si creerà un nuovo lavoro utilizzando la funzione Nuovo del menu Home o il corrispondente pulsante della toolbar, il programma consentirà la creazione all interno del percorso indicato (o eventualmente in sotto-cartelle dello stesso). E inoltre possibile proteggere il percorso impostato, dalla modifica indesiderata, tramite una password. Vediamo in dettaglio le funzioni possibili: Proteggi l impostazione con la password... Permette di indicare una password per proteggere le impostazioni fatte dalla modifica indesiderata. Sfoglia... Apre una finestra di dialogo tramite la quale si può scegliere il percorso di creazione dei nuovo lavori Canc. Dest. Cancella il percorso impostato Conferma Salvataggio delle impostazioni e chiusura della finestra Esci Chiusura della finestra senza salvare le impostazioni Le funzioni che vengono influenzate da questo settaggio sono le seguenti: Nuovo Creazione di un nuovo lavoro Salva col nome... Salva il lavoro aperto con un altro nome tekno Manuale operativo Pag.456

457 Funzioni di Utilità La selezione di questa funzione nel menu Utilità permette di accedere ai seguenti comandi: - Utilità di controllo dati - Aggiorna Archivio - Ricostruzione Raggruppamenti di Elenco Prezzi - Rinumerazione progressiva codici - Ricalcolo Arrotondamento Analisi - Ricalcolo sviluppi misure - Aggiornamento quadri economici - Ripristino lavori corpo/misura - Ricalcolo Importo Rapportini (solo nei moduli Ufficio Controllo di gestione, Ufficio Approvvigionamenti, Ufficio commesse operative) - Ripristino posizioni e dimensioni originali delle finestre - Cancellazione lista ultimi archivi aperti - Visualizzazione e cancellazione record - Associazione Fornitori IMPRESA-SAM (solo per utenti dell applicativo gestionale SAM) - Cancellazione associazioni Risorsa-Fornitore (solo nei moduli Ufficio Controllo di gestione, Ufficio Approvvigionamenti, Ufficio commesse operative) - Cancellazione data di chiusura annuale (solo nei moduli Ufficio Controllo di gestione, Ufficio Approvvigionamenti, Ufficio commesse operative) - Assegna l'icona ad archivi e filtri (solo per ambiente Macintosh) Vediamo di capire in quali casi è opportuno utilizzare questi comandi. Utilità di controllo dati: questa funzione permette di effettuare il controllo manuale dello stato di aggiornamento e dell integrità degli archivi ed eventualmente di procedere con eventuali riparazione o adeguamenti alla nuova struttura dei file. Dopo aver selezionato questa funzione apparirà in una finestra il nome del lavoro che avete aperto in quel momento (comprensivo del percorso), per esaminare lo stato dei file fate un doppio click sul nome del lavoro e successivamente fate un doppio click sulla funzione "Data slots". A questo punto apparirà la lista di tutti i file utilizzati dal programma. Ogni riga di questa lista corrisponde al nome di un file e a fianco compare il numero dei campi dichiarati nel file e il numero dei records inseriti. Utilizzando il menu Slot è possibile accedere alle operazioni possibili da eseguire sui file. Vediamo in dettaglio quali sono queste operazioni: Riorganizza (Reorganize...), questa funzione permette di riorganizzare i records dei file selezionati in base alla nuova struttura del programma (modifica o creazione di nuovi campi indici). I files che tekno Manuale operativo Pag.457

458 necessitano di questa operazione vengono segnalati da una matita rossa. La riorganizzazione avviene solo per i files specificati (e non per tutti i files). Riorganizza e ottimizza (Reorganize and Optimize...), questa funzione permette di riorganizzare i records dei file selezionati e di distribuire lo spazio libero consentendo una memorizzazione dei dati più efficiente. La riorganizzazione e l ottimizzazione avviene solo per i files specificati (e non per tutti i files). Conversione dei disegni (Picture Conversion), questa è un opzione da utilizzare in combinazione con le altre funzioni e permette di convertire i disegni memorizzati nei file selezionati (ad esempio i files del Computo, libretto ecc.) in un formato condivisibile con altri sistemi operativi (per esempio Windows e Macintosh). Tale opzione è utile per coloro che utilizzano un archivio di lavoro sia in ambiente Windows che in ambiente Macintosh. Per default è abilitata la conversione a 256 colori; se non si desidera fare la conversione si deve selezionare la voce "No Conversion", invece per avere una conversione completa dei colori si deve selezionare "Convert to True Color". Controllo generale (Full Check), questa funzione esegue un controllo approfondito sull integrità dei files selezionati ed eventualmente visualizza una lista dei danni riscontrati. Qualora esistano dei files danneggiati sarà possibile procedere alla riparazione utilizzando l apposito pulsante "Ripara" (Repair). Controlla e ripara... (Full Check and Repair..), questa funzione è analoga alla precedente e si differenzia solamente per il fatto che anziché visualizzare la lista dei danni riscontrati, procede a riparali al termine del controllo. Aggiorna il dizionario dei dati (Update data dictionary), questa funzione permette di aggiornare il dizionario dei dati interno all archivio di lavoro nel caso siano stati creati dei campi nei file o ne sia stato modificato il nome o la lunghezza. I files che necessitano di questa operazione vengono segnalati da una matita gialla. L aggiornamento del dizionario dei dati avviene solo per i files specificati (e non per tutti i files). N.B. Queste funzioni verranno utilizzate in casi di emergenza con l'assistenza dei tecnici di TOPCANTIERE. Aggiorna archivio: questa funzione permette l'adeguamento dei vecchi archivi alla nuova struttura dei codici di elenco prezzi e del computo metrico ed una riorganizzazione dei dati automatica (evitando pertanto all'utente il controllo dei files che richiedono la riorganizzazione, l'aggiornamento del dizionario dei dati, ecc.). L'utente, rispondendo affermativamente alle domande proposte, aggiornerà tutti i file del lavoro. tekno Manuale operativo Pag.458

459 Questa funzione deve essere utilizzata in caso di aggiornamento del programma ad una nuova versione qualora non sia stato abilitato il controllo per l aggiornamento automatico o se il lavoro proviene da una versione del programma antecedente il Ricostruzione Raggruppamenti di Elenco Prezzi: questa funzione viene utilizzata per ricostruire i raggruppamenti di Elenco prezzi nel caso in cui l'archivio in uso manifesti problemi identificabili in codici doppi e/o raggruppamenti senza codice. Rinumerazione progressiva codici: Questa funzione permette di rinumerare i codici delle voci di Elenco Prezzi e dell Elenco Risorse in modo progressivo all interno del raggruppamento di appartenenza. Nota: le voci figlie verranno rinumerate utilizzando un numero e non una lettera Ricalcolo Arrotondamento Analisi: questa funzione viene utilizzata per ricalcolare gli arrotondamenti delle analisi dei prezzi nel caso in cui l'archivio in uso manifesti delle incongruenze tra gli importi visualizzati video e gli importi stampati; Ricalcolo sviluppi delle misure: Si tratta di una funzione di manutenzione dell archivio da utilizzarsi qualora si manifestino delle incongruenze nei calcoli del computo metrico, delle perizie, dei libretti delle misure etc. solitamente dovute a modifiche operate sul numero dei decimali da trattare e ai separatori delle migliaia e dei decimali. Aggiornamento quadri economici: Funzione da utilizzarsi quando, dopo aver fatto la conversione da Lire ad Euro, risultassero delle anomalie nei decimali gestiti nei quadri economici del computo e delle perizie. Ripristino lavori corpo/misura: Funzione di manutenzione archivi da impiegarsi nel caso risultassero anomalie nella gestione della contabilità di lavori a corpo con immissioni a misura. NBB: data la delicatezza dell intervento operato da questa funzione, l accesso ad essa funzione è protetto da password per impedirne un uso improprio da parte di utenti poco accorti. Il rilascio della password viene effettuato dagli addetti dell assistenza tecnica TOPCANTIERE. Ricalcolo Importo Rapportini: (solo nei moduli Ufficio Controllo di gestione, Ufficio Approvvigionamenti, Ufficio commesse operative). Funzione di manutenzione da attivarsi nel caso in cui la somma degli importi dei rapportini riportata nella finestra "Lista dei Rapportini" risulti diversa da quella riportata nella stampa dei rapportin. Ripristino posizioni e dimensioni originali delle finestre: questa funzione consente di ripristinare le posizioni e le dimensioni di default di tutte le finestre del programma. Cancellazione lista ultimi archivi aperti: questa funzione permette di "ripulire" il menu Archivio dalla lista degli ultimi dieci archivi aperti. Affinché questa "pulizia" sia visibile è necessario chiudere e riaprire il programma. tekno Manuale operativo Pag.459

460 Visualizzazione e cancellazione record: questa funzione permette la visualizzazione e la cancellazione forzata dei record dei file selezionati. Per cancellare i record di uno o più file è sufficiente selezionare i file e premere il pulsante "Elimina". L operazione di cancellazione è irreversibile pertanto si consiglia di consultare il servizio di assistenza tecnica di Topcantiere prima di procedere a qualsiasi cancellazione. Cancellazione associazioni misure al Computa CAD: Funzione che cancella da un progetto di Computa CAD i riferimenti alle linee già importate. Assegna l'icona ad archivi e filtri (solo per ambiente Macintosh): questa funzione permette di assegnare l icona (creatore) del programma agli archivi di lavoro o filtri di importazione/esportazione dati nel caso in cui il file provenga da una piattaforma Windows o sia stato ricevuto per posta elettronica senza essere stato compresso o convertito in formato binario (hqx). Nei casi in questione il file ha un icona non riconoscibile direttamente dal programma che pertanto non permette la sua apertura. Nomi files liste ed elaborati Qui di seguito riportiamo il nome attribuito ai files corrispondenti a liste ed elaborati generati dal programma con la descrizione che spiega a cosa si riferisce il file. L'utilità di questo elenco si rivelerà nel momento in cui dovranno essere utilizzate le funzioni di controllo e riorganizzazione dei dati disponibili nel menu Utilities. FILES ANALISI CC_Oggetti CC_Sviluppo FCapitoliCosto FGruppiCosto F_CERTI F_COMPU F_DESCM F_ELDSI F_LFERI F_LIBRE F_Libretti DESCRIZIONE Analisi dei prezzi File degli oggetti della computazione File degli sviluppi delle misure nella computazione ad oggetti Capitoli dei centri di costo Gruppi dei centri di costo Certificati di pagamento Immissioni del computo metrico Sviluppo delle misure del computo metrico File delle variabili utilizzate negli sviluppi delle misure Libretti dei ferri Immissioni dei libretti delle misure Contiene la lista dei libretti delle misure inseriti tekno Manuale operativo Pag.460

461 F_LISTE F_LISTO F_LISTP F_MAPPALI F_PERIZ F_QUALI F_STATA F_SVLIB F_TITOL LISTAPR LSVILFE OreEconomia PERIZIA SVILISP SVILPER Liste manuali Liste delle ore in economia (ore degli operai) Liste delle provviste File dei Livelli-Corpi-Mappali Liste delle perizie Nomi e qualifiche degli operai Stati di avanzamento lavori Sviluppi delle immissioni dei libretti delle misure Raggruppamenti di elenco prezzi Immissioni provviste Misure dei ferri relativi ai libretti Ore degli operai Immissioni delle perizie Sviluppo delle misure delle provviste Sviluppo delle misure delle perizie Importa/Esporta La funzione di Importa permette di importare o esportare listini o lavori da latri programmi. Si rimanda l utilizzo delle varie funzioni al capitolo dedicato all'import - export dei lavori da altri programmi. tekno Manuale operativo Pag.461

462 Capitolo 23 - Input Grafico tekno Manuale operativo Pag.462

463 Utilizzo del Cad per l'input grafico delle misure N.B.: Il componente COMPUTACAD è disponibile solo per l ambiente Windows e richiede l installazione di AutoCad (qualsiasi versione dalla 2000 in poi per la versione 32bit e dalla 2010 in poi per la versione 64bit). Il setup và installato a parte dopo l installazione di tekno, e lo si trova nella cartella di installazione programmi/topcantiere/tekno/ccad/ In questo capitolo vengono esaminate le operazioni che consentono al programma tekno di aprire il file di un disegno registrato in formato DXF o DWG (qualsiasi versione anche la 2000), di visualizzarne il contenuto al livello di scala che preferite, di selezionarne gli elementi necessari ad essere trasformati in misure per il calcolo. Ciascun elemento del disegno o ciascuna superficie potrà essere ricalcata al fine di estrarne delle misure con estrema semplicità. Naturalmente questa funzione potrà essere richiamata all interno della finestra d immissione del computo, della perizia, del libretto delle misure di una lavorazione. La misura verrà immediatamente trasmessa al programma e l entità selezionata verrà evidenziata nel disegno in modo da consentire una verifica visuale di ciò che è stato computato o contabilizzato. Rilevare una Linea: 1)Selezionare la funzione L (linea) da menù alla destra del pulsantino 2)Fare click sul pulsante "Aggiungi" (o sul pulsante "Sostituisci" nel caso in cui si voglia modificare una misura registrata precedentemente 3)Fare click sul punto di inizio e poi sul punto finale della linea. Rilevare un Area: 1)Selezionare la funzione A (Area) da menù alla destra del pulsantino 2)Fare click sul pulsante "Aggiungi" (o sul pulsante "Sostituisci" nel caso in cui si voglia modificare una misura registrata precedentemente 3) Fare click sui vertici dell Area che rivuole rilevare, quindi, dopo aver selezionato l ultimo vertice fare click con il tasto destro del mouse e quindi selezionare la voce "Termina". Nota: per annullare l utilizzo di una funzione senza rilevare alcuna misura si fa click con il tasto destro del mouse sul disegno, prima di aver iniziato la selezione, e poi sulla voce "annulla". tekno Manuale operativo Pag.463

464 Visualizzare una misura sul disegno: 1)Selezionare una riga di sviluppo 2)Fare click sul pulsante "Evidenzia Misure nel Cad" Importazione delle misure da CAD in fase d immissione del computo metrico - Selezionate la funzione Immissione dal menu Computo Metrico ed entrate nella scheda d inserimento delle misure del computo metrico utilizzando la tecnica del Drag & Drop oppure con il pulsante "Immiss." (per maggiori informazioni consultare l apposita sezione della guida in linea dedicata alla gestione del computo metrico). - Per accedere al CAD si procede nel seguente modo: Dalla finestra di immissione si selezioni la label "Edita misure", quindi si seleziona il check box (quadratino) "CAD" Si aprirà una finestra da cui si potrà selezionare il file di un disegno registrato in formato DXF o DWG. Dopo aver aperto il disegno, sulla finestra di immissione saranno visibili altri due pulsanti che permettono di aggiungere o sostituire le misure nella riga di sviluppo selezionata. Prima di aggiungere una misura dobbiamo indicare al programma che tipo di misura vogliamo rilevare. Le possibilità sono: tekno Manuale operativo Pag.464

465 Linea: rileva la lunghezza del segmento ricalcato sul disegno. Area: rileva l area di un perimetro chiuso ricalcato sul disegno. Si può selezionare una delle tre modalità dal piccolo menù che si trova alla destra del pulsante. Facendo, poi, click su uno dei due pulsanti "Aggiungi" o "Sostituisci" si aprirà il disegno DXF o DWG precedentemente selezionato da cui sarà possibile rilevare le misure. Nota: Quando si rileva la prima misura verrà anche chiesto di indicare la scala del disegno. Importazione delle misure da CAD in fase d immissione della perizia Analogamente a quanto visto per il computo metrico, anche nella scheda d immissione della perizia esiste la possibilità di importare le misure da un disegno utilizzando Cad. - Selezionate la funzione Inserimento dal menu Perizie ed entrate nella scheda d inserimento delle misure della perizia utilizzando la tecnica del Drag & Drop oppure con il pulsante "Immiss." (per maggiori informazioni consultare l apposita sezione della guida in linea dedicata alla gestione delle perizie Inserimento e gestione di una perizia). - Procedere come descritto per la fase d immissione in computo metrico. Importazione delle misure da CAD in fase d immissione del libretto delle misure Analogamente a quanto visto per il computo metrico, anche nella scheda d immissione del libretto delle misure esiste la possibilità di importare le misure da un disegno utilizzando il Cad. - Selezionate la funzione Inserimento dal menu Libretti Misure ed entrate nella scheda d inserimento delle misure del libretto utilizzando la tecnica del Drag & Drop oppure con il pulsante "Immiss." (per maggiori informazioni consultare l apposita sezione della guida in linea dedicata alla gestione del libretto delle misure Realizzazione e gestione del Libretto delle Misure). - Procedere come descritto per la fase d immissione in computo metrico. Importazione delle misure da CAD in fase d immissione delle liste delle provviste Analogamente a quanto visto per il computo metrico, anche nella scheda d immissione della lista delle provviste esiste la possibilità di importare le misure da un disegno utilizzando il Cad. tekno Manuale operativo Pag.465

466 - Selezionate la funzione Inserimento dal menu Lista Economia/Provviste ed entrate nella scheda d inserimento delle misure della lista provviste utilizzando la tecnica del Drag & Drop oppure con il pulsante "Immiss." (per maggiori informazioni consultare l apposita sezione della guida in linea dedicata alla gestione dei lavori in economia Liste delle Provviste e dei noli). - Procedere come descritto per la fase d immissione in computo metrico. Impostazione delle unità di misura tra Tekno E ComputaCAD Nel caso in cui, le misure importate tramite computa cad, risultino differenti rispetto all unità di misura impostata (m o cm ecc..) l opzione da modificare all interno di Computacad si richiama tramite il comando di COMPUTAPREF (accessibile da menù). Il comando permette di impostare il rapporto presente tra UM del disegno e UM (Unità di Misura) del computo. Se ad esempio si desidera un computo in mt e il disegno è impostato in cm insrirei un rapporto di tekno Manuale operativo Pag.466

467 Capitolo 24 - Project Management I vantaggi del collegamento con Microsoft Project Il collegamento con MS Project è disponibile solo su piattaforma Windows. Si rimandano le indicazioni relative all utilizzo del collegamento con MS Project, all apposito documento contenuto nella cartella ADAPTER interna alla cartella di programma. tekno Manuale operativo Pag.467

468 Capitolo 25 - La gestione dei costi della sicurezza tekno Manuale operativo Pag.468

469 Le ultime normative inerenti i lavori pubblici (Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Codice dei contratti e il relativo regolamento di attuazione d.p.r. 5 ottobre 2010, n. 207) hanno confermato le diverse possibilità di gestione degli oneri della sicurezza in relazione alle diverse tipologie di appalto. Distinguiamo inizialmente il ruolo del Computista rispetto al ruolo del Coordinatore alla Progettazione del Piano della Sicurezza: è di quest ultimo il compito di determinare e quantificare gli oneri della sicurezza derivanti dall adozione di un piano. Il ruolo del Computista si riduce in questo caso nell introdurre i suddetti importi nei totali dell appalto. Vediamo brevemente cosa confermano le ultime normative per quanto riguarda la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili: decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (aggiornato al decreto legislativo 3 agosto 2009, n. 106) all allegato XV - Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 4. - STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA (Omissis) La stima dovrà essere congrua, analitica per voci singole, a corpo o a misura, riferita ad elenchi prezzi standard o specializzati, oppure basata su prezziari o listini ufficiali vigenti nell'area interessata, o sull'elenco prezzi delle misure di sicurezza del committente; nel caso in cui un elenco prezzi non sia applicabile o non disponibile, si farà riferimento ad analisi costi complete e desunte da indagini di mercato. Le singole voci dei costi della sicurezza vanno calcolate considerando il loro costo di utilizzo per il cantiere interessato che comprende, quando applicabile, la posa in opera ed il successivo smontaggio, l'eventuale manutenzione e l'ammortamento I costi della sicurezza così individuati, sono compresi nell'importo totale dei lavori, ed individuano la parte del costo dell'opera da non assoggettare a ribasso nelle offerte delle imprese esecutrici. (Omissis) La consuetudine e uso dei tecnici al calcolo degli oneri della sicurezza ormai convalidata, facente riferimento alle precedenti normative e in particolare dall Autorità di Vigilanza ha identificato con la determina 02/2001 una distinzione fondamentale: "La stima complessiva delle spese di sicurezza si compone di due parti, una parte compresa nel prezzo unitario delle singole lavorazioni [Decreto del Ministero dei lavori pubblici del 19 aprile 2000, n.145, art.5, comma 1, lett. i): (le spese di adeguamento del cantiere in osservanza del decreto legislativo n. 626/1994, e successive modificazioni.)] ed una parte di spese c.d. speciali non incluse nei prezzi [Decreto del Ministero dei lavori pubblici del 19 aprile 2000, n.145, art.5, comma 1, lett. a) (le spese per l'impianto, la manutenzione e l'illuminazione dei cantieri, con esclusione di quelle relative alla sicurezza nei cantieri stessi)]. La loro somma rappresenta il costo della sicurezza non soggetto a ribasso." Viene quindi mantenuta la possibilità di suddivisione: COSTI DIRETTI (compresi nei prezzi di Capitolato), COSTI SPECIALI (che si vanno ad aggiungere ai prezzi di Capitolato). tekno Manuale operativo Pag.469

470 Le schede dell Autorità, le diverse tipologie di appalto e di contabilizzazione dei lavori hanno poi richiesto la suddivisione di detti oneri per tipologia di lavori ovvero: ONERI RELATIVI A LAVORI A MISURA, ONERI RELATIVI A LAVORO A CORPO, ONERI RELATIVI A LAVORI IN ECONOMIA. Inoltre, nel caso di offerte a prezzi unitari, può essere richiesto che i prezzi offerti siano al netto di TUTTI gli oneri della Sicurezza: in questo caso, quindi, sia i COSTI DIRETTI che i COSTI SPECIALI saranno esclusi dai prezzi e il loro totale dovrà essere AGGIUNTO al totale dei lavori per ottenere il totale dell Appalto. COME SI FA A GESTIRE TUTTE QUESTE CASISTICHE CON tekno? Distinguiamo innanzi tutto la fase di PREVENTIVAZIONE con la fase di CONTABILIZZAZIONE. FASE DI PREVENTIVAZIONE Nello stendere il Computo Metrico è assolutamente importante distinguere quindi quali sono i lavori a Misura, quali quelli a Corpo e quali quelli in Economia. Nella definizione del capitolo (Se abbiamo bisogno di un solo livello di gerarchia, la struttura corretta da utilizzare è CAPITOLI VOCI. Se abbiamo bisogno di una doppia struttura, useremo GRUPPI - CAPITOLI VOCI. Anche se abbiamo utilizzato i Gruppi, la definizione della tipologia di lavoro avviene a livello del CAPITOLO) abbiamo infatti la possibilità di indicare se il lavoro è a misura, a corpo o in economia e ad ogni scelta corrisponde una diversa colorazione della cartellina. Risulta quindi indispensabile la creazione di almeno un capitolo. L inserimento degli oneri della Sicurezza viene effettuato nel QUADRO ECONOMICO DEL COMPUTO dove vedremo il totale dei lavori suddivisi per tipologia e i campi per l inserimento degli oneri della sicurezza relativi. Ovviamente dovremo inserire gli importi totali che il Coordinatore alla Progettazione avrà fornito. Nei vari tekno Manuale operativo Pag.470

471 campi riporteremo quindi gli oneri sicurezza diretti e speciali che competano rispettivamente ai lavori a misura, ai lavori a corpo e ai lavori in economia. Distinguiamo due metodi di stima dei costi: Forfetario: che si suddividono in Inclusi nei prezzi di capitolato ed Esclusi dai prezzi di capitolato Analitico: che determina, come prevede il Decreto del Presidente della Repubblica del 3 Luglio 2003 n 222, confermata e resa obbligatoria dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (aggiornato al decreto legislativo 3 agosto 2009, n. 106) la stima dei costi con metodo analitico, voce per voce. Questa suddivisione delle tipologia dei lavori e dei corrispondenti oneri della sicurezza è assolutamente indispensabile per poter gestire correttamente i costi della sicurezza nei SAL. NOTA BENE: Nel calcolo di un SAL il programma calcolerà gli oneri della sicurezza relativi in proporzione all avanzamento dei lavori considerando l avanzamento dei lavori a misura per calcolare la quota parte degli oneri della sic. relativi a lavori a misura, l avanzamento dei lavori a corpo per gli oneri relativi ai lavori a corpo e analogamente per i lavori in economia. tekno Manuale operativo Pag.471

Manuale operativo. Revisione 2.0 del 05/2010. Arkivio

Manuale operativo. Revisione 2.0 del 05/2010. Arkivio Manuale operativo Revisione 2.0 del 05/2010 Arkivio SOMMARIO 1 Benvenuti... 3 1.1 AVVERTENZE... 3 2 Informazioni generiche sul programma... 4 2.1 REQUISITI HARDWARE-SOFTWARE... 4 2.2 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

www.topcantiere.it Manuale operativo Revisione v. 8.1.0 del 07/01/2013 Sikuro Sikuro Manuale operativo - pag 1

www.topcantiere.it Manuale operativo Revisione v. 8.1.0 del 07/01/2013 Sikuro Sikuro Manuale operativo - pag 1 Manuale operativo Revisione v. 8.1.0 del 07/01/2013 Sikuro Sikuro Manuale operativo - pag 1 INDICE Capitolo 1. Info generali 10 1.1. Benvenuti 11 1.2. Avvertenze 11 1.3. Requisiti Hardware-Software 11

Dettagli

INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE SimplyFatt2 (versione Network) Versione 2.7.0 INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE Copyright 2008-2013 Lucanasoft di Vincenzo Azzone Tutti i diritti riservati. 1 Indice Generale INSTALLAZIONE / DISINSTALLAZIONE!...

Dettagli

STR VISION - Professionisti

STR VISION - Professionisti STR VISION - Professionisti STR VISION dà inizio alla nuova era delle soluzioni per il mondo delle costruzioni. STR VISION nasce dalla ricerca e sviluppo di STR e coniuga l esperienza di oltre 30 anni

Dettagli

Manuale Utente Millesimal

Manuale Utente Millesimal Manuale Utente Millesimal 1.1.1 Introduzione Millesimal è lo strumento che consente al progettista di determinare in modo rapido ed efficiente le tabelle millesimali del progetto architettonico realizzato

Dettagli

Guida all installazione

Guida all installazione Guida all installazione Presentazione Vi ringraziamo per aver scelto Evoluzioni SL. Evoluzioni SL, è un software appositamente studiato per la gestione degli studi legali, in ambiente monoutente e multiutente,

Dettagli

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA Requisisti di sistema L applicazione COMUNICAZIONI ICI è stata installata e provata sui seguenti

Dettagli

Istruzioni per una corretta installazione

Istruzioni per una corretta installazione INDICE > Premessa 2 Istruzioni per una corretta installazione 3 Configurazione Hardware e Software excellent Computi 3 > Nuova Installazione 4 Installazione di excellent Computi 5 > Aggiornamento di excellent

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

Manuale utente. Software Content Manager per HP ipaq 310 Series Travel Companion. Italiano Dicembre 2007. Part number: 467721-061

Manuale utente. Software Content Manager per HP ipaq 310 Series Travel Companion. Italiano Dicembre 2007. Part number: 467721-061 Manuale utente Software Content Manager per HP ipaq 310 Series Travel Companion Italiano Dicembre 2007 Part number: 467721-061 Copyright Note legali Il prodotto e le informazioni riportate nel presente

Dettagli

GERICO 2015 p.i. 2014

GERICO 2015 p.i. 2014 Studi di settore GERICO 2015 p.i. 2014 Guida operativa 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. ASSISTENZA ALL UTILIZZO DI GERICO... 4 3. CARATTERISTICHE TECNICHE... 5 4. INSTALLAZIONE DEL PRODOTTO DA INTERNET...

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8JZGL450591 Data ultima modifica 22/07/2011 Prodotto Tuttotel Modulo Tuttotel Oggetto: Installazione e altre note tecniche L'utilizzo della procedura è subordinato

Dettagli

Guida per l'installazione del software MasterOnEuro

Guida per l'installazione del software MasterOnEuro Guida per l'installazione del software MasterOnEuro Versione del manuale 1.1 Relativo alla Versione Software MasterOnEuro 2.1 Sommario 1 Licenza d'uso e garanzia 2 Prima parte 3 3 4 6 Seconda parte 17

Dettagli

Come installare. Indice. Contenuto della confezione. Manuali: dove trovarli

Come installare. Indice. Contenuto della confezione. Manuali: dove trovarli Indice Contenuto della confezione 2 Manuali: dove trovarli 2 Come installare 3 1. Installazione.Net Framework 3.5 4 2. Installazione SQL Express 7 3. Installazione Client 9 Attivazione licenza 14 Assistenza

Dettagli

Guida all installazione

Guida all installazione Guida all installazione Introduzione ScanRouter V2 Lite è un server consegna che può consegnare i documenti letti da uno scanner o consegnati da DeskTopBinder V2 a una determinata destinazione attraverso

Dettagli

Hair Stylist Assistant - Guida Rapida. Hair Stylist Assistant Guida Rapida. Titolo. Data 01/9/2011 Versione 1.5.1. Pagina 1 di 36

Hair Stylist Assistant - Guida Rapida. Hair Stylist Assistant Guida Rapida. Titolo. Data 01/9/2011 Versione 1.5.1. Pagina 1 di 36 Hair Stylist Assistant - Guida Rapida Titolo Autore Hair Stylist Assistant Guida Rapida ID Computer Data 01/9/2011 Versione 1.5.1 Pagina 1 di 36 Hair Stylist Assistant - Guida Rapida Indice generale 1

Dettagli

Manuale utente COMPULINE. (Manuale preliminare)

Manuale utente COMPULINE. (Manuale preliminare) Manuale utente COMPULINE (Manuale preliminare) 1.1.1 Contenuti 1.1.1 Introduzione... 1 1.2 Requisiti di Sistema... 1 1.2.1 Istruzioni di installazione... 2 1.2.2 Compatibilità... 3 1.2.3 Avviare il programma...

Dettagli

Piattaforma d apprendimento di Rete postale e vendita

Piattaforma d apprendimento di Rete postale e vendita Piattaforma d apprendimento di rete postale e vendita Guida per gli utenti Benvenuti sulla piattaforma di Rete postale e vendita. L obiettivo della presente guida è innanzitutto di facilitarvi, attraverso

Dettagli

Divisione Metrologia - FC Italia. Sistema Gestione Controlli e Collaudi Guida Utente

Divisione Metrologia - FC Italia. Sistema Gestione Controlli e Collaudi Guida Utente Divisione Metrologia - FC Italia Sistema Gestione Controlli e Collaudi Guida Utente Guida per il Cliente Questa guida ha lo scopo di illustrare le modalità di accesso al portale a Voi dedicato per ottenere

Dettagli

LIVELLAZIONI. Michele Vernice ISBN 88-8207-121-9 EAN 9 788882 071219

LIVELLAZIONI. Michele Vernice ISBN 88-8207-121-9 EAN 9 788882 071219 Michele Vernice Michele Vernice LIVELLAZIONI ISBN 88-8207-121-9 EAN 9 788882 071219 MultiCompact 7, 2 Prima edizione: novembre 2003 Editoria tecnica via Principe di Palagonia 87/91 90145 Palermo Telefono

Dettagli

GUIDA alla COMPILAZIONE della procedura di gestione degli INTERVENTI AMMESSI al FINANZIAMENTO

GUIDA alla COMPILAZIONE della procedura di gestione degli INTERVENTI AMMESSI al FINANZIAMENTO GUIDA alla COMPILAZIONE della procedura di gestione degli INTERVENTI AMMESSI al FINANZIAMENTO Pagina 1 di 113 INDICE 1 CONFIGURAZIONE HARDWARE E SOFTWARE CONSIGLIATA... 4 1.1 VERIFICA DELLE IMPOSTAZIONI

Dettagli

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni it 2 Informazioni generali Informazioni generali Questo manuale contiene importanti informazioni sulle caratteristiche e sull impiego

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

Prontuario PlaNet Contabilità lavori

Prontuario PlaNet Contabilità lavori Prontuario PlaNet Contabilità lavori Status: Definitivo Pag. 1/34 File: Prontuario PlaNet Fornitori_00.doc INDICE PREMESSA...3 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE...4 ATTIVITÀ AMBITO DEL PROCESSO...5 Accesso

Dettagli

Manuale d uso Mercurio

Manuale d uso Mercurio Manuale d uso Mercurio SOMMARIO Pagina Capitolo 1 Caratteristiche e Funzionamento Capitolo 2 Vantaggi 3 3 Capitolo 3 Cosa Occorre Capitolo 4 Prerequisiti Hardware e Software Prerequisiti hardware Prerequisiti

Dettagli

Guida operativa servizi online. Versione: 1.00 del 30/9/2011. ATHENA PORTAL Software Amministrazione Associazioni Sportive Dilettantistiche Pag.

Guida operativa servizi online. Versione: 1.00 del 30/9/2011. ATHENA PORTAL Software Amministrazione Associazioni Sportive Dilettantistiche Pag. Guida operativa servizi online Versione: 1.00 del 30/9/2011 ATHENA PORTAL Software Amministrazione Associazioni Sportive Dilettantistiche Pag. 1 INDICE PREMESSA... 3 SCOPO DEL MANUALE... 3 COS È ATHENAPORTAL...

Dettagli

SONY ERICSSON MD300 MOBILE BROADBAND USB MODEM

SONY ERICSSON MD300 MOBILE BROADBAND USB MODEM Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di SONY ERICSSON MD300 MOBILE BROADBAND USB MODEM. Troverà le risposte a tutte sue domande

Dettagli

Installazione o aggiornamento di 3CAD Azzurra Arredobagno

Installazione o aggiornamento di 3CAD Azzurra Arredobagno Azzurra S.r.l. Via Codopé, 62-33087 Cecchini di Pasiano (PN) Telefono 0434 611056 - Fax 0434 611066 info@azzurrabagni.com - www.azzurrabagni.com Installazione o aggiornamento di 3CAD Azzurra Arredobagno

Dettagli

EDIsign 2.0 MANUALE INSTALLAZIONE ED USO FMPF24I1. Manuale installazione ed uso software di verifica e di report per inverter Reverberi EDI.

EDIsign 2.0 MANUALE INSTALLAZIONE ED USO FMPF24I1. Manuale installazione ed uso software di verifica e di report per inverter Reverberi EDI. EDIsign 2.0 Manuale installazione ed uso software di verifica e di report per inverter Reverberi EDI. MANUALE INSTALLAZIONE ED USO FMPF24I1 Edizione 1 Rev.1 Edizione Novembre 2013 - Pagina 2 di 23 Sommario

Dettagli

CONTI CORRENTI CONTI CORRENTI PREMESSA MENU PRINCIPALE

CONTI CORRENTI CONTI CORRENTI PREMESSA MENU PRINCIPALE PREMESSA MENU PRINCIPALE Il programma ARGO costituisce uno strumento flessibile, affidabile e semplice per venire incontro alle esigenze delle Istituzioni scolastiche in materia di gestione informatizzata

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Direttiva 2011/24/UE Reporting ASL

Direttiva 2011/24/UE Reporting ASL MINISTERO DELLA SALUTE Direttiva 2011/24/UE Reporting ASL Manuale dell applicazione A cura del Punto Nazionale di Contatto Italiano maggio 2014 Sommario I. Panoramica generale... 2 Campo di applicazione...

Dettagli

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015]

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Panoramica... 2 Menù principale... 2 Link Licenza... 3 Link Dati del tecnico... 3 Link

Dettagli

ITALSOFT GROUP INTERNET COMPANY

ITALSOFT GROUP INTERNET COMPANY NOME TopimpresaWEB PRODOTTO Software per la gestione delle imprese edili su Web per Windows e per Macintosh ATTIVITA GESTITE Preventivazione, pianificazione dei tempi di lavorazione, contabilità dei lavori

Dettagli

Via G.Carducci, 6/a 20058 Villasanta (MI) Italy. +39 039 234001 www.italsoftware.it info@italsoftware.it. Copyright (c) 2006 ITALSoftware

Via G.Carducci, 6/a 20058 Villasanta (MI) Italy. +39 039 234001 www.italsoftware.it info@italsoftware.it. Copyright (c) 2006 ITALSoftware Via G.Carducci, 6/a 20058 Villasanta (MI) Italy +39 039 234001 www.italsoftware.it info@italsoftware.it Copyright (c) 2006 ITALSoftware Manuale utente V. 2.0-10/02/2007 3 AVVERTENZE Le informazioni contenute

Dettagli

Indice. 1 Informazioni generali. 1.1 Informazioni su Datax. 2 Informazioni tecniche. 2.1 Requisiti di sistema. 2.1.1 Sistemi operativi supportati

Indice. 1 Informazioni generali. 1.1 Informazioni su Datax. 2 Informazioni tecniche. 2.1 Requisiti di sistema. 2.1.1 Sistemi operativi supportati Anco Soft DATAX 1 Indice 1 Informazioni generali 1.1 Informazioni su Datax 2 Informazioni tecniche 2.1 Requisiti di sistema 2.1.1 Sistemi operativi supportati 2.2 Requisiti minimi 3 Avvio del programma

Dettagli

Calcolando. Calcolo della Rivalutazione monetaria e degli interessi EDIZIONI IL MOMENTO LEGISLATIVO VERSIONE 1.0.5

Calcolando. Calcolo della Rivalutazione monetaria e degli interessi EDIZIONI IL MOMENTO LEGISLATIVO VERSIONE 1.0.5 Calcolando Calcolo della Rivalutazione monetaria e degli interessi VERSIONE 1.0.5 EDIZIONI IL MOMENTO LEGISLATIVO Calcolando a cura de «Il Momento Legislativo» Seconda Edizione: Ottobre 2004 Stampa ed

Dettagli

Per gestire l archivio delle categorie di conto, occorre selezionare la voce Tipi di conto dal menù Archivi.

Per gestire l archivio delle categorie di conto, occorre selezionare la voce Tipi di conto dal menù Archivi. Come iniziare La prima operazione da effettuare quando si inizia ad operare con Quick Bank, è quella di creare gli archivi nei quali verranno memorizzate tutte le scritture. Ovviamente, l archivio più

Dettagli

ITALSOFT GROUP INTERNET COMPANY

ITALSOFT GROUP INTERNET COMPANY NOME TopimpiantiWEB PRODOTTO Software per la gestione delle imprese edili su Web per Windows e per Macintosh ATTIVITA GESTITE Preventivazione, Pianificazione dei tempi di lavorazione, Contabilità dei lavori

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli

Via G.Carducci, 6/a 20058 Villasanta (MI) Italy. +39 039 234001 www.italsoftware.it info@italsoftware.it. Copyright (c) 2006 ITALSoftware

Via G.Carducci, 6/a 20058 Villasanta (MI) Italy. +39 039 234001 www.italsoftware.it info@italsoftware.it. Copyright (c) 2006 ITALSoftware Via G.Carducci, 6/a 20058 Villasanta (MI) Italy +39 039 234001 www.italsoftware.it info@italsoftware.it Copyright (c) 2006 ITALSoftware Manuale utente V. 2.0-10/02/2007 3 AVVERTENZE Le informazioni contenute

Dettagli

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Cenni preliminari... 1 Elementi sullo schermo... 2 Creazione di una cartella di lavoro... 3 Utilizzo di celle e intervalli... 3 Gestione della cartella

Dettagli

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso Tutor System SVG Guida all'installazione ed all uso Il contenuto di questa guida è copyright 2010 di SCM GROUP SPA. La guida può essere utilizzata solo al fine di supporto all'uso del software Tutor System

Dettagli

PROVA VALUTATIVA GUIDA PER L INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL SOFTWARE

PROVA VALUTATIVA GUIDA PER L INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL SOFTWARE PROVA VALUTATIVA GUIDA PER L INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL SOFTWARE OAM Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi Piazza Borghese, 3 00186 Roma

Dettagli

1 Requisiti di sistema per Internet Security

1 Requisiti di sistema per Internet Security Requisiti di sistema e istruzioni d installazione per Internet Security Indice 1 Requisiti di sistema per Internet Security...1 2 Istruzioni d installazione per Internet Security su un computer a titolo

Dettagli

Versione 4.0 Personalizzazione per Mago.Net

Versione 4.0 Personalizzazione per Mago.Net Manuale Utente Versione 4.0 Personalizzazione per Mago.Net Copyright 2004-2005 Tutti i diritti riservati Rev. 2.01 del 19/09/2003 Importazione Listini Fornitore Ver. 2.60.40 e successive Importazione

Dettagli

Manuale di Nero ControlCenter

Manuale di Nero ControlCenter Manuale di Nero ControlCenter Nero AG Informazioni sul copyright e sui marchi Il manuale di Nero ControlCenter e il contenuto dello stesso sono protetti da copyright e sono di proprietà di Nero AG. Tutti

Dettagli

An Apple Subsidiary LICENZA D'USO DEL SOFTWARE FILEMAKER PRO

An Apple Subsidiary LICENZA D'USO DEL SOFTWARE FILEMAKER PRO LICENZA D'USO DEL SOFTWARE FILEMAKER PRO IMPORTANTE - LEGGERE CON ATTENZIONE: INSTALLANDO, COPIANDO, SCARICANDO, ACCEDENDO O ALTRIMENTI UTILIZZANDO IL SOFTWARE, ACCETTATE DI ESSERE VINCOLATI AI TERMINI

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file Sommario Uso del computer e gestione dei file... 3 Sistema Operativo Windows... 3 Avvio di Windows... 3 Desktop... 3 Il mouse... 4 Spostare le icone... 4 Barra delle

Dettagli

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved Versione 2014 Installazione GSL Copyright 2014 All Rights Reserved Indice Indice... 2 Installazione del programma... 3 Licenza d'uso del software... 3 Requisiti minimi postazione lavoro... 3 Requisiti

Dettagli

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR PJ-6/PJ-66 Stampante mobile Versione 0 ITA Introduzione Le stampanti mobili Brother, modelli PJ-6 e PJ-66 (con Bluetooth), sono compatibili con numerose

Dettagli

Licenza d'uso del Software (License)

Licenza d'uso del Software (License) An Apple Subsidiary Licenza d'uso del Software (License) I programmi software elencati insieme alla relativa documentazione nella pagina di download del software ( Software ) sono concessi in uso, non

Dettagli

ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI

ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI SISTEMA DISTRIBUZIONE SCHEDE OnDemand GUIDA ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI un servizio Avviso agli utenti Il prodotto è concesso in licenza come singolo prodotto e le parti che lo compongono

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni