ASTRA CARTA DEL SERVIZIO. cooperativa Astra onoranze funebri dal Numero verde Astra Società Cooperativa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASTRA CARTA DEL SERVIZIO. cooperativa Astra onoranze funebri dal 1949. Numero verde 800-772166. Astra Società Cooperativa"

Transcript

1 ASTRA cooperativa Astra onoranze funebri dal 1949 Astra Società Cooperativa Sede sociale: corso Giulio Cesare, Torino tel fax Sedi: via Monginevro, 161 bis Torino tel fax "L'Annunziata" Unità Locale della Cooperativa Astra corso Garibaldi, Venaria Reale (TO) tel fax Finanziamenti in sede CARTA DEL SERVIZIO Numero verde

2 La cooperativa 6. La storia 7. Il territorio 7. L identità La Carta del Servizio In più 10. Cos è la Carta, perché esiste 11. Il servizio funebre Astra 14. Tutte le tipologie di cerimonia 14. sepoltura in terra 15. sepoltura in loculo 16. sepoltura in tombe di famiglia 18. cremazione 19. sepoltura fuori Torino 20. esumazioni ed estumulazioni 22. pratiche generiche 24. altre tradizioni 25. Informazioni e contatti 26. Cimiteri di Torino 32. Standard di qualità 38. Gli altri servizi Astra 41. Le attività sociali

3 La differenza La differenza è nel fatto che Astra è una cooperativa. Che ha una storia di 60 anni. Che è profondamente legata al tessuto sociale della città. Che ha scelto di mantenere vivissimo questo legame, nell orizzonte di una comunità in continua evoluzione, dove le voci le lingue, le tradizioni, i riti sono sempre di più e sempre più articolate. Per Astra la trasparenza non è una novità, ma una radice. La forma societaria che ha scelto la cooperativa è fin dalle origini testimonianza di un fare e di un pensare condiviso, onesto, concreto e solidale. Molti di coloro che hanno incontrato Astra come clienti, anche in un momento difficile come è quello del lutto, hanno avuto modo di conoscere non solo una struttura seria e affidabile nella gestione del funerale, ma anche una realtà che offre altre opportunità di servizi a supporto della famiglia, nella sua vita quotidiana e sociale. Servizi legali e fiscali per la gestione di successioni, dichiarazioni dei redditi e altre pratiche amministrative. Soccorso, assistenza, organizzazione domestica, attività nel tempo libero, riflessioni sul divenire del territorio e dell umanità che ne disegna lo spazio. Astra è una scelta di valore democratico, di valore etico, di sicurezza e di totale aderenza alla realtà delle persone. Il Presidente 3

4 La cooperativa

5 La storia Astra, fondata nel 1949, è fin dalle origini uno dei soggetti attivi nell ambito del movimento cooperativo torinese, che rappresenta una delle anime culturali della città. Cresciuta per dare testimonianza concreta di quegli ideali di solidarietà e uguaglianza che ne avevano ispirato la costituzione, Astra ha avuto e continua a mantenere vivissimo il proprio radicamento territoriale, così come i sentimenti di vicinanza e l immediata empatia verso il mondo del lavoro e dell associazionismo da cui provengono molti dei soci. I numeri, al di là di ogni parola di commento, esprimono i risultati di questo sforzo nella sua continuità: 6500 soci, tre sedi, 600 famiglie che mediamente scelgono ogni anno la cooperativa. Un attenzione al cliente che ha portato a pubblicare la carta del Servizio già nel 2001, un atto d avanguardia, sull orizzonte di quei valori di trasparenza e di continuo monitoraggio della qualità che orientano attualmente le policy aziendali più evolute e le realtà di servizio pubbliche e private. Il territorio Astra ha una territorialità forte. Le radici torinesi, vissute anche sul piano culturale, oltre che nell attività, entrano fortemente nella personalità della cooperativa, nel suo sguardo attento al divenire sociale, al mutare e al permanere di elementi che fanno di ogni quartiere una microcomunità dotata di identità propria. Astra ha un bacino d utenza che proviene da tutta la città, ma desidera sottolineare il legame particolarmente profondo con alcune aree urbane, dalle origini a oggi, che ha connotato la crescita e il consolidamento della cooperativa. Quartieri storici, come Falchera-Rebaudengo, Madonna di Campagna, Mirafiori, Lucento, Barriera di Milano, Borgo Vittoria sono i titoli di capitoli che narrano storia e presente di Astra. E poi c è Venaria, la terza sede, dove Astra sta sviluppando la propria attività. L identità Essere una cooperativa comporta una politica di prezzi molto attenta e orientata alla convenienza, la scelta di offrire ai soci opportunità di risparmio interessanti, qualora aderiscano al programma Prestito Sociale, e il costante obiettivo di serietà, qualità, trasparenza, discrezione, umanità. Sono questi i valori che ispirano l organizzazione e che le danno un impronta, nel lavoro concreto come nella relazione con le persone che si rivolgono all agenzia nel momento delicato e doloroso del lutto. 6 7

6 La Carta del Servizio

7 Cos è la Carta, perché esiste La Carta del Servizio è un documento semplice che contiene informazioni chiare, dettagliate, trasparenti, sulle attività di onoranze funebri svolte dalla cooperativa Astra. La pubblicazione dichiara gli standard di qualità del servizio che la Società si impegna a rispettare, le normative in cui è tenuta ad operare, e illustra le modalità di ogni tipo di cerimonia, così che le famiglie possano scegliere in piena consapevolezza il tipo di sepoltura che desiderano per il loro caro, nel rispetto della sua dignità e delle proprie disponibilità. Il servizio funebre Astra Premessa legale sul cimitero di sepoltura La famiglia può seppellire il proprio caro nel comune che desidera, previa autorizzazione del comune stesso. Per le persone decedute in Torino, che vengono sepolte in Torino, il Comune ha diviso la città in zone; ad ogni zona viene assegnato un cimitero ed in esso devono essere sepolti coloro che vi sono residenti. Eccezioni La salma, i resti e le ceneri di una persona possono essere sepolti in un altro cimitero cittadino, diverso da quello del comune di appartenenza, in una serie di possibili circostanze: 1. se il defunto ha un parente stretto (coniuge, genitore, figlio, fratello) sepolto in un altro cimitero cittadino come salma o ceneri entro 10 anni dal decesso. I resti e le ceneri del defunto possono sempre essere sepolti nel cimitero del parente stretto; 2. se un parente stretto è residente in una zona che dipende da un altro cimitero; 3. se la famiglia ha una tomba di famiglia in quel cimitero; 4. se si opta per la cremazione, che consente la sepoltura delle ceneri al Cimitero monumentale; 5. quando, per carenza di posto nel proprio cimitero, il comune dia disponibilità alla sepoltura anche in altri cimiteri; 6. quando, facendo pagare un supplemento di tariffa, il comune dia la disponibilità alla sepoltura di salme anche in cimiteri cittadini diversi da quello di appartenenza

8 Scelta dell Impresa Premessa legale: i diritti della famiglia In nessuna situazione e in nessun luogo (ospedale, casa di cura, casa di riposo, clinica, domicilio) si è vincolati, o peggio, obbligati alla scelta di una determinata impresa. La famiglia del deceduto è sempre nel diritto di fare intervenire l impresa che ha liberamente scelto. NEGLI OSPEDALI NON ESISTONO IMPRESE DI TURNO. Consiglio della cooperativa Diffidate sempre di estranei che insistono nell orientarvi alla scelta di un impresa: molto spesso vogliono approfittarne. Standard di servizio: reperibilità Astra è reperibile 24 ore su 24 tutti i giorni dell anno, sia feriali che festivi senza sovrapprezzo. Componendo il numero telefonico un incaricato sarà subito a vostra completa disposizione. È inoltre disponibile un filo diretto al numero verde , dedicato alle chiamate relative a richiesta di preventivi e a qualsiasi altra informazione sui servizi funebri. Standard di servizio: completezza del servizio 2. posizionare il tavolino con l album delle partecipazioni al proprio domicilio, o in ospedale, e davanti alla chiesa. 3. fornire l autofurgone funebre e il personale qualificato per il trasporto della salma. 4. contattare il parroco per la funzione funebre, fissare il giorno e l ora del funerale; 5. gestire tutte le pratiche burocratiche municipali, ospedaliere o presso la società della cremazione; 6. anticipare, per conto della famiglia del defunto, gli oneri dovuti a enti pubblici e privati; 7. pubblicare necrologi ed eventuali adesioni, ringraziamenti, anniversari. 8. far stampare e affiggere manifesti di partecipazione e ringraziamento; 9. ordinare i fiori, la banda musicale; 10. allestire camere ardenti in ospedale, a domicilio e in casa di cura, allestire ibernatori; 11. prenotare pullman o autovetture a noleggio, organizzare trasporti con autofurgone o per via aerea e prenotare posti passeggeri al seguito del defunto; 12. organizzare tutto quanto necessario per la sepoltura, nel campo comune in terra, nel loculo, nella tomba di famiglia, per la cremazione; 13. seguire la cerimonia funebre sino al cimitero, alla tumulazione della salma o alla cremazione e accompagnare i familiari alla successiva consegna e tumulazione delle ceneri; 14. procurare e consegnare i certificati di morte per il disbrigo delle pratiche di successione, pensione, etc. e assistere per l espletamento delle stesse; 15. ordinare e stampare ricordini e biglietti di ringraziamento; 16. accompagnare e supportare nella scelta e nel completamento della lapide definitiva. Tutti i servizi elencati devono essere compresi nel prezzo concordato per il funerale. Finanziamenti in sede. La completezza del servizio e la piena disponibilità rappresentano un importante standard qualitativo dell attività. Concretamente, garantire questo standard significa: 1. ascoltare le esigenze del cliente e su questa base consigliarlo nella scelta del tipo di sepoltura, del feretro e dell eventuale urna cineraria, occuparsi della sistemazione della salma; 12 13

9 14 Tutte le tipologie di cerimonia Sepoltura in terra. Per sepoltura in terra si intende l inumazione presso un cimitero municipale in fosse di circa 2,5 metri di profondità con feretro a norma di legge, in legno massello dolce (pino, abete, larice), dello spessore di 2 cm. senza cassa interna in zinco. Che cosa dice la legge Le sepolture in terra devono essere sempre disponibili per legge, in tutti i cimiteri dello stato italiano. Ogni comune stabilisce la durata della concessione della sepoltura in terra (da un minimo di 10 anni alla concessione perpetua). Nei cimiteri di Torino la durata della sepoltura è, per tutti, decennale, secondo i regolamenti dell anno Alla scadenza della concessione la salma verrà esumata e i resti saranno raccolti in una cassetta ossario e destinati, per libera scelta dei famigliari: a una celletta ossario municipale; all ossario comune; alla cremazione; oppure saranno: trasferiti in un altro comune; tumulati in una tomba di famiglia; tumulati nel loculo di un parente diretto. Lapide In occasione della sepoltura la famiglia, a propria scelta, pone la lapide definitiva di commemorazione del defunto, che prevede i dati anagrafici, l epitaffio, un vasetto porta fiori, un lumino votivo, una fotoceramica con cornice, un simbolo religioso o personale. Costi Ogni comune stabilisce una tariffa per la concessione della sepoltura (in alcuni casi è gratuita, ma il costo può variare ampiamente a seconda del comune). La sepoltura gratuita nel comune di Torino è dovuta solo ai cittadini indigenti. Questa sepoltura e la cremazione sono le sepolture più economiche. Sepoltura in loculo. Che cosa dice la legge Per sepoltura in loculo si intende la tumulazione in un cimitero in loculi - detti anche colombari - di un feretro per legge di legno massello (larice, castagno, noce, rovere, olmo, etc.) con spessore minimo di 3 cm., con cassa interna in zinco stampato, sigillata a fuoco prima del funerale. I loculi sono dati in concessione dal comune per un numero di anni stabiliti a sua discrezione. Attualmente il comune di Torino ha stabilito per i cimiteri cittadini un periodo di 40 anni uguale per tutti i tipi di loculi. La concessione dei loculi nei vari cimiteri è legata alla disponibilità del momento, sia per la localizzazione, che per le file ed è a discrezione del comune quali loculi vendere e con quali criteri (ad esempio vendere solo i porticati, etc.). Lapide La lapide definitiva, come per la sepoltura in terra, prevede i dati anagrafici, l epitaffio, il vasetto portafiori, la fotoceramica con cornice, il lumino, la croce. I loculi si distinguono Per l aspetto esterno: loculi di testa (lapide quadrata); loculi di fascia (lapide rettangolare). 15

10 16 Per la localizzazione: loculi seminterrati o sotterranei (Cimitero Monumentale e Cimitero Parco); loculi esterni (Cimitero Monumentale e Cimitero Parco); loculi monopiano o edicole esterni (Cimitero Monumentale, Sassi, Cavoretto, Abbadia di Stura); loculi porticati (Cimitero Monumentale e Cimitero Parco). Per l altezza del suolo: Prima e seconda (accessibili senza scale); Terza (difficilmente accessibile senza scala); Quarta, quinta (accessibili solo con la scala), Per il prezzo (dal più economico al più caro). Per tipo: loculi di testa (sotteranei, esterni, monoplano, edicole, porticati); loculi di fascia (sotterranei, esterni, monoplano, edicole, porticati). Per fila: quinta o super; quarta; prima; terza; seconda. Sepoltura in tomba di famiglia. Che cosa dice la legge Le sepolture di famiglia sono delle concessioni perpetue (tombe molto antiche in zone storiche del Cimitero Monumentale, Sassi, Abbadia di stura), o novantanovennali, del comune ad uno o più concessionari purchè appartenenti allo stesso nucleo familiare d origine. La concessione viene formalizzata mediante la stipu- lazione di un atto notarile a spese del concessionario e del pagamento di un canone novantanovennale al comune di Torino. Vi è l obbligo di presentazione entro sei mesi dall atto del progetto esecutivo dell opera da realizzare da parte di un impresa edile a libera scelta della famiglia tra quelle autorizzate a operare nei cimiteri cittadini. Ultimazione della tomba entro 30 mesi dalla notifica della avvenuta approvazione del progetto. La concessione della sepoltura non è un bene che si può vendere e comperare tra privati; rimane della famiglia, passa agli eredi del concessionario in caso di morte per tutto il tempo della concessione, al termine della quale può essere rinnovata dietro pagamento di nuovo canone, oppure ritorna al comune senza alcun indennizzo da parte dello stesso. Le salme tumulate da meno di 40 anni saranno traslate in loculi, quelle da più di 40 anni, i resti e le ceneri poste in ossario e cinerario comune. Hanno diritto ad essere sepolti nella tomba di famiglia: il concessionario, ascendenti, discendenti diretti (nonni, genitori, figli, nipoti, pronipoti ecc.) e rispettivi coniugi, previo consenso del concessionario/i; parenti fino al 6 grado, affini entro il 3 grado, persone facenti parte del nucleo famigliare anagrafico del concessionario. Il servizio Astra attiva tutta l assistenza necessaria per la sepoltura nella tomba di famiglia in occasione di un lutto, ma è a disposizione come consulente anche per la scelta, l acquisizione della concessione presso gli uffici municipali, la costruzione o la ristrutturazione di una tomba di famiglia. Tipi di sepolture Edicole o cappelle: costruzioni fuori terra con un massimo di 12 loculi e cellette fuori terra e 12 in camera sotterranea; monumenti o cripte: costruzione di loculi in una camera sotterranea con soprastante lapide architettonica di valore artistico; sterro: area di famiglia vincolata a sole sepolture in terra; feretro: come nei loculi, in legno massello di cm 3 minimo con cassa zincata interna che viene sigillata a fuoco ammissione nella sepoltura. 17

11 18 Sepoltura con cremazione della salma. Che cosa dice la legge, che cosa dice la Chiesa Cattolica. La cremazione è un rito civile ed antico, simbolo di purificazione, di liberazione dello spirito e dell immortalità dell anima. La Chiesa Cattolica consente liberamente la cremazione dal A Torino è scelta in oltre il 20% dei funerali. Per scegliere la cremazione è necessario ai sensi del regolamento di polizia mortuaria : dichiarare la propria volontà in atto notarile; dichiarare la propria volontà ai parenti che congiuntamente dovranno certificarla di persona in una istanza da presentare al comune ove è avvenuto il decesso; essere iscritto ad una associazione per la cremazione, legalmente riconosciuta e senza scopi di lucro, come la Società per la Cremazione di Torino (Socrem). La sepoltura con cremazione è quella più economica. Nella sepoltura con cremazione il feretro è in legno dolce di cm 2 di spessore senza cassa zincata interna. Il rito funebre viene celebrato con il feretro, successivamente la salma viene portata al tempio crematorio, una volta effettuata la cremazione le ceneri sono depositate in una apposita urna che vi può essere fornita da Astra. Le ceneri sono consegnate alla famiglia nei giorni successivi, appena possibile, e portate: in una celletta nel tempio crematorio 99/ale; in una celletta municipale 40/ale o 99/ale; nel loculo di un parente (coniuge, genitori, figli, fratelli, sorelle ); nel cinerario comune; nel tempio crematorio, in attesa della dispersione in natura;. L Associazione Socrem L appartenenza all associazione Socrem costituisce, di fronte alla legge, prova della volontà di essere cremati. La Socrem esercita quotidianamente questo ruolo convalidando la volontà dei propri soci presso i rispettivi comuni di residenza e ve- rificando, mediante controlli anagrafici incrociati con i propri archivi informatici, che la cremazione dei propri soci sia richiesta al momento della morte. Presso gli uffici Astra si possono trovare tutte le informazioni, la modulistica, le tariffe e l assistenza gratuita per l iscrizione alla cremazione e per l acquisto delle cellette, che possono essere richieste già in vita. Socrem è in corso Novara 147 b, tel Sepoltura fuori Torino. Sepoltura di salme decedute fuori Torino Se il vostro caro manca fuori città, può essere sepolto in Torino, se la richiesta di autorizzazione risponde a uno dei criteri elencati in questa pagina. Ogni famiglia può seppellire il proprio caro in qualsiasi cimitero fuori Torino a condizione che il comune di sepoltura dia l autorizzazione all ammissione della salma proveniente da altra città. Questa autorizzazione dipende dal regolamento comunale, che normalmente concede la sepoltura: se il defunto è residente nel comune; se il decesso avviene nel comune, anche se diverso da quello di residenza; se è nato o è stato residente in passato in quel comune; se ha un parente stretto residente in quel comune; se la famiglia ha una tomba di famiglia; se in vita il defunto aveva già acquistato per sé un loculo; se nel cimitero è sepolto un parente di 1 grado (coniuge, genitori, figli); se il comune concede l autorizzazione alla sepoltura previo pagamento di un diritto supplementare. Il servizio Astra, se richiesto dalla famiglia, provvede a contattare il comune di sepoltura, che si trovi in Italia o all estero, per ottenere le autorizzazioni necessarie, sbrigare tutte le pratiche burocratiche, pagare eventuali diritti municipali, affiggere i manifesti di par- 19

12 20 tecipazione e ringraziamento, organizzarne il trasporto, il funerale in parrocchia al paese e la sepoltura al cimitero, e per provvedere al completamento della lapide. Il servizio Astra anche in questo caso può provvedere a tutte le incombenze necessarie al disbrigo pratiche, al trasporto e sepoltura da qualsiasi città italiana o paese straniero. Esumazioni e estumulazioni. Per esumazione ed estumulazione si intende lo spostamento di una salma, di resti o ceneri già sepolti in un cimitero in occasione di un altra sepoltura. Esumazione ordinaria Con esumazione ordinaria si intende lo spostamento della salma dalla terra per scadenza dei tempi della concessione municipale (es. campo decennale a Torino) con: Riduzione a resti con raccolta delle ossa in una cassettina ossario e successiva tumulazione della stessa in cellette o nei loculi di parenti stretti, sia municipali o di tombe di famiglia; Riduzione e cremazione dei resti, raccolta delle ceneri in urne e successiva tumulazione in cellette o dispersione delle ceneri nel cinerario comune o in natura quando la legge lo consentirà. Estumulazione ordinaria È lo spostamento di salma, resti, ceneri per scadenza dei tempi della concessione municipale del loculo o della celleta (es. loculo o celletta quarantennale a Torino) con: Riduzione a resti Riduzione e cremazione dei resti (sistemazione dei resti e ceneri come esumazione ordinaria). Salme indecomposte Qualora nel corso dell esumazione la salma venga trovata parzialmente o totalmente decomposta: La salma viene posta in terra per 5 anni per la mineralizzazione (riduzione a resti); questa soluzione è costosa in Torino, per gli elevati diritti municipali applicati dal comune; La salma può essere cremata e le ceneri poste in celletta o in loculo di parente stretto, o disperse nel cinerario comune, o conservate, in attesa della legge sulla dispersione in natura (soluzione complessivamente più economica); Il defunto può essere traslato nel cimitero di un altro comune come salma, previo cambio del feretro, trasporto con auto funebre e sistemazione in un loculo o in tomba di famiglia (la soluzione più cotosa). Esumazione ed estumulazione straordinaria di salma Si tratta dello spostamento di una salma dalla terra, da loculo municipale o in tomba di famiglia, prima della scadenza del tempo della concessione municipale (in Torino 10 o 15 anni per la terra e 40 per i loculi). Lo spostamento si effettua: nello stesso cimitero o nei cimiteri cittadini per avvicinare il defunto ad un parente stretto; per trasferire il defunto in un altro comune. La salma deve essere trasportata solo come salma in una cassa zincata e con auto funebre. Non è ammessa la riduzione a resti. Estumulazione straordinaria di resti o ceneri È lo spostamento di resti o ceneri da cellette municipali o da tomba di famiglia, prima della scadenza del termine della concessione municipale (in Torino da 40 a 90 anni). Lo spostamento si effettua: nello stesso cimitero o in cimiteri cittadini; nel cimitero di un altro comune. 21

13 I resti o le ceneri devono essere spostati in apposite cassettine zincate o in urne cinerarie. Il trasporto non necessita di auto funebre. La famiglia può trasferire al cimitero di destinazione il proprio caro con qualsiasi mezzo di locomozione preferisca (automobile, aereo, treno, ecc.). Inoltre la cooperativa Astra vanta una convenzione con la compagnia di assicurazioni Unipol per offrire condizioni vantaggiose sulle polizze stipulate dai propri soci. Anche per le estumulazioni il servizio funebre Astra è a disposizione per ogni necessità. Pratiche municipali Alla scadenza della concessione il comune di Torino pone un cartello ai margini del campo in scadenza con l avviso: campo in scadenza presentarsi agli uffici cimiteriali per il disbrigo delle pratiche di esumazione. In alcuni casi vi è anche una data come termine ultimo per la presentazione. Il parente può rivolgersi agli uffici e occuparsi personalmente di seguire tutto l iter burocratico e pagare le relative spese, oppure rivolgersi alla cooperativa che, fra gli altri servizi, si occupa dell organizzazione della esumazione, dell assistenza per l esumazione, la sistemazione dei resti o della salma indecomposta, il completamento della lapide, il pagamento di tutti gli oneri necessari. Pratiche generiche. Parlando sempre di servizi alle persone, un capitolo a sé riguarda l attività di consulenza fiscale e pensionistica, svolta da Astra nei confronti degli associati, con specifiche assistenze e competenze per la compilazione della dichiarazione dei redditi, per il disbrigo delle pratiche pensionistiche ad ogni livello, compresa la domanda di reversibilità o la cessazione dell erogazione della pensione, delle pratiche di successione. È di recente costituzione un servizio di assistenza legale, con la collaborazione di un affermato studio torinese, per tutte le pratiche complesse che richiedono competenze civilistiche

14 Altre tradizioni. Nell ambito della propria attività di servizi funebri, Astra si impegna, nei limiti consentiti dalle normative di Legge e dai vincoli stabiliti dalle istituzioni del territorio, ad andare incontro ai desideri di tutte le famiglie che si rivolgono alla cooperativa per l organizzazione del rito funebre di un caro che hanno perduto, quale che sia la loro confessione, tradizione, e provenienza. L impronta storicamente democratica della cooperativa, rende immediato l impegno di adeguamento a un tessuto sociale che muta rapidamente e che si presenta sempre più ricco dal punto di vista etnico e culturale. Il rispetto di ogni differenza e minoranza è alla base stessa dei valori di Astra, tra le realtà capaci di organizzare cerimonie improntate a tradizioni differenti. Informazioni e contatti Astra Società Cooperativa ha tre sedi Sede sociale c.so Giulio Cesare, Torino tel fax Agenzia Via Monginevro. 161 bis Torino tel fax Agenzia di Venaria Unità locale L'Annunziata Corso Garibaldi, Venaria Reale (Torino) tel. 011/ fax 011/ Finanziamenti in sede Filo diretto per preventivi e chiamate per servizi funebri (numero verde) 24 25

15 Informazioni sui Cimiteri Torinesi Cimitero Monumentale Cimitero Parco Corso Novara, 135 Tel Via Bertani, 80 Tel Orari estivi 21 marzo-5 novembre. Accessi ore 8.30/17.30, chiusura ore 18.00, lunedì chiuso. Orari invernali 6 novembre-20 marzo. Accessi ore 8.30/16.00, chiusura ore 16.30, lunedì chiuso. Servizio Cortesia Trasporto di persone con difficoltà motorie con minibus elettrico. Dal lunedì al sabato ore 8.30/16.30, domenica ore 8.30/13.00, ore14.00/ URP Ufficio Relazioni con il Pubblico. Rilascio Permessi Auto Giornalieri Corso Novara, 135, tel e Dal lunedì al giovedì ore 8.30/13.00, venerdì ore 8.30/ Collegamenti GTT Bus Gli uffici cimiteriali e la gestione dei cimiteri cittadini sono a cura di A.F.C. Torino SPA. Orari estivi 21 marzo-5 novembre. Accessi ore 8.30/17.30, chiusura ore 18.00, lunedì chiuso. Orari invernali 6 novembre-20 marzo. Accessi ore 8.30/16.00, chiusura ore 16.30, lunedì chiuso. Servizio Cortesia Trasporto di persone con difficoltà motorie con minibus elettrico. Dal lunedì al sabato ore 8.30/16.30, domenica ore 8.30/13.00, ore14.00/ URP Ufficio Relazioni con il Pubblico Rilascio Permessi Auto L ufficio è aperto al pubblico per qualsiasi informazione e per modalità di rilascio dei permessi di circolazione all interno del cimitero. Tel Dal martedì al giovedì ore 8.30/13.00, venerdì ore 8.30/12.30, ore /15.30, sabato ore 8.30/ Collegamenti GTT Bus 5 barrato 74. Bus interno dalle ore 8.30 ogni 15 minuti con partenza dalla porta centrale. Gli uffici cimiteriali e la gestione dei cimiteri cittadini sono a cura di A.F.C. Torino SPA

16 Cimitero Monumentale di Torino corso Regio Parco corso Novara Tempio Crematorio via Zanella Cinerario Comune via Varano Ingresso Ampliazioni Fabbricati Primitivo 3 Ampliazione 7 Ampliazione Tempio crematorio Edicole 1 Ampliazione 4 Ampliazione 8 Ampliazione Campo evangelico 2 Ampliazione 5 Ampliazione Campi israeliti 28 29

17 Cimitero Parco via Ingria via Bertani Collina della Memoria Ingresso Parco Campi loculi Campo evangelico via Pancalieri 30 Aree sepolture in terra Campo islamico 31

18 Carta del Servizio Riepilogo degli standard di qualità. Nella tabella che segue, Astra riepiloga i servizi che fornisce ai cittadini e ne dichiara gli standard di qualità, esprimendoli dove possibile in dati oggettivi e quantitativi. Pubblica inoltre il proprio listino prezzi e tutte le informazioni sull attività svolta, secondo le modalità scelte dalla cooperativa come corrette e qualitative. 1. Aspetti essenziali Per monitorare periodicamente la soddisfazione del cliente, Astra ha predisposto un modulo che il cliente stesso è invitato a compilare. Per essere chiari nella presentazione dei preventivi, è stata predisposta un informativa scritta con separazione dei servizi accessori a pagamento, chiaramente distinti dal funerale ordinario. La cooperativa, che conta 11 dipendenti, ha organizzato le proprie risorse umane secondo lo schema che segue: 2 unità in amministrazione 8 unità commerciali 1 persona rivolta al sociale Il Consiglio di Amministrazione è composto da 10 Consiglieri, compresi Presidente, Vicepresidente, 3 Sindaci revisori, 1 Probiviro. Astra comunica e promuove la propria attività tramite la Carta del Servizio, primo e più importante strumento di informazione e di orientamento per il cliente la campagna pubblicitaria di affissione annuale, di impronta istituzionale (fase lancio autunno 2007) il notiziario Astra Notizie, riservato ai soci della cooperativa. 2.L impresa L impresa dispone di una sede principale di 130 mq. e di due sedi distaccate, entrambe con uffici di 25 mq. È dotata di entrata senza barriere architettoniche per disabili. Contattando telefonicamente Astra, è possibile usufruire gratuitamente del parcheggio di proprietà nel cortile della sede principale. Le agenzie Astra sono in ogni caso raggiungibili con mezzi pubblici (segue elenco dei bus e altri mezzi con cui raggiungere le 3 sedi). Non sono previste maggiorazioni per eventuali chiamate notturne e/o festive. 3. Assetto organizzativo CDA Presidente D Vicepresidente Amministrazione Commerciale Sociale 4. I mezzi e gli strumenti Astra dispone di tre auto funebri di proprietà. In caso di necessità, previa richiesta esplicita, è in grado di procurare auto specifiche per parenti con problemi di deambulazione. Per i trasporti e l organizzazione del funerale in ogni sua fase, Astra si avvale di personale qualificato. Il personale utilizzato per i servizi funebri opera secondo standard di qualità, in quanto aggiornato periodicamente attraverso corsi di formazione specifici. La cooperativa svolge la propria attività con il supporto di ampia attrezzatura informatica. 5. Personale Gli impiegati della cooperativa Astra hanno partecipato a corsi di formazione curati da Feniof, Socrem-Fabretti e Csea Comune di Torino

19 6. Gestione del lutto Astra risponde ad ogni richiesta di istanze cerimoniali, anche appartenenti a confessioni religiose diverse da quella cattolica. Il personale necroforo opera secondo standard di qualità garantiti, traducibili in. utilizzo di una divisa appropriata e sempre curata. applicazione di criteri di puntualità e di contegno 7. Servizi offerti Nel caso di decessi presso nosocomi, Astra opera nel rispetto delle normative previste in materia di preparazione della salma. Su richiesta specifica, Astra è in grado di selezionare all esterno del proprio organico professionalità specifiche di supporto alle famiglie, come psicologi, assistenti sociali, o altri consulenti che possano facilitare la gestione del lutto in casi che presentino particolari criticità. Tali servizi aggiuntivi, a pagamento, vengono nettamente distinti dal preventivo relativo al funerale. 8. Il rapporto economico Astra dichiara di esibire il listino prezzi all utente. Il listino prezzi è chiaramente consultabile presso le agenzie della cooperativa, dove viene consegnato e spiegato al cliente nella massima trasparenza e semplicità. Quando entra in contatto con la famiglia, il responsabile dell agenzia prepara e consegna il preventivo scritto del funerale, in base al tipo di richiesta. A consuntivo vengono elencate tutte le voci della cerimonia, come da preventivo, e viene emessa una fattura su cui sono chiaramente distinte le voci di competenza di Astra e quelle di competenza del comune di riferimento. Fra le voci specifiche riferite ad Astra: costi auto funebre e squadra necroforica eventuali rimborsi chilometrici per trasporti fuori città eventuali costi per impiego della squadra necroforica fuori città forniture specifiche: ad esempio per personalizzazione cofano, maniglie, imbottiture, simboli religiosi, valvole, ecc. Astra specifica che fiori, necrologi e diritti comunali sono sempre considerati costi aggiuntivi. Quando viene presentato un pacchetto servizi, Astra indica ogni fornitura compresa nel pacchetto stesso, con precisione e completezza. Offerte pacchetto servizio Astra Servizio in Torino: Fornitura feretro, onorario per disbrigo pratiche, assistenza alla famiglia, trasporto e movimentazione salma. CAMPO COMUNE e CREMAZIONE: da un minimo di euro 1850,00 TUMULAZIONE: da un minimo di euro 1900,00 Servizio per fuori Torino/da fuori Torino importi come sopra più trasporto. Esumazione Ordinaria: Onorario più cassettina imbottita euro 250,00 Estumulazione straordinaria salma: Onorario più rivestimento in zinco euro 450,00 La cooperativa Astra è iscritta alla Lega Nazionale Cooperative e Mutue ed è iscritta all associazione di categoria Feniof. Astra offre ai suoi clienti la possibilità di finanziamenti finalizzati al pagamento dei funerali

20 In più

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto)

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) Comune di Soave Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) ALLEGATO A) OPERE CIMITERIALI OPERAZIONI

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA

COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA Art. 1 Demolizione muratura loculo, smontaggio lapide con recupero delle eventuali

Dettagli

Regolamento di Polizia Mortuaria

Regolamento di Polizia Mortuaria Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con delibera n. 56 del 29.09.2006 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI CAPO I NORME PRELIMINARI ARTICOLO 1 Riferimenti Normativi Il presente Regolamento è formulato

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Capo III -DISCIPLINA DELL ACCESSO DEI VISITATORI AGLI IMPIANTI CIMITERIALI Pag. 10. Capo IV -PREVISIONI TECNICHE E PIANI CIMITERIALI Pag.

Capo III -DISCIPLINA DELL ACCESSO DEI VISITATORI AGLI IMPIANTI CIMITERIALI Pag. 10. Capo IV -PREVISIONI TECNICHE E PIANI CIMITERIALI Pag. TESTO EMENDATO NUOVO REGOLAMENTO DEI SEVIZI CIMITERIALI DEL COMNE DI PALERMO SOMMARIO Capo I - PREMESSA Pag. 2 Capo II - DISPOSIZIONI GENERALI SUL SERVIZIO DEI CIMITERI Pag. 2 - Sez. I -Disposizioni generali

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

818.61. Ordinanza. 1 Campo d applicazione e definizioni. del 17 giugno 1974

818.61. Ordinanza. 1 Campo d applicazione e definizioni. del 17 giugno 1974 Ordinanza concernente il trasporto e la sepoltura di cadaveri presentanti pericolo di contagio come anche il trasporto di cadaveri in provenienza dall estero e a destinazione di quest ultimo 818.61 del

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Cosa é utile sapere, cosa si deve fare.

Cosa é utile sapere, cosa si deve fare. T Y e rte unebre ovescala GUIDA AGLI ADEMPIMENTI IN CASO DI DECESSO Cosa é utile sapere, cosa si deve fare. I nostri uffici di CAVA MANARA I nostri uffici di PAVIA Via Riviera TrteYunebre eovescala le

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA

COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA Provincia di Roma Tel. 06-9015601 Fax 06-9041991 P.zza C.Leonelli,15 c.a.p. 00063 www.comunecampagnano.it Settore 4 - Servizio 1 - Demografico, Statistico, Elettorale, Leva,

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Articolo 7 Articolo 8 Articolo 9 Articolo 10 Articolo 11 Articolo 12 Articolo 13 Articolo 14 Articolo

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Pagina1 Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione utenti

Dettagli

Matrimonio alle Seychelles

Matrimonio alle Seychelles Benvenuti nella nostra pagina Matrimoni! Qui potrete definire ogni dettaglio per il Vostro meraviglioso matrimonio a Praslin, La Digue o in qualsiasi piccola isola delle Seychelles, scegliendo sia le decorazioni

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Città di Novate Milanese

Città di Novate Milanese Città di Novate Milanese - Provincia di Milano - Cod. Fisc. P. Iva n. 02032910156 Sede municipale di V. Veneto, 18 c.a.p. 20026 Novate Milanese (MI) tel. 02/354731 fax. 02/33240000 lavpubblici@comune.novate-milanese.mi.it

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE VERSIONE SPERIMENTALE

SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE VERSIONE SPERIMENTALE 1 1. Cos è la Carta della qualità dei servizi La realtà sempre più completa ed articolata delle pubbliche amministrazioni, se da un lato consente di offrire servizi diversificati alla cittadinanza, dall

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015 RESIDENZA AL MARE Alassio Stagione 2014-2015 Periodi e tariffe giornaliere di soggiorno: PERIODO DAL AL SOCI AGOAL AGGREGATI NOTE Festività fine Anno 28/12/2014 02/01/2015 72,00 77,00 Periodo non frazionabile

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

A tal fine l incaricato in missione dovrà utilizzare l idonea modulistica allegata al presente regolamento.

A tal fine l incaricato in missione dovrà utilizzare l idonea modulistica allegata al presente regolamento. REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA PER L AUTORIZZAZIONE ALL UTILIZZO DEL MEZZO PROPRIO, NELL AMBITO DELL ISTITUTO DELLA MISSIONE l'incarico e l'autorizzazione a compiere la missione, devono risultare da un

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Tavola Rotonda, 17 marzo 2014 Studio di Fattibilità e Ciclo del Progetto

Tavola Rotonda, 17 marzo 2014 Studio di Fattibilità e Ciclo del Progetto COMUNE di VIGONZA RIQUALIFICAZIONE DEL SERVIZIO CIMITERIALE mediante FINANZA di di PROGETTO Tavola Rotonda, 17 marzo 2014 Studio di Fattibilità e Ciclo del Progetto testo: DOSI C., Gli Studi di Fattibilitàdegli

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art.

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art. DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art. 21 legge 241/90) Al Sindaco del Comune di. Il sottoscritto Cognome Nome Codice

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL REGISTRO DELLE DICHIARAZIONI ANTICIPATE RELATIVE AI TRATTAMENTI SANITARI (TESTAMENTO BIOLOGICO)

REGOLAMENTO PER IL REGISTRO DELLE DICHIARAZIONI ANTICIPATE RELATIVE AI TRATTAMENTI SANITARI (TESTAMENTO BIOLOGICO) CITTÀ DI OZIERI PROVINCIA DI SASSARI REGOLAMENTO PER IL REGISTRO DELLE DICHIARAZIONI ANTICIPATE RELATIVE AI TRATTAMENTI SANITARI (TESTAMENTO BIOLOGICO) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale nr.

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 CODICE FISCALE/TESSERA SANITARIA/PARTITA IVA CONTRATTI DI LOCAZIONE ACQUISTO PRIMA CASA SUCCESSIONI RIMBORSI COMUNICAZIONI DI IRREGOLARITÀ E CARTELLE DI PAGAMENTO GUIDA

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli