International Master in Clinical Pharmacy

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "International Master in Clinical Pharmacy"

Transcript

1 International Master in Clinical Pharmacy Universidad de Granada Granada, 25 Marzo 2014 Belén García-Villanova Ruiz Dpto. Nutrición y Bromatología Universidad de Granada Alimentazione in determinate situazioni patologiche: ALIMENTAZIONE PER CELIACI

2 ALIMENTAZIONE IN DETERMINATE SITUAZIONI PATOLOGICHE Alimentazione per celiaci

3 Alimentazione infantile Belén García-Villanova Ruiz

4 PRODOTTI SENZA GLUTINE

5 - ALIMENTI PER L'INFANZIA A BASE DI CEREALI - ALIMENTI SENZA GLUTINE

6 LA MALATTIA CELIACA Che cosa è? È una enteropatia che si verifica in individui geneticamente predisposti in seguito al consumo di alimenti contenenti glutine. Interessa i villi intestinali. Si verifica in individui di tutte le età, nel corso della vita. Le manifestazioni cliniche sono molto varie. La patologia spesso può essere asintomatica. Nelle forme gravi, la celichia porta ad una atrofia dei villi intestinali. Lesione istologica

7 CAUSA DELLA COMPARSA DELLA MALATTIA CELIACA (MC) Prevalenza della MC Cambiamenti Dovuti all'interazione di una condizione genticamente determinata con fattori ambientali Non è una causa unica Cambiamenti nell'alimentazione Durata dell allattamento materno Minore antigenicità delle formule Consumo di glutine (momento in cui è introdotto nella dieta) Consumo di dosi elevate di glutine Anomalie nella struttura dell'intestino tenue che tornano la parete intestinale insolitamente permeabile Presenza di infezioni intestinali Prevalenza mondiale: 1/266 Riduzione apparente dell'incidenza della malattia Manifestazione di forme atipiche della MC in adolescenti e adulti

8 EPIDEMIOLOGIA DELLA MALATTIA CELIACA Europa, America del Nord, Australia, Medio Oriente, Asia, Sudamerica EUROPA: Prevalenza: 1/300 e 1/1000 abitanti. Attualmente 1/100 MC sintomatica Spagna: 1/118 nella popolazione infantile. 1/389 nella popolazione adulta Aumento della diagnosi di forme subcliniche SPAGNA: incidenza 0,7/100 nati vivi Maschio: è diagnosticata fra i 50 e i 60 anni Femmina: è diagnosticata fra i 40 e i 50 anni Rapporto maschio-femmina nell'infanzia (1:1) Rapporto maschio-femmina nella senilità (1:2)

9 FATTORI DIETETICI Che cosa è il glutine? Aggregato proteico presente in: FRUMENTO ORZO SEGALE TRITICALE SPELTA (Triticum spelta) Forse avena? KAMUT

10 ALTRI FATTORI DIETETICI Allattamento materno Associazione alla riduzione del rischio Rischio minore di MC Lattanti alimentati con LM al momento di introdurre il glutine rispetto ai bambini alimentati con Formule Infantili. Momento dell'introduzione del glutine Durata dell'allattamento materno Introduzione del glutine Aumento del rischio Prima dei 3 e dopo i 7 mesi Ritarda o evita lo sviluppo della MC? ESPGHAN: Precoce prima dei 4 mesi Tardiva dopo i 7 mesi Consiglia piccole quantità di cereali mentre il bambino è allattato.

11 Ci sono celiaci nella famiglia? Carattere ereditario 10% dei parenti di primo grado: genitori, figli, fratelli 70% gemelli monozigoti

12 SINTOMI DELLA MALATTIA CELIACA NEL LATTANTE Nel lattante, il quadro clinico varia a seconda del momento in cui si introduce il glutine nella dieta. Sintomi più frequenti: - Diarrea cronica - Distensione addominale - Vomito - Inappetenza - Alterazioni dell'umore (irritabilità, letargia) - Ritardo della crescita - Arresto della crescita

13 SINTOMI DELLA MALATTIA CELIACA IN BAMBINI E ADULTI Variano a seconda dell'età in cui si manifesta la MC Bambini Adolescenti Giovani adulti Presenza di sintomi extraintestinali - Bassa statura - Pubertà ritardata - Anemia sideropenica - Osteoporosi - Infertilità - Disturbi mestruali - Disturbi psicologici - Disturbi neurologici (epilessia, ecc.) Dermatite erpetiforme Sintomi atipici Assenza di sintomatologia 30-40% assenza di sintomatologia e malassorbimento

14 DIAGNOSI Come si diagnostica? Manifestazioni cliniche Studio genetico Test sierologici Esami istologici

15 MALATTIA CELIACA Quale è il trattamento? Dieta rigorosa senza glutine tutta la vita Alimenti genuini: legumi, verdure, ortaggi, frutte, cereali senza glutine: riso e mais; carne, pesce, uova Evitare alimenti elaborati e/o confezionati Il consumo di piccole quantità, in maniera continuata, può causare disturbi importanti

16 MALATTIA CELIACA Trattamento Dieta rigorosa senza glutine tutta la vita - Scomparsa dei sintomi clinici - Scomparsa dell'alterazione funzionale - Normalizzazione della mucosa intestinale I sintomi spariscono in poche settimane La mucosa intestinale si normalizza a partire da 6 mesi Trattamento dietetico per pazienti sintomatici e asintomatici I problemi derivati dall'adesione difettosa alla dieta sono: Malignizzazione Tumori GI Linfomi Problemi nutrizionali (anemia, osteopenia, ecc.) Rischio di sviluppare malattie autoimmuni Escludere o ridurre il lattosio le prime 3-4 settimane del trattamento dietetico Attività dei disaccaridasi molto ridotta dovuta all'atrofia dei villi

17 Esistono terapie alternative alla dieta senza glutine? Fase di studio Varietà di cereali meno dannosi (detossificazione dei cereali) Enzimi in grado di metabolizzare gli elementi proteici più difficili da digerire per il celiaco (peptidasi batteriche) Farmaci inibitori dell'attività della transglutaminasi o delle citochine e immunomodulatori che blocchino la risposta anormale al glutine (il cosiddetto «vaccino»)

18 GLUTINE NEGLI ALIMENTI MALATTIA CELIACA

19 PRINCIPALI CEREALI Famiglia delle Graminacee FRUMENTO... Triticum vulgare RISO... Oryza sativa MAIS... Zea mays SEGALE... Secale cereale ORZO... Hordeum vulgare AVENA... Avena sativa MIGLIO... Panicum milaceum SORGO... Sorghum vulgare GRANO SARACENO*... Fagopyrum esculentum SPELTA... Triticum spelta KAMUT... Triticum turgidum TRITICALE: Frumento e segale GRANO SARACENO... Fagopyrum esculentum * Famiglia delle Polygonaceae

20

21 ORZO AVENA SEGALE RISO

22 MIGLIO SORGO GRANO SARACENO MAIS

23 SPELTA KAMUT

24

25 Classificazione delle proteine in base alla loro solubilità ALBUMINE: solubili in acqua GLOBULINE: solubili in soluzioni saline PROTEINE DI RISERVA PROLAMINE: solubili in etanolo 70% GLUTELINE: solubili in soluzioni acide o alcaline

26 Classificazione Posizione nel chicco % in farina del chicco Proteine non appartenenti al glutine Strati esterni Concentrazioni basse nell endosperma 15-20% Albumine Globuline Proteine appartenenti all'endosperma del chicco 80-85% Prolamine Glutenine STRUTTURA CHICCO DI GRANO

27 FRAZIONI TOSSICHE ASSOCIATE ALLA MALATTIA CELIACA

28 PROLAMINE DEI CEREALI Alto contenuto di glutammina e prolina Bassa prolina alta glutammina Basso contenuto in glutammina e prolina Non esiste un peptide specifico che attivi la malattia. Peptido tossico 33-mer: - Glutammina e prolina - Resistente agli enzimi digestivi - Attraversa la barriera intestinale - Modificato dalla transglutaminasi tissutale

29 MATURAZIONE INTESTINALE La maturazione intestinale completa si raggiunge quando: Il bambino pesa 6 kg, approssimativamente ai 4 mesi NO Apporto di proteine estranee prima dei 4 mesi Intolleranze o sensibilizzazione agli alimenti L'ALIMENTAZIONE COMPLEMENTARE NON DEVE COMINCIARE PRIMA DEI 4 MESI, NE DOPO I 6 MESI

30 CLASSIFICAZIONE DEGLI ALIMENTI A BASE DI CEREALI 1. Cereali semplici: ricostituiti o da ricostituire con latte o con altro liquido nutritivo appropriato 2. Cereali con aggiunta di un alimento ricco di proteine: ricostituiti o da ricostituire con acqua o con altri liquidi non contenenti proteine 3. Pastina: utilizzata dopo averla fatta cuocere in acqua bollente o in qualsiasi altro liquido adatto 4. Biscotti e fette biscottate: utilizzati tali quali o dopo essere stati sbriciolati ed uniti ad acqua, latte o altri liquidi adatti Si consiglia la somministrazione a partire da 1 anno Direttiva 96/5/CE della Commissione del 16 Febbraio 1996 Decreto Regio 490/1998

31 ALIMENTI SENZA GLUTINE Latte e derivati: formaggi, cagliata, crema di latte, yogurt naturale e alla frutta, ricotta Carne e frattaglie fresche, surgelate e conservate naturalmente, carne secca affumicata, prosciutto crudo e cotto di alta qualità Pesce fresco e surgelato senza impanare Frutti di mare freschi Pesce o frutti di mare conservati naturalmente o sott olio Uova Verdure, ortaggi, tubercoli Frutte Riso, mais, sorgo, miglio, tapioca o i suoi derivati Legumi Zucchero e miele Oli, burro Caffè in grano o macinato, infusioni e bevande rinfrescanti Tutti i tipi di vini Frutta secca naturale Sale, aceto di vino Spezie varie, tutte naturali

32 ALIMENTI CON GLUTINE Pane e farina di: grano, orzo, segale, avena Prodotti da panificio e pasticceria (torte, crostate, ecc.) Biscotti, frollini e prodotti da pasticceria Pasta italiana (fidelini, maccheroni, tagliatelle, ecc.) e semola di grano Latte e frappè Bevande distillate e fermentate dai cereali: birra, whisky, acqua d'orzo, alcuni liquori Prodotti elaborati che contengono alcune farine tra quelle sopra elencate o prodotti da esse ottenuti (amido, amido modificato, fecole, proteine)

33 ALIMENTI CHE POSSONO CONTENERE GLUTINE Salumi: mortadella, salsiccia, sanguinaccio, affettati, ecc. Prodotti da salumeria, hamburger, würstel Formaggi fusi Paté vari Conserve di carne Conserve di pesce Caramelle e gelatine Succedanei del caffè e altre bevande di macchina Frutta secca tostata Gelati Surrogati di cioccolato Colorante alimentare Panna da cucina Dadi da cucina Inchiostro di calamari Marmellata Fichi secchi Peperoni

34 PRODOTTI FARMACEUTICI/FARMACI I prodotti farmaceutici possono contenere glutine, farine, amidi o altri derivati nella preparazione degli eccipienti

35 ASPETTI LEGALI Regolamento N. 41/2009 della Commissione del 20 Gennaio 2009 relativo alla composizione e all etichettatura dei prodotti alimentari adatti alle persone intolleranti al glutine Etichettatura: «Con contenuto di glutine molto basso». Se il contenuto di glutine non supera i 100 ppm. Etichettatura: «Senza glutine». Se il contenuto di glutine non supera i 20 ppm. Avena: L avena contenuta nei prodotti alimentari destinati alle persone intolleranti al glutine deve essere stata specialmente prodotta, preparata e/o lavorata in modo da evitare una contaminazione da parte del frumento, delle segale, dell orzo o delle loro varietà incrociate; inoltre, il suo contenuto di glutine non deve superare i 20 ppm. Alimenti per lattanti e alimenti di proseguimento: vietato l'uso di sostanze che contengano glutine nella fabbricazione di tali prodotti (Direttiva 2006/141/CE)

36 PRODOTTI SENZA GLUTINE

37 PRODOTTI DERIVATI DA CEREALI PER L'ELABORAZIONE DI ALIMENTI PER CELIACI Alternative alla farina di grano: Amido di mais Amido di mais modificato Amido di riso Farina dei semi di carruba Fecola di patata Farina di riso Farina di mais Farina di grano saraceno Addensanti: farina dei semi di guar, destrosio (glucosio) Prodotti lattei Proteine senza glutine (isolate da proteine di piselli, proteine di lupino) Proteine della soia Prebiotici

38 ASSENZA DI GLUTINE Problemi nell'impastamento SOSTITUTI DEL GLUTINE Idrossipropilmetilcellulosa (HPMC) Carbossimetilcellulosa (CMC) Gomma di guar Carragenina Gomma di xantano Agar agar GOMME Baguette Preparato per tutti i tipi di pane e impasti fermentati Ingredienti: amido di mais, farina di riso, proteine di lupino, destrosio, fibra di mela, addensante: Idrossipropilmetilcellulosa, sale. Ingredienti: acqua, amido di mais, impasto acido (farina di riso, acqua), farina di riso, fibra di mela, sciroppo di riso, amido di riso, olio di girasole, lievito, proteina della soia, zucchero, addensante: Idrossipropilmetilcellulosa, sale.

39 Grazie per l attenzione

LA CELIACHIA: UN'INTOLLERANZA AL GLUTINE DIFFUSA, POCO CONOSCIUTA, FACILE DA DIAGNOSTICARE. al tuo servizio I CONSIGLI DEL FARMACISTA.

LA CELIACHIA: UN'INTOLLERANZA AL GLUTINE DIFFUSA, POCO CONOSCIUTA, FACILE DA DIAGNOSTICARE. al tuo servizio I CONSIGLI DEL FARMACISTA. In collaborazione con Claudia Koll - Presidentessa Onoraria Associazione Italiana Celiachia Associazione Italiana Celiachia Piemonte - Valle d Aosta I CONSIGLI DEL FARMACISTA. LA CELIACHIA: UN'INTOLLERANZA

Dettagli

! " $ #% &' ) * * + ,, -'./.''' # "

!  $ #% &' ) * * + ,, -'./.''' # ! " $ % &' ( ) * * +,, -'./.'''..'' " , 1! " 2 ( 2 3 $ 4 4! 1 5.6 7 $ 2 $ 8, + " + $ + + La piramide alimentare del celiaco 9 + : / Verdure tal quali o conservate sott olio o sott aceto o surgelate Frutta

Dettagli

ALLEGATO AT04 INDICAZIONI PER DIETE SPECIALI PER MOTIVI DI SALUTE

ALLEGATO AT04 INDICAZIONI PER DIETE SPECIALI PER MOTIVI DI SALUTE PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DI PARTE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA DEL COMUNE DI VERONA GESTITO DA AGEC PERIODO 1.7.2013 / 30.06.2016 ALLEGATO AT04 INDICAZIONI PER DIETE SPECIALI PER MOTIVI

Dettagli

LA DIETA SENZA GLUTINE E UNA ALTERNATIVA POSSIBILE E GUSTOSA, NON UNA RINUNCIA.

LA DIETA SENZA GLUTINE E UNA ALTERNATIVA POSSIBILE E GUSTOSA, NON UNA RINUNCIA. La terapia della intolleranza al glutine consiste solo nella dieta che NON deve contenere alimenti preparati con le farine dei cereali tossici per il paziente celiaco: FRUMENTO, ORZO, SEGALE (e analoghi

Dettagli

L ABC del Senza Glutine. per il Cake Designer

L ABC del Senza Glutine. per il Cake Designer L ABC del Senza Glutine per il Cake Designer Alimenti sempre permessi Aceto balsamico tradizionale DOP: di Modena, di Reggio Emilia, Aceto Balsamico di Modena IGP Aceto di Mele Agar Agar in foglie Burro,

Dettagli

Alimenti privi di glutine e prontuario AIC. Dietista: Francesco Macrì

Alimenti privi di glutine e prontuario AIC. Dietista: Francesco Macrì Alimenti privi di glutine e prontuario AIC Dietista: Francesco Macrì LA CELIACHIA La CELIACHIA è un intolleranza permanente al glutine; Il GLUTINE è una sostanza proteica contenuta in alcuni cereali, farine

Dettagli

Cibi naturalmente privi di glutine e cibi vietati. Gli alimenti senza glutine in commercio.

Cibi naturalmente privi di glutine e cibi vietati. Gli alimenti senza glutine in commercio. Dipartimento di Sanità Pubblica U.O. NUTRIZIONE Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Azienda USL di Modena DIETISTA DOTT.SSA MARIANGELA CIRILLO Cibi naturalmente privi di glutine e cibi vietati.

Dettagli

Celiachia e intolleranza al lattosio Linee guida dietetiche

Celiachia e intolleranza al lattosio Linee guida dietetiche Celiachia e intolleranza al lattosio Linee guida dietetiche Cos è la celiachia? Reazioni avverse al grano: un arcipelago Allergia Gluten sensitivity Celiachia: intolleranza genetica al glutine (malattia

Dettagli

LE ALLERGIE ALIMENTARI

LE ALLERGIE ALIMENTARI UNIVERSITA di FOGGIA C.D.L. in Dietistica AA. 2006-2007 LE ALLERGIE ALIMENTARI Corso di Medicina Interna Docente: PROF. Gaetano Serviddio ALLERGIE-INTOLLERANZE L allergia alimentare è una reazione di ipersensibilità

Dettagli

La Dieta Dei Celiaci. Dietista Dott.ssa Monica Ancinelli

La Dieta Dei Celiaci. Dietista Dott.ssa Monica Ancinelli CORSI DI FORMAZIONE-INFORMAZIONE per operatori della ristorazione e albergatori (ex L. 123/05) La Dieta Dei Celiaci Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma 19-25-26/ 10/ 2011 La malattia celiaca (MC)

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA. PERIODO 1.9.2012/30.06.2017

PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA. PERIODO 1.9.2012/30.06.2017 PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA. PERIODO 1.9.2012/30.06.2017 INDICAZIONI PER DIETE SPECIALI PER MOTIVI DI SALUTE Allegato Tecnico n. 4 al Capitolato Speciale

Dettagli

EXPO Milano 2015 11 ottobre 2015 CELIACHIA. La dieta «in pillole» Donatella Noè SSD Servizio Dietetico

EXPO Milano 2015 11 ottobre 2015 CELIACHIA. La dieta «in pillole» Donatella Noè SSD Servizio Dietetico EXPO Milano 2015 11 ottobre 2015 CELIACHIA La dieta «in pillole» Donatella Noè SSD Servizio Dietetico Esclusione TOTALE del glutine dall alimentazione in modo permanente e rigoroso EDUCAZIONE Evitare trasgressioni

Dettagli

SCEGLI IL GUSTO. 7 febbraio 2013 Body Worlds. Anna Caroli

SCEGLI IL GUSTO. 7 febbraio 2013 Body Worlds. Anna Caroli SCEGLI IL GUSTO 7 febbraio 2013 Body Worlds Anna Caroli Terminato l iter diagnostico esami del sangue biopsia enterica Oggi so di essere celiaco Cosa faccio e cosa mangio Il Medico fornisce le prime e

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

Intolleranze alimentari? È ora di agire!

Intolleranze alimentari? È ora di agire! Intolleranze alimentari? È ora di agire! In Svizzera, ben oltre 1 milione di persone soffre di un intolleranza alimentare. L intolleranza al lattosio (zucchero del latte) e al glutine (proteine dei cereali)

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE TABELLE DIETETICHE PER CIASCUNA TIPOLOGIA DI UTENTI

SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE TABELLE DIETETICHE PER CIASCUNA TIPOLOGIA DI UTENTI SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE TABELLE DIETETICHE PER CIASCUNA TIPOLOGIA DI UTENTI Grammature dei generi alimentari al netto degli scarti (salvo diversa indicazione) per fasce scolari GENERI ALIMENTARI

Dettagli

ALLERGIE O INTOLLERANZE ALIMENTARI?

ALLERGIE O INTOLLERANZE ALIMENTARI? ALLERGIE O INTOLLERANZE ALIMENTARI? ALLERGIA ALIMENTARE reazione anomala mediata dal sistema immunitario nei confronti di uno o più alimenti riconosciuti erroneamente come estranei INTOLLERANZA ALIMENTARE

Dettagli

SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media)

SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media) Dipartimento Cure Primarie Area Dipartimentale salute donna e bambino UOS Pediatria Territoriale Est SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media) Merenda di metà mattina Latte

Dettagli

LA DIETA SENZA GLUTINE

LA DIETA SENZA GLUTINE LA DIETA SENZA GLUTINE B.Santini,T.Palmas, L.Palma* Dipartimento di Scienze Pediatriche e dell Adolescenza Università degli Studi di Torino * Azienda Ospedaliera Materno Infantile OIRM-S.Anna DIETA SENZA

Dettagli

Cos è la celiachia? Centro Interdipartimentale di Ricerca in Farmacoeconomia e Farmacoutilizzazione

Cos è la celiachia? Centro Interdipartimentale di Ricerca in Farmacoeconomia e Farmacoutilizzazione La Celiachia Cos è la celiachia? La celiachia è un intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente in avena, frumento, farro, kamut, orzo, segale, spelta e triticale. L incidenza di questa

Dettagli

MENU SCOLASTICI E DIETE SPECIALI: allergie, intolleranze e celiachia

MENU SCOLASTICI E DIETE SPECIALI: allergie, intolleranze e celiachia Dipartimento di Sanità Pubblica Servizo Igiene degli Alimenti e della Nutrizione DIETE SPECIALI E CELIACHIA nei nidi d'infanzia di Modena 24 Marzo 2010 MENU SCOLASTICI E DIETE SPECIALI: allergie, intolleranze

Dettagli

FARINE prive di GLUTINE MAIS, RISO, QUINOA, AMARANTO, TAPIOCA, SOIA, AMIDI

FARINE prive di GLUTINE MAIS, RISO, QUINOA, AMARANTO, TAPIOCA, SOIA, AMIDI FARINE prive di GLUTINE MAIS, RISO, QUINOA, AMARANTO, TAPIOCA, SOIA, AMIDI 500 500 12 FARINA DI MAIS BRAMATA Per polenta 540 500 12 FARINA DI MAIS PRECOTTA Per polenta istantanea 541 500 12 FARINA DI MAIS

Dettagli

Linee guida per la formulazione di diete per patologie

Linee guida per la formulazione di diete per patologie Linee guida per la formulazione di diete per patologie ALLEGATO 3 DIETE SPECIALI AL CAPITOLATO SPECIALE D ONERI SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA CELIACHIA I pazienti affetti da celiachia non possono assumere

Dettagli

ALLEGATO D INDICAZIONI PER DIETE SPECIALI PER MOTIVI DI SALUTE

ALLEGATO D INDICAZIONI PER DIETE SPECIALI PER MOTIVI DI SALUTE ALLEGATO D INDICAZIONI PER DIETE SPECIALI PER MOTIVI DI SALUTE 1.Premessa Nell ambito della ristorazione scolastica è prevista la possibilità di richiedere Diete speciali per motivi di salute per venire

Dettagli

DIVEZZAMENTO PRANZO MERENDA

DIVEZZAMENTO PRANZO MERENDA DIVEZZAMENTO Dal 5-6 mese è consigliabile introdurre alimenti diversi dal latte nella dieta del bambino (divezzamento). Tuttavia il latte, resta il cardine dell'alimentazione del bambino fino a tutto il

Dettagli

Le nuove linee guida dalla teoria alla pratica

Le nuove linee guida dalla teoria alla pratica Mille menùper una grande città Le nuove linee guida dalla teoria alla pratica Paola Boni SIAN AUSL di RE CHE COSA E LA CELIACHIA? La celiachia è una intolleranza permanente al glutine in soggetti geneticamente

Dettagli

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni DIABETE E CIBO Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni I nutrienti della dieta I nutrienti essenziali: PROTEINE

Dettagli

acqua; grassi (saturi e insaturi); zuccheri; proteine; elementi minerali; vitamine; enzimi.

acqua; grassi (saturi e insaturi); zuccheri; proteine; elementi minerali; vitamine; enzimi. COS'E' L' INTOLLERANZA AL LATTOSIO? Il latte è composto da: acqua; grassi (saturi e insaturi); zuccheri; proteine; elementi minerali; vitamine; enzimi. Fra gli zuccheri, quello maggiormente presente è

Dettagli

LA MALATTIA CELIACA SINTOMATOLOGIA tipici Celiachia atipica Celiachia silente La terapia

LA MALATTIA CELIACA SINTOMATOLOGIA tipici Celiachia atipica Celiachia silente La terapia LA MALATTIA CELIACA La malattia celiaca (MC) è caratterizzata da un enteropatia del piccolo intestino, che comporta in soggetti geneticamente predisposti (nella stragrande maggioranza dei casi HLA DQ2/DQ8),

Dettagli

MALATTIA CELIACA. Dott. Luigi Giannini Medico di Medicina Generale Specialista in Pediatria Poppi 17 Maggio 2014

MALATTIA CELIACA. Dott. Luigi Giannini Medico di Medicina Generale Specialista in Pediatria Poppi 17 Maggio 2014 MALATTIA CELIACA Dott. Luigi Giannini Medico di Medicina Generale Specialista in Pediatria Poppi 17 Maggio 2014 malattia celiaca Il termine celiachia viene dal greco koilìa che significa addome, ventre.

Dettagli

La Celiachia AIC - GUIDA ALL ALIMENTAZIONE DEL CELIACO EDIZIONE 2014 APPROFONDIMENTO

La Celiachia AIC - GUIDA ALL ALIMENTAZIONE DEL CELIACO EDIZIONE 2014 APPROFONDIMENTO La Celiachia AIC - GUIDA ALL ALIMENTAZIONE DEL CELIACO EDIZIONE 2014 La celiachia è un intolleranza permanente al glutine presente negli alimenti. Il glutine è un complesso proteico presente in alcuni

Dettagli

ALIMENTI SENZA GLUTINE

ALIMENTI SENZA GLUTINE ALIMENTI SENZA GLUTINE Cereali, Farine e deriva- Amaranto Grano saraceno Mais (granoturco) Manioca Miglio Quinoa Riso Sorgo Teff Carne, Pesce, Uova, La4cini e Formaggi Formaggi freschi e stagiona< Lardo

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

FOOD. revolution. rivoluziona il tuo modo di mangiare

FOOD. revolution. rivoluziona il tuo modo di mangiare FOOD revolution rivoluziona il tuo modo di mangiare rivoluziona il tuo modo di mangiare il mondo revolution un mondo interamente gluten free, dove l uso di materie prime selezionate, è il punto di partenza

Dettagli

Nutrizione e intolleranza

Nutrizione e intolleranza I MILLE VOLTI DELLA NUTRIZIONE Università degli Studi di Milano - Bicocca Auditorium Guido Martinotti Luisa Marini Nutrizione e intolleranza www.digitalforacademy.com NUTRIZIONE E INTOLLERANZA Piaceri

Dettagli

La gliadina è per il soggetto celiaco la sostanza tossica la cui azione non viene modificata dalla pepsina e dalla tripsina.

La gliadina è per il soggetto celiaco la sostanza tossica la cui azione non viene modificata dalla pepsina e dalla tripsina. Cos è la celiachia? La celiachia è una intolleranza permanente al glutine, geneticamente determinata, ad elevata prevalenza nella popolazione (1 caso ogni 180 persone). Nei soggetti celiaci il glutine

Dettagli

La produzione di alimenti dietetici gluten free. Sicurezza e Qualità per una migliore compliancealla dieta. Letizia SATURNI Il mercato degli alimenti dietetici 15000 glutenfree. 13788 12000 9000 6000 3000

Dettagli

Formulare un offerta ristorativa con il senza glutine

Formulare un offerta ristorativa con il senza glutine Formulare un offerta ristorativa con il senza glutine Formulare un offerta ristorativa con il senza glutine Ma, prima di tutto, perché farlo? In prima analisi I dati di mercato mostrano come il senza glutine

Dettagli

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro,

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro, I nutrienti I gruppi alimentari NEL NOSTRO VIVER COMUNE, NON RAGIONIAMO CON NUTRIENTI MA CON ALIMENTI: SONO PERTANTO STATI RAGGRUPPATI GLI ALIMENTI SECONDO CARATTERISTICHE NUTRITIVE IN COMUNE. GRUPPO N

Dettagli

Triennio 2002 / 2004. (Attività di ricerca e sperimentazione agraria d'interesse regionale finanziata dalla Regione Marche ai sensi della L.R.

Triennio 2002 / 2004. (Attività di ricerca e sperimentazione agraria d'interesse regionale finanziata dalla Regione Marche ai sensi della L.R. Valutazione tossicologica, tecnologica e agronomica di cereali per lo sviluppo di genotipi a basso contenuto di fattori tossici connessi alla intolleranza al glutine Triennio 2002 / 2004 (Attività di ricerca

Dettagli

Celiachia: linee guida per la produzione gluten-free e attività AIC rivolte agli OSA

Celiachia: linee guida per la produzione gluten-free e attività AIC rivolte agli OSA Celiachia: linee guida per la produzione gluten-free e attività AIC rivolte agli OSA Dove si trovano i prodotti? Che cos è questa malattia? Cosa si mangia? OLTRE Oggi le persone affette da celiachia trovano

Dettagli

Malattia celiaca. Conoscere la Celiachia. La Celiachia, la mia, la tua, la nostra dieta

Malattia celiaca. Conoscere la Celiachia. La Celiachia, la mia, la tua, la nostra dieta Malattia celiaca Conoscere la Celiachia La Celiachia, la mia, la tua, la nostra dieta Dott.ssa Roberta Maccaferri U.O. di Pediatria Ospedale di Mirandola DEFINIZIONE La malattia celiaca (MC) è una enteropatia

Dettagli

Etichettatura dei prodotti per celiaci

Etichettatura dei prodotti per celiaci Etichettatura dei prodotti per celiaci Elisabetta Toti toti@inran.it Introduzione Nella dieta della popolazione generale, i cereali contribuiscono alla gran parte del consumo energetico giornaliero in

Dettagli

Fria è nel reparto surgelati! Pane senza glutine. dal più grande panificio senza glutine, lattosio e latte della Svezia

Fria è nel reparto surgelati! Pane senza glutine. dal più grande panificio senza glutine, lattosio e latte della Svezia Sortimentsfolder13 IT 13-12-17 15.36 Sida 1 Fria è nel reparto surgelati! Pane senza glutine dal più grande panificio senza glutine, lattosio e latte della Svezia Sortimentsfolder13 IT 13-12-17 15.36 Sida

Dettagli

Pane preparato con farina di frumento e decorato con cereali vari.

Pane preparato con farina di frumento e decorato con cereali vari. Catalogo prodotti Pane Pane multicereali Panfiore Filone contadino Pane vitale Pane alla zucca Pane chiaro di farina di frumento mista con crosta gustosa e decorata con semi. Farina di frumento tipo 0,

Dettagli

Introduzione...13 PARTE GENERALE...17

Introduzione...13 PARTE GENERALE...17 Indice Introduzione...13 PARTE GENERALE...17 Cap. 1 COMPOSIZIONE BIOCHIMICA DEGLI ALIMENTI VEGETALI 1.1 Definizione di alimento...18 1.2 Principi nutritivi...18 1.2.1 Inorganici...19 1.2.1.1 Ossigeno...19

Dettagli

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE Studio Dietistico dott.ssa Francesca Pavan - Via G. Falcone 16-30024 Musile di Piave (Ve) Tel. 0421331981 Fax. 0421456889 www.studiodietisticopavan.it Esistono

Dettagli

DIETA SPECIALE TIPO A (iperglicidica e ipolipidica)

DIETA SPECIALE TIPO A (iperglicidica e ipolipidica) DIETA SPECIALE TIPO A (iperglicidica e ipolipidica) DATA della richiesta : DATA scadenza dieta : COGNOME E NOME: pasta o riso o orzo o farro con olio e parmigiano reggiano, con pomodoro o con verdure;

Dettagli

Preparazione all intervento chirurgico in ginecologia oncologica e Nutrizione

Preparazione all intervento chirurgico in ginecologia oncologica e Nutrizione Preparazione all intervento chirurgico in ginecologia oncologica e Nutrizione Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio

Dettagli

ALLERGIE ED INTOLLERANZE ALIMENTARI: POTENZIALITÀ ANALITICHE ED EVOLUZIONE NORMATIVA

ALLERGIE ED INTOLLERANZE ALIMENTARI: POTENZIALITÀ ANALITICHE ED EVOLUZIONE NORMATIVA ALLERGIE ED INTOLLERANZE ALIMENTARI: POTENZIALITÀ ANALITICHE ED EVOLUZIONE NORMATIVA Ermanno Errani Responsabile Area Analitica Alimenti ARPA Emilia-Romagna Sezione Provinciale di Bologna REAZIONI AVVERSE

Dettagli

ALLEGATO B LINEE GUIDA, RICETTARIO E TABELLE DIETETICHE PER L ASILO NIDO

ALLEGATO B LINEE GUIDA, RICETTARIO E TABELLE DIETETICHE PER L ASILO NIDO 1 ALLEGATO B LINEE GUIDA, RICETTARIO E TABELLE DIETETICHE PER L ASILO NIDO Data: Aprile 2014 Il Documento è composto di n 7 pagine - pag1 di pagine7 - 2 LINEE GUIDA 1. INDICAZIONE PER L ELABORAZIONE DEI

Dettagli

Schema della dieta ipoproteica 1

Schema della dieta ipoproteica 1 Schema della dieta ipoproteica 1 Consigli generali: 1. Consumare settimanalmente come secondi piatti: Carne Pesce (fresco e surgelato) Formaggio fresco Prosciutto cotto al naturale Uova Legumi (freschi

Dettagli

Subocclusione intestinale e Nutrizione

Subocclusione intestinale e Nutrizione Subocclusione intestinale e Nutrizione Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire,

Dettagli

Vivere con le allergie e le intolleranze alimentari

Vivere con le allergie e le intolleranze alimentari A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO III DIREZIONE GENERALE PER L IGIENE E LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E LA NUTRIZIONE

Dettagli

DIETA SEMILIQUIDA A. Requisiti degli alimenti:

DIETA SEMILIQUIDA A. Requisiti degli alimenti: DIETA SEMILIQUIDA A Questo tipo di dieta è proposto per pazienti incapaci di masticare, deglutire o far giungere allo stomaco cibi solidi e liquidi. E una dieta fluida, omogenea, frullata e setacciata

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

* PANE E PRODOTTI DA FORNO*

* PANE E PRODOTTI DA FORNO* 1 * PANE E PRODOTTI DA FORNO* Rosette Schiacciatelle Morbidoni Morbilù Tutti i formati di pane possono anche essere prodotti con i semi di sesamo. 2 * PANE E PRODOTTI DA FORNO * Crostini dolci Crostini

Dettagli

Fria è nel reparto surgelati! Pane senza glutine. dal più grande panificio senza glutine, lattosio e latte della Scandinavia

Fria è nel reparto surgelati! Pane senza glutine. dal più grande panificio senza glutine, lattosio e latte della Scandinavia Fria è nel reparto surgelati! Pane senza glutine dal più grande panificio senza glutine, lattosio e latte della Scandinavia Pane in cassetta - ideale per tramezzini Vita Sano pancarré bianco, ideale per

Dettagli

E quando la celiachia riguarda l adulto?

E quando la celiachia riguarda l adulto? Gluten Free Day 10 ottobre 2015 E quando la celiachia riguarda l adulto? Giancarlo Sandri 14/10/2015 1 Cos è la celiachia La celiachia, o malattia celiaca (MC), è una patologia di tipo autoimmunitario,

Dettagli

Da una dieta di esclusione ad un pasto di qualità

Da una dieta di esclusione ad un pasto di qualità Da una dieta di esclusione ad un pasto di qualità Dr.ssa Simona De Stefano Direzione Generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Ufficio V Nutrizione - Ministero della Salute Roma,

Dettagli

Legge 598/94. Disciplina delle attività rientranti nei settori della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli

Legge 598/94. Disciplina delle attività rientranti nei settori della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli Legge 598/94 Disciplina delle attività rientranti nei settori della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli (classificazione ISTAT 1991) 15.11.1 Produzione di carne, non di volatili,

Dettagli

TORTE. Crostata di albicocca. Crostata di limone. Crostata di nutella. Prodotti senza aggiunta di conservanti

TORTE. Crostata di albicocca. Crostata di limone. Crostata di nutella. Prodotti senza aggiunta di conservanti TORTE Crostata di albicocca zucchero, margarina vegetale, uova, marmellata di albicocca, sale. Crostata di limone zucchero, margarina vegetale, uova, marmellata di limone, vanillina, sale. Crostata di

Dettagli

Come aumentare l apporto calorico alla dieta

Come aumentare l apporto calorico alla dieta Come aumentare l apporto calorico alla dieta Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

APPENDICE 1.B6 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO

APPENDICE 1.B6 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO APPENDICE 1.B6 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO (g/kg peso corporeo/die) CONSUMI DEL CAMPIONE TOTALE 4 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO Tabella 1.1- Media, deviazione standard, mediana, alti percentili del consumo

Dettagli

Che cos è la celiachia?

Che cos è la celiachia? Che cos è la celiachia? La celiachia è una malattia infiammatoria cronica dell intestino tenue, dovuta ad una intolleranza al glutine assunto attraverso la dieta. Il glutine è una proteina contenuta in

Dettagli

COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi

COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi ALLEGATO 2 COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi SERVIZIO ATTIVITA EDUCATIVE PER L INFANZIA CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE ED IGIENICO- SANITARIE DI ALCUNI PRODOTTI ALIMENTARI DIETETICI PER LA PRIMA

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

CELIACHIA. definizione

CELIACHIA. definizione CELIACHIA definizione Intolleranza permanente al glutine, cioè una sostanza proteica presente in numerosi cibi (pane, pasta, biscotti, pizza,e pietanze contenenti orzo frumento e segale) SI NASCE O SI

Dettagli

GRASSI E SOVRAPPESO : UN RISCHIO PER IL CELIACO?

GRASSI E SOVRAPPESO : UN RISCHIO PER IL CELIACO? GRASSI E SOVRAPPESO : UN RISCHIO PER IL CELIACO? LIDIA ROVERA UOA Gastroenterologia Dietetica e Nutrizione Clinica ASO Ordine Mauriziano-Torino I.R.C.C. Candiolo LUCIA FRANSOS Dietista AIC -Piemonte e

Dettagli

COLONSCOPIA VIRTUALE

COLONSCOPIA VIRTUALE COLONSCOPIA VIRTUALE La colonscopia virtuale è una simulazione al computer di una colonscopia vera. Consiste in una TAC dell addome eseguita sia in posizione supina che prona, dopo aver inserito aria dal

Dettagli

Classe 30 Classificazione di Nizza - Farine e preparati fatti di cereali

Classe 30 Classificazione di Nizza - Farine e preparati fatti di cereali Classe 30 Classificazione di Nizza - Farine e preparati fatti di cereali Classe 30 Classificazione di Nizza Farine e preparati fatti di cereali Caffè, tè, cacao e succedanei del caffè; riso; tapioca e

Dettagli

Biscotto frollino 300 g.

Biscotto frollino 300 g. Biscotto frollino 300 g. Kcal 382 Kj 1623 4,5 g 64 g 2 1 5 g 0,15 g Farina di riso, fecola di patate, zucchero, margarina vegetale (olii e grassi non idrogenati di palma, cocco, girasole), uova pastorizzate,

Dettagli

? = Rischio. Dove si trova il glutine. = Permesso. = Vietato

? = Rischio. Dove si trova il glutine. = Permesso. = Vietato Dove si trova il glutine = Permesso? = Rischio = Vietato La completa esclusione del glutine dalla dieta non è facile da realizzare, in quanto i cereali non permessi ai celiaci si ritrovano in moltissimi

Dettagli

ARABO CON AVENA codice: 10008

ARABO CON AVENA codice: 10008 ARABO CON AVENA codice: 10008 Pagnotta morbida di forma arrotondata. Farina di grano tenero tipo 00, acqua, semilavorato a base di avena 6 % (fiocchi di avena, farina e tritello di avena, pasta acida essiccata

Dettagli

APPENDICE 1.B5 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO

APPENDICE 1.B5 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO APPENDICE 1.B5 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO (g/die) CONSUMI DEL CAMPIONE TOTALE 8 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO Tabella 1.1- Media, deviazione standard, mediana, alti percentili del consumo giornaliero (g/die)

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

L'Alimentazione (principi alimentari e consigli) Una Sana Alimentazione Ogni essere vivente introduce cibo nell'organismo: questo processo prende il nome di ALIMENTAZIONE. Introdurre cibo nel nostro corpo

Dettagli

RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015

RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015 Organizzazione non lucrativa di utilità sociale- Onlus sita in Demonte (CN) via Colle dell Ortica n 21-12014 Cod. Fisc. 96081720045 Tel.017195218 RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015 OBIETTIVO Migliorare

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

SCHEDA TECNICA Pagina 1 di 6

SCHEDA TECNICA Pagina 1 di 6 SCHEDA TECNICA Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI GENERALI Codice (cartone) 2304 Nome Prodotto CORNETTO VEGA VUOTO PALMA SEGREGATO Linea Prodotto Prontoforno Codice Ean14 Unità di Vendita (cartone) 08003269023041

Dettagli

AREA SVILUPPO ECONOMICO E FORMAZIONE Ristorazione Scolastica TABELLA DIETETICA. per bambini da 3 a 12/14 mesi

AREA SVILUPPO ECONOMICO E FORMAZIONE Ristorazione Scolastica TABELLA DIETETICA. per bambini da 3 a 12/14 mesi AREA SVILUPPO ECONOMICO E FORMAZIONE Ristorazione Scolastica TABELLA DIETETICA per bambini da 3 a 12/14 mesi A cura della Dietista DIRIGENTE M. Teresa Caprasecca Dr.ssa Cristina Ercolani IL DIVEZZAMENTO

Dettagli

Clinical Cornelia Day

Clinical Cornelia Day Clinical Cornelia Day Serena Tursi Dietista DH pediatria Malattie Metaboliche, Dipartimento di Pediatria A.O. San Gerardo di Monza Problematiche fisiologiche : Come, quanto e in che modo? RISCHIO MALNUTRI

Dettagli

L ABC della dieta del celiaco. Ovvero dove si trova il glutine? (Fonte: AIC Associazione Italiana Celiachia)

L ABC della dieta del celiaco. Ovvero dove si trova il glutine? (Fonte: AIC Associazione Italiana Celiachia) L ABC della dieta del celiaco. Ovvero dove si trova il glutine? (Fonte: AIC Associazione Italiana Celiachia) CEREALI, FARINE E DERIVATI - Riso in chicchi - Mais (granoturco) in chicchi - Grano saraceno

Dettagli

Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni)

Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni) DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO - Servizio Igiene della Nutrizione Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni) Per una crescita armoniosa è importante che il bambino assuma i pasti in modo

Dettagli

Allergie: I disturbi si manifestano rapidamente, subito dopo l'ingestione di un

Allergie: I disturbi si manifestano rapidamente, subito dopo l'ingestione di un INTOLLERANZE ALIMENTARI & PRESTAZIONE SPORTIVA In questo articolo vorrei ripresentare in maniera più approfondita un argomento alquanto dibattuto sia in campo medico (convenzionale e non) e sia in campo

Dettagli

Le allergie alimentari

Le allergie alimentari Le allergie alimentari A cura del Dott. Renato Caviglia, MD, PhD Specialista in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Dottore di Ricerca in Scienze Epato-Gastroenterologiche Introduzione L'allergia

Dettagli

MENU PASTI PER I DEGENTI (n.pag: 18)

MENU PASTI PER I DEGENTI (n.pag: 18) D I E T E DIETA COSIDETTA COMUNE DIETA A Latte parzialmente scremato gr. 250 n. 4 fette biscottate zucchero gr. 10 marmellata o miele gr. 25 in alternativa al latte: un vasetto di yogurt da gr. 125 alla

Dettagli

Corso Informativo di Nutrizione e di Preparazione degli Alimenti secondo i principi della Bioterapia Nutrizionale

Corso Informativo di Nutrizione e di Preparazione degli Alimenti secondo i principi della Bioterapia Nutrizionale Corso Informativo di Nutrizione e di Preparazione degli Alimenti secondo i principi della Bioterapia Nutrizionale Direttore dott. Fausto Aufiero Chef, Naturopata Michele Pentassuglia PROGRAMMA Prima giornata

Dettagli

CELIACHIA. Fino a pochi anni fa la celiachia era considerata una mal poco frequente; oggi in Italia 1 caso ogni 100 abitanti

CELIACHIA. Fino a pochi anni fa la celiachia era considerata una mal poco frequente; oggi in Italia 1 caso ogni 100 abitanti CELIACHIA E una enteropatia autoimmune geneticamente determinata,caratterizzata da una risposta autoimmune contro la glutine, contenuto nel grano, orzo, segale, farro ed altri cereali minori. E caratterizzata

Dettagli

Basi biochimiche dell azione dei farmaci. Mentana Fortunato Pisa, 17 Marzo 2014

Basi biochimiche dell azione dei farmaci. Mentana Fortunato Pisa, 17 Marzo 2014 Basi biochimiche dell azione dei farmaci Mentana Fortunato Pisa, 17 Marzo 2014 Celiachia Malattia autoimmune che coinvolge prevalentemente l intestino. Gluten Sensitivity Sindrome caratterizzata da molteplici

Dettagli

TABELLE DIETETICHE / PROSPETTO GRAMMATURE

TABELLE DIETETICHE / PROSPETTO GRAMMATURE 1 TABELLE DIETETICHE / PROSPETTO GRAMMATURE ASILI NIDO Le grammature sono indicate al crudo e al netto degli scarti, tranne quando diversamente indicato: CEREALI E DERIVATI 1-3 anni Adulti Pasta asciutta

Dettagli

CATALOGO PANE SOSTITUTI DOLCE SALATO

CATALOGO PANE SOSTITUTI DOLCE SALATO CATALOGO PANE SOSTITUTI DOLCE SALATO PRODUZIONE INDUSTRIALE Gaia ai valori d un tempo unisce oggi un processo di ricerca scientifica in uno stabilimento d avanguardia certificato e dedicato alla produzione

Dettagli

Il Frumento. Tratto da: Alimentazione e Superstizione di Claudia Luoni e Antonio G. Traverso, Edizioni Ecosalute, 2007.

Il Frumento. Tratto da: Alimentazione e Superstizione di Claudia Luoni e Antonio G. Traverso, Edizioni Ecosalute, 2007. 1 2 3 4 5 Il Frumento Tratto da: Alimentazione e Superstizione di Claudia Luoni e Antonio G. Traverso, Edizioni Ecosalute, 2007. L'alimento che più consumiamo è sicuramente il frumento; pane, pasta, dolci,

Dettagli

CHIARIMENTO N. 4 1 5761832E2B

CHIARIMENTO N. 4 1 5761832E2B _... _i LOTTI 1 ANNI DI LATTE, ALIMENTI PRIM A INFANZIA, PER NUTRIZIONE ENTERALE ED 1 misura ' CHIARIMENTO N. 4 A ) LATTI E ALIM ENTI PER LATTANTI 1 5761832E2B 2 5761853F7F 3 5761869CB4 Latte liquido,

Dettagli

Allegato 4. Specifiche tecniche relative alle indicazioni dietetiche per diverse religioni

Allegato 4. Specifiche tecniche relative alle indicazioni dietetiche per diverse religioni Allegato 4 Specifiche tecniche relative alle indicazioni dietetiche per diverse religioni Con questo allegato si vogliono definire i criteri generali per la produzione di menù compatibili con le diverse

Dettagli

NUTRIZIONE CORRELATA ALLA FASE DELLA PATOLOGIA E AL TRATTAMENTO CHIRURGICO Valutazione dello stato nutrizionale MNA-SGA Misure antropometriche Anamnesi alimentare 1. abitudini 2. preferenze 3. cambiamenti

Dettagli