Sede legale e direzione : via Colleoni, Castano Primo (MI) Tel. 0331/ Fax 0331/

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sede legale e direzione : via Colleoni, 5 20022 Castano Primo (MI) Tel. 0331/880356 - Fax 0331/880669 www.fondazionecolleoni."

Transcript

1

2 Sd ga dzon : va Coon, Casano Pmo (MI) T. 0331/ Fax 0331/ ma: 2

3 INDICE INTRODUZIONE CAPITOLO 1 PRESENTAZIONE DELLA FONDAZIONE COLLEONI Un scoo d soa pag. 5 CAPITOLO 2 CONNOTAZIONI DELLA STRUTTURA Caasch da Rsdnza cam, spaz comun, pasa, codo, ascnso, bagn,mzzp amob zzaz ond osp,capp a, cmazzazon pag. 6 CAPITOLO 3 Opao da Rsdnza Oganco pag. 7 CAPITOLO 4 Svz o ag Osp Avà asssnza, svzo nmsco. Svzo soapco, svzo mdco. L a v àsoc o-an ma va,s v zgn a a osp. Mnù po, d no pag. 8 CAPITOLO 5 Scuzza su avoo sovganza sanaa. pag. 11 CAPITOLO 6 Noz u p amga vsao pag. 12 Gona bboca. I voonaao. Posson d cuo L vs ag osp. Dvo d umo. Psonazzazon d cam. Tua d pson. Rspo a aamno d da psona. Dnao ogg d vao. Opao gac CAPITOLO 7 Gonaa " po " dg Osp Panng gonaa po. pag. 14 CAPITOLO 8 Modaà d accognza n Rsa pag. 16 CAPITOLO 9 Cos d svzo Ra p cama, dposo cauzona. pag. 17 CAPITOLO 10 Rgoamno Aco 1>20 Dcsso osp pag. 18 CAPITOLO 11 Caa d D Caa d d da psona anzana. La psona anzana a cno d d d dov a psona anzana ha do.. a socà suzon hanno dov.. pag. 21 CAPITOLO 12 P aggungc Da Mano In no pag. 25 CAPITOLO 13 Qusonao d soddsazon Agao pag. 26 3

4 INTRODUZIONE Gn un n sauala codamn, asscuamo a L a Suo amga a pna dsponbà d nos opao gac n soddsa ogn Sua ncssà d suppoo auo p aona dc momno ch ha accompagnao a Sua sca dmnao a chsa d nos svz asssnza. La nos a Fondaz on F.Co ondmas o. n.. u. s.,è mpgna aad o ns m ad una modna d cac asssnza mdca, nmsca asssnza, anch un soggono p quano possb sno cco d appo uman. Ao scopo d acal a dgnza, quso opuscoo L poà on n modo smpc d cac acun nomazon ssnza su unzonamno su'oganzzazon da nosa Rsdnza. L samo conoscn, no, s voà comunca am qusonao d soddsazon agao Su vnua ossvazon, cch, o popos, ch saanno nu na gusa consdazon. E' con quso poposo d mpgno ch pogamo noso coda bnvnuo. La Dzon 4

5 CAPITOLO 1 PRESENTAZIONE DELLA FONDAZIONE COLLEONI La conssa Fancsca D Mas vdova d nob Fdco Coon, donna assa mpgnaa n op caav a bnco da comunà, n 1896 acqusò un no n possmà da chsa d San Rocco, ov n 1902 c cosu un ospda ds na o ama a cas ansmno abb n, d uno d a o ssso, sbbn con pnza p coon d su, a qua g aban da Cascna Mapaga. P pnds cua d maa, vnno chama Suo d O d nd aca àod Maa Bambna, d 26 novmb d 1903 s poé accog pmo guppo d s dgn. I n agg un a a d c o o g na o, dov ovavano pos o anch una capp a ab az on d Suo, n1907 vnn cos u a una nuova aa ch pms d aumn a acapac àd ospda a40pos.dsgu oanch num od Suo u aumnao a cnqu ad ss s aggunso anch du nm ach. I 23 mazo d 1907 a Conssa dspos n suo samno ch aa sua mo vnss ondaa una Opa Pa (aa qua ascava n dà una ca pa d suo bn ) ch av bb dovu o o n mzzdsos n amn o a ospda,cu andon amm n s az on. La pa nobdonna moì 2 oob d 1910, dopo una ungav a spsapop d Fd dca à,com po a no a ap d pos a su a sua omba nc m o Monumna d Mano. Np no sp o d su vo on à vnn p an o s u a " Opa Pa Fancsca Coon D Mas,succssvamn asomaa n En moa con go dco d 17 mazo L a v à d n vnn o d sc p na da uno S a u o, basa o su d spos z on samna da Fondac, ch è maso n vgo sosanzamn naao sno ad ogg. N 1994 a Rgon Lombada ha conoscuo aa Fondazon a quaca d o. n.. u. s. (oganzzazon non ucava d uà soca). Da n coso dg ann 'ognao ospda s è po asomao n una Casa d poso, svaa ad osp d ssso mmn. L a ua d c oè u o dun cons s n n vn o d z o m na o a a n d 2000, n gado d ospa 108 osp n ambn unzona, umnos spondn a pù cn modn psczon n ma d sdnz p osp anzan non auosucn /o con paooga conco-dgnava. Ng um ann a Fondazon Coon onus, aa sdnza d Casano ha aancao a cn dcc nza p ass s nzaapaz n g a co,chadsso annopa n g an d a v àd n : I Cno Rabavo Gaco R.S.A. sd ad Asso ( Co). La CasaOsp a àanz an, R.S.A. d Rscadna (M). La Ca d naco ombo, R.S.A. sa a Moosoo d Cascago (VA). Da smb 2005 no, aa ungodgnza s è agguno un svzo d asssnza spcca, Cno Duno Ingao ch o asssnza duna a osp anzan n as nza p condzon d non auosucnza. A quso, è sguo n 2006 ambu a o o n m sco apo a oo, nzava nuova d vo p usua comp nz s dnz a d n. La Fondazon, con o ssso mpgno pouso dag Ammnsao d passao povvd aa oo gson mannndo d non soo a " dsposzon samna " da Conssa Fancsca D Mas vdova Coon, ma a nob pncp da su cu s appogga a naua sssa non ucava da Fondazon. 5

6 CAPITOLO 2 CONNOTAZIONI DELLA STRUTTURA L caasch da sdnza R.S.A. (Rsdnza Sanaa Asssnza) p anzan non auosucn 110 pos o 2.1 L Cam I 110 pos o sono acco n cam sngo, dopp p, modnamn ada, comp d svz doa d'mpano p nscamno cambo d'aa. 2.2 G spaz comun G amp soggon oca dsna a panzo a avà occupazona cav a pan n smnao pmono anquo svogs da va quodana. L'mpano d vdo duson da a possbà d sgu unzon gos oca na cappa. La sdnza è uo d un cn gand nvno dzo acoao su du pa ch hanno pmsso a azzazon d un nuovo dco n gado d ospa 90 pson suddvs su du pan, pù una pa ssn suuaa ch può ospa uo 20 pson. 2.3 Pasa azzaa Na pasa azzaa, doaa d appacchau p soknsapa, s sca a abazon mannmno d sdu capacà sch moo. 2.4 Codo I codo sono amp umnos, pv d ba achonch, mun d comano (d dvso coo a sconda d pano), cogano a oo va ambn n cu vvono g osp, sua bas d nuc compos. 2.5 Ascnso monagh L' dco è doao d ascnso monagh ch pmono d aggung agvomn va nuc g ambn adb a svz asssnza. 2.6 Bagn azza I bagn azza, psn n ogn nuco, o a svz gnc povvs d mangon d appoggo, sono doa d vasca da bagno doa d mscao con mpaua d'ogazon pogammaa dsposv auomac d sancazon, povvsa d accogmn gonomc ch ngono psn sa 'sgnza d'osp ch dcoà d'opao. 2.7 Sovao ca d asmno osp Ogn pano d dgnza è doao d "sovao d psona" a unzonamno co muno d dona mbacaua p g osp ch psnano pù sv dc moo. 2.8 Cappa S accd da umnoso ampo ngsso pncpa da sdnza. È doaa d ad smpc, ma mam d pavmno gno da baconaa pgao n uc cuva poducono un gand o. Pgvo sono va cupa daa vccha cappa saua sapnmn, nsm a' dcoa connn a "Maa Bambna" conbuscono a ca un' amosa caca d spuaà mscsmo. 2.9 Impano d cambo ascamno I qua consn mannmno d adgua condzon d cmazzazon aazon n ognp odod anno. 6

7 CAPITOLO 3 STRUTTURA ORGANIZZATIVA E ORGANIGRAMMA PERSONALE IMPIEGATO Oganco psona d asssnza: n. 1 Mdco Rsponsab da R.S.A. n. 2 Mdc d suppoo connuà + mdc spcas consun (saa, gaa). n. 1 Caponma sponsab da R.S.A. n. 1 Addo a svz ammnsav / uco osp da sdnza n. 12 Inm possona d nuco (copua 24 h) n. 41 Opao d svz soco-asssnza n. 3 Fsoaps da abazon n. 2 Anmao n. 4 Svz d puza da sdnza n. 1 Manuno 7

8 CAPITOLO 4 SERVIZI OFFERTI AGLI OSPITI 4. 1 L a v àass s nz a I uo o d op a o san a o s dc na non so o a av so a u o a osp n sp amn o db sognquo d an,con unz on dsup v s on,v g anza conoo, ma sopauo s aduc n capacà azona, d ascoo d anzon, con dsponbà a n az on a va a a gs on d mpo b o d anz ano con a v à d n z a va auonoma (ua d gona, goch, passgga n gadno, can, ba, gono da bzza, cc. ) o p og ua cond v s ( abo a o a p og o con duca c o a soapsa, o momn d ngazon con avà da Rsdnza Asssnza). L op a o cv d sgu nd caz ondmd co d n m p o ss ona p quano an pobmach sanao-gnch d amna. 4.2 I svzo nmsco Svo o da op a o p o ss ona, qu o d n m spon com uo o d am p nc pa a b sogn ass s nz a d osp v dnz sana. Compnd pocdmn pù popamn asssnza, qua a ppaazon sommnsazon d ap psc da mdco d bas, a vaz onp od cadpa am v a, n vn o n caso d mao /o pobmach d vdn naua sanaa, d ua g vnua pv p sam dagnosc. 4.3 I svzo d soknsapa I svzo ma a conasa dcadmno gna consdando capacà sdu d osp.l a v à vngono svo ungo u o a co d a s mana,sua bas d psczon mdch spcasch scondo quano sabo da pano abavo d cascun osp. Ta avà, qu d po ducavo d avazon unzona vngono svo n pasa, a qua avà udco-pscomooa pscosnsoa a gnnasca d gand guppo vngono ua a pano. 4.4 I svzo mdco Ass cu a ap vnz on, ad agnos, a ap a a ab az ond osp anz ano,a o pù d vo da popaoog a dcoso conco, dc cognv nuoogc con van svo soca, azona, compoamna. L a v à p vn va occupa anco a n anz ano uno spaz o d vo,ssndo vo a a a p o assd n unza, monoaggo d dab mo, dg abus amna, da dnu z on d a d s d a az on, a a p vnz on ddcub, d os opo os, d dab aa consvazon d una adguaa avà mna az ona.l a v à d agnos ca apu ca sa co a su a v s a md ca a ng sso p od ca,su a va u az on unz ona, agg o namn o d a ca a c n ca, v.v s spcasch (condzona da sgnz cnch pacoa), sug sam maochmc sumna (ssmac d a bsogno), su va nvn dagnosc su povvdmn apuc ch s ndsso ncssa duan a dgnza. 4.5 I svzo soco-anmavo Rsponsab dp og è duca cdcn o.i s v z om aavaozza a psona n quano a, anco pma d scop capacà sdu abà. Pano a soa psona passa a p sn sono ondamn a pun dpa nza pun adgua a accog nza una sna pmannza uua a cn o. L duca c povvd aa compazon a agg o namn o d a schda ps co-soc a n co abo az on con osp ( s è poss b ) con a amga. 8

9 PROGETTI INDIVIDUALI DI TIPO OCCUPAZIONALE: Consdando a soa p sona a v à svo p ma d ng sso s cchà, quando possb, d gaan una ca connuà d abudn abà. Rnano n pog ndvdua aboao (cuco, cucna, oo gadnaggo, pua), odno dg spaz pcco coaboazon con g opao d nuco. PROGETTI INDIVIDUALI MIRATI: Consdando pobmach spcch s avano camp spcc d avà (s. aboaoo d muscoapca-conao, aboaoo cognvo, aboaoo d scua, cambo d candao, cc.) PROGETTI GENERALI E PERIODICI: Sono avà ch hanno mpcamn unzon apuca d smoo. Rnano n qusa cagoa u aboao cav(ago, dcoo, pua, dsgn, dcoupag, cnch asch, manpoazon), aboao musca (coo, ascoo d ban oo soa, can ga a svà), aboao sagona ga a svà (ppaazon addobb, conz, caazzazon dg ambn n bas aa sagon) SERVIZIO DI ANIMAZIONE RSA CDI: G osp d cno duno ngao possono no pa c pa a momn an ma vo gan zza a n no d a Rsa.( Mns mn omboaa, sa n musca, sa d compann, smanamn aboaoo cuco, podcamn, p o pù duan a sagon sva aboaoo d p hapy cc.) 4.5. SERVIZI GENERALIALL OSPITE La cucna A pacoa sgnz nuzona da psona vn daa sposa con spcch d. Quaoa non sano psn szon amna dovu a maa, ag o noanz, mnùp vda cunsc b amn uab da osp. La gonaa amna pvd pma coazon, spunno, panzo, mnda cna. I pas vngono consuma n appos a sa a da p anzo. I pozonamno a dsbuzon d pas dv ss sguo soo da psona ncacao, n spo savaguada d nomav sana vgn. I mnù popos pvdono una oazon sagona sono supvsona anch con mdco a caposaa da Rsdnza. La socà ch oga svzo d cucna m vnuamn a dsposzon una dooga p pacoa sgnz. Coazon Spunno Panzo Mnda Cna O 8.30 O O O O

10 Mnu Tpo nvna Panzo Lundì Passao d vdua Pasna n bodo Cassuoa Mso d aa omagg Pona Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa Mnson con cosno Basoncn d psc Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa Mnsa d vdu con pasa Tono d paa Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa Fua d sagon Madì Rsoo a vdu Congo n umdo Macdona d vdu Fua d sagon Mcodì Macchon a agu Faa con vdu Insaaa vd Fua d sagon Govdì Rsoo con ungh Boo mso con sasa vd Zucchn oa Fua d sagon Vndì Ravo buo sava Fo d psc a ono Paa a ono Fua d sagon Sabao Pasa a pso Pop a ono Fnocch aa pamgana Pasa paa Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa Mnson pmava Invon d poscuo omaggo Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa Passao d vdua Wus Lundì Paa Poscuo coo Fua d sagon Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa Panzo Pasa pomodoo ps Aoso d maa a ono Pué d paa Fua d sagon Madì Rsoo a vdu P d poo a masaa Macdona d vdu Fua d sagon Mcodì Macchoncn a agu Tonnao Insaaa vd Fua d sagon Govdì Insaaa d so Scaoppa von a vno banco Cos ssa Fua d sagon Vndì Gnocch a pomodoo Fo d passa aa mans Cao co Sabao Mso d aa Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa Mnson con so Tono d paa Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa Quaducc n bodo Toa pasquana Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa Passao d vdua con so Panzao Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa Zuppa d vdu Mozzaa aa caps Pnna o o ana Popon do ch Fnocch aa pamgana Vdua coa d sagon Fua d sagon Domnca Cna Pancoo Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa Rso pzzmoo Pzza Fua d sagon Vdua coa d sagon Lasagn a ono Poo a ono Doc Mnu Tpo svo Pzza Fua d sagon / ua coa Pancoo Bsaoa Fua d sagon Domnca Cna Anpaso assoo Rsoo con ungh Poo a ono con paa Fua d sagon Doc Fua d sagon / ua coa Cma d gum Aa omaggo Poscuo coo Vdua coa d sagon Fua d sagon / ua coa ALTRI SERVIZI Ea voun s v z odd s buz onau omaca d bvand cad, bb pascca vaa n un oca dsnao. E' gaano gauo svzo d pauccha pdcu. L u c oosp s ua oa ng ssosvo g a a oa v àd n o maz ondsm s amn o d vnua ona. Magazzno: svzo è pposo a cvmno d mc a oo conoo d aa dsbuzon d podo a sngo pa. La cua d puz dg spaz cov, d cam d av svz è asscuaa da psona ncacao da sdnza. Manunzon sab d mpan: svzo è asscuao da una squada d add ppos aa manunzon odnaa d mmob, a vd, mpan c d do-mo sana nonché aa conduzon da cna mca. 10

11 CAPITOLO 5 SICUREZZA SUL LAVORO E SORVEGLIANZA SANITARIA La gsazon Con dco gsavo 626/94 nsm ag aco da 2 16/9 d D. Lsg 494/96, è sao compao quado gsavo ch mpgna ammnsazon pubbch pva aa goosa vg anzon d nomav, mgoa gado d ua da sau d avoao mdan un ssma oganco d nd v duaz on,va u az on d m naz on o duz on d schn amb n d avoo. Sono sa nd v dua nom na p son sponsab p a uaz on, a gson d conoo d nom 626/94, pcsamn: sponsab d avoao p a scuzza (RSL); sponsab p a suua sanaa (RSPP); mdco compn p a sau d avoao, ch ha pdsposo pano sanao p sch spcc d psona (MC). 11

12 CAPITOLO 6 NOTIZIE UTILI PER FAMIGLIARI E VISITATORI Gona bboca P ch o dsda, sono a dsposzon dg osp gona vs. Ess no una bboca nna aa qua è possb accd vogndos a ducac possona. I voonaao La gg 1/86 da Rgon Lombada dnsc voonaao s v z o sodac adn n modo connuavo, snza n d uco, aavso psazon psona, voona gau, nd v dua mn o ng uppo,n amb od s u u pubb chop va d asssnza o n p op o.l Amm n s az on p omuov va o zza a v à dvo on a ao ch onsc un va do suppo o ag duca o p o ss ona n o gan zzaz on d momn cav a n no d a sdnza, o du an a b a s ag on a s no con g, usc, cc. Spccaamn, na suua opano voona sc a assocazon "Amc d Coon ". Posson d cuo Vn gaano ad ogn osp bà d cuo: p ch possa a gon caoca è d spon b un amp a con o vo capp a, sac do d a pa occh a ass cu ano ass s nza unzon d cuo. Ogn govdì pomggo, a o 16.00, è possb asss aa unzon da Sana Mssa. P ch possa a gon è possb conaa mns d va cu. L vs ag osp I amga d noma hanno bo accsso duan ua a gonaa,mn accsso è goamnao da o a o P mov gnc sana è vao sds su, aoa cam usa svz gnc sva ag osp. I vsao dvono asns n poa gn amna pché pobbo ss conondca spo aa da psona o a aamno amacoogco n coso. Du an v s md ch n occas on d g n d osp,pa n v s a o,sono nu a non psnza n cama. È poss b ua v s gu da a a s u u a a n dp nd v s on d amb n d svz o; a vs dovanno ss concoda con a Dzon, ch povvdà p accompagnamn o. S coda ch è svo : DIVIETO DI FUMARE In u oca da suua Lgg n 3 a.51 d 16/01/

13 Psonazzazon d cam La Dzon pm ncoagga a psonazzazon d cam, puché sano abb n modo dgnoso vngano spa nom d scuzza. È vao nodu uzza appacchau ch non auozza o a gas pché pobbo causa ncdn. Tua d pson spo a aamno d da psona In admpmno da gg n.675 d , a Fondazon gaansc aamno d da psona n spo d d, d bà ondamna, nonché da dgnà d pson sch, con pacoa mno a a s va zzaa dn àp sona. Dnao ogg d vao S consga vvamn d non n psso d sé somm d dnao ogg d vao, sdc na ogn po d sponsab à da pa dp sona d amm n s az on p o smamno o uo dg vnua vao. Opao gac Tuo psona dpndn è conoscb daa dvsa da ssno poan oo, gnaà quaca possona. 13

14 CAPITOLO 7 GIORNATA " TIPO " DEGLI OSPITI La gonaa d osp a nap odd mpgnosan a o-asssnza, soca udco a pod d poso. L a mn az on è pa co a mn cu a a,pass cu a a anz ano nu mn cao ncssa, mannndo una ca vaà dg amn consdando n m d sgnz dch, gus pacoa ga a adzon cuna d sngo anzan. L pvan avà gona sono: a za ag adua d g np sona d osp coazon momno d socazzazon momno goso acoavo avà d anmazon /o soapa scondo pogamma psabo daazon ppaazon panzo panzo accompagnamno osp p poso pomdano vaa anmazon pomdana scondo o schma smana mnda daazon cna nzo aamno p a no go d conoo camoma 14

15 CAPITOLO 8 MODALITÀ PER L ACCOGLIENZA IN R. S. A. L domand p ns mn o n s a d a sa sono dsponb su so da Fondazon oppu d amn p sso u c oosp d a s dnza. Sono cosu da una pa ammnsava da un pa sanaa, ch una voa compa n ogn oo pa comp d u m chs, dvono ss consgna a u c o osp. Lada adconsgnad adomanda, a ag àd osp ac c àsoc a ( a. 3)sono condzon d poà ch andanno a dmna a gaduaoa p ng sso n ungodgnza. Quandos ndd spon b un pos o n R. S. A., u c oosp o sponsab d a s dnza comun canoap mo ch dn n s ad a sa ad spon b àdpos oa vando: 1 ncono a amga/osp con qup gaca (mdco d nuco, I.P., ducao/anmao, v. FKT), a n d consuazza condzon sa cnch ch ass s nz a d am g a p qua è s a o ch s o ns mn o n R. S. A.( osp )con psnazon d svz ppos, dg spaz, dg ambn. 2 oganzzazon, una voa ch a as 1 è compaa, s povvd aa dnzon d ng sso n R. S. A. d osp, ss ab sc g o no, o a moda à da vo, vn ua p snzadaccompagna o/amga, g vnua documnazon mancan. 3 avo n s dnza accog nza da pa dg op a o d qu pdnuc ochdopo av a oconoscnza am a zza ocon osp, oaccompagnanop sso p op onuc o d appannza ov è coocaa a cama ov soggonà mosandog n sguo g ambn d svzo uogh comun. 4 ambnamno con osp psona ssso d nuco, appoonda conoscnza d uogh dg spaz,suppo o p o n amn o conoscmno d va opao, suppoo p g oa (pas, mnd, mssa, c.). 5 vsa mdca da pa d sanao d nuco, ch vauà unamn aa documn az on n posssso, vn ua p co so dcu a / o dsuppo o ass s nz a, qua và n sguo dno anch aavso Pano d Asssnza Indvdua (P.A.I.) abo a oda qu pdnuc o. 15

16 CAPITOLO 9 COSTI DEL SERVIZIO - ANNO 2011 Cama sngoa Da 01/01/2011: ,00 Cama du Da 01/01/2011: 1.735,00 Cama Da 01/01/ ,00 Pagamno mns ancpao NO Pavvso d dmsson NO Dposo cauzona (nuo a nd) Spcch conomch pacoa poscpao SI Gon d pavvso X 10 SI Impoo X una mnsà In caso d covo ospdao con dgnza supo a 7 gon conscuv, a a d dgnza mns n RSA subsc una duzon d 20%. In caso d dmsson /o dcsso d osp n o p m15 g o ndms, a a mns vn doa d 50%. Nssuna duzon n caso d dmsson /o dcsso da 16smo gono n po. La a compnd: Pdcu possona Acqua, Vno caè a pas Bb, succh d ua,, caè uo paso, Spunn mnd Usc Rscadamno La a NON compnd: Lavaggo bancha psona L sono a scadnza mns sono compssvamn n gm d accdamno gona. DEPOSITO CAUZIONALE INFRUTTIFERO Impoo da vsas n msua pa aa a mns d compnza. Eno a n d bbao d cascun anno, vn asc a oac ascunosp, appos ocdono asan sps sosnu suddvs a psazon sana d abgh, ao scopo d p m un adgua acomp az ond d ch a az on sca dcomp nza. ( Vd a.5 - a.6 - a.7 - a.8 d sgun goamno) 16

17 CAPITOLO 10 REGOLAMENTO ART. 1 Possono ss ammss aa R.S.A. pson adu d ssso mmn p qua ssano p suppos spc ca ng ssoncss àdass s nzacon nua,a mn non ng adod povvd ad una sna dcoosa ssnza, no ch s ovno n condzon pvs da psn Rgoamno. ART. 2 P ss ammss aa sdnza osp dvono av compuo, a momno da domanda, sssanacnqusmo anno d à. ART. 3 Ladomandadamm ss on n g md acc d amn o g ona dvss comp a a nogn sua pa, nonché codaa d ua a documnazon chsa, d sguo consgnaa o nd zza aa Uco Osp da suua p a qua s chd a dgnza. L Amm n s az oncons d a acomp zzadda d adocumn az on o n acondzon ssnza a n d au o zzaz ona ns mn on a s ad a saa vn ua,succss va amm ss ond osp a a s dnza. ( da adconsgnad adomanda, ag àd osp,c c àsoc a ) ns sc a ch s a nuna s ad ng ssochd n à ag adua o ad amm ss ond n va. ART. 4 L acc az ond n vad adomandaèso o g dad ad z onamm n s a vasan a a da RSA; comunqu è subodnaa a qus d donà pvs da sponsab sana aa dch a az onsc ad osp odunpa n chsassum a sponsab àdconosc mpgnas ad ossva dsposzon d sgun Rgoamno, nonché ogn aa noma ch, a modca od ngazon, dovss ss succssvamn manaa. ART. 5 L n àd a amns ès ab ada aamm n s az ond afondaz on n appo oacos o d vo d va svz, dmnaa sua bas d 365 gon anno. I vsamno da a dv ss uao no 15 gono d nzo d ogn ms am bonco bancao. ART. 6 I pagamno da a è mnszzao. Qua o a osp a dass ng sso sp oa ada ad amm ss ons ab a, obb godpagamn od a adco da ada ad amm ss on concodaa. In caso d covo gonao con dgnza supo a s gon a a mns và doa d 20%. In caso d dmsson d osp du an p mqu nd cg o ndms, a a mns và doa d 50%. Da sdcsmo gono n po, a a non subà duzon. ART. 7 L amm ss on/ cov od osp n s dnzaass s nz a ècond z ona a,g àa ng sso,dav samn od undpos ocauz ona n u o,pa a ammon a d a amns dcomp nza, n ag ona oo dcop u an vn ua àddannp ocu a omo os àd osp. Laconsgna ncop ad avvnu ov samn oddpos ocauz ona ècondzon ssnza p au o zzaz ona amm ss onn as u u amds madapa d Amm n sazon cna. ART. 8 La a compnd sgun psazon: 1. godmno d una cama ammobaa ad uno o pù pos d noma svz comp mn a d osp a à. 2. ogazon d pas scondo quano pvso daa aba dca saba daa dzon da sdnza, ncus d spca. 3. asssnza sanaa, nmsca soapca a cua d psona da R.S.A. 4. pdcu possona ART. 9 Savo cas d maaa nvadan, vo è ugua p u g osp pas, quaoa non sa saa concssa dspnsa spcca ad psonam, sono consuma n appos sa. ART. 10 L assgnaz ond a cam a v n s ab a da a d z on d a s dnza san a a, nu o con o,n m d possbà, da vnua p nza sp ssa da osp / o da suo am g a.è assouamn vao quasas cambo abao d cam a g osp. È acoà da dzon dspo a camb n appoo a sgnz d ospaà do ssso. 17

18 ART. 11 La sdnza gaansc a onua d svzo d avanda soo p a bancha da o da bagno. I ama dg osp dovanno, n modo soco gaan a onua d avaggo da bancha psona. ART. 12 L cu sana, mdcna g vnua aamn soapc sono a caco da RSA, sano a ca co d osp vn ua v s g samspc a s c.ipa n sono nu ad accompagna amga n caso d usca p vs d sam sana /o n caso d covo ospdao. Quaoa osso mpossba, sono nu a povvd n mo adando a compo a psona d oo duca. ART. 13 I n caso dma a a g av o nd spos z on d osp md co,qua o a o nga ncssa o,d spon mmd a o cov o n ospda comp n.qua o a sv cass a ncss à,du an cov o ospda o,dass s nzad u nao no u na d osp, am g a dov anno p ovvd a ass s nza a popa cua sps.imd cd En sono dsponb, scondo oa modaà pssa, p vnua cooqu con amga. ART. 14 Tu g osp hanno do d pacpa a avà d anmazon apa occupazona oganzza daa sdnza. ART. 15 L ass s nza a paca gosa sono asscua, ag osp ch nndsso govasn, psso a Cappa nna da sdnza, mo sando a bà d cuo. ART. 16 L assnz p una o pù gona, dbbono ss pvnvamn auozza daa dzon, p v a sgna az on d a du a a d assnza nonché d uogo d p son p sso cu osp nnd cas. L a on anamn o a b a oo p o ungamn o d assnza da a s u u a ddgnza saanno consda qua aca nunza a poso. In a caso, a dzon povvdà, n quano poss b,ad nv a osp ochd ag ona nd mmd a amn d spon b acam a. ART. 17 I n qua s asmomn o osp può ch d a d m ss on dandon comun caz on a a d zon con pavvso d gon dc (10).Lad z on, no,puòd m d u c o,con mds mop avv so dg o nd c( 10), osp ch non su ass p ù n posssso d ch s qu s d don à non oss n goa co vsamno dg mpo dovu p od a psazon, sava - nqus u mo caso -ogn pocdua od azon coava d vasa. ART. 18 G osp ch su ass o dd a a co smo o ch con o o compo amn o dovss o nuoc a o d n, a a mo a à o abuon nom d En, possono ss spu sda a s dnza con modaà pvs da psn Rgoamno. ART. 19 G osp possono cv vs d pan, amc o conoscn n ogn momno da gonaa, mo sando spo dg oa d vsa sugg. Iv s a o dov anno asc a osp amomn o d poso sa. ART. 20 È ao assouo dvo ag osp d usa n cam appacch c o on d quaunqu gn. Sono asì assavamn scus da cam an ma o cos p g ud z vo a g n,a a scuzza d a buon odn da sdnza. DECESSO OSPITI In caso d dcsso d un osp s sg a massma aspanza con mps d pomp unb. Lasc ad mp saèdsc us vacomp nzad am g a d osp s sso. La spsa ava a onoanz unb, ncuso svzo goso, quaoa chso, é a oa caco d amga. La gg gona 18/11/2003 n 22, dscpna con pcson a nomava n ma d avà unb goamnazon d cam moua n suu socosana, con spaazon na sva d avà una d quasvoga po daa gson d sdnz soco-asssnza. 18

19 CAPITOLO 11 CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA ANZIANA I n occas on d Anno I n naz ona d Anz ano n a mon a con a so uz on d Assmb a d Naz onun, a Rg on Lomba d a o a I s uz on a a socà ombada a Caa d D da Psona Anzana. G anzan appsnano un pamono d vao nsmab p a socà, non soo pché n ss s dnca a mmoa soca cuua d una popoazon, ma anch pché n msua smp cscn, cosuscono una sosa umana ava, un pamono d ng d spnz d qua a socà dspon, sa a suppoo d mopc avà d caa samn conomco, sa p do mpgo n avà d po cuua soca. Ta conoscmno mg daa cca scnca socoogca pù cn daa cons a az on d un num o smp magg o d p son ch agg ungono un à anagaca avanzaa n buon condzon psco-sch, ano da po on conbu a caa nnovavo. Tu av a anz ano é anch, n c condzon, una psona ag sa scamn ch pschcamn, p cu a sua dgnà ncssa d maggo ua. Pcò, c pncp, vad p a gnaà d cadn, dvono ss bad d nga. Lasa vagua d ad anz anod asuacu u acompo a ducaz ond apopo az on a sp o dsuod :ssa mp ca admp mn o duna s ddov da pa d asoc à,p mo aqua nd v duaz ondpo chchga an scano n g az on soca a vaozzazon d appo a gnazon dvs nonché a pacpazon d anz anoa av asoc a,c v cu u a da comunà. I n pa co a p sn documn o s n dbba sp a az on dquan op ano damn o ndamn a avo d pson anzan: suzon pubbch sponsab da azzazon d bn comun; agnz ducav d nomazon; n gso d svz sa d do pubbco ch pvao; a amga omazon soca; sngo cadn. Ad ssé vo o ausp c o ch p nc pqununc a ov no a g us a co ocazon a n no d a o o a v à, n pa co a ng a go a vdssa qua sau, goamn, ca d svz, n oo ndzz pogammac n consgun pass gsona, asscuando una paà a soggo ogao d svz soggo uo, gudcamn gaana. Pma d na n vvo d una dcnazon d d da psona anzana d cospondn dov da socà d suzon n suo conon, é oppouno ch ama b vmn a cun d p nc p ondamn a d o d namn o g u d co aano ch, ssndo vad p a gnaà d cadn, ovano a oo appcazon anch n conon da psona anzana. I nnanz u o, p nc p o d o d g us z a soc a, nunc a o da a co o 3, scondocommad acos uz on, nqus m n : Ecomp od arpubb ca muov g osaco d odn conomco soca ch, mando d ao a b à guag anza dc ad n, mpd scono p no sv uppo d a p sona 19

20 umana va pa c paz on d u avo a o a o gan zzaz on po ca, conomca soca d Pas. L scnz pscoogch pdagogch hanno ampamn dmosao ch o svuppo pno da psona umana é un pocsso connuo, non spcco d una cass d à pacoa, ma ch s snd daa nasca aa mo; pano obb go a oa arpubb ca,da av sodssa,a u aa socà aana, d muov g osaco ch pobbo mpd od asa a pocsso, cop u o a co d a v a non può sub s z on ga a à d a s ngo a psona. In scondo uogo, occo chama pncpo d sodaà, nuncao da a co o 2 d a Cos uz on nsgun m n : LaRpubb ca conosc ga an scd nv o ab d uomos acoms ngo os an o maz onsoc a ov ssvo g a sua p sona à ch d admp mn o ddov ndogab d sodaà poca, conomcasoc a. Va qund codao ch u spsson d sodaà, sano ss ndogab qund s obbgao da gg da Rpubbca, sano ss dogab ossa voona conducb aa ba pacpazon d cadno a buon unzonamno da socà d aa azzazon d bn comun -, sono u nazza aa gaanza da va azzazon d d da psona. L suzon pubbch, oa da sponsabà va da gaanza, non possono qund ch ss avovo ao svuppo massmo d una cuua da sodaà na socà aana. Inn, è oppouno coda pncpo d sau com do ondamna d uomo, ch ama o da a co o 32 n qus m n : La Rpubb ca u a a sa u com ondamn a d o d nd v duo n ss d a co v à gaansccu g a u ag nd gn.... Va codao, n mo, ch conco d sau a ma o da O gan zzaz on Monda da Sanà (OMS) compnd non soano bnss pscosco ma anch quo soca, ch a da sau uno sao d bnss goba da psona. L a nz on va, no,a a a su a o ch conc o d ndgnza, ch scondo so cosuzona - ap do a cu gau, non può pù ogg - s ma è sao gmo ao ss condoo a paam cosu su conco d mnmo va; pamn, non sua adguao un paamo ssao n mn scusv d ddo psona, ch non oss msso n sa azon con bsogno vo d sau da sngoa psona consdaa, vauao sua bas d paam obv d coso, pu sando comunqu mo obb go da sodaà ama. 20

21 LA PERSONA ANZIANA AL CENTRO DI DIRITTI E DI DOVERI Non vè con add z on a av co da o ch a p sona anz ana god,p u o a cod asuav a,d u d dc ad nanza conosc u a ap sona umana da nos oo d namn og u d co, p opo adc naz on adoz ondunaca ad d d a p sona anz ana ch ha com na à ds v da suppo o a az on d ducazon d svuppo d poch soca auspcaa n pmssa. La psona anzana ha do: D svuppa d consva a popa ndvduaà bà. D consva vd spa, n ossvanza d pncp cosuzona, pop cdnz, opnon snmn, anch quando ss dovsso appa anaconsc o ncon as ocon acu u adom nan d amb n umano d cu a pa. D consva pop modaà d condoa compab con go da convvnza soca, anch quando ss dovsso appa n conaso co compoamn domnan d suo ambn d appannza. D consva a bà d scg s connua a vv n popo domco. La socà suzon hanno dov: D sp a nd v dua à d ogn p sona anz ana, conoscndon bsogn d vando, n suo conon, nvn dcs soo n unzon da sua à anagaca. D spa cdnz, opnon snmn d pson anzan, sozandos d cog n s gn ca o n vo uz on d a cu u a d as oa d popoo d cu ss sono pa ngan. D spa modaà d condoa d pson anzan, conoscndo oo vao d v andod co gg od d d,snzapqus ovn mnoa obb go d auo. D spa a ba sca da psona anzana d connua a vv n popo domco, gaanndo sosgno ncssao, nonché n caso d assoua mpossbà cond z ond accog nza ch p m ano dcons va a cunasp d amb n d va ozaamn abbandonao. D ss accuda cuaa, quando ncssao, a popo domco, govandos d pù aggona mzz apuc. D connua a vv co pop ama ov n susssano condzon. D consva azon con pson d ogn à. D ss mssa n condzon d consva pop audn psona possona d po spm a popa ognaà cavà. D usuu, s ncssao, d om pù aggona d oppoun d abazon socazzazon snza dsc m naz onbasa su à. 21

22 D ss savaguadaa da ogn oma d vonza sca /o moa, v compsa om ss on d n vn ch possano m g o a su cond z on d v a d aumna dsdo pac d vv D accud cu a anz ano n dov è poss b a dom c o, o nndo ogn psazon sanaa soca nua u d oppouna. Gaan ndo a anz ano maao do a covo n suua ospdaa o abava p uo podo ncssao aa va ua da sua sau. D conasa, n amg n suzon, ogn oma d sopaazon pvacazon a danno dg anzan, vcando n pacoa ch ad ss sano gaan u g nvn ch possano anua a oo sonza mgoa a oo condzon ssnza. 22

23 CAPITOLO 12 COME RAGGIUNGERCI DA MILANO Auosada Mano - Tono usca a Boaoa su Tcno sgu ndcazon p Casano Pmo. IN TRENO Fov Nod Lna Mano-Novaa sazon a Casano Pmo. 23

24 CAPITOLO 13 QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE Gn.mo un, p vca monoa a quaà d avoo spsso a n d psgu man n va a a qua à d mpgno pouso vso nos osp, L chdamo d auac n quso pcoso, aavso a compazon d un qusonao ch vuo o a possbà ad ogn pan, d vdnza pun cc sopauo, d sugg u souzon a dvs pobm ch, vnuamn, sono sa ncona. V pghamo d appo una soa coca p ogn domanda d vnuamn sgnaac Vs.sugg mn,dsgu o o na c qus ona o,consgnando oa u c oosp d a R.S.A. o nsndo on appos acass nad acco as an a o. I sua d psn qusonao, una voa aboa, saanno consuab n oma caaca da chunqu voss an chsa, sono comunqu dsponb n psa vson Gaz p a coaboazon. 24

2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione.

2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione. D.M. 21-5-2001 n. 308 Rgolamno concnn «Rqus mnm suual oganzzav p l'auozzazon all'sczo d svz dll suu a cclo sdnzal smsdnzal, a noma dll'acolo 11 dlla L. 8 novmb 2000, n. 328». Pubblcao nlla Gazz. Uff. 28

Dettagli

D.M. 21 maggio 2001, n. 308

D.M. 21 maggio 2001, n. 308 D.M. 21 maggo 2001, n. 308 Rgolamno concnn «Rqs mnm sal oganzzav p l'aozzazon all'sczo d svz dll s a cclo sdnzal smsdnzal, a noma dll'acolo 11 dlla L. 8 novmb 2000, n. 328» (Pbblcao nlla Gazza Uffcal 28

Dettagli

Scienze e tecniche turismo cult_712

Scienze e tecniche turismo cult_712 Scz cch usm cu_712 SUA - QUADRO C3 OPINIONI ENTI E IMPRESE CON ACCORDI DI STAGE/TIROCINIO CURRICULARE O EXTRA CURRICULARE SULLA PREPARAZIONE DEGLI STUDENTI Rsua da cgz 'p dg d mps c accd d c cucua xacucua

Dettagli

IL MINISTRO PER LA SOLIDARIETÀ SOCIALE

IL MINISTRO PER LA SOLIDARIETÀ SOCIALE Dco mnsal 21 maggo 2001, n. 308 "Rgolamno concnn «Rqs mnm sal oganzzav p l'aozzazon all'sczo d svz dll s a cclo sdnzal smsdnzal, a noma dll'acolo 11 dlla L. 8 novmb 2000, n. 328» Pbblcao nlla Gazza Uffcal

Dettagli

Comune di CASTELNUOVO DEL GARDA. PIPolFam. Piano Integrato delle Politiche Familiari. Versione 09/1

Comune di CASTELNUOVO DEL GARDA. PIPolFam. Piano Integrato delle Politiche Familiari. Versione 09/1 Comun d CASTELNUOVO DEL GARDA PIPoFam Pano Ingao d Poh Fama Von 09/1 Appovao on Dba Congo Comuna n../2009 SOMMARIO 1. Dzon gna d omun d Canuovo d Gada... 2 2. L aomazon n ao a a dmogaa dg um ann... 4 3.

Dettagli

Fig. 4.1 - Struttura elementare del motore in corrente continua

Fig. 4.1 - Struttura elementare del motore in corrente continua 4 MACCHINA IN CORRENTE CONTINUA 4.1 Suu schm lmn P compn l pncpo funzonmno ll mcchn n con connu (m.c.c.) fccmo fmno ll suu lmn nc n Fg. 4.1. 1 A φ 2 B Fg. 4.1 - Suu lmn l moo n con connu Fg. 4.2 - Pcoso

Dettagli

Teoria delle opzioni e Prodotti strutturati

Teoria delle opzioni e Prodotti strutturati L FIME a.a. 8-9 9 oa ll ozon Poo suua Gogo Consgl gogo.onsgl@unbg. Uff 58 vmno m:.-3. Pogamma. Mao ll ozon ona va. oa ll ozon 3. nh valuazon 4. Hgng 5. Inggna fnanzaa 6. Pou numh 7. Dvavs sass Ozon Pou

Dettagli

soluzione informatica A Domanda Risponde

soluzione informatica A Domanda Risponde ..ADR ouon nom omnd Rpond Ipo E... v Zon, 28-46029 Su (MN) 0376-521926 Fx 0376-521953 E-m : po@po.n www.po.n www.-ouon.om P IVA 01754060208 C.C.I.A.A. 179495 Ion Tbun Mnov 18447.. ouon nom A Domnd Rpond

Dettagli

Verbale di Deliberazione del Consiglio _

Verbale di Deliberazione del Consiglio _ ORGNLE ) L Cno Rsdnza nzanmbo L POE SCCO (P) ba d bazon d Conso È N 43 d 3/2/202 ba o o soosco OGG L P PPROZONE NOO REGOLMENTO SLLORNMENTO EGL FFC E E SERZ SCPLN ELLE MOLT SSNZONE E E T T COMPONE;h REQST

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO CERTIFICAZIONE QUALITÀ SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO.. 2014-2015 INDIRIZZO ECONOMICO E TURISTICO DISCIPLINA RELIGIONE Lo n l n l coo à o go l gn copnz pcfch: vlpp n o no cco n ponl pogo

Dettagli

Aletti Bonus Certificate. Ti premia anche quando non te lo aspetti.

Aletti Bonus Certificate. Ti premia anche quando non te lo aspetti. Al Bonus Cfc T pm nch qundo non lo sp Al Cfc T pomo dov d solo non uscs d v Lo sumno fnnzo ch consn d lzz un sg d nvsmno ch pnsv nccssbl Quso è Al Cfc Bnc Al, vo p dzon soddsf nch l sgnz pù sofsc dgl nvso,

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

Errori a regime per controlli in retroazione unitaria

Errori a regime per controlli in retroazione unitaria Appunt d ontoll Autoatc Eo a g n sst n toazon Eo a g p contoll n toazon untaa... Eo a g nlla sposta al gadno (o d poszon)... Eo a g nlla sposta alla apa (o d vloctà)...3 Eo a g nlla sposta alla paabola

Dettagli

ALLEGATO 4 al Disciplinare di gara DICHIARAZIONE DI OFFERTA ECONOMICA. Procedura per l affidamento della gestione del

ALLEGATO 4 al Disciplinare di gara DICHIARAZIONE DI OFFERTA ECONOMICA. Procedura per l affidamento della gestione del Allgo 4 ALLEGAT 4 l Disciplin di g DICHIARAZINE DI FFERTA ECNMICA Pocdu p l idmno dll gsion dl «Svizio di css vo dll Isiuo Compnsivo PISSASC I» p il innio 01/01/2014 31/12/2016 (Schm di o: compil su c

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE FINANZIARIA AL 31 DICEMBRE 213 PAGINA BIANCA 3/58 Indice Organi Sociali... 6 Consiglio di Amministrazione... 6 Collegio Sindacale... 6 Società di Revisione... 6 Specialist... 6 Nomad... 6 Struttura

Dettagli

tana del pazzo e cocc è di meglio?

tana del pazzo e cocc è di meglio? d pzz B L V g v L f d M Cppè T d Luc M, g u... u G ccc è d mg? c c 72 TUTTOmb TUTTOmb 73 d pzz Ty cc. M cm qud u c p d p d k p I bk è M d, c v d u, dvv u u m v p d c I pcu f ch è p c u cpp d M + Hgh R

Dettagli

ECOSFERA SERVIZI. Ecosfera Servizi opera nel campo della progettazione e gestione integrata di servizi agli immobili

ECOSFERA SERVIZI. Ecosfera Servizi opera nel campo della progettazione e gestione integrata di servizi agli immobili ECOSFERA SERVIZI Ecofea Sevz opea ne campo dea pogeazone e geone negaa d evz ag mmob La oceà vana un epeenza conodaa e unca ne eoe pe ampezza deo peo d azone, a eeà d appocco e a compeenza pecfca S popone

Dettagli

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Perché? Le recenti azioni giudiziarie hanno indotto nelle aziende la necessità di dotarsi di un modello

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO INDIRIZZO TURISMO.. 2014-15 DISCIPLINA Dcpln ch znl PROFILO IN USCITA A CONCLUSIONE DEL PERCORSO QUINQUENNALE, IN TER- MINI DI ABILITA E COMPETENZE (n b ll

Dettagli

Il fantasma di Canterville

Il fantasma di Canterville TR O I f d Cv TA TE A I Ad Gc T! FA N SCHEA IATTICA f d Cv (Th Cv Gh, 1887) è u cb cc uc gv d Oc Wd Pubbc v u v Th Cu d Scy Rvw, cc bb u ucc cu d 'g N zz u d c, v È u d d S d f Lgg gu b d' g d Wd, d dd

Dettagli

CASE HISTORY 1 REVISIONE 02 DATA 05/06/2014

CASE HISTORY 1 REVISIONE 02 DATA 05/06/2014 REVISIONE 02 DATA 05/06/2014 1 BIOSOLUTIONS SERVICES LLC (USA) So Boch conung Dcon Nd An d mco d mdcn gnv p cu Avnmno In coo d on Cn Boouon Svc LLC (USA) Ch Lmb, uno d pncp hhod, è o x Gn Mng d coc o mc,

Dettagli

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007 Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Milano, 25 febbraio 2009 CONTENUTI 1. I risultati della nuova statistica annuale RC Auto gli

Dettagli

CONTRATTO TRA PARTNER DI CANALE INDIRETTO - v. EM EA. 2 5. 0 4. 0 7 Pe r r e g i s t r a r s i c o m e Pa r t n e r d i Ca n a l e In d i r e t t o ( In d i r e c t Ch a n n e l Pa r t n e r ) d i Ci s

Dettagli

CORSO GARIBALDI. Dall Expo 1906. All Expo 2015 LA FONTE LE ANNATE CONSIDERATE LE ANNATE CONSIDERATE

CORSO GARIBALDI. Dall Expo 1906. All Expo 2015 LA FONTE LE ANNATE CONSIDERATE LE ANNATE CONSIDERATE LA SCUOLA MEDIA DEL QUARTIERE PER IL QUARTIERE g nn S Sn I g ICS Mn Sg, Mn E - A.S. - Sn (M Pn) A zzzn nn gn nn: Cn P, C Mn, G P, L Lnz, Lzz C, Mngn M, Mzz G, Mn C N, R An, Sn P, Sg Lnz, T N, Vnzn S. A

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. GENNAIO 2014 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Epigrafe. Premessa. 1. Oggetto e finalità. 2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione.

Epigrafe. Premessa. 1. Oggetto e finalità. 2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione. Legg d'iala D.M. 21-05-2001, n. 308 Regolameno concenene «Requs mnm suual e oganzzav pe l'auozzazone all'eseczo de sevz e delle suue a cclo esdenzale e semesdenzale, a noma dell'acolo 11 della L. 8 novembe

Dettagli

i i i: i I i i!i!, i i i

i i i: i I i i!i!, i i i S I D RA D red g i n g, M a r i n e & E n v i ro n m e n ta l C o n t ra ct o r i i i: i I i i!i!, i i i P ro g ett a e d e s e g u e d a p i ù d i 3 0 a n n i o p e re m a r i tt i m e i n I t a l i a

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI " ',, C", -, 'ra L," ' CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER PRESSO L MNSTERO DELLA GUSTZA - 00186 ROMA - VA ARENULA, 71 PRESDENZA E SEGRETERA 00187 ROMA - VA V NOVEMBRE, 114 TEL. 06.6976701 r.a. - FAX 06.69767048

Dettagli

ufficio show room scrittura ufficio elettronica hi-tech/accessori agende/calendari ombrelli borse

ufficio show room scrittura ufficio elettronica hi-tech/accessori agende/calendari ombrelli borse how room cur uffco lonc h-ch/cco gnd/clnd ombrll bor uffco 38 l quozon ono ogg obl gumn ggornmn d mco c/orzon gg bmbo mr ugn uo clln bbgmno r S4068 d r bloccho un connor n c con bloccho n cr nn f. m ul

Dettagli

Prodotti extra prenotabili e pagabili in anticipo

Prodotti extra prenotabili e pagabili in anticipo gu da ag ex r a ho dayau os Anche prodo prenoab n ancpo sono commssonab. Ques prodo sono: 1. Rmborso dea Franchga STANDARD 2. Rmborso dea Franchga TOTALE 3. Proezone dea Canceazone Qu d seguo speghamo

Dettagli

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

La gravidanza in tridimensione

La gravidanza in tridimensione ARNALDO CAPOZZI L gvdnz n dmnon Edzon ECOLAB L gvdnz n dmnon o-n d ppoo p og u d do. Ando CAPOZZI Edzon ECOLAB Rom 2009 Too dop: gvdnz n dmnon P Novmb 2009 Tz Edzon ISBN 978-88-902399-3-9 È v poduzon o

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO Sch Pogzon Tnno SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO.. 2014-2015 INDIRIZZO: Anzon, Fnnz Mkng ARTICOLAZIONE: S nfov znl DISCIPLINA: Infoc PROFILO IN USCITA A CONCLUSIONE DEL PERCORSO QUINQUENNALE

Dettagli

Rassegna Stampa. Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica

Rassegna Stampa. Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica Rassegna Stampa Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica Roma, Marzo 2015 COMUNICATO STAMPA Videoconferenza e medicina: nasce Romeo, network per la ricerca in radioterapia oncologica

Dettagli

SECONDO-TERZO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA

SECONDO-TERZO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA SECONDO-TERZO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA Cpoo 5 P ondo m nnd podo d à gzon ompo 14 mn ompu (p 14 mn 0 gon) 26 mn ompu (p 26 mn 0 gon) Fnà dm ogo n ondo m(1). Dmnzon d numo d. Dzon d gvdnz. Quo non o guo m

Dettagli

L Italia sembra giovane. e nuova, con le case bruciate

L Italia sembra giovane. e nuova, con le case bruciate pp f I 25 p f v Rz Lbz I. I 25 p bz I pz v f. G h v Rz I. I I Rz è p h h b f. A q pp pp p h ppv v f. I v f, è v h pv pv f bà p. Iv p pp p h pp Rz v z bà. L I b v v, b, q p,, p p, p. N bb v,. pp f CITAZIONI

Dettagli

Macroeconomia. Laura Vici. laura.vici@unibo.it. www.lauravici.com/macroeconomia LEZIONE 22. Rimini, 19 novembre 2014

Macroeconomia. Laura Vici. laura.vici@unibo.it. www.lauravici.com/macroeconomia LEZIONE 22. Rimini, 19 novembre 2014 Macroconomia Laura Vici laura.vici@unibo.i www.lauravici.com/macroconomia LEZIONE 22 Rimini, 19 novmbr 2014 Macroconomia 362 I mrcai finanziari in conomia apra Dao ch l acquiso o la vndia di aivià finanziari

Dettagli

UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE

UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE Rpg vutzn p Cs Lu Ann ccmc 010/011 S Bsc Fctà FACOLTA' DI SCIENZE ATEATICHE,FISICHE E NATURALI Cs Lu ATEATICA (L) Dt stzn t 10/0/011 UNIERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE utzn ssfzn g stunt (Lgg 0/1) Rpg

Dettagli

ALLEGATO 2 PROSPETTO DEI VEICOLI OGGETTO DELLA PRESENTE ASSICURAZIONE. C.V. peso a classe ANNO N. MEZZO COSTRUTTORE MODELLO TARGA.

ALLEGATO 2 PROSPETTO DEI VEICOLI OGGETTO DELLA PRESENTE ASSICURAZIONE. C.V. peso a classe ANNO N. MEZZO COSTRUTTORE MODELLO TARGA. ALLEGATO 2 PROSPETTO DEI VEICOLI OGGETTO DELLA PRESENTE ASSICURAZIONE N. MEZZO COSTRUTTORE MODELLO TARGA 18 15 1 3 4 5 6 7 8 9 10 12 ANNO ANNO CC C.V. peso a classe FISC. KW pieno carico SPECIALE EFFEDI

Dettagli

Matematica finanziaria avanzata III: la valutazione dei gestori

Matematica finanziaria avanzata III: la valutazione dei gestori Maemaca azaa aazaa III: la aluazoe de geso L dusa del spamo geso La aluazoe della peomace Redme Msue sk-adjused Msue basae su modell ecoomec Le gadezze lea I bechmak e le commsso La lodzzazoe de edme L

Dettagli

58% 158% 41% PENETRAZIONE INTERNET PENETRAZIONE MOBILE PENETRAZIONE SMARTPHONE SUL TOTALE DELLA POPOLAZIONE SCENARIO DESKTOP VS MOBILE ITALIA

58% 158% 41% PENETRAZIONE INTERNET PENETRAZIONE MOBILE PENETRAZIONE SMARTPHONE SUL TOTALE DELLA POPOLAZIONE SCENARIO DESKTOP VS MOBILE ITALIA SCENARIO DESKTOP VS MOBILE ITALIA PENETRAZIONE INTERNET 58% PENETRAZIONE MOBILE 158% 41% PENETRAZIONE SMARTPHONE SUL TOTALE DELLA POPOLAZIONE SOURCE: US CENSUS BUREU, INTERNETWORLDSTATS CNNIC GENNAIO 2014

Dettagli

L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero.

L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero. L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero. Vittorio Verdone Direttore Auto, Distribuzione, Consumatori e Servizi Informatici -ANIA Università LUISS Guido Carli Roma, 24 ottobre 2011

Dettagli

Controllo di Azionamenti Elettrici. Lezione n 8

Controllo di Azionamenti Elettrici. Lezione n 8 Conollo Azonamen Elec ezone n 8 Coo auea n Ingegnea ell Auomazone Facolà Ingegnea Uneà egl Su Palemo Azonamen elec con mooe n coene alenaa Il mooe ancono negl azonamen a elocà aable anagg el mooe n coene

Dettagli

dal12gennai. o chiama il numero dedicato alle Iscrizioni On Line: 06 5849 4025

dal12gennai. o chiama il numero dedicato alle Iscrizioni On Line: 06 5849 4025 Annosco s co015/016 Denom nz onescuo www. s uz Cod cesc uo Con Adeco e ed ' nnosco s co01013, e sc z on ec ssp mede e s uz on sco s ches dogno d neeg do vvengonoesc us vmen e nmod à on ne. En n sc z onon

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO FOTOGRAFICO BEVI COSA VEDI. con sede legale in Siena presso Enoteca Italiana (Via Camollia, 72, 53100 Siena) e con sede

REGOLAMENTO CONCORSO FOTOGRAFICO BEVI COSA VEDI. con sede legale in Siena presso Enoteca Italiana (Via Camollia, 72, 53100 Siena) e con sede REGOLAMENTO CONCORSO FOTOGRAFICO BEVI COSA VEDI 1. Soggetto promotore Associazione no profit, Movimento Turismo del Vino (P.IVA 1101300521) con sede legale in Siena presso Enoteca Italiana (Via Camollia,

Dettagli

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 adempimenti di inizio anno 15 lunedì C.di C. 3AG 13.30 14.15 programmazione - visite studio - varie solo docenti 15 lunedì C.di

Dettagli

" # "$$%! & # ' ( ' ) #! ' % ' # *! * & & & # & ,-! . / # # "$$0!

 # $$%! & # ' ( ' ) #! ' % ' # *! * & & & # & ,-! . / # # $$0! ! " # o! " o! o! o o!# $ o! # & o o!# ( 1 Testi elaborati sulla base dei contributi trasmessi dalle amministrazioni dello Stato interessate. 2 Testi elaborati sulla base dei contributi trasmessi dalle

Dettagli

Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile

Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile LITE MOT IVE: SMART URBAN MOBILITY ( versione in Progress - richiedere aggiornamenti ) 0 1 07 2012 A B S T R A C T I l P r o g r e s s o è u s c i t o d a i b

Dettagli

LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE

LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE Vorresti... Avere i mezzi promozionali della Grande Distribuzione? Oggi si può, entrando a far parte di un grande circuito Aumentare la visibilità

Dettagli

ANNO 2007 IMPORTO TOTALE ANNUO 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000

ANNO 2007 IMPORTO TOTALE ANNUO 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 N. 1 COGNOME NOME 2 RC 3 PM 4 RP 5 NU GD FINALITA' DEL BENEFICIO CONCESSO IMPORTO TOTALE ANNUO RIFERIMENTI LEGISLATIVI 6 AV 7 PD 8 KN 9 AL 10 AR 11 TG 12 LD 13 GL 14 DD 15 DL 16 BM 17 BM 18 BE 19 AM 20

Dettagli

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014 V l Bgl! g bb g v 213/214 2 g bb g v 213/214 BBNMN P BUNM UÀ 1.25 BUNM LL 1.5 BUNM P BUN B F BUN P 7 42 28 8 21 PXYZ BUN P v B PLNM 38 225 14 8 21 F N LL 23 145 125 8 21 G H L M N Q GN P N NN.GV. NN UN

Dettagli

"~--~~ \ Registro Atti Monocratici. Comune di Bressanvido - VI. Ordinati per tipo atto, anno e numero. fl~~ev.q..-'~

~--~~ \ Registro Atti Monocratici. Comune di Bressanvido - VI. Ordinati per tipo atto, anno e numero. fl~~ev.q..-'~ Comun d Brssanvdo - VI Stampa d 12/08/2011-10:1 O Pagna 1 d 5 Prodo: [ 01/0712011, 31/07/2011], Tpo Atto:- Nssuno- Tpo Atto: Ammnstratvo/Contab 2011 70 04/07/2011 Lqudazon sps conoma 2A trmstr 2011. Ara

Dettagli

UNIONCAMERE PROGETTO EXCELSIOR 2011 QUESTIONARIO PER LE IMPRESE (OTTOBRE 2011)

UNIONCAMERE PROGETTO EXCELSIOR 2011 QUESTIONARIO PER LE IMPRESE (OTTOBRE 2011) UNIONCAMERE PROGETTO EXCELSIOR 2011 QUESTIONARIO PER LE IMPRESE (OTTOBRE 2011) NB: Si richiede di rispondere alle domande presenti nelle diverse sezioni del questionario facendo riferimento all impresa

Dettagli

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI CAVAZZO CARNICO (UD) Data: 21 luglio 2015

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI CAVAZZO CARNICO (UD) Data: 21 luglio 2015 1 WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI CAVAZZO CARNICO (UD) D: 21 lugl 2015 Gupp d lv: Lz Old P Fd Fl Slv Sfll (ECUBA S..l.) (ECUBA S..l.) (Rg FVG) 2 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE Cmu d: CAVAZZO CARNICO

Dettagli

REI 120 30-60 - 120 30-60 30-60 - 90-120 30-60 - 90-120 - - - - - - - - - - - T TONI TE E POR ACCESSORI SPECIALI PER POR

REI 120 30-60 - 120 30-60 30-60 - 90-120 30-60 - 90-120 - - - - - - - - - - - T TONI TE E POR ACCESSORI SPECIALI PER POR O P A D N L B Cd DO zz O P A m GAMM A pp LA NOS 120 d dms) s CD S V V, 11 - Fz. Mpp - 10072 Cs.s (O). +39 011 9969763 - Fx +39 011 9910400 -m: d@fb. - www.d-. 3 / 2 CLASS 2013 v du b (g s P 0-120 6 u 0

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Pno Lvoo Docn SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2014/15 DISCIPLINA INFORMATICA PROFILO IN USCITA A CONCLUSIONE DEL PERCORSO QUINQUENNALE, IN TERMINI DI ABILITA E COMPETENZE Ulzz gl n l nfoch nll

Dettagli

Prova di coltivazione di varietà di pomodoro resistente a virosi in territorio di Termini Imerese (PA)

Prova di coltivazione di varietà di pomodoro resistente a virosi in territorio di Termini Imerese (PA) Pg fzz R m v u p mp, vzzz puz mzzz h u Avà 2011 Pv vz và pm v Tm Im (PA) (: Gh p Rpb.O.P.A.T.. 57 m) PREEA 2001 z Opv EA m h vu ff v pbmh g h vu vz p mp; p, puz pm u p pm 80% puz vb. vgh ffu p Uvà g u

Dettagli

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. P E. R Svz szz pz - CNR L f sh s s mp pph ; p è pps pm pssbà p sss è ss vs, s s mp mq sz, ; s (, svh.) pss ss s z. I sh ss s spsv è sfvm fz m pph s p:

Dettagli

In Auto Più New (prodotto 589) Giugno 2011. Edizione Giugno 2011 (V032011) 1 di 45

In Auto Più New (prodotto 589) Giugno 2011. Edizione Giugno 2011 (V032011) 1 di 45 Tariffa R.C.A. Valida dal Salvo modifiche che verranno comunicate almeno 60 giorni prima della loro applicazione Tutti gli importi sono in Euro e non comprendono le imposte RCA (12,50%) e il contributo

Dettagli

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI VERZEGNIS (UD) Data: 21 luglio 2015

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI VERZEGNIS (UD) Data: 21 luglio 2015 1 WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI VERZEGNIS (UD) D: 21 lugl 2015 Gupp d lv: Lz Old P Fd Fl Slv Sfll (ECUBA S..l.) (ECUBA S..l.) (Rg FVG) 2 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE Cmu d: VERZEGNIS A d fm dl bl

Dettagli

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica U NIVERSITÀ DEGLI STUDI DI F ACOLTÀ D IPARTIMENTO DI DI P ALERMO I NGEGNERIA I NGEGNERIA I NFORMATICA CORSO DI I N GEG N ERIA AT GE GN ERI A I N FORM FO RMA TIICA CA LAUREA PER PE R I IN S I ST EMI LIIG

Dettagli

AUTOPARCO TOSCANA ENERGIA ATTUALE CLASSE DI MERITO/TARIFFA ANNO 1 IMM

AUTOPARCO TOSCANA ENERGIA ATTUALE CLASSE DI MERITO/TARIFFA ANNO 1 IMM ATTUALE I A ag 914 zr 2680 benzina autocarro t/cose 1995 Tariffa Fissa Tariffa Fissa max. bg 995 gp 3500 gasolio autocarro t/cose 1999 Tariffa Fissa Tariffa Fissa ap 061 cw 3225 gasolio autocarro t/cose

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

Aspettative. In questa lezione: Discutiamo di previsioni sulle variabili future, e di aspettative. Definiamo tassi di interesse nominale e reale.

Aspettative. In questa lezione: Discutiamo di previsioni sulle variabili future, e di aspettative. Definiamo tassi di interesse nominale e reale. Aspaiv In qusa lzion: Discuiamo di prvisioni sull variabili fuur, di aspaiv. Dfiniamo assi di inrss nominal ral. Ridfiniamo lo schma IS-LM con inflazion. 198 Imporanza dll Aspaiv L dcisioni rlaiv a consumo

Dettagli

Iridra Srl fitodepurazione e gestione sostenibile delle acque via la Marmora 51, 50121 Firenze Tel. 055470729 Fax 055475593 www.iridra.

Iridra Srl fitodepurazione e gestione sostenibile delle acque via la Marmora 51, 50121 Firenze Tel. 055470729 Fax 055475593 www.iridra. Sistemi Naturali per sfioratori di reti fognarie miste Iridra Srl fitodepurazione e gestione sostenibile delle acque via la Marmora 51, 50121 Firenze Tel. 055470729 Fax 055475593 www.iridra.com Iris

Dettagli

assunta con i po ten' delconslgi 'o Comunale n. 69 del 2 0. 03. 2 01 1

assunta con i po ten' delconslgi 'o Comunale n. 69 del 2 0. 03. 2 01 1 C O M U N E D I C H I O G G IA REGOLAMENTO PER L "APPLICAZIONE DELLA TAR FA DI IGL NE AMB1-ENTALE Approvato con deli'bera delcommissario STR IORDINARIO assunta con i po ten' delconslgi 'o Comunale n. 69

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014

L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 L ASSICURAZIONE AUTO IL COSTO MEDIO, LA FREQUENZA SINISTRI E IL RAPPORTO SINISTRI A PREMI La misura complessiva della sinistrosità del ramo r.c. auto deve essere analizzata

Dettagli

Associazione Deruta Nuova sede Deruta. Associazione Cidis sede di Deruta 250,00 mensili dal 01/04/2013 al 31.12.2013

Associazione Deruta Nuova sede Deruta. Associazione Cidis sede di Deruta 250,00 mensili dal 01/04/2013 al 31.12.2013 Numero Progressivo Titolo base attribuzione ( vedi nota in calce) Oggetto Beneficiario Importo vantaggio economico Responsabile del procedimento 1 G.M. 7/13 Concessione uso gratuito locale Casa della Associazione

Dettagli

Nel linguaggio C. File di testo sequenza di caratteri (per memorizzare caratteri) File binario sequenza di byte (per memorizzare interi, record,.

Nel linguaggio C. File di testo sequenza di caratteri (per memorizzare caratteri) File binario sequenza di byte (per memorizzare interi, record,. LA PERSISTENZA DEI DATI L vaiabili usa finoa sono volaili, cioè la loo via mina con la minazion dll scuzion dl pogamma. Il conco di fil fonisc la possibilià di mmoizza dai in foma psisn, cioè in una foma

Dettagli

SOLUZIONI SOLARI. per la gestione del tempo, delle presenze, degli accessi, dei flussi di utenza e dell informazione

SOLUZIONI SOLARI. per la gestione del tempo, delle presenze, degli accessi, dei flussi di utenza e dell informazione SOLUZIONI SOLARI p a gston d tmpo, d psnz, dg accss, d fuss d utnza d nfomazon GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE Tutt hanno bsogno d comunca: oa, nfo, mto, annunc, mssagg o povocazon Cò ch conta è modo ffcaca

Dettagli

CATTOLICA&PROFESSIONISTI RC MANUALE OPERATIVO

CATTOLICA&PROFESSIONISTI RC MANUALE OPERATIVO CALGJ.jpg CALG75J.jpg CDNJ.jpg 100 CAUJ.jpg 30 01 Cattolica CattolicaAssicurazionioc. Coop. Lungadige Cangrande, n 16-37126 Verona a norma dell'art. 65.D.L. 29 aprile1923 n 966 n 00320160237 egistro delle

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2013/2014 DISCIPLINA MATEMATICA APPLICATA INDIRIZZO ITER FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L c è n lo no nzl p n copnon nv ll là ll'lo, n p logcn con co, czzo n fo nà cll.

Dettagli

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA Area di Agrigento (Sicilia) AG CDL CATANIA Alessandria (Piemonte) AL CDL MILANO Ancona (Marche) AN CDL PADOVA Aosta (Valle d'aosta) AO CDL MILANO Arezzo (Toscana) AR CDL ROMA

Dettagli

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010)

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010) TBELL PREZZI DEGLI INTERVENTI PER PROVINCI (escluso pezzi di ricambio) G comune/provincia 290,00 Comprende trasferta e 1 ora lavoro. Ore seguenti vedi tab. TRIFFE pag.5 L comune/provincia SI Trasferta

Dettagli

Sistemi trifase. www.die.ing.unibo.it/pers/mastri/didattica.htm (versione del 30-10-2012) Sistemi trifase

Sistemi trifase. www.die.ing.unibo.it/pers/mastri/didattica.htm (versione del 30-10-2012) Sistemi trifase Ssm rfas www.d.ng.unbo./prs/masr/ddaca.hm vrson dl 0-0-0 Ssm rfas l rasporo la dsrbuzon d nrga lrca avvngono n prvalnza pr mzzo d ln rfas Un ssma rfas è almnao mdan gnraor a r rmnal rapprsnabl mdan rn

Dettagli

Profumi, sapori ed aromi da piccoli produttori Italiani

Profumi, sapori ed aromi da piccoli produttori Italiani O LV I N Pfumi, sapi d ami da piccli pdui Ialiani Oli Spcialià Vin Vin Cnfzini gal O 20% S Machi Emini via Aquilia 11-33030 Talmassns (Ud) STING MERCE 84/ BT. OACARIC 0432 766465-338/1471891-.mail:machi.mini@lib.i

Dettagli

CATALOGO PRODOTTI NOVEMBRE 2010

CATALOGO PRODOTTI NOVEMBRE 2010 TLOGO PODOTT NOVMB 2010 LNO BNH PGN T D FMNTO 1 TGN BNL (GUPPO BNP PB) 2 BN G P ( D PMO D GNOV MP) 3 BN M ( D PMO D MN P) 4 BN D BOLOGN 5 BN D PNZ OT' OOPTV P ZON 6 BN D P (GUPPO UNBN) 7 BN MLVNT 8 BN

Dettagli

TRASFORMATE DI LAPLACE

TRASFORMATE DI LAPLACE TASOMATE D APACE rorm lc co rormr l quzo rzl quzo lgbrch mlco l l crcu mc lr. l moo ll rorm lc grlzz l moo or: zché clcolr l ro rm gr uol, co l rorm lc omo rcvr l ro coml u cl gr molo ù grl ch olr ll uo

Dettagli

Prodotti. Spessore parete esterna S e > 10 mm Spessore setti interni S i > 7,2 mm

Prodotti. Spessore parete esterna S e > 10 mm Spessore setti interni S i > 7,2 mm POROTON Risponde all esigenza di migliorare il livello delle prestazioni termiche senza ridurre quelli della statica, acustica e resistenza al fuoco. Il principio su cui si basa è quello di alleggerire

Dettagli

(! )##%% *'!!+%(*!,, '- -..,,.,.. o - / 01- '-- 4'5 *%*'!! '6 *%! '-,3. '-,3 ' 7%8. o '3 o 6. '- 3-9--, 3-3

(! )##%% *'!!+%(*!,, '- -..,,.,.. o - / 01- '-- 4'5 *%*'!! '6 *%! '-,3. '-,3 ' 7%8. o '3 o 6. '- 3-9--, 3-3 !"#$ %&"%' (! )##%% *'!!+%(*!, o,, o, '..,,.,.. o / 01 ' o / 01 2 o # 3. 3 3 3 4'5 *%*'!! '6 *%! ' ' ',3. ',3 ' 7%8 '6 3 ''36. o '3 o 6. ' 39, ''. o.. ' o.. 3 3 ' 3 ' : o 3 o (3(3, ' $ o ', ',; ' + '6!'%!

Dettagli

TEST D'INTEROPERABILITA' PEC. Profilo Test ACME RELEASE 1.0 DATA 31/10/2007. Gestore sottoposto a verifica:

TEST D'INTEROPERABILITA' PEC. Profilo Test ACME RELEASE 1.0 DATA 31/10/2007. Gestore sottoposto a verifica: TEST D'INTEROPERABILITA' PEC RELEASE DATA 1.0 31/10/2007 Profilo Test Gestore sottoposto a verifica: CNIPA LEGENDA Utente 1 Utente 2 user2@test.cert.cnipa user2@acme ESITO TEST Utente 3 user3@test.cert.cnipa

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2

RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2 RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2 Ma nua le di IN STAL LA ZIO NE ED USO Ma nua le N 12110 Rev. B spa Le informazioni presenti in questo manuale sostituiscono quanto in precedenza pubblicato. Sicep

Dettagli

AGRITURISMO Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 200

AGRITURISMO Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 200 MOD.COM/AGR DIREZIONE CENTRALE DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE Servizio Sviluppo Sistema Turistico Regionale COMUNE di AGRITURISMO Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 200 1 SEMESTRE (scrivere

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2014/2015 DISCIPLINA MATEMATICA APPLICATA INDIRIZZO ITER FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L c è n lo no nzl p n copnon nv ll là ll'lo, n p logcn con co, czzo n fo nà cll.

Dettagli

Il ruolo delle aspettative in economia

Il ruolo delle aspettative in economia Capiolo XV. Il ruolo dll aspaiv in conomia . Tassi di inrss nominali rali Il asso di inrss in rmini di mona è chiamao asso di inrss nominal. Il asso di inrss sprsso in rmini di bni è chiamao asso di inrss

Dettagli

ESCRIZIONE DELLA PROPOSTA

ESCRIZIONE DELLA PROPOSTA -2015 ESCRIZIONE DELLA PROPOSTA LABORATORI PER LE SCUOLE PROPOSTE DI LABORATORI ARTISTICI, ESPRESSIVI ED ESPERIENZIALI RIVOLTI AI BAMBINI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO, DELLA PRIMARIA E DELL INFANZIA

Dettagli

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Andrea Raschi. Qualifica professionale. Esperienza professionale. Nome/Cognome

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Andrea Raschi. Qualifica professionale. Esperienza professionale. Nome/Cognome Curriculum Vitae Informazioni personali Nome/Cognome Indirizzo via G.Galiei,13 06019 Umbertide (PG) Telefono +39 338 8692643 E-mail Web site Cittadinanza raschiandrea@libero.it www.fisiobrain.com Italiana

Dettagli

TEST D'INTEROPERABILITA' PEC. Profilo Test. RELEASE 1.2 DATA 23/11/2012. Gestore sottoposto a verifica:

TEST D'INTEROPERABILITA' PEC. Profilo Test. <Nome Gestore> RELEASE 1.2 DATA 23/11/2012. Gestore sottoposto a verifica: TEST D'INTEROPERABILITA' PEC RELEASE DATA 1.2 23/11/2012 Profilo Test Gestore sottoposto a verifica: Agenzia per l'italia Digitale LEGENDA Utente 1 gestore> Utente 2 user2@test.cert.cnipa.it gestore> ESITO

Dettagli

CAPITOLO 3 INTRODUZIONE ALLE TURBOMACCHINE

CAPITOLO 3 INTRODUZIONE ALLE TURBOMACCHINE CAPITOLO 3 INTRODUZIONE ALLE TURBOMACCHINE 3.. Inoduzion In quso capiolo analizziamo nl daglio il funzionamno dll ubomaccin, pando dalla dscizion dll asfomazioni c in ss anno luogo. Si passà poi alla dscizion

Dettagli

Osservatorio Nazionale. Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009

Osservatorio Nazionale. Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 Marzo 2010 Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 I prestiti personali Le prestazioni in caso di infortunio

Dettagli

PIANO DEGLI INVESTIMENTI 2004 2006

PIANO DEGLI INVESTIMENTI 2004 2006 PAO GL VM 2004 2006 CA GOVA AOAO POGAMMAZO GO COOMCO AZAA, BLACO BU ZO O AZA VO "! ' A;@ -= 6

Dettagli

Punteggio disabilità. totale. 80 100 Adeguamento bagno-servizi e impianti e opere connesse

Punteggio disabilità. totale. 80 100 Adeguamento bagno-servizi e impianti e opere connesse Allegato D (riferito all articolo 7, comma 5) COMUNE DI UDINE SERVIZIO AMMINISTRATIVO APPALTI Unità Operativa Amministrativa 4 Elenco delle domande pervenute al 31.12.2014 e ritenute ammissibili ai sensi

Dettagli

CITTÀ DI SAN MAURO TORINESE PROVINCIA DI TORINO BILANCIO PLURIENNALE ANNI 2015 2017

CITTÀ DI SAN MAURO TORINESE PROVINCIA DI TORINO BILANCIO PLURIENNALE ANNI 2015 2017 Allegato C) Delib. C.C. n. 0 / CÀ D SAN MAURO ORNESE PROVNCA D ORNO BLANCO PLURENNALE ANN 20 Parte Prima - Entrata MUNE D SAN MAURO ORNESE BLANCO PLURENNALE - 20 - ENRAA PAG. Risorse Accertamenti Previsioni

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

+, - -. / / 3 4 -, 5,3 6 + 3 "- 1. 7 $7. 8.4 0 0 9 4 0 4. 07 4

+, - -. / / 3 4 -, 5,3 6 + 3 - 1. 7 $7. 8.4 0 0 9 4 0 4. 07 4 "#$%&'(")&* "# +, - -. / 0 121 / 0 0- / 3 4 -, 5,3 6 + 3 "- 1. 7 $7. 8.4 0 0 9 4 0 4. 07 4 www.sulpalco.it redazione@sulpalco.it 2 " "# $ %& " ' () " "* ""++,, "-./01 www.sulpalco.it redazione@sulpalco.it

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

Non-corrispondenza. 1 fonema 2 o 3 grafemi. / ts k dz g / c-ci c-ch-q g-gi g-gh. /N S L / gn-gni sc-sci gl-gli

Non-corrispondenza. 1 fonema 2 o 3 grafemi. / ts k dz g / c-ci c-ch-q g-gi g-gh. /N S L / gn-gni sc-sci gl-gli CONSIGLI PER L APPRENDIMENTO DELLA LETTO-SCRITTURA (a cura della Dott.ssa Allamandri Valeria) Si consiglia di utilizzare il materiale Imparo a leggere giocando Ed.Esperienze 0172-646321, www.esperienzeditrice.it

Dettagli