Presentazione del Sindaco Zanica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presentazione del Sindaco Zanica"

Transcript

1 Guida ai servizi Zanica :06 Pagina 1 Presentazione del Sindaco Zanica edizione 2007 l Sindaco Guida ai servizi Zanica Cari concittadini, nell'intento di migliorare l'accesso dei cittadini alle diverse opportunità offerte sul territorio di Zanica, è stata realizzata questa "GUDA A SERVZ" che si affianca alle altre fonti di informazione proposte alla cittadinanza. Si tratta di un opuscolo informativo che intende fornire un primo orientamento agli utenti per conoscere meglio la struttura amministrativa e le competenze dei diversi uffici comunali, avere i riferimenti dei responsabili di settore e per sapere sempre dove e a chi rivolgersi quando sorge un bisogno o si vuole accedere ai servizi disponibili. Sulla Guida sono inoltre presentati dati di carattere storico ed ambientale, informazioni sui servizi pubblici erogati direttamente dal Comune o attraverso agenzie e società esterne, un riepilogo delle iniziative culturali, sportive e ricreative realizzate in modo continuativo a Zanica. Auspicando che questo strumento svolga un ruolo utile e contribuisca ad avvicinare sempre di più il cittadino alla Amministrazione Comunale, porgo i miei più cordiali Saluti. L SNDACO Giovanni Aceti 1 1

2 Guida ai servizi Zanica :06 Pagina 2 2

3 Guida ai servizi Zanica :06 Pagina 3 ADDA Dove siamo Zanica Comune: Provincia: Regione: C.A.P.: Abitanti: Superficie: Altitudine: Distanza: Giorno di mercato: Festa Patronale: Sito internet: Zanica Bergamo Lombardia al ,66 kmq 222 mt slm 7 Km da Bergamo giovedì mattina S. Nicolò - 6 Dicembre Come arrivare Partendo dal capoluogo, si arriva a Zanica percorrendo la strada Cremasca, dopo aver superato il Comune di Azzano San Paolo. BREMBO BREMBO BREMBO BORLEZZA SERO GHERO SERO OGLO 3

4 Guida ai servizi Zanica :06 Pagina 4 Sommario Zanica presentazione del Sindaco 01 dove siamo 03 sommario 04 numeri utili 06 amministratori comunali 08 cenni storici 09 uffici comunali 14 4

5 Guida ai servizi Zanica :06 Pagina 5 Sommario Zanica elenco vie 19 planimetria 20 servizi comunali 26 calendario raccolta porta a porta iniziative nel comune 39 impianti sportivi 40 di G. B. Arancio & C. s.a.s. Studi di promozione pubblicitaria Via F. Baracca, Bergamo Tel e Fax: La riproduzione di testi, immagini e cartine della Guida ai Servizi, dell impostazione editoriale e grafica è vietata. Grafica: Michela Fiorendi, Cinzia Corioni Diffusione: gratuita ai nuclei famigliari del Comune di Zanica Distribuzione: a cura del Comune Stampa: marzo 2007 Trasporto esonerato da D.D.T. ai sensi del D.P.R. N. 472 del 14/08/1996 Zanica 2007 by PUBLSERVCE s.a.s. di G.B. Arancio & C. La Publiservice non si assume alcuna responsabilità per l uso di marchi, immagini e slogan usati dagli inserzionisti. Nonostante le accurate verifiche, nessuna pubblicazione può ritenersi immune da omissioni, errori o refusi, soprattutto per quanto riguarda numeri telefonici, mutamenti e variazioni della rete viaria nonchè nella gestione di enti. Ci scusiamo sin d ora con i lettori e ringraziamo tutti coloro che vorranno farci pervenire le eventuali osservazioni delle quali terremo debito conto nella prossima edizione. Ringraziamo il Comune per la collaborazione fornita, nonchè gli sponsor che con la loro adesione hanno consentito la realizzazione di questa Guida ai Servizi. 5

6 Guida ai servizi Zanica :06 Pagina 6 Numeri utili Zanica EMERGENZE E PUBBLCA UTLTA PARROCCHA Guardia Medica Tel: Carabinieri Zanica Tel: Poste e Telecomunicazioni Via Libertà, 1 Tel: E.N.E.L. Bergamo Tel: SME-COMM SRL (ex Gasmeter) Via Roma, 28 - Grassobbio (in municipio a Zanica è a disposizione una cassetta per le comunicazioni) Tel: Acquedotto gestito dalla B.A.S. di Bg Numero Verde: Numero Utenze: Pronto ntervento: Ufficio Distribuzione: Servizio nformativo: Spazio Giovani l Lunatico c/o scuola Media Tel: Casa Parrocchiale P.zza Papa Giovanni XX, 10 Tel: Oratorio Via Roma Tel: SCUOLE Scuola Media/Segreteria stituto Comprensivo Via Serio Tel: Fax: Scuola Elementare Via Padergnone, 17 Tel: Scuola dell nfanzia Via Roma, 25 Tel: mpianti Sportivi Comunali Tel: SANTÀ Farmacia Via Roma, 25 Tel: ASL Via Serio, 1/a Centralino: Fax: Associazione Volontari Zanica Soccorso Tel: Stemma Comunale 6

7 Guida ai servizi Zanica :06 Pagina 7 Numeri utili Zanica CMTERO Cimitero di Zanica - Orari di Apertura Lunedì: chiuso Periodo nvernale: dalle ore 8.30 alle ore Periodo Estivo: dalle ore 8.30 alle ore Cimitero di Capannelle - Orari di Apertura Periodo nvernale: Giovedì - Sabato - Domenica dalle ore 9.00 alle ore Periodo Estivo: Martedì - Giovedì - Sabato - Domenica dalle ore 9.00 alle ore MUNCPO Municipio Via Roma, 35 Fax: Sito Web: Sindaco Tel: Segretario Generale Tel: Urbanistica ed Edilizia Privata Tel: /871/872 Ufficio Segreteria Tel: /823 Ufficio Sport Tel: Ufficio struzione Tel: Ufficio Protocollo Tel: Ufficio Polizia Locale Tel: /861/862 Biblioteca Tel: Custode Tel: Servizio Territoriale Handicap c/o Centro Socio Culturale Tel: Centralino Tel: Ufficio Personale Tel: Ufficio Anagrafe Tel: /812/813 Ufficio Ragioneria Tel: /801/802 Ufficio Tributi Tel: /851 Ufficio Assistenza Sociale Tel: /809 Ufficio Tecnico Lavori Pubblici Tel: /881/882 ZANCA (bg) - via Falcone 2 - Tel Fax

8 Guida ai servizi Zanica :06 Pagina 8 Amministratori Comunali Zanica GUNTA COMUNALE Sindaco Giovanni ACET Con delega ai Servizi alla Persona Riceve il Martedì dalle 9.00 alle e dalle alle e il Giovedì dalle 9.00 alle (sempre su appuntamento) Vice Sindaco Graziano VTAL Assessore Bilancio, Lavori Pubblici e Personale Riceve dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle Assessore Alvaro FACOETT Sport e Tempo Libero Riceve tutta la settimana (sempre su appuntamento) CONSGLO COMUNALE Maggioranza Giovanni ACET - Sindaco Graziano VTAL Alvaro FACOETT Bruno BROLS Luca GBELLN Edoardo ASS Giancarlo CASTELL Anselmo CATTANEO Naila FAGOTT Renata FERRAND Alessandro ROSSON Eugenio TERZ Minoranza Sergio AMADE - Capogruppo Gian Angelo BANA Siro CEREDA - Capogruppo Beatrice MASCHERETT Giancarlo PATT Assessore Bruno BROLS struzione e Cultura Riceve il Martedì dalle alle e il Giovedì dalle 9.00 alle (sempre su appuntamento) Assessore Luca GBELLN Ambiente e Urbanistica Riceve il Martedì dalle 9.00 alle e dalle alle e il Giovedì dalle 9.00 alle (sempre su appuntamento 8

9 Guida ai servizi Zanica :06 Pagina 9 Cenni storici Zanica ZANCA, TRA MEMORA E STORA: Un Comune alle porte della città, ma non sua periferia l paese di Zanica ha da sempre rappresentato un passaggio obbligato per chi dalla Bassa raggiungeva la città e viceversa, percorrendo lo Stradù, come chiamavano gli Zanichesi il tratto di via Cremasca esterno al centro. L'ex strada statale 591, o via Cremasca, collega fin dai tempi dei Romani Bergamo con Crema e Piacenza, mentre l'ex provinciale 120 mette in comunicazione i Comuni posti ad est e ovest di Zanica. Grazie al pendolarismo giornaliero gravitante dal punto di vista occupazionale su centri già consolidati, le trasformazioni del periodo postbellico non hanno stravolto la sua fisionomia di paese rurale. Via Roma negli anni 60 e oggi Nonostante la vicinanza alla città, l'espansione urbanistica, avvenuta a partire dagli anni '60 prevalentemente lungo le strade di accesso al paese, non ha provocato quella saldatura che caratterizza invece l'hinterland di Bergamo. Un territorio che conserva spazi aperti, corsi d'acqua, sentieri e cascine Cascata Quello che appare agli occhi di chi percorre le strade che penetrano nella pianura non è sempre un paesaggio agricolo. Anche la campagna di Zanica è andata riducendosi in ogni direzione e le aree urbanizzate hanno occupato spazi che un tempo si dilatavano fino all'orizzonte.non a caso con l'espressione la larga si indicavano una volta i campi che si stendevano a nord-est dell'abitato. 9

10 Guida ai servizi Zanica :06 Pagina 10 Cenni storici Zanica Vecchio Molino del bosco Eppure, grazie alla presenza della campagna, Zanica, da qualunque parte si provenga, e soprattutto lungo le direttrici Comun Nuovo - Zanica e Stezzano- Zanica, offre ancora prospettive ampie ed uniformi. Le nuove tecniche culturali, la meccanizzazione, la monocultura, l'accorpamento fondiario, hanno fortemente semplificato il paesaggio, ma l'attività agricola, svolta da alcune aziende ben dimensionate e da numerosi ex contadini che si dedicano part-time al lavoro dei campi, ha consentito la conservazione delle forme storiche del paesaggio rurale. n particolare a sudest del centro di Zanica, la campagna conserva piccoli appezzamenti, filari d'alberi, siepi, fossi e sentieri. Sono questi le tracce di una rete di antichi percorsi che collegavano le cascine e che conducevano a chiesette e cappelle. Le rogge Protagonista del paesaggio è l'acqua. nsieme al fiume Serio e al torrente Morla, una fitta rete di rogge e di fossi solca il territorio di Zanica per l'irrigazione dei campi. Grazie alla presenza di fossi e manufatti quali mulini, lavatoi e paratoie, si va riscoprendo il valore storico dell'acqua e della campagna, al di là della sua valenza ecologica ed economica. Gli interventi previsti dal PLS, di sistemazione naturalistica di rive e sentieri, sono volti appunto a recuperare l'antico rapporto con i luoghi, a ridare ancora un senso ed un valore ad angoli del nostro territorio altrimenti abbandonati al degrado. 10

11 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 11 Cenni storici Zanica Madonna dei Campi Sentieri, siepi e filari E' ad est e a sud-est, verso il Serio e la frazione Capannelle, che il paesaggio agricolo appare particolarmente ricco per la presenza di percorsi, di parcellario agricolo, di filari e siepi. Qui le siepi formano una rete continua, articolata e fortemente connessa. E' un fitto disegno di vegetazione spontanea, in dialetto i roer, risultato del secolare lavoro di dissodamento e di spietratura dei campi. filari di gelsi, pioppi e salici costituivano un fattore d'ordine della nostra campagna, caratterizzata da colture erbacee e colture arboree. Tuttavia, con l'espansione delle foraggere e della zootecnia si è assistito ad una forte semplificazione del nostro paesaggio: quasi totalmente scomparsi i gelsi, diradate le cortine di siepi, abbattute le macchie alberate. Per ultima, scompare negli anni '70 la boschetta che si estendeva a nord est dell'abitato, lambita dal Morla. Cascina Cascinotto Oggi molte cascine presentano uno stato di abbandono che sollecita una diversa destinazione d'uso, senza per questo snaturare le caratteristiche rurali degli edifici. Le cascine grandi edifici rurali, come la Brusada, la Respirada, la Cavra, ol Portec, ol Cassinot, la Canonici in passato accoglievano nella loro corte una complessa articolazione sociale e funzionale, che consentiva di attuare nel loro interno un micromondo produttivo e culturale. Basti pensare che fino agli anni '50 del secolo scorso la cascina Sant'Antonio ospitava una pluriclasse per l'istruzione elementare. Gelsi 11

12 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 12 Cenni storici Zanica Un abitato di origine rurale L'antico nucleo è tutto racchiuso intorno alle due strade principali, da cui si diramano a pettine strade di penetrazione, che creano una rete scomposta e spontanea. Gli edifici si sviluppano per lo più a cortina, formando agglomerati resi accessibili da vicoli spesso a fondo chiuso. Sono fabbricati di due o tre piani che racchiudono cortili delimitati da un lato dal blocco residenziale, dall'altro dalle stalle e dai fienili, oggi recuperati ad autorimesse o ancora a residenza. Purtroppo il fervore edilizio degli anni '70 ha fortemente compromesso il centro a causa di una edificazione in contrasto tipologico con l'ambiente circostante. E' tuttavia ancora possibile rintracciare negli edifici abbandonati al degrado le forme ed i materiali tipici del passato rurale: i ballatoi in legno collegati da scale esterne, le travi sempre in legno e quelle porzioni di muro realizzate in borlanti di fiume in genere sistemati a lisca di pesce, forme e materiali valorizzati talvolta negli interventi di ristrutturazione. La casa del maniscalco, che sorge nel centro storico, risalente al '400, non vanta particolari pregi artistici o monumentali, ma rappresenta la testimonianza concreta dell'origine rurale del nostro paese. Pregevole per la facciata completamente in pietra ed il portale a tutta altezza, è uno degli edifici di maggior interesse storico. Via Donizetti Casa del Maniscalco in via Libertà Via Padre Davide 12

13 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 13 Cenni storici Zanica PARCO AGRCOLO DEL TORRENTE MORLA E DELLE ROGGE L parco agricolo nasce ufficialmente nel 2004, alcuni anni dopo la proposta iniziale; oggi interessa tre Comuni (Zanica, Comun Nuovo, Levate), per un totale di 15 mila abitanti e 1400 ettari. Questi i suoi obiettivi principali: 1) promuovere la conoscenza degli elementi naturali, culturali e agricoli ancora presenti sul territorio 2) offrire opportunità di fruizione, conservando la rete dei percorsi ciclopedonali 3) sostenere le attività agricole, promuovendo forme di agricoltura di qualità Per raggiungere questi obiettivi, gli strumenti scelti sono diversi: materiale divulgativo, piste ciclabili, convenzioni con gli agricoltori, sito internet, pubbicazioni sulla rete dei percorsi, mostre didattiche, agriturismi e fattorie didattiche. Tutto questo nell ottica di valorizzare le risorse umane ed ambientali del territorio, mettendo in comunicazione l offerta e la richiesta di naturalità, attraverso la collaborazione tra Amministrazioni comunali, agricoltori e cittadini. Un modello di gestione partecipata destinato ad ampliarsi; i Comuni di Stezzano e di Spirano hanno infatti deciso di aderire al Parco Agricolo. Per ulteriori informazioni: 13

14 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 14 Uffici Comunali Zanica UFFCO ANAGRAFE Ufficio servizi demografici che comprende: Ufficio di Anagrafe Ufficio Elettorale Ufficio di Stato Civile Ufficio Leva Responsabile del settore: Ezio Sangaletti Personale: Pietro Scoppetta, Katja Pelliccioli Sede: Villa Comunale - via Roma, 35 - piano terra Tel: /812/813 Orario di apertura al pubblico: Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 8.30 alle / Martedì e Giovedì dalle ore 8.30 alle e dalle alle Competenze: Consistono nella raccolta e nell'aggiornamento del Registro della popolazione residente, siano essi italiani o stranieri, suddiviso in schede individuali ed in schede di famiglia. Sulle schede personali vengono annotate tutte le variazioni che intervengono durante il periodo di residenza di ogni cittadino. Sulle schede di famiglia si trovano tutti i dati delle schede individuali relative agli appartenenti alla stessa famiglia anagrafica. L'Ufficiale dell'anagrafe è il Sindaco, che per espletare questo incarico si avvale solitamente di collaboratori. L'Anagrafe della popolazione è aggiornata, oltre che nominativamente ogni qualvolta intervengono variazioni nella vita del cittadino, anche ogni dieci anni, in occasione del censimento. L'Anagrafe degli taliani Residenti all'estero (A..R.E.) riveste un'importanza fondamentale per la garanzia e la conservazione dei diritti dei cittadini italiani residenti all'estero. L'Ufficio Anagrafe: rilascia le carte di identità, il tesserino di identificazione per minori e i certificati; provvede alle autentiche di firme e documenti; fornisce indicazioni e modulistica per l'autocertificazione; effettua iscrizioni, variazioni, cancellazioni anagrafiche e trasferimenti ARE. dati anagrafici sono pubblici, ma solo attraverso l'emissione di certificati, quindi non è possibile consultare i registri anagrafici. rilascia il codice fiscale ai neonati. Competono all'ufficio tutti gli adempimenti relativi alla tenuta e all'aggiornamento delle liste elettorali generali e di sezione, provvedendo, attraverso le revisioni semestrali (Aprile ed Ottobre), all'iscrizione 14

15 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 15 Uffici Comunali Zanica di coloro che acquistano il diritto di voto per età, con le revisioni dinamiche (Gennaio e Luglio), ad effettuare ed annotare tutte le variazioni derivanti dai movimenti della popolazione, dai movimenti emigratori e immigratori e dall'acquisto, riacquisto o perdita della cittadinanza o del diritto di voto. Tiene inoltre gli albi degli scrutatori e cura l'istruttoria per l'iscrizione all'albo dei Presidenti di seggio. Gestisce tutte le operazioni relative ad ogni tipo di consultazione elettorale e referendaria. Provvede al rilascio dei certificati di iscrizione nelle liste elettorali e del godimento dei diritti politici. Rilascia la tessera elettorale o il duplicato della stessa. Altri adempimenti: funzioni svolte dall'ufficio di stato civile che registra i principali avvenimenti della vita umana, nascita matrimonio morte cittadinanza e ne certifica la legalità degli stessi. Questi avvenimenti vengono registrati nei registri di stato civile che sono: - l registro degli Atti di nascita - registro degli Atti di matrimoni - l registro degli Atti di morte - l registro degli Atti di cittadinanza - L'ufficio di stato civile rilascia inoltre gli estratti ed i certificati che concernono lo stato civile. Adempimenti relativi alla tenute delle liste di leva e dei ruoli matricolari, pur essendo attualmente la Leva sospesa. Gestione delle operazioni relative alle iscrizioni e cancellazioni negli albi dei giudici popolari di corte di assise e di corte di assise d'appello. Edificio ex sede del Comune in fase di ristrutturazione UFFCO SEGRETERA, PROTOCOLLO E SPORT Responsabile del settore: Enrica Maffeis Personale: Franca Barcella, Francesco Maiuolo, Michela Biazzo Sede: Villa Comunale - via Roma, 35 - piano terra Tel: /821/823/824 Orario di apertura al pubblico: Lunedì, Giovedì e Venerdì dalle ore 9.30 alle / Martedì e Mercoledì dalle ore 9.30 alle e dalle alle Competenze: Svolge azione di supporto al Sindaco, alla Giunta ed al Consiglio Comunale. Oltre a questo fornisce il supporto tecnico, operativo e gestionale per: attività deliberative della Giunta e del Consiglio comunale; assistenza al Consiglio comunale consistente in: predisposizione delle convocazioni e delle notifiche degli ordini del giorno, cura delle pratiche di competenza, registrazione e verbalizzazione delle sedute consiliari; segreteria del Segretario Comunale; rapporti con gli altri Enti istituzionali; svolgimento delle attività che la legge, lo statuto ed i regolamenti affidano al Segretario Comunale o che non rientrano nella specifica competenza degli altri settori. Provvede inoltre alle seguenti attività: stesura e registrazione dei contratti stipulati dal Comune per appalti di opere pubbliche, forniture, servizi, locazioni, convenzioni per la gestione di beni immobili di proprietà comunale; rassegna stampa per Amministratori e uffici comunali relativa all'aggiornamento normativo; tenuta del protocollo generale e dell'archivio; pubblicazione all'albo pretorio delle deliberazioni, determinazioni, ordinanze, dei manifesti e degli atti che devono essere portati a conoscenza del pubblico; gestione delle palestre e della tensostruttura; notifiche di atti del Comune e di altri enti e uffici pubblici tramite il messo comunale. 15

16 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 16 Uffici Comunali Zanica UFFCO TECNCO LAVOR PUBBLC Responsabile del settore: Luca Pagani Personale: Adriano Lorenzi, Patrizia Cadè, Tarcisio Prussiani, Angelo Vavassori, Vincenzo Conciatore, vano Baraudo ndirizzo: Villa Comunale - via Roma, 35 - piano secondo Tel: /881/882 Orario di apertura al pubblico: Lunedì dalle ore 8.30 alle / Mercoledì dalle ore 8.30 alle e dalle alle / Venerdì dalle ore 8.30 alle Competenze: Ha il compito di curare la progettazione, la realizzazione, la manutenzione straordinaria e ordinaria del patrimonio comunale (immobili, strade, verde, altre aree, ecc.) e dei Servizi, di emettere pareri sugli aspetti tecnici riguardanti gli interventi di altri sul patrimonio comunale; di emettere autorizzazioni per gli interventi sulla sede stradale. L'Ufficio inoltre: espleta le procedure per l'indizione di gare relative alle opere pubbliche e tutti i successivi adempimenti fino alla stipulazione dei contratti; segue i cantieri pubblici e cura la realizzazione dell'opera; cura i contatti con altri enti per l'ottenimento di autorizzazioni e rilascia pareri per interventi sul patrimonio comunale; collabora al montaggio e assistenza delle manifestazioni pubbliche; effettua sopralluoghi sul territorio; predispone il piano delle opere pubbliche; gestisce la manutenzione del patrimonio con risorse interne ed esterne; propone e cura i progetti di edilizia pubblica (costruzione od interventi edilizi in scuole ed altri edifici comunali) anche a carattere sovraccomunale; segue il Piano di Protezione Civile; gestisce gli approvvigionamenti; effettua la contabilità dei lavori; cura i rapporti con le Aziende erogatrici di servizi pubblici; si occupa dei servizi cimiteriali. n coerenza con gli obiettivi di tutela dell'ambiente si occupa inoltre: di disporre i controlli sulla gestione del servizio di acquedotto e fognatura, nonché sulla gestione del servizio rifiuti; della gestione di sinistri per gli immobili comunali. Per quanto riguarda la sicurezza sui luoghi di lavoro si occupa della verifica della conformità degli edifici comunali alle disposizioni contenute nel D. Lgs. 626/94. UFFCO URBANSTCA, EDLZA PRVATA ED ECOLOGA Servizi: Sportello Unico per l Edilizia Responsabile del settore: Arch. Marcellino Arnoldi Personale: Fulvia Pagani, Veronica Goisis Sede: Villa Comunale - via Roma, 35 - piano secondo Tel: /871/872 Orario di apertura al pubblico: Lunedì dalle ore 8.30 alle / Mercoledì dalle ore 8.30 alle e dalle alle / Venerdì dalle ore 8.30 alle Competenze: L'Ufficio svolge funzioni autorizzative, di controllo e sanzionatorie rispetto alle attività di edilizia pubblica e privata, rilasciando permessi di costruire, D..A., attestati, certificazioni e copie in materia. Svolge funzioni amministrative attinenti la materia urbanistica, anche in relazione alla pianificazione e all'assetto del territorio: rilascia certificazioni, esamina progetti, istanze e contenziosi, emette pareri. Si occupa di progettazione urbanistica e della gestione del Piano Regolatore Generale, strumento generale di programmazione e governo del territorio, promosso direttamente dall'amministrazione comunale. Cura e aggiorna l'inventario dei beni immobili. n applicazione della normativa in materia di ambiente si occupa della: verifica e riduzione dell'inquinamento acustico; verifica e riduzione dell'inquinamento elettromagnetico; autorizzazione all'esercizio delle attività artigianali ed industriali, nell'ambito dell'istruttoria predisposta 16

17 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 17 Uffici Comunali Zanica dallo Sportello Unico per le Attività Produttive; autorizzazione spandimento agronomico dei reflui zootecnici; autorizzazione per i pozzi privati (da LLPP); autorizzazione allo scarico e all'allacciamento in pubblica fognatura UFFCO RAGONERA Responsabile del settore: Claudia Scarpellini Personale: Rosanna Brignoli ndirizzo: Villa Comunale - via Roma, 35 - primo piano Tel: /801 Orario di apertura al pubblico: Tutti i giorni dalle ore 9.30 alle Competenze: l Settore Bilancio e Ragioneria svolge attività di studio, ricerca e programmazione in materia economica e contabile. n particolare: sovrintende alla regolarità dei procedimenti contabili e delle modalità di gestione delle risorse economiche nel rispetto delle norme di legge e del regolamento di contabilità; in base agli indirizzi determinati dalla Giunta Comunale, redige il bilancio di previsione annuale, pluriennale e la Relazione Previsionale Programmatica; redige il rendiconto generale; attua la tenuta sistematica delle rilevazioni contabili attinenti alle entrate e alle spese parte corrente nelle varie fasi con gestione degli adempimenti connessi, in particolare cura l'emissione delle reversali d'incasso e dei mandati di 17

18 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 18 Uffici Comunali Zanica pagamento, compresi i rapporti con la tesoreria comunale; cura le fasi relative all'assunzione e all'ammortamento dei mutui; attua la gestione delle risorse in conto capitale sia sul versante delle entrate che delle spese con svolgimento di tutti i relativi adempimenti quali rilevazioni, emissione di documenti, gestione dei relativi rapporti; provvede, coordina e sovraintende alle attività d'economato e degli agenti contabili; cura i servizi fiscali. UFFCO PERSONALE E NFORMATCA Responsabile del settore: Dr. Giuseppe Sciarrone Personale: Mariarosa Gatti ndirizzo: Villa Comunale - via Roma, 35 - piano terra Tel: Orario di apertura al pubblico: Lunedì, Martedì, Giovedì e Venerdì dalle ore 9.30 alle / Mercoledì dalle ore 9.30 alle e dalle alle Competenze: L'ufficio personale si occupa del trattamento economico dei dipendenti comunali e di tutte le pratiche giuridiche che li riguardano, applicando il contratto collettivo nazionale di lavoro ed il contratto decentrato. L'ufficio segue anche le procedure per i concorsi pubblici finalizzati all'assunzione di personale e per le chiamate numeriche tramite l'ufficio di collocamento. UFFCO SERVZ SOCAL E STRUZONE Responsabile del settore: Dott.ssa Angela Cordaro Assistente Sociale: Ester Bellini Amministrativo: Daniela Castelli ndirizzo: Villa Comunale - via Roma, 35 - primo piano Tel: / Orario di apertura al pubblico: da Lunedì a Venerdì dalle ore 9.00 alle Competenze Servizi Sociali: L'Ufficio Servizi Sociali si occupa dello svolgimento delle pratiche amministrative e delle competenze relative al settore. Le assistenti sociali si occupano di tutte le aree di intervento sociale, adulti, anziani, handicap. Svolgono attività di aiuto e supporto alle diverse problematiche personali e familiari. Coordinano inoltre i servizi comunali attivati nell'area sociale: - CENTRO GOVANLE LUNATCO - CENTRO AGGREGAZONE ANZAN LA RUOTA - SERVZO TERRTORALE HANDCAP CASTORE e POLLUCE - SERVZO D ASSSTENZA DOMCLARE - SERVZO TRASPORTO in collaborazione con l'associazione Anziani e Pensionati di Zanica - CONSULENZA E NFORMAZONE - SEGRETARATO SOCALE PROFESSONALE - COLLEGAMENTO CON SERVZ SOVRAZONAL dell'ambito Territoriale di Dalmine - SERVZO CVLE VOLONTARO in collaborazione con l'associazione Mosaico n base alla normativa nazionale, dell'ambito e del Comune, vengono gestiti gli interventi verso i cittadini con particolare attenzione agli anziani, ai nuclei familiari, ai giovani, ai minori che si trovano in situazione di disagio, attraverso: Piazza Papa Giovanni XX valutazione dei casi per l'eventuale erogazione di contributi economici diretti e/o indiretti con l'integrazione delle risorse comunali e/o di Ambito benefici a favore di anziani secondo fasce SEE 18

19 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 19 Elenco Vie Zanica A ALFER (VA) ALGHER D. (VA) ARZUFF (VA) B BACHELET (VA) BASELLA (VA) BELLN (VA) BONGH (VA) BORSELLNO (VA) BUONARROT (VA) C CALEPO (VA) CAROL F.LL (VA) CAGNANA (VA) CALV F.LL (VA) CANONC (VA) CARAVAGGO (VA) CARDUCC (VA) CASTELLANA (VA) COLLEON (VA) COLOMBO C. (VA) COMUN NUOVO (VA) CREMA (VA) D D ANNUNZO (VA) DA VNC L. (VA) DE GASPER (VA) DAZ (VA) DVSONE SFORZESCA (VA) DON BOSCO(VA) DON MLANO (VA) DON STURZO (VA) DONZETT (VA) E EUROPA (PAZZA) F FALCONE (VA) FERM (VA) O C C D W L R W D O J C J K Q B C H O N O O P O V W D J C P J D O V W J J W FUME (VA) FOSCOLO (VA) G GALLE G. (VA) GARBALD (VA) GOTTO (VA) GOTO (VA) GRAMSC (VA) L LEONCAVALLO (VA) LEOPARD (VA) LBERTÀ (VA) LGURA (VA) LOCATELL (VA) LOMBARDA (VA) LOMBON (PAZZA) M MADONNA DE CAMP (VA) MAGENTA (VA) MANZON (VA) MARCON (VA) MASCAGN (VA) MAYR (VA) MAZZN (VA) MEUCC (VA) MSERCORDA (VA) MOLNO DEL BOSCO (VA) MONTELLO (VA) MORO (VA) MOZART (VA) N NEVO (VA) NULLO(VA) O ORO (VA) P PADERGNONE (VA) PADRE DAVDE (VA) PALESTRO (VA) H O O D E O O J J O P O J O P O O U J O P P C J O E J K J O B H O O D J D E J PAPA GOVANN XX (PAZZA) PASCOL (VA) PASOLN (VA) PERTN (VA) PEMONTE (VA) PRADONE (VA) PUCCN (VA) Q QUARENGH (VA) R REPUBBLCA (PAZZA DELLA) ROMA (VA) ROSSN (VA) S S. MARTNO (VA) S. NCOLÒ (VA) SANZO R. (VA) SCUOLE (VA) SERASS (VA) SERO (VA) STEZZANO (VA) S.P. N 115 S.P. N 120 S.S. EX. N 591 T TASSO (VA) U X FEBBRAO (PAZZA) V VEGN (VA) VENETO (VA) VENETO V. (PAZZA) VERD (VA) VESPUCC (VA) VOLTA (VA) Z ZAFFARDE (VA) C O J O P J P Q D J C J D K L Q R C J K L P H C D D E J N O T U B C O P V W J J P O O 19

20 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 20 20

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto)

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) Comune di Soave Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) ALLEGATO A) OPERE CIMITERIALI OPERAZIONI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Art.1. Oggetto del regolamento

Art.1. Oggetto del regolamento REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI A SOSTEGNO DELLE INIZIATIVE SVOLTE PER L ORGANIZZAZIONE DELLA GI ORNATA DEL VERDE PULITO Art.1 Oggetto del regolamento Il presente

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t LEGGE REGIONALE 20 MAGGIO 2014, N. 26 Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contrastare l abbandono e il consumo dei suoli agricoli 2 LEGGE REGIONALE Disposizioni per favorire

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. UNIONE DEI COMUNI Agugliano Camerata Picena Offagna Polverigi Santa Maria Nuova Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata porta a porta. A.T.I. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli