Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates su Indici Azionari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates su Indici Azionari"

Transcript

1 Nota Integrativa al Documento Informativo sull Emittente - depositato presso la Consob in data 19 giugno 2003, a seguito del nulla osta n del 18 giugno relativa al Programma di emissione di ABN AMRO Bank N.V. Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates su indici azionari, depositata presso la Consob in data 11 luglio 2003 a seguito del nulla osta comunicato con nota n del 2 luglio 2003, modificata con Nota Integrativa depositata presso la Consob in data 24 novembre 2003 a seguito del nulla osta n del 19 novembre PROGRAMMA ABN AMRO BANK N.V. Nota Integrativa relativa ai Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates su Indici Azionari Standard & Poor s 500 Deutscher Aktienindex DAX NIKKEI 225 Stock Average AMEX Biotechnology FTSE 100 HANG SENG S&P/MIB Hang Seng China Enterprises DOW JONES EUROSTOXX 50 SM DOW JONES Industrial Average SM MIB30 NASDAQ-100 L adempimento di pubblicazione del prospetto non comporta alcun giudizio della CONSOB sull opportunità dell investimento proposto e sul merito dei dati e delle notizie allo stesso relativi.

2 INDICE AVVERTENZE PER L INVESTITORE 4 Rischi generali dei covered warrants 4 Rischi specifici dei Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates oggetto della Nota Integrativa 5 Esemplificazioni sui Mini Futures Certificates 11 Informazioni sulla quotazione 13 SEZIONE PRIMA - INFORMAZIONI RELATIVE ALL EMITTENTE I MINI FUTURES 15 CERTIFICATES SEZIONE SECONDA - INFORMAZIONI RIGUARDANTI I MINI FUTURES CERTIFICATES 16 OGGETTO DELLA NOTA INTEGRATIVA 1. Descrizione Caratteristiche Autorizzazioni Tagli e regime di circolazione Durata, esercizio e termini di decadenza Valuta Prezzi indicativi e modalità di rilevamento Rapporti, termini, condizioni e modalità di esercizio ed eventuali modifiche alle condizioni stesse Descrizione, formula ed esemplificazione delle convenienze Punto di pareggio Commissioni Regime fiscale Legge applicabile e foro competente Eventuali restrizioni imposte alla libera negoziabilità Quotazione ed impegno dell Emittente ad esporre i prezzi Altri mercati di quotazione Informazioni sul sottostante Regole di rettifica in corso di operazioni sul capitale effettuate dall Emittente l attività sottostante Informazioni riguardanti altri covered warrants ammessi a quotazione. 95 APPENDICI E DOCUMENTAZIONE MESSA A DISPOSIZIONE DEL PUBBLICO 97 I. Regolamento A: Regolamento degli ABN AMRO Bank N.V. Mini Futures Long Certificates su Indici 98 azionari Nasdaq-100, MIB30, S&P/MIB, DAX, NIKKEI 225, AMEX Biotechnology, FTSE 100, Hang Seng China Enterprises, Hang Seng, Standard & Poor s 500, DOW JONES EUROSTOXX 50 SM, DOW JONES Industrial Average SM II. Regolamento B: Regolamento degli ABN AMRO Bank N.V. Mini Futures Short Certificates su Indici 111 azionari Nasdaq-100, MIB30, S&P/MIB, DAX, NIKKEI 225, AMEX Biotechnology, FTSE 100, Hang Seng China Enterprises, Hang Seng, Standard & Poor s 500, DOW JONES EUROSTOXX 50 SM, DOW JONES Industrial Average SM III. Modulo Dichiarazione di rinuncia all esercizio degli ABN AMRO Bank N.V. Mini Futures Long e 125 Mini Futures Short Certificates su Indici azionari IV. Documentazione messa a disposizione del pubblico presso la Borsa Italiana S.p.A. e presso la sede legale 128 dell emittente V. Informazioni relative ai responsabili della Nota Integrativa 129 2

3 VI. Modello di Avviso Integrativo della Nota Integrativa relativa al Programma 130 3

4 AVVERTENZE PER L INVESTITORE RISCHI GENERALI DEI COVERED WARRANTS Gli strumenti finanziari derivati sono caratterizzati da una rischiosità molto elevata il cui apprezzamento da parte dell investitore è ostacolato dalla loro complessità. L investitore deve considerare che la complessità di tali strumenti può favorire l esecuzione di operazioni non adeguate. E quindi necessario che l investitore concluda un operazione avente ad oggetto tali strumenti solo dopo averne compreso la natura ed il grado di esposizione al rischio che essa comporta. Si consideri che, in generale, la negoziazione di strumenti finanziari derivati non è adatta per molti investitori. Una volta valutato il rischio dell operazione, l investitore e l intermediario devono verificare se l investimento è adeguato per l investitore, con particolare riferimento alla situazione patrimoniale, agli obiettivi d investimento e alla esperienza nel campo degli investimenti in strumenti finanziari derivati di quest ultimo. Prima di effettuare l operazione è bene che l investitore consulti i propri consulenti professionali in merito alla natura ed al grado di esposizione al rischio che la stessa comporta. Opzioni Le operazioni in opzioni comportano un elevato livello di rischio. L investitore che intenda negoziare opzioni deve preliminarmente comprendere il funzionamento delle tipologie di contratti che intende negoziare. L acquisto di un opzione è un investimento altamente volatile ed è molto elevata la probabilità che l opzione giunga a scadenza senza alcun valore. In tal caso, l investitore avrà perso l intera somma utilizzata per l acquisto dello strumento più le commissioni per la negoziazione. A seguito dell acquisto di un opzione, l investitore può mantenere la posizione fino a scadenza o effettuare un operazione di segno inverso, oppure, per le opzioni di tipo americano, esercitarla prima della scadenza. L esercizio dell opzione può comportare o il regolamento in denaro di un differenziale oppure l acquisto o la consegna dell attività sottostante. Se l opzione ha per oggetto contratti futures, l esercizio della medesima determinerà l assunzione di una posizione in futures e le connesse obbligazioni concernenti l adeguamento dei margini di garanzia. Un investitore che si accingesse ad acquistare un opzione relativa ad un attività il cui prezzo di mercato fosse molto distante dal prezzo a cui risulterebbe conveniente esercitare l opzione (deep out of the money), deve considerare che la possibilità che l esercizio dell opzione diventi profittevole è remota. Liquidità Può verificarsi l eventualità che il prezzo dei covered warrants possa essere condizionato, fino ad inficiarne la validità, dalla scarsa liquidità degli stessi. Questi strumenti potrebbero presentare temporanei problemi di liquidità, per cui potrebbe verificarsi l eventualità che il prezzo di tali strumenti possa essere 4

5 condizionato dalla limitata liquidità degli stessi. Peraltro il market maker assume l impegno di esporre e ripristinare entro 5 minuti le posizioni di prezzo vendita/acquisto per un quantitativo almeno pari ai lotti minimi di negoziazione stabiliti dalla Borsa Italiana S.p.A e con uno spread tra i prezzi denaro/lettera non superiore al differenziale massimo indicato nelle Istruzioni al Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A. L impegno di contenere lo spread nei limiti indicati decade nel caso in cui si verifichi un Evento di Stop-Loss (nell accezione di cui ai Regolamenti acclusi alla presente Nota Integrativa). RISCHI SPECIFICI DEI MINI FUTURES LONG E MINI FUTURES SHORT CERTIFICATES IN OGGETTO Ai fini della presente sezione, i termini con iniziale maiuscola, salvo sia diversamente indicato, avranno lo stesso significato loro attribuito nei Regolamenti acclusi alla presente Nota Integrativa (ciascuno il Regolamento e cumulativamente i Regolamenti ) I Mini Futures Long e Mini Futures Short certificates oggetto della presente Nota Integrativa sono di due categorie: i) gli ABN AMRO Bank N.V. Mini Futures Long certificates su indici azionari Nasdaq-100, MIB30, S&P/MIB, DAX, NIKKEI 225, AMEX Biotechnology, FTSE 100, Hang Seng China Enterprises, Hang Seng, Standard & Poor s 500, DOW JONES EUROSTOXX 50 SM, DOW JONES Industrial Average SM ; i certificates appartenenti a questa categoria saranno denominati di seguito Mini Futures Long Certificates, al plurale, e Mini Future Long Certificate al singolare; ii) gli ABN AMRO Bank N.V. Mini Futures Short certificates su indici azionari Nasdaq-100, MIB30, S&P/MIB, DAX, NIKKEI 225, AMEX Biotechnology, FTSE 100, Hang Seng China Enterprises, Hang Seng, Standard & Poor s 500, DOW JONES EUROSTOXX 50 SM, DOW JONES Industrial Average SM ; i certificates appartenenti a questa seconda categoria saranno denominati di seguito Mini Futures Short Certificates, al plurale, e Mini Future Short Certificate al singolare. I Mini Futures Long Certificates e i Mini Futures Short Certificates saranno cumulativamente denominati Certificates. I Certificates sono prodotti derivati in quanto il loro prezzo dipende da quello di altre variabili (nel caso delle emissioni oggetto della presente Nota Integrativa si tratta di indici azionari). Parametri che concorrono alla formazione del prezzo dei Mini Futures Long Certificates Acquistare un Mini Future Long Certificate equivale ad acquistare un Indice al suo valore corrente e vendere contestualmente un obbligazione con un coupon giornaliero e con valore nominale pari al Current Strike Level del giorno di acquisizione, rendimento pari al tasso di interesse predefinito (Costo della Provvista) e scadenza uguale a quella del Certificate. Il valore dell Indice al momento del suddetto acquisto sarà superiore al valore dell obbligazione. Analogamente ai normali certificates, il valore di un Mini Future Long Certificate non risente della volatilità del sottostante e del tempo mancante alla scadenza dello strumento (nell accezione del time decay). Con un costo della provvista invariato, ad esempio, se il valore dell Indice sale (o scende) di 100 Euro, il valore del Mini Future Long Certificate sale (o scende) anch esso di 100 Euro, moltiplicati per la relativa Parità. L ammontare del prezzo che l investitore dovrà versare per l acquisto di un Mini Future Long Certificate è determinato sulla base della 5

6 seguente formula: [(livello corrente dell Indice valore del Current Strike Level alla data di acquisto) x Parità] (nel caso in cui l Indice sia espresso in una valuta diversa dall Euro, il prezzo come sopra ottenuto è convertito in Euro al relativo Tasso di Cambio alla suddetta data). Al riguardo, si rinvia a quanto illustrato al successivo paragrafo 1. (Descrizione) della presente Nota Integrativa. Tali prodotti pur definendosi certificates, differiscono da tali strumenti in quanto incorporano un effetto leva. Tale effetto leva risulta essere tanto maggiore e pertanto i Mini Futures Long Certificates risultano essere più speculativi, ma anche più rischiosi, quanto più il valore dell Indice sia vicino al valore raggiunto dal Current Strike Level. Più speculativi perché la stessa partecipazione all incremento dell Indice viene garantita ma ad un prezzo di acquisto più basso; più rischiosi anche perché aumenta la probabilità che si tocchi il Livello Stop-Loss. I pagamenti in base ai Mini Futures Long Certificates e il meccanismo di Stop-Loss L investitore consegue alla scadenza (l esercizio è automatico) la differenza, solo se positiva, tra il livello dell Indice alla Ora di Determinazione alla Data di Determinazione del Prezzo Finale e il valore raggiunto dal Current Strike Level alla medesima data (moltiplicata per la relativa Parità ed eventualmente convertita in Euro al Tasso di Cambio a tale data). Ciò equivale a dire che alla scadenza dell obbligazione, se il valore corrente dell Indice sarà superiore al valore dell obbligazione, l Emittente riacquisterà dall investitore l Indice al suo valore corrente e rivenderà all investitore l obbligazione al suo valore nominale. In questa operazione è previsto anche un meccanismo di stop-loss tale per cui le due operazioni di riacquisto incrociate saranno effettuate prima che la differenza tra il valore dell Indice e il valore dell obbligazione possa diventare negativa; di conseguenza il Livello di Stop-Loss è posizionato poco sopra il Current Strike Level. I Mini Futures Long Certificates si caratterizzano infatti per la particolarità di estinguersi anticipatamente nel caso in cui il livello dell Indice scenda alla pari o al di sotto del valore raggiunto dal Livello Stop-Loss. Al riguardo, si rinvia a quanto illustrato al successivo paragrafo 1. (Descrizione) della presente Nota Integrativa. Il verificarsi di un Evento di Stop-Loss, infatti, provoca l estinzione del titolo cristallizzando la perdita ed impedendo al sottoscrittore di beneficiare di un eventuale futuro rialzo dell Indice sottostante. In momenti di mercato contrassegnati da elevata volatilità dell Indice sottostante, il Prezzo di Stop-Loss potrebbe essere anche significativamente distante dal valore del Livello Stop-Loss. Inoltre, investendo in Mini Futures Long Certificates il cui sottostante è caratterizzato da elevata volatilità, è più probabile che si verifichi un Evento di Stop-Loss. Nel caso in cui si verifichi un Evento di Stop-Loss, è liquidata la differenza, solo se positiva, tra il Prezzo di Stop-Loss ed il valore raggiunto dal Current Strike Level alla Data di Stop-Loss, moltiplicata per la relativa Parità ed eventualmente convertita in Euro al Tasso di Cambio in tale data. Al riguardo, si rinvia a quanto illustrato al successivo paragrafo 1. Descrizione della presente Nota Integrativa. Il Prezzo di Stop-Loss è determinato come il minor valore tra il livello minimo raggiunto dall Indice alla Data di Stop-Loss ed alla Data di Determinazione del Prezzo di Stop-Loss (cfr. la definizione di Prezzo di Stop-Loss sub Articolo 2 del relativo Regolamento). Inoltre, in prossimità del Livello di Stop-Loss potrebbero verificarsi fenomeni di alta volatilità dei prezzi dell Indice. 6

7 Parametri che concorrono alla formazione del prezzo dei Mini Futures Short Certificates Acquistare un Mini Future Short Certificate equivale ad acquistare un obbligazione con un coupon giornaliero, con valore nominale pari al Current Strike Level del giorno di acquisizione, rendimento pari al tasso di interesse predefinito (Costo della Provvista) e scadenza uguale a quella del Certificate e contestualmente vendere allo scoperto un Indice al suo valore corrente. Il valore dell obbligazione al momento del suddetto acquisto sarà superiore al valore dell Indice. Analogamente ai normali certificates, il valore di un Mini Future Short Certificate non risente della volatilità del sottostante e del tempo mancante alla scadenza dello strumento (nell accezione del time decay). Con un Costo della Provvista invariato, se, ad esempio, il valore dell Indice sale (o scende) di 100 Euro, il valore del Mini Future Short Certificate scende (o sale) anch esso di 100 Euro, moltiplicati per la relativa Parità. L ammontare del prezzo che l investitore dovrà versare per l acquisto di un Mini Future Short Certificate è determinato sulla base della seguente formula: [(valore raggiunto dal Current Strike Level alla data di acquisto livello corrente dell Indice) x Parità] (nel caso in cui l Indice sia espresso in una valuta diversa dall Euro, il prezzo come sopra ottenuto è convertito in Euro al relativo Tasso di Cambio alla suddetta data). Al riguardo, si rinvia a quanto illustrato al successivo paragrafo 1. (Descrizione) della presente Nota Integrativa. Tali prodotti, pur definendosi certificates, differiscono da tali strumenti in quanto incorporano un effetto leva. Tale effetto leva risulta essere tanto maggiore e pertanto i Mini Futures Short Certificates risultano essere più speculativi, ma anche più rischiosi, quanto più il livello dell Indice sia vicino al valore raggiunto dal Current Strike Level. Più speculativi perché la stessa partecipazione al decremento dell Indice viene garantita ma ad un prezzo di acquisto più basso; più rischiosi anche perché aumenta la probabilità che si tocchi il Livello Stop-Loss. I pagamenti in base ai Mini Futures Short Certificates e il meccanismo di Stop-Loss L investitore consegue alla scadenza (l esercizio è automatico) la differenza, solo se positiva, tra il valore raggiunto dal Current Strike Level alla Data di Determinazione del Prezzo Finale ed il livello dell Indice all Ora di Determinazione alla medesima data (moltiplicata per la relativa Parità ed eventualmente convertita in Euro al Tasso di Cambio a tale data). Ciò equivale a dire che, alla scadenza dell obbligazione, se l importo dell obbligazione sarà superiore al valore dell Indice, l Emittente rimborserà l obbligazione all investitore e l investitore ricomprerà l Indice al suo valore corrente. In questa operazione viene previsto anche un meccanismo di stop-loss tale per cui le due operazioni di riacquisto incrociate debbano essere effettuate prima che la differenza tra il valore dell obbligazione e il valore dell Indice possa diventare negativa; di conseguenza il Livello di Stop-Loss è posizionato poco sotto il Current Strike Level. I Mini Futures Short Certificates si caratterizzano infatti per la particolarità di estinguersi anticipatamente nel caso in cui il livello dell Indice sottostante raggiunga o superi il valore raggiunto dal Livello di Stop-Loss. Al riguardo, si rinvia a quanto illustrato al successivo paragrafo 1. (Descrizione) della presente Nota Integrativa. Il verificarsi di un Evento di Stop-Loss, infatti, provoca l estinzione del titolo cristallizzando la perdita ed impedendo al sottoscrittore di beneficiare di un eventuale futuro ribasso dell Indice sottostante. In momenti di mercato contrassegnati da elevata 7

8 volatilità dell Indice sottostante, il Prezzo di Stop-Loss potrebbe essere anche significativamente distante dal Livello Stop-Loss. Inoltre, investendo in Mini Futures Short Certificates il cui sottostante è caratterizzato da elevata volatilità, è più probabile che si verifichi un Evento di Stop-Loss. Nel caso in cui si verifichi un Evento di Stop-Loss, è liquidata la differenza, solo se positiva, tra il valore raggiunto dal Current Strike Level alla Data di Stop-Loss ed il Prezzo di Stop-Loss, moltiplicata per la relativa Parità ed eventualmente convertita in Euro al Tasso di Cambio in tale data. Al riguardo, si rinvia a quanto illustrato al successivo paragrafo 1. (Descrizione) della presente Nota Integrativa. Il Prezzo di Stop-Loss è determinato come il maggior valore tra il livello massimo raggiunto dall Indice alla Data di Stop-Loss ed alla Data di Determinazione del Prezzo di Stop-Loss (cfr. la definizione di Prezzo di Stop-Loss sub Articolo 2 del relativo Regolamento). Inoltre, in prossimità del Livello di Stop- Loss potrebbero verificarsi fenomeni di alta volatilità dei prezzi dell Indice. 8

9 Possibili variazioni dei termini e delle condizioni contrattuali Particolare attenzione deve essere prestata alle date di scadenza ed alle modalità di esercizio. Inoltre, particolare attenzione deve essere prestata al valore raggiunto dai seguenti fattori, i quali (con esclusione dell Initial Current Strike Level e del Livello Stop-Loss Iniziale) come illustrato al successivo paragrafo 1. (Descrizione) della presente Nota Integrativa mutano durante la vita dei Certificates: Initial Current Strike Level, Current Strike Level, Tasso Prevalente, Livello Stop-Loss Iniziale e Livello Stop-Loss. Sconvolgimento di Mercato I Regolamenti prevedono che, qualora nel giorno in cui debba essere calcolato l importo da liquidare all investitore in base ai Certificates a seguito di esercizio ovvero, nel caso in cui si verifichi un Evento di Stop-Loss sussistano situazioni denominate Sconvolgimento di Mercato, vale a dire, con riferimento ai Certificates relativi all Indice MIB30 e S&P/MIB, la mancanza, durante la fase di apertura ufficiale delle contrattazioni, di un prezzo d asta dei titoli che formano almeno il 20% di tali Indici [come meglio definito all articolo 7(a)(i) dei Regolamenti] e, con riferimento ai Certificates relativi ai rimanenti Indici, una sospensione o una rilevante limitazione alle contrattazioni dei titoli [come meglio definito all Articolo 7(a)(ii) dei Regolamenti], l Agente di Calcolo determinerà il Prezzo Finale ovvero, il Prezzo di Stop-Loss alla scadenza del Periodo di Determinazione del Prezzo Finale ovvero del Periodo di Determinazione del Prezzo di Stop-Loss, basandosi sulle condizioni prevalenti di mercato, sull ultimo prezzo di negoziazione disponibile dell Indice e su ogni altro elemento che l Agente di Calcolo ritenga rilevante (si veda l Articolo 2 dei Regolamenti, sub definizione di Data di Determinazione del Prezzo Finale ovvero, a seconda dei casi, Data di Determinazione del Prezzo di Stop-Loss ). Aggiustamenti dell Indice e Cessazione del Calcolo dell Indice Qualora si verifichino eventi che influenzino le modalità di calcolo dell Indice ovvero nel caso di cessazione del calcolo dell Indice [come meglio specificato all Articolo 7(b) dei Regolamenti], ovvero si verifichi un effetto di concentrazione o di diluizione sul valore teorico delle azioni che compongono l Indice [come meglio specificato all articolo 7(c) dei Regolamenti], l Emittente ha la facoltà di procedere al pagamento di un equo valore di mercato dei relativi Certificates e liberarsi in tal modo dagli obblighi contrattuali dagli stessi derivanti ovvero di effettuare, a seconda dei casi e come meglio specificato all Articolo 7, lett. (b) e (c), dei Regolamenti, gli opportuni aggiustamenti alle condizioni ed ai termini dei Certificates, in modo tale che il valore economico dei medesimi rimanga sostanzialmente equivalente a quello che gli stessi avevano prima del verificarsi di tali eventi. Modifiche normative Gli obblighi dell Emittente derivanti dai Certificates s intenderanno venuti meno nel caso in cui, a causa di sopravvenute modifiche della legislazione o della disciplina fiscale applicabili, l Emittente accerti in buona fede l impossibilità o l eccessiva onerosità di adempiere in tutto od in parte, agli stessi. In tali circostanze, l Emittente sarà tenuto a corrispondere ai Portatori una somma di danaro determinata in buona fede dal medesimo Emittente, previa consultazione con l Agente di Calcolo, rappresentante un equo valore di mercato dei Certificates il Giorno Lavorativo precedente al verificarsi di quei fatti che hanno reso impossibile o eccessivamente oneroso l adempimento degli obblighi. 9

10 Il pagamento di tale somme di danaro avverrà non appena possibile e comunque non oltre dieci Giorni Lavorativi dal Giorno Lavorativo di cui al paragrafo precedente, secondo le modalità che verranno comunicate ai Portatori tramite annuncio pubblicato ai sensi dell Articolo 10 dei Regolamenti (Articolo 9 dei Regolamenti). Modifiche ai Regolamenti L Emittente, previa comunicazione alla Borsa Italiana S.p.A., potrà apportare ai Regolamenti, senza necessità del preventivo assenso dei singoli Portatori, le modifiche che ritenga necessarie od opportune al fine di eliminare ambiguità od imprecisioni o correggere un errore manifesto nel testo. Nel caso in cui vengano modificati regolamenti di Consob o il Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A. in termini che impattino sulle modalità e/o sulle tempistiche di esecuzione dei Regolamenti, i medesimi Regolamenti potranno essere modificati dall Emittente per recepire le suddette modifiche, previa comunicazione a Borsa Italiana S.p.A. L Emittente provvederà a informare i Portatori delle modifiche ai Regolamenti nei modi indicati all'articolo 10 dei Regolamenti (Articolo 11 dei Regolamenti). Esercizio automatico a scadenza I Certificates sono di tipo europeo : il loro esercizio avviene quindi solo alla rispettiva scadenza. I Certificates saranno considerati come esercitati alla Data di Scadenza e ai Portatori verrà corrisposto, nel caso, l Importo Differenziale. I Certificates sono esercitati automaticamente senza necessità di far pervenire alcuna dichiarazione di esercizio. Analogamente, al verificarsi dell Evento di Stop-Loss, i Portatori saranno creditori dell Importo Differenziale, senza necessità di esercitare i medesimi. L investitore può rinunciare all esercizio dei Certificates in suo possesso, sia nel caso di scadenza, sia nel caso di Evento di Stop-Loss, nei modi e tempi stabiliti all articolo 4, ultimo alinea, dei Regolamenti. A tal fine può utilizzare il modulo allegato sub III alla presente Nota Integrativa. Rischio di Cambio I guadagni e le perdite relativi a Indici denominati in divise diverse da quella di riferimento per l investitore (l Euro) potrebbero essere condizionati dalle variazioni dei tassi di cambio. In particolare, i Certificates su indici azionari Standard & Poor s 500, Nasdaq-100, DJ Industrial Average SM e AMEX Biotechnology saranno influenzati dalle variazioni del tasso di cambio Euro contro Dollaro americano, quelli su indice azionario FTSE100 saranno influenzati dalle variazioni del tasso di cambio Euro contro Sterlina Britannica, quelli su indici azionari Hang Seng e Hang Seng China Enterprises saranno influenzati dalle variazioni del tasso di cambio Euro contro Dollaro di Hong Kong, quelli su indice azionario Nikkei 225 Stock Average saranno influenzati dalle variazioni del tasso di cambio Euro contro Yen giapponese. Per il tasso di cambio si adotta il fixing giornaliero indicato nei Regolamenti, alla definizione di Tasso di Cambio sub articolo 2. Limiti alla negoziabilità dei Certificates 10

11 I Certificates non potranno essere offerti, trasferiti o venduti, direttamente o indirettamente, in sede di offerta o successivamente, né la presente Nota Integrativa, il materiale informativo o pubblicitario né alcuna altra informazione relativa all Emittente o ai Certificates potranno essere, direttamente o indirettamente, distribuiti, consegnati o in alcun modo trasferiti o a favore di persone fisiche o giuridiche residenti, costituite, create o aventi il proprio domicilio abituale in Olanda (salvi i casi in cui tale vendita sia effettuata attraverso un offerta al pubblico) o negli Stati Uniti d America. Nel Regno Unito ed in Giappone, la negoziabilità sarà soggetta alle restrizioni imposte dalle leggi e dai regolamenti ivi vigenti. L offerta dei Certificates sarà soggetta a tutte le leggi e regolamenti vigenti nei paesi nei quali tali strumenti verranno offerti. Agente di Calcolo e Market-Maker: conflitto di interessi L Agente di Calcolo è ABN AMRO BANK N.V., pertanto si evidenzia la possibilità che si verifichi un potenziale conflitto di interesse. Il Market-Maker è Capitalia S.p.A., società nella quale l Emittente detiene, direttamente o indirettamente, una partecipazione di circa il 9%; pertanto esiste la possibilità che si verifichi un potenziale conflitto di interesse. Esemplificazioni sui Mini Futures Certificates Il valore dei Certificates dipende, principalmente, dai seguenti fattori: livello dell Indice e valore raggiunto dal Current Strike Level, che a sua volta è influenzato dal Costo della Provvista e dai Dividendi. Tra le variabili indicate, il livello dell Indice è quello che ha il maggiore impatto sul valore dei Certificates; tuttavia, essendo il Current Strike Level soggetto a ri-derminazione durante la vita dei Certificates, anche il medesimo influisce sul valore dei Certificates. Al riguardo, si rinvia a quanto illustrato al successivo paragrafo 1. (Descrizione) della presente Nota Integrativa. E possibile simulare l impatto del variare del livello dell Indice sul prezzo dei Certificates sulla base della formula che ne determina il prezzo. Si prenda ad esempio un Mini Future Long Certificate su indice MIB30 che abbia le seguenti caratteristiche: prezzo pari a 0,5 e Parità di 0,0001, quando il livello dell Indice è pari a e quando il valore raggiunto dal Current Strike Level è pari a ; in tale caso si avrebbe: Livello Sottostante Variazione livello Sottostante Valore raggiunto dal Current Strike Level Variazione valore raggiunto dal Current Strike Level Prezzo Mini Future Long Variazione Prezzo Mini Future Long % , % ,5 0 % % , % Si prenda ad esempio un Mini Future Short Certificate su indice MIB30 che abbia le seguenti caratteristiche: prezzo pari a 0,4 e Parità di 0,0001, quando il livello dell Indice è pari a e quando il valore raggiunto dal Current Strike Level è pari a ; in tale caso si avrebbe: 11

12 Livello Sottostante Variazione livello Sottostante Valore raggiunto dal Current Strike Level Variazione valore raggiunto dal Current Strike Level Prezzo Mini Future Short Variazione Prezzo Mini Future Short % , ,75% ,4 0 % % , ,75% Formula di calcolo delle convenienze e Punto di pareggio Si rinvia ai successivi paragrafi 9. e 10. della presente Nota Integrativa. Con riferimento alle singole emissioni di Certificates che verranno effettuate sulla base della presente Nota Integrativa, l andamento dei livelli e della volatilità degli indici sottostanti verrà riportato nell Avviso Integrativo del Programma. 12

13 INFORMAZIONI SULLA QUOTAZIONE La Borsa Italiana S.p.A., con provvedimento n in data 4 novembre 2003, ha confermato il giudizio di ammissibilità rilasciato con provvedimento n in data 24 giugno 2003 relativamente al Programma di cui è parte la presente Nota Integrativa. Le informazioni relative all ammissione alla quotazione delle singole emissioni di volta in volta effettuate sulla base della presente Nota Integrativa saranno contenute nel relativo Avviso Integrativo del Programma. L inizio delle negoziazioni dei Certificates sarà di volta in volta disposto dalla Borsa Italiana S.p.A. ai sensi dell articolo del Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A. ( Regolamento dei Mercati ). La Borsa Italiana S.p.A. provvederà ad informare il pubblico dell inizio delle negoziazioni mediante proprio avviso trasmesso anche a due agenzie di stampa. Capitalia S.p.A. si impegna, su mandato dell Emittente, ai sensi dell articolo , paragrafo 5, del Regolamento dei Mercati, a esporre in via continuativa su tutte le serie quotate prezzi denaro e prezzi lettera che non si discostino tra loro in misura superiore al differenziale massimo indicato nelle Istruzioni al Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A., per un quantitativo almeno pari a quello indicato in ciascun Avviso Integrativo del Programma. L impegno di contenere lo spread nei limiti indicati decade nel caso in cui si verifichi un Evento di Stop-Loss. L ammontare del prezzo dei Certificates varierà di volta in volta, a seconda dei valori correnti di mercato calcolati sulla base del livello dell Indice Sottostante e del Current Strike Level (tenendo conto anche dell eventualità che il valore dell Indice Sottostante, se espresso in una valuta diversa dall Euro, debba essere convertito in Euro). Il prezzo al quale potranno essere sottoscritti i Cerificates verrà pubblicato dall Emittente sui circuiti Reuters alla pagina AAHIT e Bloomberg alla pagina AAIT a partire dal giorno di inizio della quotazione e per tutta la durata degli stessi. Informazioni sui Certificates possono essere reperite anche sul sito Internet: ABN AMRO Bank N.V. si impegna ad informare senza indugio il pubblico, mediante contestuale invio di un comunicato alla Borsa Italiana S.p.A., ad almeno due agenzie di stampa e alla CONSOB (il Comunicato ), di ogni fatto che si verifichi nella sua sfera di attività e in quella delle sue società controllate, non di pubblico dominio e idoneo, se reso pubblico, a influenzare sensibilmente il prezzo dei Certificates. Ove il Comunicato debba essere diffuso durante lo svolgimento delle contrattazioni, ABN AMRO Bank N.V. si impegna a trasmetterlo alla Borsa Italiana S.p.A. e alla CONSOB almeno 15 minuti prima della sua diffusione. Il Comunicato conterrà (a) gli elementi essenziali del fatto in forma idonea a consentire una valutazione completa e corretta degli effetti che esso può produrre sul prezzo dei Certificates; (b) collegamenti e raffronti con eventuali comunicati precedenti, nonché aggiornamenti sulle modificazioni significative delle informazioni ivi contenute. L Emittente si impegna ad informare il pubblico, con le modalità sopra indicate: (a) delle proprie situazioni contabili, destinate ad essere riportate nel bilancio di esercizio, nel bilancio consolidato e nella relazione semestrale non certificata, quando tali situazioni vengano comunicate a soggetti esterni e 13

14 comunque non appena abbiano acquistato un sufficiente grado di certezza; (b) delle deliberazioni con le quali il consiglio di amministrazione approva il progetto di bilancio, la proposta di distribuzione del dividendo, il bilancio consolidato e la relazione semestrale non certificata. In ogni caso, l Emittente si impegna a fornire al mercato, alla Borsa Italiana S.p.A. e alla CONSOB tutte le informazioni oggetto degli obblighi di informativa cui è soggetta a seguito della quotazione di strumenti finanziari presso la borsa valori di Amsterdam (Official Segment of Stock Market of Euronext Amsterdam N.V.); inoltre, l Emittente si impegna a depositare presso la sua sede legale in Gustav Mahlerlaan 10, 1082 PP Amsterdam, Paesi Bassi e presso la sua filiale di Milano in via Meravigli 7, la Borsa Italiana S.p.A. e la CONSOB quanto sotto indicato sub A., B., C., F. e comunicare al mercato (con le modalità sopra indicate), alla Borsa Italiana S.p.A. e alla CONSOB quanto indicato sub D. ed E. : A. copia dei bilanci consolidati dell Emittente e di ABN AMRO Holding N.V. (in lingua inglese); verrà altresì fornita traduzione in lingua italiana degli schemi di stato patrimoniale e conto economico di tali bilanci; B. copia delle relazioni semestrali non certificate dell Emittente e di ABN AMRO Holding N.V. (in lingua inglese); verrà altresì fornita traduzione in lingua italiana degli schemi di dette relazioni semestrali; C. copia delle relazioni di certificazione redatte in relazione ai bilanci di cui al punto A) (in lingua inglese) e copia delle relazioni trimestrali non certificate dell Emittente e di ABN AMRO Holding N.V. (in lingua inglese); D. ogni informazione significativa che possa influire sulla valutazione dei Certificates resa pubblica circa l Emittente (in lingua italiana); E. informazioni (in lingua italiana) circa eventuali operazioni di carattere straordinario quali modifiche dell oggetto sociale, fusioni e acquisizioni; F. statuto sociale dell Emittente e di ABN AMRO Holding N.V. (in lingua inglese). ABN AMRO Bank N.V. si impegna altresì alla sostanziale osservanza di ogni disposizione normativa e regolamentare ad essi applicabile disciplinante le informazioni da fornire alla CONSOB e al mercato. 14

15 SEZIONE PRIMA - INFORMAZIONI RELATIVE ALL EMITTENTE I MINI FUTURES CERTIFICATES Per le informazioni relative all Emittente i Certificates, lo schema di bilancio e lo statuto si rimanda al Documento Informativo sull Emittente, pubblicato a seguito del nulla osta della Consob comunicato con nota n in data 18 giugno 2003, che è disponibile presso l Archivio della Borsa Italiana S.p.A., l Emittente in Gustav Mahlerlaan 10, 1082 PP Amsterdam, Paesi Bassi e presso la filiale di Milano dell Emittente in via Meravigli, 7. Rispetto alle informazioni fornite in quella sede non si sono verificati eventi tali da modificare la valutazione degli strumenti finanziari oggetto della presente Nota Integrativa. 15

16 SEZIONE SECONDA - INFORMAZIONI RIGUARDANTI I MINI FUTURES CERTIFICATES OGGETTO DELLA NOTA INTEGRATIVA I termini sotto definiti, salvo sia diversamente indicato, avranno lo stesso significato loro attribuito nei Regolamenti 1. DESCRIZIONE. (I) Descrizione delle caratteristiche dei covered warrants del tipo plain vanilla e dei Certificates; differenze tra gli strumenti I covered warrants del tipo plain vanilla sono titoli negoziabili che, dietro pagamento di un premio, conferiscono al loro detentore il diritto, ma non l obbligo, di acquistare (call) o vendere (put) una determinata attività finanziaria o reale (quali strumenti finanziari, valute, tassi di interesse, titoli obbligazionari, indici di borsa, azioni, metalli, merci) ad un determinato prezzo d esercizio (strike price). Tale diritto può essere esercitato in qualunque momento della durata del covered warrant (tipo cosiddetto americano ) ovvero solo alla sua scadenza (tipo cosiddetto europeo ). Gli strumenti oggetto del contratto possono essere, tra gli altri, divise, titoli obbligazionari, indici, azioni. I covered warrants del tipo plain vanilla sono opzioni liberamente trasferibili senza che sorga la necessità di ricorrere ad una cassa di compensazione e ai relativi obblighi di margini, come avviene invece per le opzioni quotate. Le caratteristiche dei covered warrants del tipo plain vanilla possono essere riassunte come segue: quotazione presso borse valori, ampie possibilità di disinvestimento; alta sensibilità del prezzo alla variazione della relativa attività sottostante, alla volatilità dell attività sottostante ed al trascorrere del tempo; alto effetto leva; rischio limitato al premio investito; possibilità di investimento di importi contenuti. I Mini Futures Long Certificates I Mini Futures Long Certificates sono influenzati positivamente dalle variazioni positive dell indice sottostante e, a differenza dei normali certificates che replicano il sottostante, possiedono un effetto leva: infatti, il prezzo da corrispondere in sede di acquisto non è pari all intero valore corrente dell indice, bensì ad un ammontare dello stesso, corrispondente alla differenza tra il livello corrente dell Indice ed il valore raggiunto dal Current Strike Level alla data di acquisto (moltiplicata per la relativa Parità ed eventualmente convertita in Euro al Tasso di Cambio alla suddetta data). Tale effetto leva risulta essere 16

17 tanto maggiore e pertanto i Mini Futures Long Certificates risultano essere più speculativi, ma anche più rischiosi, quanto più il valore dell Indice sia vicino al valore raggiunto dal Current Strike Level. L investitore consegue alla scadenza (l esercizio è automatico) la differenza (se positiva) tra il livello raggiunto dall Indice all Ora di Determinazione alla Data di Determinazione del Prezzo Finale ed il valore raggiunto dal Current Strike Level alla medesima data (moltiplicata per la relativa Parità ed eventualmente convertita in Euro al Tasso di Cambio alla suddetta data), beneficiando dell eventuale rialzo dell indice rispetto alla data di acquisto del Mini Future Long Certificate. In relazione a quanto sopra, si noti che il Current Strike Level potrebbe essere equiparato a quello che viene correntemente definito prezzo strike in relazione ai covered warrant. Tuttavia, rispetto al prezzo strike di un covered warrant, il valore iniziale del Current Strike Level (ossia l Initial Current Strike Level) a partire dal Giorno di Borsa Aperta successivo alla Data di Inizio Quotazione viene ri-calcolato, secondo le modalità sotto illustrate, con riferimento a ciascun Giorno di Borsa Aperta: si avrà pertanto un diverso valore del Current Strike Level ciascun Giorno di Borsa Aperta. Il Current Strike Level viene ri-calcolato con riferimento a ciascun Giorno di Borsa Aperta sulla base della seguente formula: (i) (ii) Current Strike Level del precedente Giorno di Borsa Aperta; più il Costo della Provvista del corrente Giorno di Borsa Aperta. Il Costo della Provvista viene determinato a partire dal Giorno di Borsa Aperta successivo alla Data di Inizio Quotazione dall Agente di Calcolo ciascun Giorno di Borsa Aperta (Giorno di Borsa Aperta i ), applicando al Current Strike Level del precedente Giorno di Borsa Aperta [Giorno di Borsa Aperta (i-1) ] - con riferimento a ciascuno dei giorni i ovvero, a seconda dei casi, a ciascun giorno i (come in appresso definiti) trascorsi tra il Giorno di Borsa Aperta i ed il Giorno di Borsa Aperta (i-1) - il Tasso Prevalente del Giorno di Borsa Aperta (i-1 ), maggiorato dello Spread. Per giorni i si intende ciascuno dei giorni di calendario compresi tra il Giorno di Borsa Aperta i ed il Giorno di Borsa Aperta (i-1) ; per giorno i si intende il giorno di calendario compreso tra il Giorno di Borsa Aperta i ed il Giorno di Borsa Aperta (i-1) ; (iii) meno, con esclusione dei Certificati sull Indice DAX, i Dividendi, nell accezione di cui all Articolo 2 dei Regolamenti, se il relativo primo giorno di ex dividendi cade tra il precedente Giorno di Borsa Aperta (escluso) ed il corrente Giorno di Borsa Aperta (compreso). Ciò al fine di neutralizzare l effetto dei Dividendi sul prezzo dei Mini Futures Long. I Dividendi saranno convertiti nella Valuta Strike Level, se espressi in una valuta diversa, al tasso di cambio di cui al fixing giornaliero pubblicato dalla Banca Centrale Europea (espresso come un numero di unità della Valuta Strike Level con le quali può essere scambiata la valuta dei Dividendi) del Giorno di Borsa Aperta precedente al primo giorno di ex dividendi. 17

18 Con riferimento a ciascuna Serie, l Emittente indicherà nell Avviso Integrativo del Programma il valore dell Initial Current Strike Level e, successivamente alla Data di Inizio Quotazione, pubblicherà sul sito e comunicherà a Borsa Italiana S.p.A., ciascun Giorno di Borsa Aperta, il valore del Current Strike Level relativo a tale giorno. Per una più completa descrizione di quanto sopra illustrato si rinvia alle pertinenti definizioni sub Articolo 2 dei Regolamenti. I Mini Futures Long Certificates si caratterizzano poi per la particolarità di estinguersi nel caso in cui il livello dell Indice scenda al pari o al di sotto del valore raggiunto dal Livello Stop-Loss; in tale ipotesi viene liquidata la differenza (se positiva) tra il Prezzo di Stop Loss ed il Current Strike Level alla Data di Stop-Loss (moltiplicata per la relativa Parità ed eventualmente convertita in Euro al Tasso di Cambio alla medesima data). In relazione a quanto sopra, si noti che il valore iniziale del Livello Stop-Loss (ossia il Livello Stop-Loss Iniziale) viene ri-calcolato, secondo le modalità sotto illustrate, a ciascuna Data di Ricalcolo Livello Stop-Loss. Si avrà pertanto un diverso valore del Livello Stop-Loss a ciascuna Data di Ricalcolo Livello Stop-Loss. Il Livello Stop-Loss viene ri-calcolato sulla base della seguente formula: (i) (ii) Current Strike Level della corrente Data di Ricalcolo Livello Stop-Loss; più Percentuale Stop-Loss * Current Strike Level della corrente Data di Ricalcolo Livello Stop-Loss; Con riferimento a ciascuna Serie, l Emittente indicherà nell Avviso Integrativo del Programma il Livello Stop-Loss Iniziale e la Percentuale Stop-Loss e, successivamente alla Data di Inizio Quotazione, di volta in volta pubblicherà sul sito e comunicherà a Borsa Italiana S.p.A. il valore del Livello Stop-Loss.Per una più completa descrizione di quanto sopra illustrato si rinvia alle pertinenti definizioni sub Articolo 2 dei Regolamenti. I Mini Futures Short Certificates I Mini Futures Short Certificates sono influenzati positivamente dalle variazioni negative dell Indice sottostante e, a differenza dei normali certificates che replicano il sottostante, possiedono in generale un effetto leva: infatti il prezzo da corrispondere in sede di acquisto non è pari all intero valore corrente dell indice in quel momento, bensì ad una parte dello stesso, corrispondente alla differenza tra il valore raggiunto dal Current Strike Level alla data di acquisto ed il livello corrente dell Indice (moltiplicata per la relativa Parità ed eventualmente convertita in Euro al Tasso di Cambio alla suddetta data). Tale effetto leva risulta essere tanto maggiore e pertanto i Mini Futures Short Certificates risultano essere più speculativi, ma anche più rischiosi, quanto più il valore dell indice sia vicino al valore raggiunto dal Current Strike Level. 18

19 L investitore consegue alla scadenza (l esercizio è automatico) la differenza (se positiva) tra il valore raggiunto dal Current Strike Level alla Data di Determinazione del Prezzo Finale ed il livello dell Indice all Ora di Determinazione della medesima data (moltiplicata per la relativa Parità ed eventualmente convertita in Euro al Tasso di Cambio alla suddetta data), beneficiando dell eventuale ribasso dell indice rispetto alla data di acquisto del Mini Future Short Certificate. In relazione a quanto sopra, si noti che il Current Strike Level potrebbe essere equiparato a quello che viene correntemente definito prezzo strike in relazione ai covered warrant. Tuttavia, rispetto al prezzo strike di un covered warrant, il valore iniziale del Current Strike Level (ossia l Initial Current Strike Level) a partire dal Giorno di Borsa Aperta successivo alla Data di Inizio Quotazione viene ri-calcolato, secondo le modalità sotto illustrate, con riferimento a ciascun Giorno di Borsa Aperta: si avrà pertanto un diverso valore del Current Strike Level ciascun Giorno di Borsa Aperta. Il Current Strike Level viene ri-calcolato con riferimento a ciascun Giorno Lavorativo sulla base della seguente formula: (i) (ii) Current Strike Level del precedente Giorno di Borsa Aperta; più il Costo della Provvista del corrente Giorno di Borsa Aperta. Il Costo della Provvista viene determinato a partire dal Giorno di Borsa Aperta successivo alla Data di Inizio Quotazione dall Agente di Calcolo ciascun Giorno di Borsa Aperta(Giorno di Borsa Aperta i ), applicando al Current Strike Level del precedente Giorno di Borsa Aperta [Giorno di Borsa Aperta (i-1 )] - con riferimento a ciascuno dei giorni i ovvero, a seconda dei casi, a ciascun giorno i (come in appresso definiti) trascorsi tra il Giorno di Borsa Aperta i ed il Giorno di Borsa Aperta (i-1) - il Tasso Prevalente del Giorno di Borsa Aperta (i-1), ribassato dello Spread. Nei giorni in cui lo Spread sia maggiore del Tasso Prevalente, il tasso applicato al Current Strike Level del Giorno di Borsa Aperta (i-1 ) sarà quindi negativo, con la conseguenza che, solo in relazione a tali giorni, il Current Strike Level diminuirà anziché aumentare, per effetto dell applicazione di un differenziale (negativo) tra Tasso Prevalente e Spread. Per giorni i si intende ciascuno dei giorni di calendario compresi tra il Giorno di Borsa Aperta i ed il Giorno di Borsa Aperta (i-1) ; per giorno i si intende il giorno di calendario compreso tra il Giorno di Borsa Aperta i ed il Giorno di Borsa Aperta (i-1) ; (iii) meno, con esclusione dei Certificati sull Indice DAX, i Dividendi, nell accezione di cui all Articolo 2 dei Regolamenti, se il relativo primo giorno di ex dividendi cade tra il precedente Giorno di Borsa Aperta (escluso) ed il corrente Giorno di Borsa Aperta (compreso). Ciò al fine di neutralizzare l effetto dei Dividendi sul prezzo dei Mini Futures Short. I Dividendi saranno convertiti nella Valuta Strike Level, se espressi in una valuta diversa, al tasso di cambio di cui al fixing giornaliero pubblicato dalla Banca Centrale Europea (espresso come un numero di unità della Valuta Strike Level con le quali può essere scambiata la valuta dei Dividendi) del Giorno di Borsa Aperta precedente al primo giorno di ex dividendi. 19

20 Con riferimento a ciascuna Serie, l Emittente indicherà nell Avviso Integrativo del Programma il valore dell Initial Current Strike Level e, successivamente alla Data di Inizio Quotazione, pubblicherà, sul sito e comunicherà a Borsa Italiana S.p.A. ciascun Giorno di Borsa Aperta, il valore del Current Strike Level relativo a tale giorno. Per una più completa descrizione di quanto sopra illustrato si rinvia alle pertinenti definizioni sub Articolo 2 dei Regolamenti. I Mini Futures Short Certificates si caratterizzano poi per la particolarità di estinguersi nel caso in cui il livello dell Indice salga al pari o al di sopra del valore raggiunto dal Livello Stop-Loss; in tale ipotesi viene liquidata la differenza (se positiva) tra Current Strike Level alla Data di Stop-Loss ed il Prezzo di Stop Loss (moltiplicata per la relativa Parità ed eventualmente convertita in Euro al Tasso di Cambio alla medesima data). In relazione a quanto sopra, si noti che il valore iniziale del Livello Stop-Loss (ossia il Livello Stop-Loss Iniziale) viene ri-calcolato, secondo le modalità sotto illustrate, a ciascuna successiva Data di Ricalcolo Livello Stop-Loss. Si avrà pertanto un diverso valore del Livello Stop-Loss a ciascuna Data di Ricalcolo Livello Stop-Loss. Il Livello Stop-Loss viene ri-calcolato sulla base della seguente formula: (i) Current Strike Level della corrente Data di Ricalcolo Livello Stop-Loss; (ii) meno Percentuale Stop-Loss * Current Strike Level della corrente Data di Ricalcolo Livello Stop-Loss. Con riferimento a ciascuna Serie, l Emittente indicherà nell Avviso Integrativo del Programma il Livello Stop-Loss Iniziale e la Percentuale Stop-Loss e, successivamente alla Data di Inizio Quotazione, di volta in volta pubblicherà sul sito e comunicherà a Borsa Italiana S.p.A. il valore del Livello Stop-Loss. Per una più completa descrizione di quanto sopra illustrato si rinvia alle pertinenti definizioni sub Articolo 2 dei Regolamenti. Le caratteristiche dei Certificates possono essere riassunte come segue: - per i Mini Futures Long Certificates, variazione positiva del prezzo alla variazione positiva dell indice sottostante e viceversa; - per i Mini Futures Short Certificates, variazione positiva del prezzo alla variazione negativa dell indice sottostante e viceversa; - alto effetto leva; - quotazione presso borse valori (ampie possibilità di disinvestimento); - nessuna sensibilità del prezzo alla volatilità dell attività sottostante ed al trascorrere del tempo (nell accezione del time decay); 20

21 - meccanismo di stop loss incorporato nel titolo tramite rimborso anticipato; - rischio limitato al premio investito; - possibilità di investire importi contenuti. 2. CARATTERISTICHE Le caratteristiche delle singole serie di Certificates che, sulla base del programma di emissione degli ABN AMRO Bank N.V. Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates su indici azionari (il Programma ), saranno di volta in volta emessi per la relativa quotazione sul mercato MCW - Segmento Certificates saranno descritte nell Avviso Integrativo del Programma da predisporre secondo il Modello di cui al Capitolo VI della presente Nota Integrativa. L Avviso Integrativo del Programma verrà pubblicato entro il giorno antecedente l inizio delle negoziazioni mediante deposito presso la Borsa Italiana S.p.A. e presso la filiale di Milano dell Emittente in via Meravigli 7 e verrà contestualmente trasmesso alla Consob. La prima riga delle seguenti Tabelle A ( Mini Futures Long Certificates ) e B ( Mini Futures Short Certificates ) è compilata solo a titolo esemplificativo. TABELLA A ( Mini Futures Long Certificates ) Serie Indice Data di Tipo Valuta Parità Initial Livello di n. Lotti Lotto Quanti Sottostant Scadenza Sottostante Current Stop-Loss Neg. per min. tà e Strike Iniziale obblighi negoz. Level di MM 1 MIB 30 17/12/2004 E Euro 0, TABELLA B ( Mini Futures Short Certificates ) Serie Indice Data di Tipo Valuta Parità Initial Livello di n. Lotti Lotto min. Quantità Sottostante Scadenza Sottostante Current Stop-Loss Neg. per Negoz. Strike Iniziale obblighi Level di MM 1 MIB 30 17/12/2004 E Euro 0,

Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates su

Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates su Nota Integrativa al Documento Informativo sull Emittente - depositato presso la Consob in data 19 giugno 2003, a seguito del nulla osta n. 3040888 del 18 giugno 2003 - relativa al Programma di emissione

Dettagli

AVVISO INTEGRATIVO DI EMISSIONE RELATIVO A: ABN AMRO BANK N.V. MINI FUTURES LONG CERTIFICATES SU INDICI AZIONARI

AVVISO INTEGRATIVO DI EMISSIONE RELATIVO A: ABN AMRO BANK N.V. MINI FUTURES LONG CERTIFICATES SU INDICI AZIONARI Avviso Integrativo della Nota Integrativa relativa al programma di emissione degli ABN AMRO Bank N.V. Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates su indici azionari depositata presso la Consob

Dettagli

AVVISO INTEGRATIVO DI EMISSIONE RELATIVO A: ABN AMRO BANK N.V. MINI FUTURES LONG E MINI FUTURES SHORT CERTIFICATES SU INDICI AZIONARI

AVVISO INTEGRATIVO DI EMISSIONE RELATIVO A: ABN AMRO BANK N.V. MINI FUTURES LONG E MINI FUTURES SHORT CERTIFICATES SU INDICI AZIONARI Avviso Integrativo della Nota Integrativa relativa al programma di emissione degli ABN AMRO Bank N.V. Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates su indici azionari depositata presso la Consob

Dettagli

PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE S.A. CERTIFICATE NOTA INTEGRATIVA-PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE MINI FUTURE LONG & MINI FUTURE SHORT CERTIFICATE SU INDICE DAX

PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE S.A. CERTIFICATE NOTA INTEGRATIVA-PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE MINI FUTURE LONG & MINI FUTURE SHORT CERTIFICATE SU INDICE DAX PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE S.A. CERTIFICATE NOTA INTEGRATIVA-PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE MINI FUTURE LONG & MINI FUTURE SHORT CERTIFICATE SU INDICE DAX depositata presso la CONSOB in data 11 febbraio 2004

Dettagli

PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE S.A. CERTIFICATE NOTA INTEGRATIVA-PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE MINI FUTURE LONG & MINI FUTURE SHORT CERTIFICATE SU INDICI

PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE S.A. CERTIFICATE NOTA INTEGRATIVA-PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE MINI FUTURE LONG & MINI FUTURE SHORT CERTIFICATE SU INDICI PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE S.A. CERTIFICATE NOTA INTEGRATIVA-PROGRAMMA SOCIÉTÉ GÉNÉRALE MINI FUTURE LONG & MINI FUTURE SHORT CERTIFICATE SU INDICI depositata presso la CONSOB in data 11 febbraio 2004 a

Dettagli

AVVISO INTEGRATIVO DI EMISSIONE RELATIVO A: ABN AMRO BANK N.V. MINI FUTURES LONG CERTIFICATES SU. Contratto Future su Tasso di Cambio EUR/USD

AVVISO INTEGRATIVO DI EMISSIONE RELATIVO A: ABN AMRO BANK N.V. MINI FUTURES LONG CERTIFICATES SU. Contratto Future su Tasso di Cambio EUR/USD Avviso Integrativo della Nota Integrativa relativa al Programma di emissione degli ABN AMRO Bank N.V. Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates su Future sull Oro, sull Argento, sul Palladio,

Dettagli

CAC40 16.12.2005 DOW JONES 16.12.2005 EUROSTOXX50 16.12.2005 MIB30 16.12.2005 NIKKEI225

CAC40 16.12.2005 DOW JONES 16.12.2005 EUROSTOXX50 16.12.2005 MIB30 16.12.2005 NIKKEI225 Avviso integrativo di emissione della Nota integrativa al documento informativo sull Emittente depositato presso la Consob in data 03.07.2002, a seguito di nullaosta n. 2045403 del 27.06.2002 relativa

Dettagli

AVVISO INTEGRATIVO DI EMISSIONE RELATIVO A:

AVVISO INTEGRATIVO DI EMISSIONE RELATIVO A: Avviso Integrativo della Nota Integrativa relativa al programma di emissione degli ABN AMRO Bank N.V. Double-Up Certificates su Azioni Italiane ed Estere e su Indici Azionari e ABN AMRO Bank N.V. Discount

Dettagli

Contratto Future su Petrolio Dolce e Leggero (NYMEX Light Sweet Crude Oil Future)

Contratto Future su Petrolio Dolce e Leggero (NYMEX Light Sweet Crude Oil Future) Avviso Integrativo della Nota Integrativa relativa al programma di emissione degli ABN AMRO Bank N.V. Mini Futures Long e Mini Futures Short Certificates su Future sull Oro, sull Argento, sul Platino,

Dettagli

AVVISO INTEGRATIVO DI EMISSIONE RELATIVO AGLI ABN AMRO BANK N.V.

AVVISO INTEGRATIVO DI EMISSIONE RELATIVO AGLI ABN AMRO BANK N.V. Avviso Integrativo della Nota Integrativa relativa al Programma di emissione degli ABN AMRO Bank N.V. Bonus Certificates e Airbag Certificates su Indici Azionari e Azioni Italiane e Estere depositata presso

Dettagli

L A B O R S A I T AL I AN A S. P. A. H A D I S P O S T O L AM M I S S I O N E AL L A Q U O T AZ I O N E C O N P R O V V E D I M E N T O N.

L A B O R S A I T AL I AN A S. P. A. H A D I S P O S T O L AM M I S S I O N E AL L A Q U O T AZ I O N E C O N P R O V V E D I M E N T O N. Avviso integrativo di emissione. Il presente Avviso va letto congiuntamente alla Nota integrativa al documento informativo sull Emittente depositato presso la Consob in data 19.06.2003, a seguito di nullaosta

Dettagli

UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT

UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT AVVISO INTEGRATIVO ALLA NOTA INTEGRATIVA RELATIVA AI COVERED WARRANT SU AZIONI ITALIANE ED ESTERE COVERED WARRANT SU AZIONI ITALIANE

Dettagli

BANCA ALETTI & C. S.p.A.

BANCA ALETTI & C. S.p.A. BANCA ALETTI & C. S.p.A. in qualità di Emittente e responsabile del collocamento del Programma di offerta al pubblico e/o quotazione dei certificates BORSA PROTETTA e BORSA PROTETTA con CAP e BORSA PROTETTA

Dettagli

BANCA ALETTI & C. S.p.A. PER DUE CERTIFICATE e PER DUE CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA

BANCA ALETTI & C. S.p.A. PER DUE CERTIFICATE e PER DUE CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA BANCA ALETTI & C. S.p.A. in qualità di emittente e responsabile del collocamento del Programma di offerta al pubblico e/o di quotazione di investment certificates denominati PER DUE CERTIFICATE e PER DUE

Dettagli

AVVISO n.3981 27 Marzo 2006

AVVISO n.3981 27 Marzo 2006 AVVISO n.3981 27 Marzo 2006 SeDeX PLAIN VANILLA Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : ABN AMRO BANK dell'avviso Oggetto : Inizio negoziazione Covered Warrant Plain Vanilla "ABN AMRO"

Dettagli

UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT

UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT AVVISO INTEGRATIVO ALLA NOTA INTEGRATIVA RELATIVA AI COVERED WARRANT SU AZIONI ITALIANE ED ESTERE COVERED WARRANT SU AZIONI ITALIANE

Dettagli

ABN AMRO BANK N.V. NOTA INFORMATIVA RELATIVA A ABN AMRO BANK N.V. CERTIFICATES

ABN AMRO BANK N.V. NOTA INFORMATIVA RELATIVA A ABN AMRO BANK N.V. CERTIFICATES PROSPETTO DI BASE RELATIVO A CERTIFICATES La presente Nota Informativa di Certificates, depositata presso la Consob in data 20 luglio 2007 a seguito di autorizzazione comunicata con nota n. 7066662 del

Dettagli

BANCA ALETTI & C. S.p.A. BONUS CERTIFICATE e BONUS CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA

BANCA ALETTI & C. S.p.A. BONUS CERTIFICATE e BONUS CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA BANCA ALETTI & C. S.p.A. in qualità di emittente e responsabile del collocamento del Programma di offerta al pubblico e/o di quotazione di investment certificates denominati BONUS CERTIFICATE e BONUS CERTIFICATES

Dettagli

BONUS Certificates ABN AMRO.

BONUS Certificates ABN AMRO. BONUS Certificates ABN AMRO. BONUS Certificates ABN AMRO. I BONUS Certificates ABN AMRO sono strumenti d investimento che consentono di avvantaggiarsi dei rialzi dell'indice o dell'azione sottostante,

Dettagli

MINI Future Certificates ABN AMRO.

MINI Future Certificates ABN AMRO. MINI Future Certificates ABN AMRO. MINI Future Certificates. 4 MINI Future Certificates su indici. 6 MINI Future Long Certificates su indici. 6 MINI Future Short Certificates su indici. 7 Il current strike.

Dettagli

Numeri verdi. Te l : 800 920 960. F a x : 800 784 377. I n t e r n e t. w w w. a b n a m r o m a r k e t s. i t. E - m a i l

Numeri verdi. Te l : 800 920 960. F a x : 800 784 377. I n t e r n e t. w w w. a b n a m r o m a r k e t s. i t. E - m a i l Numeri verdi Te l : 8 92 96 F a x : 8 784 377 I n t e r n e t w w w. a b n a m r o m a r k e t s. i t E - m a i l i n f o @ a b n a m r o m a r k e t s. i t Televideo RAI Pagina 343 R e u t e r s A A H

Dettagli

L A B O R S A I T AL I AN A S. P. A. H A D I S P O S T O L AM M I S S I O N E AL L A Q U O T AZ I O N E C O N P R O V V E D I M E N T O N.

L A B O R S A I T AL I AN A S. P. A. H A D I S P O S T O L AM M I S S I O N E AL L A Q U O T AZ I O N E C O N P R O V V E D I M E N T O N. Avviso integrativo di emissione. Il presente Avviso va letto congiuntamente alla Nota integrativa al documento informativo sull Emittente depositato presso la Consob in data 19.06.2003, a seguito di nullaosta

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DEGLI ABN AMRO BANK N.V. PROTECTION CAP BULL CERTIFICATES SU INDICI,

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DEGLI ABN AMRO BANK N.V. PROTECTION CAP BULL CERTIFICATES SU INDICI, CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta degli ABN AMRO BANK N.V.. PROTECTION CAP BULL CERTIFICATES SU INDICI, AZIONI, COMMODITIES, FONDI E RELATIVI BASKET. ( PROTECTION CAP BULL CERTIFICATE, al singolare,

Dettagli

PROSPETTO DI QUOTAZIONE COVERED WARRANTS PLAIN VANILLA EMESSI NELL AMBITO DEL PROGRAMMA. X-markets I

PROSPETTO DI QUOTAZIONE COVERED WARRANTS PLAIN VANILLA EMESSI NELL AMBITO DEL PROGRAMMA. X-markets I Deutsche Bank PROSPETTO DI QUOTAZIONE COVERED WARRANTS PLAIN VANILLA EMESSI NELL AMBITO DEL PROGRAMMA X-markets I NOTA INTEGRATIVA RELATIVA AI COVERED WARRANTS PLAIN VANILLA EMESSI DA DEUTSCHE BANK AG

Dettagli

BANCA ALETTI & C. S.p.A.

BANCA ALETTI & C. S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA BANCA ALETTI & C. S.p.A. in qualità di Emittente e responsabile del collocamento del Programma di offerta al pubblico e/o quotazione dei certificates BORSA PROTETTA e BORSA

Dettagli

PROSPETTO DI BASE. relativo al programma di offerta al pubblico e/o quotazione degli investment certificate denominati

PROSPETTO DI BASE. relativo al programma di offerta al pubblico e/o quotazione degli investment certificate denominati G L O S S A R I O PROSPETTO DI BASE relativo al programma di offerta al pubblico e/o quotazione degli investment certificate denominati (a) BORSA PROTETTA e BORSA PROTETTA con CAP e BORSA PROTETTA DI TIPO

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA relativa al programma di emissioni denominato Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up Banca di Forlì Credito Cooperativo 12/2007 12/2010

Dettagli

MINI FUTURE CERTIFICATE

MINI FUTURE CERTIFICATE MINI FUTURE CERTIFICATE MINI FUTURE CERTIFICATE SG Leva, trasparenza e liquidità I Long e Short Mini Future consentono, in modo agevole, di prendere posizioni sia rialziste che ribassiste su indici, azioni,

Dettagli

Carilo - Cassa di Risparmio di Loreto SpA Tasso Fisso 2,00% 2010/2013

Carilo - Cassa di Risparmio di Loreto SpA Tasso Fisso 2,00% 2010/2013 CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato CARILO - CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CON EVENTUALE FACOLTA DI

Dettagli

SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE

SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE Aletti & C. - Banca di Investimento Mobiliare S.p.A., in forma breve Banca Aletti & C. S.p.A. sede sociale in Via Santo Spirito n. 14, 20121 Milano iscritta al Registro delle Imprese presso la Camera di

Dettagli

SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE

SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE Aletti & C. Banca di Investimento Mobiliare S.p.A., in forma breve Banca Aletti & C. S.p.A. - Sede legale in via Roncaglia, 12 Milano Capitale Sociale interamente versato pari ad Euro 121.163.538,96 Registro

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla

CONDIZIONI DEFINITIVE alla Società per azioni con unico Socio Sede sociale in Vignola, viale Mazzini n.1 Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Modena e Codice Fiscale/Partita I.V.A. 02073160364 Capitale sociale al 31

Dettagli

- CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI ZERO COUPON

- CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI ZERO COUPON CONDIZIONI DEFINITIVE ZERO COUPON CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato CARILO - CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI ZERO

Dettagli

AVVISO DI ERRATA CORRIGE

AVVISO DI ERRATA CORRIGE Milano, 12 dicembre 2014 AVVISO DI ERRATA CORRIGE relativo al PROSPETTO DI BASE relativo al programma di offerta al pubblico e/o quotazione degli investment certificate denominati AUTOCALLABLE BORSA PROTETTA

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE relative al Prospetto di base sul Programma di emissione

CONDIZIONI DEFINITIVE relative al Prospetto di base sul Programma di emissione Società per Azioni Sede Legale in Aprilia (LT), Piazza Roma, snc Iscrizione al Registro delle Imprese di Latina e Codice Fiscale/Partita Iva n.00089400592 Capitale sociale al 31 dicembre 2007 Euro 6.671.440

Dettagli

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA in qualità di Emittente

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA in qualità di Emittente MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE

Dettagli

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento.

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. I Certificate descritti in questa pubblicazione sono strumenti finanziari strutturati complessi a capitale non protetto. Non è garantito

Dettagli

Banca della Bergamasca CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO TASSO VARIABILE

Banca della Bergamasca CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO TASSO VARIABILE Banca della Bergamasca - Credito Cooperativo - in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO TASSO VARIABILE BANCA DELLA BERGAMASCA

Dettagli

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente REGOLAMENTO DI EMISSIONE DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO 2007/2012 TF 4,58% 118^ EMISSIONE

Dettagli

PROSPETTO DI QUOTAZIONE

PROSPETTO DI QUOTAZIONE PROSPETTO DI QUOTAZIONE Parte Seconda PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT E DI CERTIFICATES BANCA IMI S.p.A. NOTA INTEGRATIVA RELATIVA ALLA QUOTAZIONE DEI COVERED WARRANT BANCA IMI S.P.A. SU AZIONI

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MASIANO TASSO VARIABILE

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MASIANO TASSO VARIABILE 9. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Banca di Credito Cooperativo di Masiano (Pistoia) in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI

Dettagli

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente REGOLAMENTO DI EMISSIONE DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO 2007/2009 TF 4,5% 106^ EMISSIONE

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE Credito Cooperativo ravennate e imolese Soc. Coop. Sede e Direzione Generale: Piazza della Libertà,14 48018 Faenza (RA) Iscritta all Albo delle Banche al n. 5387 Codice ABI: 8542-3 Capitale sociale Euro

Dettagli

Banca delle Marche SpA Tasso Fisso 1,50 % 2010/2012

Banca delle Marche SpA Tasso Fisso 1,50 % 2010/2012 CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato BANCA DELLE MARCHE S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CON EVENTUALE FACOLTA DI RIMBORSO ANTICIPATO

Dettagli

II SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

II SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Società per Azioni Via Lucrezia Romana, 41/47-00178 Roma P. IVA, Codice Fiscale e n. di Iscrizione al Registro delle Imprese di Roma n. 04774801007 soggetta a direzione e coordinamento di ICCREA HOLDING

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO TASSO FISSO BCC

Dettagli

Banca Centropadana tasso fisso 3,50% 16.04.2012/16.04.2015 serie 338 ISIN IT0004809296

Banca Centropadana tasso fisso 3,50% 16.04.2012/16.04.2015 serie 338 ISIN IT0004809296 10. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede sociale in Piazza IV Novembre 11 26862 Guardamiglio (LO) Iscritta all

Dettagli

1. Ai fini del presente Regolamento, i termini sotto elencati, ordinati in ordine alfabetico, hanno il seguente significato:

1. Ai fini del presente Regolamento, i termini sotto elencati, ordinati in ordine alfabetico, hanno il seguente significato: 8 - REGOLAMENTO DEGLI ABAXBANK EQUITY PROTECTION CERTIFICATES SU AZIONI, INDICI AZIONARI, OICR ED ETF (LONG E SHORT) DI TIPO PLAIN VANILLA E QUANTO EURO 8.1 INTRODUZIONE 1. Il presente regolamento (il

Dettagli

CODICE ISIN GB00B39MSQ94 SCHEDA TECNICA

CODICE ISIN GB00B39MSQ94 SCHEDA TECNICA CREDIT SUISSE TRIGGER YIELD CERTIFICATES DUE 2013 ( DOLLAR PREMIUM ) LINKED TO EUR/USD emessi da Credit Suisse International Certificato a cinque anni con rimborso anticipato automatico collegato al tasso

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA AGRICOLA POPOLARE DI RAGUSA Società Cooperativa per Azioni CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO BANCA AGRICOLA POPOLARE

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE APPENDICE B - MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE DELLE OBBLIGAZIONI ZERO COUPON CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA AGRICOLA POPOLARE DI RAGUSA Società Cooperativa per Azioni CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA

Dettagli

Banca di Legnano 23 Agosto 2013/2017 Tasso Misto,

Banca di Legnano 23 Agosto 2013/2017 Tasso Misto, CONDIZIONI DEFINITIVE al PROSPETTO DI BASE SUL PROGRAMMA BANCA DI LEGNANO S.P.A. OBBLIGAZIONI PLAIN VANILLA Banca di Legnano 23 Agosto 2013/2017 Tasso Misto, ISIN IT000494075 2 Obbligazioni a Tasso Misto

Dettagli

Banca di Legnano 17 Maggio 2013/2016 Tasso Misto,

Banca di Legnano 17 Maggio 2013/2016 Tasso Misto, CONDIZIONI DEFINITIVE al PROSPETTO DI BASE SUL PROGRAMMA BANCA DI LEGNANO S.P.A. OBBLIGAZIONI PLAIN VANILLA Banca di Legnano 17 Maggio 2013/2016 Tasso Misto, ISIN IT000490924 5 Obbligazioni a Tasso Misto

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA POPOLARE DELL ALTO ADIGE SOCIETÀ COOPERATIVA PER AZIONI Sede Legale in Bolzano, Via del Macello n.55 Iscritta all Albo delle Banche al n. 3630.1 e Capogruppo del Gruppo Bancario Banca Popolare dell

Dettagli

Cassa Padana 11/05/2009 11/11/2011 Tasso Fisso 2,50% ISIN IT0004490352

Cassa Padana 11/05/2009 11/11/2011 Tasso Fisso 2,50% ISIN IT0004490352 ALLEGATO 2 - MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede Sociale: Via Garibaldi 25, Leno Brescia Iscritta all Albo delle Banche al n. 8340.2 Iscritta

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia - Tasso Fisso

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia - Tasso Fisso Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo Società Cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia - Tasso Fisso Banca di Anghiari

Dettagli

Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige in qualità di Emittente

Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige in qualità di Emittente 1. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige in qualità di Emittente CASSA CENTRALE RAIFFEISEN DELL ALTO ADIGE S.p.A. con sede legale in 39100 Bolzano, via Laurin 1

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA CREDITO TREVIGIANO TASSO VARIABILE

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA CREDITO TREVIGIANO TASSO VARIABILE Credito Trevigiano Banca di Credito Cooperativo - Società Cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA CREDITO TREVIGIANO TASSO VARIABILE CREDITO TREVIGIANO

Dettagli

Iccrea Banca S.p.A. in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento

Iccrea Banca S.p.A. in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento Iccrea Banca S.p.A. in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento Società per Azioni Via Lucrezia Romana, 41/47-00178 Roma P. IVA, Codice Fiscale e n. di Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

ABN AMRO BANK N.V. SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE RELATIVO ALL'OFFERTA E QUOTAZIONE DI "ABN AMRO BANK N.V. OBBLIGAZIONI CON OPZIONE CALL"

ABN AMRO BANK N.V. SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE RELATIVO ALL'OFFERTA E QUOTAZIONE DI ABN AMRO BANK N.V. OBBLIGAZIONI CON OPZIONE CALL ABN AMRO BANK N.V. SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE RELATIVO ALL'OFFERTA E QUOTAZIONE DI "ABN AMRO BANK N.V. OBBLIGAZIONI CON OPZIONE CALL" emesse da ABN AMRO BANK N.V. Il presente supplemento deve essere

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. della NOTA INFORMATIVA. per il Prestito Obbligazionario denominato. Codice ISIN IT0004752199

CONDIZIONI DEFINITIVE. della NOTA INFORMATIVA. per il Prestito Obbligazionario denominato. Codice ISIN IT0004752199 CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA per il Prestito Obbligazionario denominato BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA 24/08/2011-24/08/2014 TASSO FISSO 3,25% Codice ISIN IT0004752199 Le presenti Condizioni

Dettagli

Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige in qualità di Emittente

Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige in qualità di Emittente 1. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige in qualità di Emittente CASSA CENTRALE RAIFFEISEN DELL ALTO ADIGE S.p.A. con sede legale in 39100 Bolzano, via Laurin 1

Dettagli

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Società per Azioni Via Lucrezia Romana, 41/47-00178 Roma P. IVA, Codice Fiscale e n. di Iscrizione al Registro delle Imprese di Roma n. 04774801007 soggetta al controllo e coordinamento di ICCREA HOLDING

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO TASSO VARIABILE

Dettagli

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente REGOLAMENTO DI EMISSIONE DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO 2007/2012 T.V. 109^ EMISSIONE

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA SEZIONE 4 Società per Azioni CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA "BANCA CRV CASSA DI RISPARMIO DI VIGNOLA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO BANCA CRV CASSA DI RISPARMIO DI VIGNOLA

Dettagli

FATTORI DI RISCHIO FATTORI DI RISCHIO

FATTORI DI RISCHIO FATTORI DI RISCHIO FATTORI DI RISCHIO FATTORI DI RISCHIO La Cassa di Risparmio di Orvieto, in qualità di Emittente, invita gli investitori a prendere attenta visione della nota informativa, al fine di comprendere i fattori

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO SOCIETA COOPERATIVA Sede sociale in Via Matteotti 11, 35044 Montagnana (Padova) Iscritta all Albo delle Banche al n. 5411, all Albo delle Società Cooperative

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE TASSO FISSO

CONDIZIONI DEFINITIVE TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE TASSO FISSO Per l offerta relativa al programma di emissione denominato ROVIGOBANCA - TASSO FISSO IT0004750425 RovigoBanca 01/08/2015 TF 3,60% Le presenti Condizioni Definitive sono

Dettagli

Cerchi strumenti più veloci per realizzare le tue idee di investimento?

Cerchi strumenti più veloci per realizzare le tue idee di investimento? INVESTMENT CERTIFICATES Cerchi strumenti più veloci per realizzare le tue idee di investimento? Express Certificate sull azione Intesa San Paolo S.p.A. ISIN: DE000HV8BFK4 Sottostante: Intesa San Paolo

Dettagli

INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI STEP-UP

INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI STEP-UP CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI STEP-UP Banca Popolare del Lazio Step Up 11/12/2012-2015 59a DI 20.000.000,00 ISIN IT0004873235 Le presenti Condizioni

Dettagli

AVVISO n.1817 09 Febbraio 2006

AVVISO n.1817 09 Febbraio 2006 AVVISO n.1817 09 Febbraio 2006 SeDeX PLAIN VANILLA Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : ABAXBANK dell'avviso Oggetto : Inizio delle Negoziazioni Covered Warrant plain vanilla "ABAXBank"

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE Sede legale in Milano iscritta all Albo delle Banche con il n. 5570 Società appartenente al Gruppo Bancario Intesa Sanpaolo iscritto all Albo dei Gruppi Bancari Società soggetta alla direzione ed al coordinamento

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO TASSO FISSO BCC

Dettagli

PROSPETTO BASE. CONDIZIONI DEFINITIVE per il programma di emissione prestiti obbligazionari

PROSPETTO BASE. CONDIZIONI DEFINITIVE per il programma di emissione prestiti obbligazionari CASSA RURALE DI TRENTO - Banca di Credito Cooperativo - Società Cooperativa con sede legale in Trento, via Belenzani 6. Iscritta all albo delle banche tenuto dalla Banca d'italia al n. 2987.6; al Registro

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato BANCA DELLE MARCHE S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE BANCA delle MARCHE SPA TV ASTA BOT A 6

Dettagli

Prospetto di Base Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze) Società Cooperativa per Azioni

Prospetto di Base Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze) Società Cooperativa per Azioni BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CAMBIANO (CASTELFIORENTINO FIRENZE) SOCIETÀ COOPERATIVA PER AZIONI Sede legale: Piazza Giovanni XXIII, 6 50051 Castelfiorentino (FI) - Codice ABI 08425.1 - Iscritta all

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO TASSO VARIABILE

Dettagli

BANCA ATESTINA DI CREDITO COOPERATIVO S.C.

BANCA ATESTINA DI CREDITO COOPERATIVO S.C. BANCA ATESTINA DI CREDITO COOPERATIVO S.C. Sede: Via G. B. Brunelli, 1 Iscritta all Albo delle Banche al n. 5338.9.0 / Iscritta all Albo delle Società Cooperative a Mutualità Prevalente al n. A160602 Capitale

Dettagli

Aletti Benchmark Certificate. Scelto il mercato, segue il suo andamento.

Aletti Benchmark Certificate. Scelto il mercato, segue il suo andamento. Aletti Benchmark Certificate. Scelto il mercato, segue il suo andamento. Aletti Certificate. Ti porteremo dove da solo non riusciresti ad arrivare. Lo strumento finanziario che consente di realizzare una

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Variabile e Obbligazioni a Tasso Variabile Callable.

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Variabile e Obbligazioni a Tasso Variabile Callable. CONDIZIONI DEFINITIVE DELLA NOTA INFORMATIVA relativa al programma di emissioni denominato Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Variabile e Obbligazioni a Tasso Variabile Callable. Banca

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO REGGIANO - SOCIETA COOPERATIVA

CREDITO COOPERATIVO REGGIANO - SOCIETA COOPERATIVA CREDITO COOPERATIVO REGGIANO - SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE al Prospetto di Base relativo al Programma di emissioni obbligazionarie del Credito Cooperativo Reggiano Società Cooperativa Per

Dettagli

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI STEP COUPON BANCA DI CESENA 04/02/2008 04/02/2011 STEP

Dettagli

Prospetto di Base relativo all offerta e/o quotazione dei Certificati BMPS Protection Bull, Cap Bull, Bear, Cap Bear e Certificati BMPS Butterfly.

Prospetto di Base relativo all offerta e/o quotazione dei Certificati BMPS Protection Bull, Cap Bull, Bear, Cap Bear e Certificati BMPS Butterfly. Prospetto di Base relativo all offerta e/o quotazione dei Certificati BMPS Protection Bull, Cap Bull, Bear, Cap Bear e Certificati BMPS Butterfly. I Certificati, in quanto strumenti finanziari derivati,

Dettagli

in qualità di Emittente, Offerente e Responsabile del collocamento PROSPETTO DI BASE

in qualità di Emittente, Offerente e Responsabile del collocamento PROSPETTO DI BASE Sede legale in Torino, Via Gramsci, n. 7 Capitale sociale: Euro 156.209.463,00 interamente versato Registro delle imprese di Torino e codice fiscale n. 02751170016 Appartenente al Gruppo Bancario Veneto

Dettagli

Banca della Bergamasca CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO TASSO FISSO

Banca della Bergamasca CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO TASSO FISSO Banca della Bergamasca - Credito Cooperativo - in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO TASSO FISSO BANCA DELLA BERGAMASCA

Dettagli

Cassa Raiffeisen della Valle Isarco Soc. coop.

Cassa Raiffeisen della Valle Isarco Soc. coop. Cassa Raiffeisen della Valle Isarco Soc. coop. Sede legale ed amministrativa: 39042 Bressanone, via Croce 7 Home-page: www.raiffeisen.it/eisacktal, Indirizzo e-mail: RK_Eisacktal@rolmail.net Tel. +39 0472

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO Gennaio 2003 FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO MEDIOBANCA 2003-2005 INDICIZZATO ALL ANDAMENTO DELL INDICE MIB30 (Cod. ISIN IT0003417075) L investimento nel titolo oggetto della presente offerta è caratterizzato

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE AL PROSPETTO DI BASE RELATIVO AL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE AL PROSPETTO DI BASE RELATIVO AL PROGRAMMA Sede sociale Napoli Via Filangieri, 36 Numero Iscrizione nel Registro delle Imprese di Napoli e Codice Fiscale/Partita IVA. 04504971211 Capitale sociale Euro 71.334.180,00 Iscritta all Albo delle Banche

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE Per il programma di emissione denominato

CONDIZIONI DEFINITIVE Per il programma di emissione denominato 10 - Allegato 1A Modello delle condizioni definitive Emil Banca Obbligazioni Tasso Fisso Emil Banca - Credito Cooperativo s.c. Credito Cooperativo in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. della NOTA INFORMATIVA. per il Prestito Obbligazionario denominato

CONDIZIONI DEFINITIVE. della NOTA INFORMATIVA. per il Prestito Obbligazionario denominato CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA per il Prestito Obbligazionario denominato BANCO DESIO LAZIO 23/02/2009-23/02/2012 TASSO FISSO 2,70% Codice ISIN IT0004457351 Le presenti Condizioni Definitive

Dettagli

DELLE MARCHE S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE

DELLE MARCHE S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato BANCA DELLE MARCHE S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE BANCA delle MARCHE SPA EURIBOR 3M 08/10

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLEGATO 2B - MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO GRUPPO BANCA DI CREDITO POPOLARE SOC. COOP. PER AZIONI in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL

Dettagli

Borsa Protetta Certificate su azioni italiane III serie 2007

Borsa Protetta Certificate su azioni italiane III serie 2007 Sede Legale: Via Santo Spirito, 14-20121 Milano - ITALIA - Tel. +39 02 760 601 - Fax +39 02 784 664. Direzione Generale e Sede Operativa: Via Roncaglia, 12-20146 Milano - ITALIA - Tel. +39 02 433 581 web:

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO ZERO COUPON BCC

Dettagli

INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI TASSO FISSO 3,50% 20/09/2011-20/09/2013 54ª DI MASSIMI 15.000.000,00 ISIN IT0004761448

INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI TASSO FISSO 3,50% 20/09/2011-20/09/2013 54ª DI MASSIMI 15.000.000,00 ISIN IT0004761448 CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI TASSO FISSO Banca Popolare del Lazio 3,50% 20/09/2011-20/09/2013 54ª DI MASSIMI 15.000.000,00 ISIN IT0004761448 Le presenti

Dettagli

MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE DEL PROGRAMMA DI EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI BANCA DI IMOLA A TASSO FISSO

MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE DEL PROGRAMMA DI EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI BANCA DI IMOLA A TASSO FISSO MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE DEL PROGRAMMA DI EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI BANCA DI IMOLA A TASSO FISSO Sede sociale e Direzione Generale: Imola, Via Emilia n. 196 Capitale Sociale 21.908.808,00 Euro

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE Sede Legale in Corso San Giorgio, 36 64100 Teramo Iscritta all Albo delle Banche al n. 5174 Capitale Sociale Euro 26.000.000,00 i.v. N.ro iscrizione nel Registro delle Imprese di Teramo 00075100677 CONDIZIONI

Dettagli

Ti aspetti di più dai tuoi investimenti?

Ti aspetti di più dai tuoi investimenti? INVESTMENT CERTIFICATES Ti aspetti di più dai tuoi investimenti? Bonus Cap Certificate sull indice FTSE MIB ISIN: DE000HV8A9G5 Sottostante: FTSE MIB Scadenza: 05.05.2017 Comunicazione pubblicitaria/promozionale.

Dettagli

Banca Monteriggioni Credito Cooperativo Soc. Coop.

Banca Monteriggioni Credito Cooperativo Soc. Coop. Banca Monteriggioni Credito Cooperativo Soc. Coop. in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA MONTERIGGIONI CREDITO COOPERATIVO SOC. COOP. STEP UP BANCA

Dettagli