la Biblioteca di via Senato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "la Biblioteca di via Senato"

Transcript

1 la Biblioteca di via Senato mensile, anno iv Milano n.6 giugno 2012 UTOPIA Mercier e il mito del buon selvaggio di gianluca montinaro MALAPARTE Con Bartali un amicizia a due ruote di laura mariani conti e matteo noja FONDO ANTICO Le esequie di Carlo V del Torrentino di annette popel pozzo FONDO MILANO G. Ripamonti, un cronista irascibile di beatrice porchera RARITÀ Il panettiere degli editori di valentina conti

2

3 la Biblioteca di via Senato - Milano MENSILE DI BIBLIOFILIA ANNO IV N.6/32 MILANO, GIUGNO 2012 Sommario L Utopia: prìncipi e princìpi IL MITO DEL BUON SELVAGGIO di Gianluca Montinaro BvS: il Fondo Antico UN TORRENTINO IGNOTO PER LE ESEQUIE DI CARLO V di Annette Popel Pozzo BvS: Archivio Malaparte MALAPARTE E BARTALI: AMICIZIA SU DUE RUOTE di Laura Mariani Conti e Matteo Noja IN SEDICESIMO - Le rubriche ANTEPRIMA TEATRO DI VERDURA CATALOGHI SPIGOLATURE RECENSIONI L INTERVISTA D AUTORE ASTE MOSTRE BvS: rarità per bibliofili MONALDO LEOPARDI, IL RITRATTO DI UN UTOPICO GALANTUOMO di Arianna Calò BvS: il libro ritrovato DIARIO DEL SECOLO DECIMONONO TRA CRONACA E ANEDDOTO di Paola Maria Farina BvS: rarità per bibliofili ALBERTO CASIRAGHY: IL «PANETTIERE DEGLI EDITORI» di Valentina Conti BvS: il Fondo Impresa MARCELLO DUDOVICH: L ARTE APPLICATA ALLA PUBBLICITÀ di Giacomo Corvaglia 46 BvS: il Fondo Milano GIUSEPPE RIPAMONTI: UN IRASCIBILE CRONISTA SEICENTESCO di Beatrice Porchera 69 BvS: nuove schede RECENTI ACQUISIZIONI DELLA BIBLIOTECA DI VIA SENATO

4 Consiglio di amministrazione della Fondazione Biblioteca di via Senato Marcello Dell Utri (presidente) Giuliano Adreani, Carlo Carena, Fedele Confalonieri, Maurizio Costa, Ennio Doris, Fabio Pierotti Cei, Fulvio Pravadelli, Miranda Ratti, Carlo Tognoli Segretario Generale Angelo De Tomasi Collegio dei Revisori dei conti Achille Frattini (presidente) Gianfranco Polerani, Francesco Antonio Giampaolo Fondazione Biblioteca di via Senato Elena Bellini segreteria mostre Arianna Calò sala Campanella Valentina Conti studio bibliografico Sonia Corain segreteria teatro Giacomo Corvaglia sala consultazione Margherita Dell Utri sala consultazione Paola Maria Farina studio bibliografico Claudio Ferri direttore Luciano Ghirelli servizi generali Laura Mariani Conti archivio Malaparte Matteo Noja responsabile dell archivio e del fondo moderno Donatella Oggioni responsabile teatro e ufficio stampa Annette Popel Pozzo responsabile del fondo antico Beatrice Porchera sala consultazione Gaudio Saracino servizi generali Direttore responsabile Matteo Noja Progetto grafico e impaginazione Elena Buffa Coordinamento pubblicità Margherita Savarese Fotolito e stampa Galli Thierry, Milano Referenze fotografiche Saporetti Immagini d Arte Snc, Milano L editore si dichiara disponibile a regolare eventuali diritti per immagini o testi di cui non sia stato possibile reperire la fonte Immagine in copertina: Frontespizio dell edizione L esequie di Carlo Quinto Imperadore, L. Torrentino, Firenze 1559 Organizzazione Mostra del Libro Antico e del Salone del Libro Usato Ines Lattuada Margherita Savarese Ufficio Stampa Ex Libris Comunicazione Direzione e redazione Via Senato, Milano Tel Fax Bollettino mensile della Biblioteca di via Senato Milano distribuito gratuitamente Stampato in Italia 2012 Biblioteca di via Senato Edizioni Tutti i diritti riservati Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana Reg. Trib. di Milano n. 104 del 11/03/2009

5 Canzone di giugno Stormiscono le fronde nell aria greve, e il sole ride alle prataiole ed alle biche bionde, e rende tutto d oro il campo donde arriva la canzone giuliva nell agreste lavoro. Ecco è piena la spica e la falce è nel pugno; e il buon sole di giugno rallegra la fatica. E la canzone sale dal campo del lavoro e s accompagna a un coro stridulo di cicale: e sale il canto anelo dalle bocche lontane lodando in terra il pane ed il buon Padre in cielo. Marino Moretti Il ciuchino. Poesie per i ragazzi, Torino 1953

6

7 giugno 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 5 L Utopia: prìncipi e princìpi IL MITO DEL BUON SELVAGGIO L utopia settecentesca di Mercier, fra natura e individuo GIANLUCA MONTINARO Di Louis Sebastian Mercier ( ) sono note soprattutto due opere: Tableau de Paris ( ) e l An 2440 (1770). Lavoro satirico-enciclopedico il primo, dedicato al mondo, ai modi e ai costumi della Parigi della fine del XVIII secolo (12 volumi, per oltre mille capitoli), raffinato romanzo utopico il secondo, nel quale si immagina la capitale francese nel lontano 2440, settecento anni più tardi. In mezzo, prima e dopo, una gran quantità di altri scritti: riflessioni filosofiche, commedie, pagine satiriche, articoli. Alcuni di essi, si conservano, in rare edizioni, nella Biblioteca di via Senato. L Homme sauvage (Neuchâtel, Société Typographique, 1784, con in appendice un opera giovanile, in sei atti, Les amours de Cherale) è uno di questi. Testo fra i meno noti di Mercier, ha una genesi interessante, nella quale si mescolano dati biografici ed esperienze intellettuali. Nato a Parigi, in una famiglia di estrazione borghe- A sinistra: La France et le Temps, antiporta incisa su rame del secondo volume L an deux mille quatre cent quarante ( ). Sopra: ritratto di Louis- Sébastien Mercier inciso da Benoît-Louis Henriquez su disegno di André Pujos, contenuto in L an deux mille quatre cent quarante ( ) se, Mercier apprende qualche rudimento di latino da un precettore e quindi, nel 1749, frequenta come allievo esterno il collegio delle Quatre-Nations. Negli anni successivi, anche grazie all amicizia con Crébillon figlio, entra in contatto con l effervescente ambiente teatrale parigino. Decide di intraprendere la carriera dello scrittore e inizia a produrre versi e saggi letterari. Nel frattempo, grazie all espulsione dei Gesuiti dalla Francia, gli giunge la nomina a professore di retorica presso il collegio della Madeleine a Bordeaux (1763). In Aquitania rimane però poco: il clima troppo provinciale non è congeniale a Mercier che, rinunciando all incarico, torna a Parigi. Si tuffa, con poco successo, nella scrittura: romanzi e traduzioni si susseguono senza sosta fino a che Mercier non acquista un po di notorietà grazie ad alcuni drammi (imitati in buona parte da opere di origine inglese e tedesca) che iniziano a girare per i teatri della provincia francese. Nel 1767 pubblica L Homme sauvage. L opera però passa sotto silenzio, fino alla successiva - e non casuale - ristampa del La pubblicazione anonima dei primi due volumi dei Tableau de Paris (1781) crea a Mercier numerosi problemi. Viene denunciato per diffamazione e, per evitare spiacevoli conseguenze giudiziarie, è costretto a lasciare la Francia e a rifugiarsi a

8 6 la Biblioteca di via Senato Milano giugno 2012 Frontespizio dell edizione di Louis-Sébastien Mercier, L homme sauvage, Neuchâtel, Société typographique, 1784 Neuchatel. In Svizzera rimane fino al 1785, continuando a scrivere e a pubblicare senza sosta (e a questo periodo risale proprio la seconda edizione francese de L - Homme sauvage). Rientrato nella capitale francese, partecipa attivamente (dalle pagine di numerosi giornali) al dibattito intellettuale che porterà ai sanguinosi fatti del La Rivoluzione inizia a travolgere la monarchia. La mattina del 6 ottobre una folla di parigine affamate (sobillata dai rivoluzionari più estremisti) assalta la reggia di Versailles. Solo il sacrificio di alcune guardie svizzere, barbaramente trucidate, permette a Maria Antonietta di trovare scampo negli appartamenti del re. La famiglia reale e tutta la corte sono costretti a lasciare Versailles e a installarsi a Parigi, nel vecchio palazzo delle Tuileries. Mercier assiste a tutti questi fatti, ma senza comprenderne la gravida tragicità. Anzi, proprio in quei giorni di sangue inizia a pubblicare gli «Annali patriottici», che dirige fino al L anno successivo, caduta la monarchia e imprigionato al Tempio Luigi XVI, Mercier è eletto alla Convenzione. Una volta all interno dell agone politico comprende velocemente il dramma che la Francia si stava apprestando a vivere. Prende posto fra i girondini, negli scranni dei moderati. Vota contro la condanna a morte del re, e a favore della sua detenzione. Agli appelli al sangue propugnati da Marat, Mercier risponde esprimendosi favorevolmente alla sua messa in stato di accusa. Interrompe Robespierre, che si stava paragonando a un antico romano, gridandogli: «Voi non siete Romano ma l ignoranza fatta a persona». Queste posizioni molto critiche gli valgono presto, assieme ad altri 72 deputati moderati, il carcere. Rimane in galera per oltre un anno, fino alla caduta dell Incorruttibile, scampando miracolosamente ai massacri del Terrore. Riprende quindi il suo posto in Parlamento e viene eletto nel Consiglio dei Cinquecento. Inizia una forte battaglia culturale di retroguardia. Si oppone alla tumulazione di Cartesio nel Pantheon perché, avendo teorizzato la libertà di pensiero, sarebbe stato all origine delle correnti rivoluzionarie e contro-rivoluzionarie e quindi mandante occulto del Terrore. Uguale posizione Mercier assume verso la memoria di Voltaire, che accusa di aver distrutto la morale. Di Bossuet dice che la sua Histoire universelle non è altro che un arido elenco cronologico, «senza vita né colore». Locke e Condillac sono da lui bollati come idiologi, Lavater e la sua fisiognomica bellamente ridicolizzati con la frase «conosci l uomo dai piedi» e, al sistema eliocentrico di Copernico e Newton, Mercier oppone l idea di una Terra rotonda e piatta, con il sole che orbita tutto attorno. Dalla battaglia contro i filosofi, rei di sognare l istruzione delle masse, conserva solo Jean-Jacques Rousseau del quale Mercier, fra il 1788 e il 1793, aveva curato la pubblicazione delle opere, in 37 volumi. Neppure l arte si salva in questo delirio iconoclasta. Raffaello, Correggio e Tiziano sono pittori pericolosi, rei di aver prodotto opere che hanno contribuito a minare i buoni costumi dei popoli. Terminata l esperienza politica Mercier riprende in pieno la sua attività letteraria. Nel 1800 pubblica i sei vo-

9 giugno 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 7 Frontespizio dell edizione L an deux mille quatre cent quarante. Rêve s il en fût jamais; suivi de L homme de fer, songe (Parigi, Lepetit, an X [i.e ]) lumi del Nouveau Paris, seguito del Tableau de Paris. Nel frattempo, benché ammiri il genio di Napoleone, non apprezza l instaurazione dell Impero. Più volte si scontra verbalmente con il ministro della polizia che lo ammonisce a tenere a freno la sua penna mordace. All ennesima minaccia del carcere pare che Mercier abbia ironicamente risposto: «non vivo che per vedere come finirà questa triste vicenda». E in effetti, prima di spirare, riesce ad assistere alla caduta del piccolo Corso, al rientro dei Borbone e al insediamento sul trono di Luigi XVIII, il fratello del re martire. Il mondo letterario di Mercier è tipicamente settecentesco, imbevuto di illuminismo. Mercier, scrittore borghese fin nell animo, accorda la propria preferenza alla prosa, relegando la poesia a forma letteraria oramai desueta, solo patrimonio della classe nobiliare. E con la prosa che lo scrittore raggiunge il grande pubblico, è grazie al romanzo che può comunicare idee, raccogliere e mettere in scena le istanze della borghesia, ed è grazie al mercato librario che lo scrittore può raggiungere la piena autonomia economica, svincolandosi da perniciosi rapporti di mecenatismo. Ma la libertà, legata a una penna mordace e a un carattere puntuto, si paga cara. Si sconta con il carcere, o con la fuga. Non è un caso se è proprio a Neuchatel che vede la luce la ristampa de L Homme sauvage. In Svizzera era fuggito, vent anni prima, colpito dalle angherie della società parigina, anche l amato Jean-Jacques Rousseau. In Svizzera, Mercier (probabilmente rispecchiandosi in Rousseau) trova un clima di maggiore apertura. Qui inizia a riflettere, come già prima aveva fatto Rousseau, sulla natura dell uomo. Annosa questione: portato inevitabilmente a compiere il male, o spinto naturalmente al bene? La risposta dello scrittore parigino ricalca quella del filosofo ginevrino: è il progresso, ciò che si chiama civilizzazione, a corrompere l individuo, instillandogli falsi valori e vani traguardi in nome dei quali si esercitano sopraffazione e violenza. L utopia che Mercier narra nel suo L Homme sauvage non è esente da richiami arcadici. Da quella visione, idillica e pastorale, che nel primo Settecento si era diffusa in tutte le corti europee. E al quale, in seguito, si erano aggiunti altre riflessioni, innescate dalle esplorazioni geografiche delle lontane isole dell oceano Pacifico. Di quei luoghi esotici si narrava il clima favorevole, la pace continua che regnava fra quelle popolazioni e la serenità degli uomini, che nulla desideravano perché la natura provvedeva al loro sostentamento. Il mito del buon selvaggio, ovvero dell uomo primordiale, felice perché incorrotto dal progresso, appariva all uomo settecentesco così desiderabile proprio perché lontano nello spazio, posto in una dimensione altra, al di là di un mare tanto infinito quanto quello che divideva il Continente dall isola di Utopia. Beato quell uomo che «vive sotto le leggi semplici della natura, seguendo i propri istinti e le proprie idee, ascoltando la voce del proprio cuore, perché l uomo è nato buono». 1 In una sorta di sovrapposizione di immagini, Mercier, Rousseau e il buon selvaggio di-

10 8 la Biblioteca di via Senato Milano giugno 2012

11 giugno 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 9 Nella pagina accanto: Plonge-toi dans le Torrent, antiporta incisa su rame del terzo volume L an deux mille quatre cent quarante ( ). Sopra da sinistra: Introduction de L homme sauvage (1784); tavola J ai sept cens ans contenuta in L an deux mille quatre cent quarante ( ) ventano la stessa figura, traboccante di naturale sensibilità, anelante alla sincerità, desiderosa di verità. L Homme sauvage si presenta come se fosse una storia vera. Nel proemio Mercier spiega come nel 1672 il cavaliere di Baltimore venne inviato, dalla corte inglese, in America. Era un uomo di cultura, valoroso e razionale. Nel nuovo mondo si dedicò allo studio dell uomo, cercando di scoprire se, «sotto l impero della natura, è buono oppure se porta originariamente nel suo cuore quel germe di crudeltà che a volte si sviluppa in maniera sì terribile». In America del sud si imbatté in Williams, un indio vissuto «lungamente in stato selvaggio». Lo rincontrò, anni dopo, in Irlanda, legandosi a lui con amicizia profonda e vera. Gli chiese quindi di mettere per iscritto la sua storia, dall infanzia nella tribù ai primi rapporti con i colonizzatori e quindi alla sua nuova vita europea. La vicenda, narrata da Williams in prima persona, prende l avvio dal II capitolo. Il lettore, pagina dopo pagina, scopre che è nato presso la tribù dei Chebutois, che il suo vero nome è Zidzem e che è di nobili origini. Il mondo che racconta è riconducibile a un Perù idealizzato ed edenico, stravolto dalla conquista degli Spagnoli, «assetati d oro e di sangue, con la croce in una mano e la spada nell altra». 2 La storia procede in modo

12 10 la Biblioteca di via Senato Milano giugno 2012 Da sinistra: Antoine-François Callet ( ), ritratto di Luigi XVI di Francia ( ) in abito reale, olio su tela, Reggia di Versailles, Salone di Apollo; Jean-Baptiste Gautier Dagoty ( ), ritratto di Maria-Antoinetta d Austria, moglie di Luigi XVI, olio su tela, Reggia di Versailles abbastanza prevedibile ma Mercier pone attenzione alla godibilità del testo, che mai diventa pedante né cede a tentazioni moraleggianti. La lettura scorre veloce, mettendo anzi in luce le doti e il mestiere del narratore. Ciò che più preme a Mercier è mostrare come il mondo di Williams-Zidzem cambi in peggio, venendo in contatto sempre più stretto con la civiltà europea. E come siano solo le doti personali del protagonista, forgiatosi in un mondo primordiale e genuino, a permettergli di non perdersi nell apocalisse della sua civiltà. Se nelle pagine appare un forte trasporto, quasi sentimentale, verso tutto ciò che rappresenta il selvaggio, appare anche una feroce condanna della religione cristiana e dei suoi missionari, falsi perché moralmente corrotti; colpevoli di distruggere la primordiale moralità naturale a favore di un dio repressivo e assente. Per lungo tempo l opera di Mercier venne creduta una traduzione della novella Der Wildemann dell autore tedesco Johann Gottlieb Pfeil. In realtà, benché Mercier si sia ispirato a Pfeil, L Homme sauvage è a tutti gli effetti un romanzo originale che (quasi nemesi) più volte è stato indicato da critici e traduttori come fonte diretta dell Atala (1801) di François-René de Chateaubriand. Con Chateaubriand e James Fenimore Cooper (L ultimo dei Mohicani, 1826) si chiude il ciclo settecentesco e romantico del mito del buon selvaggio. L espansione e l affermazione degli imperi coloniali porterà a una reinterpretazione di questo mito, ma in chiave prettamente politica e antimperialista. L utopia lascia spazio all utopismo, tragico e sanguinario. Bibliografia: Louis Sebastien Mercier, L - Homme sauvage, Neuchâtel, Société Typographique, vo; pp. [4], 314, [2]. NOTE 1 S. Mercier, L Homme sauvage, Neuchâtel, Société Typographique, 1784, pp Ib., p. 15.

13 giugno 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 11

14

15 giugno 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 13 BvS: il Fondo Antico UN TORRENTINO IGNOTO PER LE ESEQUIE DI CARLO V La placchetta del 1559 sfuggita ai repertori ANNETTE POPEL POZZO Al numero 272, in un catalogo giunto poco tempo fa di un asta da tenersi in Germania, trovammo annunciato il seguente titolo: Esequie di Carlo Quinto Imperadore fatte nella villa di Bruscelles. Florentiae MDLVIIII. Il volume veniva presentato in formato 4to di sole 4 carte, senza alcuna indicazione di autore o tipografo (la scheda del catalogo resta muta di ulteriori informazioni, non per nulla l edizione è dichiarata bibliograficamente non reperibile), ma presenta il titolo posto entro una cornice manieristica che riporta lo stemma dei Medici in alto e una veduta di Firen- Nella pagina accanto: frontespizio dell edizione L esequie di Carlo Quinto Imperadore fatte nella villa di Bruscelles di Bernardetto Minerbetti, stampata nel 1559 a Firenze dallo stampatore ducale Lorenzo Torrentino. A destra, dall alto: capolettera con scene di battaglia, usato dal typographus regius fiorentino; olio su tela raffigurante la Pazienza Minerbetti, dipinto da Giorgio Vasari, e ripreso da Francesco Salviati e Battista Franco ze in basso, secondo lo schema usato in numerose edizioni dal tipografo Lorenzo Torrentino in realtà Laurens Leenaertsz van den Bleeck originario di Gemert, nel Brabante settentrionale dei Paesi Bassi, invitato nel 1546 a Firenze dal duca Cosimo I de Medici. Un anno dopo, nel 1547, apriva la sua tipografia nel Garbo dietro la chiesa di S. Romolo, stampando con privilegio mediceo circa 250 edizioni, fino alla morte, avvenuta nel A sostegno dell attribuzione vi sono anche il materiale tipografico e il capolettera figurato con scene di battaglie di mm 41x41 del volume, che rimandano inequivocabilmente alle edizioni del typographus regius fiorentino. 2 La copia acquistata per il nostro Fondo Antico proviene verosimilmente da una miscellanea, come suggeriscono la semplicissima legatura moderna in cartonato e le brachette da rinforzo un dettaglio in verità per nulla insolito per una placchetta di poche carte. Particolarmente interessante è che l edizione non solo non sia citata nel Censimento nazionale delle edizione italiane del XVI secolo (EDIT 16 ICCU), ma figuri addi-

16 14 la Biblioteca di via Senato Milano giugno 2012 Sopra: illustrazione della Nave della vittoria contenuta nella Descrittione della pompa funerale fatta in Brussele alli XXIX di decembre MDLVIII per la felice, & immortal memoria di Carlo V imperatore (Milano, Moscheni, 1559) descritta anche da Minerbetti nell edizione torrentiniana. A destra: la Nave della vittoria colorata a mano e contenuta nell edizione sulla pompa funebre di Carlo V a Bruxelles (Anversa, Christophe Plantin, 1559) rittura mondialmente in una sola altra copia posseduta dalla Biblioteca Nazionale Centrale a Firenze. L edizione pare esser completamente sfuggita ai repertori, soprattutto a quelli dedicati a Lorenzo Torrentino. Non è censita né negli Annali della tipografia fiorentina di Lorenzo Torrentino di Domenico Moreni (prima edizione nel 1811 e ristampata nel 1989), né nel recente studio Annali tipografici di Lorenzo Torrentino di Gabriella Leggeri (Dottorato di Ricerca, Firenze, 2004), che pure ha avuto il notevole merito di aggiungere 17 nuove edizioni e un caso di riemissione rispetto alle opere conosciute da Moreni. La placchetta al di là della sua effettiva rarità si rivela una stampa importante uscita dai torchi del tipografo fiorentino, sia per il suo contenuto, sia per la relazione dell Autore con i Medici e con Firenze. Dietro il Servo obbligatissimo il Vescovo d Arezzo che firma il colophon di Bruscelles li xxx. di Decembre MDLVIII si nasconde infatti Bernardo, detto Bernardetto Minerbetti (cfr. DBI 74, pp ). Nato a Firenze nel 1507, Bernardo era dapprima al servizio dello zio Francesco Minerbetti, vescovo di Arezzo, che gli passava il vescovato nel Oltre al presente volume, si è a conoscenza solo di altri due suoi titoli: Le opere di Vergilio cioè la Buccolica, Georgica, et Eneida (Venezia, Onofrio Farri & fratelli, 1559), nei

17 giugno 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 15 quali volgeva in italiano in versi sciolti il nono libro dell Eneide; e una Breve et utile somma cavata d una parte de decreti del Sacrosanto oecumenico Concilio Tridentino (Firenze, Bartolomeo Sermartelli, 1565). Minerbetti era assai noto agli intellettuali dell epoca e figura anche tra i fondatori dell Accademia degli Umidi. 3 Ebbe infatti rapporti con personaggi importanti del suo tempo quali Michelangelo, del quale fu grande ammiratore, e soprattutto Giorgio Vasari. Il carteggio di Giorgio Vasari riflette una ricca corrispondenza tra i due che copre quasi un quarto di secolo, dal 1550 fino al 1573, anno precedente la scomparsa di Vasari e di Minerbetti. Già in una lettera del 4 ottobre 1551 Minerbetti si rivolgeva a Vasari per aiutarlo a coinvolgere Michelangelo nella realizzazione di un quadro raffigurante la Pazienza, che era l impresa della sua famiglia: E poiché io son privo per mia mala fortuna di non poter aver di sua mano qualche cosa, siami almeno concesso dalla bontà sua, che io possa godere in vita mia del suo infinito ingegno qualche cosa a mia fantasia, e sia questa: che e vi dica, come si debba a iudizio suo dipinger la Pazienza, la quale, come a bocca vi dissi, è la mia impresa e da me fu presa in quei tempi che essendo giovanetto, al servizio di mio zio così strano e arabico, mi bisognava, oltre a mille bassi servizii che io exercitavo, comportare infinite ingiurie. Imperò conoscendomi povero e abandonato, mi resolvei, che la Pazienza mi dovesse condurre a questo grado, el quale merciè di Jesu tengo con molto contento. 4 E più avanti in una lettera composta poco dopo precisa Aspetto con molto desiderio la Pazienza, formata dalle vostre benedette mani e ghiribizata insieme da quel grandissimo Vecchio che tutto l mondo e ammira e meritamente onora. 5 Alla fine è proprio lo stesso Vasari, consultatosi con Annibale Caro visto che Michelangelo non dimostrava alcun interesse a sviluppare un inedita iconografia per la rappresentazione della Pazienza in un disegno di bozzetto, per il quale Minerbetti lo ringraziava il 28 novembre del 1551, scrivendogli che dove ho trovata la mia Pazienza di

18

19 giugno 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 17 Nella pagina accanto: ritratto inciso raffigurante Filippo II, figlio di Carlo V, contenuto in Cremona fedelissima citta del A destra: ritratto inciso raffigurante Carlo V del Sacro Romano Impero, contenuto in Cremona fedelissima citta del 1585 vostra mano, così ben disegnata, che e si vede ben che veramente la patisce; e se io trovassi che me la pintassi così viva in una tela di tre braccia, io contenterei esso sì bene, come io ne resterei contentissimo. 6 Sempre dietro supplica del vescovo di Arezzo, Vasari realizzava alla fine il quadro a olio, oggi noto, appunto, come la Pazienza Minerbetti, conservato nella Galleria Palatina di Palazzo Pitti a Firenze, 7 descritto con precisione dal pittore sia nelle Ricordanze sia nell autobiografia del 1568: Una femmina ritta, di mezza età, ne tutta vestita, ne tutta spogliata, accio tenga fra la Ricchezza et la Povertà il mezzo, sia incatenata per il piè manco, per offender meno la parte più nobile, sendo in libertà sua il potere con le mani sciolte scatenarsi e partirsi a posta sua. Haviamo messo la catena à quel sasso; et lei cortese, con le braccia mostra segno di non voler partire, fin chel tempo non consuma con le gocciolo dell acqua la pietra, dove ella è incatenata: la quale à goccia à goccia escie dalla eclissidera, oriuolo antico, che serviva à gl oratori mentre oravano. Così ristrettasi nelle spalle, mirando fisamente quanto gli bisognava spettare che si consumi la durezza del sasso, tollera et spetta con quella speranza che amaramente soffron colore che stanno a disagio per finire il loro disegno con patientia. Il motto mi pare che stia molto bene et a proposito nel sasso: Diuturna tollerantia : Che volendo la Signoria Vostra servirsene per impresa, facci fare l eclissidera sola che buchi la pietra, s è per figura o rovescio di medaglia o altre fantasie, come la stà. 8 Minerbetti fu soprattutto anche molto vicino al sovrano toscano Cosimo I de Medici, per il quale eseguì numerose incariche diplomatiche: Nel 1550 svolse la sua prima missione, inviato a Mantova con istruzione del 13 marzo per fare le condoglianze per la morte del duca Francesco III [ ] Nel 1551 fu al servizio di don Luigi di Toledo, fratello della duchessa di Firenze Eleonora. Nel 1552 fu inviato a Napoli per congratularsi con Pedro di Toledo, suocero di Cosimo, delle sue seconde nozze con Vittoria Spinelli. 9 Nel 1557 lo sappiamo in Inghilterra e nei Paesi Bassi (dove in quel periodo risiedeva Filippo II, figlio dell imperatore Carlo V) per rappresentare i Medici come ambasciatore. 10 Quando Carlo V muore nel 1558 (avendo già affidato, fin dal 1556, al fratello Ferdinando i domini austriaci e al figlio Filippo II i Paesi Bassi, i regni di Aragona, la Sicilia, la Castiglia e le colonie americane), Minerbetti venne incaricato da Cosimo I de Medici di rappresentare il sovrano allo splendido funerale allestito da Filippo II, che si tenne a Bruxelles nel dicembre dello stesso anno per commemorare la scomparsa dell imperatore del Sacro Romano Impero. Gli ambasciatori presenti alla cerimonia spedirono vivide descrizioni dello spettacolo. Il nostro Minerbetti non si limitò a descrivere l evento per una corrispondenza diplomatica, ma rese pubblica la sua relazione nella placchetta L esequie di Carlo Quinto stampata da Torrentino. Il volume è particolarmente ricco di informazioni su

20 18 la Biblioteca di via Senato Milano giugno 2012 com era il carro funebre, come si svolse la cerimonia e quali i sovrani presenti: Et benche tutto quello ch io ho descritto di sopra havesse mosso, non meno à compassione ch à meraviglia i riguardanti, fu però poco appresso à quello che seguitò di poi, perche si vidde venir una Nave simil all antiche con la poppa ornata d intagli, di pitture, & d oro, rostrata, di ragionevole grandezza con le vele raccolte, [ ] & per tutta la Nave quadri dipinti con l Arme de Regni, & stati di S.M. Questa caminando con belliss. artificio pareva esser tirata per mare da due Mostri Marini che li andavano avanti per prua, dove si vedeva una giovane donna vestita, & abbigliata gentilmente, che con un Ancora c haveva in mano di argento pareva che tutta lieta, volesse dar fondo & pigliar Porto avanti all arbore maestro, & à piedi d una ricchiss. sede pupale ch era vota, sopra la pietra quadra ov era scritto Christus in tutte le faccie, la Fede vestita d un bianchiss. drappo con la Croce rossa in mano, & dietro à lei nella poppa, mostrando di guidar la Nave, col timone nella destra si vedeva la Carità piena d ardore [ ] A questa tanto bella, & misteriosa Nave seguitavano come poste sopra due scogli nel mezo del mare, & tirate da due Tritoni, due grandissime colonne con la Corona Imp. sopra ciascuna. 11 La descrizione minuziosa si conclude con la cerimonia in chiesa: Arrivata S.M. alla chiesa, trovò che la Nave, & le colonne erano fermate à piedi delle scale di quella, & tutti i cavalli posti per ordine alla parte destra, la chiesa era ordinata in questo modo e più avanti Il Catafalco posto fra la prima, & seconda colonna verso il clero, & poco piu basso della sedia del Re, posava sopra quattro colonne copte di velluto nero, la forma del quale fatta con molt arte, con il numero grande de i lumi ch ardevano era molto simile à una corona Imperiale [ ] sotto questo Catafalco ch io dico, coperta d un ricchissimo panno d oro arricciato con una gran croce di raso cremesi rosso, era la cassa funebre in un piano di legnami alto due gradi con panni neri per terra, & all intorno gran quantità di torcie ch ardevano, d avanti à questo Catafalco [ ] secondo che erano arrivati si viddero posti per dritto tutti gli stendardi, che tutti insieme per la loro varietà in mezo à tanti lumi facevano un veder bellissimo. 12 L elaborata relazione di Minerbetti ancora nel 1559 si trova realizzata in un edizione riccamente illustrata dal titolo: La magnifique et sumptueuse pompe funèbre faite aus obseques et funérailles du très grand et très victorieux empereur Charles cinquième célébrées en la ville de Bruxelles le 29 Jour du mois de Décembre 1558 par Philippes Roy catholique d Espaigne, son fils, a cura di Christophe Plantin di Anversa, contenente 34 incisioni fatte dai fratelli Joannes e Lucas van Doetichum su disegno di Hieronymus Cock, e con versioni latina, francese, fiamminga, italiana e spagnola. 13 Ritroviamo tra le in gran parte ripiegate tavole (da vendere en rouleau per formare un fregio continuo), raffiguranti l apparato festivo e la processione cerimoniale precisamente quella Nave della vittoria (Victoriam Navem) e quella Chappelle ar- NOTE 1 Tra le opere più rinomate di Lorenzo Torrentino vanno ricordate le edizioni princepes de Le vite de piu eccellenti architetti, pittori, et scultori italiani, da Cimabue insino a tempi nostri, descritte in lingua toscana, da Giorgio Vasari pittore aretino (1550), il Digestorum seu Pandectarum, cioè la codificazione del Diritto Romano raccolta da Giustiniano (1553), e La historia di Italia di Francesco Guicciardini (1561). 2 Descrizione fisica dell edizione: [Bernardo Minerbetti, ], L esequie di Carlo Quinto Imperadore fatte nella villa di Bruscelles. Florentiae, [Lorenzo Torrentino], 1559; in formato 4to di [4] carte; segnatura: A4; impronta: lili leco arhe ogo (C) 1559 (R); titolo entro cornice manieristica figurata. 3 Antonfrancesco Grazzini, detto il Lasca, gli dedica per esempio la commedia La gelosia. 4 Il carteggio di Giorgio Vasari, lettera del 4 ottobre 1551 di Bernardetto Minerbi in Firenze a Giorgio Vasari in Arezzo (http://www.memofonte.it/autori/carteggio-vasariano html; controllato ). 5 Il carteggio di Giorgio Vasari, lettera del 31 ottobre 1551 di Bernardetto Minerbi in Firenze a Giorgio Vasari in Roma (http://www.memofonte.it/autori/carteggio-vasariano html; controllato ). 6 Il carteggio di Giorgio Vasari, lettera del 28 novembre 1551 di Bernardetto Minerbi in Firenze a Giorgio Vasari in Roma (http://www.memofonte.it/autori/carteggio-vasariano html; controllato ). 7 L opera ebbe grande successo: non soltanto fu ripresa da Francesco Salviati e Battista Franco, ma la soluzione iconografi-

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma)

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Un amore che desidera (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Lei: A che cosa stai pensando? Io: Lei: Oh, dico a te Io: Eh? Lei: A che cosa stai pensando? Io: Mmmh a niente Lei: Ah a niente Io: Sì, a niente

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW La filosofia del viaggio nel tempo di ROBERTA SPARROW Traduzione a cura di Paolo Xabaras Montalto In lingua originale lo trovate sul sito ufficiale del film: http://www.donniedarko.com o presso il sito:

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli