Il!Futuro!della!Società!dei!Consumi! a!cura!di!domenico!secondulfo!!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il!Futuro!della!Società!dei!Consumi! a!cura!di!domenico!secondulfo!!"

Transcript

1

2 ! Il!Futuro!della!Società!dei!Consumi!!!!!!! a!cura!di!domenico!secondulfo!!! DomenicoSecondulfo,GeorgeRitzer,VanniCodeluppi,MargitKeller, FrancescaForno,RobertaPaltrinieri,StefanoSpillare,ArielaMortara, SophieDubuissonAQuellier,DeboraViviani,LorenzoMigliorati, PiergiorgioDegliesposti,FrancescaSetiffieJunjiTsuchiya.!!! 1

3 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo Editoriale DomenicoSecondulfo Èquestoilprimonumerodella newsletterdellasezioneaisdi processiculturaliabbiamodecisodi darespazioaitemideiconsumi,molto spessosottovalutatidall'occhiodel sociologo Lasocietàdeiconsumi,delbenessere edell'uguaglianzaèormaialtramonto, almenoineuropa? È#questo#il#primo#numero#della#newsletter#della#sezione#di# processi#culturali#della#associazione#italiana#dei#sociologi,# abbiamo#deciso#di#dare#spazio#ai#temi#dei#consumi,#molto# spesso#sottovalutati#dall'occhio#del#sociologo.## Il#quesito#cui#abbiamo#cercato#di#rispondere#è#quello#sul# futuro#della#società#dei#consumi,#in#futuro#che,#soprattutto# nel# vecchio# Occidente,# appare# abbastanza# oscuro# e# preoccupante,#stante#la#trasformazione#economica#che#in# questi#ultimi#anni#ha#completamente#modificato#il#profilo# sociobeconomico#ed#anche#politico#dei#paesi#occidentali#ed# in#particolare#della#vecchia#europa.## # Sembra# proprio# che# quella# rivoluzione# epocale# avvenuta# alla# fine# della# seconda# guerra# mondiale# che# ha# trasformato# le# società# europee,# appena# uscite# da# una# cultura# essenzialmente# contadinabpaleo# industriale,# basata# su# concetti# quali# risparmio,# la# morigeratezza,# il# sacrificio:# la# società# della# parsimonia# in# società# dei# consumi.#un#cambiamento#che#sviluppatosi#di#pari#passo# con#l'espansione#delle#democrazie#nazionali,#ha#prodotto# quel#complesso#storicobsociale#di#cui#tutti#noi#che#abbiamo# vissuto#sino#che#va#sotto#il#nome#di#"società#dei#consumi".# # Non# a# caso# l'ondata# di# benessere# e# di# libertà# che# ha# attraversato#l'europa#dagli#anni#50#agli#anni#80#è#ancora# il# luogo# dell'immaginario# preferito# dalle# varie# nostalgie# del# passato# che# attraversano,# in# questi# ultimi# anni,# l'orizzonte#della#moda#e#della#pubblicità.#non#ho#parlato# di# nostalgia# a# caso,# ormai# quel# mondo# è# perduto,# la# trasformazione# economica# che# c'ha# colpito# in# questi# ultimi# decenni# ha# pesantemente# modificato# sia# l'azione# economica,# sia# quella# sociale,# sia# gli# assetti# politico# culturali#in#particolare#proprio#dell'europa,#rendendo#più# che#sensato#il#quesito#di#quale#sarà#il#futuro#della#società# che#abbiamo#vissuto#sino#ad#ora.## # Il# primo# effetto# eclatante# di# questa# trasformazione# è# la# fine# dell'epoca# di# egualitarismo# e# welfare# state# che# ha# accompagnato# la# fase# espansiva# dei# consumi# e# della# libertà# di# cui# parlavamo# poc'anzi,# la# stratificazione# sociale# torna# ad# irrigidirsi# ed# il# capitalismo# neoliberale,# sciolto# dai# lacci# del# welfare# stata,# torna# a# fare# il# suo# lavoro#che#quello#di#concentrare#la#ricchezza#nelle#mani#di# pochi#e#impoverire#tutti#gli#altri.## Infatti,# nonostante# la# crisi# il# numero# dei# miliardari# continua# lentamente# a# crescere# anche# in# Europa,# così# come# cresce# velocemente# la# quantità# di# ricchezza# concentrata# nelle# mani# di# pochi,# ed# in# parallelo# cresce# velocemente# di# numero# delle# persone# che# si# sono# impoverite# e# che# vivono# in# forte# difficoltà,# nonché# delle# 2

4 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo persone#con#lavori#precari#che,#addirittura,#danno#redditi# inferiore#alla#soglia#di#povertà,#il#fenomeno#dei#"working# poors"#che#da#noi#era#completamente#sconosciuto.#credo# che#sia#questo#uno#dei#cambiamenti#più#forti#ed#ho#cercato# di# caratterizzarlo,# con# una# punta# d'ironia,# nelle# mie# immagini#che#aprono#e#chiudono#questa#newsletter.## Il# passaggio# negativo# di# gran# parte# dei# consumatori# europei#da#uno#status#di#elevati#acquisti#e#consumi#ad#uno# status# di# restrizione# di# questa# abitudine# ha# favorito# la# nascita# con# una# serie# di# movimenti# di# consumo# responsabile#e#critico,#che,#unendosi#con#gli#orientamenti# culturali# legati# all'ecologia# hanno# generato# un# flusso# culturale#che#ha#tradotto#la#necessità#di#restrizione#degli# acquisti# e# dei# consumi# in# un'azione# positiva# di# salvaguardia#della#propria#salute,#della#propria#libertà#di# consumatore,#e#del#futuro#del#nostro#pianeta.## # Uno# dei# pochi# cambiamenti# positivi# che# possiamo# imputare# alla# trasformazione# che# stiamo# vivendo.# Si# tratta#comunque#di#orientamenti#che#riguardano#ancora# fascia# abbastanza# ridotte# della# grande# platea# dei# consumatori# o# degli# ex# consumatori,# la# gran# parte# di# questi#sta#riorganizzando#le#proprie#strategie#di#acquisto# vedi#i#dati#dell'osservatorio#sui#consumi#dal#verona)#per# riuscire#a#salvare#alcune#abitudini#di#consumo#considerate# irrinunciabili,#come#quelle#legate#al#corpo#o#collegate#alle# nuove#tecnologie,#un'altra#parte,#che#possiamo#stimare#in# poco# più# del# 30%,# ha# dovuto# ridurre# violentemente# i# propri# stili# di# acquisto# di# consumo,# che# si# trova# a# fare# i# conti#con#forme#di#povertà#relativa,#ed#una#piccola#parte# può#serenamente#infischiarsene#della#crisi.## # Possiamo# immaginare# quindi# un# futuro# in# cui# si# continueranno# ad# estendere,# sia# pure# più# lentamente# in# Europa,# i# beni# di# lusso,# in# cui# scompariranno# tutti# quei# beni#che#avevano#accompagnato#la#crescita#del#benessere# nel# ceto# medio,# ed# in# cui# la# necessità# di# mantenere# uno# stile#di#vita#simile#a#quello#precedente#favorirà#la#nascita# di#beni#di#largo#consumo#di#qualità#decisamente#inferiore# a#quelli#precedenti.#questo#accanto#alla#ripresa#di#alcuni# comportamenti# di# autoconsumo# come# l'allargarsi# della# preparazione#domestica#di#cibi#e#magari#anche#di#oggetti# come# l'abbigliamento,# il# ricorso# alla# riparazione# degli# oggetti# che# smettono# di# funzionare,# con# conseguente# sviluppo# del# mercato# dell'usato# e# attriti# con# i# produttori# che# hanno# sempre# cercato# di# impedire# al# consumatore# finale#di#prolungare#la#vita#gli#oggetti#che#acquistava.## La# crescente# stratificazione# sociale# provocherà# nuovamente# non# soltanto# differenziarsi# delle# sfere# di# oggetti# e# di# servizi# disponibili# per# i# vari# ceti# sociali,# ma# anche# il# segregarsi# dei# luoghi# e# dei# comportamenti# di# consumo#e#di#utilizzo#di#questi#beni#e#servizi,#stante#il#fatto# che# in# una# società# che# si# impoverisce# la# esibizione# della# distinzione#di#status#può#essere#controproducente.#questo# aiutato# anche# dall'attenuarsi# delle# ideologie# egualitarie# che#avevano#sostenuto#la#fase#espansiva#della#società#dei# consumi.## 3

5 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo Nuovesfideperlasociologiadei consumi GeorgeRitzer Apparesemprepiùevidenteun allargamentodellaforbicetraupper classemiddleclasschegenerauna evidentecontrazionedeiconsumi. Inunmondodiprosumerciòche avvieneèunatrasformazione concettuale,incuiiconsumatorisi sentonoprosumerappunto,nonpiù soggettipassivi,maproduttori abilitati. Lo scenario economico globale appare in trasformazione, a mio avviso dal punto di vista delle ripercussionisullasocietàdeiconsumiappaionotregli aspetti che potranno avere conseguenze, sia sul breve chesullungoperiodo:ilcalodelleprezzodelpetrolio,il calo dei prezzi delle materie prime e la frenata dell economiacinese. Questifenomenituttiabbastanzarecenti,portanoverso una fase economica di deflazione e conseguente depressionedell economia. Ovviamente le concasue di questi tre eventi sono da valutaresupiùdimensioni,partendodaquellepolitiche, economicheesociali. Sta di fatto l economia a livello globale è basata sulla centralitàdeiconsumi,adesempioneglistatiunitila dinamicità economica è sostenuta al 75% dall andamentodeiconsumi. Ciò che però è importante sottolineare in questa descrizione è che sta progressivamente cambiando la composizionedeltessutosociale,particolarmentenegli Stati Uniti, possiamo ipotizzare anche nell occidente in generale, la classe media, da sempre il motore ed il maggior contributore del boom dei consumi si sta assottigliando sempre più, perdendo progressivamente poterediacquistoedevidenziandocomesiasemprepiù evidenteunallargamentodellaforbicetraupper#classe middle# class che genera una evidente contrazione dei consumi. La polarizzazione sociale in atto è indubbiamente un fenomeno interessate e complesso da prendere in considerazionenellesuepiùsvariatesfaccettature,non si tratta infatti soltanto di riduzione del potere d acquisto della classe media, con ovvie ricadute su i consumi, ma anche e soprattutto della delusione delle aspettative di una classe, che comincia ad essere frustrataperviadelfattocheletradizionaliaspettative legateallamobilitàedallascalatasocialelesianoinun qualche modo negate. Le conseguenze della polarizzazione sono ovviamente anche politiche, la delusione della classe media genera infatti spesso occasionidiconflittoedintolleranza.sequantoappena descritto può essere considerato principalmente un fenomeno di stampo statunitense lo si può sostenere anche su scala globale, nel senso che anche le classi mediedialtripaesi,prevaletemeneoccidentali,stanno vivendolastessarestrizionedelpoterediacquistoedi opportunità, con ovvie ricadute su i comportamenti di consumoelesceltepolitiche. Ancheseamioavvisoèprematuroparlarediunaclasse media globale, in quanto non esiste ancora una 4

6 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo coscienza di classe globale, è però evidente che si sita creando, anche grazie alla società dei consumi, un immaginariosocialecomunenelleclassimedieglobali, immaginario, che porta ad una percezione simile della realtà. Ora che la classe media, indebolita dal punto di vista economicoedaquellodelleaspettativesociali,nonpuò contribuirecomeprimaall aumentodeiconsumi,inun panorama in cui i ricchi sono sempre più ricchi ed i poverisemprepiùpoveri,lecosecambianoinmaniera complicata, ma non necessariamente negativa secondo alcuni, si pensi infatti che proprio sulla spinta del consumo di massa si è manifestato il fenomeno dell hyperconsumo. In questo contesto la questione ecologica, legata alle quantità di inquinamento atmosferico e di rifiuti che il modellohyperconsumistainnescaentrainconflittocon icosìdetticonsumisostenibili. Va detto che anche se è evidente l insostenibilità del modello di sviluppo contemporaneo, fin tanto che il cambiamento ed il processo di adattamento saranno graduali, così come è graduale il processo di polarizzazione tra le classi sociali, non si riuscirà ad avereuncambiamentostrutturalesignificativo,masolo livelli di adattamento funzionali al sistema dominante. Dal mio punto di vista, ed io sono un pessimista di stampoweberiano,fintantocheprocederemoperlivelli progressivi di adattamento non sarà possibile un cambiamento strutturale significativo, soltanto un brusco cambiamento potrà portare all attuazione di un cambio di paradigma. La classe media si sta progressivamente adattando ed aggiustando alle conseguenzedelsuoindebolimentoestagradualmente cambiando alcuni stili di consumo, ma questo progressivo adattamento, non frutto di un trauma ha sololafunzionediritardareilverocambiamento. La società dei consumi è troppo seduttiva e finemente articolata per non essere appetibile. Le persone sono costantemente bombardate da una miriade di stimoli commerciali e da fini e sottili campagne e strategie di marketingasostegnodellaspintaalconsumo,pertanto finoachelecorporationglobalitroverannoprofittevole un sistema basato sulla spinta al consumo e continueranno a sostenerlo non sarà possibile un cambiodiprospettivadapartedelconsumatore,seppur consapevole dell insostenibilità del modello in questione. In questo senso il cambiamento a mio avviso non è possibile se non traumatico, possibile solo: quando l ultimo albero sarà stato abbattuto, l ultimo fiume avvelenato,l ultimopescepescato inaltreparolesenza andareasbatterecontrounqualchetipodimuro. Tutto il potere è ancora dalla parte di quelle forze che spingonoinfavoredelconsumodinaturaconsumistica ed i consumatori sono spesso disorganizzati e in gran parte inconsapevoli delle conseguenze e del potenziale delloroagire. Prendiamoadesempiounaquestionefondamentaledel nostropresente,ibigdata,granpartedeiconsumatori nonsaononsiinteressadidovevadanoafinireecome vengano utilizzate le informazioni che liberamente fornisceinrete. I Big Data oggi rappresentano per volume, velocità e varietà la mole di informazioni che quotidianamente persone, e progressivamente oggetti lasciano in rete all internodisvariateformediarchivi,erappresentano la forma di valore per eccellenza dell economia contemporanea, spesso autoprodotta inconsapevolmente dagli utenti. Così come la grande maggioranzadegliutentidiinternetnonèconsapevole di stare alimentando un immenso archivio globale attraverso la libera cessione di informazioni personali, gran parte dei consumatori continua ad ignorare le conseguenze etiche, ambientali e politiche di determinate sue scelte e di come queste stesse spesso incrementino il processo di polarizzazione precedentementecitato. Qui amio avviso bisogna comprendere come nei processi di analisi sia necessario, per lo menoalivello teoretico, uno switch che porti a considerare la dicotomia produzione/consumo secondo una nuova prospettiva, quella del prosumer. Ovviamente produzioneeconsumosonocertamentedueprocessidi fondamentale importanza e meritevoli di costante attenzionema,focalizzandosiesclusivamentesull unoo sull altro,sitendeaperderedivistailfattocheentrambi possano essere meglio considerati nell ottica del prosumerismo. In altre parole, molta attività strettamente collegata con il concetto di produzione avviene nel processo di consumo; non può esserci consumo senza qualche forma di produzione del significato. Allo stesso modo, molto del consumoèassociato al processodiproduzione,inparticolarediquellechesono le materie prime ed il tempo di lavoro necessari per produrre un automobile, oltre che dei significati dei lavoricoinvolti.inquestosenso,ilprosumerismoviene qui considerato come il processo generico che comprende produzioneeconsumo, convinti che questi due concetti dovrebbero essere considerati come sottotipiestremidiciòcheconsideriamoprosumerismo, identificabile non come l antitesi dei concetti di produzioneeconsumomacomeuncontinuumchevede 5

7 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo agliestremiproduzioneeconsumomamaiintesicome concettipurimasemprecomeformepiùomenomiste edibridetraglistessi. In un mondo di prosumer ciò che avviene èuna trasformazione concettuale, in cui iconsumatori si sentonoprosumerappunto,nonpiùsoggettipassivi,ma produttori abilitati, altri usano il termine empowered, soggettidotatidiunaloroagency,inquestosensocapaci di poter agire contro il sistema o in maniera indipendentedalsistema. Ancoraperò,dalmiopuntodivista,ilsistemaècosì seduttivoecosìsofisticatochelepersonepercepiscono l essere prosumer soltanto a livello individuale, ricercando un vantaggio soggettivo più che collettivoe sono solo minimamente abilitati. Se si guarda al prosumercomeunapossibilitàabilitantenonsipuònon trascurare il fatto che il capitalismo, attraverso la sua infinita adattabilità abbia immediatamente compresoe si sia impossessato delle possibilità di profitto che i prosumer possono generare, attraverso la creazione di nuove forme strutturali capaci di carpire il valore prodotto dai prosumer, sostanzialmente ottenendo valore da lavoro non retribuito. Dal punto di vista capitalista, la bassa retribuzione èsicuramente un vantaggio,mal assenzatotalediretribuzioneloèancora di più, al punto che quanto ipotizzato possa essere sintetizzato con l ipotesi della nascita di una nuova forma di capitalismo, definibile come il capitalismo dei prosumerche,oltreasfruttareilavoratorimercificatia bassoreddito,accentua,nelladinamicadiproduzione,lo sfruttamento dei prosumer, in gran parte non mercificati, che per lamassima parte non vengono retribuiti per il lavoro che svolgono manifestandosi ancora una volta con la polarizzazione tra le classi socialidicuiabbiamoparlatoall inizio. Conversazione# Skype #tra#george#ritzer## e#piergiorgio#degli#esposti Lapubblicitàdelfuturo VanniCodeluppi Inapparenza,lapubblicitàsitroveràa vivereinmanieracrescenteinuna condizionedidebolezza,perché cercheràsempremenodipersuadere direttamenteiconsumatori all acquistodiunprodotto. Inrealtà,utilizzeràdellemodalitàdi persuasioneche,quando funzioneranno,potrannodisicuro esseremaggiormentecoinvolgentied efficacirispettoalpassato. 6

8 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo NelnostroPaese,oggilacomunicazionepubblicitariasi presenta in forme piuttosto tradizionali, con spot televisivi che a volte diventano anche molto popolari perché semplici, divertenti e programmati con elevata frequenza, ma che generalmente sono dotati di un modestolivelloqualitativoediunalimitataefficaciadi marketing. È probabile però che la rivoluzione digitale attualmente in corso, e soprattutto il ruolo fondamentalecheilwebstasemprepiùassumendosul pianosocialeintuttol Occidente,comportinoinfuturo unatrasformazioneradicalediquestasituazione.sipuò pertantocercarediipotizzareleformechelapubblicità assumeràaseguitodiquestocambiamento. Primadituttooccorreconsiderarecheèprobabileche infuturoiconsumatoritendanosemprepiùafruiredei programmi televisivi secondo tempi differiti e personalizzati, il che consentirà spesso loro di riuscire ad evitare i messaggi pubblicitari trasmessi dalle aziende.ilprocessodiframmentazionedelleaudiences tenderà però a riguardare non soltanto la televisione, ma l intero mondo dei media. Internet, smartphone, tablet, computer portatili, televisioni via satellite e digitalirenderannocioèpiùdifficoltosoperlapubblicità riuscire a raggiungere contemporaneamente ampie quantità di persone. Ne deriverà che le aziende e le agenzie pubblicitarie dovranno cercare di operare in maniera crescente secondo un ottica integrata, vale a dire che per tentare d incrementare la forza dei loro messaggi dovranno provare a declinarli su un elevato numero di strumenti di comunicazione, cercando però nel contempo di non fargli perdere nulla sul piano sia della compattezza espressiva che dell efficacia comunicativa. La pubblicità dovrà inoltre imparare anche a farsi da parte quando è necessario. Dovrà cioè sfruttare al meglio quelle elevate possibilità d interazione che vengono offerte da parte del Web e di tutti i mezzi di comunicazionepiùavanzatialloscopodicoinvolgerein profondità il consumatore. Ovvero per chiedere a quest ultimo di produrre autonomamente dei messaggi pubblicitariedeidiscorsichesianofavorevoliaipropri prodotti.inapparenza,dunque,lapubblicitàsitroveràa vivere in maniera crescente in una condizione di debolezza,perchécercheràsempremenodipersuadere direttamenteiconsumatoriall acquistodiunprodotto. In realtà, utilizzerà delle modalità di persuasione che, quando funzioneranno, potranno di sicuro essere maggiormente coinvolgenti ed efficaci rispetto al passato. La pubblicità dovrà però fare i conti anche con il fatto che, proprio in conseguenza di ciò, le future società occidentali saranno caratterizzate da una notevole crescita dei messaggi in circolazione e da una conseguente saturazione dei principali canali di comunicazione disponibili. Dovrà cioè imparare a mescolarsiconilflussodimessagginelqualesitroverà ad essere inserita senza perdere nulla sul piano dell impattochehal obbligodigenerare.ecercheràdi farlo, ad esempio, grazie allo sviluppo delle sue caratteristiche più immediate e dirette: immagini particolarmenteintense,velocieconcontinuicambidi scena oppure suoni decisamente intensi o addirittura fastidiosi, ma comunque in grado di farsi notare. Va considerato pertanto che in pubblicità sia il linguaggio televisivo che quello dei media digitali tenderanno a renderemenoefficaceillinguaggioverbale,acausadella sua rigidità e soprattutto della sua lentezza comunicativa, mentre riusciranno probabilmente ad incentivareilruolopromozionaleesercitatodatuttociò cheègraficoevisivo. 7

9 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo Ilfuturodellasocietàdeiconsumi MargitKeller University#of#Tartu,#Estonia# Institute#of#Social#Studies,# Consumersstrivetowardsdignityand competence.theyareingeniousand smartallovertheworldinadapting, copingandmakingdo. Itdoesnotonlyenlargeconsumer choice,freedomandenchantmentby theseeminglyinfinitechoice,butalso shouldincreaseresponsibilityand empowerment. D.S.# The# recent# crisis# and# the# sociobeconomic# changes# in# Europe# were# discussed# in# the# last# conference# Social# Relations# in# Turbulent# Times# ESA,# Ginevra,# 2011)# and# will#be#also#at#the#center#of#the#international#debate#in#the# next#one#differences,#inequalities#and#social#imagination# ESA,#Praga,#2015).#Taking#into#account#the#sociology#of# consumption# perspective# and# your# experience# as# Coordinator# of# the# RN5,# what# do# you# think# will# be# the# main#research#pathways#in#the#next#years?# M.K. From the ESA sociology of consumption point of view thecrisistopichasnotfeaturedveryprominentlyuntil veryrecently.onlynoweconomiccrisisseemstohave entered into the European consumption sociologists research as a legitimate and relatively widely pursued agenda, especially by our members in Italy, Spain and Portugal.Duringtheyears theperiodwhen the crisis was most severe for example in the Baltic countries) there was extensive general discussion, but notthatmuchresearchtobesharedonourconferences. Now, several years later, when the crisis - in its many faces-hasnotdissipatedanddisappeared,butpersists andmutatesinmanyeuropeancountries,instead,there seems to be a sound body of consumer research on crisis emerging. This year, at the ESA biannual conferenceinprague,weplantohavetwojointsessions with the Research Network of Economic Sociology on the manifold experiences of crisis in Europe. We have received a number of intriguing abstracts, how crisis altersconsumptionpatternsandredefinesconceptslike workandstability. As to future research pathways, I am sure that the sustainabilitytopicwillremainprominent.accordingto the European Environmental Indicator Report 2014 householdconsumptionhasrisenbyaquarterbetween inspiteofthedownturn),thegreatestitems of expenditure are housing e.g. energy), food and mobility, which also cause the biggest environmental impacts. Since transition to sustainable consumption is an unsolved puzzle - neither technological innovations nor behaviour change initiatives have succeeded in inducing consumers to consume less or in greener manners - it continues to feed the interest of sociologists.sociologyoffoodconsumptionhasbeenon theriseandshowsnosignofwaning.newthemesare food insecurity and food poverty they resonate well with the crisis topic). Also, studies of energy consumption and mobility are gaining more attention 8

10 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo and funding. Various social innovations and new, alternative formsofconsumption sharing,time-banks, etc) are on the increase, so are they in research. It appers that time is ripe also for more research on financializationandconsumers'relationswithdebtand credit. The boom of studies on youth consumption is becomingcomplementedwithanalysesontheelderlyas consumers. The sharpest issue on which us, consumption sociologists must have our say - and not only for the academic and intellectual pleasure and citations, but also for our mission to help solving pressingproblems-istoadvanceworkableknowledge onhowandunderwhatcircumstancesconsumptioncan contribute to positive social change towards not only environmental, but also social and economic sustainability. D.S.# Thinking# about# the# European# economic# crisis,# what# do# you# think# are# the# main# cultural# and# social# changes# that# will#affect#the#consumer#behavior?# M.K. Theexperiencesandtemporalitiesofcrisisaredifferent invariouspartsofeurope.inestonia,myhomecountry, we speak about recovery and the new rise. The public discourseindicatesthatwearenotincrisisanymoreat leastnot"officially").afewyearsago,whentheseverest part of economic decline hit our part of Europe, there were serious debates about frugality and thrift on the one hand, coupled with more discussion on "natural" ways of living, such as growing one's own food and hand-making things which have not completely disappeared as traditional practices in our part of the world, especially among the older generations, but deserve resurrection among the younger people) and socialcohesionandempathy,ontheotherhand.there was a hope and vibrant discussion, whether forced downshifting during crisis will encourage people to make persistent changes in their consumption styles towards more sustainable and thrifty choices and dedicate more time to other things in life, be it being together with children or singing in a choir. Developments in my region today show no signs, that therearesweepingandprofoundchangesinconsumer culture, at a cursory look it is "business as usual", althoughthegeneralmood-ifthereissuchathing-is more "sober" than it used to be in 2005, for example. However, when we look at developments on a global scale, sharing economy and prosumption have interesting manifestations. There are intriguing dynamics, however, between changing consumption styles by force, out of necessity, on the one hand, and basedonlifestylechoiceandworldview,ontheother. Since the economic hardship, that is and more talked about in Greece or Portugal than it is in Finland and Latvia,atthemoment,isnottheonlycrisis,Ithinkthe developments will be ambivalent and manifold. The ecological crisis and the puzzles caused by the aging population,aswellastheloomingsecuritythreatsdue to conflicts in Ukraine or in the Middle East, are all phenomenathataffectconsumersbothinshortandlong term. However, I do not believe in a unidimensional movement towards thrift, frugality and environmental sustainability driven by consumers' own free will. Capitalismdoesnotfunctionthatway.Ourwell-beingin late modern western societies is defined through a "decent" lifestyle, which requires many "necessities" fromcarstolaptopstosmartphones.ifchangeistobe galvanized,itwouldneedmorethanjustmarketforces and individual consumer choice who has been persuaded to live in a more healthy or environmental way. There has to be some planned intervention into social practices as well as empowerment and encouragement of consumers to reconfigure everyday life into more sustainable and resilient ways without losingqualityoflifeperhapsredefiningofthelatterit iscalledfor).howthisistobeachievedisanotherbig issue. D.S.# Reflecting#on#how#the#economic#crisis#affects#identity#and# lifestyle,# what# will# consumers# modify# in# their# buying# strategies?## # M.K. In general, consumers strive towards dignity and competence.theyareingeniousandsmartalloverthe world in adapting, coping and making do. People may downshift, buy less, make more things themselves, share, exchange, recycle and re-use. But they always want to maintain a sense of self-worth. What are also remarkableandhavetobeborninmind,arehouseholds with children. Parents and carers sacrifice in order to providefortheiroffspring,sothattheycanparticipate in children's often commercially dominated culture without "losing face" and being deprived of belonging among peers. Parents always strive for bolstering and buffering children from the impact of hardship and turbulence. D.S.# Adopting#the#sociology#of#consumption#perspective,#what# do# you# think# will# be# in# the# future# the# contribution# of# 9

11 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo sociology# of# consumption# for# the# analysis# of# social# stratification?# M.K. I think consumption, especially when understood as appropriation buying, use and disposal of goods, not just purchase), is a fundamental part of every social practice in contemporary lives. Consumption is everywhere, thus understanding social stratification without a detailed look at consumption patterns is impossible. When we started making large representativesurveysofpeople'severydaylivescalled "Me,theworld,themedia"in2002attheuniversityof Tartu, Estonia where I work, we constructed a consumerism index an aggregate indicator of many different consumption related practices and attitudes) that shows more hedonistic and self-expression oriented parts of consumption. We have continued to use that same index all through the 5 waves of the survey up until And already in 2002 regression analysis revealed that, how people positioned themselvesonthesocial"ladder",waswellexplainedby theirlevelofconsumerism.ittoalargeextentcontinues to be this way. Also, the concepts of money-rich/poor andconsumptionrich/poorareveryuseful,whenused togetherandbynomeanssynonymously. D.S.# The# consumer# experience# exists# at# the# intersection# of# online#and#offline#contexts.#people#use#the#internet#to#buy# goods#and#services,#to#read#and#share#information,#news,# etc.#in#your#opinion,#what#will#be#the#role#of#internet#in#the# coming# years# and# how# will# it# affect# consumers# and# business#behavior?# M.K. Its role is increasing. Not only in communication betweenpeopleandthings;peopleandpeople,butalso betweenthingsthemselves.sotheinternetisbecoming ubiquitous. According to Statista.com business-toconsumers e-commerce sales worldwide will double from 1 trillion USD to almost 2 trillion USD) between 2012 and E-commerce has increased choice and made huge amounts of goods globally accessible to peopleatrelativelyaffordableprices. Yet, often buyers are not fully aware of and not using theirconsumerrightsine-commerce.theactualsocial practice of e-buying, as it unfolds in consumers' lives, and what it ideally should be, in terms of consumer agencyanddignity,aredifferent.thereforethegeneral trustine-commerceisrelativelylowerthaninordinary commerce in many European countries. This entails many consumer complaints and problems. EU legislation e.g. the 14-day product return right period in all EU countries) has made considerable improvements,butitisimpossibleto"make"consumers awareofarightand"make"themuseitbyinformation campaignsonly.thechoiceandaccessibilityalsomeans a lot of fraud and scam, in the labyrinth of which consumers have to orientate. Also, as our studies have shown,e-commercehasgivenrisetoaspecificformof purchasing of "cheap and senseless things", as consumers, we have interviewed, themselves characterize it. This pattern of purchasing seems to stand somewhat separately from other types of consumption, people especially the younger age groups) buy a number of "small" things at a low price. Even if they are not delivered or are faulty, buyers do notbothertocomplainorreturntheitemsbecausethey are"toocheap".theymayalsoviewthosethingsasgifts tooneself.thisseemstobeacountertrendtothriftand sustainability.multitudesofcheapimpulsebuysatone click. It definitely deserves a thorough attention by consumptionsociologists. On the other hand, the rise of social media has made consumers and producers more interactive, consumers canvoicetheircriticismandopinionsmoreeasily.they also expect more personal and authentic approaches fromtradersandbrands.eventhoughprivacyissuesare paramount, consumers are becoming used to the idea that masses of data are gathered on them on a daily basis.the"ageofyou",asambitiouslydubbedbyoneof the world's leading branding agencies, may not be be onlyahollowbuzzword,butsomethingofarealityvery soon,atleastinthewayshowmarketersandbranders discursively construct their relationship with their targetaudiences.beinganardentbelieverintheneed to pursue and protect consumers' dignity and competence at all levels, I wish this burgeoning interaction between consumers and brands also educates and inspires consumers to speak up and defend their rights, as well as to demand the best possible treatment for themselves, for workers and employeesworldwideandforthenaturalenvironment, fromproducersandbrands.atleastasacommunication channel, the internet has made many things possible that were utopian a few decades ago. It does not only enlargeconsumerchoice,freedomandenchantmentby the seemingly infinite choice, but also should increase responsibilityandempowerment. D.S.# 10

12 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo Thinking# about# Europe# in# the# next# years,# do# you# think# smartwatchandwearableactivitymonitorindustrythat that#social#change#will#affect#the#so#called# cathedrals#of# is releasing a new gadget more often than anyone can consumption #proposed#by#george#ritzer?# keep up with) and its media coverage - both in mass mediaandsocialmedia-createaspaceofmeaningsand M.K. aspirationsthatpeopletalkabout,thatprovideastrong Mega-mallsmaybeindistressintheUS,butdefinitely basis for drawing the boundaries of the "good life". not in the Baltic states, they are mushrooming. So the Problems arise when such lifestyles are neither changes in consumption are not unidimensional in all affordable nor culturally suitable for large numbers of parts of the world. Although US brands dominate the people.thatcausesunrestanddissatisfaction. world,inanalysingconsumptionweshouldnotproceed Idobelieveinyounggenerationsandtheircapacityto onlyfromtheusexampleasifitwasauniversallyvalid redefine the normalities and understandings of wellbeing.thequestionforthefutureistore-constructthe template.probablythewiderspreadofe-commercewill render some of the "brick and mortar" shopping malls relationships between different logics of sustainability, obsolete, but they still dominate contemporary urban so that the economic sustainability which so far has andsub-urbanspaces.totheregretofmanypeople. meant a widening gap between those, who have and As discussed above, the internet has made shopping whohavenot,betweenthosewhoown,manage,market easierthanever,almostanomni-presentphenomenon: andbrandandthosewhomanufactureandbuy)canbe atmanyinternetsitesyoucannotonlybrowse,readand redefined and reconciled with the principles of see,butalsopurchase.andevenwhenwedonotshopat environmental sustainability and resilience of socially the moment,thereisstillsomeoneouttheregathering meaningfulandgreenerlifestyles.accelerationofsocial data on our tiniest movements on the web, so the andpersonaltimeinwhichinnovation,fashionandthe consumption or facilitation of consumption by changing essence of work all play their roles), that producers, marketers and vendors) process is everlasting and pervasive in the lifeworlds of citizens. The analysed more deeply by sociologists and other causes ever-increasing fatigue and burn-out, has to be internet is the new cathedral of consumption, but it is scholars, as well as combated by everyone to make more challenging to analyse, because of its multipronged, networked nature. It is not easy to pinpoint, terms of long term well-being. These endeavours at consumers' lifestyles more resilient and meaningful, in what people do, because activities and sites are delineating new normalities can accomodate very entangledineachother. differenttypesofdiversityandmultiplicity. D.S.# D.S.# In# an# increasingly# multicultural# Europe,# could# you# Your# forthcoming# book# From# Intervention# to# Social# describe# the# different# consumer# lifestyle?# Do# you# think# Change.# A# Guide# to# Reshaping# Everyday# Practices# with# that#each#culture#will#promote#its#own#identity#or#rather# Triin#Vihalemm#and#Maie#Kiisel,#Ashgate,#2015)#discusses# that#the#european#culture#will#be#represented#by#a#unique# the#strategy,#the#communication#and#the#implementation# lifestyle?# of# social# change# programmes# designed# to# address# social# problems# and# improve# quality# of# life,# paying# particular# M.K. attention# to# health,# sustainable# consumption# and# Thereissuchamultitudeofconsumerlifestylesdueto financial# literacy.# Could# you# tell# me# how# your# book# differentethnic,cultural,religious,ageetcbackgrounds. explores#the#role#of#the#community#engagement#using#the# Describingthemisbeyondmyknowledgeandcapacity.I social#practice#theory?# donotthinkthatwecaninthenearfutureseeaunified and uniquely European lifestyle. Diversity will remain M.K. andthisisverywelcome.varietyisthebasisoflearning, Socialpracticetheoryconceptualiseseveryintervention soweshouldcherishandnourishmeaningfuldifference. intoconsumerslivesnotasasilverbulletcomingfrom However,therearenotthatmuchlifestylesoreveryday outside and "fixing" the problems with ready-made consumption patterns, but discourses and media solutions, but as programmes and emerging ways of representationsofthe"goodconsumerlife",whichhave activity, that are embedded in these very same social becomeratherunifiedandmainstreamedinallcorners practices-betheyeating,mobilityorchildrearing-they of Europe and the whole globe. In this smart gadgets, seek to change. This logically entails several things for fastfashionandleisure-orientedlifestyledominate.the the interveners: firstly, going to the very mundane acceleratingpaceoftechnologyinnovationlookatthe everydaylevelintheirresearch,becomingengagedwith 11

13 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo the actors and communities, whose life they want to improve by doing, for example, participatory research andco-creationinitiatives. Ontheotherhand,socialpracticetheoryanditsrecent developments particularly in relation to behaviour change,proceedsfromthepremisethatnooneactorhas such overwhelming capacity and power, that it can affectchangeinallpracticeelementsandconfigurations of interlocking practices for example in practices of shopping and household money management and parenting) simultaneously. Even governments or internationalorganisationscannotandshouldnothave such authority. This means that coalitions of "distributed interveners" or various actors, who need notbeformalorganisationsorpolicy-makers,butcanbe local individuals, organisations, movements, groups everywhere, have to act together. Coordination within suchloosenetworksofactorscanbedaunting,different communitiesmayruninto"translation"problemswhen they do not understand each other's language both metaphorically and literally speaking. So there are no easyanswersandquickfixes. But delivering change in a linear project-based fashion by ministries and development organisations is or should be) yesterday. Community engagement is indispensable at various levels, especially because communication and social interaction more generally are the integrating dynamic, the "glue" in all social practices. By interacting people can change the world forthebetter.atthesametimewehavenoillusionthat social practice theory can be directly implemented in policyorthatthisisanewsilverbulletinitsownright. Social practice theory based intervention conceptualisation makes things more challenging, ambivalent, but also more thrilling and out of the comfortzoneforchangeagents.we,thethreeauthorsof thebook,believethatthereisnootherwaythantoalso critically reflect and revise the intervention and behaviour change practices of various policy-makers and interveners. So they can also be viewed as communitieswiththeirownlocked-inwaysoffunding, managing projects, impact evaluation etc. And if those communities seek to catalyze change in other communities' lives, they must recognize that revision andperhapsreshufflingoftheirownworkpracticesof planning,implementingandevaluatingmayinorderin thefirstplace.thiscouldbeonewayofmovingtowards tacklingatleastsomeofthe"wicked"problemstoday's consumersareenmeshedin. Consumocritico,movimentisociali esostenibilità Dal#commercio#equo#alle#comunità#resistenti# FrancescaForno Ilconsumocritico,semediatodaattori collettiviradicatinellasocietà,può innescareunmododiversodifare economiaeunmododiversodifare politica. Lapresenzadiintermediarieticiedi movimentisocialidedicatiècentrale perchélapoliticadelquotidiano, espressaconilconsumocritico,possa esseretradottainazioniconcretedi governodelterritorio. 12

14 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo di modalità innovative d azione e partecipazione in favoredellapromozionedel benecomune. Da sempre più parti viene sostenuto che i problemi Nel nostro paese, alla fine degli anni 90, questa ambientali e sociali che affliggono le società componentesocialeèstatafortementeinfluenzatadalle industrializzate non possano essere risolti se non manifestazioni che hanno seguito alla cosiddetta tramiteuncambiamentodeglistilidivitaediconsumo. Battaglia#di#SeattlelamanifestazionecontroilWTOnel Negli ultimi anni, l incapacità o non volontà) delle 1999).Èinquestoambitocheilconsumocriticoiniziaa istituzioni nel proporre soluzioni e implementare diffondersiafascesemprepiùampiedellapopolazione. politicheperrisolverequestiproblemihannostimolato E durantelemobilitazioniacavallotralafinedeglianni lo sviluppo di nuove organizzazioni di movimento che, Novantael iniziodelnuovosecolocheinfattisivienea oltre a diffondere una maggiore consapevolezza sugli generare un clima culturale diverso, nel quale le effettisocialidellepratichediconsumo,hannofavorito multinazionali, le regole del mercato e della finanza la nascita e diffusione di forme di approvvigionamento globalevengonoidentificatetralemaggioriresponsabili basatesullarelazionedirettaesolidaletraconsumatori delle ingiustizie sociali e dell aumento dei problemi eproduttori. ambientali. AnchenelnostroPaesesiassistenell ultimodecennioa L investiturapoliticadelconsumosembraaverfacilitato una rilevante crescita del numero di persone e di la relazione e la contaminazione tra gruppi e iniziative che pongono al centro dell atto di acquisto organizzazioni della società anche molto lontani per motivazioni etiche, orientate alla produzione di un riferimenti identitari. In questi anni, le organizzazioni benessere che comprenda solidarietà e sostenibilità impegnate nella diffusione dei consumi critici# si ambientale Attraverso l acquisto o il non acquisto di affermano tra gli attori centrali del cosiddetto certi prodottièpossibileinfattinonsolosegnalarealle movimento# dei# movimenti, partecipando come coorganizzatori di eventi sociali e di protesta importanti: imprese i comportamenti virtuosi e non, ma anche sostenere le forme produttive corrette che tutelano daseattle,agenova,aisocialforum,allemarceperla l ambiente e il territorio. Il consumo quotidiano viene pace. È proprio questa situazione che sembra aver cioè sempre più spesso utilizzato come strumento per facilitato la diffusione del consumo critico, in esprimereimpegnoeresponsabilitànellasferapubblica precedenzaprerogativadispecificigruppi,asettoripiù attraversoacquistichepremianoprassiproduttiveedi ampidellapopolazione. mercatocoerenticonlasostenibilitàdellosviluppoeil Attornoall'aumentodelconsumocritico,siconsolidain rispettodeidirittiumanibastipensareallacrescitadi questi anni una realtà organizzativa costituita da iniziative che vanno dal commercio equo e solidale ai molteplici attori: associazioni, cooperative, piccole e gruppi di acquisto solidali o al dato che, secondo una medie imprese attive nella commercializzazione di inchiesta di Nomisma, segna un aumento +220% dei prodotti del commercio equo e solidale, nel turismo consumibiologicinellagdonegliultimi10anni). responsabileenellafinanzaetica.rilevanteèlacrescita Negli anni recenti, in tutto l occidente, la domanda del commercio equo e solidale italiano, e questo sia in complessiva di mercato di prodotti alimentari, e di terminidivisibilitàchedifatturatodal2002al2003i servizi provenienti da imprese attente al rispetto dei fatturati del commercio equo aumentano del 43%, diritti dei lavoratori e dell ambiente ha registrato una attestandosi intorno ai cinquanta milioni di euro), e la considerevole crescita. Il cosiddetto consumo critico moltiplicazione nel numero degli operatori e delle incontra infatti oggi condizioni culturali, strutturali e agenziediviaggiospecializzatinelsettoreecoturistico organizzativechenefavorisconoladiffusione. relativamente al mercato italiano, proprio in quegli L aumentodiquestotipodiconsumisilegaall emergere anniun indaginedel2002rilevavacomequestosettore di un tipo di cittadino che la letteratura sociologica muovesse un giro d'affari stimabile attorno al 2% del definisce cittadinocritico,uncittadinocheassociaun mercatoturisticocomplessivo,conpotenzialidicrescita fortesostegnoaiprincipidemocratici,macherivelauna annua del 20%). Questi anni sono inoltre segnati sfiduciacrescenteneiconfrontidelfunzionamentodelle dall espansioneedalconsolidamentoanchedelleforme istituzioni e dei canali partecipativi tradizionali. Il dirisparmioedifinanzaeticanel1999dall esperienza cittadino critico - che si caratterizza per alcuni tratti di alcune MAG - Mutue di Autogesione - insieme a 21 socio-economici particolari, tra cui un livello di associazionidivolontariatoemigliaiadicittadini,viene istruzione più elevato della media dimostra una fondatainoltreapadovalabancapopolareetica). particolare disponibilità ad assumersi i costi sia in Si diffondono anche altri tipi di iniziative meno terminieconomicicheditempo)dellasperimentazione strutturatedelleprecedentiche,partendoanch esseda 13

15 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo una critica radicale al modello di sviluppo dominante, utilizzanoilconsumocriticoconl obiettivodiconciliare attenzioneallasolidarietà,difesadell ambienteequalità dellavitacostruitasullerelazioni.sitrattadeibilancidi Giustizia, delle Banche del Tempo, e dei Gruppi di AcquistoSolidale.LacrescitadeiGAS,cheinpochianni passanodapochedecineagliattualiquasi1000gruppi facendo riferimento a solo i gruppi censiti, perché in realtà se ne stimano quasi il doppio), sembra aver portato importanti cambiamenti non solo nella composizione,maanchenegliobiettividellacosiddetta altra#economia.inparticolare,làdoveigasriesconoa raggiungere una massa critica consistente si attivano spesso dinamiche di costituzione di reti o distretti di EconomiaSolidaleRESoDES). In generale, ciò che sta emergendo è come molti degli attoridell economiasolidale,superatalafase nascente, sistianoponendooggi laquestionedelrapportoconil territorioinmodopiùdirettocheinpassato,ponendosi il problema e riflettendo su come possono essere loro stessi propulsori di un cambiamento socio-politico e economico). Tra queste esperienze sembra prevalere l ideacheperottenereunamaggioregiustiziasocialee ambientale il modo migliore sia quello di mettere in contatto produttori e consumatori organizzati in Gruppi di Acquisto Solidale) all interno di progetti di distrettidieconomiasolidalealivellolocalechepossano costituire anche un punto di aggregazione di altri soggettidinaturaassociativainteressatiacostruireun futurosostenibileperipropriterritori. Dal consumo critico come scelta individuale seppur con obiettivi collettivi) si è quindi passati all elaborazione di progetti di economia solidale-locale basatisunuovisistemidieconomiadellerelazioniincui cisianoscambimonetarienon),capacidiri)-costruire tessutieconomiciesocialichefacilitinolacooperazione traidiversiattoricheagisconoinunostessoterritorio. All internodiquesteesperienzesicreanospessolegami traattoridiversi,permettendocosìdiricreareunsenso diappartenenzacomunitariafondatosul riconoscimentocheiproblemiglobalieiproblemilocali sonointrinsecamenteconnessitraloroesulla consapevolezzacheilfuturodellasocietànecessitadi unaassunzionediresponsabilitàchedevecoinvolgere tuttiisoggettisociali,neilororispettiviruoliecapacità diazione.iltempoèancoraprematuroperfaredelle ipotesisulcorsocheprenderàquest areadimovimento neglianniavenire.certoèchelacapacitàaggregativa chestannodimostrandogliattoridell altra#economia#è sempredipiùguardataconinteressedallapolitica istituzionaleedalmondodelleimpreselasciandociben sperare. Dalben<averealben<essere attraversoilben<mangiare. Agricoltura#biologica#e#civile#come#modello# alternativo#di#sviluppo# RobertaPaltrinieri StefanoSpillare Èsolamenteattraversolarelazione chegliindividuiriesconoapensaree costruirelasocietàinterminidi alternativepossibili Alcentrostailconcettodi bene comune elacapacitàdiavviareun nuovomodellodigestionecollettiva dellerisorsedisponibili. 14

16 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo # L'economia#dell'infelicità# La crescita del benessere dei suoi membri è, quasi per definizione, ciò di cui una società sana dovrebbe occuparsi. Per questo motivo la crescita e la distribuzione della ricchezza materiale hanno rappresentatonellamodernitàilprincipaleriferimento politico e culturale dello sviluppo. Negli ultimi trequattrocentoanni,almenodaquandoadamsmithsvelò il segreto della ricchezza delle nazioni, il tipo ideale dell homo oeconomicus e il riferimento culturale alla dimensionematerialechevièsotteso,sonodivenuteun vero e proprio quadro di riferimento per la comprensione di tutto il comportamento umano e pressochél'unicadimensioneconsideratapervalutareil benesseredellepersone. LacrescitacostantedelPil,indicatorestatisticoditutto ciòchevienecompratoevendutosulmercato,hafinito perdiventarelamisuraunicadellosviluppodiunpaese. Damoltotempo,tuttavia,sonostatesollevateevidenze in merito all'insostenibilità di un modello di sviluppo fondato esclusivamente sulla crescita costante del valoreeconomicomeadows1972). I limiti alla crescita sono tanto di natura fisica, ovvero connessi alla limitatezza e riproducibilità delle risorse naturali, quanto di natura economica e sociale, ovvero connessi a principi di equità, giustizia sociale, qualità dellavita,salutepersonaleepubblica,ecc. Dal punto di vista ambientale, infatti, il sistema industriale capitalistico ha considerato l'ecosistema alternativamentecomeunbacinodirisorsenaturalida sfruttarefattoriproduttivi)eunambitosucuiriversare le esternalità negative della produzione industriale inquinamento), mentre, dal punto di vista socioeconomico,larecentecrisieconomicahaevidenziatoin maniera inedita l'insostenibilità sociale di un modello capitalistico basato esclusivamente sulla crescita economica. Lanuovadimensioneglobaledelneoliberismohafatto riemergere quegli squilibri precedentemente addomesticati dalle socialdemocrazie all'interno dell'orizzonte politico e giuridico dello Stato-nazione, tanto che la nuova sub-politica dell'economia globalizzata pone in crisi i sistemi tradizionali di partecipazione e decisione democratica Beck 1999; 2010). Questo stato di cose sembra quindi precludere la soluzione business# as# usual, ovvero la ripresa di quel paradigma della crescita dei consumi e dell'indebitamento privato e pubblico) che ci ha portatofinquijackson2011). Non si tratta però solamente degli evidenti limiti ecosistemiciodiequitàsociale,maanchedelfattocheil perseguimento ostinato della crescita economica quale unico parametro di prosperità ha finito per avere ripercussioni negative sulla percezione della qualità della vita e sulla soddisfazione individuale: in poche parole,anchequandolecose vannobene,l'insistenza sulla crescita economica finisce per compromettere la felicitàdellepersonebartolini2010). In questo senso, il paradosso dei beni relazionali Becchetti 2005; Bruni, Porta 2004) ci introduce con chiarezza a quello che è il cuore del problema della società attuale: il peggioramento della dimensione relazionaledegliindividui. Il paradosso dei beni relazionali indica, genericamente, l'aspetto della qualità delle relazioni e nasce dall osservazione che in situazioni e contesti sociali molto diversi - in famiglia, nel lavoro, a scuola, nelle associazioni,neigruppideipari-laqualitàdeirapporti interpersonali è la componente che pesa di più nella felicità soggettivamente intesa. Ciò comporta che per comprendere la felicità delle persone non ci si può limitareaibenimaterialidaloropossedutiilreddito), al contrario occorre capire che relazione c è tra il reddito ed i beni relazionali, ovvero quei beni non materiale che scaturiscono dalla relazionalità dei soggetti,beniqualilafiducia,l onestà,lareciprocità,ecc. Donati, Solci 2001). Come scrive Putnam: «Il risultato ricorrente in mezzo secolo di ricerche sui termini in correlazione con la soddisfazione per la vita, non solo negli Stati Uniti ma nel mondo, è che il migliore predittore della felicità degli individui è l estensione e l intensitàdellerelazionisociali»2004,p.405). Da ciò si deriva che in termini economici la felicità diviene funzione del reddito individuale e dei beni relazionali.cosìl aumentodireddito,seèilrisultatodi unimpegnoprofusonellavoroascapitodellaquantitàe della qualità delle relazioni con gli amici o i famigliari, puòavere,alfine,unimpattonegativosullafelicità.daciò sidipanaunulterioreeffettoparadossale,ilveniremeno di beni relazionali liberi e gratuiti) comporta un aumento della domanda di beni privati di consumo sostitutivi), i quali non producendo lo stesso livello di felicità dei beni relazionali, finiscono, paradossalmente perdareunimpulsoallacrescitadelladomandadibeni dimercato-gliindividuipercompensarelarinunciadi unbenerelazionalepretenderanno,infatti,unaquantità sempre maggiore di beni sostitutivi - creando così una spirale perversa di distruzione dei beni relazionali a favoredeibeniprivatiesostitutivibartolini2010).la 15

17 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo rincorsa ai beni privati sostitutivi porta alla crescita delladomanda,quindiallaripresadelmodellobusiness# as#usual,ilquale,oltreadavereripercussioniintermini di soddisfazione della vita personale, tenderebbe nuovamente ad escludere quegli aspetti ambientali e relazionali senza i quali diventa impossibile pensare modellieconomicirealmentealternativiecapacididare formaadunadiversaaccezionedelbenessere. Pensare la felicità in termini relazionali, quindi, non riguardaaspettimeramentepsicologici,bensìriguarda il fatto, socialmente rilevante, che è solamente attraverso la relazione e gli aspetti qualitativi di tale relazione) che gli individui riescono a pensare e costruirelasocietàinterminidialternativepossibili. Responsabilità# Sociale# Condivisa:# un# modo# nuovo# di# intendere#e# fare #economia# Ripensare a un nuovo modello di sviluppo e ad una nuova accezione di crescita implica sicuramente ripensare alla natura del sistema economico, senza tuttavia dimenticare l importanza della dimensione culturale che ne costituisce il fondamento valoriale e della dimensione sociale che lo concretizza. Questo dibattito sul benessere, che contempla le dimensioni della relazione e della partecipazione, appare particolarmente importante per la sociologia dei consumi,laqualesiinterrogasuisignificatiespressidal sistema del consumo e veicolati dall agire dei consumatori. Esso ci consente, infatti, di ricollocare la dimensione del consumerismo# politico, ovvero del significato politico dell azione dei consumatori e delle dinamichecheessoproduce,inunpiùampiomodellodi relazionicapacidiprodurrevaloresociale. Infatti, in presenza di cultura civica ed elevata partecipazioneilconsumoresponsabiletrovaleproprie condizioni ideali, rafforzando l ipotesi teorica proposta da Putnam secondo cui esiste un nesso causale tra capitale sociale, inteso come le risorse morali della comunità,eimpegnodeicittadini. Tuttavia, come osserva Michele Micheletti 2010), questo è solo un aspetto del rapporto tra il consumo responsabileeilcapitalesociale,ilrapportocausalepuò essereinvertitoedilcapitalesocialeessereilprodotto del consumerismo socialmente responsabile 1 e delle retiedelleistituzionicheessoproduce.inaltreparole, le azioni di consumerismo politico correlano i singoli 1Introducoladefinizioneconsumerismosocialmenteresponsabile, piuttostochepolitico,perchépiùadeguataallachiaveinterpretativa dellaresponsabilitàsocialecondivisa. cittadini e gli attori in reti ed istituzioni di nuova creazione, affinché essi possano perseguire interessi personali ed interessi pubblici: «Le persone creano legami con altre persone quando scoprono che le preoccupazioni private sono condivise dagli altri» Micheletti210,p.137). Nei supermercati locali, nelle sedi delle associazioni, tramiteinternet,iconsumatoriresponsabiliproducono civic# culture# o# civicness,# frutto del capitale sociale secondariocheproducefiduciasecondariaereciprocità socialeallargata. Talicondizioni,incentivanoesostengononuovimodelli di organizzazione economica dal basso, sostenute e guidate dal consumerismo socialmente responsabile e basatesumodellidiagirerazionaleorientatoalvaloree non solo alla massimizzazione egoistica dell'utilità individuale, tali per cui risultano quasi naturalmente orientateal benecomune. L'economia dei beni comuni, infatti, riguarda tutti quei beni o servizi non rivali e non escludibili caratterizzati daunaprevalenteutilitàsocialeocomunquecollettiva, orientati soprattutto al benessere delle comunità locali Ostron1990;Zamagni2008). Unesempioèrappresentatodallacosiddetta economia civile Bruni, Zamagni 2004), termine con il quale si vuole indicare una prospettiva che tende a rivedere la pratica economica in un'ottica collaborativa piuttosto checompetitiva,laqualesiattualizzanellacostruzione diun'impresadaifortimoventiideali,attivaall'interno diretilocalichecoinvolgonounapluralitàcrescentedi attorieinterlocutoridelterritorioalfinediridisegnare le modalità con cui fornire risposte nuove ai bisogni realidellecomunitàlocali. I soggetti di questa nuova economia sono, per lo più, cooperative sociali, associazioni di promozione sociale, associazioni di volontariato, organizzazioni non governative, Onlus, ecc., ovvero tutti quei soggetti del cosiddetto terzosettore oprivatosociale,onobprofit) che offrono beni o servizi alla persona in un'ottica sociale e solidaristica tale da porsi in sinergia e in continuitàconlepolitichepubblicheeassistenzialidello Stato, in un'ottica di sussidiarietà orizzontale Bruni, Zamagni2004),einalternativaallelogichetradizionali del mercato, laddove la differenza la possono fare proprioqueiconsumatoricheconlelorosceltecritiche ed eticamente orientate, decidono di premiare e supportanoquestimodellieconomici. I modelli alternativi di economia, quali quelli rappresentati dall'economia civile, coinvolgendo una seriedisoggettisocialidifferenziati,dagliimprenditori, alle istituzioni pubbliche, ai consumatori, pongono al centro delle riflessioni il concetto di Shared# Social# 16

18 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo Responsibility, con il quale si tendeariconcettualizzare l'interdipendenza dei sistemi sociali in un'ottica, per l'appunto, collaborativa piuttosto che competitiva Davis 2011), dove la differenza è fatta dai sistemi di relazione e non solamente) da quelli di domanda e offerta. Laresponsabilitàsocialecondivisaè,infatti,ilfruttodi processi di reciproca responsabilità, intesa come responsabilità individuale di ognuno indirizzata al raggiungimento del bene comune, in base alle proprie competenze nonché ai propri limiti. La governance in tema di consumo responsabile si esprime nella creazione di veri e propri circoli virtuosi della responsabilità atti a stimolare la partecipazione degli stakeholders nella discussione per l individuazione dei problemi e delle soluzione condivise, tutelando gli interessidituttigliattorifondamentalidiunasocietà. Per questo motivo, ragionare in ottica di Responsabilità Sociale Condivisa significa porre l'attenzione a tutti quei nuovinetworkscheconfiguranosistemieconomiciaforte valenzaeticaedistamporelazionale,genericamentenoti comeretidi economiaalternativa inquantofortemente connesse con un consumerismo socialmente responsabile. Queste esperienze sono, ad esempio, le associazioni che effettuano il commercio equo e solidale fair# trade), i Gruppi di Acquisto Solidale Gas) che sostengono le produzioni locali e le attività economiche di cooperative socialiepiccoliproduttori,ifarmer s#marketchemiranoa forme di sviluppo sostenibile locale contribuendo a rivitalizzare e risemantizzare luoghi e spazi pubblici, il turismo responsabile promosso dalle ONG e associazioni diterzosettore,oppureancorailcircuitoalternativodel second# hand# e della moda etica Arnesano 2010), il risparmioresponsabilefinanzaetica). In generale, quindi, si tratta di tutti quei modelli di partecipazione,sperimentazioneeinnovazionesocialee politica di tipo relazionale e grassroots che vengono sollecitatipropriodallacrisidell'attualesistemapolitico edeconomicoglobal#contextualism). L'esempio#dell'agricoltura#civica#e#biologica# Allo stesso modo in cui si parla di economia civile, è possibile riferirsi al concetto di agricoltura civica Di Iacovo,Fonte,Galasso2014),sortaditraslazioneagricola delconcettostessodieconomiacivile.l'agricolturacivica si ha laddove è possibile identificare un insieme di imprese agricole e alimentari anche molto diversificate, mafortementeintegrateconlecomunitàeisistemiagroecologici locali in virtù della multifunzionalità dell'impresa agricola, ovvero in virtù di un modello economico che associa le funzioni produttive a quelle ambientali, sociali e di welfare, rispondendo così a domande di responsabilità etica e ambientale dei cittadini-consumatori. Al centro della proposta, anche in questo caso, sta il concetto di bene comune e la capacità di avviare un nuovo modello di gestione collettiva delle risorse disponibili comprese quelle agricole al fine di assicurare alle persone l'accesso a diritti costituzionali DiIacovo,Fonte,Galasso2014,p.10). Per questo, l agricoltura civica si lega strettamente a concetti quali democrazia alimentare, cittadinanza alimentare e cittadinanzaecologica,iquali,alorovolta, si nutrono delle pratiche di democrazia deliberativa basatesuco-produzione,sussidiarietàorizzontaleesudi una più ampia partecipazione della società civile ai processi di governance Di Iacovo, Fonte, Galasso 2014, p.17). Nel caso specifico dell'agricoltura, tale partecipazione passa attraverso la costruzione di nuove reti civiche alternative le quali, molto spesso, coincidono proprio con quegli alternative# food# networks rappresentati, per esempio, dalle Commmunity# supported# agriculture, dai Farmers'# markets, dai Gruppi di acquisto solidale Gas), ecc., ovvero da quelle realtà sociali di economia alternativa che hanno alla base un approccio etico ed ecologico all'agricoltura, il quale trova, quasi naturalmente, radicamento nella formalizzazione dei principi e delle tecniche produttive dell'agricoltura biologica 2. Apartireinfattidallasostenibilitàassicuratadaimodelli produttivi di tipo biologico, le pratiche relazionali connesse all'agricoltura civica tendono ad allargare concettualmente la definizione stessa della qualità dei prodotti,laqualesiarricchiscediulterioriaspettietici,di aspetti ambientali profondi come di aspetti sociali complessi, connessi, per esempio, con l'identità dei territori locali 3. Aspetti, questi ultimi, che spesso è possibile ricostruire solamente attraverso la viva relazionedeiconsumatoritraloroeconchiqueiprodotti licoltiva,litrasforma,lipreparaelivendesulterritorio. 2Taliprincipicondivisisonoglistessichescaturisconodallacultura del movimento per l'agricoltura biologica, ovvero, in sintesi, il principio di salute e benessere health), di ecologia, di equità fairness)edicuracare). 3 Il concetto di qualità è oggi conteso e soprattutto per quel che riguardaiprodottiagroalimentari,essosiarricchiscediunaseriedi connotazioni esogene al mero prodotto, legate, per esempio, ad aspetti geografici origine) ma anche culturali, quali il concetto di tipicità.elementifondamentali,assiemeallafiducia,all'internodei cosiddettialternative#food#networksgoodman2003). 17

19 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo Sitrattadiformecollettiveecollettivamenteorganizzate che non si limitano ad assicurare un consumo sicuro o sano per il singolo individuo attraverso il mero ricorso all'agricoltura biologica, bensì mirano a riattivare veri e propri circuiti di partecipazione e di coinvolgimento civicodellepersoneattornoalcibo,almodoconcuiviene prodotto, distribuito e consumato, alimentando al contempo anche la fiducia reciproca e la capacità delle comunitàlocalidiauto-organizzarsiinsensopraticoedi auto-definirsiinterminicognitivieculturali 4. Conclusioni# Proprio per la forte valenza etica e sociale connessa al cibo, l'agricoltura è uno dei settori economici che maggiormente mostrano un forte sviluppo delle reti di economia alternativa i cosiddetti alternative# food# networks), i quali, quasi sempre, si sviluppano a partire dai metodi di produzione biologica e dalla cultura della sostenibilitàadessaconnessa. Ilsuccessodell'agricolturabiologicaela svoltaversola qualità Goodman 2003) che caratterizza il mercato agroalimentare attuale è sostenuta, infatti, da una domanda in forte aumento rappresentata dai consumatori socialmente responsabili, i quali incentivano una produzione a elevato valore aggiunto, quindi per lo più legata alle produzioni sostenibili e alla multifunzionalità sociale dell'agricola, contribuendo, ad esempio, a nuove forme di welfare locale o di contrasto allacriminalitàorganizzata 5. A partire dal valore etico dell'agricoltura biologica e attraverso la capacità di fare rete - tra produttori, tra consumatori, ma soprattutto tra produttori e consumatori,coinvolgendoancheleistituzionipubbliche - questi nuovi modelli di agricoltura attenti all'ecosistema, multifunzionali e capaci di valorizzare territorio, comunità e identità locali, presuppongono la riconciliazione di economia e società, ovvero la ricomposizione dell'homo# economicus con l'homo# sociologicus,perarrivaredefinitivamenteall'homo#civicus Paltrinieri2012). Bibliografia# 4 That# is,# a# movement# from# the# industrial# world,# with# its# heavily# standardized# quality# conventions# and# logic# of# mass# commodity# production,# to# the# domestic# world,# where# quality# conventions# embedded# in# trust,# tradition# and# place# support# more# differentiated,# localized# and# ecological # products# and# forms# of# economic# organization Goodman2003,p.1). 5 É il caso, ad esempio, dell'agricoltura sociale e delle cooperative che operano, soprattutto nel sud dell'italia, su terreni confiscatiallamafia. ArnesanoG.2010),Seconda#mano.#Oggetti#significati#e#relazioni#nei# mercatini#di#abiti#usati,besa,lecce; Bartolini S. 2010), Manifesto# per# la# felicità.# Come# passare# dalla# società#del#benbavere#a#quella#del#benbessere,donzelli,roma; BecchettiL.2005),Felicità#sostenibile.#Economia#della#responsabilità# sociale,donzellieditore,roma; BeckU.1999),Che#cos'è#la#globalizzazione.#Rischi#e#prospettive#della# società#planetaria,carocci,roma; BeckU.2010),Potere#e#contropotere#nell'età#globale,laterza,Roma- Bari; BruniL.,PortaP.L.acuradi)2004),Felicità#ed#economia,Guerini& Associati,Milano; BruniL.,ZamagniS.2004),Economia#Civile,ilMulino,Bologna; Putnam R. 2004), Capitale# sociale# e# individualismo, il Mulino, Bolognaed.or.2000); DavisM.2011), FromIndividualismtointerdependence:abasisfor shared social responsibilities, in Towards an Europe of shared socialresponsibilitieschallengesandstrategies,intrends#in#social# Cohesion,n.23,CouncilofEuropePublishing,Strasbourg; DeBiaseL.2007),Economia#della#Felicità.#Dalla#blogosfera#al#valore# del#dono#e#oltre,feltrinelli,milano; DiIacovoF.,FonteM.,GalassoA.2014), Agricolturacivicaefiliera corta. Nuove pratiche d'impresa e relazioni tra produttori e consumatori,working#paper,gruppo2013,n.22,luglio2014; Donati P., Solci R. 2011),# I# beni# relazionali.# Che# cosa# sono# e# quali# effetti#producono,bollatiboringhieri,torino; GoodmanD.2003), Thequalityturnandalternativefoodpractices: reflections and agenda, editorial in Journal of Rural Studies, n. 19, pp.1-7; Jackson T. 2011), Prosperità# senza# crescita, Edizioni Ambiente, Milanoed.or.2009); MeadowsE.H.1972),I#limiti#dello#sviluppo,Mondadori,Milano; Micheletti M. 2010), Critical# shopping.# Consumi# individuali# e# azioni# collettive,francoangeli,milano; Ostron E. 1990), Governing# the# commons.# The# evolution# of# institutions# for# collective# action, Cambridge University Press, Cambridge; PaltrinieriR.2012),Felicità#Responsabile,FrancoAngeli,Milano; ZamagniS.2008),L'economia#del#bene#comune,CittànuovaEditrice, Roma. 18

20 NeswletterPicAis-ILFUTURODELLASOCIETÀDEICONSUMI D.#Secondulfo IlMadeinItaly ArielaMortara MadeinItalyeilpiùrecente 100% MadeinItaly sonodiventaidue marchiveriepropricontuttele caratteristichedeibrand Nonostanteledifficoltàincuiversail nostropaese,sembraquindicheil marchiomadeinitalypossa,almenoin potenza,fungeredatrainoversouna ripresaalungoaspettataanchedai consumatori. Complice anche la prossima apertura di Expo 2015, il tema del Made in Italy ha confermato la sua centralità neidiscorsipubblicieprivati. Tra i tre settori chiave - il tessile, l abbigliamento e gli accessori Fashion), l arredamento e il design Furniture)eilfoodebeverageFood)-èovviamenteil settore del food quello su cui si sono concentrati maggiormenteimedianegliultimimesi. Sul food, come sulle altre F del Made in Italy, ha una grande influsso il così detto country# of# origin# effect COE) Elliott, Cameron, 1994) che influenza le percezionideiconsumatoriedèspessoutilizzatocome unsegnalediqualità. Infatti,ilCOEèresponsabiledell influenza,piùomeno positiva, che il paese di produzione, o d origine, di un prodotto, ha sul comportamento d acquisto dei consumatori e spesso trova riscontro negli stereotipi presenti nella mente dei individui. Tali stereotipi possono essere frutto di esperienze pregresse con prodotti provenienti da un determinato paese, di conoscenzepersonaliderivantidaviaggiestudi,nonché dal sistema degli atteggiamenti individuale. Se Francia editaliasonoparticolarmenterinomateperilfashione il food, e le macchine più robuste vengono dalla Germania,èanchemeritodelCOE. IlCOElegatoalMadeinItalydefinisceoggileeccellenze, sia industriali che artigianali, legate al territorio. Made in Italy e il più recente 100% Made in Italy sono diventai due marchi veri e propri con tutte le caratteristichedeibrandgaranziadiqualità,capacitàdi ispirare fiducia, capacità di istaurare una relazione duratura con il consumatore, capacità di garantire un premiumpricealproduttore,ecc.).nelsettoredelfood in particolare, l'origine dei prodotti Made in Italy è ulteriormente tutelata dall apposizione di marchi collettivi individuatidallacomunitàeuropeaqualidoc Derivazione di origine controllata), DOCG Denominazione di Origine Controllata e Garantita) o DOPDenominazionediOrigineProtetta). Nel contesto di crisi, in cui anche l Italia si dibatte da anni, il Made in Italy è stato citato più volte come una straordinaria opportunità in grado di risollevare l economiadelpaese. Comeènoto,questiannidicrisieconomica,chehanno portato una pesante recessione in molti comparti di spesa abbassando progressivamente i livello dei consumi-nel2013sonostatipariaquelliregistratinel 1997 Daveri, 2014) -, hanno influenzato anche i consumi alimentari. In particolare, nel 2014, rispetto all anno precedente, la spesa per i pasti in casa e fuori 19

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Scegliere la sostenibilità: decisioni e decisori

Scegliere la sostenibilità: decisioni e decisori Scegliere la sostenibilità: decisioni e decisori Claudio Cecchi Lezioni di Ecoomia del Turismo Roma, 26 novembre 2012 Dall agire al governo delle azioni nella sostenibilità I soggetti che agiscono Individui

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com #TTTourism // 30 settembre 2014 - Erba Hootsuite Italia Social Media Management HootsuiteIT Diego Orzalesi Hootsuite Ambassador Programma

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

La materia di cui sono fa0 i sogni digitali. Gian Luigi Ferrari Dipar7mento di Informa7ca Universita di Pisa

La materia di cui sono fa0 i sogni digitali. Gian Luigi Ferrari Dipar7mento di Informa7ca Universita di Pisa La materia di cui sono fa0 i sogni digitali Gian Luigi Ferrari Dipar7mento di Informa7ca Universita di Pisa Presentazioni! Gian Luigi Ferrari o Informa7co! Di cosa mi occupo (ricerca) o Linguaggi di Programmazione!

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

3. LO STAGE INTERNAZIONALE

3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3.1. IL CONCETTO La formazione professionale deve essere considerata un mezzo per fornire ai giovani la conoscenza teorica e pratica richiesta per rispondere in maniera flessibile

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico CITTÀ, RETI, EFFICIENZA ENERGETICA CAGLIARI, 10 APRILE 2015 a cura di Fabrizio Fasani Direttore Generale Energ.it Indice 1. Scenari del mercato

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Uomo al centro del progetto Design per un nuovo umanesimo Man at the Centre of the Project Design for a New Humanism

Uomo al centro del progetto Design per un nuovo umanesimo Man at the Centre of the Project Design for a New Humanism Uomo al centro del progetto Design per un nuovo umanesimo Man at the Centre of the Project Design for a New Humanism A CURA DI / EDITED BY CLAUDIO GERMAK SAGGI DI / ESSAYS BY LUIGI BISTAGNINO FLAVIANO

Dettagli