Valutazione e valorizzazione del brand

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Valutazione e valorizzazione del brand"

Transcript

1 Valutazione e valorizzazione del brand Valore finanziario, forza e potenziale del marchio nel sistema moda e design INTELLECTUAL INTELLECTUAL CAPITAL CAPITAL MANAGEMENT This document integrates an oral presentation, it cannot be considered complete without the information and comments of the speaker 1

2 Contenuti Obiettivi della presentazione Chi siamo posizionamento e capacità Come ICM Advisors valuta il brand Il valore economico-finanziario del brand nel sistema moda e design L impatto della Customer Experience sul valore e la differenziazione del brand La protezione della Brand Equity nel mondo virtuale Perché valutare il marchio Allegato - ICM Advisors & ICM Research Servizi e Esperienze Le notizie e i dati utilizzati nel presente documento, provengono da informazioni fornite al pubblico dalle società citate e/o da altra documentazione di pubblico dominio. ICM Advisors LLC non risponde della completezza, precisione e imparzialità di tali dati e notizie. Il presente documento è stato redatto con la massima accuratezza e diligenza, in via autonoma e indipendente e senza la collaborazione delle società oggetto di analisi. In nessun caso ICM Advisors s.r.l. può essere ritenuta responsabile per danni derivanti dall utilizzo delle informazioni e delle opinioni riportate nello studio. Il presente documento, che ha esclusivamente finalità informative e non può essere riprodotto, ridistribuito a terzi, né pubblicato per qualsiasi finalità. I destinatari del presente documento sono vincolati ad osservare le limitazioni sopra riportate. The information reflected in this document, including without limitation, case studies, frameworks, methodologies and benchmark comparisons, is confidential and proprietary information of ICM Advisors LLC and of third parties referred as sources. Unauthorized reproduction, distribution, disclosure or dissemination is prohibited. (Copyright ICM Advisors LLC All rights reserved. This precautionarynotice against inadvertent publication is neither an acknowledgement of publication, nor waiver of confidentiality.) 2

3 Obiettivi della presentazione Comprendere il ruolo della valutazione economico-finanziaria del brand come strumento di management d impresa per pilotare efficacemente i processi di sviluppo e finanziamento Analizzare e riflettere sui risultati emersi dalle valutazioni e dalle ricerche sul valore del brand delle aziende brand & design-driven del made in Italy condotte da ICM Advisors (Il valore economico del brand nel sistema moda e design) Condividere i punti di attenzione sulla perdita del valore del brand e in particolare sul delivery della promessa del brand sul punto di contatto con il cliente e sui rischi nel mondo internet e social media (casi/ricerche ICM Advisors e TCSG a livello europeo e USA nel settore Luxury/Fashion) 3

4 ICM Advisors Chi siamo ICM Advisors è una società internazionale indipendente di business advisory e ricerca economico-finanziaria specializzata nella valutazione, valorizzazione e finanziamento del brand e degli asset immateriali Alta specializzazione Gli asset immateriali come core business Tra i quattro-cinque operatori in Europa, l unico in Italia Leader nella valutazione del brand e degli asset immateriali (oltre 180 valutazioni in Italia) delle PMI del Made in Italy Metodologie riconosciute dalla comunità business-finanziaria Primo operatore in Europa con servizi professionali integrati con servizi finanziari in collaborazione con operatori finanziari Approccio che pone la valutazione economico-finanziaria dell asset come punto centrale Ricerca e competitive intelligence rigorosa con risorse dedicate e specializzate (ICM Research) Forti investimenti in innovazione e tecnologie di servizio (Brand Intelligence System Data Base di 1000 aziende del Made in Italy, PMI Italy Data Base aziende > 2M ) IP Finance Institute primo centro di competenza in Europa sull economia e finanza della proprietà intellettuale costituito in partnership con il Politecnico di Torino e la Camera di Commercio di Torino Nordest-Intangibles Centro di Competenza per l Economia e Finanza degli Asset Immateriali con Camera di Commercio di Padova e Unioncamere Veneto e Università di Padova Ingegneria Gestionale Quattro sedi operative Ginevra, Milano, Torino (ICM Research), Padova 4

5 ICM Advisors Chi siamo (2) ICM Advisors ha un know-how importante sul valore del brand e degli immateriali delle PMI italiane Oltre 180 valutazioni aziendali, di brand e asset immateriali di PMI e mid-corporate Un numero significativo di interventi per la valorizzazione del know-how/ proprietà intellettuale Oltre 70 valutazioni di brand del sistema moda Italia Oltre 25 ricerche nazionali svolte al livello settori tipici del Made In Italy e del B2B industriale: q Territoriale (Paese, Regione, Provincia) q Settore (B2C Made In Italy e B2B industriale) q Cluster (microsettori, filiere) q Aziende eccellenti con l obiettivo di: Valutazioni ICM Advisors - distribuzione per settore 20% Abbigliamento Alimentari e bevande 2% 39% Calzature e pelletteria 5% Arredamento Gioielleria ed oreficeria Meccanica 10% Altri settori q Dimensionare il valore degli asset immateriali e del brand delle medie aziende q Identificare il valore economico del brand delle aziende eccellenti dal punto di vista economico e marketing/branding q Identificare il potenziale di finanziamento basato sul valore del brand (monetizzazione) q Identificare le strategie di successo nello sviluppo e nella valorizzazione del brand 15% 9% 5

6 Il patrimonio intangibile Come ICM Advisors valuta il brand Valore d impresa = Asset Immateriali + Asset Tangibili Rappresentano una parte rilevante del valore d impresa (40-80%) secondo le caratteristiche del settore industriale Assorbono la gran parte delle spese e degli investimenti (R&D, Marketing/Branding, Formazione) delle imprese Determinano il vantaggio competitivo e consentono di valutare lo stato di salute di un azienda Sono i fattori che maggiormente consentono di prevedere il vantaggio competitivo prospettico di un organizzazione, ovvero la sua capacità di creare valore anche domani In particolare il brand è il più tangibile degli intangibili ed ha alta rilevanza strategico-finanziaria 6

7 La valutazione del Brand- Le domande chiave 1. Quanto vale il brand? 2. Qual è la sua forza? Valutazione del del Brand Brand Domande chiave chiave 4. A cosa serve la valutazione? 3. Qual è il suo potenziale inespresso? 7

8 Come ICM Advisors valuta il brand Il brand è il più tangibile degli intangibili con alta rilevanza economica Il portafoglio marchi dell azienda ha un notevole valore sia in termini assoluti sia in proporzione alla totalità dei suoi asset intangibili. 49,7 11,2 22.5% 38,5 16,1 Caso Caso azienda azienda ABC ABC 77.5% 42% 22,4 58% Valore di mercato ABC S.p.A Asset tangibili Asset intangibili Brand Altri asset intangibili 8

9 Come ICM Advisors valuta il brand Valutazione Valutazione del del settore settore e e della della concorrenza concorrenza Valutazione Valutazione economico-finanziaria economico-finanziaria del del branded branded - - business business Valutazione Valutazione del del patrimonio patrimonio immateriale immateriale Valutazione finanziaria del brand Valutazione della forza e del potenziale del brand (BES Brand Equity Score) Valutazione economico-finanziaria finale del brand MASSIMA FORZA 5,0 PARITA COMPETITIVA MINIMA FORZA 2,5 0,0 Termini di riferimento (benchmark): Mercato (demand driver) Concorrenza Aspettative cliente/canale Aspettative azionisti/comunità finanziaria 9

10 Valutazione del brand - Brand Equity Score le domande chiave PARAMETRI Score (0-5) Attrattività del mercato Posizionamento e differenzianti Impatto sul business Immagine sul mercato dimensione tasso di crescita intensità competitiva rilevanza trend e innovazione opportunità e minacce strategia del brand posizionamento e differenzianti (prodotto; servizio, prezzo, qualità, esperienza, canale, cliente) copertura longevità profittabilità quota di mercato (totale, prodotto, canale, geografia) price premium notorietà percezione fedeltà strategia di comunicazione Score Peso Score Ponderato Il brand opera in un mercato attraente? Quali sono le opportunità? Qual è la rilevanza del brand nel mercato? Il brand sostiene la differenziazione? Mantiene la promessa ai clienti e ai canali? Il brand opera a livello nazionale, europeo o internazionale? La strategia è chiara ed applicata con coerenza? Il brand contribuisce in maniera determinante ai risultati? Sostiene il posizionamento di prezzo? spese di marketing Gestione del struttura del brand brand competenze del management protezione legale estensione nuovi segmenti di mercato Potenziale del nuove aree geografiche brand nuovi canali co-branding licensing BRAND EQUITY SCORE Il brand ha un adeguato livello di notorietà? E rilevante nel processo d acquisto? Sostiene la fedeltà dei clienti? La comunicazione è coerente con il posizionamento? Quali sono le opportunità di estensione del brand? Il brand permette di conquistare nuovi segmenti di mercato? Quali sono le opportunità di licensing-out? Il brand è gestito correttamente? gli investimenti sono in linea con il mercato? la strategia di sviluppo è condivisa dal management? 10

11 Il processo di gestione del valore del brand (BVM) e degli asset immateriali Finanziamento dello sviluppo dell asset Rating del patrimonio immateriale per aumentare il merito creditizio Operazioni straordinarie MONETIZZAZIONE (ottenere finanziamento) VALUTAZIONE E STRATEGIA DI INTERVENTO Valutazioni per: Strategie di valorizzazione Finanziamenti M&A IP Holding Value Monitoring Perizie Licensing IP Insurance VALORIZZAZIONE (aumentare il valore) Strategia e architettura di brand Strategia e progetti di internazionalizzazione Licensing Franchising Comunicazione del valore immateriale Consumer/customer experience (audit e design) Strategia e design di canali innovativi MONITORAGGIO del del valore valore dell asset dell asset Disegno di modelli di monitoraggio e controllo della performance degli investimenti marketing Monitoring e valutazione ricorrente del valore e della forza del brand Monitoraggio sistematico della concorrenza 11

12 Il mercato I numeri in gioco Nonostante l indiscussa posizione di leadership del Sistema Moda* italiano a livello mondiale, il biennio ha registrato numeri negativi in tutti i comparti Industria Tessile Moda italiana Fonte: CNMI 2009 provvisorio Fatturato (mln ) Var% 2,5% -4,0% -15% Export Var% 1,90% -4,0% -18,7% Import Var% 2,00% -3,5% -11% Saldo con l'estero : previsioni positive confermate da un primo semestre in crescita Industria Tessile Moda italiana 2010 Primo semestre 2010: Fatturato (mln ) Var% 6,5% Export Var% 9% Import Var% 7% Saldo con l'estero Le aziende registrano una crescita significativa: ex. Prada (+24%), Marcolin (+15,6%) e Bulgari (11,8%). Positivo anche l Ebitda percentuale sul fatturato: ex. Gucci con il 31,5%, Tod's con il 24% e Luxottica con il 19,4% *Sistema Moda inteso come tessile, abbigliamento, pelle, pelletteria e calzature Fonte: CNMI 2010 previsioni 12

13 Principali tendenze Alla luce del nuovo contesto economico-sociale, la Moda mostra una veste diversa: democratica, veloce, ecosostenibile, etica e sempre più innovativa. MODA DEMOCRATICA Co-branding Strategy Lancio di Capsule Collections Ex. Co-branding tra Gap e Valentino, H&M e Lanvin, Adidas e Yohji Yamamoto. Principali tendenze MODA ECO-SOSTENIBILE ed ETICA Eco-Friendly & Ethical Brand Strategy Ex. Ultima collezione di Issey Miyake: caratterizzata da materiali riciclaggio come il PET, proveniente dalle bottiglie di plastica. MODA ACCESSIBILE E VELOCE Low Cost Brand Strategy & Fast Fashion Ex. Modelli low cost nella strategia di Hugo Boss che metterà in pratica una strategia caratterizzata da brand a più basso costo, per far uscire più velocemente nuove collezioni. MODA INNOVATIVA Innovation, R&D Ex. La Perla conquista un nuovo segmento di mercato: il shapewear. Grazie all'utilizzo di un nuovo materiale (Invista partner tecnico). 13

14 Principali tendenze (2) la moda si sta spostando dai tradizionali Fashion Hub verso nuovi mercati Moda Mercato Globale Mercati Tradizionali Mercati emergenti Stati Uniti Francia Gran Bretagna Italia Giappone Sud Africa Emirati Arabi Uniti Singapore India Russia Brasile Nel 2004 gli Stati Uniti rappresentavano il primo fashion hub a livello mondiale in termini di numero di eventi moda organizzati. Gli eventi più prestigiosi avevano luogo a Parigi e Milano. Nel periodo nei mercati emergenti il numero di eventi moda è duplicato grazie al supporto del governo, un notorietà crescente dei brand internazionali e una domanda sempre più alta. 14

15 ICM Brand Intelligence System un campione di 207 aziende 207 imprese operanti nei settori abbigliamento e calzaturiero con fatturato 2008 superiore a 10 milioni di euro. 15,94% 29,95% 46,38% 37,68% 70,05% M M Sopra150 M Abbigliamento Calzaturiero Fonte: ICM Advisors Quasi metà delle imprese ha una dimensione del giro d affari compresa tra i 10 ed i 50 milioni di euro. 15

16 La performance del campione Le imprese del comparto abbigliamento sono cresciute meno rispetto ai calzaturieri ma hanno avuto redditività migliore 10% 8,69% 7,13% 7,55% 5,52% 5,10% 3,99% 0% cagr Ebit% medio Abbigliamento Calzaturiero Campione complessivo 16

17 La performance del campione la redditività Le top 10 aziende come redditività operativa media BETA - S.P.A. 25,1% DAMA S.P.A. 24,9% LUISA SPAGNOLI S.P.A. 22,7% GEOX S.P.A. 21,3% ALBERTO ASPESI & C. S.P.A. 21,2% DIESEL - S.P.A. UNIPERSONALE 20,8% SIMINT S.P.A. 20,6% LELLI KELLY S.P.A. 20,2% LIU.JO S.P.A. 19,7% DE FONSECA S.P.A. 19,2% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 5,1% Campione complessivo 17

18 Le aziende top per crescita e redditività Ripartizione delle aziende secondo i criteri di performance economica pluriennale: 20 imprese top performer Crescita media composita annua ,7% 15,5% 32 imprese 123 imprese 59,4% QUADRANTE 2 QUADRANTE 3 Aziende Top performer QUADRANTE 1 QUADRANTE 4 9,7% 20 imprese 32 imprese 9,4% Reddito operativo% Medio ,5% NB: Si è operata una suddivisione delle imprese del campione in base a parametri medi di crescita e redditività pluriennali; le soglie utilizzate sono state: terzo qaurtile del tasso di crescita medio composto del fatturato (16,7 %); terzo quartile dell Ebit % medio dal (9,4%) 18

19 Le aziende top per crescita e redditività Ripartizione delle aziende secondo i criteri di performance economica pluriennale: 20 imprese top performer Crescita media composita annua ,7% 15,5% 32 imprese 123 imprese 59,4% QUADRANTE 2 QUADRANTE 3 Aziende Top performer QUADRANTE 1 QUADRANTE 4 9,7% 20 imprese 32 imprese 15,5% A&G CALZATURIFICIO S.P.A. ALTANA S.P.A. ALVIERO MARTINI S.P.A. BALDININI - S.R.L. BETA - S.P.A. DEANNA S.P.A. DIESEL RAGS SRL G&P NET SOCIETA' PER AZIONI GEOX S.P.A. GIBO' CO. - S.P.A. INTAI SPA IRIS S.P.A. LELLI KELLY S.P.A. LINEA MARCHE S.P.A. LIU.JO S.P.A. MODA SOURCING COMPANY S.R.L. O NUOVA CENTAURO S.R.L. STEFANO RICCI - S.P.A. TRERE' S.R.L. INNOVATION HOSIERY VIA DELLE PERLE S.P.A. 9,4% Reddito operativo% Medio

20 Il valore degli asset immateriali Nelle imprese appartenenti al campione, gli asset immateriali rappresentano il 53,8% del valore aziendale. Le aziende top performer si distinguono grazie ad un valore medio degli asset intangibili pari a circa il 74,9% del valore d impresa contro il 53,8% del campione complessivo 80% 60% 53,8% 40% 20% 0% Valore percentuale degli asset immateriali sul valore aziendale (*) 74,87% Aziende top performer - 1 quadrante 51,96% Aziende con alta crescita - 2 quadrante 43,67% 64,66% 3 quadrante Aziende con alta redditività - 4 quadrante Fonte: ICM Advisors 20

21 Il valore del brand Nelle imprese appartenenti al campione, il valore del brand in media è pari a circa il 30% del valore aziendale, con picchi fino a circa il 50% Valore percentuale degli asset immateriali e del brand sul valore aziendale 120% 100% 100% 80% 60% 53,87% 40% 30,5% 20% 0% Valore economico d'azienda Valore degli asset immateriali Valore del brand 21

22 Il valore del brand - azienda abbigliamento maschile Attributi del marchio Qualità e cura dei dettagli Tradizione Eleganza ed esclusività Italian style ,2 VALUTAZIONE esemplificativo Milioni di Euro , ,8 46,3 Brand Equity Score (Forza del marchio) Attrattività del mercato 3,3 Posizionamento e differenzianti 3,7 Impatto sul business 2,8 0 Valore Aziendale Valore Asset Tangibili Valore Asset Intangibili Valore Portafoglio Brand 13,5 Valore Altri Asset Intangibili Immagine sul mercato 3,7 Gestione del brand 3,25 TOTALE 3,3 22

23 Il valore del brand di un azienda tessile luxury/premium Il valore del brand di Vitale Barberis esemplificativo 80,0 60,0 53,22 92,30 40,0 20,0 39,08 31,19 BRAND SUL VALORE D IMPRESA 0,0 7,89 33,8% Valore Aziendale Valore Asset Tangibili Valore Asset Intangibili Valore Portafoglio Brand Valore Altri Asset Intangibili 23

24 L impatto del design sul valore del brand arredamento alta gamma 50,00% Some company brands depend heavily on the contribution of designers not simply for distinctive visual images, but for a consistent, continuing emphasis on quality,reliability and integrity and customer experience. Design can represent 25-40% of the brand value 40,00% 38,65% 38,07% 38,03% 37,11% 36,78% % valore azienda 30,00% 20,00% 10,00% 36,16% 36,06% 34,15% 31,31% 30,85% Average Brand Value on Total Enterprise Value 35,7% 0,00% POLTRONA FRAU MINOTTI FLEXFORM CALLIGARIS PEDRALI TARGETTI SANKEY FOSCARINI Source: Il valore del brand nelle imprese eccellenti del sistema arredo in Italia by ICM Advisors ARTEMIDE MOROSO ARKETIPO 24

25 L impatto della Customer Experience sul valore e la differenziazione delbrand The customer experience is a set of interactions through the brand touch points that consistently exceed the needs and expectations of a customer 25

26 Customer Experience Assessment -Definition THE PAST TODAY HOMO OECONOMICUS QUALITY OF PRODUCT/SERVICE NEED RATIONAL BEHAVIOUR BENEFITS AND FEATURES BRAND IDENTITY HOMO LUDENS QUALITY OF THE EXPERIENCE DESIRE AND ENJOYMENT EMOTIONAL BEHAVIOUR LIFESTYLE and HOLISTIC EXPERIENCE BRAND EXPERIENCE Key ideas: Triggered stimulation of all senses, heart, and mind Connect company and brand to customer s lifestyle Emphasize broader social and cultural context of customer actions Emphasize complementaries and adjacencies beyond the focal product or service 26

27 Customer Experience Assessment -Definition Communication is the bridge between Company Think and Customer Think and represents a promise to customers. Customer Experience, as part of the communication, is the bridge between Brand Values and Customer Expectations and represents the delivery to customers, the moment of truth. PROMISE COMPANY THINKING COMMUNICATION CUSTOMER THINKING BRAND VALUES CUSTOMER EXPERIENCE DELIVERY CUSTOMER EXPECTATIONS 27

28 Customer Experience Assessment Process The In Store Delivery Process of Customer Experience 28

29 Customer Experience Assessment Methodology TCSG & ICM Advisors Methodology: CEXI Customer Experience Index CEXIÓ NUMERICAL SCALE (RATINGS FROM 1 TO 5) 5 - memorable (always exceeds expectations) 4 - pleasant (sometimes exceeds expectations) 3 - neutral, acceptable, (competitive parity, meets average expectations) 2 - disappointing (fails to meet expectations) 1 - never again (very negative experience) CE Index is based on numerical scoring, which ranges from 1 to 5, for each item (or group of items). The number 3 stands for competitive parity and alignment with customer expectations, 5 stands for experiential excellence in each score for each outlined area and 1 is the lowest rating possible. The 5 most significant categories: Welcoming, Relationship with the Customer, Purchase Experience (physical touch-points), Purchase Experience (emotional touch-points), 5 Senses Involvement. 29

30 CEXI - Customer Experience Index 5-it s my brand Acknowledge the customer's children I love ABC, and the staff at this location is the best. The last time we were there the manager took care of our little Lola as we shopped. They gave her treats and showed her off. If was great. We walked out of there with two pairs of shoes, some summer sandals, a pair of pants, two ties and two sterling silver dog tags for Lola. Okay even Lola is all ABCed out! Ship a replacement product to a customer with a defective product before you receive the original back 4- pleasure In terms of service, I had a fabric problem with a messenger bag which I purchased from that store, and brought it to the attention of one of the sales reps. He looked at it, said "I'm sorry, this is our fault, we will take care it right away". I guess I'm not used to this level of service. I half expected him to say "okay, what the f do you want me to do about it?". Another sales person even gave me the historical background about the design of the watch I had just purchased! 3- acceptable Other than the store layout which feels somewhat claustrophobic, I like shopping here. I particularly like the fact that they have a dedicated men's section - albeit in the basement - unlike the XYZ store around the corner. They carry a reasonable selection of their seasonal collection. The sales staff is very nice and doesn't treat you differently if you're not a VIP. 2- bad I would recommend buying ABC thorough Neiman Marcus or Saks Fifth Avenue; the service will be much better. After searching for a belt at ABC for over 30 minutes I found the right size in my desired style at Neiman Marcus in about 5 minutes. And the people were very helpful. I would not recommend buying directly through the ABC store even though there selection is better. 1-horrible There's an air of sophistication when you walk into one of their stores and most of the time I am greeted when I walk in. Some greetings are sincere, but most of the time I get one of those fake smiles and the head to toe glance. If you're a woman, you know what I mean when I say "head to toe". It's that look of judgment - sizing you up and down to see if you're "worthy" of their time or not. 30

31 Customer Experience The best Luxury stores 31

32 Customer Experience Premium/Luxury Home Textile CEX I- ABC boutiques Rue Auber Av Victor Hugo Rue d'auteuil Av. des Ternes Rue du Four Av. du Trône CEXI-Competitors (boutiques) Carré Blanc-Rue de Sèvres O. Desforges Rue de Mézières O. Desforges Boulevard Raspail Y. Delorme Rue Saint Honore Y. Delorme Rue Boissy d Anglas Y. Delorme Rue Donizetti Y. Delorme- Rue Saint Didier Anne de Solene Rue du Bac 32

33 Laprotezione della Brand Equity nel mondo virtuale 80% 76,1% 71,7% 70% 67,3% Valore asset intangibili su valore d'impresa (%) 60% 50% 40% 30% 20% 10% 57,1% 60,5% 36,9% 48,7% 54,1% 48,0% Intangible Value/Enterprise Value 57,8% (average value) Brand Value/Enterprise Value 27,3% (average value) 0% ALTANA S.P.A. DIESEL KID S.R.L. DU PAREIL AU MEME FRATELLI TOTARO S.P.A. I PINCO PALLINO S.P.A. IL GUFO S.P.A. MANIFATTURE DADDATO S.P.A. MONNALISA S.P.A. GRANT S.P.A. Kid s apparel Every day there are over $90 million of online losses. The estimated total loss to the EU economy from counterfeiting and piracy is 300 billion per year 33

34 Rischi del brand Definizione: il rischio del brand consiste nella perdita del valore dovuto al cambiamento delle percezioni ed esperienze delle persone su un impresa, alla contraffazione dei prodotti e dell Intellectual Property Brand Equity Risk: la perdita dei differenzianti di un impresa nei confronti dei suoi competitor. Reputation Risk: la perdita della fiducia costruita negli anni Channel Risk: il comportamento dei canali di distribuzione tradizionali e digitali che possono diluire la brand equity Virtualspace Risk: Internet ha portato un immensa oppurtunità per l esposizione e il rafforzamento del brand. Ma ha creato anche diversi livelli di rischio del brand come il posizionamento, la reputazione e la contraffazione. 34

35 Virtual space risk statistiche di abusi 35

36 Virtual space risks - l impatto dei social media 36

37 K-Brand Web esempi di output del servizio 37

38 K-Brand Auction Esempi di output 38

39 Brand Equity Protection cosa fare Proteggere il marchio sul Web Individuare rapidamente le pagine web sospette di abuso/contraffazione al Brand fra quelle rese disponibili dai principali motori di ricerca o tramite soluzioni proprietarie di webcrawling e segnalare le diverse tipologie di abuso, permettendo diverse possibilità di analisi tramite soluzioni di business intelligence Proteggere il marchio nell e-commerce Fare emergere sistematicamente le pagine sospette di abuso/contraffazione al Brand sulle piattaforme di e-commerce e i circuiti di e-shop al fine di poter attivare azioni di contrasto per la protezione dei diritti di PI, consentendo diverse possibilità di estrazione delle inserzioni a maggior rischio e di valorizzazione delle iniziative di enforcement Comprendere il contesto competitivo del marchio in Rete Delineare in Internet l uso del Brand e il suo posizionamento competitivo rispetto ai concorrenti, individuando, secondo le esigenze, gli elementi distintivi di interesse e potendo confrontare punti di forza/debolezza del marchio nel contesto virtuale globale del Web 1.0 e/o

40 Valutazione del brand tipiche necessità La valutazione oggettiva e professionale del brand può essere utilizzata per varie necessità aziendali quali ad esempio: Valorizzare il brand/portafoglio di brand con iniziative specifiche Monetizzare il marchio con operazioni di licensing, merchandising ect. Definire una politica e un piano di gestione del rischio di perdita del valore economico del brand Supportare la formulazione di una strategia di crescita del business centrata sul brand come vettore di sviluppo Finanziare lo sviluppo utilizzando il brand come asset per ottenere finanziamenti Comunicare il valore del brand e dell azienda alla comunità business-finanziaria Operazioni straordinarie (fusioni, acquisizioni, vendita/acquista di marchi, conferimenti, ect.) 40

41 Allegato - ICM Advisors & ICM Research Servizi, Strumenti e Esperienze 41

42 Servizio programma di valorizzazione del brand - Obiettivi Il programma innovativo di valorizzazione del brand di ICM Advisors, unico nel suo genere, si pone i seguenti obiettivi: Dare un valore economico all asset marchio, valutandone la sua forza e il suo potenziale inespresso e monitorando il suo valore nel tempo.. Identificare le opportunità di valorizzazione a breve e medio/lungo termine del marchio nel contesto dei piani di sviluppo dell azienda. Introdurre/affinare un processo di Management del valore del brand finalizzato alla gestione ricorrente del valore strategico-finanziario del portafoglio marchi Rafforzare l'integrazione del marketing/branding management con la finanza e la strategia d'impresa con la messa in opera di un monitoraggio strutturato della performance del brand basato sui parametri del Brand Equity Score. Formare le risorse professionali/manageriali senior su metodologie e processi di gestione e valorizzazione del brand. 42

43 Tipico programma di valorizzazione del brand FASE 4 Sviluppo/allineamento - delle risorse umane FASE 1 Valutazione e strategia di valorizzazione FASE 2 Sviluppo progetti di valorizzazione FASE 3 Gestione ricorrente e monitoraggio del valore Valutazione dell azienda e del patrimonio immateriale Valutazione della forza e del contributo del marchio (Brand Equity Score ) Identificazione del valore economicofinanziario del marchio; Analisi del potenziale inespresso ed identificazione delle opportunità di valorizzazione del marchio e degli interventi a breve sui fattori di debolezza del marchio. Alcuni tra i principali progetti di valorizzazione sono: Elaborazione e sviluppo della strategia di brand (portafoglio, ruolo e architettura dei marchi) Sviluppo di una strategia di internazionalizzazione Sviluppo di una strategia e di un piano di comunicazione del valore Customer Experience Management (CEM) - Ottimizzazione dell esperienza, al fine di fidelizzare il cliente ed acquisirne di nuovi Supporto al management nei momenti di controllo e affinamento del piano operativo. Sistema di monitoraggio e tracking del valore del brand utilizzato sia come strumento di gestione che di definizione degli obiettivi dei manager/professional (MBO). Nuove valutazioni con scadenza annuale per verificare il reale incremento di valore apportato dalle strategie di valorizzazioni adottate. La valutazione del brand guida il programma di valorizzazione 43

44 Benefici di un programmadi valutazione e valorizzazione Disponibilità di una programma di intervento concreto e sostenibile per la valorizzazione del marchio, finalizzato all aumento di valore economico ed in linea con la strategia business aziendale; Formulare una strategia di crescita del business centrata su punti di forza ed il potenziale brand; Supporto alle decisioni critiche del business (lancio prodotti/sistemi, canali, investimenti, ) con piani allineati alla strategia di sviluppo dell impresa; Disponibilità di una valutazione professionale e certificabile condotta con metodi riconosciuti dalla comunità finanziaria internazionale e utilizzabile per diverse finalità (gestionali, finanziarie, fiscali, ecc.); Controllare nel tempo il valore del marchio e l efficacia delle iniziative e degli investimenti sostenuti; Migliore allocazione degli investimenti e delle risorse attraverso una chiara identificazione del valore del marchio, del potenziale inespresso e delle iniziative da intraprendere (internazionalizzazione, nuovi prodotti, rafforzamento della distribuzione, comunicazione, ); Riduzione dei rischi finanziari e operativi attraverso una conoscenza delle opportunità e delle minacce legate alle singole iniziative ed individuazione delle strategie più opportune e sostenibili per l azienda; Finanziare lo sviluppo utilizzando il brand come asset per ottenere finanziamenti; Accrescere la consapevolezza negli azionisti e nel management del valore del patrimonio costruito nel tempo e delle opportunità/rischi connessi; Trasferimento di know-how tecnico-gestionale alle risorse chiamate a gestire il brand, nonché allineamento sui punti critici di sviluppo. 44

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE Prof. MARCO GIULIANI Docente di Economia Aziendale Università Politecnica delle Marche Socio LIVE m.giuliani@univpm.it Jesi, 11 ottobre 2013 1 Prime

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

STRATEGIE E SVILUPPO COMMERCIALE

STRATEGIE E SVILUPPO COMMERCIALE te eti Vendita eting Strategico As nter Sviluppo Reti Vendita ting Operativo Marketing Strategic ssessment Center Sviluppo Reti Vendita M eti Vendita Marketing Operativo Marketing Strategic Marketing Strategico

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

1. Proteggere il lavoro ed esprimere il potenziale delle aziende clienti

1. Proteggere il lavoro ed esprimere il potenziale delle aziende clienti Ufficio Stampa Jacobacci & Partners DATASTAMPA Simonetta Carbone Via Tiepolo, 10-10126 Torino, Italy Tel.: (+39) 011.19706371 Fax: (+39) 011.19706372 e-mail: piemonte@datastampa.it torino milano roma madrid

Dettagli

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014 @MailUp @MailUp_US www.mailup.com CHE COSA FA MAILUP MailUp è una società tecnologica che ha sviluppato una piattaforma digitale di cloud computing (Software

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

LA POLITICA DI PRODOTTO

LA POLITICA DI PRODOTTO LA POLITICA DI PRODOTTO COS E UN PRODOTTO? LE FASI PER LA DEFINIZIONE DELLA POLITICA DI PRODOTTO CLASSIFICAZIONE EVENTUALE LANCIO DI NUOVI PRODOTTI DEFINIZIONE DELLA POLITICA DI MARCA DEFINIZIONE DELLA

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti Alessandro Bruni CIO at Baglioni Hotels Workshop AICA: "Il Service Manager: il ruolo e il suo valore per il business" 8/ 2/2011 Il gruppo Baglioni Hotels

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli