Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language. a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language. a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1"

Transcript

1 Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1

2 XML - I XML (exstensible Markup Language): XML è un formato standard, definito dal W3C (http://www.w3.org) indipendente dalla piattaforma, utilizzato per la rappresentazione di dati e di contenuti strutturati XML viene spesso presentato come il successore di HTML; in realtà: HTML è un linguaggio per il markup di documenti (pagine Web) XML è un meta-linguaggio, consente cioè la definizione di nuovi linguaggi a.a. 2004/05 Tecnologie Web 2

3 XML - II Vantaggi di XML: Si è imposto come standard per la condivisione di dati su Internet E` basato su una rappresentazione dei dati come stringhe di caratteri facilmente trasferibili via HTTP Sono stati sviluppati strumenti per la scrittura, l interpretazione, la gestione di documenti XML E` utilizzato per la condivisione e lo scambio di dati tra applicazioni a.a. 2004/05 Tecnologie Web 3

4 XML - III Che cos'è un meta-linguaggio? Un meta-linguaggio è un linguaggio per definire nuovi linguaggi (in questo senso è estensibile ) Per es: supponiamo di avere una ditta che importa e rivende caffè e di voler rappresentare il nostro listino prezzi; vorremmo un linguaggio che ci metta a disposizione i seguenti tag: <listinoprezzi> <caffe> <nome>mocha Java</nome> <prezzo>11.95</ prezzo> </caffe> <caffe> <nome>sumatra</nome> <prezzo>12.50</ prezzo> </caffe> </listinoprezzi> Listino prezzi caffè nome prezzo Mocha Java Sumatra a.a. 2004/05 Tecnologie Web 4

5 XML: DTD - I Possiamo definirlo! Utilizziamo una DTD (Document Type Definition), per definire il nuovo linguaggio (cioè l'insieme di tag di cui abbiamo bisogno): Definisco un tag <!ELEMENT listinoprezzi (caffe)*> "listinoprezzi", <!ELEMENT caffe (nome, prezzo)> costituito da un numero arbitrario <!ELEMENT nome (#PCDATA)> di tag "caffe" <!ELEMENT prezzo (#PCDATA)> Definisco un tag "caffe", costituito da un tag "nome" e da un tag "prezzo" I tag "nome" e "prezzo" non sono a loro volta costituiti da altri tag, ma contengono solo testo a.a. 2004/05 Tecnologie Web 5

6 XML: DTD - II coffees.dtd <?xml version='1.0' encoding='utf-8'?> <!ELEMENT listinoprezzi (caffe)*> <!ELEMENT caffe (nome, prezzo)> <!ELEMENT nome (#PCDATA)> <!ELEMENT prezzo (#PCDATA)> prologo: specifica la versione di XML e il set di caratteri usato listino.xml <?xml version='1.0' encoding='utf-8'?> <!DOCTYPE listino SYSTEM coffees.dtd"> <listinoprezzi> <caffe> <nome>mocha Java</nome> <prezzo>11.95</ prezzo> </caffe> <caffe> <nome>sumatra</nome> <prezzo>12.50</ prezzo> </caffe> </listinoprezzi> all inizio del documento XML dichiariamo la DTD di riferimento a.a. 2004/05 Tecnologie Web 6

7 XML: DTD - III Una caratteristica fondamentale di XML è la possibilità di rappresentare la struttura delle informazioni (mediante i tag); in particolare i tag in un documento XML definiscono una struttura gerarchica: listinoprezzi listinoprezzi caffè nome prezzo caffè caffè caffè nome prezzo nome prezzo nome prezzo a.a. 2004/05 Tecnologie Web 7

8 XML: documenti ben formati Un documento XML è ben formato se rispetta le regole sintattiche dell XML Intuitivamente, un documento è ben formato sse: contiene tutte le componenti necessarie (1 prologo, 1 solo elemento radice,...) i suoi tag sono bilanciati, cioè ogni tag aperto viene chiuso: <TAG>bla</TAG> Se l elemento è vuoto: <TAG></TAG> <TAG/> i tag sono annidati correttamente, cioè l ultimo tag aperto è il primo ad essere chiuso: <TAG1><TAG2><TAG3>...</TAG3></TAG2></TAG1> NB: XML (a differenza di HTML) è case-sensitive! a.a. 2004/05 Tecnologie Web 8

9 XML: documenti validi - I Abbiamo detto che, utilizzando una DTD (Document Type Definition) possiamo definire nuovi linguaggi (cioè insiemi di tag) basati su XML Un documento XML è valido se è ben formato (sintassi XML) e se rispetta la DTD; per es, dato il frammento di DTD visto prima: <!ELEMENT listinoprezzi (caffe)*> <!ELEMENT caffe (nome, prezzo)> <!ELEMENT nome (#PCDATA)> <!ELEMENT prezzo (#PCDATA)> a.a. 2004/05 Tecnologie Web 9

10 XML: documenti validi - II struttura errata: l elemento prezzo NON è figlio di listinoprezzi (ma di caffe) tag non definito nella DTD <listinoprezzi> <caffe> <nome>mocha Java</nome> <prezzo>11.95</ prezzo> </caffe> <caffe> <nome>sumatra</nome> <prezzo>12.50</ prezzo> </caffe> </listinoprezzi> <listinoprezzi> <caffe> <marca>mocha Java</marca> </caffe> <prezzo>11.95</ prezzo> <caffe> <marca>sumatra</marca> </caffe> <prezzo>12.50</ prezzo> </listinoprezzi> è un documento valido NON è un documento valido a.a. 2004/05 Tecnologie Web 10

11 Parser XML: SAX - I Parser XML = strumento (programma) che verifica se un documento XML è ben formato Alcuni parser XML sono anche validanti, cioè verificano se un documento XML è ben formato e se è valido rispetto alla DTD (o XML-schema) di riferimento Per costruire applicazioni che usano documenti XML il parser deve offrire delle API per invocare l analisi sintattica, restituire risultati, validare, ecc. Per es. esistono i parser SAX (Simple API for XML), sviluppati per vari linguaggi di programmazione tra cui Java (JAXP: parser SAX di Sun Microsystems, offre API in Java) Ci sono anche dei parser utilizzabili via web, per es. il validatore di W3C: a.a. 2004/05 Tecnologie Web 11

12 Parser XML: SAX - II Quando lanciamo un parser (validante) su un documento XML, il parser analizza il file xml se trova un errore (per es: manca prologo, tag aperto ma non chiuso, tag non bilanciati, tag sconosciuto, ) lo segnala e si ferma (documento non ben formato e/o non valido) altrimenti, arriva fino a fine documento (e si ferma) Esempio di segnalazione di errore: org.xml.sax.saxparseexception: Element type marca must be declared. at org.apache.xerces.parsers.abstractsaxparser.parse at. a.a. 2004/05 Tecnologie Web 12

13 Parser XML: SAX - III Come funziona un parser XML? legge il documento XML in modo sequenziale, carattere per carattere, partendo dall inizio lancia eventi che contengono informazioni sui caratteri appena letti; per es: quando incontra un tag aperto, lancia l evento startelement() che indica l inizio di un elemento XML; quando incontra un tag chiuso lancia l evento endelement(), ecc. doc. XML Stream XML Parser startdocument event startelement event enddocument event Applicazione Java startdocument() startelement(). enddocument() a.a. 2004/05 Tecnologie Web 13

14 Parser XML: SAX - IV Si può scrivere un applicazione (Java) che cattura gli eventi lanciati dal parser durante l analisi del documento li gestisce (per es. estrae dati e li salva, stampa a video, ecc.) i parser possono essere usati per estrarre informazioni da documenti XML; per es. JAXP (il parser SAX di Sun Microsystems), offre API in Java per catturare gli eventi e gestirli a.a. 2004/05 Tecnologie Web 14

15 Parser XML: DOM - I I parser SAX fanno l analisi sintattica del documento XML basandosi sul concetto di evento W3C ha definito le specifiche per una rappresentazione alternativa di documenti XML, maggiormente strutturata permette di analizzare e modificare il contenuto del documento L idea di base è quella di utilizzare il fatto che l annidamento dei tag definisce una struttura gerarchica che permette una rappresentazione ad albero, in cui gli elementi sono oggetti che rappresentano i nodi dell albero DOM (Document Object Model) = W3C standard per gestione di documenti XML a.a. 2004/05 Tecnologie Web 15

16 Parser XML: DOM - II DOM (Document Object Model): rappresenta i documenti con un modello ad oggetti rappresenta i documenti come strutture ad albero specifica delle interfacce (API) per navigare all interno del documento (albero) e per accedere alle varie parti listino.xml <?xml version='1.0' encoding='utf-8'?> <!DOCTYPE listino SYSTEM coffees.dtd"> <listinoprezzi> <caffe> <nome>mocha Java</nome> <prezzo>11.95</ prezzo> </caffe> <caffe> <nome>sumatra</nome> <prezzo>12.50</ prezzo> </caffe> </listinoprezzi> DOCUMENT (listino) listinoprezzi caffè caffè child elements Document Root element nome prezzo nome prezzo a.a. 2004/05 Tecnologie Web 16

17 Parser XML: DOM - III Molti parser (es. JAXP) sono conformi a DOM usano la rappresentazione DOM (libreria org.w3c.dom) per gestire documenti La librearia org.w3c.dom offre un supporto completo per creare, navigare e modificare un albero (documento) a partire dalla radice; a.a. 2004/05 Tecnologie Web 17

18 Parser XML: DOM - IV DOM è nato per trattare documenti: è document-oriented (focalizzato sulle parti di cui un documento si compone) la gestione di strutture dati è possibile, ma un po ostica sono stati sviluppati altri modelli di rappresentazione che facilitano l accesso e la modifica; per es: JDOM, DOM4J, JAXB JAXB (Java Architecture for XML Binding) è nato apposta per trattare la rappresentazione XML di strutture dati a.a. 2004/05 Tecnologie Web 18

19 XML Schema - I XML-Schema è una specifica di W3C (www.w3.org/tr/xmlschema-0/) alternativa (e più recente) di DTD, per definire linguaggi basati su XML; XML-Schema permette di: specificare la struttura dei dati specificare il tipo del contenuto dei dati NB: DTD permette di specificare la struttura, ma non il (tipo del) contenuto! Es: coffeeorder.xsd definisce la struttura di documenti XML che descrivono ordini di caffè (definisce un linguaggio XML per descrivere ordini di caffè) a.a. 2004/05 Tecnologie Web 19

20 coffeeorder.xsd [prima parte] XML Schema - II <xsd:schema xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema"> <xsd:element name="coffeeorder" type="coffeeordertype"/> <xsd:complextype name="coffeeordertype"> <xsd:sequence> <xsd:element name="billto" type="address"/> <xsd:element name="items" type="items"/> <xsd:element name= "comment" type= "xsd:string" minoccurs= "0"/> </xsd:sequence> elemento <xsd:attribute name="orderdate" type="xsd:date"/> opzionale </xsd:complextype> definizione del tipo complesso CoffeeOrderType come sequenza di elementi: un elemento di tipo (complesso) Address un elemento di tipo (complesso) Items un elemento di tipo (semplice, predefinito) string namespace per XML-Schema dichiarazione dell element (tag) coffeorder (di tipo CoffeOrderType) definizione dell attributo orderdate, di elementi di tipo CoffeeOrderType a.a. 2004/05 Tecnologie Web 20

21 XML Schema - III coffeeorder.xsd [seconda parte] <xsd:complextype name="address"> <xsd:sequence> <xsd:element name="name" type="xsd:string"/> <xsd:element name="street" type="xsd:string"/> <xsd:element name="city" type="xsd:string"/> </xsd:sequence> <xsd:attribute name="country" type="xsd:string"/> </xsd:complextype> <xsd:complextype name="items"> </xsd:complextype> </xsd:schema> definizione del tipo complesso Items definizione del tipo complesso Address come sequenza di 3 elementi (name, street, city) di tipo (semplice, predefinito) string a.a. 2004/05 Tecnologie Web 21

22 ESEMPIO: coffeeorder.xml XML Schema - IV <?xml version="1.0"?> <coffeeorder orderdate=" " xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/xmlschema-instance"> <billto country="italy"> <name>paolo Bianchi</name> <street>123 via Po</street> <city>torino</city> </billto> <items> <item partnum="242-no" > <coffeename>lavazza Oro</coffeeName> <quantity>5</quantity> <price>19.99</price> </item> <item partnum="242-mu" > <coffeename>nescafe</coffeename> <quantity>3</quantity> <price>19.98</price> </item> </items> </coffeeorder> all inizio del documento XML dichiariamo L XML-Schema di riferimento a.a. 2004/05 Tecnologie Web 22

23 XML Schema - V Per gestire schemi grossi o condividere definizioni è possibile importare uno schema esterno Supponiamo, per es, di definire il tipo Address in un documento (file) separato, address.xsd e poi di importarlo in coffeeorder.xsd (dichiarandone una URI): <include schemalocation= /> in questo modo coffeeorder.xsd può dichiarare elementi di tipo Address come se la definizione fosse interna NB: uno schema può importare più schemi esterni mediante clausole include a.a. 2004/05 Tecnologie Web 23

24 XML: XSL - I La principale caratteristica di XML è la separazione del contenuto del documento dal suo aspetto (grafico): Il documento XML rappresenta unicamente il contenuto informativo che si intende pubblicare L'aspetto finale del documento è prodotto per mezzo di fogli di stile scritti in XSL (exstensible Stylesheet Language): <listinoprezzi> <caffe> <nome>mocha Java</nome> <prezzo>11.95</ prezzo> </caffe> <caffe> <nome>sumatra</nome> <prezzo>12.50</ prezzo> </caffe> </listinoprezzi> documento XML XSL Listino prezzi caffè marca prezzo Mocha Java Sumatra doc. finale (per es. brochure) a.a. 2004/05 Tecnologie Web 24

25 XML: XSL - II Grazie a questa caratteristica possiamo gestire un unica versione del contenuto (dati) che vogliamo rappresentare e poi generare visualizzazioni diverse (in formati diversi: word, pdf, excel, html, ) riutilizzo del contenuto in contesti diversi: documento XML pagina Web (HTML) record in un database brochure ecc a.a. 2004/05 Tecnologie Web 25

26 XML: XSL - III Un processore XSLT legge in input il file XML che rappresenta il contenuto + il foglio di stile XSL (che è un file di testo con estesione.xsl, per es: stile1.xsl) ed esegue la trasformazione e produce il risultato (un file di testo che può essere a sua volta interpretato come pagina HTML, record di database, ecc.) documento XML stylesheet XSL processore XSLT pagina Web (HTML) record in un database brochure ecc a.a. 2004/05 Tecnologie Web 26

27 XML: XSL - IV Modalità per applicare una trasformazione XSL ad un documento XML (cioè per invocare il processore XSLT): 1. Il browser (per es. IE6) contiene un processore XSLT: il file XML viene caricato come una normale pagina; il foglio di stile da applicare è indicato nel file XML; il risultato viene visualizzato dal browser stesso 2. Un programma (per es. Java) standalone applica il foglio di stile XSL al file XML 3. Un Web Server applica il foglio di stile XSL al file XML e spedisce il risultato al client (browser) che ha originato l'applicazione Vediamo un esempio della prima modalità a.a. 2004/05 Tecnologie Web 27

28 XML: XSL - V Il browser (per es. IE6) contiene un processore XSLT: il file XML viene caricato come una normale pagina nel file XML indichiamo qual è il foglio di stile da applicare: <?xml-stylesheet type="text/xsl" href="listinoweb.xsl"?> nel file XSL indichiamo il namespace specifico usato dal browser: <xsl:stylesheet version="1.0" xmlns:xsl="http://www.w3.org/tr/wd-xsl"> Files: coffees.dtd, listino.xml, listinoweb.xsl, listinocarta.xsl Per provare l applicazione di diversi fogli di stile XSL allo stesso documento XML: - in listino.xml mettere il riferimento a listinoweb.xsl - aprire listino.xml con IE per vedere il risultato della trasformazione - modificare il riferimento in listino.xml (a listinocarta.xsl) - aprire listino.xml con IE per vedere il risultato della trasformazione a.a. 2004/05 Tecnologie Web 28

Tecniche Multimediali

Tecniche Multimediali Chiedersi se un computer possa pensare non è più interessante del chiedersi se un sottomarino possa nuotare Edsger Dijkstra (The threats to computing science) Tecniche Multimediali Corso di Laurea in «Informatica»

Dettagli

HTML e Linguaggi. Politecnico di Milano Facoltà del Design Bovisa. Prof. Gianpaolo Cugola Dipartimento di Elettronica e Informazione

HTML e Linguaggi. Politecnico di Milano Facoltà del Design Bovisa. Prof. Gianpaolo Cugola Dipartimento di Elettronica e Informazione HTML e Linguaggi Politecnico di Facoltà del Design Bovisa Prof. Gianpaolo Cugola Dipartimento di Elettronica e Informazione cugola@elet.polimi.it http://home.dei.polimi.it/cugola Indice Il linguaggio del

Dettagli

extensible Markup Language

extensible Markup Language XML a.s. 2010-2011 extensible Markup Language XML è un meta-linguaggio per definire la struttura di documenti e dati non è un linguaggio di programmazione un documento XML è un file di testo che contiene

Dettagli

Sommario. Settimana - Gli elementi fondamentali... 1. Introduzione...xv. Giorno 1 - I linguaggi di markup...3

Sommario. Settimana - Gli elementi fondamentali... 1. Introduzione...xv. Giorno 1 - I linguaggi di markup...3 000B-XML-Somm.fm Page iii Wednesday, June 12, 2002 9:25 AM Sommario Introduzione...xv A chi si rivolge questo libro...xvi Convenzioni usate in questo libro...xvi Settimana - Gli elementi fondamentali...

Dettagli

a cura di Maria Finazzi

a cura di Maria Finazzi Esercitazioni di XML a cura di Maria Finazzi (11-19 gennaio 2007) e-mail: maria.finazzi@unipv.it pagine web: Il trattamento dell'informazione Testo a stampa: Come

Dettagli

Tecnologie Web e pubblica amministrazione

Tecnologie Web e pubblica amministrazione Tecnologie Web e pubblica amministrazione 1. Introduzione Definiamo i due termini del titolo ICT (Information and Communication Technologies), riguarda le scienze che concernono l elaborazione della informazione

Dettagli

G I O R D A N I A L E S S A N D R A I T T S E R A L E G. M A R C O N I

G I O R D A N I A L E S S A N D R A I T T S E R A L E G. M A R C O N I Introduzione ad XML G I O R D A N I A L E S S A N D R A I T T S E R A L E G. M A R C O N I XML XML (Extensible Markup Language) è un insieme standard di regole sintattiche per modellare la struttura di

Dettagli

Tecnologie Web T Introduzione a XML

Tecnologie Web T Introduzione a XML Tecnologie Web T Introduzione a Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/tw/ Versione elettronica: 2.01..pdf Versione elettronica: 2.01.-2p.pdf 1 Che cos è? : Extensible Markup Language:

Dettagli

Linguaggi per il web oltre HTML: XML

Linguaggi per il web oltre HTML: XML Linguaggi per il web oltre HTML: XML Luca Console Con XML si arriva alla separazione completa tra il contenuto e gli aspetti concernenti la presentazione (visualizzazione). XML è in realtà un meta-formalismo

Dettagli

Introduzione a XML. Language

Introduzione a XML. Language Introduzione a XML 1 Che cos è XML? XML: Extensible Markup Language anguage: è un linguaggio che consente la rappresentazione di documenti e dati strutturati su supporto digitale è uno strumento potente

Dettagli

Modellazione e Gestione di Informazioni non Strutturate

Modellazione e Gestione di Informazioni non Strutturate Università della Calabria, Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Progettazione di Sistemi Informativi Docente: Alfredo Cuzzocrea Modellazione e Gestione di Informazioni non Strutturate

Dettagli

La struttura: DTD. Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino. laura.farinetti@polito.it

La struttura: DTD. Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino. laura.farinetti@polito.it La struttura: DTD Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino laura.farinetti@polito.it L. Farinetti - Politecnico di Torino 1 Modello di struttura I tag annidati danno origine

Dettagli

4 - XML e basi di dati

4 - XML e basi di dati Sommario 4 - XML e basi di dati 1. Introduzione. 2. Dati strutturati, semistrutturati e non strutturati. 3. Modello dei dati gerarchico (Albero) di XML. 4. Documenti XML, DTD, e schema XML. 5. Documenti

Dettagli

Infrastrutture INFormatiche Ospedaliere 2 Corso di laurea di Ingegneria Medica. Indice

Infrastrutture INFormatiche Ospedaliere 2 Corso di laurea di Ingegneria Medica. Indice Indice 4. XML Extensible Markup Language...2 4.1 Usi di XML...3 4.2 Caratteristiche di XML...3 4.3 Elementi...5 4.4 Attributi...5 4.4.1 Documento XML ben formato...6 4.5 Informazioni di controllo...6 4.5.1

Dettagli

Il linguaggio XML. Capitolo 3. 3.1 Introduzione al linguaggio XML

Il linguaggio XML. Capitolo 3. 3.1 Introduzione al linguaggio XML Capitolo 3 Il linguaggio XML 3.1 Introduzione al linguaggio XML Il linguaggio XML (extensible Markup Language) è stato sviluppato nel 1996 da XML Working Group, gruppo di lavoro organizzato dal World Wide

Dettagli

XML: La nascita del linguaggio

XML: La nascita del linguaggio XML: introduzione alla codifica dei testi Con la codifica dei testi si intende la rappresentazione dei testi stessi su un supporto digitale in un formato utilizzabile dall'elaboratore (Machine Readable

Dettagli

APPENDICE C extensible Markup Language

APPENDICE C extensible Markup Language APPENDICE C extensible Markup Language C.1 extensible Markup Language, concetti di base XML è un dialetto di SGML progettato per essere facilmente implementabile ed interoperabile con i suoi due predecessori

Dettagli

Linguaggi per la descrizione dei documenti

Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML (Standard General Markup Language) Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML,HTML,XML Molteplicità di documenti di tipo diverso (es. web): articoli, cataloghi, rubriche, tabelle di dati etc..

Dettagli

Semantic Web. Semantic Web. Il Semantic Web: una semplice estensione. Il Web oggi. Il Semantic Web. Semantic Web

Semantic Web. Semantic Web. Il Semantic Web: una semplice estensione. Il Web oggi. Il Semantic Web. Semantic Web Semantic Web L. Farinetti - Politecnico di Torino Semantic Web Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino farinetti@polito.it 1 z Seconda generazione del Web z conceptual structuring

Dettagli

Settimana I...1. Giorno 1 - Introduzione all XSLT...3

Settimana I...1. Giorno 1 - Introduzione all XSLT...3 Settimana I...1 Giorno 1 - Introduzione all XSLT...3 Generalità su XSLT...3 Introduzione a XML e XSLT... 4 Cos è XSLT?... 5 Che cosa fa XSLT?... 6 Come si presenta XSLT?... 6 XSLT e la famiglia di XML...

Dettagli

XML e TEI: introduzione alla codifica dei testi letterari. La nascita del linguaggio. Il concetto di metalinguaggio di codifica SGML

XML e TEI: introduzione alla codifica dei testi letterari. La nascita del linguaggio. Il concetto di metalinguaggio di codifica SGML XML e TEI: introduzione alla codifica dei testi letterari Con la codifica dei testi si intende la rappresentazione dei testi stessi su un supporto digitale in un formato utilizzabile dall'elaboratore (Machine

Dettagli

Tecnologie per XML. Tecnologie per XML

Tecnologie per XML. Tecnologie per XML Progetto di sistemi informatici 2004 - Tecnologie per XML Paolo Papotti papotti@dia.uniroma3.it Lab. basi di dati Cosa vedremo oggi Richiami di XML Rappresentazione dati Sintassi Schemi Tecnologie per

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011-2012. Language) Stylesheet.

Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011-2012. Language) Stylesheet. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011-2012 XSL (extensible( Stylesheet Language) Eufemia TINELLI Contenuti XSL = XSLT + XSL-FO (+ XPath)

Dettagli

Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2004-05. Il web è costituito da:

Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2004-05. Il web è costituito da: XML Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2004-05 Motivazioni Il web è costituito da: Un insieme di protocolli per lo scambio di informazioni e documenti (HTTP/TCP/IP ) Un insieme enorme di calcolatori

Dettagli

La sintassi di un DTD si basa principalmente sulla presenza di quattro dichiarazioni:

La sintassi di un DTD si basa principalmente sulla presenza di quattro dichiarazioni: XML: DTD Da un punto di vista cronologico, il primo approccio per la definizione di grammatiche per documenti XML è rappresentato dai Document Type Definition (DTD). Un DTD è un documento che descrive

Dettagli

MODA-ML: Esempi di XSL (Extensible Stylesheet Language) Vocabolario di supporto alla creazione di un set di Schemi di documenti XML

MODA-ML: Esempi di XSL (Extensible Stylesheet Language) Vocabolario di supporto alla creazione di un set di Schemi di documenti XML MODA-ML: Esempi di XSL (Extensible Stylesheet Language) Vocabolario di supporto alla creazione di un set di Schemi di documenti XML Thomas Imolesi imolesi@libero.it fti@bologna.enea.it XML un linguaggio

Dettagli

XML. Parte VI - Introduzione e nozioni fondamentali di sintassi. XML: Extensible Markup Language:

XML. Parte VI - Introduzione e nozioni fondamentali di sintassi. XML: Extensible Markup Language: XML Parte VI - Introduzione e nozioni fondamentali di sintassi XML: cosa è XML: Extensible Markup Language: è un linguaggio che consente la rappresentazione di documenti e dati strutturati su supporto

Dettagli

Prefazione. Piersalvo Ortu 1

Prefazione. Piersalvo Ortu 1 Prefazione Questa tesi ha come obiettivo principale descrivere in che modo i documenti XML possano essere utilizzati per essere visualizzati su diversi apparati, dai browser Web ai dispositivi cellulari,

Dettagli

Applicazioni e Architetture Internet. T. Catarci, M. Scannapieco, Corso di Basi di Dati, A.A. 2008/2009, Sapienza Università di Roma

Applicazioni e Architetture Internet. T. Catarci, M. Scannapieco, Corso di Basi di Dati, A.A. 2008/2009, Sapienza Università di Roma Applicazioni e Architetture Internet 1 Introduzione Introduzione alle architetture a tre livelli Formati di dati per il Web HTML, XML, DTD 2 Componenti dei sistemi dataintensive Tre tipi separati di funzionalità:

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi B6_5 V1.11. JSP parte E

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi B6_5 V1.11. JSP parte E Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi B6_5 V1.11 JSP parte E Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale e

Dettagli

Tecniche Multimediali

Tecniche Multimediali Un programma di computer fa quello che gli dici, non quello che vuoi. Legge di Greer (Leggi di Murphy applicate all informatica) Tecniche Multimediali Corso di Laurea in «Informatica» - aa 2010-2011 Prof.

Dettagli

XML INVITO ALLO STUDIO EUROPEAN NETWORK OF INNOVATIVE SCHOOLS

XML INVITO ALLO STUDIO EUROPEAN NETWORK OF INNOVATIVE SCHOOLS XML INVITO ALLO STUDIO EUROPEAN NETWORK OF INNOVATIVE SCHOOLS CSS e XML Per formatare i documenti XML è possibile seguire due strade: Quando non c è bisogno della potenza elaborativa di XSL, l utilizzo

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Distribuiti

Laboratorio di Sistemi Distribuiti Laboratorio di Sistemi Distribuiti Bianchi Marco Univ. Roma Tor Vergata November 8, 2006 Bianchi Marco (Univ. Roma Tor Vergata) Laboratorio di Sistemi Distribuiti November 8, 2006 1 / 73 Introduzione ad

Dettagli

Appendice C Da XML a PDF Progetto Atena

Appendice C Da XML a PDF Progetto Atena Appendice C Da XML a PDF Redatto da: Mariarosaria Padalino Sommario 1 Perché Xml e XSLT?...3 2 Trasformazione da XML a PDF...4 3 Creazione dei file XSD...4 4 Creazione dei file XML...8 5 Creazione file

Dettagli

Laboratorio di RETI DI CALCOLATORI

Laboratorio di RETI DI CALCOLATORI Laboratorio di RETI DI CALCOLATORI A.A. 2009-2010 I WEB SERVICES Carlo Mastroianni Laboratorio di Reti di Calcolatori - Orario lunedì, 11:30-13:30, aula 40B mercoledì, 10:00-11:30, laboratorio settimo

Dettagli

XML: sintassi. Prof. Carlo Blundo Tecnologie di Sviluppo per il Web 1

XML: sintassi. Prof. Carlo Blundo Tecnologie di Sviluppo per il Web 1 XML: sintassi Prof. Carlo Blundo Tecnologie di Sviluppo per il Web 1 Cosa è XML 1 XML (Extensible Markup Language ) è un linguaggio di markup È stato progettato per lo scambio e la interusabilità di documenti

Dettagli

XML e PHP. Gestire XML con PHP. Appendice

XML e PHP. Gestire XML con PHP. Appendice Appendice XML e PHP Tra tutti i linguaggi di programmazione esistenti PHP è tra quelli che meglio si adattano all elaborazione di documenti XML. PHP è un linguaggio di programmazione che consente di arricchire

Dettagli

Indice. Introduzione. Capitolo 1

Indice. Introduzione. Capitolo 1 Indice Introduzione XI Capitolo 1 Pagine dei fornitori: applicazione dei fogli di stile CSS in XML 1 1.1 Introduzione a HTML e XHTML 1 1.2 Controllo della presentazione: fogli di stile CSS 8 1.3 Approfondimento

Dettagli

Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria. Tecnologie Web T A.A. 2014 2015. Esercitazione 2 XML, DTD, XSD, Parser SAX/DOM

Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria. Tecnologie Web T A.A. 2014 2015. Esercitazione 2 XML, DTD, XSD, Parser SAX/DOM Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria Tecnologie Web T A.A. 2014 2015 Esercitazione 2 XML, DTD, XSD, Parser SAX/DOM Agenda Creazione di documenti XML Creazione di documenti DTD Creazione

Dettagli

XSLT WWW. Fabio Vitali 14 aprile 2000

XSLT WWW. Fabio Vitali 14 aprile 2000 XSLT Fabio Vitali 14 aprile 2000 Introduzione Oggi esaminiamo in breve: XSLT, ovvero il linguaggio di stile di XML. 2 XSL: un linguaggio di stylesheet Poiché nessun elemento di XML possiede un significato

Dettagli

HTML+XML= XHTML. Che cos è l XHTML

HTML+XML= XHTML. Che cos è l XHTML HTML+XML= XHTML Il ritorno al futuro del WEB A cura di Barbara Lotti Che cos è l XHTML Nel gennaio del 2000 il W3C ha rilasciato, anziché una nuova versione, una riformulazione dell HTML come applicazione

Dettagli

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Programmazione XML: JDOM versione 2.0 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina) G.

Dettagli

DTD ed XML Schema - Esercizi

DTD ed XML Schema - Esercizi Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011-2012 DTD ed XML Schema - Esercizi Eufemia TINELLI Contenuti Esercizi: DTD XML e XSD XML Design Pattern

Dettagli

2 Reti di Calcolatori XML

2 Reti di Calcolatori XML 2 3 4 5 6 7 8 root element Risultati Basi di dati 10 Dicembre 2003 Mario Rossi Corso Data List a_st

Dettagli

XML: extensible Markup Language

XML: extensible Markup Language XML: extensible Markup Language Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino laura.farinetti@polito.it L. Farinetti - Politecnico di Torino 1 Introduzione XML: extensible Markup

Dettagli

XML. Concetti principali. Risultato possibile. Differenze tra XML e HTML

XML. Concetti principali. Risultato possibile. Differenze tra XML e HTML Concetti principali Un documento XML contiente delle istruzioni particolari chiamate tag scritte in forma di coppia di parentesi (metalinguaggio con parentesi) Daniele Marini XML questa

Dettagli

b) Dinamicità delle pagine e interattività d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione

b) Dinamicità delle pagine e interattività d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione Evoluzione del Web Direzioni di sviluppo del web a) Multimedialità b) Dinamicità delle pagine e interattività c) Accessibilità d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione e) Web semantico

Dettagli

XML e Basi di Dati Corso di Basi di Dati 1. XML e basi di dati. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine

XML e Basi di Dati Corso di Basi di Dati 1. XML e basi di dati. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine XML e Basi di Dati Corso di Basi di Dati 1 XML e basi di dati Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine XML e Basi di Dati Corso di Basi di Dati 2 Cos è XML XML è l

Dettagli

XML e XSD. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com

XML e XSD. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com XML e XSD Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com Ordine di Acquisto Servizio: eshop Operazione: ordine di acquisto Dati dell'ordine: prodotti quantità corriere Playstation 2 Controller

Dettagli

ma l XML va ben al di là dell HTML: serve per descrivere

ma l XML va ben al di là dell HTML: serve per descrivere Il metalinguaggio XML 1 Introduzione all'xml Il futuro dei linguaggi di markup: XML = EXtensible Markup Language è una versione semplificata dell SGML Nasce con l'intento di superare alcune limitazioni

Dettagli

Laboratorio di Programmazione Distribuita. Introduzione a XML. Dott. Marco Bianchi Università degli Studi di L'Aquila

Laboratorio di Programmazione Distribuita. Introduzione a XML. Dott. Marco Bianchi Università degli Studi di L'Aquila Laboratorio di Programmazione Distribuita Dott. Marco Bianchi Università degli Studi di L'Aquila bianchi@di.univaq.it http://di.univaq.it/~bianchi Cos'è XML? XML = extensible Markup Language E' un meta-linguaggio

Dettagli

XML e standard connessi. XML, XML-Names, XSL, XPointer, XLink

XML e standard connessi. XML, XML-Names, XSL, XPointer, XLink XML e standard connessi XML, XML-Names, XSL, XPointer, XLink 1 Sommario Introduzione XML 1.0 XML-Names XSL XPointer e XLink 2 XML XML (Extensible Markup Language [sic!]) è un meta-linguaggio di markup,

Dettagli

XML exstensible Markup Language

XML exstensible Markup Language XML exstensible Markup Language Metalinguaggio Orientamento al web Enorme diffusione 1 GML 1969 C.Goldfarb (IBM) SGML 1975 C. Goldfarb Genesi di XML HTML 1989 Tim- Berners Lee (CERN) W3C 1995 Nasce il

Dettagli

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine Siti interattivi e dinamici in poche pagine 1 Siti Web interattivi Pagine Web codificate esclusivamente per mezzo dell HTML non permettono alcun tipo di interazione con l utente, se non quella rappresentata

Dettagli

Applicazioni web-based. Progettazione di Sistemi Interattivi. Implementazione di sistemi interattivi web-based (prima parte) Gli Standard Web

Applicazioni web-based. Progettazione di Sistemi Interattivi. Implementazione di sistemi interattivi web-based (prima parte) Gli Standard Web Progettazione di Sistemi Interattivi Implementazione di sistemi interattivi web-based (prima parte) Docente: Daniela Fogli Applicazioni web-based Il World Wide Web (W3C) [www.w3.org]: Fondato da Tim Berners-Lee

Dettagli

Rappresentare i file XML - XSL

Rappresentare i file XML - XSL Rappresentare i file XML - XSL Laura Papaleo papaleo@disi.unige.it CSS2, XSL, XSLT, XPath 1 XSL - exstensible Stylesheet Language XSL Raccomandazione del W3C (2001) Per aumentare la flessibilità dello

Dettagli

Definire linguaggi XML XSchema

Definire linguaggi XML XSchema Definire linguaggi XML XSchema 1 XMLSchema: cos'è e a cosa serve Scambio di informazioni/dati deve essere trattato in modo automatico I documenti XML usati da più partner devono avere la stessa struttura

Dettagli

Argomenti XML JSON. Linguaggi per la definizione e lo scambio di dati strutturati, semi-strutturati, non strutturati. XML Data Model JSON

Argomenti XML JSON. Linguaggi per la definizione e lo scambio di dati strutturati, semi-strutturati, non strutturati. XML Data Model JSON XML JSON Argomenti 2 Linguaggi per la definizione e lo scambio di dati strutturati, semi-strutturati, non strutturati XML Data Model JSON 3 XML XML extensible Markup Language 4 Modello di dati XML Nato

Dettagli

Terminologia. Laboratorio di sistemi interattivi. XML: descrivere caratteristiche arbitrarie di un documento. Lezione 11: Introduzione a XML

Terminologia. Laboratorio di sistemi interattivi. XML: descrivere caratteristiche arbitrarie di un documento. Lezione 11: Introduzione a XML Laboratorio di sistemi interattivi Lezione 11: Introduzione a XML 1 Terminologia XML = extensible Markup Language DTD = Document Type Definition XSL = extensible Stylesheet Language XSLT = extensible Stylesheet

Dettagli

HTML il linguaggio per creare le pagine per il web

HTML il linguaggio per creare le pagine per il web HTML il linguaggio per creare le pagine per il web Parte I: elementi di base World Wide Web Si basa sul protocollo HTTP ed è la vera novità degli anni 90 Sviluppato presso il CERN di Ginevra è il più potente

Dettagli

XML. XML è contemporaneamente: XML non è:

XML. XML è contemporaneamente: XML non è: XML XML è contemporaneamente: Linguaggio di annotazione (Markup) che permette di creare gruppi di marcatori (tag set) personalizzati (MathML, XHTML, chemicalml, ecc..) Formato standard per lo scambio dei

Dettagli

Corso basi di dati Introduzione alle ASP

Corso basi di dati Introduzione alle ASP Corso basi di dati Introduzione alle ASP Gianluca Di Tomassi Email: ditomass@dia.uniroma3.it Università di Roma Tre Web statico e Web interattivo In principio il Web era una semplice collezione di pagine

Dettagli

Creare documenti XML. La natura epistemologica della codifica. Perché comprare XML? La struttura gerarchica ordinata. Riassumendo le componenti

Creare documenti XML. La natura epistemologica della codifica. Perché comprare XML? La struttura gerarchica ordinata. Riassumendo le componenti Lez. 7 Creare documenti XML La codifica deve raggiungere 2 traguardi: Accessibilità tecnica Permanenza a lungo termine 05/03/12 Perché comprare XML La natura epistemologica della codifica HTML Descrive

Dettagli

XML e Sistemi per la Gestione di Basi di Dati Relazionali

XML e Sistemi per la Gestione di Basi di Dati Relazionali Basi di Dati Distribuite a.a. 2004/2005 XML e Sistemi per la Gestione di Basi di Dati Relazionali Luca Noce - luxnox2000@yahoo.it Elisa Marino - marino_elisa@hotmail.com Obiettivi Necessità di conciliare

Dettagli

Introduzione al linguaggio XSL (exensible Styles Language) XSLT(eXensible Styles Language Trasformations)

Introduzione al linguaggio XSL (exensible Styles Language) XSLT(eXensible Styles Language Trasformations) Introduzione al linguaggio XSL (exensible Styles Language) XSLT(eXensible Styles Language Trasformations) Lezione del Corso Interazione Uomo Macchina 1, Docente Francesco Mele Corso di Laurea in Informatica

Dettagli

Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria. Tecnologie Web T A.A. 2014 2015. Esercitazione 2 XML, DTD, XSD, Parser SAX/DOM

Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria. Tecnologie Web T A.A. 2014 2015. Esercitazione 2 XML, DTD, XSD, Parser SAX/DOM Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria Tecnologie Web T A.A. 2014 2015 Esercitazione 2 XML, DTD, XSD, Parser SAX/DOM Agenda Creazione di documenti XML Creazione di documenti DTD Creazione

Dettagli

La struttura: XML Schema

La struttura: XML Schema La struttura: XML Schema Laura Farinetti, Fulvio Corno Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino L. Farinetti, F. Corno - Politecnico di Torino 1 XML Schema Inizialmente proposto da Microsoft,

Dettagli

Capitolo 3. XML: extensible Markup Language. Introduzione Logical Structures Document Type Definition Namespace XML - Schema

Capitolo 3. XML: extensible Markup Language. Introduzione Logical Structures Document Type Definition Namespace XML - Schema Capitolo 3 XML: extensible Markup Language Introduzione Logical Structures Document Type Definition Namespace XML - Schema XML: extensible Markup Language Introduzione HTML: HyperText Markup Language HTML

Dettagli

XSL: extensible Stylesheet Language

XSL: extensible Stylesheet Language XSL: extensible Stylesheet Language XSL è un insieme di tre linguaggi che forniscono gli strumenti per l elaborazione e la presentazione di documenti XML in maniera molto flessibile. I tre linguaggi devono

Dettagli

Capitolo 4 Pianificazione e Sviluppo di Web Part

Capitolo 4 Pianificazione e Sviluppo di Web Part Capitolo 4 Pianificazione e Sviluppo di Web Part Questo capitolo mostra come usare Microsoft Office XP Developer per personalizzare Microsoft SharePoint Portal Server 2001. Spiega come creare, aggiungere,

Dettagli

LABORATORIO PER IL DESIGN DELLE INTERFACCE PEGORARO ALESSANDRO CASSERO.IT MANUALE DI AGGIORNAMENTO, MANUTENZIONE E USO DEL SITO

LABORATORIO PER IL DESIGN DELLE INTERFACCE PEGORARO ALESSANDRO CASSERO.IT MANUALE DI AGGIORNAMENTO, MANUTENZIONE E USO DEL SITO CASSERO.IT MANUALE DI AGGIORNAMENTO, MANUTENZIONE E USO DEL SITO 1 Installazione e requisiti per il corretto funzionamento del sito: L istallazione è possibile sui più diffusi sistemi operativi. Il pacchetto

Dettagli

Web applications (WA)

Web applications (WA) Web applications (WA) Web application workflow Tutte le WA fanno all incirca le stesse cose Trasmettono al web server i dati Eseguono l elaborazione dei dati sul lato server (server-side processing) Formattano

Dettagli

Simple & Efficient. www.quick-software-line.com

Simple & Efficient. www.quick-software-line.com Cosa è XML? extensible Markup Language Linguaggio è una definizione limitativa XML serve a descrivere con precisione qualsiasi informazione XML è estensibile. Ovvero non ha tag predefiniti come HTML XML

Dettagli

Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali

Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali 06.05 XLST Maurizio Maffi ISTI Informa1on Science and Technology Ins1tute Da XSL a XSLT XSL o extensible Stylesheet Language, è un linguaggio XML creato inizialmente

Dettagli

6. XML E RAPPRESENTAZIONE DEL FORMATO DI RISPOSTA

6. XML E RAPPRESENTAZIONE DEL FORMATO DI RISPOSTA 6. XML E RAPPRESENTAZIONE DEL FORMATO DI RISPOSTA Il permesso di fare copie digitali o fisiche di tutto o parte di questo lavoro per uso di ricerca o didattico è acconsentito senza corrispettivo in danaro,

Dettagli

EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML

EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML Introduzione L applicazione EXPLOit gestisce i contenuti dei documenti strutturati in SGML o XML, utilizzando il prodotto Adobe FrameMaker per

Dettagli

XML Schema Definition (XSD)

XML Schema Definition (XSD) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011-2012 XML Schema Definition (XSD) Eufemia TINELLI Contenuti XML Schema e DTD Formato XML Schema Tipi

Dettagli

XML. (extensible Markup Language) Seconda parte

XML. (extensible Markup Language) Seconda parte XML (extensible Markup Language) Seconda parte XML Schema: motivazione XML è lo strumento ideale per esprimere documenti di testo, ma è anche molto di più è uno strumento per trasferire DATI STRUTTURATI

Dettagli

Web Programming Specifiche dei progetti

Web Programming Specifiche dei progetti Web Programming Specifiche dei progetti Paolo Milazzo Anno Accademico 2010/2011 Argomenti trattati nel corso Nel corso di Web Programming sono state descritti i seguenti linguaggi (e tecnologie): HTML

Dettagli

FormScape V3.1: SUPPORTO XML

FormScape V3.1: SUPPORTO XML FormScape V3.1: SUPPORTO Maggio 2004 FormScape V3, la Soluzione Intelligente per Creare, Gestire, Visualizzare e Distribuire i Tuoi Documenti FormScape V3 Page 1 Introduzione Il formato si sta affermando

Dettagli

Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione

Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 1 Aprile 2014 Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Il Server

Dettagli

I linguaggi di marcatura e XML per la codifica dei dati d archivio

I linguaggi di marcatura e XML per la codifica dei dati d archivio I linguaggi di marcatura e XML per la codifica dei dati d archivio Corso di formazione per l'apprendimento e l'utilizzo della piattaforma IBC-xDams Modena, 21 gennaio 2014 Mirella M. Plazzi e F.Ricci IBC

Dettagli

Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML,HTML,XML

Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML,HTML,XML Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML,HTML,XML SGML (Standard General Markup Language) Molteplicità di documenti di tipo diverso (es. web): articoli, cataloghi, rubriche, tabelle di dati etc..

Dettagli

Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione

Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 27 Marzo 2012 Architetture Architetture Web Protocolli di Comunicazione Il Client Side

Dettagli

Esercizi di JavaScript

Esercizi di JavaScript Esercizi di JavaScript JavaScript JavaScript é un linguaggio di programmazione interpretato e leggero, creato dalla Netscape. E' presente a patire da Netscape 2 in tutti i browser ed é dunque il linguaggio

Dettagli

INDICE. Indice. Introduzione

INDICE. Indice. Introduzione V Indice Introduzione XIII Capitolo 1 La programmazione multithread 1 1.1 Cosa sono i thread 2 Utilizzare i thread per dare una possibilità ad altri task 9 Avvio ed esecuzione dei thread 10 Esecuzione

Dettagli

APPENDICE B Le Active Server Page

APPENDICE B Le Active Server Page APPENDICE B Le Active Server Page B.1 Introduzione ad ASP La programmazione web è nata con la Common Gateway Interface. L interfaccia CGI tuttavia presenta dei limiti: ad esempio anche per semplici elaborazioni

Dettagli

Come funziona internet

Come funziona internet Come funziona internet Architettura client server URL/URI Richiesta (Request) Risposta (Response) Pagina url e uri Uno Uniform Resource Identifier (URI, acronimo più generico rispetto ad "URL") è una stringa

Dettagli

XML (extensible Markup Language)

XML (extensible Markup Language) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A.A. 2011-2012 XML (extensible Markup Language) Eufemia TINELLI Contenuti Vista logica di XML Vista fisica di

Dettagli

Corso di Informatica di base per le discipline umanistiche - XPATH

Corso di Informatica di base per le discipline umanistiche - XPATH Corso di Informatica di base per le discipline umanistiche - XPATH Francesca Frontini Pavia AA 2008-2009 Materiale http://www.w3schools.com/xpath/default.asp Cartella xpath esercizi scaricabile dalla pagina

Dettagli

SVILUPPARE TEMPLATE CON ARIADNE WCM. Linguaggi e tecnologie per sviluppare siti web

SVILUPPARE TEMPLATE CON ARIADNE WCM. Linguaggi e tecnologie per sviluppare siti web SVILUPPARE TEMPLATE CON ARIADNE WCM Linguaggi e tecnologie per sviluppare siti web 1 Le componenti da considerare XML XSL + XPATH TEMPLATE REPOSITORY ACM 2 Sviluppare Template con Ariadne WCM 1. INTRODUZIONE

Dettagli

Manuali.net. Nevio Martini

Manuali.net. Nevio Martini Manuali.net Corso base per la gestione di Siti Web Nevio Martini 2009 Il Linguaggio HTML 1 parte Introduzione Internet è un fenomeno in continua espansione e non accenna a rallentare, anzi è in permanente

Dettagli

Esercitazione XML. Tecniche di Programmazione avanzata Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Telematica Università Kore Enna A.A.

Esercitazione XML. Tecniche di Programmazione avanzata Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Telematica Università Kore Enna A.A. Tecniche di Programmazione avanzata Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Telematica Università Kore Enna A.A. 2009-2010 Alessandro Longheu http://www.diit.unict.it/users/alongheu alessandro.longheu@diit.unict.it

Dettagli

XML extensible Markup Language

XML extensible Markup Language XML extensible Markup Language Schemi parte b XMLSchema versione 2.0 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina) G. Mecca Università della Basilicata

Dettagli

Impianti di Elaborazione. Applicazioni e Servizi

Impianti di Elaborazione. Applicazioni e Servizi Impianti di Elaborazione Applicazioni e Servizi M.G. Fugini COMO IMPIANTI 08-09 Indice dei contenuti Servizi e risorse Internet (Telnet, FTP, Posta elettronica, News, Chat, Videoconferenza, ) World Wide

Dettagli

Guida all XML INTRODUZIONE CAPITOLO 1. L IMPORTANZA DI XML 1.1 ORIGINE E OBIETTIVI

Guida all XML INTRODUZIONE CAPITOLO 1. L IMPORTANZA DI XML 1.1 ORIGINE E OBIETTIVI Guida all XML (corso online a cura di Marco Giannì; http://www.html.it/xml/guida/) INTRODUZIONE L HTML (Hypertext Markup Language) è considerato la base del World Wide Web. Questo linguaggio consente infatti

Dettagli

Integrazione di tecnologie XML nella realizzazione di siti Web

Integrazione di tecnologie XML nella realizzazione di siti Web Integrazione di tecnologie XML nella realizzazione di siti Web Andrea Marchetti(IAT CNR) Massimo Martinelli(IEI CNR) Bologna 15 Giugno 1999 XML I Giornata di studio Presentazione della presentazione Metapresentazione

Dettagli

ScanDoc presentazione ed uso

ScanDoc presentazione ed uso ScanDoc presentazione ed uso - documentazione ufficiale - Sommario Premessa... 2 Descrizione ScanDoc... 2 Panoramica... 2 Funzioni disponibili... 2 Invio di documenti letti da scanner tramite mail... 2

Dettagli

XML (extensible Markup Language)

XML (extensible Markup Language) Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8HVCNU5634 Data ultima modifica 16/06/2011 Prodotto Dichiarazioni fiscali 2011 Modulo Generica DF Oggetto: Modello IRAP 2011 XML - XMLNotepad: Guida all uso e

Dettagli

Esercitazione su Windows. Introduzione al calcolatore Introduzione a Windows

Esercitazione su Windows. Introduzione al calcolatore Introduzione a Windows Esercitazione su Windows Introduzione al calcolatore Introduzione a Windows Sistemi Operativi Moderni Multi-Utente Multi-Processo Strutturati a Cipolla Dispongono di Interfaccia Grafica (GUI) oltre che

Dettagli