L Iniziativa egovernment.net per l Italia. Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L Iniziativa egovernment.net per l Italia. Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 2"

Transcript

1 L Iniziativa egovernment.net per l Italia Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 2 Porta di Dominio STK Versione 1.0, Aprile 2002 Soluzioni per l Interoperabilità e la Cooperazione Applicativa tra

2 Le informazioni contenute in questo documento rappresentano la posizione di Microsoft Italia sugli argomenti discussi alla data della pubblicazione. Poiché Microsoft si adegua costantemente ai cambiamenti delle condizioni di mercato, tali informazioni non possono essere considerate impegni assunti da Microsoft, che non può garantire che queste informazioni non subiranno modifiche posteriormente alla data di questa pubblicazione. Questa pubblicazione è puramente informativa. MICROSOFT NON OFFRE ALCUNA GARANZIA, ESPLICITA O IMPLICITA, SUL CONTENUTO. Il rispetto di tutte le leggi applicabili in materia di copyright è esclusivamente a carico dell utente. Fermi restando tutti i diritti coperti da copyright, nessuna parte di questo documento potrà comunque essere riprodotta o inserita in un sistema di riproduzione o trasmessa in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo (in formato elettronico, meccanico, su fotocopia, come registrazione o altro) per qualsiasi scopo, senza il permesso scritto di Microsoft Italia. Tutti i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Ogni riferimento a nomi, società, prodotti, persone, personaggi e/o dati esistenti utilizzati nel presente documento è puramente casuale Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati. Proprietà Intellettuale del codice di esempio (I) (II) (III) (IV) (V) (VI) Tutti i diritti su ogni codice per computer illustrato in questo whitepaper o su materiali sviluppati autonomamente da e/o per Microsoft ovvero da terze parti, rimarranno di proprietà esclusiva della parte che li ha realizzati. Microsoft riconosce la facoltà di usare, riprodurre e modificare la versione in "codice sorgente" del codice illustrato in questo whitepaper (di seguito Lavoro preesistente ) al fine di sviluppare prodotti/servizi, nonché di distribuire la versione in "codice oggetto" di detto Lavoro Preesistente, e dei suoi derivati, agli utilizzatori finali. L eventuale distribuzione agli utilizzatori finali dovrà in ogni caso essere fatta in base ad un contratto di licenza che dovrà prevedere: (i) una concessione di licenza con una dichiarazione di titolarità conforme ai termini del presente Accordo; (ii) un divieto di effettuare il reverse engineering, decompilare o disassemblare codici. In caso di distribuzione, nei limiti di cui sopra, ogni utilizzatore manleverà Microsoft per qualsivoglia tipo di danno derivante dall uso dei prodotti e/o servizi realizzati sulla base del Lavoro Preesistente. Le informazioni e il codice di esempio illustrati nel presente whitepaper sono forniti meramente a titolo dimostrativo senza garanzia di alcun tipo, implicita od esplicita, compresa quella riguardo alla commercializzazione e/o compatibilità in impieghi particolari. Ogni utilizzatore si assume l'intera responsabilità per l'utilizzo di dette informazioni e parti di codice. In nessun caso Microsoft Italia, Microsoft Corporation e i loro fornitori si rendono responsabili per danni diretti, indiretti o accidentali che possano provocare perdita di denaro o di dati. Le informazioni e parti di codice illustrate in questo whitepaper non sono coperti da forme o contratti di servizio eventualmente già in essere con l utente. Per maggiori informazioni al riguardo si consiglia di contattare Microsoft Services

3 Indice Premessa...1 Scenario di Esempio per la porta di dominio STK...1 Il servizio...2 Flusso di richiesta e risposta...2 Formato del messaggio...3 Schemi XML...3 Schema per la richiesta del servizio Ricerca P.F. [PALab-Input-PF.xsd]...3 Schema per la richiesta del servizio P.N.F. [PALab-Input-PNF.xsd]...6 Schema di risposta del servizio [PALab-Output.xsd]...8 Architettura della Porta Applicativa STK...9 Front-End (PALabWS.WebServices [PALab-WS.dll])...10 Back-End (PALab.XMLProvider [PALab.dll])...13 Porta Delegata...13 Messaggi SOAP...19 Conclusioni...22

4 Premessa Il presente documento è un allegato tecnico del documento Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa. In esso è contenuta la spiegazione di un esempio di porta di dominio realizzata utilizzando il SOAP Toolkit 2.0 (STK). Il codice sorgente di questo esempio è disponibile all interno di EASI. Scenario di Esempio per la porta di dominio STK Lo scenario di riferimento descritto nel presente documento è il seguente: un Amministrazione vuole, tramite un applicazione Web, permettere la ricerca dei dati di una o più persona fisiche attingendo le informazioni da una anagrafe a cui ha accesso tramite una porta di dominio interamente sviluppata utilizzando Visual Basic 6.0 e SOAP Toolkit 2.0 SP2 A tal fine sono state realizzate 2 componenti (vedere Fig.1) che rappresentano: Porta Applicativa: fornisce i dati delle persone fisiche presenti nel suo archivio anagrafico tramite un Web Service, tale servizio attinge i dati da un database SQL Server 2000 che contiene lo schema di un anagrafe in versione semplificata; Porta Delegata: viene simulata tramite una applicazione Windows (client di test) che esegue chiamate sincrone al servizio interrogando il Web Service e visualizzando i dati nel formato XML. Si evidenzia che nello scenario di esempio implemetato la porta delegata può richiedere il servizio solo in maniera sincrona. Allegato 2 Porta di Dominio STK - 1

5 Dominio 1 Dominio 2 Porta Delegata Porta Applicativa Windows Application HTTP/SOAP Internet Tunnel Ipsec HTTP/SOAP DB IIS (D)COM ADO Back End SQL Server Fig.1 Architettura della soluzione Il servizio Il servizio d esempio erogato dalla porta applicativa riguarda l interrogazione di un anagrafica di persone fisiche. La ricerca può avvenire per codice fiscale della persona oppure inserendo alcuni dati come nome, cognome, e data di nascita. A livello tecnologico il servizio è fruibile mediante chiamata SOAP di tipo document oriented, vale a dire in cui l input e l output della chiamata è un documento XML contenente tutte le informazioni riguardanti il servizio. Il protocollo ed il formato implementati per la chiamata sono: SOAP con documento XML su HTTP SOAP con documento firmato (formato PKCS#7) su HTTP Flusso di richiesta e risposta Indipendentemente dal protocollo e dal formato utilizzato, ogni richiesta di servizio si svolge seguendo sempre i seguenti passi: 1. Il client si collega alla porta delegata (web server) del proprio dominio; 2. Il client decide il protocollo ed il formato dei dati (vedere paragrafo precedente); Allegato 2 Porta di Dominio STK - 2

6 3. Il client compila una form con i dati necessari all elaborazione del servizio; 4. La porta delegata (in questo scenario l applicazione windows) utilizza i dati inseriti dal client per creare un documento XML (schema PALab-Input-PF.xsd) da inviare alla porta applicativa per ottenere il servizio; 5. La porta delegata invia il documento XML alla porta applicativa come parametro di una chiamata SOAP; 6. La porta delegata riceve come risposta dalla chiamata SOAP un documento XML. A questo punto il documento XML di risposta che riceve la porta delegata contiene il risultato dell elaborazione effettuata della porta applicativa (schema PALab-Output.xsd). Formato del messaggio Come visto in precedenza il formato del messaggio, indipendentemente dal protocollo di trasporto utilizzato, può essere: XML (base) PKCS#7 Pertanto il documento XML sarà inviato direttamente oppure sarà presente all interno della busta PKCS#7. In ogni caso dovrà rispettare uno degli schemi mostrati nel paragrafo successivo. Schemi XML Il flusso appena descritto è basato sullo scambio di documenti XML che devono rispettare i seguenti schemi XML qui presentati in formato XSD. Schema per la richiesta del servizio Ricerca P.F. [PALab-Input-PF.xsd] L elemento root è RicercaPF (vedere Tab.1) e consente di specificare se effettuare una ricerca per codice fiscale (elemento CF) oppure per dati anagrafici (elemento DatiPF). In quest ultimo caso la richiesta dovrà contenere nome, cognome e sesso della persona fisica da cercare (notare che altri nodi che compaiono nella figura sottostante come Nascita e Residenza sono opzionali e nell esempio non vengono utilizzati). Allegato 2 Porta di Dominio STK - 3

7 diagram diagram source <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <xsd:schema xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema" elementformdefault="qualified"> <xsd:element name="ricercapf"> <xsd:complextype> <xsd:choice> <xsd:element name="cf"> <xsd:minlength value="16"/> <xsd:maxlength value="16"/> <xsd:element name="datipf"> <xsd:complextype> <xsd:sequence> <xsd:element name="cognome"> <xsd:maxlength value="36"/> <xsd:minlength value="1"/> <xsd:element name="nome"> <xsd:maxlength value="36"/> <xsd:minlength value="1"/> <xsd:element name="sesso"> <xsd:minlength value="1"/> <xsd:maxlength value="1"/> <xsd:enumeration value="m"/> <xsd:enumeration value="f"/> Allegato 2 Porta di Dominio STK - 4

8 <xsd:element name="nascita"> <xsd:complextype> <xsd:sequence> <xsd:element name="data" type="xsd:date"/> <xsd:element name="luogo"> <xsd:complextype> <xsd:sequence> <xsd:element ref="comune"/> <xsd:element ref="provincia"/> <xsd:element ref="cap" minoccurs="0"/> </xsd:sequence> </xsd:complextype> </xsd:sequence> </xsd:complextype> <xsd:element name="residenza"> <xsd:complextype> <xsd:sequence> <xsd:element name="luogoex"> <xsd:complextype> <xsd:sequence> <xsd:element ref="comune"/> <xsd:element ref="provincia"/> <xsd:element ref="cap" minoccurs="0"/> <xsd:element ref="indirizzo" minoccurs="0"/> <xsd:element ref="numcivico" minoccurs="0"/> </xsd:sequence> </xsd:complextype> </xsd:sequence> </xsd:complextype> </xsd:sequence> </xsd:complextype> </xsd:choice> </xsd:complextype> <xsd:element name="comune"> <xsd:maxlength value="45"/> <xsd:minlength value="1"/> <xsd:element name="provincia"> <xsd:minlength value="2"/> <xsd:maxlength value="2"/> <xsd:element name="cap"> <xsd:minlength value="5"/> <xsd:maxlength value="5"/> <xsd:element name="indirizzo"> <xsd:maxlength value="63"/> <xsd:minlength value="1"/> Allegato 2 Porta di Dominio STK - 5

9 <xsd:element name="numcivico"> <xsd:maxlength value="10"/> <xsd:minlength value="1"/> </xsd:schema> Tab.1 Schema PALab-Input-PF.xsd Schema per la richiesta del servizio P.N.F. [PALab-Input-PNF.xsd] Nel caso di ricerca di persona non fisica (funzionalità non implementata nella porta delegata), l elemento root è RicercaPNF (vedi Tab.2), il quale a sua volta permette di specificare se effettuare una ricerca per partita iva (elemento CF11) oppure per dati anagrafici della società (elemento DatiPNF). In quest ultimo caso la richiestà dovrà contenere la Denominazione della società (il nodo Domicilio che compare nella figura successiva è opzionale e non viene utilizzato nell esempio). diagram diagram source <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <xsd:schema xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema" elementformdefault="qualified"> <xsd:element name="ricercapnf"> <xsd:complextype> <xsd:choice> <xsd:element name="cf11"> <xsd:minlength value="11"/> <xsd:maxlength value="11"/> <xsd:element name="datipnf"> <xsd:complextype> Allegato 2 Porta di Dominio STK - 6

10 <xsd:sequence> <xsd:element name="denominazione"> <xsd:maxlength value="51"/> <xsd:minlength value="1"/> <xsd:element name="domicilio"> <xsd:complextype> <xsd:sequence> <xsd:element name="luogoex"> <xsd:complextype> <xsd:sequence> <xsd:element ref="comune"/> <xsd:element ref="provincia"/> <xsd:element ref="cap" minoccurs="0"/> <xsd:element ref="indirizzo" minoccurs="0"/> <xsd:element ref="numcivico" minoccurs="0"/> </xsd:sequence> </xsd:complextype> </xsd:sequence> </xsd:complextype> </xsd:sequence> </xsd:complextype> </xsd:choice> </xsd:complextype> <xsd:element name="comune"> <xsd:maxlength value="45"/> <xsd:minlength value="1"/> <xsd:element name="provincia"> <xsd:minlength value="2"/> <xsd:maxlength value="2"/> <xsd:element name="cap"> <xsd:minlength value="5"/> <xsd:maxlength value="5"/> <xsd:element name="indirizzo"> <xsd:maxlength value="63"/> <xsd:minlength value="1"/> <xsd:element name="numcivico"> <xsd:maxlength value="10"/> <xsd:minlength value="1"/> Allegato 2 Porta di Dominio STK - 7

11 </xsd:schema> Tab.2 Schema PALab-Input-PNF.xsd Schema di risposta del servizio [PALab-Output.xsd] L elemento root è Output (vedere Tab.3) ed è composto dei dati della persona fisica o della persona non fisica descritti negli schemi d input (PALab-Input-PF.xsd e PALab-Input-PNF.xsd) con la precisazione che il nodo DatiPFEx ha lo stesso schema di DatiPF con l aggiunta del campo CF contenente il codice fiscale, mentre il nodo DatiPNFEx ha lo stesso schema di DatiPNF con l aggiunta del campo CF11 contenente la Partita IVA della società. diagram diagram Allegato 2 Porta di Dominio STK - 8

12 diagram source Tab.3 Schema PALab-Output.xsd Architettura della Porta Applicativa STK La porta applicativa prevede 2 blocchi principali (vedere Fig.2): Front-End: Ricezione / invio dei documenti; Back-End: Elaborazione dei documenti al fine di erogare il servizio di business richiesto. Ognuno di questi blocchi è argomento di discussione dei paragrafi successivi. SOAP MESSAGE Porta Applicativa Front-End Web Service Back-End Componenti COM+ DB Fig.2 Architettura della Porta Applicativa STK Allegato 2 Porta di Dominio STK - 9

13 Front-End (PALabWS.WebServices [PALab-WS.dll]) Il front-end è un Web Service sviluppato utilizzando Visual Basic 6.0 ed il SOAP Toolkit 2.0 SP2 e la sua interfaccia prevede 4 metodi: RicercaPF_XML e RicercaPNF_XML: accettano in input il documento necessariamente nel formato XML (stringa) e restituiscono un documento sempre nel formato XML; RicercaPF_PKCS7 e RicercaPNF_PKCS7: accettano in input il documento necessariamente nel formato PKCS#7 (stringa) e restituiscono un documento sempre nel formato PKCS#7. La funzione principale del Web Service di front-end è di inviare il documento verso i componenti COM+ (back-end) per l elaborazione e restituire il documento risultante come parametro d output della chiamata SOAP. Nel caso PKCS#7 il documento è prima estratto dalla busta ed il certificato utilizzato per la verifica (nello scenario d esempio non sono implementati altri utilizzi: autenticazione, abilitazione, ecc.). Il metodo d invio dal front-end verso il back-end è sempre di tipo chiamata sincrona (COM/DCOM). Di seguito è mostrato il codice (vedere Riq.1 e Riq.2) del front-end della porta applicativa: Public Function RicercaPF_XML( _ ByVal OrgID As String, _ ByVal RequestXML As String, _ ByRef ResponseXML As String, _ Optional ByRef ResCode As Long, _ Optional ByRef ResString As String _ ) As Long On Error GoTo EH_RicercaPF_XML Dim domin As FreeThreadedDOMDocument Dim domout As FreeThreadedDOMDocument Dim objprov As PALab.XMLProvider Set domin = XML_GetDoc(RequestXML) Set domout = XML_GetDoc("<Output/>") Set objprov = New PALab.XMLProvider If objprov.ricercapf(domin, domout, ResCode, ResString) Then ResponseXML = domout.xml RicercaPF_XML = domout.documentelement.childnodes.length If Not m_objctx Is Nothing Then m_objctx.setcomplete Exit Function EH_RicercaPF_XML: Allegato 2 Porta di Dominio STK - 10

14 If Not m_objctx Is Nothing Then m_objctx.setabort ErrHandler TypeName(Me) & "::RicercaPF_XML" End Function Public Function RicercaPNF_XML( _ ByVal OrgID As String, _ ByVal RequestXML As String, _ ByRef ResponseXML As String, _ Optional ByRef ResCode As Long, _ Optional ByRef ResString As String _ ) As Long On Error GoTo EH_RicercaPNF_XML Dim domin As FreeThreadedDOMDocument Dim domout As FreeThreadedDOMDocument Dim objprov As PALab.XMLProvider Set domin = XML_GetDoc(RequestXML) Set domout = XML_GetDoc("<Output/>") Set objprov = New PALab.XMLProvider If objprov.ricercapnf(domin, domout, ResCode, ResString) Then ResponseXML = domout.xml RicercaPNF_XML = domout.documentelement.childnodes.length If Not m_objctx Is Nothing Then m_objctx.setcomplete Exit Function EH_RicercaPNF_XML: If Not m_objctx Is Nothing Then m_objctx.setabort ErrHandler TypeName(Me) & "::RicercaPNF_XML" End Function Riq.1 Codice dei metodi RicercaPF_XML e RicercaPNF_XML Public Function RicercaPF_PKCS7( _ ByVal OrgID As String, _ ByVal RequestPKCS7 As String, _ ByRef ResponsePKCS7 As String, _ Optional ByRef ResCode As Long, _ Optional ByRef ResString As String _ ) As Long On Error GoTo EH_RicercaPF_PKCS7 Dim sreqcontent As String Dim srespcontent As String sreqcontent = CAPI_Verify(RequestPKCS7) RicercaPF_PKCS7 = RicercaPF_XML(OrgID, sreqcontent, srespcontent, ResCode, ResString) If srespcontent <> "" Then Dim colcert As Collection Set colcert = CAPI_GetCertificateCollection(True) If Not colcert Is Nothing Then If colcert.count > 0 Then Allegato 2 Porta di Dominio STK - 11

15 'Use the right certificate belowe ResponsePKCS7 = CAPI_Sign(sRespContent, colcert.item(1)) 'First "Computer" Certificate If ResponsePKCS7 = "" Then ResCode = -1 'Without Sign ResponsePKCS7 = srespcontent If Not m_objctx Is Nothing Then m_objctx.setcomplete Exit Function EH_RicercaPF_PKCS7: If Not m_objctx Is Nothing Then m_objctx.setabort ErrHandler TypeName(Me) & "::RicercaPF_PKCS7" End Function Public Function RicercaPNF_PKCS7( _ ByVal OrgID As String, _ ByVal RequestPKCS7 As String, _ ByRef ResponsePKCS7 As String, _ Optional ByRef ResCode As Long, _ Optional ByRef ResString As String _ ) As Long On Error GoTo EH_RicercaPNF_PKCS7 Dim sreqcontent As String Dim srespcontent As String sreqcontent = CAPI_Verify(RequestPKCS7) RicercaPNF_PKCS7 = RicercaPNF_XML(OrgID, sreqcontent, srespcontent, ResCode, ResString) If srespcontent <> "" Then Dim colcert As Collection Set colcert = CAPI_GetCertificateCollection(True) If Not colcert Is Nothing Then If colcert.count > 0 Then 'Use the right certificate belowe ResponsePKCS7 = CAPI_Sign(sRespContent, colcert.item(1)) If ResponsePKCS7 = "" Then ResCode = -1 'Without Sign ResponsePKCS7 = srespcontent If Not m_objctx Is Nothing Then m_objctx.setcomplete Exit Function EH_RicercaPNF_PKCS7: If Not m_objctx Is Nothing Then m_objctx.setabort ErrHandler TypeName(Me) & "::RicercaPNF_PKCS7" End Function 'First "Computer" Certificate Allegato 2 Porta di Dominio STK - 12

16 Riq.2 Codice dei metodi RicercaPF_PKCS7 e RicercaPNF_ PKCS7 L implementazione dei metodi con il PKCS#7 è pressoché identica a quello per l XML con la differenza che la richiesta (XML) è prelevata (così come il certificato del mittente) direttamente dalla busta PKCS#7. Per le funzioni relative ai certificati e alla crittografia si fa uso di CAPICOM la cui documentazione è disponibile su MSDN. CAPICOM è un wrapper COM che espone le API contenute all'interno della libreria CryptoAPI. NOTA: Per semplicità nell implementazione di questo scenario di esempio è utilizzato il primo certificato disponibile nello store del computer. Back-End (PALab.XMLProvider [PALab.dll]) Il back-end è realizzato come un singolo componente COM+ che ha il compito di eseguire le query sul database contenente l anagrafica. Nel nostro esempio il ProgID del componente è PALab.XMLProvider. Il codice del componente si riduce all invocazione delle stored procedure necessarie ad effettuare le query SQL sul db. La sua interfaccia prevede due metodi: RicercaPF: prende in input un XML con i dati di input e restituisce i dati della persona fisica che corrisponde a quel criterio di ricerca; RicercaPNF: prende in input un XML con i dati d input e restituisce i dati dell organizzazione (ente o società) che corrisponde a quel criterio di ricerca. Porta Delegata L applicazione Windows realizzata come esempio di porta delegata prevede una form con i campi che rappresentano i dati di input dei Web Services (nello scenario specifico rappresentano le chiavi di ricerca nell archivio anagrafico). L applicazione effettua l opportuna chiamata sincrona al servizio passandogli i dati d input forniti dall utente e visualizzando i dati d output in un campo della form in formato XML. Durante la fase di progettazione della porta delegata si individua il Web Service Ricerca Persona Fisica ed effettuando il download del WSDL (vedere Riq.3) si crea il codice client. Allegato 2 Porta di Dominio STK - 13

17 <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <!-- Generated 04/09/02 by Microsoft SOAP Toolkit WSDL File Generator, Version > <definitions name="palab-ws" targetnamespace="http://tempuri.org/wsdl/" xmlns:wsdlns="http://tempuri.org/wsdl/" xmlns:typens="http://tempuri.org/type" xmlns:soap="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/soap/" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema" xmlns:stk="http://schemas.microsoft.com/soap-toolkit/wsdl-extension" xmlns="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/"> <types> <schema targetnamespace="http://tempuri.org/type" xmlns="http://www.w3.org/2001/xmlschema" xmlns:soap-enc="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/" xmlns:wsdl="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/" elementformdefault="qualified"/> </types> <message name="webservices.ricercapf_xml"> <part name="orgid" type="xsd:string"/> <part name="requestxml" type="xsd:string"/> <part name="responsexml" type="xsd:string"/> <part name="rescode" type="xsd:int"/> <part name="resstring" type="xsd:string"/> </message> <message name="webservices.ricercapf_xmlresponse"> <part name="result" type="xsd:int"/> <part name="responsexml" type="xsd:string"/> <part name="rescode" type="xsd:int"/> <part name="resstring" type="xsd:string"/> </message> <message name="webservices.ricercapnf_xml"> <part name="orgid" type="xsd:string"/> <part name="requestxml" type="xsd:string"/> <part name="responsexml" type="xsd:string"/> <part name="rescode" type="xsd:int"/> <part name="resstring" type="xsd:string"/> </message> <message name="webservices.ricercapnf_xmlresponse"> <part name="result" type="xsd:int"/> <part name="responsexml" type="xsd:string"/> <part name="rescode" type="xsd:int"/> <part name="resstring" type="xsd:string"/> </message> <message name="webservices.ricercapf_pkcs7"> <part name="orgid" type="xsd:string"/> <part name="requestpkcs7" type="xsd:string"/> <part name="responsepkcs7" type="xsd:string"/> <part name="rescode" type="xsd:int"/> <part name="resstring" type="xsd:string"/> </message> <message name="webservices.ricercapf_pkcs7response"> <part name="result" type="xsd:int"/> <part name="responsepkcs7" type="xsd:string"/> <part name="rescode" type="xsd:int"/> <part name="resstring" type="xsd:string"/> </message> <message name="webservices.ricercapnf_pkcs7"> <part name="orgid" type="xsd:string"/> <part name="requestpkcs7" type="xsd:string"/> <part name="responsepkcs7" type="xsd:string"/> <part name="rescode" type="xsd:int"/> <part name="resstring" type="xsd:string"/> </message> <message name="webservices.ricercapnf_pkcs7response"> <part name="result" type="xsd:int"/> <part name="responsepkcs7" type="xsd:string"/> <part name="rescode" type="xsd:int"/> <part name="resstring" type="xsd:string"/> </message> <porttype name="webservicessoapport"> <operation name="ricercapf_xml" parameterorder="orgid RequestXML ResponseXML ResCode ResString"> <input message="wsdlns:webservices.ricercapf_xml"/> <output message="wsdlns:webservices.ricercapf_xmlresponse"/> </operation> <operation name="ricercapnf_xml" parameterorder="orgid RequestXML ResponseXML ResCode ResString"> Allegato 2 Porta di Dominio STK - 14

18 <input message="wsdlns:webservices.ricercapnf_xml"/> <output message="wsdlns:webservices.ricercapnf_xmlresponse"/> </operation> <operation name="ricercapf_pkcs7" parameterorder="orgid RequestPKCS7 ResponsePKCS7 ResCode ResString"> <input message="wsdlns:webservices.ricercapf_pkcs7"/> <output message="wsdlns:webservices.ricercapf_pkcs7response"/> </operation> <operation name="ricercapnf_pkcs7" parameterorder="orgid RequestPKCS7 ResponsePKCS7 ResCode ResString"> <input message="wsdlns:webservices.ricercapnf_pkcs7"/> <output message="wsdlns:webservices.ricercapnf_pkcs7response"/> </operation> </porttype> <binding name="webservicessoapbinding" type="wsdlns:webservicessoapport"> <stk:binding preferredencoding="utf-8"/> <soap:binding style="rpc" transport="http://schemas.xmlsoap.org/soap/http"/> <operation name="ricercapf_xml"> <soap:operation soapaction="http://tempuri.org/action/webservices.ricercapf_xml"/> <input> <soap:body use="encoded" namespace="http://tempuri.org/message/" encodingstyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/"/> </input> <output> <soap:body use="encoded" namespace="http://tempuri.org/message/" encodingstyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/"/> </output> </operation> <operation name="ricercapnf_xml"> <soap:operation soapaction="http://tempuri.org/action/webservices.ricercapnf_xml"/> <input> <soap:body use="encoded" namespace="http://tempuri.org/message/" encodingstyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/"/> </input> <output> <soap:body use="encoded" namespace="http://tempuri.org/message/" encodingstyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/"/> </output> </operation> <operation name="ricercapf_pkcs7"> <soap:operation soapaction="http://tempuri.org/action/webservices.ricercapf_pkcs7"/> <input> <soap:body use="encoded" namespace="http://tempuri.org/message/" encodingstyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/"/> </input> <output> <soap:body use="encoded" namespace="http://tempuri.org/message/" encodingstyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/"/> </output> </operation> <operation name="ricercapnf_pkcs7"> <soap:operation soapaction="http://tempuri.org/action/webservices.ricercapnf_pkcs7"/> <input> <soap:body use="encoded" namespace="http://tempuri.org/message/" encodingstyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/"/> </input> <output> <soap:body use="encoded" namespace="http://tempuri.org/message/" encodingstyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/"/> </output> </operation> </binding> <service name="palab-ws"> <port name="webservicessoapport" binding="wsdlns:webservicessoapbinding"> <soap:address location="http://portaapp.padom2.gov/webservices/public/palab-ws.asp"/> </port> </service> </definitions> Riq.3 WSDL Porta Applicativa STK Allegato 2 Porta di Dominio STK - 15

19 Con il SOAP Toolkit è possibile utilizzare un implementazione ad alto livello (High-Level API) oppure a basso livello (Low-Level API). In seguito saranno descritte brevemente le differenze tra i 2 tipi d implementazione anche se in questo scenario si utilizza la prima. L applicazione effettua la chiamata al servizio passando i dati d input forniti dall utente e visualizzando i dati d output in una griglia e in formato XML. Il codice (vedere Riq.4) è molto semplice ed è possibile schematizzarlo con i seguenti passi (non viene qui riportato il codice relaativi alla gestione dell interfaccia utente): 1. Inizializzazione SOAPClient : l inizializzazione è fatta tramite il binding al WSDL (url); 2. Costruzione stringa XML d input: serializzazione dei dati d input in XML; 3. Selezione del tipo di messaggio: XML (base) o PKCS#7; 4. Eventuale creazione della PKCS#7 d input: creazione della busta partendo dall XML del passo 2; 5. Invocazione del servizio: viene invocato il metodo corrispondente dell oggetto; 6. Eventuale verifica della busta PKCS#7 d output: la verifica restituisce anche il dato vero e proprio (XML); 7. Visualizzazione XML output: i dati restituiti sono visualizzati in formato stringa; Dim soapclient As MSSOAPLib.SoapClient Dim rc As Long, desc As String, n As Long ' 'code to read user input ' Set soapclient = New SoapClient soapclient.mssoapinit m_wsdl Dim scontentin As String, scontentout As String Dim spkcs7in As String, spkcs7out As String scontentin = "<RicercaPF><CF>" & scf & "</CF></RicercaPF>" Select Case calltype Case call_xml 'by XML n = soapclient.ricercapf_xml("000000", scontentin, scontentout, rc, desc) Case call_pkcs7 'by PKCS#7 Call Sign(sContentIN, spkcs7in) n = soapclient.ricercapf_pkcs7("000000", spkcs7in, spkcs7out, rc, desc) If rc = -1 Then 'Without Sign scontentout = spkcs7out ' 'code to show warning: <sign not present> Allegato 2 Porta di Dominio STK - 16

20 ' Else If Not Verify(sPkcs7OUT, scontentout, True) Then ' 'code to show warning: <verify error> ' ' 'code to write output ' Riq.4 Codice esempio per l invocazione dei servizi RicercaPF_XML e RicercaPF_ PKCS7 Per quanto riguarda la generazione della busta PKCS#7, è stato utilizzata la libreria CAPICOM. Nella riquadro sottostante (vedere Riq.5) è mostrato il codice sia per firmare un documento XML e produrre uno stream in formato PKCS#7, sia per verificarlo: Public Sub Sign(ByVal scontent As String, spkcs7 As String) Dim objstore As CAPICOM.Store Dim objsigner As CAPICOM.Signer Dim objsigneddata As CAPICOM.SignedData Dim objcert As CAPICOM.Certificate spkcs7 = "" Set objstore = New CAPICOM.Store objstore.open Set objcert = objstore.certificates(0) 'First Certificate Set objsigner = New CAPICOM.Signer objsigner.certificate = objcert Set objsigneddata = New CAPICOM.SignedData objsigneddata.content = scontent spkcs7 = objsigneddata.sign(objsigner) End Sub Public Function Verify(ByVal spkcs7 As String, scontent As String, ByVal bdisplay As Boolean) As Boolean Dim objsigneddata As CAPICOM.SignedData On Error Resume Next scontent = "" Set objsigneddata = New CAPICOM.SignedData objsigneddata.verify spkcs7, False, CAPICOM_VERIFY_SIGNATURE_ONLY If Err.Number <> 0 Then Exit Function scontent = objsigneddata.content If objsigneddata.certificates.count > 0 Then Verify = objsigneddata.certificates.item(0).isvalid() Allegato 2 Porta di Dominio STK - 17

21 If bdisplay And Verify Then objsigneddata.certificates.item(0).display End Function Riq.5 Codice esempio per la firma e la verifica PKCS#7 Anche in questo caso nell implementazione di questo scenario è utilizzato il primo certificato disponibile nello store dell utente (vedere funzione Sign). Per concludere nella in basso (vedere Fig.3) è mostrata la GUI della porta delegata dopo aver effettuato l inquiry all anagrafica. Fig.3 Client Windows utilizzato come Porta Delegata Allegato 2 Porta di Dominio STK - 18

22 Implementazione client SOAP High-Level In questa modalità il binding e la serializzazione sono effettuati in automatico dal STK. Bisogna solo specificare l url del WSDL, remota o locale (consigliato per un aumento delle performance), e invocare il servizio con il metodo corrispondente in modo del tutto trasparente. Implementazione client SOAP Low-Level In questa modalità implementare la serializzazione in XML del messaggio SOAP per poi invocare il servizio. A fronte di una maggiore complessità si hanno prestazioni migliori oltre al controllo totale sulla chiamata (messaggio) SOAP. Messaggi SOAP Per completezza riportiamo i messaggi SOAP d input e d output del servizio RicercaPF_XML (vedere Riq.6 e Riq.7) e RicercaPF_PKCS7 (vedere Riq.8 e Riq.9): <?xml version="1.0" encoding="utf-8" standalone="no"?> <SOAP-ENV:Envelope SOAP-ENV:encodingStyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/" xmlns:soap-env="http://schemas.xmlsoap.org/soap/envelope/"> <SOAP-ENV:Body> <SOAPSDK1:RicercaPF_XML xmlns:soapsdk1="http://tempuri.org/message/"> <OrgID>000000</OrgID> <RequestXML><RicercaPF> <CF>AAABBB00A01Z999Z</CF> </RicercaPF></RequestXML> <ResponseXML/> <ResCode>0</ResCode> <ResString/> </SOAPSDK1:RicercaPF_XML> </SOAP-ENV:Body> </SOAP-ENV:Envelope> Riq.6 Messaggio SOAP d input del servizio RicercaPF_XML <?xml version="1.0" encoding="utf-8" standalone="no"?> <SOAP-ENV:Envelope SOAP-ENV:encodingStyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/" xmlns:soap-env="http://schemas.xmlsoap.org/soap/envelope/"> <SOAP-ENV:Body> <SOAPSDK1:RicercaPF_XMLResponse xmlns:soapsdk1="http://tempuri.org/message/"> <Result>1</Result> <ResponseXML><Output> <DatiPFEx> <CF>AAABBB00A01Z999Z</CF> <Cognome>Rossi</Cognome> <Nome>Mario</Nome> <Sesso>M</Sesso> <Nascita> <Data> </Data> Allegato 2 Porta di Dominio STK - 19

23 <Luogo> <Comune>Roma</Comune> <Provincia>RM</Provincia> </Luogo> </Nascita> <Residenza> <LuogoEx> <Comune>Roma</Comune> <Provincia>RM</Provincia> <Indirizzo>Via S. Quasimodo</Indirizzo> <NumCivico>136</NumCivico> </LuogoEx> </Residenza> </DatiPFEx> </Output></ResponseXML> <ResCode>0</ResCode> <ResString/> </SOAPSDK1:RicercaPF_XMLResponse> </SOAP-ENV:Body> </SOAP-ENV:Envelope> Riq.7 Messaggio SOAP d output del servizio RicercaPF_XML <?xml version="1.0" encoding="utf-8" standalone="no"?> <SOAP-ENV:Envelope SOAP-ENV:encodingStyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/" xmlns:soap-env="http://schemas.xmlsoap.org/soap/envelope/"> <SOAP-ENV:Body> <SOAPSDK1:RicercaPF_PKCS7 xmlns:soapsdk1="http://tempuri.org/message/"> <OrgID>000000</OrgID> <RequestPKCS7>MIIGNgYJKoZIhvcNAQcCoIIGJzCCBiMCAQExCzAJBgUrDgMCGgUAMG8GCSqGSIb3 DQEHAaBiBGA8AFIAaQBjAGUAcgBjAGEAUABGAD4APABDAEYAPgBBAEEAQQBCAEIA QgAwADAAQQAwADEAWgA5ADkAOQBaADwALwBDAEYAPgA8AC8AUgBpAGMAZQByAGMA YQBQAEYAPgCgggTPMIIEyzCCA7OgAwIBAgIKFWcWQAABAAAAAzANBgkqhkiG9w0B AQUFADAZMRcwFQYDVQQDEw5NUy1MYWItZUdvdi1DQTAeFw0wMjAyMjYxNzI4MTJa Fw0wMzAyMjYxNzM4MTJaMGkxCzAJBgNVBAYTAklUMQswCQYDVQQIEwJSTTENMAsG A1UEBxMEUm9tYTESMBAGA1UEChMJTWljcm9zb2Z0MQwwCgYDVQQLEwNNQ1MxHDAa BgNVBAMTE3BvcnRhYXBwLnBhZG9tMi5nb3YwgZ8wDQYJKoZIhvcNAQEBBQADgY0A MIGJAoGBAM3XZa7Hm6s2ogAhdzJSZVe6N78Zo3ybhAqiG1/aqqZTr2lFi3mm5TFk V9BV5ai/ri8Ur3C1GDRGsHbW2tK7SI0DFLo0QdAI5nLVbr+qoLorYqU/QvUapKIX wsogifyse2uws2pcpeysbcqu5kf/7u9yaob9edm6erdzn1nrfu4fagmbaagjggjh MIICQzAOBgNVHQ8BAf8EBAMCBPAwRAYJKoZIhvcNAQkPBDcwNTAOBggqhkiG9w0D AgICAIAwDgYIKoZIhvcNAwQCAgCAMAcGBSsOAwIHMAoGCCqGSIb3DQMHMB0GA1Ud DgQWBBRyker5ZGH+Gr12xQCO/wL5H5dtzzAdBgNVHSUEFjAUBggrBgEFBQcDAQYI KwYBBQUHAwIwHwYDVR0jBBgwFoAUbutpcMmAoBh3G7E50Whxg62sniYwgaYGA1Ud HwSBnjCBmzCBmKCBlaCBkoYsaHR0cDovL3VkZGlzcnYvQ2VydEVucm9sbC9NUy1M YWItZUdvdi1DQS5jcmyGLmZpbGU6Ly9cXHVkZGlzcnZcQ2VydEVucm9sbFxNUy1M YWItZUdvdi1DQS5jcmyGMmh0dHA6Ly9jYS5wYWRvbTIuZ292L0NlcnRFbnJvbGwv TVMtTGFiLWVHb3YtQ0EuY3JsMIHiBggrBgEFBQcBAQSB1TCB0jBDBggrBgEFBQcw AoY3aHR0cDovL3VkZGlzcnYvQ2VydEVucm9sbC91ZGRpc3J2X01TLUxhYi1lR292 LUNBKDEpLmNydDBFBggrBgEFBQcwAoY5ZmlsZTovL1xcdWRkaXNydlxDZXJ0RW5y b2xsxhvkzglzcnzftvmttgfilwvhb3ytq0eomskuy3j0meqgccsgaqufbzachjho dhrwoi8vy2eucgfkb20ylmdvdi9dzxj0rw5yb2xsl2nhx01tluxhyi1lr292lunb KDEpLmNydDANBgkqhkiG9w0BAQUFAAOCAQEAQGvkEzRs9BFSFA9pCM4/3Y30to94 DLlbwBsXuXLCVk/vgWvu3hZDYdte4VVNdEdkJYdgyUiLRzv9AeS4pjDen/ovFTmL uzbmejnsc666+lkcnuikqd/xq/ajlzxmh/w7vxrtvzso7m06lc9f1a0+ju1meslo LR2HzgQq0rBLJtEx1gMLjoZAoA8C5UKzNFlVGNaE3nZchNbcFKcJIczYB6x3NeEX h/gfa9gfyjs9egy9ck8lujkzrwfnvwqdhyytu+4vzrsvnxom7pe0udezvrev7wrj 7s7iS7Uzy4WJvDIPmZL6VYKLdNeB+K1o+rf5ktno/4/Ham84i567mmX0yDGBzDCB yqibatanmbkxfzavbgnvbamtdk1tluxhyi1lr292lunbagovzxzaaaeaaaadmakg BSsOAwIaBQAwDQYJKoZIhvcNAQEBBQAEgYC/QARCDXpcKG54meMLSrsfsstqcq6o 90mz3qFvN73UbhUpgV5AB6UULj5drMjofFdg0qr3wgE0w0VuR4nOUZuvBFb1DFE0 /kxyapn+97db6dbio4lg/lhcdddxxsephl1ygpljtfhciihbvsivovo1llqfujof Z7HugVRobacWAw== </RequestPKCS7> <ResponsePKCS7/> Allegato 2 Porta di Dominio STK - 20

24 <ResCode>0</ResCode> <ResString/> </SOAPSDK1:RicercaPF_PKCS7> </SOAP-ENV:Body> </SOAP-ENV:Envelope> Riq.8 Messaggio SOAP d input del servizio RicercaPF_PKCS7 <?xml version="1.0" encoding="utf-8" standalone="no"?> <SOAP-ENV:Envelope SOAP-ENV:encodingStyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/" xmlns:soap-env="http://schemas.xmlsoap.org/soap/envelope/"> <SOAP-ENV:Body> <SOAPSDK1:RicercaPF_PKCS7Response xmlns:soapsdk1="http://tempuri.org/message/"> <Result>1</Result> <ResponsePKCS7>MIII1AYJKoZIhvcNAQcCoIIIxTCCCMECAQExCzAJBgUrDgMCGgUAMIIDCwYJKoZI hvcnaqcboiic/ascavg8ae8adqb0ahaadqb0ad4apabeageadabpafaargbfahga PgA8AEMARgA+AEEAQQBBAEIAQgBCADAAMABBADAAMQBaADkAOQA5AFoAPAAvAEMA RgA+ADwAQwBvAGcAbgBvAG0AZQA+AFIAbwBzAHMAaQA8AC8AQwBvAGcAbgBvAG0A ZQA+ADwATgBvAG0AZQA+AE0AYQByAGkAbwA8AC8ATgBvAG0AZQA+ADwAUwBlAHMA cwbvad4atqa8ac8auwblahmacwbvad4apaboageacwbjagkadabhad4apabeagea dabhad4amqa5adcamaatadaamqatadeamaa8ac8arabhahqayqa+adwatab1ag8a ZwBvAD4APABDAG8AbQB1AG4AZQA+AFIAbwBtAGEAPAAvAEMAbwBtAHUAbgBlAD4A PABQAHIAbwB2AGkAbgBjAGkAYQA+AFIATQA8AC8AUAByAG8AdgBpAG4AYwBpAGEA PgA8AC8ATAB1AG8AZwBvAD4APAAvAE4AYQBzAGMAaQB0AGEAPgA8AFIAZQBzAGkA ZABlAG4AegBhAD4APABMAHUAbwBnAG8ARQB4AD4APABDAG8AbQB1AG4AZQA+AFIA bwbtageapaavaemabwbtahuabgblad4apabqahiabwb2agkabgbjagkayqa+afia TQA8AC8AUAByAG8AdgBpAG4AYwBpAGEAPgA8AEkAbgBkAGkAcgBpAHoAegBvAD4A VgBpAGEAIABTAC4AIABRAHUAYQBzAGkAbQBvAGQAbwAgADwALwBJAG4AZABpAHIA aqb6ahoabwa+adwatgb1ag0aqwbpahyaaqbjag8apgaxadmanga8ac8atgb1ag0a QwBpAHYAaQBjAG8APgA8AC8ATAB1AG8AZwBvAEUAeAA+ADwALwBSAGUAcwBpAGQA ZQBuAHoAYQA+ADwALwBEAGEAdABpAFAARgBFAHgAPgA8AC8ATwB1AHQAcAB1AHQA PgANAAoAoIIEzzCCBMswggOzoAMCAQICChVnhyoAAQAAAAQwDQYJKoZIhvcNAQEF BQAwGTEXMBUGA1UEAxMOTVMtTGFiLWVHb3YtQ0EwHhcNMDIwMjI2MTcyODQxWhcN MDMwMjI2MTczODQxWjBpMQswCQYDVQQGEwJJVDELMAkGA1UECBMCUk0xDTALBgNV BAcTBFJvbWExEjAQBgNVBAoTCU1pY3Jvc29mdDEMMAoGA1UECxMDTUNTMRwwGgYD VQQDExNwb3J0YWRlbC5wYWRvbTEuZ292MIGfMA0GCSqGSIb3DQEBAQUAA4GNADCB iqkbgqduil+umu/mbrzpkdn7lw9i68oayf+uzx3lldpdxotbkcktts1kfsj/vskp vowkop9bnzi2asddjhejrdgtmzirgq2p8dutm/rw37n0e6qpr0zvmemobikwelcy qucwokfonxo1ybw3pginvrdaopwzsnp7/q6iiu9qbtm7tf4yhwidaqabo4icrzcc AkMwDgYDVR0PAQH/BAQDAgTwMEQGCSqGSIb3DQEJDwQ3MDUwDgYIKoZIhvcNAwIC AgCAMA4GCCqGSIb3DQMEAgIAgDAHBgUrDgMCBzAKBggqhkiG9w0DBzAdBgNVHQ4E FgQUSBiK9hTtgb9Bg1Gpsc5igfKVpTkwHQYDVR0lBBYwFAYIKwYBBQUHAwEGCCsG AQUFBwMCMB8GA1UdIwQYMBaAFG7raXDJgKAYdxuxOdFocYOtrJ4mMIGmBgNVHR8E gz4wgzswgziggzwggzkglgh0dha6ly91zgrpc3j2l0nlcnrfbnjvbgwvtvmttgfi LWVHb3YtQ0EuY3Jshi5maWxlOi8vXFx1ZGRpc3J2XENlcnRFbnJvbGxcTVMtTGFi LWVHb3YtQ0EuY3JshjJodHRwOi8vY2EucGFkb20yLmdvdi9DZXJ0RW5yb2xsL01T LUxhYi1lR292LUNBLmNybDCB4gYIKwYBBQUHAQEEgdUwgdIwQwYIKwYBBQUHMAKG N2h0dHA6Ly91ZGRpc3J2L0NlcnRFbnJvbGwvdWRkaXNydl9NUy1MYWItZUdvdi1D QSgxKS5jcnQwRQYIKwYBBQUHMAKGOWZpbGU6Ly9cXHVkZGlzcnZcQ2VydEVucm9s bfx1zgrpc3j2x01tluxhyi1lr292lunbkdeplmnyddbebggrbgefbqcwaoy4ahr0 cdovl2nhlnbhzg9tmi5nb3yvq2vydevucm9sbc9jyv9nuy1mywitzudvdi1dqsgx KS5jcnQwDQYJKoZIhvcNAQEFBQADggEBAD3JQbD5uFa14X7PIlYSOAgKH2paikVW hs2kxvxvph1jbzh6rmlphuco6pp0jmxzn5e4mqwcy+pskal/ifh6n6esdnok00pi 5BpdNCcT5sVpw5+/5jQdfX0kELai4PIlZn9duNn7k5Wqm4lLNf5RF/oOqfvHU+/l BdXldhUCSVqtJdCh0Rp8vqBHjPU/Qp4EiJ+h0pxE+VbB3MTqhPtE24MtGsZsAACU 8/Nv7lWfoNFe3yjy2+/0yF29GN8xHugwnPJOzkwu/gUbH0iF0Mt2v3uwJ3aEjaNv BUNtobJ/y/Palu142laaEpms8fBdMP0YT6ZIOnBuv8UG/8fLPCcyRtgxgcwwgckC AQEwJzAZMRcwFQYDVQQDEw5NUy1MYWItZUdvdi1DQQIKFWeHKgABAAAABDAJBgUr DgMCGgUAMA0GCSqGSIb3DQEBAQUABIGAwjFhK4V7ivBoK0CoLBXa6UOtUAv1dcxA MLn6ZcqrBs+bVw8BHKI/YuBRVtalUKiI/42rRprgWJNkjomuwIsDTjjIXPjfWi8I jxtg9jt7ru+jcsrax1hnxou562erxbt02jp6zhzr+7l5nwo9txlilooklxeiomyo q0n34woi5pe= </ResponsePKCS7> <ResCode>0</ResCode> <ResString/> </SOAPSDK1:RicercaPF_PKCS7Response> </SOAP-ENV:Body> </SOAP-ENV:Envelope> Allegato 2 Porta di Dominio STK - 21

25 Riq.9 Messaggio SOAP d output del servizio RicercaPF_PKCS7 Conclusioni La soluzione presentata prende in considerazione gran parte delle problematiche esposte nelle Linee Guida per la cooperazione applicativa, mappandole sulla tecnologia e l offerta Microsoft. La singola amministrazione ed i partner possono utilizzare il materiale prodotto per sviluppare i propri modelli di collaborazione con le altre amministrazioni e con i cittadini, avvalendosi del codice sorgente del prototipo riportato come esempio. L esempio della porta di dominio STK riportato nel presente allegato tecnico implementa uno scenario ipotetico e semplificato di un anagrafe. Sulla base dell esempio fornito, al fine di comprendere e sperimentare concretamente i temi descritti, si suggerisce di creare dei prototipi che prevedano l esposizione dei propri servizi come web services. Sarà subito evidente come, con le nuove tecnologie e l utilizzo del SOAP Toolkit 2.0, lo sviluppo di una porta di dominio sia ridotto allo sviluppo di una componente di business che viene trasformata in un web service utilizzando il tool. Lo sviluppo di porte di dominio complesse da parte di una amministrazione dovrà essere, presumibilmente, oggetto di un analisi approfondita. A tal fine potrebbe essere richiesto il supporto di servizi di consulenza professionali come partner certificati Microsoft o la stessa divisione di consulenza Microsoft Consulting Services. Allegato 2 Porta di Dominio STK - 22

L Iniziativa egovernment.net per l Italia

L Iniziativa egovernment.net per l Italia L Iniziativa egovernment.net per l Italia Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 1 Porta di Dominio.NET Versione 1.0, Aprile 2002 Soluzioni per l Interoperabilità e la Cooperazione Applicativa

Dettagli

Referti on-line e CRM ReView Service Monitor Specifiche tecniche

Referti on-line e CRM ReView Service Monitor Specifiche tecniche Referti on-line e CRM ReView Service Monitor Specifiche tecniche Versione 1.3 Sommario 1- Introduzione... 3 2 - Modalità di interazione con il servizio... 3 3 - Formato dell output... 3 4 - Modello dei

Dettagli

Client e Server comunicano tramite il protocollo SOAP.

Client e Server comunicano tramite il protocollo SOAP. In questo tutorial implementeremo un semplice SOAP web service in PHP che un client Java richiamerà. In questo modo mostreremo l'interoperabilità fra linguaggi diversi che SOAP permette di avere. La struttura

Dettagli

QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO

QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO IN MODALITÀ PROVVISORIA Versione 1.0 Qualificazione della Porta di INDICE 1. PROCESSO DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO IN MODALITÀ PROVVISORIA 3 2. DESCRIZIONE

Dettagli

1. Accordo di servizio Richiesta Indirizzi PEC CAD Art6 [concessionario del servizio di posta certificata al cittadino]

1. Accordo di servizio Richiesta Indirizzi PEC CAD Art6 [concessionario del servizio di posta certificata al cittadino] Allegato Tecnico 1. Accordo di servizio Richiesta Indirizzi PEC CAD Art6 [concessionario del servizio di posta certificata al cittadino]

Dettagli

RILEVAZIONE PRESENZE SPECIFICHE TECNICHE COLLOQUIO

RILEVAZIONE PRESENZE SPECIFICHE TECNICHE COLLOQUIO 1)d ALLEGATO 14 RILEVAZIONE PRESENZE SPECIFICHE TECNICHE COLLOQUIO TRA IL SISTEMA INFORMATICO DEL COMUNE ED IL SISTEMA INFORMATICO DELLA SOCIETA PREPOSTA AL SERVIZIO DI REFEZIONE vers. 2.2 Indice 1. SCOPO

Dettagli

Realizzazione di un sistema per l archiviazione, la conservazione sostitutiva e la dematerializzazione dei documenti

Realizzazione di un sistema per l archiviazione, la conservazione sostitutiva e la dematerializzazione dei documenti 1/27 PROGETTO AIRUMBRIA la conservazione sostitutiva e la dematerializzazione dei documenti MODULI SW REALIZZATI E FUNZIONANTI DEL SERVIZIO DI CONSERVAZIONE - (documento 6.6.1) 2/27 Data: 1/6/2011 Compilato:

Dettagli

AVVISO DI PAGAMENTO. Descrizione del documento e schema XML. WebEDI Scambio elettronico documenti. AVVISO DI PAGAMENTO.doc

AVVISO DI PAGAMENTO. Descrizione del documento e schema XML. WebEDI Scambio elettronico documenti. AVVISO DI PAGAMENTO.doc Compilare il profilo:non scrivere qui! 1 10 Sommario SOMMARIO... 2 1 INTRODUZIONE... 3 2 DETTAGLIO DEL DOCUMENTO... 4 3 SCHEMA XML (STANDARD W3C)... 6 4 ESEMPIO DOCUMENTO XML... 9 Compilare il profilo:non

Dettagli

Approfondimento. Web Services

Approfondimento. Web Services Approfondimento Web Services Esame di Programmazione per il Web Fedele Ladisa INDICE Capitolo 1. Introduzione 1.1 Introduzione ai Web Services 1.2 Architettura dei Web Services 1.3 Stack protocollare di

Dettagli

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Allegato n. 2 al Capitolato speciale d appalto. ENTE PUBBLICO ECONOMICO STRUMENTALE DELLA REGIONE CALABRIA POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Procedura aperta sotto

Dettagli

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1 Gli XML Web Service Prof. Mauro Giacomini Medica 2008/2009 1 Definizioni i i i Componente.NET che risponde a richieste HTTP formattate tramite la sintassi SOAP. Gestori HTTP che intercettano richieste

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

ScanDoc presentazione ed uso

ScanDoc presentazione ed uso ScanDoc presentazione ed uso - documentazione ufficiale - Sommario Premessa... 2 Descrizione ScanDoc... 2 Panoramica... 2 Funzioni disponibili... 2 Invio di documenti letti da scanner tramite mail... 2

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 i. Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4

Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 i. Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 i Manuale Gestione di OpenSPCoop 1.4 ii Copyright 2005-2011 Link.it srl iii Indice 1 Introduzione 1 2 Prerequisiti per la Configurazione della Porta di Dominio 1 2.1 Verifica dell applicazione di gestione

Dettagli

Web Services Security

Web Services Security Web Services Security Introduzione ai Web Services Davide Marrone Sommario Cosa sono i web services Architettura dei web services XML-RPC SOAP (Simple Object Access Protocol) WSDL (Web Services Description

Dettagli

A2A Specifiche Web Services

A2A Specifiche Web Services A2A Specifiche Web Services Contenuti 1 CONTENUTI...1 1 INTRODUZIONE...3 2 UPLOAD SEGMENTATO...5 2.1 RICHIESTA UPLOAD SEGMENTATO...5 2.1.1 Input del WS...5 2.1.2 Output del WS...6 2.2 UPLOAD SEGMENTATO...7

Dettagli

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole i Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole ii Copyright 2005-2014 Link.it srl Guida Utente della PddConsole iii Indice 1 Introduzione 1 2 Prerequisiti per

Dettagli

Web Service per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica

Web Service per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica Web Service per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica Versione: 3 Data: 16/10/2014 Autore: InfoCamere 1. Introduzione al documento...3 1.1 Modifiche al documento...

Dettagli

Specifiche tecniche per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica

Specifiche tecniche per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica Specifiche tecniche per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica 1/20 1.1 Modifiche Documento Descrizione Modifica Edizione Data Prima emissione 1 28/07/2008 1.2

Dettagli

Manuale gestione Porta di Dominio OpenSPCoop 1.1

Manuale gestione Porta di Dominio OpenSPCoop 1.1 i Manuale gestione Porta di Dominio ii Copyright 2005-2008 Link.it srl Questo documento contiene informazioni di proprietà riservata, protette da copyright. Tutti i diritti sono riservati. Non è permesso

Dettagli

Release Notes di OpenSPCoop2. Release Notes di OpenSPCoop2

Release Notes di OpenSPCoop2. Release Notes di OpenSPCoop2 Release Notes di OpenSPCoop2 i Release Notes di OpenSPCoop2 Release Notes di OpenSPCoop2 ii Copyright 2005-2015 Link.it srl Release Notes di OpenSPCoop2 iii Indice 1 Versione 2.1 1 1.1 Gestione del protocollo

Dettagli

INF-1: Specifiche Tecniche di Interfaccia

INF-1: Specifiche Tecniche di Interfaccia INF-1: Specifiche tecniche di Interfaccia INF-1: Specifiche Tecniche di Interfaccia Versione 1.1 Nome doc.: INF-1 Specifiche Interfaccia v1.0.doc Edizione: 1.0 Data emissione: 12/1/2007 INDICE Modifiche

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA SPECIFICHE TECNICHE PER LA TRASMISSIONE ALL INPS DEI CERTIFICATI DI MALATTIA, COMUNICAZIONI DI INIZIO RICOVERO E

PROGETTO TESSERA SANITARIA SPECIFICHE TECNICHE PER LA TRASMISSIONE ALL INPS DEI CERTIFICATI DI MALATTIA, COMUNICAZIONI DI INIZIO RICOVERO E PROGETTO TESSERA SANITARIA SPECIFICHE TECNICHE PER LA TRASMISSIONE ALL INPS DEI CERTIFICATI DI MALATTIA, COMUNICAZIONI DI INIZIO RICOVERO E CERTIFICATI DI MALATTIA IN SEDE DI Pag. 2 di 51 INDICE 1. REVISIONI

Dettagli

Il Sistema di interscambio: Prodotti di TEST a supporto dell adesione ai servizi

Il Sistema di interscambio: Prodotti di TEST a supporto dell adesione ai servizi Pagina 1 di 18 Il Sistema di interscambio: Prodotti di TEST a supporto dell adesione ai servizi Indice 1 INTRODUZIONE... 2 2 CLIENT SOAP... 2 2.1 INSTALLAZIONE DEL CLIENT SOAP... 2 2.1.1 PREREQUISITI...

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA

PROGETTO TESSERA SANITARIA PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA VISUALIZZAZIONE E LO SCARICO DELLE RICEVUTE DI ATTESTAZIONE DELLE OPERAZIONI E DELLE TRANSAZIONI EFFETTUATE SULLE RICETTE DEMATERIALIZZATE (DECRETO 2 NOVEMBRE

Dettagli

Manuale di Integrazione IdM-RAS

Manuale di Integrazione IdM-RAS IdM-RAS Data: 30/11/09 File: Manuale di integrazione IdM-RAS.doc Versione: Redazione: Sardegna IT IdM-RAS Sommario 1 Introduzione... 3 2 Architettura del sistema... 4 2.1 Service Provider... 4 2.2 Local

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE CMS ATTIVAZIONE E REVOCA TS-CNS IN INTEROPERABILITA FRA CARD MANAGEMENT SYSTEM

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE CMS ATTIVAZIONE E REVOCA TS-CNS IN INTEROPERABILITA FRA CARD MANAGEMENT SYSTEM PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE CMS ATTIVAZIONE E REVOCA TS-CNS IN INTEROPERABILITA FRA CARD Pag. 2 di 14 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 2. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI RICHIESTA DI ATTIVAZIONE E REVOCA

Dettagli

Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART

Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART Regione Toscana Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART Stato del documento Definitiva Versione del documento 1.8 Data 29/05/13 Documento Acronimo del documento Specifiche

Dettagli

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Specifiche tecniche interfaccia automatica per i Software Gestionali

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Specifiche tecniche interfaccia automatica per i Software Gestionali M.U.T. Modulo Unico Telematico Specifiche tecniche interfaccia automatica per i Software Gestionali Data Redazione Documento 28/02/2011 Data Pubblicazione Documento Versione 2.1.0 Responsabile CNCE Giuseppe

Dettagli

PAG. 1 DI 39 20 LUGLIO 2010 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1.

PAG. 1 DI 39 20 LUGLIO 2010 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1. PAG. 1 DI 39 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1.5 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 2 DI 39 INDICE 1. REVISIONI DEL DOCUMENTO

Dettagli

Web Services GME. data: 27-feb-04 RISERVATI TUTTI I DIRITTI A TERMINE DI LEGGE, VIETATA LA RIPRODUZIONE E LA DIVULGAZIONE

Web Services GME. data: 27-feb-04 RISERVATI TUTTI I DIRITTI A TERMINE DI LEGGE, VIETATA LA RIPRODUZIONE E LA DIVULGAZIONE data: 27-feb-04 INDICE 1. Introduzione...3 1.1 Scopo... 3 1.2 DEFINIZIONI & ACRONIMI... 3 1.3 Documenti di riferimento... 3 2. Il contesto di riferimento...4 3. Funzioni esposte dal GMEWS...6 3.1 Descrizione...

Dettagli

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole i Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole ii Copyright 2005-2014 Link.it srl Guida Utente della PddConsole iii Indice 1 Introduzione 1 2 I protocolli di

Dettagli

Plus srl :: www.conplus.it :: info@conplus.it :: Via Morgagni, 4/A 37135 Verona :: Tel. +39 045 580 491 :: Fax 045 82 78 722

Plus srl :: www.conplus.it :: info@conplus.it :: Via Morgagni, 4/A 37135 Verona :: Tel. +39 045 580 491 :: Fax 045 82 78 722 PMF Web-Service Quick-Start Guide Guida Introduttiva Cliente Redatto da Francesco Buratto Redatto il 01 gennaio 2011 Riferimento PMF 2011 Introduzione PMFWS è un web-service HTTP che espone un interfaccia

Dettagli

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop i Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop ii Copyright 2005-2008 Link.it s.r.l. iii COLLABORATORI TITOLO : Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop AZIONE NOME DATA FIRMA

Dettagli

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole i Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole ii Copyright 2005-2015 Link.it srl Guida Utente della PddConsole iii Indice 1 Introduzione 1 2 I protocolli di

Dettagli

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL Pag. 1 di 17 Progetto SIRPE De-materializzazione personalizzati CIL per la cooperazione Versione 1.0 INDICE Pag. 2 di 17 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del documento 4 1.2 Riferimenti 4 2 GENERALITÀ 4 2.1

Dettagli

Il Web-Service SDMX dell ISTAT

Il Web-Service SDMX dell ISTAT Il Web-Service SDMX dell ISTAT Versione: 1.0.0 Data: 26/06/2014 Autore: Approvato da: Modifiche Versione Modifiche Autore Data Indice dei contenuti 1 Introduzione... 4 2 Esempio d uso... 5 2.1 Riferimento

Dettagli

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE PROVA

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE PROVA Pag. 1 di 16 WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE PROVA Pag. 1 di 16 Pag. 2 di 16 1 GENERALITÀ... 3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI... 3 2 SOA DOMINIO ESTERNO...

Dettagli

ASSEGNAZIONE FABBISOGNO

ASSEGNAZIONE FABBISOGNO 2.0 1 8 Sommario SOMMARIO... 2 1 INTRODUZIONE... 3 2 DETTAGLIO DEL DOCUMENTO... 4 3 SCHEMA XML (STANDARD W3C)... 6 4 ESEMPIO DOCUMENTO XML... 8 2.0 2 8 1 Introduzione In queste pagine è descritta la struttura

Dettagli

PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI

PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI Pag. 1 di 30 PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI Pag. 1 di 30 Pag. 2 di 30 1 GENERALITÀ...3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI...3 2 SOA DOMINIO ESTERNO...4

Dettagli

Il Web-Service SDMX dell ISTAT

Il Web-Service SDMX dell ISTAT Il Web-Service SDMX dell ISTAT Versione: 1.0.0 Data: 05/06/2014 Autore: Approvato da: Modifiche Versione Modifiche Autore Data Indice dei contenuti 1 Introduzione... 4 2 Creazione dell esempio d uso...

Dettagli

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 11 WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 11 Pag. 2 di 11 1 GENERALITÀ... 3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI... 3 2 SOA DOMINIO ESTERNO...

Dettagli

PROGETTO WEB SERVICES DOGANE SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE

PROGETTO WEB SERVICES DOGANE SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 12 PROGETTO WEB SERVICES DOGANE SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 12 Pag. 2 di 12 1 GENERALITÀ... 3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI... 3 2 SOA DOMINIO

Dettagli

Creare client statici

Creare client statici Client statico Creare client statici Un client statico crea, a partire dal WSDL di un servizio, un insieme di classi di supporto client-side (stub) Sono necessari solo 2 passi: 1. parsing del WSDL pubblicato

Dettagli

Il Direttore Generale Nori

Il Direttore Generale Nori Direzione Generale Roma, 07-05-2013 Messaggio n. 7485 Allegati n.2 OGGETTO: Modifica al decreto 26 febbraio 2010, recante: «Definizione delle modalità tecniche per la predisposizione e l invio telematico

Dettagli

Portale regionale della Salute. Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket.

Portale regionale della Salute. Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket. Portale regionale della Salute Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket. Specifiche di integrazione dei servizi di cooperazione applicativa e dei web services. Versione 1.10 16 Ottobre 2013

Dettagli

Architettura Tecnica i. Architettura Tecnica

Architettura Tecnica i. Architettura Tecnica i Architettura Tecnica ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Scopo del documento 1 1.1 Abbreviazioni..................................................... 1 2 Overview 1 2.1 La PdD........................................................

Dettagli

egovernment Stefano Bucci Un infrastruttura aperta per l integrazione e la cooperazione tra amministrazioni Sales Consultant Manager

egovernment Stefano Bucci Un infrastruttura aperta per l integrazione e la cooperazione tra amministrazioni Sales Consultant Manager egovernment Un infrastruttura aperta per l integrazione e la cooperazione tra amministrazioni Stefano Bucci Sales Consultant Manager Catania, 5 Dicembre 2002 Open e-government Un infrastruttura aperta

Dettagli

Service Oriented Architectures (SOA)

Service Oriented Architectures (SOA) Facoltà di Ingegneria dell Informazione Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria dei Sistemi Laurea Magistrale in Ingegneria Biomedica Dipartimento di Elettronica e Informazione

Dettagli

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop i Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Introduzione 1 2 Ambiente di sviluppo 1 3 Presentazione degli scenari di esempio 2 4 Comunicazione

Dettagli

XML e Sistemi per la Gestione di Basi di Dati Relazionali

XML e Sistemi per la Gestione di Basi di Dati Relazionali Basi di Dati Distribuite a.a. 2004/2005 XML e Sistemi per la Gestione di Basi di Dati Relazionali Luca Noce - luxnox2000@yahoo.it Elisa Marino - marino_elisa@hotmail.com Obiettivi Necessità di conciliare

Dettagli

Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security con token SAML

Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security con token SAML Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security

Dettagli

Sistema di Tracciabilità del Farmaco

Sistema di Tracciabilità del Farmaco SPECIFICHE TECNICHE DEI TRACCIATI XML TRACCIATO PER LE VALORIZZAZIONI DELLA FORNITURA A SSN Sistema di Tracciabilità del Farmaco Fase 1 Fase di prima attuazione 1 gennaio 2006 Versione 1.1 Pag. 1 di 16

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

Presentazione di Cedac Software

Presentazione di Cedac Software Agenda Presentazione di Cedac Software SOA ed ESB Analisi di un caso studio Esempi Q&A Presentazione di Cedac Software 1 2 Presentazione di Cedac Software S.r.l. Divisione Software Azienda nata nel 1994

Dettagli

Web Services Dogane LINEE GUIDA

Web Services Dogane LINEE GUIDA Web Services Dogane LINEE GUIDA Pagina 1 di 17 Indice Indice... 2 1. INTRODUZIONE... 3 2. TEST FUNZIONALI SUI WEB SERVICES... 8 3. SICUREZZA... 14 4. FIRMA... 14 5. TRASFORMAZIONE CERTIFICATO DI FIRMA...

Dettagli

Simulazione seconda prova Esame di Stato Sito Web - Gestione di un centro agroalimentare all ingrosso (Parte seconda)

Simulazione seconda prova Esame di Stato Sito Web - Gestione di un centro agroalimentare all ingrosso (Parte seconda) Simulazione seconda prova Esame di Stato Sito Web - Gestione di un centro agroalimentare all ingrosso (Parte seconda) Il candidato realizzi inoltre il sito Internet del centro che deve permettere, tra

Dettagli

DOCFINDERWEB SERVICE E CLIENT

DOCFINDERWEB SERVICE E CLIENT DOCFINDERWEB SERVICE E CLIENT Specifiche tecniche di interfacciamento al Web Service esposto da DocPortal Versione : 1 Data : 10/03/2014 Redatto da: Approvato da: RICCARDO ROMAGNOLI CLAUDIO CAPRARA Categoria:

Dettagli

Classificazione dei Web Services

Classificazione dei Web Services Web Services Programmazione in ambienti distribuiti Anno 2004-2005 Claudio Zunino Classificazione dei Web Services Interattiva il client è umano ed utilizza tipicamente un web browser Sviluppati usando

Dettagli

ZTL Firenze Inserimento Automatico

ZTL Firenze Inserimento Automatico ZTL Firenze Inserimento Automatico Introduzione In seguito alla variazione dell ordinanza del giugno 2011 che regola la modalità di rilascio dei permessi portale per le categorie abilitate, non è più possibile

Dettagli

Progetto interregionale ICAR Interoperabilità e Cooperazione Applicativa tra le Regioni.

Progetto interregionale ICAR Interoperabilità e Cooperazione Applicativa tra le Regioni. <Task AP3> Progetto interregionale ICAR Interoperabilità e Cooperazione Applicativa tra le Regioni AP3-Documento Descrittivo degli Accordi di Servizio Versione AP3-specificaADSv1.2.1.doc Pag. 1

Dettagli

WebCare. Specifiche Tecniche recupero dati per tariffazione. Redatto da: STUDIOFARMA 28 MAGGIO 2009 Verificato da: Approvato da:

WebCare. Specifiche Tecniche recupero dati per tariffazione. Redatto da: STUDIOFARMA 28 MAGGIO 2009 Verificato da: Approvato da: WebCare Specifiche Tecniche recupero dati per tariffazione Progetto: WEBCARE 2 Versione 1.3 Data 05 AGOSTO 2011 Redatto da: STUDIOFARMA 28 MAGGIO 2009 Verificato da: Approvato da: CRONOLOGIA DELLE VERSIONI

Dettagli

Post@com. Lettore/scrittore modello GemPC Twin con collegamento al computer tramite porta USB. Softbox con applicativo Firma0K!

Post@com. Lettore/scrittore modello GemPC Twin con collegamento al computer tramite porta USB. Softbox con applicativo Firma0K! Post@com Tipo Costo Specifiche Tecniche Smart card 64 KB Kit Postecert comprensivo di Smart card, lettore e softbox 20,00 Lettore/scrittore modello GemPC Twin con collegamento al computer tramite porta

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA. Schema dati spesa sanitaria di cui art. 3 comma 3 D.ls 175/2014

PROGETTO TESSERA SANITARIA. Schema dati spesa sanitaria di cui art. 3 comma 3 D.ls 175/2014 PROGETTO TESSERA SANITARIA Pag. 2 di 23 REVISIONI DEL DOCUMENTO... 3 1. INTRODUZIONE... 4 2. GENERALITA... 5 3. STANDARD TECNICI... 6 4. INVIO DEI DATI DI SPESA... 7 4.1. CARATTERISTICHE... 7 4.2. ACCESSO

Dettagli

Web Service SOAP e WSDL. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com

Web Service SOAP e WSDL. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com Web Service SOAP e WSDL Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com SOAP Originariamente: Simple Object Access Protocol E poi evoluto in un Framework per lo scambio di messaggi in XML 2

Dettagli

Esercitazione 8. Basi di dati e web

Esercitazione 8. Basi di dati e web Esercitazione 8 Basi di dati e web Rev. 1 Basi di dati - prof. Silvio Salza - a.a. 2014-2015 E8-1 Basi di dati e web Una modalità tipica di accesso alle basi di dati è tramite interfacce web Esiste una

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA

PROGETTO TESSERA SANITARIA PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA COMUNICAZIONE DELL AUTORIZZAZIONE CHE UN MEDICO TITOLARE DEVE FORNIRE AL SISTEMA TS AFFINCHE UN MEDICO SUO SOSTITUTO POSSA PRESCRIVERE RICETTE DEMATERIALIZZATE

Dettagli

Invio Attestati ai Datori di lavoro in formato XML Specifiche Tecniche

Invio Attestati ai Datori di lavoro in formato XML Specifiche Tecniche Allegato 2 Invio Attestati ai Datori di lavoro in formato XML Specifiche Tecniche Il presente documento ha lo scopo di fornire le specifiche tecniche del messaggio contenente la lista degli Attestati,

Dettagli

Provincia di Padova Settore Sistemi Informativi

Provincia di Padova Settore Sistemi Informativi Provincia di Padova Settore Sistemi Informativi Rilasciato in data 21/05/2007 Procedura di prenotazione licenze in conto proprio Manuale d'uso per Agenzie di Pratiche Auto Presentazione Il nuovo strumento

Dettagli

Visual Basic.NET La Gestione degli Errori di Federico BARBATI

Visual Basic.NET La Gestione degli Errori di Federico BARBATI Generalità Visual Basic.NET La Gestione degli Errori di Federico BARBATI La gestione degli errori, è una parte fondamentale di un codice ben progettato. Fino ad oggi, gli errori nelle applicazioni scritte

Dettagli

Il Portale Continuità della Cura è un applicativo web già in uso da vari anni da parte dei MMG/PLS FVG che accorpa funzioni di:

Il Portale Continuità della Cura è un applicativo web già in uso da vari anni da parte dei MMG/PLS FVG che accorpa funzioni di: Affidamento servizi IT di progettazione e realizzazione sw per l estensione funzionale del portale web regionale Continuità della Cura () : Patient Summary/FSE, estensione della cartella clinica del paziente,

Dettagli

MONITORAGGIO UNITARIO PROGETTI 2007/2013 PROTOCOLLO DI COLLOQUI ANALISI ATTIVAZIONE SERVIZIO IGRUE IN SPCOOP. Link.it srl - Analisi Servizio IGRUE 1

MONITORAGGIO UNITARIO PROGETTI 2007/2013 PROTOCOLLO DI COLLOQUI ANALISI ATTIVAZIONE SERVIZIO IGRUE IN SPCOOP. Link.it srl - Analisi Servizio IGRUE 1 MONITORAGGIO UNITARIO PROGETTI 2007/2013 PROTOCOLLO DI COLLOQUI ANALISI ATTIVAZIONE SERVIZIO IGRUE IN SPCOOP Link.it srl - Analisi Servizio IGRUE 1 Panoramica L'attuale sistema IGRUE è composto da: Il

Dettagli

Come creare un certificato SSL per IIS utilizzando la CA Privata di W indow s 2 0 0 3 Server

Come creare un certificato SSL per IIS utilizzando la CA Privata di W indow s 2 0 0 3 Server Come creare un certificato SSL per IIS utilizzando la CA Privata di W indow s 2 0 0 3 Server Di Massimiliano Brolli, Roma 24/10/2004 SSL permette di eseguire una connessione criptata tra un Server WEB

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE DEL FILE SEGNATURA.XML PER LA RICHIESTA DI PROTOCOLLAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE INVIATA NELL AMBITO DELLA VOLUNTARY DISCLOSURE

SPECIFICHE TECNICHE DEL FILE SEGNATURA.XML PER LA RICHIESTA DI PROTOCOLLAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE INVIATA NELL AMBITO DELLA VOLUNTARY DISCLOSURE PROTOCOLLAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE INVIATA NELL AMBITO DELLA VOLUNTARY INDICE GENERALITÀ... 3 SEGNATURA INFORMATICA... 5 LA SEGNATURA INFORMATICA PER LA PROCEDURA DI VOLUNTARY... 7 2 GENERALITÀ Il presente

Dettagli

ProgettAzione V anno Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni

ProgettAzione V anno Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni Web service Hello world con Visual Studio 2012 Si tratta di un semplice esempio di web service, infatti come tutti I programmi

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE ESENZIONI DA REDDITO 09/03/2011 Pag. 1 di 10 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE ESENZIONI DA REDDITO Pag. 2 di 10 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI 4 2. MODALITÀ

Dettagli

Web Services Servizio Telematico Dogane

Web Services Servizio Telematico Dogane Web Services Servizio Telematico Dogane MANUALE PER L'UTENTE Pagina 1 di 21 Indice 1 Introduzione... 3 2 Test funzionale dei web services... 6 3 Creazione del client... 10 3.1 Soluzioni Open Source...

Dettagli

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic LIBRERIA WEB 6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic PROGETTO Il centro sportivo Olympic organizza corsi di tipo diverso: nuoto, danza, karate, ecc. Ogni corso ha un unico istruttore prevalente,

Dettagli

TINN S.r.l. Sistema di Gestione della Fatturazione Elettronica

TINN S.r.l. Sistema di Gestione della Fatturazione Elettronica TINN S.r.l. Sistema di Gestione della Fatturazione Elettronica i di 56 Indice 1... 3 1.1 CONFIGURAZIONE SGFE... 3 1.2 FATTURAZIONE ELETTRONICA PASSIVA... 17 1.3 PROTOCOLLAZIONE FATTURAZIONE ELETTRONICA...

Dettagli

Monitoraggio della Rete di Assistenza

Monitoraggio della Rete di Assistenza Studio di fattibilità Allegato al Deliverable A Monitoraggio della Rete di Assistenza Fase 1 Anagrafica ASL Comuni assistibili () ESTRATTO Indice del documento A.20 SCOPO DELL APPLICAZIONE...3 A.20.20

Dettagli

Via G. A. Resti, 63-00143 Roma - Tel.06/519611.1. Scheda prodotto WKI Previdenza On Line Calcolo Primo Pilastro

Via G. A. Resti, 63-00143 Roma - Tel.06/519611.1. Scheda prodotto WKI Previdenza On Line Calcolo Primo Pilastro Scheda prodotto WKI Previdenza On Line Calcolo Primo Pilastro Previdenza On Line è una applicazione che consente di effettuare una simulazione previdenziale con l obiettivo di evidenziare il gap tra la

Dettagli

WebEDI Tracciato XML del messaggio FATTURA

WebEDI Tracciato XML del messaggio FATTURA WebEDI Tracciato XML del messaggio FATTURA Specifica Redatto da: Verificato da: Approvato da: Scopo del documento Il presente documento descrive la struttura XML della fattura gestita dal sistema WebEDI.

Dettagli

REGOLE PROCEDURALI DI CARATTERE TECNICO OPERATIVO PER L ACCESSO AI SERVIZI DISPONIBILI TRAMITE LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

REGOLE PROCEDURALI DI CARATTERE TECNICO OPERATIVO PER L ACCESSO AI SERVIZI DISPONIBILI TRAMITE LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Dipartimento per gli Affari di Giustizia Direzione Generale della Giustizia Penale Decreto Dirigenziale Articolo 39 D.P.R. 14 Novembre 2002, N. 313 Decreto Dirigenziale del 5 dicembre 2012 recante le regole

Dettagli

Prodotto Release <1.0> Gennaio 2015

Prodotto <ADAM DASHBOARD> Release <1.0> Gennaio 2015 Prodotto Release Gennaio 2015 Il presente documento e' stato redatto in coerenza con il Codice Etico e i Principi Generali del Controllo Interno Sommario Sommario... 2 Introduzione...

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO Modalità tecniche per la predisposizione e l invio telematico dei dati delle certificazioni di malattia all INPS

DISCIPLINARE TECNICO Modalità tecniche per la predisposizione e l invio telematico dei dati delle certificazioni di malattia all INPS DISCIPLINARE TECNICO Modalità tecniche per la predisposizione e l invio telematico dei dati delle certificazioni di malattia all INPS 1. Introduzione Il presente documento ha lo scopo di definire le modalità

Dettagli

Gestione Richieste Patenti Web

Gestione Richieste Patenti Web >> Specifiche Integrazione Web Services RTI Gestione Richieste Patenti Web Servizio di Sviluppo SVI Versione 1.0-07 Dicembre 2009 Indice dei contenuti 1 GENERALITA... 6 1.1 Lista di distribuzione...6 1.2

Dettagli

Single Sign On sul web

Single Sign On sul web Single Sign On sul web Abstract Un Sigle Sign On (SSO) è un sistema di autenticazione centralizzata che consente a un utente di fornire le proprie credenziali una sola volta e di accedere a molteplici

Dettagli

Registro SPICCA Architettura del Software

Registro SPICCA Architettura del Software Registro SPICCA Architettura del Software Versione 1.0 del 25/08/2009 Sommario 1 Introduzione... 4 1.1 Scopo... 4 1.2 Obiettivo... 4 1.3 Riferimenti... 4 1.4 Panoramica del documento... 4 2 Rappresentazione

Dettagli

Gestione XML della Porta di Dominio OpenSPCoop

Gestione XML della Porta di Dominio OpenSPCoop i Gestione XML della Porta di Dominio ii Copyright 2005-2011 Link.it srl iii Indice 1 Introduzione 1 2 Hello World! 2 3 Configurazione XML della Porta di Dominio 5 3.1 Soggetto SPCoop...................................................

Dettagli

Web Service medra per la gestione DOI

Web Service medra per la gestione DOI Web Service medra per la gestione DOI Versione documento: 1.0 Data creazione: 23 dicembre 2010 Data ultima modifica: 14 maggio 2012 1. Introduzione...2 2. medra WS...2 2.1. Operation UPLOAD...2 2.2. Operation

Dettagli

Corso di Visual Basic (Parte 9)

Corso di Visual Basic (Parte 9) Corso di Visual Basic (Parte 9) di Maurizio Crespi La nona lezione del corso dedicato alla programmazione in Visual Basic si pone lo scopo di illustrare le funzioni definibili dall'utente e il concetto

Dettagli

Integrazione di Sistemi Informativi Sanitari attraverso l uso di Middleware Web Services

Integrazione di Sistemi Informativi Sanitari attraverso l uso di Middleware Web Services Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni Integrazione di Sistemi Informativi Sanitari attraverso l uso di Middleware Web Services I. Marra M. Ciampi RT-ICAR-NA-06-04

Dettagli

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows i SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows Per ulteriori informazioni sui prodotti software SPSS Inc., visitare il sito Web all indirizzo http://www.spss.it o contattare: SPSS

Dettagli

Controllo Winsock di Visual Basic

Controllo Winsock di Visual Basic Controllo Winsock di Visual Basic Il controllo Winsock, non visibile all'utente, consente di accedere ai servizi di rete TCP e UDP. Per creare applicazioni client o server non è necessario conoscere in

Dettagli

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO Versione 1.1 INDICE 1. PREFAZIONE 3 1.1 Autori 3 1.2 Modifiche Documento 3 1.3 Riferimenti 4 1.4 Acronimi e Definizioni 4 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO

Dettagli

ACG Vision4 Service Bus V 1.3.0

ACG Vision4 Service Bus V 1.3.0 ACG Offering Team 16 settembre 2010 ACG Vision4 Service Bus V 1.3.0 ACGV4SVB 06 L evoluzione ACG: linee guida Punti fondamentali Strategia di evoluzione del prodotto ACG con particolare attenzione alla

Dettagli

CA Business Service Insight

CA Business Service Insight CA Business Service Insight Guida al contenuto predefinito ISO 20000 8.2 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora

Dettagli

fornitore di servizi utente all interazione tra utenti e sistemi

fornitore di servizi utente all interazione tra utenti e sistemi WEB SERVICES Successo del Web Negli anni passati il Web ha avuto un enorme successo principalmente per due motivi: Semplicità: Ubiquità Per un fornitore di servizi è semplice raggiungere un numero molto

Dettagli

Introduzione ai Web Services. Tito Flagella tito@link.it

Introduzione ai Web Services. Tito Flagella tito@link.it Introduzione ai Web Services Tito Flagella tito@link.it Web Services Beppe, secret 2 Web Services (2) I Web Services sono uno sforzo di standardizzazione teso a rendere interpretabili, in maniera indipendente

Dettagli