Specifiche tecniche di trasmissione per i Comuni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Specifiche tecniche di trasmissione per i Comuni"

Transcript

1 Pag. 1 di 15 Specifiche tecniche di trasmissione per i Comuni versione data Modifiche principali Autore/i 0.1 Redazione specifiche tecniche Dario Piermarini 1/15

2 Pag. 2 di 15 1 INTRODUZIONE Un Comune che utilizza il servizio di SPF Notificate dovrà fornire settimanalmente l elenco delle multe notificate e questo per permettere il riscontro dei dati al momento del pagamento presso le ricevitorie Totobit. L elenco delle multe notificate sarà contenuto in un file inviato dai Comuni ad Ancitel e sarà quest ultima a farsi carico che Totobit, attraverso procedure telematiche, riceva i flussi provenienti da tutti i comuni abbonati al servizio. Scopo di questo documento è quello di descrivere dettagliatamente il formato del file delle notificate e la modalità con cui dovrà essere inviato ad Ancitel. Il ma seguente mostra i principali flussi telematici del servizio: 2/15

3 Pag. 3 di 15 2 FORMATO DEI DATI Lo scambio di dati tra comuni ed Ancitel avviene utilizzando il formato XML (acronimo di extensible Markup Language), diventato ormai uno standard per la trasmissione e condivisione di dati strutturati. Ogni documento XML comprende sia una struttura logica che una struttura fisica. La struttura logica è simile a un modello che indica quali elementi includere in un documento e in quale ordine. Il modello di un documento XML viene denominato schema. La struttura fisica, d altro canto, contiene i dati effettivi utilizzati in un documento. Nel seguito viene mostrato il ma dello schema XML da utilizzare per la trasmissione dei dati relativi ai verbali notificati. Il documento di specifica formale dello schema XML si trova in appendice; ad ogni modo è possibile ricevere lo schema xsd al momento della richiesta di attivazione del servizio. Per maggiore chiarezza viene riportato l esempio di una istanza di un file XML valido e ben formato 1 per tale schema: 1 Un documento XML si dice ben formato quando rispetta le regole sintattiche del linguaggio; un documento si dice valido quando è conforme alle regole di uno schema XML. 3/15

4 Pag. 4 di 15 <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <!--Sample XML file generated by Dario Piermarini--> <ElencoNotificate xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/xmlschema-instance" xsi:nonamespaceschemalocation="c:\documents and Settings\piermarini\Documenti\SPFE\schemaCOMUNI.xsd"> <Header> <NomeComune>Poggio Moiano</NomeComune> <CodiceISTAT>057054</CodiceISTAT> <DataInvio> </DataInvio> <RecordTotali>3</RecordTotali> </Header> <DataElevazione> </DataElevazione> <NumeroVerbale>123564</NumeroVerbale> <Targa>CM623VA</Targa> <Importo>2000</Importo> <DataElevazione> </DataElevazione> <NumeroVerbale>123565</NumeroVerbale> <Targa>CM623VB</Targa> <Importo>2500</Importo> <DataElevazione> </DataElevazione> <NumeroVerbale>123566</NumeroVerbale> <Targa>CM623VC</Targa> <Importo>3500</Importo> </ElencoNotificate> 4/15

5 Pag. 5 di 15 3 FORMATO DEI FILE Il nome e l estensione del file che verrà inviato dal Comune dovrà rispettare una sintassi ben precisa. Il file dovrà avere estensione.xml, mentre il nome del file sarà costituito dalla concatenazione del codice ISTAT del comune e dalla data d invio, separati dal carattere underscore (_). A titolo d esempio consideriamo il caso in cui il Comune di Roma, che codice ISTAT , invii in data 1 Giugno 2005, il file xml delle notificate. Il nome di questo file sarà: _ xml 5/15

6 Pag. 6 di 15 4 TEMPI Il file contenente l elenco delle notificate può essere inviato dal Comune una volta a settimana e conterrà, al suo interno, tutte le multe che sono state notificate nell arco della settimana precedente. L intervallo di una settimana è puramente indicativo: il Comune può inviare il file xml con la cadenza che vuole, anche giornaliera. Viene consigliata una periodicità di 7 giorni perché è ragionevole supporre che in una settimana un comune medio-piccolo abbia raccolto un numero tale di multe da giustificare l invio del file. Inviando il file con cadenza giornaliera potrebbe accadere che il file, nella maggior parte dei casi, sia completamente vuoto, in quanto nell arco della singola giornata non è stata notificata nessuna multa. E bene sottolineare che se vengono inviati più file nell arco della stessa giornata, l ultimo invio sovrascriverà il precedente. Questo meccanismo è stato introdotto per permettere, nell arco della stessa giornata, di recuperare eventuali errori sui dati dei verbali. Prima di effettuare questa operazione è bene, tuttavia, contattare il supporto tecnico di Ancitel. 6/15

7 Pag. 7 di 15 5 TRASFERIMENTO DEL FILE PRESSO ANCITEL La trasmissione del file xml avverrà tramite upload su server ftp. Ogni Comune avrà a disposizione una propria login di accesso che verrà comunicata al momento dell abbonamento al servizio ed avrà una propria cartella su cui fare l upload (put) del file xml. Il file verrà preso in carico dal sistema entro un ora dal completamento dell upload. Le indicazioni per la connessione al server ftp e i dati per l accesso verranno forniti al momento della sottoscrizione dell abbonamento al servizio da parte del Comune. 7/15

8 Pag. 8 di 15 6 VALIDAZIONE DEL FILE Una volta che il sistema ha preso in carico il file, viene effettuata la validazione del documento xml. La validazione è un operazione mirata alla verifica della correttezza sintattica del documento. In altre parole verrà verificato che il file xml inviato sia un istanza well-formed dello schema presentato in appendice. Il comune riceve l esito di questa di validazione via e l indirizzo che viene utilizzato dal sistema è quello specificato nel file xml (se questo è valido) oppure quello contenuto in una tabella di indirizzi predefiniti nel caso che il file xml inviato sia scorretto. E quindi importante che il Comune aggiorni tempestivamente Ancitel ogni volta che viene cambiato l indirizzo di posta e questa operazione può essere svolta semplicemente riportando il nuovo indirizzo nel campo del file xml. I file xml non validi vengono accantonati e poi eliminati dal sistema e non è possibile recuperare il loro contenuto. Il Comune, una volta ricevuta la comunicazione della validazione non riuscita può recuperare l errore in due modi. Il primo è quello di inviare di nuovo il file xml dopo aver verificato che l errore non sia più presente. Per facilitare l individuazione dell errore nella mail inviata da Ancitel c è allegato il log con l indicazione del campo xml che ha generato l errore. Una volta inviato il file xml corretto è sufficiente attendere la comunicazione della notifica con successo. L altra alternativa è quella di attendere il prossimo invio, inserendo quindi nel file xml le multe notificate nell arco delle due settimane (quella di competenza e quella che non era stata inviata). 8/15

9 Pag. 9 di 15 7 AGGIORNAMENTO IMPORTI DELLE MULTE Al termine dei 60 giorni dalla prima notifica al cittadino, il comune provvede ad inviare una seconda notifica con un ulteriore aggravio sull importo della multa. Per questo scopo ogni Comune ha la possibilità di aggiornare l importo delle multe precedentemente inviate e questo attraverso un meccanismo molto semplice. E sufficiente, infatti, che il Comune inserisca i dati della multa già inviata ad Ancitel nel consueto file XML settimanale, specificando il nuovo importo. Viene ora fornito un esempio per chiarire ulteriormente la procedura di aggiornamento. ES: Il comune invia, in una determinata settimana, il seguente file XML: <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <!--Sample XML file generated by Dario Piermarini--> <ElencoNotificate xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/xmlschema-instance" xsi:nonamespaceschemalocation="c:\documents and Settings\piermarini\Documenti\SPFE\schemaCOMUNI.xsd"> <Header> <NomeComune>Poggio Moiano</NomeComune> <CodiceISTAT>057054</CodiceISTAT> <DataInvio> </DataInvio> <RecordTotali>3</RecordTotali> </Header> <DataElevazione> </DataElevazione> <NumeroVerbale>123564</NumeroVerbale> <Targa>CM623VA</Targa> <Importo>2000</Importo> <DataElevazione> </DataElevazione> <NumeroVerbale>123565</NumeroVerbale> <Targa>CM623VB</Targa> <Importo>2500</Importo> <DataElevazione> </DataElevazione> <NumeroVerbale>123566</NumeroVerbale> <Targa>CM623VC</Targa> <Importo>3500</Importo> </ElencoNotificate> In evidenza possiamo notare il record che si riferisce al verbale con codice e che ha un importo pari a 20 euro. Dopo 60 giorni dalla ricevuta della prima notifica, il comune invia una seconda notifica con l importo maggiorato. Nel frattempo nel file XML settimanale inviato ad Ancitel, il comune provvede ad inserire il record con il nuovo importo: 9/15

10 Pag. 10 di 15 <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <!--Sample XML file generated by Dario Piermarini--> <ElencoNotificate xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/xmlschema-instance" xsi:nonamespaceschemalocation="c:\documents and Settings\piermarini\Documenti\SPFE\schemaCOMUNI.xsd"> <Header> <NomeComune>Poggio Moiano</NomeComune> <CodiceISTAT>057054</CodiceISTAT> <DataInvio> </DataInvio> <RecordTotali>2</RecordTotali> </Header> <DataElevazione> </DataElevazione> <NumeroVerbale>123564</NumeroVerbale> <Targa>CM623VA</Targa> <Importo>4000</Importo> <DataElevazione> </DataElevazione> <NumeroVerbale>888999</NumeroVerbale> <Targa>AB626CD</Targa> <Importo>700</Importo> </ElencoNotificate> Come si può notare nella parte evidenziata del file XML, i dati inseriti nel record sono rimasti invariati ad eccezione dell importo che è passato da 20 a 40 euro. Per ogni record presente nel file XML ricevuto dai comuni, il sistema verifica che nel database centrale non sia già presente quel numero di verbale associato al codice ISTAT del comune. Se è presente viene aggiornato l importo della multa e quindi il nuovo importo sarà pari a 40 euro. E bene sottolineare che spetta comunque al comune aggiornare l importo delle multe. Il sistema permette sempre il pagamento, da parte del cittadino, dell importo presente nel database centrale. Questa affermazione ha due implicazioni: 1. Se il comune non provvede ad aggiornare il sistema con i nuovi importi, farà fede sempre l ultimo importo trasmesso, senza alcun limite temporale. 2. Se, nel periodo che intercorre tra l invio degli aggiornamenti e l acquisizione degli stessi da parte del sistema, il cittadino provvede ad effettuare il pagamento, il database centrale non permetterà l aggiornamento dell importo in quanto la multa risulterà già pagata. 10/15

11 Pag. 11 di 15 8 APPENDICE Schema schemacomuni.xsd schema location: attribute form default: element form default: C:\Documents and Settings\dario\Documenti\schemaCOMUNI.xsd unqualified qualified Elements ElencoNotificate element ElencoNotificate content complex children Header Record annotation documentation Schema XML delle multe notificate source <xs:element name="elenconotificate"> <xs:annotation> <xs:documentation>schema XML delle multe notificate</xs:documentation> </xs:annotation> <xs:complextype> <xs:sequence> <xs:element name="header"> <xs:complextype> <xs:sequence> <xs:element name="nomecomune" type="xs:string"/> <xs:element name="codiceistat"> <xs:simpletype> <xs:restriction base="xs:string"> <xs:pattern value="[0-9]{6}"/> </xs:restriction> </xs:simpletype> <xs:element name="datainvio" type="xs:date"/> <xs:element name=" "> <xs:simpletype> <xs:restriction base="xs:string"> <xs:minlength value="1"/> </xs:restriction> </xs:simpletype> <xs:element name="recordtotali" type="xs:positiveinteger"/> </xs:sequence> </xs:complextype> <xs:element name="record" minoccurs="0" maxoccurs="unbounded"> <xs:complextype> <xs:sequence> <xs:element name="dataelevazione" type="xs:date"/> <xs:element name="numeroverbale" type="xs:string"/> <xs:element name="targa" type="xs:string"/> <xs:element name="importo" type="xs:positiveinteger"> <xs:annotation> <xs:documentation>importo espresso in centesimi di EURO</xs:documentation> 11/15

12 Pag. 12 di 15 </xs:annotation> </xs:sequence> </xs:complextype> </xs:sequence> </xs:complextype> element ElencoNotificate/Header content complex children NomeComune CodiceISTAT DataInvio RecordTotali source <xs:element name="header"> <xs:complextype> <xs:sequence> <xs:element name="nomecomune" type="xs:string"/> <xs:element name="codiceistat"> <xs:simpletype> <xs:restriction base="xs:string"> <xs:pattern value="[0-9]{6}"/> </xs:restriction> </xs:simpletype> <xs:element name="datainvio" type="xs:date"/> <xs:element name=" "> <xs:simpletype> <xs:restriction base="xs:string"> <xs:minlength value="1"/> </xs:restriction> </xs:simpletype> <xs:element name="recordtotali" type="xs:positiveinteger"/> </xs:sequence> </xs:complextype> element ElencoNotificate/Header/NomeComune type xs:string source <xs:element name="nomecomune" type="xs:string"/> element ElencoNotificate/Header/CodiceISTAT 12/15

13 Pag. 13 di 15 type restriction of xs:string facets pattern [0-9]{6} source <xs:element name="codiceistat"> <xs:simpletype> <xs:restriction base="xs:string"> <xs:pattern value="[0-9]{6}"/> </xs:restriction> </xs:simpletype> element ElencoNotificate/Header/DataInvio type xs:date source <xs:element name="datainvio" type="xs:date"/> element ElencoNotificate/Header/ type restriction of xs:string facets minlength 1 source <xs:element name=" "> <xs:simpletype> <xs:restriction base="xs:string"> <xs:minlength value="1"/> </xs:restriction> </xs:simpletype> element ElencoNotificate/Header/RecordTotali type xs:positiveinteger source <xs:element name="recordtotali" type="xs:positiveinteger"/> 13/15

14 Pag. 14 di 15 element ElencoNotificate/Record content complex children DataElevazione NumeroVerbale Targa Importo source <xs:element name="record" minoccurs="0" maxoccurs="unbounded"> <xs:complextype> <xs:sequence> <xs:element name="dataelevazione" type="xs:date"/> <xs:element name="numeroverbale" type="xs:string"/> <xs:element name="targa" type="xs:string"/> <xs:element name="importo" type="xs:positiveinteger"> <xs:annotation> <xs:documentation>importo espresso in centesimi di EURO</xs:documentation> </xs:annotation> </xs:sequence> </xs:complextype> element ElencoNotificate/Record/DataElevazione type xs:date source <xs:element name="dataelevazione" type="xs:date"/> element ElencoNotificate/Record/NumeroVerbale type xs:string source <xs:element name="numeroverbale" type="xs:string"/> element ElencoNotificate/Record/Targa type xs:string source <xs:element name="targa" type="xs:string"/> 14/15

15 Pag. 15 di 15 element ElencoNotificate/Record/Importo annotation type xs:positiveinteger documentation Importo espresso in centesimi di EURO source <xs:element name="importo" type="xs:positiveinteger"> <xs:annotation> <xs:documentation>importo espresso in centesimi di EURO</xs:documentation> </xs:annotation> 15/15

MiFID - TREM v2.0 per interfaccia locale. 1. Invio di transazioni su strumenti finanziari identificati dal codice alternativo di identificazione (AII)

MiFID - TREM v2.0 per interfaccia locale. 1. Invio di transazioni su strumenti finanziari identificati dal codice alternativo di identificazione (AII) Allegato 1 MiFID - TREM v2.0 per interfaccia locale 1. Invio di transazioni su strumenti finanziari identificati dal codice alternativo di identificazione (AII) Gli strumenti finanziari possono essere

Dettagli

Specifiche struttura del file dei rilievi Descrizione e XML Schema

Specifiche struttura del file dei rilievi Descrizione e XML Schema Specifiche struttura del file dei rilievi Descrizione e XML Schema Contenuti CONTENUTI...2 1 INTRODUZIONE...3 2 MODELLO INFORMATIVO...4 3 APPENDICE...7 3.1 APPENDICE A XSD...7 3.1.1 Remark.xsd...7 2 1

Dettagli

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE PROVA

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE PROVA Pag. 1 di 16 WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE PROVA Pag. 1 di 16 Pag. 2 di 16 1 GENERALITÀ... 3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI... 3 2 SOA DOMINIO ESTERNO...

Dettagli

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE

WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 11 WEB SERVICES SERVIZI PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI AMBIENTE REALE Pag. 1 di 11 Pag. 2 di 11 1 GENERALITÀ... 3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI... 3 2 SOA DOMINIO ESTERNO...

Dettagli

Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO DOMANDE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE E NON PENSIONISTICHE

Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO DOMANDE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE E NON PENSIONISTICHE Allegato_Tecnico Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO COOPERAZIONE CON GLI ENTI DI PATRONATO PER LA ISTRUTTORIA RELATIVA ALLE DOMANDE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE E NON PENSIONISTICHE NOTA TECNICA:

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche

Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche Indagini sul personale dipendente Applicazione web per la raccolta dei dati Guida tecnica per utente

Dettagli

Allegato 2 XML-Schema per l alimentazione del ReGIndE TipiBaseReGIndE.xsd

Allegato 2 XML-Schema per l alimentazione del ReGIndE TipiBaseReGIndE.xsd Allegato 2 XML-Schema per l alimentazione del ReGIndE TipiBaseReGIndE.xsd

Dettagli

Sistema DE.PRO.EM. Istruzioni per il caricamento delle informazioni relative ai prodotti tramite file XML. Versione 1.0

Sistema DE.PRO.EM. Istruzioni per il caricamento delle informazioni relative ai prodotti tramite file XML. Versione 1.0 Sistema DE.PRO.EM. Istruzioni per il caricamento delle informazioni relative ai prodotti tramite file XML Versione 1.0 1 Sommario Sommario... 2 1. Istruzioni operative... 3 2. Struttura del file XML...

Dettagli

Comunicazione n. DME/9034169 del 16 aprile 2009

Comunicazione n. DME/9034169 del 16 aprile 2009 Comunicazione n. DME/9034169 del 16 aprile 2009 Aggiornamento della Comunicazione n. DME/8005271 del 21 gennaio 2008 contenente chiarimenti di natura applicativa in merito al Regolamento Consob n. 16191/2007

Dettagli

MODELLI DEI PACCHETTI DI ARCHIVIAZIONE (AIP)

MODELLI DEI PACCHETTI DI ARCHIVIAZIONE (AIP) MODELLI DEI PACCHETTI DI ARCHIVIAZIONE (AIP) Data 06-10-2014 Codice documento Modelli dei pacchetti di archiviazione Versione 1.0 Il presente documento è rilasciato sotto la licenza Attribuzione-Non commerciale

Dettagli

Indagini sul personale dipendente Applicazione web per la raccolta dei dati Guida tecnica

Indagini sul personale dipendente Applicazione web per la raccolta dei dati Guida tecnica Indagini sul personale dipendente Applicazione web per la raccolta dei dati Guida tecnica Versione 3.0 Giugno 2015 Sommario 1 I profili di utenza del sistema... 3 2 Accesso al sistema... 3 3 Utente Amministrazione...

Dettagli

Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO COOPERAZIONE CON GLI ENTI DI PATRONATO PER LA ISTRUTTORIA RELATIVA ALLE

Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO COOPERAZIONE CON GLI ENTI DI PATRONATO PER LA ISTRUTTORIA RELATIVA ALLE Allegato_Tecnico Gestione ex Inpdap SISTEMA INFORMATIVO COOPERAZIONE CON GLI ENTI DI PATRONATO PER LA ISTRUTTORIA RELATIVA ALLE DOMANDE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE E NON PENSIONISTICHE NOTA TECNICA:

Dettagli

Tecnologie Web T XML Schema

Tecnologie Web T XML Schema Tecnologie Web T Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/tw/ Versione elettronica: 2.03.XMLSchema.pdf Versione elettronica: 2.03.XMLSchema-2p.pdf 1 Che cos è? È un alternativa ai DTD basata

Dettagli

Manuale di progettazione schemi XML

Manuale di progettazione schemi XML Ministero dell'economia e delle finanze Dipartimento per le politiche fiscali - Ufficio coordinamento tecnologie informatiche Sergio Baldelli Manuale di progettazione schemi XML Conformi alle regole del

Dettagli

Schema A-indirizzi_gp.xsd

Schema A-indirizzi_gp.xsd Pagina 1 di 9 Schema A-indirizzi_gp.xsd schema location: Y:\APPUNTI\DBExport\XSD\A-indirizzi_gp.xsd attributeformdefault: elementformdefault: Elements AterIndirizzi BarraCivico CAP Civico CodiceCatastaleComune

Dettagli

PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI

PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI Pag. 1 di 30 PROGETTO DOMINIO ESTERNO WEB SERVICES PER RICEZIONE ED ELABORAZIONE MESSAGGI Pag. 1 di 30 Pag. 2 di 30 1 GENERALITÀ...3 1.1 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI...3 2 SOA DOMINIO ESTERNO...4

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA {

FATTURA ELETTRONICA { FATTURA ELETTRONICA { NORMATIVA La Finanziaria 2008 ha stabilito che la fatturazione nei confronti dell Amministrazione dello stato debba avvenire esclusivamente in maniera elettronica Il DM 5 aprile 2013

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA

PROGETTO TESSERA SANITARIA PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA COMUNICAZIONE DELL AUTORIZZAZIONE CHE UN MEDICO TITOLARE DEVE FORNIRE AL SISTEMA TS AFFINCHE UN MEDICO SUO SOSTITUTO POSSA PRESCRIVERE RICETTE DEMATERIALIZZATE

Dettagli

6. XML E RAPPRESENTAZIONE DEL FORMATO DI RISPOSTA

6. XML E RAPPRESENTAZIONE DEL FORMATO DI RISPOSTA 6. XML E RAPPRESENTAZIONE DEL FORMATO DI RISPOSTA Il permesso di fare copie digitali o fisiche di tutto o parte di questo lavoro per uso di ricerca o didattico è acconsentito senza corrispettivo in danaro,

Dettagli

Prot. N. 48387 / 2014

Prot. N. 48387 / 2014 Prot. N. 48387 / 2014 Approvazione della scheda e delle relative istruzioni per la scelta della destinazione volontaria del due per mille dell imposta sul reddito delle persone fisiche in favore di un

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 61273 /2011 protocollo Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione alle Regioni e alle Province autonome di Trento e Bolzano dei dati relativi alla dichiarazione Irap 2011 e alla Comunicazione

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA

PROGETTO TESSERA SANITARIA PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA VISUALIZZAZIONE E LO SCARICO DELLE RICEVUTE DI ATTESTAZIONE DELLE OPERAZIONI E DELLE TRANSAZIONI EFFETTUATE SULLE RICETTE DEMATERIALIZZATE (DECRETO 2 NOVEMBRE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Prot.2014/146313 Approvazione del modello di dichiarazione dell imposta di bollo assolta in modo virtuale, delle relative istruzioni e delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica IL DIRETTORE

Dettagli

OSSERVATORIO RIFIUTI SOVRAREGIONALE ~ ~ ~ IMPORTAZIONE AUTOMATICA DELLE IMFORMAZIONI SUI RIFIUTI RITIRATI E PRODOTTI DAGLI IMPIANTI.

OSSERVATORIO RIFIUTI SOVRAREGIONALE ~ ~ ~ IMPORTAZIONE AUTOMATICA DELLE IMFORMAZIONI SUI RIFIUTI RITIRATI E PRODOTTI DAGLI IMPIANTI. OSSERVATORIO RIFIUTI SOVRAREGIONALE ~ ~ ~ IMPORTAZIONE AUTOMATICA DELLE IMFORMAZIONI SUI RIFIUTI RITIRATI E PRODOTTI DAGLI IMPIANTI Revisione 106 Omnigate srl Bergamo, luglio 2009 1. Introduzione Il servizio

Dettagli

Manuale Utente TebeniService 5.0.0

Manuale Utente TebeniService 5.0.0 Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni Manuale Utente TebeniService 5.0.0 Versione doc: 05.00.00 Data Versione: 03/03/15 Descr. modifiche: Motivazioni : Aggiunto

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA SERVIZI DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE E REVOCA DELLE TS-CNS

PROGETTO TESSERA SANITARIA SERVIZI DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE E REVOCA DELLE TS-CNS PROGETTO TESSERA SANITARIA Pag. 2 di 20 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 CANALE DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS (FASE PRIMO IMPIANTO) 4 1.2 CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI

Dettagli

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali SPECIFICHE FUNZIONALI DEI TRACCIATI FAR Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali Luglio 2015 Versione 5.0 FAR Specifiche Funzionali_v5.0 Pag. 1 di 55 Indice 1. Introduzione...

Dettagli

Web Service per importare un adempimento SUAP in. Versione: 1.2 Data: 16/04/12 Autore: InfoCamere Direzione Applicazioni

Web Service per importare un adempimento SUAP in. Versione: 1.2 Data: 16/04/12 Autore: InfoCamere Direzione Applicazioni Web Service per importare un adempimento SUAP in Versione: 1.2 Data: 16/04/12 Autore: InfoCamere Direzione Applicazioni 1. Introduzione al documento...3 1.1 Novità introdotte rispetto alla precedente emissione...3

Dettagli

Sistema informativo delle prestazioni erogate nell ambito dell assistenza sanitaria in emergenza-urgenza

Sistema informativo delle prestazioni erogate nell ambito dell assistenza sanitaria in emergenza-urgenza SPECIFICHE FUNZIONALI DEI TRACCIATI 118 E PRONTO SOCCORSO Sistema informativo delle prestazioni erogate nell ambito dell assistenza sanitaria in Giugno 2010 Versione 4.0 EMUR_ Specifiche Funzionali_v4.0.doc

Dettagli

APPENDICE L Flussi di scambio R_AR per le immagini tra Equitalia SpA e il Fornitore

APPENDICE L Flussi di scambio R_AR per le immagini tra Equitalia SpA e il Fornitore APPENDICE L Flussi di scambio R_AR per le immagini tra Equitalia SpA e il Fornitore APPENDICE 12L - SCAMBIO IMMAGINI EQUITALIA 20130729 Pagina 1 di 22 Indice 1 PREFAZIONE... 3 1.1 ACRONIMI E DEFINIZIONI...

Dettagli

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali SPECIFICHE FUNZIONALI DEI TRACCIATI FAR Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali Luglio 2014 Versione 4.0 FAR Specifiche Funzionali_v4.0 Pag. 1 di 53 Indice 1. Introduzione...

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA. Schema dati spesa sanitaria di cui art. 3 comma 3 D.ls 175/2014

PROGETTO TESSERA SANITARIA. Schema dati spesa sanitaria di cui art. 3 comma 3 D.ls 175/2014 PROGETTO TESSERA SANITARIA Pag. 2 di 23 REVISIONI DEL DOCUMENTO... 3 1. INTRODUZIONE... 4 2. GENERALITA... 5 3. STANDARD TECNICI... 6 4. INVIO DEI DATI DI SPESA... 7 4.1. CARATTERISTICHE... 7 4.2. ACCESSO

Dettagli

TECN.PROG.SIST.INF. XML. Roberta Gerboni

TECN.PROG.SIST.INF. XML. Roberta Gerboni Roberta Gerboni Introduzione Lo sviluppo tecnologico relativo alle reti il crescente sviluppo della distribuzione di hardware per la comunicazione hanno reso necessaria Semantic Web significa un Web comprensibile

Dettagli

12-1-2015. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 8 ALLEGATO 5 METADATI

12-1-2015. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 8 ALLEGATO 5 METADATI ALLEGATO 5 METADATI 50 Indice 1 2 3 4 INTRODUZIONE... METADATIMINIMIDELDOCUMENTOINFORMATICO... METADATIMINIMIDELDOCUMENTOAMMINISTRATIVOINFORMATICO... METADATIMINIMIDELFASCICOLOINFORMATICOODELLAAGGREGAZIONEDOCUMENTALEINFORMATICA...

Dettagli

Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART

Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART Regione Toscana Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART Stato del documento Definitiva Versione del documento 1.8 Data 29/05/13 Documento Acronimo del documento Specifiche

Dettagli

Formati di interscambio

Formati di interscambio Università degli Studi di Brescia Elementi di informatica e Programmazione Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale EXCEL Docente: Marco Sechi E-mail: marco.sechi@unibs.it Vers. 11/10/2015 Formati

Dettagli

XML e XSD. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com

XML e XSD. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com XML e XSD Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com Ordine di Acquisto Servizio: eshop Operazione: ordine di acquisto Dati dell'ordine: prodotti quantità corriere Playstation 2 Controller

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas Definizione informatica dei singoli tracciati da utilizzare per ciascun scambio informativo individuato dalle Istruzioni Operative allegate alla determina 3/10

Dettagli

Postedoc - Manuale della Conservazione Sostitutiva

Postedoc - Manuale della Conservazione Sostitutiva ver.: 2.0 del: 02/02/2011 MDCPOSTEDOC20 Documento pubblico Pagina 1 di 20 Copia Archiviata Elettronicamente File: MDCPOSTEDOC20 Copia cartacea Controllata in distribuzione ad enti esterni N : 0 Rilasciata

Dettagli

Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali

Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo" Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali 06.01- Introduction to mark-up. 06.02- classification 06.03- SGML 06.04- XML Hypertext Maurizio Maffi ISTI Informa1on Science

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE DEL MODELLO STANDARD TIPIZZATO PER LA TRASMISSIONE DEL CONTRATTO DI RETE AL REGISTRO DELLE IMPRESE

SPECIFICHE TECNICHE DEL MODELLO STANDARD TIPIZZATO PER LA TRASMISSIONE DEL CONTRATTO DI RETE AL REGISTRO DELLE IMPRESE SPECIFICHE TECNICHE DEL MODELLO STANDARD TIPIZZATO PER LA TRASMISSIONE DEL CONTRATTO DI RETE AL REGISTRO DELLE IMPRESE Decreto Ministero della Giustizia 122 del 10 Aprile 2014 1 Indice Obiettivi e contenuti

Dettagli

Classification of Financial Instrument(CFI)] quotazione si /no indicatore eventuale della quotazione

Classification of Financial Instrument(CFI)] quotazione si /no indicatore eventuale della quotazione Allegato 2 TRACCIATO DATI PER ANAGRAFICHE TITOLI INTERMEDIARI Per uniformare l invio delle informazioni sui titoli trattati presso gli internalizzatori sistematici si propone l invio di un file in formato

Dettagli

PC/CSA. Manuale di utilizzo del PC/CSA Specifiche tecniche per lo scarico automatico dei dati dei pagamenti delle violazioni al Codice della Strada

PC/CSA. Manuale di utilizzo del PC/CSA Specifiche tecniche per lo scarico automatico dei dati dei pagamenti delle violazioni al Codice della Strada PC/CSA Manuale di utilizzo del PC/CSA Specifiche tecniche per lo scarico automatico dei dati dei pagamenti delle violazioni al Codice della Strada PC/CSA-SPF-1.0 Versione del 18.04.2001 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE

Dettagli

Servizio Telematico Paghe

Servizio Telematico Paghe Servizio Telematico Paghe GUIDA ALL USO DELLE PAGINE DI AMMINISTRAZIONE DEL SERVIZIO PAGHE.NET Software prodotto da Nuova Informatica srl 1 SOMMARIO SOMMARIO...2 INTRODUZIONE...3 FLUSSO DELLE INFORMAZIONI...3

Dettagli

TRASMISSIONI TELEMATICHE DICHIARAZIONI ISEEU

TRASMISSIONI TELEMATICHE DICHIARAZIONI ISEEU Tipo Documento Codice Ver. Emesso il SPECIFICA DEI REQUISITI 3.0 06-04-2011 Servizio competente TRASMISSIONI TELEMATICHE DICHIARAZIONI ISEEU ALLEGATO TECNICO ISEEU_allegato_tecnico_V3_0.doc 1 / 17 INDICE

Dettagli

Interoperabilità SISTRI Descrizione servizi per upload consuntivo percorsi da sistemi ferroviari

Interoperabilità SISTRI Descrizione servizi per upload consuntivo percorsi da sistemi ferroviari Interoperabilità SISTRI servizi per upload consuntivo percorsi da sistemi ferroviari Prot. N.: SISTRI-ICD_SIS-001 SF Data: 15/05/2011 STORIA DEL DOCUMENTO VER. DATA DESCRIZIONE 1.0 01/05/2011 Prima Edizione

Dettagli

MANUALE UTENTE SRTY SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO SRTY MANUALE UTENTE. Contratto:

MANUALE UTENTE SRTY SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO SRTY MANUALE UTENTE. Contratto: Contratto: Contratto del 23/04/2002 (Rep. 6253/Raccolta 1966), per l affidamento dell espletamento dei Servizi Informatici per la progettazione, realizzazione e manutenzione di prodotti software per il

Dettagli

1 DOMINIO DI APPLICAZIONE DEL SERVIZIO INFORMATICO DI TESORERIA... 3

1 DOMINIO DI APPLICAZIONE DEL SERVIZIO INFORMATICO DI TESORERIA... 3 ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO DIREZIONE GENERALE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA REGIONALE ALLEGATO SPECIFICHE FUNZIONALI E TECNICHE

Dettagli

XML Schema. Dario Bottazzi Tel. 051 2093541, E-Mail: dario.bottazzi@unibo.it, SkypeID: dariobottazzi

XML Schema. Dario Bottazzi Tel. 051 2093541, E-Mail: dario.bottazzi@unibo.it, SkypeID: dariobottazzi XML Schema Dario Bottazzi Tel. 051 2093541, E-Mail: dario.bottazzi@unibo.it, SkypeID: dariobottazzi XML Schema Definition (XSD)! Alternativa ai DTD basata su XML! Uno XML Schema descrive la struttura di

Dettagli

EDIZIONE FEBBRAIO 2012

EDIZIONE FEBBRAIO 2012 MISADWEB SERVICE EDIZIONE FEBBRAIO 2012 Operazioni supportate GetAllVehicle Permette di ricevere la lista integrale delle vetture dell impianto. Accetta come parametro un xml contenente le informazioni

Dettagli

GME Sito Internet Files XML e Microsoft Office 2003

GME Sito Internet Files XML e Microsoft Office 2003 GME Sito Internet Files XML e Microsoft Office 2003 Revisione data 3.0 13 Giu 2005 INDICE DEL DOCUMENTO 1. Introduzione.. 3 2. Nuova struttura files XML 4 3. Importazione in Microsoft Excel 2003..... 5

Dettagli

Sgravi Contrattazione di Secondo Livello: dettaglio dei Controlli, dei Formati e dei messaggi di errore.

Sgravi Contrattazione di Secondo Livello: dettaglio dei Controlli, dei Formati e dei messaggi di errore. Istituto Nazionale Previdenza Sociale Sgravi Contrattazione di Secondo Livello: dettaglio dei Controlli, dei Formati e dei messaggi di errore. Vers. 1.0 Pagina 1 di 15 Sommario 1 STORIA DELLE REVISIONI...

Dettagli

AdvSelf Italia Srl. Manuale Gateway FTP XML. Copyright @ 2015 AdvSelf Italia srl - All Rights Reserved

AdvSelf Italia Srl. Manuale Gateway FTP XML. Copyright @ 2015 AdvSelf Italia srl - All Rights Reserved AdvSelf Italia Srl Manuale Gateway FTP XML Indice Indice... 2 Introduzione... 3 ftp XML... 4 Risposta... 5 SendMessage... 5 Risposta positiva a SendMessage... 6 Esempi SendMessage... 6 Esempio 1:... 7

Dettagli

XML (extensible Markup Language)

XML (extensible Markup Language) Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8HVCNU5634 Data ultima modifica 16/06/2011 Prodotto Dichiarazioni fiscali 2011 Modulo Generica DF Oggetto: Modello IRAP 2011 XML - XMLNotepad: Guida all uso e

Dettagli

TRASMISSIONE REPORTISTICA MENSILE. WEB SERVICE Descrizione procedura

TRASMISSIONE REPORTISTICA MENSILE. WEB SERVICE Descrizione procedura TRASMISSIONE REPORTISTICA MENSILE Indice 1. DESCRIZIONE... 3 2. METODI... 4 3. IL FILE XML... 6 3.1 Descrizione contenuti del file... 7 4. COME IMMETTERE I DATI SE NON CI SONO STATE VALUTAZIONI... 12 5.

Dettagli

extensible Markup Language

extensible Markup Language XML a.s. 2010-2011 extensible Markup Language XML è un meta-linguaggio per definire la struttura di documenti e dati non è un linguaggio di programmazione un documento XML è un file di testo che contiene

Dettagli

SIRTEL. Sistema Informativo per la Rendicontazione Telematica degli Enti Locali. Schema di funzionamento del processo per l Ente Locale

SIRTEL. Sistema Informativo per la Rendicontazione Telematica degli Enti Locali. Schema di funzionamento del processo per l Ente Locale SIRTEL Sistema Informativo per la Rendicontazione Telematica degli Enti Locali Schema di funzionamento del processo per l Ente Locale Sommario del documento Acronimi...3 FASE 1: REGISTRAZIONE ED ABILITAZIONE

Dettagli

COMUNE DI SAGRADO. ALLEGATO AL MANUALE DI CONSERVAZIONE Affidatario Regione Friuli Venezia Giulia ATTRIBUTI COMUNI A TUTTE LE CLASSI DOCUMENTALI

COMUNE DI SAGRADO. ALLEGATO AL MANUALE DI CONSERVAZIONE Affidatario Regione Friuli Venezia Giulia ATTRIBUTI COMUNI A TUTTE LE CLASSI DOCUMENTALI ALLEGATO AL MANUALE DI CONSERVAZIONE Affidatario Regione Friuli Venezia Giulia ATTRIBUTI COMUNI A TUTTE LE CLAS DOCUMENTALI Allegato alla deliberazione giuntale n. 17 del 02/03/2015 Pag.2 di 6 Indice 1.

Dettagli

PAG. 1 DI 39 20 LUGLIO 2010 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1.

PAG. 1 DI 39 20 LUGLIO 2010 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1. PAG. 1 DI 39 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1.5 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 2 DI 39 INDICE 1. REVISIONI DEL DOCUMENTO

Dettagli

Integrazione light InfocarWeb2

Integrazione light InfocarWeb2 Integrazione light InfocarWeb2 Quattroruote Professional EDITORIALE DOMUS SpA revise 1.6b SOMMARIO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 6 1.1 Amministrazione dell Integrazione 6 1.2 Integrazione Standard 8 1.3 Integrazione

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Dott.ssa Barbara Santucci

FATTURAZIONE ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Dott.ssa Barbara Santucci FATTURAZIONE ELETTRONICA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Dott.ssa Barbara Santucci 1 1. INTRODUZIONE La L. n 244/2007 e successive modificazioni ha istituito l obbligo di fatturazione elettronica nei confronti

Dettagli

MANUALE UTENTE PORTALE WEB SISTEMA GPP GESTIONE PROGRAMMI DI PRODUZIONE. Revisione 4

MANUALE UTENTE PORTALE WEB SISTEMA GPP GESTIONE PROGRAMMI DI PRODUZIONE. Revisione 4 MANUALE UTENTE PORTALE WEB SISTEMA GPP GESTIONE PROGRAMMI DI PRODUZIONE Revisione 4 Settembre 2015 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Panoramica delle funzionalità... 4 3. Comunicazione dei programmi di

Dettagli

ALLEGATO AL MANUALE DI CONSERVAZIONE Affidatario Regione Friuli Venezia Giulia ATTRIBUTI COMUNI A TUTTE LE CLASSI DOCUMENTALI

ALLEGATO AL MANUALE DI CONSERVAZIONE Affidatario Regione Friuli Venezia Giulia ATTRIBUTI COMUNI A TUTTE LE CLASSI DOCUMENTALI AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA DI SPILIMBERGO Azienda pubblica di servizi alla persona ex L.r. 19/2003 Viale Barbacane, 19-33097 Spilimbergo PN Tel. 0427 2134 Fax 0427 41268 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Robomail 2V. 2010 Multi Consult Milano

Robomail 2V. 2010 Multi Consult Milano Robomail 2V Contents 3 Table of Contents Foreword 0 Part I Introduzione 6 1 Requisiti di... Installazione 6 2 Installazione... 7 Part II Console di Configurazione 10 1 Invio... 10 Messaggi in Invio...

Dettagli

b) Dinamicità delle pagine e interattività d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione

b) Dinamicità delle pagine e interattività d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione Evoluzione del Web Direzioni di sviluppo del web a) Multimedialità b) Dinamicità delle pagine e interattività c) Accessibilità d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione e) Web semantico

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER LE SEGNALAZIONI STATISTICHE DELLE MONETE METALLICHE IN EURO DA PARTE DEI GESTORI DEL CONTANTE

MANUALE OPERATIVO PER LE SEGNALAZIONI STATISTICHE DELLE MONETE METALLICHE IN EURO DA PARTE DEI GESTORI DEL CONTANTE MANUALE OPERATIVO PER LE SEGNALAZIONI STATISTICHE DELLE MONETE METALLICHE IN EURO DA PARTE DEI GESTORI DEL CONTANTE Giugno 2015 1 Sommario. RIFERIMENTI NORMATIVI... 3 DEFINIZIONI... 4 CAPITOLO 1 - LE SEGNALAZIONI

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas Definizione informatica dei singoli tracciati da utilizzare per ciascun scambio informativo individuato dalle Istruzioni Operative allegate alla delibera 185/08

Dettagli

Manuale di Conservazione

Manuale di Conservazione Manuale di Conservazione di AranciaICT S.r.l. per il servizio Conservazione No Problem Versione 2.5 del 20/07/2015 AranciaICT_Manuale_Conservazione 2_5 Manuale di Conservazione di AranciaICT S.r.l. per

Dettagli

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL Pag. 1 di 17 Progetto SIRPE De-materializzazione personalizzati CIL per la cooperazione Versione 1.0 INDICE Pag. 2 di 17 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del documento 4 1.2 Riferimenti 4 2 GENERALITÀ 4 2.1

Dettagli

Documento di testplan Modulo di Aggregazione Documento di progetto (Codici: A3P13S3)

Documento di testplan Modulo di Aggregazione Documento di progetto (Codici: A3P13S3) Piattaforma tecnologica di Monitoraggio Qualità Servizi Erogati Documento di testplan Modulo di Aggregazione Documento di progetto (Codici: A3P13S3) Riferimento Data Destinatario Gianluca Vannuccini Comune

Dettagli

GovPay Porta di Accesso al Nodo dei Pagamenti SPC Manuale Utente

GovPay Porta di Accesso al Nodo dei Pagamenti SPC Manuale Utente GovPay Porta di Accesso al Nodo dei Pagamenti SPC Manuale Utente v1.0b2 Indice 1 Introduzione a GovPay...4 1.1 Glossario...4 1.2 Documentazione...4 2 Il contesto...4 3 Gli scenari di utilizzo...7 3.1 Pagamento

Dettagli

Sgravi contributivi contrattazione di secondo livello. Art. 1 comma 67 legge 24 dicembre 2007

Sgravi contributivi contrattazione di secondo livello. Art. 1 comma 67 legge 24 dicembre 2007 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Sgravi contributivi contrattazione di secondo livello Art.

Dettagli

Gestione dipendenti pubblici

Gestione dipendenti pubblici Allegato_Tecnico Gestione dipendenti pubblici SISTEMA INFORMATIVO COOPERAZIONE CON GLI ENTI DI PATRONATO PER LA ISTRUTTORIA RELATIVA ALLE DOMANDE DI PRESTAZIONI PENSIONISTICHE E NON PENSIONISTICHE NOTA

Dettagli

INPS. Area CRM & Contact Center. Sgravi Contrattazione di II livello 2012

INPS. Area CRM & Contact Center. Sgravi Contrattazione di II livello 2012 Istituto Nazionale Previdenza Sociale INPS Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Area CRM & Contact Center Sgravi Contrattazione di II livello 2012 Documento: Specifiche Tecniche per la

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 03-04-2012. Messaggio n. 5880

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 03-04-2012. Messaggio n. 5880 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 03-04-2012 Messaggio n. 5880 Allegati n.3 OGGETTO: Legge 24 dicembre 2007, n. 247. Art. 1, c. 67. Sgravio contributivo

Dettagli

Protocollo. per il. Bingo a distanza (PBAD)

Protocollo. per il. Bingo a distanza (PBAD) Protocollo per il Bingo a distanza (PBAD) Pag. 2 di 23 Indice Premessa... 3 1 Modalità di comunicazione e tipologia dei dati... 3 2 Caratteristiche dei messaggi... 4 3 Elenco dei messaggi... 4 4 Sequenza

Dettagli

Fase 1: la Fatturazione Elettronica

Fase 1: la Fatturazione Elettronica GUIDA OPERATIVA ALLA DEMATERIALIZZAZIONE DEL CICLO DEGLI ACQUISTI IN EMILIA ROMAGNA Fase 1: la Fatturazione Elettronica Data: 19 giugno 2014 Versione: 3.1 Autori: Intercent-ER Par-ER INDICE 1. PREMESSA...

Dettagli

Gestione XML della Porta di Dominio OpenSPCoop

Gestione XML della Porta di Dominio OpenSPCoop i Gestione XML della Porta di Dominio ii Copyright 2005-2011 Link.it srl iii Indice 1 Introduzione 1 2 Hello World! 2 3 Configurazione XML della Porta di Dominio 5 3.1 Soggetto SPCoop...................................................

Dettagli

Gestione Richieste Patenti Web

Gestione Richieste Patenti Web >> Specifiche Integrazione Web Services RTI Gestione Richieste Patenti Web Servizio di Sviluppo SVI Versione 1.0-07 Dicembre 2009 Indice dei contenuti 1 GENERALITA... 6 1.1 Lista di distribuzione...6 1.2

Dettagli

Modelli di presentazione dei documenti XML

Modelli di presentazione dei documenti XML XML Indice 1. 1. Introduzione Cosa è e a cosa serve l'extensible Markup Language (XML) Storia e applicazioni di XML 1. 2. Un po'di storia Storia di XML: dall'ideazione alla standardizzazione del W3C 2.

Dettagli

Import Sisam. Manuale utente. Maggio 2012. Sistema di raccolta dei dati statistici in ambito Socio-Assistenziale Minori

Import Sisam. Manuale utente. Maggio 2012. Sistema di raccolta dei dati statistici in ambito Socio-Assistenziale Minori Maggio 2012 Sistema di raccolta dei dati statistici in ambito Socio-Assistenziale Minori SOMMARIO Invio in RER dei dati Socio-Assistenziali Minori... 3 Home... 3 Elenco dati caricati... 4 Parametri di

Dettagli

Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language. a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1

Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language. a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1 Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1 XML - I XML (exstensible Markup Language): XML è un formato standard,

Dettagli

PROCEDURE OPERATIVE PER L UTILIZZO DELL ALBO FORNITORI E DELLE GARE ON-LINE

PROCEDURE OPERATIVE PER L UTILIZZO DELL ALBO FORNITORI E DELLE GARE ON-LINE Direzione Acquisti e Contratti Il Direttore PROCEDURE OPERATIVE PER L UTILIZZO DELL ALBO FORNITORI E DELLE GARE ON-LINE 1 PROCEDURA OPERATIVA ALBO FORNITORI 1.1 ALBO FORNITORI L Albo Fornitori contiene

Dettagli

Il Direttore Generale Nori

Il Direttore Generale Nori Direzione Generale Roma, 07-05-2013 Messaggio n. 7485 Allegati n.2 OGGETTO: Modifica al decreto 26 febbraio 2010, recante: «Definizione delle modalità tecniche per la predisposizione e l invio telematico

Dettagli

ANIE FME. Manuale UTILIZZO SITO ELECTROCOD.METEL.IT. ELECTROCOD 2.0 METEL Release 1.1 Gennaio 2014. Promosso dalle Aziende Associate ANIE FME

ANIE FME. Manuale UTILIZZO SITO ELECTROCOD.METEL.IT. ELECTROCOD 2.0 METEL Release 1.1 Gennaio 2014. Promosso dalle Aziende Associate ANIE FME ANIE FME Manuale UTILIZZO SITO ELECTROCOD.METEL.IT ELECTROCOD 2.0 METEL Release 1.1 Gennaio 2014 Promosso dalle Aziende Associate ANIE FME Realizzato da: METEL S.r.l. Via Govone, 66 20155 Milano Tel +39

Dettagli

Fiery Print Server. Stampa di dati variabili

Fiery Print Server. Stampa di dati variabili Fiery Print Server Stampa di dati variabili 2009 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto

Dettagli

Sistema di Interscambio dell Agenzia del Territorio

Sistema di Interscambio dell Agenzia del Territorio PAG. 1 DI 26 Sistema di Interscambio Descrizione dei Servizi Sistema di Interscambio dell Agenzia del Territorio Descrizione dei servizi 26 ottobre 2007 DOC. ES-23-IS-08 PAG. 2 DI 26 Sistema di Interscambio

Dettagli

Schema xsd-ordinativo-cse.xsd

Schema xsd-ordinativo-cse.xsd Schema xsd-ordinativo-cse.xsd schema location: \\Uniserver\firmadig\Prodotti\Unimoney2\tracciati\abi_tipo_F\XSD_Esempi\xsd-ordinativo-cse.xsd Elements Complex types Simple types flusso_ordinativi allegatotype

Dettagli

XML extensible Markup Language

XML extensible Markup Language XML extensible Markup Language Schemi parte b XMLSchema versione 2.0 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina) G. Mecca Università della Basilicata

Dettagli

Manuale d uso Servizi di accoglienza prescrizioni regionali

Manuale d uso Servizi di accoglienza prescrizioni regionali Manuale d uso Servizi di accoglienza prescrizioni regionali Il presente documento intende fornire la descrizione e le specifiche tecniche necessarie al colloquio fra i sistemi software produttori di prescrizioni

Dettagli

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO Guida per l Attuatore Versione 1.1 Sommario 1 Novità nella procedura informatica... 2 2 Rendicontazione... 3 2.1 Generazione file XML tramite Excel... 3 2.1.1

Dettagli

Comunicazione Medico Competente

Comunicazione Medico Competente Comunicazione Medico Competente Manuale utente Versione documento v.2.1 In vigore dal 22/12/2014 Numero totale di pagine 52 Indice Manuale Utente 1 Introduzione... 4 2 Registrazione utente al portale...

Dettagli

ScanDoc presentazione ed uso

ScanDoc presentazione ed uso ScanDoc presentazione ed uso - documentazione ufficiale - Sommario Premessa... 2 Descrizione ScanDoc... 2 Panoramica... 2 Funzioni disponibili... 2 Invio di documenti letti da scanner tramite mail... 2

Dettagli

MANUALE UTENTE FORMULA PEC

MANUALE UTENTE FORMULA PEC MANUALE UTENTE FORMULA PEC Stampato il 03/12/10 16.22 Pagina 1 di 22 REVISIONI Revisione n : 00 Data Revisione: 01/04/2010 Descrizione modifiche: Nessuna modifica Motivazioni: Prima stesura Stampato il

Dettagli

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI 5.6 STAMPA In alcune circostanze può essere necessario riprodurre su carta i dati di tabelle o il risultato di ricerche; altre volte, invece, occorre esportare il risultato di una ricerca, o i dati memorizzati

Dettagli

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE...

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... Sommario SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... 4 INTRODUZIONE ALLE FUNZIONALITÀ DEL PROGRAMMA INTRAWEB... 4 STRUTTURA DEL MANUALE... 4 INSTALLAZIONE INRAWEB VER. 11.0.0.0... 5 1 GESTIONE INTRAWEB VER 11.0.0.0...

Dettagli

Invio Attestati ai Datori di lavoro in formato XML Specifiche Tecniche

Invio Attestati ai Datori di lavoro in formato XML Specifiche Tecniche Allegato 2 Invio Attestati ai Datori di lavoro in formato XML Specifiche Tecniche Il presente documento ha lo scopo di fornire le specifiche tecniche del messaggio contenente la lista degli Attestati,

Dettagli

FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT

FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT Aggiornato al 23-03-2015 Le fatture emesse nei confronti della Pubblica Amministrazione dovranno essere emesse esclusivamente in forma elettronica:

Dettagli

Specifiche Tecniche di trasmissione fattura al Portale Amministrativo Fornitori Eni

Specifiche Tecniche di trasmissione fattura al Portale Amministrativo Fornitori Eni di trasmissione fattura al Portale di trasmissione fattura al Portale Revisione : 00 Data creazione : 29/02/2016 Data revisione : Revisioni : Rev. Riferimento Descrizione Data Autore 00 Specifiche Tecniche

Dettagli

Manuale Progetto Placement

Manuale Progetto Placement Manuale Progetto Placement V. 5 del 20/06/2013 FUNZIONI PRINCIPALI: Fornire uno strumento per la gestione centralizzata di stage, alternanze e placement. Costruire un database contenente i curriculum degli

Dettagli