LA RIORGANIZZAZIONE DELL AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA RIORGANIZZAZIONE DELL AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO"

Transcript

1 LA RIORGANIZZAZIONE DELL AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

2 OBIETTIVI DELLA NUOVA ORGANIZZAZIONE GARANTIRE: INTEGRAZIONE TRA OSPEDALE E TERRITORIO GOVERNO UNITARIO DEL SERVIZIO OSPEDALIERO OMOGENEITA DEI SERVIZI OFFERTI CONTENIMENTO DEI COSTI PERCORSO SPERIMENTALE DI 30 MESI (art. 56, comma 6 quater, LP. 16/2010) ATTRAVERSO: - MODELLO ORGANIZZATIVO GERARCHICO PER PROCESSI, FUNZIONALE PER PERCORSO CLINICO - RUOLI DEDICATI AL PRESIDIO LOCALE DEI PROCESSI E ALL INTERFACCIA CON LA COMUNITA - SISTEMA DECISIONALE PIU VELOCE 2

3 ESIGENZE ATTUALI E BENEFICI ATTESI PERCHE SCEGLIAMO UN MODELLO ORGANIZZATIVO PER PROCESSI: - Abbattere i confini tra Territori diversi e tra Ospedale e Territorio - Semplificare e omogeneizzare i percorsi per l utenza - Uniformare i sistemi di gestione interna negli ambiti territoriali e ospedalieri QUALI CONSEGUENZE CI ASPETTIAMO: - La presa in carico globale degli utenti, volta all umanizzazione dei percorsi di cura, con conseguente maggior soddisfazione della comunità - Il miglioramento degli indicatori di performance aziendali riguardanti l appropriatezza e il governo della domanda (tasso di ospedalizzazione, tasso di prestazioni appropriate) - l servizi di base più vicini al cittadino - La valorizzazione della rete di servizi offerti, con il modello hub & spoke, che mira ad accentrare i livelli di alta specializzazione negli ospedali centrali e gestire la domanda di base negli ospedali di rete, con conseguente riduzione di costi e aumento della sicurezza per gli utenti e i professionisti - La crescita e il mantenimento delle competenze professionali, con conseguente migliore investimento nello sviluppo delle risorse umane 3

4 FOCUS SUGLI INDICATORI DI PERFORMANCE AZIENDALI, esempi (fonte: S. Anna di Pisa) Tasso di ospedalizzazione per 1000 residenti, standardizzato per età e sesso Numeratore: n. ricoveri relativi ai residenti Denominatore: n. residenti L ospedale come organizzazione ad alto livello tecnologico in grado di fornire risposte assistenziali a problemi acuti (fonte: S. Anna di Pisa) APSS favorisce il governo della domanda sul territorio attraverso: un modello gerarchico per processi, funzionale per percorso, allo scopo di creare sinergie tra ospedale e territorio nell ottica di presa in carico globale dell utente Tasso di prestazioni RM muscolo scheletriche per 1000 residenti (>= 65 anni) Numeratore: n. accessi Denominatore: popolazione >= 65 anni E necessaria una maggiore sensibilizzazione sia dei prescrittori sia dei cittadini sull uso appropriato delle risorse (fonte: S. Anna di Pisa) APSS favorisce l appropriatezza attraverso: - un modello organizzativo gerarchico per processi, funzionale per percorso, al fine di far dialogare e collaborare le parti interessate interne ed esterne - un presidio di coordinamento locale

5 ORGANIGRAMMA DI I o LIVELLO ad oggi 6 Articolazioni organizzative fondamentali 5+3 Aree di tecnostruttura 5 Direzioni di struttura ospedaliera/ direzioni mediche di presidio 17 Direzioni di dipartimento funzionale 3 dipartimenti funzionali territoriali 14 dipartimenti funzionali ospedalieri

6 ORGANIGRAMMA DI I o LIVELLO futuro (*) (*) 5 Coordinatori dell integrazione tra ospedale e territorio: H di Trento, Valli dell Adige e dei Laghi, H di Rovereto, Vallagarina, Altopiani Cimbri H di Cles, Valli di Non e Sole, Paganella, Rotaliana, H di Borgo, Alta e Bassa Valsugana, Tesino e Primiero H di Arco, Alto Garda e Ledro, H di Tione, Valli Giudicarie e Rendena H di Cavalese, Valli di Fiemme, Ladino di Fassa, Cembra 6

7 IL RUOLO DEL COORDINATORE DELL INTEGRAZIONE TRA OSPEDALE E TERRITORIO OBIETTIVO DEL RUOLO: Garantire il presidio dei percorsi clinico assistenziali trasversali alla dimensione territoriale e ospedaliera, al fine di fornire rassicurazioni e risposte alla comunità locale, attraverso la proposta di soluzioni, il monitoraggio delle attività e dei risultati di integrazione tra ospedale, territorio e prevenzione. PRINCIPALI RESPONSABILITA : Rispondere ai bisogni della comunità locale, attraverso momenti di ascolto e di confronto con i professionisti interni ed esterni che concorrono all erogazione dei servizi e con i rappresentanti della comunità stessa Dare forza alla collaborazione tra le aree territoriali, tra l ambito territoriale e ospedaliero, attraverso la definizione di obiettivi e attività che creano sinergie tra le parti Proporre soluzioni migliorative di integrazione tra ospedale, territori e servizi sociali, attraverso la partecipazione attiva al Consiglio per la salute e al Comitato di coordinamento per l integrazione socio-sanitaria

8 MODELLI ORGANIZZATIVI PRESENTE E FUTURO A CONFRONTO OGGI 6 AOF 5+3 Aree di tecnostruttura 5 Direzioni di struttura ospedaliera e di direzione medica di presidio ospedaliero 17 Direzioni di dipartimento funzionale DOMANI 3 AOF 6 Dipartimenti tecnico amministrativi 1 Direzione medica di SOP, con funzioni igienico sanitarie nelle strutture ospedaliere 10 Direzioni di area, gerarchiche LOGICA PER AMBITO TERRITORIALE/SEDE FISICA LOGICA PER PROCESSO potenziando la dimensione locale Sono previsti Coordinatori dell integrazione tra ospedale e territorio, al fine di presidiare i processi a livello locale e dare risposta ai bisogni della comunità 8

9 MODELLI ORGANIZZATIVI PRESENTE E FUTURO A CONFRONTO: FOCUS SULLA PARTE AMMINISTRATIVA/TECNICA OGGI DOMANI La riorganizzazione delle strutture amministrative e tecniche si prospetta, al termine della sperimentazione, un risparmio pari a 1,2 mln di euro.

10 LE ARTICOLAZIONI ORGANIZZATIVE FONDAMENTALI Dettaglio della versione futura

11 SERVIZIO TERRITORIALE 11

12 SERVIZIO OSPEDALIERO PROVINCIALE 12

13 SERVIZIO OSPEDALIERO PROVINCIALE 13

14 DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE 14

15 DIPARTIMENTI TECNICO/AMMINISTRATIVI 15

16 ESEMPIO: H di CLES e AMBITO TERRITORIALE VALLI DI NON E SOLE, PAGANELLA, ROTALIANA Logica funzionale per percorsi clinico assistenziali: attua l integrazione tra i servizi ospedalieri e territoriali, presidiando la dimensione locale Coordinatore per l integrazione ospedale territorio Logica gerarchica per processi: Garantisce omogeneità su tutto il territorio provinciale, abbattendo i confini geografici Orienta e specializza le risorse in una prospettiva di servizio ospedaliero unico, cogliendo 16i bisogni locali

Proposta di riorganizzazione

Proposta di riorganizzazione Proposta di riorganizzazione 1. L assetto attuale e il Sistema Ospedaliero Provinciale: L attuale assetto organizzativo dell APSS, definito dalla L.P. 23 luglio 2010, n. 16 e dal Regolamento di organizzazione,

Dettagli

I Servizi Sanitari Regionali del nord-est

I Servizi Sanitari Regionali del nord-est Il valore salute Attualità e prospettive future di buona sanità in uno scenario europeo. Modelli socio sanitari del nord-est a confronto. I Servizi Sanitari Regionali del nord-est Dott. Paolo Bordon Direttore

Dettagli

Allegato tecnico. contenente dati statistici e sanitari relativi ai nuovi distretti sanitari ed alle Comunità che li compongono

Allegato tecnico. contenente dati statistici e sanitari relativi ai nuovi distretti sanitari ed alle Comunità che li compongono Allegato tecnico contenente dati statistici e sanitari relativi ai nuovi distretti sanitari ed alle Comunità che li compongono 1 Dati statistici relativi alle Comunità Superficie in Kmq delle Comunità

Dettagli

ALLEGATO E) 6. Per l anno 2015 le risorse risultano ripartite fra le Comunità e il Territorio Val d Adige secondo il presente prospetto:

ALLEGATO E) 6. Per l anno 2015 le risorse risultano ripartite fra le Comunità e il Territorio Val d Adige secondo il presente prospetto: ALLEGATO E) Riparto delle risorse per l attuazione dell'articolo 54 della legge provinciale n. 1 del 22 aprile 2014 in materia di edilizia abitativa agevolata per l'anno 2015 1. Il riparto delle risorse

Dettagli

Allegato parte integrante Allegato A2)

Allegato parte integrante Allegato A2) ALLEGATO A2) PROSPETTO ASSEGNAZIONE DEFINITIVA PER RISORSE STUDENTI CON BES A.S. 2016-17 PRIMO CICLO D'ISTRUZIONE - SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO PROVINCIALI ISTITUTO COMPRENSIVO ALA "Antonio Bresciani"

Dettagli

Allegato alla delibera del Comitato esecutivo n. 144 dd IL SEGRETARIO F.to dott. Copat Paulo Nino

Allegato alla delibera del Comitato esecutivo n. 144 dd IL SEGRETARIO F.to dott. Copat Paulo Nino ACCORDO DISCIPLINANTE I CRITERI DI ASSUNZIONE DEGLI ONERI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI SOCIO-ASSISTENZIALI DA PARTE DELLE COMUNITA Il presente accordo ha lo scopo di definire schematicamente

Dettagli

Imprenditori di sé stessi Insieme si può

Imprenditori di sé stessi Insieme si può Imprenditori di sé stessi Insieme si può Rovereto 30 gennaio 2017 TRA DOMANDE E (VECCHI) STEREOTIPI Giovani italiani mammoni e poco inclini a rimboccarsi le maniche? Trentini seduti e (male) abituati al

Dettagli

Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico 2015/2016

Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico 2015/2016 Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico 2015/2016 Istituto Sede Percorsi attivi dall'a.s. 2015/2016 COMUNITA'

Dettagli

DONNE E AGRICOLTURA IN TRENTINO. PAT - Servizio Agricoltura

DONNE E AGRICOLTURA IN TRENTINO. PAT - Servizio Agricoltura DONNE E AGRICOLTURA IN TRENTINO Occupazione agricola femminile OCCUPAZIONE TRENTINO 2011 - VALORI ASSOLUTI Donne Uomini Totale Totali occupati 99.454 131.695 231.149 - part time 35.385 6.577 41.962 - dipendenti

Dettagli

Principali caratteristiche della proprietà forestale e della sua gestione in Trentino

Principali caratteristiche della proprietà forestale e della sua gestione in Trentino Principali caratteristiche della proprietà forestale e della sua gestione in Trentino Provincia Autonoma di Trento Dipartimento Territorio, agricoltura, ambiente e foreste Roberto Zoanetti Sergio Tonolli

Dettagli

Provincia. di Trento. Autonoma. Anno 2015

Provincia. di Trento. Autonoma. Anno 2015 Provincia Autonoma di Trento Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari RAPPORTO ANNUALE ABORTIVITÀ SPONTANEAA Anno 2015 Servizio Epidemiologia Clinica e Valutativa Area Sistemi di Governance Trento ottobre

Dettagli

ISTITUTI COMPRENSIVI - ANNO SCOLASTICO 2012/2013 FABBISOGNO PERSONALE ATA Differenza +/- Ass. di Lab. Scol. (cat. C) Coll. Scol. (cat.

ISTITUTI COMPRENSIVI - ANNO SCOLASTICO 2012/2013 FABBISOGNO PERSONALE ATA Differenza +/- Ass. di Lab. Scol. (cat. C) Coll. Scol. (cat. Fun. Amm. Scol. (Cat.D) Ass. Amcat. Ass. di Lab. Scol. (cat. C) e figure Note (Personale Tecnico) ISTITUTI COMPRENSIVI - ANNO SCOLASTICO 2012/2013 FABBISOGNO PERSONALE ATA Differenza +/- Denominazione

Dettagli

L organizzazione dell Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari

L organizzazione dell Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari ASSESSORATO ALLE POLITICHE PER LA SALUTE WORKSHOP IN MATERIA DI SALUTE E SANITÀ Trento 5 maggio, 19 maggio, 5 giugno 2006 L organizzazione dell Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Carlo Favaretti,,

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Progetto per lo sviluppo della riforma istituzionale. LE COMUNITA Elezioni 2015

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Progetto per lo sviluppo della riforma istituzionale. LE COMUNITA Elezioni 2015 PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Progetto per lo sviluppo della riforma istituzionale LE COMUNITA Elezioni 2015 1 LA REVISIONE DELLA LEGGE DI RIFORMA ISTITUZIONALE La riforma della legge provinciale n. 3 del

Dettagli

Quanti e dove sono. Ampiezza territorio. Distanza da Trento (km) Alto Garda e Ledro - Riva d.g. Valli Giudicarie e Rendena Tione

Quanti e dove sono. Ampiezza territorio. Distanza da Trento (km) Alto Garda e Ledro - Riva d.g. Valli Giudicarie e Rendena Tione 1 Indice Quanti e dove sono pag. 3 Le persone pag. 4 Cosa fanno pag. 5 L attività nel tempo pag. 7 Alcuni dati di risultato del 2009 pag. 8 Come l informatica ha cambiato il lavoro degli sportellisti pag.

Dettagli

La continuità ospedale/ territorio nella gestione delle patologie croniche in Trentino

La continuità ospedale/ territorio nella gestione delle patologie croniche in Trentino La continuità ospedale/ territorio nella gestione delle patologie croniche in Trentino Dott. Arrigo Andrenacci Direttore del Distretto Sanitario Est 1 Agenda di lavoro 1. Stato dell arte 2. Riferimenti

Dettagli

ELENCO POSTI DISPONIBILI PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO

ELENCO POSTI DISPONIBILI PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO PERSONALE A.T.A. - Quadro tà x SUPPLEZE TEMPORANEE - anno scol. 2014/2015 28/08/2014 ELENCO POSTI DISPONIBILI PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO Nr. Pr. SEDI FUNZIONARIO Amministrativo vacanti ASSISTENTE

Dettagli

Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico

Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico 2010/2011 Istitutuzione scolastica Sede Indirizzi e articolazioni attivi

Dettagli

Conferenza Provinciale per il Turismo

Conferenza Provinciale per il Turismo Conferenza Provinciale per il Turismo La governance del turismo 7 settembre 2010 La Governance del Turismo RISORSE ATTIVITA DIMENSIONI: -STRUTTURA ECONOMICA -INTERAZIONE SOCIALE -CATEGORIE DI ATTORI POTERE

Dettagli

PROPOSTA PER L INDIVIDUAZIONE DEI DISTRETTI SANITARI

PROPOSTA PER L INDIVIDUAZIONE DEI DISTRETTI SANITARI Allegato parte integrante Allegato 1 LEGGE PROVINCIALE 23 LUGLIO 2010, N. 16 TUTELA DELLA SALUTE IN PROVINCIA DI TRENTO PROPOSTA PER L INDIVIDUAZIONE DEI DISTRETTI SANITARI Pag. 1 di 7 All. 001 RIFERIMENTO:

Dettagli

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino Osservatorio del Legno Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino 2016 I trimestre Aprile 2016 Camera di Commercio I.A.A. di Trento Ufficio Prodotti e Promozione Via S.Trinità, 24 Palazzo Roccabruna

Dettagli

Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico 2016/2017

Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico 2016/2017 Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico 2016/2017 Istituto Sede Percorsi attivi dall'a.s. 2016/2017 COMUNITA'

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO STATI GENERALI DELL EDILIZIA

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO STATI GENERALI DELL EDILIZIA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO STATI GENERALI DELL EDILIZIA 26 marzo 213 Quadro generale EDILIZIA PRIVATA Spesa Provincia Numero Interventi Interventi recupero e miglioramento energetico 25 Mil 1.2-1.4 (1)

Dettagli

(da fisso)

(da fisso) ICEF-SPORTELLI CAF CONVENZIONATI CON UNIVERSITÀ DI TRENTO VALLE DELL'ADIGE - VALLE DI LAGHI- PAGANELLA-ROTALIANA- CEMBRA TRENTO SOGGETTO INDIRIZZO CONTATTI ORARIO GIORNATE Ce.Se. S.r.l. (centro Servizi

Dettagli

(da fisso) (da cell.) martedì, giovedì C.I.S.L. Servizi Trentino S.r.l Via Degasperi, /

(da fisso) (da cell.) martedì, giovedì C.I.S.L. Servizi Trentino S.r.l Via Degasperi, / ICEF-SPORTELLI CAF CONVENZIONATI CON UNIVERSITÀ DI TRENTO VALLE DELL'ADIGE - VALLE DI LAGHI- PAGANELLA-ROTALIANA- CEMBRA TRENTO SOGGETTO INDIRIZZO CONTATTI ORARIO GIORNATE Ce.Se. S.r.l. (centro Servizi

Dettagli

PROGETTO INTERAZIENDALE PER LA GESTIONE DELLA PATOLOGIA UROLOGICA NELL AREA DEL NORD SARDEGNA

PROGETTO INTERAZIENDALE PER LA GESTIONE DELLA PATOLOGIA UROLOGICA NELL AREA DEL NORD SARDEGNA PROGETTO INTERAZIENDALE PER LA GESTIONE DELLA PATOLOGIA UROLOGICA NELL AREA DEL NORD SARDEGNA (AOU SASSARI & ASL OLBIA) Avvio fase Sperimentale A cura di: AOU SS ASL 2 OLBIA (BOZZA) Febbraio 2016 1 Premessa:

Dettagli

AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI

AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI Provincia Autonoma di Trento AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI Trento via Degasperi 79 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Reg. delib. n. 23 2017 OGGETTO: Assistenza odontoiatrica

Dettagli

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino Osservatorio del Legno Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino 2017 3 trimestre ottobre 2017 Camera di Commercio I.A.A. di Trento Ufficio Prodotti e Promozione Via S.Trinità, 24 Palazzo Roccabruna

Dettagli

Riforma ordinamento sanitario

Riforma ordinamento sanitario Riforma ordinamento sanitario L autonomia speciale è ancorata all accordo del 1946 Degasperi Gruber Lo statuto di autonomia del 1948 assegnava un ruolo preminente alla regione e prevedeva per la sanitàuna

Dettagli

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino Osservatorio del Legno Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino 2016 IV trimestre gennaio 2017 Camera di Commercio I.A.A. di Trento Ufficio Prodotti e Promozione Via S.Trinità, 24 Palazzo Roccabruna

Dettagli

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino Osservatorio del Legno Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino 2015 I trimestre Marzo 2015 Camera di Commercio I.A.A. di Trento Ufficio Prodotti e Promozione Via S.Trinità, 24 Palazzo Roccabruna

Dettagli

ICEF - SPORTELLI CAF CONVENZIONATI CON UNIVERSITA DI TRENTO

ICEF - SPORTELLI CAF CONVENZIONATI CON UNIVERSITA DI TRENTO ICEF - SPORTELLI CAF CONVENZIONATI CON UNIVERSITA DI TRENTO VALLE DELL'ADIGE - VALLE DEI LAGHI - PAGANELLA - ROTALIANA - CEMBRA TRENTO Via dei Muredei, 8 08-18 dal lunedì al venerdì Via Brennero, 246 08.30-12.30

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROTOCOLLO DI INTESA IN MATERIA DI SANITÀ tra Assessore alla salute e politiche sociali della Provincia autonoma di Trento, Azienda provinciale per i servizi sanitari e Comunità

Dettagli

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino Osservatorio del Legno Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino 2017 1 trimestre aprile 2017 Camera di Commercio I.A.A. di Trento Ufficio Prodotti e Promozione Via S.Trinità, 24 Palazzo Roccabruna

Dettagli

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino Osservatorio del Legno Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino 2017 2 trimestre luglio 2017 Camera di Commercio I.A.A. di Trento Ufficio Prodotti e Promozione Via S.Trinità, 24 Palazzo Roccabruna

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE 23 LUGLIO 2010, N. 16 TUTELA DELLA SALUTE IN PROVINCIA DI TRENTO PROPOSTA PER L INDIVIDUAZIONE DEI DISTRETTI SANITARI

LEGGE PROVINCIALE 23 LUGLIO 2010, N. 16 TUTELA DELLA SALUTE IN PROVINCIA DI TRENTO PROPOSTA PER L INDIVIDUAZIONE DEI DISTRETTI SANITARI LEGGE PROVINCIALE 23 LUGLIO 2010, N. 16 TUTELA DELLA SALUTE IN PROVINCIA DI TRENTO PROPOSTA PER L INDIVIDUAZIONE DEI DISTRETTI SANITARI Trento, 17 gennaio 2011 PREMESSA La legge provinciale n. 16/2010,

Dettagli

Curriculum vitae dr.ssa Michela Agrimi

Curriculum vitae dr.ssa Michela Agrimi Curriculum vitae dr.ssa Michela Agrimi Medico, neuropsichiatra, psicoterapeuta iscritto all Albo dell ordine dei medici chirurghi della Provincia di TRENTO dal 10/01/1991 N di iscrizione 2852 Esercita

Dettagli

Proposta Riorganizzazione del Servizio sanitario provinciale dell Alto Adige

Proposta Riorganizzazione del Servizio sanitario provinciale dell Alto Adige Gesundheitsversorgung Südtirol 2020 Entwicklungsleitlinien Proposta Riorganizzazione del Servizio sanitario provinciale dell Alto Adige (ex Capo I e II del Titolo II della L.P. n.7/2001) Bolzano, 22 febbraio

Dettagli

Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale

Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale CONVEGNO INTERNAZIONALE ACCREDITAMENTO, PROGRAMMI DI VALUTAZIONE ESTERNA E SICUREZZA DEL PAZIENTE Roma, 7-8 marzo 2011 Esperienza di utilizzo integrato del blocco operatorio in una rete ospedaliera provinciale

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO PER IL RECLUTAMENTO E GESTIONE PERSONALE DELLA SCUOLA Prot. n. 121-A/2017 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 109 DI DATA 12 Ottobre 2017 OGGETTO: Fondo unico dell'istituzione

Dettagli

I.C. AVIO (PRIMARIA) I.C. AVIO (PRIMARIA) 19

I.C. AVIO (PRIMARIA) I.C. AVIO (PRIMARIA) 19 SERVIZIO PER IL RECLUAMENO, LA GESIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E RELAZIONI SINDACALI UFFICIO RECLUAMENO E GESIONE DISCIPLINARE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA QUADRO DISPONIBILIA' ANNO SCOLASICO: 2016/2017

Dettagli

TELEPAT 2.0 L esperienza di lavoro a distanza della Provincia Autonoma di Trento. Aprile 2017

TELEPAT 2.0 L esperienza di lavoro a distanza della Provincia Autonoma di Trento. Aprile 2017 TELEPAT 2.0 L esperienza di lavoro a distanza della Provincia Autonoma di Trento Aprile 2017 L ente Provincia Autonoma di Trento 4196 unità personale Presso strutture Maschi PAT 49% 3929,16 Femmine 51%

Dettagli

Piani Distrettuali della Salute: linee progettuali condivise con i Piani Sociali

Piani Distrettuali della Salute: linee progettuali condivise con i Piani Sociali Migliorare la salute della popolazione. Principi teorici e esempi pratici per lo sviluppo di piani per la salute 7 novembre 2013 Piani Distrettuali della Salute: linee progettuali condivise con i Piani

Dettagli

della Provincia Un nodo sensibile di collegamento fra le istituzioni e i cittadini Rapporto attività anno 2013

della Provincia Un nodo sensibile di collegamento fra le istituzioni e i cittadini Rapporto attività anno 2013 L attività degli sportelli di assistenza e informazione al pubblico della Provincia Un nodo sensibile di collegamento fra le istituzioni e i cittadini Rapporto attività anno 013 a cura del Servizio Semplificazione

Dettagli

Turismo in Trentino. Rapporto 2008

Turismo in Trentino. Rapporto 2008 Turismo in Trentino. Rapporto 2008 Sommario Andamenti estivo e invernale Trentino vs Alto Adige Prezzi di vendita Tassi di occupazione posti letto Performance per ambiti e possibili variabili esplicative

Dettagli

ICEF - SPORTELLI CAF ACCREDITATI PRESENTI SUL TERRITORIO

ICEF - SPORTELLI CAF ACCREDITATI PRESENTI SUL TERRITORIO Via dei Muredei, 8 08-18 dal lunedì al venerdì Via Brennero, 246 08.30-12.30 / 13.30-18 dal lunedì al venerdì 08.30-14 lunedì,mercoledì,venerdì Via Roma, 35 08.30-12.30 / 14-18 martedì, giovedì C.I.S.L.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DIREZIONE DELLA STRUTTURA COMPLESSA OSPEDALIERA DI DIREZIONE OSPEDALIERA DELL ASSL DI ORISTANO

AVVISO PUBBLICO DIREZIONE DELLA STRUTTURA COMPLESSA OSPEDALIERA DI DIREZIONE OSPEDALIERA DELL ASSL DI ORISTANO Allegato A alla Deliberazione n.675_ del 02/08/2017 AVVISO PUBBLICO DIREZIONE DELLA STRUTTURA COMPLESSA OSPEDALIERA DI DIREZIONE OSPEDALIERA DELL ASSL DI ORISTANO DEFINIZIONE DEL FABBISOGNO/PROFILO OGGETTIVO

Dettagli

ICEF - SPORTELLI CAF ACCREDITATI PRESENTI SUL TERRITORIO

ICEF - SPORTELLI CAF ACCREDITATI PRESENTI SUL TERRITORIO Via dei Muredei, 8 08-18 dal lunedì al venerdì Via Brennero, 246 08.30-12.30 / 13.30-18 dal lunedì al venerdì 08.30-14 lunedì,mercoledì,venerdì Via Roma, 35 08.30-12.30 / 14-18 martedì, giovedì C.I.S.L.

Dettagli

! "# $ % & ' "# ( ) * + *, -., % * / 0 + 1! ! %

! # $ % & ' # ( ) * + *, -., % * / 0 + 1! ! % "# $ % & ' " "# ) * + *, -., % * / 0 + 1-2. 3 % "" # $ " " % & & % ' " ) " # $ % & ' ) & '* $ +, + -. - ) / 0 " 1 " ". # ) " &23' ) 4 - " 14. ) ) # " ) ) * ) ) * * " 51* 4 6 6 " 1 Comitato di Valutazione,

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg.delib.n. 2792 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: EDILIZIA ABITATIVA: concessione di contributi in conto capitale per interventi di

Dettagli

AGGIORNAMENTO Rifiuti

AGGIORNAMENTO Rifiuti RIFIUTI AGGIORNAMENTO 2014 Rifiuti Nel 2013, rispetto all anno precedente, la produzione di rifiuti solidi urbani cala ancora, come anche la percentuale di rifiuti solidi urbani differenziati. 1 RAPPORTO

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO INFANZIA E ISTRUZIONE DEL PRIMO GRADO Prot. n. 34/2017-A DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 33 DI DATA 31 Marzo 2017 OGGETTO: Legge provinciale sulla scuola 7 agosto

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo ROBERTA CHIESA Telefono 030/3998531 Fax 030/303300 E-mail direttore.sociosanitario@asst-spedalicivili.it

Dettagli

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino 20 I trimestre Osservatorio del Legno Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino 20 Itrimestre Dicembre 20 Con la collaborazione del Servizio Foreste e Fauna P.A.T. e del Dott. for. Enrico Tonezzer

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg.delib.n. 250 Prot. n. 50/13-D VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: Determinazione del Budget spettante alle Comunità di Valle relativamente

Dettagli

VI Sessione Sindromi coronariche acute Convention delle UTIC. Archivio STEMI in Lombardia: dove stiamo andando Maurizio Bersani

VI Sessione Sindromi coronariche acute Convention delle UTIC. Archivio STEMI in Lombardia: dove stiamo andando Maurizio Bersani VI Sessione Sindromi coronariche acute Convention delle UTIC Archivio STEMI in Lombardia: dove stiamo andando Maurizio Bersani La Regione Lombardia 23.863 Kmq, 10.000.000 ab. 140.000 operatori sanitari

Dettagli

IL TURISMO POLACCO IN TRENTINO UN QUADRO AGGIORNATO

IL TURISMO POLACCO IN TRENTINO UN QUADRO AGGIORNATO IL TURISMO POLACCO IN TRENTINO UN QUADRO AGGIORNATO La Polonia per il Trentino Il Trentino per la Polonia La Polonia per il Trentino Trend Presenze certificate 18.000.000 16.000.000 16.070.571 + 22,5%

Dettagli

La crescita demografica può avere impatti negativi sull ambiente: una popolazione crescente ha bisogno di maggiori quantità di risorse e quindi può

La crescita demografica può avere impatti negativi sull ambiente: una popolazione crescente ha bisogno di maggiori quantità di risorse e quindi può La crescita demografica può avere impatti negativi sull ambiente: una popolazione crescente ha bisogno di maggiori quantità di risorse e quindi può causare l impoverimento del territorio. PARTE PRIMA RAPPORTO

Dettagli

Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico 2015/2016

Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico 2015/2016 Aggiornamento del quadro provinciale dell'offerta scolastica per il secondo ciclo d'istruzione con decorrenza dall'anno scolastico 2015/2016 Istituto Sede Percorsi attivi dall'a.s. 2015/2016 COMUNITA'

Dettagli

MAMMOGRAFIE in trentino

MAMMOGRAFIE in trentino Provincia autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Solidarietà sociale Ottobre 2014 MAMMOGRAFIE in trentino elementi IL SERVIZIO Le mammografie di screening organizzato vengono offerte gratuitamente

Dettagli

Fondo unico delle istituzioni scolastiche (FUIS)

Fondo unico delle istituzioni scolastiche (FUIS) Fondo unico delle istituzioni scolastiche (FUIS) Assegnazione delle risorse a. s. 2017/2018 Determinazione n. 109 del 12/10/2017 Fondo unico dell'istituzione scolastica (FUIS). Assegnazione delle risorse

Dettagli

YEI - Youth Employment Initiative. Piano di attuazione provinciale della Garanzia Giovani

YEI - Youth Employment Initiative. Piano di attuazione provinciale della Garanzia Giovani 1 YEI - Youth Employment Initiative Piano di attuazione provinciale della Garanzia Giovani 2 Cos è la Garanzia Giovani? La Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione

Dettagli

RAPPORTO SULLO STATO DELL AMBIENTE 2016

RAPPORTO SULLO STATO DELL AMBIENTE 2016 PARTE PRIMA 1. DEMOGRAFIA 1. Demografia Nonostante la popolazione trentina abbia rallentato molto il suo ritmo di crescita, risulta tra le poche realtà nazionali a presentare un tasso di incremento della

Dettagli

Agritur con marchio Family

Agritur con marchio Family Agritur con marchio Family N. Denominazione Indirizzo Comune Comunità 001 COMUNE DI ARCO Piazza III Novembre, 3 Arco 9 Comunità Alto Garda e Ledro 002 COMUNE DI VILLA LAGARINA Piazza S. Maria Assunta,

Dettagli

Evoluzione del sistema sociosanitario

Evoluzione del sistema sociosanitario Evoluzione del sistema sociosanitario Patto per la Salute 2014-2016 Regolamento per la definizione degli standard dell assistenza ospedaliera Evoluzione del sistema sociosanitario lombardo Il Patto per

Dettagli

TERRITORIO OSPEDALE RESIDENZ.

TERRITORIO OSPEDALE RESIDENZ. continuità posti letto appropriatezza risorse cure intermedie presidi cure primarie Sanità di iniziativa e CCM rete gestita volumi minimi mediabassa compless. osp. di giorno osp. di notte centri elevata

Dettagli

Istruzione. Istruzione in cifre: alcuni dati relativi all anno scolastico 2000/2001. Maggio 2001

Istruzione. Istruzione in cifre: alcuni dati relativi all anno scolastico 2000/2001. Maggio 2001 Istruzione Maggio 2001 Istruzione in cifre: alcuni dati relativi all anno scolastico 2000/2001 Il seguente lavoro, riproponendo la struttura dell edizione precedente, si pone l obiettivo di fornire un

Dettagli

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino Osservatorio del Legno Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino Aprile 2012 Con la collaborazione del Servizio Foreste e Fauna P.A.T. e del Dott. for. Enrico Tonezzer Tabella riassuntiva per

Dettagli

CARTA DEI VALORI E DEGLI IMPEGNI A SM N ARCISPEDALE SANTA MARIA NUOVA AZIENDA OSPEDALIERA REGGIO EMILIA. Regione Emilia-Romagna

CARTA DEI VALORI E DEGLI IMPEGNI A SM N ARCISPEDALE SANTA MARIA NUOVA AZIENDA OSPEDALIERA REGGIO EMILIA. Regione Emilia-Romagna CARTA DEI VALORI E DEGLI IMPEGNI A SM N ARCISPEDALE SANTA MARIA NUOVA AZIENDA OSPEDALIERA REGGIO EMILIA Regione Emilia-Romagna CARTA DEI VALORI E DEGLI IMPEGNI Innovazione e Sviluppo all ASMN Arcispedale

Dettagli

Il problema delle risorse ed il ruolo della regione.

Il problema delle risorse ed il ruolo della regione. 7 PQ e Salute - ARTI 08.03.07 Il problema delle risorse ed il ruolo della regione. Ambrogio Aquilino, ARES Puglia Il contesto di riferimento Federalismo e politiche regionali Diritto alla salute Ospedale

Dettagli

Il movimento turistico in provincia di Trento

Il movimento turistico in provincia di Trento PAT/RFS210-21/08/2015-0428961 - Allegato Utente 1 (A01) Il movimento turistico in provincia di Trento Luglio 2015 e primi 10 giorni di agosto Il settore alberghiero: movimento nel mese di luglio 2015 Il

Dettagli

Azienda USL Pescara IL FARMACISTA : UN RIFERIMENTO PER LA GOVERNANCE AZIENDALE

Azienda USL Pescara IL FARMACISTA : UN RIFERIMENTO PER LA GOVERNANCE AZIENDALE Azienda USL Pescara IL FARMACISTA : UN RIFERIMENTO PER LA GOVERNANCE AZIENDALE Le scelte dell Asl di Pescara 2 - INTEGRAZIONE E TRASVERSALITA Agevolare forme di forte integrazione organizzativa tra: Stessa

Dettagli

Ecoacquisti Trentino. Accordo fra la Provincia autonoma di Trento e la Distribuzione Organizzata per la riduzione dei rifiuti

Ecoacquisti Trentino. Accordo fra la Provincia autonoma di Trento e la Distribuzione Organizzata per la riduzione dei rifiuti Ecoacquisti Trentino Accordo fra la Provincia autonoma di Trento e la Distribuzione Organizzata per la riduzione dei rifiuti l Accordo Ecoacquisti obiettivi sviluppare all interno dei punti vendita azioni

Dettagli

Curriculum Vitae di LORENZO GASPERI

Curriculum Vitae di LORENZO GASPERI Curriculum Vitae di LORENZO GASPERI DATI PERSONALI nato il 06-10-1961 ESPERIENZE LAVORATIVE 01-04-2012 - Direttore Struttura Complessa U.O. Psichiatria Distretto Est presso APSS Trento 01-05-2010-31-03-2012

Dettagli

SISTEMA DI GOVERNANCE INTEGRATA

SISTEMA DI GOVERNANCE INTEGRATA Riduzione delle liste di attesa: un diritto dei cittadini, un dovere per le istituzioni Carlo Favaretti, direttore generale Committed to Excellence in Europe Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari

Dettagli

Profilo di Ruolo Posizione Organizzativa Responsabile dell assistenza DSM

Profilo di Ruolo Posizione Organizzativa Responsabile dell assistenza DSM Profilo di Ruolo Posizione Organizzativa Responsabile dell assistenza DSM Cognome e Nome Posizione di Lavoro Dipendenza Gerarchica Posizione Organizzativa Sviluppo di processi socio-assistenziali integrati

Dettagli

Istruzione. Istruzione in cifre: alcuni dati relativi all anno scolastico 2001/2002. Luglio 2002

Istruzione. Istruzione in cifre: alcuni dati relativi all anno scolastico 2001/2002. Luglio 2002 Istruzione Luglio 2002 Istruzione in cifre: alcuni dati relativi all anno scolastico 2001/2002 Le informazioni di seguito presentate rispondono all esigenza di fornire un quadro generale e allo stesso

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Servizio Turismo I.S. per le politiche turistiche provinciali

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Servizio Turismo I.S. per le politiche turistiche provinciali PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Turismo I.S. per le politiche turistiche provinciali Turismo in Trentino Rapporto 2013 Progettazione Rapporto di ricerca a cura di Gianfranco Betta Stesura Rapporto

Dettagli

Osservazioni al testo Rete territoriale. I principi per la definizione degli assetti organizzativi delle ASL - 7 aprile 2015

Osservazioni al testo Rete territoriale. I principi per la definizione degli assetti organizzativi delle ASL - 7 aprile 2015 Ai fini di dare i riscontri utili per lo sviluppo del nostro SSR procediamo nell'analisi del documento identificando, sulla base delle ipotesi da noi formulate, quali proposte possono essere d'interesse

Dettagli

Performance Delivered: il cruscotto direzionale implementato nell azienda sanitaria. 5 Convegno Nazionale. Federico Lega, Università Bocconi

Performance Delivered: il cruscotto direzionale implementato nell azienda sanitaria. 5 Convegno Nazionale. Federico Lega, Università Bocconi Performance Delivered: il cruscotto direzionale implementato nell azienda sanitaria Federico Lega, Università Bocconi 5 Convegno Nazionale Milano, 23 maggio 2016 1 Agenda Il punto di partenza: il cruscotto

Dettagli

Lavoro Agile in Italia

Lavoro Agile in Italia 2.0 Lavoro Agile in Italia L esperienza della Provincia Autonoma di Trento Convegno di Kick-Off del Progetto E.L.E.N.A. Aprile 2016 Roma Servizio per il personale Ufficio sviluppo risorse umane Paola Borz

Dettagli

Una Sanità rinnovata per la Liguria

Una Sanità rinnovata per la Liguria LA REGIONE LIGURIA 1 Una Sanità rinnovata per la Liguria Istituzione di A.Li.Sa. e indirizzi per il riordino del S.S.R. Riordino del Servizio Sociosanitario Regionale (ASL Aziende Sociosanitarie Liguri)

Dettagli

Il Trentino in RETE. Trentino Network s.r.l.

Il Trentino in RETE. Trentino Network s.r.l. Il Trentino in RETE Trentino Network s.r.l. Marzo 2011 I Progetti Provinciali DORSALE IN FIBRA OTTICA completamento previsto fine 2011 primi mesi 2012 RETE RADIO (Winet) per l estensione di connettività

Dettagli

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino

Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino Osservatorio del Legno Andamento dei mercati di legname tondo in Trentino Aprile 2013 Tabella riassuntiva per trimestre Nr. lotti, quantità totali vendute e prezzi medi ponderati (*) nel trimestre considerato.

Dettagli

Classe di concorso: EEEE INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA PRIMARIA. icir_tn-02/07/ Allegato Utente 1 (A01) SPEF061A

Classe di concorso: EEEE INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA PRIMARIA. icir_tn-02/07/ Allegato Utente 1 (A01) SPEF061A icir_tn-02/07/2015-0004167 - Allegato Utente 1 (A01) SERVIZIO PER IL RECLUAMENO, LA GESIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E RELAZIONI SINDACALI UFFICIO RECLUAMENO E GESIONE DISCIPLINARE PERSONALE DELLA SCUOLA

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg.delib.n. 1132 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: Affidamento di funzioni e compiti in materia di adozione ad alcune Comunità e al

Dettagli

SERVIZIO PER IL RECLUTAMENTO E LA GESTIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA - Ufficio Rapporto di lavoro e mobilità del personale scolastico -

SERVIZIO PER IL RECLUTAMENTO E LA GESTIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA - Ufficio Rapporto di lavoro e mobilità del personale scolastico - 58891443 19/04/2017 10:36:08 - Allegato Utente 2 (A02) SERVIZIO PER IL RECLUTAMENTO E LA GESTIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA - Ufficio Rapporto di lavoro e mobilità del personale scolastico - ELENCO CODICI

Dettagli

FOCUS provinciale Il mercato immobiliare residenziale

FOCUS provinciale Il mercato immobiliare residenziale FOCUS provinciale Il mercato immobiliare residenziale Trento data di pubblicazione: 31 maggio 2017 periodo di riferimento: anno 2016 a cura dell Ufficio Provinciale Territorio di Trento (Paolo Borzaga)

Dettagli

Il benessere e la salute mentale in Trentino

Il benessere e la salute mentale in Trentino Il benessere e la salute mentale in Trentino Edizioni Provincia autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche sociali Trento, 2012 infosalute Il benessere e la salute mentale in Trentino A cura

Dettagli

Scopo della proposta di legge

Scopo della proposta di legge Proposta di legge Modifiche alla legge regionale n.40/2005 (Disciplina del servizio sanitario regionale) e alla legge regionale n.28/2015 (Disposizioni urgenti per il riordino dell'assetto istituzionale

Dettagli

INDAGINE DI CLIMA ORGANIZZATIVO INCONTRO APERTO DI DISCUSSIONE DEI RISULTATI 19 DICEMBRE 2016 PRIME AZIONI DI MIGLIORAMENTO

INDAGINE DI CLIMA ORGANIZZATIVO INCONTRO APERTO DI DISCUSSIONE DEI RISULTATI 19 DICEMBRE 2016 PRIME AZIONI DI MIGLIORAMENTO INDAGINE DI CLIMA ORGANIZZATIVO INCONTRO APERTO DI DISCUSSIONE DEI RISULTATI 19 DICEMBRE 2016 PRIME AZIONI DI MIGLIORAMENTO PROMOSSE DALLA DIREZIONE AZIENDALE 1 I principali campi d azione LAVORARE IN

Dettagli

itetc-01/09/ Allegato Utente 1 (A01)

itetc-01/09/ Allegato Utente 1 (A01) itetc-01/09/-0003115 - Allegato Utente 1 (A01) Cognome Nome Codice Fiscale Graduatorie di istituto 2014/2017 Elenchi docenti GPT sostegno Classe di concorso Fascia GPT Punteggio Area Sostegno BELOTTI GIUSEPPE

Dettagli

INTRODUZIONE. La rete per l infarto miocardico acuto rappresenta pertanto lo standard di cura attuale per lo STEMI.

INTRODUZIONE. La rete per l infarto miocardico acuto rappresenta pertanto lo standard di cura attuale per lo STEMI. INTRODUZIONE E ormai acquisito che per la gestione ottimale del paziente con STEMI è necessario un modello organizzativo coordinato di assistenza territoriale in rete. La rete per l infarto miocardico

Dettagli

Linee Guida del Progetto di Legge del Partito Democratico

Linee Guida del Progetto di Legge del Partito Democratico Gruppo consiliare Linee Guida del Progetto di Legge del Partito Democratico Gruppo Consiliare regionale PD Milano, 6 maggio 2014 Un Assessorato unico dirige il Sistema Socio-Sanitario Regionale (Art.3)

Dettagli

Servizio per la gestione delle risorse umane della scuola e della formazione - Ufficio Previdenza e mobilità -

Servizio per la gestione delle risorse umane della scuola e della formazione - Ufficio Previdenza e mobilità - Servizio per la gestione delle risorse umane della scuola e della formazione - Ufficio Previdenza e mobilità - ELENCO CODICI E DENOMINAZIONI DELLE SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO ESPRIMIBILI AI FINI DELLA

Dettagli

Prot /2010/Area II Trento, 10 settembre 2010 AI SIGNORI SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO ALLE COMUNITA DI VALLE

Prot /2010/Area II Trento, 10 settembre 2010 AI SIGNORI SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO ALLE COMUNITA DI VALLE Prot. 16472 /2010/Area II Trento, 10 settembre 2010 AI SIGNORI SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO ALLE COMUNITA DI VALLE AI PARTITI E RAGGRUPPAMENTI POLITICI DELLA PROVINCIA DI TRENTO ALLA QUESTURA

Dettagli

Interventi di facilitazione alla comunicazione a favore di studenti/tesse con disabilità sensoriale

Interventi di facilitazione alla comunicazione a favore di studenti/tesse con disabilità sensoriale Interventi di facilitazione alla comunicazione a favore di studenti/tesse con disabilità sensoriale Assegnazioni finanziarie alle istituzioni scolastiche e formative provinciali per l'a. s. f. 2017/2018

Dettagli

Curriculum Vitae di ARRIGO ANDRENACCI

Curriculum Vitae di ARRIGO ANDRENACCI Curriculum Vitae di ARRIGO ANDRENACCI DATI PERSONALI nato a ROMA il 09-08-1954 PROFILO BREVE Direttore Distretto Est Arrigo Andrenacci opera dal novembre del 1988 in sanità. Prima nelle USL della PAT poi,

Dettagli

Le caratteristiche strutturali delle imprese in provincia di Trento Anno 2011

Le caratteristiche strutturali delle imprese in provincia di Trento Anno 2011 Marzo 2014 Le caratteristiche strutturali delle imprese in provincia di Trento Anno 2011 Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta i dati del 9 Censimento generale dell Industria

Dettagli

ICEF - SPORTELLI CAF ACCREDITATI PRESENTI SUL TERRITORIO

ICEF - SPORTELLI CAF ACCREDITATI PRESENTI SUL TERRITORIO da lunedì a venerdì /1418 da lunedì a venerdì 820 \sab 8,3012,30 da lunedì a venerdì 0818 da lunedì a venerdì 8.3012.30/13.3016 da lunedì a venerdì 0820 \ sab 8,3012,30 lun mer ven 08.3012,30 / 1418 lun

Dettagli