MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO. Scuola Polo ISTITUTO LEON BATTISTA ALBERTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO. Scuola Polo ISTITUTO LEON BATTISTA ALBERTI"

Transcript

1 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Scuola Polo ISTITUTO LEON BATTISTA ALBERTI Anno di formazione PERSONALE DOCENTE NEOASSUNTO E-PORTFOLIO Docente Disciplina Scuola di servizio Comune di Tutor d'istituto E-Tutor

2 PRESENTAZIONE Il portfolio è uno strumento che facilita la riflessione individuale, in quanto il docente può registrare la propria situazione professionale e, successivamente, rielaborare il proprio percorso formativo in forma critica e di controllo/regolazione. Durante il percorso di analisi e di riflessione il corsista sarà supportato dalla presenza dell'e-tutor che avrà anche il compito di validare il documento seguendo i criteri di correttezza, di completezza e di pertinenza rispetto al compito assegnato. La rielaborazione del'esperienza formativa avverrà attraverso i documenti inseriti nella piattaforma digitale della scuola polo, il materiale presentato nei laboratori e i circuiti originali di navigazione all'interno del web. In questo modo l'e-portfolio diventa un vero e proprio ambiente di apprendimento che consente al docente neoassunto di ricostruire il proprio percorso formativo attraverso una serie di strumenti che lo guidano e lo supportano nella costruzione e sviluppo dell'identità professionale. Il portfolio sarà poi oggetto di presentazione in sede di verifica dell anno di formazione di fronte al Comitato di Valutazione e quindi sostitutivo della tradizionale relazione finale. ORGANIZZAZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO Accoglienza e incontri plenari 5 ore Laboratori formativi 12 (+ 3 ore on line) Tutoring a scuola Attività online Totale 9 (+ 1 ora on line) 20 ore 50 ore ATTIVITA' I FASE - LABORATORI FORMATIVI DEDICATI - N. 3 ore on line Rielaborazione dei contenuti evidenziati durante la partecipazione attiva ai Laboratori Formativi in presenza, attraverso l'analisi di studi di casi e la revisione di esperienze professionali pregresse. II FASE - ATTIVITÀ FORMATIVE DA SVOLGERE A SCUOLA - N.1 ora on line - (TUTOR IN PRACTICE, PEER REVIEW, JOB SHADOWING) Analisi dell'esperienza professionale conseguente ai momenti di confronto con il docente incaricato dalla scuola di servizio. A. AZIONE OSSERVATIVA 3 ore: il neo assunto è accolto nella classe del tutor e segue la lezione del tutor d'istituto. B. AZIONE PROGETTUALE 2 ore: il neo assunto si confronta con il tutor in relazione alla programmazione e progettazione didattico-formativa. C. AZIONE PROATTIVA 3 ore: il neo assunto ospita in classe il tutor d'istituto mentre svolge la lezione. D. AZIONE VALUTATIVA 1 ora: tutor e neo assunto si confrontano analizzando quanto vissuto. 1 ora on line: rielaborazione individuale in una forma autovalutativa dell'esperienza del tutoring attraverso la compilazione del portfolio elettronico. III FASE - ATTIVITÀ DI APPROFONDIMENTO - n. 20 ore on line Il docente neoassunto svilupperà un'approfondita analisi di almeno tre tematiche presentate nel piano dei laboratori formativi e non frequentati. Una tematica tra queste dovrà essere correlata allo sviluppo di un'unità di apprendimento relativa alla disciplina di insegnamento.

3 Indice 1. LA STORIA FORMATIVA E PROFESSIONALE INDIVIDUALE a. DATI GENERALI b. IL CURRICOLO DI STUDI c. ESPERIENZE PROFESSIONALI D'INSEGNAMENTO 2. ISTITUZIONE SCOLASTICA a. ATTIVITA' D'ISTITUTO b. RIELABORAZIONE FASE DI TUTORING 3. ATTIVITÀ' LABORATORIALI 4. APPROFONDIMENTI TEMATICI - DOCUMENTAZIONE DI ATTIVITÀ DIDATTICHE: PRESENTAZIONE UNITA' DI APPRENDIMENTO DISCIPLINARE 5. CARATTERISTICHE PROFESSIONALI

4 1. LA STORIA FORMATIVA E PROFESSIONALE INDIVIDUALE In questa parte si richiede di ripercorrere i momenti più significativi della vostra biografia professionale in particolare il curricolo di studi, le esperienze professionali d'insegnamento e le esperienze di formazione in servizio. Gli elementi riportati dovrebbero facilitare la riflessione in ordine al proprio percorso di "vita professionale", in vista dell'ingresso nella scuola intesa come ambiente di lavoro con un suo specifico organizzativo. DATI GENERALI Nata/o a il Servizi scolastici Altri titoli di servizio IL CURRICOLO DI STUDI Diploma/Laurea in conseguita presso: Dottorato di Ricerca Master I Livello Master II Livello Corsi di Perfezionamento annuali Corsi di aggiornamento significativi ESPERIENZE PROFESSIONALI Anni di insegnamento Settore formativo In relazione alle iniziative di formazione e alle esperienze professionali sopra riportate indichi brevemente gli aspetti di un eventuale: a) miglioramento delle competenze didattiche b) miglioramento delle capacità organizzative c) miglioramento degli apprendimenti degli studenti d) miglioramento delle competenze/capacità comunicative e relazionali

5 2. ISTITUZIONE SCOLASTICA Descriva brevemente la struttura organizzativa della sua Istituzione scolastica, cercando di evidenziarne gli snodi funzionali ritenuti più significativi. ATTIVITÀ D'ISTITUTO In relazione alle sue esperienze d'insegnamento e alle sue attività d'istituto - e con particolare riferimento a questo anno scolastico - sintetizzi gli aspetti significativi in relazione ai seguenti punti: a) Partecipazione agli organi collegiali b) Elaborazione, attuazione del POF c) Attività di lavoro in gruppo tra colleghi (programmazione, gruppi disciplinari ) d) Progettazione dell'attività didattica e) Svolgimento dell'attività didattica f) Rapporti scuola-famiglia RIELABORAZIONE FASE DI TUTORING - N. 1 ora on line Evidenzi gli aspetti più significativi delle attività relative all'anno di formazione svolte all'interno dell'istituto con il supporto del tutor. 3.ATTIVITÀ LABORATORIALI (rielaborazione di 3 ore on line) Breve descrizione dei Laboratori frequentati Materiali consultati In relazione alle attività seminariali previste dall' anno di formazione, le chiediamo di autovalutare il percorso effettuato tenendo in considerazione i seguenti indicatori a) Competenze sviluppate grazie al percorso formativo b) Elementi del percorso formativo ritenuti particolarmente utili c) Elementi di raccordo tra l'attività sperimentale/formativa e l'attività istituzionale d) Indicazioni per migliorare ulteriormente l'efficacia del percorso formativo e) Indicazioni su eventuali nuovi bisogni formativi emergenti

6 4. ATTIVITA' ON LINE (20 ore) Il docente neoassunto svilupperà un'approfondita analisi di almeno due tematiche presentate nel piano dei laboratori formativi e non frequentati. Una terza attività sarà dedicata alla progettazione e alla realizzazione di un'unità di apprendimento relativa alla disciplina di insegnamento. Aree tematiche a. Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica b. Gestione della classe e delle problematiche relazionali c. Sistema nazionale di valutazione (autovalutazione e miglioramento) d. Inclusione sociale ed aspetti interculturali e. Educazione all affettività f. Alternanza scuola-lavoro g. Orientamento h. Specifici approfondimenti disciplinari e didattici (obbligatoria) a. Tematica scelta b. Utilizzo della piattaforma interna alla scuola polo - materiali consultati - sitografia personale: c. Breve descrizione dell'esperienza di approfondimento: Contenuti Riflessioni e ricaduta nell'esperienza professionale: d. Tematica scelta e. Utilizzo della piattaforma interna alla scuola polo - materiali consultati - sitografia personale: f. Breve descrizione dell'esperienza di approfondimento: Contenuti Riflessioni e ricaduta nell'esperienza professionale:

7 DOCUMENTAZIONE DI ATTIVITÀ DIDATTICHE - UNITA' DI APPRENDIMENTO Questa sezione del portfolio corrisponde ad un approfondimento tematico sui saperi disciplinari del proprio ruolo di appartenenza. In questa parte possono trovare spazio una o più attività didattiche svolte nel corso della sua carriera, evidenziando le ragioni/motivazioni per cui sono state selezionate (aspetti particolarmente significativi: apprendimenti degli allievi, percorso didattico, elementi comunicativo/relazionali, valenza disciplinare ) L'esperienza didattica scelta, ragioni/motivazioni: Descrizione sintetica degli aspetti chiave dell'esperienza (scheda/carta d'identità) a) Titolo esperienza b) Chi l'ha promossa e realizzata (scuola con indirizzo e grado/i, classi e insegnanti coinvolti nell'esperienza con tipologia/disciplina e dati numerici..., eventuali altre risorse del territorio coinvolte..,) c) Periodo di svolgimento (anno/i scolastico/i o periodi più brevi) d) Breve descrizione dell'esperienza (motivazione,idea/tema centrale, ) e) Alcune parole chiave (capaci di sintetizzare i contenuti concettuali che caratterizzano l'esperienza) Descrizione del percorso didattico (approfondimento degli aspetti metodologico-didattici) a) Il contesto in cui si è realizzata l'esperienza b) Il problema/la motivazione da cui si è partiti c) I contenuti (disciplinari, educativi, ) d) La realizzazione, i tempi e le fasi; l'organizzazione della classe e dei docenti; le metodologie adottate; gli strumenti didattici utilizzati. e) I risultati (in termini di apprendimenti e di prodotti) f) Le modalità di verifica e valutazione (dei risultati di apprendimento, del percorso didattico/progettuale) g) Gli elementi/le condizioni di trasferibilità dell'esperienza in altro contesto h) I riferimenti teorici i) Note, commenti

8 5. CARATTERISTICHE PROFESSIONALI Sulla base della propria storia personale, delle proprie esperienze, nonché del percorso formativo riferito all'anno di prova analizzi brevemente, in relazione alle seguenti dimensioni professionali, le caratteristiche attuali della propria professionalità in una prospettiva di miglioramento e aggiornamento continuo. a. SAPERI DISCIPLINARI Punti forti Punti deboli a. Conosco le discipline che insegno e so come insegnarle b. COMUNICAZIONE E RELAZIONE b. So avvalermi di strategie comunicative e di ascolto attivo c. SAPERI PSICO-PEDAGOGICI c. So riflettere sistematicamente sul curricolo e apprendere dall'esperienza d. MEDIAZIONE METODOLOGICA DIDATTICA d. So organizzare e monitorare i processi di insegnamento- apprendimento e. RICERCA E SVILUPPO e. So praticare la ricerca, la sperimentazione, l'innovazione f. ORGANIZZAZIONE f. So portare il contributo della mia professionalità a livello organizzativo, culturale e progettuale Altro Data Firma

Si richiamano i punti salienti del D.M. n. 850 del 27/10/2015, in allegato alla presente comunicazione:

Si richiamano i punti salienti del D.M. n. 850 del 27/10/2015, in allegato alla presente comunicazione: Magenta, 10.11.2015 Circ. n. 58 Al personale docente in anno di formazione in servizio presso l ICS Via S. Caterina Ai docenti con funzione di tutori neo - assunti Oggetto: indicazioni su attività di formazione

Dettagli

FORMAZIONE DOCENTI NEOASSUNTI a.s. 2014/15 Il modello organizzativo

FORMAZIONE DOCENTI NEOASSUNTI a.s. 2014/15 Il modello organizzativo FORMAZIONE DOCENTI NEOASSUNTI a.s. 2014/15 Il modello organizzativo Il nuovo modello organizzativo è articolato in quattro fasi di sviluppo Attività formative per un totale di 50 ore - Attività in presenza

Dettagli

NUOVE INDICAZIONI FORMAZIONE NEOASSUNTI 2015. Scuola Polo I.C. L. Settembrini DISTRETTI 9/10/11/39

NUOVE INDICAZIONI FORMAZIONE NEOASSUNTI 2015. Scuola Polo I.C. L. Settembrini DISTRETTI 9/10/11/39 NUOVE INDICAZIONI 2015 Scuola Polo I.C. L. Settembrini DISTRETTI 9/10/11/39 Recenti fonti normative Nota prot. n. A00DGPER6768 del 27 febbraio 2015 della Direzione Generale per il personale scolastico

Dettagli

(*) Ore dedicate alla rielaborazione dell'esperienza anche su piattaforma on-line.

(*) Ore dedicate alla rielaborazione dell'esperienza anche su piattaforma on-line. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Alessandro Manzoni Via delle Rimembranze, 34/36 20088 Rosate (Mi) Tel.0290848867 fax 0290870732 e-mail: miic87600l@istruzione.it

Dettagli

FORMAZIONE DOCENTI NEOASSUNTI anno scolastico 2014-2015

FORMAZIONE DOCENTI NEOASSUNTI anno scolastico 2014-2015 Chimica, Materiali e Biotecnologie Grafica e Comunicazione Trasporti e Logistica Istituto Tecnico Tecnologico Statale Alessandro Volta Scuol@2.0 Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06135 Centralino 075.31045

Dettagli

PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015

PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015 NOVEMBRE 2015 PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015 A CURA DI SALVATORE PAPPALARDO Come anticipato nella legge 107 al comma 118 il 27 ottobre 2015 è stato pubblicato il decreto ministeriale

Dettagli

Anno di formazione e relazione finale

Anno di formazione e relazione finale Bergamo Anno di formazione e relazione finale Lunedì 24 novembre 2014 R. Rovaris Rita Rovaris 1 Istituito con la legge 270/82 e previsto dall art. 68 del CCNL 2006-2009. E un OBBLIGO. Requisiti: essere

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale - Ufficio VI

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale - Ufficio VI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale - Ufficio VI Formazione del Personale Scolastico e Innovazione Tecnologica nelle

Dettagli

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova Ing. Davide D Amico MIUR- DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE SCOLASTICO Dirigente Ufficio

Dettagli

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova a cura della DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE SCOLASTICO Outline I punti di forza I

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Il tutoring peer to peer

Il tutoring peer to peer Il tutoring peer to peer Peer to peer 9 ore in presenza, alle quali deve essere aggiunta 1 ora dedicata alla rielaborazione dell'esperienza anche su piattaforma on-line interamente a carico delle scuole

Dettagli

Progetto delle attività del II anno di tirocinio, III anno di corso

Progetto delle attività del II anno di tirocinio, III anno di corso S C U O L A D E L L E S C I E N Z E U M A N E E D E L P A T R I M O N I O C U L T U R A L E CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA Ufficio Coordinamento e Supervisione Tirocinio c/o Albergo

Dettagli

FORMAZIONE in ingresso per i docenti neoassunti Sperimentare un modello innovativo per l anno di prova

FORMAZIONE in ingresso per i docenti neoassunti Sperimentare un modello innovativo per l anno di prova MIUR USR per le Marche Ufficio V, Ambito Territoriale di AP/FM FORMAZIONE in ingresso per i docenti neoassunti Sperimentare un modello innovativo per l anno di prova Primo Incontro 14 aprile 2015 Ufficio

Dettagli

FAC SIMILE FORMULARIO COMPILAZIONE E CONSEGNA SOLO ON LINE http://www.indire.it/indicazioni/monitoraggio/ Monitoraggio dei documenti programmatici

FAC SIMILE FORMULARIO COMPILAZIONE E CONSEGNA SOLO ON LINE http://www.indire.it/indicazioni/monitoraggio/ Monitoraggio dei documenti programmatici A che punto siamo... indicazioni per il curricolo e indicazioni nazionali Monitoraggio dei documenti programmatici Formulario A PARTE GENERALE Formulario A - PARTE GENERALE - Pagina n 1 /11 Il piano dell

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER I DOCENTI NEOASSUNTI A.S. 2014/2015

FORMAZIONE IN INGRESSO PER I DOCENTI NEOASSUNTI A.S. 2014/2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XI Brescia FORMAZIONE IN INGRESSO PER I DOCENTI NEOASSUNTI A.S. 2014/2015 Piano provinciale

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE per i docenti neoimmessi in ruolo 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova

PIANO DI FORMAZIONE per i docenti neoimmessi in ruolo 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova PIANO DI FORMAZIONE per i docenti neoimmessi in ruolo 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova ITET PIO LA TORRE PALERMO 20 APRILE 2015 Nicoletta Lipani La Circolare MIUR 6768

Dettagli

PROGETTO DI TIROCINIO PER GLI STUDENTI DEI TFA. Motivazioni e criteri di riferimento

PROGETTO DI TIROCINIO PER GLI STUDENTI DEI TFA. Motivazioni e criteri di riferimento 1 PROGETTO DI TIROCINIO PER GLI STUDENTI DEI TFA Motivazioni e criteri di riferimento La formazione completa degli insegnanti sul piano universitario rimanda alla necessità di tenere presente che nel definire

Dettagli

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2015/2016: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2015/2016: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2015/2016: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova Ing. Davide D Amico MIUR- DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE SCOLASTICO Dirigente Ufficio

Dettagli

POLO FORMATIVO Docenti neo immessi ITS M. BUONARROTI FORMAZIONE ON-LINE

POLO FORMATIVO Docenti neo immessi ITS M. BUONARROTI FORMAZIONE ON-LINE POLO FORMATIVO Docenti neo immessi ITS M. BUONARROTI FORMAZIONE ON-LINE Nota MIUR prot. 11511 del 15.04.2015 USR Campania Indicazioni preliminari per la formazione on line Prot. AOODRCA.R/U 4003/U del

Dettagli

Il RUOLO DELLA SECONDARIA II

Il RUOLO DELLA SECONDARIA II Orientamento per il successo scolastico e formativo Il RUOLO DELLA SECONDARIA II seconda parte 2011/2012 ruolo orientativo della secondaria II una scuola che ha un RUOLO DI REGIA Sostiene i propri studenti

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

Neoassunti 2015/16. BOZZA :Il bilancio di competenze iniziale. Versione del 09/12/15

Neoassunti 2015/16. BOZZA :Il bilancio di competenze iniziale. Versione del 09/12/15 Neoassunti 2015/16 BOZZA :Il bilancio di competenze iniziale Versione del 09/12/15 Sommario Sommario Sommario... 1 Introduzione... 2 La guida per la compilazione del Bilancio di Competenze... 2 A cosa

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODRCAL.Registro Ufficiale(U).0015430.22-12-2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale - Ufficio II Via Lungomare 259, 88100 CATANZARO - Tel. 0961734411 Codice

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA Allegato 4 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA IL protocollo d accoglienza è un documento deliberato dal Collegio Docenti che contiene principi, indicazioni riguardanti l iscrizione

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE Formazione docenti neoassunti a.s. 2015/2016 CONTENUTI 1. Oggetto, finalità e

Dettagli

ORIENTAMENTI OPERATIVI PER LE ATTIVITÀ DI OSSERVAZIONE IN CLASSE

ORIENTAMENTI OPERATIVI PER LE ATTIVITÀ DI OSSERVAZIONE IN CLASSE ORIENTAMENTI OPERATIVI PER LE ATTIVITÀ DI OSSERVAZIONE IN CLASSE La proposta sperimentale di tutoring in classe utilizza principalmente i seguenti due filoni di ricerca: - la peer review intesa come apprendimento

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

20112012 - Questionario rilevazione bisogni formativi dei docenti

20112012 - Questionario rilevazione bisogni formativi dei docenti 20112012 - Questionario rilevazione bisogni formativi dei docenti Numero di anni di servizio complessivi (ruolo, non di ruolo, paritarie) nella scuola: 100% Numero di anni di servizio complessivi (ruolo,

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

LINEE GUIDA DIDATTICO AMMINISTRATIVE - RICONOSCIMENTO CREDITI PREGRESSI TFA 2014/15

LINEE GUIDA DIDATTICO AMMINISTRATIVE - RICONOSCIMENTO CREDITI PREGRESSI TFA 2014/15 LINEE GUIDA DIDATTICO AMMINISTRATIVE - RICONOSCIMENTO CREDITI PREGRESSI TFA 2014/15 1) TIROCINIO SCOLASTICO Ai sensi del d.m. n. 249 del 2010 il tirocinio ha un valore pari a 19 crediti formativi universitari

Dettagli

Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE

Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE DIRETTORE Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE VISTO VISTA CONSIDERATO CONSIDERATO VISTA RITENUTA l Art. 3, comma 8 del D.M. 509/99 attraverso il quale le Università possono attivare, disciplinandoli

Dettagli

CATALOGO 2014-2015. Indice dei corsi di formazione individuali. Modalità online

CATALOGO 2014-2015. Indice dei corsi di formazione individuali. Modalità online CATALOGO 2014-2015 Indice dei corsi di formazione individuali Modalità online 1. Progettare il curricolo per competenze 2. Valutare gli apprendimenti. Dalla valutazione alla certificazione delle competenze:

Dettagli

Scheda Integrata Metodologico - Strategica Trasmissiva

Scheda Integrata Metodologico - Strategica Trasmissiva Scheda Integrata Metodologico - Strategica Trasmissiva Certificazione Modulo II - Essential Scheda Anagrafica Skill Card Cognome Nome N 0 Materia d'insegnamento Ordine scuola Istituto email Test Center

Dettagli

Prot. N. 3695 /A20 /pon Adrano, 11/12/2013. Il Dirigente Scolastico

Prot. N. 3695 /A20 /pon Adrano, 11/12/2013. Il Dirigente Scolastico II ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE - ADRANO Via Roma, 42 95031 ADRANO TEL./FAX 095/7692838 e-mail: ctic8a200g@istruzione.it PEC: ctic8a200g@pec.istruzione.it Codice Fiscale 80011020874 Prot. N. 3695 /A20

Dettagli

Prot. n. 397/C12 Como, 2 febbraio 2016

Prot. n. 397/C12 Como, 2 febbraio 2016 Prot. n. 397/C12 Como, 2 febbraio 2016 All albo dell Istituto - http://www.istitutopessina.gov.it All albo dell Ambito territoriale V di Como www.istruzione.como.it PIANO DI FORMAZIONE DEL PERSONALE DOCENTE

Dettagli

PROGETTO NAZIONALE QUALITÀ E MERITO (PQM)

PROGETTO NAZIONALE QUALITÀ E MERITO (PQM) PROGETTO NAZIONALE QUALITÀ E MERITO (PQM) Le note riportate corrispondono ad alcune sezioni estratte dalla documentazione accessibili online all indirizzo www.pqm.indire.it. Le sezioni integralmente riportate

Dettagli

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 FORMAZIONE BLENDED LEARNING http://puntoeduri.indire.it/neoassunti2008/in dex.php DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 e-tutor Lorelle Carini 1 AMBIENTE ON-LINE PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI CON CONTRATTO

Dettagli

Prot.n.8095/C12 Tarcento, 17 ottobre 2014

Prot.n.8095/C12 Tarcento, 17 ottobre 2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DI TARCENTO Viale G. Matteotti, 56 33017 Tarcento (UD) Cod. fisc. 94071050309 - Tel. 0432/785254 Fax 0432/794056 segreteria@ictarcento.com

Dettagli

LINEE GUIDA PER ESAME FINALE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO, A.A. 2014-2015

LINEE GUIDA PER ESAME FINALE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO, A.A. 2014-2015 LINEE GUIDA PER ESAME FINALE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO, A.A. 2014-2015 ATTENZIONE: le informazioni riportate nel presente documento potranno essere oggetto di successive integrazioni. Date esami finali:

Dettagli

IIS GIULIO COMUNICATI INTERNI AI DOCENTI COMUNICATO N. 240

IIS GIULIO COMUNICATI INTERNI AI DOCENTI COMUNICATO N. 240 Documentazione SGQ IIS GIULIO Rev. 1 del 19/11/2010 COMUNICATI INTERNI SALA DOCENTI SEDE SALA DOCENTI JUVARRA SERALE CTP AI DOCENTI COMUNICATO N. 240 In riferimento alla circolare regionale n. 68 del 26/02/2013

Dettagli

Certificazione Modulo II - Essential. Scheda Anagrafica. email Test Center Provincia. Scheda metodologico - didattica

Certificazione Modulo II - Essential. Scheda Anagrafica. email Test Center Provincia. Scheda metodologico - didattica Scheda Integrata Metodologico - Strategica Laboratoriale Certificazione Modulo II - Essential Scheda Anagrafica Skill Card Cognome Nome N 0 Materia d'insegnamento Ordine scuola Istituto email Test Center

Dettagli

IL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE

IL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE IL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE Priorità strategiche della valutazione - Riduzione della dispersione e dell insuccesso scolastico. - Rafforzamento delle competenze di base degli studenti rispetto alla situazione

Dettagli

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE LA CONFERENZA DEI PRESIDI

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola)

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) Docente di: scuola infanzia scuola primaria scuola secondaria I Professionalità dei docenti Programmazione e valutazione

Dettagli

PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008

PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008 PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008 PuntoEdu Formazione NeoAssunti 2008 è l ambiente di apprendimento per i docenti neoassunti nell anno scolastico 2007/08 con contratto a tempo indeterminato.

Dettagli

Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (1500 ore 60 CFU) (Legge 19/11/1990 n. 341- art. 6, co. 2, lett.

Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (1500 ore 60 CFU) (Legge 19/11/1990 n. 341- art. 6, co. 2, lett. Libera Università degli Studi San Pio V di Roma Anno Accademico 2009/2010 Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (1500 ore 60 CFU) (Legge 19/11/1990 n. 341- art. 6, co. 2, lett.

Dettagli

Scheda Integrata Metodologico - Strategica WebQuest

Scheda Integrata Metodologico - Strategica WebQuest Scheda Integrata Metodologico - Strategica WebQuest Certificazione Modulo II - Essential Scheda Anagrafica Skill Card Cognome Nome N 0 Materia d'insegnamento Ordine scuola Istituto email Test Center Provincia

Dettagli

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LA DIMENSIONE DEL BISOGNO: COMUNICAZIONE E DIVERSITÀ Motivazione dell idea progettuale Il nostro Istituto

Dettagli

LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEO ASSUNTI NELLA LEGGE 107/2015. DM 850/2015 CM prot. 36167 del 5/11/2015

LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEO ASSUNTI NELLA LEGGE 107/2015. DM 850/2015 CM prot. 36167 del 5/11/2015 LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEO ASSUNTI NELLA LEGGE 107/2015 DM 850/2015 CM prot. 36167 del 5/11/2015 SCHEDE DI LETTURA RELATIVE ALLE FASI DELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEO ASSUNTI IN RUOLO DAL 1/9/2015 IL

Dettagli

T.F.A. LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DI CREDITI FORMATIVI

T.F.A. LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DI CREDITI FORMATIVI UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA T.F.A. LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DI CREDITI FORMATIVI Ai partecipanti al TFA possono essere riconosciuti cfu, utili per l assolvimento delle attività formative

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

NORMATIVA E DOCUMENTI. Il format di autovalutazione. Le Tappe FASI REDAZIONE E PUBBLICAZIONE DEL RAV

NORMATIVA E DOCUMENTI. Il format di autovalutazione. Le Tappe FASI REDAZIONE E PUBBLICAZIONE DEL RAV NORMATIVA E DOCUMENTI Il format di autovalutazione Le Tappe FASI REDAZIONE E PUBBLICAZIONE DEL RAV SINTESI PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE E RAV DPR 28 Marzo 2013, n. 80 Direttiva n.11 del 18 settembre 2014

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE DEAL PRESSO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

CORSI DI FORMAZIONE DEAL PRESSO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Gruppo di Ricerca DEAL (Dislessia Evolutiva e Apprendimento delle Lingue) Università Ca Foscari Venezia CORSI DI FORMAZIONE DEAL PRESSO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Si riporta di seguito l offerta formativa

Dettagli

Corso di specializzazione per il sostegno Progetto di tirocinio (CF 06/03/12)

Corso di specializzazione per il sostegno Progetto di tirocinio (CF 06/03/12) Modulo di specializzazione per l attività didattica di sostegno nell ambito del Corso di laurea in Scienze della formazione primaria a.a. 2011/12 Finalità generali Divenire consapevoli della molteplicità

Dettagli

Corso di formazione= ore in presenza + ore on line

Corso di formazione= ore in presenza + ore on line Anno di Formazione docenti NEO ASSUNTI Corso di formazione= ore in presenza + ore on line L anno di prova, la stesura e la discussione di una tesina da presentare al Comitato di Valutazione dell Istituto

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE Gennaio 2016

PIANO DI FORMAZIONE Gennaio 2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE GALLARATE LICEO SCIENTIFICO STATALE Leonardo da Vinci LICEO CLASSICO "Giovanni Pascoli" LICEO delle SCIENZE UMANE opz. ECONOMICO-SOCIALE PIANO DI FORMAZIONE Gennaio 2016

Dettagli

MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(U).0016368.15-12-2015. Coordinamento Funzioni Tecnico Ispettive

MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(U).0016368.15-12-2015. Coordinamento Funzioni Tecnico Ispettive MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(U).0016368.15-12-2015 Coordinamento Funzioni Tecnico Ispettive Bologna, 9 dicembre 2015 Ai Dirigenti responsabili degli Uffici di ambito territoriale p.c. Ai referenti Uffici

Dettagli

ALLEGATO B. Nel corso degli anni il monitoraggio ha previsto nelle diverse annualità:

ALLEGATO B. Nel corso degli anni il monitoraggio ha previsto nelle diverse annualità: ALLEGATO B Il modello di monitoraggio Il gruppo di Progetto di PQM, nell anno scolastico 2010-2011 ha costituito un gruppo di lavoro tecnico composto dal gruppo di progetto stesso e dai ricercatori dei

Dettagli

Primo modulo [20 CFU]

Primo modulo [20 CFU] CORSO DI PERFEZIONAMENTO E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE / MASTER in Didattica e Psicopedagogia per gli alunni con DISABILITÀ INTELLETTIVE Primo modulo [20 CFU] SSD DISCIPLINA CFU CONTENUTI MED/39 Disabilità

Dettagli

Istituto Comprensivo Capraro 1 C.D. Procida

Istituto Comprensivo Capraro 1 C.D. Procida Istituto Comprensivo Capraro 1 C.D. Procida Questionario rilevazione bisogni formativi dei docenti 1. Anno dell ultima esperienza di aggiornamento o formazione professionale effettuata Dopo 2010 2009 o

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE POLO TECNICO DI ADRIA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE POLO TECNICO DI ADRIA Comma 1 (finalità della legge): affermare il ruolo centrale della scuola nella societa della conoscenza innalzare i livelli di istruzione e le competenze delle studentesse e degli studenti, rispettandone

Dettagli

Progetto scuole in aree a forte processo immigratorio a.s. 2011/12

Progetto scuole in aree a forte processo immigratorio a.s. 2011/12 : E VALUTAZIONE PREVISIONE DI PES SPESA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ist. Sec. di I Grado VIA VOLTA VIA BATTISTI Via Volta,13-20093 Cologno (MI) Tel. 0225492649-022543060

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Italo Calvino Via Brindisi, 11-95125 Catania

Istituto Comprensivo Statale Italo Calvino Via Brindisi, 11-95125 Catania Istituto Comprensivo Statale Italo Calvino Via Brindisi, 11-95125 Catania 095330560-095336121- 095338914 095330433 ctic89700g@istruzione.it ctic89700g@pec.istruzione.it www.icscalvino.gov.it Codice fiscale

Dettagli

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA QUESTIONARIO DOCENTI Gentile docente, Le chiediamo di esprimere la sua opinione su alcuni aspetti della vita scolastica e sul funzionamento della scuola nella quale attualmente lavora. Le risposte che

Dettagli

Corso NEOASSUNTI A.S. 2012/13

Corso NEOASSUNTI A.S. 2012/13 Corso NEOASSUNTI A.S. 2012/13 E-tutor ing. Antonio Di Micco Docente di elettronica presso: Istituto Superiore Statale P. Gobetti Scandiano (RE) E-mail: antonio.dimicco@libero.it Programma Riferimenti normativi

Dettagli

PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016. Bisogni. Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione

PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016. Bisogni. Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016 Bisogni 1 Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione 4 Riflettere sugli esiti degli apprendimenti, sulla valutazione e certificazione

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE DEAL PRESSO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

CORSI DI FORMAZIONE DEAL PRESSO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Gruppo di Ricerca DEAL (Dislessia Evolutiva e Apprendimento delle Lingue) Università Ca Foscari Venezia CORSI DI FORMAZIONE DEAL PRESSO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE A. FORMAZIONE PER LA SCUOLA PRIMARIA FORMAZIONE

Dettagli

Sviluppo del percorso

Sviluppo del percorso Ministero Pubblica Istruzione Titolo sintetico del progetto: I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca SCHEDA DI PROGETTO Regione PIEMONTE NUOVE TECNOLOGIE:

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE Formazione docenti neoassunti a.s. 2014/2015 Incontro informativo e di accoglienza

Dettagli

Il modello formativo dei progetti PON docenti

Il modello formativo dei progetti PON docenti Il modello formativo dei progetti PON docenti Scuola- Presidio Comunità Tutor Blended Collaborazione Laboratorio Peer- Educa5on Competenze Sperimentazione Personalizzazione Ricerca- azione Innovazione

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTO. Regione..

SCHEDA DI PROGETTO. Regione.. Ministero Pubblica Istruzione Titolo sintetico del progetto: I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca SCHEDA DI PROGETTO Regione.. Scuola Capofila

Dettagli

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca ANALISI ESPERIENZE PREGRESSE (da compilare on line entro il 30 marzo 2008) I CARE Imparare Comunicare Agire

Dettagli

Approfondimento qualitativo alternanza scuola lavoro

Approfondimento qualitativo alternanza scuola lavoro Approfondimento qualitativo alternanza scuola lavoro Riferimenti per la compilazione delle schede In questo documento sono evidenziati alcuni riferimenti utili per la compilazione delle schede di monitoraggio

Dettagli

COMUNICATO N. 406 del 1 aprile 2015

COMUNICATO N. 406 del 1 aprile 2015 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE "Leonardo da Vinci" 35137 Padova - Via S. Giovanni di Verdara, 36 Tel 049/8724155 - Fax 049/8724196 - e-mail pdis02700t(a)istruzione.it Ai docenti neoassunti e ai loro

Dettagli

PON Lingua letteratura e cultura in una dimensione europea: Lingue straniere corsi brevi Guida all attuazione

PON Lingua letteratura e cultura in una dimensione europea: Lingue straniere corsi brevi Guida all attuazione PON Lingua letteratura e cultura in una dimensione europea: Lingue straniere corsi brevi Guida all attuazione Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la Programmazione

Dettagli

1 Circolo Didattico di Sondrio - Commissione per l handicap Progetto A piccoli passi

1 Circolo Didattico di Sondrio - Commissione per l handicap Progetto A piccoli passi QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE SULLA QUALITÁ DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA Questo questionario è rivolto a tutte le insegnanti della scuola e vuole essere un occasione di riflessione sulle variabili di

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XI Brescia MIUR AOOUSPBS R.U. 4147 del 17 marzo 2015 Ai dirigenti degli Istituti scolastici

Dettagli

Progetto Educativo d Istituto

Progetto Educativo d Istituto LICEO SCIENTIFICO Paritario LICEO delle SCIENZE UMANE Opzione Economico-Sociale Paritario ISAAC NEWTON Progetto Educativo d Istituto P.E.I. A.S. 2013/2014 INDICE 1. Introduzione. pag. 3 2. Finalità e obiettivi

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO IC SAN SPERATO CARDETO ISTITUTO COMPRENSIVO San Sperato - Cardeto Via Riparo Cannavò, 24-89133 Reggio Calabria Telefono 0965/672052-683088 - 673553 - Fax 0965/673650 COD. MEC. RCIC875006- Cod. Fisc. 92081250802

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI 2012/2013 DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Fotografia di Giuseppe Moscato Scuola primaria e secondaria di primo grado e biennio

Dettagli

Prot. 1051/ B32 Catania, 13 aprile 2015.

Prot. 1051/ B32 Catania, 13 aprile 2015. Istituto Comprensivo Statale Italo Calvino Via Brindisi, 11-95125 Catania 095330560-095336121- 095338914 095330433 ctic89700g@istruzione.it ctic89700g@pec.istruzione.it www.icscalvino.gov.it Codice fiscale

Dettagli

Progetto Educativo d Istituto

Progetto Educativo d Istituto LICEO SCIENTIFICO Paritario LICEO delle SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Paritario ISAAC NEWTON Progetto Educativo d Istituto P.E.I. A.S. 2014/2015 0 INDICE 1. Introduzione. pag. 2 2. Finalità e

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROGETTI REGIONALI FINANZIATI SEZIONE A) DATI IDENTIFICATIVI DELL'ISTITUTO

Dettagli

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

Progetto RISAS - Rete Istituti Scolastici per Alunni Stranieri

Progetto RISAS - Rete Istituti Scolastici per Alunni Stranieri ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE «G.GALILEI» Via della Concordia, 92 61100-PESARO-tel.0721/283030 fax 0721/450756 - e-mail: info@icsgalilei.it INSIEME Scuola, famiglie,integrazione Seminario Nazionale Ancona,

Dettagli

Tirocinio per l integrazione degli allievi con disabilità

Tirocinio per l integrazione degli allievi con disabilità Tirocinio per l integrazione degli allievi con disabilità PARTE A: DATI INFORMATIVI 1) Dati del tirocinante: Si veda la tabella PROGETTO DI TIROCINIO 2) Dati della scuola accogliente: (da compilare solo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA LM / 85 BIS

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA LM / 85 BIS UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA LM / 85 BIS PROGETTO DI TIROCINIO L istituzione del nuovo Corso di Laurea in Scienze

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16 Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 Staff del Dirigente e Funzioni strumentali al POF 2 FS1 - Qualità e valutazione di sistema Gestisce la documentazione relativa

Dettagli

ABILITA : UTILIZZARE CONOSCENZE DI DEAF STUDIES NELLA PROGETTAZIONE DIDATTICA

ABILITA : UTILIZZARE CONOSCENZE DI DEAF STUDIES NELLA PROGETTAZIONE DIDATTICA Obiettivi: CORSO DOCENTE LIS II EDIZIONE A:S: 2015/2016 Programma e Contenuti Il corso per Docente di LIS si articola in un percorso didattico finalizzato alla formazione di personale qualificato. L obiettivo

Dettagli

INCONTRO DI ACCOGLIENZA

INCONTRO DI ACCOGLIENZA INCONTRO DI ACCOGLIENZA IIS BELLUZZI-FIORAVANTI BOLOGNA Ufficio IX-UST Bologna, USR-ER Formazione in ingresso e aggiornamento del personale della scuola docente Formazione docenti Lingua Inglese Scuola

Dettagli

STRUMENTO DI AUTO VALUTAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE DI QUALITA BASATO SULLO STANDARD DI SCUOLA ELOS

STRUMENTO DI AUTO VALUTAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE DI QUALITA BASATO SULLO STANDARD DI SCUOLA ELOS Come usare lo strumento di auto-valutazione della Certificazione di Qualità La scuola sarà valutata sulla base della raccolta e dell analisi delle prove scritte seguite o dalla visita della scuola, intervista

Dettagli

Liceo scientifico e liceo scientifico OSA. Comunicazione n. 77

Liceo scientifico e liceo scientifico OSA. Comunicazione n. 77 Comunicazione n. 77 Ai docenti a tempo indeterminato dell'istituto All albo Al sito web Oggetto: bando individuazione docenti tutor neo immessi in ruolo D.M. n.850 del 27/10/2015 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

Il sottoscritto nato a il. residente a in via/piazza n., CF. tel e-mail:

Il sottoscritto nato a il. residente a in via/piazza n., CF. tel e-mail: All. 2 Domanda di partecipazione alla selezioni per docenti esperti per le attività laboratoriali previste dal piano di formazione del personale docente neoassunto per l a.s. 2014/2015 della Regione Lazio

Dettagli

LA STRUTTURA DEL RAV

LA STRUTTURA DEL RAV GUIDA PRATICA ALLA ELABORAZIONE DEL RAV IN FUNZIONE DEL MIGLIORAMENTO Dino Cristanini Vico Equense 30 Gennaio 2015 LA STRUTTURA DEL RAV 1 CONTESTO E RISORSE Quali vincoli presentano? Quali leve positive

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione ALLEGATO 3 SCHEDA DI AUTOANALISI: SIAMO UNA SCUOLA INCLUSIVA? Contesto: CLASSE Azioni : DIDATTICA Esperienze/oggetti : STRATEGIE INTEGRANTI E RELAZIONI D AIUTO Quali attività/esperienze servono a favorire

Dettagli

AVVIO DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE

AVVIO DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Direzione Generale Piazza delle Regioni - 85100 Potenza INCONTRI DEL 13/19/25 FEBBRAIO 2015 AVVIO

Dettagli

Comunicazione in forma circolare n 115 Ai docenti in indirizzo Neo assunti in ruolo fase C

Comunicazione in forma circolare n 115 Ai docenti in indirizzo Neo assunti in ruolo fase C ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ANTONIO ZANELLI Sezione Tecnica Agraria (Produzioni e trasformazioni - Gestione ambiente e territorio- Viticoltura ed enologia) Sezione Tecnica Chimica, materiali e biotecnologie

Dettagli

Direzione Didattica Statale G. MAZZINI

Direzione Didattica Statale G. MAZZINI Direzione Didattica Statale G. MAZZINI Progetto A.M.I.C.O. Azioni Metodologiche ed Iniziative per la Cooperazione aa.ss. 2014/2015 Sede/i di realizzazione del progetto: Plessi di scuola primaria della

Dettagli