Sintesi Quarto CONTO ENERGIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sintesi Quarto CONTO ENERGIA"

Transcript

1 Sintesi Quarto CONTO ENERGIA

2 Premessa alla sintesi di presentazione del quarto Conto Energia Il Conto Energia non si è mai fermato (per quelli ben informati) e l allarme dei mesi scorsi era ingiustificato. La politica del Governo è sta motivata con l eccesso di costi che un istallato che poteva raggiungere i MW a metà 2011 avrebbe scaricato sulle famiglie e le imprese. Tale affermazione fondava su un installato di oltre MW cumulati al 31 dicembre 2010 e a ca MW di domande presentate ai sensi del Salva Alcoa. Ora ad aprile 2011 sono in esercizio ca, MW (Fonte Atlantesolare). Ma, dalla stessa fonte, osservando i dati dell installato nel 2010 (un anno straordinario, con livelli di istallato oltre del doppio superiori all anno precedente) si registra che il Salva Alcoa ha portato ad oggi a ca 800 MW in esercizio ad oltre tre mesi dalla scadenza. Dunque si può affermare che l allarme era ingiustificato e che ora grazie al Quarto Conto Energia si può procedere rapidamente alla realizzazione degli impianti, rapidamente perché nel 2011 gli incentivi diminuiscono ogni mese e nel 2012 ogni 6 mesi per arrivare alla tariffa onnicomprensiva nel 2013.

3 Sintesi al Quarto Conto Energia Il 5 Maggio 2011 il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani e il Ministro dell Ambiente Stefania Prestigiacomo hanno firmato il decreto interministeriale IV Conto Energia che determina una nuova disciplina delle modalità di incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti. Il provvedimento pone le basi per lo sviluppo di medio-lungo periodo del comparto, accompagnandolo al raggiungimento dell autosufficienza economica, attraverso la razionalizzazione e la progressiva riduzione delle tariffe, con l obiettivo di arrivare nel 2017 a raggiungere la grid parity, coè la competività della tecnologia. PRINCIPALI CONTENUTI DEL PROVVEDIMENTO un obiettivo nazionale di potenza installata pari a MW; uno stanziamento medio annuale di incentivi pari a ca. 6-7 miliardi di euro; l introduzione di tetti di spesa semestrali fino a tutto il 2012 e l adozione del sistema tedesco a partire dal 2013; il tetto di spesa non è previsto per i piccoli impianti: quelli fino a 1MW se installati su edifici, 200 kw se installati a terra. NEW DEFINIZIONE DI PICCOLI IMPIANTI E GRANDI IMPIANTI u) piccoli impianti : sono gli impianti realizzati su edifici che hanno una potenza non superiore a 1000 kw, gli altri impianti con potenza non superiore a 200 kw operanti in regime di scambio sul posto, nonché gli impianti di potenza qualsiasi realizzati su edifici ed aree delle Amministrazioni pubbliche di cui all articolo 1, comma 2, del decreto legislativo n.165 del 2001; v) grande impianto : è un impianto fotovoltaico diverso da quello di cui alla lettera u); CLASSI E TIPOLOGIE DI IMPIANTO Il Decreto prevede quattro classi di impianto. Le diverse classi, insieme alla potenza, alla tipologia e al momento di entrata in esercizio determinano l ammontare della tariffa incentivante. Le classi di potenza sono state confermate quelle del III Conto Energia. Le classi di impianto sono: a) Impianto Fotovoltaico Normale (Titolo II Allegato 2 del DL) Piccoli Impianti impianti realizzati su edificio con potenza non superiore a un MegaWp [1000 kwp]; impianti appartenenti alla categoria altri

4 impianti con potenza non superiore ai 200 kwp operanti in regime di Scambio sul Posto; impianti realizzati su edifici ed aree delle Amministrazioni pubbliche, senza limiti di potenza. Grandi Impianti impianti che non appartengono alla definizione di piccoli impianti, quindi principalmente; impianti realizzati su edificio con potenza superiore ad un MWp [1000 kwp]; impianti a terra (o comunque appartenenti alla categoria altri impianti, non su edificio) anche di potenza non superiore ai 200 kwp in regime di Ritiro Dedicato; impianti a terra (o comunque appartenenti alla categoria altri impianti, non su edificio) con potenza superiore ai 200 kwp). Per gli impianti con moduli collocati a terra in aree agricole (Decreto Rinnovabili - DL 3 marzo 2011 n.28 - Capo II - Regolamentazione tecnica - art. 10 Requisiti e specifiche tecniche), l accesso agli incentivi è consentito a condizione che: a) la potenza nominale di ciascun impianto non sia superiore a 1 MW e, nel caso di terreni appartenenti al medesimo proprietario, gli impianti siano collocati ad una distanza non inferiore a 2 chilometri; b) non sia destinato all installazione degli impianti più del 10 per cento della superficie del terreno agricolo nella disponibilità del proponente. 5. I limiti di cui al comma 4 (Decreto Rinnovabili - DL 3 marzo 2011 n.28) non si applicano ai terreni abbandonati da almeno cinque anni. 6. Il comma 4 non si applica agli impianti solari con moduli collocati a terra in aree agricole che hanno conseguito il titolo abilitativo entro la data di entrata in vigore del presente decreto o per i quali sia stata presentata richiesta per il conseguimento del titolo entro il 1 gennaio 2011, a condizione in ogni caso che l impianto entri in esercizio entro un anno dalla data di entrata in vigore del Decreto Rinnovabili - DL 3 marzo 2011 n.28. b) Impianto Fotovoltaico Innovativo (Titolo III Allegato 4 al DL ) Impianto che utilizza moduli e componenti speciali, sviluppati ad hoc per sostituire elementi architettonici. c) Impianto fotovoltaico a concentrazione (Titolo IV) Impianto che utilizza moduli in cui la luce solare viene concentrata sulle celle per aumentarne la produttività. d) Impianto fotovoltaico con innovazione tecnologica (Titolo IV - Verrà definito con successivo D.M.)

5 ULTERIORI CONDIZIONI DA RISPETTARE Aree contigue (Decreto Rinnovabili - DL 3 marzo 2011 n.28) Più impianti realizzati dal medesimo soggetto responsabile o riconducibili a un unico soggetto responsabile e localizzati nella medesima particella catastale o su particelle catastali contigue si intendono come unico impianto di potenza cumulativa pari alla somma dei singoli impianti. Gli impianti i cui moduli costituiscono elementi costruttivi di pergole, serre, barriere acustiche, tettoie e pensiline hanno diritto a una tariffa pari alla media aritmetica fra la tariffa spettante per impianti realizzati su edifici e la tariffa spettante per altri impianti. Al fine di garantire la coltivazione sottostante, le serre a seguito dell intervento devono presentare un rapporto tra la proiezione al suolo della superficie totale dei moduli installati sulla serra e della superficie totale della copertura della serra stessa non superiore al 50%. I fabbricati rurali sono equiparati agli edifici, sempreché accatastati prima della data di entrata in esercizio dell impianto fotovoltaico. Inoltre per le pensiline, le pergole, le serre e le tettoie i moduli devono avere una distanza minima da suolo di 2 metri (GSE Regole tecniche 15 Maggio 2011). TETTI MASSIMI ANNUALI DI SPESA E DI POTENZA INSTALLATA Per i piccoli impianti (impianti fino a 1000 kw realizzati su edifici, impianti fino a 200 kw operanti in regime di scambio sul posto, impianti di potenza qualsiasi realizzati su edifici ed aree delle Amministrazioni pubbliche) non è previsto alcun tetto di spesa fino a fine Per i grandi impianti (tutti quelli diversi dai piccoli ) sono previsti tetti di spesa semestrali fino al Solo per i grandi impianti: Tetti massimi annuali di spesa e di potenza installata I limiti di incentivazione dell energia prodotta da impianti sono determinati sulla base del costo annuo indicativo degli incentivi con riferimento a ciascun periodo. Per il 2011 sono fissate le seguenti soglie INSUPERABILI: 300 ml di incentivi (orientativamente MW di potenza) Per il 2012 sono fissate le seguenti soglie INSUPERABILI: I semestre: 150 ml di incentivi (orientativamente 770 MW di potenza) II semestre. 130 ml di incentivi (orientativamente 720 MW di potenza) Non concorrono alla soglia i piccoli impianti su edifici sotto i kw e in scambio sul

6 posto. Gli impianti che entrano direttamente fino al 31 agosto 2011 partecipano ad occupare la relativa soglia di spesa. Per il l eventuale superamento della soglia determina solo il passaggio alla tariffa successiva. Le liste non sono soggette a scorrimento. Eventuali risorse liberate dalla esclusione di alcuni impianti si riallocano nel periodo successivo. PREMI AGGIUNTIVI I piccoli impianti sugli edifici possono beneficiare di un premio aggiuntivo rispetto alle tariffe previste, qualora abbinati ad un uso efficiente dell energia. Il premio aggiuntivo abbinato ad un uso efficiente dell energia non può in ogni caso eccedere il 30% della componente incentivante della tariffa; del 5% per gli impianti non su edificio, qualora i medesimi impianti siano ubicati in zone classificate alla data di entrata in vigore del decreto dal pertinente strumento urbanistico come industriali, miniere, cave o discariche esaurite, area di pertinenza di discariche o di siti contaminati; del 5% per i piccoli impianti, realizzati da comuni con popolazione inferiore a 5000 abitanti sulla base dell ultimo censimento Istat effettuato prima della data di entrata in esercizio dei medesimi impianti, dei quali i predetti comuni siano soggetti responsabili; di 5 centesimi di euro/kwh per gli impianti su edificio, installati in sostituzione di coperture in eternit o comunque contenenti amianto; del 10% per gli impianti il cui costo di investimento (totale dei costi strettamente necessari per la realizzazione a regola d arte dell impianto fotovoltaico) per quanto riguarda i componenti diversi dal lavoro, sia per non meno del 60% riconducibile ad una produzione realizzata all interno della Unione Europea. Ogni singolo incremento è da intendersi non cumulabile con gli altri. LE REGOLE PER L INCENTIVAZIONE DEI GRANDI IMPIANTI I grandi impianti che entrano in esercizio entro il 31 agosto 2011 accedono direttamente alle tariffe incentivanti, fatto salvo l onere di comunicazione al GSE dell avvenuta entrata in esercizio entro 15 giorni solari dalla stessa. Per gli anni 2011 e 2012 i grandi impianti che non sono entrati in esercizio entro il 31 agosto 2011 accedono alle tariffe incentivanti qualora ricorrano entrambe le seguenti ulteriori condizioni: a) l impianto è stato iscritto in un apposito registro gestito dal GSE, in posizione tale da rientrare nei limiti specifici di costo definiti per ciascuno dei periodi di riferimento. A tal fine, il limite di costo per il 2011 è inclusivo dei costi connessi all incentivazione dei grandi impianti entrati in esercizio entro il 31 agosto Qualora l insieme dei costi di incentivazione per i grandi impianti entrati in esercizio entro

7 il 31 agosto 2011 e degli iscritti nel registro di cui all articolo 8 per l anno 2011 determini il superamento del limite di costo previsto per lo stesso periodo, l eccedenza comporta una riduzione di pari importo del limite di costo relativo al secondo semestre 2012; b) la certificazione di fine lavori dell impianto perviene al GSE entro sette mesi dalla data di pubblicazione della graduatoria; il predetto termine è incrementato a nove mesi per gli impianti di potenza superiore a 1 MW. In tutti i casi la tariffa incentivante spettante è quella vigente alla data di entrata in esercizio dell impianto. REGISTRO E GRADUATORIA DEL GSE PER I GRANDI IMPIANTI Per il 2011 e il 2012, i grandi impianti devono essere iscritti nell apposito registro del GSE inviando la documentazione di cui all allegato 3-A. Per il 2011, le richieste di iscrizione al registro devono pervenire al GSE dal 20 maggio al 30 giugno In caso di ulteriore disponibilità nell ambito del limite di costo, il registro è riaperto dal 15 settembre al 30 settembre Per il primo semestre 2012, ci si potrà iscrivere dal dal 1 al 30 novembre 2011 (eventuale riapertura dal 1 al 31 gennaio 2012). Per il secondo semestre 2012 dal dal 1 al 28 febbraio 2012 (eventuale riapertura dal 1 al 31 maggio 2012). Il GSE forma la graduatoria degli impianti iscritti al registro e la pubblica sul proprio sito entro 15 giorni dalla chiusura del relativo periodo. L iscrizione dell impianto al registro decade se manca la certificazione della fine dei lavori. La graduatoria non è soggetta a scorrimento, salvo cancellazioni a cura del GSE di impianti iscritti che entrino in esercizio entro il 31 agosto L iscrizione al registro non è cedibile a terzi. RICHIESTA ED EROGAZIONE DELL INCENTIVO Art. 10 (Trasmissione della documentazione di entrata in esercizio e accesso alle tariffe incentivanti ). 1. Entro quindici giorni solari dalla data di entrata in esercizio dell impianto, il soggetto responsabile è tenuto a far pervenire al GSE la richiesta di concessione della pertinente tariffa incentivante, completa di tutta la documentazione prevista dall allegato 3-C. Il mancato rispetto dei termini di cui al presente comma comporta il mancato riconoscimento delle tariffe incentivanti per il periodo intercorrente fra la data di entrata in esercizio e la data della comunicazione al GSE, fermo restando il diritto alla tariffa vigente alla data di entrata in esercizio. 2. Ai fini di cui al comma 1, è fatto obbligo ai gestori di rete di provvedere alla connessione degli impianti alla rete elettrica nei termini stabiliti dalla deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas n. ARG/elt 99/08 e successive modificazioni. 3. Il GSE, verificato il rispetto delle disposizioni del presente decreto, determina e assicura al soggetto responsabile l erogazione della

8 tariffa spettante entro centoventi giorni dalla data di ricevimento della medesima richiesta, al netto dei tempi imputabili al soggetto responsabile. Dal 29 marzo 2012, un anno dopo l entrata in vigore del DL n. 28 del , per accedere alle Tariffe Incentivanti, si dovrà inviare al GSE, in aggiunta a tutta la documentazione già prevista, anche la certificazione che attesti, per i moduli, la garanzia sul prodotto di almeno 10 anni. Dopo il 31 dicembre 2012, invece, si dovrà trasmettere al GSE, oltre a quanto detto sopra, anche: certificazione attestante che il produttore dei moduli aderisce ad un sistema che garantisca il riciclo dei moduli a fine vita certificazioni rilasciate, secondo le norme ISO 9001, ISO ed OHSAS 18001, al produttore dei moduli. 1. Cessione in rete: l utente consumerà direttamente l energia prodotta solo nel momento e nella quantità in cui è prodotta. L energia prodotta in eccesso rispetto ai consumi verrà ceduta e venduta in rete. E richiesto il possesso di Partita IVA. 2. Scambio sul posto: il rimborso dell energia prelevata dalla rete, per una quantità non superiore alla energia immessa in rete, avverrà a cura del GSE. Eventuali eccedenze di produzione di energia in un anno verranno remunerate a richiesta, oppure conteggiate negli anni successivi. Per impianti di potenza superiore ai 200 kwp, l unica modalità di connessione è la cessione in rete. TIPOLOGIA DI CONNESSIONE ALLA RETE Non ci sono variazioni rispetto al Terzo Conto Energia: le modalità di connessione sono infatti regolamentate da delibere della Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (AEEG). Per impianti non superiori a 200 kwp, il responsabile dell impianto potrà connettersi alla rete e aderire al nuovo Conto Energia in modalità diverse

9 TARIFFE (Allegato 5 del DL Quarto Conto Energia ) Impianto Fotovoltaico Normale (TITOLO II) Tariffe per l anno Per i mesi di giugno, luglio e agosto 2011 le tariffe sono individuate dalla tabella 1. TAB 1 GIUGNO LUGLIO AGOSTO Impianti sugli edifici Altri impianti Impianti sugli edifici Altri impianti Impianti sugli edifici Altri impianti ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) 1 P 3 0,387 0,344 0,379 0,337 0,368 0,327 3<P 20 0,356 0,319 0,349 0,312 0,339 0,303 20<P 200 0,338 0,306 0,331 0,300 0,321 0, <P ,325 0,291 0,315 0,276 0,303 0, <P ,314 0,277 0,298 0,264 0,280 0,250 P>5000 0,299 0,264 0,284 0,251 0,269 0, Per i mesi da settembre a dicembre 2011 le tariffe sono inidividuate dalla tabella 2. TAB 2 SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE Impianti sugli edifici Altri impianti Impianti sugli edifici Altri impianti Impianti sugli edifici Altri impianti Impianti sugli edifici Altri impianti ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) 1 P 3 0,361 0,316 0,345 0,302 0,320 0,281 0,298 0,261 3<P 20 0,325 0,289 0,310 0,276 0,288 0,256 0,268 0,238 20<P 200 0,307 0,271 0,293 0,258 0,272 0,240 0,253 0, <P ,298 0,245 0,285 0,233 0,265 0,210 0,246 0, <P ,278 0,243 0,256 0,223 0,233 0,201 0,212 0,181 P>5000 0,264 0,231 0,243 0,212 0,221 0,191 0,199 0,

10 Tariffe per l anno Per il primo e secondo semestre 2012 le tariffe sono individuate dalla tabella 3. TAB 3 1 SEM SEM Impianti sugli edifici Altri impianti Impianti sugli edifici Altri impianti ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) 1 P 3 0,274 0,240 0,252 0,221 3<P 20 0,247 0,219 0,227 0,202 20<P 200 0,233 0,206 0,214 0, <P ,224 0,172 0,202 0, <P ,182 0,156 0,164 0,140 P>5000 0,171 0,148 0,154 0,133 Tariffe per l anno 2013 e per i periodi successivi 4. A decorrere dal primo semestre 2013 le tariffe assumono valore onnicomprensivo sull energia immessa nel sistema elettrico. Sulla quota di energia autoconsumata è attribuita una tariffa specifica. Le nuove tariffe sono individuate dalla tabella 4. TAB 4 Impianti sugli edifici altri impianti Tariffa onnicomprensiva tariffa autoconsumo Tariffa onnicomprensiva tariffa autoconsumo ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) ( /kwh) 1 P 3 0,375 0,230 0,346 0,201 3<P 20 0,353 0,207 0,329 0,184 20<P 200 0,299 0,195 0,276 0, <P ,281 0,183 0,239 0, <P ,227 0,149 0,205 0,127 P>5000 0,218 0,140 0,199 0, Le riduzione programmate per i semestri successivi sono individuate dalla tabella 5 e sono applicate alle tariffe vigenti nel semestre precedente. TAB 5 1 SEMESTRE 2 SEMESTRE % % 13% % 15% % 30%

11 5. Le tariffe di ciascun semestre possono essere ulteriormente ridotte rispetto a quanto previsto dalla tabella 5 sulla base del costo annuo imputabile agli impianti che entrano in esercizio nel periodo di osservazione. La riduzione aggiuntiva eventualmente applicata è stabilita, nel solo caso in cui risulti C>C o, sulla base della formula riportata: Dove: d eff,i = riduzione % effettiva per il semestre i ; d i = riduzione programmata per il semestre i ; d i+l = riduzione programmata per il semestre i+l ; C = Costo annuo della potenza installata nel periodo di osservazione C 0 = Costo indicativo annuo della potenza abiettivo del semestre precedente il semestre i, stabilito dall articolo4; 7. Il periodo di osservazione è il periodo di 6 mesi antecedenti, rispettivamente, il 1 maggio per il 1 semestre di ciascun anno e il 1 novembre per il 2 semestre di ciascun anno. 8. Il GSE comunica, entro 3 giorni dalla fine di ciascun periodo di osservazione, le riduzioni per il semestre successivo. Impianto Fotovoltaico Innovativo (TITOLO III) Tariffe per l anno Le tariffe per gli impianti che entrano in servizio a decorrere dal 1 giugno 2011 sono individuate dalla tabella 6. TAB 6 (kw) ( /kwh) 1 P 20 0,427 20<P 200 0,388 P>200 0,359 Tariffe per l anno Le tariffe per il primo e secondo semestre del 2012 sono individuate dalla tabella 7. Tariffe per l anno 2013 e per i periodi successivi 11. A decorrere dal primo semestre 2013 le tariffe assumono valore onnicomprensivo sull energia immessa nel sistema elettrico. Sulla quota di energia autoconsumata è attribuita una tariffa specifica. Le nuove tariffe sono individuate dalla tabella 8. TAB 7 1 SEM SEM Tariffa corrispondente Tariffa corrispondente (kw) ( /kwh) ( /kwh) 1 P 20 0,418 0,410 20<P 200 0,380 0,373 P>200 0,352 0,345 TAB 8 1 SEM SEM Intervallo di potenza Tariffa onnicomprensiva Tariffa autoconsumo (kw) ( /kwh) ( /kwh) 1 P 20 0,543 0,398 20<P 200 0,464 0,361 P>200 0,432 0,

12 12. Le riduzioni programmate per i semestri successivi sono individuate dalla tabella 9 e sono applicate alle tariffe vigenti nel semestre precedente. TAB 9 1 SEMESTRE 2 SEMESTRE % % 4% 13. Le tariffe di ciascun semestre possono essere ulteriormente ridotte rispetto a quanto previsto dalla tabella 9 sulla base del costo annuo imputabile agli impianti che entrano in esercizio nel periodo di osservazione. La riduzione aggiuntiva eventualmente applicata è stabilita, nel solo caso in cui risulti C>C o, sulla base della formula riportata: Dove: d eff,i = riduzione % effettiva per il semestre i ; d i = riduzione programmata per il semestre i ; d i+l = riduzione programmata per il semestre i+l ; C = Costo annuo della potenza installata nel periodo di osservazione C 0 = Costo indicativo annuo della potenza abiettivo del semestre precedente il semestre i, stabilito dall articolo4; 14. Il periodo di osservazione è il periodo di 6 mesi antecedenti, rispettivamente, il 1 maggio per il 1 semestre di ciascun anno e il 1 novembre per il 2 semestre di ciascun anno. 15. Il GSE comunica, entro 3 giorni dalla fine di ciascun periodo di osservazione, le riduzioni per il semestre successivo. 16. A decorrere dal 2015 gli impianti di cui al Titolo III accedono alle tariffe previste per gli impianti di cui al Titolo II, concorrendo alla formazione dei livelli di costo e degli obiettivi indicativi di potenza di cui alla tabella 1.2 dell articolo 4. Resta fermo il rispetto delle condizioni individuate dallo stesso Titolo III. Impianto Fotovoltaico a Concentrazione o con Innovazione Tecnologica (TITOLO IV) Tariffe per l anno Le tariffe per gli impianti che entrano in esercizio a decorrere dal 1 giugno 2011 sono individuate dalla tabella 10. TAB 10 Intervallo di potenza Tariffa corrispondente (kw) ( /kwh) 1 P 200 0, <P ,310 P>1000 0,

13 Tariffe per l anno Le tariffe per il primo e secondo semestre del 2012 sono individuate dalla tabella 11. TAB 11 1 SEM SEM Intervallo di potenza Tariffa corrispondente Tariffa corrispondente (kw) ( /kwh) ( /kwh) 1 P 200 0,352 0, <P ,304 0,298 P>1000 0,266 0,261 Tariffe per l anno 2013 e per i periodi successivi 19. A decorrere dal primo semestre 2013 le tariffe assumono valore onnicomprensivo sull energia immessa nel sistema elettrico. Sulla quota di energia autoconsumata è attribuita una tariffa specifica. Le nuove tariffe sono individuate dalla tabella 12. TAB 12 Tariffa onnicomprensiva Tariffa autoconsumo (kw) ( /kwh) ( /kwh) 1 P 200 0,437 0, <P ,387 0,289 P>1000 0,331 0, Le riduzioni programmate per i semestri successivi sono individuate dalla tabella 13 e sono applicate alle tariffe vigenti nel semestre precedente. TAB 13 1 SEMESTRE 2 SEMESTRE % % 4% 21. Le tariffe di ciascun semestre possono essere ulteriormente ridotte rispetto a quanto previsto dalla tabella 13 sulla base del costo annuo imputabile agli impianti che entrano in esercizio nel periodo di osservazione. La riduzione aggiuntiva eventualmente applicata è stabilita, nel solo caso in cui risulti C>C o, sulla base della formula riportata: Dove: d eff,i = riduzione % effettiva per il semestre i ; d i = riduzione programmata per il semestre i ; d i+l = riduzione programmata per il semestre i+l ; C = Costo annuo della potenza installata nel periodo di osservazione C 0 = Costo indicativo annuo della potenza abiettivo del semestre precedente il semestre i, stabilito dall articolo4;

14 22. Il periodo di osservazione è il periodo di 6 mesi antecedenti, rispettivamente, il 1 maggio per il 1 semestre di ciascun anno e il 1 novembre per il 2 semestre di ciascun anno. 23. Il GSE comunica, entro 3 giorni dalla fine di ciascun periodo di osservazione, le riduzioni per il semestre successivo. 24. A decorrere dal 2015 gli impianti di cui al Titolo iv accedono alle tariffe previste per gli impianti di cui al Titolo II, concorrendo alla formazione dei livelli di costo e degli obiettivi indicativi di potenza di cui alla tabella 1.2 dell articolo 4. Resta fermo il rispetto delle condizioni individuate dallo stesso Titolo III. ALLEGATI (Allegato 1) Comparazione incentivi impianti sugli edifici (Allegato 2) Comparazione degli incentivi altri impoanti (Allegato 3) Comparazione della remunerazione in 20 anni del solo incentivo (Allegato 4) Obiettivi indicativi di potenza e costi di incentivazione (Allegato 5) Iscrizioni al Registro del GSE per tipologia e potenza d impianto (Allegato 6) Titolo II Allegato 2 DL PRINCIPALI DOCUMENTI DI RIFERIMENTO DL 16 marzo 1999 n. 79 obbligo di utilizzazione prioritaria dell energia prodotta a mezzo di fonti energetiche rinnovabili DL 25 gennaio 2010 n. 3 Legge 22 marzo 2010 n. 41 art. 2-sexies DL 06 agosto 2010 GU n. 197 del 24 agosto 2010 III Conto Energia DL 3 marzo 2011 n. 28 GU n. 71 del 28 marzo 2011 Decreto rinnovabili DL 05 maggio 2011 GU n. 109 del 12 maggio 2011 IV Conto Energia GSE Regole Tecniche per l iscrizione al registro per i grandi impianti di cui al DL 5 maggio maggio

15 ALLEGATO 1 IMPIANTI SUGLI EDIFICI - 15-

16 ALLEGATO 2 ALTRI IMPIANTI

17 tipo impianto da 1-3 kwp su edificio da 3 a 20kWp su edificio da 20 a 200kWp su edificio da 200 a 1.000kWp Altri impianti da 1000 a 5.000kWp Altri impianti >> 5.000kWp Altri impianti Allegato 3 - Comparazione della remunerazione in 20 anni del solo incentivo - Quarto Conto Energia - Prima PArte Terzo conto energia I quadrimestre 2011 Terzo conto energia II quadrimestre 2011 Giugno 2011 Luglio 2011 Agosto 2011 Settembre 2011 kwh annuali per kwp tariffa remunerazione per 1kWp in 20 anni riduzione % tariffa remunerazione per 1kWp in 20 anni tariffa riduzione % rispetto tariffe II quadrimestre remunerazione per 1kWp in 20 anni riduzione % tariffa remunerazione per 1kWp in 20 anni riduzione % tariffa remunerazione per 1kWp in 20 anni riduzione % tariffa remunerazione per 1kWp in 20 anni , , , , , , , ,0% 0, ,0% 0, ,1% 0, ,9% 0, ,9% 0, , , , , , , , , , , , , , ,0% 0, ,1% 0, ,0% 0, ,9% 0, ,1% 0, , , , , , , , , , , , , , ,0% 0, ,9% 0, ,1% 0, ,0% 0, ,4% 0, , , , , , , , , , , , , , ,0% 0, ,0% 0, ,2% 0, ,7% 0, ,8% 0, , , , , , , , , , , , , , ,0% 0, ,2% 0, ,7% 0, ,3% 0, ,8% 0, , , , , , , , , , , , , , ,0% 0, ,0% 0, ,9% 0, ,2% 0, ,9% 0, , , , , , ,

18 riduzione % rispetto tariffe III quadrimestre 4,4% 4,6% 4,6% 4,9% 8,2% 8,2% Allegato 3 - Comparazione della remunerazione in 20 anni del solo incentivo - Quarto Conto Energia - SECONDA PArte Ottobre 2011 Novembre 2011 Dicembre 2011 I semestre 2012 II semestre 2012 tariffa remunerazione per 1kWp in 20 anni riduzione % tariffa remunerazione per 1kWp in 20 anni riduzione % tariffa remunerazione per 1kWp in 20 anni Riduzione % anno 2011 dal 1/1 al 31/12 riduzione % tariffa remunerazione per 1kWp in 20 anni riduzione % tariffa remunerazione per 1kWp in 20 anni 0, , , , , , ,2% 0, ,9% 0, ,9% 8,1% 0, ,0% 0, , , , , , , , , , , , ,1% 0, ,9% 0, ,9% 7,8% 0, ,1% 0, , , , , , , , , , , , ,2% 0, ,0% 0, ,3% 7,9% 0, ,2% 0, , , , , , , , , , , , ,9% 0, ,0% 0, ,8% 9,0% 0, ,9% 0, , , , , , , , , , , , ,9% 0, ,0% 0, ,2% 13,8% 0, ,3% 0, , , , , , , , , , , , ,9% 0, ,9% 0, ,1% 14,0% 0, ,1% 0, , , , , ,

19 ALLEGATO 4 - Obiettivi indicativi di potenza e costi indicativi di incentivazione 1/06/2011 1/12/2011 Primo semestre 2012 Secondo semestre 2012 Primo semestre 2013 Secondo semestre 2013 Primo semestre 2014 Secondo semestre 2014 Primo semestre 2015 Secondo semestre 2015 Primo semestre 2016 Secondo semestre 2016 Totale Piccoli impianti * Grandi impianti Costo indicativo Obiettivi indicativi di otenza Nessun tetto Nessun tetto Nessun tetto Nessun tetto Nessun tetto Nessun tetto Livelli di costo 300 ML 150 ML 130 ML Obiettivi indicativi di potenza MW 770 MW 720 MW Piccoli e grandi impianti ** Costo ndicativo Obiettivi indicativi di potenza 240 ML 240 ML 200 ML 200 ML 155 ML 155 ML 86 ML 86 ML MW MW MW MW MW MW MW MW ML MW Impianti integrati con caratteristiche innovative *** Riduzioni tariffarie programmate stabilite dall allegato 5 Livelli di costo indicativo 22 ML 30 ML 37 ML 44 ML Obiettivi indicativi di potenza 50 MW 70 MW 90 MW 110 MW Impianti a entrazione *** Riduzioni tariffarie programmate stabilite dall allegato 5 Livelli di costo indicativo 19 ML 26 ML 32 ML 38 ML Obiettivi indicativi di potenza 50 MW 70 MW 90 MW 110 MW * Nel periodo 1 giugno dicembre 2012, ai piccoli impianti si applicano le riduzioni tariffarie programmate stabilite nell allegato 5. ** Dal 2013 al 2016, per gli impianti grandi e piccoli, il superamento dei costi indicativi non limita l accesso alle tariffe incentivanti, ma determina una riduzione aggiuntiva delle stesse per il periodo successivo, sulla base di quanto stabilito nell allegato 5. *** Dal 2013 al 2016, per gli impianti integrati con caratteristiche innovative e gli impianti a concentrazione, il superamento dei costi indicativi non limita l accesso alle tariffe incentivanti, ma determina una riduzione aggiuntiva delle stesse per il periodo successivo, sulla base di quanto stabilito nell allegato

20 ISCRIZIONE AL REGISTRO DEL GSE PER TIPOLOGIA E POTENZA D IMPIANTO ALLEGATO 5 Potenza Dove Valorizzazione dell energia Tipologia Registro P 1 MW Su edifici Scambio Sul Posto (P 200 kw) Ritiro Dedicato Piccoli Impianti NO P > 1 MW Su edifici Ritiro Dedicato Grandi Impianti SI P 200 kw Altri impianti Scambio Sul Posto Piccoli Impianti NO P 200 kw Altri impianti Ritiro Dedicato Grandi Impianti SI P > 200 kw Altri impianti Ritiro Dedicato Grandi Impianti SI P qualunque (Pubblica Amministrazione) Su edifici Scambio Sul Posto (P 200 kw) Ritiro Dedicato Piccoli Impianti NO

Cosa è il Conto energia? Come funziona il quarto Conto energia? Cosa devo fare per ottenere la tariffa incentivante del Conto energia?

Cosa è il Conto energia? Come funziona il quarto Conto energia? Cosa devo fare per ottenere la tariffa incentivante del Conto energia? FAQ Cosa è il Conto energia? Con il Decreto Ministeriale del 05 Maggio 2011 è stato introdotto il nuovo Quarto Conto Energia per il riconoscimento degli incentivi Statali ai proprietari di impianti fotovoltaici.

Dettagli

Il 4 Conto Energia in breve

Il 4 Conto Energia in breve Il 4 Conto Energia in breve DECRETO 5 maggio 2011 Gazzetta n. 109 del 12 maggio 2011 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. 1 1 Premessa: La breve vita del

Dettagli

Il 4 Conto Energia in breve

Il 4 Conto Energia in breve Il 4 Conto Energia in breve DECRETO 5 maggio 2011 Gazzetta n. 109 del 12 maggio 2011 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. www.campisano.it 1 Premessa Con

Dettagli

IV CONTO ENERGIA 2011/2016 D.M. 05 MAGGIO 2011

IV CONTO ENERGIA 2011/2016 D.M. 05 MAGGIO 2011 MAIM ENGINEERING srl Incentivi per il Fotovoltaico IV IV CONTO ENERGIA 2011/2016 D.M. 05 MAGGIO 2011 Beneficiari del Conto Energia Persone fisiche Persone giuridiche Soggetti Pubblici Condomini di unità

Dettagli

Il 5 Conto Energia in breve

Il 5 Conto Energia in breve Il 5 Conto Energia in breve 1 Il 5 Conto Energia è ufficiale In vista all avvicinarsi del tetto dei 6/7miliardi di euro annui fissato dal Decreto 5 maggio 2011, dopo circa tre mesi dalle prime voci di

Dettagli

Il Quinto Conto Energia

Il Quinto Conto Energia Nota di approfondimento Il Quinto Conto Energia E stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 luglio 2012, n. 159, il decreto 5 luglio 2012, cosiddetto Quinto Conto Energia, che ridefinisce le modalità

Dettagli

Arosio Luce srl. Il 5 Conto Energia in breve

Arosio Luce srl. Il 5 Conto Energia in breve Il 5 Conto Energia in breve Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. Quando entra in vigore il 5 Conto Energia? La data

Dettagli

Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici

Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici 1 FAQ _ domande frequenti Quando entra in vigore il 5 Conto

Dettagli

V Conto Energia Le principali novità in 15 FAQ

V Conto Energia Le principali novità in 15 FAQ 1. Quando entra in vigore il DM 5 Luglio 2012, ovvero il Quinto Conto Energia? Il Quinto Conto Energia (il Decreto ) è entrato in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale,

Dettagli

5 CONTO ENERGIA FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE FREQUENTI

5 CONTO ENERGIA FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE FREQUENTI 27 AGOSTO 2012 Entra in vigore il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici FAQ domande frequenti Per quali

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO di concerto con IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO di concerto con IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE Decreto del Ministero dello sviluppo economico 5 maggio 2011 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. (pubblicato nella G.U. n. 109 del 12/05/2011 - in vigore

Dettagli

V Conto Energia. Sintesi e novità

V Conto Energia. Sintesi e novità V Conto Energia Una sintesi del Decreto Ministeriale (c.d. V Conto Energia) che indica quali sono e potranno essere i criteri e le modalità di incentivazione attuali e futuri della produzione di energia

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE N. 5 LUGLIO 2012. detto anche Quinto conto energia. Guida alla lettura

DECRETO MINISTERIALE N. 5 LUGLIO 2012. detto anche Quinto conto energia. Guida alla lettura DECRETO MINISTERIALE N. 5 LUGLIO 2012 detto anche Quinto conto energia Guida alla lettura Premessa Il V Conto Energia aggiorna lo schema di incentivi previsti per incentivare la produzione di energia elettrica

Dettagli

COMMENTARIO V CONTO ENERGIA

COMMENTARIO V CONTO ENERGIA COMMENTARIO V CONTO ENERGIA Premesse a) Incremento del costo indicativo cumulato annuo a 6.700 milioni di euro (il V C.E. termina 30 gg dopo il raggiungimento); b) Il V C.E. parte dopo 45 giorni dalla

Dettagli

Guida al IV Conto Energia. DM 5 maggio 2011 2011-2016

Guida al IV Conto Energia. DM 5 maggio 2011 2011-2016 Guida al IV Conto Energia DM 5 maggio 2011 2011-2016 Periodo di applicazione dal 1 giugno 2011 al 31 dicembre 2016 Criteri del regime di sostegno Il regime di sostegno è assicurato secondo : obiettivi

Dettagli

TERZO CONTO ENERGIA: www.riabitalia.it. infonord@riabitalia.it 02 47950601 infocentro@riabitalia.it 06 91712093 infosud@riabitalia.

TERZO CONTO ENERGIA: www.riabitalia.it. infonord@riabitalia.it 02 47950601 infocentro@riabitalia.it 06 91712093 infosud@riabitalia. TERZO CONTO ENERGIA: Possono usufruire degli incentivi definiti nel Decreto tutti gli impianti che entrano in esercizio dopo il 31/12/2010 a seguito di interventi di nuova costruzione, rifacimento totale

Dettagli

NORMATIVA IMPIANTI FOTOVOLTAICI

NORMATIVA IMPIANTI FOTOVOLTAICI NORMATIVA IMPIANTI FOTOVOLTAICI Arch. Antonella Musci I.S.S. CHIARULLI - 16-19.05.2010 1 INDICAZIONI EUROPEE l pacchetto energia e clima ci vincola a ridurre le emissioni di CO2 e aumentare la quota di

Dettagli

Arriva il V Conto Energia

Arriva il V Conto Energia Arriva il V Conto Energia ecco le risposte alle domande più frequenti BibLus-net 11 luglio 2012 Decreto 5 luglio 2012 V Conto Energia Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 luglio 2012 il Decreto Ministeriale

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA Entrata in vigore: Il nuovo regime di incentivazione previsto dal V conto energia entrerà in vigore 45 giorni dopo il raggiungimento di un costo indicativo

Dettagli

INCENTIVAZIONE DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA IMPIANTI SOLARI FOTOVOLTAICI

INCENTIVAZIONE DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA IMPIANTI SOLARI FOTOVOLTAICI DECRETO 5 maggio 2011 Gazzetta n. 109 del 12 maggio 2011 INCENTIVAZIONE DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA IMPIANTI SOLARI FOTOVOLTAICI PUNTI CHIAVE OBIETTIVO Capienza incentivata di 23.000 MW ripartita

Dettagli

IL NUOVO CONTO ENERGIA PER IL FOVOLTAICO. Maurizio Cuppone

IL NUOVO CONTO ENERGIA PER IL FOVOLTAICO. Maurizio Cuppone IL NUOVO CONTO ENERGIA PER IL FOVOLTAICO Maurizio Cuppone I risultati del Conto Energia Numerosità e potenza degli impianti in esercizio 45.000 40.000 35.000 30.000 25.000 20.000 15.000 10.000 5.000 -

Dettagli

IL NUOVO CONTO ENERGIA Presentazione del 27/02/2007

IL NUOVO CONTO ENERGIA Presentazione del 27/02/2007 IL NUOVO CONTO ENERGIA Presentazione del 27/02/2007 AUTOMAZIONE 2000 Prendi il controllo! www.automazione2000.it 1 Chi può beneficiare del Conto Energia? Persone fisiche Persone giuridiche Soggetti pubblici

Dettagli

ESSEZETA fotovoltaico - pag. 1

ESSEZETA fotovoltaico - pag. 1 IMPIANTO FOTOVOLTAICO Un impianto fotovoltaico è un impianto di produzione di energia elettrica che utilizza come fonte primaria l energia solare. Il cuore dell impianto è costituito essenzialmente dai

Dettagli

4 Conto Energia: opportunità e prospettive per l industria l. e le. banche. Paolo Zavatta, Consiglio Direttivo ANIE GIFI Roma 17 Giugno 2011

4 Conto Energia: opportunità e prospettive per l industria l. e le. banche. Paolo Zavatta, Consiglio Direttivo ANIE GIFI Roma 17 Giugno 2011 4 Conto Energia: opportunità e prospettive per l industria l e le banche Paolo Zavatta, Consiglio Direttivo ANIE GIFI Roma 17 Giugno 2011 1 Indice Introduzione Considerazioni generali Regime transitorio:

Dettagli

IL CONTO ENERGIA IL REGIME FISCALE DEL FOTOVOLTAICO

IL CONTO ENERGIA IL REGIME FISCALE DEL FOTOVOLTAICO convegno nazionale & question time IL CONTO ENERGIA IL REGIME FISCALE DEL FOTOVOLTAICO Evoluzione del Conto Energia. Risultati e prospettive Gerardo Montanino, Direttore Divisione Operativa, GSE Fiera

Dettagli

Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016

Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016 Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016 Il DM 5 luglio 2012, cosiddetto Quinto Conto Energia, ridefinisce le modalità di incentivazione per la produzione di energia

Dettagli

FOTOVOLTAICO CONTO ENERGIA E ASPETTI ECONOMICI

FOTOVOLTAICO CONTO ENERGIA E ASPETTI ECONOMICI University of Trieste FOTOVOLTAICO CONTO ENERGIA E ASPETTI ECONOMICI ALESSANDRO MASSI PAVAN IL IV CONTO ENERGIA DM 5 maggio 2011 DL 29 DICEMBRE 2003 (attuazione direttiva 77/2001/CE) Primo conto energia:

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE VISTO il decreto legislativo n. 28 del 2011; CONSIDERATO che l Italia ha pienamente

Dettagli

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 11/48/CU1/C5

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 11/48/CU1/C5 CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 11/48/CU1/C5 PARERE SULLO SCHEMA DI DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO, DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL MARE DI

Dettagli

Incentivi e Agevolazioni Solare. Fotovoltaico

Incentivi e Agevolazioni Solare. Fotovoltaico Incentivi e Agevolazioni Solare Fotovoltaico Conto Energia 2007 Il Decreto Tariffe Incentivanti Procedure e documentazione IL DECRETO Decreto Ministeriale 19 Febbraio 2007 - G.U. n n 43-21/02/07. Ministero

Dettagli

Il Quarto Conto Energia: valutazione degli impianti fotovoltaici entrati in esercizio

Il Quarto Conto Energia: valutazione degli impianti fotovoltaici entrati in esercizio Il Quarto Conto Energia: valutazione degli impianti fotovoltaici entrati in esercizio Panoramica ed evoluzione del mercato fotovoltaico I numeri del fotovoltaico - 2 - Obiettivi del programma Finalità

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA Entrata in vigore: Il nuovo regime di incentivazione previsto dal V conto energia entrerà in vigore 45 giorni dopo il raggiungimento di un costo indicativo

Dettagli

ENERGIA FOTOVOLTAICA

ENERGIA FOTOVOLTAICA ENERGIA FOTOVOLTAICA Quinto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.07.2012 - G.U. 10.07.2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici 3 Meccanismo di finanziamento

Dettagli

Brevi Note sul V Conto energia a sostegno degli impianti solari fotovoltaici.

Brevi Note sul V Conto energia a sostegno degli impianti solari fotovoltaici. Brevi Note sul V Conto energia a sostegno degli impianti solari fotovoltaici. Premessa Dal 27 Agosto entra pienamente in funzione il il DM 5 luglio 2012 definito (Quinto Conto Energia), le tariffe incentivanti

Dettagli

Gli impianti fotovoltaici e il IV conto energia

Gli impianti fotovoltaici e il IV conto energia Gli impianti fotovoltaici e il IV conto energia ing. Dottore di Ricerca in Fisica Tecnica tel/fax 045/8781495 web www.3f-engineering.it e-mail info@3f-engineering.it Programma Il IV conto-energia: il nuovo

Dettagli

Guida alla lettura del V Conto Energia

Guida alla lettura del V Conto Energia Guida alla lettura del V Conto Energia Manuale pratico per l applicazione del decreto ministeriale 5 luglio 2012 (aggiornata al 5/9/2012) Sommario Finalità del decreto... 3 Disciplina transitoria... 4

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE VISTO il decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, recante attuazione della direttiva

Dettagli

4 CONTO ENERGIA: INCENTIVI PER IMPIANTI SU SERRE, PENSILINE, ETC.

4 CONTO ENERGIA: INCENTIVI PER IMPIANTI SU SERRE, PENSILINE, ETC. 1) INCENTIVI 2011-2012 PER GLI Anche il "Quarto Conto Energia" per gli impianti fotovoltaici su serre, pensiline, tettoie o pergole stabilisce degli incentivi riconosciuti e costanti per 20 anni, a decorrere

Dettagli

Fonti rinnovabili e supporto alla Pubblica Amministrazione, il ruolo del GSE. Maurizio Cuppone

Fonti rinnovabili e supporto alla Pubblica Amministrazione, il ruolo del GSE. Maurizio Cuppone Fonti rinnovabili e supporto alla Pubblica Amministrazione, il ruolo del GSE Maurizio Cuppone Il Gestore dei Servizi Energetici MSE (Ministero dello Sviluppo Economico) Direttive MEF (Ministero dell Economia

Dettagli

Incentivazione degli impianti fotovoltaici

Incentivazione degli impianti fotovoltaici Incentivazione degli impianti fotovoltaici Relazione delle attività 2013 1 Premessa... 3 2 L incentivazione degli impianti fotovoltaici con il Conto Energia... 4 2.1 Il primo Conto Energia... 5 2.2 Il

Dettagli

Impianti fotovoltaici: tecnologia e forme di incentivazione statale

Impianti fotovoltaici: tecnologia e forme di incentivazione statale Impianti fotovoltaici: tecnologia e forme di incentivazione statale Giovanni Pisu pisu@sardegnaricerche.it 1 1 Come è fatto un Impianto Fotovoltaico? 2 2 DECRETO 19 FEBBRAIO 2007. Che cosa è il Nuovo Conto

Dettagli

- Alle Imprese in indirizzo - Agli Aderenti ex Art.5 Statuto e p.c. - Ai Consiglieri dell Albo - Ai Componenti del C.T.A.

- Alle Imprese in indirizzo - Agli Aderenti ex Art.5 Statuto e p.c. - Ai Consiglieri dell Albo - Ai Componenti del C.T.A. CIRCOLARE n. 07/10 UNAE Emilia - Romagna (già AIEER) Albo delle Imprese Installatrici Elettriche Qualificate dell Emilia Romagna c/o ENEL S.p.A. - Via C. Darwin,4 40131 Bologna Tel. 051 6347139 - Fax 051

Dettagli

Incontro di aggiornamento professionale su. Conto Energia. aspetti tecnici ed evoluzione normativa

Incontro di aggiornamento professionale su. Conto Energia. aspetti tecnici ed evoluzione normativa Incontro di aggiornamento professionale su Conto Energia aspetti tecnici ed evoluzione normativa sintesi a cura di Novembre 2014 Giuseppe Caggegi Conto energia - sintesi a cura di Giuseppe Caggegi 1 Conto

Dettagli

FOTOVOLTAICO E CONTO ENERGIA II DM 19/02/2007. Plebani per. Ind. Federico

FOTOVOLTAICO E CONTO ENERGIA II DM 19/02/2007. Plebani per. Ind. Federico FOTOVOLTAICO E CONTO ENERGIA II DM 19/02/2007 Plebani per. Ind. Federico 1 IL FOTOVOLTAICO Il solare fotovoltaico è la trasformazione diretta di luce in corrente mediante celle solari. Quando vengono irradiate

Dettagli

Conto energia: qualche numero

Conto energia: qualche numero INCONTRO TECNICO DI APPROFONDIMENTO Giornata dell solare Bari, 24 maggio 2012 Realizzazione di un impianto fotovoltaico Analisi della convenienza economico/finanziaria Intervento a cura di Massimo Leone

Dettagli

INFORMATIVA 02/2010. Il terzo Conto Energia: 2011-2013

INFORMATIVA 02/2010. Il terzo Conto Energia: 2011-2013 INFORMATIVA 02/2010 Il terzo Conto Energia: 2011-2013 Realizzato da: TIS Area Energia & Ambiente Data: Bolzano, 08/10/2010 TIS AREA ENERGIA & AMBIENTE 2 Indice 1 L attuale Conto Energia... 4 1.1 Introduzione...

Dettagli

Il conto energia italiano

Il conto energia italiano 8 Terra e Vita [ PRIMO PIANO ] n. 25/2011 [ FOTOVOLTAICO ] Le novità rispetto al passato e le nuove tariffe incentivanti fino al 2016 Così cambia il conto [ DI ANGELO FRASCARELLI* E STEFANO CILIBERTI*

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO di concerto con IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO di concerto con IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE Decreto del Ministero dello sviluppo economico 6 agosto 2010 Incentivazione della produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare. (pubblicato nella G.U. n. 197 del

Dettagli

N OTE T ECNICHE DI S ETTORE

N OTE T ECNICHE DI S ETTORE N OTE T ECNICHE DI S ETTORE ESTRATTO D.M. 5 maggio 2011 IV CONTO ENERGIA Aggiornamento: giugno 2011 Note: il presente documento rappresenta una sintesi delle valutazioni espresse dall Ufficio Tecnico C.L.L.A.T.

Dettagli

Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012

Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 presenta Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici FAQ _ domande frequenti Quando entra in vigore il

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO V CONTO ENERGIA Testo elaborato in esito alla Commissione Politica congiunta energia-ambiente-agricoltura

SCHEMA DI DECRETO V CONTO ENERGIA Testo elaborato in esito alla Commissione Politica congiunta energia-ambiente-agricoltura SCHEMA DI DECRETO V CONTO ENERGIA Testo elaborato in esito alla Commissione Politica congiunta energia-ambiente-agricoltura Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE

Dettagli

ENERGIA FOTOVOLTAICA. Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011

ENERGIA FOTOVOLTAICA. Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011 ENERGIA FOTOVOLTAICA Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011 3 Meccanismo di finanziamento per il fotovoltaico Collana prodotta dal Servizio Pianificazione

Dettagli

La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007.

La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007. 1. GENERALITA Tariffe incentivanti e periodo di diritto (DM 19/02/207 art.6) La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007. L impianto

Dettagli

Forme di incentivazione e finanziamento degli impianti fotovoltaici

Forme di incentivazione e finanziamento degli impianti fotovoltaici Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni Università degli Studi di Palermo Forme di incentivazione e finanziamento degli impianti fotovoltaici Ing. Salvatore Favuzza

Dettagli

GUIDA al V CONTO ENERGIA

GUIDA al V CONTO ENERGIA GUIDA al V CONTO ENERGIA Introduzione Decreto Ministeriale 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. Il 5 Conto Energia stabilisce le regole di

Dettagli

Le principali novità del V Conto Energia

Le principali novità del V Conto Energia Vittorio Chiesa L entrata in vigore Le modalità di accesso all incentivazione Lo scambio sul posto Le principali novità del V Conto Energia Il limite ai volumi incentivabili Le tariffe incentivanti www.energystrategy.it

Dettagli

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende il fotovoltaico quanto costa e quanto rende gli incentivi /1 In Italia, da settembre 2005, è attivo un meccanismo di incentivazione, definito Conto Energia, per la produzione di energia elettrica mediante

Dettagli

3 INCONTRO FORMATIVO Terzo Conto energia e vantaggi economici

3 INCONTRO FORMATIVO Terzo Conto energia e vantaggi economici Aosta, 09 Dicembre 2010 3 INCONTRO FORMATIVO Terzo Conto energia e vantaggi economici Rosalia Guglielminotti Parleremo di : IL TERZO CONTO ENERGIA COME FUNZIONA E PRINCIPALI NOVITA INSTALLARE UN IMPIANTO

Dettagli

Energia Solare per gli Hotel e il Turismo

Energia Solare per gli Hotel e il Turismo Avvocati, Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Energia Solare per gli Hotel e il Turismo Cagliari, 23 Marzo 2010 1 Incentivi al Fotovoltaico: il Conto Energia II Condizioni per l accesso alle tariffe

Dettagli

Decreta: Il direttore generale: VECCHIO IL DIRETTORE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA

Decreta: Il direttore generale: VECCHIO IL DIRETTORE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Il presente decreto è pubblicato nella Gazzetta Uf ciale della Repubblica italiana. Roma, 15 aprile 2011 Il direttore generale per la regolamentazione del settore postale del Dipartimento per le comunicazioni

Dettagli

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende il fotovoltaico quanto costa e quanto rende gli incentivi /1 In Italia, da settembre 2005, è attivo un meccanismo di incentivazione, definito Conto Energia, per la produzione di energia elettrica da fonte

Dettagli

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende il fotovoltaico quanto costa e quanto rende gli incentivi /1 In Italia, da settembre 2005, è attivo un meccanismo di incentivazione, definito Conto Energia, per la produzione di energia elettrica mediante

Dettagli

Incentivazione degli impianti fotovoltaici. Relazione delle attività 2012

Incentivazione degli impianti fotovoltaici. Relazione delle attività 2012 Incentivazione degli impianti fotovoltaici Relazione delle attività 2012 Giugno 2013 1 1 Premessa... 3 2 L incentivazione degli impianti fotovoltaici con il Conto Energia... 4 2.1 Il primo Conto Energia...

Dettagli

LE NUOVE TARIFFE INCENTIVANTI (C.D. CONTO ENERGIA ) PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

LE NUOVE TARIFFE INCENTIVANTI (C.D. CONTO ENERGIA ) PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI LE NUOVE TARIFFE INCENTIVANTI (C.D. CONTO ENERGIA ) PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Il Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell Ambiente e della Tutela del territorio e del mare

Dettagli

Misure di incentivazione per la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici

Misure di incentivazione per la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni Università degli Studi di Palermo Misure di incentivazione per la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici Ing.

Dettagli

Milano, 22 maggio 2008

Milano, 22 maggio 2008 CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Incentivazioni e agevolazioni fiscali che richiedono la certificazione energetica e l Audit energetico Milano, 22 maggio 2008 Daniela Colalillo Assoutility Srl-

Dettagli

Software di preventivazione impianti fotovoltaici in Conto Energia

Software di preventivazione impianti fotovoltaici in Conto Energia Software di preventivazione impianti fotovoltaici in Conto Energia MANUALE D USO Rev.01-18/01/2013 Descrizione del software Preventer FV è il software prodotto da Esfera Energia mirato a soddisfare le

Dettagli

Entrata in vigore e cessazione. I ricavi per il proprietario dell'impianto fotovoltaico

Entrata in vigore e cessazione. I ricavi per il proprietario dell'impianto fotovoltaico Il 5 Conto Energia è previsto e disciplinato dal D ecreto Ministeriale del 5 luglio 2012 - Attuazione dell'art. 25 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, recante incentivazione della produzione di

Dettagli

7. IL NUOVO CONTO ENERGIA, UN'OCCASIONE DI OTTIMIZZAZIONE

7. IL NUOVO CONTO ENERGIA, UN'OCCASIONE DI OTTIMIZZAZIONE 7. IL NUOVO CONTO ENERGIA, UN'OCCASIONE DI OTTIMIZZAZIONE La finalità di un impianto fotovoltaico è trasformare direttamente la radiazione solare in elettricità. Esso si compone di una parte attiva costituita

Dettagli

ENERGIE RINNOVABILI: LE NUOVE OPPORTUNITÀ DI INCENTIVAZIONE FISCALE ED EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI NELLA FINANZIARIA 2007.

ENERGIE RINNOVABILI: LE NUOVE OPPORTUNITÀ DI INCENTIVAZIONE FISCALE ED EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI NELLA FINANZIARIA 2007. ENERGIE RINNOVABILI: LE NUOVE OPPORTUNITÀ DI INCENTIVAZIONE FISCALE ED EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI NELLA FINANZIARIA 2007. IL NUOVO DECRETO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO. LE NUOVE OPPORTUNITÀ

Dettagli

L incentivazione del Fotovoltaico e il ruolo del GSE. www.gsel.it

L incentivazione del Fotovoltaico e il ruolo del GSE. www.gsel.it L incentivazione del Fotovoltaico e il ruolo del GSE www.gsel.it 2 Indice II GSE Gestore dei Servizi Elettrici L incentivazione del Fotovoltaico: : il conto energia Il Decreto 19 febbraio 2007 3 Il GSE

Dettagli

Divisione sistemi-fotovoltaico

Divisione sistemi-fotovoltaico Divisione sistemi-fotovoltaico Come è fatto un impianto fotovoltaico? I sistemi solari fotovoltaici sono realizzati attraverso moduli fotovoltaici, costituiti da diverse celle, che, se esposte al sole,

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO E ENERGIE RINNOVABILI SOLARE FOTOVOLTAICO SOLARE TRERMICO E FOTOVOLTAICO. MADE IN Italy

RISPARMIO ENERGETICO E ENERGIE RINNOVABILI SOLARE FOTOVOLTAICO SOLARE TRERMICO E FOTOVOLTAICO. MADE IN Italy SOLARE FOTOVOLTAICO MADE IN Italy SOLARE TRERMICO E FOTOVOLTAICO 8. COGLIERE L OPPORTUNITÀ DEL FOTOVOLTAICO RICAVI INCENTIVANTE CONTO ENERGIA Il Quinto Conto Energia, con il Decreto 12 Luglio 2012, stabilisce

Dettagli

Energia Decreto 19 Febbraio 2007

Energia Decreto 19 Febbraio 2007 Guida al Conto Energia Decreto 19 Febbraio 2007 Aenergy S.r.l. Via G. Porzio N.4 Isola E3 Centro Direzionale 80143 Napoli P.IVA 05582431219 Tel 0828-1962327 Fax 0828-1962415 E-Mail info@aenergy.it Web

Dettagli

Ing. S. Bettinelli Fiminox Spa. www.fiminox.it

Ing. S. Bettinelli Fiminox Spa. www.fiminox.it Ing. S. Bettinelli Fiminox Spa www.fiminox.it Solar by Fiminox Incentivi Definizione e scopo di struttura di supporto Definizione e scopo di sistema di fissaggio Compatibilità dei materiali di supporto

Dettagli

I PRIMI TRE CONTI ENERGIA

I PRIMI TRE CONTI ENERGIA I PRIMI TRE CONTI ENERGIA Camera dei deputati Servizio studi, 11 marzo 2013 Il Primo Conto energia (D.M. 28 luglio 2005, modificato dal D.M. 6 febbraio 2006) In sostituzione del precedente sistema di incentivazione

Dettagli

Il punto sul Fotovoltaico in Italia

Il punto sul Fotovoltaico in Italia Il punto sul Fotovoltaico in Italia Gerardo Montanino Direttore Operativo GSE, 22 novembre 2012 Il Fotovoltaico in Italia senza incentivi Hfv Agenda I risultati del Conto Energia Il Quinto Conto Energia

Dettagli

Tabella A.1 Classificazione generale degli edifici per categorie

Tabella A.1 Classificazione generale degli edifici per categorie Appendice A Modalità di installazione degli impianti fotovoltaici sugli edifici Ai fini dell applicabilità della tariffa incentivante competente agli impianti fotovoltaici realizzati sugli edifici si adotta

Dettagli

Incentivazione della produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare. (2) IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Incentivazione della produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare. (2) IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO D.M. 6 agosto 2010 (1). Incentivazione della produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare. (2) (1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 24 agosto 2010, n. 197. (2) Emanato

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE VISTO il decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 e, in particolare, gli articoli

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE VISTO il decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 ed, in particolare, gli articoli

Dettagli

Claudio Lambertini UNAE Emilia Romagna 10/01/2013. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI. Bologna, 5 novembre 2012

Claudio Lambertini UNAE Emilia Romagna 10/01/2013. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI. Bologna, 5 novembre 2012 Progetto 2-2-2 Traguardo Condomini Con il contributo di: Sponsor dell iniziativa: Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Bologna, 5 novembre 212 Claudio Lambertini UNAE

Dettagli

LINEE GUIDA SUL CONTO ENERGIA PER IMPIANTI SOLARI -FOTOVOLTAICI -

LINEE GUIDA SUL CONTO ENERGIA PER IMPIANTI SOLARI -FOTOVOLTAICI - SOCIETA PROGETTAZIONE COSTRUZIONE MONTAGGI IMPIANTI ELETTRICI MT/BT E TECNOLOGICI SISTEMI ENERGIA RINNOVABILI SEDE LEGALE - OFFICINA - UFFICI AMMINISTRATIVI 03100 FROSINONE - Via Armando Fabi, 327 Tel.

Dettagli

Il 5 Conto Energia e il futuro degli incentivi nel settore fotovoltaico. Riccardo Frisinghelli Tecno Spot Srl Bolzano, 20 settembre 2012

Il 5 Conto Energia e il futuro degli incentivi nel settore fotovoltaico. Riccardo Frisinghelli Tecno Spot Srl Bolzano, 20 settembre 2012 Il 5 Conto Energia e il futuro degli incentivi nel settore fotovoltaico Riccardo Frisinghelli Tecno Spot Srl Bolzano, 20 settembre 2012 Contenuti Il 5 Conto Energia I punti principali Genesi Opportunità

Dettagli

Polo Territoriale di Cremona Il supporto offerto all azienda dal fotovoltaico

Polo Territoriale di Cremona Il supporto offerto all azienda dal fotovoltaico Polo Territoriale di Cremona Il supporto offerto all azienda dal fotovoltaico Quarto e Quinto Conto Energia 2 Il Quarto Conto Energia, istituito dal DM 5 maggio 2011, introduce un tetto di spesa per il

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER L ISCRIZIONE AL REGISTRO PER I GRANDI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI CUI AL DM 5 MAGGIO 2011

REGOLE TECNICHE PER L ISCRIZIONE AL REGISTRO PER I GRANDI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI CUI AL DM 5 MAGGIO 2011 REGOLE TECNICHE PER L ISCRIZIONE AL REGISTRO PER I GRANDI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI CUI AL DM 5 MAGGIO 2011 (Documento tecnico redatto ai sensi dell art. 8 comma 9 del DM 5 Maggio 2011) Revisione 1 Luglio

Dettagli

Ver. 1.00 giugno 2007

Ver. 1.00 giugno 2007 Ver. 1.00 giugno 2007 1 INDICE 3. Le fonti rinnovabili 4. Energia Elettrica o Acqua Calda 5. Come Funziona? 6. Conto Energia 7. Beneficiari 8. Potenza dell impianto 9. Tipi di impianto 10. Non integrato

Dettagli

Novità e chiarimenti sul Conto Energia

Novità e chiarimenti sul Conto Energia Novità e chiarimenti sul Conto Energia Maurizio Cuppone - Direzione Operativa www.gsel.it 2 Indice Il nuovo conto energia Il riconoscimento dell integrazione architettonica Il ritiro dedicato e lo scambio

Dettagli

Installazione di impianti fotovoltaici: un caso pratico

Installazione di impianti fotovoltaici: un caso pratico Il caso pratico 51 di Lucio Alessio e Giulia Alessio Creditalia S.p.A. Tutela ambientale Installazione di impianti fotovoltaici: un caso pratico Il presente articolo analizza il caso di una Pmi di produzione,

Dettagli

FOTOVOLTAICO FACILE. ASSEMBLEA PUBBLICA 5 marzo 2010

FOTOVOLTAICO FACILE. ASSEMBLEA PUBBLICA 5 marzo 2010 FOTOVOLTAICO FACILE ASSEMBLEA PUBBLICA 5 marzo 2010 L'INCENTIVAZIONE IN CONTO ENERGIA (secondo il Decreto del 19 Febbraio 2007) Gli impianti fotovoltaici possono godere delle incentivazioni previste dal

Dettagli

Incentivazione degli impianti fotovoltaici. Relazione delle attività 2011

Incentivazione degli impianti fotovoltaici. Relazione delle attività 2011 Incentivazione degli impianti fotovoltaici Relazione delle attività 2011 Marzo 2012 2 1. Premessa... 4 2. L incentivazione degli impianti fotovoltaici con il Conto Energia... 5 2.1 Il primo Conto Energia...

Dettagli

Novità e chiarimenti sul Conto Energia

Novità e chiarimenti sul Conto Energia Novità e chiarimenti sul Conto Energia Maurizio Cuppone - Direzione Operativa www.gsel.it 2 Indice Il nuovo conto energia Il riconoscimento dell integrazione architettonica 3 Il nuovo Conto Energia Incentivo

Dettagli

GUIDA per PICCOLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI in CONTO ENERGIA con modalità di SCAMBIO SUL POSTO

GUIDA per PICCOLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI in CONTO ENERGIA con modalità di SCAMBIO SUL POSTO GUIDA per PICCOLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI in CONTO ENERGIA con modalità di SCAMBIO SUL POSTO Premessa Il presente documento vuole essere una guida semplice, ma il più esauriente possibile, per consentire

Dettagli