CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT:"

Transcript

1 CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT: riflessioni e istruzioni per l'uso a cura di Caterina Lorenzi Centro di Consulenza Aziendale

2 SE NON TI OCCUPI DEL TUO CLIENTE LO FARA' QUALCUN ALTRO

3 INDICE PERCHE' NON POSSIAMO PIU' FARE A MENO DI UN CRM 4 CHI E L UTILIZZATORE DEL CRM? 8 SALES 8 MARKETING 12 CUSTOMER SERVICE 17 KPI: la gestione dei dati per sviluppare strategie 19 IMPLEMENTAZIONE DI UN CRM: i passi fondamentali 20 TEMPI DI REALIZZAZIONE 22 PERCHE FALLISCE UN PROGETTO DI CRM 23 ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 3

4 PERCHE' NON POSSIAMO PIU' FARE A MENO DI UN CRM PER QUANTO SIA BELLA E BUONA, LA CAROTA NON E UN CIBO INTERESSANTE PER I GATTI Ormai se ne sente parlare spesso; CRM è una delle parole manageriali più ricercate sul web secondo Google Trend, eppure non c'è proprio tutta questa consapevolezza di cosa sia e di quali risultati si possano ottenere. Quando si avvia un progetto di CRM nelle PMI, di solito si è deciso di implementare un software per velocizzare la ricerca delle informazioni attraverso la loro sistematizzazione e spesso riguarda solo l'area commerciale. Si è quasi sempre lontani dal pensarlo come una STRATEGIA DI GESTIONE DEL CLIENTE, come invece è. Il CRM, si può definire come: una strategia che indica, grazie a una profonda comprensione del cliente e delle sue aspettative, la via per presidiare il proprio posizionamento in mercati molto competitivi, per migliorare le proprie performance e aumentare il valore dell azienda; l azienda, attraverso un insieme di azioni, processi, cultura e tecnologia, deve dare ai suoi clienti la percezione di trarre un valore significativo e unico nella relazione con lei. ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 4

5 Ma perché non possiamo più fare a meno di un CRM nelle nostre aziende? Una strategia di CRM si rende indispensabile se i mercati sono complessi, caratterizzati da molti concorrenti e da molta incertezza i cambiamenti sono rapidi ed imprevedibili i fattori competitivi non sono così differenziati tra i player del mercato la battaglia per la sopravvivenza obbliga a competere spesso sulla variabile prezzo in maniera violenta Il cliente si trova a dover scegliere tra mille possibilità di prodotti simili ed è facilmente "infedele" perché Internet aiuta a sapere chi sono i produttori e in che parte del mondo si possono trovare. In questa situazione, le domande che devono ossessionare la direzione aziendale sono: perché il cliente dovrebbe comperare da noi? come facciamo a fidelizzarlo? cosa lo renderebbe veramente e pienamente soddisfatto? cosa non gli piace del nostro prodotto-servizio? ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 5

6 Dobbiamo infatti fare in modo che la sua soddisfazione nei nostri confronti sia massima, per evitare che sia tentato dalla concorrenza. L'unico modo per ottenerlo davvero è conoscerlo molto bene e rinforzare la sua percezione del valore del nostro prodotto-servizio. COME FARE? E' indispensabile registrare attentamente caratteristiche e desiderata, da rilevare quando entra in contatto con i nostri commerciali o tecnici (cosa vuole, che problemi ha nell'uso del prodotto,..), ma si devono considerare anche i comportamenti di cui possiamo avere conoscenza, per esempio, tramite la nostra amministrazione (paga, non paga..) o il customer service (si lamenta per ogni quisquiglia, è esigente, ha con noi una relazione di partnership?). Ciascuna delle nostre funzioni aziendali ha una parte di informazioni sul cliente, ma la risposta aziendale in termini di prodotto-servizio deve essere unica e coerente con le sue aspettative, su tutti i fronti. Dobbiamo dargli la percezione, reale e reiterata, che lui, per la nostra azienda, è così importante che siamo coordinati, sappiamo tutti cosa vuole e ci stiamo adoperando non solo per fornirgli il prodotto, ma per dargli valore aggiunto. In altre parole, si tratta di mettere il cliente al centro dell'attenzione dell'azienda, costruendo cultura e azioni coordinate (ovvero una strategia): dobbiamo continuare ad innovare il nostro prodotto, ma dobbiamo anche conoscere sempre meglio i clienti e le loro esigenze. Solo così si fidelizzano; solo così il confronto con i concorrenti risulta vincente nel tempo. ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 6

7 L IMPORTANZA DELLA GESTIONE DEL DATO Le informazioni sui clienti sono determinanti per costruire una strategia efficace ed iniziative vincenti. In ogni azienda, ogni giorno, i punti di contatto con i clienti (touchpoint) sono molteplici, ma è impensabile gestire e diffondere tutti questi dati senza l'uso di una tecnologia ad hoc. Il CRM è lo strumento che ci può aiutare. LE SFIDE DEL CRM NON CONOSCO TUTTE LE CARATTERISTICHE DEI MIEI CLIENTI VENDO ATTRAVERSO DISTRIBUTORI E QUINDI NON HO CONTATTI DIRETTI CON I CLIENTI IL NOSTRO SISTEMA INFORMATIVO NON CI CONSENTE UNA VISIONE COMPLESSIVA DEI NOSTRI CLIENTI NON SO QUALI CLIENTI SONO PIU PROFITTEVOLI E QUINDI MERITANO MAGGIORE ATTENZIONE SPESSO NON SAPPIAMO PERCHE I CLIENTI CI ABBANDONANO E' chiaro che anche chi non ha un CRM rileva dati, ma li archivia in strumenti vari, scollegati e spesso personali, e le informazioni non diventano patrimonio dell'azienda. Il risultato sono dati incongruenti, duplicati o incompleti, ma anche mille riunioni, mail e telefonate tra il personale dell'azienda per essere informati sullo stato dell'arte di ciascun cliente, ovviamente con risultati non ottimali. Nella battaglia per il posizionamento in mercati ipercompetitivi e complessi, un progetto di CRM è il presupposto informativo per costruire una presenza sul mercato basata sull'ascolto del cliente e su una forte attenzione alle sue esigenze, per soddisfarlo, fidelizzarlo e farlo diventare un "ambassador" della nostra azienda. ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 7

8 CHI E L UTILIZZATORE DEL CRM? Le aree comunemente coinvolte nei progetti di CRM sono marketing, sales e customer service, anche se il suo utilizzo ha un maggior grado di maturità e diffusione nell area sales. Vediamo nello specifico come ogni area può sfruttare al meglio uno strumento di CRM. SALES Didascalia che descrive l'immagine o la foto. La prima funzione coinvolta nei progetti di CRM (a volte, erroneamente, l'unica) è quella commerciale, un po perché nel passato era l unico contatto che l azienda aveva col cliente e un po perché si è sempre avuto difficoltà a strutturare/monitorare le molteplici informazioni raccolte dai venditori: il CRM viene subito percepito come lo strumento ideale dai Direttori Commerciali, anche se a volte lo si immagina più come un repository di anagrafiche che uno strumento di gestione commerciale, non comprendendone appieno le potenzialità. ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 8

9 Oggi infatti, che per portare a casa un ordine anche i più bravi fanno una gran fatica, diventa molto rilevante agire con un po più di scientificità anche nelle vendite, a maggior ragione se internazionali, e quindi con interlocutori diversificati. Bisogna darsi una strategia, porsi degli obiettivi e misurare i risultati raggiunti. Non basta più un forte ego-drive e tecniche di vendita, sempre rilevanti, ma serve che i commerciali agiscano con una modalità strutturata e strumenti che facciano risparmiare tempo, facciano riflettere su successi e insuccessi, aiutino a capire come migliorare l'uso del proprio tempo e facciano riflessioni su come valorizzare l'azienda e i suoi prodotti. Un CRM ben organizzato e manutenuto, magari integrato da un buon reporting, può dare risposte immediate (e non basate su convinzioni non sempre affidabili) utili per orientare le azioni di ciascun commerciale: dove stiamo vendendo a chi con che mix di prodotti stiamo raggiungendo o meno i traguardi di fatturato che si siamo prefissati nel budget ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 9

10 qual è il tasso di redemption (quante offerte abbiamo fatto per avere un contratto e quindi se il nostro modo di vendere a quel target è corretto) quanti prospect stiamo trovando che caratteristiche hanno i singoli clienti cosa abbiamo loro promesso e quindi cosa si aspettano quando dobbiamo richiamarli quali sono i loro problemi ricorrenti con chi lavorano oltre a noi quali sono i progetti che stanno portando avanti. Il tutto strutturato, condivisibile, organizzato per produrre statistiche. La tipologia di informazioni da raccogliere dipende dalla strategia commerciale, ma sono dati che in passato la Direzione Vendite ed i venditori hanno spesso avuto difficoltà a collezionare e organizzare. Nel tempo, con l'inevitabile evoluzione della cultura commerciale che una costante lettura di tali dati determina, si riuscirà anche a catalogare i clienti, magari con l'aiuto del marketing, in base al CUSTOMER LIFETIME VALUE, come la teoria del CRM consiglia, ovvero in base al valore delle entrate nette che ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 10

11 un'azienda può aspettarsi da un cliente nel corso della relazione con lui. Il cambio di logica è forte: i clienti non vanno catalogati e gestiti in base alle loro performance passate, quanto rispetto alle loro potenzialità future. Solo così si può sapere quanto tempo, quanti sforzi e che investimenti vale la pena fare per trattenere un cliente. In quest'ottica, se se si perde un cliente, il danno non è il fatturato mancato, ma la somma dei guadagni futuri che una proficua relazione ci avrebbe garantito. Tenuto conto di quanto è difficile guadagnarsi un cliente fidelizzato, bisogna chiedersi periodicamente: quanto è il CUSTOMER LIFETIME VALUE dei nostri clienti su quali dei clienti attuali puntare e anche chi vale la pena perdere come deve essere costruita la relazione con i clienti chiave come differenziare le azioni di vendita e di marketing tra i diversi segmenti Infatti una strategia CRM non è una attività di raccolta dati fine a se stessa, ma un processo che richiede di: capire con chi intensificare gli sforzi e creare una relazione win-win, riflettere su chi non possiamo permetterci di perdere, e individuare chi NON servire. E' chiaro che la forza vendita deve saper guardare i clienti con occhi nuovi. "Un'offerta non si nega a nessuno" è un motto tipico di molti venditori, ma profondamente sbagliato, se il tempo è un fattore scarso e il mercato è molto competitivo. Per servire tutti si rischia di non curare il proprio target. Dunque, informazioni, organizzazione, pensiero, strategia di vendita. Il CRM aiuta il commerciale a crescere, ottimizzare il tempo e a far diventare i venditori veri manager della vendita. ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 11

12 MARKETING Se la forza vendita è la maggior fonte dei dati di un CRM, il marketing ne è l'utilizzatore, l'ente preposto all'analisi e a restituire riflessioni a valore aggiunto sul mercato, sui clienti e sulla modalità di vendita. Fa parte delle responsabilità del marketing occuparsi di: conoscere i clienti segmentare il mercato costruire offerte vincenti (marketing mix) individuare nuovi clienti analizzare i concorrenti costruire la brand equity generare lead di alta qualità Le informazioni da prevedere in un CRM sono prima di tutto quelle che possono consentire al Marketing di raggruppare e "mappare" i clienti secondo diverse variabili (SEGMENTAZIONE), per organizzare successivamente specifiche azioni promozionali e commerciali per singolo cliente - o almeno per gruppi di clienti - in ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 12

13 funzione delle loro caratteristiche, e quindi a grande valore aggiunto per chi le riceve. Oggi nelle PMI i clienti B2B (business to business) vengono quasi sempre suddivisi per tipologia di prodotti acquistati e per fatturato, ma questa segmentazione non aiuta a capire chi sono e quindi a servirli meglio (segmentazione povera). Per mancanza di dati, e spesso di abitudine a chiederli, di solito non si indagano le caratteristiche gestionali o comportamentali dei clienti, che invece consentirebbero di capire la loro vera natura (segmentazione ricca) e di interagire nel modo più corretto: anche solo per le iniziative di comunicazione si potrebbe evitare di invadere tutti con messaggi generici e impostare campagne mirate e quindi più efficaci. Del resto, servire e accontentare un cliente con una attitudine all'innovazione è molto diverso dal servire un cliente simile ma attento solo al prezzo. Con una corretta raccolta e analisi di dati, si può considerare per esempio se i clienti cercano prodotti standard o hanno un'attitudine a sperimentare innovazioni (v. figura a lato) hanno una strategia di sviluppo o sono piuttosto conservatori frequentano i social (per esempio Linkedin), sono iscritti a qualche gruppo dove potremmo essere anche noi e partecipare alle discussioni tecniche, scoprendo il loro approccio al prodotto Bisogna capire qual è l'informazione che segnala le loro caratteristiche e rilevarla, per orientare poi in modo efficace tutta la nostra attività di supporto alla vendita costruendo marketing mix che funzionano: gamma di prodotti e servizi differenziati per i singoli segmenti iniziative di comunicazione personalizzate pricing e scale specifiche. Definite le caratteristiche rilevanti e la segmentazione, il Marketing può anche svolgere con efficacia l'attività di LEAD GENERATION. Un LEAD è un cliente potenziale che ha una buona possibilità di trasformarsi in cliente reale. Per vendite efficaci, è necessario che il marketing procuri lead ben ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 13

14 SEGMENTAZIONE: MAPPATURA IN BASE ALL INTERAZIONE TECNICA COL CLIENTE profilati, ovvero in linea con le caratteristiche dei nostri segmenti target. Un flusso costante di lead qualificati si traduce in vendite soddisfacenti. La Lead generation si basa oggi in gran parte sul direct marketing, ovvero su attività di comunicazione alle quali il cliente potenziale può decidere se rispondere perché interessato. E' evidente che in una attività di questo tipo il contenuto del messaggio, ma anche forma, colori e tono, devono essere coerenti con le caratteristiche del lead che si vuole "catturare": per rispondere, deve percepire un valore aggiunto importante e specifico per le sue esigenze, possibile solo se conosciamo bene la tipologia di cliente al quale siamo interessati. Gli strumenti per generare lead sono molteplici, da quelli più tradizionali (fiere, telefono, pubblicità, ecc) a quelle più innovative, che utilizzano il web: il marketing sui motori di ricerca (SEO), pubblicità e banner sui social, il direct marketing (DEM), che con le piattaforme disponibili permette anche di conoscere la bontà del messaggio (chi e quanti hanno aperto la mail, quanti hanno letto, se ci sono ritornati, ecc..). ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 14

15 Il pregio della lead generation è di produrre una lista di clienti realmente interessati, quindi con forte propensione all'acquisto perché la selezione avviene a "monte", con la definizione delle caratteristiche del target con cui si vuole entrare in contatto. Il team di Marketing dovrà poi curare e continuare a nutrire questi contatti (LEAD NURTURING) con iniziative ad hoc, per fare percepire loro tutto il valore della nostra offerta. Sia per i clienti che per i lead vanno dunque individuati i dati di profilazione. Quali rilevare, ancora una volta, dipende dalla strategia delle singole aziende e dagli obiettivi della funzione Marketing, ma una prima indicazione si trova nella tabella seguente. MACRO PARAMETRI DESCRITTIVI MICRO PARAMETRI DESCRITTIVI QUALIFICAZIONE DEI PARAMETRI Caratt. Anagrafiche Nome Cognome Indirizzo Telefono indirizzo Pri vacy Trattamento dati si, no Caratteristiche socio-demografiche del contatto Caratt. Organizzative Compotamenti economicofinanziari Benefici ricercati nell'acquisto e nella relazione Atteggiamento vs la relazi one Sesso Data di nascita Carica Professionale Dimensione azienda Livello tecnico Modalità di interazione innovatività Spesa annua Numero di acquisti nell'anno Acquisti anni precedenti Modalità di pagamento Prodotto Prezzo Consulenza Co-progettazione Modalità di consegna Reclami Fiducia in chi ha consigliato l'acquisto Fiducia nella marca Difficoltà di relazione M/F GG/M/AA Alta, Media, Bassa tratto da: Customer Database - M.C. Ostillio ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 15

16 Gli strumenti di CRM, pur non avendo tutti le stesse funzionalità, facilitano la raccolta e la lettura dei dati: rendono agevole la profilazione del cliente (ma le caratteristiche vanno decise in fase di progettazione del CRM, per evitare infiniti e inutili "campi note") catturano le informazioni dai Social (per es. Linkedin) dei lead che ci interessano consentono di organizzare campagne di marketing e di inglobare i risultati nel sistema Il risultato di questo lavoro sul CRM da parte del Marketing si misura in termini di: ottimizzazione del tempo di vendita redditività del portafoglio clienti fidelizzazione reputazione dell'azienda e passaparola generazione di contatti qualificati ADVERTISING SOCIAL MEDIA EVENTS DIRECT MARKETING PUBLIC RELATION MARKET RESEARCH PROSPECT LEAD HOT LEAD CUSTOMER ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 16

17 CUSTOMER SERVICE Cosa c'è di più fidelizzante di un prodotto che fa quello che promette, che non dà problemi quando viene utilizzato? Il ruolo del Customer Service nella retention dei clienti è grande e conosciuto, visto che molte aziende ormai hanno istituito questa funzione. Altro paio di maniche che sia stato strutturato e non viva di vita propria abbandonato nei pressi del magazzino, perché é anche la funzione che si occupa della ricambistica. Spesso non c'è interazione tra Customer Service e Vendite, né con il Marketing. Invece, nell'ottica di una segmentazione ricca, il Customer Service è un touchpoint determinante e una fonte di dati interessantissima. Il cliente che si interfaccia con il Customer Service vuole risolvere problemi tecnici di implementazione del prodotto o di sostituzione di parti di ricambio, e spesso è contrariato. In questa fase si possono perciò rilevare le competenze tecniche del cliente, il suo approccio al problema, la forza della relazione con l'azienda. Tutti dati rilevantissimi per il Marketing e per effettuare una segmentazione ricca. Un ottimo Customer Service di una grande azienda pretendeva che i venditori passassero da lui prima dell'incontro con un cliente, per analizzarne fatti e ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 17

18 caratteristiche. Aveva ragione perché non si può mai pensare che un software sostituisca l'interazione con i colleghi, ma diciamo che un CRM ben utilizzato può risolvere almeno una parte della condivisione di questa conoscenza sul cliente, in qualunque parte del mondo si trovi il commerciale. I vantaggi che si possono ottenere sono: una maggiore efficacia del servizio perché si possono risolvere i problemi più velocemente; l operatore può attingere infatti a database aggiornati una migliore customer experience perché gli operatori hanno la piena visibilità della storia del cliente e del suo status, garantendo servizi adeguati a quanto promesso. Ma con il CRM si possono anche tracciare i pezzi di ricambio richiesti e verificare se c'è una difettosità in alcuni dei componenti per migliorarne le prestazioni, o, ancora, cercare una correlazione tra componenti e segmento di clientela, per verificare con il Marketing e le Vendite se, per esempio, può essere considerato il segnale di un'esigenza e quindi ci possa essere spazio per una campagne sulla ricambistica. I dati da rilevare sono specifici di ogni azienda e tipologia di prodotto, ma in generale devono almeno riguardare: causale dell'intervento richiesto (informazione, lamentela, assistenza tecnica) tipologia di intervento richiesto (malfunzionamento, necessità di ricambistica, ecc) ruolo di chi interagisce con il CS tipologia di prodotto Le rielaborazioni del marketing e un buon coordinamento tra i 3 team (Customer Service, Marketing e Commerciale) consentirà di migliorare prodotti e relazione, perché costruite a partire dalle esigenze dei clienti stessi. ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 18

19 KPI: la gestione dei dati per sviluppare strategie "Si ottiene quello che si misura" è un motto ben conosciuto in azienda, e fa riferimento all'importanza del dato per generare i comportamenti voluti. L'attenzione al cliente e la sua centralità non possono basarsi sulla buona volontà delle persone, tanto più che in mercati complessi siamo tutti frullati dalle emergenze. Nella progettazione dei sistemi CRM si ha la possibilità di costruire i presupposti per esperienze di acquisto e di contatto con l'azienda gratificanti per ciascun cliente (Customer Experience). Va progettato cosa si vuole ottenere, come ci si vuole posizionare rispetto ai concorrenti, e poi vanno costruite le misure che ci indicano a che punto si è del percorso. Di seguito si riportano alcuni tipici indicatori per ciascuna delle funzioni analizzate. SALES Pipeline vendite: vendite per responsabile, Pipeline opportunità: : - n opportunità chiuse - fonte opportunità - stadio dell'opportunità - n opportunità chiuse-perse/vinte, - opportunità perse/opportunità totali - n visite - n visite di conquista - n visite di gestione MARKETING Lead: - costo per lead - lead per fonte - lead recenti - n lead trascurati - stato del lead % di ritorno sulle campagne n attività per convertire lead in contatto CUSTOMER SERVICE Soddisfazione del cliente: - n reclami - tempi di risposta - tempi di risoluzione Invecchiamento dei casi di assitenza Distribuzione dei problemi di assitenza ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 19

20 IMPLEMENTAZIONE DI UN CRM: i passi fondamentali L'implementazione di un sistema CRM è una fase critica che, se non gestita correttamente, può portare al rigetto da parte dell'organizzazione. Deve essere pianificata correttamente e deve coinvolgere un certo numero di persone, che bisogna formare e motivare. È un progetto che richiede tempo e sforzi ed è necessario procedere per step, a partire dal chiarirsi bene cosa si vuole ottenere. Didascalia che descrive l'immagine o la foto. I software presenti sul mercato sono (quasi) tutti facilmente modificabili in qualunque momento e in ogni funzionalità, ma una visione chiara e preventiva di cosa si vuole ottenere evita perdite di tempo, riprese estenuanti di dati, nervosismi e, spesso, il fallimento del progetto. Il supporto di consulenti esperti di azienda e di strumenti CRM aiuta a chiarire cosa si vuole e può ottenere, facilitando il successo dell'iniziativa. Gli step rilevanti sono indicati nello schema seguente. ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 20

21 PARTE STRATEGICA STEP 1: SVILUPPARE LA STRATEGIA DI CRM IDENTIFICARE IL TEAM DI PROGETTO DEFINIRE I DESIDERATA DEL MANAGEMENT, ANCHE IN TERMINI DI KPI STRATEGICI STEP 2: ANALIZZARE E PIANIFICARE ANALIZZARE LO STATO DELL ARTE E I DESIDERATA: Processi e criticità INDIVIDUAE I DESIDERATA DELLE SINGOLE FUNZIONI ELENCARE LE INFORMAZIONI RILEVANTI DECLINARE I KPI RILEVANTI DARE LA PRIORITA PROGRAMMARE L IMPLEMENTAZIONE PARTE OPERATIVA STEP 3: PREPARARE E IMPOSTARE DEFINIRE I CAMPI CHIAVE IMPOSTARE GLI ACCESSI E I PERMESSI IMPOSTARE I CAMPI NEL CRM IMPOSTARE LE STATISTICHE STEP 4: IMPORTARE IMPORTARE LE INFORMAZIONI SUL CLIENTE NEL CRM STEP 5: FORMARE IMPOSTARE UN PIANO DI FORMAZIONE DEFINIRE I PARTECIPANTI INDIVIDUARE I DOCENTI ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 21

22 TEMPI DI REALIZZAZIONE Quanto dura l implementazione? Uno degli errori più comuni è quello di pensare di risolvere tutti i dubbi in tempi brevi e di usare il CRM solo quando sarà completo al 100%. Facendo così si rischia la paralisi: non ha senso aspettare di aver impostato in maniera perfetta tutto il software; il progetto deve essere invece inteso come un cantiere in cui ci si confronta spesso sui risultati e sulle questioni irrisolte. Questo fa crescere anche la cultura di attenzione al cliente e la capacità di usare il CRM. I progetti di implementazione di questi strumenti hanno una durata in base al loro grado di complessità. La tabella sotto riportata è un esempio indicativo delle tempistiche necessarie SELEZIONE STRUMENTO SELEZIONE STRUMENTO SELEZIONE STRUMENTO SELEZIONE INTEGRATORE SELEZIONE INTEGRATORE SELEZIONE INTEGRATORE IMPLEMENTAZIONE IMPLEMENTAZIONE IMPLEMENTAZIONE progetti semplici progetti moderatamente complessi progetti complessi ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 22

23 PERCHE FALLISCE UN PROGETTO DI CRM Secondo una ricerca di D&B del 2013, il 70% dei progetti di CRM in Europa fallisce: perché? Principalmente le cause possono essere ricondotte alle 3 P : persone processi politiche Persone: bisogna chiedersi se sono state coinvolte quelle giuste, a partire dal project manager ai key user, dagli integratori ai tecnici, se gli obiettivi erano chiari a tutti, se le risorse impiegate erano sufficienti, o se sono state effettuate tutte le sessioni di formazione necessarie. Processi: i problemi però possono anche nascere da una non sufficiente analisi dei processi aziendali, delle informazioni rilevanti e dei touchpoint significativi. Politiche: la mancanza di un forte commitment da parte della proprietà e del management o di una corretta strategia in termini di miglioramento del rapporto con il cliente, può portare al fallimento del progetto. Se gli obiettivi non sono chiari e condivisi, difficilmente le persone intraprenderanno un percorso che prevede cambiamenti a livello organizzativo, culturale ed operativo. Quando non c'è adeguato commitment da parte della Direzione, il risultato è il graduale disuso dello strumento. In azienda, come nella vita, non si può pensare di ottenere risultati eclatanti senza un adeguato impegno. Il CRM dà risultati importanti a chi ha la pazienza e l accortezza di gestirlo come un progetto strategico, che richiede impegno, riflessioni, confronto e anche un po di intransigenza della Direzione rispetto al fatto che indietro non si torna (carta, elenchi personali etc.), e dead line chiare per fugare eventuali azioni centrifughe degli immancabili avversi al cambiamento. ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 23

24 CATERINA LORENZI CATERINA LORENZI è AD di ITMconsulenza ed è docente di Marketing Industriale per la facoltà di Ingegneria dell Università di Brescia e in numerosi master di istituzioni locali. E consulente di Strategia e Marketing e ha ideato la metodologia VENDITA SCIENTIFICA per lo sviluppo delle capacità commerciali aziendali, che comprende le logiche e gli strumenti di CRM. Collabora con il centro di consulenza aziendale del gruppo NAV-lab Srl. E la soluzione CRM proposta da NAV-lab per permette alle aziende di gestire al meglio la relazione con i clienti coinvolgendoli in customer experience personalizzate: Con un Marketing più intelligente in modo da costruire il proprio marchio, impegnarsi con i clienti 1 to 1, e dimostrare l impatto delle iniziative di marketing Vendendo in modo efficace, concentrandosi su ciò che conta; vincendo più rapidamente, grazie ad adeguati strumenti ed informazioni; realizzando più vendite, con l automazione della forza di vendita e la perfetta integrazione con Office 365 e PowerBI che garantiscono una produttività delle risorse di vendite senza precedenti. Fornendo Assistenza ovunque in modo da guadagnarsi la fidelizzazione del cliente, potenziare i propri operatori ed avere una organizzazione del servizio agile e flessibile. Con un approccio univoco al social in modo da poter ascoltare ovunque, analizzare le opinioni e guidare il coinvolgimento del cliente e garantire una stretta collaborazione per il personale addetto al marketing, alle vendite e all assistenza. ebook 0115 ed. Gennaio NAV-lab Srl Milano 24

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE.

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. Milano, 31 gennaio 2013. Il Gruppo CBT, sempre attento alle esigenze dei propri clienti

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Clienti davvero fedeli ecco come fare

Clienti davvero fedeli ecco come fare Clienti davvero fedeli ecco come fare Che avere clienti fedeli sia un balsamo per i risultati aziendali nessuno lo mette in dubbio. Il problema è che la fedeltà dei clienti, soprattutto quelli migliori,

Dettagli

DISPENSA N. 18 MARKETING

DISPENSA N. 18 MARKETING 1 E PIANIFICAZIONE Per marketing si intende l'insieme di attività che servono per individuare a chi vendere, che cosa vendere e come vendere, con l'obiettivo di soddisfare í bisogni e i desideri del consumatore,

Dettagli

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson Le Tecnologie della Relationship Management e l interazione con le funzioni ed i processi aziendali Angelo Caruso, 2001 Relationship Management Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

IL PROGRAMMA PER GESTIRE IL TUO CENTRO ESTETICO

IL PROGRAMMA PER GESTIRE IL TUO CENTRO ESTETICO business professional IL PROGRAMMA PER GESTIRE IL TUO CENTRO ESTETICO www.igrandisoft.it La I Grandi Soft è nata nel 1995 e ha sviluppato l attività su tutto il territorio nazionale. All interno della

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità.

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità. Studio Le tue aspettative, il nostro Totem. Nella tradizione indigena il tucano rappresenta la guida per la comunicazione tra la realtà ed il mondo dei sogni. Per Tòco è il simbolo della comunicazione

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Aprile 2005 Definire un nuovo prodotto: Metterne a fuoco il concept, ovvero

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI

IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI - Manuale Operativo - www.finanziamenti-a-fondo-perduto.it COS E COME FUNZIONA Portale di aggiornamenti su agevolazioni ed incentivi che prevede: Servizio di ricerca online

Dettagli

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: una sfida avvincente Gestire una propria rete di punti vendita monomarca diretti o in franchising, per molte aziende sta diventando

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli