PER COMINCIARE Brand positioning

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PER COMINCIARE Brand positioning"

Transcript

1 EMPLOYR BRANDIG 1

2 CORPORATE BRAND APPEAL PER COMINCIARE Brand positioning + DOVE PENSATE DI ESSERE? QUALE E LA PERCEZIONE DEL VOSTRO BRAND ALL INTERNO E ALL ESTERNO DELL AZIENDA? EMPLOYER BRAND APPEAL 2

3 LIM MANAGEMENT SYSTEM Ee-branding 3

4 PERCHÉ PARLIAMO DI EE-BRANDING TEMPO Non abbiamo né tempo né pazienza di trattare la sbalorditiva quantità di prodotti, servizi e possibilità di scelta che offre il mercato. Nella scelta di un prodotto abbiamo bisogno di semplificazione e coerenza tra atteso e acquistato. VALORE Quando qualcuno si fa tatuare sul braccio il simbolo della Harley Davidson, quello che si ha è un forte brand committment ed un livello di fedeltà del cliente pericolosamente elevato. I dipendenti della Harley Davidson sono coloro che rendono possibile tutto ciò. John Vohs 4

5 EE-BRANDING Definizione E il processo di trasferimento del valore di Brand all interno della struttura aziendale, attraverso la fidelizzazione delle Risorse Umane interne mediante azioni specifiche e innovative; una strategia di marketing interna per attrarre e trattenere i talenti che ha l'obiettivo di creare e comunicare l'identità aziendale come luogo di lavoro per potenziali collaboratori (recruiting) e per propri dipendenti (retention), in coerenza con i valori specifici e distintivi che si vogliono trasmettere" 5

6 EE-BRANDING Employer Experience Fattore importante di una strategia di EBP (Employer Brand Positioning) è la costruzione di un buona Employer Experience cioè la cumulata di tutto ciò che le persone vivono e ricevono nell ambito del rapporto di lavoro con un azienda: la soddisfazione intrinseca per il lavoro, l ambiente, la leadership, i colleghi, la retribuzione etc. E quello che fa l azienda per soddisfare i bisogni, le aspettative e anche i sogni dei collaboratori, cioè i clienti interni. 6

7 EE-BRANDING Obiettivi OBIETTIVI Creare e trasmettere il valore del Brand all interno del sistema aziendale; Trasferire e far condividere a tutto il personale mission, vision e carta valori dell azienda; Allineare la cultura aziendale delle persone; Creare un clima positivo ; Colmare il divario tra strategia e operatività; Coinvolgere i dipendenti; Trasmettere il valore del Brand verso i Clienti; Creare il valore della conoscenza. Monitorare costantemente sia l employer experience sia la customer experience. 7

8 EE-BRANDING I contenuti di un precesso di Ee-Branding LA SFIDA E MOTIVARE LE PERSONE, SIA EMPLOYER CHE CUSTOMER, A VIVERE IL BRAND IN MODO DA Attrarre e trattenere i talenti Dare la direzione per allineare i sistemi di gestione e sviluppo delle risorse umane Guidare le persone al contatto con i clienti a gestire il rapporto con loro Aiutare le persone a sentirsi coinvolte ed impegnate Aiutare le persone a raggiungere i propri obiettivi Dare le informazioni Condividere la conoscenza Incrementare la percezione e i valori del Brand all interno e all esterno IL VIVAIO DEI TALENTI EMPLOYER EXPERIENCE IL BRAND AMBASSADOR EMPOWERMENT OGNI PERSONA E UN PROGETTO IL MONITORAGGIO E L ANALISI LA COMMUNITY DI CONOSCENZA L EMPLOYER E LA CUSTOMER EXPERIENCE 8

9 EE-BRANDING Un importanza sempre crescente 81% dei neolaureati italiani preferisce internet/intranet quale canale principale per avere informazioni sull azienda/employer. 94% dei neolaureati italiani ritiene importante la capacità dell azienda di fare formazione innovativa. 60% dei neolaureati italiani è disposto a cambiare domicilio per motivi di lavoro. 64% dei neolaureati italiani è disposto a cambiare frequentemente sede lavorativa. 79% dei neolaureati italiani ritiene difficile trovare un occupazione stabile. 81% dei neolaureati italiani accetterebbe un contratto atipico ma 57% dei neolaureati italiani preferisce stabilità nel lungo periodo. Il 72% dei lavoratori non si fida dei propri manager FONTE: EDO 9

10 EE-BRANDING Gli effetti COSA SUCCEDE QUANDO SI AUMENTA L IMPEGNO E IL COINVOLGIMENTO DELLE PERSONE? 10

11 EE-BRANDING L incremento delle performances Si produce un ritorno sul capitale lordo 3 volte maggiore di chi non lo fa (Dipartimento del Lavoro degli USA). Si realizzano guadagni minimi di euro per dipendente (American Compensation Association). Il 90% dei dipendenti si impegna a contribuire al successo della propria azienda il doppio che nelle altre aziende. 11

12 EE-BRANDING Le persone danno corpo al brand Un brand indica quali sono i comportamenti e i risultati ritenuti di valore. In un organizzazione che crea una forte cultura del brand, i dipendenti ne interpreteranno i valori in prima persona. Quando le persone all interno di un organizzazione agiscono come ambasciatori del brand, è più facile attrarre e trattenere le risorse e clienti, con la possibilità di affermare con coerenza il brand verso l esterno. E FONDAMENTALE LA CONDIVISIONE STRATEGICA TRA IL MARKETING E LE RISORSE UMANE 12

13 EE-BRANDING Le persone determinano e trasferiscono il valore di brand In qualità di investitori di tempo e sforzi, le persone all interno dell organizzazione possono tenere fede o venire meno alle promesse del brand. 13

14 EE-BRANDING Le persone determinano e trasferiscono il valore di brand Per fornirvi un risultato in accordo con le promesse fatte, le persone in azienda hanno bisogno di informazioni, di trasferire informazioni, di condividere la conoscenza, motivazione e ricompense corrette. 14

15 EE-BRANDING Le persone determinano e trasferiscono il valore di brand Un azienda che si preoccupa del proprio brand e delle esigenze dei propri dipendenti, deve scegliere come allineare a ciò sistemi, processi e strutture organizzative. 15

16 EE-BRANDING Il valore delle risorse umane QUALSIASI SIA LA VALUE PROPOSITION, I VOSTRI DIPENDENTI NE SONO IL FUTURO Ciascuna Value proposition richiede un insieme di comportamenti desiderabili nelle persone all interno dell azienda. EFFICIENZA OPERATIVA Miglior Costo Velocità. Efficienza. Riduzione dei costi. 16

17 EE-BRANDING Il valore delle risorse umane QUALSIASI SIA LA VALUE PROPOSITION, I VOSTRI DIPENDENTI NE SONO IL FUTURO Ciascuna Value proposition richiede un insieme di comportamenti desiderabili nelle persone all interno dell azienda. ECCELLENZA DEL PRODOTTO Miglior Prodotto Innovazione. Passione per la qualità. Miglioramento continuo. 17

18 EE-BRANDING Il valore delle risorse umane QUALSIASI SIA LA VALUE PROPOSITION, I VOSTRI DIPENDENTI NE SONO IL FUTURO Ciascuna Value proposition richiede un insieme di comportamenti desiderabili nelle persone all interno dell azienda. RAPPORTO CON IL CLIENTE Miglior Esperienza Rispetto delle persone. Lavoro di gruppo. Focalizzazione sul cliente. 18

19 EE-BRANDING Ee.branding reality check Quali sono le tre parole che i clienti userebbero per descrivere la vostra azienda? Quali sono le tre parole che voi vorreste che i vostri clienti usassero riferendosi alla vostra azienda? Cosa vogliono le Persone dalla nostra azienda? Quali sono le tre parole che i dipendenti userebbero per descrivere la vostra azienda? Quali sono le tre parole che voi vorreste i dipendenti usassero per descrivere la vostra azienda? Perché i dipendenti lasciano l azienda o perché restano? QUANTO SIETE ALLINEATI? 19

20 EE-BRANDING Ee-branding reality check Chi stiamo cercando? Che cosa offriamo? Cosa ci rende attrattivi? Cosa dobbiamo fare per attrarre chi vogliamo? Qual è il capitale della conoscenza all interno della nostra realtà? Chi sono i competitors? Come sono percepiti? Cosa li rende appetibili? QUANTO SIETE ALLINEATI? 20

21 EE-BRANDING Il Lifemanagement system RICOGNIZIONE E STORICITA Bisogni e desideri dell azienda Visione e Strategia aziendale Brand Identity Employer Identity Statement RIVELAZIONE A TUTTI I LIVELLI AZIENDALI Anallisi sull attuale Employer Brand Proposition Employer Brand desiderata DIFFERENZE Employer Brand percepita EMPLOYER EXPERIENCE SYSTEM EROGAZIONE Costruzione della Employer Brand Proposition mediante la metodologia del Life Management System, in relazione a quanto rilevato nelle fasi PROGETTAZIONE E RIALLINEAMENTO Definizione e sviluppo della Employer Identity 21

22 EE-BRANDING I must per la diffusione del brand internamente all azienda INDIPENDENTEMENTE DA COME SIETE POSIZIONATI, I VOSTRI MESSAGGI AI DIPENDENTI DEVONO ESSERE: 1) REALI Non si possono prendere in giro le persone. Bisogna essere credibili e autentici. Le vostre parole devono coincidere con i fatti. 2) SEMPLICI Tipicamente un uomo d affari intrattiene circa 300 contatti/messaggi al giorno (telefonate, conversazioni, ) ed ha un arretrato di 400/500 ore di lavoro non finito. Quest anno il consumatore medio vedrà o sentirà circa 2milione di messaggi di marketing, quasi 6000 al giorno. Nessun essere umano può prestare attenzione a 6000 messaggi al giorno. 3) CONCISI Il Padre Nostro contiene 56 parole; i Dieci Comandamenti 297; la Dichiarazione di Indipendenza 300; un recente ordinamento governativo USA per determinare il prezzo del cavolfiore ! 22

23 EE-BRANDING I risultati Modificare e allineare la cultura delle persone in azienda; Creare un clima positivo; Colmare il divario tra parole e fatti; Coinvolgere i dipendenti; Creare il capitale della conoscenza Creare e condividere la community della conoscenza Includere il valore per gli azionisti; Incrementare verso l esterno la percezione positiva del brand 23

24 IL VALORE AGGIUNTO Secondo la business school dell università del Michigan SODDISFAZIONE DIPENDENTE = 5 SODDISFAZIONE CLIENTE = 2 L ESSENZA DEL BRAND E PROPRIO NELL ALLINEAMENTO TRA BRAND ESTERNO E COMPORTAMENTI INTERNI ALL ORGANIZZAZIONE. - La soddisfazione del cliente è direttamente proporzionale alla realizzazione del dipendente. 24

25 GRAZIE PER L ATTENZIONE 25

26 Ee-BRANDING, INTRANET E COMUNITÀ VIRTUALE 26

27 Ee-BRANDING, INTRANET E COMUNITÀ VIRTUALE LINEE GUIDA Internet non è un canale, Internet non è uno strumento! Intranet non è un canale, Intranet non è uno strumento! La posta elettronica è uno strumento. Il document management è uno strumento. 27

28 Ee-BRANDING, INTRANET E COMUNITÀ VIRTUALE LINEE GUIDA Il Web è un mondo, una dimensione aggiuntiva dematerializzata La intranet è l azienda nella sua dimensione comunicativa non fisica nella quale gli uomini fanno le stesse cose che fanno nella vita fisica. quindi potenzialmente più efficiente e concepita per il lavoro. 28

29 Ee-BRANDING, INTRANET E COMUNITÀ VIRTUALE LINEE GUIDA Internet è un mondo libero e senza limiti apparenti. La Intranet è un mondo non-libero, e limitato quasi solo al lavoro. curiosità e comodità sono motivazioni sufficienti per entrarci e rimanerci. La sfida è far scoprire gli spazi di libertà e le opportunità di crescita. 29

30 Ee-BRANDING, INTRANET E COMUNITÀ VIRTUALE LINEE GUIDA Utilità Insostituibilità Completezza Obbligo Necessità Comodità Capacità di risposta LA RELAZIONE È CENTRO PERIFERIA, NON C È COMUNITÀ. PERÒ FUNZIONA. 30

31 Ee-BRANDING, INTRANET E COMUNITÀ VIRTUALE SE ALLA INTRANET SI CHIEDE VALORE, SERVONO: Coinvolgimento continuo vissuto come pratica. Aiuto a competere attraverso strumenti che danno un vantaggio conoscitivo. Sviluppo della conoscenza attraverso strumenti informativi che approfondiscono le competenze e contribuiscono a gestire e trasmettere le conoscenze, esplicite e tacite (knowledge management), con l obiettivo di sviluppo professionale complessivo assoluto. QUI SI SVILUPPANO LE COMUNITÀ. 31

32 Ee-BRANDING, INTRANET E COMUNITÀ VIRTUALE Buona parte dell Ee-branding, nella sua componente non organizzativa e non gestionale, sta nella, anzi nelle comunità che si sviluppano in azienda. La comunità muta il modello relazionale che non è più centro circolare, non gerarchico, policentrico e orizzontale. periferia, ma La declinazione comunitaria all interno della intranet, e quindi dell intera azienda, è quindi trasgressiva rispetto a modelli organizzativi gerarchici classici o accentrati. 32

33 LA INTRANET COME VIRTUAL WORKSPACE Operative workspace (supporto all operatività): servizi informativi: procedure, manuali, cataloghi, analisi concorrenza e mercato servizi transazionali Strumenti per comunicare: SMS e messenger, mailing list, videoconferenze Strumenti per la gestione della conoscenza esplicita: document management, business intelligence Employee service space (servizi aziendali di utilità generale per la vita lavorativa della persona): sportello HR: gestione orario di lavoro, rimborsi spese, job posting, sportello facilities: prenotazione sale riunione, richiesta acquisti, IT help desk OBIETTIVO: EFFICIENZA E RIDUZIONE DEI TEMPI E DEI COSTI 33

34 LA INTRANET COME VIRTUAL WORKSPACE Internal communication space (spazi orientati all individuo), mezzi di comunicazione e socializzazione; Comunicazione istituzionale: novità, gestione personale, comunicati, normativeprocedure, suggerimenti, sondaggi; Socializzazione: bacheca, tornei, attività ludiche; Strumenti per comunicare: SMS e messenger, mailing list, videoconferenze. OBIETTIVO: MIGLIORAMENTO CLIMA INTERNO/SENSO DI APPARTENENZA 34

35 LA INTRANET COME VIRTUAL WORKSPACE Business communication space (spazi orientati alla mansione, operatività + collaborazione + conoscenza), strumenti di gestione e accesso alla conoscenza e possibilità di collaborazione: gestire le conoscenze aziendali è un fattore di vantaggio competitivo. superare i difetti dei modelli organizzativi che rendono difficile identificarsi con l azienda: transitorietà del lavoro, mobilità,i colleghi quindi stanno meno a contatto. Strumenti per comunicare: SMS e messenger, mailing list, videoconferenze. Strumenti per collaborazione e lavoro di gruppo: gestione progetti, condivisione agende e documenti. Strumenti per la gestione della conoscenza tacita: forum, sondaggi, blog, wiki. Strumenti per la gestione della conoscenza esplicita: document management, business intelligence. E-learning. OBIETTIVO: COLLABORARE E GESTIRE LA CONOSCENZA 35

36 LE COMUNITA NELLA INTRANET: CONTRIBUTO ALL EE-BRANDING Funzione di conoscenza: dell azienda, concorrenti, mercato di riferimento, tipologia prodotti, politiche di produzione, commercializzazione e marketing, VALORI; funzione di confronto e interazione: è uno spazio per la trasmissione di messaggi di business o brand o organizzativi, etc., che consente il confronto e la contribuzione aperta, sviluppa la comunicazione rete-centro in vista di risolvere problemi o raggiungere obiettivi; funzione di sviluppo e di crescita: si gestisce meglio il cambiamento; funzione di sviluppo del brand: l immagine viene compresa meglio se inserita all interno di un mondo virtuale che ne consente la scomposizione e ricomposizione in un ambito condiviso; funzione di gestione e condivisione della conoscenza: consente di mettere in comune esperienze fatte con il cliente, per dare risposte a carenze/insuccessi, illustrare e far conoscere i successi; funzione di extranet: crea e mantiene le relazioni con la clientela. Quando possibile gestisce la customer care, la post vendita, lo sportello virtuale. OBIETTIVO: COLLABORARE E GESTIRE LA CONOSCENZA 36

37 BRAND AMBASSADOR Per lo sviluppo del ruolo del brand ambassador aiuta a: - Declinare e condividere l architettura del brand nei suoi elementi emozionali, valori, identità, personalità Comunità. - Addestrare lo staff a mantenere le promesse fatte al cliente Comunità usare una immagine coordinata e coerente Intranet. - Condurre ricerche annuali sul brand tra addetti e clienti Intranet+Sito. - Individuare brand ambassador tra clienti e addetti Intranet+Sito. - Veicolare il brand statement tramite il sito Sito. OBIETTIVO: COLLABORARE E GESTIRE LA CONOSCENZA 37

38 INTERNET: CONOSCERE PER COMPETERE Il monitoraggio del web come strumento per la gestione del brand 38

39 CONTENUTI I Parte Nuovi Media : Cosa sta succedendo II Parte Monitoraggio del web: Soluzioni concrete Risorse online

40 WEB 2.0: LE DEFINIZIONI AIUTANO A CAPIRE SITI D INFORMAZIONE (WEB NEWS) BLOG E CORPORATE BLOG FORUM E NEWSGROUP SOCIAL NETWORK 40

41 L INARRESTABILE CRESCITA DELLA RETE UNA CRESCITA SENZA CONFINI Nel Mondo: 1 miliardo e mezzo di utenti In Italia: 35 milioni di utenti circa Fonte: Internet World Stats INTERNET MEGLIO DELLA TV? SORPASSO VICINO? Il 54% degli Italiani preferisce il web al piccolo schermo nella fascia prime time Fonte: Nielsen/Politecnico di Milano I SITI D INFORMAZIONE FANNO LA DIFFERENZA Visitare siti di news e informazioni online è la prima ragione per cui gli europei si collegano ad Internet dall ufficio (78%) Fonte: Opa-europe.org 41

42 I BLOG: EMERGE LA DEMOCRAZIA DIGITALE I BLOG FANNO GRANDI NUMERI 100 millioni di blog attivi 120 mila nuovi blog ogni giorno 1,3 milioni di post ogni giorno sui Blog (in Italia oltre 50 mila) Fonte: Technorati

43 I MOTORI DI RICERCA ALLA BASE DELLE DECISIONI D ACQUISTO I NUOVI MEDIA INFLUENZANO LE SCELTE DEI CONSUMATORI I motori di ricerca influenzano gli acquisti di 8 italiani online su 10 Il miglior consigliere per un acquisto? Google L 83% degli italiani che accede ad Internet utilizza i motori di ricerca prima di un acquisto Fonte: (SEMS, Otoresearch) 43

44 I BLOG NEI COMPORTAMENTI D ACQUISTO QUANTE VOLTE UN OPINIONE TROVATA SU UN BLOG HA INFLUENZATO LA TUA DECISIONE D ACQUISTO? >200 % 2006; Blog; ; Blog; Fonte: Infratest 2007, Nielsen

45 NUOVI COMPORTAMENTI D ACQUISTO CON IL WEB 2.0 QUANTO SPESSO UN OPINIONE TROVATA SU HA INFLUENZATO UNA TUA DECISIONE D ACQUISTO? % % Molto %Abbastanza 0 Forum/Newsgroup Blog Social Network Fonte: Nielsen NetRatings 45

46 L INFORMAZIONE ONLINE: POTENZIALE VALORE PER L AZIENDA Servono 20 anni per costruire una reputazione Bastano 5 minuti per distruggerla (Warren Buffet) CASI DI BUONA E CATTIVA GESTIONE DELL INFORMAZIONE ONLINE il caso Kryptonite Il caso Mosaico Il caso Carrefour Risorse online

47 CONTENUTI I Parte Nuovi Media : Cosa sta succedendo II Parte Monitoraggio del web: Soluzioni concrete 47

48 STRUMENTI PER IL MONITORAGGIO WEB Web Web news Blog Forum Risorse online

49 MONITORAGGIO DEL WEB: APPLICAZIONI CONCRETE LE PRINCIPALI ESIGENZE CUI IL MONITORAGGIO WEB PUÒ RISPONDERE: Monitoraggio della percezione del brand Gestione di crisi Monitoraggio della concorrenza Monitoraggio di settore Notizie su esperienze e best practices, studi e ricerche in tema di: - e-branding - customer experience - brand ambassador - talenti e turn-over PERSONALIZZAZIONE 49

50 INFORMAZIONI CHIAVE DALLA COMPLESSITÀ DEL WEB RISOLUZIONE DELLA COMPLESSITÀ INFORMAZIONI UTILI PER LA GESTIONE DEL BRAND 50

51 ESEMPI DI MONITORAGGIO WEB ESEMPI: Risorse online 51

52 ALCUNI ESEMPI DI CHI USA IL MONITORAGGIO WEB? 52

53 CONTATTI Giustiniano La Vecchia mgmt_r3volution linkedin.com/in/giustinianolavecchia 53

54 Marketing 3.0

55 LETTERALMENTE: IL CAMBIAMENTO È CAMBIATO; ED È CAMBIATO NELLA NOSTRA ERA 2

56 Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta. Buckminster Fuller 3

57 Impresa 2.0 si tratta di una nuova modalità di intendere l impresa in modo più dinamico e aperto, dove le persone che controllano e dirigono gli affari di un azienda, abbiano la capacità di cambiare le regole obsolete, portando innovazione e credendo nel cambiamento. 4

58 Impresa 2.0 I tre concetti che caratterizzano il nuovo modo di fare business sono: le piattaforme, l utilizzo di social media e l uso degli strumenti (tools) in modalità emergente 5

59 Impresa 2.0 Reinventare l impresa Misurare Fare Budgeting Dirigere Pianificare Esaminare Organizzare Assumere Supervisionare Motivare Premiare Allocare Controllare 6

60 RICOGNIZIONE E STORICITA Bisogni e desideri dell azienda Visione e Strategia aziendale Brand Identity Employer Identity Statement EROGAZIONE Costruzione della Employer Brand Proposition mediante la metodologia del Life Management System, in relazione a quanto rilevato nelle fasi CUSTOMER EXPERIENCE RIVELAZIONE A TUTTI I LIVELLI AZIENDALI Analisi sull attuale Employer Brand Proposition Employer Brand desiderata DIFFERENZE Employer Brand percepita PROGETTAZIONE E RIALLINEAMENTO Definizione e sviluppo della Employer Identity 7

61 NUOVA DEFINIZIONE DI MARKETING Il marketing è l attività, il complesso di istituzioni e i processi volti a creare, comunicare, presentare e scambiare offerte che contengano valore per i consumatori, i clienti, i partner, la società in generale 8

62 SPIRITO UMANO E MODELLO 3I Identità: è il posizionamento del brand nella mente del consumatore Integrità: o credibilità, è il mantenimento della promessa del brand che mira allo spirito dei consumatori Immagine: riguarda l acquisizione consistente delle emozioni del consumatore, ed è correlata al suo cuore 9

63 SPIRITO UMANO E MODELLO 3I Nel momento in cui il passaparola diventa il nuovo medium pubblicitario le marche inautentiche non hanno alcuna possibilità di sopravvivere. Soltanto l onestà, l originalità e l autenticità produrranno risultati. 10

64 RICERCA INDIVIDUALE Quali sono Identità, Integrità e Immagine del vostro Brand? 11

65 BRAND TRAINATO DAI VALORI Drucker sosteneva che le imprese di successo non cominciano la pianificazione dai risultati finanziari che desiderano ottenere, ma dalla performance della loro missione: i risultati economici verranno di conseguenza. Diventano quindi fondamentali: Missione Visione Valori 12

66 BRAND TRAINATO DAI VALORI Missione È una dichiarazione che riflette le ragioni fondamentali per cui l impresa esiste ed opera. È il centro che parte dal passato e non può essere cambiato, mentre sono flessibili gli obiettivi e attività allineati alla stessa. 13

67 BRAND TRAINATO DAI VALORI Visione Riguarda l invenzione del futuro, è come un quadro delle condizioni di business auspicate per il futuro, ciò che l impresa aspira a diventare e conseguire. 14

68 BRAND TRAINATO DAI VALORI Valori Possono essere considerati i criteri istituzionali di comportamento di un impresa. 15

69 Impresa MATRICE DEI VALORI Individuo Mente Cuore Spirito Missione Fornire soddisfazione Realizzare aspirazioni Praticare empatia Visione Probabilità di breve periodo Redditività di lungo periodo Sostenibilità Valori Essere migliori Differenziare Fare la differenza 16

70 MARKETING 3.0 Tradurre i valori in nuove forme di organizzazione del lavoro e della vita per migliorare la vita personale, aziendale, sociale e globale. Indirizzare l'azione individuale e collettiva verso una maggior consapevolezza delle implicazioni e delle conseguenze di ogni azione. Risvegliare l'attenzione verso una visione più ampia della realtà, per processi e non per eventi. Educare alla cultura dell'incontro, del dialogo e della collaborazione. Promuovere consapevolezza di sé e della natura interconnessa del mondo per saper aprirsi al futuro emergente e poter disegnare processi sostenibili ed efficaci. 17

71 10 COMANDAMENTI DEL MK Trattare i clienti con amore e i competitor con rispetto. 2. Essere pronti alla trasformazione e al cambiamento. 3. Rendere i valori chiari e supportarli. 4. Focalizzarsi sul segmento che può dare i maggiori benefici. 5. Praticare prezzi onesti per far comprendere la propria qualità. 6. Aiutare i potenziali clienti a raggiungere l'azienda e i suoi prodotti. 7. Guardare ai clienti come clienti per la vita. 8. Vedere ciascun business come un servizio. Perché ogni prodotto è legato a un servizio. 9. Migliorare il proprio processo di business ogni giorno. 10.Considerare diversi aspetti e informazioni (non solo quelli finanziari) prima di prendere una decisione. 18

72 ATTIVITÀ Individuazione 1. prodotti-mercato 2. segmenti esistenti o potenziali 19

73 ATTIVITÀ Misurare l attrattività in termini quantitativi qualitativi dinamici 20

74 I PREGI DEL WEB Accessibile Meritocratico Flessibile Condiviso 21

75 ATTIVITÀ Individuare strategia di sviluppo che colga le opportunità esistenti sul mercato e che tenga conto delle risorse e competenze dell impresa offrendo alla stessa un potenziale di crescita e di redditività attraverso l'acquisizione ed il mantenimento di vantaggi competitivi. 22

76 LA DIGITAL REPUTATION Come? 23

77 Cosa si aspettano gli utenti web 2.0 dalle aziende? L 85% dei consumatori presenti sul Web crede che le aziende devono rendere attiva la presenza sul Web e non limitarsi a un sito statico, in modo da intrigare, fidelizzare i potenziali consumatori soprattutto in un ottica ormai non piu rimandabile di internazionalizzazione. 24

78 LA DIGITAL REPUTATION IL PRIMO CONTATTO CON I CLIENTI WEB 2.0 Il 42% degli utenti preferisce essere contattato per la prima volta da un azienda a mezzo . Serve comunque cautela: rispetto al 2011, aumenta la quota di chi ritiene di ricevere troppe newsletter e il 70% pensa che lo spam da parte delle aziende sia aumentato negli ultimi anni. Rimane forte il desiderio di ricevere contenuti personalizzati: il 28% degli utenti dichiara di apprezzare le newsletter che propongono offerte commerciali interessanti e vicine alle loro esigenze. Le newsletter inviate agli indirizzi di posta aziendali registrano alti tassi di lettura: l 88% degli intervistati legge immediatamente o appena può le newsletter che arrivano sulla posta aziendale, che riguardano due volte su tre argomenti professionali e nella metà dei casi news e informazioni più generali. Fonte: Digital marketing trends 2012 Nielsen-Diennea 25

79 Grazie per l attenzione 26

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE

LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE LA TUA POLIZZA D ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE I social media impattano praticamente su ogni parte

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari REAL ESTATE Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari è un sistema progettato per garantire la semplice gestione della presenza online per le agenzie immobiliari. Il

Dettagli

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa CAPITOLO 3 Elementi fondamentali della struttura organizzativa Agenda La struttura organizzativa Le esigenze informative Tipologia di strutture Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura per

Dettagli

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Aprile 2005 Definire un nuovo prodotto: Metterne a fuoco il concept, ovvero

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time NOVITÀ 2013! CONSUMER INTELLIGENCE FORUM 7 Aziende: Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time > Nicola Aliperti Global It Project Manager Marketing

Dettagli

DISPENSA N. 18 MARKETING

DISPENSA N. 18 MARKETING 1 E PIANIFICAZIONE Per marketing si intende l'insieme di attività che servono per individuare a chi vendere, che cosa vendere e come vendere, con l'obiettivo di soddisfare í bisogni e i desideri del consumatore,

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Che cos è il Marketing 3.0?

Che cos è il Marketing 3.0? Che cos è il Marketing 3.0? di Fabrizio Pieroni Philip Kotler, studioso di Marketing attento ai cambiamenti della società e pronto a modificare di conseguenza le sue posizioni, ha recentemente presentato

Dettagli

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 1 L ASSETTO ORGANIZZATIVO, IL COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO In organizzazione il centro

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

SalusNet - un iniziativa di Federsanità

SalusNet - un iniziativa di Federsanità ASL Formazione Continua e qualità delle prestazioni sanitarie L esigenza di razionalizzare la Spesa Sanitaria, per contenerne i costi, oggi deve e può coniugarsi con una continua tensione al miglioramento

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com #TTTourism // 30 settembre 2014 - Erba Hootsuite Italia Social Media Management HootsuiteIT Diego Orzalesi Hootsuite Ambassador Programma

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet 2 app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet L integrazione delle piattaforme è il concetto

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it Vivi un mondo accessibile con Abiliatour www.abiliatour.it Che cos è Abiliatour O.N.L.U.S. L Associazione Abiliatour O.N.L.U.S. ha come scopo principale l assistenza e l aiuto alle persone disabili e alle

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi.

una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi. la forza di un idea una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi. una forza creativa Comer Group, da gruppo di aziende operanti nel settore della trasmissione di potenza,

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Lezione 3. La struttura divisionale; la struttura a matrice e la struttura orizzontale

Lezione 3. La struttura divisionale; la struttura a matrice e la struttura orizzontale Lezione 3 La struttura divisionale; la struttura a matrice e la struttura orizzontale 1 LA STRUTTURA FUNZIONALE ALTA DIREZIONE Organizzazione Sistemi informativi Comunicazione Programmazione e controllo

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli