Assessorato dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Assessorato dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana"

Transcript

1 Assessorato dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana

2 U.O. III - Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas

3 Progetto didattico : Dal Museo allo scavo anno scolastico Direttore Museo Salinas Francesca Spatafora Dirigente U.O. II Lucina Gandolfo Dirigente U.O. III Patrizia Grasso Funzionari Direttivi Donatella Alosi Alessandra Merra Elena Pezzini Partners: Costanza Polizzi Maria Grillo Vittoria Schimmenti e la Collaborazione del Funzionario Direttivo Donatella Metalli del CRICD Istruttori direttivi addetti al restauro Alessandra Barreca Alessandra Carrubba Esperti catalogatori Sandra Ruvituso Giuliana Sarà Catalogatori Placido Di Salvo Patrizia Infantino Istruttori Direttivi Addetti al Servizio di Tutela e Vigilanza Plesso Rita Atria Dirigente Scolastico Maria Cordone Scuola Primaria plesso Valverde-Ugdulena Docenti Tutor Anna Coglitore Bianca Guzzetta Francesca Levito Scuola Secondaria di primo grado plesso D Acquisto Conservatorio Docenti Tutor Irma Carella Francesco Ferraccini Maria Valentina Rubino Maria Grillo Liceo Artistico Statale G. Damiani Almeyda Dirigente Scolastico Filippo Romano Docenti Tutor Ferdinando Alliata Mario Chiavetta Diana Costamante Claudio Gabriele Franco Lo Coco Carmelo Lo Curto Maria Teresa Mascari Maria Muratore

4 Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas Progetto didattico Dal Museo allo scavo Le classi, forme e gli usi della ceramica nei corredi funerari della Palermo Punica Relazione di Alessandra Merra 4

5 La Necropoli punica di Panormos 5

6 La Necropoli Localizzazione 6

7 La necropoli punica Riti e tipologia delle sepolture La necropoli della Palermo punica si estende nella zona occidentale dell antico abitato ed include l areatrapiazza Indipendenza, Corso Calatafimi, Corso Pisani, Via Cuba, Via Cappuccini e Via Pindemonte I primi rinvenimenti archeologici risalgono al 1746 e gli scavi archeologici sono continuati sino ad oggi Attualmente è visitabile un area della Necropoli all interno della Caserma Tukörydi Corso Calatafimi Le tombe sono datate tra la fine del VII sec.a.c.e la metà del III sec.a.c. e sono scavate per lo più nel banco di calcarenite I riti di sepoltura sono quello dell inumazione e dell incinerazione Letombe sono del tipo : 1) a camera ipogeica 2) le inumazioni entro sarcofago litico 3) le deposizioni in fossa terragna o in cinerario 7

8 Necropoli Punica Caserma Tuköry Tomba a camera ipogeica Nelle tombe a camera il corredo funerario è deposto al di fuori del sarcofago (vasellame da mensa ed anfore) e raramente al suo interno si rinvengono oggetti d ornamento personale. 8

9 Deposizione entro sarcofago litico Caserma Tuköry, Tomba 1(della bambina). Fine VI-inizi V sec.a.c. Entro un sarcofago litico coperto da lastre è conservato lo scheletro di una bambina inumata (età 5 anni) con il corredo composto da Aryballos corinzio, Bottiglia con orlo a fungo Oinochoe a bocca trilobata, Kylix di tipo ionico, Brocchette acrome Olletta Coppetta su piede Coppetta Coppetta acroma miniaturistica Amuleto antropomorfo Vaghi di collana 9

10 Deposizione entro cinerario Necropoli della Caserma Tuköry, tomba 65. Incinerazione secondaria in urna Inizi VI sec.a.c. Urna biansataacromautilizzata come cinerario, All interno oltre le ceneri del defunto: 1. Oinochoe di bucchero 2. Alabastron etrusco-corinzio 3. Coppa etrusco-corinzia 4. Lekanis a vernice nera All esterno: 1. Piatto di bucchero 2. Brocca con orlo trilobato 10

11 Il corredo funerario Il corredo funerario include materiale ceramico (vasi da mensa, da cucina, per uso cosmetico ed anfore), oggetti di ornamento (gioielli per lo più bronzo e argento, rari in oro) e oggetti relativi alla sfera magico-religiosa(amuleti, uova di struzzo e grattugie). La presenza di vasellame d importazione dalla Grecia e dalle Colonie occidentali, oltre le forme vascolari di tradizione fenicio-punica, documenta uno scambio economico-culturale ed un integrazione profonda tra l etnia punica e quella greca. Alcune forme della ceramica sono tipicamente greche quali : le oinochoai, le kylikes e gli skyphoi (utilizzate per bere il vino o altri liquidi), gli aryballoi e alabastra ( per contenere profumi ed unguenti); Altre forme rientrano nelle tipologie fenicio-puniche e sono rappresentate per lo più: dalle bottiglie con orlo a fungo, le brocche con orlo bilobato o trilobato (vasi utilizzati per il rito funerario), i piatti ombelicati (vasi da mensa), le pignatte tronconiche, le olle ed i tegami (vasi da cucina), 11

12 Necropoli della Caserma Tuköry Corredi funerari 12

13 Distribuzione cronologica delle classi ceramiche Tradizione fenicio-punica Metà del VI V sec.a.c. Materiali ceramici Importazioni dalla Grecia e dalle colonie occidentali Prodotti vascolari della Sicilia Occidentale Metà del VI V sec.a.c. IV- III sec.a. Numerose sono le classi ceramiche presenti, con incidenze diverse, nel corso dei secoli: ceramica corinzia, attica e siceliota, a vernice nera, di tradizione ionica, punica e comune. Le forme più frequenti sono relative al vasellame da mensa (oinochoai, olpette, olle, kylikes, skyphoi, piatti, coppette), da cucina (pignatte troncoconiche, olle,tegami) o per usi cosmetici (aryballoi, alabastra, unguentari, pissidi)

14 Ceramica Corinzia La ceramica corinzia fu prodotta in Grecia nella città e nella regione di Corinto dalla fine del VIII secolo a.c. a tutto il V secolo a.c. E' caratterizzata da un'argilla chiarissima, da vasi destinati per lo più alla mensa o a contenere unguenti, profumi e monili. I soggetti rappresentati sono motivi geometrici, floreali, fregi di animali e più raramente figure umane e scene mitiche. I vasi corinzi furono esportati in tutto il bacino del Mediterraneo e soprattutto nelle colonie greche della Sicilia e della Magna Grecia. Importantissimo è il loro rinvenimento nelle città di Selinunte e Siracusa come elementi per la datazione della loro fondazione. Nella necropoli punica di Palermo è stata rinvenuta un oinochoe corinzia risalente agli inizi del VI sec.a.c. Nel corso del VI a.c. si intensificano le importazioni corinzie soprattutto con vasi di piccole dimensioni destinati a contenere profumi ed unguenti (aryballoi, alabastra ed amphoriskoi), ma dalla seconda metà del secolo inizia a prevalere la ceramica attica.

15 Ceramica Corinzia

16 Ceramica Corinzia Oinochoe trilobata Inizi del VI sec.a.c. Alabastron Prima metà del VI sec.a.c.

17 Ceramica attica

18 Ceramica Attica La ceramica attica fu prodotta in Grecia, ad Atene ed in altre città dell'attica, tra il VI ed il IV secolo a.c. ed esportata in tutto il bacino del Mediterraneo. E' caratterizzata da un'argilla di colore arancio e da una vernice nera lucente. I vasi erano destinati alla mensa, per mescere o contenere acqua ovino,altriacontenereprofumi,oliecosmetici.gliornatielescenefiguratesonoeseguite con la tecnica a figure nere o con quella a figure rosse. Nella prima tecnica, che è la più antica, le figuresonodipinteaverniceneraedidettaglisonoincisiosovradipintiinbiancooinrosso;nella seconda, le figure sono rosse ed hanno il profilo ed i dettagli dipinti in nero. I soggetti raffigurati sono costituiti da scene mitologiche, di vita quotidiana o di guerra. I motivi decorativi sono floreali(palmette, boccioli di loto, girali, etc.) o geometrici (meandri, raggi, linguette, etc.). Alcune volte è presente la firma del ceramografo, cioè dell'artigiano che decorava il vaso e talvolta anche del ceramista, cioè del vasaio. Nella necropoli di Palermo i vasi attici a figure nere di più antica datazione risalgono al secondo quartodelvisec.a.c.esonoriferibileperlopiùaltipodellecoppedisiana(570/ a.c.).si ritrovano poi le kylikes dei Piccoli Maestri( tipo lip e band cup). Raro è il tipo dell anfora. La documentazione più cospicua di ceramica attica si concentra tra la fine del VI e gli inizi del V sec.a.c. soprattutto con le kylikes tra cui si è rinvenuta anche la coppa ad occhioni. Sporadiche le oinochoai. Dopo questo periodo diventa frequente l uso dello skyphos, altra forma potoria usata per il banchetto. La ceramica attica a figure rosse è documentata solo nel V sec.a.c. (coppe) e perdura nella prima metàdelivsec.a.c.(ades.il guttuscontestaleonina). Nel corso del IV sec.a.c. comincia a diffondersi invece la produzione siceliota o italiota di ceramica a figure rosse tra cui spiccano per qualità i piatti da pesce. Le altre forme più dozzinali sono le lekythoiele lekanai.

19 Ceramica attica Le forme vascolari

20 Ceramica Attica Kylix attica a figure nere,(lip cup ) a.c. Anfora attica a figure nere, a.c. Kylix attica a figure nere, (band cup) C. Kylix attica a figure nere (Siana cup)

21 Ceramica Attica Kylix ad occhioni, attica a figure nere, ultimo quarto del VI sec.a.c. Oinochoe attica a figure nere a.c. Skyphoi attici a figure nere (Terzo quarto VI sec.a.c; 480 a.c.) Kylixattica a figure nere(siana Cup) secondo quarto VI a.c. Kylix attica a figure nere (Siana Cup) a.c.

22 Ceramica Attica e Siceliota Guttus attico a figure rosse Piatto da pesce a figure rosse,siceliota a.c a.c. Piatto da pesce a figure rosse, siceliota a.c. Piatto da pesce a figure rosse, siceliota a.c.

23 Ceramica a vernice nera La ceramica a vernice nera è frequente nella necropoli punica dalla fine del VIsec. a.c. sino al III sec.a.c.nei corredi più antichi si tratta per lo più di prodotti importati dall Attica, ma dal IV sec. a.c. si diffonde la produzione di fabbriche occidentali, ancora di difficile localizzazione. Sono vasi non decorati semplicemente ricoperti da vernice nera. Le forme più diffuse appartengono al vasellame da mensa e sono : kylikes (soprattutto coppe del tipo C ad orlo concavo) skyphoi (forma utilizzata per bere) molto frequenti nel V e IV sec.a.c. Anfore, oinochoai e mikai(vasi per contenere liquidi) piatti (per contenere cibi), coppette (usate per salse e condimenti) olpette 23

24 Ceramica a vernice nera Ceramica comune da mensa

25 Ceramica a vernice nera Ceramica a Vernice Nera Skyphoi

26 Ceramica a vernice nera

27 Ceramica di tradizione ionica La ceramica di tradizione ionica comprende una produzione di vasi, decorati a bande o parzialmente verniciati, ispirata a motivi e forme tipiche dell ambiente ionico o genericamente greco-orientale. Include vasi che in parte sono importati dall area greco-orientale del Mediterraneo ed in parte sono realizzati nelle colonie greco-occidentali. La loro datazione più antica, attestata nella necropoli punica di Palermo, risale alla prima metà del VI sec.a.c.. La loro documentazione si intensifica invece nella seconda metà dello stesso secolo e si protrae sino al V sec.a.c. Le forme più diffuse sono le kylikes di tipo ionico, dette comunemente coppe ioniche, che per la frequenza del loro ritrovamento nelle necropoli della Magna Grecia e della Sicilia sono state definite fossile guida negli strati archeologici di VI sec.a.c. Vaso potorio per eccellenza, la kylix è associata alla mensa quotidiana e quindi per traslato al banchetto funebre. Sempre connessi alla mensa, come contenitori utilizzati per bere, sono gli skyphoi a bande di più raro rinvenimento. Altro tipo spesso documentato è quello dell olpetta (piccola brocca) decorata ad immersione. Le misure standarizzate di questa forma inducono a considerarle misurini per riempire le kylikes, o comunque le coppe per uso potorio.

28

29 Ceramica di tradizione ionica Askos Anfora Myke Olpette

30 Ceramica di tradizione ionica Kylix(Vallet-Villard, tipo B1) Prima metà del VI sec.a.c. Kylix (Vallet-Villard, tipo B2) Seconda metà del VI sec.a.c. Skyphos Fine VI-V sec.a.c Kothon Fine VI-inizi V sec.a.c

31 Ceramica Punica Questa classe include ceramica di uso comune caratterizzata da un repertorio di forme di tradizione fenicio-punica, comune alle colonie semitiche d occidente. SitrattadiunaproduzionecherisalealVIsec.a.C.eperdurasinoalIVa.C. Comprende le sequenti tipologie: Vasi di forma chiusa per versare liquidi(bottiglie, ampolle e brocchetta); Vasi da mensa(piatti) Vasi da cucina(pignatte, olle, tegami). Raro è il rinvenimento di vasi utilizzati per versare, in grande quantià sono presenti i piatti Raro è il rinvenimento di vasi utilizzati per versare, in grande quantià sono presenti i piatti ombelicati, e la ceramica da cucina con le pignatte ed i tegami che presentano le tracce di bruciato perché utilizzati per la cottura dei cibi.

32 Ceramica punica Bottiglia con orlo espanso VI sec.a.c. Oinochoe trilobata VI sec.a.c. Bottiglia con orlo espanso VI sec.a.c. Ampolla (Oil Bottle) Brocchetta VI sec.a.c.

33 Ceramica punica Olla Olletta Pignatte troncoconiche

34 Ceramica punica Piatti ombelicati Primo ventennio V sec.a.c. Fine Vi-inizi V sec.a.c. V sec.a.c. Ampolla (Oil Bottle) Brocchetta VI sec.a.c. Bottiglia con orlo espanso VI sec.a.c.

35 Ceramica comune da mensa Si tratta di una ceramica di uso domestico acromao decorata a bande, di produzione locale che si ispira a modelli indigeni e greco-coloniali. Il suo arco cronologico si estende dal VI al III sec.a.c. È essenzialmente vasellame da mensa costituito da: Oinochoai, brocche, olpai, Anfore da tavola Ciotole e tazze monoansata. Dalla fine del IV sec.a.c.si diffonde l uso dell unguentario, forma destinata a contenere balsami ed oli profumati.

36 Ceramica comune da mensa Brocche Unguentario

PROGETTO DIDATTICO. Dal Museo allo scavo

PROGETTO DIDATTICO. Dal Museo allo scavo ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI E DELL IDENTITÀ SICILIANA DIPARTIMENTO DEI BENI CULTURALI E DELL IDENTITA SICILIANA U.O. III - MUSEO ARCHEOLOGICO REGIONALE ANTONINO SALINAS PROGETTO DIDATTICO Dal Museo

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DEI BENI CILTURALI E IDENTITA SICILIANA / DIPARTIMENTO DEI BENI CULTURALI DAL MUSEO ALLO SCAVO

ASSESSORATO REGIONALE DEI BENI CILTURALI E IDENTITA SICILIANA / DIPARTIMENTO DEI BENI CULTURALI DAL MUSEO ALLO SCAVO ASSESSORATO REGIONALE DEI BENI CILTURALI E IDENTITA SICILIANA / DIPARTIMENTO DEI BENI CULTURALI DAL MUSEO ALLO SCAVO Progetto didattico Anno scolastico 2013-2014 Lo scavo come strumento di conoscenza:

Dettagli

Assessorato dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana

Assessorato dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Assessorato dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana U.O. III - Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas Progetto didattico : Dal Museo

Dettagli

Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identit

Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identit Assessorato dei Beni Culturali e dell Identit Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identit Identità Siciliana U.O. III -Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas Progetto didattico

Dettagli

Rosalba Panvini Soprintendente per i Beni Culturali ed Ambientali di Caltanissetta

Rosalba Panvini Soprintendente per i Beni Culturali ed Ambientali di Caltanissetta Rosalba Panvini Soprintendente per i Beni Culturali ed Ambientali di Caltanissetta Le importazioni delle ceramiche attiche a figure nere nell entroterra sicano. Un contributo dall esame dei vasi rinvenuti

Dettagli

Il racconto per immagini

Il racconto per immagini Arte cretese Pittura vascolare: Aiace e Achille Altare di Pergamo L opera artistica pittorica o scultorea talvolta riproduce immagini che descrivono episodi tratti da storie fantastiche o da fatti realmente

Dettagli

12 TESORI CIVITA CASTELLANA STORIA E LEGGENDE D ITALIA 13

12 TESORI CIVITA CASTELLANA STORIA E LEGGENDE D ITALIA 13 Capitale del territorio falisco, Falerii Veteres sorgeva nel luogo dell odierna Civita Castellana, su un altopiano tufaceo delimitato dal Rio Maggiore a nord, dal Rio Filetto a sud e dal fiume Treja ad

Dettagli

Progetto di Didattica Museale anno scolastico 2014-2015. Museo Archeologico Regionale "Antonino Salinas" Merchandising museale e Cultural Heritage -

Progetto di Didattica Museale anno scolastico 2014-2015. Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas Merchandising museale e Cultural Heritage - Progetto di Didattica Museale anno scolastico 2014-2015 Museo Archeologico Regionale "Antonino Salinas" Merchandising museale e Cultural Heritage - Premessa L'Italia ospiterà nel 2015 l'esposizione Universale

Dettagli

Le tombe del VI e V secolo a.c. della necropoli di Capua materiali ritrovati per lo studio della comunità arcaica 1

Le tombe del VI e V secolo a.c. della necropoli di Capua materiali ritrovati per lo studio della comunità arcaica 1 The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

VISITA GUIDATA ALLE NECROPOLI GRECHE (13/03/15)

VISITA GUIDATA ALLE NECROPOLI GRECHE (13/03/15) VISITA GUIDATA ALLE NECROPOLI GRECHE (13/03/15) Taranto fu fondata nel 706 a.c. dai coloni spartani, rendendo schiave le popolazioni indigene locali. Si estendeva dalla penisola del borgo antico fino alle

Dettagli

Dal Museo allo scavo Un progetto di didattica museale

Dal Museo allo scavo Un progetto di didattica museale Dal Museo allo scavo Un progetto di didattica museale Anno scolastico 2013/2014 Dal Museo allo scavo Un progetto di didattica museale Anno scolastico 2013/2014 Regione Siciliana Assessorato dei Beni Culturali

Dettagli

LE ANFORE ARCAICHE DI KAMARINA

LE ANFORE ARCAICHE DI KAMARINA PARCO ARCHEOLOGICO TERRACQUEO DI KAMARINA LE ANFORE ARCAICHE DI KAMARINA SCHEDE DIDATTICHE REGIONE SICILIANA Assessorato dei beni culturali e dell identità siciliana 1 A Il PADIGLIONE DELLE ANFORE Il Padiglione

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011

SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011 SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011 Gli Etruschi dell Etruria Padana, nel VI secolo a.c., vivevano vicino al fiume Eridano ( il Po ), in villaggi di capanne

Dettagli

Corso di Storia delle Arti visive. 4. Gli Etruschi

Corso di Storia delle Arti visive. 4. Gli Etruschi Corso di Storia delle Arti visive 4. Gli Etruschi 1 Le civiltà classiche: gli Etruschi Il popolo etrusco si era insediato nel territorio corrispondente alle attuali Toscana, Umbria e Lazio intorno al IX

Dettagli

Il Museo Archeologico Antonino Salinas e le sue collezioni. Francesca Spatafora

Il Museo Archeologico Antonino Salinas e le sue collezioni. Francesca Spatafora Il Museo Archeologico Antonino Salinas e le sue collezioni Francesca Spatafora MUSEO ARCHEOLOGICO REGIONALE ANTONINO SALINAS MUSEO NAZIONALE 1860 MUSEO DELLA REAL UNIVERSITA 1814 MUSEO DELL UNIVERSITA

Dettagli

Piccola guida al riconoscimento delle forme di alcuni vasi attici ed etruschi

Piccola guida al riconoscimento delle forme di alcuni vasi attici ed etruschi Piccola guida al riconoscimento delle forme di alcuni vasi attici ed etruschi Andrea Ciacci Nello studio della ceramica di età preromana, con particolare riferimento a quella etrusca, viene normalmente

Dettagli

OFFERTA DIDATTICA 2013/2014

OFFERTA DIDATTICA 2013/2014 L archeologia, il cui nome deriva dal greco e significa discorso sulle cose antiche, e la scienza che studia la storia dell uomo e le civiltà del passato tramite l analisi dei reperti archeologici rinvenuti

Dettagli

L uso di imbalsamare i corpi fu probabilmente suggerito agli antichi Egizi dall osservazione di un fenomeno naturale: i morti, sepolti

L uso di imbalsamare i corpi fu probabilmente suggerito agli antichi Egizi dall osservazione di un fenomeno naturale: i morti, sepolti La mummificazione o imbalsamazione è il metodo con cui gli antichi Egizi conservavano i corpi dei defunti, preservandoli dalla decomposizione. Questo risultato era particolarmente importante perché, secondo

Dettagli

59. 57. ritrovata a Sant Ippolito. Reca sul corpo una decorazione geometrica impressa. VIII secolo a.c.. Museo Vernarecci, Fossombrone.

59. 57. ritrovata a Sant Ippolito. Reca sul corpo una decorazione geometrica impressa. VIII secolo a.c.. Museo Vernarecci, Fossombrone. 59. 57. 58. 56. Ciotola carenata con ansa a nastro e appendice a cilindretto. Proviene da località Chiaruccia di Fano in cui è stato individuato il sito di un villaggio dell età del bronzo. Fano, Museo

Dettagli

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE IL PATRIMONIO CULTURALE di solito indica quell insieme di cose, mobili ed immobili, dette più precisamente beni, che per il loro interesse pubblico e il valore storico,

Dettagli

LA CERAMICA A VERNICE ROSSA di Maria Aprosio

LA CERAMICA A VERNICE ROSSA di Maria Aprosio 4. LA CERAMICA A VERNICE ROSSA di Maria Aprosio 1 Lippolis 1984, pp. 31-34. 2 Goudineau 1968, pp. 320-322. 3 Lamboglia 1950, p. 69. 4 Cristofani 1972, p. 506. 5 Palermo 1990, pp. 114-115. 6 Cristofani

Dettagli

LA CULTURA VILLANOVIANA

LA CULTURA VILLANOVIANA LA CULTURA VILLANOVIANA Percorso per le classi quinte della scuola primaria Col termine villanoviano si definisce convenzionalmente un aspetto culturale dell Italia protostorica (IX-VIII secolo a.c.),

Dettagli

CERAMICA A PARETI SOTTILI:

CERAMICA A PARETI SOTTILI: CERAMICA A PARETI SOTTILI: con questo termine si indica un tipo di ceramica fine da mensa, con funzione prevalentemente potoria, caratterizzata dall'estrema sottigliezza delle pareti, che va da un minimo

Dettagli

IL Maggio 3 del GIORNALETTO IV Centro Dialisi Ulivella Firenze 2007

IL Maggio 3 del GIORNALETTO IV Centro Dialisi Ulivella Firenze 2007 1 IL GIORNALETTO Centro Dialisi Ulivella Maggio/Giugno Numero 3 del 2011 Anno IV Firenze 2007 2 Indice di questo numero Editoriale... pag. 2 Curiosando qua e là I segreti della Maremma di Roberto Terzo...pag.

Dettagli

Asola Museo Civico Goffredo Bellini

Asola Museo Civico Goffredo Bellini Asola Museo Civico Goffredo Bellini Asola Museo Civico Goffredo Bellini La collezione comprende: reperti archeologici dalla preistoria all età romana; un fondo di libri antichi; testimonianze dell appartenenza

Dettagli

RITUALI FUNERARI - 39 -

RITUALI FUNERARI - 39 - II RITUALI FUNERARI Nelle colonie magnogreche e siceliote possiamo, in generale, osservare una netta prevalenza del rito inumatorio rispetto a quello crematorio 1. A Pithekoussai, ad esempio, nell VIII

Dettagli

Tarquinia, complesso monumentale : ceramica di impasto di epoca villanoviana e orientalizzante

Tarquinia, complesso monumentale : ceramica di impasto di epoca villanoviana e orientalizzante XVII International Congress of Classical Archaeology, Roma 22-26 Sept. 2008 Session: Tra importazione e produzione locale: lineamenti teoretici e applicazioni pratiche per l individuazione di modelli culturali...

Dettagli

Corso di aggiornamento Soprintendenza BB.CC.AA. di Palermo U.O. X per i Beni Archeologici. archeologia@storia.palermo

Corso di aggiornamento Soprintendenza BB.CC.AA. di Palermo U.O. X per i Beni Archeologici. archeologia@storia.palermo Corso di aggiornamento Soprintendenza BB.CC.AA. di Palermo U.O. X per i Beni Archeologici archeologia@storia.palermo Premessa La U.O. X per i Beni Archeologici della Soprintendenza BB.CC.AA. di Palermo,

Dettagli

Palermo antica. Pignatta troncoconica Necropoli Punica di Palermo, scavi 1967, tomba 4 H cm 9,9 Diam. cm 11,2 N.I

Palermo antica. Pignatta troncoconica Necropoli Punica di Palermo, scavi 1967, tomba 4 H cm 9,9 Diam. cm 11,2 N.I Palermo antica Pignatta troncoconica Necropoli Punica di Palermo, scavi 1967, tomba 4 H cm 9,9 Diam. cm 11,2 N.I. 32905 Brocca (Oinochoe) trilobata Necropoli Punica di Palermo, scavi 1966, tomba 12 H cm

Dettagli

L età arcaica. 1 Scheda 10. di Alfonsina Russo L ENOTRIA

L età arcaica. 1 Scheda 10. di Alfonsina Russo L ENOTRIA di Alfonsina Russo L età arcaica L ENOTRIA L insediamento enotrio di Aliano Il centro indigeno di Aliano è ubicato tra la media valle dell Agri e l ampia valle del suo affluente, Sauro, in posizione strategica

Dettagli

L area archeologica di via Aldini (Roma - X Municipio): la necropoli romana

L area archeologica di via Aldini (Roma - X Municipio): la necropoli romana The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

IL NON TOFET DI FAVIGNANA. Giovanni Mannino

IL NON TOFET DI FAVIGNANA. Giovanni Mannino IL NON TOFET DI FAVIGNANA Giovanni Mannino Il nome tofet lo troviamo per la prima volta nella Bibbia, nel libro del profeta Geremia (7,30; circa 600 a.c.) e ne viene spiegato il significato: Hanno costruito

Dettagli

Gennaio 2012 IISS G. Peano

Gennaio 2012 IISS G. Peano Gennaio 2012 IISS G. Peano LE FONTI Letterarie: non esistono testi sacri in senso stretto, né formule fisse di preghiera e liturgie (leit ourghia=azione del popolo) prestabilite. Poeti: compongono nuovi

Dettagli

Tra Enotri e Lucani: le necropoli del V e IV secolo a.c. in località Tempa Cagliozzo di San Martino d'agri (PZ) *

Tra Enotri e Lucani: le necropoli del V e IV secolo a.c. in località Tempa Cagliozzo di San Martino d'agri (PZ) * The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

Gli Etruschi. Roma Caput Tour della D.ssa Marta De Tommaso telefono 333.4854287 www.romacaputour.it info@romacaputour.it partita iva 02158020566

Gli Etruschi. Roma Caput Tour della D.ssa Marta De Tommaso telefono 333.4854287 www.romacaputour.it info@romacaputour.it partita iva 02158020566 Gli Etruschi Ori, bronzi e terracotte etrusche nel Museo etrusco di Villa Giulia Alla scoperta dei corredi funerari etruschi nel Museo Gregoriano etrusco dei Musei Vaticani Dove riposano gli antenati dei

Dettagli

I.C. "Enrico Ibsen"di Casamicciola Terme- Scuola primaria-plesso La Rita - Classe V-a.s. 2012/2013

I.C. Enrico Ibsendi Casamicciola Terme- Scuola primaria-plesso La Rita - Classe V-a.s. 2012/2013 I.C. "Enrico Ibsen"di Casamicciola Terme- Scuola primaria-plesso La Rita - Classe V-a.s. 2012/2013 Nell VIII secolo a.c. molti Greci furono costretti ad abbandonare la propria terra e ad occupare nuovi

Dettagli

I popoli italici. Mondadori Education

I popoli italici. Mondadori Education I popoli italici Fin dalla Preistoria l Italia è stata abitata da popolazioni provenienti dall Europa centrale. Questi popoli avevano origini, lingue e culture differenti e si stabilirono in diverse zone

Dettagli

L età arcaica LE POPOLAZIONI DI STIRPE APULA. 1 Scheda 12

L età arcaica LE POPOLAZIONI DI STIRPE APULA. 1 Scheda 12 di: Alfonsina Russo L età arcaica LE POPOLAZIONI DI STIRPE APULA Gli abitati dauni del Melfese Il Melfese si configura, nel quadro articolato di gruppi ed ambiti culturali diversi della Basilicata antica,

Dettagli

SCHEDA GRECIA ARTE VASCOLARE GRECA. Cod.6301 - cm. 35x35-596,00 Cod.6301-1 - cm. 20x20-278,00

SCHEDA GRECIA ARTE VASCOLARE GRECA. Cod.6301 - cm. 35x35-596,00 Cod.6301-1 - cm. 20x20-278,00 SCHEDA GRECIA Achille e Patroclo ARTE VASCOLARE GRECA Achille, mitico eroe greco che fascia il braccio all'amico Patroclo. Questi, posato il suo elmo, volta la testa da un lato per non far notare le smorfie

Dettagli

LA FORNACE DI SANT'ARPINO*

LA FORNACE DI SANT'ARPINO* LA FORNACE DI SANT'ARPINO* * L'articolo è tratto da uno dei cartelli esplicativi preparati dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici delle province di Caserta e Benevento in collaborazione con l'architetto

Dettagli

www.crescerealmuseo.it Museo Civico A.Parazzi

www.crescerealmuseo.it Museo Civico A.Parazzi Viadana Civico A.Parazzi Il Civico A. Parazzi è collocato nel Mu.Vi., edificio che ospita altre istituzioni culturali ( della Città A. Ghinzelli, Biblioteca, Galleria d Arte Moderna e Contemporanea, Ludoteca,

Dettagli

Le note in fondo alla presente scheda rimandano ad un esempio di ciascuna forma di vaso citata che sia presente al Museo.

Le note in fondo alla presente scheda rimandano ad un esempio di ciascuna forma di vaso citata che sia presente al Museo. C 7-2 MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DELLA TOSCANA SEZIONE DIDATTICA NOMI E FORME DI VASI ATTICI Gli studiosi distinguono generalmente le antiche forme dei vasi

Dettagli

I Fenici - l oriente in occidente 21 ottobre 2004 17 aprile 2005

I Fenici - l oriente in occidente 21 ottobre 2004 17 aprile 2005 COMUNICATO STAMPA I Fenici - l oriente in occidente 21 ottobre 2004 17 aprile 2005 La mostra è organizzata dalla Fondazione di Via Senato in collaborazione con la Società Cooperativa Archeologica di Milano

Dettagli

Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino

Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino Dai dati di scavo è stato possibile ipotizzare quanto segue: Fase I: IX-X sec.

Dettagli

Tell Shiyukh Tahtani (Nord Siria)

Tell Shiyukh Tahtani (Nord Siria) 1 Tell Shiyukh Tahtani (Nord Siria) Relazione della campagna di scavo 2010 condotta dalla Missione Eufrate dell Università di Palermo di Gioacchino Falsone e Paola Sconzo Nell estate del 2010 la Missione

Dettagli

Oltre un secolo di affascinanti ricerche

Oltre un secolo di affascinanti ricerche Oltre un secolo di affascinanti ricerche Ecco tornare alla luce case e templi di Lagaria Necropoli, edifici sacri, palazzi e umili capanne; quella che emerge dal sottosuolo a Francavilla è una sorta di

Dettagli

Cinque occasioni da non perdere. Nazionale.

Cinque occasioni da non perdere. Nazionale. Cinque occasioni da non perdere 1 Il Museo 2 I Templi 3 L anfiteatro. Nazionale. Paestum Una città antica. 4 Il Comune di 5 Il Parco Nazionale del Cilento e Valle di Capaccio, una meraviglia ed una scoperta

Dettagli

PERCORSO CRISTIANO (3 ore circa) -Museo della Cattedrale Piazza Duomo Chiusi. -Cattedrale di S. Secondiano Piazza Duomo Chiusi

PERCORSO CRISTIANO (3 ore circa) -Museo della Cattedrale Piazza Duomo Chiusi. -Cattedrale di S. Secondiano Piazza Duomo Chiusi PERCORSO CRISTIANO (3 ore circa) -Museo della Cattedrale Ingresso: 2,00, 1,50 per gruppi 1,00 scuole Partendo da Piazza Baldini, già, è possibile visitare il Museo della Cattedrale, inaugurato nel 1984,

Dettagli

Roberto Sanchini. Profumi antichi. Relazione tenuta davanti agli allievi del corso di erboristeria dell Università Popolare di Chiusi il 2 maggio 2009

Roberto Sanchini. Profumi antichi. Relazione tenuta davanti agli allievi del corso di erboristeria dell Università Popolare di Chiusi il 2 maggio 2009 Roberto Sanchini Profumi antichi Relazione tenuta davanti agli allievi del corso di erboristeria dell Università Popolare di Chiusi il 2 maggio 2009 Pro fumo tribuere Fare l offerta davanti al fumo La

Dettagli

tici, tra cui uccelli, arieti, cervi e pesci. mentre i manici delle tazze, rivestiti d'oro, sono a forma di animali selvaggi.

tici, tra cui uccelli, arieti, cervi e pesci. mentre i manici delle tazze, rivestiti d'oro, sono a forma di animali selvaggi. Il 15 marzo prossimo si inaugura a Milano (Palazzo Reale) 110ro. Il mistero dei Sarmati e degli Scitil1, una mostra di eccezionale interesse dedicata a un fenomeno particolare dell'arte antica, il cosiddetto

Dettagli

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare.

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare. Secondo noi le cose significative della zona archeologica di Villa Clelia sono molte: innanzitutto la cappella di San Cassiano, di cui oggi restano solo le fondamenta in sassi arrotondati, di forma quadrata.

Dettagli

Il Museo Civita propone per l anno scolastico 2015-2016 dei laboratori didattici finalizzati alla conoscenza dei vari aspetti del mondo etrusco,

Il Museo Civita propone per l anno scolastico 2015-2016 dei laboratori didattici finalizzati alla conoscenza dei vari aspetti del mondo etrusco, Il Museo Civita propone per l anno scolastico 2015-2016 dei laboratori didattici finalizzati alla conoscenza dei vari aspetti del mondo etrusco, dalla vita quotidiana alle usanze funerarie. Orario di apertura:

Dettagli

Proposta didattica: percorsi tematici nella Città di Padula.

Proposta didattica: percorsi tematici nella Città di Padula. Alla c. a.: del Dirigente Scolastico e del Corpo Docente Proposta didattica: percorsi tematici nella Città di Padula. Il territorio di Padula, situato a sud della provincia di Salerno, è un luogo antichissimo

Dettagli

I vetri di Montebelluna: analisi delle forme in rapporto alle associazioni di corredo

I vetri di Montebelluna: analisi delle forme in rapporto alle associazioni di corredo I vetri di Montebelluna: analisi delle forme in rapporto alle associazioni di corredo Claudia Casagrande, Annamaria Larese Questo contributo presenta il risultato di uno studio preliminare effettuato sui

Dettagli

Gruppo Archeologico Ambrosiano

Gruppo Archeologico Ambrosiano PROGRAMMA ATTIVITA Visite guidate Inverno/Primavera 2010 Visita guidata alla Necropoli Etrusca della Banditaccia e al Museo Ruspoli di Cerveteri (Roma) venerdì 26, sabato 27, domenica 28 marzo 2010 N.B.:

Dettagli

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA Per accompagnare e approfondire l insegnamento scolastico delle antiche civiltà, si propone una serie incontri che si potranno adottare o per

Dettagli

GRUPPOARCHEOLOGICO ROMAilO. Acura di Marco Mengoli

GRUPPOARCHEOLOGICO ROMAilO. Acura di Marco Mengoli GRUPPOARCHEOLOGICO ROMAilO TIPOLOGIE DEIMONUMENTI FUNERARI DI ROMA ANTICA Acura di Marco Mengoli presente si tenterà didescrivere in breve alcune tipologie classiche dei monumentifunerari romani per quanto

Dettagli

La via degli Etruschi tra Lazio e Umbria

La via degli Etruschi tra Lazio e Umbria La via degli Etruschi tra Lazio e Umbria Taste and Slow Italy - Trasimeno Travel Sas, Via Novella 1/F, 06061 Castiglione del Lago, Perugia. Tel. 075-953969, Fax 075-9652654 www.tasteandslowitaly.com -

Dettagli

TITOLO: La pittura vascolare

TITOLO: La pittura vascolare 1E 120308_CaloriPitturavascolare, Pagina 1 di 5 TITOLO: La pittura vascolare La pittura vascolare: tutto ciò che resta della pittura greca Vario utilizzo e tipologie dei vasi Vari stili di pittura vascolare

Dettagli

MUSEO ARCHEOLOGICO REGIONALE ANTONINO SALINAS PALERMO. Progetto didattico 2014-2015. Merchandising museale e Cultural Heritage

MUSEO ARCHEOLOGICO REGIONALE ANTONINO SALINAS PALERMO. Progetto didattico 2014-2015. Merchandising museale e Cultural Heritage MUSEO ARCHEOLOGICO REGIONALE ANTONINO SALINAS PALERMO Progetto didattico 2014-2015 I fase teorico-propedeutica Merchandising museale e Cultural Heritage Cibarsi nell antichità Costanza Polizzi Approvvigionamento

Dettagli

1. Ritratto maschile bronzo h. 29,6 cm Etruria, prov. Fiesole - III sec. a.c Parigi, Musée du Louvre

1. Ritratto maschile bronzo h. 29,6 cm Etruria, prov. Fiesole - III sec. a.c Parigi, Musée du Louvre ELENCO OPERE 1. Ritratto maschile h. 29,6 cm Etruria, prov. Fiesole - III sec. a.c Con il patrocinio di Con il sostegno dell 2. Figura maschile h. 12,5 cm Etruria, prov. Fiesole - terzo quarto del VI secolo

Dettagli

I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e

I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e Pannello 1 I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e nelle vicinanze della strada basolata di età imperiale messa in luce negli anni 60 del secolo

Dettagli

Introduzione all archeologia percorso per le classi terze della scuola primaria

Introduzione all archeologia percorso per le classi terze della scuola primaria Introduzione all archeologia percorso per le classi terze della scuola primaria SINTESI DEL PRIMO INCONTRO Nel presentare ai bambini la parola archeologia, si scopre che essi l associano, quasi invariabilmente,

Dettagli

Rispondi alle seguenti domande

Rispondi alle seguenti domande Gli affreschi e i rilievi delle pareti di templi e piramidi raccontano la storia dell antico Egitto. Si potrebbero paragonare a dei grandi libri illustrati di storia. Gli studiosi hanno così potuto conoscere

Dettagli

LICEO LEOPARDI LECCO 7-10 MARZO 2011

LICEO LEOPARDI LECCO 7-10 MARZO 2011 LICEO LEOPARDI LECCO 7-10 MARZO 2011 LA SICILIA CLASSICA MINITOUR SICILIA OCCIDENTALE (AEREO + TOUR 4 GIORNI/3NOTTI) Il Senso Religioso dell uomo dalle divinita pagane alla Mitologia Greca, dall arte della

Dettagli

Una piccola comunità sepolta sulla collina di Melfi-Pisciolo: considerazioni preliminari

Una piccola comunità sepolta sulla collina di Melfi-Pisciolo: considerazioni preliminari The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

Indigeni e Greci negli emporia fenici della Sicilia

Indigeni e Greci negli emporia fenici della Sicilia Francesca Spatafora Indigeni e Greci negli emporia fenici della Sicilia Native and greek people in the phoenician emporia of Sicily The archaeological evidence from Phoenician settlements of western Sicily

Dettagli

HISTOIRE DES COLLECTIONS NUMISMATIQUES ET DES INSTITUTIONS VOUÉES À LA NUMISMATIQUE

HISTOIRE DES COLLECTIONS NUMISMATIQUES ET DES INSTITUTIONS VOUÉES À LA NUMISMATIQUE 44 HISTOIRE DES COLLECTIONS NUMISMATIQUES ET DES INSTITUTIONS VOUÉES À LA NUMISMATIQUE Lavinia Sole COLLEZIONI NUMISMATICHE DEI MUSEI DELLA PROVINCIA DI CALTANISSETTA Le principali collezioni numismatiche

Dettagli

La mostra dal titolo Culti

La mostra dal titolo Culti CULTI DELLA FERTILITÀ NEL II MILLENNIO a.c. A LAVELLO di Addolorata Preite BASILICATA REGIONE Notizie La mostra dal titolo Culti della fertilità nel II millennio a.c., allestita nel Civico Antiquarium

Dettagli

Søren Handberg e Rossella Pace. Le case arcaiche di Francavilla, Amendolara e Sibari: nuove prospettive di ricerca.

Søren Handberg e Rossella Pace. Le case arcaiche di Francavilla, Amendolara e Sibari: nuove prospettive di ricerca. Søren Handberg e Rossella Pace Le case arcaiche di Francavilla, Amendolara e Sibari: nuove prospettive di ricerca. Dopo decenni di interesse degli studi consacrato essenzialmente alla conoscenza delle

Dettagli

ADI. Convergenze Tra tradizione e tecnologia Collezioni per il Merchandising Museale

ADI. Convergenze Tra tradizione e tecnologia Collezioni per il Merchandising Museale MUSEO Archeologico Nazionale Firenze Convergenze Tra tradizione e tecnologia Collezioni per il Merchandising Museale progetto a cura di iniziativa promossa da in collaborazione con Confederazione Nazionale

Dettagli

Elenco degli oggetti in mostra

Elenco degli oggetti in mostra Elenco degli oggetti in mostra Tutti i reperti provengono dalla fabbrica dei profumi di Pyrgos e dal distretto di e sono conservati presso il Museo Archeologico di. Fotografie, misure e numeri di inventario

Dettagli

Attività didattica a.s. 2015/2016

Attività didattica a.s. 2015/2016 MUSEO CIVICO di MANERBIO e DEL TERRITORIO Attività didattica a.s. 2015/2016 Percorsi didattici Scuola dell infanzia Scuola primaria Scuola secondaria di I grado Scuola secondaria di II grado Museo Civico

Dettagli

CRETA e MICENE Vol. I, pp. 48-57

CRETA e MICENE Vol. I, pp. 48-57 CRETA e MICENE 1700-1400 1400 a.c. La civiltà minoica (dal re Minosse) ) si sviluppa parallelamente a quella egizia e mesopotamica La posizione geografica di è strategica per l area del Mediterraneo Già

Dettagli

palermo la città punico-romana

palermo la città punico-romana palermo la città punico-romana AREE ARCHEOLOGICHE DELLA CITTÀ DI PALERMO NECROPOLI PUNICA Corso Calatafimi n. 90/a MURA PUNICHE Palazzo dei Normanni informazioni CASE ROMANE Piazza della Vittoria (Villa

Dettagli

la Tomba dei dolii la tomba dei vasi greci la tomba dei letti e dei sarcofagi

la Tomba dei dolii la tomba dei vasi greci la tomba dei letti e dei sarcofagi la Tomba dei dolii la tomba dei vasi greci Il tumulo della capanna (Recinto della necropoli della Banditaccia), oltre alla tomba omonima, ospita altre tre sepolture monumentali. Si tratta di un fenomeno

Dettagli

REGOLAMENTO SUL CIMITERO

REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Cauco Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Regolamento sul cimitero Pagina 1 di 12 Indice CAPITOLO 1... 4 GENERALITÀ SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE... 4 Art. 1 Base legale...4 Art. 2

Dettagli

I contenitori da cantina e da trasporto

I contenitori da cantina e da trasporto Le anfore I contenitori da cantina e da trasporto Le anfore Caratteristiche generali Area di produzione Cronologia Note Amphora: unità di misura di capacità pari a ca. 26 litri Contenitori/solidi di rotazione

Dettagli

Comune di Soazza REGOLAMENTO SUL CIMITERO

Comune di Soazza REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Soazza Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Legge comunale sulla costruzione di abitazioni a scopo sociale Pagina 1 di 12 Indice I. GENERALITÀ... 4 SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE...

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Funzionario Direttivo (D6) della Regione Siciliana-

CURRICULUM VITAE. Funzionario Direttivo (D6) della Regione Siciliana- CURRICULUM VITAE Cognome e Nome : Casano Carmelo Data e luogo di Nascita: 29.08.1962 Gela (Cl) Residenza: Via Cappuccini 16- Gela (CL) Recapiti telefonici: - 331/5771483 Professione: Funzionario Direttivo

Dettagli

Regolamento del cimitero comunale

Regolamento del cimitero comunale Comune di Mendrisio Quartiere di Rancate Regolamento del cimitero comunale I. DISPOSIZIONI GENERALI Ubicazione, definizione Art. 1 Il cimitero di Rancate, di proprietà comunale, è situato sul mappale 414

Dettagli

LE SALE ED I REPERTI

LE SALE ED I REPERTI LE SALE ED I REPERTI SALA 1 I pastori del Bronzo Finale X secolo a.c. Il Chianti 3000 anni fa Sulla collina di Poggio La Croce, a Radda in Chianti, sede di uno scavo etrusco iniziato nel 1989, durante

Dettagli

GRECIA CLASSICA architettura

GRECIA CLASSICA architettura GRECIA CLASSICA architettura 1200-400 a.c. Grecia classica La Mesopotamia è stata la culla delle più antiche civiltà del Vicino Oriente mentre m la Grecia ha rappresentato la radice della civiltà occidentale

Dettagli

D 3. (Dia 1-24) MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVIOTÀ CULTURALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DELLA TOSCANA SEZIONE DIDATTICA

D 3. (Dia 1-24) MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVIOTÀ CULTURALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DELLA TOSCANA SEZIONE DIDATTICA D 3 MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVIOTÀ CULTURALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DELLA TOSCANA SEZIONE DIDATTICA SCHEDA D 3 - IL MONDO DELL ALDILÀ (Dia 1-24) Le necropoli risultano senza dubbio, la principale

Dettagli

Unità di apprendimento semplificata

Unità di apprendimento semplificata Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero Testo di Amalia Guzzelloni, IP Bertarelli, Milano La prof.ssa Guzzelloni

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA Sequestri materiale archeologico proveniente da scavi clandestini periodo 1946-1970

GUARDIA DI FINANZA Sequestri materiale archeologico proveniente da scavi clandestini periodo 1946-1970 GUARDIA DI FINANZA Sequestri materiale archeologico proveniente da scavi clandestini periodo 1946-1970 ALLEGATO B Reparto G. di F. operante I. Bolzano I. Firenze I Potenza I Potenza I Potenza Oggetti Sequestrati

Dettagli

Verghina di Elena Malazzi e Francesca Rubini

Verghina di Elena Malazzi e Francesca Rubini Verghina di Elena Malazzi e Francesca Rubini Sitografia http://www.unige.ch/lettres/archeo/introduction_seminaire/hellenistique/aigai1.html http://www.guidagrecia.net/itinerari/itinerario-vergina/sito-vergina.htm

Dettagli

Centro Studi sul Quaternario onlus. CATALOGO GADGET e LIBRI

Centro Studi sul Quaternario onlus. CATALOGO GADGET e LIBRI Centro Studi sul Quaternario onlus CATALOGO GADGET e LIBRI Centro Studi sul Quaternario onlus via nuova dell ammazzatoio 7 52037 Sansepolcro AR www.cesq.it - info@cesq.it I Gadget ed i libri sono acquistabili

Dettagli

Gruppo Archeologico Ambrosiano

Gruppo Archeologico Ambrosiano PROGRAMMA ATTIVITA Visite guidate Inverno/Primavera 2011 Visita guidata alla Mostra : Signori di Maremma. Elites etrusche fra Populonia e Vulci presso il Museo Archeologico di Firenze e visita alle collezioni

Dettagli

Alle origini del gusto. Il Cibo a Pompei e nell Italia antica Asti, Palazzo Mazzetti 7 marzo 5 luglio 2015

Alle origini del gusto. Il Cibo a Pompei e nell Italia antica Asti, Palazzo Mazzetti 7 marzo 5 luglio 2015 Alle origini del gusto. Il Cibo a Pompei e nell Italia antica Asti, Palazzo Mazzetti 7 marzo 5 luglio 2015 Didascalie immagini ad uso ufficio stampa Immagine guida Piatti da pesce dalle necropoli di Paestum

Dettagli

Comune di Castaneda REGOLAMENTO SUL CIMITERO

Comune di Castaneda REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Castaneda Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Regolamento sul cimitero Pagina 1 di 11 Indice I GENERALITÀ... 4 SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE... 4 Art. 1 Base legale... 4 Art. 2 Autorità

Dettagli

ELENCO OPERE IN MOSTRA. Dalla Mesopotamia al Mediterraneo

ELENCO OPERE IN MOSTRA. Dalla Mesopotamia al Mediterraneo ELENCO OPERE IN MOSTRA Dalla Mesopotamia al Mediterraneo 1. Anfora Da Bologna, necropoli dei Giardini Margherita, Tomba dello Sgabello Vetro lavorato a matrice con la tecnica della cera persa VII secolo

Dettagli

Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIA N. 39 del 3 settembre 2010 SUPPLEMENTO ORDINARIO

Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIA N. 39 del 3 settembre 2010 SUPPLEMENTO ORDINARIO LEGGE REGIONALE N. 18 DEL 17 AGOSTO 2010 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CREMAZIONE DELLE SALME E DI CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E/O DISPERSIONE DELLE CENERI Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIA

Dettagli

L arte greca in mostra al Museo Archeologico di Cagliari

L arte greca in mostra al Museo Archeologico di Cagliari 41 ARTE/ A RCHITETTURA/AMBIENTE L arte greca in mostra al Museo Archeologico di Cagliari Donatella Mureddu e Carlo Tronchetti Mostra itinerante ARCHEOLOGIA IN FESTA Cagliari Cittadella dei Musei Piazza

Dettagli

Servizi per la didattica 2014/2015

Servizi per la didattica 2014/2015 Servizi per la didattica 2014/2015 Servizio didattico Tel. 06-49913924 Fax 06-49913653 Dott.ssa La Marca: 349-2360256 Dott.ssa Savino: 320-4871773 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL ANTICHITÀ Sulle orme della

Dettagli

REGOLAMENTO SUL CIMITERO

REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Braggio Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Regolamento sul cimitero Pagina 1 di 12 Indice CAPITOLO 1... 4 GENERALITÀ... 4 SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE... 4 Art. 1 Base legale...

Dettagli

Lucina Gandolfo IL MEDAGLIERE DEL MUSEO ANTONINO SALINAS

Lucina Gandolfo IL MEDAGLIERE DEL MUSEO ANTONINO SALINAS 49 Lucina Gandolfo IL MEDAGLIERE DEL MUSEO ANTONINO SALINAS Medaglia di Pisanello, 1439 1441 ca., Bronzo Il Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas ha raccolto l eredità del Museo Nazionale di Palermo

Dettagli

PRIMO PIANO TARQUINIA - PALAZZO VITELLESCHI MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE PIANTA PIANO PRIMO

PRIMO PIANO TARQUINIA - PALAZZO VITELLESCHI MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE PIANTA PIANO PRIMO PRIMO PIANO TARQUINIA - PALAZZO VITELLESCHI MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE PIANTA PIANO PRIMO N 8 5 6 7 1 2 3 4 9 0 5 10 m. SALA 1 In questa sala ho scoperto che moltissimi anni fa, addirittura prima degli

Dettagli

ELENCO DEI MUSEI E DELLE GALLERIE OGGETTO DI STUDIO SPECIFICO

ELENCO DEI MUSEI E DELLE GALLERIE OGGETTO DI STUDIO SPECIFICO ELENCO DEI MUSEI E DELLE GALLERIE OGGETTO DI STUDIO SPECIFICO 1. Museo Archeologico di Lentini (Frammento di coppa a figure nere con quadriga proveniente Dalla Stipe votiva di Metapiccola); 2. Museo Archeologico

Dettagli