NUVOLA ITALIANA 2.0 SERVIZI. Federico Francesco Cocchi, Carlo Filangieri, Andrea Livatino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NUVOLA ITALIANA 2.0 SERVIZI. Federico Francesco Cocchi, Carlo Filangieri, Andrea Livatino"

Transcript

1 64 NUVOLA ITALIANA 2.0 Federico Francesco Cocchi, Carlo Filangieri, Andrea Livatino

2 65 Possiamo definire in modo semplice il Cloud Computing come l utilizzo dell informatica senza averne il possesso, accedendo tramite la rete a capacità di calcolo e storage nel caso di IaaS (Infrastructure as a ), oppure ad una piattaforma di sviluppo, una di collaborations o un DB nel caso di PaaS (Platform as a ) ed infine a un qualunque applicativo, dall office automation all ERP, nel caso di Software as a. Da questa modalità di fruizione di risorse informatiche come se fossero un servizio, il cliente si aspetta alcuni benefici come quello di non sostenere investimenti iniziali, ridurre i tempi di attivazione, pagare solo quello che effettivamente utilizza e poter scalare la capacità in funzione dell andamento del proprio business. Nel caso IaaS la risorsa di calcolo, storicamente concepita come un elemento fisico concreto, oneroso e decisamente poco flessibile, quindi si è evoluta trasformandosi in un servizio. Questo passo è stato possibile grazie all affermarsi delle tecnologie di virtualizzazione inizialmente introdotte e utilizzate soltanto per incrementare il livello di utilizzo di CPU e RAM. Telecom Italia, con il progetto Next Generation Data Center, ha sviluppato già dal 2008 un proprio cloud interno, nato per consolidare gli ambienti HW obsoleti e per accelerare l erogazione di risorse di calcolo per i nuovi applicativi. Partendo da questa esperienza e dalle competenze sviluppate internamente, è stata sviluppata già a fine 2009 la prima offerta Cloud IaaS orientata al mercato Business Virtuale) e, nella prima metà del 2010, l offerta per i clienti Top ed Enterprise (Hosting Evoluto 1 ). NETWORK INFORMATICA 1Il Mercato dei Servizi Cloud Il Mercato dei Servizi Cloud è in forte ascesa su scala mondiale con dei tassi di crescita tipici di molte delle principali innovazioni tecnologiche nel mondo dell ICT (es: radiomobile, broadband, ). I grafici in Figura 1 mostrano l andamento stimato dagli analisti in merito allo sviluppo e alla diffusione di tale mercato nei prossimi anni. Il mercato dei servizi Cloud nell Europa Occidentale crescerà più rapidamente, con un CAGR del 34,6% rispetto al 25,8% della crescita su scala globale (WW). Questo aspetto induce gli analisti a ritenere fondamentale il ruolo che avrà la disponibilità di soluzioni Cloud per il mercato europeo, dove si avrà la principale presenza della domanda. Dai grafici si ricava anche una predominanza della domanda di servizi di tipo Infrastrutturale, con particolare focalizzazione anche in questo caso sul mercato europeo. La relativa semplicità di utilizzo unita alla crescente pressione sui budget IT delle aziende tenderanno a spingere i CIO ad adottare sempre più tali soluzioni in sostituzione dell acquisto e gestione in proprio dell infrastruttura. Le previsioni in merito al tasso di crescita italiano, più o meno ottimistiche in funzione degli analisti, descrivono una situazione in linea con quelle dei principali paesi europei. Tali previsioni potrebbero essere fortemente influenzate al rialzo dalla strategia dei principali provider quali Telecom Italia. La conclusione che se ne trae evidenzia la presenza di un fattore di crescita in ambito ICT a fronte delle previsioni di riduzione dei tradizionali servizi IT. Scenario Competitivo IaaS su scala 2mondiale La possibilità di offrire soluzioni IaaS riguarda aziende il cui business prin- 1 Al riguardo si rimanda al Notiziario Tecnico, aprile 2011, pagg

3 66 NETWORK Forecast Mercato Mondiale ed Europeo (valori in Mln ) Previsione di crescita del Mercato Italiano SIRMI IDC Gartner Yankee 441,6 591,4 565,3 IaaS PaaS SaaS 43% 10% 47% Mercato WW 23,9% 51% 9% 40% Mercato WE IaaS PaaS SaaS ,8 222,1 194,2 166,3 321,0 302,2 216,6 280,2 356,9 271,1 426, ,6 329,0 INFORMATICA IaaS 47% PaaS 16% SaaS 37% Mercato WW 31,4% % IaaS 15% PaaS 32% SaaS Mercato WE Previsione di distribuzione del Mercato Italiano (valori in Mln ) mercato TOP-ENT mercato SME 15 5,2 12 4,3 28,9% PaaS 9 98,8 3,5 76,1 2,6 45,7 61,4 36,6 28,4 26% SaaS 21,4 IaaS % 142,5 163,2 180, CAGR ,5 199, ,3% PaaS 24,9% SaaS 11,8% IaaS CAGR Figura 1 - Sviluppo e diffusione mercato Cloud cipale può non coincidere con l information technology, ma che, facendo leva sulle caratteristiche e potenzialità della propria infrastruttura, elaborano un nuovo modello di business. Il mercato maturo degli Infrastructure Managed s, dominato dai grandi Data Center outsourcers e Web Hosting players, è stato investito dal fenomeno dell industrializzazione dei servizi IT. Questa rivoluzione ha trasformato il mercato, introducendo i modelli di provisioning delle infrastrutture flessibili e su base pay as you go. In particolare il Cloud IaaS ha ulteriormente accelerato la trasformazione di questo mercato, ampliando i casi d uso dei clienti IT verso le soluzioni di outsourcing. La possibilità per i clienti di dotarsi di capacità computazionale a basso costo per il solo tempo di cui ne hanno realmente bisogno ha convinto molti di questi a familiarizzare con l esperienza dell outsourcing. Le modalità di erogazione delle offerte IaaS sono molteplici: self managed IaaS: replacement semplice e low-cost della tradizionale infrastruttura IT gestita in autonomia da parte del cliente; lightly managed IaaS: soluzioni selfmanaged gestite dal provider nell operatività del servizio; complex managed: hosting con soluzioni di full outsourcing dell infrastruttura. Questa evoluzione ha modificato velocemente lo scenario competitivo con nuovi entranti da mercati adiacenti (quali telco providers, system integrators, pure cloud vendors) ed acquisizioni mirate ad ampliare l offerta con soluzioni cloud (es. Verizon con Terremark). Sebbene il Cloud IaaS sia ancora un mercato in fase di sviluppo, ci si aspetta nel medio termine una piena convergenza con il tradizionale mercato di hosting, risultandone alla fine una sua naturale evoluzione. Amazon e Google sono stati i precursori, prima con soluzioni di Private Cloud Computing e successivamente come provider di servizi in ottica Public Cloud. Attualmente IBM e Amazon sembrano i player maggiormente conosciuti e utilizzati a livello mondiale. Recentemente anche la nuova offerta di Microsoft ha suscitato molto interesse. Si stanno diffondendo forme di partnership tra operatori diversi dell ecosisterma Cloud al fine di sfruttare al massimo le opportunità offerte. Ad esempio Oracle ha una partnership con Amazon per offrire in modalità SaaS i propri applicativi e Microsoft offre i Microsoft Online s tramite i Data Centers di HP. Si possono distinguere i seguenti diversi tipi di player: Telco: l erogazione di servizi cloud costituisce un opportunità per mettere a frutto le grandi infrastrutture informatiche, di cui dispongono e la capacità di erogare banda; hanno inoltre il vantaggio di poter offrire al cliente una gestione integrata IT+TLC. Operatori di Hosting tradizionale: la

4 67 di siti web ed server, mentre sembrano poco adatte allo Storage as a o ad ospitare applicativi aziendali di tipo mission critical. In Figura 2 una sintesi dello scenario competitivo italiano. In questo contesto le offerte Telecom Italia coprono invece in modo completo il ventaglio di esigenze del mercato delle infrastrutture con un posizionamento in termini di prezzo per l offerta entry level decisamente competitivo (Figura 3). Tra gli obiettivi c è il mantenimento/incremento del divario competitivo senza intaccare la marginalità del servizio, lavorando sull ottimizzazione dei costi industriali. NETWORK INFORMATICA Figura 2 - Scenario competitivo mondiale con focus su quello italiano riconversione al cloud è una strategia quasi obbligata per questi operatori al fine di contenere l erosione di ricavi che altrimenti rischierebbero. Visionari del cloud: sono i player, quali Google ed Amazon, che tracciano la rotta su scala mondiale con infrastrutture cloud native a basso costo. Benché orientati nella fase iniziale ad un mercato tipicamente consumer, stanno progressivamente coprendo anche la clientela Business con offerte ad hoc. Fornitori di HW e SW: la fornitura in modalità as-a-service dei propri prodotti è una leva importante per mantenere il mercato dei grandi clienti. System Integrator: hanno già in portafoglio la gestione IT di molti grandi clienti, la proposizione di passaggio al Cloud è spesso una leva per proporre l ottimizzazione dei costi di gestione. In generale esistono delle linee guida riconosciute per l erogazione dei servizi in Cloud, ma non c è ancora una consolidata convergenza in merito al modello di business e all interoperabilità tra le diverse soluzioni o componenti erogate dai vari fornitori Cloud. I principali provider stanno quindi cercando di affermare il proprio modello, sfruttando il livello di posizionamento che hanno ottenuto sul mercato, per condizionare le evoluzioni e le possibili standardizzazioni. 2.1 Lo scenario IaaS in Italia È stato analizzato il mercato dei fornitori di servizi IaaS da parte di società italiane o aziende straniere con DC in Italia in base alle principali caratteristiche Cloud: Dynamic profiles, Pay per use, Self provisioning. Tali aziende 2 hanno competenze IT e legami consolidati con il mercato italiano, oltre che personale locale che può interagire con i clienti in lingua italiana dando così maggiore fiducia rispetto a provider stranieri per gli aspetti di security e privacy. Infine spesso i Data Centers sono di proprietà e gestiti in Italia. Le loro offerte riguardano soprattutto Server virtuali condivisi o dedicati (modello VPS Virtual Private Server, con o senza gestione), la cui applicazione principale è relativa all hosting Posizionamento e Obiettivi dell offerta 3di Telecom Italia Gli obiettivi al 2013 di Telecom Italia sul mercato del Cloud sono decisamente sfidanti, ma basati sulla consapevolezza che l esperienza maturata nello sviluppo della propria Cloud Interna, la capacità di consolidare ambienti tradizionali verso il cloud e le potenzialità date dall essere un provider di connettività e servizi IT la pongono in una condizione di favore rispetto ai principali competitor. La strategia prevede: essere il primo provider Infrastrutturale in Italia attraverso i 7 grandi Data Center, 4 Centri Servizi, PoP all estero e la capacità nativa di erogare e gestire il servizio E2E (IT+TLC); creare la piattaforma Cloud di riferimento per i clienti Italiani, anche multinazionali, con una quota di mercato cloud che crescerà dal 2% del 2010 ad almeno il 40% del 2013; crescere nella creazione di valore attraverso un continuo miglioramento della profittabilità; essere il protagonista dell IT Sostenibile in Italia attraverso la 2 Seeweb e Area Cloud che hanno modelli di offerta più vicini ai modelli del Cloud Computing, soprattutto per la presenza di un portale di self provisioning in cui gestire le proprie macchine virtuali richiedendo, on demand ri-configurazione o nuove macchine virtuali. Almaviva TSF ha realizzato un nuovo DC (mono-vendor) su cui offrire servizi di HYPERCED as a on demand di computing (basati su x86 ), storage, connettività LAN e SAN, back-up.

5 68 NETWORK Profilo entry level di Virtuale (1 vcore, 2GB RAM, 250GB HD) Offerte analoghe dei concorrenti Min Med Max auto consistenti basate su pool di risorse da assegnare ai clienti attraverso le quali questi potranno realizzare le loro cloud private. Infine è stata annessa all offerta la soluzione di Virtual Desktop. INFORMATICA 73 /mese Figura 3 - Le offerte di Telecom Italia contribuzione alla riduzione dell emissioni di CO 2 da informatica (160 tonnellate di C0 2 in meno emesse ogni 100 server migrati su Nuvola Italiana). Le metodologie di riferimento sono mirate ad aggredire i vari layer infrastrutturali dell offerta. In ambito TLC & Network s è prevista ad esempio l evoluzione dei servizi di Sicurezza gestita in logica Cloud, oltre che il consolidamento dell offerta di Network Management per le Medie Imprese. Per il layer IaaS è prevista invece l evoluzione delle offerte di Cloud Storage aggiungendo Archiving e Backup e le funzionalità di Remote Folder. Sul PaaS oltre all evoluzione delle Offerte di IT Device Management si prevede anche l introduzione di strumenti di collaboration integrati con il VoIP. Ma procediamo per gradi. 3.1 L offerta IaaS di Telecom Italia In ambito IaaS l offerta Telecom Italia presenta due diverse soluzioni con caratteristiche peculiari utilizzabili in altrettanti contesti cliente. La prima, è una tipica offerta Cloud a scaffale per la quale le caratteristiche e il modello di business sono strutturati e definiti. Il lato forte è dato dal fatto che i clienti hanno disponibilità delle risorse in tempi brevi e possono amministrare i loro server per mezzo di una console di self management.la tecnologia si basa su server di tipologia x86, con sistema operativo scelto dal cliente (Windows, Linux, ), mentre non sono previste forti personalizzazioni considerato il target di clientela a cui si rivolge (PMI e i clienti minori della fascia Enterprise). L offerta è paragonabile, seppur adattata alle esigenze tipiche del mercato italiano, all offerta di Amazon Elastic Cloud. La seconda, Hosting Evoluto, molto flessibile e facile da adattare alle esigenze del cliente, è orientata alla clientela TOP. È possibile erogare verso i clienti varie tipologie di sistemi operativi, su tecnologie diverse, sia x86 che Unix, anche su piattaforma non virtualizzata. Si possono prevedere architetture multi-tier con la possibilità di prevedere per il cliente l inserimento sulla piattaforma cloud di componenti tradizionali erogate in hosting o housing. Entrambe le offerte prevedono una roadmap evolutiva che vede nel 2011 un anno fondamentale per completare il modello di erogazione. Su Virtuale sarà finalizzato il self provisioning ed il self managment da console di tutte le componenti tecniche e sarà introdotta la modalità di commercializzazione in pay per use. Su Hosting Evoluto saranno introdotti dei prototipi architetturali completi, il cui delivery avverrà in modalità automatica, sarà annessa all offerta una console di self management e sarà introdotto il modello di commercializzazione in pay per use. Parallelamente saranno introdotte architetture volte all implementazione delle Private Cloud, ossia infrastrutture Focus sul piano di evoluzione di 3.2 Virtuale L obiettivo di evoluzione prevede di ampliare la possibilità di sottoscrizione del servizio tramite web sul sito di Impresa Semplice attraverso l e-commerce e la possibilità per il cliente di gestire in Self Provisioning da console le variazioni della propria consistenza tecnica. Per raggiungere questo scopo verrà integrato il sito Impresa Semplice con il CRMB e saranno introdotti nuovi metodi di pagamento tramite Carta di credito, PayPal, AlicePay. Per aumentare l appeal dell offerta Virtuale, sono in fase di proposizione anche server virtuali vestiti sia in termini di software pre-installato e licenziato che di servizi erogati dai partner Telecom Italia. I servizi dei Partner diventano così una parte fondamentale dell offerta di TI e dell evoluzione dell offerta di Cloud Computing verso il mercato. 4Roadmap di espansione internazionale Con il supporto delle consociate estere, è prevista anche l espansione del servizio di cloud computing su base internazionale. In Turchia sarà commercializzato il servizio Hosting Evoluto nel 2011 impiegando il DC di MED, consociata Turca di Telecom Italia Sparkle. In Argentina, ma anche in Brasile, è in corso un trasferimento di knowhow per lo sviluppo sul posto di servizi Cloud analoghi a quelli disponibili in Italia in modo da servire al meglio aziende multinazionali.

6 69 5Evoluzione dell infrastruttura Le capacità tecnologiche dell infrastruttura NGDC (Next Generation Data Center) come erogatore di servizi Cloud, si basano su infrastruttura multi-piattaforma, condivisa e standardizzata. Le infrastrutture NGDC offrono ai propri Clienti risorse computazionali, spazi di memorizzazione e reti di comunicazione, su cui effettuare il rilascio di applicazioni informatiche a supporto delle proprie esigenze. L offerta è presentata all interno di un Catalogo Servizi attraverso il quale il Cliente esprime una domanda di ambienti, aggregando i servizi elementari offerti (service element) in conformità a regole, policy interne alla propria organizzazione. Il Catalogo Servizi è stato sviluppato per consentire di indirizzare il più elevato numero di esigenze architetturali, mantenendo tuttavia un elevato livello di standardizzazione, grazie all impiego di un numero finito e non modificabile di Element. L astrazione dal livello infrastrutturale consentito dalla virtualizzazione abilita l automazione dei processi. In particolare attraverso funzionalità di Virtual Provisioning sono state disaccoppiate le fasi di Activation e Creation. L allestimento fisico delle farm viene eseguito in modo periodico su base capacity delle risorse ed in modo totalmente indipendente dal delivery o dal profilo di servizio dei singoli clienti. La disponibilità di capacità computazionale già predisposta consente il delivery veloce (minuti) delle risorse richieste sulla piattaforma cloud. Si tratta in definitiva di semplici operazioni di configurazione che avvengono in modo automatico. Altro vantaggio dell astrazione del catalogo servizi consiste nella possibilità di adottare un modello open multivendor senza che siano previsti adeguamenti di processi e strumenti di gestione al variare delle componenti hardware. La piattaforma degli strumenti NGDC è totalmente open. L attuale modello aperto Multi-Vendor abilità i seguenti benefici: Flessibilità: i requisiti tecnici sono fatti per svincolare la tecnologia delle Server Farm ad uno specifico Vendor, consentendo un forte riutilizzo delle componenti tra ambienti per l IT interna e per il cloud; Riduzione dei costi industriali: il modello open consente l acquisizione progressiva tramite gara ai migliori prezzi di mercato. Innovazione tecnologica: le novità tecnologiche vengono introdotte immediatamente negli ambienti di sviluppo e non mission critical, per poi estendersi al resto dell infrastruttura (es: deduplica, autotiering, ). Riduzione dei costi di manutenzione HW: per le server farm dotate di meccanismi di rilocabilità nativi, non è necessario richiedere SLA con tempi di ripristino stringenti per il failure di componenti HW, ma è sufficiente il servizio standard previsto in garanzia. Capacità di integrazione: la capacità di integrazione di TI-SSC viene messa a disposizione dei clienti che desiderano spostare verso il cloud i propri ambienti applicativi. Inoltre la strategia evolutiva in ambito Server Farm Unix si focalizza in particolare sulle attività di Capacity Management e Capacity Optimization delle server farm del Mercato Esterno con conseguente abbattimento del costo industriale derivante dal migliore sfruttamento delle risorse oggetto di offerta ai Top Client. Ed ancora l evoluzione delle infrastrutture Storage e Backup è mirata alla trasformazione del modello di erogazione del servizio da una logica di allocazione statica, guidata dalla tecnologia (es. Enterprise & Easy sullo Storage), ad un allocazione più dinamica ed efficiente. Per consentire il contenimento dei costi, ottimizzare lo spazio ed offrire nuove feature di servizio. Evoluzione degli strumenti di gestione 6ed erogazione del Cloud Gli strumenti di gestione ed erogazione del Cloud di Telecom si basano sul modello di Cloud Foundation adattato alle esigenze peculiari dei servizi sviluppati ed in corso di sviluppo. Nella Figura 4 la Cloud Foundation secondo Telecom Italia evidenzia ogni singola componente di gestione ed erogazione del Cloud. Nel corso del 2011 saranno introdotte le funzioni abilitanti al completo self provisioning e al self assurance, nonché il service capacity management e i moduli software da integrare con la catena di billing aziendale per l elaborazione del pagamento a consumo. Saranno anche sviluppati gli attuatori infrastrutturali per la gestione delle componenti tecnologiche in modalità self (VPN, bilanciatori, FW). Poi sarà completata la roadmap sugli strumenti che prevede la predisposizione di un cloud portal unificato per l erogazione dei servizi Cloud verso tutte le fasce di clienti, saranno introdotte le funzionalità volte alla commercializzazione dei servizi di Security as a, arrivando infine alla definizione di un catalogo standardizzato di tutti i Servizi Cloud. 7La sicurezza nel Cloud di Telecom Italia L aspetto della sicurezza del dato in ambito Cloud è estremamente importante e sentito dai potenziali clienti che si apprestano ad avvicinarsi a questa nuova modalità di erogazione dei servizi IT. Una ricerca elaborata da Gartner testimonia come tre su cinque dei fattori inibitori per la scelta di soluzioni Cloud siano direttamente correlati alla compliance e alla security (violazione della privacy/confidenzialità, perdita dei dati, violazione di leggi/ NETWORK INFORMATICA

7 70 NETWORK Cloud Security End User Unified Cloud Portal IT Manager & Administration Business Partner Reseller Application Provider/Developer Support Systems INFORMATICA Data Network Security Data Privacy Certification & Compliance Authentication & Authorization Auditing & Accounting Cloud Develoment Catalog Template Repository Design Creation Activation Iaas & NaaS Components Networking Server/ Hosting services Storage PaaS Components DBMS Directory s Application Servers Development Environment Virtualization layer Physical resources SaaS Components TI Applications Partner Applications Partner Application Management Server SAN/TAN Network Cloud Monitoring & Management Instance Repository Policy Repository Operation Policy & SLA Mgmt QoS Management Cloud Monitoring & Management & Data Mgmt Utilization Monitoring CRM Payment & Accounting Trouble Ticket Manager Figura 4 - Le regole della casa Cloud regolamenti validi nel mercato di riferimento). L Italia da questo punto di vista costituisce un banco di prova emblematico in ragione dell estrema attenzione del legislatore rispetto alla natura del trattamento, a cui viene sottoposto il dato di proprietà del cliente. Tale attenzione viene confermata, per esempio, dal Garante delle Privacy che prevede nel suo piano ispettivo di inserire il Cloud Compunting, adottato sia da soggetti privati che pubblici, fra le principali aree di analisi nel Gli aspetti che sollecitano le preoccupazioni in ambito security sono: la condivisione delle risorse, la maggior esposizione agli attacchi dall esterno e la dipendenza dalla disponibilità della rete per l accesso ai servizi e l impossibilità di conoscere a priori la collocazione fisica del dato trattato. Per mitigare questi potenziali elementi di vulnerabilità dell architettura cloud occorre quindi predisporre tutta una serie di azioni necessarie a proteggere adeguatamente, nel tempo, il servizio e allo stesso tempo rendere evidenti e documentabili anche nei confronti dei Clienti i livelli di sicurezza conseguiti. Telecom Italia possiede numerosi elementi distintivi che consentono di mitigare le preoccupazioni dei clienti, facendo percepire loro il valore che possono ricavare dall affidarsi ad infrastrutture e processi che il cliente difficilmente potrebbe eguagliare senza prevedere enormi investimenti. Quale fattore qualificante del livello dei processi di gestione che caratterizzano l offerta Nuvola Italiana vengono di seguito riassunte le principali certificazioni di Telecom Italia: Certificazione UNI EN ISO 9001:2008 (ISO 9001:2008) per le attività di Progettazione, Sviluppo e Attivazione di componenti infrastrutturali per l erogazione di servizi di Cloud Computing (modalità IaaS infrastructure as a service prima società italiana a conseguire tale livello di certificazione tramite la consociata SSC). Certificazione ISO per i servizi di delivery, operation e sicurezza fisica dei Datacenter di Telecom Italia. Applicazione dell Information Security Management System per la struttura IT Management, relativamente ai Processi di Delivery ed Esercizio per l erogazione delle soluzioni di Housing & Hosting ospitate presso i Data Center di Telecom Italia, in conformità ai requisiti espressi dallo Standard ISO/IEC Applicazione dell Information Security Management System per la struttura IT Management, relativamente ai Servizi di PdL Management, LAN Management e System Management nell ambito della gestione del servizio di condu-

8 71 zione dei sistemi per il mercato e per le Pubbliche Amministrazioni, in conformità ai requisiti espressi dallo Standard ISO/IEC È stato quindi definito un piano in tre fasi per mantenere ai massimi livelli la sicurezza di Nuvola Italiana basandosi su interventi tecnologici e di processo. Gli interventi tecnologici a loro volta sono stati catalogati nei tre ambiti: A. Misure preventive (protezione perimetrale, irrobustimento degli elementi); B. Misure di monitoraggio; C. Misure reattive. Nell ambito processivo/procedurale è stato definito di realizzare il Piano di Sicurezza dei servizi infrastrutturali che fanno parte del portafoglio d offerta di Nuvola Italiana. Il Piano di Sicurezza è un documento di analisi di dettaglio dove vengono analizzati i rischi, le minacce che interessano il servizio e le relative contromisure. Fa parte del documento una Gap Analysis che determina, al momento della realizzazione, quale sia il rischio effettivo associato all oggetto dell analisi. Partendo dal Piano di Sicurezza verranno realizzate delle attività di verifica periodica (security assessment) da parte del SOC (Security Operation Center) atte a verificare l applicazione delle contromisure previste e la presenza di ulteriori aree di miglioramento. Nell ambito tecnologico, le fasi progettuali attualmente definite ed in corso di realizzazione sono le seguenti: A. Fase iniziale. Sono state definite le protezioni perimetrali (firewalling), le configurazioni per l irrobustimento delle server farm Unix e Windows (hardening), la gestione delle credenziali di accesso degli amministratori dell infrastruttura e il logging degli stessi per garantire la corretta accountability delle operatività, la protezione dell intero Datacenter da attacchi di tipo DDOS (Distributed Denial of ); il tutto in sinergia con la piattaforma che salvaguarda il backbone IP di Telecom Italia. B. Fase di medio termine. Tale fase provvederà, oltre al completamento della copertura degli apparati IDS (Intrusion Detection System) e della DDOS per i singoli Clienti, anche la scelta e una prima introduzione delle cosiddette Software Appliance, ovvero di dispositivi di sicurezza software e non più hardware adatte agli ambienti virtualizzati, che possono essere istanziate in maniera flessibile in base alle necessità ed in grado di svolgere le funzioni di Firewall, Antivirus, Intrusion Prevention e VPN concentrator. A partire dalla fase di medio termine si inserisce il processo di Risk Management, in modo da garantire la maggiora efficacia nel tempo del profilo di protezione del servizio e dell infrastruttura. È opportuno sottolineare come molti degli elementi tecnologici che sono in corso di dispiegamento, oltre a svolgere il loro compito di protezione di Nuvola Italiana, abilitino alla creazione di veri e propri servizi di sicurezza gestita e non, che andranno ad arricchire l of- Act Sec. SW Appl. PdS DDSO mitigation DDOS mitigation v2 Plan Sonde IDS Prot. Backup Firewall Nuvola Italiana Gestione account Check Figura 5 - Modello di intervento per la sicurezza su Nuvola Italiana ferta di hosting contribuendo anche alla differenziazione della proposta rispetto ai competitor. Fra questi sono sicuramente da citare gli IPS (Intrusion Detection System), la DDOS protection e le Software Appliance. In definitiva, la sicurezza di Nuvola Italiana avviene mediante un framework integrato tecnologico e processivo che può essere rappresentato nella seguente Figura 5: ogni fase completa l altra ed è soggetta a revisione continua degli obiettivi di protezione, mediante un processo costante di revisione continuo basato sull analisi del rischio e sull opportunità di realizzare nuovi servizi per i clienti di Telecom Italia. I processi di delivery e assistenza 8 tecnica Considerando che la decisione di spostarsi verso il cloud è spesso fonte di discussione nelle aziende clienti, occorre dimostrare che i processi di delivery e assistenza garantiti dal provider siano effettivamente impeccabili. Il principale scoglio che occorre superare infatti è costituito dall idea consolidata negli IT manager che la perdita di con- IDS/IPS Hardening DDOS mitigazoin v3 Hardening Do NETWORK INFORMATICA

9 72 NETWORK INFORMATICA trollo sulle infrastrutture si traduca direttamente nell impossibilità di agire autonomamente ed in modo efficace per la risoluzione degli eventuali problemi di esercizio. La capacità e l organizzazione del modello di gestione ed assistenza di Telecom Italia ha sempre costituito un carattere distintivo per le proposizioni nel mercato IT tradizionale che l Azienda ha sviluppato. Pertanto per migliorare il processo di assistenza con l obiettivo di trasferire al cliente la percezione di un legame diretto e partecipe con il processo di assistenza, sarà introdotta su Virtuale la modalità di segnalazione dei guasti via self ticketing con l incremento del numero di comunicazioni via inviate in automatico al cliente per dargli evidenza dei passaggi di stato per le lavorazioni che gli competono. In ambito assistenza su Hosting Evoluto si prevede invece di introdurre strumenti di SAN alerting e capacity management nonché procedure di Patching e Change Management Tracking. 9I costi industriali È stata prevista una strategia di riduzione dei costi industriali dei servizi cloud con la duplice finalità di mantenere i margini di profitto e migliorare la competitività su un mercato molto vario ed aggressivo sia su scala nazionale che internazionale. L approccio metodologico adottato si è articolato in cinque step: 1. Individuazione degli elementi atomici di offerta: ciascuna offerta deriva dalla composizione di elementi atomici i cui costi concorrono alla definizione del costo industriale dell offerta stessa. 2. Analisi dei costi As Is: i costi di ciascun elemento di offerta sono stati analizzati, scomposti in macro aree (Progettazione Delivery e Gestione, HW, SW, Rete, Consumi (Spazio, Energia, Manutenzione) per individuare le aree a maggior impatto sulla definizione del costo complessivo dell offerta 3. Individuazione delle direttrici di intervento: individuate le aree maggiormente critiche sono state impostate le opportune azioni di contenimento. 4. Quantificazione dei saving ottenibili e definizione costi To Be: per ciascuno degli interventi ipotizzato si è quantificato, sulla base delle esperienze fino ad oggi maturate, il saving potenzialmente ottenibile e lo si è scomposto nelle macro aree di analisi al fine di mappare i nuovi costi. 5. Implementazione degli interventi individuati: sulla base dei saving ottenibili e dei costi necessari per l attuazione, è stata assegnata una priorità agli interventi ipotizzati ed è stato presentato un piano di attuazione. Gli interventi citati traguardano un orizzonte temporale dispiegato tra il 2011 ed il Conclusioni Il Cloud Computing è ormai una realtà e costituisce la modalità di erogazione di servizi IT più promettente, per via della facilità attraverso la quale i clienti possono adattare le loro esigenze alla disponibilità di risorse. Le analisi di mercato confermano la presenza di una crescente domanda da parte della clientela a livello mondiale e regionale con maggiore incidenza per i servizi IaaS. I provider di Cloud Computing non sono solo i fornitori di soluzioni IT, ma ovviamente le Telco, avvantaggiate dalla disponibilità dell infrastruttura di rete e dai propri grandi data center, nonché i grossi player di servizi Internet su scala globale che stanno trainando l innovazione sfruttando la capacità di proposizione commerciale on-line, elemento fondamentale per tali servizi. Telecom Italia, attraverso l offerta Nuvola Italiana, si propone di aggredire questo mercato fornendo delle soluzioni a differente complessità e prezzo, ma con l obiettivo di diventare il provider di riferimento su base nazionale. Le offerte commerciali in ambito IaaS evolveranno nel corso del 2011 fino alla copertura totale dei criteri di erogazione dei servizi in Cloud. Saranno disponibili tutte le funzionalità di self provisioning e management e si potrà usufruire del servizio in modalità pay per use. In ambito internazionale Telecom Italia si propone, con l ausilio delle consociate estere, di esportare il modello Nuvola Italiana, garantendo a clienti multinazionali una copertura su diversi continenti. Per indirizzare l argomento della sicurezza nel Cloud, che costituisce uno dei principali punti di attenzione per i clienti, Telecom Italia, partendo delle numerose certificazioni di cui dispone nel campo, ha impostato una metodologia volta a mantenere i livelli di sicurezza e protezione ai massimi livelli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

rischi del cloud computing

rischi del cloud computing rischi del cloud computing maurizio pizzonia dipartimento di informatica e automazione università degli studi roma tre 1 due tipologie di rischi rischi legati alla sicurezza informatica vulnerabilità affidabilità

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

CLOUD COMPUTING MADE IN ITALY

CLOUD COMPUTING MADE IN ITALY CLOUD COMPUTING MADE IN ITALY L evoluzione dell IT attraverso il Cloud White Paper per www.netalia.it Marzo 2015 SIRMI assicura che la presente indagine è stata effettuata con la massima cura e con tutta

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Portfolio Prodotti MarketingDept. Gennaio 2015

Portfolio Prodotti MarketingDept. Gennaio 2015 Portfolio Prodotti Gennaio 2015 L azienda Symbolic Fondata nel 1994, Symbolic è presente da vent'anni sul mercato italiano come Distributore a Valore Aggiunto (VAD) di soluzioni di Data & Network Security.

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos

Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos L Autore Lino Fornaro, Security Consultant Amministratore

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

cio & cloud: i casi di successo, i benefici e i miti da sfatare

cio & cloud: i casi di successo, i benefici e i miti da sfatare maggio 2014 E giunto il momento di allontanare per sempre l idea che la Nuvola possa identificarsi unicamente come un collage di soluzioni e servizi IT standard o commodity. Un sempre maggior numero di

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Prof. Franco Sirovich Dipartimento di Informatica Università di Torino www.di.unito.it franco.sirovich@di.unito.it 1 Definizioni

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

Webinar. Il Cloud computing tra diritto e tecnologia

Webinar. Il Cloud computing tra diritto e tecnologia DATA: 14 giugno ore 15 16 LOCATION: Internet (online) Organizzazione: Centro Europeo per la Privacy - EPCE Webinar Il Cloud computing tra diritto e tecnologia Abstract Il ciclo di due web conference sul

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l.

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l. Balance GRC Referenze di Progetto Settembre 2013 Pag 1 di 18 Vers. 1.0 Project Management Anno: 2012 Cliente: ACEA SpA Roma Durata: 1 anno Intervento: Gestione dei progetti riguardanti l implementazione

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler 2 Le aziende attuali stanno adottando rapidamente la virtualizzazione desktop quale mezzo per ridurre i costi operativi,

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli