Trib. Milano, Ufficio del G.I.P., 7 gennaio 2013 G.I.P. Ghinetti. DECRETO DI SEQUESTO PREVENTIVO Art. 321 c.p.p.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Trib. Milano, Ufficio del G.I.P., 7 gennaio 2013 G.I.P. Ghinetti. DECRETO DI SEQUESTO PREVENTIVO Art. 321 c.p.p."

Transcript

1 Trib. Milano, Ufficio del G.I.P., 7 gennaio 2013 G.I.P. Ghinetti Il giudice per le indagini preliminari Letti DECRETO DI SEQUESTO PREVENTIVO Art. 321 c.p.p. gli atti del procedimento penale a margine indicato contro ignoti per le seguenti ipotesi di reato: - artt. 110 C.P co. 1 lett. a-bis) L. 22 aprile 1941 n. 633 accertato a Milano il 26 marzo 2012 e tuttora permanente; - artt. 110 C.P. 171ter co. 1 lett. a), c), e), f-bis) L. 22 aprile 1941 n. 633 accertato a Milano il 26 marzo 2012 e tuttora permanente; la richiesta di sequestro preventivo depositata dal Pubblico Ministero il 18 ottobre 2012 avente ad oggetto: A) i seguenti siti: 1) A - IP [OMISSIS] facente capo alla società olandese LeaseWeb con sede ad Amsterdam; 2) B - IP [OMISSIS] facente capo alla società olandese Snel Internet Service con sede a Schiedam in Piet Heinstraat,7; 3) C - IP [OMISSIS] facente capo alla società olandese LeaseWeb con sede ad Amsterdam; 4) D - IP [OMISSIS] facente capo alla società rumena Voxility SRL con sede ad Bucarest all indirizzo Dimitrie Pompeiu 9-9A; 5) E - IP [OMISSIS] facente capo alla società statunitense Rackspace Hosting con sede a Sant Antonio (Texas) all indirizzo 5000 Walzem Road; 6) F - IP [OMISSIS] facente capo alla società statunitense GoDaddy.com Inc con sede a Scottsdale (Arizona) all indirizzo N Hayden Road; 7) G 8) H - [OMISSIS] facente capo alla società svedese prq Inet NOC con sede a Stoccolma; 9) I - IP [OMISSIS] facente capo alla società svedese Altuhost Inc con sede a Stoccolma all indirizzo Artillerigatan 6; 10) L - IP [OMISSIS] facente capo alla società olandese Snel Internet Service con sede a Schiedam in Piet Heinstraat,7; 11) M - IP [OMISSIS] facente capo alla società olandese Snel Internet Service con sede a Schiedam in Piet Heinstraat,7; Via Serbelloni, MILANO (MI) Telefono: Fax: Direttore Responsabile Francesco Viganò P.IVA Copyright 2010 Diritto Penale Contemporaneo

2 12) N - IP [OMISSIS] facente capo alla società statunitense GoDaddy.com Inc con sede a Scottsdale (Arizona) all indirizzo N Hayden Road; 13) O - IP [OMISSIS] facente capo alla società olandese NFOrce Entertainment BV con sede a Roosendaal all indirizzo Gewenten 8; 14) P - IP [OMISSIS] facente capo alla società olandese LeaseWeb con sede ad Amsterdam; 15) Q - IP [OMISSIS] facente capo alla società rumena Voxility SRL con sede ad Bucarest all indirizzo Dimitrie Pompeiu 9-9A; 16) R - IP [OMISSIS] facente capo alla società rumena Voxility SRL con sede ad Bucarest all indirizzo Dimitrie Pompeiu 9-9A; 17) S - IP [OMISSIS] facente capo alla società tedesca Intergenia AG con sede a Huerth all indirizzo Daimlerstr 9-11; 18) T - IP [OMISSIS] facente capo alla società olandese NFOrce Entertainment BV con sede a Roosendaal all indirizzo Gewenten 8; 19) U - IP [OMISSIS] facente capo alla società svedese Phonera Networks AB con sede a Stoccolma all indirizzo Hammarby Fabriksvag 25; B) i relativi alias e nomi di dominio presenti e futuri rinvianti ai siti medesimi; C) gli indirizzi IP che al momento risultano associati ai predetti nomi di dominio ed ogni ulteriore indirizzo IP statico associato ai nomi stessi nell attualità e in futuro; Premesso che il Pubblico Ministero, ritenendo configurabili le fattispecie delittuose di cui agli artt. 171, comma 1, lett. a bis) e 171 ter comma 1, lett. a), c), e), f-bis della legge n. 633 del 1941, ha richiesto il sequestro preventivo di alcuni portali web che illecitamente diffondono e trasmettono, attraverso la rete internet, programmi ed eventi calcistici, sui quali R.T.I. Reti Televisive Italiane S.p.a. - società del Gruppo Mediaset, vanta un diritto di pubblicazione e trasmissione in esclusiva; che dalla denuncia presentata emerge che oggetto di abusiva immissione e trasmissione attraverso la rete internet sono alcuni programmi televisivi prodotti da R.T.I., partite di campionato di calcio di Serie A per la stagione 2011/2012, nonché incontri di Champions League ed Europa League per le stagioni 2010/2011 e 2011/2012 trasmissioni televisive ed eventi calcistici che R.T.I. mette in onda attraverso le emittenti nazionali appartenenti al gruppo Mediaset, come Canale 5, Italia 1 e Retequattro, nonché attraverso i canali del digitale terrestre e la piattaforma pay-tv denominata Mediaset Premium ; che dal punto di vista tecnico, come emerge dalla denuncia presentata da R.T.I. e dalla relazione tecnica a cura della The Fool S.r.l. allegata alla stessa, i programmi e gli eventi calcistici vengono abusivamente diffusi e pubblicati su internet facendo ricorso a diverse 2

3 modalità: a) in modalità c.d. streaming, rendendo disponibili le immagini relative agli incontri calcistici in tempo reale, in maniera pressoché affine alla tradizionale trasmissione televisiva in diretta; b) in via differita, rendendo il contenuto accessibile dalla rete successivamente alla prima messa in onda, mediante semplice accesso da parte degli utenti alle pagine di ricerca di un sito contenitore; c) con appositi player c.d. embedding, inserendo all interno delle pagine di un sito flussi di dati audio/video provenienti da altri portali web, trasmessi tramite tecnologia di streaming; d) tramite appositi collegamenti ipertestuali c.d. linking, portali che all interno delle loro pagine propongono un palinsesto costantemente aggiornato, contenente link a risorse di streaming ed embedding; che i servizi che i siti in questione forniscono ai cybernauti sono in taluni casi gratuiti, mentre in altri l accesso alla visione dello streaming richiede il pagamento di un contributo (peraltro piuttosto modesto e decisamente concorrenziale rispetto ai costi di un regolare abbonamento ai canali della pay tv); che R.T.I., ha individuato, tra i vari siti web la cui attività consiste principalmente nella indebita diffusione di immagini protette relative ad eventi sportivi, i seguenti, il cui elenco è indicato in denuncia con i relativi riferimenti alla citata relazione tecnica allegata alla stessa: A) Portali di streaming con contenuti pubblicitari: 1) A R.T.I. vanta un esclusiva, come documentato nei 27 cautelamenti di cui all allegato 1, L intestatario del nome di dominio è reso anonimo tramite il servizio PrivacyProtect.org, mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider del sito una società olandese di Amsterdam (Lease Web): la diffida inviata a tali soggetti, con cui si è richiesto di rivelare il nome dell intestatario del dominio 786cast.tv e di inibire allo stesso la diffusione dei contenuti di RTI (doc. 3.1), è stata riscontrata dall hosting provider in termini puramente evasivi (doc. 3.1bis). 2) B RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 19 cautelamenti di cui all allegato 2, 3

4 L intestatario del nome di dominio è reso anonimo tramite il servizio WhoisGuard, mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider del sito una società olandese di Schiedam (Snel Internet Service BV Noc). 3) C RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 15 cautelamenti di cui all allegato 3, L intestatario del nome di dominio è reso anonimo tramite il servizio PrivacyProtect.org, mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider del sito la già nota società olandese di Amsterdam (Lease Web): la diffida inviata a tali soggetti, con cui si è richiesto di rivelare il nome dell intestatario del dominio owncast.tv e di inibire allo stesso la diffusione dei contenuti di RTI (doc. 3.3), è stata riscontrata dall hosting provider in termini puramente evasivi (doc. 3.3bis). 4) D RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 5 cautelamenti di cui all allegato 4, alla Relazione Tecnica prodotta sub doc. 2. L intestatario del nome di dominio è reso anonimo tramite il servizio Protect Domain Services, mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider del sito una società rumena di Bucarest (Voxility): la diffida inviata a tali soggetti, con cui si è richiesto di rivelare il nome dell intestatario del dominio 24cast.tv e di inibire allo stesso la diffusione dei contenuti di RTI, è rimasta priva di fattivo riscontro (doc. 3.4). 5) E RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 4 cautelamenti di cui all allegato 5, alla Relazione Tecnica prodotta sub doc. 2. Il nome di dominio risulta intestato alla società georgiana Global Takeoff (con sede in Alpharetta, USA), mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider del sito una società texana di San Antonio (Rackspace Hosting): la diffida inviata a tali soggetti, con cui si è richiesto di rivelare il nome dell intestatario del dominio freedocast.com e di inibire allo stesso la diffusione dei contenuti di RTI, è rimasta priva di fattivo riscontro (doc. 3.5). 6) F RTI vanta un esclusiva, come documentato nel cautelamento di cui all allegato 6, alla Relazione Tecnica prodotta sub doc. 2. 4

5 L intestatario del nome di dominio risulta essere una (improbabile) persona fisica (tal Victoria Budapast o Budapest, residente in Vietnam Duong Lang Ha Noi), mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider del sito una società statunitense con sede in Arizona (GoDaddy.com Inc.). B) Portali di linking ed embedding con contenuti pubblicitari: 7) G Il portale riporta sulle proprie pagine un palinsesto completo di partite ed eventi sportivi su cui RTI vanta un esclusiva, permettendo agli utenti di visionare detti contenuti attraverso due modalità: a) direttamente sul sito State of Stream, mediante un player che ritrasmette quanto diffuso da altri siti di streaming (c.d. embeddig), come attestato negli oltre 117 cautelamenti di cui alla prima parte dell allegato 7 alla Relazione Tecnica prodotta sub doc. 2; b) mediante l uscita dal sito di State of Stream ed il collegamento diretto (c.d. linking) ai siti che trasmettono in streaming, come documentato negli oltre 50 cautelamenti di cui alla seconda parte dell allegato 7 alla predetta Relazione Tecnica. 8) H Il portale riporta sulle proprie pagine un palinsesto completo di partite ed eventi sportivi su cui RTI vanta un esclusiva, permettendo agli utenti di visionare detti contenuti attraverso due modalità: a) direttamente sul sito Live Score Hunter (raggiungibile all indirizzo mediante un player che ritrasmette quanto diffuso da altri siti di streaming (c.d. embeddig), come attestato nei 17 cautelamenti di cui alla prima parte dell allegato 8 alla Relazione Tecnica prodotta sub doc. 2; b) mediante l uscita dal sito di Live Score Hunter ed il collegamento diretto (linking) ai siti che trasmettono in streaming, come documentato nei 15 cautelamenti di cui alla seconda parte del citato allegato 8. L intestatario del nome di dominio è reso anonimo tramite il servizio WhoisGuard, mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider del sito una società svedese con sede a Stoccolma (PRQ Inet Noc). C) Portali di streaming senza contenuti pubblicitari: 9) I RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 36 cautelamenti di cui all allegato 9, L intestatario del nome di dominio è risultato anonimo, mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider del sito altra società svedese di Stoccolma (AltustHost Inc.): la diffida inviata a tale soggetto, con cui si è richiesto di rivelare il nome dell intestatario del dominio vstream.eu e di inibire allo stesso la 5

6 diffusione dei contenuti di RTI (doc. 3.9), è stata riscontrata dall hosting provider con un messaggio automatico e strumentalmente interlocutorio (doc. 3.9bis). 10) L RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 35 cautelamenti di cui all allegato 10, Il nome di dominio risulta intestato ad una società americana con sede a Toronto (ZStreaming Media Network), mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider la già nota società olandese Snel Internet Services Noc Inc., con sede a Schiedam. 11) M RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 16 cautelamenti di cui all allegato 11, Il nome di dominio risulta intestato ad una persona fisica residente in California (tale Sherly Adams), mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider la solita società olandese Snel Internet Services Noc Inc., con sede a Schiedam: la diffida inviata a tali soggetti, con cui si è richiesto di fornire i dati identificativi del gestore del sito limev.tv e interrompere la diffusione dei contenuti di RTI, è rimasta priva di fattivo riscontro (doc. 3.11). 12) N RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 13 cautelamenti di cui all allegato 12, Il nome di dominio risulta intestato ad una persona fisica residente in Vietnam (tale Tucco Cayman), mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider la già nota società statunitense GoDaddy.com Inc: la diffida inviata a tali soggetti, con cui si è richiesto di fornire i dati identificativi del gestore del sito azwatch.tv e interrompere la diffusione dei contenuti di RTI, è rimasta priva di fattivo riscontro (doc. 3.12). 13) O RTI vanta un esclusiva, come documentato negli 8 cautelamenti di cui all allegato 13, L intestatario del nome di dominio è resto anonimo tramite il servizio WhoisGuard, mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider una società olandese con sede a Roosendaal (NFOrce Entertainment BV): la diffida inviata a tali soggetti, con cui si è richiesto di fornire i dati identificativi del gestore del sito 6

7 mips.tv e interrompere la diffusione dei contenuti di RTI (doc. 3.13), è stata riscontrata dall hosting provider in termini puramente evasivi (doc. 3.13bis). 14) P RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 5 cautelamenti di cui all allegato 14, L intestatario del nome di dominio è resto anonimo tramite il servizio Protected Domain Services, mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider la solita società olandese Lease Web: la diffida inviata a tali soggetti, con cui si è richiesto di fornire i dati identificativi del gestore del sito hqcast.tv tv e interrompere la diffusione dei contenuti di RTI (doc. 3.14), è stata riscontrata dall hosting provider in termini puramente evasivi (doc. 3.14bis). 15) Q RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 4 cautelamenti di cui all allegato 15, L intestatario del nome di dominio è resto anonimo tramite il servizoi WhoisGuard, mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider la già nota società romena Voxility, con sede a Bucarest. 16) R RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 3 cautelamenti di cui all allegato 16, Il nome di dominio risulta intestato ad una persona fisica residente a Lima, in Perù (tale Gustavo Oscar Lala Jara Valderrama), mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider la solita società romena Voxility. 17) S RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 3 cautelamenti di cui all allegato 17, Il nome di dominio risulta intestato alla società svedese HDCaster (con sede in Hyggesvagen Hudiksvall), mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider una società tedesca con sede a Huerth (Intergenia AG). 18) T RTI vanta un esclusiva, come documentato nei 2 cautelamenti di cui all allegato 18, 7

8 Non è stato possibile individuare l intestatario del nome di dominio, mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider la già nota società olandese di Roosendaal. NFOrce1 Entertainment1 BV. 19) U RTI vanta un esclusiva, come documentato nel cautelamento di cui all allegato 19, alla Relazione Tecnica prodotta sub doc. 2. Il nome di dominio risulta intestato ad una persona fisica residente in Arabia Saudita (tal Awadh Abu), mentre l indagine sugli IP ha permesso di individuare come hosting provider una società svedese con sede a Stoccolma (Phonera Networks AB): la diffida inviata a tali soggetti, con cui si è richiesto di fornire i dati identificativi del gestore del sito wii-stream.com e interrompere la diffusione dei contenuti di RTI, è rimasta priva di fattivo riscontro (doc. 3.19) Rilevato che, ai sensi dell'articolo 321, comma 2, c.p.p., il giudice può disporre il sequestro delle cose pertinenti al reato per cui si procede qualora accerti l esistenza di una possibile situazione di pericolo (aggravamento o protrazione delle conseguenze del reato ovvero agevolazione della commissione d altri reati) generata dalla libera disponibilità delle cose medesime; che, tra le condizioni legittimanti l'adozione della misura cautelare reale, non è prevista la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza, atteso che l'articolo 273, comma 1, c.p.p. è disposizione che concerne le sole misure cautelari personali; che, di conseguenza, l'ordinanza che dispone il sequestro preventivo non deve motivare sulla sussistenza degli indizi di colpevolezza, ma sull ipotizzabilità in astratto della sussistenza del reato, rilevabile attraverso la pendenza del procedimento penale e la sussistenza di una preliminare imputazione, senza alcuna possibilità d apprezzamento in ordine alla fondatezza dell'accusa e alla possibilità di una pronuncia sfavorevole per l'indagato (cfr. Cass. pen. sez. un., 25 marzo 1993, n. 4). Ritenuto che gli elementi acquisiti, emergenti dalla richiesta del Pubblico Ministero e dettagliatamente descritti nella denuncia e nella relazione tecnica allegata alla stessa, appaiono idonei ed integrare quanto meno il fumus delle ipotizzate violazioni della L. 22 aprile 1941 n. 633; 8

9 che, quanto all oggetto delle violazioni, malgrado le partite di calcio non siano da considerarsi opera intellettuale in senso stretto, le videoriprese di tali eventi, come i programmi televisivi inerenti a tali incontri, allorquando si caratterizzino per uno specifico apporto di tipo tecnico e creativo, possono rientrare tra le opere tutelate dalla vigente legislazione nazionale a tutela del diritto di autore; che tale interpretazione è stata fornita, altresì, dalla la Corte di Cassazione, che in un caso analogo di illecita trasmissione via internet di partite di campionato di calcio, ha statuito che la trasmissione di un evento sportivo calcistico, per le tecniche delle riprese, può considerarsi una opera di ingegno, e che anche qualora le trasmissioni non fossero da qualificare come opere di ingegno, possa trovare applicazione la ipotesi di reato di cui alla l. n. 633 del 1941, art. 171, lett. f, nella interpretazione estensiva fornita dalla giurisprudenza, che tutela i programmi coperti dal diritto di esclusiva indipendentemente dalla loro qualificazione come opere di ingegno (cfr. Cass. pen., Sez. 3, 04/07/2006 n ); con riferimento alle fattispecie configurabili, che la diffusione telematica delle trasmissioni sportive su cui R.T.I. vanta diritti di privativa è astrattamente riconducibile, per i portali che non fanno ricorso alle inserzioni pubblicitarie, né percepiscono altre forme di remunerazione per la loro attività, alle fattispecie delittuose di cui all art. 171 co. 1 lett. a- bis) L. 22 aprile 1941 n. 633, mentre rientrano nelle più gravi ipotesi di reato previste dall art. 171 ter, comma 1 lett. a) e lett. e) L. cit. le condotte di trasmissione e diffusione operate dai siti che svolgono attività di streaming, linking e embedding facendo ricorso alle inserzioni pubblicitarie o aventi ad oggetto trasmissioni in origine criptate; che, come emerge dalla denuncia presentata dalla parte lesa e dalla richiesta avanzata del Pubblico Ministero sono esigui i rimedi esperibili, dal momento che i siti pirata in questione sono spesso collocati all estero, modificano frequentemente indirizzi e denominazioni e spesso utilizzano registrant name di comodo, allocati in luoghi non facilmente individuabili. Le richieste inviate da RTI agli intestatari dei predetti siti sono rimaste prive di sostanziale riscontro, sia in ragione della difficoltà di individuare gli effettivi intestatari dei nomi a dominio, sia per generiche declinazioni di responsabilità da parte degli hosting provider che ospitano i portali tramite i quali vengono commessi gli illeciti, che hanno manifestato l impossibilità tecnico-pratica di predisporre sistemi atti a bloccare la commissione degli illeciti. Anche le azioni civili risultano di difficile se non impossibile attuazione, sia per le difficoltà connesse all individuazione dei titolari effettivi dei siti, sia per l inadeguatezza del rimedio aquiliano e l impossibilità di dare esecuzione forzata a eventuali pronunce inibitorie ai sensi dell art. 700 c.p.c., non essendo in alcun modo esigibile nei confronti degli internet service provider un obbligo di sorveglianza attiva su tutti i dati veicolati da terzi utilizzando i servizi di connettività da essi fornito, al fine di prevenire violazioni della normativa in materia del diritto di autore; 9

10 che per dette ragioni, come riconosciuto anche dalla Corte di Cassazione in un recente arresto, qualora le condotte di abusiva diffusione in rete di opere dell'ingegno vengano commesse attraverso siti pirata i cui server siano allocati al di fuori del territorio italiano o siano di difficile individuazione, è ammesso che il vincolo di indisponibilità di cui all art. 321 c.p.p. possa essere utilmente disposto, contestualmente al sequestro preventivo del sito il cui gestore concorra nell'attività penalmente illecita, mediante imposizione ai fornitori di servizi internet (c.d. Internet Service Provider) operanti sul territorio dello Stato italiano dell ordine di inibire l'accesso al sito al limitato fine di precludere l'attività di diffusione di dette opere (Cass., Sez. 3, 29/09/2009, n ); che, in generale, in tema di sequestro preventivo, alla adozione della misura cautelare non sia di ostacolo il fatto che il reato si sia già perfezionato ovvero consumato, giacché la finalità di prevenzione può ancora sussistere e non essere venuta meno, essendo in tal caso la misura cautelare non solo legittima, ma anche utile ed efficace, atteso che il sequestro vieta a chi possiede il bene di poterne disporre, impedendo, conformemente allo scopo previsto dalla legge, di portare il reato ad ulteriori conseguenze (Cass. S.U , sez. III n. 1101, sez. V n. 1327); che l operatività dei siti anzidetti, consentendo l illecita diffusione di trasmissioni e programmi soggetti ai diritti di privativa, evidenzia non solo il concreto, attuale e consistente pericolo di reiterazione dalle ipotizzate attività delittuose, ma anche che il libero accesso ai siti predetti possa aggravare o protrarre le conseguenze del reato, tenuto conto che le possibilità di lucrare ingenti introiti attraverso le inserzioni pubblicitarie in essi pubblicate appaiono di per sé idonee a determinare il progressivo e sempre crescente incremento del fenomeno; che in materia di circolazione dei dati sulla rete internet, come affermato dalla Suprema Corte nella citata pronuncia 29/09/2009, n , uno speciale potere inibitorio è previsto dagli artt del D.Lgs. n. 70 del 2003, in virtù dei quali l'autorità giudiziaria può esigere, anche in via d'urgenza, che il prestatore di un servizio della società dell'informazione impedisca o ponga fine alle violazioni commesse ovvero impedisca l'accesso al contenuto illecito; P.Q.M. visti gli articoli 321 e seguenti c.p.p. e 104 att. c.p.p. dispone il sequestro preventivo A) dei seguenti siti: 10

11 1) A - IP facente capo alla società olandese LeaseWeb con sede ad Amsterdam; 2) B - IP facente capo alla società olandese Snel Internet Service con sede a Schiedam in Piet Heinstraat,7; 3) C - IP facente capo alla società olandese LeaseWeb con sede ad Amsterdam; 4) D - IP facente capo alla società rumena Voxility SRL con sede ad Bucarest all indirizzo Dimitrie Pompeiu 9-9A; 5) E - IP facente capo alla società statunitense Rackspace Hosting con sede a Sant Antonio (Texas) all indirizzo 5000 Walzem Road; 6) F - IP facente capo alla società statunitense GoDaddy.com Inc con sede a Scottsdale (Arizona) all indirizzo N Hayden Road; 7) G 8) H - IP facente capo alla società svedese prq Inet NOC con sede a Stoccolma; 9) I - IP facente capo alla società svedese Altuhost Inc con sede a Stoccolma all indirizzo Artillerigatan 6; 10) L - IP facente capo alla società olandese Snel Internet Service con sede a Schiedam in Piet Heinstraat,7; 11) M - IP facente capo alla società olandese Snel Internet Service con sede a Schiedam in Piet Heinstraat,7; 12) N - IP facente capo alla società statunitense GoDaddy.com Inc con sede a Scottsdale (Arizona) all indirizzo N Hayden Road; 13) O - IP facente capo alla società olandese NFOrce Entertainment BV con sede a Roosendaal all indirizzo Gewenten 8; 14) P - IP facente capo alla società olandese LeaseWeb con sede ad Amsterdam; 15) Q - IP facente capo alla società rumena Voxility SRL con sede ad Bucarest all indirizzo Dimitrie Pompeiu 9-9A; 16) R - IP facente capo alla società rumena Voxility SRL con sede ad Bucarest all indirizzo Dimitrie Pompeiu 9-9A; 17) S - IP facente capo alla società tedesca Intergenia AG con sede a Huerth all indirizzo Daimlerstr 9-11; 18) T - IP facente capo alla società olandese NFOrce Entertainment BV con sede a Roosendaal all indirizzo Gewenten 8; 19) U - IP facente capo alla società svedese Phonera Networks AB con sede a Stoccolma all indirizzo Hammarby Fabriksvag 25; B) dei relativi alias e nomi di dominio presenti e futuri rinvianti ai siti medesimi; C) degli indirizzi IP che al momento risultano associati ai predetti nomi di dominio e ad ogni ulteriore indirizzo IP statico associato ai nomi stessi nell attualità e in futuro; 11

12 e a tal fine ordina agli Internet Service Provider operanti sul territorio nazionale da individuarsi in fase esecutiva di blocco dei D.N.S. a tutti coloro che chiedono la connessione con conseguente inibizione dell accesso a tali siti al limitato fine di precludere l attività illecita di trasmissione di eventi sportivi calcistici diffusi attraverso le emittenti televisive nazionali Canale 5, Italia 1, e Retequattro, nonché attraverso i canali del digitale terrestre e la piattaforma pay-tv denominata Mediaset Premium, anche ai sensi degli artt d. Lgs. 70/2003. dispone trasmettersi il presente decreto di sequestro preventivo al Pubblico Ministero richiedente perché ne curi l'esecuzione. Così deciso in Milano il 7 gennaio 2013 IL GIUDICE Ghinetti 12

Le violazioni del diritto d'autore online alla luce delle sentenze della Corte Ue (Guida al Diritto)

Le violazioni del diritto d'autore online alla luce delle sentenze della Corte Ue (Guida al Diritto) Le violazioni del diritto d'autore online alla luce delle sentenze della Corte Ue (Guida al Diritto) Andrea Sirotti Gaudenzi La Corte di giustizia del Lussemburgo è stata frequentemente chiamata a esaminare

Dettagli

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 70 31.10.2013 Frode fiscale. Sequestro della casa coniugale La casa coniugale è sequestrabile anche se è stata assegnata alla moglie dell indagato

Dettagli

Tribunale di Roma, sezione specializzata per la proprietà industriale ed intellettuale, ordinanza 14 aprile 2010

Tribunale di Roma, sezione specializzata per la proprietà industriale ed intellettuale, ordinanza 14 aprile 2010 Tribunale di Roma, sezione specializzata per la proprietà industriale ed intellettuale, ordinanza 14 aprile 2010 Fapav ha agito nei confronti di Telecom Italia s.p.a. (per brevità: Telecom) a tutela dei

Dettagli

EVOLUZIONE DEL MERCATO AUDIOSIVISIVO E MODELLI REGOLAMENTARI

EVOLUZIONE DEL MERCATO AUDIOSIVISIVO E MODELLI REGOLAMENTARI EVOLUZIONE DEL MERCATO AUDIOSIVISIVO E MODELLI REGOLAMENTARI Dott.ssa Stefania Ercolani Società Italiana degli Autori ed Editori WEB TV, WEB RADIO E VIDEO ON DEMAND: UN REBUS NORMATIVO? LE FONTI Direttiva

Dettagli

Responsabilità dei Service Provider. Sentenza n. 7680/11 del Tribunale di Milano : Reti Televisive Italiane (RTI) contro Italia On Line s.r.l.

Responsabilità dei Service Provider. Sentenza n. 7680/11 del Tribunale di Milano : Reti Televisive Italiane (RTI) contro Italia On Line s.r.l. Responsabilità dei Service Provider Sentenza n. 7680/11 del Tribunale di Milano : Reti Televisive Italiane (RTI) contro Italia On Line s.r.l. (IOL) Sentenza n. 10893/11 del Tribunale di Milano: Reti Televisive

Dettagli

Trib. Napoli, VIII sez. pen., 2 dicembre 2011 Pres. ed est. Lomonte, ric. XY TRIBUNALE ORDINARIO DI NAPOLI. Ottava Sezione Penale Collegio F

Trib. Napoli, VIII sez. pen., 2 dicembre 2011 Pres. ed est. Lomonte, ric. XY TRIBUNALE ORDINARIO DI NAPOLI. Ottava Sezione Penale Collegio F Trib. Napoli, VIII sez. pen., 2 dicembre 2011 Pres. ed est. Lomonte, ric. XY TRIBUNALE ORDINARIO DI NAPOLI Ottava Sezione Penale Collegio F Il Tribunale di Napoli, composto dai sottoscritti magistrati:

Dettagli

L Internet service provider tra disciplina sulla privacy e disciplina sul commercio elettronico.

L Internet service provider tra disciplina sulla privacy e disciplina sul commercio elettronico. L Internet service provider tra disciplina sulla privacy e disciplina sul commercio elettronico. I prestatori dei servizi della societa dell informazione / 1 Il prestatore di servizi della società dell

Dettagli

Ruolo e compiti della polizia giudiziaria

Ruolo e compiti della polizia giudiziaria 1 Ruolo e compiti della polizia giudiziaria SOMMARIO 1. Funzioni di polizia giudiziaria. 2. Attività di iniziativa. 3. Attività delegata. 3.1. Notificazioni. 1. Funzioni di polizia giudiziaria Il nuovo

Dettagli

www.dirittoambiente.net

www.dirittoambiente.net DOCUMENTI INformazione 2009 E vietato il plagio e la copiatura integrale o parziale di testi e disegni a firma degli autori - Dal volume Tutela Giuridica degli Animali di Maurizio Santoloci e Carla Campanaro

Dettagli

Il nuovo regolamento AGCOM in materia di tutela del diritto d autore sulle reti di comunicazione elettronica

Il nuovo regolamento AGCOM in materia di tutela del diritto d autore sulle reti di comunicazione elettronica DIRITTO INDUSTRIALE TMT MEDIA Il nuovo regolamento AGCOM in materia di tutela del diritto d autore sulle reti di comunicazione elettronica Contenuti 1. L iter dei procedimenti amministrativi: tratti comuni

Dettagli

LA RESPONSABILITA DEL PROVIDER E DEL FORNITORE DI SERVIZI TELEMATICI DOPO IL D. Lgs. 70/2003

LA RESPONSABILITA DEL PROVIDER E DEL FORNITORE DI SERVIZI TELEMATICI DOPO IL D. Lgs. 70/2003 LA RESPONSABILITA DEL PROVIDER E DEL FORNITORE DI SERVIZI TELEMATICI DOPO IL D. Lgs. 70/2003 SOMMARIO: 1. Introduzione; 2. La responsabilità del provider in Italia prima del decreto; 3. Il D. Lgs. 70/2003

Dettagli

Allegato A alla Delibera n. 680/13/CONS del 12 dicembre 2013

Allegato A alla Delibera n. 680/13/CONS del 12 dicembre 2013 Allegato A alla Delibera n. del 12 dicembre 2013 REGOLAMENTO IN MATERIA DI TUTELA DEL DIRITTO D AUTORE SULLE RETI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA E PROCEDURE ATTUATIVE AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE

Dettagli

L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN SEDE PENALE

L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN SEDE PENALE Seminario di formazione LE INDAGINI FINANZIARIE Milano, 1 luglio 2008 L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN

Dettagli

Diritto.it SENTENZA N.92/12 DEL 26.04.2012 TRIBUNALE DI BARI

Diritto.it SENTENZA N.92/12 DEL 26.04.2012 TRIBUNALE DI BARI La competenza per territorio nel reato di diffamazione a mezzo "Internet" è determinata dal luogo di residenza, dimora o domicilio dell'imputato De Cataldis Valerio Diritto.it SENTENZA N.92/12 DEL 26.04.2012

Dettagli

La protezione patrimoniale del contribuente tra pianificazione lecita e sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte

La protezione patrimoniale del contribuente tra pianificazione lecita e sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte La protezione patrimoniale del contribuente tra pianificazione lecita e sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte La difesa del contribuente tra esigenze di effettività e rischio di riscossione anticipata

Dettagli

Solo il superamento dei limiti CSR legittima il sequestro probatorio di area inquinata

Solo il superamento dei limiti CSR legittima il sequestro probatorio di area inquinata Solo il superamento dei limiti CSR legittima il sequestro probatorio di area inquinata SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE (Terza Sezione Penale) -n. 19962 del 22 gennaio 2013 (dep. 9 maggio 2013)- Collegio

Dettagli

Cass. Pen. 27 maggio 2014, n. 21621. Avv. Adolfo Tencati

Cass. Pen. 27 maggio 2014, n. 21621. Avv. Adolfo Tencati RIFLESSI CIVILISTICI DEL SEQUESTRO PREVENTIVO ANTIMAFIA Cass. Pen. 27 maggio 2014, n. 21621 Avv. Adolfo Tencati Il trust è illegittimo (sham) quando la segregazione patrimoniale mira a realizzare fini

Dettagli

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 45 26.06.2014 Commercialisti. Concorso nella frode fiscale Categoria: Professionisti Sottocategoria: Commercialisti Rischia una condanna per

Dettagli

ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI

ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI 1 ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI. LINEAMENTI DELLE MISURE ALTERNATIVE ALLE PENE DETENTIVE BREVI Dott. Umberto Valboa Il pubblico

Dettagli

Carte credito, vaglia postale veloce,carta

Carte credito, vaglia postale veloce,carta Carte di credito, vaglia postale veloce,carta di Pagamento,penale,pagamenti,internet,legalgeek Cassazione Feriale Penale del 15 settembre 12 dicembre 2011, n. 45946 testo Civile.it " I reati sono stati

Dettagli

COS E LA PRIVACY POLICY

COS E LA PRIVACY POLICY COS E LA PRIVACY POLICY In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un informativa che

Dettagli

Il rischio di un affievolimento procedurale dei reati per la tutela giuridica degli animali

Il rischio di un affievolimento procedurale dei reati per la tutela giuridica degli animali Il rischio di un affievolimento procedurale dei reati per la tutela giuridica degli animali L applicazione della non punibilità (no assoluzione ) per la particolare tenuità del fatto non può certo inibire

Dettagli

DOMAIN NAMES E MARCHI Camera di Commercio di Ancona 7.6.2011

DOMAIN NAMES E MARCHI Camera di Commercio di Ancona 7.6.2011 DOMAIN NAMES E MARCHI Camera di Commercio di Ancona 7.6.2011 Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema MARCO BIANCHI Internet è una rete telematica mondiale strutturata in codici di

Dettagli

REATI EDILIZI: TECNICHE INVESTIGATIVE DI P.G. Maria Teresa Leacche. Magistrato della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sulmona

REATI EDILIZI: TECNICHE INVESTIGATIVE DI P.G. Maria Teresa Leacche. Magistrato della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sulmona REATI EDILIZI: TECNICHE INVESTIGATIVE DI P.G. Maria Teresa Leacche Magistrato della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sulmona Definizioni Reato: violazione di un precetto munito di sanzione

Dettagli

Trib. Milano, 6.7.2011, Giud. Mannucci (imp. P.) REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO

Trib. Milano, 6.7.2011, Giud. Mannucci (imp. P.) REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO Trib. Milano, 6.7.2011, Giud. Mannucci (imp. P.) REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO Il processo. Con decreto di citazione diretta dell 8.9.2010, emesso a seguito di opposizione

Dettagli

Com è noto, gli articoli da 14 a 16 del D.L.vo 70/2003, nel disciplinare la responsabilità dei prestatori intermediari, distinguono tra:

Com è noto, gli articoli da 14 a 16 del D.L.vo 70/2003, nel disciplinare la responsabilità dei prestatori intermediari, distinguono tra: Responsabilità del provider per violazione del diritto d autore. Nota a Tribunale di Catania, Sezione Quarta Civile, sentenza 29 giugno 2004, n. 2286/2004 di Giuseppe Briganti avv.briganti@iusreporter.it

Dettagli

LE OPINIONI. 1 Per ulteriori approfondimenti sul tema delle responsabilità per fatto illecito in Internet si

LE OPINIONI. 1 Per ulteriori approfondimenti sul tema delle responsabilità per fatto illecito in Internet si LE OPINIONI PRESTATORI DI SERVIZI DELLA SOCIETÀ DELL'INFORMAZIONE IL NUOVO REGIME DI RESPONSABILITÀ CIVILE ALLA LUCE DEL D.LGS. 70/2003 SUL COMMERCIO ELETTRONICO Come noto il 15 maggio 2003 è entrata in

Dettagli

N. 333-A/U.C./ 9825.2 Roma, 13 maggio 2008

N. 333-A/U.C./ 9825.2 Roma, 13 maggio 2008 N. 333-A/U.C./ 9825.2 Roma, 13 maggio 2008 OGGETTO: circolare in materia di termini per l avvio e la conclusione del procedimento disciplinare connesso a fatti che hanno costituito oggetto di un procedimento

Dettagli

DIRITTO D AUTORE E SISTEMA SANZIONATORIO CIVILE E PENALE PROFILI GIURISPRUDENZIALI

DIRITTO D AUTORE E SISTEMA SANZIONATORIO CIVILE E PENALE PROFILI GIURISPRUDENZIALI DIRITTO D AUTORE E SISTEMA SANZIONATORIO CIVILE E PENALE PROFILI GIURISPRUDENZIALI avv. Emanuele Principi Of Counsel Studio Legale Matteo Difino & Associati 1 DIFESE E SANZIONI CIVILI Normativa Legge 22

Dettagli

Che il legislatore non nutra un particolare favore per l azione civile nel processo penale lo si

Che il legislatore non nutra un particolare favore per l azione civile nel processo penale lo si Che il legislatore non nutra un particolare favore per l azione civile nel processo penale lo si ricava, in primis, dal disposto di cui all art. 652 c.p.p. il quale prevede che la sentenza irrevocabile

Dettagli

LA TUTELA CAUTELARE IN TEMA DI MARCHI E DI CONCORRENZA SLEALE

LA TUTELA CAUTELARE IN TEMA DI MARCHI E DI CONCORRENZA SLEALE COLLANA FINANZAEDIRITTO Davide Cesiano LA TUTELA CAUTELARE IN TEMA DI MARCHI E DI CONCORRENZA SLEALE AGGIORNATO ALLA FINANZIARIA 2008 Davide Cesiano La tutela cautelare in tema di marchi e di concorrenza

Dettagli

VALUE PARTNERS S.p.A.

VALUE PARTNERS S.p.A. senza aggravio di commissioni o spese: giorni lavorativi dal termine Le azioni dovranno essere intestate FOGLIO N. 1 COPIA PER MEDIOBANCA senza aggravio di commissioni o spese: giorni lavorativi dal termine

Dettagli

Privacy Policy di Ristoconnector Il Sito e/o servizio Pronto Pacco raccoglie alcuni dati personali.

Privacy Policy di Ristoconnector Il Sito e/o servizio Pronto Pacco raccoglie alcuni dati personali. Privacy Policy di Ristoconnector Il Sito e/o servizio Pronto Pacco raccoglie alcuni dati personali. Titolarità del trattamnto dei dati Ristoconnector s.r.l. Sede legale in via Ulpiano 47-00193, Roma (RM),

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA

TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA Proc. n. 48631/05 R.G. notizie di reato Proc. n. 8456/06 RG G.I.P TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA Ufficio del Giudice per le indagini e l udienza preliminare Giudice dott. Giovanni Ariolli Repubblica Italiana

Dettagli

Legge 7 dicembre 2000, n. 397 "Disposizioni in materia di indagini difensive"

Legge 7 dicembre 2000, n. 397 Disposizioni in materia di indagini difensive Legge 7 dicembre 2000, n. 397 "Disposizioni in materia di indagini difensive" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 2 del 3 gennaio 2001 Capo I MODIFICHE AL CODICE DI PROCEDURA PENALE Art. 1 1. All'articolo

Dettagli

Lezione 11 Abuso di internet e di posta elettronica in azienda I vincoli al controllo

Lezione 11 Abuso di internet e di posta elettronica in azienda I vincoli al controllo Lezione 11 Abuso di internet e di posta elettronica in azienda I vincoli al controllo La problematica. L introduzione dell informatica in azienda, in particolare nei processi produttivi modifica i rapporti

Dettagli

Aspetti legali connessi alle applicazioni del Web 2.0

Aspetti legali connessi alle applicazioni del Web 2.0 Aspetti legali connessi alle applicazioni del Web 2.0 Come è noto Internet non è un entità fisica o tangibile, ma piuttosto una gigantesca rete che interconnette un numero infinito di gruppi più ristretti

Dettagli

Privacy Policy Wasabit S.r.l.,

Privacy Policy Wasabit S.r.l., Privacy Policy In questa pagina vengono illustrate le modalità di gestione del sito www.wasabit.it con riguardo al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano (privacy policy) nel pieno

Dettagli

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare TITOLO III. Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare TITOLO III. Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III LIBRO SECONDO Dei delitti in particolare TITOLO III Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III Della tutela arbitraria delle private ragioni Articolo 392 Esercizio arbitrario delle proprie

Dettagli

Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 62, art. 13;

Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 62, art. 13; Direzione generale Direzione centrale risorse umane Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza Circolare n. 64 Roma, 28 luglio 2015 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili

Dettagli

Circolare informativa: settore consulenza aziendale - tributaria

Circolare informativa: settore consulenza aziendale - tributaria Bosin & Maas & Stocker Wirtschaftsberatung Steuerrecht Arbeitsrecht Revisoren dottori commercialisti consulenti del lavoro revisori dr. F. J. S c h ö n w e g e r dr. M a n f r e d B o s i n dr. G o t t

Dettagli

Condizioni di utilizzo Cercare & trovare

Condizioni di utilizzo Cercare & trovare Condizioni di utilizzo Cercare & trovare Art. 1 1. Le seguenti condizioni si applicano a tutte le informazioni e i servizi offerti nella presente pagina web. 2. La presente pagina web può essere utilizzata

Dettagli

ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE.

ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE. ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE. AUTORE: MAGG. GIOVANNI PARIS POLIZIA GIUDIZIARIA E AUTORITA GIUDIZIARIA PER TRATTARE

Dettagli

Un quesito sul sequestro probatorio trasformato in sequestro preventivo per reati ambientali ed a danno degli animali

Un quesito sul sequestro probatorio trasformato in sequestro preventivo per reati ambientali ed a danno degli animali Un quesito sul sequestro probatorio trasformato in sequestro preventivo per reati ambientali ed a danno degli animali Domanda: Sono un operatore di polizia giudiziaria e noto che molti colleghi con funzioni

Dettagli

CORTE DI CASSAZIONE Sentenza 09 settembre 2013, n. 36894

CORTE DI CASSAZIONE Sentenza 09 settembre 2013, n. 36894 CORTE DI CASSAZIONE Sentenza 09 settembre 2013, n. 36894 Ritenuto in fatto 1. Con decreto dì sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente del 26 ottobre 2012, il GIP presso il Tribunale

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI MILANO SEZIONE DEL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI. R E P U B B L I C A I T A L I A N A In nome del Popolo italiano

TRIBUNALE ORDINARIO DI MILANO SEZIONE DEL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI. R E P U B B L I C A I T A L I A N A In nome del Popolo italiano TRIBUNALE ORDINARIO DI MILANO SEZIONE DEL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI R E P U B B L I C A I T A L I A N A In nome del Popolo italiano Il Giudice per l'udienza preliminare, dott. Roberto Arnaldi,

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY www.servizialcittadino.it Vers.1.0 1 Art. 1 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare, in piena trasparenza,

Dettagli

Svolgimento del processo e motivi della decisione

Svolgimento del processo e motivi della decisione Cassazione Sezione seconda penale sentenza 20 settembre 9 novembre 2007, n. 41499 Presidente Rizzo Relatore Tavassi Pm Passacantando c onforme Ricorrente Pubblico Ministero presso il Tribunale della Libertà

Dettagli

Oggetto: quesito in merito all applicazione delle disposizioni in materia di Fondo Unico Giustizia alle forme pensionistiche complementari

Oggetto: quesito in merito all applicazione delle disposizioni in materia di Fondo Unico Giustizia alle forme pensionistiche complementari Settembre 2010 Oggetto: quesito in merito all applicazione delle disposizioni in materia di Fondo Unico Giustizia alle forme pensionistiche complementari (risposta fornita a un associazione di categoria)

Dettagli

Inquadramento giuridico e responsabilità

Inquadramento giuridico e responsabilità Proprietario Custode Detentore Inquadramento giuridico e responsabilità Proprietario Proprietà Definizione La proprietà è il diritto di godere e di disporre delle cose in modo pieno ed esclusivo, entro

Dettagli

LA PRIVACY POLICY DI QUESTO SITO

LA PRIVACY POLICY DI QUESTO SITO PERCHE QUESTO AVVISO LA PRIVACY POLICY DI QUESTO SITO In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI CAPITOLO I SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO

INDICE-SOMMARIO. Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI CAPITOLO I SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO INDICE-SOMMARIO Introduzione... Avvertenze e abbreviazioni... XV XIX Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO 1.1.1. Sistemainquisitorioedaccusatorio...

Dettagli

Informativa ai candidati all assunzione e a coloro che inviano spontaneamente il curriculum

Informativa ai candidati all assunzione e a coloro che inviano spontaneamente il curriculum I dati pubblicati in questo sito, relativi alla Urmet Ate S.r.l. (nel seguito indicata come Titolare di trattamento) e gli eventuali dati personali relativi alle persone che con essa collaborano, possono

Dettagli

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 Codice di Procedura Penale articoli: 723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 723. Poteri del ministro di grazia e giustizia. 1. Il ministro di grazia e giustizia

Dettagli

La normativa italiana in materia di commercio elettronico. Avv. Ivan Rigatti

La normativa italiana in materia di commercio elettronico. Avv. Ivan Rigatti La normativa italiana in materia di commercio elettronico Avv. Ivan Rigatti Il commercio elettronico Nella sua accezione più ristretta, il commercio elettronico (più noto come e-commerce contrazione di

Dettagli

Tutela giuridica delle banche di dati

Tutela giuridica delle banche di dati Norme di riferimento Tutela giuridica delle banche di dati Corso Nuove tecnologie e diritto 8 maggio 2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it Legge 22 aprile 1941 n. 633. Protezione del diritto

Dettagli

Piano triennale di prevenzione della corruzione 2015-2017

Piano triennale di prevenzione della corruzione 2015-2017 REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Piano triennale di prevenzione della corruzione 2015-2017 Premessa Indice 1. Normativa 2. Oggetto e finalità del piano 3. Definizione di corruzione

Dettagli

Herman Miller Limited, Filiale Italiana

Herman Miller Limited, Filiale Italiana Herman Miller Limited, Filiale Italiana Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo [ex D. Lgs. 231 del 2001] Parte Speciale 3 Edizione settembre 2011 PARTE SPECIALE 3 Reati in materia di violazione

Dettagli

LA NUOVA NORMATIVA ANTICORRUZIONE: EFFETTI PER LE SOCIETA L ADEGUAMENTO DEL MODELLO ORGANIZZATIVO ALLA NORMATIVA ANTICORRUZIONE: ESPERIENZE AZIENDALI

LA NUOVA NORMATIVA ANTICORRUZIONE: EFFETTI PER LE SOCIETA L ADEGUAMENTO DEL MODELLO ORGANIZZATIVO ALLA NORMATIVA ANTICORRUZIONE: ESPERIENZE AZIENDALI LA NUOVA NORMATIVA ANTICORRUZIONE: EFFETTI PER LE SOCIETA L ADEGUAMENTO DEL MODELLO ORGANIZZATIVO ALLA NORMATIVA ANTICORRUZIONE: ESPERIENZE AZIENDALI Avv. Andrea Sandulli 1 Il modello organizzativo adottato,

Dettagli

La responsabilità amministrativa degli enti si estende ai delitti in materia di trattamento dei dati personali. Novità introdotte dal D.l. n. 93/2013.

La responsabilità amministrativa degli enti si estende ai delitti in materia di trattamento dei dati personali. Novità introdotte dal D.l. n. 93/2013. La responsabilità amministrativa degli enti si estende ai delitti in materia di trattamento dei dati personali. Novità introdotte dal D.l. n. 93/2013. Il D.l. 14 agosto 2013, n. 93, entrato il vigore lo

Dettagli

Conseil constitutionnel [Francia] 10.6.2009

Conseil constitutionnel [Francia] 10.6.2009 1 Tutela penale del diritto d'autore (segue) 2 Conseil constitutionnel [Francia] 10.6.2009 è incostituzionale: 1. l'attribuzione ad un organo amministrativo del potere di irrogare sanzioni che producano

Dettagli

Frodi carosello e cattive frequentazioni: incolpevole l ultimo anello inconsapevole

Frodi carosello e cattive frequentazioni: incolpevole l ultimo anello inconsapevole Frodi carosello e cattive frequentazioni: incolpevole l ultimo anello inconsapevole La Corte di Giustizia Europea ha dichiarato non punibile l utilizzatore finale che dimostra di non essere parte dell

Dettagli

www.dirittoambiente.net

www.dirittoambiente.net Una sentenza della Suprema Corte smentisce le prassi di mancato sequestro degli abusivi edilizi terminati CASSAZIONE: PER I REATI EDILIZI È AMMISSIBILE IL SEQUESTRO DI UN IMMOBILE COSTRUITO ABUSIVAMENTE

Dettagli

Nicola Lugaresi - Diritto di Internet 2014-15. Nicola Lugaresi - Diritto di Internet 2014-2015 1

Nicola Lugaresi - Diritto di Internet 2014-15. Nicola Lugaresi - Diritto di Internet 2014-2015 1 Nicola Lugaresi - Diritto di Internet 2014-15 La responsabilità dell Internet Intermediary Nicola Lugaresi - Diritto di Internet 2014-2015 1 SERVIZI E PRESTATORI Internet service providers (ISP) e Internet

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA EFFICIENCYCLOUD www.efficiencycloud.it

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA EFFICIENCYCLOUD www.efficiencycloud.it 1 TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA EFFICIENCYCLOUD www.efficiencycloud.it Sommario Premesse Art. 1 Attori Art. 2 Registrazione, corrispettivo e caricamento dei Progetti da parte dei Proponenti

Dettagli

Formula 79 ILL.MO SIGNOR PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI... ILL.MO G.I.P./G.U.P. PRESSO IL TRIBUNALE DI...

Formula 79 ILL.MO SIGNOR PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI... ILL.MO G.I.P./G.U.P. PRESSO IL TRIBUNALE DI... Formula 79 Difensore 149 FORMULA 79 VERBALE DI ASSUNZIONE DI INFORMAZIONI DA PERSONE INFORMATE SUI FATTI (artt. 327 bis e 391 bis c.p.p.) R.G. n.... ILL.MO SIGNOR PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL

Dettagli

Lo stato di applicazione del Regolamento AGCOM in materia di tutela del diritto d autore

Lo stato di applicazione del Regolamento AGCOM in materia di tutela del diritto d autore Lo stato di applicazione del Regolamento AGCOM in materia di tutela del diritto d autore Saverio Ligi Roma, 5 maggio 2015 Osservatorio Integrazione e convergenza di servizi e piattaforme multimediali tra

Dettagli

PROCEDURA PER LA SEGNALAZIONE DI ILLECITI E IRREGOLARITÀ

PROCEDURA PER LA SEGNALAZIONE DI ILLECITI E IRREGOLARITÀ PROCEDURA PER LA SEGNALAZIONE DI ILLECITI E IRREGOLARITÀ (WHISTLEBLOWING POLICY) CONTESTO NORMATIVO La Legge 190/2012 1 ha introdotto nel nostro ordinamento una misura, conosciuta nel mondo anglosassone

Dettagli

PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY

PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY Pagine 1 di 5 PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY PERCHE QUESTO AVVISO La presente Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti/visitatori

Dettagli

MASSIME: PENALE. Corte di Cassazione Sez. III Penale 1 Giugno 2011, n 21855. Penale Accertamento fiscale Dichiarazioni spontanee del

MASSIME: PENALE. Corte di Cassazione Sez. III Penale 1 Giugno 2011, n 21855. Penale Accertamento fiscale Dichiarazioni spontanee del MASSIME: PENALE Corte di Cassazione Sez. III Penale 1 Giugno 2011, n 21855 Penale Accertamento fiscale Dichiarazioni spontanee del contribuente in assenza del difensore Utilizzo nelle indagini preliminari

Dettagli

Ossevatorio sulla Corte di cassazione

Ossevatorio sulla Corte di cassazione Ossevatorio sulla Corte di cassazione Sequestro preventivo La questione Sequestro preventivo - Sito web Ammissibilità Manifestazione del pensiero Libertà di stampa Testata giornalistica telematica registrata

Dettagli

Copyright e informativa ai sensi dell art. 13 del D.lgs. 196/2003

Copyright e informativa ai sensi dell art. 13 del D.lgs. 196/2003 (Provincia di Trento) N. 1799 di prot. Sover, 28/04/2011 Copyright e informativa ai sensi dell art. 13 del D.lgs. 196/2003 Copyright Marchi, domini e segni distintivi Tutti i marchi registrati e non, di

Dettagli

CONTRATTI WEB BASED GUIDA INTRODUTTIVA PAOLO LOTTI TAR PIEMONTE

CONTRATTI WEB BASED GUIDA INTRODUTTIVA PAOLO LOTTI TAR PIEMONTE CONTRATTI WEB BASED GUIDA INTRODUTTIVA PAOLO LOTTI TAR PIEMONTE CONTRATTO DI HOUSING Il Provider è il soggetto che fornisce all'utente-cliente la connessione alla rete mondiale Internet (World Wide Web

Dettagli

1. TIPI DI DATI TRATTATI E FINALITA' DEI TRATTAMENTI.

1. TIPI DI DATI TRATTATI E FINALITA' DEI TRATTAMENTI. PRIVACY POLICY In questa pagina vengono illustrate le modalità di gestione del sito www.pausadafavola.it con riguardo al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano (privacy policy) nel

Dettagli

CONDIZIONI PER L ACCESSO ALL ELENCO FORNITORI CTM

CONDIZIONI PER L ACCESSO ALL ELENCO FORNITORI CTM CONDIZIONI PER L ACCESSO ALL ELENCO FORNITORI CTM Requisiti generali Per essere iscritti all Elenco Fornitori CTM è necessario essere in possesso dei requisiti di carattere generale previsti dagli artt.38

Dettagli

FORM DOMANDA DI ISCRIZIONE ALBO FORNITORI ISTITUTO CENTRALE PER GLI ARCHIVI (ICAR) Il sottoscritto (cognome e nome) nato il a

FORM DOMANDA DI ISCRIZIONE ALBO FORNITORI ISTITUTO CENTRALE PER GLI ARCHIVI (ICAR) Il sottoscritto (cognome e nome) nato il a FORM DOMANDA DI ISCRIZIONE ALBO FORNITORI ISTITUTO CENTRALE PER GLI ARCHIVI (ICAR) Il sottoscritto (cognome e nome) nato il a In qualità di (specificare la propria posizione giuridica all interno dell

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Direttiva n. 104 CONSIDERATO CONSIDERATO CONSIDERATO CONSIDERATO CONSIDERATO IL MINISTRO Roma, 30 novembre 2007 che il diritto alla protezione dei dati personali gode di specifiche forme di tutela stante

Dettagli

INTERNET. STRUMENTI LEGALI PER LO SVILUPPO DI NUOVE OPPORTUNITÀ

INTERNET. STRUMENTI LEGALI PER LO SVILUPPO DI NUOVE OPPORTUNITÀ INTERNET. STRUMENTI LEGALI PER LO SVILUPPO DI NUOVE OPPORTUNITÀ Giangiacomo Olivi Hotel dei Cavalieri, Milano 24 ottobre 2011 Social Networks Web 2.0 Tratto da Harpsocial.com Social Networks Web 2.0 Tratto

Dettagli

Voluntary Disclosure Implicazioni penali Hotel Lugano Dante

Voluntary Disclosure Implicazioni penali Hotel Lugano Dante Voluntary Disclosure Implicazioni penali Hotel Lugano Dante Lugano, 22 ottobre 2013 avv. Alessandro Pistochini 1 1) Scenario generale Summary 2) L impianto del diritto penale tributario ai sensi del d.lgs.

Dettagli

Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008

Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it Elementi generali Reato = illecito penale Può essere punito con pene pecuniarie (es. multa)

Dettagli

Trasferimento di dati e responsabilità del prestatore di servizi telematici: dal «diritto secondo» al «diritto primo»

Trasferimento di dati e responsabilità del prestatore di servizi telematici: dal «diritto secondo» al «diritto primo» AIDA ANNALI ITALIANI DEL DIRITTO D AUTORE DELLA CULTURA E DELLO SPETTACOLO Anno XIX 2010 (Estratto) ANTONIO ALBANESE Trasferimento di dati e responsabilità del prestatore di servizi telematici: dal «diritto

Dettagli

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Sommario 1.Le fattispecie dei Reati Presupposto (Art. 24 bis del D. Lgs. 231/01)... 3 2.Processi Sensibili... 5 3.Regole generali...

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA DALLA PARTE DELLE DONNE: TUTELA ED ASSISTENZA NEI CASI DI VIOLENZA I L Q U A D R O N O R M AT I V O I R E AT I D E L C O D I C E P E N A L E : P E

Dettagli

Documentazione di Sistema D. Lgs. 196/2003. PRIVACY POLICY PER IL SITO WEB www.algherohostel.com

Documentazione di Sistema D. Lgs. 196/2003. PRIVACY POLICY PER IL SITO WEB www.algherohostel.com PERCHE QUESTO AVVISO Pagina 5 In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un informativa

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.CELLASHIRLEY.COM NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le attività

Dettagli

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 Studio Legale avv. Paolo Savoldi Bergamo, Via G. Verdi 14 Oggetto del Decreto 231/01 Il Decreto 231/01

Dettagli

"Contrasto delle frodi telematiche. Ruolo e competenze della polizia giudiziaria" T. Colonnello GdF Mario Leone Piccinni

Contrasto delle frodi telematiche. Ruolo e competenze della polizia giudiziaria T. Colonnello GdF Mario Leone Piccinni "Contrasto delle frodi telematiche. Ruolo e competenze della polizia giudiziaria" T. Colonnello GdF Mario Leone Piccinni la protezione del sistema informatico quale nodo nevralgico dell organizzazione

Dettagli

OGGETTO: Circolare 8.2015 Seregno, 16 marzo 2015

OGGETTO: Circolare 8.2015 Seregno, 16 marzo 2015 OGGETTO: Circolare 8.2015 Seregno, 16 marzo 2015 VOLUNTARY DISCLOSURE La collaborazione volontaria (detta anche voluntary disclosure, in seguito "VD") consente entro la data del 30 settembre 2015 la regolarizzazione:

Dettagli

Tribunale Torino, ordinanza 7 dicembre 2005 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE CIVILE DI TORINO SEZIONE IX

Tribunale Torino, ordinanza 7 dicembre 2005 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE CIVILE DI TORINO SEZIONE IX CAUSA n. 31817/2005 1 Giurisprudenza Tribunale Torino, ordinanza 7 dicembre 2005 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE CIVILE DI TORINO SEZIONE IX CREDITONLINE SPA/ALPI Consulenza

Dettagli

Ricorso proposto nei confronti di una compagnia telefonica per mancata attivazione di linea fax ad uno studio legale

Ricorso proposto nei confronti di una compagnia telefonica per mancata attivazione di linea fax ad uno studio legale Ricorso proposto nei confronti di una compagnia telefonica per mancata attivazione di linea fax ad uno studio legale Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Prima Sezione Civile, Ordinanza del 21-22 aprile

Dettagli

La tutela dei dati personali Le novità introdotte dal TU 196/03. Lezione n. 2

La tutela dei dati personali Le novità introdotte dal TU 196/03. Lezione n. 2 La tutela dei dati personali Le novità introdotte dal TU 196/03 Lezione n. 2 Il codice a protezione dei dati personali Principi generali Norme specifiche soggetti privati e enti pubblici economici Norme

Dettagli

PS9249 - CATTOLICA ASSICURAZIONI-INDEBITO RECUPERO CREDITI Provvedimento n. 25642 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PS9249 - CATTOLICA ASSICURAZIONI-INDEBITO RECUPERO CREDITI Provvedimento n. 25642 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PS9249 - CATTOLICA ASSICURAZIONI-INDEBITO RECUPERO CREDITI Provvedimento n. 25642 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 7 ottobre 2015; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore

Dettagli

STUDIO LEGALE. www.casubrignola.it D.LGS. 231/2001 RIFLESSIONI SUI RECENTI ORIENTAMENTI DELLA GIURISPRUDENZA LIGURE E LOMBARDA AVV. FRANCESCO BRIGNOLA

STUDIO LEGALE. www.casubrignola.it D.LGS. 231/2001 RIFLESSIONI SUI RECENTI ORIENTAMENTI DELLA GIURISPRUDENZA LIGURE E LOMBARDA AVV. FRANCESCO BRIGNOLA D.LGS. 231/2001 RIFLESSIONI SUI RECENTI ORIENTAMENTI DELLA GIURISPRUDENZA LIGURE E LOMBARDA AVV. FRANCESCO BRIGNOLA Trib. Milano (GIP) - Sent. 27/02/07 e Ord. 12/03/08 Criterio di attribuzione della responsabilità

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato

Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato Prot. n. 1034/CGV Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato Rimozione dei casi di offerta in assenza di autorizzazione, attraverso rete telematica, di giochi,

Dettagli

www.costruireholding.it/ corrispondente alla pagina iniziale del sito ufficiale della Costruire Holding S.r.l.

www.costruireholding.it/ corrispondente alla pagina iniziale del sito ufficiale della Costruire Holding S.r.l. PRIVACY POLICY In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un informativa che è resa anche

Dettagli

Roma, 28 luglio 2015. Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 62, art. 13;

Roma, 28 luglio 2015. Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 62, art. 13; Direzione generale Direzione centrale risorse umane Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza Circolare n. 64 Roma, 28 luglio 2015 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili

Dettagli

Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione

Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione Edizioni Simone - Vol. 45/1 Compendio di Diritto Internazionale privato e processuale Parte seconda Cenni di parte speciale Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione Sommario Z 1. La filiazione. - 2. L adozione.

Dettagli

Abbandono di rifiuti, deposito incontrollato e discarica abusiva

Abbandono di rifiuti, deposito incontrollato e discarica abusiva di Avv. Rosa Bertuzzi Abbandono di rifiuti, deposito incontrollato e discarica abusiva Il testo unico ambientale impone il divieto di abbandono di rifiuti, obbligando, in primis, il trasgressore alla rimozione.

Dettagli

Fiscal News N. 76. Dichiarazione infedele: quando è reato? La circolare di aggiornamento professionale 14.03.2014

Fiscal News N. 76. Dichiarazione infedele: quando è reato? La circolare di aggiornamento professionale 14.03.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 76 14.03.2014 Dichiarazione infedele: quando è reato? Senza la prova del dolo specifico, la condanna è illegittima Categoria: Contenzioso Sottocategoria:

Dettagli

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un informativa resa anche ai sensi dell'art.13

Dettagli