L OFFICINA DELLA. Laboratorio di formazione storica Fondazione Museo storico del Trentino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L OFFICINA DELLA. Laboratorio di formazione storica Fondazione Museo storico del Trentino"

Transcript

1 1 Laboratorio di formazione storica Fondazione Museo storico del Trentino L OFFICINA DELLA anno scolastico SUPPLEMENTO al N. 42 di ALTRESTORIE - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) - art. 1, comma 1, D.C.B. Trento Periodico quadrimestrale registrato dal Tribunale di Trento il , n Direttore responsabile: Sergio Benvenuti - Distribuzione gratuita - Taxe perçue - ISSN

2 PROPOSTE FORMATIVE 2 Foto di Alice Russolo L oggetto della storia è, per natura, l uomo. O meglio gli uomini.[ ]. Dietro i tratti concreti del paesaggio, dietro gli utensili o le macchine, dietro gli scritti che sembrano più freddi e le istituzioni in apparenza più totalmente distaccate da coloro che le hanno fondate, sono gli uomini che la storia vuole afferrare. (Marc Bloch, Apologia della Storia)

3 3 L area educativa della Fondazione Museo storico del Trentino è prima di tutto uno spazio fisico e mentale dove le informazioni e il sapere storico, si costruiscono in maniera attiva, collaborativa, mai passiva. Si tratta, infatti, di fare storia con i documenti. Questi ultimi sono il punto di partenza da cui studenti e insegnanti ripercorrono le operazioni che compie lo storico nella sua Officina. L obiettivo che ci si pone è quello di apprendere in modo costruttivo. Gli studenti sono protagonisti del processo di apprendimento della storia. Il ruolo degli operatori didattici è quello di facilitare e accompagnare gli studenti durante le attività didattiche di cui i ragazzi rimangono i protagonisti. Spesso le proposte didattiche prevedono, infatti, lavori di gruppo per favorire una modalità di apprendimento di tipo collaborativo. IL LABORATORIO SI RINNOVA! Dall anno scolastico il Laboratorio rinnova il suo spazio didattico, con una sala accogliente e spaziosa, in via Tommaso Gar 29. Le attività prenotate presso il museo si svolgeranno in questa nuova sala e non più negli spazi di via Torre d Augusto. Rimane, come gli altri anni, la possibilità di realizzare le attività didattiche presso le sedi scolastiche.

4 LE GALLERIE 4 Le Gallerie sono due tunnel stradali in disuso, lunghi 300 metri, ora dedicati alla storia del Trentino e delle sue comunità. Dal prossimo anno scolastico, due nuove grandi mostre: nella Galleria Nera è visitabile « Guerre e totalitarismi in una regione di confine». La Galleria Bianca è dedicata al primo conflitto mondiale con le mostre «I trentini nella guerra europea » e «Città fortezza. Trento ».

5 5 « Guerre e totalitarismi in una regione di confine» La prima e la seconda guerra mondiale aprono e chiudono un epoca di conflitti che oppongono e attraversano le nazioni europee. La Grande Guerra è una guerra «totale» che coinvolge masse di persone, uomini e donne, negli ingranaggi militari, ideologici (la propaganda), economici e sociali dei Paesi coinvolti, mettendo in moto una serie di meccanismi difficilmente governabili. La Rivoluzione bolscevica dell ottobre 1917 innesca processi e reazioni a catena, che interessano gran parte d Europa e che conducono alla nascita di partiti comunisti agguerriti, orientati all instaurazione di regimi socialisti. Le tensioni che travagliano le società europee mettono in crisi il sistema democratico-parlamentare, incapace di gestire la situazione socio-economica e di comprendere i cambiamenti indotti dal conflitto. La paura del bolscevismo, che molti scorgono nelle manifestazioni socio-economiche del dopoguerra, spinge così le vecchie élites dirigenti liberali e la stessa Chiesa cattolica ad affidarsi a movimenti estremisti di destra reazionari (nazionalisti, poi fascisti e infine nazisti) che, guidati da «capi carismatici», promettono di riportare l ordine e la tranquillità sociale ricorrendo alla forza: la rottura del «monopolio statale della violenza» apre però la strada alla «guerra civile». Fascismo e nazismo non nascono solo per sconfiggere i «rossi»: sono essi stessi movimenti rivoluzionari perché propongono una visione «totalitaria» del governo e dello Stato, una mobilitazione permanente della società; antiliberali e antidemocratici, svuotano gli istituti della democrazia parlamentare di ogni significato, violentando, umiliando e screditando un sistema già di per sé indebolito e inefficace. Il passaggio dal nazionalismo all imperialismo, declinato però in maniera drammaticamente inedita rispetto a qualsiasi esperienza precedente, è breve. Questa mostra intende proporre una lettura di quegli eventi in un ottica locale, evidenziando gli effetti che l ultimo decennio della «guerra civile europea» ha prodotto sulle province di Trento, Bolzano e sul Land Tirol (Innsbruck).

6 «Città fortezza. Trento » 6 La Grande Guerra non risparmia nessuno. Gli uomini sperimentano la morte di massa; la popolazione conosce i campi profughi, di internamento, viene militarizzata. La mostra «Città fortezza. Trento » racconta la vita di chi è rimasto a casa, ma vede cambiare completamente la geografia della sua città. Quando il Regno d Italia dichiara guerra all Impero austroungarico, il 24 maggio 1915, quasi abitanti devono abbandonare Trento in soli tre giorni: al loro posto arrivano decine di migliaia di soldati da tutto l Impero, pronti per raggiungere il vicino fronte. Il percorso della mostra porta i visitatori in una Trento trasformata in un enorme caserma, una città fortezza governata dai militari, dove gli edifici pubblici e privati sono usati come ospedali per i soldati e i cittadini rimasti vedono limitate le loro libertà, devono convivere con i soldati, I prigionieri, sono stretti dalla paura e dalla carestia. «I trentini nella guerra europea ( )» La mostra,allestita nella galleria bianca in occasione del centenario della Grande Guerra, è articolata in cinque sezioni, ognuna intitolata ad un anno di guerra, più una sesta sezione-appendice dedicata ai ritorni e all immediato dopoguerra. Si intende infatti dispiegare la grande mappa plurinazionale e plurilingue dei territori dove si consumò il dramma dei trentini: dall Italia alla Boemia, dalla Galizia alla Siberia, dalla Cina agli Stati Uniti.

7 7 VISITA GUIDATA - SCUOLA SECONDARIA I E II GRADO mostra « Guerre e totalitarismi in una regione di confine» Visita guidata alla mostra « Guerre e totalitarismi in una regione di confine» nella Galleria Nera 1,5 VISITA GUIDATA - SCUOLA SECONDARIA I E II GRADO 1,5 mostre sulla prima guerra mondiale Visita guidata alla mostre «I trentini nella guerra europea ( )» e «Città fortezza. Trento » nella Galleria Bianca VISITA GUIDATA - SCUOLA SECONDARIA I E II GRADO Sotto e sopra il doss Trento Visita alla scoperta di quanto e come la storia e i suoi eventi possono modificare luoghi e paesaggi. L attività si suddivide in due momenti: la visita alla mostra « Guerre e totalitarismi in una regione di confine» e la salita al doss Trento, al mausoleo dedicato a Cesare Battisti. 3

8 8 GUERRE E TOTALITARISMI IN UNA REGIONE DI CONFINE KRIEGE UND TOTALITARISMEN IN EINER GRENZREGION LE GALLERIE 06/11/ /09/2016 PIEDICASTELLO, TRENTO TRIENT Ingresso libero Eintritt Frei mar-dom, ore 09 18, lunedì chiuso Di-So, 09 bis 18 Uhr, Montag geschlossen Informazioni/prenotazioni Informationen und Reservierungen Provincia Autonoma di Trento manifesto a5.indd :02

9 FORMAZIONE INSEGNANTI 9 Il Laboratorio di formazione storica organizza una serie di appuntamenti che hanno come destinatario il mondo della scuola. Si tratta di visite guidate, occasioni di riflessione su eventi storici drammatici come la Shoah, un corso di aggiornamento dedicato alla mostra allestita a Le Gallerie « Guerre e totalitarismi in una regione di confine». La partecipazione a tali proposte è riconosciuta come aggiornamento per i docenti, ai sensi del D.P del 01 giugno Per la partecipazione è richiesta l iscrizione via mail all indirizzo: VISITA GUIDATE PER INSEGNANTI Tutti le visite avranno una durata di 1,5 ore e si svolgeranno alle ore e alle ore Martedì 6 ottobre Le Gallerie, Piedicastello-Trento ore e ore visita guidata alle mostre dedicate alla prima guerra mondiale «I trentini nella guerra europea » e «Città fortezza. Trento ». Giovedì 8 ottobre Forte Cadine - Bus de Vela ore e ore visita guidata alla tagliata stradale costruita nel Martedì 13 ottobre Forte Cadine - Bus de Vela ore e ore visita guidata alla tagliata stradale costruita nel Giovedì 15 ottobre Le Gallerie, Piedicastello-Trento ore e ore visita guidata alle mostre dedicate alla prima guerra mondiale «I trentini nella guerra europea » e «Città fortezza. Trento ». Martedì 17 novembre Le Gallerie, Piedicastello-Trento ore e ore visita guidata alla grande mostra « Guerre e totalitarismi in una regione di confine». Giovedì 19 novembre Le Gallerie, Piedicastello-Trento ore e ore visita guidata alla grande mostra « Guerre e totalitarismi in una regione di confine».

10 10 CORSO D AGGIORNAMENTO Regimi totalitari in una regione di confine Giovedì 21 gennaio Le Gallerie, Piedicastello-Trento La macchina dello sterminio nazista dalle origini al crollo Marcello Pezzetti (direttore scientifico della Fondazione Museo della Shoah di Roma) Martedì 2 febbraio Le Gallerie, Piedicastello-Trento L Austria e il Bundesland Tirol tra austrofascismo e nazismo. Maddalena Guiotto (storica e ricercatrice della Fondazione Museo storico del Trentino) Giovedì 4 febbraio Le Gallerie, Piedicastello-Trento L Alto Adige/Sudtirol tra fascismo e nazismo Giorgio Mezzalira (docente e ricercatore storico) Martedì 9 febbraio Le Gallerie, Piedicastello-Trento Il Trentino tra fascismo e occupazione tedesca Lorenzo Gardumi (storico e ricercatore della Fondazione Museo storico del Trentino) Giovedì 11 febbraio Le Gallerie, Piedicastello-Trento Il dopoguerra dalla definizione dei confini all Autonomia Giuseppe Ferrandi (direttore generale della Fondazione Museo storico del Trentino) CORSO D AGGIORNAMENTO Una città in guerra L esperienza della popolazione civile a Trento durante la Grande Guerra Nella primavera 2016 si svolgeranno una serie di incontri a Le Gallerie nell ambito della mostra «Città Fortezza. Trento » dedicati ai civili e la Grande Guerra, validi come corso d aggiornamento per gli insegnanti. In ogni appuntamento ad uno storico sarà affiancato un esperto capace di illustrare il tema dal un punto di vista metodologico diverso, secondo una prospettiva

11 11 multidisciplinare in grado anche di portare il tema nell attualità. Le date e gli orari degli incontri saranno comunicati via mail e pubblicati sul nostro sito durante l anno scolastico. CORSO D AGGIORNAMENTO Vita pubblica e riti quotidiani nelle memorie visive Trentine del Novecento Nella tarda primavera 2016 si svolgerà presso le gallerie un seminario di approfondimento con esperti dell archivio fotocinematografico Luce Cinecittà sull uso delle fonti filmiche e fotografiche per l insegnamento della storia, valido come corso d aggiornamento per gli insegnanti. L iniziativa prevede un incontro di approfondimento teorico cui seguiranno due momenti laboratoriali. Le date e gli orari degli incontri saranno comunicati via mail e pubblicati sul nostro sito durante l anno scolastico.

12 12 FORTE CADINE BUS DE VELA L opera, un forte austriaco del 1860, ora spazio museale, viene gestito dalla Fondazione Museo storico del Trentino che organizza nei suoi spazi attività didattiche e formative. Un allestimento interno arrichisce lo spazio di questa fortificazione che proteggeva l accesso alla città di Trento. Il Forte è facilmente raggiungibile da Trento con l autobus numero 1 VISITA GUIDATA - SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO 1,5 Forte di Cadine-Bus de Vela La visita guidata al forte permette agli studenti non solo di comprendere le caratteristiche di una fortificazione, ma anche di rendersi conto di quanto la città di Trento e il territorio circostante furono militarizzati e trasformati in funzione del primo conflitto mondiale. VISITA GUIDATA - SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO 6 Alla scoperta della Città Fortezza: il trekking del Sorasass Il trekking si svolge sopra l abitato di Cadine, proponendo una visita ad un settore della Fortezza di Trento con opere costruite nel Nella visita si ammireranno i ricoveri le opere in caverna, una fuciliera e la strada militare, con il valore aggiunto dell incredibile panorama sulla val d Adige. Il percorso si conclude con la visita guidata al Forte di Cadine, prima opera realizzata a difesa della città. Escursione di difficoltà media; con la presenza di un accompagnatore di territorio; attività non adatta a ragazzi con problemi motori e presenta alcuni punti esposti. È indispensabile indossare calzature e un abbigliamento adeguato. La partenza del trekking è raggiungibile in autobus da Trento.

13 13 ATTIVITÀ DIDATTICHE ATTIVITA PER LA SCUOLA PRIMARIA Obiettivo dell attività è quello di avvicinare i bambini al documento, far loro comprendere che dai documenti contenuti nell archivio, si possono ricavare informazioni. In alcune attività si utilizzano modalità ludiche per avvicinare gli alunni allo studio della storia. LABORATORI SUI DOCUMENTI per la scuola secondaria di primo grado e secondo grado L obiettivo dell attività è soprattutto di tipo metodologico; ossia imparare ad usare in modo corretto le operazioni dello storico: leggere, interrogare, interpretare, scrivere a partire dai documenti d archivio depositati nel museo. Per svolgere al meglio tali operazioni i ragazzi vengono suddivisi in gruppi e vengono aiutati da schede guida. L operatore didattico accompagna gli studenti nel percorso di ricerca e costruzione delle informazioni. ARCHIVI DA GUARDARE per la scuola secondaria di primo e secondo grado I ragazzi divisi in gruppi si trovano a lavorare con una documentazione di tipo iconografico. In questo contesto si trovano immersi nel lavoro d archivio, nella attenta lettura e osservazione del documento a cui deve essere associata una adeguata didascalia. L acquisizione del metodo storico va di pari passo con l approfondimento del tema storico proposto ITINERARI MULTIMEDIALI per la scuola secondaria di primo e secondo grado I documenti, organizzati in un percorso multimediale e presentati in video proiezione, sono di diversa tipologia: musicali, orali, iconografici, filmici ecc. Il gruppo classe, supportato dall operatore didattico, legge, ascolta, interpreta i diversi tipi di fonte con lo scopo di ricostruire in modo partecipato il tema proposto. PERCORSI NELLA CITTÀ DI TRENTO per ogni ordine e grado Questo tipo di attività si svolge all aperto per le strade di Trento. L operatore didattico accompagna gli studenti alla scoperta di segni e tracce presenti nel paesaggio urbano che raccontano gli eventi della storia e lo scorrere del tempo. Agli studenti vengono consegnati fascicoli che servono loro per completare le conoscenze e le competenze acquisite durante l attività.

14 SCUOLA PRIMARIA 14 LABORATORIO - SCUOLA PRIMARIA Tesoretto 3 Nel vecchio baule del simpatico nonno Giovanni, sono raccolti lettere, fotografie, disegni, immagini, penne, astucci, ecc. Ciascuno di questi documenti può dare informazioni e suggerire ipotesi sulla vita, sul carattere, sulle attività e la vita di nonno Giovanni: la nascita in un paesino del Trentino, la scuola, la famiglia, il viaggio verso l America come emigrante, il lavoro di minatore negli Stati Uniti. L obiettivo principale dell attività è far emergere le modalità che guidano il lavoro dello storico nell uso dei documenti. LABORATORIO - SCUOLA PRIMARIA Il mistero dell archivio 2 e 30 Nell archivio del museo sono state ritrovate quattro scatole che contengono documenti di vario genere. Nella prima parte dell attività i ragazzi divisi in quattro gruppi analizzano i documenti aiutati da una scheda guida. Nella seconda parte, unendo le informazioni recuperate dal lavoro dei gruppi, si scopriranno il mistero e la storia che si nasconde in questo archivio. Il laboratorio permette un ulteriore elaborazione a scuola su documenti consegnati alla fine dell attività.

15 15 LABORATORIO - SCUOLA PRIMARIA Alla ricerca del fiume perduto RITROVO piazza Dante 1 Camminando per le vie del centro si cercherà di seguire l antico corso del fiume Adige e i cambiamenti strutturali che la città subì in seguito alla sua deviazione. LABORATORIO - SCUOLA PRIMARIA Una città stretta tra il fiume e le mura RITROVO piazza Dante 2 Il percorso a tappe coinvolge i ragazzi nella scoperta delle tracce della vecchia città racchiusa dalla mura e dal vecchio letto del fiume Adige, un paesaggio modificato durante l Ottocento dalle nuove esigenze della città moderna. LABORATORIO - SCUOLA PRIMARIA La grande mappa di Trento 2 l gioco-laboratorio si pone come obiettivo quello di rendere più familiare e a portata di bambino l ambiente della città da un punto di vista storico. Attraverso una grande mappatappeto ci si muoverà tra le vie della città di Trento scoprendone la storia e le trasformazioni. Il gioco è un elemento importante di questo laboratorio LABORATORIO - SCUOLA PRIMARIA 2 Storie in scatola Un percorso di più appuntamenti, in collaborazione con il canale televisivo History Lab, in cui i ragazzi scopriranno come si studia la storia, come lavora uno storico e come anche le loro storie personali possano far parte della grande Storia. Ogni ragazzo raccoglierà in una scatola alcuni documenti dietro ai quali si nasconde una vicenda personale o della propria famiglia.

16 16 SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO LABORATORIO SUI DOCUMENTI - SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO Questioni di metodo: come si fa una ricerca storica 2 Il lavoro dello storico si basa su metodo critico ovvero sull interrogazione, il confronto e la contestualizzazione delle fonti storiche. Questa attività illustra come lavora uno storico. L attività mostra anche alcuni strumenti online che permettono un primo approccio con la ricerca delle fonti.

17 17 L Ottocento trentino LABORATORIO SUI DOCUMENTI - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO Il Trentino degli Asburgo nella prima metà dell Ottocento 3 Gli alunni attraverso documenti di diversa tipologia e con l aiuto di schede guida cercheranno di ricostruire le caratteristiche e le modalità di vita della popolazione del Trentino durante l amministrazione austriaca della prima metà dell Ottocento

18 18 ITINERARIO MULTIMEDIALE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO Il Risorgimento ai confini dell Unità 3 (2) Gli studenti utilizzano informazioni fornite da documenti di diversa tipologia come ritratti, canzoni, cartine dei luoghi di battaglia, proclami, manifesti, avvisi, ecc. del periodo compreso tra 1848 e In tal modo potranno avere il panorama di ciò che accadde in Trentino durante il processo di unificazione nazionale. PERCORSO NELLA CITTA DI TRENTO - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO RITROVO Una città stretta tra il fiume e le mura piazza Dante 2 Il percorso a tappe coinvolge i ragazzi nella scoperta delle tracce della vecchia città racchiusa dalla mura e dal vecchio letto del fiume Adige, un paesaggio modificato durante l Ottocento dalle nuove esigenze della città moderna. PERCORSO NELLA CITTA DI TRENTO - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO RITROVO I giardini di piazza Dante piazza Dante 1,5 Piazza Dante con la sua storia e i monumenti, che decorano i suoi giardini, rispecchia le vicende della città e del Trentino dalla fine dell Ottocento fino alla seconda guerra mondiale. PERCORSO NELLA CITTA DI TRENTO - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO RITROVO Alla ricerca del fiume perduto piazza Dante 1 Camminando per le vie del centro si cercherà di seguire l antico corso del fiume Adige e i cambiamenti strutturali che la città subì in seguito alla sua deviazione. LABORATORIO SUI DOCUMENTI - SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO Dal concetto di Nazione al concetto di Europa 3 Attraverso la lettura, l analisi e l interpretazione di documenti di diversa tipologia, gli studenti, divisi in gruppi, ricostruiranno e collocheranno nel contesto storico dell epoca le diverse declinazioni del concetto di Nazione avvicendatesi nel contesto europeo, italiano e trentino dagli inizi del XIX secolo alla seconda metà del XX.

19 19 La Grande Guerra Le visite guidate relative a questo periodo si trovano anche nelle pagine dedicate a Le Gallerie e al Forte di Cadine Bus de Vela LABORATORIO SUI DOCUMENTI - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO Trentino : la guerra dei civili nelle scritture popolari 3 Utilizzando la documentazione presente nel ricco Archivio della Scrittura Popolare si cercheranno di comprendere le ripercussioni della guerra sull esistenza dei civili: la partenza, il viaggio verso i campi di internamento, le condizioni di vita. LABORATORIO SUI DOCUMENTI - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO Trentino : la guerra dei soldati nelle scritture popolari 3 Utilizzando la documentazione presente nel ricco Archivio della Scrittura Popolare si cercherà di comprendere la drammatica esperienza di chi ha vissuto la guerra al fronte: la partenza e la lontananza dai propri cari, la dura vita di trincea, la guerra di massa, la prigionia, il ritorno.

20 20 UN ARCHIVIO DA GUARDARE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO La prima guerra mondiale nel Trentino 3 I ragazzi divisi in gruppi si trovano a lavorare con una documentazione di tipo iconografico. In questo contesto si trovano immersi nel lavoro d archivio, nella attenta lettura e osservazione del documento a cui deve essere associata una adeguata didascalia. L acquisizione del metodo storico va di pari passi con l approfondimento del tema della primo conflitto mondiale. ITINERARIO MULTIMEDIALE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO Il Trentino e la prima guerra mondiale 3 (2) L itinerario è strutturato per isole tematiche e mira a ricostruire la storia del Trentino durante la Grande Guerra attraverso l analisi di documenti di diversa tipologia. ITINERARIO MULTIMEDIALE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO Cesare Battisti 2 e 30 L itinerario è strutturato per isole tematiche e mira a ricostruire la figura di Cesare Battisti nei suoi diversi aspetti. L attività viene svolta nella sala didattica del museo e prevede nella parte finale una visita alle celle del Castello del Buonconsiglio dove Battisti venne imprigionato e alla fossa dove venne giustiziato. ITINERARIO MULTIMEDIALE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO La Grande Guerra sul grande schermo 3 (2) Un viaggio nella rappresentazione cinematografica del primo conflitto mondiale, tra i materiali girati dal 1914 e una selezione delle opere più recenti.

21 21 PERCORSO NELLA CITTA DI TRENTO - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO RITROVO piazza Dante Trento nella Grande Guerra 2 Il percorso cittadino si svolge utilizzando documenti di varia tipologia (foto, pagine di diario, articoli di giornale). Lo studente viene così stimolato a un continuo passaggio tra il presente e il passato scoprendo che cosa ha significato la guerra per la città e i suoi abitanti. Nell attività vengono riprese le tematiche principali della guerra. La prima tappa del percorso cittadino è la stazione luogo simbolo della partenza dei soldati e dei profughi trentini. Si osserverà poi la statua di Dante, realizzata nel 1896, rappresentazione della complessa identità di questo territorio. Piazza Duomo e piazza Garzetti racconteranno la vita dei civili rimasti in città durante il conflitto. Le targhe poste presso il municipio permetteranno di riflettere sulla memoria contesa in un territorio di confine come il Trentino. Il percorso si concluderà approfondendo la figura di Cesare Battisti con la visita alla Fossa dei martiri nel castello del Buonconsiglio.

22 22 Il primo dopoguerra e il fascismo Le visite guidate relative a questo periodo si trovano anche nelle pagine dedicate a Le Gallerie, con la mostra « Guerre e totalitarismi in una regione di confine». PERCORSO NELLA CITTA DI TRENTO - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO RITROVO La Trento fascista piazza Mostra 2 Il percorso si snoda per le vie della città di Trento andando a toccare quei luoghi che vennero creati o trasformati tra il 1930 e il 1940 analizzandone la conformazione e la funzione prima, durante e dopo il periodo fascista. PERCORSO NELLA CITTA DI TRENTO - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO RITROVO 2 piazza di Piedicastello Un documento a cielo aperto: il Doss Trento I ragazzi avranno modo di visitare il Doss Trento e in particolare la strada degli alpini e il mausoleo dedicato a Cesare Battisti. Questo percorso permetterà loro di comprendere in quale contesto e con quali finalità e aspettative si arrivò a progettare un luogo della memoria che nel corso degli anni ha assunto significati diversi.

23 23 La seconda guerra mondiale e la Resistenza Le visite guidate relative a questo periodo si trovano anche nelle pagine dedicate a Le Gallerie, con la mostra « Guerre e totalitarismi in una regione di confine». LABORATORIO SUI DOCUMENTI - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO Trentino : la guerra dei civili nelle scritture popolari 3 Utilizzando la documentazione presente nel ricco Archivio della Scrittura Popolare, si cerca di ripercorrere ciò che la popolazione civile subì in seguito ai bombardamenti, alle giornate vissute nei rifugi antiaerei, allo sfollamento, all economia di guerra.

24 24 UN ARCHIVIO DA GUARDARE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO La seconda guerra mondiale nel Trentino 3 I ragazzi divisi in gruppi si trovano a lavorare con una documentazione di tipo iconografico. In questo contesto si trovano immersi nel lavoro d archivio, nella attenta lettura e osservazione del documento a cui deve essere associata una adeguata didascalia. L acquisizione del metodo storico va di pari passo con l approfondimento del tema del secondo conflitto mondiale. ITINERARIO MULTIMEDIALE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO Il Trentino e la seconda guerra mondiale 3 (2) L itinerario è strutturato per isole tematiche e mira a ricostruire tramite una documentazione di diversa tipologia, la storia del Trentino durante il seciondo conflitto mondiale. LABORATORIO SUI DOCUMENTI - SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO La Shoah: storia e memoria 3 Attraverso l analisi di documenti di diversa tipologia, gli studenti ricostruiscono le persecuzioni e lo sterminio degli ebrei tra il 1938 e In particolare ci si sofferma sull analisi delle leggi razziali, della soluzione finale, della memoria delle vittime, della memoria dei carnefici. ITINERARIO MULTIMEDIALE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO La Resistenza nel Trentino 3 (2) L itinerario è strutturato per isole tematiche e mira a ricostruire attraverso l osservazione di materiale documentario di diversa tipologia, alcuni nodi problematici della Resistenza nel Trentino fra il 1943 e il In base all accordo firmato il 25 aprile 2015 tra Provincia autonoma di Trento e ANPI, la Fondazione Museo storico del Trentino coordinerà momenti di formazione e iniziative sulla storia della Resistenza.

25 25 Il secondo dopoguerra LABORATORIO SUI DOCUMENTI - SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO Alle radici della Costituzione 3 Attraverso la lettura, l analisi di documenti di diversa tipologia si cercherà di comprendere le fasi salienti che hanno portato alla realizzazione della Costituzione con uno sguardo alle ripercussioni sulla contemporaneità. ITINERARIO MULTIMEDIALE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO La Guerra Fredda 3 L itinerario è strutturato per isole tematiche e mira a ricostruire attraverso l osservazione di materiale documentario di diversa tipologia i principali avvenimenti della storia internazionale ed italiana dal 1945 al Prenotando due incontri di tre ore scolastiche ciascuno, è possibile affrontare gli avvenimenti sino al 1989.

26 26 Emigrazione trentina LABORATORIO SUI DOCUMENTI - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO L emigrazione dal Trentino nelle scritture popolari 3 L analisi di documenti appartenenti all Archivio della Scrittura Popolare del nostro museo fornisce informazioni relative alle motivazioni che spinsero i trentini ad emigrare, alle condizioni di viaggio, alle diverse mete, alle condizioni di vita degli emigranti nelle terre che li ospitarono. Tutto questo, attraverso un punto di vista interessante e recentemente valorizzato: quello delle persone comuni, dei protagonisti dell esperienza migratoria. ITINERARIO MULTIMEDIALE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO (E)migrare 3 (2) L itinerario è strutturato per isole tematiche e mira a ricostruire alcuni aspetti della storia dell emigrazione trentina utilizzando le informazioni fornite da documenti di diversa tipologia: fotografie, lettere, passaporti, guide, giornali, canzoni, tabelle statistiche.

27 27 Il Trentino contemporaneo: autonomia, società, territorio ITINERARIO MULTIMEDIALE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO Il cammino dell autonomia L itinerario, strutturato per isole tematiche, ricostruisce alcuni momenti significativi della storia del Trentino Alto Adige cercando di analizzare le spinte autonomistiche e le loro motivazioni. È previsto un breve momento laboratoriale con l ausilio di una scheda guida 3 (2)

28 28 LABORATORIO SUI DOCUMENTI - SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO Follia e società: l assistenza psichiatrica in Trentino dal XIX secolo a oggi 3 Il laboratorio ha come obiettivo quello di consentire agli studenti di ricostruire, attraverso l approccio diretto a una piccola raccolta di documenti, quelli che furono i passaggi chiave nella storia della gestione della malattia mentale in Trentino e non solo. Alcuni di questi documenti riguardano l ospedale psichiatrico di Pergine, altri definiscono invece il contesto nazionale e internazionale. ITINERARIO MULTIMEDIALE - SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO La febbre dell oro bianco: storia dell industria idroelettrica in Trentino 3 (2) L itinerario è strutturato per isole tematiche e attraverso materiale documentario di diversa tipologia consente di ricostruire la storia dell industria idroelettrica in Trentino dal 1890 ai giorni nostri, esaminandone anche le ricadute sociali ed ambientali sulla realtà locale. LABORATORIO SUI DOCUMENTI - SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO 3 Atlante delle guerre e dei conflitti: percorsi tra storia, geografia ed attualità Percorso di un intervento Attraverso un iniziale inquadramento geopolitico mondiale e della ridistribuzione delle risorse economiche nelle varie aree di interesse, nonché le caratteristiche sociali ed etniche di questi territori, gli studenti individueranno le cause storiche dello scoppio delle guerre e le motivazioni che determinano il loro persistere. Un ulteriore obiettivo sarà l acquisizione di un metodo critico di analisi delle fonti delle informazioni attualmente in circolazione, soprattutto a livello web. Percorso di due interventi Attraverso un iniziale inquadramento geopolitico mondiale e della ridistribuzione delle risorse economiche nelle varie aree di interesse, nonché le caratteristiche sociali ed etniche di questi territori, gli studenti individueranno le cause storiche dello scoppio delle guerre e le motivazioni che determinano il loro persistere. In seguito si focalizzerà l attenzione su un tema monografico specifico, fra i quali si segnalano: Africa, continente in guerra Il secolo dei genocidi Associazione 46 parallelo L associazione 46 parallelo è disponibile con propri esperti ad interventi didattici di approfondimento per classi e istituti scolastici.

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

Cà Dotta Le Vie del Fumo

Cà Dotta Le Vie del Fumo Cà Dotta Le Vie del Fumo Laboratorio di didattica multimediale per la Promozione della Salute Esperienze Sensazioni Conoscenze - Emozioni L ULSS n 4 Alto Vicentino, in collaborazione con la Regione Veneto

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Le interfacce aptiche per i beni culturali

Le interfacce aptiche per i beni culturali Le interfacce aptiche per i beni culturali Massimo Bergamasco 1, Carlo Alberto Avizzano 1, Fiammetta Ghedini 1, Marcello Carrozzino 1,2 1PERCRO Scuola Superiore Sant Anna, Pisa 2IMT Institude for Advanced

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA DIPARIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PREMESSA La Dispersione Scolastica è un fenomeno complesso che riunisce in sé: ripetenze, bocciature,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE OGGETTO: L.R. 11/2013 VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 19 MAGGIO 2014

PROVINCIA DI UDINE OGGETTO: L.R. 11/2013 VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 19 MAGGIO 2014 PROVINCIA DI UDINE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 19 MAGGIO 2014 Presente Assente FONTANINI PIETRO Presidente X MATTIUSSI FRANCO Vicepresidente X BARBERIO LEONARDO Assessore X

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli