Che valore ha una nuova casa?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Che valore ha una nuova casa?"

Transcript

1 Che valore ha una nuova casa?

2 2

3 La lettera del CEO Il 2012 è stato un anno molto intenso, caratterizzato da molti cambiamenti. Il più evidente è certamente il completamento del nuovo stabile a Mendrisio che ha ampliato e modernizzato la nostra casa. Un edificio all avanguardia, dove tecnologia e sicurezza si coniugano alla sostenibilità, anche grazie all installazione sul tetto di uno dei più grandi impianti fotovoltaici del Canton Ticino che ci permetterà, già a partire dal 2013, di produrre energia rinnovabile a costo zero. L ampliamento ha inoltre avviato un percorso di riorganizzazione dei processi produttivi, che, insieme all introduzione di un nuovo gestionale, ci permetterà di migliorare ulteriormente la qualità e l efficienza del nostro lavoro. Strutture, spazi e attrezzature nuove dunque, che vi invitiamo a scoprire attraverso le immagini di questo rapporto. Una casa, seppur allo stato dell arte, non può tuttavia determinare da sola il successo di un azienda. Sono coloro che la abitano, i collaboratori, attraverso il loro impegno e professionalità quotidiani a fare la differenza. Per questo abbiamo ritenuto importante dar loro la parola e farci raccontare in prima persona il loro approccio alla responsabilità socio-ambientale. L impegno per il cambiamento non ci ha fatto perdere di vista quella che rimane la nostra missione, essere un player principale nel mercato internazionale dei metalli preziosi. La nostra crescita è proseguita nel solco di una visione strategica orientata al lungo periodo e questo report, giunto ormai alla terza edizione, è la traccia tangibile e condivisa di quanto è stato fatto. Auguro dunque una buona lettura, nella speranza che le pagine seguenti possano fornire spunti di riflessione importanti e stimoli ulteriori per un miglioramento costante della nostra responsabilità economica, ambientale e sociale. Erhard Oberli CEO Argor-Heraeus 3

4 ARGOR-HERAEUS SA Via Moree 14 CH-6850 Mendrisio Tel Fax Panoramica La guida al report 8 La nostra storia 10 I nostri azionisti 12 Il Gruppo 14 La governance societaria 16 La nostra attività 18 Gli accreditamenti e i riconoscimenti 20 I nostri stakeholder 22 Il nostro approccio alla sostenibilità 26 4

5 Responsabilità economica La distribuzione del valore aggiunto 30 I fornitori di servizi e i prodotti accessori 32 I nostri clienti 34 Responsabilità ambientale Il consumo di acqua 38 Il consumo di prodotti chimici 42 Il consumo di energia 46 Le emissioni 50 I materiali di scarto, gli imballaggi, i rumori 54 Responsabilità sociale La composizione del personale 58 La salute e la sicurezza sul lavoro 62 La formazione 64 Le attività con i nostri stakeholder 66 5

6 Panoramica La guida al report CONTINUITÀ E COMPLETezZA NelLA ReNDICONTAZIONE 8

7 Il perimetro Il report riporta le informazioni e i dati che hanno un impatto sulla sostenibilità di Argor-Heraeus verso tutti i suoi portatori di interesse. Il Gruppo si compone di quattro filiali: Argor-Heraeus Deutschland Argor-Heraeus Italia Argor Aljba Argor-Heraeus America Latina Avendo le controllate una dimensione in termini di collaboratori e di quantità di metalli preziosi lavorati sostanzialmente inferiore rispetto alla casamadre, abbiamo riportato soltanto gli indicatori rilevanti per le filiali, introducendo quest anno i valori della joint-venture Argor-Aljba. Per quanto riguarda Argor-Heraeus America Latina, non avendo alcuna attività produttiva, non abbiamo ritenuto significativo includerla nella rendicontazione. Gran parte delle opere edilizie che hanno permesso la realizzazione dell ampliamento della sede di Mendrisio e che hanno un impatto inevitabile sull ambiente, sono state portate a termine nel 2011 e riportate nella precedente edizione del report. Il 2012 ha riguardato soltanto il completamento dello stabile e l ingegnerizzazione dei processi produttivi, senza significative ripercussioni sull ambiente. Il valore del contenuto Valori, informazioni, grafici, rispettano fedelmente l impostazione dei precedenti report per garantire al lettore la possibilità di confrontare gli indicatori e valutare l andamento dell impatto e degli sforzi di Argor-Heraeus in termini di responsabilità economica, ambientale e sociale. La struttura del report Il report è suddiviso in due parti, i colori dei testi, oro e verde, caratterizzano rispettivamente: La sezione dedicata al profilo del gruppo che presenta l azienda. La sezione che riporta gli indicatori che permettono di misurare la sostenibilità dell azienda. Gli highlight, dati o parole significative, mostrano ad un primo sguardo l informazione chiave di ciascuna sottosezione. Sfogliando il report, alcune immagini permettono di scoprire visivamente, pagina per pagina, la nostra nuova casa a Mendrisio, pienamente operativa dall inizio del Abbiamo anche riportato il punto di vista dei nostri collaboratori che, attraverso pensieri, considerazioni e racconti, consultabili nella sezione di rendicontazione, hanno descritto l approccio sostenibile dell azienda nella loro esperienza quotidiana. La rendicontazione Ciascuna tematica della rendicontazione, è strutturata garantendo, laddove possibile, la stessa successione delle informazioni per una più facile fruizione: Ripartizioni degli utilizzi delle risorse. Trend triennale dei consumi rapportati ad un parametro indicante l andamento della lavorazione dei metalli preziosi. Impegno per la sostenibilità. 9

8 Panoramica La nostra storia In crescita da oltre sessant anni 10

9 Anni Cinquanta 1951 Fondazione dell Argor SA a Chiasso, Svizzera Anni Settanta 1973 Acquisizione del 100% della società da parte di UBS Anni Ottanta 1986 Creazione di una joint-venture tra UBS e il gruppo tedesco Heraeus: nasce Argor-Heraeus SA 1988 Inaugurazione della sede di Mendrisio, Svizzera Anni Novanta 1999 Acquisizione 100% da parte di Heraeus e della Direzione ed entrata di Commerzbank International Anni Duemila 2002 Ingresso di Münze Österreich nell assetto azionario 2004 Apertura di un ufficio in Cile e costituzione di Argor-Heraeus Deutschland 2005 Costituzione di Argor-Aljba a Mendrisio, Svizzera 2006 Costituzione di Argor-Heraeus Italia Anni Duemiladieci 2012 Costituzione di Argor-Heraeus America Latina 2013 Inaugurazione ufficiale della nuova sede centrale ampliata e rinnovata 11

10 Panoramica I nostri azionisti Tecnologia, solidità, know-how 12

11 Heraeus Commerzbank Zecca austriaca Chi è: Multinazionale privata tedesca attiva dal 1861 nei settori dei metalli preziosi e dell alta tecnologia. Tra le molte eccellenze, particolare rilevanza assumono biomateriali, prodotti medicali, dentali, farmaceutici, tecnologie al quarzo, metalli speciali e del gruppo del platino, componenti per elettronica e automotive. Heraeus occupa ad oggi più di collaboratori suddivisi in oltre 120 sedi nel mondo e vanta oltre brevetti e licenze. Competenze e sinergie: L apporto ad Argor-Heraeus si concretizza nella creazione di importanti sinergie sia a livello industriale, sia in termini di ricerca e sviluppo, grazie al grande potenziale del gruppo in questo ambito. Chi è: Fondata nel 1870, è uno dei più importanti attori del mercato tedesco e vanta una presenza in oltre 50 paesi del mondo. Offre servizi bancari e finanziari ad una clientela privata, industriale e istituzionale. E attiva anche nell ambito del trading di metalli preziosi dal 1980 nelle piazze finanziarie di New York, Londra, Singapore e Lussemburgo. Con oltre collaboratori, è una delle banche tedesche con la rete sul territorio maggiormente sviluppata, conta circa 15 milioni di clienti privati e oltre un milione di clienti business. Competenze e sinergie: Come azionista, la banca contribuisce con le sue competenze e i suoi servizi allo sviluppo e alla solidità del gruppo, supportando le attività di Argor-Heraeus a livello globale. Chi è: La Zecca austriaca, forte dei suoi 800 anni di storia, è uno dei maggiori operatori al mondo in questo ambito. Produce monete euro per la Repubblica Austriaca, oltre che monete di altre valute e una vasta gamma di monete da collezione e medaglie tra cui la famosa Wiener Philharmoniker, in oro o argento 24 carati, unica bullion coin europea. La Zecca, controllata al 100% dalla Banca Nazionale, produce circa 450 milioni di pezzi all anno impiegando oltre 200 collaboratori. Competenze e sinergie: La Zecca austriaca consente ad Argor-Heraeus di beneficiare di sinergie legate ai canali distributivi e di avvalersi di un consolidato know-how in ambito di marketing. 13

12 Panoramica Il Gruppo Radici locali, presenza internazionale Argor-Heraeus Deutschland 100% Chi è: La filiale è presente dal 2004 a Pforzheim nella regione del Baden- Württemberg e rappresenta il punto di riferimento del mercato tedesco. Attività: Si occupa della raccolta, analisi e compravendita dei metalli preziosi e di logistica. 14

13 Argor-Heraeus Italia 100% Chi è: Attingendo al know-how tecnologico condiviso con la casamadre, la filiale italiana, attiva dal 2006 a Cavenago Brianza, si rivolge principalmente agli operatori del settore orafo italiano. Attività: Si occupa della raccolta e analisi dei metalli preziosi, della compravendita degli stessi, di commercio di prodotti per l industria gioielliera e orologiera e di logistica. Argor-Aljba 50% Chi è: Argor-Aljba è la joint-venture del gruppo che sviluppa soluzioni di rivestimento ad alto contenuto tecnologico per numerosi settori e applicazioni. Attività: Si occupa della ricerca e sviluppo di soluzioni di rivestimento high-tech, nonché della produzione di rivestimenti per utensili, componenti meccanici e pezzi orologieri. L innovativa tecnica del Diamond-like-Coating sfrutta le proprietà del diamante per garantire un eccezionale durezza e durata. Argor-Heraeus America Latina 88% Chi è: Argor-Heraeus America Latina è il punto di riferimento del mercato sudamericano e supporta più da vicino i clienti e le miniere di quest area. Attività: In fase di pianificazione in seguito alla costituzione della società nel 2012, continua a svolgere le funzioni di ufficio di rappresentanza. 15

14 Panoramica La governance societaria Controllo costante al nostro interno e lungo la filiera 16

15 Livello Direttivo Assemblea generale e Consiglio di amministrazione Delagazione Consiglio di amministrazione Risk audit committee Fissare le strategie aziendali e governare l azienda Supportare il management nelle decisioni quotidiane Valutare i rischi delle decisioni strategiche e delle attività quotidiane Livello MANAGERIALE Comitato di credito interno Credit office Ufficio compliance Commissione del personale Gestire l allocazione delle risorse all interno dei tre centri di profitto dell azienda Controllare l effettivo utilizzo delle risorse nei centri di profitto Monitorare la corretta applicazione delle normative, linee guida internazionali, regolamenti autoimposti e valutare i requisiti di collaborazione per i potenziali clienti Assistere, insieme alla Direzione, i collaboratori a 360 gradi Livello OPERATIVO Uffici tecnici Responsabilità a tempo pieno sicurezza, qualità e ambiente Laboratorio di controllo Valutare, per ciascuno dei centri di profitto, la qualità operativa dei vari dipartimenti Gestire secondo il principio del miglioramento continuo la sicurezza sul posto di lavoro di tutti i collaboratori, dipendenti e non, la qualità dei nostri prodotti e processi e gli influssi che gli stessi possono avere sull ambiente Monitorare la qualità dei metalli preziosi I meccanismi di controllo della nostra azienda operano a livello direttivo, manageriale e operativo per garantire una condotta responsabile verso i portatori di interesse e una sostenibilità del business nel lungo periodo. Essi sono rivolti all intera struttura aziendale, che si configura a matrice: i tre centri di profitto, bank products and mining (affinaggio e fonderia), industrial products (meccanica e prodotti semilavorati) e precious metal services (compravendita metalli preziosi, laboratorio e altri servizi), sono affiancati dalle funzioni traversali quali finanza, controllo, personale e IT. 17

16 Panoramica Le nostre attività Qualità e innovazione alla base dei nostri prodotti 18

17 L attività di Argor-Heraeus riguarda la lavorazione dei metalli preziosi come oro, argento, platino e palladio con una capacità produttiva annua, per i due metalli principali oro e argento, di 450 tonnellate ciascuno. La continua innovazione, la ricerca e l attenzione alla massima qualità contraddistinguono da oltre sessant anni i nostri prodotti. Il segno tangibile della capacità di ascoltare le esigenze dei clienti è rappresentato dal nostro impegno ad innalzare i requisiti qualitativi dei prodotti con particolare riguardo alla sostenibilità socio-ambientale dei processi produttivi. Refining Raffinazione chimica ed elettrolitica per la lavorazione dei metalli preziosi provenienti dalle miniere e per il riutilizzo di vecchia gioielleria e scarti industriali Bars and Coins Realizzazione di una vasta gamma di prodotti fusi e coniati Luxury products Sviluppo di prodotti destinati all industria gioielliera e all orologeria Trading Servizi informativi, finanziari ed accessori riguardo ai mercati internazionali dei metalli preziosi. 19

18 Panoramica Gli accreditamenti e i riconoscimenti Tante certificazioni per un unico impegno 20

19 LBMA (London Bullion Market Association) Ordinary Member LPPM (London Platinium and Palladium Market) Melter and Assayer SAS Servizio Accreditamento Svizzero LME (Londra), TOCOM (Tokio), COMEX/NYMEX (New York), DMMC (Dubai) FINMA (Autorità Federale di Vigilanza sui Mercati Finanziari) ASFCMP (Association Suisse des Fabricants et Commerçants des Métaux Précieux) Responsible Jewellary Council (RJC) Azienda riconosciuta come produttore Good Delivery e arbitro per il controllo degli standard di qualità dei membri della lista Good Delivery LBMA Azienda riconosciuta come produttore Good Delivery per platino e palladio Licenza rilasciata dall ufficio centrale svizzero per il controllo dei metalli preziosi per la produzione certificata e riconosciuta Accreditamento per laboratorio per analisi di leghe e metalli preziosi Operatore riconosciuto nelle principali piazze finanziarie Autorizzazione ad operare come intermediario finanziario Azienda membro Membro certificato per pratiche aziendali responsabili lungo la filiera CO 2 ridotto Partecipazione attiva al programma per la riduzione delle emissioni Azienda formatrice Azienda riconosciuta dall Autorità Cantonale per l idoneità a formare apprendisti ISO 9001 Certificazione della gestione della qualità e della sicurezza dei processi Dun & Bradstreet Certificazione sulla solvibilità dell azienda nei confronti dei propri partner di business Siamo uno dei principali attori della filiera produttiva dei metalli preziosi e come tale siamo un punto di riferimento nel settore per gli standard qualitativi dei prodotti. Per questo, non solo siamo orgogliosi di essere certificati dalle più importanti organizzazioni internazionali che regolamentano i mercati dei metalli preziosi, ma collaboriamo anche con i loro organi direttivi per definire ed implementare nuove linee guida. I riconoscimenti non riguardano soltanto l eccellenza produttiva, ma premiano anche i principi etici e la trasparenza dell azienda all interno della filiera, il suo impegno a contenere l impatto ambientale delle attività e nel dimostrarsi un datore di lavoro responsabile. STS

20 Panoramica I nostri stakeholder Shareholder Management Collaboratori Clienti Fornitori 22

21 Obiettivi Consolidamento della fiducia nel management Condivisione strategica e visione comune Supporto nello sviluppo del business Soddisfazione degli azionisti Stabilità azionariato Incremento delle sinergie industriali Strategia di sviluppo e di business condivisa all interno del management Soddisfazione e relazioni di lunga durata Commitment Condivisione della mission e della vision Basso turnover Elevata soddisfazione Identificazione e commitment Supporto all immagine e alla reputazione aziendale Fidelizzazione Informazione commerciale (prodotti/servizi) Condivisione dei valori Essere percepiti come partner affidabile e qualificato Know your customer policy Rispetto degli standard qualitativi dell azienda Condivisione dei valori Essere percepiti come partner affidabile e qualificato Strumenti di coinvolgimento 2012 Comunicazione periodica in linea con il fabbisogno informa tivo dell azionista (es. dati chiusura mensile, newsletter) Comunicazione trasparente e dialogo continuo Rapporto annuale Rapporto di sostenibilità Sviluppo nuovo sito web Politica del personale e incentivi Riunione quadri per informazione mensile Sviluppo e condivisione piano di comunicazione di crisi Rapporto annuale Codice di condotta Rapporto di sostenibilità Sviluppo nuovo sito web Sviluppo Better Gold Initiative Inizio processo per ottenimento certificazione Chain of Custody del Responsible Jewellery Council Politica del personale e incentivi Informativa periodica Codice di condotta Gruppo sportivo e ricreativo giornata estiva (Orimpiadi) e giornata sulla neve Cena di Natale Rapporto di sostenibilità Sviluppo nuovo sito web Procedure di assessment know your customer Informativa personalizzata mirata Fiere Attività commerciale (es. visite mirate) Codice di condotta Rapporto di sostenibilità Sviluppo nuovo sito web Sviluppo Better Gold Initiative Procedure di assessment Codice di condotta Rapporto di sostenibilità Certificazione Dun & Bradstreet Sviluppo nuovo sito web 23

22 Panoramica Concorrenti Istituzioni Servizi pubblici Associazioni di settore Organizzazioni non governative (ONG) Mass media 24

23 I nostri Stakeholder Obiettivi Collaborazione su temi comuni (es. sicurezza sul lavoro, protezione dell ambiente) Spirito collaborativo e supporto Essere percepiti come referenti attendibili Apertura di un canale informativo privilegiato Essere percepiti come attori attenti alle esigenze del territorio Essere percepiti come partner affidabile e qualificato Spirito collaborativo e rapporto di fiducia reciproco Notorietà e reputazione Essere percepiti come referenti attendibili Apertura di un canale informativo privilegiato Supporto e spirito collaborativo Scambio di informazioni Notorietà e reputazione Essere percepiti come referenti attendibili Apertura di un canale informativo privilegiato Strumenti di coinvolgimento 2012 Partecipazione a gruppi di lavoro Partecipazione a piattaforma di settore ASFCMP (Association Suisse des Fabricants et Commerçants des Métaux Précieux) Comunicato stampa congiunto Informativa mirata periodica Terza edizione premio SUPSI al miglior lavoro di diploma in ingegneria Giornata degli studenti SUPSI Adesivo azienda formatrice con apprendisti Coinvolgimento SUPSI per controllo posa pannelli fotovoltaici e valutazione preventivo collaudo Incontro di confronto con politici Rapporto di sostenibilità Sviluppo nuovo sito web Esercitazioni regolari durante l anno Informativa mirata periodica Collaborazione continua Rapporto di sostenibilità Affiliazione AITI, Camera di Commercio Collaborazione continuativa su varie tematiche con le più importanti associazioni che regolamentano il settore dei metalli preziosi Conferimento mandato ad organizzazione di settore per studio impatto economico del settore Realizzazione brochure che illustra l impegno degli attori del settore Rapporto di sostenibilità Sviluppo nuovo sito web Sviluppo Better Gold Initiative Inizio processo per ottenimento certificazione Chain of Custody del Responsible Jewelley Council Supporto a tre associazioni non profit locali Valutazione del coinvolgimento in progetti non profit e legati al commercio equosolidale Partecipazione a conferenze Rapporto di sostenibilità Sviluppo nuovo sito web Coinvolgimento dei media nella giornata degli studenti SUPSI Attività professionale di ufficio stampa e gestione delle relazioni con i media Rapporto di sostenibilità Sviluppo nuovo sito web con area media dedicata 25

24 Panoramica Il nostro approccio alla sostenibilità Regole chiare e impegno costante per una filiera trasparente 26

25 La lunga tradizione e gli alti standard qualitativi dei nostri prodotti contribuiscono a consolidare la riconosciuta reputazione di Argor-Heraeus. Operare nel settore dei metalli preziosi presenta tuttavia rischi oggettivi di coinvolgimento diretto o indiretto in comportamenti che possono ledere i diritti umani, la conservazione dell ambiente o principi etici universalmente riconosciuti. Inoltre, agendo a livello globale, spesso si ha a che fare con legislazioni che potrebbero risultare meno rigide di quelle che caratterizzano il contesto elvetico. Per questo la nostra priorità è quella di agire in un contesto normativo chiaro e riconosciuto per essere sicuri di operare in una filiera responsabile con attori che come noi condividono tutti i principi di sostenibilità ed eticità. I membri della Direzione sono da anni parte attiva nella definizione di standard condivisi per un settore dei metalli preziosi sostenibile e conflict-free, collaborando negli ultimi mesi per la definizione di Chain of Custody Standards assieme al Responsible Jewellery Council e l Organisation for Economic Co-operation and Development. Abbiamo anche condiviso le nostre competenze per l implementazione di programmi quali: Il Responsible Gold Guidance della London Bullion Market Association. Il Due Diligence Guidance for Responsible Supply Chain Management of Minerals from Conflict-Affected and High Risk Areas dell Organisation for Economic Co-operation and Development. Il Conflict-free Gold Standard del World Gold Council. La Better Gold Initiative della collaborazione tra la Swiss Better Gold Association e la Segreteria di Stato dell Economia. Una serie di regolamenti e linee guida non sono però sufficienti senza una piena condivisione dei principi che ne stanno alla base da parte di tutte le persone coinvolte nel settore dei metalli preziosi. Per questo siamo fautori dell impegno e del contributo delle persone a vari livelli: Condividiamo con tutti i collaboratori i valori su cui si fonda la nostra cultura aziendale e li aiutiamo a comprendere i rischi e le conseguenze di eventuali comportamenti non in linea. Costantemente facciamo visita ai nostri clienti e fornitori e instauriamo un rapporto personale che ci permette di condividere obiettivi e principi di trasparenza. Siamo coinvolti alle riunioni dei board delle associazioni sovranazionali che regolamentano il settore dei metalli preziosi interagendo con i vari membri per un obiettivo comune e una condivisione delle competenze.

26 Responsabilità economica La distribuzione del valore aggiunto 1/3 del valore generato reinvestito per la crescita 30

27 Distribuzione del valore aggiunto Azienda Shareholders Collaboratori Istituzioni 11% 20% distribuito ai nostri azionisti imposte pagate a livello comunale, cantonale e federale 33% 36% reinvestito o accantonato in azienda costi del personale La ripartizione del valore aggiunto rispecchia il nostro impegno a soddisfare gli interessi dei nostri stakeholder: circa la metà del valore aggiunto creato dall azienda viene distribuito direttamente ai nostri collaboratori e versato alle istituzioni locali sotto forma di imposte sostenendo lo sviluppo del territorio nel quale siamo insediati. L attività economica di Argor-Heraeus ha anche risvolti positivi su clienti, fornitori e tutti i portatori di interesse connessi all azienda. Se dopo più di dieci anni ho le stesse motivazioni che avevo il primo giorno di lavoro è merito della famiglia Argor-Heraeus, del supporto che ho sempre ricevuto da parte della Direzione in caso di bisogno e della consapevolezza che anche grazie a loro ho potuto mandare mio figlio all università. Daniele Covelli, Capo Turno Fonderia 31

28 Responsabilità economica I fornitori di servizi e prodotti accessori CHF14.7mio Spesa per fornitori ticinesi nel 2012 per l ampliamento della sede 32

29 Ripartizione dei fornitori per regione geografica Cantone Ticino 23% Resto della Svizzera 48% Unione Europea 25% Extra UE 4% I fornitori di prodotti e servizi accessori riguardano principalmente: prodotti chimici combustibili servizi di sicurezza materiali di consumo servizi di smaltimento La scelta di collaborazione con i potenziali fornitori avviene dopo aver valutato la qualità dei prodotti o servizi, gli aspetti tecnici e la loro economicità. Ma non ci fermiamo qui: per ognuno di questi verifichiamo che, come per noi, sostenibilità e trasparenza siano valori radicati nella loro cultura aziendale. Un ulteriore parametro di valutazione è quello dell appartenenza alla stessa cultura del territorio, che porta sicuri vantaggi quali rapidità ed immediatezza. Inoltre ciò favorisce lo sviluppo di un distretto dinamico ed economicamente sviluppato che possa supportarci nel nostro percorso di crescita. Nei casi in cui non fosse stato possibile collaborare con ditte che risiedono vicino a Mendrisio per il non reperimento di determinati prodotti, servizi o competenze, abbiamo potuto comunque generare valore per il territorio attraverso le parecchie centinaia di notti passate in hotel o i pasti consumati in ristoranti adiacenti ad Argor-Heraeus da parte dei team di specialisti che hanno collaborato con noi. Anche nel 2012 più del 70% della spesa totale per i fornitori ha riguardato ditte elvetiche. Questo dato è ancora più evidente se consideriamo i fornitori coinvolti per l ampliamento della sede: ben il 40% della spesa del 2012 è andata in favore di aziende della sola area del Mendrisiotto. Il fatto di lavorare quando possibile con fornitori locali, oltre alla possibilità di trasformare rapporti di lavoro anche in rapporti di amicizia ed extralavorativi, permette di avere coscienza del fatto di aiutare la regione nel suo sviluppo. Daniele Albani, Ingegnere di progetto 33

30 Responsabilità economica I nostri clienti Conoscenza globale E controllo continuo 34

31 I nostri clienti sono anche i fornitori dei metalli preziosi che trattiamo, in quanto nella maggior parte dei casi questi rimangono di loro proprietà durante il processo di lavorazione. È nostra priorità, dunque, accertare l affidabilità dei clienti con i quali collaboriamo, valutando che tutti i nostri partner siano attenti quanto noi alla sostenibilità e che le materie prime che passano in azienda non siano in alcun modo connesse con violazione dei diritti umani, sfruttamento del lavoro, degradazione dell ambiente, riciclaggio del denaro o situazioni eticamente discutibili. Per questo adottiamo stringenti procedure di selezione: Know Your Customer Ogni qual volta riceviamo una richiesta di collaborazione, mettiamo in atto rigidi controlli al fine di verificarne l ammissibilità: 1. Valutazione preliminare: il responsabile della relazione con il cliente prima e l Ufficio compliance poi, svolgono le prime ricerche conoscitive sul cliente e valutano la richiesta di collaborazione. 2. Valutazione della Direzione: il verbale di aperta conoscenza viene consegnato alla Direzione che a sua volta esamina il singolo caso e, in base al rischio geografico e alla compatibilità con la politica aziendale, decide se procedere. 3. Processo di verifica: l Ufficio compliance, una volta ricevuta la luce verde dalla Direzione, al fine di identificarne la posizione ed il comportamento all interno della catena di approvvigionamento, si muove lungo due direzioni: Reperire tutta la documentazione necessaria all adempimento della stringente normativa svizzera (principalmente in materia di antiriciclaggio supervisionata dalla FINMA, l ente regolatore delle transazioni finanziarie a livello svizzero). Verificare il rispetto delle linee guida sancite dagli organismi sovranazionali. Una volta che siamo sicuri di poter lavorare con partner affidabili la collaborazione ha inizio, ma i nostri accertamenti non finiscono qui: l Ufficio compliance, infatti, ha il compito di monitorare costantemente il cliente e il mantenimento delle sue caratteristiche di responsabilità ed eticità. Secondo il concetto Know Your Customer effettuiamo una precisa identificazione dei nostri partner ed una accurata valutazione che include la loro storia, i loro valori, le loro relazioni nella filiera e chiaramente tutta la documentazione richiesta dalla legge. Alessandra Fuini Hofer, Compliance Officer 35

32 Responsabilità Ambientale Il consumo di acqua 75% solo per il raffreddamento dei macchinari 38

33 27% Trattamenti chimici ed elettrolitici 7% Torri di raffreddamento 62% Acqua di raffreddamento 4% Altri utilizzi L acqua che utilizziamo in azienda ricopre essenzialmente due importanti funzioni: Permette il raffreddamento dei macchinari industriali che servono per la lavorazione dei metalli preziosi. Partecipa, insieme ad altri composti chimici, alle reazioni chimiche ed elettrolitiche utili per la raffinazione dei metalli preziosi. I processi che determinano i trattamenti interni di depurazione delle acque sono tutti gestiti e monitorati dal personale per garantire la massima sicurezza per l ambiente. Anche in caso di eventuale imprevisto, il verde al di fuori dell azienda corre rischi zero grazie alle apposite vasche di contenimento e ai sistemi di sicurezza all avanguardia. Jacopo Caruso, Responsabile Operativo Protezione Ambiente 39

34 Responsabilità Ambientale Consumo totale di acqua in metri cubi Il consumo totale di acqua per il 2012 si attesta a metri cubi, un aumento inferiore al 2% rispetto all anno precedente. L utilizzo della risorsa acqua è influenzato principalmente da due fattori: il tipo di lavorazione dei metalli e la quantità e tipo di prodotti chimici utilizzati nelle reazioni. Come conseguenza della crescita del mercato orologiero in Svizzera, si conferma la tendenza, iniziata nel 2010, ad una maggiore richiesta di semilavorati, come le casse in leghe di metallo prezioso degli orologi. Per questi prodotti, è necessario un metallo più puro che richiede maggior tempo di lavorazione e consistenti quantitativi di acqua a perdere per il raffreddamento dei macchinari, che verranno sostituiti con il reengineering da impianti più efficienti. Inoltre, la variazione del mix produttivo può determinare l utilizzo di maggiori quantitativi di prodotti chimici e conseguentemente di acqua. Questi fattori, in maniera più marcata rispetto alle quantità di materiale lavorato, quest anno in leggero calo, hanno caratterizzato il consumo di acqua nel Per quanto riguarda le altre sedi del Gruppo, avendo una dimensione contenuta rispetto alla casamadre, i valori assumono un ordine di grandezza notevolmente inferiore. Consumo totale di acqua in metri cubi per le filiali Argor-Heraeus Deutschland 690 Argor-Heraeus Italia Argor-Aljba

35 Il consumo di acqua L impegno per la sostenibilità Abbiamo un dipartimento in azienda che si occupa della depurazione delle acque. Ci impegniamo per garantire che ogni singolo centilitro proveniente dall acqua utilizzata nelle reazioni chimiche e contenente residui di acidi, eventuali metalli pesanti, o altre sostanze potenzialmente dannose per l ambiente, possa uscire da Argor-Heraeus e diretta al depuratore di Mendrisio, completamente depurata e con qualità simili a quella del mare. Sulla base della Legge per la Pro tezione delle Acque (LPAc), il Dipartimento del Territorio del Canton Ticino fissa una lista di sostanze che è possibile scaricare insieme alle acque dirette al depu ratore: noi abbiamo determinato internamente un elenco di sostanze molto più stringente. Una serie di tre controlli analitici effettuati a tutte le acque che stanno per lasciare l azienda, permettono con sistematicità di assicurarsi che esse non contengano più alcuna sostanza inquinante. Nel 2012 abbiamo concretizzato il progetto di introduzione dei circuiti chiusi nel nuovo stabilimento che ci permetterà di risparmiare parecchie migliaia di metri cubi di acqua. 41

36 Responsabilità Ambientale Il consumo di prodotti chimici 0 il numero degli incidenti avvenuti con i prodotti chimici 42

37 28% Acido cloridrico 24% Acido nitrico 37% Soda caustica 11% Altre sostanze I prodotti chimici vengono utilizzati per la raffinazione chimica o elettrolitica dei metalli preziosi: Acido cloridrico: principalmente per la raffinazione dell oro. Acido nitrico: principalmente per la raffinazione dell argento. Soda caustica: per la neutralizzazione delle soluzioni acide prodotte dalle reazioni e permette di abbattere le sostanze potenzialmente dannose per l ambiente. Altre sostanze: principalmente per la raffinazione degli altri metalli preziosi. Presenza costante di un responsabile, cartelli indicatori, tracciamento dei materiali, zone di sicurezza, valvole e allarmi, sistemi su misura concepiti per la minimizzazione dei rischi e il rispetto di requisiti che vanno oltre le normative, mi aiutano quotidianamente a far si che da 34 anni, il periodo in cui faccio parte di Argor-Heraeus, non si siano verificati sversamenti di acidi in entrata. Salvatore Tassone, Collaboratore Trattamento materiale povero 43

38 Responsabilità Ambientale Consumo di prodotti chimici e produzione % % % Tonnellate % 80% 60% 40% 20% 0% Produzione 2010 = 100% Produzione Altri prodotti chimici Soda caustica Acido nitrico Acido cloridrico La quantità di prodotti chimici utilizzati nel 2012 ha raggiunto i kg. Nonostante un lieve calo della produzione (-1,6%), abbiamo consumato più di kg rispetto all anno precedente. Il suddetto aumento è ascrivibile al fatto che il mercato dei metalli preziosi richiede sempre più prodotti caratterizzati da maggiore purezza, come l oro 999,99, che si contraddistingue per la massima purezza presente sul mercato. Per fare questo è necessario che le soluzioni delle reazioni chimiche ed elettrolitiche contengano una percentuale maggiore di prodotto chimico e che le stesse vengano sostituite con maggiore frequenza. Anche il 2012 è stato caratterizzato da una tendenza a ricevere materie prime con un basso livello di purezza che porta all utilizzo di una quantità più elevata di prodotti chimici per la raffinazione. Le reazioni chimiche ed elettrolitiche determinano il rilascio di sostanze allo stato gassoso, sottoforma di ossidi di azoto e allo stato solido come fanghi. Per quanto riguarda le altre sedi del Gruppo, le quantità di prodotti chimici utilizzati vengono omesse, visto il loro utilizzo più che marginale. Quasi la totalità delle attività di lavorazione vengono infatti svolte a Mendrisio. Emissioni massime orarie di gas in mg/m 3 e limiti OIAt, misurazione 2012 Ossidi di azoto Valore massimo misurato Limite OIAt 44

39 Il consumo di prodotti chimici L impegno per la sostenibilità Il nostro impegno per contenere l impatto ambientale della nostra attività, fa si che continui miglioramenti dei processi nel tempo portino ad un utilizzo più efficiente anche dei prodotti chimici. Dal 2011 ci siamo dotati di un sistema di monitoraggio delle emissioni nell atmosfera degli ossidi di azoto (monossido e biossido di azoto NOx) per essere sicuri che le quantità immesse siano sempre inferiori ai limiti che abbiamo deciso di autoimporci, innalzando il livello di sicurezza per collaboratori e ambiente circostante. Questa misurazione è affiancata dai controlli sistematici svolti periodicamente dalla Sezione per la protezione dell aria, dell acqua e del suolo (SPAAS) del Dipartimento del Territorio del Canton Ticino per ottemperare all Ordinanza OIAt (Ordinanza contro l inquinamento atmosferico). Anche la misurazione del 2012 ha constatato la nostra conformità. I dati evidenziano che, seppur sotto la soglia, è possibile ottenere un margine di miglioramento. Per questo, abbiamo avviato una collaborazione, sempre con il Dipartimento del Territorio del Canton Ticino, per lo studio congiunto di soluzioni volte all ulteriore contenimento delle emissioni degli ossidi di azoto. Visto il nostro impegno costante nel contenere le emissioni e i valori già registrati al di sotto dei limiti di norma, la SPAAS non ha ritenuto significativo condurre le rilevazioni anche per quanto riguarda composti organici, inorganici e polveri. Le circa 300 tonnellate di fanghi prodotte, valore simile a quello del 2011, vengono affidate a ditte specializzate che si occupano dello smaltimento e del riciclo, per esempio, per la produzione di rame utilizzabile per i cavi elettrici. I rischi per l ambiente, anche in caso di eventuali rilasci nel suolo, sono pressoché nulli grazie alle aree di stoccaggio interne ed esterne ed alla supervisione di un responsabile per ogni operazione che coinvolge prodotti inquinanti. Esercitazioni pratiche periodiche e formazione in aula e sul posto di lavoro mirano a preparare i collaboratori in caso di imprevisti. 45

40 Responsabilità Ambientale Il consumo di energia Sostituzione gasolio 46

41 2% Gasolio 21% Metano 73% Corrente elettrica 4% Propano La maggior parte del fabbisogno energetico, rappresentato dalla corrente elettrica, è originato dalla quasi totalità dei macchinari per la lavorazione dei metalli. Il metano, risorsa meno inquinante che sta sostituendo il gasolio, è utilizzato per il riscaldamento degli ambienti. Il propano viene impiegato per alcuni processi di fusione, principalmente dell argento. È stato fatto un grande lavoro al fine di concepire lo stabile dell ampliamento della sede caratterizzato dal risparmio energetico, dall impianto fotovoltaico a piccoli dettagli quali ad esempio le fotocellule permetteranno di gestire in modo efficiente la luce negli uffici. Essere circondato da una cultura per l ambiente fa si che porti anche al di fuori dell azienda un attenzione all ecologia: contribuisco nel mio piccolo ad un risparmio energetico, venendo da casa in bicicletta appena posso. Davide Osmetti, Responsabile Produzione Prodotti Industriali 47

42 Responsabilità Ambientale Consumi energia e produzione % Gigajoule % 120% 100% 80% 60% 40% 20% 0% Produzione 2010 = 100% Produzione Propano Corrente elettrica Metano Gasolio La quantità di energia consumata nel 2012 è di gigajoule. La richiesta del mercato di prodotti sempre più puri fa si che i tempi di lavorazione dei metalli preziosi si dilatino, con conseguente maggiore utilizzo anche dei macchinari alimentati principalmente da corrente elettrica adibiti alla lavorazione. Ciò ha portato ad una dilatazione del fabbisogno energetico globalmente del 4.9% rispetto al 2011, anche a fronte di un lieve calo produttivo. Il dato è influenzato al rialzo anche dalla tendenza a ricevere materiale in entrata con basso livello di purezza. L utilizzo del propano, legato alla lavorazione dell argento, è diminuito per effetto di una variazione del mix produttivo rispetto al Argor-Aljba, proporzionalmente alle dimensioni, ha consumato più energia rispetto alle altre sedi del Gruppo, a causa del fabbisogno richiesto dai macchinari specifici per la produzione dei rivestimenti che consentono lavorazioni in condizioni di sottovuoto. Consumo di energia in gigajoule per le filiali Argor-Heraeus Deutschland 196 Argor-Heraeus Italia 171 Argor-Aljba

43 Il consumo di energia L impegno per la sostenibilità Durante il 2012 sono stati installati sul tetto del nuovo stabilimento i pannelli solari che, con una superficie equivalente a 7 campi da tennis, ci permetteranno di usufruire di un ulteriore fonte energetica per coprire il nostro fabbisogno energetico, completamente non inquinante, rinnovabile e a costo zero. L impianto rappresenta una tappa importante per la sostenibilità dell azienda. Nel 2012 abbiamo compiuto un ulteriore passo verso la tutela dell ambiente: per il riscaldamento degli ambienti abbiamo diminuito lo sfruttamento del gasolio sostituendolo con il gas naturale, considerevolmente più ecologico. Inoltre, il nuovo stabile sarà riscaldato esclusivamente con questa risorsa. Nonostante il grande impegno che ha richiesto il reengineering per il completamento e la messa in funzione a regime del nuovo stabilimento, abbiamo continuato ad implementare interventi minori per migliorare l efficienza energetica dell azienda anche nello stabile attuale. Grazie alle più moderne tecniche edili ed impiantistiche, il nuovo stabile avrà un consumo di energia per il riscaldamento per metro quadro di un quarto rispetto al valore attuale. 49

44 Responsabilità Ambientale Le emissioni -2.1% emissioni di CO 2 nell atmosfera 50

45 Le emissioni nell atmosfera di anidride carbonica sono conseguenza principale di: Utilizzo di combustibili fossili per la produzione di calore necessario per la lavorazione dei metalli preziosi Riscaldamento degli ambienti dell azienda. Ho iniziato a venire in bici perché veniva un mio collega, mi sono appassionato e ora appena posso pedalo per venire al lavoro: si inizia la giornata con uno spirito diverso oltre ad avere la consapevolezza di fare qualcosa di utile per l ambiente. Inoltre mi sento supportato dall azienda in questa mia scelta. Davide Mapelli, Laboratorista in Chimica 51

46 Responsabilità Ambientale Emissioni di CO 2 e produzione Tonnellate di CO % 100% 50% 0% Produzione 2010 = 100% Produzione Emissioni CO sono le tonnellate di anidride carbonica immesse nell atmosfera nel 2012, valore calato rispetto al 2011 e tipico di una realtà a carattere industriale come la nostra. La scelta orientata alla tutela dell ambiente, che ha visto la sostituzione del gasolio con risorse energetiche meno inquinanti quali il gas naturale, ha portato una sensibile diminuzione della produzione di CO 2. Tuttavia questa flessione è stata compensata dall aumento delle emissioni causate, come per il consumo di acqua, di prodotti chimici ed energia, dalla necessità di maggiori tempi di lavorazione, e conseguente maggiore utilizzo degli impianti produttivi, per rispondere alle richieste di un mercato sempre più esigente in termini di purezza dei prodotti. Per quanto riguarda le altre sedi del Gruppo, le emissioni di anidride carbonica non sono significative rispetto alla casamadre, visto che la produzione avviene quasi esclusivamente a Mendrisio. 52

47 Le emissioni L impegno per la sostenibilità In linea con la nostra politica aziendale di responsabilità ambientale, che vede il completamento di un progetto ambizioso di ampliamento della sede all avanguardia dal punto di vista della riduzione dell inquinamento causato dai processi RVCS (Riscaldamento - Ventilazione - Climatizzazione - Sanitario), la politica della mobilità sostenibile mira a trasmettere ai collaboratori la cultura di limitare anche al di fuori dell attività dell azienda le esternalità negative, quali le emissioni di gas serra e CO2, smog e traffico, causate dagli spostamenti per raggiungere il posto di lavoro. Grazie al programma di mobilità sostenibile, 19 collaboratori hanno usufruito del contributo dell azienda del 50% per l abbonamento annuale Arcobaleno per il tragitto casa-lavoro, si sono creati 36 gruppi di car-pooling, è stato installato un portabici con tettoia per favorire chi può recarsi al lavoro pedalando, la somma raccolta dalla tassa di posteggio è stata utilizzata per coprire i sovvenzionamenti degli abbonamenti Arcobaleno ed utilizzati per le attività ricreative. Da anni collaboriamo con l AEnEc (Agenzia per l energia per l economia) per migliorare l efficienza riguardo alle emissioni di CO 2 partecipando al programma CO 2 ridotto. I moderni processi produttivi installati nel nuovo stabilimento consentiranno di registrare basse emissioni. Nel 2012 si sono poste le basi per il rinnovo della collaborazione con il Giset (Gruppo Industrie Svizzera Energia Ticino) per il miglioramento dell efficienza energetica, che avverà nel

48 Responsabilità Ambientale I materiali di scarto, gli imballaggi, i rumori PET materiale ecologico introdotto per il confezionamento dei lingotti 54

49 I materiali di scarto Come realtà industriale produciamo molte tipologie di rifiuti che hanno diverso impatto sull ambiente. In ottemperanza alle normative vigenti, collaboria mo con smaltitori autorizzati che si occupano della gestione dei rifiuti ordinari e del loro riciclo. I rifiuti speciali, come olii e solventi impiegati nelle attività di lavorazione, vengono stoccati in aree dedicate e trattati secondo apposite procedure. Imballaggi Nel 2012 è entrato in funzione il nuovissimo impianto che ci consente di essere sostenibili anche in materia di packaging producendo le confezioni dei lingotti coniati che richiedono materiale plastico esclusivamente in PET (sostituendo il meno ecologico PVC). In seguito all introduzione, abbiamo ricevuto feedback positivi da parte dei clienti, esempio di come un investimento per la sostenibilità possa avere risvolti positivi direttamente sul business. Utilizziamo, laddove possibile, materiali ecologicamente sostenibili come legno o cartone per i packaging esterni. Rumori Abbiamo svolto un controllo sulle immissioni foniche prodotte dai nostri impianti nello stabile attuale che ci ha permesso di identificare i punti di miglioramento. Un collaudo fonico attraverso un istituto esterno ha verificato, per quanto riguarda l ampliamento della sede, che le immissioni prodotte dai macchinari più rumorosi del nuovo stabilimento generino immissioni entro i limiti prescritti nell Ordinanza contro l Inquinamento Fonico (OIF). Abbiamo portato avanti ingenti interventi come la scelta di impianti più silenziosi e, dove lo stato della tecnica attuale non è sufficiente, abbiamo realizzato ripari fonici e silenziatori specifici affinché l ampliamento della sede sia efficiente anche dal punto di vista dell inquinamento acustico. Mi occupo dell imballaggio e numerazione dei lingotti, da quando utilizzo il nuovo macchinario preposto a questo compito è tutta un altra cosa, è migliorata notevolmente la qualità del posto di lavoro. Inoltre mi sento anche più responsabile nella mansione che svolgo consapevole di utilizzare un materiale totalmente riciclabile. Domenica Germino, Collaboratrice Reparto Meccanica 55

50 Responsabilità sociale La composizione del personale 20 collaboratori Assunti nel

51 Collaboratori e personale temporaneo Collaboratori per le filiali A-H Deutschland A-H Italia Argor-Aljba 16 Collaboratori Personale temporaneo (FTE) Siamo convinti che siano le persone a determinare il successo di un azienda e aver potuto assumere ben 20 collaboratori nel 2012 è per noi motivo di orgoglio. Prediligiamo le assunzioni a tempo indeterminato, consapevoli che tale inquadramento garantisce maggiore sicurezza, sviluppo delle competenze e assimilazione della cultura aziendale per i collaboratori. Abbiamo anche una quota di lavoratori con contratto temporaneo per far fronte alla forte volatilità della domanda. A partire da gennaio 2013 abbiamo potuto però assumere ben un quarto dei collaboratori temporanei. Dal 2013 tutti i collaboratori potranno godere del miglioramento della qualità delle postazioni lavorative per effetto dell entrata in uso del nuovo stabilimento e della riorganizzazione dei processi in quello attuale. L Argor-Heraeus è diventata per me come una famiglia, di cui faccio parte da 24 anni. L ambiente lavorativo è positivo e ho un ottimo rapporto con colleghi e superiori. Per questo mi occupo volontariamente anche di attività che vanno al di là delle mie mansioni lavorative, come ricoprire il ruolo di Presidente della Commissione del Personale o essere coinvolto nel progetto della mobilità sostenibile. Ignazio Presti, Responsabile Operativo Pesature Centro di Profitto Bancario 59

52 Responsabilità sociale Alta permanenza in azienda basso tasso di turnover Ripartizione collaboratori per sesso, 2012 Maschile 73% Femminile 27% Livello di istruzione dei collaboratori, 2012 SUP e università 13% Formazione professionale superiore 16% Formazione professionale completa (con tirocinio) 40% Formazione all interno dell impresa 31% 60

53 La composizione del personale Tasso turnover personale % % % Permanenza media collaboratori in azienda < 5 anni 36% da 5 a 9 anni 32% > 10 anni 32% Essere una realtà industriale tecnologicamente all avanguardia fa si che quasi il 30% dei collaborati abbia una formazione universitaria o professionale superiore. Il valore che indica il numero di collaboratori che hanno lasciato nell anno l azienda (tasso di turnover) assume valori contenuti e le variazioni sono dovute perlopiù a motivi fisiologici come pensionamenti, 4 casi nel 2012 o termine apprendistato, 2 casi. I numeri relativi alla permanenza in azienda risultano ancora più positivi se depurati dalla crescita del numero di collaboratori che ha caratterizzato gli ultimi anni. Infatti, se consideriamo i 152 collaboratori che erano con noi 5 anni fa, il 79% di loro è ancora in azienda. 61

54 Responsabilità sociale La salute e la sicurezza sul lavoro -45% valore indice di gravità degli infortuni 62

55 Indice di gravità Indice di frequenza Indice di gravità Indice di frequenza Indice di gravità Indice di frequenza L indice di frequenza, che esprime il numero di infortuni che si registrano ogni ore lavorate è calato rispetto al 2011 del 23%. L indice di gravità, che misura il numero di giorni persi a causa di infortuni professionali ogni giorni è calato rispetto al 2011 del 45%. Come effetto del nostro impegno per la massima sicurezza dei collaboratori, attraverso formazione continua, esercitazioni, regole e codici interni, registriamo, allargando lo sguardo agli ultimi tre anni, trend per entrambi gli indici sensibilmente in calo. Un ingegnere specializzato in materie relative alla sicurezza si occupa a tempo pieno di monitorare e sensibilizzare i collaboratori sull importanza di un posto di lavoro sicuro. La sicurezza viene al primo posto: abbiamo portato avanti un considerevole investimento per un ampliamento della sede all avanguardia anche per questo tema. Nello stabile attuale abbiamo sostituito il sistema antincendio per la massima sicurezza dei nostri collaboratori anche in caso di eventuale imprevisto. Grande attenzione è stata posta anche al trasloco verso il nuovo stabile che si è svolto senza incidenti. Operazioni che svolgo quotidianamente come maneggiare un muletto o utensili per l incisione delle serie di lingotti possono presentare dei rischi con conseguenze gravi per me e per gli altri se svolte in modo non appropriato. Mi sento più che tranquillo a varcare ogni mattina la soglia di un azienda che mi supporta fornendomi tutte le precauzioni e aggiornandomi in modo continuo sulla sicurezza. Gaston Ariel Bramajo, Collaboratore Supply Chain 63

56 Responsabilità sociale La formazione Percorsi di crescita formativi per i collaboratori 64

57 Ore formazione sicurezza Formazione esterna Formazione interna Un posto di lavoro sicuro è un requisito fondamentale per la nostra azienda: ogni anno investiamo molto affinché tutti i collaboratori siano sempre consapevoli dell importanza di questo aspetto. Nel 2012 è iniziato lo studio per l introduzione del nuovo gestionale SAP che permetterà nel corso dei prossimi anni una riorganizzazione di tutte le procedure informatiche, razionalizzandole, rendendole più efficienti e introducendo best practices. Ciò ha comportato un considerevole impegno formativo rivolto ai nostri collaboratori per apprenderne l utilizzo e le funzionalità, non registrato a livello di ore di formazione professionale. La formazione si è svolta anche attraverso lavori di gruppo per uniformare l atteggiamento verso le nuove procedure. Analogamente, non rientra nella rendicontazione la molta formazione svolta sul posto di lavoro da parte dei responsabili di settore, supportando i collaboratori in un percorso formativo continuo. Abbiamo anche svolto una serie di incontri formativi per il consolidamento delle pratiche relative alla certificazione ISO 9001 ed assunto un professionista che si dedichi all assicurazione della qualità. Collaboratori formati e competenti sono la chiave del nostro successo: anche per quest anno i dipendenti sono stati coinvolti in corsi interni ed esterni per un totale di quasi ore riguardanti temi come la sicurezza, la qualità e la sfera professionale (corsi tecnici specifici, corsi informatici e di lingua, seminari rivolti alla Direzione e ai quadri per lo sviluppo di capacità gestionali e strategiche). Uno specifico corso sulle regole di sicurezza valori è stato introdotto per informare tutti i collaboratori sul tema. Sono in Argor-Heraeus da pochi mesi e subito mi sono reso conto dell utilità e della quantità di formazione a cui ciascun collaboratore è sottoposto: oltre alla prima giornata di lavoro interamente dedicata alla sicurezza, che mi ha permesso di capirne l importanza in un ambiente lavorativo come il mio, giornalmente vengo ancora seguito in un percorso di crescita per migliorare le mie competenze professionali. Inoltre, un ora alla settimana ho la possibilità di svolgere anche una formazione amministrativa con la possibilità di confronto e approfondimenti. Andrea Campanale, Impiegato Amministrazione Entrate 65

58 Le attività con i nostri stakeholder Orimpiadi Una giornata all insegna dello sport, delle attività all aria aperta e dell aggregazione è stata organizzata in estate dal gruppo sportivo/ricreativo per tutti i nostri collaboratori e le loro famiglie. Condividere momenti di divertimento al di fuori dell ambiente lavorativo è per noi importante per creare un clima favorevole nella vita lavorativa quotidiana. Giornata sulla neve Anche durante l inverno abbiamo permesso ai collaboratori di passare dei bei momenti insieme nella splendida cornice imbiancata di Carì, dove appassionanti sciate si sono alternate ad attività sulla neve. 66

59 Giornata degli studenti Il nostro impegno nel supporto alla formazione tecnica in Ticino è continuato anche nel 2012: come da tre anni a questa parte, la Giornata degli studenti ha accolto i ragazzi del Dipartimento delle Tecnologie Innovative della SUPSI con l obiettivo di completare la loro crescita formativa attraverso la visita della produzione e lo scambio di esperienze con gli ingegneri dell azienda. Un premio di Frs. è stato anche consegnato allo studente distintosi per il miglior lavoro di diploma. Aperitivo di fine lavori Alla fine dell anno abbiamo festeggiato il termine dei lavori del nuovo stabile con la consegna simbolica della chiave della nostra nuova casa. Abbiamo voluto condividere questo momento con i collaboratori, riunendoci e brindando tutti insieme a questo importante traguardo. Cena di Natale Per celebrare un anno importante ed intenso, abbiamo trascorso una serata con i nostri collaboratori attuali e quelli ora in pensione. 67

60

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

V A D E M E C U M Energia dal legno

V A D E M E C U M Energia dal legno V A D E M E C U M Energia dal legno Ordinazioni: Energia legno Svizzera 6670 Avegno Tel. 091 796 36 03 Fax 091 796 36 04 info@energia-legno.ch www.energia-legno.ch Holzenergie Schweiz Neugasse 6, 8005

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Diventate membri dell associazione. L unione delle forze del settore solare

Diventate membri dell associazione. L unione delle forze del settore solare Diventate membri dell associazione L unione delle forze del settore solare Il vostro supporto neutrale per informazioni, formazione, assicurazione di qualità e pubblicità comune Il vostro portavoce per

Dettagli

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA Ottobre 12 Si ringrazia La professione della CSR in Italia Pag. 1 Si ringraziano SAS è presente in Italia dal 1987 ed è la maggiore società indipendente di software e

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi:

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi: COMPANY PROFILE L Azienda FAR S.p.A. ha i suoi stabilimenti di produzione in Italia e precisamente a CIMADOLMO in provincia di Treviso a pochi chilometri dalla città di VENEZIA. Nata nel 1991 si è inserita

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo Aggreko Process Services Soluzioni rapide per il miglioramento dei processi Aggreko può consentire rapidi miglioramenti dei processi

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

POWERED BY SUN LEAF ROOF

POWERED BY SUN LEAF ROOF POWERED BY SUN LEAF ROOF DALLA COPERTURA COME PROTEZIONE... [...] essendo sorto dopo la scoperta del fuoco un principio di comunità fra uomini [...] cominciarono in tale assembramento alcuni a far tetti

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO. RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014

COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO. RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014 COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014 Quando la climatizzazione si fa arte Mai come a casa propria ci si occupa del comfort con tanta passione, l estetica

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA Enel Produzione SpA Concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutnzione sicura Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2010-2011 Napoli, 27 Ottobre 2011 Villa Colonna Bandini Stefano Di Pietro Responsabile

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA La Direttiva 2008/98/CE introduce una importante distinzione

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Linee guida per il reporting di sostenibilità

Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Linee guida per il reporting di sostenibilità 2000-2011 GRI Versione 3.1 2000-2011 GRI Versione 3.1 Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Indice Prefazione Lo sviluppo sostenibile e l imperativo

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE 1. Definizione del Commercio Equo e Solidale Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale La Settimana dell Educazione all Energia Sostenibile Dal 6 al 12 novembre si è celebrata la Settimana Nazionale dell Educazione all Energia Sostenibile,

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli