NetBIOS API, NetBEUI, SMB/CIFDS, SAMBA ovvero Come condividere le risorse su una rete mista Unix Windows Il concetto di Workgroup

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NetBIOS API, NetBEUI, SMB/CIFDS, SAMBA ovvero Come condividere le risorse su una rete mista Unix Windows Il concetto di Workgroup"

Transcript

1 NetBIOS API, NetBEUI, SMB/CIFDS, SAMBA ovvero Come condividere le risorse su una rete mista Unix Windows Il concetto di Workgroup Workgroup e SMB La condivisione delle risorse puo avvenire tramite uno schema client server (ad esempio il file system distribuito CODA) oppure su base piu paritaria, simile a qunto avviene nelle reti Peer to Peer. Il Workgroup di Windows e uno di questi sistemi, e ogni nodo puo essere sia client che server nella condivisione delle proprie cartelle. E possibile accedere ad una cartella condivisa avendo uno user ID e una password (ma anche senza, se il possessore della cartella decide di non fare controlli), anche se non esiste un servizio centralizzato per l accesso. Su ogni host Windows c e un elenco di utenti, e il possessore della cartella puo decidere di condividerla con un sottoinsieme di tali utenti. Con il meccanismo del Workgroup e possibile simulare il comportamento di un server concentrando le directory da condividere su un unico computer. Questa situazione, se il computer che ospita le risorse condivise non e abbastanza potente e il sistema operativo sicuro (cioe un vero server), puo portare a problemi, ad esempio la perdita dei dati per errore, o rallentamenti nell accesso. Per quanto riguarda il SO, invece di acquistare una licenza piu costosa, si puo usare un sistema Linux, che si interfaccia con i protocolli usati nei Workgroup di Windows. Le operazioni di condivisione su Windows avvengono tramite il protocollo SMB (Short Message Group), di cui Linux (ma non solo, anche Mac, OpenVMS e altri SO) possiede una versione che ha il nome SAMBA (SaMBa) Samba è un insieme di strumenti, realizzati da Andrew Tridgell per le piattaforme Unix e GNU/Linux, che permettono ad una macchina GNU/Linux di accedere alle risorse condivise di un elaboratore MSWindows ma anche mettere a disposizione proprie risorse a clienti MSWindows o GNU/Linux. SMB e' stato creato da IBM a metà dagli anni 80 e successivamente adottato e modificato dalla Microsoft. La sua implementazione è presente in quasi tutti i sistemi Windows. Originariamente SMB si appoggiava alle API NetBios, da Windows 2000/XP esiste anche il supporto diretto su TCP/IP chiamato Direct hosted. Vediamo comunque anche la prima versione, per parlare dei protocolli NetBios e NetBEUI, e della versione NetBios over IP. Nella figura 1 si vedono i livelli a cui si posiziona SMB e i protocolli su cui si basa. Sotto a SMB si può trovare NetBEUI oppure NetBIOS (quest'ultimo a sua volta su un protocollo di trasporto quale il TCP/IP o l'ipx/spx di Novell), oppure direttamente il protocollo Internet (TCP/IP). Vediamo ora un po' di definizioni per non perderci.

2 Definizioni SMB/CIFS Server Message Block (SMB) Protocol (introdotto da IBM metà '80) Microsoft (anni '90) Common Internet File System, un derivato di SMB che nelle sue recenti versioni può anche essere trasportato direttamente dal TCP/IP, senza layer NetBios intermedio. Legato al supporto NetBIOS fino a Windows 2000, successivamente anche direttamente su TCP/IP Protocolli di contorno per risoluzione nomi, ricerca servizi, autenticazione, autorizzazione Almeno 6 versioni differenti introdotte in varie versioni NetBios NetBios (Network Basic Input/Output System) e un insieme di API, quindi e interfaccia di programmazione, prodotta per IBM nel 1983/84 per permettere a delle applicazioni di comunicare scambiandosi file e messaggi sui PC network del tempo, che avevano un basso numero di host e non prevedevano ancora l'uso del protocollo IP (già presente ma usato più su WAN che in LAN) per le comunicazioni di rete. Essendo un API ha bisogno di un supporto per il trasporto su rete. NETBEUI Con l'introduzione di Token Ring, IBM nel 1985 definì delle estensioni a NetBios (NetBIOS Extended User Interface NetBEUI, che e' invece un protocollo) per potersi appoggiare su un protocollo di livello 2 IEE (Token Ring o Ethernet). Quindi, mentre il NetBIOS può lavorare solo se è abbinato ad un protocollo di trasporto, NetBEUI non ha bisogno ne' di protocolli di trasporto ne' di interfacce verso SMB. Microsoft ha iniziato ad usare NetBEUI come protocollo di rete su Windows for Workgroup (Windows 3.1) e poi su tutte le versioni successive. L'idea iniziale di NetBIOS e NetBEUI era di creare un protocollo su misura per le LAN di dimensioni contenute (fino a circa 200 nodi), che fosse piccolo, semplice e veloce. Caratteristiche: Identificazione dell host Si possono assegnare nomi "umani" alle risorse, invece dei "complessi" indirizzi usati da IP, purche' ogni macchina abbia un nome diverso. Risoluzione dei nomi NetBIOS usa intensamente i broadcast piuttosto che interrogare un'entità centralizzata. Formazione di gruppi. Gestisce il concetto di gruppo ed e richiesta una registrazione al Workgroup per poter effettuare la condivisione. Di conseguenza, un computer che vuole registrarsi con il proprio nome NetBIOS come nuovo nodo, deve inviare messaggi broadcast a tutto il Workgroup per farsi accettare come nuovo nodo attivo. Se il nome è già usato, il possessore di quel nome invia un messaggio di risposta per respingere la scelta. Se invece un computer vuole localizzare un nodo preesistente, invierà ancora altri broadcast nel tentativo di contattare quello specifico nodo (oppure si deve tenere una lista di nodi). Il computer remoto è sempre tenuto a rispondere ai broadcast con un messaggio unicast (uno a uno). Solo successivamente i due computer potranno comunicare senza usare broadcast. Dopo lo sviluppo di Internet e stata implementata una versione di NetBIOS anche su IP, oltre che su altri protocolli. E' quindi possibile trovare NetBios nella sua versione originaria, come NetBIOS Frames Protocol (NBF) detto anche semplicemente NetBios o NetBEUI, che copre anche i livelli di network e trasporto, oppure incapsulato su TCP/IP (protocollo NBT), con questi ultimi a gestire il network e transport layer e NetBios posizionato come session layer.

3 Modello OSI NetBEUI NetBIOS over TCP/IP TCP/IP Applicazione Presentazione SMB SMB telnet, ftp, smtp, smb Sessione NetBEUI NetBIOS Trasporto TCP, UDP TCP, UDP Network IP/ ICMP IP, ICMP Data link fisico Indipendente dai protocolli superiori NetBIOS fornisci 3 servizi: Name service Datagram service chiamato UDP (NON e quello di internet!) per la gestione dei messaggi di controllo del gruppo Session service (protocollo SMB) per il passaggio dei dati Name service su NetBIOS L'indirizzamento di NetBios è flat, basato sul semplice nome di un host (generalmente fino a 15 caratteri) e senza elementi gerarchici che di fatto lo rendono inadatto per gestire il routing fra network diversi. Il nome NetBios è lo stesso che viene utilizzato dai procotolli superiori come SMB/CIFS. NetBEUI consente solo comunicazione intra guppi, non suipporta comunicazioni fuori dai gruppi e il suo protocollo non e riconosciuto dai router (messaggi droppati). Per impedire che due host nella stessa rete abbiamo lo stesso nome viene utilizzato il protocollo Name Management Protocol (NMP), tramite il quale, a colpi di broadcast, un host annuncia la sua presenza in rete e avverte quando un nuovo host con lo stesso nome prova ad apparire (vedere precedente lezione sui possibili naming di elementi di rete, terzo caso). Datagram e Session Service Nella comunicazione fra host NetBios usa lo User Datagram Protocol (UDP, diverso dall'udp usato su IP), unreliable e basato su datagrammi fino a 512 byte, e il Session Management Protocol (SMP), bidirenzionale, reliable e basato su sessioni che vengono stabilite fra due host. Supporta: Unicast (specific) Multicast (group) Broadcast (ma nessun datagramma esce dalla LAN) Il session service effettua il controllo di sequenza, fondamentale per lunghe connessioni uno a uno. Le sessioni possono essere aperte solo tra due macchine Netbios. Se la sessione viene interrota, teoricamente possibile riconnessione.

4 NetBIOS su TCP/IP (NBT) Quando la rete cresce di dimensioni, come e' successo con Internet, nascono problemi di non facile soluzione: 1. NetBIOS richiede un nome unico per ogni nodo: in questo caso ogni computer in internet dovrebbe avere un nome flat unico. 2. non essendo gerarchico, NetBeui non consente routing: dato un nome NetBIOS, è impossibile sapere quale sia la strada per raggiungerlo ne' dove si trovi geograficamente. 3. i router di Internet non consentono il propagarsi del broadcast, quindi non si possono collegare 2 computer qualunque in rete con NetBios BetBios insomma non scala. Per evitare la scomparsa di NetBIOS Microsoft abbina l'interfaccia NetBIOS al protocollo TCP/IP, limitando l'impiego del NetBEUI nell'ambito delle reti locali tra sistemi Microsoft. In questo modo ogni messaggio elaborato da NetBIOS viene incapsulato in un messaggio TCP/IP (NetBios over TCP/IP o NBT), che non soffre delle limitazioni di cui parlavamo prima. Chiaramente sorgono nuove complicazioni. 1. DNS mappati su server WINS, per la risoluzione dei nomi da identificatori NetBios a identifictori IP 2. HOSTS mappato su LMHOSTS, per la ricerca in rete Questo standard è definito nelle RFC 1001 e RFC 1002 dove si affrontano in particolare le problematiche relative all'associazione di un nome di host ad un indirizzo IP (broadcast o server di nomi centralizzato) e i metodi di comunicazione (a datagram o a sessioni). I nodi che offrono un servizio, in ambiente NBT, hanno 4 modalità standard: b nodi (nodi broadcast): usano broadcast sia per la registrazione che per la risoluzione dei nomi in indirizzi IP. I b nodi soffrono ancora del problema dei broadcast di NetBIOS: se i nodi sono separati da router, non riusciranno a vedersi. p nodi (nodi punto punto): conoscono l'ip della risorse interrogando con richieste unicast un server WINS (Windows Internet Name Service) noto. WINS, a imitazione di un DNS server, fornisce una lista di coppie < nomenetbios, indirizzoip >. m nodi (nodi misti): usano prima il broadcast come gli m nodi e poi le richieste come i p nodi. h nodi (nodi ibridi): l'opposto degli m nodi, cioè prima contattano un server WINS noto, poi, se la richiesta ha esito negativo, fanno broadcast. Una volta ricavati gli indirizzi IP al posto dei nomi si possono contattare nodi remoti. I client Microsoft per accedere ad un host consultano in ordine: una cache interna, il server WINS se presente, poi fanno broadcast, e per finire leggono file LMHOSTS. LMHOSTS è simile al file HOSTS delle macchine UNIX. E' un file da editare manualmente contenente le coppie di < nominetbios indirizziip >. Torna utile se non non si dispone di nessun server WINS e non si riesce a risolvere un nome remoto tramite broadcast perchè il nodo è al di la di uno o più router o se il destinatario risiede nella stessa rete locale. Infatti, per non essere obbligati a subire una marea di broadcast sulla propria rete, è possibile precaricare le associazioni del file LMHOSTS più usate nella cache. Per quanto riguarda il traffico di rete, sono definte alcune well known port IP:

5 TCP/135 RCP che veicola le richieste di tipo RPC per i servizi residenti su macchine remote (i servizi sono infatti implementati come RPC) UDP/137 NetBIOS Name Service. Questa porta viene usata per la risoluzione dei nomi su NetBIOS, in modo simile ad un DNS: riceve un nome NetBIOS e restituisce un nome DNS. UDP/138 NetBIOS Datagram Service serve per popolare la lista delle macchine visualizzate tramite Sfoglia la rete. TCP/139 NetBIOS Session Service utilizzata per trasferire i files tramite TCP e su di essa si appoggia la condivisione files e stampanti di Windows. NetBIOS inizialmente non era pericoloso per la sicurezza perche' non è routabile. Con NetBIOS over TCP/IP i problemi di sicurezza si sono amplificati. In sostanza l unica protezione per le condivisioni di file e stampanti esposte su internet è la forza della password associata alla risorsa. Server WINS Il Windows Internet Name Service (WINS) è l'implementazione Microsoft di un NetBios Name Server (NBNS) che ha la funzione di mantenere la lista dei nomi NetBios degli host in rete e dei relativi indirizzi IP. Ovviamente questo serve quando si usa NetBios over TCP/IP ed è una soluzione consigliabile quando si ha una rete medio grande o si devono connettere workgroup presenti su network IP differenti. Oltre ad un Primary Wins Server possono esistere uno o piu Secondary Wins Server con funzioni di ridondanza e backup. Protocollo SMB SMB e un protocollo usato a livello applicazione (a somiglianza di telnet, ssh, ftp ecc.) abbastanza semplice, che consente i comandi: Apertura e chiusura files Creazione e cancellazione directory e files Lettura e scrittura files Ricerca files Inserimento e cancellazione di files dalle code di stampa, ecc. Essenzialmente il lavoro di questo protocollo è quello di rendere possibile la condivisione di file e stampanti, incluse tutte le operazioni che comunemente vengono fatte su queste risorse (per es: aprire, chiudere, leggere, scrivere, creare, cancellare...). Ad ogni operazione corrisponde un messaggio SMB (open, read, write, close...). SMB consente anche di esplorare la rete cercando risorse utilizzabili e di poter disporre di tali risorse come se fossero locali. Il nome di questo componente è "redirector". Tramite il redirector ad esempio, è possibile vedere un disco di un altro computer come se fosse un disco sul proprio computer. Le comunicazioni con il livello inferiore (NetBEUI, NetBIOS o TCP/IP) avvengono tramite particolari strutture dati di 64 byte, chiamate NCB, cioè "Network Control Block", blocco di

6 controllo di rete. Attraverso le NCB passano le richieste e le risposte SMB. Il metodo consiste nel caricare opportunamente queste strutture dati con tutte le informazioni necessarie (codice del comando, nomi NetBIOS, puntatori e parametri vari). Centralizzazione per la gestione dei nomi Per evitare che ogni nodo debba contenere una copia completa della lista dei nomi registrati e delle relative risorse condivise, viene eletto tra i computer un Local Browse Master, a cui verrà affidata una unica lista. In generale l'elezione del browse master viene vinta dai sistemi di classe "superiore", come sistemi NT o macchine Linux su cui gira Samba (un server smb). In alcuni sistemi si puo' decidere manualmente chi sarà il browse master, in modo statico. Praticamente ogni macchina Windows può agire da Local Master Browser o da Backup Browser (host che riceve la browse list da un Master Browser e viene utilizzata in caso di inagibilità di quest'ultimo). Tutti gli host partecipano all elezione tramite broadcast. A seconda del sistema operativo, della versione di protocollo utilizzata, del tempo di uptime nella rete e del nome dell'host viene automaticamente deciso chi deve operare come Master Browser e questo rimane tale fino a quando resta connesso o un nuovo host con migliori credenziali si aggiunge alla rete. Su un sistema Windows cliccando su Risorse di Rete si vedono delle icone di computer, che indicano gli host presenti in rete. Queste informazioni sono ottenute dal Master Browser che gestisce la browse list degli host in rete (notare che questa potrebbe essere non perfettamente aggiornata, con alcuni host che risultano presenti anche se magari sono spenti o disconnessi e non hanno avuto modo di comunicarlo al Master Browser). Cliccando sul singolo host si ottiene l'elenco delle sue risorse condivise. Le unita condivise sono genericamente servizi (file o stampanti), quindi per l accesso occorre indicare sia il nome dell'host che della risorsa desiderata. Con NetBIOS, poi, non si parla di nodi, ma direttamente di server, client o peer. Il nome di un servizio ha il formato: \\<server>\<servizio> Il nome del server e quello del servizio non tengono conto della differenza tra lettere maiuscole e minuscole. Per esempio, \\server\condivisione rappresenta il servizio condivisione dell'elaboratore server. I nomi SMB possono essere lunghi 15 caratteri (byte) e contenere caratteri alfanumerici standard ( a z, A Z, 0 # $ % ^ & ( ) ' ). Il sedicesimo e ultimo byte indica il tipo di risorsa, a seconda del valore esadecimale indicato corrisponde una diversa risorsa, alcuni esempi: 00 Normale workstation 03 Servizio di messaggistica (WinPopup) 1B Domain Master Browser 20 Fileserver Dalla sua introduzione originaria SMB ha subito varie modifiche e varianti che modificano e aggiungono nuovi SMB (Server Message Blocks, di fatto i "comandi" utilizzabili).

7 I Domini Windows Fondamentalmente un dominio Windows è un workgroup con un server che agisce come Domain Controller con funzioni di autenticazione centralizzata per l'accesso alle risorse (file, stampanti, login sul sistema...) da parte tutti gli host che fanno parte del dominio. Vengono usati protocolli differenti per Windows 95/98, Windows NT e Windows 2000 (dove il concetto di dominio viene ulteriormente allargato con le Active Directory). Il Primary Domain Controller (PDC) è il server che mantiene un database di tutte le password (SAM): quando un client cerca di accedere alle risorse di un server, quest'ultimo verifica sul PDC se login e password fornite sono valide. Se questo accade al client viene permesso l'accesso alle risorse richieste e fornito un token di autenticazione con cui automaticamente riesce ad accedere ad altre risorse in rete accessibili dalla stessa login. Il database delle password viene automaticamente copiato ad uno o più Backup Domain Controller (BDC) che possono essere utilizzati per autenticare i clinet nel caso in cui i PDC risulti inaccessibile. Da Windows 2000/XP la condivisione dei file funziona in modo diverso. La prima differenza è l uso della TCP/445 in alternativa alle solite Il protocollo SMB è stato riscritto in modo che giri direttamente sopra il TCP, per eliminare la dipendenza da NetBIOS. Il nome dato da MS al sistema è direct hosting dell SMB. Questo permette di avere uno stack meno disordinato, e di appoggiarsi completamente al DNS per la risoluzione dei nomi. Uno dei vantaggi principali di direct hosting su NetBIOS è l utilizzo di DNS per la risoluzione dei nomi. NetBIOS risolve i nomi tramite broadcast e manca di scalabilità, mentre DNS è uno standard che usa uno spazio dei nomi gerarchico, che scala bene verso la dimensione di Internet. Connettendosi ad un sistema Win2000/XP che ha attivati sia NetBIOS over TCP/IP sia il direct hosting, utilizzando una macchina che li usa entrambi, saranno tentati entrambi i metodi. Il servizio che risponde per primo sarà quello utilizzato per lo scambio, mentre l altra connessione sarà terminata. SMB e Linux GNU/Linux è in grado di offrire servizi NetBIOS attraverso il protocollo di trasporto TCP/IP e questo per mezzo del gruppo di programmi denominato Samba. La limitazione di GNU/Linux nell'utilizzo del trasporto TCP/IP per questo scopo, deve essere tenuta presente nella configurazione degli elaboratori con cui si vuole comunicare attraverso NetBIOS. SAMBA e' basato su 2 demoni: smbd e nmbd.

8 smbd fornisce i servizi di condivisione di file stampanti per i clienti SMB (che possono essere macchine MS Windows o altre macchine GNU/Linux) e si occupa della gestione delle sessioni di comunicazione e delle autenticazioni necessarie all'accesso alle risorse che vengono offerte in condivisione dal server; il demone avvia una copia di se stesso per ogni richiesta di servizio da soddisfare; nmbd gestisce la distribuzione dell'elenco delle risorse condivise alle altre macchine della rete, può mantenere la lista delle risorse condivise (scansione della rete) ed eventualmente risolvere i nomi NetBIOS della rete (server WINS);

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp.

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. Symbolic Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. La nostra mission è di rendere disponibili soluzioni avanzate per la sicurezza

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it in modalità compatibile www.dyndns.org Questa semplice guida fornisce le informazioni necessarie per eseguire la registrazione del proprio DVR

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice Pagina 1 di 14 Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice servizi del livello trasporto multiplexing/demultiplexing trasporto senza connesione: UDP principi del trasferimento dati affidabile trasporto

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Utilizzo del server SMTP in modalità sicura

Utilizzo del server SMTP in modalità sicura Utilizzo del server SMTP in modalità sicura In questa guida forniremo alcune indicazioni sull'ottimizzazione del server SMTP di IceWarp e sul suo impiego in modalità sicura, in modo da ridurre al minimo

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO La seguente guida mostra come trasferire un SiteManager presente nel Server Gateanager al Server Proprietario; assumiamo a titolo di esempio,

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

NAS 321 Hosting di più siti web in un host virtuale

NAS 321 Hosting di più siti web in un host virtuale NAS 321 Hosting di più siti web in un host virtuale Hosting di più siti web e abilitazione del servizio DDNS A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe essere

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo & Web CMS v1.5.0 beta (build 260) Sommario Museo&Web CMS... 1 SOMMARIO... 2 PREMESSE... 3 I PASSI PER INSTALLARE MUSEO&WEB

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Sicurezza del DNS DNSSEC & Anycast Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Perché il DNS Fino a metà degli anni '80, la traduzione da nomi a indirizzi IP era fatta con un grande file hosts Fino ad allora non

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

RSYNC e la sincronizzazione dei dati

RSYNC e la sincronizzazione dei dati RSYNC e la sincronizzazione dei dati Introduzione Questo breve documento intende spiegare come effettuare la sincronizzazione dei dati tra due sistemi, supponendo un sistema in produzione (master) ed uno

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+...

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+... Setup delle ConnessioniTCP Una connessione TCP viene instaurata con le seguenti fasi, che formano il Three-Way Handshake (perchè formato da almeno 3 pacchetti trasmessi): 1) il server si predispone ad

Dettagli