Ministero dello Sviluppo Economico

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ministero dello Sviluppo Economico"

Transcript

1 Ministero dello Sviluppo Economico Small Business Act Le iniziative a sostegno delle micro, piccole e medie imprese adottate in Italia nel 2012 Rapporto 2013 Direzione Generale per le PMI e gli Enti Cooperativi 1

2 Ministero dello Sviluppo Economico Small Business Act Le iniziative a sostegno delle micro, piccole e medie imprese adottate in Italia nel 2012 Rapporto 2013 Direzione Generale per le PMI e gli Enti Cooperativi

3

4 INDICE

5

6 Premessa 3

7 4

8 Schede Paese 5

9 Capitolo 1 Lo Small Business Act e la strategia perseguita dall Italia a favore delle MicroPMI 7

10 8

11 Capitolo 1 Lo Small Business Act e la strategia perseguita dall Italia a favore delle MicroPMI 9

12 10

13 Capitolo 1 Lo Small Business Act e la strategia perseguita dall Italia a favore delle MicroPMI 11

14 12

15 Capitolo 1 Lo Small Business Act e la strategia perseguita dall Italia a favore delle MicroPMI 13

16 14

17 Capitolo 1 Lo Small Business Act e la strategia perseguita dall Italia a favore delle MicroPMI 15

18 16

19 Capitolo 1 Lo Small Business Act e la strategia perseguita dall Italia a favore delle MicroPMI 17

20 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 19

21 20

22 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 21

23 22

24 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 23

25 24

26 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 25

27 26

28 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 27

29 28

30 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 29

31 30

32 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 31

33 32

34 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 33

35 34

36 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 35

37 36

38 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 37

39 38

40 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 39

41 40

42 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 41

43 42

44 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 43

45 44

46 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 45

47 46

48 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 47

49 48

50 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 49

51 50

52 Capitolo 2 Le misure a favore delle MicroPMI 51

53 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 53

54 54

55 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 55

56 56

57 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 57

58 58

59 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 59

60 60

61 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 61

62 62

63 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 63

64 64

65 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 65

66 66

67 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 67

68 68

69 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 69

70 70

71 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 71

72 72

73 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 73

74 74

75 Capitolo 3 Il ruolo delle Regioni nell attuazione dello SBA 75

76 76

77 Capitolo 4 Approfondimenti tematici 77

78 78

79 Capitolo 4 19 Approfondimenti tematici 79

80 80

81 Capitolo 4 Approfondimenti tematici 81

82 82

83 Capitolo 4 Approfondimenti tematici 83

84 84

85 Capitolo 4 Approfondimenti tematici 85

86 86

87 Capitolo 4 Approfondimenti tematici 87

88 88

89 Capitolo 4 Approfondimenti tematici 89

90 90

91 Capitolo 4 Approfondimenti tematici 91

92 92

93 Capitolo 4 Approfondimenti tematici 93

94 94 STAMPA TIPOGRAFIA ORLANDI SRL - ROMA

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Div. VIII PMI e Artigianato Indagine su

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Divisione VIII PMI e Artigianato Indagine

Dettagli

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le Piccole e Medie Imprese ex Div. VIII PMI e artigianato Indagine sulle micro, piccole e medie imprese:

Dettagli

PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA

PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA Ambito 1 Linea 3 Azioni a supporto della partecipazione ai programmi comunitari a gestione diretta e al lavoro in rete Erasmus

Dettagli

Giuseppe Capuano. Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato

Giuseppe Capuano. Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato Giuseppe Capuano Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato Bari, 13 febbraio 2014 1 Struttura delle imprese industriali e dei servizi (anno 2011) Dimensioni

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica 14 a Commissione Politiche dell Unione europea Audizione Audizione sull Atto n. 227 Affare assegnato "Il Programma di lavoro della Commissione per il 2014 e la Relazione programmatica

Dettagli

Workshop. Small Business Act, Statuto delle imprese e condizionalità 2014-2020: AIR e Test PMI

Workshop. Small Business Act, Statuto delle imprese e condizionalità 2014-2020: AIR e Test PMI Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Servizio analisi e verifica dell impatto della regolamentazione Programma Operativo di Assistenza Tecnica alle

Dettagli

Politica dell Unione europea per le PMI. Prof.ssa Ernestina Giudici

Politica dell Unione europea per le PMI. Prof.ssa Ernestina Giudici Politica dell Unione europea per le PMI Prof.ssa Ernestina Giudici Un inquadramento generale! Uno Small Business Act (SBA) per l Europa! Migliorare il contesto imprenditoriale! Promuovere l imprenditorialità!

Dettagli

Internazionalizzazione e marketing territoriale

Internazionalizzazione e marketing territoriale SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE e FONDAZIONE COLLEGIO EUROPEO DI PARMA Seminario Internazionalizzazione e marketing territoriale PARMA, 3-4 dicembre 2015 COLLEGIO EUROPEO VIA UNIVERSITÀ, 12 1. Premessa

Dettagli

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico L Associazione Bancaria Italiana (ABI) Il Presidente dell ABI La CONFINDUSTRIA Il Presidente di CONFINDUSTRIA La Conferenza dei

Dettagli

PARLIAMO DI PMI. Rappresentano più del 90% del nostro tessuto produttivo. Eppure sono quasi invisibili. Andiamo a conoscerle.

PARLIAMO DI PMI. Rappresentano più del 90% del nostro tessuto produttivo. Eppure sono quasi invisibili. Andiamo a conoscerle. PARLIAMO DI PMI Rappresentano più del 90% del nostro tessuto produttivo. Eppure sono quasi invisibili. Andiamo a conoscerle. PMI: DI CHE COSA PARLIAMO? In Italia le PMI costituiscono la realtà numericamente

Dettagli

Small Business Act. Le iniziative a sostegno delle micro, piccole e medie imprese adottate in Italia nel 2013. Rapporto 2014

Small Business Act. Le iniziative a sostegno delle micro, piccole e medie imprese adottate in Italia nel 2013. Rapporto 2014 Small Business Act Le iniziative a sostegno delle micro, piccole e medie imprese adottate in Italia nel 2013 Rapporto 2014 Direzione Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le Piccole

Dettagli

Elenco matricole per ritiro libretti immatricolazione - 2013/2014

Elenco matricole per ritiro libretti immatricolazione - 2013/2014 FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE RELAZIONI INTERNAZIONALI PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO 2181 612814 FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE RELAZIONI INTERNAZIONALI PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO 2181 612939

Dettagli

Imprenditorialità e Innovazione per l Internazionalizzazione delle PMI

Imprenditorialità e Innovazione per l Internazionalizzazione delle PMI Corso di Alta Formazione Imprenditorialità e Innovazione per l Internazionalizzazione delle PMI Evento Finale 25 marzo 2013 -Bergamo Palazzo dei Contratti e delle Manifestazioni BERGAMO SVILUPPO AZIENDA

Dettagli

Roberta Maestri. Curriculum Vitae Roberta Maestri. Alta Professionalità Progettazione e sviluppo interventi per le piccole e medie imprese :

Roberta Maestri. Curriculum Vitae Roberta Maestri. Alta Professionalità Progettazione e sviluppo interventi per le piccole e medie imprese : INFORMAZIONI PERSONALI Roberta Maestri 071/8063598 (ufficio) Fax 071/8063058 Roberta.maestri@regione.marche.it (ufficio) Sesso F Data di nascita 01/09/1961 Nazionalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE

Dettagli

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA IN FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI): SMALL BUSINESS ACT

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA IN FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI): SMALL BUSINESS ACT LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA IN FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI): SMALL BUSINESS ACT Che cosa è lo Small Business Act? Tenuto conto del contesto globale, caratterizzato da continui mutamenti

Dettagli

L uso strategico degli appalti pubblici per un economia sostenibile: le nuove direttive europee

L uso strategico degli appalti pubblici per un economia sostenibile: le nuove direttive europee L uso strategico degli appalti pubblici per un economia sostenibile: le nuove direttive europee Cons. Anna Maria Villa Responsabile Ufficio Cittadinanza europea, Mercato interno e AAGG Roma Sala polifunzionale

Dettagli

Laurea magistrale in Economia e politiche del territorio e dell impresa. LM 56 (Scienze dell economia)

Laurea magistrale in Economia e politiche del territorio e dell impresa. LM 56 (Scienze dell economia) Laurea magistrale in Economia e politiche del territorio e dell impresa LM 56 (Scienze dell economia) PRESENTAZIONE La laurea magistrale in Economia e politiche del territorio e dell impresa è orientata

Dettagli

EUROMED ECONOMIC DIPLOMACY E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PARMA, 20-22 NOVEMBRE 2014 COLLEGIO EUROPEO SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE

EUROMED ECONOMIC DIPLOMACY E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PARMA, 20-22 NOVEMBRE 2014 COLLEGIO EUROPEO SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE e FONDAZIONE COLLEGIO EUROPEO DI PARMA SEMINARIO EUROMED ECONOMIC DIPLOMACY E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PARMA, 20-22 NOVEMBRE 2014 COLLEGIO EUROPEO BORGO

Dettagli

LE IMPRESE CHE FANNO GRANDE L EUROPA

LE IMPRESE CHE FANNO GRANDE L EUROPA LE IMPRESE CHE FANNO GRANDE L EUROPA NUMERI IN PILLOLE Roma - 08 maggio 2014 Sommario Il valore delle imprese che creano valore 3 Le piccole e medie imprese, esploratrici del mondo 8 Il dualismo del credito

Dettagli

Le piccole e medie imprese (PMI) e le opportunità offerte dai fondi a gestione diretta erogati dall Unione europea: utopia o realtà?

Le piccole e medie imprese (PMI) e le opportunità offerte dai fondi a gestione diretta erogati dall Unione europea: utopia o realtà? TEMA DEL CORSO DATA DESTINATARI OBIETTIVI Le piccole e medie imprese (PMI) e le opportunità offerte dai fondi a gestione diretta erogati dall Unione europea: utopia o realtà? 16 17 dicembre 2011 (1,5 giornate)

Dettagli

Curriculum Aziendale

Curriculum Aziendale Società del sistema CNA Roma Confederazione Nazionale Artigianato e Piccola Media Impresa Curriculum Aziendale INDICE: 1) Chi siamo e ruoli istituzionali 2) Servizi offerti 3) Staff tecnico, organigramma

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 5617 21/06/2011 Identificativo Atto n. 623 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE PROGETTI ESECUTIVI RELATIVI ALL AVVISO UNICO PER LA SPERIMENTAZIONE DI UN PROGRAMMA DI FORMAZIONE

Dettagli

Il ruolo del consiglio di amministrazione nel governo del sistema di rischi aziendale

Il ruolo del consiglio di amministrazione nel governo del sistema di rischi aziendale Laboratorio di Ricerca in Governance e Controlli Interni Convegno di presentazione delle attività del Laboratorio Il ruolo del consiglio di amministrazione nel governo del sistema di rischi aziendale Roma,

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 1262 Seduta del 24/01/2014

DELIBERAZIONE N X / 1262 Seduta del 24/01/2014 DELIBERAZIONE N X / 1262 Seduta del 24/01/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

P.A. in tema di rinnovabili. Franco Colombo Presidente CONFAPI Varese

P.A. in tema di rinnovabili. Franco Colombo Presidente CONFAPI Varese Sinergie i tra aziende private e P.A. in tema di rinnovabili Franco Colombo Presidente CONFAPI Varese La sfida industriale dell energia rinnovabile Tecnologie a basso impatto ambientale ancora poco competitive

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2520 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2520 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2520 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Aggregazioni per una nuova competitività delle imprese

Aggregazioni per una nuova competitività delle imprese INSIEME E MEGLIO? Aggregazioni per una nuova competitività delle imprese Daniele Dondarini Responsabile CNA Servizi alla Comunità Emilia Romagna Angelo Cornacchione Presidenza CNA Servizi alla Comunità

Dettagli

Società di servizi aziendali professionali qualificati Pagina 1 di 2

Società di servizi aziendali professionali qualificati Pagina 1 di 2 UNI EN ISO 9001:2008 Reg. No:7766-A Società di servizi aziendali professionali qualificati Pagina 1 di 2 Centro Regionale AIESiL Associazione Italiana Imprese Esperte in Sicurezza sul Lavoro Alle Aziende

Dettagli

APPROVATI DUE REGOLAMENTI DI SEMPLIFICAZIONE PER OLTRE 2 MILIONI DI IMPRESE. Roma, 3 marzo 2011

APPROVATI DUE REGOLAMENTI DI SEMPLIFICAZIONE PER OLTRE 2 MILIONI DI IMPRESE. Roma, 3 marzo 2011 APPROVATI DUE REGOLAMENTI DI SEMPLIFICAZIONE PER OLTRE 2 MILIONI DI IMPRESE Roma, 3 marzo 2011 Una nuova semplificazione per le PMI 2 Il Consiglio dei Ministri ha approvato un primo pacchetto di interventi

Dettagli

Economia, lavoro e società

Economia, lavoro e società 1 importanza delle micro, piccole e medie imprese in Europa, sia in termini economici che sociali, negli ultimi anni ha trovato la sua principale affermazione con la Comunicazione della Commissione europea

Dettagli

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero FVG regione a vocazione manifatturiera Settori di specializzazione FVG Principali

Dettagli

Per una nuova competitività delle imprese la certificazione delle competenze. Daniele Dondarini Resp. CNA Unione Servizi alla Comunità Emilia-Romagna

Per una nuova competitività delle imprese la certificazione delle competenze. Daniele Dondarini Resp. CNA Unione Servizi alla Comunità Emilia-Romagna Per una nuova competitività delle imprese la certificazione delle competenze Daniele Dondarini Resp. CNA Unione Servizi alla Comunità Emilia-Romagna Sistema regionale delle qualifiche OPERATORE DI CURA

Dettagli

CAPITOLO I: SCOPI E PRINCIPI

CAPITOLO I: SCOPI E PRINCIPI STATUTO RURENER Principi, diritti e doveri dei membri RURENER Disclaimer La responsabilità esclusiva del contenuto di questa pubblicazione è degli autori. Non riflette necessariamente l opinione delle

Dettagli

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Innovare i territori Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 1 La Federazione CSIT Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra

Dettagli

Protocollo d intesa tra. Regione Toscana e. Water Right and Energy Foundation Onlus (W.E.R.F. Onlus)

Protocollo d intesa tra. Regione Toscana e. Water Right and Energy Foundation Onlus (W.E.R.F. Onlus) Protocollo d intesa tra Regione Toscana e Water Right and Energy Foundation Onlus (W.E.R.F. Onlus) Consolidamento e sviluppo della collaborazione per attività cooperazione internazionale nel settore dell'accesso

Dettagli

Giuseppe Capuano. Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato

Giuseppe Capuano. Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato Giuseppe Capuano Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato Rimini, 11 ottobre 2013 1 1. L importanza delle MicroPMI 2. Il nuovo approccio della Direttiva

Dettagli

Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi

Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi A12 407 Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi Gli attori che presidiano la control governance Copyright MMXII ARACNE editrice

Dettagli

Prof. Guido Fabiani, Assessore alle politiche per lo sviluppo economico 4 marzo 2015

Prof. Guido Fabiani, Assessore alle politiche per lo sviluppo economico 4 marzo 2015 Prof. Guido Fabiani, Assessore alle politiche per lo sviluppo economico 4 marzo 2015 In Italia L imprenditoria femminile: alcuni dati l imprenditoria femminile conta 1.302.054 imprese e rappresenta il

Dettagli

Small Business Act. Le iniziative a sostegno delle micro, piccole e medie imprese adottate in Italia nel 2014 e nel primo semestre 2015.

Small Business Act. Le iniziative a sostegno delle micro, piccole e medie imprese adottate in Italia nel 2014 e nel primo semestre 2015. Small Business Act Le iniziative a sostegno delle micro, piccole e medie imprese adottate in Italia nel 2014 e nel primo semestre 2015 Rapporto 2015 Direzione Generale per la Politica Industriale, la Competitività

Dettagli

education PERCORSO FORMATIVO

education PERCORSO FORMATIVO education PERCORSO FORMATIVO Programma Corsi 2015 ANDAF EDUCATION PERCORSO FORMATIVO 2015 PROGRAMMA CORSI SEDI: MILANO ROMA FORMAZIONE IN-HOUSE 1 PERCORSO FORMATIVO 2015 Metodologia didattica I corsi di

Dettagli

SCHEMA DELLE SESSIONI

SCHEMA DELLE SESSIONI SCHEMA DELLE SESSIONI I GIORNATA MERCOLEDÌ 24 NOVEMBRE MODULO PERSONE SESSIONE A1 MATTINA SESSIONE B1 MATTINA SESSIONE C1 MATTINA Le prospettive del Mercato del Credito Immobiliare Credito ai consumatori:

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

Progetto Management & Innovazione PMI-NIC e Politecnico di Milano - DIG. Verso un osservatorio permanente sulla gestione dei progetti di innovazione

Progetto Management & Innovazione PMI-NIC e Politecnico di Milano - DIG. Verso un osservatorio permanente sulla gestione dei progetti di innovazione Maturità delle organizzazioni Progetto Management & Innovazione PMI-NIC e Politecnico di Milano - DIG Verso un osservatorio permanente sulla gestione dei progetti di innovazione Tommaso Buganza_DIG_Politecnico

Dettagli

sul tema ricerca scientifica e innovazione tecnoloe:ica tra

sul tema ricerca scientifica e innovazione tecnoloe:ica tra , - Protocollo d'intesa sul tema ricerca scientifica e innovazione tecnoloe:ica tra Conferenza dei Presidenti delle Ree:ionie delle Province autonome CGIL, CISL UIL, CONFINDUSTRIA Premesso che i risultati

Dettagli

HOW CLUSTERS CONTRIBUTE TO THE SMART SPECIALIZATION STRATEGIES

HOW CLUSTERS CONTRIBUTE TO THE SMART SPECIALIZATION STRATEGIES HOW CLUSTERS CONTRIBUTE TO THE SMART SPECIALIZATION STRATEGIES Dr. Giorgio Martini New cluster concepts for cluster policies in Europe 18th September 2014 Scuola Grande San Giovanni Evangelista, Venice

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3848 Seduta del 25/07/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3848 Seduta del 25/07/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3848 Seduta del 25/07/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile

Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile Obiettivi specifici Per il generale, si individuano

Dettagli

Costruiamo reti vendita, di successo!

Costruiamo reti vendita, di successo! Costruiamo reti vendita, di successo! Sales Line è la sintesi delle esperienze professionali mie e degli specialisti che in questi anni hanno collaborato con me nella realizzazione di reti di vendita di

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI. Luogo e Data di nascita Forlimpopoli (FC) 16/05/1972 Via Masi 22 40137 Bologna Telefono cellulare 348 2330404 FORMAZIONE

INFORMAZIONI PERSONALI. Luogo e Data di nascita Forlimpopoli (FC) 16/05/1972 Via Masi 22 40137 Bologna Telefono cellulare 348 2330404 FORMAZIONE INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome Francesca Ravaioli Luogo e Data di nascita Forlimpopoli (FC) 16/05/1972 Residenza Via Masi 22 40137 Bologna Telefono cellulare 348 2330404 Indirizzo mail ravaioli@cogruppo.it

Dettagli

RELAZIONI SUL VII PROGRAMMA QUADRO PRESENTATE AL CONSIGLIO SCIENTIFICO GENERALE DEL CNR (BRUXELLES, 27/28 febbraio 2007)

RELAZIONI SUL VII PROGRAMMA QUADRO PRESENTATE AL CONSIGLIO SCIENTIFICO GENERALE DEL CNR (BRUXELLES, 27/28 febbraio 2007) RELAZIONI SUL VII PROGRAMMA QUADRO PRESENTATE AL CONSIGLIO SCIENTIFICO GENERALE DEL CNR (BRUXELLES, 27/28 febbraio 2007) 8. BEI: Interventi di specifico interesse CNR Orlando Arango (BEI) CNR Bruxelles,

Dettagli

LA COESIONE ECONOMICA, SOCIALE E TERRITORIALE DELL UNIONE EUROPEA

LA COESIONE ECONOMICA, SOCIALE E TERRITORIALE DELL UNIONE EUROPEA LA COESIONE ECONOMICA, SOCIALE E TERRITORIALE DELL UNIONE EUROPEA Quale obiettivo si prefigge l Unione europea nel rafforzare la sua coesione economica, sociale e territoriale? L Unione europea sviluppa

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA Premesso che il programma di Governo ha previsto una legislatura caratterizzata da profonde riforme istituzionali; che tale

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE

IL CONTROLLO DI GESTIONE IL CONTROLLO DI GESTIONE CORSO BASE Milano, 20 e 21 maggio 2014 A cura di dottor Alessandro Tullio Studio di Consulenza dottor Alessandro Tullio Il controllo di gestione ed Il ruolo del Controller Docente:

Dettagli

RELAZIONE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

RELAZIONE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO RELAZIONE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO articolo 17, comma 1, legge 11-11-2011 n. 180 Norme per la tutela della libertà d impresa. Statuto delle Imprese INDICE INTRODUZIONE 2 1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO

Dettagli

PIANO D AZIONE UE. PER MIGLIORARE L ACCESSO DELLE PMI AI FINANZIAMENTI Serie La lente sull Ue n 13 D E L E G A Z I O N E D I B R U X E L L E S

PIANO D AZIONE UE. PER MIGLIORARE L ACCESSO DELLE PMI AI FINANZIAMENTI Serie La lente sull Ue n 13 D E L E G A Z I O N E D I B R U X E L L E S Nota di presentazione del documento pubblicato dalla Commissione europea il 7 dicembre 2011 D E L E G A Z I O N E D I B R U X E L L E S PIANO D AZIONE UE PER MIGLIORARE L ACCESSO DELLE PMI AI FINANZIAMENTI

Dettagli

Strumenti a supporto

Strumenti a supporto ARTIST ARTIST ARchitettura Telematica Italiana per per il il Sistema dei dei Trasporti Iniziativa del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Roma, 18 dicembre 2002 Strumento di consultazione Relatore:

Dettagli

codiceticounico Verso un codice etico unico per le PMI Vademecum

codiceticounico Verso un codice etico unico per le PMI Vademecum Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo, Servizio Politiche Industriali Misura 2.1 - Azione C del Programma Triennale per lo sviluppo delle attività produttive industriali

Dettagli

Approvazione dell Accordo di Partenariato tra Commissione Europea e Polonia

Approvazione dell Accordo di Partenariato tra Commissione Europea e Polonia Approvazione dell Accordo di Partenariato tra Commissione Europea e Polonia Il 23 Maggio la Commissione Europea ha adottato con la Polonia il terzo dei 28 «Accordi di Partenariato», dopo quello con la

Dettagli

Deliverable 5.10 Comunication & Exploitation Plan Piano di comunicazione dei cluster

Deliverable 5.10 Comunication & Exploitation Plan Piano di comunicazione dei cluster Deliverable 5.10 Comunication & Exploitation Plan Piano di comunicazione dei cluster Introduzione La comunicazione nei progetti finanziati dalla Commissione europea svolge sempre un ruolo rilevante in

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Efficienza Energetica: problematiche, possibilità,, sviluppi Marcello Capra Dipartimento per l Energia FAST, Fiera di Milano 26 maggio 2009 Il quadro di riferimento nazionale

Dettagli

SCHEDA PROGETTO inviare a: sprintlazio@agenziasviluppolazio.it

SCHEDA PROGETTO inviare a: sprintlazio@agenziasviluppolazio.it Progetto di affiancamento delle PMI laziali nei programmi aziendali di internazionalizzazione per il settore della nautica e del farmaceutico/biotecnologico SCHEDA PROGETTO inviare a: sprintlazio@agenziasviluppolazio.it

Dettagli

Sono noti i motivi finanziari che costituiscono un effettivo freno allo sviluppo delle PMI:

Sono noti i motivi finanziari che costituiscono un effettivo freno allo sviluppo delle PMI: 6. Finanze 1 - Operazioni di capitalizzazione e di finanziamento delle PMI e proposte per contrastare la crisi economica in adesione ai principi europei dello Small Business Act Sono noti i motivi finanziari

Dettagli

Progetto di Formazione per l Internazionalizzazione delle Imprese Cooperative

Progetto di Formazione per l Internazionalizzazione delle Imprese Cooperative l Internazionalizzazione delle Imprese Cooperative Fornire alle imprese gli strumenti e le conoscenze che permettano loro di affacciarsi sui mercati esteri per internazionalizzare la loro attività Gli

Dettagli

Piccole e Medie Imprese

Piccole e Medie Imprese Piccole e Medie Imprese Imprenditoria e organizzazione delle piccole e medie imprese ORGANIZZAZIONE AZIENDALE Corsi di Laurea: Magistrale Ingegneria e Scienze Informatiche Matematica Applicata UNIVERSITÀ

Dettagli

INTERVENTO LE AZIONI DI SISTEMA TRA CAPACITY BUILDING E COOPERAZIONE A RETE (ROMA, 10 MAGGIO 2006)

INTERVENTO LE AZIONI DI SISTEMA TRA CAPACITY BUILDING E COOPERAZIONE A RETE (ROMA, 10 MAGGIO 2006) INTERVENTO LE AZIONI DI SISTEMA TRA CAPACITY BUILDING E COOPERAZIONE A RETE (ROMA, 10 MAGGIO 2006) Siamo nell ultimo anno di programmazione, per cui è normale fare un bilancio dell attività svolta e dell

Dettagli

Domotica e convergenza: quale standard? Domotica: prospettive di diffusione e impatti per aziende e clienti

Domotica e convergenza: quale standard? Domotica: prospettive di diffusione e impatti per aziende e clienti Domotica e convergenza: quale standard? Domotica: prospettive di diffusione e impatti per aziende e clienti Tommaso Federici Dipartimento degli Studi Aziendali, Obiettivi della ricerca La domotica incorpora

Dettagli

Deeper Sviluppo di un programma di formazione innovativo ed integrato rivolto ai rifugiati ed ai richiedenti asilo.

Deeper Sviluppo di un programma di formazione innovativo ed integrato rivolto ai rifugiati ed ai richiedenti asilo. Deeper Sviluppo di un programma di formazione innovativo ed integrato rivolto ai rifugiati ed ai richiedenti asilo. Developing innovative and integrate training program for refugees and asylum seekers

Dettagli

Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi

Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi Risoluzione in commissione n. 7/00574 in tema di reti di impresa Roma, 7

Dettagli

CORSO BUSINESS CONTINUITY AND DISASTER RECOVERY MANAGEMENT LE 10 PROFESSIONAL PRACTICES

CORSO BUSINESS CONTINUITY AND DISASTER RECOVERY MANAGEMENT LE 10 PROFESSIONAL PRACTICES 1 CORSO BUSINESS CONTINUITY AND DISASTER RECOVERY MANAGEMENT Il corso è finalizzato a illustrare in dettaglio le competenze richieste al Business Continuity Manager per guidare un progetto BCM e/o gestire

Dettagli

D E L E G A Z I O N E D I B R U X E L L E S. L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles

D E L E G A Z I O N E D I B R U X E L L E S. L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles n 2 ottobre/novembre 2013 S O M M A R I O A C C E S S O A I F I N A N Z I A M E N T I Infodays bandi Horizon 2020 F O C U S D E L M E S E Horizon 2020 e COSME N E W

Dettagli

VADEMECUM UFFICIO PACE

VADEMECUM UFFICIO PACE VADEMECUM UFFICIO PACE In questi ultimi anni, in molti comuni italiani, si è andata diffondendo la pratica dell istituzione di un ufficio pace. Ma che cosa sono questi uffici? E di cosa si occupano? Attraverso

Dettagli

STAGE LINGUISTICO A BRUXELLES Tempo e luogo di realizzazione:

STAGE LINGUISTICO A BRUXELLES Tempo e luogo di realizzazione: STAGE LINGUISTICO A BRUXELLES Tempo e luogo di realizzazione: Nel periodo dal 5 al 12 Aprile 2014, insieme ad altri sei studenti provenienti da Istituti Pugliesi(rete di Scuole Certilingua ) ho condiviso

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 23/5 DEL 25.6.2014

DELIBERAZIONE N. 23/5 DEL 25.6.2014 Oggetto: Definizione degli ambiti prioritari di intervento ed attuazione degli obiettivi di semplificazione del sistema normativo e amministrativo regionale in favore del tessuto imprenditoriale sardo.

Dettagli

PROGRAMMA WORKSHOP. Strumenti innovativi di gestione: dai sistemi tradizionali al calcolo dei costi per attività. - Activity Based Costing-

PROGRAMMA WORKSHOP. Strumenti innovativi di gestione: dai sistemi tradizionali al calcolo dei costi per attività. - Activity Based Costing- PROGRAMMA WORKSHOP Strumenti innovativi di gestione: dai sistemi tradizionali al calcolo dei costi per attività - Activity Based Costing- Sala Assemblee Confindustria Ragusa 26/27 Giugno 2015 Il controllo

Dettagli

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva Descrizione generale Il Programma Leonardo da Vinci si propone di collegare le politiche alle pratiche nel campo dell istruzione e formazione

Dettagli

Democratica del Congo

Democratica del Congo Progetti scuole Proposta di gemellaggio Italia - Repubblica Democratica del Congo a cura di AMKA Onlus Chi siamo? Amka è un Organizzazione no profit nata nel 2001 dall incontro di due culture differenti

Dettagli

Il futuro non si aspetta. L ecosistema dell innovazione

Il futuro non si aspetta. L ecosistema dell innovazione L ecosistema dell innovazione 2 Regioni Digitali Consorzio senza fini di lucro che sia riconosciuto Organismo di ricerca secondo reg. (CE) N. 800/2008 art. 30, tra Imprese (Soprattutto Micro Piccole e

Dettagli

La formazione continua. PILLOLE DI CONOSCENZA PROGRAMMI DI FINANZIAMENTO EUROPEI. Skillab e Unione Industriale di Torino

La formazione continua. PILLOLE DI CONOSCENZA PROGRAMMI DI FINANZIAMENTO EUROPEI. Skillab e Unione Industriale di Torino La formazione continua. PILLOLE DI CONOSCENZA PROGRAMMI DI FINANZIAMENTO EUROPEI Skillab e Unione Industriale di Torino 18 Marzo 9 Giugno 2015 Obiettivi Skillab e lo Sportello Horizon 2020 - programmi

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI d) relazioni bilaterali con la Turchia, i Paesi del Caucaso, le Repubbliche centrasiatiche e la Russia; e) temi trattati nell ambito delle Nazioni Unite e delle Agenzie Specializzate; f) temi relativi

Dettagli

Distretto Rurale. Franciacorta, Sebino e Valle Trompia GAL GÖLEM

Distretto Rurale. Franciacorta, Sebino e Valle Trompia GAL GÖLEM Distretto Rurale Franciacorta, Sebino e Valle Trompia GAL GÖLEM Introduzione I principali riferimenti normativi per l individuazione, l istituzione e la disciplina dei distretti agricoli sono: - A livello

Dettagli

Programma volto a migliorare la competitività delle imprese e in particolare delle PMI (2014-2020) (COSME)

Programma volto a migliorare la competitività delle imprese e in particolare delle PMI (2014-2020) (COSME) Programma volto a migliorare la competitività delle imprese e in particolare delle PMI (2014-2020) (COSME) Obiettivo Il passaggio dalla programmazione 2007-13 a quella 2014-2020 porterà molti cambiamenti

Dettagli

POMERIGGI INNOVAZIONE

POMERIGGI INNOVAZIONE Pomeriggi Innovazione Il motore di ricerca come strumento di marketing per le PMI 23 Conquistare nuovi clienti con notizie e informazioni rilevanti 23 Sistemi di gestione per la sicurezza delle informazioni

Dettagli

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Documento basato sui risultati della Conferenza di Roma, 17 e 18 novembre 2014 In occasione della Presidenza

Dettagli

Modello distributivo BPN S.p.A. Modello organizzativo

Modello distributivo BPN S.p.A. Modello organizzativo Modello distributivo BPN S.p.A. Modello organizzativo Novara, 15 Novembre 2002 Indice Linee guida per l adozione di un Modello distributivo di B.P.N. S.p.a. Articolazione territoriale Mobilità professionale

Dettagli

Nota della Uilca sul Decreto Legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri l 1/4/2008 in attuazione della Legge delega 123/2007

Nota della Uilca sul Decreto Legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri l 1/4/2008 in attuazione della Legge delega 123/2007 DIPARTIMENTO SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO 00187 ROMA VIA LOMBARDIA 30 TEL. 06.420.35.91 FAX 06.484.704 e-mail: dssl@uilca.it pagina web: www.uilca.it UILCA UIL CREDITO, ESATTORIE E ASSICURAZIONI

Dettagli

RELAZIONI INDUSTRIALI E ISTITUZIONALI CIRCOLARE N. 2528 OGGETTO: VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI D.M. 15/05/2015

RELAZIONI INDUSTRIALI E ISTITUZIONALI CIRCOLARE N. 2528 OGGETTO: VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI D.M. 15/05/2015 RELAZIONI INDUSTRIALI E ISTITUZIONALI CIRCOLARE N. 2528 Roma, 23 giugno 2015 ALLE ASSOCIAZIONI E AI SINDACATI TERRITORIALI ALLE UNIONI REGIONALI Loro sedi e loro indirizzi (Via e-mail) OGGETTO: VOUCHER

Dettagli

Il terzo settore: definizioni, ruoli, evoluzioni, rilevanza. Prof. Carlo Borzaga

Il terzo settore: definizioni, ruoli, evoluzioni, rilevanza. Prof. Carlo Borzaga Il terzo settore: definizioni, ruoli, evoluzioni, rilevanza Prof. Carlo Borzaga Perché parlarne?! poco considerato fino agli anni 90; prevalenza modello socio economico bipolare: Stato-Mercato! interesse

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I. Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011

DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I. Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011 DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I Obiettivi specifici del Piano turistico triennale 2011/2013 Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011 Risorse stanziate nel

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono E-mail Nazionalità GIUSEPPE CAPUANO VIA ENEA, 12-00178 ROMA, ITALIA 06 47055025-5016 (ufficio) giuseppe.capuano@sviluppoeconomico.gov.it

Dettagli

Modelli economici e finanziari in Excel

Modelli economici e finanziari in Excel B2corporate Alessandro Musso Modelli economici e finanziari in Excel Dai dati di Bilancio consuntivati al Controlling: un approccio alla costruzione di un modello operativo by Alessandro Musso. Copyright

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DI INTERVENTI DI PROMOZIONE DEI DIRITTI UMANI E DELLA CULTURA DI PACE

PROGRAMMA TRIENNALE DI INTERVENTI DI PROMOZIONE DEI DIRITTI UMANI E DELLA CULTURA DI PACE CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO (SETTIMA LEGISLATURA) PROGRAMMA TRIENNALE DI INTERVENTI DI PROMOZIONE DEI DIRITTI UMANI E DELLA CULTURA DI PACE PERIODO 2004-2006 * Allegato alla deliberazione consiliare

Dettagli

OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VENEZIA. MARTEDI 7 OTTOBRE 2014 dalle ore 9.00 alle ore 18.00

OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VENEZIA. MARTEDI 7 OTTOBRE 2014 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VENEZIA INCONTRI E CONSULENZE GRATUITE PER ASPIRANTI E NEO IMPRENDITORI MARTEDI 7 OTTOBRE 2014 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 presso Albergo Novotel Via Ceccherini,

Dettagli

THE BENCHMARKING CLUB. Benchmarking Study. La Sicurezza Informatica

THE BENCHMARKING CLUB. Benchmarking Study. La Sicurezza Informatica THE BENCHMARKING CLUB Benchmarking Study La Sicurezza Informatica La Sicurezza Informatica Business International Via Isonzo, 42 C 00198 Roma Tel. 06.84.54.11 Fax 06.85.30.10.46 Indice PREMESSA Key finding

Dettagli

società di servizi di eco-design ed eco-innovazione di prodotto per le imprese spin off universitario dell Università degli Studi di Camerino

società di servizi di eco-design ed eco-innovazione di prodotto per le imprese spin off universitario dell Università degli Studi di Camerino società di servizi di eco-design ed eco-innovazione di prodotto per le imprese spin off universitario dell Università degli Studi di Camerino la società EcodesignLab è una start-up innovativa ovvero una

Dettagli

Associazione Italiana Corporate & Investment Banking. Presentazione Ricerca. Il risk management nelle imprese italiane

Associazione Italiana Corporate & Investment Banking. Presentazione Ricerca. Il risk management nelle imprese italiane Associazione Italiana Corporate & Investment Banking 02.36531506 www.aicib.it aicib@unicatt.it Presentazione Ricerca Il risk management nelle imprese italiane AICIB Associazione Italiana Corporate & Investment

Dettagli

M-DIR-03 Politica e Codice Etico

M-DIR-03 Politica e Codice Etico M-DIR-03 Politica e Codice Etico Anno 2011 BM&PLANETA srl EMISSIONE REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE MOTIVO DELLA REVISIONE DOCUMENTI DI RIFERIMENTO CODICE TITOLO DEL DOCUMENTO RESPONSABILE DELLA ARCHIVIAZIONE

Dettagli