II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS 25 maggio 2011 NON STRAPPARE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS 25 maggio 2011 NON STRAPPARE"

Transcript

1 DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS 25 maggio 2011 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

2 Rispondere ai seguenti quesiti. KNOWLEDGE Fatta salva la possibilità di irrogare, in luogo della sanzione prevista, quella immediatamente superiore o inferiore, ai sensi della Delibera CONSOB 16190/07, quale sanzione si prevede per un promotore finanziario in caso di acquisizione anche temporanea di somme o valori di pertinenza di un potenziale cliente? 1 La sospensione cautelare 2 La radiazione dall Albo 3 La reclusione 4 Nessuna sanzione, in quanto si tratta di un potenziale cliente e ciò è permesso al promotore finanziario in funzione della sua attività I certificati di deposito possono avere una durata massima di: 1 18 mesi 2 12 mesi 3 3 mesi 4 60 mesi Come sono collegate la duration, la volatilità del prezzo e il livello del tasso cedolare di un titolo obbligazionario a tasso fisso? 1 Minore è il tasso, minore è la duration e maggiore è la volatilità del prezzo del titolo 2 Maggiore è il tasso, minore è la duration e minore è la volatilità del prezzo del titolo 3 Maggiore è il tasso, maggiore è la duration e maggiore è la volatilità del prezzo del titolo 4 Maggiore è il tasso, minore è la duration e maggiore è la volatilità del prezzo del titolo Le forme pensionistiche individuali sono attuate anche mediante contratti di assicurazione sulla vita stipulati con imprese di assicurazioni autorizzate: 1 dal ministro dell Economia e delle Finanze 2 dalla Commissione di vigilanza sui fondi pensione (COVIP) 3 dalla Banca d Italia 4 dall Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private (ISVAP) I fondi comuni mobiliari italiani: 1 sono soggetti alle imposte sui redditi se di tipo chiuso 2 sono soggetti alle imposte sui redditi se di tipo armonizzato 3 non sono soggetti alle imposte sui redditi e assumono generalmente la qualifica di lordista nei confronti dei redditi di capitale e dei redditi diversi 4 sono soggetti alle imposte sui redditi e assumono generalmente la qualifica di nettista nei confronti dei redditi di capitale e dei redditi diversi Il riscatto nelle polizze vita: 1 permette di apportare un versamento aggiuntivo 2 permette di risolvere anticipatamente il contratto assicurativo 3 può essere sempre esercitato in qualunque momento dalla stipula del contratto 4 equivale al cambio di contraenza Possono essere istituite per i lavoratori dipendenti e per i soci lavoratori di cooperative, forme pensionistiche complementari in regime di prestazioni definite? 1 Dipende dal livello del reddito del lavoratore interessato 2 Sì, ma possono essere istituite anche mediante forme pensionistiche complementari in regime di contribuzione definita 3 Sì, in quanto tale regime è l unico ammesso per le categorie in oggetto 4 No, possono essere istituite esclusivamente forme pensionistiche complementari in regime di contribuzione definita Le obbligazioni convertibili sono titoli obbligazionari che: 1 incorporano un opzione di vendita di un azione 2 forniscono il diritto di partecipare a un offerta di pubblico acquisto su un certo titolo 3 danno al possessore la facoltà di poter convertire le medesime obbligazioni in un determinato numero di azioni 4 danno al possessore il diritto di percepire l interesse periodico solo nel caso di conversione in azioni pag. 0

3 Nell'ambito della SML, ovvero l'equazione di stima del rendimento atteso di un titolo azionario sulla base del CAPM, il coefficiente beta rappresenta il rischio: 1 specifico del mercato 2 sistematico del mercato 3 specifico del titolo esaminato 4 sistematico del titolo esaminato Nelle polizze di assicurazione sulla vita, diverse da quelle con finalità previdenziali e da quelle aventi per oggetto il rischio di morte e l'invalidità permanente, di quale trattamento fiscale godono i premi versati? 1 Sono integralmente deducibili dal reddito imponibile 2 Sono completamente detraibili 3 Non è prevista alcuna detrazione né deduzione 4 Esiste la detrazione IRPEF pari al 19% del premio con tetto massimo di euro L'organizzazione e la conduzione delle operazioni di collocamento dei titoli di Stato italiani sono svolte: 1 dalla Banca d Italia per conto del ministero dell Economia e delle Finanze 2 dal ministero dell Economia e delle Finanze per conto della Banca d Italia 3 dall ABI per conto della Banca d Italia 4 dalla CONSOB per conto del ministero dell Economia e delle Finanze La volatilità di un fondo azionario indica: 1 la variabilità nel tempo dei rendimenti del fondo intorno al loro valore medio 2 la variabilità di tipo downside risk dei rendimenti del fondo 3 la misura di quanto il rischio del fondo sia dipendente dalla dinamica del benchmark di riferimento 4 il rendimento medio ottenibile dal fondo su un orizzonte temporale pari a cinque anni Ai sensi della normativa italiana, il patrimonio di un fondo comune di investimento aperto non armonizzato di diritto italiano può essere investito in fondi speculativi? 1 La normativa italiana non ha previsto nulla a riguardo e pertanto, in base alle prassi di mercato ammesse, l investimento è possibile, essendo i fondi speculativi considerati come normali OICR 2 Sì, purché i fondi speculativi siano anch essi di diritto italiano 3 Sì, sotto certe condizioni 4 No, è esplicitamente vietato I soggetti fiscalmente a carico di altri possono accedere alle forme pensionistiche complementari individuali? 1 In genere non è permesso, ma è prevista un eccezione nel caso in cui la forma pensionistica individuale sia attuata mediante contratti di assicurazione 2 No, non possono accedere ad alcuna forma previdenziale complementare 3 No, possono accedere solo a forme pensionistiche collettive 4 Sì, è possibile Nello svolgimento dei servizi e delle attività di investimento, le imprese di investimento, le società di gestione del risparmio e le banche possono utilizzare, nell'interesse proprio o di terzi, gli strumenti finanziari di pertinenza dei clienti da esse detenuti? 1 Sì, ma nel limite del 25% del patrimonio conferito 2 No, salvo consenso scritto 3 No, mai 4 Sì, a eccezione delle società di gestione del risparmio 13 L'adesione ad una forma di previdenza complementare: 1 non è mai obbligatoria 2 può avvenire solo se prevista dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro 3 può essere effettuata esclusivamente a un solo fondo 4 è consentita solo in presenza di un contributo del datore di lavoro pag. 1

4 Gli IPPS (versione italiana dei GIPS) prevedono che: 1 i portafogli inseriti in un composito non debbano essere discrezionali o soggetti a commissione ma contraddistinti dalla comunanza di strategia di investimento 2 i portafogli inseriti nello stesso composito siano discrezionali, soggetti a commissione e contraddistinti dalla disomogeneità di strategia di investimento 3 tutti i portafogli soggetti a commissione e gestiti in maniera discrezionale debbano essere inclusi in un unico composito a essi dedicato 4 tutti i portafogli effettivi, soggetti a commissione e gestiti in maniera discrezionale debbano essere inclusi almeno in un composito Nella valutazione della capacità di stock picking di un gestore di portafogli di investimento, si fa normalmente riferimento all indice di Jensen, che è calcolato: 1 come rapporto tra il rendimento conseguito dal portafoglio d investimento e quello del benchmark di riferimento stimato sulla base del CAPM 2 tramite una regressione, come coefficiente del termine quadratico della funzione di una parabola 3 come extra rendimento del portafoglio d investimento rispetto al rendimento del medesimo portafoglio stimato sulla base del CAPM 4 come differenza quadratica tra il rendimento conseguito dal portafoglio d investimento e quello del benchmark di riferimento stimato sulla base del CAPM Secondo il modello di Gordon: 1 il tasso di attualizzazione è inferiore al tasso di crescita dei dividendi 2 i dividendi crescono secondo un tasso costante (g) 3 i dividendi rimangono costanti nel tempo 4 i dividendi crescono in modo significativo in un primo periodo e poi rimangono costanti Nel contratto di assicurazione, si definisce contraente: 1 il soggetto al quale vengono pagate le prestazioni previste dal contratto 2 il soggetto il cui interesse è protetto dall assicurazione 3 la persona fisica o giuridica che stipula il contratto e adempie agli obblighi (pagamento dei premi) da esso previsti 4 un imprenditore che si obbliga a fornire la prestazione prevista nel contratto nel caso si verifichi l evento assicurato Quale tipologia di fondi comuni può investire in strumenti finanziari non quotati in un mercato regolamentato in misura superiore al 10%? 1 I fondi garantiti aperti, purché sia espressamente previsto nel regolamento del fondo 2 I fondi armonizzati italiani 3 Esclusivamente i fondi speculativi 4 I fondi chiusi Quale delle seguenti condizioni rappresenta uno dei presupposti definiti per il calcolo del TRES di un titolo obbligazionario a tasso fisso? 1 Uno scarto di emissione nullo 2 Il reinvestimento delle cedole sino alla scadenza a un tasso costante per tutto il periodo e pari al valore della cedola del titolo 3 Il mantenimento del titolo fino a scadenza 4 Una duration superiore all holding period Una polizza caso morte a vita intera è un contratto che: 1 prevede una scadenza prefissata per l erogazione della prestazione 2 non prevede una scadenza prefissata per l erogazione della prestazione 3 può avere una durata massima di dieci anni 4 può avere una durata massima di venti anni pag. 2

5 In merito al regime fiscale degli interessi conseguiti attraverso depositi e conti correnti, che differenza esiste se il percettore è una persona fisica non imprenditore o una società di capitali? 1 Nessuna, entrambi sono sottoposti a una ritenuta a titolo di acconto del 12,5% 2 La ritenuta è per tutti e due del 12,5%, ma per la persona fisica non imprenditore la ritenuta è a titolo d imposta, mentre per la società di capitali la ritenuta è a titolo di acconto 3 Nessuna, entrambi sono sottoposti a una ritenuta a titolo d imposta del 27% 4 La ritenuta è per tutti e due del 27%, ma per la persona fisica non imprenditore la ritenuta è a titolo d imposta, mentre per la società di capitali la ritenuta è a titolo di acconto L importo erogato come anticipazione della posizione maturata da un aderente a una forma di previdenza complementare per l acquisto della prima casa di abitazione, al netto dei redditi già assoggettati a imposizione, è tassata con: 1 il metodo della tassazione separata e aliquota dell 11% 2 aliquota IRPEF media degli ultimi 5 anni 3 aliquota del 23% 4 aliquota decrescente dal 15% al 9% in base all'anzianità di adesione I redditi di capitale derivano: 1 dall esercizio di attività d impresa 2 da qualsiasi fonte idonea a generare reddito 3 da rapporti aventi per oggetto l impiego di capitale 4 dall esercizio di attività di lavoro autonomo I fondi pensione sono soggetti a imposta sostitutiva delle imposte sui redditi nella misura: 1 dell 11% applicata al risultato netto maturato in ciascun periodo di imposta 2 del 15% applicata al patrimonio netto al termine di ciascun anno solare 3 dell 11% applicata al patrimonio netto al termine di ciascun anno solare 4 del 12% applicata al risultato maturato negli ultimi cinque periodi di imposta L'attività di organizzazione e gestione di mercati regolamentati di strumenti finanziari ha carattere di impresa ed è esercitata da: 1 società in cui lo Stato detiene una partecipazione di controllo anche se non di maggioranza 2 società per azioni, anche senza scopo di lucro 3 società in cui lo Stato detiene una partecipazione di maggioranza assoluta del capitale 4 istituzioni pubbliche facenti parte del ministero dell Economia e delle Finanze Nell'ambito della valutazione della performance di un investimento in un fondo comune, l'indicatore MWRR (Money Weighted Rate of Return): 1 misura il rendimento complessivo medio ottenuto dall'investitore in un certo periodo 2 misura la bravura del gestore 3 prescinde dai conferimenti e dai riscatti attuati dall'investitore 4 consente di svincolare il calcolo della performance dalla tempistica dei flussi in entrata e in uscita dal fondo 27 Una polizza assicurativa che prevede il pagamento al beneficiario di un capitale alla scadenza del contratto, sia in caso di morte dell assicurato durante la durata contrattuale, sia nel caso in cui l assicurato sia ancora in vita si definisce: 1 mista a termine fisso 2 mista immediata 3 temporanea caso morte 4 mista anticipata pag. 3

6 ANALYSIS I titoli Alfa, Beta e Gamma hanno un beta pari rispettivamente a 1,4, 0,2, 0,8 e sono tutti quotati sullo stesso mercato. Nell ipotesi di formazione di un portafoglio che contenga tutti e tre i titoli, quale delle seguenti affermazioni risulta essere sicuramente vera? 1 Il portafoglio sarà sicuramente molto aggressivo 2 Il beta del portafoglio sarà necessariamente inferiore a 1,4 poiché viene calcolato attraverso una media ponderata dei beta dei singoli titoli 3 Il rischio complessivo del portafoglio, calcolato attraverso lo scarto quadratico medio, sarà indubbiamente superiore a 1 4 Il portafoglio verrà gestito attivamente poiché sono presenti titoli value L'applicazione della style analysis risulta normalmente complessa nel caso di: 1 fondi azionari America 2 fondi azionari Italia 3 fondi azionari Europa 4 hedge fund Le polizze vita rivalutabili sono necessariamente solo polizze: 1 caratterizzate da gestioni separate, indipendentemente dal fatto che la polizza sia individuale o collettiva 2 individuali 3 che consentono la deducibilità dei premi dal reddito del contraente 4 collettive Se un lavoratore dipendente privato effettua una scelta tacita di conferimento del TFR, qual è l ammontare che l'azienda ha l'obbligo di destinare alla forma di previdenza complementare? 1 Per rispondere occorre distinguere due casi: se l'azienda ha più o meno di 50 dipendenti 2 L'azienda verserà il TFR maturato dal giorno dell'assunzione 3 In caso di scelta tacita il TFR viene mantenuto in azienda 4 L'azienda verserà il TFR maturato dal settimo mese successivo all'assunzione Se si è in presenza di un information ratio positivo significa che: 1 la gestione attiva non è stata in grado di realizzare un beneficio per il patrimonio gestito 2 è stato realizzato un active result positivo 3 è stato realizzato un active risk negativo 4 la gestione del fondo è stata di tipo strettamente passivo Rifacendosi al modello di Gordon, quale delle seguenti alternative fornisce un indicazione esauriente delle principali variabili che dovrebbero influenzare il price-earning ratio (P/E) di un titolo azionario? 1 L entità del premio al rischio del mercato e del tasso di rendimento privo di rischio 2 Il ROE dell emittente, il valore di libro dell azione e il numero di azioni in circolazione 3 Il costo del capitale azionario, il tasso di crescita degli dividendi, il tasso di payout o, specularmente, il tasso di ritenzione degli utili 4 Il ROE dell emittente e il tasso di ritenzione degli utili Quale tra le seguenti rappresenta la modalità di determinazione del capitale maturato nelle polizze unit linked? 1 Il prodotto tra il numero delle unit possedute e il relativo valore a quella data 2 Il prodotto tra il capitale investito e l andamento di un indice borsistico 3 La comunicazione della compagnia di assicurazione a ogni ricorrenza annuale 4 L'applicazione di un determinato tasso al capitale investito Un CTZ ha una vita residua pari a 18 mesi. Qual è la sua duration espressa in anni? , ,33 pag. 4

7 APPLICATION Un fondo comune ha un rendimento atteso del 6% e una deviazione standard del 6%; se il tasso privo di rischio è pari al 3%, lo Sharpe Ratio del fondo dovrebbe essere pari a: ,5 3 1,5 4 4 Sapendo che un titolo obbligazionario ha le seguenti caratteristiche: tasso di rendimento immediato pari a 2,5%, prezzo tel quel pari a 97,2 e rateo cedola maturato pari a 1,2, qual è l entità della cedola? 1 2,4 2 2,43 3 2, pag. 5

8 I sessione d'esame per il conseguimento del Diploma "European Financial Services - DEFS" Griglia risposte esatte 01/06/2011 Domanda Risposta Domanda Risposta R1 2 R21 4 R2 4 R22 3 R3 2 R23 2 R4 4 R24 4 R5 3 R25 3 R6 2 R26 3 R7 4 R27 1 R8 3 R28 1 R9 4 R29 2 R10 3 R30 1 R11 1 R31 2 R12 1 R32 4 R13 1 R33 1 R14 3 R34 4 R15 4 R35 2 R16 2 R36 3 R17 4 R37 1 R18 3 R38 2 R19 2 R39 2 R20 3 R40 1

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE DEFS01 I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA

Dettagli

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 10 ottobre 2008 NON STRAPPARE

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 10 ottobre 2008 NON STRAPPARE DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 10 ottobre 2008 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA

Dettagli

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Giovedì 27 maggio 2010 NON STRAPPARE

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Giovedì 27 maggio 2010 NON STRAPPARE DEFS01 I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Giovedì 27 maggio 2010 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA

Dettagli

Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE

Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE DEFS01 Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA Rispondere ai seguenti

Dettagli

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 Prova D FS 1 KNOWLEDGE 1 Il rischio specifico di un titolo azionario: 1. è quantificabile

Dettagli

Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE

Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE DEFS01 Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA pag. 1 Rispondere

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE A NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE A NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE A NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

POLIZZE VITA CASO MORTE: TASSAZIONE DEI CAPITALI

POLIZZE VITA CASO MORTE: TASSAZIONE DEI CAPITALI POLIZZE VITA CASO MORTE: TASSAZIONE DEI CAPITALI IL CONSULENTE: TUTTO QUELLO CHE C E DA SAPERE L Agenzia delle Entrate ha pubblicato la Circolare 8/E del 1 aprile 2016 con cui fornisce dei chiarimenti

Dettagli

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione)

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione) La previdenza complementare La previdenza complementare ha lo scopo di pagare pensioni che si aggiungono a quelle del sistema obbligatorio, in modo da assicurare migliori condizioni di vita ai pensionati.

Dettagli

Diploma uropean Financial Services - (D FS)

Diploma uropean Financial Services - (D FS) Diploma uropean Financial Services - (D FS) Diploma European Financial Services (D FS) 1 Premessa Al termine del programma di Diploma in uropean Financial Services, i partecipanti al corso saranno chiamati

Dettagli

Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari

Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari Introduzione Le forme pensionistiche complementari sono forme di previdenza finalizzate alla costituzione di una prestazione pensionistica integrativa,

Dettagli

I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE

I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE EFA02 I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA ISTRUZIONE

Dettagli

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare www.logicaprevidenziale.it A Albo (delle forme pensionistiche complementari): Elenco ufficiale tenuto dalla COVIP cui le forme pensionistiche

Dettagli

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA D1 Sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA Incollare sulla scheda

Dettagli

Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR. Scegliere oggi pensando al domani

Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR. Scegliere oggi pensando al domani Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR Scegliere oggi pensando al domani Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 4 Cara lavoratrice, caro lavoratore come certamente saprai, dal primo gennaio è

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

Glossario della previdenza complementare. Adesione collettiva

Glossario della previdenza complementare. Adesione collettiva Glossario della previdenza complementare. Adesione collettiva Modalità di adesione alle forme pensionistiche complementari definita sulla base di accordi collettivi a qualunque livello, anche aziendali,

Dettagli

Aspetti fiscali sulla previdenza complementare

Aspetti fiscali sulla previdenza complementare Stampa Aspetti fiscali sulla previdenza complementare admin in LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: ASPETTI FISCALI Come è noto, la riforma, attuata con il Decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, in vigore

Dettagli

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP)

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) sono forme pensionistiche complementari esclusivamente individuali rivolte a tutti

Dettagli

Fondo pensione aperto UNIPOL FUTURO. Guida per l adesione AZIENDALE. Unità Sviluppo vita

Fondo pensione aperto UNIPOL FUTURO. Guida per l adesione AZIENDALE. Unità Sviluppo vita Fondo pensione aperto UNIPOL FUTURO Guida per l adesione AZIENDALE Unità Sviluppo vita Indice Cos è Unipol FUTURO Pag. 3 Perché aderire Pag. 3 Il percorso di adesione Pag. 4 I contributi Pag. 4 I flussi

Dettagli

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) sono forme pensionistiche complementari esclusivamente individuali rivolte a tutti

Dettagli

FONDO PENSIONE PRIAMO

FONDO PENSIONE PRIAMO I VANTAGGI DELL ADESIONE AL FONDO PENSIONE PRIAMO INTEGRAZIONE E PROTEZIONE FALITÀ REDDITIVITÀ FLESSIBILITÀ ECONOMICITÀ DIVERSIFICAZIONE L adesione a Priamo comporta, per l aderente, una serie di VANTAGGI

Dettagli

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA D1 Sessione d'esame per il conseguimento del Diploma "European Financial Services - DEFS" NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA Incollare sulla scheda

Dettagli

PERCHÉ CONVIENE ADERIRE A TELEMACO

PERCHÉ CONVIENE ADERIRE A TELEMACO PERCHÉ CONVIENE ADERIRE A TELEMACO CHI È TELEMACO TELEMACO è il Fondo Pensione Complementare del settore delle Telecomunicazioni costituito nel 1998, in forma di associazione riconosciuta senza fine di

Dettagli

PARTE III DEL PROSPETTO INFORMATIVO ALTRE INFORMAZIONI

PARTE III DEL PROSPETTO INFORMATIVO ALTRE INFORMAZIONI PARTE III DEL PROSPETTO INFORMATIVO ALTRE INFORMAZIONI La Parte III del Prospetto d offerta, da consegnare su richiesta all investitore-contraente, è volta a illustrare le informazioni di dettaglio sull

Dettagli

Per saperne di più su alcune parole della previdenza

Per saperne di più su alcune parole della previdenza Adesione individuale: Forma di adesione al fondo pensione aperto, che si perfeziona mediante un contratto stipulato direttamente tra il singolo aderente ed il fondo. Adesione Volontaria: Forma di adesione

Dettagli

PROPOSTE DI MODIFICA DELLE PARTI SOCIALI AL NUOVO SCHEMA DI

PROPOSTE DI MODIFICA DELLE PARTI SOCIALI AL NUOVO SCHEMA DI PROPOSTE DI MODIFICA DELLE PARTI SOCIALI AL NUOVO SCHEMA DI PROVVEDIMENTO ATTUATIVO DELLA LEGGE DELEGA 243/04, IN MATERIA DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE, CONSEGNATO DAL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE

Dettagli

Anno 2013 N. RF148. La Nuova Redazione Fiscale ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO

Anno 2013 N. RF148. La Nuova Redazione Fiscale ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO Anno 2013 N. RF148 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO RIFERIMENTI D.LGS. 47/2000; D.LGS.

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo Rispondere ai seguenti quesiti. Livello Knowledge 1 2 3 4 Nelle forme pensionistiche individuali, attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita, l ammontare dei premi: 1 è sempre definito in misura

Dettagli

Programma Diploma European Financial Services - DEFS Applicazione dagli esami del 2014

Programma Diploma European Financial Services - DEFS Applicazione dagli esami del 2014 Programma Diploma European Financial Services - DEFS dagli esami del 2014 Modulo Tema Pesi % Numero di giorni equivalenti Mod. Investimento e rischio di investimento 33,3% 4 Mod. Fondi 16,7% 2 Mod. Gestione

Dettagli

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI AMMINISTRATIVI DELLE AGENZIE GENERALI INA-ASSITALIA (Iscritto all Albo COVIP n. 1362) NOTA INFORMATIVA

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI AMMINISTRATIVI DELLE AGENZIE GENERALI INA-ASSITALIA (Iscritto all Albo COVIP n. 1362) NOTA INFORMATIVA FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI AMMINISTRATIVI DELLE AGENZIE GENERALI INA-ASSITALIA (Iscritto all Albo COVIP n. 1362) NOTA INFORMATIVA INDICE 1. SCHEDA SINTETICA 2 A) PRESENTAZIONE DEL FONDO 2 A1. Elementi

Dettagli

Il tuo Fondo per la tua pensione complementare

Il tuo Fondo per la tua pensione complementare Il tuo Fondo per la tua pensione complementare PRINCIPALI CARATTERISTICHE Fondo Nazionale Pensione Complementare per i lavoratori dell industria metalmeccanica, dell installazione di impianti e dei settori

Dettagli

I Fondi pensione nel pubblico impiego

I Fondi pensione nel pubblico impiego 38 I Fondi pensione destinati ai lavoratori dipendenti delle pubbliche amministrazioni dello Stato, il cui rapporto di lavoro è disciplinato tramite contrattazione collettiva, possono essere istituiti

Dettagli

Documento sul Regime Fiscale

Documento sul Regime Fiscale FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLA HEWLETT- PACKARD ITALIANA S.r.l. E DI ALTRE SOCIETA DEL GRUPPO HEWLETT-PACKARD Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1538 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato

Dettagli

Premessa. by Gestione Processi Formativi 2

Premessa. by Gestione Processi Formativi 2 Premessa Una presentazione in cui si affronta il tema della fiscalità delle polizze vita e delle forme di previdenza complementare. Viene ripreso il vecchio regime fiscale (valido per tutte le polizze

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE INDICE INTRODUZIONE IL TFR LA PREVVIDENZA COMPLEMENTARE IL FINANZIAMENTO DELLE FORME PENSIONISTICHE FORME DI ADESIONE AGEVOLAZIONI FISCALI TASSAZIONE DELLE PRESTAZIONI TRASFERIMENTO

Dettagli

Forme pensionistiche complementari Introduzione Le forme pensionistiche complementari sono forme di previdenza finalizzate alla costituzione di una

Forme pensionistiche complementari Introduzione Le forme pensionistiche complementari sono forme di previdenza finalizzate alla costituzione di una Forme pensionistiche complementari Introduzione Le forme pensionistiche complementari sono forme di previdenza finalizzate alla costituzione di una prestazione pensionistica integrativa, autorizzate e

Dettagli

I Fondi pensione nel pubblico impiego

I Fondi pensione nel pubblico impiego I Fondi pensione nel pubblico impiego I scheda Fondi pensione destinati ai lavoratori dipendenti delle pubbliche amministrazioni dello Stato, il cui rapporto di lavoro è disciplinato tramite contrattazione

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE *

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * Chi è interessato dalla Riforma Sono interessati alla riforma della previdenza complementare attuata con il decreto legislativo n. 252/2005

Dettagli

(fonti : sito internet www.tfr.gov.it curato Ministero del lavoro e della previdenza sociale e dalla Commissione di vigilanza sui fondi pensione)

(fonti : sito internet www.tfr.gov.it curato Ministero del lavoro e della previdenza sociale e dalla Commissione di vigilanza sui fondi pensione) INFORMATIVA SULLA DESTINAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO RESA AI SENSI DELL ARTICOLO 8, COMMA 8, DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005, N. 252 (fonti : sito internet www.tfr.gov.it curato Ministero

Dettagli

La nuova Previdenza: riforma e offerta. Direzione commerciale - Sviluppo previdenza e convenzioni

La nuova Previdenza: riforma e offerta. Direzione commerciale - Sviluppo previdenza e convenzioni La nuova Previdenza: riforma e offerta Direzione commerciale - Sviluppo previdenza e convenzioni Previdenza: situazione attuale 140 Alcuni fattori rilevanti: 120 100 80 22 2015 pensionamento persone nate

Dettagli

Diploma uropean Financial Services

Diploma uropean Financial Services Diploma uropean Financial Services Premessa Al termine del programma di Diploma in uropean Financial Services, i partecipanti al corso saranno chiamati a sostenere una prova d esame che verifichi l acquisizione

Dettagli

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO REALE MUTUA

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO REALE MUTUA FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO REALE MUTUA Iscritto all Albo dei Fondi Pensione I Sezione Speciale in data 4 agosto 1999, al n. 1447 Nota Informativa edizione 18 giugno 2015 pag 1 di 32 Nota

Dettagli

Previcooper, il fondo pensione della distribuzione cooperativa

Previcooper, il fondo pensione della distribuzione cooperativa Fondo Pensione per i lavoratori dipendenti dalle imprese della distribuzione cooperativa Iscritto all Albo dei Fondi Pensione con il numero d ordine 102 Previcooper, il fondo pensione della distribuzione

Dettagli

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento Sezione Terza I Fondi comuni di investimento 369. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è

Dettagli

Dossier riforma TFR I nuovi e i vecchi assunti. Lavoratori assunti prima del 29 aprile 1993.

Dossier riforma TFR I nuovi e i vecchi assunti. Lavoratori assunti prima del 29 aprile 1993. Dossier riforma TFR Inizia il conto alla rovescia per la nuova disciplina sul TFR, che dovrebbe contribuire ad alimentare la previdenza complimentare. Con lo schema di decreto legislativo previsto dalla

Dettagli

Previgest Fund Mediolanum

Previgest Fund Mediolanum Fondo Pensione aperto Previgest Fund Mediolanum Documento sul Regime Fiscale Società di Gestione Collocatore Unico Retro di copertina 2/7 Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa

Dettagli

i fondi pensione: in che consistono, come utilizzarli

i fondi pensione: in che consistono, come utilizzarli LA GUIDA DEL CONTRIBUENTE è una pubblicazione del Ministero delle Finanze Segretariato generale Ufficio per l informazione del contribuente Per ulteriori informazioni: www.finanze.it La Guida è distribuita

Dettagli

SCHEDA SINTETICA CARATTERISTICHE DELLA FORMA PENSIONISTICA COMPLEMENTARE

SCHEDA SINTETICA CARATTERISTICHE DELLA FORMA PENSIONISTICA COMPLEMENTARE CARATTERISTICHE DELLA FORMA PENSIONISTICA COMPLEMENTARE Informazioni generali Lo scopo La costruzione della pensione complementare Il modello di governance La contribuzione Il TFR La quota a carico dell

Dettagli

I Fondi pensione negoziali

I Fondi pensione negoziali I Fondi pensione negoziali 45 I Fondi pensione negoziali sono forme pensionistiche complementari la cui origine, come suggerisce il termine negoziali, è di natura contrattuale. Essi sono destinati a specifiche

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Misure urgenti in materia di previdenza complementare

Misure urgenti in materia di previdenza complementare Misure urgenti in materia di previdenza complementare Il Consiglio dei Ministri di venerdì 10 novembre 2006 ha approvato il decreto legge in materia di previdenza complementare in coerenza con l anticipo

Dettagli

Il cliente affluent tende a vivere la relazione con la propria banca in modo:

Il cliente affluent tende a vivere la relazione con la propria banca in modo: pag. 1 1 Il cliente affluent tende a vivere la relazione con la propria banca in modo: dinamico, poiché la vede come uno strumento per il raggiungimento di elevati status di autonomia e indipendenza passivo,

Dettagli

riamo News Rendimenti dei compari di Priamo nel primo semestre del 2014 5,57% 2,00% 0,85% BILANCIO PRUDENTE

riamo News Rendimenti dei compari di Priamo nel primo semestre del 2014 5,57% 2,00% 0,85% BILANCIO PRUDENTE Mi è convenuto aderire a Priamo? Guardando ai rendimenti che Priamo ha ottenuto negli ultimi anni, la risposta è sicuramente sì. I risultati dei rendimenti conseguiti nel 2013 dai gestori finanziari selezionati

Dettagli

Sono, al momento, esclusi dal campo di applicazione della riforma i pubblici dipendenti ai quali continua ad applicarsi la disciplina previgente.

Sono, al momento, esclusi dal campo di applicazione della riforma i pubblici dipendenti ai quali continua ad applicarsi la disciplina previgente. DOCUMENTI REPERITI NEL SITO DELLA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE PREDISPOSTO DAL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE www.tfr.gov.it Chi è interessato dalla Riforma Sono interessati

Dettagli

perché conviene aderire a telemaco

perché conviene aderire a telemaco perché conviene aderire a telemaco Chi è Telemaco TELEMACO è il Fondo Pensione Complementare del settore delle Telecomunicazioni costituito nel 1998, in forma di associazione riconosciuta senza fine di

Dettagli

SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO

SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO DURATA CONTRATTUALE LIMITI ASSUNTIVI QUESTIONARI PRESTAZIONI IN CASO DI VITA DELL ASSICURATO (capitale a scadenza) PRESTAZIONE IN CASO DI DECESSO DELL

Dettagli

FONDI PENSIONE PREESISTENTI ISTRUZIONI DI COMPILAZIONE DEI MODULI PER LA SEGNALAZIONE DEI DATI PER L ANNO 2013

FONDI PENSIONE PREESISTENTI ISTRUZIONI DI COMPILAZIONE DEI MODULI PER LA SEGNALAZIONE DEI DATI PER L ANNO 2013 FONDI PENSIONE PREESISTENTI ISTRUZIONI DI COMPILAZIONE DEI MODULI PER LA SEGNALAZIONE DEI DATI PER L ANNO 2013 I moduli che compongono la segnalazione sono organizzati in un unico file Excel, denominato:

Dettagli

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA CASSA DI RISPARMIO DI ASTI S.P.A.

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA CASSA DI RISPARMIO DI ASTI S.P.A. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA CASSA DI RISPARMIO DI ASTI S.P.A. ISCRITTO ALL'ALBO DEI FONDI PENSIONE - I SEZIONE SPECIALE - FONDI PENSIONE PREESISTENTI CON SOGGETTIVITA' GIURIDICA

Dettagli

Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese. 23 domande 23 risposte

Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese. 23 domande 23 risposte Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese 23 domande 23 risposte Oggi un progetto per il futuro Avvertenza: Il presente opuscolo ha carattere divulgativo e non

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

NOME PRODOTTO Popolare Vita Previdenza - Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione 5075 11/09/2008

NOME PRODOTTO Popolare Vita Previdenza - Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione 5075 11/09/2008 POPOLARE VITA PREVIDENZA - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO A PREMI RICORRENTI E PREMI INTEGRATIVI CON PRESTAZIONI LEGATE AL RENDIMENTO

Dettagli

POPOLARE VITA PREVIDENZA

POPOLARE VITA PREVIDENZA POPOLARE VITA PREVIDENZA INFORMAZIONI GENERALI NOME PRODOTTO Popolare Vita Previdenza - Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione N DI ISCRIZIONE ALL ALBO DATA ISCRIZIONE TIPOLOGIA

Dettagli

Aspetti fiscali della previdenza integrativa 1

Aspetti fiscali della previdenza integrativa 1 Aspetti fiscali della previdenza integrativa 1 Il regime fiscale della previdenza integrativa risente del sistema in base al quale è strutturato. Al compimento dell età pensionabile il sottoscrittore percepirà

Dettagli

Gli Organismi di Previdenza Complementare

Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli organismi di previdenza complementare, o fondi pensione, sono stati introdotti nell ordinamento italiano attraverso le disposizioni del Decreto legislativo

Dettagli

I Fondi pensione preesistenti

I Fondi pensione preesistenti I Fondi pensione preesistenti I scheda Fondi pensione preesistenti sono forme pensionistiche complementari che, come suggerisce il termine preesistenti, operavano antecedentemente all emanazione della

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO SMART

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO SMART REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO SMART 1 Denominazione CNP UniCredit Vita al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti degli Aderenti, in base a quanto stabilito dal Regolamento e dalle

Dettagli

Docente: Alessandro Bugli

Docente: Alessandro Bugli Docente: Alessandro Bugli Rapporto patrimonio / PIL dei fondi pensione Paesi OCSE anno 2012 Fonte: OECD Global Pension Statistics - 2012 Rapporto patrimonio / PIL dei fondi pensione Paesi OCSE anno 2012

Dettagli

TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE?

TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE? TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE? QUESITI E SOLUZIONI SULLA PREVIDENZA INTEGRATIVA. SPECIALE LAVORATORI DIPENDENTI LA PREVIDENZA? È CAMBIATA Le modifiche introdotte dalla Riforma Dini

Dettagli

Il tuo Fondo per la tua pensione complementare

Il tuo Fondo per la tua pensione complementare Il tuo Fondo per la tua pensione complementare PRINCIPALI CARATTERISTICHE Fondo Nazionale Pensione Complementare per i lavoratori dell industria metalmeccanica, dell installazione di impianti e dei settori

Dettagli

Quesiti livello Application

Quesiti livello Application 1 2 3 4 Se la correlazione tra due attività A e B è pari a 0 e le deviazioni standard pari rispettivamente al 4% e all 8%, per quali dei seguenti valori dei loro pesi il portafoglio costruito con tali

Dettagli

L IMPATTO DELLE MISURE SUL TFR CONTENUTE NELLA LEGGE DI STABILITA PER IL 2015 *

L IMPATTO DELLE MISURE SUL TFR CONTENUTE NELLA LEGGE DI STABILITA PER IL 2015 * L IMPATTO DELLE MISURE SUL TFR CONTENUTE NELLA LEGGE DI STABILITA PER IL 2015 * La legge di stabilità per il 2015 interviene pesantemente sulla tassazione del TFR, secondo tre modalità differenti: 1. TFR

Dettagli

Il tuo Fondo per la tua pensione complementare

Il tuo Fondo per la tua pensione complementare Il tuo Fondo per la tua pensione complementare PRINCIPALI CARATTERISTICHE Fondo Nazionale Pensione Complementare per i lavoratori dell industria metalmeccanica, dell installazione di impianti e dei settori

Dettagli

DOCUMENTO SUL MULTICOMPARTO

DOCUMENTO SUL MULTICOMPARTO FONTEDIR Fondo Pensione Complementare Dirigenti Gruppo Telecom Italia FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE DIRIGENTI GRUPPO TELECOM ITALIA in forma abbreviata FONTEDIR DOCUMENTO SUL MULTICOMPARTO REGIME FISCALE

Dettagli

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE Chiarimenti sulla disciplina fiscale del d. lgs. n. 252/2005 (c.d. Testo Unico della previdenza complementare) Circolare dell

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

Un benchmark è rappresentativo di un portafoglio efficiente quando:

Un benchmark è rappresentativo di un portafoglio efficiente quando: pag. 1 1 Un benchmark è rappresentativo di un portafoglio efficiente quando: il suo rendimento può essere riprodotto minimizzando il tracking error minimizza i costi di transazione la sua performance è

Dettagli

La nuova previdenza complementare

La nuova previdenza complementare Concreto Fondo Pensione Complementare Nazionale La nuova previdenza complementare La nuova previdenza complementare 1 Agenda Adesione esplicita e tacita Fonti di finanziamento e regole per la deducibilità

Dettagli

I Fondi pensione aperti

I Fondi pensione aperti 50 I Fondi pensione aperti sono forme pensionistiche complementari alle quali, come suggerisce il termine aperti, possono iscriversi tutti coloro che, indipendentemente dalla situazione lavorativa (lavoratore

Dettagli

SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO

SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO DURATA CONTRATTUALE LIMITI ASSUNTIVI QUESTIONARI PRESTAZIONE IN CASO DI VITA DELL ASSICURATO (capitale a scadenza) PRESTAZIONE IN CASO DI DECESSO DELL

Dettagli

Documento sul regime fiscale

Documento sul regime fiscale Fondo Scuola Espero FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELLA SCUOLA iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 145 Documento sul regime fiscale (depositato presso la Covip

Dettagli

Ogni dipendente pubblico decide volontariamente la propria adesione al fondo..

Ogni dipendente pubblico decide volontariamente la propria adesione al fondo.. Il fondo Espero ESPERO è il Fondo nazionale pensione complementare per i lavoratori della scuola. Il Fondo Pensione è nato a seguito dell accordo istitutivo del 14/03/2001 fra le Organizzazioni Sindacali

Dettagli

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI ADDETTI AI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO E PER I LAVORATORI DEI SETTORI AFFINI

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI ADDETTI AI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO E PER I LAVORATORI DEI SETTORI AFFINI PRIAMO FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI ADDETTI AI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO E PER I LAVORATORI DEI SETTORI AFFINI Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 139

Dettagli

Documento sulla politica di investimento (Aggiornamento del 29/12/2014 approvato il 09/01/2015)

Documento sulla politica di investimento (Aggiornamento del 29/12/2014 approvato il 09/01/2015) Fondo Pensione per i Dirigenti IBM FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I DIRIGENTI IBM Soggetto con Personalità Giuridica Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1070 Documento sulla

Dettagli

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 18/06/2015. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

programma previdenza il tuo DoMani DipenDe DaLLe scelte Di oggi.

programma previdenza il tuo DoMani DipenDe DaLLe scelte Di oggi. programma previdenza il tuo DoMani DipenDe DaLLe scelte Di oggi. tutte Le RISPOSTE CHe CERCHI. IntegrazionePensionisticaAurora * è un piano pensionistico individuale realizzato mediante un contratto di

Dettagli

Riforma della Previdenza Complementare e nuove regole Fondo COMETA

Riforma della Previdenza Complementare e nuove regole Fondo COMETA Riforma della Previdenza Complementare e nuove regole Fondo COMETA * " &$ #+ ( " ', & $ - "$. /$!& /$!& /$!& /$!& + $$!&$ #,!& '!! " #$ %& $ ' ( )( & &$ )($$&! " )( $ )( gennaio 2007 2 Normativa di riferimento:

Dettagli

ABC DELLA PREVIDENZA CO C MPLE L M E EN E TA T R A E R

ABC DELLA PREVIDENZA CO C MPLE L M E EN E TA T R A E R ABC DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE Art 1. Ambito di applicazione e definizioni LE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI EROGANO TRATTAMENTI PENSIONISTICI AGGIUNTIVI DEL SISTEMA OBBLIGATORIO PUBBLICO ALLO

Dettagli

RIFORMA DELLA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE

RIFORMA DELLA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE RIFORMA DELLA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE L articolo 2 del decreto legge 13 agosto 2011 n. 138, convertito, con modificazioni, nella legge 14 settembre 2011 n. 148, concernente ulteriori misure

Dettagli

Le obbligazioni convertibili: Nell'investimento immobiliare si definisce asset market :

Le obbligazioni convertibili: Nell'investimento immobiliare si definisce asset market : pag. 1 1 Una strategia di asset allocation impostata sulla costanza del rapporto tra componente azionaria e obbligazionaria di un portafoglio si basa sul principio di: gestione passiva buy and hold constant

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007 Art.1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, l Impresa ha costituito

Dettagli

MILANO ASSICURAZIONI S.p.A. Via Senigallia, 18/2-20161 MILANO - www.milass.it

MILANO ASSICURAZIONI S.p.A. Via Senigallia, 18/2-20161 MILANO - www.milass.it Milano Assicurazioni S.p.A. Gruppo Assicurativo UNIPOL di tipo assicurativo Fondo Pensione (tariffa 34FP) Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5021 NOTA INFORMATIVA PER I POTENZIALI ADERENTI

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il sistema previdenziale italiano, da oltre un decennio, è stato oggetto di numerose riforme volte, da un lato, a riorganizzare ed armonizzare i trattamenti previdenziali assicurati

Dettagli