Proposta per una Nuova BNI Bibliografia Nazionale Italiana

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Proposta per una Nuova BNI Bibliografia Nazionale Italiana"

Transcript

1 Pag. 1 di 10 Proposta per una Nuova BNI Bibliografia Nazionale Italiana Versione Data Autore Descrizione modifiche/ Note versione /05/13 Michele Casalini 0.X mag-lug Revisioni varie /07/13 SINTESI DEL DOCUMENTO La BNI, Bibliografia Nazionale Italiana, redatta dalla BNCF, e I Libri. Bibliografia italiana, redatta da Casalini Libri, rappresentano due servizi che, sostanzialmente, svolgono le medesime funzioni di controllo bibliografico nazionale. Essi, fra l altro, hanno sede il primo a Firenze e il secondo a Fiesole, a pochi chilometri di distanza l uno dall altro. Il documento che si sottopone all attenzione della Direzione della BNCF intende presentare una proposta di riassetto editoriale e organizzativo della BNI che prefiguri un nuovo strumento di controllo bibliografico nazionale, evoluzione delle due bibliografie, concepito come servizio efficiente rivolto ai cittadini, agli studiosi, ai bibliotecari e alle istituzioni italiane e di tutto il mondo, frutto della collaborazione tra Biblioteca nazionale centrale di Firenze e Casalini Libri. La cooperazione mira a raggiungere i tre scopi che caratterizzano ogni bibliografia nazionale: tempestività, esaustività, autorevolezza. La motivazione della proposta è duplice, biblioteconomica ed economica: occorre ripensare criticamente la struttura della BNI adeguandola agli standard internazionali, secondo quanto previsto dalle linee guida National bibliographies in the digital age: guidance and new directions dell IFLA, emanate nel L ampia disponibilità di risorse elettroniche, la necessità di utilizzare norme descrittive e di creazione di accessi condivisi in ambito internazionale, la consapevolezza, come paradigma irrinunciabile, della cooperazione tra biblioteche e istituti culturali, la nascita di un nuovo linguaggio di comunicazione globale (linked data) impongono la definizione di un nuovo modello di bibliografia nazionale italiana che risponda in modo funzionale a un universo bibliografico sempre più vasto e diversificato, nonché alle mutate esigenze di coloro che utilizzano i servizi bibliografici in ambito nazionale e internazionale; individuare una soluzione intelligente che eviti duplicati, ovvero sprechi, favorendo, insieme alla razionalizzazione del servizio, un risparmio in termini economici per il MiBAC e per il Paese Italia nel suo complesso. Grazie alla Nuova BNI, infatti, molte biblioteche italiane potrebbero dedicarsi più proficuamente ai servizi all utenza, avvalendosi delle notizie bibliografiche prodotte centralmente e riversate in SBN. La Nuova BNI si configurerebbe così come strumento di servizio nazionale ed esplicherebbe la sua funzione di efficiente, esaustivo e tempestivo controllo bibliografico; esaustività e tempestività, in questo caso, partecipano al concetto di autorevolezza. Ripensare il modello funzionale della Nuova BNI significa soprattutto ripensare il quadro dei servizi bibliografici nazionali, che dovrebbero essere offerti in modo sempre più integrato e attuati con la cooperazione delle principali biblioteche italiane.

2 Pag. 2 di 10 INDICE 1. Funzione delle bibliografie nazionali... p La produzione editoriale italiana... p Il caso italiano 3.1 La BNI, Bibliografia Nazionale Italiana...p I Libri. Bibliografia Italiana... p Storia e vocazione di Casalini Libri... p Le due bibliografie a confronto... p La proposta... p. 8

3 Pag. 3 di FUNZIONE DELLE BIBILIOGRAFIE NAZIONALI Le bibliografie nazionali hanno lo scopo di controllare la produzione editoriale del proprio paese, tramite la redazione di registrazioni bibliografiche relative all editoria nazionale, in tutte le forme e modalità di pubblicazione: libri, periodici, musica sia in forma a stampa sia digitale. I cambiamenti indotti dal world wide web (www) e l'esplosione dei media elettronici hanno messo in discussione molti presupposti su cui si sono finora fondate le bibliografie nazionali. Dopo anni di preparazione, la Sezione Bibliografia dell'ifla, nel 2009, ha pubblicato nuove linee guida: National bibliographies in the digital age: guidance and new directions. Esse prevedono la cooperazione tra istituti di natura diversa e l indicizzazione delle risorse elettroniche (e-book, e-journal etc.). 2. LA PRODUZIONE EDITORIALE IN ITALIA A titolo di riferimento si riportano le cifre della produzione editoriale del 2010 (produzione varia, ragazzi, editoria educativa) dalla fonte Ufficio Studi AIE su dati ISTAT: Novità editoriali Ristampe Titoli complessivi di cui: Traduzioni in lingua italiana Libri per bambini e ragazzi Editoria educativa (scolastica) IL CASO ITALIANO 3.1 LA BNI, BIBLIOGRAFIA NAZIONALE ITALIANA In Italia, caso unico al mondo, esistono de facto due bibliografie nazionali correnti: la BNI e I Libri. La BNI è nata nel 1958 all interno della Biblioteca nazionale centrale di Firenze (BNCF), istituto che svolge la funzione di Agenzia bibliografica nazionale, ovvero la funzione del controllo bibliografico italiano; essa prosegue l esperienza del Bollettino delle pubblicazioni italiane ricevute per diritto di stampa, iniziato nel La BNI censisce annualmente circa libri

4 Pag. 4 di 10 e altro materiale, corrispondente al 10% di quanto prodotto in Italia e depositato presso la Nazionale di Firenze, nel rispetto della legge 15 aprile 2004, n. 106 Norme relative al deposito legale dei documenti di interesse culturale destinati all'uso pubblico. 3.2 I LIBRI. BIBLIOGRAFIA ITALIANA Dal 1984, accanto alla BNI si è affiancata I Libri. Bibliografia italiana, la bibliografia curata da Casalini Libri che censisce annualmente oltre titoli; essa ha una funzione principalmente commerciale di diffusione della cultura italiana nel mondo. I Libri viene redatta libro alla mano su un profilo molto ampio in tutti i settori disciplinari, con particolare attenzione alle esigenze sia delle biblioteche di ricerca sia delle biblioteche di pubblica lettura. L'ufficio dedicato al reperimento di informazioni sulle novità editoriali cura i rapporti con numerose case editrici, consentendo il costante aggiornamento delle pubblicazioni in uscita, anche tramite il ricevimento di copie pilota. Il reparto inoltre monitora una serie di fonti, tra le quali i cataloghi dei singoli editori, giornali specializzati, riviste, siti internet; si procura copie cartacee di tutte le pubblicazioni di valore accademico o culturale se non ancora pervenute a Casalini Libri, anche di quelle prive di ISBN. La selezione è, dunque, il risultato di un meticoloso e continuativo lavoro di reperimento e verifica delle diverse fonti che permettono di identificare le novità editoriali. Casalini, inoltre, cura una vasta rete di contatti con vari tipi di fornitori, distributori, librerie locali e centri specializzati al fine di ottenere tempestivamente informazioni su opere che trattano tematiche particolari, che sono fuori dai canali distributivi o fuori commercio. Essa, oltre ovviamente ai grandi editori, dedica pertanto particolare attenzione alle pubblicazioni prodotte da piccoli editori, molto numerosi, che caratterizzano il mondo editoriale italiano, le cui pubblicazioni contribuiscono alla vivacità culturale del nostro Paese. In sintesi I Libri include: titoli pubblicati in Italia, Città del Vaticano, Repubblica di San Marino, Cantone Ticino e Malta; pubblicazioni in prima edizione o in edizione successiva riveduta in tutti i campi disciplinari, narrativa compresa; selezione delle traduzioni in italiano di opere originariamente apparse in altre lingue; pubblicazioni edite da università (comprese le collane di dipartimento), associazioni, centri culturali, organizzazioni senza scopo di lucro, società di storia patria, parrocchie e istituzioni religiose, banche, editori non commerciali in generale, incluse opere di difficile reperibilità o fuori commercio.

5 Pag. 5 di 10 Considerato che la produzione editoriale annuale italiana è di circa titoli (riferimento alle cifre riportate nella sezione 2), di cui le prime edizioni sono ; tenuto conto che I Libri esclude la letteratura per l'infanzia e scolastica (complessivamente titoli) e che è selettiva sull inclusione delle traduzioni (in totale quelle pubblicate sono ), le registrazioni di oltre titoli l'anno possono essere considerate sufficientemente rappresentative ed esaustive dell'editoria di cultura italiana. Per I Libri la tempestività e la completezza nell'aggiornamento bibliografico sono due valori assoluti, necessari al mantenimento del proprio ruolo sul mercato, in quanto l attività bibliografica è funzionale alla Casalini come esportatore di libri e periodici italiani, nonché come agenzia che contribuisce alla formazione e all'aggiornamento delle collezioni di opere italiane nelle principali biblioteche del mondo. Casalini fa confluire le registrazioni prodotte annualmente in una base dati, nata nel 1984, che conta, a luglio 2013, oltre titoli. È una delle principali banche dati italiane di riferimento, con aggiornamento settimanale e dotata di strumenti di ricerca avanzati. Nel database I Libri, le registrazioni bibliografiche sono accompagnate da una gamma di dati aggiuntivi: indici, copertine, abstract, campioni di pagina e la possibilità di ricerca full-text in tutti i campi. I record includono un campo note con ulteriori informazioni, per una descrizione completa dell'opera e per agevolare la selezione da parte delle biblioteche dei titoli pertinenti alle proprie collezioni. I record, ai vari livelli, dal Basic al BSR (Bibliographic Standard Record) conformi alle AACR2, e, da primavera 2013, alle RDA, sono disponibili in vari formati tra cui MARC21 e UNIMARC. Le attività bibliografiche, descrittiva e semantica, sono svolte da un gruppo di 30 catalogatori e bibliografi specializzati; i record sono realizzati secondo accurati standard di qualità e la maggior parte delle pubblicazioni contengono gli LC call number gli LC subject headings. È l unica agenzia italiana che svolge un lavoro del genere. 4. STORIA E VOCAZIONE AZIENDALE DI CASALINI LIBRI Casalini Libri, nata alla fine degli anni Cinquanta per promuovere e diffondere le pubblicazioni italiane presso le biblioteche Nordamericane, collabora con biblioteche pubbliche e di ricerca, università e istituzioni in tutto il mondo. L attività aziendale si sviluppa notevolmente già a partire dagli anni Sessanta, quando alla fornitura dei volumi si affiancano numerosi servizi aggiuntivi e si afferma la vocazione bibliografica, con l'avvio di importanti collaborazioni con BNI in Italia e con Library of Congress negli Stati Uniti.

6 Pag. 6 di 10 In particolare, dal 1968 al 1984 Casalini ha collaborato con la BNCF come agenzia d intermediazione tra l Italia e la Library of Congress, trasferendo alla LC descrizioni relative a pubblicazioni italiane correnti trasmesse da Casalini e prodotte da catalogatori della BNI. Mentre tale programma di shared cataloging con la BNI si interruppe per vincoli istituzionali arrivati con SBN (vedi D. Maltese, Gli anni di Firenze di Marion Schild, in «Bollettino aib», vol. 44, n. 4, dicembre 2004, p ), la collaborazione tra Casalini Libri e la Library of Congress è proseguita senza interruzioni nel corso degli anni, con allo stesso tempo un costante incremento della rete di relazioni con gli editori e con un progressivo affinamento degli standard di catalogazione, conformemente ai requisiti internazionali. Casalini partecipa al programma internazionale PCC, Program for Cooperative Cataloging (http://www.loc.gov/aba/pcc/), e risponde ai requisiti di qualità della Library of Congress; alimenta le principali basi dati internazionali tra cui quelle di numerose biblioteche nazionali del mondo; è partner di OCLC; contribuisce al mantenimento degli indici di Autori, Titoli e Soggetti (authority files NACO e SACO), grazie al massimo livello della propria attività ed esperienza. Mentre le attività di catalogazione si consolidano nel corso dei decenni, con particolare attenzione per gli standard di catalogazione e di scambio dei dati, Casalini costruisce progressivamente una rete capillare di relazioni con gli editori italiani, con i quali si avviano costanti collaborazioni che garantiscono una copertura completa della produzione editoriale italiana di cultura e una grande tempestività diffusione delle opere presso le biblioteche. Il lavoro sopra descritto costituisce la vocazione principale dell'azienda di dare visibilità alle pubblicazioni italiane di cultura nel mondo, e porta molte prestigiose biblioteche sui diversi continenti ad affidarsi alle selezioni di Casalini Libri per l aggiornamento delle proprie collezioni (approval plan); tra queste: Library of Congress, Oxford University, Cambridge University, New York Public Library, Harvard University, Camera dei Deputati, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Libera Università di Bolzano, etc. Fin dal 2000 Casalini Libri è inoltre all'avanguardia nel campo dell'editoria digitale, con la realizzazione della prima piattaforma italiana di libri e riviste elettronici Torrossa.it e, in particolare, con la prima collezione per le biblioteche e le università EIO-Editoria Italiana Online. Attualmente Casalini gestisce le edizioni digitali per oltre 160 case editrici e raccoglie sulla piattaforma Torrossa oltre full-text (tra articoli e capitoli) corredati di metadati. Le attività di Casalini Libri si attestano oggi su tre filoni principali, con l'obiettivo costante di promuovere le pubblicazioni italiane di cultura in tutti gli ambiti disciplinari:

7 Pag. 7 di 10 le attività bibliografiche per la promozione, selezione e catalogazione delle pubblicazioni italiane ed europee; la distribuzione delle pubblicazioni a stampa nel mondo; le attività di editoria digitale, in stretta collaborazione con gli editori, le comunità bibliotecarie e i relativi utenti, dei quali Casalini Libri ascolta e raccoglie le esigenze e cerca di realizzare i desiderata. Casalini partecipa inoltre a progetti sperimentali tra cui, assieme alla BNCF e la sperimentazione delle tecnologie legate al web semantico a partire dai metadati del Thesaurus del Nuovo soggettario. 5. LE DUE BIBLIOGRAFIE A CONFRONTO È evidente che, pur nella diversità delle funzioni istituzionale per la BNI, commerciale per I Libri entrambe le bibliografie operano sul medesimo alveo: censiscono e danno visibilità alle pubblicazioni italiane di cultura, con autorevolezza descrittiva. Il servizio, che per alcuni aspetti si sovrappone, implica notevoli investimenti pubblici e privati. I due servizi si differenziano sul piano operativo, in particolare nel rapporto con gli editori, con una diversificazione di copertura e priorità. Il periodo attuale di crisi economica e di profondo e rapido mutamento del settore editoriale e bibliotecario suggerisce di ricercare una soluzione a questa duplice realtà, in una fase in cui la produzione italiana di cultura urge di sostegno e di visibilità. Vi è la convinzione e l'auspicio che si possa raggiungere un innovativa forma di collaborazione tra le due iniziative, nell'interesse del Paese. 5.1 BNI, BIBLIOGRAFIA NAZIONALE ITALIANA Include circa titoli l'anno, di cui il 10% di traduzioni. La BNI consta di quattro serie: Monografie Musica a stampa Periodici Tesi di dottorato Le diverse serie hanno una propria periodicità e vengono distribuite nelle seguenti modalità:

8 Pag. 8 di 10 fascicoli a stampa (periodicità diversificata in base alle serie), esclusivamente in PDF dall'annata 2012; DVD (aggiornamenti bimestrali); banca dati cumulativa, disponibile on-line su abbonamento, oppure con accesso da postazioni interne alla BNCF; cumulazioni annuali on-line dall'annata I LIBRI. BIBLIOGRAFIA ITALIANA Produzione bibliografica inclusa in I Libri : Titoli nell'annata 2012: (*) Titoli nell'annata 2011: Titoli nell'annata 2010: (*) La ripartizione disciplinare del 2012 è stata la seguente: Generalità 424 Filosofia e discipline affini Religione Scienze sociali Linguaggio 473 Scienze pure 375 Tecnologia (scienze applicate) Arti Letteratura Geografia e storia generali LA PROPOSTA La proposta verte su due scenari, non necessariamente alternativi, ma anzi ipotizzabili come complementari, prevedendo il primo come propedeutico al secondo. Entrambi prevedono la possibilità di cumulare registrazioni bibliografiche di Casalini con registrazioni BNI, con l obiettivo di offrire all Italia una bibliografia nazionale ufficiale più completa dell attuale, tempestiva e autorevole. La Nuova BNI dovrà prendere in conto anche la descrizione delle risorse elettroniche, al momento non censite. I record bibliografici di Casalini, cumulabili con quelli della BNI, saranno compatibili sia con la tradizione italiana sia con gli standard internazionali. L operazione non dovrà prevedere alcun tipo di ulteriore intervento catalografico, a eccezione di modifiche automatiche basate sulla

9 Pag. 9 di 10 mappatura di specifici campi (accessi), anche sfruttando le opportunità del VIAF. È cioè impensabile ipotizzare personalizzazioni; anzi potrebbe costituire un valore aggiunto della Nuova BNI presentare, per esempio, accessi semantici in più lingue o redatti secondo strumenti e schemi di classificazione diversi. Il sistema Casalini dispone già (e potrebbe nell occasione potenziarle) di uscite multiple del record, a seconda dei contesti d uso. Scenario 1 Casalini gestirebbe sulla propria piattaforma il sistema e il sito web unico della Nuova BNI. La Nuova BNI sarebbe costituita dall insieme di quanto viene descritto da I Libri e dalla BNI; la BNI aggiungerebbe descrizioni di opere escluse da Casalini e quanto attualmente contenuto nelle proprie serie separate (musica, tesi di dottorato ecc.); pertanto la Nuova BNI potrebbe raggiungere circa 27 mila titoli, oltre alle registrazioni dei libri e delle riviste in formato digitale (e-book ed e-journal), ottenendo così un altissimo grado di copertura dell editoria italiana (grandi e piccoli editori, istituzioni culturali, università, opere fuori commercio, risorse elettroniche, pubblicazioni anche senza ISBN). L operazione implicherebbe un integrazione tra il lavoro attualmente svolto dalle due agenzie. La BNCF svolgerebbe la funzione di accreditamento, in conformità a quanto previsto dalle nuove linee guida dell IFLA del La Nuova BNI continuerebbe a essere disponibile su abbonamento, secondo modalità non dissimili dalle attuali; Casalini percepirebbe i proventi degli abbonamenti come compensazione dei costi sostenuti. Per questo scenario dovranno essere definiti i rapporti tra la Nuova BNI e il catalogo BNCF. Scenario 2 Casalini gestirebbe sulla propria piattaforma il sistema e il sito web unico della Nuova BNI: i record sarebbero distribuiti in UNIMARC, MARC21, e potenzialmente, RDF, come open linked data; quindi la BNI sarebbe aperta e non più a pagamento. Casalini adotterebbe standard di codifica di record bibliografici che facilitino l importazione dei dati, come, per esempio, gli identificativi di autorità SBN. La Nuova BNI sarebbe gratuita per tutte le biblioteche, grazie al contributo finanziario del MiBAC, che allocando diversamente dal passato le proprie risorse beneficerebbe di un conseguente notevole risparmio nei costi di catalogazione che attualmente sostiene per le biblioteche aderenti a SBN.

10 Pag. 10 di 10 Per entrambi gli scenari Responsabilità scientifica: verrebbe affidata a un Comitato scientifico istituzionale concordato con la BNCF; Responsabilità gestionale: verrebbe affidata a Casalini Libri; Criteri formali: sarebbero quelli prevalentemente accettati dalla comunità internazionale e includeranno, pertanto, le RDA, dando particolare enfasi ai punti di accesso, in connessione con VIAF; Profilo di selezione delle pubblicazioni: verrebbero periodicamente coordinato in relazione ai criteri usati da Casalini con l'obiettivo di essere rappresentativo della produzione editoriale italiana; Flussi di lavoro (logistica): l'organizzazione del laovro e i tempi di catalogazione sarebbero determinati dai volumi delle novità editoriali in transito nella sede operativa di Casalini, nei cui locali potrebbero essere allestiti posti di lavoro per personale BNCF. Il flusso di lavoro potrebbe includere gli e-book e altre risorse elettroniche; Deposito legale: sarebbe da valutare l'opportunità di integrare la gestione del deposito legale con le sue potenzialità. Conclusioni Il modello, descritto sopra in modo molto sommario, permetterebbe: il passaggio alla Nuova BNI con un numero significativamente superiore di titoli (circa 4 volte e mezzo); la fruizione del nuovo sito web BNI tramite una nuova interfaccia; una maggiore presenza italiana all'interno del VIAF; un risparmio per tutta la comunità bibliotecaria nazionale; la distribuzione dei dati in forma di linked data e un contributo allo sviluppo del web semantico. Tutto ciò diventerebbe fra l'altro importante presupposto e punto di partenza per altre iniziative inerenti un contesto generale in forte mutamento, instaurando un meccanismo virtuoso di collaborazione, con l'auspicio che in futuro possa ad esempio coinvolgere più direttamente anche l'ambito della comunità scientifica italiana (in particolare le università) che molto più del passato ha l'esigenza di essere sostenuta nella competizione internazionale.

Torrossa Retreat 2013

Torrossa Retreat 2013 Torrossa Retreat 2013 Caratteri strategici per la competitività dei contenuti nelle Scienze Umanistiche e Scienze Sociali La lista delle priorità per il 2014 Michele Casalini Editori e contenuti in Torrossa

Dettagli

Un portale per l editoria medico-scientifica italiana

Un portale per l editoria medico-scientifica italiana Un portale per l editoria medico-scientifica italiana [22.11.2005] doi: 10.1389/DBmed1 Il progetto si propone come risultato la creazione di una banca dati bibliografica - accessibile via Web - su contenuti

Dettagli

Torrossa: la piattaforma e-content

Torrossa: la piattaforma e-content Torrossa: la piattaforma e-content Stato dell arte, visibilità internazionale, confronto con altre piattaforme, peculiarità e valore aggiunto, prossimi sviluppi Luisa Gaggini Responsabile Sviluppo Prodotti

Dettagli

Il Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) www.biblio.polimi.it

Il Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) www.biblio.polimi.it , Centro Sistema IT Seminario CNBA L integrazione delle risorse eterogenee distribuite: problemi, strumenti e prospettive, Roma 27 ottobre 2004 Il (SBA) www.biblio.polimi.it 2 L'Area (SBA) é la struttura

Dettagli

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA Premessa Nel marzo 2007 è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni

Dettagli

La visibilità internazionale delle riviste italiane di cultura dalla carta al digitale

La visibilità internazionale delle riviste italiane di cultura dalla carta al digitale La visibilità internazionale delle riviste italiane di cultura dalla carta al digitale Michele Casalini Fondazione Collegio San Carlo di Modena 3 maggio 2012 La visibilità delle riviste di cultura L esperienza

Dettagli

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI SECONDA EDIZIONE LA CARTA DEI SERVIZI E l impegno scritto che prendiamo con i nostri utenti e riguarda i servizi ed i progetti di miglioramento L

Dettagli

Policy di Ateneo per l accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Policy di Ateneo per l accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE Policy di Ateneo per l accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Definizioni Per Università o Ateneo si intende l Università degli Studi di Trieste. Per

Dettagli

IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE

IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE 1 INDICE 1...3 La biblioteca e il catalogo...3 2...4 Tipi di cataloghi...4 3...6 Cenno sulle fonti d informazione...6 4...7 Catalogo e bibliografia...7 5...8

Dettagli

Policy di Ateneo sull Accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Policy di Ateneo sull Accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Ferrara Policy di Ateneo sull Accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Definizioni Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto

Dettagli

Torrossa: la piattaforma full text di Casalini. http://www.torrossa.it

Torrossa: la piattaforma full text di Casalini. http://www.torrossa.it Torrossa: la piattaforma full text di Casalini La musica in Torrossa, la piattaforma full text di Casalini libri Andrea Ferro Responsabile commerciale risorse elettroniche http://www.torrossa.it XX Giornata

Dettagli

informarisorse Discovery service Summon InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse multidisciplinari

informarisorse Discovery service Summon InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse multidisciplinari informarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Discovery service Summon Risorse multidisciplinari informarisorse InFormaRisorse informa è il nuovo servizio del Sistema bibliotecario di Ateneo

Dettagli

informarisorse Tracciarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse multidisciplinari

informarisorse Tracciarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse multidisciplinari informarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Tracciarisorse Risorse multidisciplinari informarisorse InFormaRisorse informa è il nuovo servizio del Sistema bibliotecario di Ateneo finalizzato

Dettagli

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO Premessa Il Sistema Bibliosan promosso dal Ministero della Salute si avvale della rete delle biblioteche degli Enti di ricerca biomedici italiani. A Bibliosan

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

Programmazione e qualità della produzione statistica

Programmazione e qualità della produzione statistica Martedì 9 Novembre 2004, ore 16,45 Sala nord-ovest Sessione parallela Programmazione e qualità della produzione statistica coordinatore Giorgio Alleva Paola Baldi Il ruolo delle Regioni e degli Enti locali

Dettagli

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti Eurispes Italia SpA Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti COSTITUZIONE E SEDE Nell ambito delle sue attività istituzionali, l Eurispes Italia SpA ha deciso di

Dettagli

GLI ACQUISTI ON-LINE: GESTIONE E SVILUPPO DELLE COLLEZIONI

GLI ACQUISTI ON-LINE: GESTIONE E SVILUPPO DELLE COLLEZIONI GLI ACQUISTI ON-LINE: GESTIONE E SVILUPPO DELLE COLLEZIONI La politica degli acquisti è oggi particolarmente importante ed oggetto di attenta valutazione da parte di ogni biblioteca Molte biblioteche chiedono

Dettagli

DAL LOCALE AL GLOBALE: l esperienza di rete dei Centri di documentazione europea attraverso il WIKI dei CDE italiani

DAL LOCALE AL GLOBALE: l esperienza di rete dei Centri di documentazione europea attraverso il WIKI dei CDE italiani R DAL LOCALE AL GLOBALE: l esperienza di rete dei Centri di documentazione europea attraverso il WIKI dei CDE italiani Isolde Quadranti - CDE Università degli Studi di Verona Coordinatrice dei CDE italiani

Dettagli

1. Premesse metodologiche Raccomandazioni

1. Premesse metodologiche Raccomandazioni Il Gruppo di Lavoro Italiano per la definizione dei Criteri di Qualità dei Siti Web della Cultura nella prima riunione tenutasi a Roma l 11 novembre 2002, ha fissato il proprio programma di lavoro come

Dettagli

P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 ALLEGATO A. SCHEDA PROGETTO per la creazione di BIBLIOTECA SCIENTIFICA REGIONALE

P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 ALLEGATO A. SCHEDA PROGETTO per la creazione di BIBLIOTECA SCIENTIFICA REGIONALE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA CENTRO REGIONALE DI PROGRAMMAZIONE P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO NELLE IMPRESE E TERRITORIO ALLEGATO A SCHEDA PROGETTO per la creazione

Dettagli

Biblioteca di Economia e Management Corso Unione Sovietica 281 bis 10134 Torino. tel. 011/6704986 fax. 011/6706131. direzione.biblioecon@unito.

Biblioteca di Economia e Management Corso Unione Sovietica 281 bis 10134 Torino. tel. 011/6704986 fax. 011/6706131. direzione.biblioecon@unito. BIBLIOTECA DI ECONOMIA E MANAGEMENT PIANO DI SVILUPPO TRIENNALE DELLE ATTIVITÀ 2013 2016 Premessa La è il riferimento per tutti i servizi bibliotecari necessari per la ricerca e l'insegnamento nei settori

Dettagli

TOOLS EDUCAZIONALI NELL AREA NEUROLOGICA

TOOLS EDUCAZIONALI NELL AREA NEUROLOGICA TOOLS EDUCAZIONALI NELL AREA NEUROLOGICA Possibile soluzione per una divulgazione certificata dell informazione Silvia Molinari, Formazione & Informazione Direzione Scientifica IRCCS Istituto Neurologico

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23 La transizione al digitale per gli enti pubblici locali opportunità e criticità operative sala Zodiaco Sede della Provincia di Bologna Mercoledì, 26 novembre 2014 slide 1 di 23 Gli argomenti Saluti e introduzione

Dettagli

Prime sperimentazioni d'indicizzazione [semi]automatica alla BNCF

Prime sperimentazioni d'indicizzazione [semi]automatica alla BNCF Prime sperimentazioni d'indicizzazione [semi]automatica alla BNCF Maria Grazia Pepe - Elisabetta Viti (Biblioteca nazionale centrale di Firenze) 6. Incontro ISKO Italia Firenze 20 maggio 2013 SOMMARIO

Dettagli

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA Emanato con D.R. n. 437 del 07/11/2012. Art.1 (La Biblioteca) 1. La Biblioteca è un sistema coordinato di Servizi, istituzionalmente preposto a garantire supporto alla ricerca,

Dettagli

http://www.istat.it/servizi/studenti/valoredati/

http://www.istat.it/servizi/studenti/valoredati/ Il processo di produzione dell'informazione statistica si conclude con la diffusione dei dati, mettendo a disposizione dei cittadini, delle imprese e delle istituzioni i risultati delle rilevazioni. Tutti

Dettagli

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce (ai sensi dell art. 8 della legge 150/2000) Approvato con Delibera di Giunta n. 273 del 6

Dettagli

Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T.

Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T. 2014-16 Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T. la trasparenza nei confronti dei cittadini e dell intera collettività, poiché rappresenta uno strumento

Dettagli

Ottobre, piovono libri. I luoghi della lettura

Ottobre, piovono libri. I luoghi della lettura Ottobre, piovono libri. I luoghi della lettura Flavia Cristiano Direttore del Centro per il Libro e la Lettura Ministero per i Beni e le Attività Culturali La lettura in Italia Il mercato della lettura

Dettagli

SERVIZI OFFERTI AGLI ASSOCIATI CONSORZIO NAZIONALE RACCOLTA E RICICLO

SERVIZI OFFERTI AGLI ASSOCIATI CONSORZIO NAZIONALE RACCOLTA E RICICLO SERVIZI OFFERTI AGLI ASSOCIATI CONSORZIO NAZIONALE RACCOLTA E RICICLO COBAT Consorzio di diritto privato, senza scopo di lucro, coerente alle disposizioni di legge imposte ai Sistemi Collettivi di finanziamento,

Dettagli

COSA STAI CERCANDO? STRUMENTI E RISORSE PER LA RICERCA BIBLIOGRAFICA

COSA STAI CERCANDO? STRUMENTI E RISORSE PER LA RICERCA BIBLIOGRAFICA COSA STAI CERCANDO? STRUMENTI E RISORSE PER LA RICERCA BIBLIOGRAFICA Centro di Servizi di Biblioteca di Area umanistica [CSB] Biblioteca Giorgio Aprea Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale

Dettagli

Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento

Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento Approvato con delibera del Consiglio istitutivo n. 31 del 29.12.1998 Modificato con delibera del Consiglio istitutivo n. 74 del 03.11.1999 Modificato

Dettagli

I SERVIZI BIBLIOTECARI E LA FORMAZIONE A DISTANZA. Dott. Patrizia Lùperi Corso sull informazione bibliografica Seminario 2 Ottobre 2006

I SERVIZI BIBLIOTECARI E LA FORMAZIONE A DISTANZA. Dott. Patrizia Lùperi Corso sull informazione bibliografica Seminario 2 Ottobre 2006 I SERVIZI BIBLIOTECARI E LA FORMAZIONE A DISTANZA Dott. Patrizia Lùperi Corso sull informazione bibliografica Seminario 2 Ottobre 2006 Formazione a distanza Con l espressione Formazione a distanza (FAD)

Dettagli

Regolamento recante Criteri di classificazione delle riviste ai fini dell Abilitazione Scientifica Nazionale

Regolamento recante Criteri di classificazione delle riviste ai fini dell Abilitazione Scientifica Nazionale Regolamento recante Criteri di classificazione delle riviste ai fini dell Abilitazione Scientifica Nazionale Il Consiglio direttivo dell ANVUR, visto l art. 16, comma 3, lettere a), b), c) e h) della legge

Dettagli

L archivio di impresa

L archivio di impresa L archivio di impresa Mariella Guercio Università degli studi di Urbino m.guercio@mclink.it Politecnico di Torino, 25 novembre 2011 premessa L archivistica è una disciplina della complessità, aperta, basata

Dettagli

informarisorse IEEE/IET Electronic Library InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse specialistiche. Politecnico

informarisorse IEEE/IET Electronic Library InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse specialistiche. Politecnico informarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche IEEE/IET Electronic Library Risorse specialistiche. Politecnico informarisorse InFormaRisorse informa è il nuovo servizio del Sistema bibliotecario

Dettagli

LA BIBLIOTECA SCOLASTICA DIGITALE

LA BIBLIOTECA SCOLASTICA DIGITALE LA BIBLIOTECA SCOLASTICA DIGITALE La misura #24 del PNSD e i problemi del servizio bibliotecario scolastico in Italia (Giulio Blasi, MLOL) blasi@horizons.it Per iniziare: le fonti Associazione Italiana

Dettagli

Breve guida alla ricerca bibliografica on-line. A cura di Tilde Tocci

Breve guida alla ricerca bibliografica on-line. A cura di Tilde Tocci Breve guida alla ricerca bibliografica on-line 1 Breve guida alla ricerca bibliografica on-line Questa breve guida è indirizzata principalmente agli studenti dei corsi di laurea in Informatica e Tecnologie

Dettagli

Il mondo digitale da una prospettiva italiana.

Il mondo digitale da una prospettiva italiana. Il mondo digitale da una prospettiva italiana. Giovanni Peresson Torrossa Retreat 2013 Fiesole, 30 maggio 2013 Cosa parliamo quando parliamo di STM e mercato universitario Elevata integrazione (e sovrapposizione)

Dettagli

ticino transfer Rete per il trasferimento di tecnologia e del sapere della Svizzera italiana

ticino transfer Rete per il trasferimento di tecnologia e del sapere della Svizzera italiana Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia Svizzera 2007-2013 ID 7600741 RIPPI Rete Insubrica Promozione Proprietà Industriale Rete di competenza per la Promozione ed il supporto alla

Dettagli

Due strumenti della comunicazione scientifica

Due strumenti della comunicazione scientifica 4 CAPITOLO 1 visto, l offerta in Internet, sostenuta da un crescente numero di docenti e di università, di pubblicazioni scientifiche digitali ad accesso libero e gratuito. Mutano anche i contenuti? A

Dettagli

Bologna, 27 novembre 2014

Bologna, 27 novembre 2014 Bologna, 27 novembre 2014 Lo scenario Editoria e formazione La crisi globale, gli avanzamenti tecnologici e i mutamenti culturali stanno fortemente impattando il mondo dell editoria e quindi della formazione:

Dettagli

Linee guida per la redazione della tesi di laurea Corsi di laurea specialistica e magistrale A.A. 2007/08

Linee guida per la redazione della tesi di laurea Corsi di laurea specialistica e magistrale A.A. 2007/08 Linee guida per la redazione della tesi di laurea Corsi di laurea specialistica e magistrale A.A. 2007/08 Indice Presentazione 4 Norme per il Corso di laurea specialistica in Disegno industriale del prodotto

Dettagli

BANDO DI RICERCA 2010-2011: PROMUOVERE LA RICERCA D ECCELLENZA

BANDO DI RICERCA 2010-2011: PROMUOVERE LA RICERCA D ECCELLENZA BANDO DI RICERCA 2010-2011: PROMUOVERE LA RICERCA D ECCELLENZA Pavia, 9 luglio 2009 2 Finalità e principi In attuazione delle proprie finalità istituzionali, la Fondazione Alma Mater Ticinensis ha deciso

Dettagli

BOA: archivio della produzione scientifica dell Ateneo. di Bonaria Biancu

BOA: archivio della produzione scientifica dell Ateneo. di Bonaria Biancu : archivio della produzione scientifica dell Ateneo di Bonaria Biancu Ultimo aggiornamento: giugno 2010 Che cosa è BOA (Bicocca Open Archive) è il repository dell università di Milano-Bicocca per l archiviazione

Dettagli

IL DIRIGENTE DEL POLO BIOMEDICO E TECNOLOGICO

IL DIRIGENTE DEL POLO BIOMEDICO E TECNOLOGICO AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA DA ATTIVARE NELL AMBITO ESIGENZE DELL UADR FIRENZE UNIVERSITY PRESS

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE Adottato con deliberazione Consiglio Comunale n 40 del 2004 (art. 8, c. 2 - legge 150/2000) CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE

Dettagli

PREMIO NAZIONALE NATI PER LEGGERE

PREMIO NAZIONALE NATI PER LEGGERE PREMIO NAZIONALE NATI PER LEGGERE Il riconoscimento dedicato ai libri per l infanzia e ai progetti di lettura ad alta voce per bambini da 0 a 6 anni di età Promotori del Premio Obiettivi del Premio VII

Dettagli

DALLA BIBLIOTECA ALLA RETE

DALLA BIBLIOTECA ALLA RETE DALLA BIBLIOTECA ALLA RETE Come utilizzare il sito della Biblioteca Medica Parte prima Rita IORI Itala ROSSI Biblioteca Medica ASMN R.E. 2004 1 Obiettivi del sito Descrivere la Biblioteca Promuovere la

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO

LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO NELLE AZIENDE SANITARIE Le presenti linee di indirizzo regionali per la gestione del rischio clinico nelle Aziende Ospedaliere e nelle Aziende Unità

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

GUIDA ALL USO DEI CATALOGHI ONLINE

GUIDA ALL USO DEI CATALOGHI ONLINE GUIDA ALL USO DEI CATALOGHI ONLINE Il servizio dei cataloghi online, ideato e promosso dalla Biblioteca dell Università per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria, ha il compito di agevolare l utenza

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Progetto giovani, oggi e domani

Progetto giovani, oggi e domani Progetto giovani, oggi e domani Progetto per le Politiche Giovanili nei comuni di Ceresole d Alba (cn) Pocapaglia (cn) Sanfrè (cn) Sommariva Perno (cn) In collaborazione con Consorzio Socio Assistenziale

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1990 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori GRASSI, ALLOCCA e TECCE COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GENNAIO 2008 Norme in materia di pluralismo informatico

Dettagli

Unipi EPrints, l'archivio istituzionale dell'università di Pisa

Unipi EPrints, l'archivio istituzionale dell'università di Pisa DOPO BERLIN 3: POLITICHE DI ACCESSO APERTO ALLA LETTERATURA DI RICERCA Pisa, Aula magna della facoltà di Scienze politiche Giovedì 16 febbraio 2006, h. 15.00 Unipi EPrints, Barbara Pistoia bpistoia@dcci.unipi.it

Dettagli

Fare insieme il Pianeta libro

Fare insieme il Pianeta libro Fare insieme il Pianeta libro Forum della Pubblica Amministrazione Roma, 11 maggio 2006 Dipartimento per i beni archivistici e librari Presentazione del sito www.ilpianetalibro.it A cura di Rosario Garra

Dettagli

Le biblioteche in Piemonte tra innovazione e trasformazione. OCP Osservatorio Culturale del Piemonte

Le biblioteche in Piemonte tra innovazione e trasformazione. OCP Osservatorio Culturale del Piemonte Le biblioteche in Piemonte tra innovazione e trasformazione Le biblioteche in Piemonte tra innovazione e trasformazione I contenuti di seguito presentati sono una sintesi delle evidenze e riflessioni emerse

Dettagli

Brokeraggio Informativo

Brokeraggio Informativo Brokeraggio Informativo Statistiche e Banche dati economiche, Indici Istat, Biblioteca, Elenchi di Imprese, Rilascio atti e bilanci, Banche dati per i mercati esteri, Nuova Imprenditoria, Marchi e Brevetti

Dettagli

SiStema dam e Stampa. automatizzata

SiStema dam e Stampa. automatizzata 0100101010010 0100101010 010101111101010101010010 1001010101010100100001010 111010 01001010100 10101 111101010101010010100101 0 1 0 1 0 1 0 1 0 0 1 0 0 0 0 1 0 1 0 1 1 1 0 1 0 010010101001010 1111101010101

Dettagli

Nuovo soggettario. Gruppo Soggetti Sbt

Nuovo soggettario. Gruppo Soggetti Sbt Nuovo soggettario Gruppo Soggetti Sbt Grazie a Maria Chiara Giunti e al Gruppo di lavoro Nuovo soggettario della BNCF-BNI per le immagini e le informazioni contenute in questa presentazione. Soggettario

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA RICERCA BIBLIOGRAFICA. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche

INTRODUZIONE ALLA RICERCA BIBLIOGRAFICA. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche INTRODUZIONE ALLA RICERCA BIBLIOGRAFICA A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche La ricerca bibliografica: cos è? La ricerca bibliografica è quel complesso di attività volte ad accertare l'esistenza,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 CAPO II 4 PATRIMONIO E BILANCIO 4 CAPO III 5 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE 5

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 CAPO II 4 PATRIMONIO E BILANCIO 4 CAPO III 5 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE 5 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 ART. 1 - FINALITA DEL SERVIZIO 3 ART. 2 - COOPERAZIONE INTERBIBLIOTECARIA 3 ART. 3 - DOCUMENTAZIONE DI RILEVANZA LOCALE E SEZIONE LOCALE

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017

COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017 COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA 1 PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017 Premessa Le recenti iniziative varate dal Governo per il riordino del sistema camerale

Dettagli

Ufficio Relazioni con il Pubblico - Report attività anno 2014

Ufficio Relazioni con il Pubblico - Report attività anno 2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico - Report attività anno 2014 Obiettivo del Report è quello di fornire un quadro delle attività dell Ufficio Relazioni con il Pubblico del nostro Ente allo scopo di valutare

Dettagli

Il laboratorio. Fonti: repertori e altri strumenti. Tiziana Calvitti. Giornata di presentazione del Nuovo soggettario Firenze, 8 Febbraio 2007

Il laboratorio. Fonti: repertori e altri strumenti. Tiziana Calvitti. Giornata di presentazione del Nuovo soggettario Firenze, 8 Febbraio 2007 Il laboratorio Fonti: repertori e altri strumenti Tiziana Calvitti Giornata di presentazione del Nuovo soggettario Firenze, 8 Febbraio 2007 Repertori in uso nel Nuovo Soggettario: 1. strumenti catalografici

Dettagli

Bando di Concorso Letterario

Bando di Concorso Letterario Bando di Concorso Letterario Raccontare le Pari Opportunità in tutte le forme del Diversity Art. 1 Finalità 1 Raccontare le Pari Opportunità in tutte le forme del Diversity nasce come progettualità di

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) TITOLO DEL PROGETTO: Storiche biblioteche crescono ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETT e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) OBIETTIVI DEL

Dettagli

Il catalogo è questo: offerta tra on line e off line

Il catalogo è questo: offerta tra on line e off line Il catalogo è questo: offerta tra on line e off line Catalogo Multimedia Scuola Aie, 2002 Cristina Mussinelli cristina.mussinelli@360publishing.it Il Catalogo Multimedia Scuola presenta: - titoli su supporto

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) DETERMINAZIONE SINDACALE N 16... del 24/01/2011 OGGETTO: Richiesta contributo per la Biblioteca Feliciana del Comune di Naro a carico del capitolo

Dettagli

Indicizzazione semantica della narrativa L esperienza bresciana

Indicizzazione semantica della narrativa L esperienza bresciana Indicizzazione semantica della narrativa L esperienza bresciana Milano 27 gennaio 2011 Alessandra Cicoli Premessa L Ufficio Biblioteche, su sollecitazione dei bibliotecari, ritiene utile creare accessi

Dettagli

A cura di Gianfranco De Gregoris e Claudio Minella Azienda Ospedaliera Niguarda Milano revisione di Daniele Busetto, Azienda ULSS 6 Vicenza

A cura di Gianfranco De Gregoris e Claudio Minella Azienda Ospedaliera Niguarda Milano revisione di Daniele Busetto, Azienda ULSS 6 Vicenza RELAZIONE TECNICA SULL ATTIVITA DI RIORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI BIBLIOTECARI E RAZIONALIZZAZIONE DELL ACQUISTO DI PERIODICI BIOMEDICI NELL AMBITO DELLA CONVENZIONE A.O. NIGUARDA CA GRANDA - ULSS 6 VICENZA

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

Ministero per i beni e le attività culturali. Biblioteca Nazionale Centrale Firenze. Carta dei servizi

Ministero per i beni e le attività culturali. Biblioteca Nazionale Centrale Firenze. Carta dei servizi Centrale di Firenze Pagina 1 di 10 Ministero per i beni e le attività culturali Biblioteca Nazionale Centrale Firenze Carta dei servizi Biblioteca nazionale centrale di Firenze Piazza Cavalleggeri 1 50122

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura. Corso di catalogazione

PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura. Corso di catalogazione PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura Corso di catalogazione Biblioteca civica di Abano Terme 9 dicembre 2009 Presentazione di Antonio Zanon, Cristiana Lighezzolo, Chiara Masut (Consorzio Biblioteche

Dettagli

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE LA CONFERENZA DEI PRESIDI

Dettagli

9 CENSIMENTO DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI 2011 Rilevazione sulle istituzioni non profit

9 CENSIMENTO DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI 2011 Rilevazione sulle istituzioni non profit 9 CENSIMENTO DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI 2011 Rilevazione sulle istituzioni non profit Nel mese di settembre agli enti ecclesiastici iscritti nella lista precensuaria è pervenuto il questionario Istat

Dettagli

Rete biblioteche inbook Regolamento applicativo produzione, protocollo di scambio e promozione inbook

Rete biblioteche inbook Regolamento applicativo produzione, protocollo di scambio e promozione inbook Rete biblioteche inbook Regolamento applicativo produzione, protocollo di scambio e promozione inbook Rete biblioteche inbook Regolamento applicativo 1 febbraio 2016 1 l presente regolamento applicativo

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROTOCOLLO D INTESA TRA L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO DIREZIONE REGIONALE PER LA TOSCANA (d ora in avanti INAIL) con sede in Firenze, via Bufalini n. 7, rappresentato

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

Nasce oggi [pagenotfound], la nuova collana edita da vanillaedizioni. Si tratta della prima collana di ebook e volumi cartacei dedicata alle

Nasce oggi [pagenotfound], la nuova collana edita da vanillaedizioni. Si tratta della prima collana di ebook e volumi cartacei dedicata alle Nasce oggi [pagenotfound], la nuova collana edita da vanillaedizioni. Si tratta della prima collana di ebook e volumi cartacei dedicata alle monografie d artista. Con una sola scelta, una soluzione completa

Dettagli

La Biblioteca Comunale di Como

La Biblioteca Comunale di Como La Biblioteca Comunale di Como Progetto Alternanza scuola-lavoro Liceo Classico Alessandro Volta 23 gennaio 8 febbraio 2012 Classe II^ F studenti: Elena Guerci, Martina Morreale Biblioteca Comunale di

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA. ALMA- Scuola Internazionale di Cucina Italiana

PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA. ALMA- Scuola Internazionale di Cucina Italiana PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E ALMA- Scuola Internazionale di Cucina Italiana 1 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento

Dettagli

Anteprima. Il questionario può essere compilato solo online.

Anteprima. Il questionario può essere compilato solo online. Anteprima. Il questionario può essere compilato solo online. Questionario Verso una valutazione intermedia della strategia Europa 2020 dal punto di vista delle città e delle regioni dell'unione europea

Dettagli

Centro per la Salute del Bambino / ONLUS

Centro per la Salute del Bambino / ONLUS Progetto In Vitro Progetto formativo Formazione degli operatori dei servizi sanitari, socio-educativi, bibliotecari e dei lettori volontari per la promozione della lettura da 6 mesi a 6 anni di vita Quadro

Dettagli

Direzione cultura, turismo e sport Settore biblioteche, archivi e istituti culturali

Direzione cultura, turismo e sport Settore biblioteche, archivi e istituti culturali Direzione cultura, turismo e sport Settore biblioteche, archivi e istituti culturali Bando l assegnazione di contributi da destinare ad interventi di digitalizzazione e valorizzazione delle testate giornalistiche

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

Giordano Barbieri, Maurizio Po, Enrica Sartori, Carol Taylor New Keys and Strategies for Modern Farming

Giordano Barbieri, Maurizio Po, Enrica Sartori, Carol Taylor New Keys and Strategies for Modern Farming Giordano Barbieri, Maurizio Po, Enrica Sartori, Carol Taylor New Keys and Strategies for Modern Farming Destinazione Ordine e indirizzo di scuola Scuola secondaria di secondo grado Materia Inglese La proposta

Dettagli

Tablet in spalla. Istituto Comprensivo Lucca 2 Scuola secondaria di 1 grado «Leonardo da Vinci»

Tablet in spalla. Istituto Comprensivo Lucca 2 Scuola secondaria di 1 grado «Leonardo da Vinci» Tablet in spalla Istituto Comprensivo Lucca 2 Scuola secondaria di 1 grado «Leonardo da Vinci» Progetto pilota su tre scuole secondarie di 1 grado di Lucca Scuola G. Carducci IC Lucca 1 Scuola D. Chelini

Dettagli

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI PROVINCIA DI VARESE ATTIVITA CULTURALI, TURISTICHE E PROMOZIONALI, SPORTIVE Biblioteche e audiovisivi LEGGE REGIONALE N 81/85 NORME IN MATERIA DI BIBLIOTECHE E DI ARCHIVI STORICI DI ENTI LOCALI E DI INTERESSE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PREMESSA Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono agli Enti Locali

Dettagli

IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA. www.mysolution.it

IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA. www.mysolution.it IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA www.mysolution.it IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA Cari Clienti, siamo orgogliosi di condividere con Voi un importante crescita e rinnovamento

Dettagli

La Trasparenza nella Regione Marche

La Trasparenza nella Regione Marche La Trasparenza nella Regione Marche Un attitudine che viene da lontano Dott.ssa Serenella Carota P.F. Sistemi Informativi e Telematici Giunta Regione Marche Ancona 20/03/2015 Tellus: gestione fondi di

Dettagli

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte La Agenda Seoul, obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte è uno dei maggiori

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli