GLOBAL GDP-POPULATION OUTLOOK

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GLOBAL GDP-POPULATION OUTLOOK"

Transcript

1 GLOBAL GDP-POPULATION OUTLOOK WORLD GDP & POPULATION GDP as a % GDP y/y IMF 2014 IMF 2014 IMF 2015 Population GDP Unemployment (Bln $) of total % Growth CPI y/y GDP y/y GDP y/y (Million) Pro-Capita ($) % rate Main World 69, % - 3.8% 3.3% 3.8% 7,176 9,683 - USA 16, % 2.4% 2.0% 2.2% 3.1% , % Euro-Zone 13, % 0.9% 0.5% 0.8% 1.3% , % Japan 4, % -0.8% 2.7% 0.9% 0.8% , % Germany 3, % 1.4% 0.9% 1.4% 1.5% 81 46, % China 9, % 7.3% 2.3% 7.4% 7.1% 1,356 6, % UK 2, % 2.7% 1.6% 3.2% 2.7% 64 42, % France 2, % 0.2% 0.7% 0.4% 1.0% 66 42, % Italy 2, % -0.5% 0.1% -0.2% 0.8% 62 34, % Canada 1, % 2.8% 1.9% 2.3% 2.4% 35 52, % Spain 1, % 2.0% 0.0% 1.3% 1.7% 48 29, % Russia 2, % 0.7% 7.4% 0.2% 0.5% , % Brazil 2, % -0.2% 6.3% 0.3% 1.4% , % Korea 1, % 2.7% 1.6% 3.7% 4.0% 49 26, % India 1, % 5.3% 7.8% 5.6% 6.4% 1,236 1, % Mexico 1, % 2.6% 3.9% 2.4% 3.5% , % Australia 1, % 2.5% 2.7% 2.8% 2.9% 23 69, % Netherlands % 1.0% 0.5% 0.6% 1.4% 17 50, % Belgium % 1.0% 0.7% 1.0% 1.4% 10 50, % Switzerland % 1.9% 0.1% 2.1% 2.7% 8 85, % Turkey % 1.5% 9.0% 3.0% 3.0% 82 10, % Sweden % 2.7% 0.1% 1.3% 1.6% 10 59, % Taiwan % 3.4% 1.4% 3.5% 3.8% 23 15, % Saudi Arabia % 3.8% 19.8% 1.5% 2.2% 28 26, % Austria % -0.2% 1.7% 1.0% 1.9% 8 52, % Poland % 3.1% 0.1% 3.2% 3.3% 38 13, % Norway % 3.2% 0.6% 2.5% 2.5% 5 99, % Indonesia % 5.0% 6.0% 5.2% 5.5% 254 3, % Denmark % 1.3% 0.6% 1.5% 1.8% 6 60, % SouthAfrica % 1.3% 6.3% 1.4% 2.3% 48 7, % Greece % 1.3% -0.8% 0.6% 2.9% 11 22, % Ireland % 4.1% 0.6% 3.6% 3.0% 5 48, % Iran % 6.4% 2.9% 4.6% 4.5% #N/A Invalid Security #VALORE! #VALORE! Finland % -0.2% 1.2% -0.2% 0.9% 5 50, % Portugal % 0.7% 0.0% 1.0% 1.5% 11 21, % Argentina % -0.8% % -1.5% 43 14, % Hong Kong % 2.2% 3.9% 3.0% 3.3% 7 38, % Thailand % 2.3% 2.1% 1.0% 4.6% 68 5, % UAE % 5.2% 3.2% 3.8% 4.0% 0 7,941, % Venezuela % -2.3% 64.3% -3.0% -1.0% 29 15, % Malaysia % 5.8% 2.9% 5.9% 5.2% 30 10, % Czech Republic % 1.2% 2.0% 1.8% 1.9% 11 19, % Israel % 3.3% 0.8% 2.5% 2.8% 8 37, % Colombia % 4.2% 2.8% 4.8% 4.5% 46 8, % Pakistan % 4.1% 8.6% 4.1% 4.3% 196 1, % Singapore % 2.1% 1.4% 3.0% 3.0% 6 53, % Chile % 0.8% 4.4% 2.0% 3.3% 17 15, % Hungary % 3.4% 0.3% 2.8% 2.3% 10 13, % New Zealand % 3.2% 1.6% 3.6% 2.8% 4 42, % Philippines % 6.9% 4.5% 6.2% 6.3% 108 2, % Fonte: IMF World Economic Outlook database ottobre 2014 (in grassetto projections gennaio 2015), Banca Mondiale. 4

2 LA SETTIMANA MACRO ECONOMICA: DATI DIFFUSI Paese Giorno Ora Dato Periodo Rif Precedente Attuale USA 12-mar Prezzi all'import mar M/M -3,1 r 0,4 USA 12-mar Prezzi all'import mar Y/Y -8,7 r -9,4 USA 12-mar Vendite al dettaglio mar M/M -0,8-0,6 USA 12-mar Vendite al dettaglio ex-auto mar M/M -1,1 r -0,1 USA 12-mar Scorte societarie gen M/M 0,0 r 0,0 USA 12-mar Deficit pubblico mensile feb -193,5B -192,3B USA 13-mar Prezzi alla produzione feb M/M -0,8-0,5 USA 13-mar Prezzi alla produzione feb Y/Y 0,0-0,6 USA 13-mar Fiducia consumatori (Michigan) mar P 95,4 91,2 EURO 12-mar Produzione industriale gen M/M 0,3 r -0,1 EURO 12-mar Produzione industriale gen Y/Y 0,6 r 1,2 UK 11-mar Produzione industriale gen M/M -0,2-0,1 UK 11-mar Produzione industriale gen Y/Y 0,8 r 1,3 UK 11-mar Produzione manifatturiera gen M/M 0,1-0,5 UK 11-mar Produzione manifatturiera gen Y/Y 2,6 r 1,9 UK 12-mar Bilancia commerciale in Mln gen r -616 UK 13-mar Produzione edile gen Y/Y 5,3 r -3,1 JAP 9-mar Partite correnti totali gen 187,2B 61,4B JAP 9-mar Partite correnti - rettifica gen 852,8B r 1058,1B JAP 9-mar Bilancia commerciale gen -395,6B -864,2B JAP 9-mar PIL Q4 F Q/Q 0,6 0,4 JAP 10-mar M3 feb Y/Y 2,8 2,9 JAP 11-mar Ordini macchinari gen M/M 8,3-1,7 JAP 11-mar Ordini macchinari gen Y/Y 11,4 1,9 JAP 11-mar Prezzi alla produzione mar M/M -1,3 0,0 JAP 11-mar Prezzi alla produzione mar Y/Y 0,3 0,5 JAP 13-mar Produzione industriale gen F M/M 4,0 3,7 JAP 13-mar Produzione industriale gen F Y/Y -2,6-2,8 CINA 10-mar Prezzi al consumo feb Y/Y 0,8 1,4 CINA 10-mar Prezzi alla produzione feb Y/Y -4,3-4,8 CINA 11-mar Investimenti attivi fissi YTD gen Y/Y - 13,9 CINA 11-mar Produzione industriale YTD feb Y/Y - 6,8 CINA 11-mar Vendite dettaglio YTD feb Y/Y - 10,7 INDIA 12-mar Produzione industriale gen Y/Y 1,7 2,6 INDIA 12-mar Prezzi al consumo feb Y/Y 5,11 5,37 INDIA 13-mar Esportazioni feb Y/Y -11,2-15,0 INDIA 13-mar Importazioni feb Y/Y -11,4-15,7 Legenda: Y/Y = anno su anno, M/M = mese su mese, Q/Q = trimestre su trimestre, K = migliaia, M = milioni, B = miliardi, r = dato rivisto, P = dato preliminare, F = dato finale 5

3 LA SETTIMANA MACRO ECONOMICA USA MACRO INDICATORS GDP PERSONAL SPENDING & INCOME LABOR MARKET GDP (in Bln $) at current dollars 17,701 Personal Spending curr.$ (Bln $) 12,088 Unemployment Rate % (U3) 5.5% GDP (in Bln $) at constant dollars 16,294 m/m% -0.2% Unemployed (K) 8,705 GDP q/q%annualized 2.2% y/y% 3.6% US Labor Force Participation Rate % 62.8% GDP y/y% 2.4% Personal Spending constant$ (Bln $) 11,164 Employment-Population-Ratio % 59.3% GDP % Deflator q/q%ann. 0.1% m/m% 0.3% Persons who currently want a job 6,538 GDP % Deflator y/y% 1.2% y/y% 3.4% Part-timers for economic reasons (K) 6,635 Consumer Spending (Bln $) 11,114 PCE Deflator m/m% -0.5% US Unemployment Duration 27 Weeks 31.1% Cons.Spending/GDP% 68.2% PCE Deflator y/y% 0.2% Underemployment-rate (U6) 11.0% Consumer Spending q/q%ann. 4.2% PCE Deflator-Core m/m% 0.1% Jobless Claims (K) 289 Gross Fixed Investments (Bln $) 2,785 PCE Deflator-Core y/y% 1.3% Continuing Claims (K) 2,418 Gross Fixed Investments/GDP% 17.1% Personal Income curr.$ (Bln $) 15,062 Employed (K) 148,297 Gross Fixed Investments q/q%ann. 5.1% m/m% 0.3% Non-farm payrolls (K) 295 Fixed Investments q/q%ann. 4.5% y/y% 4.6% Manufacturing payrolls (K) 8 Non-residential Construc q/q%ann. 4.8% Disposable Income constant$ (Bln $)12,246 Average hourly earnings m/m% 0.1% Structures q/q%ann. 5.0% m/m% 0.4% Average hourly earnings y/y% 2.0% Equipment & Software q/q%ann. 4.1% y/y% 4.2% Federal Minimum Wage in $ per hour 7.25 Residential Construc q/q%ann. 3.4% Personal Saving (Bln $) 729 Productivity y/y% -0.1% Government Spending q/q%ann. -1.8% Saving Rate % 5.5% Unit Labor Costs y/y% 2.6% Net Exports (Bln $) -476 INDUSTRIAL HOUSING MARKET Exports q/q%ann. 3.2% Industrial Production m/m% 0.2% Housing-starts (K) 1,065 Imports q/q%ann. 10.1% Industrial Production y/y% 4.8% y/y% 18.3% Net Exports Contribution GDP%Growth-1.15% Industrial Capacity Utilization % 79.4% Building-permits (K) 1,060 Change in Inventories (Bln $) 88.4 Manufacturing m/m% 0.2% Existing-home-sales (K) 4,820 Inventories Contribution GDP%Growth 0.12% Manufacturing y/y% 5.6% y/y% 3.2% Corporate Profits (Bln $) 2,171 Mining m/m% -1.0% New-home-sales (K) 481 q/q% 3.1% Utilities m/m% 2.3% y/y% 5.3% y/y% 1.4% Factory Orders m/m% -0.2% New Home Inventory (000k) 218 Capex/GDP% 6.8% Factory Orders y/y% -2.3% Construction Spending (Bln $) 971 Real GDP Pro-Capita 51,095 Durable Goods Orders m/m% 2.8% y/y% 1.8% Nominal GDP Pro-Capita 55,509 Durable Goods Orders Ex-transp m/m%0.0% Construction Spending/GDP% 5.5% GOVERNMENT DEFICIT & DEBT Durable Goods Orders y/y% 1.7% Homebuyer Affordability 180 Fiscal-Balance yearly (Bln $) -483 Ism-Manufacturing Y-Mortgage Rate % 3.9% Fiscal-Balance/GDP% -2.80% Book to Bill Ratio (Semiconductors) 1.03 Delinquencies as a % of Tot Loans 5.7% Fiscal-Balance/GDP% (IMF) % Chicago PMI 45.8 Foreclosures as a % of Tot Loans 2.3% US Total Public Debt Outstanding (Bln $) 18,156 Philadelphia FED 5.2 S&P/CaseShiller Composite-20 y/y% 4.46% Government-Debt/GDP% 102.6% Empire Manufacturing NY 7.8 PRICES Government-Debt/GDP% (IMF) % Richmond Manufacturing 0.0 CPI m/m% -0.68% CURRENT ACCOUNT & TRADE BALANCE RETAIL SALES & SERVICES CPI y/y% -0.10% Current-Account last quarter (Bln $) Retail Sales m/m% -0.6% CPI ex-food & energy m/m% 0.18% Current-Account/GDP% -2.21% Retail Sales y/y% 1.7% CPI ex-food & energy y/y% 1.60% Current-Account/GDP % (IMF) % Retail Sales ex-auto m/m% 0.0 PPI Final Demand m/m% -0.50% Trade Balance yearly (Bln $) Retail Sales ex-auto y/y% 0.0 PPI Final Demand y/y% -0.60% Trade Balance last month (Bln $) Ism Non-Manufacturing 56.9 PPI Final Dem. Ex-food-&-ener. y/y% 1.00% with China monthly (Bln $) Consumer Confidence (Michigan) 91.2 PPI m/m% (OLD) -0.10% with Euro monthly (Bln $) -9.3 Consumer Confidence (C.Board) 96.4 PPI y/y% (OLD) -3.40% with UK monthly (Bln $) 0.3 LEADING INDICATORS PPI Intermediate-Goods y/y% -6.40% with Japan monthly (Bln $) -5.8 Leading Index m/m% 0.2% PPI Crude-Goods y/y% % Exports m/m% -2.9% Leading Index y/y% 6.5% Prezzi all'import y/y% -9.40% Exports y/y% -1.7% Coincident Index m/m% 0.2% Prezzi all'export y/y% -5.90% Imports m/m% -3.9% Lagging Index m/m% 0.3% Faofoodi Index Imports y/y% -0.2% Coincident/Lagging Ratio 96.8 Faofoodi Index m/m% -0.99% INVENTORIES MONEY SUPPLY Faofoodi Index y/y% % Busness Inventories (Bln $) 1,762 Money Supply (Bln $) M2 11,846 FEDERAL-RESERVE Business Inventories m/m% 0.0% Money Supply m/m% 12.9% FED-Funds-rate % 0.25% Business Inventories y/y% 3.4% Money Supply y/y% 6.3% Discount Rate % 0.75% Inventory/Sales Ratio 1.35 Consumer credit monthly (Bln $) FED Total Assets (Bln $) 4,489 Wholesale Invenories m/m% 0.3% Consumer credit outstanding (Bln $) FED Treasuries (Bln $) 2,460 Wholesale Invenories y/y% 6.2% Home mortgage outstanding (Bln $) Foreign purchases of $ Assets (Bln $) 35.4 USA: in risalita il ratio scorte/vendite all ingrosso Nel mese di gennaio le scorte all ingrosso hanno fatto segnare un rialzo di +0,3% m/m, dato questo superiore a -0,1% m/m stimato dagli analisti e col dato di dicembre rivisto da +0,1% m/m a 0,0% m/m. Su base annua le wholesale-inventories hanno rallentato da +6,6% y/y a +6,2% y/y. Le vendite all ingrosso hanno riportato una contrazione di -3,1% m/m, la terza consecutiva in sequenza per un dato ora negativo a -1,0% y/y. Il ratio di tipo scorte/vendite è aumentato da 1,22 a 1,27, il livello più elevato da giugno

4 USA: wholesaleinventories a +6,2% y/y USA: le retail-sales deludono rallentando Le vendite al dettaglio americane si sono contratte a -0,6% m/m, deludendo rispetto alle aspettative di mercato di +0,3% m/m. In gennaio le vendite al dettaglio si erano contratte di - 0,8% m/m, e dopo il -0,9% m/m di dicembre. Molta della flessione delle vendite è dipesa dalle gasoline-sales, che su base annua girano a -23,4% y/y, per quanto in piccolo recupero nell ultimo mese a +1,5% m/m. Le retail-sales totali su base annua hanno rallentato da +3,6% y/y a +1,7% y/y, il tasso di crescita su base annua più contenuto da novembre Con i ritmi d inflazione in riduzione i più bassi prezzi a questo giro hanno prodotto una flessione anche delle vendite exgasoline, però, a -0,8% m/m. Anche dopo questa contrazione le sales-ex-gasoline girano a +4,1% y/y. In flessione le vendite di autoveicoli, di materiali da costruzione e di health-&-personal care. Non è un disastro; ci potrebbe essere stato un effetto da penalizzanti condizioni meteo che potrebbe aver frenato le vendite al dettaglio; abbiamo ancora un buon labor-market e molte cose che supportano la spesa per consumi, ha commentato Michael Feroli, il chief-us-economist alla JPMorgan Chase & Co in New York. 7

5 USA: retail-sales a +1,7% y/y USA: il PPI-finaldemand cade in negativo per la prima volta In febbraio l indice dei prezzi alla produzione ha fatto segnare una contrazione di -0,5% m/m, posizionandosi al di sotto rispetto al +0,3% m/m atteso e dopo il -0,8% m/m di gennaio. Il PPIfinal-demand a monte del ciclo macro è passato da 0,0% y/y a -0,6% y/y, dato al di sotto rispetto allo 0,0% y/y stimato dagli analisti. Si tratta del primo dato negativo su base annua di questa serie di nuova generazione, visto che il report di PPI è stato ristrutturato allo scopo di dare peso anche al PPI-services in maniera più importante. USA: PPI-finaldemand a -0,6% y/y USA: la fiducia dei consumatori arretra In marzo l indicatore della fiducia dei consumatori redatto dall Università del Michigan ha fatto segnare un rallentamento, passando da 95,4 punti a 91,2 punti, posizionandosi al di sotto del dato atteso di 95,5 punti. Il dato legato alla situazione corrente si è deteriorato da 106,9 punti a 103,0 punti, mentre il dato relativo alle aspettative è passato da 88,0 punti a 83,7 punti. 8

6 USA: Michigan consumer-sentiment a 91,2 punti USA: i prezzi all import a -9,4% y/y In febbraio i prezzi all import hanno provato a risalire mettendo a segno un +0,4% m/m, dato al di sopra dell atteso di +0,2% m/m e col dato precedente rivisto al ribasso da -2,8% y/y a -3,1% y/y. Su base annua gli import-prices procedono pesantemente, attestandosi a -9,4% y/y, dato al di sotto del -8,9% y/y stimato dagli analisti e col valore di gennaio rivisto da -8,0% y/y a -8,7% y/y. I prezzi all export scandiscono un passo di -0,1% m/m e di -5,9% y/y. USA: il deficit fiscale americano a -192,3 Bln $ in febbraio In febbraio il deficit-fiscale americano si è attestato a -192,3 Bln $. Dall inizio dell anno fiscale ad oggi il deficit ammonta a -386,5 Bln $, dato questo a +2,7% y/y-ytd. Il gettito fiscale di febbraio è stato pari a 139,38 Bln $ (-3,4% y/y) per un dato però dall inizio dell anno fiscale a 1,185 trillion $ (+7,1% y/y). La spesa pubblica è stata pari nel mese a 331,71 Bln $, per un dato dall inizio dell anno fiscale di 1,57 trillion $ (+6,0% y/y). 9

7 EURO-ZONE GDP MEMBER-STATES FISCAL BALANCE/GDP% MEMBER-STATES INDUSTRIAL-PROD. y/y% GDP at Current (Bln ) 10,040 Germany 0.1% Germany 1.0% GDP at current $ (Bln $) 10,555 France -4.1% France 1.6% GDP at constant (Bln ) 9,638 Italy -2.8% Italy -2.2% GDP at constant $ (Bln $) 10,132 Spain -6.8% Spain 0.6% GDP q/q% 0.3% Netherlands -2.3% Netherlands -2.2% GDP y/y% 0.9% Belgium -2.9% Belgium -2.4% Household Consumption q/q% 0.4% Austria -1.5% Austria -0.1% Household Consumption y/y% 1.4% Portugal -4.9% Portugal -1.8% Domestic Demand q/q% -0.1% Ireland -5.7% Greece -0.2% Domestic Demand y/y% 1.0% Greece -12.2% Ireland 8.8% Fixed Investment q/q% 0.4% MEMBER-STATES GOVT-DEBT/GDP% MEMBER-STATES RETAIL SALES y/y% Fixed Investment y/y% 0.3% Germany 74.8% Germany 5.4% Government Spending q/q% 0.2% France 95.3% France 4.1% Government Spending y/y% 0.8% Italy 131.8% Italy 1.1% Exports q/q% 0.8% Spain 96.8% Spain 4.2% Exports y/y% 4.1% Netherlands 69.0% Netherlands 1.8% Imports q/q% 0.4% Belgium 108.2% Belgium -0.3% Imports y/y% 4.0% Austria 80.7% Austria 2.3% MEMBER-STATES GDP Portugal 131.4% Portugal 2.5% Germany Nominal-GDP (Bln ) 2,908 Ireland 114.8% Greece -1.1% Germany GDP q/q% 0.7% Greece 176.0% Ireland 5.2% Germany GDP y/y% 1.5% PRICES LABOR MARKET France Nominal-GDP (Bln ) 2,143 CPI m/m% 0.6% Unemployment Rate % 11.2% France GDP q/q% 0.1% CPI y/y% -0.3% Labour Costs q/q% -6.2% France GDP y/y% 0.2% CPI-Core y/y% 0.6% Labour Costs y/y% 1.3% Italy Nominal-GDP (Bln ) 1,617 CPI-Estimated y/y% -0.3% MEMBER-STATES UNEMPLOYMENT RATE Italy GDP q/q% 0.0% PPI m/m% -0.9% Germany 4.7% Italy GDP y/y% -0.5% PPI y/y% -3.4% France 10.2% Spain Nominal-GDP (Bln ) 1,058 MEMBER-STATES CPI Y/Y% Italy 12.6% Spain q/q% 0.7% Germany -0.5% Spain 23.4% Spain y/y% 2.0% France -0.4% Netherlands 7.2% Netherlands Nominal-GDP (Bln ) 654 Italy -0.5% Belgium 8.5% Netherlands q/q% 0.5% Spain -1.5% Austria 4.8% Netherlands y/y% 1.0% Netherlands -0.7% Portugal 13.3% Belgium Nominal-GDP (Bln ) 402 Belgium -0.6% Greece 26.0% Belgium q/q% 0.2% Austria 0.5% Ireland 10.0% Belgium y/y% 1.0% Portugal -0.4% CONFIDENCE Austria Nominal-GDP (Bln ) 329 Greece -2.8% Economic Confidence Austria q/q% -0.2% Ireland -0.4% ZEW-expectations Austria y/y% -0.2% INDUSTRIAL IFO (Business Confidence) Portugal Nominal-GDP (Bln ) 174 Industrial Production m/m% -0.1% CURRENT ACCOUNT & TRADE BALANCE Portugal q/q% 0.5% Industrial Production y/y% 1.2% Trade Balance Monthly (Bln ) Portugal y/y% 0.7% Capacity Utilization % 80.7% EuroZone Curr Accnt Monthly (Bln ) Ireland Nominal-GDP (Bln ) - Capital Goods Prod. m/m% 0.1% Current-Account/GDP% (IMF) % Ireland q/q% 0.1% Capital Goods Prod. y/y% 1.4% MONEY SUPPLY & CREDITS Ireland y/y% 3.6% Intermediate Goods Prod. m/m% -0.5% M1 y/y 9.0% Greece Nominal-GDP (Bln ) - Intermediate Goods Prod. y/y% 0.7% M2 y/y 4.0% Greece q/q% -0.4% Construction Output q/q% -0.8% M3 y/y 4.1% Greece y/y% 1.3% Construction Output y/y% -3.5% Private Sector Loans (Bln eur) 10,585 GOVERNMENT DEFICIT & DEBT PMI-Manufacturing Private Sector Loans y/y -0.1% Fiscal-Balance yearly (Bln ) -285 RETAIL SALES & SERVICES ECB Fiscal-Balance/GDP % -2.90% Retail Sales m/m% 1.1% ECB Main Refinancing Rate % 0.05% Fiscal-Balance/GDP % (IMF) % Retail Sales y/y% 3.7% ECB Deposit Facility Rate % -0.20% Government-Debt (Bln ) 9,008 EU 27 New Car Reg. last-m (K) 999 ECB Total Assets (Bln ) 2,135 Government-Debt/GDP % 90.90% EU 27 New Car Registration y/y% 6.7% ECB Excess Liquidity (Bln ) Government-Debt/GDP % (IMF) % Euro-Zone New Car Reg. y/y% 6.9% MROs (Bln ) 119,002.0 PMI-Services SMP (Bln ) EURO: la produzione industriale europea prova ad incanalarsi costruttivamente MACRO INDICATORS La produzione industriale europea ha riportato un dato di -0,1% m/m in gennaio, ma col dato precedente rivisto al rialzo da +0,0% m/m a +0,3% m/m. Il dato atteso dagli analisti si attestava a +0,2% m/m. Su base annua l industrial-production di dicembre è stata rivista al rialzo da - 0,2% y/y a +0,6% y/y, per poi raddoppiare il suo tasso di crescita in gennaio a +1,2% y/y, valore questo ampiamente al di sopra del +0,1% y/y previsto in via medio-mediana all interno della comunità finanziaria. Questi dati servono a confermare quanto di costruttivo il segmento manifatturiero abbia negli ultimi tempi provato a fare, sebbene ulteriori conferme sarebbero necessarie a costruire un trend. Per il momento si constata che il +1,2% y/y è il valore più 10

8 elevato da luglio Valutando il tenore dello spaccato geografico si ha che la Germania ha riportato valori di produzione industriale pari a 0,0% m/m e di +1,0% y/y, dato questo in linea col precedente ed in risalita dal -0,4% y/y di novembre. La Francia, invece, è sembrata riprendersi industrialmente: la sua industrial-production, infatti, dopo il +1,5% m/m di dicembre ha riportato un incremento ulteriore di +0,4% m/m, accelerando così da +0,5% y/y a +1,6% y/y. La produzione industriale italiana, però, si è mossa in controtendenza, flettendo a -0,7% m/m, dopo il +0,4% m/m di fine anno e ritornando negativa da +0,1% y/y a -2,2% y/y. Si tratta di un passo indietro che dovrà essere analizzato attentamente monitorando questo parametro della rassegna italiana in uscita dai difficili mesi invernali. Peraltro al di là delle percentuale l indice della produzione industriale dell Italia, attraversando il momento difficile attuale, è riuscita a galleggiare al di sopra dei minimi di marzo-2009, un risultato da tenere a mente e che la stessa Spagna non era riuscita a centrare. Una stabilizzazione del trend è quanto di fatto sta provando a prendere forma nel comparto manifatturiero italiano. La produzione industriale della Spagna ha fatto un piccolo passo in avanti a +0,2% m/m, dopo il +0,2% m/m di dicembre, per un indicatore salito un po di tono su base annua da +0,2% y/y a +0,6% y/y. EURO: industrialproduction a +1,2% y/y 11

9 12

10 UNITED KINGDOM MACRO INDICATORS GDP PRICES LABOR MARKET GDP at current Gbp (Bln Gbp) 1,788 CPI m/m% -0.9% Unemployment Rate % 5.70% GDP at current Gbp (Bln $) 2,641 CPI y/y% 0.3% Total Unemployed ILO (K) 1,862 q/q% 0.4% CPI-core m/m% -0.7% Total Claimant Counts (K) 823 y/y% 3.8% CPI-core y/y% 1.4% New Claimant Counts (K) monthly change -39 sa GDP at constant Gbp (Bln Gbp) 1,698 CPI-food m/m% -0.7% UK Claimant Counts Rate % 2.50% GDP at current Gbp (Bln $) 2,508 CPI-food y/y % -2.5% Payrolls (K) quarterly 103 q/q% 0.5% CPI-housing m/m% -0.1% Total Payrolls (K) 30,896 y/y% 2.6% CPI-housing y/y % 1.0% Average Weekly Earnings cum-bonus y/y% 2.4% GDP Deflator q/q% -0.1% RPI (Retail Price Index) m/m% -0.8% Average Weekly Earnings cum-bonus 3m-y/y% 2.1% GDP Deflator y/y% 1.1% RPI (Retail Price Index) y/y% 1.1% Average Weekly Earnings ex-bonus y/y%1.6% Consumer-spending q/q% 0.5% PPI m/m% -0.5% Average Weekly Earnings ex-bonus 3m-y/y% 1.7% Consumer-spending y/y% 2.2% PPI y/y% -1.8% HOUSING MARKET Business-spending q/q% -0.5% PPI Producting Factors m/m% -2.0% Mortgage Approvals (K) 60.8 Business-spending y/y% 3.7% PPI Producting Factors y/y% -14.2% Net Lending on Dwelling (Bln Gbp) monthly 155.8% Government-spending q/q% 0.0% INDUSTRIAL Avg Housing Prices (Nationwide) in Gbp 187,964 Government-spending y/y% 2.2% Industrial Production m/m% -0.1% Housing Prices (Nationwide) m/m% -0.1% Exports q/q% 3.5% Industrial Production y/y% 1.3% Housing Prices (Nationwide) y/y% 5.7% Exports y/y% 4.2% Manufacturing Production m/m% -0.5% Housing Prices (RightMove) m/m% 1.0% Imports q/q% 1.3% Manufacturing Production y/y% 1.9% Housing Prices (RightMove) y/y% 5.4% Imports y/y% 2.4% Mining m/m% 2.1% Housing Prices (Halifax/Hbos) m/m% -0.3% Nominal GDP Pro-Capita (Gbp) 20,338 Mining y/y% 3.2% Housing Prices (Halifax/Hbos) y/y% 8.3% Real GDP Pro-Capita (Gbp) 17,224 Utilities & Gas m/m% 1.9% Construction-output m/m% -2.6% GOVERNMENT DEFICIT & DEBT Utilities & Gas y/y% 2.1% Construction-output y/y% -3.1% Fiscal-Balance ex-fin-int. monthly (Bln Gbp) 8.75 Oil & Gas m/m% 2.3% Construction-PMI Fiscal-Balance ex-fin-int. yearly (Bln Gbp) Oil & Gas y/y% 1.4% CONFIDENCE Fiscal-Balance/GDP % ex-fin-intervention -5.1% Durable Goods m/m% -4.3% Leading Indicators Fiscal-Balance cum-fin-int. monthly (Bln Gbp) 9.41 Durable Goods y/y% 2.5% Leading Indicators m/m% 0.1% Fiscal-Balance cum-fin-int. yearly (Bln Gbp) Non-Durable Goods m/m% 0.4% Leading Indicators y/y% 3.7% Fiscal-Balance/GDP % cum-fin-int. -4.7% Non-Durable Goods y/y% 4.9% Coincident Index m/m% 0.1% Fiscal-Balance/GDP %(IMF) % Investment Goods m/m% -3.7% Coincident Index y/y% 2.3% Government-Debt ex-fin-int. (Bln Gbp) 1,464.0 Investment Goods y/y% -0.4% GGFK UK Consumer Conf Government-Debt/GDP % ex-fin-int. 79.6% Intermediate Goods m/m% 1.8% MONEY SUPPLY & CREDITS Government-Debt cum-fin-int. (Bln Gbp) 1,775.6 Intermediate Goods y/y% 2.4% Notes & Coins Avg Amt Outstanding (Bln Gbp) Government-Debt/GDP % cum-fin-int. 96.5% Industrial Capacity Utilization % 82.7% Money Supply Notes & Coins y/y % 6.1% Government-Debt/GDP %(IMF) % PMI Manufacturing M0 y/y% 7.5% CURRENT ACCOUNT & TRADE BALANCE RETAIL SALES & SERVICES Money Supply M4 (Bln Gbp) 2,088 Current-Account last quarter (Bln Gbp) Retail Sales in volume m/m% sa -0.7% M4 m/m% -0.8% Current-Account/GDP%(IMF) % Retail Sales in volume y/y% sa 4.8% M4 y/y% -2.2% Trade Balance yearly (Bln Gbp) Retail Sales Implied Deflator y/y% -1.6% Net Lending on Dwel. (Bln Gbp) monthly1.56 Trade Balance last month (Bln Gbp) Retail Sales in value m/m% sa (ex-auto) -0.9% Consumer Credit (Bln Gbp) monthly 0.82 Visible Trade Balance last month (Bln Gbp) Retail Sales in value y/y% sa (ex-auto) 3.0% Total Net Lending Bln Gbp monthly 2.38 Visible Trade Balance non-eu last month (Bln Gbp) New Car Registrations m/m% -53.3% BANK OF ENGLAND Exports last month (Bln Gbp) New Car Registrations y/y% 12.0% UK Base rate 0.5% Imports last month (Bln Gbp) PMI Services Asset Purchase Target (Bln Gbp) 375 BOE Tot Assets (Bln Gbp) 405 UK: la produzione industriale inglese in gennaio con numeri inferiori a quelli stimati Nel mese di gennaio la produzione industriale inglese ha subito una contrazione di -0,1% m/m, dopo il -0,2% m/m. Il dato è risultato inferiore rispetto al +0,2% m/m stimato dagli analisti. La produzione industriale, su base annua è stata rivista per quanto riguarda il mese di dicembre da +0,5% y/y a +0,8% y/y, per poi riportare in gennaio un valore di +1,3% y/y, in linea con quanto previsto dagli economisti. La parte core della produzione industriale, il manufacturing, si è contratta a -0,5% m/m, deludendo rispetto al +0,2% m/m previsto dal mercato e dopo il +0,1% m/m di dicembre. Su base annua il manufacturing ha rallentato da +2,4% y/y, dato rivisto a +2,6% y/y, a +1,9% y/y, al di sotto del +2,6% y/y stimato. L outlook per i produttori manifatturieri inglesi attualmente sembra discreto; speranzosamente la forte fiducia dei consumatori, l aumento dell occupazione e il miglioramento del potere d acquisto sosterranno la domanda per i beni durevoli da parte dei consumatori, ha detto Howard Archer, economista alla IHS Global Insight in Londra. A questo giro dopo un bimestre vissuto in forte contrazione, il comparto dell oil & gas si è ripreso, conseguendo un +2,4% m/m, a seguito della ripartenza dell attività presso l oilfield di Huntington nel Mare del Nord. Il comparto dell oil & gas su base annua è rimbalzato da -9,3% y/y a +1,4% y/y. Dei 13 settori industriali 5 hanno riportato una crescita su base mensile, mentre gli altri 8 una decrescita. Per quanto riguarda i dati annuali, invece, delle 13 categorie 8 di esse risultano attualmente in crescita mentre 5 in decrescita. Piuttosto pesante è l andamento del comparto dei macchinari e equipaggiamento, a -7,0% m/m e a -9,9% y/y. 13

11 UK: industrial-production a +1,3% y/y UK: il trade-balance inglese si riduce sui livelli migliori dal lontano ottobre-2000 In gennaio la bilancia commerciale merci britannica ha riportato un rosso di -8,41 Bln Gbp, dato questo in miglioramento rispetto al dato precedente di -10,15 Bln Gbp, rivisto al -9,92 Bln Gbp. Il dato ha battuto le stime di -9,65 Bln Gbp. Includendo anche l interscambio dei servizi il tradedeficit britannico è migliorato da -2,89 Bln Gbp, dato rivisto a -2,14 Bln Gbp, a -616 Mln Gbp, al di sopra del -2,30 Bln Gbp stimato. Ma non sono state le esportazioni a procurare questo tipo di numeri. Le exports hanno arretrato nelle zone dei 42,3 Bln Gbp, a -2,3% m/m e a +1,2% y/y. E stato più che altro il -5,6% m/m delle importazioni cadute a 42,93 Bln Gbp a determinare la rimarginazione del deficit. Le imports scandiscono un passo di -6,8% y/y. Numeri alla mano il trade-deficit di -616 Mln Gbp è il più contenuto degli ultimi 14-anni dal lontano ottobre E realistico sperare che le esportazioni possano beneficiare in modo crescente andando avanti nel 2015 da un marcato pick-up della crescita nella Euro-Zone, che beneficia dei più bassi oil-prices, un euro molto più competitivo e dal sostanziale stimolo monetario della BCE, ha detto Howard Archer, economist alla IHS Global Insight in Londra. Tuttavia Archer si dice preoccupato per il rafforzamento della sterlina. 14

12 UK: trade-deficit-merci a -8,41 Bln Gbp UK: trade-deficit a -616 Mln Gbp in gennaio UK: il settore delle costruzioni in involuzione a gennaio In gennaio il settore delle costruzioni inglese ha subito una riduzione di -2,6% m/m, al di sotto del +1,3% m/m atteso e col dato di dicembre rivisto da +0,4% m/m a +0,6% m/m. Su base annua il construction-output è andato in turnaround negativo, muovendosi da +5,5% y/y, dato rivisto a +5,3% y/y a -3,1% y/y, valore che ha deluso rispetto alle stime degli analisti di +2,1% y/y. UK: construction-output a -3,1% y/y 15

13 JAPAN MACRO INDICATORS GDP PRICES RETAIL SALES & SERVICES GDP at current Yen (Trl Yen) CPI m/m% -0.2% Wholesale & Retail Sales y/y% -2.7% GDP at current $ (Bln $) 4,038 CPI y/y% 2.4% Retail Sales m/m% -1.9% GDP q/q% 1.0% CPI-ex-fresh food m/m% -0.6% Retail Sales y/y% -2.0% GDP y/y% 1.6% CPI-ex-fresh food y/y% 2.2% Wholesale Sales m/m% 2.3% GDP at constant Yen (Trl Yen) PPI m/m% 0.0% Wholesale Sales y/y% -3.1% GDP at constant $ (Bln $) 4,327 PPI y/y% 0.5% National Store Sales y/y% -2.8% GDP q/q% 0.4% Export Prices m/m% -1.0% Tertiary Industry Index 1.4% GDP q/q%annualized 1.5% Export Prices y/y% 2.7% Overall Household Spend. y/y% -5.1% GDP y/y% -0.8% Import Prices m/m% -5.3% LABOR MARKET GDP Fiscal Year y/y% 2.1% Import Prices y/y% -9.9% Unemployment Rate % 3.6% GDP Deflator y/y% 2.4% PPI-services m/m% -0.5% Job/Applicant Ratio 1.14 Consumer-spending (Trl Yen) PPI-services y/y% 3.4% Population (Mln) q/q% 0.5% PPI-goods m/m% 0.0% Labor Force (Mln) Res. Business-spending (Trl Yen) PPI-goods y/y% 0.5% Employed (Mln) q/q% -1.2% INDUSTRIAL Unemployed (Mln) 2.35 Non-Res. Business-Spending (Trl Yen) Industrial Production m/m% 3.7% Cash Earnings y/y% 1.3% q/q% -0.1% Industrial Production q/q% 1.8% Extraordinary Earnings y/y% 2.6% Private Inventories (Trl Yen) Industrial Production y/y% -2.8% Real Cash Earnings y/y % -1.5% Government-spending (Trl Yen) Capacity Utilization % 105.5% CONFIDENCE q/q% 0.3% m/m% 3.6% Tankan Large Manufacturing 12.0 Govt Business-spending (Trl Yen) Industrial Shipments m/m% -7.5% Tankan Large Manufacturing Outlook 9.0 q/q% 0.8% Industrial Shipments y/y% -2.1% Tankan Large non-manufacturing 16.0 Net Exports (Trl Yen) Industrial Invetories m/m% 3.8% Tankan Large non-manufacturing Outlook 15.0 Exports (Trl Yen) Industrial Inventories y/y% 5.8% Tankan Large All Industry Capex 0.1 Imports (Trl Yen) Inventories/Shipments Ratio Tankan Small Manufacturing 1.0 Net-Profit from abroad (Trl Yen) Total Machinery Orders (Bln Yen) 2,508 Tankan Small Manufacturing Outlook -5.0 Receipts from abroad (Trl Yen) Core Machinery Orders (Bln Yen) Tankan Small non-manufacturing -1.0 Payments from abroad (Trl Yen) 8.97 m/m% -1.7% Tankan Small non-manufacturing Outlook -4.0 Gross National Income (Trl Yen) y/y% 1.9% Leading Indicators 55.6 GOVERNMENT DEFICIT & DEBT Japan Auto production (units) 777,656 Consumer Confidence Household 40.4 Fiscal-balance/GDP % (IMF) % y/y% -9.7% Coincident Index 80.0 Govt-Expenditures (Trl yen) Domestic Auto Sales (units) 288,348 PMI Confidence 46.5 Govt-Revenues (Trl yen) y/y% -14.2% CONFIDENCE Bond Depdendcy Rate 38.3% Auto Exports Sales (units) 341,872 M1 (Trl yen) JGBs & Borrowing (Quadrillion yen) 1,029.9 y/y% 4.6% M1 y/y% 4.9% Japan Govt Bonds (Trl yen) Toyota World Auto prod (units) 716,890 M2 (Trl yen) Japan Govt Fin Bills (Trl yen) y/y% -3.0% M2 y/y% 3.5% Govt-Debt/GDP % 210% Nissan World Auto prod (units) 438,375 M3 (Quadrillion yen) Govt-Debt/GDP % (IMF) % y/y% 2.0% M3 y/y% 2.9% BANK OF JAPAN Machinery Tools m/m% -16.0% Broad Liquidity y/y% 3.5% Base rate % 0.1% Machinery Tools y/y% 28.9% Monetary Base (Trl Yen) HOUSING MARKET Monetary Base y/y% 36.7% Tokyo condos sales price ('000 Yen) 56,960 BOJ Total Assets (Trl yen) Land Prices y/y% -0.6% BOJ Govt Securities (Trl yen) Housing Starts y/y% -13.0% FX reserves (Bln $) 1,251.1 Housing Starts annualized ('000) 864 Constr.-Orders (50 Biggest Construc.) y/y%27.5% JAPAN: gli ordini dei macchinari partono in flessione in questo 2015 In gennaio gli ordini dei macchinari hanno riportato una contrazione di -1,7% m/m, a fronte di un -4,0% m/m atteso e dopo il +8,3% m/m di dicembre. Su base annua i machinery-orders hanno rallentato da +11,4% y/y a +1,9% y/y, collocandosi al di sopra rispetto al -1,0% y/y atteso dalla comunità finanziaria. Il trend di questo parametro si è fatto un po crescente, per quanto ci sia molta volatilità all interno di questo dato da tenere in considerazione. 16

14 JAPAN: machinery-orders a +1,9% y/y JAPAN: il prodotto interno lordo giapponese rivisto al ribasso nel Q In sede revisiva il prodotto interno lordo del Giappone relativamente al Q è stato ritoccato al ribasso da +2,2% q/q-ann. a +1,5% q/q-ann. Quest ultimo valore succede a quello negativo del Q di -2,6% q/q-ann. Il GDP è così passato da -1,4% y/y del Q a -0,8% y/y. Si tratta del terzo dato di fila negativo su base annua, per un economia che sta provando ad uscire dalla recessione procurata dal rialzo del VAT-rate dal 5% all 8% ricorso ad aprile Il ciclo del consumer-spending interno di fatto versa in uno stato piuttosto critico: il private-consumption fa segnare infatti -2,2% y/y, pur provando esso a risalire in sequenza a +2,0% q/q-ann. Il business-spending, invece, per quanto riguarda gli investimenti capitali pur girando a +0,3% y/y, in sequenza si è contratto a -0,3% q/q-ann. riflettendo comunque una trazione ciclica piuttosto anemica. Anche le scorte non hanno dato l apporto costruttivo ciclico che da esse ci si poteva attendere. Non fosse stato per il government-spending i numeri di GDP sarebbero venuti fuori più negativi. La spesa pubblica gira a +0,9% y/y e a +1,3% q/q-ann. Allo stesso tempo si considera che ad aiutare i numeri aggregati del prodotto interno lordo a tenere in questa fase macro d intermezzo è stato il più marcato effetto J dal lato delle esportazioni: le net-exports hanno presentato un dato di crescita di +1,0% y/y. JAPAN: GDP a -0,8% y/y 17

15 JAPAN: il PPI consolida in Nel mese di febbraio l indice dei prezzi alla produzione giapponese è rimasto fermo a 0,0% m/m basso in linea con le stime, interrompendo una serie negativa in sequenza durata 4 mesi. Il PPI su base annua è risalito da +0,3% y/y a +0,5% y/y, a fronte di una stima di +0,4% y/y. Il PPI si limita a consolidare a ritmi blandi. JAPAN: il PPI a +0,5% y/y JAPAN: la produzione industriale limata al ribasso a gennaio All atto della revisione finale la produzione industriale nipponica è stata limata al ribasso. Il +4,0% m/m speso in via preliminare è stato rivisto a +3,7% m/m. Su base annua l industrialproduction è stato rivisto da -2,6% y/y a -2,8% y/y. Il nuovo anno è iniziato con buoni propositi per questo parametro macroeconomico, che strutturalmente necessità di altri dati positivi in sequenza per riprendere a risalire. JAPAN: industrialproduction a -2,8% y/y 18

16 CHINA-INDIA CHINA GDP CURRENT ACCOUNT & TRADE BALANCE INDUSTRIAL GDP at current Yuan (Bln Yuan) 63,646 Current-Account quarterly (Bln $) Industrial Prod. Nom. Monthly (Bln Yuan) GDP at current $ (Bln $) 10,164 Current-Account/GDP % 1.9% m/m% 0.5% y/y% 9.8% Current-Account/GDP % (IMF) % Cum.Industrial Prod. Nom.(Bln Yuan) 7,975 Primary Industry (Bln Yuan) 5,833 Trade Balance monthy (Bln $) 60.6 Industria Production y/y% 7.9% as a % of Nominal GDP 9.2% Exports monthy (Bln $) Industria Production y/y% cumulative 6.8% Secondary Industry (Bln Yuan) 27,139 Exports y/y% 48.3% Light Industry y/y% 4.3% as a % of Nominal GDP 42.6% Imports monthy (Bln $) Heavy Industry y/y% 10.8% Tertiary Industry (Bln Yuan) 30,674 Imports y/y% -20.5% State Owned Industry y/y% 3.8% as a % of Nominal GDP 48.2% Export to USA monthly (Bln $) 29,483 Private Enterprise Industry y/y% 9.5% Guangdong GDP (Bln Yuan) 6,216 Export to EURO monthy (Bln $) 37,787 Collective Enterprise Industry y/y% 0.9% Shandong GDP (Bln Yuan) 5,468 Export to JAPAN monthly (Bln $) 10,723 Partnership Industry y/y% 6.4% Jiangsu GDP (Bln Yuan) 5,916 Export to HK monthly (Bln $) 19,348 Share Holding Industry y/y% 9.3% GDP at constant yuan y/y% 7.3% Export to UK monthly (Bln $) 4,350 Investment Industry y/y% 5.4% GDP at constant yuan y/y% cumulative YTD 7.4% Import from USA monthly (Bln $) 9,547 Industrial Profits (Bln Yuan) 6,472 GDP Primary Industry y/y% cum. 4.1% Import from EURO monthly (Bln $) 24,929 Industrial profits y/y% 3.3% GDP Secondary Industry y/y% cum. 7.3% Import from JAPAN monthly (Bln $) 9,469 Fixed Urban Investment (Bln Yuan) 3,448 GDP Tertiary Industry y/y% cum. 8.1% Import from UK monthly (Bln $) 1,057 Fixed Urban Investment y/y% cum. 13.9% GOVERNMENT DEFICIT & DEBT Import from HK monthly (Bln $) 465 LABOR MARKET Fiscal-balance/GDP % (IMF) % PRICES Urban Unemployment Rate % 4.1% Budget Balance (Bln Yuan) -1,131 CPI m/m% 1.2% Urban unemployed (Mln units) 9.17 Budget Deficit/GDP % -1.8% CPI y/y% 1.4% Urban Tot employed (Mln units) Budget-Rev. yearly (Bln Yuan) 12,914 CPI-Urban y/y% 1.5% Urban SOE employed (Mln units) Budgdet-exp yearly (Bln Yuan) 13,974 CPI-Rural y/y% 1.2% Urban Private employed (Mln units) China Debt Issues (Bln Yuan) 692 CPI-Non-food y/y% 0.9% Population (Mln) 1,355.7 China Debt Issues (Bln $) 111 CPI-Food y/y% 2.4% Urban Population (Mln) Govt-Debt/GDP % (IMF) % PPI m/m% -0.7% Rural Population (Mln) PBOC PPI y/y% -4.8% CONFIDENCE 1-year Lending-rate 5.4% Purchasing Price y/y% -5.9% China Leading Index year Deposit-rate 2.5% Purchasing Price Fuels Power y/y% -12.0% Manufacturing-PMI 49.9 Cash-reserve-ratio 19.5% Wholesale Price y/y% -5.6% Non-Manufacturing-PMI 53.9 PBOC Total Assets (Bln Yuan) 33,887 MONEY SUPPLY & CREDITS RETAIL SALES & SERVICES FX reserves (Bln $) 3,843 M1 y/y% 5.6% Retail Sales monthly (Bln Yuan) 2,580 China Gold reserves (Mln ounces) 34 M2 y/y% 12.5% Retail Sales y/y% 11.9% New Loans monthly (Bln Yuan) 1,020 Retail Sales cum. (Bln Yuan) 4,799 Tot Social Financing m. (Bln Yuan) 1,350 Retail Sales y/y% cumulative 10.7% INDIA GDP PRICES INDUSTRIAL World Bank GDP at current $ (Bln $) 1,877 Wholesale Price Index alll-com. y/y% -2.1% Industria Production y/y% 2.6% GDP y/y% 5.3% CPI Combined y/y% 5.4% Manifacturing Production y/y% 3.3% Agriculture GDP y/y% 3.2% Fuel Power & Light y/y% -14.7% Mining Production y/y% -2.8% Mining GDP y/y% 1.9% Primary Articles y/y% 1.4% Basic Goods Production y/y% 4.5% Manufacturing GDP y/y% 0.1% CPI Industrial Workers y/y% 7.2% Intermediate Goods Production y/y% -0.8% Electricity GDP y/y% 8.7% CPI Urban non-manual Workers y/y% 9.4% Consumer Durable Production y/y% -5.3% Construction GDP y/y% 4.6% CPI Agriculture Laborers y/y% 6.2% Non-Durable Production y/y% -0.1% Trade/Hotel/Transp/Comm GDP y/y% 3.8% CPI Rural Laborers y/y% 6.5% Consumer Goods Production y/y% -1.9% Financial/Business GDP y/y% 9.5% CURRENT ACCOUNT & TRADE BALANCE Capital Goods Production y/y% 12.8% Commercial Services GDP y/y% 9.6% Current-Account/GDP % (IMF) % Electricity Production y/y% 2.7% GOVERNMENT DEFICIT & DEBT Trade Balance monthy (Bln $) Six Infrastructure Industries y/y% 1.8% Fiscal-balance/GDP % (IMF) % Exports monthy (Bln $) S.I.I. Crude-petroleum y/y% -2.3% Govt-Debt/GDP % (IMF) % Exports y/y% -15.0% S.I.I. Refinery y/y% 4.7% RESERVE BANK OF INDIA Imports monthy (Bln $) S.I.I. Coal y/y% 1.7% Reverse Repo Rate % 6.50% Imports y/y% -15.7% S.I.I. Cement y/y% 0.5% Repo Rate % 7.50% Oil Imports monthy (Bln $) 6.10 S.I.I. Steel y/y% 1.6% Cash-reserve-ratio 4.00% CONFIDENCE S.I.I. Electric y/y% 2.8% RBI Total Asset (Rs-Crores) HSBX India PMI-Composite LABOR MARKET FX reserves (Bln $) HSBX India PMI-Manufacturing Unemployment-rate estimate (CIA) 8.8% India Gold reserves (Bln $) 19.8 HSBX India PMI-Services Population (Mln) 1,236 CHINA: l indice dei prezzi al consumo rimbalza a febbraio In febbraio l indice dei prezzi al consumo della Cina è risalito accelerando a +1,2% m/m, dopo il +0,3% m/m di gennaio e di dicembre. Si tratta del terzo dato positivo in sequenza dei prezzi al consumo cinesi. Il CPI è rimbalzato così da +0,8% y/y a +1,4% y/y, riprendendo un po dell accelerazione andata smarrita all ingresso nel L inflazione urbana è passata da +0,8% y/y a +1,5% y/y, mentre quella rurale si è mossa da +0,6% y/y a +1,2% y/y. Il CPI-non-food però resta piuttosto tenue, pur essendo riuscito ad avanzare da +0,6% y/y a +0,9% y/y. La 19

17 food-inflation, invece si è più che raddoppiata, muovendosi da +1,1% y/y a +2,4% y/y. Secondo alcuni analisti gli effetti al rialzo del CPI sarebbero stati procurati in via estemporanea dalle Lunar-New-Year-Holidays, i cui impatti stagionali sono presi a riferimento dagli analisti in questa parte dell anno. Delle 8 categorie principali di prodotti, 6 presentano ritmi di crescita dei prezzi positivi e 2 negativi. Le voci negative sono quelle di tobacco & alcohol e quelle del trasport-&-communication. Noi continuiamo ad attenderci che l inflazione rimanga relativamente bassa e che ancora le pressioni disinflazionistiche possano continuare ad emergere dall economia, ha detto Zhao Yang, chief-china-economist alla Nomura Holdings Inc in Hong-Kong. La soglia target del 3-percento di quest anno presente nell annual-work-report del governo della Cina è vista come la soglia superiore; l attuale environment d inflazione bassa aprirà spazio per una riforma del pricing delle risorse e per una politica-monetaria accomodante, ha commentato Zhu Haibin, chief-china-economist alla JPMorgan Chase & Co in Hong-Kong. CHINA: CPI a +1,4% y/y CHINA: i prezzi alla produzione flettono al ritmo più veloce dal lontano ottobre-2009 Nel mese di febbraio l indice dei prezzi alla produzione della Cina è passato da -4,3% y/y a - 4,8% y/y, il dato più basso dal lontano ottobre-2009, per una serie negativa che dura ininterrottamente ormai dal lontano marzo Alla luce di questo stato numerico probabilmente, già a novembre-2014 la People s Bank of China aveva proceduto a tagliare il costo del denaro ufficiale per la prima volta dopo 2-anni, per poi procedere ad un ulteriore taglio dei tassi in data 28-febbraio, di pari passo con un taglio del cash-reserve-ratio delle banche. CHINA: PPI a -4,8% y/y CHINA: un altro record da parte della bilancia commerciale cinese In febbraio il trade-surplus cinese, seppure di pochissimo, ha aggiornato il suo record storico toccando in alto il livello di +60,62 Bln $. Il dato è giunto di soppiatto, quando gli analisti avevano messo in conto in via medio-mediana sì un trade-surplus ma di soli +6 Bln $. Suddetto valore è risultato decuplicato, portandosi con sé tutta la volatilità che di solito accompagna i dati macro cinesi relativi ai mesi di gennaio e di febbraio, quando cioè ricorrono le Lunar-New-Year- Holidays. La Cina nell arco del primo bimestre ha conseguito un trade-surplus di +120,65 Bln $. Il tutto è stato conseguito per il tramite di una migliore tenuta delle esportazioni, che invece di segnare +14,0% y/y, secondo quanto gli analisti avevano previsto, ha girato a +48,3% y/y, con il dato precedente limato da -3,3% y/y a -3,2% y/y. Le importazioni, che erano attese dalla comunità finanziaria a -10,0% y/y hanno riportato una contrazione di -20,5% y/y, col dato precedente rivisto da -19,9% y/y a -19,7% y/y. Per quanto riguarda i dati sequenziali sia le esportazioni che le importazioni hanno riportato un ampia caduta. Di fatto lo stop da Lunar- New-Year-Holidays è durato dal 18-febbraio al 24-febbraio. 20

18 CHINA: trade-surplus a +60,62 Bln $ INDIA: il deficit della bilancia delle partite correnti in riduzione Nel Q la bilancia delle partite correnti indiana ha riportato un disavanzo nella misura di - 8,2 Bln $, dato questo in riduzione rispetto ai -10,1 Bln $ del Q3 ma in aumento rispetto ai -4,2 Bln $ del Q Tuttavia il dato è risultato migliore dei -11,15 Bln $ stimati dagli analisti. Su base trailing-12-mesi il current-account-deficit indiano ammonta a -27,3 Bln $. La bilancia commerciale merci dell India ha riportato negli ultimi 4 trimestri un deficit pari a -143,1 Bln $ che è l elemento di disturbo su questo fronte per l India. A controbilanciare suddetta negatività, per quanto soltanto in parte, concorre l interscambio dei servizi, e i flussi delle voci in conto capitale. La Reserve Bank of India calcola che il ratio di current-account-deficit/gdp per la nazione indiana si attesti al momento a -1,6%. INDIA: current-accountdeficit a -8,2 Bln $ nel Q CHINA: le vendite al dettaglio in rallentamento nel primo bimestre del 2015 Nel primo bimestre del 2015 le vendite al dettaglio hanno rallentato, pur continuando a crescere a ritmi di tipo double-digit. Le retail-sales hanno messo a segno una crescita di +10,7% y/y, dato questo che segue al +11,9% y/y di dicembre. Il dato è risultato più contenuto rispetto al +11,6% y/y ipotizzato in via medio-mediana dagli analisti. Il mix di indicatori dell attività di economia reale suggerisce che gli effetti della politica-monetaria accomodante sono finora risultati limitati; ulteriori mosse monetarie espansive o anche un target di stimolo fiscale sono necessari al fine di stoppare i rischi di downside, ha commentato Liu Li-Gang, chief-economist per la Greater-China alla Australia & New Zealand Banking Group Ltd in Hong-Kong. 21

19 CHINA: retail-sales a +10,7% y/y CHINA: la produzione industriale e gli investimenti urbani fissi rallentano Nel periodo di gennaio-febbraio-2015 la produzione industriale cinese ha rallentato da +7,9% y/y a +6,8% y/y, posizionandosi al di sotto del +7,7% y/y stimato dagli analisti. Si tratta del tasso di crescita più contenuto dal lontano maggio Al di là del rallentamento, piuttosto evidente all interno della catena numerica dei dati di questo parametro, si considera che nell ultimo dato vi potrebbe essere anche una piccola componente di volatilità dettata dalle Lunar-New-Year-Holidays. Ad alimentare il rallentamento dell attività industriale è una riduzione della crescita da parte dei fixed-assets-investments, discesi in febbraio a +13,9% y/y-ytd, al di sotto del +15,0% y/y stimato dagli analisti. Per riscontrare un dato più contenuto bisogna andare a ritroso fino a dicembre Sull andamento industriale peserebbe anche l andamento dei parametri del mercato immobiliare alla luce della caduta dei prezzi delle case nelle 70 città cinesi più importanti. CHINA: industrialproduction a +6,8% y/y CHINA: fixed-assetsinvestment a +13,9% y/y CHINA: la M2 recupera volatilmente all interno del primo bimestre Nel mese di febbraio la M2 della Cina ha ripreso ad accelerare, passando da +10,8% y/y a +12,5% y/y, dato questo superiore al +11,0% y/y stimato dagli analisti. E difficile fare considerazioni su questi dati mensili, perché essi riguardano i mesi in cui la stagionalità dei dati è esacerbata in un senso o nell altro dalla ricorrenza delle lunghe Lunar-New-Year-holidays. Si può affermare in linea generale che i tassi di crescita della M2 siano in rallentamento nel macrotrend, ma allo stesso tempo che la Cina proceda con una catena monetaria dalle dimensioni portentose. I nuovi prestiti in yuans hanno riportato una crescita di +1,02 trillion yuans, al di sopra dei +750 Bln yuans stimati ma in calo rispetto agli 1,47 trillion yuans precedenti. Il tutto si è traslato quasi pariteticamente nei numeri del Total-Social-Financing che è cresciuto di +1,35 trillion yuans, a fronte dei +1,0 trillion yuans stimati dagli analisti e dopo i +2,05 trillion yuans di gennaio. All interno dello spaccato del dato si nota che le componenti di shadow-banking, vale a dire quelle che colgono l erogazione del credito per il tramite dei canali finanziari non tradizionali, continuano a vivere una fase di contenimento. La People s Bank of China, da qualche tempo, a limitazione dei rischi di credito sistemici si è fatta carico di far si che lo shadow-banking si riducesse, adottando una strategia simile ad una sorta di credit-tapering. I 22

20 volumi finanziari fatti confluire nei trusts da diverso tempo sono in contenimento o addirittura in deleveraging, così come anche quelli di altre poste di shadow-banking. Ci attendiamo che il bank-lending di tipo tradizionale continui a ritmi piuttosto solidi ma ci attendiamo un ulteriore slow-down dello shadow-banking, ha commentato Louis Kuijs, chief-economist per la Greater- China al Royal Bank of Scotland Group Plc. CHINA: la M2 a +12,5% y/y CHINA: Total-Social- Financing a +1,35 trillion yuans INDIA: la produzione industrial Indiana batte le stime e prosegue in crescita La produzione industriale indiana ha conseguito in gennaio una crescita di +1,8% m/m, che è seguita a quella forte di +9,0% m/m di dicembre. L industria indiana ha riportato un ritmo di crescita di +2,6% y/y, in rallentamento rispetto al +1,7% y/y ma al di sopra delle stime degli analisti di +0,7% y/y. INDIA: industrialproduction a +2,6% y/y 23

WORLD GDP & POPULATION

WORLD GDP & POPULATION GLOBAL GDP-POPULATION OUTLOOK WORLD GDP & POPULATION GDP as a % GDP y/y IMF 2015 IMF 2015 IMF 2016 Population GDP Unemployment (Bln $) of total % Growth CPI y/y GDP y/y GDP y/y (Million) Pro-Capita ($)

Dettagli

FX-Market Weekly Year- to- date Eur-$ 1.0915 1.0957 1.0912 1.0963 1.0960 0.85% -9.37% $-Jpy 121.19 121.07 120.92 120.43 120.33-0.69% 0.

FX-Market Weekly Year- to- date Eur-$ 1.0915 1.0957 1.0912 1.0963 1.0960 0.85% -9.37% $-Jpy 121.19 121.07 120.92 120.43 120.33-0.69% 0. WEEKLY REPORT lunedì 28 dicembre 2015 Newsflow Eur-$ bloccato a metà strada dopo il FOMC USA: i tassi Libor-$ in risalita DJ Eurostoxx50 in trend laterale-rialzista Rendimenti in salita nell Eurozona Wall

Dettagli

Performance Equity-Market Weekly Year-to-date

Performance Equity-Market Weekly Year-to-date WEEKLY REPORT lunedì 5 ottobre 215 Newsflow L euro$ resta bloccato a ridosso di 1,12 USA: nonfarmpayrolls a +142mila unità Il titolo VW affossa la Borsa di Francoforte Bondmarket in consolidamento rialzista

Dettagli

26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T

26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T STATI UNITI REALE Pil 1,8% t/t 0,4% t/t 1,6% a/a 1,7% a/a Consumi privati 2,6% t/t 1,8% t/t 1,9% a/a 1,8% a/a 3% t/t 14% t/t 5,5% a/a 7,2% a/a 0,4% t/t 13,2% t/t non residenziali 3,7% a/a 5,5% a/a 14%

Dettagli

Calendario dati economici agosto 3, 2014 - agosto 9, 2014

Calendario dati economici agosto 3, 2014 - agosto 9, 2014 Calendario dati economici agosto 3, 2014 - agosto 9, 2014 www.fxcm.it info@fxcm.it AUD 2.50% NZD 3.50% EUR 0.05% CAD 1.00% GBP 0.50% USD 0.25% CHF 0.00% JPY 0.10% Data Valuta Evento GMT EDT Attesa Precedente

Dettagli

WEEKLY REPORT lunedì 2 marzo 2009

WEEKLY REPORT lunedì 2 marzo 2009 WEEKLY REPORT lunedì 2 marzo 2009 Newsflow FX: dollaro ancora indeciso Obama come F.D. Roosvelt (1933-1945) L SX5E nel segno del downtrend Bonds erratici L S&P500 prova a rompere i supporti Nuovo taglio

Dettagli

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita City Wire Events September 2015 Professor Paolo Surico London Business School 1 Disclaimer 2 Previsioni in macroeconomia: Scienza Source: FMI WEO 2014 Previsioni

Dettagli

I numeri del commercio internazionale

I numeri del commercio internazionale Università di Teramo Aprile, 2008 Giovanni Di Bartolomeo gdibartolomeo@unite.it I numeri del commercio internazionale Big traders Netherlands 4% United Kingdom 4% France 5% China 6% Italy 4% Japan 7% Korea,

Dettagli

UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1%

UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1% UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1% Il mercato delle autovetture registra a settembre 2014 un incremento del 6,1%, grazie alla chiusura positiva per tutti

Dettagli

L'impatto della crisi economica (e dell austerità) sul mercato del lavoro e sulla situazione sociale. Un confronto europeo.

L'impatto della crisi economica (e dell austerità) sul mercato del lavoro e sulla situazione sociale. Un confronto europeo. Senato della Repubblica, S.Com. Pol. sociali, 1 Aprile 2015 L'impatto della crisi economica (e dell austerità) sul mercato del lavoro e sulla situazione sociale. Un confronto europeo. Pasquale Tridico

Dettagli

Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano. Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano. Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza Agenda ANALISI DEGLI SCENARI MACROECON OMICI I. Analisi degli

Dettagli

WATCH & BUY REPORT Q4 2014 WATCH & BUY REPORT Copyright 2015 The Nielsen Company 1

WATCH & BUY REPORT Q4 2014 WATCH & BUY REPORT Copyright 2015 The Nielsen Company 1 WAT C H & BUY REPORT Q4 2014 Copyright 2015 The Nielsen Company 1 2 WATCH & BUY REPORT WATCH & BUY REPORT È IL REPORT TRIMESTRALE ATTRAVERSO CUI NIELSEN FORNISCE INSIGHT, TENDENZE E SPUNTI DI RIFLESSIONE

Dettagli

GHOVHWWHPEUHDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\

GHOVHWWHPEUHDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ &200(172*,251$/,(52'(,0(5&$7,2',(51, GHOVHWWHPEUHDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ JPN BoJ conferma interventi forex contro forza eccessiva YEN, primo dal 1.trim 2004, senza coordinazione internazionale, e ulteriori

Dettagli

Guida ai Market Movers

Guida ai Market Movers Guida ai Market Movers Guida ai Market Movers AVA MT4 REAL http://www.avatrade.it/join-ava/real-account?tradingplatform=2&dealtype=1&mtsrv=mt2&tag=55163&tag2=~profile_default AVA MT4 REAL FLOATING SPREAD

Dettagli

Agenda. 10:00-10:15 Benvenuto e Introduzione. 10:15-10:45 Rinnovare l innovazione. 10:45-11:15 Innovare con successo : Fast To Market

Agenda. 10:00-10:15 Benvenuto e Introduzione. 10:15-10:45 Rinnovare l innovazione. 10:45-11:15 Innovare con successo : Fast To Market Agenda 10:00-10:15 Benvenuto e Introduzione Manlio Rizzo - Managing Partner and CEO AchieveGlobal Italia Fabio Raho - Sr. Solution Strategist Governance CA-Italy 10:15-10:45 Rinnovare l innovazione Nicola

Dettagli

Divergenze P. Gautry, capo economista

Divergenze P. Gautry, capo economista 2015 Divergenze P. Gautry, capo economista Union Bancaire Privée, UBP SA Rue du Rhône 96-98 CP 1320 1211 Ginevra 1, Svizzera Tel. +4158 819 21 11 Fax +4158 819 22 00 ubp@ubp.com www.ubp.com La crescita

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

L assicurazione per i rischi creditizi

L assicurazione per i rischi creditizi L assicurazione per i rischi creditizi Marco Castiglione Partnership Channel Manager Euler Hermes Italia Un Gruppo leader presente in 5 Continenti e in oltre 50 Paesi Dati 2012 Società del Gruppo Allianz

Dettagli

www.ecnews.it La settimana finanziaria FOCUS FINANZA a cura della Direzione Investment Solutions - Banca Esperia S.p.A.

www.ecnews.it La settimana finanziaria FOCUS FINANZA a cura della Direzione Investment Solutions - Banca Esperia S.p.A. FOCUS FINANZA La settimana finanziaria a cura della Direzione Investment Solutions - Banca Esperia S.p.A. L euforia europea si stempera nella preoccupazione americana In una settimana tradizionalmente

Dettagli

Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10

Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10 Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10 Sommario Quadro Macroeconomico Occupazione Inflazione Fiducia del business Fiducia del consumatore Mercati dei tassi monetari e obbligazionari Tassi a breve e

Dettagli

Quaderno Trimestrale degli Indicatori Macroeconomici

Quaderno Trimestrale degli Indicatori Macroeconomici Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno Trimestrale degli Indicatori Macroeconomici N 1 Novembre 2009 Quaderni Statistici

Dettagli

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Welfare: sfide e opportunità Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Lo scenario della previdenza complementare in Italia La spesa e i numeri del

Dettagli

UNIONE EUROPEA 27 Il mercato delle autovetture nuove perde il 16% a dicembre, la crisi dell auto riguarda essenzialmente l Europa.

UNIONE EUROPEA 27 Il mercato delle autovetture nuove perde il 16% a dicembre, la crisi dell auto riguarda essenzialmente l Europa. UNIONE EUROPEA 27 Il mercato delle autovetture nuove perde il 16% a dicembre, la crisi dell auto riguarda essenzialmente l Europa. Dicembre 2012 Nell Europa 27+EFTA 1, sono state registrate circa 838 mila

Dettagli

I segnali dell Economia

I segnali dell Economia I segnali dell Economia Tito Boeri Università Bocconi 15 novembre 2006, Piccolo Teatro, Milano The sick man of Europe Lo siamo davvero? 2000 2002 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0 Il crollo della produttività (tassi

Dettagli

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano Gregorio De Felice Chief Economist 1 Credito alle imprese in forte crescita negli ultimi 1 anni La recente flessione del credito segue un periodo

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 29 ottobre 2014 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 29 ottobre 2014 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 29 ottobre 2014 a cura di Bruno Chastonay GIAPP vendite dettaglio robuste, max 4mesi. PMI manifatturiero leggero calo a sorpresa GER prezzi import in calo ulteriore

Dettagli

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5 5 NOVEMBRE 2015 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Lo scenario economico globale non è più contrassegnato solo da fattori favorevoli. La frenata degli

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 22 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 22 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 22 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay AUD RBA interventi verbali, politica monetaria accomodante invariata GIAPP Tankan fid imprese inv, leading indicatori

Dettagli

Scenari economici europei e italiani: analisi dell impatto sul settore bancario

Scenari economici europei e italiani: analisi dell impatto sul settore bancario Banking Summit 213 «Le banche che si rinnovano, fare banca per la crescita» Scenari economici europei e italiani: analisi dell impatto sul settore bancario Gregorio De Felice Chief Economist Milano, 26

Dettagli

UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%.

UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%. UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA 1 a gennaio 2015 registrano 1.028.760 nuove immatricolazioni

Dettagli

LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO

LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO Stefania Trenti Servizio Studi e Ricerche Vicenza, 13 novembre 2013 Agenda

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

AIVE Business Solutions. www.aive.com

AIVE Business Solutions. www.aive.com AIVE Business Solutions www.aive.com AIVE GROUP: Missione e Valori Missione Realizzare software e progetti che migliorano i processi operativi dei nostri clienti e incrementano la loro capacità competitiva

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Calendario dati economici agosto 7, 2016 - agosto 12, 2016

Calendario dati economici agosto 7, 2016 - agosto 12, 2016 Calendario dati economici agosto 7, 2016 - agosto 12, 2016 www.fxcm.it info@fxcm.it AUD 1.75% NZD 2.25% EUR 0.00% CAD 0.50% GBP 0.50% USD 0.50% CHF -0.75% JPY -0.10% Data Valuta Evento GMT EDT Attesa Precedente

Dettagli

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Alessandro Nova Università L. Bocconi Roma, 18 febbraio 2014 Filiera della carta 2014 - Alessandro Nova 1 La Filiera della

Dettagli

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING INDICE LeasePlan Corporation in sintesi la storia i numeri nel mondo Il Gruppo LeasePlan in Italia le società la storia Mercato del Noleggio

Dettagli

I trends dell economia mondiale

I trends dell economia mondiale I trends dell economia mondiale Professor Lucrezia Reichlin London Business School e Now-casting economics Assemblea UPA Milano 1 luglio 2015 Disconoscimento aimer Il mondo di una volta Globalizzazione

Dettagli

Welfare in USA, Europa e Italia. Alberto Alesina Harvard University Roma 13 Dicembre 2007

Welfare in USA, Europa e Italia. Alberto Alesina Harvard University Roma 13 Dicembre 2007 Welfare in USA, Europa e Italia Alberto Alesina Harvard University Roma 13 Dicembre 2007 USA e Europa La differenza tra welfare Europeo e welfare americano deriva da due visioni della società molto diverse

Dettagli

Italia: ultima chiamata per la crescita

Italia: ultima chiamata per la crescita Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Italia: ultima chiamata per la crescita Agenda 1 Economia mondiale in moderata ripresa 2 Italia in lento recupero, ma solo dal 2015 1 Le previsioni per

Dettagli

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Logo azienda Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Nicola Carcano, Chief Investment Officer, MVC & Partners e Docente presso l Università

Dettagli

1.093.000 autovetture immatricolate a febbraio 2016. Il mercato delle autovetture cresce del 14% nel mese di febbraio e del 10% nel primo bimestre.

1.093.000 autovetture immatricolate a febbraio 2016. Il mercato delle autovetture cresce del 14% nel mese di febbraio e del 10% nel primo bimestre. 1.093.000 autovetture immatricolate a febbraio 2016 Il mercato delle autovetture cresce del 14% nel mese di febbraio e del 10% nel primo bimestre. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA a febbraio

Dettagli

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Milano, 13 giugno 2013 Uso: Confidential Enel oggi Operatore energetico internazionale Presenza in 40 paesi Capacità installata

Dettagli

HI Numen Credit Fund HEDGE INVEST INTERNATIONAL SICAV. Report Dicembre 2012

HI Numen Credit Fund HEDGE INVEST INTERNATIONAL SICAV. Report Dicembre 2012 HEDGE INVEST INTERNATIONAL SICAV Report Via Vittor Pisani 22-20124 Milano tel. +39 02 667441 - fax. +39 02 6674450 www.hedgeinvest.it POLITICA DI INVESTIMENTO L'obiettivo di HI Numen Credit Fund è generare

Dettagli

Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo Il Settore orafo nell attuale contesto macroeconomico

Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo Il Settore orafo nell attuale contesto macroeconomico Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo Il Settore orafo nell attuale contesto macroeconomico Stefania Trenti Servizio Studi e Ricerche Vicenza, 18 aprile 2013 Agenda 1 Alla ricerca della

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 2 marzo 2010 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 2 marzo 2010 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 2 marzo 2010 a cura di Bruno Chastonay EU sostegno da atteso piano a favore Grecia. Disocc stabile, PMI in linea attese ITL deficit e debiti in rialzo, entrate

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 21 marzo 2014 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 21 marzo 2014 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 21 marzo 2014 a cura di Bruno Chastonay JPN oggi mercati chiusi festività. Approvato budget record GER prezzi prod ind invariati, piatti NZ crescita confermata

Dettagli

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%.

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. A marzo 2014 si registra il 7 incremento consecutivo delle vendite di autovetture nel mercato UE28+EFTA: +10,4% con 1.489.796 unità. I cinque principali

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 6 Pagine 5

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 6 Pagine 5 5 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Lo scenario globale è ulteriormente peggiorato. EinItalia la diminuzione del PIL proseguirà: il secondo trimestre

Dettagli

Il dilemma inflazione-crescita sul tavolo della BCE

Il dilemma inflazione-crescita sul tavolo della BCE e Metodi Quantitativi Nota settimanale Milano, /9/ Servizio Studi - Cofiri SIM spa e-mail: studi@cofiri.it Il dilemma inflazione-crescita sul tavolo della BCE La situazione bellica congelata ha proposto

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

EURO: Swap Rate Curve & weekly change in basis points. EURO: Govt Future & Yield Curve

EURO: Swap Rate Curve & weekly change in basis points. EURO: Govt Future & Yield Curve La settimana obbligazionaria EURO Yield Curve & weekly change in basis points 1-1 -2 2Y 3Y 4Y 5Y 6Y 7Y 8Y 9Y 1Y 15Y 2Y 3Y WeeklyDelta 1-1 -2-3 -4-5 -4-6 -9-9 Govt Yield% -.27 -.22 -.12.3.11.24.36.53.65.9

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 4 agosto 2014 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 4 agosto 2014 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 4 agosto 2014 a cura di Bruno Chastonay ITL manifatturiero in calo a min 8mesi FF PMi manifatt leggero recupero, vendita auto negative ESP PMI in calo oltre

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi Macro: Cina & India Pag.8 - Analisi del Rischio Pag.11

Dettagli

GHOPDU]RDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\

GHOPDU]RDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ &200(172*,251$/,(52'(,0(5&$7,2',(51, GHOPDU]RDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ FF ppi rialzo nel previsto GER prezzi import al rialzo nel prev JPN vendite dett leggero rialzo, disoccupazione stabile, vendite veicoli

Dettagli

GHOOXJOLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\

GHOOXJOLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ &200(172*,251$/,(52'(,0(5&$7,2',(51, GHOOXJOLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ JPN Tankan conferma ripresa, meglio del previsto. Nikkei min 7mesi CINA PMi in calo oltre attese GER leggera ripresa vendite dettaglio,

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 12 marzo 2015 Timidi segnali di risveglio I dati di gennaio 2015 1 confermano, al netto di alcuni salti statistici, il lento miglioramento nella dinamica delle più importanti

Dettagli

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%.

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. Il mercato automotive mostra importanti segnali di ripresa, sebbene il massimo storico del 2007, oltre 16 millioni di

Dettagli

Un nuovo equilibrio tra ripresa e transizione

Un nuovo equilibrio tra ripresa e transizione Un nuovo equilibrio tra ripresa e transizione Stefano Guglielmetto Head of Portfolio Management Italy Osservatorio PMI 212 Milano 11 Luglio 212 Il 212 a metà strada: economic summary L economia mondiale

Dettagli

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002 HW Health World Ocse health data 2002 di Mario Coi e Federico Spandonaro Ceis Sanità, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei

Dettagli

IL LAVORO SULLA SALUTE ALL OCSE

IL LAVORO SULLA SALUTE ALL OCSE IL LAVORO SULLA SALUTE ALL OCSE Francesca Colombo, Divisione Salute OCSE 2 Aprile 2013 Il lavoro sulla sanità all OCSE è cresciuto nel tempo, come il budget sanità % GDP 12 France Germany Italy United

Dettagli

Il monitoraggio degli effetti della politica monetaria: il Quantitative easing

Il monitoraggio degli effetti della politica monetaria: il Quantitative easing Il monitoraggio degli effetti della politica monetaria: il Quantitative easing Daniela Fantozzi e Claudio Vicarelli fantozzi@istat.it cvicarelli@istat.it Forum PA, Roma 28 Maggio 2015 Indice 1. Il monitoraggio

Dettagli

L ECONOMIA APERTA CHAPTER 5. The Open Economy

L ECONOMIA APERTA CHAPTER 5. The Open Economy L ECONOMIA APERTA 0 COSA IMPAREREMO: La contabilità nazionale in economia aperta Il saldo commerciale e i flussi internazionali di capitale Il tasso di cambio nominale e reale. Importazioniedesportazioni

Dettagli

obbligazioni corporate e semi-government (tenute presso il corrispondente estero) emesse prima del 01/01/1999;

obbligazioni corporate e semi-government (tenute presso il corrispondente estero) emesse prima del 01/01/1999; SPAGNA: guida operativa di assistenza fiscale su strumenti finanziari obbligazionari corporate e semi-government (sub depositati presso il depositario del corrispondente estero) di diritto spagnolo non

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 31 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 31 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 31 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay AUD prezzi import sotto attese, export calo marcato. Permessi costruz calo marcato GIAPP prod ind migliora SING disocc

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 21 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 21 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 21 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay CINA commenti su eco HK disoccupazione inv GIAPP ieri chiusa HFL fiducia cons in calo ESP deficit commercial ampia

Dettagli

1 Un programma di collaborazione e partnership tra: LAB 1. Food-Tech. Macchinari per il packaging. Aggiornato marzo 09

1 Un programma di collaborazione e partnership tra: LAB 1. Food-Tech. Macchinari per il packaging. Aggiornato marzo 09 1 Un programma di collaborazione e partnership tra: Food-Tech LAB 1 Aggiornato marzo 9 LA MAPPA DEL SETTORE: 9 filiere verticali e 3 segmenti orizzontali Carni Lavorazione vegetali Dolciaria Mangimi Molitoria

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 17 febbraio 2015 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 17 febbraio 2015 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 17 febbraio 2015 a cura di Bruno Chastonay GIAPP debole crescita, prod. industriale leggero rialzo CINA investimenti esteri diretti ampio rialzo. Prezzi immob

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

GHOPDU]RDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\

GHOPDU]RDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ &200(172*,251$/,(52'(,0(5&$7,2',(51, GHOPDU]RDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ PORT asta domanda buona, yields al rialzo ulteriore, CDS a 500bps FF deficit budget ampio rialzo ROM prod.ind. ampio rialzo URSS nuove

Dettagli

I consumi di Formaggi nel mondo

I consumi di Formaggi nel mondo Francesco Biella I consumi di Formaggi nel mondo Global Cheese consumption Il Mercato dei Formaggi in Italia e nei paesi esteri. Le performance nella Distribuzione Moderna Francesco Biella Client Manager

Dettagli

Dott. Simonpaolo Buongiardino

Dott. Simonpaolo Buongiardino Quali proposte per aumentare il «patrimonio previdenziale» dei Fondi Pensione, arricchendone le prestazioni finali? Spunti dal Master M.A.P.A. e dalla GNP2012 Dott. Simonpaolo Buongiardino Vice Presidente

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

1 Il mercato dei cambi

1 Il mercato dei cambi 1 Il mercato dei cambi Definizioni di tasso di cambio nominale: prezzo di una valuta in termini di un altra. 1) unità di valuta nazionale per una unità di valuta estera (prezzo della valuta estera rispetto

Dettagli

1 MESE IN 10 IMMAGINI

1 MESE IN 10 IMMAGINI 1 MESE IN 10 IMMAGINI Con 1 mese in 10 immagini SYZ Wealth Management presenta una panoramica mensile dell attività economica mondiale. Visto che un immagine può valere più di mille parole, selezioniamo

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

L ITALIA FRA ASSET STRATEGICI E CRITICITA` STRUTTURALI. Tendenze del Turismo e l opportunità BRIC ROMA, 12 FEBBRAIO 2014

L ITALIA FRA ASSET STRATEGICI E CRITICITA` STRUTTURALI. Tendenze del Turismo e l opportunità BRIC ROMA, 12 FEBBRAIO 2014 L ITALIA FRA ASSET STRATEGICI E CRITICITA` STRUTTURALI Tendenze del Turismo e l opportunità BRIC ROMA, 12 FEBBRAIO 2014 PERFORMANCE DELL` INDUSTRIA TURISTICA GLOBALE CHI SONO I BRIC? IL LORO PESO SULL

Dettagli

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZO DEL PETROLIO (da Gennaio 2010 ) RAPPORTO DI CAMBIO /$ (da Gennaio 2010

Dettagli

Fondi pensione ed economia Italiana

Fondi pensione ed economia Italiana Fondi pensione ed economia Italiana Mauro Marè Università della Tuscia e Mefop Previdenza privata e crescita economica: idee e prospettive LUISS, Roma 14 dicembre 2015 Outline 1. L industria dei fondi

Dettagli

GHOIHEEUDLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\

GHOIHEEUDLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ &200(172*,251$/,(52'(,0(5&$7,2',(51, GHOIHEEUDLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ ITL PMI manifatt in rialzo oltre attese, leggero calo disocc, giovanile record max. fabbisogno in rialzo CH vendite dett negative,

Dettagli

Alberto Fontana Presidente. Milano, 29 Febbraio 2008

Alberto Fontana Presidente. Milano, 29 Febbraio 2008 The world s finest olive oil Alberto Fontana Presidente alberto.fontana@salov.com Milano, 29 Febbraio 2008 A brand of the SALOV GROUP Agenda Introduzione al Gruppo Salov e Business Activities Il Marchio

Dettagli

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10 Alternative Spot Dic 2013 L outlook di Hedge Invest per il 2014 Scenario macroeconomico: la visione per il 2014 EUROZONA Prevediamo ancora pressioni al ribasso sulla crescita a breve termine, a causa di

Dettagli

ASIA/PACIFIC: continua il trend positivo della produzione, grazie alle buone performance di Cina, Indonesia, Tailandia

ASIA/PACIFIC: continua il trend positivo della produzione, grazie alle buone performance di Cina, Indonesia, Tailandia ASIA/PACIFIC: continua il trend positivo della produzione, grazie alle buone performance di Cina, Indonesia, Tailandia Nel 2012 sono stati prodotti in Asia 1 oltre 42,65 milioni di autoveicoli, con un

Dettagli

ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE

ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE Gli sforzi per la ricerca sono molto minori in Europa di quanto non siano negli Stati Uniti o in Giappone,

Dettagli

Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana

Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana Lelio Iapadre (Università dell Aquila e UNU-CRIS, Bruges) Corso per i poli regionali di innovazione ITA, Roma, 3 febbraio 2015 Sommario

Dettagli

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010 OSSERVATORIO SULLA DIFFUSIONE DELLE RETI TELEMATICHE E DEI SERVIZI ON LINE IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES Roma, 20 aprile 2010

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 13 maggio 2015 I primi effetti del QE! I dati di marzo 2015 del sistema bancario italiano 1 mostrano i primi effetti del Quantitative Easing della BCE. L effetto di questa misura

Dettagli

Un rapporto paese sulla Cina: quadro macroeconomico, fattori di competitività e struttura industriale

Un rapporto paese sulla Cina: quadro macroeconomico, fattori di competitività e struttura industriale Un rapporto paese sulla Cina: quadro macroeconomico, fattori di competitività e struttura industriale Francesco Timpano* ITCG Pacioli Parliamo della Cina - Opportunità o minaccia * Il lavoro è realizzato

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 CASSA DI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE PER I DIPENDENTI DELLA RAI E DELLE ALTRE SOCIETÀ DEL GRUPPO RAI - CRAIPI Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 SETTEMBRE 2012 Studio Olivieri

Dettagli

I PIU IMPORTANTI MERCATI EMERGENTI PER L ITALIA, NAZIONE SEMPRE PIU PROTAGONISTA NEL COMMERCIO MONDIALE

I PIU IMPORTANTI MERCATI EMERGENTI PER L ITALIA, NAZIONE SEMPRE PIU PROTAGONISTA NEL COMMERCIO MONDIALE I PIU IMPORTANTI MERCATI EMERGENTI PER L ITALIA, NAZIONE SEMPRE PIU PROTAGONISTA NEL COMMERCIO MONDIALE OSSERVATORIO GEA-FONDAZIONE EDISON Marco Fortis, giugno 2013 L ITALIA E SECONDA SOLO ALLA GERMANIA

Dettagli

UBS Dynamic. Portfolio Solution

UBS Dynamic. Portfolio Solution Dynamic 30 giugno 2013 UBS Dynamic Linee di Gestione di UBS (Italia) S.p.A. Linea Global Credit Linea Income Linea Yield Linea Balanced Linea Equity Linea Global Credit Linea Income Linea Yield Linea Balanced

Dettagli

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%.

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA ad aprile 2015 registrano 1.209.551 nuove immatricolazioni di autovetture,

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 4 luglio 2013 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 4 luglio 2013 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 4 luglio 2013 a cura di Bruno Chastonay ITL vendita moto in calo marcato. PMI serv calo ulteriore oltre attese. Prezzi immb ulteriore calo FF PMI serv recupero

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Periodico trimestrale 1/2013 L economia mondiale L ultima pubblicazione del Fondo Monetario Internazionale - FMI (gennaio 2013), contenente le previsioni relative ai principali indicatori

Dettagli