WORLD GDP & POPULATION

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WORLD GDP & POPULATION"

Transcript

1 GLOBAL GDP-POPULATION OUTLOOK WORLD GDP & POPULATION GDP as a % GDP y/y IMF 2015 IMF 2015 IMF 2016 Population GDP Unemployment (Bln $) of total % Growth CPI y/y GDP y/y GDP y/y (Million) Pro-Capita ($) % rate Main World 71, % % 3.8% 7,176 9,969 - USA 17, % 2.3% 0.1% 2.5% 3.0% , % Euro-Zone 13, % 1.2% 0.1% 1.5% 1.7% , % Japan 4, % 0.7% 1.0% 0.8% 1.2% , % Germany 3, % 1.6% 0.2% 1.6% 1.7% 81 47, % China 10, % 7.0% 1.2% 6.8% 6.3% 1,356 7, % UK 2, % 2.6% 0.1% 2.4% 2.2% 64 46, % France 2, % 1.0% 0.1% 1.2% 1.5% 66 42, % Italy 2, % 0.5% 0.0% 0.7% 1.2% 62 34, % Canada 1, % 0.5% 0.9% 1.5% 2.1% 35 51, % Spain 1, % 3.1% -0.7% 3.1% 2.5% 48 29, % Russia 1, % -4.6% 17.9% -3.4% 0.2% , % Brazil 2, % -1.6% 7.8% -1.5% 0.7% , % Korea 1, % 2.2% 1.5% 3.3% 3.5% 49 28, % India 2, % 5.3% 6.1% 7.5% 7.5% 1,236 1, % Mexico 1, % 2.5% 3.2% 2.4% 3.0% , % Australia 1, % 2.3% 2.0% 2.8% 3.2% 23 64, % Netherlands % 2.0% -0.1% 1.6% 1.6% 17 51, % Belgium % 1.3% 0.1% 1.3% 1.5% 10 51, % Switzerland % 1.1% -1.2% 0.8% 1.2% 8 85, % Turkey % 1.5% 6.6% 3.1% 3.6% 82 9, % Sweden % 3.0% 0.2% 2.7% 2.8% 10 58, % Taiwan % 0.5% 0.7% 3.8% 4.1% 23 15, % Saudi Arabia % 3.8% 2.0% 2.8% 2.4% 30 24, % Austria % 0.4% 1.1% 0.9% 1.6% 8 53, % Poland % 3.3% -0.8% 3.5% 3.5% 38 14, % Norway % 1.5% 2.3% 1.0% 1.5% 5 97, % Indonesia % 4.7% 6.8% 5.2% 5.5% 254 3, % Denmark % 1.5% 0.8% 1.6% 2.0% 6 61, % SouthAfrica % 2.1% 4.5% 2.0% 2.1% 48 7, % Greece % 1.4% -0.3% 0.0% 2.0% 11 22, % Ireland % 6.5% 0.2% 3.9% 3.3% 5 50, % Iran % 6.4% 16.5% 0.6% 1.3% #N/A Invalid Security #VALORE! #VALORE! Finland % -0.2% 0.6% 0.8% 1.4% 5 51, % Portugal % 1.5% 0.6% 1.6% 1.5% 11 21, % Argentina % 1.1% 18.6% -0.3% 0.1% 43 12, % Hong Kong % 2.8% 3.2% 2.8% 3.1% 7 40, % Thailand % 2.8% 0.3% 3.7% 4.0% 68 5, % UAE % 4.6% 2.1% 3.2% 3.2% 0 7,928, % Venezuela % -2.3% 96.8% -7.0% -4.0% 29 17, % Malaysia % 4.9% 2.7% 4.8% 4.9% 30 10, % Czech Republic % 4.0% -0.1% 2.5% 2.7% 11 19, % Israel % 1.9% -0.2% 3.5% 3.3% 8 38, % Colombia % 2.8% 3.4% 3.4% 3.7% 46 8, % Pakistan % 4.1% 4.7% 4.3% 4.7% 196 1, % Singapore % 1.8% 0.0% 3.0% 3.0% 6 55, % Chile % 2.4% 3.0% 2.7% 3.3% 17 14, % Hungary % 2.7% 0.0% 2.7% 2.3% 10 13, % New Zealand % 2.6% 0.8% 2.9% 2.7% 4 42, % Philippines % 5.2% 2.1% 6.7% 6.3% 108 2, % Fonte: IMF World Economic Outlook database aprile 2015 (in grassetto update luglio 2015), Banca Mondiale. 4

2 LA SETTIMANA MACRO ECONOMICA: DATI DIFFUSI Paese Giorno Ora Dato Periodo Rif Precedente Attuale USA 11-ago Produttività Q2 Q/Q USA 11-ago Costo unità di lavoro Q2 Q/Q USA 11-ago Inventario all'ingrosso giu USA 12-ago Deficit pubblico mensile lug -94.6B USA 13-ago Prezzi all'import lug M/M USA 13-ago Prezzi all'import lug A/A USA 13-ago Vendite al dettaglio lug USA 13-ago Vendite al dettaglio "core" lug USA 13-ago Inventario imprese giu USA 14-ago Produzione industriale lug USA 14-ago Utilizzo impianti industriali lug USA 14-ago Fiducia consumatori (Michigan) ago EURO 12-ago Prod. industriale Zona Euro giu M/M EURO 12-ago Prod. industriale Zona Euro giu Y/Y EURO 14-ago Prezzi al consumo Zona Euro ago M/M EURO 14-ago Prezzi al consumo Zona Euro ago Y/Y EURO 14-ago PIL Zona Euro Q2 Q/Q EURO 14-ago PIL Zona Euro Q2 Y/Y GER 11-ago Indice di fiducia Zew expectations ago GER 13-ago Prezzi al consumo ago M/M GER 13-ago Prezzi al consumo ago Y/Y GER 14-ago PIL destag. Q2 Q/Q GER 14-ago PIL wda Q2 Y/Y UK 12-ago Salari medi settimanali giu Y/Y UK 12-ago Disoccupazione ILO giu INDIA 10-ago - Esportazioni lug Y/Y INDIA 10-ago - Importazioni lug Y/Y INDIA 12-ago Produzione industriale lug Y/Y INDIA 14-ago Wholesale Price Index lug Y/Y ,0 JAP 10-ago Partite correnti totali giu 1, JAP 10-ago Partite correnti - rettifica giu 1, JAP 10-ago Bilancia commerciale giu JAP 12-ago Prezzi beni corporate lug M/M JAP 12-ago Prezzi beni corporate lug Y/Y JAP 12-ago Produzione industriale lug M/M JAP 12-ago Produzione industriale lug Y/Y JAP 13-ago Ordini macchinari giu M/M JAP 13-ago Ordini macchinari giu Y/Y CHINA 10-ago - M2 lug Y/Y CHINA 12-ago Produzione industriale lug Y/Y CHINA 12-ago Vendite al dettaglio lug Y/Y CHINA 12-ago Investimenti attivi fissi YTD lug Y/Y Legenda: Y/Y = anno su anno, M/M = mese su mese, Q/Q = trimestre su trimestre, K = migliaia, M = milioni, B = miliardi, r = dato rivisto, P = dato preliminare, F = dato finale 5

3 LA SETTIMANA MACRO ECONOMICA USA MACRO INDICATORS GDP PERSONAL SPENDING & INCOME LABOR MARKET GDP (in Bln $) at current dollars 17,841 Personal Spending curr.$ (Bln $) 12,255 Unemployment Rate % (U3) 5.3% GDP (in Bln $) at constant dollars 16,270 m/m% 0.2% Unemployed (K) 8,266 GDP q/q%annualized 2.3% y/y% 3.2% US Labor Force Participation Rate % 62.6% GDP y/y% 2.3% Personal Spending constant$ (Bln $) 11,176 Employment-Population-Ratio % 59.3% GDP % Deflator q/q%ann. 2.0% m/m% 0.0% Persons who currently want a job 6,135 GDP % Deflator y/y% 1.0% y/y% 2.9% Part-timers for economic reasons (K) 6,325 Consumer Spending (Bln $) 11,162 PCE Deflator m/m% 0.2% US Unemployment Duration 27 Weeks 26.9% Cons.Spending/GDP% 68.6% PCE Deflator y/y% 0.3% Underemployment-rate (U6) 10.4% Consumer Spending q/q%ann. 2.9% PCE Deflator-Core m/m% 0.2% Jobless Claims (K) 274 Gross Fixed Investments (Bln $) 2,833 PCE Deflator-Core y/y% 1.3% Continuing Claims (K) 2,273 Gross Fixed Investments/GDP% 17.4% Personal Income curr.$ (Bln $) 15,287 Employed (K) 148,840 Gross Fixed Investments q/q%ann. 0.3% m/m% 0.4% Non-farm payrolls (K) 215 Fixed Investments q/q%ann. 0.8% y/y% 4.1% Manufacturing payrolls (K) 15 Non-residential Construc q/q%ann. -0.6% Disposable Income constant$ (Bln $)12,177 Average hourly earnings m/m% 0.2% Structures q/q%ann. -1.6% m/m% 0.5% Average hourly earnings y/y% 2.1% Equipment & Software q/q%ann. 4.1% y/y% 3.0% Federal Minimum Wage in $ per hour 7.25 Residential Construc q/q%ann. 6.6% Personal Saving (Bln $) 646 Productivity y/y% 0.3% Government Spending q/q%ann. 0.8% Saving Rate % 4.8% Unit Labor Costs y/y% 2.1% Net Exports (Bln $) -536 INDUSTRIAL HOUSING MARKET Exports q/q%ann. 5.3% Industrial Production m/m% 0.6% Housing-starts (K) 1,174 Imports q/q%ann. 3.5% Industrial Production y/y% 1.3% y/y% 26.5% Net Exports Contribution GDP%Growth0.13% Industrial Capacity Utilization % 78.0% Building-permits (K) 1,337 Change in Inventories (Bln $) Manufacturing m/m% 0.8% Existing-home-sales (K) 5,490 Inventories Contribution GDP%Growth-0.08% Manufacturing y/y% 1.5% y/y% 9.6% Corporate Profits (Bln $) 2,013 Mining m/m% 0.2% New-home-sales (K) 482 q/q% -5.8% Utilities m/m% -1.0% y/y% 18.1% y/y% 4.6% Factory Orders m/m% 1.8% New Home Inventory (000k) 215 Capex/GDP% 6.7% Factory Orders y/y% -6.2% Construction Spending (Bln $) 1,065 Real GDP Pro-Capita 51,022 Durable Goods Orders m/m% 3.4% y/y% 12.0% Nominal GDP Pro-Capita 55,945 Durable Goods Orders Ex-transp m/m%0.6% Construction Spending/GDP% 6.0% GOVERNMENT DEFICIT & DEBT Durable Goods Orders y/y% -0.8% Homebuyer Affordability 153 Fiscal-Balance yearly (Bln $) -483 Ism-Manufacturing Y-Mortgage Rate % 3.9% Fiscal-Balance/GDP% -2.40% Book to Bill Ratio (Semiconductors) 0.98 Delinquencies as a % of Tot Loans 5.3% Fiscal-Balance/GDP% (IMF) % Chicago PMI 54.7 Foreclosures as a % of Tot Loans 2.1% US Total Public Debt Outstanding (Bln $) 18,151 Philadelphia FED 5.7 S&P/CaseShiller Composite-20 y/y% 4.94% Government-Debt/GDP% 101.7% Empire Manufacturing NY 3.9 PRICES Government-Debt/GDP% (IMF) % Richmond Manufacturing 13.0 CPI m/m% 0.30% CURRENT ACCOUNT & TRADE BALANCE RETAIL SALES & SERVICES CPI y/y% 0.10% Current-Account last quarter (Bln $) Retail Sales m/m% 0.6% CPI ex-food & energy m/m% 0.20% Current-Account/GDP% -2.30% Retail Sales y/y% 2.4% CPI ex-food & energy y/y% 1.80% Current-Account/GDP % (IMF) % Retail Sales ex-auto m/m% 0.0 PPI Final Demand m/m% 0.20% Trade Balance yearly (Bln $) Retail Sales ex-auto y/y% 0.0 PPI Final Demand y/y% -0.80% Trade Balance last month (Bln $) Ism Non-Manufacturing 60.3 PPI Final Dem. Ex-food-&-ener. y/y% 0.60% with China monthly (Bln $) Consumer Confidence (Michigan) 92.9 PPI m/m% (OLD) -0.10% with Euro monthly (Bln $) Consumer Confidence (C.Board) 90.9 PPI y/y% (OLD) -2.60% with UK monthly (Bln $) -0.2 LEADING INDICATORS PPI Intermediate-Goods y/y% -6.60% with Japan monthly (Bln $) -5.2 Leading Index m/m% 0.6% PPI Crude-Goods y/y% % Exports m/m% -0.1% Leading Index y/y% 5.5% Prezzi all'import y/y% % Exports y/y% -3.6% Coincident Index m/m% 0.2% Prezzi all'export y/y% -6.10% Imports m/m% 1.2% Lagging Index m/m% 0.7% Faofoodi Index Imports y/y% -2.3% Coincident/Lagging Ratio 95.7 Faofoodi Index m/m% -1.04% INVENTORIES MONEY SUPPLY Faofoodi Index y/y% % Busness Inventories (Bln $) 1,812 Money Supply (Bln $) M2 12,076 FEDERAL-RESERVE Business Inventories m/m% 0.8% Money Supply m/m% 8.0% FED-Funds-rate % 0.25% Business Inventories y/y% 3.0% Money Supply y/y% 5.7% Discount Rate % 0.75% Inventory/Sales Ratio 1.37 Consumer credit monthly (Bln $) FED Total Assets (Bln $) 4,489 Wholesale Invenories m/m% 0.9% Consumer credit outstanding (Bln $) FED Treasuries (Bln $) 2,462 Wholesale Invenories y/y% 5.4% Home mortgage outstanding (Bln $) Foreign purchases of $ Assets (Bln $) 93.0 USA: la produttività procede in modo lento Nel Q la produttività, una misura che esprime il rapporto tra l output prodotto per le ore lavorate, ha riportato un incremento di +1,3% q/q-annualizzato, a fronte di un dato stimato di +1,6% q/q-ann. ma col dato del Q rivisto da -3,1% a -1,1% q/q-ann. Ma il popolo americano, nel complesso procede con una crescita della produttività bassa. Su base annua la produttività infatti si è portata da +0,6% y/y a +0,3% y/y. Sono lontani i tempi in cui la 6

4 produttività cresceva ai ritmi del 5-percento su base annua. L indicatore degli unit-labor-costs, invece, che esprime il rapporto tra i compensi lavorativi e l output prodotto, si sono mossi al ritmo di +0,5% q/q-ann., al di sopra dello 0,0% q/q-ann. atteso ma col dato del Q rivisto da +6,7% a +2,3% q/q-ann. Gli unit-labor-costs su base annua hanno accelerato da +1,1% y/y a +2,1% y/y. La storia sottostante è che la crescita della produttività resta ancora storicamente molto debole, ha commentato Jim O Sullivan, chief-us-economist alla High Frequency Economics in Valhalla, nello stato di New York. Lo stesso ex governatore centrale della Federal Reserve, Alan Greenspan in settimana ha dichiarato che la bassa produttività costituisce un serio problema per la nazione americana. USA: produttività a +0,3% y/y nel Q USA: unit-labor-costs a +2,1% y/y nel Q USA: fiscal-deficit a -149,18 Bln $ in luglio In luglio il government-deficit americano è stato pari a -149,18 Bln $. Esso è più elevato di quello di -94,62 Bln $ emerso a luglio Le entrate sono aumentate di +5,1% y/y a 225,49 Bln $ e la spesa governativa di +21,2% y/y a 374,68 Bln $. Dall inizio dell anno fiscale il government-deficit ammonta a -465,53 Bln $, muovendosi agli stessi livelli dell anno scorso, a fronte di un gettito fiscale da 2,67 trillion $ e di una spesa pubblica da 3,13 trillion $. Il debito pubblico americano è quantificato nella misura di 18,15 trillion $. 7

5 USA: governmentdebt a 18,15 trillion $ USA: le vendite al dettaglio avanzano in luglio In luglio le vendite al dettaglio sono aumentate di +0,6% m/m, risultando in linea con le stime, ma col dato di giugno rivisitato al rialzo da -0,3% m/m a 0,0% m/m. Su base annua le retail-sales, senza gli aggiustamenti stagionali, hanno rallentato da +3,3% y/y a +2,9% y/y. Escludendo le auto le vendite sono aumentate di +0,4% m/m, in linea con le stime, e col dato di giugno rivisto da - 0,1% m/m a +0,4% m/m. Dallo spaccato si evince che ad essere strutturalmente in caduta siano le vendite del comparto carburanti, a -14,6% y/y. In negativo sono anche le vendite di componenti elettronici a -2,9% y/y, nonché le vendite della voce department-store a -1,1% y/y. Positive le vendite di auto a +7,2% y/y, di mobili a +6,6% y/y, di sporting-goods a +7,7% y/y e dell eating- &-drinking a +9,8% y/y. Il consumatore è in buona forma, ha commentato brevemente Brian Jones, senior-us-economist alla Societè Generale in New York. USA: retail-sales a +2,9% y/y USA: import-prices in doppia cifra negativa In luglio i prezzi all import americani hanno fatto segnare una caduta di -0,9% m/m, a fronte di un dato precedente ritoccato da -0,1% m/m a 0,0% m/m, e di un dato atteso di -1,2% m/m. I prezzi all import su base annua sono passati da -9,9% y/y (dato rivisto da -10,0% y/y) a -10,4% y/y, valore questo collocatosi al di sotto di quello previsto dagli analisti di -10,7% y/y. I prezzi all export, anch essi hanno arretrato, facendo registrare un -0,2% m/m ed un -6,1% y/y 8

6 USA: import-prices a -10,4% y/y USA: le scorte societarie crescono a fine secondo trimestre Le scorte societarie negli Stati Uniti hanno riportato un incremento di +0,8% m/m, dato risultato superiore al +0,3% m/m stimato e precedente. Le business-inventories si muovono al ritmo di crescita di +3,0% y/y. Il tutto si incrocia con vendite societarie che scandiscono un passo di +0,2% m/m e di -2,5% y/y, per un ratio di tipo inventory/sales in lieve deterioramento da 1,36 volte a 1,37 volte. USA: businessinventories a +3,0% y/y 9

7 USA: i prezzi alla prdouzione restano in serie negativa In luglio i prezzi alla produzione americani hanno prodotto il terzo incremento consecutivo in sequenza, attestandosi a +0,2% m/m, dopo il +0,4% m/m di giugno e a fronte del +0,1% m/m atteso. Su base annua il PPI-final-demand non è riuscito ad emergere, però, proseguendo in negativo da -0,7% y/y a -0,8% y/y, a fronte di un dato atteso di -0,9% y/y. USA: PPI-finaldemand a -0,8% y/y USA: la produzione industriale risale a luglio Nel mese di luglio la produzione industriale americana ha messo a segno un dato di +0,6% m/m, che ha battuto le stime degli analisti di +0,3% m/m. Ma il dato di giugno è stato rivisto al ribasso da +0,3% m/m a +0,1% m/m, così che l industrial-production prosegua lentamente all ingresso del terzo trimestre, con un +1,3% y/y. La parte core della produzione industriale, il manufacturing, ha girato a +0,8% m/m, a fronte di una stima da parte della comunità finanziaria di +0,4% m/m, ma anche in questo caso il valore relativo al mese di giugno è stato rivisto in basso da 0,0% m/m a -0,3% m/m. Il manufacturing fa segnare su base annua un +1,5% y/y. La voce motor-vehicleparts ha riportato un +10,6% m/m, il valore più elevato dal Il consumatore è in una forma migliore, cosa che è ora riflessa nell output manifatturiero, ha detto Drew Matus, chief-useconomist allla UBS Securities LLC. La capacità industriale utilizzata di giugno è stata rivista da 78,4% a 77,7%, per poi allinearsi in luglio alle stime di 78,0%. 10

8 USA: industrialproduction a +1,3% y/y USA: industrialcapacity-utilization a 78,0% USA: fiducia-michigan a 92,9 punti L indicatore di fiducia dei consumatori redatto dall Università del Michigan, ha arretrato da 93,1 punti a 92,9 punti, collocandosi al di sotto dei 93,5 punti attesi dagli analisti. Il consumatore tutto sommato procede in modo rinfrancato nel suo approccio al consumo. Gli indicatori di consumerconfidence si collocano infatti in zone alquanto elevate nel macro-trend. 11

9 EURO-ZONE GDP MEMBER-STATES FISCAL BALANCE/GDP% MEMBER-STATES INDUSTRIAL-PROD. y/y% GDP at Current (Bln ) 10,162 Germany 0.7% Germany 1.2% GDP at current $ (Bln $) 11,281 France -4.0% France 0.5% GDP at constant (Bln ) 9,692 Italy -3.0% Italy -0.3% GDP at constant $ (Bln $) 10,759 Spain -5.8% Spain 4.7% GDP q/q% 0.3% Netherlands -2.3% Netherlands -2.4% GDP y/y% 1.2% Belgium -3.2% Belgium 0.5% Household Consumption q/q% 0.5% Austria -2.4% Austria 1.7% Household Consumption y/y% 1.7% Portugal -4.5% Portugal 2.0% Domestic Demand q/q% -2.4% Ireland -4.1% Greece -4.6% Domestic Demand y/y% 1.4% Greece -3.5% Ireland 27.6% Fixed Investment q/q% 0.8% MEMBER-STATES GOVT-DEBT/GDP% MEMBER-STATES RETAIL SALES y/y% Fixed Investment y/y% 0.8% Germany 74.4% Germany 0.5% Government Spending q/q% 0.6% France 97.5% France 1.4% Government Spending y/y% 1.1% Italy 135.1% Italy 2.2% Exports q/q% 0.6% Spain 98.0% Spain 2.2% Exports y/y% 4.2% Netherlands 68.9% Netherlands 3.4% Imports q/q% 1.2% Belgium 111.0% Belgium 1.6% Imports y/y% 5.1% Austria 84.9% Austria 1.0% MEMBER-STATES GDP Portugal 129.6% Portugal 2.4% Germany Nominal-GDP (Bln ) 2,929 Ireland 109.7% Greece 4.2% Germany GDP q/q% 0.4% Greece 168.8% Ireland 5.7% Germany GDP y/y% 1.6% PRICES LABOR MARKET France Nominal-GDP (Bln ) 2,144 CPI m/m% -0.6% Unemployment Rate % 11.1% France GDP q/q% 0.0% CPI y/y% 0.2% Labour Costs q/q% -9.5% France GDP y/y% 1.0% CPI-Core y/y% 1.0% Labour Costs y/y% 2.2% Italy Nominal-GDP (Bln ) 1,618 CPI-Estimated y/y% 0.2% MEMBER-STATES UNEMPLOYMENT RATE Italy GDP q/q% 0.2% PPI m/m% -0.1% Germany 4.7% Italy GDP y/y% 0.5% PPI y/y% -2.2% France 10.2% Spain Nominal-GDP (Bln ) 1,067 MEMBER-STATES CPI Y/Y% Italy 12.7% Spain q/q% 1.0% Germany 0.1% Spain 22.5% Spain y/y% 3.1% France 0.2% Netherlands 6.9% Netherlands Nominal-GDP (Bln ) 666 Italy 0.3% Belgium 8.6% Netherlands q/q% 0.1% Spain 0.0% Austria 6.0% Netherlands y/y% 2.0% Netherlands 0.8% Portugal 12.4% Belgium Nominal-GDP (Bln ) 403 Belgium 0.9% Greece 25.0% Belgium q/q% 0.4% Austria 1.1% Ireland 9.7% Belgium y/y% 1.3% Portugal 0.7% CONFIDENCE Austria Nominal-GDP (Bln ) 333 Greece -1.3% Economic Confidence Austria q/q% 0.1% Ireland 0.2% ZEW-expectations Austria y/y% 0.6% INDUSTRIAL IFO (Business Confidence) Portugal Nominal-GDP (Bln ) 174 Industrial Production m/m% -0.4% CURRENT ACCOUNT & TRADE BALANCE Portugal q/q% 0.4% Industrial Production y/y% 1.2% Trade Balance Monthly (Bln ) Portugal y/y% 1.5% Capacity Utilization % 81.1% EuroZone Curr Accnt Monthly (Bln ) 3.41 Ireland Nominal-GDP (Bln ) - Capital Goods Prod. m/m% -1.8% Current-Account/GDP% (IMF) % Ireland q/q% 1.4% Capital Goods Prod. y/y% 1.7% MONEY SUPPLY & CREDITS Ireland y/y% 6.1% Intermediate Goods Prod. m/m% -0.5% M1 y/y 11.8% Greece Nominal-GDP (Bln ) - Intermediate Goods Prod. y/y% 0.2% M2 y/y 5.3% Greece q/q% 0.8% Construction Output q/q% 0.3% M3 y/y 5.0% Greece y/y% 1.4% Construction Output y/y% 0.3% Private Sector Loans (Bln eur) 10,590 GOVERNMENT DEFICIT & DEBT PMI-Manufacturing Private Sector Loans y/y 0.6% Fiscal-Balance yearly (Bln ) -246 RETAIL SALES & SERVICES ECB Fiscal-Balance/GDP % -2.40% Retail Sales m/m% -0.6% ECB Main Refinancing Rate % 0.05% Fiscal-Balance/GDP % (IMF) % Retail Sales y/y% 1.2% ECB Deposit Facility Rate % -0.20% Government-Debt (Bln ) 9,278 EU 27 New Car Reg. last-m (K) 1,364 ECB Total Assets (Bln ) 2,537 Government-Debt/GDP % 92.00% EU 27 New Car Registration y/y% 14.6% ECB Excess Liquidity (Bln ) Government-Debt/GDP % (IMF) % Euro-Zone New Car Reg. y/y% 14.6% MROs (Bln ) 82,449.0 PMI-Services SMP (Bln ) GERMANY: lo ZEW si muove a corrente alternata MACRO INDICATORS In agosto lo ZEW, un indicatore di investor-confidence tedesco si è mosso in modo contrastato. Lo ZEW-situazione-corrente è migliorato da 63,9 punti a 65,7 punti, dato questo al di sopra dell atteso di 64,2 punti. Lo ZEW-aspettative si è, invece, deteriorato da 29,7 punti a 25,0 punti, figurando al di sotto del dato di 31,9 punti ipotizzato in via medio-mediana dagli analisti. Da un lato, il problema greco è alle spalle, cosa che dovrebbe favorire i mercati; dall altro lato, in agosto abbiamo avuto più focus sulle commodities e sulla Cina, con queste problematiche che hanno 12

10 generato un po di nuova incertezza nel mercato, ha affermato Anatoli Annenkov, senioreconomist alla Societè Generale SA in Londra. GERMANY: ZEWcurrent-situation a 65,7 punti GERMANY: ZEWexpectations a 25,0 punti EURO: la produzione industriale europea chiude il Q2 sotto tono In giugno la produzione industriale europea ha riportato una contrazione sequenziale, la seconda consecutiva, di -0,4% m/m, che segue dunque al -0,2% m/m di maggio, dato rivisto al rialzo da - 0,4% m/m. Comprendendo la revisione e considerando che gli analisti si attendevano per giugno una variazione di -0,1% m/m, tutto sommato il dato si è rivelato piuttosto vicino a quello stimato. Il tutto si è tradotto in un rallentamento dell industrial-production da +1,6% y/y a +1,2% y/y, dato questo al di sotto di quello stimato di +1,7% y/y. La produzione industriale della Germania ha girato a -0,9% m/m, retrocedendo su base annua da +2,5% y/y a +1,2% y/y. In Francia la produzione industriale si è contratta di -0,2% m/m, passando da +2,6% y/y a +0,5% y/y. In Italia, dopo il +0,9% m/m di maggio, la produzione industriale si è contratta di -1,1% m/m, passando da +3,1% y/y a -0,3% y/y. In Spagna l industrial-production è risultata in rialzo di +0,6% m/m, accelerando da +2,9% y/y a +4,7% y/y. EURO: industrialproduction a +1,2% y/y 13

11 EURO: il prodotto interno lordo cresce anche nel secondo trimestre del 2015 Nel Q il prodotto interno lordo europeo è cresciuto di +0,3% q/q, a fronte di un dato stimato e precedente di +0,4% q/q. Trattasi del nono dato positivo consecutivo. Su base annua il GDP ha accelerato da +1,0% y/y a +1,2% y/y, dato collocatosi poco al di sotto del +1,3% y/y stimato dagli analisti. Il GDP della Germania ha messo a segno un rialzo di +0,4% q/q, per un accelerazione su base annua da +1,1% y/y a +1,6% y/y. Il GDP della Francia invece è risultato in stallo sequenziale a 0,0% q/q ed a +1,0% y/y. Il PIL italiano è al contrario di quello transalpino riuscito a crescere, conseguendo un +0,2% q/q, il secondo dato positivo trimestrale. Su base annua il PIL dell Italia ha accelerato da +0,1% y/y a +0,5% y/y, sui ritmi più serrati dal lontano Q Si tratta del secondo dato positivo su base annua per l Italia. In Spagna il GDP ha continuato ad accelerare conseguendo un +1,0% q/q ed un +3,1% y/y. 14

12 EURO: GDP a +1,2% y/y EURO: l inflazione prosegue in modo blando L indice dei prezzi al consumo europeo per il terzo mese di fila è rimasto di poco al di sopra dello zero-percento, così come si evince dalla revisione finale dei dati di luglio, a +0,2% y/y. Il CPI su base mensile si è contratto a -0,6% m/m. A pesare sull inflazione è la voce energy che gira a - 0,7% m/m e a -5,6% y/y. Il CPI-core europeo è stato confermato sul livello del +1,0% y/y. L inflazione dunque rimane bassa, mentre il QE della BCE ha come obiettivo anche quello di procurare una risalita dell inflazione verso la soglia target del 2-percento. EURO: CPI a +0,2% y/y 15

13 EURO: CPI-core a +1,0% y/y 16

14 UNITED KINGDOM MACRO INDICATORS GDP PRICES LABOR MARKET GDP at current Gbp (Bln Gbp) 1,811 CPI m/m% 0.0% Unemployment Rate % 5.60% GDP at current Gbp (Bln $) 2,837 CPI y/y% 0.0% Total Unemployed ILO (K) 1,852 q/q% 0.7% CPI-core m/m% 0.0% Total Claimant Counts (K) 792 y/y% 4.3% CPI-core y/y% 0.8% New Claimant Counts (K) monthly change -5 sa GDP at constant Gbp (Bln Gbp) 1,728 CPI-food m/m% -0.2% UK Claimant Counts Rate % 2.30% GDP at current Gbp (Bln $) 2,708 CPI-food y/y % -2.2% Payrolls (K) quarterly -63 q/q% 0.7% CPI-housing m/m% 0.0% Total Payrolls (K) 31,035 y/y% 2.7% CPI-housing y/y % 0.4% Average Weekly Earnings cum-bonus y/y% 1.9% GDP Deflator q/q% 0.3% RPI (Retail Price Index) m/m% 0.2% Average Weekly Earnings cum-bonus 3m-y/y% 2.4% GDP Deflator y/y% 1.4% RPI (Retail Price Index) y/y% 1.0% Average Weekly Earnings ex-bonus y/y%2.8% Consumer-spending q/q% 0.9% PPI m/m% 0.0% Average Weekly Earnings ex-bonus 3m-y/y% 2.8% Consumer-spending y/y% 3.4% PPI y/y% -1.5% HOUSING MARKET Business-spending q/q% 2.0% PPI Producting Factors m/m% -2.0% Mortgage Approvals (K) 66.6 Business-spending y/y% 5.0% PPI Producting Factors y/y% -12.6% Net Lending on Dwelling (Bln Gbp) monthly 261.5% Government-spending q/q% 0.9% INDUSTRIAL Avg Housing Prices (Nationwide) in Gbp 195,621 Government-spending y/y% 2.3% Industrial Production m/m% -0.4% Housing Prices (Nationwide) m/m% 0.4% Exports q/q% 0.4% Industrial Production y/y% 1.5% Housing Prices (Nationwide) y/y% 3.5% Exports y/y% 3.8% Manufacturing Production m/m% 0.2% Housing Prices (RightMove) m/m% -0.8% Imports q/q% 2.3% Manufacturing Production y/y% 0.5% Housing Prices (RightMove) y/y% 6.4% Imports y/y% 4.6% Mining m/m% -3.8% Housing Prices (Halifax/Hbos) m/m% -0.6% Nominal GDP Pro-Capita (Gbp) 20,338 Mining y/y% 6.3% Housing Prices (Halifax/Hbos) y/y% 7.9% Real GDP Pro-Capita (Gbp) 17,224 Utilities & Gas m/m% 1.9% Construction-output m/m% -0.3% GOVERNMENT DEFICIT & DEBT Utilities & Gas y/y% 2.1% Construction-output y/y% 2.6% Fiscal-Balance ex-fin-int. monthly (Bln Gbp) Oil & Gas m/m% -5.7% Construction-PMI Fiscal-Balance ex-fin-int. yearly (Bln Gbp) Oil & Gas y/y% 10.3% CONFIDENCE Fiscal-Balance/GDP % ex-fin-intervention -4.5% Durable Goods m/m% 4.3% Leading Indicators Fiscal-Balance cum-fin-int. monthly (Bln Gbp) Durable Goods y/y% 4.9% Leading Indicators m/m% -0.2% Fiscal-Balance cum-fin-int. yearly (Bln Gbp) Non-Durable Goods m/m% -3.3% Leading Indicators y/y% 0.0% Fiscal-Balance/GDP % cum-fin-int. -4.0% Non-Durable Goods y/y% -2.2% Coincident Index m/m% 0.0% Fiscal-Balance/GDP %(IMF) % Investment Goods m/m% 1.7% Coincident Index y/y% 1.4% Government-Debt ex-fin-int. (Bln Gbp) 1,513.4 Investment Goods y/y% 1.4% GGFK UK Consumer Conf Government-Debt/GDP % ex-fin-int. 81.5% Intermediate Goods m/m% 1.5% MONEY SUPPLY & CREDITS Government-Debt cum-fin-int. (Bln Gbp) 1,825.6 Intermediate Goods y/y% 1.1% Notes & Coins Avg Amt Outstanding (Bln Gbp) Government-Debt/GDP % cum-fin-int. 98.3% Industrial Capacity Utilization % 82.1% Money Supply Notes & Coins y/y % 6.4% Government-Debt/GDP %(IMF) % PMI Manufacturing M0 y/y% 7.5% CURRENT ACCOUNT & TRADE BALANCE RETAIL SALES & SERVICES Money Supply M4 (Bln Gbp) 2,106 Current-Account last quarter (Bln Gbp) Retail Sales in volume m/m% sa -0.2% M4 m/m% -0.5% Current-Account/GDP%(IMF) % Retail Sales in volume y/y% sa 4.2% M4 y/y% -0.3% Trade Balance yearly (Bln Gbp) Retail Sales Implied Deflator y/y% -2.1% Net Lending on Dwel. (Bln Gbp) monthly2.62 Trade Balance last month (Bln Gbp) Retail Sales in value m/m% sa (ex-auto) 0.0% Consumer Credit (Bln Gbp) monthly 1.22 Visible Trade Balance last month (Bln Gbp) Retail Sales in value y/y% sa (ex-auto) 1.9% Total Net Lending Bln Gbp monthly 3.84 Visible Trade Balance non-eu last month (Bln Gbp) New Car Registrations m/m% -30.8% BANK OF ENGLAND Exports last month (Bln Gbp) New Car Registrations y/y% 3.2% UK Base rate 0.5% Imports last month (Bln Gbp) PMI Services Asset Purchase Target (Bln Gbp) 375 BOE Tot Assets (Bln Gbp) 405 UK: il labor-market inglese rallenta In luglio le nuove richieste di sussidi occupazionali in UK sono diminuite di -4,9mila unità, un dato questo al di sotto dello stimato di +1mila. Il dato di giugno è stato rivisto da +7mila unità a +200 unità. Il totale dei sussidi disoccupazionali erogati è calato, risultando ora pari a 792,4mila unità. Inglobando in questo numero quello dei disoccupati che non percepiscono il sussidio il numero degli unemployed è pari a 1,852 milioni. Si tratta di un dato che nell ultimo mese ha subito un incremento di +25mila unità, ravvisando la possibilità che la crescita espansiva del labor-market britannico possa essere in rallentamento. Il tasso di disoccupazione, tuttavia si è limitato a muoversi lateralmente a 5,6%, un dato questo correttamente previsto dal parere medio-mediano degli analisti. Il positivo environment domestico ci suggerisce che dati migliori di labor-market possano riscontrarsi andando avanti nel terzo quarto; ciò rafforza il messaggio della Bank of England sul fatto che ci stiamo avvicinando ad un rialzo del tasso d interesse ufficiale inglese, ha commentato James Knightley, economist alla Ing Bank in Londra. Spostando i riflettori sul numero degli occupati, si ha che nell ultimo trimestre di riferimento essi siano calati di -63mila unità, passando da 31,098 milioni a 31,035 milioni di unità. Gli analisti avevano messo in conto una variazione negativa di -55mila unità. Venendo alla remunerazione dei lavoratori, il tasso di crescita dei salari medi settimanali cum-bonus è stato pari a +2,4% y/y, in calo da +3,2% y/y precedente, nonché al di sotto dello stimato di +2,8% y/y. I salari medi settimanali sine-bonus, però, si sono mossi lateralmente ed in linea con le stime a +2,8% y/y. 17

15 UK: new-claimant-counts a -4,9mila unità UK: unemployment-rate a 5,6% UK: average-weeklyearnings (cum-bonus) a +2,4% 3m-y/y 18

16 JAPAN MACRO INDICATORS GDP PRICES RETAIL SALES & SERVICES GDP at current Yen (Trl Yen) CPI m/m% -0.2% Wholesale & Retail Sales y/y% 1.1% GDP at current $ (Bln $) 4,017 CPI y/y% 0.4% Retail Sales m/m% -0.6% GDP q/q% 0.0% CPI-ex-fresh food m/m% 0.0% Retail Sales y/y% 1.0% GDP y/y% 2.2% CPI-ex-fresh food y/y% 0.1% Wholesale Sales m/m% 3.6% GDP at constant Yen (Trl Yen) PPI m/m% -0.2% Wholesale Sales y/y% 1.1% GDP at constant $ (Bln $) 4,247 PPI y/y% -3.0% National Store Sales y/y% 0.4% GDP q/q% -0.4% Export Prices m/m% -1.1% Tertiary Industry Index 0.3% GDP q/q%annualized -1.6% Export Prices y/y% 5.7% Overall Household Spend. y/y% -2.0% GDP y/y% 0.7% Import Prices m/m% -1.5% LABOR MARKET GDP Fiscal Year y/y% -0.9% Import Prices y/y% -7.1% Unemployment Rate % 3.4% GDP Deflator y/y% 1.6% PPI-services m/m% 0.0% Job/Applicant Ratio 1.19 Consumer-spending (Trl Yen) PPI-services y/y% 0.4% Population (Mln) q/q% -0.8% PPI-goods m/m% -0.2% Labor Force (Mln) Res. Business-spending (Trl Yen) PPI-goods y/y% -3.0% Employed (Mln) q/q% 1.9% INDUSTRIAL Unemployed (Mln) 2.22 Non-Res. Business-Spending (Trl Yen) Industrial Production m/m% 1.1% Cash Earnings y/y% -2.4% q/q% -0.1% Industrial Production q/q% 1.8% Extraordinary Earnings y/y% -0.4% Private Inventories (Trl Yen) Industrial Production y/y% 2.3% Real Cash Earnings y/y % -2.9% Government-spending (Trl Yen) Capacity Utilization % 97.1% CONFIDENCE q/q% 0.4% m/m% 0.7% Tankan Large Manufacturing 15.0 Govt Business-spending (Trl Yen) Industrial Shipments m/m% 0.6% Tankan Large Manufacturing Outlook 16.0 q/q% 2.6% Industrial Shipments y/y% 1.8% Tankan Large non-manufacturing 23.0 Net Exports (Trl Yen) Industrial Invetories m/m% 1.5% Tankan Large non-manufacturing Outlook21.0 Exports (Trl Yen) Industrial Inventories y/y% 4.0% Tankan Large All Industry Capex 0.1 Imports (Trl Yen) Inventories/Shipments Ratio Tankan Small Manufacturing 0.0 Net-Profit from abroad (Trl Yen) Total Machinery Orders (Bln Yen) 2,417 Tankan Small Manufacturing Outlook 0.0 Receipts from abroad (Trl Yen) Core Machinery Orders (Bln Yen) Tankan Small non-manufacturing 4.0 Payments from abroad (Trl Yen) 9.00 m/m% -7.9% Tankan Small non-manufacturing Outlook 1.0 Gross National Income (Trl Yen) y/y% 16.6% Leading Indicators 88.9 GOVERNMENT DEFICIT & DEBT Japan Auto production (units) 811,864 Consumer Confidence Household 41.0 Fiscal-balance/GDP % (IMF) % y/y% -5.3% Coincident Index 50.0 Govt-Expenditures (Trl yen) Domestic Auto Sales (units) 282,239 PMI Confidence 49.3 Govt-Revenues (Trl yen) y/y% -1.3% CONFIDENCE Bond Depdendcy Rate 38.3% Auto Exports Sales (units) 403,730 M1 (Trl yen) JGBs & Borrowing (Quadrillion yen) 1,057.2 y/y% 3.3% M1 y/y% 5.7% Japan Govt Bonds (Trl yen) Toyota World Auto prod (units) 796,299 M2 (Trl yen) Japan Govt Fin Bills (Trl yen) y/y% 2.9% M2 y/y% 4.1% Govt-Debt/GDP % 212% Nissan World Auto prod (units) 462,078 M3 (Quadrillion yen) Govt-Debt/GDP % (IMF) % y/y% 4.6% M3 y/y% 3.3% BANK OF JAPAN Machinery Tools m/m% -1.8% Broad Liquidity y/y% 4.3% Base rate % 0.1% Machinery Tools y/y% 1.6% Monetary Base (Trl Yen) HOUSING MARKET Monetary Base y/y% 32.8% Tokyo condos sales price ('000 Yen) 58,150 BOJ Total Assets (Trl yen) Land Prices y/y% -0.3% BOJ Govt Securities (Trl yen) Housing Starts y/y% 16.3% FX reserves (Bln $) 1,242.3 Housing Starts annualized ('000) 1033 Constr.-Orders (50 Biggest Construc.) y/y%15.4% JAPAN: bilancia commerciale positiva, ma la magrezza dei dati resta tale In giugno il Giappone ha conseguito un surplus della bilancia delle partite correnti di +558,6 Bln yen, dato inferiore a quello stimato di +785,9 Bln yen, ed in caduta rispetto agli 1,88 trillion yen di maggio. La voce income ha subito un drastico ridimensionamento, figurando a giugno a 656,9 Bln yen. Ma anche il trade-balance rimane molto magro: il trade-surplus è stato pari a +102,6 Bln yen, in risalita dai -47,3 Bln yen precedenti e quasi in linea con i 119,7 Blln yen stimati. L import/export giapponese è rimbalzato in sequenza in maniera consistente. Le exports nel mese si sono attestate a 6,45 trillion yen, a +5,6% y/y, ed in rialzo dell 8,1% y/y su base trailing-12-mesi (76,19 trillion yen). Le imports si sono attestate a 6,35 trillion yen, per un -4,6% y/y, ed in ribasso dell 1,4% su base trailing-12-mesi (80,82 trillion yen). Il Giappone prosegue con un trade-balance negativo su base trailing-12-mesi da -4,62 trillion yen. Il surplus del current-account-balance su base trailing- 12-mesi ammonta a +11,32 trillion yen, dato questo negli ultimi tempi in ripresa, grazie ai redditi netti spuntati dal popolo giapponese sui suoi investimenti finanziari all estero. I dati dimostrano che il trade-balance sta chiaramente migliorando, cosa che depone a favore dell economia giapponese, aveva notato a luglio Minoru Nogimori, economist alla Nomura Holding Inc in Tokyo. Nel post-fukushima il trade-balance è passato da una situazione di surplus ad una strutturale situazione di deficit. Tuttavia di recente, a far migliorare la bilancia commerciale è stata la caduta del prezzo del petrolio e dei prezzi delle materie prime importate, in un frangente in cui si avverte ora l effetto J riveniente da una svalutazione dello Japan-real-effective-exchange-rate. Sono tuttavia ancora lontani i tempi in cui questi dati macro rappresentavano un caposaldo della 19

17 prosperità economica per il Giappone. JAPAN: current-accountsurplus a 558,6 Bln yen JAPAN: trade-surplus a +102,6 Bln yen JAPAN: i prezzi alla produzione scivolano a -3,0% y/y In luglio i prezzi alla produzione giapponesi si sono mossi in contrazione a -0,2% m/m, dato questo uguale al precedente, nonché il secondo di fila negativo. Gli analisti si attendevano un valore di - 0,1% m/m. Su base annua il PPI è scivolato da -2,4% y/y a -3,0% y/y, andandosi a collocare non molto lontano dal -2,9% y/y stimato dalla comunità finanziaria. Si tratta del quarto dato di PPI su base annua negativo di fila, nonché del dato più negativo da dicembre

18 JAPAN: la produzione industriale rivista al rialzo a +2,3% y/y In sede revisiva finale il dato di giugno della produzione industriale è stato ritoccato al rialzo da +0,8% m/m a +1,1% m/m. Il dato su base annua è stato rivisto da +2,0% y/y a +2,3% y/y, il valore più elevato da giugno Si tratta di un dato macroeconomico che negli ultimi tempi si è mosso in maniera troppo variegata per ravvisare l esistenza di un solido trend all insegna della crescita. JAPAN: gli ordini dei macchinari arretrano in sequenza, ma restano in crescita su base annua In giugno gli ordini dei macchinari giapponesi si sono contratti di -7,9% m/m, al di sotto del -4,8% m/m atteso dagli analisti ed in discesa rispetto al +0,6% m/m precedente. I machine-orders sono passati da +19,3% y/y a +16,6% y/y, al di sotto del +17,6% y/y atteso dagli analisti. Si tratta di un passo indietro per un dato che in maggio era riuscito a svettare sui massimi dal lontano I dati di giugno ricacciano gli ordini dei macchinari in zone più basse, così da lenire il momentum che si era venuto a creare nel mezzo del secondo quarto. Il momentum della crescita nel capitalinvestment giapponese si sta indebolendo, ha detto Koya Miyamae, economist alla SMBC Nikko Securities Inc in Tokyo. JAPAN: machine-orders a +16,6% y/y 21

19 CHINA-INDIA CHINA GDP CURRENT ACCOUNT & TRADE BALANCE INDUSTRIAL GDP at current Yuan (Bln Yuan) 63,646 Current-Account quarterly (Bln $) 78.9 Industrial Prod. Nom. Monthly (Bln Yuan)793.6 GDP at current $ (Bln $) 9,951 Current-Account/GDP % 1.9% m/m% 0.3% y/y% 9.8% Current-Account/GDP % (IMF) % Cum.Industrial Prod. Nom.(Bln Yuan) 7,975 Primary Industry (Bln Yuan) 5,833 Trade Balance monthy (Bln $) 43.0 Industria Production y/y% 6.0% as a % of Nominal GDP 9.2% Exports monthy (Bln $) Industria Production y/y% cumulative 6.3% Secondary Industry (Bln Yuan) 27,139 Exports y/y% -8.3% Light Industry y/y% 4.3% as a % of Nominal GDP 42.6% Imports monthy (Bln $) Heavy Industry y/y% 10.8% Tertiary Industry (Bln Yuan) 30,674 Imports y/y% -8.1% State Owned Industry y/y% 0.0% as a % of Nominal GDP 48.2% Export to USA monthly (Bln $) 35,128 Private Enterprise Industry y/y% 9.3% Guangdong GDP (Bln Yuan) 6,216 Export to EURO monthy (Bln $) 34,007 Collective Enterprise Industry y/y% 1.3% Shandong GDP (Bln Yuan) 5,468 Export to JAPAN monthly (Bln $) 11,096 Partnership Industry y/y% 9.1% Jiangsu GDP (Bln Yuan) 5,916 Export to HK monthly (Bln $) 26,888 Share Holding Industry y/y% 7.7% GDP at constant yuan y/y% 7.0% Export to UK monthly (Bln $) 5,208 Investment Industry y/y% 2.6% GDP at constant yuan y/y% cumulative YTD 7.0% Import from USA monthly (Bln $) 12,700 Industrial Profits (Bln Yuan) 2,844 GDP Primary Industry y/y% cum. 3.5% Import from EURO monthly (Bln $) 25,056 Industrial profits y/y% -0.7% GDP Secondary Industry y/y% cum. 6.1% Import from JAPAN monthly (Bln $) 12,687 Fixed Urban Investment (Bln Yuan) 28,847 GDP Tertiary Industry y/y% cum. 8.4% Import from UK monthly (Bln $) 1,918 Fixed Urban Investment y/y% cum. 11.2% GOVERNMENT DEFICIT & DEBT Import from HK monthly (Bln $) 1,181 LABOR MARKET Fiscal-balance/GDP % (IMF) % PRICES Urban Unemployment Rate % 4.0% Budget Balance (Bln Yuan) -1,131 CPI m/m% 0.3% Urban unemployed (Mln units) 9.17 Budget Deficit/GDP % -1.8% CPI y/y% 1.6% Urban Tot employed (Mln units) Budget-Rev. yearly (Bln Yuan) 12,914 CPI-Urban y/y% 1.7% Urban SOE employed (Mln units) Budgdet-exp yearly (Bln Yuan) 13,974 CPI-Rural y/y% 1.5% Urban Private employed (Mln units) China Debt Issues (Bln Yuan) 692 CPI-Non-food y/y% 1.1% Population (Mln) 1,355.7 China Debt Issues (Bln $) 108 CPI-Food y/y% 2.7% Urban Population (Mln) Govt-Debt/GDP % (IMF) % PPI m/m% -0.7% Rural Population (Mln) PBOC PPI y/y% -5.4% CONFIDENCE 1-year Lending-rate 4.9% Purchasing Price y/y% -6.1% China Leading Index year Deposit-rate 2.0% Purchasing Price Fuels Power y/y% -11.1% Manufacturing-PMI 50.0 Cash-reserve-ratio 18.5% Wholesale Price y/y% -6.7% Non-Manufacturing-PMI 53.9 PBOC Total Assets (Bln Yuan) 33,520 MONEY SUPPLY & CREDITS RETAIL SALES & SERVICES FX reserves (Bln $) 3,651 M1 y/y% 6.6% Retail Sales monthly (Bln Yuan) 2,434 China Gold reserves (Mln ounces) 53 M2 y/y% 13.3% Retail Sales y/y% 10.5% New Loans monthly (Bln Yuan) 1,480 Retail Sales cum. (Bln Yuan) 16,592 Tot Social Financing m. (Bln Yuan) 719 Retail Sales y/y% cumulative 10.4% INDIA GDP PRICES INDUSTRIAL World Bank GDP at current $ (Bln $) 2,067 Wholesale Price Index alll-com. y/y% -4.1% Industria Production y/y% 3.8% GDP y/y% 5.3% CPI Combined y/y% 3.8% Manifacturing Production y/y% 4.6% Agriculture GDP y/y% 3.2% Fuel Power & Light y/y% -12.8% Mining Production y/y% -0.3% Mining GDP y/y% 1.9% Primary Articles y/y% -3.7% Basic Goods Production y/y% 5.1% Manufacturing GDP y/y% 0.1% CPI Industrial Workers y/y% 6.1% Intermediate Goods Production y/y% 0.8% Electricity GDP y/y% 8.7% CPI Urban non-manual Workers y/y% 9.4% Consumer Durable Production y/y% 16.0% Construction GDP y/y% 4.6% CPI Agriculture Laborers y/y% 2.6% Non-Durable Production y/y% 1.3% Trade/Hotel/Transp/Comm GDP y/y% 3.8% CPI Rural Laborers y/y% 2.9% Consumer Goods Production y/y% 6.6% Financial/Business GDP y/y% 9.5% CURRENT ACCOUNT & TRADE BALANCE Capital Goods Production y/y% -3.6% Commercial Services GDP y/y% 9.6% Current-Account/GDP % (IMF) % Electricity Production y/y% 1.3% GOVERNMENT DEFICIT & DEBT Trade Balance monthy (Bln $) Six Infrastructure Industries y/y% 3.1% Fiscal-balance/GDP % (IMF) % Exports monthy (Bln $) S.I.I. Crude-petroleum y/y% -0.7% Govt-Debt/GDP % (IMF) % Exports y/y% -10.3% S.I.I. Refinery y/y% 7.5% RESERVE BANK OF INDIA Imports monthy (Bln $) S.I.I. Coal y/y% 6.3% Reverse Repo Rate % 6.25% Imports y/y% -10.3% S.I.I. Cement y/y% 2.6% Repo Rate % 7.25% Oil Imports monthy (Bln $) 9.49 S.I.I. Steel y/y% 4.9% Cash-reserve-ratio 4.00% CONFIDENCE S.I.I. Electric y/y% 0.2% RBI Total Asset (Rs-Crores) HSBX India PMI-Composite LABOR MARKET FX reserves (Bln $) HSBX India PMI-Manufacturing Unemployment-rate estimate (CIA) 8.6% India Gold reserves (Bln $) 18.3 HSBX India PMI-Services Population (Mln) 1,236 CHINA: l internationaltrade flette di circa l 8- percento in luglio In luglio la Cina ha conseguito un trade-surplus di +43,03 Bln $, un dato questo inferiore al precedente di +46,54 Bln $, e al di sotto dei +54,70 Bln $ attesi. A deludere è stato l andamento delle importazioni da qualche tempo in fluttuazione strutturale al di sotto dei 200 miliardi di dollari, per un -8,3% y/y nel mese di luglio, un dato questo molto più negativo del - 1,5% y/y atteso dagli analisti ed in inversione rispetto al +2,8% y/y precedente. Le exports in controvalore sono state pari a 195,10 Bln $. Per quanto riguarda le importazioni, esse, 22

20 attestandosi a 152,07 Bln $, hanno registrato una contrazione di -8,1% y/y, a fronte di un dato precedente di -6,1% y/y e di un atteso di -8,0% y/y. Degli oltre 2,2 trillion $ di internationaltrade transati da/verso la nazione cinese da inizio anno, a flettere non sono stati gli interscambi sull asse USA-China, in rialzo a +2,8% y/y-ytd. A riportare le flessioni più importanti lì dove le fette di trade sono più corpose, sono stati da inizio anno gli interscambi con il Giappone (- 11,0%), la Korea del Sud (-4,9%), Hong-Kong (-10,2%), la European-Union (-7,5%). Quanto a contrazione degli scambi in potente doppia cifra negativa sono finiti i flussi commerciali con la Russia (-28,9% y/y-ytd), il Sud-Africa (-27,3% y/y-ytd), il Brasile (-18,2% y/y-ytd), l Australia (-17,9% y/y-ytd) e la Nuova Zelanda (-24,4% y/y-ytd). Le esportazioni non sono più un motore di crescita per la Cina; non importa ciò che il governo fa; è soltanto impossibile assistere ad una forte crescita delle esportazioni così come avveniva in passato, ha commentato Liu Xuezhi, economist alla Bank of Communications. Per quanto riguarda la caduta delle importazioni, molto di essa è fin qui dipesa dalla caduta dei prezzi delle materie prime importate. In settimana, a sorpresa, la People s Bank of China ha disposto d imperio una rivalutazione del peg-dinamico di dollaro-yuan dell 1,95%, con il dollaro-yuan in risalita da 6,20 a 6,32. Se, da un lato, una svalutazione dello yuan possa rivitalizzare il ciclo delle exports cinesi, esso rischia di produrre una fuga di capitali da questa nazione, che peraltro ambisce ad un inserimento della propria divisa nell SDR-basket (Special Drawing Right) dell International- Monetary-Fund. CHINA: trade-surplus a +43,03 Bln $ CHINA: i prezzi al consume cinesi avanzano in luglio In luglio l indice dei prezzi al consumo in Cina è riuscito a risalire in sequenza di +0,3% m/m, il primo dato positivo da febbraio. Su base annua il CPI ha accelerato da +1,4% y/y a +1,6% y/y, dato che ha battuto lo stimato di +1,5% y/y. L inflazione è di poco più accelerata nelle aree urbane, dove il CPI è passato da +1,4% y/y a +1,7% y/y, rispetto a quella delle aree rurali, dove comunque si è notato un re-pricing da +1,2% y/y a +1,5% y/y. A muoversi in forte accelerazione è stata la food-inflation, in rialzo da +1,9% y/y a +2,7% y/y. Quella del cibo delle 8 macro-categorie principali è la più inflazionata, dopo la voce di alcohol-&-tobacco (+3,6% y/y) e la voce del vestiario (+2,9% y/y). In deflazione la categoria del transport & Comm. A -1,8% y/y. CHINA: CPI a +1,6% y/y 23

GLOBAL GDP-POPULATION OUTLOOK

GLOBAL GDP-POPULATION OUTLOOK GLOBAL GDP-POPULATION OUTLOOK WORLD GDP & POPULATION GDP as a % GDP y/y IMF 2014 IMF 2014 IMF 2015 Population GDP Unemployment (Bln $) of total % Growth CPI y/y GDP y/y GDP y/y (Million) Pro-Capita ($)

Dettagli

Performance Equity-Market Weekly Year-to-date

Performance Equity-Market Weekly Year-to-date WEEKLY REPORT lunedì 5 ottobre 215 Newsflow L euro$ resta bloccato a ridosso di 1,12 USA: nonfarmpayrolls a +142mila unità Il titolo VW affossa la Borsa di Francoforte Bondmarket in consolidamento rialzista

Dettagli

26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T

26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T STATI UNITI REALE Pil 1,8% t/t 0,4% t/t 1,6% a/a 1,7% a/a Consumi privati 2,6% t/t 1,8% t/t 1,9% a/a 1,8% a/a 3% t/t 14% t/t 5,5% a/a 7,2% a/a 0,4% t/t 13,2% t/t non residenziali 3,7% a/a 5,5% a/a 14%

Dettagli

Calendario dati economici agosto 3, 2014 - agosto 9, 2014

Calendario dati economici agosto 3, 2014 - agosto 9, 2014 Calendario dati economici agosto 3, 2014 - agosto 9, 2014 www.fxcm.it info@fxcm.it AUD 2.50% NZD 3.50% EUR 0.05% CAD 1.00% GBP 0.50% USD 0.25% CHF 0.00% JPY 0.10% Data Valuta Evento GMT EDT Attesa Precedente

Dettagli

I numeri del commercio internazionale

I numeri del commercio internazionale Università di Teramo Aprile, 2008 Giovanni Di Bartolomeo gdibartolomeo@unite.it I numeri del commercio internazionale Big traders Netherlands 4% United Kingdom 4% France 5% China 6% Italy 4% Japan 7% Korea,

Dettagli

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita City Wire Events September 2015 Professor Paolo Surico London Business School 1 Disclaimer 2 Previsioni in macroeconomia: Scienza Source: FMI WEO 2014 Previsioni

Dettagli

L assicurazione per i rischi creditizi

L assicurazione per i rischi creditizi L assicurazione per i rischi creditizi Marco Castiglione Partnership Channel Manager Euler Hermes Italia Un Gruppo leader presente in 5 Continenti e in oltre 50 Paesi Dati 2012 Società del Gruppo Allianz

Dettagli

Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10

Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10 Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10 Sommario Quadro Macroeconomico Occupazione Inflazione Fiducia del business Fiducia del consumatore Mercati dei tassi monetari e obbligazionari Tassi a breve e

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Quaderno Trimestrale degli Indicatori Macroeconomici

Quaderno Trimestrale degli Indicatori Macroeconomici Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno Trimestrale degli Indicatori Macroeconomici N 1 Novembre 2009 Quaderni Statistici

Dettagli

Divergenze P. Gautry, capo economista

Divergenze P. Gautry, capo economista 2015 Divergenze P. Gautry, capo economista Union Bancaire Privée, UBP SA Rue du Rhône 96-98 CP 1320 1211 Ginevra 1, Svizzera Tel. +4158 819 21 11 Fax +4158 819 22 00 ubp@ubp.com www.ubp.com La crescita

Dettagli

Il dilemma inflazione-crescita sul tavolo della BCE

Il dilemma inflazione-crescita sul tavolo della BCE e Metodi Quantitativi Nota settimanale Milano, /9/ Servizio Studi - Cofiri SIM spa e-mail: studi@cofiri.it Il dilemma inflazione-crescita sul tavolo della BCE La situazione bellica congelata ha proposto

Dettagli

Guida ai Market Movers

Guida ai Market Movers Guida ai Market Movers Guida ai Market Movers AVA MT4 REAL http://www.avatrade.it/join-ava/real-account?tradingplatform=2&dealtype=1&mtsrv=mt2&tag=55163&tag2=~profile_default AVA MT4 REAL FLOATING SPREAD

Dettagli

GHOVHWWHPEUHDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\

GHOVHWWHPEUHDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ &200(172*,251$/,(52'(,0(5&$7,2',(51, GHOVHWWHPEUHDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ JPN BoJ conferma interventi forex contro forza eccessiva YEN, primo dal 1.trim 2004, senza coordinazione internazionale, e ulteriori

Dettagli

LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO

LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO Stefania Trenti Servizio Studi e Ricerche Vicenza, 13 novembre 2013 Agenda

Dettagli

WATCH & BUY REPORT Q4 2014 WATCH & BUY REPORT Copyright 2015 The Nielsen Company 1

WATCH & BUY REPORT Q4 2014 WATCH & BUY REPORT Copyright 2015 The Nielsen Company 1 WAT C H & BUY REPORT Q4 2014 Copyright 2015 The Nielsen Company 1 2 WATCH & BUY REPORT WATCH & BUY REPORT È IL REPORT TRIMESTRALE ATTRAVERSO CUI NIELSEN FORNISCE INSIGHT, TENDENZE E SPUNTI DI RIFLESSIONE

Dettagli

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5 5 NOVEMBRE 2015 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Lo scenario economico globale non è più contrassegnato solo da fattori favorevoli. La frenata degli

Dettagli

I trends dell economia mondiale

I trends dell economia mondiale I trends dell economia mondiale Professor Lucrezia Reichlin London Business School e Now-casting economics Assemblea UPA Milano 1 luglio 2015 Disconoscimento aimer Il mondo di una volta Globalizzazione

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 02 settembre 2015 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 02 settembre 2015 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 02 settembre 2015 a cura di Bruno Chastonay CINA PMI manifatt in calo, yields in calo, più liquidità AUD tassi inv, PMI in rialzo. Nuove costruz rialzo, curr.acc.in

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5 5 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Nello scenario globale si accentua la divaricazione tra le grandi aree. Gli USA conservano un moderato incremento

Dettagli

Italia: ultima chiamata per la crescita

Italia: ultima chiamata per la crescita Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Italia: ultima chiamata per la crescita Agenda 1 Economia mondiale in moderata ripresa 2 Italia in lento recupero, ma solo dal 2015 1 Le previsioni per

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 22 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 22 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 22 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay AUD RBA interventi verbali, politica monetaria accomodante invariata GIAPP Tankan fid imprese inv, leading indicatori

Dettagli

1. Il quadro congiunturale internazionale

1. Il quadro congiunturale internazionale 1. Il quadro congiunturale internazionale di Cesare Benzi 1. Premessa Quello che ci siamo lasciati alle spalle è stato un anno contraddistinto da un quadro di grande incertezza, nel corso del quale, come

Dettagli

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Welfare: sfide e opportunità Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Lo scenario della previdenza complementare in Italia La spesa e i numeri del

Dettagli

Scenari economici europei e italiani: analisi dell impatto sul settore bancario

Scenari economici europei e italiani: analisi dell impatto sul settore bancario Banking Summit 213 «Le banche che si rinnovano, fare banca per la crescita» Scenari economici europei e italiani: analisi dell impatto sul settore bancario Gregorio De Felice Chief Economist Milano, 26

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi Macro: Cina & India Pag.8 - Analisi del Rischio Pag.11

Dettagli

EURO: Swap Rate Curve & weekly change in basis points. EURO: Govt Future & Yield Curve

EURO: Swap Rate Curve & weekly change in basis points. EURO: Govt Future & Yield Curve La settimana obbligazionaria EURO Yield Curve & weekly change in basis points 1-1 -2 2Y 3Y 4Y 5Y 6Y 7Y 8Y 9Y 1Y 15Y 2Y 3Y WeeklyDelta 1-1 -2-3 -4-5 -4-6 -9-9 Govt Yield% -.27 -.22 -.12.3.11.24.36.53.65.9

Dettagli

GHOPDU]RDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\

GHOPDU]RDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ &200(172*,251$/,(52'(,0(5&$7,2',(51, GHOPDU]RDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ PORT asta domanda buona, yields al rialzo ulteriore, CDS a 500bps FF deficit budget ampio rialzo ROM prod.ind. ampio rialzo URSS nuove

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Un nuovo equilibrio tra ripresa e transizione

Un nuovo equilibrio tra ripresa e transizione Un nuovo equilibrio tra ripresa e transizione Stefano Guglielmetto Head of Portfolio Management Italy Osservatorio PMI 212 Milano 11 Luglio 212 Il 212 a metà strada: economic summary L economia mondiale

Dettagli

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%.

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. A marzo 2014 si registra il 7 incremento consecutivo delle vendite di autovetture nel mercato UE28+EFTA: +10,4% con 1.489.796 unità. I cinque principali

Dettagli

GHOOXJOLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\

GHOOXJOLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ &200(172*,251$/,(52'(,0(5&$7,2',(51, GHOOXJOLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ JPN Tankan conferma ripresa, meglio del previsto. Nikkei min 7mesi CINA PMi in calo oltre attese GER leggera ripresa vendite dettaglio,

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

I consumi di Formaggi nel mondo

I consumi di Formaggi nel mondo Francesco Biella I consumi di Formaggi nel mondo Global Cheese consumption Il Mercato dei Formaggi in Italia e nei paesi esteri. Le performance nella Distribuzione Moderna Francesco Biella Client Manager

Dettagli

1 MESE IN 10 IMMAGINI

1 MESE IN 10 IMMAGINI 1 MESE IN IMMAGINI Con 1 mese in immagini SYZ Asset Management presenta una panoramica mensile dell attività economica mondiale. Visto che un immagine può valere più di mille parole, ogni mese selezioniamo

Dettagli

Operazione salvataggio internazionale.

Operazione salvataggio internazionale. Operazione salvataggio internazionale. Gli interventi messi in atto per evitare la recessione Keith Wade Capo Economista L economia americana oggi Revisione del rischio Diminuzione del debito Settore finanziario

Dettagli

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano Gregorio De Felice Chief Economist 1 Credito alle imprese in forte crescita negli ultimi 1 anni La recente flessione del credito segue un periodo

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 1 Gennaio 214 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Long Term Real Estate Investment ovvero come ottenere redditi stabili da investimenti inmobiliari anche in periodi di crisi

Long Term Real Estate Investment ovvero come ottenere redditi stabili da investimenti inmobiliari anche in periodi di crisi For professional use only Not for Public distribution Long Term Real Estate Investment ovvero come ottenere redditi stabili da investimenti inmobiliari anche in periodi di crisi 11 Maggio 2012, Giornata

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 10 agosto 2015 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 10 agosto 2015 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 10 agosto 2015 a cura di Bruno Chastonay GER industria rallenta, ma ordini elevate. Bil comm surplus oltre attese, export/import in calo UK deficit comm rialzo,

Dettagli

L ECONOMIA APERTA CHAPTER 5. The Open Economy

L ECONOMIA APERTA CHAPTER 5. The Open Economy L ECONOMIA APERTA 0 COSA IMPAREREMO: La contabilità nazionale in economia aperta Il saldo commerciale e i flussi internazionali di capitale Il tasso di cambio nominale e reale. Importazioniedesportazioni

Dettagli

DESTINAZIONE INCOME: Un analisi dei trend che alimentano il crescente bisogno di reddito

DESTINAZIONE INCOME: Un analisi dei trend che alimentano il crescente bisogno di reddito DESTINAZIONE INCOME: Un analisi dei trend che alimentano il crescente bisogno di reddito Settembre 2014 Il presente documento è ad uso esclusivo degli Intermediari e degli investitori professionali. Ne

Dettagli

ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE

ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE Gli sforzi per la ricerca sono molto minori in Europa di quanto non siano negli Stati Uniti o in Giappone,

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 26 febbraio 2015 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 26 febbraio 2015 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 26 febbraio 2015 a cura di Bruno Chastonay CINA PMI manifatturiero rialzo supera attese. Misure a sostegno immob. Casinos crisi peggiora NOK fid. consumatori

Dettagli

PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA BCE

PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA BCE Riquadro PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA Le prospettive economiche attuali sono altamente incerte poiché dipendono in misura decisiva dalle imminenti decisioni

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

VIEW DI MERCATO: DALL ANALISI MACRO ALL ASSET ALLOCATION STRATEGICA

VIEW DI MERCATO: DALL ANALISI MACRO ALL ASSET ALLOCATION STRATEGICA VIEW DI MERCATO: DALL ANALISI MACRO ALL ASSET ALLOCATION STRATEGICA relatori: Alessandro Stanzini, Fabio Bottani Corso istituzionale - Neo private banking: una prima formazione tecnico relazionale VIEW

Dettagli

SCENARIO INTERNAZIONALE

SCENARIO INTERNAZIONALE 1 SCENARIO INTERNAZIONALE Nel corso dell ultimo mese non sono emersi segnali tali da modificare i percorsi evolutivi ipotizzati per le maggiori economie, che restano pertanto incamminate su sentieri di

Dettagli

obbligazioni corporate e semi-government (tenute presso il corrispondente estero) emesse prima del 01/01/1999;

obbligazioni corporate e semi-government (tenute presso il corrispondente estero) emesse prima del 01/01/1999; SPAGNA: guida operativa di assistenza fiscale su strumenti finanziari obbligazionari corporate e semi-government (sub depositati presso il depositario del corrispondente estero) di diritto spagnolo non

Dettagli

DIVISIONE FINANZA E WEALTH MANAGEMENT La settimana delle Commodities

DIVISIONE FINANZA E WEALTH MANAGEMENT La settimana delle Commodities La settimana delle Commodities Price %Weekly %YTD High 52week Low 52week Vola30d Rsi 14d Mov Avg 100d Mov Avg 200d CRB 196.72 0.01% -14.45% 284.68 185.13 25.19 48 214.32 220.40 ex-energy 215.12 1.62% -11.81%

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Aggiornamento sui mercati valutari

Aggiornamento sui mercati valutari 14 novembre 2014 Aggiornamento sui mercati valutari A cura di: Peter Butler, Emanuele Del Monte e Pietro Calati Il quadro di riferimento Il mercato dei cambi resta molto influenzato dalle diverse politiche

Dettagli

UNIONE EUROPEA Il mercato auto recupera appena lo 0,9% a novembre 2013 e riduce la perdita da inizio anno al 2,8%.

UNIONE EUROPEA Il mercato auto recupera appena lo 0,9% a novembre 2013 e riduce la perdita da inizio anno al 2,8%. UNIONE EUROPEA Il mercato auto recupera appena lo 0,9% a novembre 2013 e riduce la perdita da inizio anno al 2,8%. Dopo sei trimestri consecutivi di flessione, il PIL nell'area dell'euro è cresciuto dello

Dettagli

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 CASSA DI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE PER I DIPENDENTI DELLA RAI E DELLE ALTRE SOCIETÀ DEL GRUPPO RAI - CRAIPI Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 SETTEMBRE 2012 Studio Olivieri

Dettagli

Sistema Moda Italia Come valorizzare il Tessile Moda Italiano Il Sistema Moda nell attuale contesto macroeconomico

Sistema Moda Italia Come valorizzare il Tessile Moda Italiano Il Sistema Moda nell attuale contesto macroeconomico Sistema Moda Italia Come valorizzare il Tessile Moda Italiano Il Sistema Moda nell attuale contesto macroeconomico Gregorio De Felice Servizio Studi e Ricerche Milano, 4 aprile 2013 Agenda 1 Alla ricerca

Dettagli

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati IV Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5 Outlook

Dettagli

Il monitoraggio degli effetti della politica monetaria: il Quantitative easing

Il monitoraggio degli effetti della politica monetaria: il Quantitative easing Il monitoraggio degli effetti della politica monetaria: il Quantitative easing Daniela Fantozzi e Claudio Vicarelli fantozzi@istat.it cvicarelli@istat.it Forum PA, Roma 28 Maggio 2015 Indice 1. Il monitoraggio

Dettagli

GHOIHEEUDLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\

GHOIHEEUDLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ &200(172*,251$/,(52'(,0(5&$7,2',(51, GHOIHEEUDLRDFXUDGL%UXQR&KDVWRQD\ ITL PMI manifatt in rialzo oltre attese, leggero calo disocc, giovanile record max. fabbisogno in rialzo CH vendite dett negative,

Dettagli

LA DISTRIBUZIONE ATTRAVERSO LA GDO

LA DISTRIBUZIONE ATTRAVERSO LA GDO LA DISTRIBUZIONE ATTRAVERSO LA GDO Situazione e prospettive dei Mercati Assicurativi Europei: produzione e distribuzione Milano, 14 Novembre 2013 Agenda Chi è ACE Il suo modello Il ruolo della GDO Le esperienze

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 9 settembre 2012 A cura dell Ufficio Ricerca

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi del Rischio Pag.9 - Disclaimer 2 Analisi Macro Quadro

Dettagli

Un rapporto paese sulla Cina: quadro macroeconomico, fattori di competitività e struttura industriale

Un rapporto paese sulla Cina: quadro macroeconomico, fattori di competitività e struttura industriale Un rapporto paese sulla Cina: quadro macroeconomico, fattori di competitività e struttura industriale Francesco Timpano* ITCG Pacioli Parliamo della Cina - Opportunità o minaccia * Il lavoro è realizzato

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA

Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA Workshop AIDP.PA Confronto su D.L. n. 101/2013 convertito con modificazioni dalla legge n. 125/2013 Bologna, 15 novembre 2013 Pierluigi Mastrogiuseppe

Dettagli

1 Il mercato dei cambi

1 Il mercato dei cambi 1 Il mercato dei cambi Definizioni di tasso di cambio nominale: prezzo di una valuta in termini di un altra. 1) unità di valuta nazionale per una unità di valuta estera (prezzo della valuta estera rispetto

Dettagli

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING INDICE LeasePlan Corporation in sintesi la storia i numeri nel mondo Il Gruppo LeasePlan in Italia le società la storia Mercato del Noleggio

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Periodico trimestrale 1/2013 L economia mondiale L ultima pubblicazione del Fondo Monetario Internazionale - FMI (gennaio 2013), contenente le previsioni relative ai principali indicatori

Dettagli

IL FUTURO DELLA CRESCITA E DELL'ECONOMIA GLOBALE DOPO LA CRISI. Michael Spence The Festival of Economics Trento 2009

IL FUTURO DELLA CRESCITA E DELL'ECONOMIA GLOBALE DOPO LA CRISI. Michael Spence The Festival of Economics Trento 2009 IL FUTURO DELLA CRESCITA E DELL'ECONOMIA GLOBALE DOPO LA CRISI Michael Spence The Festival of Economics Trento 2009 La Crisi Iniziata nel settore finanziario USA Si èdiffusa ad altri sistemi finanziari

Dettagli

Newsletter. febbraio 2015

Newsletter. febbraio 2015 Newsletter febbraio 2015 Il presente documento è stato preparato da Tosetti Value S.I.M. S.p.a. autorizzata e regolamentata dalla Banca di Italia. Il presente documento può essere distribuito a soggetti

Dettagli

S. Polo, 2605 30125 Venezia Tel. 041/5238178 Fax 041/5286166 MEFIM MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO INTERNAZIONALE MENSILE

S. Polo, 2605 30125 Venezia Tel. 041/5238178 Fax 041/5286166 MEFIM MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO INTERNAZIONALE MENSILE S. Polo, Venezia Tel. / Fax / MEFIM MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO INTERNAZIONALE MENSILE SCENARI MACROECONOMICI... DELINEAZIONE DEGLI SCENARI... COMMENTO AI RISULTATI DEL MODELLO... GRAFICI SU VARIABILI

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Newsletter. gennaio 2015

Newsletter. gennaio 2015 Newsletter gennaio 2015 Il presente documento è stato preparato da Tosetti Value S.I.M. S.p.a. autorizzata e regolamentata dalla Banca di Italia. Il presente documento può essere distribuito a soggetti

Dettagli

HI Numen Credit Fund HEDGE INVEST INTERNATIONAL SICAV. Report Dicembre 2012

HI Numen Credit Fund HEDGE INVEST INTERNATIONAL SICAV. Report Dicembre 2012 HEDGE INVEST INTERNATIONAL SICAV Report Via Vittor Pisani 22-20124 Milano tel. +39 02 667441 - fax. +39 02 6674450 www.hedgeinvest.it POLITICA DI INVESTIMENTO L'obiettivo di HI Numen Credit Fund è generare

Dettagli

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002 HW Health World Ocse health data 2002 di Mario Coi e Federico Spandonaro Ceis Sanità, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei

Dettagli

Morning Call 30 OTTOBRE 2015. I temi della settimana. Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. possibile il rialzo a dicembre

Morning Call 30 OTTOBRE 2015. I temi della settimana. Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. possibile il rialzo a dicembre Morning Call 30 OTTOBRE 2015 I temi della settimana Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. la Fed, possibile il rialzo a dicembre Pil Usa del terzo trimestre in calo all 1,5%

Dettagli

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo Vb Il sistema elettrico Italiano

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo Vb Il sistema elettrico Italiano Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013 Modulo Vb Il sistema elettrico Italiano Energia Elettrica per fonte 2011 Nord America Altre Rinnovabili 3% Idroelettrico 16% Nucleare 17%

Dettagli

Marco Fortis. Vice Presidente Fondazione Edison Docente di Economia Industriale e Commercio Estero Università Cattolica di Milano

Marco Fortis. Vice Presidente Fondazione Edison Docente di Economia Industriale e Commercio Estero Università Cattolica di Milano Marco Fortis Vice Presidente Fondazione Edison Docente di Economia Industriale e Commercio Estero Università Cattolica di Milano Assemblea privata dei Soci Anima Milano, 21 ottobre 213 - Centro congressi

Dettagli

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%.

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. Il mercato automotive mostra importanti segnali di ripresa, sebbene il massimo storico del 2007, oltre 16 millioni di

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

La dinamica dei valori medi unitari e dei volumi delle esportazioni italiane per settore. (anno 2007; var. % a/a) 10 7,9 6,3 5 3,6 3,1 1,0 -2,2 -5,8

La dinamica dei valori medi unitari e dei volumi delle esportazioni italiane per settore. (anno 2007; var. % a/a) 10 7,9 6,3 5 3,6 3,1 1,0 -2,2 -5,8 La dinamica dei valori medi unitari e dei volumi delle esportazioni italiane per settore (anno 27; var. % a/a) 1 7,9 1,6 9,7 2,1 3,3 3,6 3,1 1, 2,3 6,3 4,7 3,8 4,4 -,1 - -1-2,2 -,8 Valori medi unitari

Dettagli

Energy price instability

Energy price instability Settembre 215 1 Energy price instability Milan, Axpo 21 settembre 215 Davide Tabarelli, Nomisma Energia Settembre 215 2 Agenda Price instability Future energy demand OPECs and supply paradoxes Big revolutions

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 31 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 31 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 31 luglio 2015 a cura di Bruno Chastonay AUD prezzi import sotto attese, export calo marcato. Permessi costruz calo marcato GIAPP prod ind migliora SING disocc

Dettagli

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZO DEL PETROLIO (da Gennaio 2010 ) RAPPORTO DI CAMBIO /$ (da Gennaio 2010

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 26 gennaio 2015 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 26 gennaio 2015 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 26 gennaio 2015 a cura di Bruno Chastonay CINA PMI manifatt in rialzo da misure stimolo, resta in contrazione SCOREA gdp min 2anni SING cpi in calo ulterior

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision

KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision Chi siamo Kreston GV Italy Audit Srl è il membro italiano di Kreston International, network internazionale di servizi di revisione, di corporate

Dettagli

Il deprezzamento del dollaro: cause e possibili conseguenze.

Il deprezzamento del dollaro: cause e possibili conseguenze. Il deprezzamento del dollaro: cause e possibili conseguenze. Torino, 30 novembre 2004 Schema della presentazione Tassi di cambio bilaterali ed effettivi per il Dollaro USA negli ultimi anni Il deficit

Dettagli

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS ARCA FOCUS Outlook dei mercati I Trimestre 2015 Ad uso esclusivo dei Soggetti Collocatori, vietata la diffusione alla clientela. Il presente documento ha semplice scopo informativo. 1 Indice Outlook di

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 28 febbraio 2014 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 28 febbraio 2014 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 28 febbraio 2014 a cura di Bruno Chastonay UKR chiede aiuti finanziari, IMF pronta. Crollo ulteriore Hryvnia, e nuovo record minimo RUBLO CH crescita sotto

Dettagli

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds 1 Sintesi Gli attuali squilibri Le prospettive Le strategie nelle varie asset class 2 Gli

Dettagli

04/14. Anthilia Capital Partners SGR. Analisi di scenario Maggio Aprile 2014 2011

04/14. Anthilia Capital Partners SGR. Analisi di scenario Maggio Aprile 2014 2011 04/14 Anthilia Capital Partners SGR Analisi di scenario Maggio Aprile 2014 2011 Aprile 2014 Analisi di scenario Mercati 17/04/2014 2 Jun 13 Jul 13 Aug 13 Sep 13 Oct 13 Nov 13 Dec 13 Jan 14 Feb 14 Mar 14

Dettagli

Manuale Indici. Manuale Indici 1

Manuale Indici. Manuale Indici 1 Manuale Indici Manuale Indici 1 INDICE 1. Introduzione. pag. 3 2. Principali Categorie. pag. 4 3. FAQ pag. 10 4. Glossario... pag. 11 5. Principali Indici. pag. 12 Manuale Indici 2 1. INTRODUZIONE Gentile

Dettagli

I I SISTEMI INFORMATIVI INTEGRATI. Baan IV IV - Funzionalità e Architettura NOTE

I I SISTEMI INFORMATIVI INTEGRATI. Baan IV IV - Funzionalità e Architettura NOTE I I SISTEMI INFORMATIVI INTEGRATI Baan IV IV - Funzionalità e Architettura Baan Company: profilo Fondata nel 1978 Oltre 2000 clienti nel mondo Oltre 1500 dipendenti Fatturato 1995: 216 (milioni di $) 76%

Dettagli

Economia. Mercati. Allocazione di attivi

Economia. Mercati. Allocazione di attivi Punto di vista 25 novembre 29 L essenziale in un colpo d occhio Obbligazioni Azioni Hedge funds Proiezioni a sei mesi Come gli Stati Uniti, anche la zona euro è uscita dalla recessione nel terzo trimestre.

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI dell'08 ottobre 2014 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI dell'08 ottobre 2014 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI dell'08 ottobre 2014 a cura di Bruno Chastonay GIAPP BoJ status quo, previsione ripresa economia moderata. Indicatori leader calo marcato nel previsto GER, CECO,

Dettagli

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 24 novembre 2014 a cura di Bruno Chastonay

COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 24 novembre 2014 a cura di Bruno Chastonay COMMENTO GIORNALIERO DEI MERCATI ODIERNI del 24 novembre 2014 a cura di Bruno Chastonay GIAPP intervento verbale, parlamento dissolto CINA iniezione liquidità, poi taglio tassi EU ECB Draghi alimenta attese

Dettagli

S. Polo, 2605 30125 Venezia Tel. 041/5238178 Fax 041/5286166 MEFIM MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO INTERNAZIONALE MENSILE

S. Polo, 2605 30125 Venezia Tel. 041/5238178 Fax 041/5286166 MEFIM MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO INTERNAZIONALE MENSILE S. Polo, Venezia Tel. /88 Fax /8 MEFIM MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO INTERNAZIONALE MENSILE SCENARI MACROECONOMICI... DELINEAZIONE DEGLI SCENARI... COMMENTO AI RISULTATI DEL MODELLO... GRAFICI SU VARIABILI

Dettagli

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Alessandro Nova Università L. Bocconi Roma, 18 febbraio 2014 Filiera della carta 2014 - Alessandro Nova 1 La Filiera della

Dettagli