Le università del Friuli Venezia Giulia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le università del Friuli Venezia Giulia"

Transcript

1 Le università del Friuli Venezia Giulia a regionale

2 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Assessore regionale alle finanze, patrimonio e programmazione, ambiente, energia e politiche per la montagna Direzione centrale finanze, patrimonio e programmazione Servizio statistica e affari generali Corso Cavour, Trieste telefono: Dirigente: Gianluca Dominutti Segreteria: Paola Cotterle e Elisa Steffè La pubblicazione Le università del Friuli Venezia Giulia è stata curata da: Chiara Donati La presente edizione è stata chiusa in redazione il giorno 18 aprile 2013 La pubblicazione è disponibile sul sito internet Riproduzioni e stampe, anche parziali, dovranno riportare in modo esplicito e visibile la fonte e la proprietà dell'informazione Trieste, aprile

3 Indice Introduzione... 3 Gli iscritti... 4 Gli immatricolati... 8 I laureati Il post-laurea Glossario Prospetto dei corsi e dei titoli accademici

4 Introduzione Il Friuli Venezia Giulia ospita sul suo territorio due università statali: l Università degli studi di Trieste, fondata nel 1938, e l Università degli studi di Udine, istituita per volontà popolare nel I due istituti contano complessivamente poco meno di 35 mila iscritti e circa 6 mila laureati l anno. A Trieste si trova anche la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, nata nel 1978, prima istituzione in Italia a promuovere corsi postlaurea per il conseguimento del titolo di dottorato di ricerca o PhD. Fa parte, insieme alle Scuole Superiori di Pisa ( Normale e S. Anna ), Lucca e Pavia, degli Istituti ad ordinamento speciale, orientati ad attività di ricerca. Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, attraverso il suo ufficio di statistica conduce dal 1999 l'indagine sull'istruzione Universitaria. I dati rilevati comprendono le informazioni relative agli studenti iscritti, immatricolati, laureati/diplomati, agli esami sostenuti e alla formazione post-laurea. La presente pubblicazione vuole fornire una sintesi degli ultimi dati pubblicati dal Ministero riferiti ai due atenei del Friuli Venezia Giulia. Saranno, in particolare, analizzati i dati relativi agli studenti iscritti e immatricolati nell anno accademico 2011/2012, ai laureati nell anno solare 2011 e agli studenti iscritti e diplomati a corsi postlaurea nell anno accademico 2010/2011. Nella lettura dei dati vanno tenuti in considerazione i cambiamenti che l ordinamento dell università italiana ha subito nell ultimo decennio. Nell anno accademico 2011/2012 coesistevano nel sistema universitario i corsi nati dalla riforma introdotta dal DM n. 509/1999 (i primi corsi di laurea triennale e di laurea specialistica) e i corsi già allineati alla normativa introdotta dal DM n. 270/2004 (i corsi di laurea magistrale); inoltre continuavano ad essere operativi i corsi di laurea del vecchio ordinamento (antecedenti al DM n. 509/1999). Oggi con il termine Laurea vengono indicati tutti i corsi triennali, di cui al DM n. 509/1999 e successive modifiche, e con Laurea Magistrale vengono indicate sia la ex-laurea specialistica biennale che la ex-laurea specialistica a ciclo unico. In appendice viene riportata la classificazione dei corsi e dei titoli dei tre cicli di studi accademici. Si segnala, inoltre, che dal 29 gennaio 2011 è in vigore la Legge 30 dicembre 2010, n. 240 Norme in materia di organizzazione delle università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza del sistema universitario. Recependo la nuova normativa, nel 2012 sono entrati in vigore i nuovi statuti di entrambi gli atenei regionali, i quali hanno ridisegnato l assetto delle due università, decretando la cessazione delle preesistenti facoltà e l attribuzione delle funzioni di organizzazione della didattica e della ricerca ai Dipartimenti. Sino a detta riforma, l Università degli studi di Trieste contava 12 facoltà, quella di Udine 10. 3

5 Gli iscritti Nell anno accademico 2011/2012 sono più di 33 mila gli studenti iscritti nelle Università del Friuli Venezia Giulia. L Università degli Studi di Trieste conta iscritti, quella di Udine Il numero di iscritti negli ultimi anni è andato riducendosi, in maniera più accentuata all Università di Udine, dove gli studenti nell anno accademico 2011/2012 sono diminuiti rispetto al precedente del 3,1%, dopo un calo del 4,2% registrato nell anno 2010/2011. La riduzione di studenti all Università di Trieste negli ultimi due anni accademici in esame si è attestata poco al di sotto del 2,5% annuo. Quasi tutte le facoltà hanno perso studenti; gli iscritti alle facoltà di Economia, Giurisprudenza e Scienze matematiche, fisiche e naturali sono aumentati a Trieste ma diminuiti a Udine. È, invece, cresciuto il numero di iscritti ad Agraria e a Medicina veterinaria (presenti solo all Università di Udine), a Medicina e chirurgia in entrambi gli atenei e alla Scuola superiore per interpreti e traduttori (di Trieste). Tabella 1. Iscritti nelle Università di Trieste e Udine per facoltà Anni Accademici 2009/ /2012 FACOLTÀ 2009/ / /2012 TRIESTE UDINE TRIESTE UDINE TRIESTE UDINE Interfacoltà Agraria Architettura Economia Farmacia Giurisprudenza Ingegneria Lettere e filosofia Lingue e letterature straniere Medicina e chirurgia Medicina veterinaria Psicologia Scienze della formazione Scienze matematiche, fisiche e naturali Scienze politiche Scuola sup. per interpreti e traduttori TOTALE Tabella 2. Iscritti nelle Università di Trieste e Udine per tipologia di corso Anni Accademici 2009/ /2012 TIPO DI CORSO 2009/ / /2012 TRIESTE UDINE TRIESTE UDINE TRIESTE UDINE Triennale Specialistica/magistrale Specialistica/magistrale a ciclo unico Laurea vecchio ordinamento Diploma vecchio ordinamento Scuola diretta a fini speciali TOTALE

6 Tra gli studenti vi è una prevalenza di donne: il 58% nell ateneo triestino e il 54% in quello udinese. Le facoltà più femminili sono quelle umanistiche: Lingue e letterature straniere, la Scuola superiore per interpreti e traduttori, Scienze della formazione, Psicologia. Sono più maschili le facoltà scientifiche, in particolare Scienze matematiche, fisiche e naturali e Ingegneria. Figura 1. Iscritti nelle Università di Trieste e Udine per facoltà e sesso, distribuzioni percentuali Anno Accademico 2011/2012 Interfacoltà Agraria Architettura Economia Farmacia Giurisprudenza Ingegneria Lettere e filosofia Lingue e letterature straniere Medicina e chirurgia Medicina veterinaria Psicologia Scienze della formazione Scienze matematiche, fisiche e naturali Scienze politiche Scuola sup. per interpreti e traduttori TOTALE 22% 42% 50% 37% 51% 61% 55% 63% 56% 67% 75% 69% 72% 82% 76% 81% 83% Femmine Maschi 0% 20% 40% 60% 80% 100% Più di un quarto degli studenti proviene da altre regioni d Italia ed il 7% dall estero. L università di Trieste è più attrattiva di quella di Udine: nell anno accademico 2011/2012 il 30% degli studenti proviene da altre regioni e il 9,3% da un Paese estero. Entrambe le università attraggono molti studenti dal Veneto: sono quasi all università di Trieste e circa in quella di Udine. Dopo i veneti i più numerosi sono gli studenti provenienti dalla Sicilia, dalla Puglia e dalla Lombardia, che scelgono prevalentemente l ateneo triestino per i loro studi. L università friulana è preferita a quella di Trieste, invece, dagli studenti provenienti dalla Provincia di Trento. Nell ateneo triestino vi è un elevata presenza di studenti croati (ben 466), albanesi, sloveni e libanesi e numerosi sono anche gli iscritti di cittadinanza italiana residenti all estero (226). Nell ateneo friulano le comunità straniere più consistenti sono quelle di albanesi e di cinesi. La quota di iscrizioni di studenti stranieri è in lento ma costante aumento nell università di Udine: è passata dal 3,6% nell anno accademico 2007/2008 al 4,8% nell anno 2011/2012. Nell ateneo triestino, invece, l incidenza degli stranieri è rimasta pressoché stabile negli ultimi anni, intorno al 9%. 5

7 Tabella 3. Iscritti nelle Università di Trieste e Udine per provenienza A.A. 2011/2012 PROVENIENZA TRIESTE UDINE TOTALE FRIULI VENEZIA GIULIA VENETO Estero SICILIA PUGLIA LOMBARDIA TRENTINO EMILIA ROMAGNA CAMPANIA LAZIO SARDEGNA MARCHE PIEMONTE TOSCANA CALABRIA ALTO ADIGE ABRUZZO BASILICATA LIGURIA UMBRIA VALLE D'AOSTA MOLISE TOTALE Tabella 4. Iscritti stranieri nelle Università di Trieste e Udine per provenienza A.A. 2011/2012 PROVENIENZA TRIESTE UDINE TOTALE EUROPA di cui: Croazia Albania Slovenia Romania Serbia ASIA di cui: Libano Cina Italiani residenti all'estero AFRICA di cui: Camerun Togo SUD AMERICA NORD AMERICA TOTALE Figura 2. Iscritti stranieri nelle Università di Trieste e Udine, valori percentuali A.A. 2007/ / ,0% 8,0% 8,7% 9,3% 9,3% 8,9% 9,3% 6,0% TRIESTE UDINE 4,0% 2,0% 3,6% 4,2% 4,2% 4,5% 4,8% 0,0% A.A. 2007/08 A.A. 2008/09 A.A. 2009/10 A.A. 2010/11 A.A. 2011/12 La facoltà più attrattiva per gli studenti da oltre confine è quella di Farmacia (presente solo a Trieste), dove gli stranieri raggiungono il 18% (e di questi il 44% proviene dalla Croazia). La seconda facoltà con più iscritti dall estero è Architettura (anch essa presente solo a Trieste), con un incidenza del 16%. Seguono, con un certo distacco, le facoltà di Lingue e letterature straniere (di Udine) e di Lettere e filosofia. La Scuola superiore per interpreti e traduttori di Trieste (ad accesso limitato) richiama soprattutto studenti da altre regioni italiane, che costituiscono ben il 72% del totale (e di questi il 39% proviene dal Veneto). 6

8 Figura 3. Iscritti nelle Università di Trieste e Udine per facoltà e provenienza, distribuzioni percentuali A.A. 2011/2012 Interfacoltà 19% Agraria Architettura Economia 34% 15% 22% 3% 16% 9% Farmacia 24% 18% Giurisprudenza Ingegneria Lettere e filosofia 22% 29% 19% 5% 6% 10% FVG Lingue e letterature straniere Medicina e chirurgia Medicina veterinaria 26% 26% 25% 10% 6% 6% Altre regioni italiane Estero Psicologia Scienze della formazione Scienze matematiche, fisiche e naturali Scienze politiche 26% 37% 32% 29% 7% 4% 6% 7% Scuola sup. per interpreti e traduttori TOTALE 72% 28% 9% 7% 0% 20% 40% 60% 80% 100% Figura 4. Iscritti nelle Università di Trieste e Udine per corso di studi e provenienza, distribuzioni percentuali A.A. 2011/2012 Triennale 27% 8% Spec./Magistrale A ciclo unico 34% 30% 7% 6% FVG Altre regioni italiane Estero Vecchio ordinamento 33% 7% 0% 20% 40% 60% 80% 100% 7

9 Gli immatricolati Il numero di immatricolati nell anno accademico 2011/2012 si è ridotto in regione dello 0,3% rispetto all anno 2010/2011, quando si era registrata una variazione particolarmente negativa (-8,7%) dovuta ad una forte riduzione delle immatricolazioni nell ateneo triestino (-11,5%). Le facoltà che hanno registrato un calo degli immatricolati sono Architettura, Scienze della formazione e Scienze politiche all università di Trieste, Lingue e letterature straniere e Medicina veterinaria a Udine e le facoltà di Giurisprudenza di entrambi gli atenei. Sono, invece, cresciute le immatricolazioni ad Agraria a Udine, a Psicologia e alla Scuola superiore per interpreti e traduttori a Trieste, a Lettere e filosofia e a Medicina e chirurgia in entrambe le università. Per le altre facoltà, il numero di immatricolati è cresciuto a Trieste ma diminuito a Udine, mentre è rimasto stabile a Farmacia (presente solo nell ateneo triestino). Nell anno accademico 2011/2012 le immatricolazioni all Università degli studi di Trieste si concentrano maggiormente alle facoltà di Economia (che ottiene il 15% delle preferenze), Scienze matematiche, fisiche e naturali (14%), Ingegneria (12%) e Scienze della formazione (11%). All Università di Udine le facoltà più attrattive sono Ingegneria (17%), Economia (15%), Agraria (14%) e Lingue e letterature straniere (13%). Tabella 5. Immatricolati nelle Università di Trieste e Udine per facoltà Anni Accademici 2009/ /2012 FACOLTÀ 2009/ / /2012 TRIESTE UDINE TRIESTE UDINE TRIESTE UDINE Interfacoltà Agraria Architettura Economia Farmacia Giurisprudenza Ingegneria Lettere e filosofia Lingue e letterature straniere Medicina e chirurgia Medicina veterinaria Psicologia Scienze della formazione Scienze matematiche, fisiche e naturali Scienze politiche Scuola sup. per interpreti e traduttori TOTALE Riguardo alla provenienza degli studenti, valgono sostanzialmente le considerazioni fatte in precedenza per il complesso degli iscritti alle due università. Nell anno accademico 2011/2012 il 32% degli immatricolati all Università di Trieste proviene da altre regioni italiane e il 10% da un Paese estero; all università di Udine tali percentuali sono pari rispettivamente al 24% e al 7%. Considerando solo gli studenti italiani, l indice di attrazione (percentuale di immatricolati provenienti da fuori regione sul totale degli immatricolati) dell ateneo triestino è pari a 35%, superiore di 10 punti a quello dell ateneo udinese. 8

10 Tabella 6. Immatricolati nelle Università di Trieste e Udine per provenienza A.A. 2011/2012 PROVENIENZA TRIESTE UDINE TOTALE FRIULI VENEZIA GIULIA VENETO Estero SICILIA PUGLIA LOMBARDIA TRENTINO PIEMONTE LAZIO ALTO ADIGE MARCHE CAMPANIA EMILIA ROMAGNA SARDEGNA TOSCANA 8-8 ABRUZZO CALABRIA LIGURIA 6-6 UMBRIA BASILICATA 3-3 MOLISE 1-1 VALLE D'AOSTA 1-1 TOTALE Tabella 7. Immatricolati stranieri nelle Università di Trieste e Udine per provenienza A.A. 2011/2012 PROVENIENZA TRIESTE UDINE TOTALE EUROPA di cui: Croazia Albania Romania Serbia ASIA di cui: Cina Libano AFRICA di cui: Camerun Italiani residenti all'estero SUD AMERICA NORD AMERICA TOTALE Figura 5. Indice di attrazione per ateneo A.A. 2011/ % 40% 30% 35% 25% 30% 20% 10% 0% TRIESTE UDINE TOTALE Le due università del Friuli Venezia Giulia attraggono soprattutto studenti dal confinante Veneto (quasi 1 su 4 a Trieste e 1 su 5 a Udine). Dopo di loro, i più numerosi sono gli immatricolati provenienti dalla Sicilia, dalla Puglia e dalla Lombardia, attratti soprattutto dall ateneo triestino. L università friulana è più attrattiva, invece, per i giovani provenienti dalla Provincia di Trento. La Scuola superiore per interpreti e traduttori di Trieste richiama in modo particolare studenti di altre regioni italiane, questi, infatti, nell anno accademico 2011/2012 costituiscono addirittura l 83% degli immatricolati. Per quanto riguarda gli stranieri, nell anno accademico 2011/2012 poco meno della metà degli immatricolati nell ateneo triestino proviene da Croazia, Libano, Albania e Serbia, mentre nell ateneo friulano proviene da Albania, Romania e Cina. La facoltà che richiama più studenti da oltre confine è Farmacia (presente solo a Trieste), dove gli stranieri raggiungono il 18%, seguita da Economia e Lingue e letterature straniere (di Udine), entrambe con un incidenza del 14%. Al terzo posto la facoltà di Architettura (di Trieste), con il 13% di immatricolati stranieri. 9

11 Figura 6. Immatricolati nelle Università di Trieste e Udine per facoltà e provenienza, distribuzioni percentuali A.A. 2011/2012 Agraria Architettura Economia Farmacia Giurisprudenza Ingegneria Lettere e filosofia Lingue e letterature straniere Medicina e chirurgia Medicina veterinaria Psicologia Scienze della formazione Scienze matematiche, fisiche e naturali Scienze politiche Scuola sup. per interpreti e traduttori TOTALE 83% 33% 10% 13% 20% 14% 25% 16% 24% 6% 28% 7% 19% 12% 22% 14% 23% 6% 26% 3% 24% 6% 38% 7% 30% 6% 36% 7% 7% 28% 8% FVG Altre regioni italiane Estero 0% 20% 40% 60% 80% 100% La capacità attrattiva degli atenei regionali è superiore alla quota di studenti che esce dal Friuli Venezia Giulia per andare a studiare in un altra regione. Nell anno accademico 2011/2012 il 22% degli studenti del Friuli Venezia Giulia si è immatricolato in un ateneo fuori regione, scegliendo prevalentemente le università di Padova (1 su 3), Venezia, Milano e Bologna. Padova è scelta soprattutto per gli studi di ingegneria, psicologia e medicina; Venezia è scelta per lo studio di lingue straniere, economia e architettura; a Milano gli studenti regionali si iscrivono prevalentemente alle facoltà di economia e ingegneria; a Bologna attrae la facoltà di lettere e filosofia. Tabella 8. Studenti del FVG immatricolati per ateneo di immatricolazione A.A. 2011/2012 SEDE DELL'ATENEO DI IMMATRICOLAZIONE Immatricolati dal FVG Udine Trieste Padova 309 Venezia 156 Milano 137 Bologna 107 Roma 65 Altre sedi 186 TOTALE Figura 7. Indice di fuga per ateneo di immatricolazione A.A. 2011/ % 8% 6% 4% 2% 0% 7% 4% 3% 2% 1% 4% Padova Venezia Milano Bologna Roma Altre sedi 10

12 Figura 8. Immatricolati nelle Università di Trieste e Udine per età, composizioni percentuali A.A. 2011/2012 TRIESTE 71% 16% 5% 6% UDINE 70% 17% 5% 7% 0% 20% 40% 60% 80% 100% meno di 19 anni 19 anni 20 anni 21 anni 22 anni o più Analizzando l età dei nuovi iscritti si può vedere che le matricole dell ateneo triestino sono mediamente un po più giovani di quelle dell ateneo udinese: a Trieste ha 19 anni o meno il 73% di loro, a Udine il 71%. Figura 9. Immatricolati nelle Università di Trieste e Udine per facoltà e voto di maturità, distribuzioni percentuali A.A. 2011/2012 Agraria 31% 13% Architettura 24% 13% Economia 28% 15% Farmacia 23% 16% Giurisprudenza 25% 17% Ingegneria 18% 22% Lettere e filosofia 23% 18% Lingue e letterature straniere Medicina e chirurgia Medicina veterinaria Psicologia Scienze della formazione Scienz e matematiche, fisiche e naturali Scienze politiche Scuola sup. per interpreti e traduttori TOTALE 25% 19% 35% 14% 36% 19% 25% 3% 24% 57% 17% 34% 17% 19% 9% 27% 22% 20% % 20% 40% 60% 80% 100% Nell anno 2011/2012 le facoltà in cui si immatricolano più studenti che hanno conseguito un punteggio molto alto all esame di maturità (almeno 90/100) sono: Medicina e chirurgia, Scienze matematiche, fisiche e naturali, Ingegneria e Scienze politiche. Alla Scuola superiore di lingue moderne per interpreti e traduttori ben il 57% degli immatricolati ha concluso la scuola superiore con una votazione da 90 punti in su e solo il 3% con una votazione inferiore a 70 punti, effetto della selettività della prova di ammissione alla facoltà. Le facoltà meno selettive, invece, sono Scienze della formazione, Medicina veterinaria e Agraria, dove più del 30% degli immatricolati si è diplomato con un voto inferiore a 70/

13 I laureati Nel 2011 si sono laureati presso le università del Friuli Venezia Giulia più di seimila studenti, precisamente a Trieste e a Udine. Il numero è diminuito a Trieste, dell 1% rispetto al 2010, mentre è cresciuto nell ateneo udinese (dove era in calo dal 2007), del 3%. Tabella 9. Laureati nelle Università di Trieste e Udine per facoltà Anni FACOLTÀ TRIESTE UDINE TRIESTE UDINE TRIESTE UDINE Interfacoltà Agraria Architettura Economia Farmacia Giurisprudenza Ingegneria Lettere e filosofia Lingue e letterature straniere Medicina e chirurgia Medicina veterinaria Psicologia Scienze della formazione Scienze matematiche, fisiche e naturali Scienze politiche Scuola sup. per interpreti e traduttori TOTALE Tabella 10. Laureati nelle Università di Trieste e Udine per tipo di corso Anni TIPO DI CORSO TRIESTE UDINE TRIESTE UDINE TRIESTE UDINE Laurea vecchio ordinamento Diploma vecchio ordinamento Triennale Specialistica/magistrale Specialistica/magistrale a ciclo unico Scuola diretta a fini speciali TOTALE I laureati presso l Università degli studi di Udine sono mediamente più giovani dei laureati presso l Università di Trieste, la cui distribuzione per età è più vicina alla situazione italiana nel suo complesso. Il dato è legato alla percentuale di studenti laureatisi fuori corso, che nell ateneo triestino raggiunge nel 2011 il 50% (con un picco tra gli studenti di corsi del vecchio ordinamento) e in quello udinese si attesta al 47%. Le percentuali più basse di laureati fuori corso si riscontrano nei corsi di laurea a ciclo unico: 38% a Trieste e 39% a Udine. 12

14 Figura 10. Laureati per età (percentuali cumulate), confronto Università di Trieste, Udine e totale Italia - Anno Trieste Udine ITALIA o meno o più Gli studenti conseguono dei voti di laurea più alti alla fine del biennio di specializzazione o del corso specialistico/magistrale a ciclo unico: rispettivamente il 40% e il 37% degli studenti ha ricevuto il massimo voto con lode nel Tra gli studenti che hanno terminato il percorso triennale solo il 12% ha ottenuto la lode e il 26% una votazione superiore a 105. Evidenti sono le differenze tra maschi e femmine: sono queste ultime ad ottenere mediamente i risultati migliori, indipendentemente dalla tipologia di corso. Figura 11. Laureati nelle Università di Trieste e Udine per voto di laurea, corso di studio e sesso, distribuzioni percentuali Anno % 80% 60% 40% MASCHI % 80% 60% 40% FEMMINE % 0% V.O. L L.S./L.M. C.U. 20% 0% V.O. L L.S./L.M. C.U e lode 13

15 Figura 12. Laureati nelle Università di Trieste e Udine per voto di laurea, facoltà e sesso, distribuzioni percentuali Anno % 80% 60% 40% 20% 0% Economia MASCHI Giurisprudenza Ingegneria Lettere e filosofia Sc.della formazione Medicina e chirurgia Sc. MM.FF.NN. FEMMINE 100% % % % % % Economia Giurisprudenza Ingegneria Lettere e filosofia Sc.della formazione Medicina e chirurgia Sc. MM.FF.NN e lode Distinguendo in base alla facoltà di appartenenza, emerge che conseguono voti più alti gli studenti che si laureano nelle facoltà di Lettere e filosofia (in particolare i maschi) e Medicina e chirurgia (in particolare le femmine). Le percentuali più elevate di laureati con un voto non superiore a 90 appartengono alle facoltà di Economia e Giurisprudenza (dove per i maschi superano il 30%). 14

16 Il post-laurea Nell anno accademico 2010/ laureati hanno deciso di continuare il loro percorso formativo iscrivendosi ad un corso di dottorato di ricerca (il 3% in meno rispetto all anno accademico precedente): 446 all Università di Udine, 359 all Università di Trieste e 235 alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste. Gli iscritti alla SISSA si distinguono per una netta prevalenza di maschi (il 69%) ed una nutrita presenza di stranieri (ben 1 su 3). Una quota consistente di studenti provenienti dall estero si riscontra anche tra gli iscritti ai master di primo livello: l incidenza è pari al 26% nell ateneo udinese e al 13% in quello triestino. La presenza femminile è prevalente nelle scuole di specializzazione e nei corsi di perfezionamento. Gli studenti che hanno conseguito il titolo di dottore di ricerca nel corso del 2010 sono stati 354, il 4% in più rispetto all anno precedente. I diplomati nelle scuole di specializzazione sono stati 241, quasi la metà dei diplomati nel Tabella 11. Iscritti e diplomati in corsi post-laurea all Università di Udine A.A. 2010/2011 Iscritti - A.A. 2010/2011 Diplomati - anno 2010 Università degli studi di Totali di cui stranieri Totali di cui stranieri Udine M F M F M F M F Dottorati di ricerca Scuole di specializzazione di cui: Medicina e chirurgia Master di I livello Master di II livello Corsi di perfezionamento Altri corsi n.d. n.d. Tabella 12. Iscritti e diplomati in corsi post-laurea all Università di Trieste A.A. 2010/2011 Iscritti - A.A. 2010/2011 Diplomati - anno 2010 Università degli studi di Totali di cui stranieri Totali di cui stranieri Trieste M F M F M F M F Dottorati di ricerca Scuole di specializzazione di cui: Medicina e chirurgia Master di I livello Master di II livello Corsi di perfezionamento n.d. n.d. n.d. n.d. Altri corsi n.d. n.d. Tabella 13. Iscritti e diplomati in corsi post-laurea alla SISSA di Trieste A.A. 2010/2011 Iscritti - A.A. 2010/2011 Diplomati - anno 2010 Trieste - SISSA Totali di cui stranieri Totali di cui stranieri M F M F M F M F Dottorati di ricerca Corsi di perfezionamento n.d. n.d. n.d. n.d. 15

17 Figura 13. Titoli post-laurea per sesso e tipo di corso - Anno 2010 Dottorati di ricerca 46% Scuole di specializzazione Master di I livello Master di II livello Altri corsi 71% 58% 49% 82% Femmine Maschi 0% 20% 40% 60% 80% 100% Il numero di dottori di ricerca è in costante aumento negli ultimi anni all università di Udine: dal 2007 al 2010 è cresciuto del 35%. Nell ateneo triestino e alla SISSA, invece, il numero dei dottori di ricerca ha seguito nell ultimo quinquennio un andamento altalenante e nel 2010 non ci sono state variazioni sostanziali rispetto all anno precedente. Figura 14. Dottori di ricerca diplomati all Università di Trieste, di Udine e alla SISSA Anni TRIESTE TS - SISSA UDINE Nei due atenei del Friuli Venezia Giulia i dottori di ricerca conseguono il titolo di studio più avanti negli anni rispetto ai loro colleghi nel resto dell Italia. Tra coloro che hanno concluso il corso di dottorato nel 2010, non ha più di 35 anni l 81% dei dottori a livello nazionale, mentre a livello regionale tale percentuale è nettamente inferiore: è pari al 71% all Università di Udine e al 70% all Università di Trieste. 16

18 Figura 15. Dottori di ricerca per età (percentuali cumulate), confronto Università di Trieste, Udine e totale Italia Anno Trieste Udine ITALIA o meno o più 17

19 Glossario Anno di prima immatricolazione: anno accademico in cui uno studente si iscrive per la prima volta ad un corso di studi presso una università italiana. Indice di fuga: percentuale di studenti del Friuli Venezia Giulia immatricolati fuori dal Friuli Venezia Giulia sul totale degli immatricolati Studente iscritto all'a.a. (t-1)/t: studente che alla data del 31 luglio dell'anno t risulta essere in regola con i tutti i pagamenti relativi alle tasse di iscrizione, cioè risulta aver pagato l'ultima rata di iscrizione. Studente immatricolato: studente che nell'anno accademico di riferimento si è iscritto per la prima volta nella sua vita ad un corso di studi di una delle università italiane. Provenienza geografica: per i cittadini italiani è la provincia di residenza, per gli stranieri è il paese di cittadinanza. Se un cittadino straniero risiede in Italia va in ogni caso contato come straniero e quindi inserito nel paese estero di provenienza. Studente regolare: studente iscritto al sistema da un numero di anni inferiore o uguale alla durata legale del corso di riferimento. Prospetto dei corsi e dei titoli accademici (Fonte: Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca) Prospetto dei corsi attivati nelle università e dei titoli accademici rilasciati secondo la normativa in vigore (Decreto 22/10/04, n. 270). Primo Ciclo Corso di Laurea Triennale (L) La Laurea triennale è un grado/titolo accademico di 1 ciclo rilasciato al completamento di un corso di studio che si caratterizza per contenuti teorici a cui si affiancano attività applicative. Durata: 3 anni. Crediti Formativi: 180. Obiettivo: assicurare allo studente un adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, anche nel caso in cui sia orientato all acquisizione di specifiche conoscenze professionali. Titolo di ammissione: diploma italiano di scuola secondaria superiore o titolo secondario estero riconosciuto idoneo in quanto ritenuto di livello corrispondente. Titolo rilasciato: Laurea. Titolo accademico: Dottore. Prosecuzione degli studi universitari: la Laurea (L) da accesso ai corsi del Secondo Ciclo, ovvero ai corsi di laurea Magistrale (LM) o di Master universitario di 1 livello; non consente l accesso ai corsi di laurea Magistrale a ciclo unico (LM c.u.). Secondo Ciclo Corso di Laurea Magistrale (LM) La Laurea magistrale è un grado/titolo accademico di 2 ciclo rilasciato al completamento di un corso di studio che si caratterizza per contenuti teorici approfonditi e studi specialistici in un determinato campo disciplinare. Durata: 2 anni. Crediti Formativi:

20 Obiettivo: fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici. Titolo di ammissione: Laurea (L) o Diploma Universitario (DU) triennale, o titolo accademico estero riconosciuto idoneo in quanto ritenuto di livello corrispondente. Titolo rilasciato: Laurea Magistrale. Titolo accademico: Dottore Magistrale. Prosecuzione degli studi universitari: la laurea magistrale da accesso agli studi di 3 ciclo, cioè ai corsi di Dottorato di Ricerca, ai corsi/scuole di Specializzazione, ai corsi di Master universitario di 2 livello. Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico (LM c.u.) La LM c.u. è un grado/titolo accademico di 2 ciclo rilasciato al completamento di un corso di studio che si caratterizza per contenuti teorici approfonditi e studi specialistici in campi disciplinari che di norma sfociano in professioni regolamentate armonizzate dalla normativa comunitaria. Durata: 5 o 6 anni. Crediti Formativi: 300 o 360. Obiettivo: fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici regolati da direttive europee (medicina, odontoiatria, veterinaria, farmacia, architettura) o per l accesso alle professioni legali. Titolo di ammissione: diploma italiano di scuola secondaria superiore o titolo secondario estero riconosciuto idoneo in quanto ritenuto di livello corrispondente. Titolo rilasciato: Laurea Magistrale a ciclo unico. Titolo accademico: Dottore Magistrale. Prosecuzione degli studi universitari: la laurea magistrale da accesso agli studi di 3 ciclo (corsi di Dottorato di Ricerca, corsi/scuole di Specializzazione, corsi di Master universitario di 2 livello). Corso di Master Universitario di Primo Livello (MU1) Il Master universitario di primo livello è un grado/titolo accademico di 2 ciclo rilasciato al completamento di un corrispondente corso di studio; questo può avere natura accademica o, più di frequente, essere caratterizzato da un orientamento professionalizzante. Durata: minimo 1 anno. Crediti Formativi: minimo 60. Obiettivo: fornire opportunità di perfezionamento scientifico, oppure di alta formazione permanente e ricorrente. Titolo di ammissione: Laurea (L) o Diploma Universitario (DU) triennale, o titolo accademico estero riconosciuto idoneo in quanto ritenuto di livello corrispondente. Titolo rilasciato: Diploma di Master Universitario di 1 livello. Terzo Ciclo Corsi di Dottorato di Ricerca (DR) Il Dottorato di Ricerca è un grado/titolo universitario di 3 ciclo, di natura accademica, rilasciato al completamento di un corso di dottorato che consiste essenzialmente in un progetto di ricerca avanzata, sviluppato in modo individuale e indipendente dai singoli studenti con la supervisione di un docente appositamente nominato a svolgere funzioni di tutor; a volte è prevista anche la frequenza di seminari o di alcuni corsi disciplinari. Il passaggio da un anno di corso al successivo è subordinato alla valutazione positiva da parte del tutor dell attività di studio e ricerca effettuata dal singolo dottorando in quel determinato anno. Durata: minimo 3 anni; a seconda del campo disciplinare, il completamento di studi e ricerche e la stesura della dissertazione finale possono richiedere fino a 4-5 anni. Obiettivo: fornire le competenze necessarie per esercitare attività di ricerca di alta qualificazione presso università o enti di ricerca pubblici o privati. Titolo di ammissione: laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico o titolo accademico estero riconosciuto idoneo in quanto ritenuto di livello corrispondente. L ammissione è subordinata anche al superamento di un concorso pubblico. 19

21 Titolo rilasciato: Dottorato di Ricerca. Titolo accademico: Dottore di Ricerca. Corsi/Scuole di Specializzazione (SS) Il Diploma di Specializzazione (DS) è un grado/titolo universitario di 3 ciclo rilasciato al completamento di un corso di studio che si caratterizza per studi altamente specialistici ad orientamento professionalizzante in un determinato campo disciplinare. Durata: 2-6 anni a tempo pieno; la durata di ciascun tipo di corso è definita dai regolamenti didattici delle singole tipologie di corsi di specializzazione o da direttive europee. Crediti Formativi: ; comunque il numero indispensabile di crediti da maturare per il conseguimento dei Diplomi di Specializzazione è definito dai regolamenti didattici delle singole tipologie di corsi di specializzazione. Obiettivo: fornire agli studenti conoscenze e abilità per funzioni richieste nell esercizio di particolari attività professionali; i corsi di studio possono essere istituiti esclusivamente in applicazione di specifiche norme di legge nazionali o di direttive dell Unione europea. Titolo di ammissione: Laurea Magistrale, Laurea Magistrale a ciclo unico o titolo accademico estero riconosciuto idoneo in quanto ritenuto di livello corrispondente. L ammissione è subordinata al superamento di un concorso, a causa del numero limitato di posti disponibili nei singoli corsi di specializzazione. Titolo rilasciato: Diploma di Specializzazione (DS). Titolo accademico: Specialista in (segue il campo di specializzazione). Corso di Master Universitario di Secondo Livello (MU2) Il Master universitario di secondo livello (MU2) è un grado/titolo accademico di 3 ciclo; può avere natura accademica o, più di frequente, essere caratterizzato da un orientamento professionalizzante. Durata: minimo 1 anno. Crediti Formativi: minimo 60. Obiettivo: fornire opportunità di perfezionamento scientifico, oppure di alta formazione permanente e ricorrente. Titolo di ammissione: Laurea Magistrale, Laurea Magistrale a ciclo unico o titolo accademico estero riconosciuto idoneo in quanto ritenuto di livello corrispondente. L ammissione è spesso subordinata a un esame di ingresso. Titolo rilasciato: Diploma di Master Universitario di secondo livello (Diploma di MU2). 20

Tavola 1 Istituti per ripartizione geografica Anno 2005. Nord Est. Tipologia Istituto. 1 1 Accademia Nazionale di Danza

Tavola 1 Istituti per ripartizione geografica Anno 2005. Nord Est. Tipologia Istituto. 1 1 Accademia Nazionale di Danza Numero 1 Si riporta di seguito una sintesi dei dati sul sistema dell Alta Formazione Artistica e Musicale in riferimento all anno accademico 2005/2006. Essa è il risultato dell ultima delle rilevazioni

Dettagli

L università piemontese nel 2014/15

L università piemontese nel 2014/15 5/6 6/7 7/8 8/9 9/1 1/11 11/12 12/13 13/14 14/15 L università piemontese nel 214/15 SISFORM Osservatorio sul sistema formativo piemontese ARTICOLO 2/ 215 (AGOSTO) QUANTI UNIVERSITARI STUDIANO IN PIEMONTE?

Dettagli

Tavola 5.1 Alunni iscritti nelle scuole statali, anno 2007/08 e 2006/07 Infanzia Primaria Sec. I grado Sec. II grado Totale PROVINCIA

Tavola 5.1 Alunni iscritti nelle scuole statali, anno 2007/08 e 2006/07 Infanzia Primaria Sec. I grado Sec. II grado Totale PROVINCIA 5 ISTRUZIONE In questo capitolo sono presentati i dati sull istruzione scolastica ed universitaria, i dati provengono dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca, che ora accorpa il

Dettagli

2GLI STUDENTI I CORSI DI LAUREA IL POST LAUREA GLI STUDENTI STRANIERI DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ

2GLI STUDENTI I CORSI DI LAUREA IL POST LAUREA GLI STUDENTI STRANIERI DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ 2GLI STUDENTI I CORSI DI LAUREA IL POST LAUREA GLI STUDENTI STRANIERI DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ 2 GLI STUDENTI Il 62,9% dei diplomati prosegue gli studi all università Il 20,2% degli italiani di età

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA L università che cambia Il volto e l organizzazione degli atenei in Italia è in continua trasformazione. Nell anno accademico 2001/2002, infatti, è stata applicata in tutti gli atenei la riforma universitaria

Dettagli

Le università del Friuli Venezia Giulia

Le università del Friuli Venezia Giulia centro stam Le università del Friuli Venezia Giulia REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Assessore regionale alle finanze, patrimonio e programmazione Direzione centrale finanze, patrimonio e programmazione

Dettagli

PROGETTO DITER. Secondaria di I grado

PROGETTO DITER. Secondaria di I grado Scheda D.I.Ter N. 9/aggiornamento a giugno 2013 Allievi stranieri a scuola in Piemonte. Aggiornamento 2012 La crescita del numero di allievi stranieri in Piemonte è proseguita nell anno scolastico 2011/12

Dettagli

Premio Sassatelli X Edizione Sintesi delle tesi raccolte

Premio Sassatelli X Edizione Sintesi delle tesi raccolte Premio Sassatelli X Edizione Sintesi delle tesi raccolte Nella decima edizione del Premio di tesi Luciana Sassatelli sono pervenute 121 tesi di laurea, dottorato o percorsi post-laurea, in linea con le

Dettagli

Ufficio Statistica. NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009

Ufficio Statistica. NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009 Ufficio Statistica 8 OSSERVATORIO ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009 Coordinamento: Dott.ssa Rossella Salvi Rilevazione ed elaborazione dati: Nicola Loda Fonte:

Dettagli

I laureati di cittadinanza estera

I laureati di cittadinanza estera 14. I laureati di cittadinanza estera Tra il 2006 e il 2012 la quota dei laureati di cittadinanza estera è aumentata, passando dal 2,3 al 3,0 per cento. Quasi il 60 per cento dei laureati esteri provengono

Dettagli

2GLI STUDENTI DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I CORSI DI LAUREA IL POST LAUREA GLI STUDENTI STRANIERI

2GLI STUDENTI DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I CORSI DI LAUREA IL POST LAUREA GLI STUDENTI STRANIERI 2GLI STUDENTI I CORSI DI LAUREA IL POST LAUREA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ GLI STUDENTI STRANIERI 2 GLI STUDENTI Il 65,8% dei diplomati prosegue gli studi all università Il 17,3% degli italiani che hanno

Dettagli

Focus Il passaggio dalla scuola secondaria di secondo grado all Università (Aprile 2013)

Focus Il passaggio dalla scuola secondaria di secondo grado all Università (Aprile 2013) Focus Il passaggio dalla scuola secondaria di secondo grado all Università Diplomati Anno Scolastico 2011/2012 Immatricolati Anno Accademico 2012/2013 (Aprile 2013) La presente pubblicazione fa riferimento

Dettagli

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato Premessa Corso-concorso ordinario L età dei vincitori La presenza femminile Corso-concorso riservato L età dei vincitori La presenza femminile Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

Dettagli

L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI

L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1) GLI STUDENTI UNIVERSITARI RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1 Nell anno accademico 2003/2004 i riminesi iscritti a Corsi di Laurea (vecchio e nuovo

Dettagli

Bologna 76% Urbino 14,8% Milano 2,0% Ferrara 1,8% Ancona 1,5% Altri atenei 4,6%

Bologna 76% Urbino 14,8% Milano 2,0% Ferrara 1,8% Ancona 1,5% Altri atenei 4,6% L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1) GLI STUDENTI UNIVERSITARI RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1 Il monitoraggio degli studenti riminesi iscritti a corsi di laurea, scuole di specializzazione

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro 4 agosto 2014 L Istat diffonde i dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni relativi agli spostamenti pendolari

Dettagli

LA FORMAZIONE POST-LAUREA 1

LA FORMAZIONE POST-LAUREA 1 Università Ricerca AFAM Numero 10 LA FORMAZIONE POST-LAUREA 1 Gli studenti che dopo aver conseguito la laurea proseguono nella loro formazione sono in costante crescita e si aggirano attualmente intorno

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE L istruzione a Firenze La diffusione dell istruzione tra le varie classi della popolazione non soltanto misura l efficacia del sistema scolastico di un dato sistema sociale, ma fornisce anche una misura

Dettagli

7ISTRUZIONE E FORMAZIONE

7ISTRUZIONE E FORMAZIONE 7ISTRUZIONE E FORMAZIONE Nell anno scolastico 2012/2013 gli studenti iscritti nelle scuole di diverso grado e ordine sono quasi nove milioni, circa 17.500 in meno rispetto al precedente anno. Gli alunni

Dettagli

L indagine 2015. Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA 45

L indagine 2015. Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA 45 1. L indagine 2015 Il Profilo dei Laureati 2014 (indagine 2015) prende in considerazione quasi 230.000 laureati di 64 Atenei italiani. Cinque Atenei (Roma La Sapienza, Bologna, Napoli Federico II, Padova

Dettagli

ANALISI DELLE GRADUATORIE DEI

ANALISI DELLE GRADUATORIE DEI ANALISI DELLE GRADUATORIE DEI CONCORSI REGIONALI PER L ACCESSO AL CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE ANNO 2013 a cura di FIMMG Formazione puglia Il 17 Settembre di quest anno si è svolto,

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 100 soggetti maggiorenni che risiedono in Italia. Il campione

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità L integrazione scolastica degli alunni con disabilità dati statistici A.S. 2012/2013 (ottobre 2013) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati a ottobre 2013. I dati elaborati e qui pubblicati

Dettagli

Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore?

Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore? Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore? Agenda L Università oggi Cosa fare, come muoversi? Cosa si studia in Cattolica I perché di una scelta L orientamento in Cattolica L università oggi E dopo la scuola

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

SEZIONE II LE IMMATRICOLAZIONI TOTALI ALL UNIVERSITA DI LECCE

SEZIONE II LE IMMATRICOLAZIONI TOTALI ALL UNIVERSITA DI LECCE SEZIONE II LE IMMATRICOLAZIONI TOTALI ALL UNIVERSITA DI LECCE Indice Premessa metodologica...27 CAPITOLO I Immatricolazioni a livello di Ateneo...29 CAPITOLO II Immatricolazioni a livello di Facoltà...31

Dettagli

I diplomati e lo studio Anno 2007

I diplomati e lo studio Anno 2007 12 novembre 2009 I diplomati e lo studio Anno 2007 Direzione centrale comunicazione ed editoria Tel. + 39 06 4673 2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. + 39 06 4673 3106 Informazioni e chiarimenti

Dettagli

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5.1 DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ 82 Sono più spesso le donne ad intraprendere gli studi universitari A partire

Dettagli

Alcuni dati sugli studenti stranieri iscritti nelle università piemontesi

Alcuni dati sugli studenti stranieri iscritti nelle università piemontesi Alcuni dati sugli studenti stranieri iscritti nelle università piemontesi di Federica Laudisa e Alberto Stanchi - Settembre 2003 - Premessa Alcuni paesi Ocse stanno guardando con crescente attenzione ai

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

Capitolo 7. Istruzione

Capitolo 7. Istruzione Capitolo 7 Istruzione 7. Istruzione Le rilevazioni dei dati statistici relativi ai diversi livelli dell istruzione, sia per quanto riguarda la formazione scolastica sia per quanto attiene all istruzione

Dettagli

DIZIONARIO UNIVERSITARIO

DIZIONARIO UNIVERSITARIO DIZIONARIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO L anno accademico può essere suddiviso in due periodi dell anno in cui frequentare le lezioni e dare gli esami. In genere il primo periodo dura da ottobre a gennaio,

Dettagli

Matricole, fuori corso, laureati:

Matricole, fuori corso, laureati: Matricole, fuori corso, laureati: i numeri dell università Perché la riforma universitaria In Italia ci sono ancora pochi laureati. È quanto sentiamo ripetere spesso quando si discute del livello di istruzione

Dettagli

Appendice Statistica

Appendice Statistica REGIONE CALABRIA Dipartimento Istruzione, Università, Alta Formazione, Innovazione e Ricerca Osservatorio Regionale sull Istruzione e il Diritto allo Studio Dieci anni di scuola calabrese Appendice Statistica

Dettagli

Indagine sull output professionale del Master in Comunicazione della Scienza

Indagine sull output professionale del Master in Comunicazione della Scienza Indagine sull output professionale del Master in Comunicazione della Scienza Relazione della fase quantitativa Marzo 2015 Metodologia Committente: Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati SISSA

Dettagli

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano?

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Il quadro attuale (e uno sguardo al futuro) Federica Laudisa La dimensione sociale degli studi in Europa e in Italia: quali risposte alle nuove domande?

Dettagli

Si passa ora ad esaminare i dati delle due università presenti nel territorio maceratese.

Si passa ora ad esaminare i dati delle due università presenti nel territorio maceratese. Il sistema universitario maceratese 1 Si passa ora ad esaminare i dati delle due università presenti nel territorio maceratese. Studenti iscritti Con riferimento all anno accademico 2012-13, gli studenti

Dettagli

L abbandono degli studi universitari.

L abbandono degli studi universitari. L abbandono degli studi universitari. Il caso Università degli Studi di Salerno XIV Indagine AlmaLaurea sul Profilo dei Laureati Laurearsi in tempo di crisi Come valorizzare gli studi universitari Dott.ssa

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

2. GLI INTERNATIONAL STUDENT A MILANO: QUANTI SONO

2. GLI INTERNATIONAL STUDENT A MILANO: QUANTI SONO CAPITOLO 2 indagine QuAntitAtivA Maria Teresa Morana 1. INTRODUZIONE Gli studenti stranieri che decidono di studiare nel Comune di per un breve o lungo periodo possono scegliere tra i corsi di istruzione

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON CHIVASSO. Organizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione Superiore Universitaria

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON CHIVASSO. Organizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione Superiore Universitaria LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON CHIVASSO Organizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione Superiore Universitaria A cura della Prof.ssa Paola Giacone Giacobbe a.s. 2010-2011 Il Sistema

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Master and back. La formazione di eccellenza post lauream e la specializzazione professionale

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Master and back. La formazione di eccellenza post lauream e la specializzazione professionale La formazione di eccellenza post lauream e la specializzazione professionale Cagliari, 1 febbraio 2006 Iscritti all università per regione Anno 2004 - tasso di iscritti all università per regione di residenza

Dettagli

UFFICIO STATISTICA. Studenti iscritti e laureati nelle università della provincia di Cremona

UFFICIO STATISTICA. Studenti iscritti e laureati nelle università della provincia di Cremona UFFICIO STATISTICA Studenti iscritti e laureati nelle università della provincia di Cremona Anno Accademico 2014-2015 INDICE LE UNIVERSITA CREMONESI pag. 3 STUDENTI ISCRITTI pag. 4 - Dettaglio delle iscrizioni

Dettagli

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 2015

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 2015 LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 215 Saldi positivi ma in leggera flessione Nel terzo trimestre 215 i saldi tra iscrizioni e cessazioni di imprese liguri giovanili,

Dettagli

Sommario 1 ANALISI DELL OFFERTA FORMATIVA DI CORSI DI LAUREA UNIVERSITARI ATTIVATI IN ITALIA

Sommario 1 ANALISI DELL OFFERTA FORMATIVA DI CORSI DI LAUREA UNIVERSITARI ATTIVATI IN ITALIA Analisi dell offerta formativa di corsi di laurea universitari attivati in Italia sui temi di interesse della cooperazione internazionale allo sviluppo per l anno accademico 2007/2008 * Sommario 1 ANALISI

Dettagli

Sistema di indicatori sulle carriere accademiche degli studenti

Sistema di indicatori sulle carriere accademiche degli studenti Sistema di indicatori sulle carriere accademiche degli studenti Premessa: finalità e obiettivi La necessità di disporre di dati relativi alle carriere accademiche degli studenti e ai risultati delle attività

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA IN ITALIA

LE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA IN ITALIA LE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA IN ITALIA di Liana Verzicco L UNIVERSITÀ Il contesto internazionale: lo spazio europeo dell istruzione superiore Nel XXI secolo sarà la conoscenza

Dettagli

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Sintesi L incidenza e la mortalità per il tumore del polmone stimate in nel periodo 197-215 mostrano andamenti differenti tra uomini e donne:

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA

LA POVERTÀ IN ITALIA 15 luglio 2011 Anno 2010 LA POVERTÀ IN ITALIA La povertà risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2009: l 11,0% delle famiglie è relativamente povero e il 4,6% lo è in termini assoluti. La soglia di

Dettagli

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA Contributo di Laura Chies Esperta dell Agenzia e Dises - Università di Trieste e di Chiara Donati e Ilaria Silvestri Servizio statistica e affari

Dettagli

1. I titoli conseguiti presso le Università consigliate vengono riconosciuti?

1. I titoli conseguiti presso le Università consigliate vengono riconosciuti? DOMANDE FREQUENTI Palermo, Largo Esedra nr.3, tel. 091 6254431 ONLUS 1. I titoli conseguiti presso le Università consigliate vengono riconosciuti? Le Università sono pubbliche o private riconosciute dal

Dettagli

Capitolo 8 La mortalità per diabete mellito

Capitolo 8 La mortalità per diabete mellito Capitolo 8 La mortalità per diabete mellito Introduzione el 27 il diabete mellito ha causato 1.92 decessi (2,5% del totale) (tabella 8.1). Complessivamente il diabete causa il decesso in età avanzata:

Dettagli

PROFILO DEI LAUREATI 2002. Giovedì 12 giugno 2003 IUAV Università degli Studi

PROFILO DEI LAUREATI 2002. Giovedì 12 giugno 2003 IUAV Università degli Studi PROFILO DEI LAUREATI 2002 Giovedì 12 giugno 2003 IUAV Università degli Studi Piemonte Orientale Università di Torino Politecnico di Torino Genova Milano IULM Parma Modena e Reggio Emilia Trento IUAV Udine

Dettagli

PRESENZE UNIVERSITARIE

PRESENZE UNIVERSITARIE PRESENZE UNIVERSITARIE Variabili Periodo di riferimento Studenti italiani iscritti Provincia residenza Facoltà sesso a.a. 2005-06 2006-07 2007-08 Studenti stranieri iscritti Continente di provenienza Tipo

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

IL PROGRAMMA INCORAGGIA L APPRENDISTATO FINALIZZATO ALLA FORMAZIONE E ALL INSERIMENTO DEI GIOVANI NEL MONDO DEL LAVORO

IL PROGRAMMA INCORAGGIA L APPRENDISTATO FINALIZZATO ALLA FORMAZIONE E ALL INSERIMENTO DEI GIOVANI NEL MONDO DEL LAVORO Roma, 10 Luglio 2015 I giovani presi in carico sono 380 mila. A oltre 128 mila è stata proposta almeno una misura I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 666 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA

Dettagli

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA 11 maggio 2011 Anno 2010 LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA Nel 2010 il 46,8% della popolazione di 6 anni e più (26 milioni e 448 mila persone) dichiara di aver letto, per motivi non strettamente scolastici

Dettagli

Il REPORT. I giovani Neet registrati

Il REPORT. I giovani Neet registrati Roma, 7 Novembre 2014 L adesione al programma da parte dei giovani continua. Al 6 novembre 2014 1 si sono registrati a Garanzia Giovani 283.317 giovani, di questi il 52% (146.983 giovani) lo ha fatto attraverso

Dettagli

Detrazione IRPEF delle spese di frequenza delle Università non statali - Individuazione dei limiti di importo e chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Detrazione IRPEF delle spese di frequenza delle Università non statali - Individuazione dei limiti di importo e chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Circolare informativa n. 14 Detrazione IRPEF delle spese di frequenza delle Università non statali - Individuazione dei limiti di importo e chiarimenti dell Agenzia delle Entrate 1 PREMESSA Per effetto

Dettagli

Quadro informativo sull insegnamento delle lingue straniere

Quadro informativo sull insegnamento delle lingue straniere Ministero dell'istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per lo Sviluppo dell Istruzione Servizio per l Automazione Informatica e l Innovazione Tecnologica EDS Servizio di Consulenza all

Dettagli

Focus Gli immatricolati nell anno accademico 2014/2015. Approfondimento: Il percorso universitario dei diplomati 2010.

Focus Gli immatricolati nell anno accademico 2014/2015. Approfondimento: Il percorso universitario dei diplomati 2010. Focus Gli immatricolati nell anno accademico 2014/2015 Approfondimento: Il percorso universitario dei diplomati 2010 (Maggio 2015) La presente pubblicazione fa riferimento a dati elaborati a Marzo 2015.

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico Decreto del direttore generale per il personale scolastico n. 82 del 24 settembre 2012: indizione dei concorsi a posti e cattedre, per titoli ed esami, finalizzati al reclutamento del personale docente

Dettagli

CLASSIFICA DEL RAPPORTO TRA DOMANDE PRESENTATE E POSTI DISPONIBILI a.a. 2010/2011 (elaborazione del 23.08.2010)

CLASSIFICA DEL RAPPORTO TRA DOMANDE PRESENTATE E POSTI DISPONIBILI a.a. 2010/2011 (elaborazione del 23.08.2010) Facoltà Descrizione del concorso CLASSIFICA DEL RAPPORTO TRA DOMANDE PRESENTATE E POSTI DISPONIBILI a.a. 2010/2011 N posti totali di cui n di posti non CEE Totale domande presentate N di domande presentate

Dettagli

Ripensare le votazioni? Napoli, 22 maggio 2012 Gian Piero Mignoli (ALMALAUREA)

Ripensare le votazioni? Napoli, 22 maggio 2012 Gian Piero Mignoli (ALMALAUREA) Ripensare le votazioni? Napoli, 22 maggio 2012 Gian Piero Mignoli (ALMALAUREA) Indice Popolazioni analizzate Lauree di 1 livello e magistrali a ciclo unico Il voto medio negli esami L incremento di voto

Dettagli

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione Perché e come scegliere un master in Affari e Finanza, i master universitari

Dettagli

Concorsi pubblici, per esami, su base circoscrizionale

Concorsi pubblici, per esami, su base circoscrizionale Emanati in Gazzetta Ufficiale Concorsi pubblici, per esami, su base circoscrizionale per le esigenze del MINISTERO DIFESA 1 Dettaglio: concorso pubblico Data di pubblicazione in G.U. 4^ S.S. : 25.10. 2005

Dettagli

Il successo degli studenti del liceo Cornaro all Università di Padova nell anno accademico 2010-11

Il successo degli studenti del liceo Cornaro all Università di Padova nell anno accademico 2010-11 Il successo degli studenti del liceo Cornaro all Università di Padova nell anno accademico 2010-11 Materiali per l autovalutazione e la rendicontazione sociale Settembre 2011 Il successo degli studenti

Dettagli

UFFICIO STATISTICA. Studenti iscritti e laureati nelle università della provincia di Cremona

UFFICIO STATISTICA. Studenti iscritti e laureati nelle università della provincia di Cremona UFFICIO STATISTICA Studenti iscritti e laureati nelle università della provincia di Cremona Anno Accademico 2013-2014 INDICE LE UNIVERSITA CREMONESI pag. 3 STUDENTI ISCRITTI pag. 4 - Dettaglio delle iscrizioni

Dettagli

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 11/2016

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 11/2016 Como, 12.5.2016 INFORMATIVA N. 11/2016 DETRAZIONE IRPEF DELLE SPESE DI FREQUENZA DELLE UNIVERSITA NON STATALI INDIVIDUAZIONE DEI LIMITI DI IMPORTO E CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE INDICE 1 Premessa...

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Direzione Studenti - Area Post Lauream Responsabile Dott.ssa Maria Letizia De Battisti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Direzione Studenti - Area Post Lauream Responsabile Dott.ssa Maria Letizia De Battisti PRINCIPALE NORMATIVA DI RIFERIMENTO AUTONOMIA DIDATTICA Legge 19 novembre 1990, n. 341 Riforma degli ordinamenti didattici universitari (G.U. 23 novembre 1990, n.274) Decreto Ministeriale 3 novembre 1999,

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE Classe delle Lauree Magistrali in Servizio sociale e politiche sociali (LM-87) Sede didattica del Corso di Laurea Magistrale: Alessandria

Dettagli

Liceo Primo Levi Liceo Primo Levi Mont n e t belluna

Liceo Primo Levi Liceo Primo Levi Mont n e t belluna Liceo Primo Levi Liceo Primo Levi Montebelluna LICEO PRIMO LEVI MONTEBELLUNA I CORSI PRESENTI NELLA NOSTRA SCUOLA QUALCHE DATO SULLA SCUOLA ALCUNI DEI PROGETTI REALIZZATI IN ISTITUTO PROGETTO PILOTA (0000)

Dettagli

I LIVELLI RETRIBUTIVI DEI DIPENDENTI STRANIERI e i differenziali con gli italiani

I LIVELLI RETRIBUTIVI DEI DIPENDENTI STRANIERI e i differenziali con gli italiani I LIVELLI RETRIBUTIVI DEI DIPENDENTI STRANIERI e i differenziali con gli ITALIA II trimestre 2009 Ottobre 2009 Livelli retributivi dei in Italia La presenza straniera nel nostro Paese è in continua evoluzione

Dettagli

La Raccolta Differenziata in Italia

La Raccolta Differenziata in Italia 120 Da una prima quantificazione dei dati relativi all anno 2002, la raccolta differenziata si attesta intorno ai,7 milioni di tonnellate che, in termini percentuali, rappresentano il 19,1% della produzione

Dettagli

Gli adulti all università

Gli adulti all università 13. Gli adulti all università La riforma universitaria ha allargato soprattutto nei primi anni di applicazione - la presenza degli studenti universitari immatricolati dopo i 19 anni. I laureati immatricolati

Dettagli

I laureati e lo studio

I laureati e lo studio 28 aprile 2006 I laureati e lo studio Inserimento professionale dei laureati Indagine 2004 Informazioni e chiarimenti: Servizio Popolazione, istruzione e cultura Viale Liegi, 13-00198 Roma Paola Ungaro

Dettagli

Offerta formativa Università di Padova Numero dei corsi attivati nell Anno Accademico 2011/12

Offerta formativa Università di Padova Numero dei corsi attivati nell Anno Accademico 2011/12 8 Offerta formativa Numero dei corsi attivati nell Anno Accademico 20/2 5 4 3 2 2 6 Lettere e Filosofia 8 9 Medicina e Chirurgia 7 5 4 Medicina Veterinaria 5 7 Scienze della Formazione 4 4 2 3 Scienze

Dettagli

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015)

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015) Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016 (Settembre 2015) In occasione dell inizio dell anno scolastico si fornisce una breve sintesi dei principali dati relativi alla

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali 17 luglio 2012 Anno 2011 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2011, l 11,1% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 8.173 mila persone) e il 5,2% lo è in termini assoluti (3.415 mila).

Dettagli

Università degli Studi di Pavia

Università degli Studi di Pavia Università degli Studi di Pavia SERVIZIO SEGRETERIE STUDENTI CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA A.A. 2011/2012 PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA LA CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA E COSTITUITA DA UNA PARTE

Dettagli

Le prospettive di studio

Le prospettive di studio . Le prospettive di studio I laureati che intendono proseguire gli studi dopo la laurea sono il % tra i laureati di primo livello (la maggioranza opta per la laurea magistrale) e quasi la metà fra i laureati

Dettagli

ACCESSO AL LAVORO. LE POTENZIALITÀ DEI COLLEGI

ACCESSO AL LAVORO. LE POTENZIALITÀ DEI COLLEGI ACCESSO AL LAVORO. LE POTENZIALITÀ DEI COLLEGI Lo scenario Qual è la condizione occupazionale di coloro che sono stati studenti nei Collegi universitari italiani? Quale tipo di percorso formativo hanno

Dettagli

Tabella 7.1. Mortalità per demenze e morbo di Alzheimer: indicatori di sintesi per sesso (tassi per 100.000). Veneto, anni 2000 e 2007.

Tabella 7.1. Mortalità per demenze e morbo di Alzheimer: indicatori di sintesi per sesso (tassi per 100.000). Veneto, anni 2000 e 2007. Capitolo 7 La mortalità per demenze e morbo di Alzheimer Introduzione Il morbo di Alzheimer e le altre forme di demenza sono patologie caratterizzate da manifestazioni cliniche molto simili fra loro, spesso

Dettagli

Indagine sul livello di conoscenza delle droghe da parte della popolazione italiana

Indagine sul livello di conoscenza delle droghe da parte della popolazione italiana Indagine sul livello di conoscenza delle droghe da parte della popolazione italiana Roma, marzo 2007 Codice Ricerca: 2007-033bf www.formatresearch.com PREMESSA E NOTA METODOLOGICA Soggetto che ha realizzato

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale

annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale popolazione scolastica QUADRO RIASSUNTIVO ALUNNI ISCRITTI A.S.

Dettagli

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e 1 L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e secondo livello di tutti i 64 atenei aderenti al Consorzio, che rappresentano circa l 80% del complesso dei laureati

Dettagli

COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo

COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo ***** CAP 90024 Via Salita Municipio, 2 tel. 0921644076 fax 0921644447 P. Iva 00475910824 - www.comune.gangi.pa.it REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DEL PREMIO

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013 17 luglio 2013 Anno 2012 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2012, il 12,7% delle famiglie è relativamente povero (per un totale di 3 milioni 232 mila) e il 6,8% lo è in termini assoluti (1 milione 725 mila). Le

Dettagli

Il riordino degli studi di Ingegneria (con qualche attenzione all ingegneria idraulica)

Il riordino degli studi di Ingegneria (con qualche attenzione all ingegneria idraulica) Il riordino degli studi di Ingegneria (con qualche attenzione all ingegneria idraulica) Bilanci e prospettive Mauro Fiorentino mauro.fiorentino@unibas.it (1999) Gli obiettivi della riforma del 3+2 +3 Garantire

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei Testo aggiornato al 13 gennaio 2006 Decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509 Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2000, n. 2 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei IL MINISTRO

Dettagli

CAPItoLo 7 l esperienza dell Università

CAPItoLo 7 l esperienza dell Università l esperienza dell università degli studi di Padova 63 CAPItoLo 7 l esperienza dell Università degli studi di Padova Studenti provenienti dalla Russia e dai paesi dell ex Unione Sovietica a Padova Analisi

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

I GIOVANI PRESI IN CARICO CRESCONO CON LO STESSO RITMO DI QUELLI REGISTRATI: SEGNALE POSITIVO DAI SERVIZI PER L IMPIEGO

I GIOVANI PRESI IN CARICO CRESCONO CON LO STESSO RITMO DI QUELLI REGISTRATI: SEGNALE POSITIVO DAI SERVIZI PER L IMPIEGO Roma, 19 Giugno 2015 I giovani Neet registrati al Programma Garanzia Giovani sono 629.496, quasi 12 mila in più rispetto alla scorsa settimana I GIOVANI PRESI IN CARICO CRESCONO CON LO STESSO RITMO DI

Dettagli

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA Ufficio Stampa EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA TURISMO ESTERO, CONFESERCENTI- REF: GLI STRANIERI CONTINUANO A SCEGLIERE L ITALIA, MA CONOSCONO POCO IL SUD: PREFERITO IL CENTRO-

Dettagli