Una banca più forte, che guarda. Dal 14 luglio l offerta commerciale. Una banca più forte. n.3 luglio I nuovi prodotti BPER Sicav

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una banca più forte, che guarda. Dal 14 luglio l offerta commerciale. Una banca più forte. n.3 luglio 2014. I nuovi prodotti BPER Sicav"

Transcript

1 Anno XI n. 3 Luglio 2014 Periodico trimestrale Poste Italiane S.p.a. Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1 - CN/MO euro 0,03 n.3 luglio 2014 Una banca più forte 4 Così cambia il risparmio gestito 6 Cresce il Report di Sostenibilità BPER 13 Sardegna chi ama concerto per l isola Conclusa con pieno successo l operazione di aumento di capitale da 750 milioni: patrimonio ancora più solido e strategia di crescita per sostenere la clientela dei territori nelle opportunità di sviluppo Una banca più forte, che guarda con serenità al futuro. È questa la fotografia di BPER all indomani dell operazione di aumento di capitale da 750 milioni, che si è conclusa nei giorni scorsi con pieno successo, dopo essere stata approvata il 7 giugno dall assemblea straordinaria dei soci. Durante il periodo di offerta in opzione, infatti, sono stati esercitati diritti per la sottoscrizione di nuove azioni pari al 99,77% del totale offerto, mentre il restante 0,23% è stato collocato in Borsa in una fase immediatamente successiva, come da prassi di mercato. Sono numeri da tutto esaurito, che dimostrano quanto la base sociale e il mercato abbiano valutato con favore un operazione fondata su solide motivazioni. L aumento di capitale consente alla banca di rafforzare considerevolmente il patrimonio, raggiungendo un livello di Common Equity Tier One superiore al Apre il cantiere del nuovo piano industriale 10,40%, che si allinea ai nuovi standard di mercato, e di continuare in una strategia di crescita organica al servizio della clientela, sostenendola nelle opportunità di sviluppo offerte da uno scenario economico in cui iniziano a profilarsi, seppur timidamente, prospettive di ripresa. La dotazione patrimoniale, inoltre, contribuirà a migliorare la capacità competitiva sui territori di riferimento, in una fase strategica in cui inizia la progettazione del nuovo piano industriale, che verrà presentato all inizio del prossimo anno. Questa importante operazione ha coinciso con il debutto alla guida di BPER del nuovo Amministratore Delegato Alessandro Vandelli, entrato in carica il 16 aprile scorso, che a proposito del nuovo piano industriale sottolinea, fra l altro, l obiettivo di ridisegnare il modello distributivo di gruppo in modo moderno e innovativo e di ridurre in modo strutturale la base costi, al fine di raggiungere un adeguato e sostenibile livello di redditività. A questi temi importanti è dedicato il numero di luglio di BXVOI, in cui tra le notizie di rilievo va segnalata la recentissima nomina del presidente BPER Ettore Caselli al vertice dell Associazione Nazionale fra le Banche Popolari, che riunisce in Italia 72 istituti per un numero complessivo di 9200 sportelli e con circa un milione e 300 mila soci. Il magazine contiene anche vari approfondimenti sulle società prodotto del Gruppo, con riferimento particolare a un recente convegno su trent anni di gestioni patrimoniali, organizzato in collaborazione con Optima sim e UBS, e alla cerimonia che ha celebrato il ventennale di attività di EmilRo Factor. Ampio spazio, inoltre, a eventi e attività che hanno avuto luogo nei diversi territori serviti dalla banche del Gruppo, mentre la sezione tempo libero contiene, tra l altro, un intervista al maestro della fotografia Franco Fontana, che ha compiuto ottant anni e spiega con grande naturalezza che cos è la sua arte. Buona lettura. I nuovi prodotti BPER Sicav Dal 14 luglio l offerta commerciale della Banca si è arricchita di tre nuovi comparti di BPER International Sicav, chiamati Open Selection : BPER Sicav Open Selection Defence, BPER Sicav Open Selection Income e BPER Sicav Open Selection Growth. La gestione finanziaria dei prodotti Open Selection è affidata a Optima SIM, la Società di Intermediazione Mobiliare del Gruppo BPER che vanta una forte competenza sviluppata nel tempo, avvalendosi dell esperienza consolidata di professionisti interni. I comparti sono accomunati da una logica di costruzione del portafoglio che si pone l obiettivo di mantenere la soglia di rischio-opportunità del prodotto entro determinati limiti: rischio limitato (Open Selection Defence), ha come scopo la conservazione del capitale investito; rischio medio (Open Selection Income), ha come scopo l accrescimento del valore del capitale investito; rischio medioelevato (Open Selection Growth), ha come scopo l accrescimento del valore del capitale investito. Ciascun comparto Open Selection può essere sottoscritto a partire da un importo minimo iniziale di 100 euro, anche attraverso la formula del piano di accumulo (versamenti periodici programmati). Maggiori informazioni su e famiglie/investimenti/ sicav

2 editoriale Incognite e speranze nel cammino verso la ripresa 5Il ventennale di EmilRo Factor 6 La finanza non è un gioco: istruzioni per l uso 8 La Relazione annuale di Bankitalia 12 Banca della Campania e BPER a fianco del Giffoni Film Festival Ma una ripresa anche timida e incerta arriverà davvero nella seconda parte dell anno? E le banche sono pronte a fare la loro parte per sostenere imprese e famiglie? Ecco le due domande più frequenti, in questi mesi, quando si parla di economia. Ad entrambe non è facile dare risposta, ma uno spunto di riflessione importante è arrivato, pochi giorni fa, dal presidente della Bce Mario Draghi. Rispondendo a un europarlamentare spagnolo durante l audizione davanti alla Commissione affari economici di Strasburgo, Draghi ha spiegato che a Francoforte possono anche studiare i programmi più efficienti per immettere liquidità nel sistema e incoraggiare il credito, ma sarà comunque difficile ottenere risultati positivi in un Paese in cui per avviare un impresa un giovane impiega diversi mesi, sapendo dall inizio che la sua attività futura sarà oppressa da tasse e burocrazia. Un esempio calzante per ribadire che i governi devono mettere in campo prima di tutto in Italia, ma non solo vere riforme di struttura, altrimenti sarà difficile avviarsi su un nuovo cammino di sviluppo. E intanto gli ultimi dati sulla produzione industriale in Italia (-1,8% a maggio) non inducono all ottimismo. Come ha confermato il governatore di Bankitalia Ignazio Visco all ultima assemblea dell Abi, la crescita è ancora molto debole e la domanda di credito resta bassa, mentre le erogazioni risentono dei timori degli intermediari circa la solidità e le prospettive dei debitori. Lo stesso governatore, però, ritiene che gli effetti sull economia italiana delle misure adottate in giugno potranno essere rilevanti. Il riferimento è al nuovo programma di rifinanziamento delle banche varato dalla Bce, finalizzato all erogazione di credito a famiglie e imprese, con un cospicuo ammontare di prestiti potenzialmente disponibili: duecento milioni di euro tra settembre 2014 e metà Oggi, insomma, le munizioni non mancano, almeno quanto le incognite di sistema. Ma guardando senza pregiudizi a ciò che l industria bancaria italiana ha fatto e sta facendo negli ultimi mesi con una serie di operazioni di rafforzamento patrimoniale andate a buon fine si deve riconoscere che lo sforzo è stato grande, specie per gli istituti a forte radicamento territoriale e solida vocazione commerciale, che hanno dovuto fare i conti, negli ultimi esercizi, con il problema del credito deteriorato e con la redditività in calo. Inoltre le tredici banche più importanti tra cui Bper sono fortemente impegnate nella valutazione della qualità degli attivi e negli stress test, attività che preludono al loro passaggio, da novembre 2014, sotto la Vigilanza unica europea. Un quadro così complesso dimostra come non sia facile imboccare il cammino della ripresa: c è una crisi generale di fiducia non ancora superata e bisogna avviare come si è detto serie riforme di struttura. Ma occorrono anche, sul versante delle imprese, solidi programmi di investimento orientati all innovazione e all internazionalizzazione. E le banche? Ora che si sono rafforzate, a maggior ragione faranno la loro parte, per rispondere a una delle domande iniziali. Anzi, se si guarda in particolare al mondo delle Popolari, la stanno già facendo. Tra l autunno 2008 e il 2013 queste banche hanno finanziato per circa 200 miliardi le Pmi: più o meno quanto gli stessi istituti avevano erogato nei cinque anni precedenti la crisi. E inoltre, a proposito di attenzione per le comunità locali, le popolari reinvestono il 75% della raccolta nei territori di riferimento. Il modello nato 150 anni fa evidentemente funziona ancora. Eugenio Tangerini Direttore Responsabile 15 Franco Fontana: la fotografia come realtà della vita

3 3 primo piano Più forti e più snelli per sostenere la crescita Alessandro Vandelli, neo Amministratore Delegato di BPER, fa il punto dopo l aumento di capitale e delinea le scelte strategiche del piano industriale Nella foto Alessandro Vandelli, Amministratore Delegato di BPER banca più forte e più snella. Così Alessandro Vandelli descrive Una l immediato futuro di BPER, di cui è Amministratore Delegato dal 16 aprile scorso. Appena il tempo di insediarsi e subito una sfida importante: l aumento di capitale da 750 milioni, che si è concluso da pochi giorni in modo molto positivo. Come verranno impiegate le nuove risorse? In primo luogo ci siamo posti l obiettivo di rafforzare il patrimonio alla vigilia di un cambiamento epocale del sistema bancario europeo. BPER, infatti, è fra le tredici banche italiane più significative che a novembre passeranno sotto la vigilanza unica della Bce. L operazione appena portata a termine ci permette di raggiungere un Common Equity Tier 1 del 10,44%, ovvero un livello di patrimonializzazione in linea con la best practice di mercato. Ma questo aumento di capitale ha avuto anche altre motivazioni, non meno importanti. Se prima della fine dell anno, come ci auguriamo, si profilerà davvero una ripresa economica, avremo tutte le risorse necessarie per sostenere ancora meglio la clientela in una prospettiva di sviluppo. E infine vogliamo essere pronti a svolgere una funzione di rilievo nel caso, probabile, che dal 2015 si apra una nuova stagione di consolidamento del sistema bancario italiano. La compagine sociale di BPER ha cambiato volto dopo l aumento? Non in modo sostanziale. È cresciuta la quota degli investitori istituzionali, ma gli 88mila soci tradizionali che vivono e lavorano nei territori sono e resteranno sempre la nostra forza e il nostro princi- pale punto di riferimento: li ringraziamo perché hanno aderito a questa impegnativa operazione sul capitale. E ribadisco che la loro banca, oggi più forte, è pronta a sostenerli in un cammino di crescita. Ora c è da costruire il piano industriale Quali sono le linee guida? Intanto mi preme sottolineare che il nuovo piano non verrà deciso a tavolino tra manager e consulenti, ma realizzato con il contributo di chi lavora in azienda. Vogliamo presentarlo nei primi mesi del 2015, insieme con il bilancio di esercizio, e siamo al lavoro su cinque priorità strategiche. Il primo pilastro è lo sviluppo di un nuovo modello di banca, oggi reso possibile dal processo di semplificazione avviato lo scorso anno, che proseguirà con le incorporazioni nella capogruppo, entro il 2014, di Banca Popolare del Mezzogiorno, Banca della Campania e Banca Popolare di Ravenna. Una volta definito il nuovo assetto di BPER sulla penisola, ripenseremo l articolazione delle direzioni territoriali, che avranno il compito di presidiare le aree servite. Il secondo pilastro è il miglioramento del modello distributivo: la multicanalità va sviluppata integrando l offerta digitale e quella fisica per recuperare spazi di efficienza, ma bisogna anche razionalizzare la rete, evitando sovrapposizioni e adeguando i modelli di filiale agli scenari che cambiano nel rapporto con la clientela. Saremo molto impegnati, inoltre, nel rendere più efficace il processo di gestione del credito, ottimizzando le strutture interne con l obiettivo di intercettare e ridurre i rischi. Gli ultimi due pilastri riguardando il versante dei ricavi, da sviluppare puntando sulle aree che possono produrre Cambio al vertice della banca Il Dott. Alessandro Vandelli è stato nominato all unanimità amministratore delegato dal Cda di BPER, a far data dal 16 aprile scorso, dopo che il Dott. Luigi Odorici ha rimesso le deleghe operative al Consiglio il 15 aprile, cessando dalla funzione di Amministratore Delegato. Alla base della decisione l esigenza di favorire un immediata assunzione del governo degli indirizzi strategici da parte di chi avrà la responsabilità di elaborare e attuare il nuovo piano industriale di Gruppo. Il Dott. Vandelli si è laureato con il massimo dei voti in Economia e Commercio all Università di Modena nel Dipendente della Banca dal 1984, negli anni ha ricoperto numerosi incarichi di vertice: nel 1992 è Responsabile dell Analisi di bilancio presso la Direzione Crediti ; dopo un esperienza nella rete commerciale, nel 1996 viene chiamato ad avviare il comparto della Finanza Aziendale ; nel 2005 è a capo del Servizio Partecipazioni e Progetti Speciali ; nel 2007 assume la carica di Direttore Centrale con la responsabilità della Direzione Strategie e gestione di Gruppo ; nel 2008 è nominato Vice Direttore Generale; nel 2010 passa al Banco di Sardegna e assume l incarico di Direttore Generale. Dal 1 luglio 2012 rientra in Banca popolare dell Emilia Romagna con il ruolo di Vice Direttore Generale e Chief Financial Officer. È stato Consigliere di Amministrazione di varie società e ha fatto parte di Comitati di Investimento di fondi di private equity. È Vice Presidente del Consiglio di amministrazione di Arca S.G.R., Consigliere di Alba Leasing e Consigliere di BPER Services. Il dott. Odorici è stato designato Vice Presidente della Banca, andando così ad affiancare, nella stessa carica, i colleghi Dott. Alberto Marri e Rag. Giosuè Boldrini. Gli 88 mila soci sono il nostro punto di riferimento una crescita dei profili commissionali, e la base costi che va ridotta con i processi di semplificazione in tutti gli ambiti di operatività del gruppo. Intanto le strutture della banca sono impegnate a fondo nelle attività che preludono al passaggio sotto la vigilanza unica europea: l Asset quality review e gli Stress test. È una sfida faticosa, che impone di migliorare gli standard qualitativi di gestione, i controlli e l attività creditizia. Ma per noi è importante fare parte del gruppo di banche italiane più significative. Chi alla fine supererà l esame e BPER è fiduciosa di avere tutte le carte in regola per farlo avrà un importante attestazione di solidità di fronte ai mercati. Qual è lo stato di salute di BPER e che previsioni si possono fare per il futuro? Gli ultimi bilanci sono stati caratterizzati da notevoli sforzi nell affrontare il tema dei crediti problematici, il cui tasso di copertura è ormai salito oltre il 38%. Ma questo atteggiamento rigoroso e prudenziale non ha provocato impatti negativi sulla parte alta del conto economico: il margine di interesse, in particolare, ha mostrato grande capacità di tenuta. Così la banca ha potuto confermare i livelli di ricavi nonostante la crisi: ecco il nostro punto di forza. Se migliorerà il contesto economico e se il costo del credito scenderà a livelli normali, credo che BPER troverà più in fretta di altri lo spazio per realizzare risultati significativi. L obiettivo è produrre utili sostenibili nel tempo e adottare un adeguata politica sui dividendi. E.T. Il Presidente BPER Caselli al timone di Assopopolari Massimo impegno per sostenere i valori di un modello che ha confermato la sua validità proprio negli anni di crisi Il Presidente BPER Ettore Caselli è stato nominato alla presidenza dell Associazione Nazionale fra le banche Popolari. La nomina è stata deliberata il 10 luglio scorso dal Cda dell associazione che riunisce 72 banche popolari per un numero complessivo di 9200 sportelli e con circa un milione e 300 mila soci. È per me un grande onore ha dichiarato Caselli subito dopo la nomina assumere la presidenza dell Associazione Nazionale fra le Banche Popolari Italiane. Ringrazio tutti coloro che mi hanno accordato la propria fiducia e assicuro il massimo impegno nel sostenere, in ogni sede, i valori fondanti di un modo peculiare di fare banca che ha radici lontane nel tempo ma che ha saputo via via E ora un altra sfida ci attende in Europa rinnovarsi confermando la propria validità. Siamo orgogliosi - ha sottolineato il neo presidente - dell aggettivo popolare che figura nella ragione sociale dei nostri istituti e consapevoli che la forma cooperativa è ancora oggi la più adeguata per mantenere e rafforzare quel ruolo di banca dei territori che ritengo sia un fattore determinante di successo. Non a caso, pur in una situazione di crisi profonda e a prezzo di grandi sacrifici, le banche popolari hanno saputo mantenere negli ultimi anni un solido legame con l economia reale, senza arretrare di fronte alla domanda di famiglie e imprese. È un sostegno concreto che continueramo ad assicurare, con rinnovato vigore, al tessuto produttivo e in particolare alle piccole e medie imprese, per contribuire a un rafforzamento delle opportunità di ripresa economica che iniziano, pur tra molte incertezze, a profilarsi. Caselli ha inoltre osservato che le banche popolari hanno una storia lunga 150 anni di vicinanza a imprese e famiglie e di attenzione per i propri soci. È un modello che ha confermato la sua validità proprio in questi anni di crisi profonda, svolgendo un importante funzione anticiclica e un ruolo propulsivo nell erogazione del credito. Basta un dato - ha aggiunto - per testimoniare questo impegno che continua: dall autunno 2008 a tutto il 2013 i finanziamenti delle banche popolari italiane alle Pmi hanno sfiorato i 200 miliardi, una cifra analoga a quella che gli stessi istituti avevano erogato nei cinque anni precedenti la crisi. Ora un altra sfida ci attende in Europa, visto che è imminente il passaggio delle più importanti banche Nella foto Il Presidente BPER Ettore Caselli, neo Presidente di Assopopolari popolari sotto la vigilanza diretta della Bce. Sarà molto importante far comprendere e valorizzare nel nuovo scenario europeo le molte positività del modello Popolari.

4 4 fatti&numeri Così cambia il risparmio gestito Convegno a Roma su trent anni di gestioni patrimoniali nel Gruppo BPER, in collaborazione con Optima SIM e UBS e prospettive del risparmio gestito nel Gruppo BPER : questo il titolo del convegno, organizzato in Evoluzione collaborazione con Optima sim e UBS, che si è svolto a Roma il 9 e 10 maggio, presenti il Vice Direttore Generale BPER Pierpio Cerfogli, il Direttore Commerciale di Gruppo Giulio Castagnoli, il Direttore Asset e Wealth Management di Gruppo Maurizio Morgillo, oltre a numerosi rappresentanti della direzione generale e della rete commerciale delle banche del Gruppo. Il convegno è stato un importante momento di incontro e di confronto e ha visto la partecipazione, tra gli altri, di relatori di primo piano del mondo accademico e della comunità economica internazionale, quali il Prof. Giuseppe Lusignani e il Prof. Dominick Salvatore. Il Prof. Salvatore, preside di facoltà e distinguished professor of Economics presso la Fordham University a New York, si è soffermato, in particolare, sulle prospettive di crescita dell economia mondiale e sull analisi dello scenario dei mercati finanziari internazionali nel post-crisi, delineando un quadro che vede ancora, accanto a qualche segnale di miglioramento economico, molti elementi di incertezza sulle prospettive di una solida ripresa, specie in Italia e in Europa. Il Prof. Lusignani, ordinario di Economia degli intermediari finanziari all Università di Bologna, membro del comitato scientifico di Prometeia e consigliere di amministrazione di Banca popolare dell Emilia Romagna, ha illustrato l evoluzione del risparmio gestito in Italia, delineando un quadro di sostanziale ripresa della domanda di investimenti da parte delle famiglie italiane, con prospettive molto importanti per una maggiore partecipazione del risparmio al finanziamento dell economia reale. In questo contesto economico sono molteplici le soluzioni di investimento a disposizione della clientela del Gruppo BPER. Nel corso del convegno ci si è focalizzati, in particolare, sui servizi storici della Banca, quali le gestioni patrimoniali e BperSicav. Nel 1984 BPER fu tra le prime banche in Italia a lanciare un servizio di gestioni patrimoniali: ci si rese conto, fin da allora, dell importanza di offrire alla clientela un servizio specializzato negli investimenti finanziari per la migliore tutela dei risparmi. Nel tempo c è stata una progressiva evoluzione nelle tecniche di gestione, nel controllo del rischio e nell innovazione di prodotto, in funzione dei mutamenti di scenario dei mercati finanziari, del quadro normativo di riferimento e, soprattutto, delle esigenze del cliente. Sono così maturati anni di solida esperienza, che hanno mantenuto sempre invariati i valori di base del servizio: la serietà e la professionalità. In seguito all espansione del Gruppo BPER su tutto il territorio nazionale, nel 2003 è stata costituita Optima SIM, società partecipata al 100% da BPER, che gestisce in delega per tutte le banche del Gruppo i portafogli dei clienti. Il convegno di Roma è stato appunto organizzato in occasione dei 30 anni delle gestioni patrimoniali, ma con una prospettiva rivolta al futuro: l esperienza di Optima SIM nella gestione multimanager, nell asset allocation e nel controllo del rischio sarà messa a disposizione di BperSicav, la Sicav lussemburghese che Banca popolare dell Emilia Romagna ha costituito nel 1998 in partnership con il gruppo svizzero UBS (Unione Banche Svizzere). Optima SIM, oltre all attività nelle gestioni patrimoniali, Nella foto Pierpio Cerfogli dello scatto in salita. È la metafora che Pierpio Cerfogli, Vice Direttore Generale di BPER, L importanza ha usato, guardando al futuro, nel suo intervento di chiusura al convegno di Roma. Che cosa intendeva dire? Trovo nell immagine dello scatto in salita un chiaro momento di sintesi fra la durezza del presente, il desiderio di viverlo e di superarlo e la visione di un punto di arrivo dove voler essere. È vera resilienza con un cocktail potente di tenacia, lucidità e capacità di sognare che possono creare una vera condizione mentale di superiorità. Le visioni senza azioni diventano allucinazioni e le idee più visionarie se non sono incollate alla realtà si perdono nel vuoto. Nello scatto in salita, sull energia scaricata su quei pedali, il mondo reale ed il mondo ideale si preparano all incontro. A proposito di nuovi linguaggi: in ambito Nella foto Giuseppe Lusignani Il compito di delineare gli scenari futuri, con un intervento al convegno romano sui trent anni di gestioni patrimoniali nel Gruppo Bper, è stato affidato a un esperto: il Prof. Giuseppe Lusignani, ordinario di Economia degli intermediari finanziari all Università di Bologna, membro del Comitato scientifico di Prometeia e Consigliere d Amministrazione di Bper. Ecco le sue considerazioni. Professor Lusignani, i dati più recenti sul settore del risparmio gestito sono rimbalzati verso l alto. C è da essere ottimisti? Riguardo alla situazione del Paese, gli indicatori economici ci dicono che dovremmo aver lasciato alle spalle la recessione. Siamo incamminati su un sentiero molto lento di crescita, che porterà a un miglioramento nelle condizioni economiche e nella formazione del risparmio delle famiglie. Ciò dovrebbe consentire la prosecuzione di un trend che è stato abbastanza netto nel 2013 e nei primi mesi del 2014, con una maggiore allocazione di risorse su forme di risparmio gestito. Ovviamente l incertezza è sempre alta e non sono da escludere brusche discese o rallentamenti, ma il trend di fondo è improntato a una modesta ripresa. bancario, in genere, si usa il termine intermediazione. Lei, invece, preferisce mediazione. Perché? Intendo dire che il semplice porsi tra non è più riconosciuto dal mercato come momento necessario ed economicamente conveniente. La logica stessa di inserimento fra due parti, magari il produttore e l utente finale, è in gran parte superata; crei un valore riconosciuto solo se sei in grado di portare da un bisogno ad una soluzione, da un esigenza ad un opportunità. Intanto la competizione è sempre più serrata: per chi lavora in ambito bancario, nel settore del risparmio gestito ma non solo, il futuro si presenta impegnativo. Che cosa si sente di dire ai colleghi? L importante ambito del risparmio gestito fa parte integrante del più vasto contesto dell attuale modello di business del sistema bancario che è prossimo, dopo quasi ottant anni, ad un momento di grande trasformazione. Possiamo affiancherà dunque UBS nella gestione dei comparti BperSicav con la creazione di tre nuovi comparti open selection a profilo di rischio controllato: Defence, Income e Growth : una sinergia forte a servizio della clientela. I professionisti delle banche del Gruppo sono a disposizione per offrire, anche in ambito finanziario, un servizio di consulenza ad elevato valore, che parte dall analisi delle esigenze del cliente, fino al supporto nella costruzione e nel monitoraggio di portafogli diversificati. Nella foto da sinistra Rosa Fogli e Giovanni Papini, rispettivamente Head of Advisory e Amministratore Delegato di UBS Global Asset Management Italia, il Direttore Commerciale del Gruppo BPER, Giulio Castagnoli e il Direttore Asset e Wealth Management di Gruppo Maurizio Morgillo Il Vice Direttore Generale BPER Pierpio Cerfogli analizza presente e futuro dell industria bancaria E adesso è importante lo scatto in salita aspettarci mutamenti anche molto significativi nella riconfigurazione del sistema di creazione del valore: o si fa presto e bene o si rischia invece di essere riconfigurati anche brutalmente. Le economie di scala e un offerta anche innovativa saranno sicuramente alcuni degli assi portanti di questo grande cambiamento. Un ultima riflessione sulle prospettive economiche. In questa lunga fase di transizione post-crisi c è chi sostiene che dovremo fare i conti con una nuova normalità. C è da essere ottimisti? Certo, se per ottimismo intendiamo la consapevolezza di potercela fare. Ed io non posso non esserlo per il nostro Gruppo, conoscendo l ambizione collettiva di un personale che ogni giorno desidera servire i clienti meglio del giorno prima. Uno scenario così selettivo premierà solo i più bravi e noi saremo certamente nel prossimo futuro attori primari. Anzi, superiori. Il Prof. Lusignani delinea una ricomposizione ormai inevitabile nelle scelte dei risparmiatori italiani La componente previdenziale avrà una crescita significativa Ci sarà anche una ricomposizione nelle scelte di risparmio? Il risparmio previdenziale avrà nel medio periodo una crescita importante. Il motivo è chiaro: devono andare a pieno regime le riforme previdenziali avviate nel Paese, quindi i fondi pensione e le casse previdenziali, cui ricorrono famiglie e lavoratori, continueranno ad accrescere la loro dotazione. Del resto in questo comparto l Italia ha un gap notevole da colmare rispetto ai principali Paesi europei. Il trend è destinato a continuare nei prossimi anni e credo che il sistema finanziario abbia un compito importante, quello di fornire strumenti adeguati per il risparmio previdenziale. Il funding gap è un problema importante per il sistema bancario, che dovrà modificare nel prossimo futuro il proprio modello di intermediazione. Che cosa significa questo nel rapporto con il risparmio gestito? Riduzione del funding gap significa che rispetto al recente passato una quota maggiore di finanziamento alle imprese dovrà passare attraverso l investimento diretto da parte degli investitori finali, ovvero gli investitori istituzionali e le famiglie. Le imprese ricorreranno di più al mercato dei capitali sostituendo così una parte del debito bancario, che potrà essere sottoscritta da fondi di investimento specializzati, in modo che il rischio specifico sia diversificato all interno dei portafogli. Ciò dovrebbe favorire uno spostamento graduale del baricentro del sistema finanziario. L Italia, osservano gli esperti, è un paese ancora troppo bancocentrico. È vero, ma si è avviato su una strada di maggiore riequilibrio: sarà lunga ma è ormai delineata. C è traccia di questa ristrutturazione strategica nei piani industriali dei grandi gruppi bancari che lei analizza nel suo lavoro quotidiano? Tutti i piani industriali presentati negli ultimi sei mesi incorporano importanti crescite nel comparto del risparmio gestito e investono in un modello di servizio in cui la gestione del risparmio a supporto della clientela vede una forte focalizzazione con importanti investimenti. Abbiamo numeri in crescita sia nelle masse gestite, sia nei ricavi commissionali. In questo modo le banche cercano di ridurre in parte la loro assunzione di rischio e di seguire imprese e famiglie in un offerta di servizi ad alto valore aggiunto.

5 5 fatti&numeri La tesi del Prof. Dominick Salvatore, relatore al convegno di Gruppo BPER, Optima sim e UBS Tranquilli, ci sarà un altra crisi: ecco come prevenire i danni un ospite internazionale illustre al convegno sui trent anni di gestioni patrimoniali C era nel Gruppo Bper svoltosi in maggio: si tratta del Prof. Dominick Salvatore, preside di facoltà e distinguished professor of Economics presso la Fordham University di New York, che si è soffermato, nel suo intervento, sulle prospettive dell economia mondiale. Ascoltiamolo. Professor Salvatore, non è detto che non ci sia un altra crisi: dobbiamo prepararci? Ci sono state sempre crisi finanziarie e continueranno a esserci. E ogni crisi è diversa dalle altre. L unica cosa da fare per ritardare la prossima, o per ridurne l intensità, è creare regole generali, evitando così eccessi di rischio. Tra i molti problemi c è stato anche un eccesso di regole? Il settore bancario commerciale era ben regolamentato, quello specializzato in investimenti assai meno: da lì è partita la crisi. Ma le regole non possono essere troppo specifiche, altrimenti tutto ciò che non è specificato... diventa legale. L Italia deve farsi valere: oggi è diventata più virtuosa I regolamenti devono essere generali e lasciare un po di incertezza soggetta a interpretazione. Pensiamo ad esempio ai credit default swaps: se si chiedeva a chi li aveva creati come faceva a fare un prezzo, non era capace di rispondere. Questo si chiama eccesso di rischio finanziario. Nella foto Dominick Salvatore Veniamo all Italia: è più virtuosa di quel che si crede? Certo, l Italia sta pagando i peccati del passato, ovvero un debito eccessivo. Dal 2007 a oggi, però, questo debito è aumentato meno che in altri Paesi. La Spagna, ad esempio, aveva un rapporto debito-pil del 36% nel 2007 e adesso è arrivata quasi al 100%, mentre l Italia, che aveva una percentuale del 100%, è arrivata al 130%. Ma dal punto di vista del deficit, ovvero dell eccesso di spesa sulle entrate, l Italia è più virtuosa della Francia e della stessa Spagna. Ecco perché i rappresentanti del Governo italiano dovrebbero farsi sentire in Europa, spiegando che siamo dentro le regole. Tra l altro la fissazione del tetto del 3% fu una scelta di Francia e Germania, che guardavano all Italia poco virtuosa. Ebbene, chi ha sforato il tetto prima? Proprio Francia e Germania, senza per questo ricevere penalizzazioni. Ecco, ora l Italia dovrebbe dire ai partner europei: le riforme che vogliamo avviare sono costose, ma necessarie. Lasciatecele fare, anche a costo di sforare i parametri per qualche anno. Se il debito pubblico calasse vistosamente, questo basterebbe a rilanciare l economia italiana? Assolutamente no. Qualche amico economista si arrabbia quando sostengo questa tesi. Il sistema finanziario è importantissimo per la crescita, ma occorre anche una solida economia reale. Ribadisco che anche se il debito pubblico italiano diventasse sostenibile quanto quello di altri Paesi, il problema di fondo rimarrebbe, perché l Italia - come gli altri Paesi in difficoltà - non riesce più a competere. Dal 2000 a oggi il costo per unità di lavoro è aumentato del 30% rispetto a quello tedesco. Ecco, questo è il vero problema: l Italia è l unico grande Paese avanzato dove la produttività del lavoro è scesa. Ma allora come se ne esce? Nella foto da sinistra Il Vice Direttore Generale BPER Pierpio Cerfogli, il Prof. Dominick Salvatore, il Prof. Giuseppe Lusignani, l Amministratore Delegato di Optima sim Augusto Landi e il Direttore Asset e Wealth Management del Gruppo BPER Maurizio Morgillo Se ne esce facendo le riforme. Occorre ridurre la pressione fiscale, che è del 50% superiore a quella statunitense e giapponese, e del 25% più alta di quella spagnola e inglese, ed eliminando le troppe regole inutili, che impongono costi incredibili penalizzando l efficienza e la competitività. In Italia creare un impresa costa venti volte di più che in Inghilterra: incredibile. Ecco perché occorrono le riforme, che come ho detto costano: si dovrebbero fare quando l economia va bene. E.T. Factoring e internazionalizzazione EmilRo Factor celebra il ventennale Esperti a confronto sulle prospettive del settore, con particolare riferimento all export Nella foto Paolo Licciardello, Amministratore Delegato di EmilRo Factor I vent anni di attività di EmilRo Factor, società di factoring del Gruppo BPER, sono stati ricordati il 9 giugno scorso a Bologna con un evento che è stato l occasione per fare il punto sull attività svolta e sulle prospettive di sviluppo. I lavori, ospitati nella prestigiosa cornice di Palazzo Isolani, in via Santo Stefano 16, hanno avuto al centro una tavola rotonda sul tema Factoring e internazionalizzazione. Dopo i saluti di Alberto Cilloni, Presidente di EmilRo Factor, e l introduzione di Alessandro Carretta, segretario generale dell associazione di settore Assifact, sono intervenuti Giorgio Barbolini, Direttore Commerciale del Gruppo BPER, Panos Lolos, Direttore Commerciale dell azienda greca Halcos sa., Giuseppe Torluccio, Professore di economia degli intermediari finanziari all Università di Bologna, e Paolo Licciardello, Amministratore Delegato di EmilRo Factor. Al termine della tavola rotonda si è svolta una cerimonia per celebrare l importante traguardo raggiunto, cui hanno partecipato, tra gli altri, il Presidente BPER Ettore Caselli, il Vice Presidente Luigi Odorici, l Amministratore Delegato Alessandro Vandelli e i Vice Direttori Generali Eugenio Garavini e Gian Enrico Venturini. È intervenuto, ricordando la fondazione della società e il suo sviluppo, anche l imprenditore Luigi Cremonini. Venti anni di crescita costante - ha dichiarato tra l altro l Amministratore Delegato di EmilRo Factor Paolo Licciardello - rappresentano una garanzia per il futuro della nostra società, consentendole di consolidare e affermare ulteriormente il proprio ruolo, quale strumento complementare e sinergico, all interno del Gruppo BPER. Emilia Romagna Factor spa è stata fondata nel 1994 con il nome Cremonini Factor su iniziativa del Gruppo Cremonini. Nel 1996, dopo la trasformazione da società captive a pluricaptive, ha assunto l attuale ragione sociale, trasferendo la sede a Bologna. In seguito la base sociale si è allargata ad altri azionisti industriali e bancari fino al 2010, quando la società è entrata a far parte del Gruppo BPER a seguito della fusione per incorporazione di ABF Factoring e dell acquisizione di Meliorfactor. Oggi il Gruppo BPER detiene il 69,2% del capitale della società. Emilia Romagna Factor ha acquisito negli anni sempre maggiore visibilità nazionale e internazionale ed è attualmente posizionata tra le prime dieci società di factoring in Italia, con un patrimonio netto pari a circa 80 milioni di euro. Il bilancio 2013 ha registrato dati molto positivi, pur in un contesto economico ancora problematico, chiudendo con un utile di esercizio di 4 milioni e 376 mila euro. Nella foto Un immagine del convegno per il ventennale di EmilRo Factor. Si riconoscono, tra gli altri, il Presidente di BPER Ettore Caselli, l Amministratore Delegato Alessandro Vandelli e il Vice Presidente Luigi Odorici Maggiori informazioni su

6 6 fatti&numeri La finanza non è un gioco: ecco le istruzioni per l uso Un convegno organizzato da BPER ed Etica Sgr al Forum Monzani di Modena Si è tenuto il 19 giugno a Modena, presso il Forum Guido Monzani, il convegno Investire per bene - La finanza non è un gioco: istruzioni per l uso. L evento, organizzato da Banca popolare dell Emilia Romagna in collaborazione con Etica Sgr, ha tracciato un quadro su alcune problematiche controverse che riguardano anche l attività del settore finanziario e bancario, affrontando in particolare il tema del gioco d azzardo patologico. Il convegno ha visto i saluti del Vice Direttore Generale vicario di BPER Eugenio Garavini e del Responsabile Commerciale di Etica Sgr Nazzareno Gabrielli. Durante i lavori - moderati dal Responsabile Relazioni Esterne di BPER Eugenio Tangerini - il Prof. Rocco Ciciretti, dell Università di Tor Vergata, ha illustrato i risultati di una ricerca sul rendimento dei fondi etici in rapporto a quelli tradizionali, risultato uguale, se non, a volte, positivo (è stato considerato il periodo dal 1992 al 2012). Un ottimo riscontro se si considera che i gestori di questi fondi devono spesso sostenere costi maggiori per reperire informazioni approfondite sulle aziende investibili, devono avere a disposizione una minore diversificazione degli investimenti e possono trovarsi all improvviso ad affrontare Nella foto da sinistra Il Responsabile dell Azzardo Point di Reggio Emilia, Umberto Caroni, il Vice Presidente del Gruppo Abele, Leopoldo Grosso, la Senior Analyst di Etica sgr, Francesca Colombo, il Vice Direttore Genearle vicario di BPER, Eugenio Garavini, il Responsabile Commerciale di Banca Etica, Nazzareno Gabrielli, il Prof. dell Università di Tor Vergata, Rocco Ciciretti, Andrea Cavazzoli dell ufficio Relazioni Esterne e Attività di Rsi di BPER e Francesca Ussani del Forum per la finanza sostenibile costi di liquidazione forzata (ad esempio per la vendita di titoli di aziende che non lavorano più in maniera etica). Il Vice Presidente del Gruppo Abele Leopoldo Grosso è poi intervenuto sul problema del gioco d azzardo e Umberto Caroni, responsabile del progetto Pluto per la Onlus Papa Giovanni XXIII di Reggio Emilia, ha spiegato come vengono aiutati a disintossicarsi i giocatori d azzardo patologici. Recuperare una persona affetta da GAP (malattia riconosciuta a livello internazionale) necessita di un percorso lungo e complesso, sia a livello personale sia a livello finanziario. Infatti, capita spesso che la famiglia del giocatore scopra che la persona abbia contratto nel tempo un lungo elenco di debiti, difficilmente sostenibili. In aiuto a queste persone, nel luglio del 2013 è stata aperta a Reggio Emilia la prima casa di accoglienza completamente gratuita, che sostiene la persona in un percorso di recupero della durata media di due anni e mezzo, anche attraverso un educazione economica. Andrea Cavazzoli, che segue il settore responsabilità sociale d impresa per BPER, ha inoltre illustrato le iniziative del Gruppo bancario per contrastare il gioco d azzardo patologico (sono le carte di credito emesse dal Gruppo inibite alle sale scommesse e ai siti di giochi online) e i contenuti del primo rendiconto annuale sui rapporti del Gruppo BPER con gli operatori della difesa. L istituto si è dato un autoregolamentazione tra le più severe Affrontati i settori controversi per la finanza Cresce il Report di Sostenibilità BPER Una nuova sintesi delle attività di Responsabilità Sociale d Impresa Il Report di Sostenibilità BPER è giunto quest anno alla seconda edizione, ampliato e arricchito nei contenuti. Sono state usate infografiche accattivanti e testi semplici, con lo scopo di illustrare nel modo più chiaro possibile agli stakeholders di BPER (portatori d interessi) quanto realizzato di positivo dalla banca nei loro confronti nel corso del Una delle novità del Report è la Matrice di materialità. Un quadrante dove gli stakeholder e l azienda indicano gli argomenti rilevanti e il loro posizionamento. Un altro aspetto da sottolineare è che Norges Bank, il secondo fondo sovrano al mondo per dimensioni il cui portafoglio titoli viene selezionato con criteri etici, è il principale azionista di BPER, riconoscendole un alto profilo di eticità. Sono stati inoltre realizzati quattro box di approfondimento: il primo sulle lezioni di educazione finanziaria, svolte con i ragazzi delle scuole e con gli adulti; il secondo è dedicato a BPER Trust Company S.p.a., la società che gestisce il Trust per finalità benefiche; il terzo è riservato alla policy sugli armamenti, a seguito della quale è stato realizzato il primo Rendiconto annuale, novità assoluta nel panorama creditizio italiano per analiticità e trasparenza dei contenuti resi pubblici. L ultimo box individua il pacchetto di iniziative contro il Gioco d Azzardo Patologico (GAP), che l anno scorso ha avuto una vasta eco mediatica soprattutto per l originalità delle attività messe in campo e per aver inibito alle sale giochi e ai siti online le carte di credito emesse ai clienti BPER. Oltre agli obiettivi in corso d opera, nel nuovo report è riportata anche la rendicontazione di quelli relativi al 2013: BPER li ha raggiunti? Visto che la responsabilità sociale d impresa si fonda sulla trasparenza, sono stati indicati tutti gli obiettivi: quelli raggiunti, quelli parzialmente raggiunti e quelli che invece non lo sono stati. Il report riporta, al momento, contenuti soprattutto qualitativi. Maggiori informazioni su > sostenibilità Quali sono gli elementi più importanti che riguardano BPER secondo il giudizio degli stakeholder e in base alla valutazione dell alta direzione dell istituto? È questo lo scopo che si prefigge la matrice di materialità, rappresentando in un grafico cartesiano (ascisse e ordinate) i temi più rilevanti, che ovviamente possono avere valutazioni diverse in base al giudizio degli stakeholder o del management BPER. Al primo posto si trova la performance del settore, dichiarando non solo gli incassi, ma soprattutto i finanziamenti ad aziende produttrici. Francesca Ussani, del Forum per la Finanza Sostenibile, ha parlato invece del nuovo sito internet uno strumento utile per conoscere il vasto panorama degli investimenti socialmente responsabili (ISR), con pratiche schede tecniche su ciascun prodotto e sussidi didattici. A seguire, la dott.ssa Boggio Robutti di Abi ha spiegato il forte impegno che le banche consorziate svolgono dal 2003 a favore dell educazione finanziaria con interventi a favore dei giovani e degli adulti, in accordo con le Associazioni dei Consumatori, quindi al di fuori di qualsiasi strumentalizzazione. Per aumentare e coordinare gli sforzi su questo importante fronte è appena nata la Fondazione per l Educazione Finanziaria ed al Risparmio (FEDUF) che è aperta non solo agli istituti di credito ma a tutte le realtà che intendono impegnarsi per elevare le competenze economico-finanziarie degli italiani. A conclusione dei lavori, Francesca Colombo di Etica Sgr ha illustrato ai numerosi presenti come l istituto analizzi a fondo le aziende investibili, scartando anche quelle finanziariamente interessanti ma che al loro interno presentano attività riconducibili a settori controversi. Etica sgr non si limita a valutare e a selezionare le aziende, ma svolge anche una funzione di azionariato attivo, spronando le società in questione a migliorare i propri comportamenti. economica, che indica quanto senza utili la banca non possa sopravvivere e svilupparsi. Altro punto fondamentale è come gli utili vengono ottenuti: l ascolto e l adeguatezza dei prodotti offerti ai clienti. A seguire, nella matrice trovano posto la valorizzazione e la formazione dei dipendenti, la trasparenza e la lotta alla corruzione. Sono presenti inoltre altri temi di forte rilevanza: il supporto alla comunità, la promozione della legalità, la tutela dei diritti, le pari opportunità.

7 7 Donne più protagoniste ma alla ricerca di un nuovo equilibrio Un seminario di Gfk Eurisko ha fatto il punto sugli orientamenti di scelta prevalenti Come sono cambiate le donne e gli uomini dal 2000 ad oggi? Quali sono i trend che caratterizzano l universo femminile e che determinano i cambiamenti nella nostra società? A queste domande ha risposto il Seminario GfK Eurisko Donne e Uomini 2014, che si è svolto l 11 giugno a Milano, analizzando i nuovi valori e orientamenti di scelta che contraddistinguono le donne e gli uomini oggi e tematizzando l evoluzione e i cambiamenti dalla fine del secolo scorso. Si è trattato di un analisi a più voci, femminili e maschili, legate alle scelte: di acquisto e di largo consumo, di salute e di benessere, di gestione del denaro e del risparmio. Nel 2000 le donne più giovani e più istruite chiedevano pari opportunità, volevano ridefinire il progetto famiglia-figli-compagno, superare la condizione di casalinga, curare il proprio benessere fisico e mentale. Erano infatti costrette a destreggiarsi in un triplo ruolo: gestire se stesse, i figli, i genitori anziani. Gli uomini, per contro, davano minor importanza all impegno politico e sociale, mostrando maggior attenzione alla propria individualità e al proprio benessere personale. Anche l economia oggi gira sempre più in mani BPER, riaperta la filiale di Bomporto Era inagibile dal 19 gennaio dopo l alluvione nella Bassa modenese È stata inaugurata il 7 luglio nei locali di Via Per Modena la filiale BPER di Bomporto, rimasta chiusa per le conseguenze dell alluvione che ha colpito la Bassa modenese il 19 gennaio scorso. La storica filiale, attiva dagli anni 50, torna a essere così un importante punto di riferimento per la clientela e per i cittadini. BPER ha comunque assicurato in questi mesi la piena continuità operativa a Bomporto, in Piazza dello Sport, come Il problema è conciliare vita e lavoro femminili e i media anglofoni hanno provveduto, da un po di tempo a questa parte, a ribattezzare il fenomeno con nomi come She-conomy (da she, che significa lei ), o sigle come FF per Female Factor (cioè Fattore Donna ). Il neologismo sheconomy evidenzia la crescente importanza delle donne negli affari, nella politica e nel mondo del lavoro. Si tratta di donne sempre più protagoniste e autonome nella loro attività, ma alla ricerca di un bilanciamento vita-lavoro. In Italia il gentil sesso è attento al benessere, desidera investire nella dimensione relazionale, familiare e affettiva, è disposto a lavorare duro di fronte alla crisi, mostra una forte sensibilità sociale (solidarietà, responsabilità sociale d impresa), vuole realizzarsi e conoscere, con grande apertura mentale. Si tratta di progetti di vita acrobatici, molto difficili da attuare, che per essere realizzati necessitano di una diversa organizzazione dei tempi di lavoro, un welfare aziendale evoluto (supporto nella gestione dei figli e dei familiari anziani), prodotti e servizi che semplifichino la vita (ottimizzando la scarsità di tempo), oltre a una maggiore disponibilità degli uomini a dare una mano in ambito familiare e domestico. L uomo subisce invece una perdita di negli altri Comuni colpiti dall alluvione, prima con camper e poi con strutture provvisorie in container. La filiale, già operativa dal 30 giugno, è stata inaugurata dal Vice Direttore Generale vicario BPER Eugenio Garavini. A quasi sei mesi dall alluvione - ha affermato - con l apertura della filiale di Bomporto, torniamo operativi con tutte le filiali rimaste chiuse dopo le inondazioni. Un risultato importante, cui hanno contribuito con il massimo impegno tutte le nostre strutture e in prima persona i ruolo e di centralità sociale. Aumenta la democratizzazione nelle decisioni economiche familiari, emerge un problema di dual career, ossia uomini che diventano mariti guardando la carriera delle mogli; aumentano separazioni e divorzi decisi dalle donne, portando di conseguenza a nuove tipologie di famiglie. Di fronte a questo decentramento di ruolo, l uomo di oggi reagisce con una maggiore cura del corpo e del suo look, una regressione ludica (spesso si osserva un uso frequente di videogiochi anche in età adulta), una maggiore sensibilità, la passione per la manualità, la ricerca di nuovi equilibri vita-lavoro. Negli ultimi 15 anni la società italiana è passata quindi dai tratti duri tipicamente maschili ai più morbidi femminili. Le donne, però, in questo cambiamento non sono state adeguatamente sostenute dalla società: dovrebbero avere la possibilità di potersi realizzare di più come individui, ma anche essere messe in condizione di avere dei figli e di accudirli. Questa difficoltà ha portato, tuttora, a delle conseguenze: una fra tutte il calo delle nascite e il concepimento in età avanzata, oltre a un minor tempo da dedicare alla famiglia e all educazione dei figli. Esiste allora un problema di sostenibilità sociale collegato all universo femminile che, se non risolto, avrà delle profonde ricadute negative per l intera società. colleghi che operano sul posto. Questa riapertura è un esempio dell impegno e del ruolo che BPER svolge come banca di riferimento del territorio. Nella foto da sinistra Il Responsabile del Servizio Tecnico e Immobili del Gruppo BPER Angelo Piccinini, il Vice Direttore Generale vicario BPER Eugenio Garavini, il Vice Sindaco di Bomporto Marcello Mandrioli, il Direttore della filiale Luca Di Renzo, il Parroco Don Francesco Bruni e il Direttore dell area territoriale BPER di Carpi, Mantova e Brescia Ermanno Ruozzi Il Tesoro italiano ha collocato Ctz con scadenza dicembre 2015 al rendimento minimo storico dello 0,707% Negli Usa le scorte settimanali di petrolio sono salite a 397,66 milioni di barili, il massimo dal 1982, anno nel quale sono cominciati i rilevamenti Secondo il giornale Financial Times (che anticipa uno studio della Banca Mondiale) gli Stati Uniti stanno per perdere il loro primato e si apprestano a consegnare alla Cina lo scettro di prima economia al mondo, che detenevano dal Il passaggio di consegne potrebbe avvenire già quest anno Il Pil italiano torna negativo nel primo trimestre del 2014, segnando un calo dello 0,1% rispetto al trimestre precedente che si era chiuso con una crescita dello 0,1%: lo ha comunicato l Istat in base alle stime preliminari Se da un lato i rendimenti dei nostri titoli di stato sono vicini ai minimi storici, dall altro l economia nazionale continua a soffrire. Secondo l Istat il tasso di disoccupazione italiano nei primi tre mesi del 2014 è salito fino al 13,6%, il più alto dal 1977 ovvero dall inizio della serie storica Il Pil giapponese del 1 trimestre 2014 (trimestrale annualizzato) è salito del 6,7% rispetto ad attese di 5,6% La Banca Mondiale ha tagliato le stime sulla crescita globale del Pil 2014 (+2,8% contro il +3,2% delle proiezioni di gennaio) citando le previsioni più deboli per gli Usa, la Russia e la Cina. Anno XI Numero 3 Periodico trimestrale Luglio 2014 Proprietà Banca popolare dell Emilia Romagna Edito da Banca popolare dell Emilia Romagna Direttore Responsabile Eugenio Tangerini Redazione Davide Lamagni Hanno collaborato Andrea Cavazzoli, Eliana Chessa, Christian Gallesi, Stefania Langiu, Mirco Leonelli, Laura Leoni, Pasqualina Ramogida, Roberta Rosati, Alfonso Scarinzi, Gabriele Ugolini Progetto grafico e impaginazione avenida.it Reg. n.1704 del presso il Tribunale di Modena Stampa Coptip Industrie Grafiche Prezzo euro 0,03 Abbonamento annuo euro 0,12 Stampato su Carta riciclata Il dato PMI preliminare di giugno sull industria manifatturiera cinese, così come rilevato da HSBC-Markit, segnala 50,8, un valore superiore alle attese e soprattutto un ritorno sopra area 50 che separa la contrazione dall espansione Il Pil americano del primo trimestre 2014 è uscito decisamente sotto il consensus (-2,9% trimestrale annualizzato vs attese di -1,8%). Si tratta della peggiore lettura dal 2009 dovuta prevalentemente alle pessime condizioni meteo invernali statunitensi. fonte dati: Bloomberg

8 8 scenari Lo stato dell economia italiana nella Relazione di Bankitalia Un convegno promosso da BPER e Cefin ha approfondito i temi affrontati dal Governatore Nella foto a sinistra Marco Magnani di Bankitalia, Andrea Landi del Dipartimento di Economia nell Università di Modena e Reggio Emilia, il Vice Direttore Generale BPER Gian Enrico Venturini e Giuseppe Marotta del Dipartimento di Economia nell Università di Modena e Reggio Emilia imprese da parte del sistema bancario, delle timide prospettive di ripresa dopo oltre cinque anni di crisi e delle attività comprese nell Asset Quality Review, che coinvolgono in questi mesi le principali banche italiane - tra cui BPER - in vista del loro passaggio sotto la Vigilanza unica della Banca Centrale Europea. Le Considerazioni finali del Governatore della Banca d Italia Ignazio Visco sono state al centro di un incontro pubblico di approfondimento promosso da BPER e CEFIN (Centro Studi Banca e Finanza dell Università di Modena e Reggio Emilia), che si è svolto il 5 giugno scorso a Modena nella sala Bassoli del Forum Monzani. L incontro, dal titolo L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia, è iniziato con l introduzione del Vice Direttore Generale di Banca popolare dell Emilia Romagna Gian Enrico Venturini, cui ha fatto seguito l intervento di Marco Magnani della Banca d Italia, che ha avuto per interlocutori due membri del CEFIN, i Professori Andrea Landi e Giuseppe Marotta, del Dipartimento di Economia nell Università di Modena e Reggio Emilia. L appuntamento, seguito da un pubblico numeroso e attento, è stato utile per comprendere meglio le prospettive dell economia italiana, ma anche per stimolare la riflessione su alcuni aspetti della relazione del governatore. Si è parlato, fra l altro, delle recentissime iniziative promosse dalla Banca d Italia e dalla BCE per favorire i finanziamenti alle piccole e medie Sistema Moda: opportunità e metodi per importare prodotti in Russia Un convegno a Verona ha fatto il punto dopo l avvio dell Unione doganale Con l apertura di mercati a Est le imprese italiane possono disegnare nuovi orizzonti. Si tratta di un espansione che riguarderà principalmente i territori russo, kazako e bielorusso, grazie alla sigla dell Unione doganale tra i tre Paesi. Si stima che il flusso interessi circa 150 milioni di consumatori particolarmente attratti dal made in Italy. Il settore moda avrà particolare rilevanza, con una previsione di esportazioni verso il territorio russo di 4,7 miliardi per il solo abbigliamento. A tre anni dall avvio dell Unione doganale, si è svolto il 5 In luce le tendenze di mercato giugno a Verona, presso la sala convegni di Confindustria in piazza Cittadella 12, un convegno che ha fatto il punto della situazione. L iniziativa è stata organizzata da BPER, che è storicamente strutturata nell offrire alla propria clientela servizi altamente qualificati per il mercato russo e i Paesi ex C.S.I., in collaborazione con Zeno Poggi Consulenze srl e IC & Partners. È stata l occasione per discutere di numerosi aspetti riguardanti l evoluzione dell Unione doganale eurasiatica. L incontro ha messo in luce, in particolare, tendenze economiche di mercato, criticità e soluzioni in merito a conformità e certificazioni, regole, prassi e novità in relazione alle operazioni doganali, organizzazione logistica e distribuzione. I relatori sono stati Giancarlo Guazzini e Michele Bandini (BPER), Roberto Corciulo (IC & Partners), Valentina Maslova (Gruppo EcoCert Mosca), Dmitrij Nesterenko (OOO Vektor Frakht, Mosca) e Elena Usuello (Greenwill Ag. Mosca). Ha moderato il dibattito Zeno Poggi. L essere belli e ben fatti è la peculiarità magnetica dei prodotti italiani. L aspetto estetico, infatti, incontra grande apertura, mentre per quanto riguarda la manifattura il mercato russo pone delle criticità. Certificazioni, conformità alle norme e leggi sono i punti di riferimento per garantire la qualità dei prodotti in Russia. Un progetto per lo sviluppo della rete gas in Sardegna Banca popolare dell Emilia Romagna (in qualità di banca coordinatrice e agente), Banco di Sardegna e Iccrea BancaImpresa hanno concesso a Isgastrentatre S.p.A. un finanziamento in project finance di 27 milioni di euro per la realizzazione della rete e degli impianti del gas cittadino nei Comuni di Quartucciu, Quartu Sant Elena, Monserrato, Settimo San Pietro e Sinnai, appartenenti al Bacino 33 della provincia di Cagliari. Parte del finanziamento è stato messo a disposizione della società mediante l utilizzo del fondo di riqualificazione urbana JESSICA Sardegna Lotto 1 (Joint European Support for Sustainable Investment in City Areas) gestito dal Banco di Sardegna, strumento creato dalla Commissione Europea, da BEI e CEB (Council of Europe Development Bank) allo scopo di promuovere interventi di sviluppo e riqualificazione delle aree urbane. Il progetto promuove la riqualificazione integrata delle aree urbane di Cagliari migliorandone le condizioni ambientali, sociali e produttive. Viene rafforzata la relazione con il territorio attraverso la promozione di servizi urbani di qualità, la riorganizzazione e il potenziamento della rete dei servizi destinata a imprese e cittadini. Inoltre, la Regione Autonoma della Sardegna ha determinato di concedere al Comune di Quartucciu, ente capofila del Bacino 33, un contributo pubblico di 20,7 milioni di euro che verrà erogato al raggiungimento di uno stato di avanzamento lavori del 20% dell importo complessivo degli stessi. Il Gruppo Con- scoop, sponsor del progetto, è attivo da anni in particolare nei settori della vendita del gas naturale e della progettazione, costruzione e gestione di reti e impianti gas. È, inoltre, presente da 15 anni in Sardegna con le attività di costruzione e gestione delle reti gas (gpl) tramite la società Isgas S.p.A. Quest ultima è controllata dal socio unico Mediterranea Energia, attuale gestore del servizio di distribuzione del gas (aria propanata) in Sardegna nei comune di Cagliari, Nuoro e Oristano.

9 9 scenari I premi sono andati agli studenti meritevoli per l anno scolastico Fondazione Centenario assegnate le borse di studio Il Consiglio di Amministrazione della Banca popolare dell Emilia Romagna ha assegnato le Borse di Studio Fondazione Centenario con riferimento all anno scolastico 2011/2012, riservate agli studenti degli Istituti di Istruzione Media di II grado e agli studenti che hanno conseguito la Maturità Superiore nel 2012 e si sono iscritti ad una Facoltà Universitaria (anno accademico 2012/2013), con sede in Italia. Sono state assegnate in totale 113 Borse di Studio: 72 borse da 500 euro ciascuna e 41 borse da 700 euro ciascuna. L assegnazione è stata decisa sulla base della valutazione insindacabile del profitto scolastico, della situazione economica familiare e di ogni altro elemento ritenuto influente sul richiedente. Il premio, giunto quest anno alla 47 edizione, venne istituito nel 1967 in occasione della ricorrenza del Centenario della fondazione della Banca popolare dell Emilia Romagna (allora ancora Banca popolare di Modena). Esso si rivolge a studenti residenti nelle aree in cui la banca è presente, ad ulteriore testimonianza dell attenzione che viene riservata al proprio territorio, a iniziare da un proficuo e storico rapporto con il mondo della scuola. Nella foto Gli studenti premiati della provincia modenese La Banca di Sassari premiata ai Global Awards di MF Sono stati assegnati a Milano nel marzo scorso i Milano Finanza Global Awards 2014, giunti alla dodicesima edizione. Banca di Sassari, che fa parte del Gruppo BPER e di cui è Presidente Ivano Spallanzani, si è aggiudicata per la terza volta negli ultimi quattro anni il premio Creatori di Valore per la Regione Sardegna. Il riconoscimento, assegnato da una giuria tecnica di Milano Finanza, è dedicato ai protagonisti del mondo bancario e finanziario che hanno realizzato le migliori performance patrimoniali e di efficienza nel corso del Redditività, crescita e qualità. Sono stati questi i punti di riferimento che hanno portato la Direzione generale di BPER a premiare, con una cerimonia organizzata all inizio di aprile, tredici filiali che hanno raggiunto, nel corso del 2013, Il premio viene assegnato sulla base di un indicatore creato da Milano Finanza che coniuga dimensioni e risultati con l obiettivo di individuare gli Istituti che hanno saputo abbinare allo sviluppo della massa amministrata la capacità di generare profitti. È un grande onore veder riconosciuto il lavoro che tutto il personale della Banca compie quotidianamente - ha affermato Ivano Spallanzani - andando incontro alle esigenze dei piccoli e medi imprenditori, delle famiglie e dei cittadini che vivono in questa straordinaria isola, attraverso un approccio consulenziale basato sull ascolto. Insieme agli stretti collaboratori che mi supportano - ha ribadito Paolo Porcu Direttore Generale della Banca - trasmettiamo quotidianamente ai colleghi, i valori e i principi di un etico approccio commerciale, nella consapevolezza che i risultati migliori e di lungo periodo per la Banca si ottengono quando anche il cliente è soddisfatto. Il premio ricevuto è un ulteriore stimolo alla volontà di proseguire in questa direzione. BPER, ecco le migliori strutture della rete I riconoscimenti sono andati alle filiali che nel 2013 hanno raggiunto risultati di eccellenza gli obiettivi aziendali. Erano presenti alla premiazione, oltre ai rappresentanti delle agenzie interessate, il Direttore Generale Fabrizio Togni, il Vice Direttore Generale Pierpio Cerfogli, il Direttore Commerciale di Gruppo Giulio Castagnoli, il Direttore territoriale Nord Corrado Savigni e il Re- sponsabile della Direzione Mercati Daniele Zanetti. Pur in un contesto economico di grande difficoltà, in cui comunque la banca ha ottenuto risultati importanti, soprattutto nella gestione caratteristica, le strutture della rete si sono distinte per il grande lavoro svolto e i risultati raggiunti. I riconoscimenti sono andati alle sedi che hanno ottenuto le migliori performance nei settori commerciale, di efficienza, di qualità e redditività, comprovate dagli indicatori di eccellenza relativi delle voci a seguire, con particolare attenzione alla redditività netta di filiale: punteggio quota 300, incremento del margine finanziario, incremento del margine da servizi, miglioramento della Nella foto Il Presidente di Banca di Sassari, Ivano Spallanzani qualità del credito, rapporto RON/ROL. Il premio ricevuto dai dipendenti è stato di natura rilassante : due ingressi per tre ore di stacco presso il centro benessere VarSana di Palazzo Varignana, hotel con SPA in provincia di Bologna. Best performance San Giovanni in Persiceto (Bo) Bazzano (Bo) Gambettola (Fo-Ce) Sala Baganza (Pr) Bologna agenzia 16 Sestola (Mo) Rubiera (Re) Verona agenzia 1 Medolla (Mo) Bologna agenzia 9 Modena agenzia 16 Vimodrone (Mi) Sassuolo agenzia 4 (Mo) Nella foto Il Direttore Generale Fabrizio Togni, il Responsabile della Direzione territorale Nord Corrado Savigni, il Responsabile della Direzione mercati Daniele Zanetti insieme ai colleghi delle filiali premiate

10 10 scenari Un incontro con gli imprenditori di Abruzzo e Molise Il Direttore Generale BPER Fabrizio Togni a L Aquila e Lanciano per fare il punto sulla situazione economica con gli operatori dei territori A un anno dalla fusione di Carispaq e Banca Popolare di Lanciano e Sulmona, il Direttore Generale di BPER Fabrizio Togni si è recato a metà maggio in Abruzzo e Molise per incontrare le imprese del territorio e per illustrare le opportunità e i servizi qualificati che l istituto può offrire oggi al sistema economico in vari ambiti (internazionalizzazione, supporto alle imprese, wealth management). Si è fatto inoltre il punto sull attività svolta a favore della clientela e sulle prospettive di ripresa che sembrano profilarsi dopo un prolungato periodo di crisi economica. All evento, organizzato dalla banca in Il Gruppo BPER riserva alle società sportive calcistiche finanziamenti a condizioni agevolate; l iniziativa, in collaborazione tra sei banche del Gruppo BPER e Lega Nazionale Dilettanti Figc, prevede condizioni economiche particolarmente vantaggiose per Nella foto Il Direttore Generale BPER Fabrizio Togni collaborazione con Confidustria Abruzzo e Confindustria Molise, hanno partecipato oltre duecento imprenditori di vari settori: dal manifatturiero all alimentare, dalle costruzioni al settore vinicolo. Hanno aperto i lavori, che si sono svolti in mattinata a L Aquila e nel pomeriggio a Lanciano, oltre a Fabrizio Togni, anche i Responsabili delle Direzioni territoriali di L Aquila e Lanciano, rispettivamente Tarcisio Fornaciari e Guido Serafini. Il Direttore Generale di BPER è stato cautamente positivo: L Abruzzo e il Molise hanno sofferto più di altre regioni la crisi economica, perché tendenzialmente hanno minori flussi rivolti all esportazione. Ma ci sono tutti gli elementi per un colpo di reni che le proietti fuori dalla crisi. Togni ha voluto lanciare anche un messaggio di fiducia, rassicurando gli imprenditori presenti che di denaro per finanziare le imprese serie ce n è in abbondanza. Sul campo, negli ultimi tempi, sono cadute piccole e medie imprese, ha perso il settore delle subforniture e quello delle costruzioni. Ma è forse arrivato il tempo di credere nella ripresa, soprattutto se si considera che fino a 9-12 mesi fa la visione non era per nulla rosea. Cauti segnali di ottimismo Il Direttore di BPER ha poi affermato: Il nostro istituto è strettamente legato alla sorte del territorio in cui opera: se le imprese crescono, cresce anche la banca, viceversa no. Non sappiamo ancora di quale entità sarà la ripresa - ha proseguito Togni - ma non possiamo aspettarla in maniera passiva: se vogliamo uscire in maniera forte dalla crisi ognuno deve metterci del proprio e questo vuol dire capacità di reinventarsi, innovazione di processo, di prodotto e di mercati. Nel frattempo dall Europa la Commissione europea e la Banca europea per gli investimenti (BEI) stanno lavorando proprio ad alcuni strumenti volti a garantire l accesso al credito delle PMI, facendo ricorso a strumenti di condivisione del rischio, con la BEI in funzione di garante. Il progetto intitolato L iniziativa per le PMI vuole un canale di credito europeo che vada oltre la frammentazione dei singoli Paesi. La presenza in Abruzzo e Molise del Direttore Generale BPER Togni è stato il segnale concreto dell attenzione della banca nei confronti delle imprese dei territori in cui opera, in un momento delicato per l economia regionale, chiamata ad affrontare sfide cruciali, e della volontà di BPER di sostenere con i fatti gli imprenditori che vogliono investire e crescere. Come fare gol con il Gruppo BPER Finanziamenti a condizioni agevolate alle società della Lega Dilettanti prestiti fino a euro. Con questa innovativa partnership il Gruppo BPER vuole essere concretamente a fianco delle società di calcio iscritte alla LND, per supportarle verso il raggiungimento di due finalità importanti: il pagamento, anche dilazionato nel tempo, di quanto dovuto per l iscrizione al campionato, e l acquisto del defibrillatore allo scopo di rendere più sicura l attività sportiva praticata nei campi da gioco. Si tratta di un importante novità che permetterà alle società sportive una miglior programmazione delle proprie spese e, Vino, turismo e cultura in Abruzzo È giunto quest anno alla diciannovesima edizione l appuntamento con Cantine aperte Abruzzo, evento nazionale promosso dal Movimento Turismo del Vino. Un appuntamento che anno dopo anno continua a confermare il suo successo: 43 cantine sparse tra le province di Chieti, Pescara, Teramo e L Aquila hanno aperto le porte ai visitatori con l obiettivo di promuovere il territorio nei suoi sapori e nelle sue bellezze, arrivando a un acquisto consapevole. Nella due giorni enologica si sono degustati diversi vini e visitate cantine e vigneti, proprio per avvicinare con consapevolezza il consumatore attraverso il confronto diretto con il vignaiolo e i suoi racconti. All evento si sono affiancate numerose iniziative collaterali: pranzi, mostre fotografiche e di pittura, che hanno reso le giornate ancora più interessanti e coinvolgenti. Inoltre, parte del ricavato derivato dall acquisto di un bicchiere di cristallo è stato devoluto a favore di AIL Onlus sezione Interprovinciale di Pescara e Teramo (Associazione Italiana contro le leucemie linfomi e mieloma). soprattutto, garantirà l accesso ai campionati anche in un questo periodo di crisi afferma Fabrizio Favali, Direttore Divisione Retail di Gruppo, Il Gruppo Banca popolare dell Emilia Romagna conferma così, ancora una volta, la propria vicinanza al territorio, a livello nazionale. Ecco i campioni di giornalismo «in erba» BPER e Lapam partner dell iniziativa per le scuole organizzata da Il Resto del Carlino È stata una premiazione da tutto esaurito quella di giovedì 29 maggio con le scuole medie della provincia di Modena vincitrici dell ottava edizione del Campionato di giornalismo, un iniziativa del quotidiano Il Resto del Carlino sostenuta da BPER e Lapam-Confartigianato. Sono stati oltre duecento, infatti, i ragazzi che hanno partecipato all evento presso l auditorium di Lapam Federimpresa. Si sono aggiudicate il primo premio, a colpi di penna, le scuole Fassi di Carpi, posizionandosi davanti all istituto San Giovanni Bosco e alle scuole San Carlo. Per quattro mesi, da gennaio a maggio, gli alunni si sono sfidati a colpi di articoli, interviste e approfondimenti vedendo pubblicati i loro lavori sulle pagine del quotidiano. In gara nove istituti: oltre ai sopra citati, scuola Carducci - San Damaso di Modena, Lanfranco di Modena, Cavedoni di Sassuolo, Muratori di Vignola e Leopardi di Castelnuovo, che si è aggiudicata un premio speciale. Sul palco a premiare i ragazzi, il Vice Responsabile della redazione de Il Resto del Carlino di Modena, Roberto Grimaldi, il Direttore dell agenzia 4 di BPER, Roberto Plessi, e Luca Puccini, Vice Segretario della Lapam. Grimaldi ha ricordato quanto sia importante questa iniziativa per avvicinare i giovani al mondo delle notizie, che oggi viaggiano veloci e accompagnate sempre di più da suoni e immagini. Proprio per questo motivo i premi consegnati ai vincitori sono stati delle macchine fotografiche: BPER ha messo a disposizione il primo premio, una nuova fotocamera digitale Nikon di tipo bridge, che consentirà ai ragazzi di sbizzarrirsi in li- Nella foto Roberto Grimaldi, Vice Responsabile della redazione de Il Resto del Carlino di Modena, Roberto Plessi, Direttore dell agenzia 4 BPER di Modena e Luca Puccini, Vice Segretario della Lapam insieme ai primi classificati, la scuola Fassi di Carpi bertà con immagini e video. Ma un piccolo ricordo è stato dato a tutti i presenti perché, come ricordato da Plessi e Puccini, tutte le scuole in gara in realtà hanno vinto, avendo partecipato alla competizione con entusiasmo e serietà.

11 11 scenari Tra storia e finanza rispettando l etica In duecento a Roma a un singolare evento organizzato dalla Direzione territoriale Lazio di BPER nel museo dell Ara Pacis In passato già qualcuno si era lasciato ispirare dal fascino dell arte abbinato ai temi della finanza, ma l evento che si è tenuto il 3 giugno scorso a Roma all interno del museo dell Ara Pacis, organizzato dalla Direzione territoriale Lazio di BPER, ha avuto un significato speciale, tanto più profondo quanto sentito da organizzatori e partecipanti. L obiettivo è stato quello di far percepire ai clienti invitati e ai potenziali clienti il genere di attenzione che una banca come BPER è in grado di riservare loro. Tutto questo in un luogo dove si respirano al contempo storia e modernità e in una serata che già nel titolo History, wine, finance and ethics ha rivelato singolari assonanze tra le diverse materie affrontate. L imperatore Augusto - ha osservato fra l altro in apertura dell evento finance il Direttore territoriale Lazio Angelo Amodeo davanti a una platea di circa duecento invitati - è la figura della storia che si potrebbe considerare antesignana di ciò che definiamo wealth management, ovvero uno strumento di incontro professionale alla ricerca della soddisfazione e dunque del benessere. Partendo da duemila anni fa, dunque, si è poi arrivati ai giorni nostri, collegando la citazione storica all interesse attuale per i mercati finanziari, di cui ha parlato il Dott. Stefano Bestetti, consigliere di Hedge Invest, partner ufficiale dell evento insieme alla casa vinicola Casale del Giglio e alla casa di moda Mario Valentino, che ha contribuito con un elegante cadeau di benvenuto. Al tavolo dei relatori anche Francesco Altilia, Responsabile della Divisione Private del Gruppo BPER e Luca Catalano, Responsabile del Mercato Private della Direzione territoriale Lazio, oltre che principale organizzatore dell evento. Nel corso dell evento finance è stato riportato un messaggio dell Ad della società di investimento: Siamo i primi investitori di tutti i nostri prodotti, c è un forte allineamento di interessi tra la gestione e il cliente finale, penso sia la nostra caratteristica più importante. Il concetto di verità, in definitiva, è stato il filo conduttore dei quattro eventi, con un approccio che ha voluto valorizzare un aspetto fondamentale nella filosofia di fare banca del Gruppo BPER: l esigenza di operare con una finanza etica e vera, capace di recare benefici alla collettività. E proprio sull esempio di coerenza e verità che si ricava oggi dalla vita e dagli scritti del giudice modenese Giovanni Lodi un uomo di provincia ma non provinciale, come è stato definito durante i lavori si è imperniato l evento ethics, nel corso del quale Antonella Bergamini ha presentato, colloquiando con il Responsabile Relazioni Esterne di BPER Eugenio Tangerini, il libro Giudicare o capire, il Giudice Giovanni Lodi e il suo mondo. Con l affetto profondo di una moglie e usando un linguaggio diretto e volutamente informale, la Dottoressa Bergamini ha raccontato il ritratto biografico del marito, scomparso nel Il volume è un po saggio, un po racconto, un po testimonianza. Ma soprattutto induce a riflettere e ha molto da insegnare, senza retorica, alle nuove generazioni, restituendo un quadro omogeneo e coerente del pensiero di un uomo il giudice Lodi, appunto che ha voluto guardare la verità dal di dentro. La serata si è poi conclusa con l evento wine, sulla magnifica terrazza del museo, dove gli ospiti hanno potuto degustare un eccellente selezione di vini offerti dall azienda Vinicola Casale del Giglio di Antonio Santarelli. Una cornice perfetta per una convention davvero originale, che ha visto la collaborazione attiva di diversi dipendenti BPER, i quali per l occasione si sono trasformati, al di là dei ruoli specialistici ricoperti in banca, in tecnici, operatori video e microfonisti, a riprova di una notevole predisposizione al cambiamento. Confermando così che l interdisciplinarietà e la contaminazione tra mondi diversi sono valori da coltivare. Nella foto a sinistra Il tavolo dei relatori all evento di Roma Nelle foto in alto a destra Angelo Amodeo, Direttore territoriale Lazio di BPER, e la Dottoressa Antonella Bergamini Festival della cultura creativa in cinquanta città Le banche, coordinate dall ABI, hanno realizzato la prima manifestazione per i ragazzi Il museo immaginario è stato il tema della prima edizione del Festival della cultura creativa, manifestazione nazionale per i ragazzi delle scuole elementari e medie organizzata dalle banche con il coordinamento dell ABI. Hanno preso parte all evento anche le banche del Gruppo BPER: la Capogruppo BPER ha organizzato un ecolaboratorio di riciclo creativo riservato ai bambini presso la Galleria civica di Modena a Palazzo Santa Margherita; la Banca Popolare di Ravenna ha proposto una visita guidata al museo Tamo di Ravenna e un laboratorio formativo di mosaico; Banca della Campania un concorso d arte organizzato presso l Auditorium dell istituto ad Avellino, mentre la Banca di Sassari ha portato avanti il progetto L arte non è un ombra con una visita presso il museo Mus a di Sassari. Presentato il libro che racconta il mondo del giudice Giovanni Lodi Crotone, i bimbi creano il museo del futuro Anche Banca Popolare del Mezzogiorno ha confermato il suo impegno socio-culturale, dimostrandosi inoltre protagonista al di fuori del campo economico. In collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria e l Associazione Castelfiaba ONLUS, specializzata nell organizzazione di concorsi ed eventi culturali dedicati all infanzia, ha infatti aperto ai bambini della città le porte del Museo Archeologico Nazionale di Crotone. Gli alunni di tre classi di quinta elementare di Crotone, dell Istituto Comprensivo A. Rosmini e I.S.E.S., hanno potuto approfondire, con l ausilio di una guida archeologica specializzata nella comunicazione dell infanzia, la storia della loro città in maniera originale. I bambini hanno potuto realizzare un opera che rappresentasse qualcosa di prezioso per loro, per la loro città e che avrebbero voluto lasciare ai bambini del futuro. Grazie alla collaborazione dell Associazione Castelfiaba, che ha realizzato giochi e attività appositamente creati in virtù del tema dell evento, le giornate sono state utilizzate per sviluppare il senso della cittadinanza attiva nei piccoli partecipanti. Sguardi attenti e spunti riflessivi hanno caratterizzato la visita guidata dei piccoli protagonisti, apparsi stimolati dalla sfida ludica. Su gentile concessione del Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Crotone, Dott. Domenico Marino, le opere realizzare sono state presentate presso un apposito spazio espositivo. Il Direttore Generale di Banca Popolare del Mezzogiorno, Roberto Vitti, ha affermato: Ancora una volta la banca si è resa disponibile per riaffermare e valorizzare l impegno culturale, e non solo economico, che gli istituti popolari svolgono da sempre nel Paese. Con questa iniziativa, le banche si affiancano alle istituzioni per divenire catalizzatori di cultura e creatività sul territorio, contribuendo ad accrescere la consapevolezza e le capacità espressive dei giovani partecipanti, nutrendo inoltre la cultura del fare in comune per il bene comune. Una visione pienamente condivisa anche della Commissione Regionale dell ABI Calabria, della quale facciamo parte, poiché promuovere la cultura, nelle sue varie declinazioni, è da sempre nella storia e nella tradizione di ogni banca. Maggiori informazioni su

12 12 Banca della Campania e BPER a fianco del Giffoni Film Festival Sono più di 3500 i giovani giurati che partecipano con entusiasmo alla manifestazione in provincia di Salerno, ormai un evento internazionale Il 2014 registra il decimo anno di partnership tra il Gruppo BPER e il Giffoni Film Festival. Quest ultimo, giunto quest anno alla quarantaquattresima edizione (18-27 luglio), è una delle manifestazioni più qualificate d Europa e punto di riferimento mondiale della cinematografia per ragazzi non solo per l elevato valore artistico dei film proposti, ma anche per il significato sociale che da sempre è stato in grado di esprimere. L edizione 2014, inoltre, registra una novità: anche la Capogruppo BPER ha deciso di intervenire a sostegno del festival, concretizzando così un duplice impegno, di rilievo nazionale e locale, verso l importante manifestazione. Il Festival affida il compito di giudicare ciascun film in concorso a una giuria formata interamente da ragazzi, dando in questo modo particolare significato a un settore cinematografico talvolta considerato minore : il cinema per ragazzi. Si tratta di una formula originale e vincente che costituisce il tratto distintivo, il marchio di fabbrica del Giffoni Film Festival. In questo avvincente contesto, oltre giurati provenienti da ogni parte del mondo, imparano a socializzare e a confrontarsi, a prendere confidenza con gli aspetti tecnici della rassegna e a discutere criticamente dei film in concorso, visti quale specchio rappresentativo delle dinamiche più attuali dell infanzia e dell adolescenza.il Giffoni Film Festival è, Un immagine vincente per terre ricche di cultura Per il sesto anno consecutivo il Movimento Francescano dell Emilia-Romagna, in collaborazione con il Movimento Francescano italiano, ha deciso di affidarsi alla formula festival per portare i valori universali del santo fuori dai conventi e tra la gente. L edizione 2014 di Festival Francescano presentata a inizio luglio nella sala stampa del Sacro Convento di Assisi si terrà a Rimini dal 26 al 28 settembre con più di cento iniziative e avrà come tema quello della vera e perfetta letizia : un messaggio di gioia e di speranza in un mondo sempre più segnato dalle crisi (personali, relazionali, economiche e di valori). La parola stessa festival ha osservato in conferenza stampa il Direttore della manifestazione fra Giordano Ferri richiama il concetto di festa, ferie e felicità. A noi di Festival Francescano è sembrata una suggestione da cogliere senza indugi, quella di riflettere sul tema della gioia nell ultima edizione che terremo a Rimini, la città della festa per antonomasia. Il Festival ha aggiunto il presidente del Festival fra Alessandro Caspoli - sarà dunque, una manifestazione internazionale per vocazione che, negli anni, ha avviato interessanti collaborazioni in ogni parte del mondo: da Miami a Tampa, da New York a Washington, da Adelaide a Sidney, dall Albania alla Polonia, fino ad approdare con grande successo ed entusiasmo negli Emirati Arabi e a Los Angeles, nella mecca del grande cinema hollywoodiano. D altra parte, il Giffoni Film Festival non ha mai rinnegato il forte legame con il proprio territorio: è la partecipazione attiva della comunità locale, appartenente a un territorio che si colloca al di fuori del circuito del turismo internazionale, ma che nella seconda settimana di luglio diventa il centro del cinema mondiale per ragazzi, a renderlo un evento unico nel suo genere. La rassegna, infatti, si arricchisce della partecipazione di numerosi volontari appartenenti alla comunità locale, che sono anche in grado di dare ospitalità ai giurati provenienti da ogni parte d Italia e del mondo.in particolare, per facilitare le esigenze di spesa dei giovani giurati e dei numerosissimi ospiti che visitano la cittadella del cinema di Giffoni, durante l evento, la Banca della Campania ha realizzato, sin dal primo anno di partnership, un innovativa carta di credito prepagata e ricaricabile, denominata Giffoni Film Card, che riporta l immagine del tema del Festival, utilizzabile anche per acquisti online, senza conto corrente e valida in ogni parte del mondo attraverso il circuito internazionale di pagamenti VISA. La Giffoni Film Card offre, inoltre, un vantaggio non solo per l utilizzatore, ma anche per lo stesso Giffoni: mediante il suo acquisto presso uno degli sportelli della Banca della Campania, infatti, si sostiene l Ente Festival nella promozione della cinematografia per ragazzi, trasformando così lo strumento di pagamento in un innovativa forma di l occasione per farci guidare dal Creatore della gioia e per condividere tra la gente questo atteggiamento di positività. Alla presentazione del festival è intervenuto anche Eugenio Garavini, Vice Direttore Generale vicario di BPER, che è tra gli sponsor dell evento. Il sostegno della nostra banca - ha detto fra l altro - non è casuale, né frutto di una scelta di marketing. C è una comunanza di valori che unisce, in questo caso, realtà diverse ma unite dalla scelta di autofinanziamento. La presenza del Gruppo BPER al Festival di Giffoni è concreta: una grande attrazione per giurati, ospiti e visitatori è il Village allestito sin dal primo anno di partnership, proprio all ingresso della cittadella del cinema del centro picentino. Uno spazio attrezzato di oltre 60 metri quadrati dedicato a chi voglia trovare conforto dalla canicola giffonese, ma anche centro di consulenza finanziaria; vera e propria attrazione per i numerosi giurati che da anni si danno appuntamento al Village per scambiarsi indirizzi, per chattare attraverso i punti web allestiti per l occasione o per parlare in diretta ai microfoni di Radio Punto Nuovo, media partner ufficiale di BPER. L impegno e la presenza della banca non potevano tralasciare il vero cuore del GFF: il cinema. Per onorarlo, l Istituto ha istituito il Grifone di Cristallo, un premio assegnato ogni anno a un film appartenente alla categoria Generator +16. Con una cerimonia ufficiale, che si svolge per tradizione all interno del Village nel penultimo giorno del Festival, una speciale commissione composta da cinque membri e presieduta dal Direttore Generale della Banca mettere al centro le persone nell attività di tutti i giorni. Questa, del resto, è la filosofia del nostro modo di fare banca, che si concretizza in vari progetti e attività nell ambito della responsabilità sociale d impresa. Da segnalare, a questo proposito, che BPER parteciperà al programma di iniziative didattiche del Festival con un laboratorio di educazione per i ragazzi sui temi del consumo e del risparmio consapevole (26 settembre). Tra gli ospiti del festival spicca tempo libero della Campania, si riunisce per esprimere, in diretta radiofonica e dopo una votazione, la nomination del film individuato quale vincitore, compilando successivamente la motivazione. Il Grifone viene poi consegnato nel Galà finale del Festival nelle mani del regista, del produttore o di uno dei protagonisti del film in concorso. Il binomio tra il Gruppo BPER e il Giffoni Film Festival costituisce dunque, da ben dieci anni, non solo una sponsorizzazione ma una vera e propria partnership sinergica. Un incontro di idee, di progetti e di impegno concreto che esalta le migliori risorse che ciascuna struttura è in grado di mettere in campo, con un denominatore comune: la valorizzazione del territorio e delle sue potenzialità, con l intento di proiettare un immagine, finalmente vincente, delle nostre terre ricche di storia, tradizioni e cultura che, se opportunamente valorizzate, possono trasformarsi in uno straordinario fattore di crescita sociale ed economica. Nella foto in alto a sinistra Antonio Rosignoli Direttore Generale di Banca della Campania Nella foto sotto Il BPER Village La perfetta letizia, istruzioni per l uso La sesta edizione del Festival Francescano va in scena dal 26 al 28 settembre a Rimini Foto Valentina Benetti quest anno il nome di Luis Antonio Tagle, cardinale considerato da molti il Wojtyla delle Filippine per il suo carisma pastorale (domenica 28, ore 15). Nello stile del Festival non mancano le voci che arrivano dal mondo dell arte e della poesia, mentre il filosofo Salvatore Natoli dialogherà con il Presidente dell Assemblea Rabbinica Italiana Giuseppe Laras (domenica 28, ore 17). Dopo il successo ottenuto lo scorso anno tornano i workshop che permettono di approfondire il tema in maniera più intima. I laboratori sono guidati da pedagogisti, giornalisti, scrittori, psicologi, religiosi e anche cuochi. Il festival è organizzato con il sostegno di Landi Renzo, Banca popolare dell Emilia Romagna e Cattolica assicurazioni, e con il patrocinio di Comune e Provincia di Rimini, Regione Emilia-Romagna, Progetto Culturale CeI, diocesi di Rimini, fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e Università di Bologna. Maggiori informazioni su

13 13 tempo libero Con Banca di Sassari la musica contribuisce a ricostruire le scuole dopo l alluvione Sardegna chi ama, maratona per l isola Si è aperta con un inno alla Sardegna e ai suoi paesaggi la maratona di beneficenza organizzata per la ricostruzione delle scuole sarde danneggiate dall alluvione dello scorso novembre. L iniziativa, realizzata dall associazione Dromos Festival con il sostegno della Fondazione Banco di Sardegna, è andata in scena il 31 maggio scorso ed è stata condivisa con grande entusiasmo dalla Banca di Sassari, seguendo la logica che guida le iniziative del marchio Conosciamoci Meglio, creato per firmare le attività culturali promosse dalla Banca: fare della cultura, dell arte, delle tradizioni e della storia il volano per conoscere e conservare l identità della Sardegna, per dare fermento alle eccellenze del territorio e, come in questo drammatico caso, per ricostruire. Nella veste di direttore artistico, oltre che di padrone di casa, il jazzista Paolo Fresu ha impreziosito con i suoi assoli le esibizioni inedite di Ron, Ornella Vanoni, Marco Carta, Raphael Gualazzi, Amii Stewart, Alice, Cristiano De Andrè, Francesco Renga, Eugenio Finardi, Gianmaria Testa e non solo. Oltre 40 artisti tra musicisti, cantanti, scrittori e poeti, troppi per nominarli tutti. E i risultati parlano da soli: circa 5000 biglietti venduti nel circuito Box Office e nelle Filiali della Banca di Sassari, facendo registrare il tutto esaurito; oltre 50 mila euro raccolti attraverso il crowdfunding con la Rete del Dono, cui si aggiungono le donazioni tramite bonifico bancario, per un totale che si aggira intorno ai 200 mila euro. L incasso verrà devoluto, attraverso la Regione Autonoma della Sardegna, a favore del ripristino delle scuole sarde danneggiate dall alluvione che ha lasciato un pesantissimo bilancio: diciassette vittime, danni materiali, ambientali ed economici in ottantadue comuni di sei province, quantificati ad Una serata di beneficenza e solidarietà oggi in oltre 650 milioni di euro. Per questo Sardegna chi ama aveva a cuore anche un altro obiettivo: riportare l attenzione e riflettere sui temi della tutela del paesaggio e del territorio. Lo ha fatto attraverso il Manifesto Italia Paradiso per Tutelare e Promuovere il Territorio Italiano. Un documento in sei punti che cita una celebre massima dello scrittore argentino Josè Luis Borges: La Terra è un paradiso, l inferno è non accorgersene. Supportato dalle adesioni di illustri personalità del mondo della cultura, in particolare quelle della Presidente della Camera Laura Boldrini e del Presidente del Senato Pietro Grasso, il documento è stato firmato da 1800 persone ed è aperto alla sottoscrizione di tutti i cittadini italiani sul sito Se la musica e la cultura sono capaci di smuovere le coscienze queste acquistano un senso ancora più profondo, ritagliandosi un posto più definito nella società e dando forza al ruolo dell artista come creativo reporter della realtà e suggeritore di nuovi percorsi. Una dichiarazione di Paolo Fresu che sintetizza la visione condivisa dalla Banca di Sassari con il progetto di responsabilità sociale Conosciamoci Meglio. Investire risorse verso i valori che il territorio propone, rinnovare i legami con il tessuto sociale e culturale, conoscere le nuove tendenze e le necessità per accrescere la prossimità alle forze vive della Sardegna contemporanea: questi sono gli importanti contributi che possono testimoniare il legame reale della Banca di Sassari verso il proprio territorio. Un approccio nuovo che vivifica la creatività e il fermento di sviluppo dei sardi, dando un contributo concreto che rinforza i rapporti con il territorio e i clienti e, al contempo, genera benefici per tutta la comunità. In sala Siglienti la nona edizione della manifestazione musicale Tra rock e classica, i concerti del Banco di Sardegna Il Banco di Sardegna ha offerto anche quest anno alla città di Sassari i Concerti in Sala Siglienti. La rassegna, articolata in quattro incontri, due di musica classica rock e due di musica strumentale, si è svolta a maggio nella Sala Siglienti del palazzo della Direzione Generale del Banco di Sardegna, a Sassari: ogni incontro è stato dedicato a un diverso genere musicale, dalla musica strumentale al pop. La manifestazione si è inserita nel contesto più ampio del Maggio sassarese, riuscendo a coinvolgere un pubblico variegato e proponendo un programma che ha unito classicità e innovazione, oltre alla bravura degli artisti e alla qualità dell organizzazione e della direzione artistica. Una particolare attenzione è stata come sempre rivolta ai giovani, sia nella scelta del repertorio musicale sia nelle collaborazioni con artisti emergenti. Il primo concerto, in cui si sono esibiti otto musicisti, è stato quello dei Bertas: lo storico gruppo sardo, in collaborazione con altri musicisti locali, ha proposto un omaggio a Paul Simon, ripercorrendone la carriera dal duo con Art Garfunkel ai giorni nostri. Lo spetta- colo, intitolato Sounds of Simon: Paul Simon, le parole e la musica, è stato un viaggio nella storia della musica e nei ricordi di molti degli spettatori. Andrea Valeri, chitarrista toscano che aveva già incantato il pubblico della Sala Siglienti lo scorso anno, è stato il protagonista del secondo incontro. Nonostante la giovane età (23), il musicista gode di fama mondiale e del soprannome di Principe della chitarra. A soli 18 anni è stato insignito del riconoscimento di Eccellenza musicale italiana, ed ha al suo attivo diverse collaborazioni con artisti di prestigio, con cui ha condiviso il palco nei più importanti festival mondiali di chitarra acustica. Valeri, nel corso della serata, ha stupito i presenti con la sua simpatia e creatività: la varietà delle tecniche usate, dei generi musicali e dei temi affrontati nei brani hanno reso il concerto un occasione di genuino divertimento. La terza serata, dal titolo Folklore e musica colta, ha visto esibirsi Tony Chessa (flauto), Angelica Loriga (chitarra) e Giovanna Virdis (fagotto). Il trio, nato nel 2009, ha proposto numerosi brani diversi tra loro per genere, stile ed epoca storica, spaziando dal tango con influenze jazz di Astor Piazzolla all impressionismo musicale di Manuel De Falla. L esibizione ha visto la sostituzione degli strumenti della versione originale con quelli usati dal gruppo, riuscendo così a dare un taglio innovativo a pezzi classici. L ultimo appuntamento è stato quello con il quartetto composto da Paola Meloni (pianoforte), Corrado Masoni (violino), Giulia Dessy (viola) e Fabio Mureddu (violoncello), dal titolo Il quartetto con pianoforte nel tardo romanticismo. I quattro giovani si sono formati presso accademie prestigiose, sono legati alla scena musicale sassarese e collaborano regolarmente con l Ente Concerti M. De Carolis. Durante la serata il gruppo ha proposto musiche di Mahler e Noskowski, appassionando il pubblico con una scaletta che ha visto proporre i brani in ordine di velocità di esecuzione. L accoglienza e il valore storico della Sala Siglienti (è stata la sede del primo sportello del Banco di Sardegna e oggi ospita alcune delle più belle opere del patrimonio artistico del Banco) hanno reso l evento informale, riuscendo a creare un atmosfera intima e di condivisione della buona musica.

14 14 tempo libero Spettacoli live nelle piazze con Radio Bruno Estate BPER partecipa alla festa dei 40 anni della radio più ascoltata dell Emilia Romagna Il Festival Musicale Estense compie diciassette anni. Un evento riconosciuto in Italia e nel mondo come una delle manifestazioni più importanti di musica antica (dal Medioevo al primo Ottocento), proposto con strumenti e prassi esecutive dell epoca. I concerti si svolgono in luoghi storici importanti del territorio modenese e ravennate: chiese, palazzi, castelli e musei di Modena, Vignola, Villa Sorra, Montecorone, Montombraro, Fusignano. Il Festival è nato in occasione delle celebrazioni di Modena capitale, anniversario del trasferimento della corte estense da Ferrara a Modena ( ). La scelta di proporre musica dei secoli passati non è casuale: la Biblioteca Estense di Modena conserva infatti una delle più ricche collezioni di musica dal Medioevo al Settecento, conosciuta in tutto il mondo, a testimonianza della quasi millenaria tradizione musicale locale. L edizione 2014 del Festival, dal tema Antico Futuro, sarà dedicata alla riconquista degli spazi strappati dal terremoto alla vita culturale, riflettendo sul concetto dell antico che riprende vita proiettandosi Nella foto Un momento del concerto in Piazza Martiri a Carpi Festival Musicale Estense Grandezze & Meraviglie : l antico si proietta nel futuro BPER sostiene la XVII edizione dell innovativo e articolato festival di musica antica nel futuro. Villa Sorra diventerà simbolicamente il primo di una serie di luoghi che negli anni a seguire vedrà aggiungersi la Galleria Estense, la Chiesa di Sant Agostino, La Chiesa del Voto, la chiesa di San Biagio. Domenica 24 agosto, nel Salone ovale dell edificio settecentesco di Villa Sorra, si terrà il concerto di Ryosuke Sakamoto, vincitore della terza edizione del concorso Maurizio Pratola dell Aquila, con musiche rinascimentali e barocche su liuto e tiorba. Il 31 agosto, invece, nella stessa sala, l Ensemble Mediolanum proporrà un omaggio a Jean Philippe Rameau, il grande musicista barocco francese di cui ricorre il 250esimo anniversario, con brani vocali e strumentali per soprano, flauto traversiere, viola da gamba e clavicembalo. A settembre il festival si trasferirà a Montecorone, Montombraro, Fusignano (Ravenna), Modena e Vignola con una ricca serie di concerti, masterclass, lezioni-concerto. L intreccio con il contesto culturale richiamato dalla musica antica farà sì che anche quest anno la visuale abbracci un ampia proposta di attività extramusicali, tra le quali la Non la solita edizione, ma pura energia. Per i 40 anni di Radio Bruno, l emittente più seguita e ascoltata dell Emilia Romagna, sono stati organizzati numerosi e accattivanti spettacoli, pieni di sorprese e con cast di prim ordine. L inaugurazione è stata a Carpi, il 10 giugno scorso, nella splendida cornice di Piazza Martiri, seguita dalle tappe, tutte esaurite, di Piazza Andrea Costa a Cesenatico e di Piazza Sordello a Mantova. Per il gran finale del 21 luglio si è scelta Piazza VIII Agosto, a Bologna. Le serate, tutte a ingresso gratuito, sono state condotte da Alessia Ventura, alternata da Melita Toniolo, e dal deejay di Radio Bruno Enzo Ferrari. rassegna I Linguaggi delle arti (pittura, architettura, musica), che comprende incontri e conferenze coordinati da Enrico Bellei e Sonia Cavicchioli. Il Festival è sostenuto da BPER, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Appuntamenti che hanno favorito un importante momento di aggregazione sociale all insegna del divertimento e della migliore musica italiana. Molti i nomi che si sono avvicendati sul palcoscenico della manifestazione: da Francesco Renga ai Nomadi, da Noemi ai Tiromancino; e poi Annalisa, i Modà, Arisa e gli Stadio. BPER non ha mancato l appuntamento, sponsorizzando le tappe di Carpi e Cesenatico, rivolgendosi principalmente ai giovani e promuovendo i prodotti Carta Corrente e Conto Corrente Ti Premio. Regione Emilia-Romagna, dagli enti locali e dalle fondazioni bancarie di pertinenza. Maggiori informazioni su Bancariadi, in 200 sotto il sole di Cesenatico Il secondo weekend ludico di Gruppo del Circolo Dipendenti: quattro giorni di agonismo e divertimento È stata un grande successo la seconda edizione del weekend ricreativo di Gruppo del Circolo Dipendenti, le Bancariadi, che si è svolto dal 30 maggio al 2 giugno sulle spiagge di Cesenatico. Gli organizzatori Alessandro Alaimo e Christian Gallesi, coadiuvati da uno staff di collaboratori di primordine, sono riusciti ampiamente a superare, nell organizzazione e nei numeri, la prima edizione dell anno scorso. Il fascino della riviera romagnola ha richiamato colleghi BPER e di Gruppo da tutta Italia: dall Emilia e dalla Romagna, dall area Pescara, dalla Campania, dalla Toscana, dal Trentino e dalla Sardegna. Presso l Arena BPER, appositamente allestita di fronte a Piazza Costa, i colleghi, accompagnati per l occasione da mogli, mariti, figli e amici si sono sfidati in otto discipline sportive (beach volley, beach soccer, beach tennis, tennis, corsa podistica, ping pong, nuoto e pedalò race). Non è mancata anche la buona tavola, in un clima rimasto sempre di condivisione e affiatamento. Al termine della quattro giorni, il presidente del Circolo Dipendenti Daniele Murolo ha premiato i vincitori, auspicando il ripetersi dell evento anche per le prossime edizioni. Nella foto Alcuni dei partecipanti all evento

15 15 tempo libero L intervista: il maestro racconta i suoi primi 80 anni e spiega con naturalezza perché servono occhi che vogliono capire Franco Fontana: la fotografia come realtà della vita Se da più di quarant anni anni ho un enorme passione per la fotografia c è un modenese colpevole di tutto questo, per fortuna ancora a piede libero: Franco Fontana. Non ero ancora diciottenne quando vidi le sue foto dei tetti di Praga e decisi che avrei comprato la mia prima reflex: da quel momento non ho più smesso di scattare. Negli anni ho sempre seguito la sua opera e la sua evoluzione, con il segreto desiderio di incontrarlo e parlare con lui di fotografia. L occasione si presenta con l ipotesi di un articolo su BXVOl, il magazine del Gruppo BPER. Un contatto, una telefonata di pochi minuti, ci accordiamo e ci vediamo il pomeriggio stesso. Il timore è di cadere nelle banalità. Alla fine, mentre gli stringo la mano, mi esce spontaneo dirgli che lo considero da sempre un maestro, oltre che il più grande autore fotografico. Lui si schermisce con naturalezza, affermando che le classifiche valgono solo per lo sport, dove c è una competizione e alla fine c è un numero uno. Un saltatore con l asta detiene un record fino a quando qualcuno non salta più in alto. Nella fotografia, come nell arte in generale, tutto dipende dalla valutazione soggettiva di ognuno di noi. Maestro, la sua biografia e le sue opere parlano chiaro. Ma in ultima analisi, cos è per lei la fotografia? Per me - risponde Fontana con gli occhi che brillano di entusiasmo, passione ed energia - la fotografia non è un mestiere né una professione, ma è la realtà della mia vita, dopo gli affetti della famiglia e l amicizia. La vivo con entusiasmo e creatività, esprimendomi per quello che penso e testimoniando ciò che vedo. Credo che non sia sufficiente guardare: servono occhi che vogliono vedere e capire, per credere in ciò che si vede. Ecco perché, quando invito a coltivare senza pregiudizi l arte della fotografia, non insegno niente, ma stimolo ognuno a generare l autofecondazione di se stesso. Vuole dire che alla fine non si fotografano immagini, ma riproduzioni di noi stessi? È così. Se fotografo un paesaggio è il paesaggio che entra in me: potremmo dire che si fa l autoritratto per esistere al meglio. Non dimentichiamo che esiste solo ciò che si fotografa. Il fotografo si dissolve nelle sue immagini, anzi diventa lui stesso fotografia. E allora non fotografiamo quello che vediamo, ma quello che siamo. C è un istinto che precede l intuizione creativa, permettendo di esprimere la propria fecondità. Poi, però, la creatività deve avere il suo spazio. La creatività non illustra, ma interpreta: è una ricerca della verità ideale. La creatività è una presenza dell intelligenza, una nota distintiva della personalità fatta di invenzione, emozione, fantasia, versatilità. Insomma, un pensiero avventuroso che fa a pezzi le regole, aperto a nuove esperienze. Cito Otto Steiner: la creazione fotografica assoluta nel suo aspetto più libero rinuncia a ogni riproduzione della realtà. Le fonti dell arte sono l entusiasmo e l ispirazione: in una parola la vitalità. E una parte importante di essa è l immaginazione. Il primo consiglio per chi si avvicina alla fotografia? Deve comprendere quando scatta l emozione, quindi non deve andare a cercare ma a trovare. Ricordo bene i miei numerosi viaggi nel Sud dell Italia o nelle città americane. Posso dire, oggi, che andavo a trovare la materia prima per ciò che in realtà avevo già in mente. Che cosa distingue l autore fotografico dal fotografo illustratore? Le rispondo con un esempio. Pensi a una magnifica foto dell Everest scattata in condizioni di luce ottimali. Alla fine, comunque, resterà sempre una foto dell Everest, che non trasfonde l anima di chi l ha scattata. Ecco dove sta la differenza, senza con questo escludere che gli illustratori siano eccellenti fotografi. Lei ha fotografato Venezia riuscendo a trasfonderle la propria anima. Ma ha anche collaborato a grandi campagne pubblicitarie per aziende importanti. Come si fa, in questi casi, a lasciare la propria impronta? Non vorrei peccare di orgoglio, ma le rispondo così: credo che i committenti non siano mai venuti a cercare il fotografo, ma l autore. Parlando di grandi autori mi viene in mente Helmut Newton, scomparso da qualche anno. Ci conoscevamo molto bene ricorda Fontana, mostrando un foglietto con un messaggio personale scritto a mano, firmato da Newton, e raccontando un simpatico aneddoto ad esso collegato. A Newton hanno dedicato un grande museo a Berlino. Sarebbe auspicabile partire da Fontana per creare a Modena un grande Centro internazionale della Fotografia? Vedremo, anche se ho verificato che non è così semplice essere profeti in patria. Per i miei ottant anni - ricorda Fontana con un filo di amarezza - mi sono arrivati auguri da molte città d Italia e Il Giornale dell Arte mi ha dedicato una copertina e tre pagine. Ma qui a Modena, amici a parte, non mi hanno certo intasato la linea telefonica. Quanto al museo fotografico, ben venga. Purché non sia una raccolta di foto appese come lapidi, ma un centro di studi vitale e stimolante, per dare vita a iniziative formative, divulgative e di confronto. Resta il suo grande amore per l insegnamento e la formazione. Ho iniziato 40 anni fa e continuo con lo stesso spirito: libertà e ricerca interiore attraverso la fotografia. In tanti workshop e seminari raccomando sempre agli studenti di fotografare quello che pensano, non quello che vedono, con un approccio imprescindibile: l umiltà. Devono imparare a cogliere quel lampo o flash-per usare una metafora in tema-che può arrivare in qualsiasi momento a illuminare il percorso. Anche uno scatto fatto per caso può essere il punto di partenza per sviluppare un progetto. E l insegnamento ti fa stare coinvolto con la vita. In alto Uno degli scatti più famosi del fotografo, Phoenix 1979 In basso L artista insieme a Gabriele Ugolini Dunque occorrono umiltà ed impegno. E anche fortuna. La mia - spiega Fontana in dialetto modenese - è stata quella di non essermi mai ammalato gravemente, di non essere stato investito e di non aver ricevuto alcun cornicione in testa. Così, se oggi rifletto sulla vecchiaia, penso che a 80 anni si possono avere 4 volte 20 anni. E i suoi nuovi progetti? Al momento non ho un progetto preciso, ma se una mattina mi svegliassi con un idea eccellente, perché no? Intanto a settembre, in occasione del Festival Filosofia a Modena, sarà presentato un nuovo libro che ho realizzato a Torino: i protagonisti sono persone diversamente abili e il titolo dovrebbe essere Le bellezze disarmoniche. Ho riflettuto molto sul progetto, anche con qualche preoccupazione: ma poi, in poche sedute, il lavoro ha preso corpo. Gabriele Ugolini Chi è Franco Fontana Modenese, nasce nel 1933 e comincia a fotografare nel 1961: da più di 50 anni continua a regalarci la sua opera. Alcuni dati ci offrono un quadro della sua complessa attività ed il rilievo internazionale della sua via artistica. Più di 40 libri, pubblicati da editori italiani, francesi, tedeschi, svizzeri, spagnoli, americani e giapponesi; ha esposto in musei pubblici e gallerie private di tutto il mondo. Sue opere figurano in importanti collezioni private e pubbliche - International Museum of Photography, Rochester; Museum of Modern Art, New York; Museum of Fine Arts, San Francisco; Museum Ludwig, Colonia; Musée d Art Moderne de la Ville de Paris; Victoria and Albert Museum, Londra; Stedelijk Museum, Amsterdam; Kunsthaus di Zurigo; Galleria civica d arte moderna e contemporanea, Torino; The Photographic Museum, Helsinki; Puskin State Museum of Fine Arts, Mosca; The University of Texas, Austin; Museum of Modern Art, Norman, Oklahoma; Museo d Arte di San Paolo; Israel Museum, Gerusalemme; Metropolitan Museum, Tokyo; National Gallery di Pechino; The Australian National Gallery, Melbourne; The Art Gallery of New South Wales, Sidney. Significativi i suoi contributi a riviste e quotidiani: Time-Life, Vogue USA, Vogue France, Il Venerdì di Repubblica, Sette, Panorama, Epoca, Class, Frankfurter Allgemeine, New York Times, e le sue collaborazioni fotografiche per campagne pubblicitarie di grandi nomi fra i quali: Fiat, Volkswagen, Ferrovie dello Stato, Snam, Sony, Volvo, Versace, Canon, Kodak, Robe di Kappa. Di fondamentale importanza l attività di formazione, con workshop e conferenze, sia all estero che in Italia: Guggenheim Museum, New York; Institute of Technology, Tokyo; Accademia di Bruxelles; Università di Toronto; Parigi; Arles; Rockport; Barcellona; Taipei e in numerose città italiane: Torino, Politecnico; Roma, Modena. Ha collaborato con il Centre Georges Pompidou, nonché con i Ministeri della Cultura di Francia e Giappone. È da diversi anni direttore artistico del Toscana FotoFestival. Innumerevoli i riconoscimenti e i premi nel nostro Paese e all estero; nel 1984 gli viene assegnato il Ragno d Oro dell Unesco; nel 2006 ha ricevuto la laurea honoris causa in design dal Politecnico di Torino; è infine stato nominato Socio Onorario dell Accademia di Scienze, Lettere ed Arti di Modena, fra i dieci più importanti d Italia, con 331 anni di vita e assieme a Carlo Rubbia e Antonio Padoa Schioppa.

16

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2017 DEL GRUPPO BPER

COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2017 DEL GRUPPO BPER COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2017 DEL GRUPPO BPER BECOMING BPER 5 S : Solidità - Semplicità Specializzazione Selettività Stakeholders Linee Guida del Piano 1. Rafforzamento

Dettagli

PIANO INDUSTRIALE 2015-2017.

PIANO INDUSTRIALE 2015-2017. PIANO INDUSTRIALE 2015-2017. LINEE GUIDA DEL PIANO 1. Incremento dei ricavi attraverso una maggiore spinta sui mercati e una migliore gestione del portafoglio clienti con focus sui proventi commissionali

Dettagli

La ricchezza Private in Italia

La ricchezza Private in Italia La ricchezza Private in Italia Il contesto attuale, lo scenario futuro, le prossime sfide: una leva per la sostenibilità del sistema e la solidità del paese 14 giugno 2011 Indice 1. La ricchezza Private

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

Il posizionamento strategico dell industria finanziaria italiana

Il posizionamento strategico dell industria finanziaria italiana Per un allocazione efficiente del risparmio in Italia Progetto Federazione ABI-ANIA e Assogestioni Il posizionamento strategico dell industria finanziaria italiana Giuseppe Lusignani Università di Bologna

Dettagli

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA 593 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO 18 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nell ultima riunione Ecofin del

Dettagli

BPER INTERNATIONAL SICAV

BPER INTERNATIONAL SICAV BPER INTERNATIONAL SICAV OPEN SELECTION Comparti a profilo di rischio controllato > COSA È UNA SICAV La Sicav è una società per azioni a capitale variabile avente per oggetto l investimento collettivo

Dettagli

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana 79 a Giornata Mondiale del Risparmio Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana Roma, 31 ottobre 2003 Signor Ministro dell Economia, Signor Governatore della Banca d Italia,

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

Comunicato stampa del 12 agosto 2015

Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Cassa di Risparmio di Bolzano torna all utile nel primo semestre 2015, approva il Piano Strategico 2015/2019 e si prepara a lanciare l aumento di capitale. Il Consiglio

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

LE SFIDE PER IL 2015

LE SFIDE PER IL 2015 MERCATO & COMPAGNIE LE SFIDE PER IL 2015 di LAURA SERVIDIO L ATTESA CRESCITA, PER IL PROSSIMO ANNO, SARÀ LENTA. MA PER IL SETTORE ASSICURATIVO NON MANCANO LE OPPORTUNITÀ. TRA QUESTE, L EVOLUZIONE DEL MODELLO

Dettagli

DOPO LA CRISI. SISTEMA BANCARIO ED ECONOMIA:

DOPO LA CRISI. SISTEMA BANCARIO ED ECONOMIA: DOPO LA CRISI. SISTEMA BANCARIO ED ECONOMIA: ESIGENZE DI RICAPITALIZZAZIONE E SOSTEGNO A FAMIGLIE ED IMPRESE di Maria Rosaria Ingenito (Vice Prefetto Prefettura di Roma ) e Saadia Tourougou (Osservatorio

Dettagli

Business Plan 2010-2012 Conference Call

Business Plan 2010-2012 Conference Call Business Plan 2010-2012 Conference Call Adolfo Bizzocchi 11/01/2010 Agenda Il contesto attuale di mercato La posizione competitiva di Credem Il piano 2010-2012 CRESCERE PER CONTINUARE AD ECCELLERE 2 Il

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%)

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013 Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) Commissioni nette 41,1 mln di euro (-5,6%1*) Margine di intermediazione

Dettagli

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano Gregorio De Felice Chief Economist 1 Credito alle imprese in forte crescita negli ultimi 1 anni La recente flessione del credito segue un periodo

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Data/Ora Ricezione 27 Marzo 2015 18:58:41 MOT - DomesticMOT Societa' : BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Identificativo Informazione Regolamentata : 55362 Nome utilizzatore

Dettagli

Comunicato Stampa. Presentato al Salone del Risparmio 2016 l Osservatorio Risparmi delle Famiglie - 20 edizione

Comunicato Stampa. Presentato al Salone del Risparmio 2016 l Osservatorio Risparmi delle Famiglie - 20 edizione Comunicato Stampa Milano, 7 aprile 2016 GfK Italia Via Tortona, 33 20144 Milano Chiara Gallina Marketing & Communication T +39 02 8705 3340 chiara.gallina@gfk.com Prometeia Via Marconi, 44 40122 Bologna

Dettagli

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio.

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio. anno centodiciannovesimo esercizio Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013 esercizio CXIX 16. Il sistema finanziario Gli andamenti nell anno Nel il sistema finanziario

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020 VALORIZZATO IL RUOLO DI BANCA COMMERCIALE RADICATA SUL TERRITORIO, PUNTO DI

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

BANCA POPOLARE DELLE PROVINCE CALABRE Società Cooperativa per Azioni

BANCA POPOLARE DELLE PROVINCE CALABRE Società Cooperativa per Azioni Il nuovo Consiglio di amministrazione della Banca Popolare delle Province Calabre, eletto nell assemblea degli azionisti del 14 ottobre p.v., sarà impegnato nell immediato futuro a redigere il nuovo piano

Dettagli

3. L'AREA DI CONSOLIDAMENTO DEL GRUPPO BPER

3. L'AREA DI CONSOLIDAMENTO DEL GRUPPO BPER 3. L'AREA DI CONSOLIDAMENTO DEL GRUPPO BPER 3.1 Mappa del Gruppo al 31 dicembre 2012 Fatte le dovute premesse nei paragrafi che precedono, Vi presentiamo la mappa del Gruppo, alla data del 31 dicembre

Dettagli

RAPPORTO BANCHE 1/2 0 1 5

RAPPORTO BANCHE 1/2 0 1 5 RAPPORTO BANCHE 1/2015 N. 1-2015 Il Rapporto Cer-Banche è frutto della ricerca in campo bancario svolta in questi anni dall'istituto. Il programma di attività ha condotto alla costruzione di un modello

Dettagli

Banca Fideuram in sintesi

Banca Fideuram in sintesi Banca in sintesi Principali indicatori di gestione 2012 2011 2010 2009 2008 ATTIVITÀ FINANZIARIE DELLA CLIENTELA Raccolta netta di risparmio gestito (milioni di euro) 2.749 (31) 4.234 2.928 (3.850) Raccolta

Dettagli

Risultati 30 settembre 2010

Risultati 30 settembre 2010 Risultati 30 settembre 2010 Il modello di business Strategia e linee di sviluppo Dati economico-finanziari consolidati Allegati Banca IFIS: innovazione per le PMI In un contesto di mercato ancora difficile,

Dettagli

Il Gruppo Consultinvest

Il Gruppo Consultinvest Il Gruppo Consultinvest viene fondato nel 1988 per iniziativa di operatori qualificati del settore finanziario e di imprenditori modenesi attualmente presenti attivamente nella compagine sociale. Nel 2001

Dettagli

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Advisory Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Ricerca di efficienza, gestione del capitale e dei crediti non performing Esercizio kpmg.com/it Indice Executive Summary 4 Approccio metodologico

Dettagli

La finanza internazionale e le banche

La finanza internazionale e le banche ACI - The Financial Market Association Assemblea Generale La finanza internazionale e le banche Intervento di Antonio Fazio Governatore della Banca d Italia Milano, 1º luglio 1999 Sono lieto di darvi il

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari

L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari EURO 6 L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari Giovanni Berneschi Dopo anni di attesa e di preparazione, a partire dal 1 gennaio 2002 l Euro ha preso il posto di dodici monete nazionali

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA. Commissione Finanze e Tesoro

SENATO DELLA REPUBBLICA. Commissione Finanze e Tesoro SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Finanze e Tesoro Segnalazione del Presidente dell'autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in merito agli effetti pregiudizievoli per il consumatore derivanti

Dettagli

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI In un contesto ancora debole, il esprime una redditività in crescita continuando

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Investire nella crescita: l innovazione finanziaria a sostegno dello sviluppo

Investire nella crescita: l innovazione finanziaria a sostegno dello sviluppo Investire nella crescita: l innovazione finanziaria a sostegno dello sviluppo 13 FORO DI DIALOGO ITALIA SPAGNA Contributo degli intermediari finanziari italiani, coordinato dal Prof. Rainer Masera, al

Dettagli

Panetta 21 giugno 2013 Le banche di credito cooperativo

Panetta 21 giugno 2013 Le banche di credito cooperativo Panetta 21 giugno 2013 Le banche di credito cooperativo Alle 394 banche di credito cooperativo italiane (BCC) e ai 3 istituti centrali di categoria fa capo il 10 per cento dei prestiti a famiglie e imprese,

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

FAMIGLIE E RISPARMIO

FAMIGLIE E RISPARMIO COMUNICATO STAMPA Sondaggio realizzato per ACRI da TNS Abacus in occasione della 79ª Giornata Mondiale del Risparmio FAMIGLIE E RISPARMIO Roma, 30 ottobre 2003. La quasi totalità degli italiani riconosce

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

La congiuntura del credito in Italia e in Emilia-Romagna. Servizio Studi e Ricerche

La congiuntura del credito in Italia e in Emilia-Romagna. Servizio Studi e Ricerche La congiuntura del credito in Italia e in Emilia-Romagna Servizio Studi e Ricerche 0 Bologna, 7 ottobre 20 Agenda Andamento del credito a livello nazionale Il credito in Emilia-Romagna 1 Crescita sostenuta

Dettagli

PROMOTORI & CONSULENTI

PROMOTORI & CONSULENTI art PROMOTORI & CONSULENTI FONDI&SICAV Dicembre 2010 Federico Sella di Banca patrimoni Sella &c.: «Trasparenti e prudenti» Reclutamento I soldi non sono tutto Concentrazione Un mondo sempre più di grandi

Dettagli

Capitolo 23. Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S.

Capitolo 23. Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Capitolo 23 Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali In questa lezione Sistema finanziario e allocazione del risparmio a usi produttivi: sistema bancario obbligazioni e azioni Ruolo dei mercati

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

Fattori critici di successo delle PMI italiane e rafforzamento del capitale proprio

Fattori critici di successo delle PMI italiane e rafforzamento del capitale proprio In collaborazione con Fattori critici di successo delle PMI italiane e rafforzamento del capitale proprio Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi Corporate finance advisory and strategy consulting. 1. Il

Dettagli

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI www.effemagazine.it NOVEMBRE 2014 MENSILE - ANNO 4 - NUMERO 11 - NOVEMBRE 2014 POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MI 5,00 EURO 4,00 EURO TORNA L AVVERSIONE AL RISCHIO ECCO

Dettagli

CARTELLA STAMPA. Ottobre 2013. Chi Siamo La Storia Obiettivi integrazione industriale L Offerta di ADVAM Partners SGR Management Contatti

CARTELLA STAMPA. Ottobre 2013. Chi Siamo La Storia Obiettivi integrazione industriale L Offerta di ADVAM Partners SGR Management Contatti CARTELLA STAMPA Ottobre 2013 IR Top Consulting Media Relations & Financial Communication Via C. Cantù, 1 Milano Domenico Gentile, Antonio Buozzi Tel. +39 (02) 45.47.38.84/3 d.gentile@irtop.com ufficiostampa@irtop.com

Dettagli

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE Il Libro Bianco sul Welfare presentato dal Ministro del Lavoro si muove su uno scenario

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI COMUNICATO STAMPA PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI 2014 Cresce la propensione al risparmio. Le famiglie

Dettagli

L investimento immobiliare indiretto di fondi pensione e casse di previdenza. Situazione attuale e prospettive di crescita

L investimento immobiliare indiretto di fondi pensione e casse di previdenza. Situazione attuale e prospettive di crescita L investimento immobiliare indiretto di fondi pensione e casse di previdenza Situazione attuale e prospettive di crescita Giornata nazionale della previdenza, 11 Maggio 2012 Agenda Scenario macroeconomico

Dettagli

ABC DEGLI INVESTIMENTI. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC DEGLI INVESTIMENTI. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC DEGLI INVESTIMENTI Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity International Specializzazione e indipendenza Fidelity International è una società

Dettagli

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese II Conferenza regionale sul credito e la finanza per lo sviluppo Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese David Sabatini Resp. Ufficio Finanza Il sistema industriale

Dettagli

Giuseppe Campanella: da Fondamenta SGR a Futura Invest spa

Giuseppe Campanella: da Fondamenta SGR a Futura Invest spa Giuseppe Campanella: da Fondamenta SGR a Futura Invest spa stampa chiudi 12 Luglio 2010 Scritto da: Redazione L azionista di Fondamenta SGR ha scambiato il 51% delle azioni di Fondamenta SGR con il 7,7%

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 6 DICEMBRE 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA OVERVIEW CAPITOLO 1 FATTI E TENDENZE INDICE 1.1 L economia internazionale

Dettagli

RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI

RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI Case Study: Banca Lombarda e Piemontese Milano, 18 luglio 2003 Agenda Agenda (31/12/1999) Il Modello Organizzativo Il Modello Distributivo

Dettagli

CRISI ECONOMICA E CONFIDI: IL CASO ITALIANO MAURO GORI COOPERFIDI ITALIA

CRISI ECONOMICA E CONFIDI: IL CASO ITALIANO MAURO GORI COOPERFIDI ITALIA 1 CRISI ECONOMICA E CONFIDI: IL CASO ITALIANO MAURO GORI COOPERFIDI ITALIA Foz Iguacu - 6 Giugno 2014 2 INDICE DEGLI ARGOMENTI 1. Le garanzie: strumento di politica economica per i soggetti pubblici 2.

Dettagli

21 CONGRESSO NAZIONALE ACRI IDENTITA, RADICI DEL FUTURO Siena, 10-11 giugno 2009 Sessione dedicata alle Fondazioni ore 14,15 Saluto i relatori ed i

21 CONGRESSO NAZIONALE ACRI IDENTITA, RADICI DEL FUTURO Siena, 10-11 giugno 2009 Sessione dedicata alle Fondazioni ore 14,15 Saluto i relatori ed i 21 CONGRESSO NAZIONALE ACRI IDENTITA, RADICI DEL FUTURO Siena, 10-11 giugno 2009 Sessione dedicata alle Fondazioni ore 14,15 Saluto i relatori ed i congressisti, e sono lieto di presiedere la sessione

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA 6a COMMISSIONE (Finanze e Tesoro)

SENATO DELLA REPUBBLICA 6a COMMISSIONE (Finanze e Tesoro) SENATO DELLA REPUBBLICA 6a COMMISSIONE (Finanze e Tesoro) Indagine conoscitiva sul sistema bancario italiano nella prospettiva della vigilanza europea 20 gennaio 2015 Audizione dell Amministratore Delegato

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

INTERVENTO INTRODUTTIVO. di Emilio Tonini. Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena

INTERVENTO INTRODUTTIVO. di Emilio Tonini. Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena INTERVENTO INTRODUTTIVO di Emilio Tonini Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena Buongiorno a tutti e un cordiale benvenuto a questa 4 edizione del forum internazionale Montepaschi Vita che,

Dettagli

------ Tuttavia, la previdenza complementare si sta sviluppando lentamente e, a dieci anni dall avvio, necessita di ulteriori impulsi.

------ Tuttavia, la previdenza complementare si sta sviluppando lentamente e, a dieci anni dall avvio, necessita di ulteriori impulsi. COMUNICATO STAMPA COVIP: la crisi dei mercati finanziari ha sottoposto i fondi pensione a una prova severa, ma il sistema della previdenza complementare ha tenuto. A marzo 2009 sono 4,9 milioni gli iscritti

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia Francesco Daveri 1 Le componenti del Pil nel 2008-09 (primo tempo della crisi).. (1) G ha svolto funzione anticiclica; (2) C diminuiti meno del Pil;

Dettagli

5. Considerazioni conclusive

5. Considerazioni conclusive 5. Considerazioni conclusive Il quadro emerso dallo studio mostra come il sistema creditizio provinciale sia caratterizzato dalla forte presenza di piccole banche e/o di banche locali e da una buona copertura

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Allianz Suisse Casella postale 8010 Zurigo www.allianz-suisse.ch Info finanza 01 YDPPR267I e previdenza Edizione 01 / Marzo 2013 ECCEDENZE LPP Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Senza

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

FESTIVAL DELLA FAMIGLIA

FESTIVAL DELLA FAMIGLIA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO AGENZIA PER LA FAMIGLIA, LA NATALITÀ E LE POLITICHE GIOVANILI FESTIVAL DELLA FAMIGLIA La Famiglia come risorsa per la crisi economica Se cresce la Famiglia, cresce la Società

Dettagli

Il nuovo quadro regolamentare e prudenziale: implicazioni nei rapporti di finanziamento

Il nuovo quadro regolamentare e prudenziale: implicazioni nei rapporti di finanziamento Il nuovo quadro regolamentare e prudenziale: implicazioni nei rapporti di finanziamento 1. REGOLAMENTAZIONE, STABILITA E CRESCITA: QUALI PRIORITA? 2. QUALI VINCOLI «ESTERNI» ALL ATTIVITÀ DI EROGAZIONE

Dettagli

1 di 2 10/07/2009 17.19

1 di 2 10/07/2009 17.19 1 di 2 10/07/2009 17.19 Lunedì 13 dibatti alla Camera sui crisi e pari opportunità Venezia, domani seminario Cgil su federalismo fiscale Banche: Falcri-Confsal, valorizzare dipendenti per rapporto virtuoso

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO. I Consigli di Amministrazione approvano all unanimità la creazione del 7 gruppo bancario italiano

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO. I Consigli di Amministrazione approvano all unanimità la creazione del 7 gruppo bancario italiano COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO I Consigli di Amministrazione approvano all unanimità la creazione del 7 gruppo bancario italiano Circa 1.200 sportelli (500 nella sola Lombardia), 2,5 milioni di clienti, 60

Dettagli

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA: APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE 2013-2017

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA: APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE 2013-2017 COMUNICATO STAMPA BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA: APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE 2013-2017 Il documento declina le linee strategiche e operative del Piano di Ristrutturazione presentato il 7 ottobre 2013

Dettagli

Economia degli intermediari finanziari 2/ed Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1

Economia degli intermediari finanziari 2/ed Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1 Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1 Volendo rappresentare il settore dei servizi finanziari fate riferimento: a. ai tre tipi di intermediazione

Dettagli

GLI ANDAMENTI TERRITORIALI 33 Macroarea Nord 33 Macroarea Centro 36 Macroarea Sud1 38 Macroarea Sud2 41

GLI ANDAMENTI TERRITORIALI 33 Macroarea Nord 33 Macroarea Centro 36 Macroarea Sud1 38 Macroarea Sud2 41 RAPPORTO BANCHE SOMMARIO E CONCLUSIONI 3 LA CONGIUNTURA DELLE BANCHE EUROPEE 7 L attivo 8 Gli impieghi 8 I crediti deteriorati 15 I titoli in portafoglio 16 Le azioni e partecipazioni 19 Le passività 20

Dettagli

Dalla crisi alla ripresa: Banca e Factor ancora alleati per lo sviluppo delle imprese. Ferdinando Brandi, CEO UniCredit Factoring

Dalla crisi alla ripresa: Banca e Factor ancora alleati per lo sviluppo delle imprese. Ferdinando Brandi, CEO UniCredit Factoring Dalla crisi alla ripresa: Banca e Factor ancora alleati per lo sviluppo delle imprese Ferdinando Brandi, CEO UniCredit Factoring Torino, 25 gennaio 2011 AGENDA Macroeconomia Factoring Ruolo del factoring

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA Intervento del Direttore Generale Francesco Rivolta Roma, 20 ottobre 2011 Condividere per crescere.

Dettagli

RISPARMIARE NON BASTA!

RISPARMIARE NON BASTA! RISPARMIARE NON BASTA! 2015-02-03 Introduzione Una piccola nota per comprendere come il problema del credit crunch, ovvero della mancanza di credito per le aziende, sia anche legato alle scelte di investimento

Dettagli

Rapporto Economico e Sociale 2014 L Umbria nella lunga crisi. Risparmi e bilanci delle famiglie umbre

Rapporto Economico e Sociale 2014 L Umbria nella lunga crisi. Risparmi e bilanci delle famiglie umbre Rapporto Economico e Sociale 2014 L Umbria nella lunga crisi Risparmi e bilanci delle famiglie umbre Loris Nadotti Università degli Studi di Perugia Valeria Vannoni Università degli Studi di Perugia Perugia,

Dettagli

Specialmente nell attuale fase di crisi, la presenza del Confidi al fianco dei soggetti economici, a consolidare la fiducia verso questi ultimi, e l

Specialmente nell attuale fase di crisi, la presenza del Confidi al fianco dei soggetti economici, a consolidare la fiducia verso questi ultimi, e l DOCUMENTO CONGIUNTO Unioncamere Assoconfidi sulle politiche per l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese ***** Il sistema della garanzia è soggetto da alcuni anni a un forte processo evolutivo,

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi del Rischio Pag.9 - Disclaimer 2 Analisi Macro Quadro

Dettagli

IV RAPPORTO SULLA FINANZA IMMOBILIARE 2011 Abstract

IV RAPPORTO SULLA FINANZA IMMOBILIARE 2011 Abstract Comunicato stampa IV RAPPORTO SULLA FINANZA IMMOBILIARE 211 VERSO UN NUOVO PROFILO FINANZIARIO DELLE FAMIGLIE ITALIANE La condizione finanziaria delle famiglie italiane, da sempre caratterizzata da un

Dettagli

21 Ottobre 2014. Gli attori della finanza Andrea Nascè

21 Ottobre 2014. Gli attori della finanza Andrea Nascè 21 Ottobre 2014 Gli attori della finanza Andrea Nascè Argomenti Classificazione degli attori e mappa ideale degli attori Focus su: 1. L investimento ad opera dei 2. Il finanziamento ad opera delle IMPRESE

Dettagli

Piano Industriale 2012-2015 La forza del cambiamento: un piano che unisce tradizione e futuro per il rilancio del Gruppo Bipiemme

Piano Industriale 2012-2015 La forza del cambiamento: un piano che unisce tradizione e futuro per il rilancio del Gruppo Bipiemme Piano Industriale 2012-2015 La forza del cambiamento: un piano che unisce tradizione e futuro per il rilancio del Gruppo Bipiemme Le Linee Guida UN MODO NUOVO DI LAVORARE: semplicità, efficienza e meritocrazia;

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 Combined Ratio a 103,5%, in miglioramento rispetto al 108% di fine 2009 ed al 105% del primo trimestre 2010 Raccolta Danni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

Azionisti. AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato. Azionisti

Azionisti. AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato. Azionisti 118 Bilancio Sociale 2009 La Relazione Sociale Azionisti Azionisti AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato Azionisti Azionisti La Relazione Sociale Bilancio Sociale 2009

Dettagli

ROAD SHOW 2008 Company Results

ROAD SHOW 2008 Company Results ROAD SHOW 2008 Company Results Milano, 24 marzo 2009 1 Relatori Luca Bronchi Direttore Generale Ugo Borgheresi Investor Relator 2 Agenda Company Highlights 31 Dicembre 2008 Linee Guida Piano Industriale

Dettagli

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA di Massimo Lazzari, Davide Mondaini e Violante Battistella (*) In questo contributo verrà illustrato il caso di un impresa che, aderendo al Progetto Ri-Lancio,

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli

EVOLUZIONE E TENDENZE DEL MERCATO BANCARIO ITALIANO

EVOLUZIONE E TENDENZE DEL MERCATO BANCARIO ITALIANO EVOLUZIONE E TENDENZE DEL MERCATO BANCARIO ITALIANO Giorgio Gobbi Servizio Stabilità finanziaria Banca d Italia Traccia dell intervento La crisi segna uno spartiacque epocale per le banche italiane come

Dettagli

POSTE ITALIANE: NEI 9 MESI UTILE NETTO QUASI RADDOPPIATO A 622 MLN

POSTE ITALIANE: NEI 9 MESI UTILE NETTO QUASI RADDOPPIATO A 622 MLN POSTE ITALIANE: NEI 9 MESI UTILE NETTO QUASI RADDOPPIATO A 622 MLN Radiocor - Il cda di Poste Italiane ha chiuso i nove mesi con un utile pari a 622 milioni di euro, quasi raddoppiato rispetto ai 333 milioni

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

XVI Convegno AIAF ASSIOM FOREX

XVI Convegno AIAF ASSIOM FOREX XVI Convegno AIAF ASSIOM FOREX Relazione introduttiva Gregorio De Felice, Presidente AIAF Napoli, 13 febbraio 2010 1 Signor Governatore, Autorità, Signori Delegati, sono ormai trascorsi quasi mille giorni

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli