riservato e confidenziale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "riservato e confidenziale"

Transcript

1 Vicenza 17 giugno 2015 Stati Uniti seminario d approfondimento riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 1

2 Agenda dell incontro lo scenario internazionale, il rilancio dei maturi quadro Economico USA, alla guida della ripresa focus territoriale: un paese che vale un continente export Italia, in miglioramento, ma ampi margini di crescita GO WEST veicoli per export, Distribuzione, E-commerce, Comunità italiane, Turismo riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 2

3 scenario internazionale ripartenza dei mercati maturi tassi di crescita del Pil per grado di sviluppo e commercio mondiale var. % nel prossimo triennio i mercati maturi sono in accelerazione, gli emergenti segnalano un rallentamento. più che proporzionali gli effetti sul commercio mondiale, sostenuto dalla ripresa dei centri d innovazione delle filiere globali e dalla miglior capacità di spesa delle classi medie nel mondo occidentale. riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 3

4 scenario internazionale staffetta in corso nel commercio mondiale il contributo dei mercati alla crescita delle importazioni mondiali tra il 2014 e il 2017 primi 15 paesi, valori in milioni di euro a prezzi del 2014 riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 4

5 scenario internazionale stimoli verso USA da petrolio e cambio mercati e petrolio: peso % dei paesi esportatori netti di petrolio su export dell Italia media tasso di cambio effettivo e cambio $/ indici, gen. 2014= gen-14 apr-14 lug-14 ott-14 gen-15 apr-15 cambio $/euro effettivo effettivo (peso piastrelle) fonte: Istat fonte: Prometeia la riduzione dei corsi del greggio aiuta la domanda dei paesi importatori netti di energia, ma ipoteca i programmi di spesa pubblica degli esportatori e aggrava la crisi di Russia e Venezuela riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 5

6 scenario internazionale e da contesto geo-politico mappa dei rischi crescono i fronti «caldi» ed i fattori di instabilità rischio elevato rischio basso Fonte: Euler, conutry risk s raitng verso «blocchi» contrapposti? Fonte: ICE Prometeia riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 6

7 le condizioni dello scenario esistono le condizioni per rimodulare la mappa dell export mercati e rischio: peso % dell export italiano verso paesi rischiosi* media * Categorie OECD 5,6 e7, aggiornamento dicembre 2014 riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 7

8 Il quadro macroeconomico negli Stati Uniti riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 8

9 Stati Uniti maggiore intensità della ripresa 110 Stati Uniti Giappone 105 Uem Pil reale livelli, 2007=100 Pil reale tassi di crescita Pil Stati Uniti di 2 Giappone Uem Germania Francia Cina India Russia fonte: elaborazioni Prometeia su dati Thomson Reuters Pil mondiale Commercio mondiale Fonte: RdP, Aprile 2015 l economia statunitense ha recuperato più velocemente i livelli pre-crisi e ha registrato tassi di crescita relativamente più sostenuti riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 9

10 Stati Uniti grazie a scelte più coraggiose di politica economica attivi totali delle Banche Centrali in % Pil, gen. 2007=100 saldo di bilancio pubblico in % Pil Federal Reserve Bank of Japan Bce fonte: elaborazioni Prometeia su dati Thomson Reuters fonte: elaborazioni Prometeia su dati Thomson Reuters lo stimolo monetario della Fed ha raggiunto un entità decisamente superiore rispetto agli interventi delle altre Banche centrali e la politica fiscale ha evitato la trappola dell austerità riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 10

11 Stati Uniti e all aggiustamento più veloce del debito passività finanziarie delle famiglie in % Pil passività finanziarie delle famiglie in % Pil, differenza 2013 vs fonte: elaborazioni Prometeia su dati Thomson Reuters Uem Giappone Usa Regno Unito fonte: elaborazioni Prometeia su dati Thomson Reuters il processo di riduzione della leva finanziaria delle famiglie sta procedendo ad un passo più sostenuto, anche perché non ostacolato dalla correzione fiscale riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 11

12 Stati Uniti stime riviste progressivamente al rialzo previsioni di crescita del Pil Usa contributi alla crescita del Pil I in punti percentuali lug-14 ott-14 gen fonte: FMI exp. nette domanda interna fonte: elaborazioni Prometeia su dati Thomson Reuters la maggiore solidità della ripresa, grazie al traino della domanda interna, ha portato a rivedere verso l alto le stime di crescita del Pil per il riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 12

13 immobiliare risalita dai minimi storici inizi di nuovi cantieri migliaia di unità compravendite e prezzi degli immobili residenziali media lungo periodo compravendite (migliaia) prezzi (var.% su corr.), sc.ds. fonte: elaborazioni Prometeia su dati Thomson Reuters fonte: elaborazioni Prometeia su dati Thomson Reuters si consolida la ripresa del mercato immobiliare residenziale ma non emergono rischi di nuove bolle speculative riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 13

14 domanda interna spesa delle famiglie dinamica, investimenti più lenti consumi delle famiglie dettaglio per componenti (livelli, 2007=100) investimenti contributi alla crescita (dati annualizzati, in p.p.) I-07 I-08 I-09 I-10 I-11 I-12 I-13 I-14 durevoli non durevoli servizi fonte: elaborazioni Prometeia su dati Thomson Reuters I-10 I-11 I-12 I-13 I-14 macchinari, attrezz. e proprietà intell. strutture non residenz. fonte: elaborazioni Prometeia su dati Thomson Reuters la ripresa della domanda interna poggia sul maggiore vigore della spesa delle famiglie, anche grazie all aumento di potere d acquisto legato al calo dei prezzi dell energia riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 14

15 i temi rilevanti per lo scenario degli Stati Uniti riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 15

16 la sfida cinese verso un mondo a due motori Pil in PPP 2014, in dollari internazionali Cina Stati Uniti India Giappone Germania Russia Brasile Francia Indonesia Regno Unito Messico Italia Sud Corea A. Saudita Canada Pil in Parità di Potere d Acquisto dollari internazionali Usa Cina nel 2014 il Pil Usa valutato in PPA è stato raggiunto da quello della Cina; fonte: FMI riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 16

17 per vincere la sfida la crisi ha accentuato il divario dei redditi quota di reddito dell 1% più ricco retribuzioni orarie var% su trim. corr annunciata per il una manovra netta espansiva a favore della classe media: sgravi e aiuti per l istruzione e per i programmi di risparmio pensionistico credito d imposta per le famiglie con figli aumento dell imposta sui guadagni di capitale e sui dividendi e introduzione di un imposta di successione riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 17

18 politica industriale remanufacturing e rivoluzione energetica Stati Uniti quota manifatturiero su Pil produzione di petrolio mil. bbl/g fonte: elaborazioni Prometeia su dati BEA politica energetica, salvataggio 16.0 industrie strategiche, remanufacturing, partnership pubblico privato per 14.0 creazione 45 Institute for Manufacturing Innovation (il primo 12.0 dedicato a stampa 3d), I-00 I-02 I-04 I-06 I-08 I-10 I-12 I-14 fonte: IEA Usa Russia Iran Arabia Saudita l attivismo della politica industriale e l avvio di fenomeni di back-shoring hanno contribuito ad arrestare la tendenza al declino del peso del manifatturiero la produzione di energia da fonti non convenzionali ha spinto gli Usa verso il primato a livello mondiale riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 18

19 commercio verso un rilancio degli accordi regionali (TTIP e TPP) partecipanti al TTIP partecipanti al TPP una stima Prometeia sui possibili effetti quantifica i maggiori flussi fra Europa e Stati Uniti legati al TTIP fra 3.5 e 25 miliardi di euro, una forchetta che dipenderà dal grado effettivo dell integrazione, limitato ai soli dazi o esteso ad altri capitoli del negoziato (come per esempio barriere non tariffarie, aspetti regolamentari e accesso al public procurement). riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 19

20 infrastrutture un gap da colmare investimenti in opere pubbliche in % Pil qualità delle infrastrutture score da 1 (min) a 7 (max) Germania Giappone Usa Regno Unito Corea fonte: BEA fonte: World Economic Forum i vincoli di bilancio del governo federale e di quelli locali hanno penalizzato il finanziamento dei progetti infrastrutturali, ritardando la modernizzazione delle infrastrutture riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 20

21 struttura demografica un paese che rimane giovane % popolazione in età da lavoro (15-74) residenti nati all estero per grado di educazione (%) Stati Uniti Italia fonte: Ocse il calo dei tassi di partecipazione della forza lavoro potrà essere contrastato dai flussi di immigrazione e attrazione di talenti dall estero, superiori a quelli per le altre economie avanzate riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 21

22 l analisi territoriale riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 22

23 PIL un mercato che ne vale molti Fonte: PIL USA 2013, percentuale ranking Stato 1 California Texas New York Florida Illinois Pennsylvania Ohio New Jersey North Carolina Massachusetts Georgia Virginia Michigan Washington Maryland Indiana Minnesota Colorado Wisconsin Missouri Tennessee Arizona Connecticut Louisiana Oregon Alabama Kentucky South Carolina Oklahoma Iowa 1.0 altri (21 stati) 9 totale 100 riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 23

24 popolazione oltre 300 milioni di consumatori popolazione 2013, milioni ranking Stato 1 California Texas New York Florida Illinois Pennsylvania Ohio Georgia Michigan North Carolina New Jersey Virginia Washington Massachusetts Arizona Indiana Tennessee Missouri Maryland Wisconsin 5.7 Stati Uniti riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 24

25 reddito pro-capite emerge un divario nord sud > PIL pro-capite 2013, migliaia $ ranking Stato 1 District of Columbia Alaska Wyoming North Dakota Connecticut Delaware New York Massachusetts New Jersey Nebraska Washington Texas Maryland Minnesota California Illinois Colorado Oregon South Dakota Louisiana 54.8 Stati Uniti 52.8 reddito pro-capite 2013, migliaia $ ranking Stato 1 District of Columbia Connecticut Massachusetts New Jersey New York Maryland North Dakota Wyoming New Hampshire Alaska Virginia California Washington Minnesota Nebraska Rhode Island Illinois Colorado Pennsylvania South Dakota 46.0 Stati Uniti 44.8 riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 25

26 crescita in parte compensato dall evoluzione dell ultimo triennio Pil v.m.a ranking Stato > < 1 1 North Dakota Texas Utah Oregon Oklahoma Nebraska Montana Colorado South Dakota Ohio Minnesota Iowa Tennessee Washington Arizona California Massachusetts West Virginia Kansas South Carolina 1.9 Stati Uniti 2.0 riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 26

27 specializzazioni territori oil&gas oltre il 10% nel mid west settore oil & gas 2012, in % valore aggiunto ND ranking Stato 1 Alaska 24.0 WY NY 2 Wyoming Texas Oklahoma 9.5 CA NV CO IL 5 Louisiana New Mexico North Dakota 4.2 NM TX OK TX AR MS LA MS 8 Colorado Mississippi Arkansas 1.2 Stati Uniti 1.7 AK FL AK AK riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 27

28 specializzazioni territori automotive e meccanica concentrata nella regione dei laghi autoveicoli e componenti meccaniche 2012, in % valore aggiunto ND ND CA CA NV NV AK AK WY WY CO CO NM NM TX TX TX IO MO OK OK WI WI IL MS LA LA MI MI IN IN MI MI OH OH KY TN KY TN SC AL SC AL FL FL NY NY ranking Stato 1 Michigan Indiana Kentucky Wisconsin Iowa South Carolina Tennessee Alabama Ohio Illinois 3.1 Stati Uniti 1.7 AK AK AK riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 28

29 specializzazioni territori hi tech più rilevante nella costa ovest settore ICT 2012, in % valore aggiunto OR ID MN VT NH MA ranking Stato 1 Oregon Massachusetts Idaho 5.7 CA CO 4 New Hampshire Virginia 5.5 VA MD 6 California Vermont Maryland Minnesota Colorado 4.0 Stati Uniti 3.3 riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 29

30 specializzazioni territori rilevante la presenza turistica a New York, in Florida e in California spesa negli Stati Uniti da parte dei non residenti 2012, mld US$ ranking Stato NY MA 1 New York Florida California 27.4 CA NV IL DC NJ 4 Hawaii Nevada Texas Massachusetts Illinois District of Columbia 3.8 TX 10 New Jersey 2.8 Stati Uniti HI FL riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 30

31 le esportazioni italiane riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 31

32 export Italia Stati Uniti 3 mercato nel 2014 export italiano di manufatti per paese di destinazione valori in milioni di dollari nel Made in Italy 27% Meccanica 26% export riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 32

33 export Italia crescita generalizzata nell ultimo anno var. % export Italia cumulata , euro correnti riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 33

34 export Italia e prospettive di rafforzamento nel prossimo triennio variazione media annua della domanda di importazioni percentuali Alimentare e Bevande Vino Mobili Sistema moda Gioielleria Meccanica To tale Manifattura Usa Europa riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 34

35 export Italia posizionamento e principali concorrenti Alimentare: quote di mercato primi 10 concorrenti 2014 Vino: quote di mercato primi 10 concorrenti riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 35

36 export Italia posizionamento e principali concorrenti Moda: quote di mercato primi 10 concorrenti 2014 Gioielleria: quote di mercato primi 10 concorrenti riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 36

37 export Italia posizionamento e principali concorrenti Mobili Arredo : quote di mercato primi 10 concorrenti 2014 Meccanica: quote di mercato primi 10 concorrenti riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 37

38 prospettive da TTIP importanti spazi di crescita esportazioni italiane verso Stati Uniti var. % rispetto allo scenario di base, a prezzi costanti sistema moda, agroalimentare, prodotti per le costruzioni, e altri beni di consumo (gioielleria, ecc.) sono i settori che avrebbero un guadagno significativo, in quanto subiscono dazi e barriere Fonte: elaborazioni Prometeia nello scenario ottimisitco oltre 2 miliardi di maggiori esportazioni per l Italia, a patto di interessare tutti i capitoli della liberalizzazione e contrastare comportamenti scorretti (es. italian sounding) riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 38

39 ma dove, in un paese che ci sembra così familiare? Rocky riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 39

40 export Italia go west la sfida del presidio italiano negli Stati Uniti export italiano negli Stati Uniti (distribuzione percentuale principali stati, valori al 2014) quota di mercato italiana negli stati americani (primi 10) altro 23% New Jersey 15% Tennessee 2% Michigan 3% Ohio 2% South Carolina 3% Georgia 3% North Carolina 4% Florida 4% Illinois 4% Pennsylvania 4% Texas 7% New York 14% California 8% Kentucky 4% riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 40

41 export Italia go west anche l interesse per il made in Italy Google trends risultati Mercato: Stati Uniti, Categoria Shopping, parola chiave Made in Italy Google trends per stato Mercato: Stati Uniti, Categoria Shopping, parola chiave Made in Italy Washington 1.0 California 0.9 Texas 0.8 Michigan 0.9 Illinois 1.2 NY e NJ 8 Virginia 3 N. Carolina 3 Georgia 1.7 Florida 2 fonte: google trends, Arizona 1.2 Colorado 1.7 riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 41

42 fattori chiave il consumatore riconosce all Italia un primato nella qualità, ma permangono ritardi legati a distribuzione punti di forza export italiano negli Stati Uniti % risposte qualità di prodotto punti di debolezza export italiano negli Stati Uniti % risposte approccio poco informato al mercato alta componente di stile e design capacità di innovazione unicità del Made in Italy flessibilità produttiva specializzazione settoriale riconoscibilità di marca ridotta dimensione delle imprese poca assistenza pre e post vendita debolezza dei marchi prezzo mancanza di adeguata struttura aziendale per l'export mancanza di un sistema distributivo diretto Fonte: Indagine Prometeia ICE per Comitato Leonardo riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 42

43 su cosa puntare? distribuzione canale online comunità italiane all estero turismo riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 43

44 distribuzione prevalgono le grandi dimensioni distribuzione al dettaglio non alimentare fatturato medio punti di vendita, migliaia $ USA Italy Canada distribuzione al dettaglio negli Stati Uniti format di vendita nel settore non alimentare (%) USA Italy Canada Altri (mercati, seconda mano, outlet) Specialisti casa e giardino Elettrodomestici, elettronica Salute e bellezza Tempo libero e beni per la persona Abbigliamento e calzature Grandi magazzini, department store Fonte: elaborazione prometeia su dati Euromonitor riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 44

45 distribuzione un possibile salto di qualità attraverso e-commerce, 280 milioni di americani connessi E-commerce, per tipologia percentuale E-commerce, fatturato e quota sul totale consumi milioni di dollari e percentuale (asse destro) Fonte: elaborazione prometeia su dati U.S. Census Bureau riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 45

46 internet on line può compensare mancanza di presidii tradizionali Vendite pro capite, non store retail ($, 2010) New Hampshire Nevada South Dakota Utah Nebraska Washington Vermont Illinois Maine Pennsylvania Connecticut Missouri Arizona New Jersey Massachussetts Minnesota California New Mexico Florida Ohio Oregon New York Texas Colorado Alaska Wisconsin Maryland Wyoming North Dakota Virginia Rhode Island Idaho Delaware North Carolina Io wa Indiana Michigan Tennessee Kansas West Virginia Alabama District of Columbia Georgia Montana Louisiana Kentucky Arkansas South Carolina Hawaii Mississippi Oklahoma riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 46

47 little Italy dalla cultura comune, una risorsa per il made in Italy popolazione di origine italiana, principali Stati numero e percentuale sul totale popolazione di origine italiana Stato numero quota sul totale residenti New York Pennsylvania California New Jersey Florida Massachusetts Illinois Ohio Connecticut Texas milioni la comunità italo-americana 210 mila gli italiani residenti riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 47

48 turismo ogni anno il made in Italy gioca in casa con oltre 5 milioni di consumatori nord americani turisti in Italia per paese di provenienza migliaia di arrivi possibili alleati del made in Italy, fonte di informazione del turista amercano in merito a vacanze risposte Fonte: ISTAT turisti in Europa turisti nel mondo Fonte: U.S. Department of Commerce International Trade Administration riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 48

49 sintesi qualche spunto per crescere sul mercato nord americano Percezione prodotti italiani Bassa Alta a seconda del posizionamento le imprese sono chiamate a mettere in campo strategie diverse rivitalizzare valori fidelizzare cliente investire in qualità allargare platea consumatori aumentare presidio in aree inedite incorporare valori emergenti (ecostenibilità, distintività, sobrietà) sviluppare customer journey (end to end con mobile device) organizzare sistemi per innovazione permanente attrazione e retention talenti ripensare prodotti e creare marchi JV complementari promozione congiunta settori star/turismo ampliare presenza sul mercato controllare catena distributiva trade marketing verso distribuzione locale investimento capitale umano e creativo (anche tecnologico) promuovere contagio web word of mouth (WWM) Bassa Quota di mercato dell Italia Alta riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 49

50 prometeia via G. Marconi Bologna - Italia tel , fax Uffici a Milano, Roma, Beirut, Istanbul, Mosca, Parigi, Douala, Lagos riservato e confidenziale Giugno 2015 Stati Uniti 50

il commercio mondiale nel triennio 2015-17 XIII rapporto ICE Prometeia

il commercio mondiale nel triennio 2015-17 XIII rapporto ICE Prometeia Roma, 21 maggio 2015 il commercio mondiale nel triennio 2015-17 XIII rapporto ICE Prometeia Alessandra Lanza - Prometeia commercio mondiale (finalmente) in accelerazione e più dinamico della crescita del

Dettagli

Mantello Imports LLC. The gateway for your business

Mantello Imports LLC. The gateway for your business Privato Cittadino Negli USA l invio di vino a privati cittadini non è regolamentato da una singola legge federale. Ogni Stato ha una propria legge ed in alcuni casi con delle limitazioni nel consumo. Su

Dettagli

Nord America. seminario d approfondimento. alessandra.lanza@prometeia.com. Roma 9 aprile 2015. riservato e confidenziale Aprile 2015 Nord America 1

Nord America. seminario d approfondimento. alessandra.lanza@prometeia.com. Roma 9 aprile 2015. riservato e confidenziale Aprile 2015 Nord America 1 Roma 9 aprile 2015 Nord America seminario d approfondimento alessandra.lanza@prometeia.com riservato e confidenziale Aprile 2015 Nord America 1 Agenda dell incontro lo scenario internazionale, il rilancio

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI Mercoledì 18 marzo 2015, ore 17.00 Camera di Commercio, Sala Arancio, Via Tonale 28/30 - Lecco Materiale a cura di: Direzione Studi e Ricerche,

Dettagli

Economia italiana e settori industriali

Economia italiana e settori industriali OPEN DAY ATTIVITÀ INTERNAZIONALI ANIE Economia italiana e settori industriali Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Milano, 16 dicembre 2015 Italia: il gap con l Eurozona si sta riducendo Su base

Dettagli

Stati Uniti d America

Stati Uniti d America Stati Uniti d America a cura Sabina Marchetti USA: stati e capitali Stati Uniti D America Superficie 10 mln chilometri quadrati e 278 mln di abitanti. Lingua La lingua ufficiale è l inglese ma grazie alle

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

Il Made in Italy al 2020: reti globali in un mondo in cambiamento

Il Made in Italy al 2020: reti globali in un mondo in cambiamento Milano 16 maggio 2016 Il Made in Italy al 2020: reti globali in un mondo in cambiamento 89 Rapporto Analisi dei Settori Industriali Un mondo in cambiamento: le prospettive dei settori industriali al 2020

Dettagli

IL Mercato Statunitense

IL Mercato Statunitense IL Mercato Statunitense Aggiornamento giugno 2013 Avv. Charles Bernardini Ungaretti & Harris LLP Chicago, Illinois cbernardini@uhlaw.com 312.977.4377 1 A.T. Kearney 2013 Foreign Direct Investment Confidence

Dettagli

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano)

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano) Tendenze in atto e prospettive per il futuro Luca Zanderighi (Università di Milano) Milano, 6 giugno 2012 Schema dell intervento La situazione internazionale L Italia di fronte a una svolta: prospettive

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Indagine Confindustria sul mercato del lavoro nel 2012 Francesca Mazzolari In Italia segnali di fine caduta e ripresa

Dettagli

Esportare la Dolce Vita 2014 il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati alessandra lanza

Esportare la Dolce Vita 2014 il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati alessandra lanza Esportare la Dolce Vita 2014 il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati alessandra lanza riservato e confidenziale 5 maggio 2014 esportare la dolce vita 1 Esportare la Dolce Vita il progetto cos è

Dettagli

Scenari internazionali: opportunità per le imprese. Alessandra Lanza, Prometeia spa

Scenari internazionali: opportunità per le imprese. Alessandra Lanza, Prometeia spa Scenari internazionali: opportunità per le imprese Alessandra Lanza, Prometeia spa premessa export strategia necessaria fatturato interno ed estero dell industria italiana indice mercato estero dal 2009

Dettagli

Gli scenari della consulenza finanziaria e

Gli scenari della consulenza finanziaria e Gli scenari della consulenza finanziaria e del risparmio gestito La consulenza finanziaria nella prospettiva della Mfid2 Roma 2 ottobre 2014 Chiara Fornasari agenda 1 lo scenario 2 evoluzione dell offerta

Dettagli

USA: MERCATO DEL MOBILE GIUGNO 2011. USA: il mercato del mobile

USA: MERCATO DEL MOBILE GIUGNO 2011. USA: il mercato del mobile USA: il mercato del mobile Giugno 2011 PREMESSA INDICE INTRODUZIONE 1 1. ATTUALE SITUAZIONE ECONOMICA NEGLI STATI UNITI 2 1.1 Panoramica della situazione economica negli stati uniti 2 1.2 Il mercato immobiliare

Dettagli

indice Introduzione Aspetti generali Imposizione persone fisiche Imposizione persone giuridiche Accordi bileterali internazionali 07. 08. 10. 13.

indice Introduzione Aspetti generali Imposizione persone fisiche Imposizione persone giuridiche Accordi bileterali internazionali 07. 08. 10. 13. USA CENNI FISCALI I dati contenuti nel presente documento sono a puro titolo informativo e potrebbero variare a seconda della specificità dei casi. Per ottenere informazioni più dettagliate si prega di

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

Fondo Monetario Internazionale e Italia

Fondo Monetario Internazionale e Italia Fondo Monetario Internazionale e Italia (analisi della Public Information Notice del 13/11/2003) Antonio Forte Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Nell ambito della funzione di sorveglianza svolta

Dettagli

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria 52 Simposio AFI -1 giugno 2012 La farmaceutica è la prima industria hi-tech per

Dettagli

Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano. Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano. Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza Agenda ANALISI DEGLI SCENARI MACROECON OMICI I. Analisi degli

Dettagli

LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO

LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO Stefania Trenti Servizio Studi e Ricerche Vicenza, 13 novembre 2013 Agenda

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia 2013 2014 Articolazione innovativa in progetti tematici modulati in chiave geografica, con focus sulla Potenziamento ed estensione del supporto a Rafforzamento della I CONTENUTI IN SINTESI: I PUNTI CHIAVE

Dettagli

Export alimentare italiano: opportunità di crescita nei partner storici e nei nuovi mercati

Export alimentare italiano: opportunità di crescita nei partner storici e nei nuovi mercati Export alimentare italiano: opportunità di crescita nei partner storici e nei nuovi mercati Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi «La crescita dell industria alimentare passa necessariamente

Dettagli

2008, UN ANNO DIFFICILE: LE PREVISIONI E I RISCHI

2008, UN ANNO DIFFICILE: LE PREVISIONI E I RISCHI Centro Studi 2008, UN ANNO DIFFICILE: LE PREVISIONI E I RISCHI Luca Paolazzi Direttore Centro Studi Confindustria 10 INDICATORE ANTICIPATORE OCSE (Variazioni % su sei mesi annualizzate) 8 6 4 2 0-2 -4-6

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Paolo Di Benedetto Responsabile Dipartimento Valutazione Investimenti e Finanziamenti 21

Dettagli

Rinnovabili Integrate Distribuite Accumulate

Rinnovabili Integrate Distribuite Accumulate Energie Rinnovabili, Integrate, Distribuite, Accumulate. Un nuovo modello di sviluppo? Marco Rosa-Clot www.geitsglobal.com Rinnovabili Integrate Distribuite Accumulate 2013 December 1 Energia elettrica:

Dettagli

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita GUALTIERO TAMBURINI ASSEMBLEA ANNUALE FEDERIMMOBILIARE ROMA, 18 GENNAIO 2012 Il quadro macroeconomico PIL ed occupazione (variazioni %

Dettagli

Crescita globale: mondo che invecchia? Ci salverà la produttività in un. Stefano Napoletano Director McKinsey & Company Maggio 2015

Crescita globale: mondo che invecchia? Ci salverà la produttività in un. Stefano Napoletano Director McKinsey & Company Maggio 2015 Crescita globale: Ci salverà la produttività in un mondo che invecchia? Stefano Napoletano Director McKinsey & Company Maggio 2015 Crescita del PIL mondiale dal 1964 al 2015 50 anni x6 1 Popolazione e

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

Economia industriale: fattori della ripresa.

Economia industriale: fattori della ripresa. Economia industriale: fattori della ripresa. Luca Paolazzi Direttore Centro Studi Confindustria COME ERAVAMO! Is Italy Facing the Stability of the Graveyard? COME SIAMO? Italy s Fragile Comeback I TEMI

Dettagli

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite 8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite Gregorio De Felice Servizio Studi e Ricerche Milano, 9 ottobre 214 Agenda 1 Italia: in lento recupero dal 215 2 Consumi: il peggio è alle spalle?

Dettagli

Scenari macroeconomici e prospettive di crescita

Scenari macroeconomici e prospettive di crescita Scenari macroeconomici e prospettive di crescita Luca Paolazzi Direttore Centro Studi Confindustria Lo scenario economico globale presenta condizioni favorevoli. Ma l incertezza è il maggior ostacolo a

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Opportunita di Business negli Emirati Arabi Uniti Visione

Dettagli

lo scenario internazionale lorena vincenzi Ozzano dell Emila 22 aprile 2013

lo scenario internazionale lorena vincenzi Ozzano dell Emila 22 aprile 2013 lo scenario Ozzano dell Emila 22 aprile 2013 internazionale lorena vincenzi riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività e può

Dettagli

passione make-up energia make beauty beauty Fabio Rossello energia ergia passione Presidente Cosmetica Italia passione beauty make energia well

passione make-up energia make beauty beauty Fabio Rossello energia ergia passione Presidente Cosmetica Italia passione beauty make energia well essere passione beauty s make-up energia passione ile Fabio Rossello make benessere beauty energia ergia Presidente Cosmetica Italia well beauty make passione energia well-being benessere Il quadro macroeconomico

Dettagli

I TEMI. Turismo e settore audiovisivo veicoli del BBF. Cina: grandi opportunità, non facile accesso, le otto aree più attrattive, l e-commerce.

I TEMI. Turismo e settore audiovisivo veicoli del BBF. Cina: grandi opportunità, non facile accesso, le otto aree più attrattive, l e-commerce. 2015 I TEMI Il progetto Esportare la dolce vita 2015. Le previsioni per il bello e ben fatto al 2020. Turismo e settore audiovisivo veicoli del BBF. Cina: grandi opportunità, non facile accesso, le otto

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico

Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Milano, 20 dicembre 2011 Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Fabio Rossello Presidente Unipro Scenario mondiale Rallentamento dell economia americana e difficile ripresa per le altre

Dettagli

rapporto sull economia della provincia di Rimini

rapporto sull economia della provincia di Rimini rimini 18 marzo 2016 rapporto sull economia della provincia di Rimini Massimo Guagnini riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

I TEMI. Turismo e settore audiovisivo veicoli del BBF. Cina: grandi opportunità, non facile accesso, le otto aree più attrattive, l e-commerce.

I TEMI. Turismo e settore audiovisivo veicoli del BBF. Cina: grandi opportunità, non facile accesso, le otto aree più attrattive, l e-commerce. 2015 I TEMI Il progetto Esportare la dolce vita 2015. Le previsioni per il bello e ben fatto al 2020. Turismo e settore audiovisivo veicoli del BBF. Cina: grandi opportunità, non facile accesso, le otto

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Il mercato USA: caratteristiche, incentivi e opportunità. Torino, 7 giugno 2016

Il mercato USA: caratteristiche, incentivi e opportunità. Torino, 7 giugno 2016 Il mercato USA: caratteristiche, incentivi e opportunità Torino, 7 giugno 2016 Interscambio commerciale Italia - USA Miliardi $ +73,2% tra 2003 e 2015 per export Italia +53,9% tra 2003 e 2015 per export

Dettagli

INDICOD Istituto per le imprese di beni di consumo

INDICOD Istituto per le imprese di beni di consumo INDICOD Istituto per le imprese di beni di consumo 1 IL RILANCIO DELLA DOMANDA Roberto Ravazzoni, CERMES Bocconi Scenari economici e prospettive per i consumi Assemblea Annuale Indicod Teatro Manzoni Milano,

Dettagli

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia del Veneto Venezia, 17 giugno 2014 Le imprese L'eredità della crisi Indice del PIL (2007=100) Nel Nord Est la riduzione cumulata del PIL è di 8 punti percentuali.

Dettagli

Intervento Paolo Zegna Presidente del Comitato Internazionalizzazione 27 marzo 2014

Intervento Paolo Zegna Presidente del Comitato Internazionalizzazione 27 marzo 2014 Intervento Paolo Zegna Presidente del Comitato Internazionalizzazione 27 marzo 2014 La promozione del sistema industriale italiano all'estero: migliorare efficacia ed efficienza. Le azioni. Grazie dottor

Dettagli

Documenti d'ingresso:

Documenti d'ingresso: Documenti d'ingresso: Per recarsi negli Stati Uniti d America senza necessità di visto, usufruendo del programma "Visa Waiver Program - Viaggio senza Visto", sono validi i seguenti passaporti: passaporto

Dettagli

Il contesto economico crescere nella nuova geografia. Silvano Carletti Servizio Studi BNL Milano, 8 maggio 2012

Il contesto economico crescere nella nuova geografia. Silvano Carletti Servizio Studi BNL Milano, 8 maggio 2012 Il contesto economico crescere nella nuova geografia Silvano Carletti Servizio Studi BNL Milano, 8 maggio 2012 Di cosa parliamo? Crescita, Competizione La nuova geografia Lo scenario cambia ancora 2 In

Dettagli

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Milano, 28 aprile 2014 L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Paolo De Castro Presidente Commissione Agricoltura e Sviluppo

Dettagli

«Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali

«Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali «Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche Milano, 8 settembre 2015 Agenda 1 Importanza e specificità

Dettagli

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA Accademia dei Georgofili Firenze, 2 dicembre 2014 PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA PAOLO DE CASTRO Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo LA CRESCITA

Dettagli

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche Ascoli Piceno, 24 ottobre 2014 Agenda 1 L identikit delle

Dettagli

Dott. Giuseppe TRIPOLI

Dott. Giuseppe TRIPOLI Dott. Giuseppe TRIPOLI Direttore Generale DG per l Internazionalizzazione e la Promozione degli Scambi Ministero dello Sviluppo Economico 1 Andamento export 2011-2014 Var. % su anno precedente +3,8% 0%

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2113 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI VANNUCCI, BERSANI Agevolazioni per l arredo della prima casa di abitazione e dell ufficio,

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

Le grandi sfide del XXI Secolo: globalizzazione e convergenza economica

Le grandi sfide del XXI Secolo: globalizzazione e convergenza economica Le grandi sfide del XXI Secolo: globalizzazione e convergenza economica Edoardo Reviglio * Capo Economista, CDP Group LUISS Guido Carli Convegno: NORD AFRICA TRA INSTABILITÀ POLITICA E OPPORTUNITÀ ECONOMICHE

Dettagli

PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE

PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE Bolzano, 29 maggio 2015 PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma spa I TEMI DI APPROFONDIMENTO Il Made in Italy Dop e Igp :

Dettagli

IL PRESENTE RAPPORTO E STATO ELABORATO CON LE INFORMAZIONI DISPONIBILI AL 16 dicembre 2004 DA:

IL PRESENTE RAPPORTO E STATO ELABORATO CON LE INFORMAZIONI DISPONIBILI AL 16 dicembre 2004 DA: Istituto nazionale per il Commercio Estero PROMETEIA S.R.L. Evoluzione del commercio con l estero per aree e settori Gennaio 2005 PROMETEIA S.R.L. Via G. Marconi, 43 40122 Bologna 051-6480911 fax 051-220753

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

Cosmetica e Made in. Italy. tempi e modi di attraversamento della crisi a confronto... e la sfida dell internazionalizzazione.

Cosmetica e Made in. Italy. tempi e modi di attraversamento della crisi a confronto... e la sfida dell internazionalizzazione. Cosmetica e Made in bologna 8 marzo 2013 Italy tempi e modi di attraversamento della crisi a confronto... e la sfida dell internazionalizzazione Giuseppe Schirone riservatezza Questo documento è la base

Dettagli

Suini. Mercato origine-trend nazionale. N. 13 Settimana n 15 dal 9 al 15 aprile 2012. Mercato nazionale-mercato estero

Suini. Mercato origine-trend nazionale. N. 13 Settimana n 15 dal 9 al 15 aprile 2012. Mercato nazionale-mercato estero Suini N. 13 Settimana n 15 dal 9 al 15 aprile 20 Mercato nazionale-mercato estero Mercato origine-trend nazionale Questa settimana, a causa della festività, è stata caratterizzata dall anticipo della quotazione

Dettagli

IL SISTEMA DEGLI INCENTIVI FISCALI E DEI FINANZIAMENTI NEGLI STATI UNITI D AMERICA

IL SISTEMA DEGLI INCENTIVI FISCALI E DEI FINANZIAMENTI NEGLI STATI UNITI D AMERICA IL SISTEMA DEGLI INCENTIVI FISCALI E DEI FINANZIAMENTI NEGLI STATI UNITI D AMERICA 1) INTRODUZIONE Il Governo federale degli Stati Uniti d America attribuisce la stessa rilevanza agli investitori locali

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare

L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria Milano, 16 Gennaio 2015 Per informazioni:

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte EDIZIONE 16 prima parte SETTEMBRE La voce di Databank 2012 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata ABBIGLIAMENTO INFANTILE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE

Dettagli

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014 Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 Osservatorio PMI 2014 -VI Edizione 1 Obiettivi Individuare le

Dettagli

4 dicembre 2015. Petrolio: quotazioni della qualità Brent

4 dicembre 2015. Petrolio: quotazioni della qualità Brent Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento

i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento roma 23 giugno 2009 i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento Chiara Fornasari riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività

Dettagli

Vision e obiettivi di Confindustria Digitale

Vision e obiettivi di Confindustria Digitale Vision e obiettivi di Confindustria Digitale Nicola Ciniero Consigliere Incaricato, Confindustria Digitale Presidente e Amministratore Delegato IBM Italia 13 Maggio 2013 1 Problemi ben noti limitano la

Dettagli

Il contesto attuale e le prospettive dei mercati

Il contesto attuale e le prospettive dei mercati Il contesto attuale e le prospettive dei mercati Petrolio, progressivo rialzo... Brent dal 2010 Fonte: Bloomberg 2 Tassi, in aumento l interbancario... Euribor 3 mesi e tasso Bce a confronto Fonte: Bloomberg

Dettagli

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal Giovanni Delle Donne Area Promozione e Internazionalizzazione Napoli, 2 maggio 2013 L Industria Alimentare Italiana Valori 2012 Fatturato

Dettagli

Suini. Mercato origine-trend nazionale. N. 6 Settimana n 8 dal 20 al 26 febbraio 2012. Mercato nazionale-mercato estero

Suini. Mercato origine-trend nazionale. N. 6 Settimana n 8 dal 20 al 26 febbraio 2012. Mercato nazionale-mercato estero Suini N. 6 Settimana n 8 dal 20 al 26 febbraio 20 Mercato nazionale-mercato estero Mercato origine-trend nazionale Anche in questa ultima settimana l andamento dei suinetti è stato al rialzo in particolare

Dettagli

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Chi siamo Wings Partners è una società attiva nell'analisi finanziaria dei rischi di cambio delle valute e delle oscillazioni dei prezzi

Dettagli

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro...

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro... Indice Situazione economica internazionale... 2 Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4 Regional Competitiveness Index... 6 Mercato del Lavoro... 7 Cassa Integrazione Guadagni... 10 Il credito alle imprese...

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo»

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Torino, 28-30 Novembre 2011 Luca Pignatelli Demografia (2010-2011) Popolazione

Dettagli

Milano, 11 luglio 2013. Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico

Milano, 11 luglio 2013. Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Milano, 11 luglio nel settore cosmetico Lo scenario macroeconomico BRICS e NEXT 11 trainano l export internazionale; Eurozona in recessione per tutto il Deficit ancora in aumento nel biennio -2014; USA

Dettagli

ROADSHOW USA Come affontare con successo il mercato americano

ROADSHOW USA Come affontare con successo il mercato americano ROADSHOW USA Come affontare con successo il mercato americano Treviso, Verona, Bologna, Milano, Torino 22-26 ottobre 2012 Aniello Musella (Coordinatore Rete ICE USA) USA: principali indicatori economici

Dettagli

Corso di. Economia Politica

Corso di. Economia Politica Prof.ssa Blanchard, Maria Laura Macroeconomia Parisi, PhD; Una parisi@eco.unibs.it; prospettiva europea, DEM Università Il Mulino di 2011 Brescia Capitolo I. Un Viaggio intorno al mondo Corso di Economia

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

ASSOFOND ASSOFOND. Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro. ASSOFOND Federazione Nazionale Fonderie

ASSOFOND ASSOFOND. Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro. ASSOFOND Federazione Nazionale Fonderie Federazione Nazionale Fonderie XXXI Congresso di Fonderia Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro Roma 4-5 Ottobre 2012 PRESIDENTE : Enrico Frigerio 1 La Fonderia in Italia

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA.

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. Segnali positivi, ma ancora insufficienti a recuperare i valori pre-crisi. Il Mezzogiorno non può attendere il 2025.

Dettagli

Sistema Moda Italia Come valorizzare il Tessile Moda Italiano Il Sistema Moda nell attuale contesto macroeconomico

Sistema Moda Italia Come valorizzare il Tessile Moda Italiano Il Sistema Moda nell attuale contesto macroeconomico Sistema Moda Italia Come valorizzare il Tessile Moda Italiano Il Sistema Moda nell attuale contesto macroeconomico Gregorio De Felice Servizio Studi e Ricerche Milano, 4 aprile 2013 Agenda 1 Alla ricerca

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

Riccardo Monti. Presidente ICE

Riccardo Monti. Presidente ICE Riccardo Monti Presidente ICE Le reti lean per la promozione del Made in Italy L export italiano: importante traino per l economia del Paese I rapporti con l estero costituiscono una componente primaria

Dettagli

I CAMBIAMENTI DELLO SCENARIO MACROECONOMICO

I CAMBIAMENTI DELLO SCENARIO MACROECONOMICO Incontro Annuale con gli Investitori del Fondo Sator I CAMBIAMENTI DELLO SCENARIO MACROECONOMICO di Stefano Fantacone (direttore del CER) Nell arco di pochi mesi, lo scenario macroeconomico è profondamente

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo Il Settore orafo nell attuale contesto macroeconomico

Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo Il Settore orafo nell attuale contesto macroeconomico Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo Il Settore orafo nell attuale contesto macroeconomico Stefania Trenti Servizio Studi e Ricerche Vicenza, 18 aprile 2013 Agenda 1 Alla ricerca della

Dettagli

2011 KPMG Advisory S.p.A. è una società per azioni di diritto italiano e fa parte del network KPMG di entità indipendenti affiliate a KPMG

2011 KPMG Advisory S.p.A. è una società per azioni di diritto italiano e fa parte del network KPMG di entità indipendenti affiliate a KPMG KPMG ha realizzato un sondaggio per capire la percezione del brand Made in Italy all estero Alla survey hanno risposto 300 Partner KPMG appartenenti a tutte le principali aree geografiche del mondo Si

Dettagli

Obiettivo: assegnazione di osservazioni a gruppi di unità statistiche non definiti a priori e tali che:

Obiettivo: assegnazione di osservazioni a gruppi di unità statistiche non definiti a priori e tali che: Cluster Analysis Obiettivo: assegnazione di osservazioni a gruppi di unità statistiche non definiti a priori e tali che: le unità appartenenti ad uno di essi sono il più possibile omogenee i gruppi sono

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Il fatturato dell industria italiana rimarrà su ritmi di crescita ancora superiori al 2% nell anno in corso per poi entrare in

Dettagli