MEbs. master in economia e banca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MEbs. master in economia e banca"

Transcript

1

2

3 MEbs master in economia e banca

4

5 MEBS SOMMARIO 5 Introduzione 6 Siena e la sua Università 7 Facoltà di Economia R. M. Goodwin 7 Manchester Business School 9 Banca Monte dei Paschi di Siena 10 Obiettivi del Master in Economia e Banca 10 Struttura del programma 12 Aree disciplinari 12 Area 1. Metodi Quantitativi 13 Area 2. Economia e Finanza 14 Area 3. Economia e Banca 15 Area 4. Accounting and Management 15 Area 5. Regolamentazione Giuridica 16 Docenti 18 Ammissione al Master 19 Gli alunni dicono di noi 22 Placement 23 Strutture 23 Segreteria 24 Dove siamo

6 4

7 MEBS Introduzione Dopo otto edizioni concluse con successo, quest anno il MEBS si rinnova con un programma che per gli standard nei requisiti di ammissione e per i suoi contenuti avanzati è rivolto a coloro che desiderano approfondire gli studi nel campo dell economia, della finanza e della banca per inserirsi ad alti livelli nel mondo del lavoro. Il MEBS rafforza la sua connotazione internazionale attraverso la collaborazione con università straniere e docenti e manager internazionali, con l ambizione di diventare un Master di assoluto valore nel mondo accademico europeo. Fabrizio Coricelli Ph.D. in Economics presso l University of Pennsylvania, Philadelphia. È attualmente professore ordinario di economia presso l Università degli Studi di Siena, Visiting Professor of Economics alla University of Ljubljana, Slovenia e all Università di Parigi 1, Research Fellow presso il Centre for Economic Policy Research, di Londra e membro dell Advisory Council of CASE di Varsavia. Dal 1987 al 1989 ha lavorato presso l International Monetary Fund e dal 1989 al 1993 alla World Bank. Nel è stato Economic Advisor presso l European Commission, DG ECFIN. L estensione del programma a 16 mesi consente di raggiungere una preparazione approfondita e di acquisire gli strumenti necessari per conoscere il mondo della finanza, la realtà in cui operano le banche e svolgere in futuro funzioni manageriali e di responsabilità. Decidere di frequentare un Master è sicuramente un investimento di tempo e di denaro. Noi ci impegneremo con tutte le nostre risorse per far sì che tali sforzi siano remunerati da attraenti prospettive di lavoro. Prof. Fabrizio Coricelli Coordinatore del Master 5

8 Siena e la sua Università Siena, città di origini etrusche, sorge nel cuore della Toscana, adagiata su tre colli e circondata da antiche mura. Accoglie i suoi visitatori con un motto scritto sopra Porta Camollia, uno degli storici varchi tra le antiche mura, Cor Magis Tibi Saena Pandit Siena ti apre il suo cuore più di questa porta È una città dove è piacevole vivere, che conserva nel tempo il suo volto medievale e mantiene intatto il suo meraviglioso patrimonio artistico che la rende uno dei centri culturali più noti a livello internazionale. La Siena di oggi vive in una combinazione tra turismo, artigianato e finanza. Ogni anno molti studenti giungono da ogni parte del mondo per studiare in una delle Università tra le più prestigiose al mondo. L Università degli Studi di Siena ricca di storia e di tradizioni, è da sempre impegnata con successo nella ricerca, nell innovazione tecnologica e nell offerta di una didattica di qualità e di servizi pensati per chi studia, che ne determinano l ottima reputazione a livello nazionale e internazionale. Nelle sue sedi di Siena, Arezzo e Grosseto offre l opportunità di studiare in un ambiente a misura d uomo, con docenti attenti e presenti, con il sostegno e l assistenza di tutor e con servizi che interpretano le esigenze dei giovani. Per far questo, dialoga ed ascolta costantemente le voci della società e quella dei giovani, così che i propri corsi di studio, dalle lauree ai master, rispondano a pieno anche alle reali esigenze espresse dal mondo economico e lavorativo per garantire ai propri studenti la possibilità di cogliere tutte le migliori opportunità nell ambito lavorativo. Interagisce, inoltre, con le aziende del territorio, mettendo a loro disposizione il proprio potenziale di innovazione derivante dalla ricerca che svolge nei propri laboratori e vive il legame con la città in uno scambio positivo in termini di crescita culturale ed economica. 6

9 MEBS Facoltà di Economia R. M. Goodwin La Facoltà Richard Goodwin costituisce per i giovani che iniziano gli studi economici, per color che desiderano approfondire le loro conoscenze attraverso una laurea specialistica, un Master o un dottorato, un ambiente ottimale per arricchire il proprio profilo culturale e professionale. Essa è caratterizzata da un approccio interdisciplinare alla formazione ed alla ricerca e da un forte profilo internazionale. L obiettivo della Facoltà è di cercare di rispondere al meglio alle esigenze degli studenti in accordo con la realtà economica e sociale. L impegno ed il valore delle iniziative che si realizzano è sintetizzato dai risultati delle analisi sulla produttività, la didattica, la ricerca che collocano la Facoltà ai primi posti fra le migliori facoltà italiane. Manchester Business School The University of Manchester è la più grande "single-site university" del Regno Unito. Caratterizzata da una storia prestigiosa, l'università d Manchester è oggi un centro d'eccellenza a livello europeo e mondiale in termini di didattica e ricerca. La qualità, l'ampiezza ed il volume delle attività e dei programmi offerti hanno condotto l'università di Manchester ad ottenere il titolo 'Higher Education Institution of the Year' ai Times Higher Awards del In questo contesto, la Manchester Business School rappresenta la più grande "Campus-based Business School" nel Regno Unito con corsi che variano dall'undergraduate all' MBA o al PhD. Recentemente, le relazioni in chiave di didattica e ricerca fra alcuni docenti della Manchester Business School e della Facoltà di Economia dell'università di Siena sono andate sempre più consolidandosi, ed hanno condotto alla partecipazione della Manchester Business School nel'ambito dell'area "Accounting & Management" del Master MEBS. 7

10 8

11 MEBS Banca Monte dei Paschi di Siena La partnership della Banca Monte dei Paschi di Siena, in qualità di soggetto promotore del Master MEBS, si inquadra nella più ampia collaborazione che la stessa intrattiene con l Università degli Studi di Siena al fine di sostenere lo sviluppo di competenze di elevato profilo ed alta specializzazione tra giovani laureati. Nel MEBS, l orientamento scientifico è da sempre rivolto all approfondimento di contenuti economico-bancari, affrontati attraverso metodologie didattiche che introducono e valorizzano l orientamento manageriale, in coerenza con le complesse e mutevoli esigenze espresse dal mercato. Da sempre il Master è stato punto di riferimento per primarie aziende finanziarie e di consulenza per la selezione di talenti da destinare a percorsi professionali e formativi indirizzati verso ruoli dirigenziali caratterizzati da incarichi crescenti per complessità e responsabilità. 9

12 Obiettivi del Master in Economia e Banca Obiettivi del Master in Economia e Banca Il Master in Economia e Banca (MEBS) nasce dal rapporto di collaborazione tra l Università degli Studi di Siena e la Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. è un programma di studi a tempo pieno, di secondo livello, della durata di 16 mesi. Il master universitario MEBS è disegnato per coloro che sono interessati ad approfondire gli studi nel campo economico, bancario e finanziario. Il corso si propone di trasmettere, attraverso una preparazione specialistica teorica e pratica, gli strumenti necessari per svolgere funzioni manageriali e di elevata responsabilità decisionale nelle aziende bancarie, finanziarie e di consulenza. Caratteristica del nuovo programma MEBS è il legame con la realtà operativa attraverso l esperienza di stage e le testimonianze di manager esterni che partecipano alle attività seminariali ed all analisi di casi di studio. Struttura del programma Il programma prevede 5 aree disciplinari articolate in moduli d insegnamento. Nella tabella sottostante si riepilogano le aree disciplinari in cui si articola il programma con le relative ore ed i crediti che ad esse sono associati: AREE DISCIPLINARI SOTTO AREE ORE CREDITI AREA 1. METODI QUANTITATIVI Metodi Quantitativi (strumenti) 40 6 Econometria della Finanza I e II 40 6 AREA 2. ECONOMIA E FINANZA Analisi e Previsione Economica 20 3 Politica Monetaria 30 4 Economia e Finanza Internazionale 30 4 Finanza I 30 4 Finanza II (Mercati e Strumenti) 30 4 AREA 3. ECONOMIA E BANCA Economia della Banca I 20 3 Economia della Banca II 50 8 AREA 4. ACCOUNTING and MANAGEMENT Management Accounting 28 4,5 Marketing 18 3 Corporate Finance 26 4 Financial Statement & Financial Market Analysis 28 4,5 Organizational Behaviour & Leadership 14 2 Accountability & Auditing 20 3 AREA 5. REGOLAMENTAZIONE GIURIDICA

13 La struttura del programma MEBS Il Master prevede, quindi, un minimo di 456 ore di didattica assistita (escluso seminari, esercitazioni, stage) con il conseguimento di 68 crediti formativi. Ad essi si aggiungono 8 crediti attribuiti all esperienza di stage e 4 crediti relativi alla tesi finale, per un totale di 80 crediti. L acquisizione dei crediti corrispondenti a ciascuna attività formativa avviene attraverso il superamento di una prova scritta (tesina od esame) effettuata dal docente coordinatore dell area disciplinare. La frequenza alle lezioni è obbligatoria nella misura pari al 80% delle attività didattiche. L attività in aula si divide in periodi didattici al termine dei quali sono previsti gli esami. Una nuova metodologia didattica affianca alle tradizionali lezioni frontali, l intervento di tutor ed assistenti nell analisi di casi di studio con l utilizzo di software specifici per le analisi statistico-finanziarie. L organizzazione di corsi seminariali, tenuti da esperti esterni e docenti per approfondimenti su specifici temi, completa l offerta didattica. Il MEBS inizia il 12 febbraio 2007 e si conclude a giugno Corsi introduttivi: febbraio 2007; 1 periodo didattico: febbraio-luglio 2007 (lezioni, seminari, esercitazioni); 2 periodo didattico: settembre-dicembre 2007 (lezioni, seminari, esercitazioni); Stage: febbraio-maggio 2008; Tesi finale: giugno Stage Al termine delle attività didattiche e degli esami è previsto un periodo di stage, di 16 settimane che è definito da un apposita programmazione ad opera del Coordinatore del Master e dei rappresentanti della Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Conseguimento del titolo Per l'ottenimento di Diploma di Master gli studenti devono superare le verifiche di profitto previste e presentare e discutere una tesi scritta. Alla fine dell'anno accademico la Commissione per la valutazione finale decide sull'assegnazione del titolo operando una valutazione complessiva dei risultati raggiunti nelle prove di verifica e nella discussione della tesi. Non é prevista una votazione finale da riportare nel titolo di studio, se non una nota di distinzione da esplicitare per studenti di particolare merito e rilievo. 11

14 Area 1. Metodi Quantitativi Aree disciplinari I corsi introduttivi La prima parte del programma didattico del Master si propone di fornire gli strumenti di base della matematica, della probabilità, della statistica, dell economia e della finanza. Tali corsi consentiranno ai partecipanti di recuperare eventuali debiti formativi e di ricondurre la classe ad un livello omogeneo di preparazione iniziale con il raggiungimento di un grado di preparazione più elevato. Area 1. Metodi Quantitativi Metodi Quantitativi (strumenti) Coordinatore: Prof. Lorenzo Fattorini Il corso, che si propone di fornire gli strumenti della Matematica, della Probabilità e della Statistica più specificatamente utilizzati per l analisi quantitativa e la previsione di fenomeni economici e finanziari, sarà dedicato, per gli aspetti puramente matematici, alle equazioni differenziali ed alle equazioni alle differenze finite, per gli aspetti probabilistici, all analisi di alcuni processi aleatori quali le catene di Markov, le passeggiate aleatorie, i processi di Wiener i processi ARIMA e l introduzione ai modelli ARCH e GARCH. Infine, per quanto riguarda gli aspetti statistici, sarà trattata la stima e la verifica di ipotesi basata sulla verosimiglianza, e l uso di pseudoverosimiglianze e di metodi Metodi Monte o metodi numerici per l effettuazione delle stime in problemi complessi. Econometria della Finanza Coordinatore: Prof. Giampiero Gallo Il programma si propone di fornire alcuni strumenti tecnici relativi alla diagnostica sulla stima del modello lineare classico in presenza di possibili violazioni delle ipotesi teoriche, ma, soprattutto, di applicare le procedure di stima a modelli teorici finanziari, quali il Capital Asset Pricing Model e l Arbitrage Pricing Theory (con estensioni riguardo al modello Consumption-based CAPM), sia con osservazioni in ambito temporale, che in ambito cross-section. Procedure per la verifica dell efficienza dei mercati, per la stima della struttura a termine dei tassi di interesse e per la verifica della parità del potere d acquisto sul mercato dei cambi saranno proposte da un punto di vista empirico. Completa il programma la valutazione dei modelli per la stima e la previsione della volatilità condizionata con modelli GARCH e con misure basate su dati ad altissima frequenza. 12

15 Area 2. Economia e Finanza MEBS Area 2. Economia e Finanza Economia Coordinatore: Prof. Fabrizio Coricelli L obiettivo del corso è quello di fornire le conoscenze teoriche e applicate per una corretta interpretazione dell andamento del ciclo economico e delle politiche monetarie ed economiche, raccordandosi all economia e alla finanza internazionale. Il corso sarà articolato in quattro moduli. Analisi e previsioni macroeconomiche e analisi di settore. Una particolare attenzione è rivolta alla teoria della crescita e all analisi dei cicli economici. Ciò richiede lo studio delle proprietà delle serie economiche e delle tecniche di previsione. Per la determinazione del PIL e dell inflazione sarà utilizzata la calibrazione di semplici modelli macroeconomici. Economia e politica monetaria. Per quello che riguarda il ruolo della politica monetaria nella stabilizzazione dell attività economica e dell inflazione, il modulo verte sulle regole di politica monetaria, in particolare: la determinazione dei tassi e l impatto sulla curva dei rendimenti, l applicazione alla politica della FED e della BCE e gli indicatori utilizzati dalle banche centrali e previsione sui tassi. Economia monetaria internazionale. In un economia aperta è fondamentale comprendere il funzionamento della bilancia dei pagamenti e il movimento dei flussi di capitali e dei tassi di cambio. Il modulo tratta delle politiche monetarie in economia aperta, dell integrazione internazionale, dell economia dei paesi emergenti e dei flussi di capitale. Finanza internazionale. È di fondamentale importanza nella prevenzione degli effetti indesiderati delle crisi internazionali di liquidità una corretta analisi degli investimenti internazionali e della valutazione del rischio paese. Una panoramica sulla gestione di portafoglio. Finanza Coordinatore: Prof. Claudio Boido Il programma si divide in quattro moduli con lo specifico obiettivo di focalizzare l attenzione dei partecipanti sui mercati, gli strumenti e le tecniche di gestione. I partecipanti dovranno coniugare le conoscenze teoriche con l utilizzo degli strumenti informatici finalizzati alla gestione finanziaria. Il primo modulo affronta la valutazione del rendimento e del rischio (di mercato e di credito) dei titoli obbligazionari, nonché il tema della composizione e della gestione di un portafoglio di bonds. Il secondo modulo è orientato all analisi della moderna teoria della finanza e della behavioural finance, analizzando le scelte dell investitore razionale e irrazionale. Nel terzo modulo sono proposte le tematiche legate alla gestione degli strumenti derivati e dei prodotti innovativi che negli ultimi anni sono stati proposti dagli intermediari sul mercato degli investitori istituzionali e retail. Sarà trattata, infine, la composizione del portafoglio con l utilizzo delle differenti asset class, in considerazione dei recenti sviluppi presentati sul mercato dai gestori. 13

16 Area 3. Economia e Banca Area 3. Economia e Banca Economia della Banca I Coordinatore: Prof. Nicola Dimitri Nella prima parte del corso si introduce il partecipante alla Teoria dei giochi e alla Scelta in condizioni di incertezza. Viene, quindi, illustrato il modello principale-agente: azzardo morale e selezione avversa. La seconda parte è orientata all analisi del rischio di liquidità ed in particolare è affrontato il ruolo delle banche nell assorbire il rischio di liquidità, la gestione di questo rischio tramite il mercato interbancario, il prestito d ultima istanza e l assicurazione dei depositi. Successivamente sono proposti i sistemi di pagamento: rischio di regolamento e costo della liquidità; sistemi netti/lordi/misti; il gioco della liquidità infragiornaliera. Viene, inoltre, illustrato l approccio di economia industriale al settore bancario presentando il modello di concorrenza monopolistica e l equilibrio della banca in presenza di vincolo patrimoniale. Nell ultima parte è trattato il rapporto creditore-debitore. Il conflitto nella scelta del livello di rischio; il razionamento del credito con azzardo morale e selezione avversa; il ruolo del collateral. Economia della Banca II Coordinatore: Prof. Giampaolo Gabbi L area si orienta all analisi dei meccanismi che generano la domanda di servizi finanziari, con un attenzione particolare per le teorie che giustificano l esistenza stessa degli intermediari. L approccio rimane sempre volto alla comprensione delle scelte strategiche che vengono attuate dalle banche. Il primo modulo si propone di approfondire gli aspetti teorici e normativi dell intermediazione e della regolamentazione bancaria con particolare attenzione all impatto che questa ha sulle scelte strategiche delle banche. Il secondo e il terzo modulo si orientano ai due principali mercati dell intermediazione, il commercial e l investment banking. Di ciascuno di questi mercati saranno presentate le funzioni obiettivo, le best practices rilevate dal confronto internazionale, i modelli gestionali più frequentemente adottati. La parte dedicata al commercial banking è orientata a presentare l organizzazione assunta dalle banche per porre in atto le strategie fondamentali. In particolare, questi saranno sviluppati sulla base dei mercati dei servizi offerti alla clientela e alle caratteristiche di questi ultimi in ambito commerciale. Nell altra parte si propone di analizzare l attività svolta dalle investment bank e definire le soluzioni proposte alla clientela all ingrosso nel loro ciclo di vita. Le scelte comportano posizioni che implicano necessariamente rischi, la cui valutazione e gestione risulta fondamentale per comprendere il meccanismo di allocazione del capitale. Per questo, il quarto modulo è dedicato all analisi della misurazione, del controllo e della gestione dei rischi che emergono nell attività bancaria, siano essi puri o speculativi. Ci si propone di definire le metodologie più diffuse per valutare quantitativamente l impatto sugli equilibri bancari nonché le scelte di allocazione del capitale. 14

17 Area 4. Accounting and Management MEBS Area 4. Accounting and Management Coordinatore: Prof. Cristiano Busco Obiettivo dell area Accounting e Management è quello di sviluppare ed approfondire i principali aspetti che caratterizzano tali funzioni gestionali. In questo senso, verranno analizzati sia temi quali la contabilità ed il bilancio, il controllo di gestione, l auditing e la finanza aziendale, sia aspetti di marketing, strategia e di gestione delle risorse umane. L area Accounting e Management si propone di esaminare tutti quei meccanismi, processi ed iniziative in grado di supportare le aziende di credito nel perseguimento dei loro obiettivi strategici ed operativi. L area si caratterizza per una forte integrazione tra interventi teorici, utili per acquisire le conoscenze necessarie a gestire tali funzioni, ed interventi di esponenti del mondo aziendale, in grado di far comprendere, in concreto, le criticità operative di tali strumenti ed ambiti operativi. Alcune lezioni dell area Accounting e Management si terranno in lingua inglese. L intera area di Accounting and Management è organizzata in collaborazione con la Manchester Business School. È prevista la partecipazione di docenti della Business School nella programmazione delle lezioni in aula, delle esercitazioni, e nell analisi dei casi di studio. Area 5. Regolamentazione Giuridica Coordinatore: Prof. Francesco Mazzini Le lezioni sono volte ad offrire allo studente le linee essenziali della evoluzione della legislazione interna e comunitaria nel settore finanziario (banca e mercato mobiliare), che, nel nostro ordinamento, si è assestata nel Testo unico in materia bancaria e creditizia (d.lgs. n. 385/1993) e nella riforma varata con il Testo unico dell intermediazione finanziaria (d.lgs. n. 58/1998). Particolare attenzione è dedicata alle funzioni ed ai metodi della vigilanza nei settori interessati, sia per quanto attiene alla sana e prudente gestione degli intermediari vigilati, alla stabilità complessiva, alla efficienza e competitività del sistema finanziario, sia per ciò che riguarda la correttezza e la trasparenza dei comportamenti nei confronti del mercato e nei rapporti contrattuali con i risparmiatori/investitori. Nel corso delle lezioni, sono trattati anche altri profili rilevanti della normativa incidente sul settore finanziario, quali, ad esempio, il regime fiscale dei capital gain e la legislazione penale di prevenzione e repressione della malafinanza (legislazione antiriciclaggio e legge contro l usura). 15

18 Docenti Docenti Area 1. Metodi Quantitativi Lorenzo Fattorini, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Lucio Barabesi, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Franco Fineschi, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Giampiero M. Gallo, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Firenze Marco Lonzi, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Luca Pratelli, Accademia Navale di Livorno Roberto Renò, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Samuele Riccarelli, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Area 2. Economia e Finanza Economia Fabrizio Coricelli, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Philip Lane, Trinity College, Dublin, Ireland Gianmaria Milesi-Ferretti, International Monetary Fund, United States Tommaso Monacelli, Facoltà di Economia, Università Luigi Bocconi, Milano Mojmir Mrak, University of Ljubljana, Slovenia Giulio Zanella, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Finanza Claudio Boido, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Giovanna Alemanni, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Genova Nicoletta Baldini, MPS Finance Giovanni Barone-Adesi, Facoltà di Economia, Università della Svizzera Italiana, Lugano Ruggero Bertelli, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Emanuele Maria Carluccio, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Verona Paolo Cucurachi, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Lecce Annamaria D Arcangelis, Facoltà di Economia, Università degli Studi della Tuscia, Viterbo Antonio Fasano, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Salerno Giovanni Fulci, Banca Monte dei Paschi di Siena Lorella Gallieni, MPS Finance Helyette Geman, Université Paris Dauphine, France Davide Iacovoni, Ministero del Tesoro Massimo Molinari, Banca Monte dei Paschi di Siena Michele Patanè, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Francesco Polimeni, ICCREA Banca Maurizio Pompella, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Francesco Saita, Facoltà di Economia, Università Luigi Bocconi, Milano Federico Vitto, Banca Monte dei Paschi di Siena Giovanna Zanotti, Facoltà di Economia, Università Luigi Bocconi, Milano 16

19 Docenti MEBS Area 3. Economia e Banca Nicola Dimitri, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Angelo Baglioni, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano Giampaolo Gabbi, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Emilio Barucci, Facoltà di Ingegneria e Sistemi, Politecnico di Milano Umberto Cherubini, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Bologna Pierfrancesco Cocco, Banca Monte dei Paschi di Siena Giulia Iori, City University, London, United Kingdom Ameeta Jaiswal-Dale, College of Business, University of St. Thomas, United States Massimo Matthias, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Maxwell Stevenson, Sidney University, Australia Area 4. Accounting and Management Cristiano Busco, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Federico Barnabè, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Marco Bigelli, Facoltà di Scienze Politiche, Università degli Studi di Bologna Costanza Consolandi, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Roberto Di Pietra, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Angelo Dringoli, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Paolo Jaccod, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Alberto Mattiacci, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Carmelo Mazza, Copenaghen Business School, Denmark Paolo Quattrone, Said Business School, Oxford University, United Kingdom Joshua Ronen, Stern School of Business, New York University, United States Sandro Sandri, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Bologna Mike Wright, Centre for Management Buy-Out Research, Nottingham University Business School, United Kingdom Robert W. Scapens, Manchester Business School, United Kingdom Christopher Humphrey, Manchester Business School, United Kingdom Ian Garrett, Manchester Business School, United Kingdom Stuart Turley, Manchester Business School, United Kingdom Area 5. Regolamentazione Giuridica Francesco Mazzini, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Franco Belli, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Sido Bonfatti, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Modena Antonella Brozzetti, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Carlo Comporti, Committee of European Securities Regulators Deputy to the Secretary General, Paris, France Ciro Gennaro Corvese, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Pierluigi De Biasi, Studio Legale De Biasi & Rapini, Milano Gianluca Greco, Ufficio Legale del Credito Emilano, Reggio Emilia Salvatore Maccarone, Università di Roma La Sapienza, Studio Legale Maccarone, Roma Fabrizio Maimeri, Associazione Bancaria Italiana (ABI), Roma Marilena Rispoli-Farina, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Napoli, Federico II Maria Elena Salerno, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Siena Luca Zitiello, Studio Legale Zitiello e Associati, Milano 17

20 Ammisione al Master Ammissione al Master Per partecipare alle selezioni per l ammissione al Master MEBS sono richiesti i seguenti titoli: laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici previgenti al D.M. 3 novembre 1999, n. 509 oppure laurea specialistica ai sensi del D.M. 509/99 e laurea magistrale ai sensi del D.M. 270/2004 oltre ai seguenti test: TOEFL Test con un punteggio minimo di: - 61/120 Internet Based Test, - 173/300 Computer Based Test, - 500/677 Paper Based Test GRE General Test Informazioni sul TOEFL Test e GRE Test sono disponibili alla pagina web: L ammissione al Master universitario avverrà a seguito: - della valutazione dei curricula presentati da ciascun candidato; - del sostenimento di una prova scritta e di un colloquio che si svolgeranno il giorno 23 gennaio 2007 alle ore ed alle ore presso: Aula Magna della Facoltà di Economia, Piazza S. Francesco 8, Siena. Ulteriori informazioni sulla prova ed i riferimenti bibliografici per la preparazione sono disponibili sul sito: Per l'edizione il numero massimo di partecipanti è 12. Il numero dei posti disponibili per la seconda selezione è 7. I primi 7 candidati, nella graduatoria finale risultano i vincitori del Master. Sono giudicati idonei solo coloro che raggiungono una votazione di almeno 65/100. Sono ammessi all iscrizione candidati utilmente collocati in graduatoria. In caso di rinuncia sono ammessi i candidati che seguono nella graduatoria di merito. La Commissione di Selezione può ammettere al Master candidati con debiti formativi che dovranno essere recuperati secondo le indicazioni fornite dalla Commissione stessa. Borse di Studio e Tasse d Iscrizione Per la seconda selezione sono disponibili 4 borse di studio dell importo di 7.000,00 euro. Sono previsti rimborsi parziali e totale della tassa d iscrizione. La tassa di iscrizione ammonta a euro 6.000,00 al netto di qualsiasi onere ed eventuali commissioni bancarie. Domanda d ammissione Il modulo per la domanda di ammissione può essere ritirato presso la sede del master, le filiali della Banca Monte dei Paschi, della Banca Toscana, della Banca Agricola Mantovana e può essere scaricato alla pagina: La domanda di ammissione e gli allegati dovranno pervenire per posta a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, per oppure dovranno essere consegnati direttamente all'ufficio Formazione e Post Laurea, Via Sallustio Bandini 25, Siena (telefono ), entro le ore del 15 gennaio 2007 (termine ultimo di accettazione delle domande). 18

21 Gli alunni dicono di noi MEBS Gli alunni dicono di noi Giacomo Vadi Risk Management Gruppo MPS MEBS Il MEBS ha rappresentato per me una autentica sfida. Non era facile infatti partecipare alla prima edizione di un Master completamente innovativo per l Università di Siena, e per molti aspetti sperimentale. Il Master era infatti nuovo nel panorama formativo post-universitario italiano e si proponeva anche in ottica internazionale. Ho comunque accettato con grande impegno ed entusiasmo questa sfida ed ho potuto ben presto fugare tutte le mie preoccupazioni. Al MEBS ho incontrato altri studenti che come me erano sicuramente in cerca di un futuro professionale, ma che erano al contempo consapevoli dell importanza di una solida preparazione di base corroborata dalla esperienza che solo i practitioners possono offrire. Devo ringraziare il MEBS se sono potuto venire a conoscenza di tematiche per me fino a quel punto totalmente sconosciute e forse per quell epoca decisamente pionieristiche. Tematiche legate per esempio al Financial Risk Management, agli Hedge Fund, o alla Corporate Social Responsibility, che poi ho ritrovato anche nel mio percorso professionale. Nel frattempo anche l Università è cambiata, ed il mondo stesso è cambiato. È partendo da questa consapevolezza che auguro al MEBS di evolvere verso una fase di piena maturità, sempre nel rispetto del rigore scientifico e della attenzione alle best practice reali, che ne hanno costituito fino ad oggi il carattere distintivo ed il fattore critico di successo. Silvia Quaglini Global Investment Strategy - UBS Wealth Management & Business Banking Zurigo MEBS Il Master mi ha permesso di approfondire ulteriormente molte delle materie che avevo precedentemente studiato, ma anche di poter imparare da professionisti dell industria la pratica della finanza ad alto livello. Dopo un esperienza di cinque anni come Strategist presso il team di Analisi e Strategia di BSI - Banca della Svizzera Italiana- Lugano, da due anni sono Equity Strategist nel team di Global Investment Strategy presso UBS Wealth Management & Business Banking - Zurigo. L attività principale consiste nel fornire una strategia per una Global Asset Allocation attraverso modelli econometrici; inoltre sono responsabile della strategia di investimento azionaria settoriale; le strategie da noi adottate costituiscono la base per la gestione degli assets nella nostra principale attività di Private Banking. 19

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa 2 a EDIZIONE MILANO NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 In collaborazione con Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 orso

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Introduzione al corso 1 Inquadramento del corso 1996: Gruppo di ricerca sulle metodologie di analisi, sugli

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Società e Servizi di IR Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Noi Siamo una società indipendente di consulenza specializzata in Investor Relations e Comunicazione d Impresa. Siamo una giovane realtà,

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli