MONITORAGGI ITTICI Pierfrancesco Gambelli

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MONITORAGGI ITTICI Pierfrancesco Gambelli"

Transcript

1 MONITORAGGI ITTICI 20 Pierfrancesco Gambelli

2 PROTOCOLLO OPERATIVO Rilevamento caratteristiche chimico fisiche corpi idrici Rilevamenti ecologici (vegetazione,( rifugi, ombreggiatura) Cattura fauna ittica (mediante( elettropesca) Determinazioni specifica Rilevazioni biometriche ittiofauna (peso,( lunghezza) Monitoraggio temperature acqua (periodo( maggiosettembre settembre)

3 OBIETTIVI Migliorare le conoscenze dei nostri corsi d acqua d e del loro popolamento ittico Verificare il successo dei ripopolamenti di trota fario Monitorare lo stato chimicofisico ed ecologico delle acque di cat. A Confronto e verifica risultati biennio 20/20

4 STAZIONI DI CAMPIONAMENTO Fiume Esino S.S. Quirico Stazione Ponte Varani Torrente Sentino Sassoferrato Abbadia S.Emiliano Fiume Giano Fabriano Case Mori Torrente Riofreddo Cimitero Perticano Campionamento standardizzato nei mesi di maggio e giugno con ripetizione nel mese di settembre

5 Personale coinvolto Polizia provinciale Guardie giurate ittiche Pescatori volontari

6 PIANO DI SEMINA TROTA 20 Giugno (Acque Cat.A) ) esemplari due diversi contingenti Ottobre (Acque Cat.A) ) esemplari Giugno trotelle in cat. A (un solo contingente)

7 Stazione ES 1 Ponte Varani Comune di Serra S.Quirico Lunghezza stazione m. 130, profondità media cm. 23 larghezza m. 14 altezza s.l.m. 190 Tabella comparativa 20/20 Stazione Esino 1 SPECIE mag Set Mag Set cavedano trota barbo comune rovella vairone lasca 3 6 ghiozzo cobite 2 1 alborella** 2 gobione 20 4 Persico reale 1 anguilla 1 TOTALE Dimensione media trota 20 inferiore al 20

8 Stazione SE 1 S.Emiliano Comune di Sassoferrato Lunghezza stazione m. 85, profondità media cm. 25 larghezza 4,50 altezza s.l.m. 390 Tabella comparativa Stazione Sentino 1 SPECIE MAGGIO SETTEMBRE MAGGIO SETTEMBRE trota vairone ghiozzo rovella cavedano 1 barbo TOTALE

9 Stazione GIA 1 Case Mori Cancelli Comune di Fabriano Lunghezza stazione m. 60, profondità media cm. 20 larghezza 1,50 Tabella comparativa staz. Gia 1 SPECIE Mag Sett Mag Sett trota fario scazzone TOTALE

10 DENSITA TROTA FARIO Grafici comparativi Staz SE 1 S.Emiliano Staz ES 1 Varani 0,25 0,04 0,035 0,2 0,03 0,15 Serie1 0,025 0,02 Serie1 0,1 0,015 0,01 0,05 0,005 0 mag giu lug ago set ott nov dic gen feb mar apr mag giu lug ago set 0 mag giu lug ago set ott nov dic gen feb mar apr mag giu lug ago set Staz GIA 1 Cancelli 0,4 0,35 0,3 0,25 0,2 Serie1 0,15 0,1 0,05 0 m ag giu lug ago set ott nov dic gen feb mar apr m ag giu lug ago set

11 Stazione RF 1 Perticano Comune di Sassoferrato Lunghezza stazione m. 60, profondità media cm. 15 larghezza 1,50 altezza s.l.m. 397 Tabella riassuntiva staz. RF 1 SPECIE Trota fario Trota iridea scazzone TOTALE MAGGIO SETTEMBRE

12 Risultati finali (parte generale) 1. Catturati complessivamente oltre 700 esemplari appartenenti a 14 specie diverse di cui 6 inserite in Direttiva comunitaria. 2. Confermata la presenza di popolazioni di Scazzone (Cottus( gobio) nell alto corso del torrente Giano nel Fosso Campodonico e nel Torrente Riofreddo. 3. La Trota (Salmo( trutta) è risultata presente in tutte le stazioni con incremento consistente della densità (ma non della biomassa) ) nelle stazioni Sentino ed Esino. 4. Accertata la presenza di una popolazione di trota iridea apparentemente autoriproducente sul torrente Riofreddo

13 Check list e Livelli di Tutela SPECIE NOME SCIENTIFICO STAZIONE LIVELLO DI TUTELA 1 Anguilla Anguilla anguilla ES 1 2 * Rovella Rutilus rubidio ES 1 SE 1 Dir. 92/43/CEE L.R. Convenzione di Berna 3 Cavedano Leuciscus cefalus ES 1 4 * Vairone Leuciscus souffia muticellus ES 1 SE 1 Dir. 92/43/CEE L.R. (Endemismo) Convenzione di Berna 5 Alborella Alburnus alburnus ES 1 Introdotta 6 **Lasca Chondrostoma genei ES 1 Dir. 92/43/CEE VULNERABILE Convenzione di Berna 7 Gobione Gobio gobio ES 1 Lista rossa pesci d acqua d dolce italiani 8 * Barbo Barbus plebejus ES 1 Dir. 92/43/CEE L.R. (Endemismo) Convenzione di Berna 9 * Cobite Cobitis tenia bilineata ES 1 Dir. 92/43/CEE L.R. (Endemismo) Convenzione di Berna 10 Trota fario Salmo trutta (fario) TUTTE 11 Trota iridea Oncorhynchus mykiss RF1 12 **Scazzone Cottus gobio GIA 1 Dir. 92/43/CEE L.R. VULNERABILE 13 Persico reale Perca fluviatilis ES 1 14 *Ghiozzo Padogobius nigricans ES 1 SE 1 Dir. 92/43/CEE L.R. (Endemismo) Convenzione di Berna *Specie in Direttiva Habitat ** Specie indicata come VULNERABILE in Direttiva Comunitaria

14 Discussione Fiume Esino: 1. Condizioni ecologiche buone in tutto il periodo di monitoraggio 2. il corso d acqua d presenta una presenza minore di ciprinidi rispetto al 20 con almeno 10 specie diverse. 3. La popolazione di Trota ha incrementato la densità sia prima che dopo il ripopolamento 4. Fattori critici di origine antropica (episodi inquinanti, lavori in alveo, captazioni..) minori rispetto al Accertata la presenza del Persico reale e del Gobione

15 Discussione Torrente Sentino: 1. Condizioni ecologiche critiche nei mesi estivi per la specie Trota (scarsità acqua, alte temperature) ma più contenute rispetto al Nel 20 la popolazione di Trota non ha incrementato la densità dopo il ripopolamento, nel 20 presenza di individui 0+ già prima del ripopolamento ed ulteriore incremento postimmissioni 3. Fattori critici di origine antropica ridotti rispetto al Presenza di una ottima popolazione di Ghiozzo di ruscello

16 Discussione Torrente Giano: 1. Condizioni ecologiche ottime anche nei mesi estivi con livello e temperatura acqua pressochè costanti 2. Condizioni delle tipiche acque salmonicole 3. Popolazione di Trota ben strutturata ed abbondante, con lacune nelle n classi adulte, probabilmente per il prelievo piscatorio 4. Presenza di una ottima popolazione di Scazzone abbondante e ben strutturata 5. Complessivamente la situazione è analoga all anno anno 20

17 Discussione Torrente Riofreddo: 1. Condizioni ecologiche ottime anche nei mesi estivi con livello e temperatura acqua pressochè costanti 2. Popolazione di Trota iridea molto abbondante con individui 0+ nel l mese di maggio, con lacune nelle classi adulte, probabilmente per il prelievo piscatorio 3. Presenza di una popolazione di Scazzone meno abbondante rispetto o al torrente Giano

18 Grazie a tutti per la collaborazione!

Stato dei fiumi e fauna ittica della provincia di Alessandria. Alessandro Candiotto. torrente Lemme Voltaggio

Stato dei fiumi e fauna ittica della provincia di Alessandria. Alessandro Candiotto. torrente Lemme Voltaggio Stato dei fiumi e fauna ittica della provincia di Alessandria Alessandro Candiotto torrente Lemme Voltaggio L Assemblea generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 2010 "Anno Internazionale della Biodiversità"

Dettagli

Gestione, conservazione e recupero delle popolazioni di trota fario in Provincia di Pesaro e Urbino

Gestione, conservazione e recupero delle popolazioni di trota fario in Provincia di Pesaro e Urbino Gestione, conservazione e recupero delle popolazioni di trota fario in Provincia di Pesaro e Urbino Dr. Massimo Lorenzoni Dipartimento di Biologia Cellulare e Ambientale - Università di Perugia 1 Recupero

Dettagli

Perchè l'energia non sia un buco nell'acqua. Idroelettrico: criticità legate alla fauna ittica

Perchè l'energia non sia un buco nell'acqua. Idroelettrico: criticità legate alla fauna ittica Idroelettrico: criticità legate alla fauna ittica Sommario - esigenze della fauna ittica reofila - il valore di un patrimonio straordinario - esigenze dei produttori di energia - le azioni attuali per

Dettagli

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca (OLFP) Modifica dell 8 novembre 2000 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 24 novembre 1993 1 concernente la legge federale sulla

Dettagli

IMPORTANTE. Le lunghezze minime totali dei pesci sono misurate dall apice del muso all estremità della pinna caudale.

IMPORTANTE. Le lunghezze minime totali dei pesci sono misurate dall apice del muso all estremità della pinna caudale. NORME PER L ESERCIZIO DELLA PESCA IN ACQUE LIBERE ORARI, PERIODI DI PESCA, MISURE E LIMITI DI CATTURA IMPORTANTE - Per le acque gestite da associazioni piscatorie valgono i divieti stabiliti dai relativi

Dettagli

Regolamento per l esercizio dell attività di prelievo selettivo dell ittiofauna nel Parco. Anno 2010

Regolamento per l esercizio dell attività di prelievo selettivo dell ittiofauna nel Parco. Anno 2010 Regolamento per l esercizio dell attività di prelievo selettivo dell ittiofauna nel Parco. Anno 2010 Art. 1 Principi generali 1. Ai sensi dell articolo 11 comma 3 lettera a) della Legge 6 dicembre 1991

Dettagli

Dipartimento di Biologia evoluzionistica sperimentale dell'università di Bologna. Francesco Zaccanti

Dipartimento di Biologia evoluzionistica sperimentale dell'università di Bologna. Francesco Zaccanti Dipartimento di Biologia evoluzionistica sperimentale dell'università di Bologna Francesco Zaccanti Simone Capostagno, Andrea De Paoli, Rosanna Falconi, Francesco Nigro, Giovanni Rossi, Gianluca Zuffi

Dettagli

9 - I DATI DELLE STAZIONI DI CAMPIONAMENTO DELLA PROVINCIA DI ANCONA NON PUBBLICATI

9 - I DATI DELLE STAZIONI DI CAMPIONAMENTO DELLA PROVINCIA DI ANCONA NON PUBBLICATI 9 - I DATI DELLE STAZIONI DI CAMPIONAMENTO DELLA PROVINCIA DI ANCONA NON PUBBLICATI 9.1 - Fiume Esino 9.1.1 - Caratteristiche ambientali Codice Nuovo: AN06ESIN06 Bacino Coordinate Geografiche Località

Dettagli

Convenzione per l esecuzione di campagne di. monitoraggio dell ittiofauna nell ambito del Progetto Life

Convenzione per l esecuzione di campagne di. monitoraggio dell ittiofauna nell ambito del Progetto Life CENTRO DI RICERCA INTERDIPARTIMENTALE SULLE TECNOLOGIE E L IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI INTENSIVI DELLE PICCOLE SPECIE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BOLOGNA Convenzione per l esecuzione di campagne di monitoraggio

Dettagli

Monitoraggio della fauna ittica nei laghi della Regione Piemonte: risultati e classificazione dello stato ecologico

Monitoraggio della fauna ittica nei laghi della Regione Piemonte: risultati e classificazione dello stato ecologico Monitoraggio della fauna ittica nei laghi della Regione Piemonte: risultati e classificazione dello stato ecologico Pietro Volta CNR Istituto per lo Studio degli Ecosistemi Accordo di Collaborazione Istituzionale

Dettagli

IL QUADERNO DEL PESCATORE

IL QUADERNO DEL PESCATORE IL QUADERNO DEL PESCATORE La Riserva Naturale Regionale Nazzano Tevere-Farfa, insieme agli amici pescatori sportivi che frequentano le aree di pesca all interno dell area protetta, hanno intrapreso una

Dettagli

Regolamentazione e controllo della pesca nelle acque in concessione FIPSAS della provincia di Brescia.

Regolamentazione e controllo della pesca nelle acque in concessione FIPSAS della provincia di Brescia. Regolamentazione e controllo della pesca nelle acque in concessione FIPSAS della provincia di Brescia. MODALITA DI ACCESSO Nei tratti in concessione la pesca è consentita solo ai tesserati FIPSAS, in regola

Dettagli

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca (OLFP) Modifica del 30 agosto 2006 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 24 novembre 1993 1 concernente la legge federale sulla pesca

Dettagli

LA PESCA DILETTANTISTICA SPORTIVA IN VENETO. Sezione Innovazione e Sviluppo Veneto Agricoltura

LA PESCA DILETTANTISTICA SPORTIVA IN VENETO. Sezione Innovazione e Sviluppo Veneto Agricoltura In Regione Veneto si stima in circa 83. il numero di pescatori sportivi residenti (dati licenza di pesca 28) Sono stimati in 136. il numero di pescatori sportivi che frequentano le acque interne e costiere

Dettagli

PROVINCIA DI ANCONA DECRETO DELLA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA. n. 325 del 27/11/2015

PROVINCIA DI ANCONA DECRETO DELLA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA. n. 325 del 27/11/2015 PROVINCIA DI ANCONA DECRETO DELLA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA n. 325 del 27/11/2015 Oggetto: Legge Regionale n. 11/03 art. 24 Approvazione del Calendario Piscatorio Provinciale anno 2016. L anno 2015, il

Dettagli

REGOLAMENTO INTERPROVINCIALE PER LA PESCA SUL FIUME ADDA

REGOLAMENTO INTERPROVINCIALE PER LA PESCA SUL FIUME ADDA REGOLAMENTO INTERPROVINCIALE PER LA PESCA SUL FIUME ADDA ART. 1 TRATTO DEL FIUME ADDA OGGETTO DELL ACCORDO E CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE 1. Il presente regolamento è relativo al tratto di Fiume Adda compreso

Dettagli

! "# $!! "! % & ' '! "! %

! # $!! ! % & ' '! ! % !"#$!!"!%&' '! "!% DISPOSIZIONI GENERALI valide su tutte le acque provinciali (compreso il fiume Adda) 1. MEZZI DI PESCA 1) Bilancia o bilancella o quadrato. L uso della bilancia di cui all art. 8, comma

Dettagli

La situazione in Friuli Venezia Giulia

La situazione in Friuli Venezia Giulia Al servizio di gente DEL unica FRIULI VENEZIA GIULIA Associazione italiana ittiologi d acqua dolce (AIIAD) Workshop: aspetti normativi e gestionali locali inseriti nel contesto della legislazione nazionale

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 22 maggio 2003, 9

REGOLAMENTO REGIONALE 22 maggio 2003, 9 REGOLAMENTO REGIONALE 22 maggio 2003, 9 Attuazione della l.r. 30 luglio 2001, n. 12 Norme per l'incremento e la tutela del patrimonio ittico e l'esercizio della pesca nelle acque della Regione Lombardia

Dettagli

VOLUME II STUDIO DELLA FAUNA ITTICA DELLA PROVINCIA DI PISA - RISULTATI

VOLUME II STUDIO DELLA FAUNA ITTICA DELLA PROVINCIA DI PISA - RISULTATI Università degli Studi di Siena DIPARTIMENTO DI SCIENZE AMBIENTALI Sezione di Ecologia Via Mattioli, 4, 53100 Siena, Italy Tel. + 39 0577 232832 Fax. + 39 0577 232930 VOLUME II STUDIO DELLA FAUNA ITTICA

Dettagli

ENTE PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI

ENTE PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI Allegato alla deliberazione n. 37 del 19 dicembre 2005 ENTE PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI Regolamento provvisorio per l esercizio dell attività di pesca sportiva nel Parco. Stagione di pesca 2006

Dettagli

Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Da Agosto 2008 ad Aprile 2012

Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Da Agosto 2008 ad Aprile 2012 Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Benzina verde con servizio alla pompa Ago-08 Set-08 Ott-08 Nov-08 Dic-08 Firenze 1,465

Dettagli

Applicazione dell Indice dello Stato Ecologico delle Comunità Ittiche (ISECI) in alcuni corpi idrici del Friuli Venezia Giulia

Applicazione dell Indice dello Stato Ecologico delle Comunità Ittiche (ISECI) in alcuni corpi idrici del Friuli Venezia Giulia Applicazione dell Indice dello Stato Ecologico delle Comunità Ittiche (ISECI) in alcuni corpi idrici del Friuli Venezia Giulia Pizzul E., D Aietti A., De Marco N., Orlandi C., Zanello A., Zorza R., Mattassi

Dettagli

7 DEFINIZIONE DELLO STATO DI RIFERIMENTO

7 DEFINIZIONE DELLO STATO DI RIFERIMENTO 7 DEFINIZIONE DELLO STATO DI RIFERIMENTO 7.1 I fiumi marchigiani Vengono di seguito descritti i fiumi marchigiani in generale, per comprenderne le caratteristiche comuni e definire quindi uno stato di

Dettagli

MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME.

MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. TURNI FARMACIE APRILE 2016 Sab. 2 apr. Dom. 3 apr. Sab. 9 apr. Dom. 10 apr. Sab. 16 apr. Dom. 17 apr. Sab. 23 apr. Dom. 24 apr. Lun. 25 apr. Sab. 30 apr. Dom. 1 mag. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME.

Dettagli

Provincia di Bergamo

Provincia di Bergamo Provincia di Bergamo RAPPORTO AMBIENTALE NELL AMBITO DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL PIANO ITTICO PROVINCIALE BOZZA DELLA SINTESI NON TECNICA Coordinamento: Alberto Cigliano, dirigente del

Dettagli

La Carta Ittica di secondo livello del bacino del fiume Nera: la fauna ittica

La Carta Ittica di secondo livello del bacino del fiume Nera: la fauna ittica La Carta Ittica di secondo livello del bacino del fiume Nera: la fauna ittica Massimo Lorenzoni Dipartimento di Biologia Animale ed Ecologia Università di Perugia La carta ittica del bacino del FNera e

Dettagli

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18 ESER. POL AGEN. POL RAMO POL NUM. POL. ESER. SIN AGEN. SIN. NUM. SIN RAMO SIN. ISPETTORATO DATA AVVENIM. DATA CHIUSURATIPO DEN. TIPO CHIUSTP RESP ASSICURATO PREVENTIVO PAGATO DA RECUPERARE 2007 1467 130

Dettagli

SCHEDE GESTIONALI 307

SCHEDE GESTIONALI 307 SCHEDE GESTIONALI 307 308 Stazione Aggia 1 Località Molino della Cicala Caratteristiche ambientali Piccolo torrente con buone caratteristiche di naturalità e buona presenza di ricoveri per pesci. Il corso

Dettagli

Approvato con Delibera di Giunta Regionale n... del...

Approvato con Delibera di Giunta Regionale n... del... ALLEGATO B REGOLAMENTO DI PESCA NELLE ACQUE PRESENTI ALL INTERNO DEL PARCO REGIONALE DELLE VALLI DEL CEDRA E DEL PARMA E DEL SIC/ZPS IT4020020 - CRINALE DELL APPENNINO PARMENSE - ANNO 2016 Approvato con

Dettagli

Ente: COMUNE DI PORTICI

Ente: COMUNE DI PORTICI MUTUI IN AMMORTAMENTO ANNO 2010 CASSA DD.PP. Ente: COMUNE DI PORTICI Tipo opera: Edilizia pubblica e sociale-immobile 4502930/00 21-dic-06 200.000,00 01-gen-07 30-giu-10 179.465,06 3.676,97 3.748,13 7.425,10

Dettagli

di rendere operanti a decorrere dalla data di esecutività della presente deliberazione le seguenti disposizioni:

di rendere operanti a decorrere dalla data di esecutività della presente deliberazione le seguenti disposizioni: Delibera di Giunta - N.ro 1993/3544 - protocollato il 27/7/1993 Oggetto: DEFINIZIONE DEGLI ORARI DI ESERCIZIO DI PESCA NELLE ACQUE INTERNE, DELLE MISURE MINIME DEI PESCI, DEI LIMITI GIORNA- LIERI E STAGIONALI

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale 3544 del ORARI, MISURE MINIME, LIMITI PESCATO.doc Prot. n. (APA/93/D-425AA)

Delibera della Giunta Regionale 3544 del ORARI, MISURE MINIME, LIMITI PESCATO.doc Prot. n. (APA/93/D-425AA) Prot. n. (APA/93/D-425AA) LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Premesso che la L.R. n. 22 febbraio 1993 n. 11 "Tutela e sviluppo della fauna ittica e regolazione della pesca in Emilia-Romagna" prevede

Dettagli

Gestione della pesca e ripopolamenti con trote nelle acque della provincia di Trento

Gestione della pesca e ripopolamenti con trote nelle acque della provincia di Trento Provincia Automa di Trento Servizio Foreste e Fauna Ufficio Faunistico Gestione della pesca e ripopolamenti con trote nelle acque della provincia di Trento ASSOCIAZIONE ITALIANA ITTIOLOGI ACQUE DOLCI Workshop:

Dettagli

AQUAPROGRAM s.r.l. Via Borella, 53 VICENZA

AQUAPROGRAM s.r.l. Via Borella, 53 VICENZA STEFANO SALVIATI, GIUSEPPE MAIO, ENRICO MARCONATO Monitoraggio della Carta Ittica della Provincia di Vicenza: Zone a pesca particolare anno 212 AQUAPROGRAM s.r.l. Via Borella, 53 VICENZA Monitoraggio Carta

Dettagli

Pescare in Provincia di Treviso

Pescare in Provincia di Treviso Pescare in Provincia di Treviso VADEMECUM PER IL PESCATORE 2010 Le novità introdotte dalla LR n 4/2009 modifica della LR n 19/1998 Norme per la tutela delle risorse idrobiologiche e della fauna ittica

Dettagli

REGIONE EMILIA ROMAGNA MEMORANDUM PER I PESCATORI

REGIONE EMILIA ROMAGNA MEMORANDUM PER I PESCATORI REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA MEMORANDUM PER I PESCATORI Tutti i cittadini italiani e stranieri in possesso della licenza, hanno uguale diritto ad esercitare la pesca nelle acque interne

Dettagli

REGIONE LIGURIA - LEGGE REGIONALE 1 APRILE 2014 N. 8

REGIONE LIGURIA - LEGGE REGIONALE 1 APRILE 2014 N. 8 REGIONE LIGURIA - LEGGE REGIONALE 1 APRILE 2014 N. 8 DISCIPLINA DELLA PESCA NELLE ACQUE INTERNE E NORME PER LA TUTELA DELLA RELATIVA FAUNA ITTICA E DELL ECOSISTEMA ACQUATICO Articolo 1 (Finalità) TITOLO

Dettagli

COMUNITÀ ITTICA CAPITOLO 13

COMUNITÀ ITTICA CAPITOLO 13 cap 13 ittica 1-03-2004 17:11 Pagina 143 143 CAPITOLO 13 COMUNITÀ ITTICA L a Direttiva 2000/60/CE che istituisce un quadro per l azione comunitaria in materia di acque rapporta le condizioni generali di

Dettagli

MONITORAGGIO DELLA FAUNA NEI SITI DI IMPORTANZA COMUNITARIA (SIC) PROPOSTI PER LA COSTITUZIONE DELLA RETE EUROPEA NATURA 2000

MONITORAGGIO DELLA FAUNA NEI SITI DI IMPORTANZA COMUNITARIA (SIC) PROPOSTI PER LA COSTITUZIONE DELLA RETE EUROPEA NATURA 2000 PROVINCIA DI SONDRIO Settore Risorse Ambientali MONITORAGGIO DELLA FAUNA NEI SITI DI IMPORTANZA COMUNITARIA (SIC) PROPOSTI PER LA COSTITUZIONE DELLA RETE EUROPEA NATURA 000 (Direttiva CEE 9/43) Classe:

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SEMINE DI MATERIALE ITTICO NELLE ACQUE ITALO-SVIZZERE

REGOLAMENTO DELLE SEMINE DI MATERIALE ITTICO NELLE ACQUE ITALO-SVIZZERE REGOLAMENTO DELLE SEMINE DI MATERIALE ITTICO NELLE ACQUE ITALO-SVIZZERE in vigore dal 01 gennaio 2016 REGOLAMENTO DELLE SEMINE DI MATERIALE ITTICO NELLE ACQUE ITALO-SVIZZERE Ai sensi dell art. 16 della

Dettagli

RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S.

RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S. RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S. Compilare una scheda per ogni corpo idrico (inviare la scheda solo tramite @mail all indirizzo: sfai@fipsas.it) Nome Impianto/Acqua convenzionata:

Dettagli

DEI GRANDI LAGHI PREALPINI:

DEI GRANDI LAGHI PREALPINI: DEI GRANDI LAGHI PREALPINI: STRUTTURA, BIOLOGIA, TUTELA Prof. Ettore Grimaldi Dott. Alessandra Ippoliti* * G.R.A.I.A. Srl Varano Borghi (VA) Como, Università dell Insubria Giugno 2003 Il popolamento ittico

Dettagli

La fauna ittica dei fiumi dell Italia centromeridionale

La fauna ittica dei fiumi dell Italia centromeridionale La fauna ittica dei fiumi dell Italia centromeridionale Massimo Lorenzoni Dipartimento di Biologia Cellulare e Ambientale Università di Perugia Workshop: Gli ecosistemi d acqua dolce e di transizione nella

Dettagli

Il corridoio ecologico del Fiume Oglio, elemento connettivo della rete ecologica camuna

Il corridoio ecologico del Fiume Oglio, elemento connettivo della rete ecologica camuna RETE NATURA DI VALLE CAMONICA Aree protette di Valle Camonica: custodire la diversità della vita, consegnare al futuro l identità delle comunità alpine GIORNATA DI STUDI SUL SISTEMA DELLE AREE PROTETTE

Dettagli

Problematiche di conservazione dei Pesci d acqua dolce italiani

Problematiche di conservazione dei Pesci d acqua dolce italiani Biologia Ambientale, 21 (2): 49-55, 2007 Problematiche di conservazione dei Pesci d acqua dolce italiani Sergio Zerunian Laboratorio di Ittiologia delle Acque Dolci - 04010 Maenza (LT); zerunians@virgilio.it

Dettagli

Fauna Ittica del Lago di Bilancino

Fauna Ittica del Lago di Bilancino ARPAT Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana AREA PER LA TUTELA DELL'AMBIENTE MARINO, LAGUNARE, LACUSTRE, COSTIERO E DELL'ITTIOFAUNA Via Marradi 114-57126 LIVORNO +39-0586-263495

Dettagli

4. Prelievi d acqua e rispetto del DMV

4. Prelievi d acqua e rispetto del DMV Allegato Disciplina delle modalità e procedure per la realizzazione di lavori in alveo, programmi, opere e interventi sugli ambienti acquatici ai sensi dell art. 12 della legge regionale n. 37/2006. 1.

Dettagli

Piano Regionale per la Pesca nelle Acque Interne

Piano Regionale per la Pesca nelle Acque Interne Regione Toscana Allegato A Piano Regionale per la Pesca nelle Acque Interne (l.r. 7/2005) anni 2007-2012 1 Piano Regionale per la Pesca nelle Acque Interne 2007-2012 INDICE 1. QUADRO ANALITICO 1.1 Caratteristiche

Dettagli

1-Scheda Obiettivo-ISTRUTTORIA ED APPROVAZIONE STRUMENTI URBANISTICI ESECUTIVI, REGOLAMENTI E PROGETTI URBANISTICI

1-Scheda Obiettivo-ISTRUTTORIA ED APPROVAZIONE STRUMENTI URBANISTICI ESECUTIVI, REGOLAMENTI E PROGETTI URBANISTICI -Scheda Obiettivo-ISTRUTTORIA ED APPROVAZIONE STRUMENTI URBANISTICI ESECUTIVI, REGOLAMENTI E PROGETTI URBANISTICI Servizio : Responsabile :!" #! $% CdC/Ufficio : Obiettivo : &' % Unità di Operazio Tipo

Dettagli

Articolo 2 : Autorizzazione di pesca (vale per tutte le acque di questa tessera)

Articolo 2 : Autorizzazione di pesca (vale per tutte le acque di questa tessera) Allegato A) Prescrizioni in ordine all esercizio della pesca nel tratto no-kill (trota marmorata, temolo e luccio) di fiume Adige compreso tra la diga del Pestrino (Sorio I) e la diga di San Giovanni Lupatoto

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA Giunta Provinciale Deliberazione

PROVINCIA DI GENOVA Giunta Provinciale Deliberazione Prot. Generale n. 0022782 Anno 2012 Deliberazione n. 40 PROVINCIA DI GENOVA Giunta Provinciale Deliberazione DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO AMBITI NATURALI, CACCIA E PESCA OGGETTO:

Dettagli

LAGO DI LUGANOUGANO. Bacino imbrifero e sotto bacini del Lago di Lugano

LAGO DI LUGANOUGANO. Bacino imbrifero e sotto bacini del Lago di Lugano LAGO DI LUGANOUGANO Latitudine ( N): 45 58 Longitudine ( E): 08 59 Altitudine (m s.l.m.) 270 Altitudine max bacino imbrifero (m s.l.m.) 2.245 Superficie lago (km 2 ) 48,9 Superficie bacino imbrifero naturale

Dettagli

LEGGE REGIONALE 1 APRILE 2014 N. 8

LEGGE REGIONALE 1 APRILE 2014 N. 8 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte I 02.04.2014 - pag. 17 LEGGE REGIONALE 1 APRILE 2014 N. 8 Disciplina della pesca nelle acque interne e norme per la tutela della relativa fauna ittica e

Dettagli

RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S.

RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S. RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S. Compilare una scheda per ogni corpo idrico (inviare la scheda solo tramite @mail all indirizzo: sfai@fipsas.it) Nome Impianto/Acqua convenzionata:

Dettagli

SISTEMI DI MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DEGLI AMBIENTI FLUVIALI ALLEGATO 2

SISTEMI DI MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DEGLI AMBIENTI FLUVIALI ALLEGATO 2 Sezione Prov. di Reggio Emilia AUTORITÀ DI BACINO DEL FIUME PO Progetto Speciale 5.1. Studi e sperimentazione sul bacino campione Enza di sistemi per l ottimizzazione delle attività di monitoraggio SISTEMI

Dettagli

Contribuenti Scadenza Denominazione Descrizione

Contribuenti Scadenza Denominazione Descrizione Contribuenti Scadenza Denominazione Descrizione 10-gen colf e badanti (4^ trimestre anno precedente) contributi Inail (4^ rata anno precedente) 16-gen coltivatori e (PC/CF) (4^ rata anno precedente) e

Dettagli

Regolamento per l esercizio dell attività di prelievo selettivo dell ittiofauna nel Parco.

Regolamento per l esercizio dell attività di prelievo selettivo dell ittiofauna nel Parco. Regolamento per l esercizio dell attività di prelievo selettivo dell ittiofauna nel Parco. Art. 1 Principi generali 1. Ai sensi dell articolo 11 comma 3 lettera a) della Legge 6 dicembre 1991 n. 394 Legge

Dettagli

Regolamento per l esercizio della pesca dilettantistica nel Lago di Mezzola e nel Pozzo di Riva

Regolamento per l esercizio della pesca dilettantistica nel Lago di Mezzola e nel Pozzo di Riva Regolamento per l esercizio della pesca dilettantistica nel Lago di Mezzola e nel Pozzo di Riva Province di Sondrio e di Como (Legge Regionale 5 dicembre 2008, n. 31 Titolo IX e Regolamento Regionale del

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE CALENDARIO PISCATORIO REGIONALE 2015 Classificazione delle acque interne Ai sensi dell art. 20, comma 1, della L.R.11/03, ai fini della gestione della fauna ittica e dell esercizio della pesca, le acque

Dettagli

SVASO DEL BACINO ARVO PIANO DI RECUPERO DELLA FAUNA ITTICA

SVASO DEL BACINO ARVO PIANO DI RECUPERO DELLA FAUNA ITTICA SVASO DEL BACINO ARVO PIANO DI RECUPERO DELLA FAUNA ITTICA Maggio 2013 SVASO DEL BACINO ARVO PIANO DI RECUPERO DELLA FAUNA ITTICA Maggio 2013 COORDINAMENTO ING. FERDINANDO BONDIOLOTTI ING. SEBASTIANO MUNI

Dettagli

INDICE OBIETTIVI DI CARATTERE GENERALE...4 ELENCO E CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE...9

INDICE OBIETTIVI DI CARATTERE GENERALE...4 ELENCO E CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE...9 INDICE OBIETTIVI DI CARATTERE GENERALE...4 TUTELA DELLE SPECIE AUTOCTONE E DEGLI HABITAT ACQ UATICI... 4 GESTIONE DELLE SPECIE ALLOCTONE... 6 IL RUOLO DELL ASSOCIA ZIONISMO PISCATORIO... 6 ELENCO E CLASSIFICAZIONE

Dettagli

IL LAGO D ENDINE CARTA ITTICA PROVINCIALE DI BERGAMO - 169 -

IL LAGO D ENDINE CARTA ITTICA PROVINCIALE DI BERGAMO - 169 - IL LAGO D ENDINE CARTA ITTICA PROVINCIALE DI BERGAMO - 169 - Il Lago d Endine si trova nell alta Val Cavallina, dove si è formato nell era quaternaria in seguito ai fenomeni di escavazione dovuti al movimento

Dettagli

PEsca del Friuli VEnEzia Giulia L ACQUARIO DI

PEsca del Friuli VEnEzia Giulia L ACQUARIO DI EntE tutela PEsca del Friuli VEnEzia Giulia A L ACQUARIO DI RIIS il nuovo acquario il percorso del fiume dalla sorgente alla foce l acquario. La moderna struttura, adagiata sulle rive del fiume Stella,

Dettagli

CENSIMENTO DELLA FAUNA ITTICA NEI LAGHI ALPINI NEL TERRITORIO DELLA REGIONE LOMBARDIA AVANZAMENTO FEBBRAIO 2014

CENSIMENTO DELLA FAUNA ITTICA NEI LAGHI ALPINI NEL TERRITORIO DELLA REGIONE LOMBARDIA AVANZAMENTO FEBBRAIO 2014 CENSIMENTO DELLA FAUNA ITTICA NEI LAGHI ALPINI NEL TERRITORIO DELLA REGIONE LOMBARDIA AVANZAMENTO FEBBRAIO 2014 Gara d appalto: GECA 4/2012 CODICE IDENTIFICATIVO GARA (C.I.G.): 3621461C25 CODICE UNICO

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA Servizio Agricoltura, Patrimonio Naturale ed Ittiofaunistico, Gestione Aree Protette

PROVINCIA DI PISTOIA Servizio Agricoltura, Patrimonio Naturale ed Ittiofaunistico, Gestione Aree Protette PROVINCIA DI PISTOIA Servizio Agricoltura, Patrimonio Naturale ed Ittiofaunistico, Gestione Aree Protette Piano Ittico Provinciale 2012-2015 (L.R. 3 gennaio 2005 - N 7) PROGETTO Silvia Masi (Dirigente

Dettagli

VOLUME IV GESTIONE DELLA FAUNA ITTICA E DELLA PESCA

VOLUME IV GESTIONE DELLA FAUNA ITTICA E DELLA PESCA Università degli Studi di Siena DIPARTIMENTO DI SCIENZE AMBIENTALI Sezione di Ecologia Via Mattioli, 4, 53100 Siena, Italy Tel. + 39 0577 232832 Fax. + 39 0577 232930 VOLUME IV GESTIONE DELLA FAUNA ITTICA

Dettagli

Comitato Tutela Fiumi di Biella. Perizia relativa alla presenza di Scazzone e Trota marmorata nel torrente Dolca

Comitato Tutela Fiumi di Biella. Perizia relativa alla presenza di Scazzone e Trota marmorata nel torrente Dolca CENTRALINA IDROELETTRICA IN VAL SESSERA, SUL TORRENTE DOLCA, NUOVA CONCESSIONE DI DERIVAZIONE Comitato Tutela Fiumi di Biella Perizia relativa alla presenza di Scazzone e Trota marmorata nel torrente Dolca

Dettagli

2015 Cambridge Exams Dates / Fees

2015 Cambridge Exams Dates / Fees KET Febbraio sab 21 febbraio 03 gennaio Ven 13 Feb - Lun 23 Feb 20 Mar 15 14 Apr 15 KET Marzo sab 14 marzo 24 gennaio Ven 6 Mar - Lun 16 Mar 14 Apr 15 06 Mag 15 KET Maggio A sab 16 maggio 28 marzo Ven

Dettagli

I LAGHI LAGOAGO MAGGIOREAGGIORE. Bacino imbrifero e sotto bacini del Lago Maggiore

I LAGHI LAGOAGO MAGGIOREAGGIORE. Bacino imbrifero e sotto bacini del Lago Maggiore I LAGHI Carta delle vocazioni ittiche - Risultati LAGOAGO MAGGIOREAGGIORE Latitudine ( N): 45 47 Longitudine ( E): 08 40 Altitudine (m s.l.m.) 193,8 Altitudine max bacino imbrifero (m s.l.m.) 4.633 Superficie

Dettagli

COLATORE SERIO MORTO

COLATORE SERIO MORTO COLATORE CARATTERISTICHE VALORI Area omogenea (Bianchi, 199) Bacino Idrografico Principale (Bassi,195) Fiume Adda Bacino Idrografico Secondario (Bassi, 195) 5 Ente Gestore Cons. Serio Morto o Fossato Vetero

Dettagli

LA MOBILITÀ DELLA FAUNA ITTICA, INDAGINI MEDIANTE TECNICHE DI TELEMETRIA E MAPPATURA DEGLI HABITAT

LA MOBILITÀ DELLA FAUNA ITTICA, INDAGINI MEDIANTE TECNICHE DI TELEMETRIA E MAPPATURA DEGLI HABITAT LA MOBILITÀ DELLA FAUNA ITTICA, INDAGINI MEDIANTE TECNICHE DI TELEMETRIA E MAPPATURA DEGLI HABITAT Daniele Stellin Regione autonoma Valle d Aosta Direzione flora, fauna, caccia e pesca Michele Spairani

Dettagli

DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO DELLA PESCA SPORTIVA NEI LAGHI

DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO DELLA PESCA SPORTIVA NEI LAGHI REGIONE LAZIO RISERVA NATURALE REGIONALE LAGHI LUNGO E RIPASOTTILE DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO DELLA PESCA SPORTIVA NEI LAGHI LEGGE REGIONALE N. 87 DEL 07/12/1990 E SUCCESSSIVE MODIFICHE DELIBERA COMMISSARIALE

Dettagli

Relazione finale. Studio sugli spostamenti (migrazioni) delle principali specie ittiche del bacino della bassa Dora Baltea.

Relazione finale. Studio sugli spostamenti (migrazioni) delle principali specie ittiche del bacino della bassa Dora Baltea. REGIONE PIEMONTE Settore Tutela e Gestione della Fauna Selvatica e Acquatica Studio sugli spostamenti (migrazioni) delle principali specie ittiche del bacino della bassa Dora Baltea Relazione finale Settembre

Dettagli

PROVINCIA DI VENEZIA Assessorato alla Pesca. Gestione del gambero rosso in provincia di Venezia

PROVINCIA DI VENEZIA Assessorato alla Pesca. Gestione del gambero rosso in provincia di Venezia PROVINCIA DI VENEZIA Assessorato alla Pesca Gestione del gambero rosso in provincia di Venezia Pordenone, 19 giugno 2014 Carta Ittica della provincia di Venezia L.R. del Veneto n. 19/1998 Regolamento provinciale

Dettagli

L attività di controllo e ruolo dell Ente tutela pesca sulla vigilanza sanitaria del territorio

L attività di controllo e ruolo dell Ente tutela pesca sulla vigilanza sanitaria del territorio Al servizio di gente unica La filiera ittica e il controllo igienico sanitario Udine, 28-31ottobre e 4-7 novembre e 2013 L attività di controllo e ruolo dell Ente tutela pesca sulla vigilanza sanitaria

Dettagli

Mettiamo questo documento a disposizione di tutti gli amici pescatori e di tutti i colleghi delle Associazioni Arci Pesca delle varie province

Mettiamo questo documento a disposizione di tutti gli amici pescatori e di tutti i colleghi delle Associazioni Arci Pesca delle varie province Mettiamo questo documento a disposizione di tutti gli amici pescatori e di tutti i colleghi delle Associazioni Arci Pesca delle varie province italiane. La legge qui riportata è valida su tutto il territorio

Dettagli

AGGIORNAMENTO gennaio

AGGIORNAMENTO gennaio VADEMECUM DEL PESCATORE DELLA PROVINCIA DI BIELLA Per ottenere per la licenza di pesca dilettantistica Licenza di pesca di tipo B, licenza per la pesca con canna con o senza mulinello, con uno o più ami,

Dettagli

PARCO REGIONALE DEI COLLI EUGANEI PROGETTO FAUNA

PARCO REGIONALE DEI COLLI EUGANEI PROGETTO FAUNA PESCI Il Parco dei Colli Euganei è generalmente considerato, in termini faunistici, essenzialmente come un parco terrestre. In realtà il territorio Euganeo è solcato da un numerosi corsi d acqua che presentano

Dettagli

Regolamento per l esercizio della pesca nelle acque interne della Provincia di Treviso. (ai sensi dell art. 4 Legge Regionale 28 aprile 1998, n.

Regolamento per l esercizio della pesca nelle acque interne della Provincia di Treviso. (ai sensi dell art. 4 Legge Regionale 28 aprile 1998, n. Regolamento per l esercizio della pesca nelle acque interne della Provincia di Treviso (ai sensi dell art. 4 Legge Regionale 28 aprile 1998, n. 19) Approvato con Delibera del Consiglio Provinciale n 11/12996

Dettagli

Interventi di Riqualificazione Fluviale su un tratto dimostrativo del Fiume Serchio Camporgiano (LU) Monitoraggio a tre anni dalla realizzazione

Interventi di Riqualificazione Fluviale su un tratto dimostrativo del Fiume Serchio Camporgiano (LU) Monitoraggio a tre anni dalla realizzazione Interventi di Riqualificazione Fluviale su un tratto dimostrativo del Fiume Serchio Camporgiano (LU) Monitoraggio a tre anni dalla realizzazione Laura Maria Bianchi, Geologo professionista Arianna Chines,

Dettagli

Energia Eolica. Tecnologie delle Energie Rinnovabili. Daniele Cocco

Energia Eolica. Tecnologie delle Energie Rinnovabili. Daniele Cocco Tecnologie delle Energie Rinnovabili Energia Eolica Daniele Cocco Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali Università degli Studi di Cagliari daniele.cocco@unica.it http://people.unica.it/danielecocco

Dettagli

BACINO DEL FIUME BREMBO

BACINO DEL FIUME BREMBO BACINO DEL FIUME BREMBO Il F. Brembo è originato dalla confluenza di cinque rami principali che sono, da destra a sinistra: il T. Stabina, il Brembo di Averara e il Brembo di Mezzoldo (nel quale confluiscono

Dettagli

VADEMECUM DEL PESCATORE

VADEMECUM DEL PESCATORE VADEMECUM DEL PESCATORE Per ottenere per la volta la licenza di pesca dilettantistica (Licenza di pesca di tipo B), ovvero per rinnovare la propria licenza di pesca scaduta (vale 365 giorni la data di

Dettagli

Piano Ittico Provinciale:

Piano Ittico Provinciale: Servizio Caccia e Pesca Piano Ittico Provinciale: obiettivi ed attività per una gestione sostenibile Bergamo, 17 ottobre 2015 IL PIANO ITTICO PROVINCIALE Redatto ai sensi dell'art. 138 della LR 31/2008

Dettagli

Prontuario. delle infrazioni in materia di pesca L.R. 37/06. Aggiornato al 21 luglio 2009

Prontuario. delle infrazioni in materia di pesca L.R. 37/06. Aggiornato al 21 luglio 2009 Prontuario delle infrazioni in materia di pesca. Aggiornato al 21 luglio 2009 PESCA 1 LICENZA - VERSAMENTI pag 3 2 LUOGHI TEMPI MISURE QUANTITA pag 3 3 MODALITA ATTREZZI pag 5 4 DIVIETI GENERICI pag 8

Dettagli

PESCA NELLE ACQUE PRESENTI ALL INTERNO DEL PARCO NAZIONALE DELL APPENNINO TOSCO - EMILIANO- COMUNI DI CORNIGLIO E MONCHIO DELLE CORTI INDICAZIONI

PESCA NELLE ACQUE PRESENTI ALL INTERNO DEL PARCO NAZIONALE DELL APPENNINO TOSCO - EMILIANO- COMUNI DI CORNIGLIO E MONCHIO DELLE CORTI INDICAZIONI PESCA NELLE ACQUE PRESENTI ALL INTERNO DEL PARCO NAZIONALE DELL APPENNINO TOSCO - EMILIANO- COMUNI DI CORNIGLIO E MONCHIO DELLE CORTI - ANNO 2012 INDICAZIONI 1) Attrezzi consentiti ai pescatori Nelle acque

Dettagli

REGOLAMENTO DI PESCA NELLE ACQUE PRESENTI ALL INTERNO DEL PARCO REGIONALE DELLE VALLI DEL CEDRA E DEL PARMA PER L ANNO 2007.

REGOLAMENTO DI PESCA NELLE ACQUE PRESENTI ALL INTERNO DEL PARCO REGIONALE DELLE VALLI DEL CEDRA E DEL PARMA PER L ANNO 2007. !" # $!%&'!(! ) %& *! #! ) +$, -.!, +.! /! 0 ) / 1 1!! REGOLAMENTO DI PESCA NELLE ACQUE PRESENTI ALL INTERNO DEL PARCO REGIONALE DELLE VALLI DEL CEDRA E DEL PARMA PER L ANNO 2007. (ai sensi dell art. 11

Dettagli

ITALCACCIA - ITALPESCA Corpo Agenti Faunistici Ambientali

ITALCACCIA - ITALPESCA Corpo Agenti Faunistici Ambientali ITALCACCIA - ITALPESCA Corpo Agenti Faunistici Ambientali Prontuario sanzioni pesca e ambiente Stampato in proprio e agg. gennaio 2012 PRONTUARIO PER LA VIGILANZA 1) Il presente prontuario è stato realizzato

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 stagione sportiva 2015/2016 CALENDARIO Girone A

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 stagione sportiva 2015/2016 CALENDARIO Girone A Girone A 18 Ott 2015-28 Feb 2016 25 Ott 2015-6 Mar 2016 1 Nov 2015-13 Mar 2016 1 22 Nov 2015-10 Apr 2016 1 29 Nov 2015-17 Apr 2016 1 13 Dic 2015-24 Apr 2016 Girone B 1 Girone C 1 Girone D 1 Girone E 1

Dettagli

Persico trota (Micropterus salmoides)

Persico trota (Micropterus salmoides) 3.2.21 Persico trota (Micropterus salmoides) Specie alloctona di taglia media, raramente superiore a 60 cm di lunghezza e con un peso massimo intorno a 3-4 kg. Originaria del Nord America, la specie è

Dettagli

Per la pesca no kill sono previste modalità e attrezzi particolari di cui al successivo articolo 5

Per la pesca no kill sono previste modalità e attrezzi particolari di cui al successivo articolo 5 c/o Comunità Montana-Unione dei Comuni info@parchiemiliaoccid www.parchiemiliaoccid Parco Regionale delle info.valli-cedraeparma@parchiemiliaoccid REGOLAMENTO DI PESCA NELLE ACQUE PRESENTI ALL INTERNO

Dettagli

RELAZIONE CRONOPROGRAMMA

RELAZIONE CRONOPROGRAMMA Comune di Baselice Provincia di Benevento RELAZIONE CRONOPROGRAMMA OGGETTO: Consolidamento versante orientale de centro abitato Baselice, 9/1/212 Il Tecnico (Ufficio Tecnico) Comune di Baselice Provincia

Dettagli

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca (OLFP) 923.01 del 24 novembre 1993 (Stato 3 ottobre 2006) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 4 capoversi 1 e 2, 5 capoverso 1, 6 capoverso

Dettagli

7.3 Gestione della fauna: caccia e pesca

7.3 Gestione della fauna: caccia e pesca Relazione ambiente 7 9-9-211 11:4 Pagina 215 RELAZIONE SULLO STATO DELL AMBIENTE 211 7.3 Gestione della fauna: caccia e pesca 7.3.1 La caccia Il territorio della provincia di Lecco è suddiviso in quattro

Dettagli

Formazione. Nuove abilitazioni

Formazione. Nuove abilitazioni Formazione Nuove abilitazioni Roma, 04/05/2015 1 Indice Programmazione dei corsi di abilitazione previsti per il quinquennio 2015-2019 Selezione interna: metodi e criteri 2 Formazione Programmazione dei

Dettagli

Scheda Obiettivo &!%"' #(()*+,- '"#"'.&. %&&!/'!&

Scheda Obiettivo &!%' #(()*+,- '#'.&. %&&!/'!& Scheda Obiettivo Servizio : Responsabile : CdC/Ufficio : Obiettivo :!"#$%&#" Unità di Operazio Tipo Obiettivo Misurazione Peso Vr. Peso Or. Peso Tr. Note Obiettivo misura ne &!%"' #(()*+,- '"#"'.&. %&&!/'!&

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO Regulated by RICS IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO dagli anni 60 al 31/12/2015 (con ipotesi di andamento del mercato sino al 2027) Copyright Marzo 2016 Reddy s Group srl- Real Estate Advisors

Dettagli

ALBORELLA ANGUILLA. Appendice La fauna ittica BARBO. 1 Rapporto sullo Stato dell Ambiente nel Comune di Padova - 2002 151

ALBORELLA ANGUILLA. Appendice La fauna ittica BARBO. 1 Rapporto sullo Stato dell Ambiente nel Comune di Padova - 2002 151 1 Rapporto sullo Stato dell Ambiente nel Comune di Padova - 2002 151 Appendice La fauna ittica ALBORELLA NOME LATINO: Alburnus alburnus alborella (De Filippi 1844) FAMIGLIA: Cyprinidae ORDINE: Cypriniformes

Dettagli

TORDO SASSELLO Turdus iliacus. Stato giuridico. Stato di conservazione. Convenzione di Berna. Allegato III. Convenzione di Bonn.

TORDO SASSELLO Turdus iliacus. Stato giuridico. Stato di conservazione. Convenzione di Berna. Allegato III. Convenzione di Bonn. TORDO SASSELLO Turdus iliacus Distribuzione nel Paleartico occidentale Areale di svernamento Areale di presenza stabile Areale di nidificazione Stato giuridico Convenzione di Berna Convenzione di Bonn

Dettagli