GESTIONE ORGANIZZATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GESTIONE ORGANIZZATIVA"

Transcript

1 Allegato B al Capitolato d'oneri Business Plan di Valutazione proiezione ipotetica per gli anni Premessa Le proiezioni anno per anno sono riportate in allegato informatizzato 1.IPOTESI INZIALI COSTITUZIONE Ipotizzando di conferire la gestione ad un azienda già costituita, non sono state prese in considerazione le spese di costituzione ed i relativi ammortamenti annui. GESTIONE ORGANIZZATIVA Si ipotizza: a)inizio concessione: 01/10/2013 b)centralizzazione delle funzioni di manager/gestore e di segreteria. Queste figure vengono identificate come costo nella sezione SPESE GENERALI. Ruolo: MANAGER: gestione intergrata dei musei e del ristorante; definizione delle strategie di servizio ai clienti; definizione ed attuazione delle strategie di marketing; fund raising sotto forma di sponsorship; promozione dei servizi offerti sul territorio regionale, nazionale ed internazionale; supervisione e responsabilità della corretta tenuta delle scritture contabili, del corretto adempimento agli oneri e alle formalità burocratiche, legali e fiscali e del corretto adempimento dell ordinaria manutenzione e degli standard di sicurezza obbligatoria. SEGRETERIA: gestione dell agenda appuntamenti del manager; gestione delle prenotazioni telefoniche, online e in ufficio; organizzazione degli orari dei collaboratori, delle ferie e delle sostituzioni; organizzazione del servizio di pulizia; organizzazione delle manutenzioni ordinarie; invio dei documenti contabili all ufficio preposto alla tenuta delle scritture; supporto al servizio di biglietteria della Museo della Nave Romana quando necessario. c)personale di Guida ai musei della Nave Romana e della Casa Museo Remo Brindisi : si prevede un investimento in audio guide. Pertanto le guide personali sono dedicate unicamente ai gruppi di almeno 10 persone, e - nei periodi di apertura dei due musei dedicato alle visite combinate delle due strutture. Ne consegue che lo staff di Guida è condiviso tra i due musei. Si prevede pertanto una guida sempre presente negli orari di apertura del Museo della Nave Romana, ed una guida presente solamente durante i periodi di maggiore affluenza. Requisiti fondamenti delle guide è la padronanza delle lingue inglese e tedesco. d)personale di biglietteria e custodia : Museo della Nave Romana: una persona in biglietteria con part time al 60% nei mesi da ottobre a febbraio, full time nei restanti mesi. Si prevede quindi che nei mesi di bassa stagione questa persona lavori solo dal venerdì alla domenica. Il giorno feriale dedicato alle gite e ai gruppi, essendo su prenotazione, può essere infatti gestito dalle guide e dalla segreteria Casa Museo Remo Brindisi: un custode residente nella villa, con contratto da custode, che prevede anche la manutenzione ordinaria della villa e del suo giardino; una persona in biglietteria part time solo nei mesi di settembre, ottobre, marzo e aprile, e full time negli altri mesi; una persona addetta alla sorveglianza e assistenza dei locali durante le aperture; uno stagista nei mesi da maggio a agosto

2 e) Stagisti: nel periodo di maggiore affluenza, si ipotizza l utilizzo di stagisti per i musei Nave Romana e Remo Brindisi. f) Ristorante Bettolino : si prevede che il ristorante offra un servizio attrattivo anche per la comunità locale, pertanto si prevedono ingenti investimenti in personale per garantire il servizio di ristorazione, di bar e di aperitivi negli orari di apertura. Personale in cucina: un cuoco; un aiuto cuoco; un assistente tuttofare Personale del bar: un barman; un aiuto barman/cameriere; uno stagista nei periodi maggiore affluenza Personale di sala: un cameriere (a cui si aggiunge la condivisione dell aiuto barman durante gli orari del servizio ristorante) a)servizio di pulizia: centralizzando la gestione delle tre strutture, si prevedono risparmi anche nel contratto da stipulare con l azienda preposta alle pulizie ed igienizzazione dei locali dei Musei della Nave Romana e della Casa Museo Remo Brindisi. Le pulizie del Ristorante Bettolino saranno invece eseguite dal personale del ristorante. MARKETING, SPONSORSHIP E PROMOZIONE Il manager della struttura avrà tra le sue attività principali la promozione della stessa, soprattutto durante il periodi da settembre a febbraio. Alla sezione SPESE GENERALI sono dunque previste: spese di viaggi e trasferte in Italia, in Europa e all estero al fine di realizzare tale promozione. spesa annuale per l uscita di volantini sul territorio, due uscite estive ed un uscita invernale. attività di raccolta sponsor (banche e fondazioni, aziende presenti sul territorio), fondamentale all equilibrio economico delle strutture, ed oggi attività primaria della maggioranza delle aziende operanti nel settore della Cultura. È fondamentale per la riuscita di questa attività, l individuazione e la promozione dei servizi che la nuova gestione potrà dare agli sponsor: non solamente tramite l esposizione del loro logo, ma anche tramite la massiva promozione del territorio che verrà effettuata. Sito web Investimento in campagna di mailing tramite il servizio offerto dall APT A partire dall anno 2014, investimento in un video promozionale (e relativi supporti dvd), da distribuire ai principali partner in Italia e all estero I costi considerati per le campagne promozionali sono su base di preventivi reali, senza aver tentato alcuna negoziazione e richiesta di scontistica. INVESTIMENTI Oltre agli investimenti già enunciati al capitolo MARKETING, SPONSORSHIP E PROMOZIONE, è prevista la dotazione di ogni ufficio di notebook e stampante. Per i musei, è previsto l acquisto di stampanti elettroniche dei biglietti, come dalla vigente normativa, ed al momento non presenti. L acquisto delle attrezzature necessarie al Museo delle Valli e al Ristorante Bettolino, sono previsti a Leasing. Il tasso stimato del leasing è del 6%, attualmente i tassi di mercato per aziende ritenute a rischio medio oscillano tra il 4,6% (tasso variabile) e il 5,5% (tasso fisso). Nel leasing è stato calcolato l acquisto di una barca usata, dell attrezzatura per la cucina ed il bar (usata) e dell attrezzatura per l allestimento del ristorante (nuova). I prezzi sono quelli medi di mercato, in sede di trattativa, considerato anche il particolare momento economico, è sicuramente possibile ottenere sconti. Per le attrezzature acquistate direttamente, è previsto un piano di ammortamento di 5 anni. BANCHE

3 Alla sezione ONERI FINANZIARI VERSO BANCHE delle Spese generali, sono stati considerate le commissioni per la tenuta del conto corrente, per i POS per bancomat e carte di credito e per un fido di conto corrente di euro Questo per far fronte alle necessità di cash flow nei mesi di minore affluenza e di chiusura di alcune strutture. Per il fido è stato considerato un tasso all 8,25%, tasso molto alto (normalmente per questo genere di finanziamenti è tra il 5,5 ed il 7%. La nuova gestione potrà valutare di avere altre forme di factoring e finanziamenti meno onerose. Si è ritenuto opportuno considerare la più onerosa sul mercato. APERTURE Dall analisi delle affluenze e per una gestione migliore considerata sotto l aspetto dell economicità, si ipotizzano di seguito i periodi di apertura che garantiscono un equilibrio economico. Diminuiscono i giorni di apertura del Museo della Nave Romana, aumentano quelli della Casa Museo Remo Brindisi e del Museo delle Valli. Tra le funzioni delle Segreteria, rientra quella di organizzare l apertura settimanale nei periodi di minore affluenza, in base alle prenotazioni di gruppi e gite scolastiche. STRUTTURA GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE CEMBRE VENER VENER VENER VENER VENER VENER VENER VENER NAVE DOMENIC DOMENICA; DOMENICA; DOMENICA; ROMANA A; 1 REMO BRINSI VALLI E BETTOLINO VENER DOMENICA; VENER DOMENICA; VENER VENER VENER VENER VENER VENER ANALISI DELLE PRESENZE E STIME CRESCITA Si ipotizzano: - Biglietti gratuiti: uno ogni gruppo di 15 persone; e 90 ragazzi/struttura nei mesi di Aprile e Maggio (gite scolastiche delle scuole del territorio di Comacchio) - Introduzione di pacchetti, il che comporta un effetto trascinamento di presenze alla Casa Museo Remo Brindisi, incrementandole notevolmente rispetto alla situazione attuale. -Stime di crescita delle VENTE: ofatto salvo il periodo di crisi che ha impattato notevolmente sui fatturati di tutte le realtà economiche, partendo dai fatturati del 2011 e 2012, la stima di crescita annua fisiologica di un azienda è del 3-5%. Detta stima è stata considerata per l attività del Museo delle Valli e per gli ultimi anni della concessione. oconsiderati i pochissimi ingressi alla Casa Museo Remo Brindisi, è stato stimato che l effetto dell attività di promozione apporterà una crescita annua del 40% il primo anno (2013); del 60% il secondo; del 150% il terzo; del 60% il quarto; del 30% il quinto; del 10% gli anni successivi.

4 oper il Museo della Nave Romana, le stime di crescita considerati sono del 10% il primo anno, 20% il secondo, terzo e quarto anno grazie agli effetti della promozine; 10% nel 2017 e a seguire, un aumento del 5%. oper il ristorante Bettolino di Foce si è considerato di: Avere come clienti del ristorante mediamente il 15% dei clienti visitatori del museo delle Valli Avere come clienti Bar (acqua, bibite, caffè) mediamente il 50% dei visitatori del museo delle Valli Avere come clienti del ristorante almeno una volta il 20% della popolazione stimata residente a Comacchio tra i 30 e i 60 anni. Investire a tal fine, il 5% dei ricavi del ristorante e bar per coprire eventuali sprechi ed organizzare politiche di sconti, organizzazione serate a tema, ecc. -Stime di crescita dei COSTI: per i costi commerciali (acquisto di materie prime e di beni di consumo per le strutture, nonché di servizi soggetti a concorrenza) è stata considerata, oltre alla crescita quantitativa, l adattamento all inflazione ogni 3 anni. Per i costi regolamentati (personale, utenze) è stato applicato l aumento annuale sulla base del tasso di inflazione. I tassi di inflazione considerati sono una media tra quelli pubblicati dal Ministero de Tesoro (inferiore), quelli Pubblicati dalla BCE (intermedio), e quelli pubblicati da riviste internazionali specializzate nel settore. Con l utilizzo di queste stime si arriva a catturare una quota molto debole dei turisti stranieri presenti ogni anno sul territorio. Si ritiene quindi che il potenziale di crescita di questi musei sia ben superiore alle stime considerate. Tuttavia crescite superiori potrebbero comportare la necessità di aumentare gli investimenti in personale e attrezzature. TARIFFE Nel Business Plan, ogni 3 anni è previsto un aumento delle tariffe sulla base dell inflazione attualmente prevista. TARIFFE AL LORDO DELL I.V.A. laddove dovuta TIPOLOGIA NAVE ROMANA REMO BRINSI INTERO 5,00 5,00 RIDOTTO 3,50 3,50 PACCHETTO INTERO MUSEI + 18,00 VALLI PACCHETTO RIDOTTO MUSEI 14,00 + VALLI PACCHETTO SCUOLE NON 14,00 RESIDENTI MUSEI + VALLI PACCHETTO SCUOLE NON 6,00 RESIDENTI SOLO MUSEI (N + B) INGRESSO SCUOLE NON 5,00 RESIDENTI SOLO VALLI GUIDA GITE SCOLASTICHE SCUOLE RESIDENTI 0 0 AUOGUIDA 1,75 1,75

5 VENTA SOUVENIR E LIBRI Dai dati forniti i bookshop hanno realizzato sino ad oggi vendite sporadiche dei libri forniti in conto vendita dal Comune di Comacchio. Sino ad oggi il Comune ha riconosciuto al gestore dei musei una percentuale del 15%. Si ritiene che questa percentuale sia troppo ridotta per incentivare la vendita. Sulla base delle percentuali medie del commercio al dettaglio, la stessa dovrebbe essere del 40%. È su questo dato che si sono fatti i nuovi calcoli. Si è introdotta anche la vendita di souvenir a basso prezzo ed alto valore aggiunto. I beni considerati per i calcoli sono: penne ecologiche, teli mare, porta penne con fotografie del luogo, set colori bimbi, shopper mare, candele ricordo. Ma possono essere previste t-shirt, segnalibri e molti altri articoli. I preventivi sono su base reale. Si è stimato che almeno il 50% dei visitatori acquisti un gadget, soprattutto quelli di valore più basso. ASSICURAZIONI Si è considerato un premio assicurativo annuo di euro , congruo con riportato come dato storico. SPESE EXTRA Si è considerato un monte spese extra per eur 5.000/anno. MANUTENZIONI Sono stati considerati: -MUSEO DELLA NAVE ROMANA: eur 5000/anno per manutenzione vetrine, estintori e sale -CASA MUSEO REMO BRINSI: euro 2000/anno per manutenzione vetrine estintori e sale; euro 3000/anno per manutenzione ascensore (dato 2011, che si ritiene comunque eccessivo); euro anno per manutenzione giardino (si ritiene eccessivo il dato del 2011 di euro per una manutenzione che dovrebbe venire fatta dal custode ad eccezione della potatura piante) -MUSEO DELLE VALLI: euro 1500/anno per manutenzione barca e sale Su questi costi è possibile intervenire con risparmi consistenti grazie ad un ottimizzazione della gestione e grazie all utilizzo di lampadine e sistemi di illuminazione a risparmio energetico. Questi ultimi impatterebbero anche positivamente sulla riduzione delle utenze elettriche. 1.BUSINESS PLAN In appendice si presenta il conto economico di ogni anno ed il cash flow relativo. Il cash flow è calcolato considerando l utilizzo pieno del fido di conto corrente. I risultati sono da considerare tutti ante imposte. Nella tabella il riepilogo: STRUTTURA

6 M. NAVE R , , , , , , ,37 C. M. REMO B , , , , , , ,56 M. VALLI , , , , , , ,36 SPESE RICAVI GENERALI , , , , , CONSOLIDATO , , , , , , ,77 EUR per EUR per NECESSITA il mese di il mese di CASH FLOW dicembre febbraio N.B.:Iniziando l attività a ottobre 2013, fiscalmente l anno 2013 non costituisce esercizio, ma è integrato nell anno 2014, pertanto il risultato complessivo dell anno 2014 è: STRUTTURA NAVE R ,57 REMO B ,58 VALLI ,34 SPESE RICAVI GENERALI ,82 CONSOLIDATO ,30 EUR per il mese di dicembre 2013; eur NECESSITA CASH FLOW per il mese di febbraio CONSIDERAZIONI -Nel conto economico non sono state considerate le spese di costituzione della società, ritenendo che il bando si rivolga ad aziende già costituite sul territorio; -I costi del personale sono considerati ipotizzando di attribuire al personale un livello congruo alle mansioni e senza il ricorso ad alcuna agevolazione fiscale (mobilità, qualora venga rifinanziata dal nuovo Governo entrante; contratti di apprendistato, contratti di collaborazione o amministratori/soci, ecc) -Si ritiene che la politica tariffaria debba essere rivista e si mette a tal fine a disposizione il file excel per le simulazioni. -Qualora la concessione venga assegnata ad una realtà con deboli capacità finanziarie, senza rivedere la politica tariffaria, il Comune dovrà intervenire con finanziamenti per supportare le necessità di cash flow solamente nei mesi di gennaio e febbraio del 2014 oil Comune può valutare la possibilità di fissare un canone di locazione.

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE DATI GENERALI Dati informativi - descrittivi Denominazione del museo o della

Dettagli

Le tariffe vengono applicate per ogni ora di effettivo utilizzo della struttura sportiva.

Le tariffe vengono applicate per ogni ora di effettivo utilizzo della struttura sportiva. Allegato a) 1) CASA PROTETTA COMUNALE Tariffa: Dal 01/01/2013 Retta giornaliera a carico dell utente. 48,00 La tariffa viene applicata per ogni giorno di effettiva permanenza presso la Casa Protetta Comunale.

Dettagli

PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO DI MASSIMA

PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO DI MASSIMA Comune di Modena Assessorato alle Politiche Economiche Assessorato alla Pianificazione e Gestione del Territorio 8 PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO DI MASSIMA 8.1. Investimenti Gli inv, a tale proposito,

Dettagli

Questionario di autovalutazione

Questionario di autovalutazione Questionario di autovalutazione SCHEDA ANAGRAFICA i Denominazione del museo e recapiti A.1.1 Denominazione. A.1.2 Complesso di appartenenza (1). A.1.3 Indirizzo (2) A.1.4 Località (3). A.1.5 CAP A.1.6

Dettagli

STRUTTURE RICETTIVE SISTEMA TERRITORIALE COMUNICAZIONE PROMO-COMMERCIALIZZAZIONE. Gestione musei e escursioni

STRUTTURE RICETTIVE SISTEMA TERRITORIALE COMUNICAZIONE PROMO-COMMERCIALIZZAZIONE. Gestione musei e escursioni Aumentare capacità attrattiva del sistema ricettivo attuale e futuro attraverso la razionalizzazione e il potenziamento del sistema territoriale Promo-commercializzazione dell'insieme Ricettivo - sistema

Dettagli

COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI

COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI TELEFONO 0744/710119-710723 - FAX 0744/710159 - E-MAIL: COMUNECALVI@TISCALINET.IT ART. 1 Il Comune di Calvi dell Umbria, in esecuzione della deliberazione

Dettagli

Il complesso Auditorium Parco della Musica si estende per 94.000 metri quadri, ed è ubicato nel quartiere Flaminio di Roma (fig. 1).

Il complesso Auditorium Parco della Musica si estende per 94.000 metri quadri, ed è ubicato nel quartiere Flaminio di Roma (fig. 1). L'auditorium Parco della Musica: la gestione dei servizi commerciali di Gabriele Coppa e Carlo Fuortes gennaio 2006 Introduzione La Società Musica per Roma è stata costituita dal Comune di Roma, il 28

Dettagli

ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI VILLA FARNESINA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI

ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI VILLA FARNESINA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI ACCADEMIANAZIONALEDEILINCEI VILLAFARNESINA CARTADELLAQUALITÀDEISERVIZI 1 1.Caratteristiche della carta La Carta della qualità dei servizi risponde ad una duplice esigenza: fissare principi e regole nel

Dettagli

Piscina comunale coperta

Piscina comunale coperta Piscina comunale coperta Comune di Sommacampagna Piano economico finanziario PAGE 1 Indice Premessa..... pag. 3 Valutazione del bacino d utenza...... pag. 5 Il Progetto........ pag. 8 Piano economico finanziario

Dettagli

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 Nel bilancio di previsione 2013, il precedente direttivo aveva previsto un

Dettagli

*4. Proprietà. Informazioni sul museo. 1. Denominazione Museo. 2. Provincia. 3. Tipologia. Page 1. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj.

*4. Proprietà. Informazioni sul museo. 1. Denominazione Museo. 2. Provincia. 3. Tipologia. Page 1. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. SI Informazioni sul museo 1. Denominazione Museo 2. Provincia Avellino 5 6 Benevento Caserta Napoli Salerno 3. Tipologia storico archeologico artistico demoetnoantropologico scientifico naturalistico composito

Dettagli

COMUNE DI MONTEGRANARO Provincia di Fermo Servizio cultura istruzione turismo

COMUNE DI MONTEGRANARO Provincia di Fermo Servizio cultura istruzione turismo BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLE PALESTRA DI VIA GANDHI (S.Liborio) E VIA MARTIRI D UNGHERIA (Palazzetto dello sport) (All.A determina n.126 del 3.12.2013 del responsabile del servizio

Dettagli

Allegato A Schema di Piano Industriale Istruzioni per la redazione

Allegato A Schema di Piano Industriale Istruzioni per la redazione Allegato A Schema di Piano Industriale Istruzioni per la redazione Il piano industriale deve contenere il flusso di cassa operativo secondo lo schema A1. La Commissione verifica la congruità del piano

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL NOLEGGIO DEL PARCO FESTEGGIAMENTI

REGOLAMENTO PER IL NOLEGGIO DEL PARCO FESTEGGIAMENTI REGOLAMENTO PER IL NOLEGGIO DEL PARCO FESTEGGIAMENTI Articolo 1 L Associazione Pro Loco di Ragogna, con sede legale in via 25 Aprile, 2A a San Giacomo di Ragogna, opera nel rispetto dei propri fini statutari

Dettagli

SCHEDA DESCRITTIVA DEL COFINANZIAMENTO. progetto

SCHEDA DESCRITTIVA DEL COFINANZIAMENTO. progetto ALLEGATO C1 SCHEDA DESCRITTIVA DEL COFINANZIAMENTO Modello Macrovoce P Nome e Cognome Mansione Previsione di ore a progetto Costo orario Costo annuo a progetto Modello Macrovoce L1, L2 Indirizzo Struttura

Dettagli

A.G.I.S. Agenzia Gestione Impianti Sportivi

A.G.I.S. Agenzia Gestione Impianti Sportivi A.G.I.S. Agenzia Gestione Impianti Sportivi Provincia di Caserta OGGETTO: Rilievo e studio di fattibilità da porre a base di gara per l'affidamento in project financing della ristrutturazione e gestione

Dettagli

ALLEGATO 3: DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

ALLEGATO 3: DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Spett.le.. Oggetto: Concesone dei servizi integrati per i musei civici di Comacchio: Museo della Nave Romana, Casa Museo Remo Brindi, Museo delle Valli, percor di valle e punto di Ristoro Bettoli di Foce

Dettagli

Allegato B CASH FLOW GENERATO E SOSTENIBILITÀ FINANZIARIA

Allegato B CASH FLOW GENERATO E SOSTENIBILITÀ FINANZIARIA Allegato B CASH FLOW GENERATO E SOSTENIBILITÀ FINANZIARIA SOMMARIO 1 LA FINANZIABILITÀ DEL PIANO...I 2 I CONTI ECONOMICI DI PREVISIONE...V 3 STATO PATRIMONIALE...VII 4 FLUSSI DI CASSA... VIII 5 UNO SCENARIO

Dettagli

I.P.S.S.A.R. A. Volta Sede coordinata di Arbus

I.P.S.S.A.R. A. Volta Sede coordinata di Arbus I.P.S.S.A.R. A. Volta Sede coordinata di Arbus Anno scolastico: 2013/2014 Materia d insegnamento: Servizi di accoglienza turistica Prof.ssa: Piredda Silvia Classe: 2^ Tot. 2 ore settimanali PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

Centro Servizi del Distretto

Centro Servizi del Distretto Centro Servizi del Distretto Idea progettuale Progetto integrato per il rilancio e lo sviluppo del Distretto dell Abbigliamento Valle del Liri Il Centro Servizi del Distretto Idea progettuale 1 Premessa

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO INFORMATICO PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA DI BIGLIETTERIA ELETTRONICA

CAPITOLATO TECNICO INFORMATICO PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA DI BIGLIETTERIA ELETTRONICA CAPITOLATO TECNICO INFORMATICO PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA DI BIGLIETTERIA ELETTRONICA ART. 1 OGGETTO Costituisce oggetto del presente Capitolato per la fornitura di un sistema di vendita ed emissione

Dettagli

Stato patrimoniale al 31/12/n

Stato patrimoniale al 31/12/n Tema d esame Gestione economica delle imprese ristorative, analisi di bilancio e fonti di finanziamento di Grazia BATARRA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE ECONOMICHE (Classe 5 a IP Tecnico servizi ristorativi)

Dettagli

SCHEMA SEMPLIFICATO PER LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN

SCHEMA SEMPLIFICATO PER LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN Sottomisura 4.1.3.1.a Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese Misura 3.1.2. Azione a) Centri rurali di ristoro e degustazione SCHEMA SEMPLIFICATO PER LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN Il

Dettagli

COMUNE DI MENTANA Città Metropolitana di Roma Capitale

COMUNE DI MENTANA Città Metropolitana di Roma Capitale COMUNE DI MENTANA Città Metropolitana di Roma Capitale RELAZIONE PROGETTO PRELIMINARE E ANALISI ECONOMICA PER LA GESTIONE E RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E SEMAFORICI

Dettagli

INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER PROGETTI DI INNOVAZIONE ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA FIERISTICO REGIONALE.

INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER PROGETTI DI INNOVAZIONE ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA FIERISTICO REGIONALE. INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER PROGETTI DI INNOVAZIONE ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA FIERISTICO REGIONALE. FAQ INDICE 1. POSSO PRESENTARE LA PROPOSTA PROGETTUALE SOLTANTO TRAMITE

Dettagli

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI 1 CREDITAGRI ITALIA AGENDA Presentazione di CreditAgri Italia scpa I Settori d Intervento; La carta dei servizi dedicati; La carta dei prodotti; Gli interventi

Dettagli

Facility Management come strumento per la valorizzazione dei Beni Culturali L'esperienza della Fondazione Musei Civici di Venezia

Facility Management come strumento per la valorizzazione dei Beni Culturali L'esperienza della Fondazione Musei Civici di Venezia Strutture Museali di pertinenza della Fondazione Musei Civici Palazzo Ducale Museo Correr Torre dell Orologio Ca Rezzonico, Museo del Settecento Veneziano Museo del Vetro Museo del Merletto Museo di Storia

Dettagli

Regione Basilicata AGENZIA DI PROMOZIONE TERRITORIALE APT BASILICATA Allegato 3 REGOLAMENTO PER L ACQUISTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

Regione Basilicata AGENZIA DI PROMOZIONE TERRITORIALE APT BASILICATA Allegato 3 REGOLAMENTO PER L ACQUISTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Regione Basilicata AGENZIA DI PROMOZIONE TERRITORIALE APT BASILICATA Allegato 3 REGOLAMENTO PER L ACQUISTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Delibera del D. G. n 165 del 16/09/2010 Delibera del D. G. n 142

Dettagli

Invio comunicazione La compagna continua

Invio comunicazione La compagna continua PIANO OPERATIVO COLLEGATO AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015 Previsto dall OdG approvato dall Assemblea del 26 maggio 2015 Interventi adottati con l approvazione del bilancio 2015 da parte dell Assemblea consortile

Dettagli

ELEMENTI DI MARKETING MUSEALE. A cura di Alessandro Isaia Responsabile Comunicazione, Marketing e Web della Fondazione Torino Musei

ELEMENTI DI MARKETING MUSEALE. A cura di Alessandro Isaia Responsabile Comunicazione, Marketing e Web della Fondazione Torino Musei ELEMENTI DI MARKETING MUSEALE A cura di Alessandro Isaia Responsabile Comunicazione, Marketing e Web della Fondazione Torino Musei IL MARKETING Il marketing è un ramo dell'economia che si occupa dello

Dettagli

IL BUDGET: STRUMENTO DI CONTROLLO DI GESTIONE

IL BUDGET: STRUMENTO DI CONTROLLO DI GESTIONE IL BUDGET: STRUMENTO DI CONTROLLO DI GESTIONE Dott.ssa Giovanna Castelli 1 Quanti si pongono queste domande: Quali sono i miei obiettivi di vendita? Li sto raggiungendo? Quali margini conseguo? I costi

Dettagli

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art.

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art. - REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1 Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006 Art. 1 La Sala Conferenze dell Ordine dei Medici chirurghi e Odontoiatri

Dettagli

Tourism Reload. Sara Maria Scurati, Filippo Zucchelli Country Development Plans Country Development & Value Optimization Italy. Roma, 19 Febbraio 2015

Tourism Reload. Sara Maria Scurati, Filippo Zucchelli Country Development Plans Country Development & Value Optimization Italy. Roma, 19 Febbraio 2015 Tourism Reload Sara Maria Scurati, Filippo Zucchelli Country Development Plans Country Development & Value Optimization Italy Roma, 19 Febbraio 2015 Cosa devo fare per riuscire a farmi finanziarie? devo

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE di Anna Maria Bertini Programma di inserimento sui mercati esteri Stati U.E. Esclusi diannamariaber ni Finanziamenti per inserimento sui mercati esteri FINALITÀ Finanziamento

Dettagli

MARKETING Il piano di marketing

MARKETING Il piano di marketing Università degli studi di Macerata Facoltà di Scienze della comunicazione MARKETING Il piano di marketing Prof. Laura Gavinelli laura.gavinelli@unimc.it Blythe, Fondamenti di marketing, cap. 10 1 Cos è,

Dettagli

FRANCHISING DI: commercializzazione prodotti Erogazione di servizi produzione

FRANCHISING DI: commercializzazione prodotti Erogazione di servizi produzione SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA Le informazioni riportate in questo documento sono fornite dal franchisor e costruite sull analisi storica dell andamento dei punti vendita.

Dettagli

Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo AMBROSINI

Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo AMBROSINI FAC SIMILE mod/pef Ambrosini Comune di Monza Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo AMBROSINI anni 20 PROSPETTI DI CONTO ECONOMICO,

Dettagli

STUDIO DI FATTIBILITA PER LA CONCESSIONE DI AREE DI PERTINENZA STRUTTURA SPORTIVA PALALIXIUS

STUDIO DI FATTIBILITA PER LA CONCESSIONE DI AREE DI PERTINENZA STRUTTURA SPORTIVA PALALIXIUS STUDIO DI FATTIBILITA PER LA CONCESSIONE DI AREE DI PERTINENZA STRUTTURA SPORTIVA PALALIXIUS Premessa: La struttura denominata di Palalixius è oggi adoperata da differenti società per lo svolgimento delle

Dettagli

COBE DIREZIONALE SPA Bilancio al 31 dicembre 2013 Dettaglio costi-ricavi per iniziativa

COBE DIREZIONALE SPA Bilancio al 31 dicembre 2013 Dettaglio costi-ricavi per iniziativa GESTIONE OPERE ACCADEMIA CARRARA Gestione opere Carrara 150.000,00 Riaddebito costi assicurazione 1.781,51 151.781,51 Affitto depositi 29.700,00 Assicurazione 72.102,44 Manutenzione impianti 650,00 Spese

Dettagli

CONTROLLO. FRANCO CELLINO Economista*

CONTROLLO. FRANCO CELLINO Economista* 001-008 Cellino 29-03-2004 8:44 Pagina 2 001-008 Cellino 29-03-2004 8:44 Pagina 1 CONTROLLO G E S T I O N E FRANCO CELLINO Economista* I l controllo di gestione rappresenta uno dei momenti, o meglio il

Dettagli

MGFEFEMN CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE E SVILUPPO DEL SITO MINERARIO DI BALANGERO PIANO DI GESTIONE

MGFEFEMN CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE E SVILUPPO DEL SITO MINERARIO DI BALANGERO PIANO DI GESTIONE CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE E SVILUPPO DEL SITO MINERARIO DI BALANGERO PIANO DI GESTIONE 1 SUPERFICI UFFICI AULE DIDATTICHE STIMA DELLE SUPERFICI E DEI VOLUMI LABORATORI EXPO PERCORSO MUSEALE

Dettagli

Parco Naturale Regionale delle Serre REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI

Parco Naturale Regionale delle Serre REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI Parco Naturale Regionale delle Serre REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI Approvato con Deliberazione del Commissario straordinario n. 25 del 27/06/2011 1 ART. 1 Premesse 1. Il presente Regolamento

Dettagli

Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo di via Pitagora

Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo di via Pitagora FAC-SIMILE Mod.PEF/Pitagora Comune di Monza Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo di via Pitagora PROSPETTI DI CONTO ECONOMICO,

Dettagli

COVER DIFFUSION LISTINO AGEVOLATO 2013/2014 PER ADERENTI AL PROGETTO IMPRESA GRAFICA - STAMPA - COMUNICAZIONE - WEB

COVER DIFFUSION LISTINO AGEVOLATO 2013/2014 PER ADERENTI AL PROGETTO IMPRESA GRAFICA - STAMPA - COMUNICAZIONE - WEB COVER DIFFUSION LISTINO AGEVOLATO 2013/2014 PER ADERENTI AL PROGETTO IMPRESA GRAFICA - STAMPA - COMUNICAZIONE - WEB In collaborazione con S.G. Studio Grafico PROMO OFFERTA KIT PROGETTO IMPRESA COVER DIFFUSION

Dettagli

OSTELLO DELLA GIOVENTU L aggiudicataria dovrà garantire l apertura al pubblico dell Ostello della Gioventù per il periodo 1 aprile 31 ottobre.

OSTELLO DELLA GIOVENTU L aggiudicataria dovrà garantire l apertura al pubblico dell Ostello della Gioventù per il periodo 1 aprile 31 ottobre. CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE, VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE DEL MUSEO DELLA CITTA, DELLO SCRIPTORIUM E DELL OSTELLO DEL COMUNE DI BOBBIO. ARTICOLO 1 Oggetto dell appalto. Il presente capitolato

Dettagli

Profilo Descrizione Peso Criterio di valutazione Livello Punti Descrizione

Profilo Descrizione Peso Criterio di valutazione Livello Punti Descrizione Allegato 3.1 alla Deliberazione R.S. n. 106 del 16.10.201 R.G. n. 96 MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE MONUMENTO NATURALE GROTTA DI SAN GIOVANNI E DEL COMPLESSO NURAGICO SA DOM

Dettagli

A) STRUTTURA & SCENARI

A) STRUTTURA & SCENARI d i S t e f a n o C a l a n d r a Italia, ******/2011 Business Plan B&B ********** 2011-2013 e Studio Fattibilità gestionale A) STRUTTURA & SCENARI Struttura ricettiva Licenza di Casa Vacanze. Trattasi

Dettagli

Piano Industriale SPPL Carminio srl 2011

Piano Industriale SPPL Carminio srl 2011 SOCIETA PATRIMONIALE PUBBLICA LOCALE CARMINIO S.r.l. Società Unipersonale a responsabilità limitata Soggetta all attività di Direzione e Coordinamento del COMUNE di CARMIANO PIANO INDUSTRIALE 2011 1 I

Dettagli

COMUNE DI PALERMO BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DI DUE SPIAGGIE LIBERE ATTREZZATE SITE NELLE LOCALITA DI: MONDELLO ADDAURA

COMUNE DI PALERMO BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DI DUE SPIAGGIE LIBERE ATTREZZATE SITE NELLE LOCALITA DI: MONDELLO ADDAURA COMUNE DI PALERMO BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DI DUE SPIAGGIE LIBERE ATTREZZATE SITE NELLE LOCALITA PREMESSA: Il piano economico finanziario è concepito come il documento attraverso cui

Dettagli

SARDEGNA IT SRL. Relazione concernente l andamento della società nel primo semestre 2014

SARDEGNA IT SRL. Relazione concernente l andamento della società nel primo semestre 2014 SARDEGNA IT SRL Registro Imprese 03074520929 Rea 244574 Società unipersonale Sede in VIA DEI GIORNALISTI, N. 6-09122 CAGLIARI (CA) Capitale sociale Euro 100.000,00 i.v. Relazione concernente l andamento

Dettagli

Comune di Comacchio Provincia di Ferrara

Comune di Comacchio Provincia di Ferrara Allegato I - CAPITOLATO SPECIALE D'ONERI Schema di contratto CONCESSIONE DEI SERVIZI INTEGRATI DI CUSTODIA, BIGLIETTERI, PULIZIA, APERTURA, ACCOGLIENZA, ASSISTENZA, INFORMAZIONE, GUIDA, ASSISTENZA DIDATTICA,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Selezione di un progetto per la promozione turistica della DESTINAZIONE FIRENZE (Approvato con DD. 2015/4376)

AVVISO PUBBLICO Selezione di un progetto per la promozione turistica della DESTINAZIONE FIRENZE (Approvato con DD. 2015/4376) AVVISO PUBBLICO Selezione di un progetto per la promozione turistica della DESTINAZIONE FIRENZE (Approvato con DD. 2015/4376) Premessa Nell ambito del programma di mandato 2014-2019 La città delle opportunità,

Dettagli

Richieste di personale aggiornate all 8 aprile 2011

Richieste di personale aggiornate all 8 aprile 2011 Richieste di personale aggiornate all 8 aprile 2011 L ENTE BILATERALE DEL TURISMO TOSCANO, accreditato dalla Regione Toscana per lo svolgimento dei servizi al lavoro, raccoglie le candidature da inserire

Dettagli

P.E.F. previsionale connesso alla gara per la concessione del Centro Sportivo AMBROSINI

P.E.F. previsionale connesso alla gara per la concessione del Centro Sportivo AMBROSINI FACSIMILE mod/pef Ambrosini Comune di Monza P.E.F. previsionale connesso alla gara per la concessione del Centro Sportivo AMBROSINI PROSPETTI DI CONTO ECONOMICO, STATO PATRIMONIALE E FLUSSI DI CASSA PREVISIONALI

Dettagli

BUDGET 2015 approvato dal Consiglio di Amministrazione del 21 novembre 2014 e dall'assemblea dei Soci del 12 dicembre 2014

BUDGET 2015 approvato dal Consiglio di Amministrazione del 21 novembre 2014 e dall'assemblea dei Soci del 12 dicembre 2014 MUSEO NAZIONALE DELL'AUTOMOBILE "Avv. Giovanni Agnelli" BUDGET 2015 approvato dal Consiglio di Amministrazione del 21 novembre 2014 e dall'assemblea dei Soci del 12 dicembre 2014 IMPORTI IN EURO BUDGET

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI TURISTICI Processo Servizi di ricettività Sequenza di processo Gestione e coordinamento dei

Dettagli

Presentazione franchising

Presentazione franchising Presentazione franchising Chi siamo Il gruppo Frigerio nasce nel 1945 grazie all intuizione di Ugo Frigerio che nell immediato dopoguerra intraprende l attività di trasporti in bus tra la Brianza

Dettagli

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM Approvato con D.G.C. n. 50 del 18/05/09 Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Ristrutturazione dello dello Studio professionale:

Ristrutturazione dello dello Studio professionale: Aggiornamento Fiscale, per la consulenza d impresa e del lavoro Dispensa Seminario operativo gratuito Ristrutturazione dello dello Studio professionale: riorganizzazione e controllo di gestione A cura

Dettagli

Capitolo 3. Volume di vendite annuale previsto Aliquota fiscale di imposta sul reddito 40%

Capitolo 3. Volume di vendite annuale previsto Aliquota fiscale di imposta sul reddito 40% Problemi Capitolo 3 Problema 3-1 Doyle Candy SpA è un azienda commerciale che distribuisce caramelle all ingrosso. L azienda ha come clienti drogherie, piccoli supermercati e negozi (di genere vario) situati

Dettagli

Lo start up della costituenda Fondazione

Lo start up della costituenda Fondazione Lo start up della costituenda Fondazione Lo studio della sostenibilità finanziaria richiede la formulazione di un piano di finanziamento a copertura del fabbisogno per la realizzazione del progetto, in

Dettagli

IL PATTO DEI SINDACI 2011 Campagna SEE Italia Teramo, 9 giugno 2011

IL PATTO DEI SINDACI 2011 Campagna SEE Italia Teramo, 9 giugno 2011 Il supporto finanziario agli interventi degli enti pubblici in fonti rinnovabili e risparmio energetico IL PATTO DEI SINDACI 2011 Campagna SEE Italia Teramo, 9 giugno 2011 TERAMO: 9 a tappa del ciclo di

Dettagli

RELAZIONE DI STIMA RELATIVA AL POSSIBILE VALORE DI CESSIONE DELLE QUOTE DI SOCIETA DA COSTITUIRE

RELAZIONE DI STIMA RELATIVA AL POSSIBILE VALORE DI CESSIONE DELLE QUOTE DI SOCIETA DA COSTITUIRE RELAZIONE DI STIMA RELATIVA AL POSSIBILE VALORE DI CESSIONE DELLE QUOTE DI SOCIETA DA COSTITUIRE Il sottoscritto Vladimiro BOLDI COTTI, Dottore Commercialista con Studio in Mantova (MN), Via Cremona n.

Dettagli

COS E IL SERVIZIO DI CAR SHARING

COS E IL SERVIZIO DI CAR SHARING Aziende Proposta Car Sharing Brescia con simulazione dei costi COS E IL SERVIZIO DI CAR SHARING Il car sharing è un servizio che permette di avere a disposizione un auto solo quando se ne ha un effettivo

Dettagli

AREA FINANZA INNOVATIVA DIVISIONE PROJECT FINANCING. in qualità di ADVISOR DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SAN VINCENZO (LI) per: BUSINESS PLAN

AREA FINANZA INNOVATIVA DIVISIONE PROJECT FINANCING. in qualità di ADVISOR DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SAN VINCENZO (LI) per: BUSINESS PLAN AREA FINANZA INNOVATIVA DIVISIONE PROJECT FINANCING in qualità di ADVISOR DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SAN VINCENZO (LI) per: PROGETTO DI AMPLIAMENTO DEL PORTO TURISTICO DI SAN VINCENZO (LI) BUSINESS

Dettagli

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO Società per Azioni RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 31 MARZO 2002 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA

Dettagli

SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI

SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI 5.1 Visite SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI visita possibilità di accesso a: Piano Nobile Stanze del cardinale Museo del Barocco Romano Museo dell Arte Contemporanea Parco Chigi Mostra temporanea accesso:

Dettagli

Ristrutturazione dello dello Studio professionale:

Ristrutturazione dello dello Studio professionale: Aggiornamento Fiscale, per la consulenza d impresa e del lavoro Dispensa Seminario operativo Ristrutturazione dello dello Studio professionale: riorganizzazione e controllo di gestione A cura di Matteo

Dettagli

Richieste di personale aggiornate al 11 giugno

Richieste di personale aggiornate al 11 giugno ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO La sede regionale, i Cs di Livorno e Grosseto sono certificati per la progettazione e l erogazione di corsi di formazione lkajlkjalfdkjalfkjalfk Richieste di personale aggiornate

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE per l accesso ai servizi dell Incubatore Universitario Fiorentino

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE per l accesso ai servizi dell Incubatore Universitario Fiorentino DECRETO N. 411 (15) ANNO 2012 AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE per l accesso ai servizi dell Incubatore Universitario Fiorentino PREMESSO 1. Che l Incubatore Universitario Fiorentino (di seguito IUF) svolge

Dettagli

L applicazione nel settore pubblico

L applicazione nel settore pubblico L applicazione nel settore pubblico Gli obiettivi di efficienza energetica nel settore pubblico sono individuati dal capo IV del Decreto Legislativo 115/2208 che all art.12 individua nella persona del

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA PER LA GERMANIA CATALOGO SERVIZI

CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA PER LA GERMANIA CATALOGO SERVIZI CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA PER LA GERMANIA CATALOGO SERVIZI INDICE 1 Promozione dell Export 1.1 Analisi di mercato 3 1.2 Ricerca di partner commerciali 3 1.3 Ricerca agenti 3 1.4 Sostegno operativo per

Dettagli

Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro scolastico Lodrone di Storo. Piano Economico e Finanziario

Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro scolastico Lodrone di Storo. Piano Economico e Finanziario Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro scolastico Lodrone di Storo Piano Economico e Finanziario Ottobre 2010 Introduzione 1) Nell ambito degli impegni assunti dalle

Dettagli

CONCESSIONE CONTRIBUTI ALLE NUOVE IMPRESE

CONCESSIONE CONTRIBUTI ALLE NUOVE IMPRESE Business Plan (PIANO DI IMPRESA) DELL IMPRESA CONCESSIONE CONTRIBUTI ALLE NUOVE IMPRESE PAGE \*Arabic 1 PARTE DESCRITTIVA Parte generale a a descrizione dell impresa: - denominazione - forma giuridica

Dettagli

Il ciclo di progetto focus su

Il ciclo di progetto focus su Il ciclo di progetto focus su Domande libere, spunti, casi concreti Il PCM nel caso degli eventi: caratteristiche e peculiarità Il ciclo di vita di un progetto culturale FASI Ideazione DOCUMENTAZIONE Bozza

Dettagli

BANDO PER LA SELEZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DELLA RETE TERRITORIALE DI ACCOMPAGNAMENTO AI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA PER LE MICROIMPRESE RETE PEM

BANDO PER LA SELEZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DELLA RETE TERRITORIALE DI ACCOMPAGNAMENTO AI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA PER LE MICROIMPRESE RETE PEM Allegato A BANDO PER LA SELEZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DELLA RETE TERRITORIALE DI ACCOMPAGNAMENTO AI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA PER LE MICROIMPRESE RETE PEM Premesse - la Regione Toscana con decisione

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TURISMO RENDE NOTO CHE l Assessorato al Turismo del Comune di Cagliari accoglie progetti per l organizzazione degli

Dettagli

COMUNE DI COLLEFERRO Provincia di Roma

COMUNE DI COLLEFERRO Provincia di Roma COMUNE DI COLLEFERRO Provincia di Roma PROGETTO PRELIMINARE E ANALISI ECONOMICA PER LA MESSA A NORMA E LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELL IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE DEL COMUNE DI COLLEFERRO (RM)

Dettagli

ANALISI DELLA DINAMICA FINANZIARIA: COSTRUZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO

ANALISI DELLA DINAMICA FINANZIARIA: COSTRUZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO ANALISI DELLA DINAMICA FINANZIARIA: COSTRUZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO 1 COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO E UNO STRUMENTO CHE INDIVIDUA LE DINAMICHE DEL CAPITALE METTENDO IN

Dettagli

Nell ambito del sistema degli accadimenti di ciascun istituto una posizione centrale è occupata dalle combinazioni economiche generali

Nell ambito del sistema degli accadimenti di ciascun istituto una posizione centrale è occupata dalle combinazioni economiche generali LE COMBINAZIONI ECONOMICHE Nell ambito del sistema degli accadimenti di ciascun istituto una posizione centrale è occupata dalle combinazioni economiche generali Che rappresentano le operazioni economiche

Dettagli

Comune di Sesto San Giovanni

Comune di Sesto San Giovanni Comune di Sesto San Giovanni Sistema informatizzato di rilevazione presenze e pagamento dei servizi di Ristorazione, Prescuola e Giochi serali Relatore: Dott. Alberto Ruta Responsabile Servizio Scuola

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

Attività: Intermediazione per l acquisto, la vendita, la locazione e la stima di beni immobili

Attività: Intermediazione per l acquisto, la vendita, la locazione e la stima di beni immobili SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA Le informazioni riportate in questo documento sono fornite dal franchisor e costruite sull analisi storica dell andamento dei punti vendita.

Dettagli

NOTIZIE DEL MESE n 1 Gennaio 2012

NOTIZIE DEL MESE n 1 Gennaio 2012 Informatore dell Associazione Ristoratori Confcommercio della provincia di Varese www.facebook.com/ristorantivarese www.ristorantivarese.it NOTIZIE DEL MESE n 1 Gennaio 2012 Enti collegati 1) DECRETO SALVA

Dettagli

Leasing di Impianti Fotovoltaici. Cagliari, 16 Aprile 2008

Leasing di Impianti Fotovoltaici. Cagliari, 16 Aprile 2008 Leasing di Impianti Fotovoltaici Cagliari, 16 Aprile 2008 Dr. Bruno Lecchi Amministratore Delegato Dr. Vincenzo Gallo Sviluppo Mercati e Prodotti Il prodotto SelmaBipiemme Partner / eventi Convenzione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA 1. DESCRIZIONE ATTIVITÀ 2. INFORMAZIONI SUL PUNTO DI VENDITA

SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA 1. DESCRIZIONE ATTIVITÀ 2. INFORMAZIONI SUL PUNTO DI VENDITA SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA Le informazioni riportate in questo documento sono fornite dal franchisor e costruite sull analisi storica dell andamento dei punti vendita.

Dettagli

IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA

IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA Analisi su base economico gestionale delle realtà museali provinciali, per una progettazione consapevole di sviluppo futuro del Sistema museale provinciale.

Dettagli

BUSINESS PLAN 2010. NO Royalties, NO Fee D Ingresso

BUSINESS PLAN 2010. NO Royalties, NO Fee D Ingresso BUSINESS PLAN 2010 NO Royalties, NO Fee D Ingresso Negli ultimi due anni l offerta della distribuzione automatica ha fatto registrare una crescita a doppia cifra, anche nello scenario attuale che vede

Dettagli

P.O.R. Sardegna 2000 2006. Misura 3.13 Ricerca e sviluppo tecnologico nelle imprese e territorio. Azione CREAZIONE IMPRESE INNOVATIVE

P.O.R. Sardegna 2000 2006. Misura 3.13 Ricerca e sviluppo tecnologico nelle imprese e territorio. Azione CREAZIONE IMPRESE INNOVATIVE P.O.R. Sardegna 2000 2006 Misura 3.13 Ricerca e sviluppo tecnologico nelle imprese e territorio Azione CREAZIONE IMPRESE INNOVATIVE CRITERI DI AMMISSIBILITÀ DEI COSTI Piano di sviluppo aziendale VRT 02/08-00

Dettagli

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen.

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen. Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico Presentazione Franchising www.sargreen.com info@sargreen.com 1 Sommario Il Franchising... 2 Mission Franchising... 2 Il settore

Dettagli

Business Plan per la gestione di due strutture

Business Plan per la gestione di due strutture AZIENDA REGIONALE DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DELLA TOSCANA Business Plan per la gestione di due strutture Santa Chiarae Refugio Siena 3 ottobre 2014 Executive summary Punti di forza Posizionamento

Dettagli

IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B. Settembre 2014

IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B. Settembre 2014 IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B Settembre 2014 INDICE 1- Il mercato turistico: ieri ed oggi 2- Il comportamento del turista 3- Le opportunità 4- Gli strumenti

Dettagli

STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE

STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE 1/6 STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE b. STANDARD MINIMI PER L ACCESSO AL PUBBLICO AVVERTENZA L argomento qui trattato è valido per tutti gli Istituti del Ministero (musei, archivi, biblioteche ),

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Unità di staff Economato DIRETTORE SECCHI dott.ssa TANIA Numero di registro Data dell'atto 1598 23/10/2015 Oggetto : Rideterminazione della spesa, sino al 31 dicembre

Dettagli

La valutazione dell Impresa e l analisi dei flussi 1

La valutazione dell Impresa e l analisi dei flussi 1 Newsletter Phedro dicembre 2007 La valutazione dell Impresa e l analisi dei flussi 1 Prof. Roberto Cappelletto 2 e Dott. Gabriele Toniolo 3 1) Dalla Logica Contabile all Analisi dei Flussi Come si è potuto

Dettagli

UN INVESTIMENTO CONTENUTO PER UN SUCCESSO SICURO

UN INVESTIMENTO CONTENUTO PER UN SUCCESSO SICURO FotoDigitalDiscount è la più grande catena di negozi di fotografia in franchising in Italia. Un marchio nato solo nel 2005 che già conta oltre 250 punti vendita distribuiti su tutto il territorio italiano

Dettagli

XVIII Congresso AIV, 17-18 Aprile 2015, Genova

XVIII Congresso AIV, 17-18 Aprile 2015, Genova XVIII Congresso AIV, 17-18 Aprile 2015, Genova Relazione allegata al bilancio consuntivo 2014 e note sul bilancio preventivo 2015 Nel bilancio di previsione 2014, era stato previsto un avanzo di bilancio

Dettagli

F.A.Q. N. 1 N. 2 N. 3 N. 4

F.A.Q. N. 1 N. 2 N. 3 N. 4 Procedura aperta per affidamento servizi di gestione uffici informazioni e promozione turistica, incoming, rete museale dei Comuni di Città della Pieve Panicale Piegaro e Paciano e gestione della Biblioteca

Dettagli

AL LAVORO! HO UN IDEA E AVVIO UN IMPRESA: COMPETENZE E STRUMENTI PER AVVIARE UN IMPRESA. - Pietro Petrecca -

AL LAVORO! HO UN IDEA E AVVIO UN IMPRESA: COMPETENZE E STRUMENTI PER AVVIARE UN IMPRESA. - Pietro Petrecca - AL LAVORO HO UN IDEA E AVVIO UN IMPRESA: COMPETENZE E STRUMENTI PER AVVIARE UN IMPRESA. - Pietro Petrecca - 1 Azienda E il complesso dei beni organizzati dall imprenditore per l esercizio dell impresa.

Dettagli

Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro pluriuso di Storo. Piano Economico e Finanziario Caso Base Iniziale

Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro pluriuso di Storo. Piano Economico e Finanziario Caso Base Iniziale Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro pluriuso di Storo Piano Economico e Finanziario Caso Base Iniziale Giugno 2009 Introduzione 1) Nell ambito degli impegni assunti

Dettagli