Il grande business del Poker Cash

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il grande business del Poker Cash"

Transcript

1 Il grande business del Poker Cash Scesi in campo a metà luglio i cash games e i casinò games hanno subito preso piede alla grande ma sono poco remunerativi per lo Stato che incassa lo 0,6% del turnover come imposta mentre Aams per il servizio ottiene lo 0,35% A cura di Remo Molinari e Marco Cerigioni report P oker, solo poker, sempre poker. ai più sembra interessare ben poco che l apertura ai cash games consenta di spaziare su tutto il fronte dei giochi da casinò: dal black jack al baccarat, dai dadi alla roulette, e via dicendo (le slot machines sono per ora escluse vedi box a pag. 52). Quel che conta è che è stata finalmente resa possibile la modalità del poker cash, il prodotto più eccitante che ci sia in senso assoluto. Quello per cui tanti giocatori italiani hanno tentato, e spesso realizzato, l aggiramento del blocco di aams, affidandosi a siti spesso di dubbia provenienza (e di ben poca credibilità) e alimentando un mercato grigio tendente al nero da almeno 5 miliardi di euro. ed è proprio per questo che il nostro legislatore ha deciso giustamente di estendere in maniera definitiva il range dei giochi telematici: prima attraverso il decreto abruzzo, poi tramite la comunitaria 2008 (n. 88/09), che tra l altro ha previsto l assegnazione di 200 nuove concessioni. il previsto decreto di attuazione di aams era stato pubblicato il 26 marzo 2010, ma le modifiche che si sono rese necessarie (a causa di un ricorso al tar che contestava l introduzione di regole tecniche diverse da quelle notificate alla ce) hanno allungato i tempi di un altro anno, sino ad arrivare al decreto direttoriale del 3 febbraio al di là delle solite finalità di cassa e di contrasto al gioco illegale, c è anche una ragione prettamente economica che giustifica questa novità. i dati della raccolta relativi agli skill games (texas Hold em e derivati), che già erano in calo negli ultimi mesi del 2010, nei primi 6 mesi del 2011 hanno siglato un netto regresso rispetto a quelli del corrispondente periodo 2010 (-6,8%), mentre il numero dei conti gioco è in costante declino da gennaio 2011 (da 749K a 627K, -16,3%). Probabilmente, ciò che alimenta la disaffezione dell utenza è la sempre maggiore consapevolezza che gli skill games sono realmente giochi di abilità, e quindi non per tutti. Pertanto, una volta esaurita la carica di novità, le sirene dei ricchi bonus e degli ancor più ricchi premi promessi dalle varie poker room non bastano più ad attirare nuovi giocatori. ora, col poker cash, le aspettative sono notevoli: 4 miliardi di euro nel 2011, 7,8 nel 2012 e 8,2 nel espansione che provocherà, ovviamente, l ulterivista italiana dell automatico settembre 2011

2 1.512,8 mln è il turnover di luglio-agosto dei new games i nuovi conti gioco che sono stati aperti durante l estate 150 (circa) gli operatori già in possesso della licenza riore contrazione del segmento a torneo, per il quale nel 2013 si prevede una raccolta non superiore a 1,8 miliardi (contro i 3 del 2010); ciò significa che tra due anni e mezzo il cash arriverà a detenere quasi l 80% del mercato del poker telematico. e questo è il motivo per cui tanti operatori vecchi (che aderiscono all atto integrativo della preesistente convenzione e hanno acquistato i diritti per prodotti di cui non erano in possesso) e nuovi si stanno lanciando nell impresa. Per presentare le domande tutti i richiedenti avranno tempo fino al 31 dicembre 2011; le nuove licenze vengono concesse per un periodo di nove anni consecutivi e l importo varia dai ai a seconda della tipologia del gioco per il quale viene inoltrata la domanda di concessione. i concessionari possono essere esclusivamente società di capitali che, quanto a stabilità e controlli, sono le forme societarie considerate più adatte alla gestione del gioco a distanza. la sede della società richiedente deve essere stabilita all interno dell area economica europea. Quanto a quest ultima norma, il testo comunque dispone che potranno avere accesso alla nuova concessione anche i soggetti che operano in settori diversi dal gioco ovvero in attività di gioco, offerte al di fuori dello Spazio economico europeo o in attività di gioco offerte nello Spazio economico europeo con ammontare complessivo di ricavi, relativo al biennio precedente la data di presentazione della domanda, inferiore a ,00 e una capacità tecnico-infrastrutturale, comprovata da apposita relazione tecnica sottoscritta da soggetto indipendente. il sistema con il quale vengono affidate le licenze si basa dunque su una Procedura selettiva controllata, che garantisce la trasparenza delle operazioni di affidamento e la solidità economico-finanziaria delle società concessionarie. i termini stabiliti dal testo sono perentori e vanno coordinati con quelli previsti per la richiesta di rinnovo delle licenze, che invece sono termini flessibili. il nuovo provvedimento permetterà l ingresso sul mercato a tutti quegli operatori che finora avevano atteso di conoscere i requisiti tecnici ed amministrativi per debuttare in italia, tra cui ad esempio William Hill e Interwetten. 47

3 il grande business del Poker Cash report Aspetti socio economici il lancio sul mercato di un nuovo prodotto invita sempre ad un processo di rielaborazione degli aspetti che tengono in equilibrio, sociale e commerciale, l intero sistema. con l avvento del poker cash da euro e con l innalzamento del prezzo partita degli skill games a 250 euro, nasce un processo che viene a togliere la simmetria del sistema. il primo elemento asincrono è quello relativo alla penetrazione nel sistema della criminalità organizzata: più si alza la posta in gioco e maggiore è l interesse C osa Dal poker al poker cash a torneo cambia, effettivamente, con il tanto atteso poker cash game? sicuramente varierà il modo di giocare di tanti players che potrebbero mettere da parte i sit&go per dedicarsi a questa nuova variante, che è molto più immediata e quindi più intrigante. a differenza del texas Hold em non c è costo di iscrizione, i bui restano invariati per tutto il tempo e le fiches che si hanno davanti corrispondono a denaro vero. nei tavoli cash game delle poker room.it lo stack iniziale non può superare i 100 big blind. essendo il livello più alto il 5/10, ci si può sedere con un massimo di euro: dunque, nessuna eliminazione. anzi, il giocatore è libero di alzarsi dal tavolo in qualunque momento (fatte salve le possibili prescrizioni di un tempo minimo di partecipazione al gioco), ritirando dal gioco le proprie chips. infine va anche precisato che, di fatto, è possibile giocare cash qualunque variante del poker, anche se, per una serie di motivi che non è necessario approfondire in questa sede, maggiore successo riscuotono il no limit Hold em ed il Pot limit omaha. Bisogna inoltre prestare attenzione alla tassazione del buy-in che, a differenza di quanto avviene nel poker in modalità torneo, dove è fissa al 3% sul buy-in, nel caso dei cash games sarà pari al 20% del rake (ovvero la quota residuale del turnover dopo il pagamento delle vincite) assicurando così delle vincite più consistenti. indubbiamente questo é un notevole vantaggio per il giocatore di cash game, visto che le poker room abbasseranno molto il rake. 48 delle forze malavitose nel settore; qualche esperienza passata dovrebbe essere di memento e di riflessione. il secondo elemento è quello del peso del nuovo modello rispetto agli altri prodotti di gioco. Per questo confronto si prende a riferimento il prodotto newslot, che vanta la quota di mercato più alta in assoluto: non solo vi è una differenza abissale fra le poste in gioco ammesse ma, soprattutto, salta completamente l equilibrio fra chi vince e chi perde. il gioco di alea, infatti, per quanto negli anni passati sia stavo visto come un mostro, è in effetti l unico a garantire tale equilibrio. la sorte è democratica e non può essere ingannata; tant è vero che dopo centinaia di miliardi di partite giocate alle newslot non è ancora alle cronache il fatto che la sorte si sia piegata agli interessi di una parte. l abilità, invece, non è democratica; l abilità spesso è presunzione, la presunzione è stupidità, la stupidità porta alla rovina delle persone. chi ha la reale esperienza dei giochi conosce la dinamica di un tavolo di poker dove ci sono qualche migliaia di euro in gioco. chi opera nel settore dei giochi è cosciente del fatto che il giocarivista italiana dell automatico settembre 2011

4 I PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI (D. Dir. 3 febbraio 2011) Giochi di abilità a distanza con vincita in denaro (art.1 comma 1) RIPARTIZIONE DELLA RACCOLTA l imposta unica è stabilita nella misura del 3% della raccolta. tore deve essere confinato entro un perimetro che gli impedisca di essere autolesionista e nel contempo lo difenda da altri soggetti che per professione speculano sulla sua ingenuità e inesperienza. il poker cash, quindi, è un rischio anche per chi lo gestisce. Il cliente il cliente tipo dei giochi di abilità a distanza (Gad) ha una serie di caratteristiche che di fatto sono dei prerequisiti. il primo è che deve essere anagraficamente noto; il secondo è che deve disporre di un mezzo di pagamento elettronico, accettando i vincoli delle norme dell antiriciclaggio e della tracciabilità dei movimenti finanziari; il terzo è che deve avere una minima conoscenza di internet; il quarto è che deve disporre di sufficiente tempo libero, specialmente per i giochi di carte. il cliente dispone di un offerta molto ampia in termini di concessionari e di prodotti, ma la concorrenza è talmente forte che i margini dei concessionari diventano esigui e i prodotti si oscurano l uno con l altro. in questo contesto, il cliente tende a scegliere un brand forte, ovvero quello che sia supportato da forti investimenti in pubblicità. comunque, oggi e domani i clienti non saranno mai totalmente fedeli ad un unico concessionario, ma tenderanno ad aprire più conti di gioco su più concessionari. DIRITTO DI PARTECIPAZIONE E AMMONTARE DELLA POSTA 1. il diritto di partecipazione alla sessione di gioco, eventualmente comprensivo di successivi acquisti, non può essere superiore a euro Purché vi sia espressa previsione nel progetto di gioco e nel rispetto degli obblighi di informazione al giocatore previsti dal decreto, possono essere proposte sessioni di gioco nelle quali la partecipazione è condizionata all accettazione dell obbligo all utilizzo della eventuale vincita per il pagamento del prezzo del diritto di partecipazione ad una successiva sessione di gioco collegata. il titolo acquisito dal giocatore non ha scadenza. MODALITÀ DI GIOCO i giochi di abilità a distanza con vincita in denaro si svolgono con la modalità di gioco tra giocatori. SVOLGIMENTO DEL GIOCO lo svolgimento del gioco comporta: a) la richiesta da parte del giocatore del diritto di partecipazione ad una sessione di gioco autorizzata dal sistema centralizzato; b) la richiesta al sistema centralizzato, da parte del concessionario, di convalida del diritto di partecipazione; c) la convalida e l attribuzione del codice univoco del diritto di partecipazione da parte del sistema centralizzato e la trasmissione del predetto codice univoco al concessionario; d) la comunicazione al giocatore della convalida del diritto di partecipazione nonché del relativo codice univoco e l addebito del relativo importo; e) l assegnazione delle eventuali vincite, la relativa comunicazione al giocatore e l accredito sul conto di gioco. 3. nel caso dei giochi tra giocatori, la piattaforma di gioco rende disponibile al giocatore, mediante pseudonimo, l identità degli altri giocatori. Giochi di sorte a quota fissa (art. 1 comma 2 lettera a) Giochi di carte in forma diversa dal torneo (art. 1 comma 2 lettera b) RIPARTIZIONE DELLA RACCOLTA 1. l imposta unica è stabilita nella misura del 20% delle somme che, in base al regolamento di gioco, non risultano restituite al giocatore. 2. Per la tipologia dei giochi di cui all articolo 1, comma 2, lettera a), è destinato al montepremi su base statistica in relazione alla 49

5 il grande business del Poker Cash report Le caratteristiche del business Tempi maturi per il poker live D opo il cash game la novità che dovrebbe concretizzarsi alla fine del 2011 è il poker live, ovvero i tornei non a distanza. risale a due anni e mezzo fa la chiusura della maggior parte dei circoli sportivi di poker, ma oggi sembra che le cose stiano cambiando. a novembre, infatti, la riapertura dei circoli sportivi, seppur in numero limitato, dovrebbe essere approvata e il Poker texas Hold em, ormai protagonista nel mondo del web, dovrebbe ritornare sui tavoli da gioco non virtuali. dunque, uno scenario che in italia sta cambiando e che sta portando lo stato a cercare una regolamentazione adeguata per un attività che sarà certamente redditizia. in base a quanto stabilito dalla manovra finanziaria d estate, il bando per le concessioni novennali per esercitare il poker live dovrà essere predisposto entro il novembre tali assegnazioni avranno una base d asta di 100 mila euro e non potranno superare le.1000 unità. un attività di questo tipo è assimilabile ad una qualsiasi altra di e-commerce, con il plus che il concessionario dei giochi non deve disporre di un magazzino fisico per i prodotti e quindi è molto dinamico nell aggiornare l offerta. altra caratteristica tipica dell attività è quella che i costi variabili di vendita tendono allo zero, e l unico costo accessorio è quello delle commissioni da riconoscere ai soggetti che operano sulla moneta elettronica, intesa come carte di credito, postepay o equivalente, per le ricariche del conto effettuate dal cliente. inoltre, molti concessionari non hanno una propria struttura informatica, ma si rivolgono a terzi che dispongono sia dell hard - ware che del software di gioco. il rapporto economico con questi soggetti è, il più delle volte, di revenue sharing, ovvero basato sul riconoscimento di una percentuale del margine operativo. in definitiva, i modelli di business che si individuano sono due: quello del concessionario autosufficiente e quello del concessionario che aderisce ad un network, modello per molti versi simile a quello delle vlt. Il carico fiscale sui giochi da sottolineare, infine, che il carico fiscale su questi prodotti di gioco è il più basso nell intero scenario dei giochi. la tassazione, infatti, è del 3% sul turnover per gli skill games tradizionali e il poker a torneo, e del 20% sulla resa al concessionario per tutti gli altri giochi. Questo nuovo modello impositivo, percentuale sulla resa, consente al concessionario di offrire un payout molto elevato, da cui consegue la necessità, per il suo conto economico, di una massa di clienti e di giocate molto alte. I driver del Concessionario i driver tipici necessari per un positivo esito economico di un concessionario Gad, sia esso uno storico oppure un soggetto che si affaccia oggi sul mercato, sono: 1. community 2. Pubblicità on line ed off line 3. Prodotti 4. competenze marketing 5. Bonus 50

6 la resa economica per singolo cliente è senz altro 1. modesta, quindi il concessionario necessita di una massa critica di clienti (community) numericamente importante per ottenere, dopo una fase di start up, un conto economico positivo. ecco perché alcuni soggetti che, per il loro core business, dispongono di una community internet importante, ma fino ad ora hanno operato in settori ben diversi da quelli del gioco vedi i casi di Poste Mobile, Glaming- Mondadori, Endemol, etc. hanno deciso di entrare nel mondo dei cash games. 2. Per fare massa e mantenerla è necessario investire molto in pubblicità, sia quella tradizionale televisiva sia quella online su internet, ed è evidente che i soggetti che, per il proprio core business, già lo fanno da tempo, ottengono prezzi migliori e quindi danno maggiore copertura al proprio brand, a costi di molto inferiori. oltre ai Gruppi sopra indicati, il discorso coinvolge naturalmente i big del gioco, quali Lottomatica e Sisal, che per convenzione debbono destinare parte dei proventi alla pubblicità. 3. i prodotti non sono un problema, il mercato offre una ampia scelta di fornitori capaci di offrire un servizio completo, con il vantaggio di rendere partecipe il concessionario di un network più ampio, costituito probabilità di ciascuno dei possibili esiti oggetto di estrazione, al netto della eventuale quota parte destinata a jackpot, almeno il 90% della raccolta. 3. Per la tipologia dei giochi di cui all articolo 1, comma 2, lettera b): a) nel caso dei giochi tra giocatori è destinato al montepremi, al netto della eventuale quota parte destinata a jackpot, almeno il novanta per cento della raccolta; b) nel caso dei giochi a solitario è destinato al montepremi su base statistica, in relazione alla probabilità di ciascuno dei possibili esiti oggetto di estrazione e nell ipotesi che il giocatore persegua la strategia standard di gioco, al netto della eventuale quota parte destinata a jackpot, almeno il novanta per cento della raccolta. 4. il compenso del concessionario, a copertura della totalità dei costi per l esercizio del gioco, è costituito dalla quota residua della raccolta al netto del montepremi e dell imposta unica. DIRITTO DI PARTECIPAZIONE E AMMONTARE DELLA POSTA la posta iniziale per la partecipazione alla sessione di gioco, comprensiva di successivi ulteriori trasferimenti dal conto di gioco e di eventuali bonus, non può essere superiore a euro MODALITÀ DI GIOCO i giochi di cui all articolo 1, comma 2, si svolgono: a) per i giochi di cui alla lettera a) con la modalità di gioco a solitario; b) per i giochi di cui alla lettera b) con la modalità di gioco tra giocatori ed a solitario. SVOLGIMENTO DEL GIOCO lo svolgimento del gioco comporta: a) la richiesta da parte del giocatore del diritto di partecipazione a una sessione di gioco autorizzata dal sistema centralizzato e del trasferimento della posta iniziale dal conto di gioco, nonché le eventuali successive richieste ed il trasferimento di ulteriore ammontare alla posta, nei limiti consentiti; b) la richiesta al sistema centralizzato, da parte del concessionario, di convalida del diritto di partecipazione; c) la convalida e l attribuzione del codice univoco del diritto di partecipazione da parte del sistema centralizzato e la trasmissione del predetto codice univoco al concessionario; d) la comunicazione al giocatore della convalida del diritto di partecipazione nonché del relativo codice univoco ed il trasferimento della posta iniziale dal conto di gioco; e) la richiesta di partecipazione al singolo colpo da parte del giocatore (per colpo si intende: il singolo ciclo di gioco, che si svolge attraverso la puntata, anche ripetuta, di importi del credito disponibile e si conclude con l accredito alla posta del giocatore; f) l accettazione della richiesta di partecipazione al singolo colpo da parte del concessionario e l addebito del relativo importo alla posta); g) l assegnazione delle eventuali vincite, la relativa comunicazione al giocatore e l accredito alla posta; h) il trasferimento della posta finale al conto di gioco. 51

7 report il grande business del Poker Cash Per le slot online avvio rinviato I l riferimento è la circolare aams del 3 febbraio che istruisce le modalità operative per la presentazione delle istanze e il rilascio delle autorizzazioni all esercizio dei giochi di abilità nonché dei giochi di sorte a quota fissa e dei giochi di carte organizzati in forma diversa dal torneo con partecipazione a distanza, previste dal decreto direttoriale 10 gennaio tra le procedure di autorizzazione richieste ai concessionari, è stato infatti stabilito che nell ambito dei giochi di sorte a quota fissa di cui all articolo 1, comma 2, lettera a) del decreto limitatamente alla famiglia simulazione a video di dispositivi a rulli sarà possibile presentare istanza di autorizzazione a partire dalla data che sarà fissata in ragione della verifica dell andamento dei giochi di cui alle lettere precedenti, che potrà essere utilmente effettuata solo dopo un congruo arco temporale di effettivo svolgimento dei medesimi giochi (stimabile alla data del 1 ottobre 2011). un provvedimento come affermato da più parti introdotto con l intento di salvaguardare il prodotto vlt, che è ancora in piena fase di lancio. Per la BPlus, però, questo è un tampone ad effetto molto limitato; da qui il ricorso presentato al tar lazio (senza richiesta di sospensiva, dato che gli effetti del provvedimento non si sono ancora concretizzati), contestando la violazione dell articolo 97 della costituzione relativo alla violazione del principio dell affidamento eccesso di potere per disparità di trattamento. dalla sommatoria dei clienti dei concessionari che si avvalgono dei suoi prodotti: ad esempio, snai, sisal e eurobet sfruttano il network Playtech. 4. come per tutte le società di e-commerce, è indispensabile una forte competenza di marketing, anche se in questa attività c è il supporto dei fornitori di prodotto. 5. il bonus rappresenta uno strumento attraverso il quale il concessionario attira clienti, oppure li fidelizza, anche se ciò rappresenta un costo per il concessionario stesso. in passato molti di loro hanno sfruttato a dismisura questa soluzione, tanto da costringere aams a definirne le modalità d uso. L offerta dei giochi a distanza l offerta dei giochi su internet è ormai completa ed al passo con quella dei più grandi operatori mondiali. analizzando le tipologia di prodotto in termini di consumo, possiamo individuare due categorie: giochi individuali e giochi collettivi. I giochi individuali sono quelli dove il giocatore sfida il banco, vale a dire i giochi di sorte a quota fissa a distanza con vincita in denaro, ad esclusione del gioco del lotto e dei suoi giochi complementari). I giochi collettivi sono quelli in cui i giocatori giocano l uno contro l altro, in contemporanea come nel caso del poker cash, oppure in differita come nel caso degli skill games tradizionali. in questi giochi l aspetto prevalente dovrebbe essere l abilità. 52

8 i giochi collettivi sono, di fatto, il poker praticato nella formula a torneo ed il poker applicato nella formula cash. lo stesso gioco nelle due diverse formule assume contenuti diversi; la formula torneo è quella dell intrattenimento, mentre la formula cash è puro gioco d azzardo. non a caso, la tendenza del poker cash è quella di proporre ai giocatori il servizio di croupier dal vivo, ovvero, in una sede autorizzata operano dei dealer ripresi da telecamere che distribuiscono le carte, con trasmissione delle immagini in streaming sulle lobby dei giocatori iscritti al tavolo. La gestione dei Bonus (Circolare Aams 10 giugno 2011) Giochi di abilità a distanza 1. i bonus sono soggetti all imposta unica stabilita nella misura del 3% della raccolta (articolo 4, comma 1, del Decreto). 2. i bonus non sono mai prelevabili dal giocatore. Possono essere prelevati, invece, gli importi delle eventuali vincite conseguite utilizzando i bonus. 3. in caso di mancata movimentazione del conto di gioco per tre anni (articolo 24, comma 19, lettera l) della legge 7 luglio 2009, n. 88), i bonus eventualmente inutilizzati non sono computati nelle somme devolute all erario. Giochi di sorte a quota fissa e giochi di carte a solitario organizzati in forma diversa dal torneo Per le tipologie di giochi di cui all articolo 1, comma 2, lettera a) del Decreto e per quelli indicati all articolo 1, comma 2, lettera b), limitatamente alla modalità in solitario, il concessionario può assegnare, con le modalità dallo stesso stabilite, descritte nel progetto di gioco e autorizzate da aams (ai sensi dell art. 14, comma 1), lettera k) e rese preventivamente note al giocatore, bonus e fun bonus. Bonus 1. la posta iniziale necessaria all effettuazione dei colpi può essere costituita da bonus, da credito di gioco o da una combinazione di entrambi. i bonus devono essere giocati almeno una volta per potere essere trasformati in credito di gioco. non è consentita l assegnazione diretta di ulteriori bonus all interno di sessioni di gioco. 2. Per la gestione dei bonus sono ammesse restrizioni al credito di gioco, collegate alle modalità di assegnazione dei bonus e di utilizzo dei bonus e del credito di gioco stesso. 3. le restrizioni al credito di gioco devono avere una durata temporale predefinita e la scadenza deve essere preventivamente comunicata al giocatore. nel caso di mancato soddisfacimento delle condizioni di utilizzo del bonus entro la scadenza stabilita dal concessionario, la parte di credito di gioco che eventualmente residua, e che era stata oggetto di restrizioni, deve essere resa nuovamente disponibile al giocatore senza alcun vincolo. 4. al termine delle sessioni di gioco che prevedono restrizioni al credito di gioco, fino al soddisfacimento delle condizioni di utilizzo dei bonus, il concessionario accredita la posta finale sul saldo disponibile, distinguendola nelle due componenti, credito di gioco e bonus, come risultanti al termine della sessione, dando contestuale informazione al giocatore dell ammontare delle rispettive componenti. 5. il concessionario deve rendere disponibile e facilmente accessibile al giocatore lo stato di utilizzo del bonus e i requisiti di gioco ancora necessari per il soddisfacimento delle condizioni di utilizzo dello stesso. 6. i bonus, ai fini del calcolo dell imposta unica (articolo 4, comma 2, del Decreto), sono equiparati al credito di gioco, e pertanto concorrono alla raccolta. 7. i bonus non sono mai prelevabili dal giocatore. 8. in caso di mancata movimentazione del conto di gioco per tre anni, i bonus eventualmente inutilizzati non sono computati nelle somme devolute all erario. 53

9 report il grande business del Poker Cash quindi hanno un target molto ampio. Giochi collettivi: riguardo la politica dei prezzi (fino a 250 euro negli skill games e fino a euro nel poker cash), è opportuno domandarsi se il regolatore, nel tentativo di tenere il passo dell offerta dei casinò online operanti all estero e di contrastare l illegalità, abbia finito col perdere di vista quella che è la finalità primaria di offrire prodotti confacenti alla società civile. del resto, poiché è evidente il fatto che la speculazione consentita ai concessionari di gioco a distanza non porterà nelle casse dello stato grandi ricchezze, l unico fine realmente perseguibile è quello di contrastare l illegalità, ma ciò non toglie che così si vada incontro a costi sociali elevatissimi. Aspetti sociali del poker La politica dei prezzi la politica dei prezzi cambia in ragione dei due diversi modelli di gioco. Nei giochi individuali, vista l assenza di costi variabili di vendita, il prezzo d acquisto della giocata parte da 0,01 euro a salire (il prelievo applicato su questi giochi è dell ordine del 3 o 4%); spesso sono accompagnati da jackpot e sono fortemente competitivi. inoltre ben si adattano anche al device smartphone e il poker è sinonimo di azzardo, quindi è il più pericoloso come ricaduta sociale. le grandi battaglie fatte contro i videopoker negli esercizi pubblici, sino ad arrivare all espresso divieto per legge di questa tipologia di gioco, rischiano ora di essere messe in predicato dal poker casalingo. tutti ricordano che, quando venne autorizzato il poker a torneo, nacque una sollevazione di massa, a cui le istituzioni risposero che si trattava di un gioco d abilità non d azzardo, come in effetti si è dimostrato. ma adesso quale altra giustificazione è possibile recare? 54

10 Il poker e la collusione il poker comunque praticato si presta alla collusion, ovvero più giocatori che si accordano per ripulire un terzo. nel poker in cui più giocatori sono fisicamente intorno allo stesso tavolo, il giocatore potrebbe, in virtù della sua esperienza, difendersi da queste forme di collusion e comunque è necessario che chi collude sia capace di mascherarsi bene. nel poker su internet, invece, il giocatore è indifeso da qualsivoglia forma di collusion, in quanto non può verificare se sta giocando realmente con più di un giocatore oppure contro un unico giocatore che sfrutta conti diversi, aperti a nome di persone a lui vicine. ad oggi, nonostante le rassicurazioni degli operatori, il problema non è risolto e con le tecnologie attuali è irrisolvibile. Fun Bonus 1. i fun bonus assegnati dal concessionario possono essere utilizzati esclusivamente in apposite sessioni di gioco. in tali sessioni è ammessa l assegnazione di jackpot, alimentati esclusivamente da fun bonus. 2. al verificarsi delle condizioni di utilizzo stabilite dal concessionario e preventivamente comunicate al giocatore, al termine delle sessioni di gioco corrispondenti, il concessionario accredita un bonus in relazione alle eventuali vincite conseguite utilizzando fun bonus, sul conto di gioco del giocatore; pertanto, nell ambito di tali sessioni di gioco, non possono essere attribuite vincite, anche da jackpot, che incrementino il credito di gioco. 3. i fun bonus non possono essere utilizzati, nella posta iniziale, insieme al credito di gioco e ai bonus. 4. le giocate effettuate utilizzando fun bonus, non consentendo vincite in denaro, non concorrono al calcolo dell imposta unica, alla determinazione dei massimali della garanzia di cui all articolo 15 dell atto di convenzione per il rapporto di concessione relativo all esercizio dei giochi di cui all articolo 24, comma 11, della legge 7 luglio 2009, n. 88, e alla determinazione del canone di cui all articolo 16 dell atto di convenzione stesso. 5. i fun bonus non sono mai prelevabili dal giocatore. 6. in caso di mancata movimentazione del conto di gioco per tre anni i fun bonus eventualmente inutilizzati non sono computati nelle somme devolute all erario. 7. le sessioni di gioco effettuate utilizzando fun bonus devono garantire la stessa percentuale di ritorno al giocatore (%rtp) prevista per le analoghe sessioni di gioco che danno diritto a una vincita in denaro. 8. il concessionario deve rendere disponibile e facilmente accessibile al giocatore lo stato di utilizzo del fun bonus, i requisiti di gioco ancora necessari per il soddisfacimento delle condizioni di utilizzo dello stesso e della non assimilabilità dei fun bonus al credito di gioco. Giochi di carte organizzati in forma diversa dal torneo in modalità tra giocatori 1. Per le tipologie di giochi di cui articolo 1, comma 2, lettera b), limitatamente alla modalità tra giocatori, il concessionario può assegnare bonus, con le condizioni dallo stesso stabilite, approvate da aams (ai sensi dell art. 14, comma 1), lettera k) e rese preventivamente note al giocatore. 2. la posta iniziale necessaria per l effettuazione dei colpi può essere costituita da bonus, da credito di gioco o da una combinazione di entrambi, fermo restando che, una volta iniziata la sessione dei giochi, il bonus è equiparato al credito di gioco. non è consentita l assegnazione diretta di ulteriori bonus all interno di sessioni di gioco. 3. i bonus, ai fini del calcolo dell imposta unica (articolo 4, comma 2, del Decreto), sono equiparati al credito di gioco, e pertanto concorrono alla raccolta. 4. i bonus non sono mai prelevabili dal giocatore. 5. in caso di mancata movimentazione del conto di gioco per tre anni i bonus eventualmente inutilizzati non sono computati nelle somme devolute all erario. 55

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

CARIBBEAN POKER. Come si gioca

CARIBBEAN POKER. Come si gioca CARIBBEAN POKER INDICE Caribbean Poker 2 Il tavolo da gioco 3 Le carte da gioco 4 Il Gioco 5 Jackpot Progressive 13 Pagamenti 14 Pagamenti con Jackpot 16 Combinazioni 18 Regole generali 24 CARIBBEAN POKER

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis Il modello italiano di tassazione del gioco d azzardo: linee guida

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico VISTO il Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164 recante Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche,

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Premessa I Confidi - Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi - sono i soggetti che, ai sensi della legge 326/2003, svolgono esclusivamente

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 05.05.2009 MODIFICATO PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni: - all adozione

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto art.1 Per favorire l inserimento di nuovi talenti nel panorama editoriale italiano, comics & Games, in collaborazione con edizioni BD, organizza il contest Premio Giovanni Martinelli, concorso per progetti

Dettagli

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 RAI-Radiotelevisione italiana dall 8 settembre 2014 al 29 maggio 2015 realizza un programma televisivo dal titolo A CONTI FATTI diffuso da RAIUNO tutti i giorni, dal lunedì

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee IL CONTESTO

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI. PROMOTORE: GRUPPO COIN S.p.A. con Socio Unico, Via Terraglio 17-30174 VENEZIA - Codice Fiscale e Part.

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI. PROMOTORE: GRUPPO COIN S.p.A. con Socio Unico, Via Terraglio 17-30174 VENEZIA - Codice Fiscale e Part. REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI PROMOTORE: GRUPPO COIN S.p.A. con Socio Unico, Via Terraglio 17-30174 VENEZIA - Codice Fiscale e Part. IVA 04850790967 PROMOTORE: PRAgmaTICA con sede in Vigolo Vattaro (TN),

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

Calcolo combinatorio

Calcolo combinatorio Probabilità e Statistica Esercitazioni a.a. 2009/2010 C.d.L.S.: Ingegneria Civile-Architettonico, Ingegneria Civile-Strutturistico Calcolo combinatorio Ines Campa e Marco Longhi Probabilità e Statistica

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite.

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite. Formule di gioco La successione di mani necessarie per l eliminazione del penultimo giocatore o per la determinazione dei giocatori che accedono ad un turno successivo costituisce una partita. In base

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail.

COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail. COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail.it bollo di 16,00 da apporre solo se si richiedono copie conformi Al Responsabile

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Clienti davvero fedeli ecco come fare

Clienti davvero fedeli ecco come fare Clienti davvero fedeli ecco come fare Che avere clienti fedeli sia un balsamo per i risultati aziendali nessuno lo mette in dubbio. Il problema è che la fedeltà dei clienti, soprattutto quelli migliori,

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Adotta il seguente regolamento:

Adotta il seguente regolamento: REGOLAMENTO RECANTE MODIFICAZIONI AL DECRETO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 19 GIUGNO 2003, n. 179 RECANTE NORME CONCERNENTI I CONCORSI PRONOSTICI SU BASE SPORTIVA, AI SENSI DELL ARTICOLO 16

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Cenni sul calcolo combinatorio

Cenni sul calcolo combinatorio Cenni sul calcolo combinatorio Disposizioni semplici Le disposizioni semplici di n elementi distinti di classe k con kn sono tutti i gruppi di k elementi scelti fra gli n, che differiscono per almeno un

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO

REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO SOGGETTO PROMOTORE Società R.T.I. SpA, con sede legale a Roma, Largo del Nazareno 8 e con sede amministrativa in Cologno Monzese (MI) viale Europa

Dettagli

Gestione Magazzino. Terabit

Gestione Magazzino. Terabit Gestione Magazzino Terabit Informazioni Generali Gestione Magazzino Ricambi Il software è stato sviluppato specificamente per le aziende che commercializzano ricambi In particolare sono presenti le interfacce

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Le Dashboard di cui non si può fare a meno

Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le aziende più sensibili ai cambiamenti stanno facendo di tutto per cogliere qualsiasi opportunità che consenta loro di incrementare il business e di battere

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della GENOVA 2015-2030 UNA FINESTRA SUL FUTURO Ricerca tipo Delphi a cura della Sezione Terziario di Confindustria Genova Coordinamento della ricerca Sergio Di Paolo PERCHÉ IL FUTURO Immaginare il futuro aiuta

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni;

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; Prot. n. 4084 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO l articolo 12, comma 1, lettera m), del decreto-legge

Dettagli

FAI IL PIENO DI CALCIO

FAI IL PIENO DI CALCIO REGOLAMENTO INTEGRALE DEL CONCORSO A PREMI FAI IL PIENO DI CALCIO La Beiersdorf SpA, con sede in Via Eraclito 30, 20128 Milano, promuove la seguente manifestazione, che viene svolta secondo le norme contenute

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

SalusNet - un iniziativa di Federsanità

SalusNet - un iniziativa di Federsanità ASL Formazione Continua e qualità delle prestazioni sanitarie L esigenza di razionalizzare la Spesa Sanitaria, per contenerne i costi, oggi deve e può coniugarsi con una continua tensione al miglioramento

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli