INDICE. Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e pag. 13

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e 2012... pag. 13"

Transcript

1 INDICE Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e pag. 13 CAPITOLO PRIMO L AUTOTUTELA 1. Inquadramento normativo... pag Le fonti... pag Gli interventi di prassi... pag L esercizio dell autotutela (sostitutiva ed estintiva)... pag I rapporti tra giudicato penale e autotutela tributaria... pag Il diniego di autotutela impugnabilità... pag L impugnabilità del silenzio-rifiuto... pag Spunti operativi per il professionista... pag L autotutela sospensiva : un caso poco noto... pag Un caso pratico di autotutela sospensiva... pag L autotutela sospensiva nella procedura di reclamo e/o mediazione... pag Modalità di riscossione mediante iscrizione a ruolo degli importi dovuti a seguito di autotutela parziale... pag Fac-simile di istanza di autotutela (in carta semplice)... pag Fac-simile di istanza di autotutela... pag Fac-simile di istanza di autotutela (ex art.2-quater D.L. n.564/94)... pag Appendice di normativa, prassi e giurisprudenza... pag. 68 CAPITOLO SECONDO LA DEFINIZIONE IN VIA BREVE DEI P.V.C. 1. Inquadramento normativo... pag Ambito applicativo: processi verbali oggetto di definizione... pag Processi verbali da indagini finanziarie: non definibili... pag Contribuenti discriminati in base alla differente metodologia di verifica utilizzata dall ufficio... pag Imposte definibili... pag Oggetto dell adesione Assenza di contraddittorio dopo la notifica del P.V.C... pag Modalità dell adesione: la procedura... pag I rapporti tra società e soci... pag Le società di persone... pag Novità procedurali in materia di società aderenti al consolidato fiscale... pag. 81 3

2 9. Effetti dell adesione: spunti operativi per il professionista... pag I rilievi penali... pag L ampia discrezionalità degli Uffici nella valutazione della ammissibilità del contribuente all adesione... pag Impugnabilità del diniego o del silenzio-rifiuto/inerzia dell ufficio... pag Iscrivibilità a ruolo degli importi dovuti a seguito di adesione al P.V.C. ed eventuale successivo mancato pagamento...pag Appendice di normativa, prassi e giurisprudenza...pag. 87 CAPITOLO TERZO LA DEFINIZIONE DEGLI INVITI AL CONTRADDITTORIO 1. Inquadramento normativo... pag Procedura di definizione degli inviti... pag Cause di esclusione e/o inapplicabilità dell istituto: mancata definizione di P.V.C. precedentemente notificato... pag Contenuto dell invito al contraddittorio... pag Modalità di adesione: la procedura... pag Procedura per società, soci, collaboratori e società trasparenti... pag Effetti della definizione Novità... pag Definizione degli inviti ai fini delle altre imposte indirette... pag Indicazioni operative per gli uffici... pag Effetti dell adesione all invito: i rilievi penali... pag Iscrivibilità a ruolo degli importi dovuti a seguito di invito al contraddittorio... pag Appendice di normativa, prassi e giurisprudenza... pag. 101 CAPITOLO QUARTO L ACQUIESCENZA 1. Inquadramento normativo... pag Alternatività tra acquiescenza e reclamo... pag Aspetti procedurali... pag Ulteriori effetti dell acquiescenza... pag Effetti penali... pag Ulteriore azione accertatrice dell Amministrazione finanziaria... Pag Procedura di immediata esecutività dei c.d. atti di rideterminazione del dovuto... pag Rapporti tra autotutela parziale e accesso all istituto deflattivo dell acquiescenza... pag Appendice di normativa, prassi e giurisprudenza... pag

3 CAPITOLO QUINTO L ACCERTAMENTO CON ADESIONE 1. Inquadramento normativo... pag Aspetti procedurali... pag Presupposti soggettivi... pag Presupposti oggettivi: le imposte e i tributi definibili... pag Procedura di accertamento con adesione... pag Avvio della procedura a cura dell Ufficio... pag Avvio della procedura a cura del contribuente... pag Lo svolgimento del contraddittorio... pag Esito del contraddittorio Ipotesi... pag Esito negativo del contraddittorio... pag Possibilità di impugnare il diniego/rifiuto di adesione... pag Perfezionamento della definizione... pag Mancato perfezionamento della definizione: le irregolarità... pag Eventuale revoca dell atto di adesione... pag Effetti della definizione in sede di adesione... pag Effetti extra-tributari dell adesione... pag Reiterabilità degli accertamenti per il medesimo periodo di imposta (post adesione)... pag Cumulo giuridico delle sanzioni... pag Effetti penali... pag Accertamento con adesione per le imposte indirette... pag Fac-simile memoria difensiva della società di costruzione venditrice prodotta in sede di accertamento con adesione... pag Fac-simile di istanza di accertamento con adesione ex art.6, co.2, D.Lgs. n.218/97... pag Appendice di normativa, prassi e giurisprudenza... pag. 167 CAPITOLO SESTO I NUOVI ISTITUTI DEL RECLAMO OBBLIGATORIO E DELLA MEDIAZIONE TRIBUTARIA 1. Premessa... pag Inquadramento normativo e decorrenza... pag Atti e controversie tributarie interessate dalla nuova procedura... pag Rapporti tra procedura di reclamo obbligatorio, accertamento con adesione ed altri istituti deflattivi... pag La determinazione del valore della lite... pag Obbligatorietà del reclamo: natura giuridica e conseguenze processuali... pag Effetti dell istanza di reclamo e mediazione... pag

4 7. Aspetti procedurali del reclamo... pag Fasi del procedimento... pag Contenuto e forma del reclamo... pag L eventuale proposta (facoltativa) di mediazione Eventuale sospensione della riscossione... pag Documenti da depositare con l istanza di reclamo/ mediazione presso la Direzione Provinciale/Regionale delle Entrate... pag Termini per la notifica del reclamo... pag Inammissibilità del ricorso/reclamo Istanza assimilata ad istanza di autotutela... pag Soggetti legittimati attivi alla presentazione del reclamo... pag Il litisconsorzio necessario Società di persone e soci persone fisiche... pag Litisconsorzio necessario Rapporti tra società consolidata e consolidante... pag I coobbligati solidali... pag Soggetto destinatario del reclamo e della proposta di mediazione... pag Le modalità di notificazione del reclamo/mediazione... pag La procedura di valutazione del reclamo e della proposta di mediazione... pag Accoglimento dell istanza di reclamo... pag Valutazione della proposta di mediazione da parte dell Ufficio Legale dell Agenzia Entrate... pag Il contraddittorio (eventuale) con il contribuente... pag La riduzione delle sanzioni e l applicabilità delle norme in materia di conciliazione giudiziale... pag La conclusione dell accordo di mediazione... pag Momento di perfezionamento della mediazione... pag Versamenti rateali delle somme dovute in mediazione... pag Versamenti eseguiti con lieve ritardo... pag Omessi versamenti del contribuente Conseguenze... pag Gli effetti del perfezionamento della mediazione La definizione del rapporto giuridico tributario... pag Effetti penali... pag Mancato accordo (In)utilizzabilità dei dati emergenti dalla mediazione... pag Il diniego dell istanza di reclamo/mediazione... pag La notifica degli atti nel procedimento di mediazione... pag Mancata presentazione del reclamo... pag Ipotesi di diniego o di esito negativo della mediazione... pag

5 15. Prosecuzione del processo Inapplicabilità della conciliazione giudiziale... pag Riscossione degli atti in pendenza di giudizio Assenza di esimenti e di sospensione automatica Eventuale tutela cautelare... pag Regime delle spese processuali... pag Reclamo/ricorso contro ruoli e cartelle di pagamento... pag Ricorso contro il solo ruolo... pag Ricorso contro la sola cartella esattoriale... pag Ricorso contro ruolo e cartella esattoriale notificato solo ad Equitalia... pag Ricorso contro ruolo e cartella notificato sia ad Equitalia che all Agenzia delle Entrate... pag Appendice di normativa, prassi e giurisprudenza... pag. 220 CAPITOLO SETTIMO LA CONCILIAZIONE GIUDIZIALE 1. Inquadramento normativo... pag Accordo conciliativo per beneficiare della riduzione delle sanzioni... pag La c.d. conciliazione in udienza e fuori udienza... pag Controllo giudiziale dell accordo conciliativo... pag Conciliazione parziale... pag Perfezionamento della conciliazione... pag Effetti amministrativi... pag Effetti penali... pag Spunti operativi per il professionista... pag Fac-simile di istanza di conciliazione giudiziale... pag Fac-simile di proposta di conciliazione stragiudiziale... pag Fac-simile di proposta di conciliazione giudiziale fondata sulla (non) sostenibilità della pretesa erariale... pag Fac-simile di decreto di estinzione del giudizio per conciliazione fuori udienza... pag Appendice di normativa, prassi e giurisprudenza... pag

6 CAPITOLO OTTAVO CONCLUSIONI 1. Conclusioni operative... pag Autotutela... pag Adesione al P.V.C... pag Adesione all invito al contraddittorio (preventivo)... pag Acquiescenza ordinaria e rafforzata... pag Accertamento con adesione... pag Reclamo obbligatorio (e mediazione facoltativa)... pag Conciliazione giudiziale... pag Carte di lavoro per la gestione della pratica... pag Riepilogo somme dovute in caso di rateazione dal pag Appendice di normativa, prassi e giurisprudenza... pag

Aspetti operativi del nuovo processo tributario

Aspetti operativi del nuovo processo tributario di Armando Urbano Aspetti operativi del nuovo processo tributario L accertamento esecutivo Il contributo unificato La nuova nota di iscrizione a ruolo Le controversie minori: Reclamo e mediazione La chiusura

Dettagli

Cod.02 / MASTER DIDACTICA / sei incontri di una giornata. CALENDARIO DEGLI INCONTRI / orario: 9.30-13.00 e 14.30-18.00 COORDINAMENTO SCIENTIFICO

Cod.02 / MASTER DIDACTICA / sei incontri di una giornata. CALENDARIO DEGLI INCONTRI / orario: 9.30-13.00 e 14.30-18.00 COORDINAMENTO SCIENTIFICO VERIFICHE, ACCERTAMENTI E CONTENZIOSO TRIBUTARIO Percorso operativo e sistematico della disciplina e delle strategie difensive in tutte le fasi che vanno dal controllo fiscale al giudizio PRIMO INCONTRO

Dettagli

MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Slide per incontri formativi in materia di MEDIAZIONE tributaria

MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Slide per incontri formativi in materia di MEDIAZIONE tributaria MEDIAZIONE TRIBUTARIA Slide per incontri formativi in materia di MEDIAZIONE tributaria 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Obbligatoria a pena di inammissibilità del ricorso Tutti gli atti suscettibili di impugnazione

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Gli Istituti deflattivi del contenzioso: autotutela ed accertamento con adesione. Roma, 17 Aprile 2012

Gli Istituti deflattivi del contenzioso: autotutela ed accertamento con adesione. Roma, 17 Aprile 2012 1 Gli Istituti deflattivi del contenzioso: autotutela ed accertamento con adesione Roma, 17 Aprile 2012 2 La ratio degli istituti deflattivi del contenzioso Il legislatore ha ritenuto di affermare in maniera

Dettagli

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE E A CHI E RIVOLTA SPECIALIZZAZIONE PROFESSIONALE

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE E A CHI E RIVOLTA SPECIALIZZAZIONE PROFESSIONALE SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE E SPECIALIZZAZIONE PROFESSIONALE A CHI E RIVOLTA La Scuola di alta formazione e specializzazione professionale del difensore tributario, diretta dal Dott. La qualificazione professionale

Dettagli

Riduzione delle sanzioni: ravvedimento e istituti definitori a confronto Le novità della Legge di Stabilità 2015

Riduzione delle sanzioni: ravvedimento e istituti definitori a confronto Le novità della Legge di Stabilità 2015 Riduzione delle sanzioni: ravvedimento e istituti definitori a confronto Le novità della Legge di Stabilità 2015 dott. Fabrizio Povinelli Capo Area Imprese grandi e medie dimensioni Agenzia delle Entrate

Dettagli

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA Dott. Pasquale SAGGESE Dottore commercialista, Ricercatore area fiscale IRDCEC 1 Il reclamo e la mediazione tributaria 1 Modena, 10 settembre 2013 L ART. 39, CO. 9

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Regolamento per la Definizione Agevolata dei Tributi locali minori ICP e DPA (Art. 13, Legge 27 dicembre 2002, n. 289 e art.24, D.Lgs. 15 novembre 1993,

Dettagli

Direzione Regionale del Piemonte GUIDA AL NUOVO ISTITUTO DELLA MEDIAZIONE TRIBUTARIA

Direzione Regionale del Piemonte GUIDA AL NUOVO ISTITUTO DELLA MEDIAZIONE TRIBUTARIA Direzione Regionale del Piemonte GUIDA AL NUOVO ISTITUTO DELLA MEDIAZIONE TRIBUTARIA INTRODUZIONE 4 1.L AMBITO DI APPLICAZIONE DEL NUOVO ISTITUTO 5 1.1 La tipologia di atto impugnato 5 1.2 L Agenzia delle

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

CIRCOLARE N.9/E Roma, 19 marzo 2012 OGGETTO Mediazione tributaria Chiarimenti e istruzioni operative

CIRCOLARE N.9/E Roma, 19 marzo 2012 OGGETTO Mediazione tributaria Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N.9/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 19 marzo 2012 OGGETTO: Mediazione tributaria Chiarimenti e istruzioni operative Via Giorgione, 159 00147 Roma - Tel. 06.5054.5708 5416

Dettagli

NOVITA FISCALI 2009 LE MISURE ANTI-CRISI

NOVITA FISCALI 2009 LE MISURE ANTI-CRISI NOVITA FISCALI 2009 LE MISURE ANTI-CRISI Firenze 28 gennaio 2009 Pisa 29 gennaio 2009 Arezzo 2 febbraio 2009 Le novità in materia di contenzioso con il fisco L adesione agevolata ai processi verbali di

Dettagli

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo 1. come rimediare a errori e dimenticanze: il ravvedimento Il ravvedimento per imposte dirette e Iva Modalità di pagamento Presentazione della dichiarazione

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

Mediazione tributaria: la nuova procedura.

Mediazione tributaria: la nuova procedura. Mediazione tributaria: la nuova procedura. La Legge di stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013, n. 47, art. 1 comma 611) ha introdotto alcune importanti modifiche all art 17 bis del D. Lgs. 546/92 rubricato

Dettagli

CATANIA 15 MARZO 2011. Dott. Ernesto GATTO

CATANIA 15 MARZO 2011. Dott. Ernesto GATTO CATANIA 15 MARZO 2011 LA LEGGE DI STABILITA 2011 E LE ULTIME NOVITA PER PROFESSIONISTI E IMPRESE Dott. Ernesto GATTO BLOCCO COMPENSAZIONI DAL 2011 NON E PIU CONSENTITO UTILIZZARE IN COMPENSAZIONE I CREDITI

Dettagli

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE E DELL AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE E DELL AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE E DELL AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA Approvato con delibera di C.C. n. 10 del 10.02.1999 INDICE

Dettagli

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA I MANUALI DEL PROFESSIONISTA Michele ADINOLFI - Francesco GRECO Francesco MAZZOTTA - Marco TOLLA Marco THIONE - Fernando RAPONE Manuale di Diritto tributario Prefazione Conoscendo l importante percorso

Dettagli

COMUNE DI S. GIORGIO DI NOGARO Provincia di Udine

COMUNE DI S. GIORGIO DI NOGARO Provincia di Udine COMUNE DI S. GIORGIO DI NOGARO Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE per l applicazione dell istituto dell ACCERTAMENTO CON ADESIONE e dell AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA Approvato con deliberazione C.C.

Dettagli

Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 56 del 01 agosto 2012 TITOLO I DISPOSIZIONE GENERALI Art.1

Dettagli

CONTENZIOSO TRIBUTARIO

CONTENZIOSO TRIBUTARIO Guide e Soluzioni CONTENZIOSO TRIBUTARIO A cura di Alberto MARCHESELLI AGGIORNATO CON: Nuovo reclamo e mediazione fiscale Metodi di accertamento tributario e tecniche di difesa nel giudizio Oneri di allegazione,

Dettagli

LE NOVITA DEL PERIODO (FISCO, BILANCIO E SOCIETA ) DALL 1 AL 7 MARZO 2008. Sintesi della legislazione, della prassi e della giurisprudenza

LE NOVITA DEL PERIODO (FISCO, BILANCIO E SOCIETA ) DALL 1 AL 7 MARZO 2008. Sintesi della legislazione, della prassi e della giurisprudenza LE NOVITA DEL PERIODO (FISCO, BILANCIO E SOCIETA ) DALL 1 AL 7 MARZO 2008 Sintesi della legislazione, della prassi e della giurisprudenza LEGISLAZIONE Reverse charge Si ricorda che, per effetto dell articolo

Dettagli

La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali

La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali Fiscalità Edilizia Commissione Referente Economico - Fiscale Tributario 10 aprile 2014 Schema operativo GLI STRUMENTI DI UTILIZZO DEI CREDITI

Dettagli

ART.4 VIOLAZIONI NON SANZIONABILI, TUTELA DELLA BUONA FEDE ED ESTINZIONE DI CREDITI TRIBUTARI DI MODESTO AMMONTARE

ART.4 VIOLAZIONI NON SANZIONABILI, TUTELA DELLA BUONA FEDE ED ESTINZIONE DI CREDITI TRIBUTARI DI MODESTO AMMONTARE REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEI CRITERI DI DETERMINAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE TRIBUTARIE APPLICABILI NEI CASI DI VIOLAZIONI RELATIVE AL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO ART.1

Dettagli

Circolare N.130 del 6 ottobre 2011. 1 ottobre 2011. Al via il nuovo sistema degli accertamenti esecutivi

Circolare N.130 del 6 ottobre 2011. 1 ottobre 2011. Al via il nuovo sistema degli accertamenti esecutivi Circolare N.130 del 6 ottobre 2011 1 ottobre 2011. Al via il nuovo sistema degli accertamenti esecutivi 1 ottobre 2011: al via il nuovo sistema degli accertamenti esecutivi Gentile cliente, con la presente,

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013);

CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013); CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 ARGOMENTO: DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013); Gentile Cliente, l art. 1 co. 618-624 della L. 27.12.2013 n. 147 ha introdotto

Dettagli

Dottore Commercialista Revisore Contabile

Dottore Commercialista Revisore Contabile LE COMUNICAZIONI DI IRREGOLARITA': DISCIPLINA E POSSIBILI SOLUZIONI A FAVORE DEL CONTRIBUENTE a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) Le comunicazioni derivanti dai controlli automatici e dai controlli

Dettagli

Novità 2015 ravvedimento operoso e altri istituiti deflattivi

Novità 2015 ravvedimento operoso e altri istituiti deflattivi Novità 2015 ravvedimento operoso e altri istituiti deflattivi Art. 1 co. 637-640 L.1902014 (legge di ) D.M. 11122014 variazione tasso legale a cura di Francesco Zuech Ragioniere commercialista e revisore

Dettagli

Prof. Armando Urbano Il contenzioso tributario dall avviso di accertamento al giudizio di appello

Prof. Armando Urbano Il contenzioso tributario dall avviso di accertamento al giudizio di appello Prof. Armando Urbano Il contenzioso tributario dall avviso di accertamento al giudizio di appello L accertamento esecutivo Reclamo e mediazione Il giudizio di primo grado Il contributo unificato Il processo

Dettagli

Comunicazione di irregolarità, avviso bonario ed istituti deflativi del contenzioso

Comunicazione di irregolarità, avviso bonario ed istituti deflativi del contenzioso In collaborazione con Comunicazione di irregolarità, avviso bonario ed istituti deflativi del contenzioso A cura di Antonio Zappi Novità ravvedimento RAVVEDIMENTO OPEROSO NUOVO - SOLO TRIBUTI ADE Rimozione

Dettagli

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, in forza delle disposizioni contenute nell art. 13 L. 27 dicembre

Dettagli

INDICE. pag. Premessa... Capitolo Primo CON LE NUOVE SANZIONI Ev FINITA L ERA DELLE MULTE MILIARDARIE

INDICE. pag. Premessa... Capitolo Primo CON LE NUOVE SANZIONI Ev FINITA L ERA DELLE MULTE MILIARDARIE Premessa... pag. XV Capitolo Primo CON LE NUOVE SANZIONI Ev FINITA L ERA DELLE MULTE MILIARDARIE 1.1. La riforma delle sanzioni.... 1 1.1.1. Sanzioni su riscossioni... 2 1.1.2. Moltiplicazione delle sanzioni...

Dettagli

OGGETTO: Programmazione gestione della mediazione e del contenzioso tributario Anno 2012 Indirizzi operativi

OGGETTO: Programmazione gestione della mediazione e del contenzioso tributario Anno 2012 Indirizzi operativi CIRCOLARE N.22/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Settore Governo del Contenzioso Ufficio Programmazione e Consuntivazione Roma, 11 giugno 2012 OGGETTO: Programmazione gestione della mediazione

Dettagli

COMUNE di GARLASCO Provincia di Pavia

COMUNE di GARLASCO Provincia di Pavia COMUNE di GARLASCO Provincia di Pavia AREA FINANZIARIA Regolamento generale delle entrate, dell autotutela e degli istituti deflattivi - Deliberazione di Consiglio Comunale n. 17 del 26 marzo 2001. 1 Indice

Dettagli

Il contenzioso fiscale

Il contenzioso fiscale Il contenzioso fiscale 1. I servizi del Caf Nel caso di ricevimento di cartelle di pagamento che contestano il mancato pagamento, parziale o totale, di imposte o tasse, anche riferite a tributi locali,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DI DICHIARAZIONI, RISCOSSIONE, ACCERTAMENTO E SANZIONI IN MATERIA DI TRIBUTI COMUNALI, NONCHE NORME PER L

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DI DICHIARAZIONI, RISCOSSIONE, ACCERTAMENTO E SANZIONI IN MATERIA DI TRIBUTI COMUNALI, NONCHE NORME PER L REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DI DICHIARAZIONI, RISCOSSIONE, ACCERTAMENTO E SANZIONI IN MATERIA DI TRIBUTI COMUNALI, NONCHE NORME PER L ANNULLAMENTO DEGLI ATTI IN VIA DI AUTOTUTELA TITOLO I AMBITO

Dettagli

Le novità fiscali introdotte dai D.L. nn.. 70, 98 e 138 del 2011

Le novità fiscali introdotte dai D.L. nn.. 70, 98 e 138 del 2011 Le novità fiscali introdotte dai D.L. nn.. 70, 98 e 138 del 2011 1 ACCERTAMENTO ESECUTIVO RISCOSSIONE PROVVISORIA 2 Accertamento esecutivo Art. 29 D.L. n. 78/2010 Gli avvisi di accertamento, i connessi

Dettagli

Strumenti alternativi al contenzioso tributario

Strumenti alternativi al contenzioso tributario Copyright Fantozzi & Associati 2006 AVV. EDOARDO BELLI CONTARINI Strumenti alternativi al contenzioso tributario Roma Milano Bologna Lugano (CH) Via Sicilia, 66 00187 Roma TEL. +39 06 42 00 611 TELEFAX

Dettagli

COMUNE DI LASTRA A SIGNA Provincia di Firenze. Regolamento generale per la disciplina delle entrate comunali

COMUNE DI LASTRA A SIGNA Provincia di Firenze. Regolamento generale per la disciplina delle entrate comunali COMUNE DI LASTRA A SIGNA Provincia di Firenze Regolamento generale per la disciplina delle entrate comunali APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 DEL 25.03.1999 MODIFICATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

CAPO I PRINCIPI GENERALI. ART. 1 Finalità della definizione dell accertamento con adesione

CAPO I PRINCIPI GENERALI. ART. 1 Finalità della definizione dell accertamento con adesione REGOLAMENTO IN MATERIA DI DEFINIZIONE DELL ACCERTAMENTO DEI TRIBUTI LOCALI CON ADESIONE DEL CONTRIBUENTE E SUO RAVVEDIMENTO PER ULTERIORI PERIODI D'IMPOSTA. CAPO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 Finalità della

Dettagli

Le novità del periodo in materia doganale

Le novità del periodo in materia doganale Le novità del periodo in materia doganale Avv. Sara Armella, Armella & Associati, Milano e Genova www.studioarmella.com Nel corso degli ultimi mesi, la materia doganale è stata interessata da importanti

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 03/02/2000 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 31/01/2002 Modificato con

Dettagli

Periodico informativo n. 75/2014. Rottamazione cartelle. Proroga al 31 maggio 2014

Periodico informativo n. 75/2014. Rottamazione cartelle. Proroga al 31 maggio 2014 Periodico informativo n. 75/2014 Rottamazione cartelle. Proroga al 31 maggio 2014 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo informarla che a seguito della pubblicazione

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE COMUNALI INDICE Titolo I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 - Definizioni Articolo 2 - Ambito e scopo

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE COMUNALI INDICE Titolo I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 - Definizioni Articolo 2 - Ambito e scopo REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE COMUNALI INDICE Titolo I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 - Definizioni Articolo 2 - Ambito e scopo del Regolamento Articolo 3 - Entrate tributarie comunali

Dettagli

COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA

COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA (Provincia di Pisa) Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 24 del 16.04.2010 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE 1 INDICE Capo Primo OGGETTO DEL REGOLAMENTO.

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO 1. Il diritto tributario e le entrate dello Stato... pag. 1 2. Le fonti del diritto...» 6 3. Le fonti

Dettagli

MODIFICA REGOLAMENTO DEFINIZIONE AGEVOLATA TRIBUTI COMUNALI

MODIFICA REGOLAMENTO DEFINIZIONE AGEVOLATA TRIBUTI COMUNALI MODIFICA REGOLAMENTO DEFINIZIONE AGEVOLATA TRIBUTI COMUNALI Il presente Regolamento composto da n. 44 articoli, è stato approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 27/07/2003 con atto n. 34. IL SEGRETARIO

Dettagli

Il contenzioso. Esame pratico e operativo delle fasi di pre-contenzioso e di contenzioso tributario nell ambito dei tributi locali

Il contenzioso. Esame pratico e operativo delle fasi di pre-contenzioso e di contenzioso tributario nell ambito dei tributi locali Ila r i a Ma r i a n i Il contenzioso tributario Degli enti locali Esame pratico e operativo delle fasi di pre-contenzioso e di contenzioso tributario nell ambito dei tributi locali Il testo è rivolto

Dettagli

Circolare n. 10/D. e, per conoscenza: Roma, 4 marzo 2003. Alle Direzioni regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI

Circolare n. 10/D. e, per conoscenza: Roma, 4 marzo 2003. Alle Direzioni regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Circolare n. 10/D Protocollo: 424/IV/2003 Roma, 4 marzo 2003 Allegati: vari Alle Direzioni regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI e, per conoscenza: Alle Direzioni Circoscrizionali dell Agenzia

Dettagli

IL NUOVO ACCERTAMENTO TRIBUTARIO E LA DIFESA DEL CONTRIBUENTE

IL NUOVO ACCERTAMENTO TRIBUTARIO E LA DIFESA DEL CONTRIBUENTE www.professionisti24.formazione.ilsole24ore.com IL NUOVO ACCERTAMENTO TRIBUTARIO E LA DIFESA DEL CONTRIBUENTE Master di approfondimento con gli Esperti del Sole 24 ORE BARI dal 18 ottobre 2013 5 weekend

Dettagli

Ordinamento e processo: verso nuove regole per la giustizia tributaria 27 giugno 2014 Salone della Borsa, Piazza De Ferrari, Genova

Ordinamento e processo: verso nuove regole per la giustizia tributaria 27 giugno 2014 Salone della Borsa, Piazza De Ferrari, Genova CONSIGLIO DI PRESIDENZA GIUSTIZIA TRIBUTARIA Seminario di Aggiornamento Professionale per i Magistrati delle Commissioni Tributarie della Regione Liguria Ordinamento e processo: verso nuove regole per

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DELL ACCERTAMENTO DEI TRIBUTI LOCALI CON ADESIONE DEL CONTRIBUENTE

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DELL ACCERTAMENTO DEI TRIBUTI LOCALI CON ADESIONE DEL CONTRIBUENTE COMUNE DI SCHIO Settore 03 Amministrativo Finanziario Tributi e Controlli Servizio Tributi Contenzioso e Federalismo Fiscale REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DELL ACCERTAMENTO DEI TRIBUTI LOCALI CON ADESIONE

Dettagli

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO Protocollo d Intesa e convenzione di erogazione di servizi Trento, 27 Marzo 2014 LE FINALITA PROMUOVERE E SVILUPPARE UNA FATTIVA COLLABORAZIONE

Dettagli

TUTELA DEL CONTRIBUENTE NELL ACCERTAMENTO, NELLA RISCOSSIONE E NEL PROCESSO

TUTELA DEL CONTRIBUENTE NELL ACCERTAMENTO, NELLA RISCOSSIONE E NEL PROCESSO MASTER PART-TIME TUTELA DEL CONTRIBUENTE NELL ACCERTAMENTO, NELLA RISCOSSIONE E NEL PROCESSO I EDIZIONE VALLO DELLA LUCANIA Vallo della Lucania, dal 13 marzo al 24 ottobre 2015 LA SCUOLA DI FORMAZIONE

Dettagli

La nuova cartella di pagamento. Introduzione

La nuova cartella di pagamento. Introduzione Introduzione A partire dal 1 ottobre 2010 i ruoli consegnati agli Agenti della Riscossione saranno emessi utilizzando il nuovo modello di cartella di pagamento, approvato con Provvedimento dell Agenzia

Dettagli

L accertamento tecnico preventivo obbligatorio nelle cause di invalidità (ex art. 445-bis C.p.c.)

L accertamento tecnico preventivo obbligatorio nelle cause di invalidità (ex art. 445-bis C.p.c.) L accertamento tecnico preventivo obbligatorio nelle cause di invalidità (ex art. 445-bis C.p.c.) - Dall 01.01.2012 è in vigore nel nostro ordinamento giuridico l Accertamento Tecnico Preventivo obbligatorio

Dettagli

Informativa n. 3/2014

Informativa n. 3/2014 Informativa n. 3/2014 Sommario Premessa 2 Sospesa la ritenuta del 20% sui redditi esteri 2 Studi di settore ridotti se la professione è part-time 2 Al via il nuovo reclamo 3 San Marino esce dalla Black

Dettagli

SOMMARIO PRESENTAZIONE 1 INTRODUZIONE 3 CAPITOLO 1 RAPPORTO DI LAVORO ASSUNZIONE CONTRATTUALISTICA 5

SOMMARIO PRESENTAZIONE 1 INTRODUZIONE 3 CAPITOLO 1 RAPPORTO DI LAVORO ASSUNZIONE CONTRATTUALISTICA 5 SOMMARIO PRESENTAZIONE 1 INTRODUZIONE 3 CAPITOLO 1 RAPPORTO DI LAVORO ASSUNZIONE CONTRATTUALISTICA 5 LINEAMENTI NORMATIVI E PROCEDURALI Il rapporto di lavoro nell attuale contesto normativo 5 Le tipologie

Dettagli

COMUNE DI RIESI. (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI. Articoli del Regolamento

COMUNE DI RIESI. (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI. Articoli del Regolamento COMUNE DI RIESI (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI Articoli del Regolamento Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art.

Dettagli

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Come noto, a decorrere dall 1.1.2011, è stato introdotto, ad opera dell art. 31, comma

Dettagli

CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI

CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI INDICE CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI 1. Evoluzione storico-giuridica delle principali fonti normative del licenziamento individuale... pag. 9 2. I requisiti formali del licenziamento:

Dettagli

MASTER TRIBUTARIO 18^ edizione 2009-2010

MASTER TRIBUTARIO 18^ edizione 2009-2010 MASTER TRIBUTARIO 18^ edizione 2009-2010 DESTINATARI Il Master Tributario, presente dal 1991 nelle maggiori città d'italia, è il riferimento formativo dei laureati in facoltà economico-giuridiche che esercitano

Dettagli

3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA

3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA 3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA >> LA RISCOSSIONE MEDIANTE CARTELLA L Agenzia delle Entrate svolge l attività di riscossione nazionale dei tributi tramite la società per azioni

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari I dossier fiscali Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari - Guida operativa - Gennaio 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. Compensazione con debiti derivanti

Dettagli

IL PROCEDIMENTO GIUDIZIALE SPECIFICO: IL CD. RITO FORNERO

IL PROCEDIMENTO GIUDIZIALE SPECIFICO: IL CD. RITO FORNERO IL PROCEDIMENTO GIUDIZIALE SPECIFICO: IL CD. RITO FORNERO La Riforma Fornero (L. n. 92/2012) introduce importanti novità in tema di licenziamenti e del processo del lavoro, delineando all art. 1 commi

Dettagli

INDICE. Prefazione...p.

INDICE. Prefazione...p. INDICE Prefazione...p. XV 1 Richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro subordinato. Rigetto per sopravvenuto provvedimento di espulsione... 1 Rigetto dell istanza di rinnovo del permesso

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE IL CONSIGLIO COMUNALE Visto l articolo 3, comma 133 legge 662/1996, recante delega al Governo per l emanazione di uno o più decreti legislativi per la revisione organica ed il completamento della disciplina

Dettagli

È inesistente la notifica tramite poste private degli atti di riscossione emessi dal gestore del servizio rifiuti.

È inesistente la notifica tramite poste private degli atti di riscossione emessi dal gestore del servizio rifiuti. Atti di riscossione del servizio rifiuti: notifica con poste private è inesistente Commissione Tributaria Provinciale Enna, sez. III, sentenza 19.03.2015 n. 319/3/15 (Giuseppe Agozzino) È inesistente la

Dettagli

Contenuto del processo verbale di constatazione

Contenuto del processo verbale di constatazione 35 PROCESSO VERBALE DI CONSTATAZIONE DPR 633/72 52 Prassi C.M. 7.5.97 n. 124 Giurisprudenza Cass. 9.6.90 n. 5628; Cass. 17.12.94 n. 10855; Cass. 2.11.2005 n. 21265; Cass. 10.2.2006 n. 2949 1 PREMESSA La

Dettagli

DECRETI ATTUATIVI DELLA LEGGE DI RIFORMA FISCALE (Consiglio dei ministri venerdì 4 settembre 2015)

DECRETI ATTUATIVI DELLA LEGGE DI RIFORMA FISCALE (Consiglio dei ministri venerdì 4 settembre 2015) DECRETI ATTUATIVI DELLA LEGGE DI RIFORMA FISCALE (Consiglio dei ministri venerdì 4 settembre 2015) Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan,

Dettagli

Fiscal News N. 34. Processo Tributario. Novità della Legge di Stabilità per il 2014. La circolare di aggiornamento professionale 30.01.

Fiscal News N. 34. Processo Tributario. Novità della Legge di Stabilità per il 2014. La circolare di aggiornamento professionale 30.01. Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 34 30.01.2014 Processo Tributario. Novità della Legge di Stabilità per il 2014 Il contributo nel processo tributario e le novità introdotte Categoria:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEGLI ACCERTAMENTI CON ADESIONE DEL CONTRIBUENTE

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEGLI ACCERTAMENTI CON ADESIONE DEL CONTRIBUENTE REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEGLI ACCERTAMENTI CON ADESIONE DEL CONTRIBUENTE Approvato con deliberazione consiliare n. 17 del 30.05.2002 Art. 1 Principi generali 1.Il Comune di Ponte San Pietro, nell

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE DI BARLETTA

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE DI BARLETTA COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida (Allegato A) REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE DI BARLETTA TITOLO I : DISPOSIZIONI GENERALI INDICE (SEZIONE PRIMA) ENTRATE TRIBUTARIE

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XIII CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO Guida bibliografica... 3 1. Origini dell istituto.... 5 2. Il concordato preventivo

Dettagli

Capo I PRINCIPI GENERALI. Art. 1 Finalità della definizione dell accertamento con adesione

Capo I PRINCIPI GENERALI. Art. 1 Finalità della definizione dell accertamento con adesione Capo I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Finalità della definizione dell accertamento con adesione 1. La definizione dell accertamento con adesione costituisce uno strumento di cui i Contribuenti e gli uffici preposti

Dettagli

Comune di TRANI Provincia BT

Comune di TRANI Provincia BT Comune di TRANI Provincia BT Regolamento Comunale di applicazione del condono fiscale Art. 13 Legge 27 dicembre 2002 n. 289 AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE INDICE Art. 1 Scopo del regolamento Art. 2 Oggetto

Dettagli

Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014

Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014 Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014 Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con Decreto 24.09.2014,

Dettagli

prof. avv. Paola ROSSI

prof. avv. Paola ROSSI NUOVI LIMITI ALLA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI PER RUOLI SCADUTI prof. avv. Paola ROSSI Professore associato Università del Sannio Ricercatore area fiscale IRDCEC Diretta 15 novembre 2010 Diretta,

Dettagli

CONTROLLO FORMALE Gruppo di Lavoro Contenzioso Tributario - 29/01/2014 1

CONTROLLO FORMALE Gruppo di Lavoro Contenzioso Tributario - 29/01/2014 1 CONTROLLO FORMALE 1 Il controllo formale delle dichiarazioni Art. 36 bis Liquidazione delle imposte sulla base dei dati emergenti dalla dichiarazione dei redditi. Eseguita su tutte le dichiarazioni presentate.

Dettagli

Solide basi Tax Newsletter Italia

Solide basi Tax Newsletter Italia Solide basi Tax Newsletter Italia Nuove regole per l invio dei modelli F24 dal 1 ottobre 2014 Edizione: www.roedl.com/it Approfondimento: Nuove regole per i modelli F24 dal 1 ottobre 2014 > Presentazione

Dettagli

DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia)

DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia) C I T T A DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia) REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE DI MANFREDONIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale N. 10

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA MARZO N. 3/2014

CIRCOLARE INFORMATIVA MARZO N. 3/2014 CIRCOLARE INFORMATIVA MARZO N. 3/2014 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI Di seguito evidenziamo i principali adempimenti del mese di marzo. Poiché il giorno 16 marzo cade di domenica, tutti gli adempimenti scadenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE COMUNE DI OSASCO PROVINCIA DI TORINO Tel. 0121.541180 Fax. 0121.541548 e-mail: osasco@ihnet.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI SCHEMA

RIFERIMENTI NORMATIVI SCHEMA TEMA N. 27 Il candidato esamini le caratteristiche salienti del sistema di riscossione operando i necessari distinguo tra versamento spontaneo e riscossione coattiva RIFERIMENTI NORMATIVI D.P.R. 29-9-1973,

Dettagli

CONTRIBUTI DOVUTI ALL'INPS A SEGUITO DI ACCERTAMENTO

CONTRIBUTI DOVUTI ALL'INPS A SEGUITO DI ACCERTAMENTO I codici tributo per la compensazione Elenco dei codici tributo del modello F24 utilizzabili per il pagamento dei debiti da accertamento tributario ex art. 28-quinquies del D.P.R. n. 602/73 Codice Descrizione

Dettagli

NEWS FISCALI E SOCIETARIE NOVEMBRE 2011 FISCALITA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI

NEWS FISCALI E SOCIETARIE NOVEMBRE 2011 FISCALITA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI Milano Roma News fiscali e societarie Novembre 2011 FISCALITA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI Acconto IRPEF di novembre ridotto dal 99% all 82% L acconto IRPEF da versare entro mercoledì 30 novembre 2011 dovrà

Dettagli

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica Di cosa si tratta Regione Lombardia con l.r. n. 20/2015 ha avviato una campagna di definizione agevolata delle posizioni irregolari relative alla

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 21/02/2003. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 21/02/2003. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 21/02/2003 OGGETTO: Disposizioni in materia di sanatorie fiscali. Legge 27 dicembre 2002, n. 289 (legge finanziaria per il 2003) e successive

Dettagli

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI APPROVATO con delibera di C.C. n. 19 del 28 Febbraio

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Introduzione...

INDICE SOMMARIO. Introduzione... SOMMARIO Introduzione... XV CAPITOLO 1 LA FORMA DEL PIGNORAMENTO 1. Come si articola la disciplina di riferimento... 2 2. Alcune osservazioni sul dato positivo... 5 3. L atto di pignoramento presso terzi...

Dettagli

ACCERTAMENTO CON ADESIONE - RISCOSSIONE - OMESSA IMPUGNAZIONE - CONCILIAZIONE GIUDIZIALE - ESCUSSIONE DEI GARANTI

ACCERTAMENTO CON ADESIONE - RISCOSSIONE - OMESSA IMPUGNAZIONE - CONCILIAZIONE GIUDIZIALE - ESCUSSIONE DEI GARANTI Agenzia delle Entrate Circolare 13 aprile 2006, n.14/e ACCERTAMENTO CON ADESIONE - RISCOSSIONE - OMESSA IMPUGNAZIONE - CONCILIAZIONE GIUDIZIALE - ESCUSSIONE DEI GARANTI La legge n. 311 del 30 dicembre

Dettagli

Novità in materia di riscossione dei tributi iscritti a ruolo

Novità in materia di riscossione dei tributi iscritti a ruolo Studio Commerciale e Tributario TOMASSETTI & PARTNERS Informativa fiscale Ai gentili clienti Loro sedi Novità in materia di riscossione dei tributi iscritti a ruolo Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

Il Ravvedimento operoso, cosa succede se non pago le tasse

Il Ravvedimento operoso, cosa succede se non pago le tasse Il Ravvedimento operoso, cosa succede se non pago le tasse L'Istituto del Ravvedimento operoso, consente ai contribuenti di sanare il tardivo pagamento senza sanzioni pesanti, versando una mini sanzione

Dettagli

ESENZIONE FISCALE TOTALE: APPROFONDIMENTI E INFORMAZIONI

ESENZIONE FISCALE TOTALE: APPROFONDIMENTI E INFORMAZIONI ESENZIONE FISCALE TOTALE: APPROFONDIMENTI E INFORMAZIONI In applicazione del Decreto 1/2014 della Repubblica Veneta sull Esenzione Fiscale Totale, Plebiscito.eu ha avviato una campagna di obiezione fiscale

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE CITTà DI MODUGNO (PROVINCIA DI BARI) REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE o DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 9 DEL 28.2.2001 Adozione. o DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI CORTE DE FRATI PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI CORTE DE FRATI PROVINCIA DI CREMONA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE TRIBUTI DETERMINAZIONE N. 7 Data 17/07/2013 ORIGINALE Oggetto : CONCESSIONE RATEAZIONE CARTELLE TARSU. IL RESPONSABILE DEL SETTORE TRIBUTI Visto il Decreto Sindacale

Dettagli