PARTE PRIMA COSTITUZIONE E FUNZIONAMENTO 1. COSTITUZIONE PER CONTRATTO E COSTITUZIONE PER ATTO UNILATERALE L ATTO COSTITUTIVO 22

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PARTE PRIMA COSTITUZIONE E FUNZIONAMENTO 1. COSTITUZIONE PER CONTRATTO E COSTITUZIONE PER ATTO UNILATERALE 21 2. L ATTO COSTITUTIVO 22"

Transcript

1

2 ANALISI PARTE PRIMA COSTITUZIONE E FUNZIONAMENTO CAPITOLO 1 LA COSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA di Alessandro Baudino 1. COSTITUZIONE PER CONTRATTO E COSTITUZIONE PER ATTO UNILATERALE L ATTO COSTITUTIVO LA FORMA DELL ATTO COSTITUTIVO LA LINGUA DELL ATTO COSTITUTIVO IL CONTENUTO DELL ATTO COSTITUTIVO Individuazione dei soci Denominazione Sede sociale: indirizzo Oggetto sociale Capitale Sociale: ammontare Norme relative al funzionamento della società Durata della società LE CONDIZIONI PER LA COSTITUZIONE CONTROLLI E ADEMPIMENTI PUBBLICITARI Il controllo di validità dell atto costitutivo: il ruolo del notaio rogante Termini e modalità del deposito La funzione del Registro delle Imprese: il controllo di legalità formale dei documenti Iscrizione nel Registro delle Imprese e acquisto della personalità giuridica: inammissibilità della s.r.l. irregolare IL REGIME DEGLI ATTI COMPIUTI PRIMA DELL ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE LE MODIFICAZIONI DELL ATTO COSTITUTIVO LA DISCIPLINA DELLA S.R.L. UNIPERSONALE Finalità della disciplina Adempimenti pubblicitari Il capitale della società unipersonale Le operazioni compiute prima della iscrizione della società unipersonale nel Registro delle Imprese I contratti tra società a responsabilità limitata e unico socio La responsabilità del socio unico I vantaggi operativi derivanti dalla nuova disciplina NULLITÀ DELLA SOCIETÀ La nullità in ambito societario Il principio della tassatività dei casi di nullità: irrilevanza dei vizi della volontà ed inapplicabilità dei rimedi negoziali _ 37 INDICE 7

3 11.3. Caratteri salienti della nuova disciplina Gli effetti della dichiarazione di nullità L iscrizione nel Registro delle Imprese della sentenza dichiarativa della nullità La sanatoria delle nullità 41 CAPITOLO 2 IL CAPITALE SOCIALE E I CONFERIMENTI di Alessandro Baudino e Roberto Frascinelli 1. IL CAPITALE E IL PATRIMONIO LE NOVITÀ IN MATERIA DI CONFERIMENTI CONFERIMENTI IN DENARO CONFERIMENTI DI BENI IN NATURA, DI CREDITI E DI ALTRI ELEMENTI DELL ATTIVO SUSCETTIBILI DI VALUTAZIONE ECONOMICA CONFERIMENTO D OPERA E DI SERVIZI La nuova disciplina introdotta dalla Riforma del diritto societario L assoggettamento del conferimento di servizi alla procedura di stima L inadempimento del socio d opera L emissione di quote con prestazioni accessorie L ATTRIBUZIONE DI QUOTE NON PROPORZIONALI AI CONFERIMENTI L ATTRIBUZIONE DI PARTICOLARI DIRITTI A SINGOLI SOCI I diritti amministrativi I diritti patrimoniali La modificabilità dei diritti particolari IL REGIME FISCALE DEI CONFERIMENTI La rilevanza fiscale del conferimento ai fini dell imposta sui redditi Il regime fiscale del conferimento di aziende Conferimento d azienda a regime controllato Conferimento d azienda in regime di neutralità fiscale (o in doppia sospensione ) Lo scambio di partecipazioni mediante conferimento Le novità previste dal Disegno di Legge Finanziaria 2008 in tema di conferimenti d azienda Conferimento di opera e prestazione di servizi La disciplina ai fini dell IVA e dell imposta di registro 62 CAPITOLO 3 L AMMINISTRAZIONE NELLA SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA di Federico Lozzi 1. PREMESSA STRUTTURA E FUNZIONAMENTO DELL ORGANO AMMINISTRATIVO L amministratore unico Il consiglio di amministrazione L amministrazione disgiuntiva e congiuntiva L amministrazione disgiuntiva L amministrazione congiuntiva 73

4 2.4. Potere gestorio affidato ai soci Persona giuridica quale amministratore di società di capitali I sistemi di amministrazione di tipo dualistico o monistico NOMINA, DURATA, CESSAZIONE, REVOCA E DECADENZA DELL ORGANO AMMINISTRATIVO La nomina e la durata La cessazione, la revoca e la decadenza dell organo amministrativo La cessazione e la sostituzione La revoca La decadenza LA RAPPRESENTANZA IL CONFLITTO DI INTERESSI LA REMUNERAZIONE DELL ORGANO AMMINISTRATIVO 79 CAPITOLO 4 LE DECISIONI DEI SOCI di Alessandra Bonfante 1. LE DECISIONI DEI SOCI NELLA S.R.L AMBITO DI COMPETENZA RISERVATO AI SOCI Competenze esclusive dei soci Le ulteriori competenze dei soci Le decisioni dei soci sulle materie indicate nell atto costitutivo Il potere di iniziativa riservato ai soci IL METODO ASSEMBLEARE Il procedimento assembleare La convocazione dell assemblea L intervento in assemblea e la rappresentanza L assemblea tenuta mediante mezzi di telecomunicazione e il voto espresso per corrispondenza Il Presidente dell assemblea Il verbale dell assemblea I quorum Assemblea totalitaria I METODI DI DECISIONE EXTRASSEMBLEARI Le differenze tra i due metodi IL METODO DEL CONSENSO ESPRESSO PER ISCRITTO Il procedimento I quorum IL METODO DELLA CONSULTAZIONE SCRITTA Il procedimento I quorum Decisione assunta in forma totalitaria L INVALIDITÀ DELLE DECISIONI DEI SOCI Decisioni annullabili Decisioni nulle Invalidità delle decisioni di approvazione del Bilancio 99 INDICE 9

5 CAPITOLO 5 I CONTROLLI NELLA S.R.L. di Massimo Boidi 1. PREMESSA CONTROLLO INDIVIDUALE DEL SOCIO NON AMMINISTRATORE NOMINA VOLONTARIA DEL COLLEGIO SINDACALE E/O DEL REVISORE CONTABILE NOMINA OBBLIGATORIA DEL COLLEGIO SINDACALE GLI ORGANI DI CONTROLLO NELLE S.R.L. TENUTE ALLA REDAZIONE DEL BILANCIO CONSOLIDATO IL NUOVO SISTEMA DEI POTERI E DEI DOVERI DEL COLLEGIO SINDACALE DENUNZIA AL COLLEGIO SINDACALE L ABOLIZIONE DEL CONTROLLO ESTERNO DA PARTE DEL TRIBUNALE 111 CAPITOLO 6 IL PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DELLE S.R.L. di Alessandra Bonfante 1. L ISTITUTO DELLA TRASFORMAZIONE Il principio della continuità dei rapporti giuridici I limiti espliciti ed impliciti alla trasformazione Efficacia dell atto di trasformazione ed invalidità dell operazione LA TRASFORMAZIONE OMOGENEA DA ED IN S.R.L La trasformazione omogenea progressiva La decisione di trasformazione Il recesso La determinazione del capitale sociale Pubblicità dell atto di trasformazione Assegnazione delle quote Il regime della responsabilità dei soci La trasformazione omogenea regressiva I riflessi della trasformazione sul socio d opera e sui soci cui sono attribuiti particolari diritti La trasformazione agevolata delle società non operative La decisione di trasformazione La relazione degli amministratori Forma dell atto di trasformazione e pubblicità Il regime di responsabilità dei soci ASPETTI FISCALI DELLA TRASFORMAZIONE OMOGENEA Il trattamento fiscale delle riserve costituite prima della trasformazione _ Il trattamento fiscale delle perdite pregresse Adempimenti fiscali e imposta di registro LA TRASFORMAZIONE ETEROGENEA DA ED IN S.R.L La trasformazione eterogenea regressiva La decisione di trasformazione La relazione degli amministratori 132

6 Forma e pubblicità dell atto di trasformazione Efficacia della trasformazione La trasformazione eterogenea progressiva La decisione di trasformazione Forma e pubblicità dell atto di trasformazione Efficacia della trasformazione ASPETTI FISCALI DELLA TRASFORMAZIONE ETEROGENEA Il trattamento fiscale delle riserve costituite prima della trasformazione Aspetti fiscali della trasformazione eterogenea progressiva LA TRASFORMAZIONE DA IMPRESA INDIVIDUALE IN S.R.L. UNIPERSONALE E VICEVERSA 136 CAPITOLO 7 IL RECESSO di Giandomenico Bonito 1. IL SUPERAMENTO DEL PRINCIPIO DI TASSATIVITÀ - IL RECESSO COME POTERE D INFLUIRE SULL ATTIVITÀ SOCIALE LE CAUSE DI RECESSO Ipotesi previste dall atto costitutivo - cause di recesso pattizie Ipotesi legali inderogabili Il cambiamento dell oggetto sociale La società contratta a tempo indeterminato L intrasferibilità della partecipazione I TERMINI DEL RECESSO LEGITTIMAZIONE ATTIVA LA COMUNICAZIONE DI RECESSO IL RECESSO PARZIALE CRITERI DI DETERMINAZIONE DEL VALORE DI RIMBORSO COMPETENZA I TEMPI DEL RIMBORSO IL RIMBORSO CON DENARO NON SOCIALE IL RIMBORSO CON DENARO SOCIALE L EFFICACIA DEL RECESSO SOPRAVVENUTA INEFFICACIA DEL RECESSO 152 CAPITOLO 8 L ESCLUSIONE DEL SOCIO di Alessandro Baudino e Roberto Frascinelli 1. LA FUNZIONE DELLA CLAUSOLA DI ESCLUSIONE I LIMITI ALL AUTONOMIA STATUTARIA 157 INDICE 11

7 3. LE CAUSE DI ESCLUSIONE Il principio di tassatività delle cause di esclusione Il concetto di giusta causa di esclusione Tipologie di clausole di eclusione LA PROCEDURA DI ESCLUSIONE L accertamento della giusta causa di esclusione La scelta dell organo competente a pronunciare l esclusione La forma della decisione di esclusione Efficacia e impugnazione della delibera di esclusione IL PROBLEMA DELLA DISCIPLINA APPLICABILE IN ASSENZA DI REGOLAMENTAZIONE STATUTARIA DELLA PROCEDURA DI ESCLUSIONE Gli orientamenti della dottrina Il contenuto minimo necessario ai fini della validità della clausola di esclusione: l individuazione dell organo competente a pronunciare l esclusione Il procedimento di impugnazione Efficacia della delibera di esclusione e diritti del socio escluso L ANNULLAMENTO O IL TRASFERIMENTO DELLA QUOTA DEL SOCIO ESCLUSO LA LIQUIDAZIONE DELLA QUOTA IL PROBLEMA DEGLI EFFETTI DELL EVENTUALE ANNULLAMENTO DELLA DELIBERA DI ESCLUSIONE L ESCLUSIONE DEL SOCIO - ASPETTI FISCALI L esclusione del socio persona fisica non imprenditore Esclusione del socio persona fisica imprenditore e del socio società di persone Esclusione del socio soggetto IRES (società di capitali) 172 PARTE SECONDA I SOCI NELLA S.R.L. CAPITOLO 9 LE DIVERSE TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO DELLA SOCIETÀ DA PARTE DEI SOCI - IL FINANZIAMENTO SOCI di Roberta De Pirro e Claudio Mazzoleni 1. INTRODUZIONE I REQUISITI DEI FINANZIAMENTI SOCI PREVISTI IN VIA GENERALE DALLA NORMATIVA A TUTELA DEL PUBBLICO RISPARMIO IL FINANZIAMENTO SOCI NELLA SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA IL FINANZIAMENTO SOCI INFRAGRUPPO ASPETTI FISCALI

8 CAPITOLO 10 LE QUOTE E LA LORO CIRCOLAZIONE di Alessandro Baudino e Roberto Frascinelli 1. COMPROPRIETÀ E DIVISIBILITÀ DELLA QUOTA Comproprietà della quota Divisibilità della quota Il problema della divisibilità della quota spettante al socio cui siano attribuiti particolari diritti LA NUOVA DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI Considerazioni generali Il problema della circolazione delle quote spettanti al socio cui siano attribuiti particolari diritti: trasferibilità delle quote e dei particolari diritti _ Il problema della trasferibilità delle quote del socio d opera e delle quote con prestazioni accessorie LE CLAUSOLE LIMITATIVE DELLA CIRCOLAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI Le novità introdotte dalla Riforma: la previsione del diritto di recesso come correttivo dell ampliamento dell autonomia statutaria _ Limitazioni al trasferimento delle quote per causa di morte Limitazioni al trasferimento delle quote per atto tra vivi FORMALITÀ E PUBBLICITÀ DEL TRASFERIMENTO PEGNO, USUFRUTTO E SEQUESTRO DELLA PARTECIPAZIONE IL REGIME DI TASSAZIONE DEI TRASFERIMENTI DI QUOTE Le cessioni effettuate dai soggetti non esercenti attività d impresa Il regime della dichiarazione (per partecipazioni qualificate e non qualificate) Il regime del risparmio amministrato (esclusivamente per partecipazioni non qualificate) Il regime del risparmio gestito (esclusivamente per partecipazioni non qualificate) La modalità di determinazione del capital gain Le cessioni effettuate dai soggetti esercenti attività d impresa 203 CAPITOLO 11 L INTESTAZIONE DI QUOTE DI S.R.L. UNIPERSONALE E FINANZIAMENTI DEI SOCI NEL CASO DI INTESTAZIONE FIDUCIARIA DELLE QUOTE di Massimo Boidi e Lucia Frascarelli (Assofiduciaria) 1. INTESTAZIONE FIDUCIARIA DI QUOTA DI S.R.L. UNIPERSONALE DISCIPLINA DEL FINANZIAMENTO DEI SOCI - SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA - D.LGS. N. 6/2003 RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO - ART. 2467, C.C Il rimborso del finanziamento Ambito temporale L obbligazione restitutoria 210 INDICE 13

9 CAPITOLO 12 PROFILI PREVIDENZIALI DEI SOCI DI S.R.L. di Gabriele Morreale 1. ISCRIZIONE ALLA GESTIONE SEPARATA PER I SOCI AMMINISTRATORI DI S.R.L. EX L. 335/ OBBLIGO D ISCRIZIONE ALLA GESTIONE COMMERCIANTI EX ART. 1, CO. 203, L. 662/1996, PER I SOCI CHE ESERCITANO ATTIVITÀ COMMERCIALE NOZIONE DI ATTIVITÀ PREVALENTE AI SENSI DELL ART.1,CO. 208, L. 662/ IL CRITERIO UNIFICANTE DELLA PREVALENZA 217 CAPITOLO 13 LA DISTRIBUZIONE DI DIVIDENDI: ASPETTI CIVILISTICI, CONTABILI E FISCALI di Dennis Pini 1. PREMESSA LA DISTRIBUZIONE DI DIVIDENDI: ALCUNI CENNI IN ORDINE ALLA DISCIPLINA CIVILISTICA I vincoli di natura fiscale sulle riserve del patrimonio netto L indipendenza tra i vincoli di natura civilistica e quelli di natura fiscale eventualmente imposti alle parti ideali del patrimonio netto DISAMINA DELLA NORMATIVA FISCALE Alcune ulteriori riflessioni La distribuzione di utili e l art. 109, co. 4, lett. b), TUIR ASPETTI CONTABILI ADEMPIMENTI SUCCESSIVI ALLA DELIBERA DI DISTRIBUZIONE DEGLI UTILI 240 CAPITOLO 14 REGIME FISCALE DELLE SOMME VERSATE IN CASO DI RECESSO DEI SOCI di Michele Tavernini 1. PREMESSA IL RECESSO DEL SOCIO NON IMPRENDITORE (PERSONE FISICHE, ENTI NON COMMERCIALI, SOCIETÀ SEMPLICI) Recesso tramite alienazione delle quote Recesso tramite annullamento delle quote IL RECESSO DEL SOCIO IMPRENDITORE NON IRES (IMPRENDITORE INDIVIDUALE, SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO E SOCIETÀ IN ACCOMANDITA SEMPLICE) Recesso tramite alienazione delle quote Recesso tramite annullamento delle quote

10 4. IL CASO DEL SOCIO RECEDENTE SOGGETTO IMPRENDITORE IRES (SOCIETÀ DI CAPITALI ED ENTI COMMERCIALI) Recesso tramite alienazione delle quote Recesso tramite annullamento delle quote 250 PARTE TERZA ASPETTI FISCALI SPECIFICI DELLA S.R.L. CAPITOLO 15 REGIME CONTABILE E OPZIONI FISCALI NELLE S.R.L. di Roberta Braga 1. IL REGIME CONTABILE LA REGISTRAZIONE E LA CONSERVAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI LE OPZIONI AGLI EFFETTI DELL IVA La liquidazione trimestrale dell IVA La proroga e la rateizzazione del versamento dell IVA a saldo L imponibilità IVA nelle locazioni e nelle cessioni di immobili Cessioni effettuate da società a responsabilità limitata costruttrici o di ristrutturazione di immobili Cessioni effettuate da società a responsabilità limitata diverse dalle precedenti Locazioni effettuate da società a responsabilità limitata costruttrici o di ristrutturazione di immobili Locazioni effettuate da società a responsabilità limitata diverse dalle precedenti _ L applicazione del meccanismo del reverse charge 261 CAPITOLO 16 LA TRASPARENZA FISCALE DELLE S.R.L. A RISTRETTA BASE PROPRIETARIA di Luca Ambroso 1. PREMESSA ASPETTI GENERALI DELL ISTITUTO DELLA TRASPARENZA FISCALE LA NORMA DI RIFERIMENTO IL REGIME DELLA TRASPARENZA PREVISTO PER LE S.R.L. A RISTRETTA BASE PROPRIETARIA: LA TRASPARENZA INTERPERSONALE Condizioni necessarie per l esercizio dell opzione Soci persone fisiche Il limite del fatturato La detenzione di partecipazioni in regime di participation exemption Il requisito soggettivo dei soci e l istituto dell intestazione fiduciaria L opzione per la trasparenza. Aspetti generali Il modello di comunicazione per l esercizio dell opzione Errata indicazione della compagine sociale Cause di esclusione e di decadenza Ingresso di nuovi soci nella compagine sociale della società trasparente Obblighi informativi del socio in caso di cessione di partecipazioni Criteri e modalità di imputazione Effetti fiscali della distribuzione di dividendi Il valore fiscale della partecipazione Il valore fiscale della partecipazione in capo ad un nuovo socio 275 INDICE 15

11 4.7. La distribuzione e l utilizzo di riserve di utili e di riserve di capitale La distribuzione di dividendi a soggetti non soci durante la trasparenza La distribuzione di utili trasparenti eccedenti il reddito imputato La distribuzione di utili e/o di riserve di utili non trasparenti e di riserve di capitale _ La distribuzione e l utilizzo per copertura di perdite di riserve miste Trasparenza e presunzione ex art. 47, co. 1, TUIR Le riserve di utili trasparenti e la previsione dell art. 109, co. 4, lett. b), TUIR Prospetto riepilogativo Il trattamento fiscale delle cessioni di partecipazione pex e delle distribuzioni di dividendi Trasparenza fiscale e pro-rata patrimoniale Il trattamento delle perdite fiscali Le perdite realizzate dalla partecipata anteriormente al triennio trasparente Le perdite dei soci anteriori al triennio trasparente Perdita trasparente eccedente il reddito imponibile del socio Le perdite della s.r.l. realizzate durante il triennio di trasparenza Trasparenza fiscale ed operazioni straordinarie Il trattamento delle ritenute d acconto e dei crediti d imposta Acconti d imposta La responsabilità solidale per imposte, sanzioni ed interessi L estensione dell applicazione dell art. 40, co. 2, D.P.R. 600/ Trasparenza e responsabilità penale Trasparenza ed aspetti previdenziali 288 CAPITOLO 17 L EMISSIONE DI TITOLI DI DEBITO di Gabriele Di Nuzzo 1. PREMESSA NATURA E CARATTERISTICHE DEI TITOLI DI DEBITO EMISSIONE E SOTTOSCRIZIONE DEI TITOLI DI DEBITO I PROFILI FISCALI DELL EMISSIONE DEI TITOLI DI DEBITO Il prelievo alla fonte sugli interessi La deducibilità degli interessi passivi per la società emittente Titoli di debito con remunerazione commisurata ai risultati economici della società La thin capitalization e i titoli di debito ESEMPIO DI CLAUSOLA STATUTARIA VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER L EMISSIONE DI TITOLI DI DEBITO REGOLAMENTO DI EMISSIONE DI UN PRESTITO RAPPRESENTATO DA TITOLI DI DEBITO FAC-SIMILE DI TITOLO DI DEBITO 312 CAPITOLO 18 LA DISCIPLINA DELLE SOCIETÀ DI COMODO di Claudio Mazzoleni 1. PREMESSA LA DISCIPLINA DELLE SOCIETÀ DI COMODO Excursus normativo 315

12 2.2. Il test di operatività Il primo termine di paragone: la media triennale dei ricavi, degli incrementi delle rimanenze e dei proventi Il secondo termine di paragone: la media triennale dei ricavi attesi Determinazione del valore da attribuire ai beni ai fini del test di operatività Innalzamento delle percentuali dei ricavi attesi Le novità contenute nella Legge Finanziaria Il calcolo del reddito minimo e l innalzamento delle percentuali di redditività Estensione all ambito IRAP Le novità in ambito IVA Le cause di esclusione previste dalla legge Interpello disapplicativo ex art. 37-bis, co. 8, D.P.R. 600/ Interpello disapplicativo: la procedura per la presentazione LIQUIDAZIONE E TRASFORMAZIONE 345 PARTE QUARTA PEC E ADEMPIMENTI ANTIRICICLAGGIO PER LE S.R.L. CAPITOLO 19 PEC POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA NELLE INDAGINI FINANZIARIE di Carlo Tarditi 1. DEFINIZIONE ED UTILIZZO DELLA PEC AMBITO DI APPLICAZIONE DELLA PEC NELLE INDAGINI FINANZIARIE _ Ambito oggettivo delle richieste nelle indagini finanziarie Ambito soggettivo delle richieste nelle indagini finanziarie Holding di partecipazione o casseforti di famiglia La struttura accentrata PROCEDURA TELEMATICA DELLE RICHIESTE E DELLE RISPOSTE - NUOVO SISTEMA TELEMATICO La casella di posta elettronica certificata La firma digitale Il documento informatico XML ASPETTI SANZIONATORI CONNESSIONE TRA AUI E OBBLIGHI PEC GLI ULTIMI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SULLE INDAGINI FINANZIARIE 367 CAPITOLO 20 LE S.R.L. E GLI ADEMPIMENTI ANTIRICICLAGGIO di Carlo Tarditi 1. NOVITÀ IN TEMA DI ANTIRICICLAGGIO Impatto per i professionisti delle novità contenute nello schema di D.Lgs. _ COMUNICAZIONI ALL ANAGRAFE TRIBUTARIA Regole per le Holding 377 INDICE 17

13 CAPITOLO 21 GLI ASPETTI PENALI DEL RICICLAGGIO di Stefano Comellini 1. LA DISCIPLINA ANTIRICICLAGGIO NELL EVOLUZIONE NORMATIVA NAZIONALE E COMUNITARIA. LE DIFFERENTI FATTISPECIE DEGLI ARTT. 648-BIS E 648-TER, C.P GLI INTERESSI TUTELATI LE DIFFERENTI CONDOTTE Il riciclaggio per omissione, ex art. 40, co. 2, c.p I SOGGETTI La non punibilità per le operazioni sotto copertura L ELEMENTO SOGGETTIVO I REATI PRESUPPOSTO Reati tributari tra i reati presupposto : effetti LA FATTISPECIE DI TRASFERIMENTO FRAUDOLENTO DI VALORI IL RICICLAGGIO QUALE FONDAMENTO DELLA RESPONSABILITÀ EX D.LGS. 231/ LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO PER LE IMPRESE NON TIPICAMENTE FINANZIARIE

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - Gli utili da partecipazione e i proventi equiparati Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 7 Prassi amministrativa... 12 Schema n. 1 - Il regime dei dividendi:

Dettagli

PARTE A Norme generali: novità 2006. CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli

PARTE A Norme generali: novità 2006. CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli ANALISI PARTE A Norme generali: novità 2006 CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli 1. PREMESSA 17 2. PERDITE DELLE IMPRESE MINORI E DEI

Dettagli

PARTE A COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE 1. PREMESSA 17. 2. CHI PUÒ FRUIRE DELLA DETRAZIONE 18 2.1. I familiari conviventi 20

PARTE A COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE 1. PREMESSA 17. 2. CHI PUÒ FRUIRE DELLA DETRAZIONE 18 2.1. I familiari conviventi 20 ANALISI PARTE A COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE CAPITOLO 1 LA DISCIPLINA DELLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE (PER LE PERSONE FISICHE) di Armando Cravino 1. PREMESSA 17 2. CHI PUÒ FRUIRE DELLA DETRAZIONE 18

Dettagli

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE LIBRO V DEL LAVORO TITOLO V DELLE SOCIETA' CAPO V SOCIETÀ PER AZIONI (modificato dall'art. 1, del D. Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, recante

Dettagli

1. PREMESSA 13 2. IL FONDO PATRIMONIALE 13 3. IL TRUST 14 4. IL NEGOZIO DI INTESTAZIONE FIDUCIARIA 16 5. LE SOCIETÀ HOLDING 17

1. PREMESSA 13 2. IL FONDO PATRIMONIALE 13 3. IL TRUST 14 4. IL NEGOZIO DI INTESTAZIONE FIDUCIARIA 16 5. LE SOCIETÀ HOLDING 17 ANALISI CAPITOLO 1 BREVE INTRODUZIONE SUGLI ISTITUTI DEL FONDO PATRIMONIALE, DEL TRUST, DELL INTESTAZIONE FIDUCIARIA E SULLE SOCIETÀ HOLDING di Gianluca Cristofori e Maurizio Marullo 1. PREMESSA 13 2.

Dettagli

INDICE. Premessa... pag. 11

INDICE. Premessa... pag. 11 INDICE Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO LA CESSIONE DELLE PARTECIPAZIONI NEL REDDITO DI IMPRESA 1. La cessione delle partecipazioni nel reddito d impresa... pag. 13 1.1 I diversi regimi fiscali applicabili

Dettagli

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI DEFINIZIONE DI UTILI ASPETTI GENERALI TRATTAMENTO FISCALE TRATTAMENTO CONTABILE TASSAZIONE DEI DIVIDENDI DAL 2004 Art. 40 D.L. 30.09.2003, n. 269 conv. con L. 24.11.2003, n.

Dettagli

S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A.

S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A. Società a responsabilità limitata 1 S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A. A seguito della riforma organica del diritto societario (D. Lgs. 6/2003) si differenzia

Dettagli

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI DELLE OBBLIGAZIONI Art. 2410 c.c. Emissione... 1 1. Premessa... 1 2. Competenza... 3 2.1. Competenza dell organo amministrativo... 3 2.2. Competenza di altri organi sociali... 4 2.3. I compiti del collegio

Dettagli

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott.

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott. La scelta della forma giuridica e la governance Dott. Paolo Bolzonella L avvio di un attività domande frequenti Come si fa ad avviare un impresa? Quale tipo di impresa scegliere? Quali requisiti occorrono?

Dettagli

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22 1. LA FIGURA DEL TRIBUTARISTA 1.1. La figura del Tributarista Pag. 9 1.1.1. Premessa Pag. 9 1.1.2. Le principali caratteristiche, obblighi ed attività del tributarista in sintesi Pag. 10 2. LA LEGGE N.

Dettagli

Metodologie e determinazioni quantitative d azienda

Metodologie e determinazioni quantitative d azienda Metodologie e determinazioni quantitative d azienda Conferimento (Cap. II) aspetti civilistici, economici, contabili e fiscali da G. Savioli (2008), Le operazioni di gestione straordinaria Lezioni della

Dettagli

Il modello dell impresa del futuro I nuovi strumenti finanziari 1 2 N O V E M B R E 2 0 1 0

Il modello dell impresa del futuro I nuovi strumenti finanziari 1 2 N O V E M B R E 2 0 1 0 Il modello dell impresa del futuro I nuovi strumenti 1 2 N O V E M B R E 2 0 1 0 Indice Necessità di cambiamento nella gestione delle imprese Pag. 3 Gli strumenti e i titoli di debito Le fonti normative

Dettagli

La disciplina fiscale delle ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE

La disciplina fiscale delle ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE La disciplina fiscale delle ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE Le fonti normative Normativa fiscale Riferimenti D.P.R. 917/86 (T.U.I.R.) Artt. 73, 143-150 L. 398/91 Regime forfetario di determinazione

Dettagli

PROSPETTO DELLE SOCIETÀ DI COMODO. Dott. Enrico ZANETTI

PROSPETTO DELLE SOCIETÀ DI COMODO. Dott. Enrico ZANETTI PROSPETTO DELLE SOCIETÀ DI COMODO Dott. Enrico ZANETTI Lavoro autonomo, impresa e altre criticità delle dichiarazioni dei redditi PROFILI INTRODUTTIVI PROSPETTO NEL QUADRO RF 2 AMBITO DI APPLICAZIONE ESCLUSIONE

Dettagli

SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE, ESTINZIONE ( e RECESSO) DELLE SOCIETA DI CAPITALI

SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE, ESTINZIONE ( e RECESSO) DELLE SOCIETA DI CAPITALI Dott.ssa Silvia Bocci SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE, ESTINZIONE ( e RECESSO) DELLE SOCIETA DI CAPITALI Aspetti pratici e fiscali Giovedì 11 novembre 2004 Auditorium della Cultura e della Economia - Prato

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capo V DELLE SOCIETÀ PER AZIONI. Sezione I Disposizioni generali

INDICE SOMMARIO. Capo V DELLE SOCIETÀ PER AZIONI. Sezione I Disposizioni generali INDICE SOMMARIO Presentazione... Gli autori... Abbreviazioni delle principali riviste.... VII XI XXV Capo V DELLE SOCIETÀ PER AZIONI Sezione I Disposizioni generali Art. 2325. Responsabilità... 1 1. Introduzione...

Dettagli

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio Nozione (2325 c.c.) Solo la società con il suo patrimonio risponde delle obbligazioni sociali Capitale sociale di almeno 120.000 euro Sola garanzia offerta ai creditori Creditori forti e deboli - gruppi

Dettagli

1. Finanziaria 2010: i principali interventi in ambito fiscale e lavoro pag. 11

1. Finanziaria 2010: i principali interventi in ambito fiscale e lavoro pag. 11 Indice Parte Prima 1. Finanziaria 2010: i principali interventi in ambito fiscale e lavoro pag. 11 Riapertura termini rivalutazione delle aree edificabili e delle partecipazioni (articolo 2, comma 229)

Dettagli

LEZIONE 20 dicembre 2013

LEZIONE 20 dicembre 2013 1 LEZIONE 20 dicembre 2013 Società per azioni (S.P.A.) > è una persona giuridica, cioè un soggetto di diritto autonomo, dotato di capacità giuridica e di agire e di autonomia patrimoniale perfetta. La

Dettagli

Nuova disciplina della tassazione dei dividendi

Nuova disciplina della tassazione dei dividendi L Imposta sul Reddito delle Società (IRES) Rimini, 7 febbraio 2004 Nuova disciplina della tassazione dei dividendi Dott. Giorgio Nerpiti Studio Combattelli e Nerpiti - Dottori Commercialisti Associati

Dettagli

I PROFILI FISCALI DELLA LIQUIDAZIONE ORDINARIA DI SOCIETÀ DI CAPITALI. Dott. Pasquale Saggese

I PROFILI FISCALI DELLA LIQUIDAZIONE ORDINARIA DI SOCIETÀ DI CAPITALI. Dott. Pasquale Saggese I PROFILI FISCALI DELLA LIQUIDAZIONE ORDINARIA DI SOCIETÀ DI CAPITALI Dott. Pasquale Saggese IMPOSTE SUI REDDITI Art. 182 TUIR In caso di liquidazione dell impresa o della società il reddito di impresa

Dettagli

INDICE PREMESSA... 9. 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori

INDICE PREMESSA... 9. 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori INDICE PREMESSA... 9 1. I DIVIDENDI DISTRIBUITI DA SOCIETÀ ED ENTI COMMERCIALI RESIDENTI... 11 di Francesco Facchini e Federico Salvadori 1. Premessa: le riforme che hanno interessato la disciplina dei

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare numero 17 del 28/09/2011 Oggetto: Manovra bis di ferragosto (D.L 138/2011). Conversione in legge del decreto. Il 17 settembre u.s. è entrata in vigore la legge di conversione del D.L. 138/2011

Dettagli

ovvero dalla distribuzione di riserve di capitale. Si intendono per riserve di capitale le riserve e i fondi costituiti con: azioni o quote;

ovvero dalla distribuzione di riserve di capitale. Si intendono per riserve di capitale le riserve e i fondi costituiti con: azioni o quote; Tassazione dei dividendi La riforma del diritto societario ha introdotto importanti modifiche al regime di tassazione dei dividendi distribuiti a partire dal 1º gennaio 2004. Con la riforma viene modificato

Dettagli

Redditi di capitale Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi di capitale

Redditi di capitale Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi di capitale Redditi di capitale Redditi di capitale - art. 44, co. 1 L art. 44 individua i redditi di capitale con una elencazione esaustiva, ma al tempo stesso si chiude (alla lett. h) del comma 1) con una fattispecie

Dettagli

Autoimprenditorialità

Autoimprenditorialità Autoimprenditorialità Aspetti giuridici e burocratici dell impresa Febbraio 2012 La figura giuridica dell imprenditore L art. 2082 del Codice Civile definisce imprenditore chi esercita professionalmente

Dettagli

LA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA

LA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA LA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA INTRODUZIONE 1) Generalità Limitazione della responsabilità dei soci; Cenni storici: codice del 1942 (piccola s.p.a., rinvio alle norme); riforma 2003 (soc. di persone,

Dettagli

I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati

I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati I primi chiarimenti sul nuovo regime fiscale dei dividendi e dei redditi assimilati 1 PREMESSA Una delle principali direttrici di cambiamento che caratterizzano la riforma del sistema fiscale, attuata

Dettagli

LE SOCIETA DI PERSONE

LE SOCIETA DI PERSONE DIVENTA IMPRENDITORE DI TE STESSO 1 CICLO DI SEMINARI PER CREARE NUOVE IMPRESE CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO EMILIA LE SOCIETA DI PERSONE PARTE SECONDA PAOLO VILLA martedi 28 ottobre 2014 SOCIETA IN ACCOMANDITA

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 1/8 A R E A D I R I T T O T R I B U T A R I O 1a parte (Ore 52,5) Il sistema tributario italiano

Dettagli

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Il candidato illustri il processo di liquidazione delle società di capitali soffermandosi sugli adempimenti civilistici, contabili e fiscali antecedenti

Dettagli

Università La Sapienza di Roma Le imposte sul reddito. La doppia imposizione soci/società. Cenni al principio di trasparenza.

Università La Sapienza di Roma Le imposte sul reddito. La doppia imposizione soci/società. Cenni al principio di trasparenza. Università La Sapienza di Roma Le imposte sul reddito. La doppia imposizione soci/società. Cenni al principio di trasparenza. Diritto Tributario Prof.ssa Rossella Miceli Il sistema delle imposte sul reddito

Dettagli

Corso di perfezionamento in. Governance del patrimonio e passaggio generazionale

Corso di perfezionamento in. Governance del patrimonio e passaggio generazionale Università degli Studi di Brescia con il patrocinio di Gruppo Generali S.p.A. Corso di perfezionamento in Governance del patrimonio e passaggio generazionale Programma 12 incontri da 8 ore ciascuno (4

Dettagli

La liquidazione societaria: Bilanci e tassazione

La liquidazione societaria: Bilanci e tassazione La liquidazione societaria: Bilanci e tassazione Finalità della liquidazione Trasformazione in denaro delle attività Estinzione delle passività Distribuzione tra i soci dell attivo netto residuo Cause

Dettagli

ABC News del 09.02.2011

ABC News del 09.02.2011 ABC News del 09.02.2011 A cura della Redazione Entro il 28.02.2011 vanno rilasciate le certificazioni degli utili Entro il prossimo 28 febbraio 2011 scade il termine per il rilascio ai percettori della

Dettagli

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA SOMMARIO Capitolo I L INTESTAZIONE FIDUCIARIA 1. Premessa... 3 2. Il negozio fiduciario... 4 3. L intestazione fiduciaria di beni a favore di società fiduciarie: il mandato fiduciario... 10 4. Le società

Dettagli

INDICE. Sezione I Disposizioni generali

INDICE. Sezione I Disposizioni generali INDICE Evoluzione normativa societaria... Presentazione... pag. V XV D.Lgs. 17 gennaio 2003 n. 6. Riforma organica della disciplina delle società di capitali e società cooperative, in attuazione della

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLA PUBBLICITA DEI TRASFERIMENTI DI PARTECIPAZIONE DI SRL

GUIDA OPERATIVA ALLA PUBBLICITA DEI TRASFERIMENTI DI PARTECIPAZIONE DI SRL CAMERA DI COMMERCIO DI LIVORNO UFFICIO REGISTRO IMPRESE GUIDA OPERATIVA ALLA PUBBLICITA DEI TRASFERIMENTI DI PARTECIPAZIONE DI SRL Ottobre 2010 Conservatore R.I.: Dott. Pierluigi Giuntoli REV2 GUIDA/TRASF/SRL2

Dettagli

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1. 1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.2 La dematerializzazione delle azioni 1.1.2.1 Profili fiscali 1.1.3

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA DELLA MANOVRA DI FERRAGOSTO

LE PRINCIPALI NOVITA DELLA MANOVRA DI FERRAGOSTO Numero circolare 8 Data 14/10/2011 Abstract: Rif.to normativo: LE PRINCIPALI NOVITA DELLA MANOVRA DI FERRAGOSTO La legge di conversione della c.d. manovra di ferragosto ha in buona parte confermato le

Dettagli

CORSO APPROFONDIMENTO IVA

CORSO APPROFONDIMENTO IVA CORSO APPROFONDIMENTO IVA Relatore: Dott. Luciano Sorgato Il corso prevede un ciclo di otto incontri della durata di tre ore e mezza ciascuno dalle ore 09,30 alle ore 13,00 presso COLLEGIO ANTONIANO di

Dettagli

INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11

INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11 INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11 1. Introduzione... 11 2. L Iva Principali fonti normative... 11 3. Campo di applicazione... 12 3.1 Presupposto oggettivo Cessioni di beni... 13 3.2

Dettagli

LIQUIDAZIONE AZIENDA. scioglie vincolo dei beni al soggetto giuridico. Termina la sua vita. Conversione attività in denaro. Estinzione passività

LIQUIDAZIONE AZIENDA. scioglie vincolo dei beni al soggetto giuridico. Termina la sua vita. Conversione attività in denaro. Estinzione passività LA LIQUIDAZIONE LIQUIDAZIONE AZIENDA Termina la sua vita scioglie vincolo dei beni al soggetto giuridico Conversione attività in denaro Estinzione passività Restituzione residuo ai soci TIPOLOGIE VOLONTARIA

Dettagli

Università La Sapienza di Roma

Università La Sapienza di Roma Università La Sapienza di Roma Il principio di trasparenza. IRPEF. IRES. REGIME DELLE CFC Diritto Tributario Prof.ssa Rossella Miceli A cura di: Dott.ssa Barbara Gilardi Titolo della lezione Schema I PARTE

Dettagli

Registro Imprese IL MODELLO S

Registro Imprese IL MODELLO S Registro Imprese IL MODELLO S Schede sintetiche degli adempimenti riguardanti le quote di s.r.l. Indice Atto costitutivo di S.r.l... 3 Atto di trasformazione di S.r.l. da società di persone... 4 Variazione

Dettagli

Quadro normativo: l impugnazione delle delibere sociali

Quadro normativo: l impugnazione delle delibere sociali Quadro normativo: l impugnazione delle delibere sociali Si è cercato il punto di equilibrio tra la tutela dei soci e la salvaguardia del buon funzionamento della società e della certezza dei rapporti societari

Dettagli

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00 IL PROGRAMMA 2016 MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00 Introduzione al diritto delle società. - I tipi di società: classificazioni; tipicità e autonomia privata; autonomia patrimoniale

Dettagli

Focus di pratica professionale di Norberto Villa. Le società di comodo in Unico 2011

Focus di pratica professionale di Norberto Villa. Le società di comodo in Unico 2011 Focus di pratica professionale di Norberto Villa Le società di comodo in Unico 2011 Il prospetto del quadro RF Il quadro RF del modello Unico SC 2011 contiene le informazioni necessarie per verificare

Dettagli

Indice cronologico sistematico

Indice cronologico sistematico 2011 2 trimestre Indice cronologico sistematico Nell'indice sono elencati tutti gli argomenti trattati nel della Circolare Tributaria dal n.14 del 4/04/2011 al n.26 del 27/06/2011. Gli argomenti sono elencati

Dettagli

COME SI COSTITUISCE UN ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

COME SI COSTITUISCE UN ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA COME SI COSTITUISCE UN ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L attività sportiva dilettantistica, con l introduzione della Finanziaria del 2003 (Legge n.289 del 27/12/2002 articolo 90), può essere esercitata

Dettagli

ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE. Principali disposizioni fiscali e tributarie

ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE. Principali disposizioni fiscali e tributarie ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE Principali disposizioni fiscali e tributarie OBBLIGHI FISCALI L Associazione è soggetta a specifiche norme fiscali, anche se svolge soltanto l attività

Dettagli

La disciplina delle società di comodo in Unico 2013

La disciplina delle società di comodo in Unico 2013 SEGRETERIA PROVINCIALE - TORINO La disciplina delle società di comodo in Unico 2013 A cura di Riccardo Perinetto DAL 2012 ESISTONO DUE TIPOLOGIE DI SOCIETA DI COMODO SOCIETA NON OPERATIVE (problemi ricavi)

Dettagli

Art. 47 - Beneficiari - Persone fisiche non in regime di impresa

Art. 47 - Beneficiari - Persone fisiche non in regime di impresa DIVIDENDI La società che distribuisce dividendi dovrà individuare i beneficiari ed applicare, eventualmente, le ritenute con obbligo di rivalsa (art. 27/600). Beneficiari: Art. 47 - Beneficiari - Persone

Dettagli

Registri delle Imprese della LIGURIA

Registri delle Imprese della LIGURIA Registri delle Imprese della LIGURIA ISTRUZIONI per l iscrizione nel Registro delle Imprese degli atti di: trasferimento di partecipazioni di S.R.L. recesso di socio di S.R.L. trasferimento sede sociale

Dettagli

www.libriprofessionali.it per i tuoi acquisti di libri, banche dati, riviste e software specializzati

www.libriprofessionali.it per i tuoi acquisti di libri, banche dati, riviste e software specializzati www.libriprofessionali.it per i tuoi acquisti di libri, banche dati, riviste e software specializzati INDICE Presentazione XIII Introduzione 1 Capitolo 1 I GRUPPI AZIENDALI 1.1. La nozione di gruppo secondo

Dettagli

GLI ASPETTI TRIBUTARI DELL IMPRESA EDILE: L IMPOSIZIONE DIRETTA

GLI ASPETTI TRIBUTARI DELL IMPRESA EDILE: L IMPOSIZIONE DIRETTA GLI ASPETTI TRIBUTARI DELL IMPRESA EDILE: L IMPOSIZIONE DIRETTA 1. Differente tassazione tra aziende individuali e aziende familiari Rispetto alla tassazione delle imprese individuali, le imprese familiari

Dettagli

Esami di Stato di abilitazione all'esercizio professionale per Esperto contabile Elenco delle tracce sorteggiate nelle sessioni precedenti

Esami di Stato di abilitazione all'esercizio professionale per Esperto contabile Elenco delle tracce sorteggiate nelle sessioni precedenti Esami di Stato di abilitazione all'esercizio professionale per Esperto contabile Elenco delle tracce sorteggiate nelle sessioni precedenti I^ sessione 2012 Materie aziendali: Il candidato illustri i principi

Dettagli

INDICE PARTE I - ANALISI CAPITOLO I

INDICE PARTE I - ANALISI CAPITOLO I Cessione, conferimento, affitto e donazione d azienda INDICE PARTE I - ANALISI CAPITOLO I La nozione di azienda e la sua disciplina civilistica 23 1 Nozione di azienda 23 2 Contratto di cessione d azienda

Dettagli

Indice generale. Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21

Indice generale. Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21 Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21 1 - Lo scopo mutualistico... 21 2 - La mutualità esterna... 24 3 - La nuova mutualità... 25 4 - I segni distintivi...

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE GENERALE

INDICE SOMMARIO PARTE GENERALE PARTE GENERALE 1. Disposizioni fondamentali................................... 3 1.1. Costituzione della Repubblica Italiana.................... 3 1.2. Trattato sul funzionamento dell Unione europea (Artt.

Dettagli

Presentazione modello Unico 2005 Istruzioni per gli Enti non commerciali

Presentazione modello Unico 2005 Istruzioni per gli Enti non commerciali Presentazione modello Unico 2005 Istruzioni per gli Enti non commerciali Nell imminenza delle scadenze relative alle dichiarazioni dei redditi per l esercizio 2004 ed al versamento delle imposte ad esse

Dettagli

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 28 Ottobre 2013

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 28 Ottobre 2013 DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 28 Ottobre 2013 Oggetto: Circolare n. 35/2013 del 28 Ottobre

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

L inquadramento fiscale delle! operazioni immobiliari! 28/02/2013!

L inquadramento fiscale delle! operazioni immobiliari! 28/02/2013! L inquadramento fiscale delle operazioni immobiliari 28/02/2013 Le conseguenze fiscali di un operazione di trasferimento immobiliare sono differenti in base alla natura e allo status dei soggetti coinvolti

Dettagli

LE SICAF: UNA NUOVA FORMA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO

LE SICAF: UNA NUOVA FORMA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO regolazione LE SICAF: UNA NUOVA FORMA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO Luigi Rizzi * Le Società di Investimento a Capitale Fisso (SICAF) rappresentano una delle principali novità della direttiva AIFM.

Dettagli

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari Manuale di Contabilità Aziendale di Paolo Montinari Indice sistematico Capitolo 1 -La contabilità e il metodo della partita doppia 1.1 La funzione della contabilità... 15 1.2 Il metodo della partita doppia

Dettagli

S.r.l. semplificata e a capitale ridotto Analisi dei nuovi istituti: opportunità e problemi aperti

S.r.l. semplificata e a capitale ridotto Analisi dei nuovi istituti: opportunità e problemi aperti S.r.l. semplificata e a capitale Analisi dei nuovi istituti: opportunità e problemi aperti Parma 28/09/2012 Paolo Decaminada Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Trento Caratteristiche Salienti

Dettagli

Modello UNICO SOCIETA DI CAPITALI: modalità di compilazione del quadro TN

Modello UNICO SOCIETA DI CAPITALI: modalità di compilazione del quadro TN Stampa Modello UNICO SOCIETA DI CAPITALI: modalità di compilazione del quadro TN admin in Quadro normativo - L art. 115, co. 1, del D.P.R. 917/1986 é relativo all opzione per il regime della trasparenza

Dettagli

OGGETTO: L evoluzione normativa della Società a Responsabilità Limitata.

OGGETTO: L evoluzione normativa della Società a Responsabilità Limitata. NOTA OPERATIVA N. 4/2015 OGGETTO: L evoluzione normativa della Società a Responsabilità Limitata. - Introduzione Il modello di società a responsabilità limitata è stato caratterizzato, nel tempo, da notevoli

Dettagli

Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali

Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali Art. 1 Scopo Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da Soci, sia persone fisiche che giuridiche, in conformità all art. 4 dello Statuto

Dettagli

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: LIQUIDAZIONE

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: LIQUIDAZIONE PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: LIQUIDAZIONE 1 Con la liquidazione si estingue l azienda, estinzione che avviene mediante lo svolgimento di operazioni non di normale

Dettagli

SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA ESAME DI STATO DI ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA II SESSIONE 2012

SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA ESAME DI STATO DI ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA II SESSIONE 2012 II Prova scritta Tema 1 SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA ESAME DI STATO DI ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA II SESSIONE 2012 Premessi brevi cenni sulle operazioni di trasferimento di

Dettagli

Quale tipo di società scegliere per il proprio business

Quale tipo di società scegliere per il proprio business Quale tipo di società scegliere per il proprio business È possibile scegliere la forma giuridica più conveniente all interno di queste quattro categorie: 1) Impresa individuale 2) Società di persone 3)

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 10 /2015 OGGETTO: Il bilancio di esercizio: analisi della composizione delle voci del Patrimonio Netto.

NOTA OPERATIVA N. 10 /2015 OGGETTO: Il bilancio di esercizio: analisi della composizione delle voci del Patrimonio Netto. NOTA OPERATIVA N. 10 /2015 OGGETTO: Il bilancio di esercizio: analisi della composizione delle voci del Patrimonio Netto. A) IX - Utile (perdita) di esercizio - Premessa Come stabilito dalla Nota operativa

Dettagli

Certificazione relativa agli utili ed agli altri proventi equiparati corrisposti

Certificazione relativa agli utili ed agli altri proventi equiparati corrisposti Focus di pratica professionale di Francesco Facchini Certificazione relativa agli utili ed agli altri proventi equiparati corrisposti Premessa La certificazione degli utili e proventi equiparati corrisposti

Dettagli

La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013

La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 6 14 GENNAIO 2014 La certificazione dei dividendi corrisposti nel 2013 Copyright 2014 Acerbi

Dettagli

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti

Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Il regime fiscale delle SIIQ: imposte di ingresso, redditi prodotti e utili distribuiti Prof. Tommaso Di Tanno (Di Tanno & Associati) SIIQ, SICAF E FONDI IMMOBILIARI Evoluzione degli strumenti di investimento

Dettagli

poter procedere al suo aumento 6.8 L obbligo di dimostrare in sede di aumento del capitale che il capitale originario è interamente versato e integro

poter procedere al suo aumento 6.8 L obbligo di dimostrare in sede di aumento del capitale che il capitale originario è interamente versato e integro 1 CAPITALE E PATRIMONIO 1.1 Il capitale sociale: nozione e caratteri 1.2 Funzione del capitale sociale 1.3 Capitale e patrimonio: classificazioni 1.4 Il nuovo concetto di capitale alla luce delle esperienze

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Metodologie e determinazioni quantitative d azienda

Metodologie e determinazioni quantitative d azienda Metodologie e determinazioni d azienda Cessione d azienda (Cap. I) Conferimento (Cap. II) aspetti civilistici, economici, contabili e fiscali da G. Savioli (2008), Le operazioni di gestione straordinaria

Dettagli

LA MANOVRA ESTIVA 2008

LA MANOVRA ESTIVA 2008 Seminario LA MANOVRA ESTIVA 2008 Arezzo 8 ottobre 2008 Lucca 9 ottobre 2008 Firenze 14 ottobre 2008 D.L. n. 112/2008 Il nuovo regime fiscale dei fondi di investimento immobiliari Dott. Fabio Giommoni Fondi

Dettagli

Le operazioni di assegnazione e di cessione agevolate

Le operazioni di assegnazione e di cessione agevolate S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO ASSEGNAZIONE E TRASFORMAZIONE AGEVOLATE: LE IMPOSTE DIRETTE Le operazioni di assegnazione e di cessione agevolate DAVIDE CAMPOLUNGHI Commissione Diritto Tributario

Dettagli

Dichiarazione Iva 2012: focus sulle novità

Dichiarazione Iva 2012: focus sulle novità Numero 22/2012 Pagina 1 di 7 Dichiarazione Iva 2012: focus sulle novità Numero : 22/2012 Gruppo : IVA Oggetto : DICHIARAZIONE IVA Norme e prassi : PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE PROTOCOLLO N. 2012/5810

Dettagli

ABC DELLA START-UP QUESTIONI LEGALI DA AFFRONTARE NELLA COSTITUZIONE DI UNA SOCIETÀ

ABC DELLA START-UP QUESTIONI LEGALI DA AFFRONTARE NELLA COSTITUZIONE DI UNA SOCIETÀ ABC DELLA START-UP QUESTIONI LEGALI DA AFFRONTARE NELLA COSTITUZIONE DI UNA SOCIETÀ Avv. Luca Scarselli Avv. Augusto Praloran SISB Studio legale Bernascone & Soci con Studio legale Ughi e Nunziante Milano,

Dettagli

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI Anno IV, n. 1 GENNAIO 2014 I N D I C E LEGGE DI STABILITà n. 147/2013... 3 Canoni di locazione Immobili abitativi... 3 Aumento detrazione Irpef lavoro dipendente...

Dettagli

Regime contabile: ordinario o semplificato

Regime contabile: ordinario o semplificato Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 02 20.01.2014 Regime contabile: ordinario o semplificato A cura di Devis Nucibella Categoria: Versamenti Sottocategoria: In compensazione

Dettagli

SICAF Immobiliari Disciplina fiscale. Milano, 16 ottobre 2014 Dott. Fabio Brunelli

SICAF Immobiliari Disciplina fiscale. Milano, 16 ottobre 2014 Dott. Fabio Brunelli SICAF Immobiliari Disciplina fiscale Milano, 16 ottobre 2014 Dott. Fabio Brunelli SICAF Immobiliari definizione Definizione di SICAF: OICR chiuso costituito in forma di società per azioni a capitale fisso

Dettagli

Indice. Premessa. 4. Metodo misto patrimoniale-reddituale 4.1 Il metodo misto nella pratica professionale 4.2 Il metodo UEC. Cesi Professionale V

Indice. Premessa. 4. Metodo misto patrimoniale-reddituale 4.1 Il metodo misto nella pratica professionale 4.2 Il metodo UEC. Cesi Professionale V Premessa XV Parte prima - La due diligence 1. L attività di due diligence e le rettifiche ai bilanci 1.1 La due diligence 1.1.1 La due diligence legale 1.1.2 La due diligence fiscale 1.1.3 La due diligence

Dettagli

SOCIETA' E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE Mario Frascarelli

SOCIETA' E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE Mario Frascarelli SOCIETA' E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE Mario Frascarelli Tutte le formule riportate in questo testo sono disponibili online e sono personalizzabili. Per scaricare i file relativi si vedano le

Dettagli

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: TRASFORMAZIONE

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: TRASFORMAZIONE PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: TRASFORMAZIONE 1 Operazione di natura straordinaria modificazione della forma giuridica senza che consiste nella -mutamento del soggetto

Dettagli

ONLUS E ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI FISCALI

ONLUS E ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI FISCALI ONLUS E ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI FISCALI - IMPOSTE SUL REDDITO (IRES) - OBBLIGHI DICHIARATIVI - IMPOSTA REGIONALE SULLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE (IRAP) - AGEVOLAZIONI/ESENZIONI

Dettagli

FISCALITÀ DEL TRUST. Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO

FISCALITÀ DEL TRUST. Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO FISCALITÀ DEL TRUST Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO FISCALITÀ DIRETTA DEL TRUST Dott. Massimo BOIDI ASPETTI GENERALI La Finanziaria 2007 ha riconosciuto

Dettagli

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI 21.1 Generalità Il quadro RZ deve essere compilato dai soggetti che hanno corrisposto

Dettagli

Impresa Individuale. Società semplice Ss

Impresa Individuale. Società semplice Ss Impresa Individuale Solo il titolare I principali adempimenti amministrativi, da eseguire certificata PEC (non obbligatoria per l impresa Sono contenuti e riguardano principalmente: e L attuale sistema

Dettagli

Protti & Valcamonici Commercialisti Associati

Protti & Valcamonici Commercialisti Associati Ai Signori clienti Loro sedi Circolare di studio n. 5/2011 del 16 novembre 2011 Oggetto: Decreto sviluppo (D.L. 70/2011), manovra estiva (D.L. 68/2011) e manovra estiva bis (D.L. 138/2011) Sommario (evidenziati

Dettagli

Ha la direzione dell impresa. È responsabile per i cd. reati fallimentari

Ha la direzione dell impresa. È responsabile per i cd. reati fallimentari Capitolo 1 L impresa L IMPRESA E LE SOCIETÀ La nozione di impresa si desume implicitamente dal codice civile che delinea la figura dell imprenditore. Manca, infatti, nel nostro codice, una definizione

Dettagli

INDICE. Prefazione all edizione 2009... pag. 13 CAPITOLO PRIMO L UTILIZZO DEL CREDITO IVA ANNUALE

INDICE. Prefazione all edizione 2009... pag. 13 CAPITOLO PRIMO L UTILIZZO DEL CREDITO IVA ANNUALE INDICE Prefazione all edizione 2009... pag. 13 CAPITOLO PRIMO L UTILIZZO DEL CREDITO IVA ANNUALE 1.1 Detrazione su Iva a debito... pag. 21 1.2 Compensazione con altre imposte... pag. 21 1.3 Cessione nell

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Operazioni straordinarie Parte fiscale - Operazioni di conferimento d'azienda Parte Pratica. Dott. Francesco Masci

Operazioni straordinarie Parte fiscale - Operazioni di conferimento d'azienda Parte Pratica. Dott. Francesco Masci Operazioni straordinarie Parte fiscale - Operazioni di conferimento d'azienda Parte Pratica Dott. Francesco Masci Definizione Limitazione della nostra trattazione al conferimento d azienda o di ramo d

Dettagli