CIRCOLARE CLIENTI N.13/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIRCOLARE CLIENTI N.13/2013"

Transcript

1 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA* Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott. ANNAMARIA ESPOSITO ABATE Dott. CRISTIANO LENTI* Torino - via De Sonnaz, 19 Tel Fax Milano Foro Buonaparte, 67 Tel Fax Dott. MAURIZIO BASILIO* Dott. ELENA BlGLINO Dott. LUISA BOSIO* Dott. LUCA CHIANALE Dott. MICAELA CRISTINZIO Dott. MARILENA DI BELLA Dott. ADRIANO FICARA Dott. CRISTINA GARIGLIO Dott. ANDREA GIAMMELLO Dott. DAVIDE LAROSA Dott. CHIARA OLLIVERI Dott. GIANNI POGGI Dott. FEDERICA RAMERO Dott. ROGER REY Dott. FRANCESCA SCARAZZAI Dott. GIORGIO SERRAMOGLIA Dott. DAVIDE SICURANZA Dott. IVANA TARANTINO *Consulente del giudice CIRCOLARE CLIENTI N.13/ maggio 2013 Comunicazioni degli operatori finanziari all Anagrafe tributaria sui rapporti intrattenuti con i clienti - Provvedimento attuativo

2 1 PREMESSA L art. 11 co. 2-4 del DL n. 201, convertito nella L n. 214, ha introdotto l obbligo, per gli operatori finanziari, di comunicare periodicamente all Anagrafe tributaria il contecon i contribuenti, in forma aggregata. Ciò costituisce un arricchimento notevole delle banche dati a disposizione degli uffici finanziari, in quanto prima di detta innovazione le comunicazioni concernevano, in sostanza, solo la presenza di nuto delle movimentazioni poste in essere rapporti posti in essere con il contribuente, e non il loro contenuto. Solo quando fosse stato disposto un vero e proprio accertamento fiscale, infatti, ottenute le debite autorizzazioni amministrative, sarebbe stato possibile conoscere il contenuto ad esempio dei conti correnti. L implementazione delle informazioni a disposizione dell Anagrafe tributaria dovrebbe essere strumentale alla sola formazione di liste selettive di contribuenti da sottoporre a controllo, anche se la realtà delle cose potrebbe essere diversa. Con il provv n , l Agenzia delle Entrate ha emanato le disposizioni attuative della disciplina in esame, individuando: i dati oggetto di comunicazione periodica; le modalità di comunicazione, unicamente telematiche; i termini per effettuare le comunicazioni. 2 SOGGETTI OBBLIGATI ALLA COMUNICAZIONE Sono obbligati ad effettuare le comunicazioni in esame gli operatori finanziari, vale a dire le banche, le Poste italiane Spa, gli intermediari finanziari, le imprese di investimento, gli organismi di investimento collettivo del risparmio, le società di gestione del risparmio, le società fiduciarie, le società e gli enti di assicurazione, ecc. Tabella riepilogativa Di seguito si riporta la tabella, contenuta nel provv. Agenzia delle Entrate n , che riepiloga i soggetti obbligati alle comunicazioni in esame.

3 Codice operatore Descrizione 1 Banche 2 Poste Italiane S.p.A. 3 Soggetti ex 141/2010 art. 106 del TUB, come sostituito dall art. 7 del DLgs. 4 Soggetti ex art. 107 del TUB, ora confluiti nel nuovo art. 106 come da art. 7 del DLgs. 141/ Soggetti ex art. 10 co. 10 del DLgs. 141/2010 (Holding) 6 Soggetti ex art. 112 co. 1-6 del TUB (Consorzi e cooperative di garanzia collettiva di fidi già iscritti ai sensi dell abrogato art. 155 del TUB) 7 Cambiavalute 8 Soggetti ex art. 112 co. 7 del TUB (Casse peota già iscritte ai sensi deldel TUB (Agenti in attività finanziaria), inserito dall art. 11 del DLgs. 141/2010, come modificato dall art. 8 del DLgs. 218/2010 l abrogato art. 155 co. 6 del TUB) 9 Soggetti ex art. 128-quater 10 Addetti al commercio in oro 11 Istituti di moneta elettronica (IMEL) 12 Imprese di investimento (SIM) 13 Organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR - Fondi di investi- mento - SICAV) 14 Società di gestione del risparmio (SGR) 15 Società fiduciarie 16 Altri intermediari (codice residuale)

4 Codice operatore Descrizione 17 Soggetti operanti nel settore del microcredito ex art. 111 del TUB, come sostituito tuito dall art. 7 del DLgs. 141/2010, modificato dall art. 16 del DLgs. 218/ Agenzie di prestito su pegno ex art. 112 co. 8 del TUB, come sostituito dall art. l art. 7 del DLgs. 141/ Società ed enti di assicurazione (per le attività finanziarie) ex art. 23 co. 24 e 25 del DL 98/ Istituti di pagamento ex art. 114-septies del TUB, inserito dall art. 33 del DLgs. 11/ DATI OGGETTO DELLA COMUNICAZIONE Costituiscono oggetto della comunicazione all Anagrafe tributaria le informazioni relative ai rapporti intrattenuti con i suddetti operatori finanziari: conti correnti, conti titoli, conti di deposito a risparmio, certificati di deposito, buoni fruttiferi, gestioni patrimoniali individuali, gestioni collettive del risparmio, finanziamenti, fondi pensione, rapporti fiduciari, cassette di sicurezza, carte di credito e di debito, prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazione, compravendite di metalli preziosi, ecc.; attivi nel corso dell anno di riferimento. Le informazioni da comunicare riguardano: i dati identificativi del rapporto, compreso il codice univoco del rapporto, riferito al soggetto persona fisica o non fisica che ne ha la disponibilità, inclusi procuratori e delegati, e a tutti i cointestatari del rapporto, nel caso di intestazione a più soggetti; i dati relativi ai saldi del rapporto, distinti in saldo iniziale al 1 gennaio e saldo finale al 31 dicembre, dell anno cui è riferita la comunicazione; per i rapporti accesi nel corso dell anno, il saldo iniziale apertura; per i rapporti chiusi nel corso dell anno, il saldo contabilizzato antecedente la data di chiusura; i dati relativi agli importi totali delle movimentazioni, distinte tra dare ed avere, per ogni tipolo- gia di rapporto, conteggiati su base annua.

5 Le comunicazioni che gli operatori finanziari dovranno inviare all Anagrafe tributaria non avranno quindi ad oggetto le singole operazioni poste in essere nel corso dell anno, ma il loro totale in forma aggregata (ad esempio, la consistenza iniziale e finale dei conti correnti, il acquisti con carta di credito e così via). In questo modo, l Agenzia delle Entrate sarà in grado di rinvenire facilmente eventuali indici di ano- malia, che potranno esserci in presenza di forti scostamenti da un anno all altro circa le disponibilità monetarie. Le informazioni di dettaglio sul contenuto del rapporto finanziario continueranno invece ad essere acquisite e trattate secondo le attuali procedure. È interessante notare che tra le operazioni oggetto di comunicazione vi è altresì il numero di accesso alle cassette di sicurezza. Il Fisco non sarà dunque in possesso di informazioni circa il contenuto delle cassette di sicurezza, ma potrà sapere se un contribuente che dichiara un reddito esiguo accede varie volte a cassette di sicurezza. 3.1 CONFERMA DEI PRECEDENTI OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE Il nuovo obbligo di trasmissione dei dati non sostituisce le precedenti comunicazioni di cui ai provvedimenti dell Agenzia delle Entrate e , vale a dire: l invio telematico mensile dei dati relativi alle variazioni, comprese le cessazioni, o all instaura- zione di nuovi rapporti, intervenute nel mese ; l invio telematico mensile dei dati, relativi al mese, riguardanti le operazioni di natura finanziaria compiute al di fuori di un rapporto continuativo, unitamente ai dati identificativi dei soggetti che le hanno effettuate. 3.2 TABELLA RIEPILOGATIVA Di seguito si riporta la tabella relativa ai rapporti e ai dati oggetto del nuovo obbligo di comunica- zione, contenuta nel citato provv. Agenzia delle Entrate n

6 Tipo Descrizio ne Altre rapporto informazioni 1 Conto corrente contabile contabile (**) accrediti addebiti Controvalor e dei titoli Controvalor 2 Conto deposito titoli e/o obbligazio ni rilevato contabilme n-te alla data di fine anno (come da e dei titoli rilevato contabilmen te alla data di (come da estratto acquisti di titoli, fondi, ecc., esclusi i totale dei disinvestimenti estratto conto) (**) rinnovi conto) 3 Conto deposito a risparmio libero/ vincolato contabile contabile (**) accrediti addebiti 4 Rapporto fiduciario ex L n Controvalo re rilevato contabilme n-te a fine anno Controvalor e rilevato contabilmen te a fine anno (**) totale distintament e individuato dei conferiment i totale distintament e individuato dei prelievi (parziali/ totali) (parziali/tot

7 Tipo Descrizio ne Altre rapporto informazioni ali) 5 Gestione collettiva del risparmio Ammontar e del contratto di gestione Ammontare del contratto di gestione (**) totale delle sottoscrizion i di quote totale dei rimborsi di quote 6 Gestione patrimonial e Valore globale del patrimonio Valore globale del patrimonio (**) apporti totale dei prelievi Totale 7 Certificati di deposito e buoni fruttiferi degli importi facciali dei Certificati o dei buoni a Totale degli importi facciali dei Certificati o dei buoni a (**) totale delle accensioni effettuate totale delle estinzioni effettuate Numero totale dei Certificati o dei buoni fruttiferi 8 Portafoglio

8 Tipo Descrizio ne Altre rapporto informazioni 9 Conto terzi individuale / globale Contabile Contabile (**) accrediti addebiti 10 Dopo incasso Contabile Contabile (**) incassi Cessione 11 indisponibi le Numero 12 Cassette di sicurezza totale degli accessi 13 Depositi chiusi totale totale Numero 14 Contratti derivati nozionale dei contratti nozionale dei contratti totale dei contratti accesi chiusi stipulati 15 Carte di credito/ Utilizzo del plafond di Utilizzo del plafond di Per le carte prepagate

9 Tipo rapporto Descrizio ne Altre informazioni debito spesa a spesa a fine ricaricabili, acquisti anno (**) l importo totale delle ricariche effettuate. Per le prepagate non ricaricabili l importo totale del valore delle carte acquistate 16 Garanzie 17 Crediti 18 Finanziamenti 19 Fondi pensione Patto 20 compensa -tivo Finanzia- 21 mento in pool 22 Partecipazione

10 Tipo rapporto Descrizio ne Altre informazioni 23 Prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazione incrementi della polizza totale dei riscatti della polizza 24 Acquisto e vendita di oro e metalli preziosi totale del valore degli acquisti totale del valore delle vendite effettuate Numero totale delle operazion i effettuate 98 Operazion e Extraconto Ammontare delle operazioni Numero delle operazion i effettuate 99 Altro rapporto o apertura del rapporto finanziario se intervenuta nel corso dell anno di riferimento. (**) o chiusura del rapporto finanziario se intervenuta nel corso dell anno di riferimento. 4 MODALITÀ DI EFFETTUAZIONE DELLE COMUNICAZIONI La comunicazione all Anagrafe tributaria dei dati in esame avviene con modalità telematiche. 4.1 EFFETTUAZIONE DELLE COMUNICAZIONI MEDIANTE LA NUOVA INFRASTRUTTURA SID I soggetti obbligati effettuano le comunicazioni all Anagrafe tributaria utilizzando una nuova infra- struttura informatica denominata Sistema di Interscambio Dati (SID).

11 La nuova infrastruttura prevede il colloquio application-to-application tra sistemi informativi, agendo, quindi, in modalità totalmente automatizzata, attraverso una piattaforma di file transfer protocol (FTP) opportunamente configurata. Per utilizzare l infrastruttura SID, i singoli operatori finanziari devono: essere ere preventivamente registrati ai servizi telematici dell Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline); effettuare un apposita registrazione al sistema SID, secondo le modalità descritte nel sito Internet dell Agenzia delle Entrate. 4.2 EFFETTUAZIONE DELLE E COMUNICAZIONI MEDIANTE PEC In alternativa al SID, nel solo caso di trasmissione di file inferiori a 20 MB in formato compresso, è possibile l utilizzo del servizio di Posta Elettronica Certificata (PEC): secondo i requisiti fissati dalla normativa di settore; sempre in modalità automatizzata; l alimentazione delle caselle di Posta Elettronica Certificata deve quindi avvenire senza intervento di operatori. La casella di Posta Elettronica Certificata deve rimanere attiva per 60 giorni anche dopo la richiesta di chiusura della stessa. 4.3 PREDISPOSIZIONE DEI FILE DA TRASMETTERE La predisposizione dei file da mettere a disposizione dell Agenzia delle Entrate è a carico esclusivo del soggetto obbligato, titolare dei dati da comunicare. Non è quindi possibile avvalersi di interme- diari abilitati per le attività di assistenza fiscale e di trasmissione delle dichiarazioni. Per la predisposizione dei file da trasmettere mediante le suddette modalità (SID o PEC), gli operatori finanziari devono utilizzare: meccanismi automatizzati di estrazione, di composizione in appositi formati record, di compressione e di immediata crittografia, finalizzati a formare e proteggere le informazioni; le specifiche tecniche ed il tracciato record approvati dal citato provv Una volta terminata la predisposizione, il file viene firmato elettronicamente, al fine di assicurare l integrità del suo contenuto.

12 4.4 RICEVUTE DELLE COMUNICAZIONI L Agenzia delle Entrate certifica l avvenuta presentazione delle comunicazioni: a fronte del risultato positivo dell elaborazione di controllo formale; mediante una apposita ricevuta. 4.5 SCARTO DELLE COMUNICAZIONI L Agenzia delle Entrate, mediante una ricevuta di scarto, comunica invece la mancata accettazione della comunicazione, che si considera non presentata, dovuta: alla non adeguatezza alle regole di trasporto o ad anomalie nella nomenclatura del file; ad irregolarità nella struttura dei dati o ad incongruenze tra i dati comunicati. A seguito della ricezione di una comunicazione di scarto: l utente è tenuto a valutare le azioni da intraprendere per la correzione degli errori riscontrati; qualora l azione correttiva richieda una nuova trasmissione del file,, l invio deve essere effetsivi alla ricezione dell esito negativo della tuato to entro i due mesi successivi comunicazione. 5 TERMINI PER EFFETTUARE LE COMUNICAZIONI Per quanto riguarda i termini per effettuare le comunicazioni in esame, in via transitoria viene stabilito che: entro il ,, devono essere comunicate cate le informazioni relative all anno 2011; entro il ,, devono essere comunicate le informazioni relative all anno A regime le comunicazioni devono avvenire entro il 20 aprile di ogni anno,, in relazione alle informazioni relative all anno ; quindi, ad esempio: entro il ,, in relazione alle informazioni relative al 2013; entro il ,, in relazione alle informazioni relative al TRATTAMENTO E UTILIZZO ZO DEI DATI COMUNICATI ALL ANAGRAFE TRIBUTARIA I dati e le notizie che pervengono all Anagrafe tributaria: sono archiviati in un apposita sezione, già denominata Archivio dei rapporti finanziari ; sono raccolti e ordinati su scala nazionale, al fine della valutazione della capacità contributiva; sono utilizzati per la formazione di specifiche liste selettive di contribuenti a maggior rischio di evasione, sulla base dei criteri che verranno individuati con un successivo provvedimento

13 dell Agenzia delle Entrate; sono altresì utilizzati ai fini della semplificazione degli adempimenti dei cittadini che richiedono prestazioni sociali agevolate, in merito alla compilazione della dichiarazione sostitutiva unica della situazione economica, di cui all art. 4 del DLgs n. 109 (ISEE), nonché in sede di controllo sulla veridicità dei dati dichiarati nella medesima dichiarazione. Tuttavia, in base ad un analisi del sistema normativo è difficile affermare con certezza che le nuove informazioni non potranno essere una fonte diretta per eventuali accertamenti amenti fiscali. Si pensi ad un contribuente dichiarante redditi esigui che, da un anno all altro, riceve accrediti di ingente importo. Dalle comunicazioni della banca, l Agenzia delle Entrate nota di certo questa ano- malia, derivante da nuove disponibilità monetarie, e ciò potrebbe costituire una fonte di innesco per un accertamento magari eseguito in maniera sintetica (tramite il c.d. redditometro ). L art. 38 del DPR 600/73, infatti, anche prima dell avvento del DL 201/2011, ha da sempre previsto la possibilità di determinare il reddito delle persone fisiche tramite presunzioni gravi, precise e concordanti. Ad ogni modo, è chiaro che le novità normative descritte non hanno fatto venire meno la procedura indicata dal Legislatore per l attivazione delle c.d. indagini finanziarie, ovvero di quelle indagini che, sulla base di singoli dati emergenti dall analisi dei conti correnti, conducono al recupero di imposte non dichiarate. Pertanto, se l Agenzia delle Entrate avesse intenzione di controllare il contenuto del conto corrente di un contribuente per rinvenire, per esempio, accrediti non evidenziati nelle scritture contabili d impresa, dovrà preventivamente ottenere l autorizzazione del Direttore regionale dell Agenzia delle Entrate. 7 CONSERVAZIONE DEI DATI RACCOLTI I dati pervenuti all Anagrafe tributaria sono conservati fino al 31 dicembre del sesto anno successivo ad ogni anno cui è riferibile la comunicazione. Allo scadere di tale periodo saranno integralmente e automaticamente cancellati. ******* Restiamo a Vostra disposizione disposizione per ulteriori informazioni e per predisporre e trasmettere in via telematica la comunicazione dati IVA relativa al Cordiali saluti. STUDIO PALEA

14

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista 1/8 OGGETTO COMUNICAZIONI DEGLI OPERATORI FINANZIARI ALL'ANAGRAFE TRIBUTARIA SUI RAPPORTI INTRATTENUTI CON I CLIENTI PROVVEDIMENTO ATTUATIVO RIFERIMENTI NORMATIVI CLASSIFICAZIONE DT ACCERTAMENTO COLLEGAMENTI

Dettagli

STUDIO BOIDI & PARTNERS

STUDIO BOIDI & PARTNERS & PARTNERS commercialisti revisori contabili Dott. ALDO BOIDI DOTT. PROF. MARIO BOIDI DOTT. PROF. MASSIMO BOIDI DOTT. FABIO PASQUINI Dott. VALTER RUFFA Dott. ALESSANDRO MARTINI Dott. CAROLA ALBERTI Dott.

Dettagli

Oggetto: Comunicazione integrativa annuale all archivio dei rapporti finanziari

Oggetto: Comunicazione integrativa annuale all archivio dei rapporti finanziari Antonio ARGENIO Pietro BESSI Federico CALISSANO Vincenzo CAMPO ANTICO Giovanni CIURLO Stefano FILIPPINI Filippo INGRAFFIA Stanislao LUCHESCHI Emilio MARTINOTTI Andrea VILLA Chiara Albusceri Gabriella Allodi

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI N.11/2013

CIRCOLARE CLIENTI N.11/2013 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA* Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott.

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI N. 23/2014

CIRCOLARE CLIENTI N. 23/2014 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA* Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott.

Dettagli

Anagrafe dei conti correnti: si parte del prossimo 31 ottobre 2013

Anagrafe dei conti correnti: si parte del prossimo 31 ottobre 2013 CIRCOLARE A.F. N. 135 del 11 Settembre 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Anagrafe dei conti correnti: si parte del prossimo 31 ottobre 2013 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che,

Dettagli

Circolare N.135 del 11 Settembre 2013

Circolare N.135 del 11 Settembre 2013 Circolare N.135 del 11 Settembre 2013 Anagrafe dei conti correnti. Si parte del prossimo 31 ottobre 2013 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, a breve, entrerà in vigore il Sistema

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI N.1/2013

CIRCOLARE CLIENTI N.1/2013 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott.

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI N.25/20132013

CIRCOLARE CLIENTI N.25/20132013 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA* Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott.

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. dispone: Prot. n. 73782/2015 Integrazione al provvedimento del Direttore dell Agenzia delle entrate del 25 marzo 2013, recante disposizioni di attuazione dell articolo 11, commi 2 e 3, del decreto-legge 6 dicembre

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI N.35/2013

CIRCOLARE CLIENTI N.35/2013 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA* Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott.

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI N. 23/2015

CIRCOLARE CLIENTI N. 23/2015 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA* Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott.

Dettagli

Circolare N.119 del 3 Agosto 2012

Circolare N.119 del 3 Agosto 2012 Circolare N.119 del 3 Agosto 2012 Rapporti bancari Dal 31 ottobre tutti i movimenti passano nelle mani del fisco Rapporti bancari: dal 31 ottobre tutti i movimenti passano nelle mani del fisco Gentile

Dettagli

Circolare N.157 del 9 Novembre 2012. Novità in materia di anagrafe tributaria dei rapporti finanziari

Circolare N.157 del 9 Novembre 2012. Novità in materia di anagrafe tributaria dei rapporti finanziari Circolare N.157 del 9 Novembre 2012 Novità in materia di anagrafe tributaria dei rapporti finanziari Novità in materia di anagrafe tributaria dei rapporti finanziari Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI N. 20/2015

CIRCOLARE CLIENTI N. 20/2015 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA* Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott.

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Prot. n. 37561 IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Disposizioni di attuazione dell articolo 11, commi 2 e 3, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni dalla legge 22 dicembre

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI N.10/2014

CIRCOLARE CLIENTI N.10/2014 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA* Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott.

Dettagli

NORMATIVA ANAGRAFE dei RAPPORTI

NORMATIVA ANAGRAFE dei RAPPORTI NORMATIVA ANAGRAFE dei RAPPORTI ANAGRAFE dei RAPPORTI SOGGETTI OBBLIGATI 1/2 1. Banche 2. Poste Italiane spa 3. Soggetti ex art. 106 TUB 4. Soggetti ex art. 107 TUB 5. Soggetti ex art. 113 TUB 6. Soggetti

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI N.2/2013

CIRCOLARE CLIENTI N.2/2013 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA* Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott.

Dettagli

OGGETTO: Fisco: i dati bancari spiati

OGGETTO: Fisco: i dati bancari spiati Roma, 31.12.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Fisco: i dati bancari spiati Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo informarla che la Legge di Stabilità 2015, andando

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 2 2 A g o s t o 2 0 1 3 P a g. 1 di 5

C i r c o l a r e d e l 2 2 A g o s t o 2 0 1 3 P a g. 1 di 5 C i r c o l a r e d e l 2 2 A g o s t o 2 0 1 3 P a g. 1 di 5 Circolare Numero 27/2013 Oggetto COMUNICAZIONE INTEGRATIVA ANNUALE ALL ARCHIVIO DEI RAPPORTI FINANZIARI. APPROFONDIMENTO SUL CASO DEI CONTI

Dettagli

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 10/2015

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 10/2015 Como, 24.2.2015 INFORMATIVA N. 10/2015 Comunicazioni all Archivio dei rapporti finanziari Modifica dei termini e delle modalità di trasmissione INDICE 1 Premessa... pag. 2 2 Ambito soggettivo... pag. 2

Dettagli

LETTERA INFORMATIVA N. 1 DEL 2006. 5 Gennaio 2006 INDAGINI BANCARIE: HOLDING DI PARTECIPAZIONI

LETTERA INFORMATIVA N. 1 DEL 2006. 5 Gennaio 2006 INDAGINI BANCARIE: HOLDING DI PARTECIPAZIONI LETTERA INFORMATIVA N. 1 DEL 2006 5 Gennaio 2006 INDAGINI BANCARIE: HOLDING DI PARTECIPAZIONI Questa newsletter contiene indicazioni generali la cui applicazione dipende dalle singole circostanze. La newsletter

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 2007/9647 Modalità e termini di comunicazione dei dati all Anagrafe Tributaria da parte degli operatori finanziari di cui all art. 7, sesto comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI PERNI & DORENTI Partners Avv. Oliviero Perni Dott. Luca Dorenti Of Counsel Avv. Roberto Gruttadauria Dott. Marco gaspari Dott.ssa Barbara Bonsignori Avv. Valeria Pagani Dott. Pietro Coluzzi Dott. Luca

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI N. 24/2014

CIRCOLARE CLIENTI N. 24/2014 Dott. ROBERTO PALEA* Dott. GIAN PIERO BALDUCCI* Dott. EDOARDO FEA* Dott. MAURIZIO FERRERO* Dott. IVANO GASCO* Dott. ROBERTO PANERO* Dott. MARCELLO RABBIA* Dott. ANDREA BELFIORE* Dott. LUCA BOLOGNESI* Dott.

Dettagli

> misure. parte v. contro L evasione. 1. LA comunicazione delle operazioni iva (spesometro) 2. ALtre disposizioni. 3. il nuovo redditometro

> misure. parte v. contro L evasione. 1. LA comunicazione delle operazioni iva (spesometro) 2. ALtre disposizioni. 3. il nuovo redditometro parte v > misure contro L evasione 1. LA comunicazione delle operazioni iva (spesometro) Cosa comunicare Quando e come trasmettere i dati 2. ALtre disposizioni Limiti all uso del denaro contante La comunicazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 18/E. Oggetto: Comunicazioni dei rapporti finanziari all Anagrafe Tributaria. INDICE

CIRCOLARE N. 18/E. Oggetto: Comunicazioni dei rapporti finanziari all Anagrafe Tributaria. INDICE Direzione Centrale Accertamento Roma, 04 aprile 2007 CIRCOLARE N. 18/E Oggetto: Comunicazioni dei rapporti finanziari all Anagrafe Tributaria. INDICE 1. PREMESSA 2. SOGGETTI OBBLIGATI E TERMINI PER LA

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 2008/31934 Disposizioni integrative del provvedimento del 19 gennaio 2007 in attuazione dell art. 7, sesto comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 605, così come modificato

Dettagli

Guida operativa all Archivio dei Rapporti Finanziari e alle Indagini Telematiche

Guida operativa all Archivio dei Rapporti Finanziari e alle Indagini Telematiche Guida operativa all Archivio dei Rapporti Finanziari e alle Indagini Telematiche Aggiornata al Provvedimento AdE del 25 marzo 2013 Comunicazione dei Saldi e Movimenti e alle Faq AdE del 20 Novembre 2013

Dettagli

L Autore. Luigi Stefanucci si laurea nel 2004 presso la facoltà di giurisprudenza dell Università

L Autore. Luigi Stefanucci si laurea nel 2004 presso la facoltà di giurisprudenza dell Università L Autore Le considerazioni oggetto della presente trattazione sono frutto esclusivo del pensiero dell autore e non impegnano in alcun modo l Amministrazione di appartenenza. L elaborazione dei testi, anche

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 2010/ 174173 Modifiche ed integrazioni tecniche alle modalità e termini di comunicazione dei dati all Anagrafe Tributaria da parte degli operatori finanziari di cui all art. 7, sesto comma, del decreto

Dettagli

Tabella generale dei movimenti, delle operazioni e dei servizi Allegato 1

Tabella generale dei movimenti, delle operazioni e dei servizi Allegato 1 Tabella generale dei movimenti, delle operazioni e dei servizi Allegato 1 Codice Descrizione 05 Prelevamento a mezzo sport. autom. Stesso intermediario 06 Accredito per incassi con addebito in c/c preautorizzato

Dettagli

Guida Operativa all Archivio dei Rapporti Finanziari e alle Indagini Telematiche

Guida Operativa all Archivio dei Rapporti Finanziari e alle Indagini Telematiche Guida Operativa all Archivio dei Rapporti Finanziari e alle Indagini Telematiche Aggiornata al Provvedimento AdE del 25 marzo 2013 Comunicazione dei Saldi e Movimenti e agli esiti della comunicazione integrativa

Dettagli

Conto corrente sotto la lente del fisco

Conto corrente sotto la lente del fisco COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro - Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it

Dettagli

CIRCOLARE A.F. Conto corrente sotto la lente del fisco. N. 07 del 19 gennaio 2012. Ai gentili clienti Loro sedi. Premessa

CIRCOLARE A.F. Conto corrente sotto la lente del fisco. N. 07 del 19 gennaio 2012. Ai gentili clienti Loro sedi. Premessa CIRCOLARE A.F. N. 07 del 19 gennaio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Conto corrente sotto la lente del fisco Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che la manovra salva Italia ha previsto

Dettagli

Comunicazione dei beni in godimento ai soci o familiari e dei finanziamenti o capitalizzazioni ricevuti dall impresa NUMERO 25-14 OTTOBRE 20141

Comunicazione dei beni in godimento ai soci o familiari e dei finanziamenti o capitalizzazioni ricevuti dall impresa NUMERO 25-14 OTTOBRE 20141 Comunicazione dei beni in godimento ai soci o familiari e dei finanziamenti o capitalizzazioni ricevuti dall impresa 1 1 PREMESSA L art. 2 co. 36-terdecies - 36-duodevicies del DL 13.8.2011 n. 138, conv.

Dettagli

Comunicazione dei beni in godimento ai soci o familiari e dei finanziamenti o capitalizzazioni ricevuti dall impresa

Comunicazione dei beni in godimento ai soci o familiari e dei finanziamenti o capitalizzazioni ricevuti dall impresa Circolare n. 19 Comunicazione dei beni in godimento ai soci o familiari e dei finanziamenti o capitalizzazioni ricevuti dall impresa del 20 ottobre 2014 INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti obbligati ad effettuare

Dettagli

Anagrafe dei Rapporti Finanziari

Anagrafe dei Rapporti Finanziari Manuale Utente Anagrafe dei Rapporti Finanziari Manuale Utente Anagrafe dei Rapporti Finanziari - Vers. 3.1.0-2014 pag. 1 di 39 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Menu principale... 4 3 Inserimento del Soggetto

Dettagli

Contenuti della relazione

Contenuti della relazione Contenuti della relazione 1. COSA È L INDAGINE FINANZIARIA 2. L EVOLUZIONE LEGISLATIVA DELLE INDAGINI FINANZIARIE 3. LE NOVITÀ APPORTATE DALLA FINANZIARIA 2005 4. L ANAGRAFE DEI RAPPORTI 5. UTILIZZO DELLE

Dettagli

Indagini finanziarie: l ambito applicativo

Indagini finanziarie: l ambito applicativo Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 83 14.03.2013 Indagini finanziarie: l ambito applicativo Categoria: Accertamento e riscossione Sottocategoria: Indagini finanziarie In tema di

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 19 del 10 marzo 2012 DL sulle semplificazioni fiscali (DL 2.3.2012 n. 16) - Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA INDICE 1 Premessa... 2 2 Ambito di

Dettagli

Allegato 3 Sistema per l interscambio dei dati (SID)

Allegato 3 Sistema per l interscambio dei dati (SID) Sistema per l interscambio dei dati (SID) Specifiche dell infrastruttura per la trasmissione delle Comunicazioni previste dall art. 11 comma 2 del decreto legge 6 dicembre 2011 n.201 Sommario Introduzione...

Dettagli

OGGETTO: Bonus macchinari per acquisti dal 25.06.2014 al 30.06.2015

OGGETTO: Bonus macchinari per acquisti dal 25.06.2014 al 30.06.2015 CIRCOLARE N. 10/2014 UMBERTIDE, 31 dicembre 2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Bonus macchinari per acquisti dal 25.06.2014 al 30.06.2015 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Paola Monica Giachetto Ufficio tributario bilancio e vigilanza Direzione Norme e Tributi - ABI

Paola Monica Giachetto Ufficio tributario bilancio e vigilanza Direzione Norme e Tributi - ABI Il peso del Fisco nel processo di digitalizzazione del Paese con il sostegno degli intermediari: l esperienza delle indagini finanziarie (Archivio dei rapporti) e dello scambio automatico di informazioni

Dettagli

DA ENTRATEL A I SERVIZI TELEMATICI INTEGRATI. QUALI OPPORTUNITA PER L UTENZA PROFESSIONALE.

DA ENTRATEL A I SERVIZI TELEMATICI INTEGRATI. QUALI OPPORTUNITA PER L UTENZA PROFESSIONALE. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il fisco telematico e i servizi agli operatori professionali DA ENTRATEL A I SERVIZI TELEMATICI INTEGRATI. QUALI OPPORTUNITA PER L UTENZA PROFESSIONALE. Dott.

Dettagli

SIAR - Versione 10.30.00

SIAR - Versione 10.30.00 Notte dii AGGIIORNAMENTO Prrodottttii Compllementtarrii IInttegrrattii SIAR - Versione 10.30.00 Notte Uttentte INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO La versione 10.30.00 è una versione aggiornabile/installabile quindi,

Dettagli

Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013

Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013 Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013 SPESOMETRO OPERAZIONI CON PARADISI FISCALI CONTRATTI DI LEASING, LOCAZIONE E NOLEGGIO E ALTRE COMUNICAZIONI ALL ANAGRAFE TRIBUTARIA NUOVE MODALITÀ E TERMINI DI EFFETTUAZIONE

Dettagli

L indagine finanziaria può essere attivata su richiesta:

L indagine finanziaria può essere attivata su richiesta: Milano, 13 ottobre 2011 CIRCOLARE CLIENTI N. 14/2011 LA DISCIPLINA DELLE INDAGINI FINANZIARIE MODIFICATA DAL D. L. N. 98/2011 E DALLA L. N. 148/2011 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 138/2011 - C.D. MANOVRA DI

Dettagli

Anagrafe Rapporti Finanziari

Anagrafe Rapporti Finanziari Manuale per l'utilizzo del software Anagrafe Rapporti Finanziari Tmp_DocGen 131106 Manuale Anagrafe Rapporti Finanziari - Ver. 1.0 pag. 1 di 34 Indice 1 ARCHIVIO DEI RAPPORTI CON OPERATORI FINANZIARI...

Dettagli

Visto di conformità. La normativa e la sua applicazione. A cura di: Marco Sigaudo. (testo aggiornato al 04/02/2013)

Visto di conformità. La normativa e la sua applicazione. A cura di: Marco Sigaudo. (testo aggiornato al 04/02/2013) Visto di conformità La normativa e la sua applicazione (testo aggiornato al 04/02/2013) A cura di: Marco Sigaudo Sommario Introduzione e novità 2013... 3 Comunicazione dati iva... 4 Compensazioni... 5

Dettagli

MODIFICHE NELLA COMPILAZIONE DEL QUADRO RW IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE SUL MONITORAGGIO

MODIFICHE NELLA COMPILAZIONE DEL QUADRO RW IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE SUL MONITORAGGIO MODIFICHE NELLA COMPILAZIONE DEL QUADRO RW IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE SUL MONITORAGGIO SOGGETTI OBBLIGATI ALLA COMPILAZIONE DEL QUADRO RW A NORMA DEGLI ARTT. 2 E 4 DEL D.L. 167/1990 PERSONE FISICHE ENTI

Dettagli

Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014

Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 Circolare n. 18 - bis del 29 settembre 2014 Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 INDICE 1 Premessa... 3 2 Finalità... 4 3 Ambito

Dettagli

Comunicazione all Agenzia delle Entrate dell indirizzo PEC entro il 31.10.2014 - Esclusioni

Comunicazione all Agenzia delle Entrate dell indirizzo PEC entro il 31.10.2014 - Esclusioni STUDIO BROELTDDDDDDDDDDDDDDD STUDIO BORLETTO Dott. Alfio Via Santa Maria 23 10060 SCALENGHE (TO) Comunicazione all Agenzia delle Entrate dell indirizzo PEC entro il 31.10.2014 - Esclusioni 1 PREMESSA L

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA APRILE N. 4/2012

CIRCOLARE INFORMATIVA APRILE N. 4/2012 CIRCOLARE INFORMATIVA APRILE N. 4/2012 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI Di seguito evidenziamo i principali adempimenti del mese di aprile. Versamenti Iva mensili Scade Il 16 aprile il termine di versamento

Dettagli

CIRCOLARE TEMATICA COMUNICAZIONE DEI BENI IN GODIMENTO AI SOCI O FAMILIARI E DEI FINANZIAMENTI O CAPITALIZZAZIONI RICEVUTI DALL IMPRESA

CIRCOLARE TEMATICA COMUNICAZIONE DEI BENI IN GODIMENTO AI SOCI O FAMILIARI E DEI FINANZIAMENTI O CAPITALIZZAZIONI RICEVUTI DALL IMPRESA Avv. GIORGIO ASCHIERI* Rag. Comm. SIMONETTA BISSOLI* Dott. Comm. MARCO GHELLI* Dott. Comm. ALBERTO MION* Dott. Comm. ALBERTO RIGHINI* Avv. ANTONIO RIGHINI* Dott. MONICA SECCO* Avv. ORNELLA BERTOLAZZI Avv.

Dettagli

Imposta di bollo su conti correnti, libretti di risparmio e prodotti. finanziari

Imposta di bollo su conti correnti, libretti di risparmio e prodotti. finanziari Imposta di bollo su conti correnti, libretti di risparmio e prodotti finanziari (di Leda Rita Corrado - Assegnista di ricerca in Diritto Tributario presso l Università degli Studi di Roma Tor Vergata e

Dettagli

R O S S I & A S S O C I A T I

R O S S I & A S S O C I A T I R O S S I & A S S O C I A T I C o r p o r a t e A d v i s o r s Main Office: Via S. Radegonda, 8 - Milano www.rossiassociati.it Tel +39 02.874271 Fax +39 02.72099377 NEWS SETTIMANALE Novembre 2013 nr.

Dettagli

LO STUDIO. Vincere assieme la competizione internazionale e le sfide della globalizzazione

LO STUDIO. Vincere assieme la competizione internazionale e le sfide della globalizzazione LO STUDIO Vincere assieme la competizione internazionale e le sfide della globalizzazione Studio Palea è un associazione professionale di dottori commercialisti e revisori legali dei conti, specializzati

Dettagli

Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013

Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013 Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di

Dettagli

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA L art. 21 del DL 31.5.2010 n. 78 (conv. L. 30.7.2010 n. 122) ha introdotto l obbligo, per i soggetti passivi IVA, di comunicare in via telematica all Agenzia delle Entrate le

Dettagli

LA BANCA D ITALIA. Vista la direttiva 2006/70/CE della Commissione del 1 agosto 2006, recante misure di esecuzione della direttiva 2005/60/CE;

LA BANCA D ITALIA. Vista la direttiva 2006/70/CE della Commissione del 1 agosto 2006, recante misure di esecuzione della direttiva 2005/60/CE; PROVVEDIMENTO RECANTE DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA TENUTA DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO E PER LE MODALITÀ SEMPLIFICATE DI REGISTRAZIONE DI CUI ALL ARTICOLO 37, COMMI 7 E 8, DEL DECRETO LEGISLATIVO 21

Dettagli

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013 Circolare n. 34 del 21 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

Oggetto: Nuovo obbligo di comunicazione indirizzo PEC all AdE entro il 31 ottobre 2014

Oggetto: Nuovo obbligo di comunicazione indirizzo PEC all AdE entro il 31 ottobre 2014 Circ. 08/A/140918 San Fior, 18/09/2014 Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: Nuovo obbligo di comunicazione indirizzo PEC all AdE entro il 31 ottobre 2014 Sommario I destinatari della normativa antiriciclaggio

Dettagli

Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 01.10.2014 anche per i non titolari di partita iva (privati)

Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 01.10.2014 anche per i non titolari di partita iva (privati) AVVOCATI E COMMERCIALISTI ASSOCIATI Bari Bologna Brescia Firenze Lecco Milano Padova Roma Torino http://www.lslex.com Circolare F24 Telematico Data: 24.09.2014 Nuovi obblighi di presentazione telematica

Dettagli

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb.

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb. Informativa - ONB Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione - Modello

Dettagli

L imposta di bollo speciale sulle attività oggetto di emersione ancora segretate

L imposta di bollo speciale sulle attività oggetto di emersione ancora segretate 5591 APPROFONDIMENTO L imposta di bollo speciale sulle attività oggetto di emersione ancora segretate di Enzo Mignarri Con la pubblicazione della circolare dell Agenzia delle Entrate n. 29/E del 5 luglio

Dettagli

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI FULVIO BONELLI LUCIA BERNARDI ROSETTA AGOSTINO ROSSANA CIRIGLIANO ANNA QUAI Torino, lì 24 ottobre 2013 Ai signori Clienti Loro indirizzi email Questa circolare ha la finalità di informare i clienti che

Dettagli

alle utenze telefoniche private

alle utenze telefoniche private CIRCOLARE A.F. N. 62 del 27 Aprile 2012 Ai gentili clienti Loro sedi L occhio del Fisco punta ora alle utenze telefoniche private Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il Fisco ha

Dettagli

CIRCOLARE n. 7/2015 1

CIRCOLARE n. 7/2015 1 CIRCOLARE n. 7/2015 1 Milano, 19 marzo 2015 Oggetto: Fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione- Estensione dal 31.3.2015 Premessa Dal 31.3.2015 diviene generalizzato l obbligo

Dettagli

> MISURE PARTE V CONTRO L EVASIONE 1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO) 2. GLI INTERVENTI IN MATERIA DI STUDI DI SETTORE

> MISURE PARTE V CONTRO L EVASIONE 1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO) 2. GLI INTERVENTI IN MATERIA DI STUDI DI SETTORE PARTE V > MISURE CONTRO L EVASIONE 1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO) Cosa comunicare Quando e come trasmettere i dati 2. GLI INTERVENTI IN MATERIA DI STUDI DI SETTORE La pubblicazione

Dettagli

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI Commercialisti Associati Revisori Legali Largo Caleotto, 1-23900 LECCO (LC) Tel. 0 3 4 1 / 3 6 4 0 2 2 - Fax 0 3 4 1 / 2 8 7 0 4 2 Gent. Sig.ra / Egr. Sig. Spett. le Ditta

Dettagli

Serata di formazione e aggiornamento AIO Torino

Serata di formazione e aggiornamento AIO Torino Torino, 16.12.2014 Serata di formazione e aggiornamento AIO Torino Le novità fiscali per il 2015 Dott. Giorgio Brunero Dott. Umberto Terzuolo Dott. Alessandro Terzuolo Le novità fiscali più importanti

Dettagli

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013 Circolare n. 33 del 10 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 24 del 18 giugno 2012 Imposte patrimoniali

Dettagli

UNICO PERSONE FISICHE æ Fascicolo 2 Istruzioni per la compilazione 2014

UNICO PERSONE FISICHE æ Fascicolo 2 Istruzioni per la compilazione 2014 Nel rigo RR15 devono essere indicate le informazioni utili per il calcolo del contributo integrativo. In particolare, indicare nel: campo 1 la posizione giuridica ricoperta dal singolo associato: IO (iscritto

Dettagli

La normativa di riferimento

La normativa di riferimento C i r c o l a r e d e l 1 6 n o v e m b r e 2 0 1 1 P a g. 1 di 5 Circolare Numero 28/2011 Oggetto MANOVRA CORRETTIVA D.L. 98/2011 CONVERTITO IN L. 111/2011 CIRCOLARE AGENZIA ENTRATE N. 41/E DEL 05/08/2011

Dettagli

MODALITÀ DI TRASMISSIONE DEI DATI REGOLE TECNICHE PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI RIFERITI A FATTURE (O RICHIESTE EQUIVALENTI DI PAGAMENTO)

MODALITÀ DI TRASMISSIONE DEI DATI REGOLE TECNICHE PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI RIFERITI A FATTURE (O RICHIESTE EQUIVALENTI DI PAGAMENTO) PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI MODALITÀ DI TRASMISSIONE DEI DATI REGOLE TECNICHE PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI RIFERITI A FATTURE (O RICHIESTE EQUIVALENTI DI PAGAMENTO) ART. 7-BIS DECRETO

Dettagli

Circolare 29. del 12 dicembre 2014. Altre novità del DLgs. 21.11.2014 n. 175 in materia di accertamento, riscossione e contenzioso INDICE

Circolare 29. del 12 dicembre 2014. Altre novità del DLgs. 21.11.2014 n. 175 in materia di accertamento, riscossione e contenzioso INDICE Circolare 29 del 12 dicembre 2014 Altre novità del DLgs. 21.11.2014 n. 175 in materia di accertamento, riscossione e contenzioso INDICE 1 Premessa... 3 2 Operazioni straordinarie delle società di persone

Dettagli

Legge di Stabilità. agevolazioni commisurate al valore ISEE e semplificazioni per i dati del conto corrente

Legge di Stabilità. agevolazioni commisurate al valore ISEE e semplificazioni per i dati del conto corrente MAP Legge di Stabilità: nuove agevolazioni commisurate al valore ISEE e semplificazioni per i dati del conto corrente A cura di Cecilia Rabagliati Dottore Commercialista e Revisore contabile in Cuneo La

Dettagli

Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014)

Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014) Periodico informativo n. 51/2015 Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014) Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo ricordarle che il prossimo 10/20

Dettagli

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI Gli aggiornamenti più recenti rateizzazioni comunicazioni di irregolarità accertamenti esecutivi aggiornamento agosto 2014 CONTROLLO

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE Modello ANR/3 IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE DICHIARAZIONE PER L IDENTIFICAZIONE DIRETTA, DI VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non

Dettagli

Spesometro/MODELLO POLIVALENTE

Spesometro/MODELLO POLIVALENTE Studio Mantovani & Associati s.s. Pag. 1 di 7 Mantova, lì 12/03/2014 Circolare N. 11/2014 Alle Aziende Clienti - Loro Sedi Spesometro/MODELLO POLIVALENTE COMUNICAZIONE DI CUI ALL ART. 21 DEL DL 78/2010

Dettagli

Circolare n. 21 INDICE

Circolare n. 21 INDICE Circolare n. 21 del 15 giugno 2012 Imposte patrimoniali sugli immobili all estero, sulle attività finanziarie detenute all estero e sulle attività oggetto di scudo fiscale - Riepilogo della disciplina

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista 1/6 OGGETTO COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA RELATIVA ALL ANNO 2013 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 9 D.P.R. 7 DICEMBRE 2001 N. 435; ART. 8BIS D.P.R. 22 LUGLIO 1998 N. 322; PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

La Fatturazione Elettronica verso la PA: profili giuridici, fiscali e applicativi

La Fatturazione Elettronica verso la PA: profili giuridici, fiscali e applicativi La Fatturazione Elettronica verso la PA: profili giuridici, fiscali e applicativi Lucia Pace - Raffaele Corso Credito e Finanza - Politiche Fiscali Confindustria Indice degli argomenti Normativa di riferimento

Dettagli

SID - SISTEMA DI INTERSCAMBIO DATI MANUALE PER INVIO FILE MEDIANTE PEC

SID - SISTEMA DI INTERSCAMBIO DATI MANUALE PER INVIO FILE MEDIANTE PEC PAG. 1 DI 10 26 SETTEMBRE 2013 SID - SISTEMA DI INTERSCAMBIO DATI MANUALE PER INVIO FILE MEDIANTE PEC SID PAG. 2 DI 10 INDICE 1. INDICAZIONI GENERALI 3 2. INVIO FILE CON IL CANALE PEC 4 2.1 INVIO CORRETTO

Dettagli

Precisazioni su imposta di bollo di c/c e dossier titoli Premessa

Precisazioni su imposta di bollo di c/c e dossier titoli Premessa CIRCOLARE A.F. N. 82 del 1 Giugno 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Precisazioni su imposta di bollo di c/c e dossier titoli Premessa Come noto, l art. 19 commi 1 e 5 del decreto salva Italia e l art.

Dettagli

Le nuove indagini da risultanze bancarie o finanziarie

Le nuove indagini da risultanze bancarie o finanziarie L Iva n.12/2006 IN PRATICA Accertamento Le nuove indagini da risultanze bancarie o finanziarie di Saverio Cinieri La novità Soggetti obbligati Contribuenti che intrattengono rapporti o effettuano operazioni

Dettagli

OGGETTO: Nuove regole di utilizzo dell F24 dal 01.10.2014

OGGETTO: Nuove regole di utilizzo dell F24 dal 01.10.2014 CIRCOLARE N. 7/2014 UMBERTIDE, 25 SETTEMBRE 2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Nuove regole di utilizzo dell F24 dal 01.10.2014 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo

Dettagli

Le novità in materia di imposta di bollo e gli orientamenti dell Agenzia delle entrate

Le novità in materia di imposta di bollo e gli orientamenti dell Agenzia delle entrate S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO PRODOTTI E SERVIZI FINANZIARI: RECENTI NOVITA IN MATERIA DI IMPOSTE INDIRETTE Le novità in materia di imposta di bollo e gli orientamenti dell Agenzia delle

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Sostituti di imposta che prestano assistenza fiscale diretta, CAF e intermediari abilitati

Sostituti di imposta che prestano assistenza fiscale diretta, CAF e intermediari abilitati Scadenza Tributo/Contribu to Soggetti Descrizione 10 GIOVEDI IRPEF Sostituti di imposta Termine per la trasmissione in via telematica all Amministrazione Finanziaria tramite intermediario abilitato della

Dettagli

Circolare n. 14. del 15 marzo 2012. Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA (DL 2.3.2012 n. 16) - Decorrenza dall 1.4.

Circolare n. 14. del 15 marzo 2012. Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA (DL 2.3.2012 n. 16) - Decorrenza dall 1.4. Circolare n. 14 Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA (DL 2.3.2012 n. 16) - Decorrenza dall 1.4.2012 del 15 marzo 2012 INDICE 1 Premessa... 2 2 Decorrenza delle nuove disposizioni... 2 3 Determinazione

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. _188870 Disposizioni attuative dell articolo 32, terzo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, e dell articolo 51, quarto comma, del decreto del Presidente della

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 57 del 20 dicembre 2011 La manovra Monti (DL

Dettagli

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono:

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono: Fattura elettronica: caratteristiche e vantaggi La legge per tutti.it Stefano Veltri Il recente decreto sviluppo ha modificato la disciplina sulla fattura elettronica, allo scopo di favorirne la diffusione.

Dettagli

www.studio-datafin.it Oggetto: PRINCIPALI NOVITÀ FISCALI DI FINE ANNO: FINANZIARIA 2010 E DECRETO MILLEPROROGHE

www.studio-datafin.it Oggetto: PRINCIPALI NOVITÀ FISCALI DI FINE ANNO: FINANZIARIA 2010 E DECRETO MILLEPROROGHE www.studio-datafin.it Dottori commercialisti e Revisori Contabili Selva Gardena, 20 gennaio 2010 Wirtschaftsprüfer und Steuerberater Dott. Renato Nesticó Dott. Ivo Senoner Dott. Roberto Pedrotti Dott.

Dettagli