TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONE E RIPOSO ASPETTI RELATIVI AI NUOVI REGOLAMENTI EUROPEI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONE E RIPOSO ASPETTI RELATIVI AI NUOVI REGOLAMENTI EUROPEI"

Transcript

1 7 febbraio 2015: ACALCINATE ACALCINATE BENVENUTI BENVENUTI

2 reg. reg. CE CE 561/2006 Il Il NUOVO NUOVO REGOLAMENTO REGOLAMENTO SUI SUI TEMPI TEMPI DI DI GUIDA GUIDA TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONE E ASPETTI RELATIVI AI NUOVI REGOLAMENTI EUROPEI

3 SCOPI SOCIALI DELLA NORMATIVA EUROPEA SUL CRONOTACHIGRAFO: 1. ARMONIZZARE LA CONCORRENZA; 2. PREVENIRE FORME DI SFRUTTAMENTO DEGLI AUTISTI; 3. INCREMENTARE LA SICUREZZA STRADALE

4

5 evoluzione normativa 1969: Reg. CEE 543/ : AETR (Accordo europeo relativo alle prestazioni lavorative degli equipaggi dei veicoli addetti ai trasporti internazionali su strada); 1985: Reg. CEE 3820 e reg. CEE 3821; 2002: Reg. CE 1360 progressiva sostituzione dei cronotachigrafi in strumenti digitali; 2006: Reg. CE 561 (Nuovo regolamento sui periodi di guida e riposo dei conducenti e armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale sost. Reg. 3820) 2014: REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO 4 febbraio 2014, n. 165/2014/UE (G.U.U.E. n. L 60 del )

6 APPROCCIO ADEGUATO NEI CONTROLLI AUTOTRASPORTO APPROCCIO APPROCCIO 1 2

7 APPROCCIO ADEGUATO NEI CONTROLLI AUTOTRASPORTO L unico strumento indispensabile

8 AMBITO DI APPLICAZIONE SEE = SPAZIO ECONONICO EUROPEO Europa Unita + SEE

9 STATI ADERENTI S.E.E.: E.U. + ISLANDA NORVEGIA LIECHTENSTEIN

10 STATI ADERENTI:SVIZZERA CON PROPRIO ACCORDO SVIZZERA - U.E. SVIZZERA

11 ACCORDO AETR O AETS

12 ELENCO STATI AETR/UE/SEE

13 TEMPISTICA AETR L AETR in in estrema estrema sintesi sintesi (PREVEDEVA): periodo periodo di di guida guida giornaliero: massimo massimo 9 ore, ore, estendibile a due due volte volte la la settimana. settimana periodo periodo di di guida guida bisettimanale: massimo massimo ore. ore interruzioni di di guida: guida: ogni ogni 4:30 4:30 ore ore per per o per per tre tre volte volte da da 15 ; 15 ; periodo periodo di di riposo riposo giornaliero: ore ore o ore ore divisibili divisibili in in 2 o 3 periodi periodi (uno (uno di di almeno almeno 8 ore); ore); periodo periodo di di riposo riposo giornaliero ridotto: ridotto: minimo minimo 9 ore ore con con obbligo obbligo di di riposo riposo compensativo; periodo periodo di di riposo riposo settimanale: dopo dopo 6 periodi periodi giornalieri giornalieri per per ore ore consecutive o eccezionalmente 36/24 36/24 ore ore a seconda seconda che che il il mezzo mezzo si si trovi trovi nell abituale luogo luogo di di stazionamento o meno; meno; Le Leaziende che che abbiano abbiano veicoli veicoli non non muniti muniti di di tachigrafo, comunque comunque tenute tenute al al rispetto rispetto della della normativa normativa in in termine termine di di tempi tempi di di guida guida e riposo, riposo, devono devono fissare fissare un un orario orario di di servizio servizio e tenere tenere un un registro registro di di servizio. servizio. Ogni Ogniconducente deve deve essere essere munito munito di di un un estratto estratto del del registro registro e di di una una copia copia dell orario dell orario di di servizio servizio che che documenti l attività l attivitàdegli ultimi ultimi giorni. giorni. Il Il registro registro va va conservato dall azienda per per un un anno. anno.

14 NUOVO ACCORDO AETR In In vigore dal 20 settembre 2010 Con periodo di di tolleranza fino al al

15 COME SANZIONARE IL VIAGGIO E IN AMBITO REG. 561/2006: ART. 174 CDS IL VIAGGIO E IN AMBITO AETR: ART. 178 CDS

16 REG. 561/2006 ART. 2 REG 561/2006: LA NORMATIVA SI APPLICA 2. Il presente regolamento si applica, a prescindere dal paese in cui il veicolo è immatricolato, al trasporto su strada effettuato: a) esclusivamente all'interno della Comunità; o b) fra la Comunità, la Svizzera ed i paesi che sono parte dell'accordo sullo Spazio economico europeo.

17 REG. 561 RAPPORTI CON AETR ART. 2 REG 561/2006: L'AETR si applica, in luogo del presente regolamento, alle operazioni di trasporto internazionale su strada che si svolgono in parte al di fuori dal S.E.E. ai: a) veicoli immatricolati nella Comunità o in Stati che sono parte dell'aetr: per la totalità del tragitto; b) veicoli immatricolati in un paese terzo che non ha sottoscritto l'aetr, unicamente per la parte del tragitto effettuato sul territorio della Comunità o di paesi che sono parte dell'aetr; A.E.T.R. E REG. 561 SONO STATI ARMONIZZATI ENTRO IL

18 Quando si si applica il il 561/06 561/2006 Il regolamento CE 561/2006 si applica, a prescindere dal paese in cui il veicolo è immatricolato A TUTTI I TRASPORTI CHE SI SVOLGONO ALL INTERNO DELLO S.E.E.

19 Quando si si applica l AETR L'AETR si applica, in luogo del presente regolamento(il 561/2006), alle operazioni di trasporto internazionale su strada che si svolgono in parte al di fuori dal S.E.E.: IMMATRICOLATO S.E.E. O AETR PER LA TOTALITA DEL TRAGITTO IMMATRICOLATO PAESE TERZO NON ADERENTE AETR UNICAMENTE PER LA PARTE DEL TRAGITTO EFFETTUATO SUL TERRITORIO DELLA COMUNITÀ O DI PAESI CHE SONO PARTE DELL'AETR

20 Andorra ALBANIA Azerbaigian Bielorussia ARMENIA Bosnia- Erzegovina Quando Quando si si applica applica l AETR: l AETR: ESEMPI ESEMPI Croazia Kazakistan Macedonia SERBIA E MONTENEGRO Federazione Russa UCRAINA Moldavia Turchia Turkmenistan Uzbekistan Trinidad e Tobago VEICOLO IMMATRICOLATO IN RUSSIA CHE DEVE CONSEGNARE IN FRANCIA PORTOGALLO E SPAGNA E RIPRENDE CARICO DALLA SPAGNA ALLA RUSSIA: E SOGGETTOALLE NORME AETR E SI APPLLICA L ART. 178 DEL CDS

21 Andorra ALBANIA Azerbaigian Bielorussia ARMENIA Bosnia- Erzegovina Quando Quando si si applica applica l AETR l AETR Croazia Kazakistan Macedonia SERBIA E MONTENEGRO Federazione Russa UCRAINA Moldavia Turchia Turkmenistan Uzbekistan Trinidad e Tobago VEICOLO IMMATRICOLATO IN MAROCCO CHE TRANSITA O E DIRETTO VERSO L EUROPA: E SOGGETTOALLE NORME AETR E SI APPLLICA L ART. 178 DEL CDS

22 Andorra ALBANIA Croazia SERBIA E MONTENEGRO Moldavia Azerbaigian Bielorussia Kazakistan Federazione Russa Turchia ARMENIA Bosnia- Erzegovina Macedonia UCRAINA Turkmenistan Uzbekistan Trinidad e Tobago UN VEICOLO IMMATRICOLATO NEL REGNO UNITO EFFETTUA CONSEGNE NELLA REPUBBLICA CECA SI APPLICA IL REGOLAMENTO (CE) N. 561/2006. SUCCESSIVAMENTE È MANDATO IN RUSSIA PER PRELEVARE UN CARICO DA CONSEGNARE NEL REGNO UNITO SI APPLICANO LE REGOLE AETR.

23 NELLA TOTALITA DEI CASI la circolazione all interno dell U.E. di veicoli adibiti a trasporto di persone o cose, siano essi immatricolati o meno in uno stato membro, sottostà alle stesse prescrizioni dettate dalla disciplina comunitaria (sia a CARICO che a VUOTO)

24 reg. reg. CE CE 561/2006 Il Il NUOVO NUOVO REGOLAMENTO REGOLAMENTO SUI SUI TEMPI TEMPI DI DI GUIDA GUIDA CAMPO DI APPLICAZIONE a)trasporto di merci, effettuato da veicoli di massa massima ammissibile, compresi eventuali rimorchi o semirimorchi, superiore a 3,5 tonnellate; ATTENZIONE SI APPLICA!!!

25 reg. reg. CE CE 561/2006 Il Il NUOVO NUOVO REGOLAMENTO REGOLAMENTO SUI SUI TEMPI TEMPI DI DI GUIDA GUIDA CAMPO DI APPLICAZIONE b)trasporto di passeggeri effettuato da veicoli che, sono atti a trasportare più di nove persone compreso il conducente, e destinati a tal fine.

26 Chi può non osservare il nuovo Regolamento 561/2006: ESENZIONI veicoli dei Vigili del Fuoco, della protezione civile, dell esercito, ecc. Veicoli impiegati per le emergenze idriche, elettriche, protezione contro le inondazioni ecc.. Trattori agricoli, veicoli per la raccolta del latte presso le fattorie, veicoli la cui velocità massima non supera i 40 km/h (prima i 30k/h)

27 Chi può non osservare il nuovo Regolamento 561/2006: ESENZIONI (CONTINUA 1) VEICOLI ADDETTI AI SERVIZI FOGNARI, RETE IDRICA, ELETTRICA, GAS, NETTEZZA URBANA, TELEFONI, RETE STRADALE, RADIODIFFUSIONE, TELEVISIONE, CONGIUNTA INDIRIZZI INTERPRETAT. RETI DOC.NE Autobus di linea (COMPRESI SCUOLABUS) su percorsi inferiori a 50 Km Veicoli di circhi o parchi di divertimento;

28 Chi può non osservare il nuovo Regolamento 561/2006: ESENZIONI (CONTINUA 2) 50 KM

29 Chi può non osservare il nuovo Regolamento 561/2006: ESENZIONI (CONTINUA 2) veicoli ad uso speciale

30 Chi può non osservare il nuovo Regolamento 561/2006: ESENZIONI (CONTINUA 2) Carri attrezzi: eccezione di quelli che operano oltre raggio di 100 km dalla propria base operativa

31 Chi può non osservare il nuovo Regolamento 561/2006: ESENZIONI (CONTINUA 2) CARRI ATTREZZI AD USO SPECIALE 100 KM

32 Altri Altri trasporti non non soggetti alla alla normativa Sono derogati inoltre dall osservanza del reg. 561/2006, dall 11 aprile 2006 : Veicoli adibiti al trasporto non commerciale di beni per uso privato aventi massa non superiore a 7,5 t. veicoli sottoposti a prove su strada; Veicoli commerciali storici ; Veicoli ad uso scuola guida. Veicoli impiegati per spurgo pozzi neri. * decreto ministeriale Trasporti 20 giugno 2007, con effetto a partire dall 11 ottobre 2007.

33 Altri Altri trasporti non non soggetti alla alla normativa Regolamento UE n. 165/2014: art. in vigore dal 2 marzo 2015 Art.45: Modifiche del Regolamento CE n.561/2006 Art. 3: VIENE AGGIUNTA lettera a bis): Esenzione sull utilizzo del cronotachigrafo ai veicoli o combinazione di veicoli non superiore a 7,5 t, impiegati per il trasporto di materiali attrezzature macchinari, necessari al conducente per l esercizio della sua professione e che sono utilizzati solamente entro un raggio di 100 Km dal luogo in cui si trova l impresa e a condizione che la guida del veicolo non costituisca l attività prevalente;

34 SONO ALTO 2,10 METRI E PESO 150 KG..CARI POLIZIOTTI SIETE PRORIO SICURI CHE SONO SOGGETTO AL REGOLAMENTO?!?!?... Il Il Regolamento

35 Il Il Regolamento IL REGOLAMENTO 561/2006 TEMPISTICA

36 DEFINIZIONI reg. reg. CE CE 561/ /2006 INTERRUZIONE: PERIODO IN CUI IL CONDUCENTE NON PUO GUIDARE O SVOLGERE ALTRE MANSIONI E DA DEDICARE UNICAMENTE AL OGNI PERIODO ININTERROTTO DURANTE IL QUALE IL CONDUCENTE PUO DISPORRE LIBERAMENTE DEL SUO TEMPO

37 Dati riguardanti il conducente: Tempo di guida continua Dati riguardanti il conducente: Tempo di interruzione o riposo accumulato Dati riguardanti il conducente: Attività in corso Dati riguardanti il conducente: Periodo di guida bisettimanale Da ricordare: se nessuna carta è inserita nessun dato disponibile

38 DEFINIZIONI reg. reg. CE CE 561/ /2006 NOZIONE DI GIORNO E LAVORO GIORNALIERO Corte giustizia CE, sez. VI, 09 giugno 1994 La nozione di "giorno", ai sensi dei regolamenti (CEE) del Consiglio 20 dicembre 1985 n. 3820, relativo all' armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada,e 3821, dev essere intesa come equivalente a quella di: periodo di 24 ore", si riferisce ad ogni arco di tempo di tale durata che abbia inizio nel momento in cui il conducente mette in funzione il tachigrafo, dopo la fine di un periodo di riposo settimanale o giornaliero. ATTENZIONE PARLIAMO DI LAVORO: (GUIDA + ALTRE ATTIVITA )

39 reg. reg. CE CE 561/2006 Il Il NUOVO NUOVO REGOLAMENTO REGOLAMENTO SUI SUI TEMPI TEMPI DI DI GUIDA GUIDA PERIODO DI GUIDA GIORNALIERO: il periodo complessivo di guida tra il termine di un periodo di riposo giornaliero e l'inizio del periodo di riposo giornaliero seguente o tra un periodo di riposo giornaliero e un periodo di riposo settimanale PERIODO DI GUIDA SETTIMANALE: guida complessivamente effettuata nel corso di una settimana. TEMPO DI GUIDA: attività di guida registrata automaticamente, semiautomaticamente o manualmente. SETTIMANA: Periodo compreso tra le ore 00:00 del lunedì e le ore 24:00 della domenica. sett.lavorat.?

40 reg. reg. CE CE 561/2006 Il Il NUOVO NUOVO REGOLAMENTO REGOLAMENTO SUI SUI TEMPI TEMPI DI DI GUIDA GUIDA

41 reg. reg. CE CE 561/2006 Il Il NUOVO NUOVO REGOLAMENTO REGOLAMENTO SUI SUI TEMPI TEMPI DI DI GUIDA GUIDA GIORNALIERO PERIODO DURANTE IL QUALE IL CONDUCENTE PUO DISPORRE LIBERAMENTE DEL SUO TEMPO E COMPRENDE: 2 tipologie 1.IL PERIODO DI GIORNALIERO REGOLARE; 2.PERIODO DI GIORNALIERO RIDOTTO

42 reg. reg. CE CE 561/2006: 1.REGOLARE: Periodo ininterrotto di almeno 11 h oppure in alternativa preso in due periodi: di 3 h prima e 9 h dopo, tutti senza interruzioni. 2.RIDOTTO: Ogni periodo di riposo ininterrotto di almeno 9 ore

43 reg. reg. CE CE 561/2006: traghetto/treno il Conducente che accompagna un veicolo trasportato da una nave traghetto o da un convoglio ferroviario e che effettua un riposo giornaliero regolare può durante tale periodo effettuare altre attività massimo in due occasioni e per non più di un ora complessivamente al

44 reg. reg. CE CE 561/2006 Interruzione Interruzione del del riposo riposo regolare regolare con con veicolo veicolo su su treno treno o traghetto traghetto Questa deroga permette a un conducente di interrompere un riposo giornaliero regolare (11 ore o 3+9 ore) per un massimo di due volte quando accompagna un veicolo su un treno o traghetto. La durata totale di queste due interruzioni non può essere superiore a 1 ora. ESEMPIO: La guida (o altre attività) effettuata in tale frangente non viene calcolata nella guida giornaliera ma viene calcolata nel conteggio settimanale o quindicinale

45 reg. reg. CE CE 561/2006 Interruzione Interruzione del del riposo riposo regolare regolare con con veicolo veicolo su su treno treno o traghetto traghetto Nel corso di tale riposo il conducente deve disporre di una branda o cuccetta Per usufruire della deroga è necessario impostare il tachigrafo digitale nella MODALITA TRAGHETTO dal menu Appena il veicolo si rimette in movimento la funzione traghetto viene automaticamente disinserita

46 reg. reg. CE CE 561/2006 Interruzione Interruzione del del riposo riposo regolare regolare con con veicolo veicolo su su treno treno o traghetto traghetto Altre condizioni: Il periodo di riposo giornaliero regolare non deve essere inferiore al minimo di 11 ore; Se frazionato (3+9) le due interruzioni riguardano l intero periodo di riposo giornaliero e non le singole frazioni; La deroga non vale per il riposo settimanale indipendentemente dal fatto che sia regolare o ridotto. Normalmente vengono richiesti anche biglietti di imbarco o documenti equipollenti come prove.

47 reg. reg. CE CE 561/2006 Interruzione Interruzione del del riposo riposo regolare regolare con con veicolo veicolo su su treno treno o traghetto traghetto T.R.A.C.E.: Tenere presente che tali interruzioni non sono ammissibili quando un riposo giornaliero di 9 ore è utilizzato durante un viaggio in multipresenza. Per avvalersi di tale deroga, i conducenti che compongono l equipaggio devono usufruire di un riposo giornaliero regolare di almeno 11 ore. Almeno 11 ore per

48 reg. reg. CE CE 561/2006: PERIODO DI SETTIMANALE: 1.Regolare: riposo di almeno 45 ore consecutive; 2.Ridotto: inferiore alle 45 ore e fino alla riduzione ad un periodo minimo di 24 ore continuative salvo recupero compensativo alla fine della III à settimana successiva.

49 reg. reg. CE CE 561/2006 TEMPO TEMPO IMPIEGATO IMPIEGATO PER PER ANDARE ANDARE O TORNARE TORNARE SUL SUL POSTO POSTO DI DILAVORO Il tempo impiegato dal conducente per recarsi o tornare dal posto di lavoro se il veicolo non si trova nel luogo di residenza del conducente né presso la sede di attività del datore di lavoro da cui egli dipende non può essere considerato come riposo o interruzione (salvo in traghetto/treno + cuccetta) Il tempo impiegato dal conducente alla guida di un veicolo non rientrante nel campo di applicazione del presente regolamento per rendersi sul luogo ove prende in consegna un veicolo rientrante nel campo di applicazione del presente regolamento, o per ritornarne se il veicolo non si trova nel luogo di residenza del conducente né presso la sede di attività del datore di lavoro da cui egli dipende, è considerato come "altre mansioni"

50 reg. reg. CE CE 561/2006 Il Il NUOVO NUOVO REGOLAMENTO REGOLAMENTO SUI SUI TEMPI TEMPI DI DI GUIDA GUIDA MULTIPRESENZA:

51 reg. reg. CE CE 561/2006 Il Il NUOVO NUOVO REGOLAMENTO REGOLAMENTO SUI SUI TEMPI TEMPI DI DI GUIDA GUIDA MULTIPRESENZA: Si parla di multipresenza quando ci sono a bordo almeno due conducenti durante un periodo di guida compreso tra due periodi di riposo o tra un periodo di riposo giornaliero ed uno settimanale. Per la prima ora il secondo conducente può non essere presente. Per il resto del periodo la sua presenza è obbligatoria. salta 1

52 PERIODO PERIODO CON CON DUE DUE CONDUCENTI CONDUCENTI IN CASO DI MULTIPRESENZA I CONDUCENTI DEVONO EFFETTUARE: NUOVO PERIODO DI DI ALMENO 9 ORE DAL TERMINE DI UN PERIODO DI GIORNALIERO O SETTIMANALE NELL ARCO DI 30 ORE MULTIPRESENZA 21,00 9,00 ALT RO

53 SOLUZIONE A DUE CONDUCENTI multipresenza 9 ORE ore 03,00 9 ORE

54 SOLUZIONE A DUE CONDUCENTI multipresenza 30 h TOT. 21 h ATTIVITA AL MASSIMO

55 QUANDO VI SONO PIU DI DUE CONDUCENTI UNICO AD AVERE DIRITTO DEROGA GIORNALIERO

56 reg. reg. CE CE 561/2006 Il Il NUOVO NUOVO REGOLAMENTO REGOLAMENTO SUI SUI TEMPI TEMPI DI DI GUIDA GUIDA QUANTO E COME SI DEVE GUIDARE..!?

57 PERIODO DI DIGUIDA CONTINUA RAGGIUNTO UN PERIODO DI GUIDA DI 4,30 ORE: A. 45 MINUTI CONSECUTIVI MINIMO OPPURE B. DUE INTERRUZIONE DI CUI LA PRIMA DI ALMENO 15 E LA SECONDA DI ALMENO 30 MINUTI. 0,30 FINE PERIODO GUIDA FRAZIONATA IN 4,5 ORE 1 INIZIO PERIODO 1,30 2 UNITA DI MISURA = 1 ORA 0,15 GUIDA PAUSA

58 Ordine delle interruzioni ORDINE NON IDONEO ORDINE IDONEO

59 Interruzioni gestite correttamente

60 Interruzioni gestite non non correttamente

61 Interruzioni gestite non non correttamente IN QUESTO ESEMPIO SI E GUIDATO PER 6 ORE PRIMA DI UNA INTERRUZIONE QUALIFICANTE

62 GUIDA GUIDA CONTINUATIVA O FRAMMENTATA

63 PERIODO DI DIGUIDA CONTINUA SCUSI AGENTE, SE METTO LA CANOTTIERA ED IL PILOTA AUTOMATICO POSSO SUPERARE LE ORE DI GUIDA???? UNITA DI MISURA = 1 ORA

64 PERIODO DI DIGUIDA GIORNALIERO REGOLA GENERALE: NON DEVE SUPERARE LE 9 ORE 14 GUIDA GIORNALIERA NORMALE: IN IN ORE ORE UNITA DI MISURA: 1 = UN ORA 9 GUIDA ALTRO 1

65 ESTENSIONE DEL DEL PERIODO DI DIGUIDA GIORNALIERO ECCEZIONI GUIDA GIORNALIERA: PU0 ESSERRE ESTESA A 10 ORE NON PIU DI 2 VOLTE LA SETTIMANA DEROGA GUIDA GIORNALIERA GUIDA ALT RO

66 ESTENSIONE DEL DEL PERIODO DI DIGUIDA GIORNALIERO

67 PERIODO DI DIGUIDA SETTIMANALE NON DEVE ESSERE SUPERIORE A 56 ORE ESTENSIONE PERIODO MASSIMO DI DI GUIDA GUIDA IN IN UNA UNA SETTIMANA 112 TOTALE ORE SETT. = 168 H 56 GUIDA GUIDA ALTRO ALTRO

68 Limiti Limiti massimi di di lavoro lavoro nella nella settimana Il periodo di riposo settimanale comincia al più tardi dopo sei periodi di 24 ore dal termine del precedente periodo di riposo settimanale. SETT. MARTEDI LUNEDI MERCOLEDI SABATO VENERDI GIOVEDI SETT.

69 PERIODO DI DIGUIDA SETTIMANALE Bisogna essere consapevoli che si potrebbe in alcuni casi arrivare a 58 ore di guida solo nell arco di 7 gg(sett. Si fatto!!!

70 PERIODO DI DIGUIDA BISETTIMANALE NON DEVE ESSERE SUPERIORE COMPLESSIVAMENTE A 90 ORE IN DUE SETTIMANE CONSECUTIVE GUIDA ALT RO

71 NELLE 24 ORE IL CONDUCENTE DEVE AVERE EFFETTUATO UN NUOVO PERIODO DI GIORNALIERO NELL ARCO DELLE 24 ORE DOPO UN PERIODO DI GIORNALIERO O SETTIMANALE PRECEDENTE.

72 NELLE 24 ORE 2 PERIODO DI GIORNALIERO NELL ARCO DELLE 24 ORE DOPO UN PERIODO DI GIORNALIERO O SETTIMANALE PRECEDENTE. PERIODO DI INSUFFICIENTE INFER. AD ALMENO 9 H

73 NELLE 24 ORE 3..UN NUOVO PERIODO DI GIORNALIERO NELL ARCO DELLE 24 ORE DOPO UN PERIODO DI GIORNALIERO O SETTIMANALE PRECEDENTE. 08:30 ore di riposo entro 24 h riposo non da conteggiare 11 ore di riposo ininterrotte

74 L impegno?.dipende!! Periodo massimo di lavoro giornaliero (IMPEGNO) con riposo a 9 ore 9 ORE Periodo massimo di lavoro giornaliero (IMPEGNO) con riposo a 11 ore 11 ORE LAVORO IMPEGNO I FRAZIONE LAVORO IMPEGNO II FRAZIONE RIP 3 ORE 9 ORE

75 L impegno in in multipresenza Periodo massimo di lavoro multipresenza (IMPEGNO) con riposo a 9 ore riposo 9 ore A VEICOLO FERMO

76 IMPOSSIBILE LAVORARE!?!? GINO!!... IL CAPO VUOLE CHE RISPETTIAMO I TEMPI DI GUIDA MARIO.. SE MI DA UN CAMION CON LE ALI.. FORSE..

77 CONVERSIONE PERIODO DI DI UN PERIODO DI GIORNALIERO PUO ESSERE PROLUNGATO E CONVERTITO IN UN PERIODO DI SETTIMANALE REGOLARE, O IN UN PERIODO DI SETTIMANALE RIDOTTO.

78 PERIODO DI UN PERIODO DI GIORNALIERO PUO ESSERE PROLUNGATO E CONVERTITO IN UN PERIODO DI SETTIMANALE REGOLARE, O IN UN PERIODO DI SETTIMANALE RIDOTTO. GIORNALIERO SETTIMANALE

79 RIPASSO: PERIODO DI SI CONSIDERA GIORNALIERO REGOLARE QUANDO E PARI A 11 ORE CONSECUTIVE GIORNALIERO REGOLARE GUIDA ALT RO

80 GIOR. FRAZIONATO in alternativa, il riposo giornaliero regolare può essere preso in due periodi, il primo dei quali deve essere di almeno 3 ore senza interruzioni e il secondo di almeno 9 ore senza interruzioni GIORNALIERO REGOLARE IN ALTERNATIVA G UIDA RIPO SO GUIDA ALTRO

81 PERIODO PERIODO DI DI GIORN. GIORN. RIDOTTO RIDOTTO SI CONSIDERA GIORNALIERO RIDOTTO QUANDO E PARI AD ALMENO 9 ORE CONSECUTIVE. GIORNALIERO RIDOTTO 9,00 9,00 LIMITI: NON PIU DI 3 VOLTE LA SETTIMANA 9,0 9,0 GUIDA ATTENZIONE: IL GIORNALIERO RIDOTTO NON COMPORTA PIU IL RECUPERO COMPENSATIVO DELLE ORE DI NON FRUITE, COME INVECE AVVENIVA NEL VECCHIO REGOLAMENTO 3820/1985

82 PERIODO PERIODO DI DI SETTIMANALE SETTIMANALE REGOLARE REGOLARE SI CONSIDERA SETTIMANALE REGOLARE QUANDO E PARI AD ALMENO 45 ORE CONSECUTIVE SETTIMANALE REGOLARE ,00 45,00 ALT RO

83 Limiti Limiti Limiti massimi di di lavoro lavoro nella nella settimana TRASPORTO Limiti massimi INTERNAZIONALE di di lavoro lavoro nel VIAGGIATORI nel TRASPORTO INTERNAZIONALE OCC. OCC. DI DIVIAGGIATORI IN VIGORE DAL 4 GIUGNO 2010: IL CONDUCENTE PUO LAVORARE PER 12 GIORNI DI FILA A CONDIZIONE CHE: IL VIAGGIO SI SVOLGA ALMENO 24 ORE ALL ESTERO; DOPO IL RICORSO ALLA DEROGA IL CONDUCENTE USUFRUISCA DI: 1. DUE PERIODI DI SETTIMANALE REGOLARE; OPPURE 2. UN PERIODO REGOLARE DI SETTIMANALE ED UN PERIODO RIDOTTO DI SETTIMANALE DI ALMENO 24 ORE. LA RIDUZIONE È TUTTAVIA COMPENSATA DA UN EQUIVALENTE PERIODO DI ININTERROTTO ENTRO LA FINE DELLA TERZA SETTIMANA SUCCESSIVA AL TERMINE DEL PERIODO DI DEROGA;

84 Limiti Limiti massimi Limiti di di lavoro lavoro nella nella settimana TRASPORTO Limiti massimi INTERNAZIONALE di di lavoro lavoro TRASPORTO VIAGGIATORI INTERNAZIONALE OCC. OCC. DI DIVIAGGIATORI

85 Limiti Limiti massimi Limiti di di lavoro lavoro nella nella settimana TRASPORTO Limiti massimi INTERNAZIONALE di di lavoro lavoro TRASPORTO VIAGGIATORI INTERNAZIONALE OCC. OCC. DI DIVIAGGIATORI

86 Limiti Limiti massimi Limiti di di lavoro lavoro nella nella settimana Limiti massimi INTERNAZIONALE di di lavoro lavoro TRASPORTO VIAGGIATORI INTERN. OCC. OCC. DI DIVIAGGIATORI Condizioni: c) dopo il 1 gennaio 2014, il veicolo sia munito di un apparecchio di controllo conformemente ai requisiti dell'allegato I B del regolamento (CEE) n. 3821/85; nonché; (DIGITALE) d) dopo il 1 gennaio 2014, in caso di guida tra le 22:00 e le 6:00, vi siano più conducenti a bordo del veicolo oppure il periodo di guida di cui all'articolo 7 sia 1 ridotto 2 a tre 3 ore. 4 5

87 PERIODO PERIODO DI DI SETTIMANALE SETTIMANALE RIDOTTO RIDOTTO SI CONSIDERA SETTIMANALE RIDOTTO QUANDO E INFERIORE A 45 ORE FINO AD UN MINIMO DI ALMENO 24 ORE CONSECUTIVE SETTIMANALE RIDOTTO 144,00 24,00 ALT RO

88 PERIODO PERIODO DI DI BISETTIMANALE BISETTIMANALE RIDOTTO RIDOTTO NEL CORSO DI DUE SETTIMANE CONSECUTIVE SI POSSONO EFFETTUARE: A.2 PERIODI DI SETTIMANALE REGOLARE; 1 2 SETTIMANALE REGOLAR E 45,00 SETTIMANALE REGOLAR E RIPOS O ALT RO 45, , ,0 0 RIPOS O ALT RO B. 1 PERIODO DI SETTIMANALE REGOLARE ED 1 PERIODO DI SETTIMANALE RIDOTTO SETTIMANALE REGO LARE ,00 SETT IMANALE RIDOT TO 144,00 45,00 24,00 AL TRO RIPO SO AL TRO

89 COMPENSAZIONE COMPENSAZIONE PERIODO PERIODO SETTIMANALE SETTIMANALE NON NON FRUITO FRUITO 1 PERIODO DI SETTIMANALE REGOLARE ED 1 PERIODO DI SETTIMANALE RIDOTTO SETTIMANALE REG OLARE 112, SETTIMANALE RIDOTTO 144,00 45,00 RIPOS O ALTRO 24,00 ALTRO QUANDO LA COMBINAZIONE E QUELLA SOPRA RIPORTATA LA RIDUZIONE DEL E COMPENSATA DA UN TEMPO EQUIVALENTE PRESO ENTRO LA FINE DELLA TERZA SETTIMANA SUCCESSIVA. IL PRESO A COMPENSAZIONE DI UN SETTIMANALE RIDOTTO E ATTACCATO AD UN ALTRO PERIODO DI ALMENO 9 ORE

90 SETTIMANA PRECEDENTE IL CONTROLLO DELLA TEMPISTICA BISETTIMANALE ESIGE IL CONFRONTO CON LE SETTIMANE CONTIGUE AOH!! MA QUANTO GUIDA QUESTO?? SETTIMANA CONSIDERATA SETTIMANA SUCCESSIVA PERIODI SETTIMANALI E BISETTIMANALI DI GUIDA

91 45 H GUIDA 50H GUIDA PERIODI SETTIMANALI E BISETTIMANALI DI GUIDA SETTIMANA CONTROLLO 40 H GUIDA

92 34 H GUIDA 56 H GUIDA 34 H GUIDA PERIODI SETTIMANALI E BISETTIMANALI DI GUIDA SETTIMANA CONTROLLO 56 GUIDA

93 43 H GUIDA 47 H GUIDA 45 H GUIDA PERIODI SETTIMANALI E BISETTIMANALI DI GUIDA SETTIMANA CONTROLLO 46 GUIDA

94 periodo giornaliero 11 ORE 1 GIORNO periodo giornaliero 9 ORE 4 GIORNO RICAPITOLIAMO: RIPOSI GIORNALIERI NELLA SETTIMANA: IPOTESI SU 6 GIORNI LAVORATIVI periodo giornaliero 9 ORE 2 GIORNO periodo giornaliero 11 ORE 5 GIORNO periodo giornaliero 9 ORE 3 GIORNO periodo giornaliero 11 ORE 6 GIORNO Anche in 2 soluzioni(3+9)

95 INDECISIONE FATALE

96 RICAPITOLIAMO: SETTIMANALE RIDOTTO periodo giornaliero periodo giornaliero periodo giornaliero periodo giornaliero GUIDA GUIDA GUIDA GUIDA 1 GIORNO 2 GIORNO 3 GIORNO 4 GIORNO periodo giornaliero periodo giornaliero periodo giornaliero GUIDA GUIDA 24 ORE guida riposo 5 GIORNO 6 GIORNO 7 GIORNO

97 RICAPITOLIAMO: SETTIMANALE REGOLARE periodo periodo giornaliero giornaliero periodo periodo giornaliero giornaliero periodo periodo giornaliero giornaliero periodo periodo giornaliero giornaliero GUIDA GUIDA GUIDA GUIDA GUIDA GUIDA GUIDA GUIDA 1 GIORNO 2 GIORNO 3 GIORNO 4 GIORNO periodo periodo giornaliero giornaliero GUIDA GUIDA periodo periodo periodo periodo giornaliero giornaliero giornaliero giornaliero GUIDA GUIDA ORE ORE ORE ORE 5 GIORNO 6 GIORNO 7 GIORNO

98 PERIODO SETTIMANALE H RICAPITOLIAMO: SETTIMANALE SULLE 4 SETTIMANE CON RECUPERO COMPENSATIVO PERIODO SETTIMANALE H PERIODO SETTIMANALE PERIODO PERIODO SETTIMANALE SETTIMANALE 1 SETTIMANA 2 SETTIMANA Art. 8 comma 7 Reg. 561/06: Qualsiasi riposo preso a compensazione di un periodo di riposo settimanale ridotto è attaccato a un altro periodo di riposo di almeno 9 ore H H H H 3 SETTIMANA O DI COMPENSAZIONE = H 24 H = PERIODO PERIODO SETTIMANALE SETTIMANALE 45 H 45 H 4 SETTIMANA

99 CASO CON RECUPERO COMPENSATIVO NON ATTACCATO AL PERIODO DI SETTIMANALE REGOLARE 9 H TERZA SETTIMANA O SETT. DI COMPENSAZIONE 45 H REGOLARE COMPENSATIVO 21 H 21 H COMPENSATIVO 9 H

100 RECUPERO COMPENSATIVO SULLE 5 SETTIMANE

101 E TUTTO A POSTO?

102 PERIODO PERIODO CON CON DUE DUE CONDUCENTI CONDUCENTI IN TRASFERTA I PERIODI DI GIORNALIERO E QUELLI SETTIMANALI RIDOTTI, POSSONO ESSERE EFFETTUATI NEL VEICOLO A CONDIZIONE CHE: 1. IL VEICOLO SIA DOTATO DI OPPORTUNE ATTREZZATURE PER IL (CUCCETTE); 2. IL VEICOLO SIA IN SOSTA. MULTIPRESENZA 21,00 9,00 ALTRO

103 reg. reg. CE CE 561/2006 Il Il NUOVO NUOVO REGOLAMENTO REGOLAMENTO SUI SUI TEMPI TEMPI DI DI GUIDA GUIDA TOTALE ORE GUIDA:15.. PER GUIDARE BENE BISOGNA AVERE RIPOSATO BENE. BUON VIAGGIO

104 PER PER L ATTENZIONE L ATTENZIONE Buon Lavoro!! Buon Lavoro!! GRAZIE GRAZIE Luciano Sirani Commissario P.L. Commissario P.L E. E. mail: mail:

Roma 21 giugno 2007 L ORARIO DI LAVORO E LE NUOVE NORME IN MATERIA DI TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONI E PERIODI DI RIPOSO PER IL PERSONALE VIAGGIANTE

Roma 21 giugno 2007 L ORARIO DI LAVORO E LE NUOVE NORME IN MATERIA DI TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONI E PERIODI DI RIPOSO PER IL PERSONALE VIAGGIANTE Roma 21 giugno 2007 L ORARIO DI LAVORO E LE NUOVE NORME IN MATERIA DI TEMPI DI GUIDA, INTERRUZIONI E PERIODI DI RIPOSO PER IL PERSONALE VIAGGIANTE 1 IL QUADRO NORMATIVO Orario di lavoro, guida, interruzioni

Dettagli

06 Ottobre 2007 Isp. Sup. Franco Medri. Graphics by M.G.

06 Ottobre 2007 Isp. Sup. Franco Medri. Graphics by M.G. 06 Ottobre 2007 Isp. Sup. Franco Medri Il regolamento CE n.561/2006 del 15 marzo 2006 modifica i regolamenti del Consiglio CEE n.3821/85 e CE n.2135/98 e abroga il regolamento CEE n.3820/85 del Consiglio

Dettagli

PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI

PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI Il Regolamento CE n. 561/2006 relativo ai periodi di guida e di riposo dei conducenti non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di: veicoli adibiti

Dettagli

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO V.le della libertà, 79 33170 PORDENONE TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO Normativa di riferimento: Regolamento CEE 561/06 del 15/03/2006 (sostituisce il precedente Regolamento CEE 3820/85) REGOLAMENTO CEE 561/2006

Dettagli

DURATA DELLA GUIDA E DEI RIPOSI DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI

DURATA DELLA GUIDA E DEI RIPOSI DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI DURATA DELLA GUIDA E DEI RIPOSI DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI Sommario: 5071.0 QUADRO GENERALE 5071.1 AMBITO DI APPLICAZIONE DELLE NORME COMUNITARIE IN MATERIA SOCIALE 5071.1.1 Conducenti dei veicoli cui

Dettagli

Autotrasporto SCHEDA PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI

Autotrasporto SCHEDA PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI Autotrasporto SCHEDA PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI A cura di Franco Medri* Il regolamento CE n. 561 del 15 marzo 2006 (modifica i regolamenti del Consiglio CEE n. 3821/85 e CE n. 2135/98

Dettagli

PRONTUARIO PER MINI CORSO

PRONTUARIO PER MINI CORSO PRONTUARIO PER MINI CORSO TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO CON ALLEGATA RELATIVA TABELLA SIA PER TEMPI CHE PER INFRAZIONI Art. 174 del Codice della Strada modificato dalla Legge 120 del 29/07/2010 in vigore

Dettagli

Sanzione 38 ( 50,67 notturna )

Sanzione 38 ( 50,67 notturna ) Rispetto della normativa CEE in materia di orari di lavoro, tempi di, interruzioni e riposi. Norme precettive ed ipotesi di violazioni ai sensi dell art. 174 c.d.s. modificato con Legge 29 luglio 2010,

Dettagli

Disciplina dell orario di lavoro e dei tempi di guida nell autotrasporto

Disciplina dell orario di lavoro e dei tempi di guida nell autotrasporto Disciplina dell orario di lavoro e dei tempi di guida nell autotrasporto CRONOLOGIA DELLE NORME EUROPEE Regolamento n. 543/69/CE (G.U.C.E. n. L 77 del 29 marzo 1969); Accordo Europeo 1 luglio 1970 (AETR);

Dettagli

Sarà nostra cura tenervi tempestivamente aggiornati non appena la Decisione sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea.

Sarà nostra cura tenervi tempestivamente aggiornati non appena la Decisione sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea. INDIRIZZI INTERPRETATIVI IN MATERIA DI AUTOTRASPORTO: CIRCOLARI MINISTERO DELL INTERNO E MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE Il Ministero dell Interno congiuntamente al Ministero delle Infrastrutture e dei

Dettagli

Comitato Unitario dell Autotrasporto della Provincia di Ravenna

Comitato Unitario dell Autotrasporto della Provincia di Ravenna PREMESSA Con la pubblicazione del Regolamento CE n. 561/2006 sono state introdotte importanti novità. A questo si aggiunge la direttiva 2002/15/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell 11 marzo

Dettagli

D.Lgvo 4.8.2008, n.144 su G.U. n.218 del 17.9.2008.

D.Lgvo 4.8.2008, n.144 su G.U. n.218 del 17.9.2008. ORARIO DI LAVORO DELLE PERSONE CHE EFFETTUANO OPERAZIONI MOBILI DI AUTOTRASPORTO PERIODI DI GUIDA E DI RIPOSO DEI CONDUCENTI ATTUAZIONE DIRETTIVA 2002/15/CE ATTESTAZIONE DI ATTIVITA PER LE ASSENZE DEGLI

Dettagli

In arrivo le novità per la tempistica di guida nel trasporto di viaggiatori per i servizi occasionali internazionali.

In arrivo le novità per la tempistica di guida nel trasporto di viaggiatori per i servizi occasionali internazionali. In arrivo le novità per la tempistica di guida nel trasporto di viaggiatori per i servizi occasionali internazionali. Il Parlamento europeo ha adottato il Reg. CE 21 ottobre 2009, n. 1073/2009 Regolamento

Dettagli

APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA

APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA APPROFONDIMENTO I TEMPI DI GUIDA NORMATIVA E SANZIONI MAGGIO 2013 A cura dell Ufficio Relazioni Industriali Faccioli Chiara - Padovani Carlo 6 SOMMARIO 1. Ambito di applicazione 2. Il tempo di guida 3.

Dettagli

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO. ( terza parte )

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO. ( terza parte ) TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO ( terza parte ) L attività giornaliera dei conducenti professionali è, come ben sappiamo, prevalentemente regolata dal Reg. 561/2006 che ne fissa agli art. 6-7 ed 8 rispettivamente

Dettagli

PERIODO DI GUIDA. COMPRESO Guida Da A 9 ore 9 ore e 1 min. 9 ore e 54 min. 10 ore e 1 min. 11 ore

PERIODO DI GUIDA. COMPRESO Guida Da A 9 ore 9 ore e 1 min. 9 ore e 54 min. 10 ore e 1 min. 11 ore ART. 174 COMMA 4 SUPERAMENTO Violazione protratta entro il 10 % del limite consentito ART. 174 COMMA 5 SUPERAMENTO Violazione protratta oltre il 10 % ma entro il 20 % del limite consentito ART. 174 COMMA

Dettagli

Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014)

Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014) Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014) Tabelle di sintesi con i calcoli delle percentuali e delle

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO TERRITORIO E SICUREZZA URBANA NORD Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi

CITTÀ DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO TERRITORIO E SICUREZZA URBANA NORD Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi CITTÀ DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO TERRITORIO E SICUREZZA URBANA NORD Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi CIRCOLARE N. 34 Informativa OGGETTO: Circolazione Stradale. Cronotachigrafo.

Dettagli

L attività lavorativa degli autotrasportatori

L attività lavorativa degli autotrasportatori L attività lavorativa degli autotrasportatori a cura di Franco Medri cronotachigrafo tempi e di riposo PERIODO DI GUIDA GIORNALIERO Si definisce con il termine : «Il complessivo di guida tra il termine

Dettagli

IL CONOTACHIGRAFO DIGITALE REGOLAMENTO CEE 561/2006

IL CONOTACHIGRAFO DIGITALE REGOLAMENTO CEE 561/2006 2009 Segreteria Regione Lombardia IL CONOTACHIGRAFO DIGITALE REGOLAMENTO CEE 561/2006 CARTA TACHIGRAFICA; CAMPO DI APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO 561/06; DEFINIZIONI; TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO; CRONOTACHIGRAFO

Dettagli

Vuoi imparare come evitare le multe?

Vuoi imparare come evitare le multe? Page 1 of 20 Manuale per chi opera con il Tachigrafo Digitale Vuoi imparare come evitare le multe? Informati e informa i tuoi colleghi e datore di lavoro su: Ore di guida e di riposo. Obblighi relativi

Dettagli

<< {loadposition pos1} >>

<< {loadposition pos1} >> > Il tachigrafo, detto per la precisione cronotachigrafo, è un dispositivo di controllo dei tempi di guida, delle distanze percorse e della velocità sostenuta. Viene installato

Dettagli

Ispezioni e ricorsi i casi in azienda. Tempi di guida e Orario di lavoro : le ispezioni nell autotrasporto

Ispezioni e ricorsi i casi in azienda. Tempi di guida e Orario di lavoro : le ispezioni nell autotrasporto Ispezioni e ricorsi i casi in azienda Tempi di guida e Orario di lavoro : le ispezioni nell autotrasporto a cura di Raffaele Covino Avvocato e Funzionario della DPL Modena Le ispezioni del lavoro nelle

Dettagli

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO L art. 174 del CDS disciplina, come ben sappiamo, la durata della guida degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose. Tale articolo, completamente rinnovato dalla

Dettagli

Cna Padova Via Croce Rossa, 56 Tel. 049-8062235 www.pd.cna.it/fita fita@pd.cna.it

Cna Padova Via Croce Rossa, 56 Tel. 049-8062235 www.pd.cna.it/fita fita@pd.cna.it DECRETO LEGISLATIVO 19 novembre 2007, n. 234 Attuazione della direttiva 2002/15/CE concernente l'organizzazione dell'orario di lavoro delle persone che effettuano operazioni mobili di autotrasporti. Vigente

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Breve glossario per la lettura dei pittogrammi nella stampa del cronotachigrafo digitale. Con il Regolamento CE n 561/2006, in vigore in Italia dall 11 aprile 2007, sono state introdotte

Dettagli

Vigilanza e sanzioni nell autotrasporto

Vigilanza e sanzioni nell autotrasporto Vigilanza e sanzioni nell autotrasporto 1 Principali riferimenti normativi D.lgs. 4 agosto 2008 n. 144 sulle norme minime per l applicazione dei regolamenti nn. 3820/1985/CEE e 3821/1985/CEE (attuazione

Dettagli

POLIZIA LOCALE IL CONTROLLO SU STRADA DEL TRASPORTO MERCI e IL CONTROLLO DEL TACHIGRAFO DIGITALE. Relatore: Saverio ROSSI

POLIZIA LOCALE IL CONTROLLO SU STRADA DEL TRASPORTO MERCI e IL CONTROLLO DEL TACHIGRAFO DIGITALE. Relatore: Saverio ROSSI POLIZIA LOCALE IL CONTROLLO SU STRADA DEL TRASPORTO MERCI e IL CONTROLLO DEL TACHIGRAFO DIGITALE Relatore: Saverio ROSSI Questo documento rappresenta una guida d uso per gli Operatori di Polizia Locale

Dettagli

Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall esigenza di

Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall esigenza di Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall esigenza di sostituire il precedente apparato analogico, nel tempo risultato

Dettagli

USO DI CRONOTACHIGRAFO E TACHIGRAFO DIGITALE DA PARTE DEL CONDUCENTE

USO DI CRONOTACHIGRAFO E TACHIGRAFO DIGITALE DA PARTE DEL CONDUCENTE USO DI CRONOTACHIGRAFO E TACHIGRAFO DIGITALE DA PARTE DEL CONDUCENTE Sommario: 5075.0 QUADRO GENERALE 5075.1 USO CRONOTACHIGRAFO ANALOGICO IN MODALITÀ CONDUCENTE 5075.1.1 Verifica dell'ora registrata 5075.1.2

Dettagli

Unioncamere Area Formalità per il Commercio Internazionale

Unioncamere Area Formalità per il Commercio Internazionale CRONOTACHIGRAFO DIGITALE Unioncamere Area Formalità per il Commercio Internazionale La normativa di riferimento Regolamento CEE 3820/85, relativo all armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO U.E.

REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO U.E. Regolamento 561/06/CE relativo all'armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada e che modifica i regolamenti del Consiglio U.E. 3821/85/CEE e (CE) n. 2135/98

Dettagli

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI Sommario: 5064.0 QUADRO GENERALE 5064.1 ORARIO DI LAVORO 5064.1.1 Durata dell'orario di lavoro settimanale 5064.1.2 Riposi intermedi 5064.1.3

Dettagli

CALENDARIO DIVIETI DI CIRCOLAZIONE FUORI CENTRI ABITATI VEICOLI PTT>7,5T ANNO 2011

CALENDARIO DIVIETI DI CIRCOLAZIONE FUORI CENTRI ABITATI VEICOLI PTT>7,5T ANNO 2011 Oggetto: Direttive e calendario 2012 per le limitazioni alla circolazione dei veicoli pesanti fuori dai centri abitati Firmato ed in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, il Decreto del Ministro

Dettagli

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO Premesso che per effettuare qualsiasi autotrasporto

Dettagli

Illeciti in materia di autotrasporto: analisi delle fattispecie

Illeciti in materia di autotrasporto: analisi delle fattispecie Illeciti in materia di autotrasporto: analisi delle fattispecie Pierluigi Rausei - Adapt professional fellow (*) Particolare rilievo rivestono nella materia dell orario di lavoro e dello svolgimento dei

Dettagli

8- IMPIEGO DEL CRONOTACHIGRAFO. Il Regolamento CE n. 561/2006 non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di:

8- IMPIEGO DEL CRONOTACHIGRAFO. Il Regolamento CE n. 561/2006 non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di: 8- IMPIEGO DEL CRONOTACHIGRAFO ESENZIONI RELATIVE ALL UTILIZZO DEL CRONOTACHIGRAFO Il Regolamento CE n. 561/2006 non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di: veicoli adibiti al trasporto

Dettagli

Gazzetta ufficiale Repubblica Italiana n. L 102 del 11/04/2006 IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA

Gazzetta ufficiale Repubblica Italiana n. L 102 del 11/04/2006 IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA Regolamento (CE) n. 561/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 Marzo 2006 relativo all'armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada e che modifica

Dettagli

Spiegazione del regolamento (CE) n. 561/2006 per favorire l'esecuzione armonizzata dei controlli stradali

Spiegazione del regolamento (CE) n. 561/2006 per favorire l'esecuzione armonizzata dei controlli stradali Spiegazione del regolamento (CE) n. 561/2006 per favorire l'esecuzione armonizzata dei controlli stradali 1 Indice 1. Oggetto e ambito di applicazione... 5 2. Regole sul periodo di guida... 7 2.1 Introduzione...

Dettagli

11.4.2006 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 102/1. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità)

11.4.2006 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 102/1. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) 11.4.2006 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 102/1 I (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) REGOLAMENTO (CE) n. 561/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del

Dettagli

LEXUS EURO ASSISTANCE 24 Assistenza stradale abbinata alla garanzia Lexus.

LEXUS EURO ASSISTANCE 24 Assistenza stradale abbinata alla garanzia Lexus. LEXUS EURO ASSISTANCE 24 Assistenza stradale abbinata alla garanzia Lexus. Indice 1. Assistenza Europea 2. Modalità del Servizio 3. Informazioni Importanti pag. 3 pag. 4 pag. 6 1. ASSISTENZA EUROPEA 3

Dettagli

Il lavoro nell autotrasporto: illeciti e sanzioni

Il lavoro nell autotrasporto: illeciti e sanzioni Working Paper A s s o c i a z i o n e p e r g l i S t u d i I n t e r n a z i o n a l i e C o m p a r a t i s u l D i r i t t o d e l l a v o r o e s u l l e R e l a z i o n i i n d u s t r i a l i In

Dettagli

* Girolamo Simonato. Premessa

* Girolamo Simonato. Premessa Premessa * Girolamo Simonato Nel settore dei trasporti su strada, il regolamento (CEE) n. 3820/85 del Consiglio, del 20 dicembre 1985, relativo all'armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale

Dettagli

Ministero dei Trasporti. Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l anno 2008

Ministero dei Trasporti. Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l anno 2008 Ministero dei Trasporti Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l anno 2008 IL MINISTRO DEI TRASPORTI VISTO l art. 6, comma 1, del nuovo codice

Dettagli

Il DS dovrà accertarsi che la Ditta che si aggiudica il servizio

Il DS dovrà accertarsi che la Ditta che si aggiudica il servizio Dirigente Scolastico Salvatore Amato IC D. Alighieri Venezia ITIS G. Galilei Conegliano VADEMECUM PER VIAGGIARE IN SICUREZZA Alcune regole importanti per organizzare in sicurezza i viaggi di istruzione

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 4 della Legge Costituzionale n.185/2005 e l articolo 6 della Legge Qualificata n.186/2005; Promulghiamo

Dettagli

Convenzione sulla legge applicabile in materia di incidenti della circolazione stradale

Convenzione sulla legge applicabile in materia di incidenti della circolazione stradale Traduzione 1 Convenzione sulla legge applicabile in materia di incidenti della circolazione stradale 0.741.31 Conchiusa all Aia il 4 maggio 1971 Approvata dall Assemblea federale il 4 ottobre 1985 2 Istrumenti

Dettagli

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee L 80/35 DIRETTIVA 2002/15/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell'11 marzo 2002 concernente l'organizzazione dell'orario di lavoro delle persone che effettuano operazioni mobili di autotrasporto

Dettagli

I CONTROLLI SU STRADA: COME ESSERE PREPARATI E IN REGOLA

I CONTROLLI SU STRADA: COME ESSERE PREPARATI E IN REGOLA I CONTROLLI SU STRADA: COME ESSERE PREPARATI E IN REGOLA IL CRONOTACHIGRAFO DIGITALE È un apparecchio di registrazione dati, installato su tutti i veicoli adibiti al trasporto di cose di MCPC superiore

Dettagli

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012 DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012 recante modifica della direttiva 2006/126/CE del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la patente di guida LA COMMISSIONE EUROPEA, (Testo

Dettagli

Articolo 2 Ai fini del regolamento (CE) n. 484/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio ( 1 ),

Articolo 2 Ai fini del regolamento (CE) n. 484/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio ( 1 ), L 75/60 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 22.3.2005 DECISIONE N. 2/2004 DEL COMITATO DEI TRASPORTI TERRESTRI COMUNITÀ/SVIZZERA del 22 giugno 2004 che modifica l allegato 1 dell accordo fra la Comunità

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 12 Informativa OGGETTO: Circolazione stradale. C.d.S. - Leggi Complementari D.L.

Dettagli

,1',&( Premessa. La carta cronotachigrafica: definizione tipologia

,1',&( Premessa. La carta cronotachigrafica: definizione tipologia ,1',&( Premessa La carta cronotachigrafica: definizione tipologia La carta conducente: definizione e funzione requisiti competenza modulistica allegati La carta azienda : definizione e funzione requisiti

Dettagli

Sicurezza stradale: regole per i pullman

Sicurezza stradale: regole per i pullman Sicurezza stradale: regole per i pullman 1. Prescrizioni concernenti l ammissione dei conducenti di pullman alla circolazione Conformemente all ordinanza sull ammissione alla circolazione Categoria della

Dettagli

Accordo europeo relativo al trasporto internazionale su strada delle merci pericolose (ADR)

Accordo europeo relativo al trasporto internazionale su strada delle merci pericolose (ADR) Traduzione 1 Accordo europeo relativo al trasporto internazionale su strada delle merci pericolose (ADR) 0.741.621 Conchiuso a Ginevra, il 30 settembre 1957 Approvato dall Assemblea federale il 4 dicembre

Dettagli

TRASPORTI DI CABOTAGGIO REGIME SANZIONATORIO di Franco Medri* e Maurizio Piraino

TRASPORTI DI CABOTAGGIO REGIME SANZIONATORIO di Franco Medri* e Maurizio Piraino TRASPORTI DI CABOTAGGIO REGIME SANZIONATORIO di Franco Medri* e Maurizio Piraino La licenza comunitaria (al pari della analoga licenza SEE) consente anche l effettuazione dei trasporti di cabotaggio. L

Dettagli

L ASSICURAZIONE DEI VEICOLI CON TARGA ESTERA - LA CARTA VERDE E LE RELATIVE ESENZIONI. Luca Tassoni Corpo P.M. Bologna

L ASSICURAZIONE DEI VEICOLI CON TARGA ESTERA - LA CARTA VERDE E LE RELATIVE ESENZIONI. Luca Tassoni Corpo P.M. Bologna L ASSICURAZIONE DEI VEICOLI CON TARGA ESTERA - LA CARTA VERDE E LE RELATIVE ESENZIONI Luca Tassoni Corpo P.M. Bologna SESSIONI SPECIALI SPECIALE ASAPS (Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale)

Dettagli

Sanzioni per violazioni del Codice della Strada Art. 174

Sanzioni per violazioni del Codice della Strada Art. 174 Sanzioni per violazioni del Codice della Strada Art. 174 ART. 174 COMMA 4 Conducente che supera la durata dei periodi di guida prescritti dal Regolamento CE 561/2006 per eccedenze fino al 10% 9 ore (540

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011)

DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011) DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011) Attuazione delle direttive 2009/4/CE e 2009/5/CE, che modificano la direttiva 2006/22/CE, sulle norme minime per l applicazione dei

Dettagli

Rivista on line - Anno XXVI, aprile 2015, n. 3 - Direzione e Redazione: Strada 1, Palazzo F6-20090 Milanofiori Assago (Mi)

Rivista on line - Anno XXVI, aprile 2015, n. 3 - Direzione e Redazione: Strada 1, Palazzo F6-20090 Milanofiori Assago (Mi) DIRITTO & PRATICA DEL LAVORO ORO Rivista on line - Anno XXVI, aprile 2015, n. 3 - Direzione e Redazione: Strada 1, Palazzo F6-20090 Milanofiori Assago (Mi) Pierluigi Rausei AUTOTRASPORTO: REGOLE E SANZIONI

Dettagli

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015.

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015. Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche Circolare n. 28 Roma, 6 febbraio 2015 Al Ai Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali

Dettagli

Ci sono tecnologie più evolute per non perdersi.

Ci sono tecnologie più evolute per non perdersi. Ci sono tecnologie più evolute per non perdersi. È il momento di aggiornare il tuo sistema di navigazione Audi. Gamma A7 Sportback. Ciclo combinato: consumo di carburante (l/100 km): 5,1-8,2; emissioni

Dettagli

Autotrasporto Controlli su strada dell attività del conducente professionale. Rovigo, 15 marzo 2012

Autotrasporto Controlli su strada dell attività del conducente professionale. Rovigo, 15 marzo 2012 Autotrasporto Controlli su strada dell attività del conducente professionale Rovigo, 15 marzo 2012 Andrea Camata Comandante di Polizia Locale www.plnews.it info@plnews.it Campo di applicazione del cronotachigrafo

Dettagli

LE NUOVE PATENTI DI GUIDA (dal 19 gennaio 2013)

LE NUOVE PATENTI DI GUIDA (dal 19 gennaio 2013) LE NUOVE PATENTI DI GUIDA (dal 19 gennaio 2013) N.B. LA PATENTE AM E RICOMPRESA IN OGNI ALTRA CATEGORIA CATEGORIA (Età minima) VEICOLI AM (14 anni) ciclomotori a due ruote (cat. L1e) con velocità massima

Dettagli

JANUARY 2017 LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA 1

JANUARY 2017 LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA 1 LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA 1 2 3 4 5 6 7 8 ALBANIA--AUSTRALIA- AUSTRIA-BELGIO-BIELORUSSIA- BULGARIA-BOSNIA ERZEGOVINA- BRASILE-CANADA--CIPRO-COREA DEL SUD-CROAZIA-DANIMARCA-

Dettagli

Seminario informativo sabato 25 maggio 2013. a cura di ABRIANI Pier Luigi

Seminario informativo sabato 25 maggio 2013. a cura di ABRIANI Pier Luigi Seminario informativo sabato 25 maggio 2013 a cura di ABRIANI Pier Luigi PATENTI IN GENERALE Art. 116/7 - Si può essere titolari di un'unica patente di guida rilasciata da uno Stato membro dell'unione

Dettagli

Regione Toscana I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n.

Regione Toscana I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n. I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n. 37 del 27/03/2015, sono assoggettati alla tassa automobilistica ordinaria ridotta

Dettagli

GITE SCOLASTICHE IMPRESA SCUOLA VADEMECUM

GITE SCOLASTICHE IMPRESA SCUOLA VADEMECUM SCUOLA IMPRESA AUTISTA AUTOBUS VADEMECUM SCUOLA TURISMO SCOLASTICO E TRASPORTO CON AUTOBUS SCUOLA L attività di trasporto turistico con autobus è assoggettata ad attenta regolamentazione dalla legge quadro

Dettagli

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO**

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO** TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO** Con il Decreto Ministeriale 15 febbraio 2001, n. 28T, il Ministero dei Trasporti ha recepito la Direttiva

Dettagli

LA SICUREZZA DEI MINORI A BORDO DEGLI AUTOBUS

LA SICUREZZA DEI MINORI A BORDO DEGLI AUTOBUS LA SICUREZZA DEI MINORI A BORDO DEGLI AUTOBUS Nadia Amitrano Servizio Innovazioni Tecnologiche ASSTRA - ROMA 1 I PRINCIPALI DATI DI ASSTRA I PRINCIPALI DATI DELLE AZIENDE ADERENTI AD ASSTRA Membri associati

Dettagli

MARKETING. Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing

MARKETING. Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing MARKETING Provvediamo allo sviluppo dei vostri affari Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing Nel Direct Marketing, è fondamentale avere l indirizzo di un impresa solvibile, presupposto

Dettagli

ORARIO DI LAVORO. (CCNL AF c/o MIT Orario 19.10.11) 2.1 Definizioni: c) agli stessi fini..

ORARIO DI LAVORO. (CCNL AF c/o MIT Orario 19.10.11) 2.1 Definizioni: c) agli stessi fini.. (CCNL AF c/o MIT Orario 19.10.11) ORARIO DI LAVORO 1.7 Per orario spezzato di cui alle lettere c) e d) del precedente punto 1.6, si intende il periodo di lavoro giornaliero nel corso del quale è previsto

Dettagli

MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA

MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA Testo vigente dell art. 202, D.Lgs. 4 luglio 2006, n. 223 (Codice della Strada) (a seguito delle modifiche apportate dal D.L. 21 giugno 2013, n. 69, convertito

Dettagli

L AGGANCIAMENTO MISTO NEL TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI SU STRADA

L AGGANCIAMENTO MISTO NEL TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI SU STRADA L AGGANCIAMENTO MISTO NEL TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI SU STRADA di Maurizio PIRAINO * Quando si effettua un trasporto internazionale di merci su strada per conto di terzi in ambito comunitario, nel

Dettagli

MODULO PER RILEVAZIONE PRESENZE

MODULO PER RILEVAZIONE PRESENZE lunedì 15 settembre 2014 martedì 16 settembre 2014 mercoledì 17 settembre 2014 giovedì 18 settembre 2014 venerdì 19 settembre 2014 lunedì 22 settembre 2014 martedì 23 settembre 2014 mercoledì 24 settembre

Dettagli

* * * Prot. 300/A/205/15/108/13/1 Prot. 744 Del 15/01/2015 Del 15/01/2015 - ALLE QUESTURE DELLA REPUBBLICA LORO SEDI

* * * Prot. 300/A/205/15/108/13/1 Prot. 744 Del 15/01/2015 Del 15/01/2015 - ALLE QUESTURE DELLA REPUBBLICA LORO SEDI Prot. 300/A/205/15/108/13/1 Prot. 744 Del 15/01/2015 Del 15/01/2015 - ALLE QUESTURE DELLA REPUBBLICA LORO SEDI - AI COMPARTIMENTI DELLA POLIZIA STRADALE LORO SEDI - ALLE ZONE POLIZIA DI FRONTIERA LORO

Dettagli

COMUNE DI NOCETO PROVINCIA DI PARMA

COMUNE DI NOCETO PROVINCIA DI PARMA Prot. n. 17389 DEL 29.09.08 Ordinanza n 255 Oggetto: ORDINANZA DI LIMITAZIONE PARZIALE DELLA CIRCOLAZIONE E DIVIETO TOTALE DI CIRCOLAZIONE AI SENSI DI QUANTO DISPOSTO DALLA CONFERENZA DEI SINDACI PER L

Dettagli

IL CONTROLLO DI POLIZIA STRADALE NELL AUTOTRASPORTO

IL CONTROLLO DI POLIZIA STRADALE NELL AUTOTRASPORTO IL CONTROLLO DI POLIZIA STRADALE NELL AUTOTRASPORTO TRASPORTO PER CONTO TERZI NAZIONALE Documenti conducente: Documento di identità; Patente di guida; Cqc; Documento rapporto di lavoro; Fogli di registrazione;

Dettagli

NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri*

NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri* NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri* Premessa: le parti evidenziate in rosso non sono ancora entrate in vigore se non dopo la pubblicazione

Dettagli

PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario

PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario Il 1 luglio 1996 è entrata in vigore la Direttiva n. 91/439/CEE del 29 luglio 1991, recepita

Dettagli

Agli enti ed Associazioni interessate LORO SEDI

Agli enti ed Associazioni interessate LORO SEDI Dipartimento dei trasporti terrestri e dei sistemi informativi e statistici Direzione Generale per l autotrasporto di persone e cose Unità Operativa ex APC2 Roma, 8 maggio 2003 Prot. n.1557 AI/G All.n.8

Dettagli

La circolazione stradale dei cittadini stranieri. 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada

La circolazione stradale dei cittadini stranieri. 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada La circolazione stradale dei cittadini stranieri 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada Tutti i conducenti di veicoli devono rispettare il Codice della strada in quanto la

Dettagli

DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO

DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO CITTÀ DI OZIERI PROVINCIA DI SASSARI DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO APPROVATO CON DELIBERAZIONE G.C. N.101 DEL 05.06.2013 1 Indice A Orario di Lavoro B Flessibilità dell'orario C Pausa

Dettagli

IL TACHIGRAFO DIGITALE

IL TACHIGRAFO DIGITALE IL TACHIGRAFO DIGITALE Treviso 13 aprile 2006 Normativa Regolamento (CEE) 3821/85 Regolamento (CE) 2135/98 Regolamento (CE) 1360/2002 Regolamento (CE) n.../2006 di modifica dei regolamenti 3821/85 e 2135/98

Dettagli

Convenzione del 4 gennaio 1960 istitutiva dell Associazione europea di libero scambio (AELS)

Convenzione del 4 gennaio 1960 istitutiva dell Associazione europea di libero scambio (AELS) Convenzione del 4 gennaio 1960 istitutiva dell Associazione europea di libero scambio (AELS) Decisione n. 6/2011 del Consiglio recante modifica dell Appendice 1 dell Allegato P (Trasporti terrestri) Adottata

Dettagli

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 29 aprile 2010 (*)

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 29 aprile 2010 (*) SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 29 aprile 2010 (*) «Rinvio pregiudiziale Regolamenti (CEE) nn. 3820/85 e 3821/85 Trasporti su strada Obbligo di iscrizione Periodi di riposo e altri tempi di lavoro

Dettagli

Oggetto: Divieti di circolazione dei mezzi pesanti in Italia. Calendario 2013.

Oggetto: Divieti di circolazione dei mezzi pesanti in Italia. Calendario 2013. Presidenza e Segreteria Generale Piazza G.G. Belli n 2 00153 Roma Tel. 06/58.300.213 Fax.: 06/58.16.389 Sede operativa nazionale Viale Bacchiglione n 16 20139 - Milano Tel. 02/53.93.539 r.a. Fax 02/53.97.381

Dettagli

Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato

Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato Con il d.lgs. 285/92 (Nuovo Codice della Strada) all art. 111 era stata disciplinata la revisione della

Dettagli

L orario di lavoro, i riposi giornalieri e settimanali

L orario di lavoro, i riposi giornalieri e settimanali N.298 del 14.07.2011 La Memory A cura di Riccardo Malvestiti L orario di lavoro, i riposi giornalieri e settimanali Il corpo principale della disciplina dell orario di lavoro è rappresentata dal D.Lgs.

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5 Il servizio

Dettagli

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille I documenti devono essere: 1) Legalizzati (o apostillati) 2) Scritti o tradotti in lingua italiana 3) Non contrari a norme imperative o di ordine pubblico I documenti e gli atti dello stato civile formati

Dettagli

744.10 Legge federale sull accesso alle professioni di trasportatore su strada

744.10 Legge federale sull accesso alle professioni di trasportatore su strada Legge federale sull accesso alle professioni di trasportatore su strada (LPTS) del 20 marzo 2009 1 (Stato 1 gennaio 2016) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 63 capoverso

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI TRAFFIC 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI OPEN 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5 Il

Dettagli

GITE SCOLASTICHE ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO

GITE SCOLASTICHE ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO Nella scelta della Ditta ossia della società che ha la disponibilità degli autobus, i Dirigenti Scolastici devono accertare con la massima diligenza, eventualmente

Dettagli

TRASPORTO MERCI IN CONTO TERZI - LE ISTRUZIONI SCRITTE DEL COMMITTENTE - * di Franco MEDRI

TRASPORTO MERCI IN CONTO TERZI - LE ISTRUZIONI SCRITTE DEL COMMITTENTE - * di Franco MEDRI TRASPORTO MERCI IN CONTO TERZI - LE ISTRUZIONI SCRITTE DEL COMMITTENTE - * di Franco MEDRI L art. 7, comma 4, del D. Lgs n. 286/05 prescrive che, qualora il contratto di trasporto non sia stipulato in

Dettagli

Il trasporto combinato di *Franco MEDRI e **Maurizio PIRAINO

Il trasporto combinato di *Franco MEDRI e **Maurizio PIRAINO Il trasporto combinato di *Franco MEDRI e **Maurizio PIRAINO Con il Decreto Ministeriale 15 febbraio 2001, n. 28T, il Ministero dei Trasporti ha recepito la Direttiva n. 92/106/CEE del 7 dicembre 1992,

Dettagli

* * * Prot. 300/A/4628/11/101/3/3/9 Prot. 12409 del 18 maggio 2011 18 maggio 2011 R.U. USCITA

* * * Prot. 300/A/4628/11/101/3/3/9 Prot. 12409 del 18 maggio 2011 18 maggio 2011 R.U. USCITA Prot. 300/A/4628/11/101/3/3/9 Prot. 12409 del 18 maggio 2011 18 maggio 2011 R.U. USCITA - ALLE QUESTURE DELLA REPUBBLICA - AI COMPARTIMENTI DELLA POLIZIA STRADALE - ALLE ZONE POLIZIA DI FRONTIERA - AI

Dettagli

Serie CSI ESERCITAZIONI Programma comune (merci e viaggiatori) Internazionale

Serie CSI ESERCITAZIONI Programma comune (merci e viaggiatori) Internazionale Serie CSI ESERCITAZIONI Programma comune (merci e viaggiatori) Internazionale CSI00 CSI00 CSI00 CSI00 CSI005 CSI006 Al ritorno da un viaggio in Ucraina, un controllo su strada in Italia accerta un sovraccarico

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E L B O L O G N E S E Medaglia d Argento al Merito Civile Provincia di Ravenna

C O M U N E D I C A S T E L B O L O G N E S E Medaglia d Argento al Merito Civile Provincia di Ravenna C O M U N E D I C A S T E L B O L O G N E S E Medaglia d Argento al Merito Civile Provincia di Ravenna SETTORE GESTIONE TERRITORIO ORDINANZA SINDACALE n. 14 / 2015 del 01/10/2015 OGGETTO: DISPOSIZIONI

Dettagli